Sei sulla pagina 1di 38

CRONACHE di NAPOLI WWW.CRONACHEDINAPOLI.

ORG
Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea
Direzione, redazione: LIBRA EDITRICE soc. coop. a r.l., S.S. Sannitica km. 19,800 - Centro Tamarin - 81025 Marcianise (Ce) - Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165 - Fax 0823.821725 Anno XII - Numero 99
Prezzi di vendita in abbonamento: sette numeri a settimana: annuale Euro 230,00; semestrale Euro 120,00; trimestrale Euro 65,00 - Arretrati Euro 2,00 - Concessionaria esclusiva per la pubblicità: Domenica 11 Aprile 2010
Publikompass Spa - Via dell’Incoronata, 20/27 - Napoli Tel. 081/4201411 - Poste Italiane S. p. A. spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/04 n. 46 art. 1 comma 1 DCBC Napoli) In Albis
Ufficio diffusione: Spreading Service - Via Epomeo, 63 - Napoli - Tel. 081.7283439-7672382 Euro 1,00

Secondigliano Dietro le sbarre anche il marito della 31enne. Il piccolo di 5 mesi affidato alla nonna

Spaccio col figlio in braccio, presa


Sequestrati alcune confezioni di ‘neve’ e un sistema di videosorveglianza con 4 microcamere
Pianura - In due fanno irruzione nel negozio. Notati da due agenti in borghese che aprono il fuoco per fermarli. Banditi in fuga Forcella Il direttore sanitario: quell’area è transennata

Rapina con sparatoria dal parrucchiere NAPOLI - Ancora un saba-


Crolla solaio all’ospedale Annunziata
Due persone ferite in modo non grave
Scampia to di rapine, quello di ieri,
nel quartiere Pianura. Sta-
volta però cambia l’epilogo
Ponticelli Due per-
sone sono
rimaste

Smercio di droga del colpo: due banditi col


volto coperto da passamon- Faceva da ‘palo’ ferite in
seguito al
crollo di
tagna fanno irruzione all’in-
nella piazza ‘33’, terno di un negozio di via
Provinciale, terrorizzano i
a un pusher, un solaio
all’ospe-

terzetto ai domiciliari clienti e tentano di portare


via indisturbati il bottino.
Due agenti hanno esploso
38enne acciuffato dale
Annunzia-
ta nel cen-

La droga e i soldi sequestrati


Uno è di Giugliano dei colpi contro i malviventi. e condannato a 2 anni tro storico
a Forcella

A Pagina 11 A Pagina 11 A Pagina 12 A Pagina 12 A Pagina 5

Bagnoli Nei guai anche un 72enne Il 27enne è di Arzano. La vittima di S. Giorgio a Cremano terrorizzata con minacce e accoltellata
Pizzo al centro sociale,
un’anziana in manette Estorsione a un commerciante, in cella
Il negoziante di scarpe prestò 80mila euro a un rivenditore di bibite: ne pretendeva 100mila
Una settantenne è stata costretta dalla 77enne ARZANO - Prima gli pre-
a consegnare somme di denaro per i ‘carcerati’ Torre Annunziata Imprenditore-eroe denuncia gli aguzzini: era costretto a pagare ai Gallo e ai Gionta sta i soldi e poi lo minaccia. Forcella, sorpreso
In manette è finito Salvatore con quattro dosi
NAPOLI - Settant’anni,
sola. Aveva deciso di fre-
quentare un centro sociale
per anziani, un luogo dove
Delitto alla Cumana,
Giuseppe Sarno:
Tangenti per 2 clan, 11 arresti
Nelle foto in alto da sini-
Gagliotta ventisettenne
imprenditore incensurato di
Arzano. Prestò dei soldi ad
un 37enne di S. Giorgio a
Cremano.
di cocaina:
39enne in trappola
Intercettato dall’Arma
fare amicizia, tenersi attiva,
impegnata. Varcare quelle
nel commando stra: Michele Amoruso, in via Pietro Colletta
mura è stato l’inizio di un c’era Marco Ricci Raimondo Bonfini, Tullio
Calabrese Giuseppe Di A Pagina 19 A Pagina 10
incubo durato circa sei mesi.
Le hanno chiesto dapprinci- Nocera e Mario Genovese.
Nelle foto in basso da sini-
pio piccole somme, cinque,
dieci euro. Poi la cifra è cre- stra: Francesco Iapicca, Giugliano, Prostituzione,
sciuta sempre più, fino a Ludovico Lamberto, Mauri-
zio Perna, Felice Praitano
accusato di rapina multe salate
dover sborsare anche cento
euro. In manette un 77enne e Antonio Solimeno Spedito in prigione a chi viene trovato
che aveva costretto una
70enne a consegnare somme Alle Pagg. 26 e 27
per 3 anni e 3 mesi con le ‘lucciole’
di denaro per i ‘carcerati’. Giuseppe Sarno
Il 29enne era ai domiciliari Pozzuoli, l’ordinanza
Rinchiuso a Poggioreale emessa dal vicesindaco
A Pagina 13
A Pagina 14 Portici, raid vandalico al liceo Flacco Villaricca, la banda del buco in azione A Pagina 15 A Pagina 17
Un petardo è esploso durante le lezioni Ma il colpo alla filiale della Bnl fallisce
A Pagina 24 A Pagina 16
NAPOLI DA PAG. 28 a 33
a
Disastro a Fuorigrotta, Portici L’agente Bruno Fortunato si è sparato un colpo alla testa. Prese la Lioce e ammazzò Galesi 3
il Parma vince al San Paolo
La Champions si allontana Catturò i capi delle Br, si è ucciso DOMENICA 30 MAGGIO 2010
Messo comunale Caivano
COMUNALI ALLE PAGG. 20, 23 e 25 di Volla licenziato Stupefacenti,
Alla manifestazione potranno partecipare
tutti gli atleti tesserati F.C.I., U.D.A.C.E.,
U.I.S.P. e Enti di promozione sportiva e cicloamatori
Ballottaggi stamani e domani dopo 23 anni spacciatore in regola con la Federazione di appartenenza
per l’anno 2010, appartenenti a tutte le categorie,
a Caivano, Bacoli, Pomigliano, di lavoro al Municipio dietro le sbarre di ambo i sessi in età dai 15 anni in su
L’uomo è di Cercola LEGGI LE INFORMAZIONI COMPLETE
Il giovane sconterà
Mugnano, Terzigno e S. Anastasia Bruno Fortunato Da 2 anni senza stipendio tre anni in prigione
A PAGINA 35 OPPURE SUL SITO
www.granfondodelvolturno.it
A Pagina 24 A Pagina 22 Luigi Agrio A Pagina 18
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 2
CRAOttualità
NACHE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Domenica 11 Aprile 2010

POLITICA IL TEMA DELLE RIFORME ATTACCO AI MAGISTRATI


Il Cavaliere ha ‘rilanciato’ sull’ordinamento costituzionale: “Nella corte costituzionale c’è una maggioranza di sinistra
IL ‘FATTO’ “Nel nostro assetto attuale l’esecutivo non ha alcun potere” che asseconda le toghe che si oppongono a leggi scomode”

Berlusconi: il declino dell’Italia è un’invenzione


Il premier a Parma per i cento anni di Confindustria: è una montatura dei detrattori del governo
di Mario di Napoli legislature in Francia. In ogni caso, ha puntualizzato, è impor-
tante “dare al presidente del Consiglio gli stessi poteri che LE RICHIESTE

La Marcegaglia: tagli alle spese I fatti del giorno


PARMA - Il declino dell’Italia non esiste, è solo una monta- hanno i suoi colleghi europei”. Il Cavaliere ha poi citato
tura dei detrattori del governo. Lo ha detto a gran voce il pre- come esempio il piano casa del governo, definito una “idea
mier Silvio Berlusconi intervenendo a Parma al forum sul geniale”, che ancora non ha trovato attuazione: “E non par-
futuro organizzato da Confindustria per celebrare i cento anni liamo delle Regioni di segno opposto al nostro, dove la legge
dell’associazione. “Nel 2010 - ha spiegato il presidente del
Consiglio - saremo il paese con il più basso deficit primario,
cioè al netto del debito pubblico. E nel 2009 abbiamo avuto
non è stata presa in considerazione, ma delle nostre
Regioni”. Il premier ha poi ribadito l’intenzione di portare a
termine la riforma della giustizia (“io sono il più grande
e investimenti in ricerca e strade Treviso DALL’ITALIA...
una diminuzione del prodotto interno lordo contenuta, del 5 imputato a livello europeo, queste cose le so, anche se contro PARMA - Malgrado l’ottimismo del premier Silvio Berlu-
per cento. Come Germania, Gran Bretagna e Giappone, e di me sono stati intentati processi ridicoli solo a scopo politi- sconi, era stata proprio la padrona di casa, la presidente di Non può pagare l’autobus, bocciato un ragazzo
molto più bassa di altri paesi dell’Unione europea. Siamo co”) per un ammodernamento del campo penale, con la sepa- Confindustria Emma Marcegaglia, a lanciare il monito:
afflitti purtroppo da problemi storici, dal debito ereditato dal razione delle funzioni tra pubblici ministeri e giudici, e per la “E’ la crisi peggiore degli ultimi cinquant’anni e tutti, TREVISO - La madre, separata, non riusciva più a pagargli
passato alla forte evasione fiscale, ma ci stiamo muovendo in riduzione dei tempi della giustizia civile. Il leader del Popolo governo, imprese e sindacati, dobbiamo lavorare per evitare l’abbonamento dell’autobus che doveva portarlo a scuola, e
tutte le direzioni per cambiare questo stato di cose”. In parti- della Libertà è infine tornato ad attaccare la corte costituziona- il peggio. I dati dimostrano che il paese sta declinando”. La così il ragazzino è stato bocciato. Il caso, in un paese alla
colare, il Cavaliere ha spiegato che il governo ha adottato le, accusata di avere una maggioranza di giudici di sinistra Marcegaglia ha avanzato anche le richieste delle imprese. In porte di Treviso, è stato denunciato dalla Caritas diocesana.
almeno dodici provvedimenti anticrisi, che hanno permesso che assecondano le richieste di “una certa corrente della particolare “entro due mesi l’impegno di investire almeno L’anno scorso lo studente, italiano, è stato bocciato, ma
all’Italia di registrare risultati - in termini economici - molto magistratura che si oppone alle leggi considerate scomode”. un miliardo in ricerca e circa 1.5 miliardi sulle opere infra- quando la Caritas è venuta a conoscenza del fatto è interve-
migliori rispetto a quelli di altri paesi europei e, per alcuni strutturali”. La presidente ha detto di non voler sentire più nuta e, anche grazie al Comune, il ragazzo a settembre ha
indicatori, anche degli Stati Uniti. Insomma, ha sottolineato il “promesse generiche” e di auspicare entro il 2010 “un ripreso ad andare a scuola, un istituto superiore di Treviso.
impegno per tagliare la spesa pubblica corrente e conse-
capo del governo, “il declino dell’Italia davvero non si
vede”. Parole positive nei confronti della politica economica guentemente tagliare le tasse su lavoratori ed imprese”. Ha Torino
italiana erano state pronunciate nella stessa sede dal numero chiesto “impegni e tempi precisi”, e per questo la Marcega- Dramma povertà, due s’improvvisano rapinatori
uno della Banca centrale europea Jean-Claude Trichet: “La glia ha proposto “un taglio di spesa pubblica pari all’un per
prospettiva di medio termine ha guidato la politica di bilan- cento del prodotto interno lordo all’anno per tre anni”. In TORINO - Licenziato e soffocato da un debito, un quaran-
cio in Italia durante la crisi. Il ministro dell’Economia ha questi mesi, ha aggiunto, “le imprese ed i lavoratori hanno tasettenne è stato arrestato dai carabinieri di Torino per aver
resistito alle pressioni per l’introduzione di stimoli fiscali che tirato la cinghia, non è possibile che lo stato non lo faccia”. commesso dieci rapine in meno di ventiquattr’ore. Sempre
vadano oltre l’alleggerimento che deriva dall’azione degli Dal canto loro gli industriali non staranno a gaurdare: “Lan- in Piemonte, questa volta ad Alessandria, è stato un pensio-
stabilizzatori automatici. Questa è una strategia appropriata, ceremo la sfida di una crescita del 2 per cento di Pil all’an- nato sessantanovenne ad improvvisarsi rapinatore. L’uomo
dato il suo scottante debito pubblico ed in prospettiva della no per tre anni: questo vuol dire 50 miliardi di euro in più di ha fatto irruzione in banca. Minacciando la cassiera con un
sua evoluzione nel lungo termine”. Trichet aveva poi elogiato ricchezza e 700mila posti di lavoro in più. E’ una sfida coltello, si è fatto consegnare cinquemila euro.
il sistema bancario italiano che, “rispetto ai colleghi europei e importante che tutti noi dobbiamo portare avanti”.
del resto del mondo, hanno dimostrato un elevato livello di Varese
lucidità”, e l’Italia “ha una finanza privata sana, che non è Va dallo spasimante di ‘Facebook’, scomparsa
mai caduta in eccessi finanziari. Resta un’economia manifat- Pretendono E’ stato atteso
turiera, dove la finanza è il primo e principale supporto all’e-
conomia reale. La forte propensione al risparmio e la pru-
denza delle banche rappresentano quindi una piattaforma
LA POLEMICA una rettifica inutilmente
VARESE - Da giorni non si hanno notizie di una ragazza
di Gallarate sparita dopo essersi innamorata su ‘Facebook’
di un ventunenne di Imperia. La giovane è partita per la
solida dalla quale l’economia può ripartire”. Il premier ha sulle notizie un incontro Liguria per incontrarlo, poi più nulla. Una ragazza “pro-
blematica” come l’ha definita la madre, che ha deciso di
colto l’occasione per rilanciare il tema delle riforme, in parti-
colare nel campo del fisco e della giustizia. E sull’assetto isti- andate in onda con i vertici rivolgersi ai mezzi di informazione per segnalare la scom-
parsa. La ragazza soffre di un disturbo della personalità.
tuzionale ha ricordato che la costituzione attribuisce tutti i
poteri al parlamento, mentre il governo non ne ha nessuno: “I sul caso Mills dell’emittente
padri costituenti - ha detto Berlusconi - hanno definito un DAL MONDO...
assetto istituzionale che dà tutti i poteri alle assemblee parla-
Londra
mentari: l’esecutivo non ha nessun potere nel nostro sistema
costituzionale”. La riforma costituzionale, ha aggiunto, andrà
affrontata con il contributo di tutti, ma l’orientamento della
maggioranza è per una riforma semipresidenziale sul modello
Un sit-in contro Minzolini I lettini abbronzanti saranno vietati per i minorenni
LONDRA - Il parlamento britannico ha votato una legge
francese con però l’elezione contemporanea del parlamento e
del presidente del Consiglio, per evitare eventuali problemi di
colori diversi e coabitazioni forzate, come avvenuto in diverse fuori dai cancelli della Rai che vieta in Inghilterra ed in Galles i lettini abbronzanti per i
minori di diciotto anni. La normativa proibisce anche ai
minorenni l’acquisto od il noleggio di un lettino ed impone
ai centri abbronzanti d’indicare i rischi per la salute del loro
uso. Le autorità sanitarie hanno lanciato un allarme sul largo
ROMA (Armando Silvestri) - “Pre- sione di Vigilanza sulla Rai, ndr). Ma utilizzo dei lettini - ritenuti cancerogeni - da parte dei teena-
scrizione non è assoluzione”, e “I gli ho detto che vogliamo che anche LA VICENDA ger inglesi. Il provvedimento entrerà in vigore fra un anno.
partiti fuori dalla Rai”. Sono due il Pd vada fuori dalla televisione di
degli slogan che hanno accompagna-
to ieri mattina il sit-in organizzato ai
stato. Quello che è successo a Paolo
Ruffini (ex direttore del ‘Tg3’, ndr) è
Lo chiama ‘negro di m...’,
Estrazione Sabato 10 Aprile 2010 cancelli di viale Mazzini da ‘Valigia
Blu’, il gruppo che da un mese chie-
de al ‘Tg1’ di Augusto Minzolini la
inaccettabile”. Alla manifestazione
di viale Mazzini si è aggiunto il bom-
bardamento di e-mail che è stato
il giudice: non è razzismo
BARI 85 27 50 13 83 TREVISO - Aveva cacciato un
rettifica per le false notizie date sul compuito dai molti iscritti al gruppo: cliente di colore dal suo negozio
CAGLIARI 15 66 87 3 20 caso di David Mills. Una delegazio- decine di messaggi inviati a perso- gridandogli, tra l’altro, “negro di
FIRENZE 76 37 87 29 68 ne ha atteso, inutilmente, i dirigenti naggi politici e del mondo dello spet- m...” e “sei un comunista”. Il com-
GENOVA 73 21 65 63 1 dell’azienda ed i direttori di rete. Ma tacolo con l’obiettivo di ottenere merciante Alessandro Agostinetto, Concorso di Sabato 10 Aprile 2010
Arianna Ciccone, fondatrice del quanti più pareri possibile sulla ‘lot- trentanovenne residente in via Gali-
MILANO 2 45 61 18 57 gruppo, ha rilanciato: “Il sei maggio tizzazione’ della Rai. Non sono man- lei ad Oderzo, è stato condannato Conc. Ora Combinazione vincente Numerone
NAPOLI 50 25 26 22 46 alle sei del pomeriggio sarò di nuovo cati attestati di stima: “Avete fatto per ingiurie. Caduta invece la conte- 1288 08:00 7 8 9 10 11 13 14 16 17 18 14
PALERMO 24 78 48 86 3 davanti alla Rai. Duecentomila citta- bene”, ha sritto un utente, “c’è biso- stazione di razzismo. I fatti quando 1289 09:00 1 5 8 10 11 13 14 17 18 19 20
dini esigono una risposta”. La cro- gno di questi gesti di civiltà”. Ed in nella lavanderia di Agostinetto si 1290 10:00 1 6 7 9 12 13 15 16 17 20 19
ROMA 23 18 52 76 44 naca in diretta del sit-in è andata in molti hanno ironizzato sulla presenza presentò un senegalese. Il cliente 1291 11:00 1 2 3 4 6 8 11 12 16 20 9
TORINO 38 88 72 66 13 onda su ‘Facebook’. La delegazione “eccessiva” delle forze dell’ordine. consegnò i capi da lavare e, creden- 1292 12:00 1 2 3 4 5 8 10 16 17 20 13
VENEZIA 18 81 8 63 65 è stata in collegamento con gli iscritti Altri sit-in si sono svolti a Milano, do di pagare dopo il ritiro, fece per 1293 13:00 2 5 6 7 12 15 17 18 19 20 15
al gruppo. Che da casa hanno inco- Napoli e Bologna. Ed alcuni hanno andarsene. A questo punto - stando
NAZIONALE 15 60 58 47 10 raggiato i manifestanti ed hanno dato portato la protesta ai cancelli della alla ricostruzione della procura - il
1294 14:00 1 2 6 8 9 10 11 12 14 18 2
1295 15:00 1 3 6 8 9 10 11 16 18 20 7
consigli sulla condotta da tenere. Poi ‘Bbc’ a Londra. Intanto, nelle ultime titolare lo aggredì verbalmente. Infi- 1296 16:00 1 2 5 7 8 10 11 12 14 15 13
10 e LOTTO la Ciccone ha fornito le prime noti- ore, sono cresciute le foto di persone ne, per rendere ancora più chiaro il 1297 17:00 3 4 6 7 9 11 13 15 19 20 10
zie: “E’ arrivato Vincenzo Vita, che si sono fatte ritrarre con il cartel- concetto: “Gente come voi mi state 1298 18:00 2 5 6 8 10 12 15 16 18 20 2
02 15 18 21 23 senatore del Partito democratico. Ha lo con la scritta “prescrizione non è sul c...”. Il giudice ha ritenuto fon- 1299 19:00 1 4 7 8 9 10 12 15 16 19 8
24 25 27 37 38 preso l’impegno di parlare con Ser- assoluzione”. Su ‘Flickr’ sono già date le accuse della procura, ma non 1300 20:00 2 4 5 6 8 10 12 13 17 19 8
45 50 66 73 76 gio Zavoli (presidente della commis- comparse numerose fotogallerie. l’aggravante del razzismo.
78 81 85 87 88
CRONACHE di NAPOLI
Numero Superstar
CRONACHE di NAPOLI TAGLIANDO PER RICHIESTA ABBONAMENTO Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea

6 31 58 64 74 82 33 36 Il quotidiano indipendente dell’informazione partenopea Direttore Responsabile:


DOMENICO PALMIERO
Direttore Editoriale:
PINO DE MARTINO
JOLLY _ sottoscritt_ __________________________________________
www.cronachedinapoli.org Società editrice: Libra Editrice soc. coop. a r.l.
MONTEPREMI 62.113.248,48 EURO chiede di sottoscrivere un abbonamento a CRONACHE di NAPOLI
Direzione e redazione:
S.S. Sannitica, 87 km. 19,800 - Centro Tamarin- 81025 Marcianise (Ce)
Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165 - Fax 0823.821725
nessun "punti 6" - Spedire il tagliando
 TRIMESTRALE  SEMESTRALE  ANNUALE Iscritta AGCI al n. 13738

All’unico "punti 5+" 829.262,01 euro e la copia del versamento effettuato Testata registrata con il n. 5086 del 9/11/1999 presso il Tribunale di Napoli
sul conto corrente postale n. 59384925 EURO 65,00 EURO 120,00 EURO 230,00 La testata beneficia dei contributi diretti di cui alla Legge n° 250/90 e successive modifiche ed integrazioni
Agli 11 "punti 5" 56.540,60 euro Stampa: Grafic Processing S.R.L. Z. I. Acerra - Agglomerato A.S.I. Pantano
in busta chiusa, al seguente indirizzo:
Ai 1.440 "punti 4" 431,90 euro e di poterlo ricevere al seguente indirizzo: 80011 Acerra (NA)
Ufficio diffusione: Spreading Service - Via Epomeo, 63 - Napoli - Tel. 081.7283439-7672382
Ai 58.839 "punti 3" 21,14 euro
LIBRA EDITRICE Via/Piazza___________________________________________________
E-mail: cronachedinapoli@yahoo.it
Concessionaria esclusiva per la pubblicità: PUBLIKOMPASS SpA
Via dell’Incoronata, 20/27 - Napoli - Tel. 081.4201411 - Fax 081.4201431
nessuna "5 stella" - soc. coop. a r.l.
TARIFFE EDIZIONE NAZIONALE Euro
Ai 5 "4 stella" 43.190,00 euro S.S. Sannitica, 87 - Km. 19,800 Cap_______ Città_____________________________________ 4/c
b/n
Commerciali 41,00 62,00
Ai 249 "3 stella" 2.114,00 euro 81025 Marcianise - Caserta Autorizzo al trattamneto dei dati ai sensi del Dlgs. 196/03 Ricerche di personale 39,00 56,00
Ai 4.167 "2 stella" 100,00 euro Info: 0823/581055 - 581005 Comunicazione d'impresa 54,00 81,00
Pr.(____) ___/___/___ TARIFFE PICCOLA PUBBLICITA'
Ai 30.681 "1 stella" 10,00 euro


Necrologio testo a parola - -


info@cronachedinapoli.org Firma______________________ -
Adesioni a parola -
Ai 70.973 "0 stella" 5,00 euro Croce - -
CRONACHE di NAPOLI
Attualità Domenica 11 Aprile 2010
3
TRAGEDIA Kaczynski e la moglie I resti dell’aereo Lutto a Varsavia Bandiere a mezz’asta

IN POLONIA

IL DRAMMA

Tra le vittime la moglie e diversi alti funzionari del governo di Varsavia. L’ex Capo dello Stato Walesa: è stata decapitata l’èlite del nostro paese

Incidente aereo, morto Lech Kaczynski


Il Presidente della Repubblica polacco si stava recando a Katyn per la commemorazione della strage
di Dario De Rossi dell’istituto per la Memoria nazionale Janusz della necessità di adottare un altro aereo presidenziale. premier Tusk. A Varsavia tante persone si sono raduna-
Kurtyka, il capo dell’ufficio per la Sicurezza nazionale Lo ha sritto il corrispondente da Varsavia dell’Itar Tass. te davanti al palazzo presidenziale con fiori e candele in
MOSCA - L’aereo con a bordo il presidente polacco Aleksandr Szczyglo, il segretario di stato alla presi- Nel 2008 in Mongolia il velivolo rimase bloccato due mano. Il premier Tusk, ha detto il ministro degli esteri
Lech Kaczynski, la moglie Maria ed alti funzionari denza Pawel Wypych ed il sottosegretario Mariusz giorni a terra per un guasto al tirante dello sterzo. E Radoslaw Sikorski, “ha pianto” quando ha appreso la
del governo di Varsavia è precipitato nella Russia occi- Handzlik, più numerosi deputati del partito del presi- poco dopo, durante un viaggio a Seul, finì in una grave notizia ed ha affermato che si tratta del più tragico
dentale durante la fase d’atterraggio all’aeroporto di dente, il Pis (Diritto e Giustizia, conservatore). Smenti- turbolenza e solo grazie alla bravura del pilota evitò evento della Polonia del dopoguerra. Si recherà sul
Smolensk. Nessun superstite: novantasei le vittime, ta la notizia secondo la quale a bordo dell’aereo ci gravi conseguenze. Il Tupolev Tu-154 era stato usato luogo dell’incidente. Convocata inoltre una riunione
ottantotto facevano parte della delegazione ufficiale. sarebbe stato anche il fratello gemello del presidente già da altri tre presidenti: Wojciech Jaruzelski, Lech straordinaria del governo a Varsavia. Sul social
Decimata l’èlite politica polacca. Il presidente polacco polacco, Jaroslaw, ex primo ministro: doveva essere su Walesa e Aleksander Kwasniewski. Kaczynski dove- network ‘Twitter’ centinaia i messaggi inviati con la
doveva partecipare alla commemorazione della strage quell’aereo, ma è rimasto in Polonia perché la madre è va raggiungere Katyn per commemorare il settantesimo scritta ‘RIPLechKaczynski’. Tanti gli utenti che hanno
di Katyn, dove settant’anni fa ventunomila ed ottocen- molto malata. Sull’aereo anche i parenti degli ufficiali anniversario della strage degli ufficiali polacchi su ordi- modificato la propria icona con un’immagine per ricor-
tocinquantasette ufficiali polacchi furono uccisi su ordi- della strage sovietica di Katyn. Il Tupolev Tu-154 era ne di Stalin. Kaczynski non sarebbe stato accolto da dare Kaczynski. Lech Walesa: “E’ morta l’èlite del
ne di Iosif Stalin. Sono state convocate le elezioni pre- in servizio dal 1990 ed era stato revisionato tre mesi fa. alcuna autorità russa (secondo quanto ha confermato nostro paese”. L’ex presidente polacco e leader di Soli-
sidenziali anticipate. Il portavoce della Camera bassa Ad affermarlo è stato il direttore della società di avia- l’edizione russa di ‘Newsweek’), ma solo dalle organiz- darnosc ha parlato di una “disgrazia simile a quella di
del parlamento Bronislaw Omorowski è diventato pre- zione Aviakor Aleksei Gusev. Da quando è stato intro- zazioni dei veterani e da trecento familiari delle vittime. Katyn”. “Una grande perdita per il popolo al di là
sidente ad interim. Annunciata una settimana di lutto dotto il nuovo modello del Tu-154, nel 1968, se ne Kaczynski era anticomunista e Mosca forse non lo ha delle differenze che ci distinguevano”, ha aggiunto
nazionale. Avviate inchieste sia in Polonia che in Rus- sono schiantati sessantasei, provocando la morte di mai perdonato per questo. Il premier Donald Tusk Walesa. L’europarlamentare Wojciech Olejniczas ha
sia. ll corpo del presidente polacco è stato ritrovato sul duemila e settecentoventicinque persone. Era stato lo infatti, a differenza di Kaczynski, è stato accolto da parlato di tragedia “di scala inimmaginabile”. Intanto è
luogo della sciagura. Recuperate entrambe le scatole stesso Kaczyski a consigliare di non affrettarsi a sosti- Vladimir Putin mercoledì scorso. Commemorazioni a stata nomita una commissione d’inchiesta dal presiden-
nere del velivolo, un Tupolev in servizio dal 1990. La tuire l’aereo, nonostante in Polonia si parlasse spesso Varsavia e su ‘Twitter’ per il presidente: le lacrime del te russo Dimitri Medvedev sull’incidente.
torre di controllo dell’aeroporto aveva sconsigliato al
pilota di atterrare per le proibitive condizioni del
I dottori di Emergency operano in Afghanistan: accusati di far parte di un complotto per uccidere il governatore
tempo. Sulla zona c’era una fitta nebbia e le autorità
aeroportuali avevano quindi consigliato di dirigersi sul- I fatti del giorno
l’aeroporto di Minsk, in Bielorussia. Il pilota però ha
ignorato l’avvertimento ed ha fatto tre tentativi di atter-
rare andati a vuoto. Il quarto è stato quello fatale: l’ae-
reo si è schiantato al suolo ed è stato avvolto dalle
fiamme. I resti dell’aereo sono sparsi su un ampio rag-
Terrorismo, arrestati tre medici italiani
KABUL (Simone Santomartino) - Tre medici italiani ope- per l’organizzazione di Gino Strada e direttore di Peacere-
DALL’ITALIA...
gio. Un’ala dell’aereo avrebbe toccato alcuni alberi rativi presso l’ospedale di Emergency di Lashkar Gah, nel porter - quando li abbiamo chiamati al cellulare, ha rispo- Torino
durante la fase d’atterraggio. L’accesso all’aeroporto è Sud dell’Afghanistan, sono stati arrestati con altre tre perso- sto un ufficiale inglese che non ha voluto dare spiegazioni
particolarmente difficile in quanto si tratta di un’area ne con l’accusa di aver partecipato ad un complotto per di quanto accaduto. Per quanto ci riguarda, i medici sono Bimba in auto accende il motore ed uccide passante
paludosa. L’incidente si è verificato alle dieci e cin- uccidere il governatore della provincia di Helmand. Lo ha stati sequestrati dall’Isaf”. La situa-
quanta di ieri mattina ora locale a cinquecento metri reso noto un portavoce dell’amministrazione provinciale. I zione non è ancora chiara e ci sono TORINO - Una bambina di nove anni si è messa al volante,
dalla pista d’atterraggio. I resti dell’aereo sono stati sei sarebbero stati arrestati dall’Isaf a causa del rinvenimen- dunque anche diverse versioni sui per sbaglio ha acceso il motore ed ha investito mortalmente
individuati a circa un chilometro dalla pista d’atterrag- to di cinture esplosive, granate e pistole in un magazzino numeri delle persone coinvolte (le una ottantaseienne. E’ accaduto al mercato di corso Spezia.
gio. Il governatore della regione di Smolensk Sergei dell’ospedale, situato nella capitale della provincia meridio- prime agenzie della Ap parlavano La bambina, lasciata nell’auto da una zia, voleva aprire il
Antufiev ha spiegato che “l’aereo poco prima dell’at- nale di Helmand. Il portavoce dell’amministrazione provin- di due soli italiani coinvolti). Il finestrino, ma per farlo sapeva che era necessario usare l’ac-
terraggio ha urtato le cime degli alberi, è precipitato e ciale Dawood Ahmadi ha precisato che la polizia ha avuto ministero degli Esteri ha fatto intan- censione. A quel punto, però, l’auto si è messa in movimen-
si è spezzato in varie parti”. Decimata l’èlite della una soffiata riguardo ad un piano per uccidere il governatore to sapere che Franco Frattini sta to ed ha centrato la passante, che è spirata poco dopo.
Polonia. A bordo del Tupolev Tu-154 (aereo russo) di Helmand durante una visita nell’ospedale. Interrogato seguendo gli sviluppi della vicenda
anche il governatore della Banca centrale polacca sulla questione, il responsabile del magazzino ha indicato
come coinvolte nel complotto altre persone dell’ospedale,
in stretto raccordo con l’ambasciata
d’Italia a Kabul e le autorità locali.
Genova
Slawomir Skrzypek, il capo di stato maggiore Franti- Ammazza il convivente della madre, ammanettato
szek Gagor, il vice presidente del Pis (il partito conser- tra cui due medici italiani. Al momento comunque, ha pre- In attesa di poter conoscere la dinamica dell’episodio e le
vatore dei gemelli Kaczynski) Przemyslaw cisato l’Associated Press, non ci sarebbero prove contro di motivazioni dei fermi - ha comunicato la Farnesina - il
loro. “Uomini dei servizi segreti afgani e soldati dell’Isaf governo italiano ha ribadito la linea di assoluto rigore contro GENOVA - Tragedia a Torriglia, piccolo comune monta-
Gosiewski, il viceministro degli Esteri Andrzej Kre- sono entrati nell’ospedale di Emergency ed hanno preleva- qualsiasi attività di sostegno diretto od indiretto al terrori- no nell’entroterra di Genova. Il trentaquattrenne Marco
mer, l’ex presidente Ryszard Kaczorowski, il vicepre- to quattro persone, tra le quali tre medici italiani - ha spie- smo, sia in Afghanistan che altrove, ribadendo il suo più Ferrera ha ucciso a coltellate il convivente della madre e
sidente del parlamento Jerzy Smajdinski, il capo della gato Maso Notarianni, responsabile della comunicazione alto riconoscimento al personale civile e militare italiano. ferito gravemente con la stessa arma la donna. E’ successo
cancelleria presidenziale Wladyslaw Stasiak, il capo ieri all’alba, poco dopo le sei. L’omicida è stato arrestato
dai carabinieri in un bar di Tercesi, frazione di Torriglia.

Orrore nel Cagliaritano La settantunenne era vedova e viveva da sola. Il corpo scoperto dai vigili del fuoco intervenuti per domare il rogo Como
Era incinta la donna assassinata e gettata nel lago

Scopre i ladri in casa, uccisa e data alle fiamme CAGLIARI (Claudio Traiano) -
COMO - Era incinta di quattro mesi la donna di trentasei
anni ritrovata cadavere la settimana scorsa nel lago di
Como, a Laglio. E’ quanto emergerebbe dall’autopsia sul
cadavere della vittima. Per l’omicidio si trova in carcere a
Lugano il marito trentaduenne. Si cerca di capire se l’amante
Thailandia Un’anziana, la settantunenne Maria
Rosanna Carrus, è stata uccisa nel
dell’uomo, una donna che lavora alla clinica di Novaggio,
sia in qualche modo coinvolta in qualche fase del delitto.
L’esercito spara sulla folla, corso della notte tra venerdì e ieri nella
sua abitazione a Siliqua, centro del Sul-
cis-Iglesiente a circa trenta chilometri
Verona
Due killer trovati grazie alla videosorveglianza
senza scampo nove persone da Cagliari, ed il suo corpo è stato dato
alle fiamme. Secondo una prima rico-
struzione effettuata dai carabinieri, che VERONA - Alfredo Bettiolo, titolare di un’agenzia di pra-
tiche auto, venne ucciso con colpi d’arma da fuoco il sedici
sono intervenuti sul posto, la donna
avrebbe sorpreso in casa uno o più rapi- novembre del 2007. Grazie alla diffusione delle immagini
natori che l’avrebbero poi immobilizza- riprese dalla telecamera di sorveglianza, la svolta nelle
ta, picchiata, quindi uccisa e subito indagini. Nella cattura del sessantunenne Walter Benigni e
dopo bruciato il suo corpo. Il fatto è re nel paese, a poco più di trenta chilo- entrati nell’abitazione, dove gli inqui- del sessantatreenne Carlo Santoriello, ha giocato un ruolo
avvenuto intorno alle quattro del matti- metri da Cagliari. Tre anni fa è però renti hanno trovato un forte odore di determinante l’impianto della videosorveglianza.
no di ieri in una casa di via Amsicora, rimasta vedova, e trascorreva i giorni benzina e le stanze messe a soqquadro.
nel centro del paese. Stanno indagando sola nella grande casa. I ladri per can- C’erano ante aperte e biancheria sparsa Brindisi
i militari dell’Arma di Iglesias, in forza cellare le tracce di quanto era avvenuto sul pavimento nella camera da letto, Massacrano il vicino perché faceva troppo rumore
al comando provinciale di Cagliari. nella casa, hanno appiccato il fuoco non mentre il corpo si trovava in cucina
L’anziana viveva sola ed era vedova. solo nell’abitazione, ma anche a due ormai carbonizzato, come i resti del BRINDISI - Hanno litigato col vicino perché faceva trop-
La donna era emigrata e viveva nel autovetture parcheggiate nel garage materasso che gli assassini le hanno po rumore con la motosega, hanno preso un bastone e lo
Milanese, dove si trovano i due figli, ed della casa. I vigili del fuoco sono inter- buttato sopra. Sul posto anche gli spe- hanno picchiato fino ad ucciderlo. La vittima aveva cin-
BANGKOK - Duri scontri tregua dopo i violenti scon- aveva deciso alcuni anni fa - quando il venuti, infatti, dapprima per domare il cialisti del reparto per le investigazioni quantanove anni. Il presunto assassino ne ha cinquanta, ed è
a Bangkok tra esercito e tri e centinaia di agenti si marito era andato in pensione - di torna- rogo nel garage ed in seguito sono scientifiche ed il medico legale. stato arrestato venerdì dai carabinieri con l’accusa di omici-
‘camicie rosse’, gli opposi- sono ritirati da una delle dio. Il figlio, poco più che ventenne, è tutt’ora latitante.
tori del primo ministro zone che presidiavano. Si
Abhisit Vejjajiva. Il muove anche il governo: LA VICENDA
governo ha ordinato di Korbsak Sabhavasu, il DAL MONDO...
disperdere la protesta ed i segretario generale del Lavoravano con bambini abbandonati o handicappati, erano andati a fare una passeggiata in montagna
soldati hanno sparato ed primo ministro, è stato Mosca
Due italiani scomparsi in Venezuela
usato idranti contro i mani- nominato responsabile per i
festanti sul ponte Phan Fah, negoziati con i leader delle Elicottero travolto da ua valanga, dieci vittime
vicino al quartier generale ‘camicie rosse’. I ribelli
dell’Onu. Ci sono nove chiedono che il premier MOSCA - Almeno dieci turisti, tra cui cinque tedeschi e cin-
morti, quattro militari e cin- Vejjajiva sciolga subito il que russi, sono morti in un incidente che ha coinvolto un eli-
CARACAS - Due italiani, il venti- locale e della Protezione civile, le cottero russo in Kamchatka. Diciotto persone si trovavano a
que civili (tra questi un parlamento e lasci il paese. treenne di Bolzano Simone Montesso ricerche non hanno dato esito. Una
giornalista giapponese). I I manifestanti stanno presi- bordo del velivolo pronto a decollare dalle montagne inneva-
ed il trentasettenne veneziano Massi- quindicina di esperti della sicurezza te quando una valanga si è staccata da un costone e ha travol-
feriti sono circa cinquecen- diando il distretto commer- mo Barbiero (nella foto), da lunedì venezuelana stanno cercando i due ita-
to, tra loro anche militari: ciale usando taxi ed auto risultano scomparsi in Venezuela. liani dispersi. “Siamo molto preoccu- to l’elicottero a sessantasette chilometri da Yelizovo. Otto i
l’esplosione di una bomba per creare delle barricate. Montesso è un volontario della comu- pati”, ha precisato monsignor Balta- sopravvissuti: sei sono tedeschi, uno belga ed uno russo.
ha causato il ferimento di Molti altri si sono radunati nità ‘Papa Giovanni XXIII’, Barbiero zar Porras Cardozo, arcivescovo
venticinque di loro. I milita- nella sede della televisione un missionario laico associato. I due metropolitano di Merida, che ha tra-
Washington
ri hanno sparato proiettili di satellitare ‘Thaicom’, a erano in Venezuela, in una casa mis- smesso alla stampa venezuelana i Spedisce indietro il bambino adottato: è violento
gomma contro i manife- Nord di Bangkok. L’emit- sionaria nella località di Milla, dove numeri di telefono dove poter contatta-
stanti e questi hanno rispo- tente era già stata oscurata, lavoravano con bambini abbandonati re l’arcivescovado per qualsiasi infor- WASHINGTON - Lo ha rispedito al mittente come un
sto con lanci di molotov. Le ma i sostenitori dell’ex pre- o handicappati. Martedì erano andati a mazione. L’ultimo contatto telefonico pacco arrivato all’indirizzo sbagliato, e con tanto di biglietto
‘camicie rosse’ radunate mier Thaksin Shinawatra fare una passeggiata in montagna, nel- risale alla mezzanotte di lunedì. “All’i- nel quale ha avvisavato le autorità che lei quel bambino non
vicino al monumento alla erano riusciti a far tornare l’area di Santa Rosa de la Hechicera, nizio abbiamo pensato ad un incidente lo voleva più tenere. Già, perché il ‘pacco’ in questione è un
democrazia hanno preso in in onda le trasmissioni ma non sono mai tornati. I loro telefo- - ha detto il fratello di Barbiero - ma bimbo russo di sette anni, adottato da una mamma single
ostaggio un soldato. L’eser- venerdì pomeriggio dopo ni cellulari risultano irraggiungibili. poi ci hanno detto che quella è zona di americana e rimandato indietro sette mesi più tardi perché
cito ha fatto appello per una aver assaltato il complesso. Nonostante l’intervento della polizia rapimenti e l’ansia è cresciuta”. “violento e con problemi psicologici e comportamentali”.
4 Domenica 11 Aprile 2010
Campania CRONACHE di NAPOLI

Lo ‘stalker’ Le indagini Benevento


Controllava la sua vittima Le risultanze investigative Quarantenne pugnalato
sia di giorno che di notte raccolte in un’informativa accusa il suo aggressore
ed anche i suoi congiunti che ha portato all’arresto
e lo fa ammanettare
AVERSA

L’uomo è stato ammanettato ieri dai carabinieri della stazione di Aversa che gli hanno notificato l’ordinanza

La perseguita per otto anni, arrestato


Il trentaseienne ossessionava l’amata trentenne: arrivò a simulare il suo omicidio
di Vittorio Petraroli andato anche oltre ai ‘comuni’ BENEVENTO - Un quarantenne è
comportamenti vessatori. Il trentu- LA VICENDA stato accoltellato venerdì sera, intorno
AVERSA - E’ arrivato addirittura a no gennaio del 2002 Della Volpe è alle otto e mezzo, in via Massimo d’A-
simulare il suo omicidio pur di atti- arrivato addirittura a simulare un zeglio al rione Libertà di Benevento. Sul
rare l’attenzione della donna amata omicidio: dopo aver distrutto il A scoprire il furto il sacerdote del tempio di Montoro Superiore: disattivato il sistema d’allarme posto sono giunti gli agenti della squa-
che di lui non voleva sapere nulla. finestrino della sua auto, cosparse dra mobile e della squadra volante della
Un corteggiamento diventato
un’ossessione, un amore che si è
trasformato con il tempo in una
sorta d’oppressione per la vittima.
Da otto anni Gaetano Della Volpe,
la vettura di sangue (che poi si è
rivelato essere di gallina). Parcheg-
giò poi l’auto nei pressi dell’abita-
zione della vittima per attirarne l’at-
tenzione. Lo scorso mese di gen-
Rubate le offerte nel santuario, è giallo
MONTORO SUPERIORE (Clara tracce di eternit, scarti di tondini in
questura locale, ai quali l’uomo ha rac-
contato di essere stato ferito da un tren-
tottenne. Quest’ultimo è stato rintraccia-
to dagli agenti e trovato ancora in pos-
sesso del coltello e con le mani e la
trentaseienne di Aversa, continuava naio, invece, stazionò nei pressi di Francesco) - I carabinieri ieri ferro e scarti di cicli produttivi - per maglia sporche di sangue. E’ stato allora
a porre in essere atti persecutori nei della casa della trentenne per impe- sono stati allertati dal sacerdote del un valore complessivo di circa qua- denunciato per lesioni personali aggra-
confronti di una trentenne di Aver- dire che le persone si avvicinassero santuario dell’Incoronata perché rantamila euro. L’autotrasportatore è vate e porto d’arma da taglio. Intanto il
sa, della quale si era follemente per dare le condoglianze a seguito ignoti - durante la notte tra venerdì e stato denunciato e sono tutt’ora in quarantenne, colpito sia alla coscia
innamorato. Otto anni di comporta- del decesso di un parente. Ma lo ieri - si sono introdotti nel tempio, corso accertamenti per individuare destra che alla mano, è stato trasportato
menti vessatori che si sono conclusi stazionare nei pressi dell’abitazione avevano disinserito il sistema d’al- sia lo stabilimento che ha prodotto all’ospedale ‘Fatebenefratelli’, dove è
nei giorni scorsi. A mettere fine ai della vittima era una consuetudine larme, erano entrati forzando il por- gli scarti in ferro sia il sito dove i stato medicato. La prognosi è di dieci
suoi comportamenti ossessivi sono del trentaseienne, che in numerose tone di ingresso, probabilmente con rifiuti sarebbero stati poi smaltiti ille- giorni. E sempre a Benevento, i carabi-
stati i carabinieri della stazione di circostanze presidiava la zona di un’accetta, ed avevano asportato le citamente. L’attività di indagine è nieri - in esecuzione di un’ordinanza di
Aversa a seguito di un’attività d’in- sera e di notte per controllare gli cassette delle offerte. I militari del- stata condotta in collaborazione con i carcerazione - hanno tratto in arresto il
dagine condotta sotto la guida del incontri, i movimenti e le uscite l’Arma hanno repertato ogni traccia magistrati della procura della Repub- cinquantatreenne Gaetano Tresca, già
reparto territoriale di Aversa, diret- della ragazza. I comportamenti ves- utile al fine di risalire agli autori del blica di Sant’Angelo dei Lombardi, sottoposto agli arresti domiciliari. Deve
to dal tenente colonnello France- satori hanno riguardato anche i reato. Le indagini sono tutt’ora in coordinati dal èrocuratore capo rispondere dei reati di spaccio di sostan-
sco Marra e dal capitano Domeni- parenti della donna: anche il fidan- corso e gli uomini della Benemerita smaltimento dei rifiuti. Per questo Antonio Guerriero. Ed a Cervinara ze stupefacenti ed altro. L’uomo, doven-
co Forte. Tutto sotto il coordina- zato della sorella della vittima è non escludono alcuna pista. E sem- alla persona fermata è stata contesta- un sedicenne è stato denunciato dagli do espirare la pena residua di nove mesi
mento della procura della Repub- stato più volte seguito nei suoi pre in Irpinia un uomo aveva deciso ta la violazione penale prevista per il agenti perché responsabile del reato e diciassette giorni, è stato condotto nel
blica di Santa Maria Capua Vetere. movimenti. Tutte le risultanze inve- di raggirare i posti di controllo predi- trasporto illecito di rifiuti, nonché di ricettazione. L’episodio si è verifi- carcere di Benevento. E sempre a Bene-
Nella mattinata di ieri i militari del- stigative prodotte dai carabinieri, a sposti lungo l’Ofantina e cercato per- quella per aver esercitato l’attività di cato nella serata di venerdì quando vento, nel tardo pomeriggio di ieri, l’ar-
l’Arma hanno eseguito nei confron- seguito delle denunce presentate corsi alternativi, scegliendo di attra- raccolta, recupero, smaltimento, gli agenti, nel corso di predisposti chitetto quarantasettenne L.R.P. ha
ti di Della Volpe un’ordinanza di dalla vittima, sono state racchiuse versare la zona durante la notte. Non commercio ed intermediazione di servizi di controllo del territorio, denunciato che ignoti, tra le otto del
custodia cautelare per il reato di in una dettagliata informativa che ci è però riuscito un autotrasportatore rifiuti in assenza delle prescritte avevano intimato l’alt al giovane, mattino e le cinque del pomeriggio,
stalking. E’ il quarto arresto per ha poi portato all’emissione del che conduceva un tir carico di rotta- autorizzazioni. I militari dell’Arma che viaggiava in sella ad uno scoo- approfittando dell’assenza dell’intera
questo tipo d’accusa che gli uomini provvedimento eseguito ieri. Dopo mi ferrosi. Il camion è stato infatti hanno sequestrato sia il mezzo utiliz- ter. Nella circostanza gli agenti ave- famiglia, si sono introdotti nella sua casa
della Benemerita di Aversa hanno essere stato rintracciato e dichiarato intercettato e, dopo i controlli di rito zato che gli oltre settanta quintali di vano constatato che il numero di in via Vanvitelli e, senza praticare alcu-
da parte dei carabinieri, è stato trova- materiale ferroso trasportato - rotta- matricola del mezzo era stato com- na effrazione, hanno portato via monili
eseguito dall’inizio dell’anno. Ma in arresto, Della Volpe è stato rin- to sprovvisto delle autorizzazioni per mi inquinanti, radiatori in alluminio, pletamente abraso. Da qui la denun- d’oro, il cui valore è in corso di quantifi-
le indagini hanno consentito di chiuso nella casa circondariale di effettuare la raccolta, il trasporto e lo batterie esauste, materiale contenente cia ed il sequestro del mezzo. cazione, e quattrocento euro in contanti.
appurare che il trentaseienne è Santa Maria Capua Vetere.

RAVELLO L’arsenale è stato scoperto dai carabinieri in località Cucuolo. Sono stati rinvenuti e sequestrati anche sessanta proiettili
I fatti del giorno
Battipaglia
Trova la casa occupata da immigrati, scatta il blitz
Fucili ed una pistola nascosti in montagna
RAVELLO - Quattro fucili, sessanta proiet-
BATTIPAGLIA - Blitz dei carabinieri di Pattipaglia per tili ed una pistola a salve priva di tappo rosso
sono stati rinvenuti nella notte tra venerdì e
Tatarella (Pdl): poteri straordinari a Mario De Biase
restituire una casa rurale ad un cittadino che l’aveva trovata
occupata da sei extracomunitari e si era rivolto ai militari
dell’Arma. All’interno si trovavano sei marocchini, due dei
quali sono stati arrestati perché espulsi da Firenze e Salerno.
Per gli altri quattro occupanti, senza permesso di soggiorno,
ieri dai carabinieri a Ravello, nel Salernitano,
dopo controlli in una zona molto impervia
denominata ‘Cuculo’, nel cuore della monta-
gna del piccolo comune costiero. Le armi
“Stato d’emergenza per Montaguto”
MONTAGUTO - “A Montaguto c’è una
è scattato l’ordine d’espulsione. I sei sono stati denunciati erano nascoste all’interno di tre tubi in plasti- situazione di eccezionale gravità: subito i
per il reato di danneggiamento e violazione di domicilio. ca rigida. I fucili, di cui uno a pompa ed una poteri straordinari al commissario Mario
carabina, nonché la pistola, erano montati e De Biase”. Lo ha affermato l’onorevole
perfettamente funzionanti. L’arsenale era Salvatore Tatarella del Popolo della
Torrioni occultato in diverse piazzole, non molto Libertà, componente della commissione
distanti l’una dall’altra, in cilindri ben interra- Trasporti dell’europarlamento, a Montagu-
Escavatore dato alle fiamme, l’ombra del racket ti e coperti da fogliame e pietre. Due delle to, in provincia di Avellino, dove una frana
TORRIONI - Nella notte tra venerdì e ieri, a Torrioni, è armi hanno la matricola abrasa, le altre risul- di notevoli proporzioni da un mese impedi-
stato distrutto dalle fiamme un escavatore di una ditta di tano rubate ad Amalfi nel 2002 ed a Chieri, sce il regolare traffico ferroviario tra la
Benevento che stava eseguendo lavori di abbattimento nel Torinese, nel 2008. E nella giornata di Puglia e Roma. Per la frana, lunga comples-
della vecchia casa comunale. Sul posto i carabinieri ed i venerdì i militari dell’Arma di Avellino dove una cinquantaduenne è stata deferita sivamente tre chilometri circa, è bloccata
vigili del fuoco che, una volta domato il rogo, hanno appu- hanno effettuato alcune verifiche per il con- perché trovata in possesso di una doppietta anche la strada statale ‘90’. Tatarella ha
rato la natura dolosa dell’incendio: trovata una bottiglia in trollo sul regolare possesso e sulla corretta da caccia appartenuto al defunto padre e che, incontrato cittadini ed operatori economici
plastica con residui di liquido infiammabile. In prima bat- custodia delle armi comuni da sparo da parte anche in questo caso, non era stato regolariz- del luogo ed il commissario per l’emergen-
tuta non sembrerebbe emergere un movente estorsivo. di persone che hanno titolo per detenerle. zato. Ed infine gli agenti, nella serata di za in Campania De Biase. “La situazione è za ed il commissario abbia così i poteri
Alla fine della giornata, a fronte dei numerosi venerdì, hanno denunciato un ventinovenne di eccezionale gravità - ha detto Tatarella - straordinari di cui ha urgente ed estremo
controlli fatti nei vari comuni irpini, sono russa per porto abusivo di armi. L’uomo si non solo per l’intollerabile disagio arrecato bisogno”. “La situazione - ha concluso
Roccadaspide state due le persone denunciate e tre le armi aggirava con fare sospetto in una profumeria. ai passeggeri di Trenitalia che devono Tatarella - è stata grandemente sottovaluta-
Si ribalta il trattore, schiacciato: grave in ospedale sequestrate. Una prima irregolarità è stata QUando si è reso conto dell’arrivo della poli- recarsi nella capitale, ma anche e soprat- ta sia dalla Regione Campania sia dal
registrata a Solofra, dove un quarantasettenne zia, si è dato alla fuga, venendo però intercet- tutto per il rischio che la frana possa ostrui- governo. E’ tempo di porre rimedio, anche
ROCCADASPIDE - Stava guidando il proprio trattore è stato deferito per illegale detenzione di armi tato. A seguito alla perquisizione, all’interno re il corso del fiume Cervaro, con una sorta per dare una risposta ai cittadini ed agli
quando, per cause ancora in corso di accertamento da comuni da sparo. Nella sua casa sono stati della tasca del suo giubbotto è stato trovato di provvisoria diga il cui inevitabile cedi- operatori economici della zona, che da
parte delle forze dell’ordine, il mezzo si è ribaltato, trovati un fucile da caccia, una pistola a tam- un coltello. Nel corso dell’identificazione il mento avrebbe conseguenze catastrofiche”. quattro anni vivono senza aiuto alcuno una
schiacciandolo. E’ successo nella serata di venerdì a Roc- buro ed ottantadue proiettili. Le armi apparte- giovane è stato anche trovato in possesso di “Insieme ai rappresentanti delle Regioni condizione di gravissimo disagio. Nella
cadaspide, in provincia di Salerno. L’uomo era al lavoro nevano al padre defunto, ma l’uomo non ha un documento attestante il suo status di rifu- interessate - ha proseguito l’eurodeputato - prossima settimana verificherò anche la
nei campi quando si è verificato il terribile incidente. Tra- mai provveduto alla registrazione. Un caso giato politico, presentato in Francia l’anno rivolgeremo immediate sollecitazioni per- possibilità di attingere a fondi comunitari
sportato in ospedale, gli è stato riscontrato un politrauma analogo si è registrato anche a Summonte, scorso ma palesemente falso. ché il governo proclami lo stato d’emergen- per finanziare le opere necessarie”.
ed è ora in prognosi riservata. Il mezzo è stato sequestrato.

Avellino Il sindacalista Centrelle: il gruppo Fiat abbia per Pratola Serra la stessa attenzione mostrata per Pomigliano d’Arco L’operazione messa a segno a Vallo della Lucania
Detenzione e spaccio di droga,
Fugge con un milione e mezzo di franchi svizzeri
AVELLINO - La cifra è notevole: sembra circa un milione
e mezzo di franchi svizzeri. Spariti nel nulla. La vicenda ha
per protagonista il responsabile di un’impresa di costruzioni
di Lugano che, incassati gli anticipi su alcuni lavori, è
L’Ugl: preoccupati per la ‘Fma’
PRATOLA SERRA - “Preoccupano le recenti dichiara-
incassa due anni ai domiciliari
VALLO DELLA LUCANIA - Venerdì pomeriggio i
scomparso dalla circolazione. Le ditte danneggiate dall’im- zioni dell’amministratore delegato di Fiat Sergio Mar- carabinieri di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno,
prenditore, che secondo voci sarebbe fuggito in provincia di chionne sul futuro dello stabilimento ‘Fma’ di Pratola hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazio-
Avellino, dove è originario, per ora si sono limitati ad emet- Serra, in provincia di Avellino”. Lo ha dichiarato il segre- ne nei confronti di un uomo, volto già noto alle forze del-
tere dei precetti esecutivi aprendo una causa civile. tario nazionale dell’Ugl Metalmeccanici Giovanni Cen- l’ordine, del posto. L’uomo deve
trella, evidenziando come “Fiat non sembra intenzionata espiare una reclusione di due anni
a proporre una nuova missione produttiva per lo stabili- in regime di arresti domiciliari per-
Vallo della Lucania mento avellinese, dove l’attuale produzione di motori per i ché responsabile di detenzione ai
segmenti medi ed alti del gruppo, a causa dell’andamento fini di spaccio di sostanza stupefa-
Alimenti fuorilegge sequestrati in un ristorante negativo del mercato, non offre alcuna certezza sul futuro cente. Ed a Benevento - sempre
VALLO DELA LUCANIA - Trecento chili di prodotti dei lavoratori”. “A questo punto - ha rimarcato Centrella - venerdì - è stato registrato un tenta-
alimentari in cattivo stato di conservazione sono stati è necessario che Fiat abbia per Pratola Serra la stessa to furto d’auto nel parcheggio del
sequestrati dai carabinieri in forza al nucleo antisofistica- sensibilità ed attenzione mostrata per il sito di Pomigliano centro commerciale ‘Buonvento’.
zioni. Il sequestro è avvenuto all’interno di un ristorante d’Arco, valorizzando il ruolo strategico che lo stabilimento La proprietaria dell’auto ha raccon-
di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno. I militari avellinese ha nel panorama del gruppo. Come sindacato - tato agli agenti che, nel riprendere la sua Fiat ‘Multipla’,
dell’Arma hanno effettuato il sequestro preventivo di un ha concluso - siamo pronti da sempre a cogliere l’invito al ha notato un uomo al suo interno. Questi, vista la donna, è
frigo dove erano conservati gli alimenti. Carni, prodotti confronto avanzato dall’amministratore delegato di Fiat, sceso ed è scappato. Le forze dell’ordine hanno constatato
ittici e vegetali all’origine freschi conservati in cattivo ed a compiere tutti gli sforzi necessari per contribuire a che il ladro, dopo aver forzato la portiera anteriore sini-
stato. Il valore del sequestro è di circa ottomila euro. rafforzare il gruppo, a partire dagli stabilimenti italiani”. stra, aveva manomesso il quadro d’accensione.
S.S. Sannitica km. 19,800 - 81025 Marcianise - Caserta - Tel. 0823.581055 - 0823.581005 - 0823.821165

CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI


S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Domenica 11 Aprile 2010


CRONN ACHE
apoli
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 5

TRAGEDIA
SFIORATA
E’ sprofondato nel bagno
dell’ufficio del primario
di ginecologia per fortuna
assente in quel momento
di Loredana Lerose

NAPOLI - Crolla il solaio di un Ricoverati all’Ascalesi


pianerottolo dell’ospedale Annun-
ziata di Napoli due i feriti. Erano
circa le tre meno un quarto di ieri
Scampato il pericolo resta l’interrogativo
quando un boato e una voce che
gridava aiuto hanno allarmato il
legato alla presenza in quel luogo
personale in servizio in uno dei di un addetto alle pulizie e un visitatore
reparti dell’ospedale. Il pianerot-
tolo di una scala in disu-

Paura a Forcella, crollo all’Annunziata


so, interdetta non solo al
pubblico ma allo stesso
personale ospedaliero, è
improvvisamente crolla-
to sprofondando nel
bagno dell’ufficio del
primario di ginecologia,
Renato Tesauro, per
fortuna assente in quel
momento. Due gli uomi-
ni presenti sul pianerot-
tolo crollato, un addetto
Cede il pianerottolo di una scala in disuso dell’ospedale: due persone ferite
alle pulizie dell’ospedale e un
familiare di una paziente ricovera- NESSUNA PREOCCUPAZIONE PER ENRICO GUIDA
ta nel nosocomio. Entrambi sono
stati ricoverati all’Ascalesi per
L’apprensione Il nosocomio del popolare quartiere napoletano non presenta pericoli per pazienti e personale
aver riportato contusioni ed esco-

Il direttore sanitario: la struttura è sicura


riazioni. Scampato il pericolo l’in- La responsabile amministrativa
terrogativo
resta legato Un po’ in apprensione la direttrice ammini-
al perché strativa Adriana Lancellotti: “Purtroppo
della pre- abbiamo pochi soldi a disposizione e quin- NAPOLI (l.lerose) - Sfiorata due uomini, tante le rassicura- zare i lavori per sistemare il tato alla mia persona. Al di là
senza dei la tragedia all’ospedale Annun- zioni fornite dall’ospedale. danno strutturale. “Sono corsa di ogni dubbio la struttura
di non possiamo fare i lavori man mano
due in una ziata si parla di sicurezza. Resta acceso l’interesse sul a rendermi conto della situa- ospedaliera è sicura e si lavo-
zona dell’o- che si rende necessario. Noi tamponiamo
spedale vie- volta per volta. Per la manutenzione è Dopo il crollo del solaio di un perché della presenza dei due zione- ha detto - anche perché ra serenamente, nessuno corre
tata tanto
pianerottolo interdetto al pub- uomini sul pianerottolo di una bisogna subito guardare gli rischi”. Sul perché l’addetto
necessario interrompere il servizio” blico e il ferimento lieve di scala interdetta al pubblico e appalti e dare il via ai lavori. alle pulizie e il parente in visi-
che per sul cosa stessero facendo. Purtroppo abbiamo pochi soldi ta ad una ricoverata avessero
accedervi è “Non so spiegare cosa stessero a disposizione e quindi non scelto di appartarsi su un pia-
stato neces- facendo lì - ha spiegato il possiamo che fare i lavori man nerottolo interdetto, diverse le
sario forza- direttore sanitario dell’ospeda- mano che si rende necessa- supposizioni. Non sono manca-
re una porta sbarrata. Nelle corsie le, Enrico Guida - il punto è rio.Noi tamponiamo volta per ti, da parte dei più smaliziati,
nessuno degli ammalati si è accor- che il nostro ospedale è sicuro volta. Per fare i lavori è neces- commenti divertiti. “In fondo -
to di quanto accaduto poiché la e non c’è alcun pericolo per i sario interrompere il servizio”. hanno vociferato alcuni- per
stanza interessata è sullo stesso pazienti né per il personale. Ad ironizzare sull’accaduto è f u m a r s i u n a s i g a re t t a n o n
piano del reparto maternità, ma Magari i due volevano solo stato il primario del reparto di c’era bisogno di forzare una
sul lato opposto. Nel reparto al fumarsi una sigaretta, non lo ginecologia, Renato porta,bastava uscire fuori”.
momento del crollo erano ricove- so. La cosa certa è che l’ospe- Tesauro,che in seguito al crol- Poche le indicazioni sui due
rate tra mamme e bambini 80 per- dale è sicuro. C’è solo un’altra lo non ha più il bagno nel suo feriti, nessuna motivazione
sone. Nella caduta si è rotto un zona interdetta al pubblico ma studio e momentaneamente certa impossibile, quindi, per
tubo dell’acqua che ha provocato non desta preoccupazione”. neanche uno studio. “Poteva tanti non fare illazioni di ogni
il parziale allagamento dello stu- L’unica in apprensione sembra essere una tragedia - ha detto tipo: “Due uomini - si è detto -
dio di Tesauro che una volta avvi- la direttrice amministrativa, Tesauro - ma fortunatamente non ricoverati, che forzano
sato dell’accaduto si è recato in Adriana Lancellotti, vista la non è stato così. Di certo - ha una porta non lo fanno certo
ospedale per capire cosa stava necessità di ripulire e organiz- aggiunto - non è stato un atten- per dire il rosario”.
succedendo. Immediato l’inter-
vento dei vigili del fuoco e delle
forze dell’ordine. Il direttore sani-
tario, Enrico Guida, ha più volte
precisato che l’ospedale è sicuro e MALASANITA’ Medici e infermieri subiscono lo stress di non potere operare nelle condizioni migliori e a risentirne sono i degenti
che esiste soltanto un’altra zona

Dramma barelle al Cardarelli, senza posto letto il 50% dei ricoveri


interdetta al pubblico, proprio per-
ché non rispetta le norme di sicu-
rezza. Anche la direttrice ammini-
strativa, Adriana Lancellotti, è
giunta sul posto per attestare la
gravità dei danni e provvedere NAPOLI (lo.le.) - Il Car- migliori e a risentirne sono arrivi, spesso si tratta di di lavoro è insostenibile,
subito agli appalti per la ristruttu- darelli e il dramma delle i degenti a cui vengono ricoveri legati alla man- non si può porre il Carda-
razione e lo sgombero dai detriti. barelle sono uno dei tanti garantite le visite ma non canza di una dovuta assi- relli alla stregua degli
Tutti garantiscono sulla sicurezza tasselli che compongono il un posto letto. Talvolta si stenza domiciliare o di altri ospedali. Bisogna
dell’ospedale sottolineando che puzzle della malasanità ricorre a mezzi di fortuna e ambulatori medici. Il terri- decidere se occuparsi
nessuno, men che meno i pazienti, campana. Lo scorso marzo i pazienti, recatisi al pron- torio non riesce a filtrare delle emergenze o conti-
corre dei rischi per la propria ha fatto registrare un picco to soccorso, quando anche le domande degli utenti nuare ad essere un centro,
incolumità e che i due feriti si massimo di ricoveri senza le barelle non bastano ven- che, così, si ritrovano ad fiore all’occhiello per le
sono trovati in tale situazione posti letto relativo al 50% gono adagiati sulle sedie. affollare il Cardarelli. “Il prestazioni specialistiche.
dopo aver volontariamente violato dei pazienti. Medici, infer- E’ uno scempio che manda problema - ha spiegato In un documento stipulato
un divieto forzando una porta. Tra mieri ed operatori subisco- in tilt la struttura ospeda- Franco Verde, medico con la regione si parla di
i dipendenti presenti al momento no lo stress di chi non può liera più importante del dell’ospedale e coordinato- compartecipazione all’e-
del crollo c’è chi racconta di aver operare nelle condizioni Mezzogiorno. Troppi gli re Anaao - è che il carico mergenza del Policlinico
udito un forte boato e di aver ma questo non avviene.
dovuto forzare la porta dello stu- Eppure si continuano ad
dio di Tesauro per poter soccorre-
re i due uomini. Uno di questi
Nel grande presidio sanitario collinare macchine inadeguate ai reagenti erogare fondi al Policlini-
co per un compito a cui
perché bisogna fare scel-
te definitive che mettano Il territorio
sembra fosse rimasto aggrappato
mentre l’altro, che ha gridato
aiuto, lo reggeva nel tentativo di
soccorrerlo. Sul posto dell’inci-
Stop ai dosaggi dei farmaci per trapiantati non fa fronte”. La situa-
zione è insostenibile tanto
da portare i paramedici ad
autoconsegnarsi per prote-
gli operatori nella condi-
zione di poter mantenere
alto il target di compe-
tenza che ci viene ricono-
non filtra
Spesso si
tratta di rico-
dente un gran polverone e acqua NAPOLI (l.lerose.) - to, in uso al Cardarelli, sicurazione con cui, alme- sta. “Quando dico che sciuto su scala nazionale.
sul pavimento ma fortunatamente Niente dosaggi per i far- sono fuori produzione e no verbalmente, si garan- veri legati
bisogna chiudere il pronto Ci vuole una direzione di alla man-
la tragedia è stata solo sfiorata. I maci antirigetto destinati questo rende impossibile tisce ai pazienti che non soccorso del Cardarelli - presidio più autorevole -
degenti nell’ospedale non si sono ai malati che hanno trovare i reagenti utili per ci saranno interruzioni del canza di
ha aggiunto ancora Verde - ha concluso Verde - il una dovuta
accorti, subito, dell’accaduto tanto affrontato un trapianto. Il effettuare le analisi. La servizio e che appena sarà non è una provocazione. personale è stressato,
che il trambusto di vigili del Cardarelli dice stop all’e- soluzione è già a portata possibile sistemare il assistenza
Da tre anni sono bloccate visto che non si possono domiciliare o
fuoco e dei carabinieri li ha in un same del dosaggio del di mano dell’azienda sani- nuovo macchinario tutte le assunzioni e con il limi- fare assunzioni a dare
primo momento incuriositi e poi Taxrolimus. I pazienti tra- taria napoletana in quanto le attività riprenderanno a di ambulato-
te del turn over la situa- una mano potrebbe esse- ri medici.
allarmati. Le lamentele sono state piantati possono sottopor- una ditta americana ha pieno ritmo. Molte le cri- zione non è rosea. Paghia- re del personale coatto”.
per lo più legate alla mancanza di si a tale esame solo in provveduto ad inviare un tiche provenienti dalle Il territorio
mo lo scotto della pessima Un altro round vinto dalla non riesce a
soldi utili ad effettuare i lavori di ospedale, i centri conven- nuovo macchinario che, associazioni dei trapianta- politica di Tufano, Monte- malasanità, tra barelle
manutenzione delle strutture ospe- zionati non lo effettuano, però, giace abbandonato ti, tra cui l’Ante, convinti filtrare la
marano e Santangelo. Se vaganti e discordia tra domanda
daliere che, come in questo caso, ma non sarà più possibile in un deposito in attesa del fatto che in ospedale siamo arrivati ad avere il direttore e neurochirur-
cadono a pezzi. Grande spavento sottoporsi a questo tipo di che vengano sgomberati i così come non c’è posto dell’utenza
problema delle barelle che ghi, il Cardarelli è diven- che si river-
che fortunatamente non ha avuto cura. Il problema nasce locali in cui istallarla. per il macchinario, non ce vengono spostate da un tato la brutta copia di ciò
epilogo tragico visto che i due dal fatto che i macchinari Dalla direzione sanitaria n’è neanche per i trapian- sa, poi sul
lato all’altro, di reparti che era o avrebbe dovuto Cardarelli
feriti tutto sommato stanno bene. specifici per il trattamen- sono giunte parole di ras- tati. strapieni e altri vuoti, è essere.
6 Domenica 11 Aprile 2010
Napoli CRONACHE di NAPOLI

La necessità La reperibilità
IL PALAZZO Pur di non perdere centinaia di euro Anche questa risulta essere
DI CITTA’ sul già magro salario evitano di fare
ricorso all’istituto della malattia
un deterrente perchè obbliga a stare
in casa senza magari avere febbre

Effetto crisi
Comunali virtuosi, al lavoro anche malati
Calano le assenze dei dipendenti del Municipio, ma Brunetta non c’entra
di Ciro Crescentini Le assenze
per malattia CORSIE PREFERENZIALI
NAPOLI - Crollano le assenze per al Comune
malattie dei 12 mila dipendenti del di Napoli Nell’occhio del ciclone l’assessore al Personale Amaturo
Comune di Napoli. Aumenta il numero sono calate
di lavoratori ‘terrorizzati’ che si presen-
tano sui posti di lavoro con l’asma, la
bronchite e l’influenza. Non è una bella
notizia. I lavoratori hanno paura di per-
del 10 per
cento. Dimi-
nuite anche
quelle dovu-
Sul concorsone si riaccende
dere centinaia di euro di salario soprat-
tutto in un particolare momento di crisi
economica e sociale. I dati sulle assenze
te ai per-
messi previ-
sti dalla
la polemica: 200 ‘favoriti’
relative al mese di febbraio 2010 con- legge 104
frontate con quelle dello stesso mese (per lavora- NAPOLI (c.c.) - Bufera sul concorso per l’assunzione di
del 2009 si commentano da soli. Le tori invalidi 534 impiegati nel Comune di Napoli. Torna nell’occhio
assenze per malattia sono calate del o che assi- del ciclone, l’assessore al personale Enrica Amaturo.
dieci per cento. Diminuite le assenze stono Secondo alcune indiscrezioni trapelate da Palazzo San
dovute ai permessi previsti dalla legge parenti inva- Giacomo, l’assessore intenderebbe attribuire corsie, titoli e
104 (prevede permessi in favore dei lidi) punteggi preferenziali in favore di duecento lavoratori
lavoratori invalidi o che assistono assunti come staffisti e contrattisti a tempo determinato
parenti o figli invalidi); ridotti i proce- (assunti senza concorso e attualmente impegnati negli
dimenti disciplinari e le sanzioni previ-
sti in caso di assenze. Dunque, si lavora Rilevazione mensile sulle assenze dei dipendenti pubblici a tempo indeterminato uffici comunali e del commissariato al traffico e mobilità)
e una ventina appartenenti al bacino dei progetti social-
mente utili e delle cooperative di pubblica utilità. Insorge
con l’ansia. E aumentano i casi di
depressione. Il decreto Brunetta è una FEBBRAIO l’opposizione di centro destra. Secondo i consiglieri
TIPOLOGIA 2009 2010 comunali Carlo Lamura e Luciano Schifone, le iniziati-
ve promosse dall’assessore Amaturo “rientrano nell’ottica
Invece di presentare A) Totale delle assenze per malattia retribuite e non retribuite
B) eventi di assenza per malattia superiori a 10 giorni
10746
214
10004
210
di un disperato tentativo di recupero di consensi, anche se
a dir poco di chiara marca clientelare”. I due esponenti
il certificato molti dell’opposizione denunciano “l’iniziativa oltremodo


C) Totale delle assenze per altri motivi 3964 4551 ambigua e ai limiti della legalità dell’assessore al Perso-
di cui totale delle assenze dovute a permessi ex legge 104/92 1504 1890
preferiscono prendere (Fruiti a giorni)
nale, Enrica Amaturo, che ha organizzato e presenziato al

qualche giorno di ferie D) Numero di dipendenti 11713 11242


E) Procedimenti disciplinari avviati relativi alle assenze
F) Procedimenti disciplinari avviati relativi alle assenze conclusi con sanzioni
8
6
8
4
Si tratta di staffisti,
sorta di cura miracolosa? Forse, però, è
ancora più probabile pensare che le
G) Media assenze per malattia sul totale dipendenti (A/D) 0,92 0,89
“ contrattisti a tempo
riduzioni di stipendio paventate di fron-
te all’ipotesi di assenze prolungate per
H) media assenze per altri motivi su totale dipendenti (C/D)
I ) Media assenze complessiva ( A+C)/ D
0,34
1,26
0,40
1,29
e una ventina di Lsu
malattia abbiano indotto molti dipen- grafica: CRONACHE di NAPOLI delle cooperative
denti pubblici a recarsi a lavoro anche
se influenzati oppure a prendere un
trattamento e di non riconoscimento Maschio Angioino un meeting, invitando il personale
giorno di ferie invece che di malattia. In
dei meriti, delle capacità, delle profes- L’assemblea cittadina comunale che ha partecipato al concorso pubblico per
uno momento in cui la crisi economica
sionalità. “Colpire sempre e soltanto il 534 posti”. Una riunione anomala che viola le leggi sulla
miete vittime in continuazione, i più
preferiscono non perdere neanche pochi
euro e così, in caso di malattia, invece
lavoratore in modo indiscriminato non
è la soluzione - spiega l’avvocato giu-
slavorista napoletana Marina Paparo -
Bilancio, Ambrosino contro Formisano
NAPOLI (c.c.) - “Tutti i consi- che restando in aula sul bilan-
trasparenza amministrativa. “L’oggetto della riunione era
incredibilmente ‘incontro organizzativo sulle procedure
del concorso-corso del Comune di Napoli’ - spiegano - Si
di presentare il certificato, prendono un
giorno o due di ferie, come dimostrato L’assenteismo è spesso legato alla fru- glieri comunali che risponde- cio preventivo - unico atto tratta di un’azione che, se da una parte ha un chiaro
dai registri delle presenze degli uffici strazione, alla mancanza di stimoli e al ranno all’appello iniziale del insieme alla mozione di sfiducia intento clientelare, dall’altro costituisce una odiosa discri-
comunali di Napoli. “Ma il vero deter- mancato riconoscimento delle capacità prossimo Consiglio comunale che potrebbe mandare a casa il minazione nei confronti di migliaia e migliaia di giovani
rente è la fascia di reperibilità - com- professionali e della dedizione al lavo- sul bilancio di previsione, sindaco - anche astenendosi o che hanno partecipato al concorso, nella illusione di un
menta un dirigente dell’ufficio persona- ro”. Negli uffici comunali partenopei faranno parte della vera mag- votando contro, si contribuisce eguaglianza di trattamento e di trasparenza nelle proce-
opera una classe dirigente che ha sem- gioranza che sosterrà il sindaco comunque a mantenere l’indi- dure concorsuali”. “Bisogna che il sindaco al più presto
pre elargito a pioggia qualsiasi com- per la parte restante di questa spensabile numero legale che è chiarisca l’accaduto - concludono - Non si può lasciare
penso legato alla produttività. “Molti consiliatura”. Lo afferma, in di 31 consiglieri”, prosegue nel dubbio le migliaia di giovani disoccupati laureati e
La legge ha tolto ‘fannulloni’ sono diventati dirigenti e una nota, il consigliere comuna- Ambrosino. “Lo sa molto bene diplomati. Oggi questi disoccupati hanno la prova prova-
discrezionalità lavoratori competenti e preparati sono
restati al ‘palo’ a lavorare - spiega
le del Pdl, Raffaele Ambrosi-
no. “L’onorevole Formisano,
il collega Moxedano sempre
assente al primo appello da
ta, attraverso questa improvvida iniziativa dell’assessore
al Personale, che il concorso pubblico é manovrato artifi-
alla visita fiscale Ciro Monaco capogruppo dell’Udeur -
Spesso mi domando: ma di cosa stiamo
Rifondazione Comunista e
Comunisti Italiani sanno bene
quando dichiarò di essere
all’opposizione”.
ciosamente dagli addetti ai lavori e che i risultati delle
prove sono già scontati in partenza”.
rendendola obbligatoria parlando?”.

le comunale - per molti dover rimanere


chiusi in casa per undici ore al giorno,
Da ieri mattina gli uomini del generale dei vigili urbani Luigi Sementa sono sul posto
senza magari avere febbre o disturbi
gravi, è come stare agli arresti domici-
liari. Per questo tanti dipendenti prefe-
riscono venire a lavoro anche se in
Ponticelli, iniziato il censimento
condizioni di salute non ottimali”. Il
decreto del ministro Renato Brunetta
viene criticato anche per le modalità
previste per il controllo. La nuova nor-
dei ‘diseredati’ dell’area bipiani
mativa, infatti, toglie la discrezionalità La bomba ecologica, l’ammasso bomba ecologica, l’ammasso di como, è stato chiamato all’appel-
della visita fiscale e la rende obbligato- amianto della zona orientale di lo anche Luigi Scotti, assessore
ria dal primo giorno di malattia. La di amianto della zona orienrtale Napoli, quindi, presto verrà abbat- alla legalità. “Ai Bipiani c’è in
visita fiscale obbligatoria dal primo tuta come già sottolineato qualche ballo una vera e propria forma di
di Napoli, presto verrà abbattuta settimana fa dall’assessore al illegalità e, quindi, l’intervento di
giorno è molto discriminante e senza
patrimonio, Marcello D’Aponte. Scotti è fondamentale” ha spiega-
criterio. Oltre ad essere costosa. Il come sottolineato dall’assessore “La scorsa settimana ho convoca- to D’Aponte. Insomma, dopo
decreto Brunetta funziona, è servito. I to una riunione con i dirigenti dei trent’anni l’incubo amianto a Pon-
dati danno ragione al ministro della al Patrimonio Marcello D’Aponte
servizi comunali interessati e l’Asl ticelli sembra trovare una svolta.
funzione pubblico. Solo che il provve- NAPOLI (f.pironcini) - Doveva Napoli 1 durante la quale, oltre a Anche il direttore centrale, Maria
dimento, come tutte le mannaie, ha col- essere avviato nel mese di dicem- ribadire la necessità di portare Rosaria Guidi, è informata delle
pito anche chi non doveva e non solo bre dello scorso anno e, invece, avanti il censimento per meglio azioni che si tanno intraprendendo
assenteisti. E la vittoria sull’assentei- solo ora è iniziato il censimento comprendere il numero delle sull’area. “Ho inviato nota al
smo ottenuta con più controlli si rivela dell’area bipiani di Ponticelli. famiglie da spostare, ho chiesto direttore centrale per chiedere costruita dopo il terremoto del approvato in linea tecnica un pro-
come una vittoria fragile perché sanci- Solo ora e, forse, anche grazie alle alla società Romeo la valutazione l’avvio delle procedure per l’ab- 1980 e la cui funzione era quella getto esecutivo. Nonostante ciò,
sce l’incapacità (o l’impossibilità per i tante pressioni venute da ‘Crona- della possibilità di ristrutturare battimento del campo bipiani. di ospitare provvisoriamente gli grazie ai primi passi intrapresi,
più pessimisti) di creare ovunque posti che di Napoli’. Da ieri mattina, l’immobile individuato dall’ammi- Non è sicuramente un’operazione sfollati, ad oggi è ancora in piedi presto si metterà la parola fine alla
di lavoro dove si fa il proprio dovere infatti, gli uomini del generale dei nistrazione per ospitare le fami- che avverrà nelle prossime setti- nonostante il grosso pericolo per battaglia contro l’amianto e il
con soddisfazione, dove ci si sente parte vigili urbani, Luigi Sementa, glie regolari della zona” ha spie- mane, ma ho ordinato che questo la salute e l’ambiente causato del- degrado che tutti i cittadini di
di una squadra, dove ci si sente ricono- hanno iniziato a censire la popola- gato l’assessore. “Inoltre - conti- venga fatto perché prima di tutto l’amianto presente nella struttura. Ponticelli portano avanti da
sciuti. Infatti, nel 2005, il Dipartimento zione regolare dei bipiani. La nua - ho dato anche disposizioni in quell’area si deve portare Nelle case d’amianto di Ponticelli, tempo.
della Funzione Pubblica (allora si occu- per l’inizio delle procedure di avanti una battaglia di civiltà che però, non ci sono solo famiglie
pava di benessere organizzativo) assie- sgombero dei locali naturalmente intendo intraprendere fino alla regolari ma anche extracomunitari
me all’Università di Roma La Sapienza tenendo conto della tutela delle fine del mio mandato. Il campo e italiani non in regola. Ora,
promosse un’inchiesta sull’organizza-
zione del lavoro. Si scoprì che la mag-
Verrà ristrutturato persone”. Per la risoluzione della Bipiani deve essere assolutamente diventano loro il vero problema Per gli extracomunitari
situazione è stata messa in azione smantellato” ha concluso l’asses- sociale. Per loro, però, il Comune
giore causa dell’insoddisfazione nel
lavoro pubblico era data dalla percezio-
un immobile per ospitare una sinergia tra due assessorati: sore. Azioni che rappresentano avrebbe una sua disponibilità in forse una sistemazione
oltre ad essere coinvolta l’area solo l’inizio di una lunga fine. un palazzo a via delle Industrie,
ne di una sostanziale non equità nel le famiglie regolari patrimoniale di Palazzo San Gia- L’area bipiani di Ponticelli sempre a Ponticelli, in cui è a via delle Industrie
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Domenica 11 Aprile 2010
7
Il tribunale L’assemblea
CRONACA Il lavoro di valutazione comincerà Se non ci saranno eccessivi intoppi
domani e durerà presumibilmente la seduta d’insediamento dovrebbe
POLITICA almeno una settimana tenersi tra fine aprile e inizio maggio

Impegno: subito un nuovo gruppo dirigente

Il Pd prova a ripartire
Il prossimo ostacolo
si chiama congressi
NAPOLI (iolanda chiuchiolo) - Prova a
ripartire il Partito democratico. In manie-
L’Opa di Scotti sulla sanità ra sonnacchiosa, un po’ a rilento nel car-
burare dopo la sconfitta e ad elaborare il
Il leader di ‘Noi Sud’: “Bisogna che in lutto della perdita del governo regionale,
tanti settori ci sia una netta disconti- ma con un’agenda fittissima. Si riparte,
infatti, con appuntamenti a catena: doma-
nuità a cominciare dalla sanità. Non ni si riunisce la segreteria regionale; mar-
bisogna guardare in faccia nessuno. tedì i segretari regionali saranno chiamati
Basta il protettorato politico” a rispondere delle risultanze del confron-
to a Roma, convocati dal leader naziona-
le, Pier Luigi Bersani; giovedì tocca alla
Tra il 19 e il 20 aprile dovrebbe arrivare il via libera della Corte d’Appello direzione regionale, alla presenza di
Migliavacca e sabato la direzione nazio-
nale chiuderà gli interventi del partito

Per il Consiglio è quasi fatta


post-voto. Riunioni a tutti i livelli, dun-
que, per analizzare il primo punto all’or-
dine del giorno: la debacle, per studiarne
i numeri assolutamente negativi, soprat-
tutto in Campania, dove più che di fusio-
ne di Ds e Margherita si potrebbe parlare

Tempi lunghi per la giunta


di evaporazione di ciò che dei maggiori
partiti del centrosinistra è rimasto. Il
freddo dato numerico riporterà a galla
tutto il calore e anche il livore con cui,
prima delle elezioni, i democratici si
sono scontrati. Dalle primarie del 25

Prosegue il pressing sul governatore a non escludere gli eletti ottobre a quelle, annunciate e poi fallite,
per la scelta del can-
didato alla presidenza
di Alfio Mancini le o nella prima di maggio. Ricapitolando della Regione: i
le numerose diatribe sui conteggi e sulla pochi mesi che hanno
NAPOLI - Riconteggi, ricorsi, interpreta- legge elettorale nuova, rischiano di uscire Dimissioni separato il 2009 dal
zioni normative. E’ materia di questi gior- prima di entrare Roberto Conte e Carlo 2010 hanno modifi-
ni successivi alle elezioni regionali che Aveta per Ap e storaciani, ma anche Gen- Il coordinatore regionale cato in maniera per-
hanno visto trionfare il centrodestra in naro Oliviero di Sel (primo degli eletti manente i rapporti
del Pdl, Nicola Cosentino ha interni al partito e in
Campania. Non è ancora chiarissimo, nella circoscrizione di Caserta con 9.515 fatto sapere che nell’eventualità
però, quali e quanti consiglieri spettino alla voti) in favore del suo collega di partito a molti casi destruttu-
maggioranza (38 secondo il Pdl, 36 secon- Napoli, Sergio D’Angelo (7.417 preferen- di una nomina ad assessore rato il Pd. Struttura
do il Pd) e quindi se alcuni partiti della ze); si farà infine luce sul seggio della lista il consigliere dovrà dimettersi che ora tocca ricom-
coalizione (Alleanza di Popolo e Destra) “Noi Sud”: si dichiarano entrambi eletti porre. Eletto il segretario regionale, infat-
che ha sostenuto l’ex ministro Stefano Raffaele Sentiero e Francesco Barbato. ti, sono rimasti nelle mani di coordina-
Caldoro perdano il rispettivo seggio in Come resta in sospeso a Salerno il seggio nuova legislatura sembra ormai questione di mento di centrodestra. Soprattutto nel Pdl, dove menti provvisori, le direzioni provinciali
favore di Alleanza per l’Italia a Napoli e di Antonio Valiante. Il vicepresidente pochi giorni. Questo per quel che riguarda l’inse- prosegue il pressing sul neo governatore per del Pd di Napoli, Salerno e Caserta. In
del Pd nella circoscrizione di Caserta. La uscente della giunta di Palazzo Santa diamento del presidente e del consiglio regionale. costringerlo a non escludere dalle nomine gli elet- quest’ultimo caso il coordinatore provvi-
decisione della commissione elettorale Lucia ha solo sette preferenze in più del- Cosa un po’ più complicata e per questo con ti, così come annunciato nei giorni scorsi. Il parti- sorio, Enzo Iodice, è anche dimissiona-
della Corte d’Appello di Napoli dovrebbe l’assessore comunale del Comune salerni- tempi incerti, la composizione della giunta che to per bocca del suo coordinatore regionale, Nico- rio. Stessa situazione per tutti i circoli cit-
arrivare il 19 o il 20 aprile: i lavori di valu- tano, Franco Picarone. Dopo un esposto guiderà la Campania per i prossimi cinque anni. la Cosentino, ha fatto sapere che nell’eventualità tadini campani. La prova del nove per
tazione cominceranno domani e verosimil- sui dati di tre seggi la commissione del A tenere banco, oltre al non secondario problema i prescelti dovrebbero dimettersi. Un diktat che misurare la tenuta del Pd saranno ancora
mente dureranno una settimana. Il Consi- Tribunale ha riscontrato difformità tali da legato allo sforamento del Patto di stabilità opera- mette in grave imbarazzo alcuni tra i più votati del una volta le consultazioni, non quelle
glio d’insediamento potrebbe svolgersi, a mandare le carte in Procura. Insomma, ci to dal precedente esecutivo, la scelta degli asses- Pdl che, confortati dal successo, aspirano ad un elettorali, ma quelle interne dei congressi
questo punto, nell’ultima settimana di apri- sono ancora strascichi, ma l’apertura della sori sta creando non poche tensioni nello schiera- posto nell’esecutivo. A perorare la causa è stata che, novelli spauracchi, sono il secondo
ieri la volta del consigliere, Franco Nappi il punto all’ordine del giorno. Su questo si
quale ha rilevato che “scegliere gli assessori tra i aprirà un nuovo dibattito tra chi ha inten-
L’europarlamentare Idv a proposito di una intervista a ‘Napoli.org’ consiglieri eletti” significherebbe “risparmiare 10 zione di avviare immediatamente la
Polemiche in vista delle prossime Comunali nuova stagione congressuale e chi, inve-
milioni di euro”. “Una coalizione come la nostra
ce, vorrebbe rimandare ancora, magari
E ora il centrosinistra De Magistris precisa: frasi mai pronunciate - ha spiegato - deve essere coerente con quello
che abbiamo sempre sostenuto rispetto alla
necessità di una amministrazione della cosa pub-
con l’obiettivo di riaprire il tesseramento.
“I congressi devono essere celebrati il
NAPOLI - Il resoconto del giornale Cronache di Napoli la mia stima e blica più attenta e senza gli sprechi che hanno prima possibile - ha dichiarato Leonardo
è alla ricerca dell’unità
NAPOLI (giuseppe palmieri) - Centrosinistra alla
Cronache di Napoli (dal titolo: “de
Magistris non s’arrende: subito al
voto” - di venerdì 9 aprile 2010-)
disponibilità per il futuro”. (Luigi de
Magistris).
E’ comprensibile un po’ di nervosi-
caratterizzato la gestione Bassolino. Ecco perchè
Caldoro dovrebbe scegliere gli assessori in seno
Impegno (nella foto), leader dei france-
schiniani - . La situazione è drammatica
e complicata, bisogna individuare subito
ricerca dell’unità, ma alle prese con alcune polemiche al consiglio”. E sul fronte giunta, non mancano le
scritto basandosi su una mia intervi- smo da parte dell’europarlamentare pressioni degli alleati che cominciano a rumoreg- un gruppo dirigente capace di portare in
su temi caldi che, nonostante il discorso di Vincenzo sta video rilasciata qualche giorno Idv per l’atteggiamento ondivago del maniera solida il partito verso l’appunta-
De Luca (nella foto) venerdi all’Hotel Ramada, fanno giare in cerca di spazio. Il sottosegretario agli
fa, non rispecchia affatto il mio pen- suo partito rispetto alla giunta Iervo- Esteri e leader di ‘Noi Sud’ Vincenzo Scotti, ad mento delle prossime comunali”. Il risul-
intravedere ancora nubi all’orizzonte. L’obiettivo di siero ed è frutto di una personale lino. L’interpretazione dell’autore è tato è per Impegno lampante: “Gli
tutta la coalizione è quello di fare opposizione in Consi- esempio, ha lanciato l’Opa sulla sanità. “Bisogna
interpretazione dell’autore che mi confortata dalla registrazione dell’in- che in tanti settori ci sia una netta discontinuità - appuntamenti di questa settimana saran-
glio Regionale, ma soprattutto di non perdere la sfida accredita frasi, tra virgolette, che non tervista nella quale a proposito di no decisivi per fare un’analisi seria del
elettorale dell’anno prossimo per Palazzo San Giaco- ha detto a margine di un incontro, ieri a Napoli,
ho mai pronunciato. L’intervista primarie e della possibile candidatu- con iscritti e simpatizzanti - a cominciare dalla voto. I risultati non entusiasmanti deno-
mo. Il Comune di Napoli è battaglia fondamentale, che completa è ancora possibile vederla ra di Oddati e Cozzolino, de Magi- tano un ulteriore flessione delle percen-
potrebbe portare tutte le tre principali amministrazioni sanità. Non bisogna guardare in faccia a nessuno
locali nelle mani del centrodestra. Le lungaggini per e ascoltarla sul sito stris testualmente dice: “.... bisogna - ha aggiunto - la sanità ha bisogno di uscire dal tuali del Pd. Ora bisogna iniziare a lavo-
trovare un candidato alla Regione hanno penalizzato la ‘Napolionline.org’ e chiunque può evitare di individuare candidati che protettorato politico, dalla mortificazione delle rare seriamente e eleggere nuovi organi-
corsa di De Luca a palazzo Santa Lucia, ma l’opportu- rendersene conto. Insomma, uno hanno condiviso e gestito nell’ambi- professionalità”. E lui, c’è da giurare, ha la solu- smi dirigenti”.
nità di lanciare le Primarie subito, proposta da Peppe spiacevole incidente. Al quotidiano to del sistema bassoliniano”. zione.
De Cristofaro, di Sinistra e Libertà, ha
suscitato fischi e malumori all’interno
della platea di centrosinistra. “E’ un
sistema che fiacca gli elettori, che non
possono andare a votare troppe volte
per le stesse persone”, ha dichiarato
Bruno Cesario dell’Api, fortemente
contrario all’opportunità di andare alle
urne per scegliere il candidato sindaco
Il ‘supergruppo’ di Sel a sostegno del sindaco
di Napoli: “I nostri sostenitori hanno
già scelto, attraverso il voto, i rappresentanti a capo
Pronti a confluire i consiglieri comunali transfughi di Rifondazione comunista, Pdci e misto
dell’organizzazione, ora spetta a loro fare le scelte”. NAPOLI (c.cresc.) - E’ scontro nella sini- lavoro e quindi sono in attesa di una siste-
Anche Domenico Tuccillo, del Partito Democratico, si stra napoletana sulla linea politica da assu- mazione. E si apre la battaglia politica.
è mostrato scettico sull’opportunità delle Primarie: “E’ mere nei confronti della giunta comunale Una resa dei conti che produrrà l’ennesi-
un ipotesi da considerare insieme, ma non credo perso- di Rosa Russo Iervolino. Non si escludo- ma scissione a sinistra. Una parte ripro-
nalmente sia la scelta giusta”. Sull’organizzazione del no nuove scissioni. Nelle prossime ore verà a ricucire con il centrosinistra, un’al-
lavoro da fare come opposizione alla Regione, France- potrebbe costituirsi un supergruppo di tra si defilerà ancora una volta. Nonostan-
sco Emilio Borrelli, ex assessore provinciale dei Verdi,
si è scagliato contro l’ex ministro Nicolais: “L’anno Sinistra e libertà che potrebbe essere com- te la bruciante sconfitta subita due settima-
scorso, dopo le Provinciali, sono fuggiti tutti. Non ci posto di nove consiglieri accogliendo i ne fa. Secondo indiscrezioni raccolte dal-
sono state riunioni, né il candidato sconfitto si è messo transfughi di Prc, Pdci, gruppo misto. Un l’agenzia di stampa ‘Il Velino’, il respon-
in prima linea per far ripartire il progetto, lavorando gruppo consiliare che sarebbe pronto a sabile della campagna elettorale di Paolo
anche come opposizione. Dopo questa sconfitta invece garantire l’appoggio incondizionato al Ferrero alle regionali nonchè degli enti
- ha dichiarato Borrelli - ci ritroviamo uniti ed è impor- governo cittadino di Palazzo San Giaco- locali in Rifondazione, Raffaele Tecce, ha
tante dimostrare ai cittadini che portiamo avanti le loro mo indicando i candidati da innestare chiesto che i consiglieri comunali Raffae-
battaglie anche senza avere il governo nelle mani”. nella nuova giunta(rimpasto) e nei consi- le Carotenuto e Alessandro Fucito non riferendosi verosimilmente a Raffaele ore Carotenuto e Fucito aderiranno alla
Polemiche anche dai toni accesi in un centrosinistra che gli di amministrazione delle partecipate votino il prossimo bilancio di previsione Tecce e Tommaso Sodano. “Ferrero non Sel, insieme ad Antonio Fellico, Antonio
si stringe ancora e trova unità intorno alla figura di Vin- comunali. Sembra che a spingere per l’o- 2010: i due esponenti di Rifondazione, ha ritenuto opportuno incontrare nemme- Frattasi (ex Pdci). “Nelle prossime ore
cenzo De Luca che ha lasciato perdere queste polemi- perazione si stiano attivando gli ex depu- però, sono intenzionati a garantire l’ap- no una volta i consiglieri comunali di solleciterò un incontro fra tutte le forze
che, puntando sul rispetto degli impegni presi in campa- tati Peppe De Cristoforo, Gennaro poggio alla Iervolino e quindi si schiere- Napoli aderenti alla Fed - rilevò Carote- della sinistra - dice Salvatore Parisi con-
gna elettorale: “C’è bisogno di rilanciare Napoli, lavo- Migliore, l’ex capogruppo regionale Vito ranno contro la posizione ufficiale della nuto - evidentemente non interessava sigliere della Sel - E’ necessario assumere
rando quartiere per quartiere con tempi certi. Scende- Nocera e il dirigente della Sel Andrea Di Federazione della Sinistra. “La corsa soli-
remo sul territorio rispondendo alle esigenze inascolta- camminare assieme a questi sulle vicende un atteggiamento unitario nei confronti
te e alle proposte concrete dei cittadini. Facendo oppo- Martino. De Cristofaro, Migliore e Di taria alle elezioni è stata un suicidio corsa della città di Napoli, si è pagata anche qui della giunta Iervolino”. Domani sera alle
sizione tuteleremo i bisogni delle categorie professiona- Martino, fino a qualche anno fa erano fun- solitaria per la Regione Campania” - ha la sindrome dell’autosufficienza”. I bene diciannove, tutti i consiglieri della sinistra
li e collaboreremo al rinnovamento della Sanità.”. zionari Prc. Rischiano di ritrovarsi senza sostenuto Carotenuto qualche giorno fa informati sostengono che nelle prossime incontreranno Rosetta.
la
Spettacoli cultura e curiosità

Pagina 8
di CDRomenica
ONACHE Domenica 11 Aprile 2010
L’agenda

La prostituzione sotto “L’anima vestita” Appuntamento Stella in scena


la lente di Morniroli in esposizione al Pan con ‘strane coppie’ al teatro Bellini
NAPOLI - Il libro “Vite clande- NAPOLI - “L’anima vestita”. In NAPOLI - Coppie di scrittori ita- NAPOLI - Al Bellini, dal 16 al 18
stine” di Andrea Morniroli spie- esposizione al Pan fino al 17 mag- liani duellano in difesa dei classici aprile, la “bruna voce” di Valenti-
ga il fenomeno della prostituzio- gio le opere dell’artista Caterina europei del ’900. Prossimo appun- na Stella con l'album “Comme
ne e della tratta di esseri umani a Arciprete che denuncia l’ossessio- tamento con “Strane Coppie” è il faccio senza ’e te”. E con un omag-
Napoli. Il 13 aprile alla Feltrinelli. ne della griffe e l’omologazione. 15 aprile all’Istituto Cervantes. gio a Edith Piaf e Cesaria Evora.

GLI EVENTI Una serie di manifestazioni tra aprile e maggio grazie a “Campania>Artecard Plus”

Napoli riscopre l’arte e la cultura


Viaggio nella storia nella chiesa di San Gregorio Armeno. In via Tribunali appuntamento con Caravaggio
NAPOLI (Anna Marchitelli) - La
primavera a Napoli risveglia il desi-
derio di riscoprire la città, tra chiese
meravigliose, strade, vicoli e palazzi
L’angolo del libro Si riaccende il
percorso notturno
“Le lune di Pom-
pei”. Attivo anche
notturno “Le Lune di Pompei” e si
dà il via a un percorso ciclabile che,
da piazza Anfiteatro a Villa dei
Misteri, consente ai turisti di fermar-
intrisi di storia. I turisti italiani e stra- il percorso “Arte, si in aree attrezzate e luoghi che Autore: Geroge Orwell
nieri restano incantati dinanzi all'ar- mestieri e profes- rivelano scorci del Vesuvio e degli
te, alla tradizione e alla cultura parte- sioni”
Scavi. Attivo anche il percorso Titolo: 1984
nopea che fonde devozione e super- “Arti, mestieri e professioni”: pas-
stizione, mentre i napoletani - e in
questo c'è dello straordinario - si sor-
prendono ancora di quanto la loro
seggiando tra gli scavi si potrà sco-
prire la vita commerciale dell'antica
Pompei incontrando le botteghe
Il Grande Fratello ti osserva
città sia piena di bellezze senzatem-
po e si pentono, forse, di non
apprezzarla abbastanza.
delle arti e degli antichi mestieri.
Tutto pronto, infine, per la V edizio-
ne di “È primavera a Napoli, vetrine
E la Storia diventa un incubo
CASERTA - Drammatico e forse tragico, ma
Così aprile si è aperto all'insegna in fiore”, la manifestazione di arte, terribilmente reale se non addirittura lungimiran-
dell'iniziativa “Barocco in scena” design e moda che fino al 20 aprile te. È questo il romanzo “1984” di George
con Campania>Artecard Plus per porterà le opere di Annibale Oste Orwell. Scritto subito dopo la guerra (1948)
scoprire che il Barocco è ancora nel cuore di Napoli. Location scelta Orwell immaginava una società
vivo. Tour guidati, performance per la personale del maestro parte- in un futuro immediato, appunto
d'arte e teatrali fino al 30 maggio per nopeo, dal titolo “Uccellini e Uccel- negli anni Ottanta, governata da
un'offerta culturale che si sviluppa in 2, il 15, il 16, il 29 e il 30 maggio costo del biglietto di ingresso ai siti, ne uno slogan, un programma per lacci”, sarà Santa Maria la Nova un unico partito, con a capo il
tutta la Campania, rivelando luoghi alle ore 12, presso il Pio Monte della dove previsto, con Campania>Arte- l'intero anno finalizzato alla tutela e dove il visitatore sarà immerso tra Grande Fratello, che tiene tutti
inediti e ricchi di fascino e storia. Misericordia, con “Caravaggio. La card sarà 4 euro. alla valorizzazione attraverso pas- quadri e formelle in ceramica, colori sotto controllo. Non può esserci
Oggi, il primo appuntamento con il rivoluzione dell'arte”. Altro sito, invidiatoci in tutto il seggiate notturne, visite multimedia- e immagini che esprimeranno il amicizia, non deve esserci amore,
tour guidato che da piazza Cavour La partecipazione agli eventi di mondo, è quello archeologico di li, percorsi tematici. tema scelto per questa primavera: la viene addirittura vietato il sesso,
va verso la porta San Gennaro. Pro- “Barocco in Scena” è gratuita. Il Pompei. Così “Pompei viva” divie- Da aprile si riaccende il percorso libertà. se non per procreare e non può
segue con la visita del Museo del esserci libertà di stampa e di
Tesoro, che custodisce lo straordina- espressione.
cui poi farà seguito una breve
La collina di San Martino ospita
rio patrimonio di San Gennaro, per La città I protagonisti, due giovani innamorati, vorrebbe-
finire con la Chiesa Santa Maria dei degustazione. La serata si chiu-
derà con una cena dove la cucina ospita ro cambiare il mondo, ma finiscono per essere
Miracoli. “Anime partenopee. Reli- per una traditi da colui che pensavano fosse la loro spe-
gione e Superstizione nella Napoli napoletana incontrerà i piatti

la Repubblica di Montmartre francesi. giornata ranza. Un romanzo forse pessimista che ci vole-
Barocca”, rilettura dei testi di Matil- va mettere in guardia dai grandi totalitarismi che
de Serao, è la perfomance teatrale Il costo della cena è di 25 euro e la repub-
il ricavato sarà devoluto a favore blica di imperversavano in Europa, ma che alla fine ha
proposta per questo tour. NAPOLI (ann. marc.) - Napoli artisti e ritrattisti al lavoro e sarà descritto perfettamente almeno una parte della
Il 17 aprile e l'8 maggio, alle 10.30, dell’associazione “Les enfants di Mont-
chiama Parigi. La collina di San possibile farsi fare un ritratto nel- Montmartre”. nostra futura società. "L'ignoranza è forza" è
L’EVENTO

un altro itinerario accompagnerà il Martino incontra la celebre colli- l’atmosfera parigina. Si ascolte- martre
scritto sui grandi manifesti che sono affissi nelle
visitatore alla Chiesa di San Grego- na di Montmartre per un’iniziati- ranno i suoni della Fanfares des grandi metropolitane del 1984. Speriamo che
rio Armeno e alla Chiesa di San va che mescola arte, folklore, Poulbots de Montmatre e si assi- almeno in questo Orwell si sia sbagliato.
Paolo Maggiore. Sarà “Viaggio musica, cucina e impegno socia- sterà a un inedito concerto con la
nella storia” il tema dell'intervento le. Accadrà il 18 aprile negli partecipazione della Chanteuse de
teatrale dedicato a questa tappa con L’intervento di Cristian Liberti
spazi dell’albergo San Francesco Montmatre “Cassita” e dei canzo-
un curioso personaggio che parlerà
diverse lingue straniere. In pro-
al Monte Convento che per una
giornata ospiterà la Repubblica di
nieri napoletani. Si potrà, inoltre,
visitare la Vigna di San Martino a Quando la vera utopia è
gramma per il 17 aprile e l'8 maggio
l'appuntamento con le voci del mer-
cato che raccontano la storia di
Montmartre, progetto fortemente
voluto dall’artista Jean-Pierre IL PROGRAMMA saper affrontare la realtà
Duriez.
Napoli: alle 17.30, presso la Basilica L’iniziativa in program- Quasi tutti sappiamo dare la definizione di utopia, ma in
Così i saloni, le terrazze e il
Santuario del Carmine Maggiore la ma domenica prossima molti questo concetto non lo hanno metabolizzato, nel
magnifico giardino pensile del-


perfomance dal titolo “Il mercato tra mescola arte, folklore, senso che non lo hanno fatto proprio: prerogativa impor-
l’albergo diventeranno una picco-
sacro e profano”. musica, cucina e impe- tante questa affinché un concetto, una definizione abbia
la suggestiva Montmartre con
Appuntamento a via Tribunali l'1, il gno sociale una sua funzione nella nostra vita. C'è da dire che il con-
cetto di utopia è un concetto che ormai appartiene al seco-
lo scorso e la nostra epoca, questo nuovo secolo sempre
più materialista, tecnologico e veloce non ci consente, se
non per brevissimi tempi di pensare quello che potrebbe
Al via ‘Fimes’, la kermesse per chi ci tiene a stare in forma In teatro essere.
Il Novecento è stato il secolo delle grandi utopie, da quel-
Pina Bausch, una rassegna la socialista e comunista a quella cristiana e islamica (che

Arriva l’estate, è tempo di fitness


NAPOLI (cs) - Ai nastri di partenza aree tematiche, ognuna delle quali ha training e tanto altro. Inoltre, quest'area
per ricordare la coreografa
sono le uniche che "globalmente" sopravvivono nel
nuovo secolo), da quella militarista a quella della pace e
ancora da quella umanistica a quella scientifica. Sì, avete
capito bene, quella scientifica: perché la scienza che vuole
abbattere il muro della morte, al momento è utopia. Poi
vedremo.
NAPOLI (am) - L’arte di line Danza, con regia e Chiariamo subito una cosa: le varie utopie che si sono
Fimes, la kermesse dedicata al fitness e un proprio programma ricco e articola- ospiterà l'Eruption Day, un appunta- Pina Bausch rivive dan- coreografia di Emma
alla danza. Organizzato dalla Planet to: fitness, danza, etnica, concorsi, mento di riferimento per il settore fit- succedute, od accavallate, nel secolo scorso sono state vis-
zando sul palco del teatro Cianchi. Il giorno seguente sute per il loro raggiungimento e questo oltre a creare la
Stand Creation in collaborazione e con workshop, etica, spettacolo ed esposi- ness, con Sasà Nocerino, Paolo Instabile con un’intera ras- Akerusia Danza interpre-
il patrocinio dell'assessorato allo Sport zione. L'area Fitness propone diversi Evangelista, Gil Lopes, che propor- loro inevitabile disgregazione ha fatto nascere, sempre
segna dedicata alla coreo- terà “Danke” con l’ideazio- più, società distopiche, società incapaci di iniziative e
del Comune di Napoli, Fimes si svol- palchi con programmi ricchi di lezioni ranno, oltre a corsi di alta qualità, grafa che ha rivoluzionato ne artistica di Rosario
gerà il 17 e 18 aprile nel capoluogo e corsi (tenuti da importanti presenter) anche seminari e workshop. L'area prese di posizioni e con tendenze autodistruttive. Lascian-
il mondo del teatro danza Liguoro, Elena D’Aguan- do perdere l'analisi della nostra società (da me già definita
partenopeo e vedrà ‘Corriere di Caser- delle più moderne discipline come il Danza, con la direzione artistica dell’a- europeo. “Omaggio a Pina no e Sabrina D’Aguanno.
ta’ e ‘Cronache di Napoli’ nelle vesti bosu, il gliding, il kettlebell, il fitness versano Dino Carano, propone con- ormai flessibile), ma focalizziamo la questione del rag-
Bausch” è il titolo della Il 15 aprile alle 21 Border- giungimento. Perseguire un sogno è già un sogno di per sé
di partner. Gli spazi saranno divisi in funzionale, il fitball extreme e l'heroes corsi ed esibizioni di alcune delle più rassegna ideata da Michele line Danza porterà sul
prestigiose scuole di danza. Ospiti di e questo cammino mi consente di acquisire tutta una serie
Del Grosso e ispirato alla palco del Tin “Rach/suite” di valutazioni e quindi anche una serie di critiche (passag-
quest'area il grande ballerino america- storica coreografa, alla sua di Claudio Malangone; gi chiave per l'utopia e per la vita stessa) che sono, o
no Marty Kudelka, coreografo di star modalità di ricerca e alla mentre il 16, sempre alle
LA MOSTRA come Janet Jackson e Justin Timber- sua influenza sulla danza 21, la compagnia di danza
meglio che dovevano essere, (visto che noi "generazione
utopiche" non siamo stati in grado di fare), l'effettivo fine
lake, che sarà in Italia per la prima contemporanea. Iniziata l’8 Körper interpreterà “Fone- dell'utopia. Il problema è che in molti hanno perseguito gli
“I volti del Mediterraneo” protagonisti volta; tra le presenze più rinomate
anche il ballerino Little Phil e Marco
Garofalo, già docente di Amici e tanti
aprile, la kermesse prose-
guirà fino al 18 con altri
sette appuntamenti in
mi - Istanze di comunica-
zione”, diretto da Gabriel
Beddoes, e “Veris” diretto
obiettivi e quindi l'utopia era già sbiadita prima ancora che
cominciasse il viaggio verso di lei. Purtroppo si è sempre
avuta la concezione che la nostra vita è fatta di realtà ed i
NAPOLI (am) - “I volti del Medi- nel progetto. L’autore delle imma- altri. Fimes è un evento unico perché calendario. Stasera alle da Marco Delle Foglie. sogni, che bisogna vivere perseguendo la ragione o la
terraneo” non è solo una mostra. gini, accompagnate da citazioni punta ad un settore economicamente 19.30 Uroburo teatro danza Movimento Danza metterà sfera emotiva. A parere di chi scrive non esiste solo il
L’esposizione dei 77 “ritratti” di letterarie e poetiche rappresentati- importante ma che manca di punti di si esibirà in “Frammenti- in scena “In alto mare”, reale e quindi solo ciò che è fattibile e i sogni, quindi solo
uomini e donne appartenenti a ve delle differenti etnie, è uno tra i riferimento in tutto il Sud Italia. La Azioni di un discorso amo- con coreografia di Sonia ciò che vorremo fare: esiste, almeno un'altra dimensione
diverse culture e identità diviene maggiori fotografi contemporanei, kermesse non dimentica il sociale e lo roso”, incontro con Beatri- Di Gennaro e Gabriella (e forse anche di più) molto vicina a quella dei sogni, ma
pretesto di incontro, confronto e Pino Bertelli, toscano di nascita, fa attraverso partnership di grande ce Libonati, storica danza- Stazio, adattato e diretto da non tanto distante da quella reale. È quella irreale. Non
dialogo sui temi più scottanti autore di opere magistrali sull’I- rilievo. Saranno presenti alla manife- trice del Wuppertal Gennaro Testa, il 17 apri- voglio filosofeggiare, ma se pensate alla matematica tutto
riguardanti i paesi che si affaccia- raq, l’Amazzonia, il Burkina Faso stazione l'Unicef e Donna Onlus (che Tanztheater e videoproie- le. L’ultimo giorno della risulterà più semplice. Una funzione può essere rappre-
no sulle due rive del Mar Mediter- e Chernobyl. I suoi scatti racconta- si occupa, in particolare, di disturbi ali- zioni sul Tanztheater di rassegna Collettivo Na|da sentata da numeri razionali, da numeri irrazionali e caso-
raneo. La mostra, realizzata con il no le città di Napoli, Marsiglia, mentari), inoltre ospiterà il circuito Pina Bausch. Il 13 aprile presenterà “Progetto di mai può anche tendere all'infinto: ecco l'infinito sono i
contributo del Comune di Napoli, Barcellona, Alessandria, Tunisi, nazionale CastingCall.it con provini in alle 21 (con replica alle 22) ricerca In.Co. (primo stu- sogni. Si parte dalla ragione (numeri razionali) si effettua
resterà al Pan fino al 18 aprile per Gaza, Tel Aviv, Istanbul, Atene, real-time, per tutti coloro che aspirano “Memoria divisa” sarà dio)”, diretto da Antonello un passaggio per la critica e la verifica (numeri irrazionali)
poi proseguire nelle città coinvolte Durazzo e Rijeka. ad entrare nel mondo dello spettacolo. messo in scena da Border- Tudisco. per puntare verso i sogni (l'infinito).
CRONACHE di NAPOLI
In primo piano Domenica 11 Aprile 2010
9
Tra burocrazia e strani
intrecci: storia del rifugio
LOTTA Mentre il Governo diffonde
i dati sulle confische dei beni
del boss del contrabbando
ALLE MAFIE l’edificio è ancora in ‘stand by’

900
L’INCHIESTA

METRI QUADRATI
E’ questa la grandezza
del giardino principale
della villa che comprende
anche piscine
e appartamenti

INGRESSO
SBARRATO
Un grosso catenaccio
arruginito chiude una
catena che ha i segni
del tempo: sono tra-
scorsi quindici anni
dal provvedimento
spiccato dall’autorità
giudiziaria nei primi
anni Novanta

Cade a pezzi la villa di Zaza,


LA CRONISTORIA
IL PERSONAGGIO
1 LA FUGA E’ morto il 18 luglio del 1994 a 49 anni
Michele Zaza si rifu-
gia nella villa del
complesso La Glo-
Il figlio di un pescatore
simbolo di ‘mala burocrazia’
riette nei primi anni
Novanta poiché teme-
va una rappresaglia
da parte degli uomini
diventato “re” del Golfo
di Raffaele Cutolo NAPOLI (ec) - Figlio di un pescatore di Procida,
è partito da Santa Lucia ed è arrivato ad essere
affiliato alla Cosa Nostra siciliana. Aveva costrui-

Confiscata 17 anni fa, aspetta ancora una destinazione to un impero che fatturava circa 700 miliardi l’an-
no basandosi sul contrabbando, attività illecita tra
le più redditizie nel corso degli anni ‘70 ed ‘80 nel
napoletano. Fu arrestato in Francia a Villeneuve-
di Giancarlo Maria Palombi Politiche sociali Giulio Riccio - è solo dello Stato. L’anomalia è che un tale
questione di giorni. A breve partiranno i bene immobile pur essendo confiscato Loubet il 12 maggio del 1993 con l’accusa di
NAPOLI - Mentre il Governo snocciola lavori, ma saranno piccoli interventi: la da anni e passato formalmente allo Stato, associazione mafiosa, associazione per delin-
dati sulla pressione nei confronti delle villa è in ottime condizioni. Dobbiamo è inutilizzabile. Esistevano due principa- quere finalizzata al traffico di stupefacenti e
organizzazioni criminali e dei loro impe- abbattere un tramezzo e tinteggiare le li cespiti in quella confisca ordinata dai duplice omicidio. Quest’ultimo reato si riferisce
ri immobiliari ed economici, a Napoli si pareti, nient’altro. Quindi, entro l’anno giudici antimafia nei primi anni Novan- all’uccisione di due contrabbandieri siciliani,
consuma l’ennesimo esempio di cattiva la struttura sarà operativa”. Riccio, l’as- ta: uno romano e l’altro partenopeo. Alfredo Taborre e Giuseppe Barbera, assassinati
amministrazione. La vicenda va avanti sessore Ferdinando Di Mezza (con L’immobile in via IV Novembre, centro nel giugno del 1977. E’ morto di cause naturali a
2 IL DECESSO da quasi vent’anni, ambientata tra i pini
di Posillipo e il mare del Golfo. Diceva-
delega ai Beni confiscati) e il questore
vicario Giovanni Fiorentino durante il
della Capitale, è stato trasformato ed
adattato a sede nazionale di Libera. C’è
49 anni al policlinico Umberto I di Roma il 18
Il diciotto luglio del luglio del 1994. Parente stretto dei tre fratelli
no che aveva il cuore matto, don Miche- sopralluogo definirono addirittura nel poi un altro aspetto che ha reso la storia
1994 il boss, allora Mazzarella Ciro, Gennaro e Vincenzo capi di uno
le. Invece era semplicemente un cuore dettaglio i termini del passaggio di mano. della villa ancor più complessa e ricca di
quarantanovenne,
malato. Troppo per poterlo tenere a PADRINO Il Comune si impegnò a cedere alla Que- ombre. L’immobile in passato è risultato dei piu potenti clan della camorra napoletana.
muore per arresto Michele Zaza è morto a poco meno di cin-
cardiaco in una stan- bada. E infatti Michele Zaza, contrab- stura un edificio di sua proprietà nei occupato, ma in maniera del tutto lecita,
Nella zona quant’anni. Cinquant’anni pieni di storie di camor-
za del Policlinico bandiere e boss, non ci è riuscito. E’ del Pallonetto pressi della Torretta. Lo stabile (che è dalla società che lo ha ottenuto in affitto,
Umberto I di Roma: morto a quarantanove anni, il 18 luglio attualmente occupato da alcuni uffici la “Euroconsult”. Tremila euro di cano- ra e di guerre fra clan, di scafi blu e di evasioni,
di Santa di traffici miliardari, riciclaggio, intrecci mai chiari-
era malato da tempo del 1994. Ma lui, figlio di un pescatore Lucia il boss comunali, per i quali era previsto il tra- ne mensile (un vero affare) per un
di Procida e per anni padrone con gli sferimento) avrebbe dovuto ospitare il immobile utilizzato come sede di rappre- ti.Che avesse un cuore malato era scritto sul suo
Michele Zaza
scafi blu del mare di Napoli, era riuscito poteva conta- nuovo commissariato di San Ferdinando. sentanza e foresteria da una società spe- petto tagliato mille volte e in una infinità di referti
a realizzare il sogno di una villa che re sulla pro- Nulla di fatto. E così, la residenza del cializzata in consulenze per le aziende medici, fatti dentro e fuori dalle carceri. Che lo
dominasse il Golfo. Lussuosa, enorme, tezione di numero uno nel traffico internazionale di del campo edile. Sul registro delle avesse pure “grande assaje”, lo dice ancora
molto più sfarzosa di quella che pochi coloro che sigarette che doveva essere dedicata a imprese è ancora possibile effettuare una qualcuno in via Santa Lucia, tra i vicoli del Pallo-
anni prima si era fatto costruire ad Hol- lavoravano disabili, bambini e ragazzi a rischio di visura a carico della Euroconsult Srl e netto dove si viveva di contrabbando di sigarette
lywood, due isolati dopo la residenza nell’indotto tutti i quartieri napoletani, è ancora lì a notare che l’indirizzo coincide con il e dove oggi gli affari vanno molto peggio. E che
che fu di Clark Gable. Via Petrarca 50, del contrab- marcire. Mute di cani randagi popolano il complesso “La Gloriette”. Per questo avesse un cuore che prendeva il sopravvento
questo l’indirizzo della sontuosa dimora. bando parco e i giardini, catenacci arruginiti strano episodio sei funzionari del Dema- sulla testa, lo riferiscono cronache che si perdo-
sigillano l’ingresso del cancello a quattro nio furono indagati - e poi prosciolti - no nel tempo e sulle quali si è costruita l’immagi-
ante, simbolo della lentezza burocratica. per abuso d’ufficio. Quella che doveva ne di un personaggio spavaldo e furbo, camorri-
Da potenziale distretto Pareti tornite in tufo giallo e panorama
mozzafiato che un tempo appartenevano
rinascere come cittadella della polizia,
oggi resta l’esempio di uno Stato schiac- sta “moderno” e al tempo stesso guappo come si
usava una volta.
di polizia a struttura al clan di Zaza e ora non sono ancora ciato dalle lungaggini burocratiche.
3 LA CONFISCA
L’autorità di polizia per anziani e disabili: LA REPLICA DELLE ISTITUZIONI
dispone la confisca
dell’immobile sulla i progetti mai realizzati Parla Giulio Riccio, assessore alle Politiche sociali del Comune di Napoli: il bene è in uno stato di abbandono
collina di Posillipo: è

“C’è un ritardo evidente da parte della prefettura”


l’ottobre del 1994.
Poco dopo la stessa Un numero civico che per lo Stato e
sorte toccherà ad uno l’amministrazione comunale napoletana
stabile a Roma è sinonimo di imbarazzo. Quella del
complesso “La Gloriette” raccontano gli
atti giudiziari, era la villa in cui il re del
contrabbando, Michele ‘o Pazzo, legato Le accuse: “Più volte l’Ufficio del governo ci ha chiesto LENTEZZA
“Il problema è la lentezza buro-
a doppio filo agli esponenti di Cosa
Nostra, si rintanò per circa due anni nel uno scambio merci, ma qui non c’è nulla da barattare” cratica oltre alla sottovalutazio-
timore di essere ammazzato dai macellai ne del valore simbolico e d’uso
di Raffaele Cutolo; è la stessa residenza, NAPOLI (flora pironcini) - Via ha spiegato l’assessore alle politi- dell’intera struttura”, ha com-
intestata a sua moglie Anna Maria, dalla Petrarca 50, complesso residenziale che sociali, Giulio Riccio (nella mentato l’assessore Riccio
quale il malavitoso rilasciò un’intervista ‘la Gloriette’. Trecento metri qua- foto). A partire dal 2009 il Comune
rimasta agli atti della cronaca in cui dice- drati di appartamento, garage, viali, di Napoli avrebbe potuto vantare
va: “Il contrabbando a Napoli? È come giardini, piscina. La villa del un’altra struttura d’eccellenza euro- LA FIRMA
la Fiat a Torino, ma io non sono un con- defunto boss e re del contrabbando, pea dedicando il bene, secondo la
L’unica cosa da fare è un atto uni-
trabbandiere”. Quell’angolo di paradiso Michele Zaza, già confiscata nel programmazione sociale dell’am-
laterale che completi il passaggio.
- distante da villa Rosbery poco più di lontano 1984, resta ancora chiusa ministrazione, a centro diurno per
4 LA PROPOSTA trecento metri - doveva diventare, stan- nonostante gli importanti progetti ragazzi diversamente abili ideale Atto che spetta alla Prefettura e
che dovrebbe mettere una pietra
Nel 2005 il Comune do alla destinazione formalmente regi- sociali che la vedrebbero coinvolta. grazie alle caratteristiche della villa
sopra la questione
paventa un accordo strata dalle istituzioni, “sede di uffici di A sciogliere il nodo della matassa per collocazione e per disposizione
con la questura di polizia”. Ma l’accordo è saltato. Resta dovrebbe essere la Prefettura di degli spazi. La storia del complesso
Napoli per il trasferi- invece una proprietà cui non ci si può Napoli che, inerme, ancora non ‘La Gloriette’ è, però, piuttosto sin- quel cespite per adibirlo a fureria gramma. “Il problema è la lentezza
mento nel complesso accostare. Eppure la sentenza definitiva mette a punto l’atto che segna il golare. Infatti, nonostante il bene ma, grazie all’opposizione dell’am- burocratica oltre alla sottovaluta-
La Gloriette del com- è di circa 17 anni fa. C’è una nota riser- definitivo passaggio di consegna fosse stato confiscato, qualche ministrazione, si è riusciti ad evi-
missariato di polizia
zione del valore simbolico e d’uso
Posillipo
vata negli uffici della Prefettura che sot- della villa all’amministrazione par- anno fa si scopri che, in realtà, tra- tarlo”. “Oggi siamo di fronte al dell’intera struttura. È per rispetto
tolinea: “Tra i beni confiscati ancora da tenopea. Nel luglio 2007, però, mite l’agenzia immobiliare Euro- fatto che il bene è abbandonato. istituzionale che fino ad oggi non
destinare particolare criticità presenta il sembrava che la svolta si fosse consult era stato affittato e, quindi, Più volte la Prefettura ha chiesto sono ritornato sulla questione” ha
complesso immobiliare de La Gloriette”. avuta. E, invece, a distanza di quasi occupato dalla moglie di Zaza. La un cambio merci, ma qui non c’è concluso l’assessore. Ora, quindi,
Inchieste giornalistiche portarono addi- tre anni si è ancora sul punto di residenza con vista mare, immersa alcuna merce di scambio. Siamo l’unica cosa da fare è questo atto
rittura ad interrogazioni parlamentari. partenza. “Con l’insediamento di e nascosta dal verde, di conseguen- una Pubblica Amministrazione e unilaterale che completi il passag-
La vicenda della villa che fu di Zaza e Pansa a Palazzo Salerno l’ammini- za è rimasta per quindici anni in sono oltre due anni che aspettiamo gio. Atto che spetta alla Prefettura
oggi appartiene al demanio presenta strazione ebbe rassicurazioni sul mano agli eredi del re del contrab- la restituzione della villa” ha con- e che dovrebbe mettere una pietra
infatti aspetti mai chiariti; trecento metri passaggio di consegne e il Prefetto bando, grazie a cavilli e distrazioni testato Riccio. A Palazzo San Gia- sopra la questione che dura da trop-
quadrati di appartamento, garage, viali, chiarì che nel gennaio dell’anno del Demanio. Cavilli che continua- como, almeno per una volta, sem- po tempo. È arrivato il momento di
giardini, piscina. Due anni fa la svolta, successivo si sarebbe risolta la no ad esserci. “Rispetto a ‘la Glo- bra che tutto sia in regola: per la restituire la Gloriette alla città e
almeno così sembrava. “Questura e situazione. Da allora, però, nono- riette’ - sottolinea l’assessore - c’è meravigliosa villa c’è il progetto di creare quelle attività sociali gestite
Comune hanno raggiunto un’intesa stante siano intercorsi diversi con- un ritardo evidente da parte della trasformazione in centro d’acco- direttamente dal Comune, con il
dopo un sopralluogo”, si disse. “Per il tatti tra Comune e Prefettura, Prefettura che, tra l’altro, in una glienza e ci sono anche le risorse supporto delle associazioni di
passaggio - assicurò l’assessore alle siamo ancora in balie delle onde” prima fare ha tentato di utilizzare per realizzare quanto prima il pro- volontariato.
10 Domenica 11 Aprile 2010 Napoli CRONACHE di NAPOLI

LOTTA I CONTROLLI Da alcuni mesi le forze I PROBLEMI Un’altra questione


dell’ordine hanno aumentato l’attenzione che preoccupa gli investigatori è quella
ALLO SPACCIO sui traffici illeciti nel centro storico relativa alle richieste estorsive ai commercianti
Forcella Gennaro Russo intercettato in via Pietro Colletta, poco distante dalla sua abitazione. Lo stupefacente rinvenuto durante una perquisizione

Sorpreso con 4 dosi di cocaina, nei guai


L’uomo trovato in possesso di un quantitativo di droga oltre i limiti consentiti, sarà processato
di Enzo Carraturo
POSILLIPO
SOCCAVO NAPOLI - Da mesi i vicoli del quartie-
Arrestato un cinquantaduenne residente al Vomero
re, un tempo feudo della criminalità
organizzata che faceva capo alla
famiglia Giuliano, ed oggi in
mano prevalentemente al clan
Mazzarella, sono stretti in
Collaboratore in un disco pub
assedio. Perquisizioni di abi-
tazioni di alcuni regiudicati,
sequestri di coltelli e pistole,
scoperto mentre vende ‘roba’
abbattimenti di paletti messi NAPOLI (rc) - Polvere, bianca del disco pub, è stato trovato in
abusivamente a protezione di e leggera. In gergo ha un nome possesso di una dose di cocai-
posti auto e cortili: queste le lieve: neve. In pratica è quel- na, nascosta all’interno di una
frequenti operazioni di ‘bonifi- l’ar-ma letale con un nome tasca del pantalone, nonché di
ca’. Venerdì è toccato ai carabi- interna-zionale: cocaina. Si altre 15 dosi ben occultate in un
nieri mettere a segno l’ennesimo consuma da decenni. Ma è un calzino che indossava. L’uomo,
arresto per spaccio di droga. In via Pie- consumo che non passa di che a suo carico registra pregiu-
tro Colletta a Forcella i militari del
Hashish in tasca, nucleo operativo della compagnia Centro
moda. Anzi: aumenta, sempre
di più. In Europa, come ci
dizi di polizia, è stato arrestato
e condotto al carcere di Poggio-
ventitreenne hanno arrestato Gennaro Russo, 39
anni, residente al vicoletto Consiglio, già
segnala l’ultimo rapporto che reale. In Italia c’è un consumo
arriva dall’osservatorio di gigantesco di cocaina, una spa-
in manette noto alle forze dell’ordine, responsabile Bruxelles, sono diventati 13 ventosa domanda di cocaina. Il
di detenzione di sostanza stupefacente. milioni i cittadini che ne hanno consumo di droga è un proble-
NAPOLI (rc) - Nel Nel corso di una perquisizione personale
quartiere Soccavo i cara- fatto uso almeno una volta (7,5 ma grave e da affrontare con la
i carabinieri hanno sorpreso l’uomo in
binieri della stazione possesso di quattro dosi di cocaina del milioni hanno tra i 15 e i 34 massima serietà. Nessuna per-
‘Rione Traiano’ hanno peso complessivo di 2,3 grammi. L’arre- anni). E anche la cannabis tiene sona dotata di un minimo di
tratto in arresto Giovan- stato è in attesa di rito direttissimo. Ma il passo. Anzi, supera di gran coscienza può infatti affermare
ni D’Alessandro, quello della droga non è il solo problema carriera: 74 milioni i consuma- che le droghe non abbiano serie
23enne, del luogo, del quartiere partenopeo. Forcella, il tori europei, l’Italia in pole ripercussioni, fisiche e psichi-
incensurato. Il ragazzo è popoloso quartiere di Napoli, torna nuo- position. Per gli spinelli, come che, sulla vita delle persone.
stato sorpreso dai milita- vamente nel mirino del racket. Secondo per la neve. Il consumo della Aumenta sempre di più, nel
ri dell’Arma in via gli investigatori, infatti, nell’ultimo cocaina, dice il Cnr, nell’ultimo nostro Paese, l’uso di sostanze
Cinthia mentre stava periodo si sarebbero moltiplicate le decennio è praticamente rad- tra i ragazzini di dodici e tredici
cedendo una stecchetta richieste estorsive ai danni dei commer- doppiato, passando dai 400 anni. L’abbassamento dell’età
di hashish ad un giovane cianti della zona. Un particolare che ha
Fenomeno mila consumatori del 2001 al del consumo riguarda in parti-
della zona che è stato
segnalato quale assunto-
re di stupefacente.
Nel corso di una perqui-
sizione personale i cara-
colpito gli inquirenti è il modo di operare
degli esattori del “sistema” che, a diffe-
renza di altre occasioni, non avrebbero
imposto il pagamento delle quote a tutti i
negozianti ma si sarebbero rivolti soltan- UOMINI
10 in espansione
Le bonifiche del territorio
1
CLAN
milione dell’anno passato. Gli
agenti del commissariato di
polizia “Arenella”, al termine di
un’attività investigativa, hanno
arrestato, nella serata di
colare le droghe pesanti, come
cocaina ed eroina. Questo,
soprattutto, a causa delle mini-
dosi presenti sul mercato a
prezzi accessibili: un grammo
binieri hanno rinvenuto to ad alcuni esercizi “mirati”. Una sele- Questo il numero Da mesi i vicoli del quartiere, un tempo Secondo gli inquirenti venerdì, Giuseppe Cioffi, di 52 di coca, che nel 2004 si com-
e sequestrato 5 grammi zione fatta sulla base di quello che è il di militari della Bene- feudo della criminalità organizzata che dell’Antimafia il posto anni del Vomero, perché prava per 40 euro, oggi ne costa
di hashish e la somma di volume di affari di ogni singola attività merita utilizzati faceva capo alla famiglia Giuliano, ed prima occupato dal responsabile del reato di deten- 10-15. Inoltre, crescono molto i
195 euro in denaro con- commerciale, chiaro segno che l’orga- per i controlli ad oggi in mano prevalentemente al clan clan Giuliano sullo zione e spaccio di sostanza stu- mix di sostanze (soprattutto
tante provento dell’ille- nizzazione criminale è a conoscenza di ampio raggio nel Mazzarella, sono stretti in assedio. Per- scacchiere della
chi guadagna e di chi no. Così come pefacente. I poliziotti, che da coca e alcol). E aumentano i
cita attività. L’arrestato è quartiere del centro quisizioni di abitazioni di alcuni regiudi- malavita è oggi dete- tempo erano sulle tracce del- giovanissimi dipendenti dalla
stato trasferito nella casa anche le somme richieste non sarebbero storico di Napoli cati, sequestri di coltelli e pistole, abbat- nuto dai Mazzarella
fisse ma varierebbero a secondo del tipo l’uomo, dopo un servizio di cocaina: hanno dai sedici anni
circondariale di Poggio- timenti di paletti messi abusivamente appostamento, posizionatisi in in su e anni di abuso associato
reale. In Europa la droga di attività e del volume di affari e parti-
rebbero da un minimo di 300 euro a sali- maniera da poter notare i movi- ad alcol alle spalle. Tutti al rial-
più diffusa restano le menti all’interno del disco pub, zo i dati del consumo di droga
canne: 71 milioni di re. . Per gli inquirenti questa nuova
forma di estorsione non sarebbe ricondu- hanno notato un individuo che, nel Bel Paese, mentre altre
adulti hanno fumato uno
spinello nella loro vita, il cibile soltanto alla semplice richiesta di una volta entrato all’interno autorevoli ricerche nel resto del
che corrisponde al 22% denaro ma rappresenterebbe anche un dell’esercizio commerciale, ne mondo inquadrano un trend
della popolazione. Ad mezzo attraverso cui il clan afferma il fuoriusciva subito dopo. Senza negativo: -19,8% i teenager
avere fumato nell’ultimo suo controllo sul territorio. Questo spie- farsi notare, gli agenti hanno americani che fanno uso di stu-
mese, invece, sono in 12 gherebbe anche per quale motivo l’of- seguito l’uomo che, nel frattem- pefacenti. Anche gli inglesi
milioni, una percentuale fensiva del racket si sarebbe sviluppata po era salito a bordo di un’auto- scendono del 10%. Sono più di
pari al 3,5% della popo- in un periodo diverso da quelli in cui vettura, fermandolo un centi- 4 milioni, infatti, le persone che
solitamente è fatta la raccolta del naio di metri più avanti e, tro- fanno uso in maniera stabile o
lazione che in Italia sale “pizzo”. Difatti è prassi che le organizza-
al 5,8%. Tra i 15 e i 34 vandolo in possesso di una dose saltuaria di cannabis, contro i 3
zioni criminali dedite alle estorsioni con- di cocaina appena acquistata milioni e 800 mila del 2005 e i
anni il consumo di can- centrino le loro richieste nei periodi di
nabis è ancora più alto: i per la somma di 30 euro. Altri 2 milioni del 2001.Anche il
Natale, Pasqua e nei mesi estivi ossia i poliziotti, rimasti in apposta- principio attivo si è modificato
giovani europei che ne momenti in cui le attività commerciali
hanno fatto uso sono il mento fuori al locale, dove nel nel tempo. La percentuale di
hanno i maggiori incassi. Secondo gli
31%, con 3,5 milioni di inquirenti il fatto che le estorsioni ai frattempo non era entrato ed thc (tetracannabinolo) contenu-
giovanissimi tra i 15 e i commercianti di Forcella siano avvenute uscito nessuno, hanno fatto to nella sostanza, grazie alle
16 anni che hanno già adesso è un segnale che qualcosa è cam- irruzione nel locale sorprenden- manipolazioni genetiche, è oggi
provato (22,1% del tota- biato all’interno delle organizzazioni do Cioffi. L’uomo, qualificatosi di 30 volte più alta rispetto agli
le). camorristiche che operano sul territorio. come collaboratore del titolare anni Settanta.

POGGIOREALE
UNA DENUNCIA per una maggiore informazione, che
L’operazione portata a termine Il materiale
sequestrato pare
insieme alla marcatura, tra le altre indica-
zioni, deve essere indicato nome e indi-
dagli uomini del commissariato che fosse destina-
to ai negozi del
rizzo del fabbricante o suo mandatario
come stabilito nella Comunità; ma vanno
Vomero: sotto chiave prodotti Vomero e dell’A-
renella; era custo-
dito in un capan-
anche indicati la descrizione del materia-
le, il riferimento alle specifiche per le
per un valore di 20mila euro none del quartiere
Poggioreale
quali è dichiarata la conformità, l’anno in
cui è stata apposta la marcatura “CE”. Va
ribadito il materiale sequestrato non
rispondendo ai requisiti richiesti dalle

Giocattoli tossici destinati ai bambini


NAPOLI (carlo virno) - Sebbene vengo-
no fatti centinaia di controlli per non far norme comunitarie risulta “potenzialmen-
arrivare in negozi e bancarelle, e quindi te nocivo e pericoloso per la salute in
nelle mani di migliaia di bambini, giocat- particolare per i bambini”. “Questi gio-
toli privi del marcio “CE” il “prodotto cattoli cinesi a rischio per i bambini - ha
cinese” ricco di rischi è sempre ben espo-
sto in città ed in perife-
ria. Una indagine fatta
dai poliziotti del com-
missariato Vomero si è
Maxi sequestro degli agenti di polizia detto una giovane mamma alle prese con
i capricci del bambino che ha visto e
vuole una macchinina
senza marchio “CE”
perché l’ha vista dall’e-
conclusa ieri con un
blitz in un deposito nel
Lo stratagemma: il marchio ‘CE’ come acronimo di ‘China Export’ dicolante - attraggono
molti i bambini e spes-
quartiere Poggioreale e zia ha sequestrato circa 2133 giocattoli negli atti sulle indagini fatte dai poliziotti bancarelle e perfino nei supermercati so sono messi in vendi-
con il sequestro di un contraffatti provenienti dalla Cina per un della squadra anticrimine del commissa- anche se i giocattoli non hanno i requisiti ta con il falso marchio;
ingente quantitativo di valore di circa ventimila euro. Il materia- riato Vomero - era destinato agli esercizi essenziali per la commercializzazione bene i controlli della
giocattoli tutti privi del le sequestrato pare che fosse destinato ai del quartiere Vomero a va stigmatizzato nell’Unione Europea. “Il logo “CE” - è polizia, ma non devono
marchio “CE”. Nel negozi del Vomero e dell’Arenella; era l’assurdo comportamento di quei com- scritto negli atti - presente su alcuni gio- essere un fatto eccezio-
corso di un controllo custodito in un capannone del quartiere mercianti che mettono in vendita ciò che chi sequestrati, macchinine, pistole, nale. Questi controlli
amministrativo, nell’ambito di articolati Poggioreale. Il responsabile del possesso arriva dalla Cina sapendo che si tratta di spade, telefonini, kit di giochi per lattan- vanno fatti ovunque vengono esposti gio-
servizi finalizzati alla tutela del consuma- dei 2133 giocattoli a rischio è stato prodotti a rischio….”. Nessun tipo di ti, genera un involontario equivoco con cattoli per i bambini non a norma di
tore e alla sicurezza dei bambini, la poli- denunciato per i reati di ricettazione, esercizio commerciale è esente da l’abbreviazione delle parole China Legge…” .
introduzione nello Stato e commercio di responsabilità; quei giocattoli senza mar- Export che non rappresentano pertanto
prodotti con segni falsi. “L’ingente quan- chio “CE” si possono comprare dal gior- l’indicazione “CE” con le garanzie di
titativo di prodotti a rischio - è scritto nalaio, nel negozio di giocattoli, sulla conformità e qualità richieste”. Va detto,
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Domenica 11 Aprile 2010
11
SCAMPIA
EMERGENZA Il terzetto riuscì a fuggire nel corso di una retata nella zona della ‘33’, era in sella ad un ciclomotore
CRIMINALITA’
Operazione dei carabinieri Ordinanza ai domiciliari per tre pusher
nelle piazze di smercio Ieri i militari della Benemerita hanno notifica un provvedimento emesso dalla procura partenopea
NAPOLI (rc) - Il mercato presenti in maniera capillare domiciliari emessa il 2 aprile donne e i giovanissimi i ‘addetti’ più prossimi alla
della periferia nord della droga all’ombra del sul territorio. Lo dimostrano dal giudice per le indagini nuovi custodi della droga. zona, non a tutti i venditori al
Vesuvio sembra non voler far gli oltre cento arresti avvenu- preliminari di Napoli concor- Appartamenti umidi e disa- dettaglio. Chi ha bisogno di
registrare battute di arresto. ti dall’inizio del 2010 da dando con le indagini dei strati delle Vele e dei palaz- fare rifornimento si reca vici-
Se prima la vendita al detta- parte della polizia e dei cara- carabinieri in merito a deten- zoni grigi di Scampia i nuovi no alla base più vicina e le
glio di stupefacenti era una binieri. Ma per debellare zione ai fini di spaccio di stu- ritrovi per tosici ed acquiren- basi si sono moltiplicate. C’è
Mercato prerogativa dei ‘guaglioni’
appartenenti ai clan della
definitivamente, cancellare in
maniera drastica il fenomeno
pefacenti in concorso posto in
essere da Ciro Montefusco,
ti. E se va male, se la polizia
scopre il ‘punto vendita’ in
meno droga nei punti di rac-
cordo, ma ci sono più ‘depo-
ancora malavita organizzata, oggi la
polverizzazione del ‘sistema
dello spaccio da alcune zone
del capoluogo campano, è
63enne, Ciro Russo, 22enne,
domiciliato a Giugliano e
manette finiscono casalinghe
con figli, anziane madri o
siti’. La ripartizione delle
piazze, tutta via, resta per
fiorente camorra’ ha dimostrato che necessario che le istituzioni Massimo Merolla, 29enne, giovani corrieri poco più che competenze di prodotto. Pro-
dell’esercito invisibile di forniscano alternative non di Scampia, tutti già noti alle sedicenni. L’analisi è di un prio come nei supermercati.
Malgrado le sem- pusher possono fare parte solo culturali ma formative e forze dell’ordine. I militari esperto investigatore delle Come nelle corsie dei grandi
pre più numerose tutti. Carne da macello da lavorative ai tanti giovani che della Benemerita hanno dinamiche malavitose di negozi, in alcune strade si
operazioni di con- mandare in pasto alle cosche vengono assoldati dalla cri- accertato che il 29 settembre Scampia. La ferocia degli può acquistare un tipo di pro-
trasto portate a rivali o alle forze dell’ordine, minalità organizzata. Sempre scorso alle nove del mattino ‘spagnoli’ fa paura anche alle dotto (ad esempio l’hashish),
termine da poli- comunque sempre attente e più spietata e senza scrupoli. sulla piazza di spaccio chia- forze dell’ordine. Per argina- ma se si vuole la cocaina
zia, carabinieri e Ieri l’ennesima operazione mata “la 33” in via Ghisleri i re il pericolo, è necessario bisogna andare nella strada
guardia di finan- antidroga dei carabinieri. tre, in sella ad uno scooter parlare in codice. Quando ‘apposita’. C’è da dire che i
za, il mercato Questa volta portata a termi- avevano posto in essere atti- c’erano i Di Lauro l’arrivo prezzi restano comunque
degli stupefacenti Sono di Scampia ne grazie ad attente e metico- vità di spaccio riuscendo ad della droga veniva annuncia- concorrenziali in assoluto,
continua a far e di Giugliano, lose indagini. Nel quartiere evitare l’arresto. Gli arrestati, to con i fuochi d’artificio. tanto che quasi ogni giorno a
registrare dati Scampia i militari della sta- dopo le formalità di rito, sono Adesso i botti indicano più o Scampia, vengono arrestati
preoccupanti restano a disposizione zione “167” hanno dato ese- stati trasferiti nei loro domi- meno la stessa cosa, ma sono numerosi spacciatori che si
soprattutto per la dell’autorità cuzione ad un’ordinanza di cili a disposizione dell’auto- cambiate le sequenze. Le recano tra le Vele esclusiva-
facilità di ‘arruola- giudiziaria custodia cautelare agli arresti rità giudiziaria. Sono le esplosioni sono dirette agli mente pr fare rifornimento.
mento’ di pusher

di Carlo Virno

NAPOLI - I carabinieri della


Secondigliano La vendita degli stupefacenti avveniva attraverso una finestra dell’abitazione della coppia

Spacciano droga tenendo il figlio


stazione di Secondigliano nel
corso dei potenziati controlli
“antidroga” hanno sorpreso due
coniugi spacciatori di cocaina i
quali esercitavano lo spaccio
tenendo tra le braccia, sia lui
che lei, un bambino di pochi
mesi. In casa degli spacciatori i
militari hanno sequestrato
anche un impianto di video sor-
veglianza che non è servito a
vanificare l’azione dei militari.
Il blitz dei militari è stato por-
tato a termine in via del Saboti-
no nel corso di indagini per
tra le braccia, coniugi in manette
reprime l’attività di decine di
pusher; gli arrestati sono i
coniugi Gaetano Magri di 30
L’attività era monitorata da telecamere di sorveglianza, sequestrate dall’Arma
anni, già noto alle forze dell’or- trollo a distanza, nel corso del illecita attività, è stata trovata nonna materna; gli arrestati
dine, e Daniela Marigliano di
31 anni, incensurata; la casa
quale era stata monitorata una
eccessiva presenza di giovanis-
in mano alla Marigliano che
teneva in braccio il figlio neo-
sono stati portati nelle case cir-
condariali di Poggioreale e
Nel corso del blitz
dello spaccio era in via Saboti-
no residenza dei due giovani
simi acquirenti di droga, hanno nato di soli cinque mesi. I cara- Pozzuoli. I carabinieri hanno gli uomini in divisa
deciso di agire; hanno fatto binieri hanno anche scoperto, accertato che Gaetano Magrì
coniugi che sono finiti in carce-
re perché responsabili in con-
irruzione in quella casa ed smontato e sequestrato un siste- già da qualche settimana era hanno recuperato
hanno sorpreso i due mentre si ma di video sorveglianza a cir- attivissimo in quella zona nello
corso di spaccio di stupefacen-
te. I militari al termine di un
preparavano per consegnare cuito chiuso composto da quat- spaccio di cocaina e che soltan- confezioni di cocaina
alcune dosi di cocaina a giova- tro piccole telecamere installate to da qualche giorno aveva
servizio di osservazione e con- ni acquirenti. Il marito era su balconi e finestre, telecame- coinvolto la moglie Daniela e quasi mille euro
intento a contrattare con giova- re che avrebbero dovuto segna- Marigliano nella illecita atti-
ni assuntori e la donna aveva il lare all’interno della casa l’arri- vità; la donna si è detta estra-
bambino tra le braccia; i carabi- vo delle forze dell’ordine; per nea al traffico di droga ma ha
Era il marito nieri hanno scritto negli atti che la rapidità dell’azione dei cara- dovuto ammettere che lo spac- Con l’ausilio
i coniugi sono stati sorpresi in binieri ciò non è successo. Nel cio avveniva in quella casa e lei
a contattare flagranza di attività di spaccio. corso dell’operazione i militari era presente con un ruolo passi- dei vigili del fuoco
gli acquirenti
Nel corso della ovvia perquisi-
zione sul tavolo della cucina
hanno bloccato ed identificato
due giovani che avevano acqui-
vo in tutta la vicenda. I militari,
come sempre avviene in casi
sono state rimosse
sono stati rinvenuti e sequestra- stato la droga e li hanno segna- del genere, proseguono le inve- le videocamere
che poi indirizzava ti, occultati sotto uno strofinac-
cio, 10 grammi di cocaina; la
lati al Prefetto per i provvedi-
menti del caso. Il bambino di
stigazioni per arrivare agli
spacciatori fornitori di cocaina piazzate in una parete
alla compagna somma di 970 euro, provento di cinque mesi è stato affidato alla di Magrì.

PISCINOLA RIONE ALTO


Un’utilitaria trovata poco dopo il raid grazie al sistema satellitare in uso ai vigili urbani Protagonista dell’episodio un ventenne di origini ucraine

Ruba jeep dei pompieri, preso


La Municipale sventa un ‘cavallo di ritorno’ Il furto è avvenuto nel parcheggio delle vetture
NAPOLI (rc) - Venerdì sera, poco dopo le l’unica cosa che mancava era il libretto di cir- meno ansia la macchina in strada perché
23, una pattuglia appartenente alla sezione di
Anti-Infortunistica Stradale della polizia
colazione. Questo fa pensare alla solita proce-
dura del “cavallo di ritorno” con il libretto uti-
anche i ladri, sabato e domenica si riposano e
rubano meno macchine. In generale, nel 2007,
di servizio al comando provinciale di via Jannelli
NAPOLI (rc) - Un’assurda quanto stato pertanto arrestato. Ieri mattina
municipale ha ritrovato in zona Piscinola, una lizzato per lo scambio con il denaro per riap- sono state rubate 165.366 autovetture contro strana vicenda si è verificata la scor- è stato poi sottoposto a procedimen-
Volkswagen Polo rubata da poche ore. L’ope- propriarsi del mezzo. I ladri d’auto in azione le 188.540 del 2006. I più bersagliati dai furti, sa sera al rione Alto. Gli agenti del- to penale con rito direttissimo. Il
razione è stata possibile grazie al sistema a in Campania (purtroppo) non fanno più noti- in particolare, sono stati gli automobilisti della l’Ufficio prevenzione generale, giudice lo ha condannato a due mesi
radio frequenza LoJack per rintracciare e recu- zia. Ma se si leggono le statistiche si parla di Campania (31.239) seguiti da quelli del Lazio hanno arrestato Aleg Fesenkia, ven- e 20 giorni di reclusione con sospen-
perare i veicoli rubati installato all’interno oltre 3,6 vetture rubate ogni ora. E il bilancio (30.935) e della Lombardia (28.606). La clas- tenne di nazionalità ucraina residen- sione della pena ed al pagamento di
della pattuglia. La vettura immatricolata 5 italiano parla di una vettura ogni tre minuti. sifica vede poi la Puglia (18.377), la Sicilia te a Napoli, per il tentato furto di un una multa di 100 euro. L’ucraino è
mesi fa era stata rubata a Casoria nella matti- Record in Campania, ma calano le denunce. (16.465) e il Piemonte (12.725). Se, invece si fuoristrada dei vigili del fuoco. risultato inoltre non essere in regola
nata. Seguendo un noto rituale, i ladri hanno Nonostante il calo generalizzato, più evidente analizzano i dati delle singole province si nota Verso le 21 di venerdì, i poliziotti si con la normativa sull’ingresso dei
tamponato lievemente la Polo allo scopo di proprio nelle zone ad alto rischio, i dati conte- come Roma, con 28.374 furti, è la capitale sono recati presso la caserma del cittadini stranieri sul territorio dello
fermare il conducente che prontamente si è nuti nell’ultima relazione dell’Ania dimostra- non solo d’Italia ma anche di questo triste pri- Distaccamento Provinciale dei Vigili Stato. La sua posizione è attualmen-
accostato ed è sceso dal veicolo per controlla- no che alcune regioni italiane si confermano mato. Seguono, poi, altre città: Napoli del Fuoco di via Gabriele Jannelli al te al vaglio dell’Ufficio Immigrazio-
re il danno subìto. A quel punto uno dei ladri zone off limits. Pur avendo registrato in un (22.523), Milano (20.744), Torino (10.851) e rione Alto, dove un pompiere aveva ne. Gli immigrati rappresentano un
è velocemente salito sull’auto lasciata con il anno una diminuzione sensibile del fenomeno, Bari (10.326). Queste sono le cinque province visto, attraverso il sistema di video- terzo dei denunciati; dopo l’indulto
motore acceso ed è fuggito a grande velocità la Campania rimane la pecora nera in Italia, da ‘allarme rosso’ visto che i furti avvenuti sorveglianza, una persona rovistare il numero dei reati commessi è salito
facendo perdere le proprie tracce. Il tenente con quasi 32 mila furti (dai circa 43 mila rappresentano la metà di tutte quelli totalizzati all’interno delle autovetture di servi- notevolmente. Sono i principali ele-
Antonio Muriano, responsabile della Sezione del’anno precedente), oltre il 20% del totale. nel nostro Paese. Le auto più ‘appetite’ riman- zio. Giunti sul posto, gli agenti menti che emergono dalla relazione
Anti-Infortunistica Stradale, ha così descritto Ma non se la passano bene neanche Lazio e gono, comunque, quelle di piccola-media hanno sorpreso Fesenkia a bordo di trasmessa dal Dipartimento della
l’operazione: “grazie al sistema di localizza- Lombardia. I ladri sono stati meno attivi a cilindrata (Fiat Uno, la Punto, la Panda e la un Land Rover, che appena intravisti pubblica sicurezza del ministero del-
zione LoJack installato sui mezzi in dotazione Roma e nelle altre province laziali: i furti sono Cinquecento) anche se rispetto, a tutto il parco gli uomini in divisa, si è dato ad una l’Interno alla commissione Affari
al corpo, una pattuglia, mentre era impegnata infatti diminuiti nel giro di un anno da 38.491° circolante, la gamma medio-alta è la più ruba- precipitosa fuga uscendo dalla caser- costituzionali della Camera. La rela-
in attività di controllo del territorio nell’area 34.881, il calo più marcato tra tutte le regioni. ta per essere poi ‘riciclata’ verso altri paesi ma. Pochi metri di corsa forsennata e zione denuncia anche i pesanti tagli
Colli Aminei-Cardarelli, captava il segnale Tuttavia il Lazio si conferma al secondo posto europei o mediorientali per il recupero di parti l’extracomunitario si è visto acciuf- ai fondi per il Dipartimento, che
proveniente dal veicolo rubato. Guidati dal nella classifica, con il 18% del totale delle di ricambio meccaniche e di carrozzeria. La fare dai poliziotti che lo hanno fanno sì che manchino circa 8.500
sistema gli agenti giungevano velocemente in auto rubate. Seguono la Lombardia - che con Campania vanta un altro poco invidiabile tito- immediatamente sottoposto ad una unità nei ruoli operativi tra polizia e
uno spiazzo all’interno di un insediamento il 17,3% ha invece registrato un lieve aumen- lo: parliamo delle rapine di veicoli (ma si trat- perquisizione personale. All’interno carabinieri. Pur essendo solo il 4%
popolare del quartiere Piscinola dove la vet- to, da 33.324 a 33.533 - e la Puglia dove nel ta dell’emerso), evidenziando un numero di degli slip, gli uomini dell’Ufficio della popolazione residente, gli stra-
tura veniva ritrovata regolarmente chiusa e 2003 sono state rubate il 10,4% delle vetture. episodi denunciati infinitamente più alto prevenzione generale (agli ordini del nieri nel 2009 hanno rappresentato il
parcheggiata. L’auto è stata restituita diretta- E nonostante il calo in termini assoluti, la per- rispetto al resto d’Italia: nel 2006, l’articolo primo dirigente Maurizio Agrico- 33,41% dei denunciati e la percen-
mente al legittimo proprietario che ha espres- centuale di furti rimane alta anche in Sicilia, 628 del codice penale (rapina, appunto) è stato la), gli hanno quindi trovato una tuale nei primi mesi del 2010 è salita
so grande soddisfazione per la rapidità dell’o- +8,7%, e Piemonte, +8,5%. Secondo i dati associato ai veicoli in ben 3.477 occasioni pari pinza tronchese. Aleg Fesenkia è al 36,5%.
perazione”. L’auto è stata ritrovata integra, specifici nel week end, si può lasciare con al 78% delle 4.459 rapine totali.
12 Domenica 11 Aprile 2010 Napoli CRONACHE di NAPOLI

EMERGENZA CRIMINALITA’ IL RAID, LE INDAGINI


Nel locale c’erano numerosi Durante la fuga i criminali
clienti, i banditi hanno portato hanno abbandonato
via i soldi dell’incasso una pistola giocattolo

Due malviventi con il volto coperto da passamontagna hanno fatto irruzione in un negozio di parrucchiere in via Provinciale

Rapina con spari, terrore a Pianura


Due agenti in borghese hanno notato la coppia ed hanno esploso un colpo in aria a scopo intimidatorio
di Davide Gambardella assistono alla scena. Il nego- no all’interno del negozio di momento nessuno si accorge se in transito in via Provin- irrompere nell’esercizio “Sono stati velocissimi - rac-
zio, un coiffeur molto noto parrucchiere e, pistola in di quello che sta avvenendo ciale s’accorgono di qualco- pieno di gente, meglio conta - hanno fatto irruzio-
NAPOLI - Ancora un saba- nella zona, è affollato da pugno, minacciano il titolare all’interno del coiffeur ed i sa: in via precauzionale, aspettarli fuori. E quando i ne, hanno iniziato a gridare
to di rapine, quello di ieri, decine di persone, così come dell’attività e le clienti sedu- due hanno tutto il tempo di decidono di non intervenire due escono, uno degli agenti e poi hanno fatto piazza
nel quartiere Pianura. Sta- la strada. Decidono dunque te in attesa. È immediata- trafugare il denaro dalle all’interno del negozio gli intima l’alt e spara un pulita di tutti i soldi presenti
volta però cambia l’epilogo di inchiodarli alla fine della mente panico. Per strada al casse. Due agenti in borghe- affollato. Troppo pericoloso colpo in aria. I due malvi- nel negozio. Hanno rapinato
del colpo: due banditi col rapina. Ma quando i due venti si danno immediata- persino le clienti. Poi lo
volto coperto da passamon- malviventi escono fuori, uno mente alla fuga: si disfano sparo, le grida… Non ho
tagna fanno irruzione all’in- degli agenti gli intima l’alt, dei passamontagna e della nient’altro da dire, sola-
terno di un negozio di via estrae la pistola ed esplode pistola per poi confondersi mente che lo spavento è
Provinciale, terrorizzano i un colpo in aria per indurli a tra le decine di persone che stato forte”. L’identikit trac-
clienti e tentano di portare fermarsi. I banditi si disfano affollano via Provinciale. ciato grazie al racconto delle
via indisturbati il bottino. A dell’arma utilizzata per l’ir- Ad attenderli, con molta vittime della rapina ha
pochi metri dall’esercizio, ruzione e proseguono la loro probabilità, vi è un compli- messo immediatamente gli
però, vi sono due agenti in fuga a piedi per le strade del ce, e riescono a dileguarsi uomini della Squadra Mobi-
borghese della Squadra quartiere. Inutile il tentativo nelle traverse poco distanti le di Napoli alla ricerca dei
Mobile di Caserta di rientro degli agenti di fermarli, il coiffeur. La pistola posta malviventi: secondo gli
da un servizio di scorta che mentre il malcontento dei sotto sequestro è risultata inquirenti i due hanno le ore
commercianti del quartiere scarica, mentre sono imme- contate.
dilaga per l’ennesimo sabato diatamente partite le indagi-
da Far West. ni per risalire agli autori del
Il titolare: “Sono stati L’irruzione è avvenuta nelle raid. La polizia ha già
prime ore del pomeriggio La paura intanto dilaga nel
velocissimi, hanno all’interno di Hair Mode, quartiere Pianura. L’ennesi- un identikit
preso il denaro poco distante il presidio mo weekend di assalti arma- dei due giovani:
della Croce Rossa: intorno ti stavolta si è concluso con
e sono andati via alle quattro, in due - presu- una sparatoria. Il titolare di
ore contate
è stato terribile” mibilmente giovani - entra- Hair Mode è sotto choc: per gli autori

PONTICELLI
Un “capo-piazza”, una sorta di responsabile
E’ stato intercettato dell’organizzazione criminale sul luogo
dove si smercia la sostanza stupefacente, ha
dagli uomini della Benemerita uno “stipendio” da quindicimila euro. I capi
delle sentinelle percepiscono millecinque-
al rione De Gasperi mentre cento euro al mese, il plotoncino che sta
sotto di loro, reclutato sul posto e a seconda
svolgeva la funzione di ‘palo’ dei momenti (più numeroso adesso che c’è
un conflitto in atto), viene pagato a “giorna-
ta”: dagli ottanta ai centocinquanta euro per
“turno”. Sotto i capi c’è una moltitudine di

Blitz antidroga nel regno dei Sarno


NAPOLI (rc) - Proseguono le attività del
comando provinciale dei carabinieri in con- gregari cui vengono assegnati compiti diffe-
trasto al fenomeno dello spaccio di stupefa- renti. Ci sono le sentinelle, quelle che devo-
centi. Chi si dedica all’attività di spacciatore no organizzare i check point della camorra e
tende quasi a sempre ad adottare delle strate- fermare chiunque possa disturbare il com-

Trentottenne arrestato e condannato


gia di difesa per rendere quanto più difficile mercio illegale. Sono numerose e dipendo-
possibile l’attività di contrasto delle forze no a loro volta da uomini che hanno il ruolo
dell’ordine. Nelle piazze di distribuirle sul territo-
di spaccio, vale a dire nei rio, decidere come spo-
luoghi in cui gli stupefa- starle, ricevere le infor-
centi vengono venduti in
maniera sistematica da Ha patteggiato la pena, deve scontare due anni di reclusione mazioni e coordinarne
gli interventi. Si intasca-
tempo, la ‘difesa’ è quasi no cifre impensabili
naia di singole dosi. Ma non in tutti i luoghi hanno rinvenuto e sequestrato 3 grammi di anche per affermati pro-
sempre assicurata da
‘vedette’ che razional- l’illecito è così bene organizzato e spesso lo Il processo marijuana. Sono ancora in corso indagini fessionisti o esperti
mente posizionate, sono spaccio viene messo in essere disponendo di per l’identificazione del fuggitivo. Raggi manager. Non c’è gara
sempre pronte a dare un molte meno persone, a volte persino dai sin- (difeso dall’avvocato Antonio Rizzo) ha con quello che può offri-
segnale convenzionale di goli. Nel rione De Gasperi i carabinieri del affrontato il processo per direttissima nel re un lavoro onesto, la
allarme alla vista delle nucleo operativo della compagnia di Pog- corso del quale si è dichiarato disponibile a via legale all’occupazio-
pattuglie. Si tratta di un meccanismo molto gioreale hanno tratto in arresto per spaccio patteggiare la pena. Pertanto dovrà scontare ne. Ma non c’è competizione neppure nel
efficiente che tende a dare così tanta sicurez- di stupefacenti in concorso Giuseppe due anni di reclusione. Il supermarket della rischio: qui se sbagli nella migliore delle
za a chi materialmente spaccia che spesso Raggi, 38enne, del luogo. Il Raggi, che droga è strutturato come una moderna e ipotesi finisci dietro le sbarre; nella peggio-
non si ha timore si avere con sé anche centi- faceva il “palo”, ha impedito ai militari del- flessibile azienda privata. C’è una scala re, sottoterra.
l’Arma di raggiungere il complice che spac- gerarchica, gli stipendi cambiano a seconda
ciava materialmente droga consegnandola a del ruolo che si occupa, si fa ricorso anche
diversi acquirenti garantendogli così la fuga. alle collaborazioni esterne. Il supermarket
Nel corso di una perquisizione i carabinieri dei narcotici distribuisce buste paga pesanti.

AGNANO IL CASO

Scontro tra scooter e auto, due feriti Truffe ai danni di pensionati e persone sole
Anziano in Rianimazione al S. Paolo Aumentano le denunce alle forze dell’ordine
NAPOLI (Umberto Ciarlo) - Un significare danni alla vettura, più rara- stesso modo. Eppure sono controlli NAPOLI (rc) - Dopo gli arresti por- re subito poliziotti o carabinieri. zona ospedaliere e nei parchi del
ricoverato in rianimazione all’ospeda- mente perderne il controllo. Per un che si tradurrebbero immediatamente tati a termine nei giorni scorsi dai Quello delle aggressioni in casa è in “rione Alto”. Sono sempre più nume-
le San Paolo, un giovane per ore e ore centauro una buca presa inaspettata- in maggiore sicurezza stradale, una carabinieri ai danni di due napoletani preoccupante fenomeno in crescita ed rosi gli anziani truffati in casa e in
sotto i ferri dei chirurghi all’ospedale mente significa quasi sempre perdere macchina parteggiata senza il grattino che agivano in ‘trasferta’ per raggira- i malviventi agiscono dove non ci strada da falsi inviati di enti, parroc-
Cardarelli. E’ il triste bilancio dell’en- il controllo del veicolo, cadere, ferirsi, non uccide nessuno. Il codice della re anziani, sono aumentate le richieste sono più custodi o portieri. In questo chie e associazioni religiose. Da falsi
nesimo incidente stradale che ha morire anche, come è stato il caso strada è stato infatti concepito in di intervento delle forze dell’ordine periodo le persone anziane spesso incaricati del Comune, dell’Inps,
avuto luogo per le strade di Napoli. appena l’anno scorso del noto attore modo da rendere quasi impossibile il da parte di persone a rischio aggres- restano sole ed i malviventi sanno della banca. Da falsi operai del gas,
L’anziano abita nel quartiere di Fuori- Franco Nico, morto dopo aver preso compiersi di un incidente, ed estrema- sione nelle proprie abitazioni; già nei dove recarsi senza correre alcun della luce, del telefono e via elencan-
grotta, il giovane in quello di Pianura. una buca in sella al suo scooter all’u- mente rari quelli in cui almeno uno giorni scorso ignoti malintenzionati rischio perché se qualcuno apre e li fa do. E’ una vera e propria piaga che
Il primo era in auto, il secondo in scita della galleria Vittoria. Indossava dei conducenti lo rispetta alla lettera. hanno bussato alla porta di casa di entrare la situazione diventa dramma- aggrava la solitudine e il disagio di
moto. L’incidente è avvenuto a via il casco, ma non sempre basta a salva- Un’altra aspetto che incide sempre più anziani che vivono soli; in alcuni casi tica. Oltre a “aspirati rapinatori a chi deve già confrontarsi ogni giorno
Terracina, non è stata resa nota la re la vita. In città il codice della strada sulla sicurezza stradale è il numero, sono stati sferrati pugni e calci contro domicilio” esiste un’altra insidia; l’ar- con una società che tende sempre più
dinamica. A provocare lo scontro viene violato continuamente da ogni altissimo, e in crescita costante, di la porta tentando con questa violenza rivo sull’uscio di casa di donne che si a respingere i più deboli. Il problema
potrebbe essere stata qualsiasi cosa. tipo di conducente. I controlli manca- coloro che guidano sotto l’effetto di di intimorire che era solo in casa. Alle fingono assistenti sociali che devono è che non è mai facile cogliere sul
Un momento di distrazione da parte di no. La stragrande maggioranza dei sostanze stupefanti o in altro modo segnalazioni giunte al 113 la polizia recapitare una documentazione per un fatto i truffatori. Uno dei casi più
uno dei due conducenti, la velocità verbali che vigili urbani e ausiliari ele- psicoattive. I controlli in tal senso ten- ha risposto con immediati interventi aggiornamento della pensione; tutto eclatanti si è verificato un anno fa a
eccessiva, il fondo stradale, al vano è per divieto di sosta. Sono dono a concentrarsi solo nei fine setti- ma dei malviventi non è stata trovata falso e la frase “aprite e nel vostro Firenze. Due anziani, di 92 e 83 anni,
momento non si hanno informazioni. multe che fanno fare tanti soldi al mana, solitamente nella zona della traccia. Non è il caso di creare allar- interesse perchè potete perdere il sono stati truffati in casa loro, costretti
Fatto è che le strade di Napoli appaio- comune ma non si traducono molto in ‘movida’: statisticamente ogni cittadi- mismi ma poiché qualche episodio diritto alla pensione”, e di quelle che a consegnare 4mila euro, ingannati da
no sempre più pericolose. Le buche sicurezza stradale. Elevare multe a chi no viene controllato una sola volta del genere si è verificato meglio terrorizzano chi vive soltanto con qui due falsi impiegati, presentatisi con la
ormai non si contano più ed è facile passa con il rosso, a chi non dà la pre- ogni circa novant’anni. E se non si avvertire le persone sole in casa di pochi soldi dell’Inps. Donne truffatri- scusa di dover riscuotere arretrati di
credere che siano alla base di un gran- cedenza a destra, a chi viola i limiti di viene ‘pizzicati’ dalle forze dell’ordi- non aprire agli sconosciuti e che al ci che diventano rapinatrici agiscono bollette per luce e acqua. La coppia di
dissimo numero di incidenti. Per un velocità o guida in modo pericoloso è ne, nessun altro controllerà mai che primo sospetto devono telefonare al in tutti i quartieri; recentemente una anziani raccontò ai carabinieri che i
automobilista prendere una buca può più difficile, non fa fare cassa allo chi guida possa davvero farlo. 112, al 113 o al 118 per far interveni- agguerrita coppia è stata notata nella truffatori erano italiani e ben vestiti
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Domenica 11 Aprile 2010
13
IL CRIMINE NELLA TERZA ETA’ L’OPERAZIONE DELLA POLIZIA
Settant’anni, sola Dopo 6 mesi di vessazioni
Frequentando un centro sociale non aveva più soldi
è iniziato per lei un incubo Disperata, ha denunciato tutto

E’ accaduto a Bagnoli. La vittima, una 70enne, è stata costretta a sborsare cifre sempre più consistenti da una coppia di coetanei: lei arrestata, lui nei guai

Va in un centro per anziani, ricattata per 6 mesi


Il denaro era estorto ‘per i detenuti’. Minacciata con una pistola e malmenata per una mancata consegna
di Umberto Ciarlo re alla vista altrui le azioni dei forza al commissariato di Bagno- dare, ma le avevano chiesto
IL RESIDENTE suoi estorsori. Questi frequenta- li ai quali la vittima, stanca e cento. G.R. allora le ha puntato VOMERO
NAPOLI - Settant’anni, sola. vano come lei il centro sociale. distrutta economicamente dalle una pistola contro, Olimpia Cop- La tragedia in via San Giacomo dei Capri
“Qui le cose Aveva deciso di frequentare un Sono una coppia, lui, G.R. , set- continue estorsioni si è infine pola l’ha picchiata, spedendola

non cambiano
centro sociale per anziani, un
luogo dove fare amicizia, tenersi
attiva, impegnata. Varcare quelle
tantaduenne, lei, Olimpia Cop-
pola, settantasettenne. Anziani
che frequentavano il centro
rivolta. Ai poliziotti ha racconta-
to tutta la sua vicenda dall’inzio.
Era entrata nel centro sociale in
all’ospedale. Era stato quest’ulti-
mo episodio a spingerla da loro,
dalla polizia, era ormai disperata,
Novantenne si toglie la vita
mura è stato l’inizio di un incubo sociale, che si trova a Bagnoli, cerca di compagnia per le sue non sapeva più come fare. Gli NAPOLI (cv) - Un anziano, 90 anni compiuti da
perché in troppi durato circa sei mesi. Le hanno
chiesto dapprincipio piccole
esattamente a via di Pozzuoli.
Ma certamente non perchè si
lunghe giornate e lì aveva incon-
trato i due che diventeranno,
agenti l’hanno aiutata. Venerdì è
andata nuovamente nel centro
poco, si è ucciso nella sua abitazione in via San
Giacomo dei Capri dove ieri mattina il figlio si è
ci guadagnano” somme, cinque, dieci euro. Poi la
cifra è cresciuta sempre più, fino
a dover sborsare anche cento
sentissero soli. Di amici ne ave-
vano tanti, almeno così dicevano,
in particolare in carcere. I soldi
secondo la sua denuncia, i suoi
estorsori. Avevano iniziato chie-
dendole cinque o dieci euro per i
sociale, ha incontrato Olipmpia
Coppola, le ha dato i soldi che le
aveva chiesto, che sempre le
recato non avendo sue notizie da qualche giorno.
Il novantenne sul suo letto ha infilato la testa in
una busta di plastica stringendola all’altezza
euro. Dopo un po’ i soldi le sono che chiedevano alla settantenne detenuti. Lei però di volerli aiu- chiedeva: due banconote da cin- della gola; si è lasciato morire. La tragedia ha
finiti, ha potuto dare ‘solo’ una loro vittima servivano infatti tare, almeno tramite loro, in quel qunata euro che però era state notevolmente scosso i familiari dell’anziano che
banconota da cinquanta euro “per i detenuti”, almeno così modo che non dava alcuna precedentemente segnate. Con non si aspettavano una decisione così estrema.
quando le era stata chiesta una da dicevano. Ora detenuta è Olim- garanzia, non ne voleva sapere. lei, presenza oltremodo discreta, L’uomo viveva solo ed area, dicono i parenti,
cento. Si è ritrovata con una pia Coppola, e G.R. il carcere lo Ma i due, da subito, non le hanno c’era la polizia che, a scambio auto sufficiente. Probabilmente negli ultimi mesi
pistola puntata. Non si doveva rischia. E’ stato infatti denuncia- lasciato alternative. L’avrebbero avvenuto, è intervenuta arrestan- era vittima di una “silenziosa” depressione che
muovere, non doveva strillare. to in stato di libertà per i reati di detto ai loro nipoti, due noti dola. G.R. si è presentato poco non è stata avvertita dalle persone che gli sono
Nel frattempo veniva picchiata estorsione continuata, lesioni camorristi, se lei non aiutava i dopo in commissariato, era venu- state sempre vicine. Capita spesso che gli anzia-
selvaggiamente, così che la pros- dolose e detenzione e porto in detenuti, e di certo le avrebbero to a conoscenza di essere indaga- ni, sentendosi a torto un peso per i parenti,
sima volta sarebbe stata più ‘pre- luogo pubblico di arma da sparo, fatto cambiare idea. Ha così to dall’autorità giudiziaria. La nascondano momenti difficili e fragili stati d’a-
cisa’. Tutto avveniva sempre nel reati commessi in concorso con inziato a pagare, sempre, sempre settantenne l’ha riconosciuto for- nimo. Il caso dell’anziano suicida potrebbe rien-
centro per anziani, tra quelle Olimpia che invece, per questi, è più. I soldi non bastavano mai, malmente senza ombra di dubbio trare in questo tipo di comportamenti che posso-
mura che invece di proteggerla, stata tratta in arresto. A denun- ad un certo punto sono finiti. Un quale complice dell’arrestata, no portare alla non voglia di vivere e basta un
renderle più piacevole la vita, ciare il primo ed arrestare la giorno, era il trenta marzo, aveva che ora si trova rinchiusa nel car- attimo di sconforto per chiudere nel modo più
non facevano altro che scherma- seconda sono stati gli agenti in solo cinquanta euro da poter cere di Pozzuoli. tragico una serena e lunga esistenza.

Il reportage
VIA CASERMA DI CAVALLERIA
Basterebbe istallare
L’AUTISTA ANM
una telecamera per mettere
fine allo scempio “Per evitare
NAPOLI (fermi) - S. vive da
lungo tempo a via Caserma della
Cavalleria ed ha imparato, suo
un incidente
malgrado, che coabitare con i
rifiuti normali, pericolosi e tossi-
finii contro
ci, in alcune zone e per alcune
persone, è l’unica alternativa un frigorifero”
concessa. A nulla serve protesta-
re, né sperare in un cambiamento
da parte delle istituzioni. L’area è
stata sempre considerata, da
coloro che di notte vi si recano a
sversare illegalmente rifiuti di
ogni tipo, come una zona franca,
priva di controlli e di vigilanza,
nonostante fino a pochi anni fa la
caserma Battisti dei Carabinieri
fosse ancora in vigore. Come NAPOLI (fermi) - “Se ora la
situazione è drammatica, dovevate

Cavalleggeri, lo smaltimento
racconta S., “Qualche anno fa
vennero qui dei tecnici, degli vedere quello che è capitato in
ingegneri, per valutare la situa- altri momenti. Qualche anno fa,
zione, il fatto che la strada quan- mentre ero alla guida del pullman,
do piove diventa un lago e la vidi una macchina che procedeva
presenza dei rifiuti pericolosi. contromano. Per evitare un inci-
Dissero che avrebbero risolto dente, dovetti sterzare improvvisa-

a costo zero dei rifiuti tossici


tutto e non ci sarebbero state più mente ed il pullman finì contro un
discariche, che avrebbero instal- frigorifero abbandonato in mezzo
lato delle telecamere per con- alla strada”. Queste sono le paro-
trollare la zona ed identificare le di un dipendente dell’ANM, la
quelli che di notte vengono a ditta di trasporto pubblico napole-
compiere abusi. Ma poi, ovvia- tana. L’uomo, che per anni ha gui-
mente, non hanno fatto più
nulla”. Questo sembra essere il
problema della via, secondo S., il
fatto che è come se non esistesse,
La vergogna degli sversamenti abusivi perdura da decenni dato i pullman nella zona, è testi-
mone di una situazione che negli
anni non è mai mutata. Gli auto-
bus devono infatti ogni giorno,
di Ferruccio Milanesi resina, scarpe e cartoni, che rendono il profanano una stradina che, complice la teneti rifiuti tossici, non migliora la sen- usciti dal deposito in via Caserma
così come non hanno alcun valo- transito sul marciapiede impossibile. Un verde montagna che domina lo sfondo, sazione di trovarsi all’interno di una
re i cittadini che vi abitano. “In della Cavalleria, percorrere l’intero
NAPOLI - Quello che colpisce, appena piccolo camion della Asia, addetto al potrebbe essere un piccolo paradiso. grande discarica. Se si abbandona Via giro che la via compie intorno alla
passato, per propaganda eletto- si svolta in via Caserma della Cavalleria, recupero di rifiuti ingombranti, percorre Subito di fianco alle abitazioni si trova- della Caserma della Cavalleria, e si pro-
rale, in certe occasioni un mini- ex struttura da cui prende il nome,
alle spalle di via Cavalleggeri d’Aosta, la via, raccogliendo alcuni passeggini e no cumuli di pneumatici, calcinacci e segue verso Bagnoli, verso il mare, per poter poi cominciare il proprio
mo davano una ripulita. Ora, nel quartiere Flegreo, è una scritta fatta piccoli mobili, anche se la situazione mattoni, un frigorifero, alcune sedie. Nisida e le altre bellezze che aspettano il tragitto. Ma il chilometro scarso di
per le elezioni regionali, nean- con la bomboletta nera: ‘La casa un non migliora in alcun modo, poiché Immancabili, dopo l’avvento del digita- rinnovamento da tanto promesso, lungo via Caserma della Cavalleria è per
che questo: noi non interessiamo diritto di tutti. Art. 1 della Costituzione’. troppa è l’incuria ed l’immondizia acca- le terrestre che li ha resi superati, televi- via Leonardi Cattolica, il panorama non loro una sorta di percorso ad osta-
a nessuno. Anche quando vengo- Forse la Costituzione Italiana non tastata. Oltre il deposito dei bus del- sori a tubo catodico, abbandonati insie- cambia. Nel parcheggio utilizzato in coli, rischioso per gli automezzi e
no i netturbini a pulire, si ferma- comincia proprio così, ma la falsa cita- l’ANM le ultime abitazioni ricordano me a vetri rotti e materiale plastico. Non occasione dei grandi concerti estivi ripo- gli uomini. Come conferma l’ex
no ad un punto della via perché, zione parla di un disagio che a Napoli ancora la vocazione contadina del terri- mancano, naturalmente, anche i residui sano divani, parafanghi di automobili, autista, “i rifiuti in alcuni momenti
dicono, non hanno il compito di dilaga. La prima parte della via è come torio. Ma basta seguire la curva della dell’ultima campagna elettorale, un materassi, decine di tipi di materie pla- invadono pericolosamente la car-
andare oltre. Qui, gli unici a una qualunque strada cittadina: sarà la strada per svoltare in quella che è all’ap- cumulo di manifesti che si accompagna stiche e di vernici, mentre lungo il per- reggiata, creando molti problemi
prosperare sono i ratti, che si presenza della ex caserma Battisti dei parenza una terra di nessuno. Siamo alle a grosse sezioni del fusto di una palma, corso è un susseguirsi di grossi cumuli al transito degli autobus. Non
moltiplicano nel degrado della Carabinieri da un lato e della chiesa su spalle della caserma dei Carabinieri, e lo che giacciono ricordando colonne roma- di rifiuti, a volte lì a marcire altre volte potendo svoltare e percorrere la
zona. E quelli che gettano ille- quello opposto o, forse, il fatto che vi spettacolo è davvero desolante: erbe ne abbandonate da secoli. Una fabbrica invece incendiati, come se il fuoco via in controsenso, in caso di diffi-
galmente la spazzatura. Perché sono numerose abitazioni. Si incontrano incolte dell’altezza di un metro e deposi- dismessa, nel cui cortile sono stoccati possa liberare da un incubo e non peg- coltà i conducenti sono obbligati a
scaricare in questa zona è gra- persone che portano a spasso il cane, ti illegali di spazzatura su entrambi i lati centinaia di imballi, probabilmente con- giorare ancor più la situazione igienico- passare al di sopra dell’immondi-
tuito. Ed è anche un business per passeggiano o si recano nei vicini nego- sanitaria, diffondendo diossina ed altre zia”. Nel caso di sacchetti di pla-
chi poi deve ripulire. Costano di zi. Il problema per gli abitanti comincia sostanze micidiali, che in maniera meno stica o cartoni il problema può
più, secondo te, delle telecamere essere di poco conto, ma quando si
per evitare tutto questo, oppure tratta di frigoriferi, vasche da
spendere migliaia e migliaia di L’amianto e la diossina Divani, paraurti, amianto, bagno o mattoni la situazione si fa
euro per raccogliere i rifiuti ardua. Senza contare che la strada
pericolosi e bonificare ogni provocano anche eternit, pneumatici, si allaga in caso di pioggia e che a
volta?”. Di certo a pagare per le la morte ma a distanza elettrodomestici, volte ad intralciare la circolazione
colpe dei pochi che utilizzano la sono lastre di eternit, uno dei rifiuti
zona come sversatoio illegale di anni così il problema materiale di risulta: spesso abbandonati in zona. In tal
sono i cittadini, sia quando vedo- caso, passare al di sopra delle
no i fondi che sarebbero utili per viene sottovalutato l’emergenza è continua
lastre comporta il danneggiamento
altri servizi sociali dirottati per delle stesse e la produzione di pol-
ripulire per l’ennesima volta la non appena si svolta l’angolo. I palazzi appariscente porteranno morte e malat- veri altamente tossiche che, con il
zona dallo scempio, sia quando si diradano, inframmezzati da capanno- tie tra i cittadini dell’area. Se la casa è un vento, si propagano nell’aria,
subiscono, sulla propria pelle, le ni industriali. Di fianco ad un palazzone diritto, come scrive l’anonimo revisore entrando nelle finestre delle abita-
conseguenze disastrose per la disabitato si accumulano rifiuti di vario della Costituzione, allora dovrebbe zioni circostanti e posandosi sulle
salute della vicinanza ai rifiuti genere: scarti di tubi idraulici in materia esserlo anche il poterla avere in un coltivazioni che sono presenti in
tossici. plastica, lastre di vetro, sacchetti di spaz- luogo che non sia una bomba ad orolo- zona.
zatura informi, lamine ondulate di vetro- geria per la salute.
14 Domenica 11 Aprile 2010 Napoli
LA TRAGEDIA
‘‘ CRONACHE di NAPOLI

GLI INDAGATI IN TRIBUNALE A MONTESANTO GLI UOMINI DEL COMMANDO

‘‘
La procura ha chiesto il rinvio I due collaboratori di giustizia hanno
a giudizio per le tre persone arrestate fatto i nomi anche di altri centauri
per la sparatoria del 26 maggio Il ‘gruppo’ composto da esponenti
Udienza preliminare a fine mese dei Sarno, dei Ricci e dei Prinni

Il figlio dell’ex boss Peppe: il rione De Gasperi fu perquisito, le forze dell’ordine dissero che c’era stato un omicidio
Delitto della Cumana, parlano i Sarno: IL CASO
‘Calciopoli’,
l’udienza
martedì
“Non capimmo che era morto Petru” NAPOLI - Martedì la vicenda
di “Calciopoli” ritorna final-
mente in un'aula di giustizia
dopo due settimane incande-
scenti in cui hanno tenuto
banco le telefonate inedite tra-
La spedizione intimidatoria contro i Mariano ordinata dal ras dei Quartieri Enrico Ricci
di Manuela Galletta sentito parlare alcuni uomini in
scritte e diffuse, con cadenza
quotidiana, dalla difesa dell’ex
dg della Juventus Luciano
divisa di un “morto”, del morto
26 maggio 2009 Moggi. Conversazioni che, ad
avviso di Moggi e del suo staff
NAPOLI - Hanno aperto il fuoco che c’era stato ai Quartieri Spa- (nonché di una parte molto
all’impazzata, senza badare ai pas- gnoli. I dettagli sono arrivati poco L’OMICIDIO consistente della tifoseria bian-
santi e senza prendere la mira per dopo. Il racconto è contenuto nel Il musicista rumeno Petru conera), servono a dimostrare
“colpire” l’obiettivo designato, verbale di interrogatorio del 26 Birlandeanu viene colpito la validità della tesi, sempre
l’abitazione di uno dei figli del settembre dello scorso anno, fuori la stazione della sostenuta dai principali impu-
boss, al tempo ancora detenuto, depositato qualche giorni fa dai Cumana da una serie di tati sin dal primo coinvolgi-
Marco Mariano. In otto hanno pubblici ministeri antimafia Ser- colpi. Si trascina dentro la mento nell’inchiesta, che le
seminato il terrore dinanzi alla sta- gio Amato e Michele Del Prete stazione dove muore indagini siano state svolte in
zione della Cumana per pochi agli atti dell’inchiesta sul delitto maniera parziale puntando
secondi e manco si sono resi della Cumana, inchiesta che a fine principalmente sulla Juve e
conto di aver tolto la vita a una mese sarà vagliata dal giudice usando un occhio di riguardo
persona, ad un innocente, al musi- delle udienze preliminari della nei confronti di altre società,
cista rumeno Petru Birlandeanu trentottesima sezione penale del 1 luglio 2009 l’Inter in primo luogo ma
che stava passeggiando con la sua tribunale di Napoli. I magistrati anche il Milan (che pure è
fidanzata dinanzi alla stazione del inquirenti titolari del caso hanno stato chiamato in causa nel
treno di Montesanto mentre i cen- chiesto il rinvio a giudizio delle tre L’ARRESTO procedimento giudiziario per il
tauri “inviati” dalla camorra per- persone sino ad oggi iscritte nel Marco Ricci, dei Quartieri ruolo attribuito all’ex dirigente
correvano a tutta velocità, e con- registro degli indagati con l’accu- Spagnoli, è la prima per- Leonardo Meani). Si tratta di
tromano, via Pignasecca (uno dei sa di omicidio aggravato dall’arti- sona indagata per il delit- intercettazioni (in cui com-
più affollati mercati della città) colo sette della legge antimafia del to che finisce in manette. I paiono, tra gli altri, Moratti,
con il casco in testa esplodendo 1991 per aver agito al fine di age- Sarno pentiti lo hanno Facchetti, Galliani, Cellino,
colpi di pistola alla cieca manco volare la cosca di appartenenza, i accusato del raid Spalletti) che i carabinieri e la
fossero protagonisti di una scena Sarno-Ricci: in aula compariranno procura di Napoli non trascris-
di film ambientata nel Far West. Il Marco Ricci (nella foto in alto), e sero perché le ritennero irrile-
commando che doveva “intimidi- i cugini Maurizio e Salvatore vanti sotto il profilo penale.
re”, “avvisare” i Mariano di resta- Forte (rispettivamente nelle foto Per questo motivo solo una
re chiusi in casa perché la zona dei al centro e in basso), tutti attual-
Quartieri Spagnoli non era più il mente detenuti. I Sarno pentiti, 7 ottobre 2009 parte, sia pure assai cospicua,
delle 171mila telefonate sono
loro feudo, s’è reso conto del delit- Salvatore e il padre Peppe (che sul state giudicate significative
to solo poche ore più tardi. Chi punto ha compilato due verbali, L’ARRESTO/2 dagli inquirenti e
guardando la tv, e chi, come i uno del 22 giugno e l’altro del 3 Finisce a Malaga, in Spa- depositate agli atti del proces-
Sarno, ascoltando i commenti luglio) hanno parlato anche di gna, la fuga dei cugini so. Lo scontro che si svolgerà
delle forze dell’ordine che subito loro. O meglio, hanno parlato di Maurizio e Salvatore davanti ai giudici della nona
dopo l’omicidio presero d’assedio Marco Ricci (il primo a finire in sezione del tribunale, presie-
Forte, accusati di aver
il rione De Gasperi di Ponticelli, manette per questa vicenda) come duto da Teresa Casoria, in
fatto parte del commando
roccaforte dei Sarno, per eseguire uno dei componenti del comman- sostanza sarà incentrato dun-
perquisizioni alla ricerca di ele- do. Altri nomi sui protagonisti del- che ha ucciso Petru
que su questo schema: da un
menti utili a confermare il sospetto l’accaduto ne sono stati fatti. lato i legali di Moggi che chie-
che dietro quel raid ci fosse la Tanto per cominciare, anche se in deranno l’acquisizione delle
mano dei ponticellari. Il retrosce- via generica, padre e figlio hanno
na dell’assurda morte di Petru è riferito di un commando compo- Udienza straordinaria per blindare le accuse mosse all’ex consigliere municipale del Pdl telefonate trascritte dai propri
consulenti utili, a loro giudizio,
stato raccontato dai pentiti di sto da esponenti di tre cosche a sostenere il teorema secondo
NAPOLI (Marco Cesario) - sino al giorno del vaglio del- tano Inserra), tutti indagati
camorra, in particolare da Salva-
tore Sarno, il figlio del boss pen-
tito Peppe ’o mussillo, che all’e-
poca dei fatti, 26 maggio 2009,
“alleate” (particolare già emerso),
i Sarno, i Ricci e i Prinno (ege-
moni nella zona di Rua Catalana).
Ed hanno poi spiegato il movente
Falsi ciechi, Otto “pentiti” nell’inchiesta
sui falsi ciechi, sulle pensioni
percepite indebitamente da
l’inchiesta da parte di un giu-
dice i “pentiti” facciano un
clamoroso passo indietro. Il
come percettori di pensioni
indebitamente rilasciate. Otto
“pentiti”, dunque, le cui
cui tutti i dirigenti (non solo
Moggi) parlavano con arbitri e
designatori; dall’altro la tesi
dell’accusa secondo cui, in
alcuni residenti nel quartiere magistrato inquirente titolari dichiarazioni interessano
era libero e viveva a casa sua. Nei
minuti in cui Petru è stato ammaz-
zato, Salvatore era a Ponticelli ed
era a Ponticelli anche quando,
della spedizione (pure questa sin
da subito chiara) e indicato il man-
dante del raid intimidatorio: il
52enne Enrico Ricci detto Giaco-
otto ‘pentiti’ di Santa Lucia grazie al sup-
porto - secondo l’impostazio-
ne accusatoria - dell’ormai ex
delle indagini ha chiesto ed
ottenuto un incidente proba-
torio, un'udienza straordina-
quattro indagati in particola-
re, destinatari
dell’avviso di
estrema sintesi, un conto è par-
lare al telefono un conto stipu-
lare accordi illeciti. L’udienza
è formalmente dedicata al pro-
consigliere del Pdl della ria che servirà a dare valore incidente pro-
poco dopo, polizia e carabinieri si
sono riversati nel rione mettendo a
soqquadro le case degli affiliati
più noti al clan (ancora non c’era
mino ’e fraulella, padre di Marco
e detenuto dallo scorso luglio con
l’accusa di associazione di stampo
mafioso, impartì l’ordine di esplo-
contro Alajo Municipalità Chiaia-San Fer-
dinando Salvatore Alajo
oggi detenuto in carcere per
di prova alle dichiarazioni
delle persone ascoltate duran-
te la “seduta” e che farà
batorio: si trata
di Salvatore
Alajo, del
sieguo del controesame (l’in-
terrogatorio da parte dei difen-
sori) del colonnello Attilio
Auricchio, che condusse l’in-
stato il pentimento di Peppe
Sarno, né era esplosa l’inchiesta
“Conchiglia” che un paio di mesi
più tardi avrebbe fatto finire in
dere alcuni colpi di pistola contro
l’abitazione di Salvatore Maria-
no, figlio del padrino Marco, per
far capire al clan autoctono e stori-
Incidente questa vicenda. Chi accusa il
politico, ha beneficiato in
passato delle pensioni di
invalidità e si è deciso a rac-
entrare nel processo gli ele-
menti raccolti dalla porta
principale evitando la ripeti-
zione della deposizione. La
padre Luigi, di
Alessandra
Danaro e di
Ciro Giardul-
dagine “off side” sugli illeciti
nel mondo del calcio. Ma pro-
babilmente in apertura del
dibattimento i legali di Moggi,
manette una cinquantina di perso-
ne del sodalizio determinando la
fine del sodalizio). Quella giornata
la ricorda bene. E ricorda bene il
co dei Quartieri Spagnoli che in
quella zona adesso comandavano
loro, i Ricci, con il benestare dei
Sarno. Agli atti, infine, anche i
probatorio contare la sua storia al pub-
blico ministero Giuseppe
Noviello una volta scoperto.
Quei racconti adesso verran-
tappa clou dell’inchiesta sul
conto di Salvatore Alajo è
fissata per il 29 aprile. Saran-
no ascoltate tre donne e cin-
li (che si trova
detenuto agli
arresti domiciliari). A difen-
dere i quattro ci saranno gli
gli avvocati Maurilio Priore-
schi e Paolo Trofino, chiede-
ranno l’acquisizione delle altre
intercettazioni. Non è possibile
tam tam di perquisizioni, e i com-
menti degli esponenti delle forze
dell’ordine. E’ stato in quei
momenti che Salvatore Sarno ha
nomi di altri possibili componenti
del commando, gente di Ponticelli
e dei Quartieri Spagnoli sui quali
ci sono ancora indagini in corso.
a fine mese no “blindati”, messi in cas-
saforte prima dell’apertura di
un processo per evitare che
que uomini (difesi, tra gli
altri, dagli avvocati Massimo
Fumo, Mario Bruno e Gae-
avvocati Giuseppe Ricciulli,
Luigi Toscano, Arturo
Frojo e Riccardo Ferone.
prevedere ora se i pm Stefano
Capuano e Giuseppe Nar-
ducci si opporranno alla
richiesta o non muoveranno
obiezioni oppure chiederanno
essi stessi l’utilizzo di tutte le
Vasto Un imputato ha scelto il rito abbreviato, gli altri due hanno optato per il rito ordinario L’incontro all’Università Federico II altre migliaia di telefonate mai
trascritte. Di sicuro la linea

Tentato omicidio nella pizzera “Bella ’mbriana”, Camorra e magistrati, della procura sarà quella già
annunciata dalle indiscrezioni
raccolte a Palazzo di Giustizia:
ovvero non c’é stata alcuna

battute conclusive nel processo ai titolari del locale domani il convegno


NAPOLI - Il processo sul ferimento di un piz- c’è un litigio scoppiato tra De Blasio, con man- due intervenne Pietro Paolella (padre di Anto- NAPOLI (maga) - La cri-
volontà di insabbiare nulla, lo
dimostrano a titolo di esempio
le intercettazioni relative a
Facchetti e inserite nell’infor-
mativa dei carabinieri trasmes-
zaiolo avvenuto nella nota pizzeria “Bella sioni di aiuto pizzaiolo e da poco licenziato, e i nio) e poco dopo anche Domenico, che afferrò minalità organizzata a Napo- sa alla procura nel marzo
’mbriana”, al quartiere Vasto, il 15 luglio dello titolari di “Bella ’mbriana”. Le versioni sull’ac- un coltello che c'era in cucina e nella concita- li e a Caserta, nel centro città 2007. Per i magistrati napole-
scorso anno volge al termine. Tra pochi giorni il caduto però sono divergenti. L’accoltellato, che zione sferrò cinque coltellate a De Blasio, col- e nelle zone periferiche, rac-
giudice per le indagini preliminari Raffaele venne colpito 5-6 volte e che dovette essere sot- tellate che secondo la difesa (rappresentata tani inoltre la posizione di
contata da chi ogni giorno Moggi va valutata anche alla
Piccirillo del tribunale di Napoli emetterà la toposto ad un intervento chirurgico per via di dagli avvocati Antonio Abet e Marco Musca- spende la propria vita per
sentenza nei confronti di Domenico Paolella, una ferita all’addome, ha riferito di essere stato riello) non erano state sferrate con l’intento di luce della vicenda, scoperta in
contrastare la malavita. Egle una seconda fase dell’inchie-
figlio del titolare del locale, che ha scelto ed aggredito durante un litigio con i Paolella, liti- uccidere De Blasio. Nessuno dei colpi ha inte- Pilla (nella foto) e Raffaele
ottenuto di essere giudicato con il rito abbrevia- gio nato dalla sua rivendicazione della liquidità ressato organi vitali, neppure la coltellata all’ad- sta, della schede sim estere
Piccirillo, oggi giudici per le “segrete” che il dg bianconero
to, formula che in caso di condanna prevede lo e della mensilità che doveva percepire per il dome un po’ più profonda che rese necessario indagini preliminari in forza
sconto di un terzo della pena. Paolella (attual- lavoro svolto sino al giorno del licenziamento. un intervento chirurgico. La tesi difensiva sul avrebbe fornito a arbitri e desi-
al tribunale di Napoli ma a partire dalle 14.15. gnatori per conversazioni
mente detenuto in carcere per questa storia) è La vittima, inoltre, ha raccontato di essere stato mancato pericolo di vita di De Blasio punta ad L’incontro intitolato “Crimi-
accusato di tentato omicidio, contestazione per accoltellato da più persone e con più coltelli, ma ottenere un ridimensionamento dell’accusa di sino a non molto tempo al riservate. E’ probabile anche
la quale sono imputati, dinanzi ai giudici della le indagini tecniche condotte sulle due armi tentato omicidio, una sua derubricazione nel lavoro presso il tribunale di nalità organizzata tra città e che i magistrati, i quali riten-
terza sezione penale del tribunale di Napoli bianche che sarebbero state utilizzate (un coltel- reato meno grave di lesioni. Entrambi i proces- Santa Maria Capua Vetere, zone perifiche. Esperienze di gono che in questi giorni si è
(presidente Della Monica), il padre Pietro e il lo più piccolo e uno più grande) hanno conclu- si, ad ogni modo, volgono al termine. Tra pochi saranno i relatori d’eccezio- due magistrati”, si inserisce in presenza di una campagna
fratello Antonio, anche loro ritenuti responsabi- so che l’arma usata per ferire De Blasio era una giorni per Domenico Paolella arriverà la senten- ne di un incontro-dibattito nell'ambito del progetto “il di "disinformazione allo stato
li della rissa che nell’estate di un anno fa portò soltanto. Diversa, invece, la ricostruzione dei za, poi il prossimo mese i giudici della terza che si terrà domani pomerig- Diritto dentro la città”, ini- puro", possano far riferimento
al ferimento di Salvatore De Blasio. La prossi- fatti offerta dagli imputati, tutti concordi nel sezione del tribunale di Napoli dovranno pro- gio alla Facoltà di Giurispru- ziativa diretta a trovare solu- ai presunti tentativi di scredita-
ma udienza del processo che si sta svolgendo narrare l’evolversi degli eventi: De Blasio ebbe nunciarsi sulle posizioni di Pietro e Antonio denza della Federico II di zioni normative per risolvere re gli investigatori attuati da
con rito ordinario è fissata per il 26 maggio e un violento alterco con Antonio Paolella, tanto Paolella, anche loro ancora detenuti in prigione Napoli. L’appuntamento è i problemi legati alla crimi- Moggi dopo il coinvolgimento
viene per le conclusioni. Al centro della vicenda che ne nacque una colluttazione. Per dividere i per questa vicenda. nell'aula Biblioteca Guarino nalità organizzata. nell'inchiesta.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI

CNRapoli
ONANCord
HE
S.S. Sannitica km. 19,800 S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta 81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005 Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165 - 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org Sito web: www.cronachedinapoli.org

Domenica 11 Aprile 2010 Pagina 15

GIUGLIANO - LA CATTURA
GIUGLIANO In piazza su una moto ma era ai domiciliari, preso
GIUGLIANO (rp) - Era in sella L’arrestato è in attesa del proces- maggio dello stesso anno gli inve-
L’ARRESTO ad una moto in piazza, ma avreb-
be dovuto essere in casa in quanto
so con rito direttissimo. Era il sei
marzo del 2008 quando tennero in
stigatori chiusero il cerchio anche
sul secondo complice. Quello che
agli arresti domiciliari. A Giuglia- ostaggio per mezz’ora sotto la aveva fatto da palo davanti all’in-
no, i carabinieri della locale Sta- minaccia di una pistola il diretto- gresso dell’ufficio postale si era
zione, diretti dal capitano Ales- re, un impiegato e sei portalettere reso irreperibile. Lui, Francesco
L’uomo era destinatario sandro Andrei, hanno arrestato
per evasione dai domiciliari
dell’ufficio postale dei Prati di
Vezzano facendosi consegnare
De Rosa, di 25 anni, da tempo si
sentiva il fiato sul collo degli
di un ordine di carcerazione Francesco De Rosa di 26 anni.
E’ stato sorpreso dai militari del-
circa cinquantamila euro in con-
tanti. I due banditi “trasfertisti”,
investigatori della Mobile spezzi-
na che erano sulle sue tracce. Col-
emesso il primo aprile l’Arma in sella ad una moto in
piazza Gramsci in stato di evasio-
dopo il colpo avvenuto si diedero
alla fuga in auto. Il primo bandi-
pito da un provvedimento di
custodia cautelare si presentò
dal tribunale di Napoli ne dagli arresti domiciliari ai to, notato dai testimoni perchè spontaneamente alla casa circon-
quali era stato sottoposto dal tri- zoppicava, fu arrestato due giorni dariale di Larino, in provincia di
bunale di La Spezia per sequestro dopo il colpo dagli uomini della Campobasso, e si costituì agli
di persona a scopo di rapina. Squadra mobile della questura. A agenti di polizia penitenziaria.

E’ stato ammanettato dagli uomini della Benemerita della Stazione di Villaricca

Rapina, 29enne in cella per oltre tre anni


Era agli arresti domiciliari. E’ stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale
di Ferdinando Orefice affrontato dall’uomo giuglianese, partenopea ad epilogo del proces- cesso che ne è scaturito per ana- tori più esperti. Etichetta questa 70 anni di reclusione. Ed è anche
da quando è stato accusato di so che è stato chiamato ad affron- lizzare quello che c’è dietro, che forse è stata anche la conse- a causa di questi ripetuti crimini
GIUGLIANO - La Giustizia ha rapina in concorsoto di ai danni tare, dopo l’accusa di rapina in occorre portare alla luce un dato guenza della rapina del secolo, messi a segno dai partenopei da
presentato il conto ad un altro dianese, da quanto è stato denun- concorso. Stando alla data dell’e- importante: nell’hinterland setten- che venne messa il 31 agosto del Roma in su, che al popolo della
rapinatore dell’area settentrionale ciato per furto aggravato. ne ad un missione dell’ordine di carcera- trionale della provincia parteno- 2008 nella “Mondialpol” di Biel- provincia napoletana è guardato
della provincia partenopea: Mario ordine di carcerazione . Il reato di zione, che risale al primo aprile, pea le rapine sono aumentate. Non la, dove una gang di partenopei sempre più spesso con un alone di
Castellano, residente proprio nel cui si è reso responsabile il l’uomo avrebbe dovuto passare in sempre, però, gli autori di questi riuscirì a depredare ben 22 milio- diffidenza. Infatti, sono pochi i
giugliansese, è stata arrestato e 29enne di Giugliano, sarebbe stati cella le festività pasquali (Pasqua crimini vengono assicurati alla ni di euro ed a sparire nel nulla. partenopei che si trasferiscono nel
trasferito nella casa circondariale commessi proprio nelle zone a e Pasquetta), invece, per eseguirlo giustizia ed è per questo che chi Poi, però, gli investigatori attra- Settentrione e riescono a guada-
di Poggioreale dai carabinieri Nord del capoluogo campano, i militari dell’Arma ci hanno di dovere ha deciso di rendere la verso un’attività di indagine a 360 gnarsi la fiducia dei loro nuovi
della Compagnia di Giugliano, nelle quali l’uomo avrebbe com- impiegato circa una settimana, presenza delle forze dell’ordine gradi hanno trovato un piccolo vicini in un breve periodo. Conti-
diretti dal capitano Alessandro messo una rapina assieme a dei nella quale si sono prodigati a rin- sul territorio ancor più massiccia. elemento (un biglietto autostrada- nuano senza sosta i controlli da
Andrei, in esecuzione ad un ordi- complici. Dunque, Castellano tracciare il 29enne di Giugliano, Questo, però, non è l’unico dato le con delle impronte digitali) dal parte delle forze dell’ordine al
ne di carcerazione emesso dalla dovrà espiare tre anni ed altrettan- che non appena hanno saputo degno di nota, perché nell’intero quale sono riusciti a risalire a fine di poter assicurare alla giusti-
procura generale della Repubblica ti mesi di reclusione, i quali non dove si trovava l’uomo, lo hanno Belpaese pare si stia divulgando tutta la combriccola, che a gen- zia chi mette a segno scippi, furti
di Napoli. Provvedimento, questo, sono altro, che il residuo di una raggiunto ed ammanettato. Trala- un luogo comune che certo non naio è stata anche condannata e rapine in città. Sotto la lente
che suggella in maniera definitiva pena ben più alta, che gli è stata sciando la vicenda in cui è stato giova all’immagine dei parteno- complessivamente, ad epilogo del d’ingrandimento anche la crimi-
la chiusura dell’iter processuale inflitta dall’autorità giudiziaria protagonista il 39enne ed il pro- pei, i quali sono ritenuti i rapina- processo di primo grado, ad oltre nalità organizzata della zona.

LA DECISIONE Giugliano
Oggi la gara di campionato al De Cristofaro. Chiesti i libri contabili del club e dei contratti dei calciatori
Madonna della Pace,
Giugliano calcio, nominato l’amministratore giudiziario
GIUGLIANO (rp) - Il club è nueremo a venire al campo della disponibilità economica,
iniziano le celebrazioni
GIUGLIANO (rp) - Ultimo fine settimana di festeg-
passato nelle mani dell’am- cinque giorni a settimana. Del ma una constatazione. Sono giamenti in onore della Beata Vergine Maria dell’Arco.
ministratore giudiziario dopo resto mancano due partite alla arrivato a dicembre e ho rico- Le celebrazioni iniziate la scorsa domenica. Ieri alle 20
il sequestro della società per fine del nostro campionato, struito il gruppo insieme a in piazza Gramsci c’è stata la sagra gastronomica con
questioni legate alla malvita visto che all’ultima giornata Sepe e Ciccarelli. Questi sono panini prosciutto e mozzarella offerta dall’Associazio-
organizzata. Il presidente, riposiamo, e vogliamo centra- ragazzi seri e il loro impegno ne Maria SS dell’Arco. Alle 21 il cielo è stato illumina-
infatti, era stato indagato per re la salvezza”. Insomma l’al- è andato sempre oltre i rim- to da fuochi pirotecnici. Oggi giorno di chiusura dei
un presunto riciclaggio di lenatore non sembra preoccu- borsi e le difficoltà che abbia- festeggiamenti con il raduno dei battenti nella Parroc-
soldi a favore del clan Mal- pato dalla scossa sequestro, mo sempre avuto. Perciò ono- chia di S. Anna per la celebrazione della messa presie-
lardo, che controlla i traffici in quanto già è un annata reremo la maglia da qui a fine duta da don Tommaso Cuciniello. Alle 8.30 avrà ini-
illeciti nella zona e che ha sismica. Questo senza allude- stagione. L’anno prossimo? zio la processione per le vie secondare e lungo il cimi-
portato anche al sequestro di re o dare delle colpe alla diri- Poi si vedrà…”. Oggi, intan- tero della città. Avranno inizio da domani i festeggia-
un centro ippico. Oggi il club genza gialloblù. “Per il mio to, la penultima gara di cam- menti in onore della Madonna della Pace, festività
gialloblù dipusterà la gara Giugliano cambia poco, non è pionato, ma il futuro del club molto sentita dai giuglianesi che in massa seguono la
casalinga e qualcuno, di una frecciata a Di Nardo, lui è molto grigio: potrebbe esse- Vergine e tutte le celebrazioni che si svolgono in città.
Boscoreale, non avrebbe ha fatto il possibile nei limiti re decretato il fallimento. Si comincia domani per terminare il 24 maggio setti-
voluto disputare la partita e mana di festività e del tanto atteso volo dell’angelo con
avere a portata di mano i tre passaggi dei carri trainati da buoi.
punti, ma la situazione, che al GIUGLIANO
momento è sotto il controllo
del Tribunale di Napoli dopo
l’operazione della Direzione
Si terrà in piazza Matteotti. Raccolte dagli organizzatori oltre 250 adesioni

Mobilità sostenibile, il 25 aprile il primo bici raduno


Distrettuale Antimafia, punta
a far sì che tutto sia in regola.
L’amministratore giudiziario
incaricato ha chiesto di poter
ottenere la copia di tutta la Giugliano, ‘Avvicinamento delle Culture’:
documentazione dei calciatori GIUGLIANO (antmang) - Con una rac-
che vanno dalla prima squa- colta di adesioni su Facebook è stato fissa- la scuola Impastato aderisce all’iniziativa
to l’appuntamento del primo bici raduno:
dra alla scuola calcio. Le loro si terrà il prossimo 25 aprile in piazza
posizioni, per poter partecipa- GIUGLIANO - La scuola elementare
Matteotti. Una data simbolica - dicono gli Peppino Impastato partecipa all’anno
re ad allenamenti o a partite organizzatori - che simboleggia la libera-
dovranno essere regolari, a internazionale per l’Avvicinamento
zione dei cittadini dallo smog e dall’inqui- delle Culture, manifestazione dell’U-
partire dal certificato medico namento quotidiano. Oltre 250 le adesioni
per l’attività agonistica, pas- nesco. “La nostra scuola si è attivata
al gruppo ‘Chi...per Giugliano con la particolarmente per promuovere il dia-
sando per il tesseramento e bici!’ creato da Susanna Maisto sul social
per l’obbligo di assicurazio- logo, la comprensione e la cooperazio-
network. Sarà il primo raduno di piazza in ne tra le culture, in favore della pace” - afferma la diri-
ne. Invece, per allenatori, bici che si terrà a Giugliano. “Non mi
magazzinieri e segretario, immaginavo l’inaspettato successo del gente scolastica Antonietta D’Alterio.
sarà obbligatorio il loro gruppo che ho istituito per semplice
inquadramento all’interno del amore verso un mezzo così nobile come Giugliano, torneo di calcio di Pasqua:
club, altrimenti non potranno quello della bicicletta, perciò ho deciso di Matteotti per discutere su tutto ciò che storico. Dopo la serie di iniziative portate
svolgere le loro funzioni. organizzare il megaraduno di bici a Giu- riguarda la bici, trasporti e viabilità. L’o- avanti negli anni scorsi nell’ambito di ‘Più ieri la premiazione dei partecipanti
Dopo le parole del numero gliano - scrive Susanna sulla bacheca - . biettivo è quello di intensificare l’uso bici più felici’, volto a sensibilizzare l’uso
uno della Figc Campania Sal- Sarà il primo dei tanti che si arricchirà della bicicletta come mezzo di trasporto della bicicletta e contemporaneamente GIUGLIANO - Si è tenuta ieri matti-
vatore Colonna sulla que- sempre più solo ed esclusivamente con preferito per piccole commesse all’interno aumentare la vivibilità attraverso la dimi- na la premiazione dei vincitori del tor-
stione Giugliano, l’allenatore l’aiuto e le proposte dei cittadini”. Il pro- della città; chiedere all’amministrazione nuzione del traffico e dello smog, si neo di calcio di Pasqua organizzato
del Giugliano Amorosetti ha gramma dell’iniziativa è ancora in diveni- comunale interventi di rifacimento del aggiunge il nuovo percorso intrapreso da anche quest’anno da Tammaro Iavaro-
affermato che “Si tratta di re. Dovrebbe tenersi un brindisi di benve- manto stradale; realizzare dei veri percorsi questo gruppo di giovani ma anche meno ne in collaborazione con l’Associazio-
una situazione anomala e mai nuto di tutti gli amanti delle due ruote che enogastronimici-turistici appositi per cicli- giovani, che hanno l’unico obiettivo di ne Santissima Maria dell’Arco presso
verificatasi prima. Finché ce poi potrebbero pedalare per le vie del cen- sti in cerca di relax e sport all’aria aperta; cambiare le tendenze dei cittadini in ter- il Convento di Santa Maria delle Gra-
tro e al termine del giro tornare a piazza aumentare i parcheggi per bici nel centro mini di mobilità. zie. I ragazzi hanno ricevuto coppe, uova di cioccola-
lo permetteranno, noiconti- to, borse, tute e completi da calcetto.
16 Domenica 11 Aprile 2010 Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

POZZUOLI Il 35enne è accusato di aver abusato di una 16enne nei pressi dell’istituto Virgilio
CRIMINALITA’
A VILLARICCA Violenza sessuale, il pm: giudizio immediato per l’uomo
POZZUOLI (ale.nap.) - Una richiesta giu- Questo il pensiero dell’avvocato difensore nel quartiere di Pianura. L’uomo fu rintrac-
dicata “irrituale per una vicenda così poco dell’uomo, arrestato lo scorso 13 marzo in ciato dai carabinieri dopo poche ore, grazie
Hanno agito nella notte chiara”. E’ quella che il pm, che sta seguen- seguito alle dichiarazioni della presunta vit- alla dettagliata descrizione del presunto
do la vicenda della presunta violenza ses- tima delle violenza sessuale, una studentes- aggressore fatta dalla vittima. Secondo la
tra venerdì e sabato scorso suale di un 35enne di Pozzuoli ai danni di sa dell’Istituto Virgilio di Pozzuoli di 16 difesa, però, ci sarebbero nel racconto della
una 16enne, avrebbe fatto al giudice per le anni. La giovane avrebbe raccontato di esse- ragazza alcune incongruenza, riguardanti sia
Indagini in corso indagini preliminari: giudizio immediato re stata avvicinata dall’uomo mentre si reca- il presunto violentatore che l’orario in cui
dell’uomo. Secondo il difensore del 35enne, va a scuola. La 16enne sarebbe stata stratto- sarebbero accaduti i fatti. In sostanza, la
delle forze dell’ordine l’avvocato Girolamo Catena, la vicenda nata dal presunto violentatore e costretta a richiesta del pm di giudizio immediato di C.
avrebbe ancora dei contorni “paradossali e svoltare in una stradina periferica. Qui l’uo- C. sarebbe inopportuna dal momento - que-
di Antonio Mangione confusi”. Secondo il difensore, dunque, mo avrebbe tentato di strappare via da dosso sta la tesi della difesa - che ci sono ancora
“sembrano poco convincenti le parole della i vestiti alla giovane studentessa. La reazio- troppi punti da chiarire. Eppure sembra che
giovane ragazza la quale è stata molto ne della ragazza, però, avrebbe evitato il la stessa ragazza, una volta trovatasi nella
VILLARICCA - Volevano superficiale nella ricostruzione del fatto, proseguire della violenza. Il racconto del- fase del riconoscimento del presunto violen-
approfittare delle giorni di festi- tanto da non far emergere chiari indizi di l’accaduto ai genitori prima e ai carabinieri tatore, non abbia avuto dubbi, dandolo per
vità pasquali per mettere a segno reietà a carico del giovane, il quale è ancora dopo, avrebbe messo i militari sulle tracce certo. Il riconoscimento sarebbe avvenuto
il colpo all’interno della filiale in stato di custodia cautelare in carcere”. del presunto violentatore, C. C., residente addirittura tra bel venti volti differenti.
della Banca Nazionale
del Lavoro di via Padre
Vittorio Di Marino a Vil-
laricca. Sono stati messi Volevano ripulire la cassaforte della filiale di via Padre Vittorio di Marino
in fuga dall’allarme,
scattato in piena notte.
Ad agire, ancora una
volta, la banda del buco,
terrore di commercianti e
istituti bancari del terri-
torio giuglianese. La
banda aveva preso di
Banda del buco, colpo fallito alla Bnl
mira la filiale della
Banca Nazionale del
Lavoro di Villaricca.
Sono entrati in azione
Hanno tentato di entrare dalle fogne: messi in fuga dall’allarme
venerdì scorso, scavando dalle sistema di videosorveglianza. POZZUOLI La visita del pontefice dovrebbe coincidere con la riapertura della cattedrale al Rione Terra
fogne un buco che li avrebbe Dopo la decisione del Riesame di
condotti direttamente al caveau

Anno Paolino, la Curia invita Papa Benedetto XVI


scarcerare i tre presunti compo-
della banca. Un colpo studiato nenti della banda del buco arre-
nei minimi dettagli, che se anda- stati a Giugliano agli inizia di
to in porto avrebbe permesso ai marzo, gli inquirenti continuano
malviventi di assicurarsi un lauto ad indagare su possibili coinvol- POZZUOLI - La Curia vescovi- zia ha rallentato il procedere dei
bottino. Ma qualcosa è andato gimenti di altre persone. Ai giudi- le di Pozzuoli ha invitato il Papa, lavori nei vari lotti. Ci auguria-
storto. Giunti quasi in prossimità ci del Riesame non sono bastate Benedetto XVI (nella foto a mo che ora vengano rispettati i
della cassaforte, è scattato l’al- le prove raccolte dai carabinieri: sinistra), per la chiusura dell’an- tempi promessi per la riapertura
larme. Sono stati costretti così a un fascicolo di intercettazioni nel no paolino diocesano nel giugno della cattedrale e degli altri
racimolare i ferri e darsi alla fuga corso delle quali uno degli accu- 2011. La visita del pontefice immobili destinati a dare un
nelle fogne. Già avevano pronto sati parla apertamente del modo nella terra flegrea dovrebbe coin- nuovo volto a tutta la città”. Pro-
la via di fuga. Le forze dell’ordi- in cui organizzavano colpi in cidere con la riapertura della cat- prio per lungaggini burocratiche
ne, giunte dopo pochi minuti sul banca o di come si procedesse tedrale al Rione Terra, restaurata il Duomo, ex tempio augusteo,
luogo, non hanno potuto far altro alle attività di scavo. Neppure è dopo l’incendio che la distrusse sebbene completato nelle struttu-
che notare il grosso foro provo- stato sufficiente il ritrovamento, nella notte del 16-17 maggio re statiche e negli arredi di base,
cato dalla banda nelle fogne. sempre da parte dei carabinieri, di 1964 e l’evacuazione del quartie- non viene aperto al pubblico. La
Sono in corso indagini ed accer- armi e arnesi da lavoro in un sot- re storico di Pozzuoli avvenuto il speranza è che la nuova data,
tamenti per verificare se i malvi- toscala di via Literno a Giugliano, 2 marzo 1970 a causa del bradi- appunto giugno 2011, venga
venti abbiano lasciato qualche materiale sequestrato perchè rite- sismo. L’annuncio è stato dato rispettata. “Abbiamo invitato il
traccia. Gli inquirenti sono a cas- nuto della banda ache assaltava dal vescovo di Pozzuoli, Genna- pontefice - ha detto tra l’altro il
sia di un arnese, un’impronta che banche (due quelle accertate) ro Pascarella (nella foto a vescovo - proprio perché ritenia-
potrebbe incastrare i malviventi. spuntando dai pavimenti. Furono destra), in occasione del conve- mo che un avvenimento di tale
Difficile sapere se dietro ai colpi ritrovate tute impermeabili, bom- gno “40 anni dopo. Rione Terra: portata quale la riapertura della
messi a segno dalla banda del bole d’ossigeno, ricetrasmittenti, 1970 -2010” organizzato dall’as- te di alcuni dei protagonisti. tiere antico della città flegrea che cattedrale, interamente ricostrui-
buco tra Giugliano, Villaricca e batterie, lame per tagliare il ferro. sociazione Nemea per fare Sono intervenuti, oltre il vesco- si trascinano da oltre vent’anni e ta, sia contrassegnato da una
Mugnano ci sia la stessa mano e In una cantinola di via Literno, le memoria degli interventi, delle vo, tra gli altri, il sindaco di Poz- che non consentono fino ad oggi visita storica”. Nell’ambito del-
se invece si tratti di diversi grup- unità cinofile assieme ai carabi- testimonianze e dei ricordi del zuoli, Pasquale Giacobbe, il la fruizione dell’area alla città. Il l’iniziativa sui quarant’anni dallo
pi specializzati a colpire con tale nieri di Giugliano trovarono tutti quartiere sgomberato in poche consigliere provinciale Tomma- sindaco ha garantito l’arrivo di sgombero del Rione Terra è pos-
modalità. Fatto sta oramai i com- gli attrezzi di cui si servivano i ore, squassato dalle scosse dovu- so Scotto, la responsabile dell’a- nuovi finanziamenti europei per sibile visitare parte dell’area
mercianti sono terrorizzati e componenti della banda del buco. te al fenomeno del bradisismo. rea archeologica flegrea, completare i lotti di lavoro in recuperata dai lavori e l’interno
chiedono più controlli, anche I controlli continuano al fine di Ricostruiti i momenti cruciali di Costanza Gialanella. Il conve- esecuzione, mentre il vescovo ha della cattedrale. Le visite prose-
nelle fognature, dove è stato assicurare alla giustizia gli autori quelle giornate convulse con gno ha cercato anche di fare il sollecitato il completamento in guiranno anche per l’intera gior-
chiesto l’installazione di un delle rapine. foto, video e testimonianze diret- punto sui lavori in tutto il quar- tempi brevi. “Finora la burocra- nata di oggi.

MONTE DI PROCIDA La questione in Consiglio. L’esponente dell’opposizione: il piano risale a diversi anni fa, la maggioranza non ha saputo fornire una valida risposta

Rischio sismico, Pugliese: occasione persa per la città


MONTE DI PROCIDA comune normale. Non sa che il lentezza, non sa che i politici di deguatezza della risposta
Bacoli, pulizia delle strade:
in trecento siglano la petizione
(j.g.d.r.) - Elusa la richiesta di nostro ente ha un piano d’e- maggioranza sono stati impe- amministrativa fornita in BACOLI (jgdr) - Il Coordina-
Bertolaso e tutto rinviato a mergenza vecchissimo, che gnati in un estenuante campa- un’occasione tanto importante mento delle periferie ed il comita-
data da destinarsi: fallito il con- non si è mai parlato di aggior- gna elettorale che ha ben altra e delicata. Addirittura si è
rimandato tutto tra sei to di artigiani e commercianti di
siglio comunale voluto per narlo, che del rischio sismico priorità rispetto al rischio Cappella, hanno raggiunto un
commemorare le vittime del- delle case abusive costruite sismico, e che le 120 scosse mesi,quando verosimilmente
l’Abruzzo e discutere dell’e- frettolosamente non se ne parla alla solfatara di alcune settima- saremo alle porte di una nuova primo obiettivo. Con la petizione
ventuale rischio sismico che mai (fatta eccezione per gli ne fa non sono bastate a scuo- campagna elettorale. Noi intan- firmata da oltre 300 cittadini, è
attanaglia, tra gli altri, anche il espliciti inviti che ho fatto nei terli dalla loro frenesia elettora- to abbiamo proposto, tra le stata richiesta una pulizia delle
paese di Monte di Procida. consigli comunali e nelle com- le. Ecco quindi che il consiglio altre cose, di evidenziare la cri- strade, dei marciapiedi e dei giar-
Una mancata discussione ed missioni consiliari), che i nostri comunale si è trasformato in ticità delle vie di fuga inade- dini di Cappella che è avvenuta in
approfondimento che ha man- uffici per fornire risposte del una farsa dove la maggioranza guate e di chiedere con forza questi giorni per le aree verdi di via Cappella e
dato su tette le furia il consi- genere avrebbero bisogno di in evidente imbarazzo ha cer- l’adeguamento del gavitello in viale Olimpico.
gliere comunale d’opposizione mesi vista la loro patologica cato delle risibili scuse alla ina- tempi brevi e certi”.
Giuseppe Pugliese (nella
foto): “Cosa dire, un’altra Bacoli, Università Popolare:
occasione persa per Monte di MARANO Appena una settimana fa erano state ultimate le opere di messa in sicurezza al manto erboso boom di iscritti al progetto
Procida. Il capo dipartimento BACOLI (jgdr) - Sono quasi tra-
della Protezione Civile Berto- scorsi due mesi dalla presentazione
laso ha inviato una nota chiara
e precisa ai comuni nelle zone
a rischio sismico 1 e 2, chie-
dendo oltre ad una vuota com-
Stadio, dopo i lavori arriva la chiusura estiva del progetto “Università Popolare dei
Campi Flegrei” avvenuta lo scorso
18 febbraio in Villa Cerillo. Allora
forse neppure gli stessi promotori e i
memorazione una seria e scru- MARANO (Carmela Maria di manutenzione a costo zero, e Internazionali di atletica leggera.
polosa analisi delle criticità e Orlando) - Dopo lo stop forzato dopo questo primo step siamo Sono previsti interventi anche per volontari preposti agli insegnamenti
delle situazioni che determina- di circa un mese, lo stadio comu- pronti per la risemina”. Il periodo la cura capillare del manto erboso delle varie aree potevano immagina-
no maggiore rischio. Docu- nale è pronto a richiudere. A giu- perfetto per riseminare tutto il e l’installazione di pannelli solari. re il livello di partecipazione e di gra-
mento nel quale si richiede una gno, infatti, la struttura di via Gio- campo è giugno, quando termine- Inoltre, per la corretta conserva- dimento che avrebbe avuto l’iniziativa, ma di certo ci
verifica e un’informativa circa vanni Falcone sarà richiusa all’u- ranno le agonistiche e lo stadio zione dello stadio è in programma speravano e fortunatamente così è stato.
le misure di sicurezza adottate tenza per alcuni mesi. La serrata resterà chiuso a tutti i cittadini per la rivisitazione totale di tutte le
dal comune per prevenire il delle attività sportive sarà forzata permettere una ripresa totale del convenzioni stipulate con enti e
rischio sismico. Informa dell’e- per permettere il ripristino totale campo. Inoltre, a salvaguardare associazioni sportive, con l’obiet- Bacoli, chiusura dell’ufficio postale:
sistenza di ingenti fondi per del manto erboso. Da pochi giorni quella che è una struttura di tutto tivo di far utilizzare ad ogni usu- parte la raccolta firme in città
l’adeguamento sismico degli la struttura, che è uno dei fiori rispetto sul territorio è stato istitui- fruttuario il campo una sola volta
edifici pubblici e privati e chie- all’occhiello dell’impiantistica to anche un regolamento, che a settimana. A breve dovrebbero BACOLI (jgdr) - No alla chiusura
de altresì una ricognizione sportiva in Campania, è stata ria- vigilerà sull’utilizzo del campetto. partire anche i lavori di amplia- dell’ufficio postale di Bacoli. “Siamo
degli edifici a rischio, anche di perta al pubblico e alle scuole di Da diversi mesi, infatti, tiene mento della struttura sportiva, con venuti a conoscenza che il 17 aprile
quelli abusivi, chiedendo la calcio, che utilizzano il campo per banco una polemica sullo stato di l’allargamento di capienza. E’ in prossimo l’ufficiale giudiziario busserà
redazione e l’aggiornamento le partite di rito. All’interno dello proprio campo di patate a causa degrado dello stadio, che nelle programma la realizzazione della alla porta dell’ufficio postale di via
del piano di sicurezza comuna- stadio è stato completato il primo della cattive condizioni atmosferi- passate stagioni ha ospitato anche tribuna ospiti per cinquecento Risorgimento per notificare l’ordinan-
le. Bertolaso però - continua il step dei lavori sul manto erboso. che degli ultimi anni e a causa il Napoli. Realizzato dall’ammini- posti in più sul versante della za di sfratto, un provvedimento che
capogruppo consiliare di Svol- E’ stata eseguita una manutenzio- dell’usura. - commenta l’assesso- strazione di Mauro Bertini, que- scuola. Lo stadio comunale è rappresenterebbe una grave iattura per
ta Popolare - commette un ne straordinaria per ripristinare re allo Sport, Renato Schettino sta struttura vanta la ribalta non stato, infatti, inserito tra le opere i cittadini, soprattutto quelli anziani”
errore imperdonabile: crede almeno il primo livello. “Lo sta- (nella foto) - Abbiamo chiesto ed solo locale ma anche regionale, del piano triennale opere pubbli- ha asserito Salvatore Salatiello, referente per l’area Nord
che si sta rivolgendo ad un dio si era trasformato in un vero e ottenuto un intervento della ditta oltre ad ospitare ogni anno gli che. dell’associazione dei consumatori “Cittadinanza Attiva”.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Nord Domenica 11 Aprile 2010
17
POZZUOLI MARANO Incontro tra il presidente Saracino e la commissione Commercio

LA DECISIONE Parcheggio chiuso, l’Ascom scrive all’amministrazione


MARANO (ca.ma.or.) - L’Ascom nale è tutto da rifare. L’area di sosta a creare sull’asfalto, cadendo a facen-
Morelli: si generano spesso sollecita l’amministrazione per la ria-
pertura del parcheggio alle spalle del
in questione è quella che sorge in via
Nuvoletta, tra l’ufficio postale e il
dosi male. Sembra che ora la signora
abbia fatto anche causa al comune.
situazioni di pericolo Municipio. E’ previsto per la prossi-
ma settimana un incontro tra l’asso-
palazzo dove è stata allocata la pretu-
ra. Uno snodo nevralgico per la città,
Al momento l’area è stata semplice-
mente delimitata dalle griglie metalli-
ciazione del commerciati, presieduta che permette agli automobilisti di che, almeno per evitare che pedoni,
per l’incolumità pubblica da Fausto Saracino, e la commissio- arrivare in centro grazie al passaggio auto e motorini ci transitino, ma resta
ne Commercio del Comune. Sono pedonale sotto il comune. Purtroppo, così senza nessuna soluzione. A
e per la sicurezza urbana tanti i punti da discutere, proprio per dopo nemmeno un anno dalla sua Marano la mancanza di parcheggi è
dare una scossa al commercio, che è inaugurazione, il perimetro è di ormai cronica. Da anni si parla di dar
il motore economico della città. nuovo chiuso al passaggio di auto e vita ad un piano viabilità, con attiva-
Anche gli esercenti sentono l’esigen- pedoni. L’area dedicata al parcheggio zione anche delle soste a pagamento,
di Alessandro Napolitano za del ripristino al più presto del par- a causa della pioggia e del cattivo ma la cosa è ferma allo stato proget-
cheggio realizzato in via Nuvoletta e tempo si è logorato prima del previ- tuale. Oltre ai parcheggi, che restano
POZZUOLI - Giro di vite contro il che consente, tramite al passaggio sto. Il manto stradale si presenta com- sempre un nervo scoperto della città,
dilagante fenomeno della prostituzio- pedonale sotto il Comune, di rag- pletamente smottato e disagevole per i commercianti vorrebbero ripristina-
ne in strada. Il vicesindaco della città, giungere le vie dei negozi in pochi il passaggio dei pedoni. Qualche re le isole commerciali durante il fine
Carmine Morelli, ha firmato un passi. Inaugurato un anno fa, il par- mese fa una signora, camminando è settimana, come è avvenuto per tutto
provvedimento che prevede multe cheggio alle spalle della casa comu- rimasta vittima dei dislivelli venutisi il periodo natalizio.
salatissime ai clienti delle “lucciole”
che venissero scoperti a “trat-
tare” con le prostitute. Multe
fino a 500 euro per i clienti
delle lucciole. “Rilevata che
Giro di vite contro il dilagante fenomeno. L’ordinanza firmata dal vicesindaco

Prostituzione, multe salate contro i clienti


all’ampia diffusione della pro-
stituzione su strada conseguo-
no situazioni di disturbo della
quiete pubblica, di offesa alla
pubblica decenza, frequente-
mente spinta all’oscenità, di
degrado igienico ed urbano,
che compromettono le condi-
zioni di normale vivibilità dei
luoghi interessati e provoca-
no, a danno dei residenti, esa-
sperate e continue tensioni - si
Sanzioni fino ai cinquecento euro per chi viene ‘pizzicato’ in compagnia delle meritrici
legge nel provvedimento firmato da
Morelli - verificato ch il fenomeno
della prostituzione su strada rappre- MONTE DI PROCIDA Con lui via anche tre soci storici del movimento. Al suo posto è stato nominato Scotto d’Antuono
senta un messaggio pubblico disedu-
cativo perché offre un’immagine alte-
rata delle relazioni personali e di
annullamento della dignità e libertà
dell’essere umano, che ingenera nella
collettività un senso di disagio e scadi-
Comitato civico, il presidente Colandrea si dimette tra le polemiche
MONTE DI PROCIDA del comitato causando così fratture de con l’assegnazione delle nuove
mento dei valori sociali; spesso, le
prestazioni sessuali vengono poste in (jo.ge.de.ra.) - Dimissioni e cam- e dissapori tra soci. Fratture che - cariche: Gustavo Scotto d’Antuo-
essere trascurando le più elementari biamenti in frontiera: mutati gli continua il comunicato - hanno no, ex appartenente a Forza Italia e
norme igieniche e di precauzione, equilibri e le cariche del noto portato alle dimissioni del presi- Forza Nuova ed attuale esponente
costituendo potenziale rischio per il comitato “Rinascita di Cappella”. dente Domenico Colandrea e dei alla coalizione locale tra il Pd di
diffondersi di malattie infettive con Si sono ufficializzate nei giorni soci Franco Massa, Luigi Guar- Pippo Coppola e l’Mpa di Gen-
grave pericolo per l’integrità fisica scorsi le misteriose dimissione del- dascione e Michele Scotto di naro Di Mare, è il nuovo presi-
delle persone coinvolte, e più in gene- l’orami ex presidente Domenico Luzio -. Ricordiamo inoltre che dente; Alborino Antonio, da tempo
rale, per la salute pubblica”. Il provve- Colandrea il quale nei mesi passa- tentare di distruggere il comitato impegnato nella rivalutazione del-
dimento, poi, chiama all’appello ti si era più e più volte, grazie cittadino significa non amare la l’area archeologica di Cappella
anche altri aspetti del fenomeno, come anche al contributo degli iscritti propria terra e dare spazio alla pro- grazie anche alla gestione del pro-
quelli inerenti all’occupazione dei all’associazione civica, fatto carico pria sete di poltrona. Non voglia- prio club “Vecchi Ricordi”, è il
marciapiedi e quindi di aree pubbliche delle esigenze e delle criticità ine- mo parlare soltanto di Procura vice-presidente; Guardascione
da parte delle lucciole. “La prostitu- renti alla degradata e vessata fra- della Repubblica e di fantomatiche Rosario, da sempre punta di dia-
zione su strada comporta anche un’il- zione di Cappella. Zona di frontie- denunce penali ma riteniamo che mante dell’associazione, è il cas-
lecita occupazione del suolo o del ra, divisa in due da una strada ed sia meglio un dialogo formale ed siere; ed infine Coppola Antonio è
demanio pubblico - continua il docu- amministrata per metà alla città di interne del proprio comitato di rife- portare nella piccola frazione mon- informale e che l’unico mezzo per il nuovo segretario. “Il comitato
mento - sottraendolo di fatto al norma- Bacoli e per metà da Monte di Pro- rimento. Difatti, secondo quanto tese visibilità e ci siamo sempre cambiare ciò che non va è la colla- Rinascita di Cappella non può e
le utilizzo da parte di altri cittadini; cida, le cui problematiche erano da trascritto in una polemica nota uffi- dimostrati disponibili al dialogo ed borazione. Noi vogliamo solamen- non deve morire - ha asserito il
constatato che la presenza di soggetti tempo oggetto periodico di articoli ciale, “il comitato Rinascita di alla collaborazione con le ammini- te il bene di Cappella”. Il docu- nuovo vice-presidente - continue-
dediti alla prostituzione su strada e video promossi dalla stampa Cappella si è sempre dichiarato strazioni locali. Questi principi mento infine, per cui s’attende una remo con più efficacia le nostre
costituisce indubbia curiosità e richia- locale e regionale, e che adesso si apartitico e ha sempre avuto come sono stati messi in discussione da risposta ufficiale dell’ex presidente battaglia per la salvaguardia ed il
mo per coloro che intendono usufruire trova a fare i conti con le difficoltà priorità assoluta la forte volontà di una piccola parte della componente e degli stessi dissidenti, si conclu- bene di Cappella”.
di tali prestazioni ed è la causa che li
induce a fermarsi ed intrattenersi,
creando situazioni di ostacolo ed
intralcio alla libera circolazione degli
GIUGLIANO Alle 10 e alle 19 gli spettacoli delle paranze Pistola e D’Alterio in piazza Camposcino
altri; i soggetti che si apprestano ad
usufruire delle prestazioni delle eser-
centi attività di meretricio su strada
sono, spesso, indotti ad un’imprudente
condotta di guida, costituita da arresti
improvvisi, manovre repentine o fer-
mate prolungate che generano situa-
Tammurriata, oggi si conclude la festa
GIUGLIANO (rp) - Oggi digiuni penitenziali che che dal santuario porta alla to le tammurriate sono divise
Marano, concordato fiscale:
prolungati i termini fino a giugno
zioni di pericolo per l’incolumità pub- l’ultimo spettacolo della tam- dovrebbero segnare il perio- stazione della Circunvesuvia- normalmente da due parti (il MARANO (Cmo) - Sono stati riaperti i termini del
blica e per la sicurezza urbana”. Negli murriata giuglianese. Ad esi- do della passione di Gesù. In na, con la loro Tammurriata: canto e la votata) che diventa concordato fiscale, che permette di rimettersi in
ultimi mesi il fenomeno della prostitu- birsi in piazza Camposcino Campania il giorno di la giuglianese. La Giugliane- nella Giuglianese tripartita regola con i pagamenti delle tasse comunali per gli
zione lungo le strade della città è sen- saranno le paranze Pistola Pasquetta, il Lunedì dell’an- se, è una delle tammurriate (lento, canto e votata da evasori a partire dal 2002. Si tratta di una sanatoria
sibilmente aumentato. Diverse segna- (ore 10) e D’Alterio (ore gelo, ne vengono effettuate più spettacolari e faticose come potete ascoltare), in nella sanatoria, in quanto la seconda rata è sempre
lazioni sono giunte da zone dove mai, 19,30). Ieri è stata la volta diverse. La più importante di che vengano tutt’oggi balla- quanto essendo la votata fissata al 30 giugno, ma chi non ha pagato la prima
fino ad oggi, si erano viste lucciole della paranza Mezzone. Si queste è dedicata alla te. Forse sarebbe più giusto molto energica richiede un è ancora in tempo per farlo. Le imposte comunali
ferme, in attesa di clienti. L’ultimo che si possono condonare sono Ici, Tarsu, Iciap,
esempio arriva da via Campi Flegrei conclude così una settimana Madonna dell’Arco, santua- parlare di Siscarata che di momento successivo di recu-
ricca di emozioni, che ha rio che si trova nei pressi di Tammurriata, in quanto, oltre pero. Tutto perciò denota dif- Tosap, Icp, oltre alle relative dichiarazioni, per tutti
dove recentemente sono “spuntate” quegli anni d’imposta sui quali non si sono ancora
nuove prostitute, probabilmente gio- avuto il suo culmine con lo Sant’Anastasia, in provincia alla tammorra ed alla voce, ferenze, compreso il fatto
ricevuti avvisi di accertamento per omessa o infe-
vanissime, che “passeggiano” lungo i spettacolo di martedì scorso di Napoli. La devozione per lo strumento principe di que- che se le altre sono conside- dele dichiarazione.
marciapiedi, non lontano dalla sede in piazza Annunziata. Oltre questa Madonna da parte del sto ballo è il Sisco, da rate balli di corteggiamento
della Curia della Diocesi di Pozzuoli. duemila le persone che popolo napoletano è enorme Sistrum, che anticamente, questa è decisamente un
Il provvedimento, inoltre, mira alla hanno partecipato all’evento come lo è del resto, in presso i romani, era un flauto ballo di sfida e di resistenza Giugliano, riqualificazione della stazione
riduzione del fenomeno “che spesso che ha una tradizione cente- maniera specifica, per gli doppio, presso i giulianesi in cui esistono un vincitore
interessa anche minori, per interveni- naria, legata alle festività abitanti di Giugliano che, diventa il becco di un flauto ed un vinto, cosa che riflette Ponte Riccio: continua la mobilitazione
re, ove necessario, con idonee misure religiose pasquali. Nel perio- anche quest’anno, verso le dolce con innestata la parte molto il carattere degli abi- GIUGLIANO - Continua la mobilitazione del
sociali per contrastare l’insorgenza di do immediatamente successi- prime ore del mattino, vi si armonica costruita con una tanti, orgogliosi e compatti comitato civico Napoli Nord “Una stazione per
fenomeni criminosi dediti allo sfrutta- vo la Pasqua cristiana avven- sono recati ed oltre a render- canna di lago. Anche la par- nel loro essere comunità e Ponte riccio” che ha attivato una raccolta firme per
mento quando non di vera e propria gono molte feste popolari a le omaggio con la loro visita, tizione ritmica del ballo è legati ai rapporti di forza la riqualificazione dello snodo ferroviario. Indiscu-
riduzione in schiavitù”. celebrazione della fine dei la onorano ballando nel viale differente dalle altre in quan- interni ad essa. tibile, afferma Salatiello, portavoce del Comitato, il
legame tra il rilancio della stazione e la messa in
sicurezza dell’intera area, in particolare per i tanti
MONTE DI PROCIDA - Il sindaco Iannuzzi: ringrazio i residenti per l’ottimo risultato ottenuto all’ultima tornata elettorale pendolari che potrebbero diventarne molti di più, se
solo vi fosse un serio intervento di messa in sicu-
rezza con sistemi di telecamere, con personale di

Elezioni, Pdl votato da oltre 3mila cittadini vigilanza. Già qualche settimana fa, infatti, c’era
stata una nuova iniziativa con la raccolta firme.

MONTE DI PROCIDA (j.g.d.r.) - Termi- verso De Siano, candidato consigliere con il sia da prestazione politica che ha prevalente- Calvizzano, approvato il progetto
nate le elezioni regionali sono già comincia- neo governatore Caldoro. Dall’altra parte mente colpito il centro destra a livello locale
te le riflessioni circa il possibile indirizzo della barricata invece il Partito Democratico, - ha dichiarato Giuseppe Pugliese, capo- per la costruzione dell’isola ecologica
politico ed elettorale che da qui ad un anno sempre attraverso manifesti pubblici, ringra- gruppo consiliare della civica - molti hanno CALVIZZANO (Cmo) - Approvato il progetto
determinerà chi sarà il prossimo sindaco del zia calorosamente i circa 1200 elettori che voluto contarsi sostenendo diversi candidati, esecutivo per la costruzione dell’isola ecologica in
piccolo comune di Monte di Procida. “Rin- hanno dato fiducia al partito di Bersani ed cercando di cavalcare l’onda lunga del con- località San Pietro. Il piano, subito canteriabile, è
grazio la cittadinanza per l’ottimo risultato indirettamente anche alla coalizione capeg- senso berlusconiano fingendo di non sapere stato approvato dall’esecutivo del primo cittadino
ottenuto durante l’ultima tornata elettorale - giata dal sindaco di Salerno, De Luca. Un che le politiche hanno poco o nulla a che Granata ed entro maggio dovrebbero partire già le
ha asserito il sindaco Francesco Paolo Ian- risultato non totalmente attribuibile agli sfor- fare con le prossime amministrative. Anche ruspe. Il terreno su cui sorgerà l’isola ecologica si
nuzzi (nella foto) attraverso un manifesto zi della sezione locale del Pd una buona chi si aspettava che il candidato sostenuto trova in località San Pietro ed è di proprietà del
pubblico - Monte di Procida ha nuovamente parte di consensi direzionati verso De Luca, dal sindaco e dalla “maggioranza della mag- comune. Il bando di gara, che ammonta alla cifra
fatto intendere il proprio legame con il ed in particolare verso il candidato consi- gioranza consiliare” avrebbe ottenuto un messa a disposizione dalla Provincia, grazie al pro-
Popolo della Libertà”. Una certezza testimo- gliere Topo, sono stati garantiti dall’impe- risultato storico è rimasto fortemente deluso. tocollo di legalità diventerà subito esecutivo,
niata dai circa tremila voti su seimila votanti gno della lista Svolta Popolare capeggiata Era difficile aspettarsi una vittoria per la garantendo un espletamento di tutte le pratiche in
ottenuti dal partito di Berlusconi ed i quali, dal candidato sindaco Leonardo Coppola. sinistra dopo il disastroso periodo bassoli- maniera veloce. Ora si attende l’avvio delle opere
per più di novecento, sono stati direzionati “Sono rimasto decisamente colpito dall’an- niano”. per la costruzione dell’impianto.
18 Domenica 11 Aprile 2010 Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

EMERGENZA CRIMINALITA’ BLITZ A CAIVANO


Dagli arresti domiciliari al carcere L’operazione è stata messa a segno
Il giovane è accusato di numerosi reati legati al Parco Verde, zona considerata dagli inquirenti
che partono dal 2007 e arrivano al 2009 una polveriera per lo smercio di stupefacenti

Il blitz è stato eseguito dagli agenti di polizia della sezione investigativa del commissariato di Afragola

Spacciatore in cella per 3 anni e 2 mesi


L’ordine di carcerazione è stato emesso dal tribunale di Napoli. L’uomo è stato trasferito a Poggioreale
di Francesco Celardo di rito. Secondo gli investigatori di stato poi tradotto al carcere di Poggio- forze dell’ordine la droga al Parco


Afragola, il trentottenne dovrà scontare reale. Dunque dalla detenzione domici- Verde diventa sempre un ottimo equili-
CAIVANO - Aveva commesso troppi un cumulo di pena pari a tre anni e due liare passa dietro le sbarre. Una scelta bratore sociale tale da dover diventare
reati legati allo spaccio di sostanze stu- mesi di carcere nonché ad una pena dettata dal fatto che il cumulo di pena una esigenza primaria per tirare a cam-
pefacenti, ma adesso è giunta l’ora di pecuniaria pari a ventuno mila euro era superiore ad un anno. Ovviamente pare. Ogni piazza di spaccio riesce a
scontare il debito con la giustizia. A per aver commesso varie volte il reato Parco il giudice dopo attente valutazione ha guadagnare quanto basta per mantene-
finire in manette Mario Esposito tren- di spaccio di sostanze stupefacenti. Verde ritenuto di dover comminare la pena re i componenti tra cui lo spacciatore,
tottenne recidivo di Caivano. Siamo al Infatti, i reati addebitati partono dal con la detenzione in carcere . Il trentot- la vedetta e le sentinelle in motorino
Parco Verde. Gli agenti della sezione 2007 fino al 2009 dove le forze dell’or- tenne spacciava droga. I continui reati per tenere sott’occhio tutta la zona. Un
investigativa del commissariato di dine lo hanno sempre sorpreso a cedere L’Area hanno fatto sussistere tutti gli elementi business senza confini che si sostituisce
Afragola diretto dal vice questore droga per strada. I tre anni di carcere dai quali il giudice ha dovuto per forza in pieno ad un eventuale reddito mensi-
Paolo Iodice, in esecuzione all’ordine sono frutto di un cumulo di pena che il Ai margini dei confini mandarlo a Poggioreale. La zona di le. Il tutto organizzato secondo gli
di carcerazione emesso dall’ufficio giudice di Napoli ha ritenuto accorpare comunali è una delle Caivano soprattuto quella del Parco inquirenti dai clan della camorra domi-
esecuzioni del tribunale di Napoli, arre- in una unica soluzione raggiungendo la basi di spaccio più Verde ritenuta dagli investigatori una nanti in tutta l’area nord di Napoli. La
stano il trentottenne per portarlo in car- pena dei tre anni con conseguente polveriera di droga subito dopo quella droga porta soldi. E la criminalità orga-
cere. Ammanettato sul posto è stato interdizione dai pubblici uffici. Il tren- floride dell’area Nord di Scampia. Nonostante i numerosi nizzata li produce attraverso la vendita
portato negli uffici per gli accertamenti tottenne dopo gli accertamenti di rito è arresti effettuati in questi anni dalle di sostanze stupefacenti.

Acerra Fatale è stata la decisione sui revisori dei conti, due su tre finiti all’opposizione

Buferain Comune, il sindaco si dimette


Entro 20 giorni la decisione sul futuro
Esposito: “Basta sgambetti dalla maggioranza, c’è poca coesione”
ACERRA (daniele giordano) - affermato al turno di ballottaggio contro che è avvenuto nell’aula consiliare Acerra nuovamente impegnata nelle rappresentato dai revisori dei conti (la
Bufera nella maggioranza. Il sinda- il rivale Gerardo Bigliardo, alla guida testimonia la forza politica, amministra- urne, ma i ben informati, i cosiddetti discussione era aperta da 6 mesi) in cui
co Tommaso Esposito ha protocol- di una coalizione di centrodestra. tiva e tecnica che in questo momento ‘addetti ai lavori’ ritengono che le sindaco e il suo partito, il Pd, sono usci-
lato ieri mattina poco dopo le 10 le La maggioranza che va sotto con i revi- ricopre nel Palazzo di viale della Demo- dimissioni saranno ritirate entro il ter- ti insieme all’Udc con le ‘ossa rotte’.
sue dimissioni formali Adesso il sin- sori dei conti, il suo secondo candidato crazia il presidente del consiglio comu- mine dei 20 giorni previsti. C’è un Diversi scenari che francamente lascia-
daco dimissionario avrà 20 giorni di che non passa per alcuni - due - ‘franchi nale Raffaele Lettieri, vero e autentico bilancio da votare, innanzitutto. La no il tempo che trovano. Nei prossimi
tempo per ritirarle. Nel caso in cui tiratori’ e il sindaco che decide di dominatore della scena politica locale. maggioranza, dunque, si è sfaldata defi- giorni si saprà qualcosa in più sul futuro
lasciare ‘gelando’ la ‘maggioranza. Ciò Lo scenario, dunque, potrebbe vedere nitivamente al primo banco di prova, dell’amministrazione Esposito.

CASORIA
Venerdì circolazione veicolare al collasso. Paralizzate via Boccaccio e l’area di piazza Dante

Lavori stradali, traffico in tilt Casoria, Il ruolo dell’informazione


Tommaso Esposito
Il sindaco Ferrara: “Stiamo facendo colloquiasse con l’impresa,
affinché l’abbattimento di quel
nelle realtà locali: il convegno al San Placido

“Nessun problema su quanto di tutto per velocizzare gli interventi” muro avvenisse non entro quin-
dici giorni, ma in quattro cin-
CASORIA (rn) - Si è tenuto venerdì,
presso il Madrinato San Placido il con-
CASORIA (Raffaella Nola- que giorni. A tal fine l’impresa vegno “Il ruolo fondamentale del-
deliberato sulla questione sco) - Traffico in tilt sull’intero LA ZONA ha, infatti, lavorato anche di l’informazione nelle realtà locali”.
territorio di Casoria. Venerdì è sabato - prosegue Ferrara: Per Hanno partecipato all’evento Riccardo
dei revisori, infatti ho stata una giornata da dimentica-
Via Boccaccio è
l’arteria interessata la prossima settimana, dopo Musto (giornalista pubblicista), Otta-
re per gli automobilisti casoria- l’abbattimento del muro e dopo vio Lucarelli (presidente ordine giornalisti Campa-
immediatamente reso esecutivo ni. I tanto attesi lavori di via
dai lavori
di pavimentazione aver sgombrato dai detriti tutta nia), Vincenzo Colimoro (presidente assostampa
il provvedimento” Boccaccio, nei pressi della sta-
zione ferroviaria, sono iniziati
del manto stradale la strada, si farà in modo che i
lavori continuino, ma con un’a-
Napoli).
e dall’ampliamento
da poco tempo e i problemi non
hanno tardato ad arrivare. Sono
della carreggiata pertura parziale della strada Casoria, saltano i sampietrini
con una circolazione in senso
partite le opere volte alla riqua- alternato. Si chiedono ai citta- sui marciapiedi: polemica in città
Esposito scegliesse di non fare un lificazione di piazza Dante e senza dei vigili urbani sull’inte- re pochi chilometri, lunghe dini cinque, sei giorni di sacri-
passo indietro, i cittadini di Acerra l’ampliamento di via Boccaccio ro territorio, tuttavia, la polizia code di veicoli con a bordo ficio ancora. I lavori come da CASORIA (rn) - Sui marciapiedi di via
saranno chiamati nuovamente al con l’abbattimento del muro in municipale non ha potuto automobilisti arrabbiati in tutta convenzione dovrebbero termi- San Rocco i sampietrini sono totalmente
voto. “La mia è stata una scelta di calcestruzzo che circoscrive la impedire il formarsi di lunghe Casoria. Immediatamente è nare per luglio, però a fine set- saltati, ciò costituisce un pericolo per i
carettere politica - ha affermato suddetta via. Per poter effettua- file di automobili. Sin dalle intervenuto il sindaco Ferrara timana prossima apriremo la pedoni poiché il suolo risulta essere irre-
Esposito - legata alla questione dei re gli interventi è stato necessa- prime ore del mattino di (nella foto al centro). Il primo strada per permettere lo scorri- golare. I marciapiedi di molte zone della
revisori dei conti”. “E’ stato scelto rio chiudere l’area interessata e venerdì la circolazione non è cittadino ha commentato: mento almeno parziale del traf- città furono ristrutturati sotto la prece-
di darne due all’opposizione perchè le diverse strade che portano ad stata particolarmente scorrevo- “Venerdì sono intervenuto per- fico”. Il sindaco conclude: “Nel dente amministrazione, la quale definì i lavori fatti “a
non c’è stato accordo nella maggio- essa. La città intera si paralizza- le, tuttavia la situazione è sonalmente perché la situazio- contempo il comandante della regola d’arte”.
ranza - ha aggiunto il sindaco ta, intasata da veicoli. Impres- diventata esasperante intorno ne era veramente inverosimile, polizia municipale verificherà
dimissionario - a questo punto ho sionante la congestione del traf- alle 13:00 del pomeriggio e per cui ci siamo portati presso un percorso alternativo in
deciso di interrompere il mio man- fico, gli ingorghi sono durati soprattutto verso le 18:00 della l’impresa ed ho fatto sì che il modo da non mettere i cittadini Casoria, segnaletica stradale ‘atipica’:
dato. Non è un problema finire sotto svariate ore. Numerosa la pre- sera. Due o tre ore per percorre- dirigente dei lavori pubblici in difficoltà. uno pneumatico per evidenziare un pericolo
nei numeri , infatti ho immediata-
mente reso esecutivo quanto delibe- CASORIA (rn) - Pneumatico infilato
CASAVATORE CASALNUOVO in una grossa buca in via Michelange-
rato”. “Io ne faccio una questione
di carattere politico - ha infine con-
luso - basta con gli sgambetti nella
maggioranza, o si dà un senso di
Sospeso il servizio soste a pagamento Antenne telefoniche, cittadini in protesta lo. Per segnalare il pericolo della vora-
gine, qualcuno ha pensato “bene” di
posizionare nella stessa una gomma
CASAVATORE - Il dirigente tra l’opposizione e l’intera CASALNUOVO - Ritorna zione dei ripetitori. Adesso d’auto. Alto il rischio di sinistro e
coesione o non ci sono i presupposti dell’area di Polizia locale, giunta. L’opposizione ha sem- attuale la polemica sulle però il problema ritornra
per andare avanti”. Questo ha soprattutto forte il pericolo.
Fabio Dimino, il 1 aprile ha pre accusato la maggioranza di antenne telefoniche. Questa attuale, infatti, secondo
dichiarato il primo cittadino poco comunicato, con un’ordinanza, aver bandito l’anno scorso volta il teatro della protesta alcuni cittadini le antenne
dopo aver rassegnato la letter di che il servizio di sosta a paga- ancora il servizio di sosta a non è via Napoli ma la fra- sarebbero già state montate Casalnuovo, rifiuti in viale dei Ligustri:
dimissioni. Fatale, dunque, è stata mento verrà sospeso. Ciò è pagamento senza badare alle zione di Licicgnano. Infatti, e sarebbero già funzionali.
l’elezione dei revisori dei conti con- avvenuto perché maggiormente spese che i residenti e coloro lungo via degli abeti sono Sotto accusa le onde elttro-
continuano gli sversamenti nella notte
sumatasi venerdì mattina iche di la cooperativa concessionaria, che vengono da fuori dovevano stati istallati alcuni ripetitori magnetiche che vengono CASALNUOVO - Continuano gli
fatto ha aperto una profonda crisi che aveva in gestione il servi- affrontare per sostare le loro telofonici. La questione risa- emanate dalle antenne ed i sversamenti abusivi di rifiuti lungo
nella maggioranza. zio, ha deciso di comunicare al auto. A rimetterci sembravano i le a qualche mese fa quando risvolti sulla salute pubblica.
Comune la decisione di sospen- commercianti perché molti di viale dei Ligustri e via Pastino Fon-
In una coalizione che è in carica alcuni residenti della zona Il caso nasce per la mancan- tana. Le due arterie che costeggiano
dallo scorso mese di giugno, quando sione. Una battaglia, quella loro hanno perso qualche clien- hanno protocollato all’atten- za di un regolamento comu-
delle strisce blu, che è comin- te che doveva in continuazione il cimitero della città sono da sempre
Tommaso Esposito, alla guida di zione del primo cittadino nale ad hoc in grado di ogetto di abbandono in strada di
una corposa coalizione di centrosi- ciata circa due anni fa ed è pro- pagare il servizio ogni volta che Antonio Peluso una raccol- disciplinare l’istallazione
seguita poi anche quest’anno veniva ad acquistare nei negozi. immondizia di ogni tipo: dal tal quale agli
nistra con l’Udc all’interno, si è ta firme per evitare l’istalla- delle antenne. ingombranti ed anche pericolosi.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Nord Domenica 11 Aprile 2010
19
ARZANO IL FENOMENO

LA CRONACA In aumento il prestito


di soldi con gli interessi
ARZANO - E’ in aumento il fenome-
no delle estorsioni legate all’usura. I
L’operazione è stata soldi vengono prestati e poi devono
essere restituite con un tasso d’inte-
messa a segno dai militari resse altissimo. Molto spesso chi fini-
sce negli ingranaggi dell’usura è
dell’Arma dei carabinieri costretto a chiudere le proprie aatti-
vità commerciali o addirittura ad inde-
dopo una lunga attività d’indagine bitarsi fino al collo. Purtroppo il feno-
meno è in aumento nonostante l’im-
pegno delle forze dell’ordine e la
nascita di numerose associazioni di
volontariato che servono a sostenere
le difficoltà delle vittime.

Estorsione, imprenditore 27enne finisce in manette


Aveva ridotto al fallimento un venditore di bibite di San Giorgio a Cremano
di Francesco Celardo stato elargito in virtu' di un inquirenti hanno subito chiuso
aiuto per la propria attività di il cerchio facendo scattare poi
ARZANO - Prima gli presta i vendita di bibite. Successiva- l'ordinanza di custodia cautela- CASALNUOVO Domani mattina partiranno i lavori di pavimentazione della strada principale della città
soldi e poi lo minaccia. In mente si sono fatte avanti le re che ha mandato i carcere il
manette è finito Salvatore
Gagliotta ventisettenne
imprenditore incensurato di
Arzano. La storia che ha poi
portato all'arresto del ventiset-
pressioni costanti da parte del
Galgiotta tali da doversi recare
presso la stazione dei carabinie-
ri a denunciare il tutto. Scattano
le indagini. Gli interessi chiesti
Gagliotta. Dopo gli accerta-
menti di rito, il ventiseienne di
Arzano è finito al carcere di
Poggioreale. Adesso la sua
posizione è al vaglio del magi-
Il corso Umberto si rifà il look
tenne parte da quando tre anni ammontavano ad una cifra pari strato. Dunque, una situazione CASALNUOVO (rp) - Domani mat- minori disagi possibili alla circola-
fa, presta alcune somme di a ventimila euro. Le minacce divenuta assurda nel suo com- tina, 12 aprile 2010, partiranno i lavo- zione che verrà consentita, in ogni
denaro ad un effettuate sia per telefono che di plesso. La richiesta dei ventimi- ri di sistemazione e messa in sicurez- caso, ai residenti”.
trentasettenne persona aveva rivendicato il la euro pari agli interessi illeci- za di alcune strade sul territorio citta- Gli interventi previsti saranno ultima-
Aveva commerciante di
bibite residente a
credito illecitamente vantato
prospettando ripercussioni di
tamente maturati accompagnati
poi dalle minacce hanno fatto
dino di Casalnuovo. A darne comuni-
cazione Il Sindaco, Antonio Peluso, e
ti prevedibilmente entro il 20 aprile.
Una settimana per rifare il look alla
prestato San Giorgio a
Cremano. Ad
ogni genere alle vittime. Non
solo, ma durante la perpetrazio-
scattare le varie denunce dalle
quali sono scattate le manette.
l’Assessorato alla Manutenzione stra-
dale.
strada principale della città. In segui-
to, nell’ambito della programmazione
inchiodarlo alle ne delle minacce si era anche L'attività commerciale era for-
soldi per sue responsabi- presentato con una persona in temente compromessa tale da
I lavori interesseranno il Corso
Umberto I, nel tratto compreso tra
per le Opere pubbliche, si interverrà
anche su altre importanti arterie urba-
lità ci hanno via di identificazione che la vit- finire sull'astrico. l’incrocio con Via San Giacomo fino ne. La calendarizzazione delle opere
farseli pensato le inda-
gini portate
tima ha riconosciuto come
colui che il 5 febbraio lo aveva
Le minacce sono continuate in
modo incessante. Tutte raccon-
all’incrocio con Via San Marco . Gli
interventi consisteranno nel rifaci-
sta consentendo di effettuare a rota-
zione i lavori in maniera da evitare di
ridare con avanti dai cara-
binieri della sta-
accoltellato. Poi nel Luglio del-
l'anno scorso il padre del
tate agli inquirenti che hanno
poi formato il castello accusa-
mento del manto stradale e nella siste-
mazione dei chiusini ai margini dei
paralizzare il traffico cittadino.
“Questi interventi, a cui ne seguiran-
gli interessi zione di San
Giorgio a Cre-
37ene, terrorizzato dalle minac-
ce, aveva consegnato a Gagliot-
torio dalla quale è partito il
provvedimento da parte del
marciapiedi. “Nei prossimi giorni si
interverrà sulle strade interessate
no altri – ha dichiarato il sindaco
Antonio Peluso – sono una prima interventi di ripavimentazione strada-
mano. Le inda- ta un assegno postale di 6.000 giudice per concorso in estor- attuando importanti interventi di risposta che l’amministrazione inten- le. Il normale scorrimento veicolare
gini portate avanti dai militari euro con la promessa di vende- sione continuata. Nel mirino sistemazione per garantire la sicurez- de dare per rispondere alla necessità sarà garantito dagli uomini della Poli-
dell'arma hanno accertato che re l'abitazione di proprietà per delle minacce era finito anche il za del traffico automobilistico e il di una efficiente mobilità sul territo- zia municipale agli ordini del coman-
tra il 2007 e giugno 2009 il estinguere il debito. Una situa- padre del trentasettenne com- corretto transito dei pedoni. Gli inter- rio cittadino”. Finalmente la strada dante Marco Carrera, che provvede-
Gagliotta aveva prestato in vari zione divenuta insostenibile merciante il quale aveva in un venti – spiega l’Assessore al ramo - principale della città sarà messa in ranno a regolamentare il traffico.
momenti la somma comples- dove il povero commerciante primo momento aveva tampo- verranno realizzati chiudendo par- sicurezza. La zona più in crisi dal cat- Saranno utilizzate come valvole di
siva pari ad ottantamila euro oramai strozzato dal debito ha nato con una assegno di sei
ad un rivenditore poi costretto dovuto ricorrere ai carabinieri. mila euro con la promessa di zialmente, e a rotazione, le strade tivo stato della pavimentazione stra- sfogo via Virnicchi e via Strettola
al fallimento. Il prestito era Le indagini portate avanti dagli vendere la casa. interessate cercando di arrecare i dale è proprio l’aria interessata dagli Romano oltre via Saggese.

MELITO Scossone in Consiglio, il capogruppo dell'Udc Sanarico passa nel Pdl. Per lui pronta la leadership del partito

Presidenza dell’Assise, Amente punta su Mottola


MELITO (rp) - Pare sia do continua ad appoggia-
Melito, un futuro non globalizzato:
Orefice presenta 'Eyes' ai suoi concittadini
tempo di schiarite per
quanto riguarda la presi-
Tempo di schiarite per l’amministrazione comunale re la maggioranza, stesso
discorso non può essere
MELITO - Parte da Melito il tour del-
l'autore locale Fabio Orefice. Lo scrittore
denza del consiglio gioranza amentiana. Le i partiti. Quindi non Amente, ora consigliere Sanarico - Lascio l'U- fatto per Giovanni Bar- ha infatti presentato il suo primo roman-
comunale. A succedere dimissioni del capogrup- posso fare altro che regionale, e passare nel nione di centro in modo retta. Quest'ultimo due zo, il fantascientifico 'Eyes'. La storia
allo sfiduciato Giuseppe po del Popolo della seguire il mio segretario Popolo della Libertà. Ha indolore e 'affido' a Cor- mesi fa aveva abbando- narra di un uomo alla ricerca dell'ispira-
Patrizio Esposito Libertà Florindo Buffar- cittadino Mafalda dichiarato un raggiante rado Corrado la leader- nato gli amentiani pas- zione e della "Musa" perduta, uno scritto-
dovrebbe essere l'attuale di hanno avuto un segui- ship del partito in consi- sando così all'opposizio- re di un lontano futuro globalizzato. Uno sguardo su
capogruppo di Italiani to. Il suo ex collega del- glio comunale". Corrado ne all'indomani della ciò che potrebbe accadere se i pregiudizi.
nel mondo Francesco l'Udc Carmine Sanari- in qualità di vicecapo- revoca dell'assessore
Mottola. A spingere per co è pronto a passare gruppo rappresenterà la Gino Gabbano, nel frat-
la candidatura dell'ex nelle fila dei berlusco- forza politica di Casini tempo nominato commis- Melito, auto in sosta vietata:
assessore alle Politiche niani di cui, con ogni in Assise fino all'elezio- sario cittadino dell'Udc.
sociali sarebbe il sindaco probabilità, diventerà il ne del nuovo capogrup- Presidente dell'Assise e task force dei vigili in via Roma
Antonio Amente che leader in Assise". "Con po. Cosa questa che si fa capogruppo del partito MELITO - Erano stati gli stessi com-
avrebbe trovato in Mot- la coerenza che mi ha davvero possibile visto principe ma non solo, mercianti di via Roma a richiedere più
tola la quadratura di un sempre contraddistinto le due diverse posizioni visto che volte l'intervento della polizia munici-
cerchio che giorno dopo in politica ho dimostrato politiche dei due mem- sono attesi anche i nomi pale per la regolamentazione della
giorno si faceva sempre che per me contano, e si bri dello scudocrociato. dei vice di coloro ai quali sosta. Per mesi infatti ci sono stati enor-
più impenetrabile. Al più votano, gli uomini e non Carmine Sanarico Francesco Mottola Infatti se da una Corra- verranno affidati i due mi disagi sul corso principale della
presto si riunirà l'Assise importanti incarichi. città, provocati da auto in sosta vietata che ostrui-
per scegliere il nuovo Novità sono attesa anche vano il passaggio di altre vetture.
leader e già in quella in giunta dove 'l'allonta-
seduta potrebbero esserci MELITO Il giovane politico: “Lascio il partito perchè in disaccordo con le scelte politiche” namento' di Gino Gabba-
numerose novità. Tra no ha fatto si che si libe- Afragola, ‘Festa della primevera’: oggi
queste la fusione nel
Popolo della Libertà del
gruppo di Italiani nel
mondo composto al
Simeone molla il Pd e ritrova Capriello nel gruppo misto
MELITO (Luciano Mot- tempo dal partito a livello stati chiari segni che mi sono stato il fondatore.
rasse una poltrona.Il
nuovo assessore non sarà
ad ogni costo un esperto
in economia. La delega
l’evento organizzato dalla commissione Giustizia
AFRAGOLA (pdm) - Festa della prima-
vera. Si svolgerà oggi, undici aprile. Orga-
momento, oltre che da tola) - Alessandro Simeo- regionale e provinciale; hanno portato a questa Avevo deciso di la sciare il al Bilancio è stata infatti nizzata dalla Commissione Giustizia,
Mottola, dall'ex presi- ne (nella prima foto) lascia l'esistenza di pericolose decisione". “Ci tengo a Pd perchè non mi rivede- affidata all'assessore alla Pace ed Integrità del Creato (Jv) dell'OFS
dente della commissione il partito Democratico e lotte interne, ricche di sottolineare - ha concluso vo più in quella linea poli- Pubblica istruzione Edi- e della Gifra, la Festa intende promuovere
Lavori pubblici Felice Di passa nel gruppo misto. La conflitti tra persone che Simeone - che non rinne- tica - ha lizia scolastica Paolo Di una maggiore conoscenza di produttori e
Girolomo. L'obiettivo del decisione era già nell'aria sono diventate oramai go le scelte fatte nel 2008 dichiara Matteo che potrebbe prodotti del territorio afragolese. Si tratta di una
primo cittadino Amente è da qualche giorno ma ora delle vere e proprie faide alle amministrative e la Capriello - Io 'tenerla' qualora il sinda- mostra di prodotti locali.
quello di costituire un è ufficiale. “Comunico, interne, che nulla hanno a conseguente entrata nel e Simeone co Amente decidesse di
Popolo della Libertà for- con la presente la volontà che vedere con il mio Pd e che non sono mai siamo indi- scindere qualche assesso-
tissimo in città e proprio di dimettermi dalla carica modo di vivere e di fare entrato in contrasto con il pendenti e rato e arrivare così a Casalnuovo, raccolta rifiuti:
per questo motivo elettiva ricoperta all'inter- politica ed il desiderio di gruppo consiliare del Par- valuteremo la quota dieci con l'inseri-
dovrebbero arrivare que- no del partito e la conse- controllo che emerge da tito Democratico". Simeo- situazione mento di un politico il il servizio alla Igica per 9 mesi
ste due nuove entrate (in guente dimissione dal alcune prese di posizione ne ritrova così Stefano politica gior- cui nome è ancora top
verità quello di Di Giro- gruppo consiliare del Par- di molti "potenti o prepo- Capriello (nella seconda no dopo gior- secret. CASALNUOVO - Dopo l’interditti-
tito democratico del tenti" del partito, la man- foto) con il quale aveva no. va antimafia alla Saba ecologia il
lamo è un ritorno, visto L'amministrazione
Comune di Melito - ha canza di effettiva comuni- già condiviso l'esperienza Lavoreremo comune di Casalnuovo ha avviato le
che il giovane politico fu Amente si appesta così a procedure per l’affidamento del ser-
eletto nel 2008 proprio esordito Simeone - La cazione con i cittadini e nel Pd. in simbiosi cambiare pelle un rimpa-
motivazione di tale scelta con la società civile che "Non può che farmi piace- nell'interesse vizio. Alla fgine dopo qualche setti-
nelle fila degli azzurri). sto già annunciato a fine mana l’ha spuntata la Igica di Cai-
E' tempo di riorganizza- è da ascrivere alle conti- tanto viene richiamata nei re l'entrata di Simeone nel della cittadi- dicembre dalla tre volte
nue scelte operate da discorsi dei politici, sono gruppo misto di cui io nanza". vano, società controllata dal comune di Cai-
zione, quindi, nella mag- fascia tricolore. vano.
20 Domenica 11 Aprile 2010 Napoli Nord CRONACHE di NAPOLI

QUARTO FRATTAMAGGIORE
LA POLITICA
I BALLOTTAGGI Trovato senza vita in casa, 28enne Evade dagli arresti domiciliari, preso 62enne
Sono tre i comuni stroncato da un overdose letale Sottoposto a misura detentiva per estorsione
QUARTO (an) - E' nieri di Quarto, diretti dal FRATTAMAGGIORE sorpreso dai militari del- domicialiri.Onofrio Bel-
a Nord di Napoli che dovranno stato trovato senza vita maresciallo Antonio - Frattamaggiore arresto l’arma all’esterno della monte, sorpreso lontano
nel letto della sua abita- Flore. Il pm di turno, per evasione dagli arre- sua abitazione. Nn c’è dal suo domicilio è in
attendere il secondo turno zione. Si tratta di un gio- intanto, ha disposto l'auto- sti domiciliari. I carabi- stato scampo per l’uomo attesa del processo con
vane, M. P. di 28 anni. Il psia sul corpo del ventot- nieri della locale stazio- che immediatamente il rito per direttissima
prima di avere l’ufficialità corpo è stato trovato dai tenne al fine di fare chia- ne hanno tratto in arre- riconosciuto dalle forze davanti al giudice com-
genitori. I due si erano rezza sui motivi del sto per evasione Ono- dell’ordine è stato petente. Intanto no si
sull’elezione del sindaco preoccupati in quanto il decesso. Secondo quanto frio Belmonte, 62enne, immediatamente blocca- ferma l’impegno delle
figlio non dava segni di medici del 118 e i militati appreso, pare che il gio- del luogo, già noto alle to e tratto in arresto. forze dell’ordine sul ter-
vita. Si sono recati nella dell'Arma. I medici non vane, abbia passato la forze dell’ordine, attual- Dopo gli accertyamenti ritorio sempre vigili ed
stanza del figlio e hanno hanno fatto altro di con- notte fuori casa e quindi mente agli arresti domi- di rito l’uomo è stato attente. Un impegno
tentato di rianimarlo ma stare il decesso. Sulle non si esclude un cocktail ciliari per estorsione. bloccato. Adesso dovrà costanbte finalizzato al
per lui non c'era più nulla cause della morte del letale di stupefacenti o Verso le 17.00 di rispondere dell’accusa contresto dei fenomeni
da fare. Hanno allertato i 28enne indagano i carabi- overdose. venerdì Belmonte è stato di evasione dagli arresti di devianza criminale.

Ballottaggi, oggi si ritorna al voto


Le urne riapriranno nei comuni di Mugnano, Caivano e Bacoli. Sfide all’ultima preferenza
di Daniele Giordano
A Caivano la sfida
CAIVANO - Oggi è il grande gior-
no dei ballottaggi. Sono tre i Comu-
ni a Nord di Napoli che attendono
tra Simone Mono-
poli e Antonino
Falco
Frattamaggiore, Russo verso la proclamazione
con impazienza il secondo turno
elettorale. Ancora una volta i cittadi-
ni saraqnno chiamati ad esprimere la
propria preferenza, in questo caso
A Mugnano lo
scontro tra
Vincenzo Massa-
Nei prossimi giorni i primi ‘spunti’ per la giunta
relli e Giovanni
però lo dovranno fare solo per il Porcelli F R AT TA M A G G I O R E no alcuni voti nei seggi. Il te. Al momento sembrano
candidato sindaco. Il Consiglio A Bacoli faccia a
(Teresa Cerisoli) - C'è ricorso che tiene un po' azzardate tutte le voci che
comunale, infatti, è già stato deli- attesa in città per la ceri- tutti con il fiato sospeso è riguardano i membri della
faccia tra Ermanno
neato adesso si dovrà capire quanti monia di proclamazione quello del candidato giunta. Qualcuno mormora
Candidati di Caivano: Antonino Falco e Simone Monopoli Schiano e Giam-
seggi saranno ripartiti tra maggio- del sindaco che si svolgerà Pasquale Gervasio, del che potrebbero ricoprire il
ranza ed opposizione. Il comune più paolo. Le Urne martedì mattina. Nell'occa- Partito Democratico, ruolo di assessori i primi
grande è quello di Caivano. A con- elettorali riapriran- sione, a Francesco Russo attualmente primo dei non non eletti di tutte le liste.
tendersi la fascia tricolore: Simone no alle 8.00 in sarà formalmente riconse- eletti, che ha chiesto il Un criterio di scelta ridutti-
Monopoli per il centro destra e punto del mattino gnata, dal presidente del- riconteggio dei voti della vo per una compagine forte
Antonio Falco per una coalizione di per chiudere alle l'ufficio elettorale centrale, coalizione per la ripartizio- e già al secondo mandato.
centro. Tra due giorni si saprà il 22.00. Si replica la fascia di primo cittadi- ne della quota proporzio- La giunta dovrà avere sette
nome di colui che amministrerà Cai- lunedì fino alle no, che ha già indossato nale. membri secondo quanto
vano per il prossimo quinquennio, 13.00. Destino nel quinquennio Le urne hanno consegnato previsto dalla conversione
sostituendo l'amministrazione incerto in tutti i 2005/2010. Per la convali- a Francesco Russo un'am- in legge del decreto n. 2
Papaccioli, sciolta in anticipo a comuni che atten- da degli eletti al consiglio pia maggioranza, formata del 2010, fatta dal Senato,
causa della firma di sedici consiglie- dono l’elezione del comunale, invece, i tempi da 19 consiglieri: 10 del come già accaduto nel
ri comunali. Il candidato a sindaco primo cittadino saranno più lunghi, essen- Pd, 4 dell'Udc, 3 di Idv e 2 quinquennio 2005/2010.
Simone Monopoli concorrerà con la sarà un confronto do stati depositati diversi dell'Api. Se il ricalcolo dei Quello che appare certo è
sua storica alleanza formata da sei ricorsi, da parte di consi- voti sarà favorevole alla che nessun consigliere
Candidati di Bacoli: Ermanno Schiano e Carlo Giampaolo all’ultima scheda.
partiti, Alleanza glieri non eletti e di consi- coalizione vincente potreb- comunale dei diciannove
di centro, Popolo glieri eletti che non trova- be scattare un altro consi- eletti in maggioranza si
della libertà, gliere al Pd, proprio Ger- dimetterà per andare a
Nuova Italia, vasio. Altrimenti resterà ricoprire il ruolo di asses-
Democrazia cri- tutto come adesso, cioè sore, essendo incompatibi-
stiana, Popolari con l'assegnazione per i le il doppio incarico.
Udeur, Alleanza voti proporzionali di un Ancora nessun nome è
di Popolo. Men- consigliere alle liste che stato fatto per la presiden-
tre Antonio facevano capo al candidato za del Consiglio comunale
Falco, oltre alla sindaco Luigi Grimaldi, e per la presidenza del
sua coalizione, che porta con se nel parla- Consorzio Cimiteriale dei
formata anch'essa mentino frattese 4 consi- comuni di Farttamaggiore,
da sei partiti, glieri per la civica Impe- Farttaminore e Grumo
(Unione di cen- gno Popolare e 1 per il Nevano. All'indomani del
tro, alleanza per Partito Repubblicano. voto per la presidenza del
l'Italia, i Repub- Dieci giorni dopo la conva- Consiglio era stato fatto il
blicani democra- lida degli eletti, il sindaco nome di Luigi Lupoli, di
tici, Italia Popo- Russo potrà convocare la Idv, consigliere più votato,
lare, i Socialisti prima riunione del civico con 603 preferenze. Nei
per Caivano e consesso che sarà presie- prossimi giorni si saprà
l'Mpa), ha allar- duto dal consigliere anzia- qualcosa in più sulla que-
gato la sua cer- no Orazio Capasso, presi- stione giunta e presidente
chia di alleanze, dente del Consiglio uscen- dell’Assie
trovando accordi
con l'ex candida-
to sindaco Carlo
Ciccarelli, con la
lista civica rilan-
ciamo Caivano. CARDITO - IL PROVVEDIMENTO
Le altre coalizio-
ni hanno, invece, deciso di non
apparantersi in modo formale con
nessuono. A Bacoli invece Erman-
Pozzuoli, aggressione al sindaco Giacobbe:
Città sicura, pronto il piano di videosorveglianza
no Schiano del centrodestra, rispon-
de e Giampaolo del centrosinistra. arriva la solidarietà di Ermanno Russo
Negli ultimi giorni la campagna
elettorale è stata accesa e combattu- POZZUOLI - “Esprimo solidarietà
ta. Gli screzi tra i due candidati sin- al sindaco di Pozzuoli Pasquale Gia-
daci pronti a sfidarsi al prossimo CARDITO (Piera Di Micco) - neranno h 24, monitorate e scarsa illuminazione. Le teleca- stanno lavorando scrupolosa-
Legalità e sicurezza, questi gli gestite della polizia municipale, mere scelte hanno costi più ele- mente alla pianificazione di cobbe per il tentativo di aggressione
ballottaggio che si terrà oggi e che purtroppo l'ha visto vittima nella
domani non si sono mai fermati. obiettivi della casa comunale hanno lo scopo di garantire vati, ma anche proporzionati al un'iniziativa a cui tengono in
carditese. A breve si realizzerà maggiore sicurezza i cittadini, maggior risultato che potranno particolar modo soprattutto per sua città". A dichiararlo è Ermanno
Incerta è la sfida a Bacoli dove i due Russo, consigliere regionale del
candidati si sfideranno fino all’ul- il progetto videosorveglianza . tenendo sotto controllo la mal- dare rispetto a quelle preceden- far fronte alla micro delinquen-
Questo curato dal consigliere vivenza locale, ma non solo, le temente programmate. Come za, circoscrivendola, nonché Popolo della Libertà e presidente
timka scheda elettorale. Altro comunale Pasquale Barra e dal stesse avranno l'obiettivo di fre- ha sottolineato il consigliere alle illegalità presenti sul territo- della commissione speciale di con-
importante comune che si appresta vice presidente del consiglio nare le azioni dei trasgressori Pasquale Barra: " Era il massi- rio, sperando di tranquillizzare trollo sulle Politiche giovanili, disagio sociale
ad affrontare il secondo turno eletto- Rocco Di Nardo (quota pdl), nell'ambito dell'ecologia. Non si mo che potevamo ottenere, la popolazione. A tal proposito ed occupazione. "Le istituzioni meritano
rale è quello di Mugnano. nonché finanziato dalla Regione esclude un collegamento anche siamo uno dei 41 comuni che è intervenuto anche Rocco Di rispetto sempre. La politica è spirito di servi-
La sfida è tra il candidato Vincenzo Campania per ben 70 mila euro. con le forze dell'Ordine, in hanno ricevuto il finanziamen- Nardo, asserendo: " E' il primo zio e sacrificiodemocrazia e merita rispetto.
Massarelli (nella foto in basso) che Le telecamere di videosorve- modo particolare nelle ore not- to, questo richiesto nel passo per garantire sicurezza e
si è fermato voti 6118 - 29,95 per glianza verranno installate in turne. Rispetto alle telecamere 2005".La videosorveglianza h legalità ai cittadini cardi tesi".
cento e corre con l’appoggio dei gran parte delle strade della precedentemente progettate, 24 è un progetto a cui l'ammini- Proprio in virtù della garanzia
Popolari Democratici con Vincenzo città, partendo dal centro alla queste saranno munite di infra- strazione sta dando massima alla sicurezza a 360 gradi
Casandrino, Salvatore Volpe:
Massarelli, la Sinistra Ecologia e periferia, in particolar modo rossi, in modo da ottimizzare il accuratezza. In stretta collabora- durante il corso dell'anno è stata “Faremo un’opposizione costruttiva”
Libertà, il Partiton democratico, verranno controllate le zone del controllo anche in luoghi con zione con la polizia municipale, attivata più volte dall'ammini-
Rifondazione Comunista, e Liberal Parco Cardito e la zona Slai, il strazione Barra la sorveglianza CASANDRINO (tc) - Si apprestano a
Democratici. Contro di lui Giovan- parcheggio comunale di Via privata in alcuni punti nevralgi- fare una opposizione costruttiva e non
ni Porcelli (nella foto in alto), voti Marconi, il parcheggio comu- ci della città (parco cardito e la ottusa Salvatore Volpe (nella foto) ed
6275 ed il 30,72 Per cento. Porcelli nale di via De Gasperi, il centro villetta comunale intitolata i consiglieri di Democrazia e Libertà,
è il leader di una coalizione centrista storico di Cardito e Carditello, Rodomonte Chiacchio nella sconfitti nella tornata elettorale del 28
con Udc, Idv, Mpa, Giovanni Por- luoghi in cui si verificano la zona slai), un servizio nato da e 29 marzo. Per giovedì prossimo è
celli sindaco, Democratici in movi- maggiorparte delle illegalità. un accordo con la società di stato convocate dal sindaco Antimo
mento, Api, Peter Pan. Infatti le telecamere, che funzio- sicurezza privata "i vigilantes". Silvestre, la prima seduta del consiglio
Domani sera si saprà qualcosa in più comunale, presieduta dal consigliere anziano
sul risultato definitivo del voto nei Salvatore Picardi. All'ordine del giorno l'esame
tre comuni della provincia a Nord delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e
dio Napoli. compatibilità degli eletti e le eventuali surroghe.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Domenica 11 Aprile 2010


CRdeOl NNolano
ACHE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 21

NOLA VOLLA
NOLA
LA POLITICA Tuccilo: via Rapina,
dal gruppo ed evasione,
Cartellino rosso per il capogruppo per la sua in tre finiscono
della minoranza in Consiglio, ‘colpevole’ di aver incongruenza dietro le sbarre
apertamente sostenuto durante la campagna NOLA (adasc) - Argomentazioni VOLLA - Nella giornata di
ieri, gli agenti del Commissa-
elettorale per le regionali Pasquale Sommese deboli e pretestuose. Così il Vice
Coodinatore Regionale del Partito riato di polizia di Ponticelli,
Democratico, Domenico hanno tratto in arresto su
Tuccillo, ha commentato la rea- provvedimento dell’Autorità
zione di Carmela Scala, circa il Giudiziaria tre persone. Il
provvedimento di espulsione dal primo è stato Enzo Calise,
partito a suo carico. “ Si tratta per 27ene di Afragola che è stato
la verità - ha affermato lo stesso arrestato sulla base di un

Scala e Pd, divorzio annunciato


Tuccillo - di un tentativo un po’ Ordinanza emessa dal Tribu-
penoso di arrampicarsi sugli spec- nale di Napoli emessa in
chi - che ha aggiunto siamo di seguito ad un attività investi-
fronte ad osservazione di scarsa gativa della Polizia. I poli-
valenza politica per giustificare ziotti erano infatti riusciti ad
un comportamento che è ingiusti- individuarlo quale autore di
ficabile sotto il profilo della con- una rapina a mano armata per-
L’esponente dell’opposizione: sono stata sempre leale e solidale con il partito dotta. In politica tutte - preme sot-
tolineare - le scelte sono legittime,
pretrata in danno di un distri-
butore di carburanti. Il secon-
significativo consenso è basta che le si assuma in modo do è stato Alessandro Rug-
di Antonio D’Ascoli LA PAROLE chiaro e che le stesse vangano
sempre stata la sotto- giero, 30enne di Volla, ma di
AL VETRIOLO scritta, che in molti casi, motivato in modo onesto. Per fatto domiciliato a Napoli.
NOLA - Il Partito quanto concerne la chiarezza, la Ruggiero è stato oggetto di un
Democratico e Carmela DEL COSIGLIERE come nelle ultime ele- nostra opinione è che posizioni
zioni amministrative ha provvedimento emesso dalla
Scala, si dicono addio. ambigue in politica non debbano Procura della Repubblica di
Un addio amaro, condito tenuto letteralmente in essercene, sino a che si fa parte di
vita il partito. Numeri Cassino per l’espiazione di
da non poche polemiche, un partito - aggiunge ancora Tuc- una pena di sei mesi in regime
che testimoniano il mio
dopo che l’autorevole
esponente politico ne è
1 grande impegno per il
cillo - che vuole essere degno di
questo nome. Diversamente
di detenzione domiciliare. I
Ha detto Pd. Non va altresì sarebbe un albergo e non un parti-
poliziotti di Ponticelli hanno
stato uno dei punti cardi- infine rintracciato ed arrestato
ni in questi anni. Da dimenticato che sia in to e a noi interessano persone che
“In occasione delle occasione delle ammini- vogliono stare in un partito e non Salvatore De Siervo, 31enne
diverse settimane, Scala, napoletano. L’uomo era sotto-
che in consiglio rivestiva amministrative, per la strative, per la candida- in un albergo. Per quel che riguar-
candidatura a sinda- tura a sindaco, sia in da invece l’onestà delle motiva- posto alla Misura di Sicurezza
il ruolo di capogruppo, e Detentiva presso una Casa
co, sia in occasione occasione delle ultime zioni, debbo dire che innanzitutto,
nelle ultime amministra- Lavoro ed aveva usufruito di
delle ultime regionali, regionali, sul mio nome era stata data piena disponibilità
tive ne era stata la prima sul mio nome c’è una licenza di 7 giorni con-
eletta, aveva assunto una c’è stata una levata di da me stesso ad una candidatura
stata una levata di scudi, nonostante il mio della professoressa Scala. Per cessagli dal Magistrato di
posizione aventiniana, scudi” Sorveglianza del L’Aquila per
non condividendone la pluriennale impegno, il quel che riguarda il partito locale
mio vasto consenso, la non ci sono rilievi da poter fare, passare le festività Pasquali in
linea politica. Distanze per il semplice fatto che io stesso compagnia dei familiari. Al
che con l’andare del mia esperienza, il mio
impegno. sono venuto ad occuparmene in termine della licenza l’uomo
tempo, si sono sempre con il provvedimento di capogruppo consiliare del rappresentanza della Segreteria non ha fatto rientro. De Sier-
più divaricate, giungen- espulsione a carico della Partito, ruolo che ho svol- 2 Il partito ha dimostrato
tutto l’individualismo di regionale, per aprire una nuova vo è stato quindi subito tra-
do al culmine in questa stessa Scala. Ma l’ormai to sempre con grande pas- Sul partito cui è pervaso. Io sono fase con il contributo di tutti. Io dotto presso la Casa Circon-
ultima campagna eletto- ex capogruppo non ci sta sione, onestà, fino all’ul- stesso ho invitato ripetutamente la dariale di Poggioreale.
rale per le regionali, e va al contrattacco con timo consiglio comunale. stata sempre leale e soli-
“Il partito ha dale. Sono una moderata professoressa Scala - sottolinea
allorché Scala ha appog- un fuoco a volontà di Si legge, che i vertici del ancora Tuccillo - ad incontri con
dimostrato tutto - conclude Scala - torno
giato l’onorevole Som- dichiarazioni, alcune partito abbiano scritto gli altri consiglieri e il partito, per
l’individualismo al centro. In consiglio
mese, “pezzo buono del- delle quali piuttosto pun- anche a Bersani. Mi il aprire insieme una fase nuova.
di cui è pervaso. comunale sarò nel grup-
l’argenteria” del Partito genti. “Non è stato affatto domando perché non Io sono stata A questi incontri, la professoressa
Democratico, passato tra elegante che un simile abbiano scritto allo stesso po misto, in attesa della Scala, si è sempre sottratta. Evi-
sempre leale e futura costituenda di
le fila dell’Udc, poco provvedimento sia stato Presidente della Repub- solidale”
dentemente aveva già maturato
prima della tornata elet- comunicato, prima ad una blica, Giorgio Napolita- centro con l’Udc, un altre decisioni. Il mio pensiero è
torale. “ In quest’ ultima giornalista del posto via no. Io non vivo di politi- progetto in cui crede l’o- che sarebbe stato più lineare e
campagna elettorale non email e poi alla sottoscrit- ca, sono in primo luogo norevole Sommese, ed coerente, anche rispetto ai suoi
nego di aver aiutato il ta - ha affermato la stessa un’ insegnante. La politi- anch’ io”. Itanto per il stessi elettori, se lo avesse fatto
mio amico Pasquale Scala - Appare palese che ca è per me solo servizio. pd locale è tempo dei presente in modo chiaro e per
Sommese (Udc) a cui qui vi è lo zampino dei In queste settimane ho 3 bilanci il Partito Demo- tempo, evitandoci di prendere
sono legata da un comu- consiglieri comunali del solo espresso - va ancora La rottura cratico di Nola e dell’a- questo sgradevole provvedimen-
ne percorso politico e di Partito Democratico nola- giù duro la stessa Scala - rea nolana prova a risali- to, motivato con riferimento al
consolidata e leale ami- no, gli unici che potevano un dissenso rispetto alla re la china, dopo le dia- codice etico del Partito Democra-
“In queste settima- tico che prevede l’impegno degli
cizia”. Aveva dichiarato indirizzare in tal senso la linea politica del partito, tribe interne che ne
ne ho solo espresso iscritti a sostenere i candidati del
la stessa Scala, nei gior- notizia. Di quanto affer- ma non mi sono mai hanno minato fin dall’o-
un dissenso rispetto partito e quindi fa divieto di dare
ni scorsi. Un’ afferma- mo, me ne assumo la iscritta a nessun altro par- alla linea politica del
rigine la nascita e le
recenti defezioni “illu- sostegno a candidati di altri parti-
zione rispetto alla quale, piena responsabilità. Una tito ne tanto meno ne ho partito, ma non mi ti. Tutto questo, mi sembra abba-
i vertici del Partito situazione che rappresenta frequentato le sezioni. Si sono mai iscritta a
stri” che hanno ulterior-
mente infiammato la stanza normale. Notificheremo il
Democratico regionale, al meglio l’arrivismo di dimentica - continua nessun altro partito” provvedimento stesso, lunedì al
non hanno fatto attende- certi personaggi e di come ancora Scala - che l’unica polemica e da circa due
mesi commissariato. Presidente del consiglio comuna-
re la propria risposta, faccia gola il posto di persona a canalizzare un le”.

CIMITILE
CIMITILE (Maria cambiati ed arricchiti di
Almavilla) - Riparte a
tutto sprint la vita
amministrativa di Cimi-
tile. Convocato, infatti,
per lunedì 12 aprile alle
Domani la prima Assise nuova linfa. Il gruppo
Provvisiero monco di
tre elementi della mag-
gioranza uscente, si è
completato sostituendo i
Nola, domenica senza luce
nell’hinterland della città
ore 18.00 il primo con-
siglio comunale. La riu-
nione si terrà presso la
struttura di Via Enrico
De Nicola, attuale sede
per la squadra di Provvisiero tre nomi con le nuove
leve quali Massimo
Scala, Vincenzo Tede-
schi e Francesco Apri-
le. Il gruppo di Oltre
NOLA - Una domenica senza per l’hinterland nola-
no che dovrà rinunciare all’energia elettrica per
diverse ore. L’energia elettrica mancherà dalle sei
alle 11 i cittadini di Nola, Cimitile, Casamarciano,
comunale, nell’attesa
della consegna della
Tra i punti la comunicazione dei componenti della giunta vede rinnovare la fidu-
cia al solo Carmine
San Paolo bel Sito zona Staveco, la strada provincia-
le Nola- San Vitaliano e San Vitaliano nella zona del
cimitero non potranno usufruire della corrente elet-
sede ufficiale di Piazza vamente l’alba della vit- L’ordine del giorno, degli eletti nella consul- della nomina dei com- Greco, in quanto trica. E’ la Snie società nolana imprese elettriche a
Conte Nicola filo della toria dopo 5 anni di sarà quello tipico di tazione elettorale del ponenti della Giunta Buglione va di diritto a comunicarlo, sarà necessario staccare la corrente per
Torre. Sarà la prima amministrazione, e dal- ogni Consiglio inaugu- 28/ 29 marzo 2010; 2) Comunale; 4) Discus- ricoprire il ruolo di alcuni lavori di manutenzione straordinaria, ma
occasione per vedere i l’altro il gruppo di rale: 1) Esame delle Giuramento del sinda- sione ed approvazione capo gruppo in quanto niente paura per le dodici tutto dovrebbe ritornare
due schiera- Oltre, capeggiato da condizioni di eleggibi- co; 3) Comunicazione delle linee programma- candidato sindaco non alla normalità.
menti che si Luciano Buglione. lità e di compatibilità da parte del sindaco tiche di governo; 5) Ele- eletto. Anche in questo
sono affron- zione della Commissio- caso i tre nomi non con-
tati nelle ne elettorale Comunale; fermati sono stati sosti-
amministra- 6) Elezione del Presi- tuiti da tre nuove leve: Pollena Trocchia, aule sporche: insorgono
tive dello dente del Consiglio Francesca Balletta, le mamme degli allievi della Musci
scorso 28 e Comunale. Quest’ulti- unica donna in Consi-
29 marzo, mo è già stato indicato glio comunale, Tomma- POLLENA TROCCHIA - Dopo i lavori di rifaci-
di nuovo nei giorni scorsi nella so Panagrosso e Emilio mento nel Plesso Musci non sono state fatte le puli-
l’uno di persona di Vincenzo Buglione. A seguire, zia I genitori chiedono più attenzione e sognano
f r o n t e Tedeschi. I due schiera- nelle prossime settima- una cittadella scolastica per i loro figli. Ad insorge-
all’altro. Da un lato i menti, pur essendo gli ne, vi sarà la convoca- re sono le mamme che lamentano una scarsa puli-
Democratici per Cimiti- stessi già presenti nel zione di un ulteriore zia delle aule. La denuncia dei genitori accompa-
le, capeggiati dal sinda- civico consesso della Consiglio per la nomina gnando i propri figli a scuola, hanno trovato i salo-
co Nunzio Provvisiero, precedente amministra- delle Commissioni ni della stessa in pessime condizioni igieniche.
team che ha visto nuo- zione, risultano in parte comunali. Pavimenti impolverati, centimetri di polvere sui
banchi, mura e finestre sporche, tutte condizioni
che avrebbero potuto mettere in pericolo la salute
dei bambini allergici o affetti da asma.
22 Domenica 11 Aprile 2010 Nolano CRONACHE di NAPOLI

POMIGLIANO L’uomo è stato bloccato presso la fermata della circumvesuviana. L’arma è stata sequestrata ed il maltolto restituito alla vittima
VOLLA
IL CASO Minaccia col coltello un 17enne e lo rapina, arrestato
POMIGLIANO D’ARCO (rc) - A tradotto nella casa circondariale di giunti all’identificazione dei due gra-
pomigliano i carabinieri della locale poggioreale. Un fenomeno non zie ad un minuzioso lavoro info-inve-
La disperazione dell’ex dipendente: stazione hanno tratto in arresto in fla-
granza di reato Saban Emran, della
distaccato quello delle rapine sulla
circumvesuviana che meno di una set-
stigativo, supportato dall’utilizzo del
sistema di telecamere a circuito chiu-
ho una moglie e due figli da mantenere Macedonia, 19enne, domiciliato a
Mariglianella, resosi responsabile di
timana fa portò all’arresto di altre due
persone sempre di nazionalita stranie-
so installate all’interno dello scalo
ferroviario. Fondamentale per il
L’assunzione dell’uomo era stata avallata rapina aggravata. Su segnalazione di
rapina, i carabinieri sono intervenuti
ra. Già da diversi mesi i due malvi-
venti, armati di coltello, terrorizzava-
fermo anche l’individuazione di per-
sona effettuato dalla vittima che,
da una serie di delibere della giunta municipale nella locale stazione della circumve-
suviana bloccando l’uomo mentre
no i passeggeri della Circumvesuvia-
na e li rapinavano. Dopo l’ennesimo
immediatamente chiamato a testimo-
niare, è stato in grado di affermare
tentava di darsi alla fuga immediata- colpo, messo a segno a marzo, ai che i due soggetti erano gli stessi che
VOLLA (Almerico Colizzi) – Da due mente dopo aver rapinato del telefo- danni di un imprenditore asiatico, lo avevano derubato della somma di
anni non ha più uno stipendio ma ha nino un 17enne di Scisciano che era scattarono le manette ai polsi ai due 1.000 euro, dell’orologio e del telefo-
pur sempre una famiglia da mantenere stato minacciato con un coltello. Il balordi. Entrambi sono accusati di nino. Questo infatti il bottino che, il
ed intanto il tribunale di Nola ha rinvia- bottino della rapina è stato recuperato rapina aggravata in concorso. Ad 24 marzo i due riuscirono a sottrarre
to la causa che lui stesso ha intentato restituito al proprietario. Il coltello arrestarli i furnono i Carabinieri di al cinese per poi darsi alla fuga tra i
contro il provvedimento con il quale il rinvenuto e sequestrato. L’arrestato San Giuseppe Vesuviano che sono binari della Circumvesuviana.
comune di Volla lo ha licenziato, dopo
quasi un trentennio di onorato
servizio, al marzo del duemi-
laundici, tra un anno esatto:
Luigi Agrio (nella foto), ex
Il tribunale ha rinviato di dodici mesi l’udienza per decidere le sorti del dipendente ormai senza stipendio da due anni

Messo comunale licenziato, ma non era assunto


messo notificatore dell’ente di
via Aldo Moro è visibilmente
scosso, le crisi di panico e gli
stati d’ansia quando racconta
la sua storia sono chiaramente
visibili ed “i medici hanno
attestato la mia depressione
che – dice – aumenta con il
passare del tempo. Sono senza
stipendio da due anni, ho una
moglie e due figli a carico e
dopo aver lavorato onesta-
I legali che assistono il 50enne nel ricorso contro l’ente hanno chiesto l’immediato reintegro in servizio
mente per ventisette anni mi sono ritro- lavorativa di un importo forfettario, e VOLLA Luigi Agrio cacciato dopo quasi trent’anni di servizio presso il Municipio vollese
vato in mezzo ad una strada – ha spie- successivamente sancita dal Pretore di
gato il cinquantatreenne – quando, il Sant’Anastasia che dichiarò sussistente
quindici ottobre del duemilasette, il
comune di Volla mi ha comunicato per
iscritto l’avvio del procedimento fina-
lizzato all’interruzione del rapporto di
lavoro che è stata poi dichiarata definiti-
tra Agrio Luigi e il Comune di Volla
un rapporto di lavoro subordinato di
carattere privatistico ordinando all’ente
di via Moro di corrispondere al dipen-
dente un trattamento retributivo corri-
L’indifferenza degli amministratori
VOLLA (Alcol) – Perché il puntato dunque contro il capo l’ufficio del personale ha sempre sessanta Lsu dichiarò pubblica-
va il sei dicembre dello stesso anno spondente a quello previsto per la cate- comune di Volla ha negato la dell’ufficio del personale del respinto la mia mano tesa verso mente che avrebbe regolarizzato
quando l’ente ne ha sancito la nullità e goria dei messi comunali. Nel duemi- stabilizzazione a Luigi Agrio, municipio che Agrio ed avvocati di lei in cerca di aiuto e non si è anche la mia posizione – le paro-
dichiarato l’impossibilità di la, poi, l’ente pubblico volle- messo conciliatore nominato dal ritengono essere responsabile di mai dimostrato disponibile nei le del cinquantatreenne – ma
procedere alla mia stabilizza- se decise di assegnare Agrio, presidente del tribunale di Napoli quanto sta accadendo soprattutto miei confronti che, tra l’altro, siamo nel duemiladieci ed io sto
zione: da allora – ha concluso in servizio presso l’ente con nel 1979 e che ha svolto per perché a firmare il provvedimen- sono solo un onesto lavoratore ancora in mezzo ad una strada.
– sono senza lavoro e nono- la qualifica di esecutore quasi trent’anni il suo lavoro alle to di licenziamento è stata la che chiede solo il rispetto dei Ho avvicinato più volte il primo
stante le tante trafile burocra- amministrativo e funzioni di dipendenze dell’ente anche se, vicesegretaria comunale, a capo suoi diritti”. Secondo Agrio, cittadino in strada perché si è
tiche e le richieste di aiuto messo di conciliazione, per un certo tempo, comandato dell’ufficio del personale: “al però, anche gli amministratori sempre rifiutato di ricevermi in
non ho ottenuto nulla e nessu- all’ufficio del giudice di in servizio presso il giudice di contrario di tanti politici, le cui locali hanno le loro colpe: comune – ha continuato l’uomo
no ha mai fatto nulla per me”. pace di Sant’Anastasia, in pace di Sant’Anastasia? Secondo promesse si sono poi rivelate “Quando nel duemilaotto il sin- – e mi sono sentito dire sempre
Il cinquantatreenne, residente posizione di dipendenza fun- gli avvocati, il cinquantatreenne comunque false, il dirigente del- daco Salvatore Ricci stabilizzò che sarei stato chiamato dopo un
a Cercola, era stato nominato zionale e gerarchica: sette
Messo della Conciliazione del Comune anni dopo, la Commissione Straordi- aveva tutte le carte in regola per paio di giorni ma di giorni ne
di Volla, con un decreto del Presidente naria del Comune di Volla, in sede di l’assestamento definitivo del suo sono passati molti di più e Ricci
del Tribunale di Napoli, il 26 giugno approvazione della pianta organica, rapporto di lavoro con l’ente di non si è né visto né sentito”.
1979: da quel momento il signor Agrio regolamentava la posizione del dipen- via Aldo Moro perchè “ha sem- Agrio accusa i vertici del muni-
ha lavorato alle dipendenze del Comu- dente assegnandogli un posto in orga- pre svolto prestazioni lavorative cipio vollese di indifferenza ed
ne di Volla prima come messo di conci- nico in categoria B nel settore Affari immediatamente collegate alle attende l’esito del processo con il
liazione e poi in qualità di messo notifi- generali del comune di Volla. Agrio finalità perseguite dal Comune di quale spera che il tribunale di
catore, con tanto di inquadramento non ha più il suo lavoro da ormai due Volla, prima, e dall’Ufficio del Nola gli restituisca il suo impie-
nella posizione B1 del contratto nazio- anni e per sapere che fine farà la sua Giudice di Pace di Sant’Anasta- go e quindi la dignità di onesto
nale di lavoro per la categoria. L’assun- richiesta di reintegro in servizio dovrà sia, poi – spiega uno degli avvo- lavoratore che l’ente pubblico
zione dell’uomo alle dipendenze della attendere ancora fino a marzo del due- cati – Ha sempre percepito una della cittadina dell’hinterland
pubblica amministrazione locale era milaundici ma lui ha deciso di non retribuzione predeterminata; ha partenopeo gli avrebbe tolto con
stata avvallata con da una serie di deli- arrendersi e, con l’aiuto dei suoi legali, sempre fornito le proprie presta- un illegittimo ed illecito provve-
bere della giunta municipale nel 1981, Pasquale Fornaro e Luca De Simone è zioni in maniera continuativa ed dimento di interruzione unilate-
quando l’ente comunale vollese deli- pronto a lottare con le unghie e con i esclusiva; è sempre stato, in sin- rale del rapporto di lavoro dopo
berò il pagamento in suo favore ed a denti per riavere quello che gli spetta tesi, pienamente inserito nell’or- quasi trent’anni di onorato servi-
titolo di corrispettivo della prestazione di diritto”. ganizzazione dell’Ente”. Indice zio.

POLLENA TROCCHIA L’assessore: ho sottoscritto un documento senza mai pensare che questo potesse essere utilizzato per tentare di destabilizzare l’amministrazione

L’assessore Cianniello rinnova la fiducia al sindaco Pinto Ottaviano, segnali stradali divelti
POLLENA TROCCHIA della quale condivido le stata espressa dal primo cittadino Il piano traffico non piace ai residenti
- Chiarezza dopo un scelte politiche compiute”. in merito al documento sotto-
momento di confusione “In particolar modo – spie- scritto da Cianniello. “Apprendo OTTAVIANO - Per ber 2 volte nel giro di una
politica e rinnovato appog- ga l’assessore – apprezzo con piacere l’attestato di fiducia settimana scompaiono i cartelli stradali stradali
gio incondizionato alla l’attenzione rivolta ad alcu- manifestato dall’assessore del installati dall’amministrazione. Il motivo: il
squadra di governo. E’ que- ne zone del paese nel quale apprezzo l’onestà morale – nuovo piano traffico, che prevede il divieto di
sta la sintesi delle dichiara- tempo abbandonate, come commenta il sindaco Pinto – e transito agli autocarri, non piace. Sette segnali
zioni rilasciate ieri dall’as- il Parco Europa nonché alle rinnovo la mia stima nei suoi stradali divelti per un solo, È accaduto a San
sessore de La Destra, Giu- realtà parrocchiali e giova- confronti. Abbiamo l’obiettivo Gennarello, la popolosa frazione di Ottaviano,
seppe Cianniello (nella nili che rappresentano il comune di agire per il bene del dove la notte scorsa qualcuno ha tolto, uno ad
foto a sinistra). “La mia fiore all’occhiello del paese, per cui apprezzo e condi- uno, tutti i divieti di transito agli autocarri. Il
fiducia verso il sindaco nostro paese. Tutto questo vido le parole dell’avvocato fatto è stato segnalato alle forze dell’ordine che
Francesco Pinto (nella – conclude Cianniello - mi Cianniello che contribuiscono a seguiranno le indagini.
foto a destra) e verso l'ope- spinge a rinnovare pubbli- dare ulteriore forza e compattez-
rato dell’amministrazione camente la mia fiducia al za alla nostra squadra di gover-
era e resta piena. Conosco sindaco. Soddisfazione è no”. Ottaviano, giovani studenti
Pinto da oltre dieci anni -
dice l’assessore - e la mia sul palco per la fiera dei talenti
candidatura alla passata
OTTAVIANO - “La Fiera dei Talenti”, una ker-
tornata elettorale è nata SOMMA VESUVIANA Le celebrazioni continueranno fino al tre maggio. Numerosi turisti in città messe che prende il via questa mattina presso lo
proprio in seguito ad una
stadio comunale con una due giorni organizzata
sua richiesta e nella consa-
pevolezza delle capacità
politiche che Pinto ha
dimostrato sin da giovanis-
Successo per la festa in onore della Madonna dal Liceo Classico "A. Diaz"dove l’esercito dei
giovani studenti scenderanno in campo in esibi-
zioni multiple: dal canto al ballo, alla scrittura
creativa, fino ai tornei sportivi. Una manifesta-
simo”. “Valori e principi SOMMA VESUVIANA “Festa della Montagna” cado- quasi paritaria sacro e profano durante la ricorrenza una gran-
comuni rendono oggi ancor zione che racchiude in sé, una serie di step di un
(Mabe) - Si chiude oggi la no canonicamente il primo rievocando una festa civile e de corona di fuochi viene progetto che l’istituto scolastico ha portato avan-
più saldo il rapporto che ci festa più bella della città in sabato dopo Pasqua e si inol- religiosa antichissima. Essa, accesa per ricordare il ritrova-
unisce, nell’interesse comu- ti durante tutto l’anno scolastico.
onore della Madonna di trano sino al 3 maggio. Una infatti, coincide con l'inizio mento. Oggi come ieri le cele-
ne di fare il bene del nostro Somma. Una festa che compo- festa che viene celebrata nella del ciclo del raccolto e prende brazioni, rituali, la visita al
paese”, dichiara ancora il ne un mix tra sacro e profano e cittadina di Somma Vesuvia- il via con il cosiddetto "Sabato santuario, il sontuoso banchet-
delegato alla Sicurezza forma la cornice della tradizio-
ne cittadina sommese. I feno-
na, in onore della Madonna
del Castello e del Monte
dei Fuochi". Festeggiamenti
più noti ai locali come "Festa
to, i balli e le tammurriate,
l'affascinante canto a figliola,
Marigliano, le associazioni a confronto
Urbana. “In un particolare
momento politico ho sotto- meni eruttivi che hanno coin- Somma. Un avvenimento di di Castello" o "Festa di Devo- la preparazione della pertica e, per il significato delle canzoni
scritto un documento con volto il vesuviano vengono probabile origine pagana, che zione". Esorcizzare la presen- infine, sul far della sera, l'ac-
spirito unicamente costrut- mitizzati con l'intento di “sfa- inizia con il sabato dei fuochi, za la presenza del Vesuvio fa censione dei fuochi anche se MARIGLIANO - Nei prossimi gioni nella Sala
tivo, senza mai pensare che tare” il cattivo auspicio vene- e si snoda in diverse occasioni nascere storicamente i festeg- in versione odierna vengono Consiliare del Comune di Marigliano ci sarò l’in-
rando i fuochi, anche questo fa di incontro con processioni di giamenti, in seguito al ritrova- ancora vissuti da molti som- contro organizzato dalla Populorum Progressio dal
questo potesse essere utiliz- titolo “La vita non è una canzone”. Il convegno,
zato per tentare di destabi- parte delle tradizioni della cit- altri paesi vesuviani, che ven- mento della testa della Madon- mesi con sentita emozione e
tadina. Una sorte di esorcizza- gono accompagnate da paran- na del Castello, la cui scultura devozione in favore del buon partendo dal testo della canzone presentata da
lizzare o condizionare il Fabrizio Moro all’ultimo Festival di Sanremo, si
sindaco e l’amministrazio- tine che coinvolge anche i ze, gruppi artistici composti da venne portata a Somma Vesu- auspicio. il rito della "Perti-
sommesi, che vedono alle ballerini, suonatori e cantanti. viana da Carlo Carafa nel ca", praticato il 3 maggio propone quale momento di confronto tra le associa-
ne”. “Mi sento parte inte- zioni impegnate nella cura dell’interesse comune e
grante di questa squadra spalle del Monte Somma la La tradizionale "Festa della 1622, mentre il corpo andò chiude a i festeggiamenti con
presenza del Vulcano. I festeg- Montagna", è un appuntamen- disperso a seguito della rovi- il brillare dei fuochi sul pro- le Istituzioni coinvolte nel critico esercizio della
che si sta distinguendo per delega politica, necessaria a portare avanti gli inte-
efficienza e trasparenza, e giamenti che riguardano la to che mescola in maniera nosa eruzione del 1631 e dove montorio del Castello.
ressi dei cittadini.
CRONACHE di NAPOLI
Nolano Domenica 11 Aprile 2010
23
Pomigliano La coalizione composta da Pdl, Udc, Udeur, Liberaldemocratici Noi Sud al primo turno ha riportato il 47,6 per cento dei consensi

Russo-Piccolo, è il momento della verità


Dall’altro lato Pd, Idv, Sel, Alleanza Riformista e tre liste civiche che nella prima tornata raggiunsero il 38,2 per cento dei consensi
POMIGLIANO (Domenico lo. Il centrodestra per una manciata di
Andolfo) - La città va al voto. 33.000 voti non ha strappato già al primo SANT’ANASTASIA Saranno 29 i seggi che dovranno essere scrutinati lunedì pomeriggio alla chiusura del voto
pomiglianesi sono chiamati a sceglie- turno la roccaforte rossa del centrosi-

Esposito e Barone pronti alla sfida


re il proprio nuovo sindaco che succe- nistra. Conquistare Pomigliano per il
derà al dottore Antonio Della Ratta, centrodestra sarebbe la ciliegina sulla
appena rieletto nelle fila del Pd nel torta, che arriverebbe a conclusione di
futuro consiglio comunale. La scelta è una lunga maratona che l’ha portato
tra Onofrio Piccolo, uomo forte del in un anno a conquistare prima la Pro-
partito democratico, e Raffaele vincia, poi la Regione, poi importanti SANT’ANASTASIA ché Capo Gabinetto della sione delle operazioni di
Russo, ex sindaco del Psi tra gli anni comuni, tra cui Castellammare di Sta- (Maria Beneduce) - Si sta Provincia di Napoli per il voto per le comunali l’e-
80 e 90. Piccolo è appoggiato da sette bia, anch’esso tradizionalmente di giocando la partita tra i presidente Luigi Cesaro. lettorato votante è stato
liste: Alleanza Riformista; Azione sinistra. In questa campagna elettorale due entrati in ballottaggio. Già assessore e vice sin- 18163 che hanno scelto,
Cristiano Sociale; Pd, Italia dei Valo- Russo e i suoi hanno spinto proprio su Seggi elettorali aperti sin daco, nel comune anasta- tra 14 liste, 275 candidati
ri; Sinistra Ecologia Libertà con Ven- questo tasto: inserire Pomigliano in dalle prime ore del matti- siano. L’afflusso di eletto- al Consiglio comunale di
dola per Pomgliano; Pomigliano un contesto di enti guidati dal centro- no di oggi, con la chiusura re al primo turno è stato cui 69 donne e molti gio- Nola, sorpreso a trasportare rifiuti
Democratica; Città Futura. Lello destra. Piccolo invece, come ad inizio prevista a lunedì pomerig- del 81.81% rispetto ai vani; ed ieri come oggi
Russo invece è appoggiato da otto della competizione elettorale, ha fatto gio. La gara per la conqui- 22272 aventi diritto, una saranno 29 i seggi che illegali: denunciato un 25enne
liste: Pdl; Udc; Liberal Democratici; appello all’unità del centrosinistra per sta alla poltrona a sindaco buona adesione che ha dovranno essere scrutina-
Millesettecentonovantanove; La Mia non consegnare la città in mano alla di palazzo Siano per i visto andare alle urne lo ti, lunedì pomeriggio alla NOLA - I Carabinieri hanno intercet-
Pomigliano; Udeur; Pomigliano al destra. Ma nei giorni scorsi, sia la prossimi cinque anni si è stesso numero di elettori chiusura del voto. La tato e controllato un furgoncioni che
Centro; Noi Sud. A queste si è Federazione della Sinistra, sia il stretta attorno a Giovanni della tornata del 2007 , parola ora torna nuova- trasportava in modo illecito rifiuti ille-
aggiunta, a pochi giorni dal voto, movimento “Città Bene Comune”, sia Barone, l’uomo sul quale che vedeva in ballottaggio mente alle urne, al popolo gali residui e scarti di un processo pro-
anche la lista sorpresa di questa torna- il movimento di ispirazione grilliana, ha puntato il Pd , La Sini- ancora i due maggiori sovrano, e sono molti a duttivo industriale. Il guidatore un
ta elettorale: Pomigliano Città Aperta Pomgliano a cinque stelle, hanno stra Sant’Anastasia (Prc- schieramenti cittadini Pd e contare le ore che daranno 25enne di Naola infatti, che seppur in
di Franco Vigorita che, insieme a dichiarato di non appoggiare nessuno Psi- Sinistra Ecologista Pdl, con rispettivamente il passo allo scrutino e alla modo molto discreto aveva cercato di evitare il
1799, è la quarta forza politica a dei candidati rimasti in lizza. Queste Libertà), Idv. Barone, candidati alla fascia , nomina ufficiale di primo controllo, alle verifiche di rito da parte dei Cara-
Pomigliano con quasi 1600 voti. tre formazioni hanno raccolto circa medico chirurgo, ex mar- Antonio Dobellini e Car- cittadino ad uno dei due binieri non è riuscito a fornire alcuna documenta-
Russo, senza i voti di Vigorita, ha 2000 voti. Bisognerà vedere adesso gheritino, già consigliere, mine Pone che si aggiu- esponenti politici. Una zione relativa al trasporto dei rifiuti ed è stato
nettamente battuto al primo turno quanti di loro andranno al voto e per assessore e presidente del dicò la vittoria ammini- vittoria che tutti si augura- denunciato.
Onofrio Piccolo, superandolo sia nel chi si schiereranno. Si voterà oggi consiglio comunale. Car- strando la cittadina per no a prescindere dal com-
numero di preferenze, circa 2.500 in dalle 7 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15. mine Esposito, (Nuovo circa due anni e mezzo petitor in gara che otterrà Marigliano, guida una Smart
più, che nel conteggio dei voti di coa- I seggi aperti saranno 40. Al primo Psi, Lista Arcobaleno, prima di rassegnare le il 50 % più uno dei voti e
lizione. Infatti le 8 liste che appoggia- turno ha votato più dell’80% degli Democrazia Cristiana) dimissioni che hanno con- dunque la fascia tricolore ubriaco: nei guai un 26enne
no Russo hanno preso 1750 voti in aventi diritto; questa volta le percen- uomo di punta del Pdl, è dotto al voto in corso. Lo e le chiavi di palazzo
più delle sette che appoggiano Picco- tuali dovrebbero essere più basse. MARIGLIANO - E’ stato fermato
medico anestesista, non- scorso 29 marzo a conclu- Siano. duerante un posto di blocco e trova-
to alla guida della sua Smart ubria-
co e senza patente, per queto moti-
Chiesto un incontro con il commissario dell’Asl Na3 dai primi cittadini di Cercola, Pollena Trocchia, Massa di Somma e Volla per la riattivazione nel distretto vo i militari dell’Arma hanno
denunciato un 26enne di San Vita-

Disabili, sos dei sindaci del Vesuviano per l’apertura del laboratorio
CERCOLA (Andrea Di mesi del 2010. La decisione di cercolese non ha mai voluto so, alla battaglia della fascia per disabili nel distretto cin-
liano che viaggiava sulla strada statale incu-
rante dei controlli. L’uomo si è fermato
all’alt dei ilitari dell’Aram ed è risultato
positivo all’alcol test.
Chiara) – Un impegno per attivare il servizio in zona darsi per vinto ed ha continua- tricolore cerco lese, si sono quanta. “Siamo l’unico degli Saviano, parte l’iniziativa
aiutare le fasce più deboli avrebbe dovuto porre final- to a battersi perché “il locale, aggiunti anche Salvatore 11 distretti dell’Asl Na3 a non
della popolazione cercolese a mente fine ai disagi che anzia- che è già allestito e pronto per Ricci, Francesco Pinto e avere sul territorio l’unità per gli aspiranti sceneggiatori
superare il disagio, era stato ni e disabili hanno dovuto l’uso e che in passato era stato Antonio Zeno, sindaci, rispet- operativa per disabili ed
preso dal sindaco della cittadi- finora sopportare a causa dei chiuso per scelte gestionali – tivamente, di Volla, Pollena anziani - dice Tammaro - ed il SAVIANO - A tendere una mano agli
na vesuviana Pasquale Tam- loro problemi motori, dopo le ha detto infatti il sindaco della Trocchia e Massa di Somma risultato è che i nostri concit- artisti scrittori, registi, sceneggiatori dell’a-
maro e dal commissario numerose proteste che nei cittadina vesuviana – possa che, al termine di un vertice, tadini sono costretti a lunghi rea nolana e non solo è il poliedrico labora-
straordinario dell’Asl Na3 sud mesi scorsi erano state solle- riprendere la propria attività tenutosi nelle stanze del muni- viaggi fino a Pomigliano torio culturale “I laboriosi”, con sede a
Antonio Lamberti quando vate proprio dalle ‘classi se il direttore sanitario si deci- cipio cerco lese, hanno chiesto d’Arco, con pochissimi mezzi Saviano. Proprio l’associazione che ha
alla fine del 2009 annunciaro- deboli’ della cittadinanza derà a dare il via libera visto un incontro urgente con il pubblici a disposizione, anche all’attivo organizzazione di concerti, rasse-
no la riapertura del centro di locale. Purtroppo però quella anche che la presenza sul ter- commissario dell’Asl per solo per prendere pannoloni o gne pittoriche e la gestione quotidiana di radiosavia-
riabilitazione presso il distret- promessa è stata disattesa ritorio di un simile presidio è discutere dell’immediata ria- altro materiale di supporto no.com ha posto in essere due iniziative: una rivolta
to sanitario di Volla dai primi anche se il primo cittadino previsto dalla legge”. E, ades- pertura dell’unità operativa sanitario. agli scrittori, l’altra a sceneggiatori e registi.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI
S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org
Pagina 24
CNRapoli
ONASCud
HE S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - 0823.581005
- 0823.821165
Sito web: www.cronachedinapoli.org
Domenica 11 Aprile 2010

TORRE DEL GRECO PORTICI


PORTICI Tentano di rapinare due giovani e li aggrediscono cintura alla mano Vandali in azione al liceo Flacco
LA TRAGEDIA Tre marittimi fermati dalla polizia nel centro storico di Genova Esploso un petardo nel sottoscala
GENOVA (rp) - Sono di Torre una banconota da 5 euro e, davan- PORTICI (Ciro Ammen- Sul posto sono intervenuti
Mistero sul perchè dell’insano gesto del Greco i tre marinai arrestati ti al rifiuto dei due amici ha preso dola) - Raid nel sottoscala gli agenti delle volanti
l’altro ieri sera dalla polizia a a colpirli con la cintura dei panta- del liceo Quinto Orazio agli ordini del primo diri-
compiuto con la pistola d’ordinanza Genova per tentata rapina. I tre loni, aiutato dai due complici che Flacco in via Scalea. Tep- gente Giovanni Mandato
marittimi della Zeus Palace, tra- sferrando calci e pugni hanno pisti fanno esplodere un e dell’ispettore superiore
Il figlio: “Mio padre non si è mai ghetto della Gnv che copre la trat- impedito alle vittime di scappare. trac seminando il panico Giovanni Iannone. Gli
ta Genova-Tunisi, hanno tentato Il tutto è avvenuto alle 1.40 tra gli studenti. La polizia inquirenti hanno eseguito
reputato un eroe per l’Italia” di rapinare due giovani, in via davanti alla sede della prefettura sta indagando. E’ accadu- un accurato sopralluogo,
Roma, nel centro storico di Geno- genovese, in una delle strade prin- to ieri mattina intorno alle ascoltando anche il perso-
va. I tre, due di 27 anni ed uno di cipali e più trafficate del capoluo- 10, mentre le lezioni sta- nale e i dirigenti scolasti-
24, sono stati arrestati da una pat- go ligure. Le giovani vittime vano svolgendosi regolar- ci. Gli investigatori man-
tuglia della polizia intervenuta sul aspettavano l’autobus pensando mente, un boato ha scosso tengono il massimo riser-
posto. Secondo quanto ricostruito che anche i tre napoletani fossero la tranquillità degli stu- bo. Indagini sono in corso
le vittime sono state avvicinate lì per lo stesso motivo. La polizia denti. Il petardo è stato nei confronti di persone
mentre aspettavano l’autobus in ha sequestrato anche la cintura fatto esplodere non lonta- vicine all’ambiente scola-
via Roma. Uno dei tre ha chiesto usata nell’aggressione. no dalla sala del consiglio. stico.

Si è suicidato Bruno Fortunato


Il 2 marzo 2003 arrestò i vertici delle Br. Si è sparato un colpo alla testa nella sua casa di Anzio
di Nino Scotto della quale fu proprio lui a do i due Br sul treno diede valor civile). La brigatista Quindi mesi di cure e la marico più grande? - aveva pistola e non è riuscita ad non si è mai reputato un
uccidere Galesi). Chi lo di fatto l’avvio alla fase cercò di fare fuoco verso di dispensa dal servizio dopo detto tempo fa Fortunato ammazzarmi solo perchè eroe per l’Italia perchè lui
PORTICI - Il 2 marzo del conosceva ha comunque decisiva delle indagini per lui, non riuscendoci solo per un anno di malattia. A rac- testimoniando in uno dei aveva la sicura”. Perchè ha sempre detto e ripetuto
2003 Bruno Fortunato, sottolineato che dal giorno smantellare l’organizzazio- la sicura che bloccava l’ar- cogliere la sua eredità pro- processi alle Br - Non avere ieri Fortunato si sia ucciso che quello era solo il suo
originario di Portici, sovrin- della sparatoria non era ne eversiva (un’operazione ma. Fortunato rimase in fessionale i figli che si sparato, non avere ucciso rimane però un mistero. lavoro e lui doveva soltanto
tendente della polizia ferro- stato più lo stesso. “E’ una per la quale i tre hanno rice- ospedale per 30 giorni, sette arruolarono in polizia come Nadia Desdemona Lioce “Mio padre - dice Giusep- farlo nel migliore dei modi”
viaria, rimase gravemente cosa che non mi aspettavo” vuto la medaglia d’oro al dei quali in rianimazione. quello di Petri. “Il mio ram- che mi puntava contro la pe Bruno, figlio di Bruno - ha concluso.
ferito nel conflitto a fuoco ha detto Alma Petri, la
che portò alla cattura di vedova di Emanuele, visi-
Nadia Desdemona Lioce e bilmente scossa. “Un otti- SANT’ANTONIO ABATE
alla morte di Mario Galesi, mo servitore dello Stato,
i vertici delle nuove Br, con
quest’ultimo che uccise l’al-
una persona che ha fatto il
suo dovere fino in fondo a
Per giovedì sono in programma cinque abbattimenti: tre abitazioni, un capannone e la tettoia di un albergo
tro poliziotto Emanuele rischio della vita” le parole
Petri. Ieri sera, Fortunato si
è suicidato nella sua casa di
Anzio sparandosi un colpo
alla testa con la sua pistola
d’ordinanza che, come pras-
dell’avvocato Antonio
Bonacci che ha rappresen-
tato l’agente come parte
civile. Il 2 marzo del 2003,
sul treno Roma-Firenze, nel
Tornano le ruspe, i comitati organizzano la protesta
SANT’ANTONIO Giovedì mattina a e il governatore Stefano degli abbattimenti relativi troppo imponenti e, quin- una legge regionale, poi
si, aveva tenuto dopo essere tratto fra Terontola e Arez- ABATE (Annarita Espo- Sant’Antonio Abate saran- Caldoro per affrontare la alle prime abitazioni. di, da riprogrammare”. Si bocciata dalla Corte
andato in pensione per le zo, Fortunato avvertì quello sito) - Mancano ormai no eseguiti cinque abbatti- questione. “Siamo pronti “Abbiamo inviato tre cerca dunque una soluzio- Costituzionale, lo aveva
conseguenze della sparato- che definì poi lui stesso un pochi giorni all’arrivo menti su disposizione dei a scendere nuovamente in richieste al governatore ne istituzionale per risolve- dichiarato inapplicabile.
ria di sette anni fa (nel corso “pizzico all’addome”. Era il delle ruspe in città e i magistrati della Procura piazza per difendere il Caldoro e ai vertici del re la questione e evitare le Ai cittadini campani è
colpo di pistola sparato da comitati si mobilitano. della Repubblica di Napo- nostro diritto alla casa – governo – continua Ele- demolizioni delle prime stato negato un diritto che
Galesi che gli perforò il li. Tra questi, tre prime afferma Domenico Ele- fante -: innanzitutto l’ap- case. All’esame del gover- tutti gli italiani hanno
fegato e un polmone. L’a- abitazioni, un capannone e fante, leader dell’associa- provazione di un decreto no è infatti il disegno di potuto esercitare”. Ma le
gente riuscì però a reagire la tettoia appartenente alla zione Amici del Territorio ad hoc, in grado di ferma- legge presentato dal sena- ruspe avranno molto da
uccidendo il brigatista che
aveva già colpito mortal- Il movimento contro ditta Ipol e ceduta in fitto – se i politici non terranno re immediatamente le tore del Pdl Carlo Sarro lavorare anche in altri
al Grand Hotel La Sonrisa. fede agli impegni presi in ruspe; ancora, un progetto che punta a riaprire i ter- comuni del Napoletano:
mente Petri. Per Fortunato le demolizioni Scendono dunque nuova- campagna elettorale”. Ieri per consentire ai proprie- mini del terzo condono, entro fine aprile infatti,
non era però ancora finita.
La Lioce gli puntò infatti nei Lattari ha chiesto mente sul piede di guerra i sera i membri delle asso- tari delle abitazioni demo- “visto che in Campania – saranno abbattuti altri 7
contro la pistola sottratta a comitati, che hanno chie- ciazioni si sono incontrati lite di riedificare in una ha affermato l’esponente edifici abusivi tra Vico
Giovanni di Fronzo, il un incontro sto espressamente un per mettere a punto le zona sicura. Infine, la del partito di Berlusconi in Equense, Torre Annunzia-
terzo agente impegnato con nuovo incontro con il nuove iniziative finalizzate rideterminazione dei vin- un recente incontro svolto- ta, Torre del Greco e Pom-
la pattuglia che individuan-
con Caldoro ministro Mara Carfagna a chiedere la sospensione coli territoriali, giudicati si a Sant’Antonio Abate - pei.

SAN GIORGIO A CREMANO

Cresce l’allarme dei residenti della zona dopo l’ennesimo raid: “Serve maggiore presenza delle forze dell’ordine”

Tentato furto d’auto in via Tufarelli


SAN GIORGIO A CRE-
Ercolano, stamattina in piazza
Trieste stand sulle energie pulite
ERCOLANO - Oggi a Ercolano
dalle 9.30 alle 13.30 in Piazza
MANO (Almerico Coliz-
zi) – Un nuovo tentativo di
PORTICI ERCOLANO Trieste stand informativo con
mostra fotografica su ‘energie
furto d’auto, fortunata-
Politiche sociali,
mente finito male per i
ladri, si è consumato nel
tardo pomeriggio dell’al-
Gori, pubblicati online i dati via ai contributi
pulite ed energie sporche’. L’even-
to fa parte della giornata dedicata
da Legambiente e altre associazioni ambienta-
tro ieri in via Tufarelli, la
strada ai confini tra San
Giorgio a Cremano e San
sulla qualità dell’acqua per le fasce deboli
liste alle energie pulite. I punti informativi
affolleranno le piazze di tutt’Italia.
PORTICI (veromos) - Pubblicati sul sito del Comune ERCOLANO (Ciro
Sebastiano al Vesuvio che
nelle ultime settimane è
della città della Reggia, i dati ufficiali per la verifica della Oliviero) - In attuazione Sant’Antonio Abate, dal 22 al 25
qualità dell’acqua per uso idropotabile. La Gori, secondo della legge 27 dicembre
stata vittima di un escala- la normativa vigente ha avviato un programma di inter- 2006 n. 296, che sanci- aprile ‘Fiorinfesta Expo’
tion di episodi criminali ai vento per l’esecuzione dei controlli interni per la verifica sce i "fondi per le politi-
danni dei residenti: è stato, della qualità delle acqua destintate al consumo umano. Il che della Famiglia" l'am- SANT’ANTONIO ABATE -
probabilmente, l’improv- predetto Piano prevede di effettuare dei controlli in vari bito n. 16, ovvero quello Fiorinfesta, due giorni di expo.
viso arrivo di qualcuno a punti di prelievo sulla rete idrica preventivamente con- comprendente il comune Colori e profumi alla seconda edi-
far scappare via i ladri che, cordati con l’Asl competente di zona. Si tratta di controlli di Ercolano e quello di zione di Fiorinfesta expo. In
però, nel frattempo erano e verifiche di routine effettuati annualmente. Ed ora sono Torre del Greco ha mostra, dal 22 al 25 aprile, nel-
già riusciti a rompere il denti della zona per la giato numerose auto in stati resi noti i dati relativi all’anno 2009. “Si evidenzia - disposto un avviso pub- l’Opificio La Torrente di via Casa
finestrino ed a scassinare pubblica illuminazione sosta nel tentativo di recita la nota ufficiale - che i riscontri analitici relativi ai blico al quale è allegato d’Auria, i fiori della Campania. L’evento è
la portiera di un’utilitaria insufficiente e mal funzio- rubarle”. Secondo i resi- campionamenti effettuati nell’arco dell’anno 2009 hanno un documento per la dedicato a professionisti del settore florovi-
parcheggiata all’esterno di nante che favorisce l’azio- denti sarebbero necessari mostrato il sostanziale rispetto dei valori limite di para- richiesta di un contributo vaistico.
un condominio della zona. ne di malintenzionati e anche più controlli di poli- metro imposti dalla normativa vigente imposte dalla nor- economico. A questo
Immediatamente prima di malviventi nella zona: gli zia e carabinieri soprattut-
Pasqua, nella stessa zona, abitanti sollecitano le to a tarda ora quando la
mativa vigente per le acque destinate al consumo umano bando possono parteci- Ercolano, parte il primo maggio
sulla rete di distribuzione”. I controlli ed i parametri otte- pare le famiglie che
ignoti avevano asportato amministrazioni a darsi da strada è poco frequentata e nuti inoltre vengono comunicati mensilmente allAsl abbiamo a carico almeno ‘Storie e delizie Vesuviane’
tutte e quattro le ruote, fare “perchè - commenta- favorisce l’opera dei mal- competente di zona per assicurare una sinergia tra i vari quattro figli sino ai ven-
complete di cerchi in lega no - la mancanza di un viventi. “Via Tufarelli Enti che si devono occupare della salute pubblica e del- ticinque anni, compresi ERCOLANO - Partirà il primo
originali e pneumatici, a adeguato numero di lam- deve essere riqualificata – l’utenza che utilizza l’acqua potabile. Sul sito del Comu- quelli in regime di affido maggio la manifestazione turisti-
due Fiat Panda di seconda pioni stradali ed il cattivo continua a sottolineare la ne sono pubblicati i risultati semestrali realtivi a otto familiare o preadottivo. co-culturale ‘Storie e delizie
generazione, lasciando funzionamento di quelli gente del posto – a comin- parametri monitorati che rappresentano la risorsa erogata Ovviamente viene data Vesuviane, eventi, itinerari e
però entrambe le vetture lì, presenti favoriscono il ciare dalla pubblica illu- dal Comune di Portici. I dati sono presenti anche sul sito priorità ai nuclei in cui sapori nella terra del vulcano’.
davanti al portone del lavoro dei ladri. Negli minazione ma urge anche della società Gori. Gli utenti possono in qualsiasi sono presenti figli mino- Organizzata da ‘Idraincoming’ e
palazzo dove i proprietari ultimi giorni - hanno rac- un intervento dei due momento richiedere spiegazioni e ulteriori chiarimenti in renni. Il contributo mas- dall’Onlus ‘Siti Reali’ la manifestazione sug-
l’avevano parcheggiate la contato ancora i cittadini - comuni per quel che merito alle verifiche effettuate rivolgendosi all’ufficio simo al quale si può gerirà al pubblico diversi momenti in cui
sera prima. Continuano i topi d’auto hanno rubato riguarda la manutenzione tecnico del Comune di Portici. accedere è di 400 euro. saranno proposti diversi eventi. Dalle visite
intanto le proteste dei resi- diversi veicoli e danneg- delle strade”. guidate agli spettacoli teatrali.
CRONACHE di NAPOLI
Napoli Sud Domenica 11 Aprile 2010
25
BOSCOREALE POMPEI

I CONTROLLI
Comune, polemiche
Due denunce per reato ambientale,
50 infrazioni del codice stradale
sui marcatempo
Il sindaco Langella: “Andremo
fino in fondo con ogni atto legale”
a impronte digitali
POMPEI (Mario Cardone) - Il sindaco Claudio
D’Alessio intende convocare per martedì prossi-
mo una conferenza stampa sulla problematica
che riguarda l’istallazione di macchine marca-
I controlli della polizia municipale tempo ad impronte digitali, posizionate davanti
In alto a destra il tir che perde percolato all’ingresso degli uffici del Comune di Pompei. I
modelli di marcatempo di ultima generazione
segnalano la presenza dei dipendenti sulla base

Trasporto di rifiuti, blitz dei vigili


delle impronte digitali di impiegati comunali,
vigili urbani ed operai. La loro adozione da parte
dell’amministrazione del sindaco D’Alessio ha
fatto molto discutere nell’assemblea di ieri che si
replicherà in questi giorni successivi con l’inten-
to di addivenire ad una posizione unitaria da
contrapporre al datore di lavoro, vale a dire l’En-
te Comune, che nella delegazione trattante è rap-
presentata dal sindaco D’Alessio, che a giusto

Ispezionati 70 autocompattatori diretti alle discariche: due perdevano percolato


di Nino Scotto cave di Terzigno, ad ulteriore danno fermano le nostre preoccupazioni per il il Sindaco Langella - mi domando: dove
motivo ha fatto sapere di voler dire la sua. Biso-
gna ricordare che appena diffusa la notizia del-
l’installazione del nuovo tipo di marcatempo è
partita una dura reazione di contrasto da parte
della popolazione vesuviana. L’opera- modo a dir poco scellerato in cui è sono andati? Chi e perché li ha bloccati dei sindacati al fine di fermare per tempo l’ini-
BOSCOREALE - Il blitz portato a ter- zione di controllo, svolta lungo il per- svolto il servizio di trasferimento dei per evitare i controlli? Cosa trasporta- ziativa non concordata. Bisogna però considerare
mine ieri dai vigili urbani di Boscoreale corso solitamente attraversato da auto- rifiuti dai comuni dell’intera provincia vano di così ‘pericoloso’ da temere i che all’interno del sindacato, come nella base dei
in via Panoramica e tra le strade che compattatori diretti all’ex discarica Sari, nelle cave di Terzigno - ha spiegato il nostri controlli? Sono interrogativi che dipendenti si è, al momento, raggiunta ancora
conducono alle discariche del Vesuvio è stata seguita fino alle prime luci del- sindaco Gennaro Langella a conclusio- ci lasciano riflettere e che ci spingono uniformità di giudizio. La minaccia partita in un
ha sullo sfondo le dure proteste condot- l’alba da numerosi cittadini residenti ne dell’operazione di servizio -. La cosa sempre più ad intensificare la vigilanza primo momento nei confronti del primo cittadino
te dai movimenti civici locali per la lungo Via Panoramica e da esponenti che mi ha stupito è che dall’elevato perché - ha concluso il Sindaco- è bene D’Alessio e della giunta ha
difesa del territorio. Circa 70 tra auto- dei comitati civici che stanno lottando numero di autocompattatori, circa 150, che si sappia, nell’ambito delle nostre avuto l’effetto di fermare
compattatori e tir ispezionati, 50 verbali contro l’apertura delle discariche di che in media ogni notte attraversano le possibilità ed esclusive competenze, l’entrata in funzione dei
elevati per infrazioni al codice della rifiuti nel Parco Nazionale del Vesuvio. strade del nostro territorio, la scorsa vorremo vederci chiaro ed andremo nuovi rilevatori di presen-
strada, 2 tir che perdevano percolato “Sono profondamente soddisfatto del- notte ne abbiamo monitorato meno fino in fondo con l’adozione di ogni atto za, per lasciare al tempo al
oggetto di denuncia all’autorità giudi- l’esito di questi primi controlli che con- della metà. A questo punto - ha chiosato che la legge ci consente”. personale di dichiarare col-
ziaria per reato ambientale. E’ questo legialmente il suo punto di
l’esito dell’imponente servizio svolto, vista sull’argomento: se
dalle 23,30 di venerdì scorso fino alle PORTICI - Cittadini sul piede di guerra quelle macchine violano o
7.30 di ieri mattina, da un pattuglione di meno la loro privacy. Al
operatori della polizia locale coordinati
sul campo dal comandante Rosa Luon-
go, sotto la supervisione del sindaco
Gennaro Langella che ha affiancato i
Degrado nel mercato del centro storico, i residenti protestano
PORTICI (Veronica potrebbe offrire un nuovo utilizzano la zona del merca- che non viene riqualificata
momento alla posizione di
alcuni che dichiarano di
non aver nulla da nascon-
dere perché hanno la
suoi collaboratori nel corso del lungo ed Mosca) - Centro storico. impulso economico, ma al to come punto di sversatoio da anni. E’ un’area man- coscienza a posto di essere
intenso servizio e con i quali si è com- Uno dei cuori commerciali quale, secondo il giudizio di per rifiuti pesanti, o lasciano chevole di tutto, da cestini sempre puntuali sia nel-
plimentato per la brillante operazione della città della Reggia, che residenti e commercianti, le auto sui marciapiedi dan- gettacarte, spazzamento l’entrata che nell’uscita dal
svolta. Numeri significativi quelli emer- però in alcuni momenti sem- non è data la giusta attenzio- neggiandoli, però probabil- delle strade, manutenzione, lavoro si contrappone il
si dai controlli, che la dicono lunga sul- bra essere terra di nessuno. ne da parte delle istituzioni. mente un restyling ed i suc- paletti divelti, marciapiedi parere di altri che sono
l’attuale gestione del servizio in ambito Un incrocio di strade che Senza contare che il borgo cessivi controlli potrebbero sconnessi. In zona non contrari perché non è
provinciale, che, da quello che è stato antico presenta anche dei indurre i cittadini ad una vediamo l’ombra di un vigi- ammissibile consentire al
accertato, è svolto in condizioni preca- monumenti importanti della maggiore cura del patrimo- le. Intendiamo, in qualità di datore di lavoro schedare
rie e con utilizzo di gran parte degli memoria storica della città nio urbanistico. “E’ ovvio associazione, protocollare dati identificativi corporali
automezzi che non rispettano le più ele- della Reggia come ad esem- che se il mercato - dichiara al Comune una serie di dei dipendenti, che noto-
mentari norme del codice della strada. pio l’obelisco e la croce pre- Antonio Lippolis presidente richieste agli uffici compe- riamente sono tutelati dalla legge. Alcuni rappre-
Inquietante il dato emerso dai controlli senti in Largo Croce. Un dell’associazione Borgo tenti per far presente tutte sentanti sindacali più vicini alla posizione del
sugli automezzi dell’Asia, l’azienda monumento protetto solo da Antico - ad oggi è una zona quelle situazioni, grandi e vertice aziendale sono stati marchiati come
municipalizzata del Comune di Napoli. una cancellata pericolante. dove di notte chiunque può piccole, che non vanno in ‘amico del giaguaro’. Bisognerà vedere quali
Tali veicoli sono stati tutti sanzionati Eppure non è solo questo. lasciare i rifiuti, è anche questa zona. Giovedì la opinioni avranno alla fine la meglio. Al momen-
perché privi di svariata documentazione Tutto in questa zona lascia colpa di un cittadino poco nostra associazione si to il contrasto è interno al corpo dei dipendenti
prevista dal codice della strada. Il 15 % presagire abbandono. Sicu- civile, però la latitanza delle incontrerà anche con altri municipali. Nei prossimi giorni il dibattito andrà
dei tir ispezionati proviene dal cdr di ramente una parte è dovuta istituzioni è un dato di fatto. commercianti - conclude oltre, interessando oltre alle rappresentanze sin-
Caivano, ciò sta a significare che in anche all’inciviltà dei citta- Non è solo questione di Lippolis - per decidere una dacali anche quelle politiche perché si sa che a
quel comune è in corso la bonifica del I rifiuti nel mercato dini che ad esempio di notte, spazzatura, ma di una zona linea d’azione comune”. Pompei ognuno ha il suo politico di riferimento.
sito con il trasferimento dei rifiuti nelle

CASTELLAMMARE Bonifacio, Ingenito e Banchetti i nomi più quotati per affiancare Bobbio TERZIGNO Si torna alle urne per eleggere il sindaco

Lotta a tre per la nomina di vicesindaco Via al ballottagio: è sfida Castellammare di Stabia, il 24 maggio
CASTELLAMMARE DI
STABIA (Raffaele Cava)
- Non faranno parte della
squadra di governo targata
Bobbio i politici della vec-
tra Auricchio e Annunziata
Dello Ioio, Raimo, Veropalumbo, Capasso,
Rubino ed Esposito per il totoassessori
ed infine Antonio Ban-
chetti, ex presidente del
to nelle ultime elezioni
comunali con la lista civica
‘Società civile per Stabia’;
Vittorio Veropalumbo,
suocero del consigliere TERZIGNO (rp) - Si torna al
‘Surdato cungedato’ al Severi
CASTELLAMMARE DI STABIA -
L’associazione infermieristica ‘Attori
per amore’, composta da infermieri
chia amministrazione di consiglio comunale e comunale Aldo Esposito voto nella città di Terzigno per del nosocomio stabiese, dal 2007
Vozza. La composizione segretario cittadino della con ‘Stabia in movimen- il ballottaggio che decreterà l’e- organizza spettacoli teatrali il cui
della nuova giunta di Dc esclusa dalla competi- to’. In quota alla lista lezione del sindaco della città incasso viene devoluto in beneficenza.
Castellammare di Stabia zione elettorale per un ‘Bobbio sindaco’ Antonel- vesuviana. Gli sfidanti, Dome- Il 16 maggio presso l’auditorium del
partirà da questo dato. L’ex errore nella presentazione la Capasso sarebbe un’al- nico Auricchio e Franco liceo scientifico ‘Severi’ di Castellam-
pm neoeletto sindaco teme dei documenti necessari. tra pretendente ad avere un Annunziata, hanno riorganizza- mare verrà presentato lo spettacolo ‘Surdato
i risultati dei tre mesi di Di giorno in giorno spunta- ruolo in giunta. Tra i papa- to le loro coalizioni di sostegno. cungedato’. Le offerte della serata sranno dona-
indagine nel comune di no nuovi pretendenti per bili assessori anche Pino Ora la palla passa alla cittadi- te all’associazione disabili ‘L’Aliante’.
Castellammare della com- Il neoeletto una poltrona da assessore : Rubino, esponente di spic-
sindaco nanza che oggi e domani tornerà
missione d’accesso. Si Lino Dello Ioio che è riu- co dell’Mpa, e Giuseppe alle urne. Per ora si possono
Luigi
rischierebbe lo scioglimen-
Bobbio
scito a conquistare un seg- Esposito, ex segretario dei solo commentare i dati riferiti al Terzigno, oggi incontro
to del comune e Bobbio gio in consiglio comunale Verdi e candidato alle ulti-
non vuole incappare in que- con il movimento civico me elezioni con ‘Stabia
voto del 28 e del 29 marzo. Un sul tema discarica di Cava Vitiello
voto che ha visto di gran lunga
sto errore. Stesso discorso ‘Agorà’; Raimo, candida- rialzati’. davanti a tutti gli altri candidati
vale per i politici di Palazzo TERZIGNO - Oggi a piazza Santa
Domenico Auricchio che pro- Maria degli Angeli a Napoli si riuni-
Farnese coinvolti nello prio su questo dato ha impostato
scandalo di Gettonopoli. ERCOLANO ranno le ‘Assise della Città di Napoli e
l’attenzione di tutta la campagna tadino di Terzigno. La campa- del Mezzogiorno d’Italia’ per discute-
Potrebbero restare fuori elettorale pre ballottaggio L’e- re il tema: ‘Terzigno: non idoneità
dalla giunta anche coloro
che sono transitati dall’ese-
cutivo di Vozza alle fila che
Gli ex allievi Onaom a villa Favorita sponente del Pdl, supportato
anche da Mpa e la Destra, si è
gna elettorale è stata contrasse-
gnata da un serrato dibattito
sulle emergenze del paese, a
della cava Vitiello per la realizzazione
di una discarica’. Interverranno Raf-
ERCOLANO (Giuseppe Impera- prepararono alla vita frequentando i fermato al 47,75% (4780 voti) e cominciare dalla presenza della faele Raimondi, presidente emerito
hanno sostenuto la candida- to) - Ieri mattina alle 11 una delega- corsi di studio e tutte le attività per poche centinaia di preferen-
tura di Bobbio come discarica. Tra i candidati al con- della Corte di Cassazione, i professori Franco
zione di ex allievi dell’Istituto del- all’interno della settecentesca Villa ze non è riuscito a realizzare siglio comunale, buone le affer- Ortolani e Angelo Genovese, e Raffaella Di
Michele Sanzone segreta- l’Opera Nazionale Assistenza Orfa- Favorita. Sono intervenuti, per que- l’exploit della vittoria al primo
rio cittadino dell’Udeur, mazioni di Giuseppe De Simo- Leo, presidente Italia Nostra regione Campania.
ni Militari Carriera Esercito, dopo sto impegno definitivo che stabilirà turno. Franco Annunziata (con ne e Arcangelo Manzo (Pdl),
Rosario Cuomo (Mpa), cinquant’anni, sono ritornati nei la data dell’importante raduno fis- lui la civica “Oltre il Vesuvio”, i
Giovanni Barile e Stefano Francesco Ranieri (Mpa),
Arnone di ‘Stabia Rialza-
luoghi dove, ragazzini, seguiti da sato per il prossimo mese di settem- Giovani Democratici e i Verdi), Franco Nappo e Vincenzo Sorrento, assemblea pubblica
Don Alfonso Alfano e dall’indi- bre: Giuseppe D’Alessandro invece, andrà al ballottaggio
ti’. Intanto in prima linea menticabile Don Giuseppe Pigna- (Terni), Luigi Supino (Aiola di partendo dal 25,63% (pari a
Aquino (Oltre il Vesuvio), ma in piazza con ‘Sorrento di tutti’
per il ruolo di vicesindaco soprattutto di Nunzio Avino,
taro dell’Opera di Don Bosco, si Benevento), Giovanni De Persis 2566 voti). Terzo è arrivato Sal- campione di preferenze con
sono sempre ben quotati (Vecchiano di Pisa), Antonio vatore Annunziata (Udc, Cen- SORRENTO - Incontro pubblico a
Antonio Bonifacio, porta- l’Udc. All’orizzonte della città Sorrento per discutere dei temi che
Mollo (Pollena Trocchia), Rossano tro democratico liberale e Insie- di Terzino i cittadini pensano ad
voce di Bobbio in campa- Morroni (Roma), Mario Del Giu- me per Terzigno), che si è acca- hanno caratterizzato la campagna
gna elettorale e candidato a un’amministrazione ideale che elettorale e quelli che caratterizze-
dice, tesoriere dell’Onaom (For- parrato 2194 voti e la percentua- possa non solo risolvere il pro-
sindaco nel 2002 contro mia), Fabrizio Sarcinella (Bari), le del 21,92%. Molto più distan- ranno la prossima amministrazione.
Ersilia Salvato, a seguire blema delle discariche, ma Dalle 19.00 a Sorrento in piazza
Luigi e Nicola Grasso di Ariano te Francesco Ranieri dell’Italia anche rilanciare il territorio
l’ex consigliere comunale Irpino e Luigi Ciccarelli. dei Valori: 471 voti e il 4,70%. Lauro il movimento civico ‘Sorren-
del Pdl Giovanni Ingenito attraverso l’industria e la riqua- to di tutti’ torna in piazza per incon-
Ancora poche ore, dunque, per lificazione urbana ed ambienta-
conoscere il nome del primo cit- trare i propri sostenitori per “il consenso rice-
le. vuto in occasione delle elezioni comunali”.
26 Domenica 11 Aprile 2010 In primo piano CRONACHE di NAPOLI

Un anno di inferno, il racconto della vittima


“Per pagare ho prosciugato anche i miei conti personali, non mi è rimasto più un centesimo”
di Manuela Galletta carcere emessa dal giudice per le inda- Terzi. Il suo incubo ha iniziato nel due tangenti sono in grado di fornirvi ‘pagamento attrezzatura nautiche altro scooter. Il Calabrese ci chiese
gini preliminari Antonella Terzi della 2009, quando è diventato socio. Prima copia della documentazione nella destra”. 10mila euro e ci disse che questa
TORRE ANNUNZIATA - Finché ha seconda sezione penale del tribunale di la camorra non lo aveva mai avvicina- quale trascrivevo sotto la voce 'paga- LE TANGENTI AI GALLO - E’ il marzo somma doveva essere destinata a risol-
potuto, ha pagato. Ai Gionta e pure ai Napoli su richiesta del pubblico mini- to, ma i suoi colleghi, quelli che aveva mento attrezzature nautiche' le somme del 2009 quando Pasquale E. viene vere problematiche personali e familia-
Gallo. Ai due clan che dal 1989 si con- stero antimafia Pierpaolo Filippelli. E’ già un ruolo nell’impresa, hanno dovu- di denaro corrisposte ai due clan a convocato da Tullio Calabrese, rima- ri degli amici carcerati facenti parte
tendono la gestione degli affari in città un racconto “attendibilissimo”, quello to sostenere le richieste dei clan dal seguito delle loro richieste estorsive. Il sto ferito due anni prima in agguato di del clan Gallo. Io cercai di rappresen-
e che, dopo le ultime inchieste e i dell’imprenditore. “Sincero fino al 2006 al 2008. Due in particolare sono pagamento delle tangenti ai Gionta le camorra tesogli dai Gionta. “Con lo tare al Calabrese la situazione econo-
numerosissimi arresti subiti, hanno parossismo, puntuale, è uno sfogo ed le maxi-tangenti che egli, 40 anni, ha indicavo sul mio registro con la voce scooter del mio socio di allora ci siamo mica nella quale versavamo, che era
fatto fronte comune contro magistrati e una liberazione, un atto processual- versato: una da 9mila euro ai Gallo (in ‘pagamento attrezzature nautiche sini- recati presso l’abitazione di Calabrese, un periodo di crisi e che anche privarci
forze dell’ordine siglando una interes- mente rilevantissimo ed eticamente tre tranche) ed una da 9mila e 500 euro stra’, mentre le estorsioni del clan mentre un accolito dell’organizzazione, di un euro era complicato. Ma il Cala-
sata “tregua armata”, ha versato nel simbolico”, scrive il gip Antonella (in quattro rate) ai Gionta. “Per queste ‘Gallo’ le appuntavamo con la voce tale Peppe, ci faceva da battistrada con brese con fermezza disse ‘cercate di
giro di un anno tangenti accontentarmi’. Dopo di ciò autono-
per un ammontare di 18 mamente siamo ritornati io e il mio
mila e 500 euro, per non
parlare dei regali che è
La denuncia socio presso l’azienda”. A seguire il
racconto dei successivi incontri con gli
stato costretto a fare, L’imprenditore Pasquale E. è addetti alla riscossione delle tre tranche
come la donazione di tre stato stretto nella morsa dei
di denaro (l’ultima a dicembre), e il
moto d’acqua (per un Gionta e dei Gallo per un
ricordo della richiesta, fatta dal clan, di
valore complessivo di un regalo di due paio di scarpe Hogan.
anno. Poi lo scorso febbraio,
12mila e 500 euro), l’ac- “Tale richiesta non fu da me soddisfat-
quando la disperazione ha
quisto di sigarette per un ta perché non avevo disponibilità in
preso il sopravvento sulla contante”, ha concluso l’imprenditore.
affiliato, o delle assunzio-
ni di malavitosi presso la paura, ha sporto denuncia
sua società che è stato
obbligato a firmare.
Pasquale E., socio di un
noto cantiere nautico di
Torre Annunziata, ha vis-
suto in balia delle camorra
per un anno intero, il 2009
appena trascorso. Mai una
parola, mai un momento
di cedimento. La paura di
pagare con la vita un rifiu-
to, un “no”, era troppo
forte. Anche perché,
Pasquale E., sapeva bene
che con i suoi interlocutori
non poteva scherzare.
Quel mitra kalashnikov,
adagiato sulla pedana anteriore dello
scooter da Maurizio Perna (arrestato), I RETROSCENA
col chiaro intento di spaventare l’im-
prenditore, durante una discussione sul
TORRE ANNUNZIATA (maga) - nuta per ben tre volte, poiché i modelli
pagamento della tangente, Pasquale E.
non lo dimenticherà mai più. Quel Per spaventare a morte una persona, a Così i clan soffocavano gli aneliti di ribellione di chi non voleva sottostare ai loro diktat di moto che acquistavo non soddisface-
gesto è stato più minaccioso di ogni volte basta un gesto. Poco rumoroso ma vano mai i desideri della moglie. Per
parola, più efficace di qualsiasi alzata di
voce. Pasquale E. ha pagato per dodici
mesi. Poi, però, alla fine è crollato.
Quando la “borsa” alla quale attingeva
dal valore simbolico assai forte. Le paro-
le, le minacce verbali di morte, possono
essere superflue, possono addirittura
rivelarsi meno incisive di un segno. I
Semplici gesti per spegnere le resistenze l’acquisto delle tre moto d’acqua ho
speso oltre 12mila e 500 euro”. Arro-
gante e sfrontato, Maurizio Perna. Lui,
da ieri in carcere, non s’è accontentato
per soddisfare le pretese dei suoi aguz-
zini s’è svuotata, quando pure dai suoi
conti correnti non era più possibile pre-
levare un solo centesimo, la disperazio-
camorristi lo sanno bene, e le vittime
hanno imparato a leggere i messaggi
silenziosi a loro indirizzati. Pasquale E.,
nel suo anno di inferno, s’è trovato di
I gregari mostravano i mitra alle vittime solo dei regali e dello stipendio del clan.
Ha preteso pure il posto di lavoro, ha
preteso l’assunzione nel cantiere nautico
di cui Pasquale E. era socio. “In relazio-

“ “
ne ha preso il sopravvento sulla paura e fronte malavitosi che gli hanno chiesto il ne all'assunzione presso il mio cantiere
lui, imprenditore venuto dal nulla, s’è pagamento di tangenti con un tono della di Maurizio Perna, quale
rivolto alle sole persone che potessero voce “pacato”, calmo, autista, posso riferire che
tirarlo fuori da quella spirale di terrore. come se stessero chieden- essa mi fu imposta dallo
Pochi mesi fa ha denunciato il suo do il conto al bar per un stesso, in quanto mi disse
caffè appena consumato. I REGALI AGLI AFFILIATI LE ASSUNZIONI PILOTATE che veniva a nome del
incubo, ha accettato di vivere sotto pro-
tezione e ieri i suoi sacrifici sono stati Mai un’intimidazione I malavitosi si sono fatti consegnare Uno degli arrestati preso come autista ‘Palazzo Fienga’ e che
ripagati. Undici arresti, due soli ricerca- verbale. Ma la gestualità, inoltre doveva ‘dare da
ti: l’operazione “Garibaldi” ha fatto quella, diceva più mille di moto d’acqua e i soldi per l’acquisto al cantiere nautico: si era presentato mangiare’ al suocero
parole. Maurizio Perna, detenuto - ha aggiunto
giustizia. E forse getterà le basi per una
voglia di riscatto collettivo nella città dipendente di Pasquale E. settimanale di pacchetti di sigarette a nome di quelli di ‘Palazzo Fienga’ l’imprenditore -. Per tali
oplontina, dove la camorra, proterva ed al cantiere nautico e al motivi dovevo assumerlo.
arrogante, affligge decine e decine di soldo della cosca dei vesuviana. Impossibile dimenticare l’in- LA STORIA STABIESE pochi prima si era presentato a bordo di Per evitare ulteriori conseguenze e ritor-
imprenditori e commercianti. Pasquale Gionta, è tra quelli che s’è servito del terrogatorio reso dal pentito Luciano Quando il boss Scarpa uno scooter e mi aveva minacciato con sioni nei miei confronti, lo assunsi prima
E. è stato definito un eroe, ieri mattina, linguaggio del corpo, del “simbolismo”, Fontana (di Castellammare di Stabia, al sistemò una bomba con un mitra kalashnikov che prelevava da in prova e poi, all’inizio del 2009, rego-
nella conferenza stampa convocata per per far capire al suo interlocutore le pro- soldo del clan scissionista dei D’Ales- miccia accanto alle gambe una busta di plastica adagiata sulla larmente con contratto”.
illustrare i contenuti dell’inchiesta che prie intenzioni e quelle del sodalizio di sandro) nel 2004 nel quale si parlava di di un imprenditore che non pedana anteriore dello scooter. La Tangenti, assunzioni imposte e regali.
ha portato alla cattura, per associazione appartenenza in caso di reticenza, nel come Massimo Scarpa ’o napulitano, a voleva pagare il pizzo minaccia fu fatta alla presenza di altre C’era anche un altro affiliato al clan
di stampo mafioso, di tre esponenti del caso in cui la vittima si fosse rifiutato di capo dell’ala ribelle degli scanzanesi, sei persone. Perna in quella occasione Gionta, al quale Pasquale E. era obbliga-
clan Gallo e di otto affiliati ai Gionta soddisfare le richieste estorsive avanzate terrorizzò un imprenditore che non vole- anche perché lì c’erano molti ragazzini ci minacciò, intimandoci di chiudere il to ad elargire doni. Si tratta di France-
(di cui uno 17enne). E solo chi vive in dai Valentini. Gli è bastato, al primo va pagare la tangente da 50mila euro, che giocavano a calcio. Infatti erano cantiere e di non tornare più a lavora- sco Iapicca, che “accollava” all’impren-
questa terra martoriata dalle cosche può accenno di “resistenza” di Pasquale E., nel corso di un incontro convocato ad pieni. Scarpa prese la bomba e la mise re”. E sempre Perna costrinse Pasquale ditore le spese per l’acquisto delle siga-
capire che quel termine, eroe, non è mostrare un kalashnikov, far capire alla hoc nella zona dei campetti sportivi. “Al per terra vicino alle gambe dell’impren- E. a fargli regali costosi, a comprargli tre rette. “A Francesco Iapicca - ha conclu-
un’esagerazione. Prima però di assur- vittima di essere pronto ad usarlo per fine di intimorire al massimo l’imprendi- ditore, insistendo per il pagamento dei moto d’acqua. “Mi costrinse a questa so l’imprenditore coraggio - pagavo
gere a simbolo della ribellione ai clan, soffocare ogni anelito di ribellione. Rac- tore, Scarpa prese la bomba e la sistemò 50mila euro richiesti”. Storie che gelano spesa con minacce velate, formulate tra- delle modiche cifre settimanali di
Pasquale E. ha dovuto patire le pene conto da brividi, che rievoca un’altra sul tavolo, accese una sigaretta e la pose il sangue nelle vene. “Avevo appena mite lettere scritte, che io conservo, 20/30/50 euro per soddisfare i suoi biso-
dell’inferno, strangolato da una pressio- analoga immagine finita negli annali non lontano dalla miccia, aggiungendo pagato la somma di 2mila e 500 euro a adducendo la scusa che gli avevo provo- gni quotidiani di sigarette (Diana blu)
ne concentrica, tirato per la giacca da della recente storia di camorra dell’area che non si trattava dell’unica bomba in Gaetano Amoruso - ha raccontato cato un danno su una moto d’acqua di ed altro”.
destra e da sinistra. Le sue dichiarazioni suo possesso - rivelò Fontana -. L’im- Pasquale E. agli inquirenti -. Dopo il proprietà della moglie. Per cui per evi-
rappresentano il corpo delle 25 pagine prenditore si spaventò moltissimo e gli pagamento ebbi modo di lamentarmi tare ripercussioni, fui costretto ad
di ordinanza di custodia cautelare in disse subito di allontanare la bomba, con quest’ultimo di Maurizio Perna che accontentarlo. Tale circostanza è avve-
CRONACHE di NAPOLI
In primo piano Domenica 11 Aprile 2010
27
Torre Annunziata Il blitz dei carabinieri all’alba di ieri nella roccaforte dei ‘Valentini’: in due restano ricercati

Pizzo al polo nautico, 11 arresti


Otto sono affiliati al clan Gionta, tre ai Gallo. Incastrati da un imprenditore
di Roberto Scognamiglio marzo del 2009 una sorta di pax nato per il suo eroismo ‘Garibaldi’ clan e acquisti di pacchetti di sigaret-

TORRE ANNUNZIATA - Scacco


alla camorra grazie al coraggio di un
mafiosa che consentiva ad ambedue i
sodalizi di riscuotere le rate delle
estorsioni tra gli imprenditori del
dagli stessi carabinieri che hanno
messo in atto l’inchiesta (e lo stesso
nome ha preso così i’intera operazio-
te e scarpe di marca. Abusi che
Esposito ha raccontato agli inquirenti
per filo e per segno. Grazie a lui a
I commenti
imprenditore analfabeta. E’ stato
Pasquale Esposito, torrese di 40
polo nautico. I titolari dei cantieri di
via Terragneta si vedevano così
ne in suo onore), ha deciso di ribel-
larsi raccontando la serie di minacce
Torre Annunziata si è potuta scrivere
una delle pagine più belle della storia Grasso e Cosentino: rilanciare la lotta alla camorra
anni, ad incastrare tredici affiliati ai costretti a pagare un doppio pizzo: a mano armata (spesso effettuate con della lotta alla camorra. Un segnale
Gionta e ai Gallo. Socio di un’a-
zienda di rimessaggio nautico, la
‘Nautica Rovigliano’, è stato convin-
to da un luogotenente dei carabinieri
9000 euro sono stati versati nelle
casse dei Gallo, 9500 in quelle dei
Gionta per un totale di 18500 euro
accumulati dalla camorra in tutto il
mitra kalashnikov) e tutti gli altri
soprusi alle forze dell’ordine. Non
solo all’imprenditore venivano chie-
ste le somme di denaro per il consue-
che dà seguito ai blitz che nei mesi
scorsi hanno messo in ginocchio i
clan di Ercolano, sgominati dalle
denunce pervenute ai tutori della
Cantelmo:la denuncia
a vincere la paura e a raccontare le
vessazioni cui era sottoposto. I ver-
bali con le sue dichia-
razioni sono agli atti
2009. Lo scorso febbraio l’imprendi-
tore coraggio oplontino, soprannomi-
to ‘contributo ai carcerati’, ma anche
assunzioni di personale segnalato dal
legge dagli imprenditori e dai com-
mercianti della città degli Scavi. va letta nelle scuole
TORRE ANNUN- intimidazione di cui è
dell’inchiesta coordi- ZIATA (rp) - E’ la stato vittima il giudice
nata dal pm della Dda prima volta che a Torre Raffaello Magi. “Il
Pierpaolo Filippelli e
riportati nell’ordinan- I LUOGHI Annunziata un impren-
ditore effettua una
livello di sfida posto in
essere dai clan nei con-
za di custodia cautela- denuncia completa ai fronti dello Stato -
re in carcere emessa danni dei signori del aggiunge il parlamenta-
dal gip Antonella racket. Un elemento re - ci impone di non
Terzi. I destinatari di L’ACCORDO che il procuratore cedere ai facili trionfa-
tali ordinanze sono: Nel marzo del 2009 aggiunto Rosario Can- lismi. Questo, nono-
Tullio Calabrese, la pax mafiosa tra Gionta telmo definisce “asso- stante i numerosi suc-
62enne, Giuseppe Di e Gallo ha riguardato lutamente importante, cessi messi a segno
Nocera, 30enne, l’intero polo nautico perchè significa che la dalle forze dell’ordine,
Ludovico Lamberti, torrese ed ha costretto società civile non sta e la convinzione con la
36enne, Antonio gli imprenditori a pagare più alla finestra. Quel quale il ministro Maro-
Solimeno, 40enne, un ‘doppio pizzo’ territorio sta mostran- ni e l’intero Governo
Francesco Iapicca, Michele Amoruso Raimondo Bonfini Tullio Calabrese Giuseppe Di Nocera do la società civile più Berlusconi hanno sin
45enne, Mario viva. Io credo - aggiun- da sempre deciso di
Genovese, 37enne, ge Cantelmo - che il affrontare la questione
Natale Antonio verbale delle dichiara- sicurezza e legalità in
Balzano, 40enne, zioni di questo impren- Campania”.
Felice Praitano, ditore dovrebbe essere
27enne, Michele letto nelle scuole, per-
Amoruso, 20enne, chè racconta di una
Raimondo Bonfini, scelta di legalità che
19enne, Salvatore vince sull’illecito”. “Il
Paduano, 20enne, e fatto grave è che si
Maurizio Perna, imponga l’assunzione
29enne. I tredici di personale in nelle
sono tutti residenti a aziende sotto racket -
Torre Annunziata, sottolinea invece Tano
eccezion fatta per Mario Genovese Francesco Iapicca Ludovico Lamberti Maurizio Perna Felice Praitano Antonio Solimeno Grasso, presidente
Praitano che è di della Fondazione anti-
Boscoreale. Il tredi- racket -. E’ come avere
cesimo destinatario dell’ordinanza in un cavallo di Troia che
materia di reati di associazione a controlla tutto e che Rosario Cantelmo
delinquere di stampo mafioso ed LE MINACCE
TORRE ANNUNZIATA limita notevolmente la
estorsione è un minorenne, il 17enne Gli esattori, tra cui libertà di azione del-
figlio di un affiliato ai Gionta attual- diversi giovani di età l’impresa stessa”. Ma
mente in carcere protagonista attivo
delle pratiche estorsive (era lui uno
tra i 18 e i 25 anni,
usavano kalashnikov
Le nuove leve in prima linea: in manette anche un 17enne passi in avanti nel con-
trasto, come evidenzia
degli esattori che saltuariamente si
presentavano agli imprenditori presi
tipo Ak 47 per rendere
le loro pressioni Era lui a chiedere le rate dell’estorsione da 2500 euro Grasso, sono stati fatti
negli ultimi mesi pro-
di mira dal racket). Tutti sono stati più convincenti prio con le azioni delle
TORRE ANNUNZIATA (rp) - Le cere per associazione a delinquere di
bloccati ieri mattina all’alba nel forze dell’ordine e
corso dell’operazione messa in atto nuove leve della camorra, la terza stampo mafioso. Era lui, racconta
generazione della mala torrese, sono l’imprenditore che ha denunciato le della magistratura,
dai carabinieri della compagnia di insieme con le associa-
Torre Annunziata diretti dal capitano LE RICHIESTE in primo linea negli affari di estorsio- vessazioni della camorra, a chieder-
ne. A dimostrazione di ciò, tra i fer- gli in più riprese per zioni antiracket, prima
Luca Toti e dal tenente Francesco 18mila e cinquecento a Ercolano, poi a Torre
Panebianco, e dai militari del nucleo mati nel corso dell’operazione ‘Gari- conto della cosca rate Tano Grasso
euro versati ai clan baldi’ c’è un elemento che ha 17 anni di ‘pizzo’ da 2.500 del Greco ed ora a
investigativo agli ordini del colon- Gli imprenditori Torre Annunziata. “Un
nello Andrea Paris. Tutti tranne tre e diventerà maggiorenne tra un mese, euro ciascuna. “Siamo episodio inquietante,
costretti ad assumere ma è già un uomo del clan. C’è infat- alla terza generazione
in quanto Balzano e Paduano non personale segnalato e che riafferma la neces-
sono stati rintracciati e sono quindi ti anche un minorenne tra i destinata- di camorra - sottoli- sità di non abbassare
a ‘regalare’ loro ri delle misure cautelari emesse nel- nea il procuratore
rimasti latitanti, fermando così il sigarette e scarpe la guardia nei confron-
numero degli arresti ad undici. Cala- l’ambito dell’inchiesta che ha rivela- aggiunto Rosario ti delle cosche della
brese (che nel 2007 fu vittima di un to l’esistenza di un accordo tra i clan Cantelmo, commen- camorra”. Questa la
agguato di camorra mentre era affac- rivali di Torre Annunziata, i Gallo- tando la giovane età di dichiarazione del sotto-
ciato al balcone di casa sua), Di Cavaliere e i Gionta, per estorcere questo e di altri arrestati - i genitori segretario all’Econo-
Nocera e Gallo sono ritenuti dagli
I tredici destinatari dell’ordinanza denaro agli imprenditori che hanno hanno invitato i loro figli a imparare mia e coordinatore
inquirenti orbitanti nella sfera dei sono tutti residenti investito nel polo nautico locale. Il come si fa e loro hanno imparato regionale del Pdl della
Gallo, mentre gli altri dieci sono ragazzo, ora arrestato su mandati del bene”. Gli ordini di custodia cautela- Campania, Nicola
considerati vicini al clan Gionta. Tra a Torre Annunziata, soltanto tribunale dei Minori di Napoli, è re emessi dal gip partenopeo erano Cosentino, nel com-
figlio di un affiliato ai Gionta in car- dunque 13, di cui 11 eseguiti. Nicola Cosentino
le due cosche egemoni nell’area cri- uno di loro è di Boscoreale mentare il grave atto di
minale oplontina si era instaurata dal

L’AMBIENTE Blindate via Bertone, via D’Alagno e tutte le potenziali vie di fuga. Il presidio dei militari con un centinaio di uomini, decine di mezzi ed un elicottero
A palazzo Fienga immagini sacre, nascondigli e telecamere
Il Quadrilatero delle Carceri sotto assedio
TORRE ANNUNZIATA (Davide
Gambardella) - Un lungo cordone di
pattuglie di carabinieri a sirene spiega-
te rompe il silenzio nella notte. Inchio-
motivo di scatenare tensione” il ragio-
namento di uno degli inquirenti. Il
silenzio torna rapidamente sulla scena.
Le immagini di Padre Pio e della
dano davanti al Palazzo Fienga, roc-
caforte del clan Gionta, mentre dal- La devozione I rifugi Madonna della Neve, la Vergine vene-
rata nella città oplontina, sembra quasi
l’alto un elicottero tiene sotto controllo che stiano a guardare gli ultimi rilievi
le potenziali vie di fuga dal Quadrilate- dei carabinieri. Le pattuglie dell’Arma
ro delle Carceri. E’ la notte delle riprendono la loro battuta di caccia,
manette nella città oplontina: alle quat- La Madonna della Neve mentre per le strade che disegnano il
tro del mattino gli uomini della com- Nelle stanze del covo del clan Quadrilatero le prime pescherie apro-
pagnia locale e del Nucleo Operativo le immagini dipinte no per il rifornimento al mercato ittico
danno la caccia ai reggenti della cosca della Madonna della Neve della zona. In molti restano impietriti
dei ‘Valentini’ e dei Gallo-Cavalieri. con Gesù Bambino. davanti alle gazzelle che a sirene spie-
Via Bertone e via D’Alagno sono blin- Oltre alla Vergine bruna, gate sfrecciano in altri punti di Torre
date, gli uomini in divisa irrompono santa patrona di Torre Annunziata Annunziata: c’è ancora da arrestare
nelle case scuotendo dal sonno chi non e protettrice di tutti i pescatori altri affiliati alle due cosche, bisogna
si aspettava la visita della legge. Le oplontini, numerose fotografie proseguire senza sosta. Alcuni degli
cancellate che danno accesso al piane- di Padre Pio a testimonianza appartenenti al clan dei Gallo-Cavalie-
rottolo del primo piano vengono scar- della grande devozione ri vengono fermati ai posti di blocco;
dinate. I sistemi di videosorveglianza Il quartier generale altri invece stanati nel cuore della notte
mandati in tilt. “Aprite, carabinieri!” “Che volete? Qui non c’è nessuno…”. cunicolo, nascosto da una botola, rica- Umberto Onda, l’attuale reggente del I nascondigli sono ricavati nelle loro case. Alle nove, quando gli
grida un militare col volto travisato dal Nelle stanze vi sono televisori al pla- vato nelle intercapedini per facilitare la clan Gionta, ieri ha disertato l’appunta- nelle pareti, dietro arrestati sfilano davanti alla stazione
passamontagna. Nemmeno il tempo di sma, scarpe firmate, immagini raffigu- fuga dei latitanti. Ed era proprio uno mento con le manette. Forse per que- ad armadi e frigoriferi. locale dell’Arma, monta la rabbia delle
forzare la porta blindata che una donna ranti Santi e Madonne. Dietro un frigo- dei boss della cosca che ieri mattina i sto le donne del rione non hanno oppo- Costruiti per dare rifugio donne di camorra: un nuovo colpo è
in vestaglia risponde con tono seccato. rifero le forze dell’ordine scovano un militari cercavano a Palazzo Fienga: sto alcuna resistenza. “Non avevano ai latitanti della cosca stato inferto alle cosche oplontine.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI

CROSNport
ACHE
S.S. Sannitica km. 19,800 S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta 81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165 0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org Sito web: www.cronachedinapoli.org

Pagina 28 Domenica 11 Aprile 2010

SERIE A Gli azzurri si fanno rimontare dal Parma (3-2): la sconfitta allontana il sogno Champions

Napoli, che tonfo


Quagliarella: gol, assist ed espulsione. Non basta neanche la rete di Hamsik
SERIE A LA LOTTA SCUDETTO
LA RABBIA CONTRO ROMEO
di GIANFRANCO LUCARIELLO

Ce la sogniamo
l’Europa
E ora l’Inter teme il sorpasso della Roma in vetta
senza malizia
Solo un pareggio e cattiveria
na frittata, roba da matti. La

per l’Inter a Firenze U partita da vincere è finita a


carte quarantotto, con una
sconfitta inaspettata e incredibile.
Bye bye Champions, si vedrà, ma la
Grande Europa stavolta si è allonta-

La Roma può nata proprio quando il passo avanti


sembrava fatto. Invece il Napoli ha
incassato una sconfitta che lascia il
segno, per di più provocato da una

sognare il sorpasso squadra che non aveva più niente da


dire in campionato ma che forse den-
tro di sé covava un’antica vendetta,
ormai soddisfatta.
SERVIZI A PAGINA 32 Ma se colpe ci sono - e ci sono - va
detto che vanno tutte attribuite alla
squadra del cuore che ieri pomerig-
I e II DIVISIONE gio al San Paolo, sul far della sera,
ha gettato al vento la più grande
occasione per porre le mani sul quar-
Sorrento d’assalto a Perugia
Mazzarri se la prende con gli arbitri:
to posto, un suicidio. Non si spiega
diversamente, visto che la partenza a

Vico-Juve Stabia, che derby tambur battente aveva prodotto il gol


di Quagliarella e lasciato intendere
che il Parma non avrebbe avuto
A PAGINA 36 scampo, una questione di minuti.
Macchè, un po’ innamorato di se

“Contro di noi troppi errori, ora basta”


stesso e degli inutili ghirigori con il
pallone girato spesso inutilmente da
SERIE D una parte e dall’altra, il Napoli è
venuto meno ancora una volta nella
concretezza, nella furbizia, nella cat-
Il Neapolis prenota la fuga, tiveria, mai in grado di mettere a
frutto il lavoro svolto, con quella

la Turris sfida il Pomigliano Il tecnico protesta: il gol vittoria degli emiliani è viziato da un fallo di Crespo su Grava spietatezza che la circostanza richie-
deva: con la partita saldamente tra le
A PAGINA 36 Viene allontanato dal campo e negli spogliatoi si sfoga: “Condannati ancora dalle sviste” mani attraverso il comando del
gioco, il match andava chiuso pro-
prio nella prima parte. Non è stato
così per tanti motivi, non ultimo
quello della mancanza di un vero e
MOTOGP Oggi in Qatar la prima gara del Mondiale 2010 BASKET DONNE Play off A2, la General ai quarti proprio bomber, una carenza nell’or-
ganico che può costare caro. Ma va
Play out, Pozzuoli sorride detto pure che al “suicidio di massa”

Stoner in pole, Valentino Rossi insegue LOSAIL - Casey Stoner naturalmente. vero padrone di casa sul circuito di
Vomero ko: salvezza in salita
NAPOLI - Buona la prima. In gara1 dei
hanno concorso altre componenti e
determinati fattori. Forse qualche
rimpasto, ad esempio, andavo fatto
un po’ prima, quando sono emersi i
comprensibili e giustificati affanni di
play out salvezza la Gma Phonica Pozzuoli
Ormai sembra una tradizione la superio- Losail. L'australiano è sempre stato favo- supera 59–48 Livorno che per 20’ tiene Pazienza e Aronica. C’è da mettere
rità dell'australiano della Ducati in Qatar. rito qui, quest'anno sin dai test pre cam- ottimamente testa, poi è costret- nel conto i disastri della difesa, natu-
Casey ha centrato la pole position davanti pionato. “Ma sono stato anche sfortunato ta a cedere il passo alle conten- ralmente, di ferro nella prima parte e
alle Yamaha di Valentino Rossi e Jorge - puntualizza Rossi - nel giro buono ho denti viaggiando costantemente scellerata dal momento in cui il
Lorenzo. Quarto tempo a sorpresa per De incontrato altri piloti che mi hanno rallen- con un distacco di almeno 9 Parma ha ben pensato di cercare il
Puniet che ha preceduto i nostri Loris tato, comunque Casey èstato velocissimo punti, diventati anche 16 al 26° pareggio e di tentare il tutto per tutto.
Capirossi e Andrea Dovizioso. A segui- e spero di poter stare con lui domani in e 17 al 37°. Bene le flegree sup- Così come va discussa la prestazione
re Pedrosa e Edwards. Non bene Marco gara”. Stavolta chi ha veramente giocato portate, come il solito, dai cori di Lavezzi, bravo soltanto nell’assist
Simoncelli (Honda) che ha chiuso 15° al ‘gatto con il topo’ è stato l'australiano, continui della Boys Pozzuoli del gol di Quagliarella, e poi basta.
collezionando anche una caduta e il com- spostando, tutte le volte che Vale si face- Firm che ha già annunciato che, Mai più è stato in grado di saltare
pagno di squadra Marco Melandri va sotto, il riferimento cronometrico martedì, sera sarà al PalaMac- l’avversario e soprattutto di dialoga-
(Honda) 17° e ultimo classificato. “Sono verso il basso. “La moto in qualifica - ha re con i compagni, è un linguaggio
riuscito a fare un buon giro con il setting poi detto Stoner - è andata veramente chia. Sconfitta, invece, per il Vomero supe-
rato 64-56 in trasferta dalla Lavezzini che gli è sconosciuto, ma non solo
da gara, con le gomme morbide la moto bene, sono molto soddisfatto”. Premesse all’argentino. Soltanto Hamsik ha
si muoveva molto e scivolava troppo. Va ottime per una gara da lepre. Come è già Parma: la squadra di Agresti dovrà ora
ribaltare la situazione nella gara di martedì dato l’immagine concreta del gioca-
bene così, secondo è un buon risultato per accaduto altre volte a Losail, con l'austra- tore di statura e di uomo-squadra.
la gara. Spero di stare con Stoner in liano in fuga, sarà difficile mantenere la al PalaBarbuto. In A2 la General Construc-
tion Coconuda Napoli compie l'impresa ed Per non parlare del momento di “fol-
gara“. L'analisi di Rossi dopo le prime vista del suo codino. L'unico che puo' fer- lia” di Fabio Quagliarella che ha
qualifiche del 2010 sono prudenti e non mare Stoner, anche in questo caso, e' elimina Ancona dal tabellone play off di
serie A2. La Gymnasium chiude sul 72-57 lasciato i compagni in dieci. A que-
c’è da meravigliarsi. Le ha provate tutte il Rossi, perche' alle spalle dei due top sto punto tocca rimboccarsi le mani-
nove volte campione del mondo per argi- rider, c'e' si' lo spagnolo Lorenzo pronto qualificandosi ai quarti dove se la vedrà col
Casey Stoner in pole in Qatar Porto San Giorgio. che, altrimenti l’Europa ce la sognia-
nare la ‘furia rossa’ di Casey Stoner, ad approfittare della situazione”. mo davvero.
CRONACHE di NAPOLI CRONACHE di NAPOLI

CNRapoli-
ONA CH E
Parma
S.S. Sannitica km. 19,800 S.S. Sannitica km. 19,800
81025 Marcianise - Caserta 81025 Marcianise - Caserta
Tel. 0823.581055 - Tel. 0823.581055 -
0823.581005 - 0823.821165 0823.581005 - 0823.821165

Sito web: www.cronachedinapoli.org Sito web: www.cronachedinapoli.org

Domenica 11 Aprile 2010 Pagina 29

ANTICIPO AMARO A FUORIGROTTA

Non basta neanche la rete


di Hamsik: si fa in salita
la strada verso la Champions

Nella foto a sinistra la dispe-


razione di Fabio Quagliarella;
sopra Hugo Campagnaro:
quanti errori in retroguardia

Disastro al San Paolo


Il Napoli si spegne, il Parma rimonta e vince
Il nervosismo e gli errori in retroguardia condannano gli azzurri alla sconfitta. Per Quagliarella un gol, un assist e un rosso per proteste
di Antonello Auletta
La rabbia Stadio: San Paolo
NAPOLI - Azzurri sull’orlo di una
crisi di nervi. La sconfitta interna di
Nella foto a
sinistra il
Arbitro: Romeo di Verona
ZOOM
ieri contro il Parma, la seconda dell’e- tecnico del
ra Mazzarri, ha fatto calare le tenebre
su un San Paolo pronto a festeggiare il
Napoli Wal- Napoli 2 Parma 3 SECONDA SCONFITTA INTERNA
ter Mazzar-
quarto posto, almeno fino alle partite ri mentre NAPOLI (3-4-2-1): 26 De Sanctis; 2 Grava (43’st 9 Hoffer), 28 Quella di ieri contro il Parma è la
di oggi. E invece la strada verso il abbandona Cannavaro, 14 Campagnaro; 16 Zuniga, 5 Pazienza (29’st 21 seconda sconfitta interna del
quarto posto si è fatta in salita. Il pub- il campo Cigarini), 23 Gargano, 6 Aronica (29’st 18 Bogliacino); 17 campionato. La prima è arrivata
blico di Fuorigrotta ha visto un Napoli dopo l’e-
Hamsik, 27 Quagliarella; 7 Lavezzi. A disp. 1 Iezzo, 77 Rinau- circa un mese fa contro la Fio-
a due facce. Pimpante, ma sprecone, spulsione:
do, 33 Rullo, 91 Maiello. All. Mazzarri. rentina (3-1). Entrambe le battu-
nel primo tempo. Distratto e nervoso PARMA (3-4-1-2): 83 Mirante; 5 Zaccardo, 15 Dellafiore, 6
per l’alle- Lucarelli; 80 Valiani, 3 Antonelli, 14 Galloppa (1’st 7 Castellini), te d’arresto a Fuorigrotta sono
nella ripresa. Ha inciso sul match natore
anche il numero di palle gol fallite. 19 Zenoni; 11 Jimenez; 20 Biabiany (35’st 24 Paci), 86 Boji- arrivate nell’era Mazzarri, visto
azzurro gli nov (1’st 77 Crespo). A disp. 1 Pavarini, 8 Lunardini, 10 Dze- che nelle tre gare interne della
Eppure sem