Sei sulla pagina 1di 3

La Cronaca

L UNEDI 27 SETTEMBRE 2010 19

Lo Sport
6ª GIORNATA CREMONESE-LUMEZZANE 1-0

La Cremo studia da grande


Prova convincente e vittoria di misura contro il Lumezzane
Il gol di Bianchi all’89’ porta i grigiorossi al terzo posto
B
attere la squadra del momento ripresa. Una sfuriata di corsa e nervi
in zona Cesarini: una zampata come lo Zini non vedeva da tempo
del capitano con tachicard (o mette alle corde il Lume. Tacchinardi
Tacchicard). Zittire i fischi di un pub- al centro e Vito terzino di spinta sono
blico impaziente non ha prezzo. le mosse che – pur dettate dal ko tec-
La Cremo (7 punti in tre partite) nico di Gervasoni – sparigliano il
fa conoscere il sapore della sconfitta banco. In una decina di minuti i gri-
all’imbattuto Lumezzane al termine giorossi vanno vicino al gol con Tac-
di una gara intensa, sofferta a tratti chinardi (tiro alto), Fietta (tiro fuori)
ma poi circuita con dedizione e con- e ancora Pradolin, stavolta anticipato
dotta in porto con merito. al momento del dunque su un altro
Continuiamo a non guardare la assist eccitante di Musetti. E' il mo-
classifica (a proposito, siamo terzi), mento migliore, che riconcilia la
ma non nascondiamo che il successo squadra con il suo pubblico. Ma non
sulla capolista virtuale Lumezzane basta a demoralizzare il giovane Lu-
getta tutt'altra luce sul cammino gri- me. Il neo entrato Alberti fa squillare
giorosso. Fatta di organizzazione, il campanello e Ferrari segna, ma da
corsa, cuore e anche un pizzico di posizione irregolare al 19'. A fare la
qualità che non guasta, la vittoria di partita, però, a quel punto è la Cre-
ieri ha tutta l'aria di un certificato di mo che con un Fietta claudicante va
piena guarigione. a sfiorare il gol con un colpo di testa
Baroni presenta lo stesso schiera- di Cremonesi smanacciato in qual-
mento di Pavia (con il solo Stefani al che modo da Trini, e con un destro
posto di Cremonesi) contando che fantasmagorico di Musetti che si in-
l'esperimento trovi conferme anche frange sulla traversa. Proprio mentre
sulla larga scala di uno scontro dal la Sud invita Baroni a mettere un'al-
sapore d'alta classifica. Fino a ieri tra punta senza accorgersi che oltre a
un'idea per la Cremo, qualcosa di più un Fietta praticamente in stampelle,
per il Lume di Nicola che prima del- il mister deve bilanciare la voglia di
lo Zini sarebbe stato in cima non fos- vincere con i crampi di Pradolin,
se per una svista burocratica che gli Nizzetto e Musetti che si contendo-
ha tolto tre punti. Squadra solida, Minuto 89: Bianchi ha appena sospinto in rete la palla che vale la vittoria dei grigiorossi sul Lumezzane (foto Rastelli) no l'unico cambio disponibile. Lo
frizzante, collaudata, a dispetto delle “vince” Pradolin – premio alo sfini-
divise-pigiama da trasferta, la butta mento – e a Coda restano 5' per dare
subito sulla gamba. Sembra tenere ledizione continua poi con Gervaso- passaggio. A mettere in movimento e soprattutto Gervasoni non sono ragione al popolo. Ne bastano 4 e
botta il centrocampo “di fatica” vara- ni) costringendo il mister ad una so- Musetti ci pensa così direttamente mai abbandonati alla roulette (russa) Coda effettivamente ci mette lo zam-
to da Baroni, almeno finché Ferrari luzione cervellotica per colmare la la- Gervasoni. L'attaccante doma il suo dell'uno contro uno con le alette pino. Il merito è da dividere con Cre-
non spiega a tutti i motivi che hanno cuna. Dentro Cremonesi, Stefani va primo pallone e serve a Pradolin un ospiti, tanto che il satanasso Lauria monesi che scuote il palo con un al-
spinto la società a soprassedere sulla a sinistra e lì per lì il faccia a faccia rigore in movimento. Palla sulla cor- finisce scornato e sostituito. Un lavo- tro stacco perentorio sul preciso
squalifica resi- tra il compassa- sa all'altezza del dischetto, ma il ro cui partecipa- cross di Stefani
dua: il dieci to playmaker di- buon Prado, dopo il primo gol in tre no pure Nizzetto e con Bianchi
ospite si porta a fensivo e il guiz- anni preferisce non esagerare e svir- e Pradolin, più pronto a cor-
spasso Fietta e zante Laur ia gola maldestramente. Mani nei ca- centrocampisti reggere in rete
Sambugaro, toc-
ca per Inglese
Primo tempo sofferto sembra il titolo
di un film di
pelli ma la giocata basta a riportare
l'equilibrio, se non altro nella testa
che attaccanti
(4-1-4-1?): buo-
Rossi e Gervasoni la zampata del-
l'attaccante
che non ha diffi- ma senza troppi rischi Dario Argento. dei nostri che non illuminano la sce- ne le intenzioni, sostituiti per infortunio campano che
coltà nell'aggira- Ma il finale sarà na ma prendono le misure al campo ma il prezzo da anche quest'an-
mento di Stefani Nella ripresa gli uomini lieto. Pr ima contro un avversario organizzato e pagare è una so- Da tre partite però no rischia di ap-
e poi cerca il set-
te, mancandolo
di Baroni cambiano passo però c’è da su-
dare. Nei primi
spavaldo. La chiave ancora una volta
sta nel mezzo dove arrivano fischi
stanziale sterilità
della fase offen-
non si subiscono reti piccicarsi l'eti-
chetta di tali-
di poco poco. 45’ non è che i (anche ingenerosi a tratti) per i tanti siva, lasciata smano part-ti-
Fosse la vecchia grigiorossi bril- difetti d'appoggio e applausi (meno troppo spesso al- me. Avrebbe di
Cremo già ce ne lino per inventi- puntuali a dire il vero) per il lavoro l'umore (melan- sicuro qualcosa
sarebbe per azzerare tutti i galloni va. In mezzo la fatica è tutta nel te- di cucito. I tre (Fietta, Sambugaro e conico, soggetto a sbalzi improvvisi) da ridire, ma per oggi se lo tiene per
d'autostima guadagnati con fatica nere in passo degli avversari (Dad- Vito, poi Tacchinardi) presidiano be- di Musetti. Serve un cambio di mar- sé. Perché oggi parla solo la Cremo.
sette giorni prima. Figurarsi poi son, tarchiato 20enne di colore, è ne, chiudono alle fonti la manovra cia. Il pubblico lo chiede al 45', Ba- E finalmente sembra avere argomenti
quando Rossi (minuto 15') alza ban- uno da non perdere di vista) e resta bresciana e sono preziosissimi nei roni lo architetta nello spogliatoio e i convincenti.
diera bianca per infortunio (e la ma- così poco ossigeno al momento del raddoppi sugli esterni, dove Bianchi suoi lo mettono in pratica ad inizio Filippo Gilardi
La Cronaca dello Sport L UNEDI 27 SETTEMBRE 2010

20
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

LA CRONACA

Bolide di Musetti sulla traversa


Annullata una rete agli ospiti: Ferrari parte in fuorigioco
PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
10’ Ferrari si incunea 5’ La punizione battuta
nella difesa grigiorssa con da Vitofrancesco viene allon-
una bella serpentina e serve tanata in malo modo dalla
in area Ferrari, abile a supe- difesa bresciana e il pallone
rare Stefani, ma impreciso carambola così a Tacchinardi
nella conclusione che da otti- che dal limite dell’area calcia
ma posizione si spegne oltre fuori
la traversa 6’ Bradaschia prova la
15’ Sul corner battuto conclusione, blocca Paoloni
da Nizzetto, Stefani e Gerva- 8’ Il tiro di Fietta passa
soni si ostacolo a centro area tra una selva di gambe e ter-
non riuscendo a trovare la mina non lontano dal palo
deviazione vincente 10’ Sull’angolo battuto
23’ Il lancio perfetto di da Vitofrancesco il portiere
Gervasoni pesca in area Mu- buca l’intervento e il pallone
setti. L’attaccante attende giunge a Bianchi che di testa
l’arrivo di Pradolin e gli serve non trova lo specchio
un pallone d’oro che però 15’ Cremonesi allonta-
quest’ultimo sciupa clamoro- na debolmente al limite
samente sparando alto dell’area favorendo Dadson,
27’ La punizione di Inutile il gol di Ferrari. La bandierina del guardalinee è già alzata per segnalare il fuorigioco il cui sinistro termina oltre il
Emersone da trenta metri si montante
spegne sul fondo 19’ Alberti con un’otti-
29’ Splendido gesto tecnico di Dadson che dalla lunga distanza in- ma intuizione pesca in area Ferrari che di sinistro insacca. L’arbitro ferma
dovina un destro potente e preciso, sul quale è attento Paoloni a deviare però il gioco per una precedente posizione irregolare dell’attaccante
in corner 31’ Alberti cerca il secondo palo dal vertice sinistro dell’area. Palla a
32’ Errore in fase di impostazione di Stefani che regala palla a Ingle- lato
se, libero di involarsi verso la porta di Paoloni. Fondamentale il recupero 32’ Traversone di Stefani per Cremonesi che di testa devia la sfera
di Cremonesi sotto la traversa. Ottima respinta di Trini
39’ Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Cremonesi si trova il pallone 37’ Straordinario destro di prima intenzione di Musetti che da tren-
giusto tra i piedi, ma il suo tiro viene rimpallato da un difensore ta metri centra in pieno la traversa
42’ Ferrari scambia con Lauria e calcia senza inquadrare lo specchio 44’ Cross di Stefani, Cremonesi vola in cielo e di testa centra il palo.
47’ Luaria appoggia verso Bradaschia che dal limite conclude alto La palla resta in area trovando dapprima la deviazione di Coda, quindi il
tocco decisivo di Bianchi: 1-0

Baroni elogia la prestazione: “Stiamo uscendo alla grande dalle difficoltà”

“Nasce qualcosa di importante”


“Il cambio? Non potevo farlo troppo presto e rischiare di finire in dieci”
Q
uando la Sud, intorno al 20’
della ripresa, ha intonato un IL CAMBIO “OBBLIGATO”... ... E QUELLO “CHIAMATO”
coro dal contenuto più che
esplicito (“Metti la punta, Baroni
metti la punta”), il mister ha messo le
mani sui fianchi e ha continuato a
guardare in direzione dei suoi difen-
sori. Che fare, mister: assecondare la
volontà popolare (che se non lo fai e
ti va male hai voglia a esporre la teo-
ria!) oppure fidarsi delle proprie sen-
sazioni? “Io ho rispetto per tutti - la
mette morbida Baroni - e soprattutto
i nostri tifosi, visto che noi lavoriamo
per fare vedere a loro qualcosa di pia-
cevole. Però io sono l’allenatore e de-
vo essere lucido quando valuto le si-
tuazioni di gara. Gestisco i cambi so-
lo in funzione del risultato. Non
posso farmi trasportare da niente”.
Ecco perché ha deciso di aspettare
ancora, tenendosi la carta Coda per Al 15’ del primo tempo Rossi deve uscire All’85’ Baroni inserisce Coda. E’ la mossa
gli ultimi minuti. “Era una situazione per infortunio. Poi toccherà a Gervasoni “richiesta” dal pubblico. E sarà decisiva
non facile - riflette il tecnico fiorenti-
no -. Rossi si è fermato subito, Ger-
vasoni ha provato a tornare in campo anche avuto una grande palla gol con
dopo l’intervallo ma non ce l’ha fatta Pradolin. Nella ripresa loro sono ca- IL TECNICO DEGLI AVVERSARI
per una distorsione alla caviglia. lati”. E la Cremo ha preso il coman- LA GARA IN TV
Sambugaro è stato in forse fino a 10’
dal fischio d’inizio per una botta e ha
do. Non si è preoccupato quando
Rossi ha dato forfait e ha dovuto Nicola: “Che lotta Cremo-Spal Stasera la differita
giocato con un’infiltrazione; Fietta è mettere Stefani a fronteggiare gli alle 21 su Studio1
rimasto in campo dopo aver preso
una legnata da espulsione e i due
esterni, Nizzetto e Pradolin, hanno
esterni bresciani, dotati di un altro
passo? “Direi di no. Stefani ha gran-
de capacità di lettura del gioco. Sape-
Ma i grigiorossi hanno più idee” Commenta Cesini
stretto i denti perché non ne avevano vo come si sarebbe mosso. E’ stato Il tecnico rossoblu Nicola rac- tano e gli avversari ne traggono La gara disputata ieri tra Pa-
più. Non potevo rischiare di esaurire fantastico. Come Cremonesi e Tac- coglie i cocci della sfor tunata beneficio. Voglio comunque fare i via e Cremonese sarà tra-
i cambi troppo presto e finire poi in chinardi che sono entrati alla grande sconfitta rimediata allo Zini, sot- complimenti ai ragazzi per lo spi- smessa in differita questa se-
dieci”. in partita”. “Non dimentichiamo - ri- tolineando però i meriti dei suoi rito che hanno messo in campo, ra alle 21 sull’emittente tele-
Un’accortezza strategica che ha flette ancora Baroni - che il Lumez- ragazzi: “Perdere 1-0 a Cremona anche se poi quando subisci un visiva Studio1 con la
premiato. “E’ stata premiata la com- zane gioca così da un anno, mentre il fa parte del cammino e di quello gol all’ultimo minuto lasci il cam- telecronaca di Mauro Maffez-
pattezza, lo spirito di sacrificio di un nostro 4-3-3 è un sistema di emer- che può capitare durante la stagio- po con l’amaro in bocca”. zoni e il commento tecnico
gruppo che, anche se qualcuno non genza che adottiamo da due settima- ne. Guardando la prestazione - L’allenatore del Lumezzane può della bandiera grigiorossa Lu-
vuole accorgersene, sta venendo fuori ne con diversi adattamenti rispetto aggiunge però il mister dei bre- permettersi anche di fare un con- ciano Cesini, recordman di
alla grande dalle difficoltà”. alle caratteristiche. Dobbiamo racco- sciani - bisogna notare che siamo fronto fra due delle big del cam- presenze (436 gettoni).
Quello contro il Lumezzane, era gliere il massimo aspettando di avere stati padroni del campo nel primo pionato, visto che domenica scor- L’emittente ufficiale grigioros-
un test molto significativo. “Avevamo a disposizione l’organico che con la tempo, mentre nella ripresa le par- sa i valgobbini avevano incontrato sa è visibile sul digitale terre-
di fronte un avversario giovane, che società abbiamo pensato in estate. ti si sono invertite e noi abbiamo la Spal: “I grigiorossi ritengo che stre sui canali 14, 38, 40,
gioca con serenità. Nel primo tempo Colacone, Zanchetta e Miramontes fatto un po’ di confusione. Nel abbiamo maggiori qualità indivi- 55, 57, 91 e 93 (a seconda
accorciavano bene pressando alti e ri- non sono giocatori di cui è facile fare calcio d’oggi - continua - basta es- duali e più idee in fase di imposta- delle zone, i canali potrebbe-
partendo. Perciò abbiamo dovuto a meno. Però ripeto che stiamo co- sere meno cooperativi e allungarsi zione. Sarà una bella lotta”. ro subire alcune variazionidel
contenere. Abbiamo rischiato solo in struendo qualcosa di importante”. un po’ che subito gli spazi si dila- m.z. vostro telecomando)
un paio di occasioni, ma poi abbiamo f.g
L UNEDI 27 SETTEMBRE 2010 La Cronaca dello Sport
21
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

CREMONESE LUMEZZANE

1 0
4-3-3 4-2-3-1
1 PAOLONI 1 TRINI

2 A. BIANCHI 2 PISACANE
6 STEFANI 5 CHECCUCCI
5 GERVASONI 6 EMERSON
(3’ ST 16 TACCHINARDI) 3 PINI
3 ROSSI
4 DADSON
(20’ PT 15 CREMONESI)
8 CALLIARI
7 VITOFRANCESCO
7 LAURIA
8 SAMBUGARO (14’ ST 18 ALBERTI)
4 FIETTA 10 FERRARI
11 BRADASCHIA
10 NIZZETTO (49’ ST 13 LUCIANI)
9 MUSETTI
11 PRADOLIN 9 INGLESE
(40’ ST 18 CODA) (29’ ST 17 MANCINI)

ALL.: BARONI ALL.: NICOLA

ARBITRO
BORRIELLO DI MANTOVA. ASSISTENTI: BUONDONNO E TEGONI

RETE
44’ ST A. BIANCHI

AMMONITI
SAMBUGARO CALLIARI
A. BIANCHI DADSON

ANGOLI
12 2

NOTE
SPETTATORI 2890 (abbonati 1482). Incasso pari a 18.191euro
RECUPERO: 2’ PT, 5’ ST

LE INTERVISTE
“I fischi possono aspettare”
Bianchi risponde ai contestatori: “In campo abbiamo dato tutto”
L'istante e l'istinto. Minuto 89', la palla do- stiamo provando solo da un paio di settima- tate nel match. “Credo che Emerson mi abbia
po aver centrato il palo carambola a centro ae- ne”. E i benefici che sta ricavando la Cremo lasciato due o tre tacchetti sulla tibia – esordi-
rea e sulla linea di porta trova la deviazione dalla nuova soluzione tattica sono enormi. “In sce Giovanni, anche ieri generosissimo -. Per
vincente di Bianchi. E' il gol (il terzo in sei questo periodo siamo compatti e subiamo po- quanto riguarda la gara sono molto contento
partite per il difensore cannoniere) che decide co. La svolta è arrivata dopo la gara con la di non aver subito reti, perché per una squa-
l'incontro e fa compiere un bel passo in avanti Spal, quando abbiamo mostrato carattere riu- dra che vuole vincere questo è fondamentale.
alla Cremo. “E' stata un'azione confusa - ri- scendo a reagire alla situazione. A Ravenna ci Quando poi là davanti i nostri attaccanti tor-
corda Alberto - dove c'è stato un rimpallo e siamo presi un punto con i denti, a Pavia una neranno a sbloccarsi, potremo fare ancora me-
quando ho visto il pallone vicino a me non ci vittoria sofferta ed oggi un altro piccolo passo glio”. Adesso sul cammino dei grigiorossi c’è
ho pensato un secondo. Questa è stata una ga- avanti”. In chiusura Bianchi fa una tiratina di la trasferta insidiosa del Bentegodi. “Peccato
ra dai due volti, con il Lumezzane che nella orecchie a quei tifosi che al 45’ avevano fi- che si giochi di sera – commenta sorridendo
prima frazione ci ha messo in difficoltà soprat- schiato i grigiorossi. “Ritengo che le contesta- Fietta -, ma vedremo di sfatare il tabù. Ci tro-
tutto con un trequartista che tra le linee non zioni debbano essere fatte solo alla fine veremo di fronte un Verona attualmente ulti-
dava punti di riferimento. Poi quando abbia- dell’incontro. E poi quest’oggi abbiamo dato mo in classifica, ma del quale conosciamo tut-
mo preso le misure è andata sicuramente me- proprio tutto”. Uno che non si è certamente to il valore. Non vedo l’ora di confrontarmi
glio e abbiamo creato diverse occasioni. Non tirato indietro è stato Fietta, arrivato in sala con un avversario simile”.
dimentichiamo che questo sistema di gioco lo stampa zoppicando a causa dalle ferite ripor- Matteo Zanibelli

LE PAGELLE Nizzetto inesauribile. Il mister ci mette del suo IL MISTER


IL MIGLIORE
PAOLONI 6: Solo un paio di uscite
nel traffico. Nell’unica vera occasio-
ne concessa al Lumezzane deve
FIETTA 6,5: Resta negli occhi lo
stoicismo con cui chiude la gara
dopo l’intervento killer di Emerson.
Marco
Baroni
7,5
Michele
Cremonesi 7,5 solo osservare la traiettoria troppo
larga del tiro

A. BIANCHI 7: Da terzino destro


Lancio illuminante per Musetti. Nel
primo tempo un po’ impreciso

SAMBUGARO 6,5: Gioca con


Ripropone le
scelte di Pavia e
le fa funzionare
contro l’avversa-
vigila senza mai prestare il fianco, un’infiltrazione e tiene botta fino rio più scomodo
al centro è ordinato e preciso e all’ultimo. Dà il suo contributo di del momento.
quando avanza è decisivo. Terzo muscoli e dinamismo. Nella ripresa Più furbo della
gol in campionato si fa carico della regia sfor tuna, più
saggio del pubblico nel gestire
l’ultimo cambio. Negli ultimi 6
GERVASONI 6,5: Esperienza e NIZZETTO 7: 90’ di furia agonisti- punti c’è molto di suo
presenza fisica. Lancia anche l’azio- ca. Gioca da attaccante esterno
ne più bella del primo tempo. Si de- ma interpreta la gara come un
ve arrendere per infortunio guerriero. Corre fino allo sfinimen-
(TACCHINARDI 6,5: Dà la scossa) to. Recupera decine di palloni LUMEZZANE
Trini 6,5, Pisacane 6, Chec-
cucci 6, Emerson 5,5, Pini 6,
STEFANI 6,5: Parte maluccio: In- MUSETTI 6,5: Inizia decisamente
glese lo salta e poi rischia di appro- sottotono, con troppe palle perse. Calliari 5,5, Dadson 6,5, Lau-
fittare di un suo assist involontario. Poi però si accende e illumina la ria 5 (Alberti 6,5), Ferrari 6,
Prende la panchina con filoso-
fia. Entra e fa la differenza. Un Si adatta a sinistra e riscatta la scena: due assist al bacio per Pra- Bradaschia 6 (Luciani sv), In-
paio di recuperi sono da incor- sua prova con il cross risolutivo dolin e una traversa da antologia glese 5 (Mancini sv). All.: Ni-
niciare. Quando si sgancia è cola 6
l’attaccante più pericoloso: Tri-
VITOFRANCESCO 6: Da interno PRADOLIN 6: Ancora una prova
ni gli nega un gol, ma da una
non incide come vorrebbe, ma il positiva chiusa con i crampi. Gros-
ARBITRO
sua incornata nasce quello del- Borriello 6 Dirige bene. Ci stava
la vittoria (ROSSI 6: sembra- suo dinamismo è prezioso per gli solano però l’errore al tiro nel pri-
un cartellino a Emerson per l’en-
va in crescita. Sfortunato) equilibri tattici. Da incursore nella mo tempo su assist di Musetti
trata (non sanzionata) su Fietta
ripresa è un’arma preziosa (CODA sv: Ci mette lo zampino)