Sei sulla pagina 1di 2

Gli Elementi di Euclide LIBRO PRIMO

Gli Elementi iniziano con una serie di definizioni.

1. Punto è ciò che non ha parti.


2. La linea è lunghezza senza larghezza.
3. Estremi di una linea sono punti.
4. La linea retta è un oggetto su cui sono distribuiti in modo uniforme punti.
5. La superficie ha solo lunghezza e larghezza.
6. Estremi di una superficie sono linee.
7. La superficie piana è un oggetto su cui sono distribuite in modo uniforme linee dritte.
8. Un angolo piano è l’inclinazione reciproca di due linee su un piano, le quali si
incontrano fra loro e non giacciono in linea retta.
9. Quando le linee che comprendono l’angolo sono rette, l’angolo si chiama rettilineo.
10. E quando due rette si incontrano e formano angoli adiacenti uguali tra loro , ognuno
degli angoli uguali di dice retto e la prima linea retta è detta perpendicolare alla
seconda.
11. Un angolo ottuso è maggiore di un angolo retto.
12. Un angolo acuto è minore di un angolo retto.
13. Il contorno è la parte estrema di qualcosa.
14. Una figura è tutto ciò che è delimitato da un contorno.
15. Un cerchio è una figura piana che ha come bordo una singola linea ( detta
circonferenza) tale che tutte le linee dritte che irradiano verso la circonferenza da un
punto interno sono uguali tra loro.
16. Il punto è detto centro del cerchio.
17. Un diametro è qualunque linea passante dal centro che interseca la circonferenza.
18. E il semicerchio è la figura delimitata dal diametro e la circonferenza da esso tagliata. Il
centro del semicerchio è lo stesso del centro del cerchio.
19. Le figure rettilinee sono quelle delimitate da linee dritte: le figure trilaterali sono
quelle delimitate da tre linee rette, i quadrilateri da quattro linee rette e i poligoni da
più linee rette.
20. E le figure trilaterali: triangoli equilateri se i lati sono tutti uguali, isoscele se due lati
sono uguali, scaleno se i lati sono diseguali.
21. Una figura trilaterale con un angolo retto si dice triangolo rettangolo, un triangolo
ottusangolo se ha un angolo ottuso e acutangolo se ha i tre angoli acuti.
22. E dei quadrilateri: un quadrato ha gli angoli retti e i lati uguali, un rettangolo ha gli
angoli retti ma non è equilatero, un rombo è equilatero ma non ha gli angoli retti, un
romboide ha gli angoli opposti uguali ma non ha né angoli retti nei lati uguali.
23. Le linee parallele sono linee rette che, giacciono nello stesso piano e, prolungate
all’infinito in ogni direzione non si incontrano in alcun punto ( questo dovrebbe esser
considerato come un postulato, piuttosto che come parte di una definizione.)
Postulati.

1. E’ stato postulato che da un punto qualsiasi è possibile condurre a ogni altro punto una
sola retta.
2. E’ possibile prolungare da entrambi i lati una linea retta finita con continuità ( di una
quantità maggiore di qualunque lunghezza assegnata) in una linea retta infinita.
3. E’ possibile disegnare un solo cerchio con qualsiasi centro e raggio.
4. Tutti gli angoli retti sono uguali tra loro.
5. Se una retta intersecando altre due rette, forma con esse, da una medesima parte,
angoli interni la cui somma è minore è inferiore a due angoli retti, allora le due linee
dritte prolungate all’infinito, finiscono con l’incontrarsi da quella parte si incontrano su
quella parte non si incontrano dall’altra.

Nozioni comuni

1. Cose uguali a un’altra medesima cosa sono uguali tra loro.


2. Se a cose uguali vengono aggiunte cose uguali si ottengono cose uguali.
3. E se da cose uguali si tolgono cose uguali, allora si ottengono cose uguali.
4. Cose che possono essere riportate a sovrapporsi l’una con l’altra sono uguali tra loro.
5. Il tutto è più grande della parte.

Indicando con a, b, c, d enti geometrici tra loro omogenei ( per esempio quattro lunghezze,
quattro aree ect ), allora le prime tre nozioni comuni assumono la forma:

1. Se a=b e b=c allora a=c


2. Se a=b e c=d allora a +c=b +d
3. Se a=b e c=d allora a-c=b-d