Sei sulla pagina 1di 29

NONNE SQUILLO

ATTO PRIMO
OSVALDO entra in scena seguito dalle cinque vecchiette Prego, s'accomodino!
OLGA mamma mia che buio!
IDA Stai attenta a non cadere, Matelda...! Elvira, prendila per un braccio.
MATELDA Oh! ! ! Non sono mica decrepita!
IDA Decrepita no, ma vecchia si.
MATELDA Vecchia sarai tu, imbecillona!
REGINA Ma volete calmarvi!? Cl dobbiamo fare riconoscere subito.... Eh?
MATELDA Che magnificenza!
REGINA Ma che vedi se tutto buio!
MATELDA O nina, gli occhi ce li ho buoni. Non sono mica te, che non ci vedi nemmeno con
il binocolo
REGINA al giardiniere Ehi voi, come vi chiamate?
OSVALDO Osvaldo a su'comandi.
REGINA Rispondete al telefono.
OSVALDO Subito, (al telefono) Pronto? Ah! Se te Salvatore? Si sono arrivate proprio ora...
Si stamattina son venuti a lev e sigilli. Siii... un t'ho detto di si...hanno preso possesso
della villa stamattina, ma ora sono arrivate venicci a st... quattro! (guardando le
donne)... be..'nsomma come la contessa.... e anche peggio!
IDA Staranno chiedendo di noi?
REGINA E che cosa c'entriamo, noi?! Abbiamo preso possesso solo - oggi...
OSVALDO (rivolto alle donne) Invece chiedano proprlo di voi!. Questo che telefona era un
collaboratore della 'ontessa. Io penso che se voi continuate l'opera avrete siuramente
bisogno di collaboratori maschi
REGINA Collaboratore della contessa?
OSVALDO N'aveva due, Salvatore e Splzzichino.. ma bravi che volete fare tutto da sole?
IDA Da sole no... ma come si fa?
OLGA Io non ce la faccio davvero
OSVALDO (al telefono) Pronto spetta 'n momento, Salvatore...e si onsigliano.
IDA Regina pensaci, perche noi di uomini ne abbiamo bisogno. C'e tanto da fare, e se

andavano bene per la contessa, andranno bene anche per noi.


REGINA (a Osvaldo) Sono pratici del nostro lavoro?
OSVALDO Praticissimi. Conoscono bene la 'asa, i benefattori (strizzando l'occhio) e poi
fanno di tutto.
IDA Allora prendiamoli.
REGINA Prima voglio vederli.
OSVALDO Giustissimo! (al telefono) Senti o Salvatore, le signore vi vorrebbero ved. Quand'
che potresti.... Anche subito?
IDA si, falli venire, Regina! Gli uomini sono sempre bene accetti, l'uomo e la forza, l'uomo la
potenza.
REGINA Le donne come voi, la scemenza.
OSVALDO Vispine eh?
REGINA Fateli venire, Osvaldo.
OSVALDO (al telefono) Si. Potete venire... Anche subito!
OSVALDO (salutando al telefono) a pi tardi (riattacca il ricevitore) appena li vedrete vi
garberanno di siuro,Hanno tante conoscenze fra la gente bene. Gente ricca. vengono 'on certi
macchinoni, certi ricevimenti!
IDA Perche? Faceva moIti ricevimenti la contessa?
OSVALDO Tutti i giorni. T letterari....balletti.....un po' di gioo....'nsomma diverse 'osette, per
tenerli allegri......
IDA Bisogna farlo anche noi. Regina bisogna modernizzarsi
MATELDA Io, e come se fossi a casa mia! Sono una ballerina. Che balli! Che balli! il liscio! Eh si,
sono proprio uno schianto, nel ballo (accenna vari passi)
IDA Anch'io, anch'io. Io ballo bene il charleston! Uh, come lo ballo!
(accenna vari passi)
IDA Non ci vorr mica molto a divertire i benefattori Io gioco bene a scopa
OSVALDO La signora ragiona bene.
IDA Signorina, prego.
OLGA Io no, vedova.
MATELDA Io, vedova quattro volte.
OSVALDO Povera signora.
MATELDA Poveri loro: sono morti!

REGINA Io, vedova due volte.


IDA Osvaldo, si puo vedere di sopra?
OSVALDO Certo! un sete le padrone!
ELVIRA Subito.
MATELDA Oh, aspettatemi (salgono tutte e tre lo scalone e vanno alpiano superiore).
REGINA E davvero bella questa villa. Sentite Osvaldo, si potrebbe avere un po' piu di luce?
OSVALDO Subito. (Preme un bottone sulla tastiera e la scena si inonda di luce)
REGINA Ora Si! questi quadri sono proprio sconci
OSVALDO Io e la mi moglie e s messo 'n po' a posto. Ma se un si s se c'iassumete...un si
lavorare mia a ufo.
REGINA Ma in quanti eravate a tenere questa villa?
OSVALDO 'n quattro. Io, giardiniere-guardiano, aiutavo la mi moglie a fa le pulizie. Poi ero...
addestrato all'apertura della porta. Poi, c'erano quelli che hanno telefonato, leee.... nipoti.
Povera donna, un doveva spar cos alla svelta. Una sera erano tutti qui a mangiare... fece uno
stranguglione, arrovesci ll'occhi, e giu pe la terra. Era tanto buona!
REGINA Noi ne sappiamo qualcosa della sua bonta. Se non c'era lei...
OLGA E le nipoti dove sono andate?
OSVALDO Da un'altra zia 'n Francia. Sparirono subito
REGINA E come mai?
OSVALDO Il dolore! Capirono subito che non c'era piu nulla da fare.Chi sveniva di u chi sveniva
di la. Erano cosl impressionabili! Mi dissero: Osvaldo fai tutto tu! Io chiamai la miseriordia...
REGINA Infatti, io non ho visto nessuno all'ospedale. Andammo noi, ricordi Olga, a fargli le
nottate..., non parlava piu. Pero scrisse sopra un foglio, il nome del notaio. Povera donna, voleva
che la nostra opera non finisse!
OSVALDO E poi, voi, avete mandato er notaio a mettere i sigilli.
IDA (entra seguita da Matelda) Dovreste vedere che meraviglia! Sette camere in fila. Ogni
camera un colore: rosa, celeste, rosso. muri sono tutti di specchio. I soffitii di specchio e il
pavimento nero di specchio
MATELDA e si vedono tutte le mutande. Lei ha le culotte a fiorellini.
IDA Sette bagni, e un salone tutto d'oro, con poltrone, divani.
OSVALDO Quella era la sala dove ballavano.
OLGA rimanete voi perche io stasera voglio tornare a casa altrimenti | mia figlia cerchera la lite.
Mi ci vorra un po' di tempo per fargli capire che mi voglio dedicare tutta a quest'opera.

OSVALDO: Allora? che dite? C'iassumete? REGINA Ma certo che vi assumeremo. Andate a prendere le valige!
OSVALDO Subito, subito... vado subito (esce)
OLGA Ma io...
REGINA Tu rimani con noi. La presidentessa dell'opera non puo lasciare il posto di
combattimento.
OLGA Ma cosa faremo, Regina? Possiamo mantenere una villa cosi grande?
REGINA Ma sentila! Ci lasciano in eredita una villa come questa, con un parco immenso, che
vale pi di 600 milioni. che si deve buttare tutto al macero?
IDA II testamento parla chiaro. La villa ce l'ha lasciata per continuare l'opera! eppoi gia tutto
disposto per le tasse di successione!
REGINA Non stavano mica bene in quello strettume, quelle povere creature? Pensa alla felicita di
poter correre in quel parco'
IDA Noi, per ora, ne potevamo tenere poche; ma con una casa cos grande... io nel salone nero
ci farei il dormitorio
REGINA No. Nel salone, se~e grande, ci potrernmo fare:tutti i box per i cani e nella lavanderia
cuccette per i gatti.
OLGA Ci vorranno un sacco di permessi.
REGINA Li chiederemo. Facendo una casa ricovero per cani e gatti, per questi poveri esseri
abbandonati per la strada, si da prova di civilt.
IDA Poi, questa era la volont della contessa. Che brava donna una vergine pura come me!
MATELDA Come teee? E il giornalalo, dove lo metti?
IDA mi faceva la corte, ma io pura! Lo giuro! Come la contessa.
OSVALDO (entrando con le valige) Allora le porto di sopra?
REGINA Bene. dove dormiva la contessa, Osvaldo?
OSVALDO Nella camera d'angolo (sale lo scalone ed esce)
REGINA Olga, tu andrai nella camera della Contessa.
OLGA Nella camera della morta?
IDA Io con chi dormo?
REGINA Con Matelda
IDA No, no. Si alza la notte, mi mette paura, pol russa, fischia! Io non ci voglio dormire.

MATELDA Io con chl dormo?


REGINA Con ida!
MATELDA No, no! Urla tutta la notte. Poi chiama sempre: Annibale, Annibale! il giornalaio.
IDA Bugiarda. Non e vero.
MATELDA io non ci dormo
REGINA non mi fate impazzire...! dormite dove vi pare
OLGA Ma mio genero cosa dira? E i miei nipoti?
REGINA Non gli hai detto che andavi a fare una gita col parroco?
OLGA Ma gli ho anche detto che tornavo!
REGINA poi vedremo. Intanto vai a vedere la tua camera.
OLGA vado ma sento che succeder qualcosa
REGINA Si calmer. Lei ha sempre avuto paura della famiglia. Ma sai Matelda che la volevano
interdire perche tutta la pensione che gli ha lasciato suo marito la passa alle nostre bestioline?
C'e molta gente che ci prende per pazze perch aiutiamo le bestie
OSVALDO (scendendo) Signora, un'e per importunarla, maa.. volevo sap
REGINA Volete sapere se vi assumiamo? Vi ho detto di si! Vi assumeremo alle stesse condizioni
della contessa.
OSVALDO (contentissimo) Grazie. Vedrete che rimarrete 'ontente. Io e la mi moglie un sa ne
occhi ne bocca e ne orecchi. Capito eh? (strizza l'occhio)
REGINA A me,quello, sembra un poi svitato: ha anche il tic all'occhio!Senti, se ci serviranno,
bene, senno licenziamo lui e sua moglie!
IDA (prendendo dal mobile il. David;di Michelangelo) uh, come e bello questo
guarda, Matelda, ci ha proprio tutto. Guarda che bei ricciolini

fusto nudo!

IDA No, questi non sono ricciolini, e... (le parla all'orecchio) Il Davide. Guarda, Matelda, che bel
sederino!
MATELDA Uh, com'e bello! Assomiglia tutto al sedere del mio secondo marito. REGINA E io che
vi sto a guardare... !
IDA Che c'e di male... e un bel pezzo d'uomo.
MATELDA E davanti, assomiglia al mio primo marito!
IDA Bellino, bellino il pirillino (lo batte col dito indice).Toccalo anche tu... toccatelo, che porta
fortuna.
REGINA Rimettilo al posto suo senno te lo tiro sulla testa. Andate a sfare le valige.
IDA Si, prima apriamo le valige, eppoi;. ci facciamo un bel bagno con i sali profumati.

MATELDA lo faccio anch'io, sono due mesi che non lo faccio. c' il sapone?
IDA Sapone, spugne, boccette di profumo, c' tanta roba. Ci sono anche gli accappatoi di tutti i
colori! (cantando) Stasera mi tuffo,stasera mi tuffo... (via di corsa dallo scalone)
REGINA i clienti Verranno qui per vedere il nuovo albergo per cani e gatti e noi, prima di farglieio
vedere, zacchete, gli si rifila la tessera. Ogni tessera cinquantamila lire.
MATELDA -Ma se gi cosi difficile dar via le tessere ora che costano molto meno...
REGINA Si, ma con questa avranno diritto alla visita medica gratis, li potranno portare qui a
pensione quando vanno in villeggiatura li potranno fare partorire qui, li potranno seppellire qui,
abbiamo tanto terreno..., e potranno venire a trovarli tutte le domeniche
IDA (entra indossando una vestaglia trasparente da squillo) guardatemi non sembro l'amante di
un sultano?
REGINA Ma quanto sei cretina
IDA Ho aperto un armadio e cho trovato dentro vestaglie e vestiti.
MATELDA mi riconoscete?
REGINA Senti, che queste due si provino le vestaglie come due ragazzine sedicenni passi! Ma
che tu, alla tua et...
MATELDA e che centra l'et a sessant'anni non si pu scherzare?
(matelda e ida ridendo saliranno in camera)
(salvatore e spizzichino entrano in casa)
SPIZZICHINO: - vieni Tore si entra assieme, permesso?
REGINA Signori ma chi siete? Come vi permettete di entrare senza essere annunciati?
OSVALDO (entrando di corsa) Questi sono quelli del telefono, di poco fa; e questa una delle
nuove padrone.
SALVATORE (presentandosi) Salvatore Stagni, per gli amici Tore
SPIZZICHINO (presentandosi) Spizzichino degli Espositi. Ma quando la contessa veniva da voi,
non vi ha mai parlato dei suoi... organizzatori?
SALVATORE Via, non fate le furbe con noi! non vi ha mai parlato del suo cocco?
REGINA dei collaboratori ce ne ha parlato tante volte; che ne aveva di quelli bravissimi che gli
portavano tanti soldi...
SALVATORE Quelli eravamo noi. Noi eravamo l'anima di tutto! lei.. non si poteva esporre tanto
perche...
REGINA Si vergognava. Eh, non tutti comprendono come delle signore possano aprire case come
queste.
SPIZZICHINO. Invece fanno tanto comodo!

REGINA
Piuttosto che vederle in mezzo alla strada. d'estate
sull'autostrada, in mezzo ai pericoli, alle macchine, fa anche vergogna

poi

.....

sparpagliate

SPIZZICHINO. Ah, perche lei le ha viste anche sull'autostrada?


SALVATORE (piano a Spizzichino) Lo vedi come sciupano il mestiere! Ora le mandano anche
sull'autostrada!
REGINA ma noi questa casa
permesso al Sindaco.

non l'apriamo mica al buio. Prima di aprire si

chiede regolare

SALVATORE Permesso? Non lo danno mica, il permesso.


REGINA A me lo danno conosco benissimo il sindaco. Poi noi, in fondo, aprendo una casa come
questa facciamo onore anche al Comune.
SALVATORE Nonna, non fare la spiritosa (le tira uno sculaccione)
REGINA Prima di tutto la smetta di chiamarmi nonna e di tirarmi le manate sul sedere.
SALVATORE senti come dura ohi ohi ha il busto con le stecche di balena! Macch balena,
sembrano le rotaie della ferrovia! (ride)
REGINA Ma come si permette? io non sono mica la contessa! Sentite: se voi state fermi,
seduti, si pu cominciare a parlare, senno quella e la porta!
SPIZZICHINO Alla grazia come e sofisticata!
SALVATORE Spizzichino, siedi. Sedetevi anche voi perche seduti si discute meglio. Dunque noi da
sette anni eravamo in affari con la contessa. Io come fattotumme... ma per la gente... autista!
SPIZZ. Io... inserviente e... accompagnatore e per la gente... cameriere fattorino;
REGINA il giardiniere ci ha accennato, infatti, la vostra qualifica.
SPIZZICHINO. Senti la vecchina come chiacchiera in punto e virgola!
SALVATORE e io...Procuravo quattrini e clienti (estrae dalla tasca un taccuino)
REGINA i benefattori.
SALVATORE Chiamali come vuoi. Gente altolocata, con la grana. Qu ho tutti gli indirizzi, una
telefonata per dire che siamo aperti e tutto e a posto.
SPIZZICHINO. basta che siano di razza buona ed e facile collocarle!
REGINA ma non sono tutte di razza buona! le pi sono randage
SPIZZICHINO. Voi le prendete randage? No, in un ambiente come questo non ci stanno mica
bene.
REGINA Basta che siano affettuose, non tanto abbaione, poi piacciono lo stesso!
SALVATORE ecco brava pi stanno zitte e meglio

REGINA allora a quanto ho capito vorreste lavorare con noi! quanto vorreste vdi stipendio?
SALVATORE vitto e alloggio e il trenta per cento
REGINA sulle tessere che portate voi?
SALVATORE o che le chiami tessere?
REGINA perche voi come le chiamate?
SALVATORE io le chiamerei mar...... assegni!
REGINA noi si prende l'assegno poi gli si da la tessera
SALVATORE come? come? come?
SPIZZICHINO ho capito io gli danno una tessera di riconoscimento.
REGINA con il nome, cognome e l'indirizzo. senn come si fa a sapere chi sono i nostri
sostenitori
SALVATORE gi un c'iavevo pensato! che idea moderna! loro mostran la tessera e noi...
REGINA noi s'ha intenzione di mettere una tariffa fissa, cinquantamila per il mantenimento della
casa poi per i parti gli si fa lo sconto se sono soci.
SPIZZICHINO i parti???
SALVATORE si, i party, i balletti! cinquantamilalire ??? ma allora unn sete aggiornate sui prezzi di
mercato! un party con il balletto anche duecentocinquanta, trecento, quattrocentomilalire
SPIZZICHINO allora siamo d'accordo?
SALVATORE non si vuole mica rubare lo stipendio! per il cambio ci penso io, ogni quindicina o
ogni mese?
REGINA che cambio?
SALVATORE ma cosa volete tenere sempre le stesse?
REGINA fino a quando non muoiono!
SPIZZICHINO le volete far morire quiiii???
REGINA se non si trova da collocarle!
SALVATORE le colloco io! le porto in sicilia, in sardegna.... poi c' una gran richiesta sui mercati
orientali!
SPIZZICHINO basta dividersi i guadagni
REGINA noi non ci si guadagna un accidente! la nostra un'opera di bene stata creata senza
scopo di lucro, basta recuperare le spese.
SPIZZICHINO alla grazia come sono oneste! e le pulzelle su come sono? giovani? aggressive?
rapaci?

REGINA tanto giovani, non lo sono. una anche vedova ma molto in gamba.
SALVATORE ma come si presentano?
REGINA bene! Lida anche antropologa! ora ve le chiamo.
IDA (entra scendendo lo scalone) eccomi!
REGINA vi presento i nostri collaboratori: salvatore e spizzichino
(salvatore e spizzichino restano di stucco in un crescendo di meraviglia)
IDA tanto piacere
ELVIRA felice di conoscervi
REGINA e matelda? (ritorna allo scalone) matelda vuoi scendere?
REGINA ti presento i nostri collaboratori: salvatore e spizzichino
MATELDA matelda vedova quattro volte (presentandosi)
SPIZZICHINO la becchina!!
MATELDA no!, professoressa d'arpa
SALVATORE: - MAREMMA IMPESTATA!!! spizzichino ma queste come facciamo a venderle???
SPIZZICHINO: TODAS JUNTAS, Y QUIEN LAS AGARRA SE LAS TIENE!.
(cala la tela rapidamente)

ATTO SECONDO
Stessa scena. Circa un mese dopo I quadri scabrosi sono stati tolti e sostituiti con quadri di
cani, gatti, uccelli ecc.

SPIZZICHINO (entra con un cane al guinzaglio.E' vestito come un facchino d'albergo,il telefono
squilla ripetutamente) arrivo, un momento! con calma.(staccando il ricevitore) Pronto? Qui parla
l'opera di bene contessa Furl per i poveri esseri abbandonati: cani gatti e volatili. Cosa? Ha
trovato 4 gatti al mercato centrale? Vogliono la poppata? Mica gliela posso dare io la poppata?
Si ho capito, manderemo a prenderli mi dia l'indirizzo, (scrive su un taccuino che e li sui tavolo
vicino al telefono) via Garibaldi 22, 3piano. c' l'ascensore? noo? allora io suono il campanello
e lei me li butta dalla finestra. si,ho il tappeto antiurto! (riattacca il telefono)
SALVATORE buongiorno (entra dalla vetrata con un'altro cane e vestito come spizzichino)
SPIZZICHINO dammi anche il buongiorno, un buongiorno per ridere!! appena le due, e gi
dieci telefonate! Tre cani randagi Due piccioni zoppi Quattro gatti che vogliono la poppata. Un
pappagallo che non lo vogliono pi perche dice le parolacce. Una casa invasa di formiche
disoccupate... mondo cane, io non posso continuare cos
SALVATORE: E io che centro?
SPIZZICHINO l'idea stata tua
SALVATORE: L'idea e stata di Stella. Mi aveva detto che si era informata. Che la villa l'aveva
ereditata un'amica della contessa per continuare l'opera.
SPIZZICHINO bisognava informarsi di che opera si trattava
SALVATORE Come opera e la stessa. La contessa nascondeva la casa squillo sotto il
nome di <<Casa per piccoli esseri abbandonati cani gatti e volatili>>.
SPIZZICHINO ma era per dire!... Queste invece fanno sul serio! Ne hanno 200 di
queste bestiacce!
OSVALDO ragazzi, tutto a posto stella m'a detto che saranno qui tutte e cinque verso le quattro
e...... si presenteranno come le..... nipotine della 'ontessa e, dice anche che sono sempre in
forma sempre messe bene!!
SALVATORE Benissimo! Nipotine, che trovandosi d'diseredate e abbandonate vengono qui per
contestare il testamento. Vengono a reclamare quello che doveva essere loro.
SPIZZICHINO credi che queste vecchie... la berranno?
SALVATORE A quelle, gli si fa bere quello che si vuole! Se le ragazze ci sapranno fare, noi
andremo via di qui con un bel gruzzoletto. in fin dei conti la storia pu anche essere vera. Era
da pi di tre anni che stavano con la contessa e tutti le conoscevano come le nipoti, ve loi dico
io! Ci si vede, ciao a pi tardi!
MATELDA ida conosci un certo marchese cavalli?
IDA no, perch?

10

MATELDA Ha telefonato stamattina chiedendo se l'opera era riaperta! Io ho detto di si. Oggi
viene a farci una visitina.
SPIZZICHINO. (spaventato) Viene il marchese Cavalli?

~:

IDA lo conosci?
SPIZZICHINO acciderba!
IDA ama le bestie?
MATELDA certo! Mi ha chiesto se avevo una cagnetta paffutella con un bel sederino, con tanti
ricciolini.
MATELDA Hai visto? La reclame e l'anima del commercio. Sono bastati cinquecento manifesti
ee.....
SPIZZICHINO. Manifesti? Avete messo dei manifesti?
MATELDA Si, abbiamo fatto i manifesti per fare sapere che abbiamo cambiato indirizzo e per
onorare la povera morta; ci abbiamo messo anche il suo nome: opera di bene contessa Furl per
i piccoli esseri abbandonati, cani gatti e volatili.
SPIZZICHINO. Ecco perche il marchese Cavalli ha telefonato! Ora arrivano tutti! Salvatore
spettami!!
MATELDA Devono arrivare, la reclame l'abbiamo fatta per questo!
OSVALDO (entrando di corsa dalla vetrata) Signora regina, signora matelda
REGINA cosa c'e? Prende fuoco la villa per urlare in questo modo?
OSVALDO Ci sono le 'ontessine.
REGINA Che contessine?
OSVALDO Le nipoti della 'ontessa.
MATELDA le nipotine della contesessa? cosa vorranno?
LE RAGAZZE (entrano una dietro l'altra salutano e si schierano) buongiorno
OSVALDO Signorine, se sapessero che dolore s' avuto io e la mi moglie pella scomparsa della
vostra povera nonna...
STELLA Lo credo, e stato un duro colpo anche per noi.
OSVALDO Se avete bisogno, io e la mi moglie siamo a vostra disposizione (con lieve
esagerazione uscendo) che dolore, che dolore... l'ho sempre davanti agli occhi la povera
'ontessa... che dolore..."
LE NONNE (sono rimaste perplesse a guardarle)
MANON Scusi, e lei la proprietaria?

11

REGINA Veramente proprietarie siamo un po' tutte. (presentandole) La socia olga matelda ida e
io sono regina.
MANON (fa le presentazioni e le ragazze a una a una salutano con un sorriso e un cenno della
testa) Stella, Margareta, Lucy, Lillina e io Manon
IDA reginaio vo a fa una visitina ar giornalaio!
REGINA Prego accomodatevi, siete venute per vedere la casa della nonna?
MARGARET veramente... siamo qui perche.....
MANON Perche avevamo tanta nostalgia di rivedere i luoghi dell'infanzia.
STELLA Avete avuto una bella fortuna!
REGINA Noi non sapevamo nulla della villa. Ogni tanto la contessa ci mandava qualche soldo.
Pero non aveva mai detto di lasciarci la villa e il terreno. Questo lo posso giurare.
STELLA avete ereditato tanta roba!
LUCY Invece noi siamo rimaste a bocca asciutta. Ha preferito aiutare le bestie, piuttosto che le
sue nipoti che l'hanno aiutata a far quattrini.
STELLA Che c'entra a far quattrini... L'abbiamo aiutata in tutto.
MARGARET L'abbiamo aiutata ad amministrare il patrimonio...
LUCY L'abbiamo curata... povera nonnina, aveva tanti acciacchi! Noi ci siamo sacrificate tanto
per lei!
REGINA Poverine, ma noi non c'entriamo
STELLA E chi lo sa! Se ne sono viste tante che in punto di morte si sono fatte influenzare dai
parenti!
MATELDA Ma noi non siamo parenti, siamo estranei!
STELLA Appunto! Non siete parenti di cristiani, ma parenti di cani e gatti. E lei... che li amava
pazzamente, pu essere stata influenzata da voi tutte.
MARGART La nonna aveva la mania delle bestie fino al punto di servirsi di noi per incrementare
l'opera. E pensare che diceva: "datevi da fare ragazze, e tutto quello che ho sar vostro".
LUCY E noi stupide che ci abbiamo creduto!
STELLA E quante moine ci faceva! Che era pazza lo sapevo, ma fino a questo punto!
LILLINA Ma perche ne dite tanto male? Prima di sentirsi male, ci ha dato un assegno da due mila
euro per una.
LUCY Quello che ci spettava come percentuale!
REGINA che percentuale?
MARGARET Macch percentuale! Voleva dire i denari per il viaggio.

12

LILLINA Ci ha dato il viaggio e il resto!


MANON Pero se tu eri un cane, a quest'ora eri milionaria!
LUCY Non hai diritto di parlare. Sei arrivata ultima!
REGINA ultima?
LUCY Si, ultima. nella vita; e la pi piccina.
MANON Lascia sistemare a noi le cose.
LILLINA Sistematele come volete, basta che siano pulite; senno io non ci sto.
MANON O bimbina come sei patetica!
MARGARETA Cosa t'e successo oggi?
REGINA La signorina voleva tanto bene alla nonna, e ora non vuole sentire sparlare sulla sua
memoria! Poi ormai non si pu pi tornare indietro.
LUCY Non si pu pi tornare indietro?
MARGARET Basta impugnare il testamento.
STELLA Dichiarare che era una vecchia pazza. Si pu provare benissimo, basta dire che ha
lasciato un patrimonio cosi grosso alle bestie, lasciando cinque nipotine in mezzo alla strada...
REGINA Ma voi, perche non c'eravate alla sua morte? Perche siete scappate appena entr in
ospedale?
MARGARETA Fu lei a dirci d'andar via. Noi volevamo restare.
STELLA Ma lei aveva paura, lasciandoci sole in casa...
LUCY voi avreste dovuto chiamarci!
REGINA Ma se non sapevamo nemmeno che voi esisteste! Quando siamo andate dal notaio e fu
aperto il testamento, gli eredi non erano menzionati, anzi era specificato senza eredi, vero
Elvira?
MANON Questo dimostra che era pazza! Come senza eredi ? Cinque creature .....pure.....dei
gigli....ingenue....indifese.....figlie di suo figlio.
MARGARET Io ero sicura che qualcosa ci avesse lasciato.
LUCY Invece, tutto alle bestie!
REGINA allora, cosa volete fare?
MARGARETA Impugnare il testamento.
MATELDA Madonnina santa, non lo fate! e le nostre bestioline?

13

LUCY Oddio, ci si potrebbe mettere d'accordo, senza fare casini!


MARGARET Basterebbe poco per chiuderci la bocca.
REGINA Insomma, quanto volete?
MANON settantamila euro.
STELLA Ma che ci fai, oggi, con settantamila euro?
LUCY Se si impugna il testamento si pu avere anche tutto!
MANON Ma ci sono le spese, gli avvocati, lo dice anche il proverbio ~<meglio un cattivo accordo,
che una causa vinta
MARGARET Meglio un uovo oggi che una gallina domani!
LILLINA Io non voglio ne l'uovo ne la gallina.
MANON Ma lo sai che sei una bel rompimento?
STELLA Allora, siete d'accordo?
REGINA Ma dove li prendiamo settantamila euro?
STELLA Vendete un pezzo di terreno ne avete tanto!
REGINA Non si pu!
STELLA Si, se serve per l'opera di bene, si. Ci siamo informate!
REGINA Ma si potr veramente fare? sar un imbroglio?
MANON Ma poi chi vi controlla? .Quando uno e in un ente assistenziale, pu far tutto.
REGINA Ma noi siamo delle persone oneste!
STELLA Allora preferite la causa? Ragazze facciamogli causa. Possiamo andare... noi eravamo
venute per metterci d'accordo; ma visto che non e possibile, daremo subito la pratica in mano
all'avvocato.
TUTTE arrivederci signore (sia avviano verso l'uscita)
REGINA no, no aspettate! Devo pensarci un po', consigliarmi con le socie, qui si rischia di andare
in galera!
MANON Chi ha la firma in banca di voi?
REGINA La signora Olga
STELLA Sta qui con voi?
REGINA Si.
STELLA Allora, d'accordo lei, d'accordo tutte. Sentite nonnette, facciamo cosi: noi restiamo in

14

questa villa finche non ci avrete sistemate. Ci farete conoscere la signora olga e parleremo,
anche con lei.
LUCY Studieremo insieme la maniera pi pulita per non farvi fare una brutta figura.
MARGARETA pensate allo scandalo! finiremo sui giornali!
STELLA Verrebbe fuori uno scandalo, per voi e per noi!
REGINA Va bene, restate! far il possibile. Aspettate: ma noi come facciamo ad essere sicure
che quando vi avremo dato questi soldi, non ricomincerete daccapo con qualche altro ricatto?
STELLA Ma per chi ci piglia? Siamo le contessine Furl! Vi firmeremo una carta dove dichiareremo
di non avere da pretendere pi nulla; una carta firmata da tutte.
LILLINA Io non firmo proprio nulla! Per me questi sono ricatti.
MANON Quella, prima o poi, l'ammazzo!
STELLA Ricatti? La nonna era pazza e ci ha lasciate sul lastrico!
MANON Non capisci che siamo orfane!
MARGARETA Va bene amare gli animali! (fingendo commozione, seguita, poi, dalle altre) Ma
abbandonare cinque povere creature......
MATELDA (commossa) Hanno ragione, povere piccole!
MANON Grazie, nonna! (la bacia)
STELLA Lei e un angelo! (la bacia)
MARGARET Ci aiuti lei! (la bacia)
LUCY Siamo sole-sole! (la bacia)
MATELDA (piangendo) Ora non siete pi sole! Ci siamo noi a proteggervi!
TUTTE (escluso lillina, la baciano) Grazie nonna! Grazie nonnina!
MATELDA Venite, bambine.
STELLA Lasci stare, tanto la strada la conosciamo! Andiamo ragazze! Su, non piangete! Hanno
detto che ci aiuteranno! Abbiate fiducia! Con permesso. (escono salutando con un inchino)
LILLINA Scusateci, ma quando si e ridotte cosi, ci si attacca a tutto, anche a far questo! (esce di
corsa)
REGINA mah! Come faremo ad aiutarle...?! (vedendo entrare Olga) Oh, meno male che sei
arrivata! Dove sei stata?
OLGA A casa mia. Erano diversi giorni che non mi facevo vedere! Cosa c'e? Avete certi musi!
MATELDA che disgrazia, che disgrazia!

15

OLGA cosa c'


REGINA ..meglio dirtelo subito! Sono arrivate le nipoti della contessa Furl!
OLGA (sedendosi) No?!
SPIZZICHINO. (entrando di corsa dalla porta di destra) E vero? sora Regina che sono arrivate le
contessine? Mi pareva impossibile che avessero lasciato correre!
OLGA Che cosa vogliono?
MATELDA Impugnano il testamento.
OLGA o noooo!
REGINA Lo volevano impugnare. Poi siamo venute ad un accordo..
OLGA cosa vogliono?
MATELDA settanta milioni???!
SPIZZICHINO. Settanta milioni? Soli?
OLGA Come soli!
SPIZZICHINO. Non sono nulla, per un affare come questo! Dateglieli subito. Perche quelle, se
vogliono vi fanno vedere i sorci verdi. Se fanno causa, qui chiudono subito e vi buttano fuori, voi
e le vostre bestie.
(olga matelda e regina escono)
MARCHESE (entrando con il conte Lanza) E permesso? si pu? come mai tutto aperto? Oh, caro
Spizzichino
SPIZZICHINO. il marchese Cavalli? Bonanotteeee!
MARCHESE avanti Conte, avanti Non si intimidisca Venga, venga! , Spizzichino, perch oggi
tutto aperto?
SPIZZICHINO. Ma non c'era Osvaldo alla porta?
MARCHESE si c'era. L'ho visto mentre entravo. Ma prima per entrare, ci voleva la parola
d'ordine! Ora no!, perche?
SPIZZICHINO. Ah... ora.., via libera! Basta entrare disinvolti..
MARCHESE Ah! Ho capito. ..spizzichino, vi presento il Conte Lanza figlio di un mio carissimo
amico. Persona fidatissima. L'ho portato perche suo padre e disperato. Prego, prego si accomodi,
Conte.
LANZA Posso sedermi, qui?
MARCHESE Si, si certo! (piano a spizzichino) un po' addormentato ancora non ha avuto una
cagnetta, ha paura.

16

SPIZZICHINO sar stato morso da piccolo!


MARCHESE no, timidissimo figurati si vergogna perfino di guardarsi allo specchio.
OSVALDO (entrando di corsa). signor Marchese gi arrivato?

MARCHESE Saremo in molti, oggi?


OSVALDO un credo. Le nuove padrone hanno ristretto la clientela. ar massimo cinque o sei per
volta.
MARCHESE Meglio, meglio! Sempre clientela di lusso, pero?
SPIZZICHINO. Di prima scelta!
MARCHESE Appena ho saputo che avete riaperto, sono corso subito. Ho visto i manifesti. Brave,
queste nuove proprietarie. Cosi, saremo pi coperti. E. cagnette di razza, ne avete?
SPIZZICHINO. Tutte le razze!
OSVALDO Razze miste.
MARCHESE Come razze miste?
SPIZZICHINO. Nere, bianche, marroni, gialle! Certe cinesine... con le zampe ritte!
LANZA cosa vuol dire???
MARCHESE Scusatemi, (va dal Conte) Conte, mi raccomando, qui, bisogna parlare di cagnette;
non si lasci mai sfuggire la parola signorina. o ragazza! capito?
LANZA Ho capito....cagnette
MARCHESE E qui, quante ne avete, ora, di .cagnette?
SPIZZICHINO. Siamo pieni!
MARCHESE Allora possiamo scegliere!(al Conte) Conte ecco la scelta: Cocker Spaniel: spagnola,
caliente; chow chow: molleggiata; pechinese: tutta moine infiocchettata, boxer muscolosa
pettoruta scelga conte scelga
LANZA Non so. Prima dovrei vederle
MARCHESE Spizzichino, il Conte vuol vederle prima di decidere
SPIZZICHINO. Che facciamo osvaldo, il conte le vuole vedere!
OSVALDO Oggi e chiuso per riposo settimanale! (esce)
MARCHESE Chiuso per me? Per carit, chiamate le nuove proprietarie! Ah, giusto! Come sono?
SPIZZICHINO oddio, c' di meglio!

17

MARCHESE Chiamale! Osvaldo, prendo su di me tutte le responsabilit. (osvaldo esce) allora


conte si deciso? cocker?, chow-chow, pechinese?, boxer? quale preferisce?
LANZA La pechinese! Ma sar paziente? Perch io non so nulla, Marchese!
MARCHESE La pechinese e paziente, Spizzichino?
SPIZZICHINO oddio.... mordicchia un po'.
LANZA Morde?
SPIZZICHINO se perde la pazienza!... Ecco la direttrice!
REGINA (entrando con Osvaldo ) Osvaldo mi ha detto che ci sono due signori per l'opera.
MARCHESE Gentile signora siamo noi! Io sono un vecchio amico della Contessa Furl lei la
padrona?
REGINA No, la direttrice della casa. Con chi ho l'onore di parlare?
MARCHESE sono il marchese cavalli grande amico della contessa furl, il conte lanza qu presente
non ha mai avuto una cagnetta.
REGINA mai? Male! Molto male! Si vede che e poco sensibile. E... vorrebbe averla?
MARCHESE Si. il padre, sarebbe contentissimo e mi ha pregato di trovargliela.
REGINA (scrutando il Conte) Eh si, a quell'et, ci vuole!
MARCHESE E quello che dico anch'io!
LANZA ...e che dice pap!
REGINA Un uomo solo, che ormai non e pi un ragazzo, deve pur avere un affetto, una
distrazione. E come la vorrebbe?- Da compagnia o mordace?
LANZA No', Se morde, non la voglio!
MARCHESE lei che una donna di mondo, deve capire che per il Conte, ci vorrebbe una cagnetta
paziente, delicata. Spizzichino mi diceva.... forse la pechinese...
REGINA Se poi lei vuole una pechinese, la prenda! Gliela d! ............Allora,Conte.
LANZA devo pensarci ancora un p.
REGINA osvaldo, l'ora; vai a chiudere il cancello.
OSVALDO Ha visto Marchese? Qui orario preciso! Ora sno la 'ampanella, e si chiude!
SPIZZICHINO. Appena vedi Salvatore, mandamelo Perche qu c'e da fare
MARCHESE scusi ma per i prezzi?
REGINA Noi abbiamo pensato ad una tessera. Aspetti che chiamo la padr...il capo (esce
chiamando) Olga, olga!

18

MARCHESE il capo?
SPIZZICHINO si, qu tutta una societ: loro, le ragazze, noi, i cani i gatti......
MARCHESE Cosa centrano i cani e i gatti?
SPIZZICHINO no, no! I gatti non c'entrano. C'e un'amministrazione. Qui non sfugge nulla. Orario
preciso. Poi c' la campanella! O, e bisogna andar via subito! gia suonata la campanella?
MARCHESE per ora, no.
(entra Olga)
OLGA buonasera, io sono Olga quella che si interessa un po di tutto, sono anche
lamministratrice. I signori vogliono la tessera? Vuole essere effettivo o aggregato?
LANZA in questo caso laggregato sarei io.
OLGA perfetto, un aggregato e un effettivo. Aggregato 50.000 e effettivo 90.000 lire lanno.
MARCHESE Allanno?
SPIZZICHINO ma questa una tessera fissa, di riconoscimento, per il resto poi date quello che
volete.
OLGA ci si rimette al vostro buon cuore.
MARCHESE ma spettacolini danzanti nel salone ne fate?
OLGA In quello; abbiamo fatto l'infermeria. venuta proprio bene! c' il lettuccio...
i ferri... Sembra proprio un ospedale.
MARCHESE (sorpreso) eh?(credendo di aver capito si tratti di un nuovo intrattenimento si
rivolge elettrizzato al conte) Ho capito. Le cagnette tutte nude e noi con il camice bianco. bello,
bello! Eccitante! Loro nude e noi operiamo. Allora per oggi, possiamo restare?
REGINA No, per oggi no!
SPIZZICHINO ve lavevo detto!
REGINA Venite all'inaugurazione. Fra due giorni. Gioved lo metteremo anche sul Quotidiano.
Sara un giorno magnifico. Ci sar il Sindaco, il parroco...
MARCHESE il parroco? Viene anche il parroco ????
SPIZZICHINO a benedire l'opera!
MARCHESE (dando uno sculaccione a Regina) Eh! Che furbetta! (abbracciando Olga) Tutto alla
luce del sole! Cos nessuno pu sospettare! Che cervello hanno le donne! (le bacia tutte e due)
Allora dateci questa tessera.
MATELDA (entra) senti olghina le signorine domandano in che camere devono andare
OLGA scusate ma siamo ancora in fase di preparazione.

19

MARCHESE fate pure, io ero di casa con la contessa e spero di esserlo anche con voi.
LANZA spero di esserlo anchio
OLGA elvirina, intrattieni i signori e dagli le tessere, un aggregato e un effettivo.
LANZA (al marchese indicando matelda) quella graziosa chi ?
MARCHESE quella? Fa parte della casa vuole conoscerla?
LANZA si-si,!
MARCHESE si calmi conte, ci penso io. Signorina matelda, il conte vorrebbe parlare con lei,
prendere una tazza di t, vuole?
MATELDA siamo qui apposta, abbiamo stabilito che a tutti gli amici daremo del t e una rosa.
LANZA (a spizzichino) bella! La voglio, voglio quella
SPIZZICHINO ..contento lei.
LANZA signorina, se prima vuole cambiarsi, io aspetto!
MATELDA no, ormai no! Tanto fra poco andremo a letto!
LANZA signorina, lei mi piace.
MATELDA lho capito, mia ha fatto certi occhioni!
LANZA scusi signorina, ma lei una pechinese?
MATELDA no-no, son della Chientina! (esce dalla vetrata seguita dal conte)
(Salvatore entra dalla porta insieme ad ida)
SALVATORE ohh, il marchese cavalli! Come st marchese?
IDA gi arrivato? Mi spiace che abbia aspettato!
MARCHESE (a ida) ho portato anche un mio carissimo amico, il conte lanza.
IDA grazie, pi sparge la voce e meglio . le cagnette le ha ancora viste?
MARCHESE ancora no, (guardando ida) ma lo sa che lei molto carina?
IDA ma marchese, cos mi fa arrossire!
MARCHESE Le va di passare un po di tempo con me?
IDA marchese!! Lei mi confonde. facciamo quattro passi in giardino. (escono dalla vetrata
sottobraccio)
Suonano alla porta
OSVALDO senta signora regina c un giovanotto alla porta che vuole entrare a tutti i costi

20

REGINA ormai chiuso digli di passare domani


OSVALDO dice che Guido il nipote della signora olga
REGINA fallo passare
GUIDO permesso?
OLGA guido perch sei qui?
GUIDO nonna ma cosa ti successo? Prendi la bici e via sparisci!
OLGA Perch' cosa ho fatto? a sessant'anni devo chiedere il permesso per uscire?
GUIDO Che cosa hai fatto? Sei Sparita! Se venuta a casa soltanto oggi, ci sei stata dieci minuti,
e via'! ah, c' anche lei signora regina.
REGINA si, ci siamo tutte quelle dell'opera.
OLGA senti guido, tu ci potrai anche dare delle pazze, ma noi a casa non ci torniamo pi. da un
mese abbiamo dato vita ad un hotel per cani e gatti.....
GUIDO (ridendo) voi avete questa pop di villa .... e ci tenete le bestie ????
REGINA veramente la villa ce lasciata in eredit la nonna delle contessine furl, la contessa furl
GUIDO e questi due chi sono (rivolto a salvatore e spizzichino)
REGINA i nostri aiutanti, e fra due mesi avremo dei regolari permessi e anche un sussidio
GUIDO ...e non potevi dircelo subito. noo?
OLGA per farmi ridere dietro?
GUIDO per me siete delle matte, ma contente voi..... e le nipoti della contessa sono contente
che la loro nonna vi abbia lasciato questa eredit?
SALVATORE contentissime, la nonna era socia dell'organizzazione.
REGINA ora te le presento. (chiama le ragazze) lillina, manon venite, vi presento il nipote della
presidentessa.
LE RAGAZZE (entrano una ad una)
GUIDO belle! Che pezzi di ragazze ! ! ! !
LE RAGAZZE (si presenteranno. guido sar subito attratto da lillina e si fermera a parlare con
lei)
MANON Possiamo bere qualcosa?
STELLA Salvatore, spumante per tutti.
SALVATORE Subito contessina.(chiama osvaldo) Osvaldo, le contessine vogliono lo spumante!

21

OSVALDO Eccolo! (entra con lo spumante) preparate i bicchieriii !


MATELDA (entra seguita dal conta lanza) regina, ma lo sai che l'amore una cosa meravigliosa?
IDA (entra seguita da marchese cavalli) lucifero basta! mi hai strapazzata fin troppo. regina
salvami!
REGINA ma che succede?
MARCHESE (vedendo le ragazze) che bello! ci siete anche voi?
LE RAGAZZE (tranne lillina) signor marchese che gioia!
MARCHESE siete pronte per un ballo? bene! conte si balla!
REGINA come si balla! ma che significa?
OSVALDO La 'ontessa, la sera, per divertire i benefattori, organizzava delle feste da ballo e loro
credono che voi facciate lo stesso. Oh dopo, quando vanno via, sganciano.... la palanca!!.
MATELDA Allora facciamolo anche noi Regina, mi piace tanto ballare.
REGINA Allora balliamo. Vai Salvatore, metti la musica.
SALVATORE Bene, allora si balla! va a mettere la musica
Sul palco restano a ballare lillina e guido, ida e il marchese e matelda con ilo conte. Gli altri gi
in platea scambiandosi ripetutamente le dame.
Quando chiude il sipario quelli in sala si allontanano verso luscita continuando a ballare.
FINE ATTO SECONDO

22

ATTO TERZO
Stessa scena. Venti giorni dopo.
STELLA Come vola il tempo, sono gi passati 20 giorni (entra con una valigia, seguita da Manon.
a Spizzichino che e sul divano sdraiato)
invece di startene li sdraiato potresti aiutarci a portare le valigie. Visto che questa volta non
scappiamo di volata, almeno la nostra roba ce la portiamo via.
SPIZZICHINO. Come comandate!
MARGARET (entra con una valigia) Sicuro che ti comandiamo! Se non c'eravamo noi, tu non ti
beccavi un soldo!
SPIZZICHINO. Perche? lo non ho fatto nulla? Chi vi ha preparato ii terreno?
STELLA Ma la parte pi pericolosa, e toccata a noi.
MARGARET Senti, con quell'altra, cosa hai combinato?
STELLA Non vuole saperne di partire. Non ha fatto nemmeno la valigia. ha preso una cotta per
Guido, ma di quelle... !
MANON ci mancava anche questa. E dove e ora?
MARGARET in camera sua a piangere!
SPIZZICHINO. Povera Lillina! Non era adatta al nostro ambiente!
MANON Perche noi, eravamo adatte?
SPIZZICHINO. Che c'entra' C chi si trova bene, e chi...
STELLA Nessuna di noi nasce con la vocazione di fare questo mestiere. E' la vita purtroppo!
MANON Tu devi dire, c'e chi s'adatta come noi e chi...
SPIZZICHINO Come la Lillina che, invece, ne soffre!
MARGARET Oh! Non ce l'ho mica chiamata io, sai! Poi in cosi poco tempo, non ci si pu attaccare
a un ragazzo in quel modo!
MANON lo conosce appena!
SPIZZICHINO. Ma forse non s'e attaccata nemmeno a lui, ma a quei filo di speranza per
ricominciare tutto da capo.
MARGARET Ma che vuoi ricominciare? fammi il piacere!
MANON piuttosto speriamo che non combini bischerate!
STELLA Non combina niente, non dubitare. Ci pensa Salvatore a farle tornare la testa a posto e
a farla partire.

23

(squilla il telefono)
SPIZZICHINO (andando a rispondere) pronto, opera di bene per i piccoli esseri maltrattati, cani
gatti e volatili. Si, gliela chiamo subito.
LILLINA (entra con Margareta) E per me?
SPIZZICHINO. Si, Guido.
LILLINA Grazie Spizzichino, (di corsa prende il telefono) Pronto? Si, sono io... Si. Dimmi... no.
Oggi non posso uscire. Ci vedremo domani... No. Ho molto daffare. Figurati se vorrei. Guido
credi, con tutto il cuore, ma le mie sorelle... si, per ora devo nasconderglielo perch...... te lo
dir domani...... si alla solita ora. Addio, Guido... no, non piango, ti sbagli. sono allegra.!. Si. A
domani. Guido, ti amo, ti amo. Addio, addio. (riattacca il. ricevitore) (rientra Manon)
MARGARET (a Spizzichino) Ti avevo detto di non farcela parlare... !
SPIZZICHINO. E stato meglio che gli abbia detto addio.
MANON (verso lillina) Che gusto ci provi a far soffrire quel povero ragazzo?
LILLINA Perche, io non soffro? Gli voglio bene. Capite che gli voglio bene? E la prima volta che
sono innamorata. Gli uomini mi hanno sempre fatto schifo. Ma lui lo amo, lo amo! E farei
qualunque cosa per cancellare il mio passato.
MANON Ma se lo ami, il tuo dovere e di rinunciare a lui.
MARGARET Noi. non siamo di quelle che si sposano. Poi, anche per quelle povere vecchie!
LILLINA Le vecchie! Vi hanno sganciato i soldi Ci siete riuscite.
MARGARET Si, e con questo?
LILLINA con questo? le avete truffate!
MANON O bambina! Quando sei venuta qui, lo sapevi che si sarebbe fatta questa truffa.
LILLINA Ma se ricordi ho sempre cercato di...
MARGARET ...di metterci i bastoni fra le ruote. Ma si pu sapere cosa vuoi da noi?
MANON Cerchiamo di convincerla con le. buone. Ti fanno schifo questi soldi guadagnati
onestamente?
LILLINA Chiamali guadagnati onestamente!
MANON Onestamente, si. A chi si sono truffati? A nessuno. A cani e gatti. Ce li divideremo e
potremo, finalmente, andare a riposarci in riviera, come signorine per bene!
MARGARET, Tu dove vai. Spizzichino?
SPIZZICHINO E chi lo sa? Milano, o Roma... Napoli! Sono solo, posso andare dove voglio.
MANON io vado a Montecarlo. E se mi si avvicina un uomo... vedrai che volo gli faccio fare!
SPIZZICHINO E Salvatore?

24

MANON va in Sicilia a vedere la piazza. Prender una casa in affitto. Poi, ci chiama tutte.
SPIZZICHINO. Pero che belle giornate abbiamo passato con queste vecchine!
LILLINA In venti giorni, ho capito tutti i miei sbagli. Quanti ne ho fatti! Un po' per colpa mia e un
po'... perche nessuno ti da una mano per uscire da questo giro!
LILLINA. Ma perche non ci ribelliamo?
MANON Senti Lillina. Anch'io sono stata, una volta, innamorata. e pensavo che l'amore avrebbe
purificato tutto, lui un giorno mi disse: <il tuo passato non conta. Io sono un uomo superiore,
pero voglio sapere tutto per filo e per segno>>. glielo dissi, gli raccontai tutto
LILLINA E lui?
MANON mi propose di stare insieme senza matrimonio, tre anni di sacrifici, era ancora uno
studente, quando si laure arriv la sua famiglia al completo e gli portarono le prove di quella
che io ero, io gli avevo gi raccontato tutto tre anni prima, ma "l'uomo superiore" pianse fra le
braccia di mammina lasciandomi senza un soldo e con l'affitto da pagare.
LILLINA Ma mica tutti sono come il tuo!.
MANON Sono tutti cosi. Dicono che sono moderni ma non sposano donne come noi! (escono
assieme parlando)
SALVATORE (entra con lucy) Tutto fatto, i soldi sono nella borsa di Lucy.
LUCY Dove sono le altre?
SPIZZICHINO. Con Lillina, minaccia di spifferare tutto.
LUCY Allora ci dobbiamo sbrigare. (fa per andar via)
SALVATORE vuole spifferare tutto? Brutta svergognata e questa e la ricompensa per averla
levata da quel localuccio malfamato! Ma se faccio a tempo a prenderla le tiro due schiaffi...
LUCY Stai calmo..... Stiamo calmi.
SPIZZICHINO: Ma se quella parla, e finita! NON ANDAVA LASCIATA sola con quel ragazzo!
Invece voi...<<lasciala fare>> e cosi sono uscite assieme soli tutte le sere. Decidiamoci.
Ricordate, che finora labbiamo fatta franca perch quelle vecchiette si sono lasciate
infinocchiare, ma con Guido c' da stare attenti!
MARGARET (entrando) Non vuole partire.
SALVATORE ci parlo io!
SALVATORE Allora, avanti, parla.
SPIZZICHINO: No, Aspetta Salvatore. Ci parlo io.
LILLINA voglio rimanere e confessare tutto a Guido!
SPIZZICHINO: Spero che tu scherzi!

25

LILLINA No. non scherzo. Voglio dire la verit.


MARGARET Se tu parli, siamo rovinate.
LILLINA Guido e buono. Mi ama. Sono sicura che non ci denuncer.
SPIZZICHINO: Lo dici tu! Povera campagnola! Ma che c'e entrato in quel cervello bacato? Ma tu
non capisci che lui s'e innamorato di te, perche ti crede la contessina Furl? Magari senza un
soldo, ma nobile, elegante, onesta; ma quando sapra che tu sei squillo da cinque anni... che
credi, che ti baci le mani? Idiota! (fa per picchiarla)
STELLA Non la toccare! Lillina, dai retta a me. Loro credono che noi ostacoliamo il tuo
matrimonio perche siamo delle contesse. Comportiamoci da tali e partiamo. Per Guido, sar un
bel ricordo. Se tu parli, sar la fine per noi e tu perderai anche Guido.
LILLINA Allora per noi non c'e scampo? Resteremo sempre delle...?! Io voglio uscire da questo
giro. Non ne posso pi. Voglio uscirne!
STELLA Se tu vuoi, potrai uscirne. Ma non ora. Con questi soldi che ci divideremo, potrai
fermarti in una citt, trovarti un lavoro e ricostruirti una vita. E quando saranno passati un paio
d'anni? e capace che tu possa incontrare un altro Guido. A me, non e mai
riuscito lavorare, ma forse tu potrai farcela.
MANON sappiamo tutte che cosa l'amore.
MARGARET Ma sappiamo anche com'e difficile risalire la scala quando si e scesa.
LUCY E difficile Lillina, difficile!
SALVATORE Deciditi Lillina perche e tardi. Se tu la finisci, bene!Senn sono botte!
STELLA Facciamo cosi: noi ti aspettiamo in macchina. Decidi come meglio ti consiglia la tua
coscienza. O la galera per tutti, o la speranza per il domani, almeno per te. Non ti dico addio. Ti
dico arrivederci. Andiamo ragazze (esce con Lucy, Margareta, Manon)
SPIZZICHINO Stai attenta a quello che fai. Chiaro? ma guarda quella smorfiosa in che situazione
ci ha messo! (esce)
GUIDO (entrando di corsa) buongiorno, ma perch quelle valigie sulle macchine? Dove andate?
MANON Dalla zia in Francia.
GUIDO Anche Lillina?
STELLA Non la possiamo mica lasciare qui.
GUIDO Ma se per telefono mi ha dato un' appuntamento per domani.
MARGARET Non si puo mica restare ospiti di tua nonna a vita.
LUCY Ormai la villa non e piu nostra.
GUIDO Non capisco questa partenza improvvisa.
MARGARET la zia cl ha richiamate d'urgenza. Sta male.

26

SALVATORE Allora bisogna andare a curare la zia.


GUIDO Perche, parti anche tu?
SALVATORE Anche Spizzichino!
GUIDO - Dove Lillina?
SPIZZICHINO Di sopra a piangere.
GUIDO Perche pinge?
SPIZZICHINO. Perche non vuole partire.
GUIDO chiamatela, Non deve partire,le voglio parlare
(arriva lillina)
GUIDO lillina io ti amo, so che non ho molto da offrirti, solo il mio nome e la mia onest,
lavorer il doppio per cercare di non farti mancare niente.
LILLINA Guido, perdonami, ma devo dirti addio.
GUIDO perch?
LILLINA Ho riflettuto molto in questi giorni. Vedi Guido, noi ormai siamo delle ragazze viziate,
abbiamo sempre vissuto una vita agiata, senza problemi economici e mi sarebbe difficile
adattarmi ad una vita diversa.
GUIDO Allora non mi vuoi bene come mi avevi detto.
LILLINA Si, ti voglio bene. Ma non tanto da farmi rinunciare al mio mondo. Non posso adattarmi
ad una vita modesta di famiglia. So che ml giudicherai male, ma io ho bisogno di fare un
matrimonio che mi permetta la stessa vita di quando era viva la nonna. Cerca di capirmi.
GUIDO questo ci che vuoi??
LILLINA Si. Non sono donna da... <<due cuori una capanna>!
GUIDO Ho capito. Anzi scusa se mi sono permesso di chiederti di sposarmi.
LILLINA Non devi dire cosi. Non e colpa mia. Sono sicura che anche tu non saresti felice. E un
giorno ti pentiresti di avermi sposata.
GUIDO inutile insistere, ti dico che ho capito!
OLGA (entrando) lillina, vieni a salutarli, stanno partendo
LILLINA ho deciso di partire anch'io, con loro.
OLGA allora, perche piangi? Non sei contenta di partire?
LILLINA No, non sono contenta. per ho capito che una donna del mio rango, ha dei doveri verso
la famiglia. purtroppo ..... sono nata "contessa"! (esce di corsa piangendo)
OLGA (a guido) stupidino, perch piangi vedrai, torner

27

GUIDO Non credo, nonna. Non credo.


REGINA (rientrano tutti nel salone) partite. Peccato. Erano tanto carine. E come erano
affettuose!
IDA Anche Salvatore e Spizzichino, che bravi ragazzi.
SPIZZICHINO (fuori campo) Non tirare... smettila di leccarmi pi che schifo smettila!...
TUTTE Ma questa e la voce di Spizzichino!
SPIZZICHINO (entrando con un cane) Non ti lascio tesoro, non ti lascio
TUTTE Spizzichino...?!
REGINA Non sei partito?
SPIZZICHINO. Volevo. Ma quando mi sono fermato per aiutare Osvaldo ad aprire il cancello, mi
corso incontro,disperato, per la paura che lo lasciassi. Ci credete, avevo venti cani addosso, si
vede che aveva dato l'allarme! Chi mi tirava da una parte, chi da quell'altra; insomma hanno
fatto uno sbarramento! Allora ho chiesto alle contessine il permesso di rimanere, e loro mi
hanno dato questo documento per voi.
REGINA (apre la busta e legge) noi tutte dichiariamo e firmiamo di non avere pi nulla a
pretendere da voi.
REGINA ooooh grazie a dio non avremo pi problemi per l'eredit. Tu rimani con noi,
Spizzichino?
OSVALDO e si, pare proprio di si, resta con noi!
IDA Allora ti facciamo socio.
SPIZZICHINO Socio e guardia del corpo: vostra e di loro.(indica il cane)
MATELDA (entra con in dosso una vestaglia os) o come st, un sono bella??
REGINA o poveri noi!
OLGA o chi sei??
MATELDA sono la signora matelda in cerca del suo quinto marito!!
OSVALDO o povero lui! ... e buona fortuna, ne avr bisogno!
MARCHESE (entra con il conte) permesso?
OSVALDO Avanti Prego entrino!!
MARCHESE venga conte mi segua.
LANZA eccomi!
MARCHESE scusi donna regina se veniamo a disturbarla tutti i giorni, ma ormai non possiamo
pi farne a meno, ci troviamo benissimo in questa casa...... maa ... siamo puntuali?
REGINA puntualissimi! ragazze! servite il t!

28

MARCHESE ma oggi non si balla?


SPIZZICHINO sempre, qui si balla e si canta sempre!
REGINA allora!..... musicaa!!!
Tutti inizieranno a ballare mentre si chiude il sipario
FINE

29