Sei sulla pagina 1di 13

Una nativit a scopo didattico.

Esempio di genitura e di
conversione annua secondo la sentenza di Aleim figlio
di Isaak giudeo.
traduzione di Giuseppe Bezza

Di questa genitura non conosciamo nulla intorno all'autore, n l'uomo cui appartenuta.
Il tempo non dato, ma le posizioni dei pianeti rispondono bene al primo giorno di
ottobre dell'858, tra la prima e la seconda ora dopo la levata del Sole. Dovendo sorgere
all'oriente i confini di Venere nel segno dello Scorpione (dal settimo al dodicesimo grado
e secondo gli Egizi e secondo Tolemeo) l'ora deve essere compresa fra le 5 e 40 e le 6 in
tempo universale. Se consideriamo che il sommo del cielo nei confini di Giove e che il
nostro autore si serve dell'ordinamento egizio dei confini (i confini di Giove nel segno
del Leone sono i primi 6 gradi), affinch coincidino nei confini dichiarati il grado che
sorge e quello che culmina, dobbiamo presumere che la nascita avvenne in una fascia
compresa fra 30 e 36 di latitudine, dunque all'interno del vasto territorio dominato
dagli Abbasidi. Nacque sotto il califfato di al-Mutawakkil. Sappiamo che suo padre era
intimo di un grande re e che la sua vita era agiata, ma il destino avrebbe riservato al
figlio una dignit maggiore di quella paterna: egli frequenta infatti i principi, diviene un
alto dignitario, un funzionario di stato (prtonotrios), sottoposto solo all'autorit regale.

L'inizio del testo nel manoscritto Vaticanus graecus 191, fo. 242v.

La nativit sembra esserci stata tramandata da due soli manoscritti: il Vaticanus grcus
191 (sec. XIV) fo. 242v-248v e il Parisinus grcus 2507 fo. 105-113. In entrambi i
codici, la genitura preceduta dalla didaskalia di Retorio e dal capitolo sul
concepimento del medesimo autore, il cui testo, nel Vat.gr. 191, pi esteso ed articolato
e ha un carattere maggiormente espositivo. La conversione annua d'esempio che
dovrebbe seguire alla nativit e concluderla, manca in entrambi i codici e in entrambi ad
essa fa seguito l'inizio del de revolutionibus nativitatum di Ab Ma'shar. Questa nativit,
nella forma in cui ci pervenuta, ha un chiaro carattere didattico, forse voluto:
l'astrologo non si rivolge direttamente al nativo e fa precedere ogni giudizio da
dichiarazioni di metodo. Questa la concordanza tra le posizioni planetarie del testo con
quelle computate:

testo

computo

Sole

Bilancia
nei confini di Mercurio

12 Bilancia

Luna

Gemelli

11 Gemelli

Saturno

Leone

17 Leone

Giove

Capricorno

18 Capricorno

Marte

Cancro
nella seconda met

24 Cancro

Venere

Vergine
nel terzo decano

25 Vergine

Mercurio

Vergine
nel terzo decano

27 Vergine

Nodo lunare
ascendente

Scorpione

17 Scorpione

L'ordine della dottrina delle nativit, secondo quanto richiede il metodo che le proprio, si
suddivide in tre momenti temporali: ci che passato, ci che presente e il futuro. L'esperto deve
quindi innanzitutto investigare ci che precede la nascita, quindi ci che inerente alla nascita
medesima, infine ci che segue la nascita. A sua volta, ci che precede la nascita si divide in due
membri: l'uno tratta dei genitori, l'altro dei fratelli maggiori.

<Dei genitori>
Occorre iniziare dai genitori e diciamo che, nel giorno, quanto attiene al padre in s si accorda per
natura al Sole, mentre gli eventi che accadono al padre si accordano al signore del domicilio del
Sole e ai signori del suo triangolo e agli astri che hanno diritto nel segno in cui il Sole. Ora, al
tempo della genitura, il Sole si trova nella Bilancia, sua propria caduta, nel luogo che sorto prima
dell'oroscopo e ci denota diminuzione della dignit del padre fino al tempo della nativit <del

figlio> e la pochezza dei suoi guadagni. Questo infatti mostra il luogo declinante del Sole, mentre la
sua caduta rende pi grave tale condizione: sempre infatti le cadute producono le persone oscure.
Quanto alla stella di Venere, signora del domicilio del Sole, mostra gli eventi futuri, ed essa si trova
in Vergine, nell'undicesimo luogo, avanzante verso il mezzo cielo ed unita a Mercurio, suo signore:
ci mostra una prosperit evidente ed un'elevazione ed un potere, mostra inoltre che nel tempo a
venire seguir qualcuno da cui sar innalzato e sar ben accetto e ne trarr onore, le sue attivit
saranno ben regolate ed egli sar vigoroso e attento. E questi vantaggi gli verranno da scritti. I
signori del triangolo del Sole sono Saturno e Mercurio, e Saturno assai prossimo al circolo
meridiano, precede il Sole ed della sua medesima fazione ed in esagono al Sole e mostra
l'ascensione del padre di stato in stato e di stima in stima: gli sar conferita un'autorit regale,
diverr intimo di un grande re ed assumer le pi alte cariche, per essere <Saturno> nel domicilio
del Sole e sar signore di terre, di case, di molte propriet, giacch la natura di Saturno simili cose
denota. Nondimeno, queste cose non permarranno integre, poich Saturno nella propria
contrariet. Dopo Saturno, Mercurio signoreggia ed libero dai raggi del Sole ed nel suo trono e
nel proprio decano ed ha virt operante e significa che alla precedente prosperit un'altra ne segue e
vi sar aumento della dignit e relazioni con i re e con i pi alti amministratori per l'arte dello
scrivere.
Entrambe queste attivit sono felici, ma la seconda molto differisce dalla prima: se questa infatti
mostra un grande aumento della stima, l'altra pi limitata, pi dolce, pi riposante, pi agevole. Ed
in questo tempo si d all'istruzione e intrattiene rapporti con donne, onde ne ha letizia, e si consacra
all'ascolto della musica e si volge all'arte della musica e ha a cuore la parola ritmata: queste cose in
virt dell'unione di Mercurio con Venere. E poich gli astri che hanno signoria sul luogo del Sole,
intendo i signori del domicilio e i signori del triangolo, hanno simigliante disposizione, significano
a lui fino al termine della sua vita un continuo benessere, non consumato dal tempo, n deteriorato
dall'assalto dei debiti. Poich Saturno diretto e additivo nel suo moto ed egli e Mercurio e Venere
si trovano in segni di lunghe ascensioni, ed inoltre Venere e Mercurio si muovono di moto pi
veloce del Sole. Ma torniamo ora alla trattazione delle dignit e vediamo che Marte sovreminente
al Sole e ci indica un gravissimo infortunio al padre, onde sottoster a grandi scompigli e pensieri
di morte e perigli dell'animo e perdite degli averi a causa di qualche dissidio con militari o con
commissari di polizia a causa dell'ira dei principi. E questo accadr intorno al decimo anno, quando
la direzione, dal luogo del Sole, giunger al luogo di Marte. Si salver quindi da questa disgrazia
poich Marte ha una qualche larghezza rispetto al Sole, ma poich entrambi, Marte e il Sole, si
trovano nelle proprie cadute, mostrano un deterioramento della dignit in quel tempo. E poich
Marte si trova in tal guisa, significa indignazione a causa di questo evento ed inoltre esilio e
difficolt nel cammino e paure. Ed essendo Giove in opposizione a Marte e signore dell'esaltazione
del segno [in cui Marte si trova] significa la remissione del male e l'alleviamento e il venir meno
dell'infortunio grazie ad alcuni uomini di scienza * lodati per la loro virt. E poich Giove nel
terzo luogo, sar a causa dei fratelli e della ricchezza, in quanto Giove signoreggia il secondo luogo.
E la cagione dell'infortunio proviene dagli avversari, poich Marte signoreggia il settimo luogo dal
Sole e si trova inoltre Marte nel dodicesimo luogo da Saturno, onde significa che quell'avversit
un'amicizia simulata, e ci, inoltre, poich Marte si trova nell'undicesimo luogo rispetto a Mercurio
e a Venere e alla sorte del padre; sono inoltre di umile origine, giacch Marte umiliato. Termina
l'infortunio al compimento del decimo anno, in quanto Marte in un segno tropico e in un luogo
cadente. Si deve inoltre esaminare quanto riguarda il padre dall'osservazione della sorte del padre e
del suo signore. Ed essa si trova in Vergine, nell'undicesimo luogo, presso Venere e Mercurio: ci
significa prosperit, elevazione, fama, molti profitti, buon esito e vittoria e una grande autorit
nell'amministrazione e distinzione e amabilit* e afflusso di ricchezze, per essere Venere signora del
secondo luogo dalla sorte del padre e, per dirla in breve, la prosperit del padre non verr meno in
tutto l'arco della sua vita. Occorre in seguito argomentare intorno al tempo di vita del padre e dico
che, poich il Sole e Saturno non sono afflitti in questa nativit significano che il padre salvo da

incidenti avversi e da malattie e d'altro canto la configurazione in esagono destro di Saturno verso il
Sole significa al padre longevit, come afferma il sapiente Tolemeo quando dice: e se il Sole si
configura a Saturno con felice figura significa longevit del padre. Bisogna poi considerare la stella
che predomina sul luogo paterno, sul suo signore e su Saturno; troviamo che questa stella
Mercurio, posta nel luogo del buon genio, nel proprio trono e applicantesi ad un astro benefico e
tutto ci mostra la lunga vita del padre. Questa indicazione d'altra parte rinvigorita dall'essere i
prorogatori paterni, ovvero il Sole e Saturno e la sorte del padre e il luogo paterno, liberi dal male;
la medesima cosa significata dalla sorte del padre che si congiunge alle benefiche stelle. Ora, la
stella di Mercurio concede i propri anni medi, che sono 48, quantunque sovente, trovandosi in
questo luogo, conceda gli anni minori. Allo stesso modo anche la direzione offre una qualche utilit:
compiamo pertanto la direzione della sorte del padre e vediamo che al ventesimo anno giunge al
quadrato di Marte e al diametro del Sole e ci conviene agli anni minori di Mercurio. Occorre
quindi in quel tempo preservarsi dal caldo, dal secco, da perdite; ma vi speranza di salvezza,
poich Giove in Capricorno ed , rispetto ad essi, in raggio quadrato sinistro. Giunge in seguito la
sorte del padre al quadrato di Marte dopo anni 26 e occorre in questo tempo prendere attenzione, in
quanto prossimo al periodo minore di Marte e a Venere. Diciamo pertanto che, se egli trascorre
indenne il ventiseiesimo anno, rimane il periodo della seconda stella significante, intendo i 30 anni
di Saturno, e a questi anni conviene la direzione della sorte al diametro di Saturno. Tanto basti
riguardo alla vita del padre. Riguardo infine alla mutua disposizione del padre e del figlio, questa si
trae dalla configurazione dell'astro che predomina sul padre rispetto a quello che predomina sul
nativo. Predomina nel figlio la stella di Venere, nel padre quella di Mercurio. E poich Mercurio
accoglie Venere nel proprio domicilio ed esaltazione, significa concordia ed amicizia tra il padre e il
figlio, ed il padre rende splendido il figlio, il figlio obbedisce ed ascolta il padre.

Dei fratelli
Riguardo alla considerazione dei fratelli ricerco i cinque luoghi prorogatori dei fratelli e questi
sono: il luogo che significa ci che loro proprio e il suo signore, la sorte dei fratelli e il suo signore
e infine la stella di Marte che per sua natura significa i fratelli; considero quindi la stella che
predomina su questi luoghi e trovo che predomina il Sole e in secondo luogo Giove. Ora, il Sole ha
una corrispondenza di virt con Venere: vediamo infatti che entrambi sono in segni che sorgono e
tramontano in uguali tempi e pertanto intersecano l'orizzonte e il circolo meridiano in uguali tempi.
Ci pertanto significa nascita di fratelli; e poich il Sole sorto prima del grado oroscopante ed
alto sull'orizzonte, mostra che i fratelli sono nati prima. Rafforza e conferma questo giudizio il
signore del terzo luogo, Saturno, che ha virt operante nell'angolo del culmine ed ancora l'essere la
maggioranza degli astri, Saturno, Mercurio, Venere intendo, nell'emisfero sopra la terra. Il secondo
astro predominante, Giove, si trova, secondo la partizione delle case, nel terzo luogo ed anche
questo significa nascita di fratelli; e poich si configura a Venere ed prossimo al luogo che sorge
dopo l'oroscopo, significa la nascita di fratelli minori e questo, massimamente, trovandosi in segno
di due nature e poich Marte, che per natura significa ci che proprio dei fratelli e che signoreggia
l'esaltazione del di lui luogo, si trova in segno fecondo, il Cancro, onde denota al nativo la nascita di
fratelli; ed inoltre poich il signore del terzo luogo culmina ed in forza, orientale, additivo nel suo
moto ed in segno di lunghe ascensioni; ed infine poich Venere, signora dei confini della sorte dei
fratelli, signora del triangolo di Marte e signora del triangolo del luogo dei fratelli, forte
nell'undicesimo luogo e in un segno di lunghe ascensioni. In seguito, Saturno e Venere trovandosi in
segno sterile, denotano pochi fratelli; mentre Marte, in segno fecondo, signore della sorte dei fratelli
e dell'esaltazione del luogo dei fratelli, ne dichiara l'abbondanza. Combiniamo quindi tra loro le
configurazioni che indicano abbondanza e quelle che indicano scarsezza e diciamo che il numero
moderato, e tende nondimeno verso la scarsezza. Ora, poich l'astro che predomina sull'argomento

dei fratelli il Sole, mentre l'astro che predomina sul nativo Venere e il Sole e Venere sono, come
abbiamo detto, uniti da figura concorde, significa questo la concordia tra i fratelli, l'amicizia e
l'affezione. Questi medesimi significati sono mostrati da Giove, il secondo astro predominante, che
osserva Venere con figura di trigono. E poich Venere si trova in forza nell'undicesimo luogo,
mentre il Sole e Giove sono in luoghi declinanti e in caduta, significa che il nativo sar pi illustre
dei suoi propri fratelli e molta diversit vi sar fra di loro. E poich gli astri che significano i fratelli
non sono afflitti, ci significa la loro salvazione e il loro vigore. Quanto all'opposizione di Marte a
Giove, secondo predominatore dei fratelli, significa che accadr loro qualche malattia, ancorch
lieve; i fratelli maggiori saranno di costituzione robusta ed affezionati al nativo. Giacch Venere
signora del triangolo di Marte, del triangolo dell'oroscopo e del triangolo del luogo dei fratelli e si
trova sopra l'orizzonte, distando dall'oroscopo tre segni, uno dei quali bicorporeo, onde mostra
quattro fratelli. Ed possibile aggiungerne due, essendovi nel mezzo [i.e. tra Venere e l'oroscopo] il
Sole e Mercurio. E poich il terzo luogo segno bicorporeo, il nativo avr altres fratelli da altra
madre. Ma Tolemeo, che in sapienza eccelso e tutti sovrasta, assegna il culmine e l'undicesimo
luogo ai fratelli della medesima madre. Ora, il culmine il Leone e in esso Saturno, l'undicesimo
luogo la Vergine e in essa sono Venere e Mercurio: questa figura significa abbondanza di fratelli
della medesima madre, mentre Venere e Mercurio in segno bicorporeo denotano quattro fratelli.
Quanto a Saturno, significa un fratello, ma poich corrompe il luogo, anche ci che significa
corrotto. E poich Giove e il Sole sono, l'uno in segno maschile e quadrante maschile, l'altro in
segno <e quadrante> femminile, significa che alcuni saranno maschi, altri femmine. E poich il
primo trigonocratore di Marte, Venere intendo, ha maggior vigore degli altri due trigonocratori, che
sono Marte e la Luna, i fratelli maggiori avranno pi lustro dei mediani e dei minori; e poich l'astro
che significa fratelli e il signore del luogo dei fratelli sono configurati in modo concorde [i.e. Sole e
Saturno], anche ci significa che i maggiori saranno pi illustri. In un altro libro trovammo poi la
seguente nota: sovente il nativo ha fratelli gemelli quando Venere e Mercurio si trovano insieme in
un segno di due corpi.

Della

madre

Venere e la Luna indicano ci che riguarda le madri ed invero a queste stelle competono per natura
gli accadimenti materni. Ora, al tempo della genitura, Venere si trova nel luogo del buon genio e
congiunta all'astro che signoreggia il suo domicilio e la sua esaltazione: una tale condizione indica
alla madre prudenza e serenit e prosperit, una buona fortuna ed un'eccellente amministrazione ed
il buon esito in tutte le azioni che ella intraprende; inoltre generosa e la sua condizione di vita
elevata; quanto alla sua dignit e condizione, sono indicate dalla Luna e dalla sua disposizione. E
invero, le due stelle inferiori, quelle di Mercurio e di Venere, succedono ad essa, essendo della
medesima fazione della Luna e ci indica che la condizione materna chiara e che la madre
illustre e rinomata. Poich l'astro che predomina sui luoghi materni Mercurio, che si trova nel
proprio domicilio ed esaltazione e nel luogo del buon genio, ci segno dell'accrescimento della
prosperit materna ed ancora di eccellenza, stabilit, autorit ed ella sempre sar accorta, assennata,
leale e serena. E poich il medesimo astro significa quanto riguarda il padre, ci indica concordia
tra il padre e la madre in ogni proposito, e parimenti la configurazione di trigono della Luna rispetto
al Sole indica la concordia dei genitori. Ed il congiungersi della stella di Mercurio a quella di
Venere indica senz'altro il particolare affetto della madre verso il figlio e che lo ha pi caro degli
altri. D'altro canto, gli astri che predominano sui fratelli, il Sole e Giove, sorgono in tempi uguali a
Mercurio e questo mostra l'amore della madre verso i fratelli, segnatamente verso il nativo. E la
sovreminenza di Marte al Sole, Marte essendo con la sorte della madre nel medesimo segno,
significa che vi concordia fra i genitori, come abbiamo detto, e pure non mancher di sorgere tra
loro qualche modesto dissidio, che non si aggraver, n essi giungeranno alla completa discordia, in

quanto Venere e la Luna non si configurano a Marte. Indica longevit della madre l'applicarsi di
Venere a Mercurio e della Luna al Sole; ella, inoltre, non suscettibile di malattie ed incidenti, se
non forse a causa dell'unione di Marte alla sorte materna, la quale unione indica lievi malattie
suscitate da umore bilioso e da infiammagione. E poich medesimo l'astro significante del padre e
della madre, Mercurio intendo, e si trova nella propria esaltazione e domicilio ed nel suo vigore,
indica che medesima la condizione del padre e della madre e che ad essi data prosperit in
uguale misura, pur se la dignit materna segue quella paterna. E ancora: uno essendo il
predominatore del padre e della madre, Mercurio dico, uno il triangolatore del Sole e della Luna,
Saturno intendo, questi medesimi astri sono, rispetto al Sole, destri e rispetto alla Luna sinistri: tutte
queste cose indicano ad entrambi l'innalzamento della dignit e che entrambi godono di una vita
agiata del medesimo rango. E poich il Sole configurato a Saturno, la Luna no, indica prosperit al
padre primariamente, alla madre secondariamente. E poich la sorte della madre si trova nel nono
luogo, nell'esaltazione e nel confine di Giove, mentre Giove si trova nel terzo luogo, ci indica la
sua lealt e rettitudine, la sua costanza nella fede, la sua umilt e il suo ben volere. E poich Marte
qui presente, indica alla madre un viaggio e timori nel cammino. E poich il signore della sorte
della madre il medesimo signore della sorte di fortuna, la Luna dico, significa che la madre ha
grandi averi e ricchezze.
Segue ora, all'esame degli eventi passati, quello degli accadimenti contingenti alla nascita. Infatti,
degli accadimenti che son dati per natura, alcuni lo sono in potenza, altri in atto. E gli eventi in atto
convengono maggiormente a ci che contingente, mentre quelli che sono in potenza convengono a
ci che futuro. Dobbiamo quindi innanzitutto parlare degli eventi contingenti, quali ad esempio il
parto maschile o femminile e simili.
Del parto maschile o femminile
Questo esame si trae dalla considerazione dei tre principali luoghi del cielo: i luoghi dell'oroscopo,
del Sole e della Luna. Ora, il Sole si trova in segno maschile, la Bilancia intendo, e in un quadrante
maschile e si applica ad un astro maschile, ovvero Saturno, che mattutino anch'esso. Allo stesso
modo dico che la Luna si trova in segno maschile e si applica al Sole e queste figure mostrano che il
nativo maschio. A questa considerazione segue quella del conoscere se il nativo nasce solo o
gemello e vediamo che il Sole e l'oroscopo non sono in segno di due corpi ed il luminare del tempo
si applica a Saturno che non si trova neppure esso in segno di due corpi. Allo stesso modo, anche il
luogo del plenilunio non in segno bicorporeo e tutto ci indica che il bimbo non gemello. Segue
poi l'indagine intorno alla condizione delle membra del nativo e alla sua proporzione: poich i due
luminari si trovano in segni umani ed i loro signori in segno vocale significano proporzione delle
membra del nativo e la compiutezza della sua figura. E ci si trae in particolare dalla considerazione
dei predominatori del plenilunio contiguo, i quali sono il Sole e Marte e Giove, il Sole
signoreggiando l'esaltazione e il triangolo, Marte il domicilio, Giove il confine. Ora, non essendo
questi astri afflitti, significano che la forma compiuta ed umana, segnatamente trovandosi Venere
in un segno vocale ed unita ad una stella razionale.
Degli anni di vita
Procediamo ora a considerare gli anni di vita ed esaminiamo i luoghi della prorogazione e i
prorogatori medesimi. Prevale qui, essendo diurno il tempo, il luminare della diurna fazione, il Sole,
ma nella genitura declinante nel luogo che sorto prima dell'oroscopo. Ora, nelle geniture diurne,
la seconda virt spetta alla Luna, che nella presente nativit si trova nel segno che segue, nel suo
ascendere, l'angolo occiduo; e poich questo luogo non configurato all'oroscopo, non ha alcuna

virt. Invero, il sapientissimo Tolemeo non accetta la Luna in quanto prorogatrice in questa nativit,
n compie la sua direzione. Se al contrario volessimo conformarci all'opinione degli altri,
assumeremmo la Luna come prorogatrice. Troviamo quindi Mercurio signore dei confini e del
segno in cui la Luna ed ad essa configurato. Ora, poich Mercurio osserva la Luna, stante in
luoghi ove ha diritto, occorre assumere Mercurio in quanto prorogatore. Concede pertanto Mercurio
una delle sue tre quantit di anni, alle quali si deve procedere ad aggiunta secondo le addizioni e a
sottrarre secondo le sottrazioni. Ora, Mercurio possiede diverse forze: innanzitutto ha moto diretto
ed additivo nel suo moto, in seguito nel proprio domicilio ed esaltazione, quindi prossimo al
culmine e all'angolo culminante, nell'undicesimo luogo ovvero nel buon genio. Per queste ragioni
concede una durata di vita prossima ai suoi anni maggiori, che sono 76. A questi si aggiunga la
quantit minore di Venere, in quanto a Mercurio si unisce, che sono anni 8, onde appare che il
tempo di vita del nativo di circa 84 anni. Quanto all'indagine accurata dei tempi fondata sugli
eventi, si trae dalla direzione del prorogatore e dal suo contatto con gli astri malefici ed i loro raggi
e con gli altri luoghi ad essi analoghi. Il primo luogo avverso in cui il prorogatore preso l'ultimo
grado dei Gemelli, in quanto <qui> compie il salto (e[xalma) da segno a segno e dai confini di un
astro malefico al termine del segno ai confini malefici del segno seguente. E questo luogo altres
pericoloso per il trovarsi presso il tropico estivo. Giunge la direzione a questo luogo in gradi 29 ed
alcuni minuti, che corrispondono a 29 anni. E questi anni sono prossimi ai periodi minori di
Mercurio e di Venere, onde in questo tempo significato un infortunio che giunger al nativo,
giacch questo tempo suscettibile di accidenti avversi. In seguito il prorogatore giunge in Cancro
al quadrato destro del Sole, dopo anni 43 ed alcuni mesi ed in questo tempo accadranno al nativo
avversit e malattie da eccesso di calore e pletora di sangue e malattie al petto e al polmone. Ma in
questo luogo vi il diametro di Giove e significa un rapido scioglimento dei mali ed un
allontanamento del pericolo. Giunge in seguito la direzione a Marte dopo anni 46 ed alcuni mesi e
questo tempo prossimo al periodo medio di Marte e indica un grave infortunio per malattia acuta
ed improvvisa, che ha nondimeno rapida soluzione e viene meno per la vicinanza della stella di
Giove e per essere Marte circondato dai raggi di Giove e di Venere e di Mercurio. Giunge poi la
direzione al corpo di Saturno dopo anni 71 ed alcuni mesi ed in questo tempo sopravviene
infortunio dal freddo e dal secco e gravi malattie difficili a sciogliersi e dolori di milza e febbri con
brividi; e poich non vi raggio di benefica stella che osservi il luogo, occorre prendere attenzione
in questo tempo. inoltre prossimo al periodo maggiore di Mercurio e se il nativo oltrepassasse
questo tempo, giunger agli anni maggiori di Mercurio. Quanto a Tolemeo, in questa figura di
nativit assumerebbe come prorogatore Saturno, in quanto ha molti criteri di dominio rispetto ai due
luminari e all'oroscopo: signoreggia infatti il luogo ove il Sole per l'esaltazione e per triangolo il
segno ove la Luna; si trova inoltre in un luogo atto alla prorogazione, ovvero al culmine, prossimo
al circolo meridiano. Compiamo pertanto anche la sua direzione: giunge adunque la sua direzione al
corpo del Sole dopo anni 50 e 1/3 e sopravviene al nativo in questo tempo un infortunio per nulla
grave, in quanto non abbiamo qui assunto a prorogatore la Luna e il corpo solare non danneggia
affatto gli altri prorogatori. Giunge poi la direzione di Saturno al raggio quadrato sinistro di Marte
dopo anni 56 ed alcuni mesi e sopravviene al nativo in questo tempo un grave infortunio per un
eccesso di calore e una malattia dovuta al sangue. Questo tempo verr superato grazie al raggio
quadrato destro di Giove e l'infortunio si scioglier e verr meno con il volere di Dio. In seguito la
direzione giunge al termine della Bilancia e il prorogatore compie un salto (e[xalma) da un segno ad
un altro e dai confini malefici al termine del segno ai confini malefici all'inizio del segno
<seguente> e l'intervallo in gradi lungo la linea equinoziale di 72 gradi e 35 minuti e questo tempo
molesto: non vi infatti raggio di un astro benefico che sciolga l'infortunio: quindi tempo che
ben si presta ad accogliere infortuni e pericoli alla vita. Ma secondo la mia opinione l'oroscopo
<qui> il prorogatore e si deve quindi compiere la sua direzione senza rifiutare la dottrina dei
sapienti. Infatti, nel procedere a questa direzione, non seguo un mio principio personale, ma
convengo con quanto hanno detto coloro dai quali a mia volta ho appreso. Dico pertanto che il
raggio dell'oroscopo giunge al raggio quadrato di Saturno, muovendosi il circolo equinoziale di

gradi 7 e minuti 43, che corrispondono ad anni 7 ed alcuni mesi e indica che in questo tempo gli
occorre malattia dal freddo e dall'umido e flusso di ventre e febbre con brividi e malattie
splenetiche. Ci nondimeno verr preso alleviato grazie all'esagono destro di Giove. Giunge poi la
direzione al nodo ascendente dopo anni 17 e mesi 7 e avviene in questo tempo una grave affezione
alla testa e al cervello e la causa risiede in una discrasia del calore. Compiamo quindi la direzione
dell'oroscopo al diametro della Luna e troviamo che giunge a questo raggio dopo anni 28 ed alcuni
mesi. Si salva nondimeno il nativo per la presenza del raggio esagonale del Sole nel confine di
Mercurio. Ed in seguito vi salute e preservazione finch la direzione perviene al diametro di Marte
dopo anni 74 ed alcuni mesi ed in questo tempo occorrer un gravissimo infortunio.
Del sembiante e della forma <del corpo>
Segue alla trattazione sui tempi di vita quella riguardo alla forma, ovvero alla forma e al sembiante.
Si deve pertanto procedere all'esame dei quattro argomenti seguenti: primo, riguardo alla forma;
secondo, riguardo agli accidenti corporali; quindi, riguardo ai caratteri propri dell'animo; infine,
riguardo alle malattie dell'animo. Prendiamo ora a trattare del corpo prima che dell'animo, giacch,
se il corpo manifesto ai sensi, dell'animo si pu avere comprensione solo mediante l'intelletto. I
luoghi che significano ci che proprio del corpo sono l'oroscopo e gli astri in esso presenti ed
inoltre la Luna, giacch vediamo che non solo i corpi degli animali, ma anche gli alberi e le piante
crescono e diminuiscono con la sua luce. L'oroscopo si trova in Scorpione e Venere signore dei
confini e del triangolo, mentre la Luna nei Gemelli e Mercurio signoreggia in quanto signore del
domicilio e dei confini. Dico pertanto per prima cosa e succintamente che la Luna in segno umano
e il signore del suo domicilio, Mercurio, in segno vocale e l'astro che predomina sull'oroscopo,
Venere, in segno umano e vocale e tutte queste figure indicano la proporzione e l'armonia del corpo
ed inoltre la giusta coesione e rapporto delle varie parti del corpo. Quanto all'oroscopo, non in
segno umano e per questo mostra che le parti del corpo non sono tutte proporzionate e d'altro canto
lo Scorpione crea per lo pi corpi sproporzionati, soprattutto i suoi primi gradi. Mercurio poi, e
Venere, mostrano le condizioni particolari e Mercurio mattutino <sia rispetto al Sole,> sia rispetto
all'oroscopo, onde significa <un corpo> proporzionato, un bianco incarnato; tuttavia, poich
Mercurio sovreminente a Venere, l'incarnato prende alquanto del bruno. Dico inoltre che,
Mercurio essendo mattutino, il nativo ha occhi piccoli, ma Venere lo fa di occhi belli e grandi, occhi
di falco, e pertanto i suoi occhi sono proporzionati fra il grande e il piccolo. Questi astri significano
inoltre uno sviluppo regolare, un'alta statura, una capigliatura folta. Ed ancora la commistione di
questi astri significa la bellezza, la naturale eleganza, la delicatezza del corpo. Ed in particolare
Venere significa che il suo aspetto gradito e che sar benvoluto da tutti. Sar inoltre robusto e di
complessione calda.
Delle

malattie

del

corpo

Tratto ora delle malattie in modo conciso: i due luminari non sono angolari, non sono afflitti, n si
uniscono, n si oppongono agli astri malefici e ci significa l'assenza di malattie e che il nativo
preservato da siffatti infortuni. L'essere Saturno angolare e prossimo al circolo meridiano denota
un'offesa alle parti inferiori e alle pudenda, mentre la non angolarit degli altri astri significa il
buono stato degli organi interni, soprattutto dei pi nobili. Il danno che insorge nelle parti inferiori
del corpo a causa di umori densi e melancolici ed inoltre da emorroidi e da umori freddi e dalla gran
copia di flussioni che giungono alle membra e infine malattie del ventre. Poich Marte si pone in
quadratura al luogo delle malattie e alla sorte delle malattie e ascende dopo la Luna, denota altri
infortuni che vincono la complessione del corpo e flussione di umori acuti, pungenti, infiammanti;
significa inoltre che le sofferenze si costituiranno intorno al capo, che si empir di questi flussi e

soffrir per la loro esalazione. L'afflizione della sorte delle malattie significa afflizione alle parti
inferiori del corpo, quali le anche e le pudenda; mentre la sua unione alla sorte di fortuna indica
un'affezione al petto e ai polmoni e che queste parti del corpo accoglieranno, per lo pi, tali flussi
umorali. D'altro canto, questa figura sovente indica tubercoli, escare e scabbia, come pure ferite da
ferro e da fuoco. Questi sintomi non saranno n gravi, n continui, ma insorgeranno in alcuni tempi,
poich Marte <non> angolare ed in segno tropico. Al contrario, le sofferenze di Saturno saran
pi vigorose e persistenti. E poich Marte ascende dopo la Luna, indica l'insorgere di molestie
all'occhio sinistro e che questo occhio appare pi disposto ad accogliere patimenti che non il destro.
Osservo quindi l'astro che predomina sul sesto luogo ed il suo signore e [l'astro] che predomina
sulla sorte delle malattie e il suo signore ed Mercurio, che si unisce ad un astro benefico, che ha
predominio sulla genitura e indica per tanto la salvezza dalle malattie e dagli infortuni ed inoltre una
buona fortuna riguardo ai servi e vantaggi da parte loro. Infine, poich Saturno mattutino,
significa che la maggior parte delle affezioni si produrranno in giovent e nell'et media, mentre le
affezioni di Marte occorreranno dopo l'et media, la stella declinando verso il tramonto e avendo gi
passato
la
met
del
segno.
Dello

stato

dell'animo

Riguardo allo stato dell'animo la trattazione universale e particolare. Ci che proprio dell'animo
si divide infatti in due membri, l'uno conviene alla parte razionale, l'altro a quella appetitiva e
caratteriale, e quella razionale propria di Mercurio, le altre della Luna. Dico pertanto che,
trovandosi Mercurio nel proprio domicilio, in un segno vocale ed unito ad uno dei corpi <celesti>
proporzionati, significa perspicacia, facondia ed una conformazione naturale compiuta e la
propensione alla conoscenza delle cose. L'essere la Luna nel domicilio di Mercurio e in segno
vocale e il suo applicarsi al luminare maggiore che le comunica la propria luce, indicano una felice
disposizione del carattere e desideri onesti. L'essere Mercurio e la Luna in segni di due corpi denota
la variet dei moti dell'animo, onde il nativo non permane nella medesima disposizione, ma muta da
un modo all'altro, accompagnato dal dubbio e da diverse riflessioni. E sovente prover rammarico
di ci che ha compiuto, ma non accetter se non ci che acconcio e ben fatto; amer la musica;
inoltre la bicorporeit dei segni insinua una certa qual trascuratezza nelle azioni. Riguardo alla
trattazione particolare, diciamo che, essendo Mercurio signore della Luna, nel proprio domicilio ed
esaltazione, la disposizione dell'animo nobile ed elevata. Se infatti diversi fossero i significati
degli astri, le inclinazioni dell'animo proverrebbero mescolate secondo il loro temperamento. Ma
poich un solo astro domina lo stato dell'animo, il carattere proprio dell'animo si forma secondo il
modello di quel solo astro; se poi si trovasse in un segno alieno, metteremmo a partecipazione
anche gli altri temperamenti secondo la diversit del segno; ma se si trovasse nel proprio segno,
suscita la propria energia pura e non commista, onde le virt dell'animo sono integre e compiute,
superiori ad ogni mistione e l'intelletto del nativo perfetto, perfetta la sua facolt cognitiva. E
poich questo astro mattutino rispetto al Sole e rispetto all'oroscopo, indica ingegno felice,
prontezza, facilit alla comprensione delle scienze e dei suoi segreti. Poich inoltre questo
medesimo astro significatore delle disposizioni del carattere e ha moto diretto, libero dalla luce
del Sole, non afflitto, ha commistione con le stelle benefiche, nel proprio trono, nel luogo del
buon genio, prossimo al circolo meridiano, significa un carattere gradito e ben accetto, buono ed
onesto, un portamento grave e dignitoso. Egli ha a cuore le arti, la scienza, le dottrine filosofiche,
incline alla beneficenza, si diletta di musica ed prudente, riflessivo, sensibile, retto nel suo
comportamento, emulatore degli uomini migliori, eloquente, affabile, ha felici disposizioni naturali
e soprattutto nel comporre versi ed sapiente, erudito, facondo, ammiratore degli antichi sapienti e
nemico delle donne. Infine, l'applicarsi della Luna al Sole significa che egli rifugge il falso ed
amante
della
verit.

Ancora

sullo

stato

dell'animo

Come il corpo accompagnato da alcuni patimenti, cos anche l'animo. Ora, avendo gi trattato
degli accidenti connessi al corpo, necessario che diciamo anche di quelli che seguono l'animo. E
riguardo all'animo si deve innanzitutto considerare se o non suscettibile di ricevere afflizioni.
Invero, quando la stella di Mercurio osserva l'oroscopo o la Luna l'animo non appare suscettibile di
afflizioni. In questa genitura Mercurio osserva entrambi, onde l'animo del nativo non suscettibile
di malattie psichiche; e ci vero, inoltre, poich la Luna e Mercurio, che significano i fatti
dell'animo, non sono afflitti in questa nativit e sono lontani dai corpi dei malefici e dai loro raggi.
Mercurio si unisce infatti ad una stella benefica e non si applica ad una malefica. Quanto alla Luna,
si configura al luminare maggiore che le comunica la luce - questa figura primaria e
principalissima - e queste cose significano il vigore dell'animo, il benessere del suo stato, la sua non
suscettibilit alle affezioni patologiche, soprattutto perch Mercurio nel suo trono e nel segno in
cui si trova non impedito al manifestare le energie dell'animo. Ed inoltre il Sole, che denota
l'intelletto, non afflitto e pertanto non proviene impedimento alle operazioni dell'animo. In
seguito, poich la mascolinit e la femminilit significano anch'esse qualcosa riguardo alle affezioni
dell'animo, occorre dire anche di esse. Dico pertanto che, poich il Sole e la Luna si applicano
mutuamente da segni maschili ed il Sole in un quadrante maschile e si applica ad un astro
maschile in un segno maschile e in un quadrante maschile, queste cose, dico, significano che la sua
indole virile e che la fiducia e il coraggio del suo animo sono completi. Occorre poi investigare
intorno ai suoi appetiti e alla sua inclinazione riguardo alle unioni. E ci si pu conoscere da Marte
e da Venere: poich si trovano in segni femminili, egli incliner verso unioni con femmine ed i suoi
atti avverranno di nascosto e saranno moderati. Per tutte queste ragioni concludo che il nativo non
suscettibile
di
afflizioni
dell'animo.
Della

dignit

della

fortuna

materiale

<a. della fortuna materiale> Diciamo ora degli eventi che accadono al nativo nel futuro e
innanzitutto della sua prosperit, della sua dignit e della sua ricchezza. In questa indagine occorre
assumere la sorte di fortuna, la quale ha, rispetto all'oroscopo, il medesimo rapporto che la Luna ha
rispetto al Sole. Si trova la sorte nel nono grado del Cancro, secondo luogo a partire dal luminare
minore, cos come l'oroscopo il secondo luogo a partire dal luminare maggiore, e in quel modo
medesimo in cui sono configurati i due luminari, cos si configura questa sorte rispetto all'oroscopo.
Ora, Venere ha, su questa sorte, i maggiori diritti, trovandosi la sorte nei suoi confini, nel suo
triangolo e nel suo decano. Venere ha inoltre moto diretto ed lungi dalla luce del Sole ed nel
luogo del buon genio e si applica al signore del suo domicilio e significa una prosperit completa da
parte dei re e acquisizione e ricchezza e il venire in possesso d'ogni sorta di tesori e vesti preziose e
vesti splendide e beni quali se ne trovano solo nelle regge, poich Venere e Marte... e che i beni pi
grandi li avr grazie al padre e alle di lui sostanze, in quanto Venere significa ci che riguarda il
padre ed egli erediter dai genitori. Si procaccer inoltre ricchezze dalla cultura e dalle lettere, da
arti inventive, dalla propria occupazione e dal proprio mestiere, dai calcoli e dalle relazioni con i
principi, poich questi due astri [i.e. Mercurio e Venere] sono prossimi al culmine e poich Venere
si unisce ad un astro sito nel proprio trono. Questo significa anche la Luna, signora della sorta di
fortuna, che forma trigono con il Sole: mostra infatti che i principi hanno frequenti rapporti con il
nativo. Ed il significato della ricchezza rinvigorito dall'essere Venere signora della sorte delle
ricchezze: vediamo infatti che Venere ne signoreggia i confini e il domicilio, mentre la Luna
signora della sorte di fortuna e queste cose indicano l'abbondanza degli averi. Ora, questa
condizione non verr meno, al contrario sar rafforzata dagli sforzi del nativo e dall'eredit paterna;
e poich gli astri (i.e. Venere e Mercurio) sono mattutini rispetto al Sole e all'oroscopo, significano
che le ricchezze e le acquisizioni verranno nel tempo della giovent; d'altro canto, essendo nel terzo

decano, significa che le acquisizioni saranno verso il termine della vita. Ed ogni qualvolta la
direzione <della sorte di fortuna> giunger ai confini di questi astri si rinnoveranno e le se
acquisizioni e la sua ricchezza. Questo avverr ad anni 28 e 31 e 35 e 48 e 62. Poich inoltre Marte
si trova con la sorte di fortuna, insinua danni ed afflizioni negli averi, ma poich Marte lontano,
non saranno importanti; avverranno nondimeno in occasione di viaggi e di esazioni. E poich la
sorte delle ricchezze combusta, significa che le sue ricchezze sono segrete e che non sono note ad
alcuni per paura dei principi e delle autorit. Ed avr benefici in diversi modi e da varie fonti,
poich la Luna e Venere e Mercurio sono in segni bicorporei e, poich questi astri non sono afflitti,
le sue ricchezze non saranno soggette a deterioramento fino al termine della sua vita.
<b. della dignit> Segue a questa trattazione quella <fondata sull'osservazione> dei due luminari e
dei suoi signori e degli astri che formano corteo al Sole. Ora, poich il Sole, signore della fazione, si
trova nel segno che sorto prima dell'oroscopo, in segno maschile e si applica a Saturno, essendo
signore dell'esaltazione del segno in cui Saturno si trova; ed inoltre essendo Saturno culminante, per
tutte queste cose, pur se il Sole si trova nel luogo dodicesimo, che il cattivo genio, epper in segno
maschile, in forza. E l'astro che predomina sul suo luogo Saturno, che anche signore del
triangolo del dodecatemorio ove la Luna e la Luna configurata al Sole e queste figure
significano l'aumento della gloria, l'eccellenza del potere e che il nativo un alto dignitario, sommo,
temibile, vigoroso, potente, che ha felice successo, prospero, famoso e ben noto, che partecipa alle
assemblee dei principi, che ha ricevuto comando ed autorit. E molti sono a lui sottoposti, poich
Saturno culmina in segno regale, ed a tutti superiore, ha comando sui suoi pari in virt della sua
arte ed essi gli ubbidiscono; da nessuno comandato, ma molti comanda e non pu essere
sottoposto se non al grande re di cui gode la stima e verso cui obbediente. Il suo comando si
estender in molti luoghi e avr sede nelle regge e il suo successo durer a lungo inalterato,
invincibile, incontrastato. E la sua prosperit rinvigorita dal trigono mutuo dei due luminari,
segnatamente producendosi tra segni maschili. Ora, poich il sorgere del Sole precede l'oroscopo, la
sua prosperit in giovent, nondimeno non molto presto, a causa della lentezza del moto di
Saturno, ma dopo anni 30. Mercurio poi il secondo signore del triangolo del Sole, padrone dei
suoi confini ed inoltre signore del domicilio dell'altro luminare. E pur se Saturno ha il maggior
significato, non si deve trascurare di considerare Mercurio. Ora, Mercurio uno degli astri che
fanno corteo al Sole ed nel luogo del buon genio e si dirige verso il culmine, con moto diretto, nel
proprio trono, unito ad una benefica stella: tutte queste figure indicano che egli sar tenuto in onore
dai principi ovvero che diverr primo segretario e che gli verranno confidate importanti
amministrazioni. Sar assennato nelle sue azioni, abile e capace nell'amministrare, perspicace nelle
scienze, nella cultura e nei consigli e trascorrer sempre la vita in letizia e nel decoro e nella
prosperit, senza infortuni o paure, ma sempre nell'agio, nell'abbondanza e nella quiete; ed avr
prosperit grazie alle donne, giacch a causa loro giungeranno nuovi successi. E poich Mercurio
l'astro significante con Saturno, indica che gli arriveranno successi mercuriali in diversi tempi e i
primi buoni esiti saranno pi duraturi. In seguito, a causa della natura di Saturno, che di angoscia e
timore piena sospetter avversit e controversie, ma non accadr nulla di penoso o contristante,
poich Saturno non afflitto. Avr per contro numerosi proventi e sar padrone di terre e di prodotti
della terra e avr successo nelle costruzioni. E i suoi successi saranno continui, le sue dignit
elevate sino al termine della sua vita, quantunque altro significhi la stella di Giove che, nella sua
qualit di terzo signore del triangolo del Sole, indica l'ultima parte della vita. E' questa stella
declinante ed umiliata e significa che il nativo subir una diminuzione della sua prosperit e
cercher l'umilt, il digiuno, la preghiera e la beneficenza, poich Giove signoreggia la sorte della
fede e queste cose compir onestamente verso il termine della vita, in quanto Giove vespertino, ed
in questo sar onorato e dal popolo e dai principi sino alla sua morte, per la condizione di potenza
dei due trigonocratori; ed in particolare, Saturno, che signore del quarto luogo e culmina, d
quantit e durata, mentre Mercurio gli porta copiose ricchezze, essendo altres significatore,

unitamente a Venere, delle ricchezze. E poich la Luna, al tempo della genitura, si muove dal moto
medio al maggiore, significa che egli si elever da una prosperit media ad una pi grande e che
giunger ad alte vette, specie nelle lettere, nell'amministrazione e simili, essendo la Luna nel
domicilio di Mercurio e configurandosi al luminare maggiore. Quanto agli astri che dominano sugli
angoli, tutti sono in forza; Saturno, in particolare, culmina, Venere nel luogo del buon genio, ma fa
eccezione Marte, onde significa un'umile condizione all'inizio della vita e nel suo primo terzo,
segnatamente all'inizio del primo terzo. La prosperit gli giunger senza affanno, poich il Sole si
applica a Saturno sito presso il medio cielo. Molti saranno a lui soggetti ed egli regger da solo i
comandi che gli saranno confidati e avr buon successo in tutto il tempo della sua vita.
Delle

nozze

La stella di Venere per massima parte significatrice delle nozze e delle unioni. Ed in questa
genitura ha un duplice significato: per la sua natura medesima e per essere signora del settimo luogo
che indica ci che attiene alle donne e alle unioni. E Venere, come gi detto, si trova forte, separata
da ogni afflizione: infatti non retrograda, non combusta, ma ben appariscente alla vista ed
prossima all'angolo culminante manifesto, nel luogo del buon genio, unita al signore del suo
domicilio e da esso posta in condizione benefica. Ed invero, pur se si trova nella sua umiliazione, la
sua congiunzione con il signore dell'esaltazione del segno in cui si trova rimuove il male
dell'umiliazione e tale Venere robusta significa nozze legittime, soprattutto in quanto si unisce agli
astri benefici ed la stella che predomina nella genitura ed signora del settimo luogo: per queste
cose porta necessariamente il matrimonio. Anche l'astro di Mercurio ha un qualche significato
riguardo al matrimonio in quanto congiunto a Venere e, non essendo afflitto, arreca nozze
legittime. Inoltre, poich Venere, Mercurio e la Luna sono in segni sterili indicano la temperanza del
nativo e che egli non inclina alle relazioni, che non bramoso non smodato, non un gaudente.
D'altro canto, Venere lontana da Marte, dei suoi domicilii e dai suoi confini e queste figure
mostrano indolenza nelle cose di Venere, una giusta misura nei rapporti sessuali o, piuttosto, una
disproporzione per difetto. Questa neghittosit rafforzata dalla stella di Saturno che culmina in un
segno sterile e congela in qualche modo il fuoco del desiderio. E se Mercurio e Venere si trovassero
in luoghi contrari, il nativo propenderebbe all'unione con i maschi e all'odio per le donne; ed invero
ogni qualvolta vedi in una genitura Mercurio congiunto con Venere, sappi che il nativo ricerca gli
amanti; ma qui tale passione non interamente accolta, giacch le restanti figure sono
temperatissime ed anche la sorte delle nozze in Sagittario segno di temperanza. Mercurio e Venere
osservano la sorte delle nozze: ci significa il matrimonio e che esso sar felice e che il nativo
acquisir ricchezze e molti averi a cagione del matrimonio, poich Mercurio e Venere, nel luogo del
buon genio, sono altres significatori delle ricchezze e indicano che la condizione di vita del nativo
si accrescer a dismisura e sar serena e lieta. E poich Mercurio, Venere e la Luna e la sorte delle
nozze sono in segni bicorporei, significa che avr molte moglie e comunque pi di due. Ed essendo
Mercurio nel proprio domicilio ed esaltazione e la sorte delle nozze nel domicilio di Giove, egli si
unir a donne assennate, ricche e illustri. E poich Venere nella propria umiliazione, significa che
si unir anche a serve esperte nelle arti. L'essere Venere mattutina rispetto al Sole significa che si
unir a una donna in giovent, l'avere la Luna gi oltrepassato il plenilunio significa che prender
moglie nel fiore dell'et e, segnatamente, quando la stella di Venere suddivider <i tempi>
unitamente a Mercurio o Mercurio <suddivider i tempi> unitamente a Venere. Si dovr pertanto
attendere il ventesimo o ventunesimo anno o il ventiquattresimo o il ventottesimo. L'unione di
Venere a Mercurio significa che sua moglie gli giovevole, affettuosa verso di lui e verso i figli. E
poich questi astri sono nel luogo del buon genio, significa che fra lui e la moglie vi sar affetto e
molto amore per tutta la loro vita e che egli sar intieramente delle donne che coabitano con lui,
senza gettare sguardo alle altre. In verit, il congiungersi di Mercurio e di Venere mostra, in molte
geniture, che il nativo si unisce a persone del proprio parentado, segnatamente quando inoltre la

Luna signoreggia l'esaltazione del settimo luogo e Giove, signore della sorte delle nozze, si trova
nel terzo luogo, che significa i parenti; d'altro canto, l'essere Venere nell'undicesimo luogo significa
che prender moglie nell'ambito delle sue amicizie. E poich Mercurio accoglie Venere e Venere
non accoglie Mercurio, significa molta affezione e sottomissione delle donne verso di lui e che egli
avr verso di loro un affetto minore. E poich Mercurio signoreggia l'ottavo luogo, significa che, a
causa dell'eredit delle mogli, avr importanti guadagni. La medesima cosa significata dall'essere
il signore del settimo luogo l'astro significatore dell'oroscopo. E le sue mogli sono assennate,
versate nelle lettere, di bell'aspetto e illustri per l'unione di Mercurio e di Venere e saranno inoltre di
lui pi giovani. Infine, l'essere Venere in segno sterile, come pure la Luna, significa che egli non ha
alcuna propensione alle unioni; d'altro canto, il congiungersi del signore del settimo luogo a
Mercurio e l'angolarit di Venere e Mercurio rispetto alla sorte delle nozze producono il
matrimonio.
Dei figli
La trattazione riguardo ai figli prende in considerazione Giove e le sue figure. In questa genitura
Giove significatore dei figli, poich ha diritto sugli angoli e signoreggia il grado dei confini dei
luoghi angolari e inoltre il decano. E' altres signore dei confini della sorte dei figli. E nella presente
nativit questa stella non ha vigore, in quanto vespertina, in luogo declinante ed umiliata: deboli
sono pertanto le sue testimonianze riguardo ai figli. Per quanto dei luoghi, significano figli quello
che culmina e l'undicesimo. E poich questi luoghi sono il Leone e la Vergine e Saturno culmina,
sono significati pochi figli ed inoltre la negazione del generare, l'afflizione riguardo ai figli. Vi sono
poi nell'undicesimo luogo due stelle, Venere e Mercurio, e Venere signoreggia il il triangolo di
Giove e lesaltazione del luogo dei figli; entrambe queste stelle formano un trigono con Giove e
queste figure significano procreazione e giovamento riguardo ai figli; essendo tuttavia queste stelle
in segno sterile, i figli saranno pochi e verranno tardi, segnatamente trovandosi la sorte dei figli in
segno sterile. Infatti, i segni sterili impediscono per lo pi la procreazione e se Venere e Mercurio
non si trovassero nellundicesimo luogo, di certo sarebbe preclusa; al contrario, queste stelle sono
nellundicesimo luogo e formano quadrato rispetto alla sorte dei figli; coopera a questo giudizio la
posizione della Luna presso la sorte dei figli, come pure il sorgere ad oriente di un segno di
abbondante seme e lessere il suo signore similmente in segno fecondo. E poich Venere e Mercurio
e la sorte dei figli e il signore del luogo dei figli sono in segni bicorporei, significa che gli
nasceranno gemelli in uno solo momento. E poich i due astri significatori hanno espressione
maschile per la loro figura mattutina al Sole, femminile per la femminilit del segno in cui sono,
significa che gli nasceranno maschio e femmina. Ed anche lo sguardo di Giove a Venere figura
che mostra procreazione. E poich Mercurio accoglie Venere, significa che i suoi figli saranno fra
loro amici e concordi; lessere Mercurio nel suo trono significa che saranno ricchi e distinti. Quanto
al trovarsi Giove, che significatore naturale dei figli, nella sua umiliazione e in luogo cadente,
indica che alcuni dei figli saranno di poco pregio e vili e, per dirla in breve, una volta per tutte,
Giove nella sua umiliazione e Saturno culminante significano necessariamente afflizioni e
preoccupazioni a causa dei figli e forse il nativo vedr la morte di alcuni, di altri si rallegrer.