Sei sulla pagina 1di 7

Ahmad al Fars

Introduzione e fondamento dell'astrologia.


edizione del testo greco e traduzione di Giuseppe Bezza.

In diversi manoscritti bizantini riportato un compendio astrologico molto esteso


ascritto a Achmete il Persiano, con il titolo: Introduzione e fondamento dell'astrologia.
L'opera tratta di molti rami dell'astrologia, come descritto nel breve proemio:
Questo libro un compendio dei libri dei Persiani, che fece
Achmete. Secondo quanto egli disse, raccolse i libri che sono
stati ritrovati dal tempo di Adamo al giorno presente e sulla
loro base compose questo fondamento nel modo pi verace.
Si rivolse quindi ad ogni cronologia, ad ogni giudizio degli
astri, ad ogni opera sulle elezioni e la genetlialogia e le
conversioni annue e i noviluni e i pleniluni e le
interrogazioni. Da tutte queste cose compose un primo
trattato che chiam introduzione e fondamento, ovvero:
introduzione alla dottrina e fondamento, il pi verace
possibile, della prova deduttiva. Divise questo trattato in
quattro libri.
Non sappiamo nulla dell'autore, che si dichiara persiano e di cui non dato il
patronimico. Il suo nome arabo potrebbe essere reso con Ahmad al Fars, ma dell'opera
esiste solo la versione bizantina. Cumont (Catalogus Codicum Astrologorum
Graecorum, Bruxelles 1900, II, pag. 122), contrariamente a G. Sarton (Introduction to
the History of Science, New York 1975 I, pag. 558) ritiene che egli non sia da
identificarsi con Ahmad ibn Sirin, il cui Oneirocriticon fu edito da Rigault (Paris, 1603).
Ibn Sirin, infatti, fior nella prima met del IX secolo, mentre il nostro Achmete deve
essergli posteriore, citando sovente Albumasar, la cui morte avvenne nell'886. Infine, una
voce isolata, quella di M. Steinschneider (Hebrische Uebersetzung des Mittelalters und
die Juden als Dolmetscher, Berlin 1893, pag. 326) suggerisce che egli fosse egizio e non
persiano e lo identifica con Ahmad ibn Yussuf ibn Ibrahim ibn al-Dayah, che mor
intorno al 945 d.C. e che scrisse il pi antico commento a noi noto al Centiloquium
pseudo-tolemaico (cfr. F. Sezgin, Geschichte des arabischen Schriftums, Band VII,
Leiden 1979, pag. 157).
***
Riportiamo l'intero sommario del compendio di Achmete, del quale iniziamo a
pubblicare la traduzione del capitolo 39, con il testo greco a fronte.

SOMMARIO
1. Introduzione e fondamento dell'astrologia: opera di Achmete il Persiano
2. Proemio all'astrologia dal primo capitolo dei Persiani
3. Isagoge che espone concisamente e introduce in forma piana e con metodo coloro

che vogliono accostarsi ai fondamenti principali dell'astronomia. Ove si toccano


questioni dell'astrologia. 3bis. Degli anni degli astri
4. Dei nomi che assumono gli astri secondo la loro elongazione al Sole, quali

occidentali, combusti, acronici


5. Delle elevazioni e delle cadute degli astri
6. Quanto tempo ciascun astro permane in ciascun segno
7. Quale astro cronocratore di ciascun tempo
8. Giudizi dei confini secondo Critodamo (sic!)
9. I volti degli astri nei decani dei segni riguardo alla forma loro
10. Virt e colori degli astri
11. Degli astri benefici e malefici
12. Degli astri diurni e notturni
13. Delle figure degli astri al Sole
14. Della natura dei segni
15. Degli astri orientali e occidentali
16. Dei segni comandanti e obbedienti
17. Dei segni vedenti ed equipotenti
18. Dei domicilii di ciascun astro
19. Dei triangoli
20. Delle esaltazioni
21. Delle applicazioni e deflussioni
22. Dell'aktinobolia

23. Delle forze degli astri: secondo l'essenza


24. Del beneficio, del gaudio, dell'oppressione, dell'idioprosopia, della familiarit e

del dodecatemorio
25. Dell'applicazione
26. Dell'apparizione. 26bis. Stelle
27. Del salto o exalma, dell'incidenza o emptosis dei diurni e notturni
28. Dell'ekptsis
29. Dell'interposizione
30. Del luogo declinante
31. Del Sole del concepimento
32. Della Luna del concepimento
33. Del segno che sorge quando il Sole entra nell'Ariete
34. Scelta di giudizi sull'oroscopo dell'anno, che altres utile alla composizione delle

effemeridi dell'anno
35. Di Saturno quando signoreggia l'oroscopo dell'anno e degli astri che seguono ad

esso
36. Di Saturno nei dodici segni. 36bis. Del significato di Giove all'inizio dell'anno.

36tris. Di Giove nei dodici segni e degli altri astri


37. Del significato dei nodi eclittici nei dodici segni
38. Del significato dei segni quando sono oroscopo dell'anno o quando la perfezione

dell'inizio del tempo giunge ad essi


39. Che cosa significano le varie figure all'inizio dell'anno
40. Osservazione e giudizio secondo le classi degli uomini
41. Del sapere se il rumore che giunge vero o falso
42. Delle quattro conversioni annue secondo i Persiani ovvero quando vuoi sapere che

cosa accade ai governanti, ai re, ai comuni cittadini in una data regione


43. Del ricercare e ritrovare l'astro che signoreggia sul luogo Luna

44. Dell'abbondanza secondo gli Arabi


45. Premessa generale al sapere in quale tempo ogni segno che sorge ha un suo

giudizio
46. Dell'oroscopo dell'anno e della diversit e distinzione delle classi umane
47. Del conoscere quali segni appaiono nell'atmosfera e in terra
48. Dello sconvolgimento, dell'oppressione, della guerra e dei nemici
49. Del tempo delle malattie, delle debolezze e della morte
50. Del caldo, freddo, venti
51. Delle acque e delle piogge
52. Del mercantare e della penuria e dell'abbondanza di tutto quanto mercantabile

secondo la conversione dell'anno


53. Un altro capitolo sulla penuria e l'abbondanza
54. Del conoscere il tempo piovoso e il secco
55. Del conoscere la mutazione del tempo atmosferico (apertura delle porte)
56. Delle regioni e dei popoli in accordo ai triangoli secondo gli Arabi e i Persiani
57. Delle signole familiarit delle regioni con i segni
58. Delle configurazioni di tutti gli astri secondo Masiri il Persiano e Muhammad di

Balkh. Tradotto dal persiano


59. Delle congiunzioni degli astri superiori e dei loro significati
60. Schema e ordinamento delle grandi congiunzioni
61. Introduzione al giudizio delle grandi congiunzioni degli astri superiori
62. Significato delle cadute e delle esaltazioni degli astri superiori
63. Significato degli astri con caput
64. Degli astri al sorgere
65. Degli astri al tramonto
66. Degli astri che retrocedono

67. Degli astri che hanno moto diretto


68. Stefano di Alessandria sul significato delle unioni di Saturno e Giove nei triangoli
69. Dai Mysteria di Albumasar sul significato delle unioni di Saturno e Giove
70. Delle congiunzioni degli astri superiori nei segni e del significato loro
71. Delle loro congiunzioni nei 12 luoghi
72. Della congiunzione dei due malefici Saturno e Marte nei segni
73. Dei significati nocivi di Saturno con i nodi
74. Delle congiunzioni dei sette astri nei segni e dei significati loro
75. Del conoscere il tempo e l'ora o giorno o mese dei significati e degli eventi e quali

segni significano i giorni, quali i mesi e quali gli anni, quali inoltre sono i segni
che suscitano l'evento nei luoghi orientali, quali a mezzogiorno, quali a ponente e
quali al settentrione. Seguono alcune utili dichiarazioni
76. Della congiunzione degli astri col Sole, che detta arsura, in ogni segno
77. Delle congiunzioni degli astri superiori e dei loro significati
78. Dell'applicarsi la Luna agli astri in ogni segno dopo il novilunio o plenilunio
79. Del correre a vuoto della Luna dopo il novilunio o plenilunio
80. Dell'applicarsi la Luna a cauda dopo il novilunio o plenilunio
81. Dell'applicarsi la Luna a caput dopo il novilunio o plenilunio
82. Delle figure della Luna con i pianeti nei dodici segni e dei loro giudizi

Dopo l'ultimo capitolo numerato, seguono otto capitoli sulle eclissi, numerati a parte e
non presenti in tutti i manoscritti. E' presumibile che facciano parte del compendio di
Achmete.
Delle eclissi
1. Eclissi metodo Persiani
2. Del significato delle eclissi nelle dodici case
3. Del conoscere la larghezza della Luna dal suo colore
4. Del significato dell'oscuramento della Luna dal suo colore

5. Del significato dello sguardo della

Luna verso gli astri dopo la sua


separazione dal luogo dell'eclissi
6. Del significato dell'oscuramento della

Luna nei segni


7. Seconda significazione sulle eclissi

Dello stato dei re nell'eclissi

Ahmad al Fars

39. Cosa significano le


configurazioni delle stelle
all'inizio dell'anno.
Il capitolo 39 di Achmete espone i giudizi
che l'astrologo trae dalle figure degli astri al
tempo dell'ingresso del Sole nel primo punto
d'Ariete. Si tratta di un procedimento
caratteristico dell'astrologia sassanide e
araba, divenuto poi abituale nel medioevo
latino.
L'edizione si basa sulla collazione dei
seguenti manoscritti:
Palatinus Vat. 312 (sec. XVI)
Marcianus 324 (sec. XIV-XV)
Angelicus 29 (sec. XIV-XV)
Vindobonensis philos. gr. 262 (sec. XV)

cap. 39 - Cosa significano le configurazioni delle


stelle all'inizio dell'anno.
Quando le stelle malefiche si configurano per segni,
se ci avviene per congiunzione o quadrato o diametro
significa uccisioni di uomini per percosse, traumi. Se
una di esse, od entrambe, retrocedono, significano

maggiormente. Se sono nel cardine dell'oroscopo e del decimo luogo il danno nel mondo intero e dalla
parte dell'oriente; se nel cardine del decimo e del settimo il danno sar maggiore e l'oppressione viene
dall'occidente. Invero, se riceve vigore dall'angolarit, l'evento avverr con forza e se in quell'anno appare
una congiunzione di Saturno e Giove, l'evento sar ancora pi grave. Al contrario, se <le malefiche stelle> si
configurano al di fuori dei cardini, l'afflizione e i danni saranno minori e in luoghi determinati.
Osservazione. L'incidere del danno dei tre astri superiori tra loro nella conversione annua significa pace,
stabilit senza guerra e tumulti ed altre simili manifestazioni.
Osservazione. Ogniqualvolta Marte retrocede od combusto nella rivoluzione dell'anno significa l'insorgere
di oftalmie e il sollevamento degli uomini contro i potenti. E se Marte in un segno tropico vi sar una
vigorosa spedizione militare e con un solo rivolgimento politico saranno ristabiliti due forme di governo.
Osservazione. Quando trovi ben disposte le stelle malefiche, in quell'anno poche saranno le sciagure e le
uccisioni. Ma se sono mal disposte vi sar una sovrabbondanza di sciagure in tutto il mondo.
Osservazione. Quando i tre astri superiori, Saturno, Giove, Marte, retrogradano in uno dei quattro tempi,
significano il mutamento delle fortune, prosperit, degli esiti attesi e il loro sconvolgimento, la morte del re o
il suo decadimento. E se Giove <non> osserva nel culmine loro, cattivo segno per i re; allo stesso modo se
Saturno o Marte sono nell'viii luogo o nel xii luogo rispetto al luogo del Sole o rispetto all'oroscopo; ed
ancora se <Giove> incongiunto <al Sole> o retrocede o opposto al proprio domicilio o nel cardine
dell'ipogeo.
Osservazione. Se Saturno o Marte sono uniti a Cauda al Medio cielo segno malvagio per i re; ma se una
stella benefica si porta verso il culmine [ovvero: non al MC, ma nell'xi luogo] buon segno per i principi e
i nobili.
Osservazione. Quando Saturno e Marte entrano nei Pesci al tempo della conversione dell'anno, cattivo
segno per i re. Non diversamente se le stelle benefiche sono nel xii luogo.
Osservazione. Il danno di Saturno e Marte e dei nodi all'oroscopo o nel vii o iv o v; significa infatti
uccisioni, perdite, molte ingiurie e sopraffazioni.
Osservazione. Quando Saturno si unisce a Caput nella rivoluzione significa perdite e un freddo rigido. Se
l'unione nel Cancro o nello Scorpione, significa diminuzione del livello delle acque e dei raccolti, ma nei
Pesci significa la debolezza e l'oppressione nei luoghi di culto e nei templi.
Osservazione. Il signore dell'oroscopo e la Luna, quando sono in un buon luogo rispetto all'oroscopo e si
osservano mutuamente significano bellezza, benessere, buon esito, salute dei corpi. Se sono in luogo
malvagio ed afflitti significano un cattivo stato e la diminuzione dei profitti.
Osservazione. Quando Marte nel decimo luogo dall'oroscopo dell'anno o dall'oroscopo del novilunio o
plenilunio o nel quarto luogo apparir nel cielo un segno ignito e un ardore e terremoti in terra. Se Mercurio
osserva o gli si unisce, ci sar pi vero, pi manifesto. E se la Luna inoltre fosse con Marte afflitta, quanto
predetto sar ancor pi manifesto.
Osservazione. Quando Marte nel [...](1) angolare ed uno degli altri astri con esso afflitto, significa
uccisioni, perdite, ingiustizie al popolo e una perversit nella rettitudine del re e nella sua potest.
Osservazione. Quando il Sole per s in forza nell'anno significa la stima, la stabilit, la pace ed il
benessere; ma se afflitto con Marte significa perdite ai re a causa di guerre e debolezza.