Sei sulla pagina 1di 2

Apulia Wine Identity, Il Progetto

Apulia Wine Identity, il progetto

Apulia Wine Identity. La Puglia del vino si apre al mondo

Con Apulia Wine Identity, per la prima volta, il meglio dell'enologia pugliese mette insieme le forze per ospitare, nel proprio territorio, una manifestazione autoprodotta di altissimo livello e aperta al mondo. Le migliori etichette di Negroamaro, Primitivo e Nero di Troia degustate en primeur. 'Vogliamo esaltare il legame identitario che lega i nostri vini ai diversi territori di produzione - spiega Lugi Rubino, presidente del Consorzio Puglia Best Wine - e ampliare e promuovere la conoscenza dei nostri vini coinvolgendo rappresentanti della comunicazione internazionale'.

Una giuria internazionale sarà chiamata ad esprimere il rating sulla vendemmia 2010. In scena dal

22 al 27 novembre 2011, con epicentro nella storica cittadina di Trani, la kermesse prende slancio dalla volontà di raccontare al gotha della stampa specializzata internazionale, la storia e il presente

di un'enologia che si sta facendo conoscere nel mondo con prodotti capaci di intercettare a clicca qui

pieno l'evoluzione del gusto di un consumatore sempre più preparato ed esigente.

Di grande interesse il rilievo internazionale voluto per questa prima edizione di Apulia Wine Identity:

sono infatti 20 le nazionalità di provenienza dei giurati selezionati, tra cui spiccano le delegazioni dei paesi emergenti dell'area BRIC, come Cina, Brasile, India, ma anche Corea, Thailandia, oltre a rappresentanti dei mercati di sbocco tradizionali, come Stati Uniti, Germania, Regno Unito e Svizzera.

Apulian Wine Identity. Le degustazioni

Unito e Svizzera. Apulian Wine Identity. Le degustazioni La Giuria di esperti - in grandissima parte

La Giuria di esperti - in grandissima parte giornalisti specializzati - sarà chiamata a degustare en primeur il meglio delle produzioni - non ancora in commercio - di Negroamaro, Primitivo e Nero di Troia della Vendemmia 2010, a visitare territori di produzione e a decretare, in conclusione, il rating raggiunto dai vini nelle diverse sessioni di degustazione.

Sarà un viaggio nei territori di produzione, dalle terre del Nero di Troia, a Nord di Bari, sino a raggiungere i lembi più estremi del Salento, tra le province di Brindisi e Lecce, senza dimenticare l'importanza della zona di Manduria, condivisa in parte anche dalla provincia di Taranto. Un caleidoscopio di aziende,

territori e vitigni che avranno modo di svelarsi ad un pubblico più ampio, con le degustazioni aperte

ai wine lover e operatori della ristorazione pugliese.

Apulia Wine Identity 2014

La Puglia del vino di qualità non è una scoperta recente, ha solide basi viticole e storie produttive di prim'ordine.

Apulia Wine Identity 2013

La città di Lecce ospiterà la 2° edizione della manifestazione dedicata ai vitigni storici della regione: Negroamaro, Primitivo e Nero di Troia.

Un progetto di internazionalizzazione del vino di qualità del Salento, condiviso da sette grandi Cantine del Salento.

BEST WINE

Produttori di vino pugliese

Viene direttamente dai migliori produttori di vino del Salento l'iniziativa "Puglia Best Wine", volta a promuovere origini e storia vinicola della Regione in tutto il mondo. È un'attività che risulta fondamentale in tempi di crisi e che può dare maggiore slancio in fase di ripresa. I 5 marchi che partecipano al consorzio produttori di vino pugliese sono Tenute Rubino, Cantine Due Palme, Conti Zecca, Candido e il Consorzio Produttori Vini di Manduria. Ad accomunare ogni produttore di vino pugliese partecipante al progetto sono valori, obiettivi strategici e filosofia. È Luigi Rubino, imprenditore brindisino, ad aver accettato la carica di Presidente del consorzio, riunendo attorno a sé figure di spicco tra i produttori del Salento.

Powered by Web Agency srl Contenuti e ufficio stampa Gran Via - Società & Comunicazione

© 2014 - Consorzio Puglia Best Wine.