Sei sulla pagina 1di 78
SEZIONE 3A (REV.F) CENTRALINI TELEFONICI PABX Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell’area Manuali Tecnici. INDICE

SEZIONE 3A

(REV.F)

SEZIONE 3A (REV.F) CENTRALINI TELEFONICI PABX Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell’area Manuali Tecnici. INDICE

CENTRALINI TELEFONICI PABX

SEZIONE 3A (REV.F) CENTRALINI TELEFONICI PABX Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell’area Manuali Tecnici. INDICE

Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell’area Manuali Tecnici.

INDICE DI SEZIONE

SISTEMA SCAITEL

VERSIONI DA PARETE

VERSIONI DA TAVOLO

SCHEDE APPARECCHIATURE Dispositivi Accessori

NORMATIVE DI IMPIANTO

4

4

4

4

4

AVVERTENZE PER L’INSTALLATORE Caratteristiche conduttori dell’impianto Apertura serratura elettrica

NOTIZIE TELEFONICHE DI CARATTERE GENERALE Tipi di centrali telefoniche Impianti Scaitel con centralini PABX

INSTALLAZIONE PROTEZIONI DI LINEA TELEFONICA ED ELETTRICA

DIAGNOSTICA 6 Indicazioni per alcuni problemi

6

5

5

5

6

6

6

6

CENTRALINO TELEFONICO PABX 1/5 Sch. 1332/515

GENERALITÀ 7 Configurazione Tipi di apparecchi Tipi di impianto Alimentazione Caratteristiche tecniche

7

7

7

7

7

INSTALLAZIONE 8 Posizionamento morsettiere e ponticelli Predisposizione ai servizi

8

8

Installazione indipendente a parete 8 Installazione a parete in affiancamento con altri moduli Scaitel

9

Connessione degli apparecchi interni e della linea urbana

9

Connessione dell’impianto citofonico e dei relé attuatori

9

Collegamento alla linea elettrica

9

Collegamento alla borchia isdn nt1 plus

9

Apparecchi utilizzabili in caso di emergenza

9

Inserimento scheda orologio Sch. 1332/71 (Opzionale)

10

Collegamento ed installazione dellinterfaccia stampante Sch. 1332/70 (Opzionale)

10

Collegamento ai morsetti campo lampade

10

PROGRAMMAZIONE 10

10

Procedura generale di verica 10

Parametri di congurazione base

Programmazione di base 12

Programmazione delle classi di abilitazione 12

13

Programmazione dei parametri supplementari dei derivati

Programmazione dei parametri di linea entrante 14

Procedura generale di programmazione

11

Programmazione servizi supplementari

14

Programmazione da remoto

16

Reset

17

PRESTAZIONI 17

Linee urbane decadiche (DC) o multifrequenza (MF) 17

Chiamata

interna

17

Chiamata

generale

17

Prenotazione su interno occupato

17

Chiamata su linea urbana 17

Prenotazione della linea urbana

Uso della rubrica 18

17

Ripetizione dellultimo numero selezionato 18

Risposta ad una chiamata interna

18

Risposta ad una chiamata esterna

18

Risposta per assente 18

Non disturbare

18

Seguimi 18

Deviazione a tempo 18

Deviazione

immediata

19

Posto segretaria

19

INDICE SEZIONE 3A MANUALE TECNICO TELEFONIA I nca ps ula m en t o 19

INDICE SEZIONE 3A

MANUALE TECNICO TELEFONIA

INDICE SEZIONE 3A MANUALE TECNICO TELEFONIA I nca ps ula m en t o 19 S

Incapsulamento

19

Servizio

notte

19

Servizio notte automatico

registrazione, programmazione e scelta

19

Hot line

20

Room monitor locale (controllo audio dellambiente)

20

Room monitor da remoto

20

Attesa e richiamata di una conversazione interna

20

Musica con annuncio vocale per linea in attesa:

21

Ascolto della musica di attesa

21

Scelta della musica di attesa

21

Attesa e richiamata di una linea urbana

21

Attesa e parcheggio di una linea urbana

21

Attesa e trasferta di una linea urbana

21

Inclusione e trasferta su inclusione

21

Conferenza tra più utenti

22

Cattura chiamata su segreteria o fax

22

Accesso allamplicatore esterno

22

Salvataggio dati su applicativo Scaiterm

22

Lettura in chiaro dei numeri telefonici memorizzati nel buffer delle telefonate

22

Visualizzazione del report telefonico

22

Invio messaggi vocali di attendere prego

22

Agenda su PC

22

Campo lampade

23

Orologio

23

Interfaccia PC

23

Lettura o scrittura delle programmazioni impostate

23

Test relé attuatori

23

Prestazioni linea privata

23

Utilizzo dei telefoni con sms collegati al PABX della serie Agorà

24

SERVIZI

SUPPLEMENTARI

24

Attesa da PABX

24

Servizi telefonici supplementari (STS) offerti da telecom Italia

24

Accesso ai servizi telecom Italia in selezione decadica

24

GUIDA ALLUTILIZZO DEI SERVIZI CITOFONICI

24

Collegamento posto telefonico/posto esterno citofonico

24

Apertura porta

25

Accensione luci scale

25

Chiamata a centralino citofonico sistema Scaibus

25

Interfaccia citofonica

25

Seguimi citofonico su numero impostato programmazione ed uso

26

Segreteria sul citofono

26

Apertura della porta esterna 1

26

Apertura della porta esterna 2

26

Programmazione modo di funzionamento del relé attuatore 1

26

Relé attuatore per comando da telefoni interni/esterni

26

Teleazionamento dai telefoni esterni

26

Teleazionamento dai telefoni interni

27

DIAGNOSTICA 27

27

TEMPI DI CHIAMATA E SEGNALAZIONE 27

SIGNIFICATO DEI VARI TONI DI SEGNALAZIONE 27

Indicazioni per alcuni problemi

CENTRALINO TELEFONICO PABX 2/8 Sch. 1332/528

GENERALITÀ 28

Congurazione

28

Tipi di apparecchi

28

Tipi di impianto

28

Alimentazione

28

CARATTERISTICHE TECNICHE 28

INSTALLAZIONE 29

29

29

Installazione a parete in afancamento con altri moduli Scaitel .30

30

Connessione dellimpianto citofonico e dei relé attuatori 30 Collegamento alla linea elettrica 30 Collegamento alla borchia isdn nt1 plus30

Apparecchi utilizzabili in caso di emergenza

Connessione degli apparecchi interni e delle linee urbane

Posizionamento morsettiere e ponticelli Installazione indipendente a parete

31

Inserimento scheda contascatti Sch. 1332/38 (Opzionale)

31

Inserimento scheda orologio Sch. 1332/71 (Opzionale)

31

Collegamento ed installazione dellinterfaccia stampante Sch. 1332/70 (Opzionale)

31

Collegamento ai morsetti campo lampade

31

Collegamento della musica di attesa esterna

31

Collegamento dellamplicatore esterno

31

PROGRAMMAZIONE 31

Procedura generale di programmazione

31

Procedura generale di verica

32

Parametri di congurazione base

32

Programmazione di base

33

Programmazione delle classi di abilitazione

33

Programmazione dei parametri supplementari dei derivati

34

Programmazione dei parametri di linea entrante

35

Programmazione servizi supplementari

36

Programmazione da remoto

38

Reset

38

PRESTAZIONI 38

Linee urbane decadiche (DC) o multifrequenza (MF) 38

Chiamata

interna

38

Chiamata

generale

38

Prenotazione su interno occupato

39

Chiamata su linea urbana 39

39

Uso della rubrica 39

Prenotazione della linea urbana

Ripetizione dellultimo numero selezionato 39

Risposta ad una chiamata interna

39

Risposta ad una chiamata esterna

39

Risposta per assente

39

Non disturbare

39

Seguimi 40

Deviazione a tempo

40

Deviazione

immediata

40

Posto segretaria

40

Incapsulamento

40

Servizio

notte

41

Servizio notte automatico

41

Hot line

41

Room monitor locale (controllo audio dellambiente) 42

Room monitor da remoto

42

Attesa e richiamata di una conversazione interna Musica con annuncio vocale per linea in attesa:

42

registrazione, programmazione e scelta 42

Ascolto della musica di attesa

42

Scelta della musica di attesa

42

Attesa e richiamata di una linea urbana

42

Attesa e parcheggio di una linea urbana

43

Attesa e trasferta di una linea urbana 43

Trasferta di una seconda linea urbana

43

Inclusione e trasferta su inclusione

43

Conferenza tra più utenti

43

Cattura chiamata su segreteria o fax 43

Accesso allamplicatore esterno

44

Salvataggio dati su applicativo Scaiterm

44

Lettura in chiaro dei numeri telefonici memorizzati nel buffer delle telefonate

44

Visualizzazione del report telefonico

44

Invio messaggi vocali di attendere prego

44

Agenda su PC

44

Interfaccia contascatti

44

Programmazione costo unitario scatto

44

Campo lampade

45

Orologio

45

Interfaccia PC

45

Lettura e scrittura delle programmazioni impostate 45

Test relé attuatori

45

Prestazioni linea privata

45

Utilizzo dei telefoni con sms collegati al PABX della serie Agorà 46

SERVIZI

SUPPLEMENTARI

46

Attesa da PABX

46

Servizi telefonici supplementari (STS) offerti da telecom Italia

47

Accesso ai servizi telecom Italia in selezione decadica

47

GUIDA ALLUTILIZZO DEI SERVIZI CITOFONICI

47

Collegamento posto telefonico/posto esterno citofonico

47

INDICE SEZIONE 3A MANUALE TECNICO TELEFONIA Apertura porta 47 Accensione luci scale 47 Chiamata a

INDICE SEZIONE 3A

MANUALE TECNICO TELEFONIA

INDICE SEZIONE 3A MANUALE TECNICO TELEFONIA Apertura porta 47 Accensione luci scale 47 Chiamata a centralino

Apertura porta

47

Accensione luci scale

47

Chiamata a centralino citofonico sistema Scaibus

48

Interfaccia citofonica

48

Seguimi citofonico su numero impostato programmazione ed uso

48

Segreteria sul citofono

49

Apertura della porta esterna 1

49

Apertura della porta esterna 2

49

Seconda chiamata citofonica

49

Programmazione modo di funzionamento del relè attuatore 1

49

Relè attuatore per comando da telefoni interni/esterni

49

Teleazionamento dai telefoni esterni

49

Teleazionamento dai telefoni interni

49

DIAGNOSTICA 50

50

TEMPI DI CHIAMATA E SEGNALAZIONE 50

SIGNIFICATO DEI VARI TONI DI SEGNALAZIONE 50

Indicazioni per alcuni problema

CENTRALINO TELEFONICO PABX 3/12 Sch. 1332/512

GENERALITÀ 51

Congurazione

51

Tipi di apparecchi

51

Tipi di impianto

51

Alimentazione

51

CARATTERISTICHE TECNICHE 51

INSTALLAZIONE 52

52

52

Installazione indipendente a parete 52

53

Connessione dellimpianto citofonico e dei relè attuatori 53 Collegamento alla linea elettrica 53 Collegamento alla borchia isdn nt1 plus53

Connessione degli apparecchi interni e delle linee urbane

Posizionamento morsettiere e ponticelli Predisposizione ai servizi

Apparecchi utilizzabili in caso di emergenza

53

Inserimento scheda contascatti Sch. 1332/38 (Opzionale)

53

Collegamento ed installazione dellinterfaccia stampante Sch. 1332/70 (Opzionale) 54

54

Collegamento della musica di attesa esterna 54 Collegamento dellamplicatore esterno 54

PROGRAMMAZIONE 54

Procedura generale di programmazione

Procedura generale di verica 54

Parametri di congurazione base

Programmazione di base 56

Programmazione delle classi di abilitazione 56

57

Programmazione dei parametri di linea entrante 58 Programmazione servizi supplementari 59

Programmazione da remoto Reset

Programmazione dei parametri supplementari dei derivati

55

54

Collegamento ai morsetti campo lampade

61

61

PRESTAZIONI 61

Linee urbane decadiche (DC) o multifrequenza (MF) 61

Chiamata

interna

61

Chiamata

generale

61

Prenotazione su interno occupato

62

Chiamata su linea urbana 62

Prenotazione della linea urbana

Uso della rubrica 62

Ripetizione dellultimo numero selezionato 62

Risposta ad una chiamata interna

Risposta ad una chiamata esterna

Risposta per assente 62

Non disturbare

62

62

62

62

Seguimi 63

Deviazione a tempo 63

Deviazione

immediata

63

Posto segretaria

63

Incapsulamento

64

Servizio notte

64

Servizio notte automatico

64

Hot line

64

Room monitor locale (controllo audio dellambiente)

65

Room monitor da remoto

65

Attesa e richiamata di una conversazione interna

65

Registrazione musica con annuncio vocale per linea in attesa

65

Ascolto della musica di attesa

65

Scelta della musica di attesa

65

Attesa e richiamata di una linea urbana

65

Attesa e parcheggio di una linea urbana

66

Attesa e trasferta di una linea urbana

66

Trasferta di una seconda linea urbana

66

Inclusione e trasferta su inclusione

66

Conferenza tra più utenti

66

Cattura chiamata su segreteria o fax

66

Accesso allamplicatore esterno

66

Salvataggio dati su applicativo Scaiterm

67

Lettura in chiaro dei numeri telefonici memorizzati nel buffer delle telefonate

67

Visualizzazione del report telefonico

67

Invio messaggi vocali di attendere prego

67

Agenda su PC

67

Interfaccia contascatti

67

Programmazione costo unitario scatto

67

Campo lampade

67

Orologio

68

Interfaccia PC

68

Lettura e scrittura delle programmazioni impostate

68

Test relè attuatori

68

Prestazioni linea privata

68

Utilizzo dei telefoni con sms collegati al PABX della serie Agorà

69

SERVIZI

SUPPLEMENTARI

70

Attesa da PABX

70

Servizi telefonici supplementari (STS) offerti da telecom Italia

70

Accesso ai servizi telecom Italia in selezione decadica

70

GUIDA ALLUTILIZZO DEI SERVIZI CITOFONICI

70

Collegamento posto telefonico/posto esterno citofonico

70

Apertura porta esterna 1

70

Accensione luci scale

70

Accensione luci scale 2

71

Chiamata a centralino citofonico sistema Scaibus

71

Interfaccia citofonica

71

Seguimi citofonico su numero impostato programmazione ed uso

71

Segreteria sul citofono

72

Apertura della porta esterna 1

72

Apertura della porta esterna 2

72

Seconda chiamata citofonica

72

Relè attuatore per comando da telefoni interni/esterni

72

Teleazionamento dai telefoni esterni

72

Teleazionamento dai telefoni interni

72

DIAGNOSTICA 73

73

TEMPI DI CHIAMATA E SEGNALAZIONE 73

SIGNIFICATO DEI VARI TONI DI SEGNALAZIONE 73

COMANDI BREVI 74

MODULI PER LA PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA 75

Indicazioni per alcuni problemi

PARAMETRI SUPPLEMENTARI DEI DERIVATI - PROGRAMMAZIONI LINEE URBANE

76

TABELLE NUMERI E GESTORI ABILITATI

76

RUBRICA

77

SISTEMA SCAITEL

CENTRALINI TELEFONICI PABX

SISTEMA SCAITEL VERSIONI DA PARETE - VERSIONI DA TAVOLO - SCHEDE APPARECCHIATURE SISTEMA SCAITEL I

SISTEMA SCAITEL

VERSIONI DA PARETE - VERSIONI DA TAVOLO - SCHEDE APPARECCHIATURE

DA PARETE - VERSIONI DA TAVOLO - SCHEDE APPARECCHIATURE SISTEMA SCAITEL I l s i st

SISTEMA SCAITEL

Il sistema SCAITEL è stato progettato per permettere lintegrazione

del servizio citofonico (o videocitofonico) con quello telefonico in uno

o più appartamenti di uno stabile sia in impianti di nuova realizzazione sia in impianti preesistenti. Linstallazione di un Centralino Telefonico PABX (disponibile in vari

modelli, a seconda del numero di linee esterne e di derivati desiderati)

o di una Interfaccia Telefonica consente infatti di trasferire il segnale

citofonico sullimpianto telefonico dellappartamento. Al posto del citofono potranno quindi essere impiegati normali apparecchi telefonici (opportune sequenze digitate sulla tastiera numerica attiveranno lapertura della porta ed eventuali funzioni accessorie) oppure apposite unità multifunzione (Citotelefoni) in grado di

rendere ancora più facile e intuitivo laccesso alle prestazioni citofoniche con pulsanti aggiuntivi dedicati di immediata individuazione. Abbinando al Citotelefono un innovativo Modulo Video privo di tasti e microtelefono è inoltre possibile realizzare una completa postazione videocitofonica. Viene comunque offerta la possibilità di realizzare normali impianti citofonici o videocitofonici nella linea SCAITEL, impiegando combinazioni

di Citofoni indipendenti e Moduli Video abbinati a Citofoni.

I prodotti della linea SCAITEL sono caratterizzati da una estetica

comune, che porta la rma prestigiosa di GIUGIARO DESIGN, e sono

pensati per adattarsi a varie tipologie di installazione. I singoli elementi, che costituiscono il sistema cito video telefonico, possono infatti essere installati sia lontani luno dallaltro, prevedendo le apposite linee

di connessione, sia afancati fra loro attraverso particolari supporti che

facilitano il passaggio dei cavi. Tutti gli elementi della linea SCAITEL possono essere montati a parete

oppure su una supercie piana (es. tavolo o scrivania) per mezzo di basi

e staffe fornite a corredo del prodotto oppure disponibili come accessori da acquistare separatamente. Costituiscono eccezione i Centralini Telefonici PABX e lInterfaccia Telefonica per i quali le necessità di cablaggio obbligano ad adottare esclusivamente il montaggio a parete.

VERSIONI DA PARETE

Nell'installazione a parete con apparecchi posizionati l'uno a anco dell'altro, è necessario rispettare sequenze prestabilite.

Il Modulo Video, ove presente, deve sempre essere posto all'estrema

sinistra ed i citotelefoni sempre all'estrema destra. L'eventuale interfaccia telefonica o PABX deve essere sempre installata a sinistra del citotelefono. Le norme di sicurezza impongono di separare, con canalizzazioni e scatole diverse, cavi appartenenti a servizi tra loro incompatibili come energia elettrica, telefonia e trasmissione dati.

VERSIONI DA TAVOLO

Nelle versioni da tavolo, i dispositivi che ne sono predisposti, potranno essere