Sei sulla pagina 1di 4

k ronstadt periodico bimensile

Numero 0/1
Lunedì 3
Novembre 2003

ANCORA?
SCIPERO!
Kronstadt Infine il territorio cittadino risulta
condiviso tra due popolazioni, gli
studenti e gli indigeni, con sistemi
Report se ci sarà una prossima serie.
Noi non siamo coraggiosi, cari amici,
globali vestiti del manto immacolato dei
giusti, e non hanno mai dichiarato una
la realtà è che non abbiamo nulla da Guerra al Terrore a nome di tutta la ci-
Immagino un periodico che serva: articoli simbolici, luoghi di ritrovo, linguaggi, Cari Amici, perdere. Siamo il sottoscale della RAI, viltà, in altre parole sono stati meno ipo-
informativi con dati tecnici ad uso del let- quasi del tutto non sovrapponibili e sono Paolo Barnard, coautore della mal pagati, nessuno assunto, senza uno criti di quanto non lo siamo noi oggi.
tore, in ogni settore del giornale. Luoghi su piani normali l’uno all’altro. La puntata di Report “L’Altro Terrorismo” straccio di possibilità di far carriera e Terzo, crediamo che il dovere principale
date recapiti per gli eventi, suggerimenti retta, in realtà un’insieme di punti di del 23/09/03. Avrei veramente voluto allora che almeno ci sia lasciata la possi- dei giornalisti occidentali sia quello di
per approfondimenti, dichiarazione delle dimensione uno, non connessi (affitti, rispondere a tutti individualmente, e bilità di essere liberi. Non vi immaginate controllare le fonti del proprio potere
fonti affinché siano riutilizzabili e verifi- ci ho povato, ma la mole incredibile di con quali mezzi di fortuna dobbiamo politico, innanzi tutto. Quarto, le vit-
alcool, attività riproduttive general- lavorare, varrebbe al pena scriverci un time dei gulag, delle carceri di Castro
cabili da parte di chi legge. mente non finalizzate o destinate alla email ricevute mi obbligano a desistere.
Perdonatemi dunque se vi rispondo in libro. Forse se un coraggio c’è stato fu o dei terroristi islamici hanno goduto
Immagino un periodico serio ma non crescita demografica) e nella quale non gruppo. Cercherò di dare indicazioni iniziale, quando col nostro modo di in- almeno di vari gradi di riconoscimento.
serioso: ampia e rigorosa documentazione è possibile riconoscere alcuna legge o per ciascuno dei temi che più frequen- tendere l’informazione ci precludemmo I bambini di Rufina Amaya o le donne
nell’esporre reportage e opinioni. progettualità. temente mi avete posto. ogni chance di far carriera (“..lei è bravo curde torturate a morte non sono nep-
Immagino un periodico fatto per giovani L’ambito culturale risulta quindi uno Innanzi tutto grazie per i complimenti, Barnard, ma non sa fare corridoio..” mi pure memoria, non contano. A New
(lavoratori, studenti, disoccupati), ma spazio privilegiato per combattere una che ci hanno persino commosso. Essi disse anni fa un direttore di rete). Però York una placca recita “Agli eroi dell’11
non giovanilistico: quindi articoli anche battaglia che da un lato può solo mi- sono graditissimi perchè contrariamen- la gente di Report ha passione per quella di settembre”. Dove sono le lapidi agli
per adulti e chiunque voglia scardinare gliorare la nostra qualità di vita (non te a quanto si crede, noi lavoriamo nel che ritiene sia la decenza umana, questo “eroi” del Salvador, Cile, Paraguay, Co-
un po’ di vecchie idee e sapere qualcosa in fosse altro che per il divertimento) silenzio e quasi mai abbiamo riscontri di sì. Per quelli che ci hanno scritto che lombia, Laos, Sudafrica, Bangladesh,
più su ciò che gli sta intorno. quello che facciamo. Grazie ancora. siamo dei “venduti comunisti prezzolati Indonesia? E non sono 3.000, sono
dall’altro puo migliorare il posto in cui ecc..” sottolineo che se lo fossimo non decine di milioni.
Immagino un periodico sociale: cosa vuol viviamo. Perchè ci fanno ancora parlare nell’Italia
di oggi? Perchè siamo stati in grado di saremmo ridotti con le pezze al sedere. Report è a favore della guerra al terrori-
dire? D’interesse comune, ma non neces- La chiave di lettura prescelta è quella proporre sempre fatti documentati e In merito alla mia inchiesta. I docu- smo, nessuno di noi vuole trovarsi ince-
sariamente di tutti, che indaghi nei tratti della verità. Raccontare, descrivere, non opinioni, e dunque non diamo ap- menti riservati sono oggi depositati nerito da un aereo che ti entra in ufficio.
della società e anche nelle sue pieghe. scoprire quella che, molto banalmen- pigli a nessuno per poterci stroncare. Poi presso il National Security Archive di Ma nessuno di noi vuole dormire sul
te, accade nel mondo, piccolo, che ci credo che la RAI abbia bisogno di man- Washington, all’interno della George sangue di milioni di poveracci che paga-
Questo Progetto è diretto alla creazione circonda. Almeno per come lo vediamo tenere una facciata di libertà di qualche Washington University e credo li ab- no per il nostro confort. Report è dun-
di una rivista che si propone una pre- noi, per i meccanismi che riusciamo a tipo, ed ecco che Report si presta bene biano anche messi sul loro sito. Altri que a favore di una lotta contro TUTTI
cisa prospettiva di crescita all’interno vedere e interpretare noi, per il corag- a ciò. Terzo, è vero che viviamo sempre documenti si trovano presso il Public i terrorismi e contro TUTTI i terroristi,
del tessuto culturale cittadino. Nelle gio che ci sentiamo noi. con i bagagli fatti.. perchè mai sappiamo Record Office di Londra, altri ancora li questo era il senso della puntata.
città è presente un sostanziale deficit ho avuti da fonti In generale. Noi non molleremo, ma
riservate, sorry. Il testo integra- è importante che non molliate voi. I
di comunicazione e tra le varie istanza
cultural-associative (PaviaInSerieA, il
2 pagina - strumenti le della puntata si trova sul sito potenti temono una cosa sola, e non è
1943: dolorem ecte molenibh ectem dionsed tet, si. Lor si. Lore commy nul- www.report.rai.it, e per ottenre una il giornalismo. Essi temono l’opinione
Barattolo, associazioni di volontariato cassetta andate sul sito e cliccate su Info pubblica, ne hanno il terrore. E allora
landre vel il eu faccu
e culturali), le istituzioni (Università, a sinistra. Costa parecchio e sappiate che fatevi sentire, basta poco. Una telefonata
Amministrazione Comunale, Associa- Зкономия: dolorem ecte molenibh ectem dionsed tet, si. Lor si.... sono soldi che NON vengono a noi, a ai media, una lettera ai politici, oppure
zione di Categoria) e la cittadinanza Statti alterati di coscienza:dolorem ecte molenibh ectem dionsed tet, si. Lor scanso di equivoci. divulgare, anche a voce, nelle scuole,
(“ottentotti e parigini”). si. Lore commy Per tutti quelli che hanno sollevato negli ipermercati, ai giardini con chi si
Le associazioni sembrano incapaci Bivacco: nullandre vel il eu faccum dipit autpat. Lor sit, consent luptate dui dubbi sull’inchiesta. Pochissimo hanno incontra, sui treni, ovunque. Siete voi
di elaborare un codice comunicativo blan henisl in scritto insulti e quelli possono solo che contate. Se Report avesse l’audience
comune e le iniziative di crescita cul- vergognarsi. Per gli altri: il motivo per di Striscia la Notizia sarebbe in prima
turale, non risultano adeguatamente 3 pagina - terza pagina cui non abbiamo incluso nella puntata
il terrorismo di Cina, Urss, Birmania,
serata tutto l’anno. E chi ha in mano il
telecomando? A chi ci ha scritto “Report
integrate. La stonsa:hendrem Cuba ecc.. è semplice: primo, esso è è la nostra voce” io rispondo “E allora al-
Le istituzioni si affannano anch’esse Il commercialista di Sondrio: Lor incing eum doleniatin ulputpatem iriu- arcinoto, da mezzo secolo tutto l’occi- zate la voce, e Report si alzerà con lei”.
a cercare forme di collaborazione che rem ipsum vendigna augu dente ne ha straparlato
non riescono a realizzarsi pienamente Storie: Lor incing eum doleniatin ulputpatem iriurem ipsum vendigna augue con dovizia di particolari (l’Impero del Spero solo che “L’Altro Terrorismo” sia
e iniziative condivise rivolte al pub- Male..) e noi di Report avevamo poco servito ad aggiungere quel granello di
magna corem venibh er in ut acilla feuism da aggiungere. Siamo totalmente d’ac- speranza per un mondo migliore. Che
blico giovanile. Da un lato l’Università
Capitali: Lor incing eum doleniatin ulputpatem iriurem ipsum vendigna cordo, quegli stati furono e sono terrori- sia servito a ricordare per una volta gli
sembra volersi rinchiudere nella turris
eburnea dell’accademia, dall’altro il augue magna corem venibh er in ut acilla feuismo sti. Ciò che invece fu detto troppo poco sconfitti e i perdenti, gli eroi dimenticati
è che noi fummo e siamo come o peggio che nessuno celebra.
comune non riesce a coordinare una
politica integrata per i giovani, univer- 4 pagina - cronache di loro. Questo andava e andrà detto.
Lavori in Corso: Lor incing eum doleniatin ulputpatem iriurem ipsum ven- Secondo, Cina, Urss, Birmania, Cuba Paolo Barnard
sitari e non. ecc.. non si sono mai eretti a gendarmi P.S: non sono mai stato comunista.
2
MAI MORTI La Gaia Scienza
strumenti
З К О Н О М И Я
Cosa fare in caso di Golpe Curiosità , e quisquilie della gente di scienza La conoscenza delle regole del gioco
Il bivacco In seguito al successo del film “A beautiful mind”, ormai tutti conoscono la drammatica storia Ogniqualvolta in televisione, alla regole del gioco cui ogni giorno sono
- È fondamentale la mimetizzazione contro della follia di John Nash, il matematico, impersonato, nel film, da Russel Crow, cui fu assegnato radio o sui quotidiani non specia- costretti a partecipare e che tanto
il premio Nobel per l’economia per il suo contributo alla teoria dei giochi. In questa breve nota lizzati mi capiti di sentir parlare spazio nella loro vita occupa?
l’avvistamento da terra e dall’aria. Il luogo è contenuto un esempio di una situazione che molti avranno vissuto, e che corrisponde ad un
del bivacco deve essere al riparo dal vento. “equilibrio di Nash”. del mondo del lavoro, e cioè di Se l’unica risposta possibile alla
Possibilmente deve restare asciutto dopo le In questo gioco ci sono due giocatori. Poiché la vita è per lo più conflittuale, immagineremo che flessibilità, pensioni, licenziamenti e prima delle due domande è il borrel-
si tratti di due innamorati dai nomi improbabili: Galatea (G.) e Aci (A.). G. preferisce andare in articolo 18, costo del lavoro, posto liano “resistere resistere resistere”, per
intemperie, o per lo meno deve asciugarsi vacanza al mare (MA) . A. preferisce andare in montagna (MO). Il “gioco” consiste nello scegliere
rapidamente. I terreni erbosi sono sempre la strategia migliore per andare in vacanza la prossima estate. fisso ecc…., sorgono in me, che quanto riguarda la seconda accarezzo
umidi e favoriscono il formarsi di brina e Tanto per quantificare diciamo che G. guadagna 2 punti se va al mare da Sola, perché comunque svolgo la professione di consulente l’illusione di poter contribuire, attra-
ama troppo il mare, mentre guadagna 10 punti se va al mare con A. Questa sarebbe la sua scelta del lavoro, due riflessioni. La prima, verso queste pagine, alla diffusione di
di nebbia. Come luoghi di bivacco essi si preferita. Invece, se, G. va in montagna soffre il freddo, e guadagna 0 punti, ma, se e’ in compa-
adattano quindi solo forzatamente. A causa gnia di A. guadagna 4 punti (è veramente innamorata di A.). Lo stesso vale per A., ovviamente indubbiamente la più amara, è la se- un po’ di conoscenza delle regole, dei
scambiando mare e montagna. guente: se sull’unica materia, che ho diritti e, perché no, dei doveri propri
della loro impermeabilità i terreni fangosi Il tutto si può riassumere nella seguente tabella, in cui sono elencate tutte le possibili scelte della
non sono molto adatti. Il terreno coperto coppia. Per ogni coppia di scelte (cioè in ogni casella) il primo numero indica il guadagno di Gala- modo di approfondire da “addetto ai di ognuno di noi quando si cala nel
tea, e il secondo il guadagno di Aci. Si vede che ci sono quattro lavori”, sento pronunciare o scrivere difficile e pervasivo ruolo di lavorato-
di muschio è abbastanza asciutto solo se
A strategie possibili: o entrambi scelgono di andare al mare, o tante inesattezze, tanti qualunquismi re (o di aspirante tale).
lo strato di muschio è sottile. Il bosco entrambi in montagna, o ciascuno sceglie un posto diverso o, ancora peggio, tante falsità, come Traendo spunto dalle novità recente-
fitto, con grande sottobosco, è soffocante, MA MO (due Possibilità di questo tipo, di cui una autolesionistica per
entrambi). posso io, da non addetto ai lavori, mente introdotte dal legislatore con
umido e pieno di insetti. I terreni sabbiosi MA 10.4 2.2 Ora si passa alla contrattazione.
G dare credito e fiducia a chi scrive e la c.d. legge biagi, nei prossimi nu-
sono caldi e asciutti e si adattano quindi MO 0.0 4.1 Galatea può ragionare così: se A. sceglie MA, anch’io scelgo
MA, perché guadagno 10 punti, anziché 0. Se invece A. sce- parla di finanza, agricoltura, clima, meri cercherò, pertanto, di proporre
meglio degli altri. Una leggera pendenza inquinamento, economia, medicina, un’analisi a puntate della situazione
glie MO, anche a me conviene scegliere MO, perché guada-
è meglio di un terreno completamente in gno 4 punti anziché 2. Anche Aci può fare un ragionamento simile (provare). politica internazionale, cultura op- attuale delle regole del mercato del
piano (scolo acqua). La conclusione è che, per ciascun giocatore, non c’e’ modo di scegliere una strategia SEMPRE pure di vino e ristoranti? lavoro e delle nuove forme flessibili
- Il materiale da bivacco primario è il telo- vincente. La strategia vincente dipende di volta in volta dalla scelta che fa anche l’altro giocatore.
Esistono due strategie che, di volta in volta, sono ottimali per la coppia, anche se, in ciascuna, La seconda, meno cruciale ma più di contratto di lavoro, con partico-
ne da tenda personale. Oltre a ciò anche le un giocatore guadagna più dell’altro: sono le strategie (MA,MA), e (MO,MO), cioè quelle in cui concreta, è la seguente: è mai pos- lare riguardo per chi nel mercato
improvvisazioni rendono buoni servizi. entrambi i giocatori vanno nello stesso posto. Questi due punti sono gli “equilibri di Nash” per sibile che tanti lavoratori (e tanti deve ancora entrarci. Tutto ciò nella
questo gioco.
- Il comandante di squadra stabilisce Se il gioco si fa una volta sola e’ ovvio che uno dei due giocatori vince più punti dell’altro. Se, datori di lavoro) non conoscano, se speranza di aiutare i “non addetti ai
i luoghi dove montare le tende e dà le invece, il gioco si ripete ogni estate, esiste una strategia ottimale per entrambi: è una strategia mista non in minima parte, la situazione lavori” a meglio comprendere cosa li
indicazioni relative alla mimetizzazione. che consiste nello scegliere metà delle volte (MO,MO), e l’altra metà (MA,MA). In questo modo, attuale del mondo del lavoro, la sua aspetta quando diventano lavoratori.
in media, ciascun giocatore può guadagnare un punteggio pari a 7 punti.
Con un bivacco disposto irregolarmente evoluzione , nonché le fondamentali Luca Contardi
si ottiene effetto di mimetizzazione. Dove Carlo Andrea Rozzi
non sia possibile bivaccare nei boschi, le
tende vanno adattate al paesaggio; spaziar-
Kronstadt: 3-18 marzo 1921
le, sparpagliarle). Anche i teloni mimetici
Il 1921 fu un anno cruciale per il go- quanto allora modesta, di importanti vie dalla costa sarebbe servito a ben poco, corpi di difesa potranno essere designati
da campeggio che sfuggono alla vista, nelle verno comunista (fine della guerra con di comunicazione terrestre che, parten- giacché nessuna delle batterie istallatevi dalle compagnie nell’esercito e dagli
fotografie aeree figurano come una superfi- la Polonia). Attenuatasi la tensione della do da Pietrogrado, raggiungono ogni era in grado di raggiungere efficace- operai stessi nelle fabbriche.
cie chiara. Quindi bisogna sempre rivoltare guerra civile, incalzavano ora i problemi angolo della Russia, da Vilna a Odessa mente Kronstadt, mentre questa poteva 11) di dare ai contadini la piena libertà
della ricostruzione delle strutture econo- a Vladivostock, per tacere di Mosca, riversare sulla costa un volume di fuoco di azione per ciò che concerne le loro
la parte scura del telone verso l’esterno. miche e sociali necessarie a sopravvivere distante circa 700 Km. di gran lunga superiore. terre, e il diritto di allevare il bestiame,
Angoli e superfici vanno coperti con rami e, non certo a «edificare il socialismo», Nel marzo 1921 perdere Kronstadt Il 2 marzo 1921 gli equipaggi della a condizione che compiamo da soli il
e arbusti. per di più in un solo paese, come farà lo significava perdere, non Pietrogrado, Petropavlosk e della Sevastopol, a bordo loro lavoro, senza l’impiego di lavoratori
stalinismo. Con la grave e profonda crisi ma la Russia intera: non era più il no- della prima nave, in una assemblea, vo- salariati.
- Il comandante di squadra stabilisce quan- del ‘21 (economica e sociale) foriera di vembre 1919, quando furono le truppe tarono una risoluzione che divenne poi 12) di chiedere a tutte le unità dell’eser-
do e dove si possono attizzare fuochi per gravi precipitazioni politiche (scioperi inglesi a fallire la presa di Pietrogrado; la «carta della rivolta». Crediamo utile cito e ai compagni delle scuole di cadetti
di Mosca e di Pietrogrado), il partito allora era stata la reazione spontanea del riportarla nella suo totalità: di solidarizzare con noi.
cucinare (riverbero, fumo). Accanto ai fuo- bolscevico doveva fare i conti. Non proletariato e delle masse russe di fronte 13) di esigere che questa risoluzione sia
chi va sempre tenuta pronta sabbia o terra aveva altra scelta. Nell’ambito di questo al pericolo a consentire la vittoria; nel RISOLUZIONE DELL’ASSEMBLEA largamente diffusa dalla stampa.
per poterli spegnere rapidamente. L’acqua indirizzo le posizioni dei vari esponenti 1921 ormai, al posto della disponibilità GENERALE 1a E 2a SQUADRA MA- 14) di designare una commissione
bolscevichi si differenziarono. a tendere ancora le forze in uno sforzo RITTIMA mobile incaricata di controllare questa
non è adatta (sviluppa vapore rivelatore). L’isola di Kotlin, situata a 33 kilometri supremo, erano sopraggiunte la stan- «Dopo aver ascoltato il rapporto dei diffusione.
- Il luogo del bivacco viene ripulito alla ad ovest di Pietrogrado, quasi esatta- chezza e la demoralizzazione. Per capire rappresentanti degli equipaggi inviati 15) di autorizzare la produzione artigia-
meglio dai sassi e dai grossi rami, e il ma- mente a mezza strada tra la riva setten- la rapida reazione dei bolscevichi devo- a Pietrogrado dalla assemblea generale nale libera purché non impegni il lavoro
trionale e quella meridionale del Golfo no essere presi in considerazioni alcuni dei marinai della flotta per esaminare la salariato».
teriale di mimetizzazione messo a punto. di Finlandia, si presenta in forma di un elementi. situazione, è stato deciso quanto segue: («Izvestia» N° 1, giovedì 3 marzo 1921)
Subito dopo si montano le tende che ven- triangolo lungo circa 13 chilometri e Il Golfo di Finlandia è gelato fino a fine 1) di procedere immediatamente alla
largo al massimo più di un chilometro marzo inizio aprile. I collegamenti fra rielezione a scrutinio segreto dei soviet, L’arma della critica passa alla critica per
gono immediatamente mascherate. e mezzo. La fortezza di Kronstadt fu la l’isola di Kotlin e la terraferma avveni- dato che i soviet attuali non esprimono le armi. 15.000 uomini di Kronstadt fra
- Soltanto una disposizione eccezionalmen- principale base navale russa nel Baltico vano su slitte o cavalli che transitavano la volontà degli operai e dei contadini. A marinai, soldati e civili, dietro 135 can-
te precisa permette una rapida partenza e e fu fatta costruire all’inizio del XVIII sulla spessa crosta di ghiaccio ricoperta questo scopo dovrà svolgersi prima una noni e 68 mitragliatrici, compresi quelli
secolo da Pietro il Grande. Successiva- di neve. Le navi venivano serrate nella libera propaganda elettorale affinché le delle navi. Dall’altra parte, cannoni di
permette di lasciare il luogo senza perdite mente i russi avevano esteso le difese morsa del ghiaccio e rimanevano immo- masse operaie e contadine possano esse- minor calibro e gittata, una vasta distesa
materiali. anche in condizioni sfavorevoli di Kronstadt all’intera insenatura. Così bili fino al disgelo. Così si trovavano la re onestamente informate. di ghiaccio senza alcuna protezione dal
tutte le acque della parte orientale del Petropavlosk e la Sevastopol, affiancate, 2) di esigere la libertà di parola e di fuoco di Kronstadt, la 7a armata di
(buio, pioggia, neve). Golfo di Finlandia venivano a trovarsi in modo da ostacolarsi l’una con l’altra stampa per gli operai e per i contadi- Tukacevsky, i Kursanti e unità comuni-
- Per ogni squadra si organizza una latrina. entro i settori di tiro incrociato dei pezzi nel tiro. Finché fosse rimasto il ghiaccio, ni, per gli anarchici e per i socialisti di ste fidate provenienti da altre zone. La
Questa va messa in un posto all’ombra, d’artiglieria. Kronstadt era considerata la zona sarebbe stata un’unità gigantesca sinistra. mattina del 7 marzo Tukacevsky scatenò
inespugnabile. da guerra senza capacità di manovra. Ma 3) di esigere libertà di riunione per i l’offensiva. Il giorno dopo riprese il
dove è più facile che le mosche non va- sindacati operai e per le organizzazioni duello d’artiglieria, con scarsi risultati.
dano. La latrina è formata da una buca contadine. Intanto si apriva il X Congresso del
profonda 60 centimetri e larga 30 centi- 4) di convocare entro il 10 marzo 1921 partito. Mentre le operazioni militari
un’assemblea generale degli operai, dei subivano una pausa, Trotzky riferiva al
metri, su cui si accovacciano coloro che soldati rossi e dei marinai di Kronstadt e congresso sulla drammatica situazionea
ne fanno uso. La terra si ammucchia come di Pietroburgo. Pietrogrado in una seduta ristretta. Era
5) di rilasciare tutti i prigionieri politici il 10 mano. La rivolta era ancora in pie-
una sponda su uno dei lati. Ci si tiene una socialisti e tutti gli operai e i contadini, di, più pericolosa che mai; il dispositivo
vanga, per poter ricoprire immediatamente i soldati rossi e i marinai, arrestati in oc- di attacco aveva rivelato gravi deficienze
gli escrementi. casione di diverse agitazioni popolari. e il morale delle truppe era sempre più
6) di eleggere una commissione incari- basso. Fu allora deciso un vasto «rimpa-
- Si scava una buca per i rifiuti per ogni cata di esaminare i casi di tutti i detenuti sto» nelle file degli attaccanti; gli
squadra. trattenuti nelle prigioni e nei campi di uomini vennero scelti con cura partico-
- Le latrine e le buche per i rifiuti sono concentramento. lare, interi battaglioni di allievi ufficiali e
7) di abolire tutte le «sezioni politiche» di giovani comunisti arrivarono da loca-
parte integrante dell’igiene del campo, e perché d’ora in poi nessun partito deve lità distanti. Reparti scelti di comunisti
servono a tener lontane le malattie. avere dei privilegi per la propaganda e speciali unità della Ceka costituivano
delle sue idee, né ricevere la minima una parte assai rilevante della nuova for-
- Come acqua potabile si usa, in primo sovvenzione dallo stato per tale scopo. za d’assalto. Ma l’atto politicamente più
luogo. l’acqua di condutture rialzate, o Al loro posto, noi proponiamo che siano rilevante fu quello compiuto da trecento
l’acqua corrente delle sorgenti. L’acqua di elette in ogni città delle commissioni di delegati al congresso i quali si offrirono
Cultura e di Educazione finanziate come volontari.
fiume e di lago va usata soltanto in casi di dallo Stato. Senza entrare nei particolari della cruen-
emergenza e va sempre bollita prima di 8) di abolire immediatamente tutti gli ta battaglia, ricordiamo che l’inferno si
sbarramenti militari. fermò il 18 marzo. Paul Avrich («Kron-
berla. Nei torrenti bisogna controllare il Mappa di Kroinstadt (Isola di Kotlin) e San Pietroburgo (sulla destra) 9) di uniformare le razioni alimentari stadt 1921», Mondadori) indica in
corso superiore per scoprire possibili fonti per tutti i lavoratori, salvo per coloro circa 10 mila uomini tra morti e feriti le
di impurità, quali abitazioni, stalle, pozzi Uno sguardo all’atlante mette in eviden- il disgelo avrebbe modificato profonda- che esercitano mestieri particolarmente perdite dei bolscevichi. Dei delegati al X
za come la via da Pietrogrado alla Russia mente la situazione. Kronstadt sarebbe insalubri e pericolosi. congresso, una quindicina lasciarono la
neri, ecc. L’acqua di pozzo è sospetta e deve 10) di abolire tutti i reparti speciali loro vita in battaglia; tra i ribelli sembra
interna non solo non sia impedita da divenuta irraggiungibile. Qualsiasi comunisti nell’unità dell’esercito, e la che 600 siano stati i morti in combat-
essere bollita. In caso di emergenza l’acqua alcun ostacolo naturale, ma anzi sia faci- attacco per mare sarebbe stato allora
può essere filtrata. litata in ogni direzione da una rete, per senza sforzo respinto, e bombardarla guardia comunista nelle fabbriche e timento, circa mille i feriti e 2.500 i
Massimo nelle miniere. In caso di necessità questi prigionieri.
Lo scrigno placcato oro WE ARE FAMILY
terza pagina 3
La mia cassetta per te è ricoperta di una pellicola trasparente
Riflessioni mutanti alla biennale
che mossa da un venticello mostra grinze e bolle In genere il sovraffollamento informazio- iperrealistici e nuove forme di vita come corpo di scrofa si specchia negli occhi
e forse vertici, dove nale rischia di mandare in tilt un sistema a dire: “Noi che siamo di carne ne sarem- di un cucciolo isolato, una femmina che
i volatili s’immergono col becco, dove elaborativo elementare, ed è sostanzial- mo capaci?” pare cercare se stessa nel suo riconoscersi
gli abitanti dei fondali riaffiorano d’improvviso
mente per questo motivo che di solito Lo stupore di una comunione simile nella madre.
dentro rubini rossi, pezzi del mio cuore infartuato temo eventi come la biennale di Venezia: spiazza lo spettatore quanto l’illusione Rimango a fissare questo bizzarro “qua-
e una stella marina, pure ella rossa troppe cose da vedere in un margine di perfetta del dettaglio umano in vetrore- dretto domestico” fin quando una signora
stella di un giorno di sole
tempo per me sempre eccessivamente sina e lo accompagna sin dall’inizio del dalla mie spalle esclama “certo però che
smeraldi dai miei occhi e del verde di un prato, ristretto. percorso all’interno del padiglione, dove l’autore ne ha di fantasia..”
quello dove è stato scritto un addio D’accordo: ho delle effettive carenze in- cellule staminali oltremisura giocano e Fantasia?! Sinceramente penso sia qual-
il brillante una tua lacrima il prezioso tellettuali e metaboliche, ma penso ci sia si fanno coccolare da una bambina “più cosa in grado di andare oltre: un iper-
un motivo profondo se all’alba delle 17: umana dell’umano” nell’atteggiamento realismo tragicamente veggente più che
il cristallo dei tuoi sottisi luccica 40 di un gelido 26 ottobre la mia atten- oltre che nell’aspetto; dove ibridi umano- visionario, che ci spinge a ricercare una
tra uno strato e l’altro dei quotidiani, di pochi lunedì zione riprende vigore e mi pesca dal petto mangustoidi scrutano gli avventori con lo dimensione di affetti profonda, partendo
che fanno vacillare vetri colorati di giornate vicine
e di giornate ormai lontane manciate di entusiasmo. stesso straniato stupore negli occhi, gran- da creature sintetiche che potremmo
Il motivo in questione è Patricia Piccini- di e densi di un’espressività accentuata ad sentire come estranee, aliene, distanti, ma
Collane e anelli a tenere insieme questi gioielli ni, l’artista originaria della Sierra Leone arte dall’effetto “umido” del materiale. alle quali siamo probabilmente vicini più
composizione con fili e cordicelle e pietre
che piacciono tanto a noi donne, che porta al padiglione australiano le sue Sono sensazioni forti quelle evocate dalla di quanto loro lo siano a noi.
vestite di una camicia senza bottoni, inquietanti riflessioni sul rapporto con scultrice, legate al binomio tenerezza-re- Noi siamo i veri esclusi, e me ne rendo
che abbiamo perso le chiavi di casa nostra l’alterità, la mutazione ed il preminente pulsione che circonda la sua “famiglia”, conto nel momento in cui esco dal pa-
desiderio umano di migliorarsi, anche una struttura che vuole sgrossarsi dei vin- diglione e mi accorgo che anche i due
Barbarah se questo a volte implica la sofferenza di coli e delle sovrastrutture intellettualizza- bambini vicini alla porta sono figli della
Corrispondenze qualcuno o di qualcosa.
Sì, perché la Piccinini dà vita a creature
te eccessivamente umane per dar spazio al
suo valore primigenio, quello degli affetti,
Piccinini: Olly e Solly sono due ragazzi
di circa nove anni in jeans e scarpe da
nuove, mutanti, che ci mostrano come delle sensazioni, del legame madre-figlio; tennis. Sono identici e drammaticamen-
Berlino Barcellona
Ramblas pa’ abajo
l’amore e l’affetto siano ancora forze ed è al sentimento contestualizzato più te invecchiati, ma si trastullano con un
La vita notturna è andata concentran- travolgenti e a 360 gradi, capaci di nel cuore che nel cervello limbico, che videogioco portatile; la clonazione come
dosi soprattutto nella parte est della In alto alle Ramblas, giusto sotto plaza
de Catalunya, andando verso il mare, instaurare lagami profondi a dispetto l’artista si rivolge raggiungendo una monito, iterazione beffarda di un interro-
città. I locali sono innumerevoli, e
innumerevoli i loro generi. Così può c’é una fontana con sei bocche e una delle conformazioni fisiche e a dispetto straordinaria potenza espressiva con gativo aperto, non poteva mancare e non
capitare di raggiungere amici in posti scritta che dice “Si beveu aigua / de di quanto l’estetica tradizionale sembra l’opera scultorea “The young family”: poteva non riproporsi che alla fine del
dove si diventa un personaggio, come la font de canaletes / sempre mes sereu voler cestinare; apparire-divenire-essere, una mamma SO3( syntethic organism percorso, quando si pensa: “Che figata
dire, un po’ sopra le righe. Per non / uns enamorats de Barcelona / i per nel contesto di un incontro che sancisce 3) allatta i suoi cuccioli sdraiata su di questa fabbrica di mostri!”.
lluny que n’aneu / tornareu sempre.” E
creare una situazione degna di Peter allora per forza uno si deve fermare un l’unione e l’armonia tra surrogati umani un fianco; il suo volto simil-umano sul Paolo Bertazzoni
Sellers in “Hollywood Party”, mi attimo, avvicinare, e bere, per essere
suggeriscono di vestirmi di scuro, ma
mi assicurano che posso fare a meno
di decorarmi il viso. Mi avvisano che
sempre piú innamorato di Barcellona
e tornarci sempre, anche quando vai
molto lontano. Un po’ piú in basso,
La quasi rivincita del contrabbasso
un’ostentata allegria è un po’ fuori luo- fra le panchine sistemate come pol- Signori musicisti, è a voi che mi rivolgo: sono un contrabbassista. poliziotti quando ci fermano per strada e ci trovano in compagnia
go, e che la musica non è esattamente trone in un salotto, c’è un Bisquter No, non ridete sono un contrabbassista, un musicista al pari di voi del nostro strumento ci guardano con compassione, ilarità, quasi so-
commerciale. Tanto meglio. Mi metto che con le sue sedie di velluto rosso fa
accomodare i signori col giornale e gli violinisti, violoncellisti, oboisti, clarinettisti… Beh, non nomino i spetto. Beh, cari miei, siamo stufi. Un mio amico ha fermato una ra-
compunto ed entro guardingo nella violisti, (circolano più barzellette su di loro che sui carabinieri!); o i gazza per strada e ha deciso di farle una serenata con il contrabbasso.
stazione del metro in cui il locale è pulisce le scarpe raccontando il Barrio
Chino e chissá quali storie, e se vuoi lo cantanti: conoscete il detto… com’era… ah si, che “I musicisti sono i Per poco non è stato arrestato per atti osceni in luogo pubblico… ah
alloggiato. Pareti nere, pavimento vedi che quel signore lí col maglione peggiori cantanti e i cantanti i peggiori musicisti!” Che ve ne pare? E sì, ma se fosse stato un violinista avreste tirato fuori frasi del tipo:
nero, soffitto nero, luci nere. Poi vedo grosso è proprio Carvallo che se la
delle teste fluttuare a mezz’aria. Tenui non nomino nemmeno i trombettisti… Non erano considerati loro “Ah, ragazzi del genere non se ne vedono più in giro…”. O al limite
ride e invita Biscuter a mangiare con gli ignoranti del Conservatorio per antonomasia al pari dei cantan- avreste lanciato all’artista qualche cent di euro… Ah, un’ultima
bagliori sepolcrali rendono diafani visi lui una fabada. La Rambla è una ma
bianchissimi su corpi per lo più invisi- ti? (risparmio i trombonisti: col loro strumento ingombrante quasi cosa… Ci siamo rotti anche della battuta ormai classica: “Ma che
sono tante, questo lo sa chi le attraver- quanto il nostro mi stanno simpatici…) Ma non divaghiamo: è per c’è dentro a quella custodia? Una cadavere?”
bili, perché ammantati di nero. sa di passaggio e chi ci cammina tutti
Quando le mie pupille raggiungono il i giorni un po’ di fretta. Sono tante altre ragioni che scrivo questa lettera. E’ ora che sappiate tutti, cari E’ ora di finirla, una volta per tutte. Sono lontani i tempi in cui
massimo diametro sono ormai convin- le Ramblas e cambia anche il nome, signori musicisti, che noi contrabbassisti ne abbiamo abbastanza Berlioz ci definiva “porteurs d’eau”, ossia “facchini”. Siamo stanchi
to che la parola chiave è “gotico”. Mi qui su, vicino alla piazza e a Biscu- delle vostre nevrosi, dei vostri luoghi comuni, delle vostre battute anche di fare i facchini. Voglio dire, non date retta a quello che
calo nella parte, e mi aggiro cercando ter si chiama Rambla dels estudiants, e dei vostri giudizi. Quante volte nella sua vita un contrabbassista, Suskind dice per bocca del suo conatrabbassista nel libro intitolato
di sembrare depresso, ma ben presto anche se non so bene cosa c’entrino dopo aver suonato una miriade di note (sono un po’ megalomane, in “Il contrabbasso”: lì addirittura un contrabbassista denigra il suo
mi accorgo di essere solo un patetico gli studenti con questo primo pezzo realtà “miriade” significa due o al massimo tre note per rigo ma non strumento e la sua categoria di musicisti in maniera vergognosa.
dilettante. Chiedo in prestito una se- con i negozietti di animali, gabbie di lo dite a nessuno) si è sentito dire da un violoncellista, che alla prima Basta, davvero basta. Dragonetti, Bottesini, Koussevitskij… e poi
dia a un solitario. Ne ricevo in risposta uccelli e tartarughe e iguane e polli che
gridano e schiamazzano. Non so cosa pausa si gira puntuale: Petracchi, Gary Karr, Streicher e gli altri grandi solisti delle ultime
un capolavoro dello slow-motion: gli c’entri, e forse è meglio qui se cammini “Ma quando la finite di spostare i mobili?” L’ulteriore ingiustizia è generazioni, compresi rimarchevoli complessi di contrabbassi soli
occhi, persi in una profondità inson- veloce veloce per non guardare e non che se noi ci dovessimo girare per rimproverare chi sta dietro di noi in come i “Basspartout” (sezione eccezionale dei contrabbassi del Teatro
dabile si muovono appena. Chi osa sentire, soprattutto se è un martedì orchestra parleremmo con il muro, poiché dietro a noi spesso non c’è Regio di Torino) o gli “Ottava Sottosopra” hanno dimostrato che
turbare il suo dolore? Un impercetti- pomeriggio di schizzi improvvisi di nessuno se non quest’ultimo. A proposito… ma un torcicollo non vi il contrabbasso non è certamente uno strumento secondo a nessun
bile cenno del capo accondiscendente, pioggia e vento, cerchi di arrivare al viene mai, maledetti strimpellatori di Haydn, Dvorak o Saint-Saens? altro.
accompagnato da un gesto, la cui gra- piú presto piú sotto quando giá di- Il violoncello non è ne carne ne pesce: non è né piccolo e delicato come Bottesini ha scritto dei bellissimi concerti, non meno interessanti dal
vità fa impallidire l’investitura di un venta la Rambla de les Flors e intorno un violino né imponente come un contrabbasso! Zitti, miei cari… E punto di vista compositivo di alcuni concerti di Paganini per violino
cardinale, mi fa capire che io, insetto sono gigli e rose e margherite, profumi
insignificante, non mi rendo conto al e sorrisi. Di fianco la Boqueria con la i direttori d’orchestra? Questi signori impettiti, ben vestiti e con i loro e orchestra o di quelli di Listz o Chopin per pianoforte e orchestra,
cospetto di quale vampiro millenario sua frutta colorata e le spezie e il rumo- ciuffi ribelli, quando ricevono dalle loro fini orecchie degli input che e sfido chiunque a dire il contrario! Bottesini fu senza fallo il più
abbia l’onore di trovarmi. Guardo re di una mattina bella come questa. I qualcosa non va “nell’insieme” del suono dell’orchestra, fanno il gesto grande contrabbassista di tutti i tempi: sapete perché, paradosso dei
meglio. Il vampiro è la quintessenza piedi poi entrano senza accorgersene di “chiusa” e guardano sbigottiti i contrabbassi, dicendo: paradossi, egli è ricordato nei libri di storia della musica? Perché Ver-
del gothic look. Non un capello fuori in un cerchio di mosaico colorato e “C’era qualcosa che non andava…vero?” di gli affidò la “prima” dell’Aida al Cairo il 24 dicembre 1871! Ma
se stai bene attento vedi che piccolino I violinisti… beh, quelli nemmeno quasi ci salutano e i trombettisti rendetevi conto! Il più grande contrabbassista di sempre è ricordato
posto. c’é scritto di lato Miró. Magari se è
Finissimi ricami neri sulla pelle resa sabato sera vedi i gioielli luccicare e le credono di essere chissà chi! I fagottisti si fingono nostri amici solo per aver diretto un’opera! Stessa sorte toccò al buon Serge Koussevi-
candida. Tutta una bardatura di bor- sete delle prime file della prima della quando fiutano che avremo un passaggio all’unisono con loro: hanno tskij; chiedete ad un qualsiasi storico della musica chi era questo
chie e catenelle. Deve aver rimandato nuova versione della Carmen al Gran paura di urtare la nostra sensibilità, come se questo andasse ad in- signore… “Un buon direttore d’orchestra”, vi risponderà sfregandosi
il suicidio in serata per abbinare la Teatro del Liceu. Se invece è giorno cidere in maniera ulteriore sulla nostra già precaria intonazione… con la mano il folto pizzetto in atteggiamento pensoso, ignorando
montatura degli occhiali da sole con ed è un giorno qualunque quello che Ma che volete tutti da noi? Non vi facciamo pena? Lasciateci nel che il grande contrabbassista è stato, tra le altre cose (come afferma il
il braccialetto di stelle a cinque punte. vedi e t’incanta e ti devi fermare sono nostro brodo, noi facciamo del nostro meglio… M° Emilio Benzi nel suo libro “Il Contrabbasso”, copyright © 2000
È un’estetica, o è un modo come un le facce di una fata del bosco, verde, E le altre battute? Che so, ad esempio che i contrabbassisti solita- Stefano Giacomelli Editore) “l’anello di congiunzione tra il solismo
altro di passare una serata? E fino a che quella bianca di riso dell’uomo paella mente puzzano! Ma non sapete che si suda a trasportare quel cassone dell’800 e quello del 900”.
punto manifestare la nostra estetica in o il corpo dipinto di festa di un Rapa rumoroso? E poi, noi mica ci profumiamo come quelle checche dei L’ “arpeggione” di Schubert (scritto dal grande compositore tedesco
pubblico rimane un fatto personale? Nui. Senti la musica di un angelo con
la chitarra e puoi entrare se vuoi nella violinisti! Oppure… ah, è vero, l’altro luogo comune vuole che siamo per questo strumento ad arco, l’arpeggione appunto, e il fortepiano),
Non posso non pensare a Nietzsche. bolla di sapone soffiata dalla malinco- maniaci sessuali… Ma immaginate quanto sia noioso per noi atten- che i vanagloriosi violoncellisti ritengono scritto per loro (ma guarda
L’avrei pensato anche in un locale lati- nia di una marionetta. O puoi scon- dere magari duecentodieci battute prima di fare tre note? Prima o questi…) è ormai un capolavoro che ogni buon contrabbassista deve
noamericano? È vero però che la gente trarti con un cameriere e riempirti di poi su certi discorsi si finisce… Eppure sembrate capire qualcosa di avere nel proprio repertorio.
è decisamente più riservata che nella calamari fritti. O fermarti un minuto musica e vita… come fate a non arrivarci da soli ad intuire certe Noi, oddio… chi di noi ci riesce… suoniamo anche le suites di Bach
discoteca media. Un riserbo compen- a leggere i titoli delle prime pagine del cose? Eh? Maestri, non rispondete? per violoncello solo sul nostro bestione! E non è per nulla un risultato
sato, in parte, dalla varietà esibizioni- mondo. E di Rambla ce n’é ancora E la “fregnaccia”che non sappiamo contare! Ma se abbiamo pratica- scadente, vedi Karr. Siamo cambiati. Siamo cresciuti. E all’ombra
stica delle fogge. davanti, c’è ancora davanti la Rambla
Colleziono un paio di ragazzi con dels Capuxins e sono certo come dei mente solo “interi” da suonare, come potremmo sbagliarci? Bisogne- della vostra ilarità, delle vostre parole compassionevoli, dei vostri
sottane lunghe (inutile ricordarne il frati quei pittori amanuensi, se ti fer- rebbe essere dei violisti per… no, così sto diventando arrogante ed stupidi atteggiamenti di supponenza e arroganza siamo anche mi-
colore), e trucco femminile su viso ed mi con loro, il tuo viso sulla loro tela, offensivo come voi, meglio che mi fermi qui... gliorati al punto che, forse, ci sentiamo musicisti quanto voi.
unghie. Vari elementi con indumenti sará viso pieno dei colori e le lingue e i Persino i bigliettai delle metropolitane, i controllori dei treni o i Flavio Barbaso
reticolati o semitrasparenti. L’effetto è mantelli che hai visto passare, in quel
tempo seduto con loro. Se é domenica Ho deciso di far pubblicare questa lettera circolata lo scorso anno in un Conservatorio del Piemonte, lettera-protesta che
diseguale, specie sulle ragazze. e vai ancora piú giú, verso il mare, ci suscitò ilarità e qualche polemica, perché la trovo un buon misto di ironia, auto-ironia e saggezza. Flavio Barbaso, mio
Quelle che sono già carine guadagna- saranno di certo gli artigiani e le loro amico e compagno di classe tirocinante, decise di far pervenire tale invettiva a tutti gli strumentisti indistintamente, per
no. Se non sono splendide in origine, collane. E lì lo vedi Colombo Colón e giunta senza nessun motivo apparente. Il gesto gli procurò una ramanzina dal Direttore ma non sortì nessun effetto par-
diventano repellenti. Qui bisogna le barche e l’odore, e sai di sicuro che ticolare: i contrabbassisti sono, a tutt’oggi, le pecore nere dell’Istituto e gli asini dell’orchestra. Almeno, secondo tutti gli
essere coerenti: se si parla di estetica, anche quando non si vede, il mare é altri…
l’unico metro deve essere “bello, non- sempre lí, nel tempo sospeso, come lo Spero che Flavio non se la prenda a cuore (visto che non l’ho avvertito di tale mia intenzione di pubblicazione…) per que-
bello”. Tutto il resto non conta. sanno i gabbiani. sto mio “scherzo”… e che continui a farmi lezione al lunedì mattina prima che arrivi in classe il Maestro.
Carlo Andrea Rozzi Paola Soriga Carlo Calegari
4
La cena delle beffe
cronache
Bande dessinée Bacheca
Abbiamo imparato in questi ultimi
Punta su Pavia
giorni una cosa nuova, mercé gli Eventi di domenica 16 novembre 2003
equilibrismi comunicativi del nuovo Visite Guidate
potere politico-mediatico: sempre • Tour guidato alla scoperta di Pavia con bus
scontenti a sproposito - da bravi fessi navetta in collaborazione con Line S.p.A.
- ci lamentiamo insomma per un’in- (suggerita la prenotazione), partenza da
flazione virtuale, immaginaria, mentre Strada Nuova, angolo bar Demetrio, ore
invece tutto andrebbe ben, madama la
marchesa. 11.00
Sta al Presidente dell’Istat, una figura • Tour guidato alla Certosa di Pavia con bus
di autorevolezza quasi mitologica e dal navetta in collaborazione con Line S.p.A.
rapporto con la realtà presumibilmente (su prenotazione) partenza da Pavia, viale
vacillante, cavare per questo governo le Matteotti (davanti al supermercato GS);
castagne dal fuoco del malcontento da ore 14.30;partenza da Certosa, ore 16.15
caroprezzi; e per non saper né leggere Esposizioni Castello Visconteo
né scrivere, ci tocca sentirci dire in • Musei Civici (10.00-17.50)
diretta televisiva che esiste un nuovo • “Andrea Mantegna e gli incisori italiani del
parametro a darci ragione ma anche
in ultima analisi torto: l’inflazione Rinascimento” (10.00-17.50)
percepita. • “Gemine Muse” mostra (10.00-17.50),
Non tutto è come appare: la scoperta incontro con gli artisti (15.00)
dell’acqua calda nasconde però in que- • “In cammino” mostra fotografica di Seba-
Veronique
Prossimamente
sto caso una serie di menzogne più che stiao Salgado (10.00-17.50)
una lezione zen. Visite Guidate
D’accordo con Eco, convinto che non
sia possibile che non sia verissimo che Idee e proposte della redazione per il futuro prossimo venturo • Sezione altomedievale dei Musei Civici,
Castello Visconteo, ritrovo alla biglietteria,
le cose ci appaiano per come le perce- ore 11.00, su prenotazione al tel. 0382
piamo, l’Istat ci spiega che percepiamo Teatro le compagnie: chi sono, dove sono, cosa fanno, linee teoriche che seguono, appuntamenti; - 304816
un euro equivalente alle vecchie due- il Fraschini: cos’è e cosa fa\non fa;
mila lirette; e di conseguenza i prezzi • Arca di S. Agostino, ritrovo davanti alla
attuali delle cose - il chilo di pane, la il corso di teatro sociale: info e racconti; chiesa di S. Pietro in Ciel d’Oro, ore
lampadina, il litro di benzina, il cine- il teatro scala; 15.00
ma - sono percepiti più alti (in vecchie • architettura di Pavia moderna, ritrovo
Università leviamola dall’unidimensionalità: ovvero cosa c’è dentro di diverso da corsi, esami e brutale produ-
lire) di quanto in realtà non siano. davanti all’IstitutoTecnico Bordoni, via S.
Tale approssimazione per eccesso cor- zione di laureati; Carlo angolo c.so Garibaldi, ore 15.45
risponde alla differenza tra duemila e situazione economica dell’ateneo pavese: come i tagli del governo incidono a Pavia? • Biblioteca Universitaria, ritrovo all’ingresso
millenovecentotrentasei e ventisette: il rapporto o non rapporto tra le sedi “umanistiche” della città e quelle scientifiche; del Palazzo Centrale, Strada Nuova 65, ore
tre e poldo per cento, che, sommato i collegi: cosa sono e che rapporto c’è con l’Università; 9.30
all’inflazione ritenuta reale - 2,8% -
porta la gente del belpaese a ritenere Abitare a Pavia dove abitano gli studenti: alloggi isu, altro, case occupate, locande, pensioni; • Museo per la Storia dell’Università, ritrovo
che l’inflazione sia al sette quasi, men- inchiesta sui fondi per alloggi: coordinarsi con i sindacati inquilini, all’ingresso del Palazzo Centrale, Strada
tre in realtà non sarebbe. Nuova 65, ore 10.30
Ora parlando di percezione, io perce- Associazioni Le realtà Associative a Pavia; elenco e presentazione in ogni numero di un’Associazione • aule storiche e cortili del Palazzo Centrale,
pisco il tanfo quasi consueto ahinoi di A che punto sia- Mattei, p.zza Fontana, p.zza della Loggia, Italicus, Moro, 100 passi, Ambrosoli, Ustica, Bologna, ritrovo all’ingresso, Strada Nuova 65, ore
presa per i fondelli. mo / 47 morto Calvi, Natale 1981/2, Dalla Chiesa, Chinnici, Cassarà, Falcone, Borsellino 11.30
Lo stesso Istituto centrale di Statistica che parla • Museo di Storia Naturale (allestimento
in quest’occasione tralascia - tanto per provvisorio), Via Guffanti, 13, zona via
dirne una - di accorpare nel ragiona- Gaia Scienza pillole su matematica/fisica Riviera, ore 15.00
mento i dati, pure dall’Istat raccolti, • Collegio Borromeo, ritrovo davanti al Col-
sulla crescita della retribuzione media: Enigmistica Enigmi Matematici, Crittografie, Cacce al Tesoro, Cruciverba, Bersagli
1,8 percento. legio, piazza Borromeo, ore 16.00
Recensioni classici della letteratura sconosciuti
Lo stipendio medio in Italia perde Incontri, spettacoli...
dal 2002 al 2003 qualcosa come 750 60annifa storia della Resistenza a Pavia nel 1943/4 • “Aperitivo con l’autore”, incontro-dibattito
Euro. Il fesso-tipo è libero di percepire Economico/ interventi specialistici (pensioni, diritto del lavoro, sindacati, 626, piccole aziende) ed aperitivo. Presentazione del volume
tale perdita come un milione e mezzo Sindacale “Pavia Moderna” di Vittorio Prina, ed.
di vecchie lire, se fa di conto a mente Cardano. Santa Maria Gualtieri, piazza
- ovvero 1452202,5. Stati Alterati di interventi specialistici (stati alterati di coscienza e sostanze psicoattive) della Vittoria, ore 11.00
La differenza tra queste due cifre non Coscienza • “Dietro la facciata”, visita guidata all’orga-
sarà enorme, soprattutto rapportata no Lingiardi della basilica di S. Lanfranco,
agli stipendi dei Presidenti di pre- Redazionali cosa succede nella Redazione/Associazione: decisioni, discussioni, dichiarazioni, scazzi e mazzi.
stigiosi Istituti. Calcolata invece in piazza S. Lanfranco, ore 15.30
Numeri Raccolta e presentazione di puri e semplici dati sociografici (omicidi all’anno negli ultimi 100 anni, • Idomeneo (Mozart), Teatro Fraschini, ore
pomodori, capaci di costare un Euro popolazione pavese per origine), economici (inflazione/interessi bancari negli anni, bilanci etici),
l’uno, o in litri di latte (anche quasi 15.30. Per biglietti e informazioni, tel.
due euro alcuni tipi al supermercato) storico/giornalistici (numero di vittime palestinesi e israeliane, andamenti e flussi elettorali, ingressi/ 0382-371206
fa la differenza tra mangiare o non espulsioni clandestini) • “Incontro con S. Agostino” biografia
mangiare un pomodoro, un uovo, Luoghi comuni epifanie di non-verità e luoghi comuni: libero mercato portatore di ricchezza, cani come armi impro- animata, ritrovo piazza San Pietro in Ciel
una brioche; andare o non andare al d’Oro, ore 16.00
cinema; bere o non bere una birretta prie, no-global sinistri di sinistra, fascismi e crocifismi
• Mabo Band spettacolo itinerante di quar-
(quattro eurettes e trenta) - né più né Anima mundi La pubblicità anima del commercio: smontare e rimontare spot pubblicitari svelandone i meccani- tetto di fiati, vie del centro storico, parten-
meno. Ecco quanto accade nel nord smi za da piazza della Vittoria, ore 16.00
del mondo, e non in Biafra. Ci son
pensioni in Italia - e stipendi e com- Prossimamente presentazione di nuovi articoli che la redazione vuole scrivere chiedendo la collaborazione dei Degustazioni
pensi mensili, soprattutto nel campo collaboratori/lettori • Prima colazione equosolidale, organizzata
dei nuovi contratti di flessibilità - che dall’ Associazione CAFE, sala consiliare di
equivalgono alla metà di questa cifra, Diritto d’Autore il diritto d’autore, la proprietà intellettuale, le licenze d’uso, la SIAE, come gestire e proteggere le Quartiere Pavia Storica, piazza della Vitto-
o poco più. opere ria, orario 9.00-12.00
Alcuni, in pratica, vedono oggi entrare Mai Morti estratti da una pubblicazione dell’Esercito Federale Svizzero che illustra cosa e come farlo in caso di • “Le tradizioni: polenta e formaggio”,
in casa - rispetto allo scorso anno - 11 presso il Punto Informativo, piazza della
mensilità anziché dodici. A prescin- golpe nel proprio paese
Vittoria, ore 18.00.
dere da come questi la percepiscano Corrispondenze corrispondenze varie da luoghi più o meno esotici; • “Di tutto un pò”, mercatino di prodotti ga-
(io ad esempio la percepisco come un
furto), la cosa sta così e non cosà come Bacheca cosa succederà in città nei 15 giorni seguenti; stronomici e artigianali, Cupola Arnaboldi,
ci dicono, allora. tutta la giornata
Una volta in più quelli che governano L’elenco non vuole essere esaustivo ed è totalmente aperto a contributi, osservazioni e interventi Punti informativi e di accoglienza
e commentano le magnifiche sorti e • Certosa di Pavia, orario 10.00-12.00
progressive delle finanze del nostro • Biglietteria dei Musei Civici, Castello Vi-
paese, tra una missione militare e l’al- sconteo, orario 10.00-13.00/14.30-17.30
tra, un condono e l’altro, una cirami • Piazza della Vittoria, sabato 15 novembre,
e l’altra, una spacconata sull’immigra- ore 16.00-19.00; domenica 16, ore 10.00-
zione e l’altra, estraggono dalle nostre 18.00
tasche la manina che ci fregava un po’
di soldini; poi, faccia di legno, s’esibi- Kronstadt
scono in TV - le loro TV - loro e i loro
dipendenti e/o amici, pretendendo di Periodico probabilmente bimensile
spiegarci che sì - la loro mano usciva Numero 0/1
dalla nostra tasca, ma abbiamo visto Redazione: Alice Bescapé, Paolo
male: non ci stava derubando, è solo Bertazzoni, Salvatore Gulino, Ema-
che noi percepiamo così la cosa. L’han- nuele Quinto
no detto anche in Tivù.
Luca Monti Stampato in proprio