Sei sulla pagina 1di 31

Prefazione

Ti amai/ anche se forse/ ancora non si spento del tutto lamore/ Ma se per te/ non pi tormento/ voglio che nulla ti addolori/ Senza speranza La poesia di Marina Liberati sembra ripercorre le tracce della poesia di Puskin, i cui versi non lasciano spazio a tentennamenti o ripensamenti: sono constatazioni espresse con uno stile che, sebbene distante dai versi di Marina di pi di 200 anni, attingono al serbatoio del cuore che rimane immutato, nel suo destino, nellospitare i tormenti, le speranze e le gioie di tutta lumanit sparsa sui continenti del vivere quotidiano. Marina attinge, vero, dal suo cuore, ma va oltre, fino a saccheggiare la sua anima, strappando qualsiasi residuo di velleit sentimentale esternandolo come per esporlo al sole della speranza, illuminandolo al calore di una comprensione che va cercando in coloro con cui condivide la sua anima. Il poeta non scrive per se stesso; i suoi versi sono lettere spedite allumanit per comunicare che il cuore che soffre, che il cuore che gioisce un unico cuore, il cuore stesso dellumanit. Ora come ieri e come nei domani che seguiranno. Il coraggio di affrontare se stessi non manca a Marina: ella affida il timone di quellimbarcazione fatta non di legni accostati, ma di versi, di confessioni, al vento dellesistenza che sembra ricamare i suoi strali nel cuore di ognuno di noi. E forse ognuno di noi riscopre, riscoprir, una parte di se stesso nei versi di Marina che, come avanguardia, percorre i sentieri dellanimo umano, il luogo pi misterioso della Creazione.

Antonio Dal Muto

liberatimarina@gmail.com

POESIE

Illusioni Soli Muta la notte Delusione Rapaci pensieri Ansie Profumi di silenzi Grido Un sospiro di comprensione, come acqua fresca nel deserto Il trapasso dell' amore Riflessione La notte Folla Rumore di ricordi Vivo Libere Riflessione Tanka Sento Cosa rimane? Sono solo Lacrime Essenza Riflessione Triste Scrivo colori Senza tempo Mi vedo tra Nebbia Riflessione Per te mamma Anima sola

Illusioni Occhi spenti, echi lontani, respiri di tempo Traboccanti regni di tristezza versano illusioni frantumate e disperse che in un vuoto infinito affondano. Senza Ritorno.

Soli La notte ci avvolge con il suo silenzio, soli con la propria malinconia, soli con la propria fragilit, soli con la propria paura, soli e lontani lontani e soli tra una nebbia e l'altra smarriti nelle pozzanghere della via. Muta la notte La notte ormai muta si lascia andare ai suoi silenzi Mentre aliti di vento accarezzano la mia anima nostalgia del tempo che fugge.

Delusione Rabbia, dolore, delusione di un'anima combattuta e sconfitta. Pensieri diventati realt mi seguono. Mute Amare lacrime, tornano indietro ed un'altra notte mi rincorre malinconica nel silenzio.

Rapaci pensieri Rapaci pensieri frugano il cielo, non ho che un grido e lo lascio, disperdere, nel vento. Nessuno pi vola. Per ieri, per oggi, per domani, per me. Stanca di sogni dormo, cercando un lembo di cielo lontano dalla terra.

Ansie Annego nelle mie notti rumorose mentre navigo le mie ansie e il mio sguardo smarriscono nello scorrere del tempo.

Profumo di silenzi Conosco il profumo di troppi silenzi che imperano nella mia anima, ne faccio carta e li riempio di vuoto.

Buongiorno mia magnifica amica e sorella del Dono prezioso di Dio senza di te sarei perso. Ti voglio un bene dell'anima. Baci e abbracci sei specialissima.

Il trapasso dell' amore La vita ogni cosa. Anche quando la persona che ami ti manca. La sua assenza, Ma la vita diviene nulla quando a capirne la mancanza senti la tua importanza nella sua presenza Che non .

La notte La mia notte si consuma lentamente nel ricordo di istanti sepolti che fendono l'aria e sciolgono il mio dolore.

Folla Folla sono i desideri. Si affollano, illuminano l'ignoto e celano la mia presenza.

Rumore di ricordi I ricordi, tornano sempre. Come bisbigli di lucciole che accompagnano i miei sogni. Conosco gi il cammino dove conduce la mia strada. Dolce sar il mio declino da cui torner sola.

Libere Volano lontano riflessi ambrati di parole dell'anima fragile. Scivolano come foglie e il vento le cattura, le sussurra, le sprigiona, le semina sulla terra nei cuori. Non ferma il loro cammino perch esse saranno sempre libere di viaggiare, tra echi lontani di suoni d'amore ormai dimenticati.

Vagheggio nell'immensit della notte in cerca di melodie d'amore, dove albergare la mia anima stanca di sole parole.

Tanka Cerco un profumo disperso nell'aria Mi manchi pi che mai Quanto, non lo sai

Sento la carezza del mio sguardo sfiorarti la pelle con un tocco lieve Sento il rincorrere dei miei pensieri come desideri che spazzano via la malinconia Sento un tuffo al cuore penetrare nei tuoi occhi sorridenti Sento tanti ricordi quanti gioiosi e caldi Sento il tuo sguardo, la tua bocca, tutto si trasforma Sento la mente sognante su un morbido cuscino Sento che era solo un sogno averti vicino.

Cosa rimane? E mi chiedo: cosa rimasto di te e del mio amore vissuto col cuore e con la mente nella realt dei miei sogni? Cosa rimasto di tutte quelle ore trascorse in attesa di una parola, un gesto, con gli occhi pieni di pianto? Solo il vuoto. Il vuoto lasciato da un sentimento irrisolto, dalla disillusione di ci che poteva essere e non stato. Ecco cosa mi rimane di te. Un cuore attonito colmo di stupore e l'indifferenza di chi mi passa accanto.

Sono solo Sono solo sfumatura di un colore, sono solo essenza che espande profumo d'amore anche se nel mio cuore c' un gelo che nessuno scioglie. Sento un sogno

Lacrime Si disseta la mia anima di calde lacrime. Ognuna un ricordo un sospiro un'attesa un silenzio senza fine.

Essenza Mistero profondo il fluido scorrer del tempo dove tutto impronta di ricordi che non iniziano e non finiscono, ma restano nell'aria come un profumo sospeso.

"Oggi trapela quel poco di malinconia che a volte mi coglie impreparata come il vento che passa e lascia solo rimpianti..."

Triste Triste, deludente, la notte. Saperti amante, angoscia nell'anima, gi provata, per non poterti amare, abbracciare, baciare, toccare Mi provoca Ho bisogno di te! grida il mio cuore in tumulto. Di te che mi sussurri ti amo, di te che chiudi gli occhi alle mie carezze, di te che scaldi i miei pensieri Ho bisogno di te di te solo di te.

Scrivo colori Scrivo sui vetri, appannati, con il blu dei sogni, scrivo sulla sabbia con il rosso della fantasia, scrivo sulla terra con il verde dei desideri. Tra fantasia e desideri, tra emozioni e pianti, cos intreccio i mie sogni con memorie e visioni e mi lascio scaldare dal giallo rubato ad un raggio di sole.

Senza tempo Tra striature di sogni, rivoli di stelle, angoli di cielo, mi lascio scivolare su echi di respiri, di sapori, di note senza tempo, nuda di desideri velati di sonno.

Mi vedo tra In questo trasloco di vita mi vedo Tra dolore e stanchezza catalogare ricordi. Tra lunghe file di attese dove giorni spezzano notti. Tra spazi di silenzi spolverati appena. Tra vetro appannato di antiche paure. Tra rughe di pensieri che intrecciano parole. Tra fogli bianchi a scrivere giorni muti.

Nebbia Nella nebbia abbracciata al freddo della malinconia, la mia anima sorvola orizzonti lontani con semi di speranza. Le ho confidato le mie ansie i tuoi silenzi i miei ricordi Le ho parlato di te di me di noi del mio credere, del tuo cercare. Ha sorriso della mia tristezza consapevole che niente potr portare via l'alba di un sogno.

Vorrei svegliarmi quando tutto sar gi stato vissuto, tutto sar gi stato dimenticato

Per te mamma... Ricorda... Il nostro stare insieme era pieno di quei respiri... di quegli attimi che silenziosamente... parlavano, si raccontavano e per noi non erano altro che sussurri... di parole bagnate. Il Tempo Passato e tu... con piccoli passi Ricorda... mi hai lasciato...sola.

Anima sola La mia anima fragile, sola... Smarrita. Con la paura dietro gli occhi.

FINE