Sei sulla pagina 1di 41

Prefazione

Verr presto il giorno nel quale, nei libri della


Letteratura Italiana, quelli che si usano nelle scuole,
potremo leggere testi scelti di canzoni che hanno
lasciato il segno. Penso a Gino Paoli, a Fabrizio De
Andr, a Lucio Battisti, Jacques Prevert, Donovan
La poesia cambia volto ma non la sua essenza, ed
lessenza della poesia, la stessa, che ritroviamo nei
versi di Marina Liberati: sono versi il cui lirismo
potrebbe essere messo in musica, perch parlano
dellamore, dei sentimenti traditi, delle solitudini al
pari delle canzoni che ascoltiamo. Cambia la veste
vero, ma nellanima la risposta al turbinio dei
sentimenti, sia essi in versione cantata sia essi in
versione recitata. Larte ha tanti volti ma una sola
voce: quella del cuore. Recentemente, Marina Liberati
sta ottenendo un notevole successo nel concorso di
poesia radiofonico Lattimo nelle Parole dellAnima
indetto da Luca Maselli a Milano
Antonio Dal Muto

POESIE

Giornate strane
Sogni
Ricordi
Risveglio
Vorrei
Giorni senza nome
E poi
Amore... Sepolto... Dolore
Io sono
Dicembre 1963
Sete di te
Sospiro
Notti
Nostalgia
Paura
Fremere di te
Ombre fredde
Senza ritorno
Tracce di te
Tormento
Desideri
Foglie morte
Solo un nome
Cielo tempestoso
Dialogo con il cuore
Silenti Pensieri dell'Anima
Regalo del cuore
Nuova luce
Echi damore

Giornate strane
Sono solo
giornate strane.
Nel muro leggo la tristezza.
I miei confini sono la nebbia:
il vuoto.
Di tanto in tanto,
come un appuntamento,
saffaccia un grido
dal mio battito.
Ascolto il dolore.
Le mani piene di ricordi.
Chiusi nel pugno i miei pensieri
per non scordare parole.
Sola,
attraverso questa enorme dimora
la mia vita.

Sogni

Ho sognato
di averti con me
e...
ho spalancato
le braccia
per accoglierti
in un'esplosione
di baci,
di carezze,
di abbracci.
Mi hai regalato
sensazioni meravigliose
che, nell'universo,
cullavano la mia anima,
oltre le stelle e ancora oltre
a un passo dall'amore puro.
Poi la realt...
la mia compagna immancabile: la solitudine.
Sono ricaduta sulla terra
attonita e senza respiro.

Vorrei
Vorrei essere amata senza perch... Non perch sono bella.
Non perch sono buona. Non perch sono spiritosa. Non perch sono
estrosa. Non perch sono educata.
Ma perch... sono.

Risveglio
Ti ho regalato
la mia anima e
mi sono innamorata
di un sogno
illuminato
dal tuo chiarore.
Oggi
il risveglio
lontano
di un dolore
che sa di ricordo...
Amore... Sepolto... Dolore
Sotto pietre
di memorie,
risveglio un ricordo...
frutto dell'Amore
Sepolto dentro
un Dolore.
Frammenti dell'Anima...

Giorni senza nome


Nel giardino del cuore
rincorro giorni lenti...
giorni senza nome...
giorni soffocanti,
avvolti nella nebbia
di stanchi pensieri.
Aleggia la sensazione
di vuoto... di solitudine...
di istanti...
di attimi che mancano...
persi chiss dove.
O... forse sono io a mancare!
Io che ogni giorno
mi perdo e mi ritrovo
nel buio della notte
assalita dalle mie paure...
sussurrate nello specchio
della mia tristezza.

E poi
...e poi
dei sospiri,
dei sussurri
e
dei baci
che ci rimane?
Un quasi niente
stretto in un pugno
di malinconia.

Amore... Sepolto... Dolore


Sotto memorie come pietre
risveglio un ricordo.
figlio dell'Amore
Ma giace Sepolto dentro un Dolore.
Frammenti dell'Anima...

Io sono
Voce sommessa
di un velato sussurro.
Fisso pagine bianche.
Parole che scorrono,
scivolate via.
Il solito muro di silenzio tra noi...
Invoco un solo
raggio di luce
per abbatterlo...
ma oggi...
il cielo solo nuvole...
Precipito nell'abisso
dell'impossibile
finalmente libera.

"E' scesa una lacrima


nel dolore di un
silenzio stellato
dove sfiorisce d'incanto
nel mio sguardo solitario."

Un giorno un mio carissimo amico mi disse: "Sei un cielo tempestoso


alla ricerca di sole, uno squarcio tra le nuvole dove affacciarti,
uno spiraglio per vedere un'azzurrit che la vita ti esclude...."

"Carezze
di malinconia nello
spazio vuoto
dei miei silenzi."

Dicembre 1963
Ricordo
il mio primo
dicembre sola...
tu non c'eri pi...
mi hai lasciata nei
miei giorni senza
volerlo...
in quelli difficili...
radicati nel
profondo dell'anima.
E... mi rivedo
sempre cos,
anche oggi
Natale.

Sete di te
Ho
dentro
me
una
sete
improvvisa...
Mi
basterebbe
una
sola
goccia
d'amore
sincero
per
dissetarne
il
cuore.

Sospiro

Rimane
solo
sospiro,
un'eco
lontano
che accompagna
il battito appassito
di un profumo.
Svanito
nel tempo.

Notti
Notti insonni.
Attesa
dei rumori.
Notti insonni
di pensieri che
corrono nella mente
a riempir parole insonni.
Notti insonni
di rabbia
con il cuore
offuscato da angoscia.
Notti insonni
di lacrime
per chi non qui.
Notti insonni
di vuoto
nel cuore,
stretto nella calda scialpa
della tristezza.
Certe notti sono cos...
Notti Insonni

Nostalgia
Nel mio cuore
una distesa a
perdita d'occhio
dove naufragano
tutte le mie illusioni.
Ne aspiro tutto il
profumo...
chiudo gli occhi
e...
quando li riapro
esplode in me la
nostalgia per una
speranza
inafferrabile.
Desideri inappagati...
sogni infranti...
come onde
contro il cuore in affanno.

Paura
Linsolente e prepotente vociare
m'invade l'anima;
scuote le membra inchiodate
al legno del dolore,
mentre annaspo nel buio
della paura.
L'incubo pi sofferto
della mia vita...
Sfolgorii di luce
dissipano
l'oscurit della notte,
penetrano
silenziosamente,
fluttuano
attraverso i vetri
della realt
e...
Sono sveglia.

Fremere di te
Stringermi a te.
Sentire del tuo cuore
il battito.
Fremere.
Nel tuo brivido.
Bagnarmi le labbra
con la tua anima.
Baci...
Carezze...
Abbracci...
A me sconosciuti,
ma densi di te.

Ombre fredde
Ombre fredde
invadono
pensieri ormai lontani.
Angoli nascosti
nella mente,
rimpianti come sospiri...
Lontani orizzonti,
mai raggiunti,
si stagliano come soffi di carezze dimenticate...
li abbraccio
e
li consolo ogni notte
con parole infinite.

Senza ritorno
Occhi
spenti
naufragano
nel
vuoto
senza
ritorno.
Tutto
continua
anche
senza
me...

Tracce di te
M'avvolge il tuo profumo,
la tua essenza.
Vellutate sensazioni...
Lacrime piovono
nell'oscurit
dai nostri sguardi.
Poi...
passano le ore,
arriva la sera e...
con essa la malinconia
a rincorrere sogni.
Gli istanti pi belli?
Fingere di dormire.

Questa giornata quasi scivolata via e io quasi non ho vissuto...


non ho saputo spendere il mio tempo. Immaginavo sempre che fossi
come un albero pronto a sfidare qualsiasi tempesta e
soprattutto il tempo... ora non ho pi voglia n di sfide...e n di
tempo.

Tormento
Scolorita
la mia anima...
Sfocata
la mia memoria...
Quella nascosta
che solca lagune
tra nuvole grigie
vestite di malinconie,
nubi sospinte dal vento,
attraversa, danzando,
il mio cuore
come un antico rimprovero
alla mia provata tenerezza.
Vano, mi dico,
il tormento
amaro che
annaspa verso verit
promesse,
non si acquieta,
ma... corre,
corre ancora .

Desideri
Un raggio di sole
che illumini i passi;
un bacio rubato
tra i silenzi
dell'amore
che seguono
nel cammino.
Tutta l'essenza
dei miei desideri.

Foglie morte
Leggile
queste mie parole,
nascono dal silenzio...
Mia compagna solitudine.
Come foglie morte
alla ricerca
di rive lontane
urlano il mio silenzio;
assalite dal pianto
che preme forte e...
dal vento, raccolte,
per diffonderle in ogni dove.
Tra il loro frusciare,
riempiono il vuoto,
incontrando tristezza,
e si adagiano tra preziosi
ma sgualciti ricordi...

Solitudine
Non
esiste
dolore
pi
grande
del
sentirsi
sole.

Solo un nome
Oggi...
sono solo un nome,
ignoto
e
disperso,
nel turbinio
del vento.
Il nome
in una riga,
in una pagina bianca,
stropicciata
e
macchiata,
di nero.
Non conosco
la voce
che urla il mio nome
e
non so
di chi
quella mano che graffia,
d'inchiostro,
quella pagina candida.

Cielo tempestoso
Nuvole in viaggio
mi investono lo sguardo
e di stanca tristezza lo saziano.
In questo cielo tempestoso
ricalco il mio passato.
Spiragli di luce,
ghirigori,
come sberleffi,
iscritti nell'aria,
cangianti e mutevoli
rendono il mio sentire travagliato.
Uno squarcio coraggioso
all'orizzonte, nel cielo
uno spiraglio di luce,
irraggiungibile
che rincorro da tutta una vita
mentre aspetto
l'alba di un sentimento.

Dialogo con il cuore


Dimmi cuore mio, cosa succede? Raccontami di te: regalami pagine
di bellezza da colorare con nuove parole... Una vita senza sogni, senza
speranze, possibile? No, credo proprio di no. Hai perso le
speranze.
Ma i sogni? No! quelli no; non riuscir mai a cancellarli, altrimenti la
stessa parola non avrebbe speranze. Ricomincia a sperare perch
vivi, ricomincia a sognare perch vivi, fino a quando la vita stessa
non spegner quella luce che scalda parole...del tempo che vivi.
Attimi, ancora un attimo, si aprono le speranze, e subito si
disperdono nel vento in un addio di un istante e... niente pi.

Silenti Pensieri dell'Anima

Silenzio... chiudi gli occhi...


essenza... di me...
L'amore,
nelle pagine lasciate in bianco,
sussurra dal cuore.
Tutto quello che rimane
di te... di me... di noi,
solo parole che...
si sfiorano, mute... vuote...
Suoni inventati
Senzanima
che
ormai si smesso
di ascoltare...
Ricordi come ritratti
senza corpo senza odore...
sbiaditi dal tempo
in affanni che
si trasformano in sospiri
Dipinti dal silenzio
sulla tela del buio.

Regalo del cuore


Al Cuore
basta ascoltare
il calore
che trasmette
e...
in un breve
momento,
tra un sorriso
e
uno sguardo
ti regaler l'Amore.

Un ricordo di pena
si libra vago
intorno a me.
Ricordi e colori
di un tempo passato
che strappano lacrime dagli occhi...
Annaspo con la mia anima...
un puntino nel blu
che vorrebbe solo scomparire

Nuova luce
Ho spento
i miei ricordi,
si sgretolano
nel vuoto
e...
perdono pezzi,
parole urlate
come
foglie strappate dal vento.
I sentimenti, dentro
il mio cuore illuso,
si spogliano del loro corpo.
Ora nei campi
dell'anima ho
strappato le erbacce
e piantato nuove piante.
E... a loro dedico
tutto il mio affetto:
li nutro con baci
e
li annaffio con
lacrime d'amore.

Echi d'amore
Rintocchi
di un tempo senza tempo,
un abbraccio mancato,
sussurri che accarezzano il cuore.
Echi d'amore
Lontano
dai desideri,
dalle aspettative,
dalle paure e dall'et.
Echi d'amore
come rivoli di inchiostro colato,
di lacrime disperate,
di sguardi,
di parole,
di respiri.
Echi d'amore
Irradiano,
penetrano
corpi luminosi,
labbra ostinate
fermano il respiro
fermano il tempo.
Echi d'amore...
che restano sospesi...

Giornate strane
Sono solo
giornate strane.
Nel muro leggo la tristezza.
I miei confini sono la nebbia:
il vuoto.
Di tanto in tanto,
come un appuntamento,
saffaccia un grido
dal mio battito.
Ascolto il dolore.
Le mani piene di ricordi.
Chiusi nel pugno i miei pensieri
per non scordare parole.
Sola,
attraverso questa enorme dimora
la mia vita.

FINE