Sei sulla pagina 1di 36

E quindi uscimmo a riveder le stelle.

Quelle stelle che hanno accompagnato il sommo poeta, Dante, nei suoi viaggi, compresi tra il terrificante e il contemplativo, lungo la natural burella. Le stelle sono sempre l: guardano, osservano apparentemente immobili, le vicissitudini umane e il loro svolgersi su quel granello di polvere cosmica chiamato Terra. Ma, sappiamo che, negli ancor pi minuscoli abitanti, si agitano universi per i quali il Sommo Creatore si mosso a piet regalando visioni infinite. Ma quanto ci separano, da quella visione totalizzante, le nostre vicissitudini personali? Sembra risponderci Montale con: E andando nel sole che

abbaglia, sentire con triste meraviglia, com tutta la vita e il suo travaglio Il travaglio! E il travaglio quotidiano
che ci attanaglia e ci stupisce, poich, nonostante tutto, sentiamo, percepiamo, che il meraviglioso appena al di l di quella tenace ma pur fragile barriera che nel nostro vissuto. Marina Liberati si fa interprete di questo sentire, il suo travaglio il travaglio di tutti coloro che non hanno lardire di esternarlo. Il travaglio e sempre sar il nostro veicolo naturale che ci condurr laddove potremo, un d, esclamare: E quindi ri-uscimmo a riveder

le stelle.
Antonio Dal Muto

POESIE

Riflessioni E nato un cuore Verit Intrecci Cosa rimane? Fremere di te Addio La notte Riflessioni Tanka Anima Colori di tempo Risvegli Allalba di un Sogno Carezze Riflessioni Senza Tempo Nenia Soffi di Carezze Sogni infranti Fluttuo Una Donna Ferma il volto del tempo Fuori un gran silenzio Intrecci Riflessioni Notte Solo un nome Lalba di un sogno Riflessioni Le parole

"Il vento torna... Trascina pensieri spietati... Gemiti del tempo che attraversano inesorabili la mia vita."

E' nato un cuore... Riemerge puro come quando nato, smarrito palpita... trasuda... si insinua nell'infinito riflesso del mio pensiero sospeso tra ricordi di quel che fu e... stralci di nuovi battiti.

Verit

Verit dissolte, dissepolte, spogliate dal vento. Pensieri lievi, timorosi, sussurrati nella mente. Tristezza lacrima, goccia di gelida rugiada che sale dal cuore. Speranza ideali, segreti, delle cose perdute. Tutto riemerge e si nutre nascosto nell'ombra. I capelli diventano bianchi, e i giorni diventano anni.

Intrecci Intreccio di parole soffocate, nell'abisso della silenziosa notte dove s'intersecano con le lacrime e i miei sorrisi fermano. Torner il giorno... e riprenderanno i miei passi a calpestare strade fredde e vuote che in nessun luogo conducono.

Cosa rimane? E mi chiedo: cosa rimasto di te e del mio amore vissuto col cuore, con la mente nella realt dei miei sogni? Cosa rimasto di tutte quelle ore trascorse in attesa di una parola, un gesto, con gli occhi pieni di pianto? Solo il vuoto. Il vuoto lasciato da un sentimento irrisolto, dalla disillusione di ci che poteva essere e non stato. Ecco cosa mi rimane di te. Un cuore attonito colmo di stupore e l'indifferenza di chi mi passa accanto.

Fremere di te Stringermi a te. Sentire del tuo cuore il battito. Fremere. Nel tuo brivido. Bagnarmi le labbra della tua anima. Baci... Carezze... Abbracci... A me sconosciuti, ma densi di te.

Addio Improvvisamente un colpo di vento... mi sono voltata E tu... non ci sei pi.

La notte La notte magia... cerco dolci e delicate sensazioni come un respiro d'amore accarezzato da un bacio.

Dietro la finestra, mentre le luci della notte mi passano davanti e i sospiri del mio silenzio appannano il vetro della mia anima, mi viene in mente una poesia, una dolce poesia. Mi vieni in mente tu... l'hai scritta tu. Tue sono le parole d'amore che ripeto e ripeto, tuo il dolce volto che m'appare.

Sento freddo amore mio, lasciami riscaldare avvinta alla tua anima e dammi la forza e la volont di rinascere.

Tanka Vorrei alzare le mie mani nel vuoto soffitto del cielo, fino ad arrivare al sole che torner ancora con i suoi raggi tra i miei capelli regalandomi luce e calore.

Anima La mia anima un effondersi di paure. Si nasconde al giorno nel fluttuante profumo dell'aria, per tornare a me la notte intrisa di te.

Colori di tempo Ogni mio pensiero spreme lacrime dal cuore, portando ricordi e colori di un tempo che fu...

Risvegli Sono solo ombra di giorni scordati, nella gola arida di parole e di silenzi sussurrati. In queste notti popolate Solo da improvvisi risvegli dove i sogni mi divorano. Ripasso e ripercorro il suono leggero di una voce, mentre osservo la luna con gli occhi dell'amore chiusa nel mio silenzio a ricucire giorni.

All'alba di un sogno Nella nebbia abbracciata al freddo della malinconia, la mia anima sorvola orizzonti lontani con semi di speranza. Le ho confidato le mie ansie i tuoi silenzi i miei ricordi Le ho parlato di te di me di noi del mio credere, del tuo cercare. Ha sorriso della mia tristezza consapevole che niente potr portare via l'alba di un sogno.

Carezze La notte mi soffermo a guardare il cielo Guardo le mie stelle, se sono triste. Le ascolto. Accarezzano la mia cupa anima e mi scaldano il cuore e io splendo con loro.

Quando ho paura le mie mani tremano, il mio cuore batte forte allora chiudo gli occhi e....volo via.

Senza tempo Tra striature di sogni, rivoli di stelle, angoli di cielo, mi lascio scivolare su echi di respiri, di sapori, di note senza tempo, nuda di desideri velati di sonno.

Nenia Lunga la notte mentre si apre ai sogni Mi soffermo al pensiero di te che mi percorre, come il silenzio, in fondo all'anima, sterile, di una nenia che tace il vuoto.

Soffi di Carezze Pensieri, che vagano liberi, occhi, amanti si scrutano e mani sono carezze morbide per le mie lacrime che scendono a dissolvere paure. Di un tempo finito.

Sogni infranti Le mie giornate, coperte, dal grigiore di una speranza che muore, dove l'Amore si riversa e... svanisce in sogni che si perdono. Nel nulla.

Fluttuo Mi soffio, in una bolla e mi lascio trasportare dal vento, fluttuando nel tempo dei ricordi non vissuti ma presenti.

Una donna Una donna sguardi teneri e amorosi Una donna pianto che implora Una donna silenzio che medita Senza Rumore Senza Parole sfiora carezze, ...supera il tempo e Diventa sempre pi Donna.

Ferma il volto del Tempo Dimmi cuore mio, raccontami di te, di ci che rallenta il tuo respiro. Ti racconto, solo di me, del freddo che fa tremare le mie notti solitarie. Mi parli con tenera voce tu, tu che raccogli il mio ultimo pianto mentre il ricordo inabissa nella malinconia. Dimentica del Tempo che logora, ancora, una fitta rete di pensieri che si allargano che non passano che scorrono come giorni confusi e sbiaditi. Ferma il volto del Tempo nelle ceneri rughe.

Fuori un gran silenzio La mia mente trova rifugio, nel silenzio della notte, dove apro il mondo dei sogni e delle paure. Mi lascio trasportare dalle mie pi profonde emozioni dove ritrovo la culla della mia vita. Mentre fuori un gran silenzio.

Intrecci Intreccio parole soffocate nell'abisso della silenziosa notte dove s'intersecano con le lacrime e bloccano i miei sorrisi. Torner il giorno e i miei passi riprenderanno a calpestare strade fredde, che in nessun luogo, vuote, conducono.

Non so.... e...... questo non sapere mi strazia il cuore..

Notte La notte solo luce e infinite stelle. Mi soffermo ascolto il pianto della pioggia. Chiede sorrisi per i miei occhi e per la mia anima di donna, da un amore, sconfitta che non mi appartiene. Ma dentro e fuori la pelle lo sento. Com' triste morire ogni notte

Solo un nome Oggi... sono solo un nome, ignoto e disperso nel turbinio del vento. Il nome di una riga di pagina bianca, stropicciata e macchiata di nero. Non conosco la voce che urla il mio nome e non so di chi sia quella mano che graffia, d'inchiostro, quella pagina candida.

L'alba di un sogno Nella nebbia, abbracciata al freddo della malinconia, la mia anima sorvola orizzonti, lontani, con i semi della speranza. Le ho confidato le mie ansie... i tuoi silenzi... i miei ricordi... Le ho parlato di te... di me... di noi... del mio credere, del tuo cercare. Ha sorriso della mia tristezza.. consapevole che niente potr portare via l'alba di un sogno.

Raccontami Dimmi cuore mio, cosa succede? Raccontami di te, regalami pagine di bellezza da colorare con nuove parole Una vita senza sogni, senza speranze possibile? No, credo proprio di no. Hai perso le speranze, ma i sogni? No, quelli no! Non riuscir, mai, a cancellarli la parola stessa non avrebbe un senso. Ricomincia a sperare, perch vivi, ricomincia a sognare, perch vivi, fino a quando la vita stessa non spegner quella luce che scalda le parole del tempo che vivi.

FINE