Sei sulla pagina 1di 8

PERIODICO SPORTIVO - ANNO III - NUMERO 3 - DOMENICA 06 Ottobre 2013 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

sostiene:

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

Foto: Armando Fortunato

Vi offre:

- CESSIONI DEL QUINTO


A PENSIONATI INPS E INPDAP;

- CESSIONE DEL QUINTO


A DIPENDENTI STATALI E SOCIETA PRIVATE

- DELEGHE. ANCHE NO TFR; - FIDEJUSSIONI; - PRESTITI PERSONALI; - LEASING; - MUTUI IN TUTTA ITALIA; - CONSOLIDAMENTO PRESTITI;
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di Mont. Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 www.maglianogroup.it e-mail:maglianogroup01@gmail.com

Sanderra il Camaleonte
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di Montecorvino Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 e-mail:maglianogroup01@gmail.com

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

OGGI ALLARECHI
tante inizio di campionato, gli uomini che dovrebbero andare a comporre il 4-3-3 degli abruzzesi: Testa tra i pali, difesa a 4 con Scrugli, Zaffagnini, Pomante, Dallamano, a centrocampo Del Pinto, Carcione, Corapi, trident e o f f e n s i vo c o s t i t u i t o d a Frediani, la Pantera De Sousa, Ciciretti. Assieme al gi citato ex Brescia, Pomante luomo pi esperto della retroguardia, per et anagrafica e stagioni disputate a buoni livelli, il supporto ideale per la crescita del giovanissimo Scrugli. Al centro, uomini di contenimento pi che di spinta, in virt della presenza delle 3 punte: il perno De Sousa, lesterno offensivo Ciciretti e il classe 94 Frediani.

2
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LALTRO CALCIO
normative vigenti che impongono una serie di restrizioni che sovente hanno penalizzato la tifoseria salernitana, notoriamente una delle poche a muovere migliaia di persone in giro per l'Italia. Successivamente, coadiuvato dai moderatori Gaetano Ferraiuolo e Mirko Cantarella, l'architetto Petillo ha introdotto l'argomento ripercorrendo anche le tappe del memorial "Per non dimenticare" svoltosi a luglio allo stadio "Vestuti" e nato con l'obiettivo di rendere omaggio alla memoria di Enzo,Ciro,Peppe e Simone, morti nel rogo appiccato sul treno di ritorno da Piacenza in una giornata che sar ricordata come una delle pi tristi della storia della nostra citt. Dopo la proiezione di un secondo video dedicato proprio ai 4 angeli granata (presente in sala anche la signora Lioi, madre del compianto Enzo), hanno preso parola Emma Luca, delegata provinciale del CONI, l'avvocato Vincenzo Pastore, presidente FIGC Campania, il dottor Antonio De Iesu, Questore di Salerno, la dottoressa Maria Gerarda Pantalone, Prefetto di Salerno, il presidente dell'U.S.Salernitana Marco Mezzaroma, il direttore generale della Lega Pro Francesco Ghirelli, invitato direttamente dalla tifoseria organizzata, ed il sindaco Vincenzo De Luca, che successivamente si recato in Prefettura per la firma del protocollo d'intesa atto a far svolgere i derby a porte aperte non solo a Salerno (la struttura gi stata definita idonea dal Questore), ma anche a Nocera e Pagani. Il convegno si chiuso con la proiezione di un terzo video che ha mostrato il lato
NEGOZI CONVENZIONATI, ALCUNI ESEMPI:

15

ARRIVA LAQUILA DELLE MERAVIGLIE


d oltre 4 anni di distanza la citt de LAquila ancora in a t t e s a d i r i c e ve r e i l sostegno che meriterebbe per la ricostruzione dei propri edifici, dopo i tragici eventi che lhanno vista protagonista nel 2009. LAquila Calcio ha dato un segno forte di rivalsa, rimettendosi in piedi quasi istantaneamente, arrivando a giocarsi questo torneo di Lega Pro girone B da autentica protagonista. Ovviamente, la vita vera e quella del rettangolo da gioco hanno due pesi specifici differenti, ma anche da questi particolari che pu ripartire la speranza. Luomo incaricato di guidare i suoi Giovanni Pagliari, tecnico non ancora 52enne con alle spalle una grandissima esperienza da giocatore e, soprattutto, allenatore; in Abruzzo dall aprile 2013: chiamato per sostituire Ianni, riuscito a giungere fino ai play off ed alla promozione contro il Teramo. I rossobl giungono allArechi con 10 punti in tasca, frutto di 3 vittorie, 1 pari, 1 sconfitta. La difesa ha finora incassato 4 reti: la presenza di Simone Dallamano, ex Cesena e Brescia, in odor di serie A per diversi anni, fa presumere che non sar facile trovarsi a tu per tu con Testa. 9 i gol messi a segno, con Claudio De Sousa (ex Lazio, Torino, Chieti) a far da autentico spauracchio. Ecco, sulla base di questo confor-

di Nello Sorvillo

SI AI DERBY, NO ALLA VIOLENZA.


etto convegno nasce dalla necessit di stimolare le coscienze sportive delle citt campane interessate ai derby calcistici del campionato di Prima Divisione, per evitare che possano verificarsi incresciosi episodi di violenza e per educare le nuove generazioni ad un tifo corretto e sportivo". Con questo comunicato ufficiale, stato presentato alla citt ed alla stampa il convegno svoltosi venerd mattina alle ore 10:30 presso la scuola "Montalcini" di Salerno, momento di riflessione e di confronto tra organi politici e sportivi di Salerno e provincia alla presenza di tanti ragazzi di et compresa tra gli 11 ed i 13 anni, ovvero i tifosi del domani. In attesa di firmare il protocollo d'intesa in Prefettura nell'ambito del progetto "Gioca il derby con i tifosi" (cui bozza stata inviata alle societ campane, all'amministrazione comunale ed all'Associazione Italiana Calciatori, previste diverse attivit sociali atte a riavvicinare tifoserie storicamente rivali), il consigliere comunale con delega allo sport Marco Petillo ha lavorato alacremente con il suo staff regalando a tutti i presenti una giornata all'insegna dei veri valori del calcio, convinto che da Salerno possa partire un messaggio distensivo anche grazie alla collaborazione di tutte le componenti nonostante gli atti incresciosi verificatisi mercoled scorso in occasione della gara col Messina. Il convegno stato aperto dalla proiezione di un video incentrato su una serie di episodi violenti accaduti all'interno degli stadi, con un passaggio sulla tessera del tifoso e sulle

di Gaetano Ferraiuolo

Ascoli nel girone dei granata, chiuso sul punteggio di 0-1. Su 31 partite dirette (17 di Prima e 14 di Seconda) 16 le vittorie della squadra di casa, 6 pareggi e 9 colpi esterni. Cartellino rosso facile, con ben 20 espulsioni e 12 rigori concessi.

I PRECEDENTI
l primo incontro tra le due fazioni risale alla stagione 1937-1938, campionato di serie C, conclusosi per 1-0 in favore dei Granata. In totale, sono stati disputati 28 match, con un bilancio di 11 vittorie per la Salernitana, 10 pareggi e 7 vittorie per gli ospiti. Lo scorso anno, in Seconda Divisione, LAquila vinse con un discusso 2-3 qui allarechi, cadendo per 0-2 (di Ginestra e Guazzo i gol) nel ritorno.

LA TERNA ARBITRALE
llo Stadio Arechi di Salerno, per il match di oggi, stato designato il Sign. Rosario Abisso della Sezione di Palermo, coadiuvato da due assistenti di Macerata: Emanuele Bellagamba e Leonardo Camillucci. Nella Can Pro dal 2011, Rosario Abisso ha un precedente negativo con la Salernitana di Sanderra, infatti lo stesso arbitro di Salernitana-Teramo, sconfitta per 3-0 in casa nel debutto di Coppa Italia Tim. Questanno ha diretto Paganese-

bello del calcio, con immagini delle pi belle della curva Sud di Salerno, con le famiglie allo stadio ed il clima di festa che spesso si respirato all'Arechi, da sempre luogo di ritrovo per chi, in nome di una comune passione, ha inteso vivere l'amore per la Salernitana all'insegna di valori quali amicizia, cultura della sconfitta, rispetto dell'avversario e delle regole. "Salerno avr l'occasione di diventare una citt modello per l'Italia intera, speriamo possa partire un messaggio distensivo affinch i derby possano essere disputati a porte aperte. Come Centro di Coordinamento Salernitana Clubs, metteremo in campo tutte le iniziative possibili per abbassare i toni ed accogliere le tifoserie di Pagani e Nocera con il massimo rispetto, purtroppo abbiamo vissuto alcuni giorni drammatici che devono farci capire quanto sia importante debellare il fenomeno della violenza" ha dichiarato Riccardo Santoro, mentre il presidente del club Spartani Salernitani Nello Falcone si detto "orgoglioso che il nostro memorial sia stato portato ad esempio come iniziativa atta a coniugare la passione per lo sport al ricordo di chi ci ha lasciato troppo presto. La morte dei 4 angeli granata rappresenta una ferita aperta nel cuore di tutti quanti noi ed insieme abbiamo l'obbligo di appoggiare qualsivoglia progetto che abbia come fine unico l'apertura degli stadi e la lotta alla violenza e ad ogni forma di discriminazione". L'organizzazione, infine, ha inteso ringraziare Michele Tropiano e Salvatore Ciccone rispettivamente per la produzione delle locandine e la realizzazione dei video.

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

Usa la tua...Passione

CARD
La Card del tifoso della Salernitana

Esibiscila nei negozi convenzionati per accedere agli sconti e alle promozioni riservate dai nostri sponsor per te.

EUROTRASLOCHI RISTALLO: 5% di sconto sui traslochi PIROTECNICA S. BARBARA: 10% su tutto il materiale pirotecnico e su tutti gli eventi (Matrimoni, Battesimi, Lauree, ecc..) MONDO IMPIANTI: 10% sconto su tutti gli articoli elettrici. LANDI GIUSEPPE: 10% sconto sulle polizze, RC Auto, Vita, A.R. VICAR: sconto 10 % su ricambi ed accessori in magazzino. M.B.LABORDENT: Visita gratuita a presentazione Card EUROEDIL: Preventivi gratuiti e su tutti i lavori 10% di sconto. SPEI: Tassa iscrizione gratuita.

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

CCSC NEWS

14
CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.
AFFILIATO

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

I NUMERI DEL CAMPIONATO


Pt. Gi. V N P GF GS DR

CLASSIFICA - PROSSIMI TURNI CANNONIERI

INAUGURATO IL CLUB INTITOLATO A MARCO MEZZAROMA


omenica 22 Settembre, stato inaugurato ufficialmente in zona Carmine dopo settimane di lavori il club SPQS Marco Mezzaroma, dedicato al presidente della Salernitana e da sempre vicino alle sorti della prima realt calcistica cittadina. Affiliato al Centro di Coordinamen to Salernitana Clubs, che si conferma essenziale punto di riferimento per la tifoseria organizzata, il neofito gruppo aprendo i battenti ha manifestato ai calciatori intervenuti ed al patron, massimo sostegno in un momento particolarmente delicato. Sono contento di questa sorpresa che mi hanno fatto i tifosi, non credo di meritare tutti questi elogi. Mi rende felice vedere tante famiglie e tanti bambini vestiti di granata, la speranza di vederne sempre di pi allo stadio. ha detto Mezzaroma, alla sua prima uscita pubblica e molto sorpreso dalla calorosa accoglienza degli oltre 100 tifosi presenti presso la nuova sede per ribadire, ancora una volta, tutto il proprio amore per la Salernitana.

di Rocco Calenda

LA QUARTA DI CAMPIONATO

di Rocco Calenda

TRASFERTE
l CCSC ricorda a tutti i tifosi granata che in occasione dellincontro Ascoli - Salernitana, di Domenica 06 Ottobre 2013 alle ore 15, organizza la trasferta in pullman. Tutti gli interessati, per prenotazioni ed informazioni, su costi e modalit di partecipazione possono rivolgersi al delegato alle trasferte sig. Giancarlo Centanni - Cell.347 6868049, oppure a: Riccardo Santoro 338 9708031, Mario Santaniello 3287203967 , Rocco Calenda 347 7219365. FORZA SALERNITANA...

CLASSIFICA 1 DIVISIONE - GIR. B


SQUADRA

CLASSIFICA MARCATORI
5 reti Grassi (Pontedera; 3 rig) Arrighini (Pontedera) 4 reti Arma (Pisa) De Sousa (LAquila; 1 rig.) 3 reti Miccoli (Lecce) Eusepi (Perugia;1 rig.) Ginestra (Salernitana; 2 rig.) 2 reti Tripoli (Ascoli) Evacuo F. (Benevento; 1 rig) Mengoni (Benevento) Martignago (Catanzaro) Giovio (Grosseto) Lepore (Nocerina; 1 rig) Curiale (Frosinone) Obodo (Grosseto) Danti (Nocerina; 1 rig.) Lepore (Nocerina; 1 rig.) Martella (Pisa) Guazzo (Salernitana) Benedetti (Viareggio) 1 rete Buonaiuto (Benevento) Di Deo (Benevento) Mancosu (Benevento) Bertoncini (Frosinone) Asante (Grosseto) Caccavallo (Gubbio) Moroni (Gubbio) Siniscalchi (Salernitana) Malatesta (Ascoli)

Per i calciatori erano presenti il difensore Rizzi, il centrocampista Nalini e lattaccante Gustavo, convinto che il pubblico possa dare la carica giusta ed incidere sulle future prestazioni, per vincere abbiamo bisogno di loro. Ha preso parola anche il sindaco De Luca: Dobbiamo convincere Lotito a tirar fuori altro denaro, sappiamo che su questo un p genovese. La societ consapevole che Salerno ha faASCOLI me di calcio, ma guai a dimenticare vs da dove veniamo e cosa abbiamo SALERNITANA dovuto subire in passato. La tifoseria deve accompagnare con passione e correttezza la Salernitana Domenica 06 Ottobre 2013 - ore 15 Stadio Comunale Del Duca verso la terza promozione di fila.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

PONTEDERA PISA LAQUILA FROSINONE PRATO CATANZARO BENEVENTO SALERNITANA PERUGIA GROSSETO** ASCOLI (-1)* PAGANESE VIAREGGIO GUBBIO** NOCERINA (-2)* BARLETTA LECCE

13 11 10 10 9 9 7 7 7 5 3 3 3 3 1 1 0

5 5 5 5 5 5 4 4 4 4 4 5 5 5 5 5 5

4 3 3 3 2 2 2 2 2 1 1 1 0 0 0 0 0

1 2 1 1 3 3 1 1 1 2 1 0 3 2 3 1 0

0 0 1 1 0 0 1 1 1 1 2 4 2 1 2 4 5

14 8 9 7 3 4 8 6 6 6 3 3 5 2 7 0 4

7 3 4 4 0 2 6 4 5 7 5 6 9 3 12 6 12

7 5 5 3 3 2 2 2 1 -1 -2 -3 -4 -1 -5 -6 -8

SERIE B P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off

*Penalizzazione per irregolarit amministrative - **Una partita in meno

Ultima Giornata
15 Set 2013

Giornata Odierna
22 Set 2013

Prossima Giornata
29 Set 2013

3 GIORNATA
BARLETTA - SALERNITANA CATANZARO - PISA GUBBIO - GROSSETO LAQUILA - VIAREGGIO NOCERINA - FROSINONE PAGANESE - PRATO PERUGIA - LECCE PONTEDERA - BENEVENTO

19 Gen 2014

4 GIORNATA
BENEVENTO - NOCERINA FROSINONE - PAGANESE GROSSETO - ASCOLI LECCE - BARLETTA PISA - PONTEDERA PRATO - PERUGIA SALERNITANA - LAQUILA VIAREGGIO - GUBBIO

26 Gen 2014

5 GIORNATA
ASCOLI - SALERNITANA GUBBIO - BENEVENTO LAQUILA - GROSSETO NOCERINA - CATANZARO PAGANESE - LECCE PERUGIA - PISA PONTEDERA - PRATO VIAREGGIO - FROSINONE

02 Feb 2014

0 2 0 0 ND 4 1 1 3 0 1 2 0 3 1

Riposa: ASCOLI

Riposa: CATANZARO

Riposa: BARLETTA

www.caseemutuiagency.it

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

FOCUS SU...

IL PERSONAGGIO:

4
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

CLAUDIO DE SOUSA
di Vincenzo Buoninfante

CCSC NEWS

13
CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.
AFFILIATO

DE SOUSA: LOTITO UN GRANDE PRESIDENTE


n estate era stato vicinissimo a vestire la maglia della Salernitana Claudio De Sousa. Lattaccante romano, giustiziere dei granata nella gara di Chieti, sembrava ad un passo dal vestire il granata. Ma si sa che ogni cosa di cui si parla tanto e troppo, alla fine non si concretizza. lo stesso De Sousa, oggi attaccante dellAquila a ricordare quanto successo: E stata una trattativa lunga che poi sfumata, non per mio volere. Evidentemente il presidente e la societ hanno fatto considerazioni diverse, di cui io non ero a conoscenza, e il mio arrivo a Salerno saltato. C da dire anche che i granata avevano in organico gi due ottimi attaccanti come Ginestra e Guazzo e, fossi arrivato anche io, saremmo stati in troppi per un posto solo. Quando ho saputo della decisione della Salernitana di virare su altre opzioni, ho valutato le offerte che avevo e ho scelto LAquila. Con la maglia della compagine abruzzese, De Sousa ha ripreso da dove aveva lasciato lo scorso anno, segnando gol a grappoli. Sono gi quattro le marcature, di cui una pregevolissima nella gara vinta a Lecce. Domenica LAquila arriva a Salerno da terza in classifica ma per De Sousa i granata partono favoriti: Sar una partita difficilissima. La Salernitana superiore rispetto a noi e dispone di giocatori formidabili in ogni settore del

IV MEMORIAL PER NON DIMENTICARE MATTEO E FRANCESCO


ie concluso lo scorso 1 ottobre sul campo di calcetto a 5 di Antessano il IV Memorial dedicato alla memoria di Matteo Giordano e di Francesco Schiavone due giovani ragazzi che appartenevano per fede granata, al club Granata di Baronissi, presieduto magistralmente da Mario Santaniello. In finale vi erano il Chelsea e il B. Monaco, per la cronaca a vincere il torneo stato il Chelsea con il risultato di 8 a 6 dopo i tempi supplementari, visto che il match, tiratissimo era finito in parit 6 a 6. Ma al di la dei vincitori, quello che contava era ricordare i ragazzi, amici di tutti che erano voluti bene e stimati, ragazzi che con la loro presenza in vita hanno lasciato un ricordo tanto profondo, quanto indelebile nei loro amici, tanto da ricordali ogni anno con questo bellissimo memorial. Prima della partita il parroco don Alfonso DAlessio, ha benedetto i partecipanti . Al termine della gara, le premiazioni, con targhe ricordo al pap di Matteo Giordano e ai familiari di Francesco Schiavone. Premiata anche la figlia di Biagio Risi, Mariagiovanna, in memoria del pap un grande tifoso che tutti ricordano. Il CCSC ha donato alle due famiglie dei ragazzi una maglia della salernitana con impresso i loro nomi e targhe hanno ricevuto, per il loro operato gli addetti agli stewards Alessandro Loffredo e Gianluigi Casaburi. Presenti e premiati anche Maurizio Tagliaferri del GGC e Antonio Sirico di Orgoglio Salernitano, presnti anche il mitico Vikingo Mino Caputo della Nuova Guardia. Infine, buffet di dolci e rustici ha chiuso la cerimonia e dato lappuntamento al prossimo anno, con la V edizione.

di Rocco Calenda

campo. Noi per siamo una squadra ben assortita, composta da giovani di grande prospettiva affiancati da elementi di esperienza per questa categoria. Da neopromossa, LAquilia partita di slancio ritrovandosi nei piani alti della classifica: Abbiamo iniziato davvero alla grande. Il nostro obiettivo resta quello di far bene a prescindere dal risultato. Abbiamo la fortuna di giocare senza pressioni e senza lobbligo di dover vincere il campionato . Questo un aspetto che ci aiuta molto dal punto di vista psicologico. Una situazione completamente opposta a quella vissuta a Lecce: Credo che nessuno potesse immaginare di ritrovare i giallorossi in fondo alla classifica con zero punti dopo cinque giornate. Purtroppo la negativit porta altra negativit. In situazioni come queste servono uomini in grado di affrontare le difficolt. Credo comunque che, con questa falsa partenza, i salentini abbiano detto gi addio alla possibilit di conquistare il primo posto finale. Al primo posto ambisce e senza mezzi termini invece Claudio Lotito, presidente che De Sousa conosce bene grazie allanno passato alla Lazio nella stagione 2004/2005: Arrivai in biancoceleste nel primo anno di Lotito. Si tratta sicuramente di un personaggio particolare nel modo di esprimersi

e di porsi. I risultati per parlano per lui: ha fatto molto bene alla Lazio conquistando traguardi importanti. Anche l a Salerno ora sta ottenendo successi prestigiosi. una persona determinata che sa ci che vuole e fa di tutto per ottenerlo. E di tutto far anche De Sousa per provare a colpire i granata nella gara dellArechi: Sono un attaccante e vivo per il gol. Segnare il mio mestiere e provo a farlo sempre. Certo che segnare contro club prestigiosi, come accaduto a Lecce, regala soddisfazioni maggiori. Segnare allArechi sarebbe una gioia doppia ma non c nessuno stimolo di rivalsa.

PER LA TUA PUBBLICITA SU:

SALERN GRANATA
INFO : 347 7219365 o manda una mail:ro.cal@libero.it

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LANGOLO DELLEX
momento vissuto a Salerno: Giocare in Italia era per me un sogno. Ricordo che, appena arrivato a Salerno, fui colpito dalla bellezza della citt e capii subito che l cera una tifoseria sensazionale. Ci fu la presentazione al ristorante O Scuorzo e poi partii in ritiro per Tenna. Nonostante i buoni presupposti, quella non fu una stagione esaltante n per Jansen n per la Salernitana: Lottammo tutta la stagione per non retrocedere, salvandoci a poche giornate dal termine. Dal punto di vista personale, pagai lapproccio ad un calcio diverso, molto pi fisico rispetto a quello olandese. La Serie B rappresentava un campionato davvero di alto livello. Per Jansen quella stagione si chiuse con 16 presenze ed un solo gol: Purtroppo non riuscii a sbloccarmi nelle prime partite e il gol arriv soltanto nel mese di febbraio, quando segnai con un pallonetto a Marassi contro il Genoa. Poi ci fu linfortunio che mi costrinse a restare fuori dal campo a lungo. A fine campionato per Jansen non arriv la riconferma: Andai in Olanda per curarmi ma una volta tornato a Salerno la societ mi comunic la decisione di darmi via. Di quellanno per conservo ricordi bellissimi di una citt ed una tifoseria meravigliosa. Chiusa lesperienza in granata, Jansen torn in patria, disputando la sua migliore stagione tra le fila del Top Oss nel 2000/2001, quando realizz ben 30 reti nella serie B olandese. Oggi Stefan Jansen vive a Rosmalen, un piccolo paesino vicino Den Bosch, nel sud dellOlanda e non ha abbandonato il mondo del calcio: Sono procuratore ed intermediario calcistico. Inoltre alleno i ragazzini della societ locale, lOJC

12
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LA CURIOSITA

A Salerno un anno indimenticabile. Ai tifosi voglio dire che sono grandissimi Ci sono calciatori che passano sotto traccia, senza quasi che nessuno se ne accorga. In molti casi, queste meteore vengono completamente rimosse dalla memoria di tifosi ed appassionati. A distanza di anni, per, bello scoprire e riscoprire storie sconosciute, aneddoti e segreti che sono alle spalle di calciatori che non sono riusciti a lasciare il segno in questa o quella piazza. La stagione 1996/97 sar ricordata da qualcuno come quella dellarrivo di ben quattro stranieri nella Salernitana di Cannella e Colomba. Tra questi cera un attaccante olandese promettente che, a suon di gol, stava trascinato il Cambuur alla promozione nella massima serie olandese: parliamo di Stefan Jansen. Insieme a Michael Ferrier, Jansen costituiva la coppia di olandesi che avrebbe dovuto deliziare il palato della tifoseria granata. Come and a finire, poi, noto a tutti: stagione poco esaltante con una salvezza conquistata alla terzultima giornata contro il Castel di Sangro, grazie alla rete segnata da Masinga. Forse non tutti sanno per che uno degli artefici dellarrivo di Jansen a Salerno fu quel Mino Raiola che spadroneggia ad ogni sessione di calciomercato. A rivelarci questo retroscena lo stesso Jansen: Dovevo giocare una gara di play off col mio Cambuur. Pochi giorni prima della partita mi chiama Mino per avvisarmi che sarebbe venuta una squadra italiana ad osservarmi. Vincemmo quella partita per 3-2 contro il Veendam e realizzai anche un gol. Dopo la gara ci fu lincontro con il direttore Cannella, alla presenza anche di Raiola, e l si concretizz il mio passaggio a Salerno . Nonostante quasi ventanni siano passati, Jansen ricorda in maniera limpida ogni

STEFAN JANSEN

di Vincenzo Buoninfante

LE MAGLIE DA TRASFERTA DI DOMENICA NON PIACCIONO AI TIFOSI


on avr fatto fare i salti di gioia ai tifosi, ma almeno ha portato fortuna alla Salernitana: nella vittoriosa trasferta barlettana, la formazione cara a Lotito e Mezzaroma ha fatto sfoggio di un completino quasi interamente azzurro con bande laterali granata che, almeno fino a domenica scorsa, era stato indossato esclusivamente dalle compagini del settore giovanile. "Ci mancava solo la maglietta della Lazio" avr pensato qualcuno che, ormai da due anni e mezzo, ribadisce un tormentone secondo cui la Salernitana non dev'essere satellite della pi quotata squadra biancoceleste. Battute a parte, la casacca indossata da Ginestra & co. non piaciuta alla stragrande maggioranza della tifoseria, con tanti mugugni sugli spalti del "Puttilli" e la richiesta di ripristinare, eventualmente, la storica divisa a strisce bianco celesti che accompagn i primi anni di vita sportiva della prima realt calcistica cittadina. Nell'ultimo anno dell'era Lombardi, ad esempio, sovente i campani sono scesi in campo con la terza maglia, situazione verificatasi una sola volta nell'egida Lotito in occasione della partita interna tra Salerno Calcio e Progetto Sant'Elia, con l'unica differenza rappresentata da un simbolo

di Gaetano Ferraiuolo

Rosmalen che, con 2000 iscritti, la pi grande dOlanda. Anche da lontano, Jansen continua a seguire le sorti della Salernitana: Per lavoro e per passione, ho seguito e seguo la Salernitana. Devo dire che Lotito ha creato unottima squadra per la Prima divisione e sono sicuro che i granata sono da primi 5 posti in classifica. Poi a Salerno c un pubblico meraviglioso che merita la terza promozione consecutiva. In citt lolandese ha lasciato tanti ricordi e tanti amici: Grazie ai social network sono riuscito a rimanere in contatto con molti compagni di allora. Sento spesso Roberto Breda, Mauro Facci, Mirko Cudini, Fabio Moro, Pasquale Logarzo e Vittorio Tosto, con cui lavoro per il mercato estero. Nonostante il tempo sia passato, dunque, Jansen rimasto molto legato a Salerno e alla Salernitana: Sono orgoglioso di aver giocato con la maglia granata. Ai tifosi voglio dire che sono grandi e che devono continuare a sostenere la squadra per aiutarla a conquistare la promozione in Serie B. Sono tornato in citt circa quattro anni fa per trascorrere un week-end con mia moglie. Torner presto a Salerno perch mio figlio nato l e voglio che conosca la citt, in fondo un salernitano.

religioso al posto dell'amato cavalluccio. Se, insomma, la prima maglia ufficiale stata scelta dai tifosi attraverso un sondaggio lanciato sul sito internet del sodalizio di via Allende (in realt si sperava di rivedere i numeri bianchi, mentre hanno riscosso enormi consensi i pantaloncini neri), la terza casacca non tira affatto, sia per l'assonanza cromatica con alcuni club storicamente rivali, sia per l'assenza di risvolti granata ben messi in evidenza. Lo stesso presidente del Centro di Coordinamento Salernitana Clubs, facendosi portavoce delle richieste della gente, ha espresso attraverso il noto social network facebook il desiderio di

vedere anche in trasferta una maglia diversa, che non rinneghi la tradizione e che faccia pulsare i cuori della tifoseria sicuramente pi di quanto accaduto in occasione di Barletta-Laz..ehm Salernitana.

Periodico SALERNO GRANATA


Reg. Trib. di SA n1028 del 30/07/2012

Editore

Rocco Calenda
Direttore Responsabile

Mirko Cantarella
Collaboratori

Antonio Calenda Vincenzo Buoninfante Nello Sorvillo Gaetano Ferraiuolo Mario Ruggiero Giuseppe Ferrara
Progetto Grafico e impaginazione

Rocco Calenda
Stampa

PRINTLINK
La collaborazione al periodico a titolo gratuito.

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

QUI SALERNO
girare la squadra attraverso schemi tattici diversi, riesca a fornire pi di una soluzione offensiva. Un buon mister riconosce i propri sbagli e aggiusta in tempo carriera e panchina. Quanti allenatori si sono finiti per rovinare finendo nel filone dellintegralismo pi becero. Mister Leggenda ha una signora squadra da plasmare, da coccolare e da far trionfare. Diamogli tempo.

6
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

COPPA ITALIA
Sui due rigori? Da piccolo pararli era la mia specialit, poi col tempo qualcuno me lha insegnato. Esordio stagionale nel match di stasera per lattaccante ex Lazio Ettore Mendicino, che nel postgara si dice felice e motivato: Per me esser sceso in campo stasera gi una vittoria. Ci voluto del tempo ma quel che conta esserci riuscito: negli ultimi giorni di allenamento mi sentivo gi pronto, ma se non giochi una partita ufficiale difficile capire la reale condizione fisica. Ho lavorato duro per poter entrare in forma il prima possibile e sono felicissimo per stasera. Prosegue poi il classe 90: ringrazio il mister e il presidente Lotito. Mi conosce dai tempi della Lazio, quando era poco pi che un bambino ed ha sempre creduto in me e nelle mie qualit. Ho 23 anni e voglio togliermi ancora molte soddisfazioni, Salerno il posto ideale per farlo e voglio dare il mio contributo per la vittoria del campionato. La stagione lunga e so che ci sar spazio per tutti. L a t t a c c a n t e t o r n a p o i sullinfortunio che a lungo lo ha

11

IL CORAGGIO DI CAMBIARE
bbiamo criticato sin dal principio il suo ostracismo verso un modulo differente, abbiamo scagliato ogni tipo di commento velenoso su Stefano Sanderra e il suo 4-3-3. Sarebbe bello se per una volta noi tifosi facessimo un passettino indietro e ci rendessimo conto di non essere gli allenatori della nostra squadra preferita. Sarebbe bello metterci una volta per tutte nei panni del nostro mister che magari conosce dinamiche allinterno dello spogliatoio che noi non sappiamo, vede ogni giorno i suoi ragazzi allenarsi e sa trarre le proprie indicazioni nonostante un popolo inferocito che gli chiede la testa sin dalle prime amichevoli. Vogliamo considerare fattori importanti, senza giustificare sia chiaro, che potrebbero incidere sullo scarso rendimento della squadra? Vi sembra normale cambiare campo per allenarsi quasi ogni giorno, alternando superfici diverse con serio rischio per le articolazioni dei calciatori? Vi siete accorti che alcuni giocatori non sono ancora in forma?. Poscia che lo spettacolo contro il Pontedera stato da vietato ai minori, con un allenatore alle corde, quasi nel pallone oseremo dire, con episodi che son girati in maniera sfavorevole e squadra troppo sfilacciata, dovremmo apprezzare ancora di pi il coraggio di cambiare del mister nel rapido volgere di una settimana: rinunciare alla propria identit, rinunciare ad un pezzo di s, alle proprie certezze per un modulo, il 4-3-1-2, che non nelle proprie corde, sembrata la cosa pi semplice ma al contempo stesso la pi difficile. Certo, lallenatore dovrebbe disporre la squadra in un modulo in cui si esaltano le caratteristiche dei singoli ma un buon allenatore anche colui che riesce a far

di Mario Ruggiero e Nello Sorvillo

I GRANATA PASSANO IL TURNO GRAZIE A SUPER BERARDI, ECCO MENDICINO


a Salernitana si qualifica per il secondo turno della Coppa Italia di Lega Pro eliminando il Messina ai calci di rigore, dopo aver concluso tempi regolamentari e supplementari sul risultato di 1-1. Per i granata in campo tutte le seconde linee, come preannunciato nei giorni scorsi dal tecnico Sanderra, che schiera i suoi con un 4-3-3. Protagonista indiscusso della partita appena conclusa stato sicuramente il portiere Alessandro Berardi, che finora in stagione si sempre seduto in panchina con Iannarilli a difendere la porta granata. Mercoledi sera, invece, il giovane portiere stato chiamato in causa e ha risposto alla grandissima, con buoni interventi durante i 120 minuti di gioco, e soprattutto parando due rigori sui tre tirati dai siciliani. Risponde cos ai microfoni che lo hanno cercato nel post-partita: il ruolo che svolgo mi obbliga a saper aspettare farmi trovare sempre pronto, sono sempre a disposizione della squadra e del mister. La prestazione di stasera lo rilancia per un posto da titolare anche in campionato, insidiando il finora titolare Iannarilli, a proposito di questa rivalit, queste le parole del giovane estremo difensore : Io e Antony viviamo con assoluta serenit la situazione. Siamo due ragazzi molto diversi sotto laspetto caratteriale, ma sul piano tecnico sento di essere alla pari. Lui ha vinto per due campionati con la Salernitana, e forse questo gli fornisce un piccolo vantaggio nei miei confronti. infine una battuta sulla sua prova di stasera, concludendo con una battuta : Sono soddisfatto della prestazione, mi mancava giocare una partita ufficiale specialmente a Salerno.

di Giuseppe Ferrara

GIUDICE SPORTIVO
a settimana che sta per giungere al termine stata fondamentale per il prosieguo della stagione per molteplici squadre di Lega Pro e non solo: dalla Coppa Italia di Prima e Seconda Divisione allEuropa League, passando per le notti da Champions. Ma stata, soprattutto, la settimana della Commissione Disciplinare Nazionale che mercoled, 2 ottobre, si espressa in riferimento alle violazioni del regolamento CO.VI.SO.C (Commissione di Vigilanza sulle Societ Calcistiche), infliggendo una serie di sanzioni pecuniarie e decurtando, in molti casi, punti in classifica. I casi pi eclatanti sono quelli

del Siena (serie B, -2 punti) e di Stefano Mauri, la cui squalifica passa da 6 a 9 mesi. LU.S. Salernitana, ovviamente, non stata protagonista di giornata, se non col successo di rigore sul Messina in Coppa, ma pu comunque guardare con interesse ai verdetti. La Nocerina, nonostante il non esaltante inizio di stagione, una delle maggiori candidate per lapprodo in zona play off ed il -2 inflitto dalla Disciplinare potrebbe avere un suo peso specifico nel finale di stagione. Per la cronaca, il presidente dei molossi Citarella stato sanzionato con linibizione per 4 mesi e 5 giorni, ma la classifica che interessa i Granata e le restanti formazioni del girone B. Ecco, di seguito, alcune decisioni prese in Via Gregorio Allegri (Roma): deferimento del presidente Massimo Mezzaroma (4 mesi e 10 giorni), 2 punti di penalit da scontare nella corrente stagione e 20.000 euro di ammenda per lAC Siena; 6 mesi di inibizione per il presidente e per lAD del Vicenza Calcio, Cunico e Cassingena, con 4 punti di penalizzazione. Ora, dopo una settimana che ha visto le istituzioni protagoniste in ogni ambito, la palla passa al campo. Finalmente.

tenuto fuori: ero molto amareggiato perch perdere due mesi in una stagione, alla lunga, pu diventare un ostacolo insormontabile. Non ho mai temuto comunque per la mia carriera. Ora, anzi, sono fiducioso perch mi sto allenando bene e sento di essere pronto a scendere in campo anche in campionato. Ora per, devo prima smaltire i 120 minuti del match di stasera, che nelle gambe si fanno sentire.

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

QUI SALERNO

10
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LEGA PRO

7
6 TURNO DI CAMPIONATO

RICCARDO RONCA LASCIA LA SALERNITANA:VIA PER COLPA DI SUSINI


opo Mariotto, Fantoni e Grilli, anche il team manager Riccardo Ronca lascia la Salernitana. Una decisione maturata domenica scorsa in prossimit dell'inizio della partita contro il Barletta e comunicata ufficialmente a Lotito mercoled pomeriggio, con un incontro con la stampa che gli ha permesso di chiarire i motivi del suo addio: "Anzitutto ringrazio tutti coloro che in queste ore mi hanno manifestato affetto, porter sempre nel cuore la Salernitana e sono certo che un giorno torner a lavorare per Salerno e per la nostra splendida curva. Purtroppo vado via per il rapporto incrinato con un dopolavorista che crede di poter mettere bocca su tutto interferendo con il lavoro altrui senza rispetto e senza averne neanche i titoli. Sto parlando, ovviamente, del responsabile dell'area tecnica Susini: la societ non ha definito i ruoli e queste continue invasioni di campo sono la logica conseguenza. Di episodi ne sono capitati tanti, non sopporto chi fa la bella faccia davanti e poi ti pugnala da dietro: una volta litigammo nello spogliatoio e mi strinse la mano promettendomi che tutto era finito l, il giorno dopo rapport tutto al presidente. Per non parlare dei cambi di programma rispetto ai campi di allenamento, alla sua presenza in panchina a Barletta ed a tanti altri episodi che non mi sono piaciuti. Certo, Lotito non ha fatto nulla per trattenermi, forse gli sta bene cos". Ronca, visibilmente commosso, rincara la dose: "Prima la valvola

di Gaetano Ferraiuolo

I GRANATA CERCANO CONFERME, IL PONTEDERA LA FUGA


iunti alle porte del sesto turno del girone B di prima divisione, comincia a delinearsi una classifica in grado di fornire le prime concrete indicazioni su quello che potrebbe essere landamento di questo campionato. Risultati alla mano, subito possibile costatare che molte delle gerarchie immaginate alla vigilia dellinizio del torneo sono state capovolte. Gi in questi primi cinque turni, infatti, non sono mancate le sorprese in termini di risultati e prestazioni, con squadre al di sotto delle proprie aspettative o, al contrario, squadre inizialmente poco considerate che hanno invece espresso un ottimo calcio, finendo cos per trovarsi ai vertici della classifica. Ragionando in questi termini doveroso cominciare parlando del Lecce, ad inizio stagione dato per favoritissimo per la promozione finale, gi sfiorata nella stagione precedente, e che invece si ritrova ultima della classe con 0 punti dopo cinque sconfitte consecutive. I salentini, sconfitti anche dal Perugia nellultimo turno, nel prossimo week-end sono quindi obbligati a vincere contro il Barletta nel derby pugliese. Tuttavia, nemmeno i cugini bianco-rossi attraversano un momento esaltante con allattivo un solo pareggio e quattro sconfitte, vantando inoltre un record di cui non certo andar fieri: il Barletta lunica squadra tra tutti i campionati dItalia che non ancora andata in gol in questa stagione. Una vittoria del Lecce, quindi, non segnerebbe certo un immediato rilancio in classifica: la lotta al vertice infatti gi entrata nel vivo, e sarebbero ancora troppi i punti di ritardo dei salentini per poter dire la propria nel discorso promozione. Laltra grande sorpresa di questo primo scorcio di campionato, senza

di Giuseppe Ferrara

di sfogo di Susini era Pagni, poi Mariotto, ora toccato a me, sta facendo terra bruciata intorno a s ed anche con Perrone ha dimostrato di avere scarsa sensibilit: stato il mister a portarlo a Salerno, quando ha interrotto il rapporto con la Salernitana eravamo tutti convinti che Susini si dimettesse, ma forse preferisce guadagnare un p qui, un p l". Ringraziati pubblicamente i calciatori ("nello spogliatoio erano tristi e volevano chiamare Lotito, ho dovuto pregarli per far s che non venissero a questa conferenza" ha detto in merito), Ronca si toglie altri sassolini dalla scarpa: "Non si pu lavorare a distanza. I presidenti sono molto presenti, a Salerno c' uno staff che lavora, ma poi arrivano due persone da Roma che vivono il gruppo due volte ogni dieci giorni e che pretendono di saperne pi di noi. Non baratto la dignit con nulla, la tifoseria merita gente che lavori 20 ore al giorno per la Salernitana, non chi ha un doppio mestiere e che mi ha rinfacciato finanche il tatuaggio che ho fatto.

Sono 2 anni e mezzo che si verificano queste situazioni, anche nella passata stagione qualcuno andava alle feste dei club o alle cene con i tifosi discutendo con Lambiase, evidentemente c'era interesse ad accaparrarsi le simpatie della gente in un modo comunque non professionale". Chiosa dedicata al futuro della Salernitana: "Rester sempre tifoso di questa squadra, i giocatori mi hanno commosso reputandomi fondamentale per il progetto, mi sono dimesso con grande dignit ed stata una scelta che mi ha ferito come uomo, prima che come professionista. L'obiettivo minimo la qualificazione ai play off e proseguire la scia di vittorie, con i presidenti il rapporto buono, ma mi aspettavo di poter continuare l'avventura anche per i prossimi anni". Leditore Rocco Calenda, il diretore Mirko Cantarella e tutta la redazione di Salerno Granata, ringrazia lex Team Manager Riccardo Ronca per il brillante lavoro svolto a Salerno e augura a lui tanta fortuna professionale, sicuri che personaggi come lui troveranno presto sbocco in un altra societ. I n b o c c a a l l u p o Ro n c a e....Arrivederci!!

ombra di dubbio il Pontedera del bravissimo mister Indiani. i toscani, che nel pre-campionato non godevano certo di grande considerazione per un posto tra le prime, hanno invece conquistato ben 13 punti in queste prime cinque partite, soprattutto grazie al contributo in fatto di gol del bomber classe 83 Luigi Grassi, ritrovandosi cos catapultati da soli in vetta alla classifica. Nel prossimo turno il Pontedera sar protagonista del match pi importante di giornata: il derby di toscana contro il Pisa, diretta inseguitrice dellattuale capolista con undici punti conquistati. I neroazzurri sono rimasti imbattuti in queste prima parte di stagione, in cui hanno collezionato tre vittorie e due pareggi, lultimo sul campo del Catanzaro nel week-end appena trascorso. Il match tra le due toscane pu regalare una nuova prima della classe in caso del vittoria del Pisa, che avr il vantaggio di giocare davanti ai propri tifosi. Ma se il Pontedera riuscir a conquistare i 3 punti anche stavolta allora il divario rispetto alle inseguitrici diventerebbe molto consistente gi dopo soli sei turni. La Salernitana, invece, affronter una delle squadre pi in forma del momento: LAquila, ferma al terzo posto in classifica, con 10 punti, e che domenica scorsa andato a valanga sul malcapitato Viareggio, (4 -1). I granata, che dalla loro avranno limportante fattore campo, possono soprattutto contare su un organico tra i migliori del girone, special modo dopo il recente cambio di modulo adottato dal tecnico Sanderra, passato dal 4-3-3 ad un pi convincente 4-3-1-2 che gi nellultimo turno, contro il Barletta ha dato i suoi primi frutti, come dimostra la vittoria per 0-2.

In terza posizione, oltre agli abruzzesi, si trova anche un convincente Frosinone. I gialloblu ospiteranno la Paganese, che ha collezionato finora soltanto 3 punti. I ciociari arrivano a questa sfida forti della netta vittoria per 1-3 sul campo della Nocerina, in cui hanno mostrato un calcio offensivo ed efficace. La suddetta Nocerina, invece, cercher limmediato riscatto sul campo di un temibile Benevento, anchesso sconfitto come gi detto in precedenza dal Pontedera. Benevento che, usufruisce di una rosa composta da calciatori di buon livello, e che finora ha conquistato 7 punti. E sempre in chiave play-off, da segnalare il match tra Perugia e Prato, con questultima che punter sul fattore casa per allungare in classifica proprio sugli umbri, attualmente a quota 7 punti. Il 6 turno regaler anche il match tra le due retrocesse dalla serie B, Grosseto e Ascoli. Le due squadre, ferme a met classifica rispettivamente con 5 e 4 punti, cercheranno una vittoria che possa segnare la svolta dopo un inizio di stagione anonimo per entrambe. Concludono il programma del sesto turno del girone B Viareggio e Gubbio, entrambe protagoniste finora di un avvio non certo degno di nota, come dimostrano i pochi punti collezionati (3 per i toscani, 2 per gli umbri). Primato, corsa ai play-off, voglia di migliorarsi e fame di riscatto sono, dunque, gli ingredienti di questa sesta giornata di campionato. Il Pontedera cerca la fuga, ma le inseguitrici non le renderanno certo la vita facile, soprattutto in una categoria insidiosa coma la Lega Pro, dove le sorprese sono sempre dietro langolo, e lunica certezze che non ci sono certezze.

Dal 1972 Servizi Funebri

Cav. ANTONIO GUARIGLIA


(Presidente Club Vittorio Tosto)

NUOVA SEDE CAVA DE TIRRENI

Cava de Tirreni (SA) - C.so Mazzini, 256 (di fronte stadio S. Lamberti) 2605547 SALERNO - Via S. Leonardo, 134 FRANCESCO: 347 Tel. 089.9780781 (di fronte Ospedale S. Leonardo)

SALERNO - Via S. Mobilio,45/47 Tel. 089.790719

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

Il COBRA CIRO GINESTRA

La tua pausa con Gusto!


Tel./Fax. 089 981840 Via ponte Mileo,124 Montecorvino Rovella (SA) tigelsurgelati@gmail.com