Sei sulla pagina 1di 8

PERIODICO SPORTIVO - ANNO III - NUMERO 14 - Domenica 23 Marzo 2014 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

sostiene:

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

Vi offre:

...E ADESSO NON FERMIAMOCI

- CESSIONI DEL QUINTO


A PENSIONATI INPS E INPDAP;

- CESSIONE DEL QUINTO


A DIPENDENTI STATALI E SOCIETA PRIVATE

- DELEGHE. ANCHE NO TFR; - FIDEJUSSIONI; - PRESTITI PERSONALI; - LEASING; - MUTUI IN TUTTA ITALIA; - CONSOLIDAMENTO PRESTITI;
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di Mont. Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 www.maglianogroup.it e-mail:maglianogroup01@gmail.com

Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di Montecorvino Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 e-mail:maglianogroup01@gmail.com

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

OGGI ALLARECHI

2
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

FOCUS SU...

15

IL CATANZARO: TABUARECHI PER I CALABRESI


alernitana Catanzaro, oggi, unimportantissima sfida playoff. I granata rincorrono i giallorossi per una delle posizioni di prestigio che garantirebbe landata secca dei quarti in casa nel postseason. A sostegno degli uomini di Gregucci, oltre al caloroso pubblico amico, c anche la cabala: infatti, in ben 14 incontri ufficiali svoltisi a Salerno il bilancio a favore dei padroni di casa con 7 vittorie e 4 pareggi. E la situazione non cambia nemmeno se si prendessero in considerazione i precedenti con la vecchia denominazione dei calabresi (Catanzarese). In quel caso si arriva a 9 vittorie e 5 pareggi. Lultimo match ufficiale tra le due compagini di recente memoria: 6 novembre 2013, secondo turno di Coppa di Lega Pro, la Salernitana, allenata da Perrone, riesce con non poche difficolt ad aver ragione del Catanzaro: alla reti bianche, in coppa, invece, le reti rete ospite di Casini, risponde di Ferrarese e Palladino blindano il Mounard, decisivo lunico, fino ad primo posto consentendo di ragora, sigillo in granata di Manuel giungere il secondo turno della Coppa tricolore. Ricci nei tempi supplementari. Con questa vittoria, i granata si Cammino che si fermer a Palermo, nonostante il clamoroso successo qualificano alla fase a gironi della dellandata targato Nassim Mendil. Coppa nazionale di categoria. I precedenti nel dettaglio, tra Curiosit delle curiosit: nella parentesi le reti dei granata: stagione 2004/2005 Salernitana e S t a g i o n e 1 9 3 0 / 1 9 3 1 : Pr i m a Catanzaro si sono affrontate due D i v i s i o n e - S a l e r n i t a n a volte allArechi. Catanzarese 3 1 (Adinolfi, Miconi, Sulla panchina granata sedeva Codari) lodierno allenatore Gregucci; in S t a g i o n e 1 9 3 1 / 1 9 3 2 : Pr i m a campionato deludente pareggio a D i v i s i o n e S a l e r n i t a n a Catanzarese 2 0 (2 Sudati) Stagione 1935/1936: Serie C Salernitana Catanzarese 0 0 Stagione 1946/1947: Serie B Salernitana Catanzaro 1 0 (Voccia) Stagione 1956/1957: Serie C Salernitana Catanzaro 1 1 (Pastore) Stagione 1957/1958: Serie C Salernitana Catanzaro 0 0 Stagione 1958/1959: Serie C Salernitana Catanzaro 1 0 (Marano) Stagione 1966/1967: Serie B Salernitana Catanzaro 2 0 (Rosati, Sestili) Stagione1984/1985: Serie C1 Salernitana Catanzaro 2 1 (Perrotta, Vignini) Stagione1986/1987: Serie C1 Salernitana Catanzaro 1 0 (Tappi). Stagione1992/1993: Coppa Italia Serie C - Salernitana Catanzaro 1

di Mario Ruggiero

CIRO GINESTRA, UN COBRA SENZA VELENO?


' stato il regalo di Lotito ai supporter granata per il ritorno della Salernitana in Lega pro. Proveniente dal Sorrento, dove lanno precedente era stato il capocannoniere della Prima divisione con ben 21 reti realizzate, Ginestra ha rappresentato il vero colpo da 90 per lintero mercato estivo della Lega Pro. Soprannominato il cobra per la velocit nel mordere la difese avversarie, nel suo primo anno a Salerno non ha deluso le attese realizzando 17 reti in 27 partite di campionato fornendo un contributo importante per la promozione della Salernitana in Prima divisione. Il suo spirito di abnegazione, la capacit di giostrare anche lontano dalla porta, accompagnata da una classe cristallina, hanno favorito il compito del subentrante Perrone, consentendo allo stesso di poter schierare unaltra prima punta, Guazzo, senza alterare gli equilibri di squadra. Anche questanno, a promozione acquisita, Ginestra avrebbe dovuto rappresentare la punta di diamante della Salernitana in Prima divisione. Nonostante le dimissioni di Perrone ed il rapporto non propriamente idilliaco con Sanderra, la stagione del bomber di Pozzuoli sembrava avviarsi sulla stessa falsa riga di quella precedente. Lesordio con gol in casa contro il Lecce dinanzi a 14 mila spettatori, e le due reti realizzate, seppur su rigore, nelle prime quattro giornate di campionato, lasciava immaginare la possibilit da parte dell'attaccante

di Armando Iannece

1 (Caramel). Stagione 2004/2005: Serie B Salernitana Catanzaro 0 0 Stagione 2004/2005: Coppa Italia Salernitana Catanzaro 2 1 (Ferrarese, Palladino) Stagione 2013/2014: Coppa Italia Lega Pro Salernitana Catanzaro 2-1 (Mounard, Ricci).

LA TERNA ARBITRALE
il Sig. Giuseppe Cifelli di Campobasso, larbitro di Salernitana Catanzaro. Non la prima volta con i granata infatti, gi questanno, ha diretto il match con il Frosinone e deciso da un eurogol nei minuti finali di Ettore Mendicino. Due precedenti, invece, con il Catanzaro: il primo nel 2011, i calabresi vinsero per 2 reti ad 1 sulla Paganese, laltro, invece, nella scorsa stagione vide il crollo dei calabresi sul campo del Pisa (41). Assistenti Raspollini di Livorno e Sgheiz di Como .

granata di superare il suo record personale di reti (21 reti nel Sorrento) consentendo alla Salernitana di stravincere il campionato. Tuttavia, dopo la rete messa a segno su rigore a Barletta il 29 settembre scorso, Ginestra non ha pi segnato. Diversi acciacchi fisici, qualche esclusione da parte di Sanderra prima e Perrone successivamente, oltre a diverse prestazioni decisamente opache, hanno contribuito a questa lunga astinenza da gol. Con larrivo di Gregucci, suo mentore ai tempi del Venezia, sembrava aprirsi una nuova stagione per il cobra. Purtroppo uninfortunio muscolare, rimediato proprio in occasione dellesordio dellex trainer del Vicenza in casa contro il Barletta, lo hanno tenuto ai box per oltre due mesi. Trascorso questo periodo in naftalina, Ginestra ha ripreso da circa una ventina di giorni a lavorare con la squadra, tuttavia, non stato convocato per le partite contro Benevento, Grosseto e Monza. Un mistero se si considerano le sue dichiarazioni

durante la presentazione del campo Volpe (circa 30 giorni fa), dove affermava di aver superato gli acciacchi fisici e che a breve avrebbe ripreso a lavorare con il gruppo. Che possano esserci motivazioni che vadano ben al di l di un semplice infortunio? Difficile a dirsi, certo che la stagione per il bomber di Pozzuoli non sembra davvero voler ruotare dalla giusta posizione. Richiesto a gran voce da Messina ed Ischia nel corso del mercato di riparazione, lex stella di Gallipoli e Perugia ha preferito rimanere a Salerno convinto di poter offrire un contributo determinante in vista del rush finale play-off. Lavvento di Gregucci sulla panchina granata ha rivitalizzato calciatori come Volpe, Gustavo e lo stesso Foggia, decisamente appannati nelle precedenti gestioni tecniche, ciononostante non sembra essere ancora essere giunto il momento del cobra, il cui morso, letale nella scorsa stagione di Seconda Divisione, non ha ancora attecchito. Lauspicio che sin dalla prossima partita in casa contro il Catanzaro, la Salernitana possa disporre di una nuova freccia al proprio arco, che potrebbe risultare determinante contro avversarie decisamente ostiche. Un cobra pronto al morso letale, laugurio che ci avvenga quanto prima.

La Petite Maison
Casa Vacanze
www.gioielleriamanzo.it gioielleriamanzo@libero.it

di Monaco Mario

Via Roma,294 - BELLIZZI (SA) Tel. 0828.53267

Via Moschito, 10 - 84020 Ottati (SA) Tel. 348.8407293 - 339.5920968

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LALTRO CALCIO
Serenissima e Fighters Napoli, tutte squadre superabili, sia per valore assoluto dei singoli, sia alla luce dei risultati conseguiti sino a quel momento; erano state infatti battute, nellordine, Master Sanremo (2-1), Sessana (3-0), Catania (3-0), Chieti (3-0), Brescia (3-1) e Rieti (2-1); sarebbe bastato quindi ai granata conquistare 3 punti nelle altrettante restanti partite per risultare matematicamente irraggiungibili in vetta. I subbuteisti salernitani hanno per commesso lerrore, di tentare di portare a casa un ultimo filotto di tre vittorie consecutive e chiudere il fine settimana marchigiano a punteggio pieno, ipotecando cos la promozione in massima serie e rendendo il proprio girone di ritorno una pura formalit. Purtroppo ci pensavano Ascoli e Fighters Napoli a riportare la Salernitana coi piedi sulla terra con due cocenti sconfitte, che consentivano alle inseguitrici di riavvicinarsi in classifica; per fortuna la squadra ritrovava subito dopo, contro i veneziani di Serenissima Mestre, la verve e lorgoglio per vincere lultima partita in tabellone e chiudere il girone di andata di serie B guardando tutti dallalto in virt della seguente classifica: Salernitana 21 - Fighters NA 17 - Rieti e Sanremo 16 Serenissima Mestre ed Ascoli 14 Brescia 13 Sessana 7 Chieti 6 Catania 1 (con gli etnei partiti da -5 a seguito di provvedimenti federali). Il girone di ritorno si disputer, sempre a San Benedetto del Tronto, nei giorni 12 e 13 aprile prossimi, durante i quali i granata, tenteranno la scalata alla massima serie nazionale per completare il Progetto Salernitana che li ha vista protagonisti di tre promozioni di fila in quattro anni, dallinterregionale alla B, in quanto iscritti per la prima volta alla federazione, nel 2010, nella categoria di accesso pi bassa.

14
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

I NUMERI DEL CAMPIONATO


Pt. Gi. V N P GF GS DR

CLASSIFICA - PROSSIMI TURNI CANNONIERI

LA SALERNITANA CLUB SUBBUTEO PRIMA IN SERIE B AL GIRO DI BOA


rganizzati dalla FISCT (Federazione Italiana Sport Calcio Tavolo) si sono disputati presso il nuovo Centro Federale di San Benedetto del Tronto, lo scorso week end, i gironi di andata dei Campionati Nazionali di serie A e B di Calcio Tavolo, versione agonistica del famosissimo Subbuteo. A difendere i colori della citt di Salerno cera la formazione del Subbuteo Club Salernitana, squadra neopromossa in serie B. Ai nastri di partenza della serie cadetta tricolore, oltre ai granata, si sono schierate compagini dallillustre passato quali Chieti e Sessana (retrocesse proprio lo scorso anno dalla massima serie), Ascoli, Catania, Rieti e Sanremo (che nel corso delle recenti passate stagioni hanno tutte disputato almeno un campionato di serie A), oltre alle temibili Brescia e Fighters Napoli ed allaltra neo promossa Serenissima Mestre. Della rappresentativa salernitana hanno fatto parte capitan Nando Gasparini, Danilo Gallo, Rosario Ifrigerio, Maurizio Lepri, Sandro Ottone e Cesare Santanicchia, mentre sono rimasti a casa, perch influenzati, i senatori Massimo Barrella ed Enzo Nappa. Al termine della due giorni in riva allAdriatico il team granata ha confermato tutto il suo valore ed il proprio ruolo di matricola terribile aggiudicandosi, al termine dei nove incontri del girone di andata, il titolo di Campione dInverno, in virt di 7 vittorie e 2 sole sconfitte, giungendo al giro di boa del torneo a quota 21. Nonostante lottima prestazione, i giocatori della Salernitana sono rientrati a Salerno con un po di rammarico, in considerazione del fatto che dopo sei turni di gioco la squadra conduceva la classifica a punteggio pieno con 18 punti (con le seconde in ritardo di 6) e che rimanevano da giocare 3 soli incontri con Ascoli,

di Mirko Cantarella

VENTINOVESIMO TURNO DI CAMPIONATO

di Rocco Calenda

LA TRASFERTA
l Centro di Coordinamento Salernitana Clubs, ricorda a tutti i tifosi granata che in occasione dellincontro di calcio Frosinone - Salernitana, in programma Domenica 30 Marzo 2014 alle ore 14,30 organizza la trasferta in pullman. Tutti gli interessati, per prenotazioni ed informazioni, su costi e modalit di partecipazione possono rivolgersi al delegato alle trasferte; Sig. Giancarlo Centanni Cell. 347 6868049 oppure a: Riccardo Santoro Cell. 338 9708031, Mario Santaniello Cell. 328 7203967, Rocco Calenda Cell. 347 7219365.

CLASSIFICA 1 DIVISIONE - GIR. B


SQUADRA

CLASSIFICA MARCATORI
13 reti Ciofani D. (Frosinone; 3 rigori) Miccoli (Lecce; 2 rigori) Eusepi (Perugia; 5 rigori) Arma (Pisa; 4 rigori) 12 reti Arrighini (Pontedera; 1 rigore) 11 reti Curiale (Frosinone; 1 rigore) Grassi (Pontedera; 7 rigori) 10 reti Evacuo F. (Benevento; 2 rigori) Fioretti (Catanzaro; 2 rigori) 9 reti Tripoli (Ascoli; 1 rigore) 8 reti Mazzeo (Perugia; 1 rigore) 7 reti De Sousa (L'Aquila; 2 rigori) Zigoni (Lecce) Guazzo (Salernitana; 1 rigore) Mendicino (Salernitana; 1 rigore) 6 reti Mengoni (Benevento) Del Pinto (L'Aquila) Lanini (Prato) 5 reti Bombagi (Grosseto) Bogliacino (Lecce; 3 rigori) Lepore (Nocerina; 2 rigori) Fabinho (Perugia) Gustavo (Salernitana) Vannucchi (Viareggio) 4 reti Ilari (Barletta) Ferretti (Grosseto; 1 rigore) Giovio (Grosseto) Caccavallo (Gubbio)

FROSINONE vs SALERNITANA

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17

FROSINONE PERUGIA LECCE CATANZARO LAQUILA PISA BENEVENTO SALERNITANA PONTEDERA PRATO GUBBIO GROSSETO VIAREGGIO ASCOLI (-4)* BARLETTA PAGANESE NOCERINA (-2)**

55 50 49 45 43 43 40 40 37 36 35 34 24 21 21 13 12

27 26 27 26 26 27 26 26 27 26 26 26 27 26 26 26 27

16 14 15 11 12 11 10 11 9 8 9 9 5 6 4 3 3

7 8 4 12 7 10 10 7 10 12 8 7 9 7 9 4 5

4 4 8 3 7 6 6 8 8 6 9 10 13 13 13 19 19

45 43 42 27 35 32 43 37 40 28 29 27 22 26 15 19 18

19 26 28 16 23 22 29 25 43 23 31 30 39 35 36 44 61

26 17 14 11 12 10 14 12 -3 5 -2 -3 -17 -9 -21 -25 -43

SERIE B P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off

*Penalizzazione per irregolarit amministrative - **Nocerina radiata dal campionato

Stadio Comunale Matusa ore 14.30

Ultima Giornata
14 Nov 2013

Giornata Odierna
21 Nov 2013

Prossima Giornata
28 Nov 2013

28 GIORNATA
ASCOLI - VIAREGGIO BARLETTA - GUBBIO CATANZARO - GROSSETO FROSINONE - PRATO LECCE - PONTEDERA LAQUILA - PERUGIA NOCERINA - SALERNITANA PISA - BENEVENTO

16 Mar 2014

29 GIORNATA
BENEVENTO - LAQUILA GROSSETO - PISA GUBBIO - FROSINONE PERUGIA - PAGANESE PONTEDERA - ASCOLI PRATO - LECCE SALERNITANA - CATANZARO VIAREGGIO - BARLETTA

23 Mar 2014

30 GIORNATA
ASCOLI - PERUGIA BARLETTA - BENEVENTO CATANZARO - GUBBIO FROSINONE - SALERNITANA LECCE - NOCERINA LAQUILA - PONTEDERA PAGANESE - GROSSETO PISA - PRATO

30 Mar 2014

00 10 10 33 00 12 0 3* 11

20 02 10 20 30 00 0 3* 22

22 00 02 41 02 02 22 20

23 24 11 01 30 32 11 11

Riposa: PAGANESE

Riposa: NOCERINA

Riposa: VIAREGGIO

* a Tavolino

www.caseemutuiagency.it

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LEGA PRO
Pontedera di Indiani e riscattando lopaca prestazione di Viareggio che li vide soccombere a sorpresa sotto i colpi di uno straordinario Vannucchi. Vittoria di misura per il Catanzaro contro il Grosseto di Acori. La rete realizzata da Sabbatino negli ultimi frangenti della gara ha rappresentato una sorta di liberazione per i calabresi, consentendo loro di raggiungere la quarta posizione in campionato, mai raggiunta prima dora, confermandosi attualmente come la squadra pi in forma del campionato. Il match di domenica prossima allArechi contro la Salernitana, crocevia fondamentale per chiarire le ambizioni play-off dei giallorossi. Di contro la squadra maremmana non da continuit alla vittoria contro la Salernitana, allontanandosi quasi definitivamente dal giro play-off. Pareggio con gol tra Pisa e Benevento. La squadra toscana non approfitta del doppio vantaggio realizzato dai giovani attaccanti Forte e Napoli, facendosi raggiungere al 95esimo da una doppietta del neo-acquisto Guerra. In virt del risultato in oggetto, oltre che del pareggio tra LAquila e Perugia, la Salernitana rimane saldamente ancorata in zona play-off, sfiorando la quinta posizione, ultimo posto utile per disputare il quarto di finale play-off in casa, distante soltanto 3 punti. Fondamentale sar al riguardo la partita di domenica prossima contro il Catanzaro.

4
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

FOTO GALLERY

13

IL PUNTO SULLA 28 GIORNATA


on la vittoria a tavolino contro la Nocerina, la Salernitana sale a quota 40 punti, raggiungendo la sesta posizione e collocandosi a ridosso del Catanzaro, quarto in classifica e distante appena cinque lunghezze. E stata una domenica di attesa per la Greguccis band, speranzosa di poter rosicchiare punti importanti in una domenica caratterizzata da numerosi scontri diretti. In effetti i risultati che hanno caratterizzato la 28esima giornata di campionato hanno determinato diverse sorprese: Il Frosinone si conferma in testa alla classifica surclassando nella ripresa un ostico Prato. Il 2-0 finale, in virt delle reti di Biasi e Curiale, non rispecchia in pieno landamento della gara dove i giovani toscani allenato da mister Esposito, hanno messo a pi riprese in difficolt la squadra frusinate. La squadra allenata da Stellone, in virt del pareggio esterno del Perugia a LAquila, allunga ulteriormente in classifica distanziandosi di cinque punti dagli umbri. Perugia che soffre pi del previsto per strappare un pareggio a LAquila contro la locale formazione. Lespulsione del portiere umbro Koprivec, avvenuta nel corso del secondo tempo, ha frenato la corsa degli uomini di Camplone verso una vittoria oggettivamente immeritata. Il Lecce si conferma terza forza del campionato, schiantando, con una tripletta di Miccoli, il giovane

di Armando Ianeece

AMICI DI SALERNO GRANATA - LE FOTO ALLO STADIO E NON

di Rocco Calenda

Uneventuale vittoria contro i giallorossi allenati da Brevi, consentirebbe agli uomini di Gregucci di poter strizzare locchio anche per la quarta posizione, meramente utopistica fino ad un mese fa. Compito sicuramente non facile per i granata, chiamati ad affrontare una formazione molto solida che presenta la migliore difesa del campionato e vanta il minor numero di sconfitte insieme al Frosinone. Fondamentale sar non sbagliare lapproccio alla gara, aggredendo sin da subito lavversario senza scoprirsi troppo sulle corsie esterne, dove il Catanzaro vanta dei veri e propri punti di forza. Vittorie, infine, per lAscoli in casa contro il Viareggio, con reti realizzate da Tripoli e Carpani, e per il Gubbio vittorioso a Barletta contro la locale formazione con reti del salernitano Falzerano e Addae.

MAIN SPONSOR: PLAY SOCCER SALERNO AFFLIATA F.C. EMPOLI

ARTEGUSTO
R I S T O R A N T E

Re Lions
via Torrione 29/31 Salerno Tel. 089405016 - Broker Antonio Di Domenico

S P E C I A L I TA D I M A R E
Via Roma, 376/378 - Bellizzi (SA) tel. 0828. 354629 - Chiuso il Marted
www.artegustoepizza.it

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LE CURIOSITA

12
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

COPPA ITALIA
affiancare lesperto Sinigaglia. Lavvio tutto di marca brianzola, con Santonocito e Candido bravissimi nellaffondare sulle corsie esterne, mettendo in pi di un occasione in difficolt i terzini granata,mal protetti dal centrocampo, dove Perpetuini non riusciva ad effettuare adeguato filtro a centrocampo. Loccasione al 7 minuto con Santonocito, la pi importante per il Monza nellintero arco della gara, ha rappresentato un momento di forte predominio territoriale per i biancorossi di mister Asta, capaci di aggredire i granata in quasi dentro la loro area di rigore. Emblematici gli errori in disimpegno di Tuia e Bianchi, impossibilitati ad impostare il gioco per il forte pressing subito. Con il passare dei minuti, il Monza ha calato il ritmo consentendo alla Salernitana di alzare il proprio baricentro ed impostare qualche interessante trama di gioco. Il tiro di Gustavo al 40 con splendida risposta del portiere brianzolo, dopo unefficae ripartenza offensiva con assist al bacio di capitan Montervino, ha determinato lo spostamento degli equilibri del match, girandolo a favore dei granata. Loccasione seguente, clamorosamente sbagliata da Ampuero a porta vuota, ha suggellato una prima frazione di match in crescendo da parte dei granata. Nel secondo tempo, i ritmi di gioco, gi calati nel corso del primo tempo, si abbassano maggiormente. Il Monza, in debito di ossigeno, decide di non forzare coprendosi maggiormente e partendo in contropiede, la Salernitana sembra paga del risultato di parit e nonostante un maggiore tasso tecnico a centrocampo, raramente riusce a sfruttarlo. La sua manovra lenta, dove Ampuero, viaggia a ritmi molto ridotti, Perpertuini si conferdi Villari Alessandro

ALCUNE CURIOSITA DAL MONDO DEL CALCIO IL BACIO DI GERRARD


ome nella pi bella delle fiabe, o nel big match che speri sia avvincente ed emozionante, il Liverpool surclassa sotto tutti i punti di vista il Manchester United all'Old Trafford, asfaltando la compagine di David Moyes per tre reti a zero. I Reds sbloccano il risultato al 34' con un calcio di rigore trasformato da Steven Gerrard, che si ripeter sempre dal dischetto al 47' per la rete del raddoppio vantaggio. A quel punto Gerrad corre verso la telecamera e la bacia. (poi il terzo gol lo segner Suarez che scatta sul filo del fuorigioco (84'), sinistro preciso che supera De Gea). La curiosit nasce dal fatto che la stessa cosa fece Gerrard qualche anno fa sempre segnando su rigore e sempre nello stesso angolo, ripetendo il rito in modo identico.

di Mirko Cantarella

MONZA - SALERNITANA 0-1; GOL DI RICCI AL 92', I GRANATA METTONO LE MANI SULLA COPPA di Armando Iannece
razie ad un guizzo al fotofinish di Ricci, la Salernitana si aggiudica il primo round della finale di coppa Italia, battendo a domicilio il Monza per 1-0. Non stata comunque una bella partita quella disputata dai granata, che hanno sofferto la maggiore vivacit dei padroni di casa manifestatasi soprattutto nei primi 30 minuti del primo del tempo. Soltanto dopo che i ritmi della partita sono calati vistosamente, la Salernitana riuscita ad imporre il maggiore tasso tecnico, alzando il baricentro del gioco e creando diversi pericoli verso la porta avversaria. Il gol di Ricci, ottimo per opportunismo, ha rappresentato un premio forse immeritato per una squadra che ha palesato diversi limiti in molti dei suoi uomini in campo, nonostante il Monza, occorre ribadirlo, schierasse numerose riserve. Nelloccasione Gregucci decide di confermare il modulo fin qui utilizzato nelle gare di campionato, il 4-2-31, optando, tuttavia, per un robusto turn-over. Al confermato Gori in porta, segue il redivivo Luciani sulla destra, mentre Pasqualini vince il ballottaggio con Piva. Complice la squalifica di Sembroni, coppia centrale obbligata Bianchi-Tuia. A centrocampo il duo MontervinoPerpetuini, con Pestrin tenuto precauzionalmente a riposo in vista della gara di Catanzaro. Stesso discorso sulla corsia di destra con Foggia in panchina a discapito di Gustavo, Mounard sul versante opposto, Ampuero dietro lunica punta Fofan. Addirittura tribuna per Mendicino e Volpe. Ampio turn-over anche in casa Monza, dove il trainer Asta decide di affidarsi ai calciatori che hanno raggiunto la finale di coppa Italia, risparmiando nelloccasione diversi big quali Gasbarroni, Allegretti e Polenghi. In attacco Ravasi classe 94, bomber di coppa, destinato ad

GREGUCCI AL GALATASARAY?
ccolo in una curiosit il nostro buon Angelo Gregucci. Quando era vice allenatore di Roberto Mancini del Manchester City, era stato additato come allenatore prima e poi di nuovo vice del tecnico di Jesi dopo lesonero di Fatih Terim. Del Galatasaray non ne so nulla. Se mi piacerebbe allenare in Tuchia? Bisogna vedere cosa propongono. Sono un professionista del calcio, non ne faccio questione di primo allenatore o vice allenatore. Ho avuto esperienze importanti con Mancini ai tempi della Fiorentina e del Manchester City

LA TIFOSA PIU ANZIANA


l calcio un gioco fatto di emozioni, di passioni, ed a proposito di ci ecco nella foto una scena che tutti vorremmo sempre vedere. Una giovane anziana calcia un pallone. Beh quella signora li di appena novanta anni la tifosa pi antica del Galatasaray e la societ se la coccola ben bene, dandole biglietti, posti donore e tante tante attenzioni. Questo il calcio che vogliamo!

Company Treatment Floors

Un mondo di servizi intorno al trattamento delle superfici, alla pulizia e alla sanificazione dei vostri ambienti...

Specializzati nellopera del trattamento di pavimenti, in particolari materiali quali il cotto, il marmo nelle sue variet e tutti i tipi di pietra naturale. Una rete di servizi dalla pulizia ordinaria, sanificazione e disinfezione degli ambienti a interventi pi specifici come il trattamento delle superfici.
I nostri servizi di trattamento e pulizia possono essere effettuati per ogni tipo di struttura: UFFICI PUBBLICI E PRIVATI - SCUOLE - CONDOMINI - PALESTRE ED IMPIANTI SPORTIVI APPARTAMENTI - NEGOZI - OSPEDALI E CASE DI CURA - INDUSTRIE

ma in un momento di forma non proprio brillantissimo sbagliando numerosi lanci offensivi e dove Fofan, pur mettendoci tanto impegno ed abnegazione, non un attaccante in grado di far male alle difese avversarie. Proprio quando lo 0-0 sembra andare bene ad entrambe le squadre, il guizzo che non ti aspetti: Ricci al 93, subentrato nel secondo tempo per uno spento Mounard, realizza un gol di rapina approfittando di una corta respinta del portiere brianzolo su tiro di Pestrin. Troppo tardi per il Monza per abbozzare una reazione, dopo appena 50 secondi larbitro Del Giudice fischia la fine del match consentendo alla Salernitana di portare a casa un risultato forse immeritato per quanto visto in campo questa sera ma tremendamente importante. Nonostante la sconfitta subita, il Monza non esce affatto ridimensionato nellaver affrontato una squadra di categoria superiore, tuttaltro. La squadra di Antonino Asta ha mostrato una buona organizzazione offensiva, con giovani di sicuro talento come Ravasi, appena 19enne. La gara dellArechi in programma tra circa un mese, appuntamento da non sbagliare per entrare nella storia della coppa Italia. La bacheca granata ha fame di successi, dopo lesito della partita di Monza, sarebbe un delitto metterla a dieta.

Il nostro personale, altamente specializzato a tale lavoro, dispone di attrezzature e prodotti specifici per il trattamento delle superfici.
www.avaglianocleaning.com e-mail:info@avaglianocleaning.com

BUFFET PER FESTE PRIVATE


Via Roma, 215 - Bellizzi (SA) - Cell. 349.0590200

Via S. Felice in Pastorano, 13 - Salerno - Tel. 334 6738214

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LE INTERVISTE DI S.G.
Foto: Armando Fortunato

6
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

FOCUS SU...
e quindi rispetto alle altre avr tre punti in meno, mentre nella lotta play off solo il Lecce e LAquila beneficeranno di questo bonus. I pugliesi, per, devono ancora riposare e lo faranno allultima giornata quando si giocher Perugia-Frosinone. Due settimane prima in programma LecceFrosinone. Probabile che la corsa per il primo posto si decider negli ultimi 90 minuti. Di conseguenza anche la volata per gli spareggi promozione sar incerta fino alla fine. Oltre al Lecce, anche Frosinone, Pisa e Pontedera devono ancora osservare il turno di sosta e sono come sappiamo dirette avversarie dei granata per un posto play off. Nei confronti di queste quattro squadre la Salernitana pu quindi recuperare terreno ed invertire la rotta ma saranno fondamentali i prossimi scontri diretti allArechi contro Catanzaro, Pisa e Perugia, in trasferta con Frosinone e Prato pi il derby allultima giornata a Pagani. La Salernitana potr dunque decidere il proprio destino da sola Un campionato pi pazzo e strano di questo forse solo lingegno del grande Machiavelli avrebbe potuto ordirlo.

11

PASQUALE FOGGIA: CE SEMPRE STATO IL CALCIO NELLA MIA VITA


i ombrellone in ombrellone, da una sdraio allaltra: Foggia, la Salernitana ha preso Foggia. fatta. Tra un tuffo e un gavettone, voci che si rincorrevano nellincredulit di molti. Poi lufficialit che cancellava ogni dubbio. Fu cos che il popolo granata accolse larrivo a Salerno di Pasquale Foggia, uno che se nera andato a Dubai e sembrava aver definitivamente chiuso col calcio nostrano. A sette mesi dal suo approdo alla corte di Lotito e Mezzaroma, lo scugnizzo partenopeo traccia un primo bilancio della sua avventura a Salerno: Negli ultimi mesi le cose sono molto migliorate, sia dal punto di vista personale che collettivo. Probabilmente allinizio ho pagato qualcosa in termini di adattamento alla categoria. Posso garantire, per, che io ho sempre dato il 100% per questa maglia e ho fatto di tutto per calarmi a pieno in questa nuova realt. I frutti stanno arrivando e speriamo di continuare a fare sempre meglio. Foggia a Salerno arrivato come il regalo destate della societ ad una tifoseria che iniziava a mugugnare per una campagna acquisti che stentava a decollare. Lui, Pasqualino, la ciliegina sulla torta. Lelemento per fare il salto di qualit. Un peso che Foggia non ha mai avvertito come tale: Sono responsabilit che ogni calciatore vorrebbe. Significa che c stima nei tuoi confronti, che qualcosa di buono hai fatto e che tutti credono in te. Questo ruolo non mi mai pesato e mai mi peser. Pochi i mesi trascorsi nella terra degli sceicchi, quelli giusti per capire che non era il momento di dire basta: A Dubai ho trovato un calcio davvero troppo distante dal nostro, pi di quanto mi aspettassi. Laspetto che per ha inciso di pi stato quello

di Vincenzo Buoninfante

NOCERINA - SALERNITANA: LA PARTITA FANTASMA


a a proposito di Nocerina e Salernitana, domenica, come noto, la Salernitana ha giocato con la Nocerina in una trasferta fantasma che ha consentito ai granata di portare a casa tre punti vincendo a tavolino 3-0. Doveva essere il derby di ritorno ma la Nocerina si sa stata esclusa dal campionato di Prima Divisione e retrocessa ad un torneo inferiore, che in seguito il Consiglio di Lega andr a stabilire. Un caso pi unico che raro perch infatti anche il derby di andata dopo quella famosa farsa, che poi stato linizio delliter che ha decretato il fallimento della compagine rossonera, finito con il 3-0 in favore dei granata a tavolino. Lunico che non ci sta alla doppia vittoria granata il Televideo Rai (come ci ha fatto notare il collega Luca Esposito) che nel presentare la giornata numero 28 del girone B del Campionato di lega Pro prima divisione, mette un bel 3-0 a tavolino, ma per la Nocerina. Quindi la Nocerina ha pareggiato i conti del derby di andata del 10 novembre? Niente affatto! Semplicemente una clamorosa svista che ha fatto prendere un grande spavento a molti salernitani. Ancora un ciack negativo, uno dei tanti su questo pazzo e assurdo campionato, che rimarr, spero, unico nella storia per la sua organizzazione che ha del ridicolo. Campionato senza retrocessioni, squadre dispari che ha consentito ad ogni formazione di riposare nellarco dellanno due volte, lassurdo caso Nocerina che ha consentito un ulteriore farsa regalando 3 punti a quasi tutte le formazioni della seconda parte del campionato; play off per ben 8 formazioni. Un assurdit che fortunatamente quasi alle battute finali. Infatti domenica la Salernitana stata la prima delle ultime sei squadre ad usufruire del bonus dei tre punti a tavolino contro la Nocerina. Le altre saranno Lecce, LAquila, Barletta, Ascoli e Paganese ricordando che alla fine non tutti avranno avuto lo stesso trattamento visto che nella seconda giornata di ritorno il Viareggio ha perso con la Nocerina

di Mirko Cantarella

relativo alla famiglia. Nel momento in cui ho visto che mio figlio pi grande, che ha 10 anni, era poco convinto di quella situazione, ho deciso di chiudere quel capitolo. Ci ho messo un attimo per decidere di tornare in Italia perch la famiglia viene prima di tutto. in quel frangente che entrata in gioco la determinazione di Lotito. Ma non solo: Con tutto il rispetto per altre realt, ho accettato la proposta del presidente proprio perch riguardava Salerno e la Salernitana. Tra me e Lotito c un rapporto di stima reciproca. Per posso dire che, qualora fosse stato il presidente di qualsiasi altra squadra di terza serie, non avrei sicuramente accetPeriodico SALERNO GRANATA
Reg. Trib. di SA n1028 del 30/07/2012

Editore

Rocco Calenda
Direttore Responsabile

Mirko Cantarella
Collaboratori

Antonio Calenda Vincenzo Buoninfante Gaetano Ferraiuolo Armando Iannece Mario Ruggiero
Progetto Grafico e impaginazione

Rocco Calenda
Stampa

PRINTLINK
La collaborazione al periodico a titolo gratuito.

tato. Lesordio in Serie A ad appena ventanni, poi i trofei con la Lazio e la Nazionale. Ma come si spiega allora un Foggia in Prima divisione ad appena 30 anni?: Purtroppo, o per fortuna, questa una domanda che mi fanno in parecchi. Anche alcuni miei familiari. Posso per dire di essermi tolto tante soddisfazioni. Ho giocato in massima serie, ho vinto qualcosa, ho indossato la maglia azzurra. Di certo non posso lamentarmi. Io penso che prima di tutto debba venire la serenit personale e familiare. In questo momento, Salerno era per me la soluzione ideale. Mi permetteva di rimettermi in gioco e di riavvicinarmi a casa dopo ventanni in cui ho girovagato tanto per lItalia. Nessun rimpianto dunque: Non cambierei nulla di quello che ho fatto durante la mia carriera. Forse ho pagato un carattere a volte troppo schietto. Io sono per fatto cos, preferisco dire le cose in faccia anzich fare buon viso a cattivo gioco. Vivo la mia vita in questo modo, senza scendere a compromessi. Per questo non ho nessun rimpianto. Il calcio e la Salernitana erano probabilmente scritte nel destino di Pasquale Foggia. Gi da quando pap Ciccio, con la maglia della Battipagliese, fece male proprio ai granata con una rete siglata in un derby di coppa ad inizio anni 90.

Foto: Armando Fortunato

SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

FOCUS SU...

10
SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

LE INTERVISTE DI S.G.

SUPERMENDO: UN GIRONE FA PARTIVA LA SUA RIVINCITA


ominciava esattamente un girone fa la rinascita calcistica di Ettore Mendicino. Quel colpo di testa spedito nellangolino lontano segnava la fine di un incubo e linizio effettivo della sua avventura in granata. Un gol da centravanti vero, ruolo da cui Mendicino era stato allontanato e che sta ora riscoprendo. Un gol che regal un pareggio meritato al termine di una gara arcigna, tosta, che ricord a tutti le vecchie partite della Serie C di una volta. Un pareggio che, a guardare oggi la classifica, vale oro. Cinque, attualmente, i punti di vantaggio dei calabresi sulla squadra di Gregucci. Distacco che sarebbe potuto essere addirittura di otto lunghezze, senza quellinzuccata del bomber milanese. Quellalone di mistero intorno ai problemi fisici di inizio stagione, resta soltanto un brutto ricordo. La paura, e ce n stata tanta, ora scacciata via. Da brutto anatroccolo a cigno il passo breve. Forse lo stato un po meno per Mendicino, costretto a combattere anche contro la diffidenza di chi vedeva in lui il possibile bidone di stagione. Ed invece lattaccante milanese si sta rivelando la vera arma in pi allarco dellattacco granata. Dopo la partenza di Guazzo e in concomitanza con una stagione disgraziata per Ginestra, lex Crotone si caricato sulle spalle tutto il peso dellattacco. Lo ha fatto e lo sta facendo nel migliore dei modi, trascinando i suoi a suon di gol. Tutti pesantissimi. Se proprio si dovesse scegliere un gesto tecnico per identificare il calcio, di sicuro sarebbe la rovesciata. Un misto di potenza, coordinazione e precisione. Un mix che deve riuscire alla perfezione. Il rischio della figuraccia sempre dietro langolo ma se il pallone va dove deve, allora vien gi lo stadio. Ne sa

di Vincenzo Buoninfante

PASQUALE FOGGIA SI CONFESSA: PORTO LA SALERNITANA IN A E POI SMETTO


Foto Armando Fortunato

di Vincenzo Buoninfante

qualcosa il Frosinone, steso da un colpo ad alto coefficiente di spettacolo a pochi minuti dalla fine. Una mezza rovesciata, su cross di un commovente Montervino, che asfalta la capolista e manda in delirio lArechi, in un pomeriggio uggioso e su un campo ridotto allimpraticabilit pi totale. Da quel giorno, Mendicino per tutti SuperMendo. Leroe a cui aggrapparsi per provare una risalita tanto difficile quanto entusiasmante. E lui, il ragazzo milanese trapianto a Roma, non s tirato indietro. Non s fatto schiacciare dal peso di una responsabilit che non gli era stata preventivata ad inizio anno. Non riuscito ad abbatterlo nemmeno il problema muscolare che lha costretto a saltare le ultime due partite prima della sosta natalizia e la prima di ritorno a Lecce. Un colpo durissimo, che avrebbe steso anche il pi forte dei pugili. Non SuperMendo, chiamato a diventare leroe del Principe degli stadi. Un gol in 350 tra la met di gennaio e linizio di febbraio. Quel pallonetto delizioso che fissava il definitivo 3-0 al Barletta, nella giornata

dellesordio del Gregucci-bis. Troppo poco per chi sa di avere numeri da categoria superiore. Troppo poco per chi si aspetta ancora tanto da lui. Poi lesplosione. Quattro lampi, quattro gol in tre partite: lAscoli allArechi, la doppietta nella manita toscana al Viareggio e il rigore che d il via alla rimonta nel derby al cardiopalma contro il Benevento. Quattro sussulti che, sommati alle tre reti precedentemente realizzate, fanno di Mendicino il miglior marcatore della Salernitana. Con lui in gol, i granata hanno ottenuto un pareggio e cinque vittorie. Escluse le gare con Viareggio e Barletta, i gol di SuperMendo sono sempre risultati decisivi ai fini del risultato finale. Numeri che testimoniano lapporto dato alla causa granata dallattaccante scuola Lazio. Ad un girone di distanza, allArechi Mendicino si ritrova davanti di nuovo quel Catanzaro da cui part la sua resurrezione calcistica. La squadra e tutto il popolo granata si aggrappano alle prodezze del proprio eroe.

l pallone nel sangue dunque?: Per fortuna ho giocato in categorie diverse rispetto a mio padre esclama sorridendo Pasquale . Il calcio nel mio DNA. C sempre stato il pallone nella mia vita. Anche da ragazzino, il mio sogno era quello di diventare calciatore. Spesso a mia madre ripetevo che sarei diventato un buon calciatore, magari di Serie C, avrei guadagnato qualcosa e le avrei comprato una casa per stare sempre vicini. Ecco, mi sarei accontentato anche di dieci anni di terza serie. Poi, per fortuna, andata molto meglio. Da buon napoletano, Pasquale non rinuncia alla scaramanzia. Ad una condizione per: tenere per s qualsiasi gesto propiziatorio. A parte uno, quel cambio di numero di maglia passata dal 10 al 7: Sono molto scaramantico. Ma, proprio per questo motivo, tengo per me gli gesti scaramantici. Uno lo posso per rivelare e riguarda il mio numero di maglia. Quando ho iniziato a giocare da professionista, a Treviso, a 17 anni, la mia prima

maglia fu proprio la numero 7. stato, insomma, una sorta di ritorno alle origini. Dopo un inizio stentato, difficile, come ammesso in prima persona, il cammino di Foggia ripreso spedito. E, con esso, anche quello della squadra. Un trend incoraggiante, in vista del rush finale: Ci siamo ripresi alla grande. Da qui a fine campionato avremo cinque scontri diretti. Ritengo che sia una fortuna e non uno svantaggio poter incontrare tante concorrenti nelle ultime partite. Sono quelle gare belle da vivere, dove magari gli avversari provano a fare anchessi la partita e ti lasciano qualche spazio in pi. E poi, una vittoria in uno scontro diretto pu valere doppio in termini di classifica. Questo ritiro di Roma ci servir tanto, proprio in vista dello sprint finale e dei successivi play off. E sulla Coppa Italia: Siamo giunti in finale. Lobiettivo ora quello di conquistare il trofeo, contando anche sul ritorno allArechi. Sarebbe bello festeggiare insieme ai nostri tifosi un coppa che andreb-

be ad arricchire la bacheca personale e del club. Che Salerno centri poco con la terza serie opinione diffusa. La stessa che ha spinto Foggia ad accettare la proposta di Lotito: Nessuna sviolinata verso nessuno, non rientra nel mio carattere, ma questa una piazza che ha un pubblico che merita grandi palcoscenici. Allingresso in campo nella partita desordio col Lecce ne ho avuto la conferma. Un amore a prima vista che Foggia ha tutta lintenzione di portare avanti, fino a raggiungere quel sogno chiamato Serie A: A gennaio, nel momento difficile della stagione, sono stato cercato da altre squadre. In quel frangente, la strada pi facile era quella di andare via. Unidea che, per, non mi ha mai nemmeno sfiorato. Quando ho accettato questo progetto, lho fatto perch ci credevo e ci credo ancora. Qui c una societ forte e un pubblico che ha fame di calcio. Questa anche una sfida personale e so che si pu vincere. Riporto la Salernitana in Serie A e poi smetto. Perch? Perch avr raggiunto lultimo grande obiettivo della mia carriera.

Via Salvator Rosa, 68/70 (difronte stadio pastena) Tel. 0828/370275 cell. 3334354041 Battipaglia - Salerno

Dal 1972 Servizi Funebri

Cav. ANTONIO GUARIGLIA


(Presidente Club Vittorio Tosto)

NUOVA SEDE CAVA DE TIRRENI

Cava de Tirreni (SA) - C.so Mazzini, 256 (di fronte stadio S. Lamberti) 2605547 SALERNO - Via S. Leonardo, 134 FRANCESCO: 347 Tel. 089.9780781 (di fronte Ospedale S. Leonardo)

SALERNO - Via S. Mobilio,45/47 Tel. 089.790719

Il gol vittoria di Gustavo


SALERN GRANATA
www.salernogranata.it

Salernitana - Benevento 2 - 1

La tua pausa con Gusto!


Tel./Fax. 089 981840 Via ponte Mileo,124 Montecorvino Rovella (SA) tigelsurgelati@gmail.com