Sei sulla pagina 1di 8

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.


AFFILIATO

www.salernogranata.it

PERIODICO SPORTIVO - ANNO II - NUMERO 16 - DOMENICA 05 Maggio 2013

ALERNO a t a n gra

DISTRIBUZIONE GRATUITA

Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di Montecorvino Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 e-mail:maglianogroup01@gmail.com

Vi offre:

- CESSIONI DEL QUINTO


A PENSIONATI INPS E INPDAP;

o Il p

ste

ll de

aC

S r va

ud

- CESSIONE DEL QUINTO


A DIPENDENTI STATALI E SOCIETA PRIVATE

- DELEGHE. ANCHE NO TFR; - FIDEJUSSIONI; - PRESTITI PERSONALI; - LEASING; - MUTUI IN TUTTA ITALIA; - CONSOLIDAMENTO PRESTITI;
Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di Mont. Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 www.maglianogroupmutuieprestiti.it e-mail:maglianogroup01@gmail.com

Che bello ...


CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS F.I.S.S.C.
AFFILIATO

Il CCSC e Salerno Granata lo hanno fatto, fallo anche tu!!

INGROSSO e DETTAGLIO MATERIALE ELETTRICO CIVILE - INDUSTRIALE


AUTOMAZIONI - ANTINTRUSIONE VENTILAZIONE E ASPIRAZIONE TVCC - CLIMATIZZAZIONE

Via Roma, 420/422/424 84092 BELLIZZI (SA) Tel. 0828. 355846 Fax 0828 54884
www.facelettricita.com e-mail:info@facelettricita.com

Scuola Professionale Estetica Italiana

2
Oggi allArechi
I saluti del CCSC
Editoriale

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNO a granat
Lavversario: il Gavorrano
di Matteo Luciani

ALERNO a granat
Un goal per le famiglie
a Cooperativa sociale La Cometa del Sud, nata ad Ottobre del 2012, dallimpegno e dalla volont di alcuni professionisti che operano nel sociale, offre competenze acquisite dai propri operatori nell'esperie nza a contatto con le molteplici situazioni di disagio sociale. Il progetto Un goal per le famiglie", grazie alla preziosa collaborazione della U.S. Salernitana 1919, promuove uniniziativa di solidariet, a favore delle numerose famiglie che si rivolgono al Centro dascolto della Caritas Diocesana. Liniziativa mette al centro dellintervento la famiglia, soggetto attivo e fondante del tessuto sociale, portatore di valori e risorse, che in situazioni di degrado sociale e di indigenza, ha bisogno di un accompagnamento efficace che le permetta di riscoprire ed attivare in forma positiva le proprie risorse. Il lavoro svolto dalla Cooperativa sociale La Cometa del Sud nellambito della mediazione sociale, della facilitazione allintegrazione, delle attivit per i minori, della promozione culturale genera un miglioramento in generale del tessuto sociale, delle relazioni interculturali ed intergenerazionali, con una ricaduta evidente nel tempo ed un cambiamento significativo negli stili di vita e nelle relazioni. Da questa esigenza nasce

15
Salerno Solidale
Salerno in prima linea contro la SMA
Associazione SMAile onlus organizza per la prima volta in Campania un evento di beneficenza il cui unico scopo quello di poter raccogliere fondi da destinare alle famiglie che si trovano di fronte alla diagnosi di Atrofia Muscolare Spinale (SMA). Il giorno Gioved 9 Maggio 2013 ore 20.30 presso il Teatro Comunale Augusteo di Salerno, la SMAile ha il piacere di presentare Notedi Solidariet , spettacolo musicale dove insieme ad artisti emergenti della musica e della danza (Barefeet, Just Bagons, Antonia Zanfardino, Professional Ballet di Pina Testa e ASD Dimensione Danza di Cira e Caterina Capuano) si esibir il maestro Umberto Leonardo, celebre chitarrista e compositore che, spaziando dal cinema al teatro, dal balletto alla televisione, ha collaborato con personaggi del calibro di EDUARDO DE FILIPPO, NINO R O TA , C A R L A F R A C C I , S A LVAT O R E A C C A R D O , LUCIANA SAVIGNANO ed altri. Intensa la sua collaborazione con ROBERTO DE SIMONE sia nel campo della musica tradizionalecampana che in quello della realizzazione di opere teatrali: "La Gatta Cenerentola" rappresentata per la prima volta al "Festival dei Due Mondi" di Spoleto nel 1976, "Mistero Napoletano" e "De

La terna arbitrale

di Matteo Luciani

iamo giunti ormai alla fine del campionato. Riccardo Santoro La lunga pausa estiva lascer un v u o t o enorme nel cuore di tutti noi che, abituati a vivere quotidianamente il nostro amore per la Salernitana, ci sentiremo di sicuro un tantino smarriti. Ma la gioia infinita per questa promozione voluta a tutti costi, frutto di passione, impegno e tanta sicurezza ci aiuter certamente a colmarlo, augurandoci che linizio del nuovo campionato, e dunque di una nuova avventura proficua, arrivi il prima possibile. Abbiamo dato una risposta sul campo a coloro che non credevano in noi e ci davano per spacciati, abbiamo nuovamente dato lustro alla nostra citt in ambito calcistico; pertanto ribadisco i miei ringraziamenti, anche a nome del CCSC, a coloro che hanno contribuito alla realizzazione di tutto questo: societ, squadra e tifoseria tutta. Ed ora non ci resta che continuare i festeggiamenti che, numerosi, si stanno susseguendo in questi giorni. Buon fine campionato e forza Salernitana! Arrivederci. il presidente del CCSC Riccardo Santoro

All. Perrone dirigere la gara interna contro il ltima gara casalinga del Gavorrano stato designato campionato di Gaetano Intagliata della sezione l e g a p r o di Siracusa. seconda divisione, e Il fischietto siciliano ha gia diretto 10 dopo la matematica gare in lega pro nella stagione in corso, certezza del primo di cui 4 in prima divisione e 6 in seconda posto in classifica, divisione, di cui 2 proprio con la allArechi arriva il Salernitana, trattasi di LAquilaGavorrano di Corrado Salernitana terminata con il risultato di 0-2 per i granata e Salernitana-Aversa Orrico. Normanna terminata 2-2 gara che cost Il calcio a Gavorrano la panchina a Galderisi. nasce nel 1930 grazie allazienda Montecatini ma fino al 1944 svolge I suoi collaboratori saranno Damiano Margani di Latina (I assistente) e attivit a livello locale. I campionati del Gavorrano sono sempre a livello Veronica Vettorel sempre di Latina . regionale fino a quando al termine della stagione Giudice sportivo di Matteo Luciani 2006/07 vincendo il girone A del campionato di l giudice sportivo ha emesso i eccellenza toscana viene promosso in serie D, dove seguenti verdetti riguardanti disputa 3 stagioni ed al termine del campionato societ, dirigenti, tecnici e 2009/2010 vince il girone E di serie D e conquista il calciatori:1500.00 euro di multa professionismo ed il settimo posto conquistato nel allAprilia, 1500.00 euro di multa al campionato di lega pro seconda divisione tuttora G avo r ra n o, p e r c o m p ortamento il suo miglior piazzamento, in totale il Gavorrano antisportivo, 1000.00 euro di multa al conta 3 partecipazioni al campionato di lega pro e 3 Martina per i petardi. Inibito a tutto il 7 a quello di serie D oltre ai tornei minori. maggio 2013 Filippo Vetrini del Il calciatore pi giovane della rosa del Gavorrano Gavorrano. ALLENATORI 2 giornate di il centrocampista Yuri Papi nato il 24/04/1993 e squalifica per Massimo Cavaliere prelevato dal Gavorrano durante il mercato di riparazione dal Borgo A Buggiano dove aveva dellArzanese. 2 giornate di squalifica collezionato 3 presenze, mentre il giocatore pi per Raffaele Sergio dellAversa anziano il difensore Sebastiano Miano nato il Normanna. 1 giornata di squalifica per 04/07/1973 ed alla sua sesta stagione Marco Masi del Borgo A Buggiano . CALCIATORI 5 giornate di squalifica consecutiva con il Gavorrano. per Gennaro Fragiello dellArzanese per Da qualche domenica sulla panchina del Gavorrano insulti allarbitro. 2 giornate per Caciagli siede una vecchia conoscenza del calcio italiano, del Borgo A Buggiano, 1 giornata per infatti i toscani sono allenati dal 73enne Corrado Matteo Gandelli del Chieti, Matteo Nole Orrico ex di Inter (in serie A) Lucchese (in serie B). del B. Buggiano, Alessio Fatticcioni del Nellultima gara di campionato giocata in casa Gavorrano, Alberto Tundo, Liberato davanti a 192 spettatori contro lAprilia e vinta per Filosa e Nicola Petrilli del Martina Franca, 2-1 il tecnico dei maremmani Orrico ha mandato in Salvatore Giglio e Renan Guilherme campo il seguente undici con il modulo 3-4-3: Wagner dellAversa, Daniel Leone del Addario; Mazzanti, Alderotti, Fatticcioni, Pontedera, Giovanni Lavredi Tognarelli, Fiore, Zane, Romiti, Della Latta, dellHinterreggio, Vincenzo Gatto del Nocciolini, Lo Sicco. Melfi.

liniziativa Un goal per le famiglie" acquistando on line uno dei gadget (maglie autografate da Ciro Ginestra e Matteo Guazzo, palloni e gagliardetti ufficiali autografati dalla squadra) ognuno di noi potr contribuire e sostenere le iniziative a favore delle famiglie. possibile aderire allinizia tiva, collegandosi allasta benefica online consultabile al sito internet www.lacometadelsud.it o cercando il contatto facebook Cooperativa La Cometa del Sud. Coloro che si aggiudicheranno le varie aste, potranno ritirare i propri gadgets durante un evento organizzato, a chiusura del campionato, con la partecipazione di alcuni giocatori della U.S. Salernitana 1919. Assunta Parrilli, Presidente Cooperativa Sociale La Cometa del Sud.

Pretore Vincenzo" di Eduardo De Filippo. Durante la serata previsto lintervento di medici neurologi e neuropsichiatri appartenenti al Comitato Etico Scientifico dellAssociazione per informare sulla patologia. La serata si inserisce in un progetto che ha come obbiettivo quello di creare un network di competenze e strutture nel territorio salernitano integrandolo con realt gi presenti ed operanti, al fine di accompagnare le famiglie nel percorso che va dalla diagnosi alle terapie, anche fornendo un sostegno psicologico e legale. Infine, un ringraziamento speciale va al Comune di S a l e r n o p e r a v e r, s i n dallinizio, fortemente sostenuto e resa possibile tale iniziativa, nonch a tutti coloro che hanno lavorato affinch questo evento si potesse realizzare.

Sconto 15% su tutti i ricambi ed accessori in sede

Via Roma, 294 - Bellizzi (SA) Tel. e Fax 0828.53267 Tel. 0828.507616 mancininino@gmail.com

Via delle Industrie, 31- BELLIZZI tel. 0828 54055/52932 www.gruppobuoninfante.it

Dal 1972 Servizi Funebri

Cav. ANTONIO GUARIGLIA


(Presidente Club Vittorio Tosto)

NUOVA SEDE MERCATO S. SEVERINO


Mercato S. Severino (SA) - C.so Umberto, 6 (di fronte ospedale di Curteri) FRANCESCO: 347 2605547 Tel. 089.890767

SALERNO - Via S. Mobilio,45/47 Tel. 089.790719 SALERNO - Via S. Leonardo, 134 (di fronte Ospedale S. Leonardo)

14
Qui Salerno
Essere ultras: tutto il resto noia!
i sono domeniche che pur volendo cancellarle, non andranno mai via dalla mente, incastrate tra ricordi pi o meno piacevoli. Ci sono momenti che pur volendo estirparli, difficilmente abbandoneranno i nostri pensieri e continueranno imperterriti a ripresentarsi ogni qualvolta ci sar da soffrire. Nel calcio, a soffrire non sono certo i dirigenti, che dietro una scrivania muovono i fili che gli pendono dal capo e di cui essi stessi sono vittime. N tantomeno soffre chi va in campo, senza pensieri, senza assilli, senza coglioni e senza dignit, che in una stagione fanno registrare pi presenze in discoteca piuttosto che sul prato verde. Soffre e ci sta male, invece, chi ama i colori di una squadra e solo quelli, senza idolatrare a destra e manca perfetti zingari del calcio, che oggi son qui e domani chiss. Soffre chi scalda il collo ed il cuore con i colori della propria fede calcistica, amando una maglia e solo quella. Soffre chi ama la sua donna e la tradisce solo con un pallone, che non ha pi nemmeno il fascino di una volta. Ha perso gli esagoni bianchi e neri e non fa pi leffetto di un tempo, ma rimane sempre il primo amore di tutti Noi, quello che non si scorda mai. Quello che da piccolo non ti fa dormire e che crescendo ti ruba il sonno, perso su qualche svincolo della Penisola, fermi a qualche incrocio con il dubbio di quale sia la strada

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNO a granat
da Ultras Fondi

Il pensiero del profeta


uello tra Salerno e Delio Rossi un rapporto che ha in s qualcosa di speciale. E cos, anche nella sua esperienza ligure, puntuale arrivato laccenno alla Salernitana. Protagonista dellepisodio un giornalista del Secolo XIX, principale quotidiano genovese, che riporta a mister Rossi una domanda postata su twitter da un tifoso. Una domanda con riferimento allimpiego di Maxi Lopez, ma che prende una piega inaspettata nella parte finale: contento della promozione della Salernitana?. Neppure il giornalista, ambasciatore del quesito, riesce a darsi un perch a quella domanda cos lontana dagli ambienti blucerchiati. Ma Delio, che ben conosce Salerno e i salernitani, ha lintuizione giusta e con un sorriso spiega: Se ben conosco i soggetti di Salerno, io credo che questa domanda sia di un tifoso della Salernitana prima che della Samp. Mi fa molto piacere per la promozione della Salernitana. stata la mia prima vera esperienza da allenatore. Ho riportato la squadra in Serie A dopo cinquantanni e per questo ho dei ricordi indelebili legati ai colori granata. Io sono uno di quelli che son felici di veder vincere le squadre che hanno allenato. Vuol dire che, probabilmente, qualcosa di buono ho lasciato e ho insegnato a chi ho avuto con me. il passato che ritorna? Magari in serie B e con un Maxi Lopez in pi?

di Vincenzo Buoninfante foto:ussalernitana1919.it

ALERNO a granat CLASSIFICA 2 DIVISIONE - GIR. B


di Antonio e Rocco Calenda

3
Statistiche

SQUADRA

Pt.

Gi.

GF

GS

DR

giusta per arrivare allo stadio. La vita di un ultras non tra le migliori immaginabili ed ecco perch sono in pochi a sceglierla ed a potersene fregiare. Dirsi ultras una cosa, vivere 7 giorni su 7 la propria curva un altro paio di maniche. Mangiare polvere, sacrificarsi per poter seguire ovunque la squadra, oppure preoccuparsi per far s che ci sia qualcuno che possa portare la pezza in trasferta, anche solo una persona, anche solo un ultras, anche solo uno di Noi, purch ci sia la pezza al seguito dei propri colori. Essere ultras difficile, fidatevi, ma la cosa pi bella che vi possa capitare. La vita di un ultras fatta di trasferte, corte o interminabili che siano, anche se le seconde sono maledettamente pi affascinanti delle prime. Albe e tramonti osservati dai finestrini di un transit mentre a fatica cerchi di chiudere occhio, ma sai gi che non ci riuscirai, perch dagli altri sedili faranno di tutto per romperti i coglioni. La vita di un ultras fatta di coreografie,

striscioni e spettacoli sognati e realizzati di notte. La vita di un ultras non bada ai fronzoli, non bada alla classifica e nemmeno allo spettacolo, si accontenta del nulla purch ci siano dei gradoni da colorare e riempire di passione. La vita di un ultras cos difficile da spiegare, che nemmeno uno psicologo riuscirebbe a comprendere perch ami di pi una salvezza conquistata negli ultimi novanta minuti piuttosto che una promozione con cinque giornate di anticipo. La vita di un ultras non ha allori, al massimo gratificazioni, che non si chiamano vittorie o promozioni, ma sono quelle domeniche in cui lorgoglio e la passione ti fanno apprezzare dagli avversari, dai dirimpettai, da chi mastica di curva e sa perfettamente quali siano i valori che albergano in chi ultras. Sconfitte e retrocessioni fanno parte del gioco ed assurdo piangerci su. Ecco perch ci avete visto piangere per una vittoria, ma mai ci vedrete piangere per una sconfitta!

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

67 Pontedera 59 Aprilia 53 Chieti* (-1) 52 LAquila 52 Poggibonsi 49 Teramo 47 Campobasso* (-2) 43 Melfi 42 Martina Franca 42 Vigor Lamezia 41 Foligno 41 Borgo Buggiano 40 Arzanese 40 Gavorrano 38 Hinterreggio 36 Aversa Normanna 15 Fondi 14
SALERNITANA
32^ GIORNATA 28 Aprile 2013

32 32 32 32 32 32 32 32 32 32 32 32 32 32 32 32 32 32

19 16 15 15 14 13 13 12 10 10 9 10 8 10 9 9 3 3

10 11 8 8 10 10 8 9 12 12 14 11 16 10 11 9 6 5

3 5 9 9 8 9 11 11 10 10 9 11 8 12 12 14 23 24

56 44 41 42 42 39 37 33 28 29 26 30 37 37 36 27 25 24

28 27 31 33 33 30 31 34 26 34 23 34 33 38 39 34 60 65

28 17 10 9 9 9 6 -1 -2 -5 -7 -4 4 -1 -3 -7 -35 -41

1 DIV. 1 DIV. P.-Off P.-Off P.-Off P.-Off

Classifica Marcatori
21 reti: Grassi (Pontedera; 4 Rigori) 18 reti: De Sousa (Chieti; 4 rigori) 16 reti: Pera (Poggibonsi; 10 rigori) Ginestra (Salernitana; 2 rigori) 15 reti: Guazzo (Salernitana; 1 rig.) Arrighini (Pontedera; 1 rigore) 12 reti: Ferrari (Aprilia; 4 rigori) Dimas (Borgo a Buggiano) Sandomenico (Arzanese;1 rig.) 11 reti: Improta (LAquila; 3 rigori) DAntoni (Borgo a Bug.; 2 rig.) 10 reti: Guidone (Fondi; 4 rigori) Infantino (LAquila; 1 Rigore) 9 reti: Gambino (Martina Franca) 8 reti: Khoris (Hinterreggio) Balistreri (Foligno; 1 rigore) Calderini (Aprilia; 3 rigori) Majella (Campobasso) Bucchi (Teramo; 2 rigori) 7 reti: Gurma (Gavorrano) Zampaglione (V. Lam/Hint.;2 r.) Improta G. (Melfi; 2 Rig.) 6 reti: Peluso (Gavorrano; 2 Rig.) Lo Sicco (Gavorrano) Carbonaro (Hinterreggio) Mangiacasale (Martina Franca) Croce A. (Melfi; 1 Rigore) 5 reti: Alessandro (Chieti) Dal Bosco (Poggibonsi) Gaeta (Foligno) Coletti (Teramo; 2 Rig.) Mungo (Chieti) Minadeo (Campobasso) Gustavo (Salernitana) Nocciolini (Gavorrano) Di Vicino (Campobasso; 3 Rig.) 4 reti: De Martino (Aversa Norm.) Conte (Melfi) Perpetuini (Salernitana) Dierna (Poggibonsi) Riccio (Arzanese)

P.-Out P.-Out Serie D Serie D Serie D

*squadre penalizzate per irregolarit amministrative

Precedente Giornata

Giornata Odierna
33^GIORNATA 05 Maggio 2013

Prossima Giornata
34^ GIORNATA 12 Maggio 2013
AVERSA NORMANNA - APRILIA CHIETI - ARZANESE FONDI - HINTERREGGIO GAVORRANO - PONTEDERA MARTINA FRANCA - BORGO BUGGIANO MELFI - CAMPOBASSO POGGIBONSI - FOLIGNO TERAMO - SALERNITANA VIGOR LAMEZIA - LAQUILA

AVERSA NORMANNA - CAMPOBASSO CHIETI - FOLIGNO FONDI - BORGO BUGGIANO GAVORRANO - APRILIA MARTINA FRANCA - SALERNITANA MELFI - HINTERREGGIO POGGIBONSI - ARZANESE TERAMO - LAQUILA VIGOR LAMEZIA - PONTEDERA

1 0 0 2 0 1 1 2 2

3 0 0 1 1 0 1 0 0

APRILIA ARZANESE BORGO BUGGIANO CAMPOBASSO FOLIGNO HINTERREGGIO LAQUILA PONTEDERA SALERNITANA

- CHIETI - VIGOR LAMEZIA - MELFI - FONDI - TERAMO - AVERSA NORMANNA - POGGIBONSI - MARTINA FRANCA - GAVORRANO

CASE& MUTUI
AGENCY

AREA

COOP

UFFICIO VENDITE BELLIZZI

388 4403602 338 3994979


www.caseemutuiagency.it

4
Focus
Dalloscurit alla luce
uante umiliazioni, quante delusioni, ancora ricordo le facce impaurite, lo stato di tensione, lincredulit in tutta la citt per lo choc fallimento. E successo davvero di tutto forse un caso unico nella storia del calcio. Guardare il campionato peggiore della storia della Salernitana (serie B 20092010), il ritorno al campionato di Lega Pro Prima Divisione Girone A dove successo limpossibile; penalizzazioni di punti in classifica, la sceneggiata Joseph Cala che diventa Presidente della Salernitana per 7 giorni, il sogno di ritornare in B svanito ad opera del Verona e poi il buio totale: 12 luglio 2011 la Salernitana viene definitivamente esclusa dalla Lega Pro e cancellata dal calcio che conta vista la criticit delle condizioni economiche e dei debiti accumulati. Mai nella sua storia Salerno aveva conosciuto la militanza in categorie inferiori al terzo livello nazionale, ed ora era cancellata del tutto dalla mappa del calcio. Poche settimane e siamo al famoso bando del sindaco De Luca dove il primo cittadino sceglie la proposta pi convincente economicamente ovvero quella della Morgenstern S.r.l con a capo Marco Mezzaroma, il quale prende parte al progetto insieme al cognato Claudio Lotito, che ufficialmente assume il ruolo di consulente. Si riparte dal girone G della serie D ed ancora una volta senza i segni distintivi e per di pi senza neanche poter usufruire del granata. Una

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNO a granat
di Mirko Cantarella

ALERNO a granat
Perrone premiato dal Club Aquara
rande festa gioved scorso 1 Maggio ad Aquara, dove presso la sede dellomonimo club un raggiante presidente Antonio De Laurentis ha premiato,di concerto con tutti i soci, il mister della Salernitana Carlo Perrone. In premio il mister ha ricevuto una targa ricordo che conteneva una dedica letta poi dal presidente De Laurentis: A Carlo Perrone, allenatore della U.S. Salernitana 1919, a nome mio personale e di tutto il direttivo del Club Aquara Granata, le esprimo i pi vivi ringraziamenti, per aver riportato la nostra amata Salernitana nel calcio che conta. Con laugurio che il futuro sia ricco di soddisfazioni, per il raggiungimento di sempre pi alti ed ambiti traguardi, sia nella vita e sia nello sport. Perrone ricevendo la targa ha cos commentato: Ringrazio il presidente De Laurentis per questo premio, poich ci gratifica del lavoro svolto durante
di Salvatore Ciccone

13
Momenti Granata
Spettacolo in Curva Sud
ono passate due settimane ma non potevamo non ringraziare dal profondo del cuore e con forte emozione chi ha dato vita ad una coreografia che ha riportato il nome di Salerno alto nel mondo. Nelle parole del collega Dario Cioffi c lemozione nel raccontare laccaduto: Spontanea, coinvolgente, da far rabbrividire. Il cavalluccio marino riemerge dai fondali in cui lavevano fatto sprofondare con gestioni sciagurate e improbabili, tornando a galla in quel mare idealmente disegnato dagli ultras con cartoncini blu in una scenografia da brividi. Sei giorni e sei notti di lavoro per uno show che fa stropicciare gli occhi. un ritorno al futuro. Si ricorda Carmine Rinaldi, il Siberiano, il cui volto in gigantografia domina il centro della Curva sovrastando una bandiera sudista, icona storica dei suoi anni, che il compianto leader del tifo portava con s in ogni stadio dItalia. E poi Simone Vitale, Ciro Alfieri, Enzo Lioi e Peppe Diodato: sono i quattro ragazzi che quattordici anni fa persero la
di Mirko Cantarella

dimensione metafisica, assurda, mai assaporata prima dora sia dai giornalisti che dai tifosi. Campetti di provincia che forse avevamo visto solo quando giocavamo al calcio in prima categoria o in promozione. Boville, Arzachena, SantElia, Budoni, si sentiva la gente dire: ma dove si trovano queste citt? Traghettati dal buon Perrone e company, gli allora Blaugrana, dopo la paura dellavvicinamento del Marino a causa di una flessione della squadra, finalmente si ritorna al calcio professionistico dopo appena un anno. Comincia il campionato 2012 2013 con in panca Beppe Nanu Galderisi. Che ha provato a sovvertire il proverbiale nemo propheta in patria. Si deve vincere a tutti i costi ma lavvio per da brivido! Salernitana Laquila 2-3; Chieti Salernitana 4-1; Salernitana Aversa Normanna 2-2, mente lAprilia aveva gi messo en saccoccia 9 punti in tre partite. Torna la paura di non poter scappare subito dallinferno bis, la paura di aver compromesso gi sul nascere il campionato. E cos ritorna il fu Salerno Calcio, Carlo Perrone che per venne accolto con particolare dubbio dalla citt che, nonostante la vittoria del torneo di serie D, non aveva mai avuto un particolare feeling con il tecnico laziale. Uno scetticismo che Perrone ha saputo trasformare fin dal suo esordio a Mugnano, quando sotto di due reti con lArzanese, riusc a recuperare il doppio svantaggio in quel quarto dora dorgoglio che cambi il film del campionato. Cinque vittorie consecutive (2 a 0 con il

lanno e il merito lo condivido con i miei ragazzi poi aggiunge. Ritorno molto volentieri ad Aquara, dove il primo anno ho inaugurato la stagione in serie D proprio qui presiedendo allinaugurazione del Club, lo ritengo un p il mio portafortuna, spero di festeggiare anche lanno prossimo. Presenti alla festa anche una folta delegazione del CCSC, presieduta dal Presidente Riccardo Santoro, che commenta: I club della provincia sono un patrimonio da conservare e valorizzare, fanno innumerevoli sacrifici economici, per poter seguire la Salernitana e nel nostro animo, meritano un posto di primo piano, a breve anche un altro Club della provincia si aggiunger alla nostra grande famiglia, quello di Castelcivita, insomma cresce la Salernitana e crese la passione. Poi, tutti insieme a cena in un agriturismo del posto, a conclusione della bella serata.

Foligno, 1 a 0 a Lamezia, 3 a 0 con il Borgo a Buggiano, 2 a 0 a Reggio Calabria e 2 a 0 con il Campobasso) che fecero lasciare lultimo posto in classifica per rientrare al ridosso del vertice. Una marcia impressionante che port in poche settimane la Salernitana in vetta (2 a2 a Pontedera, 3 a 0 in casa con lAprilia, 0 a 0 a Melfi, 3 a 2 on il Fondi, 2 a 1 a Poggibonsi, 1 a 0 con il Martina, 3 a 2 a Gavorrano, 3 a 1 con il Teramo; 2 a 0 a LAquila, 3 a 1 con il Chieti, 1 a 0 con lAversa e 1 a 1 con lArzanese). Un rullo compressore che ha rinnovato i primati della storia granata. Perrone e soci granata, riuscirono ad eguagliare il record di vittorie consecutive (otto) centrato 70 anni fa dal grande Gipo Viani. Il tecnico ex Lazio, inoltre, entrato nella storia per aver superato di una gara il record di Giuliano Sonzogni, che nella stagione 92/93 si era fermato a 23 risultati utili consecutivi. Ma Carlo Perrone sar ricordato soprattutto per essere stato

lunico allenatore in grado di vincere due campionati di fila a Salerno. Dopo l1 a 0 a Foligno ed il 3 a 0 con la Vigor Lamezia, i granata rallentano il passo nelle successive cinque partite con 4 pareggi ed una sconfitta. 0 a 0 a Borgo a Buggiano, 1 a 1 con lHinterreggio, sconfitta per 1 a 0 a Campobasso ( lunica sconfitta della gestione Perrone), 1 a 1 con il Pontedera e 1 a 1 ad Aprilia che per non hanno fatto una piega. 2 a 1 con il Melfi, la manita a Fondi (5 a 1) che ha consacrato la matematica certezza della Lega Pro prima divisione, 1 a 1 in casa con il Poggibonsi e 1 a 0 a Martina con conseguente sconfitta del Pontedera che ha consacrato il primo posto matematico. Una cavalcata verso la gloria che ha riportato la citt di Salerno in quella serie C1 persa il 19 giungo 2011. E il caso di dire, abbiamo preso due anni di vacanzascusate il ritardo.

vita nel rogo del treno Piacenza-Salerno, e le loro immagini vengono su dallanello inferiore dun settore che diventa il set duna pellicola da oscar, con lo sfondo duno scorcio della citt dArechi riprodotto in alcuni dei suoi luoghi simbolo. In sottofondo c la colonna sonora de Lultimo dei moicani, con una frase che dice tutto: Ricorda chi eravamo. uno spettacolo meraviglioso. In campo non si gioca, tutti vogliono ammirare lo spettacolo. Pure Claudio Lotito e Marco Mezzaroma che comincia a fotografare. Emozione negli oltre 10mila sugli spalti, il sindaco De Luca non crede ai propri occhi. Cinque minuti di video che hanno fatto il giro del mondo e ch i non conosceva Salerno si informato su dove si trovava. Cinque minuti di video che hanno conquistato il web e gli occhi di chi lha visto. Un capolavoro che fa rivivere la belle poque degli anni della serie B e nellanno della A quando Salerno faceva scuola in Italia. (fonte Metropolisweb)

Parafarmacia

SanLeonardo 98
IVL Medical Instruments srl

Farmaci Veterinari con ricetta Ai Soci del CCSC pratica uno sconto del 10% PRENOTA LA TUA VISITA MEDICO SPORTIVA A COSTI ACCESSIBILI
Via S. Leonardo, 98 84131 - Salerno

Farmaci SOP- OTC, Dermocosmesi, Otropedia, Mamma & Bambino Apparecchi Medicali, Nutrizionistica, Galenici, Sanitari, Autoanalisi.

Tel./Fax 089 721765


parafarmaciaivl@gmail.com

12
LOcchiello
Grazie di Cuore a tutti da Salerno Granata
ieccoC1, voglio usare una frase che lo scorso numero ha inteso essere il titolo di Salerno Granata e che ha visto il ritorno in Prima divisione dopo solo meno di due anni della Salernitana. Rieccoci, perch lanno scorso, quando siamo partiti, parecchi ci davano per perdenti, e soprattutto di brevissima durata e, nonostante tutto e tutti, noi siamo ancora qua. Ma questo titolo lo voglio usare anche per poter ringraziare, anche se in maniera virtuale tutti i lettori e tifosi di Salerno Granata e della Salernitana. Nato in sordina, ad inizio Novembre del 2011, su di una idea che coltivavo da tempo, ho cercato, insieme ai miei collaboratori, di creare un magazine che si occupasse a 360 di Salernitana, ma che non tralasciasse mai anche la possibilit, ai salernitani che lo volessero di poter scrivere, pensieri e opinioni sulla nostra beneamata. Inizialmente, le difficolt, come tutte le cose sono state tante, ma la tenacia e la determinazione a portare avanti il progetto stata superiore alle stesse difficolt. Siamo nati quando la Salernitana si chiamava Salerno Calcio e in serie D, e capirete sicuramente quello che intendo dire, poco seguito di tifosi, il marchio il colore, la denominazione e tutto quello che ne consegu, stato lanno del coraggio. Insieme al giornale, successivamente, nato il sito web, che quotidianamente dal Gennaio del 2012, inserisce notizie sui granata, tenendo sempre aggiornati i tifosi che, scrivendoci in privato, ci sollecitano a continuare cos, manifestandoci sempre il loro affetto e la loro fedelt, prova ne che abbiamo superato in poco pi di un anno 160.000 visitatori. Il merito di questo piccolo successo va ripartito tra diverse componenti. Innanzitutto devo ringraziare doverosamente tutto il CCSC, della quale il giornale organo ufficiale, e il sottoscritto ne ricopre il ruolo di addetto al

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNO a granat
di Rocco Calenda
giornale e sito web, in primis il presidente Riccardo Santoro, persona sempre disponibile a modo, che in questi due anni ha fatto crescere molto il CCSC, dando spazio a tante iniziative, ma soprattutto spazio alle idee che potessero portare i tifosi sempre pi vicino alla Salernitana. Ringrazio poi tutto lesecutivo e il direttivo, con tutti i club associati, che in perfetta sinergia danno una mano al giornale, fornendoci sempre notizie e comunicati nel modo dei tifosi. Dulcis in fundo, ma primi per importanza, sono i collaboratori che in questi due anni hanno dato tempo e dedizione per condividendo la nostra passione, a cominciare dal direttore responsabile della testata Mirko Cantarella, con il quale, tante volte abbiamo condiviso serate, fino a tarda notte, pur di essere puntuali e precisi con i tifosi, rispettandone luscita domenicale. Un ringraziamento va ai tanti collaboratori della redazione giornalistica, a cominciare da Vincenzo Buoninfante , solerte e preciso, autore di belle ed interessanti interviste agli ex calciatori grnata, Mario Ruggiero, puntuale e rigoroso nella disamina delle partite, Valerio Lai sempre attento e meticoloso sulla Storia della Salernitana, Matteo Luciani, con le sue precise notizie sugli avversari e sugli arbitri della giornata, Donato Grimaldi, sarcastico e pungente, offre sempre spunti per una discussione interessante, infine Gaetano Ferraiuolo , nella duplice veste di giornalista e di addetto stampa del CCSC, a cui va il mio sentito ringraziamento. Inoltre lasciatemi fare un ringraziamento particolare, anche se di parte, a mio figlio, Antonio Calenda , realizzatore e amministratore del sito Web www.salernogranata.it, sempre pronto ad aggiornarlo di notizie e di novit. Grazie di cuore anche alla US Salernitana 1919, sempre disponibile e cortese, un ringraziamento particolare lo rivolgo alladdetto stampa

ALERNO a granat
Bentornato Antony
un ruolo particolare quello del portiere. Quando si gioca per strada o in oratorio, in porta solitamente ci finisce il pi piccolino oppure quello che con i piedi proprio non ci sa fare ed meglio che stia l senza far danni. E poi invece capita che in porta ti ritrovi uno che quel ruolo lha scelto perch lo sente suo. E allora lo vedi saltare da un palo allaltro, tuffarsi senza timore, guardare lattaccante quasi con aria di sfida. in quel momento che realizzi che in quella scelta c qualcosa di folle. Perch decidere di fare il portiere ha in s qualcosa di veramente folle. Lestremo difensore quello che passa la maggior parte della gara in solitudine, costretto per a tenere sempre alta la tensione. E guai se capita lerrore. Di errori per, Antony Iannarilli ne ha commessi davvero pochi da quando arrivato a Salerno. Fu il primo tesserato in assoluto del neonato Salerno Calcio e gi questo, nel suo piccolo, basterebbe a farlo entrare nella storia. Ma Antony ci ha messo del suo per entrare anche, e soprattutto, nel cuore dei tifosi. Non sarebbe stato facile per nessuno andare ad occupare una casella lasciata vuota da un idolo della Sud come Nicholas Caglioni. Lestremo difensore bergamasco, ultr aggiunto nel ritorno play off contro il Verona, era riuscito ad instaurare un rapporto simbiotico con i tifosi. Uneredit pesante dunque quella raccolta da portierino scuola Lazio. La tenacia e la professionalit di Iannarilli hanno fatto si che il nuovo numero 1 granata diventasse da subito un nuovo beniamino della tifoseria. Il lungo periodo trascorso in panchina nel campionato di Serie D non scalf in nessuno modo la sicurezza di Iannarilli e la fiducia del popolo granata nel proprio portiere. Una fiducia ripagata con un rigore decisivo parato nella gara di Fidene, alla penultima

5
Obiettivo su...
4 premio Salernitana Best Player
nche questanno il club Mai Sola e Quello di Cagliari organizzano la manifestazione salernitana best player award, il prestigioso trofeo che premia il calciatore cheper meriti sportivi e capacita di sacrificio ed abnegazionesi mette in mostra piu di altri con la maglia della squadra di calcio della citta di Salerno. le prime 3 edizione sono state ad appannaggio nel 2010 dellindimenticabile motorino del centrocampo granata, il guerriero Evans Soligo nel 2011 del bomber Dino Fava e lo scorso anno del capitano

di Vincenzo Buoninfante

Redazionale

Ciccio Montervino. La triade organizzatrice della manifestazione, Antonio Carmando, Ernesto Natella ed Antonio Di Giacomo, premieranno quest anno il calciatore Riccardo Perpetuini per la professionalita e lattaccamento alla maglia, un giovane calciatore subito entrato nel cuore dei tifosi granata anche in virtu dellimpegno e della caparbieta agonistica messa in mostra durante il campionato. La premiazione avverr domenica mattina 12 maggio 2013 a Teramo, nella sala congressi dellhotel che ospitera la Salernitana nel ritiro pre-gara.

Gianluca Lambiase, nonch a tutto lo staff tecnico ed organizzativo della societ. Infine il mio pi sentito grazie, va a tutti gli sponsor che hanno creduto e credono in questa iniziativa. Siamo in un momento non facile per leconomia italiana e investire oggi in pubblicit, diceva Bill Gates, significa costruirsi le ali per volare domani. Ma le novit non finiranno qui, gi dal prossimo mese ci stiamo preparando per il prossimo campionato che, come novit importante, vedr raddoppiare il numero delle pagine che saranno ovviamente tutte a colori, e che conterr rubriche inedite questanno, con tante novit
Periodico SALERNO GRANATA
Reg. Trib. di SA n1028 del 30/07/2012 Editore

per i tifosi che diventeranno parte attiva del progetto, uno sforzo editoriale notevole, sia in termini economici che lavorativi, ma preso nella consapevolezza di dare pi informazione ai nostri lettoritifosi. Non voglio svelarvi altro, tutto verr reso noto al momento opportuno, per adesso godiamoci questa bella promozione, arrivederci allinizio del prossimo campionato di prima divisione, sperando in un altro anno come questo e.. GRAZIE DI CUORE A TUTTI. e sempre Forza Salernitana

Salerno Granata
lo trovi gratuitamente a Salerno e Provincia da: EDICOLA CIAO CIAO Via Trento, 36 Pastena - tel. 089.753775 EDICOLA GRANATA di Dutti Sergio Via R. Mauri, Tel. 333 6105627 TABACCHI BARONE Via Roma 298 (di fronte Villa Comunale) EDICOLA GIOIA Via C. Capone 2/A EDICOLA ELIA P.zza V. Veneto (stazione FS) tel 089 241 160 EDICOLA DE FEO P.zza Casalbore,13/17 - Salerno BAR-CHIOSCO BARCELONA Via Marino Freccia - Torrione - Salerno EDICOLA ANGELLARA Via Roma, Bellizzi (SA)

Rocco Calenda
Direttore Responsabile

Mirko Cantarella
Collaboratori

Matteo Luciani Antonio Calenda Vincenzo Buoninfante Donato Grimaldi Gaetano Ferraiuolo Mario Ruggiero Lucia Giannattasio
Progetto Grafico e impaginazione

Rocco Calenda
Stampa

PRINTLINK
La collaborazione al periodico a titolo gratuito.

di campionato. Una parata che permise alla Salernitana di conquistare la promozione in Seconda Divisione e che fece di Iannarilli uno degli idoli della curva. Senza la controversa regola degli under, Iannarilli ha questanno vissuto una stagione da assoluto protagonista. Fino a quella maledetta gara di Buggiano, con un infortunio che fece temere non solo per la carriera, ma per la sua salute. La prontezza del personale medico ha fatto si che Antony tornasse ben presto ad una vita normale e, addirittura, allattivit agonistica. Laffetto mostrato dal popolo salernitano e gli attestati di solidariet provenuti un po da tutte le parti, hanno rappresentato lo stimolo in pi per tornare in fretta e pi forte di prima. E domenica, contro il Gavorrano, potrebbe realizzarsi lidea lanciata da Vittorio Tosto durante il periodo di degenza del portiere: vedere Iannarilli in campo, anche solo per qualche minuto, per festeggiare una promozione da protagonista assoluto, nonostante tutto. Antony avr cos la possibilit di regalare e regalarsi unaltra emozione indimenticabile. In attesa di un altro campionato da vivere al massimo. L, a difesa di quei pali.

6
Oltre il tifo
Tifosi...
na giornata indimenticabile, come da tempo non si viveva a Salerno. Sugli spalti erano 10mila, ma cantavano e tifavano come fossero il doppio. Con la voglia di ripartire da quel maledetto pomeriggio del 19 giugno 2011 e riprendersi quella categoria persa in un'aula di tribunale. La tifoseria di Salerno ha dimostrato all'Italia intera di non essere seconda a nessuno, ricreando in poche ore l'entusiasmo dei vecchi tempi in uno stadio tornato finalmente principesco e caroselli d'auto in festa a celebrare il ritorno dei granata in Prima Divisione dopo due anni di inferno dantesco tra i campetti sterrati della quinta serie. C' voglia di rivincita, di tornare a sognare in grande dopo tante delusioni e di dimostrare alla societ ed a tutte le tifoserie italiane che il popolo di fede granata ha sofferto, ma non ha mai mollato, con centinaia di supporters all'Arechi sin dalle ore del mattino per ultimare i preparativi per la straordinaria coreografia inscenata all'atto dell'ingresso in campo delle squadre e per vivere con gli amici di sempre una giornata destinata a restare nel cuore e nella mente di tutti per i prossimi anni. "Grazie Salerno" dicono i giocatori all'unisono all'esterno della tribuna, con le lacrime agli occhi da parte di calciatori che hanno vinto il campionato soprattutto grazie all'apporto dello zoccolo duro. C' Striscia la notizia. Ci sono le famiglie. Ci sono genitori ed amici dei giocatori in tribuna. Ci sono le tifoserie gemellate. Nessuno ha voluto mancare ad un appuntamento cos importante, e poco importa in questo momento la classica polemica tra occasionali e sempre presenti: onore a chi c' sempre stato, ma l'Arechi pieno davvero tanta roba. Sono le ore 13 e la polveriera granata gi esplosa, in centinaia sono gi all'esterno della struttura tra foto ricordo, sventolii di bandiere e clacson

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ORGANO UFFICIALE DEL CENTRO COORDINAMENTO SALERNITANA CLUBS

ALERNO a granat
di Gaetano Ferraiuolo

ALERNO a granat
11 motivi per confermare Perrone
into il campionato in prima posizione e con lobiettivo finale di far propria anche la SuperCoppa la Salernitana si appresta ad ospitare il Gavorrano nella penultima giornata. Esprimiamo undici motivi in cui crediamo che Mister Perrone debba essere riconfermato. -Parlano i fatti. 8 vittorie consecutive, 23 risultati utili consecutivi, promossi e sicuri del primo con 4 e 2 giornate danticipo. Numeri da Barcelona? No, da Salernitana! In qualsiasi sfera del globo pallonaro questi numeri sono meritevoli di conferma. -Gestione spogliatoio. Nei momenti pi difficili il Mister ha coeso il gruppo permettendo risultati inimmaginabili. Con calma e grande pazienza ha saputo gestire la rosa con intelligenza, cosa che non riuscita al suo predecessore. -Spazio a tutti. Non si pu dire che il Mister non abbia fatto giocare tutti nonostante abbia sempre espresso il suo dissenso per una rosa cos ampia. Sar il leitmotiv delle prossime due gare. Dare spazio a tutti, soprattutto ai pi giovani. -Versatilit tattica. Lanno scorso, come tutti gli allenatori del resto, stato tacciato di poca versatilit schierando sempre con lo stesso modulo. Mai come questanno Perrone ha sperimentato e dato alla Salernitana pi dunanima, variando dal 4-3-3, al 4-3-1-2, per arrivare al 3-5-2 e 3-4-1-2. Ha saputo mettere la squadra a proprio agio rinunciando al proprio credo tattico pur di favorire le caratteristiche dei giocatori a disposizione. Touch. -Umilt. In questo mondo barbaro sempre pi una brutta qualit. Perrone sicuramente uno degli allenatori pi umili arrivati a Salerno. Nelle ultime settimane, ha sempre messo avanti gli interessi della squadra che i suoi, ha sempre dichiarato che

11
La Salernitana che verr
Da chi ripartire il prossimo anno?
di Vincenzo Buoninfante di Mario Ruggiero

a festa; poco dopo arriva il pullman della squadra, scortato da decine di macchine che salutano la capolista caricando ulteriormente l'ambiente. Durante la partita il fattore pubblico risulta determinante, soprattutto dopo lo 0-1 ed il rosso rimediato da Guazzo: i 10mila esplodono alla rete di Ginestra, con quell' "io ti voglio dire" che fa impazzire anche tifosi che solitamente vivono la partita con maggior compostezza. Sobri, ma non meno emozionanti i festeggiamenti del post gara: "che bello quando esco di casa per andare allo stadio a vedere granata", coro divenuto tormentone gi da Nocera Umbra. Poi l'ovazione per la societ, invitata a riportare Salerno in serie A, con Mezzaroma e Lotito portati in trionfo dai calciatori:loro hanno vinto sul campo, i tifosi li hanno trascinati dagli spalti, in casa e fuori soprattutto nelle difficolt. Ora Salerno si goda la festa: finalmente...rieccoC1! Eppure il clima di apparente disinteresse che aveva accompagnato la promozione aveva destato qualche preoccupazione: festa post partita a Fondi, poi un centinaio di tifosi dinanzi al "Vestuti" a brindare dopo la notizia della matematica promozione, qualche decina in pi agli allenamenti a porte aperte ad abbracciare la capolista mostrandole riconoscenza per il prestigioso traguardo ottenuto. Salerno, sveglia!" uno degli appelli lanciati sul web da chi sempre stato presente e sognava di vivere una domenica di festa. Con il passare delle ore la febbre del tifo salita a ritmo vertiginoso. 2mila biglietti venduti. Poi 3mila, ancora 5mila a 48 ore dal fischio d'inizio, con decine di ultras a sacrificare le loro giornate per una coreografia che conoscevamo dall'inizio, ma che non abbiamo voluto svelare per rispetto del loro lavoro e per non rovinare la sorpresa. Gi dalle ore 10 allo stadio si respirava un clima diverso dal solito,

neanche col Monterotondo in cui ci si giocava tutto l'adrenalina era a mille come ieri; bandiere al vento e tifosi sparpagliati nei vari settori per ultimare i preparativi di una scenografia che ancora adesso sta facendo parlare l'Italia intera. Dinanzi ai botteghini in centinaia erano gi in coda per accaparrarsi il prezioso tagliando: "Stavolta i 10mila ci saranno, abbiamo accontentato Lotito " uno dei tormentoni che ha contraddistinto l'intera mattinata. Alle ore 13 alta la tensione, i tornelli si aprono con qualche minuto d'anticipo rispetto al solito: non c' un singolo tifoso che non abbia un drappo granata, gli stessi parenti dei calciatori vivono il match quasi da ultras in compagnia dei figli, scesi sul terreno di gioco assieme ai padri. Alle ore 15 inizia la festa, con una coreografia ed un tifo che ricordano davvero gli anni d'oro della Sud, una bolgia infernale che regala brividi d'altri tempi e la sensazione di essere tornati finalmente laddove tutto ebbe termine a causa di un arbitraggio scellerato e di una gestione societaria rivelatasi fallimentare. Dal rigore di Carrus al colpo di testa di Ginestra, nella stessa porta: una rete meno importante, ma che fa letteralmente impazzire un Arechi che non poteva celebrare l'evento con una sconfitta contro il modesto Poggibonsi.

La partecipazione emotiva del pubblico, dalla curva alla tribuna, lascia pensare che sugli spalti non ci siano i cosiddetti e tanto screditati "occasionali", ma tifosi che aspettavano solo di ricucire una ferita che per qualcuno ancora aperta, ma che non trascende da una grande fede interamente tinta di granata. Alle 17 tempo di fare festa: la serie D e la Seconda Divisione fanno parte di un capitolo chiuso, si d spazio alla gioia ed alla voglia di sognare in grande, come da tempo non accadeva ad una citt chiamata a conservare il patrimonio di entusiasmo rigeneratosi. Spetter allo zoccolo duro, artefice principale di questa promozione. Spetter ai 5mila che ieri hanno deciso di tornare allo stadio e che, si spera, garantiranno una frequenza pi assidua l'anno prossimo. Salerno, per, non ha pi nulla da dimostrare a nessuno: il dodicesimo uomo in campo ha fatto appieno la sua parte e la tifoseria ha regalato brividi indescrivibili. Ancora auguri, Salernitana!

la societ deve saper scegliere bene per il futuro della Salernitana e che giusto lattaccamento dei tifosi alla maglia e non allallenatore,alla societ o ad un calciatore. -Rivin c ita . Dopo essere scaricato in modo non proprio elegante sul finire della scorsa annata, sia dai tifosi che dalla societ, Perrone ha detto s alla proposta di Lotito a settembre. Si regalato una rivincita con i fiocchi lavorando sodo ed isolandosi dalle critiche ricevute del primo anno. Come direbbe lui il lavoro paga sempre. -Sfida. Perrone ama le sfide. E noi ne proponiamo una. Vincere il campionato di Serie C e arrivare a quota 3 promozioni consecutive. Forse nessun allenatore mai riuscito a tanto. Entrerebbe nella storia del calcio italiano dopo essere entrato per due volte in quella del calcio salernitano (2 promozioni di fila e 23 risultati utili consecutivi). Ci pensi bene, mister. -Aziendalista. Anche essere aziendalista stato spesso motivo di critica ma quando il tuo presidente Lotito non puoi permetterti di essere vulcanico, chiedete a Galderisi. Perrone ha sempre avuto grande rispetto per la societ per lopportunit che gli ha dato. -Rapporto con la societ. Sempre stato buono, anche lanno scorso quando Lotito lha sempre difeso sia in privato che in pubblico. Con Susini e Mariotto stato amore a prima vista. Speriamo possa continuare. -Rapporto con i tifosi migliorato. Anche in Curva vogliono Perrone, il coro con il Poggibonsi ha emozionato il tecnico romano. Pace fatta? -Alternativa. Accontentiamo chi non lo vuole pi sulla panchina granata. Chi c in giro? Quale allenatore potrebbe conoscere bene lambiente granata come Perrone? Attendiamo risposte.

inalmente ci siamo: con la vittoria di Martina Franca, e l a c o n t e m p o ra n e a sconfitta del Pontedera, la Salernitana ha ottenuto la certezza matematica del primo posto. Un traguardo a cui il presidente Lotito, come pi volte sottolineato, teneva particolarmente. Ora non resta che attendere di sapere chi sar lavversario da sfidare in Supercoppa. Ora per fondamentale concentrarsi sul futuro. Un campionato vinto con cos largo anticipo, non solo costituisce un grande merito per lintero staff tecnico e dirigenziale, ma offre anche lopportunit di programmare con ampio margine le manovre societarie in vista della prossima stagione. Nelle dichiarazioni rilasciate nelle settimane precedenti, tutti i tesserati del club, a partire da patron Lotito, hanno rimandato ogni discorso a fine campionato. Col primo posto in cassaforte, i tempi sembrano essere davvero maturi per discutere di quelli che saranno i programmi per il prossimo campionato. Prima di tutto c da discutere la situazione relativa a Mariotto e Susini, entrambi non certi della riconferma nonostante lottimo lavoro svolto. La fredda lucidit di Mariotto e il temperamento fumantino di Susini hanno rappresentato il mix giusto in questa stagione e una riconferma sarebbe pi che meritata. Come sarebbe giusto dare unoccasione a Carlo Perrone, autore di una doppia promozione mai avvenuta nella storia della Salernitana. Il tecnico laziale avrebbe cos lopportunit, per la prima volta, di guidare la squadra sin dai primi giorni e avrebbe anche modo di collaborare alle scelte di mercato. Sciolti questi nodi, sar necessario concentrarsi sui calciatori. Dopo due campionati vinti, la Salernitana dovr puntare ad un campionato di vertice anche in terza serie. Per questo motivo, appare necessario individuare una rosa di calciatori del gruppo attuale da poter riconfermare anche per il prossimo anno. Dando uno sguardo alla situazione contrattuale dei componenti attuali della rosa, si evince per che sono davvero pochi i calciatori di propriet che hanno ancora un anno di contratto. Di questo gruppo fanno parte: Monter vino, Ginestra, Gustavo, Iannarilli, Silvestri e Topouzis. Per questi previsto un contratto con scadenza a giugno del 2014. Discorso a parte

merita David Mounard, con cui pare ci sia una sensibile distanza economica che, al momento, impedisce il prolungamento del contratto in scadenza tra un anno. evidente che il rapporto sinergico tra Lazio e Salerni tana, rappresenti un fattore determinante nella costruzione della squadra anche per il prossimo anno. Sono diversi, i giocatori in prestito o in compropriet col club capitolino. Uno di questi Perpetuini: il centrocampista ha un contratto in scadenza nel 2014,la buona stagione disputata ne suggerirebbe la riconferma. Discorso simile per Capua, Luciani e Zampa: i primi due hanno un contratto fino al 2014, mentre per il regista, scadenza nel 2015, il discorso pi complesso: nonostante la stagione poco brillante, su di lui ci sono le attenzioni di diversi club. Tra i giocatori in prestito, la situazione da risolvere con pi urgenza riguarda quella relativa a Manuel Mancini, il cui cartellino di propriet del Verona. La costruzione della Salernitana 2013/2014 sembra non poter prescindere dalla riconferma del talentuoso fantasista. per questo motivo che fondamentale avviare sin da subito i contatti col club di appartenenza per risolvere la questione. Nelle scorse settimane, il Ds Mariotto si comunque dichiarato ottimista riguardo alla permanenza a Salerno del calciatore romano. Oltre a Mancini, anche Tuia, Adeleke e Cristiano Rossi sono in prestito a Salerno: tra i tre, il primo ad avere maggiori possibilit di riconferma. Molto folto, infine, il numero di calciatori in scadenza di contratto, ben undici. In primis c da discutere del contratto di Matteo Guazzo: nonostante la brillante stagione disputata, infatti, non ancora arrivata una proposta di rinnovo. Il centravanti piemontese attende una chiamata dal club ma evidente il rischio di perderlo per la prossima stagione. Su di lui, si parla di un interessamento della Reggina. Si sta giocando una riconferma anche Ivan Dazzi, la cui riconferma potrebbe essere legata anche ai tempi di recupero di Iannarilli. Contratto in scadenza anche per la coppia difensiva formata da Rinaldi e Molinari, autori di una stagione eccellente suggellata anche da alcune reti pesanti. Possibile una riconferma per entrambi. Ultimi mesi di contratto anche per Garino, Chirieletti, Lanni, Piva, Ricci e Vettraino.

Il Foto-Campionato
Salernitana - LAquila 2 - 3 Salernitana - Foligno 2 - 0

Le pi belle immagini della Salernitana 2012/2013

Salernitana - Aversa N. 2 - 2

Salernitana - Pontedera 1 - 1

Salernitana - Melfi 2 - 1

Fondi - Salernitana 1 - 5

Salernitana - Poggibonsi 1 - 1

LE FOTO DELLA FESTA PROMOZIONE

Salernitana - Borgo a Buggiano 3 - 1

Salernitana - Campobasso 2 - 0

Salernitana - Aprilia 3 - 0

Melfi - Salernitana 0 - 0

Salernitana - Martina 1 - 0

Salernitana - Fondi 3 - 2

Salernitana - Teramo 3 - 1

Salernitana - Chieti 3 - 1

Salernitana - Arzanese 0 - 0

Salernitana - Foligno 0 - 1

Salernitana - Vigor Lametia 3 - 0

Salernitana - Hinterreggio 1 - 1

www.turistanelmondo.it
Salerno Via G. B. Amendola, 61 Tel. 089/6307575 Roscigno (Sa) Piazza Europa, 4 Tel. 0828/1991302

Via F.lli Rosselli, 91 - Macchia di Montecorvino Rovella (SA) Tel. 089.981939 - 349.4433718 e-mail:maglianogroup01@gmail.com

Salernitana vs Poggibonsi
21/04/2013
Via Cuomo,37 - Bellizzi (Sa)

BAR - CORNETTERIA BIRRERIA - STUZZICHERIA CAFFETTERIA - PANINERIA Via Roma - Bellizzi (SA)

fioreria Grimaldi
MAESTRI DI CERIMONIA

felicegrimaldi@libero.it Felice Grimaldi

Grazie alla piattaforma MLS, puoi trovare nella nostra agenzia oltre 20.000 immobili da acquistare su tutto il territorio nazionale.
Via Firenze, 6 - Bellizzi (Sa) - Tel. 339.1414390

Tel. 0828 355364 - Cell. 339 6338906


Via G. Cuomo, 6 - Bellizzi (Sa)