Sei sulla pagina 1di 7

Conte di Saint Germain

Libro perduto e ritrovato

Freeebook Fontana Editore

Premessa
Un giorno mi venne il dubbio che limmagine che avevo nello studio del Maestro Rosacroce Conte di Saint Germain, e che avevo preso sul web, non fosse vera e la gettai via. Il giorno seguente io e la mia compagna andammo a sederci in riva al fiume e poco dopo vidi una nuvola nella quale si vedeva il conte seduto su una poltrona e che teneva in mano un foglio. Dissi alla mia compagna di guardare e, stranamente, lei vide solo la poltrona. Tornammo a casa e rimisi limmagine al suo posto. Appena fatto, per pochi secondi il conte entr nel mio corpo (di quale sostanza esso fosse fatto non so) ed io fui felice. Una notte, alcuni giorni dopo, vidi per terra, in sogno, un vecchio libro, dimenticato, con la copertina dove non cera autore n titolo. Durante i giorni successivi mi venne limpulso di scrivere ben sapendo che era lautore di quel libro che me lo suggeriva, e, giorno dopo giorno, presi gli appunti. Il libro era stato scritto dal Conte di Saint Germain, Maestro Rosacroce. E qui vi presento ci che scrissi:

Dario Atena

Il testo
1. Precetto: credi in Te stesso. 2. Precetto: la vita Dio, se credi nella vita Dio ti aiuter. 3. La sapienza viene da Dio che in Te, non dagli uomini, a meno che non siano ispirati da Dio, ma fai attenzione e lascia il giudizio a Colui che in Te. 4. Dio solo una parola che indica un Mistero indicibile per luomo imprigionato. 5. Senza il potere la volont non pu nulla. Il potere usato dal desiderio la catastrofe che imprigiona luomo. 6. Un corpo vivente o inanimato un potere. Un corpo vivente formato da corpi inanimati muove le materie animate ed inanimate dei vari piani dellesistenza che formano un piano unico animato dalla vita di Dio. 7. Luomo un potere di Dio quando la sua volont quella del Supremo. Prima per deve essere liberato dalla prigione. 8. Tutti i sacri simboli che uniscono alle Potenze dellEterno, quando cadono nelle prigioni senza finestre delle potenze del desiderio vengono usati e corrotti per contrastare il bene. 9. Luomo stato messo in prigione per essersi ribellato a suo Padre che la Verit. In essa vive in un mondo di illusioni di potenza e questa la sua penitenza. La Verit Amore e lArmonia il suo fine. Dove c luce ora luomo vede buio, e dove c buio luomo vede luce, e questa la sua condanna. Dove sta la salvezza? 10. I demoni sono stati creati per tormentare luomo ed lo stesso uomo che li genera. 11. La prigione costruita con luso scorretto del pensiero e dellimmaginazione. La gabbia la personalit. 12. Tutti cercano il bene ma se si disinteressano del bene degli altri producono il male. Non esiste il Male ma solo la malattia, che uno scompenso organico sociale. 13. Luomo riceve le idee dal mondo superiore degli archetipi oppure dalle idee insite nella natura mediate dagli istinti. Queste ultime lo dirigono nella vita comune e gli danno stabilit di vita. Se per le idee archetipe del mondo divino vengono mediate da menti ristrette ed egoiste che cercano il potere diventano la sua dannazione. Lanimale si comporta correttamente secondo natura, ma luomo che ha il dono dellintelligenza se segue la via animale e non quella divina diventa un demone e si rovina. 14. Quando tu pensi di essere, Chi Sei in quel momento? lo specchio che guarda te o tu che guardi lo specchio? La mente lo specchio, nello specchio le immagini sono capovolte. 15. Usano il bene per fare il male e sono convinti di essere nel giusto. 16. Se non conosci i limiti della tua mente diventi suo prigioniero, e allora Chi ti aiuter? 17. Non importa ci che conquisti e ci che possiedi ma ci che diventi. Non importa se sai tutto delluniverso ma importa solo se impari ad amare. 18. Cosa la Vita? La Vita laccesso alla conoscenza di S attraverso loggettivit. Cosa loggettivit? il Campo dellesperienza creato dalla soggettivit di Dio, che Oggettivo e Soggettivo, un paradosso che la mente umana non pu apire finch non arriva alla sapienza. Oggettivo e soggettivo sono i due rami dellAlbero della Vita che esiste nelleternit senza tempo e nello spazio senza fine. Questo la mente umana pu solo intuirlo ma non capire. Lindice ed il pollice nascono dalla stessa mano, che una per essi. Se il pollice e lindice si toccano formando un cerchio creano ognuno una piccola autocoscienza mediante il contatto e formano assieme un circolo che il simbolo dellOM, il suono del Padre che feconda la Grande Madre. Il soffio divino passando entro questo cerchio forma la manifestazione. Dio Padre e Madre, e la nostra coscienza il Figlio che partecipa della Loro Vita infinita. 19. La vita conduce alla autocoscienza che per sussistere ha bisogno della continuit delloggettivit mantenuta dalla Grande Madre. Loggettivit conduce allesperienza che, attraverso la sofferenza, si libera dalle scorie inutili del desiderio egoista e quindi pu giungere alla sapienza. Cos la sapienza? il conoscere puro senza lintermediazione della mente che deve tacitarsi e sottomettersi al S. La sapienza il progressivo ricordare ci che veramente siamo e da dove veniamo, e ci mostra la via per comportarci armoniosamente con lEssere oggettivo, che anche soggettivo. 20. Il pi piccolo atomo ha la stessa importanza, davanti a Dio, del pi grande Universo. Ci che in alto come ci che in basso, e tutti fanno parte dellUnica Vita. Tutto si corrisponde e tutto Uno. 21. Inutile parlare tanto di Dio: se scopriamo chi siamo veramente noi sapremo chi Lui. Come potrebbe un uomo conoscere la 4

Bellezza del mondo esterno se Essa non fosse dentro di lui? Ma non facile: non tutti La percepiscono. Inoltre non siamo mai quello che crediamo di essere. Bisogna trovare il filo conduttore per uscire dal labirinto. Per farlo devi prima cominciare ad amare le cose semplici e normali della vita e vivere secondo la Natura che vive nella nostra coscienza morale. Usate il buon senso. Cosa il buon senso? il senso naturale della vita che Dio ci ha dato per renderci felici. Ma se mentite a voi stessi vi perdete nel labirinto ed alla fine il mostro, che siete voi, vi manger. Pregate! 22. Non si pu pretendere di migliorare gli altri e la Societ se prima uno non procede a migliorare s stesso. 23. Lodiatore ha bisogno dellodiato, il dominatore del dominato, loppressore delloppresso, per sentirsi importanti. Tra loro c un legame stretto ed indissolubile per il gioco delle parti. Parti che di continuo si alternano nella ruota della vita, nella grande prigione.. la libert consiste nel non odiare, nel non dominare, nel non opprimere. E se si odiati, dominati ed oppressi, la virt consiste nel non odiare e non invidiare gli oppressori; cos facendo si rompe il circolo vizioso e si apre la porta della libert. Lodiatore non pu esistere senza lodiato, n loppressore n il dominatore, perch tutti sono un lato della stessa medaglia. Amatevi! Questa la medicina. Amare vuol dire il rispetto per la vita altrui e la collaborazione reciproca. Questa la via per trovare Dio.

Credits
Il libro perduto e ritrovato 2013 by Dario Atena Freeebook - Fontana Editore www.fontanaebook.it Sede legale: Corso Ausugum, 98, 38051 Borgo Valsugana, Trento, Italy Prima edizione digitale: Luglio 2013 info@fontanaebook.it Progetto grafico: Rocco Fontana - info@fontanaebook.it Immagine di copertina: Rocco Fontana Questo libro gratuito. Non pu essere venduto, ma pu essere scambiato o copiato con rispetto.

Tavola dei Contenuti (TOC)


Premessa Il testo Credits