Sei sulla pagina 1di 28

S.

Natale 2012

Buon Natale dalle Monache di Santa Maria.

Chi ? Sono Ges Bambino che vuole entrare

Suor Petra Giordano Domenicana

Suor Petra Giordano ricopr lufficio di maestra delle Novizie per oltre 25 anni. Legatissima alla grazia della speciale illuminazione ricevuta la notte del S. Natale, per lei era una grande festa organizzare tutto ci che riguardava la preparazione per la venuta del Redentore. Una pratica molto antica dei nostri monasteri, che la nostra consorella soleva fare e insegnare era il Corredino a Ges Bambino. In queste brevi pagine seguiremo questa pia pratica per ottenere dal piccolo Ges, molte grazie.

Ninna nanna, ninna nanna Dormi, bimbo della mamma: tutto quieto tutto tace. Bimbo bello dormi in pace! Solo gli angioli celesti Per vegliarti ancor son desti Solo gli angioli e la mamma Dormi bimbo fa la nanna

Primo giorno . La culla

Preparer una comoda culla a Ges con atti di profonda umilt. Non mi scuser mai, e ripeter spesso quella frase che ha formato i santi: Dallo zero in su, tutto di Dio, dallo zero in gi son proprio io. Il mio cuore diventer cos, soffice culla in cui il Santo Bambino si adager.

Ninna nanna Ges Ti sussurrano i cieli Ninna nanna Bambin Ti cantiam quaggi E la notte il suo vel Stende lieve il ciel.

Secondo giorno - La camicina

Il candore della mente, la purezza del cuore, la modestia degli atti esteriori intesseranno al Bambino Ges una morbida, candida camicia.

Fra un din don di campane C una dolce cantilena Di zampogne lontane un saluto a Ges Che fa la nanna Fra le braccia della mamma.

Terzo giorno - il materassino

Lamabilit del volto, della parola, dello sguardo e del sorriso la calma serena negli incontri e scontri della vita, la cura di vedere in tutto il lato bello e buono e di infondere in ogni cuore gioia e pace, formeranno un tenero materassino al Bambino Ges.

Tutto gaudio solenne damore A Betlemme gran festa si f Nuova vita rinasce nel cuore Il Signore la pace dar

Quarto giorno la cuffia

Per coprire la testina adorata di Ges Bambino, non serber nella mia mente che pensieri celesti, allontaner prontamente ogni pensiero contro la carit, e chieder a Ges uno sguardo di misericordia per i peccatori e gli regaler tutto il mio cuore.

La terra esulti in dolci suoni, la terra intoni: Viva Ges! Oh come dolce cantar quaggi: viva, viva Ges.

Quinto giorno il lenzuolo

Coprir affettuosamente il Santo Bambino con le morbide lenzuola della devozione, guarder a Lui, studier per Lui e lavorer per Lui. A Lui innalzer il cantico della piet, con frequenti giaculatorie. Ad ogni ora il mio pensiero andr da Ges a Maria, affinch tutta la mia vita si conformi alle loro virt.

vecchie stelle di quass Non cantate pi Dormi, dormi Sogni doro Buonanotte mio tesoro

Sesto giorno Il guancialino

Oggi voler leggero come una piuma al primo cenno dellobbedienza e compir con accurata precisione i miei doveri, fossero pure i pi ripugnanti ai miei desideri: nessuna esitazione o discussione su comandi. Sorrider generosamente al sacrificio, perch il santo Bambino dorma sonni indisturbati.

Dormi, dormi bel bambino Veglia il gran cielo dai mille lumini, dormi, dormi mio tesoro.

Settimo giorno La copertina

Generosa mortificazione della mente, del cuore e del corpo trapunter la copertina al Pargoletto Ges: il ricordo di Lui innocente ed immolato per i miei peccati, mi render vigile nel sacrificare la natura alle esigenze della riparazione; dir sempre si a Ges e no a me stesso e trasformer ogni spina della vita in una rosa damore.

Sorgete, pastori, - che al pari del giorno, coi raggi dintorno- la notte spunt Venite, Venite, Venite. Venite adorate- in povera culla Quel Dio che dal nulla - il tutto form

Ottavo giorno - Le fasce

Per preparare le belle fasce far un continuo sforzo per vigilare la mia lingua evitando parole oziose e nocive al prossimo. Tacer soprattutto nei momenti difficili, nei rimproveri non meritati, immolando le mie ragioni allamabile mio Ges, che taceva quando veniva offeso.

Io ti bacio, mio fanciullo ninna, nanna, o mio tesoro, ninna nanna, o amore del mio cuore angiol mio in chiome doro Dormi dormi, Pargoletto Dormi dormi piccolo amore. Dormi dormi, Ges ancora Gli angeli santi cantano in coro.

Nono giorno - Il fazzolettino

Completer il corredo di Ges con un fazzolettino ben ricamato, che servir ad asciugare le Sue prime lacrime. Ges piange perch non amato: avr quindi premura di fare ogni azione per Lui e dare gioia al Suo tenero Cuore. Imparer a soffrire in silenzio senza cessare di sorridere.

Natale in fiore: Ges Bambino, dolce Redentore Accogli la preghiera del mio cuore. O Paradiso, da questo bel presepio luminoso io me ne vado in pace e col sorriso.

Cinque baci damore al Santo bambino da farsi alla mezzanotte del S. Natale e nei momenti difficili della vita. Baciando la manina destra: O mio Ges, quel che vuoi tu voglio pure io, voglio perch lo vuoi, o Ges mio. Baciando la manina sinistra: Ges, quel che vuoi tu voglio pure io, lo voglio come lo vuoi, o Ges mio. Baciando il piedino destro: Ges quel che vuoi tu, voglio pur io, lo voglio quando lo vuoi, o Ges mio. Baciando il piedino sinistro: Ges quel che vuoi tu, voglio pur io lo voglio finch lo vuoi, o Ges mio. Baciando il cuore del S. Bambino: O mio Ges, dammi quello che vedo nel tuo cuore, Dolore perch non manchi in me lamore Amore perch non manchi nel dolore Amore per disprezzare ogni altro amore che mi allontana da Te.

Offerta del Corredino a Ges, attraverso le Mani di Maria

Santissima Vergine, il piccolo fardello che desidero presentare a Ges compiuto nella povera cella del mio cuore, ma tanto imperfetto che non ho il coraggio di offrirglielo. Tu che con le tue delicatissime mani materne preparasti a Ges un candido corredino, fragrante di Paradiso, piegati sul mio povero lavoro, purificalo col tuo sguardo infiammalo coi palpiti del tuo cuore immacolato, affinch possa essere accetto al piccolo Ges ed Egli venga a nascere nel mio cuore, ove propongo di custodirlo ed di amarlo come unico tesoro.

O Ges, le manine distendi Per il mondo che piange, abbraccia sul tuo cuore tutti Tu sorridi e saprono i cieli. Nella luce e nel canto bello. Tu sorridi al perduto fratello, che vieni or con la croce a salvare.

Monastero Santa Maria del Sasso Viale di Santa Maria, 1 52011 Bibbiena - AR Tel. (+ 39) 0575/593452 http://www.santamariadelsasso.it E-mail: monachebibbiena@live.it