Sei sulla pagina 1di 16

Pasqua 2013

Anno Della Fede Del Perdono e DellAmore.

Coro delle Monache dove ogni giorno ricordano nella Preghiera: amici, parenti e benefattori. Allelluia. Allelluia. Allelluia.

In copertina: Coro del 1513. LAssunta: dipinto di Fra Bartolomeo della Porta e Fra paolino da Pistoia, domenicani.

Che Ges Risorto possa illuminare la nostra vita e ci renda capaci di accogliere con gioia i nostri fratelli e sorelle nel rispetto e amore.

Le Oranti nellanno della Fede.


Due circostanze le coinvolgono profondamente, innanzitutto per il loro ministero fondamentale della preghiera. stato chiesto, infatti, esplicitamente, alle comunit contemplative durante questAnno una particolare intenzione alla preghiera per il rinnovamento della fede nel Popolo di Dio. Sappiamo bene che levangelizzazione necessita assolutamente del contributo nascosto ma decisivo delle Oranti . Le contemplative sono coloro che per prime vivono di fede all interno della loro clausura e si dedicano al Signore e al bene dei Fratelli, cio alla loro salvezza. A loro non sono richiesti apostolati esterni ad esempio, a farsi carico del Catechismo parrocchiale, oppure far funzionare il monastero in ritiri della Diocesi. (cf.can.609.) La Chiesa desidera solo dalle claustrali, una fervida preghiera, sacrificio e testimonianza di donne capaci di vivere di Fede e che hanno donato la loro esistenza, il cuore, il corpo, diventando esse stesse un piccolo chiostro per il Figlio di Dio. Mons.Joseph W. Tobin, Arcivescovo Segretario CIVCSVA.

Cristo mia speranza risorto.

Benedetto XVI nella Sua esortazione Apostolica Porta Fidei afferma: La fede cresce quando vissuta come esperienza di un amore ricevuto e quando viene comunicata come esperienza di grazia gioiosa. Essa rende fecondi, perch allarga il cuore nella speranza e consente di offrire una testimonianza capace di generare.

Come viveva Suor Petra la sua fede.


Per una monaca, in particolare per una Domenicana che vede nella vita comune un pilastro del suo carisma, crescere nella fede vivere la propria fede nella comunione con le Consorelle lunit nella diversit, in cui Dio abita come nel suo tempio. Suor Petra ci esortava spesso a scoprire in ogni consorella una traccia di Dio, perch, senza questa fede, la Comunit non pi un luogo damore, ma diventa un luogo impossibile di convivenza. Ripeteva spesso che Colui che ci aveva scelto, con un atto damore gratuito ci donava anche la forza di cercare sempre lunico obiettivo che quello di vivere la nostra fede nella carit fraterna.

Alleluia, Alleluia

Una Monaca Domenicana in preghiera

bello riportare alcune testimonianze non solo di anime consacrate, ma anche di secolari spesso sconosciuti, ma ricchi di fede, portando nel silenzio la loro croce insieme a Ges per la salvezza di molte anime.

Testimonianza di un Padre in tempesta per la figlia Caterina.


Nellautunno del 2009 la vita di Antonio Socci (famoso Giornalista) viene sconvolta dallarresto cardiaco che colpisce la figlia, Caterina la cui vita rimane appesa a un filo: La mattina di quel 12 settembre ero baldanzioso come un bambino e non sapevo che la mia Caterina doveva morire quella sera stessa. Quando il cuore della figlia si ferma, precipitandola nel coma e costringendola in un letto dospedale, Antonio Socci decide di aprire il proprio, di trovare le parole davanti al dolore incarnatosi nel corpo della figlia. A chi gli chiedeva se ancora credeva nonostante quello che gli era successo rispondeva: - ora pi che mai ho bisogno di Colui che pu tutto. Dunque il Rosario nelle mie mani e sulle labbra, la preghiera durante il sonno, quotidianamente i

sacramenti e la S. Messa, appunto come un naufrago si aggrapperebbe disperatamente alla scialuppa di salvataggio nelloceano in tempesta. Per non impazzire, per non essere sopraffatto da unimpotenza insopportabile, puoi continuamente, mendicare, supplicare, implorare misericordia dal Signore del cielo e della terra. Misericordia per questa fanciulla, per noi che siamo annichiliti, totalmente inadeguati, assolutamente incapaci di sostenere tanto dolore. Caterina immobile, ( in coma da 3anni) inerte su questo letto. Sento le lacrime che premono per esplodere. Eppure guardandola, bisogna saper dire, e lo diciamo con lei e per lei: Mio Dio Credo in TE. Tu sei il mio Pastore, non manco di nulla

Benedetta Bianchi Porro.


Benedetta Bianchi Porro nata in provincia di Forl nel 1936, una ragazza piena di talenti: basti dire che si iscrive alla facolt di medicina a Milano a diciassette anni. Benedetta arriva allultimo esame nel 1957, ma la laurea le serve per diagnosticare la sua stessa malattia: neurofibromatosi diffusa, una patologia terrificante che provoca la perdita di tutti i cinque sensi. Ma in questa prova Benedetta diventa un luminoso punto di riferimento soprattutto per i giovani. Ad un giovane gravemente malato scriveva: Sono sorda, e cieca, perci le cose per me diventano abbastanza difficoltose. Ho ventisette anni, nel mio calvario non sono disperata. Io so che in fondo alla via Ges mi aspetta. Fra poco io non sar pi che un nome, ma il mio spirito vivr, e non avr sofferto invano. Le mie giornate non sono facili; sono dure, ma dolci, perch Ges con me, col mio patire, e mi d soavit nella solitudine e luce nel buio. Lui mi sorride e accetta la mia cooperazione con Lui. La vita breve, passa velocemente. Tutto una brevissima passerella pericolosa per chi vuole sfrenatamente godere, ma sicura per chi coopera con Lui per giungere alla Patria.

Testimonianza da 1.269 giorni per la fede.


La cattolica Asia Noreen bracciante 45 anni, madre di 5 figli viene arrestata il 9 giugno 2009 dopo un diverbio con le vicine musulmane che, saputo che era cristiana, si sono rifiutate di bere lacqua che avevano chiesto di attingere al pozzo. Come reazione Asia aveva cercato il senso della solidariet cristiana, ma le sue parole erano state prese a pretesto per accusarla di oltraggio allislam e costringere la polizia ad arrestarla ed indagarla. Nellapparenza una piccola donna, ma rappresenta lesemplare difesa contro lintolleranza e il fanatismo. Lei sa di essere in cella solo per il suo Credo, ma preferisce morire per Cristo che farsi musulmana per essere scarcerata. Si sente orgogliosa di questa pena. Il marito le accanto con la preghiera ed orgoglioso anche lui del suo sacrificio, ma sempre in attesa che Dio intervenga. La loro vita rimane sempre in pericolo. Questa Fede!

Ultima testimonianza di un Carmelitano morto recentemente dopo molti anni di sofferenze, offerte a Dio per la salvezza delle anime
Amore e verit fu la mia scelta Di amore e verit voglio pensare Di amore e verit io voglio vivere, e a tutti quelli che io incontro, di amore e verit voglio parlare. O paradiso! Se tutti gli uomini comprendessero quel che sei e provassero per un attimo quel che Dio riserba ai suoi eletti, essi sarebbero ben disposti a camminare secoli e secoli su spine e su carboni accesi pur di giungere a TE! O Signore Iddio, concedi a tutti i figli tuoi la grazia di riunirsi un giorno lass attorno alla tua mensa nella pace e nella luce eterna del paradiso. Testamento di Padre Agostino Bartolini (Carmelitano)

la gioia pasquale, o Signore, unisci alla tua vittoria i rinati nel battesimo.

Irradia sulla tua Chiesa

Alleluia Alleluia Se senti vacillare la fede, per la violenza della tempesta,calmati, Dio ti guarda. Se ogni cosa che passa cade nel nulla, senza pi ritornare, calmati. Dio rimane. Se il tuo cuore agitato e in preda alla tristezza, calmati Dio perdona. Se la morte ti spaventa E temi il mistero e lombra del sonno notturno,calmati. Dio risveglia. Dio ci ascolta quando nulla ci risponde; con noi quando ci crediamo soli. Ci ama anche quando sembra che ci abbandoni. Sant Agostino.

Beato Angelico. Museo di S. Marco, Firenze

Questo scorcio del famoso dipinto raffigura le anime elette che insieme ai loro Angeli Custodi intrecciano un giro di danza mentre si avviano verso il Paradiso. Ormai libere dai vincoli terreni, le anime manifestano la loro gioia e il loro grazie perenne.

Monastero delle Monache Domenicane di S. Maria del Sasso Viale Santa Maria, 1 - 52011 Bibbiena (AR) www:monastero.santamariadelsasso.it E-mail: monachebibbiena@live.it

Potrebbero piacerti anche