Sei sulla pagina 1di 130

Roberto Z arn p er i ~i

Roberto Zamper1n

ENE G E S-OTTILI
Le enel;gic S)t'tili sono iutomo

de:utro 'li noi. g uidano jl nostro llOt"FO ' e la nostra

meni c.

ENERGIE

Un [amoso esperto vi spiega


Clilme fumzjmnaFio [ mtm ]ili d'le.nergia v it ale, i c ah a e
le me11gi'e smriH d g\!'c\r<igioo
t!.ome etrc~la lje 11ergia s.Q t1il.<t ne! ngan ismo e nelle
abitazioni
C0Sg SOJ10

e la terapia energo-v brazionale

i C01'p Sl!ltJili Glel1' udm

cosa son0le rivolu'liion'a1ie energie s0.ttili di u asmutazione e le lor o str.aordi'n ar:ie a,ppHoazi<m'i neHe arori di
gl!langi~Jme

la auova tecn<'flogia<Ciell energie sottili sint ro;piche


come mrnmniean0 le cel lule mediante en ergie. sottili
c.0 me lfttn:(;OI')f,l <~il 1' difesa energet-ica" dell' cJ~gan isrnc
e comepo'llul.Zia.lila
i periwll dell'inquinamento,.energ:etic0 ,c come e:vitarofi
&JU_ _:.c__

..>l'j

c~:~. t1

. Ja

D0rn6tet;;1J~ia sm.~t'Ue

L e~l!lans.ione tiell.a conosce.Jiiza_,du e dei pmpri talenti.la sintonia con ,gl'i . altl1.i ~ la
. atura. 1'1 noomggiamellto 'a lrov~Cl p epuia iden tit e iJ,[DrQpr-io lil'lod o di essere
m rJa7j ne al tltll o .i! il perc0rsa'l lmziatic.o."il proge.no di ereseita rieM .di stimiDi e
~:uumenlli cb e ci propone <!J Uesto JJhro.
R b~rto Zmperini. l,a'llfeaLo 1n t.a tist.ica. ha ereclitatiD dal -padlre ingegnere. ma
1cbe i p <!1Uilit11 e Jadiestesista dlletrante, il p iaeer>e dell 1invest:igaziene d eU 1ignoto,
D .1!:1 um lungo [)erillld dediaJO nJio stut;Jie r;li R<Jde ~esia-. Yg!ll, lecniobe a11tich'e
e m clern~.: d1 Medj.tra~i n'e, Psict:>rer<H'>ia, Radi0:r uca- di m<'Jl'l'e delle eosi.dde ~le
nei!ttinc uJlema~lvc; .1m illlriaH> ~e prlme rioere'he me.l .ca mp0 delle emerg.e sottili e
delle om nppliea~iohi t:Orapcnl!iC:he. D~po u.n pe~io.clQ en.~usi"<~S!iUMH~ di sp.~dnt'" tane dcll mt' 'drlhc:'did Pr'inieiflealillg cl,el M<!. trctChoa l<dk S ui. n:e ba intr0d0ttl!.l

n h a i.a in Euru pa~ ~'Insegnamento e Ja llli!Ius.io oe quale 1 res}'>~Dnsahi le . d'el Prani~


P.I Ung r lia.
on&t re del C~no Ricerche Euevgie otLll i. continua l' invest.iga?.:ione e la
imentazion n ampj cliill ' an~n m ia ~ fisJdlegia 0t,tile, della D moUmtp~
1c.. b ;rranno ~tQi .di ~e pr0 ~tn p,ubbTic:Z:i0ni.

I Si3N 88- 7507-180- 2

li

9 788875 071806

r.....,

.~

RO

il Maestro Choa Kok Sui

Le persone che dovrei ringraziare


meriterebbero un lungo elenco. Andr all'essenziale: prima di tutto ringrazio Master Choa Kok Sui, senza i
cui insegnamenti brancolerei ancora
nel buio, poi tutti i Maestri disincarnati che hanno ispirato le ricerche
contenute in questo libro: David
Tansley, Randolph Stone, Mac Rae,
Paracelso, Bach e tanti altri di cui
non conosco il nome da incarnati.

Ringrazio Maurizio Parmeggiani per il costante e sincero appoggio alla ricerca


e alla sperimentazione, Pietro La Camera per la sua pazienza (con me ce ne
vuole molta), per la creativit e il costante supporto, Bruna Omelia, Enzo Di
Frenna e mio figlio Nicola per l'intelligente rilettura del libro, Filippo Daniele
per l'aiuto concreto e la grande amicizia dimostratami in tutti questi anni e tutti
i miei studenti che nei corsi mi hanno ispirato e insegnato tante cose.
Infine ringrazio mio padre e mia madre che mi hanno guidato e protetto
dall'alto.

Copyright by Roberto Zamperini


Tutti i diritti sono riservati. Per riprodurre parti o citazioni di questo
libro richiesta l'autorizzazione scritta dell'autore.
Redazione e impaginazione
Grafica
Stampa
I edizione maggio 1998
II edizione novembre 1998
III edizione aprile 1999
Macro Edizioni
Via Savona 66
47023 Cesena (FO)
ISBN 88-7507-180-2

Pietro La Camera
Luigi D' Offizzi
Tip. Sograte, Citt di Castello (PG)

Dedicato a M aster Choa Kok Sui

Capitolo l

Questa terza edizione contiene un'appendice che, per sommi capi e molto succintamente, descrive le ultime ricerche sui centri ed i nodi extracorporei, che
spero possa tornare utile a quanti sono interessati ad approfondire il tema della
fisiologia sottile. un argomento che mi riprometto di trattare diffusamente in
un prossimo libro.
La correzione della prima edizione si deve alla mia compagna di vita e di lavoro, Sonia Germani, ottima terapeuta e perfetta conoscitrice della materia. Sonia,
con intelligenza scrupolosa ed amorosa, ha riletto meticolosamente il testo ed ha
scovato errori ed inesattezze. A lei vada tanto amore e un ringraziamento del
tutto speciale.
L'autore

I miei inizi
Sono uno statistico, non un medico. La mia formazione universitaria
quella di uno statistico, avvezzo a discipline matematiche, al calcolo delle
probabilit, alla metodologia statistica, all'informatica ed altre materie che
poco hanno a che vedere, almeno apparentemente, con quelle trattate in questo libro. Eppure il mio interesse alle energie sottili iniziato, a ben riflettere, lontano negli anni. Ero un ragazzetto di dodici o tredici anni quando per
la prima volta mi capit tra le mani un libro, appartenuto a mio padre, che
trattava di Radiestesia. Mio padre era un ingegnere edile, orgoglioso della
sua mentalit concreta e "scientifica". Ci nonostante, nei cantieri che dirigeva, spesso prendeva in mano la bacchetta da radiestesista e con quella rinveniva le vene d'acqua che servivano al suo lavoro. Suppongo che utilizzasse pure il pendolo radiestetico, anche se non me ne ha mai parlato apertamente. Inoltre era un ottimo mesmerista (senza mai aver studiato ipnosi) e
poteva far passare qualche dolore mettendo il paziente in stato di trance.
Mio padre morto che ero troppo giovane per poter rispondere alle mie curiosit, la principale delle quali oggi forse quella di capire come potesse
conciliare la sua "scientificit" con questi suoi strani poteri!
Ripensando a quegli anni cos lontani, comprendo che quel libro di Radiestesia ebbe un effetto molto profondo su di me e sui miei interessi futuri. Ricordo che, insieme ai miei compagni di scuola media, giocavo spesso con il
pendolo paterno a ritrovare oggetti nascosti nella casa o fotografie che qualcuno di noi aveva nascosto in un punto segreto di un grande tappeto. La mia
formazione successiva mi port ad interessarmi di Storia Naturale: sapevo
tutto sui piccoli animali come gli insetti, specialmente quelli cosidetti sociali, cio le formiche, le api e le termiti. Un piccolo microscopio regalatomi a
Natale mi apr le porte dell'infinitamente piccolo o almeno cos a me pareva: diatomee, colopodi, parameci e altri esseri monocellulari mi affascinarono per alcuni anni. L'uso che facevo di questo strumento non credo fosse
molto scientifico. Ricordo di strani esperimenti che collegavano le propriet
del pendolo radiestetico con il microscopio. Ero anche affascinato dalle
stelle e dall'Universo. Avendo pochissimi soldi a disposizione costruii con
le mie mani dapprima un trabballante canocchiale astronomico e poi, verso i

vent'anni, un vero "riflettore" di 15 centimetri con il quale passai molte


notti "su" Marte e Saturno.
Un altro elemento che ebbe grande importanza negli anni della mia adolescenza fu un altro regalo di mio padre: una scatola da "Piccolo Chimico" di
frabbricazione inglese. In realt, non era proprio un piccolo chimico, ma
piuttosto un piccolo laboratorio chimico. Credo che mio padre abbia speso
una fortuna per quei tempi, regalandomi questo complicato giocattolo, con il
quale passai molte ore appassionandomi alle reazioni chimiche, alla possibilit di costruire piccole pile elettriche e a tanti altri esperimenti. I sali, gli
acidi e le basi mi affascinavano e non finivo di sorprendermi quando, mescolando due componenti, la soluzione cambiava di colore o quando ottenevo piccoli cristalli rossi o blu. Forse ha ragione la mia astrologa esoterica
quando ha visto nelle mie vite passate anche quella dell'alchimista!
A scuola sono sempre stato un allievo strano: le materie che mi si obbligava
a studiare mi interessavano poco, mentre passavo le mie giornate a studiare
argomenti molto particolari, che purtroppo non rientravano nel piano di studi. Questa abitudine a volte non mi giov molto nei giudizi dei miei insegnanti e rese spesso la mia vita scolastica un calvario! La scelta della facolt
universitaria fu, tutto sommato e come spesso accade nella vita, apparentemente casuale. Mi iscrissi alla facolt di Statistica, dove si forma una mentalit di tipo rigoroso ma non rigido. E come potrebbe essere altrimenti
quando gli argomenti di studio sono oggetti cosi impalpabili come il concetto di probabilit o di un Universo multidimensionale?
Verso i venticinque, trent'anni ricominciai a coltivare i miei interessi di
quand'ero ragazzo. Divorai tutti i libri che trovai in commercio sullo Yoga,
sul Raja Yoga, e sulla dinamica mentale, disciplina che allora cominciava a
diffondersi e di altre materie simili. Il punto debole della mia salute, peraltro
piuttosto solida, sono sempre stati i miei denti. Questo determin due risultati: lunghe e costose frequentazioni di dentisti e la scoperta che, con certe
tecniche di concentrazione mentale e di respiro da me riscoperte, potevo,
quando i miei denti dolevano, togliermi il dolore inviando un'energia verso
la parte malata. Fu cos che scoprii le energie sottili, anche se allora non le
chiamavo cos.
Le mie prime esperienze di terapia pranica le praticai su amici e parenti
con alterni risultati, che mi dimostrarono per che le energie sottili
funzionavano anche se, con l'esperienza che ne avevo allora, non sempre
positivamente. Nonostante gli insuccessi, cominciai ad interessarmene

sempre pi approfonditamente, fino al punto che diventarono l'unica mia


vera passione. Presi anche a frequentare un circolo spirituale che si ispirava
ai famosi guaritori filippini e nel quale si praticava la Pranoterapia in forme
pi o meno simili a quello che oggi si chiama Reiki. Il principio di base era
quello di trasformarsi, con la preghiera e il digiuno, in canali dell'energia
spirituale e -lasciare che essa operasse nel modo giusto per guarire il
paziente. Certe volte funzionava, altre volte falliva completamente. Sentivo
per che, pur se il principio di base non era sbagliato, la mia conoscenza
sulle energie di guarigione era insufficiente a determinare risultati
costantemente positivi. Accanto a successi, che a me allora parevano
miracolosi, mi trovavo spesso di fronte a collezionare sconfitte di cui non
comprendevo il senso. Iniziai allora sempre pi frequentemente a
sperimentare, nei miei tentativi di terapia, nuove tecniche da me inventate. I
risultati pian piano miglioravano, ma non con la rapidit che avrei voluto.
Un viaggio nelle Filippine e un'iniziazione dolorosa. Grazie al gruppo di
guarigione spirituale conobbi alcuni straordinari "chirurghi psichici", come
Alex Orbito e la defunta Josephina Sison. Soprattutto Josephina mi sembr
un vero fenomeno. Riusciva a materializzare e smaterializzare sotto i miei
occhi increduli con una semplicit sconcertante. La mia attuale opinione
sulla chirurgia psichica che si tratta di qualcosa di reale, ma riservato a
solo pochissimi guaritori filippini, che in maggioranza non hanno nessuna
capacit di penetrare nei corpi dei pazienti. La sua efficacia terapeutica non
cos straordinaria, anche nei guaritori veramente dotati, a dispetto delle
apparenze miracolose~ Alcuni "interventi" riescono, alcuni sono assolutamente inefficaci.
Un avvenimento di grande importanza, in quegli anni in cui cominciavo le
mie prime ricerche, fu il mio primo viaggio nelle Filippine, che intrapresi
insieme al gruppo al quale mi ero associato. Il viaggio in s fu deludente.
Josephina nel frattempo era morta e i guaritori che in quell'occasione incontrai non mi convinsero: la loro chirurgia psichica non aveva nulla di paranormale, perch secondo me ricorrevano in modo abbastanza plateale a
trucchi di vario genere.
Il viaggio ebbe per, almeno per me, due elementi interessanti: in primo
luogo mi port ad entrare in contatto con le sette media:niche di ispirazione
cristiano-animistica che praticavano sia la guarigione paranormale, sia
tecniche di medianit. Dopo un trekking piuttosto faticoso verso un
villaggio di capanne di paglia e bamb, sperduto tra le montagne di Luzon e
considerato luogo di potere, ricevetti una specie di iniziazione alla

medianit, che mi cost in seguito molti mesi di malessere. Quando la mia


conoscenza di questi fenomeni fu pi ampia, potei attribuire questi malesseri
alla rottura, avvenuta proprio grazie a questa iniziazione, della membrana
protettiva del mio chakra Solare. Per quasi un anno fui in grado di percepire
emozioni e pensieri altrui, che in genere sono negativi e quindi
sgradevolissimi e che mi facevano star male. Quest'esperienza negativa mi
serv per comprendere che la via della medianit inferiore non la strada
giusta. Da allora mi sono convinto che la terapia attraverso l'energia non
debba, in ogni caso, essere nociva per il terapeuta e debba seguire un
tracciato spirituale fondato sulla crescita personale piuttosto che su voci e
guide interiori, che spesso sono solo un'espressione del nostro inconscio.
Questo non significa naturalmente che non creda alla medianit veramente
spirituale e alla presenza di Guide, ma la faccenda un po' pi complicata
di quanto pensassi allora.
Due coincidenze mi aprono la strada giusta. L'altro elemento utile di quel
viaggio fu apparentemente casuale ed avvenne a Baguio City, nel nord del
paese. Baguio un misto di pochi grandi alberghi e di un gran numero di tipiche squallide casette filippine con il tetto in lamiera, il tutto in un contesto
naturale piuttosto inconsueto. Situata a 1.500 metri di altezza, il clima fresco e secco ed considerata dalla borghesia filippina luogo di gran villeggiatura, anche se raggiungerla da Manila significa percorrere per sette, otto
ore le strade davvero non buone di Luzon. La vegetazione di Baguio assomiglia molto a quella di una localit mediterranea: pini e altre piante non
tropicali e intorno montagne pi o meno inaccessibili se non a piedi. Proprio
nell'ultimo giorno di permanenza a Baguio, passeggiando in un vicolo, fui
attratto da un volantino incollato su un muro. C'era un disegno di un terapeuta pranico in azione e alcune scritte parte in inglese e parte in tagalog, la
lingua filippina. N on so perch, ma quel foglietto carp la mia attenzione.
Purtroppo non ebbi la presenza di spirito disegnarmi subito telefono e indirizzo e ritornai a Roma con la precisa sensazione di aver perso qualcosa di
veramente importante.
Al mio ritorno a Roma, abbandonato il gruppo con il quale non mi sentivo
pi in sintonia, ripresi con vigore le mie esperienze, percependo per che in
quello che facevo mancava qualcosa, quel quid magico che trasforma una
cosa abbozzata in un prodotto finito e ben funzionante. Molti mesi di
esperienze di terapia mi depressero per la mancanza di risultati
costantemente positivi, al punto che decisi che avrei lasciato perdere.
Pensavo (e penso ancora) che se la terapia attraverso l'energia vitale
funziona davvero, deve essere efficace almeno nel 70-80% dei casi. Fu in

quel periodo difficile che, entrando per caso in una libreria esoterica, tra le
migliaia di libri esposti, fui calamitato misteriosamente da un libro con la
copertina rossa. Devo dire che sono sempre stato dotato del cosiddetto
"Angelo della libreria" o, se si vuole, della capacit di intuire quali libri mi
servono in un certo momento per la mia evoluzione. Mi arrampicai sulla
scala per prendere il libro rosso, ne guardai il titolo: Pranic Healing e rimasi
momentaneamente deluso perch era scritto in inglese e a quel tempo la mia
conoscenza della lingua era meno che elementare. Ma, appena lo sfogliai, la
prima pagina che balz ai miei occhi fu esattamente quella vista nel
volantino a Baguio City, a 11.000 chilometri di distanza. Lessi l'autore:
Choa Kok Sui e la dedica: "Alle mie due patrie: le Filippine e la Cina".
Seppi immediatamente che avevo trovato che quello che stavo cercando e
comprai immediatamente il libro.
Esperienze con il Pranic Heal~ng. A quel tempo, ma ancora non lo sapevo,
ero la prima persona che in Italia e in Europa tentava di imparare il Pranic
Healing di Choa Kok Sui. Ci vollero molti giorni per sentire distintamente
chakra e aure e uno sforzo di volont incredibile per non cedere allo scoraggiamento, ma alla fine mi si cominciarono ad aprire le porte della percezione sottile e sentii di essere entrato in un nuovo Universo. Ripensando alla
mia fatica iniziale e confrontandola con la facilit con la quale i miei allievi
imparano in pochi giorni quello che stato per me uno sforzo di mesi, non
finisco di stupirmi. Sono convinto che sia in atto una sorta di accelerazione
continua, di espansione coscienziale, che apre le porte alla percezione sottile
ad un numero crescente di persone, proprio come ha scritto Redfield nel suo
libro "Le profezie di Celestino".
Iniziai a lavorare con il Pranic Healing con metodo e passione e di colpo arrivarono due cose: i primi veri risultati positivi nelle esperienze di terapia e
la consapevolezza che tutti i pezzetti del puzzle, costituito dai miei studi
precedenti sulle energie sottili, stavano cominciando a ricomporsi in un
quadro comprensibile e razionale. La percezione di aure, chakra, energie pure e congeste divent un'esperienza quotidiana e non pi miracolosa e
straordinaria. Fu proprio in quegli inizi che sperimentai i miei primi tentativi
di quella che oggi chiamo Diagnosi sottile e cio la possibilit di diagnosticare lo stato di organi, di ghiandole endocrine, del sangue e di molte altre
cose, senza l'aiuto di alcun apparecchio, ma solo grazie all'espansione di un
senso interiore che tutti noi possediamo.
L'incontro con Choa Kok Sui. Decisi, dopo alcuni mesi di tentativi riusciti
di applicare la metodica, di ripartire per Manila per incontrare Choa Kok Sui

e approfondire il Pranic Healing nella patria del suo Autore. Un innovatore,


Maestro spirituale, grande guaritore e conoscitore delle energie sottili: tutto
questo Choa Kok Sui. Ho conosciuto Choa nel 1990 a Manila, Filippine.
Gi in quell'anno erano in funzione i suoi due centri di terapia pranica e un
istituto di ricerche nella guarigione paranormale: I' Institute for Inner Studies, una piccola universit del paranormale dove aveva raccolto chiaroveggenti, sensitivi, canali spirituali e guaritori psichici e da dove, lui e i suoi
istruttori, gi allora insegnavano il Pranic Healing e cominciavano a diffonderlo in tutto il mondo.
Choa unisce alla quasi totale conoscenza del passato sulle energie sottili (o
almeno di quanto oggi ancora accessibile), una capacit straordinaria di affrontare questi temi con razionalit, oggettivit e scientificit moderne, cosa
piuttosto rara in questo settore di ricerca. II suo Pranic Healing, a mio avviso, oggi la pi avanzata base di conoscenze e di "aperture psichiche" per
chi voglia avventurarsi (e in seguito approfondire l'argomento) nella guarigione pranica, basata cio sulle bioenergie. In poco tempo si impara a
"sentire" l'energia sottile, i chakra e le aure e, gradualmente, a stimolare un
senso interiore che permette "vedere" tutto ci, a manipolare le energie sottili, a dirigerle, ad eliminare quelle dannose (le congestioni eteriche) e, naturalmente, a guarire se stessi e gli altri da un gran numero di malattie.
Dal Pranic Healing alla Diagnosi sottile. Grazie al Pranic Healing le mie
esperienze di terapia si ampliarono in modo decisivo. Al mio ritorno a Roma, fondai un piccolo centro, presto frequentato da allievi che mi seguivano
in quell'avventura e da malati che si spargevano la voce. II risultato di alcune terapie fu davvero eccezionale, ma mi insegnarono molto di pi i fallimenti dei successi.
Cominciai, nei primi anni '90, ad estendere la mia conoscenza sulle energie
sottili al mondo naturale, ad interessarmi ali' Omeopatia e alle altre terapie
vibrazionali, che in quel periodo stavano diventando sempre pi popolari nel
nostro paese. Sperimentai l'uso di cristalli e accumulatori orgonici, mi
interessai pi approfonditamente di Radiestesia e spesi una fortuna per
acquistare e provare l'efficacia delle essenze floreali e quelle ottenute da
cristalli. Comprai tutti i libri in commercio, in gran parte in inglese, che
trovai sulla Radionica, che mi stimolarono a seguire alcuni principi di
questa disciplina. Un mio pallino era la Diagnosi sottile. Quando qualcuno
mi chiedeva una terapia, nel primo incontro lo istruivo nel non darmi
indicazioni sul suo stato. Molto spesso, soprattutto se ero rilassato e non
avevo paura di sbagliare, la Diagnosi sottile rivelava un'esattezza

10

stupefacente. Alle volte, dopo il primo incontro, mandavo il paziente dal


medico curante per fare un certo esame e spesso questi tornava sbalordito
dicendomi: "Ma Io sa che il medico (o il test) ha confermato quello che lei
mi aveva detto?". Presi sempre pi coraggio sull'efficacia della Diagnosi
sottile e cominciai a praticarla in modo sempre pi ampio, estendendola
all'esame dello stato energetico della casa e alla psicologia del paziente.
Altre indicazioni vennero grazie all'uso diagnostico sottile dei fiori di Bach
e dello stato planetario presentato dal paziente. Avevo scoperto infatti che,
poich il nostro rapporto con le energie planetarie molto stretto,
possibile, diagnosticando l'energia di quelle che chiamo le forme-pensiero
planetarie di una persona, sapere molte cose sul suo stato psichico e sulla
sua salute.
Alla ricerca di una "tecnologia sottile". Dopo alcuni anni passati ad insegnare
e praticare il Pranic Healing, ho cominciato a chiedermi se non fosse possibile
fondare una tecnologia basata su quei principi, una tecnologia sottile in grado di
operare in modo diverso, pi rapido e disponibile per tutti, anche per i non addetti al lavoro. Uno dei punti critici con il Pranic Healing la pulizia del paziente dalle sue congestioni. E' una faccenda difficile, che richiede tempo, fatica e pazienza. Ero ossessionato dall'idea di inventare una specie di "aspiratore"
di congestioni che rendesse tutto pi facile e pi rapido.
Quando gi le mie idee sulle energie sottili, sul loro comportamento e la loro
natura avevano cominciato a chiarirsi, credetti di aver trovato la persona
giusta con cui iniziare una sperimentazione seria e approfondita sulla possibilit di una tecnologia sottile o, come la chiamo adesso, EnergoVibrazionale. L'incontro con Maurizio Parmeggiani fu risolutivo. Maurizio
stato agli inizi un mio allievo, nei primi tempi dell'espansione del Pranic
Healing in Italia. La sua formazione quella di un ingegnere elettronico.
Dell'ingegnere classico ha tutta la conoscenza e la preparazione tecnicoscientifica, ma non la mentalit che alle volte un po' chiusa: Maurizio
pratico, ma sa andare oltre le cose che ha imparato, creativo ed intuitivo,
pur riuscendo a seguire schemi logici e razionali. La sua percezione sottile
altissima, la sua Diagnosi sottile tra le migliori ed sicuramente un ottimo
terapeuta. In poche parole, secondo me una persona veramente unica. Ripensandoci oggi, credo di aver trovato in Maurizio una specie di alter ego
della figura di mio padre, anche se molto pi giovane di me.
Con Maurizio abbiamo passato settimane a discutere i particolari e la teoria di
base delle "macchine" e alla fine sono arrivati i pr4ni risultati. Spesso, in questo
periodo di grandissima creativit, ho avuto la precisa sensazione di essere in

11

qualche modo guidato. Pi di una volta un'esecuzione apparentemente


"sbagliata" del progetto iniziale funzionava poi nel modo voluto.
Pietro La Camera ha anche lui iniziato come mio allievo. Con un passato da
artista e creativo, Pietro ha, come Maurizio, una grande sensitivit, una naturale predisposizione a percepire le energie sottili ed in pi una naturale
tendenza a "fare", a "concretizzare" le cose. Con il suo arrivo, un nuovo
elemento di intelligenza e creativit si unito al consorzio tra me e Maurizio, portando un contributo decisivo allo sviluppo della ricerca.
Insieme a questo piccolo team iniziale e ad altri che si erano uniti a noi, nel
1996 fondai una struttura, che chiamai IRES: Istituto Ricerche sulle Energie
Sottili, che divenne presto un punto di raccolta di ricerche, investigazioni e
progetti in questo campo.

Da sinistra: Pietro la Camera,


Roberto Zamperini e Maurizio Parmeggiani

Le energie sintropiche e la Domoterapia sottile. Durante le mie indagini,


soprattutto nei primi tempi, ero stato colpito dal fatto che alcuni guaritori
naturali sembravano dotati di una certa naturale capacit di guarire, che a
volte non funzionava, ma a volte sembrava miracolosa. La maggior parte
di loro non aveva la bench minima idea di come funzionasse la cosa.

12

In genere erano persone semplici, ma di una certa religiosit e spiritualit, pur


se non interessate a comprendere, approfondire ed ampliare le loro doti. Mi
convinsi che dovevano esistere energie sottili molto particolari, in grado di
supplire alla mancanza di conoscenza dei guaritori che le utilizzavano. Non
ricordo con esattezza quando ebbi la prima esperienza di quella che a quel
tempo chiamavo "bianco brillante", n ebbi subito coscienza della portata di
tale arrivo. Le prime esperienze furono per impressionanti e mi fu subito
chiaro che mi trovavo di fronte ad una svolta importante, che avrebbe cambiato
il corso della ricerca. Come arrivarono quelle che oggi definisco "energie di
ordine superiore"? Non lo so, so che ad un certo punto le mie mani emettevano
una nuova (per me) energia, in grado di caricare e decongestionare
contemporaneamente, priva di controindicazioni e contaminazioni.

Dopo molte riflessioni arrivai al concetto di energie ad alto ordine di coerenza o energie sintropiche. Con la Diagnosi sottile trovai che queste energie
esistono sia in Natura, che in qualche persona molto particolare, qualche
maestro spirituale, qualche guaritore naturale. Scoprii anche che le energie
sintropiche possono essere sviluppate dentro di noi fino ad un alto grado,
semplificano le terapie, sviluppano e amplificano il nostro senso interiore.
Pensai subito di utilizzarle in una qualche forma di tecnologia. Come spiegher in seguito, alcune prime applicazioni della tecnologia sottile sintropica furono indirizzate verso la cura delle case piuttosto che dei pazienti. Mi
ero reso conto che molte persone soffrono di quello che potremmo chiamare
"il mal di casa". Molte loro sofferenze sono legate strettamente alle energie
che assorbono dormendo e nessuna terapia pu alleviare i loro problemi se,
prima di tutto, non si cura la loro casa. Fu cos che nacquero le prime applicazioni in un campo che chiamo "Domoterapia sottile".
Gli studi sulla circolazione dell'energia sottile e sulla trasmutazione. Con le
prime macchine iniziai una sperimentazione a tappeto un po' su tutto: bioenergie personali, piante, oggetti inanimati, rimedi vibrazionali. Pian piano realizzai
l'importanza della circolazione energetica interna: se certi blocchi nella circolazione non venivano rimossi le terapie fallivano o i sintomi ritornavano. Fu proprio grazie all'uso delle macchine a energia sintropica, che cominciai a scoprire
alcuni principi fondamentali che riguardano le modalit di circolazione
dell'energia sottile nell'organismo umano e in Natura. Un effetto particolare
delle energie sintropiche che, a certe condizioni, possono operare trasmutazioni energetiche. Mi resi conto che esistono pi modalit di trasmutazione e
che era possibile costruire macchine che trasmutavano.

13

Le macchine, la Caratteristica Vibratoria. Una cosa che mi ha sempre


colpito nel campo paranormale, la generale soggettivit delle percezioni.
Questa soggettivit rende generalmente impossibile trasmettere agli altri le
proprie esperienze, che si limitano a descrizioni vaghe e imprecise. Credo
che, se vogliamo che le scienze delle energie sottili trovino una diffusione
sempre pi ampia, questo limite dovr essere superato, in modo che le percezioni siano pi o meno uguali per tutti e quindi sia possibile trasmettere ad
altri le nostre conoscenze e il nostro sapere.
Un altro risultato ottenuto con queste apparecchiature, che va in questa direzione, fu la scoperta che tutte le cose (le sostanze, gli organismi, gli organi, i
tessuti, le cellule, perfino le malattie) sono caratterizzate da una funzione
vibratoria complessa e dinamica, che permette, non solo di individuarle in
Diagnosi sottile, ma anche di considerarle bersagli precisi per l'invio di
energie sottili. Chiamai queste funzioni Caratteristiche Vibratorie. Si tratta
di un'estensione del concetto di rate utilizzato in Radionica, ma, a mio
modo di vedere, onnicomprensivo, identico per tutti gli operatori e pi utile
ai fini pratici. E' possibile memorizzare praticamente la Caratteristica Vibratoria di uno stato d'animo, di un'emozione, di una malattia psichica, del
livello di intelligenza di una persona, del suo intero stato di salute in un
certo momento della sua vita. Cominciai a collezionare un gran numero di
Caratteristiche Vibratorie, fissandole su supporti fisici speciali che le memorizzavano per un periodo di tempo molto lungo. Raccolsi un po' di tutto: rimedi vibrazionali, schemi energetici di malati, energie pure, congeste, telluriche, sostanze chimiche, estratti di fiori e piante. Con le memorie delle Caratteristiche Vibratorie ognuno di noi pu imparare a sintonizzarsi su ogni
cosa memorizzata ed in grado di percepirle in modo esattamente uguale a
quello di altri operatori.

circolazione della bioenergia. Tutti argomenti che spero siano nuovi per il
Lettore e che sono frutto di anni di studio sulle energie sottili.
So di aver scritto un libro non semplice da leggere e piuttosto impegnativo. Chi
ne ha letto le bozze dice che la massa di informazioni molto grande e questo
certo non ne faciliter la lettura. Ma sono stanco di libri copiati da altri libri, a
loro volta copiati da altri libri ancora, in cui le informazioni veramente nuove
sono poche o nessuna e so che questa stanchezza condivisa da molti. Dedico
questa fatica agli onesti ricercatori nel campo, perch spero che vi trovino un
comune linguaggio per esprimere i principi e la natura delle energie sottili (
sintomatico il numero assolutamente enorme con cui esse sono state chiamate
nel corso dei secoli) e inoltre, trovino gli spunti per ulteriori ricerche che portino pi avanti la conoscenza, superando quella che io chiamo la "sindrome della
dimostrazione allo scienziato scettico" e cio la necessit di voler a tutti i costi
dimostrare, a chi non ha voglia di ascoltare e comprendere, la realt sottile della
Natura. Sono convinto che la Scienza del terzo millennio non sar pi basata
sulla sola conoscenza razionale, ma sar il risultato della fecondazione della
conoscenza con la coscienza e la sensitivit.
In questa opera spero che il Lettore possa trovare una rigorosa e coerente
descrizione dell'oggetto di indagine e soprattutto molte altre informazioni e
conoscenze introvabili altrove, soprattutto nella seconda met del libro. Mia
la responsabilit di molte cose scritte in quelle pagine e chi volesse documentarsi in merito non troverebbe n fonti, n libri. L dove le informazioni
non sono invece farina del mio sacco ho fornito, per chi volesse ulteriormente documentarsi, un'ampia bibliografia.

Questo pi o meno il mio attuale campo d'indagine. Ma sento che gli studi
e gli approfondimenti non sono finiti e che in un futuro molto prossimo si
apriranno degli spiragli ancor pi straordinari.

Che cos' questo libro. La mia conoscenza delle energie sottili, le macchine e i
principi su cui sono basate, le mie esperienze e scoperte sono raccolte in questo
libro. Esso in parte una specie di stato dell'arte sulle energie sottili, in parte il
tentativo di fondare razionalmente questo nuovo paradigma scientifico e in
parte un resoconto parziale di esperienze e dei risultati teorici e pratici ai quali
sono pervenuto. In questo libro ho descritto, sia pure brevemente, i principi
della trasmutazione orizzontale e quella d'ordine, il ciclo delle trasmutazioni
energetiche naturali, la struttura interna dei chakra, il meccanismo della

14

15

Capitolo 2
Una conoscenza molto antica
I - I POTERI DEGLI ANTICHI

Energie dense e sottili: una prima definizione. Cominciamo questo capitolo con una definizione provvisoria: qui e nel seguito parler di energie
dense riferendomi alle energie conosciute dalla Fisica: energia termica,
elettrica, magnetica, gravitazionale, eccetera e di energie sottili quando parler di quelle energie che per ora sfuggono ad un esame con l'ordinaria tecnologia, ma che pure sono identificabili con molti mezzi e soprattutto grazie
ai loro effetti positivi o negativi sull'organismo. Le energie sottili presenti
negli organismi viventi le chiamo energie sottili-vitali o bioenergie.
I poteri dell'uomo preistorico. L'idea della forza vitale, l'energia che rende
vivi e sani gli organismi viventi, la "Vis Medicatrix Naturae", presente anche
nel mondo minerale, sia pure in forma diversa, sembra ancora una stranezza o,
pi semplicemente, una sciocchezza ad uomini di scienza e a molte persone
comuni. Eppure, in molte medicine popolari e tradizionali, nelle discipline
esoteriche o mistiche in ogni tempo o latitudine e in alcune ricerche scientifiche
d'avanguardia, possibile trovare concetti come energia universale, forza vitale,
corpo energetico e energie sottili che possono far ammalare o guarire.
Nel corso della sua storia l'uomo ha posseduto ed utilizzato in larga misura
capacit che qualcuno impropriamente definisce poteri "paranormali". E' ancora
possibile, solo per poco, avere un'idea sulle capacit extrasensoriali dell'uomo
primitivo, studiando quanto resta della cultura aborigena in Australia. Gli
aborigeni hanno fermato il loro sviluppo tecnologico all'et della pietra, eppure,
nonostante l'atteggiamento presuntuoso e patemalistico dell'evoluto occidentale,
sono tutt'altro che inevoluti o degenerati. Antropologi e etnologi che li hanno
studiati, si sono trovati di fronte a una cultura antica di 40.000 anni, che ha
sviluppato una conoscenza degli stati di coscienza alterati sorprendentemente
sofisticata, grazie alla quale gli aborigeni sanno produrre e utilizzare una vasta
gamma di capacit psichiche utili per la caccia, l'orientamento, la guarigione, il
ritrovamento di vene d'acqua sotterranee e, in generale, per la sopravvivenza in
territori aspri e difficili come gli enormi spazi australiani.

16

Le trib aborigene, come riferisce il ricercatore A. P. Elkin, conoscono bene


l'energia sottile-vitale, che chiamano kuranita. Sanno che presente in ogni
essere vivente in quantit differenti (maggiore negli adulti sani, minore nei
bambini, molto scarsa nei vecchi e nei malati), che molto concentrata in
certi luoghi di potere, nei quali essi vanno a ricaricarsi, che si pu utilizzare
per stimolare la crescita di piante o di animali che servono da nutrimento
alla trib e, naturalmente, per guarire persone malate. La kuranita viene impiegata per "appoggiarsi al vento", cio comunicare telepaticamente e per
diagnosticare con gran precisione le malattie, ancor prima del loro manifestarsi, grazie ad una speciale forma di visione - che noi chiameremmo chiaroveggenza -, in cui i mali si presentano loro come colori e forme particolari.
Per il ricercatore H. Weaver, gli aborigeni forniscono indizi importanti sui
poteri psichici dall'uomo preistorico, che, secondo lo studioso, era perfettamente in grado di percepire i flussi energetici sottili naturali, emessi dalla
terra e dagli esseri viventi e sfruttava queste capacit per scovare le prede e
per sfuggire agli animali feroci. Gli antichi cacciatori paleolitici, sostiene,
potevano percepire le tracce bioenergetiche sparse nell'ambiente dagli animali, l'esistenza di fonti sotterranee in localit desertiche, la giusta direzione
anche con cielo coperto e le zone di forte intensit energetica, alcune dannose, che evitavano, altre utili alla salute, che utilizzavano per guarire. Attraverso un'attenta sperimentazione, avevano anche scoperto come rendere energeticamente invisibili l'aura e le loro tracce energetiche agli altri predatori.
Queste ricerche rivoluzionarie forniscono un'immagine distante da quella
stereotipa di cinema e letteratura: ben lontano dall'essere un selvaggio rozzo
e violento, l'uomo paleolitico era anzi estremamente sensibile e dotato di
grandi poteri psichici. L'arte parietale preistorica mostra con evidenza che
percepiva chiaramente l'aura delle proprie mani e quella degli animali, raffigurata con un alone o da aureole di raggi perpendicolari.
Anche i pellirossa d'America sapevano molte cose sulle energie sottili, conoscevano le linee di forza emanate dalla terra e i flussi planetari sottili ed erano
in grado di applicare, a fini di guarigione, tecniche terapeutiche energetiche.
Nuraghi e energie sottili-vitali. Insomma, molti popoli "primitivi 11 o molto
antichi hanno avuto nozione e un certo controllo sulle energie sottili. Alcuni
studiosi italiani hanno dimostrato che i costruttori dei nuraghi in Sardegna
operavano seguendo attentamente le linee di energia sottile emanate dal
terreno e utilizzavano questi misteriosi monumenti per guarire se stessi e gli
animali. Alcuni nuraghi sardi sono costruiti su punti di forza di energie

17

telluriche, che hanno effetti di guarigione sulle persone che vi stazionano


per qualche tempo. Anche i dolmen e i menhir, sparsi un po' ovunque in
Europa, sembrano posti su linee di forza e su nodi di energia sottile.
Come mai tanti popoli antichi avevano idee cos precise, nozioni cos sofisticate su fenomeni che ancor oggi sfuggono al controllo dei laboratori pi
attrezzati? L'uomo era dotato un tempo di poteri in seguito scomparsi oppure era erede di antiche scienze in seguito perdute? Una discussa teoria sostiene che, prima della scoperta e diffusione della scrittura, l'emisfero cerebrale dominante nell'uomo non fosse il sinistro, ma il destro. La dominanza
del destro forniva ai nostri antichi progenitori doti di intuizione, chiaroveggenza, chiaroudienza, telepatia, radioestesia e di altre forme di percezione di
energie sottili. Solo in tempi relativamente recenti, con l'introduzione della
scrittura, la dominanza cerebrale si sarebbe spostata a sinistra causando un
incremento delle capacit di analisi e una maggiore razionalit, ma anche la
perdita delle antiche capacit extrasensoriali.
Continenti scomparsi. Un'altra teoria, che forse qualcosa di pi di una
leggenda, sostiene che i popoli che un tempo abitavano l'Europa avrebbero
utilizzato i resti di scienze psichiche ereditate da antichissime civilt scomparse. I molti popoli sparsi tra le isole e gli arcipelaghi del Pacifico un tempo erano probabilmente un solo popolo, abitante un continente chiamato
Atlantide o .Mu o Lemuria, forse l'attuale Antartico, oggi ricoperto dai
ghia-cci. Questa gente avrebbe raggiunto una grande evoluzione, soprattutto
nelle scienze psichiche e spirituali e ne avrebbe fatto grande uso.

La leggenda di Mu diventa forse pi credibile di fronte alle straordinarie conoscenze di alcuni popoli del Pacifico. I Polinesiani, prima dell'invasione tu-
ristica di massa, conoscevano e utilizzavano ampiamente l'energia sottilevitale, che chiamavano mana (parola che ricorda stranamente la manna
ebraica). Max Freedom Long, un ricercatore che nel 1917 si trasfer alle
Hawaii, studi a lungo e approfonditamente gli ultimi sciamani Kahuna dell'arcipelago Hawaiano, oggi completamente scomparsi. Secondo la sua testimonianza, essi ottenevano guarigioni fisiche, psichiche e spirituali a volte
istantanee, camminavano sulla lava ardente dei vulcani, prevedevano il futuro, modificavano il tempo atmosferico e facevano altre cose prodigiose, grazie alla loro capacit di accumulare e controllare l'energia sottile o mana.
I Kahuna avevano una conoscenza degli aspetti pi sottili dell'uomo sorprendentemente vicina alle pi sofisticate dottrine esoteriche e a certe moderne scoperte scientifiche. Essi credevano che l'uomo sia un essere fisico,

18

emozionale, mentale e spirituale e che ogni guarigione debba partire dal riconoscimento di questa sua complessa natura. Abbiamo, dicevano, tre S:
un S inferiore, sede del subconscio;
un S medio, sede della mente cosciente e dei poteri della ragione;
un S superiore, o superconscio, sede della parte divina nell'uomo.
Secondo i Kahuna, i tre S sono entit parzialmente autonome che controllano sfere distinte e separate della realt. Il S Inferiore responsabile di
gran parte delle attivit involontarie del corpo fisico, ma non di quella volontaria, che spetta al S Medio. Accanto al corpo fisico esiste anche un
corpo Aka o corpo ombra, generalmente invisibile, composto di mana, la cui
sostanza permea ogni organo, ogni cellula e li rende vivi e vitali, concetto
molto vicino quello moderno di corpo eterico o bioplasmico.
Il S Inferiore, dicevano i Kahuna, sede delle emozioni ed ha il compito di
forgiare il mana o forza vitale utilizzato dagli altri due S. La cooperazione
tra S Inferiore, S Medio e corpo Aka permette di fare diagnosi e terapie
anche a distanza utilizzando soltanto il mana, che esiste in tre forme:
un mana inferiore, usato dal S inferiore;
un mana medio, usato dal S medio o mente conscia;
un mana superiore, utilizzato dal S superiore per operare miracoli.
Il mana inferiore pu essere accumulato e utilizzato dai S medio e superiore per guarigioni psichiche e spirituali. Il mana medio agisce come una forza
ipnotica e produce forme-pensiero che si introducono nella mente, guidando
il processo di guarigione. La mente responsabile di un gran numero di
malattie, altre sono il risultato di una mancanza di contatto tra il S Superiore e quelli Medio ed Inferiore.
Antiche terapie con le bioenergie. Gli egiziani conoscevano molto bene
sia le energie vitali-sottili, che il corpo eterico, che chiamavano sekhem e
impiegavano queste cognizioni per guarire tramite l'imposizione delle mani,
un uso molto antico ben noto tra le antiche civilt Mediterranee. Come pure
i Greci, utilizzavano queste pratiche nei templi.

Anche gli ebrei conoscevano il corpo eterico, i centri energetici o chakra e


l'energia sottile-vitale, che chiamavano ruah, esaltata dalla Bibbia per le sue
applicazioni in campo medico e spirituale. Alcuni reperti contenuti nei

19

cosiddetti Rotoli del Mar Morto ci dicono che in Palestina, ai tempi di Ges,
esistevano sette religiose che utilizzavano la terapia energetica sottile e la
guarigione con le mani. Anche Ges ha praticato largamente questa forma
di guarigione e ha anche detto: "Queste cose che io faccio, anche voi le
farete e meglio di me".
Ermete chiamava l'energia vitale sottile telesma, i greci physis, Platone nous. I Romani usavano far dormire giovani in perfetta salute vicino a persone
anziane e malate e, per evitare le energie sottili dannose emesse dal terreno,
costruivano gli accampamenti militari l dove cani e vitelli andavano a dormire. I Sufi chiamavano l'energia vitale-sottile barakha ed i centri d'energia
sottile, latifa. Anche loro, naturalmente, utilizzavano la loro conoscenza per
guarire o per cercare di non ammalarsi. Ippocrate parlava di energie circolanti nel corpo e spesso allude chiaremente all'aura umana e sostiene che la
malattia nasce a causa di squilibri e carenze di una misteriosa sostanza, che
oggi chiamiamo sostanza eterica o bioplasma.
L'aureola di Ges e di altre figure sacre, presente cos spesso nell'arte Cristiana, nonch i rosoni policromi delle cattedrali gotiche, sono la raffigurazione artistica del chakra Coronale e dell'aura. L'uomo ha rappresentato da
tempi immemorabili l'aura per esprimere la sua natura energetica e spirituale, anche se ogni popolo ha avuto un suo modo particolare di rappresentazione. I pellirossa hanno utilizzato caschi di piume d'aquila, gli egiziani
adornavano la testa dei faraoni con un copricapo conico abbellito da raggi
convergenti e sormontato da una testa di serpente, simbolo dell'energia che
scorre lungo la colonna vertebrale fino al chakra Coronale. Stesso significato hanno avuto le corone che re e regine si sono messi in testa in tutti i
tempi e copricapi di papi e vescovi. La svastica, un simbolo solare ariano, e
l'onnipresente, universale simbolo della spirale, sono rappresentazioni
schematiche del moto vorticoso dei chakra.

Il -INDINI E CINESI E LE ENERGIE SOTTILI

Le energie sottili vitali nello Yoga cinese. Nella grande tradizione


esoterica orientale i due Y oga cinese e indiano hanno raggiunto i risultati
pi sorprendenti nello studio e nell'uso delle energie vitali sottili. Queste
antichissime dottrine, pur prive dei moderni mezzi di ricerca scientifica e
avendo come solo mezzo di indagine la coscienza, hanno raggiunto un
sapere sulle energie sottili nell'uomo, che ancor oggi sembra prodigioso.

20

Nel corso dei secoli, Cina e India si sono scambiate conoscenze e risultati e
sono state centri di diffusione di discipline mistiche ed esoteriche per tutti i
popoli vicini, come gli Indocinesi e i Giapponesi.
L'esistenza di un'energia sottile-vitale che rende il corpo vivo e sano e che
permette alla mente conscia ed inconscia di utilizzare gli organi sottoposti al
suo comando, un'idea antica di migliaia di anni, pi antica dei pi antichi
testi cinesi o ind. Gli yogin, cio i Maestri dello Yoga indiano, la chiamarono in sanscrito Pra-Na, Energia primaria e la conoscevano gi dai tempi
della civilt di Mohenjo-Daro, prima della discesa dei popoli indoeuropei. I
Maestri dello Yoga cinese o Yoga del Tao, la chiamarono Ch'i. Per loro, il
Prana o Ch'i un'Energia Madre, che scaturisce direttamente dall'Assoluto e
da essa, lungo la sua discesa verso i piani sempre pi densi della Realt,
viene generata ogni altra forma nota di energia.

Un organismo vivente un sistema sia energetico che materiale, sostenevano. L'aspetto energetico costituito da una struttura non percepibile con
i sensi ordinari: il corpo "pranico" o eterico. I praticanti delle scuole esoteriche indiane e cinesi, grazie ad allenamenti segreti gelosamente custoditi e
trasmessi oralmente da maestro a discepolo, attivavano ed esaltavano i loro
poteri di sensitivit, chiaroveggenza (la percezione di tipo visivo dei fenomeni energetici sottili) e chiroestesia (la percezione di tipo tattile). Grazie a
questi poteri, identificarono alcuni organi energetici sottili, quali i centri
energetici o chakra, i meridiani, le nadi o canali eterici e le aure o campi
energetici che circondano ogni organismo vivente.
A parte alcune differenze, la descrizione del corpo energetico o eterico fatta
dalle due scuole, l'indiana e la cinese, coincide nella sostanza. Nel lontanissimo 2.700 a. C. in Cina esisteva un testo dal titolo: "Il classico della Medicina interna" in cui si trovano alcuni principi fondamentali della Medicina
Energetica. E' del 1000 d. C. il pi celebre "Libro dei Cambiamenti", o I
Ching, che introduce il concetto dell'esistenza di due polarit energetiche, lo
Yin e lo Yang. I testi indiani dedicati all'uso terapeutico dell'energia vitale
sono altrettanto antichi: si parla di qualcosa come 4.000/5.000 anni fa!

Le arti marziali e il Ch'i. In una disciplina di potenziamento fisico molto


vicina alle arti marziali, detta Ch'i Kong (dove Ch'i= Energia vitale e Kong
= lavoro, quindi C'hi Kong = "Lavoro sull'energia vitale") vennero
approfonditi molti aspetti essenziali per la comprensione delle energie sottili
di guarigione. Gli antichi maestri del Ch'i Kong, che si erano accorti che
una mano nergeticamente carica in grado di colpire molto pi duramente

21

di una scarica e un corpo carico in grado di assorbire i colpi molto meglio


di uno scarico, scoprirono un numero enorme di centri energetici (i punti
dell'Agopuntura) e i meridiani (le vie di scorrimento del Ch'i).
All'interno di questa vasta e complessa disciplina si possono collocare molte
tecniche apparentemente distanti, alcune note in occidente con nomi diversi,
in genere di origine giapponese. Nel corso della guerra che i Giapp.on~si
avevano promosso contro la Cina, essi vennero in contatto con le antichissime discipline cinesi, che diffusero e commercializzarono dopo la fine della
seconda guerra mondiale. Le discipline del C'bi non avevano in Cina una
catalogazione precisa e spesso neppure un nome unico, ma erano parte di un
corpus vasto che comprendeva il C'bi Kong, il Kung Fu, la ~igitop~e~sione,
l'Agopuntura, il Massaggio, il Massaggio Zonale, la Cucma-dei-cmqueelementi o Cucina-di-salute e le tecniche di guarigione con i suoni. Oltre a
queste e a molte altre discipline che non ci sono pervenute si svilupparono
anche "La-mano-che-guarisce", la "Palma-di-Budda" e la "Prova-dell'aura",
antenate della moderna Pranoterapia e del Pranic Healing.
L' Ayurveda o "Scienza della vita e della Longevit", ha tradizioni antiche di
millenni, trasmesse oralmente da maestro a discepolo e, solo pi tardi, codificate in versetti. Secondo i suoi insegnamenti, l'energia sottile si manifesta in
cinque principi di base: aria, acqua, fuoco, terra ed etere ? spaz~o. L'uo~~' microcosmo che riproduce la Natura, una complessa mamfestazmne dei cmque
elementi cosmici. Influenzati dall'elemento etere sono: interno della bocca, naso
e condotto gastrointestinale; dall'elemento aria, muscoli e pulsazioni del cuore;
dall'elemento fuoco, sistema digestivo, materia grigia del cervello e temperatura
del corpo; dall'elemento acqua, secrezioni, succhi digestivi, saliva, ghiandole
salivari e plasma. Infine, sotto l'influenza dell'elemento terra ci sono le strutture
solide come ossa, cartilagini e unghie.
La tradizione indiana associa ad ogni elemento cosmico una forma, un colore o un organo, alle dita della mano, i cinque elementi, che sono resi vivi e
vitali dal prana, del quale esistono varie qualit differenti, connesse ad alcune funzioni fondamentali corporee, come l'assunzione d'aria, cibo e acqua,
l'espulsione, la digestione e cos via.
Le teorie indiane e cinesi dell'energia vitale sottile sono fondate sul principio dell'equilibrio: la malattia la manifestazione, allivello fisico, di squilibri esistenti nel corpo energetico. Gli antichi Indiani, come i Cinesi, sostenevano che la salute una manifestazione dell'equilibrio energetico, a sua
volta espressione di realt sia fisiche sia psichiche. Quando per una qualsiasi

22

causa si presenta uno squilibrio, rapidamente insorge la malattia. Curare


dunque riequilibrare, riportare le energie che circolano nel corpo allo stato
di perfetto equilibrio. La mano uno strumento terapeutico perch, grazie a
gesti di guarigione o mudra, l'uomo pu utilizzare le correnti energetiche
che scorrono in lui.
Paracelso, l'lliaster e le tre aure. Rivoluzionarie per il suo tempo erano le
idee del grande Paracelso (1493-1541), che sosteneva che il corpo tenuto
in vita da una sostanza sottile, l'Iliaster, che si comporta a volte come materia, a volte come energia. La sua attivit si manifesta in un campo energetico, composto di tre strati, di cui il primo pi collegato al metabolismo, il
pi esterno dipendente dall'attivit mentale. Alcuni insegnamenti di Paracelso, come l'Iliaster, il campo energetico e l'origine energetica di malattie
fisiche e mentali, sono ancora oggi straordinariamente validi ed attuali. La
dottrina del corpo eterico e dei centri d'energia non fu estranea alla mistica
cristiana. Nella sua "Theosofia Practica" del 1696 il mistico Johan Georg
Gichtel, allievo di Jacob Bohme, parla chiaramente sia del corpo eterico, che
di cinque centri energetici.
Vicini agli insegnamenti di Paracelso erano i due grandi scienziati italiani
Luigi Galvani (1737-1798) e Alessandro Volta (1745-1827) che studiarono
per primi il rapporto tra energia vitale sottile e bioelettricit. Galvani, in
particolare, parl di una "forza vitale" che anima gli esseri viventi.

III - LA SCIENZA MODERNA


Reichenbach e la scoperta dell'odyle. La letteratura relativa alle ricerche
moderne oramai talmente tanto vasta, che difficile condensarla nei limiti
di questo lavoro. Mi l!miter a quelle che hanno avuto maggior eco o che, a
mio avviso, sembrano le pi fondate scientificamente. Il primo studioso
moderno di rilievo delle energie vitali sottili e dei campi energetici fu forse
il barone Karl von Reichenbach ( 1788-1869), industriale, brillante chimico e
biochimico, scopritore della paraffina e del creosoto, esperto di metallurgia
e di meteoriti. Diventato ricchissimo grazie ai proventi delle sue industrie e
delle sue scoperte, si ritir dagli affari per dedicarsi totalmente ai suoi amati
studi sull'energia sottile, che chiamava odyle o forza odica. Le ricerche, durate 30 anni, ebbero dimensioni stupefacenti: mise insieme un gruppo di 200
chiaroveggenti, scelti tra esperti di medicina, fisica o filosofia, affinch i loro rapporti avessero il massimo d'obiettivit.

23

Reichenbach scopr che l'energia sottile o odyle una propriet universale


dlla materia, presente non solo negli esseri viventi, ma anche nei magneti,
nei cristalli, nella luce, nel calore ed generata dall'attrito, dal suono, dalla
luce, dall'elettricit, dall'irradiazione di sole, stelle e pianeti, dalle reazioni
chimiche e soprattutto dall'attivit biologica di piante, animali ed uomini. La
distribuzione dell'odyle, che interpenetra la struttura matriale dell'Universo,
non uniforme, ma ineguale nello spazio e nel tempo. Esso pu essere accumulato, trasferito, distorto, trasmesso e irradiato attraverso oggetti e da
una persona ad un'altra.
L'odyle bipolare, cio dotato di polarit come il magnetismo e l'elettricit:
quello negativo, visto nel buio dai chiaroveggenti come una luce bluas~a,
calmante e piacevole, quello positivo, giallo-rossastro, riscaldante, eccitante e
pu dare sensazioni spiacevoli. L'energia sottile umana crea un'aura luminosa,
fluttuante e colorata intorno al corpo. Reichenbach scopr inoltre l'esistenza di
un ciclo diurno dell'energia sottile umana e il nesso tra questa e gli stati emotivi
e mentali. Nonostante lo scetticismo generale di scienziati e medici, il grande
scienziato Humboldt si espresse cos sulle ricerche di Reichenbach: "I fatti sono
innegabili: ora compito della scienza spiegarli".

Reich: dalla psicoanalisi alla scoperta dell'orgone. Le ricerche di Wilhelm Reich, allievo di Freud e ideatore di un'originale psicoterapia, interessano soprattutto per la profondit con cui ha studiato il rapporto tra l'energia
sottile-vitale e lo stato emozionale. Nato a Vierina nel 1897 da genitori
ebrei, studi medicina e psichiatria. Dal 1934 al 1939 visse in.Norvegia ed
infine nel1942 emigr negli USA, dove rimase fino alla morte. I suoi primi
studi sull'orgasmo (celebre il suo libro "La funzione dell'orgasmo") lo
portarono alla scoperta del rapporto tra emozioni e l'energia sottile, che dapprima chiam bioelettricit, in seguito orgone. Come Reichenbach, si con. vinse che l'energia sottile od organica universalmente presente, si manifesta negli esseri viventi come forza vitale e creativa, nelle galassie come
moto e calore. Ogni cosa possiede un suo campo d'energia che interagisce
con il mare d'energia planetaria e lo sterminato oceano d'energia cosmica.

l'orgone verso uh organo o un'area del corpo. L'effetto dell'accumulatore e


dello shooter sull'organismo umano, secondo Reich e i suoi seguaci in tutto
il mondo, ha effetti precisi sull'organismo umano, che ne energeticamente
ricaricato, anche se il suo uso terapeutico piuttosto limitato. In seguito
dar una mia interpretazione di questo fatto.
Le' ricerche di Reich furono interrotte quando, sotto la spinta della classe medi-

ca e degli psichiatri, venne portato in tribunale sotto l'accusa di frode. Reich si


difese da solo sostenendo che la corte non aveva il diritto di giudicare in tribunale una teoria scientifica. Ritenuto colpevole di disprezzo alla corte, fu condannato a due anni di prigione ed alla totale distruzione del suo lavoro di anni:
libri, articoli, strumenti e perfino della sua casa editrice. Dopo nove mesi di prigione, nel 1957, Reich mor stroncato da un attacco cardiaco.

IV - UN GRANDE INNOVATORE: CHOA KOK SUI

n Pranic Healing: un importante passo in avanti. Il

Pranic Healing ,
come dice la parola, una terapia, una terapia semplice, ma
straordinariamente efficace. Poich di Choa e del Pranic Healing ho scritto
nel primo capitolo, mi limiter a sottolineare un aspetto. Choa arrivato a
risultati cos importanti perch unisce, al sapere e alla creativit,
straordinarie doti di sensibilit e sensitivit alle energie sottili, che gli
permettono di "vedere" e "sentire" ci che ad altri a volte sfuggito. Ecco
uno .degli elementi centrali: la personale sensitivit del ricercatore,
strumento che a me sembra insostituibile in questo campo di ricerca.

Reich, tra l'altro, costru alcuni strumenti come l'accumulatore organico, in


grado di accumulare energia sottile ambientale, che utilizz a fini
terapeutici. L'accumulatore era basato sul fenomeno, da lui scoperto, che
l'energia sottile assorbita da materiali organici ed dispersa dai metalli.
Era costituito da strati di materiali organici e metallici alternati che
intrappolavano l' orgone atmosferico, cos come una serra accumula il
calore. Ad esso Reich applicava anche lo shooter, un tubo che concentrava

24

25

Capitolo 3
Ma cos' l'energia sottile?

in stato di plasma. Oggi la nozione di


plasma entra in numerose discipline
scientifiche e applicazioni tecnologiche, che vanno dal tubo al neon al
motore magnetoidrodinamico. Quello
che rende il plasma uno stato molto
particolare, la propriet di essere soggetto ad ogni tipo di energie, particolarmente alle forze elettromagnetiche.

l - ENERGIE SFUGGENTI
Gli accenni su Reichenbach e Reich mettono in luce le difficolt che anche i ricercatori pi seri e agguerriti hanno incontrato nel definire la natura
dell'energia sottile. Ha molte affinit con l'elettricit, con il magnetismo, le
onde elettromagnetiche ed in particolare i raggi infrarossi e ultravioletti. E'
simile a un vento di ioni o di elettroni, ma nella sostanza diversa da tutto
ci. Alcuni fisici, (Einstein, Harold Aspden, Paul Dirac, Shiuji Inomata,
Thomas Bearden ed altri) hanno postulato l'esistenza del vuoto quale reale
campo d'energia. Aspden, nel 1980, ha ipotizzato una matrice spaziale o
grata di quanta, dalla quale fa derivare ogni altra legge matematica, inclusa
l'equazione einsteiniana e = mc2. Questa matrice sarebbe connessa ad altre
matrici energetiche di natura organica, dando vita appunto, ad un energia
biologica o vitale. Il giapponese Inomata ha tentato una fusione delle leggi
che governano le energie conosciute, in un modello basato sul concetto
dello Stato Vuoto (Vacuum State), che comprende ogni forma d'energia
compresa quella biologica. Ricercatori della ex Unione Sovietica, infine,
hanno associato il concetto di energia sottile a quella di plasma biologico o
bioplasma. Ma cos' il plasma? Nella scienza si parla di quattro stati della
materia: solido, liquido, gassoso e plasma. La prima idea di un quarto stato
della materia si deve allo scienziato inglese William Crookes (1832-1919),
chimico e inventore, che per primo nel 1879 svilupp la teoria della materia
radiante, il quarto stato della materia.

n plasma

uno stato particolare dei gas, una miscela, parzialmente ionizzata, che pu essere complessivamente neutra, formata da atomi, parte dei
quali privi dei loro gusci elettronici, da protoni e da elettroni liberati dai loro
nuclei atomici. Ogni radiazione, campo elettrico o magnetico possono influenzarlo, attivarlo, deviarlo, illuminarlo. Il plasma probabilmente lo stato
pi diffuso in Natura: negli spazi interstellari ne esistono smisurate e freddissime distese, il Sole e le altre stelle sono formate da plasma caldissimo,
ma anche nella nostra camera da letto l'aria parzialmente ionizzata e quindi

26

Il bioplasma, il plasma della materia organica vivente. Non


quindi strano che uno stato cos
diffuso in Natura sia presente anche intorno e all'interno degli organismi viventi. Bioplasma un termine coniato dallo scienziato sovietico V. S. Grischenko, che ipotizz nel 1944 un tipo di plasma
associato agli organismi viventi. In
seguito, nel 1966, chiam questo
stato plasma biologico o bioplaIl corpo energetico
sma. In anni pi recenti altri scienziati nell'ex Unione Sovietica, in Romania e in altri paesi hanno condotto
esperimenti di laboratorio per dimostrarne l'esistenza.
Il bioplasma un gas elettricamente neutro, a temperatura e pressione ambiente, in cui solo una minima frazione del gas costituito da ioni, in cui
"nuotano" liberamente molecole, frammenti molecolari, radicali liberi, protoni ed elettroni e in cui sono presenti radiazioni di vario tipo, soprattutto
elettromagnetiche di tenue intensit come raggi ultravioletti e infrarossi. E'
altamente conduttore, in grado di accumulare, assorbire, emettere e trasferire energia tra organismi diversi. Il fisico Viktor Inyushin, sperimentando
su animali e esseri umani e sui collegamenti tra plasma, bioplasma, bioelettricit e biochimica, ha trovato che il cordone spinale, i nervi e tutte le cellule nervose ne contengono grandi quantit. Il rapporto tra bioplasma e stati
d'animo , secondo lui, molto stretto.

Corpo bioplasmico, eterico, energetico, sottile, pranico: sinonimi della


stessa cosa. Le particolarit davvero uniche del bioplasma, il suo comportamento, i suoi rapporti con il corpo fisico, spinsero il ricercatore a parlare

27

di una struttura chiamata corpo bioplasmico. Dobbiamo pensare al bioplasma come ad una sostanza che permea e circonda il corpo fisico ovvero che
sia interna sia esterna ad esso. Il termine corpo bioplasmico un sinonimo
di corpo energetico e di uno pi antico: corpo eterico, che gli antichi indiani
chiamavano anche pranico. Corpo bioplasmico, pranico, eterico, energetico
sottile: pi definizioni per indicare la stessa cosa.

L'energia sottile segue leggi sconcertanti. Alcuni ricercatori moderni la


considerano un tipo particolare di energia debole, un mix di componenti
diverse delle energie dense, di tipo termico, elettrico, elettromagnetico,
magnetico, ionico, chimico pi altre ancora non ben identificate. Ma
l'energia sottile molto di pi di un mix di componenti dense: essa vi certo
connessa, ma in realt diversa da ogni altra energia conosciuta. Segue
delle leggi a volte molto lontane da quelle della fisica e che possono
sembrare bizzarre, anche se la fisica dei quanta ci sta abituando a non poche
stranezze. La nostra incapacit nel definire l'energia sottile non deve
spaventare: la Fisica non riesce a fare di meglio con un'energia densa, come
per esempio, quella gravitazionale. Baster, per il momento e per fissare le
idee, riferirei alle energie sottili in modo intuitivo e sulla base degli effetti
che esse producono sugli organismi viventi, compreso l'uomo. D'altra parte
esiste uno strumento estremamente sofisticato e sensibile che in grado di
dimostrare l'esistenza delle energie sottili ed l'uomo stesso: grazie ad
idonei allenamenti, possono essere viste o percepite in vario modo, proprio
come si percepisce la luce e la gravit.

Il E' DIMOSTRABILE SCIENTIFICAMENTE L'ESISTENZA DELLE ENERGIE


SOTTILI?
Kirlian e i suoi precursori. Nel 1970 usc a New York il libro "Scoperte
psichiche oltre la cortina di ferro" di S. Ostrander e L. Schroeder, che
segn, almeno una parziale svolta nell'atteggiamento della scienza
occidentale sulle energie sottili, portando a conoscenza di pubblico e
scienziati occidentali, la vastit delle ricerche condotte in campo psichico da
alcuni ricercatori sovietici. Ma fu un nuovo strumento di indagine inventato
da due scienziati sovietici, Semyon e V alentina Kirlian, a produrre
l'interesse maggiore. Utilizzato a partire dal1939 in numerose ricerche sugli
organismi viventi e sugli esseri umani, l'effluviografo ad alta tensione (o pi
semplicemente elettrofotografia o fotografia Kirlian), uno strumento

28

ormai noto in tutto il mondo e utilizzato nei


campi pi disparati. La NASA, ad esempio,
lo usa per evidenziare sottili fratture,
altrimenti invisibili, di pezzi metallici. Si
tratta di un processo che consiste
nell'effettuare una fotografia, per esempio di
una foglia, utilizzando il fenomeno di
elettroluminescenza prodotto da un campo
elettrico ad alta tensione ed alta frequenza.
In realt la riproduzione di oggetti tramite
correnti elettriche precede di molti anni i laFoto Kirlian
vori di Kirlian. Gi nel 1888 il cecoslovacco
Barthlemy Navrtil (1848-1927), professore
di fisica e matematica, utilizz le correnti elettriche per produrre immagini.
L'invenzione della elettrofotografia in alta frequenza sembra comunque doversi attribuire al polacco Jodko Narkiewicz (1848-1913), la cui macchina,
di fatto simile a quella di Kirlian, anche se pi primitiva, gli permise, gi nel
1896, di dimostrare con immagini l'effetto delle emozioni sul corpo.
L'oggetto di studio della fotografia viene posto tra due elettrodi connessi alla
sorgente di elettricit ad alta frequenza ed alta tensione. La tecnica, una
volta sviluppata la lastra
fotografica, permette di
evidenziare una corona,
cio un effetto luminoso,
di solito molto variegato
ed irregolare, che circonda gli oggetti sottoposti alla macchina, siano essi animati o no. A
questa corona venne dato
il nome di effetto Kirlian
in omaggio ai suoi scopritori. In un'intervista lo
stesso Kirlian disse, a
SORGENTE ALTA TENSIONE
proposito della sua invenzione:
Schema della fotografia Kirlian

29

"Anche i soggetti inanimati sottoposti a correnti ad alta frequenza danno


una luminescenza, ma essi si illuminano in modo uniforme, geometricamente esatto, costante, di luce smorta, monocroma. Invece la luminescenza
di un corpo vivente muta ininterrottamente".
Quando la foto Kirlian venne conosciuta negli anni '70 dal mondo scientifico occidentale, molti credettero d'aver trovato il mezzo per fotografare
l'aura, il campo energetico sottile umano. Oggi l'opinione prevalente che
questo straordinario mezzo d'indagine permetta di fotografare non tanto il
campo sottile, ma piuttosto la sua interazione con quello d'alta tensione e
alta frequenza generato dalla macchina. Il Dr. William Tiller, un ricercatore
piuttosto noto nel campo, ha scritto in un articolo sul New Scientist:

"E' ragionevole sperare di osservare direttamente una manifestazione non


fisica, utilizzando unicamente strumenti costruiti attraverso i cinque sensi
fisici? Io penso di no. Noi possiamo solamente sperare di captare
un 'informazione al livello fisico. Per energie non fisiche intendiamo energie
non di natura elettromagnetica o sonora o gravitazionale".
Che la macchina di Kirlian fotografi l'aura o no , a mio parere, un falso
problema. E' oramai opinione comune di tutti i ricercatori che la utilizzano
che essa comunque fornisca informazioni davvero uniche sullo stato di sa~
Iute degli esseri viventi ed in particolare dell'uomo. In Germania, ad esempio, si produce una macchina Kirlian compatta e semplificata, che permette
al medico di diagnosticare con grande facilit grazie alla fotografia dei polpastrelli. Oggi altri metodi di indagine, derivati dalla macchina di Kirlian,
come l'elettronografia e la microelettronografia, create da Ion Dumitrescu,
permettono di spingere le ricerche all'interno stesso delle cellule. La macchina per l'elettronografia di fatto un acceleratore di particelle lineare e
unidirezionale. Nello spazio di accelerazione vengono interposti l'oggetto da
esaminare e un sistema di fotocaptazione, che pu essere una semplice pellicola fotografica, o un sistema elettronico, in grado di trasmettere l'immagine
in circuiti di analisi.

IL PRINCIPIO DI INTERAZIONE ED ALTRE PROPRIET DELLE


SOTTILI

Reich e Reichenbach dimostrarono


per primi che l'energia sottile pu
essere generata dall'attrito, dal suono, dalla luce, dall'elettricit, dall'irradiazione di sole, stelle e pianeti,
dalle reazioni chimiche e soprattutto
dall'attivit biologica di piante, animali ed uomini, insomma da qualsiasi energia densa sia fisica che biologica. E' un fenomeno che chiunque,
con un minimo di sensibilit alle
Principio d'interazione denso-sottile
energie sottili, pu facilmente verificare. Ogni volta che accendiamo una
lampadina succedono due cose: viene generato sia un flusso luminoso (e di
questo, se non siamo ciechi, ci accorgiamo), sia un flusso di energia sottile.
Percuotendo un oggetto si sviluppano sia un'energia densa cinetica dovuta al
movimento, sia una sottile. La luce solare contiene due flussi d'energia: una
densa, che captiamo con i nostri occhi o con strumenti di misura e un flusso
potente di energie sottili. Questo fenomeno pu cos generalizzarsi:
l)

un flusso di energia sottile si manifesta ogni volta che si produce un


flusso di energia densa. Possiamo chiamare questo basilare fenomeno:
principio di interazione denso-sottile o, pi semplicemente, principio
di interazione.

V al e anche la propriet inversa:


2)

30

un microscopico flusso di energia densa si genera ogni volta che si


produce un flusso di energia sottile, fenomeno molto pi difficile da
dimostrare del primo perch le quantit di energia densa generate sono

in genere piccolissime. Su questa seconda propriet del principio di


interazione, si fondano le speranze dei ricercatori che stanno
lavorando nel campo delle free energies, cio nel tentativo di trarre
energia densa, per esempio elettrica, da quella sottile.

III-C Un'energia radiante e onnipresente, anche nel vuoto


Reich, come tanti altri ricercatori, era convinto che le energie sottili sono
universalmente presenti, penetrano e permeano ogni cosa. In effetti ogni oggetto, ogni essere vivente, perfino il vuoto, sono permeati di quantitativi
molto grandi di energia sottile. Lui e Reichenbach dimostrarono che l'energia sottile una propriet universale della materia, presente negli esseri viventi, nei magneti, nei cristalli, nella luce, nel calore.
L'energia sottile si diffonde nell'Universo grazie alla sua natura radiante:
ogni organismo vivente la assorbe dall'ambiente esterno e la irradia continuamente, fino alla sua morte. Pertanto pu essere irradiata da un oggetto e
assorbita da un altro, emessa da una persona e assorbita da un'altra.

III-D Energia e plasma possono essere tossici e congesti


Esistono, come vedremo meglio nel seguito, molte modalit di energia sottile. Alcune sono pure, altre, per effetto del principio di interazione,
"disturbano" plasma e bioplasma. Radioattivit, raggi X, onde elettromagnetiche, campi magnetici, ioni positivi, perfino certi suoni irritano, li congestionano, rendendoli tossici e dannosi alla salute. Plasma e bioplasma tossici o congesti sono sinonimi. Che effetto ha il plasma tossico sulla nostra
salute? C' un rapporto tra plasma tossico e malattia?
Lo stato di congestione biologica prodotto da tossine (radicali liberi e altri prodotti del metabolismo anaerobico) presenti nel terreno intercellulare e
nella cellula stessa. All'interno della cellula ci sono i mitocondri, strutture
che hanno la funzione di produrre energia. I radicali liberi sono molecole
elettricamente non neutre che ossidano (cio sottraggono loro elettroni) i
composti che incontrano, danneggiandoli. I loro bersagli sono le proteine, i
lipidi e il DNA cellulare, ma pi gravi sono i loro effetti sui mitocondri, che,
perdono la loro efficienza. In tal modo l'energia della cellula diminuisce e
l'organismo invecchia.

32

Quando un organismo intossicato da grandi quantit di radicali liberi e di


altre tossine il suo bioplasma diventa fortemente congestionato, contiene
cio delle grandi quantit di energie sottili tossiche.
Plasma ambientale e bioplasma reagiscono alle energie dense e sottili. I
campi magnetici, elettrici, le emissione di ioni, ogni radiazione, perfino la
luce ed i suoni provocano inevitabilmente modificazioni profonde nel bioplasma. E poich questo, come vedremo, la matrice, l'interfaccia tra l'ambiente energetico esterno e il nostro organismo biologico, tutte le manifestazioni energetiche modificano o turbano il suo stato. Se immergo la mia mano in una pentola d'acqua bollente mi scotter gravemente per effetto
dell'assorbimento di una aggressiva forma di energia densa, il calore.
L'effetto della scottatura si produrr sia sulle cellule della mia mano, sia sul
loro bioplasma, che ne risulter fortemente congestionato.
Plasma ambientale e bioplasma interagiscono. Abbiamo detto che il plasma uno stato della materia molto diffuso, anzi il pi diffuso e che le energie dense hanno effetti rilevanti su di esso. Anche le energie sottili modificano plasma e bioplasma. Questi effetti sfuggono ancora a rilevazioni strumentali dirette, ma sono reali ed il sensore pi efficace al mondo ad identificarle: il nostro stesso psicosoma. Immersi nell'aria di montagna o sulla riva
di un mare incontaminato ci sentiamo meglio, proviamo pi benessere, perch il nostro bioplasma si libera delle congestioni accumulate in citt e si arricchisce di vibrazioni benefiche. Nella citt inquinata, nell'ufficio pieno di
computer e di luci al neon l'aria piena di plasma tossico che inquina il
bioplasma e noi proviamo disagio, stress, ansia e altre sensazioni sgradevoli.
In conclusione: il bioplasma interagisce continuamente con il plasma e le
energie sottili ambientali.
Anche il bioplasma in grado, sia pure parzialmente, di alterare il plasma ambientale e il bioplasma di un'altra persona. In una stanza dove c' un malato, il
plasma parzialmente alterato in senso dannoso alla salute: c' una maggiore
concentrazione di dannosi ioni positivi, ad esempio. Se siamo in buona salute il
nostro bioplasma pu invece equilibrare e migliorare parzialmente lo stato del
plasma ambientale o del bioplasma di una persona sofferente.

33

IV - MEMORIZZARE LE ENERGIE SOTTILI


IV -A La banda d'informazione
Entrer ora in uno degli argomenti pi controversi, ma anche pi promettenti e creativi, nel campo delle energie sottili: la possibilit di accumularle
e memorizzarle. E' noto che molti guaritori psichici sostengono di essere in
grado di programmare i cristalli a fini di guarigione. Questo sta a significare
che una qualche forma di energia sottile di natura psichica pu essere memorizzata in un cristallo. Una prospettiva davvero eccitante! Vediamo rapidamente che cosa emerge da alcuni studi scientifici condotti in questo campo.
Ogni organismo vivente, compreso ovviamente l 'uomo, controllato e
attivato da un sistema energetico complesso, che abbiamo chiamato corpo
bioplasmico o eterico. In realt non solo l'intero organismo, ma anche i suoi
organi, i suoi tessuti, le sue cellule e perfino i corpi inerti possiedono un loro
campo energetico. Per gli organismi viventi si preferisce parlare di corpo
eterico, per le sostanze inerti di campo eterico o anche, secondo la dizione
proposta da qualche ricercatore, di banda d'informazione ("information
band"). Pertanto banda d'informazione e campo eterico sono sinonimi.
La banda d'informazione esiste intorno ad ogni sostanza. E' un'aura formata
da plasma, un "cocktail" di particelle subatomiche, di elettroni, ioni, radiazioni elettromagnetiche e campi d'energia densa e sottile associati alla sostanza in questione. In altre parole, la banda d'informazione non altro che
la controparte energetica densa e sottile di ogni oggetto.
Iv1a perch la banda d'informazione si chiama cos? Essa deve il suo nome
al fatto che si comporta come una sorta di registratore degli eventi energetici
ai quali stato sottoposto un oggetto. Che tipo di eventi? Qualsiasi fascio o
corrente d'energia che abbia raggiunto l'oggetto in questione, come luci,
suoni, elettricit, magnetismo, radioattivit, eccetera. La banda d'informazione reagisce a tali eventi e ne resta perturbata per qualche tempo pi o
meno lungo.
Il Dottor W. A. Tiller della Stanford University cos descrive la banda
d'informazione:
"... ciascun organismo vivente o ciascuna materia irradia e assorbe energia
mediante un campo energetico caratterizzato da una certa frequenza e da

34

certe caratteristiche di tipo radiato rio. Un'analogia utile l'atomo, che continuamente irradia energia elettromagnetica in forma di onde a causa della sua
struttura oscillatoria e delle sue vibrazioni termiche. [Ovviamente] pi i materiali sono complessi, pi complesse sono le loro forme d'onda. "

La banda d'informazione di materiali inerti pu essere percepita con


appositi strumenti complessi e sofisticati. Alcuni ricercatori hanno
ideato tecniche di analisi della banda d'informazione basate su test
chimici o fisici, ma in realt essa
pu essere percepita direttamente
con le nostre mani. Una moneta,
sbattuta per terra un certo numero di
volte, viene sentita dalle mani di un
operatore un po' sensibilizzato a
questo tipo di percezioni, come
"energeticamente pi carica" di una
moneta normale. Lo stesso avviene
se si sottopone la moneta ad altri
la banda d'informazione
campi d'energia, come quello magnetico (anche se la moneta composta di materiale non magnetico!), a un
fascio di luce, oppure ad un forte suono. Sembra dunque plausibile pensare
che le mani dell'operatore percepiscano lo stato di eccitazione del plasma
che circonda l'oggetto cos attivato.

IV-B La misteriosa memoria dell'acqua


L'acqua pu memorizzare? Pu incamerare informazioni? Il Dottor Jacques Benveniste e i suoi collaboratori dell'Universit di Parigi hanno dato
una risposta alla domanda studiando, verso la fine degli anni '80, gli effetti
di un processo costituito da una serie di diluizioni progressive, seguite da
succussioni sull'attivit dell'immunoglobulina E (lgE). Succussione vuoi dire sbattimento del contenitore che contiene la diluizione. Dopo aver sottoposto le immunoglobuline a diluizioni altissime e succussioni, egli ha concluso
che in qualche modo era ancora attiva la loro capacit immunitaria. In altre
parole, l'acqua conservava ancora propriet immunitarie anche dopo diluizioni impossibili.

35

Il problema che secondo la Chimica, alle diluizioni raggiunte da Benveniste, l'acqua non contiene pi nulla della sostanza originaria in essa diluita.
Sorge spontanea la domanda: come pu un'acqua distillata purissima avere
ancora una efficacia immunitaria? Secondo Benveniste, una "essenza" degli
anti-IgE si era impressa nella struttura dell'acqua, tanto da conservare una
memoria delle immunoglobuline. Queste ricerche, condotte con scrupolo
scientifico assoluto, durarono due anni. Anche altri laboratori ripeterono
l'esperimento di Benveniste con gli stessi risultati, finch la celebre rivista
scientifica Nature si occup del caso, pubblicando un articolo di Benveniste.
A seguito dello scalpore suscitato nel mondo scientifico dall'articolo, l'editore della rivista, un fisico di nome Maddox, chiese a Benveniste di poter formare un team per la verifica della ricerca nel laboratorio dello scienziato
francese. La composizione del team era strana, essendo formata da un prestigiatore di nome James Randi, completamente privo di credenziali scientifiche, dal Dott. Walter Stewart del U.S. National Institute of Health, non
qualificato in campo immunologico e da Maddox stesso, l'editore di Nature,
di professione fisico!
Benveniste ebbe l'ingenuit di accettare che un tale disparato gruppo, completamente privo di qualsiasi competenza nella materia, potesse giudicare il
suo lavoro. Comunque sia, il team piomb nel suo laboratorio e, in un clima
di caccia alle streghe, concluse l'indagine screditando infine Benveniste. Cos proprio come era gi avvenuto per Reich e tanti altri studiosi delle energie
sottili, la Scienza ufficiale perse ancora una volta l'occasione storica di aprire un capitolo nuovo e interessantissimo, solo perch in contrasto con i canoni correnti di Chimica e Fisica. Scrisse Time 1'8 agosto 1988: "L'acqua ha
perso la memoria".
In realt, la storia incomincia dallo scopritore dell'Omeopatia, Samuel
Hahnemann, grande medico e ricercatore che ha legato il suo nome alla scoperta dei principi che regolano l'Omeopatia. Egli dimostr che i farmaci da lui
sperimentati si comportavano in un modo piuttosto strano: erano tanto pi efficaci quanto pi erano diluiti. Hahnemann scopr che l'acqua, con cui trattava i
farmaci, doveva essere dinamizzata, cio sottoposta ad una serie di sbattimenti
o succussioni, affinch fossero veramente efficaci. Queste succussioni lasciavano nell'acqua una memoria del farmaco che, pur diluitissimo, continuava ad essere efficace, anzi in molti casi sempre pi efficace via via che cresceva la diluizione. Le sue scoperte vennero aspramente criticate dalla Chimica, quando si
scopr che molti dei farmaci utilizzati in Omeopatia superavano il numero di
Avogrado, quando cio, in parole semplici, erano tanto diluiti da non contenere
pi nemmeno una molecola del farmaco iniziale.

36

La memoria dell'acqua, a dispetto dei suoi detrattori, stata studiata e scoperta da molti altri insign scienziati in tutto il mondo, ognuno dei quali,
purtroppo, le ha dato un nome diverso. Reichenbach e Mesmer, ad esempio,
ne erano perfettamente a conoscenza. Reich aveva scoperto che l'acqua con
un'alta carica orgonica aveva un sapore pi dolce, anche se in genere non la
prescriveva ai suoi malati.

Grad e l'acqua caricata. Negli anni '60 il dottor Bernard Grad dell'Universit Mc Gill di Montreal condusse approfondite ricerche sul potenziale terapeutico della Pranoterapia, sui guaritori spirituali e sulla guarigione psichica. Grad, che grazie ad un numero grandissimo di prove e test statistici riusc a dimostrare l'efficacia di tali terapie, si imbatt anche in uno strano fenomeno che chiam "caricamento" dell'acqua, che pu ottenersi con molti
tipi d'energia, compresa la luce del sole e la bioenergia emessa delle mani di
un pranoterapeuta. Grad utilizz queste acque per innaffiare piante di controllo, che reagirono in modo positivo o negativo a seconda che il soggetto
che aveva caricato l'acqua fosse stato un guaritore pranico o un malato di
mente. Le acque caricate, secondo le sue indagini, hanno caratteristiche fisico-chimiche molto diverse da quelle dell'acqua ordinaria.

L'attivazione dell'acqua secondo Giorgio Piccardi. Anche un italiano,


Giorgio Piccardi, geniale professore di Chimica-Fisica alle Universit di
Genova e di Firenze arriv alla scoperta di questo fenomeno chiamandolo
attivazione dell'acqua. Anzi, Piccardi scopr non uno, ma due tipi diversi di
attivazione, che chiam attivazione di tipo T e attivazione di tipo R. L'acqua
attivata , ancora una volta, il risultato di campi elettrici, magnetici, elettromagnetici, radiazioni ionizzanti, potenti suoni, luce solare. Lo scienziato
utilizzava un recipiente di vetro contenente acqua normale e in cui era presente anche una piccola quantit di mercurio e neon. La succussione del
mercurio genera deboli emissioni elettromagnetiche di 3/4 kHz, che vengono rilevate dalla luminescenza del neon. Questo processo, secondo Piccardi,
attiva l'acqua. Ma che propriet ha l'acqua attivata? Piccardi la sottopose a
test chimici e fisici e anche lui concluse che molto diversa da quella ordinaria sia chimicamente che fisicamente.

Il fenomeno stato chiamato "strutturazione dell'acqua" da Norman


Mikesell, ricercatore americano, che ha studiato per anni questa modalit
dell'acqua, utilizzando i campi energetici. Secondo le sue ricerche l'acqua
strutturata presenta parametri chimico-fisici molto particolari, come il grado
di ionizzazione pi elevato di quello dell'acqua normale e un diverso pH,
ovvero un diverso grado di alcalinit-acidit. Mikesell riteneva che l'attivit

37

di radiazione delle macchie solari abbia un profondo effetto sull'acqua. La


luce rossa la struttura abbassando lievemente il suo p H, (cio rendendo la
leggermente pi acida), la luce blu spinge il pH verso l'alto (l'acqua diventa
leggermente pi alcalina).
Orie Bachechi di Albuquerque nel New Mexico, ha sviluppato una lampada
a spettro intero, la Kiva Light, in grado di emettere una luce in grado, secondo il suo inventore, di modificare la struttura dell'acqua. Bachechi sostiene
anche che l'acqua contenuta nelle cellule sane strutturata in modo diverso
da quella delle cellule cancerogene o comunque malate. Durante il processo
di guarigione, avviene una modificazione progressiva della struttura
dell'acqua nell'organismo che, pian piano, si modifica fino a ritrovare il
modello delle cellule sane.

La struttura dell'acqua. Attivazione, caricamento, strutturazione e altre


definizioni sono state dunque utilizzate per definire la capacit dell'acqua di
memorizzare informazioni. Hahnemann, Piccardi, Grad, Mikesell, Reich,
Mesmer, Reichenbach, Benveniste e tanti altri hanno dimostrato che possibile trasferire informazioni dal campo energetico di una sostanza all'acqua,
fenomeno in qualche modo connesso al principio di interazione. Ma com'
possibile che questo avvenga? Quale meccanismo nascosto rende l'acqua
cos particolare?
L'acqua una sostanza ancora molto misteriosa e interessante. Ricopre i due
terzi della superficie del pianeta ed presente nel 99% delle molecole che
costituiscono l'organismo. Ha un potere solvente estremamente elevato rispetto ad altri liquidi e caratteristiche chimico-fisiche molto particolari. La
Natura sembra averle assegnato un ruolo molto particolare pari alla sua diffusione nel pianeta e negli organismi viventi. L'acqua composta da molecole ognuna delle quali formata da un atomo di idrogeno (H+) e da due
atomi di ossigeno (O-). I tre atomi sono attratti tra loro da forze di tipo elettrico. Esiste anche una forza che attira le varie molecole e si chiama ponte
idrogeno. Intorno ad ogni ponte idrogeno le molecole girano vorticosamente
compiendo milioni di giri al secondo.
Le molecole dell'acqua non sono tutte nella stessa condizione: alcune sono
strutturate in cluster, altre no. Cluster in inglese significa "mucchio" e in effetti
i cluster sono degli agglomerati di molecole, dotati di una certa stabilit.
I cluster (le cui dimensioni sono inversamente proporzionali alla temperatura) non sono isolati, ma collegati tra loro da nodi, giunture idromagnetiche

38

di tipo cristallino-liquido. Infatti le loro caratteristiche li rendono per alcuni


versi simili a cristalli. Pur restando, almeno per brevi periodi, stabili, sono in
perenne movimento, un fenomeno noto come moti Browniani, tanto pi rapidi
quanto pi alta la temperatura. In conclusione l'acqua una sostanza molto
complessa nella quale atomi, ponti idrogeno, molecole, cluster e nodi oscillano
secondo frequenze precise e determinate. Inoltre costituita da una parte liquida, disordinata e da una parte cristallino-liquida, ordinata (i cluster).
"Omeopatia, medicina del nuovo uomo" un libro scritto nel 1979 dal medico omeopata americano Georges Vithoulkas, nel quale egli presentava una
teoria che permette di dare una spiegazione scientifica alla strutturazione
dell'acqua e una giustificazione dell'efficacia di farmaci diluitissimi come
quelli utilizzati in Omeopatia. I campi elettromagnetici sono caratterizzati
dal fenomeno della vibrazione. Gli elettroni, ad esempio, ruotano intorno al
nucleo secondo frequenze precise, determinate dalla struttura delle particelle
che formano l'atomo e dai livelli d'energia coinvolti. Queste vibrazioni sono
una specie di "firma energetica" dell'atomo, della molecola, dei nodi, dei
cluster e del loro campo elettromagnetico. Le cellule, gli organi e l'intero
organismo non fanno eccezione: pur essendo enormemente pi complicati di
un atomo o di una molecola, vibrano secondo forme d'onda precise, non
statiche ma dinamiche, che dipendono dallo stato di salute fisica e mentale
di una persona e, naturalmente, dal suo livello energetico.
Quando uno stimolo dannoso influenza il corpo energetico di una persona,
possono succedere due cose. Se il corpo abbastanza forte da reagire, il livello di vibrazione cambia per un tempo limitato, per poi ritornare allo stato
iniziale e la persona neppure si accorge di quanto le successo. Se per lo
stimolo abbastanza forte da superare la capacit di riequilibrio del corpo
energetico, il suo livello vibratorio muta per un periodo molto pi lungo. A
questo punto i sintomi si fanno appariscenti e l'individuo diventa cosciente
che qualcosa cambiato o sta cambiando in lui: i sintomi sono le reazioni
che si manifestano a livello materiale o psichico del disturbo subito dal
campo energetico.

IV -C La memoria del bioplasma


L'acqua non l'unica sostanza in grado di memorizzare informazioni. Tutte
le sostanze hanno questa propriet, in misura pi o meno accentuata. Alcune, come l'acqua e i cristalli, riescono a conservare pi a lungo le informazioni impresse. E' come dire che hanno una memoria migliore di altre, che

39

invece dimenticano prima. Anche plasma e bioplasma hanno la capacit di


memorizzare informazioni che molto alta, quasi quanto l'acqua. Questo
vuoi dire che, se rimaniamo per qualche tempo esposti ad un campo energetico, il nostro bioplasma conserver traccia di questo evento finch non ne
verr lentamente perduta la memoria.
Anche malattia e salute sono quindi rappresentate all'interno della nostra
memoria bioplasmica. Vedremo pi avanti che, per guarire, occorre prima di
tutto cancellare la memoria della malattia impressa nel bioplasma di una
persona. Un malato di cancro, ad esempio, riconoscibile in Diagnosi sottile perch le sue bioenergie presentano certe caratteristiche tipiche di quella
malattia. Molto spesso, la caratteristica del cancro presente anche dopo
l'asportazione chirurgica della massa tumorale e le terapie a base di raggi o
farmaci. Finch questa caratteristica energetica non scompare, il cancro pu
tornare in qualsiasi momento della vita del paziente. Tutto questo fa pensare
al programma di un computer: quando un virus entrato in un programma
occorre esplorare tutto il disco di memoria per individuarne la presenza.
Una volta individuato, non c' niente di meglio da fare che ripulire tutto il
disco. Ma di questo dovremo parlare pi avanti.

Alcuni medici americani hanno recentemente formulato una definizione, che


unifica molte terapie, tra le quali l'Omeopatia, le Essenze estratte da fiori,
cristalli e altri minerali, la Cristalloterapia, l'Aromaterapia, la Pranoterapia,
il Pranic Healing, la Cromoterapia, l'Agopuntura, la Digitopressione o
Shiatsu, la Radionica, la Psionica, la Magnetoterapia, le terapie basate sulla
Bioelettronica e molte altre ancora. Tutte potrebbero essere racchiuse nella
dizione: terapie Energo-Vibrazionali, le terapie cio che, in qualche modo
utilizzano, energie sottili e le loro vibrazioni. Le terapie EnergoVibrazionali consistono in sottili messaggi di natura energetica, sintonizzati
sulla frequenza di vibrazione del sistema energetico del malato, destinati a
stimolarne la reazione e la guarigione e non nella somministrazione di sostanze fisiche. Questi messaggi sono recepiti dal bioplasma, dai centri energetici o chakra, dalle cellule, dalla fase liquida del sangue e degli altri liquidi presenti nel corpo umano.

V - LA CARATTERISTICA VIBRATORIA: VIBRAZIONE E RISONANZA

L'onnipresente Caratteristica Vibratoria. Il campo energetico di ogni pi


Memoria e risonanza sottili. L'acqua dunque costituita da una parte liquida, disordinata e da una parte cristallino-liquida, ordinata. Questa seconda parte si comporta come uno di quei cristalli liquidi che sono utilizzati nei
display di piccole calcolatrici, telefonini e tanti altri oggetti elettronici: accoglie e memorizza informazioni. In Omeopatia le informazioni veicolano le
vibrazioni che caratterizzano la Tintura Madre, il liquido in cui stata immersa o diluita la sostanzajarmaco originaria. Siamo in presenza di un fenomeno di risonanza: i cluster dell'acqua distillata risuonano con le vibrazioni della Tintura Madre e ne conservano in tal modo una traccia, una memoria, proprio come gli esperimenti di Benveniste hanno dimostrato. I
cluster sarebbero dunque i responsabili della strutturazione dell'acqua.

Terapie Energo-Vibrazionali. L'Omeopatia, medicina non modernissima


ma efficace e sempre apprezzata, dunque una dimostrazione delle propriet energetiche dell'acqua e, come si comprender meglio in seguito, di
ogni sostanza. Come ho detto, un farmaco omeopatico pu essere tanto diluito da non contenere pi neppure un atomo della sostanza medicamentosa
originaria. Il farmaco omeopatico allora costituito soltanto da zucchero
inattivo, un 11 placebo 11 insomma? Non esattamente.

piccolo frammento di una sostanza, di una pianta, di un organo, di un


ormone, dunque caratterizzato dalla una particolare e unica firma
energetica, che io chiamo Caratteristica Vibratoria. E' un codice
paragonabile ad un'impronta digitale o a un numero telefonico. La
preparazione omeopatica, grazie a successive diluizioni e succussioni, porta
alla rimozione pi o meno totale della parte materiale della sostanza
medicamentosa, isolandone ed esaltandone per la Caratteristica Vibratoria,
la componente energetica attiva in un preparato omeopatico. Insomma, il
procedimento omeopatico un potenziamento ed un'attivazione della banda
d'informazione della sostanza originaria. Cos potenziata, la banda
d'informazione trasferisce le informazioni che contiene al corpo eterico del
paziente, stimolandone il riequilibrio energetico e di conseguenza, dopo un
certo tempo, riportando il corpo fisico alla guarigione. Il corpo energetico
del paziente accetta l'informazione perch basata su una Caratteristica
Vibratoria omogenea alla sua. Insomma, la Caratteristica Vibratoria una
specie di password, la parolina segreta che bisogna conoscere se si vuole
accedere alle memorie del computer.

Dalla Tintura Madre al Farmaco Omeopatico. Osservate questo schema,


dal quale si comprende pi facilmente l'azione della diluizione omeopatica.

40

41

d'acqua che scorre a metri di profondit sotto terra. Non solo gli oggetti, le
sostanze, i sali, i liquidi, i gas hanno la loro Caratteristica Vibratoria. Ce n'
una per ogni pianta, ogni parte di una pianta, ogni organo del corpo umano e
malattia e malessere. La conoscenza e l'uso delle Caratteristiche Vibratorie
la base delle terapie Energo-Vibrazionali.
Il fenomeno della risonanza eterica. Omeopatia e rimedi vibrazionali,
Agopuntura, Digitopressione o Shiatsu, Radionica, Psionica, Magnetoterapia, Cromoterapia, Pranoterapia, Pranic Healing e le terapie psichiche, eteriche, energetiche e mentali oggi stanno conquistando un loro spazio nella
Medicina cosiddetta "alternativa". Queste discipline sembrano profondamente diverse l'una dall'altra. Eppure esistono tra loro numerose somiglianze, che permettono di considerarle frammenti di unica terapia EnergoVibrazionale. In ognuna si produce, come vedremo, il fenomeno della reazione radicale, cio il possibile, iniziale peggioramento dei sintomi del paziente, il fenomeno della contaminazione eterica e altri ancora. Ma il fattore
unificante certamente quello della risonanza eterica.

la preparazione omeopatica

La risonanza quel fenomeno che, a livello acustico, permette a due corde


intonate sulla stessa frequenza di "ri-suonare", cio di suonare insieme, fenomeno responsabile del funzionamento di molti strumenti musicali. Larisonanza avviene sia sullo stesso strumento, nel quale la nota prodotta entra
in risonanza con altre diverse (i cosiddetti armonici della nota base), sia tra
strumenti diversi. Anche il funzionamento di radio e televisione largamente basato sulle risonanze elettromagnetiche che si producono tra i circuiti oscillanti interni degli apparecchi trasmittente e ricevente. Poich le
energie dell'Universo, dense o sottili che siano, sono parte di un continuum,
operare su una particolare di esse d luogo ad armoniche e a fenomeni di risonanza in energie e livelli differenti.

Il meccanismo basato su due principi fondamentali: la diluizione, spesso 4


o 5 cicli da l a l 00, e la succussione, lo sbattimento del farmaco dopo ogni
diluizione. Questo processo estrae progressivamente dalla soluzione le
molecole della tintura madre, ma ne potenzia la parte eterica, la
Caratteristica Vibratoria. Dunque in Omeopatia e, in generale, nei rimedi
Energo-Vibrazionali la regola : poca o nessuna materia, ma
bioinformazioni sottili.

Il fenomeno della risonanza dunque di enorme importanza nel campo delle


terapie Energo-Vibrazionali, anche se ancora spesso mal compreso perfino
da chi lo utilizza. I corpi e campi eterici di una sostanza, di una pianta, di un
organo, di un medicamento, di un virus, di un'intera a persona possiedono
ed irradiano una propria Caratteristica Vibratoria sulla quale possono risuonare altri corpi eterici di sostanze, piante, organi, organismi interi.

Ogni atomo, molecola, sostanza, cellula, organismo vivente ha dunque una


sua Caratteristica Vibratoria che li contraddistingue dagli altri atomi,
molecole, cellule, organismi viventi. E' grazie alla sua conoscenza inconscia
che i sensi interiori permettono al radiestisista di sintonizzarsi su una vena

Frammenti omogenei di Caratteristica Vibratoria. Immaginate che la


Caratteristica Vibratoria (o CV) sia una parola d'ordine. Nel caso
dell'organismo umano questa parola sar molto complessa e lunga, infatti
deve contenere molte notizie sul suo stato di salute fisico e psichico,

42

43

eventuali carenze di vitamine e minerali, presenza di microrganismi dannosi


e molte, molte altre cose. Immaginate che la Caratteristica Vibratoria del
vostro organismo sia rappresentata da questo frammento tratto dal "Profeta"
del poeta Gibran:

"Ma io vi dico che quando lavorate compite una parte del sogno pi avanzato della terra, che fu assegnata a voi quando quel sogno nacque."
Ora immaginate che la CV della vitamina C sia la frase: "nw io vi dico che",
che quella del magnesio sia "quando lavorate compite una parte del sogno
pi avanzato della terra" e che quella della melatonina sia "che fu asssegnata a voi quando quel sogno nacque". Ognuna delle tre sostanze possiede
CV che sono uguali a frazioni di quella complessiva del vostro organismo.
Possiamo chiamare queste parti frammenti omogenei di una Caratteristica
Vibratoria. C' un frammento che dice che avete bisogno di pi vitamina C,
un altro pi magnesio e un altro pi melatonina e il vostro organismo energetico accetter volentieri queste sostanze.
Quando tra due campi esiste un'omogeneit di CV, tra loro si pu stabilire un legame di tipo eterico molto forte, creato dalla risonanza, che li collega per un tempo
anche lungo. Grazie ad esso, due corpi si possono scambiare bioinformazioni anche a grande distanza l'uno dall'altro. Questo fenomeno presente in molte esperienze altrimenti inspiegabili che spesso legano due persone anche distanti, oppure
una persona ad un certo luogo (ad esempio la casa dell'infanzia) e cos via. ll principio di risonanza eterica opera grazie ad una forma di sintonia, mediante la quale
un campo si sintonizza sulla Caratteristica Vibratoria di un altro campo.

Quando la sintonia assicurata si stabilisce una


sorta di canale attraverso il quale passano informazioni sottili da un
senso all'altro.

Che succede se molte informazioni vengono inviate


contemporaneamente? Immaginiamo che
pi persone parlino contemporaneamente in una
stessa stanza. Quando il

44

loro numero superer un certo valore di soglia o quando le cose che dicono sono completamente diverse l'una dall'altra, sar molto difficile per un ascoltatore capirci qualcosa. Lo stesso avviene quando molte informazioni, sotto forma
di Caratteristiche Vibratorie, vengono inviate ad un sistema eterico: se il loro
numero supera una certa soglia, esse si mescoleranno, si sovrapporranno e il risultato non sar pi un'informazione, ma piuttosto un rumore o, in altre parole,
congestione sottile. Questa la ragione per la quale molti operatori di rimedi
Energo-Vibrazionali (rimedi omeopatici, essenze floreali) preferiscono non impiegare pi di un certo numero di rimedi alla volta.

Vibrazioni sottili nel network cellulare. Il DNA, il deposito di informazioni genetiche contenuto nella cellula, sembra giocare un ruolo estremamente importante in questo fondamentale principio, ruolo fino ad ora solo
parzialmente intuito. Vedremo pi avanti che una spirale pu assorbire
energia sottile da una parte e spingerla dall'altra: un "collettore" di energia
sottile. Poich DNA ha doppia struttura elicoidale, un particolare collettore di energie sottili. Con quale funzione? Una risposta viene da Oliver Reiser dell'Universit di Pittsburg, secondo il quale la doppia elica un archetipo del campo cosmico di
energia. Il compito di
questo antichissimo archetipo guidare l'evoluzione biologica. Insomma, una sorta di
sentinella sottile inserita
negli organismi viventi
per determinarne la giusta evoluzione.
DNA e bobina radio

Sintonia Eterica

La sua somiglianza con il circuito oscillante presente in qualsiasi apparecchio ricetrasmittente, certamente qualcosa di pi di una semplice coincidenza. E' il circuito oscillante che permette alla radio o all'apparecchio TV
di sintonizzarsi su una stazione o un'altra. Allora, se il DNA un circuito
oscillante e un collettore d'energia, le cellule che contengono lo stesso DNA,
fom1ano un network, estremamente complesso di stazioni ricetrasmittenti di
energia sottile, una rete che gioca un ruolo ancora parzialmente misterioso
con un altro sistema di risonanza, quello dei chala. Non vi sembra che esista una somiglianza tra la rete di comunicazioni intercellulari e Internet, la
rete mondiale che collega milioni di computer in tutto il mondo? Due catene
di DNA molto diverse l'una dall'altra hanno, presumibilmente, frequenze e

45

Caratteristiche Vibrazionali (o CV) diverse. Ma quando due catene sono


molto simili, come nel caso genitore-figlio/a, la sintonia pu essere molto
forte. In tal caso si rendono possibili fenomeni di sintonia extrasensoriale,
come la telepatia o la trasmissione di sintomi di una malattia.

viene impiegata per condurre un'analisi dello stato di salute del paziente.
Qualcosa di simile al testimone Turenne viene utilizzata in uno strumento
moderno di diagnosi detto Vega-Test che permette all'operatore di identificare senza pericolo malattie, disturbi e fattori causativi della malattia.

La risonanza eterica in azione. Numerose forme di telepatia elementare,


come la percezione di movimenti o della semplice intenzione di compiere
dei movimenti da parte di persone lontane o fuori del campo visivo del soggetto, sono rese possibili dunque dalla risonanza eterica. Utilizzando questo
tipo di telepatia i praticanti di alcune arti marziali si allenano a percepire il
momento preciso dell'attacco di un avversario che, stando alle loro spalle,
non possono vedere.
La psicometria la capacit di lettura, da parte di soggetti particolarmente dotati, di eventi, sentimenti, pensieri o stato di salute di persone assenti o scomparse. Anche questo fenomeno avviene grazie al principio di risonanza eterica: un soggetto dotato sa riconoscere e decodificare inconsciamente le CV di persone scomparse, impresse nel campo eterico di oggetti
con cui queste persone sono entrate in contatto.
Anche la Radiestesia sfrutta il principio di risonanza eterica, che permette
al radiestesista di scoprire vene d'acqua sotterranee, giacimenti di minerali,
di petrolio, eccetera, utilizzando in genere un testimone, ovvero una piccola
quantit d'acqua o del minerale cercato. Il radiestesista si allena a riconoscere la sintonia, l'omogeneit tra la CV del testimone e quella del minerale
cercato. Quando l'intonazione diventa perfetta egli sa che, sotto di lui, c'
quanto sta cercando.
La Radionica una disciplina pi moderna della Radiestesia. Suo obbiettivo la diagnosi e la cura a distanza del paziente, in genere grazie all'uso di
"macchine" apposite che utilizzano un testimone. L'azione a distanza avviene proprio grazie al principio di risonanza eterica. Il testimone, il circuito
oscillante che rende possibile la risonanza, , di solito, un campione biologico del paziente (sangue, urina, saliva, unghie, ecc.), cio di un qualsiasi supporto materiale della sua CV. L'operatore radionico, una volta che il suo sistema eterico e quello del paziente sono intonati grazie al testimone, tenta di
sostituire la CV di malattia del paziente, con una di salute che stimoli il nequilibrio e la guarigione.
Esistono molti tipi diversi di testimoni. Un tipo particolare quello di Turenne, una polvere inerte impregnata dalle frequenze di una malattia che

46

47

Capitolo 4
Alla scoperta del corpo eterico

della capacit dell'organismo di restaurare un pattern normale nella crescita


delle cellule. Vedremo pi avanti che il sangue in effetti gioca un ruolo importante nella diffusione di bioinformazioni, ma non l'unico fattore. In
qualunque modo avvenga il trasferimento di bioinformazioni, il principio
fondamentale che
la malattia consiste in informazioni sottili errate,
la guarigione avviene attraverso la cancellazione di queste informazioni.

I - DALLA BANDA D'INFORMAZIONE AL CORPO ETERICO

Le informazioni sottili si propagano ad altissima velocit. Parleremo


spesso di chakra o centri energetici. Nel decimo capitolo affronteremo il tema in profondit. Per il momento ci basta sapere che si tratta di una sorta di
centraline energetiche, in grado di controllare parti d eli' organismo e del
corpo eterico. Ma ora ritorniamo al fenomeno della strutturazione dell'acqua. Ho detto che il rimedio Energo-Vibrazionale contiene picco re quantit
di energia sottile che veicolano bioinformazioni, sotto forma di Caratteristiche Vibratorie omogenee al sistema eterico Iicevente, grazie alla risonanza
eterica.
Con che velocit opera la risonanza eterica? Secondo l'opinione del fisico T.
E. Bearden e gran parte delle testimonianze, un fenomeno istantaneo, senza ritardi di tempo. Bearden crede che essa avvenga attraverso l'iperspazio o
alle particolari caratteristiche spazio-temporali dell'eterico. Esperienze, da
me condotte, dimostrano che le le Caratteristiche Vibratorie, assunte tramite
un farmaco omeopatico, si propagano quasi istantaneamente attraverso tutto
il sistema eterico. Ho pi volte indagato sugli effetti sottili dell'assunzione
di farmaci omeopatici. Ad una paziente depressa il medico aveva prescritto
Sepia. Il chakra Basale (che si localizza alla base della colonna vertebrale)
della paziente era piccolo e un po' scarico, cosa normale in persone depresse
e con poca energia vitale. Appena la paziente assumeva anche una sola pallina di Sepia il suo chakra Basale si attivava e si riempiva di energia, il tutto
in pochi secondi, prima ancora che la pallina si fosse completamente sciolta
nella bocca della paziente. Ho ripetuto molte volte quest'esperienza anche
con altri farmaci il cui effetto era diverso, ma la risposta del sistema eterico
sempre stata questione di pochi secondi.

Guarigione , prima di tutto, cancellazione di informazioni errate. Come abbiamo visto, la fase liquida del sangue possiede una grande capacit di
immagazzinare informazioni. Secondo Mikesell ed altri, la ristrutturazione
del sangue sta alla base della remissione di gravi malattie come il cancro e

48

In altre parole, la malattia da ascrivere in primo luogo al fenomeno della trasformazione del bioplasma in bioplasma tossico o congestione eterica e pertanto la guarigione inizia con l'eliminazione di quest'ultima. Per accettare questo principio occorre ipotizzare un meccanismo ancora parzialmente avvolto dal
mistero: la comunicazione sottile intercellulare, cio la possibilit che le cellule
parlino tra di loro, oltre che con tutti gli altri meccanismi noti, anche attraverso
flussi di energia sottile. Questo sar il tema del nono capitolo nel quale entreremo a fondo in questo tema misterioso e affascinante.

n software sottile dell'organismo. Possiamo ipotizzare l'esistenza di un piccolissimo campo eterico o chakra cellulare, che guida e controlla ogni singola
cellula e organizza un numero sterminato di bande d'informazione delle sostanze contenute nella cellula stessa, ognuna delle quali possiede la sua microscopica banda d'informazione. n chakra della cellula dunque qualcosa di pi della
somma di tutte queste piccole aure: piuttosto la struttura che guida e organizza energeticamente i singoli costituenti della cellula.
Una simile struttura diffile da immaginare, ma se ricorriamo ad
un'analogia sar certamente pi semplice da accettare. Pensate a come costruito un programma di computer, per esempio quello di una videoscrittura:
un numero enorme di piccole e grandi "routine", piccoli frammenti di programma, ognuno dei quali svolge un compito elementare. E' solo il nucleo
del programma intero che svolge la funzione, diciamo cos, di raccordo e di
coordinazione delle varie routine.
Il campo bioplasmico di un organismo molto simile ad un complesso programma di computer: una struttura organizzata e coordinatrice di un numero
sterminato di centri energetici o chakra, grandi, piccoli o microscopici come
quelli cellulari, a loro volta organizzatori e coordinatori dei miliardi di bande d'informazione di ogni sostanza che compone l'organismo./ chakra sono
strutturati ad albero, cio ognuno ha il compito di organizzare altri chakra

49

minori. Le 'foglie" di questo albero sono i chakra cellulari. Il fegato, per


esempio, attivato e energizzato da almeno tre chakra minori, che controllano i miliardi di microscopici chakra cellulari, ma a loro volta sono organizzati e controllati da un chakra maggiore: il chakra del plesso solare o
chakra Solare. I chakra dunque sono la versione vivente della banda
d'informazione di una sostanza inerte, anche se enormemente pi complessi.
Alcuni piccoli chakra hanno funzioni ristrette ad un frammento di organo, a
frammenti di tessuto, ad una singola cellula, altri pi grandi hanno compiti
molto complessi ed estesi che riguardano la struttura energetica di molti organi, le funzioni vitali dell'organismo, come il sistema immunitario, il sistema nervoso autonomo, eccetera. Esistono pure, come vedremo negli ultimi capitoli, dei chakra "rubinetto", in grado di controllare altri chakra ed
organi anche distanti.

(A)

(B)

(C)

Dal fisico all'eterico secondo livelli di complessit

La banda d 'informazione strutturata in "anelli" distinti e


Supponiamo di sottoporre un recipiente con dell'acqua ad una forte emissione di raggi infrarossi. Mettiamo sul fornello una pentola piena d'acqua e lasciamo che si riscaldi progressivamente. Se immergiamo nella pentola un
termometro per osservare il progressivo riscaldamento dell'acqua, osserveremo che all'inizio il termometro segner 20 gradi, dopo qualche secondo
20, l gradi, poi 20,2 e cos via fino ad arrivare alla temperatura d'ebollizione.
In altre parole: il livello di energia termica dell'acqua crescer progressivamente ed in modo continuo. Anche l'energia sottile viene assorbita nello
stesso modo? Dopo aver studiato lungamente questo problema sono arrivato
alla conclusione che:

Un corpo assorbe e immagazzina energia sottile discreto (cio non continuo), formando delle aure concentriche, silnili ad anelli, ognuna delle quali
dotata dello stesso livello energetico. In altre parole: l'assorbimento di
energia sottile avviene in modo quantico.
Questa propriet vale sia per le energie pure
che per quelle congeste. Facciamo alcuni
esempi. La congestione della sostanza A forma
tre anelli, mentre la congestione della sostanza
B formata da quattro anelli: B pi congesta
di A. Un altro esempio: sia la sostanza A che la
B sono caratterizzate da quattro anelli di congestione, ma l'anello pi interno della congestione di B pi grande dell'anello interno
della congestione di A. Anche in questo caso B
pi congesta di A. In base a tale propriet, ritengo che sar possibile, tra non molto, scoprire
l'unit di misura dell'energia sottile congesta e
la sua quantit ali 'interno di una sostanza.

Gli anelli di
congestione
diventano sempre
pi tenui via via che
si allontanano
dall'oggetto

II - DAI CORPI DI ENERGIA DENSA AL CORPO ETERICO


II-A Il corpo elettrico
L'organismo umano genera un gran numero di energie dense e sottili. Le
cellule, ad esempio, sono microscopiche batterie che producono energia
elettrica. A causa della diversa ripartizione degli ioni potassio, cloro e sodio

50

51

all'interno e fuori della membrana cellulare, tra nucleo e membrana si


determina un debole differenziale elettrico pari a circa 0,075 Volt (-75 mV,
circa 1/20 del potenziale elettrico di una normale pila elettrica). In persone
molto sane e cariche di bioenergia il differenziale arriva fino a -l 00, -Il O
mV. Nei malati pi basso: in un malato di cancro pu scendere a-30mV.
Questo fenomeno alla base del funzionamento del cervello, delle vie
nervose, dei muscoli e di tutti gli altri organi del corpo.
La scoperta della bioelettricit risale a Luigi Galvani ( 1737 -1798), fisiologo
e anatomista italiano, professore all'Universit di Bologna, che gi nel 1780
scopr che i muscoli delle zampe di una rana si contraggono per effetto di
una debole scarica elettrica. Le prime ricerche approfondite sul potenziale
elettrico del corpo umano furono condotte negli anni '30 dal professore Harold Saxton Burr dell'universit di Yale, che chiamava i campi energetici
umani Life-fields (=Campi-Vita).
Burr scopr il campo elettrico in un modo veramente strano: centrifug il
corpo di una salamandra in una soluzione isotonica salina e si accorse che
tale soluzione produceva una corrente elettrica! Burr studi per anni il fenomeno nel quale si era imbattuto scoprendo nessi tra le variazioni del campo elettrico e molti fattori, quali le varie etnie, l'et, il sesso, la stato psichico. Scopr anche che il campo soggetto a variazioni notevoli durante
l'ovulazione e le mestruazioni, che subisce modificazioni ingenti per effetto
di malattie ed in particolare del cancro e che possibile diagnosticare una
futura manifestazione di questa malattia sulla base di un'attenta analisi del
campo elettrico dell'organo. I tessuti degli animali e dell'uomo, grazie al
contenuto ionico delle cellule e a sostanze come la cheratina e il collagene,
non solo producono deboli correnti piezoelettriche simili a quelle emesse dai
cristalli, ma sono anche in grado di captare e reagire a deboli campi elettrici.
L'uomo ne influenzato fisicamente ed anche psichicamente: un leggero
campo elettrico pulsante a 6/7 cicli al secondo applicato sulla testa, ad
esempio, altera significativamente il senso del tempo.
Oggi l'esame del GSR, o Stimolo Galvanico della Pelle, utilizzato nel
biofeedback e in altre tecniche per valutare gli stati mentali. A partire dai
primi anni '50 il dottor Leonard J. Ravitz, brillante allievo di Burr,
continuando sulla strada tracciata dal maestro, affront il tema degli stati
alterati di coscienza sotto l'aspetto della bioelettricit. I suoi studi iniziarono
stabilendo l'effetto del processo ipnotico su un voltmetro: Ravitz di fatto
misur il livello di profondit del processo ipnotico attraverso le
registrazioni del voltmetro, dimostrando il collegamento tra la mente e il

52

campo bioelettrico. Gli schizofrenici, ad esempio, presentano delle


alterazioni significative influenzate a volte dal ciclo lunare.

n mistero

della rigenerazione della salamandra. Un chirurgo ortopedico


americano, Robert Becker, approfondendo a sua volta il lavoro di Burr, ha studiato, in tempi recenti, un problema davvero interessante: qual il misterioso
processo che permette alla salamandra di far ricrescere la coda, una zampa, un
occhio, un orecchio, una parte del cervello, quasi tutto il tratto digestivo e quasi
la met del cuore, quando per cause naturali o per l'intervento sperimentale,
queste parti del corpo vengono a mancare? La rigenerazione uno dei processi
che, secondo lo scienziato americano, l'approccio meccanico-chimico non riesce a spiegare. La salamandra, afferma Becker, non poi quell'animale inferiore che si crede: le differenze tra il corpo di quest'animaletto e il nostro sono
molto meno appariscenti di quel che si potrebbe pensare. Stessi muscoli, vasi
sanguigni, ossa e, a parte la complessit, stesso cervello. Ma non tutti gli animali inferiori hanno la capacit della rigenerazione, non, ad esempio, il rospo. Il
mistero della salamandra, spiega Becker, non pu trovarsi all'interno del vecchio paradigma chimico-meccanico. La spiegazione sta piuttosto in un nuovo
paradigma: quello energetico.
Becker ha studiato che cosa succede al potenziale elettrico quando si taglia
una zampa ad una salamandra e a un rospo. Dapprima, subito dopo il taglio,
la corrente intorno alla ferita di segno positivo ma, quando questa guarita, nel rospo il potenziale scende a zero per non muoversi pi, mentre nella
salamandra diventa negativo e tale resta per tutto il periodo della rigenerazione dell'arto. Quando Becker ha applicato sul moncherino della zampa del
rospo un potenziale negativo simile a quello naturale della salamandra, con
grande sorpresa, ha osservato la crescita di un arto embrionale!
Secondo Becker questo semplice esperimento segna la nascita di una vera rivoluzione scientifica e dimostra che l'elettricit uno degli elementi basilari di
un sistema di controllo, vero responsabile del mistero della rigenerazione. Queste ricerche stanno trovando un'ampia utilizzazione nella cosiddetta ElettroMedicina, soprattutto nella guarigione accelerata di fratture ossee.
Le mappe del Campo-Vita. Secondo Burr e i suoi seguaci, esiste dunque
un Campo-Vita, una struttura organizzata in grado di stimolare e controllare
il corpo fisico, determinarne cambiamenti rilevanti e che rappresenta il
ponte di collegamento tra psiche e corpo. Il Campo-Vita ovviamente la
manifestazione a livello bioelettrico del corpo eterico.

53

Due scienziati americani, Albert Roy Davis e W alter C. Rawls, si sono interessati per molti anni alle polarit elettriche del corpo umano, misurando
con un sensibilissimo elettrometro il potenziale elettrico dell'epidermide di
molte persone. Essi hanno riscontrato che nel corpo esistono polarit elettriche, uguali in tutti gli individui e hanno disegnato alcune mappe che rappresentano i valori medi del campione. In generale il lato destro elettricamente pi positivo, il sinistro pi negativo. La base della colonna presen~a
un voltaggio positivo molto forte, la base della testa pi positiva, il rene
destro pi negativo, quello sinistro pi positivo, e cos via. Purtroppo
manca, nel loro lavoro, uno studio relativo alle anomalie del potenziale
elettrico a causa di malattie.

che
stanno per ammalare o sono gi ammalati, in preda ad emozioni
negative, come angoscia o ira. In questi casi la polarit diventava, nella
maggioranza dei casi, positiva.

La bioelettricit e gli agopunti. Con la sua diffusione in occidente, l'Agopuntura ha posto un grande problema alla medicina occidentale: nessun ricercatore riuscito ad identificare strutture anatomiche, che corrispondano
n ai meridiani, n ai famosi punti, l dove gli agopunturisti infilano i loro
aghi. Eppure l'Agopuntura funziona ... Secondo una teoria "bioelettronica",
meridiani e agopunti sono dei conduttori elettrici e degli amplificatori. Un
agopunto si distingue facilmente dagli altri punti dell'epidermide perch in
esso e nelle sue immediate vicinanze la resistenza elettrica della pelle cade
da 1.000.000 di ohm a 2.000, in altre parole una ristretta area di iperconduzione. Intorno ad ogni punto c' un minuscolo ma misurabile campo elettrico, con caratteristiche elettriche e forme particolari, i cui valori elettrici
seguono un ritmo complesso, che la risultante di uno di circa 15 minuti,
insieme ad un altro detto circadiano (della durata di circa un giorno).
Aure bioelettriche. Le ricerche di Burr, Ravitz e Becker si sono svolte,
principalmente, al livello dell'epidermide, attraverso la misurazione
della resistenza di quest'ultima al passaggio della corrente elettrica.
Verso la fine degli anni '70, il giapponese Hideo Uchida ha condotto
sofisticate ricerche sulla misurazione dell'induzione elettrostatica del
campo energetico umano. In altre parole, Uchida investig
sull'esistenza di un'aura bioelettrica esterna al corpo, indotta dal
campo di energia sottile. Gli studi vennero condotti su di un campione
molto vasto, costituito da circa 4.000 giapponesi. I risultati della ricerca
furono in sintesi i seguenti. Le aure bioelettriche hanno forme
abbastanza costanti: sferica, a goccia, aperta verso l'alto e le cui
dimensioni variano di molto per i cambiamenti delle condizioni
atmosferiche, del mutare delle stagioni, del giorno o della notte,
dell'ambiente, del livello d'inquinamento dell'aria, dello stato di salute.
Altre rilevanti anomalie dell'aura elettrica sono osservabili in soggetti

54

Le mappe bioelettriche del corpo umano

11-B Biomagnetismo
Un campo magnetico un campo di forza che si estende nello spazio e che
circonda ogni oggetto magneticamente carico. Sappiamo che l'ago della
bussola attratto dal polo Nord magnetico ed respinto dal polo Sud. Ogni
campo magnetico ha sempre quindi due poli: il Nord e il Sud. Un tale campo si forma anche intorno ad un cavo nel quale scorre una corrente elettrica.
Quindi ogni corrente elettrica crea un campo magnetico. Secondo i geologi
il nucleo del pianeta formato da una sfera di 2.600 chilometri, composta di
ferro parzialmente cristallizzato, che, con i suoi movimenti, d origine al

55

debole campo magnetico terrestre, la cui intensit, sulla superficie terrestre,


circa 0,5 gauss (il gauss l'unit di misura del magnetismo). Si pensi che
uno di quei piccoli magneti utilizzati per chiudere gli sportelli dei mobili,
circa 200 gauss o pi, quindi 400 volte pi potente. Il campo magnetico terrestre non costante nel tempo, ma pu subire piccole variazioni dell'ordine
di O, l gauss o anche meno.
Nel 1975 il biologo Richard Blakemore inizi a studiare lo strano comportamento di certi batteri che vivono nella melma dei fondali delle baie marine. Blakemore avevano notato che i batteri, posti nel piatto di cultura, si
ammucchiavano sempre dalla parte del Nord magnetico. Blakemore studi
allora al microscopio elettronico questi batteri "magnetotropici", scoprendo
meravigliato che contenevano microscopici cristalli di magnetite, un minerale naturale con propriet magnetiche. I batteri di Blakemore, dunque, possiedono una sorta di primitivo organo magnetico. La stessa capacit sembrano possedere i lombrichi. Studi sui piccioni hanno dimostrato, nel 1971,
che questi animali possiedono numerosi strumenti biologici di navigazione,
compreso un organo che sensibile al campo magnetico terrestre. E' oggi
opinione corrente che anche nell'uomo siano presenti rilevanti quantit di
cristalli di magnetite e soprattutto nella zona della testa.
Lo SQUID (Superconducting Quantum lnteiference Detector) un magnetometro, cio un misuratore del campo magnetico, di una sensibilit
straordinaria. Grazie allo SQUID si possono dei magnetoencefalogrammi, mappe dei microscopici campi magnetici che si creano
nel nostro cervello, che dimostrano come ognuno di noi circondato da
un campo magnetico debolissimo, una vera aura magnetica, che circonda
il nostro corpo. La cosa pi affascinante stata la scoperta che questo
debole campo, proprio come l'aura bioelettrica, influenzato da pensieri,
emozioni e percezioni! Esiste allora un organo magnetico, visto che anche l'uomo, come altri animali, in grado di percepire il campo magnetico terrestre anche senza bussola? Qual e dove si trova l'organo magnetico? Le ricerche di Robin Baker dell'Universit di Manchester indicherebbero che l'organo magnetico si trovi nel sino etmoide, collocato proprio davanti alla ghiandola pituitaria o ipofisi. Secondo altri, quest'organo disperso nell'intero cervello e nel sistema nervoso, dove minuti cristalli di magnetite svolgono la funzione di uno SQUID biologico, che
permette al vivente, compreso l'uomo, di avvertire la presenza di campi
magnetici anche deboli. Il dottor Baker ha dimostrato che la capacit di
percepire il campo magnetico pu essere bloccata piazzando per soli
quindici minuti un piccolo magnete sulla fronte di un soggetto. Secondo

56

un'altra ipotesi la percezione del magnetismo si deve alla presenza nell'organismo di certi batteri sensibili al magnetismo, batteri che vivono
normalmente anche nel sangue umano.
Una risposta diversa stata trovata nel funzionamento della ghiandola pineale o epifisi. La pineale una piccola ghiandola endocrina posta al centro
della testa, in grado di reagire all'intensit dell'illuminazione naturale e di
altre manifestazioni energetiche. La pineale produce una serie di ormoni e
sostanze chimiche che sembrano conferirle il grado di "ghiandola maestra"
di tutto il sistema ormonale e, per di pi, una sorta di orologio biologico
del ciclo sonno-veglia. La pineale trasforma la serotonina in melatonina, ma
questa sua attivit modulata anche in base alla potenza dei campi energetici densi che la circondano. Secondo le mie ricerche, in realt la ghiandola
pineale piuttosto un vero detector energetico in grado di percepire le variazioni di qualsiasi campo energetico, compresi quelli di energia sottile o,
molto probabilmente, solo quelli di energia sottile.
Quando siamo in presenza di un campo energetico forte, il chakra della nostra pineale forte ed attivo, quando il campo energetico debole la pineale
sembra spegnersi. I campi energetici disturbati (o congesti) disturbano e
congestionano il chakra della pineale, i campi energetici omogenei alla vita,
soprattutto i campi sottili di bioenergia pura, attivano e potenziano l'energia
della ghiandola. Se queste investigazioni dovessero trovare conferma, la pineale avrebbe anche il ruolo di antenna energetica dell'intero organismo, responsabile di fenomeni come la Radiestesia, la psicometria e tante altre manifestazioni percezioni extra-sensoriali.

II-C Come gli ioni atmosferici influiscono sul corpo


I corpi elettrico e magnetico reagiscono ad ogni variazione energetica
dell'ambiente anche, ad esempio, al contenuto e alla qualit degli ioni presenti
nell'aria che respiriamo. n fenomeno della ionizzazione consiste nella espulsione
di uno o pi elettroni da un atomo a causa di una forte energia elettromagnetica.
Gli atomi diventano allora degli ioni. Gli ioni sono particelle molto piccole
dotate di una carica elettrica positiva o negativa. Le radiazioni capaci di produrre
ioni si chiamano radiazioni ionizzanti. Le onde elettromagnetiche la cui
frequenza inferiore a quella della luce visibile hanno scarse capacit ionizzanti.
Solo le onde di frequenza superiore, dotate di maggiore energia, hanno invece
grandi poteri di ionizzazione. n fenomeno della ionizzazione dell'aria avviene
proprio a causa delle radiazioni ionizzanti prodotte dal Sole.

57

Gli ioni possono attivare o inibire tessuti e organi, comprese le importantissime


ghiandole del sistema endocrino, le centraline biochimiche che attivano o inibiscono ogni funzione dell'organismo. E' facile immaginare che il contenuto in
ioni dell'aria debba avere dei rilevanti effetti sulla nostra salute. La scoperta
della loro presenza nell'aria relativamente recente e si deve agli scienziati tedeschi Elster e Geitle e all'inglese Thomson. Dopo l'annuncio della scoperta,
molti altri ricercatori tentarono di esplorare il loro possibile impatto sull'organismo. Nell976 i dottori Kreuger e Reed pubblicarono i risultati di un'approfondita indagine comparsa sulla rivista Science. L'articolo studiava il rapporto tra
gli ioni dell'aria e la salute dell'uomo, confermando, come era da aspettarsi, che
gli ioni stimolano o inibiscono organi e funzioni e hanno effetti negativi o positivi sull'intero organismo e sulla psiche.

immunitario, ha effetti terapeutici su psoriasi, tubercolosi, asma e molte


altre malattie. La luce artificiale ordinaria e in particolare la luce al neon,
non a spettro intero, hanno un effetto negativo sullo stress, aumentano la
produzione del cortisolo e quella dell'ormone adrenocorticotropo (ACTH).
Al contrario, la luce solare e quella artificiale a spettro intero riducono la
produzione di queste due sostanze e lo stress.

II-D Il corpo consumatore di luce

II-E Altre aure dense intorno al corpo

Fino agli inizi degli anni '70, l'opinione corrente era che gli occhi avessero una
sola finalit: vedere. Una nuova branca della biologia, la fotobiologia, grazie al
lavoro pionieristico di John Ott, ha rivoluzionato molte vecchie idee sul meccanismo della visione. Oggi i biologi pensano agli occhi piuttosto come ad
un'estensione del cervello il cui compito molto di pi della sola visione.
Emozioni, memoria, stato di coscienza, pensieri, capacit di esprimersi e di
imparare e molto altro sono connessi alla trasduzione (= trasformazione da una
forma di energia ad un'altra) della luce in impulsi elettrici e al trasferimento di
questi all'ipotalamo, una ghiandola endocrina che, insieme all'ipofisi e alla pineale, ha una funzione di controllo e coordinazione dell'intero sistema endocrino. Attraverso l'azione congiunta di queste tre ghiandole si attivano o si inibiscono i sistemi nervoso autonomo, cardiovascolare, immunitario, gastrointestinale e la maggior parte delle attivit corporee.

Il Massachusetts Institute of Technology ha condotto con strumenti di avanguardia alcune ricerche che dimostrano l'esistenza di emissioni elettromagnetiche prodotte dall'organismo. All'interno di una camera schermata posta
alcuni metri sotto terra, per eliminare ogni "rumore" elettromagnetico proveniente dall'esterno, si posto un sensibilissimo SQUID. La ricerca ha evidenziato che il corpo umano emana un output elettromagnetico piccolissimo, ma misurabile, pari a un miliardesimo del campo magnetico terrestre.
Quindi ognuno di noi un magnete e una radiotrasmittente, sia pure di piccolissima potenza. E' da notre che le onde elettromagnetiche hanno la stessa natura della luce visibile: pi avanti vedremo che il corpo produce anche
una piccola quantit di fotoni, cio luce visibile.

Oggi si tende a considerare la luce come un vero e proprio nutriente, simile


alle vitamine e ai minerali costituenti la cellula. Senza la luce diventiamo
squilibrati e depressi, si indeboliscono il sistema immunitario, la tolleranza
allo stress e la capacit di polmoni e sangue di assorbire ossigeno. La carenza o la cattiva qualit della luce (o malilluminazione) collegata a stati negativi come irritabilit, insonnia, depressione, tendenza al suicidio e ad assumere droghe e alcolici e altri gravi squilibri mentali.
Un'illuminazione a spettro intero (cio in cui sono presenti tutti i colori)
attiva la sintesi della vitamina D, innalza la pressione del sangue, riduce il
colesterolo, stimola la produzione degli ormoni sessuali e il sistema

58

Vedremo in seguito che questi effetti possono essere causati anche e soprattutto dalla sua componente sottile della luce e non solo dalla sua componente
densa. Ott e gli altri studiosi non hanno ancora preso in esame l'effetto potente
del flusso sottile attivato, grazie al principio di interazione, dalla luce solare sul
nostro corpo bioplasmico e, di riflesso, sul quello fisico e sulla psiche.

La piezoelettricit un fenomeno tipico dei cristalli che, sottoposti a pressione, generano deboli correnti elettriche. Esiste, fino a qualche centimetro
dal corpo, anche un'aura molecolare composta di frammenti cellulari, cheratina, microscopici cristalli, ammoniaca ed altro. Le propriet piezoelettriche della cheratina e dei cristalli presenti in questa sottilissima atmosfera
epidermica fanno pensare ad una loro possibile attivit energetica nell'aura.
Con i moderni termografi si pu evidenziare anche un'aura calorica cio
un'aura elettromagnetica nella banda infrarossa. Alcuni studiosi si sono cimentati con l'ipotesi che la sostanza vivente possa emettere anche radiazioni
radioattive e in effetti sono state osservate deboli emissioni alfa e beta, dovute all'attivit dell'ozono, del tritio, del calcio, del carbonio e del potassio.
Non ancora chiaro se questa attivit derivi dell'assorbimento, da parte

59

dell'organismo, della radioattivit naturale e artificiale o sia il risultato di


una radioattivit endogena propria delle cellule stesse.

II-F Elettronica nel corpo umano


La semiconduttivit una propriet che presentano alcuni materiali che
hanno una struttura di tipo cristallino, cio i cui atomi sono organizzati in
modo regolare in una specie di griglia a tre dimensioni. Quando un atomo
della griglia ha un elettrone in pi tende a liberarlo e a farlo circolare attraverso la griglia, mentre se ha un elettrone in meno, crea una sorta di "buco"
che attrae altri elettroni. Le correnti in gioco in un semiconduttore sono
molto piccole, ma sufficienti a determinare effetti rilevanti. Tutta la moderna elettronica in
gran parte fondata
su questo fenomeRp,
R;
no. Il premio Nobel Albert SzentGyorgyi, scopritore della vitamina
C, nel 1941 era arrivato alla conclusione che alcune
sostanze come le
proteine, possiedono propriet semiconduttrici. In
quell'anno afferCircuito elettronico equivalente
m: "La cellula
ad un sistema vivente
una macchina guidata dall'energia".
Il suo funzionamento pu essere dunque studiato attraverso la materia (la strada seguita fino ad ora) o attraverso l'energia. La sua teoria prende le mosse
dalla constatazione che una sostanza cellulare, il metilgliossale, un agente di
controllo della crescita cellulare, in combinazione con alcune proteine all'intemo della cellula, conduce elettricit e pu creare un campo d'energia.

comprensione delle malattie, partendo dalla scoperta di un sistema bioelettronica, un insieme coordinato di complessi circuiti elettrici biologici,
anche interni alla stessa cellula, che hanno lo scopo di guidare i processi
di guarigione, riparazione e difesa. Essi proteggono l'integrit del corpo
fisico quando aggredito da traumi, infezioni, tumori. A livello cellulare
anche molti sub-elementi hanno una struttura microcristallina, che rende
le cellule simili a piccolissimi circuiti elettronici, dotati di resistenze, induttanze, condensatori e perfino semiconduttori. Questi straordinari circuiti elettrici e elettronici naturali sembrano avere una parte importante
sia nella genesi di molte malattie come il tumore, sia nel processo di guarigione. Il tessuto osseo, ad esempio, si comporta come un diodo, cio
come un raddrizzatore di corrente alternata, opponendosi al suo passaggio in un senso e non opponendosi nell'altro. La cheratina, una proteina
presente un po' ovunque nell'organismo e in particolare nei capelli, nella
pelle e in molti altri tessuti, ha propriet piezoelettriche: sottoposta a
pressione meccanica, produce deboli correnti elettriche che si propagano
nel corpo. Szent Gyorgyi pensa che le proteine, i microcristalli, il collagene rendono le cellule dei complessi circuiti elettronici in grado di captare e scambiare informazioni in codice per via elettromagnetica.
Molti ricercatori si sono allora chiesti: abbiamo scoperto che le ossa e
altri tessuti mostrano stupefacenti propriet che fanno ipotizzare
l'esistenza di un vero sistema bioelettronica. E' possibile pensare ad
una natura bioelettronica del cancro? Questa malattia potrebbe
derivare da una perdita della capacit di controllo dei processi di
guarigione, rigenerazione e difesa del sistema bioelettronica? Che
pensare a proposito del fatto che le salamandre, gli animaletti che
possiedono la sorprendente capacit della rigenerazione, non
sviluppano il cancro? E che pensare del fatto che le cellule cancerose
hanno un differenziale elettrico inferiore a quello delle cellule normali
(circa-30m V)? Anche Burr e Uchida avevano notato che il potenziale
elettrico delle zone cancerose tendenzialmente pi positivo delle
zone sane. Purtroppo, secondo Szent-Gyorgyi, "nella mentalit
odierna assente qualunque dimensione che consenta di trovare
un'impostazione di questo problema." Ma molti scienziati cominciano
oramai a pensare alla malattia come un'inte1jerenza, un rumore che
disturba e copre le comunicazioni tra le cellule.

Effettivamente, come previsto da Szent-Gyorgyi, si accertato che molecole


chiave delle strutture viventi, come il DNA o l'RNA, hanno propriet semiconduttrici. Alcuni ricercatori stanno mettendo a punto nuovi modelli di

60

61

III - L 'IPOTESI DEL CORPO ETERICO

effetti di interazione tra le ordinarie energie dense e quelle sottili del corpo
eterico. Ancora una volta entra in gioco il principio di interazione denso-sottile.

III-A Un tentativo di sintesi e unificazione


La foglia fantasma, uno straordinario effetto osservato con la tecnica
Kirlian. Si pone una foglia, cui stato tagliato un frammento, sullo schermo
di cristallo dell'apparecchio e si scatta la fotografia. L'immagine mostra la
foglia intera con il suo effetto corona. Un effetto simile si ottiene anche ponendo per qualche tempo la foglia sul vetrino dell'apparecchio. In seguito si
rimuove la foglia e dopo qualche ora si scatta una nuova fotografia: appare

Nel corpo eterico c' la memoria energetica del corpo fisico. Le ricerche
con la macchina Kirlian e con altri strumenti di indagine, portano alla inevitabile conclusione che il corpo eterico una sorta di memoria della
struttura, delle funzioni e dello stato di salute del corpo fisico. Le malattie si
manifestano dapprima nel corpo eterico, sotto forma di uno squilibrio energetico, e infine nel corpo fisico, come sintomo. Per questo qualche ricercatore ha parlato del corpo eterico come di un ologramma, che significa che in
ogni sua parte sembrano essere contenute le informazioni che riguardano
l'intero organismo.Un risultato straordinario, a conferma di questa teoria,
stato ottenuto dal rumeno J. Dumitrescu., che ha fotografato una foglia della
quale aveva tagliato un pezzo circolare nel mezzo. L'immagine elettrografica ha rivelato, proprio al centro del buco, una foglia pi piccola
dell'originale, ma ad essa del tutto simile come proporzioni!
E' possibile percepire senza strumenti il corpo eterico? Granchi, vermi e
lumache percepiscono campi magnetici anche molto deboli; i ratti sono sensibili ai raggi X. I gufi e altri volatili predatori, percepiscono i raggi infrarossi; alcune farfalle, le api e molti insetti sono sensibili ai raggi ultravioletti; i pesci, a tenui campi elettrici; gli uccelli utilizzano, per l'orientamento, la
loro sensibilit al campo geomagnetico e alle onde elettromagnetiche. Le api
sono sensibili alla polarizzazione della luce e al campo magnetico.

l'effetto "foglia fantasma"

un imprint luminoso proprio come se la foglia fosse ancora presente. Il russo


Inyushin, ritiene queste immagini siano il risultato dell' interazione tra il
campo elettrico della macchina Kirlian con il bioblasma della foglia, impresso sullo schermo di cristallo. Questa ipotesi ricorda la descrizione dell'organismo ad opera di Szent-Gyorgyi: "L'organismo attraversato da un
flusso invisibile, le cui particelle portano in s l'energia, la carica, l'informazione e hanno la funzione di carburante di tutti i processi vitali."
In conclusione, corpo elettrico, magnetico, elettromagnetico, aure elettrica,
termica, sonora e molecolare, sistema bioelettronico e tutte le altre realt
energetiche sin qui discusse, possono considerarsi manifestazioni degli

62

L'uomo sembrerebbe percepire solo una piccola frazione del flusso energetico ambientale, eppure, egli, come molti altri animali, sensibile a forme di
energia, rilevabili solo con strumenti sofisticati. L'uomo, con un idoneo allenamento, pu individuare l'esatta posizione del Nord magnetico e percepire piccolissimi campi elettrici, flussi di ioni e molte altre manifestazioni
energetiche. Pu percepire coscientemente anche le energie sottili? Esistono
molte tecniche che lo rendono possibile. Il gi citato Maestro Choa Kok Sui,
ad esempio, ha ideato una metodica, che permette a chiunque di percepire
energie sottili, aure e chakra. Con la Diagnosi sottile, i miei allievi sono in
grado di dire quante e quali congestioni esistano e in quali organi, quali e
quante bioenergie e molte altre informazioni che finora sembravano dover
essere campo d'azione di macchine costose e complicate come la macchina
MORA, l'EAV, il Vega-test.

63

stata chiamata dal fisico Viktor Inyushin con il termine un po' difficile: stereobioenergostasi.

III-B Concludiamo: cos' il corpo eterico


L'interesse crescente della scienza agli aspetti energetici degli organismi viventi dimostra che si tratta di un campo d'indagine fecondo e intrigante. N on
soltanto presente la preoccupazione degli effetti dell'inquinamento energetico, ma soprattutto l'intuizione che, dietro il nuovo e rivoluzionario paradigma energetico, si nascondano molti misteri ancora insoluti e il sospetto
che esso possa aprire la strada a sconvolgenti novit in Biologia e Medicina.
A questo punto possibile riassumere e fissare alcuni punti fondamentali.
1)

Il corpo assorbe, produce ed emana una grande variet di energie dense e sottili, alle quali stato dato il nome provvisorio di fluens. Il
fluens costituito dall'energia sottile-vitale e dalle ordinarie energie
dense, che possono essere captate e amplificate da sensibili apparecchi, come termografi, elettroencefalografi, fotomoltiplicatori.

2)

Il flusso di bioenergia organizzato da una struttura che pu essere


definita corpo eterico. Il flusso bioenergetico esiste sia a livello intracellulare sia tra le cellule; esiste un continuo rinnovamento delle particelle costituenti il bioplasma cellulare. Alcune particelle bioplasmiche
vengono assorbite dall'ambiente esterno, altre vengono irradiate nello
spazio. Molti ricercatori, tra cui Inyushin, hanno scoperto l'esistenza di
frammenti microscopici di bioplasma che si staccano dall'organismo,
proiettati nell'aria e percepibili con le mani abbastanza facilmente, che
hanno chiamato bioplasmoidi.

Il flusso di energia sottile-vitale tende a scorrere (cos come avevano gi osservato Reichenbach e Reich) da un organismo, un tessuto, un chakra pi
carichi ad altri pi scarichi. "Tende a scorrere" significa che, in certe condizioni, questo alle volte pu non avvenire, a causa di blocchi e congestioni
che ostacolano il naturale fluire della bioenergia.
3)

Il corpo eterico una struttura composta da un certo tipo di plasma


freddo, detto bioplasma. Ancora sappiamo poco sulla composizione
del bioplasma e sul suo comportamento, ma un numero enorme di ricerche hanno ormai dimostrato che si tratta di una realt e che possibile rilevarne l'esistenza.

4)

Il corpo eterico dotato di un suo equilibrio e di una capacit di ritrovare il suo equilibrio. Questa capacit di omeostasi del corpo eterico

5)

Il corpo eterico l'interfaccia tra l'organismo e l'ambiente energetico


esterno. Le complesse interazioni tra i sistemi energetici dell'organismo e l'ambiente energetico esterno sono il risultato della mediazione
del corpo eterico, interfaccia bioenergetica tra il corpo fisico e l'ambiente energetico esterno.

6)

Il corpo eterico si comporta come una memoria del corpo fisico. Sotto
l'impatto di fattori interni ed esterni l'equilibrio del corpo eterico si
altera, ma solo momentaneamente. In seguito l'equilibrio si ristabilisce
rapidamente. Quando l'equilibrio non riesce a ristabilirsi, il corpo fisico pu subire seri danni, anche irreversibili. Gli stati di alterazione del
corpo eterico corrispondono in genere a stati di congestione eterica.

7)

La malattia tende a manifestarsi nel corpo eterico, prima che nel corpo
fisico con squilibri dello spessore della sostanza bioplasmica e con la
presenza di quantit di energia sottile congestionata, rilevabile in
ogni patologia. Ho detto che la congestione eterica una modalit disturbata di bioplasma, memoria energetica della malattia. Se non si
cancella questa memoria, se non si elimina il bioplasma tossico, la
malattia ritorna, dopo un certo tempo in cui sembrava che le terapie
ordinarie l'avessero vinta.

8)

Stimolando il riequilibrio del corpo eterico e eliminando l'energia


congesta, possibile riportare il corpo fisiCo alle condizioni di salute.
Una volta individuati i segnali che perturbano il campo bioplasmico
della cellula, questi segnali potranno essere corretti e le cellule
ritrovare le condizioni di equilibrio e di salute. Se consideriamo la
congestione eterica come un rumore sottile, che si sovrappone allo
scambio di informazioni sottili tra le cellule, si pu ipotizzare
un'azione di filtro del rumore che riporti le condizioni bioplasmiche
all'equilibrio e quindi alla salute. Tale operazione , secondo le mie
esperienze, possibile gi ora con gli strumenti e la tecnologia attuali.
Affronteremo pi in profondit questo tema nel capitolo nono.

In conclusione, possibile ipotizzare un modello di questo tipo:

Energie ambientali:
Corpo eterico:
energie sottili ambientali
Corpo fisico
onde radio
....., energia sottile .....,
luce visibile UV e IR
vivente
energie dense
magnetismo elettricit
eccetera

III-C Che differenza c' tra le terapie Energo-Vibrazionali e quella


Allopatica?
Sulla base dell'ipotesi del corpo eterico ci possiamo chiedere gi da ora
quali le principali diversit tra i due approcci. Esistono almeno tre grandi
differenze:
1)

La terapia Allopatica agisce sul corpo fisico, quella EnergoVibrazionale sull'eterico.

2)

La terapia Allopatica basata su un modello, per cos dire, di tipo additivo. Diciamo che l'energia a disposizione del paziente sia X, quella
del farmaco allopatico Y e che sia Z, l'energia minima che permette al
malato di guarire. Si avr la guarigione quando X+Y saranno pari a Z.
Insomma, la terapia Allopatica si sostituisce in parte o del tutto alla
naturale capacit di guarigione del paziente. La terapia EnergoVibrazionale di tipo moltiplicativo: Z = X moltiplicato per Y. Essa
non si sostituisce alla naturale capacit di guarigione ma la moltiplica
e la esalta.

3)

La terapia Allopatica centrata sul sintomo, la terapia EnergoVibrazionale sulla causa o sulle cause che hanno generato il sintomo.

IV - PRINCIPI DI FISIOLOGIA SOTTILE


IV-A Effetti delle polarit delle energie dense sull'uomo
Cominciamo ad ipotizzare che le cellule emanino non solo energie dense,
ma anche continui flussi di energie sottili-vitali o bioenergie. Come possono
energie cos impalpabili e sfuggenti da essere con difficolt percepite dall'uomo o dagli strumenti, avere effetti cos rilevanti sul nostro organismo e

66

addirittura sulle nostre emozioni e sul nostro stato mentale? Sappiamo che,
ogni volta che la luce del sole illumina la nostra mano, l'epidermide capta la
luce sotto forma di calore, mentre i chakra della mano captano, a causa del
principio di interazione, la componente sottile del fascio di luce solare e la
assorbono. A seconda della qualit di questa luce, colore, intensit, grado di
saturazione, coerenza e di altre caratteristiche, la sua componente sottile ha
certe altre caratteristiche che stimolano nei chakra della mano reazioni diverse, che si traducono in alterazioni delle funzioni e dell'energia a disposizione delle cellule e in precise risposte biologiche. Lo stesso avviene per
ogni tipo di energia densa.
Effetti sull'organismo delle polarit del magnetismo. Nelle loro ricerche
sugli effetti del magnetismo, i ricercatori Davis e Rawls hanno utilizzato
magneti, codificati con N per polo Nord, S per polo Sud e C per controllo
cio assenza di magnetismo. Applicando questi strumenti su piante, animali
e esseri umani, i due ricercatori verificarono gli effetti delle polarit del magnetismo sugli esseri viventi. Ecco alcune delle loro conclusioni:

L'esposizione a S (il polo Sud delle calamite) stimola, nei vermi di


terra, la capacit di metabolizzare aminoacidi in proteine, nei semi, la
rapidit di germinazione. Non solo, ma i semi cos trattati danno luogo a piante pi grandi e pi forti di quelle di controllo. Le piante
trattate con un'esposizione di S assorbono anidride carbonica e emettono ossigeno in un tempo pi breve di quelle di controllo, cio in assenza di magnetismo.

Con l'esposizione a N (polo Nord), le piante crescono pi piccole. L'effetto del campo magnetico sulle uova fecondate fu sorprendente: le uova
trattate con S si schiudevano due o tre giorni prima del controllo, quelle
trattate con N, uno o due giorni dopo.

Davis e Rawls costruirono tre tipi di gabbie per cavie: sottoposte ad un


campo magnetico di tipo S, sottoposte ad un campo magnetico di tipo N e
non sottoposte ad alcun campo magnetico. I due ricercatori posero nelle
gabbie dei maschi prima del rapporto sessuale. In seguito i maschi cos
trattati vennero fatti accoppiare con cavie femmine. Le nascite S furono pi
facili e i piccoli furono pi grossi. L'inverso accadde per le nasCite N. Allo
stesso tipo di trattamento furono sottoposte anche le cavie madri. Quelle
trattate con N risultarono essere pi materne di quelle immerse nel campo di
tipo S. Le madri N perdevano molto tempo per la cura della cucciolata,

67

quelle S, al contrario, la lasciavano sporca e priva di cure. Davis e


Rawls studiarono gli effetti dei campi magnetici N e S anche sull'uomo
e sul suo comportamento.

Il campo magnetico N rallenta, inibisce e rilassa i processi vitali, abbassa


la sensibilit nervosa, la pressione del sangue, rallenta la crescita delle
cellule tumorali, calma la mente razionale e stimola il sistema nervoso
parasimpatico.

Il campo magnetico S rinforza e promuove la crescita, il vigore, la vitalit, la sessualit, la riproduzione delle cellule e il sistema nervoso simpatico.

Gli studi di questi due ricercatori sulla polarit elettrica dell'epidermide mostrarono una connessione molto stretta tra le polarit bioelettriche e biomagnetiche.
Le aree elettricamente positive corrispondono generalmente a S, quelle negative a N.
I due scienziati chiamano questa corrispondenza connessione elettronica
biologica.
Effetti sull'organismo degli ioni positivi e di quelli negativi. Gli ioni, a
seconda della loro polarit, hanno effetti molto simili a quelli delle polarit
elettriche e magnetiche. Gli ioni positivi hanno un particolare
"attaccamento" alle particelle delle polvere e agli inquinanti dell'aria. Per di
pi gli inquinanti tendono a distruggere gli ioni negativi, infatti le aree
inquinate presentano un alto valore di ioni positivi e uno molto basso o nullo
di ioni negativi. Un loro eccesso nell'aria pu causare dolore, sudorazione,
irritazione, calore, forti reazioni emozionali, in genere sgradevoli, quali
rabbia, eccitazione, confusione, incapacit di concentrarsi, una caduta della
quantit complessiva di ossigeno presente nell'organismo, a volte
depressione. Una forte presenza di ioni positivi correlata positivamente
all'insorgere di malattie e problemi cardiaci, circolatori, respiratori e a mal
di testa. Secondo Krueger e Sulman, gli ioni positivi producono questi
effetti aumentando nell'organismo i livelli di serotonina, l'ormone prodotto
dalla ghiandola pineale, e squilibrando il normale rapporto tra serotonina e
melatonina e l'intero sistema endocrino. Tale squilibri sembrano collegati a
molti fenomeni psicofisici, a particolali stati mentali e a alcune patologie,

68

come schizofrenia e depressione. Una manifestazione estrema degli effetti


dannosi degli ioni positivi il foehn, il vento caldo e nocivo che soffia in
Baviera, in Austria e in Svizzera. Il foehn carico di ioni positivi e i suoi
effetti sono depressione, confusione, rabbia e stati fisici di sofferenza.
Durante i giorni delfoehn aumentano la mortalit, gli omicidi e i suicidi. Per
la legge svizzera il foehn costituisce un'attenuante dei delitti commessi nei
giorni in cui esso soffia.
Gli ioni negativi sembrano avere, al contrario, effetti benefici sull'organismo
stimolando uno stato di rilassamento, di benessere, di pace. Una grande
quantit di ioni negativi in genere presente nell'aria di montagna. Una loro
carenza provoca un blocco del flusso di energia nel corpo (nei bronchi, nei
polmoni). Una carenza di ioni (sia negativi che positivi) ha lo stesso effetto
di una forte presenza di ioni positivi.
Effetti sull'organismo dei colori. La Cromo terapia, ovvero l'uso dei colori
per curare, sembra essere una delle terapie pi antiche. Da sempre si sono
attribuiti poteri particolari e magici ai colori di pietre, vestiti, suppellettili e
muri. Ognuno di noi, del resto, quando si sente particolarmente stressato,
erca di passare qualche ora davanti all'azzurro del mare, al verde di un
prato o di un bosco a seconda dei propri gusti e delle abitudini. Ricercatori e
terapeuti come Bagnali, Babbitt, Otto, Amber, Chandu ed altri hanno approfondito e dimostrato l'efficacia della terapia a base di luci colorate, che si
rivelata utile non solo nella guarigione degli esseri umani, ma anche in
quella degli animali e nella coltivazione delle piante. Le luci colorate hanno
potenti effetti fisici e psicologici. Tratter qui solo alcuni di loro, distinguendo tra colori freddi e caldi.
Sappiamo che la luce un fattore di controllo dell'epifisi e della sua produzione di melatonina. Gli effetti del livello di melatonina sono numerosi e riguardano l'intero organismo, compreso il sistema immunitario e il sistema
endocrino. L'incremento della melatonina ha, ad esempio, un effetto antigonadico: una dose molto alta di melatonina inibisce l'ovulazione, la crescita e
l'attivit funzionale dei testicoli. L'attivazione dell'epifisi e il conseguente
incremento di melatonina hanno in complesso effetti benefici a livello psichico. Buoni risultati si hanno, ad esempio, con la somministrazione di
estratti di epifisi ai pazienti schizofrenici e depressi. L'attivazione avviene
per via diretta negli animali giovanissimi, nei quali la luce passa attraverso il
cervello, quando le ossa craniche non sono ancora saldate. N egli animali
adulti l'effetto avviene per via indiretta attraverso il percorso: luce, occhi,
nervi ottici, ipotalamo, epifisi. Come ho detto, io sono convinto che esista

69

anche una via diretta di stimolazione dell'epifisi attraverso il percorso: luce,


chakra dell'epifisi, epifisi.
Comunque sia, le luci colorate hanno effetti diversi a seconda del colore. Per
colori caldi si intende: rosso, arancio, giallo e per freddi: blu e verde-blu. Il
verde si comporta in genere come neutro, il viola come un colore caldo per
la parte superiore del corpo e freddo per quella inferiore. La percentuale di
inibizione della melatonina sembra essere massima per i colori freddi dello
spettro solare: verde e blu e minima per i colori caldi: arancio e rosso.

I colori caldi o Plus sono attivanti, stimolano la tensione e i riflessi muscolari, innalzano il tasso di zuccheri nel sangue, stimolano il metabolismo, espandono i vasi e aumentano il flusso sanguigno, la pressione, la
sensibilit e la percezione del dolore. Dal punto di vista psichico dilatano la valutazione del tempo e dello spazio, stimolano l'interesse, le emozioni, la volont. Hanno un leggero effetto acidificante.

valore ideale compreso tra 7,35 e 7,45. I reni sono piuttosto acidi: valore
pH = 5. Anche la pelle acida: pH = 5,2, cos come il muco e il sudore. La
saliva un po' alcalina: pH = 7,1, come l'intestino: pH = 8. Il valore pH dell'urina molto variabile: spesso, quando ingeriamo troppi acidi, si abbassa
molto per permettere all'organismo di espellere gli acidi in eccesso e di
ristabilire l'equilibrio.

7
Valori acidi

4
Valori alcalini

Valori del pH del "terreno" cellulare

I colori freddi o Minus hanno effetti contrari a quelli dei colori caldi, sono analgesici, inibiscono la riproduzione delle cellule. Dal punto di vista
psichico stimolano la contemplazione, sono rilassanti, inibenti il pensiero e la volizione. Hanno un leggero effetto alcalinizzante.

La connessione tra biochimica, bioelettricit e biomagnetismo. Il nostro


organismo sopravvive grazie al mantenimento costante di un delicato equilibrio biochimico: la quantit spesso in dosi infinitesime e il reciproco rapporto di certi minerali vengono regolarmente testati da organi come reni e
fegato, il cui compito vigilare che l'intero organismo e ogni singolo organo
ricevano la quantit e le proporzioni giuste di nutrienti. Compito non semplice, perch ogni organo ha le sue esigenze particolari in fatto di pH!

Quando il pH di un organo o dell'intero organismo si allontana dal valore


ideale le cellule cominciano a soffrire. Se prevale la condizione acida si
parla allora di acidosi, se prevale quella alcalina di alcalosi. Se acidosi o
alcalosi superano certi livelli la cellula, dopo un periodo di grave sofferenza, muore. Questo pu portare alla morte del tessuto, o addirittura
dell'organo e infine dell'intero organismo. Il nostro corpo denota la carenza di alcali colorando la lingua di bianco, se c' una mancanza di acidit la lingua diventa molto rossa.

Ogni sale disciolto in acqua pu trasformare l'acqua in acida o alcalina


(=basica). La quantit e la qualit dei minerali disciolti nei tessuti e nel
sangue concorrono a determinare quello che in fisiologia si chiama
l'equilibrio acido-base, cio l'equilibrio tra il contenuto di acidi e di basi
nel sangue e nei tessuti. L'unit di misura il cosiddetto pH. Il pH va da
O a 14. Il valore 7 indica una condizione di neutralit, valori inferiori, di
acidit, superiori, di alcalinit.
Ogni organo ha un suo valore pH che quello che gli permette di funzionare
al meglio. Ad esempio: il pH del liquido intercellulare leggermente acido
essendo compreso tra 6,8 e 7. Il sangue invece leggermente alcalino: il

Come riesce l'organismo a mantenere il giusto valore pH? Non compito


facile, anche perch di solito ingeriamo una gran quantit di cibi acidi. Si
pensi per esempio che una diffusissima bevanda ha un pH pari a 2, 7! I processi che permettono al corpo di stabilizzare l'equilibrio acido-base si chiamano sistemi tampone. Alcuni prodotti dell'organismo, come i succhi pancreatici e la bile, sono alcalini e aiutano ad alzare il pH e a mantenerlo ad un
giusto livello. Gli organi che concorrono principalmente a smaltire gli acidi
in eccesso sono i reni ed per questo che spesso l'urina molto acida.
Quando per gli acidi nell'organismo sono troppi per le sue possibilit di

70

71

smaltimento, il corpo provvede a utilizzare il calcio presente nelle ossa per


neutralizzarli. Questa una delle possibili cause dell'osteoporosi!
Ma perch il valore pH si altera? Le ragioni sono molte, ma le pi importanti
attengono al sistema endocrino, alle abitudini alimentari e al tipo prevalente di
emozioni che viviamo. Disfunzioni di reni, surreni, gonadi, ipofisi, tiroide e
paratiroidi possono portare ad uno squilibrio dei minerali presenti nell'organismo e di conseguenza ad una disfunzione idro-salina e infine ad uno squilibrio
acido-base. Abitudini dietetiche errate possono spingerei ad utilizzare prevalentemente cibi acidi o acidificanti, cibi pi o meno ricchi di alcuni minerali e
di alcune vitamine, trasformando cos lentamente ma inesorabilmente il "terreno" del nostro organismo in un terreno acido e squilibrato. Anche le emozioni
possono cambiare il tenore di acidit del sangue: esistono emozioni negative
che hanno un potente effetto, acidificando il sangue e iperattivando o inibendo
il sistema endocrino. L'attivit della ghiandola timica, centro nodale del sistema immunitario, ad esempio, come vedremo in seguito, attivata da pensieri
d'amore e inibita da pensieri di odio.
Anche il nostro modello inconscio di respirazione gioca un ruolo importante: ci sono persone che tendono ad inspirare pi del dovuto e altre che tendono ad inspirare meno di quanto dovrebbero. Ovviamente il modello di respirazione risente molto delle emozioni: le ragioni di queste cattive abitudini
respiratorie sono insomma prevalentemente psicologiche. Alcune emozioni
rendono il respiro rapido e superficiale, altre lo sospendono per qualche secondo, altre lo fanno diventare pi profondo, altre lo rendono aritmico. Questi modelli respiratori possono portare insomma ad uno squilibrio tra inspirazione ed espirazione. Se nei nostri polmoni si accumula troppa anidride
carbonica per effetto di una inspirazione insufficiente, il sangue tende ad
acidificarsi per l'accumulo di acido carbonico. Al contrario, se l'inspirazione
eccessiva il sangue tende ad alcalinizzarsi.
Anche l'esposizione al sole altera il pH: l'organismo reagisce all'esposizione
al sole dapprima con una rapida discesa del valore pH, generando cio una
condizione acida. Questo fenomeno associato ad un innalzamento del
potenziale vitale e dell'aura, in particolare dello scudo difensivo energetico,
che Plus. Ma se l'esposizione al sole continua, si pu determinare un
eccesso Plus, con troppi acidi (acidificazione), una caduta del potenziale
vitale e danni all'organismo. Tali reazioni sono ovviamente molto diverse tra
un organismo e l'altro: un periodo eccessivo di esposizione per una persona
pu non esserlo affatto per un'altra!

72

L'attivit fisica produce acido lattico e acidificazione dell'organismo. Dopo uno


sforzo fisico forte e prolungato il livello di acidi nell'organismo molto alto. Il
riposo riporta per rapidamente la situazione alla normalit. Ma se gli sforzi si
ripetono senza che il riposo li compensi (stress fisico), allora si instaura una
grave situazione di acidificazione permanentemente dell'organismo. Similmente un lungo periodo di degenza e di inattivit acidifica il sangue.
Che rapporto c' tra la rottura dell'equilibrio acido-base e l'insorgere delle
malattie? Una condizione acida stimola il sistema nervoso simpatico, una
condizione alcalina stimola il parasimpatico. Quando il primo iperattivo i
sintomi possono essere: insonnia, ipertensione, temperatura corporea pi
alta, incremento delle frequenza respiratoria e dei battiti del cuore, tremori.
Si manifestano pi facilmente ansia, artrite reumatoide, ipertensione, ipertiroidismo, leucemia, infezioni batteriche, sclerosi multipla, ulcera peptica e
duodenale, diabete giovanile. Se il parasimpatico ad iperattivarsi la frequenza respiratoria ridotta, i battiti del cuore rallentati, il corpo pi freddo, c' la tendenza a tossire spesso, a produrre pi saliva. Quando prevale il
simpatico si sviluppano pi facilmente artrite, allergie, asma, infezioni da
funghi, infezioni virali, ipotensione, ipotiroidismo, iposurrenalismo, lupus
eritrematoso, ulcera gastrica e diabete senile
Esistono rapporti molto stretti tra le polarit delle energie e la polarit biochimica:
o
o

I colori caldi, il polo magnetico S, il campo elettrico positivo acidificano


l'acqua;
I colori freddi, il polo magnetico N, il campo elettrico negativo, l'alcalinizzano.

IV-B Le polarit delle energie sottili


Vediamo che succede se estendiamo il principio di interazione alle polarit.
Esiste un legame molto stretto tra gli effetti delle polarit delle energie dense e quelli delle polarit delle energie sottili.
Un flusso di energie dense Plus attiva un flusso sottile mediamente Plus.
Un flusso di energie dense Minus attiva un flusso sottile mediamente Minus.
Gli effetti sull'organismo delle energie sottili delle due polarit sono, come
si vede da quest'elenco, molto simili a quelli delle energie dense.

73

1)

Le energie sottili Plus dal punto di vista fisico:

sono attivanti, eccitanti, riscaldanti, acidificanti,

stimolano la riproduzione delle cellule,

stimolano il sistema nervoso simpatico,

aumentano la tensione e i riflessi muscolari,

innalzano il tasso di zuccheri nel sangue,

stimolano il metabolismo e l'attivit endocrina,

contraggono i vasi sanguigni, aumentano il flusso sanguigno e la


pressione sanguigna.
Dal punto di vista psichico:

aumentano la sensibilit e la percezione del dolore.

dilatano la valutazione del tempo e dello spazio,

stimolano l'interesse, le emozioni, la volont,

ma anche l'aggressivit, la rabbia, la confusione, l'incertezza.

Malattie: ansia, artrite reumatoide, ipertensione, ipertiroidismo, leucemia,


cancro, infezioni batteriche, sclerosi multipla, ulcera peptica e duodenale,
diabete giovanile.
2)

Le energie sottili Minus dal punto di vista fisico sono:

inibenti,

analgesiche,

hanno un leggero effetto alcalinizzante.


Dal punto di vista psichico:

stimolano la contemplazione,

sono rilassanti,

inibenti il pensiero e la volizione.

IV -C Accumulazione e irradiazione di energie sottili pure e congeste


Le energie sottili pure e congeste possono accumularsi in un oggetto o in un essere vivente, a livelli veramente considerevoli. Grazie alla sua natura radiante e
alla capacit di accumulo maggiore per certi materiali e minore per altri, la distribuzione dell'energia sottile negli ambienti e nelle sostanze non uniforme.
Alcuni materiali e alcune sostanze, soprattutto i conduttori di elettricit, hanno
grandi capacit di accumulare energia sottile. La capacit di accumulo dell'acqua, gi naturalmente grande, si accresce se vi sciogliamo dei sali.
Gi Reich aveva notato che l'energia sottile-vitale reagisce in modo molto
disturbato a contaminazioni radioattive, elettriche, magnetiche ed elettromagnetiche. Allo stadio attuale della ricerca, non esistono ancora mezzi tecnici
in grado di rilevare le congestioni sottili, la cui individuazione indiretta
possibile con alcune macchine diagnostiche di bioelettronica (EAV, Vegatest, Mora). Con la Diagnosi sottile possiamo per percepirle direttamente
grazie al nostro senso interiore. Le mie indagini mi hanno permesso di scoprire queste due propriet estremamente importanti:
1)

l'energia con gesta si accumula pi facilmente di quella pura...

Questa propriet connessa alla minore capacit di radianza dell'energia


sottile congesta. Supponiamo che un organismo o un oggetto qualsiasi vengano sottoposti ad una irradiazione di energia sottile pura mista ad energia
sottile congesta. Dopo che l'irradiazione terminata l'organismo o l'oggetto
cominciano ad irradiare e disperdere pi velocemente l'energia pura che
quella congesta, con il risultato che, dopo qualche tempo, il livello di questa
sar molto superiore a quello di partenza!
2)

.. .ma per fortuna plasma e bioplasma tossici sono pi pesanti di

quello puri!

Malattie: depressione, allergia, asma, anemia, astenia.


Anche le energie sottili alterano il pH. Un malato fermo a letto per lungo
tempo crea intorno a s un plasma tossico composto prevalentemente da
energie sottili Plus acidificanti, che vengono a loro volta riassorbite dal suo
corpo eterico. In altre parole, come se si autointossicasse a livello energetico. E' molto importante assicurare una buona circolazione d'energia sottile
nella stanza, un buon ricambio, scaricando all'esterno le congestioni.

L'energia sottile congesta ha un'altra propriet di grande rilievo: pi "pesante"


di quella pura o meglio: il plasma eccitato da energie congeste pi pesante di
quello ordinario e il plasma tossico tende a scendere verso il basso. Pertanto,
in una stanza congestionata, troveremo il grosso delle congestioni vicino al pavimento, mentre il soffitto si presenter un po' meno congestionato. Questa
una delle ragioni per cui l'energia in montagna cos benefica!
La maggiore pesantezza del plasma tossico ha molte implicazioni anche
pratiche. Si immagini, ad esempio, una stanza con una sola apertura posta in

74

75

alto sul muro. Questa apertura sar in grado di decongestionare la stanza


solo in misura minima. Un'apertura posta in basso permetter invece alle
congestioni di disperdersi verso l'esterno e all'energia pura di entrare nella
stanza. Questo a patto, naturalmente, che l'ambiente esterno sia meno congesto di quello interno! Perci non molto salutare dormire su letti molto
bassi, perch probabilmente ci faranno dormire sotto il livello di congestione della stanza ed assorbire per tutta la notte le congestioni ambientali. Anche l'abitudine di mettere del cibo sul pavimento, anche se isolato da un vassoio, non sana. Infatti il cibo, e pi ancora l'acqua, assorbiranno le congestioni, che si accumulano sul pavimento di casa.
3)

6)

Questo comportamento fa s che se un


flusso di energia sottile pu scegliere
tra scorrere in un mezzo a bassa resistenza elettrica ed uno ad alta resistenza sceglie il primo. E' un comportamento che la rende simile all'energia elettrica. Reich utilizz questo principio nel suo accumulatore
orgonico, costituito da una parete
esterna di materiale isolante, per
esempio legno, e da una interna costituita da materiale conduttivo, per
esempio un metallo. Una costruzione
del genere se composta di pi strati
tende ad accumulare energia sottile
verso l 'ultimo strato conduttivo.

L'energia sottile scorre verso gli oggetti a minore concentrazione


energetica.

Questo comportamento ricorda


quello dei vasi comunicanti: da
un potenziale pi alto ad uno
pi basso, dalla maggiore concentrazione alla minore. E' cos possibile trasferire energia
sottile da un individuo che ne
possiede una grande quantit
ad un altro che ne possiede poca, da un oggetto molto carico
ad un altro scarico, fenomeno che alla base della Pranoterapia, del Pranic
Healing e delle altre terapie basate sull'imposizione delle mani.
L'energia sottile si accumula in maggiori quantit, ma si disperde anche pi rapidamente in mezzi a pi bassa resistenza elettrica.

L'energia sottile tende a scorrere da materiali a pi alta resistenza


elettrica a materiali a pi bassa resistenza.

7)

L'energia sottile tende a scorrere da materiali a struttura caotica verso


materiali a struttura cristallina nei quali, si conserva in maggiori quantit e si disperde meno rapidamente in mezzi a struttura cristallina.

L'acqua si comporta in modo molto simile ai cristalli.


8)

L'energia sottile si accumula facilmente nei materiali conduttori di


elettricit, ma altrettanto facilmente viene irradiata.

9)

L'energia sottile tende a scorrere da materiali con colori freddi a


materiali con colori caldi.

Mettendo un pizzico di sale in un bicchiere d'acqua se ne abbassa moltissimo la resistenza elettrica. Le tradizioni popolari insegnavano ad utilizzare
dei recipienti di acqua salata per disinquinare energeticamente la casa oppure a porla sotto il letto di un malato. Il significato di questi riti, apparentemente solo superstiziosi, che l'acqua salata un buon dispersore di bioplasma malato. Se volete "caricare" di energia sottile un bicchiere d'acqua, ne
caricherete una quantit molto maggiore se metterete nel bicchiere qualche
granello di sale.
5)

76

L'energia sottile scorre pi facilmente nei buoni conduttori di elettricit, cio in mezzi a bassa resistenza elettrica.

77

Capitolo 5
Energie tossiche intorno a noi
l- L'IMPATTO CON LE ENERGIE NATURALI E ARTIFICIALI
L 'uomo sottoposto ad un continuo bombardamento energetico. Alle
energie dense naturali - sonore, gravitazionali, termiche, magnetiche, atomiche, elettriche, ottiche, radioattive, quelle prodotte dal movimento. della Terra e dalle macchie solari, le radiazioni cosmiche - si sono aggiunte quelle
artificiali emesse da apparecchi costruiti dall'uomo. In realt nessuno ha
un'idea dell'incremento avuto negli ultimi 50/60 anni da questo "smog
energetico". Sappiamo, o intuiamo, che si tratti -di un aspetto dell'inquinamento particolarmente invadente e subdolo: si calcolato che un abitante di
un paese industrialmente avanzato assorba dosi di radiazioni elettromagnetiche 200 milioni di volte pi intense rispetto ai suoi antenati!
In molti c' il dubbio che una tale invasione di emissioni energetiche possa
interagire, in qualche modo ancora non del tutto chiaro, ma in ogni caso
dannoso, con le delicate energie prodotte dal corpo umano e possa produrre
effetti psichici, come depressione, stress, tensione, frustrazione, ansia, apprensione ed effetti fisiologici, come allergia, abbassamento della resistenza
del corpo all'aggressione di batteri e virus.

Campi magnetici ed elettromagnetici.. Lunghi ed esaurienti studi hanno


ormai assodato che i campi magnetici ed elettromagnetici sono i principali
responsabili della cosiddetta sindrome da ipersensibilit elettromagnetica
(EHS) e della sindrome da fatica cronica (CFS). Secondo alcune ricerche, i
bambini che vivono in prossimit di linee di alta tensione e le persone che
lavorano a linee elettriche o telefoniche sono pi esposti a certi tipi di cancro. Alcune persone sono "allergiche" ai campi elettromagnetici e presentano sintomi di tipo allergico e neurologico.
Un grande problema che sorge quando si ha a che fare con campi magnetici
ed elettrici che questi magnetizzano ed elettrizzano, non solo l'organo su
cui sono diretti, ma anche il sangue che circola in quell'organo.

78

Come noto i globuli rossi contengono degli atomi difetTo. Esistono buone ragioni per ipotizzare che i globuli rossi del sangue possano elettrizzarsi e magnetizzarsi, attraendosi l'un l'altro, formando vere e proprie pile e facendo cos
aumentare la VES. Anche se per ora la medicina ufficiale stenta a prendere atto
di un'allergia "energetica", l'incidenza di questa sindrome crescente. Gli effetti
del sangue elettrico e magnetico possono essere ansia, tachicardia, depressione,
debolezza, crisi di ipertensione e altri sintomi apparentemente non spiegabili.
Una volta, un ragazzo molto ben piantato e dall'apparenza molto sana, il cui lavoro era guidare macchine scavatrici, presentava tutti questi sintomi. Nonostante test e visite mediche, non era riuscito a venire a capo di questi malesseri.
Durante il nostro primo colloquio mi disse che l'unico valore fuori norma era la
sua VES, stranamente alta. Eppure gli altri esami non presentavano tracce di infezioni in corso. Un sospetto mi spinse a chiedergli se aveva subito un qualche
shock elettrico. Dopo qualche breve riflessione, mi rispose che s, in effetti, otto
anni prima, durante uno scavo, con la sua macchina aveva strappato inavvertitamente un cavo sotterraneo ad alta tensione. A causa di ci aveva ricevuto una
scossa fortissima, che lo aveva catapultato fuori della cabina. Ripensandoci, mi
disse, i miei disturbi sono cominciati qualche mese dopo. La Diagnosi sottile
mi conferm che il suo sangue era effettivamente elettrico. Eliminata questa
congestione il suo stato in qualche settimana ritorn normale.

Elettromagnetismo, produzione di melatonina e sistema immunitario. Alcune prove confermano che i campi elettromagnetici interferiscono con la produzione di melatonina e ne disattivano la capacit di stimolare il sistema immunitario e per questo potrebbero essere una concausa di alcuni tipi di cancro e di
alcune forme di depressione. Io credo piuttosto che questo fenomeno sia dovuto
all'alterazione della Caratteristica Vibratoria della melatonina, che viene
"sporcata", impedendo cos alle cellule di leggerne in modo corretto
l'informazione. Sono state rilevate alte frequenze di cancro nelle persone sottoposte a radioterapia. Non sembrerebbe al momento, ma il dubbio d'obbligo,
che TAC, radiografie e scintigrafie facciano correre seri pericoli.

Sorgenti di inquinamento energetico casalinghe. Ecco un elenco, sicuramente incompleto, di possibili sorgenti di inquinamento energetico (elettrico, magnetico, elettromagnetico e radioattivo) che possono essere attive
nelle nostre case e negli uffici nei quali lavoriamo:
Impianto elettrico casalingo. Gli Hz sono l'unit di misura della frequenza della corrente alternata: 50 Hz sono pari a 50 cicli per secondo.
Tra le cause del congestionamento energetico, una posizione di rilievo

79

spetta all'impianto elettrico casalingo, che, con le sue linee elettrificate a


50 Hz, trasforma ogni stanza in un campo elettromagnetico pulsante a
bassa frequenza. Oggi molti ricercatori sospettano che le basse frequenze, nonostante la loro debole energia, siano oltremodo dannose perch
interferiscono con alcuni ritmi biologici - a cominciare dalle onde cerebrali - i quali si situano proprio nel range di 40/60 cicli il secondo.

disturbo sul funzionamento bioelettrico dell'organismo. Molti persone


che dormono in camere da letto con la moquette, presentano grandi
quantit di congestione grigia.
L'aria condizionata ha effetti simili a quelli della moquette: produce
grandi quantit di ioni positivi e di congestione grigia, che blocca i chakra e sporca l'aura. E' un gran problema per chi costretto a vivere o a lavorare in quegli edifici moderni dove le finestre sono bloccate e l'unica
sorgente d'aria e di rinnovo energetico la presa dell'aria condizionata.

I motori elettrici di frigo, lavatrici, lavapiatti, asciugacapelli, termocoperte e altri elettrodomestici non sono certo salutari.
I forni a microonde meritano un'attenzione particolare: sono, probabilmente gli attrezzi pi dannosi che ci si pu mettere in casa! Pochi sono
coscienti che il cibo riscaldato da forni a microonde fortemente congesto e diventa una causa nascosta e subdola di congestione. Inoltre i forni
a microonde, nel tempo, congestionano perfino i muri della cucina.
Le lampade al neon devono la loro diffusione alla loro economicit, producendo pi luce, a parit di consumo, delle lampade ad incandescenza.
Per, poich lo spettro della luce emessa dai neon meno naturale di
quella emessa da luci ad incandescenza, a causa del principio di interazione, il neon emette anche energie sottili in proporzioni innaturali e
quindi squilibranti. Inoltre l 'innesco della lampada ottenuto elevando i
220 volt dell'impianto di casa ad alcune migliaia di volt, che generano,
ovviamente, un intenso campo elettromagnetico, che si calcola 120 volte
superiore a quello emesso da una lampada ad incandescenza di pari luminosit. Ho pi volte sperimentato che tali lampade producono una rilevante caduta del potenziale dei chakra del timo e dell'epifisi.
Televisori, computers, telefoni portatili, telefoni cellulari, walkie talkie, macchine fax, apparecchi con tubi catodici, videogiochi, apparecchiature elettroniche casalinghe producono dannose energie congeste,
che sporcano i chakra. Dagli schermi TV e di computer escono grandi
quantit di ioni ed elettroni che vanno a "depositarsi" sui tessuti, sugli
organi e sui chakra superiori, i pi delicati di tutto l'organismo eterico.
Una raccomandazione: evitare soprattutto la TV in camera da letto.
La moquette una grande produttrice della cosiddetta congestione
grigia, di cui parleremo pi a fondo nel capitolo ottavo. La moquette
crea forti campi elettostatici (si parla di alcune migliaia di volt!) che a
loro volta producono flussi di ioni positivi ed esercitano un'azione di

80

Sono inoltre dannosi:

Coperte elettriche, anche se non collegate alla corrente, asciugacapelli


elettrici
Macchine a raggi X e macchine per diagnosi diatermiche
Motori elettrici che creano scintillazione
Strumenti ad induzione, bobine, macchine che producono campi elettrici ed elettromagnetici
Sistemi radar, torri ripetitrici per telefoni cellulari o comunque per trasmissioni ad onde corte, antenne di trasmissione AM, FM o TV
Campi magnetici, inclusi quelli creati da altoparlanti e apparecchiature
per magnetoterapia
Detettori di fumo radioattivi
Orologi e altre apparecchiature contenenti materiali radioattivi luminescenti nel buio, altri materiali radioattivi in genere
Smog industriale
Impianti nucleari o installazioni militari con armi nucleari, zone in cui
sono stati testati ordigni nucleari.

Effetti di energie tossiche prodotte dall'uomo. Mal di testa, depressione,


allergie: nonostante cure e terapie spesso i sintomi ritornano testardamente,
incuranti degli sforzi di medici e terapeuti. A volte il ricorso dei sintomi non
dovuto ali' insuccesso dei farmaco, della terapia, del medico curante. La
terapia azzeccata, ma la ragione del fallimento pu risiedere nell'inquina. mento energetico esterno: la vicinanza di linee elettriche ad alta tensione,
trasformatori, reattori nucleari, ripetitori televisivi e per telefoni cellulari,
radar e altre apparecchiature similari pu essere la vera responsabile dei
problemi di salute. Un bel giorno il paziente cambia casa e, magicamente,
dopo qualche mese, i problemi scompaiono.

81

II - LE ENERGIE DI GAIA

L'uomo sempre stato cosciente che il terreno emana energie sottili alcune
benefiche, altre dannose e nocive. I Cinesi parlavano delle linee del dragone, e sulla loro individuazione stabilivano dove costruire le loro case. Negli
ambienti scientifici si fa lentamente strada la consapevolezza, che fu ben viva presso gli antichi e i "primitivi", che il pianeta sia un unico, gigantesco
essere vivente, cui stato dato il nome di Gaia, l'antica dea della Terra. Non
deve quindi stupire che Gaia, come l'uomo e ogni altro essere vivente, abbia
un suo sistema energetico sottile e un corpo eterico, con aure, canali, centri
energetici e sia percorsa da intensi flussi d'energia sottile.
La scoperta di correnti d'energia sottile telluriche benefiche molto antica. Sui
luoghi di "potere" energetico sono stati costruiti, nei secoli, templi, cattedrali,
tumuli funerari, luoghi di guarigione. Secondo la millenaria arte geomantica
cinese Feng-Shui (che significa vento e acqua), la Terra, come ogni vivente, ha
i suoi canali energetici e i suoi meridiani, simili a quelli dell'Agopuntura,
chiamati "linee o sentieri del drago" o anche "antiche energie telluriche", simbolizzati, come in altre tradizioni anche lontane tra loro, da draghi, serpenti e
coccodrilli sotterranei. La posizione di una casa, secondo il Feng-Shui, non
dovrebbe essere lasciata al caso nel momento della sua progettazione, marispettare le energie della
Terra, cos da garantire la
salute dei suoi abitanti.
Regole precise venivano
fomite anche riguardo all'orientamento da dare al
letto, alla porta di casa, al
tetto e a molti altri particolari che la moderna architettura neppure prende
in considerazione.

Energia sottile dal centro della Terra. E~iste un


grande flusso di energia
sottile planetaria che, dal
centro della Terra, si
muove verso la superficie. Alcune correnti energetiche che scorrono sulla

82

Energia sottile dal centro della Terra

superficie terrestre traggono ongine da questo grande flusso, che le alimenta


costantemente. Una volta in superficie, parte di questa energia sottile s'irradia per tutto il pianeta fino a grandi altezze. Secondo Reich, l'energia sottile
tellurica si condensa in una particella, che chiamava bione o orgone tellurico, la cui influenza si estende da poche decine di centimetri di distanza dal
terreno fino a qualche metro.

Ley lines, linee d'energia del terreno, il nome che si d, in Inghilterra, ai


meridiani tellurici. In quel paese si conoscono sentieri e allineamenti,
orientati quasi perfettamente lungo la direzione Nord-Sud, che comprendono a volte luoghi di culto o di guarigione e s'incrociano in nodi ritenuti punti
di forza e di potere. La pi famosa l'Old Sarum Ley, lunga 18,5 miglia, che
comprende, tra l'altro, i due anelli di Stonehenge e quello gigantesco
dell'Old Sarum. Gli shintoisti in Giappone disponevano i luoghi di culto
lungo linee diritte, che, secondo la tradizione, li legavano esotericamente.
Linee simili, dette ceques, irradiandosi dal Tempio del Sole a Cuzco, collegavano in Per 350 luoghi santi o huacas, l dove oggi sorgono spesso cattedrali e chiese cattoliche. Meridiani lunghissimi e perfettamente diritti, visibili solo dall'aeroplano, solcano tutta la Cordigliera delle Ande e sull'altipiano di Nazca, in Bolivia. Gli antichi dunque conoscevano molto bene queste realt: i nomadi in Asia lasciavano scegliere il luogo dell'accampamento
ai loro cani, i Romani costruivano le citt l dove erano soliti pascolare i
vitelli e i montoni. Infatti, gli animali percepiscono le energie telluriche e i
sentieri che tracciano i branchi seguono spesso le Ley lines.
Anche il pianeta ha i suoi chakra, potenti vortici di energia tellurica, aree
ristrette di intensa concentrazione energetica sulle quali si sa ancora poco.
Nell'India del sud, dove la gente convinta che la Terra sia un essere vivente animato da una corrente spirituale, si venerano posti dove "dimora lo
Spirito della Terra", che diventano spesso degli ashram. Luoghi di preghiera
e ascesi e di intenso scambio energetico tra cielo e terra, le loro vibrazioni
energetiche naturali sono pi alte che altrove e in grado di trasformare il
corpo fisico e quello mentale degli individui che ci vivono, tanto che sembrano aver minor bisogno di cibo e d'acqua, come se la sola energia sia sufficiente a nutrirli. Forse queste vibrazioni derivano non solo dalla natura fisica e geologica della regione, ma anche dalla spiritualit delle popolazioni
che vi vivono.
L'aura e le emozioni di Gaia. Anche il pianeta ha la sua aura, come qualsiasi essere vivente. Il Dr. John Pierrakos, allievo di Reich, descrive tre tipi
di aure, evidenti soprattutto sull'oceano e soggette a pulsazioni ritmiche, in-

83

fluenzate dal Sole, il cui ciclo di 24 ore. Il loro spessore comincia a crescere verso le 10 del mattino, il suo acme verso l'una pomeridiana e poi diminuisce fino al tramonto. Esiste anche un ciclo annuale che influenza profondamente l'aura umana. Molti sensitivi sono in grado di percepire la qualit
positiva o negativa dell'energia emanata dal terreno, chi facendo uso del
pendolo radioestesico, con le bacchette e il biotensor, chi percependo l'energia direttamente con i chakra delle mani. Il campo tellurico fortemente influenzato dalla stagione, dalla natura chimica del sottosuolo, dalla presenza
di piante e di acque sotterranee. Il suo spessore d'inverno circa 20/30 centimetri, d'estate arriva a 60 e pi centimetri; per la presenza di radici di grossi alberi pu superare d'estate i 120 centimetri.
Non casuale che l'uomo preistorico, cos sensibile alla dimensione sottile,
utilizzasse le caverne pi profonde e inaccessibili a luoghi magici, di culto e
di potere, affrescandone le pareti con immagini che facevano esplicito rife- .
rimento alla bioenergia nell'uomo e negli animali. L'idea della caverna come
luogo di potere presente in quasi tutte le tradizioni esoteriche, di ogni tempo e luogo. Molte caverne, soprattutto quelle non violentate dal turismo di
massa, sono enormemente cariche di energia tellurica. Alcune hanno propriet di guarigione e, utilizzate da tempo immemorabile per sanare i corpi e
caricarli di energia, sono meta di guaritori che vi sostano alcune ore per "ricaricare le batterie".
Faglie geologiche e zone di grande attivit vulcanica e sismica sono anche
aree di forte emissione sottile. C' chi sostiene che eruzioni vulcaniche e
terremoti siano le profonde "energie emotive" di Gaia. Nei minuti
precedenti un forte sisma, la Terra emette un'enorme quantit di energia
sottile, che mette in allarme gli animali prima del manifestarsi del terremoto
vero e proprio. Queste anomale concentrazioni energetiche nelle zone
sismiche, possono attivare negli abitanti doti di chiaroveggenza, guarigione
e altri poteri psichici: in alcuni paesi vulcanici, instabili geologicamente e
soggetti a disastrosi terremoti, come le Filippine, il Messico, l'Indonesia, le
Hawaii e la California, abbondano i soggetti dotati di poteri psichici.

III- GEOPATOLOGIA
III-A Le energie cosmo-telluriche possono essere dannose

84

A-l Gli effetti imprevedibili di scorie chimiche e radioattive, esplosioni


atomiche e centrali nucleari sulle Ley lines.
Mo~to spess? nei .miei v.iaggi ho percepito forti correnti telluriche lungo le
valli, sulle cime di monti. La non conoscenza di queste linee pu avere conse~uenze grav.i p~r ~li abitanti. Un paese vicino Roma (che non nomino per
evitare allarmismi) e attraversato da una potente Ley line. In teoria questo
dovrebbe riempire di buona energia gli abitanti. Sennonch ho notato test~ndo il paese, che la sua energia non per nulla buona. Indagando me~lio,
mi sono. reso ~onto che il cimitero del paese stato costruito proprio sopra
la ~ey .lme przma che la sua energia attraversi il paese. In questo modo gli
abitanti hanno portato le congestioni prodotte dai cadaveri dei loro avi sotto
le loro case e non mi sembra sia stata un'idea felice! Ho notato qualche Ley
scorre~e sotto una discarica di immondizie o incrociare un grande impianto
fognano o un depuratore. Nessuno ha finora costruito mappe di queste linee,
anche se alcuni studiosi seri ed agguerriti hanno iniziato studi sistematici
che dovrebbero essere considerati di primaria importanza e finanziati dall~
Stato, come supporto scientifico di nuove leggi in materia urbanistica, che
tengano conto dell'esistenza delle Ley. Quante malattie e quanti morti subiremo prima che questo si realizzi?

Un grave dubbio il seguente: se le Ley line trasportano le energie di


Gaia per tutto il pianeta,
che succede se su una di
queste linee esplode un
ordigno nucleare, si interrano scorie radioattive, si
costruisce un reattore nucleare? Ho il sospetto che
Chernobyl, Bikini e gli
atolli devastati da ordigni
Le Ley-lines possono trasportare le
nucleari, abbiano, nel
componenti sottili delle esplosioni atomiche
tempo, riversato il loro
.
carico di malattie e morte
molto lontano dal luogo d'origine del disastro, non solo nell'aria, ma anche e
soprattutto lungo le linee energetiche della terra. Se questo vero, la scelta di
sparare ordigni atomici lontano da casa come hanno fatto per tanti anni america:n, ~s~i, ci~esi, frm:cesi .e altri, si rivelerebbe stupida, oltre che egoista. Gli
scienziati, a distanza di decme di anni, ci dicono che l'atollo di Bikini oggi non

85

pi radioattivo. E se tutta la radioattivit creata dai 50 ordigni nucleari scaricati su quello che era un paradiso terrestre, fosse ormai molto lontana dal punto
di sgancio, dove gli scienziati della vecchia era neppure sospettano?
A-2 Le maglie dell'energia sottile planetaria: la rete H.
I primi ricercatori che hanno affrontato la questione in modo scientifico furono i francesi Turenne, Lakhovsky e Picard e il professore tedesco H artmann, fondatori della Geopatologia, il cui oggetto lo studio delle radiazioni nocive che provengono dalla terra e dal cosmo. Questa nuova disciplina
insegna che esistono maglie energetiche, lungo tutta la superficie del pianeta, di natura magnetica, elettrica, elettromagnetica e (ovviamente) sottile,
emanate dalla terra o provenienti dal cosmo. Le pi note di queste reti sono
quella di Hartmann e quella di Curry. La prima, detta rete H, una scacchiera, formata da "muri" di energia densa e sottile. Alcuni studiosi parlano di
muri magnetici e elettrici, altri di muri Plus e Minus. La cosa sulla quale si
trovano tutti d'accordo che essi generalmente sono orientati nel senso magnetico Est-Ovest e Nord-Sud, hanno uno spessore di circa 21 cm, sono alternati e distanziati tra loro di circa 2 metri, 2 metri e mezzo. Questi valori
sono in realt molto approssimativi e anche la disposizione della rete si allontana spesso da quella ideale.
I punti di intersezione della rete sono una sorta
di colonne. verticali d'energia che si chiamano
~
nodi. I nodi, che hanno dimensioni di circa
21x21 centimetri, sono le parti pi energeticaZona
neutra
mente attive della rete. Alcuni studiosi parlano
di nodi attivanti o Plus e nodi inibenti o Minus.
Lo spazio compreso tra i due muri e i quattro
nodi si chiama zona neutra centrale. Molti fattori
influenzano questa struttura, come le masse
metalliche sotterranee e la composizione del terRete di Hartmann
reno. E' possibile che in futuro la rete H si riveli
uno strumento utile per la previsione dei terremoti, il cui prossimo accadere
correlato a deformazioni del suo spessore. Esistono indizi sul legame tra
rete H e tempo atmosferico: ventiquattro ore prima dell'arrivo di una bassa
pressione, sui nodi si registra un forte incremento di raggi gamma, fenomeno cui sono forse connesse meteoropatie e depressioni fisiche e psichiche.
Anche la Luna sembra avere effetti sulla rete amplificandola o riducendola a
seconda delle sue fasi.
nodo

86

Gli antichi conoscevano queste reti o si tratta solo di una scoperta recente? Certi
studi su dolmen e menhir mostrano che queste pietre gigantesche sono state poste in punti precisi della rete H, forse allo scopo di deformarne la struttura, trasformandoli in luoghi di forza. Antiche tradizioni garantivano la fecondit alle
donne che sedevano accanto a queste pietre per qualche ora. I menhir erano forse i giganteschi aghi di pietra per una sorta di Agopuntura planetaria?
A -3 La rete del dottor Curry.
Cosiddetta dal nome dello scopritore, simile a quella Hartmann, ma orientata
lungo le sue diagonali. Le maglie della rete C hanno dimensioni maggiori
(4/4,5 metri) della rete H e anche i nodi sono pi grandi: 50x50 centimetri. Si
sospetta che l'energia Curry provenga dallo spazio e non dal centro della Terra.
Probabilmente si tratta di un fenomeno di riflessione delle energie telluriche
prodotto dagli strati superiori dell'atmosfera. Anche i nodi di Curry, sono alternati: Plus e Minus. Ovviamente pu capitare che un nodo H coincida con un
nodo C. In tal caso le energie dei due nodi si sommano e i due nodi possono
generare un punto molto Plus, oppure molto Minus.
A -4 Zone ad alta radioattivit.
Le zone ad alta radioattivit naturale e artificiale sono ovviamente aree ad
alto rischio. Esistono diversi tipi di radioattivit naturale, ai quali si sta gradatamente aggiungendo quella artificiale prodotta dall'uomo. Ci si chiede da
tempo se esista una correlazione tra alcuni tipi di cancro, particolarmente
quello alla tiroide, e l'aumento costante della radioattivit di fondo. In effetti, tutte le popolazioni che sono state sottoposte ad intense radiazioni hanno
sviluppato il cancro con frequenze significativamente molto alte. (Hiroshima, atolli del Pacifico, Chemobyl, eccetera). Si pensi che, dopo l'incidente
di Chemobyl, il fondo naturale di radioattivit (terreno, piante, acque, eccetera) in Italia almeno raddoppiato.
A -5 I moderni apparecchi di decontaminazione delle acque.
I "depuratori" sono un'altra fonte di inquinamento eterico. E' deplorevole
che le acque calde che si producono nei depuratori siano utilizzate per il teleriscaldamento di interi quartieri. Non sarebbe male studiare l'impatto a livello sottile di tali apparecchiature sulle persone e, ovviamente, verificare
che non vengano costruite su Ley line.
A-6 Ionizzazione e raggi gamma sopra le falde acquifere.
Gli effetti delle radiazioni telluriche che hanno attraversato falde acquifere non
sono poi tanto "sottili": vi sono state riscontrate anomalie nell'irraggiamento infrarosso e gamma. Anche il livello di ionizzazione sul suolo presenta anomalie,

87

che denotano la presenza di un tipo di plasma diverso dal normale. Le acque


sotterranee, inoltre, possono essere vettrici sia di radioattivit assorbita in zone
anche distanti, sia ,grazie alla memoria dell'acqua, di Caratteristiche Vibratorie
di un'infinit di materiali e sostanze che incontrano nel loro scorrere, alcune
delle quali potenzialmente dannose per gli organismi viventi.
A -7 Le faglie geologiche.
Le faglie geologiche sono state oggetto di studio approfondito da parte del
ricercatore Georges Lakhovsky. Quando due strati di terreno diverso entrano in
contatto e sono bagnati da acque sotterranee possono creare delle gigantesche
pile elettriche naturali, con effetti, sulle persone che vivono o peggio dormono
sull'emergenza della faglia, che possono essere letali. Quando una faglia
costituita da sabbia e argilla plastica, dice Lakhovsky, i due materiali formano
un grande campo elettrico (la sabbia negativa, l'argilla positiva), creando in
superficie una forte ionizzazione dell'aria, che attira i fulmini e determina
condizioni estremamente sfavorevoli per chi vi abita sopra. I nodi di Hartmann
e Curry sono iperattivati dalle faglie, in altre parole: se coincidono con una
faglia diventano ancor pi pericolosi.
Riconoscere l'effetto del passaggio di energie sottili attraverso uno strato d'acqua si impara in Diagnosi sottile, ponendo un collettore di energie

sottili tra una bottiglia piena d'acqua e la mano che funge da "detector". La
percezione di un forte cambiamento nella qualit dell'energia nettissima e
si impara rapidamente a riconoscere con le sole mani la Caratteristica Vibratoria dell'energia-acqua, cio l'energia sottile che ha attraversato uno
strato d'acqua ed infine a riconoscerla sul terreno, in un'abitazione,
ali' interno delle bioenergie di una persona.
HI-B Malattie prodotte dalle energie della Terra e del Cosmo
Alcune energie che provengono dalla Terra sono dunque utili alla salute, altre dannose. Esiste un gran numero di prove di laboratorio che dimostra
questa dannosit. Sono state accertate modificazioni della frequenze del
battito cardiaco e delle sue irregolarit (extrasistoli), modificazioni della
VES, della resistenza cutanea al passaggio della corrente elettrica, modificazioni dei ritmi cerebrali, eccetera.
Secondo la mia esperienza, alcune zone inibiscono fortemente i chakra, altre li
iperattivano, altre li congestionano. Alcune zone "sparano" certe Caratteristiche
Vibratorie - i colori sottili puri o "sporchi" - dannosi per la salute. Le zone
radioattive agiscono generalmente sui chakra inferiori attivandoli e
caricandoli di congestione calda, altre emissioni caricano i chakra di
congestione grigia. Le modalit sono veramente molte ed difficile
elencarle tutte. Diciamo che, in linea di massima, esistono geopatie Plus e
geopatie Minus.

Le geopatie Plus sono attivanti e determinano condizioni "iper", cio


ipertensione, iperattivit, iperglicemia e condizioni di iti: coliti, gastriti, prostatiti, eccetera, condizioni insomma caratterizzate da infiammazioni. Una persona che dorme su una zona Plus in genere gode di poche ore di sonno ed spesso ipertesa, irritabile, nervose, litigiosia, non
riesce a prender sonno e, spesso, poich il suo sistema immunitario
diventato basso, preda di malattie infettive.

Le geopatie Minus sono inibenti e determinano depressione, allergie,


asma, anemie.

I "punti cancro" sono pericolosi soprattutto in camera da letto. Il termine si deve ad Hartmann stesso, che chiamava i luoghi pi dannosi per la salute punti cancro, perch aveva notato che le persone che vi dormono sopra
presentano un rischio molto forte di contrarre questa malattia. La rete H li

88

89

genera, quando i suoi nodi si incontrano con irregolarit sotterranee: falde acquifere, caverne, fogne, materiale radioattivo interrato, filoni metalliferi, masse
metalliche ed altro. In realt i punti cancro possono causare non solo questa
ma molte altre malattie: leucemia, allergie, asma, depressione, ipertensione,
eccetera. Sono pericolosi soprattutto in camera da letto, perch noi trascorriamo circa otto ore al giorno in pochi decimetri quadrati e un nodo pericoloso,
attivo in questo piccolo spazio, ha tutto il tempo di farci del male.

Animali e piante sensibili alle energie geopatogene. Sono stati condotti


numerosi esperimenti con ratti e conigli, le cui gabbie erano state collocate
in zone geopatogene, che dimostrano con grande evidenza l'insorgere di
tumori e altre malattie. Animali e piante sono sensibili ai nodi geopatogeni:
gatti e formiche li amano, le termiti ci costruiscono sopra i loro termitai, i
cani e le mandrie di bovini e i cavalli li evitano, le piante vi avvizziscono.
Avete mai visto in una pineta o in un altro bosco un albero che, stranamente,
invece di andare su diritto come gli altri, cresciuto storto come se avesse
voluto evitare qualcosa che sta sotto le sue radi d? Ebbene, il seme di quella
pianta sfortunata capitato proprio su un nodo geopatogeno e, crescendo, ha
cercato di allontanarsene il pi possibile. Una stanza che si trova su una
zona geopatogena Minus spesso invasa da funghi, muffe e muschi
microscopici che formano macchie sulla tappezzeria. L'odore di questi
luoghi in genere sgradevole e l'aria umida e appiccicosa.
Abitare vicino ad un cimitero. E' stata spesso notata la forte nocivit di
acque sotterranee passate precedentemente sotto un cimitero. Questo non ha
nulla a che fare con ragioni di tipo metafisica: la spiegazione va ricercata
nella grande quantit di congestioni bioplasmiche prodotte dalla decomposizione dei cadaveri e che, per effetto della pioggia, filtrano gradatamente nel
terreno e infine nei corsi d'acqua sotterranei.
Energie geopatogene nelle case moderne. Le energie geopatogene vengono deviate ed amplificate dalla struttura in ferro dei moderni palazzi in cemento armato e scorrono preferibilmente lungo i grandi pilastri, la cui vicinanza sarebbe bene evitare nella scelta della collocazione del letto. Effetti
simili sono prodotti dai garage, con il loro contenuto metallico di automobili. Non sembra quindi una buona idea quella di costruire il garage sotto le
camere da letto.
Un altro effetto, riscontrato nelle case moderne di cemento armato a pi
piani, riguarda lo spessore dei nodi che, piano dopo piano, diventa sempre
pi grande. Questo fenomeno, dovuto alla presenza del ferro nei pilastri,

90

crea molti problemi di posizionamento del letto: in alcuni casi, se non si


adopera un'adeguata strumentazione di difesa, da una certa altezza in poi,
letteralmente impossibile posizionare il letto in una zona sana.
Secondo Hartmann oltre ai muri verticali, ne esistono anche di orizzontali, a
loro volta deviati ed amplificati dalla struttura metallica interna degli edifici
in cemento armato e potenzialmente nocivi. Alcuni piani di un edificio sarebbero quindi pi malsani di altri. In verit ogni tanto si scoprono altri reti
e la faccenda sembra farsi sempre pi complicata!

Terreni conduttori, isolanti, a contenuto cristallino. Terreni conduttori sono


certe argille, i minerali ferrosi, il limo, le marne, gli strati carboniferi. Isolanti
sono la sabbia, il grs, la ghiaia, il calcare. Ho detto che l'energia sottile tende a
scorrere dai materiali isolanti a quelli conduttori. Questo significa che se abitate
su un terreno prevalentemente costituito da materiale conduttivo questo
emetter una grande quantit di energia tellurica. Accadr il contrario se il
terreno di natura dielettrica. Se gli strati conduttivi e dielettrici sono
sovrapposti come a formare un accumulatore organico, la quantit di energia
tellurica presente in superficie potrebbe essere davvero imponente.
I terreni a forte contenuto cristallino tendono a caricarsi e a programmarsi di energia sottile, sia di livello fisico, sia psichico. Se gli abitanti della zona hanno tendenze psichiche negative queste si accumuleranno e si amplificheranno per effetto del
terreno. n contrario avverr se gli abitanti della zona hanno una buona indole e una
tendenza all'armonia. Ovviamente se le altre caratteristiche del terreno sono negative (ad esempio per la presenza di acque sotterranee) l'effetto depressivo si accentuer con risultati disastrosi: tendenza a forti depressioni, addirittura al suicidio.
In conclusione, ecco un elenco di fonti di radiazioni telluriche potenzialmente
pericolose:
le acque sotterranee, (energia acqua)
le faglie geologiche,
le masse metalliche sotterranee,
i filoni metalliferi,
le risalite di gas naturale,
i crepacci e le caverne sotterranee,
le acque canalizzate interrate,
la radioattivit naturale e artificiale, le scorie radioattive, le scorie
industriali,
la presenza di scarichi e apparati di depurazione sotterranei.

91

ITI -C La grande circolazione sottile planetaria


Abbiamo descritto a grandi linee i flussi energetici sottili che scorrono in terra
sulla sua supeificie. Ma come fluisce l'energia sottile nell'atmosfera e all'interno
del pianeta? Esistono almeno quattro grandi flussi planetari che scorrono:
l)
2)
3)
4)

uno atmosferico, da Nord verso Sud,


un altro atmosferico, da Est verso Ovest,
uno solare, dal Sole alla Terra,
uno planetario, dal centro della Terra alla superficie.

Ovviamente tutti i pianeti, compresa la Luna, concorrono a questa grande circolazione d'energia, anche se in misura minore. La Terra disperde continuamente energia sottile inviando flussi d'energia verso lo spazio esterno attraverso ed oltre l'atmosfera. Questi quattro grandi flussi generano le Ley lin e gli
altri meridiani energetici di Gaia.

Le energie sottili n eli 'Universo olonomico


l - NEL CONTINUUM DI ENERGIA DENSA E SOTTILE
Anche se la natura dell'energia densa e sottile ancora un mistero, si pu
convenire sul fatto che

energia capacit di svolgere un lavoro, vincendo una resistenza.


Intuitivamente sappiamo che, applicando dell'energia ad un oggetto, se ne
cambia in qualche modo il suo stato. Adesempio: spingendo un oggetto energia cinetica - se ne cambia la posizione nello spazio; scaldando una pila
d'acqua- energia termica- se ne alza la temperatura; inviando energia elettrica al filamento di una lampadina, la si rende incandescente e luminosa.
Questi esempi sottolineano il fatto elementare, ma essenziale, che

energia ci che cambia lo stato della materia


essendo la materia l'aspetto inerte, passivo dell'Universo, cio la resistenza
che l'energia vince.
Circondati da apparecchi e macchine che utilizzano un'ampia gamma di energie, siamo in grado di farci un'idea di come agisca l'energia densa, ma abbiamo
visto che definire la natura di quella sottile imbarazzante, soprattutto perch
ancora pochi hanno visto o percepito coscientemente un flusso di energia sottile. Anche se l'attuale tecnologia riesce con qualche fatica a dimostrarne l'esistenza, la si pu riconoscere per dai suoi effetti sui viventi: applicata ad una
persona malata la aiuta a guarire, ad una persona stanca e depressa le restituisce
le energie, ad una pianta, la fa crescere pi rapidamente.
Per la verit il confine tra i due tipi di energia densa e sottile vago. E' possibile
vedere, per via chiaroveggente o grazie all'uso di certe droghe come la
mescalina, l'aura di un magnete, di un piccolo campo elettrico di una batteria
per apparecchi radio. L'Universo una miscela di energie dense percepibili e
sottili meno percepibili, ma tutte parti di uno stesso continuum di vibrazioni.

92

93

Dall'elettrone alle stelle, tutto ci che esiste a livello fisico, inanimato o vivente,
ha una sua controparte sottile, considerata da alcuni fisici un'energia "fantasma"
dalla quale deriva tutta la materia fisica dell'Universo.

Energia coerente. Il laser una tecnica che ha trovato numerose applicazioni in medicina, in chirurgia, nell'industria e in tecnologie d'avanguardia.
La luce creata dal laser molto particolare. Mentre un fascio di luce ordinaria o incoerente una somma di molti colori diversi, la cui risultante produce la sensazione di un colore dominante, un fascio laser composto invece
esclusivamente da luce di una sola frequenza in onde che viaggiano nello
spazio ordinatamente, perfettamente allineate l'una con l'altra. Questa luce
viene chiamata coerente.
Per comprendere meglio questo principio ricorriamo ad un'analogia: un la
suonato da un flauto molto diverso dallo stesso la suonato da un violino.
La nota del flauto quasi pura, una nota priva di armonici (cio vibrazioni
che risuonano con quella principale). La nota del violino invece ricca di
armonici: il la con in pi molte altre vibrazioni. Adesso immaginiamo due
flauti che suonano la stessa nota, per esempio un la. Un musicista dir che
essi sono intonati, cio che suonano esattamente la stessa nota. Ma le due
note non formerebbero ancora un fascio coerente. Perch siano coerenti le
due vibrazioni devono partire esattamente nello stesso momento e percorrere lo spazio ordinatamente, perfettamente allineate o, con un termine pi
corretto, che siano in fase. L'energia coerente densa ha particolarit e propriet straordinarie. Vedremo che anche l'energia sottile coerente ha delle
propriet ancor pi straordinarie e sconvolgenti.

II - NELL'UNIVERSO OLONOMICO

L'ologramma che congela la realt. Una applicazione del laser l'ologramma, un'immagine che si crea "congelando" dei modelli di interferenza ottica. Interferenza una parola difficile e anche la sua piena comprensione non delle pi semplici: quel fenomeno vibratorio che si
produce quando si tirano contemporaneamente due sassi in una vasca
piena d'acqua. Ogni sasso crea un proprio "treno d'onde" che interagisce
con quello dell'altro sasso, formando delle complesse figure che si chiamano appunto, figure d'interferenza.

94

L'ologramma, basato appunto su


questo fenomeno in
campo ottico, cio
utilizzando la luce,
si ottiene illuminando il soggetto
con due fasci laser,
sistemati in modo
tale da interferire
l'uno con l'altro. E'
un po' come lanciare due "sassi ottici"
Interferenza
in un "lago ottico".
L'immagine cos
ottenuta, l'ologramma, un'interferenza congelata in un supporto fisico, la
pellicola fotografica, un guazzabuglio di linee e colori apparentemente privi
di significato, ma che, illuminato di nuovo con un fascio di luce laser, restituisce il soggetto in tutti i suoi particolari e, ancora pi stupefacente, in perfetta tridimensionalit.
Ognuno ha visto, almeno una volta, uno di questi incredibili ologrammi o
olografie, per esempio nella loro applicazione sulle carte di credito, ma forse
senza sospettare una loro caratteristica ancor pi straordinaria della tridimensionalit. Si immagini di tagliare in due met l'ologramma, proiettandovi un raggio laser: ognuna delle due met conterr l'intero soggetto iniziale!
Si pu tagliare ancora una delle due met molte volte ottenendo immagini
sempre pi piccole, che, a parte la perdita di definizione, riproducono sempre l'intero originale. Da questa straordinaria caratteristica nasce una nuova
rivoluzionaria visione del micro e del macrocosmo, della biologia, della
mente dell'uomo, della materia e della natura stessa dell'Universo che possiamo chiamare principio olonomico:

"Nel Cosmo ogni frammento possiede le informazioni del tutto". Il premio Nobel per la fisica David Bohm ha ipotizzato una natura olonomica del
Cosmo, smisurato modello dinamico di interferenza in tempo reale, la cui
vera natura energia. E la materia? Il Cosmo, grazie al fenomeno dell'interferenza, produce la materia, che in s non esiste, se non sotto forma di luce
congelata. Insomma: la materia come risultato di fenomeni di interferenza
energetica. Quello che a noi sembra tanto solido, reale e tangibile, solo
una complessa figura d'interferenza dell'energia cosmica, simile alle onde

95

create dai due sassi nello stagno e dall'ologramma creato dal laser. Il Cosmo, secondo David Bohm, un modello dinamico di interferenza perch
cambia, cambia continuamente.
Anche il corpo umano offre numerosi esempi di olonomie il pi noto dei
quali certamente il DNA (sigla che significa "acido desossiribonucleico"),
una macromolecola a forma elicoidale, che codifica tutte le informazioni
necessarie alla crescita e allo sviluppo delle cellule di un organismo vivente.
Ogni cellula, grazie al DNA, contiene il piano di costruzione dell'intero organismo, le informazioni sufficienti a creare un intero duplicato di una
pianta, di un animale e addirittura del corpo umano. Quindi, in un pezzettino
ultramicroscopico del nostro corpo, c' tutto quello che siamo a livello fisico: altezza, peso, forma del naso, della bocca, colore dei capelli e della pelle, probabili causa e et di morte. Tutto in un frammento piccolissimo!
Molte terapie Energo-Vibrazionali applicano il principio olonomico, seguendo questa particolare formulazione:

Ogni organo del corpo contiene l'imprint del corpo intero e del suo stato di salute. La Riflessologia applica il principio nelle mani e nei piedi,
l'Iridologia nell'iride, l'Agopuntura auricolare nell'orecchio, la diagnosi
orientale nella lingua, nelle labbra, nelle mani e sulla faccia, la Kiniesiologia
in test muscolari e cos via.
Il principio olonomico si rivela di grande interesse anche in campo neurologico.
Il neuropsicologo Karl Pribram sostiene che il cervello organizzato secondo
un modello olografico e la percezione visiva ha luogo attraverso un'analisi di
frequenze. La memoria visiva un ologramma e ci spiega perch essa non
possa essere localizzata con precisione all'interno del cervello: come
nell' olografia, il tutto presente in forma codificata in ciascuna sua parte.
L'ingegnere nucleare Thomas Bearden autore di una tesi affascinante che
richiama questi concetti. Un inteiferometro una macchina che pu
determinare delle interferenze. Di fronte alla stupefacente complessit del
cervello umano con il suo enorme numero di correnti elettriche, ognuna
delle quali genera un piccolo campo elettromagnetico, Bearden ipotizza che
i due emisferi cerebrali formino un interferometro naturale altamente
specializzato, in grado di creare vaste zone di interferenza nello spazio
intorno a s. Queste interferenze, un po' come nella teoria di Bohm, creano a
loro volta energie sottili congelate, tipi particolari di materie, molto sottili,
eteriche. Le materie eteriche e le energie sottili prodotte dal cervello
originerebbero molti dei fenomeni ESP (sigla che in inglese significa

96

"fenomeni extra-sensoriali") conosciuti: psicocinesi, telepatia e guarigione


paranormale. Questa teoria, se confermata, darebbe una spiegazione
scientifica e razionale della creazione e dell'esistenza delle cosiddette
forme-pensiero, quelle immagini prodotte dal pensiero che solo i
chiaroveggenti esperti riescono a vedere.
Abbiamo visto che la differenza principale tra un laser e un normale fascio di luce
sta nella coerenza della luce laser, coerenza che d luogo alle sue fantastiche propriet. Ebbene, l'interferometro cerebrale tanto pi efficiente, quanto pi tende ad
assomigliare ad un laser: in meditazione o in stati di rilassamento, il nostro cervello
produce onde cerebrali sempre pi coerenti e di frequenza sempre pi bassa, i cosiddetti livelli alfa e theta, superando il normale stato di incoerenza, caratterizzato
dal livello beta dello stato ordinario di veglia. Questa attivit equilibrata dei due
emisferi si chiama sincronia cerebrale ed connessa a stati di grande creativit e
benessere. Indagini condotte con l'Elettroencefalogramma dimostrano che un sintomo della depressione la localizzazione permanente della coscienza nell'emisfero cerebrale destro, cio una dissimetria cerebrale costante. Quando siamo depressi
l'interferometro cerebrale crea davanti a noi solo forme-pensiero e immagini distorte che noi scambiamo per realt e che accrescono la nostra depressione.
E' stato da tempo osservato che i fenomeni ESP avvengono proprio quando
non solo una parte, ma tutto il cervello inizia a produrre onde elettriche alfa
e theta. In questi momenti un po' come se quasi tutte le cellule cerebrali si
intonassero sulla stessa identica vibrazione. Il cervello entra in una fase di
maggiore coerenza e i due emisferi si equilibrano in uno stato di perfetta
sincronia. Insomma: sintonia + sincronia = perfetta interferenza = maggiore
produzione di fenomeni ESP.
E' probabile, questa almeno la mia opinione, che responsabili di questo
stato "magico" di coerenza non siano tanto le energie coerenti di tipo denso
(leggi: vibrazioni elettromagnetiche), quanto piuttosto, grazie al principio di
interazione, lo stato di coerenza sottile tra i neuroni, coerenza della quale
quella densa solo un aspetto. Avevo promesso che avrei parlato della coerenza sottile: ecco dunque un primo esempio.
Imparando a controllare il nostro cervello, impareremo ad utilizzare quei poteri
psichici che oggi sembrano riservati a pochi. Ma, osserva Bearden, l'output del
nostro sistema nervoso nascosto nelle profondit dell'inconscio e noi siamo
inconsapevoli del nostro gigantesco potenziale, che invece lo stato naturale
dell'umanit e non la limitata condizione nella quale versiamo attualmente.

97

Entropia e sintropia: i due percorsi dell'energia. Entropia, fusione delle


due parole greche energia e tropos (=evoluzione, cambiamento), un termine scientifico che descrive il processo di degenerazione dell'energia da forme, per cos dire, pi nobili ed ordinate ad altre meno, da forme superiori a
forme inferiori. Il livello di entropia indica lo stato interno di disordine di un
sistema. Pi grande il disordine, pi alta l'entropia. Per comprendere il
meccanismo dell'entropia si pensi ad un motore a scoppio di un'automobile.
Noi introduciamo benzina nel serbatoio perch il motore della macchina la
trasformi in movimento. Purtroppo, non tutta l'energia contenuta nella benzina diventa movimento, una buona parte si spreca in inutile calore, attrito
meccanico e altri indesiderati sprechi e sottoprodotti. Il rapporto tra l'energia
ottenuta (in questo caso il movimento) e l'energia applicata (l'energia potenzialmente contenuta nella benzina) descrive il livello di efficienza della trasformazione energetica. Pi l'efficienza bassa, pi alti sono lo spreco e
l'entropia. In altre parole: un'automobile che fa poca strada consumando
molto una struttura con un alto livello di entropia.
Nell'Universo fisico, a causa dell'entropia, materia ed energia dense passano continuamente da uno stato pi ordinato ad uno sempre pi disordinato,
passano cio dall'ordine al caos. Gli organismi viventi sono invece in parte
regolati dall'evoluzione inversa, che possiamo chiamare entropia negativa o
sintropia: da uno stato disordinato ad uno pi ordinato e complesso, dal caos
all'ordine della vita. Sintropica ogni forma vivente. Si pensi alla pianta che
trasforma la materia inerte in armonia, colori, profumo e bellezza! Quando
sopraggiunge la morte e il corpo si decompone, la sintropia sembra arrestarsi e l'entropia riprendere momentaneamente il sopravvento: dall'ordine e
dall'armonia della vita al caos della morte e della decomposizione.
Se la materia vivente sintropica dobbiamo ipotizzare l'esistenza di energie
sottili sintropiche. In effetti, le energie sottili hanno una natura molto diversa dalle energie dense: non entropica ma, sintropica. Come vedremo meglio
in seguito, le energie sottili possono avere livelli diversi di sintropia, cio ne
esistono alcune pi sintropiche di altre. In altre parole: in generale esse tendono a riportare ordine (sintropia) e, a seconda del loro livello e della loro
qualit, in un modo che si potrebbe definire intelligente. Ripeto: questa
una propriet che non tutte le energie sottili possiedono al massimo grado,
ma solo alcune e in certe condizioni.

Natura gerarchica delle energie sottili nell'Universo multidimensionale.


Nel corso di questa discussione ipotizzeremoT esistenza di energie sottili di
varie dimensioni (fisica, astrale l e 2, mentale l e 2, coscienziale). Ebbene,

98

esse hanno una natura gerarchica, nel senso che quelle di una dimensione, in
parte e a certe condizioni, controllano e attivano quelle delle dimensioni inferiori. Cos le energie della dimensione della coscienza attivano e controllano
quelle mentali, che a loro volta attivano e controllano quelle astrali e cos via
fino alle energie della dimensione densa. Questo un modo, forse complicato,
per affermare la nostra essenza spirituale. Il nostro S, la nostra intima natura
divina, se glielo permettiamo, guida le energie dei livelli inferiori.
ENTROPIA

SINTROPIA

Dall'Entropia alla Sintropia

Questo grande processo pu essere simbolizzato da due frecce: una verso il


basso (entropia), simbolo della discesa dell'Energia Divina dai piani pi spirituali verso quelli materiali, una rivolta verso l'alto (sintropia), simbolo della
materia che, guidata ed attivata dalle energie superiori, si organizza in forme
viventi con strutture biologiche e psichiche sempre pi complesse. Sono le
energie superiori, che, grazie alla loro natura gerarchica, guidano il grande processo dell'evoluzione dell'energia e della materia verso i piani della coscienza.

99

L'energia sottile-vitale sempre tendenzialmente sintropica, ovvero il contrario dell'entropia: cio tendenzialmente formativa, organizzante, strutturante. I due processi opposti entropia-sintropia, sono quindi alla base della
diversit tra energie dense e sottili.
I due spettri energetici. Uno spettro energetico quella dispersione di colori che si genera quando una luce bianca attraversa un prisma di vetro. Il
prisma ci rivela che il colore bianco in realt una miscela di tanti. colo:i.
Sappiamo che la luce visibile solo un solo segmento della gamma mfim~a
di frequenze dell'energia elettromagnetica e che i colori sono frequenze diverse all'interno di questo segmento, che si possono pensare collocate lungo
una linea orizzntale infinita, che chiamo spettro orizzontale delle energie.
La luce solo un frammento dello spettro orizzontale dell'energia fisica
densa di tipo elettromagnetico.
Gli studi dello scienziato Harold S. Burr hanno rivelato, come abbiamo visto
in precedenza, che esiste un campo elettrico che circonda tutti g_li_ esseri ;iventi: un Campo-vita (l'equivalente del corpo eterico), che modifica la biOchimica dell'organismo ed a sua volta fortemente influenzato dalle energie
mentali ed emozionali. Queste considerazioni hanno portato Burr a teorizzare accanto ai Campi-vita anche i Campi-Pensiero (Thought-field ), la cui
azione si esplica verso i primi, che ne sono modificati e alterati. Esistono
dunque campi energetici associati non solo alla ?iologia ~ell'organis~o
umano, ma anche al suo psichismo, che come dire che esistono energre
appartenenti a diverse dimensioni, da quella fisica-densa a quella spirituale.
Immaginiamo ora di porre lungo una verticale tutte le energie dell'Universo,
facciamo occupare la parte pi alta alle energie spirituali e della coscienza,
pi in basso collochiamo quelle mentali, pi gi quelle emozionali e in
quella pi bassa le energie dense. Chiamiamo questa linea:
spettro verticale delle energie dell'Universo

Come i colori visibili sono vibrazioni diverse della luce visibile, cos esistono
vibrazioni differenti, "colori" anche nelle dimensioni superiori dello spettro
veiticale, che possiamo chiamare colori sottili. Molti chiaroveggenti "v~don~'~
infatti emozioni e pensieri in termini di luci rosse, blu e gialle. I colon sottili
densi, i colori sottili di livello fisico, emozionale, mentale rappresentano lo
spettro orizzontale delle energie dell'Universo

100

Attenzione a non confondere vibrazione orizzontale e dimensione d'esistenza,


che sono cose ben diverse. Esiste un "rosso" che una certa vibrazione
dell'energia densa elettromagnetica (la luce); esiste un Rosso-sottile fisico, vibrazione vicina al funzionamento sottile della cellula; esiste un Rosso-sottile
emozionale, vibrazione relativa alla nostra sfera emozionale ed esiste un Rossosottile mentale, vibrazione relativa alla nostra sfera mentale.

Materie dense e sottili. La consapevolezza di vivere in un Universo, la cui


natura fondamentalmente vibratoria, penetra sempre pi profondamente
nella coscienza dell'uomo moderno. George Leonard descrive le cose viventi come circuiti oscillanti che seguono un ritmo mutevole ma personale:
"Nel cuore di ciascuno di noi, c' un impulso silenzioso di ritmo peifetto, un
complesso di forme d'onda e di risonanza, individuale e unico, che ci congiunge con ogni altra cosa nell'Universo."

Ho chiamato Caratteristica Vibratoria, questo ritmo interiore. L'atto di entrare in contatto con questo impulso pu trasformare la nostra personale esperienza e in qualche modo, sostiene Leonard, perfino modificare la realt intomo a noi. Come pu questa consapevolezza modificare la nostra idea stessa di realt, del mondo in cui viviamo? Se l'Universo vibrazione possiamo
pensare a pi tipi di vibrazione, a differenti frequenze. Ma se la materia pu
essere convertita in energia e l'energia in materia, possiamo pensare anche
ad "altre" materie diverse da quella che conosciamo.

Le "altre" materie dell'Universo multidimensionale. Cos come esistono


energie dense e sottili, esistono anche materie dense e materie pi sottili. Si
tratta di un concetto difficile da comprendere e da accettare perch possiamo
immaginare forme diverse di energia, ma proprio difficile immaginare
forme diverse di materia, che non vediamo, non tocchiamo e non percepiamo in nessun modo.
Cerchiamo di comprendere questo concetto con un'analogia. Sappiamo che i
vari colori sono vibrazioni diverse di un'unica forma di energia: la luce.
Immaginiamo ora di eseguire una serie di ologrammi di uno stesso soggetto
utilizzando ogni volta una luce laser di colore diverso: ogni colore costruir
un diverso modello di interferenza. Otterremmo in tal modo un'immagine
rossa con la luce rossa, una verde con quella verde, una gialla con quella
gialla e cos via. Ogni diverso ologramma il risultato di un diverso
modello di interferenza. Poich la materia stessa il prodotto di un processo
di interferenza cosmica, cio energia congelata, alcuni scienziati

101

d'avanguardia pensano che un'unica Energia Fondamentale Cosmica, dotata


di vibrazioni diverse, possa dar luogo a diversi tipi di materia, tanti quante le
sue vibrazioni. Un ologramma energia congelata ed ecco allora l'analogia:
cos come laser di vari colori producono diversi ologrammi di diverso
colore, diverse vibrazioni dell'Energia Cosmica danno luogo, nel gigantesco
processo di interlerenza cosmica, a diversi tipi di materia, cio differenti tipi
di energia congelata.
Nel Cosmo non esiste dunque "la" materia, ma piuttosto "le" materie, tipi
diversi di energia congelata, ognuno delle quali effetto dell'interlerenza di
una certa vibrazione dell'Energia Cosmica Fondamentale. L'Universo una
realt multidimensionale in cui ogni dimensione genera un particolare tipo
di energie e di materie. In effetti, le dottrine esoteriche hanno sempre sostenuto l'esistenza, oltre a quello fisico abituale, di altri livelli di realt caratterizzati da materie dette sottili, perch, per percepirle, occorrono sensi pi
sottili di quelli ordinari.

III - PRINCIPIO DI COESISTENZA NON DISTRUTTIVA


Ma queste materie dove si trovano? In qualche Universo parallelo o magari
nel nostro stesso Universo? E se cos fosse, come possibile che diversi tipi di
materia occupino lo stesso spazio senza distruggersi a vicenda? Ricorriamo ancora una volta ad una analogia. In un apparecchio televisivo i vari canali non si
sovrappongono e non inteneriscono l'uno con l'altro: possiamo collegarci sul
telegiornale trasmesso sul canale l o sullo spettacolo di variet sul canale 2 o
sul film sul canale 3 e cos via. Altrettanto, nel Cosmo, le diverse materie si
comportano secondo il cosiddetto "Principio di coesistenza non distruttiva"
che sostiene: "le diverse materie dell'Universo possono occupare lo stesso spazio nello stesso tempo non distruttivamente". Nella tabella in fondo al capitolo
sono riportati i livelli di realt o dimensioni, secondo gli insegnamenti della
maggior parte delle dottrine esoteriche. Ogni materia ha una propria frequenza
caratteristica, un'ottava di una scala convenzionale. Alla materia densa abituale,
dotata della pi bassa vibrazione, attribuiamo convenzionalmente la prima ottava, a quelle astrali o emozionali attribuiamo la seconda e la terza e cos via.
Pertanto, oltre alle energie/materie del piano fisico-denso (materia ordinaria e
energie magnetica, calorica, sonora, elettromagnetica, gravitazionale, ecc.), esistono anche energie/materie emozionali o astrali, mentali e coscienziali. Per il
principio di coesistenza non distruttiva, in un centimetro cubo di spazio possono coesistere la materia della prima ottava (fisica) e quelle della seconda, terza,
quarta, quinta e sesta ottava (materie astrali l e 2, mentali l e 2 e coscienziale).

102

Ogni dimensione separata dalle altre da barriere invisibili, intangibili e,


almeno in apparenza, quasi impenetrabili. Da una certa dimensione generalmente impossibile percepire la materia di altre dimensioni con i soli sensi
fisici. Ma, per fortuna, c' un'eccezione che, come vedremo presto,
l'eterico. In ognuna di queste dimensioni l'uomo possiede dei sensori, veicoli di sensazione e espressione ognuno dei quali ha un suo corpo eterico.
Se idoneamente allenata la nostra mente pu diventare un interlerometro
che, cambiando frequenza di vibrazione, si sintonizza facilmente sull'uno o
l'altro livello di realt e tipo di materia sottile.
L'eterico, ascensore della casa multidimensionale. I fisici Grischenko e
Inyushin sono giunti
alla conclusione che esiste un sistema energetico umano, che interpenetra quello fisico,
composto da una sostanza particolarissima,
intermedia tra materia e
energia, che hanno
chiamato
bioplasma.
Abbiamo anche detto
finora che, in linea di
massima, bioplasmico
ed eterico sono sinonimi, anche se, per la verit, ad eterico si attribuisce generalmente un
significato pi ampio. In
realt l'eterico molto
di pi: la terra di nessuno nell'Universo multidimensionale, il passaggio tra le diverse dimensioni, perch
l'eterico una mescolanza degli eteri delle varie dimensioni,

ognuno dei quali affine ad un tipo di materia: c' un eterico-fisico, affine


alla materia fisica o densa; due di livello astrale o emozionale, affini alle
materie astrali-emozionali; due mentali, affini alle materie mentali; uno

103

coscienziale, affine alla materia coscienziale. L'eterico affine alla materia


fisica densa corrisponde al bioplasma di Grischenko e Inyushin.

L'eterico insomma una sorta di canale privilegiato in cui le energie/materie


del livello fisico-denso e quelle dei livelli pi sottili possono incontrarsi e
scambiarsi informazioni. E' un "luogo" privilegiato, un crocevia dell'Universo, in cui le distanze spaziali sono, per cos dire, annullate, in cui il tempo
meno rigido e che rende possibili scambi, trasmissioni, trasmutazioni e trasformazioni tra materia e energia e tra una dimensione e l'altra. Possiamo
immaginare l'eterico come una via di comunicazione, una scala, un ascensore che ci permette di penetrare nei vari piani dell'Universo, da quello fisico,
all'astrale, al mentale, al coscienziale.
Abbiamo gi esaminato il fondamentale principio della risonanza eterica. A
ben vedere risonanza e teoria olonomica sono due formulazioni della stessa
realt o, se si preferisce, due modi diversi di interpretarla. La risonanza eterica permette la comunicazione tra i vari piani della "casa" uomo. Ogni energia emessa in una dimensione, cos come ogni materia ivi presente, generano
delle risonanze, dei "battimenti"' in dimensioni diverse, grazie all'eterico. n meccanismo certamente molto complesso, ma gli insight della scala e dell'ascensore
possono chiarire almeno intuitivamente il concetto.

Ogni materia quale che sia la sua dimensione di esistenza, ha una


controparte eterica.
Ogni flusso energetico, quale che sia la sua dimensione di esistenza,
ha una controparte eterica.

Quindi ogni nostra azione in un qualsiasi livello di esistenza, per esempio


quello fisico, ha effetti anche nelle altre dimensioni di esistenza. Come si
vede, le barriere nell'Universo multidimensionale hanno molte finestre tra
una dimensione e l'altra! Noi non abbiamo coscienza degli effetti delle nostre azioni, n ci chiediamo quali sconvolgimenti possa produrre una guerra
o un'esplosione atomica sulle dimensioni superiori di esistenza. Sarebbe bene che cominciassimo a farci delle domande in proposito ...

IV - ENERGIA E COSCIENZA

Ma cos' l'etere? La scienza ha dibattuto a lungo sull'esistenza o meno


dell'etere, prevista dall'equazione di Maxwell, ma negata dagli esperimenti
dei fisici Michelson-Morley. L'osservazione di fenomeni vibratori che
avvengono nel vuoto assoluto ha fatto ipotizzare l'esistenza dell'etere, quale
mezzo dei trasferimenti di energia. Einstein ha proposto di chiamare etere il
vuoto, con i suoi campi elettromagnetici. Nel suo significato attuale il gas
etere una nuvola di particelle virtuali, che compaiono e svaniscono tanto
rapidamente da non poter essere individuate, sorta di bolle effervescenti
infinitamente piccole.

L'entropia negativa o sintropia dunque una propriet di alcune energie


sottili impiegabili nelle terapie Energo-Vibrazionali. Ho detto che, a volte,
le energie sottili sembrano comportarsi in modo intelligente, riportano
ordine, equilibrio e salute nell'organismo, ben al di l delle capacit mentali
di comprensione dello stesso guaritore che le emette o le utilizza. Questa
"intelligenza" dell'energia di guarigione, pi che all'effettivo livello di
intelligenza del guaritore e alla sua "spiritualit", sembra connessa al suo
equilibrio psichico. Gli esperimenti condotti da Grad dimostrano che le
bioenergie emesse da persone psichicamente equilibrate hanno effetti
positivi sulla crescita di piante, quelle emesse da persone con problemi
psichici, ne arrestano la crescita. E' esperienza comune che certi medici, che
magari si confessano atei o non credenti, ma dotati di grande umanit e
dolcezza, spesso sono in grado provocare sensazioni di benessere e a volte
piccole guarigioni nei loro pazienti, senza neppure toccarli!

Per il principio di interazione, esiste dunque un legame profondo tra i due


tipi di energia densa e sottile. Lo stesso legame esiste tra materia densa e
materie sottili: ogni oggetto della dimensione fisica-densa ha una sua controparte sottile. Possiamo concludere espandendo i concetti dei precedenti
capitoli dicendo che

La coerenza e l'intelligenza delle energie-sottili vitali. Abbiamo anche visto che una vibrazione coerente se pura, non contiene n armoniche, n
altre vibrazioni diverse da quella fondamentale. La luce vibrazione. Un
. certo rosso coerente, come quello emesso da un laser, contiene solo e soltanto vibrazioni rosse esattamente di quel tipo di rosso.

104

Ogni oggetto fisico ha sempre una controparte eterico-fisica o, se un


vivente, di bioplasma.

Tutte le energie impiegate nelle terapie Energo-Vibrazionali hanno lo stesso


tipo di intelligenza o ne esistono di pi e meno intelligenti? Sono convinto
che pi alta la coerenza delle energie sottili, pi esse si comportano in

105

modo intelligente. In altre parole: esistono alti livelli di coerenza delle energie sottili che richiedono una minore competenza ed intelligenza da parte
dell'operatore, avendone una loro propria. Ritorner ancora su questo concetto, che, a mio parere, di importanza cruciale.
La coscienza dell'uomo modula, colora, amplifica o comprime, esalta o distorce i flussi di energia sottile secondo leggi precise, solo in piccola parte
comprese ed esplorate. La coscienza stessa una potente sorgente di energia
sottile, che grazie alla natura gerarchica delle energie, pu modificare le
energie dei livelli inferiori. E' come un fascio di luce bianca che attraversa le
lenti di un paio di occhiali. Se le lenti non sono perfette e contengono impurit o sono colorate, la visione sar distorta o colorata. Il legame energiacoscienza cos stretto ed importante che da tempi molto antichi stato
enunciato sotto forma di un assioma. Eccolo nella sua formulazione pi
semplice ed esplicita:

"L'energia segue il pensiero". Che l'energia ~ottile- vitale segua il pensiero, pu essere verificato in molti modi. Ad esempio un'emozione come la
paura (energia della dimensione astrale inferiore) risuona nella dimensione
fisica, dove stimola la produzione di ormoni e altre sostanze chimiche, che a
loro volta generano nel corpo un surplus di bioenergia da utilizzare per la
lotta o la fuga. Ogni volta che fissiamo la nostra attenzione su una zona del
corpo o su un organo, vi provochiamo un afflusso di energia che si manifesta sotto forma di calore, pressione, formicolii, maggiore irrorazione sanguigna. Semplici esercizi di concentrazione, possono far scomparire piccoli
dolori. Perch l'assioma entri in azione non necessario che il pensiero sia
cosciente. Anche la fissazione della nostra mente inconscia su un determinato organo provoca un incremento del livello energetico dell'organo.
L'Universo energia in azione, sottoposta, per la sua natura gerarchica, al
pensiero e alla coscienza. Le energie sottili della guarigione sono modellate,
limitate o esaltate da idee, opinioni, convinzioni e sentimenti del terapeuta e
del paziente, indipendentemente dal tipo di terapia adottata: i pazienti, ad
esempio, rispondono alla cura in modo-pi o meno positivo, a seconda, non
solo dell'opinione del paziente sulle capacit del medico e della cura, ma
anche dell'opinione che ha il medico curante sull'efficacia della terapia da
lui stesso adottata!

l'uomo sia poco pi di un insieme coordinato di cellule ed organi, la sua


analisi dello stato del paziente e il suo potere terapeutico si adeguano in senso limitativo alle sue convinzioni. Infatti, molti sono i terapeuti vibrazionali
che testimoniano che la loro capacit e l'efficacia della terapia sono cresciute insieme al loro grado di conoscenza del tipo di energie in gioco e
della costituzione sottile dell'essere umano.

DIMENSIONE

ENERGIA

MATERIA

ETERE

CORPO

FISICA O

FISICA O

FISICA O

BIOPLASMA

FISICO O

DIMENSIONE 1

ENERGIA 1

MATERIA 1

ETERE 1

CORPO 1

ASTRALE

ASTRALE
INFERIORE

INFERIORE O

ASTRALE
INFERIORE

ASTRALE

ASTRALE

INFERIORE O

INFERIORE O
CORP02

DIMENSIONE 2

ENERGIA2

MATERIA2

ETERE2

ASTRALE

ASTRALE

ASTRALE

ASTRALE

ASTRALE

SUPERIORE O

SUPERIORE O

SUPERIORE O

SUPERIORE O

SUPERIORE O

DIMENSIONE 3

ENERGIA3

MATERIA3

ETERE 3

CORP03

MENTALE

MENTALE

MENTALE

MENTALE

MENTALE

INFERIORE O

INFERIORE O

INFERIORE O

DIMENSIONE 4

ENERGIA4

MATERIA4

ETERE4

MENTALE

MENTALE

MENTALE

MENTALE

MENTALE

SUPERIORE O

SUPERIORE O

SUPERIORE O

SUPERIORE O

SUPERIORE O

DIMENSIONE 5

ENERGIA5

MATERIA5

ETERE5

CORP05

INFERIORE

INFERIORE O
CORP04

Il praticante di una terapia vibrazionale e olistica, destinata a curare l'intera


persona e non soltanto organi o pezzi di organo, dovrebbe avere dunque
un'idea approfondita della costituzione sottile dell'uomo. Si tratta di un
punto particolarmente importante e delicato perch, se il terapeuta crede che

106

107

Capitolo 7
Frequenze sottili
l - VIBRAZIONI ORIZZONTALI DELLE ENERGIE SOTTILI

Frequenze dense, frequenze sottili. Ho pi volte ripetuto che, per il principio di interazione, accanto ad un flusso di energia densa si attiva istantaneamente un altro di natura sottile. Immaginiamo che l'energia densa sia la
luce. Che succede se la luce colorata, rossa o blu o verde? Ebbene, e0lori
sottili possono essere prodotti dalle luci colorate ordinarie. Esiste un Rossosottile, un Verde-sottile, un Giallo-sottile e cos via. Ma attenzione! Una
lampadina colorata di verde emette luce verde, ma non necessariamente
produce solo Verde-sottile, anzi, molto probabilmente, produrr un mix di
energie sottili in cui sar presente il Rosso-sottile pi altri colori sottili, con
una p re dominanza di Verde-sottile. La produzione strumentale di energie
sottili colorate possibile, ma non di cos semplice realizzazione!
Cromoterapia sottile non strumentale. Sono molte le terapie EnergoVibrazionali non strumentali che utilizzano i colori sottili, ma, almeno a mio
parere, poche hanno un vero fondamento scientifico, basi sperimentali e
quella dose di coerenza e razionalit che le possa rendere poco pi che
opinioni personali dei loro Autori. Probabilmente la disciplina di guarigione
psichica, ideata dal Maestro Choa Kok Sui e denominata Pranic Healing,
pu considerarsi pi avanti di altre, passando dal livello della pura
soggettivit a quello della scienza. Nel Pranic Healing si utilizzano colori
sottili emessi dali' operatore. La cosa straordinaria di questa disciplina che
non solo funziona benissimo, ma anche che le sue metodiche funzionano,
altrettanto bene, applicate alla Cromoterapia, che pure utilizza luci colorate
dense e non sottili! (La morale nascosta potrebbe essere che nella
Cromoterapia non sono tanto le luci colorate a guarire il paziente, ma
piuttosto, per il principio di interazione, le componenti sottili!). La luce
vibrazione elettromagnetica e, come tale, in grado di modificare
parzialmente plasma e bioplasma. La guarigione, nella Cromoterapia,
avviene grazie a queste modificazioni. L'efficacia del Pranic Healing
basata sul fatto che le luci colorate sottili emesse dal terapeuta producono

108

alterazioni nel plasma, nel bioplasma e nei chakra altrettanto rilevanti delle
luci colorate dense, anzi, anche maggiori. Si tratta di un grande passo in
avanti del quale non bisogna sottovalutare la portata.

Cromoterapia sottile strumentale. Esperienze condotte da me e dai miei


collaboratori dell'IRES (Istituto Ricerche Energie Sottili), dimostrano con
chiarezza che in effetti possibile costruire una Cromoterapia sottile con
strumenti che producono solo luci colorate sottili (intendo dire senza la
componente densa e quindi luci invisibili ai non chiaroveggenti). Questa
Cromoterapia sottile strumentale, anche seguendo le metodiche del Pranic
Healing, funziona altrettanto bene della Cromoterapia classica e a volte
molto meglio! Gi vedo chi obbietter che alla base di queste esperienze c'
il fenomeno dell'effetto placebo. Ebbene se la contestazione fosse esatta
questi risultati non dovrebbero aversi con le piante. In effetti le piante sono
eccezionali soggetti del laboratorio di energia sottile, perch, a differenza
dell'uomo, non oppongono resistenze di alcun genere (almeno cos sembra!. .. ). In un esperimento condotto per qualche mese su piante di vario tipo,
abbiamo molte volte verificato che la proiezione simultanea di certi colori
sottili stimola la germinazione, la produzione di foglie, di gemme e di fiori.
Un Benjamin trattato in pieno inverno si risvegliato dal suo letargo e ha
cominciato a vegetare come se fosse gi primavera inoltrata!
La Cromoterapia sottile strumentale funziona non solo sulle piante ma, ovviamente, anche sugli animali e sulle persone. Due macchine EnergoVibrazionali, che abbiamo chiamato Mark l e Mark 3, si sono dimostrate
degli ottimi "Pranoterapeuti" strumentali in grado di operare con successo
con energie sottili colorate su molte malattie.
Lo spettro energetico sottile orizzontale. Choa Kok Sui considera tre colori
attivanti Plus: il Rosso-sottile, l'Arancio-sottile, il Giallo-sottile. Un colore
neutro il Verde-sottile. Il Viola-sottile neutro nei chakra inferiori e attivante
nei chakra superiori. L'unico colore veramente inibente e totalmente Minus il
Blu-sottile. Choa attribuisce ai colori sottili specifiche funzioni terapeutiche: il
Rosso-sottile vitalizzante, circolante, riscaldante; l'Arancio-sottile pulente,
disinfettante, centrifugo, il Verde-sottile pulente, disinfettante, centripeto; il
Giallo-sottile moltiplicante, il Viola-sottile attivante dei chakra superiori,
nonch un anticancerogeno; il Blu-sottile inibente, localizzante. Possiamo
considerare i colori sottili delle Caratteristiche Vibratorie elementari, frammenti della CV complessiva di una sostanza.
Oltre a questi colori sottili elementari presenti nelle energie sottili ambientali Choa Kok Sui parla anche di altre energie, la pi interessante delle quali

109

forse l'energia sottile Oro. In questa sede non parler del suo uso in Pranic
Healing rimandando il lettore ai libri di questo Autore. Riporter solo un
breve estratto dell'uso dell'Oro in Medicina e in alcune importanti terapie
Energo-Vibrazionali.

Nella Medicina allopatica l'Oro, come oligoelemento, si utilizza per


malattie del sistema immunitario, nell'artrite reumatoide, nellupus, nei
reumatismi, nelle malattie di cuore, per problemi della pelle, del sistema nervoso autonomo, del cervello e della digestione.
In Omeopatia l'Oro si utilizza nella depressione, nelle sindromi depressive stagionali, con i pazienti nervosi o con tendenze suicide, incubi, mal di testa ed anche nell'anemia e nella paralisi.
Nella Medicina antroposofica l'Oro utilizzato soprattutto per laricostruzione del tessuto nervoso danneggiato in malattie come la sclerosi multipla.
In Alchimia e Spagiria l'Oro potabile utilizzato nelle patologie
cardiache e circolatorie, nelle astenie, neli' impotenza, nelle intossicazioni epatiche, nelle immunodeficienze, nella dementia, nelle malattie
degenerative, nell'invecchiamento precoce. Inoltre considerato un
amplificatore degli effetti terapeutici e curativi di altre energie o di altri principi curativi. Il potere curativo di farmaci e rimedi tratti da
piante e minerali risulta enormemente amplificato, se si somministra
insieme ad essi anche l'Oro potabile.

Persone particolarmente dotate possono "vedere" i colori sottili, altri possono "sentirli con le mani", altri ancora possono "sentirli" con un qualche senso interiore ancora non identificato. Questo come dire che possibile, per
alcuni, percepire le Caratteristiche Vibratorie dei colori sottili. Nell'IRES
abbiamo da tempo allo studio un Colorimetro sottile, una macchina in grado
di quantificare quanto Rosso, Arancio, Giallo, Verde, Blu e Viola sottili esistano in un certo flusso di energia sottile irradiato da una sostanza, un farmaco, un organo, un chakra. Questa macchina esiste in tutte le sue parti meno una, purtroppo essenziale: il detector di energie sottili o, pi semplicemente, il pranometro. Questo strumento, ancora nella fase di sperimentazione, permetter diagnosi rapide e precise anche ai non chiaroveggenti.
Lo spettro energetico sottile orizzontale di alcune sostanze, degli organi
del corpo umano e delle correnti sottili planetarie. Qui di seguito, solo
come esempio, riporto alcuni spettri energetici, ottenuti in Diagnosi sottile,
di sostanze piuttosto comuni e ben conosciute, come lo Zolfo, l'Argento, il

110

Ferro (sotto forma di solfato ferroso) e il Magnesio. Le percentuali vanno


considerate in modo molto elastico, perch dipendono da molti fattori, il
primo dei quali , ovviamente, la sensibilit dell'operatore. Ci nonostante
ritengo possano essere di una certa utilit ed interesse.

ZOLFO

ARGENTO

SOLFATO
FERROSO

MAGNESIO

SANGUE
UMANO

9%

ASSENTE

47%

2%

4%

ARANCIO

18%

ASSENTE

21%

6%

8%

GIALLO

10%

ASSENTE

13%

10%

12%

VERDE

19%

1%

5%

12%

16%

BLU

30%

42%

ASSENTE

14%

30%

VIOLA

9%

57%

11%

28%

30%

ORO

5%

ASSENTE

3%

28%

TRACCE

ENERGIE

Rosso

Spettro orizzontale delle energie sottili


di alcune sostanze nella dimensione densa

Con la Diagnosi sottile possibile rilevare lo spettro energetico sottile di


organi e chakra. Questo obbiettivo molto pi complesso perch organi e
chakra sono vivi e mutano continuamente la loro bioenergia. Inoltre un organo pu essere pi sano di un altro e questo complica molto le cose. Nonostante queste difficolt, mi riprometto di curare un Atlante di anatomia sottile corredato di ~appe cromatiche per ogni organo, tessuto o chakra minore, che spero potr essere utile agli operatori Energo-Vibrazionali allenati a
percepire i colori sottili, perch, grazie al confronto tra gli organi del paziente e quelli testati su persone sane, avranno un'idea precisa della loro distanza dall'ideale di salute.
Abbiamo parlato di quattro correnti planetarie sottili: nell'aria e in superficie
quella da Nord a Sud e quella da Est a Ovest, quella tellurica dal centro del pianeta alla sua superficie e quella solare dal Sole alla superficie terrestre. Naturalmente il pianeta disperde anche parte di queste energie nello spazio, ma di
questo non ci occuperemo. Ecco lo spettro delle due correnti aeree:

111

CORRENTE
NORD-SUD

CORRENTE
EsT-OVEST

Tracce

15%

ARANCIO

6%

16%

GIALLO

9%

21%

VERDE

18%

20%

BLU

25%

22%

VIOLA

42%

6%

ENERGIE
Rosso

Spettro orizzontale delle correnti planetarie atmosferiche sottili


nella dimensione densa

Come si vede la corrente Nord-Sud prevalentemente Minus, quella EstOvest prevalentemente Plus.
Collettori di energie sottili. E' noto da tempo che la piramide sembra
"generare" certe energie sottili dotate di strane propriet, come riaffilare le lame e imbalsamare i corpi. Anche i coni, i cilindri e le spirali hanno propriet
simili, che mutano a seconda del loro orientamento rispetto alla verticalit e al
campo magnetico terrestre. Con il tempo, la scoperta di oggetti che hanno
qualche propriet di generare o accumulare energie sottili andata crescendo:
si sono aggiunte punte, spigoli, spirali piatte, di varia forma e dimensione e
perfmo figure piane (rombi, quadrati, decagoni, eccetera). Di che si tratta? In
genere di fenomeni leggermente differenti l 'uno dali' altro, che in qualche
modo hanno dei punti in comune con la scoperta Reichiana dell'accumulatore
orgonico. Combinando insieme forme e materiali diversi si possono creare dei
"collettmi" (termine che mi sembra pi corretto di accumulatori, generatori,
produttori e cos via) di energie sottili. Alcune figure piuttosto complesse, secondo le esperienze condotte dali 'IRES, sono in grado di "generare" varie Caratteristiche Vibratorie compresi colori sottili purissimi.

Il- LE FORME-PENSIERO
In questo paragrafo tratter molto brevemente i concetti base delle fermepensiero, verranno invece approfonditi altri concetti nuovi, come quello di
supporto e memorizzazione. Chi interessato all'argomento dovrebbe leggere i libri di A. E. Powell, riportati in bibliografia.

112

Supporto, energia, informazioni, memorizzazione. Immaginate il disco di


un computer: in un piccolo, sottilissimo supporto di sostanza plastica sono
racchiuse milioni o addirittura miliardi di informazioni sotto forma di impulsi magnetici, (l'energia che memorizza), impresse nel disco mediante un
processo di memorizzazione. Una forma-pensiero molto simile, solo che il
suo supporto composto di sostanza eterica (anche se esistono eccezioni
importanti, come vedremo), l'energia che memorizza sottile, veicola informazioni, che sono programmi, pensieri, opinioni, idee, immagini, suoni,
stati di coscienza, emozioni e molto altro ancora ed creata grazie ad un
processo di memorizzazione sottile. Le forme-pensiero sono dunque supporti
eterici di energie delle dimensioni fisico-sottile, astrale e mentale.
Come nasce una forma-pensiero? Ne esistono molti tipi diversi, dipende
dalle energie che contengono e dal processo di memorizzazione. Quelle
d'origine emozionale nascono da emozioni negative molto forti, come traumi, paure e shock, o da emozioni positive come abitudini utili, slanci
d'affetto e d'amore che si strutturano in forme-pensiero. Sono nuvole informi, pi o meno grandi, luminose, mobili, in espansione o contrazione e di
vari colori, a seconda del tipo di energia emotiva che le anima. Le formepensiero d'origine mentale si creano pensando in modo concentrato intorno
ad un problema ed hanno l'aspetto della cosa pensata: pensare a un mobile
da inserire nel proprio arredamento provoca la nascita nell'aura del pensatore di un'immagine mentale pi o meno vivida del mobile pensato. Le formepensiero di pensieri astratti assumono forme geometriche simili a quadri
astratti. Anche le malattie fisiche nascondono forme-pensiero di traumi o
altre emozioni cristallizzatesi allivello del corpo fisico-denso.
Siamo immersi in una atmosfera planetaria di forme-pensiero. Pensieri ed
emozioni sono energie che agiscono su questa atmosfera modificandola,
plasmandola, concentrandosi intorno ad un nucleo pi denso composto di
materiale eterico. L'intero pianeta, dopo miliardi di anni, ricoperto da un
numero enorme di forme-pensiero, antiche forse pi dell'uomo, che formano
uno strato eterico che il paleontologo Teilhard de Chardin chiamava "noosfera" o "strato mentale". Gli scienziati, i pensatori, gli intellettuali, gli artisti, i religiosi, i mistici, i politici, gli uomini di stato, gli uomini d'affari, ma
. anche le persone comuni creano, nella loro vita, un gran numero di formepensiero astrali e mentali, che circondano la loro aura e li accompagnano
continuamente e, in alcuni casi, sopravvivono alla loro morte. Esistono forme-pensiero di santi, personaggi letterari, luoghi immaginari, teoremi di
matematica, scoperte scientifiche, invenzioni artistiche, eccetera.

113

Le forme-pensiero collettive, appartengono non ad una sola, ma a pi aure individuali e sono molto potenti perch traggono energia da ognuna di
esse. La pubblicit, il cinema e la spinta dell'intera societ verso i suoi
miti creano potenti forme-pensiero collettive che condizionano in modo
spesso distorto milioni o miliardi di persone. Esistono anche formepensiero collettive la cui energia e potenza sono state alimentate, nel corso dei secoli, dalla fede, dalla meditazione, dalla concentrazione, dalla
preghiera di generazioni di individui. La suddivisione tra forme-pensiero
individuali e collettive incerta: nessuna forma-pensiero totalmente individuale e ogni forma-pensiero collettiva nasce dalla somma di tante
forme-pensiero individuali diverse.
La musica uno strumento per la creazione di gigantesche forme-pensiero
individuali o collettive, utilizzabili per scopi di guarigione, come mostrano esperienze condotte per via chiaroveggente. Il terapeuta un catalizzatore delle energie che la musica stimola nel pubblico, vero "motore"
della guarigione e serbatoio energetico. Le sedute si fanno alla presenza
di centinaia o addirittura migliaia di persone, che partecipano cantando:
l'energia che si sviluppa gigantesca e pu "contagiare" positivamente
moltissimi pazienti contemporaneamente.
Le forme-pensiero: circuiti di risonanza della realt. Una forma-pensiero
una Caratteristica Vibratoria complessa, che, simile ad un apparecchio radio eterico, ci sintonizza su un certo aspetto della realt, su una certa vibrazione sottile. Cos come, cambiando programma, in una radio posso trovare
la musica che pi mi piace, cambiando la realt delle mie forme-pensiero
posso sintonizzarmi su eventi pi piacevoli e pi utili e attrarli nella mia vita
quotidiana. Se sono dominato da forme-pensiero di negativit, di depressione tender a vedere il mondo in modo negativo, richiamer a me altri pensieri, emozioni e perfino eventi e persone che, per il principio della risonanza, vibrano sulla stessa frequenza. Alla fine vivr letteralmente immerso in
un Universo "creato" dalle mie stesse forme-pensiero.
Possedere una grande abilit nel proiettare chiaramente i propri pensieri un
importante strumento di successo in tutte le attivit umane, ma che pu avere anche dei risvolti negativi, in primo luogo perch molte persone sono, per
cos dire, intrise di pensiero negativo e quindi tendono ad alimentare il loro
stesso fallimento o quello degli altri. In secondo luogo perch certe formepensiero possono diventare troppo rigide e imprigionarci in una barriera,
impedendo l'irruzione di nuove idee e di fresca energia mentale.

114

Le forme-pensiero stabili, armoniche e distorte. La maggior parte delle


forme-pensiero nasce e scompare rapidamente, ma pensieri e emozioni
emessi con continuit e forte intensit, si plasmano e si strutturano abbastanza stabilmente, simili a organismi eterici elementari. Le possiamo chiamare forme-pensiero stabili. Sono dotate di una vita a volte molto lunga e
perfino di una limitata coscienza e autonomia. Inoltre, possono essere definite armoniche (o forme-pensiero A) o distorte (o forme-pensiero D), in rapporto alla qualit dell'energia che le ha generate: classificazione soggettiva,
perch dipende dal sistema di valori di chi le giudica, chiaroveggente o sensitivo che sia. Le forme-pensiero D stabili vengono viste spesso come ombre nere, polipi scuri, ragni, scarafaggi, blatte o altri animali repellenti. Naturalmente l'aspetto con cui un sensitivo percepisce le forme-pensiero D irrilevante. Ci che conta che vengono sentite come entit energetiche dannose e parassitarie. E' anche possibile percepire la presenza di formepensiero con il palming, cio con le semplici mani, ma occorre un po' di
esperienza prima di avere qualche successo. Quelle D (distorte) sono percepite in modo pi o meno simile alle congestioni fisico-eteriche.
Le forme-pensiero D stazionano molto vicino ai chakra, spesso penetrano al
loro interno. Da l una forma-pensiero D filtra, qualifica e colora le energie
in entrata ed in uscita dal chakra su cui insediata. Come ho gi detto, le
forme-pensiero sono circuiti di risonanza che ci sintonizzano su aspetti e vibrazioni della realt omogenei e coerenti con l'energia che a suo tempo le ha
create. Immersi in un contesto sterminato di impulsi, flussi, linee di forza e
reti energetiche, noi, con le nostre forme-pensiero armoniche e distorte, entriamo in contatto quasi soltanto con quanto vibra sulla loro frequenza ed
ignoriamo quanto loro estraneo. Cos una forma-pensiero D ci sintonizza
su energie distorte, una forma-pensiero A su energie armoniche.
Le forme-pensiero A qualificano in modo utile l'energia sottile, sono
condensatori di energia che, in momenti particolari della nostra attivit, nelle
difficolt, quando c' bisogno di un'energia supplementare, entrano in
funzione, ci aiutano ad affrontare e superare i problemi, spingendoci verso il
successo. Ad esempio: un'attivit protratta per mesi o anni, insieme ad un
atteggiamento positivo e creativo, crea potenti forme-pensiero, che richiamano
e attivano energie, pi vaste capacit, un atteggiamento positivo e creativo
verso la vita. Un malato, che crede fermamente nella sua futura guarigione,
crea una forma-pensiero che lo aiuta a guarire. Il nostro inconscio comincia a
lavorare pi produttivamente e, apparentemente quasi per magia, incontriamo
nuove utili opportunit, nuove conoscenze e gli eventi sembrano "mettersi in
fila" per determinare il successo dei nostri disegni. E' un po' come avere uno

115

stuolo di infaticabili, silenziosi e invisibili servitori che lavorano per noi, i


nostri progetti, la nostra prosperit e la nostra abbondanza. Le forme-pensiero
A stabili orbitano nell'aura come piccole sfere brillanti e colorate o con
l'aspetto dell'idea che le anima.
La nostra ..aura una grande forma-pensiero, dotata di una propria complessa
Caratteristica Vibratoria, che ci segue ovunque e che ha una parte rilevante
nel determinare il nostro contatto con le dimensioni fisica, emozionale e
mentale. La qualit dell'aura determina la qualit, la ricchezza e la bellezza
dell'esperienza. E' come un paio di occhiali colorati attraverso i quali vediamo la realt: se le lenti sono colorate di grigio, la realt che percepiamo
grigia, ma se il contenuto della nostra aura pieno di luci e colori, allora il
mondo ci sembrer un luogo luminoso dove bello vivere ed amare. Il rapporto tra qualit e ricchezza della percezione e qualit e ricchezza dell'aura
dunque molto stretto e profondo e poich siamo in grado di modificare il
contenuto e la qualit della nostra aura, come di qualsiasi altra formapensiero, ne deriva che siamo noi i principali responsabili della qualit e del
contenuto delle nostre percezioni.
Non solo, ma poich l'aura anche un magnete, un campo di forza dotato di
un potere attrattivo e repulsivo, creativo e distruttivo, noi siamo in grado di
orientare la nostra esperienza. Se il magnete positivo, attrae persone,
eventi, comportamenti, pensieri, sentimenti e risposte positivi; se distorto,
attrae pensieri, sensazioni, sentimenti e reazioni distorte e letteralmente modella la vita e l'esperienza in senso negativo.
Ognuno, anche senza particolari allenamenti, percepisce inconsciamente la
differenza tra un'aura ruvida, sporca e piena di negativit e una radiosa e
positiva. Il contenuto essenziale dei nostri sentimenti e dei nostri pensieri
perfettamente noto, a livello inconscio, a chi ci frequenta. Permettere che
l'aura si sporchi e si inquini con sentimenti e pensieri carichi di negativit,
significa irradiare tutt'intorno segnali di rabbia, disprezzo, solitudine, odio,
critica, rancore, violenza; significa provocare negli altri reazioni di
abbandono, isolamento e rifiuto. Poich l'aura lo strumento con il quale si
prende coscienza della realt, se questo strumento sporco e opaco, si
percepisce tutto ci che nel mondo c' di ostile e negativo, preparandosi ad
affrontare la realt esterna con altrettanta negativit e ostilit e ricevendo
una risposta ancor pi ostile, in un feedback senza fine.
Un 'immagine eterica di un oggetto o di una persona una replica creata
mentalmente dall'uomo, plasmando sostanza eterica. Se pensiamo a qualcuno

116

o a qualcosa e volontariamente modelliamo la materia eterica intorno a noi,


noi creiamo un'immagine eterica, un modello pi o meno esatto dell'oggetto
del nostro pensiero. La differenza tra un'immagine eterica e un'ordinaria forma-pensiero che la prima , per cos dire, artificiale, la seconda quasi sempre involontaria. Ogni immagine eterica dotata di una Caratteristica Vibratoria molto simile all'originale. Per il principio di risonanza, si stabilisce un canale tra l'immagine eterica e l'originale, attraverso il quale possono veicolarsi
informazioni ed energia sottile. Pertanto, lavorare sull'immagine eterica
quasi lo stesso che operare sul paziente stesso. Un aspetto che le rende molto
utili nelle terapie Energo-Vibrazionali!
Per di pi le immagini eteriche possono essere memorizzate quasi permanentemente in un apposito supporto denso, tramite strumenti che convogliano la Caratteristica Vibratoria dell'originale nel supporto e la stabilizzano.
Io chiamo questo tipo di immagini Memorie Eteriche su supporto denso.
Quest'ultima possibilit permette all'operatore di avere a disposizione vasti
archivi di schemi energetici di pazienti, con tutte le caratteristiche psicofisiche ed eteriche, stato delle bioenergie, dei chakra e quant'altro, il tutto in
pochi decimetri cubi! Ne riparleremo nel tredicesimo capitolo.

Hl - SUPPORTI DENSI, MESSAGGI ETERICI ED ENERGIE SOTTILI PORTANTI


Le forme-pensiero che ho appena descritto hanno un supporto eterico, sono
cio composte di materia eterica addensata intorno un nucleo eterico. In
realt esistono anche supporti densi.
Ecco un breve elenco di forme-pensiero memorizzate su supporto denso:
I farmaci omeopatici, memorizzati in un supporto di acqua o di zucchero
I farmaci vibrazionali (essenze floreali di Bach, essenze da cristalli o
da altri minerali), in genere memorizzati nell'acqua
Un supporto denso costituito dai cristalli
Altri esempi di supporti densi di forme-pensiero sono il biglietto da visita, la targa su una porta, il "logo", la foto-ricordo degli inizi della carriera,
i diplomi, le foto dei fondatori di una compagnia, la firma del proprietario, la cassa, il blocchetto di assegni, il cartello pubblicitario ...
Un messaggio eterico un tipo particolare di forma-pensiero impressa su
supporto denso nel quale la Caratteristica Vibratoria di un farmaco, di una
sostanza viene memorizzata pi o meno permanentemente. Niente di nuovo,

117

insomma. Quello che rende il messaggio eterico


diverso da una normale
forma-pensiero che esso
viene irradiato continuamente.
Una
formapensiero ordinaria come
una fotografia di un luogo
nel quale siamo stati. Se
prendiamo in mano la
foto ci ricordiamo di quel
posto. Esiste un certo
evento, una condizione
che stimolano l'entrata in
funzione della forma-pensiero, come degli interruttori. Quando lo stimolo
cessato, la forma-pensiero ridiventa passiva.

2)

Siamo stati in un certo paese per vacanza e l abbiamo comprato un nastro


della musica folcloristica locale. Fino a che suona il nastro, il ricordo del paese
presente in noi. Potremmo anche utilizzare uno di quei lettori di nastri dotati
di reverse, che suonano continuamente il nastro musicale. Questo un buon
esempio di come funziona un messaggio eterico. Che ne siate coscienti o meno, intorno ad un tubetto omeopatico, ad una bottiglietta di essenze floreali di
Bach, c' una piccola aura costantemente attiva che pu inviare le informazioni che contiene alle persone vicine. In altre parole: non necessario che il rimedio venga preso per bocca, perch la sola irradiazione pu, a volte, avere lo
stesso risultato. Brutte notizie per i fabbricanti! Per fortuna loro, l'irradiazione
di tali rimedi molto scarsa, perch l'energia portante piccola. Spieghiamo
meglio questi concetti. Esistono molti problemi da risolvere se si vuole operare
efficacemtente con i messaggi eterici:

3)

1)

118

n problema della "spiaggia d'ascolto"

un problema generale che


riguarda soprattutto le terapie Energo-Vibrazionali. Con questo termine si indica la capacit del soggetto di aprirsi, accettare la terapia,
l'energia di guarigione, il messaggio eterico. Come ben sanno, ad
esempio, i Pranoterapeuti, i migliori pazienti sono piante, animali e
bambini. Se il paziente si chiude al messaggio contenuto nella terapia,
il farmaco e la terapia saranno inefficaci. Quindi un messaggio eterico
veicolato da un rimedio Energo-Vibrazionale efficace a condizione
che la persona che lo utilizza si apra alle informazioni che esso irradia.

II problen1a della perdita della programmazione. Se il supporto denso del messaggio eterico irradia continuamente, con il tempo, le informazioni pian piano svaniscono, si cancellano parti del programma iniziale ed alla fine il messaggio eterico non esiste pi. Una bottiglina di
fiori di Bach, lasciata a riposo, ha un'efficacia che dura molto, ma se la
impiego per irradiare il messaggio in essa contenuto, dopo qualche tempo constater che essa non contiene pi la vibrazione del fiore e sar divenuta inefficace. Altrettanto, un farmaco omeopatico, potenzialmente
quasi eterno, se irradiato, ben presto diventa una semplice pallina di zucchero, senza alcun valore terapeutico. In quanto tempo avviene questa
cancellazione? Dipende da molti fattori, ma soprattutto da due: la capacit posseduta dal supporto di stabilizzare l'informazione e la potenza di
irradiazione che, tanto pi forte, tanto prima cancella il messaggio. La
capacit di stabilizzazione piuttosto bassa per l'acqua comune, un po'
pi alta per il talco e lo zucchero, ancora un po' pi alta per i cristalli, ma
in nessun caso assoluta e definitiva.

Il problema della potenza della portante. Se vogliamo inviare nello


spazio dei messaggi via radio, abbiamo bisogno di due energie: quella
del messaggio stesso (per esempio, un brano musicale) e quella di una
portante, un'energia molto potente e penetrante che trasporti il messaggio lontano, per esempio mediante onde radio. Nel caso del messaggio eterico, se la portante non ha energia sufficiente, l'irradiazione
pu essere di pochi millimetri, insufficiente ad informare solo per
contatto il corpo eterico del paziente. Pi potente la portante pi il
messaggio eterico entra in profondit ed pi efficace, ma pi rapidamente svaniscono le sue informazioni.

4)

II problema della qualit della portante. La portante (l'energia che


veicola l'informazione) deve essere molto pulita per evitare di
"sporcare" il messaggio e deformarne il contenuto. Nel caso delle energie sottili, sono pessime quelle congeste, discrete quelle ambientali pure
(che pi avanti chiamer con "ordine di coerenza l
ma spesso anche
queste creano dei problemi di battimenti. Che sono i battimenti? Chi
suona la chitarra li conosce molto bene: sono quei suoni fastidiosi, una
sorta di UA-UA-UA che si generano quando due frequenze non sono
perfettamente intonate. Le migliori portanti sono quelle che chiamo
energie sintropiche, con "ordine di coerenza superiore ad uno". Pi
alto l'ordine di coerenza delle energie sottili, meno sono in grado di disturbare ed entrare in risonanza con il messaggio eterico che veicolano.
E' un argomento che tratter diffusamente in seguito.
0

"),

119

5)

6)

Il problema della qualit del supporto. In Omeopatia, l'acqua utilizzata per la diluizione dei farmaci ottenuta da acqua bi o tridistillata. Infatti ogni impurit (sia densa, sia sottile) contenuta nell'acqua
viene amplificata, "potentizzata", dal processo di dinamizzazione e si
sovrappone all'informazione. Questo principio vale per tutti i messaggi eterici che, per essere veramente efficaci, devono avere supporti
privi di qualsiasi impurit, soprattutto di natura sottile.
Il problema del numero dei messaggi. Se il numero di informazioni
supera il livello di "comprensibilit" del sistema, le informazioni diventano congestione. Il numero dei messaggi che possibile proiettare
contemporaneamente connesso alla qualit delle portanti e quindi
all'ordine di coerenza della portante. Esistono degli Omeopati, che si
definiscono "unicisti", che somministrano solo un rimedio alla volta,
perch sono convinti che cos il suo effetto sar maggiore.

Capitolo 8

Vitalit e congestione
l - QUOZIENTI DI VITALIT E DI CONGESTIONE

La confezione di cibi conservati o freschi, il farmaco e ogni altra sostanza


che assumiamo, durante la loro fase di fabbricazione, trasporto e stoccaggio
subiscono gli effetti di campi energetici e fonti di inquinamento, che li sottopongono ad un processo di congestionamento sottile. Avete notato come
sono incartati e conservati la gran parte degli alimenti? In genere all'esterno
un foglio di carta colorata e all'interno un foglio di alluminio.
L'accostamento di questi due elementi crea un accumulatore orgonico e,
come sappiamo, l'energia sottile congesta si accumula molto di pi facilmente di quella pura. Questa tecnica di conservazione finisce dunque con
l'accumulare molta energia sottile congesta nell'alimento. Inoltre
l'alluminio genera vibrazioni molto dannose, essendo uno di quei materiali
che non dovrebbero essere utilizzati nelle macchine Energo-Vibrazionali.
Risultato: gran parte di merendine, cioccolate e tante altre leccornie possono
essere un incredibile concentrato di congestioni sottili.
La dieta squilibrata
pu generare congestioni sottili. Spesso la
causa da ricercarsi
nella formazione di
accumuli di radicali
liberi o in intolleranze
alimentari non note al
paziente. Stesso discorso vale per un
abuso di farmaci. Oggi la medicina, di
fronte all'incremento di
bambini allergici e

120

121

asmatici, ha cominciato a puntare il dito su alcuni elementi della dieta moderna,


soprattutto gli alimenti conservati e l'abuso di farmaci. Molti ricercatori ritengono che il primato della nocivit spetti proprio alle merendine, con il loro
concentrato di elementi artificiali, ma ancora pochi hanno preso atto della
componente sottile di questo avvelenamento.
Un'altra fonte di congestionamento sottile rappresentato dalle bevande. Spesso, a causa della pessima qualit dell'acqua della rete cittadina, molti si rivolgono alle acque minerali. Etichette e pubblicit presuntuose lasciano credere che
faranno miracoli per la nostra salute. In effetti alcune di esse hanno qualche effetto utile sulla nostra salute. Purtroppo molte presentano invece un certo grado
di congestione energetica sottile che, grazie alla memoria dell'acqua, hanno assunto prima, durante o dopo l'imbottigliamento. Le cause sono energie geopatogene, fonti di inquinamento legate a campi elettrici e elettromagnetici delle
macchine per l'imbottigliamento, stoccaggio o altro ancora.
Il quoziente di congestione energetica sottile.. Immaginiamo di calcolare
quanta congestione sottile si accumulata in un ambiente, in una sostanza,
in un oggetto e chiamiamo questa misura QC o quoziente di congestione
energetica. Pi vicino allo zero, pi l'ambiente o la sostanza sono energeticamente sani. Al contrario, pi questo valore elevato, pi il permanere in
quell'ambiente o l'assumere quella sostanza sono potenzialmente nocivi.
Attenzione! Il QC sembra non avere un limite superiore: in altre parole
possibile accumulare congestione in quantit veramente enormi e pericolose
per la nostra salute. Esiste un suo valore di soglia minimo, esiste cio un livello di congestionamento energetico al di sotto del quale una sostanza non
pi dannosa? Forse, ma, ad ogni buon conto, meglio utilizzare e contornarsi di oggetti energeticamente puliti e vivere in ambienti che siano i meno
inquinati sia a livello sottile che denso.
Oggi non ancora possibile calcolare il QC di una sostanza o di un ambiente
direttamente e per ora solo una grandezza teorica deducibile per via indiretta.
Penso per che, nel giro di pochi anni, questa misura sar possibile e cambier
molto il nostro modo di apprezzare un bene di consumo, un cibo, un'abitazione.
Il Quoziente di Vitalit: pi bioenergia, pi salute? La nostra energia
sottile-vitale la forza che ci rende vivi ed attivi. Pi ne possiedono i nostri
organi, pi essi sono, in generale, sani e vitali. Se un organo ne privo
funziona poco o male e invecchia rapidamente. Inoltre sappiamo che il
nostro organismo pu accumulare una quantit molto grande di bioenergia e

122

altrettanto possono i nostri organi. Oggi ancora difficile quantificare il


livello di bioenergia di un organismo o di un organo, anche se esistono
apparecchiature e tecniche che permettono di avere un'idea del QV o
quoziente di vitalit, grandezza per certi versi opposta al QC. Diciamo, per
fissare le idee, che un QV pari a l 00 indica una situazione media. Un valore
inferiore a l 00 indica uno stato di pi o meno pericolosa mancanza di
energia vitale, un valore superiore a l 00 un surplus di energia vitale e,
teoricamente, uno stato di grande salute.
La complicazione sta nel
fatto che le due grandezze, parametri fondamentali del nostro stato
di salute, sono tra loro
inversamente correlate.
Prendeme in esame solo
una pu portare a grossolani errori di valutazione. Supponiamo che
la nostra camera da letto
si trovi in una zona disturbata da acque sotterranee: a poco vananno
vitamine, integratori e terapie (comprese quelle di tipo energetico!). Il nostro
organismo sar comunque sottoposto ad un progressivo incremento del quoziente di congestione energetica, che porter, con il tempo, ad una diminuzione
del quoziente di vitalit. Ci sentiremo sempre pi deboli, nervosi e irritabili,
dormiremo poco o male svegliandoci gi stanchi e ben presto si faranno sentire
i primi sintomi di una malattia.

n QV un valore stabile o cresce e diminuisce nel tempo? Che cosa lo fa aumentare o diminuire? Possiamo incrementarlo? Il quoziente di vitalit una misura il cui significato per ora solo intuitivo, per possibile identificare certe
situazioni nelle quali la nostra vitalit complessiva diminuisce drasticamente.
1)

Il nostro quoziente di vitalit cresce quando:

assumimno maggiori quantit di bioenergia sana e pulita con una


dieta equilibrata, da cibi freschi e non conservati, da acqua sana
e carica di energia, da aria pura e non inquinata

123

2)

facciamo esercizio fisico


assumiamo la giusta quantit di vitamine, di enzimi e di oligoelementi
pratichiamo qualche attivit rilassante, meditazione, eccetera
pratichiamo qualche esercizio di respirazione.

Al contrario il nostro quoziente di vitalit diminuisce quando:

cresce il nostro livello di congestione


dormiamo in zone geopatogene
siamo sotto stress fisico o psichico, siamo nervosi, preoccupati
in arrivo una perturbazione
nei periodi di incubazione di malattie
mangiamo troppo o male
dormiamo poco o male
respiriamo male
non facciamo esercizio fisico
il nostro organismo carente di vitamine ed elementi
viviamo in zone o ambienti disturbati energeticamente
quando facciamo sesso troppo spesso
non seguiamo le regole per far crescere la nostra vitalit.

Il - APPROFONDIAMO I CONCETTI DI PLASMA TOSSICO E CONGESTIONE

Plasmi e acque congesti e loro percezione. Ho detto che plasma ambientale e bioplasma reagiscono alle energie dense e sottili e ho in parte chiarito
l'interazione tra plasma ambientale e bioplasma dell'organismo. Ricordo
che il nostro corpo fisico costituito da circa il 70% di acqua e, come abbiamo visto, l'acqua ha una grande capacit di memorizzare le energie sottili, comprese quelle congeste.
Ma come si percepisce la congestione? Dove si percepisce? Diciamo intanto che la congestione sottile rilevabile strumentalmente, ma indirettamente, con macchine EAV e MORA, Vega-Test ed altre, con test kiniesiologici, con mezzi radiestesici, oppure, pi semplicemente e direttamente, con le nostre mani, mediante il cosiddetto palming o chiroestesia e infine pu anche essere "vista" grazie ad idonei allenamenti che portano a
sviluppare la nostra naturale chiaroveggenza. La capacit di percepire direttamente le congestioni dipende in larga misura dalla nostra preparazione, dal nostro allenamento, dalle ore che passiamo e abbiamo passato
nell'esercizio di queste facolt. Come ogni altra cosa dapprima sembra difficile, poi sempre pi facile.
Dove si trovano le congestioni? Ecco un breve elenco:

Il rapporto tra QV e QC. Un organismo con un alto valore del quoziente


di congestione difficilmente potr incrementare la sua vitalit: gi saturo
di energia sottile. L'unico modo abbassare il suo livello di congestione o
non ci sar spazio per energie sottili-vitali. E' preferibile che una sostanza,
un ambiente siano caratterizzati da poca bioenergia pura, piuttosto che da
tanta bioenergia e tanta congestione.
Un cibo, una bevanda, un ambiente sono dunque pi salutari quando il loro
valore QC molto basso o nullo e quando il loro valore QV molto alto:
cio poca congestione e molta bioenergia pura.
Poich viviamo in un mondo energeticamente inquinato, che fine fa tutta questa
congestione che entra dentro di noi e come mai non ci uccide rapidamente?
Dovremmo, in pochi giorni, trasformarci in un enorme accumulo di
congestione eppure, normalmente, questo non vero. Allora? Con un poco di
pazienza riusciremo a comprendere molte cose e i misteri della nostra anatomia
sottile, ma occorre procedere con calma e con metodo. Per prima cosa...

124

Tessuti biologicamente intossicati, in stato di flogosi e in numerosi


stati patologici, dai reumatismi al cancro~
Tessuti che abbiano subito un eccesso dannoso di energia densa:
termica (scottature) o cinetica (colpi e botte) o che siano stati sottoposti a campi energetici di qualche intensit (campi magnetici, elettrici o elettromagnetici, radiazioni nucleari)~
Organismi esposti all'azione di energie cosmo-telluriche dannose.

Lo stato tossico dal punto biologico prodotto da tossine e radicali liberi


presenti all'interno delle cellule e nel terreno intercellulare. I radicali liberi
sono molecole elettricamente non neutre che sottraggono elettroni ai composti che incontrano (cio li ossidano), danneggiandoli irreparabilmente. I
loro bersagli sono le proteine, i lipidi e il DNA, ma pi gravi sono i loro
effetti sui mitocondri, strutture cellulari che hanno la funzione di produrre
energia e che, per l'attacco dei radicali liberi, perdono la loro efficienza.
Allora l'energia della cellula diminuisce e l'organismo invecchia.

125

Un pioniere dello studio sulle energie congeste fu W. Reich, che aveva


scoperto l'esistenza di due tipi di orgone: uno benefico per la salute, che
chiam OR (Orgon Energy), e un altro dannoso e distruttivo, che chiam
DOR (Deadly Orgon Energy). Il DOR era una specie di energia sottile
"initata", a causa di influenze ambientali che la portavano ad una condizione tossica. Reich giunse a questa convinzione grazie agli studi condotti con
l'accumulatore orgonico, da lui inventato, che gli permetteva di accumulare
grandi quantit di energia sottile ambientale in una persona o in un oggetto.
Reich scopr che l'azione dell'accumulatore era estremamente -dannosa quando
l'ambiente esterno alla macchina era inquinato da alcune forme d'energia, come la radioattivit. Un suo seguace, il Dr. James DeMeo, in un suo libro, stila
un elenco lunghissimo delle possibili cause di inquinamento energetico che
sconsigliano l'uso dell'accumulatore. Il problema che gran parte di questi fattori di inquinamento sono normalmente presenti nelle nostre case e nelle nostre
citt. Ci chiediamo allora: perch un accumulatore di energia sottile, come l'accumulatore orgonico, pu diventare pericoloso in tutti i casi elencati dal DeMeo? Si noti bene che, tra l'altro, egli non tiene presente nel suo elenco le congestioni da energie patogene cosmo-telluriche che, come abbiamo visto, possono essere pericolosissime. Uno strumento di accumulazione di energia sottile
ambientale tende ad accumulare sia energia "pulita" che congesta. Il problema
sta nel fatto, gi esaminato, che l'energia sottile pura si irradia e si disperde pi
facilmente di quella tossica e congesta, che con il tempo, tende a diventare prevalente. Si rifletta inoltre sul fatto che quando, circa 50 anni fa, Reich compiva i
suoi esperimenti con l'accumulatore orgonico, la congestione ambientale era
forse 1.000 volte inferiore all'attuale.

Decongestionare prima di accumulare energia sottile. C' una morale in tutto


questo: molto pi interessante creare una "macchina" che decongestioni il
bioplasma, piuttosto che una "macchina" che accumuli energia sottile-vitale.
Un accumulatore a energia sottile pu essere utile solo a patto che si sappia:

126

come filtrare dali' energia sottile in ingresso la componente congesta;


come eliminare l'energia sottile congesta presente nel sistema eterico
del paziente;
quando arrestare il processo di accumulazione. Infatti se si supera il
livello di soglia dei tessuti di assorbire energie sottili ambientali, ben
presto si congestionano.

Oltre alla difficolt di trovare energia sottile "pulita" per i suoi accumulatori,
Reich si trov di fronte ad un'altra limitazione della sua invenzione: l'accumulatore sembrava funzionare solo in alcuni casi, mentre in altre patologie o
in pazienti diversi con la stessa patologia dava risultati contrastanti. Reich
non si rese conto che il fattore che determinava questi fallimenti era
l'energia sottile congestionata del paziente stesso! N on si rese conto che
l'accumulo di energia sottile nel paziente poteva essere di qualche utilit
solo a patto di aver preventivamente eliminato dal sistema eterico del paziente stesso ogni congestione collegata o determinata dal suo stato patologico. Insomma, l'accumulatore stesso creava le condizioni per una reazione
radicale, cio un peggioramento dei sintomi!
Anche se l'accumulatore orgonico per molte ragioni dannoso e per mia esperienza da sconsigliare nettamente, gli studi pionieristici condotti da Reich e dai
suoi seguaci sono comunque molto utili perch rappresentano il primo tentativo
scientifico di accumulare, dirigere e far circolare strumentalmente le bioenergie.
Congestioni e macchine bioelettroniche. Molti operatori di macchine bioelettroniche lamentano il fatto che le loro apparecchiature sembrano con il tempo
"elettrizzarsi" o congestionarsi. In molti, soprattutto nei pi sensibili alle energie sottili, viene il sospetto che la loro apparecchiatura abbia, in qualche modo,
assorbito le "energie negative" dei loro pazienti e sia diventata essa stessa una
fonte di "negativit". In effetti questa una condizione piuttosto frequente tra le
macchine bioelettroniche e radioniche, che possono assorbire ed accumulare
impressionanti quantit di congestioni bioplasmiche dai pazienti.
Quando tali macchine sono totalmente congeste diventa persino impossibile
fare delle letture e delle diagnosi corrette. Perch? Queste macchine sono
essenzialmente "detettori" o lettori di congestione. Captano e decifrano la
congestione. La congestione, come vedremo nel prossimo capitolo, un
"rumore" all'interno della comunicazione tra le cellule. Immaginate di avere
una macchina di registrazione e con quella voler registrare dei suoni.
Immaginate anche che il nastro utilizzato per registrare sia sempre lo stesso
anche se preventivamente cancellato prima di ogni nuova registrazione. Che
succeder nel tempo? Semplicemente che il nastro pian piano si deteriorer
e si riempir di parte dei suoni precedentemente_ registrati, ma non
completamente cancellati: rumori, fruscii, scricchiolii, stridori, eccetera e la
registrazione diventer incomprensibile, priva di significato. Questa pi1 o
meno la situazione con le macchine di diagnosi bioelettronica: funzionano
molto bene all'inizio, ma poi si riempiono progressivamente di "rumore"
(leggi: congestione) e diventano totalmente sorde a successive letture. Non

127

solo, ma possono diventare esse stesse sorgenti di congestione che


distribuiscono sia ai pazienti sia ali' operatore.

Radionica, congestione, canale bioplasmico terapeuta-paziente. Una macchina radionica uno strumento costituito da schemi, disegni, circuiti elettrici,
che, "amplificando" la sensibilit e l'energia dell'operatore, permette diagnosi
e terapie a distanza. Anche questi strumenti con il tempo e l'uso si caricano di
congestioni e diventano inutilizzabili. Eppure in Radionica non c' il contatto
con il paziente. La ragione va ricercata nel fatto che ogni volta che si opera con
le energie sottili si crea, come sappiamo, un invisibile ma tenace canale bioplasmico che collega terapeuta e paziente e che la causa delle frequenti contaminazioni nelle discipline Energo-Vibrazionali. Anche la Radionica non
esente dal problema, poich in essa il canale che si stabilisce tra paziente e terapeuta solo mediato dallo strumento:

pnncipalmente da Rosso-sottile sporco e Gwllo-sottile sporco. Le esperienze


dimostrano che il malato non guarisce fintantoch queste due energie sottili
sporche (parte della CV del cancro) non sono completamente eliminate dal suo
corpo eterico. Altre malattie presentano altri spettri di colori sottili sporchi, ma,
in tutti i casi, la malattia non guarisce fino a che non sono stati eliminati.
1)

La congestione calda si riscontra quando il Rosso-sottile puro degenera in Rosso-sottile sporco. Poich la vibrazione di questa congestione molto bassa, anche chiamata congestione calda o infrarossa. Si
riscontra nelle flogosi, nelle infiammazioni, nel cancro.

2)

La congestione radioattiva un tipo particolare di congestione calda.


Intorno alle centrali atomiche c' una enorme aura di congestione calda, per un raggio di molte decine di chilometri! Una centrale atomica
non crea dunque solo inquinamento radioattivo denso, ma anche un
potente e invisibile inquinamento sottile. Purtroppo anche le centrali
atomiche spente continuano ad emettere enormi quantit di Rossosottile sporco e Giallo-sottile sporco per molti chilometri intorno. E'
un caso che la radioattivit, che crea spesso tumori e cancro nelle persone colpite, abbia lo stesso spettro energetico del cancro? Lo stesso
tipo di congestione creata dalla radioterapia e i pazienti curati con
essa ne presentano ingenti quantit.

3)

La congestione da decomposizione organica deriva dali' assorbimento


di radiazioni sottili emesse da impianti fognari, depuratori, cimiteri. Lo
spettro della congestione in questo caso Rosso-sottile sporco, Aranciosottile sporco, Giallo-sottile sporco, Verde-sottile sporco. I sintomi che
genera questa congestione sono irrequietezza, ansia, ipersurrenalismo.

4)

La congestione grigia pu derivare dall'assunzione di altra congestione grigia presente nell'ambiente, da scarsa funzionalit dell'organismo
e dell'apparato di decongestione, da uno stato tossico biologico dovuto a tossine chimiche, sostanze dannose, radicali liberi, parassiti,
eccesso di acidi, grassi e zuccheri nel sangue e, come vedremo tra
breve, dalla presenza di parassiti eterici. La congestione grigia pu essere generata da motori elettrici, moquette, tappeti, computer, aria
condizionata. Molto pesante la congestione grigia nelle auto, soprattutto quando in funzione l'impianto di condizionamento. Spesso
associata a stati cronicizzati. Sintomi, i pi vari: mal di testa, stanchezza, depressione. Lo spettro in genere costituito da un mix di
colori sporchi Minus e Plus.

energie di guarigione dal terapeuta


strumento radionico -+ paziente.
energie congeste del paziente
strumento radionico -+ terapeuta.
L'organismo dotato di mezzi propri di decongestione energetica, ma se
l'ambiente esterno fortemente congestionato, l'organismo non pi in grado di espellere le congestioni e finisce per ammalarsi. Si tratta di un fenomeno di enorme importanza nel campo della terapia Energo-Vibrazionale,
spesso sottovalutato o addirittura non compreso.
Solo rimuovendo il bioplasma e l'energia con gesta, si ottiene spesso un miglioramento o addirittura la guarigione del malato.

Senza tale rimozione non solo si potr avere il fenomeno della reazione radicale, cio l'iniziale peggioramento dei sintomi, ma addirittura un peggioramento definitivo delle condizioni del paziente.

III - QUANTE CONGESTIONI ESISTONO?


I "colori sporchi" e lo spettro delle congestioni. Esistono molti tipi di
congestioni bioplasmiche, ognuna con una sua origine e tutte in grado di
scatenare nei soggetti certi particolari sintomi. Ognuna pu essere
scomposta in uno spettro di energie congeste elementari costituito da quelli
che chiamo i colori sottili sporchi,spettro che la Caratteristica Vibratoria
della congestione. L'energia dei malati di cancro ad esempio costituita

128

129

5)

La congestione da "energia-acqua" un tipo particolare di congestione grigia derivante da flussi di acque sotterranee. L'energia-acqua
pu associarsi a molti altri tipi di congestione a seconda della natura
dei minerali che la falda ha attraversato.

6)

Le congestioni elettrica, magnetica, elettromagnetica si riscontrano


nella sindrome da ipersensibilit elettromagnetica (EHS), nella sindrome da fatica cronica (CFS), in molti stati ansiosi, nella depressione. Spesso sono accompagnate da alti valori della VES.

7)

130

I parassiti bioplasmici o elementari eterici sono degli "esseri" molto


primitivi composti dai soli eteri delle dimensioni l e 2, sono cio
costituiti da bioplasma e da materia astrale inferiore. Grazie alla loro
componente di etere fisico sono in grado di "agganciarsi" ai loro ospiti e
fare qualche danno. I colori sottili che pi frequentemente si trovano
nella loro struttura sono il Rosso-sottile e il Giallo-sottile. La loro
"forma" assomiglia ad una mongolfiera o ad un'ameba: da una specie di
radice grande centimetri o decimetri, fissata in un organo, parte un
filamento che li collega al corpo, che pu avere dimensioni molto
grandi, anche di svariati metri cubi. Sono degli opportunisti che entrano
nel corpo eterico delle persone in seguito a traumi fisici o psichici,
ancorandosi a qualche organo o a qualche tessuto. In genere sono
fastidiosi coinquilini non troppo pericolosi, la cui azione di disturbo pu
provocare per sensazioni sgradevoli (acufeni, disturbi della vista,
sensazione di qualcosa che tocca la pelle, che cammina tra i capelli,
eccetera). Altre volte possono diventare cause o concause di malattie e
aggravare le condizioni di un soggetto. La loro azione pu manifestarsi
allora con disturbi pi o meno gravi, come emorroidi, disturbi della
pelle, tachicardie, ipertensione, emicranie, dolori e bruciori alle braccia o
alle gambe, depressione, sintomi psichici. Insomma, le condizioni dei
soggetti possono essere aggravate o addirittura causate da parassiti
bioplasmici. Gran parte delle persone depresse e dei pazienti
schizofrenici invasa da uno o pi parassiti bioplasmici. La guarigione
avviene soltanto con la loro rimozione sia dal corpo bioplasmico (etere
l), sia da quello astrale inferiore (etere 2 ). n problema che sono
refrattari a quasi tutte le terapie basate su energie pure ordinarie.

La comunicazione sottile tra le cellule


I - LE CELLULE COMUNICANO CON LA LUCE?
Riporto in questo elenco, per maggiore chiarezza, alcune delle conclusioni
pi importanti circa la natura e le funzioni del corpo eterico.

Il corpo eterico:
l)
2)
3)

4)
5)

6)
7)
8)

trasferisce l'energia vitale dal campo energetico del pianeta a quello dell'uomo;
composto di una particolare sostanza eterica che permette il collegamento
con il corpo fisico, i corpi sottili: astrali 2 e 3, mentali 4 e 5 e coscienziale;
il trasduttore che rende possibile gli scambi energetici tra corpo fisico denso
e corpi psichici, cio tra mente e cervello, corpo eterico e sistemi biologici;
: per sua. natura di ~ipo olonomico, cio sede delle mappe energetiche
di memona, che gmdano la crescita cellulare e contengono le istruzioni
circa forma e funzioni degli organi;
caratte~ato da una Caratteristica Vibratoria complessa e dinamica, che lo
rende umco, muta nel corso del tempo e riflette lo stato di salute o malattia;
collegato al corpo fisico mediante i sistemi endocrino, nervoso, chakrale e dei meridiani;
dotato di un sistema difensivo energetico;
dotato di un sistema di decongestione.

Come pu il corpo eterico, un sistema cos complesso, comunicare tra le sue


varie parti, guidare e controllare gli apparati bioplasmici, i chakra, le aure?
In questo capitolo penetreremo pi a fondo in questi misteri.

La ~uc~ di Gurwitsch e i biofotoni. La storia straordinaria dei biofotoni


cormncta a M?sca n~gli anni '20. Il biologo A. G. Gurwitsch in quegli anni
condusse degli espenmenti su una possibile interazione a distanza tra esseri
viventi. Egli pose una piccola radice di cipolla (l'emettitore), diretta a 90
gradi ~erso, la radice ~i ~n'a!tra cipolla (il ricevitore o detettore). Egli
osservo cosi che la molt1plicazwne cellulare nella cipolla ricevente risultava
moltiplicata. Gurwitsch chiam questo fenomeno di stimolazione cellulare

131

indotta: radiazione mitogenetica, ma oggi conosciuta come "luce di


Gurwitsch" o anche "esperimento fondamentale di Gurwitsch".
Gurwitsch ipotizz una natura elettromagnetica di questa irradiazione, che doveva essere compresa nella banda degli ultravioletti. In seguito utilizz come
emettitori e detettori batteri, tessuti, uova di ricci di mare ed altro, ogni volta
con gli stessi risultati. La sua teoria era che l'irradiazione non agisse in modo
diretto sul detettore, ma ne
stimolasse una reazione secondaria nella membrana
cellulare, che, a sua volta,
eccitava la mitosi (la moltiplicazione delle cellule).
Non si pu negare che questa scoperta venne accolta
dal mondo scientifico con
freddezza e incredulit. I
suoi studi ebbero per un
seguito: in Italia, in URSS e
in Germania alcuni ricercatori d'avanguardia dimostrarono che le cellule (tutte le cellule) posso~o emettere luce per comunicare tra loro! In effetti, il fenomeno dell.a lu~nescenza,
come si pu osservare in questo specchietto, estremamente diffuso m natura:
Chemioluminescenza
Fosforescenza debole
Termoluminescenza
Triboluminescenza
Lisoluminescenza
Fonoluminescenza
Radioluminescenza
Elettroluminescenza

Luminescenza attivata da energia chimica


Dovuta all'irraggiamento di alcuni cristalli
Emissione di radiazione termica
Luminescenza ottenuta frantumando cristalli
Luminescenza provocata dalla dissoluzione
Provocata da irraggiamento di corpi vibranti
Provocata da radioattivit
Provocata da processi elettrici

Alcune forme di luminescenza in natura

A Milano negli anni '50, il ricercatore italiano Ugo Facchini, insieme ai suoi
collaboratori, condusse una serie di esperimenti con il fotomoltiplicatore, uno
strumento elettronico in grado di captare e amplificare debolissimi flussi di fotoni, cio di luce. Oggetto della ricerca: verificare l'ipotesi dell'e~ssione. di fo~
toni da parte della materie vivente (la "luce di Gurwitsch"). Tah espenmentl

132

dapprima non sembrarono confermare l'ipotesi, ma, successivamente, venne effettivamente rilevata una debolissima luce emessa da semi e piantine.
Un fotone una particella ultramicroscopica di luce. Fu negli anni '80 che
Fritz-Albert Popp, con altri ricercatori della scuola tedesca di biofisica, inizi le sue ormai celebri ricerche sui biofotoni, dimostrando che: ogni cultura
di cellule emette debolissime onde elettromagnetiche luminose ed oscure
(raggi infrarossi e ultravioletti); due culture di cellule, poste in comunicazione ottica, si scambiano segnali luminosi sincronizzati. Questa sincronia e
questi segnali cessano, se le due culture vengono separate o messe in condizione di non poter comunicare per via ottica.
L'intensit della bioluminescenza delle cellule talmente tanto piccola che
Popp l'ha paragonata a quella di una candela osservata da 20 chilometri di
distanza! Questo pu spiegare la difficolt nell'osservarla, che richiede attrezzature estremamente sensibili e costose, quali appunto quelle utilizzate
da Popp e dagli altri ricercatori.
Un ricercatore sovietico, Alexander Dubrov, pose delle cellule singole in due
tubi di vetro. Egli dapprima misur il potenziale elettrico e la composizione
biochimica di ciascuna cellula, poi mise i due tubi vicini l'uno all'altro, ma senza che accadesse nulla di particolare. Successivamente iniett in uno dei due
tubi sostanze in grado di disturbare lo stato fisiologico della singola cellula, cercando di verificare se la perturbazione si estendesse anche alla cellula non trattata, ma inutilmente. Quando per i tubi di vetro vennero sostituiti con tubi di
quarzo egli constat che, in qualche modo secondo lui legato ad un'emissione
fotonica ultravioletta, i sintomi si trasferivano dalla cellula trattata a quella non
trattata. Tale effetto venne chiamato "immagine specchio".
Un esperimento dimenticato: il "raggio della morte". Prima di concludere l'argomento, voglio ricordare il celebre esperimento condotto intorno agli
anni '80 dal Centro Ricerche Mediche dell'Accademia Sovietica delle Scienze di Novosibirsk. La ricerca ricalcava quello di Dubrov, ma con risultati
pi spettacolari. Due culture di cellule vennero poste in due contenitori sigillati e a tenuta stagna. Le culture non potevano in alcun modo comunicare
tra loro se non otticamente, attraverso un diaframma che era di vetro o di
quarzo. In una venne inserita una malattia, ad esempio un'infezione virale.
Dopo qualche tempo si esaminarono le due culture e si scopr che, se il diaframma usato come separatore era di vetro, la sola cultura infettata presentava i sintomi dell'infezione. Se, invece, il diaframma usato come separatore
tra le due culture era di quarzo, con una riproducibilit dell'SO% su oltre

133

10.000 esperimenti, si presentavano sintomi di infezione anche in quella


non infettata!. La trasmissione dell'informazione non si trasferiva immediatamente, ma dopo un certo periodo di ritardo.

a che non si alterano i suoi parametri, ::sempre su quella. Esso alla base del
funzionamento di radio, televisione e ogni forma di ricetrasmissione di onde
e~ettrom~g~etiche. Infatti due circuiti oscillanti tarati sulla stessa frequenza
v1br~no ms1eme come due diapason, ci che si definisce mutua induttanza,
grazie alla quale ognuno dei due circuiti sostiene l'oscillazione dell'altro.
Ancora una volta il fenomeno della risonanza!
Lo studioso francese Georges Lakhovsky elabor una teoria secondo la
quale le cellule sono veri e propri minuscoli circuiti oscillanti e, come tali
in grado d~ sintonizzarsi ~li uni con gli altri attraverso flussi di energia elet~
tromagnetica. La malattia, secondo questo geniale ricercatore nasce da
perturbazioni che trasformano e distorcono la vibrazione di bas~ delle cellule .. Lakh?vsky per dimostrare le sue teorie costru anche degli apparecchi
con 1 quali, secondo le sue testimonianze, avrebbe curato gravi casi di cancro. La sua ricerca ricalca, come si ricorder, le teorie sulla natura bioelettronica dell'organismo di Albert Szent-Gyorgyi.

III - LA TEORIA DELLA COMUNICAZIONE SOTTILE INTERCELLULARE


III-A Premessa
Il "raggio della morte"

L'esperimento venne ripetuto sostituendo al virus, tossine mortali e veleni


chimici, ma sempre con lo stesso risultato. Ci fece pensare che l'informazione di malattia veniva trasmessa dalle cellule morenti: un messaggio eterico, ma di tipo mortale. Che cosa veniva trasmesso? Che significato aveva
il tempo di ritardo? Perch il vetro era impenetrabile alla trasmissione? Comunque sia, qualcuno parl (ma a sproposito) di "raggio della morte" .La
conclusione degli scienziati sovietici fu che un qualche tipo di segnale patogeno era passato per via ottica da una cultura all'altra nella banda UV, come dimostrava il diaframma di vetro (parzialmente--impermeabile ai raggi UV ed ad
altri raggi luminosi a differenza del quarzo, assolutamente trasparente).

II - LE CELLULE COMUNICANO CON ONDE RADIO?


Georges Lakhovsky e la vibrazione elettromagnetica delle cellule. Un
circuito oscillante, costituito da una bobina di filo elettrico e da un condensatore, ha la caratteristica di vibrare costantemente su una frequenza e, fino

134

Che significato hanno le ricerche e le scoperte di Gurwitsch Dubrov Facchini, Poppe Lakhovsky? Un significato che potrebbe esser~ davver; rivoluzionario. Sono possibili tre diverse spiegazioni dei fenomeni osservati:
1)

2)

~eori.a minim~l~:

le emissioni sono dovute al semplice decadimento di


hvelh elettroniCI eccitati.
Teoria della comunicazione ottica: la radiazione di natura elettromagnetica, prodotta dalle cellule stesse ed ha un ruolo cruciale nella regolazione, nello sviluppo dei cellule e nell'insorgere della malattia.
Te~ri~ d~lla comunicazione sottile: il fenomeno non tanto legato ad
emiSSIOni e a captazioni di fotoni, ma alla capacit delle cellule di
emanare e captare flussi di energie sottili.

La teoria l non spiega i fenomeni di comunicazione tra due culture di cellule


accertata negli esperimenti tedeschi e in quelli sovietici. La teoria 2 a mi~
p.arere, p~ plausibile. In tutte le tradizioni mistiche, esoteriche e scia~aniche
SI parla d1 un corpo di luce che circonda il corpo fisico. I risultati delle ricerche
confermano che la pretesa di tanti chiaroveggenti in tutti i luoghi e in ogni

135

tempo di vedere un'aura luminosa intorno al corpo non infondata. Essi


vedrebbero appunto il campo luminoso creato dai milioni di miliardi di cellule
dell'organismo. Io non escludo che fenomeni di tipo elettromagnetico possano
intervenire nell'organismo umano e che organi diversi possano comunicare
anche attraverso la luce e le onde elettromagnetiche. Come si pu arguire,
anche con Lakhovsky, siamo ancora all'interno di una spiegazione di tipo
energetico (gi abbastanza rivoluzionaria al giorno d'oggi!), ma pur sempre
nel paradigma delle energie dense. Le pagine seguenti sono dedicate alla
descrizione della teoria 3, che, a mio avviso, quella che apre le porte di una
pi profonda comprensione dei fenomeni.

comunicazione. Ma che cosa si comunicano le cellule? Popp ipotizza che


queste informazioni possano riguardare un gran numero di bioinformazioni:
la regolazione della reattivit biochimica, dei potenziali delle membrane
(cio il trasporto di sostanze dentro e fuori la cellula), la trasmissione nervosa, il "repair" (cio il meccanismo di riparazione cellulare), l'immunostimolazione, la regolazione dei ritmi biologici e dell'accrescimento, eccetera. Chi
scrive propone un'altra spiegazione del "raggio della morte" di Novosibirsk,
della luce di Gurwitsch, dei biofotoni di Popp, dell'esperimento di Dubrov,
delle cellule viste come circuiti oscillanti da Lakhovsky. Ricapitoliamo alcune fondamentali propriet delle energie sottili:
l)

III-B La teoria della comunicazione sottile

n lavoro pionieristico di Reich. Gi Reich aveva iniziato lo studio di una


fisiologia sottile della cellula. Egli aveva notato che le cellule tendono ad
assorbire bioenergia dal liquido interstiziale, il liquido che le bagna costantemente. La maggior parte di questa bioenergia viene dislocata nel nucleo
della cellula e utilizzata per la loro duplicazione. Questa bioenergia ha, secondo lui, una natura di tipo quantico. Reich parlava infatti dei bioni, cio di
unit fondamentali di bioenergia, che l'organismo assorbe dall'ambiente
esterno. La sua teoria quantica coincide, come si noter, con le mie osservazioni circa gli anelli di energia sottile, che fanno pensare appunto ad una
natura discreta e non continua dell'assorbimento sottile. Reich scopr inoltre
l'esistenza di bacilli T, una degenerazione del materiale organico. I bacilli T
possono trasmutarsi in bioni o, se la bioenergia insufficiente, aggredire le
cellule e trasformarle in cellule tumorali. Secondo Reich, l'insufficienza di
bioenergia poteva essere compensata da un trasferimento di energia sottile
all'organismo, che otteneva mediante il suo accumulatore orgonico. I bacilli
T fanno pensare che Reich abbia scoperto anche una possibile unit fondamentale della congestione, il contraltare del bione, unit della bioenergia pura e non congesta. Senza entrare nel merito della complessa teoria di Reich e
tralasciando il discorso sull'accumulatore orgonico, sul quale del resto ho
gi espresso la mia opinione, voglio sottolineare il fatto che Reich il primo
ricercatore che ha tentato di comprendere il meccanismo del funzionamento
sottile delle cellule, una strada che mi sembra sia stata insufficientemente
presa in considerazione da altri studiosi.
Le cellule comunicano per via sottile. A che servono i bio fotoni? Perch le
cellule emettono queste debolissime luci e con quale scopo? Abbiamo detto
che, secondo Popp ed altri, la funzione dell'emissione ottica ultradebole la

136

2)
3)
4)

Principio di interazione: piccoli flussi di energia densa sono suscitati


da flussi di energia sottile e flussi di energia sottile sono suscitati da
flussi di energia densa.
Natura vibratoria e radiante dell' energia sottile, simile per certi
aspetti alle onde elettromagnetiche.
Biorisonanza eterica o canale bioplasmico tra due organismi.
Messaggi eterici e bioinformazioni possono essere diffusi nello spazio e
captati da organismi che si trovano all'interno della loro sfera d'irradiazione.

La mia ipotesi che ...

"il meccanismo nascosto va ricercato non tanto in debolissime emissioni


luminose o comunque elettromagnetiche, quanto piuttosto in emissioni ed
assorbimento di energie sottili tutt'altro che deboli".

n ''raggio della morte'' congestione trasferita dalla componente sottile


della luce. In questo contesto, i fasci luminosi utilizzati negli esperimenti di
N ovosibirsk non sono se non le portanti di emissioni sottili congeste. In altre
parole: il messaggio mortale costituito da congestioni eteriche, trasportate
da un fascio di luce visibile o, per maggior correttezza, dalla componente
sottile del fascio di luce. Il tempo di ritardo, constatato negli esperimenti sovietici, deriva, secondo me, dal tempo con cui i microscopici corpi eterici
delle cellule bersaglio devono ristrutturare i propri campi energetici sulla
base delle informazioni ricevute. Insomma, una vera e propria contamina.zione eterica che, a livello cellulare, diventa mortale.
Resta da spiegare, nell'esperimento di Novosibirsk, perch l'emissione traversava il quarzo e non il vetro. Effettivamente il vetro un mezzo che introduce
distorsioni sia a livello ottico denso, essendo parzialmente opaco a certe frequenze luminose, sia alle energie sottili. Il vetro ostacola la comunicazione e

137

vi introduce del rumore. Il quarzo invece assolutamente trasparente sia alla


luce sia alle energie sottili. Inoltre il quarzo' anche un'ottimo supporto denso
di messaggi eterici, per qualit e stabilit della registrazione.
Se gli scienziati sovietici avessero ripetuto l'esperimento del raggio della
morte irradiando di luce una colonia-bersaglio sana, anche in assenza della
colonia malata, ma attraverso lo stesso diaframma di quarzo gi utilizzato
in una prova precedente, la colonia-bersaglio si sarebbe ammalata lo stesso! Una volta programmato dalle energie sottili di congestione delle cellule
morenti, per un certo periodo di tempo il quarzo avrebbe riproposto lo stesso
messaggio eterico di malattia. Ripetendo in queste condizioni l'esperimento
di Novosibirsk, si avrebbe la prova che la comunicazione tra le due culture
batteriche avviene per via sottile e non ottica!
La "luce" di Gurwitsch proiezione di energie sottili. Nell'esperimento
di Gurwitsch non la debolissima luce emessa dalla cipolla emittente che
stimola la cipolla ricevente, ma piuttosto la sua energia sottile-vitale e i
messaggi eterici che veicola (ricordate la Caratteristica Vibratoria?). La luce
di Gurwitsch in realt non altro se non la portante di una CV di riproduzione cellulare. La radiazione sottile della cipolla emittente particolarmente potente quando la cipolla sta costruendo la sua radice ancora a livello
embrionale. In questi momenti, secondo le mie esperienze, la radiazione
consiste principalmente in Rosso-sottile e in Giallo-sottile, energie della vitalit e della moltiplicazione cellulare.
La teoria della comunicazione sottile intercellulare spiega perch la comunicazione eterica avvenga quasi istantaneamente e attraversi parti del
corpo opache alla luce, ma non alle energie sottili. Come si ricorder, le mie
esperienze, condotte a livello sottile sull'azione dei farmaci omeopatici, dimostrano che la loro assunzione determina una risposta immediata nel corpo
eterico del paziente. Come possibile questa risposta immediata? A mio
avviso c' una sola risposta valida: il trasferimento del messaggio eterico (il
farmaco omeopatico) avviene alla velocit altissima delle energie sottili. Mi
rendo conto che per la Scienza ortodossa, per la quale gi cos difficile accettare fenomeni come la memoria dell'acqua o i biofotoni di Popp, sar ancora pi ostico accettare una tesi come questa!

138

III-C Che cos' la congestione?


Il Lettore ricorder gli esperimenti condotti in collaborazione con il team

dell'IRES, che portarono alla costruzione dei Mark l e 3 veri e propri


Proiettori per Cromoterapia sottile. Le macchine sono in grado di proiettare
le sei frequenze sottili fondamentali: il Rosso-sottile, il Giallo-sottile,
l'Arancio-sottile, il Verde-sottile, il Viola-sottile e il Blu-sottile in dosi e
quantit davvero notevoli. Per chiarire meglio il concetto: dai Mark non
esce assolutamente nulla di denso, di visibile, di ottico. Numerose esperienze sull'effetto dei Mark su piante diverse hanno mostrato che la proiezione
di certe CV stimola la germinazione, la produzione di foglie, di gemme e di
fiori, mentre altre bloccano le piante e le spingono in letargo. Sono sicuro
che la Cromoterapia sottile strumentale sar un fattore di grande innovazione nel campo della coltivazione, nel quale essa avr un grande futuro. Queste ricerche dimostrano che l'esperimento di Gurwitsch riesce anche se:
1)

si sostituisce alla cipolla emittente un fascio di luce colorata di rosso e


di giallo (solo la radiazione densa);

2)

meglio ancora, si sostituisce alla cipolla emittente una radiazione sottile,


invisibile dunque ad occhio nudo, formata da Rosso-sottile e Giallo-sottile.

Conclusione: alla base della comunicazione tra le due cipolle intervengono


potenti flussi di energia sottile!
La congestione il rumore nella comunicazione sottile intercellulare. La
congestione si pu considerare un messaggio errato, un "rumore" introdotto
nelle fitte comunicazioni sottili all'interno del corpo eterico. Fino ad un
certo livello il rumore pu essere solo un disturbo nella comunicazione, che
ne ostacolata ma non interrotta. Superato un certo valore di soglia, il
rumore pu diventare tanto forte da ostacolare irreparabilmente le
informazioni. E' come in una conversazione telefonica, nella quale aluni
rumori di fondo ostacolano la comprensione tra due persone, ma non la
rendono impossibile. Quando per i rumori diventano troppo forti, la
conversazione impossibile. Se la congestione raggiunge livelli tali da
. diventare un ostacolo alla normale comunicazione sottile intercellulare,
l'ordine viene a mano a mano sostituito dal disordine e dal caos. La
congestione trascina l'organismo da uno stato di sintropia ad uno
progressivamente sempre pi entropico.

139

In realt la cellula svolge un intenso e continuo lavoro che le permette di restare nell'ordine, finch la comunicazione via sottile con le altre cellule
possibile. Possiamo supporre che ogni cellula segua almeno due piani:

uno individuale, relativo al suo stesso funzionamento;


uno generale che la coordina con tutte le altre cellule e l'intero organismo .

Quando
il
rumore
ali' interno o all'esterno
della cellula diventa troppo forte, cio quando la
congestione soverchiante, la cellula perde la
possibilit di seguire sia il
piano individuale, sia il
piano generale che l'aveva
guidata fino ad allora e
inizia a soffrire fino amorire o rischia di diventare
una cellula neoplastica.

Energie ad alto ordine

coerenza

l - ORDINI DI COERENZA SOTTILE

Alla fine di un percorso di ricerca, sono arrivato alla conclusione che esistono vari livelli di intonazione ed intelligenza ovvero di coerenza delle energie sottili. Un fascio d'energia densa tanto pi coerente, quanto pi costituito da vibrazioni che viaggiano contemporaneamente tutte sulla stessa
frequenza. Anche le energie sottili sono caratterizzate da livelli crescenti di
coerenza sottile. Possiamo definire queste tre modalit:

l)
la congestione il rumore nella
comunicazione sottile intercellulare

La congestione pu essere concepita come l'effetto, su un sistema eterico


principale, di una sostanza o di un organismo la cui energia dissonante e
incompatibile con quella del sistema principale.
Immaginate una grande orchestra composta da l 00 o pi strumenti che suona una sinfonia: ogni stn1mento perfettamente intonato con gli altri. II risultato un effetto armonico. Ad un certo punto, per, entra nell'orchestra
un nuovo violino non intonato con gli altri. Si crea immediatamente una dissonanza che viene sentita dal pubblico, nonostante gli altri l 00 strumenti
siano intonati. L'effetto disarmonico e dissonante: un solo violino stonato
rovina tutta l'orchestra e la sinfonia.

140

Capitolo

Energie sottili a coerenza zero. Sono energie congeste con un livello


nullo di coerenza, che, equivalenti al rumore, non trasportano informazioni utili. Sono entropiche, cio creano disordine, caos e malattia.

2)

Energie sottili a coerenza uno. La maggior parte delle energie sottili


ambientali ordinarie hanno generalmente un grado di coerenza pari a
l. Il loro livello d'intelligenza piccolo ma non nullo, sono, cio, parzialmente sintropiche, nel senso che possono riportare un certo ordine
in un organismo squilibrato. Se per, utilizzandole, si supera la capacit di assorbimento di tessuti e chakra, le energie d'ordine l o tendono
a degenerare in energie di ordine O, cio in congestioni. I colori sporchi non sono altro se non la versione d'ordine O dei colori sottili
d'ordine l o o superiori. Quando un Rosso sottile d'ordine l o degenera,
diventa un Rosso sottile sporco (ordine 0). Un Verde sottile d'ordine
l o degenera in un Verde sottile sporco (ordine 0). In generale, queste
energie hanno una grande affinit con il corpo denso e una minima affinit con i corpi sottili. Le energie sottili Plus di ordine l o (Rosso,
Arancio, Giallo) sono pi affini ai chakra inferiori, quelle Minus (Verde, Viola) pi affini ai chakra superiori. Inoltre, se, per esperimento,
irradiamo un mix di energie di ordine l o su una piastra metallica, dopo
qualche minuto constateremo che il Rosso si sar concentrato verso la
parte bassa, il Giallo un po' pi su, poi troveremo l'Arancio, il Verde,
il Viola e, per ultimo, il Blu. In sintesi: le energie Plus sono pi

141

"pesanti" di quelle Minus. Questa propriet appartiene anche alle


energie d'ordine superiore al l o. L'utilizzo nelle terapie EnergoVibrazionali delle energie sottili d'ordine l o richiede molta
"intelligenza" da parte sia della metodica, sia da parte dell'operatore.
La metodica deve essere molto ben centrata sulla malattia e sul malato, l'operatore deve essere in grado di utilizzarla al meglio, manipolando le energie con grande sapienza.
3)

Energie sottili a coerenza superiore ad uno. Esistono delle energie


sottili con grado di coerenza superiore ad uno, simili alla luce densa
del laser, che hanno propriet tanto straordinarie da meritare la definizione di energie intelligenti o sintropiche. Tutte le energie con grado
di coerenza superiore ad uno sono sintropiche, "intellig:rrti", decongestionanti. I gradi di coerenza sono discreti, cio non esistono energie
di grado 1,5 o 2,3, ma solo l 2, 3, eccetera.Anche le energie sintropiche hanno uno spettro orizzontale. Esistono Rosso, Arancio,
Giallo, Verde, Viola e Blu d'ordine 2, 3,4 e cos via.

Le energie esistenti in una persona ordinaria, in genere, sono un mix


dei tre ordini. Immaginiamo di poter analizzare il signor Rossi e le sue
bioenergie. Supponiamo che Rossi sia perfettamente sano. Per il 30%
le sue bioenergie saranno di ordine O (energie congeste), per il 68%
saranno di ordine l o (energie pure, parzialmente sintropiche) e per il
2% saranno di ordine 2 e 3 (energie sintropiche). I numeri ovviamente hanno solo uno scopo esemplificativo.
3)

Le energie sintropiche sono molto "penetranti", nel senso che riescono


a superare barriere, tessuti organici ed altre sostanze in modo nettamente superiore a quelle di ordine l o. Questo permette loro di circolare nel corpo eterico ad una velocit molto pi alta. La capacit di penetrazione cresce con il crescere dell'ordine di coerenza.

4)

Pi sale il grado di coerenza delle energie sottili, pi cresce:


1)

la loro affinit con i chakra superiori e diminuisce l'affinit con quelli iriferiori

142

la loro affinit con i corpi sottili superiori e diminuisce quella con il


corpo fisico denso

Le energie sintropiche sono multidimensionali, agiscono cio contemporaneamente sul corpo denso e su quelli sottili. Dopo una irradiazione di
energie con alto grado di coerenza su una persona, testando in Diagnosi
sottile i corpi sottili, si pu facilmente scoprire clie questi- si sono parzialmente puliti ed attivati. Questo le rende particolarmente preziose nella
terapia dei corpi sottili e nella disinfestazione dai parassiti bioplasmici,
tanto che gli Psicoterapeuti farebbero bene ad imparare ad utilizzarle. Alcuni Pranoterapeuti e guaritori spirituali utilizzano energie del genere che
costituiscono una porzione (a volte piccola) delle loro bioenergie.

la loro "leggerezza"

In base alle mie esperienze, pi sale il grado di coerenza delle energie


pi esse sono "leggere", nel senso che tendono a salire verso l'alto. In
un esperimento, ho proiettato energie fino al 7 ordin su una grata
metallica verticale. Dopo un certo tempo le energie si erano distribuite
sulla grata in un modo molto particolare: verso la parte superiore c'era
la massima concentrazione di energie, ma soprattutto quelle di ordine
superiore. La parte bassa della grata era meno carica e conteneva
energie dell'ordine l 2 e 3. Dopo una irradiazione di energie con
alto grado di coerenza in un ambiente chiuso, dopo qualche tempo
potremo constatare che le energie con maggior cerenza si concentrano verso il soffitto, quelle congeste sul pavimento e quelle con minor
coerenza a met strada tra pavimento e soffitto.

Se trasferiamo, strumentalmente o non, energie sintropiche ad una


persona, constatiamo che i chakra superiori si caricano e si attivano di
pi di quelli inferiori. Quest'effetto diventa sempre pi rilevante via
via che cresce l'ordine di coerenza.
2)

la "velocit" di circolazione e la capacit di "penetrazione" in tessuti, organi

5)

la loro "trascinabilit" dai flussi planetari

Se orientiamo la grata metallica dell'esperimento precedente, possiamo


notare questo fenomeno: se l'orientamento Est-Ovest le energie di ordine superiore tendono a concentrarsi nella parte ad Ovest, se orientiamo la
grata nel senso Nord-Sud tendono a concentrarsi nella parte a Sud. Questo dimostra un effetto di trascinamento da parte dei flussi planetari di
questo tipo di energie.

143

6)

7)

la loro capacit antidolorifica

Probabilmente connessa sia ad una loro maggiore produzione di endorfine, sia alla loro capacit di decongestione, sia alla loro azione sul
corpo astrale inferiore, che la struttura di percezione del dolore.

II - LE "FONTI" DI ENERGIE SINTROPICHE

la capacit di supportare un gran numero di comunicazioni intercellulari, bioinformazioni, messaggi eterici.

Da dove "arrivano" le energie sintropiche? Ne esistono molte fonti. Ecco un


breve elenco:

Le energie sottili degenerano nelle energie di ordine inferiore. La degenerazione delle energie sintropiche un'espansione del concetto di entropia
ed ha grande importanza nelle terapie che le utilizzano. Le energie di ordine
3 degenerano in energie di ordine 2, poi in ordine l o e, infine, in ordine O.
Pertanto: pi alto l'ordine di oerenza pi lentamente avviene la degenerazione in energie congeste. In quanto tempo avviene questo processo? Dipende da molti fattori:
l)
2)
3)
4)

5)

certo ordine costituita da Rosso-sottile degenera nel Rosso-sottile


dell'ordine inferiore e altrettanto avviene per le altre frequenze.

l)

dalla situazione energetica del soggetto,


dalla quantit e dalla distribuzione di energie d'ordine superiore,
dalla quantit e qualit di congestioni,
dallo stato di chakra, organi, tessuti, cellule e dell'acqua contenuta
neU' organismo,
dall'eventuale presenza di parassiti bioplasmici.

In generale, in un organismo sano, le energie di ordine 2 possono degenerare totalmente in energie di ordine l o in alcune ore o in uno o pi giorni. In
un soggetto molto malato, la degenerazione pu avvenire in un giorno, in
qualche ora, in alcuni minuti. Questo significa che le energie d'ordine superiore possiedono un potenziale di congestionamento nettamente inferiore o
quasi nullo rispetto a quello delle energie ambientali ordinarie. Infatti il processo che le porta alla congestione il seguente:
energie di ordine xo

Una pianta veramente "magica" il cipresso. Avevo notato da tempo


che il cipresso un vero "decongestionatore" naturale. L'aria e il terreno intorno ad un cipresso, soprattutto un grande cipresso, pulita e
decongestionata. E' facile rendersi conto, a circa 80 cm. di distanza
dal tronco, di una forte corrente di congestione che scorre velocemente verso l'alto. In un primo tempo ho pensato che l'effetto fosse
dovuto solo alla forma a punta di questa pianta, che pure una concausa rilevante del fenomeno. Quando per ho testato le energie interne del cipresso mi sono accorto con sorpresa che esso contiene energie
sintropiche fino al 7 ordine! L'eucaliptus produce solo energie di ordine 2 ma in quantit notevoli, il pino arriva fino al 4, l'olivo al 5.
Gli oli essenziali estratti da fiori e altre piante utilizzati in Aromaterapia contengono fino al 7 ordine.

energie di ordine 2 -+ energie di ordine l o


energie congeste di ordine O

Questo processo naturalmente molto pi lungo di quello ordinario:


energie di ordine l o

-+ energie congeste di ordine O

Anche le energie sintropiche hanno uno spettro orizzontale, costituito da


Rosso, Arancio, Giallo, Verde, Blu e Viola. Un'energia sintropica di un

144

Gli alberi e le piante sono in grado di produrre una quantit di energie sintropiche, ma non tutti nello stesso grado. Ho analizzato l'attivit
energetica di una palma da cocco, che sembra una delle piante pi
sintropiche e forse per questo era ritenuta sacra nei tempi antichi. Sul
tronco, vicino alle radice prevale l'energia di ordine O (congestioni
probabilmente estratte dal terreno) e, in misura minore, energie di ordine 1o. A met del tronco le quantit delle due energie si equivalgono
e compaiono piccole tracce di energie di ordine 2. Sui rami, vicino
alla loro attaccatura al tronco, le energie O sono in netta minoranza,
grande quantit di energie l o e una certa quantit di energie 2, piccole tracce di energie 3. A met del ramo: scomparsa delle energie O,
tracce di energie l 0 , grandi quantit di energie 2 e 3, comparsa di
energie 4. Sulle foglie, soprattutto in punta: grande emissione di
energie sintropiche fino al 7 ordine!

2)

I fiori sono carichi di energie sintropiche, soprattutto quelli selezionati


dal Dr. E. Bach. La calendula arriva al4 ordine, il geranio pu arrivare

' 145

al 7o. Molto dipende da come sono coltivati i fiori. Quelli selvatici, privi
di concimi artificiali e antiparassitari, hanno le energie pi alte.
3)

Le frutta e la verdura fresca non conservata sono anch'esse depositi di energie sintropiche, anche se in quantit inferiori ai fiori. Piante,
fiori e frutta coltivati in modo naturale hanno livelli di coerenza superiori a quelli trattati artificialmente.

Se in azione il principio entropico che abbassa continuamente il livello di


coerenza, come possibile che, ci nonostante, esistano nell'Universo energie sintropiche? La risposta contenuta in processi di trasmutazione che sono in azione un po' ovunque nel Cosmo. Le trasmutazioni sottili possono
essere di tre tipi:

n miele,

l)

Trasmutazione orizzontale, relativa alla frequenza di un'energia sottile di una certa dimensione e di un certo ordine di coerenza, che permette, ad esempio, al Verde-sottile di trasmutarsi in Rosso-sottile o in
Giallo-sottile e cos via e di trasformare la Caratteristica Vibratoria di
una malattia in una di salute.

2)

---Trasmutazione di dimensione, che consiste nel "passaggio" di


un'energia sottile da una dimensione ad un'altra, che permette ad
un'energia densa di risuonare nella dimensione astrale o mentale e viceversa. Questo tipo di trasmutazione strettamente legata alla ...

3)

Trasmutazione d'ordine, che consiste nel passaggio da un ordine ad


uno superiore. Questo tipo di trasmutazione permette la trasformazione di energie congeste in energie pure di ordine l o o addirittura di ordine superiore ed sintropia in azione.

H polline, la pappa reale, il propoli contengono ingenti


quantit di energie sintropiche. Il propoli arriva al 7 ordine.

5)

6)

7)

L'aria non inquinata dei boschi, dei monti, del mare contiene energia sintropica ma pi rarefatta rispetto alle altre sorgenti. L'aria di
citt spesso contiene solo energie O e l o.
Alcuni monti, alcuni vulcani emanano, dalle loro viscere rocciose, una
certa quantit di energie sintropiche, ma non tutti i monti e i vulcani sono
uguali. Per esempio, nelle Eolie, Stromboli emana energie sintropiche
minime o nulle, Vulcano grandi quantit fino al 3 ordine. Sar questa la
ragione per la quale gli antichi lo ritenevano casa di un dio? Anche alcune Ley line trasportano energie con livelli alti di coerenza.
Alcune acque sorgive, soprattutto quelle ritenute sacre o medicamentose, contengono livelli molto alti di coerenza.

8)

n mare non inquinato,

9)

Alcune sostanze prodotte dall'organismo, come le Endorfme, la Melatonina, lo sperma umano. n feto arriva al 7 ordine. Le bioenergie degli
animali sani superano raramente il 2 ordine. La carne macellata, gli alimenti conservati e surgelati contengono solo energie di ordine Oe l o.

10)

I corpi sottili superiori, dai quali possiamo ricevere, a certe condizioni,


quantit notevoli di energie sintropiche. Esistono per dei limiti "spirituali"
che dipendono dalle nostre condizioni e dalla nostra evoluzione.

146

III - l TRE TIPI DI TRASMUTAZIONE

soprattutto l'oceano tropicale ed equatoriale,


un deposito immenso di energie sintropiche.

In Natura opera un grande ciclo di trasmutazione orizzontale e


d'ordine, responsabile del rinnovamento continuo delle energie sottili planetarie, in gran parte affidato alle piante e agli alberi, i grandi trasmutatori
del pianeta. La Natura supera raramente il 7 ordine, ma esistono energie
superiori a questo limite. "Arrivano" da Santi e grandi Guru. Ho contato, in
un grandissimo Maestro spirituale, fino al 40 ordine, poi mi sono fermato
per stanchezza, ma sono certo di non essere arrivato al limite. Oggi sono
convinto che non esiste, neli' Assoluto, un limite superiore:
In Dio. nell'Assoluto. esistono tutte le energie dall'ordine O all'infinito.

. L'organismo umano pu essere rappresentato da una "nuvola" multidimensionale di Caratteristiche Vibratorie, ovvero: se un organismo
molto complesso, come appunto quello umano, pi che di una sua Caratteristica Vibratoria (o CV) si dovrebbe piuttosto parlare di una nuvola di CV
elementari disperse in uno spazio virtuale, le cui dimensioni sono:

147

distribuzione ~ quantit delle varie frequenze di energia sottile


(spettro orizzontale)
distribuzione ~ quantit nelle dimensioni di esistenza delle energie
(spettro verticale)
distribuzione ~ quantit nei vari ordini di coerenza.

Insomma uno spazio ad almeno sei dimensioni, un po' difficile da immaginare


da chi non ha una formazione matematica. Quando la CV elementare di un farmaco coincide con un sottoinsieme della "nuvola", si determina nell'organismo
una risposta terapeutica, un cambiamento. Non dobbiamo pensare a questa
"nuvola" come a qualcosa di statico, immobile nel tempo, ma piuttosto a qualcosa di dinamico. Essa cambia giorno per giorno, momento per momento, con
la nostra energia, la sua qualit, il grado di attivazione dei nostri chakra, il nostro stato di coscienza e di salute, il livello di attivazione dei nostri corpi sottili,
se siamo o no in vicinanza di qualche campo d'energia e cos via. Ci nonostante, fortunatamente, una parte della nuvola resta sufficientemente stabile nel
tempo, tanto da poter essere individuata con i mezzi di diagnosi e formare il
"bersaglio" dei rimedi Energo-Vibrazionali.

Le tre modalit di trasmutazione, ma soprattutto il terzo tipo, aprono


nuove strade alle terapie Energo-Vibrazionali. Gi con il primo tipo
possibile ridurre i tempi di guarigione di molte malattie. Nel pool bioenergetico di un malato di cancro, ad esempio, si trova un'enorme quantit di
Rosso-sottile e Giallo-sottile d'ordine O o l o. La trasmutazione orizzontale
permette di trasformare queste due vibrazioni in un'altra non dannosa e anticancerogena, come il Viola-sottile.
La trasmutazione d'ordine ancora pi potente. La guarigione, secondo il modello della comunicazione intercellulare sottile, avviene quando totalmente
scomparsa la congestione, cio l'energia d'ordine O. Poterla trasmutare in energia
d'ordine 2, 3 o oltre significa ridurre i tempi di guarigione e aumentare
l'efficacia dei trattamenti in misura ancora neppure immaginabile. I due tipi di
trasmutazione possono utilizzarsi contemporaneamente con risultati spettacolari.

Le tre trasmutazioni sono possibili gi da oggi sia strumentalmente, che


non. Come dimostrano le nostre esperienze condotte nell'TRES, gi da oggi
possibile una tecnologia sottile che operi trasmutazioni orizzontali, di
dimensione e d'ordine. Questo sar un argomento pi diffusamente
affrontato affrontato verso la fine di questo libro.

148

I rimedi Energo-Vibrazionali prodotti con energie sintropiche hanno, per


tutto quello che stato detto finora, un'efficacia molte volte superiore a
quella di rimedi preparati con energie ambientali di coerenza l Questo avviene perch le energie d'ordine superiore sono pi penetranti, sporcano
meno il messaggio, possono trasportare molte informazioni contemporaneamente, sono multidimensionali e agiscono su tutti i corpi sottili e non
solo su quello denso. Si tratta di un campo di ricerca nuovo che apre prospettive elettrizzanti! Concludo l'argomento con due osservazioni.
0

l)

n drenaggio.
A volte i rimedi Energo-Vibrazionali, compresa l'Omeopatia, non funzionano quando il malato molto grave o molto intossicato. La Medicina
Naturistica e l'Omeopatia, non a caso, utilizzano apposite terapie preventive di drenaggio e disintossicazione. La ragione sta nel fatto che il
"terreno" del malato pu essere talmente congestionato che i messaggi
sottili dei rimedi, ostacolati dalle congestioni, non arrivano ad informare
le cellule. Ma se il malato trattato con apposite terapie di decongestione
e/o di trasmutazione, le vie della comunicazione si riaprono e il paziente
risponde facilmente alla terapia.

2)

Alte diluizioni e energie sintropiche.


I rimedi Omeopatici contengono energie sintropiche con ordine di coerenza proporzionale alla diluizione. Nei farmaci alla 4 o so diluizione
centesimale sono spesso presenti gli ordini: O, l o, 2 e 3 o. Diluizioni pi
alte possono arrivare anche al r ordine. Questo mi fa pensare che:
Le energie O (congestioni) sono probabilmente dovute ai sistemi
di produzione che utilizzano macchinari elettrici. Sar questa la
ragione per la quale, secondo i vecchi Omeopati, i farmaci fatti a
mano erano pi efficaci di quelli moderni, fatti a macchina?
In Omeopatia si dice che le diluizioni pi basse hanno maggiore
affinit con il metabolismo, quelle pi alte con stati psichici.
Questo sicuramente dovuto alla maggiore presenza di energie
d'ordine superiore presenti in queste ultime.

149

IV - CONTAMINAZIONE ETERICA E REAZIONE RADICALE

l)

Decongestionare preventivamente il paziente. Un paziente decongestionato un paziente che d luogo a contaminazioni praticamente nulle.

2)

Decongestionare l'ambiente in cui avviene la terapia. Si pu decongestionare continuamente l'ambiente dove si fa terapia. In tal modo si
stimola il corpo eterico del paziente a liberarsi dalle sue congestioni
scaricando le nell'ambiente stesso e non sul te rape uta.

3)

Decongestionare l'ambiente in cui vive e lavora il paziente rendendo lo


etericamente sterile.

IV -A Il problema della contaminazione


Sono molte le terapie Energo-Vibrazionali (tra le quali si pu inserire anche
la Psicoterapia) in cui il risultato del trattamento largamente affidato alla
capacit del terapeuta di creare una forte "risonanza" con il paziente. Pi
precisa la sintonia tra il terapeuta e le vibrazioni proprie del sistema energetico del paziente, meno energia e tempo saranno spesi e pi efficacia si otterr nel trattamento. Questo purtroppo ha anche il suo risvolto negativo:
pi forte il grado di empatia tra te rape uta e paziente e pi grave il pericolo del transfert energetico e della contaminazione.
Si tratta di un fenomeno che ben conoscono gli operatori di Radionica, i
Massoterapeuti, gli Shiatsu-terapeuti, i Guaritori psichici, i Pranoterapeuti, i
terapeuti della Riflessologia, gli Agopunturisti, gli Psicoterapeuti, perfino le
Estetiste. Dopo un trattamento un terapeuta pu scoprire infatti di aver assunto uno o pi sintomi del paziente. Spesso perfino i parenti di un malato
ne sono vittime: una persona che ha un malato grave in casa, dopo aver tentato di lenirne il dolore con carezze o massaggi, scopre di averne assunto i
sintomi! Si badi: i sintomi, non la malattia. Infatti di solito la contaminazione energetica di breve durata e senza gravi conseguenze. Alle volte per
gli effetti possono essere pi fastidiosi e molto lunghi da eliminare.

In che consiste la contaminazione? Il corpo eterico del paziente contiene


un numero enorme di frammenti bioplasmici (ricordate i bioplasmoidi?),
veicoli della sua Caratteristica Vibratoria, minuscoli registratori del suo
stato di salute, compresi i sintomi della sua malattia. Durante la terapia questi frammenti si disperdono e, attraverso il canale bioplasmico pazienteterapeuta gi descritto, vengono in parte assorbiti dal corpo eterico di
quest'ultimo e vi replicano il loro programma, generando malesseri e sintomi. Come nell'esperimento di Novosibirsk, possono arrivare a provocare la
morte di alcune cellule, creare sintomi sgradevoli, pi raramente malattie e
addirittura la morte. In conclusione:
La contaminazione un effetto della comunicazione sottile intercellulare tra
organismi diversi.

IV-B La reazione radicale


ovvero che succede al paziente se non lo si decongestiona prima di energificare. Se si
vuole irradiare energia sottile ad un organismo, per esempio per incrementare la sua
bioenergia, essenziale che:

l'energia fornita sia perfettamente pura.

l'organismo, l'organo, il chakra che la ricevono siano stati preventivamente decongestionati.

ll non rispetto di questi due principi porter a quello che Choa Kok Sui chiama reazione radicale, cio l'iniziale peggioramento dei sintomi. In altre parole: dopo un trattamento Energo-Vibrazionale il paziente non solo non migliora, ma sembra addirittura
peggiorare, sia pure momentaneamente. Alle volte la reazione radicale, presente in
quasi tutte le terapie Energo-Vibrazionali, compresa l'Omeopatia, pu assumere forme
talmente drammatiche da spingere il paziente ad abbandonare la terapia.
Possiamo considerare la reazione radicale una autocontaminazione eterica. A differenza dell'esperimento sovietico dove la portante erano dei raggi di luce, in questo caso la
portante costituita da flussi di energia sottile prodotti dalla terapia. In seguito,
l'incremento dell'energia pura su quella congesta pu prendere il sopravvento e l'organismo migliorare la sua risposta, ma all'inizio le cose possono sembrare in netto peggioramento. Per quanto si detto, le energie sottili ad alto ordine di coerenza non determinano la reazione radicale o determinano reazioni molto piccole. Questo non altro se non l'effetto della loro capacit di decongestionare.

Come possibile minimizzare o eliminare il pericolo di contaminazioni?


Esistono tre strade che si possono percorrere anche contemporaneamente:

150

151

Capitolo 11

l - l CHAKRA NELLA TRADIZIONE E NELLA RICERCA MODERNA

L'uomo conosce da millenni i chakra. Chakra una parola che in sanscrito


significa ruota e, in senso pi ampio, centro d'energia. Utilizzando particolari
tecniche di chiaroveggenza, si vedono come ruote, vortici, coni, luminosi e colorati, che girano rapidamente. Molte culture diverse hanno scoperto questi
centri energetici. La loro conoscenza, che non fu un'esclusiva di cinesi e indiani, diffusa in molte medicine tradizionali. Alcune trib di nativi americani,
come gli Hopi, conoscevano e utilizzavano per la guarigione i chakra e altrettanto fecero molti popoli del bacino mediterraneo, sin dai tempi pi antichi. Ma
forse il grado di conoscenza di indiani e cinesi fu superiore a quello di qualsiasi
altra medicina o disciplina. Quello che accomuna comunque tutte le tradizioni
il concetto fondamentale che i chakra sono:

le porte di entrata e uscita di correnti energetiche sottili,


gli invisibili strumenti della trasformazione delle energie fisiche in
energie sottili e viceversa,
gli organi eterici attraverso cui ]a coscienza si esprime e dirige l'organismo,
il nostro collegamento con l'Universo multidimensionale,
sedi di stati di coscienza.

Ricerche scientifiche sull'Agopuntura. Lo studio scientifico dei chakra ad


uno stadio ancora iniziale. Le conoscenze sull'argomento si basano in gran
parte su esperienze di chiaroveggenti e terapeuti energetici che li utilizzano. Pi
vaste e approfondite sono le ricerche sui punti dell'Agopuntura (o "agopunti") e
i meridiani. Una conoscenza interessante, perch gli agopunti sono le
"proiezioni" sull'epidermide di alcuni chakra, grandi, piccoli, microscopici.
Molti ricercatori confermano l'esistenza, grazie all'elettronica, dei meridiani
e degli agopunti. Molti sono anche gli strumenti diagnostici basati sulla fusione tra Agopuntura ed elettronica. Ricerche condotte dal medico coreano
Kim Bong Han sui meridiani hanno dimostrato che, quando il meridiano del
fegato, per una qualsiasi ragione, si interrompe, sopravviene rapidamente la

152

degenerazione epatocellulare. Da tempo si sa che gli agopunti hanno propriet elettriche piuttosto insolite. La resistenza elettrica della pelle in vicinanza degli agopunti , ad esempio, molto pi bassa che nel resto dell'epidermide, ma, durante le malattie o a causa di nodi geopatici, la loro attivit
bioelettrica subisce disturbi e distorsioni, ci che ne sottolinea l'utilit diagnostica. Anche alcuni stati alterati di coscienza, come quelli che si verificano durante la guarigione e la meditazione, determinano cambiamenti significativi delle loro caratteristiche bioelettriche.
Le ricerche scientifiche sull'esistenza dei chakra sono ancora poche ma
ci dicono che essi sono delle circoscritte zone spaziali esterne al corpo fisico caratterizzate da stati di iperconducibilit, cio di conducibilit energetica pi alta del normale. Sono zone che presentano insolite attivit magnetiche, elettromagnetiche ed anormali concentrazioni di ioni, elettroni ed altre particelle libere. I chakra sono dunque composti da un tipo particolare di
bioplasma. Il Dr. Hiroshi Motoyama, in anni di ricerche condotte con un
apparato di sua invenzione, ne ha dimostrato l'esistenza e la loro funzione di
trasformatori d'energia. Dice Motoyama:
"Il flusso d'energia scorre in due direzioni opposte: dall'ambiente esterno
verso i chakra e dai chakra verso l'ambiente. La quantit d'energia di questo flusso dipende dallo stato di attivazione dei chakra stessi, che si comportano come delle vere e proprie porte energetiche o, nel caso dei centri
minori, dei pori energetici aperti verso il cosmo. "

Queste analisi sono rese possibili dal principio di interazione, che fa s che i
flussi d'energia sottile si manifestino in forma densa, per esempio come campi
elettrostatici. Questi sono misurabili tramite apparecchi sofisticati, ma convenzionali, che hanno permesso a Motoyama di testare il comportamento dei chakra in modi diversi e di stabilire quale sia l'effetto su di loro di luce, colori, magnetismo, elettricit, suono, radioattivit, onde elettromagnetiche.
Le ricerche di Motoyama aprono un capitolo affascinante e ricco di prospettive. Anche la fotografia Kirlian evidenzia, come sappiamo, un effetto
corona, fortemente influenzato dallo stato di salute. L'effetto corona nelle
persone malate debole, con dei buchi, non compatto, nei sani , al contrario, forte e marcato. L'effetto corona non sempre uguale, ma pi forte in
certe zone del corpo e meno in altre e i punti in cui pi forte corrispondono esattamente agli agopunti ed ai chakra. L'effetto corona non stabile e
costante nel tempo, ma si espande e si contrae per effetto di emozioni molto
forti, di narcosi, di droghe, di esaltazione o depressione, di stati di coscienza

153

alterati, ecce~er~. Dur~~e e dopo ~n trattamento E~er?o-Vibrazi~nale, pi spesso


e marcato. E ev1dente 1mteresse d1 queste tecnologie m campo dmgnostico.

Il COME SONO "FATTI" I CHAKRA


l)

queste ricerche porteranno, in un futuro molto prossimo, ad uno strumento


in grado di leggere le Caratteristiche Vibratorie di una sostanza, di un
organo, di un chakra, i colori dei chakra e delle energie sottili.
3)

Le radici chakrali. I chakra sono "oggetti" molto complessi e, nonostante millenni di studi, la loro struttura e le loro funzioni sono ancora
in gran parte misteriose. La descrizione della struttura e del funzionamento dei chakra che illustrer in questa sede corrisponde solo in
parte a quella tradizionale ed il risultato delle mie ricerche. Ho detto
che i chakra sembrano ruote, vortici, coni, luminosi e colorati che
"girano" rapidamente come turbine sia in senso orario, sia antio;ario.
La parte rotante connessa, grazie ad un collettore ad una struttura
interna al corpo, fissa, che chiamo radice chakrale. he forma ha ques~a radice? Pi o meno una sfera che, in individui dal livello energetico normale, ha la grandezza di una noce o meno. Ma esistono persone che hanno un alto livello energetico le cui radici chakrali hanno
molti decimetri o anche molti metri di diametro!
La radice chakrale :

2)

154

un comple~so filtr~nte che connette il chakra ai canali e che gli


permette di assorbire le qualit di bioenergia di cui ha bisogno,
un serbatoio interno di bioenergie .

I petali. La parte esterna ruotante presenta una sorta di "pale" o


"eli~he" o linee che tradizionalmente si chiamano petali. Ogni chakra
h~ Il ~uo numero immutabile di petali connesso alla frequenza di
VIbraziOne sulla quale agisce. Alcune investigazioni chiaroveggenti
fanno pensare ad un complesso di petali, alcuni esterni, altri interni
alcuni immobili, altri in movimento, parte dei quali esattamente uguali
al numero tradizionale, altri in numero maggiore o minore. A che
servono i petali? Secondo me, sono interferometri sottili, strutture che
creano intereferenze e che permettono al chakra di entrare in risonanza
con determinate frequenze sottili, con certe Caratteristiche Vibratorie.
Espe:ienze condotte dal team dell'IRES dimostrano che, imitando i
petali chakrali con linee disegnate su fogli trasparenti sovrapposti, si
possono generare molte frequenze sottili e creare dei filtri di
assorbimento di energie sottili molto efficaci. Come ho gi detto,

4)

I colori dei chakra sono il risultato dei processi di interferenza sottile


generati dai petali. I chakra sono molto colorati e i loro colori (sto
parlando, naturalmente, di colori sottili), nelle persone sane, sono vivi
e luminosi e forniscono preziose indicazioni sulle qualit di bioenergie con cui ogni centro lavora e quindi sulla sua natura, le sue funzioni, il suo stato di salute. Le colorazioni possono allontanarsi dal loro
modello ideale, sia momentaneamente, per una improvvisa emozione,
uno sforzo, una malattia, l'azione di un nodo geopatogeno. I chakra
delle persone malate presentano, in Diagnosi sottile, colorazioni
anormali, sporche e poco vivide: negli allergici ad esempio il rosso
vivo del chakra Basale diventa un rosa pallido; il tumore sporca e arrossa i chakra degli organi colpiti con un color Rosso-mattone (Rossosottile sporco); molti mal di testa sono causati da congestione infrarossa nei chakra superiori e cos via.
I sette colori dell'iride sono stati utilizzati da alcune filosofie per simbolizzare il sistema dei chakra, un po' come fanno i geografi quando colorano le loro carte per rappresentare i vari paesi. In realt ogni chakra
contiene tutti i colori sottili, cio tutte le vibrazioni sottili. La differenza
tra un chakra e l'altro data dalla composizione percentuale di questi
colori. Alcuni contengono pi energie Plus, altri pi energie Minus. La
colorazione non dunque solo convenzionale, ma molto pi complessa
delle descrizioni tradizionali. Per di pi la composizione dei colori non
sempre la stessa, ma cambia per i diversi chakra, al mutare delle condizioni di salute e dello stato psico-fisico di una persona.

La grandezza dei chakra una caratteristica molto variabile da una


persona all'altra (grandezza assoluta) e tra un centro e un altro di una
stessa persona (grandezza relativa). Alcuni chakra sono mediamente
pi piccoli degli "itri. Per esempio, il Meng Mein circa la met della
media, lo Splenico ancora pi piccolo. In una persona sana e vitale
gran parte dei centri energetici sono grandi ed aperti. Nella letteratura
esoterica si parla spesso del"risveglio" o dell'apertura dei chakra, come di un processo legato allo sviluppo spirituale. In questa affermazione c' molto di vero, ma presa alla lettera inesatta. Infatti se un
individuo avesse anche un solo centro totalmente chiuso, egli sarebbe
destinato ad una grave malattia o addirittura alla morte.

155

5)

6)

La membrana chakrale, sorta di ragnatela bioplasmica composta da sostanza eterica pi "solida" e compatta, difende i chakra dalle energie aggressive esterne. La funzione della membrana protettiva: stata paragonata alla membrana congiuntivale trasparente, che ricopre la cornea
dell'occhio. E' una barriera che impedisce l'ingresso indiscriminato di
energie sottili di livello denso-sottile, mentale ed emotivo nel corpo eterico. Se non esistesse, l'uomo sarebbe aggredito e invaso dalle energie
sottili di virus, batteri, sostanze inquinanti ed energie distorte dei livelli
astrali e mentali che lo farebbero ammalare o lo porterebbero alla follia.
Dopo una malattia grave, un trauma, una grande paura, sulla membrana
possono comparire ferite e buchi, che compromettono il funzionamento
del chakra, esposto ad invasioni, infezioni e perdite d'energia. Infatti la
membrana non solo impedisce l'ingresso di energie esterne, ma evita anche la fuoriuscita di quelle interne.
La membrana , probabilmente, un "lettore" delle Caratteristiche Vibratorie delle energie sottili esterne. Quando una CV coerente e
omogenea al corpo eterico, pu !asciarla .passare, altrimenti la tiene
fuori. Chi dirige e controlla questo lettore di CV? Ho il sospetto che
esista un unico direttore di tutte le membrane protettive chakrali, probabilmente il chakra della ghiandola pineale. Vedremo pi avanti alcuni misteri legati a quest'organo.
Valvole chakrali e canali energetici. Il sistema dei chakra connesso
al pool bioenergetico di una persona la cui circolazione dipende in
parte dai chakra. Immaginate questo sistema come una replica della
respirazione dell'aria nel corpo umano: assorbe continuamente bioenergia "fresca" ed espelle quella "usata". Il collegamento tra un eh akra e tutti gli altri assicurato da un complesso insieme di canali energetici. Ogni chakra collegato ad almeno un canale (ma ce ne sono
alcuni che sono collegati a decine e forse centinaia di canali). Esamineremo approfonditamente quest'aspetto nel prossimo capitolo.

Dobbiamo ricordare che stiamo trattando di strutture energetiche. Una


valvola chakrale, pi che un "oggetto" una funzione energetica e quindi
l'analogia con una valvola idraulica forse fuori luogo. L'analogia pi
vicina quella del transistor. Come questo, attraverso una struttura di
controllo ancora ignota, ogni valvola regola il passaggio e la quantit di
bioenergia nei due sensi (in entrata e in uscita) nella radice.

Il sistema chakrale, come ho detto altrove, ha una struttura ad albero: un


chakra pu controllare numerosi altri pi piccoli, fino ai microscopici chakra cellulari e quindi organi, sistemi, tessuti, apparati, fino alla singola cellula. Esistono dei canali che collegano:

il chakra pi grande a quelli pi piccoli che da esso dipendono,


il chakra a ciascuno degli organi, sistemi, tessuti, apparati che esso controlla.

Per ogni collegamento, c' una valvola che regola il flusso di bioenergia
nei due sensi, in entrata e in uscita.

A volte uno o pi radici chakrali restano bloccate a lungo nella fase di emissione o in quella d'assorbimento, provocando cos uno squilibrio energetico, di solito temporaneo e non dannoso, ma che alle volte pu diventarlo perch sovraccarica o scarica uno o pi chakra.Nel primo caso si generano energie congeste,
nel secondo una generale carenza energetica. Perch avviene questo? Una causa molto frequente dovuta al blocco delle valvole chakrali, per un accumulo
di congestioni e/o per la presenza di un parassita bioplasmico.
Prima di concludere questo argomento vorrei sottolineare un aspetto che
molto importante nelle ordinarie terapie Energo-Vibrazionali e che avr
un'importanza anche crescente in futuro:
Tutti i chakra, i canali, le radici, le valvole chakrali hanno proprie Cwatteristiche Vibratorie,

La radice la connessione tra un chakra e i canali energetici a cui collegato. Ebbene, in ogni radice esistono strutture che, con un'analogia, possiamo chiamare valvole chakrali.

la cui conoscenza permette all'operatore di sintonizzarsi con precisione assoluta


ad ogni chakra, ogni canale, ogni singola valvola. Come conseguenza:

Le valvole chakrali hanno la funzione di regolare le quantit di bioenergia


dal canale verso la radice e dalla radice verso il canale.

Messaggi eterici sintonizzati possono essere inviati in qualsiasi parte del sistema eterico per ottenere cambiamenti e riequilibri.

Questa descrizione vale per i minichakra. Vedremo presto che i chakra medi
e i maggiori sono ancora pi complessi. Ma com' fatta una valvola?

156

157

Di fatto, gran parte dei farmaci omeopatici, delle essenze floreali e degli altri
rimedi vibrazionali consistono in messaggi eterici inviati a queste strutture del
sistema eterico. A quante strutture eteriche, chakra, valvole chakrali, canali,
possiamo rivolgerei contemporaneamente? Andate a rileggere la parte dedicata
ai messaggi eterici e comprenderete che esistono limiti precisi.

a due "binari" del circuito principale, il cui bilanciamento energetico affidato al timo e ai suoi canali (come vedremo nel capitolo 13).

III-B La "rotazione" dei chakra.


Un'altra propriet dei chakra quella di "girare". Ebbene, ...

Ricapitolando: i chakra comunicano con l'ambiente energetico esterno tramite


i "petali" e la membrana, con l'ambiente interno tramite la radice e le valvole.

un chakra (o una sezione di esso) in fase di assorbimento energetico "gira"


in senso orario, in fase di emissione "gira" in senso antiorario.

III - COME FUNZIONANO I CHAKRA


III-A Sezione destra e sezione sinistra dei chakra.
Grazie ali' applicazione sul sistema eterico delle energie ad alto grado di
coerenza, ho scoperto che ogni radice chakrale in realt divisa in due sezioni: una destra e una sinistra, rendendola per certi versi simile al cuore.
Queste due sezioni sono parzialmente indipendenti e possono caricarsi
d'energia in modo quantitativamente e qualitativamente differente. Ma, attenzione! Questa indipendenza non totale: le due sezioni, con il tempo,
tendono, se ne esistono le condizioni, a riequilibrarsi. Vedremo infatti che il
meccanismo di bilanciamento della lateralit in grado di riequilibrare con
grande rapidit le sezioni chakrali.

Quando il chakra "gira" in senso orario assorbe energia,


quando "gira" in senso antiorario emette energia

Una propriet importante delle due sezioni chakrali che:


spesso, anche se non sempre, quando la sezione di un chakra in fase di
aspirazione, l'altra sezione in fase di enlissione e viceversa (s'ono in opposizione di fase).
Ogni grande chakra ha quindi almeno due collegamenti, uno per ogni sezione, con canali o altri chakra e due valvole, una per ogni sezione. Come vedremo meglio in seguito,
il corpo eterico diviso in due parti parzialmente indipendenti: la destra
e la sinistra.
Tutte le sezioni destre dei chakra principali sono collegate tra loro e altrettanto le sezioni sinistre, per cui esistono una parte destra e una sinistra simili

158

Di fatto i chakra e le loro sezioni invertono ciclicamente il senso di rotazione, passando dall'assorbimento all'emissione e viceversa anche pi volte in
un minuto. In molti libri si legge che la mano destra emette enero-ia sottile e
la sinistra la assorbe. Non cos: pu esistere, vero, un piccol~ squilibrio
tra le due mani, ma, in effetti, assorbono ed emettono energia pi o meno
nella stessa misura.
Com~ si. noter ho messo il verbo "girare" tra virgolette. In realt non sappiamo
che stgmficato dare alla apparente rotazione dei chakra. E' reale o solo un effetto
de~ meccanismo di interferenza? In altre parole: quello che noi percepiamo in
chiaroveggenza e in Diagnosi sottile come "rotazione" potrebbe essere solo la
percezione di un certo tipo di interferenza sottile, che d l'illusione della rotazione. Dovremmo allora parlare di interferenza destra e sinistra, ognuna delle quali
ha effetti diversi. D'altra parte sappiamo che l'energia sottile pu essere aspirata

159

o spinta da semplici figure e quindi non dobbiamo necessariamente pensare ai


chakra come a qualcosa che si muove letteralmente.
La velocit di "rotazione" non costante, ma varia molto nel corso della
giornata, aumenta rapidamente per effetto di una forte emozione, di uno
sforzo improvviso, dell'assunzione di droghe e di eccitanti. Diminuisce durante il sonno, per effetto di esercizi di rilassamento, farmaci, droghe e per
effetto di certe energie inibenti. Un chakra iperattivo "gira" vorticosamente,
uno ipoattivo, "gira" lentamente e quindi parlare della velocit di rotazione
di un chakra o del grado di attivazione o eccitazione la stessa cosa.
Un centro che "gira" velocemente scambia molta energia con l'esterno, in
entrata e in uscita. Non si pu dire, in generale, quale sia la giusta velocit di
rotazione. Molto dipende dal momento, dallo stato di salute e dall'attivit
svolta. Un intellettuale, ad esempio, portato a stimolare i chakra superiori,
un atleta il Basale e il Meng Mein, un pianista quelli superiori e quelli delle
braccia, chi svolge un lavoro manuale, quelli delle mani e delle braccia. Caff, t e altri eccitanti, alcune emozioni accelerano i chakra, soprattutto il
Solare. Anche alcune droghe li accelerano, dando cos l'illusione di una
maggiore capacit fisica o mentale. Con il tempo questa velocit eccessiva
finisce con il guastare il loro equilibrio, con grave danno della salute. Un
chakra simile ad un ventilatore: se la sua velocit di rotazione troppo alta, i suoi petali e la sua membrana protettiva, cio i suoi interferometri sottili, possono rovinarsi anche irreparabilmente, danneggiando la sua capacit
di filtrare le giuste Caratteristiche Vibratorie delle energie in ingresso.
Non esistono differenze sostanziali tra i chakra della donna e quelli dell'uomo,
a parte certe ovvie differenze: il chakra della prostata e quelli dei testicoli presenti nell'uomo, dell'utero e delle ovaie nella donna. Non vero neppure che i
chakra di uomini e donne girino in modo opposto, n che abbiano polarit opposte. Perfino i chakra di molti animali superiori, a parte la grandezza e le qualit delle energie in gioco, sono simili in modo sconcertante a quelli dell'uomo.
Sto parlando ovviamente dei loro chakra di livello fisico!
Si pu modificare la velocit di "rotazione" dei chakra? Ovviamente, s. La
velocit di "rotazione" una delle variabili della Caratteristica Vibratoria complessiva di un chakra. E' sufficiente intervenire su uno dei suoi parametri per
alterare tutte le grandezze modificabili di un chakra e delle sue substrutture: il
collettore, la radice, le valvole, nonch la velocit e il senso di "rotazione", il tipo e la quantit di energie, il loro ordine di coerenza e cos via.

160

IV - IMPORTANZA DEI CHAKRA NELLE TERAPIE ENERGO-VIBRAZIONALI

I chakra sono le centraline di controllo che dirigono e controllano il corpo


eterico, captando, "digerendo", accumulando, trasmutando, distribuendo ed
espellendo energia sottile. Ogni tipo di energia densa e sottile pu attivarli o
inibirli. I chakra sono le "pompe" che riempiono di energia sottile-vitale il
nostro scudo difensivo energetico e quando la loro spinta decade per una
ragione qualsiasi, lo scudo diminuisce, si sgonfia e si preparano le
condizioni per l'insorgere di una malattia. Ricordate il quoziente di vitalit?
Quando esso scende, i nostri chakra si afflosciano e con essi lo scudo
difensivo e, altrettanto, quando sono i nostri chakra a scaricarsi, anche la
vitalit cala, insieme allo scudo difensivo.

la respirazione dei chakra:


assorbono energia pulita, espellono energia congesta

I chakra controllano il sistema nervoso, il sistema immunitario, il sangue, il


sistema respiratorio, i muscoli, eccetera. Il sistema chakrale costituito da
un gruppo di una dozzina o pi chakra "maggiori". Ognuno di loro attiva e
controlla un certo numero di chakra pi piccoli, ognuno dei quali a sua volta
pu attivare e controllare un gran numero di minichakra e cos via fino a livello cellulare. Ricapitolando:
Il sistema chakrale ha il compito di regolare il flusso di energia sottilevitale in entrata ed in uscita dal corpo eterico.

I principi fondamentali su cui si basano le terapie Energo-Vibrazionali sostengono che:

161

la malattia tende a manifestarsi nel corpo eterico sotto forma di squilibri nel sistema chakrale, prima che nel corpo fisico e poich i chakra sono le centraline di controllo del sistema eterico, sono una chiave di comprensione, anche se non unica, dello stato fisico, emotivo,
mentale e spirituale di una persona. Inoltre il loro riequilibrio comporta, a lungo termine, il riequilibrio del corpo fisico e degli altri
corpi sottili e quindi la loro guarigione.

la guarigione tende a manifestarsi prima nel corpo eterico, con il riequilibrio del sistema chakrale, poi nel corpo fisico (o nei corpi sottili)

L'esperienza dimostra che lo stato di equilibrio degli organi del corpo eterico,
chakra, canali e meridiani, aure, precede ed sempre condizionante l'equilibrio energetico e lo stato di salute degli organi, del sistema endocrino, del sistema immunitario e di molti altri apparati e funzioni dell'organismo umano.
Non c' dunque guarigione definitiva senza la guarigione dei chakra e del pool
di bioenergie che circolano nel nostro organismo energetico.
I chakra sono gli strumenti energetici con i quali stabiliamo i nostri
rapporti interpersonali: affettivi, emotivi, intellettuali, sessuali e di lavoro
della nostra esistenza. Ogni volta che due persone entrano in contatto, che il
rapporto sia di simpatia,
cura, amore o di disprezzo, antipatia, odio, si
stabilisce tra loro un sottile canale eterico pi o
meno resistente e duraturo. Una volta che il legame stabilito, la persona con il livello energetico pi alto, per il
principio dei vasi comunicanti, finisce, involontariamente, con il riversare energia verso l'altra.
Due persone legate da un
forte sentimento sono
congiunte da un canale
eterico, che unisce i chakra Solari. Se sono unite da una forte attrazione sessuale, il canale congiunge i rispettivi chakra Sessuali. Due persone che si

162

stimano intellettualmente, sono unite attraverso i loro chakra Ajna. Il legame


tra madre e figlio passa principalmente, ina non esclusivamente, attraverso i
chakra Ombelicali e Solari.
Il rapporto tra centri energetici e note musicali stato oggetto di ricerca
sin dai tempi pi antichi. I maestri del Ch'i Kong, ad esempio, avevano perfezionato certi movimenti del corpo, associati alla respirazione e a determinati suoni, utili nella cura del corpo. I maestri indiani avevano scoperto i
nada o suoni interni, che ricerche moderne sembrano confermare e che si
producono in stati di profondo rilassamento, chiudendo le orecchie con le
dita. Dapprima si sente il rumore della circolazione del sangue, in seguito
questo rumore cala ed emerge il nada. Esistono vari tipi di questi suoni,
ronzii, scampanellii, rumori di onde, cori di angeli, il suono Aum, il silenzio,
ognuno dei quali connesso ad un chakra. Ogni persona pu sentire solo uno
o due nada, che possono essere utilizzati, secondo la tradizione indiana, a
fini di guarigione e che indicano i chakra sui quali si sintonizzati.
La velocit di "rotazione" dei chakra di una persona si sincronizza sul tipo di
musica ascoltata. La musica classica armonizza e stimola i chakra. Anche certi
suoni hanno un effetto simile: il rumore del mare e dell'oceano li rilassano e li
armonizzano. La musica rock ha un forte effetto sul chakra Solare, quella classica e quella religiosa agiscono sul Cardiaco, sul Solare e sulla Corona.
Ecco un elenco dei chakra pi importanti del nostro sistema eterico:
Anteriori

Centrali
Chakra Coronale

Chakra Frontale
Chakra Ajna
Chakra della Gola
Chakra Cardiaco anteriore
Chakra Solare anteriore
Chakra Ombelicale
Chakra Sessuale

Posteriori

Chakra della Nuca


Chakra della base del Collo
Chakra Cardiaco posteriore
Chakra Solare posteriore
Chakra Meng Mein
Chakra Basale
Chakra Perineale

Oltre a questi hanno grande importanza: i due chakra Splenici, collocati


ali' altezza della milza, uno anteriore e l'altro posteriore, i due chakra del
palmo delle mani, i due chakra della pianta dei piedi.

163

I chakra hanno un rapporto molto stretto con il sistema endocrino: ad ogni


centro maggiore corrisponde in genere una ghiandola endocrina. Ogni centro
maggiore, sia pure indirettamente, quindi attiva e controlla una parte del sistema
endocrino, che a sua volta responsabile della produzione degli ormoni. Queste
sono sostanze in circolo nel sangue che regolano le funzioni del metabolismo
cellulare, della crescita, della sessualit, della risposta allo stress, della memoria,
dei sistemi circolatorio, digestivo, respiratorio, linfatico, nervoso, muscolare, osseo, riproduttivo, escretorio, eccetera. E' facile comprendere perch il sistema
chakrale ha un'influenza cos profonda su tutto il corpo fisico.

Capitolo
La circolazione energetica

Ecco la corrispondenza tra i chakra e le ghiandole endocrine:


I - SEGUENDO LA TRADIZIONE
CHAKRA

GHIANDOLA ENDOCRINA

CORONALE

PINEALE

AJNA

PITUITARIA, IPOTALAMO

GOLA

TIROIDE E PARATIROIDI

CARDIACO POSTERIORE

TIMO

SOLARE ANTERIORE

PANCREAS

MILZA-SPLENICO

MILZA

MENGMEIN

SURRENALI

SESSUALE

SESSUALI

Se i chakra sono carichi di energia sottile-vitale pura e non congesta gli organi
e i tessuti che essi controllano sono sani, vitali e in perfetta salute. Quando i
chakra si sporcano e si caricano di energie sottili congeste prima o poi si manifesta una malattia. In Diagnosi sottile, grazie alla percezione del livello e della
qualit delle congestioni, si possono diagnosticare squilibri che preludono ad
una malattia o sono il segnale che una malattia gi in atto. E' comprensibile
l'importanza di avere dei chakra sempre puliti ed attivi.
Anche i problemi psichici hanno precisi riscontri in uno o pi chakra, che sono
anche sofisticati strumenti di controllo degli stati di coscienza, dotati di una intelligenza istintiva, che permette loro, se in stato di equilibrio, non solo di stimolare ed attivare l'energia vitale e quindi la salute e il benessere, ma anche di modificare lo stato psichico. Se un problema psichico annidato in un chakra, questo
il pi delle volte si ingorga di energia non metabolizzata e congesta.
Per altre informazioni sulle funzioni dei chakra consiglio il Lettore di leggere i libri di Choa Kok Sui e di Alice A. Bailey.

164

Il sistema chakrale interconnesso da un complicato sistema di circultz


energetici, la cui investigazione dunque di grande importanza. Le tradizioni che pi si sono occupate del problema sono quella cinese e quella indiana.
La prima sostiene l'esistenza di due canali principali separati, uno anteriore
e l'altro posteriore, che si congiungono nel chakra Coronale, in alto, e nel
chakra del Perineo, in basso. Anche la tradizione indiana sostiene l'esistenza
di due canali principali, che partono dalle narici, che si intrecciano intorno
alla .colonna vertebrale e terminano alla base della colonna vertebrale, percorsi da due energie polari, Ida e Pingala (Plus e Minus). Questa nozione
pres~<?~te anche nelle tradizioni esoteriche occidentali: il Caduceo, il bastone
simbolo della medicina, formato da due serpenti, che si intrecciano intorno
ad un supporto centrale.
~e due tradizioni indiana e cinese su questo punto sembrerebbero dunque

m aperto contrasto. Chi ha ragione? Entrambe esprimono delle verit. Infatti, a .b~n ved.ere, esse co? tengono due nozioni diverse, ma non opposte:
la tradiziOne cmese sottolmea, con i suoi due canali separati, il cui movimento ricorda il simbolo classico dello Yin e dello Y ang, il flusso circ?lar~ di en.ergia dal_I'~lto verso il basso e dal basso verso l'alto, gli scambi dei centn energetici tra loro e tutto il sistema energetico e tra l'uomo e
le energie del cielo e della terra. La tradizione indiana sottolinea, con i
due c~nali int~ecciati portatori di due energie polari, le diverse polarit di
energia che alimentano tutto il sistema energetico individuale secondo le
esigenze particolari e specifiche di ciascun chakra. La tradizi,one indiana
pone, all'interno di questa concezione, il legame tra coscienza e energia/materia ..Infa~ti i canali si intrecciano tra il chakra Perineale, polo del
no.stro congmngimento alla Terra, e il chakra Coronale, polo della coscienza e della spiritualit.

165

II - UNA VISIONE MODERNA


I circuiti energetici che collegano i cbakra sorio sottoposti ad un ciclo di
inspirazione-espirazione. Con molta semplificazione diciamo che c' una
fase nella quale dapprima il circuito destro aspira bioenergia mentre il sinistro espira. Poi la fase si inverte e il destro espira e il sinistro inspira. Questo
ciclo pu ripetersi ogni 5 o l O secondi pi o meno. Esiste un numero veramente grande di circuiti il cui scopo collegare tra loro i vari chakra, distribuire energia sottile e disperdere le congestioni.

I flussi della circolazione superficiale scorrono da pochi millimetri a qualche


decimetro di distanza dalla pelle e si svolgono in due fasi, della durata di alcuni secondi fino a oltre un minuto.
Prima fase: Nella parte anteriore del corpo un flusso discendente scorre nel
lato destro dalla testa ai piedi, un flusso ascendente dai piedi alla testa. Nella
parte posteriore, un flusso ascedente dai piedi alla testa sulla destra e uno di- .
scendente dalla testa ai piedi sulla sinistra del corpo.
Seconda fase: i flussi si invertono.

Ogni circuito costituito da radici chakrali e da canali di collegamento ed


regolato dal funzionamento delle valvole chakrali.

L'intera circolazione superficiale sembra diretta da uno o due chakra, probabilmente dal chakra Basale e da quello Cardiaco.

L'insieme dei circuiti permette alla bioenergia di circolare continuamente e


distribuirsi nel corpo eterico.

II-B La circolazione interna

Esistono tre livelli di circolazione:

~ ci~cuito principale. La circolazione interna veloce basata su tre canali maggiOn e un numero enorme di canali minori. I tre canali maggiori sono i seguenti:

1)
2)
3)

circolazione superficiale,
circolazione interna, che pu essere lenta e veloce,
circolazione esterna.

1)
2)

All'interno di questa complessa circolazione, anche quelle del sangue e della


linfa svolgono un ruolo particolare che possiamo ascrivere a quella interna.
II-A La circolazione superficiale
Un pioniere dello studio di questa circolazione stato il defunto dottor Randolph Stone, Autore nordamericano di una terapia chiamata Polarity Therapy. Nel suo studio, a mio avviso, non presente una visione complessiva e
soprattutto funzionale della circolazione della bioenergia. Ci nonostante
Randolph Stone deve essere considerato come il primo importante studioso
che ha affrontato in modo approfondito l'argomento e per questo motivo gli
va riconosciuto un grande merito.
La funzione della circolazione circolazione superficiale :
1)
2)
3)

166

rifornire di bioenergia il derma


rifornire di bioenergia lo scudo difensivo bioplasmico e
mantenere pulita l'aura pi interna.

3)

il canale anteriore. che corrisponde al meridiano funzionale dell'Agopuntura cinese, che passa lungo la parte anteriore del corpo;
il canale posteriore. che corrisponde al meridiano governatore dell'Agopuntura, che scorre lungo la colonna vertebrale;
il canale centrale, o canale della trasmutazione, l 'Athanor interno,
che collega il chakra Coronale a quello Perineale. Questo canale ,
nella maggior parte delle persone, molto pi piccolo degli altri due.

Il canale anteriore e il canale posteriore scorrono quasi sulla superficie del


corpo, il canale centrale scorre internamente. I primi due collegano quasi
tutti i chakra maggiori anteriori e posteriori e si incontrano con il canale interno sulla cima della testa, nel chakra Coronale, che, secondo i Maestri
taoisti cinesi, era il centro di altri l 00 canali e nel punto pi in basso del
tronco, nel chakra del Perineo.
l nodi di collegamento. Il canale centrale, che, in individui particolarmente
dotati dalla nascita o da tecniche apposite, pu operare i tre tipi di
trasmutazione, collega il' chakra Coronale al Perineo, attraverso sette nodi
che congiungono sette coppie di chakra omologhi (vedi pi oltre) mediante
altrettanti canali trasversali.

167

I sette nodi :
1)

2)

3)

4)
5)

6)

7)

NODO O CHAKRA
CHAKRA PERINEALE
NODO BASALE
NODO OMBELICALE
NODO SOLARE
NODO SPLENICO
NODO CARDIACO
NODO GIUGULARE
NODO CEREBRALE
CHAKRA CORONALE

Il nodo cerebrale, collega il chakra Ajna al


chakra della Nuca attraverso il canale cerebrale;
Il nodo giugulare,
collega il chakra della
Gola al chakra del
Collo attraverso il canale giugulare;
Il nodo cardiaco,
collega i due chakra
Cardiaci attraverso il
canale cardiaco;
Il nodo splenico, collega
i due chakra Splenici;
Il nodo solare, collega i
due chakra Solari attraverso il canale solare;
II nodo ombelicale,
collega chakra Ombelicale al chakra Meng
Mein attraverso il canale
ombelicale;
Il nodo basale, collega chakra Basale e
chakra Sessuale attraverso il canale basale.

.
La struttura fondamentale della circolazione interna il circuito principale, che
costituito dai tre canali maggiori, dai canali trasversali, dalle radici chakrali e dai
nodi. La circolazione interna costituita da due strutture circolatorie diverse:

La circolazione interna lenta,


che ha lo scopo di spostare i frammenti di bioplasma sporco o malato
creati dal processo vitale stesso o dalla malattia, in direzione della
supeificie del corpo denso. Si svolge dagli organi e dai tessuti interni
e dal canale centrale verso l'epidermide. La sua funzione essenzialmente decongestionante. La circolazione sanguigna e linfatica sono
parte di questa circolazione. Parler pi diffusamente della circolazione lenta a proposito del meccanismo naturale di decongestione.

Il circuito principale

I tre canali maggiori con i loro chakra, i canali trasversali e i nodi del canale
centrale formano il circuito principale. Esistono molti altri circuiti che comprendono radici chakrali e canali minori.
I nodi possono, a certe condizioni, operare i tre tipi di trasmutazione. Ognuno di essi dotato di una certa frequenza e di una propria Caratteristica Vibratoria. Stimolando la frequenza di un nodo esso pu trasmutare energia
sottile. Queste frequenze sono correlate alle note della scala musicale.:

168

NOTA DI TRASMUTAZIONE
Do 1
Do2
RE2
MI2
FA2
SOL2
LA2
Sr2
Do3

La circolazione interna veloce,


che ha lo scopo di rifornire di bioenergia tutti i chakra maggiori e
tutti gli organi interni. La sua funzione principale quella
dell'alimentazione energetica. Struttura fondamentale della circolazione interna il circuito principale, costituito dai tre canali maggiori,
dai canali trasversali, dalle radici chakrali e dai nodi.

II -C La lateralit e gli omologhi


Due circuiti paralleli come rotaie. Lo schema riportato, nonostante la sua
complessit, ancora una semplificazione. In realt, come ho accennato,
esistono due circuiti distinti, il destro e il sinistro, che comprendono la sezione destra e sinistra di ogni chakra maggiore, dei tre canali del circuito
principale, di ogni nodo e di ogni canale importante. Si pu parlare cos di
un circuito interno destro e di un circuito interno sinistro, paralleli come le

169

rotaie del treno e parzialmente indipendenti, nel senso che la bioenergia circola in modo semiautonomo attraverso di essi. Questa parziale autonomia fa
s che spesso esistano delle differenze molto rilevanti di carica energetica tra
la parte destra e quella sinistra del corpo. Queste asimmetrie in genere non
sono dannose e non indicano patologie di qualche gravit, altre volte nascondono squilibri e patologie anche gravi.
Le coppie di chakra omologhi. Chiamo chakra omologhi quelli caratteriuati
dall'inversione di fase e uniti tra loro da un canale trasversale e da un nodo. I
nodi hanno non solo una funzione di collegamento tra la coppia omologa e di

Coppie di chakra omologhi


CHAKRAAJNA

CHAKRA DELLA NUCA

CHAKRA DELLA GOLA

CHAKRA ALLA BASE DEL COLLO

CHAKRA CARDIACO ANTERIORE

CHAKRA CARDIACO POSTERIORE

CHAKRA SPLENICO ANTERIORE

CHAKRA SPLENICO POSTERIORE

CHAKRA SOLARE ANTERIORE

CHAKRA SOLARE POSTERIORE

CHAKRA OMBELICALE

CHAKRA MENG MEIN

CHAKRA SESSUALE

CHAKRA BASALE

CHAKRA CORONALE

CHAKRA PERINEALE

CHAKRA DELLA MANO DX

CHAKRA DELLA MANO SX

CHAKRA DEL PIEDE DX

CHAKRA DEL PIEDE SX

RADICI DEl CHAKRA

Perch li chiamo omologhi? Intanto ricordiamo che i chakra sono divisi in


sezione destra e sezione sinistra e che ...
In una coppia di omologhi, quando la sezione destra di un chakra in fase di emissione, la sezione sinistra dell'altro sempre in fase di aspirazione e viceversa.

Meccanismo che , come vedremo, di estrema importanza nel processo di


decongestione.
II-D Punti di comando dei chakra

PARTI ESTERNE DEl CHAKRA SOLARI

Struttura ipotetica di due chakra omologhi


(nell'esempio il chakra Solare anteriore ed il chakra Solare posteriore)

Ricordate il discorso fatto a proposito del principio di olonomia nel corpo


umano? Ebbene, ogni chakra ha alcuni punti, che permettono di attivarli,
inibirli e decongestionarli, parte dei quali si trovano sulle mani e sui piedi.
Attraverso di essi possibile agire indirettamente sui chakra e sul loro funzionamento. Alcuni corrispondono a quelli dell'Agopuntura, della Digitopressione e della Riflessoterapia, altri non compaiono in nessuna di queste
discipline. Nella mano e nel piede i punti di comando pi importanti sono:

collegamento con l'energia che scorre nel canale centrale ma anche, come ho
detto di operare, a certe condizioni, le tre modalit di trasmutazione. Sono chakra omologhi anche quelli della coppia formata da chakra Coronale e Perineale,
collegati tra loro dali' intero canale centrale e dai sette nodi. Esistono molte
coppie di omologhi. Ecco alcune tra le pi importanti:

170

171

dal basso verso l'alto o da1l 'alto verso il basso nel canale posteriore,
dal basso verso l'alto o dall'alto verso il basso nel canale anteriore,
dal basso verso l'alto e verso la periferia in quello centrale.

Punti di comando
PUNTA DEL POLLICE

CHAKRA BASALE

PUNTA DELL'INDICE

CHAKRAAJNA

PUNTA DEL MEDIO

CHAKRA CORONALE E DELLA NUCA

PUNTA DELL'ANULARE

LOBO CORRISP. DEL TIMO E CH. CARD! ACO POST.

PUNTA DEL MIGNOLO

CHAKRA FRONTALE, CHAKRA OMBELICALE

CENTRO DELLA MANO

CHAKRA CARDIACO ANTERIORE

MONTE DI VENERE

CHAKRA SOLARE ANTERIORE

BASE DELL'ALLUCE

CHAKRA DELLA GOLA

PUNTA DELL'ALLUCE

CHAKRA PERJNEALE

PUNTA DEL SECONDO DITO DEL PIEDE

CHAKRA SESSUALE

SUL MIGNOLO DEL PIEDE

CHAKRA MENG MEIN

SULLA PIANTA DEL PIEDE

CHAKRA SOLARE POSTERIORE

Ma, attenzione:
Ciascun punto di comando relativo alla sezione corrispondente del chakra
e non a tutto il chakra.

Ogni punto di comando in realt un piccolo chakra che funziona come una
specie di rubinetto o di terminale che regola il chakra che comanda. Attraverso di esso possiamo avere molt informazioni indirette sul chakra e lavorare come se stessimo agendo sul chakra stesso. Grazie ad essi possibile
intervenire sui chakra per pulirli, attivarli, inibirli e quant'altro prevede la
terapia. La cosa pi interessante che i punti di comando possono essere
stimolati non solo dalle mani dell'operatore, ma anche, e forse meglio, da
apposite apparecchiature ad energia sintropica. Per il 70% delle persone i
punti di comando della mano e del piede destro corrispondono alle sezioni
destre dei chakra e altrettanto: i punti di comando della mano e del piede
sinistro corrispondono alle sezioni sinistre dei chakra. Ma, attenzione: J2Q.
il 30% circa delle persone, questa corrispondenza invertita.
II-E Lo scorrimento interno della bioenergia
Senso, ritmi e velocit di scorrimento della bioenergia. La bioenergia
scorre prevalentemente:

172

La bioenergia percorre il sistema circolatorio energetico non costantemente,


ma piuttosto secondo dei cicli, il cui ritmo connesso allo stato fisicoemotivo-mentale, allo stato di salute, al modello di respirazione, ai ritmi
propri dei vari chakra, alla qualit delle bioenergie, alla quantit di energie
di ordine superiore, alla presenza di congestioni e di eventuali parassiti bioplasmici e a molti altri fattori. Questi ritmi calano quando una persona
sottoposta ad anestesia, malata, in meditazione, dorme o rilassata; accelerano quando una persona eccitata, sotto sforzo fisico o mentale. Ritmi pi rapidi sono caratteristici di persone con alti livelli energetici, buona
qualit del pool bioenergetico, grande quantit di energie sintropiche. Ritmi
lenti sono caratteristici di persone con un basso livello d'energia e cattiva
qualit delle bioenergie. Secondo la tradizione cinese esiste una specie di
orologio biologico che, nel corso delle 24 ore, attiva via via tutti i meridiani.
Operando nelle ore di attivit dei vari meridiani i risultati, secondo l'Agopuntura cinese, sono migliori.
La velocit di scorrimento della bioenergia correlata ai ritmi ed funzione:

della quantit e della qualit delle congestioni che ostruiscono i canali (maggiore la pulizia del sistema, maggiore la velocit),
della grandezza dei canali,
della qualit della bioenergia circolante.

La velocit di scorrimento inversamente proporzionale all'ordine delle


energie circolanti: le pi lente sono quelle congeste, pi veloci sono quelle
ambientali ordinarie (ordine l 0 ) , molto veloci sono le energie di ordine superiore. Inoltre, tra le energie di un certo ordine, le pi lente sono le energie
Plus: Rosso-sottile, Arancio-sottile e Giallo-sottile, pi veloci le Minus:
Verde-sottile e Viola-sottile. Il Blu-sottile, essendo inibente, rallenta la circolazione e restringe canali e circuiti.
Riuscire a valutare la velocit di scorrimento della bioenergia lungo i canali
un valido strumento a disposizione del terapeuta Energo-Vibrazionale. In
genere ritmi rapidi e velocit di scorrimento alta sono segnali di buona
salute. La maggior parte delle persone malate presentano rallentamenti e
blocchi, che rendono pi o meno inattiva una parte del circuito principale.

173

Allora le energie che riforniscono alcuni chakra non sono pi quelle ideali
per una buona salute e i tessuti e gli organi, alimentati da quei chakra,
cominciano a deperire e ad ammalarsi.

2)

Il canale posteriore della gamba dx


parte dal nodo radicale, attraversa la sezione destra del chakra basale,
scorre lungo la parte posteriore della gamba destra e termina nella
pianta del piede destro (punto di comando del rene dx).

3)

Il canale anteriore della gamba sx


parte dal nodo radicale, attraversa la sezione sinistra del chakra sessuale, scorre lungo la parte anteriore della gamba sinistra e termina
sulla punta del secondo dito del piede sinistro (punto di comando del
chakra sessuale sezione sx).

4)

Il canale posteriore della gamba sx


parte dal nodo radicale, attraversa la sezione sinistra del chakra basale,
scorre lungo la parte posteriore della gamba sinistra e termina nella
pianta del piede sinistro (punto di comando del rene sx).

11-F I circuiti secondari: canali delle braccia e delle gambe


Nelle braccia passano due canali principali: l'anteriore e il posteriore. Le
descrizioni che seguono valgono per la maggior parte dei soggetti, ma circa
il 30% delle persone presentano, come detto, l'inversione tra la sezione del
chakra d'origine del canale e la mano o il piede d'arrivo. Il flusso di scorrimento di questi canali si inverte in media ogni 6/1 O secondi.
l)

Il canale anteriore del braccio dx


parte dal nodo cardiaco, attraversa la sezione destra del chakra Cardiaco anteriore, scorre lungo la parte interna del braccio destro e termina nel chakra del palmo della mano dx.

2)

Il canale posteriore del braccio dx


parte dal nodo cardiaco, attraversa la sezione destra del chakra Cardiaco posteriore, scorre lungo la parte esterna del braccio destro e termina sul polpastrello dell'anulare della mano dx.

3)

4)

Il canale anteriore del braccio sx


parte dal nodo cardiaco, attraversa la sezione sinistra del chakra Cardiaco anteriore, scorre lungo la parte interna del braccio sinistro e termina nel chakra del palmo della mano sx.
Il canale posteriore del braccio sx
parte dal nodo cardiaco, attraversa la sezione sinistra del chakra Cardiaco posteriore, scorre lungo la parte esterna del braccio sinistro e
termina sul poi pastrell o dell'anulare della mano sx.

Nelle gambe passano due canali principali: anteriore e posteriore. Il flusso di scorrimento di questi canali si inverte in media ogni 6/1 O secondi.
l)

174

Il canale anteriore della gamba dx


parte dal nodo radicale, attraversa la sezione destra del chakra sessuale, scorre lungo la parte anteriore della gamba destra e termina sulla
punta del secondo dito del piede destro (punto di comando del chakra
sessuale sezione dx).

Quelli descritti non sono gli unici canali delle braccia e delle gambe, ma
quelli che veicolano la maggior quantit di energia.

III - LA CIRCOLAZIONE SANGUIGNA COME CIRCOLAZIONE ENERGETICA


E' stato scritto che gli esseri umani sono dei cristalli viventi e ho descritto,

all'inizio del libro, alcune interpretazioni circa le propriet semicristalline


dell'acqua e delle cellule. I cristalli liquidi hanno una natura doppia: sono dei
fluidi, ma anche dei cristalli. Chiunque abbia una certa sensibilit all'energia
sottile avr notato con quanta facilit i display a cristalli liquidi si congestionano. Questo l'effetto della loro grande capacit di accumulare energia sottile.
Anche le cellule del corpo, comprese quelle del sangue, hanno una natura simile ai cristalli liquidi e, come tali, possono memorizzare bioinformazioni e
una certa quantit di energia densa e sottile.
Il sangue costituito da una parte cellulare e da una parte plasmatica. Le
cellule del sangue sono, come noto, i globuli rossi, i globuli bianchi e le
piastrine. Il plasma costituito al 90% da acqua e per il restante l 0% da
proteine e altre sostanze. Ambedue le componenti, l'acqua e le cellule, sono
vettrici di energia sottile. L'acqua, contenuta nel plasma e in tutto
l'organismo, ha, come sappiamo dal capitolo 3, una natura semicristallina,
responsabile della sua capacit di memorizzare. Informazioni, bioenergia
pura e congestioni si accumulano continuamente nell'acqua dell'organismo

175

e nel plasma e, grazie alla circolazione sanguigna, sono trasportate in ogni


tessuto, in ogni organo del corpo.
Il sangue , a tutti gli effetti, un tessuto, ma molto particolare, infatti, grazie
alla sua fluidit, in grado di diffondere energia sottile in tutte le parti del
corpo nel giro di qualche minuto. I globuli rossi hanno una particolarit in
pi rispetto alle altre cellule del sangue: ognuno di loro contiene nel proprio
nucleo una piccolissima quantit di ferro. Ebbene, il ferro, circondato com'
da materiale organico, si comporta come un potente accumulatore organico, cio un ottimo accumulatore di energia sottile. Possiamo dire dunque
che i globuli rossi sono le cellule vettrici di energia sottile tra le pi specializzate dell'intero organismo.
La circolazione del sangue e quella linfatica, dal punto di vista sottile, svolgono due funzioni importanti: in primo luogo, veicolano e memorizzano informazioni, in secondo luogo, trasportano notevoli quantit di bioenergia
che viene utilizzata da tutto l'organismo per le s_ue necessit vitali. La bioenergia, una volta utilizzata, in gran parte congesta e contiene, sotto forma
di piccoli frammenti di bioplasma (i bioplasmoidi) una certa quantit di tossine e materiali di rifiuto che devono essere eliminati. L'eliminazione della
loro componente densa avviene grazie ai filtri del corpo (reni, fegato, polmoni, pelle), l'eliminazione della componente sottile, attraverso la circolazione interna lenta. Questa, come si ricorder, ha lo scopo di riportare congestioni sottili e frammenti bioplasmici verso la superficie del corpo e, successivamente, disperderli nello spazio grazie allo scudo dei bioplasmoidi.
Affronter diffusamente questo argomento nel capitolo 14, dedicato
all'apparato naturale di decongestione.

IV - LA CIRCOLAZIONE ESTERNA DEI CHAKRA


piuttosto complessa e solo in parte compresa. I flussi scorrono anche a
molti decimetri dal corpo. Mi limiter a descrivere la circolazione esterna
dei chakra omologhi, la circolazione esterna di mani e piedi, la circolazione
esterna Corona-Perineo.
IV -A La circolazione esterna dei chakra omologhi
Una coppia di chakra omologhi crea due flussi esterni di bioenergia.
Prendiamo come esempio la coppia di chakra omologhi Cardiaco anteriore e

176

posteriore. I due chakra comunicano tra loro grazie a due flussi di bioenergia, uno interno e
l'altro esterno. Quello interno
scorre attraverso il canale trasversale e il nodo cardiaco. Il
flusso esterno formato da due
correnti di senso opposto: una
esce dalla sezione destra del
Circolazione energetica
chakra anteriore e viene partra due chakra omologhi
zialmente assorbita dalla sezio(vista dall'alto)
ne sinistra del chakra omologo
posteriore; l'altra parte dalla sezione sinistra del chakra posteriore per essere
parzialmente assorbita dalla sezione destra del chakra anteriore. Le due correnti, dopo qualche secondo, si invertono e la sezione che emetteva assorbe e
quella che assorbiva emette bioenergia. Vista dall'alto questa respirazione
energetica sembra un otto rovesciato.
Per effetto dello squilibrio della lateralit dei due circuiti, il destro e il sinistro, la quantit di bioenergia delle due correnti esterne non generalmente
della stessa portata. Consideriamo una coppia di omologhi A e B. La corrente tra la sezione dx del chakra A e la sezione sx del suo omologo B pu
avere una portata dell'80%, mentre la corrente opposta del 20%. Quando il
sistema energetico perfettamente equilibrato nelle due parti dell'otto scorrono quantit identiche di bioenergia: 50% e 50%.
IV-B La circolazione esterna di mani e piedi
Anche i circuiti delle mani e dei piedi sono piuttosto complessi e intricati.
La seguente una descrizione molto semplificata:
Il circuito esterno delle mani. Dalle dita in emissione a quelle in assorbimento e viceversa di una stessa mano. Dalle dita in emissione al palmo in
assorbimento e viceversa di una stessa mano. Dalle dita in emissione di una
mano, al palmo in assorbimento dell'altra mano. Dal palmo in emissione di
una mano, alle dita in assorbimento dell'altra mano.
Il circuito esterno dei piedi ricalca quello delle mani. Dalle dita in
emissione a quelle in assorbimento e viceversa di una stesso piede. Dalle
dita in emissione alla pianta in assorbimento e viceversa di uno stesso
piede. Dalle dita in emissione di un piede, alla pianta in assorbimento

177

dell'altro piede. Dalla pianta in emissione di un piede, alle dita in assorbimento d eli' altro piede.

Cap.13
I circuiti esterni mani-piedi collegano i chakra delle mani a quelli dei piedi e
sono ancora pi complessi. Questi flussi si invertono ogni 211 O secondi.

IV-C La circolazione esterna Corona-Perineo


Non diversa da quella di due chakra omologhi. L'unica differenza sta nella
distanza tra i due chakra e neli' importanza che riveste nel processo naturale di
decongestione e, in alcuni individui particolarmente allenati, di trasmutazione.

I corpi sottili deH 'uomo


I - I NOSTRI SENSORI NELL'UNIVERSO MULTIDIMENSIONALE
In questo capitolo approfondiremo il concetto, gi pi volte accennato, secondo
il quale l'essere umano un'entit multidimensionale. La fondatrice della Teosofia, Madame Blavatsky, sosteneva che la materia non che Spirito nella sua
forma pi bassa e lo Spirito materia nella sua forma pi elevata. Tra il piano fisico e quello immateriale della coscienza non c' un salto, ma un graduale passaggio lungo dimensioni le cui materie/energie sono sempre meno dense. In
queste dimensioni sono attivi i corpi sottili dell'uomo, sfere di funzioni e attivit, delle quali l'uomo comune in genere non cosciente, ma la cui esistenza
confermata da chiaroveggenti, dalle esperienze di uscita dal corpo fisico e perfino da qualche sorprendente esperimento scientifico.
Anche per l'altra grande esoterista, Alice A. Bailey, i corpi sottili non sono
astrazioni, ma organismi veri e propri, composti di materie diverse da quella
fisica, agglomerati variamente colorati di atomi ad elevata vibrazione, simili
a serbatoi di forza con vie di accesso e di scarico. Cos come il corpo denso
capta, trasforma ed emette energie del livello fisico-denso, cos i corpi sottili
veicolano i dati sensoriali raccolti dal corpo fisico, verso i piani emozionale,
mentale e coscienziale da dove captano, trasformano ed emettono energie rispettivamente emozionali, mentali e coscienziali.
Possiamo pensare i corpi sottili come oscillatori sintonizzati su particolari forme d'onda dell'oceano di Energia Fondamentale, strumenti del S, atti a penetrare in particolari stati di coscienza. Grazie ai corpi sottili le energie emozionali
e mentali si trasmutano nel corpo fisico in energie fisiche dense (elettriche,
chimiche, ecc.) e quindi in azione nel piano fisico. Viceversa, quando i nostri
sensi captano immagini, suoni, calore, dapprima l'organismo trasforma queste
energie dense in energie biologiche (elettriche, chimiche, ecc.), poi il corpo eterico le trasforma, grazie al principio di interazione, in energie sottili, infine i
corpi sottili trasmutano le energie sottili in percezioni, sensazioni, emozioni,
idee, opinioni, pensieri, cio in energie sottili multidimensionali.

178

179

I corpi dell'anatomia sottile:


fisico, nella_ dimensione fisica (dimensione l)
astrale, inferiore e superiore, nelle dimensioni astrali inferiore e superiore, (dimensioni 2 e 3)
mentale inferiore e superiore nelle dimensioni mentali inferiore e
superiore, (dimensioni 4 e 5)
coscienziale, nella dimensione coscienziale (dimensione 6).

tessuti, cellule, ormoni e perfino nelle molecole, contenitori viventi di


sentimenti, eventi e traumi del passato. Abbiamo visto che il corpo eterico
composto di una sostanza particolare, detta appunto etere, pi sottile della
materia ordinaria densa. La sostanza eterica esiste in molte forme, dotate di
diversi gradi di densit, come illustra lo specchietto seguente.
Gli eteri:

Qualcuno definisce corpi sottili: l'astrale, il mentale ed il coscienziale; corpi


inferiori: il fisico, l'astrale e il mentale; corpi psichici: l'astrale ed il mentale.
Il complesso dei corpi fisico, astrale e mentale ci che si chiama personalit, mentre il complesso "mentale superiore - corpo coscienziale" l'aspetto
transpersonale dell'essere umano. A questi alcune dottrine aggiungono altri
veicoli di natura ancor pi sottile e spirituale. Ognuno di questi corpi lavora
con il tipo di energie e materie esistenti nella dimensione che gli propria
ed dotato di una o pi aure, cio campi d'energia.
Il rapporto tra corpo denso e corpo eterico. L'uomo d grande importanza
al suo corpo fisico per molte ragioni. E' il solo che un individuo ordinario di
solito percepisce e quindi quello a cui abituato. Il corpo fisico-denso
sembra dotato di una grande stabilit nel tempo, che permette di riconoscerci e riconoscere gli altri nella forma e nell'aspetto materiale. Si tratta di una
stabilit apparente, perch in realt esso cambia continuamente: il pancreas
si rinnova ogni giorno, la mucosa dello stomaco ogni tre, i globuli bianchi
ogni dieci, la pelle e quasi tutto il cervello ogni mese, ogni tre mesi lo scheletro e ogni anno il 98% di tutti gli atomi del corpo. La "stabilit" del corpo
fisico affidata principalmente al piano di costruzione, o blueprint, come lo
chiamano gli inglesi, contenuto nelle memorie del corpo eterico. Grazie alle
cellule e alla loro struttura semicristallina che memorizza bioinformazioni
sottili, all'acqua presente nell'organismo, ai chakra ed altre strutture, il corpo eterico "ricorda" e ricostruisce continuamente struttura, forma, funzioni
ed attivit di tessuti ed organi.
La coscienza, realt vicina all'energia pura, ha dunque nel corpo fisico e nel
cervello solo una base materiale, un supporto, un trasduttore fisico di
energie, provenienti dal corpo eterico e dai corpi sottili. La mente ha
numerose basi fisiche delle quali il cervello la principale, ma non l'unica.
La memoria, la volont e le altre espressioni dello psichismo sono diffuse
per tutto il corpo e trovano le loro basi corporee in organi, muscoli, ossa,

180

etere fisico o etere l o bioplasma, il pi denso dei cinque eteri e affine


alla materia fisica
eteri astrali o eteri 2 e 3, pi sottili del precedente, affini alle sostanze astrali
eteri mentali o eteri 4 e 5, ancor pi sottili affini alle sostanze mentali
etere coscienziale o etere 6, il pi sottile, affine alla sostanza coscienziale.

I chakra sono delle strutture multidimensionali, composti dai vari tipi di


eteri che abbiamo esaminato. Sono le nostre porte nel Cosmo multidimensionale, le cui materie, per il principio di coesistenza non distruttiva, e i loro eteri
possono occupare lo stesso spazio nello stesso tempo non distruttivamente. I
chakra dell'essere umano sono sintonizzati su pi dimensioni: sul livello fisico-eterico, sui due livelli astrali, sui due livelli mentali, sul livello coscienziale
e ancora oltre. Esiste, ad esempio, un chakra Solare a livello denso, uno a livello astrale inferiore, uno a livello astrale superiore e cos via, tutti nella stessa
regione spaziale. Infatti l'eterico (la mescolanza dei vari eteri) , come si ricorder, l'ascensore delle dimensioni di esistenza del Cosmo. Poich la sostanza dei chakra l'eterico, lo stesso chakra esiste e risuona in tutte le dimensioni contemporaneamente, occupando lo stesso spazio.
Avete mai visto uno studio televisivo, con i suoi molti monitor che
mostrano tante immagini differenti per quante telecamere stanno
funzionando? Immaginate che un chakra sia uno di questi studi, dove
giungono informazioni da tanti sensori (i nostri corpi sottili) collocati in
dimensioni diverse del Cosmo. Queste dimensioni non sono lontane nello
spazio, ma sono caratterizzate da differenti vibrazioni: materie la cui
vibrazione via via pi alta. E' nel chakra che tutte queste informazioni
subiscono dei processi di sintesi e di elaborazione, dei quali per ora
abbiamo solo qualche idea vaga. I chakra sintetizzano le nostre esperienze a
livello fisico-denso, emozionale-astrale, mentale e spirituale e, per questa
ragione, qualche autore parla dei chakra come degli esseri dotati di
coscienza ed intelligenza.

181

Per la verit, anche la scienza ufficiale inizia a postulare l'esistenza della


mente come realt autonoma e separata dal corpo: John Eccles, ricercatore
nel campo delle neuroscienze, premio Nobel per la medicina e la fisiologia e
il filosofo Karl Popper sostengono che l'esistenza della coscienza e dell'autocoscienza sono incomprensibili se non si ammette l'autonomia della mente
dal cervello. A proposito della comparsa della coscienza nel processo evolutivo dell'uomo, non possibile dare alcuna spiegazione puramente materialistica della misteriosa apparizione della coscienza in un mondo fino ad
allora privo di processi mentali. Dalle ipotesi di Eccles discende che, se la
mente indipendente dal cervello, essa deve esistere in una dimensione diversa da quella fisica. Sullo stesso tema il medico americano di origine indiana, Deepak Chopra, ha scritto:

"Prima la scienza affennava che noi siamo macchine fisiche che hanno imparato a pensare. Ora spunta la tesi che noi siamo pensiero che ha imparato a costruirsi una macchina fisica".
Secondo il medico e ricercatore Dr. John Lilly un essere umano un biorobot contenente in s un biocomputer: il cervello.

"Ma noi non siamo quel cervello e non siamo quel corpo. In noi abita
un'essenza spirituale: sotto l'effetto dell'LSD, dell'anestesia, in stato di coma, si trova che tale essenza non affatto legata all'attivit cerebrale . ...
L'attivit cerebrale pu essere virtualmente piatta ma voi potete essere coscienti, lontano da qualche parte, in un altro regno. "
Sono numerose le testimonianze di pazienti sottoposti ad anestesia totale che,
alloro risveglio, hanno raccontato ai medici stupiti tutto quello che era successo durante l'operazione, comprese le parole che erano state dette. A differenza
del corpo eterico, il complesso dei corpi psichici (emozionale-mentale) dunque, in certa misura, indipendente e autonomo dal corpo fisico.
Spazio e tempo nelle dimensioni. La percezione dello spazio-tempo, nelle
dimensioni astrali 2 e 3 e in quelle mentali 4 e 5, non la stessa che nella
dimensione fisica o dimensione l, poich le leggi naturali vigenti in ogni
dimensione sono differenti. L'ambiente fisico caratterizzato dall'inerzia e
da una grande rigidit dello spazio-tempo, per cui gli effetti di pensieri e
emozioni sono, per cos dire, rallentati in questa dimensione. Possiamo
decidere, ad esempio, di prendere in mano un oggetto per spostarlo o per
utilizzarlo, ma, tra il pensiero e l'azione, passer del tempo. Tempo e spazio
non sono assoluti, ma dipendono dalla cognizione che se ne ha e noi,

182

imprigionati dall'inerzia della forma e della materia fisica, ne abbiamo, per


cos dire, una percezione rallentata. E' come se, con la nostra limitata
capacit di utilizzare e manipolare l'energia ed i suoi effetti, dovessimo
imparare a gestire al rallentatore il risultato dei nostri pensieri, prima di
poter passare per evoluzione ad altre dimensioni in cui gli effetti del
pensiero sono pi veloci ed immediati.
La tradizione esoterica assegna al corpo fisico i simboli della Terra e del
numero quattro.

Nota bene: spesso, per maggiore semplicit, chiamer i due corpi astrali 2
e 3 semplicemente corpo emozionale o astrale come se fosse uno solo e altrettanto i due corpi nzentali 4 e 5, corpo mentale, come se fosse uno solo.

Dimensione

Energia

Materia

Etere

Corpo

Fisica
(dimensione l)

Fisica
(densa)
(energia l)

Fisica
(densa)
(materia l)

Fisico
(etere l)

Fisico
(corpo l)

Astrale
Inferiore
(dimensione2)

Astrale
Inferiore
(energia 2)

Astrale
Inferiore
(materia 2)

Astrale
Inferiore
(etere 2)

Astrale
Inferiore
(corpo 2)

Astrale
Superiore
(dimensione3)

Astrale
Superiore
(energia 3)

Astrale
Superiore
(materia 3)

Astrale
Superiore
(etere 3)

Astrale
Superiore
(corpo 3)

Mentale
Inferiore
(dimensione4)

Mentale
Inferiore
(energia 4)

Mentale
Inferiore
(materia 4)

Mentale
Inferiore
(etere 4)

Mentale
Inferiore
(corpo 4)

Mentale
Superiore
(dimensione5)

Mentale
Superiore
(energia?)

Mentale
Superiore
(materia 5)

Mentale
Superiore
(etere 5)

Mentale
Superiore
(corpo 5)

II-

IL CORPO ETERICO: L'INTERFACCIA

I corpi dell'uomo sono dunque sensori immersi nelle loro dimensioni: fisica,
astrale, mentale e coscienziale. Sappiamo che la funzione pi importante del
corpo eterico consiste nel trasferire energia vitale dall'Oceano di Energia
Cosmica al campo energetico individuale e da questo al corpo fisico e ai
corpi sottili. Il corpo eterico responsabile del nostro contatto con l'Oceano

183

C' dunque, ad esempio, un chakra Basale l, le cui funzioni sono biologiche~ un


Basale 2, le cui funzioni si svolgono nella dimensione astrale inferiore~ un Basale
3, le cui funzioni si svolgono nella dimensione astrale superiore e cos via. Naturalmente la localizzazione per cos dire "anatomica" dei chakra Basali l, 2, 3, 4, e
5 sempre la stessa e altrettanto vale per tutti i chakra di tutte le dimensioni. I
numeri diversi stanno solo ad indicare diversi livelli di vibrazione. Un buon
esempio quello dei canali televisivi: il chakra Basale l sintonizzato sul primo
canale (la prima dimensione), il Basale 2 sul secondo e cos via. Passare dal un
livello all'altro come passare da un canale televisivo all'altro. Cos come ogni
canale trasmette e riceve un certo programma, altrettanto i differenti livelli di
ogni chakra agiscono su diversi "programmi" della nostra realt. n primo livello
riceve e trasmette sulla frequenze della realt fisica, il secondo, sulla frequenza
della realt astrale-emozionale e cos via.

Il corpo eterico, un'interfaccia

di Energia Cosmica densa e sottile, che sostiene ogni aspetto della natura in
ogni dimensione, ed formato da una miscela degli eteri delle varie dimensioni. Possiamo considerarlo, dunque, la matrice, l'intermediario o- per utilizzare
un neologismo - l'inteifaccia che connette il corpo fisico ai corpi sottili e che
permette di esperire emozioni, produrre pensieri ed captare informazioni mentali e spirituali provenienti dal mentale superiore e dal coscienziale. Insomma,
lo strumento essenziale del S durante l'intera vita fisica ed oltre.
I corpi e l'eterico sono strettamente legati: squilibrio, malattia e dissoluzione
degli uni provocano squilibrio, malattia e dissoluzione nell'altro. L'eterico,
per la sua natura di intermediario e grazie al principio di interazione, risente
immediatamente dei flussi d'energia provenienti dai corpi superiori o dal
corpo fisico. Una scottatura, una ferita, un colpo subiti dal corpo fisico si
traducono immediatamente in quello eterico in congestioni e squilibri. Altrettanto, emozioni, traumi, sentimenti e idee nascono e si formano nei corpi
psichici, ma si trasferiscono subito nell'eterico, dove lasciano tracce molto
evidenti, per chi sa come percepirle. Da qui, pi o meno lentamente, si trasferiscono nel fisico, nel quale possono materializzarsi in eventi biochimici
e bioelettrici o cristallizzarsi in dolore, malattia, infermit.

184

Tutti i chakra di livello l rappresentano il nostro collegamento con la dimensione l, quella fisica~ tutti i chakra 2 e 3 sono il collegamento con le due
dimensioni astrali~ tutti i chakra 4 e 5, con quelle mentali. Attraverso i chakra di livello l passano le energie e le informazioni che attengono alla biologia del nostro organismo e che hanno effetti sul sangue, sugli ormoni, sul
sistma nervoso, sul sistema immunitario e cos via. Attraverso i chakra dei
livelli 2 e 3, le energie e le informazioni relative ad emozioni, sensazioni,
percezioni. Attraverso i chakra di livello 4 e 5, le energie e le informazioni
relative ad idee, pensieri, opinioni.

n corpo fisico il terminale denso, attivato e controllato dagli organi del corpo eterico e quindi da aure, nadi, meridiani e chakra del livello fisico o dimensione l, il cui compito collegare la coscienza dell'uomo alla realt fisica. Due
chakra maggiori, sono, per cos dire, specializzati nel compito di collegamento
con la realt fisica: il chakra Basale l, posto alla base della colonna vertebrale e
il chakra Sessuale l. Soprattutto grazie ad essi l'uomo si impone nel piano della
realt fisica e prende parte agli eventi che vi si svolgono.
III- IL CORPO ASTRALE: LA "FABBRICA" DELLE SENSAZIONI

n corpo emozionale deve il suo sinonimo "astrale" al grande Paracelso che cos
lo chiamava perch, visto in chiaroveggenza, gli sembrava una galassia di stelle
microscopiche. E' la sfera delle energie emozionali, dei desideri, dei sentimenti
e non solo, anche la ''fabbrica" delle sensazioni. Quando proviamo fame,
sete, dolore, benessere, se siamo felici o infelici, sereni o inquieti, calmi o
incolleriti, impauriti o in preda a un desiderio, stiamo sperimentando energie

185

prodotte, captate, emesse o trasmutate dal corpo astrale, per questo chiamato
anche corpo senziente. Il corpo fisico denso la base materiale della
sensazione~ il corpo eterico la trasferisce ai corpi pi sottili; l'astrale la
costruisce, la elabora e la carica di senso emozionale; il mentale le conferisce
significato e la inserisce in un quadro di riferimento razionale.
Il corpo astrale agisce nelle dimensioni astrali, un livello in cui esistono i
corpi astrali di tutti gli esseri senzienti, compreso quello gigantesco del pianeta. Sono materie estremamente plastiche sotto l'azione del pensiero e del
desiderio: da amorfe, per effetto dell'attivit della coscienza, si colorano, si
accendono e si plasmano con gran facilit, ma possono, con altrettanta facilit, perdere ogni traccia del cambiamento e ridiventare amorfe.
L'attivit energetica del corpo astrale, alla vista chiaroveggente, si rivela come
un'aureola, che qualcuno chiama aura emozionale o astrale. Attenzione per:
l'aura astrale e quella mentale non vanno confuse con i rispettivi corpi astrali e
mentali, cos come l'aura eterico-fisica diversa dal corpo fisico. La psichiatra
Karaaulla
desc1ive l'aura astrale come un'aureola multicolore di 40/50 centimeo
tri, che si estende oltre il corpo fisico. Ha la forma di un ovoide, di una nuvola
luminosa che circonda il corpo, come una bolla semitrasparente, caleidoscopica
struttura di colori e forme cangianti, le cui sfumature e brillantezza denotano la
qualit delle emozioni e l'umore di una persona. Per esempio, una persona felice per la presenza di un amico, mostrer un'armoniosa mescolanza di colori soffusi di un piacevole rosa, mentre durante la meditazione apparir l'oro, il blu
fondo, il viola. La rabbia si manifesta con lampi di rosso, l'angoscia come una
nuvola grigia, stati di ansiet come nuvole grigio-blu, vicine al chak:ra del plesso solare. Questi colori non sono altro se non energie dei livelli astrali, che si
manifestano cos in chiaroveggenza.
L'emozione: un potente collettore di energia. David Tansley diceva che il
corpo emozionale il nostro cielo e il nostro inferno perch, se non
dominato dai corpi superiori, scosso e trascinato da tutte le correnti
emozionali. D'altra parte la parola e-mozione gi contiene l'idea del
movimento. Un'emozione un potente collettore, che suscita e incanala
grandi energie dentro e fuori dell'uomo, una forza che spinge al movimento,
all'azione oppure al blocco, alla contrazione, al ristagno. Se repressa, come
qualsiasi altra energia non tradotta in azione o in lavoro, crea un
cortocircuito e finisce con il turbare l'equilibrio energetico complessivo.
Non pu sorprendere, che essa possa agire sul corpo denso e su quelli
psichici esattamente come agirebbero un alimento, un farmaco o un veleno.
Dotato di un'attivit incessante, l'astrale ha una forte influenza sul mentale e

186

sul fisico. Siamo abituati a considerare il corpo fisico, come il teatro


dell'eterna battaglia malattia-salute, eppure gran parte delle energie che ci
fanno ammalare o guarire, nasce piuttosto nell'emozionale. Tutte le ricerche
recenti confermano l'opinione delle tradizioni esoteriche che l'attivit
dell'emozionale abbia una parte molto rilevante nella salute del corpo fisico.
Un eccesso o un difetto di una qualit di energia sono spesso collegati alla
"ingestione" di certe emozioni. Tali squilibri provocano malattie, proprio
come farebbero una carenza o un eccesso vitaminico.
Emozioni Plus e Minus. Non sorprendente dunque che molte malattie
siano il risultato di certi atteggiamenti emozionali dannosi. Esistono emozioni Plus, attivanti ed emozioni Minus, inibenti. Le emozioni Plus dannose
stimolano condizioni fortemente acide, quelle Minus, condizioni alcaline. La
rabbia, l'irritazione, lo stress, la paura, ad esempio, causano un incremento
degli ioni positivi di idrogeno nel corpo, acidificandolo e aggravando lo
stato di ulcere, cancro, reumatismi, artrite, arteriosclerosi e _di altre malattie.
Quest'aspetto purtroppo ancora oggi fortemente sottovalutato dalla medicina ortodossa; Ancora sono molto pochi gli oncologi che prescrivono ai loro malati sedute di Visualizzazione Creativa, Meditazione, Psicoterapia.
Secondo il professore R. Plutchick, le emozioni sono in parte innate e in
parte acquisite. Ogni emozione innata, egli dice, ha una funzione precisa: la
paura, quella di proteggerei; il desiderio sessuale, di spingerei all'accoppiamento; l'interesse, di stimolarci ad esplorare il nostro ambiente; l'orgoglio,
di affermare il nostro io e cos via. Ogni emozione si rivela attraverso una
mimica facciale o attraverso il linguaggio del corpo. Inoltre emozioni come
rabbia, gioia, amore, odio, reverenza, impulso sessuale, allorch si trasferiscono, mediante l'eterico, dal corpo astrale al fisico, si trasformano in un
flusso energetico la cui entit segue una curva, un andamento preciso che
possiamo definire Caratteristica Vibratoria Emozionale che sempre la
stessa per ogni tipo di emozione e per ogni essere umano, in ogni parte del
pianeta, quale che sia la sua cultura, la sua religione o la sua et. Il Dr. Manfred Clynes ha esplorato la natura bioelettrica delle emozioni che ha chiamato cicli sentici. Otto emozioni da lui investigate presentano un andamento
universale, cio uguale per tutti gli individui in tutte le latitudini. Un computer, collegato a dei sensori posti sotto le dita, in grado di rivelare quale
di queste otto emozioni sta vivendo un soggetto in un certo momento. I cicli
sentici potranno avere in futuro applicazioni terapeutiche estremamene interessanti. Questa scoperta, a mio avviso, un primo passo nella direzione
nella possibilit di registrare le Caratteristiche Vibratorie emozionali.

187

Gli effetti delle emozioni. Le emozioni sono gli indispensabili messaggeri


della realt interiore: se certe emozioni distorte si ripetono troppo frequentemente, qualcosa non va nel modo di vedere se stessi e il mondo e l'aura
astrale si satura di energia eterico-astrale congesta. E' bene allora dedicare
qualche minuto ogni giorno a qualche forma di meditazione e di pulizia
energetica che ci aiutino a ritrovare la nostra centratura emotiva e mentale.
Quando si manifestano a livello biochimico, le emozioni possono ipoattivare la naturale immunit del corpo e facilitare la possibilit di contrarre una
malattia infettiva o addirittura un tumore; oppure iperattivarlo e determinare
le condizioni per un'allergia o un'asma bronchiale o infine squilibrarlo e generare un'artrite reumatoide. E' accertato il rapporto tra l'insorgere del tumore ed esperienze come traumi, paure, stress prolungati, profonde emozioni
negative ripetute, in genere determinate da "perdite": licenziamenti, separazioni, partenze, scomparsa di una persona cara e cos via.
Fortunatamente, grazie alla natura gerarchica dell'energia, il corpo mentale ha un
certo potere sull'attivit dell'emozionale. Un controllo cosciente dei pensieri, che
elimini alla radice quelli negativi, alla lunga si traduce in uno stato emotivo pi
rilassato e in migliore salute fisica. Molti studi confermano l'opinione comune
che un atteggiamento rilassato, sorridente ed ottimista ha una positiva influenza
sul sistema immunitario. E' importante ricordare, soprattutto nei momenti difficili, che la volont pu guidare i veicoli psichici, determinando cos uno stato di
migliore salute generale e di benessere fisico. Inoltre, cos come le emozioni distorte sono responsabili di quel fattore di malattia che i medici chiamano stress
negativo o distress, le energie armoniche sono stimolatrici dello stress creativo o
eustress, fattore di guarigione altrettanto potente.
Il medico Dott. John Diamond, utilizzando tecniche di diagnosi della Kiniesiologia, convinto che lo stress negativo crea squilibri sul timo, la ghiandola
guida del sistema immunitario. Ogni stress, dice, provoca una caduta energetica del timo e in qualche modo apre le porte alla malattia. Un altro effetto dello
stress lo squilibrio cerebrale, cio dell'attivit dei due emisferi: uno dei due
diventa predominante sull'altro. Le mie personali esperienze ed osservazioni
confermano pienamente, come si vedr pi avanti, la sua convinzione.

L~ energie emozionali possono trasferirsi telepaticamente da una persona ad


un'altra. A volte sono responsabili di stati morbosi: le febbri e le malattie di
molti bambini sono spesso il risultato della percezione a livello emozionale
di forti tensioni o di emozioni negative presenti in famiglia.

188

Le energie emozionali a volte sono utilizzate da guaritori psichici e terapeuti

energetici per entrare in contatto con il loro paziente, ma un tipo di sintonia in


genere molto pericoloso, per due ordini di motivi. In primo luogo, perch il livello astrale o emozionale estremamente illusorio: il piano in cui si riversano i contenuti inconsci della nostra mente, con tutto il loro carico di illusioni,
fantasmi, proiezioni, false certezze, eccetera. In secondo luogo, perch la focalizzazione sull'astrale prima o poi porta il terapeuta, a causa dell'assorbimento
continuo di parte del contenuto emozionale dei suoi pazienti, a sovraccaricare il
suo sistema nervoso e i centri d'energia connessi con la dimensione astrale.

Ma dove "stanno" le emozioni? Come si formano e come si trasformano


in energia nervosa? Possiamo pensare ai chakra Solare e Cardiaco come alle
principali anche se non uniche porte d'entrata e di uscita delle energie emozionali inferiori e superiori. Una volta che l'emozione all'interno, per cos
dire, del corpo eterico, essa viene sottoposta ad unq serie di "processi" energetici e biologici solo in piccola parte compresi. Gli organi preposti a questo
fenomeno di trasduzione sono molti: dal talamo, al cingolo, all'ippocampo,
al cervelletto. Un ruolo decisivo spetta all'amigdala.
L'amigdala (parola che in greco vuoi dire mandorla) un piccolo organo,
ancora in gran parte misterioso, posto al centro della testa, pi o meno
all'altezza degli occhi della forma e della grandezza appunto di una mandorla.
La sua funzione sembra essere quella di centralina di smistamento. Quando il
segnale che giunge ai nos~ sensi dall'ambiente deve essere trattato non ''a
livello razionale, ma attraverso una risposta emozionale, l'amigdala lo invia ai
centri emozionali, in grado di agire in un tempo enormemente pi breve.
E', insomma, una sorta di scorciatoia. Se il segnale, ad esempio, di pericolo,
la risposta pensata e razionale potrebbe arrivare in un tempo troppo lungo.
Allora interviene questo piccolo circuito di smistamento, che lascia alla nostra
parte istintiva il compito di reagire prontamente. Secondo le mie investigazioni,
l'amigdala, dotata di un suo chakra, risulta particolarmente congesta, scarica e
inerte in certe persone che hanno difficolt ad interagire con l'ambiente, a
rispondere positivamente allo stress ed ai cambiamenti.

I chakra di livello 2 e 3 sono i riceviton e trasformatori di energia astrale


che permettono la comunicazione tra il corpo eterico e l'ambiente delle dimensioni astrali (dimensioni 2 e 3). Queste comunicazioni avvengono da
svegli, durante il sonno, in stati di coscienza molto particolari come i viaggi
fuori dal corpo fisico (OOBE, Out Of Body Experience) e le esperienze vicine alla morte (NDE, Near Death Experience). La letteratura sull'argomento

189

ormai talmente tanto vasta che di difficile sintesi. Il Lettore trover alcune indicazioni utili nella bibliografia.
l)

n corpo astrale inferiore che agisce nella dimensione astrale inferiore


(dimensione 2), la sede di parte dell'inconscio freudiano, di emozioni
inferiori positive, come coraggio, audacia, perseveranza, desiderio di
vittoria e negative, come rabbia, invidia, orgoglio, irritazione, odio, risentimento, preoccupazione, ansiet, tensione, paura, collera, ira, violenza, vizio, dipendenza, senso di solitudine. E' anche la struttura delle percezioni pi semplici, pi legate alla biologia de corpo fisico. I chakra del
corpo astrale inferiore sono, come ho detto, quelli di dimensione 2.

2)

n corpo

astrale superiore agisce nella dimensione astrale superiore


(dimensione 3), ed la sede di emozioni pi elevate: pace, gioia, serenit,
compassione, tenerezza, gentilezza, educazione, sensibilit, sensitivit. E'
anche la struttura delle percezioni pi sofisticate e complesse, come la
percezione della bellezza, dell'armonia, il senso artistico, la sensitivit,
eccetera. Questo corpo ci collega a quello che potremmo chiamare il ser-:
batoio cosmico delle emozioni superiori, dal quale ci permette di attingere sentimenti, sensibilit, sensitivit superiori e attrarli nel nostro campo
energetico. E' come avere a disposizione tutto il potenziale di bellezza e
bont dell'Universo! I chakra del corpo astrale superiore sono quelli di
dimensione 3, ma, in particolare, i chakra Cardiaci.

L'acqua il simbolo del corpo astrale, secondo la tradizione. Un simbolo


che rende bene la natura di questo corpo sottile, sede di parte dell'inconscio
freudiano, mutevole, cangiante, sottoposto a continui movimenti e correnti.

IV - IL CORPO MENTALE

n mentale, la sfera dei processi di ideazione, invenzione, ragionamento e intuizione, un complesso sistema le cui cellule, i cui organi sono idee, certezze,
opinioni, pensieri e immagini mentali. La materia di cui sono formati i due veicoli mentali - l'inferiore e il superiore-, materia che gli antichi maestri indiani
dello Yoga chiamavano Chitta, ancora pi sottile delle materie astrali, cio
dotata di una frequenza di vibrazione ancor pi elevata. Il mentale infatti attraversato da flussi improvvisi di energia, da lampi, luci velocissime.

190

Si diventa ci che si pensa. Non tutti hanno un corpo mentale vitale e forte.
Molti, focalizzati sull'emozionale, hanno un mentale ancora molto primitivo,
altri, con un mentale ben sviluppato, possono avere un corpo coscienziale
ancora in embrione. Poich i corpi mentale ed astrale sono strettamente interconnessi, la mente colorata dalle nostre condizioni fisiche e dalle nostre
emozioni, cos come i sentimenti sono condizionati dal pensiero. E' difficile
pensare con chiarezza e oggettivit se ci duole un dente o se qualcuno ci ha
fatto arrabbiare! Se la mente non intralciata da dolori o stress emozionali,
si comporta come un fine e flessibile strumento di integrazione e assimilazione a tutti i livelli dell'esperienza personale: mentale, emozionale e fisica.
Anche il mentale, come l'emozionale, sede e sorgente di grandi flussi
energetici. Infatti molte idee si portano letteralmente dietro un nugolo di
emozioni e quindi potenti energie. L'idea di "casa" pu suscitare emozioni
connesse all'infanzia, al rapporto con i genitori, al desiderio di formarsi una
famiglia e cos via in una catena senza fine.
Come il corpo astrale, anche il mentale pu essere causa di malattie. La nostra bioenergia e la sua qualit sono in gran parte determinate dai nostri pensieri. Il corpo mentale influenza l'intera nostra circolazione energetica. I
blocchi alla circolazione energetica mentale, simili ai coaguli di sangue
nella circolazione sanguigna, possono essere causa di ogni tipo di malattie.
Pensare in modo non corretto causa di disarmonia in ogni cellula e in ogni
organo. Se il mondo mentale perturbato, proviamo paura, ansia, angoscia e
questo si ripercuoter anche sulla circolazione generale dell'energia e potr
influenzare anche il corpo fisico. Pensare correttamente iniziare a guarire. Un'abitudine quotidiana alla concentrazione e alla meditazione porta, tra
l'altro, alla purificazione dei tre veicoli inferiori, per il moto discendente
dell'energia. Molti Maestri dicono: "Si diventa ci che si pensa".
Nei piani mentali il senso dello spazio-tempo ancora diverso rispetto a
quello dei due piani precedenti. Lo spazio, in particolare, sembra quasi soppresso: basta un semplice pensiero per entrare in contatto con l'oggetto del
pensiero o per spostarci l dove vogliamo essere. In un certo senso, nei piani
psichici lo spazio-tempo pu contrarsi fino a diventare un punto, ma non
.ancora trasceso. Infatti pensieri (piano mentale) e sogni (piano astrale) avvengono in successione e seguono regole spaziali, pur se molto elastiche.
Secondo le antiche dottrine esoteriche anche il corpo mentale suddiviso in
molti livelli, ma, per i nostri scopi, i due seguenti sono sufficienti:

191

1)

Il mentale inferiore, sede dei processi mentali, relativi alla logica,


alla ragione, al senso comune. E' il creatore di quella struttura mentale
che chiamiamo "io"~ il depositario del sapere acquisito e della capacit
di discriminare. Chakra di collegamento sono tutti quelli di dimensione 4 e in particolare: Gola 4, Ajna 4 e Fronte 4. Principale organo fisico di collegamento: emisfero cerebrale sinistro.

2)

Il mentale superiore la sede delle intuizioni, della creativit e, se


adeguatamente sviluppato, la stazione ricevente dell'energia Cosmica
mentale che pu collegarci ai corpi mentali di pensatori, santi, artisti
viventi o scomparsi. Quando avremo sviluppato un'efficace Yoga dei
corpi sottili, potremo accelerare enormemente il nostro sviluppo
mentale, incrementare le nostre conoscenze, aprire i canali
dell'intuizione e dell'invenzione semplicemente attraverso questo corpo sottile. Percezioni, emozioni, impressioni, desideri, pensieri, idee,
opinioni, convinzioni, intenzioni, immagini e comandi mentali sono
entit energetiche dotate di Caratteristiche Vibratorie che le rendono
uniche. Esistono CV Emozionali e CV Mentali. Mediante queste ultime possiamo, se sappiamo farlo, collegarci ad inesauribili serbatoi di
sapere e conoscenza. Queste tecniche, come dimostra il crescente numero di informazioni ottenute via channelling, sta entrando nel senso
comune di molte persone. Ogni pensiero, idea, opinione, convinzione
attrae altri pensieri, idee, opinioni, convinzioni dotate di CV simili o
omogenee.
Collegarsi grazie al mentale superiore ad un Maestro spirituale, un genio, un inventore, un grande artista, permette alle loro energie di penetrare nel nostro pool energetico. Questa pratica, se condotta con la
giusta tecnica, ci satura, se vogliamo, di intenzioni, idee, intuizioni,
opinioni, invenzioni connesse alle loro energie e alle CV che veicolano. Lo scienziato del futuro sar, prima di tutto, un esperto di questo
Yoga dei corpi sottili e faticher meno, molto meno degli attuali ricercatori, solo grazie al collegamento con altri ricercatori e scienziati incarnati o disincarnati. Prevedo che la scuola del futuro sar molto diversa dall'attuale!

Chakra di collegamento con il mentale superiore sono tutti i chakra di dimensione 5 e in particolare: Gola 5, Ajna 5 e Fronte 5. Principale organo fisico di collegamento: emisfero cerebrale sinistro. L'elemento cosmico, che
la tradizione attribuiva al corpo mentale, l'Aria.

192

V- L'ALTERNANZA TRA CORPO ASTRALE E CORPO MENTALE

Cervello destro e cervello sinistro: le connessioni biologiche. I corpi


astrale e mentale sono connessi all'eterico, come abbiamo visto, principalmente attraverso alcuni chakra: il corpo astrale con Solare e Cardiaco, il
corpo mentale con Gola, Ajna e Frontale. In realt, come ho sottolineato, le
connessioni tra corpo astrale e corpo eterico e tra corpo mentale e corpo eterico avvengono mediante tutti i chakra del secondo e terzo etere per l'astrale
e del quarto e quinto etere per il mentale. Possiamo considerare i chak:ra
Solare, Cardiaco, Gola, Ajna e Frontale come vie privilegiate, ma non uniche, della connessione tra i corpi sottili e l'interfaccia eterica.
Ho anche delineato alcune strutture biologiche di questi collegamenti, come
l'amigdala, il circuito di smistamento tra le funzioni emozionali e quelle razionali. La Natura ci ha dotato di due cervelli:

L'emisfero cerebrale sinistro, che governa la parte destra del corpo,


logico, simbolico, razionale, matematico, geometrico, ha il senso della
parola, sa parlare. Per contare e scrivere utilizziamo questo emisfero.

L'emisfero cerebrale destro, che governa la parte sinistra del corpo,


emotivo, istintivo, poetico, intuitivo, ha il senso dello spazio, muto.
Per la musica e il canto utilizziamo l'emisfero destro.

Al cervello sinistro si attribuisce una maggiore attivit cosciente, al destro


l'inconscio. Qualcuno parla a tale proposito di un cervello solare (il sinistro)
e di un cervello lunare (il destro). Chiaramente il cervello sinistro collegato ai corpi mentali, il destro a quelli astrali.

L'attivit dei due emisferi sottoposta ad un ciclo, detto "ultradiano",


che vuoi dire pi breve di 24 ore. Grazie all'Elettroencefalogramma, possibile verificare il livello di attivit elettrica delle due met del cervello. Ebbene, ogni 90/120 minuti circa, uno dei due emisferi diventa dominante.
Questo ciclo non cos rigido, in realt pu durare molto meno (anche solo
20 minuti) o molto di pi (anche 200 minuti), ma i valori indicati sono appunto quelli medi. Questa dominanza alternata comporta una serie di effetti
sia mentali che fisici. A livello fisico, il lato del corpo dominante (inverso a
quello cerebrale) oltre a risultare elettricamente pi attivo, contiene una
quantit maggiore di neurotrasmettitori, come l'adrenalina e la dopamina,

193

dell'altro. Anche l'attivit fisica segue un ciclo simile: il lato corrispondente


all'emisfero attivo risulta pi forte dell'altro.
Qual in questo momento il nostro emisfero pi attivo? Non avendo a disposizione un Elettroencefalogramma, possiamo scegliere tra varie metodiche alcune semplici, altre complesse. Un metodo semplice ci viene da ricerche recenti e dall'antica sapienza dello Yoga indiano. Testiamo le nostre narici: ne troveremo una pi aperta dell'altra. La narice aperta corrisponde all'emisfero non dominante. Allora, se la narice pi aperta la destra l'emisfero dominante sar il sinistro e viceversa.
Un altro metodo molto pi preciso consiste nel "sentire" con tecniche di chiroestesia come il palming e lo scanning, l'energia dei due emisferi. L'emisfero dominante ha un'aura molto superiore a quella dell'altro. Quando domina il destro, i chakra pi attivi sono il Solare e il Cardiaco e tutti i chakra
di dimensione 2 e 3; quando domina il sinistro, i pi attivi sono l'Ajna e la
Gola e i chakra di dimensione 4 e 5. Anche l'ordine di coerenza delle energie negli emisferi cambia secondo il ritmo ultradiano, ma questo un argomento che va troppo oltre i limiti di questo lavoro. In conclusione:

quando attivo l'emisfero destro, si attivano maggiormente il corpo


astrale e i chakra di dimensione 2 e 3,

quando attivo l' emisfero sinistro, si attivano maggiormente il corpo


mentale e i chakra di dimensione 4 e 5.

Per quanto concerne le due sezioni destra e sinistra dei chakra la connessione in generale la seguente:

la sezione sinistra dei chakra connessa all'emisfero cerebrale destro


e al corpo astrale;
la sezione destra dei chakra connessa all'emisfero sinistro e al corpo mentale.

Anche la qualit della nostra intelligenza cambia insieme alla dominanza


cerebrale. Per 90 minuti maggiore la nostra abilit verbale ed molto bassa quella spaziale, per altri 90 minuti avviene il contrario. L'attenzione, la
creativit, la suggestionabilit, la ricettivit, perfino il "momento" della guarigione subiscono questo andamento ciclico. Secondo lo psicobiologo E. L.

194

Rossi, la guarigione non avviene in ogni momento, ma soltanto in 20 minuti


magici in cui il corpo sembra prendersi una pausa, un riposo, che lo studioso
chiama risposta ultradiana di guarigione.
Perfino l'ottimismo e il pessimismo si alternano secondo il ritmo ultradiano:
a sinistra l'ottimismo, a destra il pessimismo! Perci ogni 90/120 minuti circa passiamo da una fase in cui siamo un po' pi ottimisti, ad una nella quale
siamo un po' pi pessimisti. Ricerche recenti hanno rivelato che i pazienti
depressi non godono di questa alternanza cerebrale, ma sono prevalentemente centrati nell'emisfero destro, l'emisfero dell'inconscio. La depressione
perci correlata ad una stabile asimmetria cerebrale, con una dominanza
dell'emisfero destro. La mia esperienza con la Diagnosi sottile non solo conferma i risultati di tali ricerche, ma va pi in l: ogni stato patologico di
qualche gravit quasi sempre connesso ad un'asimmetria cerebrale, segnale, a sua volta, di un'asimmetria generale di tutto il sistema eterico.

La fase solare. Secondo le mie ricerche, durante la fase di dominanza


solare predominano sentimenti di autoaffermazione, di autostima. E' la
fase di irradiamento energetico: la persona irraggia intorno a s nell'ambiente e verso gli altri la sua energia, la sua volont, le sue idee, il
suo potere. E' il momento della nostra parte "maschile", attiva, proiettiva, costruttiva. Negli scambi con gli altri siamo noi a dare, piuttosto
che a ricevere. Le funzioni psichiche prevalenti sono quelle che concorrono alla formazione, alla crescita e alla valorizzazione dell'Io, all'irradiazione psichica verso l'ambiente e verso gli altri, all'estroversione, all'aggressivit, nel senso migliore o peggiore, all'affermazione
di se stessi o all'arroganza e alla violenza. E' in questi momenti che,
per cos dire, penetriamo la realt, la trasformiamo, la manipoliamo e
ne comprendiamo i meccanismi, la struttura.
In questa fase ci sentiamo psichicamente quasi invulnerabili nei confronti del mondo esterno. Siamo sospinti dall'energia, dalla spinta di
crescita, dalla vitalit, dal coraggio, dalla sicurezza e dalla fiducia in
noi stessi. E' la fase centrifuga: l'energia psichica fluisce dal nucleo
verso l'esterno. Se vogliamo attivare un collegamento eterico, per
esempio via mentale superiore, questo il momento buono per creare,
per cos dire, la linea, ma non per ricevere messaggi.

La fase lunare quella dell'assorbimento energetico: nella persona


predominano sentimenti di accettazione, accoglienza, ricettivit, passivit,

195

suggestionabilit, sensibilit, sensitivit. Negli scambi con gli altri


tendiamo pi a ricevere che a dare, a comprendere che ad affermare.
In questa fase siamo in forte relazione con l'inconscio inferiore (l'Es),
gli impulsi istintivi, i sogni, l'immaginario, la creativit, le tendenze
artistiche, la fantasia, l'inconscio superiore. Predomina la nostra parte
femminile presente in ogni donna, ma anche in ogni uomo. E' il
momento centripeto: l'energia psichica fluisce dall'esterno verso il
nucleo. Siamo, per cos dire, penetrati dalla realt, il cui senso, la cui
vera essenza entra in noi senza sforzo, senza bisogno dell'uso della
ragione. E' il momento della ricezione dei messaggi attraverso le linee
che abbiamo attivato con i corpi sottili superiori, per esempio, il
mentale superiore. Potremmo dire che noi impariamo e riceviamo
nella fase lunare, ci colleghiamo e insegnamo in quella solare.

VI - IL PROBLEMA DELLA COORDINAZIONE SOTTILE

n cervelletto e la comunicazione tra corpo fisico e corpi sottili. Esistono alcuni organi biologici ed eterici che svolgono l'importante funzione di coordinare l'attivit dei corpi fisico, astrali e mentali. I due luoghi di maggiore interazione e coordinazione biologica sembrano essere il cervelletto e il corpo calloso.
Il cervelletto svolge un importante funzione di integrazione nervosa. Le vie
della propriocezione (cio della percezione interna), le informazioni che
riceviamo dagli organi di senso cutanei, il senso della postur~ e dell'equilibrio,
l'esecuzione di un certo movimento, la coordinazione muscolare sono funzioni
integrate e governate dal cervelletto. Il cervelletto riceve anche "ordini" e
"programmi" da parte della corteccia cerebrale: il suo compito appunto quello
di coordinare alcune percezioni e l'attivit muscolare.
Esso costituito da due parti o emisferi, ognuna governata da almeno un
chakra. L'emisfero destro del cervelletto coordina la parte destra del corpo
ed connesso con l'emisfero cerebrale sinistro e con i corpi mentali; l'emisfero sinistro del cervelletto coordina la parte sinistra del corpo ed connesso con l'emisfero cerebrale destro e i corpi astrali. Sovente i due chakra del
cervelletto sono energeticamente squilibrati perch non sono ugualmente carichi oppure uno dei due molto congesto. Si tratta di segnali della mancanza di coordinazione tra corpo fisico, corpi astrali e corpi mentali e
dell'asimmetria del corpo eterico.

196

Il corpo calloso e la comunicazione astrale - mentale. Il corpo calloso, un


organo che si trova tra i due emisferi cerebrali, composto da fibre nervose che
hanno lo scopo di mettere in comunicazione i due cervelli, dotato di un chrakra. Tutte le informazioni tra i due emisferi devono passare attraverso il corpo
calloso. Non pu sorprendere che quest'organo e il suo chakra siano tra i pi
etericamente congesti di tutta la testa. Il chakra dipende da quello Coronale,
cui spetta il compito di coordinare sia i due emisferi cerebrali, sia i corpi psichici ed il collegamento principale con il corpo coscienziale.
Il corpo calloso, insieme al cervelletto, dunque il terminale fisico della coordinazione tra i corpi psichici. Problemi di memoria, la tendenza ad cadere
addormentati mentre si legge, la difficolt ad associare una fisionomia
(compito dell'emisfero destro e dei corpi astrali) ad un nome (compito dell'emisfero sinistro e dei corpi mentali), problemi di scrittura sono sintomi di
mancanza di coordinazione e di connessione tra i corpi psichici e del corpo
calloso. Conosco un uomo, laureato in una disciplina matematica, brillante
manager, che, a seguito di un periodo di stress, non era pi in grado di scrivere i numeri, li aveva letteralmente dimenticati. La coordinazione tra i corpi psichici di questa persona era veramente cattiva!
Problemi di coordinazione tra i corpi psichici sono alla base dell'epilessia. I pazienti epilettici sono caratterizzati da corpi astrali e emisfero cerebrale destro molto congesti, emisfero sinistro e corpi mentali scarichi. La
coordinazione tra i corpi psichici compromessa da una grande congestione
del corpo calloso, che risulta impedito nei suoi compiti. Come sappiamo,
esiste una comunicazione tra le cellule basata sullo scambio di energie sottili. Parte degli scambi di informazioni cerebrali e tra gli emisferi cerebrali
hanno dunque una natura sottile ancora inesplorata. Nel caso in cui il corpo
calloso sia molto congesto, le comunicazioni sottili cerebrali passano con
fatica e le informazioni tra un emisfero e l'altro, per cos dire "si sporcano".
Squilibrio tra corpi astrali e mentali nei depressi L'equilibrio tra le fasi solare
e lunare essenziale per la nostra salute psichica. E' come dire che abbiamo bisogno in parti uguali di Sole e di Luna. Quando prevale l'uno o l'altra entriamo in
forme di squilibrio psichico. Come ho detto, nei pazienti depressi e quelli epilettici si denotano uno squilibrio tra astrale e mentale. L'attivit del primo e dell'emisfero cerebrale destro prevalgono su quella dell'emisfero sinistro e del mentale. In
Diagnosi sottile, il depresso facilmente individuabile perch l'emisfero destro
sovraccarico, il sinistro scarico. n depresso vive prevalentemente nella fase lunare, naviga nel suo inconscio inferiore e nel suo pessimismo, perdendo progressivamente la connessione con la realt fisica e la razionalit.

197

Il timo e la comunicazione tra corpo astrale superiore e corpo fisico. Il


timo, dotato di tre chakra, uno centrale e due laterali per ognuno dei suoi
due lobi, alimentato e controllato dal chakra Cardiaco posteriore. L'attivit
di questa ghiandola, che oggi la Medicina ha individuato come centro nodale del sistema immunitario, potenziata da pensieri d'amore e inibita da
pensieri di odio. La ragione sta nel fatto che

il timo e i suoi chakra sono le connessioni eterica e densa al corpo astrale


superiore.
Sappiamo che questo veicolo sede delle nostre emozioni pi alte. Quando
queste emozioni sono "sporcate" da emozioni inferiori, sporcano anche
l'astrale superiore e le sue due connessioni: timo e chakra Cardiaco posteriore,
a sua volta collegato, come sappiamo, all'anteriore grazie al nodo cardiaco.
Dal punto di vista biologico, la malattia spesso il risultato di una ipoattivit del
timo per lunghi periodi di tempo. ll Dr. J. Diamond, testando il timo con i metodi
della Kiniesiologia, anivato alla conclusione che esistono due tipi fondamentali:

Le persone Timo-alto, che presentano un livello energetico alto del timo. I Timo-alto hanno buoni livelli energetici, pensieri positivi anche
quando la situazione difficile. Diamond calcola che solo il 5% dei
suoi pazienti appartenga a questo tipo.

Le persone Timo-basso, che presentano un livello energetico basso del


timo. I Timo-basso hanno scarsi livelli energetici, pensieri prevalentemente negativi, sono arrendevoli, tendono alla d~pressione. "A questo tipo appartiene il 95% dei miei pazienti", dice Diamond.

Anche Diamond sostiene che sono le emozioni superiori ad attivare o inibire il timo, specialmente l'amore e l'odio. Un effetto dell'odio la paura.
Le emozioni fondamentali che giocano un ruolo positivo sul timo sono:
fede, fiducia, gratitudine e coraggio. Le emozioni fondamentali che giocano un ruolo negativo sono invece: paura, sospetto, odio e invidia, che
contraggono e inibiscono il timo.

IL TIMO EQUILIBRA TRA LORO:


EMISFERO CEREBRALE DESTRO
EMISFERO SINISTRO DEL CERVELLETTO
PARTE SINISTRA DEL CORPO
CORPI ASTRALI
LATO SX DEL CIRCUITO PRINCIPALE
SEZIONE SX DEl CHAKRA

EMISFERO CEREBRALE SINISTRO


EMISFERO DESTRO DEL CERVELLETTO
PARTE DESTRA DEL CORPO
CORPI MENTALI
LATO DX DEL CIRCUITO PRINCIPALE
SEZIONE DX DEl CHAKRA

Funzioni del timo

L 'allineamento dei corpi sottili. La ricerca moderna sta riscoprendo un fenomeno


che millenni di meditazione hanno da sempre conosciuto: quello della sincronia e
simmetria tra i due emisferi cerebrali, tra fase solare e fase lunare. Abbiamo detto
che l'alternanza dell'attivit dei due emisferi e della relativa dominanza dei corpi
psichici segue un ritmo generalmente compreso tra i 90 e i 120 minuti. A ben riflettere come se noi utilizzassimo ogni volta solo il 50% del nostro cervello e il
50% dei nostri corpi psichici: un vero spreco! Oggi gli studiosi parlano di due tipi
di intelligenza: quella razionale e
quella emozionale. Quest'ultima
altrettanto importante di quella
razionale: grazie a lei che comprendiamo gli stati d'animo degli
altri, riusciamo a motivarci positivamente e creativamente e a
prendere decisioni sulla base dell'intuizione e dell'istinto. D'altra
parte non possiamo neppure fare
a meno della nostra razionalit.
Abbiamo visto anzi che quando
una persona alimenta troppo il suo
lato emotivo (emisfero destro e
corpi astrali) corre il pericolo di
scivolare nella depressione.

Lo squilibrio di lateralit e il
timo. Il timo governato da
tre chakra: uno maggiore e due
minori, ciascuno relativo ai
due lobi di questa importante
ghiandola endocrina. Quando i
chakra minori dei due lobi del

198

199

timo sono squilibrati, cio hanno cariche diverse di bioenergia, anche il corpo eterico squilibrato e presenta un pi o meno marcato squilibrio della
lateralit. Testando l'aura di una persona possiamo allora verificare che in
realt esistono due aure distinte, una a destra e una a sinistra. Quando la
lateralit squilibrata, non solo le due aure sono molto diverse tra loro, ma
si squilibrano anche le
sezioni destra e sinistra
di tutti i chakra e perfino
di gran parte degli organi, comprese le ghiandole endocrine. Ebbene:
molte malattie dipendono o sono aggravate
proprio da questo squilibrio energetico destra/sinistra, diventato
cronico. Un caso classico quello della tiroide,
che spesso si ammala
perch uno dei due lobi
diventato iperattivo e
l'altro ipoattivo. Un
strumento di riallineamento molto semplice ed
efficace da utilizzare il
timo. Infatti,

esistono due canali che collegano le valvole e le radici dei due lobi del timo
al circuito principale e li alimentano di bioenergia.
Attraverso questo canale scorre un flusso che porta la bioenergia dalla parte
pi carica del circuito a quella pi scarica, in modo molto simile a quello di
due vasi comunicanti. Lo squilibrio della lateralit dovuto al blocco di
una o di tutte e due la valvole, ci che provoca una caduta del livello
energetico dei due chakra minori e impedisce che le due parti del circuito
principale possano riequilibrarsi. Ma quando i chakra minori dei due lobi
del timo hanno la stessa carica di energia sottile, i corpi astrali e mentali, le
sezioni chakrali destra e sinistra, l'emisfero destro e sinistro, si riallineano
in pochi secondi. Questo bilanciamento si ottiene aprendo le valvole delle
radici chakrali e ristabilendo il flusso di bioenergia tra parte destra e sinistra
del circuito principale. Quando si imparata questa tecnica, il

200

riallineamento diventa rapido e semplicissimo. Purtroppo, se le cause dello


squilibrio sono profonde il paziente pian piano ritorna alla sua ordinaria
condizione di squilibrio e la terapia si fa pi complessa.

Sintonia cerebrale quello stato del cervello in cui gran parte di esso vibra
sulla stessa frequenza. I neuroni sono dotati di attivit elettrica, le cui frequenze
vanno da pochi cicli al secondo a 50 e pi cicli al secondo e ognuna delle quali
caratteristica di un particolare stato di coscienza. Lo stato di sintonia cerebrale,
quando il cervello che vibra tutto o in gran parte sulla stessa frequenza, sembra
assomigliare molto al laser e alla luce omogenea che esso produce. Durante i
momenti di sintonia cerebrale noi produciamo una grande quantit di energie di
ordine superiore, le energie sintropiche. E' per questo che sono i momenti centrali del processo di autoguarigione o, come lo chiama E. Rossi, risposta ultradiana di guarigione. Le energie di ordine superiore agiscono prevalentemente sui
corpi sottili, che si decongestionano e si attivano.

La fase sincronica: l'allineamento dei due emisferi come avere Sole e


Luna insieme e corrisponde all'utilizzazione del l 00% del nostro cervello.
Unita alla sintonia cerebrale, permette al cervello di trasformarsi in un interferometro naturale capace di molti apparenti miracoli come la Diagnosi sottile, la telepatia, la guarigione, la chiaroveggenza.

Durante la fase sincronica la quantit di energie sintropiche ancora pi


ingente e ci permette non solo di guarire noi stessi, ma anche gli altri.
I mezzi pi antichi che ci permettono di allineare e sintonizzare i due emisferi e
di conseguenza i nostri corpi psichici sono la preghiera profonda, la meditazione, la musica, il collegamento al S Superiore e a grandi Maestri spirituali. Grazie all'Elettroencefalogramma, gli studiosi sanno oggi che esistono degli stati di
"grazia" o di picco, in cui avviene che i due emisferi non si sostituiscono l'uno
con l'altro, ma lavorano in sincronia e si potenziano l'uno con l'altro: la mente al
l 00%! In quei momenti cresce la creativit, si accede a stati di autoguarigione
sia fisica che psichica e ad una vera e propria riorganizzazione psichica con il
superamento di antichi traumi, di fobie. L'Io risulta potenziato, si ricevono nuove energie per allineare i nostri corpi psichici e dare alla nostra vita nuovi significati e pi profonde motivazioni. Con la Diagnosi sottile, sappiamo che un individuo che entra spesso nella fase sincronica ha i corpi sottili pi forti, pi energetici, pi sani e pi carichi di energie sintropiche.

Lo stress determina invece un disallineamento tra i corpi sottili psichici,


astrali e mentali e lo squilibrio tra le due parti del circuito principale. E', per

201

cos dire, il contrario della musica, la disarmonia che si introduce nello


psicosoma, connesso a squilibri della lateralit della maggior parte degli organi del corpo fisico, del cervello e della ghiandola timica che, come abbiamo visto, la centralina segreta dell'allineamento sottile e della manifestazione delle malattie. Lo stress crea un deterioramento della qualit delle nostre energie, che rapidamente degenerano d'ordine, fino all'ordine O.

VII LA FUSIONE DEGLI OPPOSTI: IL CORPO COSCIENZIALE


I corpi inferiori (fisico, emozionali e mentali) sono dunque i corpi della
percezione, perch grazie ad essi che l'individuo percepisce la realt. Ma
che cos' la percezione? Percepire un oggetto, una persona, un ambiente,
qualsiasi cosa significa determinare un confine, un limite mentale al cui interno esistono quell'oggetto, quella persona, quell'ambiente. Percepire l'oggetto "A" significa che sono in grado di tracciare un confine mentale, una linea che mi permettano di dire: all'interno di questa linea trovo "A", al di
fuori trovo il "non-A". Posso cos stabilire il significato di qualsiasi oggetto
del mio mondo psichico, compreso quello di Io e non-Io. La percezione
dunque, per sua natura, sempre duale. Per la verit la faccenda molto pi
complicata e questa definizione comporta non poche distinzioni e distinguo,
ma, per i nostri scopi, pu andar bene.
Strumento della trascendenza il corpo coscienziale. Percepire significa
dunque vedere il Cosmo in termini duali, di separazione, di divisione, anche
se in realt il Cosmo, anche per i fisici, un'unit, in cui ogni frammento
contiene l'informazione del tutto. Ma a cosa porta la percezione? Il risultato
del percepire l'esperienza e finalit dell'esperienza la costruzione della
coscienza, la fase superiore della trascendenza, la fusione degli opposti in
senso unitario, olistico, eterno e per sempre valido. Ogni volta che nella nostra esperienza ci sembra di raggiungere qualcosa di spiritualmente definitivo, di immutabile, in quel momento abbiamo aggiunto un frammento alla
nostra coscienza. Se i corpi psichici sono gli strumenti della percezione,
quello coscienziale lo strumento della fusione, della comunione, della trascendenza. Nella coscienza si riassume dunque tutto l'individuo. I corpi
mentali, astrali e fisico sono gli strumenti, i veicoli dell'evoluzione della coscienza individuale, cio il "sentire" dell'individuo, per utilizzare un termine
dei Maestri del Cerchio 77 di Firenze. Spetta dunque al corpo coscienziale
raccogliere e riassumere tutto il sentire che riusciamo a manifestare nel corso della nostra esistenza.

202

Piano Akashlco chiamato da alcuni il piano coscienziale da Akasha, considerata dalla tradizione indiana la sostanza primaria, indifferenziata, costituente la
Realt Assoluta, al di fuori dello spazio-tempo, la cui natura ultima la coscienza. Quindi Akasha la sostanza stessa della coscienza e dell'autocoscienza.
Il coscienziale, a ben riflettere, il vero piano di esistenza dell'individuo,
che qui recepisce e conserva il significato finale della sua esperienza. Da

qui, grazie a quei terminali che sono i veicoli inferiori, l'individuo presente, si esprime, sente e si manifesta nelle dimensioni fisica, emozionale e
mentale. Solo quando il corpo coscienziale perfettamente formato, l'individuo non ha pi bisogno di sperimentare la dualit, la forma e lo spaziotempo, che gli si rivelano come illusioni. Nel piano coscienziale tutti le separazioni e i dualismi si richiudono ed esiste solo il senso della successione
di diversi stati di coscienza. In questo piano esistono tutte le coscienze, di
ogni tempo e luogo, da quella individuale a quella Assoluta, tutte presenti e
contemporanee. L'uomo un microcosmo a immagine e somiglianza del
Macrocosmo, che egli riproduce. Cos come abbiamo definito i corpi inferiori sensori che permettono al S di percepire la realt nei piani inferiori,
altrettanto ogni essere senziente pu essere considerato, a sua volta, un sensore della Coscienza Assoluta.
Si possono definire due livelli coscienziali:
1)

II coscienziale inferiore che contiene ed esprime l'atomo dell'autocoscienza, cio l'eterna coscienza individuale di esistere, nel quale si deposita il senso, il succo dell'esperienza dell'individuo e dal quale l'entit individuale percepisce gli eventi delle dimensioni inferiori;

2)

Il coscienziale superiore: la Coscienza Assoluta, nel suo manifestarsi nell'Entit "Uomo". E' il collegamento con l'Olonomia Assoluta,
la presenza del Dio nell'uomo.

I due centri eterici che realizzano i collegamenti con il corpo coscienziale


sono: il chakra Frontale, collegamento con il coscienziale inferiore e il chakra Coronale, posto sulla cima della testa, collegamento con il coscienziale
superiore. Le energie, particolarmente quelle sintropiche oltre il settimo ordine di coerenza, provenienti dal piano e dal corpo coscienziale sono le pi
sottili, le pi vicine al piano spirituale.

203

VIII - IL COLLEGAMENTO CON IL COSCIENZIALE: LA PINEALE

La pineale: sede dell'anima? Collocata profondamente nel centro del cervello,


tra i due emisferi, un po' dietro e sopra l' ipofisi o pituitaria, si trova l'epifisi o
ghiandola pineale, che deve il suo nome alla sua vaga rassomiglianza ad un pinolo. Riconosciuta dagli antichi come un organo molto importante, il nostro nascosto legame con il Cosmo, l o "sfintere del pensiero", la "sede dell'anima razionale", il "terzo occhio", in tempi pi moderni essa venne profondamente
sottostimata, fino a ritenerla un organo residuale, inutile o quasi. Recentemente
la pineale si presa la sua rivincita e oggi riconosciuta come l'organo maestro
di tutte le altre ghiandole endocrine e dell'intero organismo.
Il misuratore di energia del corpo fisico. La ricerca moderna sostiene che
la pineale una sorta di fotometro, cio un misuratore della quantit di luce,
informazione che riceve attraverso gli occhi e l'ipotalamo. Pi recentemente
si scoperto che essa in grado di captare molto di pi della luce visibile:
dai campi magnetici a quelli elettrici ed ele.ttromagnetici. In realt la
pineale, almeno secondo il parere di chi scrive, non un detettore di campi
energetici densi, quanto piuttosto di campi energetici sottili.

alla sua energia divina. Durante la meditazione, l'invocazione al Divino, la preghiera profonda o comunque durante i momenti nei quali ci colleghiamo con la
nostra parte divina, il S Superiore, sia l' Antakarana sia il campo energetico
della pineale crescono e si attivano. Questo dimostra che il canale con il S
connesso con la pineale. Pi la pineale attivata da campi energetici sottili puri,
pi melatonina viene versata nell'organismo. Pi melatonina viene versata nel
nostro organismo, meno tendiamo ad ammalarci. Le energie che pi attivano la
pineale sono quelle di ordine superiore, mentre quelle congeste la bloccano e
inibiscono la sua produzione di melatonina.
Se pensiamo al S come al vero centro del nostro essere e i nostri corpi come sensori nelle varie dimensioni di questa parte divina, non possiamo sorprenderei che il S sia collegato ad ognuno dei corpi. Esistono dunque tanti
Antakarana, tanti collegamenti, quanti sono i corpi: esiste un Antakarana fisico, uno astrale inferiore, uno astrale superiore e cos via. Alcuni possono
essere pi attivi degli altri. La morte fisica consiste nell'interruzione, brusca
o progressiva, di quello fisico. Certe patologie psichiche sono caratterizzate
dalla parziale sconnessione degli Antakarana psichici, altre patologie fisiche
dalla parziale sconnessione di quello fisico.

In prossimit di potenti campi sottili puri e non congesti il chakra della pineale
si attiva. In prossimit di campi energetici congesti si congestiona e si inibisce.
E' durante la fase di attivazione che presumibilmente la pineale produce la
melatonina che rilascia solo verso le due, le tre di notte. Secondo le ricerche
di W. Pierpaoli, G. Maestroni e altri ricercatori, la melatonina ha effetti
straordinari sul corpo fisico: la sua quantit nell'organismo strettamente
connessa alla salute dell'individiduo. Infatti il pi potente antiossidante
conosciuto (distrugge i radicali liberi), incrementa l'efficienza del sistema
immunitario, riduce la mortalit per cancro e per malattie cardiache e prolunga la vita media dei topi da laboratorio del 20%. Purtroppo la produzione
di melatonina, dopo una prima fase di rapida crescita fino alla pubert, tende
a calare fino a cadere quasi a zero negli anni della vecchiaia.
L' Antakarana, il canale che ci congiunge al S. Secondo me, la pineale, pi
che lo sfintere del pensiero il "rubinetto della vita", il regolatore della nostra
vitalit e della nostra vita media. La pineale l'organo biologico di connessione
tra corpi sottili, corpo fisico e S superiore e si mantiene vivo e vitale finch tale
connessione forte. Secondo molte tradizioni esoteriche, che la ricerca dovrebbe
prendere in seria considerazione, esiste un canale energetico, chiamato dagli indiani Antakarana o ponte di luce, che ci collega costantemente al nostro S e

204

205

Capitolo

depotenziare l'energia sottile degli aggressori e potenziare le difese


dell'organismo,
eliminare il rumore nella comunicazione sottile intercellulare.

Per questo corretto dire che il sistema di decongestione parte integrante del
sistema di difesa energetica e, in generale, del sistema di difesa dell'organismo.

Apparati naturali e terapie della decongestione


I - DECONGESTIONE E DIFESA ETERICHE

Pi volte mi sono chiesto: com' possibile che, nonostante le tante cause di


congestione, il corpo bioplasmico non se ne riempia in pochi giorni fino alla
malattia e alla morte? La risposta, a conclusione di indagini e riflessioni,
condensata in questo capitolo. Il corpo eterico possiede, come vedremo, sia
strutture che filtrano le energie in ingresso (la ID:embrana chakrale, i petali,
eccetera), sia un vero e proprio apparato di decongestione energetica.

L'apparato di decongestione parte del sistema difensivo energetico. La


bioenergia, una volta utilizzata dalle cellule, si congestiona per effetto
dell'entropia. Il Lettore ricorder l'esempio dell'automobile: parte
dell'energia potenziale contenuta nella benzina si trasforma in movimento,
parte degrada in indesiderato calore, attrito, eccetera. Le cellule, dal punto di
vista denso e sottile, si comportano nello stesso modo. Gli stessi processi
vitali cellulari producono una certa quantit di materiali di rifiuto, come tossine e radicali liberi, che devono essere eliminati, cos come microbi e virus
dannosi, inquinanti, cellule cancerose, eccetera. Inoltre, le bioenergie di ordine l o o superiore, una volta utilizzate nei processi vitali sottili, degradano
in congestioni (ordine 0), che a loro volta devono essere eliminate. Compito
di reni, fegato, polmoni e pelle l'eliminazione della loro componente densa, compito dell'apparato di decongestione l'eliminazione della componente sottile di queste sostanze.
Grazie dunque ali' apparato di decongestione, il corpo eterico si libera delle
energie sottili congeste e delle sostanze bioplasmiche dannose. Poich la
Caratteristica Vibratoria di queste sostanze dissonante con quella dell'organismo, esse generano un rumore all'interno della comunicazione sottile
intercellulare. Ognuna di esse ha una sua aura piccolissima, ma se ne mettiamo insieme molti di miliardi possono venir fuori quantit impressionanti
di congestione. Eliminare congestioni vuoi dire:

206

I-A I tre scudi difensivi energetici


I chiaroveggenti vedono, intorno al corpo, un'aura pi grande composta di
un'infinit di raggi luminosi ed un'altra pi vicina, densa e biancastra. Si tratta
di due dei tre scudi difensivi energetici di cui dispone il corpo eterico. Due sono
esterni, l'altro, il terzo, interno. Cominciamo con l'esaminare i due esterni.

L 'immunit comincia lontano dal corpo: i due scudi esterni. Esistono


delle difese del corpo eterico dalle aggressioni esterne? Come ci proteggiamo dal contagio aereo? Effettivamente il sistema difensivo dell'uomo non
comincia sulla pelle ma molto lontano da essa.
Lo scudo dei bioplasmoidi. Immaginate una specie di bombardamento antiaereo costituito da un numero enorme di microscopici corpuscoli, carichi d'energia, espulsi con forza dalla nostra pelle. Le loro
traiettorie formano un gran numero di raggi bianchi o gialli, perpendicolari alla superficie del corpo. Fotografati con la tecnica Kirlian, si
rivelano frammenti di bioplasma congesto (i bioplasmoidi). Questo
scudo chiamato da alcuni aura di salute. La forma complessiva dello
scudo dei bioplasmoidi approssimativamente 11n ellissoide o di un
uovo con la parte pi grossa in alto. Lo spessore (che per persone
normali in media circa 60/90 cm.) dipende dal livello energetico
della pelle e, in generale, da quello complessivo di una persona e dei
suoi chakra. Ecco come funziona il meccanismo di questo scudo.
Sulla pelle giungono grandi quantit di bioenergia, parte della quali
congesta, inviate dal chakra Basale o trasportate dalla circolazione
lenta. A causa del potenziale energetico della pelle, pi elevato di
quello ambientale, in gran parte sono espulse con forza verso l'esterno.
Questo provoca la dispersione di bioenergia congesta e, in misura
minore, la dispersione di quella pura. L'intero sistema chakrale si
adopera per recuperare la bioenergia dispersa nello scudo rifornendo il

207

chakra Basale di quanto ha perduto. Le traiettorie di espulsione


un
enorme numero di bioplasmoidi, costituiscono una barriera energetica
che agisce contro virus, batteri, microbi, sostanze inquinanti, tossine,
energie sottili congeste e sostanze bioplasmiche usate, malate o
tossiche, parassiti bioplasmici.
In conclusione lo scudo dei bioplasmoidi nello stesso tempo un meccanismo di decongestione e un meccanismo di difesa energetica.

208

Lo scudo bioelettrico, composto essenzialmente d'energia P lus, in parte


densa in parte Rosso-sottile, in funzione fino a qualche centimetro o a
pochi decimetri (in persone con alto livello bioenergetico) dalla superficie
della pelle. Le cellule sono formate da un nucleo elettricamente negativo e
una superficie elettricamente positiva. La differenza di potenziale elettrico
tra nucleo e superficie, come sappiamo, non per niente piccola: circa -75
mV. Pensate che solo 20 cellule hanno il potenziale di un pila elettrica
(l ,5 Volt). La pelle composta da molti miliardi di cellule ognuna delle
quali in superficie elettricamente positiva. Tutte insieme formano una
barriera elettrica positiva molto potente. Circa il 30% delle persone che
tentano di percepire la bioenergia con il metodo del palming sente una
sorta di respingimento tra le due mani, quasi che non sia possibile accostarle l'una all'altra: si tratta dello scudo bioelettrico in funzione. Le cellule
di una mano, elettricamente positive, respingono le cellule dell'altra mano
che hanno lo stesso segno, per una propriet d'elettrologia. Se lo scudo
bioelettrico ha questo effetto sulle vostre mani cos ben percepibile, pensate che effetto pu avere su piccoli corpuscoli, batteri, funghi e virus!
Questi piccoli invasori del nostro spazio energetico, una volta superata la
barriera dello scudo bioplasmico, devono superare quest'altra potente barriera di natura elettrica e sottile. Se riescono a superare anche questa il
corpo eterico ha previsto un'ultima barriera: l'apparato difensivo interno.
L'apparato difensivo interno. I nostri chakra e soprattutto quello Basale
caricano continuamente i tessuti interni di bioenergia, particolarmente il
midollo osseo, le ossa, i muscoli e il canale interno. I tessuti utilizzano la
bioenergia per il loro funzionamento e ne scaricano l'eccesso
rimandandolo verso la periferia. Il canale interno in parte trasferisce la
bioenergia verso i due canali principali, quelli trasversali e i chakra e, in
parte, verso l'epidermide. In questo movimento continuo dal centro verso
la periferia, la bioenergia si trascina dietro i bioplasmoidi e gli altri
sottoprodotti bioplasmici creati dalle cellule, portandoli verso

l'epidermide. Questa lenta circolazione di bioenergia come un lavaggio


energetico interno che ripulisce di continuo i tessuti. I bioplasmoidi, una
volta raggiunta l'epidermide, sono utilizzati dallo scudo dei bioplasmoidi
che li scarica verso lo spazio esterno.
L'attivit del sistema di difesa energetica pu diminuire pericolosamente. I tre apparati, lo scudo dei bioplasmoidi, quello bioelettrico e quello intemo, hanno una capacit difensiva e di dispersione di congestioni che dipende in larga misura dal livello di vitalit e, ovviamente, dal livello di congestione dell'organismo. Se il livello di vitalit basso, la quantit di bioenergie congeste espulse e la loro velocit di espulsione saranno scarse.
Quando questo si verifica, l'organismo andr incontro ad una minore capacit sia di disperdere le congestioni, accumulando bioenergia congesta, sia
di difesa energetica, con una minore immunit dal contagio aereo.
E' chiaro che l'apparato di decongestione (del quale, come si sar compreso,
il sistema di difesa energetica parte) svolge un compito essenziale nel
mantenimento di condizioni ideali per la sopravvivenza del corpo eterico e
quindi dell'intero organismo.

Il- ALTRI APPARATI DI DECONGESTIONE: I CHAKRA OMOLOGHI


Molti Autori hanno ipotizzato che i chakra potessero avere una parte in un
meccanismo automatico di decongestione, ma senza spiegare come i chakra
svolgessero questa loro funzione. Ritengo che la scoperta dei chakra omologhi e di una delle propriet delle congestioni bioplasmiche chiariscano sufficientemente il mistero. Ho gi descritto il meccanismo dei chakra omologhi.
Quando, in una coppia di omologhi, la sezione destra di un chakra in fase
di emissione (cio emette bioenergia), la sezione sinistra dell'omologo in
fase di aspirazione (cio assorbe bioenergia) e viceversa, quando la sezione
sinistra dell'uno assorbe energia, la sezione destra dell'omologo emette. I
flussi. si invertono ogni tanti secondi e formano una specie di otto rovesciato. Ma che cosa accade della bioenergia emessa dalla sezione in emissione?
Fondamentalmente due cose: una parte dell'energia emessa riassorbita
dalla sezione inversa del chakra omologo che si trova in fase di assorbimento, un'altra parte si disperde nell'ambiente. Ma, se ricordiamo che il
bioplasma tossico e congesto pi pesante di quello puro, il passaggio di
bioenergia da un chakra omologo all'altro comporter automaticamente
una pulizia del bioplasma. Infatti:

209

Nel passaggio da un chakra all'altro, parte del bioplasma tossico e congesto


scender verso terra senza raggiungere il chakra aspirante. Pertanto la sezione del chakra omologo che si trova in fase di assorbimento aspirer pi
energia pura di quanta ne stata emessa dalla sezione in fase di emissione!

molla spinge energia sottile in un senso o nell'altro. Per ragioni ovvie


per chi ha compreso i ragionamenti fatti finora, le molle del materasso
devono spingere l'energia verso il basso e non verso l'alto! Infatti, se la
direzione dal basso verso l'alto le molle del materasso aspireranno il
plasma pi tossico che sta nella parte bassa della stanza e lo spingeranno
verso il dormiente! Al contrario, se le molle sono dirette in modo da
spingere l'energia sottile verso il basso egli sar attraversato dal plasma
pi pulito che quello delle parti alte della stanza. Se per si utilizza uno
strumento di decongestione, come quelli che verranno descritti alla fine
del libro, posto sotto il letto, meglio che le molle spingano verso l'alto
perch cos faciliteranno l'ascesa dell'energia decongestionante e contribuiranno a pulire il nostro corpo mentre si dorme.

Questo meccanismo avviene continuamente tra tutte le coppie omologhe ed


ha una parte rilevante nel sistema di decongestione.
Un'ultima osservazione. Si ricorder che ho definito i nodi come luoghi in cui
possibile il processo di trasmutazione. La circolazione ad otto tra omologhi obbliga l'energia a passare attraverso il nodo e l, a certe condizioni, possono avvenire le tre modalit di trasmutazione descritte precedentemente. La descrizione completa di questo fenomeno va oltre i limiti del presente libro.

Come migliorare la qualit di bioenergia in una stanza:

II-A L 'importanza della coppia Coronale-Perineale


La coppia di omologhi pi importante del meccan~smo di decongestione la
coppia Coronale- Perineale. Perch? Per due ragioni:
1)

Le congestioni sono pesanti e tendono generalmente ad invadere le parti


pi basse del circuito principale. Il chakra Perineale, il pi basso di tutto
il circuito, svolge un'azione importante di dispersione. La distanza che
separa il Coronale dal Perineale garantisce infatti che le bioenergie assorbite dal primo siano sempre sufficientemente decongestionate. Questo fenomeno viene parzialmente meno quando siamo in posizione orizzontale e parte delle bioenergie congeste possono "galleggiare", per cos
dire, tra i due chakra e progressivamente congestionare tutto l'organismo. Il Lettore avr notato che dormire per terra in un bosco o in un
prato pu essere un'esperienza meravigliosa e rigeneratrice, mentre
dormire su un giaciglio molto basso pu !asciarci al risveglio intorpiditi
e con la sensazione di "sporco" addosso. Questa una buona ragione per
comprare letti abbastanza alti da terra. Restare troppo a lungo a letto pu
indebolirei invece che rafforzarci e perch, se l'ambiente dove dormiamo
saturo di plasma tossico, possiamo rapidamente intossicare il nostro
bioplasma ed ammalarci. Morale: molto importante che l'ambiente in
cui versa un malato abbia un livello di vitalit molto alto e un livello di
congestione il pi basso possibile.
Parliamo della direzione delle molle di un materasso. Una molla una
struttura collettrice di energia sottile. A seconda del suo verso una

210

A causa del comportamento d eli' energia e del bioplasma congesti.

2)

cambiando l'aria della stanza il pi spesso possibile, creando una


circolazione d'energia nell'ambiente;
facendo entrare la luce del sole;
dormendo con la testa a Nord ed i piedi a Sud;
cambiando o quanto meno decongestionando lenzuola, cuscini, i
pigiama; il materasso;
se si utilizza il materasso a molle, verificando in che direzione le
molle spingono l'energia sottile;
mettendo in funzione un purificatore energetico, (vedi oltre) che
provveda anche ad innalzare il Quoziente di Vitalit dell'ambiente ..

A causa del passaggio attraverso i sette nodi, che, come ho detto,


sono strumenti di trasmutazione, anche se questa, in individui non allenati, parziale e limitata. La circolazione Coronale-Perineale costringe la bioenergia a scorrere attraverso tutti i nodi del. canale centrale e questo comporta una sia pure parziale trasmutazione delle
energie d'ordine O in energie pure.

III GLI EFFETTI DELLA CONGESTIONE


.1)

I blocchi di congestione nel circuito principale provocano, prima o


poi, gravi malattie.
Nelle persone che hanno gravi problemi di salute, il circuito principale
presenta congestioni, blocchi e interruzioni nel flusso di bioenergia,
che possono riguardare dapprima le valvole chakrali e, in seguito, interi tratti del circuito principale e di quelli secondari. Quando i canali

211

di collegamento tra due radici chakrali si riempiono di bioenergia


congesta (soprattutto congestione calda), il flusso si interrompe e si
indebolisce il meccanismo di decongestione tra chakra omologhi. In
particolare, quando si blocca il chakra Perineale, si intasa
un'importante via di smistamento energetico, in seguito la parte bassa
del circuito principale e il canale centrale ..
2)

Se i blocchi nel circuito non vengono rimossi la guarigione a livello


energetico non sar possibile e questa la ragione principale del ricorso dei sintomi o delle malattie in tante terapie.
Chiarito il ruolo della congestione come memoria della malattia e causa di blocchi del normale flusso di bioenergia nel corpo eterico, dovrebbe essere chiaro che ogni seria terapia energetica non pu che
cominciare proprio dalla eliminazione di congestioni e blocchi soprattutto nel circuito principale. Ma, prima di affrontare questo tema,
approfondiamo il rapporto energetico tra i vari corpi, fisico e sottili.

IV - SCAMBI ENERGETICI TRA I CORPI


IV -A Il meccanismo "a cascata" di decongestione dei corpi sottili
Anche i corpi sottili "astrali, mentali e coscienziali" si congestionano,
anche se per cause diverse da quello fisico. Congestioni caratteristiche
dell'astrale inferiore sono i parassiti bioplasmici e le forme-pensiero distorte, traumi, fobie, paure, ossessioni, compulsioni, eccetera. Le congestioni
presenti sui mentali inferiore e superiore ci fanno sentire appannati, poco
presenti, a volte come se fossimo un po' meno intelligenti.
I corpi sottili scaricano le loro congestioni (e le energie d'ordine pi
basso) sul corpo fisico, in una sorta di movimento a cascata dali' alto verso
il basso. Questo movimento dovuto alla natura delle energie sottili in base
alloro ordine di coerenza. Ricordate? Le energie con pi basso ordine tendono a "scendere" e hanno maggiore affinit con il corpo fisico e i corpi
sottili inferiori. Pi o meno il meccanismo il seguente:
1)
2)
3)

4)

212

il mentale 2 scarica le congestioni e le energie d'ordine inferiore sul mentale l


il mentale l scarica sull'astrale 2
l'astrale 2 scarica sull'astrale l
l'astrale l scarica sul fisico

Pi volte, in una terapia Energo-Vibrazionale, decongestionato perfettamente il fisico, ci si trova a constatare, dopo qualche tempo, nuove congestioni diverse da quelle appena eliminate. In Diagnosi sottile verifichiamo
facilmente che l'astrale l ha scaricato le sue congestioni sul corpo fisico.
Continuando a decongestionare il corpo fisico, dopo qualche tempo, si trova
che l'astrale l pulito. Ma ancora, dopo qualche tempo, appaiono nuove
congestioni dapprima sull'astrale l e poi sul fisico: l'astrale 2 ha scaricato
sull'astrale l, che, a sua volta, ha scaricato sul fisico. Questo processo va
avanti finch tutti i corpi sono totalmente puliti, a patto che il meccanismo
di decongestione sia sufficientemente potente.
IV-B La risalita delle energie d'ordine superiore
Le energie sintropiche risalgono dai corpi inferiori ai corpi superiori.
Le energie sintropiche tendono invece verso l'alto e hanno maggiore affinit
con i corpi sottili superiori. Che succede quando assorbiamo energie con
alto ordine di coerenza? Tre cose:
1)

una parte di esse "galleggiando" verso l'alto esce dal!' eterico-fisico


e si disperde nell'ambiente;

2)

un'altra parte degrada in energie pi basse;

3)

un'altra parte risale verso i corpi sottili superiori attivandoli e decongestionandoli.

Trasmutazioni e smaterializzazioni materiche. Le ricerche di Louis Kervran, A. Dubrov ed altri hanno dimostrato che trasmutazioni materiche operano continuamente in N atura. Alcune piante sono in grado di trasmutare
certi elementi in Calcio e questa sembra essere una capacit posseduta anche
dagli animali e dall'uomo. Lo scienziato francese le chiama trasmutazioni a
debole energia. Ovviamente la Scienza conosce anche altri tipi di trasmutazioni, le cui applicazioni sono state le bombe atomiche e i reattori nucleari.
Queste sono le trasmutazioni ad energia forte.
Molte volte, dopo che il pool bioenergetico di una persona stato totalmente
decongestionato, i test clinici dimostrano che nel suo sangue non c' pi
traccia di colesterolo o di altre sostanze dannose. Il Lettore ricorder anche
la mia esperienza con il ferro contenuto nel sangue, apparentemente
disperso con il Decongester. Dove finiscono queste sostanze? Sospetto che
le trasmutazioni ad energia debole siano un effetto di trasmutazioni sottili

213

orizzontali. Se siamo in grado di cambiare una Caratteristica Vibratoria


dannosa in una di guarigione, perch questo non dovrebbe comportare, a
causa del principio di interazione, anche trasmutazioni materiche e
smaterializzazioni?

V TERAPIE NON STRUMENTALI DELLA DECONGESTIONE

Il Pranic Healing di Choa Kok Sui. Nel suo Pranic Healing, il Maestro
Choa Kok Sui sottolinea molto l'importanza dello sweeping, una tecnica di
decongestione, di pulizia dell'aura e dei chakra. Spesso il solo sweeping
determina nel soggetto sollievo e soppressione dei sintomi. Chi interessato
alla terapia non strumentale della decongestione dovrebbe leggere tutti i libri di Choa Kok Sui o meglio ancora, seguire i suoi corsi di Pranic Healing.

VI - TERAPIE STRUMENTALI DELLA DECONGESTIONE


Sono poche le terapie di vera decongestione strumentale. Alcune macchine
bioelettroniche sottraggono al paziente un minuscolo frammento bioplasmico
congesto, lo analizzano e lo restituiscono al paziente stesso, ma in opposizione di
fase. Quasi un'Omeopatia elettronica, insomma. Questa tecnica non ancora terapia strumentale della decongestione, ma indubbiamente le molto vicina.

1)
2)
3)
4)
5)

decongestionare dall'alto verso il basso


decongestionare dal centro verso la periferia
decongestionare almeno i circuiti principali: canali, radici e nodi
decongestionare il sangue e l'acqua contenuta nell'organismo
decongestionare tutti i corpi sottili oltre quello fisico.

VI-A I problemi della decongestione strumentale


Gli inizi delle mie prime esperienze di decongestione strumentale furono
duri e in gran parte fallimenti, anche perch la mia conoscenza delle enero-ie
sottili era insufficiente. Inoltre tendevo spesso a mescolare i principi della
tecnologia sottile con la Radionica, cosa che in s pu funzionare, ma che
confondeva le acque. Il mio pallino era quello di costruire una specie di
"aspirapolvere bioplasmico" che tirasse via tutte le congestioni dal corpo
eterico. Costruii le prime macchine funzionanti negli anni 1990-1991, ma il
~oro processo di decongestione era ancora scarso e troppo lungo per essere
mteressante per gli usi pratici.
I Mark 1 e 3: strumenti per la Cromoterapia sottile. La prima macchina
Energo-Vibrazionale veramente funzionante fu il "Mark l", proiettore di
energie sottili colorate di ordine l (i colori erano: Rosso-sottile, Arancio-sottile,
Giallo-sottile, Verde-sottile, Blu-sottile e Viola-sottile). TI Mark l era anche in
grado di inviare "messaggi eterici", compreso uno destinato alla decongestione.
La proiezione avveniva grazie alla trasmutazione orizzontale. L'energia
ambientale ordinaria (ordine l assorbita dali' esterno e composta per ipotesi
di tutti i colori sottili, veniva trasmutata orizzontalmente nel colore voluto. La
macchina si rivel potente, anche troppo! A veva alcuni difetti che ce ne
sconsigliarono la diffusione presso il pubblico:
0

),

Una terapia della decongestione deve essere basata su uno o pi d'uno dei
seguenti presupposti:

deve asportare e distruggere o disperdere tutta o gran parte della congestione del paziente,
deve trasmutare alcune energie dannose per il paziente in energie per
lui innocue (per esempio il Rosso-sottile e il Giallo-sottile nel malato
di cancro in Viola-sottile),
deve trasmutare parte delle congestioni del paziente (energie di ordine
O) in energie sintropiche (energie di ordine superiore).

Le tre tecniche possono ovviamente percorrersi contemporaneamente in una


stessa terapia. Inoltre, secondo la mia personale esperienza e per quanto ho
esposto finora, una buona decongestione per avere buoni risultati, deve seguire almeno le seguenti cinque regole:

214

la proiezione troppo potente era potenzialmente pericolosa;


le energie sottili di ordine l o, emesse in quantit eccessiva, potevano
diventare congestionanti con pericolo di reazione radicale;
.
il messaggio di decongestione era troppo lento e inefficace;
la macchina interferiva con il sistema energetico dell'operatore che risultava "caricato" energeticamente e qualche volta anche congestionato.

La seconda esperienza fu il Mark 3, una macchina ancor pi potente e sofis~i~ata, in ~rado di proiettare un intero protocollo di terapia con i tempi relativi ad ogm passo. Le energie erano meno congestionate e congestionanti del
primo modello, ma i difetti pi o meno gli stessi. A questo punto decisi di

215

intraprendere la strada della decongestione pura e semplice e iniziarono gli


studi e le esperienze che portarono a i primi ... -

Decongester, strumenti per l'aspirazione delle congestioni. La prima


realizzazione fu un probe, uno strumento che letteralmente "aspirava" congestione. Dopo alcuni tentativi realizzai, insieme ai miei collaboratori
dell'IRES, un probe molto potente e cominciai a rendermi conto sia della
straordinaria quantit di congestione che pu essere presente in un soggetto
malato, sia la capacit del probe di aspirarla. Sorse allora il problema di dove collocare tutta quella congestione. Vari tentativi fallirono: scaricare nella
presa di massa dell'impianto elettrico, nell'impianto idrico casalingo, nei
radiatori. Una soluzione peggiore dell'altra!
Alla fine pensai che in Natura doveva esistere un meccanismo naturale di
decongestione e trasmutazione e che questo meccanismo doveva essere
presente anche nell'aria. Ancora non lo sapevo, ma questa convinzione mi
avrebbe portato alla scoperta degli ordini superiori di coerenza sottile.
Realizzammo il primo dispersore che faceva due cose: in primo luogo
letteralmente polverizzava, atomizzava la congestione fino al punto in cui
non era pi pericolosa, perch non pi in grado di trasportare informazioni
ed in secondo luogo le disperdeva nell'aria. Ricordate i frammenti di
Caratteristica Vibratoria? Ebbene una CV pu essere, con opportune
tecniche, talmente tanto frazionata e disarticolata, che i suoi frammenti non
sono pi contaminanti e diventano una specie di polvere eterica che l'aria
porta via, disperde e in seguito trasmuta in energie d'ordine l o.
L'apparecchio complessivamente era molto efficace, ma scomodo: il probe
era collegato ad un grosso cavo appositamente studiato e schermato con una
tecnica studiata appositamente per evitare dispersioni di congestione. Perch? Per il buon motivo che se il cavo non era isolato etericamente la congestione si disperdeva nell'ambiente, per esempio nello studio, e congestionava lo stesso operatore. Il gran problema da risolvere fu quello di inventare
un isolamento eterico, poich quello elettrico non era sufficiente. Il cavo
isolante era collegato al dispersore che, con grande scomodit, veniva collegato all'aperto, per esempio su un davanzale. La macchina funzionava bene,
ma aveva alcuni difetti. Era costosa, complicata da costruire, pesante e scomoda per l'ingombro del cavo e per la difficile collocazione del dispersore
esterno. Ci nonostante era la prima vera macchina Energo-Vibrazionale di
decongestione efficace e potente! I primi prototipi vennero affidati alla sperimentazione clinica di alcuni medici e i risultati furono molto incoraggianti.

216

Uno strumento a trasmutazione orizzontale, il Biotransfer, stata la


prima applicazione della scoperta di questa modalit trasmutativa. Il Biotransfer, nella versione pi semplice, contiene uno o due inseritori per Memorie Eteriche su supporto denso e due manopole di rame che il soggetto
tiene in mano e collegate alla macchina grazie a cavi di conduzione sottile.
Non alimentato da nessuna forma di energia densa (elettricit, magnetismo, eccetera), non contiene magneti, n cristalli. Crea un potente circuito
energetico tra una mano e l'altra, che convoglia le bioenergie verso le Memorie Eteriche, una delle quali contiene la Caratteristica Vibratoria
dell'organo-bersaglio e l'altra il tipo di trasmutazione orizzontale che si
vuole operare. Pochi trattamenti con il Biotransfer sono in grado di trasmutare un eccesso di energie sottili di un certo tipo, presenti nel pool bioenergetico del soggetto, in un altro tipo di energia scelto dall'operatore. Si pu,
ad esempio, trasmutare l'eccesso di Rosso e Giallo sottili nei malati di cancro in Viola-sottile, facilitando e accelerando enormemente la guarigione del
paziente. Una versione computerizzata sarebbe in grado di operare un intero
protocollo scelto dall'operatore, lavorando su organi e chakra diversi, in diversi momenti, nel tempo prescelto. Le ultime versioni di Biotransfer sono
dotate di due modalit di trasmutazione: quella orizzontale e quella d'ordine
e sono ancora pi efficaci e pi potenti della prima versione.
VI-B Macchine a trasmutazione d'ordine
La svolta fu l'arrivo delle energie di ordine superiore. Dopo molti esperimenti sul loro uso non strumentale, pensai che era arrivato il momento di
tentare di costruire una macchina Energo-Vibrazionale che utilizzasse solo
energie di ordine superiore al l o. Le macchine Energo-Vibrazionali diventarono pi compatte, meno costose, pi semplici e soprattutto molto pi efficaci. Il cuore degli apparecchi era sempre un trasmutatore d'ordine: come il
Decongester aspiravano congestione (energie 0), ma le trasmutavano in
energie d'ordine superiore. In uscita non c'era pi, dunque, congestione ma
energia sintropica! La prima realizzazione fu ...

Il Cleanergy (fusione di Clean e Energy, cio "energia pulita") una macchina Energo-Vibrazionale di trasmutazione d'ordine molto compatta, non
contiene magneti, n, nella sua versione pi semplice, apparati elettrici_ o
elettronici. E' un aspiratore di congestioni come il Decongester e nello stesso tempo un trasmutatore in energie di ordine superiore. Assorbe il plasma
tossico dal basso e lo proietta verso l'alto in tutte le direzioni, trasmutandolo
in plasma non tossico, contenente una grande quantit di energie sintropiche. I due maggiori problemi da risolvere furono quelli della potenza di

217

aspirazione e della stabilizzazione del processo di trasmutazione. Dopo diversi prototipi, arrivammo alla sua versione finale, sperimentandolo in vari
campi, compresa la terapia, ma soprattutto in Domoterapia.
L'utilizzo del Cleanergy mise in luce i problemi legati alla circolazione
delle energie sottili negli ambienti chiusi. Spesso il Cleanergy non era in
grado di operare con successo semplicemente perch neli' ambiente era in
azione un qualche fattore che creava continuamente nuova congestione. E'
cos che, come vedremo nel capitolo dedicato alla Domoterapia sottile, mi
resi conto del possibile trasferimento di congestioni da un ambiente ali' altro,
di come circola l'energia sottile negli ambienti chiusi e della necessit di
creare delle circolazioni forzate di energia sottile.
Un altro strano comportamento del Cleanergy era che, ad un certo punto, senza
apparenti cause, sembrava smettere di funzionare. Dopo qualche indagine si
scoprl che il Cleanergy non smetteva di funzionare, anzi: in quei casi semplicemente aveva preso "all'amo" un parassita bioplasmico. Considerando che la
maggior parte di essi esiste nella dimensione 2 (astrale inferiore), questo dimostrava il Cleanergy lavora in modo multidimensionale! In seguito, con l'uso dei
Chakra-Tool, fu chiaro che le energie di ordine superiore agiscono fino al
mentale superiore e anche oltre ...
In molte case sono presenti delle energie psichiche di stress, rabbia, ansia,
angoscia, proiettate nei muri e nei pavimenti dagli attuali o dai precedenti
inquilini, che, una volta penetrate nei muri e nei pilastri, sono trattenute da
tutti i materiali cristallini e si riverberano anche per anni nell'abitazione.
Scoprimmo che un Cleanergy, lasciato nella stanza da purificare, in qualche
settimana creava un'atmosfera psichi ca pulita e rilassante.
Il passo successivo: il Chakra-Tool. Un'idea che da tempo coltivavo era
di creare uno strumento piccolo, ma efficiente, che permettesse di decongestionare e contemporaneamente attivare in modo dolce chakra e tessuti. Con
l'esperienza del Cleanergy, disegnai lo schema del Chakra-Tool. Il primo
prototipo funzionava poco, ma l'idea c'era. Vari tentativi furono necessari
prima di arrivare ali' efficace versione finale.
Un Chakra-Tool , essenzialmente, uno strumento per chakra e, come tale,
pu utilizzarsi per la decongestione, l'attivazione e il riequilibrio energetico
dei chakra, ma anche per la pulizia e l'amplificazione dell'aura. E' un
aspiratore delle congestioni presenti nella radice chakrale, che le vengono
restituite trasmutate in energie superiori fino al 14 ordine. Pu operare una
sorta di "bagno" dell'aura, con il risultato di armonizzare, ripulire, attivare,

218

trasmutare le energie in essa contenuta. Un senso di rilassamento e profondo


benessere sar il segnale dell'avvenuta pulizia aurica. Scoprimmo che il suo
uso era consigliabile prima di operare con terapie come lo Shiatsu, la
Massoterapia, la Riflessoterapia, la Pranoterapia, l'Agopuntura, eccetera.
Inoltre lo strumento rivel ben presto che l'uso di energie sottili di ordine
superiore permette di far scomparire molti dolori rapidamente, specialmente
quelli della schiena. Semplicemente ponendo un Chakra-Tool sulla zona
dolorante: in alcuni minuti il dolore in genere scompare. Perch? La mia
attuale ipotesi che le energie di ordine superiore al l o:

stimolano la produzione di un gran numero di endorfine (sostanze naturali prodotte dal corpo che hanno un effetto euforizzante, antidolorifico e un alto livello di coerenza sottile);
eliminano le "congestioni associate al dolore", la cui scomparsa generalmente associata alla immediata scomparsa del dolore e quelle che
creano il dolore, soprattutto flogosi e infiammazioni;
inoltre, poich le energie sintropiche sono multidimensionali, agiscono anche sui corpi superiori, compreso l'astrale inferiore, veicolo della
percezione del dolore.

In effetti, i Chakra-Tool, utilizzati su un organo affaticato, per esempio sul fegato, sullo stomaco o sugli intestini, in genere, dopo alcuni minuti, generano
un senso di profondo benessere. La loro versatilit si dimostr ben prsto notevole: con un Chakra-Tool la disintossicazione energetica dei tessuti e degli
organi diventa una faccenda piuttosto semplice. Inoltre, un uso appropriato
pu riportare il ristabilimento della normale circolazione energetica.
Cominciammo ad utilizzare i Chakra-Tool anche nella pulizia di oggetti
usati, vestiti, gioielli, firme, fotografie, nonch coperte, cuscini, lenzuola,
materassi creando le condizioni per un sonno migliore; nella protezione
contro la congestione per operatori di macchine bioelettroniche (EAV, macchina Mora, Vega-test, eccetera), contro le radiazioni nocive presenti nella
casa, di apparecchi elettrici, computer, televisori, telefoni, cellulari, eccetera. I Chakra-Tool hanno anche un'azione mitigante contro le energie cosmotelluriche dannose, ma in questi casi sono meno efficienti dei Cleanergy.
Li sperimentammo anche nella pulizia di cibi, di acqua da tavola e di
farmaci. La normale acqua di rubinetto spesso inquinata dal cloro
immesso nella rete, da cavi elettrici e telefonici sotterranei, dal fall-out

219

radioattivo, da prodotti usati in agricoltura, da rifiuti tossici industriali, dal


traffico automobilistico, eccetera. Con mezzi di indagine come il pendolo, il
biotensor, l'aurameter, la vista chiaroveggente, la Diagnosi sottile ed altri
strumenti possibile rendersi conto dell'aura di congestione intorno ad una
bottiglia d'acqua di rubinetto o di acqua da tavola. Con un Chakra-Tool si
elimina la componente sottile, che poi la pi dannosa. L'aura diventa in pochi
minuti chiara e limpida, ogni congestione scompare e l'ordine di coerenza
dell'acqua sale fino al 14. Anche il sapore cambia leggermente, l'acqua pi
dolce e i sapori estranei sembrano scomparire in parte o del tutto.
I Decongester a energie di ordine superiore nacquero fondendo i principi
del Cleanergy e del Chakra-Tool a quelli che avevano guidato nella costruzione del primo Decongester. Il risultato una macchina semplice, potente,
maneggevole ed efficace, senza cavi e dispersori esterni.

Energie di ordine superiore sui punti di comando: il Prana-Point.


Un'altra idea che si rivel interessante fu proiettare queste energie sui punti
di comando. Grazie alle investigazioni sulla circolazione dell'energia
nell'organismo, sulla struttura dei circuiti energetici, sul funzionamento
delle sezioni chakrali e alla scoperta dei punti di comando stessi, disegnai
una specie di "penna", che chiamammo Prana-Point, in grado di proiettare
energia di ordine superiore sui punti di comando e su qualsiasi altro punto di
Agopuntura. Il Prana-Point prima decongestiona, poi attiva i chakra e gli organi con energie sintropiche. L'uso integrato di Cleanergy, Biotransfer,
Chakra-Tool e Prana-Point ha reso i trattamenti molto rapidi, puliti ed efficienti. Non esistono reazioni radicali, n contaminazioni eteriche del terapeuta e lo studio sempre pulito.
I Messaggi Eterici furono un'estensione del Cleanergy. L'idea iniziale era di utilizzare le energie sintropiche come portanti per la diffusione nell'ambiente di Caratteristiche Vibratorie di farmaci vibrazionali. I Messaggi Eterici portati da energie d'ordine superiore (o pi semplicemente i ME) sono delle "pasticche" in un
materiale speciale dotato di grande capacit di memorizzazione, della dimensione
di circa 3 centimetri. Funzionano con grande dolcezza, perch le Caratteristiche
Vibratorie che contengono penetrano lentamente, profondamente e costantemente
nel sistema eterico. L'uso pi efficace metterli sulla sommit di un Cleanergy e
porvi sopra i due pollici. La punta del pollice , come si ricorder, il punto di comando del chakra Basale, connessione principale tra corpo eterico e fisico. Da
questo chakra la Caratteristica Vibratoria contenuta nel ME si diffonde in ogni organo, soprattutto nel sangue. Un altro uso metterli sotto il letto. Durante la notte
il messaggio viene ripetutamente riversato sul dormiente.

220

ll mio primo uso sperimentale di ME fu il sale di Schuessler "Ferrum Phosphoricum". Sono vegetariano da molti anni (mangio anche uova e prodotti del latte,
molto raramente del pesce) e la dieta e i ripetuti esperimenti di decongestione
che operavo su di me tendevano ad abbassare il ferro nel mio sangue. La mia
ipotesi che il ferro contenuto nel sangue solitamente molto congesto a causa
delle sorgenti di magnetismo ed elettromagnetismo cui siamo sottoposti. La decongestione opera anche sull'energia sottile congesta del ferro, abbassandone in
modo consistente il contenuto nel sangue, probabilmente a causa di fenomeni di
smaterializzazione. L'assunzione ripetuta di integratori di ferro allopatici tamponava la situazione soltanto per uno o due giorni, poi ricomparivano ai bordi
della mia bocca i taglietti caratteristici della mancanza di ferro. Mi venne in
mente cos di realizzare il primo ME basato su energie sintropiche, utilizzando la
Caratteristica Vibratoria del sale di Schuessler F errum Phosphoricum, che piazzai su un Cleanergy sotto il mio letto. Dopo due o tre giorni il mio problema
scomparve e da allora non pi ritornato.
Avevo da tempo sperimentato su di me sia l'uso della Melatonina omeopatica
(4 o 5 CH) sia quella non omeopatica. In Diagnosi sottile, ho riscontrato che la
Melatonina non omeopatica ha un effetto attivante, ma leggermente congestionante sul chakra della pineale, mentre quella omeopatica lo attiva moltissimo,
ma senza congestione. Sperimentai allora la Melatonina, versione ME. Il risultato fu ottimo, ancor pi efficace della Melatonina omeopatica!

Rimedi vibrazionali basati su energie superiori. Attualmente sto studiando


l'applicazione di questi strumenti nelle preparazioni di farmaci e rimedi vibrazionali (omeopatici, essenze floreali, da cristalli, eccetera). Gran parte dei rimedi vibrazionali e delle preparazioni spagiriche sono basati sull'uso di acqua
come solvente eterico. Alle volte, i rimedi vibrazionali sono poco efficaci perch l'acqua utilizzata leggermente congesta e sappiamo che le energie di ordine O sono pessime portanti. Questo accade nonostante che il preparatore abbia scelto un'acqua biologicamente e chimicamente buona e sana, magari bi o
tridistillata, semplicemente perch, senza accorgersene o senza saperlo, ha lasciato il contenitore vicino ad un radiatore, un campo elettrico, un nodo geopatogeno o una delle tante sorgenti di congestione sottile. Poich il ChakraTool decongestiona rapidamente l'acqua e la carica con energie di ordine supe.riore, ho consigliato ad alcuni preparatori di rimedi vibrazionali di utilizzarli
per attivare l'acqua che usano. I rimedi preparati con acqua decongestionata ed
attivata con energie d'ordine superiore si sono dimostrati pi efficaci di quelli
preparati con acqua normale. Ancora molta strada deve essere percorsa in questa direzione, ma ritengo che si possa rendere pi efficace non solo l'acqua di
base, ma anche le Tinture Madri, i fiori, le gemme, le ceneri, i cristalli e tutte le

221

altre sorgenti utilizzate nei rimedi vibrazionali. Adesso sono allo studio nuovi
ME basati sulle Caratteristiche Vibratorie di sostanze come Immunostimolatori, decongestionatori cellulari, Endorfine, Melatonina, Triptofano, Serotonina e
altri ormoni, stimolatori di chakra, essenze floreali di Bach, sali di Schuessler,
energia-Oro e molto altro.

Capitolo 15

I - I PRINCIPI DELLA DOMOTERAPIA SOTTILE

La Domoterapia sottile la terapia della casa mediante energie sottili e pu


considerarsi una branca della Bioarchitettura. Il suo obiettivo l'analisi
delle energie sottili di una casa, di un appartamento, di un negozio, di un albergo, di una fabbrica, di uno studio medico o paramedico o di qualsiasi altro ambiente chiuso, con lo scopo di migliorare la qualit della vita, la salute
ed il benessere dei suoi abitanti, dei clienti, dei lavoratori, dei pazienti.
La Domoterapia sottile parte dall'assunto che, se un ambiente non stato costruito, studiato, arredato, disegnato nel modo, nelle forme e sul terreno
adeguati, pu diventare il luogo pi subdolo di inquinamento e causa di
malanni misteriosi, recidivi e apparentemente inspiegabili. Nella Domoterapia sottile hanno una gran parte le tecniche e gli strumenti (purtroppo pochi
quelli che funzionano veramente), che risanano l'ambiente dal punto di vista
sottile. Ovviamente la Domoterapia sottile pu utilizzarsi prima della costruzione per ottimizzare la situazione.
La Domoterapia sottile si basa essenzialmente su due principi:
l)

2)

La qualit del!' energia sottile in un ambiente un fattore causativo


fondamentale da considerare nella diagnosi dei sintomi e delle malattie dei suoi abitanti.
Il modello di circolazione dell'energia sottile in un ambiente un fattore centrale per determinarne la sua qualit.

Quindi per prima cosa si deve determinare la qualit dell'energia sottile e in


-secondo luogo come l'energia circola nell'ambiente.

l)

La qualit dell'energia sottile in un ambiente un fattore centrale


nella diagnosi delle malattie dei suoi abitanti. Ambienti caratterizzati da
energie neutrali o meglio armoniche determinano un generale stato di
benessere nelle persone che vi abitano o vi lavorano, quelli caratterizzati

222

223

da energie nocive tendono a causare malesseri e malattie. Ma questo


solo un principio generale. Le energie di una casa devono essere armoniche ed equilibrate per le persone che vi abitano. Se per esempio in una casa abita una persona molto Minus, il suo stato di salute peggiorer molto,
se nella casa sono attive energie Minus. Viceversa se una persona Plus,
la sua condizione di salute sar aggravata da una casa Plus.

La quantit di energia congesta presente in una stanza pu dipendere


da molti fattori:

dal livello di attivit fisica o mentale delle persone che abitano nella casa,

dal loro livello di salute e stato energetico,


dal materiale costruttivo della casa, dalla presenza di apparecchiature,

Non solo, ma un soggetto pu essere equilibrato in gran parte dei suoi


chakra, meno uno, ad esempio quello Basale. La sua casa generalmente
equilibrata, ma, in camera da letto e in corrispondenza della base del coccige, c' un nodo Minus o in ogni caso un'irregolarit energetica Minus. TI
soggetto, con grande probabilit, soffrir allora d'anemia o di depressione
o di qualche altra patologia corrispondente a questo stato di cose.

da come e dove sono costruiti balconi e finestre,


dalla posizione degli ambienti rispetto al Nord magnetico,

2)

La qualit della circolazione dell'energia .sottile negli ambienti


chiusi un fattore centrale per determinare la sua qualit. Siete
mai entrati in una casa che vi ha dato un'indefinibile sensazione di
soffocamento, come se vi mancasse l'aria? Oppure di un eccesso
d'energia attivante, che vi ha reso irrequieti o nervosi? Pochi sono
consapevoli che, in un ambiente chiuso, non solo necessario che circoli l'aria in modo da mantenerla sempre pura, ma che esiste anche la
necessit di una adeguata circolazione energetica. Un ambiente, come un organismo, ha bisogno di inspirare energia pulita e di espirare
l'energia con gesta e usata. Se in un ambiente chiuso soggiornano
molte persone, diventano viziate sia l'aria per l'accumulo di anidride
carbonica emessa dai loro polmoni, sia l'energia per l'accumulo di
congestioni sottili. In altre parole, comincia a crearsi plasma tossico,
che pian piano occupa tutti gli spazi e contamina il bioplasma delle
persone. Il problema diventa grave quando:

non possibile per condizioni climatiche avverse aprire le finestre;

anche aprendo le finestre, l'ambiente esterno carico di congestioni,

nella stanza attiva una o pi d'una causa di congestione sottile.

dall'eventuale attivit di sorgenti telluriche nocive e molto altro ancora.

E' evidente per esempio che se in casa c' un malato la quantit di


energia congesta sar maggiore, che quando tutti gli abitanti sono in
perfetta salute. Una casa, un appartamento, un ambiente devono essere
concepiti in modo tale da permettere la circolazione dell'energia sottlle, che deve essere studiata in modo da facilitare l 'ingresso di energie pulite e la fuoriuscita di quelle congeste, problema purtroppo ancora largamente incompreso in Architettura e perfino in Bioarchitettura. Spesso gli architetti e i costruttori trovano soluzioni eleganti e apparentemente razionali, che si rivelano per vere calamit sotto
l'aspetto delle energie sottili e della loro circolazione. Pu succedere
ad esempio che in un ambiente ci sia un'ottima circolazione d'aria, ma
quella energetica sia pessima.

Le porte di entrata e di uscita della circolazione energetica e la posizione del letto. Ma come circola l'energia sottile in un ambiente chiuso? Ovviamente la porta di casa e soprattutto le finestre permettono all'energia pura
dell'esterno (spesso, soprattutto in citt, non tanto pura!) di rinnovare quella
interna. Ma esiste anche una circolazione minore che riveste un'importanza
spesso decisiva soprattutto nei mesi freddi, quando si aprono raramente le
finestre. Questo un problema che interessa soprattutto chi abita in climi
freddi dove, per molti mesi l'anno, porte e finestre restano chiuse.
Nel disegnare lo schema di circolazione sottile di un appartamento non
bisogna dimenticare naturalmente che i sensi dei due flussi di circolazione
energetica planetaria sono da Nord a Sud e da Est ad Ovest. Se in un

224

225

appartamento non esistono aperture a Nord e a Sud la circolazione sar


difettosa e il plasma tossico presente tender ad accumularsi pi facilmente.
E' noto che direzionando la testa del letto verso Nord si dorme meglio. Vi
siete mai chiesti perch? Ecco due spiegazioni, una pi ovvia, l'altra meno:
1)

con la testa al Nord i globuli rossi, con il loro contenuto di ferro, vengono attratti verso la testa e la ossigenano maggiormente;

2)

se dormite con la testa a Nord il flusso energetico sottile vi traversa a


partire dalla testa verso i piedi. Cos facendo il flusso (che, come ricorderete, Minus) opera una sorta di pulizia delle congestioni portandosele via verso il basso, verso i piedi e i chakra inferiori meno
sensibili di quelli superiori alle congestioni, soprattutto quelle Plus.

Pur ammettendo che la prima tesi contiene una sua verit, io propendo per la
seconda. Dormire con la testa verso Nord insomma una specie di pulizia
bioplasmica notturna o, se si preferisce, una decongestione naturale. Ma,
attenzione! Questo effetto positivo viene meno se:

a Nord della nostra testa agiscono cause di congestione: radiatori, radiosveglie, lampade al neon e altri oggetti che emanano campi elettromagnetici o testate del letto metalliche, che hanno assorbito congestioni cosmo-telluriche;

non prevista una via d'uscita a Sud dell'energia congesta (una porta
finestra parzialmente aperta, ad esempio);

a Nord della nostra camera da letto c' un malato.

A questo punto vorrei ricordare un'esperienza personale. Il mio letto (~n una
certa casa in cui abitavo) era perfettamente orientato verso Nord, moltre
nella camera da letto non esistevano grossi problemi a livello cosmotellurico, insomma niente nodi cattivi, n faglie, n acqua, eccetera. Eppure,
lo sentivo, quella camera non era peifetta e vi dormivo molto male. Testando la casa e con qualche piccola intervista ai vicini, ho trovato la spiegazione: nella stanza accanto, che era pure una camera da letto, dormiva una persona molto malata e la circolazione planetaria Nord-Sud portava nella mia
camera da letto le sue congestioni!

226

I camini possono essere degli sfiatatoi molto importanti di energia sottile. A


seconda dei materiali e della forma possono o no spingere energia sottile viziata verso l'esterno e con ci contribuire alla circolazione energetica della casa. Il caminetto, soprattutto se acceso, anche se energeticamente un grande
spreco, da un punto di vista sottile spesso una benedizione. Il dispersore di
terra al contrario, pu essere dannoso. Ho notato spesso energia congesta che
risaliva da terra verso la casa. Questo comportamento potrebbe essere evitato
con l'uso di apparecchiature che blocchino l'ascesa delle congestioni.

Porosit e circolazione energetica. Alcune sostanze sono relativamente


porose al passaggio dell'energia sottile, altre pi isolanti e impenetrabili.
Inoltre, l'accostamento di sostanze diverse pu formare un accumulatore di
energia sottile, che viene spinta in una certa direzione. In una casa, a seconda del materiale e del tipo di rivestimento, alcuni elementi costruttivi (muri,
pavimenti, tramezzi e soffitti) possono cos spingere lentamente, ma costantemente, energia sottile verso l'esterno o verso l'interno. Nel primo caso
diventano una sorta di anti-accumulatori e rendono la casa invivibile per
mancanza di energia, nel secondo accumulano congestioni.
In una casa energeticamente sana, o almeno parzialmente sana, dovrebbero
esistere al minimo due strutture energeticamente porose: una a Nord e
un'altra a Sud per permettere al flusso planetario di passare attraverso la casa. La struttura porosa a Nord dovrebbe permettere l'ingresso di energie
ambientali pure. La struttura porosa a Sud dovrebbe permettere alle congestioni di disperdersi nell'aria. I pavimenti e i muri invece dovrebbero essere,
in alcuni casi, rigorosamente isolanti. Perch?

Avete pensato che nel vostro appartamento possono circolare le congestioni dei vostri vicini? Infatti, sufficiente che il solaio sia costruito in
modo tale da spingere energia sottile dal basso verso l'alto, che il gioco
fatto! D'altra parte il marmo e molte mattonelle contengono sostanze cristalline e abbiamo visto come si comportano, se posti accanto a sostanze
non cristalline. E' quindi possibile che stiate assorbendo in casa vostra parte
delle congestioni del vicino di sotto o quelle del vicino di sopra. Il trasferimento di plasma tossico da un appartamento ali' altro possibile sia attra. verso i solai, che i muri. Non una bella prospettiva, soprattutto se i vicini
non sono in buona salute!
Attenti alle travi e alle controsoffittature, che se sono di materiale isolante
alle energie sottili possono ben presto accumulare una grande quantit di
plasma tossico. Attenti anche a non dormire con delle grosse travi in

227

verticale sulla vostra testa: disturbano il naturale flusso planetario sottile. E'
rilevante anche la direzione delle travi sul soffitto: se sono direzionate NordSud non ostacolano il flusso planetario corrispondente. Se sono direzionate
Est-Ovest permetteranno il passaggio di questo flusso planetario: la casa
sembrer pi calda, meno pulita, ma pi stimolante. Se le travi sono dirette
in posizioni intermedie ostacoleranno entrambi i flussi planetari.
Programmabilit. Un lungo discorso a parte dovrebbe essere fatto sui rivestimenti. Alcuni materiali che contengono grandi quantit di cristalli, il
marmo e altre pietre, la sabbia usata nel calcestruzzo e le vernici a quarzo
hanno una grande capacit di programmazione. Questi materiali assorbono
l'imprint energetico molto facilmente e, una volta memorizzato, co~t~nuano
a riverberarlo all'interno per molto tempo, anche dopo che la causa s1 e esaurita. Si comportano insomma n pi e n meno come un messaggio eterico.
L'imprint pu riguardare sia energie di natura eterico-fisica (campi ele_ttrici:
energie cosmo-telluriche nocive), sia energie psichiche di ~tress ? di_ altr~
stati psichici sgradevoli (forme-pensiero distorte create dagh stessi abitanti
della casa o da quelli che li hanno preceduti).
Una volta creato, l'imprint energetico sgradevole e dannoso pu cancellarsi
in due modi:

1)

determinando nella stanza o nel locale delle situazioni inverse, per


esempio, praticando la meditazione e il rilassamento in luoghi _in c~i
c' stato molto stress. E' come dire che si sovrappongono energie psichiche positive ad energie negative~

2)

oppure cancellando direttamente l'imprint negativo con apparecchiature che utilizzano energie di ordine superiore.

plasma congesto creato dall'acqua sotterranea ha una grande rilevanza. Il


plasma tender ad invadere preferibilmente i piani bassi della casa e i livelli
inferiori della stanza. In genere il plasma tossico pi concentrato nelle
zone di massima attivit sottile e pi diluito altrove, ma pu essere presente
anche nell'intero appartamento a .diversi livelli di intensit. Se
nell'appartamento attiva una forte circolazione energetica, la pericolosit
del plasma tossico sar minore. Se la circolazione energetica scarsa si
potranno creare delle condizioni molto dure per gli abitanti.
I radiatori: insospettabili accumulatori di congestioni. Lo sapevate che i
comuni termosifoni sono tra i peggiori accumulatori e irradiatori di congestioni? L'acqua che scorre nel circuito pi o meno sempre la stessa e, a forza di
passare vicino a nodi geopatogeni, fili della corrente, apparecchi televisivi,
stanze di persone malate, toilette ed altro, si carica di una grande quantit di
congestioni. Una buona norma sarebbe quella di svuotare spesso il circuito, una
migliore sarebbe quella di decongestionare tutta l'acqua che scorre nel circuito
di riscaldamento di un palazzo, migliorando cos il benessere di tutti gli abitanti.
Una cosa che possiamo fare inserire un apparecchio come il Cleanergy per la
decongestione eterica sotto il calorifero: gran parte se non tutta la sua congestione sparir in una o due settimane. Questa pratica va naturalmente ripetuta
per ogni radiatore del vostro appartamento, soprattutto d'inverno quando
l'acqua del circuito di riscaldamento percorre tutto il palazzo.
Bisognerebbe porre una certa attenzione anche alla posizione del radiatore in
una stanza: non a Nord e non ad Est. Avete capito perch? E' semplice: sono le due posizioni d'entrata dei flussi planetari. Ponendo un radiatore a
Nord o ad Est le sue congestioni vengono in parte portate via dal flusso planetario, invadendo la stanza. La posizione a Sud o ad Ovest ottima, per la
ragione inversa. State attenti anche a non dormire vicino ad un radiatore, soprattutto se sta vicino o dietro la vostra testa.

Ovviamente le due soluzioni possono percorrersi contemporaneamente.


Un altro effetto delle vernici a quarzo quello di spingere energia nella direzione in cui sono state dipinte. Se la vernice all'esterno, l'energia sottile
tender a uscire dali' abitazione, se una stanza interna ad essere verniciata
a quarzo, l'energia sottile tender ad accumularsi in quella stanza.
Che succede quando energie cosmo-telluriche nocive sono attive in una
casa? Bisogna considerare caso per caso. Le situazioni peggiori sono
sempre quelle in cui anche presente l'energia-acqua. Ricordate che il
plasma tossico pi pesante di quello puro? In questo caso la pesantezza del

228

Nella stanza da letto c' uno specchio? Lo specchio un potente collettore


di energia sottile che pu spingere o aspirare verso o da chi lo guarda, dipende da come costruito. Inoltre ogni specchio congestiona l'energia sottile che vi scorre dentro. Osservate accuratamente che cosa c' dietro lo
specchio. Se per esempio lo specchio posto sulla parete che separa la camera da letto e quella da bagno, il plasma della seconda potrebbe penetrare
nella prima. Vi piacerebbe dormire nelle energie della toilette? Se la risposta
no, togliete lo specchio da quella posizione. Se lo specchio poggiato
sull'armadio guardaroba (non all'interno, ma all'esterno dell'armadio), le
congestioni degli abiti possono scaricarsi nella vostra camera da letto. Se

229

sono forme-pensiero su supporto denso. Il cliente, giudicando un oggetto


in una vetrina, imprime su di esso un'energia psichica, della dimensione
astrale inferiore. In questo caso la sensazione di "bruttezza" crea una
forma-pensiero negativa su un supporto denso, l'oggetto stesso.
Supponiamo che anche un secondo cliente giudichi "brutto" l'oggetto C:
a questo punto nuova energia psichica rinforza la forma-pensiero. Le
possibilit di vendere l'oggetto saranno molto poche ed improbabile che
potr essere venduto. Naturalmente pu anche succedere il contrario e
cio che i primi due o tre clienti che passano giudichino un certo oggetto
"bello" creando una forma-pensiero positiva. Questo oggetto si caricher
dell'energia psichica della bellezza e avr molte possibilit di essere
venduto. Il caso degli oggetti considerati brutti naturalmente quello che
pi interessa il negoziante! Immagino, a questo punto, qualcuno di loro
chiedersi: "Non sarebbe possibile imprimere l'energia psichica della
bellezza in anticipo?".

non volete che le congestioni (comprese quelle psichiche), accumulate dai


vestiti durante la giornata, invadano la camera da letto, togliete lo specchio
da quella posizione. Ci sono molte altre posizioni sbagliate per lo specchio,
tanto che mi sento di darvi un solo consiglio: mettetelo dentro l'armadio
guardaroba attaccato ad una delle sue porte. Questa soluzione non proprio
il massimo, ma meglio di altre.

II - DOMOTERAPIA SOTTILE PER I NEGOZIANTI


Avete notato che certi negozi passano in pochi anni da un proprietario
ali' altro? Se intervistate i proprietari vi diranno che per "strane" ragioni il
loro bar non va, il loro negozio di scarpe non vende. Eppure la posizione
in una via centrale ... Non si riesce proprio a capire ... Forse una maledizione! Esaminiamo questi casi sotto l'aspetto della Domoterapia e forse il mistero si chiarir.
Cari negozianti ...

Seconda regola: tenete energeticamente pi puliti soprattutto gli oggetti che


vendete di meno: probabilmente sono vittime della sindrome dell'oggetto
brutto.

1)

3)

Se volete che i clienti si fermino a guardare e a comprare tenete


energeticamente pure le vostre vetrine! Ognuno di noi , coscientemente o meno, sensibile alle congestioni sottili. Avete notato che le
vetrine che non vengono cambiate spesso, che non vengono pulite e
lasciate a prendere aria attirano meno clienti e vendono di meno? Questo dovuto al fatto che gli oggetti (soprattutto certi oggetti) si caricano pian piano di congestioni e, quando la vetrina che li contiene ne
sovraccarica, diventa una specie di repulsore per i vostri clienti! Gli
oggetti pi sensibili a questa tendenza sono tutti quelli che contengono
cristalli e materiale cristallino, per esempio: cristalli, orologi, materiale elettronico, oggetti dotati di display a cristalli liquidi, computer
eccetera. Allora ...

Prima regola: tenete sempre le vostre vetrine e gli oggetti che contengono
energeticamente puliti.
2)

230

La sindrome dell'oggetto "brutto". Pu anche succedere un


fenomeno ancor pi sottile: supponiamo che nella vetrina siano
esposti gli oggetti A, B, C, D, eccetera e che un certo cliente (il primo
che visita quella vetrina appena composta) si fermi a guardare e
giudichi l'oggetto C "brutto". La vetrina e gli oggetti che contiene

Un altro "strano" fenomeno rappresentato da certi oggetti fatti a


mano che, nonostante siano di -pregevole fattura, non si vendono o si
vendono con molta difficolt. Altri, magari meno belli o costruiti a
macchina e quindi meno pregiati, inspiegabilmente si vendono meglio.
Perch? Molti oggetti fatti a mano sono, a livello astrale, carichi di
dolore, sofferenza, tristezza e altri sentimenti negativi di chi li ha costruiti. Magari in quel periodo versava in brutte acque, era senza soldi
o in cattiva salute. L'energia emozionale del costruttore si impressa
nell'oggetto, creando una forma-pensiero negativa e gli acquirenti
istintivamente sentono questa carica di negativit e la evitano.
Ricordo che una mia amica aveva, proprio al centro dell'ingresso di
casa, un bel tappeto berbero. Nonostante la simpatia della mia amica e
nonostante che la casa fosse oggettivamente bella (compreso il tappeto), l'impressione che provavo andandola a trovare era penosa e non
vedevo l'ora di andarmene. Una volta le ho chiesto se la stessa sensazione era stata provata anche da altri e con mia sorpresa mi ha risposto
di s. Un test della casa ha evidenziato nel tappeto berbero la causa
della repulsione. Una volta tolto di mezzo il tappeto tutto filato liscio
per la mia amica e la sua casa ora piena di gente!

231

Terza regola: tenete d'occhio soprattutto gli oggetti fatti a mano e, se il caso, ripulite! i accuratamente, sia per la "salute" del vostro negozio che per
quella dei vostri clienti.

4)

Caricate le forme-pensiero della vostra prosperit con la giusta


esposizione e la buona qualit dell'energia sottile. Un fenomeno,
studiato nel Feng Shui e che molti hanno notato, riguarda il rapporto
tra la posizione delle vetrine e delle insegne pubblicitarie ed il loro
"appeal" sui clienti. Come mai le vetrine esposte a Nord o ad Est vendono di pi? Semplicemente perch sono sottoposte ai due flussi planetari di energie sottili che le ripuliscono costantemente e le caricano
di energia sottile pura. "E se le mie vetrine non stanno nella posizione
giusta che devo fare?". La soluzione pi giusta sar quella di attivare
una buona circolazione d'energia sottile. Il fenomeno della vetrina che
ha pi successo se sottoposta al vento planetario di energia sottile
spiegabile anche in un altro modo.

La vetrina e l'insegna sono forme-pensiero su supporto denso della vendita,


del guadagno, del successo, dell'espansione commerciale.
Sappiamo che le forme-pensiero si rinforzano inviando loro energia pura.
Ecco perch le vetrine e le insegne pubblicitarie esposte a uno dei due venti
planetari hanno pi probabilit di successo: il vento planetario a caricarle
continuamente di energia sottile.

La carenza di circolazione d'energia sottile ostacola la vendita. Se


l'energia pura e vivificante non entra e quella congesta non fuoriesce regolarmente, il negozio probabilmente destinato al fallimento. Un negozio carico di congestioni generalmente evitato dai clienti. Un giorno sono entrato
insieme ad amici in un negozio di scarpe e, nonostante che la scelta e i prezzi fossero interessanti, siamo usciti tutti rapidamente in strada. Ho intervistato gli amici sul perch fossero usciti cos rapidamente e mi hanno risposto
che c'era qualcosa in quel negozio che faceva venir loro il mal di testa. In
effetti le vetrine, le lampade e tutto il resto erano carichi di quantit enormi
di congestioni sottili. I miei amici non erano in grado di sapere che cosa non
andava, sentivano solo di voler uscire al pi presto. Questa una situazione
che ho riscontrato frequentemente anche in negozi per i quali i proprietari
avevano speso una fortuna per il loro arredamento.
Se l'energia nuova entra dalla porta d'ingresso il cliente, dalla strada, si
sente quasi trascinato ad entrare in quel locale o in quel negozio. Inoltre il

232

proprietario deve provvedere a far circolare l'energia sottile in modo tale


che il punto di fuoriuscita passi attraverso la cassa: ci far in modo che il
cliente (con il suo denaro) si senta trasportato verso quel punto. Ma attenzione! L'energia sottile che investe la cassa deve essere pulita e non congesta, altrimenti avrete l'effetto contrario. Perch? La cassa, in un negozio,
un'altra forma-pensiero su supporto denso. E', in un certo senso, il simbolo
principale della prosperit del negozio. Se volete rinforzare questa formapensiero dovete caricarla continuamente di energia sottile pura, come quella
proveniente da Est.
Altri importanti forme-pensiero sono illogo e le insegne del negozio o della compagnia, le fotografie del proprietario. E' importante che siano investiti continuamente dal flusso da Est perch possano assorbire energia sottile pura attivante.
L'altro simbolo importante la cassaforte che va trattata con lo stesso riguardo.
Quarta regola: ricordate che il vostro negozio pieno di forme-pensiero su
supporto denso della vostra prosperit. Utilizzate le forze della Natura per
ricaricarle continuamente oppure mezzi artificiali.

III - DEDICATO AI TERAPEUTI


l)

2)

Attenzione alla posizione del iettino della terapia. Mi capitato


spesso di visitare studi di terapeuti, medici, massaggiatori, estetiste,
operatori di Shiatsu, eccetera e verificare la loro totale ignoranza delle
regole dell'energia sottile. Molte delle loro cure e terapie fallivano,
eppure erano dei bravi terapeuti e naturalmente si chiedevano il perch
dei loro fallimenti. Intanto per cominciare molti di loro non si erano
neppure chiesti come avevano posizionato il lettino delle terapie.

Prima regola: posizionate il lettino in modo che la testa del paziente stia a Nord e i piedi a Sud;

Seconda regola: il lettino NON deve stare su una zona perturbata (geopatia).

Attenzione allo stato energetico del vostro studio e della vostra


strumentazione. Molti terapeuti non sono neppure coscienti dello stato
energetico del loro studio e. degli attrezzi che utilizzano. Alcuni, per
abbellire lo studio e renderlo pi prestigioso, vi applicano moquette,

233

lampade al neon e condizionatori d'aria. Vi siete chiesti come funziona a


livello sottile l'impianto di riscaldamento? E qual' lo stato della
circolazione d'energia nel vostro studio? Se scarsa e il plasma tossico
!asciatovi dai pazienti ristagna, come risultato il terapeuta torna a casa
stanchissimo, spesso si ammala, le sue terapie non sono grandi successi.

3)

Attenzion~.'

vostro stato energetico. I terapeuti che non si controllano, spesso superano il livello al di l del quale dovrebbero riposarsi e
decongestionarsi.

IV- DEDICATO A PREPARATORI DI PRODOTTI VIBRAZIONALI E PER

Terza regola: ricordate che, durante la terapia, i pazienti liberano


una grande quantit di congestioni (soprattutto in Pranoterapia,
Shiatsu-terapia, Agopuntura, Riflessoterapia, Massaggio, Radionica, Bioelettronica, cure di Estetica, eccetera). Perci
molto importante curare la pulizia eterica dello studio per la vostra salute e quella dei vostri pazienti.

L'ESTETICA

Ormai dovreste aver capito le regole fondamentali delle energie sottili e non
serve dilungarsi troppo. Due sole raccomandazioni: se preparate i vostri rimedi con l'acqua importante verificarne la qualit anche a livello energetico. Inoltre attenzione allo stivaggio di erbe, cristalli, fiori, eccetera. Se lavorate con cristalli siate consapevoli del loro grado di pulizia eterica.

Quarta regola: curate la circolazione dell'energia nel vostro studio, che deve essere forte e ben diretta.

V- DEDICATO AI PROPRIETARI DI ALBERGHI

Quinta regola: controllate lo stato energetico della vostra strumentazione, soprattutto delle macchine radioniche, degli strumenti
EAV, MORA, Vega, eccetera, che devono essere non congesti, altrimenti smetteranno di dare delle risposte corrette e soprattutto distribuiranno congestioni ai vostri pazienti e a voi stessi.

1)

geticamente del tutto inospitali. La prima regola non rispettata riguarda la


posizione del letto sia rispetto al Nord magnetico, sia rispetto alle energie
telluriche dannose. Se un albergo percorso da un fiume sotterraneo doveroso per l'albergatore provvedere, sia perch i suoi clienti dormiranno male,
sia perch, con il tempo, i suoi affari diminuiranno.

Spesso lo studio attraversato da energie cosmo-telluriche molto dannose. E' importante verificarne la presenza e provvedere di conseguenza.

234

Sesta regola: controllate che la vostra strumentazione, soprattutto le


macchine radioniche, gli strumenti EAV, MORA, Vega, eccetera,
non si trovino su una geopatia, altrimenti la scaricherete sui vostri
pazienti e la vostra strumentazione andr fuori uso in poco tempo.

Settima regola: controllate che voi stessi non vi troviate su una geopatia. In tal caso i vostri chakra saranno parzialmente bloccati e, a lungo
andare, le vostre terapie e il vostro stato di salute ne risentiranno.

Ottava regola: controllate che i vostri farmaci, i rimedi vibrazionali, le creme di bellezza non siano conservati su una geopatia o
la loro efficacia si ridurr molto.

Attenzione alle energie telluriche presenti nelle stanze del vostro albergo. Viaggio spesso e alle volte mi capita di dover dormire in alberghi ener-

2)

Regola no 1: controllate lo stato delle energie di tutto l'albergo e


di ogni singola stanza.

Regola no 2: controllate che i letti nelle singole stanze NON si


trovino su zone perturbate (geopatie).

Regola no 3: controllate che i letti siano posizionati in modo con


la testa a Nord e i piedi a Sud.

Controllate l'arredamento. Molti albergatori trovano molto "chic" la


moquette. Voi evitatela. Evitate anche tutti gli aggeggi elettronici inutili .

Regola no4: controllate che nell'arredamento non siano presenti


oggetti energeticamente congestionanti.

235

o di torba. Questi assorbono e deviano parzialmente i nodi, ma sono


molto costosi e poco efficaci.

VI - I METODI E GLI STRUMENTI DELLA DOMOTERAPIA SOTTILE


Domoterapia sottile: curare l'abitazione per curare gli abitanti. Per prima cosa i Domoterapeuti fanno un esame dei sintomi degli abitanti, poi
esaminano la casa stessa, il terreno su cui stata fabbricata, i materiali, la
struttura, la pianta, ne disegnano lo schema della circolazione energetica intema ed esterna, orizzontale e verticale, determinano lo "spettro energetico"
delle congestioni presenti. L'esame esteso a varie dimensioni, ma soprattutto a quello fisico-eterico e astrale inferiore. Dai sintomi delle persone
gi possibile avere un'idea della natura dell'abitazione e dei pericoli che nasconde. I Domoterapeuti adoperano strumenti che misurano campi magnetici, elettromagnetici, elettrici, ioni, radioattivit, ma utilizzano soprattutto la
loro personale sensibilit al plasma tossico e congesto e, grazie a tutti questi
esami, predispongono un piano di risanamento. Il piano pu consistere nello
spostare alcuni mobili, soprattutto i letti, nell'eliminare alcune suppellettili,
nell'inserire alcune apparecchiature Energo-Vibrazionali di risanamento.

Tappetini blocca-congestioni con scarico delle congestioni. Lo scarico viene effettuato:


l)

Attraverso la presa di terra dell'impianto elettrico, che vivamente sconsiglio. In tal caso la cosa migliore che l'attrezzo
non funzioni affatto perch, se funziona davvero, in breve congestioner dapprima la stanza, poi l'appartamento e infine
l'intero palazzo! E' un'esperienza che ho fatto io stesso agli inizi
della mia ricerca e che mi ha obbligato ad inventare una
"macchina" che risucchiasse tutta la congestione che era rimasta
bloccata nell'impianto elettrico del palazzo in cui vivo. Un'altra
eventualit abbastanza frequente, che i costruttori non prendono
in esame, che lo scorrimento di energia sottile vada dal
"dispersore di terra" verso il palazzo. Attenzione! Sto parlando
di corrente sottile e non elettrica! In tal caso i tappetini non solo
non possono scaricare, ma addirittura si caricano di altre congestioni provenienti dal terreno stesso.

2)

Attraverso la tubatura dell'acqua o, peggio, attraverso la presa


del radiatore. Vedi sopra e vedi quanto detto a proposito dei radiatori. Soluzione pessima.

3)

Attraverso uno scarico esterno (dispersore esterno). E' possibile,


ma scomodo e di costosa realizzazione. Uno scarico veramente
efficace non pu essere inferiore a 30x40x20 cm e pesare anche
molto. Va ben piantato sul muro per evitare che il vento se lo porti
via. E' scomodo perch il cavo che porta la congestione al dispersore esterno deve essere molto grosso e ben isolato etericamente
altrimenti disperder la congestione nella stanza e contaminer
chiunque lo tocchi. Inoltre la finestra va bucata in modo da permettere al cavo di raggiungere il dispersore.

Due linee-guida sul controllo dello stress da energie geopatogene. Abbiamo gi visto che ci sono due possibilit per il controllo delle energie cosmo-telluriche dannose:

l)

la prima linea-guida passa attraverso il controllo delle energie stesse,

2)

la seconda linea-guida attraverso il controllo del plasma ambientale


che le stesse energie creano.

VI-A Prima possibilit: controllare le energie cosmo-telluriche dannose


E' una strada difficile da percorrere con successo perch le energie geopatogene sono estremamente varie: magnetiche, elettriche, elettromagnetiche,
radioattive con tutte le possibili componenti sottili. Sono state create numerose attrezzature che tentano questa via ma, almeno a mio parere, con scarso
successo. Una soluzione consiste nel mettere sotto il letto degli appositi tappetini. Questi tappetini sono di due tipi:

236

Tappetini blocca-congestioni senza scarico delle congestioni: sono


basati di solito su reti metalliche immerse nella plastica. In genere le
congestioni vengono bloccate ma, dopo qualche giorno di funzionamento, i tappetini, non potendo scaricare le congestioni assorbite, diventano a loro volta cos congesti che si trasformano in una soluzione
peggiore del male. Gli unici di qualche utilit sono i tappetini di cocco

Le soluzioni basate su schermi da porre sotto il letto hanno comunque delle


limitazioni molto gravi, che le rendono praticamente inutili:
l)

Le energie, una volta deviate fuori del letto, creano comunque plasma
tossico che invade la stanza.

237

2)

Non tutte le energie patogene vengono dalla terra, alcune provengono


dallo spazio (energie cosmopatogene). In questo caso occorrerebbero
degli schermi sopra alletto.

Altre tecnologie sono fondate sull'elettronica e consistono


neli' irradiare frequenze che dovrebbero riequilibrare le cellule
irritate dalle radiazioni cosmotelluriche.

Esistono anche altre tecnologie (Laduc, piramidi, ampolle con


liquidi, circuiti, simboli ed altro) in genere ispirate ai concetti
della Radionica, alle quali, chi scrive, onestamente, crede poco.

VI-B La seconda possibilit: l'uso si energie sottili d'ordine superiore


Ricapitoliamo per sommi capi il discorso sulle energie sottili con grado di
coerenza superiore ad uno. Sappiamo che queste energie hanno delle propriet straordinarie, tanto da meritare la definizione di energie intelligenti o
sintropiche. Hanno inoltre propriet decongestionanti, degenerano in energie
non congeste (energie di ordine l 0 ) , non provocano contaminazioni, trasformano i plasma tossici in plasmi non tossici. Tutti gli strumenti di Domoterapia sottile seguono la seconda linea-guida: il controllo del plasma
ambientale che le energie geopatogene creano. Essi fondamentalmente:
1)

assorbono il plasma tossico;

2)

lo trasmutano in energie sottili di ordine superiore;

3)

irradiano e proiettano queste energie nello spazio.

Tutte le "macchine" per Domoterapia sottile utilizzano energie sottili di ordine superiore.
Un Cleanergy un vero e proprio condizionatore e depuratore ambientale
energetico. Rinnova completamente le energie di un ambiente, soprattutto se
questo sovraffollato o quando vi sono malati. "Condiziona" energeticamente gli ambienti, sopprimendo energie dannose e congestionanti e trasformandole in energie pulite e utili alla salute. Inoltre il Cleanergy pu essere utilizzato per la depurazione e l'attivazione energetica di cibi e bevande
e per diffondere -neli' ambiente le vibrazioni di fiori di Bach, sali di
Schuessler e altre sostanze sotto forma di "messaggi eterici".

238

A che servono i Cleanergy?

Protezione e decontaminazione eterica contro le radiazioni nocive artificiali presenti in casa, in ufficio, nello studio di terapia dagli effetti di
apparecchi elettrici, computer, televisori, telefoni, cellulari, moquette,
aria condizionata, strumentazione presente negli aerei, nelle navi,
contro gli effetti nocivi di apparecchiature di sicurezza.
Protezione dalle energie cosmo-telluriche dannose presenti in casa o
nello studio.
Protezione ambientale contro la congestione per operatori di macchine
bioelettroniche (Elettro Agopuntura secondo V oli, macchina Mora,
Vega test, eccetera).
Pulizia di oggetti, vestiti, gioielli, firme e fotografie, nonch di coperte, cuscini, lenzuola, materassi per un sonno migliore.
Pulizia e attivazione energetica di cibi, di acqua da tavola.
Purificazione da energie psichiche ambientali dannose.
Diffusione di "Messaggi eterici".
I pannelli di circolazione sottile forzata. In luoghi in cui la circolazione energetica debole, possibile rinforzarla utilizzando appositi pannelli che danno alla
circolazione un senso obbligato e definito. Questi pannelli sono costruiti in modo
tale da purificare l'energia che li traversa e rilasciare comunque un'energia sottile
decongestionata. Alcuni pannelli di circolazione forzata possono essere messi alla
testa del letto quando questo non orientato verso Nord.
Altri pannelli sono costruiti in modo da espellere energia sottile da un ambiente. E' possibile creare cos una forte _circolazione forzata secondo una
direzione voluta (per esempio da Nord a Sud) ponendo un pannello che
spinge l'energia sottile verso l'interno ed un altro che la spinge verso
l'esterno. In tal modo nell'ambiente si viene a creare un circolo d'energia
sempre pura, simile o addirittura migliore di quella che si ha all'aperto.
Verso un nuovo ecologismo. Viviamo in un Universo che tende a diventare
sempre pi inquinato soprattutto sotto l'aspetto sottile: uno dei prezzi del
progresso e del benessere. L'inquinamento non riguarda solo i cibi che

239

mangiamo, le acque che beviamo e l'aria che respiriamo, ma anche, e forse


soprattutto, le energie sottili ambientali che il nostro corpo energetico
continuamente assorbe. La stanza in cui dormiamo o in cui lavoriamo, la
stanza d'albergo, l'auto, il treno, l'aereo sono ambienti nei quali il nostro
organismo costretto ad assorbire congestioni sottili che lo congestionano a
sua volta. Sono convinto che presto nascer un nuovo ecologismo, che, a
differenza di quello attuale, si prender cura degli aspetti sottili
dell'inquinamento. La via sar difficile da seguire perch la presa di
coscienza della natura sottile dell'Universo ancora di pochi. Lavoriamo
dunque in questa direzione, che (e questa non solo la mia opinione)
l'unica che potr non solo limitare i danni, ma anche e soprattutto, cambiare
in positivo le nostre vite.

240

delle

Pag.27

Il corpo energetico

Pag.29

Foto Kirlian

Pag.29

Schema della fotografia Kirlian

Pag. 31

Principio d'interazione denso-sottile

Pag. 35

La banda d'informazione

Pag. 42

La preparazione omeopatica

Pag. 44

Sintonia Eterica

Pag. 45

DNA e bobina radio

Pag. 50

Dal fisico all'eterico secondo livelli di complessit

Pag. 51

Gli anelli di congestione diventano sempre pi tenui via via


che si allontanano dall'oggetto

Pag. 55

Le mappe bioelettriche del corpo umano

Pag. 60

Circuito elettronico equivalente ad un sistema vivente

Pag. 62

L'effetto "foglia fantasma"

Pag. 71

Valori del pH del "terreno" cellulare

Pag. 76

L'energia sottile scorre verso gli oggetti a minore concentrazione


energetica

Pag. 77

L'energia sottile si accumula in maggiori quantit, ma si disperde


anche pi rapidamente in mezzi a pi bassa resistenza elettrica

Pag. 82

Energia sottile dal centro della Terra

Pag. 85

Le Ley-lines possono trasportare le componenti sottili


delle esplosioni atomiche

241

Pag.86

Rete di Hartmann

Pag.88

Effetto del passaggio di energie sottili attraverso uno strato d'acqua

Pag.95

Interlerenza

Pag. 99

Dall'Entropia alla Sintropia

Pag. l 03

L'eterico, ascensore della casa multidimensionale

Pag. 118

L'Energia sottile onda portante della Caratteristica Vibratoria

Pag. 121

Congestione negli alimenti

Pag. 123

Quozienti di vitalit

Pag. 132

La luce di Gurwitsch

7. Autori vari, La M thode Kousmine, Ed. Jouvance - Suisse 1990

Pag. 134

n"raggio della morte"

9. Bailey Alice A., Telepatia e il veicolo eterico, Ed. Nuova Era, Roma, 1977

Pag. 140

La congestione il rumore nella comunicazione sottile intercellulare

l. A.M.S.A., Compendio teorico-pratico di Spagiria ed Alchimia, Forza Vitale, Bari


2. A.M.S.A.,Mercurio Alchemico, Forza Vitale, Bari

3. Allau Ren, Aspetti dell'Alchimia tradizionale, Atanr, Roma, 1989


4. Aresu Mario, Uomoterra, Ed. Ago e Filo, Palau
5. Assagioli Roberto, Psicosintesi, Astrolabio, Roma, 1993
6. Autori vari, Biologie Humane, Nathan Ed. France 1992
8. Bailey Alice A., Guarigione esoterica, Ed. Nuova Era, Roma, 1974
IO. Bailey Arturrn,Dowsingfor Health,ed. QUANTUM, G.b., 1990
11. Bearden T. E., Theory of Pulsar Operation, in: Pulsor, Gyro Intern. Murrieta, CA, USA

Pag. 159

La "rotazione" dei chakra

Pag. 161

La respirazione dei chakra

Pag. 162

I chakra: veicoli di rapporti interperson~i

14. Becker Robert, Cross Currents, ed. Jeremy Tarcher, NY, 1990

Pag. 168

ncircuito principale

15. Bendit L.J. & Bendi t Ph., The Etheric Body of Man, Quest Book, 1977

Pag. 170

Struttura ipotetica di due chakra omologhi

17. Bottaccioli Francesco, Psiconeuroimmunologia, L'altra medicina studio -Como 1995

Pag. 177

Circolazione energetica tra due chakra omologhi

Pag. 184

Il corpo eterico, un'interfaccia

Pag. 199

Lo squilibrio di lateralit e il timo

Pag. 200

Effetti dello squilibrio di lateralit

12. Beck D. & J., The Pleasure Connection: How End01phins Affect Our Health, Synthesis
Press- USA 1987
13. Becker R. & Selden G., The Body Electric, Quill, NY, 1985

16. Bernasconi Waldo, Colore e Bioenergia, Ottaviano, Milano, 1986


18. Bruno Giordano,L' arte della memoria, Mimesis, 1996, Milano
19. Capriolo G. & D'Elia A., L'energia segreta delle acque. La terapia idrofrequenziale, Xenia,
Milano, 1996
20. Capriolo G., Casa e salute, ed. Sonzogno, Milano, 1996
21. Capriolo G.,La casa bioarmonica, ed. Xenia, Milano, 1997
22. Catani Martine, Alimentation et quilibre de vie, Ed. Jouvance- Suisse 1992
23. Chandu Jack F., Guarire con i colori, Atanor, Roma, 1983
24. Chen You-wa,Digitopressione,Ed. Tecniche Nuove, Milano, 1995
25. Chia, M. & M.,Awaken Healing Light ofthe Tao, Healing Tao Books, N.Y.
. 26. Choa Kok Sui, Pranic H ealing Avanzato, Ed. MacroEdizioni, Cesena, 1998
27. Choa Kok Sui, Psicoterapia con il Pranic H ealing, Ed. MacroEdizioni, Cesena, 1998
28. Choa Kok Sui, Miracoli con il Pranic Healing. L'antica arte di guarire con le mani,
Ed. MacroEdizioni, Cesena 1999
29. Ciccolo Enza, Acqua d'amore, ed. Mediterranee, Roma, 1994

242

243

30. ClarkLinda,Cromoterapia,Ed. red, Como, 1982

64. Leonard George, The Silent Pulse, Arkana, USA

3L Clynes Manfred, Sentics. The Touch ofthe Emotions, Prism Unity, Dorset, 1989

65. Liberman Jacob,Light, Medicine ofthe Future,Bear & Co, NM, 1991

32. Dael, The Crystal Book, The Crystal Company, CA, 1988

66. Long Max Freedom, Psychometric Analisis, De Vorss & Co. Marina del Rey, CA, USA, 1959

33. Davidson John, The Secret of the Creative Vacuum, C.W.Daniel Co., Essex, 1994

67. Lotz K. E.,La casa bioecologica,ed AAM TerraNuova, Firenze, 1991

34. Davidson John, The Web of Life, C.W.Daniel Co., Esse x, 1988

68. Maestri del Cerchio 77,Lafonte preziosa, ed altri sette titoli Ed. Mediterranee, Roma

35. Davis Patricia,Subtle Aromatherapy, C.W.Daniel Co., Essex, 1992

69. Magra Daniela, Ecologia della salute, MIRDAD Torino, 1996

36. Davis R.A. e Rawls W. C., Magnetism and its Effects on the Living System, ACRES, USA
1993
37. Dillenseger Jean-Paul, Abitazione e salute, Musumeci Ed. 1992

70. Manzelli, Masini, Costa, I segreti dell'acqua. L'opera scientifica di Giorgio Piccardi,
Di Renzo, Roma, 1994

38. Dudley L. & Welke E., Stress e salute, SIAD Ed., Milano, 1978 -titolo orig.:How to Survive
Being Alive, 1977
39. Dujany R., Teoria e impiego della Kiniesiologia applicata, Tecniche Nuove, Milano, 1995

40. Dy L. Victor, Feng Shuifor Everybody, Renaissance Research Inst. for Asian Studies,
Philippines, Metro-Manila, 1993

71. Medicina Naturale, ed. Tecniche Nuove- Tavola rotonda intitolata, La memoria dell'acqua,
nn. 4 e 5 del1997

72. Merton Merlina, F eng Shui for Better Living, Mervera Publications, Philippines, 1993
73. Merz Blanche,Points ofCosmic Energy, C.W.Daniel Co., Essex, 1983
74. Mikesell N., The Information Band, manoscritto- Psychic Research, 1990
75. Molesti Paolo, Ambiente salute e zone sane, Sonzogno, Milano, 1997

41. Galateri Lelio, a cura di, Parapsicologia ed effetto Kirlian, ed. SugarCo, Milano

76. Morell Franz,The MORA Concept,HAUG, Germany, 1990

42: Galvani Gianfranco, Geobiologia,- Centro Ricerche Lakhovsky di Rimini

77. Oberbach Joseph,Fire ofLife,-DBFPublishers, 1980, Germany

43. Gerber Richard, Vibrational Medicine, Bear & Company, Santa Fe, New Mexico

44. Gimbel Theo, Cromoterapia, Ed. Tecniche Nuove, Milano, 1994

78. Oldfield H. & Coghill R., The Dark Side of the Brain. ElectroCJystal Therapy, Element
Books, Dorset, GB, 1988

45. Gurudas, Flower Essences and Vibrational Healing, voli. l e 2, Cassandra Press, CA, 1986
46. Gurudas, Gem Elixirs and Vibrational Healing, voli. l e 2, Cassandra Press, CA, 1986

79. Ostrander & Schroeder, Psychic Discoveries behind the lron Curtain, Englewood Cliffs,
N.J., Prentice-Hall, 1970

47. Herranz Isabela, Introduzione alla Radionica, Hobby & Work, Milano, 1993

80. Otto Georg, Raggi tellurici, Ed. Centro di Benessere Psicofisico, Torino, 1992

48. Hunt Roland, Le sette chiavi per guarire con i colori, MEB Ed., Torino, 1979
49. Hutchison Michael,Mega BrainPowe1~ Hyperion, N.Y., 1994

81. Pandiani & Watts, Guida al corretto utilizzo di vitamine e minerali nella nutrizione,
Tecniche Nuove, Milano, 1993

50. Jager Gerhard, I test della salute, Ed. Tecniche Nuove, Milano, 1994

82. Patten L. & Patten T., I Biocircuiti, Strumenti di Ricerca Alternativa, Padova, 1994

51. Jollivet-Castellot F., Storia dell'Alchimia, ed. Bastogi, Foggia

83. Pedirota Luciana,/1 colore, ed. Mediterranee, Roma, 1996

52. Joy Brugh W., Joy's Way. An lntroduction to the Potentialsfor Healing with Body
Energies, ed. Jeremy Tarcher, LA, 1979

84. Pierpaoli & Regelson,Lafonte della giovinezza,Rizzo1i, Milano,

53. Karagulla & van Gelder Kunz, The Chakras and the Human Energy Fields, Quest Books,
1989
54. Karagulla Shafica, Breakthrough to Creativity, De Vorss, Marina del Rey, CA, USA, 1967

86. Popp & Li & Gu, Biophoton Researc and its Applications, World Scientific, 1992

55. Kemeiz C., Yoga per l'occidente, Ed. Mediterranee, Roma, 1955

89. Powell Artur E.,// corpo mentale, Ed. Alaya, Milano

56. King Serge Kahili, L'energia nascosta della terra, ed. Amrita, Torino, 1995

90. Powell Artur E. ,Il doppio eterico, Ed. Alaya, Milano, 1994

57. Kousmine Catherine, Salvate il vostro corpo!, Ed. Tecniche Nuove, Milano, 1992

91. Presman S., Electromagnetic Fie/d and Life.

58. Lakhovsky Georges, Il segreto della vita, Centro Ricerche Lakhovsky, Rimini

92. Reich W., La biopatia del cancro (La scoperta dell' m-gone), SugarCo, Milano, 1986

59. Lakhovsky Georges,La scienza e la felicit, Centro Ricerche Lakhovsky, Rimini

93. Reich W., La funzione dell'orgasmo, SugarCo, Milano

60. Lakhovsky Georges,La terra e noi, Centro Ricerche Lakhovsky, Rimini

94. Reiter & Robinson M elatonina, l'ormone che allunga la vita, Mondadori, Milano, 1996

61. Lam Kam Chuen,/l manuale del Feng Shui, ed. Corbaccio, 1996, Milano

95. Rmi Alexandre, Geobiologia, - Red ed.- Como 1984

62. Leadbeater C. W., Chakra, Societ Italiana Teosofica, Trieste, 1993

96. Reyner J. H., Psionic M edicine, Arkana- Great B ritain, 1974

63. Leadbeater C. W. "Il piano astrale" Ed. Siri o, Trieste, 1988

97. Richards W. G.,TheChain ofLife,C.W.Daniel Co.,Essex, 1982

244

85. Pierrakos John, C01energetica, Crisalide, Latina, 1994


87. Powell Artur E., Il corpo astrale, Ed. Alaya, Milano
88. Powell Artur E.,ll corpo causale,Ed. Alaya, Milano, 1994

245

98. Rossi E. & Nimmons D., Autoregolazione del sistema mente-corpo- I ritmi ultradiani
e la pausa di 20 minuti, Astrolabio, Roma, 1993
99. Russell E. W., Prospects of Eternity, Nevill Spearman, 1982
100. Russell E. W.,Report on Radionics,C.W.Daniel Co., Essex, 1991
101. Saxton Burr Haro1d,Blueprintfor Immortality, C.W.Daniel Co., Essex
102. Sharma H ari, Radicali liberi, Ed. Tecniche Nuove, Milano, 1995

INDICE

103. Shiuji Inomata, Paradigm ofNew Sciences- Principiafor the Twenty-Fisrt Century.
104. Stegagno Mauro, Omeopatia bioenergetica, Ed. Tecniche Nuove, Milano, 1996
105. Steiner Rudolf, Una fisiologia occulta, Ed. Antroposofica, Milano, 1981
106. Stone Randolph, Polarity Therapy, Vol. l & 2 CRS Publications, USA, 1986
107. Tansley David V., Chakras- Rays and Radionics, C.W.Daniel Co., Essex, 1984
l 08. Tansley Davi d V., Dimensions of Radionics, C. W.Daniel Co., Esse x, 1977
l 09. Tart Charles, Stati di coscienza, Edizioni Astrolabio, Roma 1977
110. Tiller W., Theoretical Modelling on the Function ofthe Man, in: Healers and the Healing
Process- ed. G. Meek (Wheaton, Theosophical Publishing House)
111. Tipler Frank,Laflsica dell'immortalit, Mondadori, Milano, 1995
112. Vannier Pierre, L'Omeopatia, ed. Mediterranee, Roma;1968
113. Viacava Claudio, Onde elettromagnetiche, ed. Xenia, Milano, 1996

Ringraziamenti ...................................................................................... P ag. 4


Capitolo 1- I miei inizi ............................................................................ Pag. 5
Capitolo 2- Una conoscenza molto antica ............................................. Pag. 16
I- I poteri degli antichi .........................................................................................
II - Indiani e cinesi e le energie sottili ...................................................................
III - La scienza moderna .......................................................................................
IV- Un grande innovatore: Choa Kok Sui .................................................... ~ .......

Pag. 16
Pag. 20
Pag. 23
Pag. 25

114. Vinardi Livio,Biopsicoenergetica Voli. I e 2, Technipress, Roma, 1987


115. Vithou1kas Georges, Homeopathy. Medicine ofthe New Man, Thorsons, Wellingborough.
116. Watson L., Supernature, Coronet Books, 1974
117. West1ake Aubrey T., The Pattern ofHealth,Element Books- Great Britain 1985
118. White J. & Krippner S.,Parapsicologia Scienza de/futuro, Armenia ed., Milano, 1978
119. Wilson & Bek, L'arcobaleno uomo. La salute attraverso i colori, SIAD, Milano, 1983

Capitolo 3- Ma cos' l'energia sottile? ................................................. Pag. 26


I - Energie sfuggenti .............................................................................................
II - E' dimostrabile scientificamente l'esistenza delle energie sottili? ...................
III- Il principio di interazione ed altre propriet delle energie sottili ....................
IV - Memorizzare le energie sottili ........................................................................
V - La Caratteristica Vibratoria: vibrazione e risonanza ........................................

Pag. 26
Pag. 28
Pag. 31
Pag. 34
Pag. 41

Capitolo 4- Alla scoperta del corpo eterico ......................................... Pag 48


I- Dalla banda d'informazione al corpo eterico ................................................... Pag 48
II- Dai corpi di energia densa al corpo eterico .................................................... Pag 51
III- L'ipotesi del corpo eterico ............................................................................. Pag. 62
IV - Principi di fisiologia sottile ............................................................................ Pag. 66

Capitolo 5 - Energie tossiche intorno a noi ............................................. Pag. 78


I- L'impatto con le energie naturali e artificiali ..................................................... Pag. 78
II - Le energie di Gaia ........................................................................................... Pag. 82
III- Geopatologia ................................................................................................. Pag. 84

Capitolo 6- Le energie sottili nell'Universo olonomico .......................... Pag 93


I- Nel continuum di energia densa e sottile ........................................................ Pag 93
II- Nell'Universo olonomico ............................ ................................................... Pag 94
III- Principio di coesistenza non distruttiva ....................................................... Pag.102
IV- Energia e coscienza ...................................................................................... Pag. 105

246

Capitolo 7- Frequanze sottili .............................................................. Pag. 108


I- Vibrazioni orizzontali delle energie sottili ........................................................ Pag. 108
II -l.e forme pensiero .......................................................................................... Pag. 112
III - Supporti densi, messaggi eterici ed energie sottili portanti .......................... Pag. 117

Capitolo 8- Vitalit e congestione ....................................................... P ag. 121


I - Quozienti di vitalit e congestione .................................................................. Pag. 121
II - Approfondiamo i concetti di plasma tossico e congestione .......................... Pag. 125
III- Quante congestioni esistono? ..................................................................... Pag. 128

Capitolo 14- Apparati naturali e terapie della decongestione ............... Pag. 206
I - Decongestione e difesa eteriche ..................................................................... Pag. 206
II- Altri apparati di decongestione: i chakra omologhi ....................................... Pag. 209
III - Gli effetti della decongestione ...................................................................... Pag. 211
IV - Scambi energetici tra i corpi .......................................................................... Pag. 212
V -Terapie non strumentali della decongestione ................................................ Pag. 214
VI-Terapie strumentali della decongestione ....................................................... Pag. 214

Capitolo 15- Curare la casa per curarne gli abitanti ............................. Pag. 223

I -l.e cellule comunicano con la luce? ................................................................. Pag. 131


II -l.e cellule comunicano con onde radio? ......................................................... Pag. 134
III- La teoria della comunicazione sottile intercellulare ....................................... Pag. 135

I - I principi della Domoterapia sottile ................................................................. Pag. 223


II - Domoterapia sottile per i negozianti .............................................................. Pag. 230
III - Dedicato ai terapeuti .................................................................................... Pag. 233
IV - Dedicato a preparatori di prodotti vibrazionali e per 1' estetica ..................... Pag. 235
V -Dedicato ai proprietari di alberghi .................................................................. Pag. 235
VI I metodi e gli strumenti della Domoterapia sottile ......................................... Pag. 236

Capitolo 1O- Energie ad alto ordine di coerenza ................................. Pag. 141

Indice delle illustrazioni .................................................................... Pag. 241

Capitolo 9- La comunicazione sottile tre le cellule ............................... Pag. 131

I - Ordini di coerenza sottile ......................................... :...................................... Pag. 141


II -l.e "fonti" di energie sintropiche ................................................................... Pag.145
III - I tre tipi di trasmutazione .............................................................................. Pag. 147
IV- Contaminazione eterica e reazione radicale ................................................... Pag. 150

Capitolo 11 -I chakra e le loro funzioni .............................................. Pag J-52


I- I chakra nella tradizione e nella ricerca moderna ............................................ Pag 152
II- Come sono "fatti" i chakra .......................................................... :................. Pag 154
III - Come funzionano i chakra ............................................................................ Pag. 158
IV- Importanza dei chakra nelle terapie Energo-Vibrazionali ............................... Pag. 161

Capitolo 12- La circolazione enegetica nell'organismo ........................ Pag. 165


I- Seguendo la tradizione .................................................................................... Pag.165
II- Una visione moderna ..................................................................................... Pag. 166
III- La circolazione sanguigna come circolazione energetica .............................. Pag. 175
IV- La circolazione esterna dei chakra ................................................................ Pag. 176

Capitolo 13- I corpi sottili dell'uomo ................................................. Pag 179


I- I nostri sensori nell'universo multidimensionale ........................................... Pag 179
II- Il corpo eterico: l'interfaccia ......................................................................... Pag 183
III- Il corpo astrale: la "fabbrica" delle sensazioni .............................................. Pag. 185
IV- Il corpo mentale ............................................................................................ Pag. 190
V- L' aternanza tra corpo astrale e corpo mentale ................................................ Pag. 193
VI- Il problema della coordinazione sottile ......................................................... Pag. 196
VII- La fusione degli opposti: il corpo coscienziale ............................................ Pag. 202
VIII- Il collegamento con il coscienziale: il pineale ............................................. Pag. 204

Bibliografia ........................................................................................ Pag. 243

PER INFORMAZIONI

sull'attivit dell'I.R.E.S. e sulle macchine CRES:


I.R.E.S.
Via del Quadraro, 72
00174 Roma
E-mail: ires.it@iol.it

pi metri. Chiamo canale celeste la via di collegamento che unisce tra loro questi centri e
l'intero circuito principale.

I quattordici centri extracorporei


Qualche libro parla di centri o chakra fuori dal corpo, ma, generalmente, le notizie fornite sono vaghe e prive di utilit pratica. Ho cominciato ad interessarmi
seriamente ali' argomento quando, in seguito a numerose esperienze di terapia, i
centri extracorporei si sono, per cos dire, imposti alla mia attenzione.
Alle volte, durante una seduta, ho avuto la netta impressione di grandi quantit
di congestione che sembravano provenire dali' alto. Dapprima ho pensato che si
trattasse di forme-pensiero del paziente, ma la natura di esse, spesso esattamente identica a quella sulla quale stavo lavorando, rendeva debole questa ipotesi.
Non solo, ma spesso notavo congestioni che sembravano provenire da sotto i
piedi del paziente!
Con molta riluttanza iniziale, ho cominciato a formulare l'idea che potevano esistere dei serbatoi di energia sottile lontani dal corpo fisico. Sapevo che alcuni
chakra sembrano essere come porte preferenziali ai corpi sottili. In seguito, in
base ad una mole enorme di osservazioni, errori e prove, sono arrivato alle conclusioni che qui esporr in forma estremamente stringata e che saranno esposte
in una prossima pubblicazione.
Il disegno complessivo di un organismo energetico estremamente complesso si
sta facendo strada: funzioni fisiche e psichiche si rivelano nella loro natura energetica. Le vie di comunicazione tra gli "organi" di questo organismo sembrano
sempre di pi assomigliare ad uno schema elettronico e sempre pi allontanarsi
da qualcosa che abbia una natura in qualche modo rappresentabile in senso visivo. Questo forse non poi cos strano. Le unit di misura energetiche e i flussi
d'energia descritti in uno schema elettronico non possono essere visualizzati,
cos come potremmo per un fegato o un rene! Devono, al contrario, essere definiti in termini di collegamenti e funzioni tra le varie parti componenti. probabile che la futura descrizione del corpo energetico dell'uomo sembrer pertano
pi simile ad uno schema televisivo che ad un libro d'anatomia e sar bene
cominciare ad abituarci da subito!
Abbiamo visto che il circuito principale costitutito da tre canali maggiori:
quello anteriore, quello centrale e quello posteriore. Abbiamo visto anche che il
centro pi alto del circuito il chakra coronale e quello pi basso quello del
perineo. Il chakra coronale collegato a sette centri extracorporei superiori, dei
quali il primo distante dal corpo fisico circa uno o due metri e l'ultimo sette o

c
e

n
t:
r

ii

Il chakra del perineo collegato ad altri sette


centri extracorporei inferiori, pi o meno dislocati con distanze simili agli inferiori.
-Chiamo canale tellurico il collegamento che
unisce questi centri e il circuito principale.
L'illustrazione chiarir meglio questi concetti.
I centri superiori sono connessi alla struttura
energetica del corpo fisico e a quelle dei corpi
sottili (astrale inferiore, astrale superiore,
mentale inferiore, mentale superiore, coscienziale e spirituale). In particolare, i superiori
controllano la parte superiore dei vari corpi,
quelli inferiori, la parte inferiore. Per esempio,
il primo centro superiore controlla la parte
superiore del corpo fisico, quello inferiore, la
parte inferiore.

s
11.11

e
ii
D

r
ii

circuito

e
r
ii
ii

.,

e
6

r
ii

Il"

Inoltre ogni centro collegato fortemente ad


un chakra. Se si attiva o si decongestiona il primo centro superiore, si pu facilmente verificare che si attiva o si decongestiona, anche se parzialmente, sia il
chakra sessuale, sia tutta la parte superiore del corpo fisico. Se si attiva o si
decongestiona il primo centro inferiore si attiva o si decongestiona sia il chakra
basale, sia la parte inferiore del corpo fisico. Se si decongestionano i due centri
(sia il superiore, sia l'inferiore) si decongestiona il corpo astrale inferiore e si
sperimenta un senso di pace e tranquillit. Si pu lavorare con i quarti e i quinti centri (mentale inferiore e superiore) per attivare stati di coscienza particolari.
Questa tabella chiarir questi collegamenti:

Chakra inferiori
Centro
lo
20
30
40

so
60

7*

Chakra di collegamento Parte inferiore del corpo


Basale
Solare posteriore
Cardiaco posteriore
Collo
Nuca
Nuca minore
Corona parte posteriore

Fisico
Astrale inferiore
Astrale superiore
Mentale inferiore
Mentale superiore
Coscienziale
Spirituale

Chakra superiori
Centro
lo
20
30
40

so
60

7*

Chakra di collegamento Parte superiore del corpo


Sessuale
Solare anteriore
Cardiaco anteriore
Gola
Ajna
Fronte
Corona parte anteriore

Fisico
Astrale inferiore
Astrale superiore
Mentale inferiore
Mentale superiore
Coscienziale
Spirituale

La realt della circolazione energetica molto, molto pi complessa di quanto


esposto in questo libro e in questa appendice e solo quanto ho potuto sperimentare io stesso richiederebbe molte pagine per essere descritto completamente.
Sono certo, peraltro, che le mie conoscenze siano solo una piccola parte del tutto
e che necessario affrontare la materia con lo stesso impegno con il quale la
medicina ha affrontato da tempo l'anatomia e la fisiologia.
A che serve la conoscenza di questi centri? Molti operatori energetici si sono resi
conto che il lavoro sui singoli chakra non esaurisce spesso il loro lavoro e si rendono necessarie molte terapie prima di ottenere buoni risultati. La ragione sta nel
collegamento dei chakra ai centri superiori ed inferiori. Se questi non vengono
trattati contemporaneamente ai chakra i risultati vengono con grande lentezza.
Lavorando invece sia sui chakra, sia sui centri, gli effetti sono molto pi rapidi
e potenti.
Inoltre i centri sembrano essere dotati di una "intelligenza" di livello superiore
a quella dei chakra, che, d'altronde, da essi sono controllati. Lavorare sui centri
un poco come lavorare sul cervello energetico che controlla l'intero corpo fisico o uno dei corpi sottili. L'effetto pu essere in alcuni casi immediato.
Ancora: lavorare sui centri sposta la terapia nel campo psichico e apre prospettive simili a quelle della cosiddetta medicina psicosomatica. In realt ci si rende
conto che tutte le malattie hanno anche una natura psichica. Per fare un esempio: il cancro non interessa solo il primo centro superiore e il primo inferiore,
ma estende la sua influenza a tutti i quattordici centri. Esiste una congestionecancro di natura astrale, mentale e cos via. Questo vero, naturalmente per tutte
le patologie.

MIRACOLI con il PRANIC HEALING


L'antica arte di guarire con le n1ani
In questo libro vengono svelati i segreti della guarigione pranica,
un tempo custoditi da antichi maestri. Un metodo di insegnamento semplice ma efficace che permette, a chiunque, di diventare un guaritore pratico, esperto nella Terapia Energetica. Con
questo libro imparerete a percepire l'Energia, l'aura e i chakra, e
soprattutto a manipolare il prana a fini terapeutici.
Pagine 400 - Lire 35.000

Insegnamento di tecniche avanzate per il corretto utilizzo di


frequenze specifiche del prana (prana colore) per la guarigione
rapida di disturbi e malattie gravi. Master Choa arricchisce, perfezione e completa le antiche discipline di guarigione con anni
di esperimenti e investigazioni.
Il risultato una vera miniera di tecniche e protocolli di terapia,
strumenti di guarigione semplici ed efficaci.
Pagine 330 - Lire 35.000

PSICOTERAPIA con il PRANIC HEALING


Questo un volume a carattere specifico per il trattamento di
problemi psichi ci. L'autore ci insegna a distinguere le energie
psichiche negative, le forme di pensiero e gli elementi che causano stress, fobie, ossessioni, depressione e comportamenti
paranoici. Si apprendono i metodi e le tecniche per riparare le
eventuali lesioni ai chakra e ali' aura e per proteggerli da contaminazioni esterne.
Pagine 128 - Lire 18.000

PRANIC HEALING con i CRISTALLI


Scoprire il semplice e meraviglioso uso dei cristalli nel
Pranic Healing e imparare ad applicarne i principi e le tecniche utilizzando il loro potere naturale per tistabilire l' equilibrio e la salute fisica, emozionale e mentale.
Il Pranic Healing con i ctistalli ci offre, inoltre, gli strumenti pi idonei per percepire il livello energetico degli organi
del corpo e le loro anomalie. Pagine 136 - Lire 25.000

Ma ero Edizioni una casa editrice impegnata nella diffusione di nuovi valori,di
uno stile di vita sano, in armonia con la natura. Cosa c' di pi convincente che vivere
i propri valori?
Crede che ognuno di noi possa costruire un mondo migliore partendo da se
stesso e, in linea con questa visione, pubblica libri bellissimi come quelli diRoberto
Zamperini, che sono uno stimolo ad approfondire tecniche per vivere bene la propria
vita, un invito a cambiare, spunti di riflessione per rivedere il proprio schema di convinzioni e allargare l'orizzonte dei propri interessi.

Per informazioni sui nostri libri o per


ricevere gratuitamente il catalogo scrivete a:

MACRO/EDIZIONI
Via Savona 66-47023 Cesena (FO)

Oppure telefonate o fate un fax:


tel. 0547 611260
fax 0547 611267

BUONA LETTURA!

Scheda bibliografica

Zamperini, Roberto
Energie sottili : e la terapia energo-vibrazionale. l Roberto Zamperini.
Cesena : Macro Edizioni, 1998.
247 p.: ili.; 24 cm.
ISBN 88-7507-180-2
l. Pranoterapia
CDD 615.89