Sei sulla pagina 1di 12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

Har Tzion Montesion 705 O.d.R.


GrandeOriented'Italia http://www.montesion.it/foro/

I Classici
http://www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26

I Classici

Pagina1di1 Inviato:marnov14,20062:30am

daCaptainNEMO

TITOLO : Deux traits alchimiques du XIXme sicle - Cours de philosophie hermtique AUTORE : Vari

EDIZIONI: La Table D'Emeraude M.C.O.R. DATA : 2006 PAGINE : 260 ISBN : 2914946058 LINGUA : Francese

Il Bibliotecario ha scritto: Questo bel libro contiene due piccole perle dell'ermetismo alchemico di scuola francese, scritte a cavallo del XVIII e del XIX secolo: Louis P.F. Cambriel (Cours de philosophie hermtique) e Cyliani (Herms Dvoil). In coda un'altra preziosa lettura: si tratta delle 'Rcrations hermtiques', attribuite a Bruno de Lansac. Prefazione di Bernard Husson, che anche l'autore degli studi sugli autori e dei commenti.
Cyliani viene considerato un Adepto, e dunque la lettura della sua unica opera fortemente consigliata allo studente d'Alchimia, che vi trover il famoso racconto del suo incontro con la Ninfa e dei suoi preziosi consigli...Il 'Corso' di Cambriel offre un'escursione completa su alcuni aspetti chella 'Chymie' d'epoca, assieme ad alcuni apprezzamenti molto alchemici. Quanto alle 'Recrations', si tratta di uno scritto dalla profondit straordinaria e che offre una visione della Natura secondo i canoni alchemici classici, ma con un approfondimento ed una visione delle cose molto pi vicini alle nostre consuetudini. Il tutto scritto con un linguaggio piano, moderno, comprensibile...pur se ovviamente classicamente ermetico!

La Table d'Emeraude
daCaptainNEMO

Inviato:sabnov18,200611:59pm

TITOLO : La Table d'Emeraude AUTORE : Hermete Trismegisto

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

1/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

EDIZIONI: Les Belles Lettres DATA : 1994 PAGINE : 136 ISBN : 2251470050 LINGUA : Francese

Il Bibliotecario ha scritto: Secondo la Tradizione, Hermete Trismegisto (Il Tre Volte Grande), prima di lasciare questo mondo, avrebbe lasciato in eredit agli uomini una sorta di concentrato delle sue dottrine e preziosi insegnamenti di saggezza: si tratta della famosa 'Tavola di Smeraldo', testo ormai infinitamente celebre per tutti gli appassionati di ermetismo, ma forse poco letto. In questa pregevole edizione - a cura di Didier Kahn, che ne ha anche curato una dotta Prefazione - lo studente trover molte antiche versioni del testo, compresa quella che ritenuta la pi antica attualmente accessibile: una versione araba del VI secolo. Nello specifico:
* Il Libro del Segreto della Creazione dello pseudo Apollonio di Tyana * La Tavola di Smeraldo: Versione araba tratta dal Libro del Segreto della Creazione Versione araba tratta dal Segreto dei Segreti dello pseudo-Aristotele Versione latina del Libro del Segreto della Creazione tradotta dall'arabo da H. de Santalla Versione latina del Segreto dei Segreti dello pseudo-Aristotele, edita e commentata da Ruggero Bacone Versione francese anonima in versi in medio-francese (XVI secolo) Versione francese anonima in versi (XVI secolo) rimaneggiata da Clovis Hesteau de Nuysement (1621) Traduzione francese della 'vulgata' latina, con il Commentarium di Hortulanus (XVI secolo) Commento estratto dall' Atalanta Fugiens di Michel Maier (1617)

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

2/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

* I Sette trattati o capitoli dorati di Hermete Trismegisto * Il Libro di Crats Si tratta insomma di un ottimo testo di riferimento per lo studioso, che vi trover molte traduzioni sin qui inedite.

Il Mistero delle Cattedrali


daCaptainNEMO

Inviato:lundic04,200612:44am e l'interpretazione esoterica dei simboli ermetici della

TITOLO : Il Mistero delle Cattedrali


Grande Opera

AUTORE : Fulcanelli

EDIZIONI: Mediterranee DATA : 2005 PAGINE : 326 ISBN : 8827217835 LINGUA : Italiano

Il Bibliotecario ha scritto: Si tratta del primo titolo della trilogia dell'Adepto francese Fulcanelli, proposto in una nuova Edizione italiana curata e tradotta da Paolo Lucarelli. Il successo e la notoriet di quest'opera presso gli appassionati d'Alchimia sono dovuti al linguaggio elegante, moderno e - soprattutto - all'intenzione 'didattica' del Maestro: attraverso l'analisi minuziosa di alcune sculture che abbelliscono le Cattedrali di Parigi, di Amiens e di Bourges (con l'aggiunta del capitolo ultimo sulla Croce di Hendaye), Fulcanelli conduce per mano lo studente lungo il labirinto della Scienza alchemica, indicando sensi e significati nascosti, suscitando riflessioni ed invitando all'approfondimento dei temi classici dell'Arte; grazie al curioso 'artificio' della Cabala Fonetica - una sorta di lingua 'franca' utile a far 'risuonare' il significato nascosto di alcune parole-chiave - il sapiente alchimista, Maestro di Canseliet, tesse una delle tele pi belle e preziose della letteratura alchemica, ricollegandosi al Mito, alla tradizione popolare ed al fiume sotteraneo della Tradizione alchemica. In questa Edizione italiana del Novembre 2005, oltre le tre Prefazioni da parte di Canseliet, trova il suo posto anche una pregevolissima Introduzione da parte del curatore, che ha avuto anche la grande sensibilit di riproporre le illustrazioni originali di Julien Champagne che abbellivano l'edizione originale francese. Ma la grande novit costituita dalla ricchissima dote di annotazioni, puntuali e decisamente 'caritatevoli', poste da Lucarelli a sostegno dei punti di pi complessa interpretazione dell'opera, e da una traduzione pi precisa fatta sul testo del 1957 dell'Omnium Littraire. Lo sforzo di chiarezza esemplare, l'accuratezza del commento e la indiscussa competenza nella pratica alchemica, costituiscono probabilmente la pi bella eredit di Paolo Lucarelli affidata a tutti gli 'etudiants' appassionati, rendendo quest'opera davvero un libro prezioso.

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

3/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

Le Dimore Filosofali
daCaptainNEMO

Inviato:mardic19,200612:14am e il simbolismo ermetico nei suoi rapporti con l'arte sacra e

TITOLO : Le Dimore Filosofali


l'esoterismo della Grande Opera

AUTORE : Fulcanelli

EDIZIONI: Mediterranee DATA : 1973 PAGINE : I Vol. 272 - II Vol. 240 ISBN : 8827206604 LINGUA : Italiano

Il Bibliotecario ha scritto: Il secondo titolo di Fulcanelli amplia il discorso di introduzione all'Alchimia e sviluppa gli aspetti teorici e pratici dell'Arte grazie al Fil Rouge dipanato attraverso alcune delle magioni francesi pi suggestive, esaminandone i ricchi apparati decorativi ed architettonici; partendo come sempre da quanto rappresentato nella pietra, l'Adepto 'apre' sapientemente i simboli ermetici e svela in pi passi alcune delle chiavi di maggior rilievo nel complesso esoterismo della Grande Opera. Fedele al suo stile innovativo, Fulcanelli continua il suo 'excursus' didattico utilizzando ancora la Cabala Fonetica, porgendo allo studente alcune delle pagine pi belle e pi famose dell'Alchimia del secolo scorso. Questa Terza Edizione ampliata, traduzione dell'Edizione del 1965 edita da J.J. Pauvert, arricchita da tre Prefazioni di Eugne Canseliet: anch'esse un 'classico' per gli appassionati di Fulcanelli. I due volumi contengono: Volume Primo Storia e Monumento Medioevo e Rinascimento L'Alchimia Medioevale Il laboratorio leggendario Chimica e Filosofia La Cabala ermetica Alchimia e Spagiria

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

4/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

La Salamandra di Lisieux Il Mito alchemico di Adamo ed Eva Louis d'Estissac L'Uomo dei Boschi Volume Secondo Il meraviglioso "grimoire" del Castello di Dampierre-sur-Boutonne Le guardie del corpo di Francesco II, duca di Bretagna Il quadrante solare del palazzo Holyrood di Edimburgo Paradosso del progresso illimitato delle scienze Si tratta di un'opera di interesse capitale per chi desidera trovare ispirazione e stimolo continuo al processo di ricerca e di studio dell'Alchimia: come sempre il libro arricchito da molte note dell'autore e di Canseliet, con l'intento di solleticare uteriormente la curiosit del lettore. Conforme al solco della Tradizione secolare, questo secondo libro di Fulcanelli non di immediata comprensione; lo stesso Canseliet scrive infatti: "Fulcanelli ha spinto la

spiegazione dei particolari della pratica molto pi in l di ogni altro, volendo essere, con questo, caritatevole nei riguardi dei ricercatori, suoi fratelli, e per aiutarli a vincere queste faticose cause di forzato arresto. Il suo metodo diverso da quello usato dai suoi predecessori: esso consiste nel descrivere fin nei minimi particolari tutte le operazioni dell'Opera, ma dopo averle suddivise in parecchi frammenti. Quindi prende in esame ciascuna fase del lavoro, ne inizia la spiegazione in un capitolo, l'interrompe per continuarla in un altro e per terminarla in un terzo. Questa particellizzazione, che trasforma il Magistero in un 'gioco di pazienza' filosofico, non pu spaventare il ricercatore istruito, ma scoraggia presto il profano, incapace di dirigersi in questo labirinto di nuovo tipo ed incapace di ristabilire l'ordine delle manipolazioni."

L'Alchimia

daCaptainNEMO

Inviato:mardic19,20061:37am

TITOLO : L'Alchimia 1 - Studi diversi di Simbolismo Ermetico e di Pratica Filosofale || 2 - spiegata sui
suoi testi classici

AUTORE : Eugne Canseliet

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

5/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

EDIZIONI: Mediterranee DATA : 1985 PAGINE : I Vol. 176 - II Vol. 184 ISBN : 1 - 8827205837 || 2 - 8827205845 LINGUA : Italiano

Il Bibliotecario ha scritto: Eugne Canseliet, discepolo di Fulcanelli, pubblic queste opere nel 1963-64 con l'intenzione dichiarata di rendere 'facile' l'apprendimento delle fasi della Grande Opera e delle sue manipolazioni. Nel primo volume (Etudes diverses de Symbolisme hermtique et de Pratique Philosophale), l'autore espone la sua visione di alcuni processi dell'Opera grazie ad una serie di Note da lui elaborate nel corso dei suoi studi e fortunosamente scampate alle vicende della guerra. Eccone l'indice: La Donna senza testa L'Albero alchemico Il Simbolismo alchemico della Focaccia dei Re Il Talismano di Marly-le-Roi Il Fuoco purificatore e il suo Messaggero apocalittico Il Toson d'Oro Le Tre Frecce della Redenzione L'opera Alchemica e la Santa Messa L'Esoterismo del Verbo Cyrano de Bergerac filosofo Ermetico Il secondo volume (L'Alchimie Explique sur ses Textes Classiques), prende spunto da alcuni dei testi pi noti della Tradizione alchemica per 'spiegare' in modo impareggiabile e con altrettanto carattere l'intero dispiegarsi dei 'lavori' compiuti dall'artista per arrivare alla soglia della Pietra Filosofale: La Dama per Eccellenza Saggezza e Disciplina Sollecitazioni fraudolente o insensate Lingua e Cabala ermetiche Condizioni Esteriori

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

6/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

La Materia prossima e la sua preparazione Il Sale dei Filosofi Congiunzione e Separazione La Stella polare dei Magi Le aquile o sublimazioni L'Uovo Filosofale La Grande Cottura I due testi, tradotti in modo accurato e fraterno da Paolo Lucarelli, costituiscono un'altro caposaldo della tradizione alchemica europea contemporanea e sono dedicati dallo stesso Canseliet ai 'neofiti', pur se quantomeno 'istruiti' sul senso e sul significato del lavoro pratico dell'Alchimia. Lo stile cos tipico del buon Maitre di Savignies, fatto di costruzioni sintattiche eleganti, di dotte citazioni latine, di fraseggi inusitati e di un sentimento profondo di amore per l'Arte e di un dolce rimpianto per le cose belle e fatte bene, pu apparire forse difficile ad una prima lettura veloce: ma ci che Canseliet ha infuso nelle sue opere indubitabilmente prezioso, unico ed amorevole. Dalla 'Nota Preambulare' al suo secondo volume: "Questa riedizione

del nosro 'Compendio' manipolatorio di alchimia pratica ci fornisce l'occasione per riassumere in poche righe, nell'introduzione, quello che abbiamo spesso detto a voce, e che teniamo molto a che sia stampato. Abbiamo ripetuto abbastanza che, spinti dalla sincerit, ci siamo assunti il rischio enorme di esporre le operazioni della Grande Opera nell'ordine in cui si succedono, e senza velare impenetrabilmente i materiali e i mezzi che sono propri a ciascuna. Comportamento che non usuale, ma malgrado sia disapprovato dai buoni autori, lo abbiamo adottato e con molta risolutezza, a causa dei nostri soggiorni presso Fulcanelli, durante i quali cogliemmo preziose indicazioni relative alla via secca; quelle di cui si servirono particolarmente Basilio Valentino, Limojon de Saint-Didier ed Eireneo Filalete." Le opere sono corredate da una ricca iconografia tratta dai migliori autori, accompagnata, come d'uso, dai commenti del Maestro.

Due Luoghi Alchemici


daCaptainNEMO

Inviato:mardic19,200611:35pm

TITOLO : Due Luoghi Alchemici In margine alla Scienza e alla Storia AUTORE : Eugne Canseliet

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

7/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

EDIZIONI: Mediterranee DATA : 1998 PAGINE : 344 ISBN : 8827212361 LINGUA : Italiano

Il Bibliotecario ha scritto: Quasi proseguendo lo spunto 'architettonico' del suo Maestro Fulcanelli, Canseliet scrisse questo libro nel 1945, prendendo in esame due magioni 'filosofiche': la villa del Marchese Palombara a Roma ed il Castello di PlessisBourr nell'Anjou. Si tratta ancora una volta di un lavoro magistrale, dove lo studente e l'appassionato d'Alchimia ritroveranno il linguaggio, la sapienza, lo stile ed i fonemi che hanno reso celebri i due alchimisti francesi. L'esame minuzioso della famosa 'Porta Magica' a Roma - cui Canseliet era quasi predestinato, quando giovanetto sogn la famosa divisa latina "Quando in tua domo nigri corvi parturient albas columbas tunc vocaberis sapiens" - e la visita 'guidata' alle belt artistiche del Castello di Jean Bourr, sono l'occasione per una esposizione saggia e sapiente di alcune fasi della Grande Opera. Ma come sempre accade nella Tradizione alchemica - non si creda che il libro sia completamente 'aperto'! Si devono alla mano ed al cuore di Paolo Lucarelli che ne ha curato l'edizione e la traduzione con la sua passione ben conosciuta - le note d'aiuto e di spiegazione di alcuni passaggi segnalati alla curiosit del lettore attento, con il doppio vantaggio di essere portati per mano nella visita filosofica dei due Luoghi alchemici da due personaggi di indubbio valore e maestria. Naturalmente il libro si avvale di un ricco corredo di foto e riproduzioni a colori, sempre affiancate dai sapidi commenti di Maitre Canseliet: da segnalare la lettura della 'Legenda Liminare' e della Prefazione, la cui nota d'invito recita: "Insere, Daphni, piros, carpent tua poma nepotes".

Mutus Liber

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

8/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

daCaptainNEMO

Inviato:merdic20,20061:13am

TITOLO : Mutus Liber L'Alchimia e il suo Libro Muto AUTORE : Altus

EDIZIONI: Arkeios DATA : 1995 PAGINE : 192 ISBN : 8886495331 LINGUA : Italiano

Il Bibliotecario ha scritto: Considerato probabilmente uno dei libri d'Alchimia pi famosi in Occidente, il 'Mutus Liber' - 'muto' perch composto di sole immagini - viene riproposto in questa sontuosa edizione come la ristampa italiana prima ed integrale dell'edizione originale de La Rochelle (1677), completata dalle tavole di JeanJacques Manget (1702), con un'Introduzione ed il commento di Eugne Canseliet scritte nel 1967. Si tratta di un'opera indispensabile per ogni serio studente d'Alchimia, per due buoni motivi: l'esame minuzioso delle tavole del misterioso autore (che Canseliet suggerisce possa essere tale Jacob Sulat, Sieur des Marez) costituisce un'ottimo addestramento alla 'lettura per immagini' dell'Arte, che gode di una iconografia simbolica meravigliosa ed amplissima; ed il commento del Maitre di Savignies a supporto di ogni Tavola, sempre dettagliato e caritatevole, costituisce un vero e proprio compendio della visione filosofica e della operativit di alcuni punti molto rilevanti della pratica alchemica. Si coglie lo sforzo esaustivo, didattico e magistrale di Canseliet, che - come sempre - porta nel cuore la passione per la Gran Dama e con il cuore offre al lettore un prezioso e decisivo punto di riferimento, utile per la riflessione, il confronto e la ricerca. Il testo originale della Prima Tavola recita, come noto, cos: "MUTUS LIBER IN QUO TAMEN tota Philosophia hermetica, figuris hierogliphicis depingitur, ter optimo maximo Deo misericordi consecratus, Solisque filiis artis dedicatus, authore cujius nomen est Altus.". E Canseliet chiosa: "Non ci sfugge il doppio senso cabalistico, vale a dire il gioco che permette il latino fra il dativo plurale di 'solus' e il genitivo singolare di 'sol' la cui ortografia identica, il quale fa in modo che si possa intendere sia 'dedicato ai figli dell'arte e del sole' sia 'e dedicato ai soli figli dell'arte': 'solisque filiis dedicatus'." Il libro comprende 34 tavole, molto ben riprodotte.

Trois Anciens Traits d'Alchimie


daCaptainNEMO F.C.H.

Inviato:merdic20,20065:17pm

TITOLO : Trois Anciens Traits d'Alchimie Calligraphie et Prolgomnes d'Eugne Canseliet AUTORE : Eugne Canseliet

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

9/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

EDIZIONI: Pauvert DATA : 1975 PAGINE : 149 ISBN : 9782720200342 LINGUA : Francese

Il Bibliotecario ha scritto: Un altro piccolo gioiello curato da Eugne Canseliet: si tratta della trascrizione calligrafica - in verit molto elegante - di tre testi provenienti da un manoscritto del XVII secolo appartenente alla biblioteca di Fulcanelli. Oltre all'interessantissimo 'Prolgomnes' dell'autore, vi si trovano riprodotti questi testi: La Nature a Dcouvert, di Le Chevalier Inconnu Explication Trs Curieuse des Enigmes de Notre Dame de Paris, di Esprit Gobineau de Montluisant Trait du Ciel Terrestre, di Vencelaus Lavinius di Moravia Fedele al suo carattere ed allo stile che lo contraddistingue, Canseliet offre molti punti di indagine al curioso ed al ricercatore, prendendo spunto da autori come Flamel, Maier, Fra Crasellame, Fulcanelli e via dicendo, per parlare d'Alchimia in modo sobrio e puntuale. Come sempre, il testo arricchito di numerose tavole commentate, che fanno da stimolo e contrappunto al rapido volo meditativo sulla Gran Dama.

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

10/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

Opere

daCaptainNEMO

Inviato:merdic20,20066:21pm

TITOLO : Opere AUTORE : Eireneo Filalete

EDIZIONI: Mediterranee DATA : 2001 PAGINE : 158 ISBN : 8827214003 LINGUA : Italiano

Il Bibliotecario ha scritto: Si deve alla competenza ed alla cura di Paolo Lucarelli - che ne ha curato l'edizione, la traduzione ed il commento - questa ottima edizione di alcune Opere di Eireneo Filalete, probabilmente il pi famoso Adepto della tradizione alchemica Occidentale. Il pi noto dei suoi trattati (Introitus apertus ad occlusum Regis Palatium) stato citato e studiato praticamente da ogni autore e studioso d'Alchimia, e costituisce un testo di valore fondamentale per ogni biblioteca d'alchimia che si rispetti. Il libro contiene i seguenti testi: L'Entrata Aperta al Palazzo Chiuso del Re La Fonte della Filosofia Chimica Lo Specchio della Verit
Estratti da:

Metamorfosi dei Metalli Breve Guida al Rubino Celeste Lucarelli si prodotto in una bella Introduzione a tutto tondo, offrendo indizi e notizie sulla possibile identit di Filalete, e in un Commento da segnalare, per la sua valenza di insegnamento 'fra le righe', a tutti gli Innamorati della Dottrina: ma - soprattutto - ha riproposto una traduzione fedele del manoscritto di Filalete, basandosi sulla Edizione di Modena del 1695, testo definito dagli studiosi pi corretto rispetto - per esempio - alla traduzione

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

11/12

18/05/13

Har Tzion Montesion 705 O.d.R. Leggi argomento - I Classici

francese fatta da Lenglet-Dufresnoy che comunemente appare citata in molte opere, come ad esempio in quelle di Fulcanelli. Vale la pena di riportare una osservazione di Lucarelli - tra le tante e tra le pi preziose - che indica con decisione un punto spesso trascurato dai pi: "Concludo sottolineando un'importante commento del curatore dell'edizione di Mantova, che nota che l'insegnamento del Filalete specialmente rivolto alla

preparazione della cosiddetta 'Tintura Metallica' e non a quello della Pietra Filosofale vera e propria, cio, per dirla altrimenti, si descrive una via 'particolare' e non quella che fu detta 'universale'. Tuttavia, come osserva ancora l'erudito, descritta la 'Chiave' che comune a tutte. Aggiunger che nella quinta figura dello 'Speculum' che si indica con precisione il punto di demarcazione tra le due vie." Il libro contiene infatti una accurata riproduzione moderna a colori delle incisioni in bianco e nero che arricchivano lo Speculum Veritatis, oltre a tre curiose ed interessanti Appendici.

PoweredbyphpBBForumSoftwarephpBBGroup http://www.phpbb.com/

TuttigliorarisonoUTC+1ora[oralegale] Pagina1di1

www.montesion.it/foro/viewtopic.php?f=24&t=26&view=print

12/12