You are on page 1of 104

208 1

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

208 1

LE DUE BABILONIE
OVVERO

IL CULTO PAPALE
DIMOSTRA ESSERE L’ADORAZIONE DI NIMROD E SUA MOGLIE

DAL TESTO ORIGINALE INGLESE DEL

REV. ALEXANDER HISLOP

2 207

Rev. Alexander Hislop

Indice
CAPITOLO I

Le Due Babilonie

207 2

CARATTERE DISTINTIVO DEI DUE SISTEMI CAPITOLO II SEZ. I “TRINITÀ NELL’UNITÀ” OGGETTO DELL’ADORAZIONE PUBBLICATO IN LINGUA INGLESE DA S.W. PARTRIDGE & CO. (A. & C. BLACK, LDT.) PRIMA PUBBLICAZIONE IN GIUGNO, 1916 PUBBLICATO IN LINGUA ITALIANA MARZO 1990 RISTAMPATO IN ITALIANO GENNAIO 2005 EDIZIONE ASSOCIAZIONE CRISTIANA “W. M. BRANHAM” LENTINI (SIRACUSA) TRADUZIONE A CURA DI ANNA MARIA MORIGGI SEZ. 2 LA MADRE ED IL FIGLIO E ORIGINE DEL FIGLIO SOTTOSEZIONE I IL FIGLIO IN ASSIRIA SOTTOSEZIONE II IL FIGLIO IN EGITTO SOTTOSEZIONE III IL FIGLIO IN GRECIA SOTTOSEZIONE IV LA MORTE DEL FIGLIO SOTTOSEZIONE V LA DEIFICAZIONE DEL FIGLIO SEZ. III LA MADRE DEL FIGLIO CAPITOLO III LE FESTE SEZ I NATALE ED ANNUNCIAZIONE SEZ II PASQUA SEZ III LA NATIVITÀ DI SAN GIOVANNI SEZ IV LA FESTA DELL’ASSUNZIONE Capitolo IV Dottrina E Disciplina Sez. I Rigenerazione Battesimale Sez. II Giustificazione Mediante Opere Sez. III Il Sacrificio Della Messa Sez. IV L’Estrema Unzione Sez. V Purgatorio E Preghiera Dei Morti

15 21 25 26 36 40 45 47 56

67 73 79 87 89 89 99 108 114 116

206 3

Rev. Alexander Hislop

Indice
CAPITOLO I

Le Due Babilonie

206 3

CARATTERE DISTINTIVO DEI DUE SISTEMI CAPITOLO II SEZ. I “TRINITÀ NELL’UNITÀ” OGGETTO DELL’ADORAZIONE PUBBLICATO IN LINGUA INGLESE DA S.W. PARTRIDGE & CO. (A. & C. BLACK, LDT.) PRIMA PUBBLICAZIONE IN GIUGNO, 1916 PUBBLICATO IN LINGUA ITALIANA MARZO 1990 RISTAMPATO IN ITALIANO GENNAIO 2005 EDIZIONE ASSOCIAZIONE CRISTIANA “W. M. BRANHAM” LENTINI (SIRACUSA) TRADUZIONE A CURA DI ANNA MARIA MORIGGI SEZ. 2 LA MADRE ED IL FIGLIO E ORIGINE DEL FIGLIO SOTTOSEZIONE I IL FIGLIO IN ASSIRIA SOTTOSEZIONE II IL FIGLIO IN EGITTO SOTTOSEZIONE III IL FIGLIO IN GRECIA SOTTOSEZIONE IV LA MORTE DEL FIGLIO SOTTOSEZIONE V LA DEIFICAZIONE DEL FIGLIO SEZ. III LA MADRE DEL FIGLIO CAPITOLO III LE FESTE SEZ I NATALE ED ANNUNCIAZIONE SEZ II PASQUA SEZ III LA NATIVITÀ DI SAN GIOVANNI SEZ IV LA FESTA DELL’ASSUNZIONE Capitolo IV Dottrina E Disciplina Sez. I Rigenerazione Battesimale Sez. II Giustificazione Mediante Opere Sez. III Il Sacrificio Della Messa Sez. IV L’Estrema Unzione Sez. V Purgatorio E Preghiera Dei Morti

15 21 25 26 36 40 45 47 56

67 73 79 87 89 89 99 108 114 116

4 205

Indice R e v .

Alexander Hislop

Le Due Babilonie

205 4

in disparte ed egli era rappresentato vittorioso nel conflitto col serpente; ma anche qui vi era qualcosa che faceva notare come egli aveva sofferto una morte violenta, poiché da C APITOLO V Porfirio apprendiamo che egli fu trucidato dal serpente e Pitagora afferma di aver visto la sua tomba a Iripos, Delfi. -5. Orus era un dio guerriero. Apollo era similmente rappresentato il grande dio raffigurato in Layard, con l'arco e la freccia che era evidentemenR ITIcome E CERIMONIE te il dio genuino babilonese, poiché il ben noto titolo dell'Apollo di Arcitcnes, cioè "il portatore dell'arco", era evidentemente stato tratto da quella fonte. Fuss dice che Apollo S EZ . I PROCESSIONE DEGLI IDOLI era considerato l'inventore dell'arte di tirare con l'arco, il che lo identifica 119 con Saggitario, di cui abbiamo già visto le origini. -6. Infine, da Ovidio apprendiamo che, prima di conS EZ. II con ADORAZIONE DELLE RELIQUE 122 tendere Pitone, Apollo aveva usato i suoi dardi solo su cervi, cerbiatti, ecco. Ivi tutto mostra sufficentemente la sua identificazione con il potente cacciatore di Babele.

l'originale del francese Roi, re, da dove proviene l'aggettivo reale; e da Ro, che significa "agire da pastore" che è frequentemente pronunciato Reg, proviene Regsh "Colui che agisce da pastore", da cui il latino Rex e Regal

II ELENCO PRETI, MONACI E SUORE
SEZIONE
1

SEZ. III LA VESTIZIONE E L’INCORONAZIONE DELLE IMMAGINI 126 SEZIONE III IL SACRIFICIO DELLA MESSA CAPITOLO V LAMPADE (LUMI) E DI CERA 131 SEZ. IV IL ROSARIO E L’ADORAZIONE DCANDELE EL SACRO CUORE
1

S EZ.V LAMPADE (LUMI ) E CANDELE DI CERE Questo Urano è chiamato 133 dal fenicio glese en, "fare". Urano, quindi, e "L'illuminatore".

Da AOR o our, "luce", e an, "agire al di sopra" o produrre, lo stesso della particella in-

Sanchuniathon, il figlio di Elion, cioè come egli stesso interpreta il nome "(Altissimo). S EZ. VI SEGNO DELLA CROCE 136 Urano, inIL senso fisico è "il Risplendente"; ed Esichio lo fa equivalere a Cronos:, che ha anche lo stesso significato, poiché krn, il verbo da cui deriva, significa sia "mostrare le corna" che "emettere raggi di luce". Perciò mentre l'epiteto Cronos, cioè "II cornuto" si CAPITOLO VI riferisce principalmente al potere fisico di Nimrod quale "potente" re, quando fu deificato e reso "Signore dei cieli", quel nome, Cronos, gli fu ancora applicato nel verso di O RDINI RELIGIOSI "Illuminatore o Datore di luce". La distinzione fatta da Esiodo fra Urano e Cronos, non è argomento contro la reale identità sostanziale di queste divinità originariamente come S EZ. I IL SOVRANO PONTEFICE 142 una teogodivinità Pagane; poiché Erodoto afferma che Esiodo prese parte nel!'inventare nia per i Greci, il che vuol dire che almeno alcuni dei dettagli di quella teogonia provenivano dalla sua, fantasia e, E quando è sollevato il velo dell'allegoria, L'“Urano" SEZ. II PRETI MONACI SUORE 149 di Esiodo, sebbene presentato come uno degli dèi pagani, era in fondo il "Dio del cielo" il vivente e vero Dio.

CAPITOLO VII CAPITOLO VI I DUE SVILUPPI STORICI E PROFETICI CONSIDERATI ORDINI RELIGIOSI SEZIONE I S EZ . I IL GRANDE SERPENTE ROSSO IL SOVRANO PONTEFICE
1

153 153

È stato già mostrato che fra i caldei il termine "zero" significa sia "cerchio", che "seme". "Suro", il "seme", in India era la divinità solare incarnata. Quando quel seme era rappresentato in forma umana, per identificarlo con il sole, era rappresentato con il cerAdam's Roman Antiquities, London, 1835 chio, il ben noto emblema del .............……………………............... corso annuale del sole, su alcune parti della sua persona. Così il dio Thor era rappresentato con un cerchio infuocato sul petto. In Persia ed in1545 AssiAEliani Historiae, ................................…………………………...... Rome, ria il cerchio alcune volte raffigurato sul petto, alcune volte intorno alla vita e altre AElianus de era Nat. Animal, .......................……………………..... Tubingen, 1768 sulla mano della divinità solare. In India è rappresentato sull'estremità del dito. Perciò il AEschylus, .......................................………………………………... Paris, 1557 cerchio divenne l'emblema di Tammuz nato di nuovo, o il "seme". La tonsura circolare AEschylus, ..........................................…………………………………...... 1552 di Bacco intendeva senza dubbio additarlo come "zero" o il "seme", il grande liberatore. Agathias (Corp. Script. Byzant), Bonn, 1828 E il cerchio di luce attorno al capo..................……………………...... delle cosiddette raffigurazioni di Cristo è solo una diversa forma della stessa cosa, e proviene dalla stessa fonte. La cerimonia della tonsura, Alford's Greek Test, ......................………………………….......... London, 1856 dice Maurice, riferendosi alla pratica di tale cerimonia in India, "era una vecchia Ambrosii Opera, ...............................……………………………....... Paris,pratica 1836 dei sacerdoti di Mitra, che nelle loro tonsure imitavano il disco solare". Ammianus Marcellinus, .........................………………………......... Paris, 1681 In qualità di dio sole era il padre del dio compianto e i suoi capelli erano tagliati a forma Anacreon, Cambridge, 1705 circolare, e ...............................……………………………....... i sacerdoti che lo piangevano tagliavano i loro capelli alla stessa maniera, così in diversi Originai paesi quelli che lamentavano i morti e si tagliavano i capelli in loro onore, Apocalypse, Interpretation, ...........………………........... London, 1857 li tagliavano in forma circolare. Vi erano tracce di ciò in Grecia, come siLondon, vede nell'Eletta Apocriphi (Diodati, Bibbia), .................……………………......... 1819 di Sofocle; ed Erodoto particolarmente si riferisce a tale pratica fra gli Sciti nel suo racApollodorus, ...........................……………………………......... 1803 conto sulle pratiche funerarie di quel popolo. "Il corpo coperto di cera eGottingen, il ventre aperto e Apuleius, .............................………………………………............. Leipsic, 1842 spurgato, riempito di cipero triturato e di aromi e di sedano e di aceto e di nuovo ricucito, e lo portano su un carro presso un altro popolo. Quelli che di volta in volta ricevono il Arati Phoenomena, .........................…………………………......... Leipsic, 1793 cadavere così trasportato si comportano come gli Sciti Reali: si mozzano le orecchie, si Aristophanes, .......................…………………………............. Amsterdam, 1710 radono all'intorno i capelli, ecc. (Storie, libro IV, capitolo 71). Arnobius, Paris,1836 Ora mentre...................................…………………………………....... il Papa, quale massimo rappresentante del falso Messia, riceve la tonsura Athenaeus, .......................………………………………................ Leyden, 1612 circolare, così è richiesto che tutti i suoi sacerdoti, per identificarsi con lo stesso sistema Athenagoras, si sottopongano .....................…………………………................. alla stessa tonsura circolare, per contrassegnarli nella Wurtzburg, loro sfera1777 quali rappresentanti dello stesso falso Messia. Asiatic Journal, ..........................……………………………......... London, 1816

DEI LAVORI CITATI O RIFERITI IN QUESTA OPERA

Le. seguenti sono le cui si devono le affermazioni del testo: - Jamblichus dice SEZ II LA BESTIA Dautorità AL MARE 162 che Ermes (cioè l'egiziano) fosse il dio della conoscenza celestiale che, essendo da lui trasmessa ai suoi sacerdoti, li autorizzava a scrivere i loro commentari con il nome di S EZ. III LA BESTIA DELLA TERRA 171 Ermes'. Ancora, secondo il racconto leggendario di Mercurio Egiziano, egli avrebbe insegnato agli uomini il giusto modo di avvicinarsi alla divinità con preghiere e sacrifici. S EZ. IVche L’IMMAGINE DELLA Bsia ESTIA 176 Sembra Ermete Trismegisto stato considerato come una nuova incarnazione di Ihoth e gli erano tributati gli onori più alti. I principali libri di questo Ermete, secondo Clemente erano considerati dagli egiziani con il più profondo rispetto, e SEZ. V ILdi MAlessandria, OME DELLA BESTIA portati nelle loro processioni religiose.

IL N UMERO DEL SUO NOME In Egitto, "Petr" era usato in questo senso. Vedi Bunsen, Vol. I, p. 545, dove è spiegato che Ptr significa "mostrare". L'interprete era chiamato Ierofante, che contiene l'idea di L’INVISIBILE CAPO DEL PAPATO 179 "mostrare"in esso.
2 3

II ben noto nome Faraone, il titolo del re-pontefice d'Egitto, non è che la forma egiziana dell'ebraico He-Roè. Faraone in Genesi, senza i punti vocalici, è "Phe Roè". Phe è l'articolo determinativo egiziano. Non erano i re-pastori che gli egiziani aborrivano, ma i RoiTzan, "pastori di bestiame" (Gen. 46:34). Senza l'articolo, Roè, "pastore" è chiaramente

— Researches, .........................……………………………............ London,1806 2 Mamacona, "sacerdotesse madri" è quasi ebraico puro, essendo derivato da Am, Augustinès City "sacerdote" of God, with Lud. Comment, ....……….. London, 1620 "madre", e Cohn, solo con Vives's la desinenza al femminile. Il nostro Mamma, coAugustini Opera Bassano, 1807 me pure quello delOmnia, Perù, è ....................………………………........ soltanto l'ebraico Am raddoppiato. È curioso che il titolo di Signora Abbadessa in Irlanda sia "Reverenda Madre". Il termine stesso per Nun (in ingleAulus Gellius, ............................…………………………….......... Leyden, 1666 se - suora) è una parola caldea. Nino, il figlio, in caldeo si dice sia Nin che Non. Ora, il Aurelius Victor, .....................…………………………….............. Utrecht, 1696 femminile di Non, "figlio", è Nonna, "figlia" che è proprio il nome canonico papista per Ausonii Opera, .....................…………………………............. Amsterdam, 1669 "Nun" (ingl. - suora), e Nonno, in maniera simile era nei tempi antichi la designazione Barker andin Ainsworth's Lares and Penates of Cilicia, ………........ London, 1853 dei monaci oriente. Barker's Hebrew Lexicon, ..........….....…………………….....…...London, 1811 Baronii Anales, ..............................…………………………........ Cologne, 1609 Bedès Works, ............................…………………………......... Cambridge, 1722 Begg's Handbook of Popery, .........……………………............ Edimburgh, 1856 Bell's (Robert) Wayside Pictures, .............………………….......... London, 1849 — (John) Italy, .......................…………………………............ Edinburgh, 1825 Berosus, .................................………………………………........... Leipsic,1825 Betham's Etruria Celtica, ..................………………………............ Dublin, 1842 — Gael and Cymbri, .....................………………………............... Dublin, 1834 Bilney (British Reformers), ...................…………………….......... London, S.D.

204 5

Indice R e v .

Alexander Hislop

Le Due Babilonie

204 5

in disparte ed egli era rappresentato vittorioso nel conflitto col serpente; ma anche qui vi era qualcosa che faceva notare come egli aveva sofferto una morte violenta, poiché da CAPITOLO V Porfirio apprendiamo che egli fu trucidato dal serpente e Pitagora afferma di aver visto la sua tomba a Iripos, Delfi. -5. Orus era un dio guerriero. Apollo era similmente rappresentato il grande dio raffigurato in Layard, con l'arco e la freccia che era evidentemenRITIcome E CERIMONIE te il dio genuino babilonese, poiché il ben noto titolo dell'Apollo di Arcitcnes, cioè "il portatore dell'arco", era evidentemente stato tratto da quella fonte. Fuss dice che Apollo SEZ . I PROCESSIONE DEGLI IDOLI era considerato l'inventore dell'arte di tirare con l'arco, il che lo identifica 119 con Saggitario, di cui abbiamo già visto le origini. -6. Infine, da Ovidio apprendiamo che, prima di conSEZ. II con ADORAZIONE DELLE RELIQUE 122 tendere Pitone, Apollo aveva usato i suoi dardi solo su cervi, cerbiatti, ecco. Ivi tutto mostra sufficentemente la sua identificazione con il potente cacciatore di Babele.

l'originale del francese Roi, re, da dove proviene l'aggettivo reale; e da Ro, che significa "agire da pastore" che è frequentemente pronunciato Reg, proviene Regsh "Colui che agisce da pastore", da cui il latino Rex e Regal

II ELENCO PRETI, MONACI E SUORE
SEZIONE
1

SEZ. III LA VESTIZIONE E L’INCORONAZIONE DELLE IMMAGINI SEZIONE III IL SACRIFICIO DELLA MESSA CAPITOLO V LAMPADE (LUMI) E DI CERA SEZ. IV IL ROSARIO E L’ADORAZIONE DCANDELE EL SACRO CUORE
1

126 131

Da AOR o our, "luce", e an, "agire al di sopra" o produrre, lo stesso della particella inSEZ.V LAMPADE (LUMI ) E CANDELE DI CERE Questo Urano è chiamato 133 dal fenicio glese en, "fare". Urano, quindi, e "L'illuminatore". Sanchuniathon, il figlio di Elion, cioè come egli stesso interpreta il nome "(Altissimo). SEZ. VI SEGNO DELLA CROCE 136 Urano, inIL senso fisico è "il Risplendente"; ed Esichio lo fa equivalere a Cronos:, che ha anche lo stesso significato, poiché krn, il verbo da cui deriva, significa sia "mostrare le corna" che "emettere raggi di luce". Perciò mentre l'epiteto Cronos, cioè "II cornuto" si CAPITOLO VI riferisce principalmente al potere fisico di Nimrod quale "potente" re, quando fu deificato e reso "Signore dei cieli", quel nome, Cronos, gli fu ancora applicato nel verso di ORDINI RELIGIOSI "Illuminatore o Datore di luce". La distinzione fatta da Esiodo fra Urano e Cronos, non è argomento contro la reale identità sostanziale di queste divinità originariamente come SEZ. I IPagane; L SOVRANO PONTEFICE 142 una teogodivinità poiché Erodoto afferma che Esiodo prese parte nel!'inventare nia per i Greci, il che vuol dire che almeno alcuni dei dettagli di quella teogonia provenivano sua, fantasia e, E quando è sollevato il velo dell'allegoria, L'“Urano" SEZ. dalla II PRETI MONACI SUORE 149 di Esiodo, sebbene presentato come uno degli dèi pagani, era in fondo il "Dio del cielo" il vivente e vero Dio.

CAPITOLO VII CAPITOLO VI I DUE SVILUPPI STORICI E PROFETICI CONSIDERATI ORDINI RELIGIOSI SEZIONE I SEZ . I IL GRANDE SERPENTE ROSSO IL SOVRANO PONTEFICE
1

153 153

È stato già mostrato che fra i caldei il termine "zero" significa sia "cerchio", che "seme". "Suro", il "seme", in India era la divinità solare incarnata. Quando quel seme era rappresentato in forma umana, per identificarlo con il sole, era rappresentato con il cerAdam's Roman Antiquities, .............……………………............... London, 1835 chio, il ben noto emblema del corso annuale del sole, su alcune parti della sua persona. Così il dio Thor era rappresentato con un cerchio infuocato sul petto. In Persia ed in1545 AssiAEliani Historiae, ................................…………………………...... Rome, ria il cerchio alcune volte raffigurato sul petto, alcune volte intorno alla vita e altre AElianus de era Nat. Animal, .......................……………………..... Tubingen, 1768 sulla mano della divinità solare. In India è rappresentato sull'estremità del dito. Perciò il AEschylus, .......................................………………………………... Paris, 1557 cerchio divenne l'emblema di Tammuz nato di nuovo, o il "seme". La tonsura circolare AEschylus, ..........................................…………………………………...... 1552 di Bacco intendeva senza dubbio additarlo come "zero" o il "seme", il grande liberatore. Agathias (Corp. Script. Byzant), Bonn, 1828 E il cerchio di luce attorno al capo ..................……………………...... delle cosiddette raffigurazioni di Cristo è solo una diversa forma della stessa cosa, e proviene dalla stessa fonte. La cerimonia della tonsura, Alford's Greek Test, ......................………………………….......... London, 1856 dice Maurice, riferendosi alla pratica di tale cerimonia in India, "era una vecchia Ambrosii Opera, ...............................……………………………....... Paris,pratica 1836 dei sacerdoti di Mitra, che nelle loro tonsure imitavano il disco solare". Ammianus Marcellinus, .........................………………………......... Paris, 1681 In qualità di dio sole era il padre del dio compianto e i suoi capelli erano tagliati a forma Anacreon, Cambridge, 1705 circolare, e ...............................……………………………....... i sacerdoti che lo piangevano tagliavano i loro capelli alla stessa maniera, così in diversi Originai paesi quelli che lamentavano i morti e si tagliavano i capelli in loro onore, Apocalypse, Interpretation, ...........………………........... London, 1857 li tagliavano in forma circolare. Vi erano tracce di ciò in Grecia, come siLondon, vede nell'Eletta Apocriphi (Diodati, Bibbia), .................……………………......... 1819 di Sofocle; ed Erodoto particolarmente si riferisce a tale pratica fra gli Sciti nel suo racApollodorus, ...........................……………………………......... 1803 conto sulle pratiche funerarie di quel popolo. "Il corpo coperto di cera eGottingen, il ventre aperto e Apuleius, .............................………………………………............. Leipsic, 1842 spurgato, riempito di cipero triturato e di aromi e di sedano e di aceto e di nuovo ricucito, e lo portano su un carro presso un altro popolo. Quelli che di volta in volta ricevono il Arati Phoenomena, .........................…………………………......... Leipsic, 1793 cadavere così trasportato si comportano come gli Sciti Reali: si mozzano le orecchie, si Aristophanes, .......................…………………………............. Amsterdam, 1710 radono all'intorno i capelli, ecc. (Storie, libro IV, capitolo 71). Arnobius, Paris,1836 Ora mentre...................................…………………………………....... il Papa, quale massimo rappresentante del falso Messia, riceve la tonsura Athenaeus, .......................………………………………................ Leyden, 1612 circolare, così è richiesto che tutti i suoi sacerdoti, per identificarsi con lo stesso sistema si Athenagoras, sottopongano .....................…………………………................. alla stessa tonsura circolare, per contrassegnarli nella Wurtzburg, loro sfera 1777 quali rappresentanti dello stesso falso Messia. Asiatic Journal, ..........................……………………………......... London, 1816
2

DEI LAVORI CITATI O RIFERITI IN QUESTA OPERA

Le. seguenti sono le autorità cui si devono le affermazioni del testo: - Jamblichus dice SEZ II LA BESTIA D AL MARE 162 che Ermes (cioè l'egiziano) fosse il dio della conoscenza celestiale che, essendo da lui trasmessa ai suoi sacerdoti, li autorizzava a scrivere i loro commentari con il nome di SEZ. IIIAncora, LA BESTIA DELLA TERRA 171 Ermes'. secondo il racconto leggendario di Mercurio Egiziano, egli avrebbe insegnato agli uomini il giusto modo di avvicinarsi alla divinità con preghiere e sacrifici. SEZ. IVche L’IMMAGINE DELLA B ESTIA 176 Sembra Ermete Trismegisto sia stato considerato come una nuova incarnazione di Ihoth e gli erano tributati gli onori più alti. I principali libri di questo Ermete, secondo Clemente erano considerati dagli egiziani con il più profondo rispetto, e SEZ. V ILdi MAlessandria, OME DELLA BESTIA portati nelle loro processioni religiose.

Mamacona, "sacerdotesse madri" è quasi ebraico puro, essendo derivato da Am, Augustinès City "sacerdote" of God, with Lud. Comment, ....……….. London, 1620 "madre", e Cohn, solo con Vives's la desinenza al femminile. Il nostro Mamma, coAugustini Opera Bassano, 1807 me pure quello delOmnia, Perù, è ....................………………………........ soltanto l'ebraico Am raddoppiato. È curioso che il titolo di Signora Abbadessa in Irlanda sia "Reverenda Madre". Il termine stesso perLeyden, Nun (in ingleAulus Gellius, ............................…………………………….......... 1666 se - suora)Victor, è una parola caldea. Nino, il figlio, in caldeo si dice sia Nin che Non. Ora, il Aurelius .....................…………………………….............. Utrecht, 1696 femminile di Non, "figlio", è Nonna, "figlia" che è proprio il nome canonico papista per Ausonii Opera, .....................…………………………............. Amsterdam, 1669 "Nun" (ingl. - suora), e Nonno, in maniera simile era nei tempi antichi la designazione Barker and Ainsworth's Lares and Penates of Cilicia, ………........ London, 1853 dei monaci in oriente.

— Researches, .........................……………………………............ London,1806

IL N UMERO DEL SUO NOME In Egitto, "Petr" era usato in questo senso. Vedi Bunsen, Vol. I, p. 545, dove è spiegato che Ptr significa "mostrare". L'interprete era chiamato Ierofante, che contiene l'idea di L’INVISIBILE CAPO DEL PAPATO 179 "mostrare"in esso.
2 3

II ben noto nome Faraone, il titolo del re-pontefice d'Egitto, non è che la forma egiziana dell'ebraico He-Roè. Faraone in Genesi, senza i punti vocalici, è "Phe Roè". Phe è l'articolo determinativo egiziano. Non erano i re-pastori che gli egiziani aborrivano, ma i RoiTzan, "pastori di bestiame" (Gen. 46:34). Senza l'articolo, Roè, "pastore" è chiaramente

Barker's Hebrew Lexicon, ..........….....…………………….....…...London, 1811 Baronii Anales, ..............................…………………………........ Cologne, 1609 Bedès Works, ............................…………………………......... Cambridge, 1722 Begg's Handbook of Popery, .........……………………............ Edimburgh, 1856 Bell's (Robert) Wayside Pictures, .............………………….......... London, 1849 — (John) Italy, .......................…………………………............ Edinburgh, 1825 Berosus, .................................………………………………........... Leipsic,1825 Betham's Etruria Celtica, ..................………………………............ Dublin, 1842 — Gael and Cymbri, .....................………………………............... Dublin, 1834 Bilney (British Reformers), ...................…………………….......... London, S.D.

6 203
7

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

203 6

Il lettore ricorderà che Esculapio è rappresentato generalmente con un bastone o un ramo d'albero al fianco su cui è attorcigliato un serpente. La figura nel testo evidenteBion Min.), ............…………………….............. Cambridge, 1661 mente(Poet. spiega Graec. l'origine di questa rappresentazione.

Blakeney's Popery in its Social Aspect, ............……………….. Edinburgh, S.D. 8 Nella storia scandinava di Balder, il ramo di vischio è distinto dal dio su cui si fa lamenBorrow's Gipsies, .........................…………………...……........... London, 1843 to. I miti Lives druidi e differiscono un pò ma tuttavia, anche nella London, storia scandinaBower's ofscandinavi thè Popes, ..................……………...…….......... 1750 va, è evidente che era attribuito al ramo di vischio un certo qual potere miracoloso poiché Bryant's Mythology, ........................…………………………....... London, 1807 era capace di fare ciò che nessun altro in tutta la creazione avrebbe potuto compiere; esso Bulwark, The, ................................…………………………...... Edin, 1852-53 trucidò la divinità da cui dipendeva l'"impero" dei "cieli" degli anglosassoni. Orbene tutto ciò è necessario per svelare questa apparente contraddizione; è appropriato per comprenBunsen's Egypt, .........................…………………...………........... London,1848 dere "il ramo" che aveva tale potere, come espressione simbolica del vero Messia. Il Caesar, ....................………………………………......................... London 1770 Bacco dei Greci venne evidentemente identificato come il "seme del serpente" poiché Callimachus, .............................…………………………….......... 1697 egli sarebbe nato da una relazione di sua madre con Giove quando quelUtrecht, dio apparve in Catechismus Romanus, .....................………………….……........... Lyons, 1659 forma di serpente. Se Balder aveva le stesse caratteristiche, la storia della sua morte si Catlin's American Indians, ..................………………..…….......... London, può ricondurre a questa, che il seme del serpente era stato trucidato dal "seme della1841 donna". Questa storia, naturalmente deve essere scaturita dai suoi nemici. Ma gli idolatri ne Catullus, ..........................………………………………................ Utrecht, 1659 usarono ciò che non avrebbero potuto negare in alcun modo, evidentemente con l'intento Cedreni Compendium, ...........................………………………….... Bonn, 1838 di spiegarlo diversamente. Charlotte Elizabeth's Personal Recollections, ...........……………. London, 1847 — — Sketches of Irish History, .................……………………..... Dublin, 1844 SEZIONE II PASQUA Euphrates Expedition, .................…………………...... London, 1850 Chesnev's Chronicon Paschale, ..........................…………………………........ Bonn, 1832 1 E' dalla stessa parola qui usata dal profeta che sembra derivi la parola "bun". La parola Chrystosomi Opera Omnia, ........................……………………….... ebraica con i punti vocalici era pronunciata khavan, che in greco divenneParis, alcune1738 volte Ciceronis Opera ......................………………………........... Paris, 1740 kapan-os e, altre Omnia, volte, khabon. La prima mostra come khvan, pronunciata come una sola sillaba, passasse nel latino panis "pane" e la seconda come, in maniera simile, khvon Clemens Alexandrinus, Opera. ..............…………………......... Wutzburg, 1778 divenisse bon o bun. Clemens Protrepticos, ........................………………………........ Lu etioe, 1629 2 Clericus (Johannes) de Chaldaeis de Sabaeis, ....………….. Amsterdam, 1700 Nel tardo caldeo, il nome dell'uovo et è comunemente Baiaa o Baietha nella forma enfatiClinton, FastièHellenici, .....................………………………......... Oxford, ca, ma Baith anche formato esattamente secondo la regola da Baitz, proprio 1834 come Kaitz, "estate", in caldeo, divenne Kaith. Codex Theodosianus, ......................…………………………........... Bonn, 1842 Coleman's Hindoo Mythology, ...............……………………........ London, 1832 3 La comune parola "Beth", casa, nella Bibbia senza i punti vocalici è Baith, come si può Cory's Fragments, .........................………………………….......... London, 1732 vedere dal nome di Betel in Genesi 35:1 della LXX, dove esso è "Baith-el". Courayer's Council of Trent, ...............……………………........... London, 1736 Covenanter, Irish, Belfast, 1862 SEZIONE IV LA ..............…………………………...................... FESTA DELL'ASSUNZIONE Crabb's Mithology, .................…………………………................ London, 1854 1 Apollodoro, lib. 3, cap. 5, pag. 266. Abbiamo visto che la grande dea che era adorata a Crichton's Scandinavia, ...................………………………....... Edinburgh, 1838 Babilonia come "La Patrum), madre" era in realtà la moglie di Nino, il grande dio, Paris, prototipo di Cummianus (Patr. .............………………………................ 1851 Bacco. In conformità a ciò troviamo una storia in un certo qual modo simile a quella di Daubuz's Dictionary, London, Arianna, laSymbolical moglie di Bacco, come si .............………………….......... favoleggia di Semele, sua madre. "Gli abiti di 1842 Teti", D'Aubignè's Reformation, Brussels, 1839 dice Bryant (vol. 2, pag. 99),...................…………………….......... "contengono la descrizione di alcuni notevoli episodi dei primi tempi e un particolare racconto dell'apoteosi di Arianna che è descritto, qualunque David's Antiquitès Etrusques, & c., ...........…………………............. Paris, 1787 possa essere il significato di ciò, mentre essa viene portata in cielo da Bacco". Si1809 narra Davies's Druids, ............................……………………………...... London, una storia simile di Alcmena, la madre dell'Ercole greco, che era del tutto diverso, come Davis's (Sir J.F.) China, ...................………………………........... London, 1857 abbiamo già visto, dall'Ercole primitivo, ed era solo una delle forme di Bacco, poiché Didron's Christian Ioonography, ................……………………..... London, 1851 egli era un gran "bevitore" e sono proverbiali le "coppe d'Ercole". Orbene, la madre di Diodori Biblioteca, Paris, 1559 questo Ercole sarebbe .........................…………………………............. stata resuscitata. "Jupiter" (padre di Ercole), dice Muller; "risuscitò AIcmena dai morti e la condusse alle isole felici, come moglie di Radamanto". Diogenes Laertius, ........................………………………….......... London, 1664 Dionysius Afer, ............................……………………………....... London, 1658 CAPITOLO IV ..........................…………………………........ Oxford, 1704 Dyinisius Halicarn, DOTTRINA E DISCIPLINA Dryden's Virgil, ..............................……………………………..... London, 1709

SEZIONE I Dupuis, Origine de tous les Cultes, ...........…………………............. Paris, 1822 RIGENERAZIONE BATTESIMALE 1 Nella cerimonia cattolica romana del battesimo, la prima cosa che il prete fa è quella di Dymock's Classical Dictionary, ................……………………..... London, 1833 esorcizzare il diavolo dal bambino....................…………………….... che dev'essere battezzato con queste parole, "Dipartiti Elliott's Horae Apocalypticae, London, 1851 da lui, tu spirito impuro, e fai luogo allo Spirito Santo, il Confortatore". (Sincer ChrisEnnodii ...................................……………………………..... Paris,cui 1611 tian, Vol.Opera, I, pag. 365). Nel Nuovo Testamento non vi è la minima traccia secondo tale Epiphanii Opera Omnia, ..................……………………….......... Cologne, 1682 esorcismo accompagnasse il Battesimo Cristiano. Esso è puramente pagano. Eunapius, .............................………………………………........... Geneva, 1616 2 Vi sono state considerevoli speculazioni sul significato del nome Shinar, applicato alla Euripides, ................................……………………………...... Cambridge, 1694 regione di cui Babilonia era la capitale. I fatti su esposti non gettano luce su ciò? È molto Eusebii Praepar. ...................………………………........ Leipsic, 1842 probabile che tale Evangel, nome derivi da "shenè", "ripetere", e "naar", "infanzia". Il paese di Eusebii Chronicon, .......................………………………............... Venice, 1818 Shinar quindi, secondo tale veduta, non è altri che il paese del "Rigeneratore". — Chron, .............................………………………………............... Basle, 1529 3 Vi è un'evidente allusione al "mistico ventaglio" del dio babilonese, nellaParis, condanna di — Vita Constantin, .......................………………………….............. 1677 Babilonia,Classical pronunciata in Geremia 51:1, 2: "Geova ha detto questo: 'EccoLondon, io desto contro Eustacès Tour, ...............………………….…................. 1813 Babilonia e contro gli abitanti di Leb-Camai un vento rovinoso e senz'altro manderò a Eutropius (Rom. Hist. Graec. Min.), ......……………...... Frankfort, 1590 Babilonia ventilatori, cheScript. per certo la ventileranno e che renderanno vuoto il suo paese". Evangelical Christendom, .......................………….…………....... London, 1853 4 Da Bryant: prima...................…………………….………........... figura, il toro sezionato, è tratta dal 3° Volume, pag. 303; la secon„ la „ London,1855 da, il dio sul pesce,......................…………………….……............... dallo stesso volume, a pag. 338. Quanto precede è solo un altro simFirmicus, Julius, Oxford, 1678 bolo di ciò che è rappresentato dal possente albero fatto a pezzi. Quell'albero rappresentaFlores Seraphici, ....................……………………...... Colonia/Agrippinae, va Nimrod come potente fatto a pezzi nel mezzo del suo potere e della sua gloria. 1640 L'uoFurniss's What Every Christian must ……………............... London, S.D. mo-toro sezionato lo simboleggia come Know, il "principe" che fu fatto a pezzi nella stessa maniera; poichéAntiquities, il nome che ....................………………………....... indica toro e principe è uguale. Il pesce nelOxford, toro mostra la Fuss's Roman 1840 trasformazione che si .....................………………………..... suppone egli subisse quando fu messo a Dublin/London, morte dai suoi nemici; Garden of the Soul, S.D. poiché la storia di Melikerta, che con sua madre Ino fu scagliato nel mare, divenendo un Gaussen's ..........................…………………………......... dio marino,Daniel, non è che un'altra versione della storia di Bacco, perché InoParis, era la 1848-49 matrigna Gebelin, Primitif, ...................………………………........ 1773-82 di Bacco. Monde Sulla seconda medaglia, Melikerta, con il nome di Palemone,Paris, è rappresentato mentre cavalca trionfalmente sul pesce, non è più triste e con, come sua insegna, l'abete o Gesenii Lexicon, .........................…………………………............ London, 1855 il pino, l'emblema Baal-berith, "Signore del patto". Questo, paragonatoDublin, con ciò 1781 che è Gibbon's Declinedi and Fall, ...................………………………........ detto sull'albero di Natale, mostra come l'abete fu identificato come albero di Natale. Il Gibson's Preservative, ..........................………………………....... London, 1848 nome Ghelas sul toro sezionato e sul pesce è equivoco. Applicato al pesce, proviene da Gieseler's Eccles. History, .................……………………......... 1846 Ghilea "esultare o saltare per la gioia", come il delfino e i pesci mariniEdinburgh, similari; applicato Gill's Commentary, ......................………………………......... London, 1852-54 alla divinità, rappresentata sia dal pesce che dal toro, proviene da Ghela, "rivelare", poiché quella divinità il "rivelatore della bontà e della verità". Gillespiès Sinim,era ...........................…………………………..... Edinburgh, 1854 Golden Manual, ..............................…………………………….... London, 1850 SEZIONE II GIUSTIFICAZIONE Grgorii Nazianzeni Opera, ..................…………………….......... Antwerp, 1612 MEDIANTE LE OPERE Greswell's Dissertations, .......................…………………….…...... Oxford, 1837 Guizot's European Civilisation, ..............………………….…...... L.ondon, 1846 1 Abbiamo già visto che l'egiziano Orus non era che una nuova incarnazione di Osiride o Hanmer's Chronographia; appended to translation Nimrod. Ora, Erodoto chiama Orus col nome di Apolloof (libro 2, 171, C). Anche Diodoro Siculo dice che il figlio di Iside, è Apollo". Wilkinson, in un'altra occasione, semEusebius,& c.,"Orus, ...........…………………………….......................... London, 1636 bra porre in dubbio quest'identità fra Apollo e Orus; ma egli ammette altrove che la storia Hardy, Spence, Buddism, ...................………………………........ London, 1853 di Apollo che "combatte con il serpente Pitone è derivata evidentemente dalla mitologia Harvet, Dr. Gent. Review of, ...........………………...... 1598 egiziana", dove l'allusione è of perEpistle la rappresentazione di Orus che trafiggeLondon, il serpente con una lancia. Da diverse considerazioni può essere mostrato che questa conclusione corPìay's Sincere Christian, ....................………………………........... Dublin, è 1783 retta: -1. Orus, o Osiride era il dio del sole, come Apollo. -2. Osiride, che rappresentava Heathen Mythology, .......................…………………………......... London, S.D. Orus, era il grande Rivelatore; l'Apollo pitiano era il dio degli oracoli. -3. Osiride, nella Herodoti Historia, ..............................……………………...……...... Paris, 1592 veste di Orus, nacque durante il tempo in cui sua madre era perseguitata dalla malizia dei Hesychii Lexicon, Leyden, 1688 suoi nemici. Latona, .......................…………………………............ la madre di Apollo, era fuggitiva per una ragione simile alla nascita Hieronymi del figlio. -4. Opera, Orus, secondo .............................……………………………....... una versione del mito, sarebbe stato, come Osiride, Paris,fatto 1643 a pezzi. Nella storia greca, questa parte del mito di Apollo era generalmente Hislop's Light of classica Prophecy, .................……………………....... Edinburgh, tenuta 1846

202 7
7

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

202 7

Il lettore ricorderà che Esculapio è rappresentato generalmente con un bastone o un ramo d'albero al fianco su cui è attorcigliato un serpente. La figura nel testo evidenteBion (Poet. Min.), ............…………………….............. Cambridge, 1661 mente spiega Graec. l'origine di questa rappresentazione.
8

Blakeney's Popery in its Social Aspect, ............……………….. Edinburgh, S.D. Nella storia scandinava di Balder, il ramo di vischio è distinto dal dio su cui si fa lamenBorrow's Gipsies, .........................…………………...……........... London, 1843 to. I miti druidi scandinavi differiscono un pò ma tuttavia, anche nella London, storia scandinaBower's Lives e of thè Popes, ..................……………...…….......... 1750 va, è evidente che era attribuito al ramo di vischio un certo qual potere miracoloso poiché Bryant's Mythology, ........................…………………………....... London, 1807 era capace di fare ciò che nessun altro in tutta la creazione avrebbe potuto compiere; esso Bulwark, The, ................................…………………………...... Edin, 1852-53 trucidò la divinità da cui dipendeva l'"impero" dei "cieli" degli anglosassoni. Orbene tutto ciò è necessario per svelare questa apparente contraddizione; è appropriato per comprenBunsen's Egypt, .........................…………………...………........... London,1848 dere "il ramo" che aveva tale potere, come espressione simbolica del vero Messia. Il Caesar, ....................………………………………......................... London 1770 Bacco dei Greci venne evidentemente identificato come il "seme del serpente" poiché Callimachus, .............................…………………………….......... 1697 egli sarebbe nato da una relazione di sua madre con Giove quando quelUtrecht, dio apparve in Catechismus Romanus, .....................………………….……........... Lyons, 1659 forma di serpente. Se Balder aveva le stesse caratteristiche, la storia della sua morte si Catlin's American Indians, London, può ricondurre a questa, che il..................………………..…….......... seme del serpente era stato trucidato dal "seme della1841 donna". Questa storia, naturalmente deve essere scaturita dai suoi nemici. Ma gli idolatri ne Catullus, ..........................………………………………................ Utrecht, 1659 usarono ciò che non avrebbero potuto negare in alcun modo, evidentemente con l'intento Cedreni Compendium, ...........................………………………….... Bonn, 1838 di spiegarlo diversamente. Charlotte Elizabeth's Personal Recollections, ...........……………. London, 1847 — — Sketches of Irish History, .................……………………..... Dublin, 1844 SEZIONE II PASQUA Chesnev's Euphrates Expedition, .................…………………...... London, 1850 Chronicon Paschale, ..........................…………………………........ Bonn, 1832 1 E' dalla stessa parola qui usata dal profeta che sembra derivi la parola "bun". La parola Chrystosomi Opera Omnia, ........................……………………….... ebraica con i punti vocalici era pronunciata khavan, che in greco divenne Paris, alcune1738 volte Ciceronis e, Opera ......................………………………........... Paris, 1740 kapan-os altre Omnia, volte, khabon. La prima mostra come khvan, pronunciata come una sola sillaba, passasse nel latino panis "pane" e la seconda come, in maniera simile, khvon Clemens Alexandrinus, Opera. ..............…………………......... Wutzburg, 1778 divenisse o bun. Clemens bon Protrepticos, ........................………………………........ Lu etioe, 1629 2 Clericus (Johannes) de Chaldaeis de Sabaeis, ....………….. Amsterdam, 1700 Nel tardo caldeo, il nome dell'uovo et è comunemente Baiaa o Baietha nella forma enfatiClinton, FastièHellenici, .....................………………………......... Oxford, ca, ma Baith anche formato esattamente secondo la regola da Baitz, proprio 1834 come Kaitz, "estate", in caldeo, divenne Kaith. Codex Theodosianus, ......................…………………………........... Bonn, 1842 Coleman's Hindoo Mythology, ...............……………………........ London, 1832 3 La comune parola "Beth", casa, nella Bibbia senza i punti vocalici è Baith, come si può Cory's Fragments, .........................………………………….......... London, 1732 vedere dal nome di Betel in Genesi 35:1 della LXX, dove esso è "Baith-el". Courayer's Council of Trent, ...............……………………........... London, 1736 Covenanter, Irish, ..............…………………………...................... Belfast, 1862 SEZIONE IV LA FESTA DELL'ASSUNZIONE Crabb's Mithology, .................…………………………................ London, 1854 1 Apollodoro, lib. 3, cap. 5, pag. 266. Abbiamo visto che la grande dea che era adorata a Crichton's Scandinavia, ...................………………………....... Edinburgh, 1838 Babilonia come "La Patrum), madre" era in realtà la moglie di Nino, il grande dio, Paris, prototipo di Cummianus (Patr. .............………………………................ 1851 Bacco. In conformità a ciò troviamo una storia in un certo qual modo simile a quella di Daubuz's Dictionary, London, Arianna, laSymbolical moglie di Bacco, come si .............………………….......... favoleggia di Semele, sua madre. "Gli abiti di 1842 Teti", D'Aubignè's Reformation, Brussels, 1839 dice Bryant (vol. 2, pag. 99),...................…………………….......... "contengono la descrizione di alcuni notevoli episodi dei primi tempi e un particolare racconto dell'apoteosi di Arianna che è descritto, qualunque David's Antiquitès Etrusques, & c., ...........…………………............. Paris, 1787 possa essere il significato di ciò, mentre essa viene portata in cielo da Bacco". Si1809 narra Davies's Druids, ............................……………………………...... London, una storia simile di Alcmena, la madre dell'Ercole greco, che era del tutto diverso, come Davis's (Sir J.F.) China, ...................………………………........... London, 1857 abbiamo già visto, dall'Ercole primitivo, ed era solo una delle forme di Bacco, poiché Didron's Christian Ioonography, ................……………………..... London, 1851 egli era un gran "bevitore" e sono proverbiali le "coppe d'Ercole". Orbene, la madre di Diodori Biblioteca, Paris, 1559 questo Ercole sarebbe .........................…………………………............. stata resuscitata. "Jupiter" (padre di Ercole), dice Muller; "risuscitò AIcmena dai morti e la condusse alle isole felici, come moglie di Radamanto". Diogenes Laertius, ........................………………………….......... London, 1664 Dionysius Afer, ............................……………………………....... London, 1658 CAPITOLO IV ..........................…………………………........ Oxford, 1704 Dyinisius Halicarn, DOTTRINA E DISCIPLINA Dryden's Virgil, ..............................……………………………..... London, 1709

SEZIONE I Dupuis, Origine de tous les Cultes, ...........…………………............. Paris, 1822 RIGENERAZIONE BATTESIMALE 1 Nella cerimonia cattolica romana del battesimo, la prima cosa che il prete fa è quella di Dymock's Classical Dictionary, ................……………………..... London, 1833 esorcizzare il diavolo dal bambino....................…………………….... che dev'essere battezzato con queste parole, "Dipartiti Elliott's Horae Apocalypticae, London, 1851 da lui, tu spirito impuro, e fai luogo allo Spirito Santo, il Confortatore". (Sincer ChrisEnnodii ...................................……………………………..... Paris,cui 1611 tian, Vol. Opera, I, pag. 365). Nel Nuovo Testamento non vi è la minima traccia secondo tale Epiphanii Opera Omnia, ..................……………………….......... Cologne, 1682 esorcismo accompagnasse il Battesimo Cristiano. Esso è puramente pagano. Eunapius, .............................………………………………........... Geneva, 1616 2 Vi sono state considerevoli speculazioni sul significato del nome Shinar, applicato alla Euripides, ................................……………………………...... Cambridge, 1694 regione di cui Babilonia era la capitale. I fatti su esposti non gettano luce su ciò? È molto Eusebii Praepar. ...................………………………........ Leipsic, 1842 probabile che tale Evangel, nome derivi da "shenè", "ripetere", e "naar", "infanzia". Il paese di Eusebii Chronicon, .......................………………………............... Venice, 1818 Shinar quindi, secondo tale veduta, non è altri che il paese del "Rigeneratore". — Chron, .............................………………………………............... Basle, 1529 3 Vi è un'evidente allusione al "mistico ventaglio" del dio babilonese, nellaParis, condanna di — Vita Constantin, .......................………………………….............. 1677 Babilonia, pronunciata in Geremia 51:1, 2: "Geova ha detto questo: 'EccoLondon, io desto contro Eustacès Classical Tour, ...............………………….…................. 1813 Babilonia e contro gli abitanti di Leb-Camai un vento rovinoso e senz'altro manderò a Eutropiusventilatori, (Rom. Hist. Graec. Min.), ......……………...... Frankfort, 1590 Babilonia cheScript. per certo la ventileranno e che renderanno vuoto il suo paese". Evangelical Christendom, .......................………….…………....... London, 1853 4 Da Bryant: prima...................…………………….………........... figura, il toro sezionato, è tratta dal 3° Volume, pag. 303; la secon„ la „ London,1855 da, il dio sul pesce,......................…………………….……............... dallo stesso volume, a pag. 338. Quanto precede è solo un altro simFirmicus, Julius, Oxford, 1678 bolo di ciò che è rappresentato dal possente albero fatto a pezzi. Quell'albero rappresentaFlores Seraphici, ....................……………………...... Colonia/Agrippinae, va Nimrod come potente fatto a pezzi nel mezzo del suo potere e della sua gloria. 1640 L'uoFurniss's What Every Christian must ……………............... London, S.D. mo-toro sezionato lo simboleggia come Know, il "principe" che fu fatto a pezzi nella stessa maniera; poichéAntiquities, il nome che ....................………………………....... indica toro e principe è uguale. Il pesce nelOxford, toro mostra la Fuss's Roman 1840 trasformazione che si .....................………………………..... suppone egli subisse quando fu messo a morte dai suoi nemici; Garden of the Soul, Dublin/London, S.D. poiché la storia di Melikerta, che con sua madre Ino fu scagliato nel mare, divenendo un Gaussen's ..........................…………………………......... dio marino,Daniel, non è che un'altra versione della storia di Bacco, perché InoParis, era la 1848-49 matrigna Gebelin, Primitif, ...................………………………........ 1773-82 di Bacco. Monde Sulla seconda medaglia, Melikerta, con il nome di Palemone,Paris, è rappresentato mentre cavalca trionfalmente sul pesce, non è più triste e con, come sua insegna, l'abete o Gesenii Lexicon, .........................…………………………............ London, 1855 il pino, l'emblema Baal-berith, "Signore del patto". Questo, paragonatoDublin, con ciò 1781 che è Gibbon's Declinedi and Fall, ...................………………………........ detto sull'albero di Natale, mostra come l'abete fu identificato come albero di Natale. Il Gibson's Preservative, ..........................………………………....... London, 1848 nome Ghelas sul toro sezionato e sul pesce è equivoco. Applicato al pesce, proviene da Gieseler's Eccles. History, .................……………………......... 1846 Ghilea "esultare o saltare per la gioia", come il delfino e i pesci mariniEdinburgh, similari; applicato Gill's Commentary, ......................………………………......... London, 1852-54 alla divinità, rappresentata sia dal pesce che dal toro, proviene da Ghela, "rivelare", poiché quella divinità il "rivelatore della bontà e della verità". Gillespiès Sinim,era ...........................…………………………..... Edinburgh, 1854 Golden Manual, ..............................…………………………….... London, 1850 SEZIONE II GIUSTIFICAZIONE Grgorii Nazianzeni Opera, ..................…………………….......... Antwerp, 1612 MEDIANTE LE OPERE Greswell's Dissertations, .......................…………………….…...... Oxford, 1837 Guizot's European Civilisation, ..............………………….…...... L.ondon, 1846 1 Abbiamo già visto che l'egiziano Orus non era che una nuova incarnazione di Osiride o Hanmer's Chronographia; appended to translation Nimrod. Ora, Erodoto chiama Orus col nome di Apolloof (libro 2, 171, C). Anche Diodoro Siculo dice che il figlio di Iside, è Apollo". Wilkinson, in un'altra occasione, semEusebius,& c.,"Orus, ...........…………………………….......................... London, 1636 bra porre in dubbio quest'identità fra Apollo e Orus; ma egli ammette altrove che la storia Hardy, Spence, Buddism, ...................………………………........ London, 1853 di Apollo che "combatte con il serpente Pitone è derivata evidentemente dalla mitologia Harvet, Dr. Gent. Review of, ...........………………...... 1598 egiziana", dove l'allusione è of perEpistle la rappresentazione di Orus che trafiggeLondon, il serpente con una lancia. Da diverse considerazioni può essere mostrato che questa conclusione corPìay's Sincere Christian, ....................………………………........... Dublin, è 1783 retta: -1. Orus, o Osiride era il dio del sole, come Apollo. -2. Osiride, che rappresentava Heathen Mythology, .......................…………………………......... London, S.D. Orus, era il grande Rivelatore; l'Apollo pitiano era il dio degli oracoli. -3. Osiride, nella Herodoti Historia, ..............................……………………...……...... Paris, 1592 veste di Orus, nacque durante il tempo in cui sua madre era perseguitata dalla malizia dei Hesychii Lexicon, Leyden, 1688 suoi nemici. Latona, .......................…………………………............ la madre di Apollo, era fuggitiva per una ragione simile alla nascita del Hieronymi figlio. -4. Opera, Orus, secondo .............................……………………………....... una versione del mito, sarebbe stato, come Osiride, Paris,fatto 1643 a pezzi. Nella storia greca, questa parte del mito di Apollo era generalmente Hislop's Light of classica Prophecy, .................……………………....... Edinburgh, tenuta 1846

8 201

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

201 8

Gesù, Maria e Giuseppe assistetemi sempre, e nella mia ultima agonia, Gesù, Maria e Giuseppe, ricevete il mio ultimo respiro. Amen”. ..............................………………………………......... Cambridge, 1711 Homer,

— Popès), ........................................……………………...………..London 1715 Per indurre i seguaci di Roma a compiere quest’”atto di buon cristiano” è offerta una Horapollòs Hieroglyphics, ..................……………………......Amsterdam, 1835 considerevole ricompensa. A pag. 30 del Manuale di Furniss summenzionato sotto il Horatius, ...................................…………………………………....... Paris, 1691 titolo “Norma di vita” si trova il seguente passaggio: - “Al mattino, prima d’alzarvi, fateHuès Voyage dans la tartarie et Thibet, .................…………….….... Paris, 1857 vi il segno della croce e dite, Gesù, Maria e Giuseppe, vi offro il cuore e l’anima mia. Humoldt's Researches, ..................…………………...... London, 1814 (Ogni volta Mexican che ripetete questa preghiera, otterrete un’indulgenza di 100 giorni, che poHurd's Rites and ...................……………………….... London.S.D. trete utilizzare per Ceremonies, le anime del purgatorio)!”. Devo aggiungere che il titolo del libro di Furniss Religio che ho già precedentemente menzionato, è lo stesso della copia del Sig. Smith. Il Hydès Persarum, .....................…………………….......…. Oxford, 1700 titolo della copia in mio possesso è “Ciò che ogni cristiano deve sapere “. Londra; RiHygini Fabulae, ..........................………………………….......… Leipscic, 1856 chardson & Son, 147 Strand. Entrambe le copie contengono le parole blasfeme ho Iranaei Opera, .............................……………………………........ Leipsic, che 1853 menzionato nel ed entrambe hanno l’imprimatur di “Paulus Cullen“. Jamblichus ontesto thè Mysteries, .................…………………......... Chiswick, 1821 Jamieson's Scottish Dictionary, .............…………………........ Edinburgh, 1808 Jewell (British Reformers), ..................…………………….......... Londom, S.D. SEZIONE I NATALE E ANNUNCIAZIONE Joness's (Sir W.) Works, .......................…………….………........ London, 1807 Josephus (Graecè), ..........................………………………….......... Basle, 1544 1 Gill, nel suo Commentario su Luca 2:8, dice quanto segue: "I Giudei possiedono due Justini Hist. (Hist. vi Rom. Script.), di .......……………......... Aurelii/Allobrog. 1609 sorta di bestiami… è il bestiame casa che risiede in città e il bestiame del deserto Justinus Martyr, .........................…………………………........ Wurtzburg, 1777 che rimane sui pascoli. Su ciò uno dei commentatori osserva (Mamonide, in Misn. Betza, cap. 5, sez. 7): "Essi risiedono nei pascoli che sono nei villaggi, tutti i giorni sia caldi che Justus Lipsius, .............................……………………………........ London, 1698 freddi, e non tornano nelle città fino a che non cominciano le piogge. LaLondon,1728 prima pioggia Juvenal, ....................................………………………………........ cade nel mese di Marchesvan, che corrisponde all'ultima parte del nostro ottobre e alla Kennedy's Ancient and Hindoo Mythology, ........……………...... London, 1831 prima di novembre... Da ciò deriva che Cristo dev'essere nato prima della metà di ottoKennett's Roman Antiquities, ...................……………………...... London, 1696 bre, giacché la prima pioggia non era ancora caduta e Kitto, su Dent. 11:14, dice che la prima pioggia cade in .......................………………………......... autunno "cioè in settembre-ottobre". Ciò porrebbe il periodo del Kittòs Cyclopaedia, Edinburgh, 1856 trasferimento delle Commentary, greggi dai campi un certo tempo prima di ciò che io ho affermato nel Kittòs Illustrated ...................……………………... London, 1840 testo, ma non vi è dubbio che non può essere dopo di quanto qui viene affermato secondo Knox (British Reformers), .................……………………….......... London, S.D. la testimonianza di Mamonide, la cui conoscenza di quanto riguarda i costumi dei Giudei Knox's History of Reformation, .................…………………...... Edin., 1846-48 è ben nota. Laotantius, ................................……………………………..... Cambridge, 1685 2 L'arcidiacono Wood, nel Christian Annotator, vol. 3, pag. 2 e il Manual of Presbytery di Lafitan, Moeurs des Sauvages Americains, ............……………….... Paris, 1724 Lorimer, pag. 130. Lorimer cita Sir Peter King che, nel suo Enquiry into London, the Worship of Landseer's Sabean Researches, ..................……………………..... 1823 the Primitive Church, etc. asserisce che in quella chiesa non veniva celebrata alcuna festa Layard's Babylon and Nineveh,che .................……………………..... London, e aggiunge: "Sembra improbabile essi celebrassero la natività di Gesù quando 1853 erano — Nineveh, .................................………………………………..... London,1849 in disaccordo sul mese e giorno della sua nascita". Si veda pure il Commentary del Rev. J. Ryle su Luca, cap. 2, Nota a versetto 8, che ammette che il tempo Amsterdam, della nascita di CriLivius, .................................…………………………….......... 1710 sto è incerto, sebbene sia contrario all'idea che le greggi non potessero trovarsi sui Lorimer's Manual of egli Presbytery, ...........…………………......... Edinburgh, 1842 campi in dicembre, sulla base delle parole rivolte a Labano da Giacobbe: "Di giorno mi Lucan. de Beli. Civ., ...........................………………………........ Leyden, 1658 consumava il caldo e di notte il freddo". Orbene, tutta la forza del lamento di Giacobbe Lucianus, ..............................……………………………........ 1743 contro il suo avaro congiunto sta in questo, che Labano gli fece ciò Amsterdam, che nessun altro uomo avrebbe...................................………………………………...... mai fatto e, perciò, se egli si riferisce alle fredde notti invernali (che, comunLucretius, Oxford, 1695 que, non è il(Poet. giusto Graec. intendimento della frase) ciò dimostra proprio l'opposto di ciò 1814 che il Lycophron Min.), ..................…………………….... Geneva, Sig. Ryle intende dimostrare, cioè che non era abitudine dei pastori tenere i loro greggi di Macrobius, ...............................…………………………....... Sanct. Colon. 1521 notte nei campi durante l'inverno. M'Gavin's Protestant, ..........................………………………...... Glasgow, 1850 3 Gieseler, vol.More 1, pag. 54, e nota. ........................……………………... Crisostomo (monitum in Hom. de Natal. Christy), scriMaimonides Nevochim, Basle, 1629 vendo in Antiochia verso il 380.....................……………………...... A.D. dice: "Non sono ancora dieci anni che conosciamo Maitland on thè Catacombs, London, 1846 questo giorno" (Vol. 2, pag. 352). "Ciò che segue" aggiunge Gieseler, "fornisce riMallet, .....................................………………………………........ London,una 1847 marchevole illustrazione della facilità con cui abitudini di recente data abbiano assunto il Mallet's Antiquities, ..................……………………...... 1770 carattere Northern di istituzioni apostoliche". Così continua Crisostomo: "Fra gliLondon, abitanti dell'o-

riente, residenti in Tracia ed in Gadeira (Cadice) era noto nei tempi antichi che la nascita del nostro Signore era sconosciuta ad Antiochia in occidente, proprio ai confini della terra santa, ma perfettamente ben conosciuta in tutte le regioni europee, dalla Tracia alla Manilius, Spagna". ................................………………………………............ Berlin, 1846

Martialis Epigrammata, ..........………………………..................... Leyden, 1656 4 II nome Gad evidentemente riferisce, nel primo caso a un dio guerriero, poiché 1859 signiMassy, Memoir of Rev. G.,si ................……………………............ London, fica "assalire"; ma Antiquities, significa pure.................…………………...... "colui che raduna" ed in entrambi i London casi può (SeeNote) applicarsi a Mauricès Indian Nimrod, la cui caratteristica generale era quella di un dio solare, poiché egli fu il primo Medès Works, .................................……………………………..... London,1672 grande guerriero e, col nome di Foroneo, era celebrato per aver radunato per primo il Middleton's Letter frome sociali. Rome, Il .................…………………….... London, 1741 genere umano in comunità nome Meni "il Numeratore", d'altra parte, sembra proprio un sinonimo del nome di Cush o Chus che, mentre significa "capire" o Milner's Church History, ....................………………………........ London, 1712 "nascondere", vuol Lost, dire anche "contare o numerare". Il vero significato London, appropriato del Milton's Paradise ......................………………………......... 1695 nome Cus è, e non ho dubbi, "il numeratore" o "aritmetico"; poiché mentre Nimrod suo Minutius Felix, ...............................……………………………..... Leyden, 1672 figlio, come potente fu il grande propagatore del sistema babilonico di idolatria, mediante Missale ................................…………………………...... Paris, e, 1677 la forza eRomanum, la potenza egli, in qualità di Hermes, fu il vero ideatore di quel sistema vedendo “ come”……................................…………………………........ l'idolatria e l'astronomia erano intimamente associate nel renderlo Vienna,1506 capace di operare con efficacia, fu Free indispensabile che egli divenisse specializzato nella scienza dei Missionary Record of Church, ...........………………........ Edinburgh, 1855 numeri. Hindoo Orbene, Ermes (cioè.....................………………………...... Cus) sarebbe stato colui che "per primo scoprì i numeri e Moor's Pantheon, London, 1810 l'arte di far conto, la geometria e l'astronomia, il gioco degli scacchi e quello d'azzardo"; Morgan's (Lady) Italy, ....................………………………............ London, ed è con ogni probabilità dal riferimento al significato del nome di Cus che alcuni1824 chiaMoses Choreneè, .........................…………………………....... marono of "NUMERATORE " il padre degli dèi e degli uomini. Il nome Meni London, e solo la 1736 forma caldea dell'ebraico il "numeratore" poiché in caldeo la i spesso Oxford, prende il1830 posto Muller's Dorians, "Mene", ..............................…………………………....... della e finale. Poiché abbiamo esaminato delle ragioni per concludere con Gesenio, che Mulleri Fragmenta, ..........................…………………………...... Paris, 1846-51 Nebo, il grande dio profetico di Babilonia, non era altri che lo stesso dio Ermes, ciò moNewman's Development, ...................………………………......... 1846 stra la particolare enfasi delle prime parole della sentenza divina che siglòLondon, la condanna di Nieburh's Roman History, ......................……………………….... London, 1855 Baldassarre, in qualità di rappresentante del dio originale: "MENE, MENE, TEKEL, Upharsin", è come dire enigmaticamente "il numeratore è numerato".Leipsic, Poiché la copNonnus deche Phil. Oriental. et Dioysiaca, ...........………………....... 1857 pa era particolarmente simbolo....................……………………........ di Cus, ecco allora la libagione a lui delle offerte di Orphic Hymns (Poet. il Graec.), Paris, 1556 bevanda in qualità di dio della coppa; e poiché egli era il grande divinatore, ecco il perOuvaroffs Eleusinian Mysteries, ................…………………........ London, 1817 ché della divinazione relativa all'anno futuro, che Girolamo mette in relazione alla diviniOvidii ..............................……………………………........ Leyden, 1661 tà cui faOpera, riferimento Isaia. Orbene Ermcs, in Egitto, in qualità di "Numeratore" era identificato con la luna che numera i mesi. Era chiamato "Signore della I.una" e in qualità di Pancarpium Mariae, ........................……………………….......... Antwerp, 1618 "dispensatore del tempo" egli teneva un "ramo di palma" emblematico dell'anno.1618 Così, Paradisus Spensi et Sponsae, ..............………………….............. Antwerp, quindi, se Gad era la "divinità solare", Meni era considerato naturalmente come il SignoParkhurst's Heb. Lexicon, .....................………………………...... London, 1799 re della Luna. Parson's Japhet, ...............................…………………………….... London, 1767 5 Pausanias, Leipsic, 1696 Jamieson .................................………………………………....... fa molte deduzioni di differenti autori riguardo al significato del termine "Hog-manay", ma il seguente estratto è tutto ciò che sembra necessario citare: 1842 "Sibb Paxton's Illustrations, Geography, .............………………........ Edinburgh, pensa che Hogmanay, il nome dato dal popolo all'ultimo giorno dell'anno, possa essere il Persius, .................................………………………………........... Leyden, 1696 termine parallelo allo scandinavo Hoeg-tid, un termine applicato al Natale e a varie altre Petry Suavis Polani, concilium Tridentinum, ...…………....... 1658 feste della Chiesa". Poiché lo scandinavo "tid" significa "tempo" e Gorinchemi, "hog-tid" si applica Pfeiffer's (Ida) Iceland, ........................………………………....... London, 1853 alle festività della chiesa in generale, il significato di quest'espressione è evidentemente "tempoBibliotheca, di festa" ma ciò mostra che "hoeg" ha lo stesso significato che io Berlin, ho applicato Photii ...........................…………………………......... 1824a Hog, il significato caldeo. — Lexeon Synagogè, ..........................………………………....... London, 1822 6 Pindarus, ....................................………………………………...... Oxford, 1697 "Ail" o "il" è un sinonimo di Geber, il "potente" (Esodo 15:15) e significa anche un Pinkerton's Voyages, ........................……………………........ London, 1808-14 albero di grandi dimensioni, o un cervo con corna a mò di rami. Perciò, in tempi diversi, il grande Opera, dio è simboleggiato da un albero imponente o da un cervo. Nell'incisione a Platonis ..................................……………………………...... Paris, 1578 fianco Opera, lo stroncamento del potente è simboleggiato dallo stroncamento di un albero. In Plinii ............................……………………………......... Frankfort, 1599 una moneta di Efeso egli è simboleggiato da un cervo fatto a pezzi e vi è anche un albero Plutarchi Opera, ............................…………………………....... Frankfort, di palma rappresentato come se sorgesse al posto del cervo, proprio come se questi 1599 scatuPocockès India intronco Greece, ...................……………………........... London, 1852 risse al posto del morto. Da Sanchuniaton, Kronis è chiamato espressamente "Ilos", cioè "il potente". Poiché il grande dio è stroncato, la cornucopia aLondon, sinistra dell'alPompeii, ................................……………………………….......... 1831 bero è vuota Romanum, ma l'albero di palma la protegge. Pontificale ..........................………………………....... Venice, 1543

200 9

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

200 9

Gesù, Maria e Giuseppe assistetemi sempre, e nella mia ultima agonia, Gesù, Maria e Giuseppe, ricevete il mio ultimo respiro. Amen”. Homer, ..............................………………………………......... Cambridge, 1711 Per indurre i seguaci di Roma a compiere quest’”atto di buon cristiano” è offerta una Horapollòs Hieroglyphics, ..................……………………......Amsterdam, 1835 considerevole ricompensa. A pag. 30 del Manuale di Furniss summenzionato sotto il Horatius, ...................................…………………………………....... Paris, 1691 titolo “Norma di vita” si trova il seguente passaggio: - “Al mattino, prima d’alzarvi, fateHuès Voyage dans la tartarie et Thibet, .................…………….….... Paris, 1857 vi il segno della croce e dite, Gesù, Maria e Giuseppe, vi offro il cuore e l’anima mia. Humoldt's Researches, ..................…………………...... London, 1814 (Ogni volta Mexican che ripetete questa preghiera, otterrete un’indulgenza di 100 giorni, che poHurd's Rites and ...................……………………….... London.S.D. trete utilizzare per Ceremonies, le anime del purgatorio)!”. Devo aggiungere che il titolo del libro di Furniss che ho già precedentemente menzionato, è lo stesso della copia del Sig. Smith. Il Hydès Religio Persarum, .....................…………………….......…. Oxford, 1700 titolo della copia in mio possesso è “Ciò che ogni cristiano deve sapere “. Londra; RiHygini Fabulae, ..........................………………………….......… Leipscic, 1856 chardson & Son, 147 Strand. Entrambe le copie contengono le parole blasfeme ho Iranaei Opera, .............................……………………………........ Leipsic, che 1853 menzionato ed entrambe hanno l’imprimatur di “Paulus Cullen“. Jamblichusnel ontesto thè Mysteries, .................…………………......... Chiswick, 1821

— Popès), ........................................……………………...………..London 1715

riente, residenti in Tracia ed in Gadeira (Cadice) era noto nei tempi antichi che la nascita del nostro Signore era sconosciuta ad Antiochia in occidente, proprio ai confini della terra santa, ma perfettamente ben conosciuta in tutte le regioni europee, dalla Tracia alla Manilius, ................................………………………………............ Berlin, 1846 Spagna".

Jamieson's Scottish Dictionary, .............…………………........ Edinburgh, 1808 Reformers), ..................…………………….......... Londom, S.D. NATALE E ANNUNCIAZIONE Joness's (Sir W.) Works, .......................…………….………........ London, 1807 Josephus (Graecè), ..........................………………………….......... Basle, 1544 1 Gill, nel suo Commentario su Luca 2:8, dice quanto segue: "I Giudei possiedono due Justini (Hist.vi Rom. Script.), di .......……………......... Aurelii/Allobrog. 1609 sorta di Hist. bestiami… è il bestiame casa che risiede in città e il bestiame del deserto Justinus Martyr, .........................…………………………........ Wurtzburg, 1777 che rimane sui pascoli. Su ciò uno dei commentatori osserva (Mamonide, in Misn. Betza, cap. 5, sez. 7): "Essi risiedono nei pascoli che sono nei villaggi, tutti i giorni sia caldi che Justus Lipsius, .............................……………………………........ London, 1698 freddi, e non tornano nelle città fino a che non cominciano le piogge. LaLondon,1728 prima pioggia Juvenal, ....................................………………………………........ cade nel mese di Marchesvan, che corrisponde all'ultima parte del nostro ottobre e alla Kennedy's Ancient and Hindoo ........……………...... London, 1831 prima di novembre... Da ciò derivaMythology, che Cristo dev'essere nato prima della metà di ottoKennett's Roman Antiquities, ...................……………………...... London, 1696 bre, giacché la prima pioggia non era ancora caduta e Kitto, su Dent. 11:14, dice che la prima cade in .......................………………………......... autunno "cioè in settembre-ottobre". Ciò porrebbe il periodo del Kittòspioggia Cyclopaedia, Edinburgh, 1856 trasferimento delle Commentary, greggi dai campi un certo tempo prima di ciò che io ho affermato nel Kittòs Illustrated ...................……………………... London, 1840 testo, ma non vi è dubbio che non può essere dopo di quanto qui viene affermato secondo Knox (British Reformers), .................……………………….......... London, S.D. la testimonianza di Mamonide, la cui conoscenza di quanto riguarda i costumi dei Giudei Knox's History of Reformation, .................…………………...... Edin., 1846-48 è ben nota. Laotantius, ................................……………………………..... Cambridge, 1685 2 L'arcidiacono Wood, nel Christian Annotator, vol. 3, pag. 2 e il Manual of Presbytery di Lafitan, Moeurs des Sauvages Americains, ............……………….... Paris, 1724 Lorimer, pag. 130. Lorimer cita Sir Peter King che, nel suo Enquiry into London, the Worship of Landseer's Sabean Researches, ..................……………………..... 1823 the Primitive Church, etc. asserisce che in quella chiesa non veniva celebrata alcuna festa Layard's Babylon and Nineveh,che .................……………………..... London, e aggiunge: "Sembra improbabile essi celebrassero la natività di Gesù quando 1853 erano —disaccordo Nineveh, sul .................................………………………………..... London,1849 in mese e giorno della sua nascita". Si veda pure il Commentary del Rev. J. Ryle su Luca, cap. 2, Nota a versetto 8, che ammette che il tempo Amsterdam, della nascita di CriLivius, .................................…………………………….......... 1710 sto è incerto, sebbene sia contrario all'idea che le greggi non potessero trovarsi sui Lorimer's Manual of egli Presbytery, ...........…………………......... Edinburgh, 1842 campi in dicembre, sulla base delle parole rivolte a Labano da Giacobbe: "Di giorno mi Lucan. de Beli. Civ., ...........................………………………........ Leyden, 1658 consumava il caldo e di notte il freddo". Orbene, tutta la forza del lamento di Giacobbe Lucianus, ..............................……………………………........ 1743 contro il suo avaro congiunto sta in questo, che Labano gli fece ciò Amsterdam, che nessun altro uomo avrebbe ...................................………………………………...... mai fatto e, perciò, se egli si riferisce alle fredde notti invernali (che, comunLucretius, Oxford, 1695 que, non è il (Poet. giusto Graec. intendimento della frase) ciò dimostra proprio l'opposto di ciò 1814 che il Lycophron Min.), ..................…………………….... Geneva, Sig. Ryle intende dimostrare, cioè che non era abitudine dei pastori tenere i loro greggi di Macrobius, ...............................…………………………....... Sanct. Colon. 1521 notte nei campi durante l'inverno. M'Gavin's Protestant, ..........................………………………...... Glasgow, 1850 3 Gieseler, vol.More 1, pag. 54, e nota. ........................……………………... Crisostomo (monitum in Hom. de Natal. Christy), scriMaimonides Nevochim, Basle, 1629 vendo in Antiochia verso il 380.....................……………………...... A.D. dice: "Non sono ancora dieci anni che conosciamo Maitland on thè Catacombs, London, 1846 questo (Vol. 2, pag. 352). "Ciò che segue" aggiunge Gieseler, "fornisce riMallet,giorno" .....................................………………………………........ London,una 1847 marchevole illustrazione della facilità con cui abitudini di recente data abbiano assunto il Mallet's Northern Antiquities, ..................……………………...... 1770 carattere di istituzioni apostoliche". Così continua Crisostomo: "Fra gliLondon, abitanti dell'oJewell (British SEZIONE I

Martialis Epigrammata, ..........………………………..................... Leyden, 1656 II nome Gad evidentemente riferisce, nel primo caso a un dio guerriero, poiché 1859 signiMassy, Memoir of Rev. G.,si................……………………............ London, fica "assalire"; ma Antiquities, significa pure.................…………………...... "colui che raduna" ed in entrambi i London casi può (SeeNote) applicarsi a Mauricès Indian Nimrod, la cui caratteristica generale era quella di un dio solare, poiché egli fu il primo Medès guerriero Works, .................................……………………………..... London,1672 grande e, col nome di Foroneo, era celebrato per aver radunato per primo il Middleton's frome sociali. Rome, Il .................…………………….... London, 1741 genere umanoLetter in comunità nome Meni "il Numeratore", d'altra parte, sembra proprio sinonimo del nome di Cush o Chus che, mentre significa "capire" o Milner'sun Church History, ....................………………………........ London, 1712 "nascondere", vuol Lost, dire anche "contare o numerare". Il vero significato London, appropriato del Milton's Paradise ......................………………………......... 1695 nome Cus è, e non ho dubbi, "il numeratore" o "aritmetico"; poiché mentre Nimrod suo Minutius Felix, ...............................……………………………..... Leyden, 1672 figlio, come potente fu il grande propagatore del sistema babilonico di idolatria, mediante Missale ................................…………………………...... Paris, e, 1677 la forza eRomanum, la potenza egli, in qualità di Hermes, fu il vero ideatore di quel sistema vedendo “ come ”……................................…………………………........ l'idolatria e l'astronomia erano intimamente associate nel renderlo Vienna,1506 capace di operare con efficacia, fu Free indispensabile che egli divenisse specializzato nella scienza dei Missionary Record of Church, ...........………………........ Edinburgh, 1855 numeri. Orbene, Ermes (cioè.....................………………………...... Cus) sarebbe stato colui che "per primo scoprì i numeri e Moor's Hindoo Pantheon, London, 1810 l'arte di far conto, la geometria e l'astronomia, il gioco degli scacchi e quello d'azzardo"; Morgan's (Lady) Italy, ....................………………………............ London, ed è con ogni probabilità dal riferimento al significato del nome di Cus che alcuni1824 chiaMoses of Choreneè, .........................…………………………....... marono "NUMERATORE " il padre degli dèi e degli uomini. Il nome Meni London, e solo la 1736 forma caldea dell'ebraico il "numeratore" poiché in caldeo la i spesso Oxford, prende il1830 posto Muller's Dorians, "Mene", ..............................…………………………....... della e finale. Poiché abbiamo esaminato delle ragioni per concludere con Gesenio, che Mulleri Fragmenta, ..........................…………………………...... Paris, 1846-51 Nebo, il grande dio profetico di Babilonia, non era altri che lo stesso dio Ermes, ciò moNewman's Development, ...................………………………......... 1846 stra la particolare enfasi delle prime parole della sentenza divina che siglòLondon, la condanna di Nieburh's Roman History, ......................……………………….... London, 1855 Baldassarre, in qualità di rappresentante del dio originale: "MENE, MENE, TEKEL, Upharsin", è come dire enigmaticamente "il numeratore è numerato".Leipsic, Poiché la copNonnus deche Phil. Oriental. et Dioysiaca, ...........………………....... 1857 pa era particolarmente simbolo....................……………………........ di Cus, ecco allora la libagione a lui delle offerte di Orphic Hymns (Poet. il Graec.), Paris, 1556 bevanda in qualità di dio della coppa; e poiché egli era il grande divinatore, ecco il perOuvaroffs Eleusinian Mysteries, ................…………………........ London, 1817 ché della divinazione relativa all'anno futuro, che Girolamo mette in relazione alla diviniOvidii ..............................……………………………........ Leyden, 1661 tà cui faOpera, riferimento Isaia. Orbene Ermcs, in Egitto, in qualità di "Numeratore" era identificato con la luna che numera i mesi. Era chiamato "Signore della I.una" e in qualità di Pancarpium Mariae, ........................……………………….......... Antwerp, 1618 "dispensatore del tempo" egli teneva un "ramo di palma" emblematicoAntwerp, dell'anno.1618 Così, Paradisus Spensi et Sponsae, ..............………………….............. quindi, se Gad era la "divinità solare", Meni era considerato naturalmente come il SignoParkhurst's Heb. Lexicon, .....................………………………...... London, 1799 re della Luna. Parson's Japhet, ...............................…………………………….... London, 1767 5 Pausanias, .................................………………………………....... Leipsic, 1696 Jamieson fa molte deduzioni di differenti autori riguardo al significato del termine "Hog-manay", ma il seguente estratto è tutto ciò che sembra necessario citare: 1842 "Sibb Paxton's Illustrations, Geography, .............………………........ Edinburgh, pensa che.................................………………………………........... Hogmanay, il nome dato dal popolo all'ultimo giorno dell'anno, possa essere il Persius, Leyden, 1696 termine parallelo allo scandinavo Hoeg-tid, un termine applicato al Natale e a varie altre Petrydella Suavis Polani, concilium Tridentinum, ...…………....... 1658 feste Chiesa". Poiché lo scandinavo "tid" significa "tempo" e Gorinchemi, "hog-tid" si applica Pfeiffer's (Ida) Iceland, ........................………………………....... London, 1853 alle festività della chiesa in generale, il significato di quest'espressione è evidentemente "tempo di festa" ma ciò mostra che "hoeg" ha lo stesso significato che io Berlin, ho applicato Photii Bibliotheca, ...........................…………………………......... 1824a Hog, il significato caldeo. — Lexeon Synagogè, ..........................………………………....... London, 1822 6 Pindarus, ....................................………………………………...... Oxford, 1697 "Ail" o "il" è un sinonimo di Geber, il "potente" (Esodo 15:15) e significa anche un Pinkerton's Voyages, ........................……………………........ London, 1808-14 albero di grandi dimensioni, o un cervo con corna a mò di rami. Perciò, in tempi diversi, il grande Opera, dio è simboleggiato da un albero imponente o da un cervo. Nell'incisione a Platonis ..................................……………………………...... Paris, 1578 fianco lo stroncamento del potente è simboleggiato dallo stroncamento di un albero. In Plinii Opera, ............................……………………………......... Frankfort, 1599 una moneta di Efeso egli è simboleggiato da un cervo fatto a pezzi e vi è anche un albero Plutarchi Opera, ............................…………………………....... Frankfort, di palma rappresentato come se sorgesse al posto del cervo, proprio come se questi 1599 scatuPocockès India intronco Greece, ...................……………………........... London, 1852 risse al posto del morto. Da Sanchuniaton, Kronis è chiamato espressamente "Ilos", cioè "il potente". Poiché il grande dio è stroncato, la cornucopia aLondon, sinistra dell'alPompeii, ................................……………………………….......... 1831 bero è vuota Romanum, ma l'albero di palma la protegge. Pontificale ..........................………………………....... Venice, 1543
4

10 199

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

199 10

mici a dare testimonianza alla grande verità scritturale proclamata dal profeta ebreo, secondo la quale "la vergine concepirà un figlio il cui nome sarà Emanuele". La costellazione della vergine come riconoscono molti rinomati astronomi era dedicata a Cerere, Pontificale Romanum, ..............………………………................... Venice, 1572 che corrisponde alla grande dea di Babilonia, poiché Cerere era adorata col bimbo in Poor Man's Manual, Dublin, S.D. grembo, come lo era la...........................…………………………....... dea babilonese. La Venere assira in origine era vergine, la madre di Bacco o Tammuz. Vergine, quindi, era la Vergine Madre. La profezia di Isaia fu portaPorphyrius de Antro Nympharum, .............…………………......... Utrecht, 1765 ta a Babilonia dai giudei prigionieri e da lì il nuovo titolo venne applicato alla dea babiloPotter's Greek Antiquities, ........................………………………... Oxford, 1697 nese.

egli vide era un "segno" o un "simbolo" (semeion). Se la donna che egli vide qui è una donna letterale, "la donna" che siede sui sette colli lo dev'essere pure. "La donna" in entrambi i casi è un "simbolo". "La donna" sui sette colli è il simbolo della chiesa falsa, la Thuani Historia, London,1733 donna eletta con il ...........……………………………........................ sole lo è della vera chiesa, la sposa, la moglie dell'agnello.

Prescott's Conquest of Perù, .....................……………………...... London, 1855 4 — Mexico, .................................………………………………...... London,1843 Hestia, in greco, significa "casa" o "dimora". Si pensa che questo sia generalmente un significatoOpera, secondario della parola, mentre si crede che il suo significato Leipsic, più appropriato Prisciani ................................…………………………....... 1819 sia "fuoco". Ma l'affermazione fatta nei confronti di Hestia mostra che il nome è derivato Proclus in Timaeo, .........................………………………...... Vratislaviae, 1847 da Hes o Hese, "capire, difendere", che rende l'idea della funzione della casa che "copre" on Plat. Theology, ...........................…………………………..... London, 1816 o "difende" dall'inclemenza del tempo. Il verbo "Hes" significa pure "proteggere", Propertius, .................................………………………………...... Utrecht, 1659 "mostrare misericordia" e da ciò evidentemente proviene la caratteristica di Hestia in Quarterly qualità di "protettrice Journal ofdei Prophecy, supplicanti". ..................……………………..... Se assumiamo che Hestia derivi da London, Hes "coprire" 1852 o "difendere" si comprende facilmente la seguente affermazione di Smith: "Hestia 1684 era la Quintus Curtius, ..........................…………………………...... Amsterdam, dea della vita domestica e la datrice della felicità familiare; poiché si credeva che 1856 dimoRedhousès Turkish Dictionary, ..................…………………….... London, rasse nelle parti più interne di ogni casa e che avesse inventato l'arte di costruire le case". Rome in thè Nineteenth Century, .................…………………...... London, 1823 Se si suppone che sia "fuoco" l'idea originale del nome Hestia, come si può supporre che Russell's Egypt, ..............................………………………….... Edinburgh, 1831 sia anche "costruttrice di case"? Ma prendendo Hestia nel senso di Abitazione o Luogo di dimora, in quanto deriva da Hes "difendere" o "coprire", è facile vedere come Hestia Rylès (Rev. J.) Commentary, ....................……………………..... Ipswich, 1858 abbia finito per essere identificata con "fuoco". La dea che era considerata come Salvertè, Eusebe, Sciences Occultes, ...............…………………....... Paris, 1856 "L'abitazione di Dio" era conosciuta col nome di Ashta, "la donna"; mentre Ashta signifiEssai les Noms, ............................…………………………....... Paris, 1824 ca pure sur "fuoco" e così Hestia o Vesta, quando si sviluppò il sistema babilonico, sarebbe Sanchuniathon, ................................…………………………….... Bremen,1837 stata generalmente guardata come "fuoco" o "dea del fuoco". Savary's Letters on egypt, .......................……………………….... London, 1786 5 Da Ze, "La" oppure ............................………………………….... "colei che", emir "ramo" e amit "portare" al femminile. Hesichio, Scottish Protestant, Glasgow, 1852 alla voce "Semiramide" dice che si tratta del nome della "colomba selvaggia". La suddetSeptuagint, ...................................………………………………........ Paris, 1628 ta spiegazione del significato originale del nome Semiramide, riferentesi alla colomba Servius, .................................………………………………....... Gottingen, 1826 selvatica di Noè (poiché si trattava evidentemente di una selvatica in quanto una domestica non sarebbe stata adatta per la prova), può spiegare perché i greci London, l'applicassero Seymour's Evenings with Romanists, ..............………………...... 1854a qualsiasi colomba selvatica. Sinclair's (Sir George) Letters to Protestants, ....…………........ Edinburgh. 1852 Smith's Classical Dictionary, ...................………………………... London, 1859 6 Si pensa che il nome dei Druidi derivi dal greco Drus, albero di quercia o dal celtico Socrates ......................……………………….…........ Paris, Deru, cheEcclesiasticus, ha lo stesso significato; ma ciò è ovviamente un errore. In Irlanda, il 1686 nome Sophocles, ..................................………………………………..... London, 1747 usato per i Druidi è Droi, e nel Galles Dryw: e si vedrà come la relazione dei Druidi con la quercia History sia più diof una semplice somiglianza del loro nome a quello dell'albero ma che, Stanley's Philosophy, ..................…………………....... London, 1687 piuttosto,.......................................………………………………...... derivasse da esso. Il sistema druidico in tutte le sue parti era evidentemente il Statius, Leyden, 1671 sistema babilonese. Dionisio ci informa che i riti di Bacco erano debitamente celebrati Stephen's Centrai America, .....................……………………….... London, 1841 nelle isole britanniche e Strabene cita Artemidoro per mostrare che, in un'isola vicina alla Stockii Clavis, ...................................…………………………….. Lipsiae, 1753 Britannia, erano venerate Cerere e Proserpina con riti simili alle orge di Samotracia. Vedremo dal racconto dei Druidi Ceridwen e di suo figlio, e ne parleremo successivamente Strabo, ........................................………………………………….... Basle, 1549 (vedi Cap. IV), che vi era una grande analogia fra le sue caratteristiche e quelle1619 della Suidas, .......................................………………………………...... Geneva, grande dea-madre di Babilonia. Tale era il sistema, e il nome Dryw, o Droi, applicato ai Symmachi Epistolae, ...........................…………………………...... Douai, 1587 sacerdoti è in esatta armonia con quel sistema. Il nome Zero, dato in ebraico o nel caldeo Tacitus, Dublin, 1730 primitivo,.....................................………………………………........ al figlio della grande dea regina, nel più tardo caldeo divenne "Dero". Il sacerdote di Dero "il seme" fu of chiamato, come nella maggior parte delle religioni, col 1824 nome Taylor's Mystic Hymns Orpheus, ..........……………….......... Chiswick, del Pausanias, suo dio; e perciò il nome familiare "Druido" è così dimostrato che significhi il sacer— ………………………………………………………London, 1794 dote di "Dero", il promesso "seme" della donna. Le Amadriadi classiche erano slmilmenTertulliani Opera, ....................................……. ……………………...Paris, 1844 te sacerdotesse di "Hamed-dero", il "seme desiderato", cioè il desiderio di tutte le nazioni". Theocritus (Poet. Graec. Min.), .............…………………........ Cambridge, 1661 7 II lettore intelligente si renderà subito conto dell'assurdità di applicare tale Paris, visione della Theopompus (Muller), ..................………………………….............. 1853 "donna" dell'Apocalisse alla Vergine Maria. Giovanni dichiara espressamente che ciò che Thevenot, Voyages, ..............................…………………………....... Paris,1689

Todd's Western India, ........................………………………......... London, 1839 8 Toland's Druids, ...........................…………………………...... Edinburgh, 1815 La spiegazione dell’incisione sul legno della fig. 26 è così provveduta in Pompei, Vol. 2, pagg. 91, 92: “Uno di loro (i dipinti) è preso dall’Odissea e rappresenta Ulisse e1806 Circe Tookès Pantheon, ......................…………………………............. London, nel momento in cui l’eroe, avendo bevuto la bevanda magica senza nocumento, per virtù Tnmen's Architecture, .................………………………............... London, 1849 dell’antidoto datagli(Hist. da Mercurio (è ben noto che Circe aveva Aurel/Allobrog. una Coppa d’oro 1609 come Trogus Pompeius Rom. Script.), ....……………...... l’aveva laAnglo-Saxons, Venere di Babilonia), trae la sua spada e avanza per vendicare i suoi compaTurner's .....................………………………......... London, 1823 gni” che, avendo bevuto alla sua coppa, erano stati mutati in maiali. La dea, terrificata, si Usher's Syllogè, .................……………………………................... Dublin, 1632 sottomette com’è descritto da Omero; Ulisse stesso è il narratore: Valenus Maximus, .........................………………………….......... Venice, 1505 Vaux's ...................…………………………................... London, 1851 “Vanne,Nineveh, disse, e a terra coi tuoi compagni nella stalla giaci — Antiquities ofthe British Museum, .......………………….......... London 1851 Tirai dal fianco il brando, e contra lei, Virgilius, ...............................…………………….………….............. Paris 1675 Di trafiggerla in atto, io mi scagliai. Circe, mandando una gran voce, corse Vitruvms de Architectura, .……………………….......................... Leipsic, 1807 Rapida sotto il colpo, e le ................…………………….............. ginocchia Vossius de Idololatria, Amsterdam, 1668 Con le braccia afferrommi, e queste alate Walpolès Ansayri, ...........................…………………………....... London, 1849 Parole mi drizzò, non senza pianto: Wilkmson's Egyptians, ....................…………………….......... London, 1837-41 Chi sei tu “- Odissea, Pindemonte X 415-420. William's Missionary Enterprises, .............………………….......... London 1847 Wilson's India 3000 Years Ago,l’autore .............……………….....…….. Bombay, 1858 “Questa raffigurazione”, aggiunge di Pompei “è rimarchevole, poiché ci insegna — Parsee ........................…………………………....... le origini diReligion, quella gloria brutta e priva di senso della quale sono spessoBombav,' circondati 1843 i sanWyliès Great Exodus, .........................………………………........ 1862 ti…Questa gloria fu chiamata nimbo, o aureola, ed è definita da Servio London, come ‘il fluido Xenophontis Opera, ...................……………………………............... 1625 luminoso che circonda la testa degli dèi’. Apparteneva a Circe con particolari Paris proprietà in quanto figlia del sole. Gli imperatori con la loro abituale modestia, la adottarono come Zonaras, ....................................…………………….………………. Bonn, 1841 marchio della loro divinità e sotto questo rispettabile patronato essa passò, come 1590 molte Zosimus (Rom. Hist. Script. Graeci. Min.), ...........……………... Frankfort
altre superstizioni ed abitudini pagane, nell’uso della Chiesa”.
9

“Ciò che ogni cristiano deve sapere e fare” del Rev. J. Furniss. Pubblicato da James Duffy, Dublino. L’edizione di questo manuale papista citato, a parte le bestemmie che contiene, espone molti principi immorali che insegnano distintamente l’innocuità della frode, se solo tenuta entro i dovuti limiti. Su questa base poiché è stata levata contro di essa una grande protesta, io credo che quest’edizione sia stata ritirata dalla circolazione in generale. La genuità del passaggio summenzionato non può comunque essere messa in dubbio. Io stesso ricevetti da un amico di Liverpool una copia dell’edizione contenente queste parole, che è adesso in mio possesso, dopo aver letto quella in possesso del Rev. Richard Smith di Armagh. Non è solo in Irlanda comunque che tale trinità è esibita all’adorazione dei romanisti. In una cartolina postale, stampata dal sacerdote papista di Sunderland, adesso in mio possesso, con il titolo “Doveri pasquali Chiesa di S. Maria, Bishopwearmouth, 1859 ”ciò che segue è la 4a ammonizione data ai “Cari Cristiani” a cui essa è indirizzata: “4. E non dimenticate mai gli atti di un buon cristiano, raccomandativi così spesso durante il rinnovamento della Missione. Siano benedetti Gesù, Maria e Giuseppe. Gesù, Maria e Giuseppe, vi do il mio cuore, la mia vita e la mia anima

198 11

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

198 11

mici a dare testimonianza alla grande verità scritturale proclamata dal profeta ebreo, secondo la quale "la vergine concepirà un figlio il cui nome sarà Emanuele". La costellazione della vergine come riconoscono molti rinomati astronomi era dedicata a Cerere, Pontificale Romanum, ..............………………………................... Venice, 1572 che corrisponde alla grande dea di Babilonia, poiché Cerere era adorata col bimbo in Poor Man's Manual, Dublin, S.D. grembo, come lo era la...........................…………………………....... dea babilonese. La Venere assira in origine era vergine, la madre di Bacco o Tammuz. Vergine, quindi, era la Vergine Madre. La profezia di Isaia fu portaPorphyrius de Antro Nympharum, .............…………………......... Utrecht, 1765 ta a Babilonia dai giudei prigionieri e da lì il nuovo titolo venne applicato alla dea babiloPotter's Greek Antiquities, ........................………………………... Oxford, 1697 nese.
4

egli vide era un "segno" o un "simbolo" (semeion). Se la donna che egli vide qui è una donna letterale, "la donna" che siede sui sette colli lo dev'essere pure. "La donna" in entrambi i casi è un "simbolo". "La donna" sui sette colli è il simbolo della chiesa falsa, la Thuani Historia, London,1733 donna eletta con il ...........……………………………........................ sole lo è della vera chiesa, la sposa, la moglie dell'agnello.
8

Prescott's Conquest of Perù, .....................……………………...... London, 1855 — Mexico, .................................………………………………...... London,1843 Hestia, in greco, significa "casa" o "dimora". Si pensa che questo sia generalmente un significato secondario della parola, mentre si crede che il suo significato Leipsic, più appropriato Prisciani Opera, ................................…………………………....... 1819 sia "fuoco". Ma l'affermazione fatta nei confronti di Hestia mostra che il nome è derivato Proclus in Timaeo, .........................………………………...... Vratislaviae, 1847 da Hes o Hese, "capire, difendere", che rende l'idea della funzione della casa che "copre" on Plat. Theology, ...........................…………………………..... London, 1816 o "difende" dall'inclemenza del tempo. Il verbo "Hes" significa pure "proteggere", Propertius, .................................………………………………...... Utrecht, 1659 "mostrare misericordia" e da ciò evidentemente proviene la caratteristica di Hestia in qualità Quarterly di "protettrice Journal ofdei Prophecy, supplicanti". ..................……………………..... Se assumiamo che Hestia derivi da London, Hes "coprire" 1852 o "difendere" si comprende facilmente la seguente affermazione di Smith: "Hestia 1684 era la Quintus Curtius, ..........................…………………………...... Amsterdam, dea della vita domestica e la datrice della felicità familiare; poiché si credeva che 1856 dimoRedhousès Turkish Dictionary, ..................…………………….... London, rasse nelle parti più interne di ogni casa e che avesse inventato l'arte di costruire le case". Rome in thè Nineteenth Century, .................…………………...... London, 1823 Se si suppone che sia "fuoco" l'idea originale del nome Hestia, come si può supporre che Russell's Egypt, ..............................………………………….... Edinburgh, 1831 sia anche "costruttrice di case"? Ma prendendo Hestia nel senso di Abitazione o Luogo di dimora, in quanto deriva da Hes "difendere" o "coprire", è facile vedere come Hestia Rylès (Rev. J.) Commentary, ....................……………………..... Ipswich, 1858 abbia finito per essere identificata con "fuoco". La dea che era considerata come Salvertè, Eusebe, Sciences Occultes, ...............…………………....... Paris, 1856 "L'abitazione di Dio" era conosciuta col nome di Ashta, "la donna"; mentre Ashta signifi- Essai les Noms, ............................…………………………....... Paris, 1824 ca pure sur "fuoco" e così Hestia o Vesta, quando si sviluppò il sistema babilonico, sarebbe Sanchuniathon, ................................…………………………….... Bremen,1837 stata generalmente guardata come "fuoco" o "dea del fuoco". Savary's Letters on egypt, .......................……………………….... London, 1786 5 Da Ze, "La" oppure ............................………………………….... "colei che", emir "ramo" e amit "portare" al femminile. Hesichio, Scottish Protestant, Glasgow, 1852 alla voce "Semiramide" dice che si tratta del nome della "colomba selvaggia". La suddetSeptuagint, ...................................………………………………........ Paris, 1628 ta spiegazione del significato originale del nome Semiramide, riferentesi alla colomba Servius, di .................................………………………………....... Gottingen, 1826 selvatica Noè (poiché si trattava evidentemente di una selvatica in quanto una domestica non sarebbe stata adatta per la prova), può spiegare perché i greci London, l'applicassero Seymour's Evenings with Romanists, ..............………………...... 1854a qualsiasi colomba selvatica. Sinclair's (Sir George) Letters to Protestants, ....…………........ Edinburgh. 1852 Smith's Classical Dictionary, ...................………………………... London, 1859 6 Si pensa che il nome dei Druidi derivi dal greco Drus, albero di quercia o dal celtico Socrates ......................……………………….…........ Paris, Deru, cheEcclesiasticus, ha lo stesso significato; ma ciò è ovviamente un errore. In Irlanda, il 1686 nome Sophocles, ..................................………………………………..... 1747 usato per i Druidi è Droi, e nel Galles Dryw: e si vedrà come la relazioneLondon, dei Druidi con la quercia sia più diof una semplice somiglianza del loro nome a quello dell'albero ma che, Stanley's History Philosophy, ..................…………………....... London, 1687 piuttosto, derivasse da esso. Il sistema druidico in tutte le sue parti era evidentemente il Statius, .......................................………………………………...... Leyden, 1671 sistema babilonese. Dionisio ci informa che i riti di Bacco erano debitamente celebrati Stephen's Centrai America, .....................……………………….... London, 1841 nelle isole britanniche e Strabene cita Artemidoro per mostrare che, in un'isola vicina alla Stockii Clavis, ...................................…………………………….. Lipsiae, 1753 Britannia, erano venerate Cerere e Proserpina con riti simili alle orge di Samotracia. Vedremo dal racconto dei Druidi Ceridwen e di suo figlio, e ne parleremo successivamente Strabo, ........................................………………………………….... Basle, 1549 (vedi Cap. IV), che vi era una grande analogia fra le sue caratteristiche e quelle1619 della Suidas, .......................................………………………………...... Geneva, grande dea-madre di Babilonia. Tale era il sistema, e il nome Dryw, o Droi, applicato ai Symmachi Epistolae, ...........................…………………………...... Douai, 1587 sacerdoti è in esatta armonia con quel sistema. Il nome Zero, dato in ebraico o nel caldeo Tacitus, .....................................………………………………........ Dublin, 1730 primitivo, al figlio della grande dea regina, nel più tardo caldeo divenne "Dero". Il sacerdote di Dero "il seme" fu of chiamato, come nella maggior parte delle religioni, col 1824 nome Taylor's Mystic Hymns Orpheus, ..........……………….......... Chiswick, del suo dio; e perciò il nome familiare "Druido" è così dimostrato che significhi il sacer— Pausanias, ………………………………………………………London, 1794 dote di "Dero", il promesso "seme" della donna. Le Amadriadi classiche erano slmilmenTertulliani Opera, ....................................……. ……………………...Paris, 1844 te sacerdotesse di "Hamed-dero", il "seme desiderato", cioè il desiderio di tutte le nazioni". Theocritus (Poet. Graec. Min.), .............…………………........ Cambridge, 1661 7 II lettore intelligente si renderà subito conto dell'assurdità di applicare tale Paris, visione della Theopompus (Muller), ..................………………………….............. 1853 "donna" dell'Apocalisse alla Vergine Maria. Giovanni dichiara espressamente che ciò che Thevenot, Voyages, ..............................…………………………....... Paris,1689

Todd's Western India, ........................………………………......... London, 1839 Toland's Druids, ...........................…………………………...... Edinburgh, 1815 La spiegazione dell’incisione sul legno della fig. 26 è così provveduta in Pompei, Vol. 2, pagg. 91, 92: “Uno di loro (i dipinti) è preso dall’Odissea e rappresenta Ulisse e1806 Circe Tookès Pantheon, ......................…………………………............. London, nel momento in cui l’eroe, avendo bevuto la bevanda magica senza nocumento, per virtù Tnmen's Architecture, .................………………………............... London, 1849 dell’antidoto datagli(Hist. da Mercurio (è ben noto che Circe aveva Aurel/Allobrog. una Coppa d’oro 1609 come Trogus Pompeius Rom. Script.), ....……………...... l’aveva laAnglo-Saxons, Venere di Babilonia), trae la sua spada e avanza per vendicare i suoi compaTurner's .....................………………………......... London, 1823 gni” che, avendo bevuto alla sua coppa, erano stati mutati in maiali. La dea, terrificata, si Usher's Syllogè, .................……………………………................... Dublin, 1632 sottomette com’è descritto da Omero; Ulisse stesso è il narratore: Valenus Maximus, .........................………………………….......... Venice, 1505 Vaux's Nineveh, ...................…………………………................... London, 1851 “Vanne, disse, e a terra coi tuoi compagni nella stalla giaci — Antiquities ofthe British Museum, .......………………….......... London 1851 Tirai dal fianco il brando, e contra lei, Virgilius, ...............................…………………….………….............. Paris 1675 Di trafiggerla in atto, io mi scagliai. Circe, mandando una gran voce, corse Vitruvms de Architectura, .……………………….......................... Leipsic, 1807 Rapida sotto il colpo, e le ................…………………….............. ginocchia Vossius de Idololatria, Amsterdam, 1668 Con le braccia afferrommi, e queste alate Walpolès Ansayri, ...........................…………………………....... London, 1849 Parole mi drizzò, non senza pianto: Wilkmson's Egyptians, ....................…………………….......... London, 1837-41 Chi sei tu “- Odissea, Pindemonte X 415-420. William's Missionary Enterprises, .............………………….......... London 1847 Wilson's India 3000 Years Ago,l’autore .............……………….....…….. Bombay, 1858 “Questa raffigurazione”, aggiunge di Pompei “è rimarchevole, poiché ci insegna —origini Parsee ........................…………………………....... le diReligion, quella gloria brutta e priva di senso della quale sono spessoBombav,' circondati 1843 i sanWyliès Great Exodus, .........................………………………........ 1862 ti…Questa gloria fu chiamata nimbo, o aureola, ed è definita da Servio London, come ‘il fluido Xenophontis Opera, ...................……………………………............... 1625 luminoso che circonda la testa degli dèi’. Apparteneva a Circe con particolari Paris proprietà in quanto figlia del sole. Gli imperatori con la loro abituale modestia, la adottarono come Zonaras, ....................................…………………….………………. Bonn, 1841 marchio loro divinità e sotto questo rispettabile patronato essa passò, come 1590 molte Zosimusdella (Rom. Hist. Script. Graeci. Min.), ...........……………... Frankfort
altre superstizioni ed abitudini pagane, nell’uso della Chiesa”.
9

“Ciò che ogni cristiano deve sapere e fare” del Rev. J. Furniss. Pubblicato da James Duffy, Dublino. L’edizione di questo manuale papista citato, a parte le bestemmie che contiene, espone molti principi immorali che insegnano distintamente l’innocuità della frode, se solo tenuta entro i dovuti limiti. Su questa base poiché è stata levata contro di essa una grande protesta, io credo che quest’edizione sia stata ritirata dalla circolazione in generale. La genuità del passaggio summenzionato non può comunque essere messa in dubbio. Io stesso ricevetti da un amico di Liverpool una copia dell’edizione contenente queste parole, che è adesso in mio possesso, dopo aver letto quella in possesso del Rev. Richard Smith di Armagh. Non è solo in Irlanda comunque che tale trinità è esibita all’adorazione dei romanisti. In una cartolina postale, stampata dal sacerdote papista di Sunderland, adesso in mio possesso, con il titolo “Doveri pasquali Chiesa di S. Maria, Bishopwearmouth, 1859 ”ciò che segue è la 4a ammonizione data ai “Cari Cristiani” a cui essa è indirizzata: “4. E non dimenticate mai gli atti di un buon cristiano, raccomandativi così spesso durante il rinnovamento della Missione. Siano benedetti Gesù, Maria e Giuseppe. Gesù, Maria e Giuseppe, vi do il mio cuore, la mia vita e la mia anima

12 197

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

197 12

mortale), fu ammesso alla presenza degli dèi e che Amenofis desiderava lo stesso privilegio". Questa pretesa ammissione alla presenza degli dèi evidentemente implica l'uso delle arti magiche, di cui si fa riferimento nel testo. 7 L'espressione che in Esodo 28:38 è usata per "rispondere dell'errore" o del peccato è in maniera sostuitiva, "nsha con" (in cui la prima lettera eon è ayn). Un sinonimo di eon "errore", è aon (dove la prima lettera è aleph). In caldeo la prima lettera a diviene i, e perciò con, "errore" diviene ion. Quindi nsha "rispondere" al participio attivo è "nusha". Poiché il greco non ha alcun sh essa diviene nusa. De o Da è il pronome dimostrativo che vuol dire "Ciò" oppure "Il Grande". E cosi "D'ion-nusa" è esattamente "IL GRANDE PORTATORE; DEL PECCATO". Che i pagani classici avessero una tale idea dell'imputazione del peccato e di una sofferenza vicariale, è dimostrato da ciò che Ovidio dice nei riguardi di Olenos. Si dice che Olenos abbia preso su di sé volontariamente il biasimo di una colpa di cui era innocente: "Quique in se crimen traxit, voluitque vidcri, Olenos esse nocens". Sotto il peso di questa colpa attribuitagli, Olenos è rappresentato sofferente di tali orrori da morirne, essendo pietrificato o tramutato in pietra. Poiché la pietra in cui Olenos fu mutato fu eretta sul sacro monte Ida, ciò mostra che Olenos dev'essere stato considerato una persona sacra. Il reale personaggio di Olenos "colui che porta il peccato" può così essere pienamente identificato. 8 Questo è il significato esoterico del "Ramo d'oro" di Virgilio e del ramo di vischio dei Druidi. La prova di ciò dev'essere riservata all'Apocalisse del Passato. Posso notare comunque, l'ampia estensione dell'adorazione del ramo sacro. Non solo presso i negri d'Africa che adorano i feticci, in certe occasioni fanno uso di un ramo sacro, ma anche in India vi sono tracce della stessa pratica. Mio fratello, S. Hislop, Missionario della Chiesa Libera a Nagpore mi ha informato che l'ultimo Rajah di Nagpore usava ogni anno, in un determinato giorno, adorare il ramo di una particolare specie di albero, chiamato Apta, che era stato piantato a tale scopo e che, dopo aver ricevuto onori divini, veniva estirpato e le sue foglie distribuite dal Principe ai suoi nobili. Nelle strade della città venivano venduti numerosi rami della stessa sorta e le foglie venivano presentate agli amici col nome di sona o "oro". 9 II nome "El-Bar" è nella forma ebraica che è più familiare al comune lettore della Bibbia inglese. La forma caldea del nome è Ala-Bar, con l'ordinaria terminazione greca os applicatagli. Il cambiamento di Bar in Par in greco si basa sullo stesso principio secondo cui Ab, "padre" in greco, diviene Appo e Bard, "il maculato", diviene Pardos, etc. Questo nome, Ala-Bar, fu probabilmente dato da Beroso a Ninyas quale legittimo figlio e successore di Nimrod. Che Ala-Par intendesse realmente designare il sovrano conosciuto come "Dio il Figlio", o "il Figlio di Dio", è confermato da una diversa lettura dello stesso nome dategli in greco. In tale lingua il nome è Alasparos. Orbene, Pyrisporus, applicato a Bacco, significa Ignigena, cioè "Seme del Fuoco"; e Ala-sporso, "il seme di Dio", è solo un'espressione simile formata allo stesso modo, poiché è un nome grecizzato. È risaputo che il greco speiro proviene dall'ebraico Zero ed entrambi significano, quali verbi, seminare. La formazione di speiro ha così avuto luogo: il participio attivo di Zero è Zuro che,usato come verbo, diviene Zwero, Zvero e Zpero. "Ala-sparos", quindi, naturalmente significa, "il seme di Dio" -una semplice variazione di Ala-Par-os "Dio il Figlio" o "il figlio di Dio". 10 Per comprendere il vero significato della summenzionata espressione, si deve far riferimento ad una rimarchevole forma di giuramento in uso fra i romani. A Roma la forma più sacra di giuramento era "Per Jovem LAPIDKM", "Per Jupiter la PIETRA". Così com'è sembra un nonsenso. Ma traduciamo lapidem nella lingua sacra, il caldeo, e il giuramento diventa: "Per Jove, il Figlio", oppure "Per il figlio di Giove". Ben, che in ebraico vuoi dire figlio, in caldeo diviene Eben, che significa anche Pietra, come si può vedere in "Ebenezer", "la pietra di soccorso". Orbene, poiché i più eruditi ricercatori dell'antichità hanno ammesso che il romano Jovis non è che una forma dell'ebraico Geova, è evidente che il giuramento era stato originariamente "per il figlio di Geova". Ciò spiega in che

modo il più solenne e vincolanteIgiuramento sia stato adottato. Inoltre mostra ciò che NTRODUZIONE realmente significa "II Figlio di Jovis" Bacco chiamato "l'Eterno Fanciullo". SEZIONE III LA MADRE DEL FIGLIO
1 Vi è una Massimo grande differenza fra le opere degli uomini e quelle di Dio, e un'accuraValerio non dice altro circa la rappresentazione di Semiramide col bimbo in ta e profonda indagine evidenzia difetti e le imperfezioni une, braccio; ma Semiramide fumentre deificata come Rea,i la cui caratteristica era quelladelle d'essere la dea madre e, poiché abbiamo l'evidenza che il nome "Seme della e donna" Zoroastes, pone in risalto lo splendore delle altre. Anche l'ago più fine, su cuio l'uomo ha risale ai tempi al suo al proprio giorno, ciò vuol dire che se a quei tempi vi profuso la suaantichi, arte, secioè guardato microscopio, mostrerà imperfezioni, grossolafosse stata l'adorazione delle immagini, quel "Seme della donna" deve aver occupato in nità e asperità. Ma se si potesse puntare microscopio suie fiori di un campo, essa una posizione preminente. Poiché in tutto il il mondo la Madre il Figlio appaiono in non si otterrebbe tale risultato. Invece di diminuire lamostrano loro bellezza, se ne scopridiverse forme, e sono stati trovati monumenti egiziani che che quest'adorazione dovevaaltra affondare sue radici nelle primordiali del mondo. Se, perciò, la fanno madre rebbe e piùle delicata che era epoche sfuggita all'occhio nudo; bellezze che ci era raffigurata in una forma così affascinante quand'era rappresentata sola, possiamo tenere in giusto conto, poiché altrimenti non avremmo avuto il da corretto intendiesser certi che la stessa bellezza per cui era celebrata le sarebbe stata attribuita quand'era mento, la piena forza del detto del Signore: "Guardate i gigli del campo, come raffigurata col bimbo in braccio. 2 non cardano la lana, nè filano, nè tessono: eppure vi assicuro nemmeno SaQuanto straordinaria, si, fanatica fosse la devozione nella mente deiche babilonesi per quelomone in tutta la sua gloria, fu mai vestito come uno di Erodoto, loro". La stessa legge è sta dea-regina, è sufficientemente provato dall'affermazione libro I, cap. 199, circa il anche modo in cui essa richiedeva propiziata. Che intero popolo abbia convalida nei paragoni fra la d'essere Parola di Dio e le piùun eccellenti produzioni usentito a tale costumanza ivi descritta, mostra il nei sorprendente che dell'ingeesercitava mane. Vi sono imperfezioni e difetti anche prodotti ascendente più ammirati su di loro la sua adorazione. Nonnus, parlando della stessa dea la definisce "la speranza gno umano. Ma più le Scritture, più minutamente sono della studel mondo intero". Era si la investigano stessa dea, come abbiamo visto, che era adorataesse ad Efeso, diate, più è evidente la loro ogni giorno vengono quale l'argentiere Demetrio parlòperfezione; come della dea "che l'intero distretto portate dell'Asiaalla e la luce terra abitata adorano" 19:27). Così grande era lale devozione questa dea regina e non solo nuove bellezze (Atti e le scoperte della scienza, ricerche a degli studiosi e l'opera dei da parte dei babilonesi, ma delad mondo intero dell'antichità, che la fama delle sue gesta ha miscredenti, tutto concorre esplicitare la meravigliosa armonia di tutte le sue offuscato la figura del marito Nimrod. parti e la divina bellezza che ne ammanta l'intero. 3 Se valeAlma per le Scritture in generale, è in special vero per le Scritture II ciò termine è lo stesso usato da Isaia nell'ebraico delmodo Vecchio Testamento, quando profetiche, che costituiscono la base e la pietra angolare della presente opera. annunciò, 700 anni prima dell'evento, che Cristo sarebbe nato da una vergine. Se dovesse esser posta domanda come questo termine ebraico Alma (non in sensoprotestante romano ma Non vi è lamai stata su alcuna difficoltà nella mente di qualsiasi ebraico) prese la via di Roma, la attraverso che aveva legailluminato nell'identificare la risposta donna è: "seduta su l'Etruria, sette monti" conun il intimo suo nome me con l'Assiria. La parola "mater"Babilonia stessa, da cui la nostra "madre" è di origine scritto sulla fronte: "Mistero, la proviene Grande", con l'apostasia romana. ebraica. Proviene fuori.", in egiziano Msla "portare che Nessun'altra cittàdall'ebraico al mondo MSH è mai"trarre stata tanto celebrata come città difuori", Roma, a nella forma caldea diviene Mt da cui l'egiziano Maut, "madre". Erh oppure Er, come in motivo della sua posizione su sette colli. Gli oratori e i poeti pagani, che non inglese (e una forma simile si e trovata in sanscrito) vuol dire "colui che fa". Cosicché pensavano di vuol spiegare profezie, l'hanno similmente definita come "la città dai Mater o Madre dire "colei che porta fuori". sette colli". Così Virgilio si riferì ad essa: "Roma diventata la più bella Può farsi un'obiezione al summenzionato racconto circa è l'attributo Alma, cioè che (città) questo del mondo, e siapplicato è circondata di sette alture come muraglia" (Scilicet et termine è spesso a Venere che certamente non di erauna vergine. Ma quest'obiezione è più apparente che reale. Sulla Roma testimonianza di Agostino, stesso testimone oculare, rerum facta est pulcherrima septemqueuna sibiegli muro circumdedit arces). apprendiamo che i riti di Vesta enfaticamente "la vergine di Roma" sotto il nome di Properzio parimenti parla d'essa (aggiungendo solodea un'altra caratteristica, che Terra, erano esattamente come quelli di Venere, la dea dell'impurità e della licenziosità. completa il quadro apocalittico) come "L'elevata città su sette colli, che governa Agostino altrove dice che Vesta, la dea vergine "era da alcuni chiamata Venere". il mondo intero". Il suo "governare il mondo intero" è proprio la controparte Anche nella mitologia dei nostri antenati scandinavi, troviamo rimarchevole evidenza che dell'affermazione divina "che regna sui re della terra" (Riv. 17:18). Gli abitanti Alma Mater, o la Vergine Madre "sia stata conosciuta originariamente anche da loro. di Roma la chiamavano "daiche sette colli" come questo nome descrittivo Uno dei loro dèi chiamato città Heidmal, è descritto con ise termini più esaltanti, avendo fosse il suo proprio. Perciò Grazio parla ai pecore suoi sette tale facoltà di nome percezione da sentire crescere l'erba dald'essa suolo, riferendosi o la lana sulle e la cui tromba, quando suonava poteva in la tutto il mondo, è chiamato col nome colli, quando dice: "Gli dèi che essere hannoudita posto loro affezione sui sette colli". paradossale di "figlio di nove dei vergini". è ovvio che ciò contiene un enigma. ApMarziale similmente parla "setteOrbene, monti che dominano". Nei tempi successivi plichiamo ad esso il linguaggio quale era insegnata prefetto la religione di tale linguaggio divenne d'uso col corrente; peroriginariamente cui quando Simmaco, della Odino, cioè il caldeo, e l'enigma sarà risolto. In caldeo "figlio di nove vergini" si scrive città, e ultimo pontefice massimo pagano, in qualità di sostituto dell'imperatore, Ben-Almut-Teshaah. Ma si pronuncia in modo identico a "Ben-Almet-Ishaa" cioè "figlio presentando per lettera un suofiglio amico un altro,ovunque lo chiama "L'uomo dei sette della vergine di salvezza". Quel eraad conosciuto come "seme salvatore". monti", "un uomo dai sette monti" che vuoi dire, come lo interpretano i "Zerahosha" (nello Zend, "cra-osha"), e la sua madre vergine di conseguenza era "la regicommentatori Romanum", "Cittadino Orbene, mentre questa na di salvezza". "Civem Anche nei medesimi cieli l'Iddio diRomano". Provvidenza ha obbligato i suoi ne-

196 13

Rev. Alexander Hislop

Le Due Babilonie

196 13

mortale), fu ammesso alla presenza degli dèi e che Amenofis desiderava lo stesso privilegio". Questa pretesa ammissione alla presenza degli dèi evidentemente implica l'uso delle arti magiche, di cui si fa riferimento nel testo. 7 L'espressione che in Esodo 28:38 è usata per "rispondere dell'errore" o del peccato è in maniera sostuitiva, "nsha con" (in cui la prima lettera eon è ayn). Un sinonimo di eon "errore", è aon (dove la prima lettera è aleph). In caldeo la prima lettera a diviene i, e perciò con, "errore" diviene ion. Quindi nsha "rispondere" al participio attivo è "nusha". Poiché il greco non ha alcun sh essa diviene nusa. De o Da è il pronome dimostrativo che vuol dire "Ciò" oppure "Il Grande". E cosi "D'ion-nusa" è esattamente "IL GRANDE PORTATORE; DEL PECCATO". Che i pagani classici avessero una tale idea dell'imputazione del peccato e di una sofferenza vicariale, è dimostrato da ciò che Ovidio dice nei riguardi di Olenos. Si dice che Olenos abbia preso su di sé volontariamente il biasimo di una colpa di cui era innocente: "Quique in se crimen traxit, voluitque vidcri, Olenos esse nocens". Sotto il peso di questa colpa attribuitagli, Olenos è rappresentato sofferente di tali orrori da morirne, essendo pietrificato o tramutato in pietra. Poiché la pietra in cui Olenos fu mutato fu eretta sul sacro monte Ida, ciò mostra che Olenos dev'essere stato considerato una persona sacra. Il reale personaggio di Olenos "colui che porta il peccato" può così essere pienamente identificato. 8 Questo è il significato esoterico del "Ramo d'oro" di Virgilio e del ramo di vischio dei Druidi. La prova di ciò dev'essere riservata all'Apocalisse del Passato. Posso notare comunque, l'ampia estensione dell'adorazione del ramo sacro. Non solo presso i negri d'Africa che adorano i feticci, in certe occasioni fanno uso di un ramo sacro, ma anche in India vi sono tracce della stessa pratica. Mio fratello, S. Hislop, Missionario della Chiesa Libera a Nagpore mi ha informato che l'ultimo Rajah di Nagpore usava ogni anno, in un determinato giorno, adorare il ramo di una particolare specie di albero, chiamato Apta, che era stato piantato a tale scopo e che, dopo aver ricevuto onori divini, veniva estirpato e le sue foglie distribuite dal Principe ai suoi nobili. Nelle strade della città venivano venduti numerosi rami della stessa sorta e le foglie venivano presentate agli amici col nome di sona o "oro". 9 II nome "El-Bar" è nella forma ebraica che è più familiare al comune lettore della Bibbia inglese. La forma caldea del nome è Ala-Bar, con l'ordinaria terminazione greca os applicatagli. Il cambiamento di Bar in Par in greco si basa sullo stesso principio secondo cui Ab, "padre" in greco, diviene Appo e Bard, "il maculato", diviene Pardos, etc. Questo nome, Ala-Bar, fu probabilmente dato da Beroso a Ninyas quale legittimo figlio e successore di Nimrod. Che Ala-Par intendesse realmente designare il sovrano conosciuto come "Dio il Figlio", o "il Figlio di Dio", è confermato da una diversa lettura dello stesso nome dategli in greco. In tale lingua il nome è Alasparos. Orbene, Pyrisporus, applicato a Bacco, significa Ignigena, cioè "Seme del Fuoco"; e Ala-sporso, "il seme di Dio", è solo un'espressione simile formata allo stesso modo, poiché è un nome grecizzato. È risaputo che il greco speiro proviene dall'ebraico Zero ed entrambi significano, quali verbi, seminare. La formazione di speiro ha così avuto luogo: il participio attivo di Zero è Zuro che,usato come verbo, diviene Zwero, Zvero e Zpero. "Ala-sparos", quindi, naturalmente significa, "il seme di Dio" -una semplice variazione di Ala-Par-os "Dio il Figlio" o "il figlio di Dio". 10 Per comprendere il vero significato della summenzionata espressione, si deve far riferimento ad una rimarchevole forma di giuramento in uso fra i romani. A Roma la forma più sacra di giuramento era "Per Jovem LAPIDKM", "Per Jupiter la PIETRA". Così com'è sembra un nonsenso. Ma traduciamo lapidem nella lingua sacra, il caldeo, e il giuramento diventa: "Per Jove, il Figlio", oppure "Per il figlio di Giove". Ben, che in ebraico vuoi dire figlio, in caldeo diviene Eben, che significa anche Pietra, come si può vedere in "Ebenezer", "la pietra di soccorso". Orbene, poiché i più eruditi ricercatori dell'antichità hanno ammesso che il romano Jovis non è che una forma dell'ebraico Geova, è evidente che il giuramento era stato originariamente "per il figlio di Geova". Ciò spiega in che

modo il più solenne e vincolanteIgiuramento sia stato adottato. Inoltre mostra ciò che NTRODUZIONE realmente significa "II Figlio di Jovis" Bacco chiamato "l'Eterno Fanciullo". SEZIONE III LA MADRE DEL FIGLIO

Vi è una Massimo grande differenza fra le opere degli uomini e quelle di Dio, e un'accuraValerio non dice altro circa la rappresentazione di Semiramide col bimbo in ta e profonda indagine evidenzia difetti e le imperfezioni une, braccio; ma Semiramide fumentre deificata come Rea,i la cui caratteristica era quelladelle d'essere la dea madre e, poiché abbiamo l'evidenza che il nome "Seme della e donna" o l'uomo Zoroastes, pone in risalto lo splendore delle altre. Anche l'ago più fine, su cui ha risale ai tempi al suo al proprio giorno, ciò vuol dire che se a quei tempi vi profuso la suaantichi, arte, secioè guardato microscopio, mostrerà imperfezioni, grossolafosse stata l'adorazione delle immagini, quel "Seme della donna" deve aver occupato in nità una e asperità. Ma se si potesse puntare microscopio sui di un campo, essa posizione preminente. Poiché in tutto il il mondo la Madre e fiori il Figlio appaiono in non si otterrebbe tale risultato. Invece di diminuire lamostrano loro bellezza, se ne scopridiverse forme, e sono stati trovati monumenti egiziani che che quest'adorazione doveva affondare sue radici nelle primordiali del mondo. Se, perciò, la fanno madre rebbe altra e piùle delicata che era epoche sfuggita all'occhio nudo; bellezze che ci era raffigurata in una forma così affascinante quand'era rappresentata sola, possiamo tenere in giusto conto, poiché altrimenti non avremmo avuto il da corretto intendiesser certi che la stessa bellezza per cui era celebrata le sarebbe stata attribuita quand'era mento, la piena forza del detto del Signore: "Guardate i gigli del campo, come raffigurata col bimbo in braccio. 2 non cardano la lana, si, nè fanatica filano, nè tessono: eppure vi assicuro nemmeno SaQuanto straordinaria, fosse la devozione nella mente deiche babilonesi per quelomone in tutta la sua gloria, fu mai vestito come uno di Erodoto, loro". La stessa legge è sta dea-regina, è sufficientemente provato dall'affermazione libro I, cap. 199, circa il anche modo in cui essa richiedeva propiziata. Che intero popolo abbia convalida nei paragoni fra la d'essere Parola di Dio e le piùun eccellenti produzioni usentito tale costumanza ivi descritta, mostra il nei sorprendente che dell'ingeesercitava mane. a Vi sono imperfezioni e difetti anche prodotti ascendente più ammirati su di loro la sua adorazione. Nonnus, parlando della stessa dea la definisce "la speranza gnomondo umano. Ma più investigano le Scritture, più minutamente sono della studel intero". Era si la stessa dea, come abbiamo visto, che era adorataesse ad Efeso, diate,l'argentiere più è evidente la loro ogni giorno vengono quale Demetrio parlòperfezione; come della dea "che l'intero distretto portate dell'Asiaalla e la luce terra abitata 19:27). Così grande era lale devozione questa dea regina e non solo nuove adorano" bellezze (Atti e le scoperte della scienza, ricerche adegli studiosi e l'opera dei da parte dei babilonesi, ma del ad mondo intero dell'antichità, che la fama delle sue gesta ha miscredenti, tutto concorre esplicitare la meravigliosa armonia di tutte le sue offuscato la figura del marito Nimrod.
1 3

parti e la divina bellezza che ne ammanta l'intero. Se valeAlma per le Scritture in generale, è in special vero per le Scritture II ciò termine è lo stesso usato da Isaia nell'ebraico delmodo Vecchio Testamento, quando profetiche, che costituiscono la base e la pietra angolare della presente opera. annunciò, 700 anni prima dell'evento, che Cristo sarebbe nato da una vergine. Se dovesse esser domanda come questo termine ebraico Alma (non in sensoprotestante romano ma Non posta vi è lamai stata su alcuna difficoltà nella mente di qualsiasi ebraico) prese la via di Roma, la attraverso che aveva legailluminato nell'identificare larisposta donna è: "seduta su l'Etruria, sette monti" conun il intimo suo nome me con l'Assiria. La parola "mater"Babilonia stessa, da cui la nostra "madre" è di origine scritto sulla fronte: "Mistero, la proviene Grande", con l'apostasia romana. ebraica. Proviene fuori.", in egiziano Msla "portare fuori", che Nessun'altra cittàdall'ebraico al mondo MSH è mai"trarre stata tanto celebrata come città di Roma, a nella forma caldea diviene Mt da cui l'egiziano Maut, "madre". Erh oppure Er, come in motivo della sua posizione su sette colli. Gli oratori e i poeti pagani, che non inglese (e una forma simile si e trovata in sanscrito) vuol dire "colui che fa". Cosicché pensavano di vuol spiegare profezie, l'hanno similmente definita come "la città dai Mater o Madre dire "colei che porta fuori". settefarsi colli". Così Virgilio si riferì ad essa: "Roma diventata la più bella Può un'obiezione al summenzionato racconto circa è l'attributo Alma, cioè che (città) questo del mondo, e siapplicato è circondata di sette alture come muraglia" (Scilicet et termine è spesso a Venere che certamente non di erauna vergine. Ma quest'obiezione è più apparente che reale. Sulla Roma testimonianza di Agostino, stesso testimone oculare, rerum facta est pulcherrima septemqueuna sibiegli muro circumdedit arces). apprendiamo che i riti di Vesta enfaticamente "la vergine di Roma" sotto il nome di Properzio parimenti parla d'essa (aggiungendo solodea un'altra caratteristica, che Terra, erano come quelli di Venere, la dea dell'impurità e della licenziosità. completa il esattamente quadro apocalittico) come "L'elevata città su sette colli, che governa Agostino altrove dice che Vesta, la dea vergine "era da alcuni chiamata Venere". il mondo intero". Il suo "governare il mondo intero" è proprio la controparte Anche nella mitologia dei nostri antenati scandinavi, troviamo rimarchevole evidenza che dell'affermazione divina "che regna sui re della terra" (Riv. 17:18). Gli abitanti Alma Mater, o la Vergine Madre "sia stata conosciuta originariamente anche da loro. di Roma la chiamavano "daiche sette colli" come questo nome descrittivo Uno dei loro dèi chiamato città Heidmal, è descritto con ise termini più esaltanti, avendo fosse il suo proprio. Perciò Grazio parla ai pecore suoi sette tale facoltà di nome percezione da sentire crescere l'erba dald'essa suolo, riferendosi o la lana sulle e la cui tromba, quando suonava poteva in la tutto il mondo, è chiamato colcolli". nome colli, quando dice: "Gli dèi che essere hannoudita posto loro affezione sui sette paradossale di "figlio diparla nove dei vergini". è ovvio che ciò contiene un enigma. ApMarziale similmente "setteOrbene, monti che dominano". Nei tempi successivi plichiamo ad esso il linguaggio quale era insegnata prefetto la religione di tale linguaggio divenne d'uso col corrente; peroriginariamente cui quando Simmaco, della Odino, cioè il caldeo, e l'enigma sarà risolto. In caldeo "figlio di nove vergini" si scrive città, e ultimo pontefice massimo pagano, in qualità di sostituto dell'imperatore, Ben-Almut-Teshaah. Ma si pronuncia in modo identico a "Ben-Almet-Ishaa" cioè "figlio presentando per lettera un suo amico un altro,ovunque lo chiama "L'uomo dei sette della vergine di salvezza". Quel figlio eraad conosciuto come "seme salvatore". monti", "un uomo dai sette monti" che vuoi dire, come lo interpretano i "Zerahosha" (nello Zend, "cra-osha"), e la sua madre vergine di conseguenza era "la regicommentatori Romanum", "Cittadino Orbene, mentre questa na di salvezza". "Civem Anche nei medesimi cieli l'Iddio diRomano". Provvidenza ha obbligato i suoi ne-

14 195 Rev. Alexander Hislop caratteristica di Roma è stata ben identificata e definita, è sempre stato facile mostrare che la chiesa che ha la sua sede ed il suo quartier generale sui SOTTOSEZIONE V: LA DEIFICAZIONE DEL FIGLIOesser chiamata "Babilonia", sette colli di Roma può molto appropriatamente inquan- tochè si tratta della sede dell'idolatria del Nuovo Testamento, come l'an1 tica Zero, Babilonia in caldeoera - greco, la sede "il Seme". principale Sebbene dell'idolatria vi siano motivi del Vecchio. per concludere Recenti chescoperte in Greco esso talvolta appaia come Zeira tramutandosi quindi in Zoro, come può vedersi dal cami n biamentomesse di Zerubbabel nella con Settanta greca a Zoro-babel; perciò seme Assiria, in relazione la precedente ben nota e ma mal Zuro-astha compresa "il storia e della donna" divenne Zoroastro, il ben noto che nome del capo di degli adoratori del fuoco. vi Il mitologia del mondo antico, dimostrano nel nome Babilonia la Grande lettore che consulti la dotta e istruttiva opera del dott. Wilson di Bombay, sulla religione è un significato più vasto e profondo di quanto non si creda. È ben noto che il parsi, troverà che vi era uno Zoroastro molto prima di quel Zoroastro che visse nel regno papismo è paganesimo battezzato; Dio adesso sta rendendo manifesto che il di Dario Istaspe. Nella storia generale, ma il Zoroastro di Battriana è menzionato di frequenpaganesimo che Roma ha battezzato è in tutti i sui elementi essenziali, il vero te; ma la voce dell'antichità dice chiaramente e distintamente che il primo e grande Zoropaganesimo prevaleva nell'antica letterale Babilonia, Geova aprì astro fu Assiroche o Caldeo e che fu il fondatore del sistema idolatricoquando di Babilonia, e quindi Nimrod. a E Ciro similmente chiara nell'affermare che egli perì di morte violenta come nel caso dinanzi le porte a due battenti di rame, e spezzò le sbarre di ferro. di Nimrod, Tammuz o Bacco. L'identità Bacco Zoroastroapplicherebbe, è dimostrata ulteriormente Questa nuova ed inattesa luce, in undi modo o enell'altro in questo dall'epiteto di Pirisporo a Bacco negli Inni Orfici. Quando la promessa primitistesso periodo, sulla attribuito Chiesa della Grande Apostasia, lo stesso linguaggio e i va dell'Eden ad essere il significato del nome Zero-ashta perdetsimboli checominciò l'Apocalisse ha dimenticata, preparato anticipatamente per noi. Nellasivisione te per tutti coloro che conoscevano solo la dottrina esoterica del Paganesimo; e poiché apocalittica, è proprio del giudizio sue di lei per la prima l'adoravolta, "ashta" in caldeo vuol direprima "fuoco" e pure "donna" i riti diche, Bacco includevano Giovanni vede "Zero-ashta" la chiesa apostata con nome Babilonia "scritto zione del fuoco, fu tradotto "ililseme deldi fuoco"; da quila il Grande soprannome Pirisulla (Riv. 17:5). Che vuol dire a quel nome "sulla fronte?".del Non sporo fronte" o Ignigena "nato dal fuoco" applicato Bacco. Da scritto questo fraintendimento siindica certamente che proprio prima del suo il suo vero carattere si gnificato del nome Zero-ashta, o piuttosto dalla suagiudizio, premeditata corruzione fatta dai sacerdoti, che desideravano stabilire una dottrina avesse per gli occhi iniziati, e un'altra per i profani, sarebbe sviluppato, di modo che chiunque per vedere, che avesse ebbe origine di la storia circa il non nato infante Bacco stato che era stato tratto dalle fiamme dei che un minimo discernimento spirituale, sarebbe costretto, per l'evidenza avevano consumato sua madre Semele, quando Jupiter nella sua gloria venne a visitarla. suoi occhi, a riconoscere come meravigliosamente appropriato il titolo applicaVi era un altro nome il quale e che è abbastanza tele dallo Spirito di con Dio? Il suoZoroastro giudizio era sta conosciuto approssimandosi in manieraistruttivo, evidencioèeZar-adas, "l'unico Nella la Religione Parsi di Wilson, mentre essi riconoscono te; man mano che seme". s'avvicina, Provvidenza di Dio, assieme alla parola di supremamente solo un dio, sanno anche che viparte, era unrende solo seme, su cui fondavano le Dio, per mezzo della luce versata d'ogni sempre piùsievidente che speranze del mondo. In quasi tutte le nazioni, non solo vi era un grande Dio conosciuto Roma è effettivamente la Babilonia dell'Apocalisse; che il carattere essenziale col nome di Zero o Zer, il "seme", e una grande dea conosciuta come Ashta o Isha, "la del sistema, grandi dio oggetti sua adorazione, le sue feste, le sue attributi dottrine, il donna"; ma ili grande Zerodella è frequentemente caratterizzato da alcuni che suo sacerdozio con i suoi derivano tutti dall'antica Babilonia; e, infine, mettono in evidenza che egli èordini, "l'unico". che il Papa stesso è veramente e appropriatamente il rappresentante lineaaltro diOrbene, qual'è l'origine di tali appellativi? Genesi 3:15 può spiegarli, mentre in nessun retta di Baldassarre. Nella guerra che è stata intrapresa contro le pretese domipuò farlo. Il nome Zar-ades, o Zero-adus, inoltre illustra appropriatamente le di parole di nio di "Non Roma si sono sufficienti evidenze del suo orgoglioso vanto, e Paolo: dice: 'E ai accumulate semi', come nel caso di molti, ma come nel caso di uno solo: 'E al tuo seme', che èèCristo". cioè che essa la madre e la signora di tutte le chiese - l'unica Chiesa Cattolica, al di fuori quale non vi èsistema salvezza. mai potesse esservi scusante E degno di della nota che il moderno del Se Parsismo, che data dalla qualche riforma della vecper modo di trattarla tale scusa durerebbe a lungo. l'adorazione Se la posizione chia tale adorazione del fuoco al tempo di non Dario Istaspe, rigettando della che dea madre, tolse pure dal nome mantenuta, del suo Zoroastro il nome della "donna";completamente e perciò nello Zend, io ho assunto può essere essa dev'essere spogliata del il linguaggio sacroCristiana; dei Parsi ilpoiché nome del grande è Zaratustra, "II nome di Chiesa se loro fosse stata riformatore la Chiesa di Cristo ad cioè essere Seme Liberatore" cui l'ultimo membro del nome di deriva da Thusht "sciogliere lasciar convocata quellain notte, quando il re-pontefice Babilonia in mezzo alle o migliaandare" e cioè rendere liberi. Thusht è infinito e raggiunto ad esso rappresenta, in Sanla dei suoi principi "loda gli dèi d'oro e d'argento, e di legno e di pietra" (Dan. scrito con il quale lo Zend ha molte affinità, il ben noto segno dell'entrare in azione, pro5:4), allora lainglese. ChiesaLo diZaratustra Roma dovrebbe portare nomeproprio di Chiesa di l'equivaCristo; prio come L’er dello Zend, quindi,il sembra che sia altrimenti no. Questa apparirà senza dubbio ad alcuni una posizione molto estrelente di Foroneo "l'Emancipatore ma; 2 ma è questo ciò che quest'opera si propone di stabilire; e lasciamo che sia il Le parole di Diodoro, stampate nelle edizioni ordinarie, dicono semplicemente circa il lettore giudicare se io abbiasenza portato sufficienti evidenze perCodex sostenere la numero a dei giudici, "più di non quaranta" specificare quanti di più. Nel Coisiamia nus, posizione. è detto che il numero è di "due più di quaranta". Sia Bunsen che Wilkinson sono
d'accordo nell'ammettere che i giudici terreni, che si occupavano della questione del seppellimento dovevano corrispondere, nel numero, a quelli delle regioni infernali. Orbene, questi giudici, come è stato dimostrato dai monumenti, oltre al loro presidente, erano proprio quarantadue. I giudici terreni ai funerali, perciò, dovevano similmente essere quarantadue. Riferendosi a questo numero, che si applica egualmente ai giudici di questo

Le Due Babilonie

195 14

mondo e al mondo degli spiriti. Bunsen parlandoI del giudizio di una persona deceduta, CAPITOLO nel mondo invisibile, usa queste parole nel passo summenzionato riferendosi a: "Quarantadue dèi (il numero che DISTINTIVO componeva il tribunale dei morti) occupano la sede del CARATTERE DEI DUE SISTEMI giudizio". Diodoro stesso sia che scrivesse effettivamente "due più di quaranta" o semplicemente "più di quaranta", ci fornisce una ragione per credere che fosse il Nel dimostrare il carattere babilonico della chiesa papale laquarantadue prima cosa sulla numero che era presente nella sua mente; poiché egli dice che "il complesso della leggenquale desidero attirare l'attenzione del lettore, è il carattere di MISTERO che da delle ombre sotterranee" che Orfeo portò fuori dall'Egitto, fu "copiato dalle cerimonie accomuna quello romano moderno e giudizio quello antico dei funerali entambi egiziani" iasistemi, cui egli aveva assistito nella fase del prima babilonese. del seppelliIl gigantesco sistema di corruzione e digiudici idolatria in questo mento del morto. Se, perciò, vi erano solo morale quarantadue nelledescritto "ombre sotterranee", versetto sotto l'emblema di lettura una donna con di una "COPPA D'ORO NELLA SUA ciò parimenti mostra, qualunque delle parole Diodoro si preferisca, che il numeMANO " (Riv.nel 17:4), conterreno la quale tutti gli abitanti della terra sono stati inebriati ro dei giudici giudizio dev'essere stato lo stesso. 3 "del vino della suache fornicazione" (Riv. in 17:2; 18:3), chiamato Wilkinson ammette individui differenti tempi diversièportarono in divinamente Egitto questo "Mistero, Babilonia la Grande" (Riv. 17:5). Che il Malvagio "Mistero nome odiato. Uno dei nomi più noti con il quale Typho o il fu dell'iniquità" chiamato, era descritto da Paolo nella Tess. 2:7, abbia la sua controparte nella chiesa di Set. Orbene Set e Sem sono 2 sinonimi poiché entrambi significano "II nominato". Poiché Sem era non il figlio piùessere giovane di Noè,da essendo "fratello di Jafet, l'anziano" (Gen. 10:21), Roma, può negato alcunil uomo sincero, che abbia esaminato e poiché gli era destinata divinamente la preminenza,esercitata il nome Sem, "il nominato" era accuratamente il soggetto. Tale fu l'impressione da quel raccontogli nella stato dato secondo il disegno divino, o dalla nascitadell'evidenza, o successivamente mente delindubbiamente grande Sir Mattew Hale, a prescindere dal giudizio che contrassegnandolo lo era stato precedentemente Set in "qualsiasi qualità di "figlio della prose la descrizione come apostolica fosse stata resa pubblica dignitario del messa". Sem, comunque, sembra che sia stato conosciuto in Egitto come Typho, non solo regno si sarebbe sentito autorizzato a considerare, sempre che lo avesse trovato, col nome di Set: ma anche col proprio; poiché Wilkinson ci dice che Typho era caratteil vescovo di nome Romache come il capo di quel "MISTERO D'INIQUITÀ ". il nome di Sem, rizzato da un significava "distruggere e desolare". Orbene, Orbene, poiché il sistema qui descritto è egualmente caratterizzato dal pure, in uno dei suoi significati vuol dire "desolare" o render deserto. Così Sem, il nome nomi" MISTERO ", si può fu presumere i passaggi si riferiscano allo stesso nato, dai suoi nemici mutato in che Sem,entrambi il desolatore o distruttore, cioè il Diavolo. 4 sistema. Ma il linguaggio applicato Babilonia Nuovo come Gli studiosi dei Celti fanno derivare alla il nome Ogmio del dalla parolaTestamento celtica Ogum, che il lettore non non della rendersi conto, ci Ogum conduce naturalmente alla Babilonia del denoterebbe "ilpuò segreto scrittura"; ma molto probabilmente deriva dal nome mondo antico. Come la donna dell'Apocalisse del dio, piuttosto che il nome del dio derivi da esso. ha nelle sue mani una COPPA, con 5 cui inebria le così accadeva con la uno Babilonia dell'antichità. Di quella In relazione a nazioni, questo Ogmio, è degno di nota dei nomi di Sem il grande Èrcole Babilonia, all'apice della sua gloria, il Signore così parlò, nell'annunciare la sua egiziano che sconfisse i giganti: Chon. Nell'opera Etymologicum Magnum, leggiamo: condanna mediante Geremia: "Babilonia nelle Chon". mani dell'Eterno una coppa "Essi dicono che nel dialetto egiziano Ercole è era chiamato Si paragoni ciò con Wild'oro, inebriava tuttadove la terra; han bevuto del suo vino" (Ger. kinson, che Vol. 5 pag. 17, Chonleè nazioni chiamato "Sem". Orbene Khon significa "Lamentarsi" inquest'esatta caldeo e poiché Sem era Khon, cioè "Sacerdote" dell'Iddio le 51:7). Perché similitudine di linguaggio riguardo ai due Altissimo, sistemi? La sue caratteristiche e le in qualità di Khon "il lamentatore" costituiconclusione ovvia è circostanze certamentepeculiari che l'una sta all'altra come il tipo all'antitipo. rebbero un'ulteriore per cui egli dovrebbe essere da quel nome col quale Ordunque, come ragione la Babilonia dell'Apocalisse è distinto caratterizzata dal nome di era conosciuto l'Ercole egiziano. E non si dimentichi che da parte di quelli che si sforza"MISTERO", così la grande caratteristica distintiva dell'antico sistema babilonese vano di volgere i peccatori dall'errore delle loro vie, vi è un'eloquenza in lacrime veraerano i "MISTERI " caldei, che costituivano parte essenziale di queldel sistema. Ea mente molto impressionante. Le lacrime di Whitefield costituivano molto suo potere; questi misteri allude chiaramente lo stesso linguaggio del profeta ebreo, e, similmente, le lacrime di Khon, l'Ercole "che si lamenta" lo avrebbero potentemente naturalmente simbolico, quandoi parla di Babilonia come di una "COPPA D'ORO". aiutato a scoraggiare e a sopraffare giganti. Bere della sua "misteriosa pozione", dice Salvertè, nelle era indispensabile coloro 6 Una delle affermazioni a cui mi riferisco è contenuta seguenti parole per di Mosè di che desideravano essere iniziati a si quei Misteri. Quelledata "misteriose pozioni" Corene nella sua Storia Armena, dove riferisce alla risposta da Semiramide agli erano composte miele, e farina". Dalla natura degli dice ingredienti amici di Areo che di era"vino, stato ucciso daacqua lei in battaglia: "Io ho dato comando, Semiraimpiegati, e dèi dalla natura le di ferite quelli ma certamente usati, non dice, può mide, ai miei di leccare di sconosciuti, Areo e di destarlo dai morti. Gli dèi, essa esservi che fossero di Se natura inebriante; inoltre gli aspiranti leccaronoalcun Areo edubbio lo richiamarono alla vita". Semiramide abbia fatto realmente ciò che disse, sarebbe stato un miracolo. Gli effetti magici erano falsi miracoli: e sia Giustino che dovevano sottoporsi al suo potere, fino a che il loro intendimento non fosse Epifanie mostrano finpassioni dagli stessi inizi dell'idolatria avevano luogo miracoli ottenebrato, e le che loro eccitate dalla bevanda drogata, ed essi apparenfossero ti... Orbene, a meno che il miracolo apparente di resuscitare i morti mediante magiadeguatamente preparati per ciò che dovevano vedere o udire. Se le si arti dovesse che fosse già stato conosciuto ai giorni di Semiramide, non e probabile che essa abbia investigare circa l'oggetto e lo scopo di questi antichi "MISTERI" troveremmo che dato una tale risposta a coloro che desiderava propiziarsi; poiché, da una parte, come vi era una sorprendente analogia fra loro e quel "Mistero d'iniquità" avrebbe essa mai potuto pensare di dare tale risposta, e dall'altra, come avrebbe potuto personificato dalla Chiesa Roma. Il una loro obiettivo principale quello attendersi quel risultato, se nondi vi fosse stata corrente convinzione nelleera pratiche di d'introdurli segretamente, poco poco, sotto il nello suggello della segretezza e la negromanzia? Noi troviamo che in a Egitto, all'incirca stesso tempo erano praticate sanzione di un giuramento. tempo ina cui furono "Dice istituiti dimostrasecondo che le cose tali arti magiche, se dobbiamo Il dar credito Manetone. Manetone", Giuandarono così. I Horus misteri si possonosifar risalire seppe, "cheproprio egli (l'anziano di caldei cui evidentemente parla come fino di unai regiorni umanodi e

194 15 Rev. Alexander Hislop caratteristica di Roma è stata ben identificata e definita, è sempre stato facile mostrare che la chiesa che ha la sua sede ed il suo quartier generale sui SOTTOSEZIONE V: LA DEIFICAZIONE DEL FIGLIOesser chiamata "Babilonia", sette colli di Roma può molto appropriatamente inquan- tochè si tratta della sede dell'idolatria del Nuovo Testamento, come l'an1 tica Zero, Babilonia in caldeoera - greco, la sede "il Seme". principale Sebbene dell'idolatria vi siano motivi del Vecchio. per concludere Recenti chescoperte in Greco esso talvolta appaia come Zeira tramutandosi quindi in Zoro, come può vedersi dal cami n biamento di Zerubbabel nella con Settanta greca a Zoro-babel; perciò seme Assiria, messe in relazione la precedente ben nota e ma mal Zuro-astha compresa "il storia e della donna" divenne Zoroastro, il ben noto nome del capo di degli adoratorila del fuoco. vi Il mitologia del mondo antico, dimostrano che nel nome Babilonia Grande lettore che consulti la dotta e istruttiva opera del dott. Wilson di Bombay, sulla religione è un significato più vasto e profondo di quanto non si creda. È ben noto che il parsi, troverà che vi era uno Zoroastro molto prima di quel Zoroastro che visse nel regno papismo è paganesimo battezzato; Dio adesso sta rendendo manifesto che il di Dario Istaspe. Nella storia generale, ma il Zoroastro di Battriana è menzionato di frequenpaganesimo che Roma ha battezzato è in tutti i sui elementi essenziali, il vero te; ma la voce dell'antichità dice chiaramente e distintamente che il primo e grande Zoropaganesimo prevaleva nell'antica letterale Babilonia, Geova aprì astro fu Assiroche o Caldeo e che fu il fondatore del sistema idolatricoquando di Babilonia, e quindi Nimrod. E Ciro similmente chiara nell'affermare che egli perì di morte violenta come nel caso dinanzi a le porte a due battenti di rame, e spezzò le sbarre di ferro. di Nimrod, Tammuz o Bacco. L'identità Bacco Zoroastroapplicherebbe, è dimostrata ulteriormente Questa nuova ed inattesa luce, in undi modo o enell'altro in questo dall'epiteto di Pirisporo a Bacco negli Inni Orfici. Quando la promessa primitistesso periodo, sulla attribuito Chiesa della Grande Apostasia, lo stesso linguaggio e i va dell'Eden ad essere il significato del nome Zero-ashta perdetsimboli checominciò l'Apocalisse ha dimenticata, preparato anticipatamente per noi. Nellasivisione te per tutti coloro che conoscevano solo la dottrina esoterica del Paganesimo; e poiché apocalittica, è proprio del giudizio sue di lei per la prima l'adoravolta, "ashta" in caldeo vuol direprima "fuoco" e pure "donna" i riti diche, Bacco includevano Giovanni vede "Zero-ashta" la chiesa apostata con nome Babilonia Grande "scritto zione del fuoco, fu tradotto "ilil seme deldi fuoco"; da quila il soprannome Pirisulla fronte" (Riv. 17:5). Che vuol dire a quel nome "sulla fronte?". Non sporo o Ignigena "nato dal fuoco" applicato Bacco. Da scritto questo fraintendimento del siindica certamente che proprio prima del suo il suo vero carattere si gnificato del nome Zero-ashta, o piuttosto dalla suagiudizio, premeditata corruzione fatta dai sacerdoti, desideravano stabilire una dottrina avesse per gli occhi iniziati, e un'altra per i profani, sarebbeche sviluppato, di modo che chiunque per vedere, che avesse ebbe origine di la storia circa il non nato infante Bacco che era stato tratto dalle fiamme che un minimo discernimento spirituale, sarebbe stato costretto, per l'evidenza dei avevano consumato sua madre Semele, quando Jupiter nella sua gloria venne a visitarla. suoi occhi, a riconoscere come meravigliosamente appropriato il titolo applicaVi era un altro nome il quale e che è abbastanza tele dallo Spirito di con Dio? Il suoZoroastro giudizio era sta conosciuto approssimandosi in manieraistruttivo, evidencioè "l'unico Nella la Religione Parsi di Wilson, mentre essi riconoscono te; eZar-adas, man mano che seme". s'avvicina, Provvidenza di Dio, assieme alla parola di supremamente solo un dio, sanno anche che viparte, era unrende solo seme, su cui fondavano le Dio, per mezzo della luce versata d'ogni sempre piùsievidente che speranze del mondo. In quasi tutte le nazioni, non solo vi era un grande Dio conosciuto Roma è effettivamente la Babilonia dell'Apocalisse; che il carattere essenziale col nome di Zero o Zer, il "seme", e una grande dea conosciuta come Ashta o Isha, "la del sistema, grandi dio oggetti sua adorazione, le sue feste, le sue attributi dottrine, il donna"; ma ili grande Zerodella è frequentemente caratterizzato da alcuni che suo sacerdozio con i suoi derivano tutti dall'antica Babilonia; e, infine, mettono in evidenza che egli èordini, "l'unico". che il Papa stesso è veramente e appropriatamente il spiegarli, rappresentante lineaaltro diOrbene, qual'è l'origine di tali appellativi? Genesi 3:15 può mentre in nessun rettafarlo. di Baldassarre. Nella guerra che è stata intrapresa contro le pretese domipuò Il nome Zar-ades, o Zero-adus, inoltre illustra appropriatamente le di parole di nio di "Non Roma si sono sufficienti evidenze del suo orgoglioso vanto, e Paolo: dice: 'E ai accumulate semi', come nel caso di molti, ma come nel caso di uno solo: 'E al tuo seme', che èèCristo". cioè che essa la madre e la signora di tutte le chiese - l'unica Chiesa Cattolica, al degno di fuori quale non vi èsistema salvezza. mai potesse esservi scusante E di della nota che il moderno del Se Parsismo, che data dalla qualche riforma della vecper tale modo di trattarla tale scusa durerebbe a lungo. l'adorazione Se la posizione chia adorazione del fuoco al tempo di non Dario Istaspe, rigettando della che dea madre, tolse pure dal nome mantenuta, del suo Zoroastro il nome della "donna";completamente e perciò nello Zend, io ho assunto può essere essa dev'essere spogliata del il linguaggio sacroCristiana; dei Parsi ilpoiché nome del grande è Zaratustra, "II nome di Chiesa se loro fosse stata riformatore la Chiesa di Cristo ad cioè essere Seme Liberatore" cui l'ultimo membro del nome di deriva da Thusht "sciogliere lasciar convocata quellain notte, quando il re-pontefice Babilonia in mezzo alle o migliaandare" e cioè rendere liberi. Thusht è infinito e raggiunto ad esso rappresenta, in Sanla dei suoi principi "loda gli dèi d'oro e d'argento, e di legno e di pietra" (Dan. scrito con il quale lo Zend ha molte affinità, il ben noto segno dell'entrare in azione, pro5:4),come allora lainglese. ChiesaLo diZaratustra Roma dovrebbe portare nomeproprio di Chiesa dil'equivaCristo; prio L’er dello Zend, quindi,il sembra che sia altrimenti no. Questa apparirà senza dubbio ad alcuni una posizione molto estrelente di Foroneo "l'Emancipatore 2 ma; ma è questo ciò che quest'opera si propone di stabilire; e lasciamo che sia il Le parole di Diodoro, stampate nelle edizioni ordinarie, dicono semplicemente circa il lettore a giudicare se io abbiasenza portato sufficienti evidenze perCodex sostenere la numero dei giudici, "più di non quaranta" specificare quanti di più. Nel Coisiamia posizione. nus, è detto che il numero è di "due più di quaranta". Sia Bunsen che Wilkinson sono
d'accordo nell'ammettere che i giudici terreni, che si occupavano della questione del seppellimento dovevano corrispondere, nel numero, a quelli delle regioni infernali. Orbene, questi giudici, come è stato dimostrato dai monumenti, oltre al loro presidente, erano proprio quarantadue. I giudici terreni ai funerali, perciò, dovevano similmente essere quarantadue. Riferendosi a questo numero, che si applica egualmente ai giudici di questo

Le Due Babilonie

194 15

mondo e al mondo degli spiriti. Bunsen parlandoI del giudizio di una persona deceduta, CAPITOLO nel mondo invisibile, usa queste parole nel passo summenzionato riferendosi a: "Quarantadue dèi (il numero che DISTINTIVO componeva il tribunale dei morti) occupano la sede del CARATTERE DEI DUE SISTEMI giudizio". Diodoro stesso sia che scrivesse effettivamente "due più di quaranta" o semplicemente "più di quaranta", ci fornisce una ragione per credere che fosse il Nel dimostrare il carattere babilonico della chiesa papale laquarantadue prima cosa sulla numero che era presente nella sua mente; poiché egli dice che "il complesso della leggenquale desidero attirare l'attenzione del lettore, è il carattere di MISTERO che da delle ombre sotterranee" che Orfeo portò fuori dall'Egitto, fu "copiato dalle cerimonie accomuna quello romano moderno e giudizio quello antico dei funerali entambi egiziani" iasistemi, cui egli aveva assistito nella fase del prima babilonese. del seppelliIl gigantesco sistema di vi corruzione e digiudici idolatria in questo mento del morto. Se, perciò, erano solo morale quarantadue nelledescritto "ombre sotterranee", versetto sotto l'emblema di lettura una donna con di una "COPPA D'ORO NELLA SUA ciò parimenti mostra, qualunque delle parole Diodoro si preferisca, che il numeMANO " (Riv.nel 17:4), conterreno la quale tutti gli abitanti della terra sono stati inebriati ro dei giudici giudizio dev'essere stato lo stesso. 3 "del vino della suache fornicazione" (Riv. in 17:2; 18:3), chiamato Wilkinson ammette individui differenti tempi diversièportarono in divinamente Egitto questo "Mistero, Babilonia la Grande" (Riv. 17:5). Che il Malvagio "Mistero nome odiato. Uno dei nomi più noti con il quale Typho o il fu dell'iniquità" chiamato, era descritto da Paolo nella Tess. 2:7, abbia la sua controparte nella chiesa di Set. Orbene Set e Sem sono 2 sinonimi poiché entrambi significano "II nominato". Poiché Sem era non il figlio piùessere giovane di Noè,da essendo il uomo "fratello di Jafet, l'anziano" (Gen. 10:21), Roma, può negato alcun sincero, che abbia esaminato e poiché gli era destinata divinamente la preminenza,esercitata il nome Sem, "il nominato" era accuratamente il soggetto. Tale fu l'impressione da quel raccontogli nella stato dato secondo il disegno divino, odal dalla nascitadell'evidenza, o successivamente mente delindubbiamente grande Sir Mattew Hale, a prescindere giudizio che contrassegnandolo lo era stato precedentemente Set in qualità di "figlio della prose la descrizione come apostolica fosse stata resa pubblica "qualsiasi dignitario del messa". Sem, comunque, sembra che sia stato conosciuto in Egitto come Typho, non solo regno si sarebbe sentito autorizzato a considerare, sempre che lo avesse trovato, col nome di Set: ma anche col proprio; poiché Wilkinson ci dice che Typho era caratteil vescovo di nome Romache come il capo di quel "MISTERO D'INIQUITÀ ". il nome di Sem, rizzato da un significava "distruggere e desolare". Orbene, Orbene, poiché il sistema qui descritto è egualmente caratterizzato dal pure, in uno dei suoi significati vuol dire "desolare" o render deserto. Così Sem, il nome nomi"MISTERO ", si può fu presumere che entrambi i passaggi si riferiscano allo stesso nato, dai suoi nemici mutato in Sem, il desolatore o distruttore, cioè il Diavolo. 4 sistema. Ma il linguaggio applicato Babilonia Nuovo come Gli studiosi dei Celti fanno derivare alla il nome Ogmio del dalla parola Testamento celtica Ogum, che il lettore non non della rendersi conto, ci Ogum conduce naturalmente alla Babilonia del denoterebbe "ilpuò segreto scrittura"; ma molto probabilmente deriva dal nome mondo antico. Come la donna dell'Apocalisse del dio, piuttosto che il nome del dio derivi da esso. ha nelle sue mani una COPPA, con 5 cui inebria le così accadeva con launo Babilonia dell'antichità. Di quella In relazione a nazioni, questo Ogmio, è degno di nota dei nomi di Sem il grande Èrcole Babilonia, all'apice della sua gloria, il Signore così parlò, nell'annunciare la sua egiziano che sconfisse i giganti: Chon. Nell'opera Etymologicum Magnum, leggiamo: condanna mediante Geremia: "Babilonia nelleChon". mani dell'Eterno una coppa "Essi dicono che nel dialetto egiziano Ercole è era chiamato Si paragoni ciò con Wild'oro, che inebriava tuttadove la terra; han bevuto del suo vino" (Ger. kinson, Vol. 5 pag. 17, Chonleè nazioni chiamato "Sem". Orbene Khon significa "Lamentarsi" inquest'esatta caldeo e poiché Sem era Khon, cioè "Sacerdote" dell'Iddio le 51:7). Perché similitudine di linguaggio riguardo ai due Altissimo, sistemi? La sue caratteristiche e le in qualità di Khon "il lamentatore" costituiconclusione ovvia è circostanze certamentepeculiari che l'una sta all'altra come il tipo all'antitipo. rebbero un'ulteriore per cui egli dovrebbe essere da quel nome col quale Ordunque, come ragione la Babilonia dell'Apocalisse è distinto caratterizzata dal nome di era conosciuto l'Ercole egiziano. E non si dimentichi che da parte di quelli che si sforza"MISTERO", così la grande caratteristica distintiva dell'antico sistema babilonese vano di volgere i peccatori dall'errore delle loro vie, vi è un'eloquenza in lacrime veraerano molto i "MISTERI " caldei, che costituivano parte essenziale queldel sistema. Ea mente impressionante. Le lacrime di Whitefield costituivanodi molto suo potere; questi misteri allude chiaramente lo stesso linguaggio del profeta ebreo, e, similmente, le lacrime di Khon, l'Ercole "che si lamenta" lo avrebbero potentemente naturalmente simbolico, quandoi parla di Babilonia come di una "COPPA D'ORO". aiutato a scoraggiare e a sopraffare giganti. Bere della sua "misteriosa pozione", dice Salvertè, nelle era indispensabile coloro 6 Una delle affermazioni a cui mi riferisco è contenuta seguenti parole per di Mosè di che desideravano essere iniziati a siquei Misteri. Quelledata "misteriose pozioni" Corene nella sua Storia Armena, dove riferisce alla risposta da Semiramide agli erano di composte miele, e farina". Dalla natura degli dice ingredienti amici Areo che di era"vino, stato ucciso daacqua lei in battaglia: "Io ho dato comando, Semiraimpiegati, e dèi dalla natura le di ferite quelli ma certamente usati, non dice, può mide, ai miei di leccare di sconosciuti, Areo e di destarlo dai morti. Gli dèi, essa esservi alcun che fossero di Se natura inebriante; inoltre gli aspiranti leccarono Areo edubbio lo richiamarono alla vita". Semiramide abbia fatto realmente ciò che disse, sarebbe stato un miracolo. Gli effetti magici erano falsi miracoli: e sia Giustino che dovevano sottoporsi al suo potere, fino a che il loro intendimento non fosse Epifanie mostrano finpassioni dagli stessi inizi dell'idolatria avevano luogo miracoli ottenebrato, e le che loro eccitate dalla bevanda drogata, ed essi apparenfossero ti... Orbene, a meno che il miracolo apparente di resuscitare i morti mediante magiadeguatamente preparati per ciò che dovevano vedere o udire. Se le si arti dovesse che fosse già stato conosciuto ai giorni di Semiramide, non e probabile che essa abbia investigare circa l'oggetto e lo scopo di questi antichi "MISTERI" troveremmo che dato una tale risposta a coloro che desiderava propiziarsi; poiché, da una parte, come vi era una sorprendente analogia fra loro e quel "Mistero d'iniquità" avrebbe essa mai potuto pensare di dare tale risposta, e dall'altra, come avrebbe potuto personificato dalla Chiesa Roma. Il una loro obiettivo principale quello attendersi quel risultato, se non di vi fosse stata corrente convinzione nelleera pratiche di d'introdurli segretamente, poco poco, sotto il nello suggello della segretezza e la negromanzia? Noi troviamo che in a Egitto, all'incirca stesso tempo erano praticate sanzione di un giuramento. tempo in furono "Dice istituiti dimostrasecondo che le cose tali arti magiche, se dobbiamo Il dar credito a cui Manetone. Manetone", Giuandarono così. IHorus misteri si possonosifar risalire seppe, "cheproprio egli (l'anziano di caldei cui evidentemente parla come fino di unai regiorni umanodi e

16 193 Rev. Alexander Hislop ribelle", ma "colui che si ribella contro". Non è alcun che Nimrod fosse un Semiramide, che visse pochi secoli dopo il vi diluvio, e dubbio che è conosciuta per avere ribelle e che ribellione fosse celebrata negli depravata antichi miti; il suo (Fig. nome1) in 1tale impresso su la di sua loro l'immagine della sua mente e ma corrotta .

Le Due Babilonie

193 16

città sulla quale aveva regnato ad una sinistra fama fra le nazioni, quale grande sede di idolatria e di prostituzione Donna con coppa SOTTOSEZINE III IL FIGLIO IN GRECIA sacra. Tale regina caldea fu quindi un prototipo appropriato da Babilonia. e rimarchevole della "Donna" con la coppa d'oro 1 Chiunque sa che e l'Odzos Arèos di Omero, o "il ramo di Marte" è la stessa cosa che "il dell'Apocalisse, con sulla fronte il nome "Mistero, Babilonia la Grande, la figlio di Marte". Il superiore geroglifico era evidentemente formato in base allo stesso madre delle meretrici e delle abominazioni della terra". L'emblema apocalittico principio. Che la coppa da sola nelle mani del Bacco giovane intendesse designarlo come della meretrice con laocoppa mani fu pure facilmente incorporato nei simboli da idolatrici il "Cusa più giovane", "Cusanelle ragazzo" possiamo comprenderlo una diderivati dall'antica Babilonia, adottati Grecia: ecco perché la Venere il greca chiarazione di Pausania, dove egliemostra "il in ragazzo Kuathos" come se svolgesse ruoera così rappresentata. E curioso che alErcole. giornoKuathos d'oggi e quandogreco apparve la lo di coppiere, presentando una coppa ad è da il termine che per indica prima la Chiesa Romana ne ha adottato il simbolo come suo sue emblema "coppa"volta, e deriva evidentemente dall'ebraico Cus, "coppa" che, in una delle forme caldee, diviene Khut o Khuath. Orbene, èdel ben giubileo, noto che il Papa nome di Cus siXII ritrovava spesso prediletto. Nel 1825, in occasione Leone coniò una nella forma di portava Cuth e, su tale in la certi la forma greca Cuath. Il medaglia che dinome, un lato suadialetti, effige, diviene e dall'altro quella della Chiesa "giovane quindi non è altro che la forma greca nella di "giovane Cus". sinistra Il lettore una non di RomaKuathos", simboleggiata da una "Donna" che tiene sua mano mancherà notare le macchie croce, e di nella destra una sull'abito COPPA, nella configura. la scritta tutt'intorno "Sedet super 2 I.a ghirlanda d'edera ha evidentemente un simile significato poiché il visse greco universum", "II mondo intero è il suo trono". Orbene, geroglifico, nel periodo in cui "Zeira kissou" un vuol dire sia in "fascia o cerchietto d'edera", che "il seme di Cus". La derivaSemiramide, periodo cui la fede dei patriarchi era ancora viva nella mente zione del greco "Zeira", o fascia circolare, proveniente Zer, circondare, degli uomini, quando cintura Sem era ancora vivente (Fig. 2), dal era caldeo pericoloso suscitare mostra che Zero, "il seme", che si pronunciava anche Zeraa, in alcuni dialetti greci sarebnella mente dei fedeli, che era vessillifera delle verità e della causa di Dio, be divenuto, similmente, Zeira. Kissos, "edera", in greco, contiene l'idea basilare del 2 interesse per tale sistema che fu inaugurato dalla regina babilonese . caldeo Khesna o khisa "coprire o nascondere", da cui deriva, vi è ragione di credere, il
nome Cus, poiché l'edera è in modo caratteristico "Colei che copre o che nasconde". In Noi sappiamo, dalla dichiarazione Giobbe, fra relazione a ciò, si può affermare che la seconda persona della Trinità di fenicia fosseche Chusotribù patriarcali che non avevano che vedere rus che evidentemente è unale contrazione di Chus-zoro, "il seme di nulla Cus". aAbbiamo già visto che la mitologia fenicia con deriva quella Assiria. le da istituzioni di Mosè, ma che aderirono alla fede 3 pura dei patriarchi, l'idolatria in Gcsenio ogni sua forma era Bassareus proviene evidentemente dal caldeo Batzar, a cui sia che Parkhurst considerata crimine, che meritava la sipunizione danno il duplice significato di "radunare inun grappoli" e "fortificare". Batzar trasforma Donna coppamodo da in in Bazzarcon allo stesso cui Nebuchadnctzar è pronunciato Nebuchadnezzar. Nel sommaria su colui che la praticava. "Se contemplando Roma rovescio della il una senso disul "rendere inaccessibile difesa" Gesenio cita"che Geremia 51:53: "Anche se Babisole", dice Giobbe, raggiava, e la luna che lonia dovesse ascendere ai cieli e anche se dovesse rendere (tabatzar) medaglia procedeva lucente nel suo inaccessibile corso; il mio cuore,l'alin tezza della sua forza, da me le verranno li spogliatori, dice il Signore". Qui si fa posato un evisegreto, s'è lasciato sedurre e la mia bocca ha dente riferimento ai due grandi elementi della forza di Babilonia, per primo la sua torre; un bacio sulla mano questoopunito dai poiché avrei di secondariamente, le sue misfatto numerose anche fortificazioni, mura che la giudici, circondavano. fatto rinnegato l'Iddio ch'è di sopra" (Giobbe 31: 26-28). Se questa era la 4 Da Faro, pronunciato anche Farong o Farang, renderestata nudi,nel apostatare, situazione al tempo di Giobbe quanto più "stroncare", seria dev'essere tempo rendere liberi. Tali significati non vengono comunemente attribuiti in quest'ordine, ma quando furono istituiti i misteri. Era quindi necessario, perciò, se doveva sorgere poiché il senso di stroncare spiega tutti gli altri significati, ciò autorizza la conclusione l'idolatria, tale oscura idolatria come quellaè molto che il sistema che stroncarespecialmente è un senso generico della parola. Orbene, "apostasia" prossimo a babilonico conteneva nelèsuo che tutto dovesse essere fatto furtivamente e questo significato, e perciò uno seno, dei più naturali. in 5 segreto. Sebbene introdotta dall'autorità, deve aver prodotto repulsione e, da I.a dea Sabina Feronia ha evidentemente relazione con Foroneo, nella sua veste di Eparte di coloro del genere umano che erano incorrotti, essere stati mancipatore. Si credeva che fosse la "dea della libertà" poiché adevono Terracina gli schiavi compiuti violenti tentativi per abbatterla; e in ogni caso, se essa apparve venivano emancipati nel suo tempio e perché si ricorda che in un'occasione gli uomini improvvisamente in tutta sua ripugnanza, allarmato le coscienze liberi di Roma raccolsero una la somma di denaro allodeve scopoaver di offrirlo nel suo tempio. degli uominicaldeo e raggiunto l'obiettivo proposto. quello di legareLa il Il significato del nome "Feronia" conferma L'obiettivo strettamenteera questa conclusione. genere umano nella cieca assoluta alla agerarchia dipendente divinità che divideva con lei iled tempio e che sottomissione era adorata insieme lei in un boschetto era,

veste non era Nimrod, bensì Merodac, o, fra i romani, Marte, "il ribelle"; o fra gli Oschi d'Italia, Mamerte, "colui che causa ribellione". Che il romano Marte fosse realmente, Quella bellala ma depravata regina di Babilonia non fu solo all'origine, il dio babilonese, è evidente dal nome dato alla dea, che alcune volte veniva un esempio di sfrenata lussuria e licenziosità, ma nei identificata in sua "sorella" e alcune volte in sua "moglie", cioè Bellona, che inmisteri caldeo di cui era (da la Bel principale artefice, eraL'egiziana adorata come Rea, la significa "la lamentatrice di Bel" e Onah, lamentatore). Iside, la sorella "MADRE" degli dei, i cui riti abbiamo atroci lavisto, identificano con e moglie di Osiride, grande viene rappresentata similmente come mentre fa il Venere, lamento su suo fratello Osiride la MADRE di ogni impurità, ed elevò la medesima

come Nino, una divinità adolescente. Era considerata come "Jupiter fanciullo". interamente dai sovrani di Babilonia. Nel compimento di questo schema tutta la 6 conoscenza sacra e profana, fu monopolizzata dal sacerdozio che trattava coloro Nella storia polinesiana i cieli e la terra sono stati "legati insieme con corde" e il i quali erano iniziati "Misteri" voleva, secondo gli interessi "distacco" di tali cordeai sarebbe statoesattamente effettuato dacome miriadi di "libellule" che, con le loro "ali",grande portarono un importante contributo a tale grande Non vi è qui riferimento del sistema di dispotismo spirituale che opera. essi amministravano. Così ai il "potenti" ovunque o agli "alati" di Nimrod?ilI sistema potenti deificati eranoveniva spesso vincolato, rappresentati come popolo, si diffondeva babilonico, mani e serpenti Vedi Wilkinson, vol. 4, pag. 232, dove il diodella Agatodemon è rappresentato piedi, aialati. sacerdoti. I sacerdoti erano i soli depositari conoscenza religiosa; come essi un "serpente alato". un rude popolo la memoria la di tale rappresentazione può solo detenevano laFra pura tradizione mediante quale potevano essere essere naturalmente stata messa in relazione alla "libellula"; in quanto a tutti i potenti o interpretati glidi scritti e i la simboli della religione pubblica; quando e questi potevano alati del tempo Nimrod, vera epoca d'oro del paganesimo, "i non morti divenneessere conosciuti senza una ed assoluta sottomissione loro, modo. che era ro demòni", essi sarebbero stati cieca naturalmente tutti simboleggiati allo astesso Se indispensabile per la salvezza. Adesso facciamo un paragone fra tutto e la qualcuno dovesse stupirsi per tale relazione fra la mitologia di Taiti e quella diciò Babele, primitiva storia del papato, il del suodio spirito e ildella suo modus operandi, e quanto sarà non trascuri il fatto che il nome taitiano guerra era Oro, mentre "Horus (o perfetta la coincidenza! Fu in un periodo di luce patriarcale cheombra ebbe di inizio il Orus)" come Wilkinson chiama il figlio di Osiride, in Egitto, che senza dubbio trasse il suo sistemadei da Babilonia, nella stessa cosa potrebbe voler corrotto sistema "Misteri" appare babilonesi? Fu veste. in unQuindi periodo di luce ancor dire il tagliare "corde" chel'empio legavano cielo alla terra, se non nella l'infrangere i legami del maggiore chele ebbe inizio e il antiscritturale sistema chiesa di Roma. patto mediante il quale Dio legò la terra quando a se stesso quando, il soave profumo Esso ebbe inizio con l'era apostolica, sbocciò la aspirando chiesa primitiva, quando del sacrificio di Noè, egli rinnovò il suogloriosi patto condella lui in Pentecoste, qualità di capo della razza umapotevano vedersi ovunque i frutti quando i martiri na? Questo patto non soltanto era in relazione alla promessa secondo cui la terra non suggellavano la colpita loro testimonianza per universale, la verità con il loro sangue. Ma già sarebbe più stata da un altro diluvio ma conteneva una promessa di allora, quando il Vangelo splendeva così osservato. fulgidamente, lo spirito di Dio rese, benedizione spirituale per coloro che l'avessero L'odorare il soave profumo del mediante Paolo, questa chiara e fede distinta testimonianza: "IL MISTERO sacrificio di Noè aveva relazione con la sua in Cristo. DELL'EMPIETÀ È GIÀ ALL'OPERA" (2 Tess. 2:7). Fu predetto divinamente che Quando, in conseguenza di tale soave profumo "Dio benedisse Noè e i suoi figli" (Gen. quel sistema d'iniquità chealle ebbe inizio sarebbe inspirituali una spaventosa 9:1) ciò si riferiva non soltanto benedizioni temporali sfociato ma a quelle ed eterne. apostasia, che al tempo opportuno sarebbe stata "rivelata" tragicamente e Chiunque, perciò, dei figli di Noè che avesse avuto la fede di Noè e avesse camminato sarebbe fino alla distruzione "mediante il in soffio della bocca del come Noècontinuata camminò, sarebbe stato certo dell'interesse divino un "patto eterno". BeneSignore detti erano e quei annientato legami mediante con l'apparizione i quali Dio della legava sua a se venuta" stesso i figli (2 Tess. degli uomini 2:8). Ma che credevano, i quali i cieli e la nella terra erano così strettamente uniti. Coloro quando fue mediante introdotta dapprincipio chiesa lo fu nascostamente, loche, fu d'altra parte, si unirono all'apostasia di "ogni Nimrod infransero il patto e nel rigettare segretamente e furtivamente, con sorta d'inganno d'iniquità". Si l'autorità sarebbe di Dio in effetti dissero: "Infrangiamo pezzi i suoi legami togliamoci di dosso le sue introdotta "misteriosamente" sotto aattraenti ma false epretese, conducendo gli corde". Vi è una precisa allusione a questo atto dello spezzare le connessioni del pattociò fra uomini lontano dalla semplicità della verità insegnata da Gesù. E tutto il cielo e la terra, sebbene adombrata, nella storia babilonese di Beroso. Ivi, Belus, cioè avvenne in segreto per la le stessa ragione per cui furono introdotti Nimrod, dopo aver dissipato tenebre primordiali, separò i cieli e la terra segretamente gli uni dall'algli Misteri di Babilonia; non era ne saggio ne altrimenti. tra. antichi Queste parole intendevano rappresentare Belus come "ilprudente formatoreagire del mondo". Ma Lo zelo della veradiChiesa, sebbene di forma; poterepoiché civile, insorto, allora si tratterebbe un nuovo mondo privo che egli visarebbe erano creature in per esiporre falso sistema e tutti i suoi sostenitori bando dal Cristianesimo, se esso stenza il prima del potere demiurgico che egli aveva al esercitato. Il nuovo mondo formato da fosse apparso apertamente in tutta la sua oscenità e ciò ne avrebbe arrestato il Belus o Nimrod, era solo un nuovo ordine di cose che egli introdusse quando non tenendo conto degli avvertimenti divini, siin ribellò contro Cielo. ribellione dei giganti è progresso. Per ciò fu introdotto segreto, e il poco a La poco fu introdotta una rappresenta principalmente come una ribellione contro il Cielo. Vi èeuna chiara allusione corruzione dopo l'altra, man mano che procedeva l'apostasia la Chiesa che già a quest'antica contesa tra i potentati babilonesifino e il Cielo nelle parole di Daniele a Naburegrediva divenne pronta a tollerarla, a che non raggiunse 1'enorme codonosor, quando gli annunciò la sua umiliazione e la sua successiva restaurazione dimensione che conosciamo, quando in ogni suo particolare il sistema del (Daniele 4:26). Egli dice. "Il tuo regno ti sarà sicuro dopo che avrai conosciuto che i cieli papato è agli antipodi del sistema della chiesa primitiva. Della graduale dominano".

introduzione di tutto ciò che adesso sono le principali caratteristiche di Roma, mediante l'operazione del "Mistero d'iniquità", abbiamo molte impressionanti SOTTOSEZIONE IV: LA MORTE DEL FIGLIO evidenze, preservate perfino Roma astessa, nelle iscrizioni copiate dalle ' Ovidio rappresenta Orione gonfioda d'orgoglio causa della sua grande forza, un vanaglocatacombe romane. Queste catacombe sono grandi scavi sotterranei nei dintorni rioso con cui nessuna creatura sulla terra avrebbe potuto competere; di conseguenza apdi Roma, in cui i cristiani, tempi persecuzioni, i dello primi tre secoli, parve uno scorpione e, dice il ai poeta, "fudelle aggiunto alle stelle".durante 11 nome scorpione in celebravano la ma loro adorazione, e inoltre vi seppellivano loro morti. Su alcune caldeo è Akrab; Akrab, così scisso, significa " Il GRANDE iOPPRESSORE". Questo delle è il significato pietre tombali occulto si dello sono scorpione trovate rappresentato delle iscrizioni nello che Zodiaco. sono 'l'ale direttamente segno tipifica in colui che stroncò babilonese e soppresse il sistema da lui edificato. Fu mentre il disarmonia con il i dio ben noti principi e pratiche di Roma. Facciamo solo un sole si trovava nelloa scorpione che Osiride maggiormente "scomparve" inil Egitto e, distintivo sulla sua esempio: Che cosa, tutt'oggi, rappresenta marchio "scomparsa" fatti molti lamenti. del papato furono più del celibato del clero? Tuttavia da queste iscrizioni abbiamo molte decisive evidenze, che anche a Roma, vi era un tempo in cui non era

192 17 Rev. Alexander Hislop ribelle", ma "colui che si ribella contro". Non è alcun che Nimrod fosse un Semiramide, che visse pochi secoli dopo il vi diluvio, e dubbio che è conosciuta per avere ribelle e che ribellione fosse celebrata negli antichi miti; il suo (Fig. nome 1) in 1tale impresso su la di sua loro l'immagine della sua mente depravata e ma corrotta .

Le Due Babilonie

192 17

veste non era Nimrod, bensì Merodac, o, fra i romani, Marte, "il ribelle"; o fra gli Oschi d'Italia, Mamerte, "colui che causa ribellione". Che il romano Marte fosse realmente, Quella bellala ma depravata regina di Babilonia non fu solo all'origine, il dio babilonese, è evidente dal nome dato alla dea, che alcune volte veniva un esempio di sfrenata lussuria e licenziosità, ma nei identificata in sua "sorella" e alcune volte in sua "moglie", cioè Bellona, che inmisteri caldeo di cui era(da la Bel principale artefice, eraL'egiziana adorata come Rea, la significa "la lamentatrice di Bel" e Onah, lamentatore). Iside, la sorella "MADRE" degli dei, i cui riti abbiamo atroci lavisto, identificano con e moglie di Osiride, grande viene rappresentata similmente come mentre fa il Venere, lamento su suo fratello Osiride la MADRE di ogni impurità, ed elevò la medesima

città sulla quale aveva regnato ad una sinistra fama fra le quale grande sede di idolatria e di prostituzione Donna con coppa nazioni, IN S OTTOSEZINE III IL FIGLIO sacra. Tale GRECIA regina caldea fu quindi un prototipo appropriato da Babilonia. e rimarchevole della "Donna" con la coppa d'oro 1 Chiunque sa che e l'Odzos Arèosfronte di Omero, o "il ramo di Marte" è la stessa cosa che "il dell'Apocalisse, con sulla il nome "Mistero, Babilonia la Grande, la figlio di Marte". Il superiore geroglifico era evidentemente formato in base allo stesso madre delle meretrici e delle abominazioni della terra". L'emblema apocalittico principio. Che la coppa da sola nelle mani del Bacco giovane intendesse designarlo come della meretrice con laocoppa mani fu pure facilmente incorporato nei simboli da idolatrici il "Cusa più giovane", "Cusanelle ragazzo" possiamo comprenderlo una diderivati dall'antica Babilonia, adottati Grecia: ecco perché la Venere il greca chiarazione di Pausania, dove egliemostra "il in ragazzo Kuathos" come se svolgesse ruoera così rappresentata. E curioso che alErcole. giornoKuathos d'oggi e quandogreco apparve la lo di coppiere, presentando una coppa ad è da il termine che per indica prima volta, la Chiesa Romana ne ha adottato il simbolo come suo sue emblema "coppa" e deriva evidentemente dall'ebraico Cus, "coppa" che, in una delle forme caldee, diviene Khut o Khuath. Orbene, è del ben noto che il Papa nome di Cus siXII ritrovava spesso prediletto. Nel 1825, in occasione giubileo, Leone coniò una nella forma di portava Cuth e, su tale in la certi la forma greca Cuath. Il medaglia che dinome, un lato suadialetti, effige, diviene e dall'altro quella della Chiesa "giovane quindi non è altro che la forma greca di "giovane Cus". sinistra Il lettore una non di RomaKuathos", simboleggiata da una "Donna" che tiene nella sua mano mancherà notaredestra le macchie croce, e di nella unasull'abito COPPA, nella configura. la scritta tutt'intorno "Sedet super 2 I.a ghirlanda d'edera ha evidentemente un simile significato poiché il visse greco universum", "II mondo intero è il suo trono". Orbene, geroglifico, nel periodo in cui "Zeira kissou" un vuol dire sia in "fascia o cerchietto d'edera", che "il seme di Cus". La derivaSemiramide, periodo cui la fede dei patriarchi era ancora viva nella mente zione greco "Zeira", o fascia circolare, proveniente Zer, circondare, degli del uomini, quando cintura Sem era ancora vivente (Fig. 2), dal eracaldeo pericoloso suscitare mostra che Zero, "il seme", che si pronunciava anche Zeraa, in alcuni dialetti greci sarebnella mente dei fedeli, che era vessillifera delle verità e della causa di Dio, be divenuto, similmente, Zeira. Kissos, "edera", in greco, contiene l'idea basilare del 2 interesse per tale sistema che fu inaugurato dalla regina babilonese . caldeo Khesna o khisa "coprire o nascondere", da cui deriva, vi è ragione di credere, il

nome Cus, poiché l'edera è in modo caratteristico "Colei che copre o che nasconde". In Noi sappiamo, dalla dichiarazione Giobbe, fra relazione a ciò, si può affermare che la seconda persona della Trinità di fenicia fosse che Chusotribù patriarcali che non avevano che vedere rus che evidentemente è unale contrazione di Chus-zoro, "il seme di nulla Cus". a Abbiamo già visto che la mitologia fenicia con deriva quella Assiria. le da istituzioni di Mosè, ma che aderirono alla fede 3 pura dei patriarchi, l'idolatria in Gcsenio ogni sua forma era Bassareus proviene evidentemente dal caldeo Batzar, a cui sia che Parkhurst considerata crimine, che meritava la sipunizione danno il duplice significato di "radunare inun grappoli" e "fortificare". Batzar trasforma Donna coppamodo da in in Bazzarcon allo stesso cui Nebuchadnctzar è pronunciato Nebuchadnezzar. Nel sommaria su colui che la praticava. "Se contemplando Romadisul rovescio della il una senso "rendere inaccessibile difesa" Gesenio cita"che Geremia 51:53: "Anche se Babisole", dice Giobbe, raggiava, e la luna che lonia dovesse ascendere ai cieli e anche se dovesse rendere (tabatzar) medaglia procedeva lucente nel suo inaccessibile corso; il mio cuore,l'alin tezza della sua forza, da me le verranno li spogliatori, dice il Signore". Qui si fa posato un evisegreto, s'è lasciato sedurre e la mia bocca ha dente riferimento ai due grandi elementi della forza di Babilonia, per primo la sua torre; un bacio sulla mano misfatto anche questoo punito dai poiché avrei di secondariamente, le sue numerose fortificazioni, mura che la giudici, circondavano. fatto rinnegato l'Iddio ch'è di sopra" (Giobbe 31: 26-28). Se questa era la 4 Da Faro, pronunciato anche Farong o Farang, renderestata nudi,nel apostatare, situazione al tempo di Giobbe quanto più "stroncare", seria dev'essere tempo rendere liberi. Tali significati non vengono comunemente attribuiti in quest'ordine, ma quando furono istituiti i misteri. Era quindi necessario, perciò, se doveva sorgere poiché il senso di stroncare spiega tutti gli altri significati, ciò autorizza la conclusione l'idolatria, tale oscura idolatria come quellaè molto che il sistema che stroncarespecialmente è un senso generico della parola. Orbene, "apostasia" prossimo a babilonico conteneva nelèsuo che tutto dovesse essere fatto furtivamente e questo significato, e perciò uno seno, dei più naturali. 5 inI.a segreto. Sebbene introdotta dall'autorità, devecon aver prodotto repulsione dea Sabina Feronia ha evidentemente relazione Foroneo, nella sua veste e, di da Eparte di coloro del genere umano che erano incorrotti, essere stati mancipatore. Si credeva che fosse la "dea della libertà" poiché adevono Terracina gli schiavi compiuti emancipati violenti tentativi per abbatterla; e in ogni caso, se essagli apparve venivano nel suo tempio e perché si ricorda che in un'occasione uomini improvvisamente in tutta sua ripugnanza, allarmato le coscienze liberi di Roma raccolsero una la somma di denaro allo deve scopoaver di offrirlo nel suo tempio. degli uominicaldeo e raggiunto l'obiettivo proposto. quello di legareLa il Il significato del nome "Feronia" conferma L'obiettivo strettamenteera questa conclusione. genere che umano nella cieca assoluta alla agerarchia dipendente divinità divideva con lei iled tempio e che sottomissione era adorata insieme lei in un boschetto era,

come Nino, una divinità adolescente. Era considerata come "Jupiter fanciullo". interamente dai sovrani di Babilonia. Nel compimento di questo schema tutta la 6 conoscenza sacra e profana, fu monopolizzata dal sacerdozio che trattava coloro Nella storia polinesiana i cieli e la terra sono stati "legati insieme con corde" e il i quali erano iniziati "Misteri" voleva, secondo gli interessi "distacco" di tali cordeai sarebbe statoesattamente effettuato da come miriadi di "libellule" che, con le loro "ali", portarono un importante contributo a tale grande Non vi è qui riferimento del grande sistema di dispotismo spirituale che opera. essi amministravano. Così ai il "potenti" o agli "alati" di Nimrod?ilI sistema potenti deificati eranoveniva spesso vincolato, rappresentati come popolo, ovunque si diffondeva babilonico, mani e serpenti Vedi Wilkinson, vol. 4, pag. 232, dove il diodella Agatodemon è rappresentato piedi, aialati. sacerdoti. I sacerdoti erano i soli depositari conoscenza religiosa; come un "serpente alato". Fra un rude popolo la memoria la di tale rappresentazione può solo essi detenevano la pura tradizione mediante quale potevano essere essere naturalmente stata messa in relazione alla "libellula"; in quanto a tutti i potenti o interpretati glidi scritti e i la simboli della religione pubblica; quando e questi potevano alati del tempo Nimrod, vera epoca d'oro del paganesimo, "i non morti divenneessere conosciuti senza una ed assoluta sottomissione loro,modo. che era ro demòni", essi sarebbero stati cieca naturalmente tutti simboleggiati allo astesso Se indispensabile per la salvezza. Adesso facciamo un paragone fra tutto e la qualcuno dovesse stupirsi per tale relazione fra la mitologia di Taiti e quella diciò Babele, primitiva storia del papato, il del suodio spirito e ildella suo modus operandi, e quanto sarà non trascuri il fatto che il nome taitiano guerra era Oro, mentre "Horus (o perfetta la coincidenza! Fu in un periodo di luce patriarcale che ebbe di inizio il Orus)" come Wilkinson chiama il figlio di Osiride, in Egitto, che senza ombra dubbio trasse il suo sistemadei da Babilonia, nella stessa cosa potrebbe voler corrotto sistema "Misteri" appare babilonesi? Fu veste. in unQuindi periodo di luce ancor dire il tagliare "corde" chel'empio legavano cielo alla terra, se non nella l'infrangere i legami del maggiore chele ebbe inizio e il antiscritturale sistema chiesa di Roma. patto il quale Dio legò la terra a se stesso quando, il soave profumo Esso mediante ebbe inizio con l'era apostolica, quando sbocciò la aspirando chiesa primitiva, quando del sacrificio di Noè, egli rinnovò il suogloriosi patto condella lui in Pentecoste, qualità di capo della razza umapotevano vedersi ovunque i frutti quando i martiri na? Questo patto non soltanto era in relazione alla promessa secondo cui la terra non suggellavano la colpita loro testimonianza per universale, la verità con il loro sangue. Ma già sarebbe più stata da un altro diluvio ma conteneva una promessa di allora, quando il Vangelo splendeva così osservato. fulgidamente, lo spirito di Dio rese, benedizione spirituale per coloro che l'avessero L'odorare il soave profumo del mediantedi Noè Paolo, questa chiara e fede distinta testimonianza: "IL MISTERO sacrificio aveva relazione con la sua in Cristo. DELL'EMPIETÀ È GIÀ ALL'OPERA" (2 Tess. 2:7). Fu predetto divinamente che Quando, in conseguenza di tale soave profumo "Dio benedisse Noè e i suoi figli" (Gen. quelciò sistema d'iniquità chealle ebbe inizio sarebbe inspirituali una spaventosa 9:1) si riferiva non soltanto benedizioni temporali sfociato ma a quelle ed eterne. apostasia, che al tempo opportuno sarebbe stata "rivelata" tragicamente e Chiunque, perciò, dei figli di Noè che avesse avuto la fede di Noè e avesse camminato sarebbe fino alla distruzione "mediante ilinsoffio della bocca del come Noècontinuata camminò, sarebbe stato certo dell'interesse divino un "patto eterno". Benedetti Signore erano e quei annientato legami mediante con l'apparizione i quali Dio legava della sua a se venuta" stesso i figli (2 Tess. degli uomini 2:8). Ma che credevano, i quali i cieli e la nella terra erano così strettamente uniti. Coloro quando fue mediante introdotta dapprincipio chiesa lo fu nascostamente, loche, fu d'altra parte, si unirono all'apostasia di "ogni Nimrod infransero il patto e nel rigettare segretamente e furtivamente, con sorta d'inganno d'iniquità". Si l'autorità sarebbe di Dio in effetti dissero: "Infrangiamo pezzi i suoi legami togliamoci di dosso le sue introdotta "misteriosamente" sottoa attraenti ma false epretese, conducendo gli corde". Vi è una precisa allusione a questo atto dello spezzare le connessioni del patto ciò fra uomini lontano dalla semplicità della verità insegnata da Gesù. E tutto il cielo e la terra, sebbene adombrata, nella storia babilonese di Beroso. Ivi, Belus, cioè avvennedopo in segreto per la le stessa ragione per cui furono introdotti Nimrod, aver dissipato tenebre primordiali, separò i cieli e la terra segretamente gli uni dall'algli antichi Misteri di Babilonia; non era ne saggio ne altrimenti. tra. Queste parole intendevano rappresentare Belus come "ilprudente formatoreagire del mondo". Ma Lo zelo della veradiChiesa, sebbene diforma; poterepoiché civile, insorto, per allora si tratterebbe un nuovo mondo privo che egli visarebbe erano creature in esiporre il falso sistema e tutti i suoi sostenitori bando dal Cristianesimo, se esso stenza prima del potere demiurgico che egli aveva al esercitato. Il nuovo mondo formato da fosse o apparso in tutta la sua oscenità e ciò ne avrebbe arrestato il Belus Nimrod,apertamente era solo un nuovo ordine di cose che egli introdusse quando non tenendo conto degli avvertimenti divini, si in ribellò contro Cielo. ribellione dei giganti è progresso. Per ciò fu introdotto segreto, e il poco a La poco fu introdotta una rappresenta come una ribellione contro il Cielo. Vi èeuna chiara allusione corruzione principalmente dopo l'altra, man mano che procedeva l'apostasia la Chiesa che già a quest'antica contesa tra i potentati babilonesifino e il Cielo nelle parole di Daniele a Naburegrediva divenne pronta a tollerarla, a che non raggiunse 1'enorme codonosor, quando gli annunciò la sua umiliazione e la sua successiva restaurazione dimensione che conosciamo, quando in ogni suo particolare il sistema del (Daniele 4:26). Egli dice. "Il tuo regno ti sarà sicuro dopo che avrai conosciuto che i cieli papato è agli antipodi del sistema della chiesa primitiva. Della graduale dominano".

introduzione di tutto ciò che adesso sono le principali caratteristiche di Roma, abbiamo molte impressionanti preservate perfino Roma astessa, nelle copiate dalle 'evidenze, Ovidio rappresenta Orione gonfioda d'orgoglio causa della suaiscrizioni grande forza, un vanaglocatacombe romane. Queste catacombe sono grandi scavi sotterranei nei dintorni rioso con cui nessuna creatura sulla terra avrebbe potuto competere; di conseguenza apdi Roma, in cui i cristiani, tempi persecuzioni, primi tre secoli, parve uno scorpione e, dice il ai poeta, "fudelle aggiunto alle stelle".durante 11 nomei dello scorpione in celebravano la ma loro adorazione, e inoltre vi seppellivano loro morti. Su alcune caldeo è Akrab; Akrab, così scisso, significa " Il GRANDE iOPPRESSORE". Questo è delle il significato pietre tombali occulto si dello sono scorpione trovate rappresentato delle iscrizioni nello che Zodiaco. sono 'l'ale direttamente segno tipifica in colui che stroncò babilonese e soppresse il sistema da lui edificato. Fu mentre il disarmonia con il i dio ben noti principi e pratiche di Roma. Facciamo solo un sole si trovava nelloa scorpione che Osiride maggiormente "scomparve" inil Egitto e, distintivo sulla sua esempio: Che cosa, tutt'oggi, rappresenta marchio "scomparsa" fatti molti lamenti. del papato furono più del celibato del clero? Tuttavia da queste iscrizioni abbiamo molte decisive evidenze, che anche a Roma, vi era un tempo in cui non era mediante l'operazione del "Mistero d'iniquità", SOTTOSEZIONE IV: LA MORTE DEL FIGLIO

18 191 Rev. Alexander Hislop nella chiesa di Roma ciò che sono chiamati i Canti Gregoriani, li aveva attinti dai conosciuto alcun sistema adesso di celibato clericale. Ne è testimone quanto segue, misteri caldei, che diverse: da lungo tempo allignavano a Roma; difatti il sacerdote cattolico rotrovato su tombe mano, Eustachio, ammette che questi canti in prevalenza composti di "melodie 1. "A Basilio, il presbitero, e Felicita, sua erano moglie". della Lidia e della Frigia", in tempi successivi sedi principali di quei luogo miste2. "Petronia, moglie di che un furono sacerdote, esempio di le modestia. In questo ri, dei quali i misteri egiziani erano solo una diramazione. Si trattava di melodie sacre, la lasciai le mie ossa. Asciugate le vostre lacrime, cari marito e figlia, e sappiate musica del grande dio, e nell'introdurle Gregorio introdusse la musica di Kamut. E così che è proibito per chi viveche in Dio". Una preghiera qui e "il lì per i morti stando a tutte le piangere apparenze, è accaduto il nome di Osiride o Kamut, marito della diceva: Dio rinfrancare tuo come spirito" mostrando che anche allora il madre", è"Possa usato quotidianamente fra il di noi nome della scala musicale; poiché cos'è Mistero d'iniquità aveva cominciato ad operare; ma le iscrizioni come quelle su la melodia di Osiride, consistente di "sette vocali" formanti un inno, se non il Gamut? 4 riportate mostrano egualmente che era stata èun'operazione lenta e attenta,Assur, poiché Vedi il lessico caldeo dove il verbo "Asher" tradotto "firmavit roboravit". il nel periodo a cui conseguentemente esse si riferiscono, la chiesa romana non aveva raggiunto la participio passivo, è "firmatus roboratus". Anche in ebraico questo pretesa di adesso, secondo cui è come assolutamente proibitodal sposarsi ai suoi senso sembra essere inerente nel verbo, si può comprendere nome te-ashur, il sacerdoti. Ingannevolmente gradualmente Roma lestabilità fondamenta del suo nome del larice (Isaia 60:13) ilecui legno è notevole pergettò la sua e compattezza. Anche nelsacerdotale, senso dell'ebraico il significato è sostanzialmente lo stesso; dato che sistema su comune, cui successivamente furono edificate così vaste Ashur significa Fin "prosperare", o "rendere prospero", Ashur, al participio passivo deve sovrastrutture. dal principio il "Mistero" fu impresso sul suo sistema. significare o "reso prospero". Ma questa"prosperato", caratteristica di "Mistero" le è rimasta attaccata per tutta la sua storia. 5 Nin-neveh, "l'abitazione Nino". successo nell'oscurare la luce del Vangelo, Quando cominciò ad diavere 6 oscurando la pienezza e la Ermes libertà della grazia di Dio, e"Her" attirando lecaldeo animeèdegli La composizione del nome proviene innanzitutto da che in sinonimo di dai Cam o Kem, "colui che è arso". Poiché "Her", inoltre, come Cam, significa uomini diretti e immediati insegnamenti dell'Unico Grande Profeta e Sommo "Ardente" o fu bruciante, questo nome fornisce basi per identificare Cam con il sole e Sacerdote, attribuito al clero un oscurole potere, che diede loro "dominio sulla così deificare il grande patriarca, condirettamente il cui nome fu successivamente chiamato (2 l'Egitto, fede" del popolo - un dominio ripudiato dagli apostoli Cor. in relazione al sole. Kem odella Cam confessione, sotto il suo stesso nome fu apertamente adorato in epo1:24), ma che, parlando divenne infine il potere più assoluto e che successive paese di Cam; ma ciòbabilonesi dapprincipio statoerano troppo ardito.agli Ma completo mai nel posseduto dai sacerdoti su sarebbe coloro che iniziati comunque mediante il sinonimo "Her" fu preparata la via per ciò. Her è il nome di Horus, antichi misteri. Il potere clericale del sacerdozio romano culminò con dal l'erezione che viene identificato col sole, il che mostra che la reale etimologia proviene verbo a del confessionale. Il confessionale in se stesso "Mes" fu preso a prestito da Babilonia. cui ho fatto riferimento. Quindi, secondariamente, proviene da Meseh o, senza La confessione ai seguaciMesh di Roma è del tutto dalla confessione l'ultimo radicale, richiesta che può omettersi. "trarre fuori". Indiversa egiziano, abbiamo Ms nel prescritta nella parola dievidentemente Dio. Ciò che dicono Scritture sulla confessione è senso di "tra fuori" che è una forma le differente della stessa parola. Nel senso passivo, inoltre, troviamo impiegato Ms. Il significato basilare di Mesheh nel lessi"confessate dunque i falli gli uni agli altri" (Giac. 5:1), il che vuoi dire che co di Stockii è, in latino,"Extraxit", e la nostra italiana "estrazione" applicata alla anche i sacerdoti dovrebbero confessarsi alparola popolo come il popolo ai sacerdoti, nascita o alla discendenza, che vi è una connessione il significato generico di se dovessero peccare glimostra uni contro gli altri. Questo fra non avrebbe mai potuto questa parola e la per nascita. Questa derivazione sarà utile spirituale per spiegare significato dei essere sfruttato alcuno scopo di dispotismo e ilperciò Roma, nomi dei re egiziani Ramesse Totmes. primo significa evidentemente "figlio di o abbandonando la parola dieDio, ha Il fatto ricorso al sistema babilonico. In Ra" quel del sole; poiché Ramesse è "Elion pais"; il secondo, in maniera simile, vuoi dire "Figlio sistema, confessione segreta al sacerdote, una procedura stabilita, cioè era di Toth". la Per la stessa ragione Her-mes vuoi diresecondo "Figlio di Her, o Cam", l'ardente, richiesta da tutti coloro che desideravano essere ammessi ai "Misteri"; e fino a Cus. che tale confessione non fosse stata fatta, non poteva aver luogo nessuna 7 Mentre i nomi Bel ed Efaistos hanno l'origine summenzionata, essi non erano nomi iniziazione completa. Salvertè si riferisce questaguerrieri confessione che da veniva inadatti anche, se pur in senso diverso, per gli dèiaegiziani discendenti Cus, osservata in Grecia, che possono chiaramente farsi risaliredella ad linea origini da cui Babilonia ottennein la riti sua gloria fra le nazioni. I deificati re guerrieri di babilonesi: "Tutti i loro Greci da Delti alle confusione Termopili, erano del Cus si vantavano del potere di recare fra i loroiniziati nemici, ai di Misteri disperdere i tempio di Delfi. Il loro silenzio riguardo a qualsiasi cosa fosse loro comandato loro eserciti e di "ridurre a pezzi la terrà" mediante la loro irresistibile potenza. Vi è un'allusione a ciò, indubbiamente, come pure atti del primitivo Bel nelle denunce di tenere segreta era garantito sia dal gli timore delle pene inflitte a ispirate chi faceva una di Geremia su Babilonia. e Anche senso fisico di questi nomi era incorporato nel bastone rivelazione spergiura, dalla ilconfessione generale pretesa dagli aspiranti dopo provveduto al greco - lo stessoche bastone di Giano - quando, caratteristiche l'iniziazione, una Ercole confessione causava loro un con grande timore del di tutto differenti da originale Parla fu considerato come il grande riformatore indiscrezione da quelle parte dell'Erede del sacerdote". inoltre della confessione anche del mondo, mediante la sua sola forza fisica. Quando rappresentato GianoNel bifronte Potter, nelle sue "Antichità greche", sebbene sia viene grandemente ignorata. suo con il bastone, tale duplice raffigurazione probabilmente intende raffigurare il vecchio racconto sui misteri eleusini, dopo aver descritto le cerimonie preliminari e Cus e il giovane Nimrod, fusi insieme. Ma la raffigurazione duplice con altri attributi le si istruzioni precedenti l'ammissione dei candidati all'iniziazione all'immediata riferiva ad un altro "Padre degli dèi" di cui parleremo dopo, che aveva specialmente a che presenza della divinità, egli così continua: "Quindi il sacerdote che li iniziava fare con l'acqua. 8 chiamato Ierofante, certe domande, per schiere" esempioe a sevolte fossero Nella nostra versione,proponeva Ala-mahozin è tradotto a voltequali "dio delle "dei digiuni, ecc., a cui essi davano risposte in forma prefissata". Gli protettori". Quest'ultima interpretazione è insostenibile, poiché Ala è al eccetera singolare. non Ma devono stupire il è casuale lettore; si Mahozin, tratta invero di un eccetera significativo nemmeno la prima plausibile; poiché o Mauzzim, non significa "schiere" e o

Le Due Babilonie

191 18

"eserciti" ma cioè fortificazioni. suo lessico, ci da la definiziocontiene un "munizioni", gran significato. Siete liberi Stockius, da ogni nel violazione della castità? —e ne disemplicemente Mahoz al singolare, robur,di arx, locus munitus, a riprova della definizione, i senon nel senso impurità morale, ema quel fittizio senso di castità guenti - Giudici 6:26, "E costruisci unSiete altareliberi all'Eterno al colpa tuo Dio, in cima a queche il esempi: paganesimo ha sempre prediletto. dalla dell' omicidio? sta roccia" in margine di "luogo fortificato"); Daniele 11:19, "poi il re ammesso si dirigerà — poiché (Mahoz, nessun colpevole omicidio, ancheeaccidentale può essere verso le fortezze del proprio paese (Mahoz). fino a che non sia purificato dal sangue e vi erano certi sacerdoti chiamati Koes, 9 Nella mitologiale greca, Cronos e Rea comunemente fratellola e sorella. e Semiche "udivano confessioni" in sono tali casi e toglievano colpa Nino del sangue. ramide, secondo storia, non vengono menzionati come se fra vi fosse una L'intimità dellela domande nel confessionale pagano è loro menzionata in relaziomodo ne di qualsiasi tipo; ma ciò non costituisce un ostacolo circa la reale identità di Cronos e evidente in certi poemi licenziosi di Properzio, Tibullo e Giovenale. Wilkinson, di Nino: poiché, primo, le relazioni fra divinità, in molti paesi, sono particolarmente in nel suo Osiride, capitoloin su "Digiuni e penitenze semplici" eglicome dice, "erano conflitto: Egitto, è rappresentato, in tempi diversi, che, non solo il figlio e strettamente osservati", "in relazione ae certe regole e periodi fissati", cita diverse marito di Iside, ma anche come suo padre fratello; quindi, secondariamente qualunque fonti classiche deificati che mostrano chiaramente dove il Papismo traesse launa sorta di cosa immortali potessero essere statida prima della loro deificazione, volta domande che hanno attribuito quel carattere di oscurità al suo confessionale, deificati, essi si vengono a trovare con relazioni di parentela del tutto nuove. Per l'apoteosi di marito e moglie, fu necessario per laben dignità di entrambi similmente com'è chiaramente mostrato dalle note pagine che di fossero Peter Drus. La rappresentati come se avessero stessa origine celestiale, come in giustificazione addotta per la la confessione auricolare era che se le entrambi solennitàfossero a cui gli modo soprannaturale figliammessi di Dio. Prima del diluvio, il grande aveva ridotto iniziati sarebbero stati erano così elevate, così peccato celesti,che così sante che in rovina la razza umana chesulla i "figli di Dio" sposarono altre oltre lepeccati, figlie di poteva Dio, in nessun uomo con delleera, colpe coscienza, non purificato dai altre parole, coloro che non erano in senso spirituale loro "sorelle" (Gen. 6:2,3). Nel nuoesservi ammesso in tali condizioni. Per la salvezza di coloro che dovevano vo mondo, mentre ancora prevaleva l'influenza di Noè, dev'essere stata fortemente inculessere iniziati, era ritenuto indispensabile che il chiunque sacerdote officiante cata la pratica opposta; per un "figlio di Dio" sposare non fosse una dovesse figlia di indagare loro nella coscienza per timore che giungesse, senza lae una debita Dio, o sua la "sorella" fede, dev'essere stato un matrimonio incompatibile dipurificazione peccati contratti, l'ira degli dèi contro i profani. Questa era la sgrazia. Perciò,dai dalla perversione di un'idea spirituale, provenne, indubbiamente, la nomotivazione; ma equando veniamo a linea conoscenza natura essenzialmente zione della dignità della purezza di una reale che della dev'essere preservata attraverso il matrimonio di reali e sorelle. Questo accadeva in Perù, in India e in Egitto. empia, sia degli dèifratelli che dei loro adoratori, chi non si rende conto che non Da si qui la relazione fra Jupiter Giunone la quale si vantava di essere et coniux" trattava altro che di unae scusa; che lo scopo principale nel "soror richiedere che i sorella e moglie - di suo marito. Da qui la relazione fra Iside e di suotutte marito che è candidati all'iniziazione si confessassero ai sacerdoti leOsiride, loro colpe raffigurata come "se facesse pianto suo fratello Osiride". Perdi la tenerli stessa ragione, senza segrete e delle mancanze e dei su peccati, era solo quello del tutto in dubbio, Rea fu dichiarata sorella di suo marito Cronos, per mostrare la di lui dignità ed potere di coloro ai quali venivano confidati i più riposti sentimenti delle loro eguaglianza. anime e i loro segreti più importanti? Adesso, esattamente nello stesso modo e 10 II gli nome tradotto toroRoma o governante, è inilebraico senza punti vocalici, che in che calper stessi scopi, ha eretto confessionale. Invece di Shur, richiedere deo diventa Tur. Da Tur, nel senso di toro, deriva il latino Taurus e dalla stessa parola nel sacerdoti e popolo,Turannus, come dicono Scritture "confessino i loro falli gli uni agli senso di governante, che inle origine non aveva alcun significato cattivo. Così in altri" sono dei offese reciproche, comanda, sotto comminatoria di queste quando ben notevi parole classici, troviamo essa l'evidenza del procedimento dello stesso perdizione, confessare alresacerdote se essi hanno trasgredito o no dell'uomocontro di principio che di portò i deificati assiri ad essere rappresentati sotto la forma lui, toro.mentre il sacerdote non ha alcun obbligo di confessarsi con il popolo. Senza 11 tale nella idioma chiesa orientale, di Roma, non puòmolti esservi ammissione ai Ciòconfessione, secondo un peculiare di cui vi sono esempi. Così Baal-aph, sacramenti, più di quanto ai giorni del paganesimo potesse esservi ammissione "Signore dell'ira", significa "uomo adirato"; Baal-lashon, "Signore della lingua", "uomo senza la confessione, ai "Signore benefici della dei Misteri. Oggi, questa confessione, è fatta da eloquente"; Baal-hatzim, freccia", "arcieri"; e, similmente, Baal-aberin, "signore delle ali", significa "alato". ciascun individuo, in segreto e in solitudine al sacerdote investito del potere di esaminare le coscienze, per giudicare la vita, assolvere o condannare secondo la SOTTOSEZIONE II IL FIGLIO IN EGITTO 12 sua arbitraria volontà e piacimento. Questogli è il grandeecardine cui viene fatto Aristofane dice che Eros o Cupido produsse "uccelli" gli "dèi"su "mescolando ogni ruotare l'intero "Mistero d'iniquità" che è incorporato nel papato; dovunque si cosa". Ciò evidentemente si riferisce al significato del nome Bel, che aevolte significa è sottoposti ad esso, essoche serve ammirevolmente allo scopo di vincolare gli "colui che mischia" e "colui confonde". Tale nome appartiene appropriatamente al uomini tale abbietta soggezione al sacerdozio. padre di in Nimrod ma, poiché il figlio era rappresentato come identificatesi col padre, abbiamo l'evidenza il nome sul proviene figlio e ad altri eredità. In conformità alche principio qualeal era edificato il per confessionale, la chiesa, cioè 1 il pretendeva essere l'unico depositario verail nome fede Rea, del Laclero, decorazione distintivadi di Maut era un avvoltoio sul capo. Edella non a caso Cristianesimo. Come i sacerdoti caldei erano ritenuti i soli detentori della chiave in uno dei suoi significati, vuol dire avvoltoio. 2 dell'intendimento della mitologia di o Babilonia, unaSecondo chiave un'invariabile loro conferita dalla "Nimrod": da Nimr, "leopardo", e rada rad "domare". abitudipiù antichità, i sacerdoti di Romacome pretendono di in essere gli una unici ne inremota Ebraico, quando sicosì incontrano due consonanti le due erre Nimrod, di interpreti Scritture; essi solo "l'abitazione posseggono vera diviene tradizione, trasmessa loro viene delle eliminata. Così Nin-neveh, di la Nino", Ninive. Il nome Nimrod si derivare comunemente Mered, "ribellarsi"; maalvivero è sempre stata una d'epoca infaepoca, senza la quale da è impossibile arrivare intendimento difficoltà circa tale derivazione in quanto renderebbe passivo il loro nomedogmi; Nimrod, non gli "il delle Scritture. Essi perciò richiedono fede implicita nei tutti

190 19 Rev. Alexander Hislop nella chiesa di Roma ciò che sono chiamati i Canti li aveva attinti dai conosciuto alcun sistema adesso di celibato clericale. Ne Gregoriani, è testimone quanto segue, misteri che diverse: da lungo tempo allignavano a Roma; difatti il sacerdote cattolico rotrovatocaldei, su tombe mano, Eustachio, ammette che questi canti in prevalenza composti di "melodie 1. "A Basilio, il presbitero, e Felicita, suaerano moglie". della Lidia e della Frigia", in tempi successivi sedi principali di quei luogo miste2. "Petronia, moglie diche un furono sacerdote, esempio di le modestia. In questo ri, dei quali i misteri egiziani erano solo una diramazione. Si trattava di melodie sacre, la lasciai del le mie ossa. Asciugate le vostre lacrime, cari marito e figlia, e sappiate musica grande dio, e nell'introdurle Gregorio introdusse la musica di Kamut. E così che è proibito per chi viveche in il Dio". Una preghiera qui e "il lì marito per i morti stando a tutte le piangere apparenze, è accaduto nome di Osiride o Kamut, della diceva: è"Possa Dio rinfrancare il noi tuo come spirito" mostrando che anche allora il madre", usato quotidianamente fra di nome della scala musicale; poiché cos'è Mistero d'iniquità aveva cominciato ad operare; ma le iscrizioni come quelle su la melodia di Osiride, consistente di "sette vocali" formanti un inno, se non il Gamut? 4 riportate mostrano egualmente che era stata èun'operazione lenta e attenta,Assur, poiché Vedi il lessico caldeo dove il verbo "Asher" tradotto "firmavit roboravit". il nel periodo a cui conseguentemente esse si riferiscono, la chiesa romana non aveva raggiunto la participio passivo, è "firmatus roboratus". Anche in ebraico questo pretesa di adesso, secondo cui è come assolutamente proibitodal sposarsi ai suoi senso sembra essere inerente nel verbo, si può comprendere nome te-ashur, il sacerdoti. Ingannevolmente gradualmente Roma le fondamenta del suo nome del larice (Isaia 60:13) ilecui legno è notevole pergettò la sua stabilità e compattezza. Anche nel sacerdotale, senso dell'ebraico il significato è sostanzialmente lo stesso; dato che sistema su comune, cui successivamente furono edificate così vaste Ashur significa Fin "prosperare", o "rendere prospero", Ashur, al participio passivo deve sovrastrutture. dal principio il "Mistero" fu impresso sul suo sistema. significare o "reso prospero". Ma questa"prosperato", caratteristica di "Mistero" le è rimasta attaccata per tutta la sua storia. 5 Nin-neveh, "l'abitazione Nino". successo nell'oscurare la luce del Vangelo, Quando cominciò ad diavere 6 oscurando la pienezza e laErmes libertà della grazia di Dio, attirando lecaldeo animeè degli La composizione del nome proviene innanzitutto dae"Her" che in sinonimo di dai Cam o Kem, "colui che è arso". Poiché "Her", inoltre, come Cam, significa uomini diretti e immediati insegnamenti dell'Unico Grande Profeta e Sommo "Ardente" o fu bruciante, questo nome fornisce basi per identificare Cam con il sole e Sacerdote, attribuito al clero un oscurole potere, che diede loro "dominio sulla così deificare il grande patriarca, condirettamente il cui nome fu successivamente chiamato (2 l'Egitto, fede" del popolo - un dominio ripudiato dagli apostoli Cor. in relazione al sole. Kem odella Cam confessione, sotto il suo stesso nome fu apertamente in epo1:24), ma che, parlando divenne infine il potere adorato più assoluto e che successive paese di Cam; ma ciòbabilonesi dapprincipio statoerano troppo ardito. agli Ma completo mai nel posseduto dai sacerdoti su sarebbe coloro che iniziati comunque mediante il sinonimo "Her" fu preparata la via per ciò. Her è il nome di Horus, antichi misteri. Il potere clericale del sacerdozio romano culminò con dal l'erezione che viene identificato col sole, il che mostra che la reale etimologia proviene verbo a del ho confessionale. Il confessionale in se stesso "Mes" fu preso a prestito da Babilonia. cui fatto riferimento. Quindi, secondariamente, proviene da Meseh o, senza La confessione ai seguaciMesh di Roma è del tutto dalla confessione l'ultimo radicale, richiesta che può omettersi. "trarre fuori". Indiversa egiziano, abbiamo Ms nel prescritta nella parola di Dio. Ciò che dicono Scritture sulla confessione è senso di "tra fuori" che è evidentemente una forma le differente della stessa parola. Nel senso passivo,dunque inoltre, troviamo impiegato Ms. Il significato basilare di Mesheh nel lessi"confessate i falli gli uni agli altri" (Giac. 5:1), il che vuoi dire che co di Stockii è, in latino,"Extraxit", e la nostra italiana "estrazione" applicata alla anche i sacerdoti dovrebbero confessarsi alparola popolo come il popolo ai sacerdoti, nascita o alla discendenza, mostra che vi è una connessione il significato generico di se dovessero peccare gli uni contro gli altri. Questo fra non avrebbe mai potuto questa e la per nascita. Questa derivazione sarà utile spirituale per spiegare significato dei essere parola sfruttato alcuno scopo di dispotismo e ilperciò Roma, nomi dei re egiziani Ramesse Totmes. primo significa evidentemente "figlio di o abbandonando la parola dieDio, ha Il fatto ricorso al sistema babilonico. InRa" quel del sole; poiché Ramesse è "Elion pais"; il secondo, in maniera simile, vuoi dire "Figlio sistema, confessione segreta al sacerdote, una procedura stabilita,cioè era di Toth". la Per la stessa ragione Her-mes vuoi diresecondo "Figlio di Her, o Cam", l'ardente, richiesta da tutti coloro che desideravano essere ammessi ai "Misteri"; e fino a Cus. che tale confessione non fosse stata fatta, non poteva aver luogo nessuna 7 Mentre i nomi Bel ed Efaistos hanno l'origine summenzionata, essi non erano nomi iniziazione completa. Salvertè si riferisce questaguerrieri confessione che da veniva inadatti anche, se pur in senso diverso, per gli dèiaegiziani discendenti Cus, osservata in Grecia, che possono chiaramente risaliredella ad linea origini da cui Babilonia ottennein la riti sua gloria fra le nazioni. I deificatifarsi re guerrieri di babilonesi: "Tutti i loro Greci da Delti alle confusione Termopili, erano del Cus si vantavano del potere di recare fra i loroiniziati nemici, ai di Misteri disperdere i tempio di Delfi. Il loro silenzio riguardo a qualsiasi cosa fosse loro comandato loro eserciti e di "ridurre a pezzi la terrà" mediante la loro irresistibile potenza. Vi è un'allusione a ciò, indubbiamente, come pure atti del primitivo Bel nelle denunce di tenere segreta era garantito sia dal gli timore delle pene inflitte a ispirate chi faceva una di Geremia su Babilonia. e Anche senso fisico di questi nomi era incorporato nel bastone rivelazione spergiura, dallailconfessione generale pretesa dagli aspiranti dopo provveduto al greco - lo stessoche bastone di Giano - quando, caratteristiche l'iniziazione, una Ercole confessione causava loro un con grande timore del di tutto differenti da originale Parla fu considerato come il grande riformatore indiscrezione daquelle partedell'Erede del sacerdote". inoltre della confessione anche del mondo, mediante la sua sola forza fisica. Quando rappresentato GianoNel bifronte Potter, nelle sue "Antichità greche", sebbene sia viene grandemente ignorata. suo con il bastone, tale duplice raffigurazione probabilmente intende raffigurare il vecchio racconto sui misteri eleusini, dopo aver descritto le cerimonie preliminari e Cus e il giovane Nimrod, fusi insieme. Ma la raffigurazione duplice con altri attributi le si istruzioni precedenti l'ammissione dei candidati all'iniziazione all'immediata riferiva ad un altro "Padre degli dèi" di cui parleremo dopo, che aveva specialmente a che presenza della divinità, egli così continua: "Quindi il sacerdote che li iniziava fare con l'acqua. 8 chiamato Ierofante, certe domande, per schiere" esempio sevolte fossero Nella nostra versione,proponeva Ala-mahozin è tradotto a voltequali "dio delle ea "dei digiuni, ecc., a cui essi davano risposte in forma prefissata". Gli protettori". Quest'ultima interpretazione è insostenibile, poiché Ala è al eccetera singolare. non Ma devono stupire il è casuale lettore; si Mahozin, tratta invero di un eccetera significativo e nemmeno la prima plausibile; poiché o Mauzzim, non significa "schiere" o

Le Due Babilonie

190 19

"eserciti" cioè fortificazioni. suo lessico, ci da la definiziocontiene ma un "munizioni", gran significato. Siete liberi Stockius, da ogni nel violazione della castità? —e ne disemplicemente Mahoz al singolare, robur,di arx, locus munitus, a riprova della definizione, i senon nel senso impurità morale, ema quel fittizio senso di castità guenti - Giudici "E costruisci unSiete altareliberi all'Eterno al colpa tuo Dio, in cima a queche il esempi: paganesimo ha 6:26, sempre prediletto. dalla dell' omicidio? sta in margine di "luogo fortificato"); Daniele 11:19, "poi il re ammesso si dirigerà — roccia" poiché (Mahoz, nessun colpevole omicidio, ancheeaccidentale può essere verso le fortezze del proprio paese (Mahoz). fino a che non sia purificato dal sangue e vi erano certi sacerdoti chiamati Koes, 9 Nella mitologiale greca, Cronos e Rea comunemente fratellola e sorella. e Semiche "udivano confessioni" in sono tali casi e toglievano colpa Nino del sangue. ramide, secondo la domande storia, non vengono menzionati come se fra vi fosse una L'intimità delle nel confessionale pagano è loro menzionata in relaziomodo ne di qualsiasi tipo; ma ciò non costituisce un ostacolo circa la reale identità di Cronos e evidente in certi poemi licenziosi di Properzio, Tibullo e Giovenale. Wilkinson, di Nino: poiché, primo, le relazioni fra divinità, in molti paesi, sono particolarmente in nel suo Osiride, capitoloin su "Digiuni e penitenze semplici" eglicome dice, "erano conflitto: Egitto, è rappresentato, in tempi diversi, che, non solo il figlio e strettamente osservati", "in relazione ae certe regole e periodi fissati", cita diverse marito di Iside, ma anche come suo padre fratello; quindi, secondariamente qualunque fonti immortali classiche deificati che mostrano chiaramente dove il Papismo traesse launa sorta di cosa potessero essere statida prima della loro deificazione, volta domande che hanno attribuito quel carattere di oscurità al suo confessionale, deificati, essi si vengono a trovare con relazioni di parentela del tutto nuove. Per l'apoteosi di marito e moglie, fu necessario per laben dignità di entrambi similmente com'è chiaramente mostrato dalle note pagine che di fossero Peter Drus. La rappresentati come se avessero stessa origine celestiale, come in giustificazione addotta per la la confessione auricolare era che se le entrambi solennitàfossero a cui gli modo soprannaturale figli ammessi di Dio. Prima delcosì diluvio, il grande aveva ridotto iniziati sarebbero stati erano elevate, cosìpeccato celesti,che così sante che in rovina la razza umana chesulla i "figli di Dio" sposarono altre oltre lepeccati, figlie di poteva Dio, in nessun uomo con delleera, colpe coscienza, non purificato dai altre parole, coloro che non erano in senso spirituale loro "sorelle" (Gen. 6:2,3). Nel nuoesservi ammesso in tali condizioni. Per la salvezza di coloro che dovevano vo mondo, mentre ancora prevaleva l'influenza di Noè, dev'essere stata fortemente inculessere iniziati, era ritenuto indispensabile che il chiunque sacerdote officiante cata la pratica opposta; per un "figlio di Dio" sposare non fosse una dovesse figlia di indagare loro nella coscienza per timore che giungesse, senza lae una debita Dio, o sua la "sorella" fede, dev'essere stato un matrimonio incompatibile dipurificazione peccati contratti, l'ira degli dèi contro i profani. Questa era la sgrazia. Perciò,dai dalla perversione di un'idea spirituale, provenne, indubbiamente, la nomotivazione; ma equando veniamo a linea conoscenza natura essenzialmente zione della dignità della purezza di una reale che della dev'essere preservata attraverso il matrimonio di reali e sorelle. Questo accadeva in Perù, in India e in Egitto. empia, sia degli dèifratelli che dei loro adoratori, chi non si rende conto che nonDa si qui la relazione fra Jupiter Giunone la quale si vantava di essere et coniux" trattava altro che di unae scusa; che lo scopo principale nel "soror richiedere che i sorella e moglie - di suo marito. Da qui la relazione fra Iside e di suotutte marito che è candidati all'iniziazione si confessassero ai sacerdoti leOsiride, loro colpe raffigurata facesse pianto suo fratello Osiride". Perdi la tenerli stessa ragione, senza segrete e come delle "se mancanze e dei su peccati, era solo quello del tutto in dubbio, Rea fu dichiarata sorella di suo marito Cronos, per mostrare la di lui dignità ed potere di coloro ai quali venivano confidati i più riposti sentimenti delle loro eguaglianza. anime e i loro segreti più importanti? Adesso, esattamente nello stesso modo e 10 II gli nome tradotto toroRoma o governante, è inil ebraico senza punti vocalici, che in che calper stessi scopi, ha eretto confessionale. Invece di Shur, richiedere deo diventa Tur. Da Tur, nel senso di toro, deriva il latino Taurus e dalla stessa parola nel sacerdoti e popolo,Turannus, come dicono Scritture "confessino i loro falli gli uni agli senso di governante, che inle origine non aveva alcun significato cattivo. Così in altri" quando sono dei offese reciproche, comanda, sotto comminatoria di queste ben notevi parole classici, troviamo essa l'evidenza del procedimento dello stesso perdizione, confessare alresacerdote se essi hanno trasgredito o no dell'uomocontro di principio che di portò i deificati assiri ad essere rappresentati sotto la forma lui, mentre il sacerdote non ha alcun obbligo di confessarsi con il popolo. Senza toro. 11 tale nella idioma chiesa orientale, di Roma, non può esservi ammissione ai Ciòconfessione, secondo un peculiare di cui vi sono molti esempi. Così Baal-aph, sacramenti, più di quanto ai giorni del paganesimo potesse esservi ammissione "Signore dell'ira", significa "uomo adirato"; Baal-lashon, "Signore della lingua", "uomo senza la confessione, ai "Signore benefici della dei Misteri. questa confessione, è fatta da eloquente"; Baal-hatzim, freccia",Oggi, "arcieri"; e, similmente, Baal-aberin, "signore ali", significa "alato". ciascun delle individuo, in segreto e in solitudine al sacerdote investito del potere di esaminare le coscienze, per giudicare la vita, assolvere o condannare secondo la SOTTOSEZIONE II IL FIGLIO IN EGITTO 12 sua arbitraria volontà e piacimento. Questogli è il grandeecardine cui viene fatto Aristofane dice che Eros o Cupido produsse "uccelli" gli "dèi"su "mescolando ogni ruotare l'intero "Mistero d'iniquità" che è incorporato nel papato; dovunque si cosa". Ciò evidentemente si riferisce al significato del nome Bel, che aevolte significa è sottoposti ad esso, essoche serve ammirevolmente allo scopo di vincolare gli "colui che mischia" e "colui confonde". Tale nome appartiene appropriatamente al uomini tale abbietta soggezione al sacerdozio. padre di in Nimrod ma, poiché il figlio era rappresentato come identificatesi col padre, abbiamo l'evidenza il nome sul proviene figlio e ad altri eredità. In conformità alche principio qualealera edificato il per confessionale, la chiesa, cioè 1 ilLaclero, pretendeva essere l'unico depositario verail nome fede Rea, del decorazione distintivadi di Maut era un avvoltoio sul capo. Edella non a caso Cristianesimo. Come i sacerdoti caldei erano ritenuti i soli detentori della chiave in uno dei suoi significati, vuol dire avvoltoio. 2 dell'intendimento della mitologia di o Babilonia, unaSecondo chiave un'invariabile loro conferita dalla "Nimrod": da Nimr, "leopardo", e rada rad "domare". abitudipiùinremota antichità, i sacerdoti di Romacome pretendono di in essere gli una unici ne Ebraico, quando sicosì incontrano due consonanti le due erre Nimrod, di interpreti delle Scritture; essi solo "l'abitazione posseggono vera diviene tradizione, trasmessa loro viene eliminata. Così Nin-neveh, di la Nino", Ninive. Il nome Nimrod derivare comunemente Mered, "ribellarsi"; maal vivero è sempre stata una d'epoca si infaepoca, senza la quale da è impossibile arrivare intendimento difficoltà circa tale derivazione in quanto renderebbe passivo il loro nomedogmi; Nimrod,tutti non gli "il delle Scritture. Essi perciò richiedono fede implicita nei

20 189 Rev. Alexander Hislop che descrive una figurazione della recentemente in quella città, uomini furono obbligati a papista credere alloTrinità, stesso pubblicata modo della chiesa mentre la chiesa si può vedere che di simile taleèmodo di rappresentare la divinità appare anche ha modellato laqualcosa sua fede comea le piaciuto. Possedendo, inoltre, suprema a casa nostra: cima essi al disegno vi è una rappresentazione della Santa Trinità. che Vi preautorità sulla"In fede, avrebbero elargito poco o molto a seconda lo ghiamo di parlarle opportuna riverenza. il Padre Dio il Figlionell'insegnare sono rappresentagiudicassero più con conveniente; e comeDio avere unae "Riserva" le ti come un uomo con due teste, un corpo e due braccia. Una delle teste è simile alle raffigrandi verità della religione era un principio essenziale nel sistema di gurazioni che si fanno ordinariamente del nostro Salvatore. L'altra è la testa di un vecchio Babilonia,lo nel Romanismo o nel Trattarianismo d'oggi. tale santo sacerdozio a sormontata da è un triangolo. Dal mezzo di questa figura procede loFu spirito in forma pretendere di dominare la penoso fede degli uomini "soffocano la verità con di colomba. Pensiamo che sia per ogni menteche cristiana e ripugnante per i suoi l'ingiustizia" mondo sentimenti solonel guardare taleantico, figura. cosicché "tenebre coprono la terra, e grande 5 oscurità il popolo". Fu la la forma medesima pretesa da di parte dei sacerdoti Alcuni hanno detto che plurale del nome Dio nell'ebraico del romani Genesi, che non introdusse secoli bui, quando il Vangelo fu sconosciuto, e nella la Bibbia unpoiché libro offre nessuniargomento per la dottrina della pluralità delle persone divinità, sigillato per milioni cheèignoravano ildivinità nome di Cristo. Sotto aspetto, quindi, la stessa parola al plurale applicata alle pagane. Ma se la ogni divinità suprema nella vediamo come Roma appropriatamente porti sulla sua fronte la il futilità nome di "Mistero, maggior parte delle antiche nazioni pagane era trina, è manifestata quest'obiezione. la Grande". Babilonia
6

Le Due Babilonie

189 20

II colonnello Kcnnedy si oppone all'applicazione del nome "Eko Deva" all'immagine triforme del tempio in grotta di Elefanta, basandosi sul fatto che il nome appartiene solo al supremo Brama. Ma in ciò egli è incongruente, poiché ammette che Brama, la prima persona di quell'immagine triforme, si identifica con il supremo Brama; e successivamente che è pronunciata una maledizione su tutti coloro che fanno una distinzione fra Brama, Visnù e Siva, le tre divinità rappresentate da quell'immagine. 7 La triplice invocazione del sacro nome nella benedizione che Giacobbe concesse ai figli di Giuseppe è molto appropriata: "E benedisse Giuseppe, e disse: 'L'Iddio, nel cui cospetto camminarono i miei padri Abrahanio e Isacco, l'Iddio ch'è stato il mio pastore dacché esisto fino a questo giorno, l'angelo che mi ha liberato da ogni male, benedica questi fanciulli" (Gen. 48:15,16). Se l'angelo qui menzionato non fosse stato Dio, Giacobbe non lo avrebbe mai invocato ponendolo su un piano di eguaglianza con Dio. In Osea 12:3-5, "L'angelo che redense" Giacobbe è espressamente chiamato Dio: "Egli (Giacobbe) lottò con Dio; lottò con l'angelo, e restò vincitore; egli pianse e lo supplicò. A Bethel lo trovò e quivi Egli parlò con noi"; Or l'Eterno è l'Iddio degli eserciti; il suo nome è l'Eterno". 8 Dallo stesso nostro linguaggio abbiamo la prova che esso aveva il significato di un cerchio fra i caldei, poich'è cos'altro significava zero, il nome della cifra matematica, se non un cerchio? E da dove abbiamo derivato tale termine se non dagli arabi, che, senza dubbio, a loro volta lo avevano ricevuto dai Caldei, i grandi cultori sia dell'aritmetica e della geometria come pure dell'idolatria? Zero, in tal senso, proviene evidentemente dal caldeo, Zer, "circondare", da cui, anche, indubbiamente derivò il nome babilonese di un grande ciclo temporale, chiamato un "sarros". Poiché egli, che dai Caldei era considerato come il grande "seme" era anche stimato come il SOLE incarnato, e poiché l'emblema del sole era un cerchio, la relazione geroglifica fra zero, "il cerchio", e zero, "il seme", fu facilmente stabilita. 9 Dall'affermazione di Genesi 1:2 secondo cui "lo spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque", dov'è evidente che la colomba è stata fin dal principio un emblema divino dello spirito santo. II LA MADRE E IL FIGLIO E L'ORIGINE DEL FIGLIO Lo stesso nome con cui gli Italiani comunemente designano la Vergine è proprio la traduzione di uno dei titoli delle dee babilonesi. Come Baal o Belus era il nome della grande divinità maschile di Babilonia, cosi la divinità femminile era chiamata Beltis. Questo nome è stato ritrovato a Ninive dove si applicava alla "Madre degli dei"; e in un discorso attribuito a Nabucodonosor, preservato nella Preparatio Evangelii di Eusebio, entrambi i titoli "Belus e Beltis" sono congiunti come titoli del grande dio e della dea Babilonese. Il greco Belus, che rappresentava il più alto titolo del dio babilonese, significava senza dubbio Baal, "II Signore". Beltis, perciò, come titolo della divinità femminile era equivalente a "Baalti" che in latino è "Mea domina", e in italiano è alterato nel ben
SEZIONE
1

noto "Madonna". In relazione a ciò, può essere osservato che il nome Giunone, la classiCAPITOLO II ca "Regina dei cieli", che in greco era Hera, significa pure "La signora" e che il titolo peculiare di Cibele o Rea a Roma, era Domina o "La Signora". Inoltre vi sono buone OGGETTO DELL'ADORAZIONE ragioni per credere che Atena, il ben noto nome di Minerva, avesse lo stesso significato. L'ebraico Adon "II Signore" è, con la SEZIONE punteggiatura, I pronunciato Athon. Abbiamo l'evidenza che questo nome fosse noto ai greci dell'Asia dai quali, in larga misura, l'idolatria TRINITÀ NELL'UNITÀ penetrò nella Grecia europea come un nome di Dio sotto la forma di "Athan". Eustatius in una nota sulle Periergesi di Dionisio, parlando dei nomi locali nel distretto di LaodiceSe esistono tali generali i sistemi di Babilonia e Roma, sorge la a, dice che "Athan è Dio". coincidenze Il femminile fra di Athan "II Signore" è Athana, "La Signora", domanda: finiscono le coincidenze? ciò diamoèla risposta: vanno molto che nel dialetto attico èqui Atena. Non v'e dubbioA che Minerva rappresentata comunemenoltre. Dobbiamo soltanto mettere ciò, a paragone gli antichi Misterinell'isola Babilonesi con te come una vergine; ma, nonostante apprendiamo che a Ierapitra di Creta (dice Muller che le monete di e tale città portavano simbolo ateniese di Minerl'intero sistema di Roma, allora vedremo impresso quanto il enormemente l'uno abbia va) essadall'altro. era ritenuta la madre del Coribante di per Elios, o il "sole". sicuro che la tenebre, Minerva attinto Questi misteri sono stati lungo tempoÈ avvolti dalle egiziana, che il prototipo dea ateniese, era una Chiunque madre ed era chiamata "Dea ma adesso leera dense tenebre della cominciano a dissiparsi. abbia prestato la madre", o attenzione "Madre deglialla dei". letteratura Greca, Egiziana, Fenicia o Romana è minima 2 Gutziaff pensa che Shing Moo debba essere stata presa a prestito una fonte papista; e consapevole del ruolo che questi Misteri svolgevano in tali da paesi, e che, a parte noncircostanze può esservi alcun dubbio che, nel caso individuale a cui egli si riferisce, tutti le storie le differenti che potevano esservi, per quanto riguarda gli pagane essenziali, e cristiane siano amalgamate. Ma Sir J.F. Davis mostra che i cinesi di Canton aspetti questi "Misteri" erano gli stessi in paesi diversi. Orbene, come trovano tale analogia fra la loro dea paganaindicherebbe Kuanyin e la madonna papista, fu che, il linguaggio di Geremia, già citato, che Babilonia laconverfonte sando con gli europei, essi chiamano indifferentemente sia l'una che l'altra con lo stesso principale da cui sgorgano tutti questi sistemi idolatrici, così le deduzioni degli titolo. I primi missionari Gesuiti in Cina inoltre scrissero alla loro sede europea, che trostorici più dotti,nei sulibri basi puramente storiche, hanno condotto medesima vavano menzione sacri cinesi, libri inequivocabilmente pagani,alla di una madre e conclusione. Da Zonaras troviamo che labambino testimonianza degli antichi un figlio, molto simili alla loro madonna con di casa concorde loro. Uno dei nomi della autori che egli ha èconsultato perveniva a tale conclusione; per cui, parlando di Santa Madre cinese Ma Tsoopo.

aritmetica e di astronomia egli dice: "Si dice che queste [discipline] provengano dai Caldei agli Egiziani, e da questi ai Greci". Se gli Egiziani e i Greci hanno SOTTOSEZIONE I I L FIGLIO IN SSIRIA ricevuto la loro aritmetica eA la loro astronomia dalla Caldea, vediamo come 1 Sir H. Rawlinson ha trovato delle evidenzesacre, a Ninive di una Semiramiqueste ultime inche Caldea erano scienze eddell'esistenza erano monopolizzate dai de circa 6 secoli prima dell'era cristiana, sembra circa propenso a considerarla come la sola sacerdoti, e questa è un'evidenza sufficiente l'origine della loro religione Semiramide sia mai Sia esistita. Ma ciò è Layard in contrasto con tutta la storia. Il fatto che vi dallo stessoche ambiente. Bunsen che nelle loro ricerche hanno ottenuto fosse una Semiramide nelle epoche primitive del mondo, è oltre ogni dubbio, sebbene sostanzialmente lo stesso risultato. Bunsen afferma che il sistema religioso alcune delle gesta della regina successiva siano state evidentemente attribuite alla sua egiziano era d'origine asiatica e "dal primitivo impero di Babele", Layard, predecessora. Layard dissente dell'opinione di Rawlinson. inoltre, sebbene assuma una certa qual veduta più favorevole, circa il sistema 2 DaMAGI Bakhah "piangere" o "lamento". Fenici, dice Esichio "bacco i significa pianto". dei Caldei, di quanto io nonFra siai persuaso che autorizzino fatti storici, si Come le donne piangevano per Tammuz, così facevano per Bacco. esprime in tal modo circa quel sistema; "Vi è abbondante evidenza della grande 3 Si può osservare che questo stesso nome "Marito della dato a Osiride, sembra antichità di questa adorazione primitiva, e anche delMadre" fatto che essa ebbe origine anche essere d'usopianure comune d'Assiria", fra di noi sebbene nonla vi testimonianza sia il minimo sospetto circa il fra glioggi abitanti delle abbiamo concorde sia significato del termine o sulla sua provenienza. Erodoto menziona che, quando si trovava della storia sacra che di quella profana. Ricevette l'appellativo e si in Egitto, fu sorpreso di udire lo stesso luttuoso ma incantevole "Canticodi di perfetta Lino" cantato credeva che (sebbene fosse tra i sistemi religiosi più avendo preceduto dagli egiziani con un altro nome), che era antichi, stato abituato a udire nella suaquella nativa degli Egiziani. "L'identità", egli aggiunge "di molte delleindottrine assireOmecon Grecia. Lino era stato lo stesso dio che Bacco in Grecia, o Osiride Egitto; poiché quelle egiziane e menzionata Porfirio e da mentre Clemente"; in relazione allo ro presenta un ragazzo che canta da il cantico di Lino, era in e corso la vendemmia stesso eglidice cita quanto segue da Birch sui cilindri e sui monumenti (Iliade) soggetto e lo Scoliaste che il cantico era cantato in memoria di Lino che era ridotto in pezzi dai cani. "cani" applicato amostrano coloro cheinequivocabilmente avevano fatto a pezzi Lino, usato babilonesi: "IL'epiteto segni dello Zodiaco... che i èGreci evidentemente senso mistico, e si vedrà successivamente l'altro derivarono le in loro nozioni e disposizioni dallo Zodiacocome (e di attraverso conseguenza lanome loro con cui è conosciuto Narciso - sia identificato il Bacco greco e l'egiziano Osiride. mitologia che era -intimamente connessa con ad esso) dai Caldei. L'identità di In alcuni con luoghi Egitto, sembra per il cantico Lino negata". o Osiride Anche sia stata usata una Nimrod la in costellazione di che Orione non può di essere Ouvaroff, melodia particolare. Savary dice che, nel tempio di Abidos, "i sacerdoti ripetevano le nella sua dotta opera sui e misteri eleusini, pervenuto alla Strabone stessa conclusione. sette vocali in forma di inni, che ai musici era è proibito entrarvi". a cui Savary Dopo aver menzionato il fatto che i sacerdoti egiziani pretendevano il Wilkinson merito di fa riferimento, chiama il dio da quel tempio Memnone, ma apprendiamo da aver trasmesso aigrande Greci dio i primi elementi del si politeismo, "Questi fatti che Osiride era il di Abidos, da cui comprende conclude: che Memnone e Osiride positivi dimostrerebbero sufficientemente, anche senza la conformità delle idee, erano solo nomi differenti per la stessa divinità. Il nome di Lino o Osiride, nella qualità che i misteri trapiantati Grecia, e quivi uniti ad unGregorio certo numero di tradizioni di "marito di sua madre", in era in Egitto Kamut. Quando il grande introdusse

188 21 Rev. Alexander Hislop che descrive una figurazione della recentemente in quella città, uomini furono obbligati a papista credere alloTrinità, stesso pubblicata modo della chiesa mentre la chiesa si vedere che di simile di rappresentare la divinità appare anche hapuò modellato laqualcosa sua fede comea tale le èmodo piaciuto. Possedendo, inoltre, suprema a casa nostra: cima essi al disegno vi è una rappresentazione della Santa Trinità. che Vi preautorità sulla"In fede, avrebbero elargito poco o molto a seconda lo ghiamo di parlarle opportuna riverenza. il Padre Dio il Figlionell'insegnare sono rappresentagiudicassero piùcon conveniente; e comeDio avere unae "Riserva" le ti come un uomo con due teste, un corpo e due braccia. Una delle teste è simile alle raffigrandi verità della religione era un principio essenziale nel sistema di gurazioni che si fanno ordinariamente del nostro Salvatore. L'altra è la testa di un vecchio Babilonia,lo nel Romanismo o nel d'oggi. tale santo sacerdozio a sormontata da è un triangolo. Dal mezzo diTrattarianismo questa figura procede loFu spirito in forma pretendere di dominare la penoso fede degli uomini "soffocano la verità con di colomba. Pensiamo che sia per ogni menteche cristiana e ripugnante per i suoi l'ingiustizia" mondo sentimenti solonel guardare taleantico, figura. cosicché "tenebre coprono la terra, e grande 5 oscurità il popolo". Fu la la forma medesima dadi parte dei sacerdoti Alcuni hanno detto che pluralepretesa del nome Dio nell'ebraico del romani Genesi, che non introdusse secoli bui, quando il Vangelo fu sconosciuto, e nella la Bibbia unpoiché libro offre nessuniargomento per la dottrina della pluralità delle persone divinità, sigillato per milioni cheè ignoravano ildivinità nome di Cristo. Sotto aspetto, quindi, la stessa parola al plurale applicata alle pagane. Ma se la ogni divinità suprema nella vediamoparte come Roma appropriatamente porti sulla sua fronte la il futilità nome di "Mistero, maggior delle antiche nazioni pagane era trina, è manifestata quest'obiezione. Babilonia la Grande".
6

Le Due Babilonie

188 21

II colonnello Kcnnedy si oppone all'applicazione del nome "Eko Deva" all'immagine triforme del tempio in grotta di Elefanta, basandosi sul fatto che il nome appartiene solo al supremo Brama. Ma in ciò egli è incongruente, poiché ammette che Brama, la prima persona di quell'immagine triforme, si identifica con il supremo Brama; e successivamente che è pronunciata una maledizione su tutti coloro che fanno una distinzione fra Brama, Visnù e Siva, le tre divinità rappresentate da quell'immagine. 7 La triplice invocazione del sacro nome nella benedizione che Giacobbe concesse ai figli di Giuseppe è molto appropriata: "E benedisse Giuseppe, e disse: 'L'Iddio, nel cui cospetto camminarono i miei padri Abrahanio e Isacco, l'Iddio ch'è stato il mio pastore dacché esisto fino a questo giorno, l'angelo che mi ha liberato da ogni male, benedica questi fanciulli" (Gen. 48:15,16). Se l'angelo qui menzionato non fosse stato Dio, Giacobbe non lo avrebbe mai invocato ponendolo su un piano di eguaglianza con Dio. In Osea 12:3-5, "L'angelo che redense" Giacobbe è espressamente chiamato Dio: "Egli (Giacobbe) lottò con Dio; lottò con l'angelo, e restò vincitore; egli pianse e lo supplicò. A Bethel lo trovò e quivi Egli parlò con noi"; Or l'Eterno è l'Iddio degli eserciti; il suo nome è l'Eterno". 8 Dallo stesso nostro linguaggio abbiamo la prova che esso aveva il significato di un cerchio fra i caldei, poich'è cos'altro significava zero, il nome della cifra matematica, se non un cerchio? E da dove abbiamo derivato tale termine se non dagli arabi, che, senza dubbio, a loro volta lo avevano ricevuto dai Caldei, i grandi cultori sia dell'aritmetica e della geometria come pure dell'idolatria? Zero, in tal senso, proviene evidentemente dal caldeo, Zer, "circondare", da cui, anche, indubbiamente derivò il nome babilonese di un grande ciclo temporale, chiamato un "sarros". Poiché egli, che dai Caldei era considerato come il grande "seme" era anche stimato come il SOLE incarnato, e poiché l'emblema del sole era un cerchio, la relazione geroglifica fra zero, "il cerchio", e zero, "il seme", fu facilmente stabilita. 9 Dall'affermazione di Genesi 1:2 secondo cui "lo spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque", dov'è evidente che la colomba è stata fin dal principio un emblema divino dello spirito santo. II LA MADRE E IL FIGLIO E L'ORIGINE DEL FIGLIO Lo stesso nome con cui gli Italiani comunemente designano la Vergine è proprio la traduzione di uno dei titoli delle dee babilonesi. Come Baal o Belus era il nome della grande divinità maschile di Babilonia, cosi la divinità femminile era chiamata Beltis. Questo nome è stato ritrovato a Ninive dove si applicava alla "Madre degli dei"; e in un discorso attribuito a Nabucodonosor, preservato nella Preparatio Evangelii di Eusebio, entrambi i titoli "Belus e Beltis" sono congiunti come titoli del grande dio e della dea Babilonese. Il greco Belus, che rappresentava il più alto titolo del dio babilonese, significava senza dubbio Baal, "II Signore". Beltis, perciò, come titolo della divinità femminile era equivalente a "Baalti" che in latino è "Mea domina", e in italiano è alterato nel ben
SEZIONE
1

noto "Madonna". In relazione a ciò, può essere osservato che il nome Giunone, la classiCAPITOLO II ca "Regina dei cieli", che in greco era Hera, significa pure "La signora" e che il titolo peculiare di Cibele o Rea a Roma, era Domina o "La Signora". Inoltre vi sono buone OGGETTO DELL'ADORAZIONE ragioni per credere che Atena, il ben noto nome di Minerva, avesse lo stesso significato. L'ebraico Adon "II Signore" è, con la SEZIONE punteggiatura, I pronunciato Athon. Abbiamo l'evidenza che questo nome fosse noto ai greci dell'Asia dai quali, in larga misura, l'idolatria TRINITÀ NELL'UNITÀ penetrò nella Grecia europea come un nome di Dio sotto la forma di "Athan". Eustatius in una nota sulle Periergesi di Dionisio, parlando dei nomi locali nel distretto di LaodiceSedice esistono tali generali i sistemi di Babilonia e Roma, sorge la a, che "Athan è Dio". coincidenze Il femminile fra di Athan "II Signore" è Athana, "La Signora", domanda: finiscono le coincidenze? ciò diamoèla risposta: vanno molto che nel dialetto attico èqui Atena. Non v'e dubbioA che Minerva rappresentata comunemenoltre. Dobbiamo soltanto mettere ciò, a paragone gli antichi Misterinell'isola Babilonesi con te come una vergine; ma, nonostante apprendiamo che a Ierapitra di Creta (dice Muller che le monete di e tale città portavano simbolo ateniese di Minerl'intero sistema di Roma, allora vedremo impresso quanto il enormemente l'uno abbia va) essadall'altro. era ritenuta la madre del Coribante di per Elios, o il "sole". sicuro che la tenebre, Minerva attinto Questi misteri sono stati lungo tempoÈ avvolti dalle egiziana, che il prototipo dea ateniese, era una Chiunque madre ed era chiamata "Dea ma adesso leera dense tenebre della cominciano a dissiparsi. abbia prestato la madre", "Madre deglialla dei". letteratura Greca, Egiziana, Fenicia o Romana è minimao attenzione 2 Gutziaff pensa che Shing Moo debba essere stata presa a prestito una fonte papista; e consapevole del ruolo che questi Misteri svolgevano in tali da paesi, e che, a parte non può esservi alcun dubbio che, nel caso individuale a cui egli si riferisce, tutti le storie le circostanze differenti che potevano esservi, per quanto riguarda gli pagane e cristiane siano amalgamate. Ma Sir J.F. Davis mostra che i cinesi di Canton aspetti essenziali, questi "Misteri" erano gli stessi in paesi diversi. Orbene, come trovano tale analogia fra la loro deacitato, paganaindicherebbe Kuanyin e la madonna papista, fu che, il linguaggio di Geremia, già che Babilonia laconverfonte sando con gli europei, essi chiamano indifferentemente sia l'una che l'altra con lo stesso principale da cui sgorgano tutti questi sistemi idolatrici, così le deduzioni degli titolo. I primi missionari Gesuiti in Cina inoltre scrissero alla loro sede europea, che trostorici menzione più dotti,nei sulibri basi puramente storiche, hanno condotto medesima vavano sacri cinesi, libri inequivocabilmente pagani,alla di una madre e conclusione. Da Zonaras troviamo che labambino testimonianza degli antichi un figlio, molto simili alla loro madonna con di casa concorde loro. Uno dei nomi della autoriMadre che egli ha èconsultato perveniva a tale conclusione; per cui, parlando di Santa cinese Ma Tsoopo.

aritmetica e di astronomia egli dice: "Si dice che queste [discipline] provengano dai Caldei agli Egiziani, e da questi ai Greci". Se gli Egiziani e i Greci hanno S OTTOSEZIONE I I L FIGLIO IN SSIRIA ricevuto la loro aritmetica eA la loro astronomia dalla Caldea, vediamo come 1 Sir H. Rawlinson ha trovato delle evidenzesacre, a Ninive di una Semiramiqueste ultime inche Caldea erano scienze eddell'esistenza erano monopolizzate dai de circa 6 secoli prima dell'era cristiana, sembra propenso a considerarla come la sola sacerdoti, e questa è un'evidenza sufficiente circa l'origine della loro religione Semiramide sia mai esistita. Ma ciò è Layard in contrasto con tutta la storia. Il fatto che vi dallo stessoche ambiente. Sia Bunsen che nelle loro ricerche hanno ottenuto fosse una Semiramide nelle epoche primitive del mondo, è oltre ogni dubbio, sebbene sostanzialmente lo stesso risultato. Bunsen afferma che il sistema religioso alcune delle gesta della regina successiva siano state evidentemente attribuite alla sua egiziano era d'origine asiatica e "dal primitivo impero di Babele", Layard, predecessora. Layard dissente dell'opinione di Rawlinson. inoltre, sebbene assuma una certa qual veduta più favorevole, circa il sistema 2 DaMAGI Bakhah "piangere" o "lamento". Fenici, dice Esichio "bacco i significa pianto". dei Caldei, di quanto io nonFra siai persuaso che autorizzino fatti storici, si Come le donne piangevano per Tammuz, così facevano per Bacco. esprime in tal modo circa quel sistema; "Vi è abbondante evidenza della grande 3 Si può osservare che questo stesso nome "Marito della dato a Osiride, sembra antichità di questa adorazione primitiva, e anche delMadre" fatto che essa ebbe origine anche essere d'usopianure comune d'Assiria", fra di noi sebbene nonla vi testimonianza sia il minimo sospetto circa il fra glioggi abitanti delle abbiamo concorde sia significato del termine o sulla sua provenienza. Erodoto menziona che, quando si trovava della storia sacra che di quella profana. Ricevette l'appellativo e si in Egitto, fu sorpreso di udire lo stesso luttuoso ma incantevole "Canticodi di perfetta Lino" cantato credeva che (sebbene fosse tra i sistemi religiosi avendo preceduto dagli egiziani con un altro nome), chepiù era antichi, stato abituato a udire nella suaquella nativa degli Egiziani. "L'identità", egli aggiunge "di molte delleindottrine assireOmecon Grecia. Lino era stato lo stesso dio che Bacco in Grecia, o Osiride Egitto; poiché quelle egiziane e menzionata Porfirio e da mentre Clemente"; in relazione allo ro presenta un ragazzo che canta da il cantico di Lino, era in e corso la vendemmia stesso soggetto eglidice cita quanto segue da Birch sui cilindri e che sui era monumenti (Iliade) e lo Scoliaste che il cantico era cantato in memoria di Lino ridotto in pezzi dai cani. "cani" applicato amostrano coloro cheinequivocabilmente avevano fatto a pezzi Lino, usato babilonesi: "IL'epiteto segni dello Zodiaco... che i èGreci evidentemente senso mistico, e si vedrà successivamente l'altro derivarono le in loro nozioni e disposizioni dallo Zodiacocome (e di attraverso conseguenza lanome loro con cui è conosciuto Narciso - sia identificato il Bacco greco e l'egiziano Osiride. mitologia che era -intimamente connessa con ad esso) dai Caldei. L'identità di In alcuni con luoghi Egitto, sembra per il cantico Lino negata". o Osiride Anche sia stata usata una Nimrod la in costellazione di che Orione non può di essere Ouvaroff, melodia particolare. Savary dice che, nel tempio di Abidos, "i sacerdoti ripetevano le nellavocali sua dotta opera sui e misteri eleusini, pervenuto alla Strabone stessa conclusione. sette in forma di inni, che ai musici era è proibito entrarvi". a cui Savary Dopo aver menzionato il fatto che i sacerdoti egiziani pretendevano il Wilkinson merito di fa riferimento, chiama il dio da quel tempio Memnone, ma apprendiamo da averOsiride trasmesso aigrande Greci dio i primi elementi del si politeismo, "Questi fatti che era il di Abidos, da cui comprende conclude: che Memnone e Osiride positivi dimostrerebbero sufficientemente, anche senza la conformità delle idee, erano solo nomi differenti per la stessa divinità. Il nome di Lino o Osiride, nella qualità che i misteri trapiantati Grecia, e quivi uniti ad unGregorio certo numero di tradizioni di "marito di sua madre", in era in Egitto Kamut. Quando il grande introdusse

22 187 Rev. Alexander Hislop locali, gli uccelli non che persero inseguono mai il le carattere mosche, delle rappresentano loro originiladerivate stessa cosa dalladei culla serpenti delle idee sottostanti. moraliMa e religiose il serpente, dell'universo. del quale vi Tutti è una questi doppiafatti rappresentazione separati, tutte è indubqueste testimonianze biamente il serpente sparpagliate, di Esculapio. riportano Laa rondine quel principio che distrugge che colloca la mosca, in Oriente quindi, il centro della scienza e della deve civiltà". rappresentare Se quindi laabbiamo stessa divinità. l'evidenza Ora che ognuno l'Egittosa e la Grecia derivarono la loro quale religione fosse il da nome Babilonia, col quale abbiamo nel mondo un'eguale orientale evidenza era che il sistema religioso chiamato dei Fenici il "Signore provenisse della dalla Mosca" stessa o ilfonte. dio che Macrobio distrugmostra le caratteristiche ge distintive la mosca. dell'idolatria Era Beel-zebub. feniciaQuesto che devono nome essere che signifistate importate dall'Assiria, che, ca "Signore secondo della gli scrittori mosca"classici, per i profani includeva indicava Babilonia. soltan"L'adorazione della Venere to il Architica", potere chedice, distruggeva "era fiorente lo sciame in precedenza di mosche,presso quangli Assiri tanto quanto lo do è adesso questetra divennero i Fenici". come spesso accade nei paesi calAdesso di una fonte per stabilire di tormento l'identità per il popolo fra i sistemi che esse dell'antica avevano Babilonia invaso. Ma e questo della Roma nome papale, identificato dobbiamo con il solo serpente chiederci chiaramente fino a che si rivela puntocome il sistema uno dei del nomi papato distintivi è similedi a quello Satana.stabilito E come in è appropriato tali misteri babilonesi. questo nome Nel quando proseguire vienein penetrato tale investigazione il suo signifivi sono cato mistico difficoltà esoterico! considerevoli Quale è il da vero superare significato poiché, di questo come nome nella così geologia familiare? è impossibile Beel-zebub significa raggiungere il "Signore in tutti isenza punti pace", i profondi persino strati l'infelice di baseche della "va superficie avanti e terrestre, indietro sulla così terra non ci e inquieto aspetteremo cammina di trovare su e in giù" ogni e che, paese "attraversa un racconto posti completo asciutti e in coerente cerca di riposo di come e non vi ne fu trova". stabilito il sistema. Ma tuttavia, come il geologo, esaminando A questo punto il contenuto è inevitabile di una lacrepa deduzione qui, sollevando che Satana lì,propriamente e ciò che si raccoglie detto deve da solo essere ovunque stato il grande sulla superficie, dio dei loroèsegreti in grado e della di misteriosa determinare, adorazione con stupefacente e ciò accertezza, corda conl'ordine gli straordinari e il contenuto misteri generale di questo dei argomento. diversi strati della terra, così accade per Perciò quanto quando riguarda a Roma il soggetto Gratian dei abolisce Misteri il provvedimento Caldei. Ciò che legale si cerca a sostegno in un paese delè provveduto l'adorazione da del un fuoco altro, e del e ciò serpente, che effettivamente vediamo che esattamente si "raccoglie" si era in compiuta direzioni diverse la predizione su vaste Divina. aree determina (Riv. 12:9) necessariamente - "E' il gran dragone il caratere fu scagliato, molto più l'originale di quanto non serpente, appaia colui direttamente che è chiamato in superficie. Diavolo Prendiamo o Satana, che quindi svia l'intera la riconosciuta terra abitata; unitàfu e il scagliato carattere sulla babilonico terra, e i degli suoi angeli antichi furono misteri scagliati d'Egitto, conGrecia, lui". Cosi, Fenicia come e il Roma Poncome tefice l'indizio Pagano, che del ci cui guidi potere nelle e privilegi nostre ricerche il Papa esiprocediamo notificò erede passo eradopo il Sommo passo nella sacerdote nostra di comparazione Satana, così ildelle Papadottrine quando e prese delleparte pratiche alla delle lega ed due alla Babilonie alleanza - di la Babilonia quel sistema deldi Vecchio adorazione Testamento del Diavolo e la Babilonia e acconsentì del Nuovo. ad occupare la giusta posiE zione qui, di per quel prima Pontefice, cosa, devo portando renderetutte nota le l'identità abominazioni degli oggetti nella d'adorazione Chiesa, divenne sia a necessariamente Babilonia cheil a primo Roma. ministro Gli antichi del Diavolo babilonesi venendosi come così i a romani trovaremoderni, complericonoscevano tamente in suo possesso. a parole l'unità della divinità; e, mentre adoravano innumerevoli divinità Esattamente minori, l'adempimento ritenendo che della queste Divina ultime affermazione: esercitassero - la venuta una certa dell'uomo influenza del sulle peccato faccende era "dopo umane, l'operato essi oriconoscevano energia di Satana". che vi Allora era UN qui è Creatore la grande infinito conclue Onnipotente, sione alla quale Supremo noi siamo su ogni costretti cosa. Molte a giungere altre nazioni con entrambe fanno lo lestesso. basi storico"Nelle epoche scritturali: primere come il del mistero genere della umano" devozione dice Wilkinson è Dio manifestato nel suonella "Antichi carne,Egizi”, così il “l’esistenza mistero d'iniquità di un'unica è, per quanto e onnipotente è possibile, divinità, il Diavolo che haincarnato. creato ogni cosa, sembra essere stata una credenza universale; e la tradizione ha insegnato agli uomini le stesse nozioni su questo soggetto, che in tempi successivi sono state adottate da tutte le nazioni civili". "La religione gotica", dice Mollet, "insegna l'esistenza di un Dio supremo. Signore dell'Universo, a cui ogni cosa dev'essere sottomessa e obbediente". L'antica mitologia islandese lo chiama "l'autore di ogni cosa esistente, l'eterno, il vivente, e l'essere terribile; l'indagatore delle cose nascoste, l'Essere che non cambia mai". Essa attribuisce a questa divinità "un potere infinito, una conoscenza illimitata, e una giustizia incorruttibile". Abbiamo l'evidenza che simile a questa era la fede degli antichi indiani. Sebbene il moderno induismo riconosca milioni di dèi i sacri libri degli Indiani mostrano che anticamente le cose non stavano così. Il maggiore Moor, parlando di Brama il dio supremo degli Indù, dice: "Di Lui, la cui gloria è così grande, non vi è nessuna immagine" (Veda). Egli "illumina tutto, delizia tutti, da lui procede ogni

Le Due Babilonie 187 22 Note aleCapitolo 1 deve ritornare" (Veda). Nelle "Istituzioni di Menu" egli è cosa, a cui si 1 caratterizzato come "Colui che solo lap. mente può percepire; la cui essenza elude Ammiano Marcellino, lib. XIV, cap. 6 ad. 26, e lib. XXIII, cap. 6 pagg. 371, 374, gli organi con esterni, che non ha parti che esiste dall'eternità... l'anima di paragonati Giustino Historia, lib. visibili, l,pag. 615 con le Cronache di Eusebio, Vol. l,pagg.40,70, ecc. Eusebio dice che Nino e Semiramide regnarono al tempo di Abramo. tutti gli esseri, che non può essere compreso". In questi passaggi, vi è una traccia Vedi Vol. I, pag. 41Panteismo; e Voi. II, pag. 65. dell'esistenza del ma lo stesso linguaggio usato rende testimonianza 2 dell'esistenza Per l'età di Sem, fravedi gli Indù Genesi di 11:10,11. un lontano In base periodo a ciò di Sem fede visse più502 pura. anni dopo il diluvio, cioè, secondo la cronologia fino al 1846 a.C. esaltata delle perfezioni naturali Anzi, non solo gli antichiebraica indù avevano un'idea di Dio, ma il vimarito è l'evidenza che essi ben consapevoli delprecedente, carattere L'età di Nino, di Semiramide, come erano abbiamo dichiarato nella nota secondo Eusebio, di si sincronizza con quella di Abramo che nacque nel 1996 a.C. nascimisericordioso Dio, com'è rivelato dal suo modo di trattare con unLa mondo ta di Abramo ebbe luogo, quindi, solo 9 anni prima della fineBrama, del regno Nino. In conperduto e colpevole. Ciò è manifesto dallo stesso nome dadi loro attribuito seguenza di ciò regno di Nino deve aver avuto termine, usuale, all'infinito ed il eterno Iddio. Vi è stata una gran secondo massa la di cronologia insoddisfacenti verso il 1987 a.C. speculazioni circa il significato di questo nome, ma quando si considerano Clinton, che è le un'autorità nel campo della cronologia, pone il regno di Nino unche certo attentamente diverse dichiarazioni riguardo a Brama, diviene evidente il tempo prima. Nel suo Fasti Hellenici (Voi.Rahm, 1, pag. 263) neldigamma, 2182 a.C. Layard nome Brama corrisponde all'ebraico con lo il colloca prefisso che è sostienefrequente quest'opinione. dice che Semiramide sopravvissuta di quarantadue anni a molto nelleSi parole del Sanscrito sia derivate dall'ebraico o dal caldeo. suo marito. Qualsiasi veduta perciò si adotti circa l'epoca di Nino, se quella diMa Eusebio, o Rahm in ebraico significa "II Misericordioso o compassionevole". Rahm quella a cui sono pervenuti Clinton e Layard, è evidente che Sem sopravvisse per molto significa il GREMBO o moglie. le interiora; che sonoquest'argomentazione la sede della compassione. Noi tempo sia pure a Nino che a sua Naturalmente, si basa sulla troviamo tale linguaggio applicato a Brama, il dio supremo, e non può spiegarsi supposizione della correttezza della cronologia ebraica. diversamente se non supponendo che Brama abbia lo stesso significato dell'ebraico Rahm. II: Così, troviamoDELL'ADORAZIONE che il Dio Krishna in uno dei libri sacri Indù, NOTE AL CAPITOLO OGGETTO quando la sua somma dignità e la sua identità con il supremo, usa le SEZIONE afferma I TRINITÀ' NELL'UNITA' seguenti parole: "II grande Brama è il mio GREMBO, ed in esso io pongo il mio 1 La parola nell'originale del libro di Esodo è la stessa di Rahm, solo che è nella forma feto, e da esso deriva la procreazione di tutta la natura. Il grande Brama è il del participio. GREMBO di tutte le varie forme che sono concepite in ogni grembo naturale". 2 Mentre tale è il significato di Brama, il significato di Deva, il nome generico per "Dio" Come potrebbe tale linguaggio essersi mai applicato al "Supremo Brama, il in India, è molto simile ad esso. Quel nome è comunemente derivato dal sanscrito Div, santissimo, l'altissimo iddio, l'essere divino, anteriore a lo tutti gli significato, altri dèi; senza "splendere", che è soltanto una forma diversa di Shiv, che ha stesso e che nascita, il Signore potente. Dio degli dèi, il Signore dell'universo" se non ancora proviene dal Caldeo Ziv, "brillantezza o splendore" (Dan. 2:31); e non vi è dalla alcun relazione vi l'adorazione è fra Rahm "il grembo" e nella Rahm "il misericordioso"? Qui, dubbio che che quando del sole si innestò fede dei Patriarchi, lo splendore dunque, troviamo Brama esattamente stessoMa di vi "Er-Rahman", "L'onnivisibile del luminare che deificato puòèavere suggeritolo il nome. è motivo di credere che "Deva" abbia un origine molto più onorevole e che essa provenga realmente misericordioso", un titolo applicato dai Turchi all'Altissimo, e che dal gli caldeo Indù, Thav, "buono", che è anche legittimamente pronunciato Thev, e nella forma che enfatica malgrado la profonda degradazione religiosa attuale, già sapevano "il Theva o Thevo, "II Buono". prima "l'Iddio lettera, rappresentata dal Th, mostrato da santissimo, l'altissimo Dio"La è anche di Misericordia", incom'è altre parole, che Donaldson suo Nuovo è frequentemente pronunciata Dh. Perciò, da Dheva o egli è "un nel Dio giusto e Cratilo, Salvatore". E procedendo su questa interpretazione del Theva "II Buono" ha naturalmente origine il sanscrito Deva, o, senza il digamma come lo nome Brama, vediamo quanto esattamente la loro conoscenza religiosa circa la troviamo frequentemente, Deo, "Dio", il latino, Deus e il greco Theos, essendo stato creazione abbia coincisoThevo-s con il il racconto dicome tuttenovus le cose, com'è in lasciato cadere nell'origine digamma, in latino è ilriportato neos greco. Genesi. benfaccenda noto che i Bramini, per esaltare se stessi (Marco quali sacerdoti, di casta Tale ideaE della pone enfasi al detto di nostro Signore 10:18): "Perché mi semidivina, a Nessuno cui tutti è gli altri tranne dovevano inchinarsi, avevano insegnato per molti chiami buono? buono, uno solo, cioè (Theos) Iddio" - "II Buono". 3 anni che, mentre le altre castesono, provenivano braccia, e piedi di Le parole nella nostra traduzione "dietro un dalle albero", ma noncorpo vi è, nell'originale Brama, la rappresentazione visibile e la manifestazione Brama, e alcuna parola che indichi "albero"; ed è riconosciuto da Lowth,dell'invisibile e dai migliori orientalisti identificati con lui, solo essi provenivano dalla bocca Inoltre che la traduzione dovrebbe essere "dopo i riti di Acad", cioè dell'Iddio "L'Unico".creatore. Sono consapevotroviamo delle affermazioni nei traduzione loro libri di sacri le quali mostranosulla che base una che volta le che alcuni faranno obiezione alla "Acad" con "L'Unico" in questo viessere è l'articolo. Ma diuna quanto poco dottrina. peso ciò possa si può vedere parlando dal fatto che doveva insegnata diversa Così,essere in uno dei Veda, di è questo stesso termine "Acad", e senza che l'articolo, usato in Deuteronomio, quando Brama, è espressamente affermato "tuttiche gliè esseri sono creati dalla sua viene affermata l'unità della nellaèmaniera più enfatica, "Ascolta, O Israele, Geobocca". Nel passaggio in divinità questione compiuto un tentativo di mistificazione; va nostro Dio presente è Geova", il cioè "un solo Geova". Quando si intendeva affermare ma tenendo significato del nome Brama, già spiegato, chil'unità può della divinità nella maniera più vigorosa possibile, i Babilonesi usavano il termine dubitare quale fosse il significato reale dell'affermazione, opposta per quanto "Adad". possa esserlo alla nobile ed esclusiva pretesa dei Bramini? Essa evidentemente 4 Lessico di Parkhurst alla voce "Cherubini". vuol direEbraico che, fin dalla caduta, colui che è stato rivelato all'uomo come il 1 Dal seguente estratto dal Dublin Catholic Layman, un importante giornalepure protestante, "Misericordioso ed il Clemente" (Eso. 34:6), era conosciuto come

186 23 Rev. Alexander Hislop gli locali, uccelli non che persero inseguono mai il le carattere mosche, delle rappresentano loro originiladerivate stessa cosa dalladei culla serpenti delle sottostanti. idee moraliMa e religiose il serpente, dell'universo. del quale vi Tutti è una questi doppiafatti rappresentazione separati, tutte è indubqueste biamente testimonianze il serpente sparpagliate, di Esculapio. riportano Laa rondine quel principio che distrugge che colloca la mosca, in Oriente quindi, il centro della scienza e della deve civiltà". rappresentare Se quindi laabbiamo stessa divinità. l'evidenza Ora che ognuno l'Egittosa e la Grecia derivarono la loro quale religione fosse il da nome Babilonia, col quale abbiamo nel mondo un'eguale orientale evidenza era che il sistema religiosochiamato dei Fenici il "Signore provenisse della dalla Mosca" stessa o ilfonte. dio che Macrobio distrugmostra le caratteristiche ge distintive la mosca. dell'idolatria Era Beel-zebub. feniciaQuesto che devono nome essere che signifistate importate dall'Assiria, che, ca "Signore secondo della gli scrittori mosca"classici, per i profani includeva indicava Babilonia. soltan"L'adorazione della Venere to il Architica", potere che dice, distruggeva "era fiorente lo sciame in precedenza di mosche,presso quangli Assiri tanto quanto lo do è adesso questetra divennero i Fenici". come spesso accade nei paesi caldi Adesso una fonte per stabilire di tormento l'identità per il popolo fra i sistemi che esse dell'antica avevano Babilonia invaso. Ma e questo della Roma nome identificato papale, dobbiamo con il serpente solo chiederci chiaramente fino a che si rivela puntocome il sistema uno dei del nomi papato distintivi è similedi a Satana. quello stabilito E come in è appropriato tali misteri babilonesi. questo nome Nel quando proseguire viene in penetrato tale investigazione il suo signifivi cato sono mistico difficoltà esoterico! considerevoli Quale è il da vero superare significato poiché, di questo come nome nella così geologia familiare? è Beel-zebub impossibile significa raggiungere il "Signore in tutti isenza punti pace", i profondi persino strati l'infelice di baseche della "va superficie avanti e indietro terrestre,sulla così terra non ci e inquieto aspetteremo cammina di trovare su e in giù" ogni e che, paese "attraversa un racconto posti completo asciutti in e coerente cerca di riposo di come e non vi ne fu trova". stabilito il sistema. Ma tuttavia, come il geologo, A esaminando questo punto il contenuto è inevitabile di una la crepa deduzione qui, sollevando che Satana lì,propriamente e ciò che si raccoglie detto deve da essere solo ovunque stato il grande sulla superficie, dio dei loroèsegreti in grado e della di misteriosa determinare, adorazione con stupefacente e ciò accorda certezza, conl'ordine gli straordinari e il contenuto misteri generale di questo dei argomento. diversi strati della terra, così accade Perciò per quanto quando riguarda a Roma il soggetto Gratian dei abolisce Misteri il provvedimento Caldei. Ciò che legale si cerca a sostegno in un paese delè l'adorazione provveduto da del un fuoco altro, e del e ciò serpente, che effettivamente vediamo che esattamente si "raccoglie" si era in compiuta direzioni la diverse predizione su vaste Divina. aree determina (Riv. 12:9) necessariamente - "E' il gran dragone il caratere fu scagliato, molto più l'originale di quanto serpente, non appaia colui direttamente che è chiamato in superficie. Diavolo Prendiamo o Satana, che quindi svia l'intera la riconosciuta terra abitata; unitàfu e scagliato il carattere sulla babilonico terra, e i degli suoi angeli antichi furono misteri scagliati d'Egitto, conGrecia, lui". Cosi, Fenicia come e il Roma Pontefice come l'indizio Pagano, che del cui ci guidi potere nelle e privilegi nostre ricerche il Papa e siprocediamo notificò erede passo eradopo il Sommo passo sacerdote nella nostra di comparazione Satana, così ildelle Papadottrine quando e prese delleparte pratiche alla delle lega ed due alla Babilonie alleanza - di la quel Babilonia sistema deldi Vecchio adorazione Testamento del Diavolo e la Babilonia e acconsentì del Nuovo. ad occupare la giusta posizione E qui, di per quel prima Pontefice, cosa, devo portando renderetutte nota le l'identità abominazioni degli oggetti nella d'adorazione Chiesa, divenne sia necessariamente a Babilonia cheil a primo Roma. ministro Gli antichi del Diavolo babilonesi venendosi come così i a romani trovaremoderni, completamente riconoscevano in suo possesso. a parole l'unità della divinità; e, mentre adoravano innumerevoli Esattamente divinità minori, l'adempimento ritenendo che della queste Divina ultime affermazione: esercitassero - la venuta una certa dell'uomo influenza del peccato sulle faccende era "dopo umane, l'operato essi oriconoscevano energia di Satana". che vi Allora era UN qui è Creatore la grande infinito conclue sione Onnipotente, alla quale Supremo noi siamo su ogni costretti cosa. Molte a giungere altre nazioni con entrambe fanno lo le stesso. basi storico"Nelle scritturali: epoche primere come il del mistero genere della umano" devozione dice Wilkinson è Dio manifestato nel suonella "Antichi carne,Egizi”, così il mistero “l’esistenza d'iniquità di un'unica è, per quanto e onnipotente è possibile, divinità, il Diavolo che haincarnato. creato ogni cosa, sembra essere stata una credenza universale; e la tradizione ha insegnato agli uomini le stesse nozioni su questo soggetto, che in tempi successivi sono state adottate da tutte le nazioni civili". "La religione gotica", dice Mollet, "insegna l'esistenza di un Dio supremo. Signore dell'Universo, a cui ogni cosa dev'essere sottomessa e obbediente". L'antica mitologia islandese lo chiama "l'autore di ogni cosa esistente, l'eterno, il vivente, e l'essere terribile; l'indagatore delle cose nascoste, l'Essere che non cambia mai". Essa attribuisce a questa divinità "un potere infinito, una conoscenza illimitata, e una giustizia incorruttibile". Abbiamo l'evidenza che simile a questa era la fede degli antichi indiani. Sebbene il moderno induismo riconosca milioni di dèi i sacri libri degli Indiani mostrano che anticamente le cose non stavano così. Il maggiore Moor, parlando di Brama il dio supremo degli Indù, dice: "Di Lui, la cui gloria è così grande, non vi è nessuna immagine" (Veda). Egli "illumina tutto, delizia tutti, da lui procede ogni

Le Due Babilonie 186 23 Note 1 deve ritornare" (Veda). Nelle "Istituzioni di Menu" egli è cosa,aleCapitolo a cui si 1 caratterizzato come "Colui che cap. solo 6 lap. mente può percepire; la cui essenza elude Ammiano Marcellino, lib. XIV, ad. 26, e lib. XXIII, cap. 6 pagg. 371, 374, gli organi con esterni, che non ha parti che esiste dall'eternità... l'anima di paragonati Giustino Historia, lib. visibili, l,pag. 615 con le Cronache di Eusebio, Vol. l,pagg.40,70, ecc. Eusebio dice che Nino e Semiramide regnarono al tempo di Abramo. tutti gli esseri, che non può essere compreso". In questi passaggi, vi è una traccia Vedi Vol. I, pag. 41Panteismo; e Voi. II, pag. 65. dell'esistenza del ma lo stesso linguaggio usato rende testimonianza 2 dell'esistenza Per l'età di Sem, fravedi gli Indù Genesi di 11:10,11. un lontano In base periodo a ciò di Sem fede visse più502 pura. anni dopo il diluvio, cioè, secondo la cronologia fino al 1846 a.C. esaltata delle perfezioni naturali Anzi, non solo gli antichiebraica indù avevano un'idea di Dio, ma il vimarito è l'evidenza che essi ben consapevoli delprecedente, carattere L'età di Nino, di Semiramide, come erano abbiamo dichiarato nella nota secondo Eusebio, di si sincronizza con quella di Abramo che nacque nel 1996 a.C. nascimisericordioso Dio, com'è rivelato dal suo modo di trattare con unLa mondo ta di Abramo ebbe luogo, quindi, solo 9 anni prima della fineBrama, del regno Nino. In conperduto e colpevole. Ciò è manifesto dallo stesso nome dadi loro attribuito seguenza di ciò regno di Nino deve aver avuto termine, usuale, all'infinito ed ileterno Iddio. Vi è stata una gran secondo massa la dicronologia insoddisfacenti verso il 1987 a.C. speculazioni circa il significato di questo nome, ma quando si considerano Clinton, che è le un'autorità nel campo della cronologia, pone il regno di Nino unche certo attentamente diverse dichiarazioni riguardo a Brama, diviene evidente il tempo Nel suo Fasti Hellenici (Voi.Rahm, 1, pag. 263) neldigamma, 2182 a.C. Layard nome prima. Brama corrisponde all'ebraico con lo il colloca prefisso che è sostiene quest'opinione. dice che Semiramide sopravvissuta di quarantadue anni a molto frequente nelleSi parole del Sanscrito sia derivate dall'ebraico o dal caldeo. suo marito. Qualsiasi veduta perciò si adotti circa l'epoca di Nino, se quella diMa Eusebio, o Rahm in ebraico significa "II Misericordioso o compassionevole". Rahm quella a cui sono pervenuti Clinton e Layard, è evidente che Sem sopravvisse per molto significa il GREMBO o moglie. le interiora; che sonoquest'argomentazione la sede della compassione. Noi tempo sia pure a Nino che a sua Naturalmente, si basa sulla troviamo tale linguaggio applicato a Brama, il dio supremo, e non può spiegarsi supposizione della correttezza della cronologia ebraica. diversamente se non supponendo che Brama abbia lo stesso significato dell'ebraico Rahm. Così, troviamo che il Dio Krishna in uno dei libri sacri Indù, N OTE AL CAPITOLO II: OGGETTO DELL'ADORAZIONE quando afferma la sua somma dignità e la sua identità con il supremo, usa le SEZIONE I TRINITÀ' NELL'UNITA' seguenti parole: "II grande Brama è il mio GREMBO, ed in esso io pongo il mio 1 La parola nell'originale del libro di Esodo è la stessa di Rahm, solo che è nella forma feto, e da esso deriva la procreazione di tutta la natura. Il grande Brama è il del participio. GREMBO di tutte le varie forme che sono concepite in ogni grembo naturale". 2 Mentre tale è il significato di Brama, il significato di Deva, il nome generico per "Dio" Come potrebbe tale linguaggio essersi mai applicato al "Supremo Brama, il in India, è molto simile ad esso. Quel nome è comunemente derivato dal sanscrito Div, santissimo, l'altissimo iddio, l'essere divino, anteriore a lo tutti gli significato, altri dèi; senza "splendere", che è soltanto una forma diversa di Shiv, che ha stesso e che nascita, il Signore potente. Dio degli dèi, il Signore dell'universo" se non dalla ancora proviene dal Caldeo Ziv, "brillantezza o splendore" (Dan. 2:31); e non vi è alcun relazione vi l'adorazione è fra Rahm "il grembo" e nella Rahm "il misericordioso"? Qui, dubbio che che quando del sole si innestò fede dei Patriarchi, lo splendore dunque, troviamo Brama esattamente stessoMa di vi "Er-Rahman", "L'onnivisibile del luminare che deificato puòèavere suggeritolo il nome. è motivo di credere che "Deva" abbia un origine molto più onorevole e che essa provenga realmente misericordioso", un titolo applicato dai Turchi all'Altissimo, e che dal gli caldeo Indù, Thav, "buono", che è anche legittimamente pronunciato Thev, e nella forma che enfatica malgrado la profonda degradazione religiosa attuale, già sapevano "il Theva o Thevo, "II Buono". prima "l'Iddio lettera, rappresentata dal Th, mostratoche da santissimo, l'altissimo Dio"La è anche di Misericordia", incom'è altre parole, Donaldson suo Nuovo è frequentemente pronunciata Dh. Perciò, da Dheva o egli è "un nel Dio giusto e Cratilo, Salvatore". E procedendo su questa interpretazione del Theva "II Buono" ha naturalmente origine il sanscrito Deva, o, senza il digamma come lo nome Brama, vediamo quanto esattamente la loro conoscenza religiosa circa la troviamo frequentemente, Deo, "Dio", il latino, Deus e il greco Theos, essendo stato creazione abbia coincisoThevo-s con il il racconto dicome tuttenovus le cose, com'è in lasciato cadere nell'origine digamma, in latino è ilriportato neos greco. Genesi. benfaccenda noto che i Bramini, per esaltare se stessi (Marco quali sacerdoti, di casta Tale ideaE della pone enfasi al detto di nostro Signore 10:18): "Perché mi semidivina, a Nessuno cui tutti è gli altri tranne dovevano inchinarsi, avevano insegnato per molti chiami buono? buono, uno solo, cioè (Theos) Iddio" - "II Buono". 3 anni che, mentre le altre castesono, provenivano braccia, e piedi di Le parole nella nostra traduzione "dietro un dalle albero", ma noncorpo vi è, nell'originale Brama, la rappresentazione visibile e la manifestazione Brama, e alcuna parola che indichi "albero"; ed è riconosciuto da Lowth,dell'invisibile e dai migliori orientalisti identificati con lui, solo essi provenivano dalla bocca Inoltre che la traduzione dovrebbe essere "dopo i riti di Acad", cioè dell'Iddio "L'Unico". creatore. Sono consapevotroviamo delle affermazioni nei traduzione loro libri di sacri le quali mostranosulla che base una che volta le che alcuni faranno obiezione alla "Acad" con "L'Unico" in questo viessere è l'articolo. Ma diuna quanto poco dottrina. peso ciò possa essere si può vedere parlando dal fatto che doveva insegnata diversa Così, in uno dei Veda, di è questo stesso termine "Acad", e senza l'articolo, usato insono Deuteronomio, quando Brama, è espressamente affermato che "tuttiche gliè esseri creati dalla sua viene affermata l'unità della nellaèmaniera più enfatica, "Ascolta, O Israele, Geobocca". Nel passaggio indivinità questione compiuto un tentativo di mistificazione; va Dio presente è Geova", il cioè "un solo Geova". Quando si intendeva affermare manostro tenendo significato del nome Brama, già spiegato, chil'unità può della divinità nella maniera più vigorosa possibile, i Babilonesi usavano il termine dubitare quale fosse il significato reale dell'affermazione, opposta per quanto "Adad". possa esserlo alla nobile ed esclusiva pretesa dei Bramini? Essa evidentemente 4 Lessico Ebraico di Parkhurst alla voce "Cherubini". vuol dire che, fin dalla caduta, colui che è stato rivelato all'uomo come il 1 Dal seguente estratto dal Dublin Catholic Layman, un importante giornalepure protestante, "Misericordioso ed il Clemente" (Eso. 34:6), era conosciuto come

24 185 Rev. Alexander Hislop l'Onnipotente, mischiate ad essa cheè al evidentemente principio "parlò l'esatta e fu fatto", controparte "comandò del racconto e tutte lescritturale cose furono di stabilite", Satana e dei che suoi feceangeli. tutte leOmero cose mediante dice chela "tutti "Parola gli dei della di sua Tartaro" Potenza". o Inferno, Dopo ciò fuche ronoè chiamati stato ora Teitans. detto chiunque Esiodoconsulti ci dice le come "Ricerche questi Asiatiche" Teitans, o Vol. dei degli 7, pag. inferi, 293, può giunsero vedere a dimorare che è in lì. larga Poiché misura il loro da capo una malvagia aveva commesso perversione un certo di questo atto dititolo maldivino vagità contro del Vivente suo padre, e il Vero supremo Dio, dio che delhanno cielo, con avuto il consenso origine di tutte molti queste altri abominazioni "figli del cielo", morali quelche padre hanno "li chiamò reso i simboli tutti con deiiltempli dispregiativo pagani dell'India nome di Teicosì offensivi tans", pronunciò agli occhi una della maledizione purezza 2.su di loro e poi, come conseguenza di questa maledizione, essi furono "precipitati e "legati nelle catene dell'oL'idea Babilonese dell'unità divina eranell'inferno" così assolutamente idolatrica, che Geova, scurità nell'abisso". l'Iddio vivente condannò severamente il suo stesso popolo affinchè non la Mentre questo è il più antico racconto Teitan ed i suoi e seguaci tra i Greci, sostenesse in alcuna maniera: "Quelli di che si santificano si purificano per 3 similmente noi lo troviamo nel uno sistema caldeo. era quelli proprio un mangiano sinonimo andare nei giardini per seguire ch'è quivi Teitan in mezzo, che per Typhon, il Serpente maligno Dragone, che era considerato universalmente carne di porco, cose esacrande eo dei topi, saranno tutti quanti consumati" (Isaia come il Nell'unità Diavolo o di autore tutta la malvagità. Fu Thyphon, secondo la versione 66:17). queldi solo Dio dei Babilonesi, vi erano tre persone, e per pagana della storia che uccise Tammuz e lo tagliò a pezzi; ma mostrato Lattanziodalle che simboleggiare tale dottrina delle trinità, essi impiegavano, com'è conosceva l'argomento, sgrida i suoi connazionali pagani perché scoperte di bene Layard, il triangolo equilatero, proprio com'è ben noto che "adorano la chiesa un bambino fatto a pezzi dai Teitans".i Allora è innegabile Teitan, nel romana faccia a tutt'oggi. In entrambi casi tale paragone èche degradante percredo il Rè pagano era ed identico al Dragoneadatto o Satana. Misteri, appena fu possibile, d'Eternità, è estremamente per Nei pervertire lenon menti di coloro che lo avvenne un importante Prima esservi Tammuz fu adorato come colui che contemplano, come se cambiamento. vi fosse o potesse alcuna similitudine fra tale schiacciò la testa del serpente volendo che egli eraIddio, il distruttore del raffigurazione e Colui che ha detto: significare "A chi paragonerete e a quale regno di Satana. Poi lo stesso Dragone o Satana ricevette una certa misura di somiglianzà lo paragonerete"? adorazione consolarlo" comecome i Pagani dicevanonel "della perdita dei del cosiddetti suo poteIl Papato ha"per in alcune sue chiese, per esempio monastero 4 re" e per impedirgli di far loro del male; infine il Dragone, Teitan, Satana, Trinitariani di Madrid, un'immagine deleDio trino, con tre o teste sul o corpo . I divenne il avevano supremo qualcosa oggetto di il Titania, o riti di Teitan, occupano babilonesi di adorazione, simile. Layard, nella sua ultima opera, ha fornito 5 un posto nei Misteri anche in quelli greci. era un saggiopreminente di tale divinità trina, egiziani, adorata e nell'antica Assiria . La Quanto figura qui importante(Figg. il posto che riti di Teitan o Satana occupavano può essere giuriprodotta 3-4) diquesti un'altra divinità simile adorata fra i pagani della Siberia, dicato che Plutone, dio dell'inferno (che sua ultima e caratteristiè trattadal da fatto una medaglia del il gabinetto imperiale di come S. Pietroburgo, riprodotta ca era "Japhet" proprio il grande Avversario) era sono considerato con soggezione e timore il nello di Parson. Le tre teste disposte differentemente rispetto grande dio quale dipendevano del genere umano nel mondo eterno; all'opera didal Layard, ma entrambei destini evidentemente intendono simboleggiare la per questo si diceva spettava a Plutone "di purificare le anime doponecessala morstessa grande verità,che sebbene tutte tali rappresentazioni della Trinità te". riamente e assolutamente degradano la concezione di coloro fra i quali Il Purgatorio, stato nelquel Paganesimo come nel Cattolicesimo prevalgono taliessendo immagini, circa mistero sublime della nostra fede. il Ingrande India, cardine delsuprema, clericalismo e della in superstizione, potere templi attribuisce questa la divinità similmente, uno dei suoiquale più antichi in grotta, è opinione al "dio dell'inferno"! Non che il serpente, il grande strumenrappresentata con tre teste su unsorprende solo corpo, con il nome di "Eko Deva to del Diavolo, nellatre seduzione Trimurtti", "Un Dio, forme" 6del genere umano, era in tutta la terra adorato, con una tale straordinaria riverenza essendo scritto nel Octateuch di tre Ostanes, In Giappone, i buddisti adorano la loro grande divinità, Budda, con teste, che "i serpenti sono superiorinella a tutti gli dei e principi dell'universo". Non fa memedesima forma, sotto il nome di "San Pao raviglia che alla fine fermamente si Tutti credette che sono il Messia, dalsin quale dipendeva Fuh". questi esistiti dall'antichità. la speranza del mondo, fosseMentre egli stesso il "seme del serpente"! Questo era mal'idolatria si estendeva, il riconoscimento di nifestamente il caso in Grecia; per la storia presente si venne a dire che il una trinità diveniva universale in poi tutte le antiche primo Bacco fosse dato alla luce come conseguenza di una congiunzione tra sua nazioni del mondo, mostrando quanto profonde madre con il padre degli dei, nella nella razza forma umana di un "serpente maculato". Quel padre fossero le radici della dottrina Figurazione dichiaramente divinità trinail dio degli dei era dell'inferno. Quanto Proserpina, la madre di primitiva su un tale asoggetto, che proviene 7 adorata in Assiria Bacco che, miracolosamente chiaramente concepì e partorì meraviglioso bambino, il cui dalla ilGenesi .Quando guardiamo i rapimento da parte di Plutone occupava spazio Misteri, fuabbiamo adorata simboli dellagrande figura trina di nei Layard, a cui come la moglie del dio dell'inferno, come già visto, il nomemolto della già fatto riferimento, e li esaminiamo con abbiamo accuratezza, essi sisotto dimostrano "Santa Vergine". istruttivi. Layard è dell'opinione che il cerchio in tale figura abbia il significato La storia della senza seduzione di Eva da parte del serpente è chiaramente del "Tempo limiti". Ma il significato geroglifico del importata cerchio in è 8 questa leggenda, come Giulio ed cerchio i primi apologisti Cristiani, evidentemente differente. In Firmicio Caldea il raffigurava lo zerocon e granzero de forza, la tramandarono Pagani dei loro tempi; ma del molto diversa è la sfumasignifica anche "il seme" ai Perciò, secondo il genio sistema mistico della

Le Due Babilonie 185 24 Caldea, tura datache ad essa era ampiamente nella leggenda basato pagana sui da doppi quella significati, che essaquello ha nella che, Parola agli occhi Dividegli na. Così uomini il grande in generale, Trimblerigger, era solo abilmente uno zero, "un capovolse cerchio", la situazione per gli iniziati e quando aveva gli il significato uomini cominciarono di zero "il seme". ad aborrire Ora, le visto sue sotto caratteristiche, questa luce, fece l'emblema in modotrino da essere della suprema quasi dappertutto divinità riconosciuto assira mostra come chiaramente "il dio diqual'era questo mondo". stata l'originale Così profonda fede dei e patriarchi. forte era laPrima presa vi che è Satana il capo era dell'uomo riuscito anziano; ad ottenere successivamente, sul mondo antico, vi è lo in zero, questo o 9 cerchio, senso, che cioè quando "il seme"; il Cristianesimo e infine, le fu ali proclamato e la coda all'uomo dell'uccello e, la vera o colomba; luce rimostrano, splendette sebbene dal Cielo, inproprio modo blasfemo, la dottrinal'unità che abbiamo del Padre, considerato del Seme, ora, o Figlio, si eresse e dello tra i discepoli Spirito professanti Santo. Mentre di Cristo. questo era il modo originale mediante il quale l'idolatria Coloro chepagana seguirono rappresentava questa dottrina il Dio furono Trino, chiamati e attraverso Ophiani questa o Ophites, sorta cioè di rappresentazione adoratori del serpente. sopravvisse "Questi fino eretici" al tempo dicedi Tertulliano Sennacherib, magnificano vi è tuttavia il serpente la prova che, fino in al un punto periodo di preferirlo primitivo, allo ebbe stesso luogo Cristo, un importante poiché egli, cambiamento asseriscononel diede modo la babilonese prima conoscenza di considerare del benela e divinità; del male.eMosè quelle futre indotto persone da questa dovevano percezione divenire del il Padre suo potere Eterno, e maestà lo Spirito ad di erigere Dio incarnato il serpente in una di ottone madreeumana, chiunque e ilad Figlio essoDivino, avesse il rivolto fruttolo di sguardo quell'incarnazione. sarebbe stato risanato. Lo stesso Cristo, essi affermano, nel Vangelo imita il sacro potere del serpente quando dice: "Come Mosè sollevò il serpente nel deserto, così il Figlio SEZIONE dell'Uomo II deve essere sollevato". Essi introducono ciò quando benedicono l'Eucarestia. Questi eretici malvagi, manifestamente adoravano il vecchio come il grande benefattore del LA MADRE E IL serpente FIGLIO o E Satana L'ORIGINE DEL FIGLIO genere umano, per aver loro rilevato la conoscenza del bene e del male. Ma queMentre questa era la teoria, in pratica prima Pagano persona dal della divinità era senza sta dottrina essi l'avevano derivata dalla mondo quale essi erano venuimportanza (Figg. 5-6). ti, o dai Misteri così come li avevano ricevuti e celebrati a Roma. Sebbene Teitan al tempo di Esiodo e nella fosse un "nome obbrobioso" a RoCome il Grande Invisibile, che antica non haGrecia alcun interesse immediato nelle faccende ma nei giorni dell'impero e prima ancora, umane, egli doveva "essere adorato solo era in diventato proprio l'opposto. "Lo splendido in e pratica, gloriosonon Teitan" era iladorato modo in cui si parlava di Teitan a Roma. silenzio", era affatto dal Questo era il titolo dato al sole "Orb of Day" e considerato come popolo. La stessa cosa avviene invisto Indiacome ancora divinità. il lettore ha già visto che un'altrai forma di divinità, o Teitan, a Roai nostri Ora giorni. Sebbene Brama, secondo ma era il serpente Epidaurian, adorato il nome di Esculapio, cioè "il serlibri sacri, sia la prima persona della sotto Triade pente uomo istruisce". Indù, e la che religione degli Indostani venga Qui a Roma o Satana era identificato con il "serpente che istruiva il gechiamata colTeitan, suo nome, tuttavia egli non è nere umano" che apriva i loro (quando affatto adorato, e vi è appena unocchi solo tempio innaturalmente essi erano ciechi) e diede l'India loro la "conoscenza del bene e del tutta che ancora sopravvive di male". quelli In Pergamo e in tutta l'Asia minore dalla che precedentemente furono eretti inquale suo Roma derivò direttamente la sua conoscenza dei Misteri, il caso stesso. In Pergamo, dove preminentemente onore. Avviene la stessa cosaera in lo quei paesi In Babilonia In India "era il trono diilSatana", divinità del sole, come è ben noto era adorato sotto la Europei dove sistema la papale si è sviluppato forma di un serpente e sotto il papale, nome di Esculapio "il serpente uomo che istruicompletamente. Nell'Italia com'è sce". Secondo la dottrinada fondamentale dei Misteri, come portata a Roma da universalmente ammesso chi vi ha viaggiato (eccetto dove di recente ha fatto Pergamo, il sole il solo unico dio, Tammuz o Giano nel caratteredel di Fiil suo ingresso il era Vangelo), tutte le manifestazione esterne disuo adorazione Rè glio, o seme della donna, unascomparse, incarnazione. Qui allora il grande segreto delEterno ed Invisibile sono era quasi mentre la Madre e il Figlio sono i l'Impero Romano è infine portato alla luce - Babilonia, cioè il verosotto nome della divinità grandi soggetti dell'adorazione. Nell'antica questo aspetto, tule telareandavano di Roma. esattamente Questo era il segreto più gelosamente custodito, tanto quancose alla stessa aniera. I Babilonesi nella loro che religione do Valerio adoravano Sorano, un sopra uomo ogni del più altouna rango e come Cicerone dichiarò più popolare, cosa dea madre e un figlio che "il erano istruito deicome Romani" lo aveva incurantemente divulgato, fu madre. condannato a morte. raffigurati un infante o bambino nelle braccia di sua Da Babilonia Ora comunque è della chiaramente Una rappresentazione simbolica del poquest'adorazione madre erivelato. del figlio si diffuse alle estremità della terra. In polo Romano dal sorprendentemente conferma questa deduzione con Egitto, la Madre e Pompeii il Figlio erano adorati con il nome di Iside e Osiride (Osiride affascinante testimonianza. Il frequentemente lettore dia uno sguardo figura qui rappresentacome figlio era chiamato più Horus). alla In India fino ad oggi come ta (Fig. 59). in Asia, come Cibele e Deoius; nella Roma pagana, come Fortuna e Isi e Iswara; Abbiamo già visto l'autore di Cerere, Pompeiila ammette, per quanto laseno, preJupiter-bambino; inche Grecia, come grande madre con ilriguarda bimbo in cedente figura la che, i della serpenti sono sottostante delle oscure o come Irene, dea pace conla il rappresentazione bimbo Fiutone fra le braccia; e anche in divinitàCina soprastanti. Ammettiamo lo stesso principio e ne sorpresi segue che rondini la o Tibet, e Giappone, i missionari Gesuiti furono diletrovare

184 25 Rev. Alexander Hislop mischiate l'Onnipotente, ad essa cheèal evidentemente principio "parlò l'esatta e fu fatto", controparte "comandò del racconto e tutte lescritturale cose furono di Satana stabilite", e dei che suoi feceangeli. tutte leOmero cose mediante dice chela "tutti "Parola gli dei della di sua Tartaro" Potenza". o Inferno, Dopo ciò furono che è chiamati stato ora Teitans. detto chiunque Esiodoconsulti ci dice le come "Ricerche questi Asiatiche" Teitans, o Vol. dei degli 7, pag. inferi, 293, giunsero può vedere a dimorare che è in lì. larga Poiché misura il loro da capo una malvagia aveva commesso perversione un certo di questo atto dititolo malvagità divino contro del Vivente suo padre, e il Vero supremo Dio, dio che delhanno cielo, con avuto il consenso origine di tutte molti queste altri "figli abominazioni del cielo", morali quelche padre hanno "li chiamò reso i simboli tutti con deiiltempli dispregiativo pagani dell'India nome di Teicosì tans", offensivi pronunciò agli occhi una della maledizione purezza 2.su di loro e poi, come conseguenza di questa maledizione, essi furono "precipitati e "legati nelle catene dell'oL'idea Babilonese dell'unità divina eranell'inferno" così assolutamente idolatrica, che Geova, scurità l'Iddio nell'abisso". vivente condannò severamente il suo stesso popolo affinchè non la Mentre questo è il più antico racconto Teitan ed i suoi e seguaci tra i Greci, sostenesse in alcuna maniera: "Quelli di che si santificano si purificano per similmente noi lo troviamo nel sistema caldeo. era proprio un mangiano sinonimo andare nei giardini per seguire uno3 ch'è quivi Teitan in mezzo, quelli che per Typhon, il Serpente maligno Dragone, che era considerato universalmente carne di porco, cose esacrande eo dei topi, saranno tutti quanti consumati" (Isaia come il Diavolo o di autore tutta la malvagità. Fu Thyphon, secondo la versione 66:17). Nell'unità queldi solo Dio dei Babilonesi, vi erano tre persone, e per pagana della storia che uccise Tammuz e lo tagliò a pezzi; ma mostrato Lattanziodalle che simboleggiare tale dottrina delle trinità, essi impiegavano, com'è conosceva l'argomento, sgrida i suoi connazionali pagani perché scoperte dibene Layard, il triangolo equilatero, proprio com'è ben noto che "adorano la chiesa un bambino fatto a pezzi dai Teitans".i Allora è innegabile Teitan, nel romana faccia a tutt'oggi. In entrambi casi tale paragone èche degradante percredo il Rè pagano era ed identico al Dragoneadatto o Satana. Misteri, appena fu possibile, d'Eternità, è estremamente per Nei pervertire lenon menti di coloro che lo avvenne un importante Prima esservi Tammuz fu adorato come colui che contemplano, come se cambiamento. vi fosse o potesse alcuna similitudine fra tale schiacciò la testa del serpente volendo che egli eraIddio, il distruttore del raffigurazione e Colui che ha detto: significare "A chi paragonerete e a quale regno di Satana. Poi lo stesso Dragone o Satana ricevette una certa misura di somiglianzà lo paragonerete"? adorazione consolarlo" comecome i Pagani dicevanonel "della perdita dei del cosiddetti suo poteIl Papato ha"per in alcune sue chiese, per esempio monastero 4 re" e per impedirgli di far loro del male; infine il Dragone, Teitan, Satana, Trinitariani di Madrid, un'immagine dele Dio trino, con tre o teste sul o corpo . I divenne il supremo oggetto di il Titania, o riti di Teitan, occupano babilonesi avevano qualcosa di adorazione, simile. Layard, nella sua ultima opera, ha fornito 5 un nei Misteri anche in quelli greci. era un posto saggiopreminente di tale divinità trina,egiziani, adorata enell'antica Assiria . La Quanto figura qui importante il posto che riti di Teitan o Satana occupavano può essere giuriprodotta (Figg. 3-4) diquesti un'altra divinità simile adorata fra i pagani della Siberia, dicato che Plutone, dio dell'inferno (che sua ultima e caratteristiè trattadal da fatto una medaglia del il gabinetto imperiale di come S. Pietroburgo, riprodotta ca era "Japhet" proprio il grande Avversario) era sono considerato con soggezione e timore il nello di Parson. Le tre teste disposte differentemente rispetto grande dio quale dipendevano i destini del genere umano nel mondo eterno; all'opera didal Layard, ma entrambe evidentemente intendono simboleggiare la per questo si diceva spettava a Plutone "di purificare le anime doponecessala morstessa grande verità,che sebbene tutte tali rappresentazioni della Trinità te". riamente e assolutamente degradano la concezione di coloro fra i quali Il Purgatorio, stato nel quel Paganesimo come nel Cattolicesimo prevalgono taliessendo immagini, circa mistero sublime della nostra fede.il Ingrande India, cardine delsuprema, clericalismo e della in superstizione, quale potere templi attribuisce questa la divinità similmente, uno dei suoi più antichi in grotta, è opinione al "dio dell'inferno"! Non che il serpente, il grande strumenrappresentata con tre teste su unsorprende solo corpo, con il nome di "Eko Deva to del Diavolo, nella tre seduzione Trimurtti", "Un Dio, forme" 6del genere umano, era in tutta la terra adorato, con una tale straordinaria riverenza essendo scritto nel Octateuch di tre Ostanes, In Giappone, i buddisti adorano la loro grande divinità, Budda, con teste, che "i serpenti sono superiorinella a tutti gli dei e principi dell'universo". Non fa memedesima forma, sotto il nome di "San Pao raviglia che alla fine fermamente si Tutti credette che sono il Messia, dalsin quale dipendeva Fuh". questi esistiti dall'antichità. la speranza del mondo, fosse Mentre egli stesso il "seme del serpente"! Questo era mal'idolatria si estendeva, il riconoscimento di nifestamente il caso in Grecia; per la storia presente si venne a dire che il una trinità diveniva universale inpoi tutte le antiche primo Bacco fosse dato alla luce come conseguenza di una congiunzione tra sua nazioni del mondo, mostrando quanto profonde madre con il padre degli dei, nella nella razza forma umana di un "serpente maculato". Quel padre fossero le radici della dottrina Figurazione dichiaramente divinità trinail dio degli dei era dell'inferno. Quanto Proserpina, la madre di primitiva su un tale asoggetto, che proviene 7 adoratache, in Assiria Bacco miracolosamente chiaramente concepì e partorì meraviglioso bambino, il cui dalla ilGenesi .Quando guardiamo i rapimento da parte di Plutone occupava spazio Misteri, fuabbiamo adorata simboli dellagrande figura trina di nei Layard, a cui come la moglie del dio dell'inferno, come già visto, il nomemolto della già fatto riferimento, e li esaminiamo con abbiamo accuratezza, essi sisotto dimostrano "Santa Vergine". istruttivi. Layard è dell'opinione che il cerchio in tale figura abbia il significato La della seduzione di Eva da parte del serpente è chiaramente del storia "Tempo senza limiti". Ma il significato geroglifico del importata cerchio in è 8 questa leggenda, come Giulio ed cerchio i primi apologisti Cristiani, con evidentemente differente. In Firmicio Caldea il raffigurava lo zero e granzero de forza, la tramandarono Pagani dei loro tempi; ma del molto diversa è la sfumasignifica anche "il seme" ai Perciò, secondo il genio sistema mistico della

Le Due Babilonie 184 25 tura Caldea, datache ad essa era ampiamente nella leggenda basato pagana sui da doppi quella significati, che essaquello ha nella che, Parola agli occhi Divina. degli Così uomini il grande in generale, Trimblerigger, era solo abilmente uno zero, "un capovolse cerchio", la situazione per gli iniziati e quando aveva gli il uomini significato cominciarono di zero "il seme". ad aborrire Ora, le visto sue sotto caratteristiche, questa luce, fece l'emblema in modotrino da essere della quasi suprema dappertutto divinità riconosciuto assira mostra come chiaramente "il dio diqual'era questo mondo". stata l'originale Così profonda fede dei e forte patriarchi. era laPrima presa vi che è Satana il capo era dell'uomo riuscitoanziano; ad ottenere successivamente, sul mondo antico, vi è lo in zero, questo o 9 senso, cerchio, che cioè quando "il seme"; il Cristianesimo e infine, le fu ali proclamato e la coda all'uomo dell'uccello e, la vera o colomba; luce risplendette mostrano, sebbene dal Cielo, inproprio modo blasfemo, la dottrinal'unità che abbiamo del Padre, considerato del Seme, ora, o Figlio, si eresse e tra dello i discepoli Spirito professanti Santo. Mentre di Cristo. questo era il modo originale mediante il quale Coloro l'idolatria chepagana seguirono rappresentava questa dottrina il Dio furono Trino, chiamati e attraverso Ophiani questa o Ophites, sorta cioè di adoratori rappresentazione del serpente. sopravvisse "Questi fino eretici" al tempo dicedi Tertulliano Sennacherib, magnificano vi è tuttavia il serpente la prova fino che, in al un punto periodo di preferirlo primitivo, allo ebbe stesso luogo Cristo, un importante poiché egli, cambiamento asseriscononel diede modo la prima babilonese conoscenza di considerare del benela e divinità; del male.eMosè quelle futre indotto persone da questa dovevano percezione divenire del il suo Padre potere Eterno, e maestà lo Spirito ad di erigere Dio incarnato il serpente in una di ottone madre eumana, chiunque e ilad Figlio essoDivino, avesse rivolto il fruttolo di sguardo quell'incarnazione. sarebbe stato risanato. Lo stesso Cristo, essi affermano, nel Vangelo imita il sacro potere del serpente quando dice: "Come Mosè sollevò il serpente nel deserto, così il Figlio SEZIONE dell'Uomo II deve essere sollevato". Essi introducono ciò quando benedicono l'Eucarestia. Questi eretici malvagi, manifestamente adoravano il vecchio come il grande benefattore del LA MADRE E IL serpente FIGLIO o ESatana L'ORIGINE DEL FIGLIO genere umano, per aver loro rilevato la conoscenza del bene e del male. Ma queMentre questa era la teoria, in pratica prima Pagano persona dal della divinità era senza sta dottrina essi l'avevano derivata dalla mondo quale essi erano venuimportanza (Figg. 5-6). ti, o dai Misteri così come li avevano ricevuti e celebrati a Roma. Sebbene Teitan al tempo di Esiodo e nella Grecia fosse un "nome obbrobioso" a RoCome il Grande Invisibile, che antica non ha alcun interesse immediato nelle faccende ma nei giorni dell'impero e prima ancora, umane, egli doveva "essere adorato solo era in diventato proprio l'opposto. "Lo splendido e pratica, gloriosonon Teitan" era iladorato modo in cui si parlava di Teitan a Roma. silenzio", in era affatto dal Questo il titolo dato al sole "Orb of Day" e considerato come popolo. era La stessa cosa avviene invisto Indiacome ancora divinità. il lettore ha già visto che un'altrai forma di divinità, o Teitan, a Roai nostriOra giorni. Sebbene Brama, secondo ma il serpente Epidaurian, adorato il nome di Esculapio, cioè "il serlibriera sacri, sia la prima persona della sotto Triade pente istruisce". Indù, uomo e la che religione degli Indostani venga Qui a Roma o Satana era identificato con il "serpente che istruiva il gechiamata colTeitan, suo nome, tuttavia egli non è nere umano" che apriva i loro (quando affatto adorato, e vi è appena unocchi solo tempio innaturalmente essi erano ciechi) e diede loro la "conoscenza del bene e del tutta l'India che ancora sopravvive di male". quelli In Pergamo e in tutta l'Asia minore dalla che precedentemente furono eretti inquale suo Roma derivò direttamente la sua conoscenza dei Misteri, il caso stesso. In Pergamo, dove preminentemente onore. Avviene la stessa cosaera inlo quei paesi In Babilonia In India "era il trono diilSatana", divinità del sole, come è ben noto era adorato sotto la Europei dove sistema la papale si è sviluppato forma di un serpente e sotto il papale, nome di Esculapio "il serpente uomo che istruicompletamente. Nell'Italia com'è sce". Secondo la dottrinada fondamentale dei Misteri, come portata a Roma da universalmente ammesso chi vi ha viaggiato (eccetto dove di recente ha fatto Pergamo, il sole il solo unico dio, Tammuz o Giano nel caratteredel di Fiil suo ingresso il era Vangelo), tutte le manifestazione esterne disuo adorazione Rè glio, o seme della donna, unascomparse, incarnazione. Qui allora il grande segreto delEterno ed Invisibile sono era quasi mentre la Madre e il Figlio sono i l'Impero Romano è infine portatoNell'antica alla luce - Babilonia, cioè il verosotto nome della divinità grandi soggetti dell'adorazione. questo aspetto, tule telare di Roma. esattamente Questo era ilalla segreto più gelosamente custodito, tanto quancose andavano stessa aniera. I Babilonesi nella loro che religione do Valerio adoravano Sorano, un sopra uomo ogni del più altouna rango e come Cicerone dichiarò più popolare, cosa dea madre e un figlio che "il erano istruito deicome Romani" lo aveva incurantemente divulgato, fu madre. condannato a morte. raffigurati un infante o bambino nelle braccia di sua Da Babilonia Ora comunque è della chiaramente Una rappresentazione simbolica del poquest'adorazione madre erivelato. del figlio si diffuse alle estremità della terra. In polo Romano dal sorprendentemente questa deduzione con Egitto, la Madre e Pompeii il Figlio erano adorati con il conferma nome di Iside e Osiride (Osiride affascinante testimonianza. Il frequentemente lettore dia uno sguardo figura qui rappresentacome figlio era chiamato più Horus). alla In India fino ad oggi come ta 59). in Asia, come Cibele e Deoius; nella Roma pagana, come Fortuna e Isi(Fig. e Iswara; Abbiamo già visto l'autore di Cerere, Pompeiila ammette, per quanto laseno, preJupiter-bambino; inche Grecia, come grande madre con ilriguarda bimbo in cedente figura la che, i della serpenti sono sottostante delle oscure o come Irene, dea pace conla il rappresentazione bimbo Fiutone fra le braccia; e anche in divinità soprastanti. Ammettiamo lo stesso principio e ne sorpresi segue che rondini la o Tibet, Cina e Giappone, i missionari Gesuiti furono diletrovare

26 183 Rev. Alexander Hislop controparte ancora, dopo della tale vita Madonna' di rassicurarli e di suo circa figlio l'eterna devotamente felicità. Eanus, adorati «l'uomo come cadunella Roma to» fu papale elevatostessa; come il Shing CapoMao, umano la Santa di questo Madre sistema in Cina, di corruzione, era rappresentata questo Micon un stero figlio d'Iniquità. tra le braccia, Allora,eda una questo gloria veniamo intorno a conoscenza lei, esattamente del reale comesignificato se fosse stato del 2 impiegato nome, applicato un artista allacattolico divinità romano comunemente per raffigurarla adorata in . Frigia insieme a Cibele nello stesso carattere di Giano che era allo stesso tempo Padre degli dei e divinità Mediatrice. Quel nome era Atys, o Attis, o Attes, e il senso apparirà chiaraSOTTOSEZIONE I mente dal significato dellaIL ben nota parola greca Atè che significa "errore del FIGLIO IN ASSIRIA peccato" ed è ovviamente derivato dal caldeo Hata, "peccare". Atys o Attes, 3 lettore derivate dallo stesso verbo, in modo simile, significano Il Vi è ragione di credere che all'origine di quella madre vi"II siaPeccatore". Semiramide , di cui ricorderà già che, in Frigia Rea o Cibele, era adorata sotto il nome di altre Idaianazioni Mater, abbiamo parlato, che, è ben noto era adorata dai babilonesi e da "La madre della sapienza". Essa portavaDea nella sua mano proprio simbolo orientali sotto il nome di Rea, la grande "madre". Fu come dal Figlio, comunque, un melograno e, noi a la ragione possiamo concludere che esso fosse ritenuto tra i che essa ottenne tutta sua gloria e le sue pretese di deificazione. Quel figlio, pagani "il frutto proibito". Così, come Attes probabilmente era persona considerasebbene raffigurato come un bimbo in braccio alla madre,allora era una di to la divinità contemplata di quella madre di sapienza, il "Peccatore", suo stesso grande statura e di immensa forza fisica oltre che di maniere affascinanti. Nelle marito, che indotto da lei a lui condividere il suocol peccato fatale conoscenza, Scritture si fa riferimento (Ezech. 8:14) nome e dila Tammuz, ma egli è divenne in tal modo e nel vero senso "L'Uomo del col peccato", attravercomunemente conosciuto fra gli scrittori classici nome -"L'uomo" di Bacco, cioè, "II 1 so il quale il peccato entrò nel mondo e la morte attraverso il peccato. Adesso, Lamentatore" . ad Attes, questo uomo del peccato, doponon essere passato attraverso dolori e Al comune lettore il nome di Bacco suggerisce altro che quei ribellione quelle sofferenze che i suoi ben adoratori annualmente, furono date ubriachezza, ma è adesso noto commemorano che, fra tutte le cose abominevoli che le caratteristiche distintive e le orge, glorie Messia. Egli fu identificato con il Sole, avevano luogo durante le sue ildel loro grande obiettivo era dichiaratamente l'unico suo dio, egli fu identificato con Adone, e a lui così identificato è dedicato "la purificazione delle anime" dalla colpa e dalle contaminazioni del peccato. il linguaggio del sedicesimo Salmo che come predice tutta la sua trionTale lamentatore, mostrato e adorato unin fanciullo tra grandezza le bracciaildi sua fo del nostro Salvatore Cristo sulla tomba e sulla morte. -"Poiché non lascerai la madre, sembra, in realtà, essere stato il marito di Semiramide, il cui nome. Nino, miaquale anima nello Sceol. Non permetterai il tuo leale veda la fossa". Salmo col è conosciuto comunemente nellache storia classica, significa letteralmente 16:10. "il Figlio" (da Nin che in ebraico significa "Figlio"). Poiché Semiramide, la Si conosce sufficienza cheRea, la prima parte di questa affermazione eraera consacramoglie, eraa adorata come il cui maggior carattere distintivo quello ta ad Adone, poichè l'annuale lamento delle per Tammuz fu velocemente d'essere la grande dea "Madre", l'unione didonne lei col marito, chiamato Nino, o trasformato in gioia a motivo del suo fantastico ritorno dell'Hades regioni "Figlio", fu sufficiente ad originare la caratteristica adorazione della o, "Madre e infernali. Ma non ben conosciuto che il Paganesimo applicava al suo e dio medel Figlio", che si è diffuse così estesamente fra le nazioni dell'antichità; questa diatore la predetta incorruttibilità corpo del Messia. che così fosse gli lo è certamente la spiegazione deldel fatto che ha fatto Ma tanto scervellare accertiamo dalla testimonianza Pausanias. che è Cibele, invetigatori della distinta storia antica, cioè che di Nino è alcune"Agdistis", volte chiamato marito, e egli dice "ottenne da Giove Ciò che inoltre nessuna parte la del corpo di Attes dovesse altre, figlio di Semiramide. spiega stessa confusione che vi èimpunelle tridirsi o deteriorarsi". Così il Paganesimo applicò Attes "il peccatore", relazioni tra Iside e Osiride, la madre e il Figlio ad degli egiziani; poiché, l'incocome municabile onore di Cristo, che venne a "salvare il Suo popolo dai che propri peccamostra Bunsen, Osiride era rappresentato in Egitto sia come figlio marito di ti" - madre; come èed detto nel linguaggio Divino scritto dal titoli dolcedi salmista Israele un sua effettivamente porta, come uno dei dignità di e d'onore, il 2 Cristiana. migliaio di anni prima dell'era nome "Marito della madre" . Se allora Papa, come occupa il posto "l'uomo", come Ciò getta il ulteriore luceabbiamo sul fattovisto, già menzionato, chedi il Giano dio indiano Iswara è è chiaro che egli allo stesso tempo posto di Attes, "il peccatore". Sotto rappresentato come un bambino suloccupa seno diilsua madre, Isi o Iswara. questo punto di vista, colpisce l'espressione deldella peccato", dato Quindi, questo Nino come o "Figlio" giacente tra le"Uomo braccia Madonna dalla profezia di II Tessalonicesi a colui che doveva essere il capo della babilonese, è descritto in modo da11:3 essere identificato chiaramente con Nimrod. Cristianità apostata edice che Trogus dovevaPompeius, concentrare in quella apostasia tutta "prima la corru"Nino, rè d'Assiria", compendiato da Giustino, di zionecambiò del Paganesimo babilonese? Si dimostrerà così cheantiche, il Papa incitato in ogni campo tutto la soddisfacente moderazione delle maniere da una è il capo visibileildella bestia. la bestia non ha un capo visibile contro che la nuova passione, desiderio di Ma conquista. Egli fu solo il primo a guerreggiare governa, ma anche uno invisibile. invisibile non è altro che Satana, i suoi vicini e conquistò tutte le Questo nazioni capo dall'Assiria alla Libia poiché queste il capo non della prima grande apostasia ebbe inizio Questo nello stesso cielo. Ciò è ultime conoscevano ancora l'arteche della guerra". racconto conduce evidente, senza dubbio, da Rivelazione 13:4 "Si prostrarono davanti al dragone direttamente a Nimrod, e non può applicarsi a nessun altro. La narrazione di che aveva dato potere alla bestia, come pure davanti alla bestia, alcuni dicendo: "Chi è Diodoro Siculo è interamente d'accordo con esso e vi aggiunge tratti che simile alla bestia? E chi potràa combattere contro di lei?". contribuiscono ulteriormente determinarne l'identità. Il racconto dice così: Questo il linguaggio l'adorazione del dragone è commisurata "Nino, più anticomostra dei rè che assiri menzionato dalla storia, compì grandiall'adoraimprese.

Le Due Babilonie 183 26 Essendo zione della perbestia. naturaChe predisposto il dragone alla è guerra, principalmente e ambizioso Satana, della lo gloria stesso che arcidemoderiva dal nio valore, è evidente egli dall'affermazione armò un numero considerevole del precedente dicapitolo giovani (Rivelazione che erano coraggiosi 12:9): "E e vigorosi il dragone come fu precipitato, lui, e li addestrò l'antico per serpente, molto tempo che si inchiama eserciziDiavolo difficili e e Satana, laboriosi, il mediante seduttore del i quali mondo li abituò intero". alle Se allora, fatichecome dellaabbiamo guerra, e visto, ad affrontare il Papa fosse i pericoli il visiintrepidamente". bile capo della bestia Diodoto i fedeli dice di che Roma Nino adorando era "il il più Papa antico necessariamente dei rè assiri", adorae lo rappresenta no anche Satana. nel dare Con inizio la Divina a quelle affermazione guerre che davanti innalzarono a noi, non il vi suo è possibilità potere ad altezze di equivoci. straordinarie, E ciò è esattamente e che gli sottomisero quello chei potremmo popoli di Babilonia, aspettarci mentre in altri campi. ancora la Ricordiamoci città di Babilonia che il non Papa, esisteva, come capo e tutto del ciò Mistero mostra d'Iniquità, che egli occupava è "il figlio la stessa della posizione perdizione", di Nimrod, Iscariota,di il cui falso il racconto apostolo,scritturale il traditore. dice Ora egli è espressamente fu il primo "a essere afferpotente mato che sulla prima terra" che Giuda e che commise "il principio il suo del tradimento suo regno "Satana", fu Babele". il principe Poiché dei i costruttori Diavoli, "entrò dellain torre lui" di impossessandosene Babele, quando ilcompletamente. loro linguaggioPer fu analogia confuso, possiafurono dispersi mo aspettarci sulla faccia che lo della stesso terra sia e avvenuto perciò abbandonaron nel nostro caso. sia laPersino città che prima la torre che che il essi Papa avevano potesse concepire cominciato un a così costruire, complicato non schema si può di appropriatamente tradimento alla causa dire che del Babilonia, suo Signore, come come città è esistesse stato provato fino a contro quando di Nimrod, lui, prima stabilendovi che egli potesse il suo potere, essere la qualificato fondò gettando per portare le fondamenta con successo della alsua compimento grandezza.quello A taleschema riguardo, traditore, quindi, lo la storia stesso di Satana Ninodovette e quella entrare di Nimrod in lui.sono Il Mistero del tutto d'Iniquità in armonia. doveva Inoltre essereilesercitato modo in cui e prosperare Nino ottenne secondo il suo "l'operato", potere è identico letteralmente al modo cioè in cui secondo lo ottenne l'energia Nimrod. e il granNon può dioso esservi poteredubbio di Satana che (II fuTessalonicesi costringendo2:9). i suoi seguaci all'arte e ai pericoli della caccia, Allora Satana che egli stesso gradualmente e non qualche li formò spirito all'uso subordinato delle armi dell'inferno e così lideve preparò presiead aiutarlo dere sopra a l'intero stabilire vasto il suo sistema dominio, di malvagità proprioconsacrata, come Nino. egli Addestrando deve personalmeni suoi seguaci te impossessarsi per un di lungo colui tempo che è "in il suo difficili visibile e capo, laboriose il sistema esercitazioni" dovrebbe li essere rese qualificati guidato dalla per sua fare diabolica di lui il primo arguzia rè degli e "rafforzato" Assiri. dal suo potere sovraumano. La Considerando conclusione ciò che possiamo si trae subito da queste vedere testimonianze che i seguacidella del Papa storia quando anticaadorasono rafforzate no la bestia daadorano molte considerazioni anche il "dragone ulteriori. che In dava Genesi potere 10:11, alla bestia". troviamo Così, un passo, indiche, pendentemente quand'è appropriatamente dall'evidenza storica, compreso, su questo getta punto, una ferma siamo portati luce sul all'irresistisoggetto. Questo bile conclusione passaggio, che nella l'adorazione Versionedi Autorizzata, Roma è un dice vastocosì: sistema "Da diquel adorazione paese uscì del Assur demonio. ed E edificò se per Ninive". una voltaQui fosse sembra ammesso che che sia ilmolto Papa sia importante il capo della che Assur bestia provenisse del mare siamo dal paese costretti, di Sinar, sulla nonostante pura testimonianza la razza umana di Dio, in generale senza nessuna provenisse altra tutta testimonianza, dallo stesso a considerare posto. Sembra questo che come qui siun parta fatto dalla che,supposizione consapevolmente che Assur o inavesse consapevolmente una certa qual coloro sorta chedi adorano diritto divino il Papa, alstanno possesso effettivamente del paese e adorando che egli in il qualche Diavolo.modo ne fosse stato spodestato da Nimrod, mentre nel contesto non vi è alcun Ma inaccenno realtà abbiamo a un tale testimonianza diritto o a qualcosa storica che e dine notevole costituisca consistenza, una prova. che Inoltre, il Panel pa, come versetto capo si rappresenta dei Misteri caldei Assur è come direttamente se si stabilisse il rappresentante nelle immediate di Satana vicinanze come di lo è Nimrod del falso costituendo Messia di Babilonia. un regno potente Molto tempo come fa, quello versodi la Nimrod fine del II° stesso, secolo, ed edificando fu notato da quattro Ireneo città, che una il nome delle Teitan quali è conteneva enfaticamente il numero definita mistico "grande" seicento (vers. 12); sessantasei mentre ed Nimrod, egli diceva, in basecome a questa sua interpretazione, opinione che Teitan costruì "era lo stesso di gran numero lunga di il città, nome delle più probabile" quali nessuna della è bestia caratterizzata del mare. in La modo suaspecifico opinione come non ha "grande". molto peso. Ora è Ma estremamente l'opinione in se improbabile stessa potrebbe che Nimrod essere derivata abbia da tollerato altri che tranquillamente ebbero migliori un e rivale più valide così ragioni vicino a per lui. il Per loro ovviare credo su a tali questo difficoltà, soggetto. è stato Ora proposto inquirendo, di tradurre sarà efle fettivamente parole, "datrovato quel paese che,egli mentre (Nimrod) Saturno andò era inilAssur nomeodel Assiria". capo visibile, Ma in tal Teitan caso, secondo era il nome l'uso del ordinario capo invisibile della della grammatica, bestia. Teitan la parola è precisamente nell'originale la forma dovrebbe calessere dea di Sheitan, semplicemente il vero nome Assur,con senza il quale alcunSatana suffisso è chiamato di moto. Io da sono tempi convinto immemorache tutte bili dagli le perplessità adoratori del che Diavolo i commentatori del Kurdistan hanno e dall'Armenia finora nutrito o Kurdistan circa questo questa passaggio, adorazione siano del Diavolo sorte dalla incorporata supposizione nei Misteri che nel caldei passo in venne questione verso si occidente trovi un nome all'Asia proprio, minorementre e da qui inall'Etruria realtà nonene Roma. esisteQuel alcuno. Teitan Assur eraèeffettivamente il participio passivo cono\ di sciuto un dalle verbo nazioni che, in classiche Caldeo, come significa Satana, "fortificare'" o lo spirito della e, conscguentemente, malvagità, promosignifica tore del male "essere morale, rafforzato", ne abbiamo o "reso le seguenti forte". Leggendo prove. così l'intero passaggio è facile La storia e scorrevole di Teitan e (vers. dei suoi 10), confratelli "E il principio è data indel Omero suo ed regno Esiodo (di iNimrod) due massifu Babele, mi fra tutti ed Erek, gli scrittori e Accad greci. e Calne". Nonostante Un principio leggende naturalmente più recenti siano implica ovviamente qualcosa

182 27 Rev. Alexander Hislop ancora, controparte dopo della tale vita Madonna' di rassicurarli e di suo circa figlio l'eterna devotamente felicità. Eanus, adorati «l'uomo come cadunella to» Roma fu papale elevato stessa; come il Shing CapoMao, umano la di Santa questo Madre sistema in Cina, di corruzione, era rappresentata questo Micon stero un figlio d'Iniquità. tra le braccia, Allora, e da una questo gloria veniamo intorno a a conoscenza lei, esattamente del reale comesignificato se fosse stato del 2 nome, impiegato applicato un artista allacattolico divinità romano comunemente per raffigurarla adorata in . Frigia insieme a Cibele nello stesso carattere di Giano che era allo stesso tempo Padre degli dei e divinità Mediatrice. Quel nome era Atys, o Attis, o Attes, e il senso apparirà chiaraSOTTOSEZIONE I mente dal significato dellaIL ben nota parola greca Atè che significa "errore del FIGLIO IN ASSIRIA peccato" ed è ovviamente derivato dal caldeo Hata, "peccare". Atys o Attes, 3 lettore derivate dallo stesso verbo, in modo simile, significano Il Vi è ragione di credere che all'origine di quella madre vi"II siaPeccatore". Semiramide , di cui ricorderà che, in Frigia Rea o Cibele, era adorata sotto il nome di Idaia Mater, abbiamo già parlato, che, è ben noto era adorata dai babilonesi e da altre nazioni "La madre della sapienza". Essa portavaDea nella sua mano proprio simbolo orientali sotto il nome di Rea, la grande "madre". Fu come dal Figlio, comunque, un e, noi a la ragione possiamo concludere che esso fosse ritenuto tra i chemelograno essa ottenne tutta sua gloria e le sue pretese di deificazione. Quel figlio, pagani "il frutto proibito". comein Attes probabilmente era persona considerasebbene raffigurato come Così, un bimbo braccio alla madre,allora era una di to la divinità contemplata di quella madre di sapienza, il "Peccatore", suo stesso grande statura e di immensa forza fisica oltre che di maniere affascinanti. Nelle marito, che indotto da lei a lui condividere il suocol peccato fatale conoscenza, Scritture si fa riferimento (Ezech. 8:14) nome e dila Tammuz, ma egli è divenne in tal modo e nel vero senso "L'Uomo del col peccato", attravercomunemente conosciuto fra gli scrittori classici nome -"L'uomo" di Bacco, cioè, "II 1 so il quale il peccato entrò nel mondo e la morte attraverso il peccato. Adesso, Lamentatore" . ad questo uomo del peccato, doponon essere passato attraverso dolori e Al Attes, comune lettore il nome di Bacco suggerisce altro che quei ribellione quelle sofferenze i suoi ben adoratori annualmente, furono date ubriachezza, ma che è adesso noto commemorano che, fra tutte le cose abominevoli che le caratteristiche distintive e le orge, glorieildel Messia. Egli fu identificato con il Sole, avevano luogo durante le sue loro grande obiettivo era dichiaratamente l'unico suo dio, egli fu identificato con Adone, e a lui così identificato è dedicato "la purificazione delle anime" dalla colpa e dalle contaminazioni del peccato. il linguaggio del sedicesimo Salmo che come predice tutta la sua trionTale lamentatore, mostrato e adorato unin fanciullo tra grandezza le bracciaildi sua fo del nostro Salvatore Cristo sulla tomba e sulla morte. -"Poiché non lascerai la madre, sembra, in realtà, essere stato il marito di Semiramide, il cui nome. Nino, mia anima nello Sceol. Non permetterai il tuo leale veda la fossa". Salmo col quale è conosciuto comunemente nellache storia classica, significa letteralmente 16:10. "il Figlio" (da Nin che in ebraico significa "Figlio"). Poiché Semiramide, la Si conosce sufficienza cheRea, la prima parte di questa affermazione eraera consacramoglie, eraa adorata come il cui maggior carattere distintivo quello ta ad Adone, poichè l'annuale lamento delle donne per Tammuz fu velocemente d'essere la grande dea "Madre", l'unione di lei col marito, chiamato Nino, o trasformato in gioia a motivo del suo fantastico ritorno dell'Hades regioni "Figlio", fu sufficiente ad originare la caratteristica adorazione della o, "Madre e infernali. Ma non ben conosciuto che il Paganesimo applicava al suo e dio medel Figlio", che si è diffuse così estesamente fra le nazioni dell'antichità; questa diatore la predetta incorruttibilità corpo delha Messia. che così fosse gli lo è certamente la spiegazione deldel fatto che fatto Ma tanto scervellare accertiamo testimonianza Pausanias. che è Cibele, invetigatori dalla della distinta storia antica, cioè che di Nino è alcune"Agdistis", volte chiamato marito, e egli dice "ottenne da Giove Ciò che inoltre nessuna parte la del corpo di Attes dovesse altre, figlio di Semiramide. spiega stessa confusione che vi èimpunelle tridirsi o deteriorarsi". Così il Paganesimo applicò Attes "il peccatore", relazioni tra Iside e Osiride, la madre e il Figlio ad degli egiziani; poiché, l'incocome municabile onore di Cristo, che venne a "salvare il Suo popolo dai che propri peccamostra Bunsen, Osiride era rappresentato in Egitto sia come figlio marito di ti" come èed detto nel linguaggio Divino scritto dal titoli dolcedi salmista Israele un sua- madre; effettivamente porta, come uno dei dignità di e d'onore, il 2 Cristiana. migliaio di anni prima dell'era nome "Marito della madre" . Se Papa, come occupa il posto "l'uomo", come Ciòallora getta ilulteriore luceabbiamo sul fattovisto, già menzionato, chedi il Giano dio indiano Iswara è è chiaro che egli allo stesso tempo posto di Attes, "il peccatore". Sotto rappresentato come un bambino suloccupa seno diilsua madre, Isi o Iswara. questo di vista, colpisce l'espressione deldella peccato", dato Quindi,punto questo Nino come o "Figlio" giacente tra le"Uomo braccia Madonna dalla profezia di II Tessalonicesi a colui che doveva essere il capo della babilonese, è descritto in modo da11:3 essere identificato chiaramente con Nimrod. Cristianità apostata edice che Trogus dovevaPompeius, concentrare in quella apostasia tutta "prima la corru"Nino, rè d'Assiria", compendiato da Giustino, di zione del Paganesimo babilonese? Si dimostrerà così cheantiche, il Papa incitato in ogni campo tutto cambiò la soddisfacente moderazione delle maniere da una è il capo visibileildella bestia. la bestia non ha un capo visibile contro che la nuova passione, desiderio di Ma conquista. Egli fusolo il primo a guerreggiare governa, ma anche uno invisibile. invisibile non è altro che Satana, i suoi vicini e conquistò tutte le Questo nazioni capo dall'Assiria alla Libia poiché queste il capo non della prima grande apostasia ebbe inizio Questo nello stesso cielo. Ciò è ultime conoscevano ancora l'arteche della guerra". racconto conduce evidente, senza dubbio, da Rivelazione 13:4 "Si prostrarono davanti al dragone direttamente a Nimrod, e non può applicarsi a nessun altro. La narrazione di che aveva dato potere alla bestia, come pure alla bestia, dicendo: "Chi è Diodoro Siculo è interamente d'accordo con davanti esso e vi aggiunge alcuni tratti che simile alla bestia? E chi potrà a combattere contro di lei?". contribuiscono ulteriormente determinarne l'identità. Il racconto dice così: Questo linguaggio l'adorazione del dragone è commisurata "Nino, il più anticomostra dei rè che assiri menzionato dalla storia, compì grandiall'adoraimprese.

Le Due Babilonie 182 27 zione Essendo della perbestia. naturaChe predisposto il dragone alla è principalmente guerra, e ambizioso Satana, della lo gloria stesso che arcidemoderiva nio dal valore, è evidente egli dall'affermazione armò un numero considerevole del precedente dicapitolo giovani (Rivelazione che erano coraggiosi 12:9): "E e il vigorosi dragone come fu precipitato, lui, e li addestrò l'antico per serpente, molto tempo che si inchiama eserciziDiavolo difficili e e Satana, laboriosi, il seduttore mediante del i quali mondo li abituò intero". alle Se allora, fatichecome dellaabbiamo guerra, e visto, ad affrontare il Papa fosse i pericoli il visibile intrepidamente". capo della bestia Diodoto i fedeli dice di che Roma Nino adorando era "il il più Papa antico necessariamente dei rè assiri", adorae lo no rappresenta anche Satana. nel dare Con inizio la Divina a quelle affermazione guerre che davanti innalzarono a noi, non il vi suo è possibilità potere ad di altezze equivoci. straordinarie, E ciò è esattamente e che gli sottomisero quello chei potremmo popoli di Babilonia, aspettarci in mentre altri campi. ancora Ricordiamoci la città di Babilonia che il non Papa, esisteva, come capo e tutto del ciò Mistero mostra d'Iniquità, che egli occupava è "il figlio la stessa della perdizione", posizione di Nimrod, Iscariota,di il cui falso il racconto apostolo,scritturale il traditore. dice Ora egli è espressamente fu il primo "a essere affermato potente che sulla prima terra" che Giuda e che commise "il principio il suo del tradimento suo regno "Satana", fu Babele". il principe Poiché dei i Diavoli, costruttori "entrò dellain torre lui" di impossessandosene Babele, quando ilcompletamente. loro linguaggioPer fu analogia confuso, possiafurono mo dispersi aspettarci sulla faccia che lo della stesso terra siae avvenuto perciò abbandonaron nel nostro caso. sia laPersino città che prima la torre che che il Papa essi avevano potesse concepire cominciato un a così costruire, complicato non schema si può di appropriatamente tradimento alla causa dire che del suo Babilonia, Signore, come come città è esistesse stato provato fino a contro quando di Nimrod, lui, prima stabilendovi che egli potesse il suo potere, essere qualificato la fondò gettando per portare le fondamenta con successo della alsua compimento grandezza.quello A taleschema riguardo, traditore, quindi, lo la stesso storia di Satana Ninodovette e quella entrare di Nimrod in lui.sono Il Mistero del tutto d'Iniquità in armonia. doveva Inoltre essereilesercitato modo in e cui prosperare Nino ottenne secondo il suo "l'operato", potere è identico letteralmente al modo cioè in cui secondo lo ottenne l'energia Nimrod. e il granNon dioso può esservi poteredubbio di Satana che (II fuTessalonicesi costringendo2:9). i suoi seguaci all'arte e ai pericoli della Allora caccia, Satana che egli stesso gradualmente e non qualche li formò spirito all'uso subordinato delle armi dell'inferno e così lideve preparò presiead dere aiutarlo sopra a l'intero stabilire vasto il suo sistema dominio, di malvagità proprioconsacrata, come Nino. egli Addestrando deve personalmeni suoi te seguaci impossessarsi per un di lungo colui tempo che è "in il suo difficili visibile e capo, laboriose il sistema esercitazioni" dovrebbe li essere rese guidato qualificati dalla per sua fare diabolica di lui il primo arguzia rè degli e "rafforzato" Assiri. dal suo potere sovraumano. Considerando La conclusione ciò che possiamo si trae subito da queste vedere testimonianze che i seguacidella del Papa storia quando anticaadorasono no rafforzate la bestia daadorano molte considerazioni anche il "dragone ulteriori. che In dava Genesi potere 10:11, alla bestia". troviamo Così, un passo, indipendentemente che, quand'è appropriatamente dall'evidenza storica, compreso, su questo getta punto, una ferma siamo portati luce sul all'irresistisoggetto. bile Questo conclusione passaggio, che nella l'adorazione Versionedi Autorizzata, Roma è un vasto dice così: sistema "Da diquel adorazione paese uscì del demonio. Assur ed E edificò se per Ninive". una voltaQui fosse sembra ammesso che che sia ilmolto Papa sia importante il capo della che bestia Assur del provenisse mare siamo dal paese costretti, di Sinar, sulla nonostante pura testimonianza la razza umana di Dio, in senza generale nessuna provenisse altra testimonianza, tutta dallo stesso a considerare posto. Sembra questo checome qui siun parta fatto dalla che,supposizione consapevolmente che Assur o inconsapevolmente avesse una certa qual coloro sorta chedi adorano diritto divino il Papa, alstanno possesso effettivamente del paese e adorando che egli in il Diavolo. qualche modo ne fosse stato spodestato da Nimrod, mentre nel contesto non vi è Ma alcun inaccenno realtà abbiamo a un tale testimonianza diritto o a qualcosa storica che e dine notevole costituisca consistenza, una prova. che Inoltre, il Papa, nel come versetto capo si rappresenta dei Misteri caldei Assur è come direttamente se si stabilisse il rappresentante nelle immediate di Satana vicinanze come lo di è Nimrod del falso costituendo Messia di Babilonia. un regno potente Molto tempo comefa, quello versodi la Nimrod fine del II° stesso, secolo, ed fu edificando notato da quattro Ireneo città, che una il nome delle Teitan quali è conteneva enfaticamente il numero definita mistico "grande" seicento (vers. sessantasei 12); mentre ed Nimrod, egli diceva, in basecome a questa sua interpretazione, opinione che Teitan costruì "era lo stesso di gran numero lunga di il nome città, delle più probabile" quali nessuna della è bestia caratterizzata del mare. in La modo suaspecifico opinione come non ha "grande". molto peso. Ora Ma è estremamente l'opinione in se improbabile stessa potrebbe che Nimrod essere derivata abbia da tollerato altri che tranquillamente ebbero migliori un e più rivale valide così ragioni vicino a per lui. il Per loro ovviare credo su a tali questo difficoltà, soggetto. è stato Ora proposto inquirendo, di tradurre sarà effettivamente le parole, "datrovato quel paese che,egli mentre (Nimrod) Saturno andò era inilAssur nomeodel Assiria". capo visibile, Ma in tal Teitan caso, era secondo il nome l'uso del ordinario capo invisibile della della grammatica, bestia. Teitan la parola è precisamente nell'originale la forma dovrebbe caldea essere di Sheitan, semplicemente il vero nome Assur,con senza il quale alcunSatana suffisso è chiamato di moto. Io da sono tempi convinto immemorache bili tuttedagli le perplessità adoratori del che Diavolo i commentatori del Kurdistan hanno e dall'Armenia finora nutrito o Kurdistan circa questo questa adorazione passaggio, siano del Diavolo sorte dalla incorporata supposizione nei Misteri che nel caldei passo in venne questione verso si occidente trovi un all'Asia nome proprio, minorementre e da qui inall'Etruria realtà nonene Roma. esisteQuel alcuno. Teitan Assur eraèeffettivamente il participio passivo cono\ sciuto di un dalle verbo nazioni che, in classiche Caldeo, come significa Satana, "fortificare'" o lo spirito della e, conscguentemente, malvagità, promotore significa del male "essere morale, rafforzato", ne abbiamo o "reso le seguenti forte". Leggendo prove. così l'intero passaggio è La facile storia e scorrevole di Teitan e (vers. dei suoi 10), confratelli "E il principio è data indel Omero suo ed regno Esiodo (di iNimrod) due massifu mi Babele, fra tutti ed Erek, gli scrittori e Accad greci. e Calne". Nonostante Un principio leggende naturalmente più recenti siano implica ovviamente qualcosa

28 181 Rev. Alexander Hislop di sono successivo, entrambi e vocaboli qui lo troviamo caldei, e sono (vers.termini 11) "Egli correlativi. venne da Come quel Mistero paese, essendo signifireso ca "Sistema forte, o Nascosto", quando fu reso così forte Saturno (Ashur), significa ed edificò "Dio Nascosto", Ninive", etc. il dio Ora veniva questo riè esattamente velato solamente in armonia agli iniziati; con l'affermazione a tutti gli altri della esso storia era nascosto. antica di Giustino, Adesso il "Nino nome rafforzò Saturno, la nella grandezza lingua caldea dei suoi si domini pronuncia acquisiti, Satùr ma, mediante come il ogni possesso studioso continuo. caldeo Avendo sa, consiste perciò soltanto sottomesso di quattro i popoli lettere: confinanti Stùr. Questo quando, nome per contiene un apporto esattamente di armati il egli numero fu ulteriormente apocalittico 666. rafforzato, uscì contro le altre tribù ed ogni nuova vittoria preparava lacome via per un'altra, egli sottomise tuttilegittimo i popoli di dell'oriente". Così, Se il Papa è abbiamo visto, il rappresentante Saturno, il numequindi, Nimrod o Nino, fu il costruttore di Ninive; e l'origine del nome di quella ro del Papa, come capo del Mistero d'Iniquità è proprio 666. Ma ancora più si 2 città "l'abitazione di mostrato, Nino", lo che dimostra e allo stesso tempo vien la fatta luce sul evidenzia, come già il nome di Roma era Saturnia, città di Safatto che ilturno. nome Lo della parte principale delle rovine di Ninive fino ad oggi è stesso dicono Ovidio, Plinio, Aurelio Victor. Così il Papa chiamata S = 60 Eimrud. ha un duplice diritto al nome e al numero della bestia. Egli è il solo Quindi, stabilito che Nino dell'originale corrisponde a Nimrodesistente in modo in cui tale legittimo rappresentante Saturno, oggi, ed egli T =.400avendo asserzione spiega ciò che altrimenti sarebbe inesplicabile nella storia antica, U = 6 regna nella città dei sette colli dove aveva regnato precedentemente conferma la verità stessa. È detto che Nino sia stato il Saturno romano, e dell'asserzione dalla sua residenza nella quale l'intera Italia fu R = 200 grandemente il figlio di Belus o Bel, e si dice che Bel sia stato il fondatore di Babilonia. Se —– "dopo lungo tempo chiamata con il suo nome" essendo comunemenNino fu in te realtà il primo di Babilonia, come potrebbe dirsi dire la stessa di chiamata "larèterra saturniana". Ma si potrebbe cosa cosa c'entra 666 Belus o Bel suo padre? Potrebbero ben esserlo stato entrambi come questo con il nome "Lateinos" che comunemente si crede sia si il comprende "nome se consideriamo chi Molto. era Bel, e ciò prova che possiamo dedurne dalle sue della bestia"? Questo che l'opinione comune sia gesta. Se Nino era Nimrod, chi era storicamente Egliprecisamente deve essere stato Cus; ben fondata. Saturno e Lateinos sono sinonimi Bel? avendo lo stesso poiché "Cus generò Nimrod" (Gen. 10:8); e Cus è generalmente rappresentato significato e appartenendo ugualmente allo stesso dio. Il lettore non può aver come il promotore che portò grande apostasia. Ma, ancora, Cus dimenticato i versidi diciò Virgilio che alla mostravano che Lateinos al quale la come razza figlio di Cam, era Her-mes o Mercurio; poiché Her-mes è esattamente il umana e latina facevano risalire la propria origine era rappresentato con un'auresinonimo egiziano che vuoi dire "figlio di Cam" '. ola attorno al capo per mostrare che egli era un "figlio del sole". Inoltre è eviErmes fu il profeta originale poiché egli fu riconosciuto dai dente che i grande Romani sapevano che il dell'idolatria; nome "Lateinos" significava "II Nascosto", pagani come l'autore dei loro riti religiosi e l'interprete degli dèi. L'illustre perché i loro antenati invariabilmente affermano che il Lazio ricevette il proprio Gesenio identifica il babilonese Nebo, dio profetico; e un'affermazione di nome da lo Saturno che con "stava nascosto" lì. Igino mostra che egli era conosciuto come promotore didei quel movimento che In campo etimologico quindi, perfino su il testimonianza romani, Lateinos portò alla divisione delle lingue. Queste sono le sue parole: "Per lunghe età gli equivale a "II Nascosto" cioè a Saturno il dio del Mistero. uomini visseroSaturno sotto ilègoverno di Jove (evidentemente il romano Jupiter, Allora mentre il nome della bestia e contiene il non numero mistico, Lateima Geova degli città e senza leggi, peculiare e tutti parlavano una della sola nos il che contiene loEbrei), stesso senza numero è un appellativo e distintivo lingua. Ma dopo che Mercurio interpretò lingue degli (da cui il nome stessa bestia. Il Papa allora, come capo le della bestia, è uomini similmente Lateinos o di Ermeneuti dato agli interpreti), lobabilonese. stesso individuo distribuì nazioni. Quindi Saturno cioè il capo del "Mistero" Quando poi il le Papa richiede che ebbe inizio discordia. Qui èsiano manifesto un enigma. Come potrebbe Mercurio o tutte le sue la funzioni religiose rappresentate in "lingua latina" ciò equivale Ermes aver alcun bisogno di interpretare le lingue del genere umano quando essi a dire che essi devono essere rappresentati nella lingua del "Mistero"; quando "parlavano tutti una la sola lingua"? Per il significato di è ciò, chiama la sua chiesa Chiesa Latina ciò comprendere equivale a dichiarare che essa la dobbiamo attingere al linguaggio dei Misteri. in Papa, Calde significa Chiesa del "Mistero". Così, proprio con questo nomePeresh scelto dal egli ha con "interpretare", era pronunciato dagli sua antichi Egizi e dai Grecila e sua spesso dagli le proprie manima scritto sulla fronte della comunione apostata apocalitstessi Caldei come "Peres", "dividere". Mercurio, Ermes, o Cus, il tica designazione divina, "MISTERO " - Babilonia la quindi, grande. o Così anche con un "Figlio di Cam", era "Colui che DIVISE le lingue degli uomini". Sembra che egli processo di pura induzione siamo stati condotti, passo dopo passo fino a trovare sia stato ilnumero promotore del progetto diecostruzione della"segnato" grande città e della torre il mistico 666, giustamente indelebilmente sulla sua stessa di Babele; come ben noto di Ermes "l'interprete degli dei", fronte; colui eche ha il il suo trono suititolo sette colli di Roma ha diritti esclusivi ed indicherebbe, li considerato incoraggiò,il nel nome di della Dio, bestia. a continuare nella loro irrevocabili ad egli essere Visibile capo impresa presuntuosa, che ha portò alla divisione delle lingue degli uomini, i quali Comunque il lettore che attentamente considerato il linguaggio esplicativo furono dispersi sulla faccia della terra. Adesso volgiamo l'attenzione al nome di del nome e del numero della bestia apocalittica deve avere osservato che nei Belus o Bel dato al padre di Nino, o Nimrod in relazione a ciò. Mentre il nome termini che descrivono quel nome e quel numero c'è ancora un enigma che non greco Belus rappresenta il Baal 13:18 che il Bel"Qui dei sta Caldei, questi Chi erano dovrebbe essere trascurato. sia Rivelazione dice: la sapienza! ha nondimeno dei titoli del tutto distinti. Questi titoli entrambi simili erano spesso l'intelligenza, calcoli il numero della bestia; perché è un numero d'uomo. Il nuattribuiti allo stesso Dio, ma avevano totalmente diversi:eBaal, come mero seicento sessantasei". Cosa vuol significati dire il "numero della bestia" il "numero abbiamo già visto, significa "il Signore"; ma Bel significa "Colui che confonde". dell'uomo"? Significa semplicemente che è stato chiamato con un nome prima

Le Due Babilonie 181 28 Quando, derivato da perciò, qualche leggiamo particolare che Belus, uomo?ilQuesto padre è diilNino, sensofu incolui cui le che parole edificò sono o fondò state generalmente Babilonia, può interpretate. esservi dubbio Ma sicuramente circa qual'è questo il senso noncol è niente qualedi gli preciso, venne attribuito niente cheilnon titolo si potrebbe di Belus?egualmente applicare ad innumerevoli nomi. Ma queDev'essere sto linguaggio stato visto nel in senso connessione di Bel, "Colui con la che certezza confonde". dei fatti E, èa come questo illuminato significato da del una nome luce divina. del Bel Saturno, babilonese, il dio vinascosto, è una ben il dio precisa dei misteri, allusione che in il Geremia Papa rappre50:2, dove senta,èi detto cui segreti "Bel èfurono confuso", rivelati cioèsoltanto "Colui che agli confonde iniziati, era si trova identico in confusione". a Giano che Che era pubblicamente Cus fosse conosciuto noto in tutta nell'antichità la Roma, pagana sia ai non sotto iniziati le stesse checaratteristiche agli iniziati, codi Bel, me il "Colui grande Mediatore, che confonde", colui che è apriva mostrato e chiudeva molto le chiaramente porte e aveva da laOvidio. chiave L'affermazione del mondo invisibile. a cui mi riferisco è quella in cui Giano "il dio degli dèi", da cui tutti Ora cosa gli altri significa dèi hanno il nome avuto Giano? origine Quel dice nome, di se come stesso: Cornificio "Gli antichi... mostra mi in chiamavano "Macrobius" Caos". era propriamente Ora questo Eanus mostra e nell'antico decisivamente caldeo per significava la prima"L'Uomo". volta che Caos Quando erala conosciuto bestia delnon mare semplicemente apparve era chiamata come uno con stato quel di nome. confusione, Il nome maEanus come il o l'uomo "dio della fu applicato confusione". al Messia Ma, secondariamente, babilonese come chi per è familiare identificarlo conal leseme regole prodi pronuncia messo della dei Donna. Caldei, Lenon nazioni farà classiche fatica a comprendere hanno una leggenda che Caos precisamente è solo una dello delle forme stesso tipo. stabilite "Vi del era nome una tradizione di Chus o corrente Cush? nel Se quindi cielo, dice osserviamo Apollodoro, il simbolo che i gidi Giano ganti non che potessero "gli antichi mai essere chiamavano conquistati Caos", se non si con potrà l'aiuto osservare di un uomo". come Quelesso corrisponda l'uomo che si esattamene credeva avesse con quello conquistato di Cus, gliquando avversari questi degli è dei, identificato era Giano, con il Bel dio "Colui dell'uomo. che confonde". Come conseguenza Quel simbolo del carattere è un bastone; assunto e il nome e dei "bastone" successi, in Giano Caldeo fu proviene investito di dalla alti stessa poteri,parola eletto che custode significa dei cancelli "infrangere dei cieli in pezzi, e arbitro o sparpagliare dei destini intorno". eterni degli Colui uomini. che causò Di questo la confusione Giano, questo delle "Uomo" lingue fu babilonese, colui cheil"infranse" Papa, come la terra abbiamo che visto, prima èera il legittimo unita, (Gen. rappresentante; 11:1) "in pezzi" egli porta e "disperse" la sua chiave i frammenti con quella sulla sua di Cibele superficie. sua madre Quant'è e moglie appropriato, e avanza diritti quindi, su come tutte queste simbolo, pretese il bastone, blasfeme.che commemora Il fatto che il l'opera Papa ancora di Cus, basiin il suo qualità diritto di alla Bel riverenza "Colui che universale confonde". sul possesE tale significato so delle chiavi acquisterà del cielo, maggior nel senso senso che quando rafforza il lettore la sua potenza, esaminerà sfidando l'ebraico ogni di Genesi principio 11:9 della e Cristianità troverà che per la aprire medesima e chiudere parolai da cancelli cui deriva della gloria, bastone secondo è quella il usata suo piacere quando e desiderio è detto che, sovrano, in conseguenza è una sensazionale alla confusione e aggiuntiva delle prova lingue, che iegli figli è degli quel capo uomini della furono bestia "dispersi del mare, sulla il cui faccia numero della identificato terra". La conparola Giano qui è il numero usata è Hephaitz, di un uomo che, e ammonta in greco esattamente diviene Hephaitz, a seicento e da sessantasei. qui l'origine Madel c'è ben ancora noto qualma poco che cosa compreso di più da nome non di trascurare Hephaistos, sul nome che si diapplica Giano o a Eanus. Vulcano, Giano, "il padre mentre degli era dèi" apertamente (Vulcano, adorato nel Panteon come classco, Messia non o Uomo-dio ha comunemente era anche tale celebrato elevata dignità, come ma "Principium in Egitto Deorum", Hepasistos, l'origine o Vulcano, e fonte eradi chiamato tutti gli dei "Padre pagani. degli Sotto dèi"). questo Hephaistos aspetè toillo nome abbiamo del promotore già fatto risalire, della prima attraverso ribellione Cus in a Noè, quanto per è sottolineare "Colui che disperse", il suo dicome ritto aBel questa è il nome alta caratteristica; dello stesso individuo nella sua propria nella qualità completezza di "Colui egli che deve confuse essere le lingue". fatto risalire Qui, ancora il lettore più può lontano. vedere Al la tempo reale origine in cui idel Misteri martello furono di Vulcano, manipolati, cheal è solo tempo undi altro Sem nome e deiper suoi il confratelli, bastone di Giano il quale o attraverso Caos, "II dio il diluvio, della confusione"; era passato dal ea proposito, vecchio al per nuovo quanto mondo, riguarda i pagani il ridurre sapevano la terra e nonin potevano pezzi, vi che è una sapere, sottointesa l'intera allusione storia di Adamo, in Geremia e quindi 50:23, eradove necessario, Babilonia, se doveva identificata esserci col una dio deificazione primordiale, del è in genere tal modo umano, apostrofata: che la sua"Come preminente mai s'è rappresentanza, rotto, s'è spezzato come il l'umano martello "padre dell'intera degli terra!". dei e degli Quindi, uomini" poiché non doveva la costruzione essere ignorata. della torre Nè lofu fu.il primo atto di aperta ribellione I Misteri sono dopo pieni il diluvio di ciò che e Cus, egliin fece, qualità di ciò diche Bel, gli ne accadde; fu il promotore, e il nome Eanush egli fu, naturalmente, o come apparve il primo nella forma a cui fu egiziana, attribuito Ph'anesh, il nome "L'uomo", di Merodacera "IIsolo Grande un altro Ribelle" noe, me perciò, per quello secondo del nostro l'usuale grande parallelismo progenitore. del linguaggio profetico, troviamo entrami Il nome di i nomi Adamo, delnell'ebraico dio babilonese di Genesi uniti èinsieme quasi sempre quando scritto è pronunciato con l'articolo su Babilonia davanti implicando, il giudizio "L'Adamo" di condanna: o "L'Uomo". "Bel è coperto (confuso) d'onta, Merodac è infranto" Comunque (Ger. c'è questa 50:2). Il differenza giudizio si - abbatte "L'Adamo" sul dio si riferisce babilonese all'uomo secondo non ciòcaduto, che ha fatto. E-anush, In "L'Uomo" qualità di all'uomo Bel eglicaduto. aveva Quindi "confuso" E-anush l'intera come terra, "Principium perciò egli deoè "confuso". rum" "La fonte Come e padre Merodac, degli dei" per è mezzo il "CADUTO della Adamo". ribellione che aveva promosso, aveva Il principio "infranto" dell'idolatria il mondo pagana unito andò in pezzi; direttamente perciò egli adstesso esaltare dev'essere l'umanità infranto. caduta, Questo a consacrare quindi la per sua quanto cupidigia riguarda di accordare il carattere agli uomini storico didi vivere Bel, dopo identificato la carne, con e

180 29 Rev. Alexander Hislop sono di successivo, entrambi vocaboli e qui lo troviamo caldei, e sono (vers. termini 11) "Egli correlativi. venne da Come quelMistero paese, essendo significa reso "Sistema forte, o Nascosto", quando fu reso così forte Saturno (Ashur), significa ed edificò "Dio Nascosto", Ninive", etc. il dio Ora veniva questo riè velato esattamente solamente in armonia agli iniziati; con l'affermazione a tutti gli altri della esso storia era nascosto. antica di Adesso Giustino, il "Nino nome Saturno, rafforzò la nella grandezza lingua caldea dei suoi si domini pronuncia acquisiti, Satùr ma, mediante come il ogni possesso studioso continuo. caldeo sa, Avendo consiste perciò soltanto sottomesso di quattro i popoli lettere: confinanti Stùr. Questo quando, nome per contiene un apporto esattamente di armati il numero egli fu ulteriormente apocalittico 666. rafforzato, uscì contro le altre tribù ed ogni nuova vittoria preparava lacome via per un'altra, egli sottomise tuttilegittimo i popoli di dell'oriente". Così, Se il Papa è abbiamo visto, il rappresentante Saturno, il numequindi, Nimrod o Nino, fu il costruttore di Ninive; e l'origine del nome di quella ro del Papa, come capo del Mistero d'Iniquità è proprio 666. Ma ancora più si 2 città "l'abitazione di mostrato, Nino", lo che dimostra e di allo stesso tempo vien la fatta luce sul evidenzia, come già il nome Roma era Saturnia, città di Safatto che ilturno. nome Lo della parte principale delle rovine di Ninive fino ad oggi è stesso dicono Ovidio, Plinio, Aurelio Victor. Così il Papa chiamata S = 60 Eimrud. ha un duplice diritto al nome e al numero della bestia. Egli è il solo Quindi, stabilito che Nino dell'originale corrisponde a Nimrodesistente in modo in cui tale legittimo rappresentante Saturno, oggi, ed egli T =.400avendo asserzione spiega ciò che altrimenti sarebbe inesplicabile nella storia antica, U = 6 regna nella città dei sette colli dove aveva regnato precedentemente conferma la verità stessa. È detto che Nino sia stato il Saturno romano, e dell'asserzione dalla sua residenza nella quale l'intera Italia fu R = 200 grandemente il figlio di Belus o Bel, e si dice che Bel sia stato il fondatore di Babilonia. Se —– "dopo lungo tempo chiamata con il suo nome" essendo comunemenNino fu in te realtà il primo di Babilonia, come potrebbe dirsi dire la stessa di chiamata "larèterra saturniana". Ma si potrebbe cosa cosa c'entra 666 Belus o Bel suo padre? Potrebbero ben esserlo stato entrambi come questo con il nome "Lateinos" che comunemente si crede sia si il comprende "nome se consideriamo chi Molto. era Bel, e ciò prova che possiamo dedurne dalle sue della bestia"? Questo che l'opinione comune sia gesta. Se Nino era Nimrod, chi era storicamente Egliprecisamente deve essere stato Cus; ben fondata. Saturno e Lateinos sono sinonimi Bel? avendo lo stesso poiché "Cus generò Nimrod" (Gen. 10:8); e Cus è generalmente rappresentato significato e appartenendo ugualmente allo stesso dio. Il lettore non può aver come il promotore che portò grande apostasia. Ma, ancora, Cus dimenticato i versidi diciò Virgilio che alla mostravano che Lateinos al quale la come razza figlio di Cam, era Her-mes o Mercurio; poiché Her-mes è esattamente il umana e latina facevano risalire la propria origine era rappresentato con un'auresinonimo egiziano che vuoi dire "figlio di Cam" '. ola attorno al capo per mostrare che egli era un "figlio del sole". Inoltre è eviErmesche fu il originale poiché egli fu riconosciuto dai dente i grande Romaniprofeta sapevano che il dell'idolatria; nome "Lateinos" significava "II Nascosto", pagani come l'autore dei loro riti religiosi e l'interprete degli dèi. L'illustre perché i loro antenati invariabilmente affermano che il Lazio ricevette il proprio Gesenio identifica il babilonese Nebo, dio profetico; e un'affermazione di nome da lo Saturno che con "stava nascosto" lì. Igino mostra che egli era conosciuto come promotore didei quel movimento che In campo etimologico quindi, perfino su il testimonianza romani, Lateinos portò alla divisione delle lingue. Queste sono le sue parole: "Per lunghe età gli equivale a "II Nascosto" cioè a Saturno il dio del Mistero. uominimentre visseroSaturno sotto ilègoverno di Jove (evidentemente il romano Jupiter, Allora il nome della bestia e contiene il non numero mistico, Lateima il Geova degli città e senza leggi, peculiare e tutti parlavano una della sola nos che contiene loEbrei), stesso senza numero è un appellativo e distintivo lingua.bestia. Ma dopo che Mercurio interpretò lingue degli (da cui il nome stessa Il Papa allora, come capo le della bestia, è uomini similmente Lateinos o di Ermeneuti dato agli interpreti), lo stesso individuo distribuì nazioni. Quindi Saturno cioè il capo del "Mistero" babilonese. Quando poi il le Papa richiede che ebbe le inizio discordia. Qui èsiano manifesto un enigma. Come potrebbe Mercurio o tutte sue la funzioni religiose rappresentate in "lingua latina" ciò equivale Ermes aver alcun bisogno di interpretare le lingue del genere umano quando essi a dire che essi devono essere rappresentati nella lingua del "Mistero"; quando "parlavano tutti una la sola lingua"? Per il significato di è ciò, chiama la sua chiesa Chiesa Latina ciò comprendere equivale a dichiarare che essa la dobbiamo attingere Così, al linguaggio dei Misteri. in Papa, Calde significa Chiesa del "Mistero". proprio con questo nomePeresh scelto dal egli ha con "interpretare", era pronunciato dagli sua antichi Egizi e dai Grecila e sua spesso dagli le proprie manima scritto sulla fronte della comunione apostata apocalitstessi Caldei come "Peres", "dividere". Mercurio, Ermes, o con Cus,un il tica designazione divina, "MISTERO " - Babilonia la quindi, grande. o Così anche "Figlio di Cam", era "Colui che DIVISE le lingue degli uomini". Sembra che egli processo di pura induzione siamo stati condotti, passo dopo passo fino a trovare sia stato ilnumero promotore del progetto diecostruzione della"segnato" grande città e della torre il mistico 666, giustamente indelebilmente sulla sua stessa di Babele; come ben noto di Ermes "l'interprete degli dei", fronte; colui e che ha il il suo trono sui titolo sette colli di Roma ha diritti esclusivi ed indicherebbe, li considerato incoraggiò,il nel nome di della Dio, bestia. a continuare nella loro irrevocabili ad egli essere Visibile capo impresa presuntuosa, che ha portò alla divisione delle lingue degli uomini, i quali Comunque il lettore che attentamente considerato il linguaggio esplicativo furono dispersi sulla faccia della terra. Adesso volgiamo l'attenzione al nome di del nome e del numero della bestia apocalittica deve avere osservato che nei Belus o Bel dato al padre di Nino, o Nimrod in relazione a ciò. Mentre il nome termini che descrivono quel nome e quel numero c'è ancora un enigma che non greco Belus rappresenta il Baal 13:18 che il Bel"Qui dei sta Caldei, questi Chi erano dovrebbe essere trascurato. sia Rivelazione dice: la sapienza! ha nondimeno dei titoli del tutto distinti. Questi titoli entrambi simili erano spesso l'intelligenza, calcoli il numero della bestia; perché è un numero d'uomo. Il nuattribuiti allo stesso Dio, ma avevano significati totalmente diversi:e Baal, come mero seicento sessantasei". Cosa vuol dire il "numero della bestia" il "numero abbiamo già visto, significa "il Signore"; ma Bel significa "Colui che confonde". dell'uomo"? Significa semplicemente che è stato chiamato con un nome prima

Le Due Babilonie 180 29 derivato Quando, da perciò, qualche leggiamo particolare che Belus, uomo? ilQuesto padre è diilNino, sensofu incolui cui le che parole edificò sono o state fondògeneralmente Babilonia, può interpretate. esservi dubbio Ma sicuramente circa qual'è questo il senso non col è niente qualedi gli preciso, venne niente attribuito cheilnon titolo si potrebbe di Belus?egualmente applicare ad innumerevoli nomi. Ma questo Dev'essere linguaggio stato visto nel in senso connessione di Bel, "Colui con la che certezza confonde". dei fatti E, èa come questo illuminato significato da una del nome luce divina. del Bel Saturno, babilonese, il dio vinascosto, è una ben il dio precisa dei misteri, allusione che in il Geremia Papa rappre50:2, senta, dove èi detto cui segreti "Bel èfurono confuso", rivelati cioèsoltanto "Colui che agli confonde iniziati, era si trova identico in confusione". a Giano che era Chepubblicamente Cus fosse conosciuto noto in tutta nell'antichità la Roma,pagana sia ai non sotto iniziati le stesse checaratteristiche agli iniziati, codi me Bel,il grande "Colui Mediatore, che confonde", colui che è apriva mostrato e chiudeva molto le chiaramente porte e aveva da laOvidio. chiave del L'affermazione mondo invisibile. a cui mi riferisco è quella in cui Giano "il dio degli dèi", da cui Ora tutti cosa gli altri significa dèi hanno il nome avuto Giano? origine Quel dice nome, di se come stesso: Cornificio "Gli antichi... mostra mi in "Macrobius" chiamavano Caos". era propriamente Ora questo Eanus mostra e nell'antico decisivamente caldeo per significava la prima"L'Uomo". volta che Quando Caos erala conosciuto bestia delnon mare semplicemente apparve era chiamata come uno con stato quel di nome. confusione, Il nome maEanus come o il l'uomo "dio della fu applicato confusione". al Messia Ma, secondariamente, babilonese come chi per è identificarlo familiare conal leseme regole prodi messo pronuncia della dei Donna. Caldei, Lenon nazioni farà classiche fatica a comprendere hanno una leggenda che Caos precisamente è solo una dello delle stesso forme tipo. stabilite "Vi del era nome una tradizione di Chus o corrente Cush? nel Se quindi cielo, dice osserviamo Apollodoro, il simbolo che i gidi ganti Gianonon che potessero "gli antichi mai essere chiamavano conquistati Caos", se non si con potrà l'aiuto osservare di un uomo". come Quelesso l'uomo corrisponda che si esattamene credeva avesse con quello conquistato di Cus, gliquando avversari questi degli è dei, identificato era Giano, con il Bel dio dell'uomo. "Colui che confonde". Come conseguenza Quel simbolo del carattere è un bastone; assunto e il nome e dei "bastone" successi, in Giano Caldeo fu investito proviene di dalla alti stessa poteri,parola eletto che custode significa dei cancelli "infrangere dei cieli in pezzi, e arbitro o sparpagliare dei destini eterni intorno". degli Colui uomini. che causò Di questo la confusione Giano, questo delle "Uomo" lingue fu babilonese, colui cheil"infranse" Papa, come la abbiamo terra che visto, prima èera il legittimo unita, (Gen. rappresentante; 11:1) "in pezzi" egli porta e "disperse" la sua chiave i frammenti con quella sulla di sua Cibele superficie. sua madre Quant'è e moglie appropriato, e avanza diritti quindi, su come tutte queste simbolo, pretese il bastone, blasfeme.che Il commemora fatto che il l'opera Papa ancora di Cus, basiin il suo qualità diritto di alla Bel riverenza "Colui che universale confonde". sul possesE tale so significato delle chiavi acquisterà del cielo, maggior nel senso senso che quando rafforza il la lettore sua potenza, esaminerà sfidando l'ebraico ogni di principio Genesi 11:9 della e Cristianità troverà che per la aprire medesima e chiudere parolai da cancelli cui deriva della gloria, bastone secondo è quella il suo usata piacere quando e desiderio è detto che, sovrano, in conseguenza è una sensazionale alla confusione e aggiuntiva delle prova lingue, che iegli figli è quel deglicapo uomini della furono bestia "dispersi del mare, sulla il cui faccia numero della identificato terra". La conparola Giano qui è il numero usata è di Hephaitz, un uomo che, e ammonta in greco esattamente diviene Hephaitz, a seicento e da sessantasei. qui l'origine Madel c'è ben ancora noto qualma che poco cosa compreso di più da nome non di trascurare Hephaistos, sul nome che si diapplica Giano o a Eanus. Vulcano, Giano, "il padre mentre degli era apertamente dèi" (Vulcano, adorato nel Panteon come classco, Messia non o Uomo-dio ha comunemente era anche tale celebrato elevata dignità, come "Principium ma in Egitto Deorum", Hepasistos, l'origine o Vulcano, e fonte eradi chiamato tutti gli dei "Padre pagani. degli Sotto dèi"). questo Hephaistos aspetto è il lo nome abbiamo del promotore già fatto risalire, della prima attraverso ribellione Cus in a Noè, quanto per è sottolineare "Colui che disperse", il suo diritto comeaBel questa è il alta nome caratteristica; dello stesso individuo nella sua propria nella qualità completezza di "Colui egli che deve confuse essere le fatto lingue". risalire Qui,ancora il lettore più può lontano. vedere Al la tempo reale origine in cui idel Misteri martello furono di Vulcano, manipolati, cheal è tempo solo undi altro Sem nome e deiper suoi il confratelli, bastone di Giano il quale o attraverso Caos, "II dio il diluvio, della confusione"; era passato dal ea vecchio proposito, al per nuovo quanto mondo, riguarda i pagani il ridurre sapevano la terra e nonin potevano pezzi, vi che è una sapere, sottointesa l'intera storia allusione di Adamo, in Geremia e quindi 50:23, eradove necessario, Babilonia, se doveva identificata esserci col una dio deificazione primordiale, del è genere in tal modo umano, apostrofata: che la sua"Come preminente mai s'è rappresentanza, rotto, s'è spezzato come il l'umano martello "padre dell'intera degli dei terra!". e degli Quindi, uomini" poiché non doveva la costruzione essere ignorata. della torre Nè lofu fu.il primo atto di aperta I ribellione Misteri sono dopo pieni il diluvio di ciò che e Cus, egliin fece, qualità di ciò diche Bel, gli ne accadde; fu il promotore, e il nome Eanush egli fu, o naturalmente, come apparve il primo nella forma a cui fu egiziana, attribuito Ph'anesh, il nome "L'uomo", di Merodacera "IIsolo Grande un altro Ribelle" nome e, perciò, per quello secondo del nostro l'usuale grande parallelismo progenitore. del linguaggio profetico, troviamo Il entrami nome di i nomi Adamo, delnell'ebraico dio babilonese di Genesi uniti èinsieme quasi sempre quando scritto è pronunciato con l'articolo su davanti Babilonia implicando, il giudizio "L'Adamo" di condanna: o "L'Uomo". "Bel è coperto (confuso) d'onta, Merodac è Comunque infranto" (Ger. c'è questa 50:2). Il differenza giudizio si - abbatte "L'Adamo" sul dio si riferisce babilonese all'uomo secondo non ciòcaduto, che ha E-anush, fatto. In "L'Uomo" qualità di all'uomo Bel eglicaduto. aveva Quindi "confuso" E-anush l'intera come terra, "Principium perciò egli deoè rum" "confuso". "La fonte Come e padre Merodac, degli dei" per è mezzo il "CADUTO della Adamo". ribellione che aveva promosso, Il aveva principio "infranto" dell'idolatria il mondo pagana unito andò in pezzi; direttamente perciò egli ad stesso esaltare dev'essere l'umanitàinfranto. caduta, a Questo consacrare quindi la per sua quanto cupidigia riguarda di accordare il carattere agli uomini storico didi vivere Bel, dopo identificato la carne, con e

30 179 Rev. Alexander Hislop Giano to del o Papa Caos, dell'Immacolata il dio della confusione Concezione con che bastone quella simbolico stessa Madonna (Fig. 7)7. per questo scopo "ferita con la spada", elevata dalla morte ad altezze innalzata divenne Continuando con queste deduzioni, non è Regina del Cielo. Se questo fosse vero chi può fallire nel vedere che quelle difficile affermare che Bel o Belus, il in padre di comunità apostate deve essere trovato ciò che precisamente risponde fare e Nino, fondò Babilonia, mentre Nino oal Nimrod costituire nel cuore della Cristianità della bestia che ebbe la ferita fu "Un'immagine appropriatamente il suo edificatore. della spada e rivisse? Se le scritture ispirate fossero consultate, si potrebbe vedeConsiderando Bel o Cus come colui che gettò le re che ciò dovette essere fatto dafondamenta qualche pubblico atto generale della Cristianità di Babilonia per primo, lo si può Apostata (ver. 14); dicendo a coloro dimorano come sulla terra che avrebbero dopure che considerare il primo rè, come è vuto fare un'immagine alla bestia; e così rappresentato essi fecero. difatti in alcune copie della Qui adesso è importante osservare che questo non fu mai fatto e avrebbe "Cronaca di Eusebio". Tuttavia è mai evidente sia Fig 7 Giano bifronte. potuto esserlo, fino ad otto annidalla fa per questa chiara ragione che la Madonna di storia sacra che da quella profana, che non Roma non fu mai che comprendeva tutte le caratteristiavrebbe regnato inriconosciuta qualità di rècome dellacolei monarchia babilonese propriamente detta; che che appartenevano quelladella babilonese "Immagine della Bestia". Fino ad e, infatti, nella versione a armena "Cronaca di Eusebio" che è più corretta e allora non fu Roma nonostante, questa influenza maligna autorevole, il ammesso suo nome nemmeno è del tuttoaomesso dalla lista dei rè assiri mentre quello avesse operato a lungo, che posto quellae Maria e veramente immacolata, di Nino è messo al primo in talifortemente termini corrisponde esattamente al non poteva essere la su perfetta controparte di consideriamo quella babilonese. Ciò che che comunracconto scritturale Nimrod. Così, se il fatto Nino è que non fu fattoritenuto, prima fu fin fatto nel dicembre il delfiglio 1854. di Allora i vescovi venicomunemente dall'antichità, Belus o Bel,che quando vano da tutte le parti della Cristianità e rappresentanti da ogni parte della terra, vediamo che Cus è il Bel storico, l'identità di Nino o Nimrod è ulteriormente si incontrarono a Roma e con solo quattro voci dissenzienti fu decretato che confermata. Maria, la madre di Dio che dalla morte e ascesa al cielo, da quel Ma quando esaminiamo ciòmorì, che èelevata detto di Semiramide, la moglie di Nino, le momento ricevono avrebbe dovuto essere adorata come e evidenze un ulteriore sviluppo. Le Vergine evidenzeImmacolata, ci portano concepita a mostrare nata senza peccato. Questa era in modo formale l'immagine della bestia stabilita conclusivamente che la moglie di Nino non può essere altri che la moglie di dal consiglio generale degli "uomini cheuna dimoravano sulla terra". Adesso, avenNimrod e ulteriormente, a evidenziare delle grandi caratteristiche con cui do decisoquando l'immagine della bestia, si dice che bestia 11:38 della terra dia vita paroNimrod, fu deificato, era adorato. In la Daniele leggiamo di e un dio 8 la all'Immagine, implicando a priori che essa non ha ne 8). vita, ne voce in se steschiamato Ala-Mahozine , cioè "dio delle fortezze" (Fig. sa; ma che comunque attraverso i mezzi della bestia della terra,èessa ha sia vita Chi potrebbe essere questo dio delle fortezze incerto. Nelle che voce ed è un agente effettivo del clero papale, il quale la farà parlare esattaantiche registrazioni non è mai stata evidente l'esistenza di mente come piace a loro. quando l'immagine innalzata,che la sua vocedio è stata alcun dio Da delle fortezze; e si devefu ammettere nessun con udita ovunque insimili tutto il Papato. caratteristiche ha mai avuto alcuna notevole menzione. Nel passato i decreti venivanoèemessi nel nome di Cristo. Ora fortezze. tutte le cose sono Ma chiunque a conoscenza di una dea delle Tale dea preminentemente nel che nome Vergine Immacolata. La sua udita è fatte Cibele, è della universalmente rappresentata con voce una è corona ovunque, la sua murata voce è o suprema. Ma si una osservi bene che, quando voce è turrita, o con fortificazione, sul suo quella capo. Perché udita, non è la voce e amore, essa è la voce terrore.pone la Readi o grazia Cibele era rappresentata in di talcrudeltà modo? eOvidio Sono in questo senso le parole di Rivelazione 13:17, il "Di modo egli che nessuno domanda e ci provvede la risposta: motivo, dice, perposcui sa comprare o vendere, se non chi ha l'impronta, il nome della bestia, o il numela statua di Cibele era circondata da una corona turrita era ro del suo nome". Non appena l'Immagine a "poiché essa per prima le viene eresseinnalzata in città".assistiamo La prima proprio città del questo tipo di espansione. Che cosa, così velocemente il Concordato in Austria mondo dopo il diluvio (da cui è spesso datato l'inizio del seguì se non questo? Quel concordato, a causa del sorgere di eventi inattesi, non mondo) provvista di torri e circondata di mura, fu Babilonia; e è ancora stato effettuato ma, se lo si fosse i risultati sarebbero proprio quelli Ovidio stesso ci dice che fu Semiramide la prima regina di predetti, che nessun uomo del dominio austriaco, "comprare o vendere" questa città, che si credette abbia potesse "circondato Babilonia con un senza il marchiomuro sotto di una forma oSemiramide l'altra. E proprio il fatto che regina tale concordato mattoni". quindi, la prima deificata Fig.8 intollerante, seguisse così velocemente quel decreto dell'Immacolata ConcezioDiana di Efeso di quella città con la torre la cui cima avrebbe dovuto ne, mostra qual'è il frutto naturale didev'essere quel decreto. eventi che subito dopo raggiungere il cielo, stataGli il prototipo delle dee che ebbero luogo in "per Spagna, mostrano anche lì il potente operato dello stesso spirito prime costruirono torri nelle città". Se guardiamo la Diana persecutore. Durante gli ultimi anni, la marea del dispotismo spirituale potrebbe di Efeso, troviamo l'evidenza di ciò che diciamo. In generale, Diana era essere sembrata arrestata e molti, senza dubbio, hanno indotto alla persuasione raffigurata come una vergine, e la patronessa della verginità; ma la Diana di che, danneggiata come è la sovranità Papato e barcollante come sembra esEfeso era del tutto diversa. Essa era del rappresentata con tutti gli attributi della sere quel potere, i suoi subordinati non potessero più perseguitare. c'è una madre degli dei e, come madre degli dei, essa portava una corona Ma turrita, che vitalità sorprendente nelchiunque Mistero la dell'Iniquità. nessuno può perfino in richiama alla mente di guardi, la E torre di Babele. Quindi dire questa

Le Due Babilonie 179 30 Diana anticipoturrita quali apparenti è identificata impossibilità espressamente potrebbero da realizzarsi un antico sulla via scoliaste di arrestare con Semiramide. il progresso della Quando, libertà perciò, e verità, rammentiamo quantunque che promettente Rea o Cibele, potrebbe la dea essere conl'ala torre, spetto era delle in cose. effettiQualsiasi una dea babilonese, cosa avvenga e che della Semiramide, Sovranità temporale quando fudegli deificata, stati era romani, adorata è oggi con così il nome evidente, di Rea, così non come rimarrà lo era alcun a molti dubbio, soltanto penso,poco circatempo l'identità fa, personale che la rovina della del "dea potere delle spirituale fortezze". del Papato è imminente e che il suo potere di Non perseguitare abbiamo sialcuna è finalmente ragione estinto. per ritenere che solo Semiramide (sebbene alcuni lo Non pensino) dubito che abbia molti edificato costretti dall'amore i parapettie di misericordia Babilonia. di Abbiamo Dio, ancora l'espressa obbeditestimonianza ranno alla voce dello celeste storico e fuggiranno antico Megastene, da quella tramandateci dannata comunanza da Adibeno, prima che che fu "Belus" l'ira divina chediscenda "circondò su Babilonia di essa. Ma di un se muro". ho ragione Poiché nell'interpretazione "Bel", colui che confonde, di questo cominciò passaggio sia ne la segue cittàche cheessa la torre deve didivenire Babele e ancora le lasciò piùentrambi persecutrice incomplete, di quanto non lo può sia mai identificarsi stata, e che con quell'intolleranza Belus. Quindi il che, riferimento immediatamente potrebbe essere dopo l'elevazione solo a suo figlio dell'Immagine Nino, che cominciò ereditò ilatitolo mostrarsi del padre in Austria e che fu e Spagna il primosi vero estenderà rè dell' su impero tutta babilonese l'Europa; poiché e di non conseguenza è detto che Nimrod. l'Immagine Il motivo della bestia vero debba per cui soltanto fu attribuita decretaa Semiramide, re, ma (Ver. 15 la di moglie Rivelazione): di Nino, "Sicché la gloria ladi statua aver fece completato mettere le a morte fortificazioni tutti queldi Babilonia, li che non si fuprostravano che essa ottenne davanti presso a lei". Quando gli antichi questo idolatri abbia diluogo, una volta evidenteuna posizione mente è questo preminente il tempo e le infurono cui si compie attribuite ciò tutte che le è detto differenti in Rivelazione caratteristiche 13:8che "E appartenevano, l'adoreranno tutti o quegli che si supponeva abitanti della appartenessero, terra, i nomi dei a suo quale marito. non sono Avendo scritti, quindi sin accertato dal principio unadel delle mondo caratteristiche nel libro di per vita cui dell'Agnello, la moglie che deificata è stato sgozzato". era adorata, È possiamo impossibile da liberarsi ciò concludere di questo qual dicendo era "questo il carattere si riferisce corrispondente agli anni del bui,marito ciò si deificato. realizzò prima Layard di Lutero." indica distintamente Mi chiedo, gli lauomini sua convinzione che dimoravano che Cibele sulla terra o Rea, hanla dea no elevato "coronata l'Immagine di torri", della nonbestia fosseprima altro dei che giorni la controparte di Luterò? femminile Evidentemente della "divinità no. L'ordinanza che presiedeva dell'Immacolata ai baluardi Concezione o alle fortificazioni"; è cosa passata. eLa che profezia questa allora divinità si fosse riferisce Nino, ai nostri o Nimrod, giorni, ce al periodo lo provano nel quale altre la evidenze chiesa sta provenienti ora entrando. da ciò In altre che notizie parole l'assassinio frammentarie dei testimoni, dell'antichità la grande dicono prova circa dei santi il primo DEVE AVVENIRE. rè deificato di Babilonia, con il nome che lo identifica come il marito di Rea. Quel nome è Cronos o Saturno (Fig. 9) 9. SEZIONE V E risaputo che Cronos o Saturno fosse il marito di Rea, ma non si IL NOME DELLA BESTIA sa bene chi fosse Cronos stesso. Risalendo alle sue origini, si IL NUMERO DEL SUO NOME dimostra che tale divinità era il primo re DEL di Babilonia. Teofilo L'INVISIBILE CAPO PAPATO d'Antiochia mostra che Cronos in Oriente era adorato come Bel e Essendo ora identificati Dagon e che il Papa, questo naturalmente e facilBaal; e da Eusebio apprendiamo il primo deici reporta assiri, il cui mente era al numero e alanche nome chiamato della bestia così tanto cercati, Poiché e conferma nome Belus, era dagli assiri Cronos. le interamente, con una nuova prova, il vecchio punto di vista protestante sul soggetto. Il copie originali di Eusebio non parlano di alcun Belus come di un nome re "Lateinos" stato generalmente accettato dagli e scrittori avenreale d'Assiria è precedente a Nino, re di Babilonia distintoprotestanti, da do molti argomenti probabilità che re lo raccomandano. lui, ciò mostra chediNino, il primo di Babilonia era Cronos. Eppure troviamo è sempre che stata trovata una certa si èerano sempre sentito che qualInoltre Cronos era il re deicarenza Ciclopi,e che i suoi F i g . 9 che cosaemancasse per porlo alil diloro fuorinome di ogni di dubbio. fratelli, che trassero da lui e possibilità che i ciclopi erano F ig ur az i one Adesso, considerando il soggetto dalcostruzione punto di vista babilonese, troveremo siaBei il conosciuti come "gli inventori della di torri". Il re dei di Togrui nome che il numero della bestia evidenziato tal modo che non vicsiano ciclopi, "gli inventori della costruzione di in torri", occupava una apo dubbi. de i Osiride o che Nimrod, che il Papa rappresenta, fu chiamato diversi titoli posizione corrispondeva esattamente a quella di Rea con che, molti "per Turchi... da H i la d poi, come Wilkinson egli era nella stessaRea, posizione di sua di moglie, qua-e prima eresse (torri) rivela, nelle città". Se, perciò, la moglie eligioni le fu chiamata "Myrionymus" la dea dai "diecimila nomi". Tra questi innumereCronos, fu la dea delle fortezze, Cronos o Saturno, il marito di " R e Dio g nel l i voli nomi, come possiamo accertare, indicato dallo Spirito Rea, cioè Nino o Nimrod, il primo re diquello Babilonia, dev'essere stato d di Antichi". linguaggio enigmatico chefortezze". parla del nome della bestia e del numero del suo noAla-mahozin, "il dio delle me? Se noi nomenon apocalittico del sitema, questo ci guiderebbe Il nome di conoscessimo Cronos stesso ilserve poco a confermare l'argomento. Cronos al nome del capo del sistema. Il corno nome è del è "Mistero". (Riv. 17:5). Qui significa "il Cornuto". Poiché il unsistema ben noto emblema orientale di forza immediatamente entriamo in possesso della chiave risolve l'enigma. o di potenza, Cronos "il Cornuto" era, secondo il che sistema mistico, soloOra un dobbiamo per soltanto cercare il nome applicato con il quale Nimrod era conosciuto nei Misinonimo l'epiteto scritturale a Nimrod, vale a dire Geber "il steri Caldei. Quel nome, come abbiamo era Saturno. Saturno Mistero potente" (Gen. 10:8) "Egli cominciò ad visto, essere potente sulla terra".e Il nome

178 31 Rev. Alexander Hislop to Giano del Papa o Caos, dell'Immacolata il dio della confusione Concezione con che bastone quella simbolico stessa Madonna (Fig. 7)7. per questo scopo "ferita con la spada", elevata dalla morte ad altezze innalzata divenne Continuando con queste deduzioni, non è Regina del Cielo. Se questo fosse vero chi può fallire nel vedere che quelle difficile affermare che Bel o Belus, il in padre di comunità apostate deve essere trovato ciò che precisamente risponde fare e Nino, fondò Babilonia, mentre Nino oal Nimrod costituire nel cuore della Cristianità della bestia che ebbe la ferita fu "Un'immagine appropriatamente il suo edificatore. della spada e rivisse? Se le scritture ispirate fossero consultate, si potrebbe vedeConsiderando Bel o Cus come colui che gettò le re che ciò dovette essere fatto dafondamenta qualche pubblico atto generale della Cristianità di Babilonia per primo, lo si può Apostata (ver. 14); dicendo a coloro dimorano come sulla terra che avrebbero dopure che considerare il primo rè, come è vuto fare un'immagine alla bestia; e così rappresentato essi fecero. difatti in alcune copie della Qui adesso è importante osservare che questo non fu mai fatto e avrebbe "Cronaca di Eusebio". Tuttavia è mai evidente sia Fig 7 Giano bifronte. potuto esserlo, fino ad otto annidalla fa per questa chiara ragione che la Madonna di storia sacra che da quella profana, che non Roma non fu mai che comprendeva tutte le caratteristiavrebbe regnato inriconosciuta qualità di rècome dellacolei monarchia babilonese propriamente detta; che che appartenevano quelladella babilonese "Immagine della Bestia". Fino ad e, infatti, nella versione a armena "Cronaca di Eusebio" che è più corretta e allora non fu Roma nonostante, questa influenza maligna autorevole, il ammesso suo nome nemmeno è del tuttoaomesso dalla lista dei rè assiri mentre quello avesse operato a lungo, che posto quellae Maria e veramente immacolata, di Nino è messo al primo in talifortemente termini corrisponde esattamente al non poteva essere la su perfetta controparte di consideriamo quella babilonese. Ciò che che comunracconto scritturale Nimrod. Così, se il fatto Nino è que non fu fattoritenuto, prima fu fin fatto nel dicembre il delfiglio 1854. di Allora i vescovi che venicomunemente dall'antichità, Belus o Bel, quando vano da tutte le parti della Cristianità e rappresentanti da ogni parte della terra, vediamo che Cus è il Bel storico, l'identità di Nino o Nimrod è ulteriormente si incontrarono a Roma e con solo quattro voci dissenzienti fu decretato che confermata. Maria, la madre di Dio che dalla morte e ascesa al cielo, da quel Ma quando esaminiamo ciòmorì, che èelevata detto di Semiramide, la moglie di Nino, le momento avrebbe dovuto essere adorata come e evidenze ricevono un ulteriore sviluppo. Le Vergine evidenzeImmacolata, ci portano concepita a mostrare nata senza peccato. Questa era in modo formale l'immagine della bestia stabilita conclusivamente che la moglie di Nino non può essere altri che la moglie di dal consiglio generale degli "uomini cheuna dimoravano sulla terra". Adesso, avenNimrod e ulteriormente, a evidenziare delle grandi caratteristiche con cui do decisoquando l'immagine della bestia, si dice che bestia della dia vita paroNimrod, fu deificato, era adorato. In la Daniele 11:38terra leggiamo di e un dio 8 la all'Immagine, implicando a priori che essa non ha ne 8). vita, ne voce in se steschiamato Ala-Mahozine , cioè "dio delle fortezze" (Fig. sa; ma che comunque attraverso i mezzi della bestia della terra, èessa ha sia vita Chi potrebbe essere questo dio delle fortezze incerto. Nelle che voce ed è un agente effettivo del clero papale, il quale la farà parlare esattaantiche registrazioni non è mai stata evidente l'esistenza di mente come piace a loro. quando l'immagine fu innalzata,che la sua vocedio è stata alcun dio Da delle fortezze; e si deve ammettere nessun con udita ovunque insimili tutto il Papato. caratteristiche ha mai avuto alcuna notevole menzione. Nel passato i decreti venivanoèemessi nel nome Cristo. Ora fortezze. tutte le cose sono Ma chiunque a conoscenza di di una dea delle Tale dea preminentemente nel che nome Vergine Immacolata. La sua udita è fatte Cibele, è della universalmente rappresentata con voce una è corona ovunque, la sua murata voce è o suprema. Ma si una osservi bene che, quando voce è turrita, o con fortificazione, sul suo quella capo. Perché udita, non è la voce e amore, essa è la voce terrore.pone la Readi ograzia Cibele era rappresentata in di talcrudeltà modo? eOvidio Sono in questo senso le parole di Rivelazione 13:17, il "Di modo egli che nessuno domanda e ci provvede la risposta: motivo, dice, perposcui sa comprare o vendere, se non chi ha l'impronta, il nome della bestia, o il numela statua di Cibele era circondata da una corona turrita era ro del suo nome". Non appena l'Immagine a "poiché essa per prima le viene eresseinnalzata in città".assistiamo La prima proprio città del questo tipo di espansione. Che cosa, così velocemente il Concordato in Austria mondo dopo il diluvio (da cui è spesso datato l'inizio del seguì se non questo? Quel concordato, a causa del sorgere di eventi inattesi, non mondo) provvista di torri e circondata di mura, fu Babilonia; e è ancora stato effettuato ma, se lo si fosse i risultati sarebbero proprio quelli Ovidio stesso ci dice che fu Semiramide la prima regina di predetti, che nessun uomo del dominio austriaco, "comprare o vendere" questa città, che si credette abbia potesse "circondato Babilonia con un senza il marchiomuro sotto di una forma oSemiramide l'altra. E proprio il fatto che regina tale concordato mattoni". quindi, la prima deificata Fig.8 intollerante, seguisse così velocemente quel decreto dell'Immacolata ConcezioDiana di Efeso di quella città con la torre la cui cima avrebbe dovuto ne, mostra qual'è il frutto naturale didev'essere quel decreto. eventi che subito dopo raggiungere il cielo, stataGli il prototipo delle dee che ebbero luogo in "per Spagna, mostrano anche lì il potente operato dello stesso spirito prime costruirono torri nelle città". Se guardiamo la Diana persecutore. Durante gli ultimi anni, la marea del dispotismo spirituale potrebbe di Efeso, troviamo l'evidenza di ciò che diciamo. In generale, Diana era essere sembrata arrestata e molti, senza dubbio, hanno indotto alla persuasione raffigurata come una vergine, e la patronessa della verginità; ma la Diana di che, danneggiata come è la sovranità Papato e barcollante come sembra esEfeso era del tutto diversa. Essa era del rappresentata con tutti gli attributi della sere quel potere, i suoi subordinati non potessero più perseguitare. c'è una madre degli dei e, come madre degli dei, essa portava una corona Ma turrita, che vitalità sorprendente nelchiunque Mistero la dell'Iniquità. nessuno può perfino in richiama alla mente di guardi, la E torre di Babele. Quindi dire questa

Le Due Babilonie 178 31 anticipo Diana turrita quali apparenti è identificata impossibilità espressamente potrebbero da realizzarsi un antico sulla via scoliaste di arrestare con il Semiramide. progresso della Quando, libertà perciò, e verità, rammentiamo quantunque che promettente Rea o Cibele, potrebbe la dea essere conl'ala spetto torre, era delle in cose. effettiQualsiasi una dea babilonese, cosa avvenga e che della Semiramide, Sovranità temporale quando fudegli deificata, stati romani, era adorata è oggi con così il nome evidente, di Rea, così non come rimarrà lo era alcun a molti dubbio, soltanto penso,poco circatempo l'identità fa, che personale la rovina della del "dea potere delle spirituale fortezze". del Papato è imminente e che il suo potere di perseguitare Non abbiamo si alcuna è finalmente ragione estinto. per ritenere che solo Semiramide (sebbene alcuni Non lo pensino) dubito che abbia molti edificato costretti dall'amore i parapettie misericordia di Babilonia. di Abbiamo Dio, ancora l'espressa obbediranno testimonianza alla voce dello celeste storico e fuggiranno antico Megastene, da quella tramandateci dannata comunanza da Adibeno, prima che che fu l'ira "Belus" divina chediscenda "circondò suBabilonia di essa. Ma di un se muro". ho ragione Poiché nell'interpretazione "Bel", colui che confonde, di questo passaggio cominciò sia ne la segue cittàche cheessa la torre deve didivenire Babele e ancora le lasciò più entrambi persecutrice incomplete, di quanto non lo sia può mai identificarsi stata, e che con quell'intolleranza Belus. Quindi il che, riferimento immediatamente potrebbe essere dopo l'elevazione solo a suo dell'Immagine figlio Nino, che cominciò ereditò ilatitolo mostrarsi del padre in Austria e che fu e Spagna il primosi vero estenderà rè dell' su impero tutta l'Europa; babilonese poiché e di non conseguenza è detto che Nimrod. l'Immagine Il motivo della bestia vero debba per cui soltanto fu attribuita decretaa re, Semiramide, ma (Ver. 15 la di moglie Rivelazione): di Nino, "Sicché la gloria ladi statua aver fece completato mettere le a morte fortificazioni tutti queldi li Babilonia, che non si fuprostravano che essa ottenne davanti presso a lei". Quando gli antichi questo idolatri abbia diluogo, una volta evidenteuna mente posizione è questo preminente il tempo e le infurono cui si compie attribuite ciò tutte che le è detto differenti in Rivelazione caratteristiche 13:8che "E l'adoreranno appartenevano, tutti o quegli che si supponeva abitanti della appartenessero, terra, i nomi dei a suo quale marito. non sono Avendo scritti, quindi sin dal accertato principio unadel delle mondo caratteristiche nel libro di per vita cui dell'Agnello, la moglie che deificata è stato sgozzato". era adorata, È impossibile possiamo da liberarsi ciò concludere di questo qual dicendo era "questo il carattere si riferisce corrispondente agli anni del bui,marito ciò si realizzò deificato. prima Layard di Lutero." indica distintamente Mi chiedo, gli lauomini sua convinzione che dimoravano che Cibele sulla terra o Rea, hanla no deaelevato "coronata l'Immagine di torri", della nonbestia fosseprima altro dei chegiorni la controparte di Luterò?femminile Evidentemente della no. "divinità L'ordinanza che presiedeva dell'Immacolata ai baluardi Concezione o alle fortificazioni"; è cosa passata.eLa che profezia questa allora divinità si riferisce fosse Nino, ai nostri o Nimrod, giorni, ce al periodo lo provano nel quale altre la evidenze chiesa sta provenienti ora entrando. da ciò In altre che parole notizie l'assassinio frammentarie dei testimoni, dell'antichità la grande dicono prova circa dei santi il primo DEVE AVVENIRE. rè deificato di Babilonia, con il nome che lo identifica come il marito di Rea. Quel nome è Cronos o Saturno (Fig. 9) 9. SEZIONE V E risaputo che Cronos o Saturno fosse il marito di Rea, ma non si IL NOME DELLA BESTIA sa bene chi fosse Cronos stesso. Risalendo alle sue origini, si IL NUMERO DEL SUO NOME dimostra che tale divinità era il primo re DEL di Babilonia. Teofilo L'INVISIBILE CAPO PAPATO d'Antiochia mostra che Cronos in Oriente era adorato come Bel e Essendo ora identificati Dagon e che il Papa, questo porta naturalmente e facilBaal; e da Eusebio apprendiamo il primo deici re assiri, il cui mente al numero e alanche nome chiamato della bestia così tantoCronos. cercati, Poiché e conferma nome era Belus, era dagli assiri le interamente, con una nuova prova, il vecchio punto di vista protestante sul soggetto. Il copie originali di Eusebio non parlano di alcun Belus come di un nome "Lateinos" stato generalmente accettato dagli e scrittori protestanti, avenreale re d'Assiria è precedente a Nino, re di Babilonia distinto da do argomenti probabilità che re lo raccomandano. lui,molti ciò mostra chediNino, il primo di Babilonia era Cronos. Eppure è sempre che stata trovata una e che si èerano sempre sentito che qualInoltre troviamo Cronos era il certa re deicarenza Ciclopi, i suoi F i g . 9 che cosaemancasse per porlo al il diloro fuorinome di ogni di dubbio. fratelli, che trassero da lui e possibilità che i ciclopi erano F ig ur az i one Adesso, considerando il soggetto dalcostruzione punto di vista babilonese, troveremo siaBei il conosciuti come "gli inventori della di torri". Il re dei di Togrui nome che il numero della bestia evidenziato tal modo che non vicsiano ciclopi, "gli inventori della costruzione di in torri", occupava una apo dubbi. de i Osiride o Nimrod, che il Papa rappresenta, fu chiamato diversi titoli posizione che corrispondeva esattamente a quella di Rea con che, molti "per Turchi... da H i la d poi, come Wilkinson egli era nella stessaRea, posizione di sua di moglie, qua-e prima eresse (torri) rivela, nelle città". Se, perciò, la moglie eligioni le fu chiamata "Myrionymus" la dea dai "diecimila nomi". Tra questi innumereCronos, fu la dea delle fortezze, Cronos o Saturno, il marito di " R e Dio g nel l i voli come possiamo accertare, indicato dallo Spirito Rea, nomi, cioè Nino o Nimrod, il primo re diquello Babilonia, dev'essere stato d di Antichi". linguaggio enigmatico chefortezze". parla del nome della bestia e del numero del suo noAla-mahozin, "il dio delle me? Se noi nomenon apocalittico del sitema, questo ci guiderebbe Il nome di conoscessimo Cronos stesso ilserve poco a confermare l'argomento. Cronos al nome del capo del sistema. Il corno nome è del è "Mistero". (Riv. 17:5). Qui significa "il Cornuto". Poiché il unsistema ben noto emblema orientale di forza immediatamente entriamo in possesso della chiave risolve l'enigma. o di potenza, Cronos "il Cornuto" era, secondo il che sistema mistico, soloOra un dobbiamo soltanto cercare il nome applicato con il quale Nimrod era conosciuto nei Misinonimo per l'epiteto scritturale a Nimrod, vale a dire Geber "il steri Caldei. Quel nome, come abbiamo era Saturno. Saturno Mistero potente" (Gen. 10:8) "Egli cominciò ad visto, essere potente sulla terra".e Il nome

32 177 Rev. Alexander Hislop Cronos, agire come come funzionari il lettoredi dei Roma classici i quali, sa bene, derivando è applicato tutta a laSaturno loro autorità in qualità da lui, di "Padre esercitavano degli sotto dei". la Abbiamo sua sovraintendenza già incontrato di un "Vescovo altro "Padre dei Vescovi", degli dei", d'altra Cus, parte nel suo era la aspetto visibiledi investitura Bel, Colui di questi che confonde, lupi vestitiodaEfaistos pecore. A "Colui che cosa che serviva disperde il tutt'intorno". palium del Vescivo E facile Papale? capire Era come, un vestito quando fatto ebbe di lana, inizio benedetto la deificazione dal Papa, dei otmortali tenuto dalla e il "potente" lana degli Figlio agnellidi santi Cusdelle fu deificato, suore di il S. padre, Agnese considerando e lavorato dalle la parte loro che sacre egli mani sembra che poteva aver avuto essere nelconcesso preparare a l'intero coloro sistema che il Papa idolatrico, desiderava sarebbe onorare, stato pure con lo deificato scopo, come e, naturalmente, uno di loro sotto ha detto, la sua di "unirli funzione alla di nostra padresocietà del "Potente" in un unico e di tutti ovilei pastorale". mortali che gli succedettero. Ma, in realtà, troveremo nel corso della nosra indagine, Così commissionato, che Nimrodcosì fu il ordinato vero Padre dal Vescovo degli dei, Universale, in qualitàloro di primo feceromortale effettideificato; vamente laepropria che, perciò, opera equesto indussero è in la piena terra e armonia coloro che con lì abitavano il fatto storico "ad adorache Cronos, re la bestia il Cornuto che ricevette o Potente, la ferita è, nel da panteon una spada classico, e rivisse". conosciuto Questa con era tale una titolo. parte Il del significato predetto lavoro di questo di questa nomebestia. Cronos, Ma il c'è Cornuto, ne fu un sealtro applicato e non a meno Nimrod, importante spiega pienamente che rimane da le considerare. origini del rimarchevole simbolo, che ricorre così di frequente fra le sculture di Ninive, cioè il gigantesco uomo-toro CORNUTO, che rappresenta le grandi divinità assire. La stessa SEZIONE parola che IV significa toro, vuol dire anche governante o principe10 da cui "toro cornuto" significa "Principe potente", e ci L'IMMAGINE DELLA BESTIA riporta ai primi di quei potenti che, sotto il nome di Guebres, Gabrs o Cabiri Non solo bestia della terra indusse l'uomo antico, ad adorare la I i bestia ma, monarchi essa perebbero unla ruolo così importante nel mondo e a cui deificati suase coloro dimoravano sulla risalire terra a "fare un'immagine della bestia che assiri fecero che in modo sott’inteso le origini della loro grandezza e aveva la ferita di una e rivisse". aver molti anni con su ciò potenza. Ciò spiega il spada motivo per cui ilDopo Bacco dei meditato greci era per rappresentato le che potrebbe implicare "l'immagine della bestia" non potei trovare minicorna e perché ci si rivolgesse frequentemente a lui conmai l'epiteto dila "Toroma soddisfazione tuttedei le teorie state proposte, in cornuto" che erainuno suoi che più erano alti titoli onorifici. finché Ancheincappai in tempi un'opera modesta ma validaTogrui che, avevo giàilnotato, intitolata "Una originale che incomparativamente recenti, Begh, capo dei Turchi Selgiucchi, terpretazione Questo lavoro, evidentemente il prodotto di una proviene dalledell'Apocalisse". vicinanze dell'Eufrate, era rappresentato in maniera simile con tre mente emergenti penetrantedal e profondamente circa la sua storia del Papato, imcorna suo capo comeerudita, emblema della sovranità. Ciò fornì avvalora mediatamente la soluzione la storia delle origini didella una difficoltà. divinità adorata dai nostri antenati pagani Lì si dichiara con che il l'immagine della bestia Questo sia la Vergine o la Madonna. A anglosassoni nome di Zernebogus. era unaMadre divinità nera, malevole prima vista questa in potrebbe sembrare una soluzione molto improbabile, e porta sfortuna, altre parole, il Diavolo. Questo nome, analizzatoma e quando viene con una la storia religiosa della singolare Caldea, l'improbabilità comparato alla paragonata (Fig. 10), getta luce particolarmente sulla fonte da scompare del tutto. Nel paganesimo babilonese c'era un'immagine della cuivecchio proviene la superstizione popolare circa il grande bestia del mare e nonAvversario. appena si sa sia questa immagine, la Caldeo questione sarà Il cosa nome Zer-Neb-Gus è quasi puro e giustamente risolta. Quando fu stabilito Dagon adorato, nonostante sembra spiegarsi da che se stesso in fosse quanto vuol dire "Il seme fosse rappresentato in molti diversi modiAbbiamo ed esibitogià sotto diversi aspetti, la fordel profeta Cus". visto delle ragioni per ma favorita nella quale veniva adorato, ben sa da eraBaal, quella di era un concludere che, colcome nomeil dilettore Bel, distinto Cus bimbo nelle braccia della madre. il grande indovino o falso Profeta adorato a Babilonia. Ma Fig. Nel 10 corso naturale degli eventi, la madre finì per essere adorata alla insieme al figlio ricercatori indipendenti sono pervenuti conclusione Layard: Ninive e che e per divenire l'oggetto preferito di adorazione. Perdei giustificare questa Bel e Nebo fossero solo titoli diversi peradoraziolo stesso B b i l madre o n i a . dio, essere ne,aquella doveva alla divinità ed a leiledovevano un dioinnalzata profetico. Kitto commenta parole diessere Isaia Raffigurazione attribuiti poteri edel prerogative divine. Qualunque fosse perciò la suariferendosi dignità si 46:1 "Bel si è piegato, Nebo si curva", Diavolo credeva che il figlio ne possedesse una simile. Qualsiasi nome d'onore da egli avesall'ultimo nome: "La parola sembra provenire Nibba, se un simile un nome era attribuito a lei. Egli fu chiamato Belus, "II Signore",non lei pronunciare oracolo, o profetizzare; e quindi significherebbe "oracolo" Beltis, "Mia Signora". Egli fu chiamato Dagon, "L'Uomo del nome Mare", leiindicare Derkepotendo, come propone Calmest essere altro che un diverso per to, "La Sirena". Bel, o un epiteto caratterizzante applicato a lui; non essendo insolito ripetere la Egli come "Re del mondo" portava cornaequivalenti". del toro, lei "Zer-Nebo-Gus" come abbiamo già stessa cosa,ilnello stesso versetto, con le termini il visto, sotto l'autorità di Sanchuniathon, pose sul proprio poiché capo una di toro grande "seme del profeta Cus" era naturalmente Nimrod, Custesta era il padre come segno di regalità. Egli acome Dio del Solecome fu chiamato Beel-samen, di Nimrod. Ritorniamo adesso Layard e vediamo questo nostro paese e "Signore del Cielo", lei come la Dea della Luna era Melkat-ashemin, "Regina l'Assiria siano connessi intimamente. Nella scultura a cui abbiamo fatto del Cielo". Lui adorato in Egitto come ilAssiro", "Rivelatore bontà e verità", lei a riferimento per era primo troviamo "l'Ercole cioèdi"il gigante Nimrod", Babilonia sotto il nome di "Colomba" come laSettanta, dea della gentilezza e della gracom'è chiamato nella versione di Genesi della senza bastone, o armi di

Le Due Babilonie 177 32 qualsiasi zia, la "Madre sorta, mentre consenziente", attacca un misericordiosa toro. Dopo averlo e benigna sconfitto, versoegli gli pone uomini. sul suo Lui capo sotto le il nome corna di delMithra, toro, come era adorato trofeo di come vittoria Mesites, e simbolo o il "Mediatore", di potenza; d'allora lei come in poi Afrodite l'eroe o, è la rappresentato "Dominatrice dell'ira", non soloera con chiamata le corna Mylitta, e gli la zoccoli "Mediatrice". nella parte Egli anteriore, era rappresentato ma dalla mentre metà schiacciava in giù con il legrande zampeserpente e il piede confisso il piede, del toro. lei mentre Così acconciato frantumava egli il capo è rappresentato del serpente nella mentre sua simano. accinge Egli adcon incontrare il nome un di Giano, leone. Ciò, porcon tava ogni una chiave probabilità, come intende colui che commemorare apriva e chiudeva alcuni i cancelli avvenimenti del mondo della invisibisua vita che le. Lei lo resero con il potente nome di prima Cibele, nella fucaccia investita e poi di nella una simile guerra chiave e che, secondo come emblema tutte le tradizioni dello stesso antiche, potere.fu Egli rimarchevole come coluiin che quanto redime a forza dal peccato fisica, era essendo chiamato egli "II il capo Dio dei Puro"; giganti anche che lei si aveva ribellarono il potere contro di lavare il cielo. via il Ora, peccato Nimrod, e, malgrado in quanto fosse figlio la madi Cus, dre del era seme, nero, in era altre chiamata parole un la negro. "Vergine "Può Pura". un etiope Egli cambiare era rappresentato la sua pelle?" come è nell'originale "Giudice dei morti"; "Può farlo lei veniva un cusita?" rappresentata Tenendo alperciò suo fianco, questo sulla in mente sedia del vedremo giudiche zio nel in quella mondoraffigurazione invisibile. dissepolta da Ninive, abbiamo entrambi i prototipi dell'anglosassone Si dice che egli dopo Zer-Nebo-Gus, essere stato "il ucciso seme da del una profeta spadaCus" risorse e la divera nuovo origine e ascese del tenebroso al cielo. Anche avversario lei nonostante del genere la storia umano dica sia con stata corna uccisa e dalla zoccoli. spada Era di uno per caratteristiche dei suoi stessi figli, differenti nel mito da quelle pare sia dell'Avversario stata corporalmente che Nimrod trasportata eradal adorato figlio in origine; cielo e sempre ma in un si popolo dice che disia composizione stata eletta Pambasileia, composta come "Regina quellodell'universo". anglosassone era Infine inevitabile il nome con che, il sequale avessero ora lei adorato era riconosciuta qualcuno, non era Semelé, doveva essere che nella altro lingua che, generalmente, babilonese significa oggetto "L'Immagine". di timore; e così Cronos, "il Cornuto" che portava le corna Così, sotto come ogni emblema aspetto sia lei di forza divenne fisica l'espressa che di potere immagine sovrano, della doveva Babilonia, divenire, "La nella bestiasuperstizione che aveva la popolare, ferita della il spada rappresentante e rivisse". riconosciuto del Diavolo. In Dopo molti ciòeche diversi il lettore paesi, ha levisto corna è appena divennero necessario il simbolo dire del che potere essa è sovrano. la dea che La corona, adesso viene che adorata ancora nella cingeChiesa la fronte di Roma dei sotto monarchi il nome europei, di Maria. sembra derivare remotamente Nonostante che dall'emblema la dea sia chiamata di potenza con iladottato nome della da madre Cronosdio nostro Saturno Signore, che, secondo tutti gli attributi Ferecide, dati fu a il lei "primo sonodi semplicemente tutti che abbiaderivati mai portato dallauna madonna corona". babiloneLa se e prima non dalla corona Vergine regaleMadre sembra di essere Cristo. stata Non solo vi èuna un banda, rigo o una su cui lettera erano nella poste Bible corna. bia cheDall'idea contengano di potere l'idea che contenuta Maria dovesse nel "corno" essere sembra adorata, cheche abbiano essa sia derivato "II rifula loro gio dei autorità peccatori", anche che i governanti essa fosse subordinati, "Immacolata" mediante e che facesse un cerchio espiazione con un per solo i corno. peccati Bruce, quandoilstava viaggiatore presso abissino, la croce efornisce quando un secondo esempio Simeone di capi una abissini spada così tradecorati passò anche (Fig. la 11) sua riguardo anima o ai che, quali dopo egli la afferma sua morte che fu il elevata corno eattrasse trasportata la sua in particolare gloria nel cielo. attenzione Ma tuttoquando questo fu comprese trovato nel che sistema i babilonese e, tutto ciò è governatori ora incorporato delle nel sistema provincie di Roma. si distinguevano Il "Sacro cuore di Maria" è esibito come mediante trafitto da questa una spada, acconciatura. in segno come Nel caso la chiesa del potere apostata insegna, che la sua angosovrano, scia alla crocefissione la banda regale era era in adorna realtà una alcune espiazione volte con come la morte di Cristo; poiun chédoppio, leggiamo altrenell'Offizio con un triplo Devozionale corno. Il corno o libro doppio delle funzioni adottato dal era "Sodalizio stato evidentemente del Sacro Cuore" l'originale parole simbolo così blasfeme di potere come queste: "Vai quindi deo voto potenza cliente! Vai da verso parte ildei cuore sovrani; di Gesù poiché, ma passa sui Fig. 11 monumenti attraverso il egiziani, cuore dile Maria, teste dei la spada personaggi del male regali deificati che trapassò non avevano la sua anima generalmente ti apre un piùpassaggio, di due corna Capi di tribù abissine a entra dimostrazione nella ferita che della l'amore loro ha potenza. fatto (Fig. Poiché 57- la de c or at i c o n c or na sovranità 58)". nel caso di Nimrod era fondata sulla forza indicanti potenza. fisica, Sentiamo le due ancora corna un esponente del toro erano della simboli nuova fede, di tale forza come fisica. M. Genoude E, in armonia in Francia a ciò, dire leggiamo che "Maria il "Sachuniathon": fu "Astarte pose sul suo la riparatrice proprio capo della la colpa testa didi Eva, un come toro come il nostro insegna di regalità". Col tempo, comunque, Signore fu il si riparatore formò un'altra della e colpa più alta di Adamo", idea e l'espressione e di quell'idea fu vista nel un altro, simbolo il professore delle tre corna. Oswaid Sembra di Paderbon che con afferl'andare del tempo un berretto sia stato ma che associato Maria non alle era corna una regali. creatura In Assiria umana il come berretto noi,con che tre ella corna è la era "Launo Donna dei "sacri così come emblemi" Cristoattestante è l'Uomo", che che la Maria potenza è co-presente ad esso collegata nella eucarestia era d'origine e che celeste, indipoiché scutibilmente, le tre corna secondo evidentemente la dottrinaadombravano eucaristica della la potenza Chiesa, della la sua trinità. presenza Inoltre, è abbiamo vera e reale, indicazioni non soltanto secondo ideale le quali o figurativa la fascia e inoltre con le noi corna vediamo senza alcun che nel berretto, decre-

176 33 Rev. Alexander Hislop agire Cronos, come come funzionari il lettoredi dei Roma classici i quali, sa bene, derivando è applicato tutta a la Saturno loro autorità in qualità da lui, di esercitavano "Padre degli sotto dei". la Abbiamo sua sovraintendenza già incontrato di un "Vescovo altro "Padre dei Vescovi", degli dei", d'altra Cus, parte nel era suo la aspetto visibiledi investitura Bel, Colui di questi che confonde, lupi vestitiodaEfaistos pecore. A "Colui che cosa che serviva disperde il palium tutt'intorno". del Vescivo E facile Papale? capire Era come, un vestito quando fatto ebbe di lana, inizio benedetto la deificazione dal Papa, dei ottenuto mortalidalla e il "potente" lana degli Figlio agnellidi santi Cusdelle fu deificato, suore di il S. padre, Agnese considerando e lavorato dalle la parte loro sacre che egli mani sembra che poteva aver avuto essere nelconcesso preparare a l'intero coloro sistema che il Papa idolatrico, desiderava sarebbe onorare, stato con purelo deificato scopo, come e, naturalmente, uno di loro ha sotto detto, la sua di "unirli funzione alla di nostra padresocietà del "Potente" in un unico e di ovile tutti i pastorale". mortali che gli succedettero. Ma, in realtà, troveremo nel corso della nosra Così indagine, commissionato, che Nimrod così fu il ordinato vero Padre dal Vescovo degli dei, Universale, in qualitàloro di primo fecero mortale effettivamente deificato;laepropria che, perciò, opera equesto indussero è in la piena terra e armonia coloro che con lì abitavano il fatto storico "ad adorache re Cronos, la bestia il Cornuto che ricevette o Potente, la ferita è, nel da panteon una spada classico, e rivisse". conosciuto Questa con era tale una titolo. parte del Il significato predetto lavoro di questo di questa nomebestia. Cronos, Ma il c'è Cornuto, ne fu un sealtro applicato e non a meno Nimrod, importante spiega che pienamente rimane da le considerare. origini del rimarchevole simbolo, che ricorre così di frequente fra le sculture di Ninive, cioè il gigantesco uomo-toro CORNUTO, che rappresenta le grandi divinità assire. La stessa SEZIONE parola che IV significa toro, vuol dire anche governante o principe10 da cui "toro cornuto" significa "Principe potente", e ci L'IMMAGINE DELLA BESTIA riporta ai primi di quei potenti che, sotto il nome di Guebres, Gabrs o Cabiri Non solo bestia della terra indusse l'uomo antico, ad adorare la I i bestia ma, monarchi essa perebbero unla ruolo così importante nel mondo e a cui deificati suase dimoravano sulla risalire terra a "fare un'immagine della bestia che assiri coloro fecero che in modo sott’inteso le origini della loro grandezza e aveva la ferita di una e rivisse". aver molti anni con su ciò potenza. Ciò spiega ilspada motivo per cui ilDopo Bacco dei meditato greci era per rappresentato le che potrebbe implicare "l'immagine della bestia" non potei trovare minicorna e perché ci si rivolgesse frequentemente a lui conmai l'epiteto dila "Toroma soddisfazione tuttedei le teorie state proposte, in cornuto" che erainuno suoi che più erano alti titoli onorifici. finché Ancheincappai in tempi un'opera modesta ma valida Togrui che, avevo giàilnotato, intitolata "Una originale che incomparativamente recenti, Begh, capo dei Turchi Selgiucchi, terpretazione Questo lavoro, evidentemente il prodotto di una proviene dalledell'Apocalisse". vicinanze dell'Eufrate, era rappresentato in maniera simile con tre mente penetrantedal e profondamente circa la sua storia del Papato, imcorna emergenti suo capo comeerudita, emblema della sovranità. Ciò fornì avvalora mediatamente la soluzione la storia delle origini didella una difficoltà. divinità adorata dai nostri antenati pagani Lì si dichiara con che il l'immagine della bestia Questo sia la Vergine o la Madonna. A anglosassoni nome di Zernebogus. era unaMadre divinità nera, malevole prima vista questa in potrebbe sembrare soluzione molto improbabile, e porta sfortuna, altre parole, il una Diavolo. Questo nome, analizzatoma e quando viene con una la storia religiosa della singolare Caldea, l'improbabilità comparato alla paragonata (Fig. 10), getta luce particolarmente sulla fonte da scompare del tutto. Nel paganesimo babilonese c'era un'immagine della cuivecchio proviene la superstizione popolare circa il grande bestia del mare e nonAvversario. appena si sa sia questa immagine, la Caldeo questione sarà Il cosa nome Zer-Neb-Gus è quasi puro e giustamente risolta. Quando fu stabilito Dagon adorato, nonostante sembra spiegarsi da che se stesso in fosse quanto vuol dire "Il seme fosse rappresentato in molti diversi modiAbbiamo ed esibitogià sotto diversi aspetti, la fordel profeta Cus". visto delle ragioni per ma favorita nella quale veniva adorato, ben sa da eraBaal, quella di era un concludere che, colcome nomeil dilettore Bel, distinto Cus bimbo nelle braccia della madre. il grande indovino o falso Profeta adorato a Babilonia. Ma Fig. corso 10 Nel naturale degli eventi, la madre finì per essere adorata alla insieme al figlio ricercatori indipendenti sono pervenuti conclusione Layard: Ninive e che e per divenire l'oggetto preferito di adorazione. Perdei giustificare questa Bel e Nebo fossero solo titoli diversi peradoraziolo stesso B aquella b i l madre o n i a . dio, essere ne, doveva alla divinità ed a leile dovevano un dioinnalzata profetico. Kitto commenta parole diessere Isaia Raffigurazione attribuiti poteri edel prerogative divine. Qualunque fosse perciò la suariferendosi dignità si 46:1 "Bel si è piegato, Nebo si curva", Diavolo credeva che il figlio ne possedesse una simile. Qualsiasi nome d'onore da egli avesall'ultimo nome: "La parola sembra provenire Nibba, se un simile un nome era attribuito a lei. Egli fu chiamato Belus, "II Signore",non lei pronunciare oracolo, o profetizzare; e quindi significherebbe "oracolo" Beltis, "Mia Signora". Egli fu chiamato Dagon, "L'Uomo del nome Mare", leiindicare Derkepotendo, come propone Calmest essere altro che un diverso per to, "La Sirena". Bel, o un epiteto caratterizzante applicato a lui; non essendo insolito ripetere la Egli come "Re del mondo" portava corna equivalenti". del toro, lei "Zer-Nebo-Gus" come abbiamo già stessa cosa,il nello stesso versetto, con le termini il visto, l'autorità di Sanchuniathon, pose sul proprio poiché capo una di toro grandesotto "seme del profeta Cus" era naturalmente Nimrod, Custesta era il padre come segno di regalità. Egli acome Dio del Solecome fu chiamato Beel-samen, di Nimrod. Ritorniamo adesso Layard e vediamo questo nostro paese e "Signore Cielo", lei come la Dea della Luna era Melkat-ashemin, "Regina l'Assiria del siano connessi intimamente. Nella scultura a cui abbiamo fatto del Cielo". Lui adorato in Egitto come ilAssiro", "Rivelatore bontà e verità", lei a riferimento perera primo troviamo "l'Ercole cioèdi"il gigante Nimrod", Babilonia sotto il nome di "Colomba" come laSettanta, dea della gentilezza e della gracom'è chiamato nella versione di Genesi della senza bastone, o armi di

Le Due Babilonie 176 33 zia, qualsiasi la "Madre sorta, mentre consenziente", attacca un misericordiosa toro. Dopo averlo e benigna sconfitto, versoegli gli pone uomini. sul suo Lui sotto capo le il nome corna di delMithra, toro, come era adorato trofeo di come vittoria Mesites, e simbolo o il "Mediatore", di potenza; d'allora lei come in Afrodite poi l'eroe o, è la rappresentato "Dominatrice dell'ira", non soloera con chiamata le corna Mylitta, e gli la zoccoli "Mediatrice". nella parte Egli era anteriore, rappresentato ma dalla mentre metà schiacciava in giù con il legrande zampeserpente e il piede confisso il piede, del toro. lei mentre Così frantumava acconciato egli il capo è rappresentato del serpente nella mentre sua simano. accinge Egli adcon incontrare il nome un di Giano, leone. Ciò, portava con ogni una chiave probabilità, come colui intende che commemorare apriva e chiudeva alcuni i cancelli avvenimenti del mondo della invisibisua vita le. cheLei lo resero con il potente nome di prima Cibele, nella fucaccia investita e poi di nella una simile guerra chiave e che, secondo come emblema tutte le dello tradizioni stesso antiche, potere.fu Egli rimarchevole come colui in che quanto redime a forza dal peccato fisica, era essendo chiamato egli "II il capo Dio Puro"; dei giganti anche che lei si aveva ribellarono il potere contro di lavare il cielo. via il Ora, peccato Nimrod, e, malgrado in quanto fosse figlio la madi dre Cus,del era seme, nero, in era altre chiamata parole un la negro. "Vergine "Può Pura". un etiope Egli cambiare era rappresentato la sua pelle?" come è "Giudice nell'originale dei morti"; "Può farlo lei veniva un cusita?" rappresentata Tenendo al perciò suo fianco, questo sulla in mente sedia del vedremo giudizio che nel in quella mondoraffigurazione invisibile. dissepolta da Ninive, abbiamo entrambi i prototipi Si dell'anglosassone dice che egli dopo Zer-Nebo-Gus, essere stato "il ucciso seme da del una profeta spada Cus" risorse e la divera nuovo origine e ascese del al tenebroso cielo. Anche avversario lei nonostante del genere la storia umano dica sia con stata corna uccisa e dalla zoccoli. spada Era di uno per dei caratteristiche suoi stessi figli, differenti nel mito da quelle pare sia dell'Avversario stata corporalmente che Nimrod trasportata eradal adorato figlio in cielo origine; e sempre ma in un si dice popolo che disia composizione stata eletta Pambasileia, composta come "Regina quello dell'universo". anglosassone Infine era inevitabile il nome con che, il se quale avessero ora lei adorato era riconosciuta qualcuno, non era Semelé, doveva essere che nella altro lingua che, babilonese generalmente, significa oggetto "L'Immagine". di timore; e così Cronos, "il Cornuto" che portava le Così, corna sotto come ogni emblema aspetto sia lei di forza divenne fisica l'espressa che di potere immagine sovrano, della doveva Babilonia, divenire, "La bestia nella superstizione che aveva la popolare, ferita della ilspada rappresentante e rivisse".riconosciuto del Diavolo. Dopo In molti ciòeche diversi il lettore paesi, ha levisto corna è appena divennero necessario il simbolo dire del che potere essa è sovrano. la dea che La adesso corona,viene che adorata ancora nella cingeChiesa la fronte di Roma dei sotto monarchi il nome europei, di Maria. sembra derivare Nonostante remotamente che dall'emblema la dea sia chiamata di potenza con iladottato nome della da madre Cronos di o nostro Saturno Signore, che, tutti secondo gli attributi Ferecide, dati fu a il lei "primo sonodi semplicemente tutti che abbiaderivati mai portato dallauna madonna corona". babilonese La e prima non dalla corona Vergine regaleMadre sembra diessere Cristo. stata Non solo vi èuna un banda, rigo o una su cui lettera erano nella poste Bible bia corna. cheDall'idea contengano di potere l'idea che contenuta Maria dovesse nel "corno" essere sembra adorata, cheche abbiano essa sia derivato "II rifula gio lorodei autorità peccatori", anche che i governanti essa fosse subordinati, "Immacolata" mediante e che facesse un cerchio espiazione con un per solo i peccati corno. Bruce, quandoilstava viaggiatore presso la abissino, croce efornisce quando un secondo esempio Simeone di capi una abissini spada così trapassò decorati anche (Fig. la 11) sua riguardo anima o ai che, quali dopo egli la afferma sua morte che fu il elevata corno eattrasse trasportata la sua in gloria particolare nel cielo. attenzione Ma tuttoquando questo fu comprese trovato nel che sistema i babilonese e, tutto ciò è ora governatori incorporato delle nel sistema provincie di Roma. si distinguevano Il "Sacro cuore di Maria" è esibito come trafitto mediante da questa una spada, acconciatura. in segno come Nel caso la chiesa del apostata potere insegna, che la sua angoscia sovrano, alla crocefissione la banda regale era era in adorna realtà una alcune espiazione volte con come la morte di Cristo; poiché un doppio, leggiamo altrenell'Offizio con un triplo Devozionale corno. Il corno o libro doppio delle funzioni adottato dal "Sodalizio era stato evidentemente del Sacro Cuore" l'originale parole simbolo così blasfeme di potere come queste: "Vai quindi devoto o potenza cliente! Vai da verso parte ildei cuore sovrani; di Gesù poiché, ma passa sui Fig. 11 attraverso monumentiil egiziani, cuore di le Maria, teste dei la spada personaggi del male regali che deificati trapassò non avevano la sua anima generalmente ti apre un più passaggio, di due corna Capi di tribù abissine entra a dimostrazione nella ferita che della l'amore loro ha potenza. fatto (Fig. Poiché 57- la de c or at i c o n c or na 58)". sovranità nel caso di Nimrod era fondata sulla forza indicanti potenza. Sentiamo fisica, le due ancora corna un esponente del toro erano della simboli nuova fede, di tale come forza fisica. M. Genoude E, in armonia in Francia a ciò, dire leggiamo che "Maria il "Sachuniathon": fu "Astarte pose sul la suo riparatrice proprio capo della la colpa testa didi Eva, un come toro come il nostro insegna di regalità". Col tempo, Signore comunque, fu il si riparatore formò un'altra della e colpa più alta di Adamo", idea e l'espressione e di quell'idea fu vista un nel altro, simbolo il professore delle tre corna. Oswaid Sembra di Paderbon che con afferl'andare del tempo un berretto sia ma stato che associato Maria non alle era corna una regali. creatura In Assiria umana il come berretto noi, con che tre ella corna è la era "La uno Donna dei così "sacri come emblemi" Cristo attestante è l'Uomo", che che la Maria potenza è co-presente ad esso collegata nella eucarestia era d'origine e che celeste, indiscutibilmente, poiché le tre corna secondo evidentemente la dottrinaadombravano eucaristica della la potenza Chiesa, della la sua trinità. presenza Inoltre, è vera abbiamo e reale, indicazioni non soltanto secondo ideale le o quali figurativa la fascia e inoltre con le noi corna vediamo senza alcun che nel berretto, decre-

34 175 Rev. Alexander Hislop era che anticamente questa bestia la che corona "venne reale. dallaLa terra" corona è espressamente del dio Indù chiamata Visnù nella con quel sua incarnazione nome. del Pesce è soltanto un cerchio aperto o una banda con tre corna erette Rivelazione su di essa, 19:20: con "E un la bestia pomoselvaggia in cima a fuciascun presa, ecorno. con essa Tutte il falso le incarnazioni profeta che sono avevarappresentate compiuto davanti incoronate ad essa con i segni una corona coi quali che aveva sembra sviato sia quelli stata modellata che avevano da questa, ricevutoconsistente il marchio di della un bestia diadema che con "veniva tre punti dallaeretti terra" sua di compiere esso, inmiracoli cui Sir William davanti alla Jones prima identifica bestia selvaggia il diadema e quelli degli etiopi che rendono o dei Parti. adorazione La tiara alla aperta sua imdi Agni, magine". il dio Siccome Indù del era fuoco, la bestia mostra che "veniva nel suo dalla cerchio terra" inferiore a compiere il corno miracoli doppio, dafatto vanti alla allo prima stessobestia modociò che mostra in Assiria che la mostrano "bestia della allo terra" stesso è iltempo falso profeta, l'antica abitudine cioè Nebo. e Se la sua esaminiamo provenienza. la storia Invece dell'Impero di tre corna, Romano venivano troveremo sostituiti che da anche tre foglie; qui vi èeuna cosìprecisa la banda accordanza cornuta gradualmente tra tipo e anti-tipo. si trasformò Quando nel lamoderno ferita mortale diadema del o paganesimo corona con fu leguarita tre foglie e ripristinato di fiordaliso, il vecchio o altri familiari titolo pagano ornamenti di Pontefice a tre foglie fu a (Figg. mezzo 12-13). del corrotto clero, simbolizzato come generalmente si crede, e giustaFra mente i sotto pellerossa la figura d'America di una bestia dev'esservi munita di stato corna,evidentemente come un agnello, qualcosa secondo di il detto del nostro Signore altrettanto "Attenti analogo ai falsi sull'abitudine profeti" che babilonese verranno a voi di in portare veste di le pecore ma internamente corna, poiché come lupi nella famelici. "danza del bufalo" ciascuno dei danzatori Il clero, come ente aveva morale, sul consisteva capo le corna di due del grandi bufalo; divisioni: ed è degno il clerodi regolare speciale e secolare che corrispondevano rilievo che la alle "danza due corna satirica", o poteri o danza della dei bestia Satiri e univano, in Grecia, anche in un periodo sembra molto antico, essere sia stata i poteri la temporali controparte che di quelli questa spirituali. solennità I vescovi, come capi pellerossa. di questo clero, Poiché avevano i ampi satiripoteri erano temporali, divinità molto cornute, tempo prima che il Papa conseguentemente ottenesse la sua corona coloro temporale. che imitavano Abbiamo la in loro merito danza una precisa testimonianza dovevano sia di Guizot acconciarsi che diilGibbon. capo a Dopo loroaver imitazione. mostrato che, Quando prima del V secolo, troviamo il clero era un'abitudine diventato non che solo è chiaramente diverso ma fondata anche su indipendente una forma dal popolo Guizot di aggiunge: linguaggio"II che clero distingue Cristiano in modo avevacaratteristico inoltre un'altra la regione diversa forma di influenza". dove si sviluppò il potere di Nimrod, usata in molti paesi II I vescovi dio indùed i preti diversi, divennero lontani i principali l'uno dall'altro, magistrati nei quali municipali nessuna e se di apriamo tali forme il Visnù codice sia di Teodosio di linguaggio che di Giustiniano era usata troveremo nella vita numerosi d'ogni giorno, regolamenti possiamo che rimettono gli affari essere municipali certi che al tale clero abitudine e ai vescovi. non fu Guizot il risultato fa alcuni di un riferimenti. semplice caso, Il seguente ma piuttosto estrattoindica dal codice la vasta di Giustiniano diffusione di è un'influenza sufficiente per che mostrare si diramava quanto in ampio fosse il potere tuttecivile le direzioni detenuto da dai Babilonia, vescovi: "Per fin quanto dal tempo concerne di Nimrod, gli affari il annuali della città, primo sia che che riguardassero "cominciò ad essere i redditi potente ordinari sulla della terra". città stessa, sia che derivassero dalla Vi era città un o daaltro doni privati, modo in lasciti cuio il da qualsiasi potere di altra Nimrod fonte proera venissero; sia lavori simboleggiato pubblici, spacci oltre di che derrate dal "corno". o acquedotti, Un sinonimo o la manutenzione per Geber di bagni o porti, "Potente" o le costruzioni era "Abir", di murimentre o di torri, "Aber" o le significa riparazioni pure di ponti "ala". e strade, o prove nelle Nimrod quali come la città capo poteva e capitano essere impegnata, di quegli nel uomini pubblico di guerra, o privadi to interesse, noi ordiniamo cui si circondava, quanto segue: e che il Pio erano Vescovo strumenti e tremediante notabili tra i i quali primissimi della città stabiliva dovranno il suo incontrarsi, potere, era essi "Baal-aberin", dovranno esaminare "Signore dei ogni potenti". anno i lavoridio fatti, dovranno Ma, "Baal-abirin" prendersi cura (che che coloro si pronuncia che li conducono pressappoco o che alla li hanno stessa Agni, indù 11 condotti maniera) con precisione, significa ne "Alato" rendano e conto perciò e mostrino nei simboli di aver egli fatto era il del fuoco li facciano proprio dovere nell'amministrazione rappresentato non solo sia come dei monumenti un toro cornuto pubblici, masia a volte delle come somun me toro stabilite alato per e derrate con le o corna termeper nonché mostrare, per lanon manutenzione semplicemente delle che strade, egli degli era potente, acquedotti ma e che di qualsiasi aveva dei altro potenti lavoro". ai suoi ordini, che erano sempre in grado di compiere Ecco una velocemente lunga lista delle il suo funzioni potereposte e di soggiogare sulle spalle ogni spirituali opposizione del "Pioalla Vescosua potenza; vo" a nessuna e, per delle mostrare quali la si portata fa mai allusione della suanell'enumerazione forza, era rappresentato Divinacon dei doveri grandi ali di un spiegate. vescovo A questo come contemplato modo di rappresentare nella Parola i potenti di Dio. re (Vedi di Babilonia I Timoteo e d'Assiria, 3:1-7; e che Titoimitavano 1:5-9). Come Nimrod riuscirono e i suoi i vescovi successori, che vi in origine è una chiara furono allusione eletti esclusivamenin Isaia 8:68: te per "Poiché le questioni quetospirituali popolo ad ha afferrare sprezzate una così le acque enorme di autorità Siloc temporale?. che scorrono placidamente Gibbon ci illumina e si rallegra sulla vera a motivo origine di ciò Rezin cheeGuizot del figliolo chiama di"prodigioso Remalia, perciò poteecco, re". L'autore il Signore di sta "Decline per farand salire Full", su di mostra loro leche, potenti subito e grandi dopo acque Costantino, del fiume, "La cioè Chiesa" il re (e d'Assiria di conseguenza e tutta la i vescovi, sua gloria; soprattutto esso s'eleverà quando daottennero per tutto di sopra essere il suo un

Le Due Babilonie 175 34 livello ordine separato e strariperà dal su resto tutte del leclero) sue sponde. assunsero Passerà un grande sopra potere la Giudea, temporale inonderà, attrae passerà verso il diritto oltre; arriverà di asilo, fino che era al appartenuto collo e le sue ai templi ali spiegate pagani copriranno e che dagli imperatutta la larghezza tori era stato del trasferito tuo paese, nella o Emmanuele". Chiesa Cristiana. Quando Le sue guardiamo parole sono: figure"Al come fuggitivo quelle che e perfino sono al presentate colpevole alera lettore permesso (Figg.di14-15) implorare con sia le la loro giustizia grandi che ali la spiegate, grazia simboleggianti della Divinità e un dei re Suoi assiro, ministri". quale vigore Così egli quale ecclesiastici forza forniscono invasero alilinguaggio diritti del ispirato magistrato delcivile profeta! e cosi E come furono è incoraggiati pure chiaro ad che ottenere lo spiegamento del tutto delle i poteri ALI dello del monarca stato. Cosi assiro ancheche com'è dovevano giustamente coprire osservato "il paese dall'autrice di Emmanuele", di "Roma aveva nel dicianquel significato novesimo secolo", simbolico parlando al quale del hodiritto fatto riferimento, di asilo: "Gli cioè altari furono trasformati in l'inondare protezione il per paese quei crimini con i suoi che avrebbero "potenti" invece o schiere dovuto di bandire dal mondo". armati, Questa e che una il cosa re di che Babilonia colpisce portava molto, con mostrare lui nella come sua il potere del papato, fin invasione dall'inizio,simile era fondato a un'inondazione! sulla "illegalità" La conoscenza ed era una prova del aggiuntiva alle molte modo che potrebbero in cui erano essere rappresentati allegate, che i monarchi il Capo del assiri Sistema e del Romano, al quale tutti i significato vescovi sono di subordinati tale raffigurazione è in realtà da ulteriore "L'illegale" forza (II alla Tessalonicesi 2:,8) predetto storia nelle scritture del sogno come di Ciro il Capo il grande, riconosciuto narrata dei daMisteri Erodoto. dell'Iniquità. Tutto questo Ciro, poterenarra temporale lo storico, nelle mani sognò degli di aver uomini, visto che il figlio professando di di essere Ministri di uno Cristo dei e seguaci suoi principi, dell'Agnello, che a quel stavano tempo semplicemente si trovava in cercando la loro espansiouna ne e provincia per assicurarsi lontana, quella con espansione due grandi non "ali esitavano sulle sue a tradire la causa che proToro proveniente da spalle, fessavano unadi delle servire. quali Il oscurava potere spirituale l'Asia e che l'altra essi l’Eurodetenevano sulle anime degli (fig.14) pa", uomini da e cui quello egli secolare concluseche immediatamente ottennero nelle che questioni si stava del mondoNimrod erano entramorganizzando bi usati in opposizione una ribellione allacontro causa di della lui. Il pura simbolo religione. dei All'inizio, questi falsi babilonesi, profeti, nel guidare dei quali gli Ciro uomini aveva sviandoli presoe, la cercando capitale di e unire alla paganesimo cui potenza e criera succeduto, stianesimo, gli scavando era del come tutto familiare; la talpa nel e se buio le "ali" e clandestinamente erano il simbolo convertendo del potere sovrano, segretamente ed il il semplice, possederlesecondo voleva il dire detto 'Signorìà” di Paolo:sui "II Mistero d'Iniquità funpotenti ziona già". o sugli eserciti dell'impero, è facile vedere come molto Ma versonaturalmente la fine del IV secolo, ogni quando sospetto le menti di degli slealtà uomini erano state gentilsull'individuo mente ben preparate, in questione e l'aspetto potesse delle presentarsi cose sembrava nella essere favorevole a ciò, i maniera lupi vestiti summenzionata da pecora apparvero mediante sulla sogni terra, che poco potessero a poco portarono le loro dottrinutrire ne segrete tali e sospetti. pratiche alla luce dei sole e secolo dopo secolo, come il loro potere L'intendimento aumentava con tutti di questo "gli ingaggi sensodell'ingiustizia" equivoco di "Baale "i segni e le giacenti meraviaberin" glie", delusero può spiegare le menti ladei rimarchevole cristiani terreni, affermazione fecero loro dicredere che il loro anateAristofane ma fosse l'equivalente che all'inizio della delmaledizione mondo furono di Dio: creati in altre per parole che essi potevaprimi no attirare "gli il uccelli" fuoco dal e cielo quindi, e così dopo inducevano la loro creazione, la terra e quelli che lì dimoravano venne ad adorare la "razza la bestia, dei la benedetti cui ferita dèi mortale immortali". era guarita. Questa è stata Quando considerata la ferita mortale come della un'affermazione bestia fu guarita ateistica e la bestia o dal mare apparve, da si Toro proveniente assurda dice che, daquesta parte del bestia poeta della ma,terra applicando divenne al l'accreditato linguaggio riconosciuto esecutore Persepoli (fig.15) la della vera volontà chiave, della si trova grande chebestia esso contiene del mare. un Rivelazione importante 13:12: "Ed essa esercita fatto tutto quanto storico. il potere Ci riporta della prima alla bestia, mente in che presenza "gli di uccelli", Lei ecc.cioè Letteralmente gli "alati", in simboleggiano presenza di lei "il vuol Signore dire sotto dei potenti", la sua ispezione". e quindi il significato Considerando è chiaro, chi e cioè, la prima che gli bestia uomini l'espressione dapprincipio "in sua "cominciarono presenza" ha una ad essere grande potenti forza. sulla terra"; e quindi, che La bestia i "Signori" che ascende o condottieri dal mare di è "questi il "piccolo potenti" corno" furono che deificati. ha "occhiLa simili conoscenza a quelli del umani", significato Daniele mistico 7:8. Esso di questo è Janus simbolo Tuens.chiarisce il "Gianoinoltre che tutto l'origine vede"della in altre storia parodi Perseo, le il Vescovo figlio Universale di Jupiter, onato Sovrintendente miracolosamente Universale da Danae, che dalche suocompì trono sulle cose mirabili sette colline, e chetramite passò da il paese sistema a paese organizzato sulle ali del poste confessionale, divinamente vede su di e lui. sa tutto Ciò getta quello pure che luce viene sui fatto miti fino simbolici agli estremi riguardanti confini Bellerofonte, del suo vasto e dominio. sulle imprese Fu attorno da lui compiute al periodosul ili suo cui il cavallo Papa divenne alato, e Vescovo il loro ultimo Universale disastroso che iniziò atto: mentre il costume egli di si librava investire sempre sistematicamente più in alto cadde i principali in maniera vescovi catastrofica; dell'impero e di occidentale Icaro, il figlio con di la Dedalo, livrea papale, che, volando il palium, con "con delle lo scopo" ali fissate dice con Gìeseler la cera "di sul simboleggiare mare Icarico, e rafforebbe sciolte zare la le loro ali connessione per essersi troppo con la avvicinato Chiesa di Roma. al sole,Quel e così palium, diede indossato il suo nome sulle al mare spalledove dei vescovi, si suppose mentre fosseda caduto. una parte Le favole obbligava a cui coloro abbiamo che fatto lo ricevevano riferimento ad ci

174 35 Rev. Alexander Hislop che era questa anticamente bestia la che corona "venne reale. dallaLa terra" corona è espressamente del dio Indù chiamata Visnù nella con quel sua nome. incarnazione del Pesce è soltanto un cerchio aperto o una banda con tre corna Rivelazione erette su di 19:20: essa, con "E la unbestia pomoselvaggia in cima a fuciascun presa, ecorno. con essa Tutte il falso le incarnazioni profeta che aveva sono rappresentate compiuto davanti incoronate ad essa con i segni una corona coi quali che aveva sembra sviato sia quelli stata modellata che avevano da ricevuto questa, consistente il marchio di della un bestia diadema checon "veniva tre punti dallaeretti terra" sua di compiere esso, inmiracoli cui Sir davanti Williamalla Jones prima identifica bestia selvaggia il diadema e quelli degli etiopi che rendono o dei Parti. adorazione La tiara alla aperta sua imdi magine". Agni, il dio Siccome Indù del era fuoco, la bestia mostra che "veniva nel suo dalla cerchio terra" inferiore a compiere il corno miracoli doppio, davanti fatto alla allo prima stessobestia modociò che mostra in Assiria che la mostrano "bestia della allo terra" stesso è iltempo falso profeta, l'antica cioè abitudine Nebo. e Se la sua esaminiamo provenienza. la storia Invece dell'Impero di tre corna, Romano venivano troveremo sostituiti che da anche tre qui foglie; vi èeuna cosìprecisa la banda accordanza cornuta gradualmente tra tipo e anti-tipo. si trasformò Quando nel lamoderno ferita mortale diadema del paganesimo o corona con fuleguarita tre foglie e ripristinato di fiordaliso, il vecchio o altri familiari titolo pagano ornamenti di Pontefice a tre foglie fu a mezzo (Figg. 12-13). del corrotto clero, simbolizzato come generalmente si crede, e giustamente Fra i sotto pellerossa la figura d'America di una bestia dev'esservi munita di stato corna, evidentemente come un agnello, qualcosa secondo di il detto del nostro Signore altrettanto "Attenti analogo ai falsi sull'abitudine profeti" che babilonese verranno a voi di in portare veste di le pecore ma internamente corna, poiché come lupi nella famelici. "danza del bufalo" ciascuno dei danzatori Il clero, come ente aveva morale, sul consisteva capo le corna di due del grandi bufalo; divisioni: ed è degno il clerodi regolare speciale e secolare che corrispondevano rilievo che la alle "danza due corna satirica", o poteri o danza della bestia dei Satiri e univano, in Grecia, anche in un periodo sembra molto antico, esseresia stata i poteri la temporali controparte che quelli di questa spirituali. solennità I vescovi, come capi pellerossa. di questo clero, Poiché avevano i ampi satiripoteri erano temporali, divinità molto cornute, tempo prima che il Papa conseguentemente ottenesse la sua corona coloro temporale. che imitavano Abbiamo la in loro merito danza una precisa testimonianza dovevano sia di Guizot acconciarsi che diilGibbon. capo a Dopo loroaver imitazione. mostrato che, Quando prima del V secolo, troviamo il clero era un'abitudine diventato non che solo è chiaramente diverso ma fondata anche su indipendente una forma dal popolo Guizot di aggiunge: linguaggio"II che clero distingue Cristiano in modo avevacaratteristico inoltre un'altra la regione diversa forma di influenza". dove si sviluppò il potere di Nimrod, usata in molti paesi I IIvescovi dio indùed i preti diversi, divennero lontani i principali l'uno dall'altro, magistrati nei quali municipali nessuna e se di apriamo tali forme il Visnù sia di Teodosio codice di linguaggio che di Giustiniano era usata troveremo nella vita numerosi d'ogni giorno, regolamenti possiamo che rimettono gli affari essere municipali certi che al tale clero abitudine e ai vescovi. non fu Guizot il risultato fa alcuni di un riferimenti. semplice Il caso, seguente ma piuttosto estratto indica dal codice la vasta di Giustiniano diffusione di è un'influenza sufficiente per che mostrare si diramava quanto in ampio fosse il potere tuttecivile le direzioni detenutoda dai Babilonia, vescovi: "Per fin quanto dal tempo concerne di Nimrod, gli affari il annuali della città, primo sia che che riguardassero "cominciò ad i essere redditi potente ordinari sulla della terra". città stessa, sia che derivassero dalla Vi era città un o daaltro doni privati, modo lasciti in cuio da il qualsiasi potere di altra Nimrod fonte proera venissero; sia lavori simboleggiato pubblici, spacci oltre di che derrate dal "corno". o acquedotti, Un sinonimo o la manutenzione per Geber di bagni o porti, "Potente" o le costruzioni era "Abir", di murimentre o di torri, "Aber" o le riparazioni significa pure di ponti "ala". e strade, o prove nelle Nimrod quali come la città capo poteva e capitano essere impegnata, di quegli nel uomini pubblico di guerra, o privadi to interesse, noi ordiniamo cui si circondava, quanto segue: e che il Pio erano Vescovo strumenti e tre mediante notabili tra i i quali primissimi della città stabiliva dovranno il suo incontrarsi, potere, era essi "Baal-aberin", dovranno esaminare "Signore dei ogni potenti". anno i lavori fatti, dovranno Ma, "Baal-abirin" prendersi cura (che che coloro si pronuncia che li conducono pressappoco o che alla li hanno stessa Agni, dio indù 11 condotti maniera) con precisione, significa ne "Alato" rendano e conto perciò e mostrino nei simboli di aver egli fatto era il del fuoco li facciano proprio dovere nell'amministrazione rappresentato non solo sia come dei monumenti un toro cornuto pubblici, masia a volte delle come somme un toro stabilite alato per e derrate con le ocorna termeper nonché mostrare, per lanon manutenzione semplicemente delle che strade, egli degli era acquedotti potente, ma e di che qualsiasi aveva dei altro potenti lavoro". ai suoi ordini, che erano sempre in grado di Ecco compiere una lunga velocemente lista delle il suo funzioni potereposte e di sulle soggiogare spalle ogni spirituali opposizione del "Pio alla Vescosua vo" potenza; a nessuna e, per delle mostrare quali la si fa portata mai allusione della suanell'enumerazione forza, era rappresentato Divinacon dei doveri grandi di ali un spiegate. vescovo A questo come contemplato modo di rappresentare nella Parola i potenti di Dio.re (Vedi di Babilonia I Timoteo e d'Assiria, 3:1-7; e Tito che imitavano 1:5-9). Come Nimrod riuscirono e i suoi i vescovi successori, che in vi origine è una chiara furono allusione eletti esclusivamenin Isaia 8:6te 8: per "Poiché le questioni queto spirituali popolo ad ha afferrare sprezzate una così le acque enormedi autorità Siloc temporale?. che scorrono Gibbon placidamente ci illumina e si rallegra sulla vera a motivo origine di ciò Rezin cheeGuizot del figliolo chiama di"prodigioso Remalia, perciò potere". ecco, L'autore il Signore di sta "Decline per farand salire Full", su di mostra loro leche, potenti subito e grandi dopo acque Costantino, del fiume, "La Chiesa" cioè il re (ed'Assiria di conseguenza e tutta la i vescovi, sua gloria; soprattutto esso s'eleverà quando daottennero per tutto di sopra essere il suo un

Le Due Babilonie 174 35 ordine livello separato e strariperà dal su resto tutte del leclero) sue sponde. assunsero Passerà un grande sopra potere la Giudea, temporale inonderà, attrae verso passerà il diritto oltre; arriverà di asilo, che fino era al appartenuto collo e le sue ai templi ali spiegate pagani copriranno e che dagli imperatutta la tori larghezza era stato del trasferito tuo paese, nella o Emmanuele". Chiesa Cristiana. Quando Le sue guardiamo parole sono: figure"Al come fuggitivo quelle e che perfino sono al presentate colpevole alera lettore permesso (Figg. di14-15) implorare con sia le la loro giustizia grandi che ali la spiegate, grazia della simboleggianti Divinità e un dei re Suoi assiro, ministri". quale vigore Così egli quale ecclesiastici forza forniscono invasero ali linguaggio diritti del magistrato ispirato delcivile profeta! e cosi E come furono è incoraggiati pure chiaro ad che ottenere lo spiegamento del tutto i delle poteri ALI dello del stato. monarca Cosi assiro ancheche com'è dovevano giustamente coprire osservato "il paese dall'autrice di Emmanuele", di "Roma aveva nel dicianquel novesimo significatosecolo", simbolico parlando al quale del hodiritto fatto riferimento, di asilo: "Gli cioè altari furono trasformati in protezione l'inondare per il paese quei crimini con i suoi che avrebbero "potenti" invece o schiere dovuto di bandire dal mondo". Questa armati, e che una il cosa re di che Babilonia colpisce portava molto, con mostrare lui nella come sua il potere del papato, fin dall'inizio, invasione simile era fondato a un'inondazione! sulla "illegalità" La conoscenza ed era una prova del aggiuntiva alle molte che modo potrebbero in cui erano essere rappresentati allegate, che i monarchi il Capo del assiri Sistema e del Romano, al quale tutti i vescovi significato sono di subordinati tale raffigurazione è in realtà da ulteriore "L'illegale" forza (II alla Tessalonicesi 2:,8) predetto nelle storia scritture del sogno come di Ciro il Capo il grande, riconosciuto narrata dei daMisteri Erodoto. dell'Iniquità. Tutto questo potere Ciro, narra temporale lo storico, nelle mani sognò degli di aver uomini, visto che il professando figlio di di essere Ministri di Cristo uno dei e seguaci suoi principi, dell'Agnello, che a quel stavano tempo semplicemente si trovava in cercando la loro espansione unae provincia per assicurarsi lontana, quella con espansione due grandi non "ali esitavano sulle sue a tradire la causa che proToro proveniente da fessavano spalle, unadi delle servire. quali Il oscurava potere spirituale l'Asia e che l'altra essi l’Eurodetenevano sulle anime degli (fig.14) uomini pa", da e cui quello egli secolare concluseche immediatamente ottennero nelle che questioni si stava del mondoNimrod erano entrambi organizzando usati in opposizione una ribellione allacontro causa di della lui. Il pura simbolo religione. dei All'inizio, questi falsi profeti, babilonesi, nel guidare dei quali gli Ciro uomini aveva sviandoli preso e, la cercando capitale di e unire alla paganesimo cui potenza e criera stianesimo, succeduto, gli scavando era del come tutto familiare; la talpa nel e se buio le "ali" e clandestinamente erano il simbolo convertendo del potere segretamente sovrano, ed il il semplice, possederlesecondo voleva il dire detto 'Signorìà” di Paolo:sui "II Mistero d'Iniquità funziona potenti già". o sugli eserciti dell'impero, è facile vedere come Ma molto versonaturalmente la fine del IV secolo, ogni quando sospetto le menti di degli slealtà uomini erano state gentilmente sull'individuo ben preparate, in questione e l'aspetto potesse delle presentarsi cose sembrava nella essere favorevole a ciò, i lupi maniera vestiti summenzionata da pecora apparvero mediante sulla sogni terra, che poco potessero a poco portarono le loro dottrine nutrire segrete tali e sospetti. pratiche alla luce dei sole e secolo dopo secolo, come il loro potere aumentava L'intendimento con tutti di questo "gli ingaggi senso dell'ingiustizia" equivoco di "Baale "i segni e le giacenti meraviglie", aberin" delusero può spiegare le menti ladei rimarchevole cristiani terreni, affermazione fecero loro dicredere che il loro anatema Aristofane fosse l'equivalente che all'inizio della delmaledizione mondo furono di Dio: creati in altre per parole che essi potevano primi attirare "gli il uccelli" fuoco dal e cielo quindi, e così dopo inducevano la loro creazione, la terra e quelli che lì dimoravano ad venne adorare la "razza la bestia, dei la benedetti cui ferita dèi mortale immortali". era guarita. Questa è Quando stata considerata la ferita mortale come della un'affermazione bestia fu guarita ateistica e la bestia o dal mare apparve, da si Toro proveniente dice assurda che, daquesta parte del bestia poeta della ma,terra applicando divenne al l'accreditato linguaggio riconosciuto esecutore Persepoli (fig.15) della la vera volontà chiave, della si trova grande chebestia esso contiene del mare. un Rivelazione importante 13:12: "Ed essa esercita tutto fatto quanto storico. il potere Ci riporta della prima alla bestia, mente in che presenza "gli di uccelli", Lei ecc.cioè Letteralmente gli "alati", in presenza simboleggiano di lei "il vuol Signore dire sotto dei potenti", la sua ispezione". e quindi il significato Considerando è chiaro, chi e cioè, la prima che bestia gli uomini l'espressione dapprincipio "in sua "cominciarono presenza" ha una ad essere grande potenti forza. sulla terra"; e quindi, La chebestia i "Signori" che ascende o condottieri dal mare di è "questi il "piccolo potenti" corno" furono che deificati. ha "occhiLa simili conoscenza a quelli umani", del significato Daniele mistico 7:8. Esso di questo è Janus simbolo Tuens.chiarisce il "Gianoinoltre che tutto l'origine vede"della in altre storia parodi le Perseo, il Vescovo figlio Universale di Jupiter, onato Sovrintendente miracolosamente Universale da Danae, che dalche suocompì trono sulle cose sette mirabili colline, e chetramite passò da il paese sistema a paese organizzato sulle ali del poste confessionale, divinamente vede su di e sa lui.tutto Ciò quello getta pure che luce viene sui fatto miti fino simbolici agli estremi riguardanti confini Bellerofonte, del suo vasto e dominio. sulle imprese Fu attorno da lui al compiute periodosul ili suo cui il cavallo Papa divenne alato, e Vescovo il loro ultimo Universale disastroso che iniziò atto: mentre il costume egli di si investire librava sempre sistematicamente più in alto cadde i principali in maniera vescovi catastrofica; dell'impero e di occidentale Icaro, il figlio con di la livrea Dedalo, papale, che, volando il palium, con "con delle lo scopo" ali fissate dice con Gìeseler la cera "di sul simboleggiare mare Icarico, e rafforebbe zare sciolte la le loro ali connessione per essersi troppo con la avvicinato Chiesa di Roma. al sole,Quel e così palium, diede indossato il suo nome sulle al spalle mare dove dei vescovi, si suppose mentre fosseda caduto. una parte Le favole obbligava a cui coloro abbiamo che fatto lo ricevevano riferimento ad ci

36 173 Rev. Alexander Hislop conducono vere che non tutte si sulle può dimostrare orme di Nimrod, possa avere il primo avuto "signore la sua dei controparte potenti" e che sulle come rive tale dell'Eufrate era simboleggiato o nei sistemi come che seda provvisto essi derivarono. di ali. L'immagine della Madonna è E stata quindi vista versare rimarchevole lacrime? che, Molte nelne passo furono di versate Aristofane dalle immagini a cui abbiamo pagane. fatto riferimento Lucano allude chea parla questidegli idoli uccelli dal cuore o degli tenero "alati" quando, natiparlando prima degli dei prodigi dèi, siamo che informati avvenivano che durante colui dal le guerre quale derivano civili dice: sia i "potenti" che gli dèi non era altri che 12 il fanciullo alato Cupido Veneredella che occupava, come dimostreremo Le lacrime versate dai figlio nostridi padroni terra e il sudore sceso dai più Lari, avanti nella mitologia mistica, la stessa posizione di Nin o Nino, "il figlio" sono detti le ferite della città. nato a Rea, la madre degli dèi. Poiché Nimrod fu inequivocabilmente il primo Anche Virgiliodopo riferisce lo stessoquest'affermazione quando dice: dei "potenti" il diluvio, di Aristofane, che il diofanciullo Cupido, egli stesso un "alato" producesse tutti gli uccelli "alati", Le statue piangenti predissero le guerre e il santo sudore scese o dagli mentre idolioccupava di ottone.la stessa posizione di Nin o Nino, "il figlio", mostra che a questo riguardo e Nimrod si identificano. Mentre questo è ciò che il poeta Quando sotto il Nino consolato di Appio Claudio e Marco Perpenna, Pubblio Crasso vuole evidentemente dire, da un punto di vista strettamente storico Apollodoro; fu ferito in battaglia da Aristonico, la statua di Apollo a Cuma versò lacrime afferma che "Ninoper è Nimrod". E quando, in conformità con tale identità di come Nino ininterrottamente quattro giorni. Anche gli dei hanno i loro umori, e Nimrod, troviamo in una delle più celebri sculture di Babilonia, Nino e sua pure hanno i loro momenti di pianto. Se Roma considera un avvenimento divino moglie Semiramide rappresentati come se fossero impegnati nella caccia, la l'immagine sacra della sua Madonna che "sbatte gli occhi" non era certamente di portatrice di faretra Semiramide è una compagna appropriata per il "potente meno il ghigno occasionale delle sacre immagini del Paganesimo. cacciatore al Signore". Molti fatti dinanzi testimoniano questo. Psellus ci racconta che quando i sacerdoti manifestarono i loro poteri magici "allora le statue ridevano ed i lumi si ingentilivano SOTTOSEZIONE II spontaneamente". Quando le statue davano felicità, comunque, sembra ispirasseIL FIGLIO INnei EGITTO ro sentimenti diversi da quelli di felicità cuori di quelli che si rivolgevano loro. "I Teurghi", dice Salvertè, "provocavano apparizioni di dei nell'aria in Quando ci volgiamo all'Egitto troviamo evidenze rimarchevoli della stessa cosa. mezzo a vapori gassosi liberati dal fuoco". Il teurgo Massimo indubbiamente Giustino, come abbiamo già visto, dice che "Nino sottomise tutte le nazioni, fino fece uso di un segreto analogo a questo quando, nei fumi dell'incenso che bruciò alla Libia" e conseguentemente l'Egitto. L'affermazione di Diodoro Siculo porta davanti alla statua di Icate, l'immagine fu vista ridere in modo cosi naturale da alla stessa conclusione poiché l'Egitto era deivolte paesiin che, lui, Nino "terrorizzare gli spettatori". Comunque vi uno erano cuisecondo venivano ispirati pose in sottomissione a se stesso. In piena armonia con queste affermazioni diversi sentimenti. storiche, troviamo che il nome della terza persona della triade primitiva d'Egitto Era l'immagine della Madonna fatta per guardare benignamente l'adoratore preera Kous. Ma Kous in egiziano proviene da una parola che significherebbe ferito e mandarlo a casa sicuro che la sua preghiera fosse ascoltata? "cacciare". Perciò il nome Kous, il figlio di Maut, la dea-madre che che era Cosi erano fatte le statue di di Iside egiziana. Queste dee erano così articolate adorna in modo da poterla identificare con Rea, la grande dea-madre della potevano scuotere il serpente d'argento posto sulla loro fronte e acconsentire con Caldea1, significa appropriatamente "cacciatore", o dio della caccia. Poiché kus movimenti del capo a coloro che avevano proferito petizioni il loro gradimento. sta a Manut come Nino a Rea, in che modo questo titolo di "Cacciatore" Leggiamo di santi romani che mostrano i loro poteri miracolosi attraversando identifica in dio Nimrod? Ebbene, lo di stesso nome Kusche ci porta a fiumi o mari conegiziano i mezzi con più strani. Così è scritto S. Raimondo egli fu contatto con la mitologia romana, non solo spiegando il significato del nome nel trasportato sul mare dal suo mantello. Vi è uguale racconto di un santo buddista suo Panteon che finora necessita di molte chiarificazioni, ma fa si che tale nome, Sura Acharya che visitando le folle del suo popolo dell'India occidentale, gallegquand'è spiegato, getta luce su questa divinità egiziana e rafforza la conclusione giava nel ruscello sul suo mantello. Eppure dei e sacerdoti del paganesimo moa cui siamo pervenuti. Il nome a cui riferisco è iluomo nome santo, del dio latino Consus, strarono ancor più galleggiabilità di mi questi. C'è un in questi giorni che in un certo senso era identificato con Nettuno ma che era anche considerato nella Chiesa di Roma, che viene celebrato sotto il nome di S. Cubertino, che come il "dio dei consigli nascosti" o "colui che nasconde i segreti" e a cui si galleggia spiritualmente così che, quando è infervorato nelle sue devozioni, non guardava come al patrono dei cavallerizzi, e si diceva avesse creato il cavallo. c'è nulla che possa affondare il suo corpo, ma a dispetto della legge di gravita, Chi il piedi "dio nell'aria. dei consigli nascosti", o "colui che nasconde i esso potrebbe si solleva essere di alcuni segreti" se non Saturno, il dio dei "misteri" e il cui nome a Roma aveva il Così accadeva anche al rinomato S. Francesco d'Assisi, a S. Pietro di Martina, a significato di "nascosto"? Il padre di Kons, o Konso (com'era anche chiamato), Francesco di Macerata, qualche secolo fa. Ma sia S. Cubertino che S. Francesco cioè, Amoun, era, come ci dice Plutarco, conosciuto come l'Iddio nascosto e ed i loro simili sono ben lontani dall'essere originali. I sacerdoti ed i maghi dei poiché nella stessa triade avevano misteri padre caldei e li figlio anticiparono non soltanto di secoliordinariamente ma di migliaia caratteristiche di anni. Celio corrispondenti, ciò mostra che Kons dev'essere stato anche dall'animo conosciutoa come Rodigino dice "che secondo i Caldei i raggi luminosi emanati volte Saturno, "il nascosto". Se il latino Conso, quindi, corrisponde esattamente penetrano divinamente il corpo il quale a sua volta levita al di sopra della terra e all'egiziano Kons, in qualità di dio dei "misteri" o dei "consigli nascosti" può

Le Due Babilonie 173 36 esservi che questo dubbio fu ilche caso Kons, di Zoroastro". il Cacciatore, I discepoli non fosse di Giamblico la stessa divinità affermano romana di avere che si spesso suppone assistito abbia allo creato stesso il cavallo? miracolo Anel chicaso accreditare del loro lamaestro, creazione il del quale cavallo quando se non pregava al grande si elevava cacciatore ad altezze di Babele, di dieciche cubiti indubbiamente dalla terra. lo utilizzò nelle fatiche della Il più caccia grandeemiracolo che mediante che Roma tale mezzo vanta èdev'essere quando, con stato la notevolmente ripetizione di aiutato cinque nelle parole sue magiche, battaglie lei con professa le bestie di selvagge far discendere della foresta? il corpo,Ailtal sangue riguardo l'anima il lettore e la può divinità richiamare di nostro alla Signor mente Gesù quella Cristo creatura dal cielo fiabesca, per renderLo il centauro, realmente metà e uomo corpoe metà ralmente cavallo, nel sacramento che è così frequente dell'altare. nella I sacerdoti mitologia caldei della pretendevano Grecia. Tale con creazione i loro immaginaria incantesimi magici, si proponeva in modo di commemorare simile, di far discendere l'uomo che leper loro primo divinità insegnò nellel'arte loro del statue cavalcare. in modo Ma che tale fosse creazione visibilmente non fu frutto manifestata della mitologia la loro reale greca. presenza. Ivi, come Essi in molte chiamavano altre cose, questo i greci "Fare avevano gli dei". solo preso a prestito da una fonte precedente. Il centauro E da questo è stato senza trovato dubbiosu deriva una il moneta detto dei babilonese sacerdoti lacattolici quale mostra che essi che hanno l'idea il originalmente potere di "Creare dev'essersi il loro creatore". sviluppata Non inc'è quel nessuna paese. testimonianza, Il centauro si per trova quanto nello io Zodiaco, abbia potuto la cui cercare antichità che,risale nel sistema ad un periodo babilonese, lontano il sottile e cherotondo ha le sue pezzo origini di oin Babilonia. stia, questo Il "sacrificio centauro era di rappresentato, massa senza sangue", come ci informa era più espressamente considerato sotto Beroso, altri storico aspetti che babilonese, come un nel simbolo tempioda di essere Babilonia, persino e il scambiato suo linguaggio con ilsembra dio che mostrare rappreche sentava. le cose Eppure stavano la dottrina così anche della transustanziazione nei tempi primitivi. è chiaramente I greci stessi le vera ammettono essenl'antichità za magica dell'origine la quale pretendeva del centauro; con poiché l'enunciazione sebbene di Ixione poche fosse potenti comunemente parole, di rappresentato trasformare una come sostanza il padre in un'altra, dei centauri, con una tuttavia destra truffa essi di riconoscono rimuovere interache il centauro mente una primitivo sostanza era e dilo sostituirla stesso Cronos con un' o altra. Saturno, il padre degli dèi (Fig. 16). Ma Inoltre abbiamo il Papa,visto nella che pienezza Cronos, dei propri o Nimrod, poteri,fu si assunse il primo il re diritto di Babilonia; di controllare di conseguenza, l'ira di Dio e di il primo maledire centauro con i suoi era lo "fulmini" stesso Cronos. chi lo offendesse. Adesso, il modo Re e molte in cui naera rappresentato zioni, credendo il in centauro questo potere, sulle monete hanno babilonesi, tremato e siesono nello inchinati Zodiaco, davanti visto sotto a lui questa per paura luce, di èessere molto esposti simile. ai Il centauro suoi tuoni era spirituali. la stessa Icosa sacerdoti che del paganesimo il assunsero segno del lo Saggitario stesso potere o dell'“Arciere”. e per rafforzare Se il questo fondatore potere della spirituale cercarono gloria persino didi Babilonia far discendere era il "potente il letterale cacciatore", fulmine dal il cielo, cui nome e sembra era esservi qualche proverbiale ragione per anche credere aiche giorni essidi effettivamente Mosè (Gen. 10:9, vi riuscirono "Perciò ,anticipando vi è la splendiun da scoperta detto, come del Dr. Nimrod, Franklin. ilSipotente dice checacciatore Numa Pompilio dinanzi lo abbia al fatto con comSignore") pleto successo. quando Tullio troviamo Ostiglio, l'"Arciere" suo successore, con il suo imitando arco e la sua il suo esempio, morì faretra, nel tentativo in simbolo essendo rimasto della suprema colpito con divinità la suababilonese, famiglia, come e in tempi recenti l'"Arciere" accadde al prof. fra i segni Reichman dello con Zodiaco il fulmine che nacquero che stava a cercando Babilonia, di attrarre. io Tali penso eranoche i poteri possiamo taumaturgici concludere attribuiti con nel certezza Mondo che Divino questo alla bestia che doveuomo-cavallo va fuoriuscire dalla o cavallo-uomo terra e si vantava Arciere che gli primariamente stessi poteri furono si tutti esercitati riferiva dal vecchio a luisimbolo e intendeva babilonese. perpetuare Allora sia la in memoria ricordo di della questo sua dio che nasce dal fama terreno come i misteri cacciatore venivano che frequentemente la sua destrezza celebrati come domatore in grotte disotto terra. Questo Cent. Babilonese. cavalli è il caso (Fig. della 17).Ora, Persia dove, se paragoniamo come Tagesilera Khons detto Egiziano, fosse natoildal terreno, il leg"cacciatore", gendario Mithra conera il latino in modo Consus, simile il stato dio delle generato corse da equestri, una cava che nella "produsse terra. Lo il cavallo", stesso Numa e il di Centauro Roma pretendeva di Babilonia, di ricevere a cui tutte fu le attribuito sue divinazioni l'onore dalla di essere ninfa l'inventore Egeria in una dell'equitazione, cava. In queste diverrà cave gli chiaro, uomini penso, erano daprima dove gli iniziati ai misteri seEgiziani greti conprimitivi i segni ederivarono le meraviglie il dio lì Khons. giacenti presentate a loro, venivano riportati Khons, dopo la il morte figliodi della Nimrod grande all'adorazione dea-madre, di sembra quel dio essere sotto stato la sua nuova forma. generalmente Questa apocalittica rappresentato bestia che viene come fuori undalla dioterra, pienamente coincide sotto ogni aspetto cresciuto. con quell'antico La divinità dio natobabilonese da "un buco era nelinoltre terreno" rappresentata poiché nessuna parola potrebmolto be descrivere di frequente più esattamente in Egitto alla il suo stessa operato maniera delle che parole nel paese della predizione di Ridella velazione sua natività, 13:13-14: cioè "E compie come un grandi figliosegni nellecosì braccia che farebbe di sua scendere perfino madre. fuoco dal Questo cielo era sulla il terra modo dinnanzi in cui Osiride, al genere "il umano, figlio, il ...mentre marito dice a quelli che di dimorano sua madre" sulla terra era spesso di faremostrato, un'immagine e ciò della chebestia impariamo selvaggia di che ebbe la ferita questo della spada dio, come e rivisse". nel caso Questa di Khonso, taumaturgica mostra bestia, che in chiamata origineNebo o il Profeta, Zodiaco.il egli comenon il profeta era altri dell'idolatria, che Nimrod. era Si naturalmente ammette che il falso il sistema Profeta. Cent. Paragonando segreto precedente della passo Massoneria di Rivelazione fossecon fondato 19:20 originalmente sempre di Rivelazione sui sarà evidente

172 37 Rev. Alexander Hislop vere conducono che non tutte si può sulledimostrare orme di Nimrod, possa avere il primo avuto "signore la sua dei controparte potenti" e sulle che come rive dell'Eufrate tale era simboleggiato o nei sistemi come che seda provvisto essi derivarono. di ali. L'immagine della Madonna è stata E quindi vista versare rimarchevole lacrime? che, Molte nelnepasso furono di versate Aristofane dalle immagini a cui abbiamo pagane. fatto Lucano riferimento allude chea parla questidegli idoli uccelli dal cuore o degli tenero "alati" quando, natiparlando prima degli dei prodigi dèi, siamo che avvenivano informati che durante colui dal le guerre quale derivano civili dice: sia i "potenti" che gli dèi non era altri che 12 il fanciullo alato Cupido Veneredella che occupava, come dimostreremo Le lacrime versate dai figlio nostridi padroni terra e il sudore sceso dai più Lari, avanti nella mitologia mistica, la stessa posizione di Nin o Nino, "il figlio" sono detti le ferite della città. nato a Rea, la madre degli dèi. Poiché Nimrod fu inequivocabilmente il primo Anche Virgiliodopo riferisce lo stessoquest'affermazione quando dice: dei "potenti" il diluvio, di Aristofane, che il diofanciullo Cupido, egli stesso un "alato" producesse tutti gli uccelli "alati", Le statue piangenti predissero le guerre e il santo sudore scese o dagli mentre idolioccupava di ottone.la stessa posizione di Nin o Nino, "il figlio", mostra che a questo riguardo e Nimrod si identificano. Mentre questo è ciò che il poeta Quando sotto il Nino consolato di Appio Claudio e Marco Perpenna, Pubblio Crasso vuole evidentemente dire, da un punto di vista strettamente storico Apollodoro; fu ferito in battaglia da Aristonico, la statua di Apollo a Cuma versò lacrime afferma che "Ninoper è Nimrod". E quando, in conformità con tale identità di come Nino ininterrottamente quattro giorni. Anche gli dei hanno i loro umori, e Nimrod, troviamo in una delle più celebri sculture di Babilonia, Nino e sua pure hanno i loro momenti di pianto. Se Roma considera un avvenimento divino moglie Semiramide rappresentati come se fossero impegnati nella caccia, la l'immagine sacra della sua Madonna che "sbatte gli occhi" non era certamente di portatrice di faretra Semiramide è una compagna appropriata per il "potente meno il ghigno occasionale delle sacre immagini del Paganesimo. cacciatore al Signore". Molti fatti dinanzi testimoniano questo. Psellus ci racconta che quando i sacerdoti manifestarono i loro poteri magici "allora le statue ridevano ed i lumi si ingentilivano SOTTOSEZIONE II spontaneamente". Quando le statue davano felicità, comunque, sembra ispirasseIL FIGLIO IN EGITTO ro sentimenti diversi da quelli di felicità nei cuori di quelli che si rivolgevano loro. "I Teurghi", dice Salvertè, "provocavano apparizioni di dei nell'aria in Quando ci volgiamo all'Egitto troviamo evidenze rimarchevoli della stessa cosa. mezzo a vapori gassosi liberati dal fuoco". Il teurgo Massimo indubbiamente Giustino, come abbiamo già visto, dice che "Nino sottomise tutte le nazioni, fino fece uso di un segreto analogo a questo quando, nei fumi dell'incenso che bruciò alla Libia" e conseguentemente l'Egitto. L'affermazione di Diodoro Siculo porta davanti alla statua di Icate, l'immagine fu vista ridere in modo cosi naturale da alla stessa conclusione poiché l'Egitto era deivolte paesiin che, lui, Nino "terrorizzare gli spettatori". Comunque vi uno erano cui secondo venivano ispirati pose in sottomissione a se stesso. In piena armonia con queste affermazioni diversi sentimenti. storiche, troviamo che il nome della terza persona della triade primitiva d'Egitto Era l'immagine della Madonna fatta per guardare benignamente l'adoratore preera Kous. Ma Kous in egiziano proviene da una parola che significherebbe ferito e mandarlo a casa sicuro che la sua preghiera fosse ascoltata? "cacciare". Perciò il nome di Kous, il figlio di Maut, la dea-madre che che era Cosi erano fatte le statue di Iside egiziana. Queste dee erano così articolate adorna in modo da poterla identificare con Rea, la grande dea-madre della potevano scuotere il serpente d'argento posto sulla loro fronte e acconsentire con Caldea1, significa appropriatamente "cacciatore", o dio della caccia. Poiché kus movimenti del capo a coloro che avevano proferito petizioni il loro gradimento. sta a Manut come Nino a Rea, in che modo questo titolo di "Cacciatore" Leggiamo di santi romani che mostrano i loro poteri miracolosi attraversando identifica in dio Nimrod? Ebbene, lo di stesso nome Kusche ci porta a fiumi o mari conegiziano i mezzi con più strani. Così è scritto S. Raimondo egli fu contatto con la mitologia romana, non solo spiegando il significato del nome nel trasportato sul mare dal suo mantello. Vi è uguale racconto di un santo buddista suo Panteon che finora necessita di molte chiarificazioni, ma fa si che tale nome, Sura Acharya che visitando le folle del suo popolo dell'India occidentale, gallegquand'è spiegato, getta luce su questa divinità egiziana e rafforza la conclusione giava nel ruscello sul suo mantello. Eppure dei e sacerdoti del paganesimo moa cui siamo pervenuti. Il nome a cui riferisco è iluomo nome santo, del dio latino Consus, strarono ancor più galleggiabilità di mi questi. C'è un in questi giorni che in un certo senso era identificato con Nettuno ma che era anche considerato nella Chiesa di Roma, che viene celebrato sotto il nome di S. Cubertino, che come il "dio dei consigli nascosti" o "colui che nasconde i segreti" e a cui si galleggia spiritualmente così che, quando è infervorato nelle sue devozioni, non guardava come al patrono dei cavallerizzi, e si diceva avesse creato il cavallo. c'è nulla che possa affondare il suo corpo, ma a dispetto della legge di gravita, Chi potrebbe essere il piedi "dio nell'aria. dei consigli nascosti", o "colui che nasconde i esso si solleva di alcuni segreti" se non Saturno, il dio dei "misteri" e il cui nome a Roma aveva il Così accadeva anche al rinomato S. Francesco d'Assisi, a S. Pietro di Martina, a significato di "nascosto"? Il padre di Kons, o Konso (com'era anche chiamato), Francesco di Macerata, qualche secolo fa. Ma sia S. Cubertino che S. Francesco cioè, Amoun, era, come ci dice Plutarco, conosciuto come l'Iddio nascosto e ed i loro simili sono ben lontani dall'essere originali. I sacerdoti ed i maghi dei poiché caldei padre e nella stessa triade avevano misteri li figlio anticiparono non soltanto di secoliordinariamente ma di migliaia caratteristiche di anni. Celio corrispondenti, ciò mostra che Kons dev'essere stato anche dall'animo conosciutoa come Rodigino dice "che secondo i Caldei i raggi luminosi emanati volte Saturno, "il nascosto". Se il latino Conso, quindi, corrisponde esattamente penetrano divinamente il corpo il quale a sua volta levita al di sopra della terra e all'egiziano Kons, in qualità di dio dei "misteri" o dei "consigli nascosti" può

Le Due Babilonie 172 37 che esservi questo dubbio fu ilche caso Kons, di Zoroastro". il Cacciatore, I discepoli non fosse di Giamblico la stessa divinità affermano romana di avere che spesso si suppone assistito abbia allo creato stesso il cavallo? miracolo Anel chicaso accreditare del loro lamaestro, creazione il del quale cavallo quando se pregava non al grande si elevava cacciatore ad altezze di Babele, di dieci che cubiti indubbiamente dalla terra. lo utilizzò nelle fatiche Il della più caccia grandeemiracolo che mediante che Roma tale mezzo vanta èdev'essere quando, con stato la notevolmente ripetizione di aiutato cinque parole nelle sue magiche, battaglie lei con professa le bestie di selvagge far discendere della foresta? il corpo,A iltal sangue riguardo l'anima il lettore e la divinità può richiamare di nostro alla Signor mente Gesù quella Cristo creatura dal cielo fiabesca, per renderLo il centauro, realmente metà e uomo corpoe ralmente metà cavallo, nel sacramento che è così frequente dell'altare.nella I sacerdoti mitologia caldei della pretendevano Grecia. Tale con creazione i loro incantesimi immaginariamagici, si proponeva in modo di commemorare simile, di far discendere l'uomo che leper loro primo divinità insegnò nellel'arte loro statue del cavalcare. in modo Ma che tale fosse creazione visibilmente non fu frutto manifestata della mitologia la loro reale greca. presenza. Ivi, come Essi in chiamavano molte altre cose, questo i greci "Fare avevano gli dei". solo preso a prestito da una fonte precedente. Il E centauro da questo è stato senza trovato dubbiosu deriva una il moneta detto dei babilonese sacerdoti la cattolici quale mostra che essi che hanno l'idea il potere originalmente di "Creare dev'essersi il loro creatore". sviluppata Non inc'è quel nessuna paese. testimonianza, Il centauro si per trova quanto nello io abbia Zodiaco, potuto la cui cercare antichità che,risale nel sistema ad un periodo babilonese, lontano il sottile e cherotondo ha le sue pezzo origini di oin stia, Babilonia. questo Il"sacrificio centauro era di rappresentato, massa senza sangue", come ci informa era più espressamente considerato sotto Beroso, altri aspetti storico che babilonese, come un nel simbolo tempioda diessere Babilonia, persino e ilscambiato suo linguaggio con ilsembra dio che mostrare rappresentava. che le cose Eppure stavano la dottrina così anche della transustanziazione nei tempi primitivi. è chiaramente I greci stessi le vera ammettono essenza l'antichità magica dell'origine la quale pretendeva del centauro; con poiché l'enunciazione sebbene di Ixione poche fosse potenti comunemente parole, di trasformare rappresentato una come sostanza il padre in un'altra, dei centauri, con una tuttavia destra truffa essi di riconoscono rimuovere interache il mente centauro una primitivo sostanza era e dilo sostituirla stesso Cronos con un' oaltra. Saturno, il padre degli dèi (Fig. 16). Inoltre Ma abbiamo il Papa,visto nella che pienezza Cronos, dei propri o Nimrod, poteri,fu si assunse il primo il diritto re di Babilonia; di controllare di l'ira conseguenza, di Dio e di il primo maledire centauro con i suoi era lo "fulmini" stesso Cronos. chi lo offendesse. Adesso, il modo Re e molte in cui naera zioni, rappresentato credendo il in centauro questo potere, sulle monete hanno babilonesi, tremato e siesono nello inchinati Zodiaco, davanti visto sotto a lui per questa paura luce, di èessere molto esposti simile. ai Il centauro suoi tuoni era spirituali. la stessa Icosa sacerdoti che del paganesimo assunsero il segno del lo Saggitario stesso potere o dell'“Arciere”. e per rafforzare Se il questo fondatore potere della spirituale cercarono persino gloria didi Babilonia far discendere era il "potente il letterale cacciatore", fulmine dal il cielo, cui nome e sembra era esservi qualche ragione proverbiale per credere anche aiche giorni essidi effettivamente Mosè (Gen. 10:9, vi riuscirono "Perciò ,anticipando vi è la splendida un scoperta detto, come del Dr. Nimrod, Franklin.ilSipotente dice checacciatore Numa Pompilio dinanzi lo abbia al fatto con completo Signore") successo. quando Tullio troviamo Ostiglio, l'"Arciere" suo successore, con il suo imitando arco e la sua il suo esempio, morì nel faretra, tentativo in simbolo essendo rimasto della suprema colpito con divinità la sua babilonese, famiglia, come e in tempi recenti accadde l'"Arciere" al prof. fra i segni Reichman dello con Zodiaco il fulmine che nacquero che stava a cercando Babilonia, di attrarre. Tali io penso eranoche i poteri possiamo taumaturgici concludere attribuiti con nel certezza Mondo che Divino questo alla bestia che doveva uomo-cavallo fuoriuscire dalla o cavallo-uomo terra e si vantava Arciere che gli primariamente stessi poteri furono si tutti esercitati dal riferiva vecchio a luisimbolo e intendeva babilonese. perpetuare Allora sia la in memoria ricordo di della questo sua dio che nasce dal terreno fama come i misteri cacciatore venivano che frequentemente la sua destrezza celebrati come domatore in grotte disotto terra. Questo Cent. Babilonese. è cavalli il caso (Fig. della 17).Ora, Persia dove, se paragoniamo come Tagesilera Khons detto Egiziano, fosse natoildal terreno, il leggendario "cacciatore", Mithra conera il latino in modo Consus, simile il stato dio delle generato corse da equestri, una cava che nella "produsse terra. Lo il stesso cavallo", Numa e il di Centauro Roma pretendeva di Babilonia, di ricevere a cui tutte fu le attribuito sue divinazioni l'onore dalla di essere ninfa Egeria l'inventore in una dell'equitazione, cava. In queste diverrà cave gli chiaro, uomini penso, erano daprima dove gli iniziati ai misteri segreti Egiziani conprimitivi i segni ederivarono le meraviglie il dio lì Khons. giacenti presentate a loro, venivano riportati dopo Khons, la il morte figliodi della Nimrod grande all'adorazione dea-madre, di sembra quel dio essere sotto stato la sua nuova forma. Questa generalmente apocalittica rappresentato bestia che viene come fuori undalla dioterra, pienamente coincide sotto ogni aspetto con cresciuto. quell'antico La divinità dio natobabilonese da "un buco era nelinoltre terreno" rappresentata poiché nessuna parola potrebbe molto descrivere di frequente più esattamente in Egitto alla il suo stessa operato maniera delle che parole nel paese della predizione di Rivelazione della sua 13:13-14: natività, cioè "E compie come un grandi figliosegni nellecosì braccia che farebbe di sua scendere perfino fuoco madre.dal Questo cielo era sulla il terra modo dinnanzi in cui Osiride, al genere "il umano, figlio, il ...mentre marito dice a quelli che dimorano di sua madre" sulla terra era spesso di fare mostrato, un'immagine e ciò della che bestia impariamo selvaggia di che ebbe la ferita della questo spada dio, e come rivisse". nel caso Questa di Khonso, taumaturgica mostra bestia, che chiamata in origineNebo o il Profeta, Zodiaco.il come egli non il profeta era altri dell'idolatria, che Nimrod. era Si naturalmente ammette che il falso il sistema Profeta. Cent. Paragonando precedente segreto della passo Massoneria di Rivelazione fossecon fondato 19:20 originalmente sempre di Rivelazione sui sarà evidente

38 171 Rev. Alexander Hislop sistemi devoti all'adorazione misterici dell'egiziana del dio Iside, straniero la dea che madre, egli aveva o la moglie introdotto di Osiride. nella Ma Chiesa ciò che Cristiana. avrebbe Gratitudine condotto e all'unione proprio interesse di un corpo similmente Massonico cospirarono con questi a questo. Misteri, non avrebbe Giovenale dovuto e tutti avere coloroparticolari che resistettero riferimenti alle idee all'architettura e pratiche pagane e, il dio furono che scoera adorato municati in e perseguitati, essi, non solo sarebbe quelli stato che furono celebrato sinceramente per il suo fedeli successo all'apostasia nel perfezionamento erano favoriti e avvantaggiati delle arti delle e nessuno fortificazioni poteva e delle esserlo costruzioni? più dei pagani, Ora, tali se le uomicose stanno ni furono così, mandati considerando da Romala inrelazioe ogni direzione, in cui, fino come inabbiamo Britagniagià pervisto, ripristinare l'Egitto il stava regno adel Babilonia, Paganesimo; chi sarebbe essi furono stato magnificati considerato,con naturalmente, alti titoli, le come terreilvennero grande patrono divise tra dell'arte di loro massonica? e tutto per promuovere È molto probabile l'aumento che delle tale papiste uomo sia diocesi stato portando Nimrod. Egli "L'Obolo fu il primo di Pietro" che dall'estremità si guadagnò fama dellain terra tal modo. al Pontefice Come Romano. figlio della Ma dea non madre sarà babilonese, mai abbastanza eglidetto fu adorato che il rè nelle automagnificandosi vesti di Ala-maozim, doveva: "II dio delle fortezze". Osiride, similmente ilche figlio della madonna egiziana, eracon egualmente celebrato "Onorare un dio i suoi padri non conoscevano oro, argento e come "il forte capo delle costruzioni". Questo forte capo delle costruzioni era pietre preziose". originariamente Il principio sul quale adorato era basata in Egitto la transustanziazione con ogni caratteristica è un indiscutibile fisica di Nimrod. principio Ho già babilonese reso noto ma ilnon fatto viche è testimonianza Nimrod, come che figlio questo di Cus, principio era negro. fosse Vi applicato era pertanto nello una stesso tradizione senso in cui in Egitto, e stato applicato ricordata dai da Cattolici. Plutarco, secondo la quale “Osiride era nero”, Abbiamo che, testimonianza in un paese dove che certamente generalmente mai laun'ostia, pelle eracome piuttosto quella scura, dell'adoraziodeve aver indicato ne cattolica, qualcosa fu adorata di più nella dell'ordinario Roma pagana. nel colore della sua pelle. Plutarco inoltre afferma "Fu mai che un uomo Orus,così il figlio matto" di dice Osiride Cicerone "era di “da piacevole essere divinatore complessione" romano ed e era sacosì, cerdote, in prevalenza, fu un uomo così che matto venivada rappresentato considerare ciò Osiride. di cui Ma si nutre abbiamo un dio?" l'evidenza inequivocabile Cicerone non avrebbe che Osiride, parlato il figlio così se e qualche marito della cosa grande di simile dea ad regina un'ostia d'Egitto, fosse era stata rappresentato istituita a Roma. come Ma un ciò vero che e proprio fu troppo negro. assurdo In Wilkinson per i Romani si può pagani trovare non una lo sua è affatto rappresentazione per il Papa. L'ostia, (Fig. 18) o con ostia leconsacrata, inconfondibili è il caratteristiche grande dio della di Chiesa un genuino Rocusista mana. Quell'ostia o negro. Bunsen è rinchiusa pensain che una si scatola tratti diadorna una semplice di oro, importazione argento e pietre casuale preda ziose, alcune e così tribù è chiaro barbare chema "Un gli dio abiti che di i padri cui ènon rivestito conoscevano" questo negro è colui parlano che oggi in modo persino differente, i Papi pagani tale onorano abbigliamento secondo lo il mette modo ine relazione nei termini con della Nimrod. profezia. Questo CoOsiride sì, sotto con ognicaratteristiche aspetto, quando negroidi il Papa è fu abbigliato investitodalla del titolo testa pagano ai piedidi con Pontefice un abito e maculato, fece una realtà la cui diparte questo superiore titolo lui haadempì una pelle esattamente di leopardo la profezia e quelladiinferiore, Daniele 2 essendo scritta più pure di maculata, novecentovi anni corrisponde. prima. Ma Ora ritorniamo il nome Nimrod ai simboli significa apocalittici. "domatore Fu del dalla leopardo". bocca delQuesto dragone non infuocato sembra implicare che defluìche il fiume Nimrod di acqua. abbia guadagnato Il Papa allafama fine domando del IV secolo il cavallo era, come e impiegandolo lo è ora il solo nella rappresentante caccia la sua sulla fama terra didi cacciatore Belshazzar, si baserebbe o Nimrod perciò principalmente i pagani lo su accettarono l'aver inventato comel'arte tale. di Egli farsi eraaiutare ugualmente dal leopardo e natunel ralmente cacciare il legittimo le altre successore bestie selvagge. del romano Una dragone speciediparticolare fuoco. Quando di leopardo poi, esdomestico sendo deificato è usata con fino il titolo ad oggi di Pontefice, in India per sila mise caccia; a divulgare e di Bagajet la vecchia I, l'imperatore dottrina Mogol babilonese dell'India, della rigenerazione si ricorda chebattesimale, nei suoi padiglioni quello fu diproprio caccia avesse un compimento non solo cani diretto daecaccia formale di dell'adempimento varie razze, ma anche delle leopardi, parole divine i cui che "collari il grande erano dragone adorni di gioielli". fuoco "avrebbe Sulle emesso parole del un fiume profeta di Abacuc, acqua dalla cp.sua 1:8, bocca "piùper veloci portare dei via leopardi", la donKitto na". Lui ha e fatto quelli la che seguente con lui osservazione: cooperavano "La in questa velocità causa, del leopardo prepararono è proverbiale il terreno in pertutti erigere i paesi quel intremendo cui esso dispotismo vive. Ciò, unito civilealle e spirituale altre sueche qualità, cominciò in oriente, a diffonha fatto dersi in si Europa che sinel potesse 606 A.D. parzialmente Tra gli sconvolgimenti addestrarlo, e cioè le confusioni che potesse delle nazioessere impiegato ni, agitate come nella un caccia... mare in Adesso tempesta, i leopardi il Papa vengono di Roma fu difficilmente eletto Vescovo usati Univerper la caccia sale, e nell'Asia i dieci regni Occidentale, principali tranne dell'Europa che dai lo re riconobbero o da governatori; come Vicario ma sono di Cristo molto più sullacomuni terra, ilnelle solo parti centro orientali di unità,dell'Asia. la sola fonte Orosio di stabilità narra che peruno i loro di troni. questiPoi fu spedito con le sue dalstesse re delazioni Portogallo e con al il Papa consenso e causò del PAGANESIMO un grande stupore UNIVERSALE per la maniera di Roma e la divenne facilità effettivamente con la quale il uccideva rappresentante cervi edi orsi Dagon, selvatici. come Le luiBruyn oggi porta menziona sul capo un leopardo la mitra di di Dagon, proprietà e c'è del ragione Pasciàdi che credere governava che la Gaza portasse e altri anche territori allora. dell'antica Potrebbe Palestina allora esserci e che un veniva più preciso spessoadempimento impiegato nella di caccia Rivelazione agli sciacalli. 13:1 : "Ed Maesso è in stette India che fermo il Cita, sulla o sabbia leopardo del mare. cacciatore, E vidi è ascendere impiegato dal più mare frequentemente una bestia selvaggia, ed è osservato con nella dieci perfezione corna e sette della teste, sua e potenza. sulle sue Quest'abitudine corna dieci diademi, di addomesticare ma sulle il teste leopardo nomi e blasfemi... di utilizzarlo e vidi in una tal modo delle sue al servizio teste come dell'uomo, scannata siapuò morte, far ma risalire la sua ai piaga primi

Le Due Babilonie 171 38 tempi mortale dell'antichità fu sanata, e tutta primordiale. la terra seguì Nelle la parole bestia selvaggia di Sir William con ammirazione". Jones, troviamo che, da un'antica leggenda persiana, egli afferma che Hoshang, il padre di Thamurs, che costruì Babilonia, fu "il primo SEZIONE IIIche impiegò cani e leopardi per cacciare". LA Poiché Thamurs, che edificò Babilonia, BESTIA DALLA TERRA non può essere altri che Nimrod, questa leggenda semplicemente Questa bestia cipadre, viene come presentata in Rivelazione 13:11: "E vidi attriuisce a suo fa comprendere il nome, ciò che in un'altra bestia selvaggia dalla terraQuindi, e avevaallo due stesso corna simili realtà egliascendere stesso aveva fatto. modo a inquelle cui il di agnello, ma parlava come un dragone". dio classico rivestito dalla pelle del leone e da ciò identificato in Nonostante questa bestia sia menzionata dopo la bestia ascesa dal mare, non è Ercole, l'uccisore del leone, così similmente, il dio abbigliato con detto che abbia cominciato ad esistere dopo la naturalmente bestia del mare. L'opera che fece la pelle di leopardo sarebbe identificato con sembra mostrare proprio contrario poiché, il suo il genere umano è Nimrod, il "domatore deiilleopardi". Che talecon pelle del aiuto, leopardo, guidato all'adorazione della prima che quella bestia ebbe ricevuto la appartenente al dio egiziano, non bestia fosse dopo una cosa occasionale, è ferita mortale, il che mostra che debba esistita prima. La ragione per la chiaramente dimostrato. Wilkinson ci essere narra che, nelle grandi quale viene per seconda è perché, poiché esercita ad occasioni inmenzionata cui il sommo sacerdote egiziano era chiamato tutti i poteri prima bestia conduce glicome uomini alla sua del officiare, era della indispensabile chee indossasse, paramento adorazione, essa non essere precisamente suo ufficio, la pelle delpoteva leopardo (Fig. descritta 19). Poiché è un principio fino a che quella bestia non fosse sulla scena. Vi era le universale di tutte le idolatrie cheapparsa i sommi sacerdoti portino nell'antica tipo simile a questa. Questo che dio la era insegne delCaldea dio cheun servono, ciò indica l'importanza pelle Osiride in chiamato deve in babilonese Nebo, in Egitto Nub o Num, tra i Romaculata aver avuto quale simbolo del dio stesso. sembianze di mani Numa, per Numa Pompilio, il grande sacerdote-re dei la Il modo ordinario in cui era rappresentata misticamente Romani,divinità dove occupava precisamente posizione babilofavorita egiziana, Osiride, era la quello di un del giovane toro o negro nese Nebo. vitello - il bue Api - da cui fu tratto il vitello d'oro di Israele. Vi Tra un gli Etruschi, dai cui quali i Romani maggior era motivo per quel vitello derivavano non apparelacomunemente nel simbolo parte dei loro riti, era chiamato Tages poiché e di questo appropriato del dio che rappresenta, tale Tages vitelloviene rappresenta la divinità particolarmente ricordato proprio come Giovanni vide, nelle vesti di saturno "il che, CELATO ", dato che "Api" è sololaun altro nome per bestia che stiamo considerando "ascendere dallaè terra," così indicare Saturno (il nome Api in egiziano Epi o Api, che proviene Tages era un bambino nato improvvisamente miracolosaevidentemente dal caldeo "Ap", "coprire";e in egiziano Dio "Ap" significa egiziano rage mente da un solco un buco terreno. In Egitto questo "nascondere"). Lao da vacca di nel Athor comunque, la divinità femminile in forma di cadio era rappresentato con la testa le corna di un macchiata", ariete. (Fig. ed è singolare che corrispondente ad Api, è ben nota e come la "vacca prone 55) i Druidi della Britannia adorassero pure una "vacca macchiata". Per quanto sia raro, comunque, trovare un esempio in di modo vitello o giovane toro deificato In Etruria sembra sia stato rappresentato simile. Poirappresentato con le macchie, vi è l'evidenza ancora attuale che anche esso fosse ché lì troviamo un bambino divino e miracoloso che ha le corna alcune volte(Fig. rappresentato così. La fig. 20 raffigura tale divinità, copiata dal di un ariete. 56) Col. Hamilton Smith "dalla collezione originale fatta dagli artisti dell'istituto II nome del Nebo, il grande distintivo di questo dio. significa francese Cairo". Quando scopriamo che Osiride, il grande ''Il Dio d'Egitto, sotto Profeta" e come tale proferiva divinazioni, vantava o con un abito forme differenti era dava così oracoli, abbigliato con una pelle di leopardo, miracolosi epoteri, ed era esperto arti magiche. Egli era il maculato, che l'abito di pelle di in leopardo era parte indispensabile degli abiti grande taumaturgo e rispondeva esattamente ai termini della sacri del sommo sacerdote, possiamo esser certi che vi sia un significato profezia di Rivelazione dove vieneessere detto:tale "Esignificato compie se non quello profondo in tale costume. 13:13 E quale potrebbe grandi segni, così che farebbe scendere perfino fuoco dal ciclocelebrato come di identificare Osiride con il dio babilonese, che era sulla terra dinnanzi al leopardi", genere umano". E' adorato sotto questo "l'addomesticatore dei e che era ancheaspetto come Nino, il "figlio", che il Tages di etrusco era conosciuto, poiché fu detto che egli nelle braccia sua madre? avesse insegnato ai divinatori romani, sia tutte le superstizioni che i raggiri connessi all'arte taumaturgica. Come ai nostri giorni sentiamo parlare di immagini e di Madonne piangenti e di innumerevoli altri prodigi che continuamente avvengono nella Chiesa Romana per sostenere i dogma papali, così era anche nel dio etrusco rapsistema babilonese. Difficilmente vi è una forma di "pia frode" presentato similo di santa impostura praticata in questi giorni sulle rive del Temente

170 39 Rev. Alexander Hislop devoti sistemi all'adorazione misterici dell'egiziana del dio Iside, straniero la dea che madre, egli aveva o la moglie introdotto di Osiride. nella Ma Chiesa ciò Cristiana. che avrebbe Gratitudine condotto e all'unione proprio interesse di un corpo similmente Massonico cospirarono con questi a questo. Misteri, non Giovenale avrebbe dovuto e tutti avere coloroparticolari che resistettero riferimenti alle idee all'architettura e pratiche pagane e, il dio furono chescoera municati adorato in e perseguitati, essi, non solo sarebbe quelli stato che furono celebrato sinceramente per il suo fedeli successo all'apostasia nel erano perfezionamento favoriti e avvantaggiati delle arti delle e nessuno fortificazioni poteva e esserlo delle costruzioni? più dei pagani, Ora, tali se le uomicose ni stanno furono così, mandati considerando da Romala in relazioe ogni direzione, in cui, fino come in abbiamo Britagniagià pervisto, ripristinare l'Egitto il regno stava a del Babilonia, Paganesimo; chi sarebbe essi furono stato magnificati considerato, con naturalmente, alti titoli, le come terreilvennero grande divise patrono tra dell'arte di loro e massonica? tutto per promuovere È molto probabile l'aumento che delle tale papiste uomo sia diocesi stato portando Nimrod. "L'Obolo Egli fu il primo di Pietro" che dall'estremità si guadagnò fama dellain terra tal modo. al Pontefice Come Romano. figlio della Ma dea non madre sarà mai babilonese, abbastanza eglidetto fu adorato che il rè nelle automagnificandosi vesti di Ala-maozim, doveva: "II dio delle fortezze". Osiride, similmente ilche figlio della madonna egiziana, eracon egualmente celebrato "Onorare un dio i suoi padri non conoscevano oro, argento e come "il forte capo delle costruzioni". Questo forte capo delle costruzioni era pietre preziose". Il originariamente principio sul quale adorato era basata in Egitto la transustanziazione con ogni caratteristica è un indiscutibile fisica di Nimrod. principio Ho babilonese già reso noto ma ilnon fatto viche è testimonianza Nimrod, come che figlio questo di Cus, principio era negro. fosse Vi applicato era pertanto nello stesso una tradizione senso in cui in Egitto, e stato applicato ricordata dai da Cattolici. Plutarco, secondo la quale “Osiride era Abbiamo nero”, che, testimonianza in un paese dove che certamente generalmente mai laun'ostia, pelle eracome piuttosto quella scura, dell'adoraziodeve aver ne indicato cattolica, qualcosa fu adorata di più nella dell'ordinario Roma pagana. nel colore della sua pelle. Plutarco inoltre "Fu afferma mai che un uomo Orus,così il figlio matto" di dice Osiride Cicerone "era di “da piacevole essere divinatore complessione" romano ed e era sacerdote, così, in fu prevalenza, un uomo così che matto veniva da rappresentato considerare ciò Osiride. di cui Ma si nutre abbiamo un dio?" l'evidenza Cicerone inequivocabile non avrebbe che Osiride, parlato il figlio così se e qualche marito della cosa grande di simile dea ad regina un'ostia d'Egitto, fosse stata era rappresentato istituita a Roma. come Ma un ciò vero che e proprio fu troppo negro. assurdo In Wilkinson per i Romani si può pagani trovare non una lo è sua affatto rappresentazione per il Papa. L'ostia, (Fig. 18) o con ostia leconsacrata, inconfondibili è il caratteristiche grande dio della di Chiesa un genuino Romana. cusistaQuell'ostia o negro. Bunsen è rinchiusa pensain che una si scatola tratti diadorna una semplice di oro, importazione argento e pietre casuale preziose, da alcune e così tribù è chiaro barbare chema "Un gli dio abiti che di i padri cui ènon rivestito conoscevano" questo negro è colui parlano che oggi in persino modo differente, i Papi pagani tale onorano abbigliamento secondo lo il mette modo in e relazione nei termini con della Nimrod. profezia. Questo Così, Osiride sotto con ognicaratteristiche aspetto, quando negroidi il Papa è fu abbigliato investito dalla del titolo testapagano ai piedidi con Pontefice un abito e fece maculato, una realtà la cui diparte questo superiore titolo lui haadempì una pelle esattamente di leopardo la profezia e quelladiinferiore, Daniele 2 scritta essendo più pure di maculata, novecentovi anni corrisponde. prima. Ma Ora ritorniamo il nome Nimrod ai simboli significa apocalittici. "domatore Fu dalla del leopardo". bocca delQuesto dragone non infuocato sembra implicare che defluìche il fiume Nimrod di acqua. abbia guadagnato Il Papa allafama fine del domando IV secolo il cavallo era, come e impiegandolo lo è ora il solo nella rappresentante caccia la sua sulla fama terra didi cacciatore Belshazzar, si o baserebbe Nimrod perciò principalmente i pagani lo su accettarono l'aver inventato comel'arte tale. di Egli farsi eraaiutare ugualmente dal leopardo e naturalmente nel cacciare il legittimo le altre successore bestie selvagge. del romano Una dragone speciediparticolare fuoco. Quando di leopardo poi, essendo domestico deificato è usata con fino il titolo ad oggi di Pontefice, in India per sila mise caccia; a divulgare e di Bagajet la vecchia I, l'imperatore dottrina babilonese Mogol dell'India, della rigenerazione si ricorda chebattesimale, nei suoi padiglioni quello fu diproprio caccia avesse un compimento non solo diretto cani daecaccia formale di dell'adempimento varie razze, ma anche delle leopardi, parole divine i cuiche "collari il grande erano dragone adorni di fuoco gioielli". "avrebbe Sulle emesso parole del un fiume profeta di Abacuc, acqua dalla cp.sua 1:8, bocca "piùper veloci portare dei via leopardi", la donna". KittoLui ha e fatto quelli la che seguente con lui osservazione: cooperavano "La in questa velocità causa, del leopardo prepararono è proverbiale il terreno per in tutti erigere i paesi quel in tremendo cui esso dispotismo vive. Ciò, unito civile alle e spirituale altre sueche qualità, cominciò in oriente, a diffonha dersi fatto in si Europa che sinel potesse 606 A.D. parzialmente Tra gli sconvolgimenti addestrarlo, e cioè le confusioni che potesse delle nazioessere ni, impiegato agitate come nella un caccia... mare in Adesso tempesta, i leopardi il Papa vengono di Roma fu difficilmente eletto Vescovo usati Univerper la sale, caccia e nell'Asia i dieci regni Occidentale, principali tranne dell'Europa che dai lo re riconobbero o da governatori; come Vicario ma sono di Cristo molto sulla più comuni terra, ilnelle solo parti centro orientali di unità,dell'Asia. la sola fonte Orosio di stabilità narra che peruno i loro di troni. questiPoi fu con spedito le sue dalstesse re delazioni Portogallo e con al il consenso Papa e causò del PAGANESIMO un grande stupore UNIVERSALE per la maniera di Roma e divenne la facilità effettivamente con la quale il uccideva rappresentante cervi edi orsi Dagon, selvatici. comeLe luiBruyn oggi porta menziona sul capo un la leopardo mitra di di Dagon, proprietà e c'è del ragione Pasciàdi che credere governava che la Gaza portasse e altri anche territori allora. dell'antica Potrebbe allora Palestina esserci e che un veniva più preciso spessoadempimento impiegato nella di Rivelazione caccia agli sciacalli. 13:1 : "Ed Maesso è in stette India fermo che il Cita, sulla o sabbia leopardo del mare. cacciatore, E vidi è ascendere impiegato dal più mare frequentemente una bestia selvaggia, ed è osservato con dieci nella perfezione corna e sette della teste, sua e potenza. sulle sue Quest'abitudine corna dieci diademi, di addomesticare ma sulle il teste leopardo nomi blasfemi... e di utilizzarlo e vidi inuna tal modo delle sue al servizio teste come dell'uomo, scannata sia può morte, far ma risalire la sua ai piaga primi

Le Due Babilonie 170 39 mortale tempi dell'antichità fu sanata, e tutta primordiale. la terra seguì Nelle la parole bestia selvaggia di Sir William con ammirazione". Jones, troviamo che, da un'antica leggenda persiana, egli afferma che Hoshang, il padre di Thamurs, che costruì Babilonia, fu "il primo SEZIONE IIIche impiegò cani e leopardi per cacciare". LA Poiché Thamurs, che edificò Babilonia, BESTIA DALLA TERRA non può essere altri che Nimrod, questa leggenda semplicemente Questa bestia cipadre, viene come presentata in Rivelazione 13:11: "E vidi attriuisce a suo fa comprendere il nome, ciò che in un'altra bestia selvaggia dalla terraQuindi, e avevaallo due stesso corna simili realtà egliascendere stesso aveva fatto. modo a inquelle cui il di agnello, ma parlava come un dragone". dio classico rivestito dalla pelle del leone e da ciò identificato in Nonostante questa bestia siacosì menzionata dopo la bestia ascesa dal mare, non è Ercole, l'uccisore del leone, similmente, il dio abbigliato con detto che abbia cominciato ad esistere dopo la naturalmente bestia del mare. L'opera che fece la pelle di leopardo sarebbe identificato con sembra proprio contrario poiché, con il suo il genere umano è Nimrod,mostrare il "domatore deiilleopardi". Che tale pelle del aiuto, leopardo, guidato all'adorazione della prima che quella bestia ebbe ricevuto la appartenente al dio egiziano, non bestia fosse dopo una cosa occasionale, è ferita mortale, il che mostra che debba esistita prima. La ragione per la chiaramente dimostrato. Wilkinson ci essere narra che, nelle grandi quale viene per seconda è perché, poiché esercita ad occasioni inmenzionata cui il sommo sacerdote egiziano era chiamato tutti i poteri prima bestia conduce glicome uomini alla sua del officiare, eradella indispensabile chee indossasse, paramento adorazione, essa non essere precisamente suo ufficio, la pelle delpoteva leopardo (Fig. descritta 19). Poiché è un principio fino a che quella bestia non fosse sulla scena. Vi era le universale di tutte le idolatrie cheapparsa i sommi sacerdoti portino nell'antica tipo simile a questa. Questo che dio la era insegne delCaldea dio cheun servono, ciò indica l'importanza pelle Osiride in chiamato in babilonese Nebo, in Egitto Nub o Num, tra i Romaculata deve aver avuto quale simbolo del dio stesso. sembianze di mani Numa, per Numa il grande sacerdote-re dei la Il modo ordinario in Pompilio, cui era rappresentata misticamente Romani, dove occupava precisamente posizione babilofavorita divinità egiziana, Osiride, era la quello di un del giovane toro o negro nese Nebo. vitello - il bue Api - da cui fu tratto il vitello d'oro di Israele. Vi Tra dai cui quali i Romani maggior era gli un Etruschi, motivo per quel vitello derivavano non apparela comunemente nel simbolo parte dei loro riti, era chiamato Tages poiché e di questo appropriato del dio che rappresenta, tale Tages vitelloviene rappresenta la divinità particolarmente ricordato proprio come Giovanni vide, nelle vesti di saturno "il che, CELATO ", dato che "Api" è sololaun altro nome per bestia cheSaturno stiamo considerando "ascendere dallaèterra," così indicare (il nome Api in egiziano Epi o Api, che proviene Tages era un bambino nato improvvisamente miracolosaevidentemente dal caldeo "Ap", "coprire";e in egiziano Dio "Ap" significa egiziano rage mente da un solco un buco terreno. In Egitto questo "nascondere"). Lao da vacca di nel Athor comunque, la divinità femminile in forma di cadio era rappresentato con la testa le corna di un macchiata", ariete. (Fig. ed è singolare che corrispondente ad Api, è ben nota e come la "vacca prone 55) i Druidi della Britannia adorassero pure una "vacca macchiata". Per quanto sia raro, comunque, trovare un esempio in di modo vitello o giovane toro deificato In Etruria sembra sia stato rappresentato simile. Poirappresentato con le macchie, vi è l'evidenza ancora attuale che anche esso fosse ché lì troviamo un bambino divino e miracoloso che ha le corna alcune volte(Fig. rappresentato così. La fig. 20 raffigura tale divinità, copiata dal di un ariete. 56) Col. Hamilton Smith "dalla collezione originale fatta dagli artisti dell'istituto II nome del Nebo, il grande distintivo di questo dio. significa francese Cairo". Quando scopriamo che Osiride, il grande ''Il Dio d'Egitto, sotto Profeta" e come tale proferiva divinazioni, vantava o con un abito forme differenti era dava così oracoli, abbigliato con una pelle di leopardo, miracolosi ed era esperto arti magiche. Egli era il maculato, epoteri, che l'abito di pelle di in leopardo era parte indispensabile degli abiti grande taumaturgo e rispondeva esattamente ai termini della sacri del sommo sacerdote, possiamo esser certi che vi sia un significato profezia Rivelazione dove vieneessere detto:tale "E significato compie se non quello profondo di in tale costume. 13:13 E quale potrebbe grandi segni, così che farebbe scendere perfino fuoco dal ciclocelebrato come di identificare Osiride con il dio babilonese, che era sulla terra dinnanzi al leopardi", genere umano". E' adorato sotto questo "l'addomesticatore dei e che era ancheaspetto come Nino, il "figlio", che Tages di etrusco era conosciuto, poiché fu detto che egli nelleilbraccia sua madre? avesse insegnato ai divinatori romani, sia tutte le superstizioni che i raggiri connessi all'arte taumaturgica. Come ai nostri giorni sentiamo parlare di immagini e di Madonne piangenti e di innumerevoli altri prodigi che continuamente avvengono nella Chiesa Romana per sostenere i dogma papali, così era anche nel dio etrusco rapsistema babilonese. Difficilmente vi è una forma di "pia frode" presentato similo di santa impostura praticata in questi giorni sulle rive del Temente

40 169 Rev. Alexander Hislop gione furono gradualmente ridotti al modello di SOTTOSEZIONE IIIimmaginazione i riti e le cerimonie furono introdotti per provocare i sensi del volgo". All'inizio del V secolo IL FIGLIO IN GRECIA Tertulliano fu repentinamente resuscitato dalla morte per assistere alla festa di qualche santo popolare e martire e potè essere guardato fissamente con troviamo sbalordiAltrettanto in Egitto. Recandoci in Grecia non solo mento ed indignazione nello spettacolo profano che raggiunse la fama della pura l'evidenza delle stesse cose, ma tale evidenza si fa più forte. Il dio e spirituale adorazione della congregazione cristiana. Il più presto possibile le adorato come bambino nelle braccia di sua madre in Grecia, col porte delle chiese furono spalancate ed essi o dovettero offendere con ilricercatori, fumo delnome di Dionisio, o Bacco lacco, è, dagli antichi l'incenso, il profumo dei fiori, il riverbero con dellal'egiziano luce e delle candele, che diffuseidentificato espressamente Osiride (Fig. 20). E il ro nell'apogeo caso uno sgargiante e nel loro giudizio sacrileghe luci. Gibbon ha moldi Erodoto, che aveva proseguito le sue ricerche nello stesso to di più per lo stesso Può adessodi qualcuno che questo fustesso acciEgitto e effetto. che parla sempre Osiride credere come di Bacco. Lo dentale? No. Esso evidentemente fu il risultato di una disonesta politica della fine si propone la testimonianza di Diodoro Siculo. "Orfeo", egli quale, nel corso di questa indagine, noi abbiamo così innumerevoli da Sommo dice, "introdusse dall'Egitto la maggior parte delle esempi cerimonie parte del papato. Il papa Damasus vide che nella città preminentemente guardasacerdote mistiche, le orge che celebravano i vagabondaggi di Cerere e tutte vano all'idolatria e se egli voleva il Vangelo puro ed integro, egiziano con le leggende di cui mantenere abbiamo parlato. I riti di Osiride e didoveva Bacco essere disposto a sorreggere e portare la croce per affrontare l'odio e la malvagipelle di sono gli stessi: quelli di Iside e di Cerere (Demetra) si tà leopardo. e sopportareassomigliano la durezza come i buoni seguaci di Gesù Cristo. Egualmente vide esattamente l'un l'altro, eccetto che per il nome". che, portando il titolo attorno al quale per così con tanti anni, furono Orbene, a identificare Bacco Nimrod "il racchiuse domatore tutte dei le speranze e le emozioni del paganesimo, avrebbe dovuto dare ai suoi votanti leopardi", dei leopardi erano impiegati per tirare il suo carro; egli stesso era ragione di credere che desiderava in conformità dell'originale spirito di rappresentato vestito d'una pelle diagire leopardo; i suoi sacerdoti erano abbigliati quel titolo, potendo contare sulla popolarità, grandezza e gloria. similmente o, quando non era disponibile una pelle di leopardo, veniva usato Quale abito alternativa avrebbela verosimilmente scelto Damasus? L'uomo viene come sacerdotale pelle maculata di un cerbiatto. Tale che abitudine nel vescovato di Roma, come un ladro e un dominatore sopra i cadaveri di un d'indossare la pelle maculata del cerbiatto sembra sia stata originariamente centinaio di suoi oppositori non avrebbe certo esitato sulla scelta che avrebbe importata in Grecia dall'Assiria, dove il cerbiatto maculato era un sacro dovuto fare. Il risultato evidenzia che aveva di agito in modo, assumendo il titolo emblema, come apprendiamo dalle sculture Ninive; infatti ivi troviamo una pagano di pontefice sottoponendosi a qualsiasi sacrificio del vero che giustifichi divinità che porta un cerbiatto maculato o un daino a macchie nelle sue braccia, la sua simbolo rivendicazione del titolomisterioso agli occhi dei pagani, come il legittimo rapprecome di significato (Fig. 21). L'origine dell'importanza sentante della lunga discendenza dei Pontefici. Non vi è possibilità di consideraattribuita al cerbiatto maculato e alla sua pelle è evidentemente la seguente: zione per i fatti inin nessuna supposizione. È anche evidente che ed i suoi quando Nimrod, qualitàaltra di "domatore di leopardi", cominciò a lui rivestirsi di successori accettati in quel modo pagani che, raccogliendosi nella una pelle difurono leopardo, come trofeo della suadai abilità, il suo abito maculato e il suo chiesa romana e radunandosi attorno al nuovo pontefice, non lo vollero cambiare il aspetto dovettero colpire l'immaginazione di coloro che videro; ed egli loro credo o adorazione introdussero nella chiesa. Il lettore ha visto quandovette essere chiamato ma nonlo solo "il domatore del maculato" (poiché questo è il to perfetta e completa sia la- copia deldel Paganesimo stato intropreciso significato di Nimr il nome leopardo),Babilonese ma dovetteche egliè stesso esser dotto, sotto il patronato dei papi, nella chiesa romana. chiamato il "maculato". Abbiamo a questo riguardo delle evidenze, fornite da Egli ha visto il Dio che il papato adora come il Figlio dell'Altissimo, Damaselo, il che quale narra che i babilonesi chiamavano "il figlio unico" nonodella stante l'ordine divino, non è adorato solamente sotto la forma di immagine come grande dea madre Momis o Moumis. Orbene, Momis o Moumis, in caldeo, nei giorni del dichiarato paganesimo, con arte ed espedienti umani, ma quegli come Nimr, significa "il maculato". Così quindi, divenne attributi furono ascrittifacile a Colui che era il vero opposto di quelli che appartenevarappresentare Nimrod con il simbolo del "cerbiatto no al misericordioso Salvatore, le cui qualità sono precisamente quelle che maculato" ma specialmente in Grecia e ovunque prevalesse furono ascritte a Moloc il dio del fuoco o Ala Mahozim, il dio delle fortezze. una pronuncia simile a quella greca. Il nome Nimrod in Proprio nel tempo in cui, il vescovo di Roma fu investito del titolo di pontefice, Grecia era conosciuto come Nebrod. Il nome del il Salvatore cominciò ad essere chiamato o il Pesce, identificandolo in tal cerbiatto, poiché è Icthys il "maculato" ,in Grecia era Nebros, e modo con Dagon, o ilcosì dio Pesce, e che da allora avanzando, passo dopo passo, nulla potrebbe essere più naturale che Nebros, il quando le circostanze lo permettevano, ciò che era andato sotto il nome dell'ado"cerbiatto maculato" divenisse sinonimo dello stesso Idolo di bue egiziano. razione di Cristo era proprio stata l'adorazione di quella stessa divinità babiloneNebrod. Quando, perciò, il Bacco greco fu simboleggiato se con tutti i suoi riti, sfarzi, e cerimonie, precisamente come nell'antica Babiloda Nebros, il "cerbiatto maculato", come abbiamo già visto, quale migliore nia. raffigurazione sarebbe stata adottata per identificarlo con Nimrod? Infine ha visto che, il sovrano pontefice della chiesa Roma ha proAbbiamo l'evidenza che tale dio, il cui emblema era ilcristiana Nebros, di fosse conosciuto gettato titolo tratti concessogli alla fine IV' secolo così da essere nobilitalo come con gliilstessi di Nimrod. Dadel Anacreonte, apprendiamo che il titolo di lo era stato per secoli con il vero nome blasfemo, originariamente concesso ai

Le Due Babilonie 169 40 Bacco vecchi pontefici era Aitiopais; Babilonesi. cioè "il figlio di Etiope". Ma chi era Etiope? Poiché gli etiopi Adesso, erano se lecusiti circostanze l'Etiope in era cui il Cus. Papa "Cus", ha raggiunto dice Eusebio, tutto questo "Fu colui culmine dal di quale poprovennero tere ed assunzione gli etiopi". blasfema, La testimonianza fossero paragonate di Giuseppe alla predizione ci dice la di stessa Daniele, cosa.che In qualità per mancanza di padre della degli vera etiopi, chiave Cus (interpretazione) era l'etiope pernon eccellenza. è mai stata Perciò compresa, Epifanie, io riferendosi penso che ilall'origine lettore vedrà di adesso Nimrod, letteralmente così si esprime: nella storia "Nimrod, dei papi il di Roma che figlio quelladi predizione Cus, l'etiope". è stata Orbene, adempiuta. poiché Bacco era figlio di Etiope, o LaCus, predizione egli era alla per quale questo io alludo rappresentato o quella che esteriormente si riferisce con a ciòtali che comunemencaratteristiche. te è detto "Ostinato In qualità Re",di come Nin descritto "il figlio", inera Daniele raffigurato 11:36come e successivi versi. un Questo giovane "Ostinato o un Re" fanciullo; tutto ammette e tale sia giovane il Re che o sorse fanciullo al tempo era dei Vangeli e generalmente nel Regno di Cristo raffigurato è generalmente con una coppa supposto in mano. sia un Tale Infedele coppa Anticristo, lo non solo rappresentava opponendosi alla agli verità occhi ma, opponendosi della moltitudine anche al come Cattolicesimo il dio e a qualsiasi dell'ubriachezza cosa solo abbia assunto e delle il gozzoviglie; nome di Cristianesimo. e non v'è dubbio che di gozzoviglie, Ma ora leggiamo nellela sue predizione orge, vealla ne luce fossero dei fatti in abbondanza; che altri hanno ma già passato in Scultura di bisogna rassegna prima tener dipresente noi e potremmo che, dopo vederetutto, la reale la differenza coppa era nell'avvenimento. Ninive.e si principalmente Daniele 11:36-37: un "E geroglifico, il re veramente e cioè quello farà secondo del nome la sua di dio. propria Il volontà, nome esalterà della e sicoppa, magnificherà nel linguaggio al di sopra sacro, di ogni era Khus, dio; eepronuncerà così la coppa cose meraviglionelle se contro manil'Iddio del giovane degli Bacco dei. E il certamente figlio di Etiope, avrà successo mostrava finché che egli la denuncia era il giovane non Cus, sia giunta o il figlio a compimento; di Cus. Nella perché figura la (Fig. cosa decisa 22) la deve coppafarsi. nella E destra non prenderà di Bacco in è tenuta considerazione in maniera il desiderio significativa delle in donne modo e ogni tale da altro suggerire dio, ma che si magnificherà si tratti di un su simbolo; chiunque". e anche Le parole del ramo dannonell'altra una esatta mano descrizione abbiamodel l'espressa Cattolicesimo testimonianza con la proche si pria tratti superbia, di un simbolo. la propria Ma bestemmia, è degno di lamenzione costrizione che alilcelibato ramo non ed ci alla permette verginità. di identificarne Ma le parolela che suaseguono, specie. Deve qualsiasi perciò senso trattarsi i commentatori di un emblema abbiano generico, loro di dato, un ramo, non è stato o unfinora simbolo possibile di un accordarle ramo in ne generale con le teorie e, di che conseguenza, il Papa aveva la inteso coppa dev'essere ne con altre. un Comunque suo complemento intendiamole che serve soltanto a identificarlo letteralmente specificamente. e paragoniamole I due simboli con la storia devono papale essere e tutto lettisarà insieme chiaro, e, consistente, così leggendo, armonioso. essi sono equivalenti a il "Ramo L’ispirato di Cusa" profetacioè ha dichiaralo "il figlio di che Cusa" nella 1Chiesa . Vi è un di Cristo altro geroglifico sarebbe sorto connesso qualcua Bacco no che che non è solo unaavrebbe conferma agognato non indifferente grandi altezze di quanto ma le avrebbe abbiamo raggiunte detto, cioè così il ramo che avrebbe dell'Edera. agito Ovunque secondo laavessero sua volontà luogo e il isuo riti desiderio, di Bacco, sarebbe ovunque statofossero suprecelebrate mo in opposizione le sue orge, alla legge è certo umana che appare e Divina. l'edera. Adesso L'edera se questo in una re deve forma essere o in il un'altra, preteso successore era essenziale dell'uomo-pesce in queste celebrazioni. della Galilea, I devoti nascerebbe la portavano sicuramente nelle loro una mani, questione. legata Come intorno puòalla essere testa possibile o ne avevano che egli indelebilmente abbia mai avuto impressa i mezzi addosso per auna scendere foglia. a tale Qualunque potere? Lene parole sia che stato seguono l'uso, danno quale una potrebbe precisaessere risposta stato a queil significato? sta domanda:Poche "Non considererà parole basteranno alcun dio a perché mostrarlo. si innalzerà In primo sopra luogo tutteabbiamo le cose. l'evidenza Ma onorerà che Alakissos, Mahozim, il nome il dio greco delle fortezze, dell'edera unera dio uno sconosciuto dei nomi ai suoi di Bacco; padri sebbene e l'onorerà il nome con l'argento, di Cus nella con l'oro sua e forma con le corretta, pietre preziose fosse noto e con ai sacerdoti altre cosedei di Misteri, pregio e farà tuttavia si dila difenderlo forma conosciuta con un diomediante straniero la e quelli qualeche eralo riconosceranno pronunciato li colmerà diil onori, nomedarà dei loro suoi potestà discendenti, sopra i molti, Cusisti, e distribuirà non era gratuitamente la secondo terra". Così l'uso è laorientale, profezia. Questo ma era e"kissaioi" esattamente o "kissioi". quello cheCosì, fece il Papa. Strabene La propria parlando espansione degli e sempre abitantistata di Susa, il principio che erano della ilCristianità popolo e nella propria del afferma/ione Cusistan,era o l'antico veramente paese il "Dio di Cus, delle dice: fortezze" "I Susiani che adorava. sono chiamati L'adorazione kissioi", di quel il che, dio che oltre egli ogni introdusse dubbio, vuol nella dire chiesa i Cusiti. romana e, così facendo Ordunque, convertì quello se i kissioi che altrimenti sono i cusiti, sarebbe kissos stato è per senza luidubbio fonte di Cus. vulnerabilità proprio Quindi ai culmine il ramo dellad'edera sua forza cheeoccupava l'esatto Paganesimo un posto così di Roma, rilevante con in il quale fu sorretta tutte la roccaforte le celebrazioni del suo dei potere. baccanali era un chiaro simbolo dello stesso Una volta Bacco; provato poiché che Esichio il Papa ciera assicura disposto chead Bacco, adottare come il Paganesimo lo sotto il raffigurano nome di Cristo, i suoi i pagani sacerdoti, e i sacerdoti era conosciuto pagani per nei la Misteri maggior come parte furono i fedeli "il e contenti ramo". difensori. Da ciò siQuando comprende il Papa come cominciò Kissos, ad ilesercitare nome greco un imponente potere dell'edera, sui Cristiani, divenisse quali sarebbero il nome di stati Bacco. gli uomini In qualità che di avrebbe figlio di raccomandato, che Figura di Bacco Cusa, avrebbe è promosso, alcune volte che identificato avrebbe portato con all'onore lui, egli eera al potere? a volteEsattamente i con coppa.più

168 41 Rev. Alexander Hislop gione furono gradualmente ridotti al modello di SOTTOSEZIONE IIIimmaginazione i riti e le cerimonie furono introdotti per provocare i sensi del volgo". All'inizio del V secolo IL FIGLIO IN GRECIA Tertulliano fu repentinamente resuscitato dalla morte per assistere alla festa di qualche santo popolare e martire e potè essere guardato fissamente con troviamo sbalordiAltrettanto in Egitto. Recandoci in Grecia non solo mento ed indignazione nello spettacolo profano che raggiunse la fama della pura l'evidenza delle stesse cose, ma tale evidenza si fa più forte. Il dio e spirituale adorazione della congregazione cristiana. Il più presto possibile le adorato come bambino nelle braccia di sua madre in Grecia, col porte delle chiese furono spalancate essi o dovettero offendere con ilricercatori, fumo delnome di Dionisio, o ed Bacco lacco, è, dagli antichi l'incenso, il profumo dei fiori, il riverbero con dellal'egiziano luce e delle candele, che20). diffuseidentificato espressamente Osiride (Fig. E il ro nell'apogeo caso uno sgargiante e nel loro giudizio sacrileghe luci. Gibbon ha moldi Erodoto, che aveva proseguito le sue ricerche nello stesso to di più per lo stesso Può adesso di qualcuno che questo fustesso acciEgitto e effetto. che parla sempre Osiride credere come di Bacco. Lo dentale? No. Esso evidentemente fu il risultato di una disonesta politica della fine si propone la testimonianza di Diodoro Siculo. "Orfeo", egli quale, nel corso di questa indagine, noi abbiamo così innumerevoli da Sommo dice, "introdusse dall'Egitto la maggior parte delle esempi cerimonie parte del papato. Il papa Damasus vide che nella città preminentemente guardasacerdote mistiche, le orge che celebravano i vagabondaggi di Cerere e tutte vano all'idolatria e se egli voleva il Vangelo puro ed integro, egiziano con le leggende di cui mantenere abbiamo parlato. I riti di Osiride e didoveva Bacco essere disposto a sorreggere e portare la croce per affrontare l'odio e la malvagipelle di sono gli stessi: quelli di Iside e di Cerere (Demetra) si tà leopardo. e sopportareassomigliano la durezza come i buoni seguaci di Gesù Cristo. Egualmente vide esattamente l'un l'altro, eccetto che per il nome". che, portando il titolo attorno al quale per così tanti furono Orbene, a identificare Bacco con anni, Nimrod "il racchiuse domatore tutte dei le speranze e le emozioni del paganesimo, avrebbe dovuto dare ai suoi votanti leopardi", dei leopardi erano impiegati per tirare il suo carro; egli stesso era ragione di credere che desiderava in conformità dell'originale di rappresentato vestito d'una pelle diagire leopardo; i suoi sacerdoti erano spirito abbigliati quel titolo, potendo contare sulla popolarità, grandezza e gloria. similmente o, quando non era disponibile una pelle di leopardo, veniva usato Quale avrebbela verosimilmente scelto Damasus? L'uomo viene come alternativa abito sacerdotale pelle maculata di un cerbiatto. Tale che abitudine nel vescovato di Roma, come un ladro e un dominatore sopra i cadaveri di un d'indossare la pelle maculata del cerbiatto sembra sia stata originariamente centinaio di suoi oppositori non avrebbe certo esitato sulla scelta che avrebbe importata in Grecia dall'Assiria, dove il cerbiatto maculato era un sacro dovuto fare. Il risultato evidenzia che aveva di agito in modo, assumendo il titolo emblema, come apprendiamo dalle sculture Ninive; infatti ivi troviamo una pagano di pontefice sottoponendosi a qualsiasi sacrificio del vero che giustifichi divinità che porta un cerbiatto maculato o un daino a macchie nelle sue braccia, la sua rivendicazione del titolo misterioso agli occhi dei pagani, come il legittimo rapprecome simbolo di significato (Fig. 21). L'origine dell'importanza sentante della lunga discendenza dei Pontefici. Non vi è possibilità di consideraattribuita al cerbiatto maculato e alla sua pelle è evidentemente la seguente: zione per i fatti inin nessuna supposizione. È anche evidente che ed i suoi quando Nimrod, qualitàaltra di "domatore di leopardi", cominciò a lui rivestirsi di successori accettati quel modo pagani che, raccogliendosi nella una pelle difurono leopardo, come in trofeo della suadai abilità, il suo abito maculato e il suo chiesa e radunandosi attorno al nuovo pontefice, non lo vollero cambiare il aspettoromana dovettero colpire l'immaginazione di coloro che videro; ed egli loro credo o adorazione introdussero nella chiesa. Il lettore ha visto quandovette essere chiamato ma nonlo solo "il domatore del maculato" (poiché questo è il to perfetta e completa sia la- copia deldel Paganesimo è stesso stato intropreciso significato di Nimr il nome leopardo),Babilonese ma dovetteche egli esser dotto, sotto il patronato dei papi, nella chiesa romana. chiamato il "maculato". Abbiamo a questo riguardo delle evidenze, fornite da Egli ha visto il Dio che il papato adora come il Figlio dell'Altissimo, Damaselo, il che quale narra che i babilonesi chiamavano "il figlio unico" nonodella stante l'ordine divino, non è adorato solamente sotto la forma di immagine come grande dea madre Momis o Moumis. Orbene, Momis o Moumis, in caldeo, nei giorni del dichiarato paganesimo, con arte ed espedienti umani, ma quegli come Nimr, significa "il maculato". Così quindi, divenne attributi furono ascrittifacile a Colui che era il vero opposto di quelli che appartenevarappresentare Nimrod con il simbolo del "cerbiatto no al misericordioso Salvatore, le cui qualità sono precisamente che maculato" ma specialmente in Grecia e ovunque quelle prevalesse furono ascritte a Moloc il dio del fuoco o Ala Mahozim, il dio delle fortezze. una pronuncia simile a quella greca. Il nome Nimrod in Proprio nel tempo in cui, il vescovo di Roma fu come investito del titolo pontefice, Grecia era conosciuto Nebrod. Ildinome del il Salvatore cominciò ad essere chiamato o il Pesce, identificandolo in tal cerbiatto, poiché è Icthys il "maculato" ,in Grecia era Nebros, e modo con Dagon, o ilcosì dio Pesce, e che da allora passo passo, nulla potrebbe essereavanzando, più naturale chedopo Nebros, il quando le circostanze lo permettevano, ciò che era andato sotto il nome dell'ado"cerbiatto maculato" divenisse sinonimo dello stesso Idolo di di bue egiziano. razione Cristo era proprio stata l'adorazione di quella stessa divinità babiloneNebrod. Quando, perciò, il Bacco greco fu simboleggiato se con tutti i suoi riti, sfarzi, e cerimonie, precisamente come nell'antica Babiloda Nebros, il "cerbiatto maculato", come abbiamo già visto, quale migliore nia. raffigurazione sarebbe stata adottata per identificarlo con Nimrod? Infine ha visto che, il sovrano pontefice della chiesa Roma ha proAbbiamo l'evidenza che tale dio, il cui emblema era ilcristiana Nebros, di fosse conosciuto gettato titolo tratti concessogli alla fine IV' secolo così da essere nobilitalo come con gliilstessi di Nimrod. Dadel Anacreonte, apprendiamo che il titolo di lo era stato per secoli con il vero nome blasfemo, originariamente concesso ai

Le Due Babilonie 168 41 vecchi Bacco pontefici era Aitiopais; Babilonesi. cioè "il figlio di Etiope". Ma chi era Etiope? Poiché gli Adesso, etiopi erano se le cusiti circostanze l'Etiope in era cui il Cus. Papa "Cus", ha raggiunto dice Eusebio, tutto questo "Fu colui culmine dal di quale potere provennero ed assunzione gli etiopi". blasfema, La testimonianza fossero paragonate di Giuseppe alla predizione ci dice la di stessa Daniele, cosa.che In per qualità mancanza di padre della degli vera etiopi, chiave Cus (interpretazione) era l'etiope pernon eccellenza. è mai stata Perciò compresa, Epifanie, io penso riferendosi che ilall'origine lettore vedrà di adesso Nimrod, letteralmente così si esprime: nella storia "Nimrod, dei papi il di Roma che quella figlio di predizione Cus, l'etiope". è stata Orbene, adempiuta. poiché Bacco era figlio di Etiope, La o Cus, predizione egli era alla per quale questo io alludo rappresentato o quella che esteriormente si riferisce con a ciòtali che comunemente caratteristiche. è detto "Ostinato In qualità Re", di come Nin descritto "il figlio", inera Daniele raffigurato 11:36come e successivi versi. Questo un giovane "Ostinato o un Re" fanciullo; tutto ammette e tale siagiovane il Re che o sorse fanciullo al tempo era dei Vangeli e nel generalmente Regno di Cristo raffigurato è generalmente con una coppa supposto in mano. sia un Tale Infedele coppa Anticristo, lo non solo opponendosi rappresentavaalla agli verità occhi ma, opponendosi della moltitudine anche al come Cattolicesimo il dio e a qualsiasi cosa dell'ubriachezza solo abbia assunto e delle il gozzoviglie; nome di Cristianesimo. e non v'è dubbio che di Ma gozzoviglie, ora leggiamo nellela sue predizione orge, vealla ne luce fossero dei fatti in abbondanza; che altri hanno ma già passato in Scultura di rassegna bisogna prima tener dipresente noi e potremmo che, dopo vederetutto, la reale ladifferenza coppa era nell'avvenimento. Ninive.e si Daniele principalmente 11:36-37: un "E geroglifico, il re veramente e cioè quello farà secondo del nome la sua di dio. propria Il volontà, esalterà nome della e sicoppa, magnificherà nel linguaggio al di sopra sacro, di ogni era Khus, dio; eepronuncerà così la coppa cose meravigliose nelle contro manil'Iddio del giovane degli Bacco dei. E il certamente figlio di Etiope, avrà successo mostrava finché che egli la denuncia era il giovane non sia Cus, giunta o il figlio a compimento; di Cus. Nella perché figura la cosa (Fig. decisa 22) la deve coppafarsi. nellaE destra non prenderà di Bacco in è considerazione tenuta in maniera il desiderio significativa delle in donne modo e ogni tale da altro suggerire dio, ma che si magnificherà si tratti di un su chiunque". simbolo; e anche Le parole del ramo dannonell'altra una esatta mano descrizione abbiamodel l'espressa Cattolicesimo testimonianza con la proche pria si tratti superbia, di un simbolo. la propria Ma bestemmia, è degno di lamenzione costrizione che alil celibato ramo non ed ci alla permette verginità. di Ma identificarne le parolela che suaseguono, specie. Deve qualsiasi perciò senso trattarsi i commentatori di un emblema abbiano generico, loro di dato, un non ramo, è stato o unfinora simbolo possibile di un accordarle ramo in ne generale con le teorie e, di che conseguenza, il Papa aveva la inteso coppa ne dev'essere con altre. un Comunque suo complemento intendiamole che serve soltanto a identificarlo letteralmente specificamente. e paragoniamole I due con simboli la storia devono papale essere e tutto letti sarà insieme chiaro, e, consistente, così leggendo, armonioso. essi sono equivalenti a il L’ispirato "Ramo di profeta Cusa" cioè ha dichiaralo "il figlio di che Cusa" nella 1Chiesa . Vi è un di Cristo altro geroglifico sarebbe sorto connesso qualcua no Bacco che che non è solo unaavrebbe conferma agognato non indifferente grandi altezze di quanto ma le avrebbe abbiamo raggiunte detto, cioè così il che ramo avrebbe dell'Edera. agito Ovunque secondo laavessero sua volontà luogo e il i suo riti desiderio, di Bacco, sarebbe ovunque statofossero supremo celebrate in opposizione le sue orge, alla legge è certo umana che appare e Divina. l'edera. Adesso L'edera se questo in una re deve forma essere o in il preteso un'altra, successore era essenziale dell'uomo-pesce in queste celebrazioni. della Galilea, I devoti nascerebbe la portavano sicuramente nelle loro una questione. mani, legata Come intorno può alla essere testa possibile o ne avevano che egli indelebilmente abbia mai avuto impressa i mezzi addosso per ascendere una foglia. a tale Qualunque potere? Lene parole sia che stato seguono l'uso, danno quale una potrebbe precisaessere risposta stato a queil sta significato? domanda:Poche "Non considererà parole basteranno alcun dio a perché mostrarlo. si innalzerà In primo sopra luogo tutteabbiamo le cose. Ma l'evidenza onoreràche Alakissos, Mahozim, il nome il dio greco delle fortezze, dell'edera unera dio uno sconosciuto dei nomi ai suoi di Bacco; padri e sebbene l'onorerà il nome con l'argento, di Cus nella con l'oro sua e forma con le corretta, pietre preziose fosse noto e con ai sacerdoti altre cosedei di pregio Misteri, e farà tuttavia si dila difenderlo forma conosciuta con un diomediante straniero la e quelli qualeche eralo riconosceranno li pronunciato colmerà diil onori, nome darà dei loro suoipotestà discendenti, sopra molti, i Cusisti, e distribuirà non era gratuitamente la terra". secondo Così l'uso è laorientale, profezia. Questo ma era e"kissaioi" esattamente o quello "kissioi". che Così, fece il Papa. La Strabene propria parlando espansione degli e sempre abitantistata di Susa, il principio che erano della ilCristianità popolo e nella propria afferma/ione del Cusistan,era o l'antico veramente paese il "Dio di Cus, delle dice: fortezze" "I Susiani che adorava. sono L'adorazione chiamati kissioi", di quel il che, dio che oltre egli ogni introdusse dubbio, nella vuol dire chiesa i Cusiti. romana e, così facendo convertì Ordunque, quello se i kissioi che altrimenti sono i cusiti, sarebbe kissos stato è per senza lui dubbio fonte di Cus. vulnerabilità proprio ai Quindi culmine il ramo dellad'edera sua forza chee occupava l'esatto Paganesimo un posto così di Roma, rilevante con in il quale fu sorretta la tutte roccaforte le celebrazioni del suo dei potere. baccanali era un chiaro simbolo dello Una stesso volta Bacco; provato poiché che Esichio il Papa ciera assicura disposto chead Bacco, adottare come il Paganesimo lo sotto il nome raffigurano di Cristo, i suoi i pagani sacerdoti, e i sacerdoti era conosciuto pagani per nei la Misteri maggior come parte furono i fedeli e "il contenti ramo". difensori. Da ciò siQuando comprende il Papa come cominciò Kissos, ad ilesercitare nome greco un imponente potere sui dell'edera, Cristiani, divenisse quali sarebbero il nome di stati Bacco. gli uomini In qualità che di avrebbe figlio di raccomandato, che Figura di Bacco avrebbe Cusa, è promosso, alcune volte che identificato avrebbe portato con all'onore lui, egli eera al potere? a volteEsattamente i con coppa.più

42 167 Rev. Alexander Hislop chiamato potere pontificale, col nomeed di in suo armonia padre Kissos. con I° La Timoteo sua effettiva 4:3 la predetta relazioneapostasia con il padre per era quanto comunque riguardava mostrata Romadal eraramo ampiamente d'edera, diffusa. poiché "il Eraramo quando di kissos", gli uomini che proibiper il 2 volgare rono di sposarsi profano era e disolo astenersi "il ramo da ogni d'edera", forma per digli carne. iniziati Allora era "il con ramo la banale di Cus" dot. Orbene, trina del questo peccato dio, erache anche erainculcata conosciuto la come fittizial'erede santitàdi ed Cus, il popolo era adorato era portato con un a nome credere che, chementre tutte legli persone stava molto battezzate benenecessariamente nella sua qualitàfossero di dio della rigenerate. vendemmia L'imcon pero il romano qualed'occidente era diffusamente rimase sotto conosciuto, un governante lo descrive civile ed pure il Vescovo quale grande di RoFortificatore. ma, sostenendo Il questo nome era capo, Bassareus, potè subito che, contagiare nel suo duplice ogni parte significato di questo vuol impero dire sia con "il la corruzione proprietariopagana delle uve impegnadosi o radunatore a diffonderla. della vendemmia", Considerando che la "colui crudeltà che 3 circonda con cui furono con un trattati muro" dal Pontefice e in quest'ultimo di Roma,senso con ilidentifica favore della il dio potenza greco impecon l'egiziano riale, Giovenale Osiride e tutti "il forte quellicapo che si delle opponevano costruzioni", alla dottrina e con l'assiro pagana "Belus, in merito che al circondò matrimonio Babilonia e all'astinenza, di mura". facilmente può essere visto quanto pericolose potesCosì sero essere dall'Assiria, le conseguenze dall'Egitto per e la dalla causa Grecia della abbiamo Verità. Questo una cumulativa stato di cose e sovrabpermibondante se il suo naturale evidenza proseguimento. concorrente Ma a dimostrare ora il Signore chedella il bambino Chiesa interferì. adorato fra le braccia Nel 410della la rivolta dea madre dei Goti in tutti ed ilquesti saccheggio paesi, di con Roma le caratteristiche da parte di Alarico, di Nino il o gotiNin, "il co,figlio", diedero era all'impero Nimrod, romano il figlio di eretto Cus.dal Una 476, caratteristica quello shock qui, nella una coincidenza sua completa là possono frattura e essere nella estinzione state tratte della da potenza alcuni eroi imperiale. successivi; Perciò ma sebbene sembranel impossibile perseguidubitare mento dell'inaugurata che Nimrod fosse antecedente il prototipo politica, di quel ilfiglio, Vescovo il grande di Roma originale. fosse formalLa mente sorprendente riconosciuto estensione con un editto dell'adorazione imperiale del di445 quest'uomo come "Capo indica di tutte qualcosa le Chiedi veramente se d'occidente", straordinario tutti i nuovi nel suo vescovi carattere; cominciarono e vi è ampia ad ragione ordinare di credere di "tenere che ed al suo osservare giorno come egli una fosse legge" molto qualunque popolare. cosa Insediandosi facesse piacere in qualità al Vescovo di re, di Nimrod Roma invase ordinare il o sistema decretare. patriarcale e limitò la libertà del genere umano, tuttavia molti pensarono (Gli sconvolgimenti che egli dell'impero avesse agito e poco bene, dopo ricompensandoli la caduta dello ampiamente stesso potereper impela perdita riale annullarono della loro gli libertà, effetti e lo disastrosi ricoprirono in larga di gloria espansione e di fama. di questo Al tempo editto. in cui In egli altre visse, parole le "La bestie terra selvagge aprì la sua della bocca" foresta quando si moltiplicavano la caduta dell'impero più rapidamente romano fu della a beneficio razza umana, della vera provocando religione grandi e previde depredazioni il fiume dell'errore fra le popolazioni e della corruzione, disperse e lontane che ebbe fra la loro sua sorgente della terra, in Roma. e dovevano incutere grande timore nelle menti degli uomini. In queste Il circostanze, pericolo derivante dice Gieseler, dalla vita riferendosi di queste all'influenza popolazioni di da Roma una tale neifonte vari quando regni in cui la era popolazione stato diviso era l'impero, ancora ilesigua, Papa non spiega poteva perché direttamente Dio stesso interferire non scacciasse nelle materie i condannati ecclesiastiche Cananei e le sue dinanzi comunicazioni a Israele completamente, con la religione di sebbene stato dila misura pendevano della direttamente loro iniquità dallefosse disposizioni piena (Esodo regali. Alla 23:29,30): fine il papato "Non li sopraffece caccerò d'innanzi gli effetti a del tè terremoto in un anno, ed affinchè i regni dell'occidente il paese non divenga furono una inghiottiti distesain desolata questo e fiule bestie me di selvagge errori che del esce campo dalla non bocca si moltiplicano del dragone. realmente Ma il rovesciamento contro di tè. Li del caccerò potere d'innanzi imperiale a diede tè un alla po' vera alla Chiesa volta, finché d'occidente tu divenga un relativo fecondo periodo e realmente di libertà prenda che possesso altrimentidel nonpaese". avrebbe I potuto successi avere. di Nimrod nel cacciare le bestie selvagge dal campo, In ciò può e nel essere liberare vista il la mondo manodai della mostri, Provvidenza devono avergli e così al ottenuto momento la nomina giusto di la preminente terra aprì la sua benefattore bocca eddella aiutòsua la donna. razza. Con tali mezzi, non meno che con le bande Comunque, al suo per seguito, ritornare egli al memorabile aumentò il suo periodo potere, in cui quando il titolo per pagano primo fudivenne dato al potente Vescovo sulla di Roma, terra; le e allo circostanze stesso modo in cui consolidò il titolo pagano il suo potere. fu accordato Quindiaessendo Papa Dail primo masus grande furono così edificatore potenti di da città non essere dopo il state diluvio, una piccola avendoprova radunato alla fede insieme ed alla gli uomini integrità in di comunità molti uomini e circondandoli migliori di lui. di mura, li mise in condizione di trascorrere i Benché loro giorni il paganesimo in sicurtà.fosse Entro legalmente i parapettiabolito delle mura nell'impero di una romano città fortificata d'occidente, non poteva nella città esservi dei sette timore colli alcuno era delle ancora bestie silenziosamente selvagge e, poiché diffusoin tanto tal modo che Jerome, veniva provveduta che Lo conosceva sicurezza, bene, gliscrivendo uomini senza di Roma dubbio in quello si consideravano stesso periodo, grandi lo chiamadebitori nei va "La confronti fogna di di tutte Nimrod. le superstizioni". Non c'è perciò da meravigliarsi, che il nome del "potente La conseguenza cacciatore" fu che, che mentre era allo dovunque stessodatempo un capo il all'altro prototipo dell'impero, del "dio l'editdelle fortezze" to imperiale divenisse per l'abolizione un nome del famoso. paganesimo Ma se Nimrod era rispettato, si fosse inguadagnato Roma lo stesso la fama era solo in larga così misura sarebbe unastato lettera unmorta. bene. Non contento di aver liberato gli uomini dal timore Symmachus, delle bestie il prefetto selvagge, della città cercò e anche più illustri di emanciparli famiglie patrizie dal timore erano del così Signore fanache ticamente è il principio devoti alla della religione sapienza come e nel le masse quale popolari solo puòche trovarsi l'imperatore la felicità. si trovò Per

Le Due Babilonie 167 42 questo necessariamente, egli sembra malgrado aver ricevuto la legge, il ad titolo essere mediante connivente il con quale l'idolatria gli uomini dei Rosi dilettarono mani. Quanto di forte onorarlo, fossecioè la presa quello che diil"emancipatore" paganesimo aveva o "liberatore". nella città imperiale, Il lettore potrà persino ricordare dopo che unil nome fuoco che di Vesta gli è fu già estinto, stato imposto. il lettore Si lo può tratta percepire del nome dalle di Foroneo. parole di L'era Gibbon: di Foroneo "L'immagine è esattamente e l'altare l'era della di Vittoria Nimrod. devono Egli visse essere all'incirca davvero quando rimosse gli dalla uomini casa del avevano Senatouna ma anche sola lingua, l'imperatore quand'ebbe deve fare inizio a meno la confusione di statue delle di dei lingue espostiealla il genere pubblica umano vista". fuQuattrocentoventiquattro disperso. Si dice che sia tra stato templi il primo e cappelle che abbia tranquillamente radunato il rimanevano genere umano a soddisfare in comunità, la devozione il primo del deipopolo, mortali ed che inabbia ogni regnato quartieree di il Roma, primo la che delicatezza abbia offerto dei Cristiani sacrifici idolatrici. era offesa Queste dai fumi caratteristiche dei sacrifici non idolatrici. si applicano Così forte ad altri era ilche paganesimo a Nimrod. inOrbene, Roma persino il nome dopo dategli che in fu relazione ritirato l'apal suo poggio "radunare dello Stato insieme attorno gli uomini" al 376. Ma e all'origine guardiamo dei in sacrifici avanti solamente idolatrici, diè cinque molto significativo. anni e vediamo Foroneo, cosa ne in è avvenuto. uno dei suoi significati, che è quello più naturale, vuol dire Il nome "apostata"4. paganesimo Tale era nome quasi interamente molto probabilmente sparito, quando gli fu il giovane dato dalla Teodosio parte incorrotta in un editto dei redatto figli di 423 Noè. A.D. Ma usaquel queste nome parole: ha pure "Adesso un altro noi possiamo significato, credere cioè "rendere che i pagani liberi"; che rimangono e perciò i suoi sonoseguaci niente".lo adottarono e glorificarono il grande "apostata" Le parole di dalla Gibbon fedein primitiva, merito a sebbene questo, sono egli fosse moltoil singolari. primo che ridusse le libertà 5 del Ammettendo genere umano, che, nonostante quale grande le "Emancipatore" leggi imperiali fatte . contro il paganesimo, "non E particolare da quello, privazione" attraverso fu una imposta formaai o settari, l'altra, che questo in credulità titolo fusostenevano applicato aile suoi fadeificati vole di Ovidio successori ed ostinatamente come titolo onorifico. rigettavano Tutte i miracoli le tradizioni del Vangelo, fin dai primi egli esprestempi recano se la sua testimonianza sorpresa per la circa rapidità l'apostasia della rivoluzione di Nimrod che ebbe e luogo al suo tra isuccesso Romani nell'allontanare del paganesimo gli e quelli uomini della dalla cristianità. fede dei patriarchi, liberando la loro mente da quel "La rovina rispetto del verso paganesimo", Dio e da egliquel disse, timore risale al del 378 giudizio A.D.; l'anno celeste in cui cheildoveva vescopermanere vo di Romain fuloro fatto essendo Pontefice ancora al 395. recente il ricordo del diluvio. Secondo tutti i principi "La rovina della del paganesimo natura umana negli influenzabile, anni di Teodosio anche è forse questo il solo fu un esempio importante della elemento totale estirpazione della suadi fama, una antica poiché e popolare gli uomini superstizione si sarebbero e può facilmente quindi meritare radunati intorno di essereaconsiderato chiunque come desse un la singolare minima evento apparenza nelladi storia plausibilità del genere a umano." qualunque dottrina Dopo la veloce insegnasse conversione che essidel avrebbero Senato, egli potuto cosìconseguire procede: "L'edificante la felicità eesempio il cielo, senza della famiglia mutare ilAnician loro cuore (convertitasi ne la loro alla natura, cristianità) e sebbene fu vivessero ben presto allontanati imitato dal da Dio. resto della nobiltà. Quanto I cittadini grande che si fosse sostenevano il prestigio conconferito la loro propria a Nimrod operosità dalla ed razza il volgo umana, che nella era stima sopportato deglicon uomini pubblica empi, liberalità, a motivo riempivano del fatto che le chiese egli li del aveva Laterano emancipati e del Vatidalla vera cano religione, con un incessante allontanando calca di da devoti loro l'autorità proseliti.celeste, lo troviamo vividamente descritto I decreti del in Senato una tradizione che vietavano polinesiana, l'adorazione che degli ne fornisce idoli furono l'evidenza. ratificati John col Williams, consenso generale il ben noto dei Romani, missionario, lo splendore ci narra della che, capitale secondo fu deturpato una delleed antiche i temtradizioni pli solitaridegli furono isolani abbandonati dei marialla delrovina sud, "il ed cielo al disprezzo. era in origine Roma così sottomise vicino con alla terra la beffa che del gli Vangelo. uomini La nongenerazione potevano camminare, che venne al ma mondo eranodopo costretti la promulgazioa strisciare sotto ne delle di esso. leggi Ciò imperiali, era veramente fu attiratamale; all'interno ma col della tempo Chiesa un individuo Cattolica e concepì la caduta la sublime del paganesimo idea di fu elevare così rapida il cielo e così ad un'altezza silenziosa che più ventotto convenevole. anni dopo A tale la scopo morte impiegò di Teodosio tutte(il le maggiore) sue forze e, le con deboli il primo e minute dei suoi vestigia sforzi, nonlo erano sollevò visibili in cima all'ocad una chiopianta del legislatore. chiamata teve, alta circa 120 cm. Lo appoggiò quindi si riposò, dopo di Adesso che, di con cosa unpuò secondo rendere sforzo conto lo questa sollevò e rapida all'altezza rivoluzione? di un E albero perché chiamato la Parokanariki, la del Signore che èha grande avutoquanto via libera un sicomoro. e potè essere Conglorificata? un terzo sforzo, Allora locosa sollevò significa sulla cima il nuovo dei aspetto monti; che e dopo la Chiesa un lungo Romana periodo ha adesso di riposo, incominciato e uno sforzo ad assumere? molto più In prodigioso, esatte proporzioni lo elevò il paganesimo sino allo scomparve stato attuale". senza Per la Chiesa questo,e,in nelle quanto stesse potente uguabenefattore li proporzioni del il genere paganesimo umano, apparve "tale all'interno personaggio di essa. fu deificato Vestiti pagani e fino a per quando i prenon ti, feste abbracciarono pagane per il il cristianesimo popolo, dottrine gli pagane abitanti,ed preda idee dell'inganno, di ogni sorta lo sono adorarono dovuncome que in l'"Elevatore voga. Il testimone dei cieli". della storia Orbene, che cosa parlò potrebbe così decisamente meglio circa descrivere la rapida la posizione conversione del dei genere Romani umano alla professione subito dopodel il diluvio Vangelo e fu il tramutarsi non meno di deciso Nimrod a quein Foroneo sto riguardo. "L'emancipatore", Nella sua considerazione di questadella leggenda chiesa romana polinesiana? sotto la Mentre guida di la spaventosa "Introduzione catastrofe alle cerimonie mediante pagane" la quale egli Dio così mostrò dice: la"Come sua giustizia gli oggetti vendicatrice di reli-

166 43 Rev. Alexander Hislop potere chiamato pontificale, col nomeed di in suo armonia padre Kissos. con I° La Timoteo sua effettiva 4:3 la predetta relazioneapostasia con il padre per quanto era comunque riguardava mostrata Romadal eraramo ampiamente d'edera,diffusa. poiché "il Eraramo quando di kissos", gli uomini che proibiper il 2 rono volgare di sposarsi profano era e disolo astenersi "il ramo da ogni d'edera", forma per digli carne. iniziati Allora era "il con ramo la banale di Cus" dot. trina Orbene, del questo peccato dio, erache anche erainculcata conosciuto la come fittizial'erede santitàdi ed Cus, il popolo era adorato era portato con un a credere nome che, chementre tutte legli persone stava molto battezzate benenecessariamente nella sua qualitàfossero di dio della rigenerate. vendemmia L'impero con romano il qualed'occidente era diffusamente rimase sotto conosciuto, un governante lo descrive civile ed pure il Vescovo quale grande di Roma, Fortificatore. sostenendo Il questo nome era capo, Bassareus, potè subito che, contagiare nel suo duplice ogni parte significato di questo vuol impero dire con sia "il la corruzione proprietariopagana delle uve impegnadosi o radunatore a diffonderla. della vendemmia", Considerando che la "colui crudeltà che 3 con circonda cui furono con un trattati muro" dal Pontefice e in quest'ultimo di Roma,senso con ilidentifica favore della il dio potenza greco impecon riale, l'egiziano Giovenale Osiride e tutti "il forte quellicapo che si delle opponevano costruzioni", alla dottrina e con l'assiro pagana "Belus, in merito che al matrimonio circondò Babilonia e all'astinenza, di mura". facilmente può essere visto quanto pericolose potessero Così essere dall'Assiria, le conseguenze dall'Egitto per e la dalla causa Grecia della abbiamo Verità. Questo una cumulativa stato di cose e sovrabpermise bondante il suo naturale evidenza proseguimento. concorrente Ma a dimostrare ora il Signore chedella il bambino Chiesa interferì. adorato fra le Nel braccia 410della la rivolta dea madre dei Goti in tutti ed ilquesti saccheggio paesi, di con Roma le caratteristiche da parte di Alarico, di Nino il o gotiNin, co, "il figlio", diedero era all'impero Nimrod, romano il figlio di eretto Cus.dal Una 476, caratteristica quello shock qui,nella una coincidenza sua completa là frattura possonoe essere nella estinzione state tratte della da potenza alcuni eroi imperiale. successivi; Perciò ma sebbene sembranel impossibile perseguimento dubitare dell'inaugurata che Nimrod fosse antecedente il prototipo politica, di quel ilfiglio, Vescovo il grande di Roma originale. fosse formalmente La sorprendente riconosciuto estensione con un editto dell'adorazione imperiale del di445 quest'uomo come "Capo indica di tutte qualcosa le Chiedi se veramente d'occidente", straordinario tutti i nuovi nel suo vescovi carattere; cominciarono e vi è ampia ad ragione ordinare di credere di "tenere che ed al osservare suo giorno come egli una fosse legge" molto qualunque popolare. cosa Insediandosi facesse piacere in qualità al Vescovo di re, di Nimrod Roma ordinare invase il o sistema decretare. patriarcale e limitò la libertà del genere umano, tuttavia molti (Gli pensarono sconvolgimenti che egli dell'impero avesse agito e poco bene, dopo ricompensandoli la caduta dello ampiamente stesso potere per impela riale perdita annullarono della loro gli libertà, effetti e lo disastrosi ricoprirono in larga di gloria espansione e di fama. di questo Al tempo editto. in cui In altre egli visse, parole le "La bestie terra selvagge aprì la sua della bocca" foresta quando si moltiplicavano la caduta dell'impero più rapidamente romano fu a della beneficio razza umana, della vera provocando religione grandi e previde depredazioni il fiume dell'errore fra le popolazioni e della corruzione, disperse e che lontane ebbe fra la loro sua sorgente della terra, in Roma. e dovevano incutere grande timore nelle menti degli In uomini. queste Il circostanze, pericolo derivante dice Gieseler, dalla vita riferendosi di questeall'influenza popolazioni di da Roma una tale neifonte vari regni quando in cui la era popolazione stato diviso era l'impero, ancora ilesigua, Papa non spiega poteva perché direttamente Dio stesso interferire non nelle scacciasse materie i condannati ecclesiastiche Cananei e le sue dinanzi comunicazioni a Israele con completamente, la religione di sebbene stato dila pendevano misura della direttamente loro iniquità dallefosse disposizioni piena (Esodo regali. Alla 23:29,30): fine il papato "Non li sopraffece caccerò gli d'innanzi effetti a del tè terremoto in un anno, ed affinchè i regni dell'occidente il paese non divenga furono una inghiottiti distesain desolata questo fiue le me bestie di selvagge errori che del esce campo dalla non bocca si moltiplicano del dragone. realmente Ma il rovesciamento contro di tè. Li delcaccerò potere imperiale d'innanzi a diede tè un alla po'vera alla Chiesa volta, finché d'occidente tu divenga un relativo fecondo periodo e realmente di libertà prenda che altrimenti possesso del nonpaese". avrebbeI potuto successi avere. di Nimrod nel cacciare le bestie selvagge dal In campo, ciò può e nel essere liberare vista il la mondo manodai della mostri, Provvidenza devono avergli e così al ottenuto momento la nomina giusto di la terra preminente aprì la sua benefattore bocca eddella aiutòsua la donna. razza. Con tali mezzi, non meno che con le Comunque, bande al suo per seguito, ritornare egli al memorabile aumentò il suo periodo potere, in cui quando il titolo per pagano primo fudivenne dato al Vescovo potente sulla di Roma, terra; le e allo circostanze stesso modo in cui consolidò il titolo pagano il suo potere. fu accordato Quindiaessendo Papa Dail masus primo furono grande così edificatore potenti di da città non essere dopo il state diluvio, una piccola avendoprova radunato alla fede insieme ed alla gli integrità uomini in dicomunità molti uomini e circondandoli migliori di lui. di mura, li mise in condizione di trascorrere Benché i loro giorni il paganesimo in sicurtà.fosse Entro legalmente i parapettiabolito delle mura nell'impero di una romano città fortificata d'occidente, non nella poteva città esservi dei sette timore colli alcuno era delle ancora bestie silenziosamente selvagge e, poiché diffuso in tanto tal modo che Jerome, veniva che provveduta Lo conosceva sicurezza, bene, gli scrivendo uomini senza di Roma dubbio in quello si consideravano stesso periodo, grandi lo chiamadebitori va nei"La confronti fogna di di tutte Nimrod. le superstizioni". Non c'è perciò da meravigliarsi, che il nome del La "potente conseguenza cacciatore" fu che, che mentre era allo dovunque stesso datempo un capo il all'altro prototipo dell'impero, del "dio l'editdelle to fortezze" imperiale divenisse per l'abolizione un nome del famoso. paganesimo Ma se Nimrod era rispettato, si fosse inguadagnato Roma lo stesso la fama era in solo larga così misura sarebbe unastato lettera unmorta. bene. Non contento di aver liberato gli uomini dal Symmachus, timore delle bestie il prefetto selvagge, della città cercò e anche più illustri di emanciparli famiglie patrizie dal timore erano del così Signore fanaticamente che è il principio devoti alla della religione sapienza come e nel le masse quale popolari solo puòche trovarsi l'imperatore la felicità. si trovò Per

Le Due Babilonie 166 43 necessariamente, questo egli sembra malgrado aver ricevuto la legge, il ad titolo essere mediante connivente il con quale l'idolatria gli uomini dei Rosi mani. dilettarono Quanto di forte onorarlo, fossecioè la presa quello che diil"emancipatore" paganesimo aveva o "liberatore". nella città imperiale, Il lettore persino potrà ricordare dopo che unil nome fuoco che di Vesta gli è fu già estinto, stato imposto. il lettore Si lo può tratta percepire del nome dalle di parole Foroneo. di L'era Gibbon: di Foroneo "L'immagine è esattamente e l'altare l'era della di Vittoria Nimrod. devono Egli visse essere all'incirca davvero rimosse quando gli dalla uomini casa del avevano Senatouna ma anche sola lingua, l'imperatore quand'ebbe deve fare inizio a meno la confusione di statue di delle dei lingue espostiealla il genere pubblica umano vista". fuQuattrocentoventiquattro disperso. Si dice che sia tra stato templi il primo e cappelle che tranquillamente abbia radunato il rimanevano genere umano a soddisfare in comunità, la devozione il primodel deipopolo, mortali ed che inabbia ogni quartiere regnato e di il Roma, primo la che delicatezza abbia offerto dei Cristiani sacrifici idolatrici. era offesa Queste dai fumi caratteristiche dei sacrifici idolatrici. non si applicano Così forte ad altri era ilche paganesimo a Nimrod. inOrbene, Roma persino il nome dopo dategli che in fu ritirato relazione l'apal poggio suo "radunare dello Stato insieme attorno gli uomini" al 376. Ma e all'origine guardiamo dei in sacrifici avanti solamente idolatrici, diè cinque molto anni significativo. e vediamo Foroneo, cosa ne in è avvenuto. uno dei suoi significati, che è quello più naturale, vuol Il dire nome "apostata"4. paganesimo Tale era nome quasi interamente molto probabilmente sparito, quando gli fu il giovane dato dalla Teodosio parte in incorrotta un editto dei redatto figli di 423 Noè. A.D. Ma usaquel queste nome parole: ha pure "Adesso un altro noi possiamo significato, credere cioè che "rendere i pagani liberi"; che rimangono e perciò i suoi sono seguaci niente".lo adottarono e glorificarono il grande Le "apostata" parole di dalla Gibbon fedein primitiva, merito a sebbene questo, sono egli fosse moltoil singolari. primo che ridusse le libertà 5 Ammettendo del genere umano, che, nonostante quale grande le "Emancipatore" leggi imperiali fatte . contro il paganesimo, "non particolare E da quello, privazione" attraversofu una imposta formaai o settari, l'altra, che questo in credulità titolo fusostenevano applicato aile suoi favole deificati di Ovidio successori ed ostinatamente come titolo onorifico. rigettavano Tutte i miracoli le tradizioni del Vangelo, fin dai primi egli esprestempi se recano la sua testimonianza sorpresa per la circa rapidità l'apostasia della rivoluzione di Nimrod che ebbe e luogo al suo tra isuccesso Romani del nell'allontanare paganesimo gli e quelli uomini della dalla cristianità. fede dei patriarchi, liberando la loro mente da "La quelrovina rispetto del verso paganesimo", Dio e da egliquel disse, timore risale al del 378 giudizio A.D.; l'anno celeste in cui cheildoveva vescovo permanere di Romain fuloro fatto essendo Pontefice ancora al 395. recente il ricordo del diluvio. Secondo tutti i "La principi rovina della del paganesimo natura umana negli influenzabile, anni di Teodosio anche è forse questo il solo fu un esempio importante della totale elemento estirpazione della suadifama, una antica poiché e popolare gli uomini superstizione si sarebbero e può facilmente quindi meritare radunati di intorno essereaconsiderato chiunque come desse un la singolare minima evento apparenza nelladi storia plausibilità del genere a umano." qualunque Dopo dottrina la veloce insegnasse conversione che essidel avrebbero Senato, egli potuto cosìconseguire procede: "L'edificante la felicità eesempio il cielo, della senza famiglia mutare ilAnician loro cuore (convertitasi ne la loro alla natura, cristianità) e sebbene fu vivessero ben presto allontanati imitato dal da resto Dio. della nobiltà. I Quanto cittadini grande che si fosse sostenevano il prestigio conconferito la loro propria a Nimrod operosità dalla ed razza il volgo umana, che nella era sopportato stima deglicon uomini pubblica empi, liberalità, a motivo riempivano del fatto che le chiese egli li del aveva Laterano emancipati e del Vatidalla cano vera religione, con un incessante allontanando calca di da devoti loro l'autorità proseliti.celeste, lo troviamo vividamente I descritto decreti del in Senato una tradizione che vietavano polinesiana, l'adorazione che degli ne fornisce idoli furono l'evidenza. ratificati John col consenso Williams,generale il ben noto dei Romani, missionario, lo splendore ci narra della che, capitale secondo fu deturpato una delleed antiche i templi tradizioni solitaridegli furono isolani abbandonati dei mari alla delrovina sud, "il edcielo al disprezzo. era in origine Roma così sottomise vicino con alla la terra beffa che del gli Vangelo. uomini La non generazione potevano camminare, che venne al ma mondo eranodopo costretti la promulgazioa strisciare ne sotto delle di esso. leggi imperiali, Ciò era veramente fu attiratamale; all'interno ma col della tempo Chiesa un individuo Cattolica econcepì la caduta la del sublime paganesimo idea di fu elevare così rapida il cielo e così ad un'altezza silenziosa che più ventotto convenevole. anni dopo A tale la scopo morte di impiegò Teodosio tutte(il le maggiore) sue forze e, le con deboli il primo e minute dei vestigia suoi sforzi, nonlo erano sollevò visibili in cima all'ocad chio una pianta del legislatore. chiamata teve, alta circa 120 cm. Lo appoggiò quindi si riposò, dopo Adesso di che, di con cosa unpuò secondo rendere sforzo conto lo questa sollevò e rapida all'altezza rivoluzione? di un E albero perché chiamato la Parola kanariki, del Signore che èha grande avutoquanto via libera un sicomoro. e potè essere Con glorificata? un terzo sforzo, Allora lo cosa sollevò significa sulla il cima nuovo deiaspetto monti; che e dopo la Chiesa un lungo Romana periodo ha adesso di riposo, incominciato e uno sforzo ad assumere? molto più In esatte prodigioso, proporzioni lo elevò il paganesimo sino allo scomparve stato attuale". senza Per la Chiesa questo,e,in nelle quanto stesse potente uguali benefattore proporzioni del il genere paganesimo umano, apparve "tale all'interno personaggio di essa. fu deificato Vestiti pagani e fino a per quando i preti, non feste abbracciarono pagane per il il cristianesimo popolo, dottrine gli pagane abitanti,ed preda idee dell'inganno, di ogni sorta lo sono adorarono dovunque come in l'"Elevatore voga. Il testimone dei cieli". della storia Orbene, che cosa parlò potrebbe così decisamente meglio circa descrivere la rapida la conversione posizione del dei genere Romani umano alla professione subito dopodel il diluvio Vangelo e fu il tramutarsi non meno di deciso Nimrod a quein sto Foroneo riguardo. "L'emancipatore", Nella sua considerazione di questadella leggenda chiesa romana polinesiana? sotto la Mentre guida di la "Introduzione spaventosa catastrofe alle cerimonie mediante pagane" la quale egli Dio così mostrò dice: la"Come sua giustizia gli oggetti vendicatrice di reli-

44 165 Rev. Alexander Hislop sui landa peccatori cattolica del vi mondo è questa antico universale era ancora adorazione fresca per nella le mente sorgenti degli sacre uomini. e l'annuale Noè e pellegrinaggio coloro che erano a Loch fra Dergh i suoi per discendenti, lavare via ilsi peccato sforzavano nelle di sueimprimere acque benedette. a tutti coloro Così ovunque che ricadevano la vecchia sotto adorazione la loro autorità del fuoco la fu lezione ben presto che quel associata solenne all'adoraevento insegnava, zione dell'acqua. cioè che In iquesti "cieli", misteri vale aentrambi dire, Dio, i modi dovevano di purificazione essere sembrati sonomolto convicini giunti. alla Benché terra. il Mantenere battesimo d'acqua l'unione fosse tra il usato cielo per e larigenerare terra, e mantenerla la purificazione il più stretta col fuoco possibile era considerata dev'essereindispensabile stato il più grande e per desiderio lunghi anni di icoloro bambini che furono amavano anDio cora ed fatti era passare nei migliori attraverso interessi il fuoco delladi razza Moloc. umana. Questa Ma doppia ciò voleva purificazione dire privarla atdi traverso tutti i vizi il fuoco e i "piaceri e l'acqua del era peccato" praticata che inla Messico mente naturale tra i seguaci non rinnovata di Wodan. e non Nel santificata, mondo pagano continuamente la stessa doppia bramava. purificazione Ciò dev'essere fu anche praticata segretamente tra i vecchi stato una paschiavitù gani romani insostenibile e, nel corso per dei tutti tempi, coloro pressoché che possedevano dovunque. L'adorazione una mente empia. del fuoco "La mente e l'adorazione carnale del è nemica serpente di Dio", che erano "nonstate è soggetta entrambe alladeposte, sua legge", furono ne èristabilite in grado di in compierla. una nuova forma Essa dice con all'Onnipotente tutte le vecchie abominazioni "Ci allontaniamo, e l'aggiunta perché di non molte desideriamo altre. conoscere Quando la le sua tue adorazione vie". Fino fuafermamente quando l'influenza ristabilita del edgrande ogni opposizione padre del nuovo fu rimondo mossa, il esercitava dio del mare ascendente, fu anche non adorato c'è da come meravigliarsi il dio della che guerra coloro che i quali morì erano per il lontani bene dell'umanità da Dio e dalla ma che devozione, dopo la risurrezione sentissero il diviene cielo e la assolutamente sua influenza invincibile. e autorità come Nella intollerabilmente Roma pagana, invicini ricordo e che di questa in tali circostanze nuova incarnazione, essi "non il camminassero" 25 dicembre, ma altrimenti solo "strisciassero" noto come il giorno cioè non di avevano Natale, era alcuna il "Natalis libertàSolis di camminare invicti", il"secondo compleil anno desiderio dell'indomito dei loro sole.occhi e l'immaginazione dei loro cuori". Nimrod li emancipò Abbiamo egualmente da tale schiavitù. visto Mediante che il vero l'apostasia nome delche diointrodusse, romano della mediante guerrala fosse vita libera giustamente che si il sviluppò nome difra Nimrod coloro per che "Mars" gli gravitavano e "Mavor", intorno, i due ben separandoli conosciuti dalla nosanta mi del influenza rè della guerra che in un romano certo qual che erano modoevidentemente in precedenza li laaveva giustacontrollati, traduzioneegli roli mana aiutò dalad caldeo allontanarsi "Mar" e da "Mavor" Dio eil dalla "Ribelle". stretta Così spiritualità come ribelle dellae sua invincibile legge, divenendo era stato Nimrod così "l'elevatore che rappresentava dei cieli", Dagon, facendo la bestia sentire del e agire mare. gli Il uomini lettore se come consise il dera cielo Riv. fosse 13:3-4 lontano vedrà da precisamente loro o dalla così: terra, come se il Dio del cielo "non potesse vedere attraverso le oscure nubi", ne potesse mostrare il suo dispiacere nei confronti diuna chi delle infrangeva la come sua legge. Tutti avrebbero respirare "E vidi due teste scannata a morte, ma potuto la sua piaga liberamente e sanata, camminare in la libertà. tale motivo tali uomini avrebbero mortale fu e tutta terra Per seguì la bestia selvaggia con ammiconsiderato un benefattore. razione.Nimrod E adorarono il dragone perché aveva dato l'autorità alla Orbene, chi avrebbe immaginato che tradizione taitiana avrebbe gettato luce bestia selvaggia e adorarono la una bestia selvaggia con le parole: 'Chi è sulla storia di Atlante? In effettiequando Atlante che, porta il cielo sulle spalle, è simile alla bestia selvaggia chi può guerreggiare contro di essa?'". posto in giusta posizione con il deificato eroe dei mari del sud, che benedisse il mondo Con tutto sollevando il rispettoivi cieli è analogia che incombevano tra la profezia su e dil'antico esso, chi simbolo non vedrà babilonese. che l'una 6 storia Possiamo ha relazione di questo con trovare l'altra? ogni Così, corrispondenza quindi sembra nella che storia Atlante, religiosa con il del cielo romasul suo no impero dorso, non dopo sila riferisca caduta semplicemente del vecchio paganesimo? ad una conoscenza Sì, sottoastronomica, ogni aspetto.come Non alcuni appena hanno il paganesimo supposto, fu legalmente ma a qualcosa abolito, del estinto tutto differente, l'eterno fuoco cioè dialla Vesta grande ed il apostasia vecchio serpente dei giganti fu cacciato che si ribellarono da quel potere contro che il così "cielo", lungamente nella quale si era Nimrod, assicura"il potente", to, egli tentò il suo il più riconosciuto potente dei malvagi caporione, per occupava riguadagnare unala posizione propria influenza preminente. e la Secondo propria autorità. il sistema, della cui introduzione Nimrod fu un grande strumento, gli uomini Così, nel furono tempoindotti intermedio, a credere scoperta che non quella sarebbe persecuzione stato necessario della Cristianità, un effettivo non cambiamento potendo distruggere della terra la chiesa e, poiché simboleggiata tale cambiamento della donna era vestita inutile, di sole, avrebbero usò upotuto n'altra linea essere dirigenerati condotta. mediante Riv. 12:15: semplici "E dalla mezzi sua bocca esterni. il serpente Guardando vomitò il soggetto dietro alla donna luce delle acqua orge simile dei baccanali a un fiume, che, per come farla il annegare lettore ha nel visto, fiume". commemoravano Il simbolo qui la è certamente storia di Nimrod, molto rimarchevole. è evidente che egli indusse il genere umano a ricevere il loro Se questo bene dai era il godimenti dragone di sensuali fuoco e esso mostrò poteva loro essere quanto l'atteso piacere chepotessero si voleva trarre fosse dal rappresentato, godimento in del concordanza peccato senza ai miti alcun popolari timore "come dell'ira vomitando di Dio. Nelle fuocosue dietro varie la spedizioni donna". Ma egli nonera è così. sempre Fu un accompagnato diluvio d'acqua da schiere che eglidi buttò donne fuori e con dalla musiche, propria canti, bocca. gochi, Cosa sperava ribalderie questo e malvagio? qualsiasi altra Comecosa l'acqua gli viene fosseemessa piaciuta, dallaegli bocca si guadagnava del dragone così il favore la falsa del dottrina. genere umano. Ma niente è più specifico di questo? Ogni singolo sguardo al vecchio sistema babilonese evidenzierà che l'acqua but-

Le Due Babilonie 165 44 tata fuori dalla bocca deve essere l'acqua della SOTTOSEZIONE IV rigenerazione battesimale. In questo preciso periodo, quando il paganesimo fu soppresso, la dottrina della LA MORTE DEL FIGLIO rigenerazione viene incontro col battesimo già operante nella Chiesa Cristiana, Sulla morte di le scritture tacciono. è un'antica tradizione la minacciando diNimrod diffondersi come un diluvio Vi su tutto l'impero romano.secondo Fu allora, quale egli morì di il morte violenta. circostanze di tale morte, comunque, come precisamente che nostro SignoreLe Gesù Cristo cominciò ad essere popolarmenvengono rappresentate dall'antichità, circondate da leggenda. Si dice che te chiamato Ichthys che è "II pesce",sono manifestalmente identificandolo con Dauna di vento da avanti Dio contro la torre di Babele la rovesciasse e gon.tempesta Dalla fine del IVmandata secolo in fu insegnato che chiunque fosse stato che Nimrod perisse sotto le era sue Ciò potrebbe essere falso, poiché lavato nella fonte battesimale in rovine. tal modo reso puro, così vergine e candido. abbiamo sufficienti evidenze veramente che la torredalla di Babele a lungo dopo ilserpentempo Questo diluvio non fuoriuscì boccarimase di Satana, il vecchio di circa la morte di Nino, la storia profana è oscura e tenebrosa, te, Nimrod. ma dallaQuindi, bocca di colui che viene riconosciuto dai pagani di Roma come il sebbene un racconto narri che egli subisse una morte violenta come quella di visibile capo del vecchio romano paganesimo. Penteo, e Orfeo che, si dice, fossero fatti a pezzi. L'identità Nimrod, e Quando Licurgo l'adorazione romana del fuoco fu soppressa, abbiamo visto di che la carica dell'egiziano Osiride è un fatto in base a ciò noi cercheremo far luce di Pontefice Massimo, capo delstabilito; paganesimo, fu abolita. Quello era "II di ferimento sulla morte di testa Nimrod. Osiride di subì una Ma morte violenta tale morte fu il tema mortale" della del dragone fuoco. quella testa e che ricevette la propria centrale di tutta ad l'idolatria egiziana. Se Osiride era Nimrod, come abbiamo visto, ferita cominciò essere risanata. Pochi anni dopo che il titolo pagano di Pontequella violenta che gli con egiziani piangevano così pateticamente nelle loro fice fu morte abolito, esso rinacque il vero Imperatore e fu ripristinato con tutte le feste annuali nonpagane, era altro che la morte Nimrod. racconti allain morte sue associazioni sul vescovo didi Roma che,Ida questorelativi momento poi, del dio adorato nei rappresentazione diversi riti misterici di diversi paesi raggiungono tutti la comincia la grande nel riversare sulla professione del Cristiastessa Una dichiarazione di Platone sembra mostrare che al suo nesimoconclusione. la prima rovinosa dottrina della rigenerazione battesimale unita a tutte le giorno l'egiziano Osiride era considerato lo stesso che Tammuz; ed è ben noto altre dottrine derivate dall'antico sistema babilonese. che Tammuz non è pagano altri che il al famoso cacciatore, per era la cui morte, Quando questo titolo fuAdone, concesso vescovo romano, non veramente secondo la leggenda, Venere pianse le donne d'Egitto la concessione di un titolo onorifico, maamaramente. un titolo che Come concedeva enorme potenpiangevano Osiride, così le donne Fenicie e Assire piangevano e a za. All'autorità del Vescovo di Roma, in questa nuova veste, siTammuz associavano Roma leo donne facevano lamento Bacco. Il Nebros o "cerbiatto maculato" era "cinque sei altri vescovi", come su suoi consiglieri, ancora vescovi e metropolitail di Bacco, poiché rappresentava Nebrod o lo stesso Nimrod. Orbene, ni simbolo da ogni chiesa. Nell'antica Gallia e non meno in Italia si era a loro assoggettain nelle celebrazioni mistiche, il Nebros, o "cerbiatto ti, etalune le peneoccasioni, civili erano affiancate a quelle da loro istituite per sottomettere alle macchiato", eradecisioni. fatto a pezzi, appositamente, come apprendiamo da Fotius in loro pontificali commemorazione di ciò che era avvenuto a Bacco che era rappresentato dal Vigendo questo potere con l'imperiale autorità nelle vesti del Vescovo romano, cerbiatto. grande fu il danno alla causa del vero e della dirittura morale quando il Vescovo Il fare a di pezzi il Nebros "il cerbiatto maculato", conferma la conclusione che la dispose dedicarsi all'estensione della falsa dottrina. morte di Bacco come quella Osiride, la Sposa, morte di che Per quanto formidabile fosse di il danno, larappresentano vera Chiesa, la la Nebrod Moglie delera adorato dai babilonesi sotto lo stessoda nome "maculato". Sebbene non l'Agnello, era meravigliosamente protetta essa.di Per un certo periodo quella troviamo racconto relativo misteri osservati in Grecia in memoria di Chiesa fu alcun protetta dai pericoli, nonai solamente nelle arroccate fortezze nelle quali Orione, gigante e potente dama Omero, tale nome, molti deiilpropri devoti membricacciatore fondaronocelebrato i loro asili, anche con per un notevole tuttavia egli era Divina rappresentato simbolicamente come se fosse morto alla stessa intervento della Provvidenza a proprio vantaggio. 1 maniera di Osiride, essendo quindi parole. stato traslato in cielo . la terra venne in aiuQuell'intervento e riferito a queste Riv. 12:16: "Ma Dalle storie persiane ciaprì viene espressamente confermato fudragone Nimrod ad to della donna, e la terra la sua bocca e inghiottì il fiume che che il aveessere deificato dopo sua morte, col nome di Orione, e la posto le la stelle. va vomitato dalla sua la bocca". Nel mondo letterale, quando terrafra apre sua Abbiamo qui, dunque, un'ampia evidenza, che unitamente ci porta bocca si intende un terremoto, ee il conclusiva termine terremoto accorda con il linguaggio ad una sola conclusione: latutto morte di Nimrod, il bimbo adorato fra le figurativo di Apocalisse che dove tende giustamente ad evidenziare il braccia grande della dea madre di Babilonia, fu una morte noi violenta. sconvolgimento politico. Adesso, quando esaminiamo la storia del periodo Orbene, quando questoche potente eroe, nel mezzo della sua carriera di gloria, fu in questione, troviamo questo fatto accorda esattamente con la prefiguraziostroncato improvvisamente da subito una morte violenta, sembra che il paese intero fu ne del Vescovo di Roma che, dopo essere divenuto Pontefice, così solletravolto nella catastrofe. Quando la notizia diffuse, coloro che vivevano di citamente portò nel paganesimo della chiesa si quegli sconvolgimenti politici, inipiaceri credettero che di siRoma fosse eeclissata la gaiezza delle nazioni. Alto franfu il ziati nell'impero civile mai cessati, fino a che l'impero non verrà lamento si levò ovunque fino ai cieli,che da la parte deglispirituale apostati del della fede tumato e che disperso. Ma per questo vediamo potenza papato primitiva per tale fino spaventosa catastrofe. stabilita Fu allora che,le ebbero inizio le era stata, dall'inizio ad ora, fermamente su tutte nazioni dell'occilamentazioni per Tammuz, nelle quali furono colpevolmente implicati i figli dente. d'Israele, e la cui esistenza dopo si può tracciare soloromano attraverso gli annali È chiaro che immediatamente Damasus, il non vescovo ricevette il suo

164 45 Rev. Alexander Hislop landa sui peccatori cattolica del vi mondo è questa antico universale era ancora adorazione frescaper nella le sorgenti mente degli sacre uomini. e l'annuale Noè pellegrinaggio e coloro che erano a Loch fra Dergh i suoi per discendenti, lavare via ilsi peccato sforzavano nelle di sueimprimere acque benedette. a tutti Così coloro ovunque che ricadevano la vecchia sotto adorazione la loro autorità del fuoco la fu lezione ben presto che quel associata solenne all'adoraevento zione insegnava, dell'acqua. cioè che In iquesti "cieli", misteri vale aentrambi dire, Dio, i modi dovevano di purificazione essere sembrati sonomolto congiunti. vicini alla Benché terra. il Mantenere battesimo d'acqua l'unione fosse tra il usato cielo per e larigenerare terra, e mantenerla la purificazione il più col stretta fuoco possibile era considerata dev'essere indispensabile stato il più grande e per lunghi desiderio anni di icoloro bambini che furono amavano ancora Dio ed fatti era passare nei migliori attraverso interessi il fuoco delladi razza Moloc. umana. Questa Ma doppia ciò voleva purificazione dire privarla attraverso di tutti i il vizi fuoco e i "piaceri e l'acqua del era peccato" praticata che inla Messico mente naturale tra i seguaci non rinnovata di Wodan. e non Nel mondo santificata, pagano continuamente la stessa doppia bramava. purificazione Ciò dev'essere fu anche praticata segretamente tra i vecchi stato una pagani schiavitù romani insostenibile e, nel corso per dei tutti tempi, coloro pressoché che possedevano dovunque. L'adorazione una mente empia. del fuoco "La e mente l'adorazione carnale del è nemica serpente di Dio", che erano "nonstate è soggetta entrambe alladeposte, sua legge", furono ne è ristabilite in grado in di una compierla. nuova forma Essa dice con tutte all'Onnipotente le vecchie abominazioni "Ci allontaniamo, e l'aggiunta perché di non molte desideriamo altre. Quando conoscere la le sua tue adorazione vie". Fino fuafermamente quando l'influenza ristabilita del edgrande ogni opposizione padre del nuovo fu rimossa, mondo il esercitava dio del mare ascendente, fu anche non adorato c'è da come meravigliarsi il dio della che guerra coloro che i quali morì erano per il bene lontani dell'umanità da Dio e dalla ma che devozione, dopo la risurrezione sentissero il diviene cielo e assolutamente la sua influenza invincibile. e autorità Nella come intollerabilmente Roma pagana, in vicini ricordo e che di questa in tali circostanze nuova incarnazione, essi "non il camminassero" 25 dicembre, altrimenti ma solo "strisciassero" noto come il giorno cioè non di avevano Natale, era alcuna il "Natalis libertàSolis di camminare invicti", il"secondo compleanno il desiderio dell'indomito dei loro sole.occhi e l'immaginazione dei loro cuori". Nimrod li Abbiamo emancipò egualmente da tale schiavitù. visto Mediante che il vero l'apostasia nome delche diointrodusse, romano della mediante guerrala fosse vita giustamente libera che si il sviluppò nome difra Nimrod coloro per che "Mars" gli gravitavano e "Mavor", intorno, i due ben separandoli conosciuti dalla nomi santa del influenza rè della guerra che in un romano certo che qualerano modoevidentemente in precedenza li la aveva giustacontrollati, traduzioneegli romana li aiutò dalad caldeo allontanarsi "Mar" e da "Mavor" Dio eil dalla "Ribelle". stretta Così spiritualità come ribelle dellae sua invincibile legge, era divenendo stato Nimrod così "l'elevatore che rappresentava dei cieli", Dagon, facendo la bestia sentire del e agire mare. gli Il uomini lettore se come consise dera il cielo Riv. fosse 13:3-4 lontano vedrà da precisamente loro o dalla così: terra, come se il Dio del cielo "non potesse vedere attraverso le oscure nubi", ne potesse mostrare il suo dispiacere nei confronti diuna chidelle infrangeva la come sua legge. Tutti avrebbero potuto respirare "E vidi due teste scannata a morte, ma la sua piaga liberamente e sanata, camminare in la libertà. tale motivo tali uomini avrebbero mortale fu e tutta terra Per seguì la bestia selvaggia con ammiconsiderato un benefattore. razione. Nimrod E adorarono il dragone perché aveva dato l'autorità alla Orbene, chi avrebbe immaginato che tradizione taitiana avrebbe gettato luce bestia selvaggia e adorarono la una bestia selvaggia con le parole: 'Chi è sulla storia di Atlante? In effettiequando Atlante che, porta il cielo sulle spalle, è simile alla bestia selvaggia chi può guerreggiare contro di essa?'". posto in giusta posizione con il deificato eroe dei mari del sud, che benedisse il Con mondo tutto sollevando il rispettoivi cieli è analogia che incombevano tra la profezia su e dil'antico esso, chi simbolo non vedrà babilonese. che l'una 6 Possiamo storia ha relazione di questo con trovare l'altra? ogni Così, corrispondenza quindi sembra nella che storia Atlante, religiosa con il del cielo romasul no suoimpero dorso, non dopo sila riferisca caduta semplicemente del vecchio paganesimo? ad una conoscenza Sì, sotto astronomica, ogni aspetto.come Non appena alcuni hanno il paganesimo supposto, fu legalmente ma a qualcosa abolito, del estinto tutto differente, l'eterno fuoco cioè dialla Vesta grande ed il vecchio apostasia serpente dei giganti fu cacciato che si ribellarono da quel potere contro che il così "cielo", lungamente nella quale si era Nimrod, assicura"il to, potente", egli tentò il suo il più riconosciuto potente dei malvagi caporione, per occupava riguadagnare unala posizione propria influenza preminente. e la propria Secondo autorità. il sistema, della cui introduzione Nimrod fu un grande strumento, gli Così, uomini nel furono tempoindotti intermedio, a credere scoperta che non quella sarebbe persecuzione stato necessario della Cristianità, un effettivo non potendo cambiamento distruggere della la terra chiesa e, poiché simboleggiata tale cambiamento della donna era vestita inutile, di sole, avrebbero usò un'altra potuto linea essere dirigenerati condotta. mediante Riv. 12:15: semplici "E dalla mezzi sua bocca esterni. il serpente Guardando vomitò il soggetto dietro alla donna luce delle acqua orge simile dei baccanali a un fiume, che, per come farla il annegare lettore ha nel visto, fiume". commemoravano Il simbolo qui è lacertamente storia di Nimrod, molto rimarchevole. è evidente che egli indusse il genere umano a ricevere il Se loro questo bene era dai il godimenti dragone di sensuali fuoco e esso mostrò poteva loro essere quanto l'atteso piacere chepotessero si voleva trarre fosse rappresentato, dal godimento in del concordanza peccato senza ai miti alcun popolari timore "come dell'ira vomitando di Dio. Nelle fuocosue dietro varie la donna". spedizioni Ma egli nonera è così. sempre Fu un accompagnato diluvio d'acqua da schiere che eglidi buttò donne fuori e con dalla musiche, propria bocca. canti, gochi, Cosa sperava ribalderie questo e malvagio? qualsiasi altra Comecosa l'acqua gli viene fosseemessa piaciuta, dallaegli bocca si del guadagnava dragone così il favore la falsa deldottrina. genere umano. Ma niente è più specifico di questo? Ogni singolo sguardo al vecchio sistema babilonese evidenzierà che l'acqua but-

Le Due Babilonie 164 45 tata fuori dalla bocca deve essere l'acqua della SOTTOSEZIONE IV rigenerazione battesimale. In questo preciso periodo, quando il paganesimo fu soppresso, la dottrina della LA MORTE DEL FIGLIO rigenerazione viene incontro col battesimo già operante nella Chiesa Cristiana, Sulla morte di le scritture tacciono. è un'antica tradizione la minacciando diNimrod diffondersi come un diluvio Vi su tutto l'impero romano.secondo Fu allora, quale egli morì di il morte violenta. circostanze di tale morte, comunque, come precisamente che nostro SignoreLe Gesù Cristo cominciò ad essere popolarmenvengono rappresentate dall'antichità, circondate da leggenda. Si dice che te chiamato Ichthys che è "II pesce",sono manifestalmente identificandolo con Dauna tempesta di del vento da avanti Dio contro la torre di Babele la rovesciasse e gon. Dalla fine IVmandata secolo in fu insegnato che chiunque fosse stato che Nimrod perisse sotto leera sue Ciò potrebbe essere falso, poiché lavato nella fonte battesimale in rovine. tal modo reso puro, così vergine e candido. abbiamo sufficienti evidenze veramente che la torredalla di Babele a lungo dopo il tempo Questo diluvio non fuoriuscì boccarimase di Satana, il vecchio serpendi Nimrod. circa la morte di Nino, la storia profana è oscura e tenebrosa, te, ma dallaQuindi, bocca di colui che viene riconosciuto dai pagani di Roma come il sebbenecapo un racconto narri che egli subisse una morte violenta come quella di visibile del vecchio romano paganesimo. Penteo, Licurgo e Orfeo che, si dice, fossero fatti a pezzi. L'identità Nimrod, e Quando l'adorazione romana del fuoco fu soppressa, abbiamo visto di che la carica dell'egiziano Osiride è capo un fatto in base a ciò noi cercheremo far luce di Pontefice Massimo, delstabilito; paganesimo, fu abolita. Quello era "II di ferimento sulla morte di testa Nimrod. Osiride di subì una Ma morte violenta tale morte fu il tema mortale" della del dragone fuoco. quella testa e che ricevette la propria centrale di tutta ad l'idolatria egiziana. Se Osiride era Nimrod, come abbiamo visto, ferita cominciò essere risanata. Pochi anni dopo che il titolo pagano di Pontequella violenta che gli con egiziani piangevano così pateticamente nelle loro fice fu morte abolito, esso rinacque il vero Imperatore e fu ripristinato con tutte le feste annuali nonpagane, era altro che la morte Nimrod. racconti allain morte sue associazioni sul vescovo didi Roma che,Ida questorelativi momento poi, del dio adorato nei rappresentazione diversi riti misterici di diversi paesi raggiungono tutti la comincia la grande nel riversare sulla professione del Cristiastessa conclusione. Una dichiarazione di Platone sembra mostrare che al suo nesimo la prima rovinosa dottrina della rigenerazione battesimale unita a tutte le giorno l'egiziano Osiride era considerato lo stesso che Tammuz; ed è ben noto altre dottrine derivate dall'antico sistema babilonese. che Tammuz è pagano altri che il al famoso cacciatore, per era la cui morte, Quando questonon titolo fuAdone, concesso vescovo romano, non veramente secondo la leggenda, Venere pianse le donne d'Egitto la concessione di un titolo onorifico, maamaramente. un titolo che Come concedeva enorme potenpiangevano Osiride, così le donne Fenicie e Assire piangevano e a za. All'autorità del Vescovo di Roma, in questa nuova veste, siTammuz associavano Roma leodonne facevano lamento Bacco. Il Nebros o "cerbiatto maculato" era "cinque sei altri vescovi", come su suoi consiglieri, ancora vescovi e metropolitail simbolo di Bacco, poiché rappresentava Nebrod o lo stesso Nimrod. Orbene, ni da ogni chiesa. Nell'antica Gallia e non meno in Italia si era a loro assoggettain etalune celebrazioni mistiche, il Nebros, o "cerbiatto ti, le peneoccasioni, civili eranonelle affiancate a quelle da loro istituite per sottomettere alle macchiato", era fatto a pezzi, appositamente, come apprendiamo da Fotius in loro pontificali decisioni. commemorazione di ciò che era avvenuto a Bacco che era rappresentato dal Vigendo questo potere con l'imperiale autorità nelle vesti del Vescovo romano, cerbiatto. grande fu il danno alla causa del vero e della dirittura morale quando il Vescovo Il fare adi pezzi il Nebros "il cerbiatto maculato", conferma la conclusione che la dispose dedicarsi all'estensione della falsa dottrina. morte di Bacco come quella Osiride, la Sposa, morte di Nebrod delche Per quanto formidabile fosse di il danno, larappresentano vera Chiesa, la la Moglie era adorato dai babilonesi sotto lo stessoda nome "maculato". Sebbene non l'Agnello, era meravigliosamente protetta essa.di Per un certo periodo quella troviamo racconto relativo misteri osservati in Grecia in memoria di Chiesa fu alcun protetta dai pericoli, nonai solamente nelle arroccate fortezze nelle quali Orione, gigante e potente dama Omero, tale nome, molti deiilpropri devoti membricacciatore fondaronocelebrato i loro asili, anche con per un notevole tuttavia egli era Divina rappresentato simbolicamente come se fosse morto alla stessa intervento della Provvidenza a proprio vantaggio. 1 maniera di Osiride, essendo quindi parole. stato traslato in cielo . la terra venne in aiuQuell'intervento e riferito a queste Riv. 12:16: "Ma Dalle storie persiane ciaprì viene espressamente confermato fudragone Nimrod ad to della donna, e la terra la sua bocca e inghiottì il fiume che che il aveessere deificato dopo sua morte, col nome di Orione, e la posto le la stelle. va vomitato dalla sua la bocca". Nel mondo letterale, quando terrafra apre sua Abbiamo qui, dunque, un'ampia evidenza, che unitamente ci porta bocca si intende un terremoto, ee il conclusiva termine terremoto accorda con il linguaggio ad una sola conclusione: latutto morte di Nimrod, il bimbo adorato fra le figurativo di Apocalisse che dove tende giustamente ad evidenziare il braccia grande della dea madre di Babilonia, fu una morte noi violenta. sconvolgimento politico. Adesso, quando esaminiamo la storia del periodo Orbene, quando questoche potente eroe, nel mezzo della sua carriera di gloria, fu in questione, troviamo questo fatto accorda esattamente con la prefiguraziostroncato improvvisamente da subito una morte sembra che il paese intero fu ne del Vescovo di Roma che, dopoviolenta, essere divenuto Pontefice, così solletravolto nella catastrofe. Quando la notizia diffuse, coloro che vivevano di citamente portò nel paganesimo della chiesa si quegli sconvolgimenti politici, inipiaceri credettero che di siRoma fosse eeclissata la gaiezza delle nazioni. Alto franfu il ziati nell'impero civile mai cessati, fino a che l'impero non verrà lamentoe che si levò ovunque fino ai cieli,che da la parte deglispirituale apostati del della fede tumato disperso. Ma per questo vediamo potenza papato primitiva per tale fino spaventosa catastrofe. stabilita Fu allora che,le ebbero inizio le era stata, dall'inizio ad ora, fermamente su tutte nazioni dell'occilamentazioni per Tammuz, nelle quali furono colpevolmente implicati i figli dente. d'Israele, e la cui esistenza dopo si può tracciare non soloromano attraverso gli annali È chiaro che immediatamente Damasus, il vescovo ricevette il suo

46 163 Rev. Alexander Hislop dell'antichità, ziato con Gibbon, classica, il primo ma che nella rifiutò letteratura di adornarsi mondiale degli idolatrici da Ultima abiti pontificaThule al Giappone. li o apparire come pontefice. Circa Adesso il da prevalere questo èdi evidente tali lamentazioni che, quando inil Cina, paganesimo così sifu esprime abolito il nell'impero Rev. W. Gillespie: romano, quando “La festa la carica del battello-dragone del pontefice massimo ha luogo fu asoppressa metà dell'estate e tutti i ed dignitari è una stagione del paganesimo di grande furono eccitazione. cacciati dai Circa loro 2000 influenti anni e potenti fa qui insediamenti, viveva un giovane questo mandarino non fu soltanto cinese, la cacciata Wat-yune, del dragone molto rispettato di fuoco da e Roma prediletto ma ladal cacciata popolo. del Con dradolore gone di di fuoco tutti, di Babilonia. egli improvvisamente annegò nel fiume. Molti battelli si accinsero In senso simbolico, immediatamente era giusto alla il sua decreto ricerca, sul ma reale il suo solo corpo e legittimo non fu mai successore ritrovato. di Fin Nimrod, d'allora, quando nello la stesso grandezza giorno deldel suomese, crollo idiede battelli-dragone, origine all'esclamazione: vanno in cerca di lui”. «Come "È sei qualcosa" caduto dall'alto aggiunge ol'autore, Lucifero "di figlio simile delal giorno». lamento per Adone, o al pianto su Tammuz menzionato nelle Scritture". Poiché il grande dio Budda è rappresentato in Cina generalmente come un negro, ciò può servire a identificare il diletto mandarino la cui perdita è pianta SEZIONI II ogni anno. Il sistema religioso giapponese coincide largamente con quello cinese. In Islanda, e in tutta la LA BESTIA DEL MARE Scandinavia, vi sono simili lamentazioni per la perdita del dio Balder. Balder a II prossimo grande nemico che Loki, la nostra presenta è la bestia dal causa del tradimento del dio lo documentazione spirito del destino del male, secondo mare. Riv. esso stette fermo sabbia del mare. E trucidato, vidi ascendere dal quanto era 13:1 stato«Ed scritto nel libro del sulla destino, doveva essere sebbene mare una bestia con dieci corna e Suo settepadre teste,Odino e sulle sue corna dieci l'impero del cieloselvaggia dipendesse dalla sua vita". aveva "appreso il diademi, segreto ma sulledal suelibro teste del nomi blasfemi». terribile destino, avendo evocato uno dei Volar dal suo Le sette teste e le dieci corna bestia nell'apprendere evidenziano come nel grande dradominio infernale. Tutti gli di dèiquesta tremarono tale fatto. Quindi gone questo potere di siaOdino) essenzialmente la ogni bestia stessa ma avendoe subito un soFrigga (la moglie sottopose oggetto, animato inanimato a stanzialegiuramento cambiamento. Dopo l'adorazione del dio delarmi fuoco, nel vecchio prestare di non distruggere o provvedere contro Balder.sistema Fuoco, babilonese fece prontamente seguito l'adorazione del dio dell'acqua delpianta, mare. acqua, rocce e vegetali furono vincolati a tale solenne obbligo. Solo e una Così comefu nel passato il mondo corse il l'omissione rischio di venire bruciato, così adesso il vischio, dimenticata. Loki scoperse e ottenne un'arma fatale da egualmente corre il rischio di venire quell'insignificante cespuglio. Fra sommerso. i passatempi dei guerrieri del Valhalla Si e visto attualmente che cosìera è stato nella storia messicana. dicono, prima(l'assemblea degli dèi) uno quello di scagliare dardi Essi contro la divinità riamente fu distrutto con il fuoco e quindi fu distrutto con petto l'acqua. invulnerabile, che provava piacere nel presentare il suo magico alle loro La mitologia stessa attraverso Bardi afferma una armi. Durante druida uno di dà tali la tornei, il versione, genio malvagio pose iun ramoscello diche vischio tremenda tempesta di fuoco spaccò la terra fu rapidamente seguitala dall'esplonelle mani del cieco Hoder e diresse la esua mira adempiendo terribile sione del Lake-Elion, quando le acquefratricidio. degli abissi tracimarono «coprendo tutto predizione mediante un involontario Gli astanti rimasero attoniti e il mondo». In Grecia troviamo narrata la stessa storia. più Diodoro Siculo dice, senza parola dallo stupore; e la loro sfortuna fu grande di ogni altra ci poiché che nei primi tempi, un mostro chiamato Egida, il quale vomitava fiamme, nessuno, per rispetto alla sacralità del luogo, osò vendicarlo. Con lagrimeapdi parve in essi Frigia e da quel momento il monte Taurus improvvisi lamenti trasportarono il corpospandendo senza vita lungo sulla spiaggia e lo posero su un e travolgenti scoppi d'incendiinsieme bruciò tutti i boschi fino all’ spazzò la forebattello, come pira funebre, a quello di Nanna la India, sua amata sposa che sta del monte e si estese dall'Egitto fermandosi solo insieme quando era morta col Lebanon cuore infranto. Il suo cavallo all'Africa, e le sue armi furono arsi fu costretto dafunebri Minerva. I Frigi ricordarono quelle conflagrazioni il dilusecondo i riti degli antichi eroi del bene nord". Quindi Frigga, sua ed madre, fu vio che lo seguì. Ovidio stesso nella per sua la favola della delfiglio", cigno, sopraffatta dal dolore. "Inconsolabile perdita deltrasformazione suo meraviglioso alluse alla stessa adorazione delrondine) fuoco alla quale fece dice il chiaramente dott. Crichton "essa inviò Hermod (la alla dimora di velocemente Hela (la dea seguito l'adorazione dell'acqua. Egli descrive re Cigno unitesi aglila amici degli inferi, o delle regioni infernali), ad iloffrire un che riscatto per sua di Phaethon La e di conseguenza all'adorazione del liberato, fuoco, dopo la morte dei cosa suoi liberazione. tetra dea promise che lo avrebbe a patto che ogni amiciterra avvenuta mezzo del in fuoco, lo odiò tal Quindi punto da prendere l'elemento sulla fosse a stata trovata cordoglio pera lui. dei messaggeri furono contrarioin che è l'acqua, come suo habitat, e sil'ordine trasformò in cigno. mandati tutto il mondo a controllare che fosse rispettato e gli effetti Il grande diluvio che in furono India occupa un postovi rilevante nella generale'". storia dellaVi mitolodella tristezza generale come 'quando è un disgelo sono gia, sebbene fosse confuso con la storia di Noè deve esseredue stato evidenziato variazioni considerevoli dalla storia originale in queste leggende; macon in gli stessi simboli, e fustoria durante quel diluvio ultimi Vedas o libri le sacri fufondo l'essenza della è la stessa, per che cui gli si presuppone abbiano stesse rono ritrovati per mezzo del grande dio nella forma di pesce. Evidentemente la origini. perdita dei Vedas ebbe luogo nell'esatto periodo del terribile disastro accorso a questi dei; secondo i Purans, un dio, acerrimo nemico di questi dei, chiomato Durgu, abolì tutte le cerimonie religiose e i Bramini spaventati abbandonarono

Le Due Babilonie 163 46 la lettura dei Vedas. Il fuoco perse la sua energia SOTTOSEZIONE V e le stelle atterrite si nascosero alla vista, in altre parole adorazione delFIGLIO fuoco e l'adorazione dei corpi LAl'idolatrica DEIFICAZIONE DEL celesti furono soppresse. Così quando noi consideriamo Babilonia troviamo Se qualcuno più la dimedesima ogni altro situazione. fu profondamente coinvolto nella tragica morte di sostanzialmente Nimrod, questi fu del sua diluvio moglie Semiramide che, da una posizione umile all'inizio, In Beroso l'inizio è rappresentato con il periodo di Alorus o dio del era stata esaltata fino a il condividere con lui sono il trono di Babilonia. fuoco, ovvero Nimrod, che evidenzia che entrambi intesi inCosa sensoavrebbe simbofatto in tale situazione? quietamente dimenticato la o fama e gli onori a lico. Adesso, da questo Avrebbe diluvio, emerge Dagon il dio pesce dio del mare. Le cui era dell'adorazione stata abituata? di No. Sebbene la morte di suosono marito avesse inferto un origini Dagon, descritte da Beroso, fondate sulla leggenbrutto alladei sua potenza, tuttavia la risoluzione e un'ambizione sfrenata la da che colpo al tempo tempi, quando gli uomini erano ancora barbari, uscì dal mar portarono a perseguire i suoi fini.chiamata In vita suo marito era stato onorato come un Rosso o golfo Persico, una bestia Oannes, mezzo uomo e mezzo pesce eroe, nella morte lei l'avrebbe fatto adorare come un dio, si,ed il istruendoli promesso seme che civilizzò i Babilonesi insegnando loro le arti e le scienze nella 1 della donna, "Zero-asta" politica e nella religione. che era destinato a schiacciare la testa del serpente e che, nel farlo,di avrebbe una ferita al calcagno. I patriarchi e il mondo L'adorazione Dagon ricevuto fu introdotta da molte parti esonerando naturalmente, antico generale erano perfettamente conoscenza della grande promessa Nimrodin che aveva precedentemente tanto asedotto il mondo con l'adorazione del originaria dell'Eden e sapevano bene che il ferire il calcagno del seme promesso fuoco. voleva la sua introdotti morte, e che maledizione sarebbe stata rimossa dal mondo Coloro dire che erano nel la mistero segreto, in un primo tempo professando solo con la morte del grande Liberatore. la promessa relativa allo stritolare la avversione alla prescritta adorazione delSe fuoco, cercarono di recuperare la loro testa del serpente Genesi, fatta ai nostri progenitori, fu fatta nel realmente, e se influenza e potere in con terribili immagini raffiguranti il diluvio quale Noè è tutto il generecon umano discende da loro, allorailci possiamo aspettare di trovare rappresentato il nome di Dagon, ovvero dio pesce; scene in cui l'intera tracce d'essa in tuttedisturbata le nazioni. E difatti è così. si trova un popolo famiglia dell'uomo dagli eventi della Difficilmente natura non potè fare a meno di sulla terra cui mitologia essala non sia adombrata. I Greci rappresentavano il sentire un nella profondo interesse per loro comune relazione con il secondo padre loro dio Apollo di uccidere il serpente ed Ercole della grande razza umana. Vistonell'atto la mescolanza di questi misteri Pitone; essi poterono soloche ristrangola serpenti mentre è ancora nella culla. In Egitto, India, Scandinavia e chiamare i alla memoria quella idolatria ristabilendo sostanzialmente l'esatto siMessico troviamo allusioni alla stessa grande verità. "Il genio del male" stema che avevano chiare ripudiato. dice Wilkinson, "dell'avversario del dio per egiziano è venne frequentemente Così velocemente fu preparato il cammino questo: Horus Tammuz presentarappresentato serpente con il capo per trafitto da una spada. La stessa to come colui come che si un concede all'immolazione il bene dell'umanità. Una dileggenda dovereale. il malvagio serpente Calyia è stinzione si fu rinviene fatta tra nelle il dioreligioni serpentedell'India, ed il serpente La specie divina fu rapucciso da con Visnù, nella sua incarnazione di Crisna (Fig. e la divinità presentata il serpente di Agathodaemon, l'altra specie con23) il serpente di Cascandinava Thor il avrebbe stritolato il capo del grande serpente con il suo codaemon ovvero maligno. martello". "L'origine di ciò", egli aggiunge "può farsi facilmente alla Fu facile quindi portare gradatamente gli uomini a credere che, a risalire dispetto di Bibbia". In riferimento a simili credenze fra i di messicani, troviamodell'adorazione che Humboldt tutte le apparenze contrarie, Tammuz invece essere il padrone dice che "il serpente stritolato grande spirito quando assume la forma del serpente, in senso cattivo,dal fosse in realtà il Teotl, grande nemico di Apophis, il di una serpente delle divinità subalterne, è delle il genio del un vero Kakodemòne". grande maligno, invidioso gioie delmale, genere umano, o che in effetti Orbene, nella maggior partedonna dei casi, quando si esaminalailtesta soggetto fino in egli fosse il vero seme della destinato a frantumare del serpente. fondo, ne emerge chei il dio che distrugge il serpente è rappresentato come se In qualche modo per metempsicosi fu facile identificare Nimrod in Noè e faperseverasse e sofferenze che conducono alla sua morte. Così il cendo questo nelle pare difficoltà che i patriarchi accondiscendessero graziosamente a reincardio Thor, mentre da infine il grande serpente, rappresentato come se, narsi in persone lorosconfigge favorevolmente scelte; così è Dagon potè nuovamente nel momento stesso della a vittoria, perisse a causa velenosi del suo riportare l'umanità ancora quelle benedizioni che degli avevaeffluvi perduto con l'uccisione respiro. La stessa sembra essere la maniera in cui i babilonesi rappresentavano il di Nimrod. Certo è che, nei misteri caldei, dovunque essi fossero istituiti, Dagon loro grandecon distruttore dei serpenti. La sua misteriosa sofferenza è così descritta fu adorato una caratteristica che rappresentava entrambi. In un sistema predal poeta greco Aratus, il purificarsi cui linguaggio mostrail che il adesso significato cedente un grande modo per era attraverso fuoco, è condella l'acrappresentazione era stato generalmente perduto, sebbene, considerato alla luce qua. delle Scritture, un significato profondo: In quel tempo assuma ebbe inizio la dottrina della rigenerazione battesimale connessa con"Una il passaggio di Noè attraverso le acque del diluvio. Allora iniziò la figura umana, sconvolta dalla fatica, appare; tuttavia il venerasuo zione sulla terra per le sacre sorgenti, i sacri laghi, i sacri fiumi ovunque si tronome rimane incerto; vassero. ne si conosce il lavoro che essa in tal modo sostiene; ma essa sembra Tracadere i Parsi,sulle che durante l'adorazione del fuoco, adorarono anche Zereparankand ginocchia; o mar Caspio ignoranti e tra gli indiani che adorano le acque e purificatrici del Gange le queli mortali la chiamano Engonasis; mentre sublimente lo che conta è che questo è il grande passaporto per il cielo. Ancora oggi nell'Irsue maestose mani sono spalancate sotto di lui si agita l'orrida testa

162 47 Rev. Alexander Hislop ziato dell'antichità, con Gibbon, classica, il primo ma che nella rifiutò letteratura di adornarsi mondiale degli idolatrici da Ultima abiti pontificaThule al li Giappone. o apparire come pontefice. Adesso Circa il da prevalere questo èdi evidente tali lamentazioni che, quando inil Cina, paganesimo così sifu esprime abolito il nell'impero Rev. W. romano, Gillespie: quando “La festa la carica del battello-dragone del pontefice massimo ha luogo fu a soppressa metà dell'estate e tutti i ed dignitari è una del stagione paganesimo di grande furono eccitazione. cacciati dai Circa loro 2000 influenti anni e potenti fa qui insediamenti, viveva un giovane questo non mandarino fu soltanto cinese, la cacciata Wat-yune, del dragone molto rispettato di fuoco da e Roma prediletto ma ladal cacciata popolo. del Con dragone dolore di di fuoco tutti, di Babilonia. egli improvvisamente annegò nel fiume. Molti battelli si In accinsero senso simbolico, immediatamente era giusto alla il sua decreto ricerca, sul ma reale il suo solo corpo e legittimo non fu mai successore ritrovato. di Nimrod, Fin d'allora, quando nello la stesso grandezza giorno del del suomese, crollo idiede battelli-dragone, origine all'esclamazione: vanno in cerca di «Come lui”. "È sei qualcosa" caduto dall'alto aggiunge ol'autore, Lucifero "di figlio simile delal giorno». lamento per Adone, o al pianto su Tammuz menzionato nelle Scritture". Poiché il grande dio Budda è rappresentato in Cina generalmente come un negro, ciò può servire a identificare il diletto mandarino la cui perdita è pianta SEZIONI II ogni anno. Il sistema religioso giapponese coincide largamente con quello cinese. In Islanda, e in tutta la LA BESTIA DEL MARE Scandinavia, vi sono simili lamentazioni per la perdita del dio Balder. Balder a II prossimo grande nemico che Loki, la nostra presenta è la bestia dal causa del tradimento del dio lo documentazione spirito del destino del male, secondo mare. Riv. essonel stette fermo sabbia del mare. E trucidato, vidi ascendere dal quanto era 13:1 stato«Ed scritto libro del sulla destino, doveva essere sebbene mare unadel bestia selvaggia con dieci corna e Suo settepadre teste,Odino e sulle sue corna dieci l'impero cielo dipendesse dalla sua vita". aveva "appreso il diademi, ma sulledal suelibro teste del nomi blasfemi». terribile segreto destino, avendo evocato uno dei Volar dal suo Le sette teste e le dieci corna questa bestia nell'apprendere evidenziano come nel grande dradominio infernale. Tutti gli di dèi tremarono tale fatto. Quindi gone questo potere di siaOdino) essenzialmente la ogni bestiaoggetto, stessa ma avendoe subito un soFrigga (la moglie sottopose animato inanimato a stanziale cambiamento. Dopo l'adorazione del dio delarmi fuoco, nel vecchio prestare giuramento di non distruggere o provvedere contro Balder.sistema Fuoco, babilonese fece prontamente seguito l'adorazione del dio dell'acqua delpianta, mare. acqua, rocce e vegetali furono vincolati a tale solenne obbligo. Solo e una Così comefu nel passato il mondo corse il l'omissione rischio di venire bruciato, così adesso il vischio, dimenticata. Loki scoperse e ottenne un'arma fatale da egualmente corre il rischio di venire quell'insignificante cespuglio. Fra sommerso. i passatempi dei guerrieri del Valhalla Si e visto attualmente cheuno cosìera è stato nella storia messicana. dicono, prima(l'assemblea degli dèi) quello di scagliare dardi Essi contro la divinità riamente fu distrutto con il fuoco e quindi fu distrutto con petto l'acqua. invulnerabile, che provava piacere nel presentare il suo magico alle loro La mitologia stessa attraverso Bardi afferma una armi. Durante druida uno di dà tali la tornei, il versione, genio malvagio pose iun ramoscello diche vischio tremenda tempesta di fuoco spaccò la terra fu rapidamente seguitala dall'esplonelle mani del cieco Hoder e diresse la esua mira adempiendo terribile sione del Lake-Elion, quando le acquefratricidio. degli abissi tracimarono «coprendo tutto predizione mediante un involontario Gli astanti rimasero attoniti e il mondo». In Grecia troviamo narrata la stessa storia. Diodoro Siculo dice, senza parola dallo stupore; e la loro sfortuna fu grande più di ogni altraci poiché che nei primi tempi, un mostro chiamato Egida, il quale vomitava fiamme, nessuno, per rispetto alla sacralità del luogo, osò vendicarlo. Con lagrimeapdi parve in essi Frigia e da quel momento il monte Taurus improvvisi lamenti trasportarono il corpospandendo senza vita lungo sulla spiaggia e lo posero su un e travolgenti scoppi d'incendiinsieme bruciò tutti i boschi fino all’ spazzò la forebattello, come pira funebre, a quello di Nanna la India, sua amata sposa che sta monte e si estese dall'Egitto fermandosi solo insieme quando era del morta col Lebanon cuore infranto. Il suo cavallo all'Africa, e le sue armi furono arsi fu costretto dafunebri Minerva. I Frigi ricordarono quelle conflagrazioni il dilusecondo i riti degli antichi eroi del bene nord". Quindi Frigga, sua ed madre, fu vio che lo seguì. Ovidio stesso nella sua favola della delfiglio", cigno, sopraffatta dal dolore. "Inconsolabile per la perdita deltrasformazione suo meraviglioso alluse alla stessa adorazione delrondine) fuoco alla quale fece dice il chiaramente dott. Crichton "essa inviò Hermod (la alla dimora divelocemente Hela (la dea seguito l'adorazione dell'acqua. Egli descrive re Cigno unitesiper aglila amici degli inferi, o delle regioni infernali), ad iloffrire un che riscatto sua di Phaethon La e di conseguenza all'adorazione del liberato, fuoco, dopo la morte dei cosa suoi liberazione. tetra dea promise che lo avrebbe a patto che ogni amici avvenuta mezzo del in fuoco, lo odiò a lui. tal Quindi punto da prendere l'elemento sulla terra fosse a stata trovata cordoglio per dei messaggeri furono contrario che è l'acqua, come suo habitat,che e sil'ordine trasformò in cigno. mandati in tutto il mondo a controllare fosse rispettato e gli effetti Il grande diluvio che in furono India occupa un postovi rilevante nella generale'". storia dellaVi mitolodella tristezza generale come 'quando è un disgelo sono gia, sebbene fosse confuso con la storia di Noè deve esseredue stato evidenziato con variazioni considerevoli dalla storia originale in queste leggende; ma in gli stessi simboli, e fustoria durante quel diluvio ultimi Vedas o libri le sacri fufondo l'essenza della è la stessa, per che cui gli si presuppone abbiano stesse rono ritrovati per mezzo del grande dio nella forma di pesce. Evidentemente la origini. perdita dei Vedas ebbe luogo nell'esatto periodo del terribile disastro accorso a questi dei; secondo i Purans, un dio, acerrimo nemico di questi dei, chiomato Durgu, abolì tutte le cerimonie religiose e i Bramini spaventati abbandonarono

Le Due Babilonie 162 47 la lettura dei Vedas. Il fuoco perse la sua energia SOTTOSEZIONE V e le stelle atterrite si nascosero alla vista, in altre parole adorazione delFIGLIO fuoco e l'adorazione dei corpi LAl'idolatrica DEIFICAZIONE DEL celesti furono soppresse. Così quando noi consideriamo Babilonia troviamo Se qualcuno più la dimedesima ogni altro situazione. fu profondamente coinvolto nella tragica morte di sostanzialmente Nimrod, questi fu del sua diluvio moglie Semiramide che, da una posizione umile all'inizio, In Beroso l'inizio è rappresentato con il periodo di Alorus o dio del era stata esaltata fino a il condividere con luisono il trono di Babilonia. fuoco, ovvero Nimrod, che evidenzia che entrambi intesi inCosa sensoavrebbe simbofatto Adesso, in tale situazione? Avrebbeemerge quietamente dimenticato laofama e gli onori a lico. da questo diluvio, Dagon il dio pesce dio del mare. Le cui era dell'adorazione stata abituata? di No. Sebbene la morte di suosono marito avesse inferto un origini Dagon, descritte da Beroso, fondate sulla leggenbrutto alladei sua potenza, tuttavia la risoluzione e un'ambizione sfrenata la da che colpo al tempo tempi, quando gli uomini erano ancora barbari, uscì dal mar portarono a perseguire i suoi fini.chiamata In vita suo marito era stato onorato come un Rosso o golfo Persico, una bestia Oannes, mezzo uomo e mezzo pesce eroe, nella morte lei l'avrebbe fatto adorare come un dio, si, il istruendoli promesso seme che civilizzò i Babilonesi insegnando loro le arti e le scienze ed nella 1 della donna, "Zero-asta" politica e nella religione. che era destinato a schiacciare la testa del serpente e che, nel farlo,di avrebbe una ferita al calcagno. I patriarchi e il mondo L'adorazione Dagon ricevuto fu introdotta da molte parti esonerando naturalmente, antico in generale erano perfettamente conoscenza della grande promessa Nimrod che aveva precedentemente tanto asedotto il mondo con l'adorazione del originaria dell'Eden e sapevano bene che il ferire il calcagno del seme promesso fuoco. voleva dire la sua introdotti morte, e che la maledizione sarebbe stata rimossa dal mondo Coloro che erano nel mistero segreto, in un primo tempo professando solo con la alla morte del grande Liberatore. la promessa relativa allo stritolare la avversione prescritta adorazione delSe fuoco, cercarono di recuperare la loro testa del serpente Genesi, fatta ai nostri progenitori, fu fatta nel realmente, e se influenza e potere in con terribili immagini raffiguranti il diluvio quale Noè è tutto il generecon umano discende da loro, allorailci possiamo aspettare di trovare rappresentato il nome di Dagon, ovvero dio pesce; scene in cui l'intera tracce d'essa in tuttedisturbata le nazioni. E difatti è così. si trova un popolo famiglia dell'uomo dagli eventi della Difficilmente natura non potè fare a meno di sulla terra nella cui mitologia essala non sia adombrata. I Greci rappresentavano il sentire un profondo interesse per loro comune relazione con il secondo padre loro grande dio Apollo di uccidere il serpente ed Ercole della razza umana. Vistonell'atto la mescolanza di questi misteri Pitone; essi poterono soloche ristrangola i serpenti mentre è ancora nella culla. In Egitto, India, Scandinavia e chiamare alla memoria quella idolatria ristabilendo sostanzialmente l'esatto siMessico troviamo allusioni alla stessa grande verità. "Il genio del male" stema che avevano chiare ripudiato. dice velocemente Wilkinson, "dell'avversario del dio per egiziano è venne frequentemente Così fu preparato il cammino questo: Horus Tammuz presentarappresentato serpente con il capo per trafitto da una spada. La stessa to come colui come che si un concede all'immolazione il bene dell'umanità. Una dileggenda si dove il malvagio serpente Calyia è stinzione fu rinviene fatta tra nelle il dioreligioni serpentedell'India, ed il serpente reale. La specie divina fu rapucciso da con Visnù, nella sua incarnazione di Crisna (Fig. e la divinità presentata il serpente di Agathodaemon, l'altra specie con23) il serpente di Cascandinavaovvero Thor il avrebbe stritolato il capo del grande serpente con il suo codaemon maligno. martello". "L'origine di ciò", egli aggiunge "può farsi facilmente alla Fu facile quindi portare gradatamente gli uomini a credere che, a risalire dispetto di Bibbia". In riferimento a simili credenze fra i di messicani, troviamodell'adorazione che Humboldt tutte le apparenze contrarie, Tammuz invece essere il padrone diceserpente, che "il serpente stritolato grande spirito quando assume la forma del in senso cattivo,dal fosse in realtà il Teotl, grande nemico di Apophis, il di una serpente delle divinità subalterne, è delle il genio del un vero Kakodemòne". grande maligno, invidioso gioie delmale, genere umano, o che in effetti Orbene, maggior partedonna dei casi, quando si esaminalailtesta soggetto fino in egli fossenella il vero seme della destinato a frantumare del serpente. fondo, ne emerge chei il dio che distrugge il serpente è rappresentato come se In qualche modo per metempsicosi fu facile identificare Nimrod in Noè e faperseverasse e sofferenze che conducono alla sua morte. Così il cendo questo nelle pare difficoltà che i patriarchi accondiscendessero graziosamente a reincardio Thor, mentre da infine il grande serpente, rappresentato come se, narsi in persone lorosconfigge favorevolmente scelte; così è Dagon potè nuovamente nel momento stesso della a vittoria, perisse a causa velenosi del suo riportare l'umanità ancora quelle benedizioni che degli avevaeffluvi perduto con l'uccisione respiro. La stessa sembra essere la maniera in cui i babilonesi rappresentavano il di Nimrod. Certo è che, nei misteri caldei, dovunque essi fossero istituiti, Dagon loro grande distruttore dei serpenti. sua misteriosa sofferenza è così descritta fu adorato con una caratteristica cheLa rappresentava entrambi. In un sistema predal poeta greco Aratus, il purificarsi cui linguaggio mostrail che il adesso significato cedente un grande modo per era attraverso fuoco, è condella l'acrappresentazione era stato generalmente perduto, sebbene, considerato alla luce qua. delle Scritture, un significato profondo: In quel tempo assuma ebbe inizio la dottrina della rigenerazione battesimale connessa con"Una il passaggio di Noè attraverso le acque diluvio. Allora iniziò la figura umana, sconvolta dalla del fatica, appare; tuttavia il venerasuo zione sulla terra per le sacre sorgenti, i sacri laghi, i sacri fiumi ovunque si tronome rimane incerto; vassero. ne si conosce il lavoro che essa in tal modo sostiene; ma essa sembra Tracadere i Parsi,sulle che durante l'adorazione del fuoco, adorarono anche Zereparankand ginocchia; o mar Caspio e tra gli indiani che adorano le acque e purificatrici del Gange le queli mortali ignoranti la chiamano Engonasis; mentre sublimente lo che conta è che questo è il grande passaporto per il cielo. Ancora oggi nell'Irsue maestose mani sono spalancate sotto di lui si agita l'orrida testa

48 161 Rev. Alexander Hislop Mentre Nino è letteralmente ucciso consembra la spada, Sem, con la spada dello da Spiridel dragone, e il suo piede destro fermo, fisso sulla cresta to, scacciare vince il sistema dell'adorazione del fuoco e così sottomette il cuore degli del mostro che si contorce". uomini inducendoli a credere, per un certo periodo di tempo, che tale sistema di La adorazione costellazione fosse totalmente così rappresentata estinto. è conosciuta con il nome comune de "L'inginocchiato" Nell'impero romano, dalla allo stessa stesso descrizione modo morì di il questo dragone poeta di fuoco, greco, ricevendo ma è chiaro una mortale ferita di spada, quellache, spada poiché dello "Engonasis" Spirito, la quale proviene è la parola da Babilonia, di Dio. Così questa è un'esatta analogia dev'essere tra tipointerpretata, e anti-tipo; non ma non in greco solo in bensì questo. in Quando i documenti storici sono caldeo, indagati poiché scrupolosamente, l'azione diventa stessa evidente della che, quando la testa dell'idolatria rappresentazione di Roma fu staccata lo richiede, con la spada il titolo attraverso del l'eliminazione della carica di «Pontefice sofferente Massimo», misteriosol'ultimo è proprio pontefice "Colui massimo che romano era L’ATTUALE, LEGITTIMA schiaccia , ESCLUSIVA il serpente". RAPPRESENTAZIONE Alcune volte comunque, DI NIMROD e del suo sistema idolatrico. Per l'effettiva chiarire uccisione questo è necessaria del serpente una era breve rappresentata occhiata alla storia romana. come qualcosa di più facile; tuttavia, anche Nei primi periodi preistoria, in comune l'ultimo con risultato tutta laera terra, la Roma morte.era Laprofonmorte II serpente Calyadella ucciso da allora, damente ubriaca della «Coppa del d'oro» distruttore di Babilonia. di serpente Vi è è una descritta connessione in modo con da Visnù nella sua incarnazione di l'idolatria di Babilonia, che la pone non lasciare al di sopra dubbi di ogni circaaltra l'origine nazione della in leggenda. una posiCrisna ed una dea egiziana che zione peculiare ed unica. schiaccia la testa del serpente Questo è proprio il caso del dio indiano Crisna, a Al tempo di Romolo, la rappresentazione cui allude del Wilkinson Messia Babilonese, nell'estratto chiamato già fornito. col Nella suo nome, leggenda stabilì che il lo suo riguarda, tempio vi adè un incluso dio eililracconto suo palazzo della ad primitiva un re, ed promessa uno di edenica. questi, molto Per primo, imponente, egli è venne rappresentato a trovarsinelle all'interno raffigurazioni delle mura e nelle di quella immagini città con che Remo il suo epiede suo fratello sul capo erano del destinati grande serpente a fondare. e quindi, dopo averlo distrutto, narra Sulla collina la leggenda, Capitolina, egli muore famosa in dopo conseguenza quei giorni, d'una come freccia il grande al piede eccelso e, come luogo nel caso dell'adorazione di Tammuz, romana, vengono fu eretta fatti Saturnia, annualmente o città grandi di Saturno lamenti il gran sulla dio suadei morte. CalAnche dei. Qualche in Grecia, ribellione nella storia ebbe classica luogo quando di Paride furono e di abolite Achille,le abbiamo immagini una scolpite chiara allusione di Babilonia a quella e fu rigorosamente parte della promessa proibito primitiva, farsi qualche cheidolo; si riferisce quando ali ferire due geil calcagno melli fondatori del conquistatore. di questa nuova Achille, città eressero figlio unico le sue di modeste una dea, mura, era invulnerabile, la città ed il eccetto palazzo il dei tallone, loro predecessori dove una ferita babilonesi sarebbe furono stata mortale. a lungo lasciati Su di esso in rovina. l'avversario Il rodiresse vinoso stato il suodi colpo quella edsacra il risultato città, al fu tempo la morte. di Evander, è menzionato da Virgilio, Orbene, riferendosi se al vitempo è ancora in cui tale Enea evidenza visitò l'antico che perfino re italiano. i pagani Così sapevano egli dice:che solo morendo Quando vedemmo il promesso dueMessia cumuliavrebbe di rovine distrutto ecc. ecc. la morte e colui che ha il potere della La mortale morte, ferita cioè il inflitta Diavolo, al sistema quanto più caldeo, vivida comunque, dev'essereera stata destinata l'impressione a guarire. del genere Una colonia umano di Etruschi in generale che circa zelantemente questa attaccò verità vitale l'idolatria ai primi caldea giorni immigrò, di Semiramide, alcuni dall'Asia quand'erano Minore, altri ancora dalla tanto Grecia vicini e si alla insediò sorgente nei dintorni di tutte le di tradizioni Roma. A divine. lungo andare Quando furono perciò incorporati fu dato il nome nello stato di Zoroastes romano, "il ma seme prima della che donna" questaafusiocolui che ne politica era perito avesse nel luogo, mezzo esercitarono della sua la fortunata più potente carriera influenza di falsa nellaadorazione religione dei e apostasia, Romani. Per non primi può furono esservi abili dubbio in divinazioni, sul significato presagi, che in quel tutte le nome scienze intendeva reali o trasmettere. presunte, monopolizzando E il fatto della gli morte auspici violenta ed i dell'eroe presagi, fatto che, nelle sta che considerazioni i Romani guardei suoi darono sostenitori, loro con rispetto. aveva fatto così tanto bene al genere umano, rendendo felice la loro E risaputo esistenza cheei liberandoli Romani ricavavano dal timore i loro dell'ira oroscopi avvenire, o presagi invecedalla d'essere lettura fatale della al conferimento mano ed all'inizio di tale nessuno, titolo, lo se favorì non i nativi più didi qualsiasi questo paese altro audace potevano disegno. esercitare Tutto la ciò funzione che era di Haruspex necessario (divinatore) all'approvazione che aveva del riferimento progetto da con parte tutti di i riti coloro usati che nel desideravano sacrificio. una scusa per continuare l'apostasia dal vero Dio, era solo d'insegnare Guerre e dispute che, sebbene sorsero il tra grande Romapromotore e gli Etruschi, dell'apostasia tuttavia fosse una moltitudine caduto preda di della nobilimalizia romani, degli fu mandata uomini,in egli Etruria aveva per gratuitamente essere istruita offerto nellese sacre stesso scienze per ilche bene lì del fiorivano. genere umano. Orbene, questo è in realtà ciò che fu fatto. La versione caldea della La conseguenza storia del grande fu che i Zeroastro Romani, è sotto che l'influenza egli pregò degli l'Iddio uomini supremo di cui delscrutavacielo di prendersi no le menti, la sua furono vita; plasmati che quella con sua quello preghiera che erafu radicato esaudita nell'antica e che egli adorazione spirasse, assicurò del fuoco aiesuoi richiamarono discepoli che, alla se memoria avessero ancora mostrato molto il dovuto di quell'idolatria riguardo per che la essi sua memoria, avevano formalmente l'impero non ripudiato. si sarebbePerciò, dipartito sebbene dai Babilonesi. Numa nell'introdurre Ciò che Beroso, il suo lo

Le Due Babilonie 161 48 storico sistema babilonese, religioso avesse dice finora circa lo tenuto stroncamento in considerazione del capo il del sentimento grande dio prevalente Belus, porta ai suoi alla giorni, stessa proibendo conclusione l'adorazione che Belus delle comandò immagini a uno per degli l'alleanza dèi ditra tagliargli i Romani la testa, e gli Etruschi affinchè nelle dal sangue cose sacre, così versato introdusse per suo argomenti comando perela didefinitiva sua propria sovversiovolontà, quando ne di quella si fosse proibizione. mischiato con la terra, potessero essere formate delle nuove creature, Il collegio poiché dei pontefici la prima di creazione cui dispose è rappresentata la fondazione, come nell'evolversi una sorta di fallimento. del tempo, Così divenne la morte sostanzialmente di Belus, un che collegio rappresentava etrusco Nimrod, e il Sovrano come Pontefice quella attribuita presidente a Zoroastro, del collegio fuerappresentata controllore di del ogni tutto...volontaria, pubblico e privato alla quale rito religioso egli si sottopose del popolo per il romano, beneficio sotto delogni mondo. considerazione, divenne in spirito e in pratica un pontefice Sembra etrusco. che sia stato solo quando l'eroe morto fu deificato che i misteri segreti vennero Anche dopo all'esistenza. che l'idolatria La precedente etrusca fu assorbita forma di dal apostasia sistema romano, durante il la Sovrano vita di Nimrod Pontefice sembra di Roma sia fu stata tuttavia aperta solo e pubblica. un germoglio Orbene, delsi grande credette originale evidentemente sistema che babilonese. farne pubblicità Egli era un non devoto fosse adoratore appropriato. del dio La babilonese morte del ma grande non era promotore la legittidell'apostasia ma rappresentazione non fu la dimorte questo di Dio. un guerriero Il vero ucciso legittimo in battaglia, Pontefice ma di un Babilonia atto di rigore aveva il giudiziario, suo seggio inflitto oltre solennemente. i confini dell'impero Ciò è ben romano. stabilito Quel dal seggio, racconto dopo della la morte di siaBelshazzar di Tammuz, e l'espulsione sia di Osiride. dei sacerdoti Ciò che segue caldeièda il Babilonia racconto di daTammuz, parte dei provveduto re Medi-Persiani, dal celebrato era a Pergamo Maimonide: dove era "Quando la congregazione il falso profeta di una delle chiamato sette Tammuz chiese dell'Asia. predicò Lì, a un di certo conseguenza, re che avrebbe per molti dovuto secoliadorare fu il «Trono le sette di stelle Satana». e i dodici Riv. 2:13: segni dello zodiaco, quel re ordinò che gli fosse inflitta una morte terribile. «So doveLa dimori, notte della cioè dov'è sua morte il trono tutte dile Satana; immagini e continui da ogniaangolo tenere della saldoterra il mio si radunarono nome» ecc. nel tempio di Babilonia dinanzi alla grande immagine d'oro del Sole, Lì erache la sua era dimora sospesafavorita, fra il cielo sotto e la terra. protezione Tale immagine del deificato si prostrò re di Pergamo nel mezzo e lì del era l'adorazione tempio e così di Esculapio, fecero tutte sotto le immagini forma di un attorno serpente, ad celebrata essa, mentre con terribili essa le informava orgie ed eccessi. di ciòTale cheadorazione era accaduto altrove a Tammuz. era contenuta Le immagini con misure piansero di sicurezza. e si lamentarono All'inizio il Pontefice tutta la notte romano e quindi non ebbe al mattino una immediata se ne fuggirono, connessione ciascuna con Pergaal suo tempio mo e la ai sua confini gerarchia, della eppure terra. nel Da corso lì sorse dei l'abitudine tempi, il pontifìcato ogni anno di di Roma far lutto e quele di piangere lo di Pergamo per Tammuz". vennero ad Viessere è qui identificati naturalmente per tutta analogia. la stravaganza Pergamo dell'idolatria, divenne parche te dell'impero Mamoide trovò romano neiquando libri sacri Attalus dei caldei III, l'ultimo che aveva dei suoi consultato, re, lasciò maper non testavi è alcun mentomotivo tutti i suoi di dubitare domini al del popolo fatto in romano se stesso, nel 133 sia A.C. per quanto riguarda il modo che Dopo, il motivo per qualche della tempo, morte di il Tammuz. regno di Pergamo In questa fu leggenda incorporato caldea nelèdominio affermato romache fu no per e lì nessuno comandoavrebbe di 'un certo potutore' apertamente che tale promotore e opportunatamente dell'apostasia avanzare fu messo diritti a morte. su tutte Chi le sue potrebbe onorificenze essere inerenti tale re al che vecchio si oppose titolo dei con re tale di Pergamo. determinazione In quel all'adorazione tempo, anche delle il potere schiere deidei pontefici cieli? Da romani ciò che sembra si narra fossero circa l'Ercole stati ridotti, egiziano, ma viene quando fatta Giulio considerevole Cesare, già luce eletto sulPontefice soggetto. Massimo, Wilkinsondiventò ammette anche che l'Ercole imperatore, più antico, il supremo in realtà civile il governante più primitivo, dei romani, fu quello il capo che dello in Egitto stato era di Roma conosciuto e della come relicolui gione che romana, avevacon avendo "la nelle potenza sue mani deglitutti dèi"i poteri combattuto e le funzioni e sopraffatto del vero i giganti. legittiOrbene mo pontefice non v'è di Babilonia, dubbio che si assicurò il titolo tutta e la questa caratteristica potenza. di Ercole furono date successivamente Quando gli sembrò daiopportuno pagani a colui rivendicare che essil'eredità adoravano divina come di grande Attalusliberatore oltre al reo Messia, gno che proprio Attalus aveva come lasciato gli avversari in eredità delleaidivinità romani,accentrò pagane furono anche su stigmatizzati di se' l'atcome tenzione i "giganti" a motivo che della si «Venus erano ribellati Genitrix», contro la quale il cielo. sembra Mafosse desideriamo la madreche della il lettore razza Julian rifletta e sembra da solointendesse su chi fossero fare di i veri lui «II Giganti figlio» che di tutte si ribellarono le grandi dee, contro poiil cielo. ché Attalus Essi erano era anche Nimrod considerato e la sua come gente; «II toro poiché cornuto». i Giganti Così, erano in certe proprio occai "Potenti" sioni, quando di cui nell'esercizio Nimrod era delle il capo. sueChi, funzioni quindi, pontificali, molto probabilmente egli appare in fu tutto il capo lo dell'opposizione sfarzo e le abitudini all'apostasia babilonesi, dalla è come fede primitiva? lo stesso potente Se SemBelshazzar a quel tempo in abiti era vivente, scarlatti con non la è croce probabile di Nimrod che sitra trattasse le sue mani, di lui? indossando In pieno accordo la mitra di con Dagon questa e deduzione portando le troviamo chiavi di che Giano uno dei e Cibele. nomi dell'Ercole La cosa potè primitivo così continuare, in Egitto era come "Sem". già Se visto "Sem" ancheera sotto l'Ercole i cosiddetti primitivo imperatori che sconfisse cristianii che Giganti stabilirono e non direttamente mediante la semplice quale balsamo forza per fisica, la loro ma mediante coscienza la un"potenza entusiasmante di Dio" sostituto o la forza nella dello rappresenSpirito Santo tazione ciò della armonizza più idolatrica perfettamente funzione condel il suo pontificato carattere;(ovunque oltre a ciòquale è d'accordo sostituto in maniera operante nel rimarchevole loro nome e con nella il loro racconto autorità) egiziano fino al della regno morte di grazia di che Osiride. è evidenGli

160 49 Rev. Alexander Hislop Mentre Nino è letteralmente ucciso consembra la spada, Sem, con lasulla spada dello da Spiridel dragone, e il suo piede destro fermo, fisso cresta to, scacciare vince il sistema dell'adorazione del fuoco e così sottomette il cuore degli del mostro che si contorce". uomini inducendoli a credere, per un certo periodo di tempo, che tale sistema di adorazione La costellazione fosse totalmente così rappresentata estinto. è conosciuta con il nome comune de Nell'impero "L'inginocchiato" romano, dalla allo stessa stesso descrizione modo morì di il questo dragone poeta di fuoco, greco, ricevendo ma è chiaro una mortale ferita di spada, quellache, spada poiché dello "Engonasis" Spirito, la quale proviene è la parola da Babilonia, di Dio. Così questa è un'esatta analogia dev'essere tra tipo interpretata, e anti-tipo; non ma non in greco solo inbensì questo. in Quando i documenti storici sono caldeo, indagati poiché scrupolosamente, l'azione diventa stessa evidente della che, quando la testa dell'idolatria rappresentazione di Roma fu staccata lo richiede, con la spada il titolo attraverso del l'eliminazione della carica di «Pontefice sofferente Massimo», misteriosol'ultimo è proprio pontefice "Colui massimo che romano era L’ATTUALE, LEGITTIMA schiaccia , ESCLUSIVA il serpente". RAPPRESENTAZIONE Alcune volte comunque, DI NIMROD e del suo sistema idolatrico. Per l'effettiva chiarire uccisione questo è necessaria del serpente una era breve rappresentata occhiata alla storia romana. come qualcosa di più facile; tuttavia, anche Nei primi periodi preistoria, in comune l'ultimo con risultato tutta laera terra, la Roma morte. era La profonmorte II serpente Calyadella ucciso da allora, damente ubriaca della «Coppa del d'oro» distruttore di Babilonia. di serpente Vi è è una descritta connessione in modo con da Visnù nella sua incarnazione di l'idolatria di Babilonia, che la pone non lasciare al di sopra dubbi di ogni circaaltra l'origine nazione della in leggenda. una posiCrisna ed una dea egiziana che zione peculiare ed unica. schiaccia la testa del serpente Questo è proprio il caso del dio indiano Crisna, a Al tempo di Romolo, la rappresentazione cui allude del Wilkinson Messia Babilonese, nell'estratto chiamato già fornito. col suo Nella nome, leggenda stabilì che il lo suo riguarda, tempio vi adè un incluso dio eililracconto suo palazzo dellaad primitiva un re, ed promessa uno di questi, edenica. molto Per primo, imponente, egli è venne rappresentato a trovarsinelle all'interno raffigurazioni delle mura e nelle di quella immagini città che con Remo il suo epiede suo fratello sul capo erano deldestinati grande serpente a fondare. e quindi, dopo averlo distrutto, Sulla narra collina la leggenda, Capitolina, egli muore famosa in dopo conseguenza quei giorni, d'una come freccia il grande al piede eccelso e, come luogo nel dell'adorazione caso di Tammuz, romana, vengono fu eretta fatti Saturnia, annualmente o città grandi di Saturno lamenti il gran sulladio suadei morte. Caldei. Anche Qualche in Grecia, ribellione nella storia ebbe classica luogo quando di Paride furono e di abolite Achille,le abbiamo immagini una scolpite chiara di allusione Babilonia a quella e fu rigorosamente parte della promessa proibito primitiva, farsi qualche cheidolo; si riferisce quando ali ferire due geil melli calcagno fondatori del conquistatore. di questa nuova Achille, città eressero figlio unico le sue di modeste una dea, mura, era invulnerabile, la città ed il palazzo eccetto il dei tallone, loro predecessori dove una ferita babilonesi sarebbe furono stata mortale. a lungo lasciati Su di esso in rovina. l'avversario Il rovinoso diresse stato il suodi colpo quella edsacra il risultato città, al fu tempo la morte. di Evander, è menzionato da Virgilio, riferendosi Orbene, se al vitempo è ancora in cui tale Enea evidenza visitò l'antico che perfino re italiano. i pagani Così sapevano egli dice:che solo Quando morendovedemmo il promesso dueMessia cumuliavrebbe di rovine distrutto ecc. ecc. la morte e colui che ha il potere La della mortale morte, ferita cioè il inflitta Diavolo, al sistema quanto più caldeo, vivida comunque, dev'essere era stata destinata l'impressione a guarire. del Una genere colonia umano di Etruschi in generale che zelantemente circa questa attaccò verità vitale l'idolatria ai primi caldea giorni immigrò, di alcuni Semiramide, dall'Asia quand'erano Minore, altri ancora dalla tanto Grecia vicini e si alla insediò sorgente nei dintorni di tutte le di tradizioni Roma. A lungo divine.andare Quando furono perciò incorporati fu dato il nome nello stato di Zoroastes romano, "il ma seme prima della che donna" questaafusiocolui ne chepolitica era perito avesse nel luogo, mezzo esercitarono della sua la fortunata più potente carriera influenza di falsa nellaadorazione religione dei e Romani. apostasia, Per non primi può furono esservi abili dubbio in divinazioni, sul significato presagi, che in quel tutte le nome scienze intendeva reali o presunte, trasmettere. monopolizzando E il fatto della gli morte auspici violenta ed i dell'eroe presagi, fatto che, nelle sta che considerazioni i Romani guardei darono suoi sostenitori, loro con rispetto. aveva fatto così tanto bene al genere umano, rendendo felice la E loro risaputo esistenza cheei liberandoli Romani ricavavano dal timore i loro dell'ira oroscopi avvenire, o presagi invecedalla d'essere lettura fatale della al mano conferimento ed all'inizio di tale nessuno, titolo, lo se favorì non i nativi più didi qualsiasi questo paese altro audace potevano disegno. esercitare Tutto la funzione ciò che era di Haruspex necessario (divinatore) all'approvazione che aveva del riferimento progetto da con parte tutti di i riti coloro usati che nel sacrificio. desideravano una scusa per continuare l'apostasia dal vero Dio, era solo Guerre d'insegnare e dispute che, sebbene sorsero il tra grande Romapromotore e gli Etruschi, dell'apostasia tuttavia una fossemoltitudine caduto preda di nobili della malizia romani, degli fu mandata uomini,in egli Etruria aveva per gratuitamente essere istruita offerto nelle se sacre stesso scienze per ilche bene lì fiorivano. del genere umano. Orbene, questo è in realtà ciò che fu fatto. La versione caldea La della conseguenza storia del grande fu che i Zeroastro Romani, è sotto che l'influenza egli pregò degli l'Iddio uomini supremo di cui del scrutavacielo di no prendersi le menti, la sua furono vita; plasmati che quella con sua quello preghiera che erafu radicato esaudita nell'antica e che egli adorazione spirasse, del assicurò fuoco aiesuoi richiamarono discepoli che, alla se memoria avessero ancora mostrato molto il dovuto di quell'idolatria riguardo per che la essi sua avevano memoria,formalmente l'impero non ripudiato. si sarebbePerciò, dipartito sebbene dai Babilonesi. Numa nell'introdurre Ciò che Beroso, il suo lo

Le Due Babilonie 160 49 sistema storico babilonese, religioso avesse dice finora circa lo tenuto stroncamento in considerazione del capo il del sentimento grande dio prevalente Belus, ai porta suoi alla giorni, stessa proibendo conclusione l'adorazione che Belus delle comandò immagini a uno per degli l'alleanza dèi ditra tagliargli i Romani la e testa, gli Etruschi affinchè nelle dal sangue cose sacre, così versato introdusse per suo argomenti comando perela didefinitiva sua propria sovversiovolontà, ne quando di quella si fosse proibizione. mischiato con la terra, potessero essere formate delle nuove Il creature, collegio poiché dei pontefici la prima di creazione cui dispose è rappresentata la fondazione, come nell'evolversi una sorta di del fallimento. tempo, divenne Così la morte sostanzialmente di Belus, un che collegio rappresentava etrusco Nimrod, e il Sovrano come Pontefice quella attribuita presidente a del Zoroastro, collegio fuerappresentata controllore di del ogni tutto...volontaria, pubblico e privato alla quale rito religioso egli si sottopose del popolo per romano, il beneficio sotto delogni mondo. considerazione, divenne in spirito e in pratica un pontefice etrusco. Sembra che sia stato solo quando l'eroe morto fu deificato che i misteri segreti Anche vennero dopo all'esistenza. che l'idolatria La precedente etrusca fu assorbita forma di dal apostasia sistema romano, durante il la Sovrano vita di Pontefice Nimrod sembra di Roma sia fu stata tuttavia aperta solo e pubblica. un germoglio Orbene, delsi grande credette originale evidentemente sistema babilonese. che farne pubblicità Egli era un non devoto fosse adoratore appropriato. del dio La babilonese morte del ma grande non era promotore la legittima dell'apostasia rappresentazione non fu la di morte questo di Dio. un guerriero Il vero ucciso legittimo in battaglia, Pontefice ma di un Babilonia atto di aveva rigore il giudiziario, suo seggio inflitto oltre solennemente. i confini dell'impero Ciò è ben romano. stabilito Quel dal seggio, racconto dopo della la morte di siaBelshazzar di Tammuz, e l'espulsione sia di Osiride. dei sacerdoti Ciò che segue caldeièda il Babilonia racconto di daTammuz, parte dei re provveduto Medi-Persiani, dal celebrato era a Pergamo Maimonide: dove era "Quando la congregazione il falso di profeta una delle chiamato sette chiese Tammuz dell'Asia. predicò Lì, a un di certo conseguenza, re che avrebbe per molti dovuto secoliadorare fu il «Trono le sette di stelle Satana». e i Riv. dodici 2:13: segni dello zodiaco, quel re ordinò che gli fosse inflitta una morte «So terribile. doveLa dimori, notte della cioè dov'è sua morte il trono tutte dile Satana; immagini e continui da ogniaangolo tenere della saldoterra il mio si nome» radunarono ecc. nel tempio di Babilonia dinanzi alla grande immagine d'oro del Lì Sole, erache la sua eradimora sospesa favorita, fra il cielo sotto e la terra. protezione Tale immagine del deificato si prostrò re di Pergamo nel mezzo e lì era del l'adorazione tempio e così di Esculapio, fecero tutte sotto le forma immagini di un attorno serpente, ad celebrata essa, mentre con terribili essa le orgie informava ed eccessi. di ciò Tale cheadorazione era accaduto altrove a Tammuz. era contenuta Le immagini con misurepiansero di sicurezza. e si All'inizio lamentarono il Pontefice tutta la notte romano e quindi non ebbe al mattino una immediata se ne fuggirono, connessione ciascuna con Pergaal suo mo tempio e la ai sua confini gerarchia, della eppure terra. nel Da corso lì sorse dei l'abitudine tempi, il pontifìcato ogni anno di di Roma far lutto e quele di lo piangere di Pergamo per Tammuz". vennero ad Viessere è qui identificati naturalmente per tutta analogia. la stravaganza Pergamo dell'idolatria, divenne parte che dell'impero Mamoide trovò romano nei quando libri sacri Attalus dei caldei III, l'ultimo che aveva dei suoi consultato, re, lasciò maper non testavi è mento alcun motivo tutti i suoi di dubitare domini al del popolo fatto in romano se stesso, nel 133 sia A.C. per quanto riguarda il modo Dopo, che il motivo per qualche della tempo, morte di il Tammuz. regno di Pergamo In questa fu leggenda incorporato caldea nelèdominio affermato romache no fu per e lì nessuno comandoavrebbe di 'un certo potutore' apertamente che tale promotore e opportunatamente dell'apostasia avanzare fu messo diritti a su morte. tutte Chi le sue potrebbe onorificenze essere inerenti tale re al che vecchio si oppose titolo dei con re tale di Pergamo. determinazione In quel tempo, all'adorazione anche delle il potere schiere deidei pontefici cieli? Da romani ciò che sembra si narra fossero circa l'Ercole stati ridotti, egiziano, ma quando viene fatta Giulio considerevole Cesare, già luce eletto sulPontefice soggetto. Massimo, Wilkinsondiventò ammette anche che l'Ercole imperatore, più il antico, supremo in realtà civile il governante più primitivo, dei romani, fu quello il capo che dello in Egitto stato era di Roma conosciuto e della come religione colui che romana, avevacon avendo "la nelle potenza sue mani deglitutti dèi" i poteri combattuto e le funzioni e sopraffatto del vero i giganti. legittimo Orbene pontefice non v'è di Babilonia, dubbio che si assicurò il titolo tutta e la questa caratteristica potenza. di Ercole furono date Quando successivamente gli sembrò daiopportuno pagani a colui rivendicare che essil'eredità adoravano divina come di grande Attalusliberatore oltre al reo gno Messia, che Attalus proprio aveva come lasciato gli avversari in eredità delle aidivinità romani,accentrò pagane furono anche su stigmatizzati di se' l'attenzione come i "giganti" a motivo che della si «Venus erano ribellati Genitrix», contro la quale il cielo. sembra Mafosse desideriamo la madreche della il razza lettoreJulian rifletta e sembra da solointendesse su chi fossero fare di i veri lui «II Giganti figlio» che di tutte si ribellarono le grandi dee, contro poiil ché cielo. Attalus Essi erano era anche Nimrod considerato e la sua come gente; «II toro poiché cornuto». i Giganti Così, erano in certe proprio occai sioni, "Potenti" quando di cui nell'esercizio Nimrod era delle il capo. sueChi, funzioni quindi, pontificali, molto probabilmente egli appare in fu tutto il capo lo sfarzo dell'opposizione e le abitudini all'apostasia babilonesi, dalla è come fede primitiva? lo stesso potente Se SemBelshazzar a quel tempo in abiti era scarlatti vivente, con non la è croce probabile di Nimrod che sitra trattasse le sue mani, di lui? indossando In pieno accordo la mitra di con Dagon questa e portando deduzionele troviamo chiavi di che Giano uno dei e Cibele. nomi dell'Ercole La cosa potè primitivo così continuare, in Egitto era come "Sem". già visto Se "Sem" ancheera sotto l'Ercole i cosiddetti primitivo imperatori che sconfisse cristianii che Giganti stabilirono e non direttamente mediante la quale semplice balsamo forza per fisica, la loro ma mediante coscienza la un"potenza entusiasmante di Dio" sostituto o la forza nella dello rappresenSpirito tazione Santo ciò della armonizza più idolatrica perfettamente funzione condel il suo pontificato carattere;(ovunque oltre a ciòquale è d'accordo sostituto in operante maniera nel rimarchevole loro nome e con nella il loro racconto autorità) egiziano fino al della regno morte di grazia di che Osiride. è evidenGli

50 159 Rev. Alexander Hislop egiziani in una sola dicono voltache del il suo grande regnonemico e della sua del vita. loro dio Adesso, lo sconfisse, circa questo nontracollo, mediante è aperta veramente violenza, chiara ma l'allusione che, avendo nella formato profezia una di cospirazione Isaia che, esultando con settantadue del rovesciadegli uomini mento dice: preminenti "Adessod'Egitto, tu sei caduto lo assoggettò dai cieli o al Lucifero, suo potere figlioedel lo giorno". mise a Il morte, re di riducendo, Babilonia pretese quindi,di il essere suo corpo la rappresentazione a pezzi e inviando di Nimrod le sue parti o Phaéthon a differenti ed il città prodel feta paese. con queste Il significato parole lo informa di questa che, affermazione come il dio nel si comprende quale è glorificato se diamo fu cacuno sguardo ciato dalla alle sua istituzioni elevata condizione, giudiziariecosì d'Egitto. certamente Settantadue sarà per era lui. proprio Nella storia il numero clasdei sicagiudici è risaputo, sia civili Phaéthon che sacri fu distrutto che, secondo col fuoco la legge (Esculapio egiziana, morì erano nello necessari stesso moper determinare do) ma questo quale fuoco punizione è pura metafora per il per reato l'ira didioffesa Dio con come la quale quello la sua di Osiride, vita e il supponendo suo regno ebbero che tale fine. peccato Esaminando fosse divenuto la storia materia in ogni di particolare, inchiesta possiamo giudiziaria. vedeNel determinare re che fu ucciso tale giudizialmente caso, vi erano con necessariamente la spada. Tale implicati è il linguaggio due tribunali. della profezia Primo, vi e così erano esso i doveva giudici essere ordinari, corrispondente che avevano al carattere, il potere ai di fatti, vita al e destino di morte dell'antie che ammontavano co simbolo (tipo). a trenta Chiquindi poteva un andar tribunale benecomposto per anti-simbolo? da quarantadue La potenza giudici. della Se Osiride Roma pagana fosse imperiale stato condannato che poteva a essere morte,rappresentata dovevano determinare da un "Serpente se il di corpo fuodovesse co". Niente essere poteva sepolto maggiormente o no poiché e chiaramente chiunque rappresentarla. dopo la morteFra doveva tutti i signoessere 2 sottoposto ri e tutti gliall'ordalìa dei adorati dinell'imperiale questo tribunale città . i due più grandi oggetti di culto erano: Poiché "L'eterno gliFuoco", fu rifiutata che la perpetuamente sepoltura, dovettero bruciava esservi nel tempio necessariamente di Vesta edimplicati il sacro entrambi Serpente Epidaurian. i tribunali; e Nella così Roma vi sarebbero pagana state l'adorazione esattamente del fuoco settantadue e del serpente persone con era talvolta Tipho come separata, presidente, talvolta congiunta, a condannare ma occupava a morte Osiride un posto e preminente a decretarenella che fosse considerazione fatto a pezzi. dei Il Romani. fare a pezzi Il fuoco il corpo di Vesta morto era e mandarne considerato le parti come smembrate uno dei a grandi diverse baluardi città, trova dell'impero. un parallelo Si vantava e il motivo che fosse per stato ciò che preso è spiegato, a Troia da in Enea, ciò che il leggiamo quale lo custodì nella Bibbia con l'ombra circa lo di Ettore, smembramento ed era mantenuto in pezzi del vivocorpo con la morto più gelosa della concubina cura dalle vergini del Levita vestali, (Giudici le quali 19:29), a motivo le cui di parti questo furono incarico mandate erano altamente ognuna a ciascuna onorate. Il delle tempio dodici dove tribù era d'Israele; mantenuto, e dice un passo Agostino, simile era fu ilcompiuto più sacroda e il Saul, più quando riverito di fece tutti a pezzi i templi due dipaia Roma. di buoi Il fuoco e liche mandò era così per tutto gelosamente il territorio custodito del suo in regno questo (1 tempio Sa. 11:7). e sul quale I commentatori così tanti credevano riconoscono di potere che contare, sia il Levita era considerato che Saul agirono nella stessa secondo maniera un'abitudine in cui lo consideravano patriarcale chegli infliggeva adoratorivendetta del fuoco sommaria dell'antica a coloro Babilonia. che Era mancavano visto come di partecipare il purificatore al solenne ed a questo raduno proposito in tal modo ogni anno convocato. a PaliCiò lia o fu festa dichiarato di Pales, da nel Saul mese con di molte aprile,parole, uominiquando e bestiame le parti erano dei fatti buoi passare scannati atfurono traverso madate il fuoco. alle tribù: "Chiunque di noi non uscirà come seguace di Saul e di Samuele, Il serpentein Epidaurian, questi modo che sii farà Romani ai suoi adoravano bovini".con In il maniera fuoco, simile, era visto quando come la le parti raffigurazione smembrate di Esculapio, di Osiride il figlio furono del sole. mandate alle città dai settantadue "cospiratori", Esculapio che in rappresenta altre parole il sacro dai giudici serpente supremi era evidentemente d'Egitto, ciò un equivalse altro nome a una del solenne dio babilonese. dichiarazione Il suo nel destino loro nome, fu esattamente che "chiunque uguale dovesse a quello fare di ciò Phaéthon. che Osiride Egli ha sapeva fatto, che così sarebbe sarà fatto stato a lui, colpito così dovrebbe dalla luceessere e che fatto in conseguenza a pezzi". a ciò sarebbe Quando morto. Èl'empietà evidente eche l'apostasia questo non cominciarono può esserenuovamente stato in senso a progredire, fisico ma in tale senso atto fu spirituale naturalmente l'esposizione oggetto è di giusta intenso questo abominio che si credeva per tuttidi i suoi innalzare simpatizzanti l'uomo che e, per era avervi morto in preso angoscia parte e con peccato un ruolo ad una principale, rinascita il disuo vita. protagonista Adesso questo fu stigmatizzato è esattamen3 essendo te quello definito che Phaéthon Typho, pretendeva ovverosiafare "il quando Malvagio" colpì . L'influenza "appiccandoche fuoco questo alla aborrito terra". Nel Typho sistema esercitò babilonese sulle menti vi eradei una cosiddetti simbolica "cospiratori", morte. Tutti considerando gli iniziati pasla forza sati attraverso fisica di cui il fuoco, era provveduto dopo che Nimrod, avevano dev'essere ottenuto una stata nuova grande vita, e mostra nella quale che, sebbene era implicata il suo la operato rigenerazione, contro Osiride venivano non sia giustamente chiaro ed egli dichiarati stesso si passati sia attirato dalla un morte nome alla odiato, vita. Come egliilnon passaggio fosse attraverso in realtà altri il fuoco cheera il un primitivo purificarsi Ercole dal pecche sconfisse cato, così iper giganti la resurrezione mediante la Phaéthon "potenza fu di colpito Dio", dalla mediante morte. la persuasiva Quindi come forza Edel sculapio suo Santo era il figlio Spirito. delIn sole, relazione così lo a era tale Phaéthon. caratteristica Questa di relazione Sem, il simboleggia mito che fa perire nelle immagini Adone, identificato di Esculapiocon la sua Osiride, testa generalmente fra le zanne circondata di un orso da selvaggio, raggi. Così è facilmente il Papa cinge dipanato, la testa nelle le zanne presunte dell'orso immagini selvaggio di Cristo erano ma la un reale simbolo. sorgente Nelle di Scritture queste irradiazioni la zanna è è manifesta chiamata e "corno" conosciuta (Ezechiele l'un l'altro 27:15); attraverso fra molti le arti dei e la greci letclassici teratura di è considerata Roma. Così alla parlastessa Virgilio maniera. dei latini: Quando perciò si apprende che la zanna è in considerata come corno, secondo dell'idolatria, il E adesso fasto il sereno re il appare quattro carriildisimbolismo latini porta venti raggi d'oro

Le Due Babilonie 159 50 significato ecc. ecc. delle zanne dell'orso per cui Adone perì, non è più oscuro. Le corna del torod'oro che Nimrod portava erano il simbolo della sua forza, fisica. Le zanne I raggi attorno alla testa di Esculapio intendono contrassegnare lo stesso dell'orso erano il simbolo della potenza spirituale. Poiché il "corno" significa come il figlio del sole o il sole incarnato. potenza, così intorno la zanna, cioè il corno bocca, significa "potere della bocca"; I raggi d'oro alla testa nelle della immagini e nei dipinti portano il nome di in altre parole, il potere della persuasione, lo stesso potere di cui Sem, il Cristo ed i pagani intendono mostrare che sicuramente possono adorarli così primitivo Ercole era così segnatamente provvisto. Anche dalle antiche come le immagini delle loro ben conosciute divinità benché portino untradizioni differengaeliche notizia dell'evidenza che illustra quest'idea del potere della te nome. abbiamo Esculapio, al tempo della mortale pestilenza, fu invitato a Roma da bocca e lo connette con quel grande figlio di Noè su cui si posò in modo Epidaurus. Il Dio sottoforma di grande serpente, dentro la nave che serviva per speciale laRoma, benedizione dell'Altissimo, com'è nelle augurato Scritture.come L'Ercole portarlo a essendo giunto al Tevere fu ricordato solennemente dio celtico era chiamato Ercole Ogmio, che in caldeo vuol dire "Ercole il tutore dei Romani. Da questo momento in poi comincia a livello universale, in 4 Lamentatore" Nessunl'adorazione nome potrebbe essereEpidaurian, più appropriato che che questo. pubblico ed in. privato, del serpente il serpente rapEccetto nostro primogenitore, Adamo, viparole è forse stato di unfuoco. solo uomo presentailla divinità del sole incarnato, in non altre il mai serpente Troche abbia vistotutte tanto lui. Non che solo egli una vasta apostasia viamo in quasi le dolore case il come sacro serpente era di vide una specie innocua. Dice che, a motivo dei suoi"Questo sentimenti d'uomo giusto e presso testimone era stato l'autore di "Pompei": serpente nidificava gli com'egli altari domestici e della spaventosa catastrofe del diluvio, devono averlo afflitto profondamente; usciva come un cane o un gatto per chiedere qualcosa da mangiare. Questo sacro ma egli faceva visse tanto da Sette Generazioni di suoi discendenti. Egli animale guerra aiseppellire topi e ai ratti e teneva lontano ogni specie di vermi." Il visse per 502 anni dopo il Diluvio e poiché le vite degli uomini andavano lettore troverà in questa figura (fig. 53) l'adorazione del fuoco e del serpente rapidamente dopo quell'evento, non meno di sette generazioni di talvolta unita accorciandosi talvolta separata. suoi discendenti diretti La morirono di lui (Gen. 11:10-32). Quanto fu ragioneprima di questa doppia rappresentazione del dio appropriato il nome di Ogmio, "il Lamentatore o Colui che fa lutto" perché non credo sia pertinente in questo contesto ma è molto aveva avuto una tale esperienza! come di è rappresentato questo Ercole evidente, Orbene, dalle parole Virgilio prima considerate, "Lamentatore" nella sua attività di raddrizzatore di torti? Non con l'aiuto della che le figure sopra citate hanno le loro teste cinte da sua clava, come l'Ercole dei Greci, bensì mediante forza persuasione. Fu raggi e rappresentano il la dio del della fuoco o divinità del rappresentato con le moltitudini chein lo seguivano, adorne difuoco splendide collane sole e che, questo caso, il dio del è nero, colod'oro e d'ambra inserite re nei loro orecchi, mentre catene uscivano dalla sua con il quale lo identifichiamo con l'Etiope o il nero 5 bocca . Vi è una grande Phaéthon, differenza mentre tra i due simboli, zanna ammette di un orso e lo le l'autore di la Pompei che catene uscenti dalla bocca, che si traggono dietro folle consenzienti; ma stesso dio-nero del fuoco, in certi casi è rappresentato entrambi illustrano splendidamente la stessa idea: la potenza del potere di con due enormi serpenti. persuasione che rese Sem capace per adorazione un certo tempo di opporsi Ora, se questa del sacro serpente all'infausta del sole, il corrente che rapidamente fluiva nel mondo. Adorazione del fuoco e grande dio del fuoco, era così conosciuta in Roma, Quando Sem operò così potentemente sulle menti degli portare uomini la dapotenza indurli a dare del serpente quale simbolo avrebbe potuto idolaun terribile esempio e trica quando gli arti smembrati di quell'apostata furono della pagana imperiale Roma se non il "Grande mandati città principali, dove fu indubbiamente questi avevache stabilito la sua Serpente alle di Fuoco"?; senza dubbio immediatamente stabilito lo stendardo influenza, è facile comprendere che, se l'idolatria continuò, dovette farlo imperiale, esso stesso stendardo dei pagani imperatori di Roma, come pontefice segretamente. Il terrore di un'esecuzione, inflitta a del un potente Nimrod, massimo, il capo del grande sistema dell'adorazione fuoco e come adorazione del rese necessario che, per un certo tempo almeno, usata grande serpente, fosse un serpente innalzato su di una lungafosse asta, e così una colorato da attenzione. In queste circostanze, quindi, può esservi difficilmente dubbio, che il esibirlo come un riconosciuto simbolo dell'adorazione del fuoco. Così la cristiasistema dei "Misteri", che ebbe Babilonia come suo centro, si diffondesse nel nità si propagò nel romano impero - il potere della luce e le tenebre sono affianmondo. In questi misteri, sotto il suggello del segreto e la sanzione di un cate. Rivelazione 12:7-9: «E scoppiò la guerra in cielo: Michele e i suoi angeli giuramento e mediante le fertili risorse della magìa, gli guerreggiarono, uomini furono guerreggiarono contro il tutte dragone, e il dragone e i suoi angeli gradualmente ricondotti quell'idolatria che era stata soppressa pubblicamente, ma esso non prevalse, neafu più trovato posto in cielo. E il gran dragone fu scamentre nuove caratteristiche furono aggiunte a quell'idolatria da gliato, l'originale serpente, colui che è chiamato Diavolo e Satana, in chemodo svia l'inrenderla più blasfema sulla di prima. la magìa l'idolatria fossero sorelle tera terraancora abitata, fu scagliato terra Che e i suoi angeliefurono scagliati con lui.» gemelle vissero al assieme, è abbondantemente dimostrato. "Ad egli", Il grandeeserpente di mondo fuoco fu scagliato quando con il decreto di grazia, durante (Zoroastro) dice lo Giustino "fu attribuito d'essere statofurono il primo ad aver l'impero romano fustorico abolito il paganesimo, i fuochi di Vesta estinti, le inventato le vergini arti magiche ad avere studiato i moti corpi entrate delle vestaliefurono confiscate e diligentemente l'imperatore romano (ildei quale fu celesti". Lo Zoroastroildi cuicapo parla Giustino è di lo Roma Zoroastro Battriano; ma si «pontefice massimo», vero dell'idolatria e, come tale, appariva ammette generalmente chepagani) ciò siain un nellarimosse sua Storia della con i simboli idolatrici dei unerrore. impetoStanley, di coscienza la propria Filosofia Orientale, conclude che tale errore sia sorto dalla somiglianza del carica.

158 51 Rev. Alexander Hislop in egiziani una sola dicono voltache del il suo grande regnonemico e della sua del vita. loro Adesso, dio lo sconfisse, circa questo nontracollo, mediante è veramente aperta violenza, chiara ma l'allusione che, avendo nella formato profezia una di cospirazione Isaia che, esultando con settantadue del rovesciadegli mento uominidice: preminenti "Adessod'Egitto, tu sei caduto lo assoggettò dai cieli o al Lucifero, suo potere figlioedel lo giorno". mise a Il morte, re di Babilonia riducendo,pretese quindi,di il essere suo corpo la rappresentazione a pezzi e inviando di Nimrod le sue parti o Phaéthon a differenti ed il città profeta del paese. con queste Il significato parole lo informa di questa che, affermazione come il dio nel si comprende quale è glorificato se diamo fu cacuno ciato sguardo dalla alle sua istituzioni elevata condizione, giudiziariecosì d'Egitto. certamente Settantadue sarà per era lui. proprio Nella storia il numero classica dei giudici è risaputo, sia civili Phaéthon che sacri fu distrutto che, secondo col fuoco la legge (Esculapio egiziana, morì erano nello necessari stesso moper do) determinare ma questo quale fuoco punizione è pura metafora per il per reato l'ira didioffesa Dio con come la quale quello la sua di Osiride, vita e il suo supponendo regno ebbero che tale fine. peccato Esaminando fosse divenuto la storia materia in ogni di particolare, inchiesta possiamo giudiziaria. vedeNel re determinare che fu ucciso tale giudizialmente caso, vi erano con necessariamente la spada. Tale implicati è il linguaggio due tribunali. della profezia Primo, e vicosì erano esso i doveva giudici essere ordinari, corrispondente che avevano al carattere, il potere ai di fatti, vita al e destino di morte dell'antie che co ammontavano simbolo (tipo). a trenta Chiquindi poteva un andar tribunale benecomposto per anti-simbolo? da quarantadue La potenza giudici. della Se Roma Osiride pagana fosse imperiale stato condannato che poteva a essere morte,rappresentata dovevano determinare da un "Serpente se il di corpo fuoco". dovesse Niente essere poteva sepolto maggiormente o no poiché e chiaramente chiunque rappresentarla. dopo la morteFra doveva tutti i signoessere 2 ri sottoposto e tutti gliall'ordalìa dei adorati dinell'imperiale questo tribunale città . i due più grandi oggetti di culto erano: "L'eterno Poiché gliFuoco", fu rifiutata che la perpetuamente sepoltura, dovettero bruciava esservi nel tempio necessariamente di Vesta edimplicati il sacro Serpente entrambi Epidaurian. i tribunali; e Nella così Roma vi sarebbero pagana state l'adorazione esattamente del fuoco settantadue e del serpente persone era con talvolta Tipho come separata, presidente, talvolta congiunta, a condannare ma occupava a morte Osiride un posto e preminente a decretarenella che considerazione fosse fatto a pezzi. dei Il Romani. fare a pezzi Il fuoco il corpo di Vesta morto era e mandarne considerato le parti come smembrate uno dei grandi a diverse baluardi città, trova dell'impero. un parallelo Si vantava e il motivo che fosse per stato ciò che preso è spiegato, a Troia da in Enea, ciò che il quale leggiamo lo custodì nella Bibbia con l'ombra circa di lo Ettore, smembramento ed era mantenuto in pezzi vivo del corpo con la morto più gelosa della cura concubina dalle vergini del Levita vestali, (Giudici le quali 19:29), a motivo le cui di parti questo furono incarico mandate erano altamente ognuna a onorate. ciascuna Il delle tempio dodici dove tribù era d'Israele; mantenuto, e dice un passo Agostino, simile era fuilcompiuto più sacroda e il Saul, più riverito quando di fece tutti a pezzi i templi due dipaia Roma. di buoi Il fuoco e liche mandò era così per gelosamente tutto il territorio custodito del suo in questo regno (1 tempio Sa. 11:7). e sul quale I commentatori così tanti credevano riconoscono di potere che contare, sia il Levita era considerato che Saul nella agirono stessa secondo maniera un'abitudine in cui lo consideravano patriarcale chegli infliggeva adoratorivendetta del fuoco sommaria dell'antica a Babilonia. coloro che Era mancavano visto come di partecipare il purificatore al solenne ed a questo raduno proposito in tal modo ogni anno convocato. a Palilia Ciòo fu festa dichiarato di Pales, da nel Saul mese con di molte aprile,parole, uominiquando e bestiame le parti erano dei fatti buoi passare scannati attraverso furono madate il fuoco. alle tribù: "Chiunque di noi non uscirà come seguace di Saul e di Il Samuele, serpentein Epidaurian, questi modo che sii farà Romani ai suoi adoravano bovini". con In il maniera fuoco, simile, era visto quando come la le raffigurazione parti smembrate di Esculapio, di Osiride il figlio furono del sole. mandate alle città dai settantadue Esculapio "cospiratori", che in rappresenta altre parole il sacro dai giudici serpente supremi era evidentemente d'Egitto, ciò un equivalse altro nome a una del dio solenne babilonese. dichiarazione Il suo nel destino loro nome, fu esattamente che "chiunque uguale dovesse a quello fare di ciò Phaéthon. che Osiride Egli sapeva ha fatto, che così sarebbe sarà fatto stato a lui, colpito così dovrebbe dalla luceessere e che fatto in conseguenza a pezzi". a ciò sarebbe morto. QuandoÈl'empietà evidente eche l'apostasia questo non cominciarono può esserenuovamente stato in senso a progredire, fisico ma in tale senso atto spirituale fu naturalmente l'esposizione oggetto è di giusta intenso questo abominio che si credeva per tuttidi i suoi innalzare simpatizzanti l'uomo che e, per era morto avervi in preso angoscia parte e con peccato un ruolo ad una principale, rinascita il disuo vita. protagonista Adesso questo fu stigmatizzato è esattamen3 te essendo quello definito che Phaéthon Typho, pretendeva ovverosiafare "il quando Malvagio" colpì . L'influenza "appiccandoche fuoco questo alla terra". aborrito Nel Typho sistema esercitò babilonese sulle menti vi eradei una cosiddetti simbolica "cospiratori", morte. Tutti considerando gli iniziati pasla sati forza attraverso fisica di cui il fuoco, era provveduto dopo che Nimrod, avevano dev'essere ottenuto una stata nuova grande vita, e mostra nella quale che, era sebbene implicata il suo la operato rigenerazione, contro Osiride venivano non sia giustamente chiaro ed egli dichiarati stesso si passati sia attirato dalla morte un nome alla odiato, vita. Come egliilnon passaggio fosse attraverso in realtà altri il fuoco cheera il un primitivo purificarsi Ercole dal pecche cato, sconfisse così iper giganti la resurrezione mediante la Phaéthon "potenza fudi colpito Dio", dalla mediante morte. la persuasiva Quindi come forza Esculapio del suo Santo era il figlio Spirito. delIn sole, relazione così lo era a tale Phaéthon. caratteristica Questa di relazione Sem, il simboleggia mito che fa nelle perireimmagini Adone, identificato di Esculapiocon la sua Osiride, testa generalmente fra le zanne circondata di un orso da selvaggio, raggi. Così è il facilmente Papa cinge dipanato, la testa nelle le zanne presunte dell'orso immagini selvaggio di Cristo erano ma la un reale simbolo. sorgente Nelle di queste Scritture irradiazioni la zanna è è manifesta chiamata e "corno" conosciuta (Ezechiele l'un l'altro 27:15); attraverso fra molti le arti dei e la greci letteratura classici di è considerata Roma. Così parla alla stessa Virgilio maniera. dei latini: Quando perciò si apprende che la zanna è in considerata come corno, secondo dell'idolatria, il E adesso fasto il sereno re il appare quattro carriildisimbolismo latini porta venti raggi d'oro

Le Due Babilonie 158 51 ecc. significato ecc. delle zanne dell'orso per cui Adone perì, non è più oscuro. Le corna del torod'oro che Nimrod portava erano il simbolo della sua forza, fisica. Le zanne I raggi attorno alla testa di Esculapio intendono contrassegnare lo stesso dell'orso erano il simbolo della potenza spirituale. Poiché il "corno" significa come il figlio del sole o il sole incarnato. potenza, così intorno la zanna, cioè il corno bocca, significa "potere della bocca"; I raggi d'oro alla testa nelle della immagini e nei dipinti portano il nome di in altre parole, il potere della persuasione, lo stesso potere di cui Sem, il Cristo ed i pagani intendono mostrare che sicuramente possono adorarli così primitivo Ercole era così segnatamente provvisto. Anche dalle antiche come le immagini delle loro ben conosciute divinità benché portino untradizioni differengaeliche notizia dell'evidenza che illustra quest'idea del potere della te nome. abbiamo Esculapio, al tempo della mortale pestilenza, fu invitato a Roma da bocca e lo connette con quel grande figlio di Noè su cui si posò in modo Epidaurus. Il Dio sottoforma di grande serpente, dentro la nave che serviva per speciale a laRoma, benedizione dell'Altissimo, com'è nelle augurato Scritture.come L'Ercole portarlo essendo giunto al Tevere fu ricordato solennemente dio celtico era chiamato Ercole Ogmio, che in caldeo vuol dire "Ercole il tutore dei Romani. Da questo momento in poi comincia a livello universale, in 4 Lamentatore" Nessunl'adorazione nome potrebbe essereEpidaurian, più appropriato che che questo. pubblico ed in.privato, del serpente il serpente rapEccetto il primogenitore, Adamo, vi è forse stato di unfuoco. solo uomo presenta lanostro divinità del sole incarnato, in non altre parole il mai serpente Troche abbia vistotutte tanto lui. Non che solo egli videspecie una vasta apostasia viamo in quasi le dolore case il come sacro serpente era di una innocua. Dice che, a motivo dei suoi"Questo sentimenti d'uomo giusto e presso testimone com'egli era stato l'autore di "Pompei": serpente nidificava gli altari domestici e della spaventosa catastrofe del diluvio, devono averlo afflitto profondamente; usciva come un cane o un gatto per chiedere qualcosa da mangiare. Questo sacro ma egli faceva visse tanto da Sette Generazioni suoi discendenti. Egli animale guerra ai seppellire topi e ai ratti e teneva lontanodi ogni specie di vermi." Il visse per 502 anni dopo il Diluvio e poiché le vite degli uomini andavano lettore troverà in questa figura (fig. 53) l'adorazione del fuoco e del serpente rapidamente dopo quell'evento, non meno di sette generazioni di talvolta unita accorciandosi talvolta separata. suoi discendenti diretti La morirono di lui (Gen. 11:10-32). Quanto fu ragioneprima di questa doppia rappresentazione del dio appropriato il nome di Ogmio, "il Lamentatore o Colui che fa lutto" perché non credo sia pertinente in questo contesto ma è molto aveva avuto una tale esperienza! come di è rappresentato questo Ercole evidente, Orbene, dalle parole Virgilio prima considerate, "Lamentatore" nella sua attività di raddrizzatore di torti? Non con l'aiuto della che le figure sopra citate hanno le loro teste cinte da sua clava, come l'Ercole dei Greci, bensì mediante forza persuasione. Fu raggi e rappresentano il la dio del della fuoco o divinità del rappresentato con le moltitudini chein lo seguivano, adorne difuoco splendide collane sole e che, questo caso, il dio del è nero, colod'oro e d'ambra inserite re nei loro orecchi, mentre catene uscivano dalla sua con il quale lo identifichiamo con l'Etiope o il nero 5 bocca . Vi è una grande Phaéthon, differenza mentre tra i due simboli, zanna ammette di un orso e lo le l'autore di la Pompei che catene uscenti dalla bocca, che si traggono dietro folle consenzienti; ma stesso dio-nero del fuoco, in certi casi è rappresentato entrambi illustrano splendidamente la stessa idea: la potenza del potere di con due enormi serpenti. persuasione che rese Sem capace per adorazione un certo tempo di opporsi Ora, se questa del sacro serpente all'infausta del sole, il corrente che rapidamente fluiva nel mondo. Adorazione del fuoco e grande dio del fuoco, era così conosciuta in Roma, Quando Sem operò così potentemente sulle menti degli portare uomini la dapotenza indurli a dare del serpente quale simbolo avrebbe potuto idolaun terribile esempio e trica quando gli arti smembrati di quell'apostata furono della pagana imperiale Roma se non il "Grande mandati alle città principali, dove fu indubbiamente questi avevache stabilito la sua Serpente di Fuoco"?; senza dubbio immediatamente stabilito lo stendardo influenza, è facile comprendere che, se l'idolatria continuò, dovette farlo imperiale, esso stesso stendardo dei pagani imperatori di Roma, come pontefice segretamente. Il terrore di un'esecuzione, inflitta a del un potente Nimrod, massimo, il capo del grande sistema dell'adorazione fuoco e come adorazione del rese necessario che, per un certo tempo almeno, usata grande serpente, fosse un serpente innalzato su di una lunga fosse asta, e così una colorato da attenzione. In queste circostanze, quindi, può esservi difficilmente dubbio, che il esibirlo come un riconosciuto simbolo dell'adorazione del fuoco. Così la cristiasistema dei "Misteri", che impero ebbe Babilonia come centro, si diffondesse nel nità si propagò nel romano - il potere dellasuo luce e le tenebre sono affianmondo. In questi misteri, sotto il suggello del segreto e la sanzione di un cate. Rivelazione 12:7-9: «E scoppiò la guerra in cielo: Michele e i suoi angeli giuramento e mediante le fertili risorse della magìa, gli guerreggiarono, uomini furono guerreggiarono contro il tutte dragone, e il dragone e i suoi angeli gradualmente ricondotti quell'idolatria che era stata soppressa pubblicamente, ma esso non prevalse, neafu più trovato posto in cielo. E il gran dragone fu scamentre nuove caratteristiche furono aggiunte a quell'idolatria da gliato, l'originale serpente, colui che è chiamato Diavolo e Satana, in chemodo svia l'inrenderla blasfema sulla di prima. la magìa l'idolatria fossero sorelle tera terraancora abitata,più fu scagliato terra Che e i suoi angeliefurono scagliati con lui.» gemelle vissero al assieme, è abbondantemente dimostrato. "Ad egli", Il grandeeserpente di mondo fuoco fu scagliato quando con il decreto di grazia, durante (Zoroastro) dice lo Giustino "fu attribuito d'essere statofurono il primo ad aver l'impero romano fustorico abolito il paganesimo, i fuochi di Vesta estinti, le inventato le vergini arti magiche ad avere studiato i moti corpi entrate delle vestaliefurono confiscate e diligentemente l'imperatore romano (ildei quale fu celesti". Lo Zoroastroildi cuicapo parla Giustino è di lo Roma Zoroastro Battriano; ma si «pontefice massimo», vero dell'idolatria e, come tale, appariva ammette generalmente chepagani) ciò siain un nellarimosse sua Storia della con i simboli idolatrici dei unerrore. impetoStanley, di coscienza la propria Filosofia Orientale, conclude che tale errore sia sorto dalla somiglianza del carica.

52 157 Rev. Alexander Hislop nome in un conflitto e che a motivo simile. di Da ciò Arnobius, quello sia impariamo stato attribuito che quando al Zoroastro sotto Nino Battriano gli Assiri che appropriatamente mossero guerra ai appartiene Bactriani, la aiguerra Caldei, fu combattuta "giacché non non sisolo puòcon immaginare milizie e spache Battriano de ma con fosse varie magie l'inventore e con mezzi di quelle derivati arti dalle in cui sacre i Caldei, istruzioni che dei furono Caldei. suoi contemporanei, Quando è noto che erano i Ciclopi così esperti". sono, dallo Epifanie storico giunse Castor, evidentemente seguiti fino all'epoca alla stessa di conclusione Saturno ovvero prima Belus di e lui. quando Egli sostiene apprendiamo in base che all'evidenza Giove nel combattimento che al suo tempo confosse tro i Titani stato ricevette Nimrod aiuto a instaurare dai Ciclopi le scienze con segni della di bagliori magìa e fulmini dell'astronomìa, e saette, l'invenzione possiamo avere delle una quali chiara fu idea attribuita che lesuccessivamente arti magiche derivano al Zoroastro dai Misteri (Battriano). caldei e Poiché che Nino abbiamo stesso legià impiegò visto nella che Nimrod guerra contro e il Caldeo il rè di Bactria. Zoroastro sono la stessa persona, È evidente lache conclusione nel periodo sia precedente degli antichi i sacerdoti che dei deimoderni Misteri caldei investigatori conoscevano delle antichità la composizione caldee si del armonizza favoloso fuoco interamente. greco che Orbene bruciava il sistema sott'acqua, segreto il cui dei segreto Caldei provvedeva è andato perduto; abbondanti non vi opportunità può essere per dubbio colpire che l'immaginazione Nino, erigendo il degli suo iniziati potere, mediante approfittasse vari di tali inganni segreti e scientifici, artifici didei magìa. quali egli Nonostante solo era il tutta detentore. la cura e le precauzioni E noto, malgrado di coloro tutto,che chesopraintendevano in questo ed in altri a queste aspetti iniziazioni, vi sia un'esatta ne è coincidentrapelato abbastanza za tra Vulcano perildarci dio del una fuoco visione dei Romani molto chiara e Nimrod delle il loro dio del reali fuoco caratteristiche. dei BabiloQualsiasi nesi. Nel caso cosa del fosse classico cosi escogitata, Vulcano èavviluppava solo nella sua la mente caratteristica dei novizi di dio a un del punto fuotale co che di eccitazione è popolarmente che, dopo rappresentato essersi implicitamente come un agente arresi fisico; ai sacerdoti, ma era nei potessero suoi aessere spetti spirituali, preparati a "pulendo ricevere e qualunque rigenerando" cosa.l'animo Dopo che umano, i candidati che l'adorazione all'iniziazione del fossero fuoco hapassati dimostrato attraverso maggior il confessionale efficacia nel mondo. e pronunciato i richiesti giuramenti "venivano Il potere, la loro popolarità presentati" e l'abilità dice Wilkinson di Nimrod, "strani così e stupefacenti pure la seducente oggetti". natura Alcune del volte suo stesso il luogo problema, dove si lo trovavano resero capace sembrava di espandere ruotasse la deludente intorno a dottrina loro; altre in lungo volte sembrava e in largo e brillare fu rappresentato e risplendere sotto diil luce ben conosciuto e fuoco radiante nome di quindi Phaéthon nuovamente nell'atto erano di "appiccare avvolti fuoco da nere all'intero tenebre,mondo" altre volte o (senza ancora, la tuoni, poetica oltre metafora) spaventosi fu responsaclamori o bile muggiti del coinvolgimento e alcune volte di i tutta tremanti l'umanità spettatori. nella colpa Quindi, dell'adorazione infine, il grande del fuoco. dio, l'oggetto La straordinaria centraleprevalenza della loro dell'adorazione adorazione, Osiride, del dio Tammuz, del fuoco, Nimrod nei primi o Adone, anni veniva della creazione, loro rivelato è provata nella maniera da fatti più e da adatta leggende a calmare trovate le in loro tutta paure la terra. e a suscitare Così in in Messico loro una gli cieca indigeni devozione. narrano Un che, racconto già dopo diil tali primo manifestazioni anno, il mondo ci è provveduto fu bruciato da con un il antico fuoco. pagano, La loro storia, molto cauto come in quella realtà, degli maEgiziani, tuttavia in fuun scritta modo inche geroglifici, mostra la è natura che questo dei segreti deve essere magici inteso mediante simbolicamente. i quali tali apparenti Così in India miracoli hanno erano una compiuti: leggenda "In dagli una aspetti manifestazione molto simili che benché non bisognava qualcosa vari rivelare nella... loro si vedeva forma. sulle mura di un tempio I Bramini una dicono massache, di luce in un che periodo da principio molto remoto appariva del molto passato, lontana. uno degli Essadei si trasformava, brillò con insuperabile mentre andava splendore rivelandosi, "infliggendo in un con volto i suoi evidentemente fulgenti raggidivino, angosce e soprannaturale, ravvivando più di di mille aspetto mondi" severo, e a ma meno con che unun tocco altrodi dio dolcezza. molto più Seguendo potente non gli insegnamenti si fosse interposto di una interrompendolo, religione misteriosa, il risultato gli sarebbe Alessandrini stato molto l'onoravano più disastrocome Osiride so. Nella o trinità Adone". druida Dopo vi questa è un esatto affermazione riferimento difficilmente allo stesso può evento. esservi Si dice dubbio che che nei tempi le arti primordiali magiche qui siimpiegate levò una tempesta non fossero di fuoco altro che che quelle spaccò che la terra oggi separansi usano per dola dalle la moderna acque, nessuno fantasmagorìa. sfuggì maTali "l'eletta mezzi compagnia o simili si rinchiuse furono in usati un recinnegli antichissimi to con una robusta periodi porta" per mostrare con i grandi allo sguardo "patriarchi dei viventi, scelti per nel la corso lorodei integrità". Misteri segreti, Evidentemente coloro che questo erano è con morti. Sem Abbiamo il capo dei delle fedeli affermazioni che hanno nella preservato storia la antica loro che integrità si riferiscono quando così al periodo tanti fecero di Semiramide, naufragio della le quali fede mostrano e della buona che i riti coscienza. magici 6 venivano Queste storie compiuti mostrano per quanto tale medesimo efficace possa scopo essere e poiché questala forma lanterna di apostasia. magica Il o qualcosa purgatorio dipapale simile ead i fuochi essa, fu di manifestamente San Giovanni, che usata abbiamo in tempi già successivi considerato, a tal e fine, molteèaltre ragionevole favole o concludere tranquille pratiche che gli ancora stessi sistemi esistentifurono sono come impiegati moltein reliquie tempi più della antichi. stessa antica Fu facile superstizione. per coloro Si che osserverà controllavano comunque i Misteri, che il avendo grande scoperto serpente segreti rosso o grande che erano serpente sconosciuti infuocatoalla è rappresentato massa del eretto genere davanti umano alla e donna che essi con accuratamente la corona di dodici preservavano, stelle, ovvero fornire la vera ciò che chiesa poteva di Dio, sembrare "per distruggere la dimostrazione suo fioculare glio ancor che prima Tammuz, che sia che nato". era Adesso, stato ucciso questo eè per in esatta il quale accordanza venivano con fatte le tali calamentazioni, ratteristiche del era grande ancora capo vivente del sistema e circondato dell'adorazione di gloria celeste del fuoco. e divina. Nimrod, Dalle inlabbra fatti, veniva di unoconsiderato così gloriosamente come il rivelato grande divoratore o dalle labbra di bambini. di alcuniPensando sacerdoti alla ben nascosti, sua primache deificazione parlavano vediamo nel suo che nome si da innalzò dietrocome la scena, Nino cosa o il figlio, sarebbe ancora stato

Le Due Babilonie 157 52 troppo come ilincredibile primo degli o esseri meraviglioso umani che per fu essere deificato creduto? e fu Così naturalmente l'intero sistema il padredei di segreti tutti gli Misteri dei Babilonesi di Babilonia e perciò glorificava dopo fu un universalmente uomo mortoconsiderato e, quando in infine questa fu stabilita veste. Così l'adorazione per il padre di degli un uomo dei, Kronos, morto, ci erasi giusto asssicurò che: "divorasse l'adorazione i suoi di molti figli seguaci. appena nati". Ciò Tale fa' è luce l'analogia sul linguaggio tra tipo e antitipo. del Salmo La leggenda 106, dove ha un il ulteriore Signore, ed rimproverando ampio significato Israele applicato per la a sua Nimrod, apostasia ovvero disse: il "primo "Ed essi cornuto", s'attaccavano è proprio al Baal rifedi ritoPeor al fatto parata che,la come via per rappresentante indurre tutti di alle Moloc abominazioni o Baal, al suo e ai altare crimini fossero di cui grai misteri dite offerte divennero di neonati. la scena"; Noi abbiamo poiché aun'ampia coloro che e triste non desideravano documentazione approfondire su questo la soggetto conoscenza dai ricordi di Dio dell'antichità. che, preferirono alcuni oggetti visibili d'adorazione, cedendo I Fenici, ai dice sensuali Eusebius, sentimenti ogni anno delle sacrificavano loro menti icarnali, loro amati nessun'altra unigenitiragione figli a sarebbe Kronos o sembrata Saturno. più Diodoro convincente Siculo per afferma la loroche fede io Cartaginesi, la loro pratica in un'occasione più di udire con quand'erano le loro stati proprie assediati orecchie dai Siciliani un comando e schiacciati dato nel dal dolore, mezzo allo di una scopo gloriosa di retmanifestazione tificare i loro errori, e proveniente come essi supponevano, apparentemente attinsero dalla qualche stessa divinità volta alle che usanze essi adoravano. di Cartagine in questo caso avventatamente scegliendo duecento tra i più nobili Lo dei loro schema bambini così per fraudolentemente sacrificarli pubblicamente formatosi, fu a questo efficace: dio.Semiramide C'è dunque ragione ottenne gloria di credere dal suo che le morto stesse e pratiche deificatofossero marito in e nel voga corso in Bretagna del tempo ai tempi entrambi, dei Druidi. con il nome Noi sappiamo di Rea eche Nino, offrivano "la dea sacrifici madre umani e il figlio", al sanguinario furono adorati dio, facevano con entusiasmo passare incredibile i bambini attraverso e le loro immagini il fuoco di erano Moloc collocate ed è assai ovunque. probabile Le caratteristiche che li immolassero. negre di Da Nimrod Geremianon 32:35 furono comparato di ostacolo con Geremia alla sua 19:5, adorazione. troviamo Secondo che queste la due dottrina cose caldea sono parte della di trasmigrazione uno stesso sistema. delle anime era spiegato che Nino, riapparso nella persona Il dio che di iun Druidi figlio adoravano postumo di era carnagione Baal ed a chiara, lui venivano nato in sacrificati modo soprannaturale i bambini. dalla Quando sua"il moglie frutto vedova del ventre" dopo era che così il padre offerto, era lo stato era per assunto "i peccati in gloria. dello Poiché spirito". la licenziosa Ed era un principio e dissoluta patriarcale vita di Semiramide della legge le mosaica, procuròun molti principio, figli per non i quali vi è dubnon poteva bio tramandato apparentemente dalla fede essere patriarcale addotto che alcun il sacerdote padre terreno, dovevauna servirsi scusa di come tutto questa quello che avrebbe veniva santificato sacrificato il suo come peccato offerta e consentito per il peccato di conquistare (Numeri 18:9,10). i sentimenti Perdi ciòcoloro i sacerdoti che disprezzavano di Nimrod o Baal la pura necessariamente adorazione di erano Geovaobbligati e tuttavia a mangiare potevano non parte desiderare del sacrificio di inchinarsi umano. Le dinanzi antiche adtraduzioni una divinità riferiscono negra. Dalla che gli luce apostati riflessache su Babilonia presero parte dall'Egitto, alla ribellione come con anche Nimrod, dalla forma fecero guerra delle immagini ai fedeli figli esistenti di Noè. del bambino Potenza ebabilonese numerosità nelle facevano braccia parte della degli sua dea-madre, adoratori del abbiamo fuoco, ogni ma aragione fianco di credere Sem e della che questo fede vi è era ciò il che grande effettivamente potere dello avvenne. Spirito di InDio, Egitto perciò si credeva molti si che penil biondo tirono dei Horus, loro peccati. il figlio Il potere del di nero Nimrod Osiride, ebbe fine che e con era questo, l'oggetto nello favorito stesso dell'adorazione, tempo, terminò ilnelle culto braccia del sole della e del serpente dea Iside, di fosse fuoco nato a lui associato. miracolosamente in conseguenza L'avvenimento di fu unesattamente congiungimento comefra afferma quellaqui deaRivelazione e Osiride dopo 12:9 la "E morte il gran di quest'ultimo dragone fu precipitato, e, in realtà, l'antico che fosse serpente, una che nuova si chiama incarnazione Diavolo die quel Satana, dio, il per sevendicare duttore della mondo sua morte intero, contro fu precipitato i suoi assassini. sulla terra, E sorprendente e i suoi angeli trovare furonoin precicosì tanti pitati paesi con lui"; e fra il milioni capo dell'adorazione di persone d'oggi, del fuoco che non e tutti hanno i suoi mai subalterni visto un a negro, lui asl'adorazione sociati furono dicacciati un dio negro. dal potere Ma tuttavia, e dalla gloria comeche vedremo si erano successivamente, procurati. Questo fra era le nazioni il tempocivilizzate in cui tuttidell'antichità, gli dei del classico Nimrod Pantheon quasi ovunque della Grecia cadde erano in disgrazia felici di fuge fu deposto gire e nascondersi dalla sua alla antica collera preminenza dei loro espressamente avversari. In India per succedeva deformità che "sulla Indra, base il della rè deisua Surya, bruttezza". il dio del Anche sole, Agni, nella il stessa dio del Babilonia, fuoco, e il tutta figlio la divinità postumo, dell'Olimpo poiché si identificava indiano, venivano con ilscacciati padre ed dal ereditò cielo sulla tutta terra, la gloria errando di suo e nascondendosi padre, possedendo nelle tuttavia foreste, sconsolati la carnagione e pronti di sua a perire madre, di fame. divenne il tipo favorito del divino figlio della Avvenne madonna. che, mentre Phaéthon guidava il carro del sole, appiccò fuoco alla terra Questo e fu colpito figlio dal così Supremo adorato Dio; fra scaraventato le braccia diprecipitosamente sua madre, era investito sulla terra, di le tutti sorelgli attributi le e le figlie e chiamato del sole con gliquasi facevano tutti i lamento nomi del così promesso come leMessia. donne lo Come fecero Cristo per nell'ebraico Tammuz. Come del Vulcano Vecchio oTestamento Molk-gheber, erail chiamato classico dio Adonai, del fuoco, il Signore, fu così ignocosì Tammuz mignosamente fu chiamato scaraventato Adondal o Adone. cielo sulla Colterra, nome così di Omero Mitra fu si adorato riferisce quale a lui "Mediatore". parlando dell'ira Come del Re Mediatore dei Cieli, e che capo indel questo patto senso della deve grazia essere egli inteso fu nominato come il Baal-Berith, "Più PotenteSignore Dio". La del tremenda patto (Fig. caduta 24) (Giudici di Molk-gheber, 8:33). o Nimrod, il "ReIn Potente" tale avvenne veste egli quando è rappresentato fu cacciato dalle in grandezze monumenti delpersiani suo potere mentre e fu privato siede

156 53 Rev. Alexander Hislop in nome un conflitto e che a motivo simile. di Da ciò Arnobius, quello sia impariamo stato attribuito che quando al Zoroastro sotto Nino Battriano gli Assiri che mossero appropriatamente guerra ai Bactriani, appartienela aiguerra Caldei, fu combattuta "giacché non non sisolo puòcon immaginare milizie e spache de Battriano ma con fosse varie magie l'inventore e con mezzi di quelle derivati arti dalle in cui sacre i Caldei, istruzioni che dei furono Caldei. suoi Quando contemporanei, è noto che erano i Ciclopi così esperti". sono, dallo Epifanie storico giunse Castor, evidentemente seguiti fino all'epoca alla stessa di Saturno conclusione ovvero prima Belus di e lui. quando Egli apprendiamo sostiene in base che all'evidenza Giove nel combattimento che al suo tempo contro fosse i Titani stato ricevette Nimrod aiuto a instaurare dai Ciclopi le scienze con segni della di bagliori magìa e fulmini dell'astronomìa, e saette, possiamo l'invenzione avere delle una quali chiara fu idea attribuita che lesuccessivamente arti magiche derivano al Zoroastro dai Misteri (Battriano). caldei e che Poiché Nino abbiamo stesso legià impiegò visto nella che Nimrod guerra contro e il Caldeo il rè di Bactria. Zoroastro sono la stessa È persona, evidente lache conclusione nel periodo sia precedente degli antichi i sacerdoti che dei deimoderni Misteri caldei investigatori conoscevano delle la antichità composizione caldee si del armonizza favoloso fuoco interamente. greco che Orbene bruciava il sistema sott'acqua, segreto il cui deisegreto Caldei è provvedeva andato perduto; abbondanti non vi opportunità può essere per dubbio colpire che l'immaginazione Nino, erigendo il degli suo potere, iniziati approfittasse mediante vari di tali inganni segreti e scientifici, artifici didei magìa. quali egli Nonostante solo era il tutta detentore. la cura e le E precauzioni noto, malgrado di coloro tutto,che chesopraintendevano in questo ed in altri a queste aspetti iniziazioni, vi sia un'esatta ne è coincidentrapelato za abbastanza tra Vulcano perildarci dio del una fuoco visione dei Romani molto chiara e Nimrod delle il loro dio del reali fuoco caratteristiche. dei Babilonesi. Qualsiasi Nel caso cosa del fosse classico cosi escogitata, Vulcano èavviluppava solo nella sua la mente caratteristica dei novizi di dio a un del punto fuoco taleche di eccitazione è popolarmente che, dopo rappresentato essersi implicitamente come un agente arresi fisico; ai sacerdoti, ma era nei potessero suoi aspetti essere spirituali, preparati a "pulendo ricevere e qualunque rigenerando" cosa. l'animo Dopo che umano, i candidati che l'adorazione all'iniziazione del fuoco fossero hapassati dimostrato attraverso maggior il confessionale efficacia nel mondo. e pronunciato i richiesti giuramenti Il "venivano potere, la loro popolarità presentati" e l'abilità dice Wilkinson di Nimrod, "strani così e pure stupefacenti la seducente oggetti". natura Alcune del suo volte stesso il luogo problema, dove si lo trovavano resero capace sembrava di espandere ruotasse la deludente intorno a dottrina loro; altre in lungo volte e sembrava in largo e brillare fu rappresentato e risplendere sotto di il luce ben conosciuto e fuoco radiante nome di quindi Phaéthon nuovamente nell'atto di erano "appiccare avvolti fuoco da nere all'intero tenebre,mondo" altre volte o (senza ancora, la tuoni, poetica oltre metafora) spaventosi fu responsaclamori bile o muggiti del coinvolgimento e alcune volte di i tutta tremanti l'umanità spettatori. nella colpa Quindi, dell'adorazione infine, il grande del fuoco. dio, La l'oggetto straordinaria centraleprevalenza della loro dell'adorazione adorazione, Osiride, del dio Tammuz, del fuoco, Nimrod nei primi o Adone, anni della veniva creazione, loro rivelato è provata nella maniera da fatti più e daadatta leggende a calmare trovate lein loro tutta paure la terra. e a suscitare Così in Messico in loro una gli cieca indigeni devozione. narrano Un che, racconto già dopo diiltali primo manifestazioni anno, il mondo ci è provveduto fu bruciato con da un il antico fuoco. pagano, La loro storia, molto cauto come quella in realtà, degli maEgiziani, tuttavia in fuun scritta modo in che geroglifici, mostra la è che natura questo dei segreti deve essere magici inteso mediante simbolicamente. i quali tali apparenti Così in India miracoli hanno erano una compiuti: leggenda dagli "In una aspetti manifestazione molto simili che benché non bisognava qualcosa vari rivelare nella... loro si vedeva forma. sulle mura di un I tempio Bramini una dicono massache, di luce in un che periodo da principio molto remoto appariva del molto passato, lontana. uno degli Essadei si brillò trasformava, con insuperabile mentre andava splendore rivelandosi, "infliggendo in un con volto i suoi evidentemente fulgenti raggidivino, angosce e ravvivando soprannaturale, più di di mille aspetto mondi" severo, e a ma meno con che unun tocco altrodi dio dolcezza. molto più Seguendo potente non gli si insegnamenti fosse interposto di una interrompendolo, religione misteriosa, il risultato gli sarebbe Alessandrini stato molto l'onoravano più disastrocome so. Osiride Nella o trinità Adone". druida Dopo vi questa è un esatto affermazione riferimento difficilmente allo stesso può evento. esservi Si dice dubbio che nei che tempi le arti primordiali magiche qui siimpiegate levò una tempesta non fossero di fuoco altro che che quelle spaccòche la terra oggi separansi usano dola per dalle la moderna acque, nessuno fantasmagorìa. sfuggì maTali "l'eletta mezzi compagnia o simili si rinchiuse furono in usati un recinnegli to antichissimi con una robusta periodi porta" per mostrare con i grandi allo sguardo "patriarchi dei viventi, scelti per nel la corso lorodei integrità". Misteri Evidentemente segreti, coloro che questo erano è con morti. SemAbbiamo il capo dei delle fedeli affermazioni che hanno nella preservato storia la antica loro integrità che si riferiscono quando così al periodo tanti fecero di Semiramide, naufragio della le quali fede mostrano e della buona che i riti coscienza. magici 6 Queste venivano storie compiuti mostrano per quanto tale medesimo efficace possa scopo essere e poiché questala forma lanterna di apostasia. magica Il o purgatorio qualcosa dipapale simileead i fuochi essa, fu di manifestamente San Giovanni, che usata abbiamo in tempi già successivi considerato, a tal e molte fine, èaltre ragionevole favole o concludere tranquille pratiche che gli ancora stessi sistemi esistentifurono sono come impiegati moltein reliquie tempi della più antichi. stessa antica Fu facile superstizione. per coloro Si che osserverà controllavano comunque i Misteri, che il avendo grande scoperto serpente rosso segreti o grande che erano serpente sconosciuti infuocatoalla è rappresentato massa del eretto genere davanti umano allae donna che essi con la accuratamente corona di dodici preservavano, stelle, ovvero fornire la vera ciò che chiesa poteva di Dio, sembrare "per distruggere la dimostrazione suo figlio oculare ancor che prima Tammuz, che sia che nato". era Adesso, stato ucciso questo eè per in esatta il quale accordanza venivanocon fatte le tali caratteristiche lamentazioni, del era grande ancora capo vivente del sistema e circondato dell'adorazione di gloria celeste del fuoco. e divina. Nimrod, Dalle infatti, labbra veniva di unoconsiderato così gloriosamente come il rivelato grande divoratore o dalle labbra di bambini. di alcuniPensando sacerdoti alla ben sua nascosti, primache deificazione parlavano vediamo nel suo che nome si da innalzò dietro come la scena, Nino cosa o il figlio, sarebbe ancora stato

Le Due Babilonie 156 53 come troppoilincredibile primo degli o esseri meraviglioso umani che per fu essere deificato creduto? e fu Così naturalmente l'intero sistema il padredei di tutti segreti gli Misteri dei Babilonesi di Babilonia e perciò glorificava dopo fu un universalmente uomo mortoconsiderato e, quando in infine questa fu veste. stabilita Così l'adorazione per il padre di degli un uomo dei, Kronos, morto, era ci si giusto asssicurò che: "divorasse l'adorazione i suoi di molti figli appena seguaci.nati". Ciò Tale fa' èluce l'analogia sul linguaggio tra tipo e antitipo. del Salmo La leggenda 106, dove ha un ulteriore il Signore, ed ampio rimproverando significato Israele applicato per la a sua Nimrod, apostasia ovvero disse: il "primo "Ed essi cornuto", s'attaccavano è proprio al Baal riferito di Peor al fatto parata che,la come via per rappresentante indurre tutti di alle Moloc abominazioni o Baal, al suo e ai altare crimini fossero di cui grai dite misteri offerte divennero di neonati. la scena"; Noi abbiamo poiché aun'ampia coloro che e triste non desideravano documentazione approfondire su questo soggetto la conoscenza dai ricordi di Dio dell'antichità. che, preferirono alcuni oggetti visibili d'adorazione, I cedendo Fenici, ai dice sensuali Eusebius, sentimenti ogni anno delle sacrificavano loro menti icarnali, loro amati nessun'altra unigenitiragione figli a Kronos sarebbe o sembrata Saturno. più Diodoro convincente Siculo per afferma la loroche fede io Cartaginesi, la loro pratica in un'occasione più di udire quand'erano con le loro stati proprie assediati orecchie dai Siciliani un comando e schiacciati dato nel dal dolore, mezzo allo di una scopo gloriosa di rettificare manifestazione i loro errori, e proveniente come essi supponevano, apparentemente attinsero dalla qualche stessa divinità volta alle che usanze essi di adoravano. Cartagine in questo caso avventatamente scegliendo duecento tra i più nobili dei Lo loro schema bambini così per fraudolentemente sacrificarli pubblicamente formatosi, fu a questo efficace: dio.Semiramide C'è dunque ragione ottenne di gloria credere dal che suo le morto stesse e pratiche deificatofossero marito in e nel voga corso in Bretagna del tempo ai tempi entrambi, dei Druidi. con il Noi nome sappiamo di Rea eche Nino, offrivano "la dea sacrifici madre umani e il figlio", al sanguinario furono adorati dio, facevano con entusiasmo passare i incredibile bambini attraverso e le loro immagini il fuoco di erano Moloc collocate ed è assai ovunque. probabile Le caratteristiche che li immolassero. negre Da di Nimrod Geremianon 32:35 furono comparato di ostacolo con Geremia alla sua 19:5, adorazione. troviamo Secondo che queste la due dottrina cose sono caldea parte della di trasmigrazione uno stesso sistema. delle anime era spiegato che Nino, riapparso nella Il persona dio che di iun Druidi figlioadoravano postumo di era carnagione Baal ed a chiara, lui venivano nato in sacrificati modo soprannaturale i bambini. Quando dalla sua"il moglie frutto vedova del ventre" dopo era che così il padre offerto, era lo stato era per assunto "i peccati in gloria. dello Poiché spirito". la Ed licenziosa era un principio e dissoluta patriarcale vita di Semiramide della legge le mosaica, procuròun molti principio, figli per non i quali vi è dubnon bio poteva tramandato apparentemente dalla fede essere patriarcale addotto che alcun il sacerdote padre terreno, dovevauna servirsi scusa di come tutto quello questa che avrebbe veniva santificato sacrificato il suo come peccato offerta e consentito per il peccato di conquistare (Numeri 18:9,10). i sentimenti Perciò di coloro i sacerdoti che disprezzavano di Nimrod o Baal la pura necessariamente adorazione di erano Geova obbligati e tuttavia a mangiare potevano parte non desiderare del sacrificio di inchinarsi umano. Le dinanzi antiche adtraduzioni una divinità riferiscono negra. Dalla che gli luce apostati riflessa che su presero Babilonia parte dall'Egitto, alla ribellione come con anche Nimrod, dalla fecero forma guerra delle immagini ai fedeli figli esistenti di Noè. del Potenza bambinoebabilonese numerosità nelle facevano braccia parte della degli sua dea-madre, adoratori del abbiamo fuoco, ogni ma aragione fianco di Sem credere e della che questo fede vi è era ciò il che grande effettivamente potere delloavvenne. Spirito di InDio, Egitto perciò si credeva molti siche penil tirono biondodei Horus, loro peccati. il figlio Il potere del di nero Nimrod Osiride, ebbe fine chee con era questo, l'oggetto nello favorito stesso tempo, dell'adorazione, terminò ilnelle culto braccia del sole della e del serpente dea Iside, di fosse fuoco nato a lui associato. miracolosamente in L'avvenimento conseguenza di fu unesattamente congiungimento comefra afferma quellaqui deaRivelazione e Osiride dopo 12:9 la "E morte il gran di dragone quest'ultimo fu precipitato, e, in realtà, l'antico che fosse serpente, una che nuova si chiama incarnazione Diavolo die quel Satana, dio, il per seduttore vendicare della mondo sua morte intero, contro fu precipitato i suoi assassini. sulla terra, E sorprendente e i suoi angeli trovare furonoin precicosì pitati tanti paesi con lui"; e fra il milioni capo dell'adorazione di persone d'oggi, del fuoco che non e tutti hanno i suoi mai subalterni visto un a lui negro, associati l'adorazione furono dicacciati un dio negro. dal potere Ma e tuttavia, dalla gloria comeche vedremo si erano successivamente, procurati. Questo fra era le il nazioni tempocivilizzate in cui tuttidell'antichità, gli dei del classico Nimrod Pantheon quasi ovunque della Grecia cadde erano in disgrazia felici di fuge fu gire deposto e nascondersi dalla sua alla antica collera preminenza dei loro avversari. espressamente In India persuccedeva deformità che "sulla Indra, base il rè della dei sua Surya, bruttezza". il dio del Anche sole, Agni, nella il stessa dio del Babilonia, fuoco, e il tutta figlio la divinità postumo, dell'Olimpo poiché si indiano, identificava venivano con ilscacciati padre ed dal ereditò cielo sulla tutta terra, la gloria errando di suo e nascondendosi padre, possedendo nelle foreste, tuttavia sconsolati la carnagione e pronti di sua a perire madre, di fame. divenne il tipo favorito del divino figlio Avvenne della madonna. che, mentre Phaéthon guidava il carro del sole, appiccò fuoco alla terra e Questo fu colpito figlio dal così Supremo adorato Dio; fra scaraventato le braccia diprecipitosamente sua madre, era investito sulla terra, di le tutti sorelgli le attributi e le figlie e chiamato del sole con gliquasi facevano tutti i lamento nomi del così promesso come leMessia. donne lo Come fecero Cristo per Tammuz. nell'ebraico Come del Vulcano Vecchio oTestamento Molk-gheber, era il chiamato classico dio Adonai, del fuoco, il Signore, fu così ignocosì mignosamente Tammuz fu chiamato scaraventato Adondal o cielo Adone. sulla Col terra, nome così di Omero Mitra fu si adorato riferisce quale a lui parlando "Mediatore". dell'ira Come del Re Mediatore dei Cieli, e che capo indel questo patto senso della deve grazia essere egli inteso fu nominato come il "Più Baal-Berith, PotenteSignore Dio". La del tremenda patto (Fig.caduta 24) (Giudici di Molk-gheber, 8:33). o Nimrod, il "RePotente" In tale avvenne veste egli quando è rappresentato fu cacciato dalle in grandezze monumenti delpersiani suo potere mentre e fu privato siede

54 155 Rev. Alexander Hislop sull'arcobaleno, adorato, nei primi il ben anninoto della simbolo creazione, del spiega patto. In l'audace India, caratteristica col nome di Visnù, di questi il Preservatore primi inizi dell'apostasia. o Salvatore degli Se l'adorazione uomini, sebbene del sole fosse e dei dio, corpi eglicelesti, era adorato dissero come gli il uomini, grande era "Uomo-vittima", una cosa veramente che prima scusabile, che potrebbe i mondi la fossero, razza umana poichécadere non vi realera nessun mente ed altro innocentemente? da offrire, offrì Ma se com'è stesso il infatto? sacrificio. NellaIprimitiva sacri scritti lingua indùdell'umaniinsegnano che tà il questa sole era misteriosa chiamatoofferta "Shemesh" antecedente che vuol la creazione dire "Servitore". è il fondamento Questo nome, di tutti esi sacrifici sendo stato chedato sono senza statidubbio offertidivinamente da allora in per poi. prendersi Dovrebbe cura meravigliarci del mondo intale riaffermazione cordo della grande dai libri verità sacri dopo della tutto mitologia era il designato pagana? Ministro Perché del dovrebbe? dono del Fin granda quando de invisibile il peccato Creatore entrò per nel i suoi mondo figli. vi è stata solo una via di salvezza, quella mediante Gli uomini il seppero sangue questo di un patto ma posero interno, il seguace una via nel cheposto il genere del maestro umano e una chiamavolta conosceva, rono il soledai Baal, giorni il "Signore", del giusto Abele accordandogli in poi. Quando adorazione. Abele, Cosa "percomprendono fede", offrì a Dio del detto un sacrificio di Paolopiù "Quando eccellente essi di conobbero quello diDio Caino, in una fu la menzogna, sua fede adorarono "nel sangue e dell'agnello servirono creature scannato", più del nelCreatore proposito che di è Dio Dio "dalla su tutto, fondazione beato per del sempre". mondo", Il e prinche al cipio tempo dell'adorazione stabilito da Dio del sole doveva e l'adorazione essere realmente dei corpi offerto celesti sulera Calvario, un peccato che rese evi"eccellente" dente, un presuntuoso la sua offerta. audace Se Abele peccato. era Così a conoscenza come il sole "del nei sangue cielidell'agnello", è un grande perché oggetto gli di adorazione, Indù non avrebbero il fuoco è dovuto la sua conoscerlo? rappresentazione Una nelle piccola adorazioni parola mostra terreche stri. anche in Grecia il valore del "sangue di Dio" era stato conosciuto, sebbene tale Vitruvio valore allude fosse alle stato prime oscurato adorazioni e degradato del fuoco dalle quando espressioni dice che dei gli uomini poeti. Tale forparola mano le è prime Icóre. comunità Qualunque con lettore riunioni dei poeti attorno classici ad esso. greci sa che Ichor è il termine particolarmente Questo è esattamente appropriato in armonia al sangue con quanto della divinità. abbiamoCosì già visto Omero riguardo si riferisce Foronead esso: o, che è stato identificato con Nimrod che, oltre ad essere l'inventore del fuoco, fu il primo chiare che radunò comunità gli uomini. Assieme al torrente sole e al grande "Dalle venein scorre l'immortale, Icóre Come fluisce dio del da fuoco tempo debito identifichiamo esso incorrotto, il serpente Diverso adorato (fig. un a dio ferito, Emanazione pura, con diluvio dal 52).Circa la mitologia del mondo primitivo Owen dice: "II nostro volgare, malato sangue terrestre". serpente è universalmente il Icóre? simbolo sole". Innon Egitto Orbene, qual'è il significato appropriato al termine Indel greco esso ha uno dei più comuni simboli del sole o del dio-sole è un significato etimologico alcuno; ma, in caldeo, Icóre disco con"La un serpente attorno. Tale nome, applicato al significa cosa preziosa". La ragione principale di identificazione sembra sia sangue di una divinità, questa può aver avuto solo un'origine. che il sole fosse un grande illuminatore-informatore del Esso porta in se stesso l'evidenza della sua origine, mondo fisicodalla mentre il serpente lo fosse patriarcale, del mondo spiriprovenendo grande tradizione che tuale dando all'umanità "Conoscenza di Dio malvagiindusse Abele ha guardare anticipatamente ale "prezioso tà” . Naturalmente scorrettezze Tammuz o Adone sangue di Cristo", questo come implica al donotremende più "prezioso" che da parte dei capi di talipotuto sistemi, tenuto del periodo Adorazione del Mitra, serpen- l'amore adorato come divino avrebbe fare a un conto mondo colpevole il mediatore . cui è, è cominciato, ma così sembra essere il significato te quale dio del fuoco einche oltre ad essere il sangue della vera "Vittimadell'identificazione. umana", anche sinceramente e profondamente "il Sangue di Dio" (Atti 20:28). Di tutti nella gli eventi abbiamo Sacre fosse Scritture e negli scritticorrotta, profani Anche stessa Grecia, riscontro sebbene nelle la dottrina completamente ed è era certo che l'adorazione del serpente iniziò a fianco dell'adorazione del fuoco non andata del tutto perduta. Fu mischiata alle falsità e alle leggende e e del sole. L'ispiratadalla affermazione di Paolo è decisiva in segreto merito al soggetto. Era, quindi dimenticata moltitudine; ma tuttavia, nel sistema mistico egli dice: "Quando gli uomini conobbero Dio, ma non lo come un occupava necessariamente un posto importante. Come ci glorificarono dice Servio, lo scopo Dio, perché hanno cambiato la gloria di Dio incorruttibile, con immagini di uoprincipale delle orge di Bacco era "la purificazione delle anime" e, poiché in mini mortali, di uccelli, di aveva quadrupedi di rettili". Con è in accordoeanqueste orge regolarmente luogo el'immolazione e questo lo smembramento lo che la storia profana. Uno degli scrittori profani, Sanchuniatho il fenicio, che si spargimento di sangue dell'animale, in memoria dello spargimento del sangue ritiene fosse tempo di Giosué disse veniva così: "Incommemorata, principio fu attribuito vitale della vissuto grande aldivinità che in esse questo qualche cosa simbolico di divina natura al serpente eddivinità alle tribù deiavrebbe serpenti;portato per questo spargimento del sangue di tale non alla animale considerato più spirituale tra tutti rettili diintendevano FOCOSA natura, poiché "purificazione" dal il peccato che questi riti i mistici effettuare? mostra un visto incredibile muovendosi col suo spirito, senza nefurono piedi. Abbiamo che le velocità, sofferenze dello Zeroastro Babilonese e dimani Belus Inoltre è longevo ed ha la caratteristica nel rinnovare la sua giovinezza... così rappresentate come del tutto volontarie, alle quali essi si sottomisero per il bene Thoth è sacrificato nei sacri libri sulle cui considerazioni questo animale fu indel mondo, e ciò in relazione allo schiacciamento del capo del grande serpente trodotto nei sacri ritialla e misteri". Thoth, ricorderemo, fumaledizione. il consigliereSe di il Thamus che avrebbe portato rimozione del peccato e della Bacco che è Nino. evidenze siamo portati a concludere che l'adorazione del greco non è Da che queste l'altra forma della divinità babilonese, allora le sue sofferenze e

Le Due Babilonie 155 54 lo serpente spargimento fosse una del parte suo sangue della primordiale devono essere apostasia state rappresentate di Nimrod. La come "focosa se essi natuvi si ra" fossero del serpente sottoposti di cui per prima lo stesso avevamo scopo, cioè parlato, per è la continuamente "purificazione delle celebrata anime". dai Da poeti questo pagani. punto di vista consideriamo il ben noto nome di Bacco in Grecia. Il nome Ancheera Virgilio, Dionìsio autore o Dionusos. di Pompei, Qual'è fa notare il significato la natura di divina questoattribuita nome? Fino al serpenad ora sono te, quando state fatte descrive delle il supposizioni "sacro serpente" ma che se siesce tiene dalla conto tomba che di esso Anchise, appartiene padre alla di lingua Enea... di Questa quel adorazione paese dal quale del fuoco originariamente e l'adorazione proviene del serpente lo stesso dovrebbero dio allora esseil significato re congiunte. è chiaro. D'ion-nuso-s significa "COLUI CHE PORTA PECCATO"7. Un nome Il serpente del tutto come appropriato "rigeneratore aldipersonaggio giovinezza",di ogni colui anno le era cuiplausibilmente sofferenze furono simrappresentate boleggiato come in un modo emblema così misterioso del sole, il e grande che era rigeneratore considerato checome ogni anno il grande rige"purificatore nera e rinnova delle l'aspetto anime". della natura, e, infine dopo essere stato deificato, fu adoOrbene, rato come questo il grande dio rigeneratore babilonese èdel conosciuto "genere umano". in Grecia come "Colui che porta il peccato" Nel capitolo e in che India stiamo come considerando "Uomo-vittima", il "grande fra serpente i buddisti infuocato" d'oriente,è del rapprecui sistema sentato con gli tutti elementi gli emblemi originali della sono regalità. chiaramente Tutte le babilonesi, sue teste sono ci si incoronate rivolgeva comunemente con corone e diademi. a lui come In al Egitto "Salvatore era il serpente del mondo". di fuoco E stato o serpente ormai ben del acquisito sole, in il Grecia fatto che era ichiamato Greci adoravano basilisco, occasionalmente il serpente reale il dio si identifica supremo col contitolo Moloc, di "Zeus il cui il nome, salvatore", mentrema risveglia questo il titolo concetto si riferiva di fuoco soltanto e sangue alla propriamente salvezza nellesignifica battaglie"il o ad re". alcuni temporanei interventi di liberazione. Ma quando si apprende che "Zeus il Tra salvatore" gli egiziani eraesolo ancor unpiù titolo tra di molte Dionisio nazioni, il "Bacco il basilisco che porta era sempre il peccato", considerato la sua peculiarità il vero simbolo come della "il Salvatore" maestà e del appare dominio. sottoCosì una la luce suainteramente immagine fu diversa. affissa In ai Egitto, copricapi il dei diomonarchi caldeo era egiziani considerato e non era come lecito un per grande nessun oggetto altro portare d'amore tale e adorazione, emblema. come il dio mediante cui "bontà e verità furono rivelate al genere umano". Il sole identificato Egli era considerato con il serpente come era chiamato l'erede predestinato "P'ouro" il cui di tutte significato le cose a volte e, si credeva è "Fuoco" che, a volte alla sua è "Re" nascita, e fra si questi udisse stessi una voce nomi proclamare l'epiteto "Purros", "È nato ililSignore focoso,di è tutta dato al la "Grande terra". Come sette-volte tale egli incoronato fu chiamato serpente" "Redel dei nostro re e testo. Signore dei signori". Poiché Così il sole, questa il gran era una dio del dichiarata fuoco, caratteristica fu identificatodi con questo il serpente. eroe-dio, Ma il egli famoso ebbe Seostris anche unfece rappresentante sì che questo umano titolo che fosse è Tammuz aggiunto a cui sui le monumenti fìglie di Israele che egli facevano aveva eretti lamento; per in perpetuare altre parole la fama Nimrod. delle Abbiamo sue vittorie. giàNon visto solo l'identità egli era dionorato Nimrodquale e di grande Zoroastro. "Re Adesso del mondo", Zoroastro, eranon anche soloconsiderato era il capo dei come misteri il Signore caldei ma, del tutto mondo fa invisibile supporre che e "Giudice fosse il capo dei morti"; degli adoratori e veniva del insegnato fuoco. che, nel mondo degli spiriti, tutti Il titolo dovevano dato dacomparire Beroso a dinanzi Nino, primo al suo re temuto dei babilonesi, tribunale, indica affinchè la stessa fossecosa. loro assegnato Questo titolo il destino è "Alorus" stabilito. che significa Poiché "il il dio vero del Messia fuoco". secondo Così Nimrod la loro "il profezia dio del doveva fuoco" era essere Molk-Gheber chiamato "Uomo ovvero il "il cui potente nome re", era Germoglio", poiché egli èegli il primo fu celebrato che fu non chiamato soloMoloc come o Re, il e "Ramo il primodi cheCus", cominciò maadcome essere potente il "Ramo sulla di terra. Dio" Fu misericordiosamente solo dopo la sua morte, datocomunque, alla terra per come guarire il figlio tutti del i mali sole ereditati o il sole dalla incarnato, carne 8. Egli tuttavia eraaladorato tempo in a cui Babilonia visse non colavanzò nome le di pretese "El-Bar", di essere cioè "Dio Bal-Kan il Figlio". o sacerdoon questo te di Baal medesimo dal quale nome evidentemente egli viene elencato deriva l'altro da Beroso, nome del lo storico dio del caldeo, fuoco romano come il 9 secondo "Vulcano". nella Nella listastoria dei sovrani di Vulcano Babilonesi infatti, . Con ogniquesto cosa ènome esattamente è stato ritrovato in armonia da Layard con quella nelle di Nimrod. sculture di Ninive, poiché il nome Bar "figlio" ha il segno che denota Vulcano Elera cioè "il"Dio" più brutto davanti e deforme ad esso re come degli prefisso. dei" e Nimrod Con lo stesso in tutto nome il mondo è stato è trovato rappresentato da Sir con H.le Rawlinson, fattezze di un poiché negro.ilBenché nome Vulcano "Beltis" fosse e quello talmente di "Figlio brutto splendente" che, quando non cercò sono moglie, altro "tutte che un'immediata le belle dee lo giusta rifiutarono posizione. con orrore" Col nome il destino di Bar egli irrevocabile era anticamente si impose, adorato pronunciò in Egitto, il decreto sebbene e malgrado in tempi tutto posteriori furono il uniti dio Bar "il fosse massimo degradato della bruttura nel Panteon tra gli dei" popolare. con il "massimo Nella stessa della Roma bellezza pagana, tra le come dee". testimonia Così, a dispetto Ovidio, delle egli sue era scure adorato e cusite con fattezze, il nomeNimrod di Eterno ebbe fanciullo" per sua 10 regina .Così audacemente Semiramide, la e più direttamente bella tra lefu donne. un semplice Ella era mortale nota per a la porsi sua infedeltà a Babilonia e licenin opposizione ziosità comeal la"Figlio mogliedel di Benedetto". Vulcano. Questi era il capo ed il più importante tra i Ciclopi, gli "dei della fiamma"; Nimrod era il capo degli adoratori del fuoco. Vulcano era il fabbro dei fulmini con i quali distruggeva i nemici degli dei; vediamo che Nino o Nimrod nella sua guerra contro il re di Bactria fu trascinato

154 55 Rev. Alexander Hislop adorato, sull'arcobaleno, nei primi il ben anninoto della simbolo creazione, del spiega patto. In l'audace India, caratteristica col nome di di Visnù, questi il primi Preservatore inizi dell'apostasia. o Salvatore degli Se l'adorazione uomini, sebbene del sole fosse e dei dio, corpi eglicelesti, era adorato dissero come gli uomini, il grande era "Uomo-vittima", una cosa veramente che prima scusabile, che potrebbe i mondi la fossero, razza umana poichécadere non vi realera mente nessuned altro innocentemente? da offrire, offrì Ma se com'è stesso il infatto? sacrificio. NellaIprimitiva sacri scritti lingua indùdell'umaniinsegnano tà che il questa sole era misteriosa chiamatoofferta "Shemesh" antecedente che vuol la creazione dire "Servitore". è il fondamento Questo nome, di tutti esi sendo sacrifici stato che dato sono senza statidubbio offertidivinamente da allora in per poi. prendersi Dovrebbe curameravigliarci del mondo intale ricordo affermazione della grande dai libri verità sacri dopo della tutto mitologia era il designato pagana? Ministro Perché del dovrebbe? dono del Fin granda de quando invisibile il peccato Creatore entrò per nel i suoi mondo figli. vi è stata solo una via di salvezza, quella Gli mediante uomini il seppero sangue questo di un patto ma posero interno, il seguace una via nel cheposto il genere del maestro umano e una chiamavolta rono conosceva, il soledai Baal, giorni il "Signore", del giusto Abele accordandogli in poi. Quando adorazione. Abele, Cosa "percomprendono fede", offrì a del Dio detto un sacrificio di Paolopiù "Quando eccellente essi di conobbero quello diDio Caino, in una fu la menzogna, sua fede adorarono "nel sangue e servirono dell'agnello creature scannato", più del nelCreatore proposito che di è Dio Dio "dalla su tutto, fondazione beato per del sempre". mondo", Il e prinche cipio al tempo dell'adorazione stabilito da Dio del sole doveva e l'adorazione essere realmente dei corpi offerto celesti sulera Calvario, un peccato che evirese dente, "eccellente" un presuntuoso la sua offerta. audace Se Abele peccato. eraCosì a conoscenza come il sole "del nei sangue cielidell'agnello", è un grande oggetto perché gli di adorazione, Indù non avrebbero il fuoco è dovuto la sua conoscerlo? rappresentazione Una nelle piccola adorazioni parola mostra terrestri. che anche in Grecia il valore del "sangue di Dio" era stato conosciuto, sebbene Vitruvio tale valore allude fosse alle stato prime oscurato adorazioni e degradato del fuoco dalle quando espressioni dice che dei gli uomini poeti. Tale formano parolale è prime Icóre. comunità Qualunque con lettore riunioni dei poeti attorno classici ad esso. greci sa che Ichor è il termine Questo particolarmente è esattamente appropriato in armonia al sangue con quanto della divinità. abbiamo Così già visto Omero riguardo si riferisce Foronead o, esso: che è stato identificato con Nimrod che, oltre ad essere l'inventore del fuoco, fu il primo chiare che radunò comunità gli uomini. Assieme al torrente sole e al grande "Dalle venein scorre l'immortale, Icóre Come fluisce dio del da fuoco tempo debito identifichiamo esso incorrotto, il serpente Diverso adorato (fig. un a dio ferito, Emanazione pura, con diluvio dal 52).Circa la mitologia del mondo primitivo Owen dice: "II nostro volgare, malato sangue terrestre". serpente è universalmente il Icóre? simbolo sole". Innon Egitto Orbene, qual'è il significato appropriato al termine Indel greco esso ha uno dei più comuni simboli del sole o del dio-sole è un significato etimologico alcuno; ma, in caldeo, Icóre disco con"La un serpente attorno. Tale nome, applicato al significa cosa preziosa". La ragione principale di identificazione sia sangue di una divinità, questa può aver avuto solo sembra un'origine. che il sole fosse un grande illuminatore-informatore del Esso porta in se stesso l'evidenza della sua origine, mondo fisicodalla mentre il serpente lo fosse patriarcale, del mondo spiriprovenendo grande tradizione che tuale dando all'umanità "Conoscenza di Dioale "prezioso malvagiindusse Abele ha guardare anticipatamente tà” . Naturalmente scorrettezze Tammuz o Adone sangue di Cristo", questo come implica al donotremende più "prezioso" che da parte dei capi di tali sistemi, tenuto conto del periodo Adorazione del Mitra, serpen- l'amore adorato come divino avrebbe potuto fare a un mondo colpevole il mediatore . cui è, è cominciato, ma così sembradella essere il significato te quale dio del fuoco einche oltre ad essere il sangue vera "Vittimadell'identificazione. umana", anche sinceramente e profondamente "il Sangue di Dio" (Atti 20:28). Di tutti nella gli eventi abbiamo Sacre fosse Scritture e negli scritticorrotta, profani Anche stessa Grecia, riscontro sebbene nelle la dottrina completamente ed è certo che l'adorazione del serpente iniziò a fianco dell'adorazione del fuoco non era andata del tutto perduta. Fu mischiata alle falsità e alle leggende e e del sole. L'ispiratadalla affermazione di Paolo è decisiva in segreto merito al soggetto. Era, quindi dimenticata moltitudine; ma tuttavia, nel sistema mistico egli dice: "Quando gli uomini conobbero Dio, ma non lo come un occupava necessariamente un posto importante. Come ci glorificarono dice Servio, lo scopo Dio, perché hanno cambiato la gloria di Dio incorruttibile, con immagini di uoprincipale delle orge di Bacco era "la purificazione delle anime" e, poiché in mini mortali, di uccelli, di aveva quadrupedi di rettili". Con è in accordoeanqueste orge regolarmente luogo el'immolazione e questo lo smembramento lo che la storia profana. Uno degli scrittori profani, Sanchuniatho il fenicio, che si spargimento di sangue dell'animale, in memoria dello spargimento del sangue ritiene tempo di Giosué disse veniva così: "Incommemorata, principio fu attribuito vitale fosse della vissuto grande aldivinità che in esse questo qualche cosa simbolico di divina natura al serpente ed divinità alle tribù deiavrebbe serpenti;portato per questo spargimento del sangue di tale non alla animale considerato più spirituale tra tutti rettili diintendevano FOCOSA natura, poiché "purificazione" dal il peccato che questi riti i mistici effettuare? mostra un visto incredibile muovendosi col suo spirito, senza nefurono piedi. Abbiamo che levelocità, sofferenze dello Zeroastro Babilonese e dimani Belus Inoltre è longevo ed ha la caratteristica nel rinnovare la sua giovinezza... così rappresentate come del tutto volontarie, alle quali essi si sottomisero per il bene Thoth è sacrificato nei sacri libri sulle cui considerazioni questo animale fu indel mondo, e ciò in relazione allo schiacciamento del capo del grande serpente trodotto nei sacri ritialla e misteri". Thoth, ricorderemo, fu maledizione. il consigliereSe di il Thamus che avrebbe portato rimozione del peccato e della Bacco che è Nino. evidenze siamo portati a concludere che l'adorazione del greco non è Da che queste l'altra forma della divinità babilonese, allora le sue sofferenze e

Le Due Babilonie 154 55 serpente lo spargimento fosse una del parte suo sangue della primordiale devono essere apostasia state rappresentate di Nimrod. La come "focosa se essi natuvi ra" si fossero del serpente sottoposti di cui per prima lo stesso avevamo scopo, parlato, cioè per è la continuamente "purificazione delle celebrata anime". dai poeti Da questo pagani. punto di vista consideriamo il ben noto nome di Bacco in Grecia. Il Anche nome era Virgilio, Dionìsio autore o Dionusos. di Pompei, Qual'è fa notare il significato la natura didivina questoattribuita nome? Fino al serpenad ora te, sono quando state fatte descrive delle il supposizioni "sacro serpente" ma che se si esce tiene dalla conto tomba che di esso Anchise, appartiene padre alla di Enea... lingua di Questa quel adorazione paese dal quale del fuoco originariamente e l'adorazione proviene del serpente lo stesso dovrebbero dio allora esseil re significato congiunte. è chiaro. D'ion-nuso-s significa "COLUI CHE PORTA PECCATO"7. Un Il nome serpente del tutto come appropriato "rigeneratore aldipersonaggio giovinezza",di ogni colui anno le era cuiplausibilmente sofferenze furono simboleggiato rappresentate come in un modo emblema così misterioso del sole, il e grande che era rigeneratore considerato che come ogni anno il grande rigenera "purificatore e rinnova delle l'aspetto anime". della natura, e, infine dopo essere stato deificato, fu adorato Orbene, come questo il grande dio rigeneratore babilonese èdel conosciuto "genere umano". in Grecia come "Colui che porta il Nel peccato" capitolo e in che India stiamo come considerando "Uomo-vittima", il "grande fra serpente i buddisti infuocato" d'oriente, è del rapprecui sentato sistema con gli tutti elementi gli emblemi originali della sono regalità. chiaramente Tutte le babilonesi, sue teste sono ci si incoronate rivolgeva con comunemente corone e diademi. a lui come In al Egitto "Salvatore era il serpente del mondo". di fuoco E stato o serpente ormai ben del acquisito sole, in Grecia il fatto che era ichiamato Greci adoravano basilisco, occasionalmente il serpente reale il dio si identifica supremo col con titolo Moloc, di "Zeus il cui nome, il salvatore", mentrema risveglia questoil titolo concetto si riferiva di fuoco soltanto e sangue alla propriamente salvezza nellesignifica battaglie"il o re". ad alcuni temporanei interventi di liberazione. Ma quando si apprende che "Zeus Tra il salvatore" gli egiziani eraesolo ancor unpiù titolo tra di molte Dionisio nazioni, il "Bacco il basilisco che porta era sempre il peccato", considerato la sua il peculiarità vero simbolo come della "il Salvatore" maestà e del appare dominio. sottoCosì una la luce suainteramente immagine fu diversa. affissa In ai copricapi Egitto, il dei diomonarchi caldeo era egiziani considerato e non era come lecito un per grande nessun oggetto altro portare d'amore tale e emblema. adorazione, come il dio mediante cui "bontà e verità furono rivelate al genere Il umano". sole identificato Egli era con considerato il serpente come era chiamato l'erede predestinato "P'ouro" il cui di tutte significato le cose a volte e, si è credeva "Fuoco" che, a volte alla sua è "Re" nascita, e fra si questi udisse stessi una voce nomi proclamare l'epiteto "Purros", "È nato ililSignore focoso,di è dato tutta al la"Grande terra". Come sette-volte tale egli incoronato fu chiamato serpente" "Redel dei nostro re e testo. Signore dei signori". Così Poiché il sole, questa il gran era una dio del dichiarata fuoco, fu caratteristica identificatodi con questo il serpente. eroe-dio, Ma il egli famoso ebbe anche Seostris unfece rappresentante sì che questo umano titolo che fosse è Tammuz aggiunto a cui sui le monumenti fìglie di Israele che egli facevano aveva lamento; eretti per in perpetuare altre parole la fama Nimrod. delle Abbiamo sue vittorie. giàNon visto solo l'identità egli era dionorato Nimrodquale e di Zoroastro. grande "Re Adesso del mondo", Zoroastro, eranon anche soloconsiderato era il capo dei come misteri il Signore caldei ma, del tutto mondo fa supporre invisibile che e "Giudice fosse il capo dei morti"; degli adoratori e veniva del insegnato fuoco. che, nel mondo degli spiriti, Il tutti titolo dovevano dato dacomparire Beroso a dinanzi Nino, primo al suo re temuto dei babilonesi, tribunale, indica affinchè la stessa fossecosa. loro Questo assegnato titolo il destino è "Alorus" stabilito. che significa Poiché "il il dio vero del Messia fuoco". secondo Così Nimrod la loro "il profezia dio del fuoco" doveva era essere Molk-Gheber chiamato "Uomo ovvero il "il cui potente nome re", era Germoglio", poiché egli èegli il primo fu celebrato che fu chiamato non soloMoloc come o Re, il e"Ramo il primodi che Cus", cominciò maad come essere potente il "Ramo sulla di terra. Dio" Fu solo misericordiosamente dopo la sua morte, datocomunque, alla terra per come guarire il figlio tutti del i mali sole ereditati o il sole dalla incarnato, carne 8. tuttavia Egli eraaladorato tempo in a cui Babilonia visse non colavanzò nome le dipretese "El-Bar", di essere cioè "Dio Bal-Kan il Figlio". o sacerdoon te questo di Baal medesimo dal quale nome evidentemente egli viene elencato deriva l'altro da Beroso, nome del lo storico dio del caldeo, fuoco romano come il 9 "Vulcano". secondo nella Nella listastoria dei sovrani di Vulcano Babilonesi infatti, . Con ogniquesto cosa ènome esattamente è stato ritrovato in armonia da con Layard quella nelle di Nimrod. sculture di Ninive, poiché il nome Bar "figlio" ha il segno che Vulcano denota Elera cioè "il"Dio" più brutto davanti e deforme ad esso re come degli prefisso. dei" e Nimrod Con lo stesso in tutto nome il mondo è stato è rappresentato trovato da Sir con H. le Rawlinson, fattezze di un poiché negro.ilBenché nome Vulcano "Beltis" fosse e quello talmente di "Figlio brutto che, splendente" quando non cercò sono moglie, altro "tutte che un'immediata le belle dee lo giusta rifiutarono posizione. con orrore" Col nome il destino di Bar irrevocabile egli era anticamente si impose, adorato pronunciò in Egitto, il decreto sebbene e malgrado in tempi tutto posteriori furono il uniti dio Bar "il massimo fosse degradato della bruttura nel Panteon tra gli dei" popolare. con il "massimo Nella stessa della Roma bellezza pagana, tra le come dee". Così, testimonia a dispetto Ovidio, delle egli sue era scure adorato e cusite confattezze, il nomeNimrod di Eterno ebbe fanciullo" per sua 10 regina .Così Semiramide, audacemente la e più direttamente bella tra lefu donne. un semplice Ella era nota mortale per a la porsi sua infedeltà a Babilonia e licenin ziosità opposizione comeal la"Figlio mogliedel di Benedetto". Vulcano. Questi era il capo ed il più importante tra i Ciclopi, gli "dei della fiamma"; Nimrod era il capo degli adoratori del fuoco. Vulcano era il fabbro dei fulmini con i quali distruggeva i nemici degli dei; vediamo che Nino o Nimrod nella sua guerra contro il re di Bactria fu trascinato

56 153 Rev. Alexander Hislop consacrazione, ricevono la tonsura circolare, SEZIONE IIIil che li identifica, oltre ogni dub1 bio, con Bacco, "il principe mutilato" . DEL Ora, se i sacerdoti di Roma, hanno tolto LA MADRE FIGLIO via la chiave della conoscenza e chiudono la Bibbia al popolo; se essi sono ordiOrbene, mentresacrifici la madre derivava la sua gloria dapprincipio dal carattere divino nati per offrire caldei in onore della regina pagana dei cieli; se essi sono attribuito al legge fanciullo fra del le celibato, sue braccia, lungo andare eclissò il figlio. vincolati alla caldea ciò li a rende profondamente dissoluti; se, Dapprincipio probabilità non vi fu nessun alcuno di in breve sono con tutti ogni segnati alla loro consacrazione con ilpensiero marchio in di identificaascrivere alla madre. Vi era un'espressa promessa necessariamente zione dei divinità sacerdoti caldei di Bacco, quale possibile dirittoche possono accampare condusse il genere umano ad aspettarsi che, una volta o l'altra, il Figlio di Dio, per definirsi ministri di Cristo. con straordinaria condiscendenza, sarebbe apparso in questo mondo come il Ma Roma non ha soltanto il suo ordinario clero secolare, come esso è chiamato; Figlio Ma non vi la minima ombra di essa hadell'Uomo. anche, come ognuno sa, era altrialcuna ordini promessa, religiosi di o differenti sorta. Essa ha promessa, che potesse indurre alcuno a prevedere una donna sarebbe stata eserciti di monaci e suore arruolati al suo servizio. che Dove si può trovare la miniinvestita di attributi l'avrebbero innalzata al livello di divinità. È ma autorizzazione a far che ciò nelle Scritture? Nella religione del Messia babiloneimprobabile perciò che, quando la madre dal principio con il figlio se, la loro istituzione risaliva ai tempi più fu antichi. In quel mostrata sistema vi erano motra leebraccia, siabbondanza. intendesse tributarle divini. Essa fu usata indubbiamente naci suore in In Tibet onori e in Giappone, dove il sistema caldeo fu come piedestallo per sostenere il figlio divino e presentarlo ilrisultati genere introdotto nell'antichità, abbondano i monasteri con gli stessi affinchè disastrosi umano lo adorasse; e la gloria che lo come circondava si sarebbe riflessa su di lei, nei confronti della morale esattamente nell'Europa papale. In Scandinavia unica fra le figlie Èva ad aver generato il semele promesso, sola del le sacerdotesse didi Freya che sono generalmente figlie della Re, il speranza cui compito mondo. Ma mentre questo, indubbiamente, era il progetto, è un perpetua, principio era di custodire il fuoco sacro e che erano vincolate dalla verginità stabilito in tutte idolatrie che ciò che fa maggiormente appello ai sensi deve erano proprio unle ordine di suore. Ad Atene vi erano vergini mantenute a spese fare potente. Orbene, il figlio, anche sua nuova della l'impressione comunità, che più erano rigidamente obbligate ad una vitanella da nubili. Nella reincarnazione, quando credette Nimrod riapparisse in svolte una forma Roma pagana, le vergini si vestali che che avevano le stesse mansioni dalle più sagradevole, era sempre mostrato una semplicemente comeAnche un figlio, senza alcuna cerdotesse di Freya, occupavano posizione simile. in Perù, durante il particolare attrazione; mentre la madre cui braccia egli così stava, fu regno degli Incas, prevaleva lo stesso sistemanelle e mostrava un'analogia rimarrappresentata con tutte arti della pittura e della scultura, rivestita di vergini quella chevole con quello dellele vestali di Roma, delle suore del papato e delle bellezza che in realtà le era propria. sacre delstraordinaria Perù, che deve aver avuto la stessa origine comune. Così si esprime Si narra riferendosi che in un'occasione la peruviane: bellezza di Semiramide abbia represso una Prescott alle monache "Un'altra singolare analogia con le ribellione stava per sorgere fra i suoi sudditi non appena lei apparve fra loro; istituzioni che cattoliche romane è rappresentata dalle vergini del sole, le elette, coe si ricorda che laEsse memoria da lei suscitata nelle loro menti m'erano chiamate. erano dell'ammirazione giovani fanciulle dedicate al servizio della divinità con la tenera sua apparizione in quell'occasione, fu perpetuata una statua eretta a che in età erano prelevate dalle loro case e messe inda convento, dove erano Babilonia, che la rappresentava nell'atteggiamento con il 2 quale tanto affidate alla cura di certe anziane matrone, le mamacona , che li le aveva allattavano 1 affascinati . mura. Questa regina babilonese non era semplicemente in carattere entro le loro coincidente dei fuoco Greci sacro e la Venere dei Romani, ma era, in effetti, Era compitocon lorol'Afrodite vegliare sul ottenuto alla festa di Raymi. Dal mol'origine storica di quella dea che il mondo antico considerava la mento in cui facevano il loro ingresso nell'edificio erano tagliate fuori da ogni personificazione della bellezza muliebre; ci amici... assicura che comunicazione con il mondo, persino conpoiché la loro Sanchuniathon famiglia e i loro Guai Afrodite o Venere era identica ad Astarte e Astarte è altri che "ladegli donna che all'infelice fanciulla che era scoperta in un intrigo!non La severa legge Incas fece torri o fosse mura sepolta circolari", cioè Semiramide. La Venere romana, come è stabiliva che vivà” Questa era esattamente la sorte che toccava alle risaputo, era la che Venere di scoperte Cipro ed a è violare stato storicamente che ne la Venere di vestali romane erano i loro voti. provato Ne in Perù, nella RoCipro abbia vi avuto Babilonia. Orbene, che in come circostanze simili ci si ma pagana era origine un cosìasevero obbligo alla ciò verginità vi è nel papato. poteva attendere che avvenisse, effettivamente avvenne. Se il figlio doveva Essa non era perpetua e quindi non eccessivamente demoralizzante. Dopo un essere adorato, tantopotevano più la essere madre.sciolte La madre in isolamento effetti divenne l'oggetto certo tempo, le suore dal loro e sposarsi; speprediletto . Per giustificare quest'adorazione la madre fu ranza che èdell'adorazione assolutamente 2preclusa alla chiesa di Roma. In tutti questi casi, coinnalzata a chiaro divinità come suo figlio e sisono guardava a lei come alla destinata a munque, è che il principio su cui fondate queste istituzioni è origicompletare il ferimento della testa delaggiunge serpente Prescott ed era facile, se fosse nariamente lo stesso. "Ci si stupisce" "di trovare una stato così necessario, trovare abbondanti e plausibili per completare ciò che Nino o stretta somiglianzà fra le istituzioni degli motivi indiani americani, quelle dell'antica Nimrod il grande nella sua vita mortale aveva solo iniziato. Roma e quelle deifiglio, cattolici moderni". La chiesa di Roma pretende che le non fu tanto il seme quanto la Prescott trova difficile conciliare similitudini; ma una della brevedonna, frase del profeta donna stessa ferirecitata il capo del serpente. In dispregio grammatica essa Geremia, che a è stata al principio di questa indagine,della chiarisce la questione così traduce la denuncia divina contro il serpente: ti schiaccerà capo e tu completamente: "Babilonia è stata nella mano del"Essa Signore una coppaild'oro, che la al calcagno". Lo stesso valeva per gli antichi Babilonesi ed era ha insidierai fatto ubriacare tutta la terra". (Ger. 51:7).

Le Due Babilonie 153 56 rappresentato simbolicamente nei loro templi. CAPITOLO VIIDiodoro Siculo narra che in una stanza I nascosta del tempioSTORICO di Babele, E o tempio di Belus, vi fossero 3 immagini DUE SVILUPPI PROFETICO CONSIDERATI delle grandi divinità di Babilonia; e una di queste era una donna che stringeva la testa Finora dinoi un abbiamo serpente.considerato Fra i Greci la era storia simboleggiata delle due Babilonie la stessa cosa; particolarmente poiché Diana, nei la dettagli. cui vera Adesso essenza diamo era uno originariamente sguardo al loro la sistema stessa organizzato. di quella della Lo schema grande idodea babilonese, latrico dell'antica era raffigurata Babilonia come assume se portasse diversi aspetti in mano nei undifferenti serpente privato periodi della testa. sua storia. Col passare Nella descrizione del tempo mentre profetica i fatti della della moderna storia di Babilonia Semiramide è pure divenivano evidente oscuri uno sviluppo con temerarietà di diverse la potenze nascita di insuo varie figlio riprese. fu dichiarata Possonomiracolosa: questi due e sviluppi perciò 3 fu confermare chiamata una "Alma tipica Mater" relazione , la "vergine l'un l'altro? madre". Sì lo possono. Quando noi consideChe riamo la la nascita storia del religiosa Grande dell'antica Liberatore Babilonia dovesse essere Pagana miracolosa per avere era conferma estesamente sui conosciuto simboli profetici molto che tempo gettano prima dubbi dell'era sull'organizzazione cristiana. Per secoli, idolatrica alcunidi dicono Roma, per si migliaia troverà che d'anni vi sono, prima in di questo quell'evento, contesto, i sacerdoti molti chiarimenti buddisti avevano circa il una soggetto tradizione che secondo stiamo trattando. cui una vergine doveva concepire un figlio che avrebbe benedetto il mondo. La potenza Che dell'iniquità tale tradizione operante non provenisse nella moderna da alcuna Babilonia fonte è papista specificatamente è evidente dalla descritta sorpresa nei capitoli espressa XII dai e XIII missionari di Rivelazione gesuiti quando ed essi per sono primi così si esposti: recarono I. in Il Tibet grande e serpente in Cina erosso; non solo II. La trovarono bestia che una viene madredal e un mare; figlio III. che La venivano bestia che adorati sale nelle dalla terra; case, IV. ma L'immagine quella madre della erabestia. adorata esattamente come la loro Madonna, "Virgo deipara", "la si Vergine madre Dio", e per di più in quanto regioniriguarda dove non In tutti questi aspetti troverà, dopo di debite indagini, che per la trovarono la eminima sia del della storia del nostro Signore successione l'ordinetraccia di sviluppo, il nome nuovoche paganesimo è l'esatto corrispettivo Gesù Cristo. Lababilonese promessa primitiva che il "seme della donna avrebbe ferito la del paganesimo nel vecchio testamento. testa del serpente" suggerì naturalmente l'idea di una nascita miracolosa. L'inganno sacerdotale e la presunzione umana si proposero malvagiamente di anticipare l'adempimento di quella SEZIONE promessaIe la regina babilonese pare sia stata la prima a cui fu dato tale onore. Appropriatamente, le furono conferiti i titoli IL GRANDE SERPENTE ROSSO più alti. Fu chiamata "regina del cielo" (Geremia 44:17-19,25). In Egitto fu nominata Athor, cioè "l'abitazione di Dio" per significare che in in leiRiv. dimorava Questo formidabile nemico della verità è particolarmente descritto 12:3 tutta la "pienezza della divinità". Allo scopo di mettere in risalto la caratteristica "E fu visto un altro segno nel cielo, un gran dragone rosso". Panteistica della riconosciuto grande dea-madre come anche il suo essere Infinita e E concordamente che egli è il primo grande nemico che aggredisce Onnipotente, fu scolpita la seguente iscrizione su uno dei templi della Vergine la Chiesa Cristiana al tempo dei Vangeli. madre in Egitto: "Io sono ciò cheeèle stato, che è e che sarà. mortale Considerato il modo in cuitutto è descritto azioni attribuitegli, si Nessun troverà che vi è ha il mio velo. Il frutto che ho concepito è il Sole". In Grecia aveva di il unarimosso grande analogia tra lui e il primo grande nemico del mondo che compare nome Hestina e fra i romani Vesta, che è solo una modifica dello stesso nome, nuovo nell'antica Chiesa del figlio di Dio, dopo il diluvio. Al tempo in cui fu un che,Consacrazione sebbene sia stato comunemente compreso indi versi modi, datanome la Divina il termine dragone non aveva tale significato tra i 4 realmente significa "Luogo di dimora" . pagani e i sacri scrittori. In qualità di greci luogodetto di dimora della deità, così ci siun rivolge a Hestia o Vesta negli Il drago dei "Pausania" era solamente grande serpente; e il conteInni Orfici:che questa è la giusta motivazione per la quale al terzo verso è chiasto mostra "Figlia di Saturno, dama venerabile, che dimori nella fiamma eterna mato "dragone" e nel quattordicesimo è semplicemente descritto come un serdel Qui gran tè gli hanno fissato il loro DIMORA , pente. la fuoco. parola In rosso sta dèi ad infuocato per questo il LUOGO serpenteDI rosso significa base forte e stabile della razza umana". infuocato, serpente di fuoco. Esattamente così doveva apparire nelle prime forme d'idolatria vediamo nel mondo antico sotto il patronato di Nimrod. Nella Anche quandoche Vesta è identificata col fuoco questo stesso carattere di Vesta piana di Shinar, il "Serpente di fuoco" fu Filiolao, oggetto di grande culto. quale "Luogo divediamo dimora" che appare distintamente. Così parlando di un Vi è lanel grande evidenza che l'apostasia fra figli di Noè inizio con l'adorafuoco mezzo del centro del mondo, loi chiama "La ebbe Vesta dell'Universo, la zione del e questo è collegato con A il simbolo del anche CASA di fuoco Jupiter, la madre degli dèi". Babilonia il serpente. titolo di Abbiamo dea-madre e di visto, in che Sacca il fuoco adorato come elemento illuminante e luogo di diverse dimoraoccasioni, di Dio era o, ènella forma enfatica, Sacta, cioè "il purificatore. E Perciò questo fino il vero L'identità di Nimrod e che di Nino è già stata Tabernacolo". ad inizio? oggi, le grandi dee in India, dispongono di ampiamente dimostrata così che pure,rappresentano, sotto il suo nome, si raffigura l'origine della tutta la potenza del edio sono chiamate "Sacti", o stessa pratica. In un frammento di Apollodoro si dice che NinoTabernacolo importò dagli "Tabernacolo". Orbene, si credeva che in lei dimorasse, come o Assiri l'adorazione del fuoco. Il il sole, una così grande di luce e di caloTempio di Dio, non solo tutto potere, ma tutta la sorgente grazia e la bontà. Veniva re, fu adorato sotto nome di fatto che il sole conequesto nome, fosse considerata come lailsomma diBaal. ogni Il qualità di gentilezza di misericordia; e

152 57 Rev. Alexander Hislop consacrazione, ricevono la tonsura circolare, SEZIONE IIIil che li identifica, oltre ogni dub1 bio, con Bacco, "il principe mutilato" . DEL Ora, se i sacerdoti di Roma, hanno tolto LA MADRE FIGLIO via la chiave della conoscenza e chiudono la Bibbia al popolo; se essi sono ordiOrbene, mentresacrifici la madre derivava la sua gloria dapprincipio dal carattere divino nati per offrire caldei in onore della regina pagana dei cieli; se essi sono attribuito alla al legge fanciullo fradel le celibato, sue braccia, lungo andare eclissò il figlio. vincolati caldea ciò li a rende profondamente dissoluti; se, Dapprincipio probabilità non vi fu nessun alcuno di in breve sono con tutti ogni segnati alla loro consacrazione con ilpensiero marchio in di identificaascrivere alla madre. Vi era un'espressa promessa necessariamente zione dei divinità sacerdoti caldei di Bacco, quale possibile diritto che possono accampare condusse il genere umano ad aspettarsi che, una volta o l'altra, il Figlio di Dio, per definirsi ministri di Cristo. con Roma straordinaria condiscendenza, sarebbe apparso in questo mondo come il Ma non ha soltanto il suo ordinario clero secolare, come esso è chiamato; Figlio Ma non vi promessa, la minima ombra di essa hadell'Uomo. anche, come ognuno sa, era altrialcuna ordini religiosi di o differenti sorta. Essa ha promessa, che potesse indurre alcuno a prevedere una donna sarebbe stata eserciti di monaci e suore arruolati al suo servizio. che Dove si può trovare la miniinvestita di attributi l'avrebbero innalzata al livello di divinità. È ma autorizzazione a far che ciò nelle Scritture? Nella religione del Messia babiloneimprobabile perciò che, quando la madre dal principio con il figlio se, la loro istituzione risaliva ai tempi più fu antichi. In quel mostrata sistema vi erano motra leebraccia, siabbondanza. intendesse tributarle divini. Essa fu usata indubbiamente naci suore in In Tibet onori e in Giappone, dove il sistema caldeo fu come piedestallo per sostenere il figlio divino e presentarlo ilrisultati genere introdotto nell'antichità, abbondano i monasteri con gli stessi affinchè disastrosi umano lo adorasse; e la gloria che lo come circondava si sarebbe riflessa su di lei, nei confronti della morale esattamente nell'Europa papale. In Scandinavia unica fra le figlie Èva ad aver generato il semele promesso, sola del le sacerdotesse didi Freya che sono generalmente figlie della Re, il speranza cui compito mondo. Ma mentre questo, indubbiamente, era il progetto, è un perpetua, principio era di custodire il fuoco sacro e che erano vincolate dalla verginità stabilito in tutte idolatrie che ciò che fa maggiormente appello ai sensi deve erano proprio unle ordine di suore. Ad Atene vi erano vergini mantenute a spese fare l'impressione potente. Orbene, il figlio, anche sua nuova della comunità, che più erano rigidamente obbligate ad una vitanella da nubili. Nella reincarnazione, credette Nimrod riapparisse in svolte una forma Roma pagana, lequando vergini si vestali che che avevano le stesse mansioni dalle più sagradevole, di era sempre mostrato una semplicemente comeAnche un figlio, senza alcuna cerdotesse Freya, occupavano posizione simile. in Perù, durante il particolare attrazione; mentre la madre cui braccia egli così stava, fu regno degli Incas, prevaleva lo stesso sistemanelle e mostrava un'analogia rimarrappresentata con tutte arti della pittura e della scultura, rivestita divergini quella chevole con quello dellele vestali di Roma, delle suore del papato e delle bellezza che aver in realtà le era propria. sacre delstraordinaria Perù, che deve avuto la stessa origine comune. Così si esprime Si narra riferendosi che in un'occasione la peruviane: bellezza di Semiramide abbia represso una Prescott alle monache "Un'altra singolare analogia con le ribellione che stava per sorgere fra i suoi sudditi non appena lei apparve fra loro; istituzioni cattoliche romane è rappresentata dalle vergini del sole, le elette, coe si ricorda che laEsse memoria da lei suscitata nelle loro menti m'erano chiamate. erano dell'ammirazione giovani fanciulle dedicate al servizio della divinità con in la tenera sua apparizione in quell'occasione, fu perpetuata una statua eretta a che età erano prelevate dalle loro case e messe inda convento, dove erano Babilonia, che la di rappresentava nell'atteggiamento con il 2 quale tanto affidate alla cura certe anziane matrone, le mamacona , che li le aveva allattavano 1 affascinati . mura. Questa regina babilonese non era semplicemente in carattere entro le loro coincidente dei fuoco Greci sacro e la Venere dei Romani, era, in effetti, Era compitocon lorol'Afrodite vegliare sul ottenuto alla festa dima Raymi. Dal mol'origine storica di il quella dea che il mondo antico considerava la mento in cui facevano loro ingresso nell'edificio erano tagliate fuori da ogni personificazione della bellezza muliebre; ci amici... assicura che comunicazione con il mondo, persino con poiché la loro Sanchuniathon famiglia e i loro Guai Afrodite o Venere era identica ad Astarte e Astarte è altri che "ladegli donna che all'infelice fanciulla che era scoperta in un intrigo!non La severa legge Incas fece torri o fosse mura sepolta circolari", cioè Semiramide. La Venere romana, come è stabiliva che vivà” Questa era esattamente la sorte che toccava alle risaputo, era la che Venere di scoperte Cipro ed a è violare stato storicamente che ne la Venere di vestali romane erano i loro voti. provato Ne in Perù, nella RoCipro abbia vi avuto Babilonia. Orbene, che in come circostanze simili ci si ma pagana era origine un cosìasevero obbligo alla ciò verginità vi è nel papato. poteva attendere che avvenisse, effettivamente avvenne. Se il figlio doveva Essa non era perpetua e quindi non eccessivamente demoralizzante. Dopo un esseretempo, adorato, tanto più la essere madre.sciolte La madre inisolamento effetti divenne l'oggetto certo le suore potevano dal loro e sposarsi; speprediletto . Per giustificare quest'adorazione la madre fu ranza che èdell'adorazione assolutamente 2preclusa alla chiesa di Roma. In tutti questi casi, coinnalzata è a chiaro divinità come suo figlio e sisono guardava a lei come alla destinata a munque, che il principio su cui fondate queste istituzioni è origicompletare lo il ferimento della testa delaggiunge serpente Prescott ed era facile, se fosse nariamente stesso. "Ci si stupisce" "di trovare una stato così necessario, trovare abbondanti e plausibili per completare ciò che Nino o stretta somiglianzà fra le istituzioni degli motivi indiani americani, quelle dell'antica Nimrod il grande nella sua vita mortale aveva solo iniziato. Roma e quelle deifiglio, cattolici moderni". La chiesa di Roma pretende chele non fu tanto il seme quanto la Prescott trova difficile conciliare similitudini; ma una della brevedonna, frase del profeta donna stessa a stata ferirecitata il capo del serpente. In dispregio grammatica essa Geremia, che è al principio di questa indagine,della chiarisce la questione così traduce la denuncia divina contro il serpente: ti schiaccerà capo e tu completamente: "Babilonia è stata nella mano del"Essa Signore una coppaild'oro, che la insidierai al calcagno". Lo stesso valeva per gli antichi Babilonesi ed era ha fatto ubriacare tutta la terra". (Ger. 51:7).

Le Due Babilonie 152 57 rappresentato simbolicamente nei loro templi. CAPITOLO VIIDiodoro Siculo narra che in una stanza I nascosta del tempio di Babele, E o PROFETICO tempio di Belus, vi fossero 3 immagini DUE SVILUPPI STORICO CONSIDERATI delle grandi divinità di Babilonia; e una di queste era una donna che stringeva la Finora testa dinoi un abbiamo serpente.considerato Fra i Greci la era storia simboleggiata delle due Babilonie la stessa cosa; particolarmente poiché Diana, nei dettagli. la cui vera Adesso essenza diamo era uno originariamente sguardo al loro la sistema stessa organizzato. di quella della Lo schema grande idodea latrico babilonese, dell'antica era raffigurata Babilonia come assume se portasse diversi aspetti in mano nei undifferenti serpente periodi privato della sua testa. storia. Col passare Nella descrizione del tempo mentre profetica i fatti della della moderna storia di Babilonia Semiramide è pure divenivano evidente uno oscuri sviluppo con temerarietà di diverse la potenze nascita di insuo varie figlio riprese. fu dichiarata Possono miracolosa: questi due e sviluppi perciò 3 confermare fu chiamata una "Alma tipica Mater" relazione , la "vergine l'un l'altro? madre". Sì lo possono. Quando noi consideriamo Che la la nascita storiadel religiosa Grande dell'antica Liberatore Babilonia dovesse essere Pagana miracolosa per avere era conferma estesamente sui simboli conosciuto profetici molto che tempo gettano prima dubbi dell'era sull'organizzazione cristiana. Per secoli, idolatrica alcunidi dicono Roma,per si troverà migliaiache d'anni vi sono, prima in di questo quell'evento, contesto, i sacerdoti molti chiarimenti buddisti avevano circa iluna soggetto tradizione che stiamo secondo trattando. cui una vergine doveva concepire un figlio che avrebbe benedetto il La mondo. potenza Chedell'iniquità tale tradizione operante non provenisse nella moderna da alcuna Babilonia fonte è papista specificatamente è evidente descritta dalla sorpresa nei capitoli espressa XII dai e XIII missionari di Rivelazione gesuiti quando ed essi per sono primi così siesposti: recarono I. in Il grande Tibet e serpente in Cina erosso; non solo II. La trovarono bestia che una viene madredal e un mare; figlio III. che La venivano bestia che adorati sale dalla nelle terra; case, IV. ma L'immagine quella madre della erabestia. adorata esattamente come la loro Madonna, "Virgo deipara", "la si Vergine madre Dio", e per di più in quanto regioniriguarda dove non In tutti questi aspetti troverà, dopo di debite indagini, che per la trovarono laeminima sia del della storia del nostro Signore successione l'ordine traccia di sviluppo, il nome nuovoche paganesimo è l'esatto corrispettivo Gesù Cristo. Lababilonese promessa primitiva che il "seme della donna avrebbe ferito la del paganesimo nel vecchio testamento. testa del serpente" suggerì naturalmente l'idea di una nascita miracolosa. L'inganno sacerdotale e la presunzione umana si proposero malvagiamente di anticipare l'adempimento di quella SEZIONE promessaIe la regina babilonese pare sia stata la prima a cui fu dato tale onore. Appropriatamente, le furono conferiti i titoli IL GRANDE SERPENTE ROSSO più alti. Fu chiamata "regina del cielo" (Geremia 44:17-19,25). In Egitto fu nominata Athor, cioè "l'abitazione di Dio" per significare che in in leiRiv. dimorava Questo formidabile nemico della verità è particolarmente descritto 12:3 tutta la "pienezza della divinità". Allo scopo di mettere in risalto la caratteristica "E fu visto un altro segno nel cielo, un gran dragone rosso". Panteistica della riconosciuto grande dea-madre come anche il suo essere Infinita e E concordamente che egli è il primo grande nemico che aggredisce Onnipotente, fu scolpita la seguente iscrizione su uno dei templi della Vergine la Chiesa Cristiana al tempo dei Vangeli. madre in Egitto: "Io sono ciò cheeèle stato, che è e che sarà. mortale Considerato il modo in cuitutto è descritto azioni attribuitegli, si Nessun troverà che vi è ha rimosso il mio velo. Il frutto che ho concepito è il Sole". In Grecia aveva di il una grande analogia tra lui e il primo grande nemico del mondo che compare nome Hestina e fra i romani Vesta, che è solo una modifica dello stesso nome, nuovo nell'antica Chiesa del figlio di Dio, dopo il diluvio. Al tempo in cui fu un nome che,Consacrazione sebbene sia stato comunemente compreso indi versi modi, data la Divina il termine dragone non aveva tale significato tra i 4 realmente significa "Luogo di dimora" . pagani e i sacri scrittori. In drago qualità di greci luogodetto di dimora della deità, così ci siun rivolge a Hestia o Vesta negli Il dei "Pausania" era solamente grande serpente; e il conteInnimostra Orfici:che questa è la giusta motivazione per la quale al terzo verso è chiasto "Figlia di Saturno, dama venerabile, che dimori nella fiamma eterna mato "dragone" e nel quattordicesimo è semplicemente descritto come un serdelQui gran tè gli hanno fissato il loro DIMORA , pente. la fuoco. parola In rosso sta dèi ad infuocato per questo il LUOGO serpenteDI rosso significa base forte e stabile della razza umana". infuocato, serpente di fuoco. Esattamente così doveva apparire nelle prime forme d'idolatria che vediamo nel mondo antico sotto il patronato di Nimrod. Nella Anche quando Vesta è identificata col fuoco questo stesso carattere di Vesta piana Shinar, il "Serpente di fuoco" fu Filiolao, oggetto di grande culto. quale di "Luogo divediamo dimora"che appare distintamente. Così parlando di un Vi è lanel grande evidenza che l'apostasia fra di Noè inizio con l'adorafuoco mezzo del centro del mondo, loi figli chiama "La ebbe Vesta dell'Universo, la zione del e questo è collegato con A il simbolo del anche CASA di fuoco Jupiter, la madre degli dèi". Babilonia il serpente. titolo di Abbiamo dea-madre e di visto, che Sacca il fuoco adorato come elemento illuminante e luogo in didiverse dimoraoccasioni, di Dio era o, ènella forma enfatica, Sacta, cioè "il purificatore. E Perciò questo fino il vero L'identità di Nimrod e di Nino è già stata Tabernacolo". ad inizio? oggi, le grandi dee in India, che dispongono di ampiamente dimostrata così che pure,rappresentano, sotto il suo nome, si raffigura l'origine della tutta la potenza del edio sono chiamate "Sacti", o stessa pratica. In un frammento di Apollodoro si dice checome NinoTabernacolo importò dagli "Tabernacolo". Orbene, si credeva che in lei dimorasse, o Assiri l'adorazione del fuoco. Il il sole, una così grande e di caloTempio di Dio, non solo tutto potere, ma tutta la sorgente grazia e di la luce bontà. Veniva re, fu adorato sotto nome di fatto che il sole conequesto nome, fosse considerata come lailsomma diBaal. ogni Il qualità di gentilezza di misericordia; e

58 151 Rev. Alexander Hislop quando perpetuolaquelli morte che pose sono termine santificati"? alla sua (Ebrei carriera, 10:14). mentre Questa si inventò è la reale la leggenda funzione che caratteristica fosse stata del deificata sacerdozio e mutata papista. in Ricordando una colomba, che per tale esprimere potere gli la benignità era stato celestiale conferito quand'era della sua natura, stato ordinato fu chiamata al sacerdozio. col nome Lutero di "D’Iunè", usava,cioè negli "La anni colomba" succeso, sivi, senza con un l'articolo, brivido,"Juno", esprimere il nome il suo della stupore "regina che "la dei terra cieli" nonromana avesse spalancato che ha lo stesso la sua significato; bocca per inghiottire e sotto forma chi aveva sia di pronunciato colomba che tali la parole, propria, e fu colui adorata al quale dai babilonesi. erano rivolte". La colomba, Il sacrificio titolo che scelto i sacerdoti da questa papali regina sono autorizzati deificata, èarappresentata offrire come comunemente il "vero sacrificio con propiziatorio" un ramo d'olivo per i peccati nel dei becco. vivi e Come dei morti, essa non stessa è che era il rappresentata, "sacrificio incruento" nella sua della forma messa, umana, checon era un offerto ramoad'olivo Babilonia in mano; moltoe prima da questo che modo ne udisse di rappresentarla parlare Roma. è estremamente probabile che provenisse il nome col quale Va ricordato essa è che, comunemente mentre Semiramide, conosciuta, la poiché regina del "E Cielo, 'emir-alit" a cui significa prima venne "La 5 Portatrice offerto il "sacrificio del Ramo"incruento" (Fig. 25).della Quando messa, la dea era fu in così se stessa rappresentata la personificazione come una colomba dell'impurità, con il allo ramo stesso d'olivo, tempo non godeva può esservi del più grande dubbio favore che il simbolo per quella avesse sorta in di parte santità riferimento che derivava alla dal storia suo del disprezzo diluvio; ma verso vi è il molto matrimonio. di più nel I misteri simbolo che che essa un semplice presiedeva memoriale erano scene di quel dellagrande più disgustosa evento. "Un degradazione ramo" com'è e tuttavia già stato i massimi provato, era ordini il simbolo del sacerdozio del figlio erano deificato vincolati e quando a vita al lacelibato, madre deificata come unfu modello rappresentata di vita come di particolare una colomba, e preminente quale santità. sarebbePer stato quanto il motivo possa di sembrare raffigurarla strano, così tuttavia se non la quello voce del di passato identificarla attribuisce con lo a spirito quell'abbandonata di ogni grazia regina chel'invenzione aleggiava, simile del celibato a una colomba, clericale, e sull'abisso della sorta della più rigorosa. creazione; Inpoiché alcuni nelle paesi, sculture come in di Egitto, Ninive, la natura come abbiamo umana pretendeva visto, le ali i suoi e la diritti, coda edella sebbene colomba in generale rappresentano si seguisse il terzo il modello membro badell'idolatrica bilonese, fu abolito trinitàilassira. giogo A delconferma celibato, di e ai ciò, sacerdoti dev'essere fu permesso detto che dila sposarsi. "Juno" assira, Ma ogni cioè studioso la "Vergine sa che Venere", quando l'adorazione com'era chiamata, di Cibele era fuidentificata introdotta nella con l'aria. Roma Cosi pagana, Julius fu introdotta Formicus dice: nella "Gli sua forma Assiri primitiva, e parte degli con Africani il suo celibato credono del che clero. l'aria sia Quando l'elemento il Papa supremo, si appropriò poiché di tutto hanno ciò consacrato che era caratteristico questo stesso dell'adorazione (elemento) col di nome quelladi dea, Giunone, dalla stessa cioè la fonte "Vergine introdusse Venere". nel Perché sacerdozio l'arial'obbligo fu così identificata vincolante con del Giunone celibato. L'introduzione il cui simbolodiera talequello principio della nella terza chiesa persona cristiana della eraTrinità stata anticipaassira? Perché, tamente in predetta caldeo, come la stessa marchio parola caratteristico che significa dell'apostasia, aria significa quando anche gli "Spirito uomini Santo". "si sarebbero La conoscenza allontanati di dalla tutto fede ciò prestando che spiega attenzione l'affermazione a ingannevoli di Proclus, espressioche "Giunone ni ispirate vuol mediante dire generazione l'ipocrisia di dell'anima". uomini cheEdiranno da dove menzogne, si supponesegnati che l'anima nella tragga loro coscienza la sua origine come da se un non ferro dallo rovente, spirito che di Dio? proibiranno In armonia di sposarsi". all'assimilazione Gli effetdi Giunone ti di tale con introduzione lo spiritofurono di Dio,tra la isorgente più disastrosi. della vita La e storia anche dicome tutte dea le nazioni dell'aria, in così cui èessa stato era introdotto invocatail negli celibato "Inni sacerdotale Orfici". ha dimostrato che, invece di esaltare la purezza di coloro che gli erano sottoposti, li ha solo immersi in una maggiore "O regale Giunone, dall'aspetto maestoso, contaminazione. La storia del Tibet, della Cina e del Giappone, dove l'istituzioFormata d'aria, divina, benedetta regina dida Giove, ne babilonica del celibato sacerdotale prevaleva tempo immemorabile, testiIntronizzata nel seno della cerulea aria, monia le abominazioni che da esso scaturirono. Gli eccessi commessi dai sacerrazza dei mortali è la tua costante dotiLa celibi di Bacco nella Roma pagana nei cura, loro segreti misteri, furono tali che il Vento romana. rinfrescante, solo papale il tuo dal senato fu costretto ad espellerli dalla repubblica Nella Roma potere ispira, celibato sacerdotale sono scaturite le stesse abominazioni, in relazione al corrotla coloro vita, che ogni vita to e corruttore sistema del confessionale,Che vistonutri che tutti che hanno esamidesidera, nato il soggetto, sono stati costretti ad ammirare lo stupefacente significato del dei temporali deifigurativo, venti, nome in esso divinamente adombrato, Madre sia in senso letterale e che solo da tè "Babilonia la grande, la MADRE DELLE MERETRICI E DELLE ABOMINAZIONI DEL..., simbolo della d e a Ogni cosa è prodotta, la vita LA TERRA". Trascurando le migliaia di fatti di tale sorta, ne citeremo solo uno, Semiramide,rappresentata... colomba che mortale è conosciuta, confermato dal preminente storico cattolico romano De Thou. Quando il Papa esce dall'arca la natura mostra il tuo Paolo V pensava di sopprimere le case diTutta tolleranza autorizzate nella "città sandivino temperamento, ta", il senato romano protestò contro tale attuazione, adducendo che l'esistenza E il dominio è solo tuo, di tali luoghi era universale il solo mezzo di impedire ai sacerdoti di sedurre le loro mogli risonante del vento, il rigonfiante mare, e leCon loro l'urlo figlie!! E i fiumi checelibi scorrono, ruggiscono quando tu li scuoti". alla loro ordinaQuesti sacerdoti riceveranno un contrassegno particolare

Le Due Babilonie 151 58 Così, zione;la cioè regina quello deificata, della tonsura. sotto ogni La tonsura aspetto è era la considerata prima parte una della vera cerimonia donna, dele al tempo l'ordinazione, stesso adorata ed è considerata come l'incarnazione l'elemento più dello importante Spirito in Santo, relazione lo spirito all'ordinadella pace zione e del dell'amore. clero romano. Nel Quando tempio di dopo Gerapoli, lunghe in contese Siria, i vi Pitti era furono una famosa infine indotti statua della alla sottomissione dea Giunone, del alla vescovo quale di accorrevano Roma, l'accettazione per adorarla di questa folle da tonsura ogni parte. come L'immagine tonsura di S.della Pietro dea da era parte riccamente del clero abbigliata, era il simbolo sul suo di capo tale sottomissione. vi era una colomba Naid'oro tan, il chiamata re dei Pitti, con radunò un nome i nobili caratteristico della sua corte nel e paese, i pastori "Semèion". della sua Qual'è chiesa, il e significato così disse loro: di Semèion? "Raccomando Evidentemente a tutto il clero è "Abitazione" del mio regno (da diZe ricevere "quella" la tonsuo "la grande", ra". Quindi, e "Maaon" senza indugio, o "Maion", come"casa" ci informa che nel Bede, dialetto questa ionico importante usato da rivoluzione Luciano, che fu compiuta descrisseper la dea, mezzo divenne dell'autorità naturalmente reale. Meion) Egli inviò e lain "colomba ogni provincia d'oro" sul agenti, suo capo obbligando mostratutti chiaramente i ministriche e i monaci si suppone a ricevere dimorasse la tonsura in lei, cioè circolare, lo Spirito secondo di Dio. la Quando moda romana, le fusottomettendosi conferita tale così dignità a Pietro trascendente "il più benedetto e le principe sue immagini degli apola presentarono stoli". "Esso era agliilocchi marchio" deglidice uomini Merle come D'Aubignè, Venere Urania "che i Papi "Venere imprimono Celeste" non la regina sulle loro della fronti, bellezza, ma sulla che loro assicurava corona. Una la salvezza proclamazione ai suoireale, adoratori, e pochi mentre colpi di li rendeva forbici dei liberi tensori, di abbandonarsi resero gli scozzesi, ad ogni come empia un gregge passione di pecore, e ad ogni sottomessi appetito al sensuale bastone del depravato, pastore non del c'è Tevere". da meravigliarsi Poiché Roma che attribuisce fosse adorata tale entusiasticamente importanza alla da tonsura, chiunque. ci chiediamo Col nome qual'è di madre il suodegli significato? dèi la dea Esso regina rappresentava di Babilonia l'inauguraziodivenne un oggetto ne visibile di di adorazione coloro che quasi si sottomettevano universale. "La ad madre esso come degli i sacerdoti dèi" dice di Clerico Bacco. "era La adorata tonsura non dai persiani, può pretendere dai siriani di avere e dala tutti minima i re pretesa d'Europa d'autorità e dell'Asia cristiana. con laEssa più profonda era in realtà venerazione la "tonsura di religiosa". Pietro", ma Tacito non di fornisce Pietro di Galilea, l'evidenza bensì che della caldeo dea babilonese "Pietro" deiera misteri. adorata Egli nel era cuore un sacerdote della Germania tonsurato, e Cesare, poiché così quando era il invase dio che la Britannia, egli rappresentava. trovò che Secoli i sacerdoti prima dell'era di questa cristiana stessacosì dea, Erodoto conosciuti descrive col la nome tonsudi Druidi, ra babilonese: vi erano "Gli stati arabi prima non riconoscevano di lui6. Erodoto, altri dèi per oltre conoscenza a Bacco e personale, Urania ed testimonia essi dicevano cheche in Egitto i loro capelli questa erano "regina tagliati del cielo" nella era stessa "la maniera più grande di quelli e la più di adorata Bacco; ora, di tutte essi liletagliavano divinità". inOvunque forma circolare, fu introdotta tagliandoli la sua intorno adorazione, alle temè sorprendente pie". Che cosa, quale quindi, affascinante condussepotere a questa esercitasse. tonsura diIn Bacco? realtà Ogni si può cosa direnella che alle sua nazioni storia era fosse rappresentata fatto bere il misticamente vino delle sue e geroglificamente, fornicazioni. In particolare, e in maniera i Giudei tale che ai giorni nessuno di seGeremia, non gli iniziati bevvero potessero del vino comprendere. della sua Una coppa delle e cose furono che così occupavasviati dall'idolatria no il posto principale che perfino nei misteri dopo l'incendio era la mutilazione di Gerusalemme a cui egli e era la desolazione soggetto quandel paese d'era messo non riuscirono a morte. a Inrimuoverla. memoria di Mentre ciò, egli dimoravano era pianto in con Egitto amari come lamenti residenti ogni forestieri, anno, come invece "Rosh-Gheza", di rendere "il testimonianza principe mutilato". a Dio contro Ma "Rosh-Gheza" il paganesimo significa che li circondava, pure "tosato erano o raso". devoti Perciò a egli tale stesso forma era di rappresentato idolatria come siagli con egiziani l'una che stessi. con Geremia l'altra forma fu della mandato tonsura; da e Dio i suoi ad sacerdoti esprimere per ira lo stesso contro motivo, di loroalla se loro avessero ordicontinuato nazione, erano ad adorare a capo rasato la regina o tonsurato. dei cieli, Inma tutto i suoi il mondo, avvertimenti dove si trovano furono vani. trac"E", ce del disse sistema il profeta, caldeo, "tutti questa gli tonsura uomini o che rasatura sapevano del come capo si le èloro sempre mogli trovata avevano infatto sieme fumo ad esso. di sacrificio I sacerdoti ad altri di Osiride, dèi e tutte il Bacco le mogli egiziano, che stavano si distinguevano come una grande per i congregazione, loro capi rasati. Nella e tutto Roma il popolo pagana, che in dimorava India e anche nel in paese Cina, d'Egitto, il marchio in carattePatros, rispondevano ristico del sacerdozio a Geremia babilonico dicendo: era il"Riguardo capo rasato. alla Così parola Gautama che Budda, tu ci che hai pronunciata visse perlomeno in nome 450 anni di Geova, primanoi di Cristo, ti ascolteremo, fondò la ma setta positivamente Buddista in India metteremo che si in diffuse pratica fino ogni alle parola più remote che è uscita regioni dalla d'oriente nostraebocca, fu il primo per far a fumo radersi di il sacrificio capo in alla obbedienza, regina dei come cielì egli e per asseriva, versarle ad libazioni, un comando proprio divino comeenoi quindi stessi esortò e i nostri altrire ad e i imitare nostri il principi suo esempio. facemmo Uno nella dei città titolidi col Giuda qualee era nelle chiamato vie di Gerusalemme era quello di quando "rasato". eravamo "Il rasato"sazi dicedi uno pane dei Puran, e stavamo "affinchè bene potesse e non obbedire vedevamo agli ordini nessuna di calamità" Visnù, costituì (Geremia un certo 44:15-17). numero Così di discepoli i Giudei, e di il rasati popolocome particolare lui stesso". di Dio, La emulava grande antichità gli egiziani di questa nella loro tonsura devozione si può vedere alla regina dalledei punizioni cieli. comminate nella legge mosaicadella contro di essa. Ai con sacerdoti giudei espressamente di L'adorazione dea madre il figlio in era braccio continuò proibito ad essere fare alcuna rasatura sulle loro teste (Levitico 21:5), il che mostra in modo suffiosservata in Egitto fino all'arrivo del Cristianesimo. Se il Vangelo doveva ciente che, potere anche tanto come al tempo di Mosè, i "rasati" l'adorazione già esistevano. acquistare sulla indietro massa del popolo, bisognava rovesciare di Nella chiesa di Roma i capi dei sacerdoti ordinari sono solo tonsurati, quelli dei questa dea regina. monaci o del ordinario sono rasati, ma entrambi, similmente, alla In generale ciòclero avvenne solo nominalmente. Invece, dunque, di cacciare la loro dea

150 59 Rev. Alexander Hislop perpetuo quando la quelli morte che pose sono termine santificati"? alla sua (Ebrei carriera, 10:14). mentre Questa si inventò è la reale la leggenda funzione caratteristica che fosse stata del deificata sacerdozio e mutata papista. in Ricordando una colomba, che per tale esprimere potere gli la benignità era stato conferito celestiale quand'era della sua natura, stato ordinato fu chiamata al sacerdozio. col nome Lutero di "D’Iunè", usava,cioè negli "La anni colomba" successivi, o, senza con un l'articolo, brivido,"Juno", esprimere il nome il suo della stupore "regina che "la dei terra cieli" nonromana avesse spalancato che ha lo la stesso sua bocca significato; per inghiottire e sotto forma chi aveva sia di pronunciato colomba che tali la parole, propria, e fu colui adorata al quale dai erano babilonesi. rivolte". La Il colomba, sacrificio titolo che scelto i sacerdoti da questa papali regina sono autorizzati deificata, èarappresentata offrire come il comunemente "vero sacrificio con propiziatorio" un ramo d'olivo per i peccati nel dei becco. vivi e Come dei morti, essa non stessa è che era il "sacrificio rappresentata, incruento" nella sua della forma messa, umana, checon era un offerto ramoad'olivo Babilonia in mano; moltoeprima da questo che ne modo udisse di rappresentarla parlare Roma. è estremamente probabile che provenisse il nome col Va quale ricordato essa è che, comunemente mentre Semiramide, conosciuta, la poiché regina del "E Cielo, 'emir-alit" a cui significa prima venne "La 5 offerto Portatrice il "sacrificio del Ramo"incruento" (Fig. 25).della Quando messa, la dea era fu in così se stessa rappresentata la personificazione come una dell'impurità, colomba con allo il ramo stesso d'olivo, tempo non godeva può esservi del più grande dubbio favore che il simbolo per quella avesse sorta in di santità parte riferimento che derivava alla dal storia suo del disprezzo diluvio; ma verso vi è il molto matrimonio. di più nel I misteri simbolo che che essa un presiedeva semplice memoriale erano scene di quel dellagrande più disgustosa evento. "Un degradazione ramo" com'è e tuttavia già stato i massimi provato, ordini era il simbolo del sacerdozio del figlio erano deificato vincolati e quando a vita al lacelibato, madre deificata come unfu modello rappresentata di vita di come particolare una colomba, e preminente quale santità. sarebbePer stato quanto il motivo possa di sembrare raffigurarla strano, così tuttavia se non la voce quello del di passato identificarla attribuisce con lo a spirito quell'abbandonata di ogni grazia regina chel'invenzione aleggiava, simile del celibato a una clericale, colomba, e sull'abisso della sorta della più rigorosa. creazione; In poiché alcuni paesi, nelle sculture come in di Egitto, Ninive, la natura come umana abbiamo pretendeva visto, le ali i suoi e la diritti, codaedella sebbene colomba in generale rappresentano si seguisse il terzo il modello membro babilonese, dell'idolatrica fu abolito trinitàilassira. giogo A delconferma celibato, di e ai ciò, sacerdoti dev'essere fu permesso detto che dila sposarsi. "Juno" Ma assira, ogni cioè studioso la "Vergine sa che Venere", quando l'adorazione com'era chiamata, di Cibele era fuidentificata introdotta nella con Roma l'aria. pagana, Cosi Julius fu introdotta Formicus dice: nella "Gli sua forma Assiri primitiva, e parte degli con Africani il suo celibato credono del checlero. l'aria Quando sia l'elemento il Papa supremo, si appropriò poiché di tutto hanno ciò consacrato che era caratteristico questo stesso dell'adorazione (elemento) col di quella nome di dea, Giunone, dalla stessa cioè la fonte "Vergine introdusse Venere". nel Perché sacerdozio l'aria l'obbligo fu così identificata vincolante con del celibato. Giunone L'introduzione il cui simbolo diera talequello principio della nella terza chiesa persona cristiana della eraTrinità stata anticipaassira? tamente Perché, in predetta caldeo, come la stessa marchio parola caratteristico che significa dell'apostasia, aria significa quando anche gli "Spirito uomini "si Santo". sarebbero La conoscenza allontanati di dalla tutto fede ciò prestando che spiega attenzione l'affermazione a ingannevoli di Proclus, espressioche ni "Giunone ispirate vuol mediante dire generazione l'ipocrisia di dell'anima". uomini cheEdiranno da dove menzogne, si suppone segnati che l'anima nella loro tragga coscienza la sua origine come da se un non ferro dallo rovente, spirito che di Dio? proibiranno In armonia di sposarsi". all'assimilazione Gli effetdi ti Giunone di tale introduzione con lo spiritofurono di Dio,tra la isorgente più disastrosi. della vita La e storia anche dicome tutte dea le nazioni dell'aria, in cui cosìèessa stato era introdotto invocatail negli celibato "Inni sacerdotale Orfici". ha dimostrato che, invece di esaltare la purezza di coloro che gli erano sottoposti, li ha solo immersi in una maggiore "O regale Giunone, dall'aspetto maestoso, contaminazione. La storia del Tibet, della Cina e del Giappone, dove l'istituzioFormata d'aria, divina, benedetta regina dida Giove, ne babilonica del celibato sacerdotale prevaleva tempo immemorabile, testiIntronizzata nel seno della cerulea aria, monia le abominazioni che da esso scaturirono. Gli eccessi commessi dai sacerrazza dei mortali è la tua costante dotiLa celibi di Bacco nella Roma pagana nei cura, loro segreti misteri, furono tali che il Vento romana. rinfrescante, solo papale il tuo dal senato fu costretto ad espellerli dalla repubblica Nella Roma potere ispira, in relazione al corrotcelibato sacerdotale sono scaturite le stesse abominazioni, la coloro vita, che ogni vita to e corruttore sistema del confessionale, Che visto nutri che tutti che hanno esamidesidera, nato il soggetto, sono stati costretti ad ammirare lo stupefacente significato del dei temporali deifigurativo, venti, nome in esso divinamente adombrato, Madre sia in senso letterale e che solo da tè "Babilonia la grande, la MADRE DELLE MERETRICI E DELLE ABOMINAZIONI DEL..., simbolo della d e a Ogni cosa è prodotta, la vita LA TERRA". Trascurando le migliaia di fatti di tale sorta, ne citeremo solo uno, Semiramide,rappresentata... colomba che mortale è conosciuta, confermato dal preminente storico cattolico romano De Thou. Quando il Papa esce dall'arca la natura mostra il tuo Paolo V pensava di sopprimere le case diTutta tolleranza autorizzate nella "città sandivino temperamento, ta", il senato romano protestò contro tale attuazione, adducendo che l'esistenza E il dominio è solo tuo, di tali luoghi era universale il solo mezzo di impedire ai sacerdoti di sedurre le loro mogli risonante del vento, il rigonfiante mare, e leCon loro l'urlo figlie!! E i fiumi checelibi scorrono, ruggiscono quando tu li scuoti". alla loro ordinaQuesti sacerdoti riceveranno un contrassegno particolare

Le Due Babilonie 150 59 zione; Così, la cioè regina quello deificata, della tonsura. sotto ogni La tonsura aspetto è era la considerata prima parte una della vera cerimonia donna, dele al l'ordinazione, tempo stesso ed adorata è considerata come l'incarnazione l'elemento più dello importante Spirito in Santo, relazione lo spirito all'ordinadella zione pace e del dell'amore. clero romano. Nel Quando tempio di dopo Gerapoli, lunghe in contese Siria, i vi Pitti era furono una famosa infine indotti statua alla dellasottomissione dea Giunone, del alla vescovo quale di accorrevano Roma, l'accettazione per adorarla di questa folle da tonsura ogni parte. come tonsura L'immagine di S.della Pietro dea da era parte riccamente del clero abbigliata, era il simbolo sul suo di capo tale sottomissione. vi era una colomba Naitan, d'oro il chiamata re dei Pitti, con radunò un nome i nobili caratteristico della sua corte nel e paese, i pastori "Semèion". della sua Qual'è chiesa, il e così significato disse loro: di Semèion? "Raccomando Evidentemente a tutto il clero è "Abitazione" del mio regno (da diZe ricevere "quella" la tonsuo "la ra". grande", Quindi, e "Maaon" senza indugio, o "Maion", come"casa" ci informa che nel Bede, dialetto questa ionico importante usato da rivoluzione Luciano, fu checompiuta descrisseper la dea, mezzo divenne dell'autorità naturalmente reale. Meion) Egli inviò e lain "colomba ogni provincia d'oro" sul agenti, suo obbligando capo mostratutti chiaramente i ministriche e i monaci si suppone a ricevere dimorasse la tonsura in lei, cioè circolare, lo Spirito secondo di Dio. la moda Quando romana, le fusottomettendosi conferita tale così dignità a Pietro trascendente "il più benedetto e le principe sue immagini degli apola stoli". presentarono "Esso era agliilocchi marchio" deglidice uomini Merle come D'Aubignè, Venere Urania "che i Papi "Venere imprimono Celeste" non la sulle regina loro della fronti, bellezza, ma sulla che loro assicurava corona. Una la salvezza proclamazione ai suoireale, adoratori, e pochi mentre colpi di li forbici rendevadei liberi tensori, di abbandonarsi resero gli scozzesi, ad ogni come empia un gregge passione di pecore, e ad ogni sottomessi appetito al bastone sensuale del depravato, pastore non del c'è Tevere". da meravigliarsi Poiché Roma che attribuisce fosse adorata tale entusiasticamente importanza alla tonsura, da chiunque. ci chiediamo Col nome qual'è di madre il suodegli significato? dèi la dea Esso regina rappresentava di Babilonia l'inauguraziodivenne un ne oggetto visibile di di adorazione coloro che quasi si sottomettevano universale. "La ad madre esso come degli i sacerdoti dèi" dice di Clerico Bacco. "era La tonsura adorata non dai persiani, può pretendere dai siriani di avere e dalatutti minima i re pretesa d'Europa d'autorità e dell'Asia cristiana. con laEssa più era profonda in realtà venerazione la "tonsura di religiosa". Pietro", ma Tacito non di fornisce Pietro di Galilea, l'evidenza bensì che della caldeo dea "Pietro" babilonese deiera misteri. adorata Egli nel era cuore un sacerdote della Germania tonsurato, e Cesare, poiché così quando era il invase dio che la egli Britannia, rappresentava. trovò che Secoli i sacerdoti prima dell'era di questa cristiana stessa così dea, Erodoto conosciuti descrive col la nome tonsudi ra Druidi, babilonese: vi erano "Gli stati arabi prima non riconoscevano di lui6. Erodoto, altri dèi per oltre conoscenza a Bacco e personale, Urania ed essi testimonia dicevano cheche in Egitto i loro capelli questa erano "regina tagliati del cielo" nella era stessa "la maniera più grande di quelli e la più di Bacco; adorata ora, di tutte essi lile tagliavano divinità".inOvunque forma circolare, fu introdotta tagliandoli la sua intorno adorazione, alle temè pie". sorprendente Che cosa, quale quindi, affascinante condusse potere a questa esercitasse. tonsura diIn Bacco? realtà Ogni si può cosa direnella che alle sua storia nazioni era fosse rappresentata fatto bere il misticamente vino delle sue e geroglificamente, fornicazioni. In particolare, e in maniera i Giudei tale che ai nessuno giorni di seGeremia, non gli iniziati bevvero potessero del vino comprendere. della sua Una coppa delle e cose furono che così occupavasviati no dall'idolatria il posto principale che perfino nei misteri dopo l'incendio era la mutilazione di Gerusalemme a cui egli e era la desolazione soggetto quandel d'era paesemesso non riuscirono a morte. a Inrimuoverla. memoria diMentre ciò, egli dimoravano era pianto in con Egitto amari come lamenti residenti ogni anno, forestieri, come invece "Rosh-Gheza", di rendere "il testimonianza principe mutilato". a Dio contro Ma "Rosh-Gheza" il paganesimo significa che li pure circondava, "tosato erano o raso". devoti Perciò a egli tale stesso forma era di rappresentato idolatria come siagli con egiziani l'una che stessi. con l'altra Geremia forma fu della mandato tonsura; da e Dio i suoi ad sacerdoti esprimere per ira lo stesso contro motivo, di loroalla se loro avessero ordinazione, continuato erano ad adorare a capo rasato la regina o tonsurato. dei cieli, Inma tutto i suoi il mondo, avvertimenti dove si trovano furono vani. tracce "E", del disse sistema il profeta, caldeo, "tutti questa gli tonsura uomini o che rasatura sapevano del come capo si leèloro sempre mogli trovata avevano insieme fatto fumo ad esso. di sacrificio I sacerdoti ad altri di Osiride, dèi e tutte il Bacco le mogli egiziano, che stavano si distinguevano come una grande per i loro congregazione, capi rasati. Nella e tutto Roma il popolo pagana, che in dimorava India e anche nel in paese Cina, d'Egitto, il marchio in carattePatros, ristico rispondevano del sacerdozio a Geremia babilonico dicendo: era il"Riguardo capo rasato. alla Così parola Gautama che Budda, tu ci che hai visse pronunciata perlomeno in nome 450 anni di Geova, primanoi di Cristo, ti ascolteremo, fondò la ma setta positivamente Buddista in India metteremo che si diffuse in pratica fino ogni alle parola più remote che è uscita regioni dalla d'oriente nostraebocca, fu il primo per far a fumo radersi di il sacrificio capo in obbedienza, alla regina dei come cielìegli e per asseriva, versarle ad libazioni, un comando proprio divino comeenoi quindi stessi esortò e i nostri altrire ad e imitare i nostri il principi suo esempio. facemmo Uno nella dei città titolidi col Giuda qualee era nelle chiamato vie di Gerusalemme era quello di "rasato". quando eravamo "Il rasato"sazi dice di uno pane dei Puran, e stavamo "affinchè bene potesse e non obbedire vedevamo agli ordini nessuna di Visnù, calamità" costituì (Geremia un certo 44:15-17). numero Così di discepoli i Giudei, e di il rasati popolocome particolare lui stesso". di Dio, La grande emulava antichità gli egiziani di questa nella tonsura loro devozione si può vedere alla regina dalledei punizioni cieli. comminate nella legge mosaicadella contro di essa. Ai con sacerdoti giudei espressamente di L'adorazione dea madre il figlio in era braccio continuò proibito ad essere fare alcuna rasatura sulle loro teste (Levitico 21:5), il che mostra in modo suffiosservata in Egitto fino all'arrivo del Cristianesimo. Se il Vangelo doveva ciente che, potere anche tanto come al tempo di Mosè, i "rasati" l'adorazione già esistevano. acquistare sulla indietro massa del popolo, bisognava rovesciare di Nella di Roma i capi dei sacerdoti ordinari sono solo tonsurati, quelli dei questachiesa dea regina. monaci o del ordinario sono rasati, ma entrambi, similmente, alla In generale ciòclero avvenne solo nominalmente. Invece, dunque, di cacciare la loro dea

60 149 Rev. Alexander Hislop babilonese, quando, per in usare moltissimi le parole casi di fu Layard solo "il cambiato corpo del il nome. pesce Fu formava chiamata una Maria mitra Vergine sopra quello e, assieme dell'uomo, a suo mentre figlio,la fu sua adorata coda squamosa dai professanti simile cristiani ad un ventaglio esattamente gli come pendeva lo dietro era da come coloro un mantello, che eranolasciando apertamente esposti e dichiaratamente le braccia e i piedi pagani. umani". La conseguenza Di Dagon in fu, questa che quando, forma Layard nel 325 fornisce A.D. fu una convocato raffigurazione il Concilio nella disua Nicea ultima per condannare opera, che èl'eresia qui riportata di Ario per che il lettore negava(Fig. la divinità 48); e di nessuno Cristo, che quell'eresia esamini la fusua in realtà mitra econdannata, la paragoni ma con non quella senza del Papa, l'aiuto com'è di uomini mostrato che nell'Horae fornirono di precise Elliott, indicazioni può dubitare del per loro un desiderio momentodi che porre da quella la creatura e da allo nessun stesso altra livello fonte,del la Creatore, mitra paponendo la Vergine madre pale abbia a fianco avuto a fianco origine. delLe figlio. fauciAl aperte Concilio del pesce di Nicea, che dice l'autore di "Nimrod", sormonta "La il sezione capo dell'uomo melchita" a Ninive cioè, isono rappresentanti l'inconfondibidel cosiddetto cristianesimo le controparte d'Egitto "asserirono delle corna che della vi erano mitra del tre Papa persone a Roma. nella Trinità, il Padre, la Vergine Ciò avveniva Maria, e il inMessia orienteloro per Figlio". lo menoRiferendosi cinque secoli a questo prima fatto stupefacente chedell'era emerge cristiana. dal Concilio SembraNiceno, che egualmente Padre Newman si sia verificaparla esultantemente di queste to discussioni in Egitto; poiché che tendevano Wilkinson, alla parlando glorificazione di un pesce di Maria deldicendo: "La controversia la specie aprì una dei questione Siluridi, dice che "che non era uno stata dei geni posta". del Panteon Così, in cielo vi fu meraviglia; egiziano fu visto appare un trono sotto molto forma al umana di sopra con di la tutte testa ledi potenze questo Dagon mitra a create,con unlatrono di mediazione, pesce". In occidente, di intercessione, in un periodo un titolo successivo, archetipico, abbiamo una forma di splendente pesce sul capo. corona come l'evidenza la stella che del i mattino, pagani distaccavano una gloria emanante la mitra adal forma trono di eterno, abiti puri come testa i di cieli pesce e uno dal corpo scettro del supremo. pesce e usavano E chi quella era l'erede mitra predestinato solo per adornare di quella il capo maestà? del grande Chi era dioquel mediatore; saggio poiché e qual era su diverse il suo nome, incisioni la madre pagane del di Malta giustoquel amore dio econ deli timore ben noti e attributi della santa di Osiride, speranza, è rappresentato esaltata comecon un albero nulla del di pesce palme tranne in En-gheddi, la mitra e sul uncapo roseto (Fig. di Gerico, 49); molto creata simile fin dall'inizio nella forma prima alla del mitra mondo, del Papa, nel consiglio o a quelladi diDio, un vescovo e col suo papale potered'oggi. in Gerusalemme? Anche in Cina La visione una volta si trova nell'Apocalisse: "Una evidentemente donna abbigliata prevaleva di la sole, stessa con pratica la luna di sotto portare i suoi una 7 piedi, e sulla testa una mitra corona a forma di di dodici testa stelle" di pesce, "I poiché devoti la di medesima Maria" conegli aggiunge, "non vanno oltre troparte la vera dellafede. mitraLa papale, Chiesa portata di Roma dall'imperatore non è idolatra cinea meno che l'Arianesimo se, non esistesia fino ortodossia". ad oggi. "E Questa noto" mi è ha vera chiesto poesia un conodella bestemmia. Contiene pure sciuto unautore argomento, contemporaneo, ma a cosa in si una perviene comunicazione con esso? Osiride con la mitra a Proprio al fatto che se si privata, ammette "che chel'imperatore Cristo sia veramente della Cina e propriamente ha sempre, fino Dio ad e forma di pesce sul capo. degno di onori divini, ora, sua quale madre, sommo da cuisacerdote egli deriva della semplicemente nazione, unalavolta sua umanità, dev'essere considerata l'anno pregato allo stesso a favore modo,della dev'essere nazione, innalzata benedicendola molto al di indossando sopra delabiti livello sacerdotali di tutte le e altre una mitra creature in testa e dev'essere del tuttoadorata identicicome a quelli partecipe indosdella sati dal divinità. pontefice La negli divinità scorsi di 1200 Cristoanni? è fatta "I fatti coincidere stanno con così.la A divinità riprova di tale sua madre. dichiarazione Questo produco è il papato un'incisione nel diciannovesimo della mitra imperiale secolo; sì, (Fig. questo 50)èche il papato è l'esatto in Inghilterra. fac-simile della Era mitra già noto episcopale che il papato papista.ovunque Il lettore fosse deve tener diffuso presente lo erache in anche modo impudente in Giappone, e benché sfacciato così nelle distante sue bestemmie; sia da Babele che che a dalla Lisbona Cinaèstessa, stata vista una delle una chiesa divinitàcon è rappresentata le seguenti parole con lo stesso scolpite simbolo sul suo diprospetto potenza prevalente "Alla vergine in Assiria dea di Loreto, le corna la delcomunità toro -, editaliana, è chiamato devota "il principe alla suaceleste divinità, col ha capo dedicato taurino". questo Se il tempio". Ciò è, comunque, simbolo di proprio Nimrod l'esatta in veste riproduzione di Cronos, il della "cornuto", dottrinaèdell'antica stato troBabilonia sulla grande vato in dea Giappone madre. non La Maonna sorprende di Roma, che il simbolo quindi, non di Dagon è altri che sia la madonna di stato Babilonia. rintracciato La "Regina in Cina. deiMa Cieli" vi è di unun altro sistema simbolo è uguale del potere alla "Regina dei Cieli" papale dell'altro. che nonLa deve dea essere adorata trascurato, a Babilonia ed è quello ed in del Egitto pastorale quale Tabernacolo o Abitazione del pontefice. di Dio, Da dove è identica proviene? a colei La risposta che, colanome questa didomanda, Maria, è chiamata a Roma in "La primo Casa luogo, consacrata è che il aPapa Dio", l'ha "IIrubato maestoso agli luogo Auguri diromani. dimora", Il "La dimora di lettore Dio", "II dei Tabernacolo classici può ricordare dello Spirito che quando Santo",gli "II Auguri tempio romani della Trinità". Alcuni consultavano probabilmente il cercheranno cielo, o traevano di difendere pronostici tale linguaggio dal suo aspetto, dicendo vi che le Scritture era dicono un certo che strumento ogni credente che sia era un indispensabile tempio dello per Spirito la loro Santo profese, Mitra imperiaquindi, che male sione. può La verga esservi mediante nel parlare la quale della essi Vergine circoscrivevano Maria, la che porzioera le del pontefice indubbiamente una ne disanta cielo di nella Dio, quale con avrebbero quel nome fatto o con le loro nomi osservazioni, dal significato era romano. simile? Orbene ricurva non v'è all'estremità, dubbio che ed ciò era che chiamata Paolo dice "lituus". sia vero (1 Cor 3:16)

Le Due Babilonie 149 60 "Non Ora il sapete "lituus" voi era che così siete manifestamente il tempio di identico Dio e che al pastorale lo Spiritodel Santo pontefice, dimorache in voi?". gli scrittori Non cattolici solo è vero, romani mastessi, è una scrivendo grande verità, negli Evi unaBui, verità non benedetta esitavanoche a volda maggior te a usare conforto il termine e che "lituus" placa come la sofferenza sinonimo delle di pastorale. difficoltà Così quand'è uno scrittore appresa;palo stesso pale descrive apostolo undice certo pure: Papa"Noi o vescovo siamocome il tempio "mitra dell'Iddio litoque decorus", vivente, come "adornato Dio disse: con la 'Risiederò mitra e il bastone tra lorodell'augure", e camminerò spiegando tra loro perciò e io sarò che il egli loro eraDio adorno ed essi con saranno "la mitraile mio il pastorale". popolo" (2 Ma Cor. tale 6:16). lituus,Si o verga deve anche per la riconoscere, divinazione, e degli lietamente, Auguri che romani, ciò era, vuolcom'è dire la ben dimora noto tratta in noi dagli di Etruschi, tutte le persone che, a loro della volta gloriosa l'avevano divinità, prepoiché sa, insieme il signore con la Gesù loro religione, disse (Giov. agli 14:23), Assiri. "Se qualcuno mi ama osserverà la mia Come parola gli Auguri e il Padre romani mio si lodistinguevano amerà, e verremo per il daloro lui e bastone faremoricurvo, dimora così presso i sadi lui". cerdoti Ma caldei, mentre compiendo si ammette i loro tuttoriti ciò, magici, esaminando erano generalmente il materiale siprovvisti troverà che di un il Papato bastone ricurvo e l'idea o pastorale. scritturale contenuta in tali espressioni, comunque apparentemente Questo magico bastone simili, ricurvo sono essenzialmente può essere fatto differenti. risalire direttamente Quando è detto al primo che re il credente di Babilonia, è "il cioè tempio Nimrod di Dio", che, o com'è il tempio affermato dello Spirito da Beroso, Santo, fuciò il primo vuol dire che (Efes. portò 3:17) il titolo che di"Cristo re-pastore. dimora In ebraico, mediante ola nel fede caldeo nei cuori". dei giorni Ma quando di Abramo Roma "Nimrod dice che il Maria pastore" è "Il si diceva tempio" "He-Roè"; o "Tabernacolo e da questo di Dio", titolo nel del significato "potente cacciatore pagano del dinanzi termine, al cioè Signore" l'unione non fra vi lei è dubbio e la divinità, che è derivato è un'unione sia che il nome va oltre l'unione ipostatica fra la stesso natura di Eroe, umana che e tutta quella l'adorazione divina di degli Cristo. eroi La che natura si umana di Cristo è il "Tabernacolo è poi diffusa nel di Dio" mondo. in quanto che la Natura Divina ha così velato la sua gloria in Certo tal è modo, che i assumendo deificati successori la nostra dinatura, Nimrod affinchè sono stati possiamo avvicinarci senza essere generalmente sopraffatti rappresentati dal timore con dello il pastorale Spirito Santo. o bastone Giovanni si riferisce a questa gloriosa ricurvo. E verità questo quando il caso dice di (Giovanni Babilonia e 1:14) di Ninive "La parola co- divenne carne e dimorò (letteralmente me mostrano gli fece attuali tabernacolo) monumenti. fra noi, e noi abbiamo mirato la sua gloria, la Figure da Babilonia con gloria L'annessa che illustrazione appartiene all'unigenito (Fig. 51) proveniente Figlio del Padre, da Babipieno di grazia e di verità". In lonia, tal mostra senso Cristo, il papale l'Iddio-Uomo, pastorale nella è il sua solo forma "tabernacolo pri- pastorale. di Dio". Orbene, è precisamente mitiva. Era loin stesso questo anche senso in che Egitto, Roma dopo chiama che vi Maria fu "tabernacolo di Dio" o dello stabilito "Spirito il potere Santo". babilonico Così parla come l'autore testimoniano di un'opera le statue papista di Osiride dedicata col all'esaltasuo pazione storale, della essendo Vergine, lo stesso nella Osiride quale vengono di frequente attribuiti rappresentato a Maria tutti come i titoli un pastorale peculiari 3 e con le un prerogative occhio su di diesso Cristo: . "Vedi il Tabernacolo di Dio, la dimora di Dio, l'abitazione, la città di Dio è con gli uomini e negli uomini e per gli uomini, per la loro salvezza ed esaltazione e glorificazione eterna... Può essere più chiaro SEZIONE II che ciò si applichi alla vera chiesa? E in maniera simile non è egualmente vero PRETI, MONACI E SUORE del santissimo sacramento del corpo del Signore? Non è vero di chiunque di noi Se siamo il capo è corrotto, così lo sono anche le membra. Se il Papa è essenzialmente se veramente cristiani? Indubbiamente; ma dobbiamo contemplare questo pagano, (in quale potrebbe esserein lamaniera peculiarità del suo clero? Se essi derivano i mistero quanto esistente) peculiare nella santissima madre del loro ordini da una fonte radicalmente tali ordini essere partecipi nostro Signore". Quindi l'autore dopocorrotta, essersi sforzato didevono mostrare che "Maria è della corruzione della fonte da cui scaturiscono e difatti l'evidenza relativa alle giustamente considerata il Tabernacolo di Dio con gli uomini" e ciò in senso caratteristiche del clero da papale è completa come Papa particolare, un pagane senso differente quello secondo il qualequella tutti i relativa cristianial sono il stesso. Sotto viene considerato il soggetto, tutto questo è chiara"Tempio di qualunque Dio", cosìluce continua facendo espresso riferimento a lei quale mente evidente. tabernacolo: "Realmente grande è il beneficio, singolare è il privilegio, che il Vi è un diretto contrasto i ministri Cristo nel e quelli papale. tabernacolo di Dio debba fra essere con glidi uomini, qualedel gli sacerdozio uomini possano in Quando Cristo incaricò suoi servitori, compito era quello di "pascere le sue sicurtà avvicinarsi a Dioi venuto Uomo".il Qui l'intera gloria mediatrice di Cristo, pecore, pascere i suoi agnelli", di farlo la con la paroladella di Dio, che rende testimoin qualità di Dio-uomo in cuie dimora pienezza divinità corporale, è nianza a lui e contiene parole di egli vita eterna. Quandocon il Papa ordinazioni attribuita a stesso Maria, o per lo meno la condivide lei. fa Le citazioni del suo clero, egli impone di proibire, eccetto più chedi indue circostanze speciali, la summenzionate sono tratteloro da un'opera pubblicata secoli fa. Da allora lettura della Parola di Dio lingua volgare", cioè, nella No, lingua che il popolo il papato è migliorato? Si "nella è pentito delle sue bestemmie? al contrario. Le può comprendere. Egli da inNewman realtà, un incarico; e ma qual'è? Esso è espresso citazioni già menzionate daloro, Padre lo provano; vi è una prova ancor con forte. tali sorprendenti "Riceverete il potere di santificare per i èvivi e per i più In un'operaparole: pubblicata di recente la stessa idea blasfema ancor più morti". Cosa rivelata. può esserci di più blasfemo di ciò?"La Cosa che si allontani chiaramente Mentre Maria è chiamata casa consacrata a maggiorDio" e il mente dall'unico sacrificio di Cristo, mediante "Egli hamostrerà reso perfetti in "Tempio della trinità" la seguente liturgia con il laquale sua risposta in che

148 61 Rev. Alexander Hislop quando, babilonese, per in usare moltissimi le parole casi di fu Layard solo "il cambiato corpo del il nome. pesce Fu formava chiamata una Maria mitra sopra Vergine quello e, assieme dell'uomo, a suo mentre figlio,la fu sua adorata coda squamosa dai professanti simile cristiani ad un ventaglio esattamente gli pendeva come lo dietro era da come coloro un mantello, che eranolasciando apertamente esposti e dichiaratamente le braccia e i piedi pagani. umani". La Di conseguenza Dagon in fu, questa che quando, forma Layard nel 325 fornisce A.D. fu una convocato raffigurazione il Concilio nella disua Nicea ultima per opera, condannare che èl'eresia qui riportata di Ario per che il lettore negava(Fig. la divinità 48); e nessuno di Cristo, che quell'eresia esamini la fusua in mitra realtà econdannata, la paragoni con ma quella non senza del Papa, l'aiuto com'è di uomini mostrato che nell'Horae fornirono di precise Elliott, può indicazioni dubitare del per loro un desiderio momento di che porre da quella la creatura e da allo nessun stesso altra livello fonte,del la Creatore, mitra paponendo la Vergine madre pale abbia a fianco avuto a fianco origine. delLe figlio. fauciAl aperte Concilio del pesce di Nicea, che dice l'autore di "Nimrod", sormonta "La il sezione capo dell'uomo melchita" a Ninive cioè, isono rappresentanti l'inconfondibidel cosiddetto cristianesimo le controparte d'Egitto "asserirono delle corna che della vi erano mitra del tre Papa persone a Roma. nella Trinità, il Padre, la Vergine Ciò avveniva Maria, e il inMessia orienteloro per Figlio". lo menoRiferendosi cinque secoli a questo prima fatto stupefacente chedell'era emerge cristiana. dal Concilio SembraNiceno, che egualmente Padre Newman si sia verificaparla esultantemente di queste to discussioni in Egitto; poiché che tendevano Wilkinson, alla parlando glorificazione di un pesce di Maria deldicendo: "La controversia la specie aprì una dei questione Siluridi, dice che "che non era uno stata dei geni posta". del Panteon Così, in cielo vi fu meraviglia; egiziano fu visto appare un trono sotto molto forma al umana di sopra con di la tutte testa ledi potenze questo Dagon con mitra a create, unlatrono di mediazione, pesce". In occidente, di intercessione, in un periodo un titolo successivo, archetipico, abbiamo una forma di splendente pesce sul capo. corona come l'evidenza la stella che del i mattino, pagani distaccavano una gloria emanante la mitra adal forma trono di eterno, abiti puri come testa i di cieli pesce e uno dal corpo scettro del supremo. pesce e usavano E chi quella era l'erede mitra solo predestinato per adornare di quella il capo maestà? del grande Chi era dioquel mediatore; saggio poiché e qual su eradiverse il suo nome, incisioni la pagane madre del di Malta giustoquel amore dio e con deli timore ben noti e attributi della santa di Osiride, speranza, è rappresentato esaltata comecon un nulla albero del di pesce palme tranne in En-gheddi, la mitra e sul uncapo roseto (Fig. di Gerico, 49); molto creata simile fin dall'inizio nella forma prima alla mitra del mondo, del Papa, nel consiglio o a quelladi diDio, un vescovo e col suo papale potered'oggi. in Gerusalemme? Anche in Cina La visione una volta si trova nell'Apocalisse: "Una evidentemente donna abbigliata prevaleva di la sole, stessa con pratica la luna di sotto portare i suoi una 7 piedi, e sulla testa una mitra corona a forma di di dodici testa stelle" di pesce, "I poiché devoti la di medesima Maria" conegli aggiunge, "non vanno oltre troparte la vera dellafede. mitraLa papale, Chiesa portata di Roma dall'imperatore non è idolatra cinea meno che l'Arianesimo se, non esistesia fino ortodossia". ad oggi. "E Questa noto" mi è ha vera chiesto poesia un conodella bestemmia. Contiene pure sciuto unautore argomento, contemporaneo, ma a cosa in si una perviene comunicazione con esso? Osiride con la mitra a Proprio al fatto che se si privata, ammette "che chel'imperatore Cristo sia veramente della Cina e propriamente ha sempre, fino Dio ad e forma di pesce sul capo. degno di onori divini, ora, sua quale madre, sommo da cuisacerdote egli deriva della semplicemente nazione, unalavolta sua umanità, dev'essere considerata l'anno pregato allo stesso a favore modo,della dev'essere nazione, innalzata benedicendola molto al indossando di sopra delabiti livello sacerdotali di tutte le e altre una mitra creature in testa e dev'essere del tuttoadorata identicicome a quelli partecipe indossati della dal divinità. pontefice La negli divinità scorsi di 1200 Cristoanni? è fatta "I fatti coincidere stanno con così.la A divinità riprova di tale sua dichiarazione madre. Questo produco è il papato un'incisione nel diciannovesimo della mitra imperiale secolo; sì, (Fig. questo 50) èche il papato è l'esatto in fac-simile Inghilterra. della Era mitra già noto episcopale che il papista. papato ovunque Il lettore fosse deve tener diffuso presente lo erache in anche modo in impudente Giappone, e benché sfacciato così nelle distante sue bestemmie; sia da Babele che che a dalla Lisbona Cinaèstessa, stata vista una delle una divinità chiesa con è rappresentata le seguenti parole con lo stesso scolpite simbolo sul suo diprospetto potenza prevalente "Alla vergine in Assiria dea di le Loreto, corna la delcomunità toro -, editaliana, è chiamato devota "il principe alla suaceleste divinità, col ha capo dedicato taurino". questo Se il tempio". Ciò è, comunque, simbolo di Nimrod proprio l'esatta in veste riproduzione di Cronos, il della "cornuto", dottrinaèdell'antica stato troBabilonia sulla vato grande in dea Giappone madre. non La Maonna sorprende di Roma, che il simbolo quindi, non di Dagon è altri che sia la madonna di stato Babilonia. rintracciato La "Regina in Cina. dei Ma Cieli" vi è di unun altro sistema simbolo è uguale del potere alla "Regina dei Cieli" papale dell'altro. che nonLa deve dea essere adorata trascurato, a Babilonia ed è quello ed in del Egitto pastorale quale Tabernacolo o Abitazione del pontefice. di Dio, Da dove è identica proviene? a colei La risposta che, colanome questa didomanda, Maria, è chiamata a Roma in primo "La Casa luogo, consacrata è che il a Papa Dio", l'ha "IIrubato maestoso agli luogo Auguri diromani. dimora", Il "La dimora di lettore Dio", "II dei Tabernacolo classici può ricordare dello Spirito che quando Santo",gli "II Auguri tempio romani della Trinità". Alcuni consultavano probabilmente il cercheranno cielo, o traevano di difendere pronostici tale linguaggio dal suo aspetto, dicendo vi che le Scritture era dicono un certo che strumento ogni credente che sia era un indispensabile tempio dello per Spirito la loro Santo profese, Mitra imperiaquindi, che male sione. può La verga esservi mediante nel parlare la quale della essi Vergine circoscrivevano Maria, la che porzioera le del pontefice indubbiamente ne unadisanta cielo di nella Dio, quale con avrebbero quel nome fatto o con le loro nomi osservazioni, dal significato era romano. simile? Orbene ricurva non v'è all'estremità, dubbio che ed ciò era che chiamata Paolo dice "lituus". sia vero (1 Cor 3:16)

Le Due Babilonie 148 61 Ora "Non il sapete "lituus" voi era che così siete manifestamente il tempio di identico Dio e che al pastorale lo Spiritodel Santo pontefice, dimora che in gli voi?". scrittori Non cattolici solo è vero, romani ma stessi, è una scrivendo grande verità, negli Evi unaBui, verità non benedetta esitavanoche a volda te maggior a usareconforto il termine e che "lituus" placa come la sofferenza sinonimo delle di pastorale. difficoltà Così quand'è uno scrittore appresa;palo pale stesso descrive apostolo un dice certopure: Papa"Noi o vescovo siamocome il tempio "mitra dell'Iddio litoque decorus", vivente, come "adornato Dio con disse: la 'Risiederò mitra e il bastone tra lorodell'augure", e camminerò spiegando tra loro perciò e io sarò che il egli loro era Dio adorno ed essi con "la saranno mitraile mio il pastorale". popolo" (2 Ma Cor. tale 6:16). lituus, Si o verga deve anche per la riconoscere, divinazione, e degli lietamente, Auguri romani, che ciò era, vuolcom'è dire la ben dimora noto tratta in noi dagli di Etruschi, tutte le persone che, a loro della volta gloriosa l'avevano divinità, presa, poiché insieme il signore con la Gesù loro religione, disse (Giov. agli 14:23), Assiri. "Se qualcuno mi ama osserverà la Come mia parola gli Auguri e il Padre romani mio si lodistinguevano amerà, e verremo per il daloro lui e bastone faremoricurvo, dimora così presso i sadi cerdoti lui". Ma caldei, mentre compiendo si ammette i loro tuttoriti ciò, magici, esaminando erano generalmente il materiale siprovvisti troverà che di un il bastone Papato ricurvo e l'idea o pastorale. scritturale contenuta in tali espressioni, comunque Questo apparentemente magico bastone simili, ricurvo sono essenzialmente può essere fatto differenti. risalire direttamente Quando è detto al primo che re il di credente Babilonia, è "il cioè tempio Nimrod di Dio", che, o com'è il tempio affermato dello Spirito da Beroso, Santo, fuciò il primo vuol dire che (Efes. portò il 3:17) titolo che di"Cristo re-pastore. dimora In ebraico, mediante ola nel fede caldeo nei cuori". dei giorni Ma quando di Abramo Roma "Nimrod dice che il pastore" Maria è "Il si diceva tempio" "He-Roè"; o "Tabernacolo e da questo di Dio", titolo nel del significato "potente cacciatore pagano del dinanzi termine, al Signore" cioè l'unione non fra vi lei è dubbio e la divinità, che è derivato è un'unione sia che il nome va oltre l'unione ipostatica fra stesso la natura di Eroe, umana che e tutta quella l'adorazione divina di degli Cristo. eroi La che natura si umana di Cristo è il è "Tabernacolo poi diffusa nel di mondo. Dio" in quanto che la Natura Divina ha così velato la sua gloria Certo in tal è modo, che i assumendo deificati successori la nostra dinatura, Nimrod affinchè sono stati possiamo avvicinarci senza generalmente essere sopraffatti rappresentati dal timore con dello il pastorale Spirito Santo. o bastone Giovanni si riferisce a questa ricurvo. gloriosa E verità questo quando il caso dice di (Giovanni Babilonia e 1:14) di Ninive "La parola co- divenne carne e dimorò me (letteralmente mostrano gli fece attuali tabernacolo) monumenti. fra noi, e noi abbiamo mirato la sua gloria, la Figure da Babilonia con L'annessa gloria che illustrazione appartiene all'unigenito (Fig. 51) proveniente Figlio del Padre, da Babipieno di grazia e di verità". lonia, In tal mostra senso Cristo, il papale l'Iddio-Uomo, pastorale nella è il sua solo forma "tabernacolo pri- pastorale. di Dio". Orbene, è mitiva. precisamente Era loin stesso questo anche senso in che Egitto, Roma dopo chiama che vi Maria fu "tabernacolo di Dio" o stabilito dello "Spirito il potere Santo". babilonico Così parla come l'autore testimoniano di un'opera le statue papista di Osiride dedicata col all'esaltasuo pastorale, zione della essendo Vergine, lo stesso nella Osiride quale vengono di frequente attribuiti rappresentato a Maria tutti come i titoli un pastorale peculiari 3 con e leun prerogative occhio su di diesso Cristo: . "Vedi il Tabernacolo di Dio, la dimora di Dio, l'abitazione, la città di Dio è con gli uomini e negli uomini e per gli uomini, per la loro salvezza ed esaltazione e glorificazione eterna... Può essere più chiaro SEZIONE II che ciò si applichi alla vera chiesa? E in maniera simile non è egualmente vero PRETI, MONACI E SUORE del santissimo sacramento del corpo del Signore? Non è vero di chiunque di noi Se il capo è corrotto,cristiani? così lo sono anche le membra. Se il Papa è essenzialmente se siamo veramente Indubbiamente; ma dobbiamo contemplare questo pagano, quale potrebbe esserein lamaniera peculiarità del suo clero? Se essi derivano i mistero (in quanto esistente) peculiare nella santissima madre del loro ordini da una fonte radicalmente tali ordini essere partecipi nostro Signore". Quindi l'autore dopocorrotta, essersi sforzato didevono mostrare che "Maria è della corruzione della fonte da cui scaturiscono e difatti l'evidenza relativa alle giustamente considerata il Tabernacolo di Dio con gli uomini" e ciò in senso caratteristiche del clero da papale è completa come Papa particolare, un pagane senso differente quello secondo il qualequella tutti i relativa cristianial sono il stesso. Sotto viene considerato il soggetto, tutto questo è chiara"Tempio di qualunque Dio", cosìluce continua facendo espresso riferimento a lei quale mente evidente. tabernacolo: "Realmente grande è il beneficio, singolare è il privilegio, che il Vi è un diretto contrasto i ministri Cristo nel e quelli papale. tabernacolo di Dio debba fra essere con glidi uomini, qualedel gli sacerdozio uomini possano in Quando Cristo incaricò suoi servitori, compito era quello di "pascere le sue sicurtà avvicinarsi a Dioi venuto Uomo".il Qui l'intera gloria mediatrice di Cristo, pecore, pascere i suoi agnelli", di farlo la con la paroladella di Dio, che rende testimoin qualità di Dio-uomo in cuie dimora pienezza divinità corporale, è nianza a lui e contiene parole di egli vita eterna. Quandocon il Papa ordinazioni attribuita a stesso Maria, o per lo meno la condivide lei. fa Le citazioni del suo clero, egli impone di proibire, eccetto più chedi indue circostanze speciali, la summenzionate sono tratteloro da un'opera pubblicata secoli fa. Da allora lettura della Parola di Dio lingua volgare", cioè, nella No, lingua che il popolo il papato è migliorato? Si "nella è pentito delle sue bestemmie? al contrario. Le può comprendere. Egli da in Newman realtà, unlo incarico; e ma qual'è? Esso è espresso citazioni già menzionate daloro, Padre provano; vi è una prova ancor con tali sorprendenti "Riceverete il potere di santificare per i è vivi e per i più forte. In un'operaparole: pubblicata di recente la stessa idea blasfema ancor più morti". Cosa rivelata. può esserci di più blasfemo di ciò?"La Cosa checonsacrata si allontani chiaramente Mentre Maria è chiamata casa a maggiorDio" e il mente dall'unico sacrificio di Cristo, mediante "Egli hamostrerà reso perfetti in "Tempio della trinità" la seguente liturgia con il laquale sua risposta in che

62 147 Rev. Alexander Hislop senso per la santità essa è degli considerata antichi editti"; tempio e dello perciò Spirito nessun Santo: dubbio "Celebrante circa l'origine Ipse dell'abideus creavit tudine che illam "le inleggi Spiritu deiSancto. Medi e Risposta dei Persiani Et effun non possono dit illamessere inter omnia mutate". opera Riceve sua. V. il Papa Domina, l'adorazione exaudi", dai etc., Cardinali? che così si Il traduce re di babilonia, : "V. il Signore quale sovrano stesso l'ha pontefice, creata nello era adorato Spiritoin Santo maniera e l'ha simile. versata E richiesto fra tutte ai le re sue e agli opere. ambasciatori V O Signora, di baciare ascolta", la etc. pantofola Tale del stupefacente Papa? Anche linguaggio questo è dimostra copiato dallo che stesso Mariamodello; è identificata poiché,con dice lo il Spirito professor Santo, Gaussen, quando citando si parla Strabene di lei che ed"è Erodoto versata" "isu re"tutte di Caldea le opere portavano di Dio";ai e che, piedicome pantofole abbiamo che i visto, rè da loro era proprio assogettati lo stesso dovevano modo baciare". in cui era Infine, considerata ci si rivolla Donna, ge al Papa come con il il "Tabernacolo" titolo di "Sua Santità"? o Casa di LoDio stesso dai avveniva pagani. per Dov'era il pontefice usato tale palinguaggio gano di Roma. in relazione Sembra che alla il Vergine? titolo siaNon stato in comune Spagna, per ne tutti in Austria; i pontefici. ne in Simmaluoghi oscuri co, l'ultimo dell'Europa rappresentante Continentale, pagano madell'imperatore a Londra. romano, in qualità di sovrano pontefice, rivolgendosi ad uno dei colleghi pontefici, a di proposito di una I nomi blasfemi attribuiti a Maria dalsuoi Papato non hanno ombra fondamento promozione che sono stava per ottenere, disse: "Ho udito che VOSTRA SANTInella Bibbia, ma tutti fondati sull'idolatria di Babilonia. Sì le caratteristiche TÀ ' (sanctitatem tuam) sta per essere chiamato dalle sacre lettere". e strutture della Madonna romana e di quella babilonese sono le stesse. Fino a Ora che le chiavi di Pietro sono restituite al dalla loro tradizione, possessore non di diritto, la tempi recenti, quando Raffaello si state allontanò un po' vi erano cattedra di Pietro deve andare insieme a loro. Tale famosa sedia proviene dallo che sembianze o italiane Madonne papiste. Se questeragione pitture o stesso luogo digiudaiche provenienza delle nelle chiavi incrociate. La medesima che immagini della Vergine Madre avessero inteso rappresentare la madre del nostro indusse il Papa a prendere le chiavi caldee lo condusse naturalmente a prendere Signore state vacante riprodotte l'uno o l'altro modello. Ma non è possessosarebbero della cattedra delsecondo pontefice massimo pagano. Poiché il Pontefistato unsuo paese di beltà con glilo occhi scuri, con corvine, la ce, incosì. virtùIn del ufficio, era stato Ierofante, cioèchiome l'interprete dei misteri, il Madonna è sempre stata rappresentata con gli occhi azzurri di e i Pietro, capelli allo biondi, suo scranno ufficiale meritava bene l'attributo di cattedra stesso modo in cui ledel chiavi erano chiamate "le chiavi di suppone Pietro"; sia e così fu incaratteristiche tuttopagane differenti da quella giudaica, che si fatti chiamata. L'effettiva discendenza della famosa cattedra di Pietro appare dal naturalmente stata quella della madre del nostro Signore, ma che ben si accorda seguente fatto: "Il'antichità romani avevano" dice Bower, "secondo ciò che essi pensavacon ciò che tutta attribuisce alla dea Regina di Babilonia. In quasi tutti no, fino 1662 una solida prova, solo che Pietro aveva eretto la sua i Paesi laall'anno grande dea è stata descritta con non capelli biondi o dorati, mostrando che cattedra, ma che vi fosse assiso egli stesso; poiché, fino a quell'anno, la stessa dev'esservi un credevano, grande prototipo a cui essi la facevano corrispondere. "Flava cattedra su stato cui essi o avrebbero voluto far credere agli altri, che egli Ceres", la "bionda Cerere", può anche non essere presa in considerazione in si fosse seduto, era esibita ed esposta alla pubblica adorazione il 18 gennaio, questo argomento, se fosse un caso isolato, poiché si può pensare che l'attributo festa della menzionata cattedra". "capelli biondi" le provenisse dal che si al supponeva affidato alla Ma mentre si stava procedendo aigrano, lavori cereale di ripulitura, fine di poterla collocare sua protezione. Ma in lo stesso attributo è applicato a molte altre Europa, che in una sede degna Vaticano, sfortunatamente apparvero sudee. di essa le dodici fatichetrasformò di Ercole! così dovette essere messa da parte. I sostenitori Giove inEgiovenca, è chiamata "la bionda Europa", Minerva del è papato furono non sconcertati da tale scoperta, ma hanno cercato di in una chiamata da poco Omero "Occhichiari Atena", e da Ovidio "la bionda"; laporla cacciatrice migliorche luce. "La nostra adorazione" dice Giacomo Bartolini, sue Antichità Diana, è comunemente identificata con la luna, è chiamatanelle da Anacreonte sacre di Roma, parla un delle circostanze relative alla scoperta, "comunque "la bionda figlia dove di Giove", titolo che certamente non può essere stato suggenon fu malriposta giacché non è al legno che noi la tributiamo, ma al principe rito dalla pallida faccia argentea della luna. Dionè, la madre di Venere, è descritdegli apostoli, S. Pietro, che si suppone si sia seduto su di essa". Qualunque cosa ta Teocrito come “bionda”. Venere stessa è chiamata frequentemente “Aurea il da lettore possa pensare di questa apologia sull'adorazione della cattedra, egli Venus”, la “Venere d’oro”. La dea indiana Lakshni, la “Madre dell’universo”, è certamente per lo meno percepirà, mettendo tutto ciò in relazione a quanto abdescritta “di complessione dorata”. Arianna, la moglie didi Bacco, era chiamata biamo già visto, che la vecchia leggenda sulla cattedra S. Pietro è semplice“la bionda Arianna”.In Così Dryden fa riferimento ai Roma suoi capelli dorati o gialli: mente smascherata. tempi moderni, sembra che sia stata piuttosto sfortunata nei riguardi delle cattedre di S. Pietro, poiché, anche dopo la scoperta delle dodici fatiche digiocano Ercole che la resero inadatta a portare la luce che la Rifor“Dove le onde vigorose nel porto di Diana; ma aveva gettato sulle tenebre della Santa Arianna; Sede, quella che fu scelta per rimpiazGiace dimenticata la chiara zarla era stata Ivi destinata rivelare ancora più ridicolmente le sfrontate imposture afflittaadal dolore e fuori di se dalla disperazione; del papismo. La cattedra precedente era stata presa a prestito dai pagani; la sucEssa lacera i suoi abiti e si strappa poiché i capelli d’oro”.i soldati francesi cessiva sembra sia stata sottratta ai mussulmani; quando La Gorgone Medusa prima d’essere trasformata, del generale Bonaparte presero possesso di Roma nel 1795, trovarono sul retro Mentre erafrase celebrata per la sua bellezza, era generalmente d'esso, in arabo, la ben nota del Corano "non vi è nessun Dio se non Dio, e Maometto è il suoCelebrata profeta". per le sue bionde chiome:

presentavano le armi. Quale inadeguata preparazione per ricevere un ministro del mite e mansueto Gesù! Ora spostandosi lentamente, fra due ali di soldati in La Sirena cheuna si trova nelle romantiche leggende delvescovi, Nord, che fu evidentemenarmi, appare lunga processione di ecclesiastici, canonici e cardinali te tratta dalla storia di Atagartis, la dea pesce della chiamata madre di Seche precedono il romano pontefice, trasportato suSiria, una sedia dorata, abbigliato d'abiti risplendenti come volte il sole. Lo portano uomini vestiti didescritta cremisi, miramide, e che fu alcune identificata condodici Semiramide stessa, era immediatamente preceduti da“Ellewoman”, diverse persone che portano una croce, la sua micon capelli della stessa sorta. questo è il nome scandinavo della tra, la sua triplice corona, e altre insegne del suo incarico. Poiché egli era portato Medusa, “è bionda”, dice l’introduzione alle “leggende danesi” di Hans Andersulle“e spalle degli uomini, fra le dolcemente folle osannanti, il suo capo era coperto e di sorsen, dai capelli d’oro e suona uno strumento a corde. Si vede montato da due immensi ventagli, fatti di penne di pavone e portati da due servifrequente sedere superficie delleaacque, e pettina i suoi lunghi capelli doratori". Questo è ilsulla sovrano pontefice tutt'oggi; solo che, frequentemente, oltre ti con un pettine d’oro”. Anche quando Athor, la Venere egiziana era rappresenad essere sormontata dai flabelli, che non sono altro che i "Mistici flabelli di tata come indubbiamente per indicare l’aspetto della baldacchino. dea che la vacca Bacco" la una sua vacca, sedia di stato è pure sormontata da un normale Ora rappresentava, la testa della vaccaanni e il collo erano come indorati . Quando i più famosi guardiamo indietro fino a tremila e vediamo il sovrano pontefice d'Edipinti della rendere Verginevisita Madre Italia la rappresentano di carnagione chiara e con gitto soleva alin tempio del suo dio. "Avendo raggiunto i recinti del tempio" dice Wilkinson, "le guardie e gli attendenti i capelli d’oro, e in tutta l’Irlanda la Vergine è quasi reali scelti come rappresentanti dell'intero esercito entravano neloggi cortile... invariabilmente rappresentata fino ad nellaBande stessa militari suonavano le arie più in voga; e i numerosi stendardi dei diversi reggimenti, e le bandiere garrivaidentica maniera, chi può opporsi alla conclusione che no alsia vento, armi scintillanti, concorso di folla, e l'imponente maeessa statale rappresentata così, l'immenso solo perché è stata costà delle elevate torri dei propilei, ricoperte con le loro rutilanti bandiere, compiata dallola stesso prototipo delle divinità pagane? pletavano cornice, presentando una scena raramente vista, possiamo dire, mai Orbene, tale similitudine non è solo relativa allapaese. carna-La caratteristica più signieguagliata in alcuna occasione, in nessun altro gione, ma anche alle caratteristiche. Le caratteristiche ficativa di questa cerimonia era lo scintillante corteo del monarca, che era portagiudaiche sono ovunquedai contrassegnate ed hannodello un stato, sotto lo sventolio di to sulla sedia gestatoria principali funzionari aspetto loro particolare. la Madonna cattolica non ricchi flabelli e ventagliMa di piume". Provvediamo, da ha un'incisione di Wilkinson (Fig. 47), parte e centrale di una placcagiudaiche: dedicata acoloro una di tali processioni egizianulla dellala forma delle caratteristiche ne, affinchè il lettore possa vedere con i suoi propri occhi Circe, la figlia del sole, che hanno fatto personalmente il paragone fra entrambe con l'aureola intorno quanto esattamente il noto cerimoniale del Papa, coincisono concordi nel dichiarare che nell’intero aspetto è del al capo. da con quello pagano. Ciò vale sia per la cattedra che per tutto simile alla madonna babilonese trovata da Sir Role chiavi di Pietro. Ora Giano, la cui chiave il Papa usurbert Kerquella Porterdi frasua le rovine dioBabilonia. pò con moglie madre Cibele, era anche Vi è ancora un’altra caratteristica rimarchevole di queste Dagon. Giano, il dio bifronte, "che aveva vissuto in dueraffigurazioni che è degna diera nota cioè quella del Nimbo o caratteristico cerchio di luce che fremondi" la e divinità babilonese, incarnazione di Noè e Processione (.lei faraoquentemente circondarappresentava il capo della madonna romana. Con questo cerchio si cirDagon, il dio-pesce, quella divinità quale ne d'Editto. conda pure il capo nelle immagini di Cristo. Dove vissuto ha avuto origine tale manifestazione dello stesso patriarca che aveva cosìinganno? a lungo fra Nel le acque caso del deldiluvio. nostro Come Signore, il Papa se porta il suo capo fosse stato semplicemente le chiavi di Giano, circondato così porta da raggi, la mitra potrebbe di Dagon esservi e gli una scavi certa diqual Ninive scusante lo hanno per affermare confermato che oltre essi ogni fossero dubbio. tratti Ladalla mitra narrazione papale è del evangelica, tutto differente dove èdalla affermato mitra che di Aronne sul monte e dei santo sommi la sua sacerdoti faccia giudei. divenne Quella splendente mitra come era unla turbante luce. Ma mentre dove,la i tutte mitrale bicorne Scritture, che leggiamo porta il Papa, mai quando che il suo siede capo sulfosse sommo circondato altare a Roma da un disco, e riceve o da l'adorazione un cerchio dei di luce? cardinali, Ciò che è la cercheremmo stessa mitra portata invano da nella Dagon, Parola ildi dio-pesce Dio si trova dei nelle filistei rappresentazioni e dei babilonesi. artistiche Anticamente dei grandi Dagondèi eraerappresentato dee di Babilonia. in due Il maniere. disco, e particolarmente Una era quand'era il raffigurato cerchio, erano come il mezzo ben noto uomo simbolo e mezzo della pesce; divinità con solare la parte che di appariva sopra interamente spesso nei umana simbolismi e quellaorientali di sotto terminante circondata a da coda un cerchio di pesce. oL'altra disco. era, Lo

Le Due Babilonie 147 62 Il Papa non ha semplicemente cattedra su cuiPer assidersi; ma una se“Medusa una una volta affascinante. ottenere il ha suopure amore dia sulla quale è Una trasportato, in pompa magna, a spalla folla rivale di ansiosi amanti lotta d'uomo, quando egli si reca a visitare S. Pietro o qualche chiesa di Roma. Così un testimone oculaEssi che l’hannoaltra vista… re descrive tale spettacolo nel quartier generale dell'idolatria papale: "Si udivano Ma sopra tutto, la lunghezza dei suoi capelli battere fuori i tamburi. Le armi dei soldati risuonavano sul pavimento di pietra inanellate, gradevolmente della casa di Dio,Indorate quando,onde al comando del loro capitano,splendenti”. essi imbracciavano e

146 63 Rev. Alexander Hislop per senso la santità essa è degli considerata antichi editti"; tempioe dello perciòSpirito nessun Santo: dubbio "Celebrante circa l'origine Ipse dell'abideus tudine creavit che illam "le in leggi Spiritu deiSancto. Medi e Risposta dei Persiani Et effun non possono dit illamessere inter omnia mutate". opera Riceve sua. il V.Papa Domina, l'adorazione exaudi",dai etc., Cardinali? che così si Il traduce re di babilonia, : "V. il Signore quale sovrano stesso l'ha pontefice, creata era nello adorato Spirito in Santo maniera e l'ha simile. versata E richiesto fra tutte ai lere sue e agli opere. ambasciatori V O Signora, di baciare ascolta", la pantofola etc. Tale del stupefacente Papa? Anche linguaggio questo è dimostra copiato dallo che stesso Mariamodello; è identificata poiché, con dice lo il professor Spirito Santo, Gaussen, quando citando si parla Strabene di lei che ed"è Erodoto versata" "isu re"tutte di Caldea le opere portavano di Dio";ai e piedi che, come pantofole abbiamo che i visto, rè da loro era proprio assogettati lo stesso dovevano modo baciare". in cui era Infine, considerata ci si rivolla ge Donna, al Papa come con il il "Tabernacolo" titolo di "Sua Santità"? o Casa di Lo Dio stesso dai avveniva pagani. per Dov'era il pontefice usato tale pagano linguaggio di Roma. in relazione Sembra che alla il Vergine? titolo siaNon stato in comune Spagna, per ne tutti in Austria; i pontefici. ne in Simmaluoghi co, oscuri l'ultimo dell'Europa rappresentante Continentale, pagano ma dell'imperatore a Londra. romano, in qualità di sovrano pontefice, rivolgendosi ad uno dei colleghi pontefici, a di proposito di una I nomi blasfemi attribuiti a Maria dalsuoi Papato non hanno ombra fondamento promozione stava per ottenere, disse: "Ho udito che VOSTRA SANTInella Bibbia, che ma sono tutti fondati sull'idolatria di Babilonia. Sì le caratteristiche TÀ ' (sanctitatem tuam) sta per essere chiamato dalle sacre lettere". e strutture della Madonna romana e di quella babilonese sono le stesse. Fino a Ora che le chiavi di Pietro sono restituite al dalla loro tradizione, possessore non di diritto, la tempi recenti, quando Raffaello si state allontanò un po' vi erano cattedra di Pietro deve andare insieme a loro. Tale famosa sedia proviene dallo che sembianze o italiane Madonne papiste. Se questeragione pitture o stesso luogo digiudaiche provenienza delle nelle chiavi incrociate. La medesima che immagini della Vergine Madre avessero inteso rappresentare la madre nostro indusse il Papa a prendere le chiavi caldee lo condusse naturalmente adel prendere Signore sarebbero statevacante riprodotte l'uno o l'altro modello. Ma non è possesso della cattedra delsecondo pontefice massimo pagano. Poiché il Pontefistato unsuo paese di beltà glilo occhi scuri, con corvine, la ce, incosì. virtùIn del ufficio, eracon stato Ierofante, cioèchiome l'interprete dei misteri, il Madonna è sempre stata rappresentata con gli occhi azzurri di e i Pietro, capelli allo biondi, suo scranno ufficiale meritava bene l'attributo di cattedra stesso modo in cui ledel chiavi erano chiamate "le chiavi di suppone Pietro"; sia e così fu incaratteristiche tuttopagane differenti da quella giudaica, che si fatti chiamata. L'effettiva discendenza della famosa cattedra di Pietro appare dal naturalmente stata quella della madre del nostro Signore, ma che ben si accorda seguente fatto: "Il'antichità romani avevano" dice Bower, "secondo ciò che essi pensavacon ciò che tutta attribuisce alla dea Regina di Babilonia. In quasi tutti no, fino 1662 una solida prova, solo che Pietro aveva eretto la sua i Paesi laall'anno grande dea è stata descritta con non capelli biondi o dorati, mostrando che cattedra, ma che vi fosse assiso egli stesso; poiché, fino a quell'anno, la stessa dev'esservi stato un credevano, grande prototipo a cui essi la facevano corrispondere. "Flava cattedra su cui essi o avrebbero voluto far credere agli altri, che egli Ceres", la "bionda Cerere", può anche non essere presa in considerazione in si fosse seduto, era esibita ed esposta alla pubblica adorazione il 18 gennaio, questo argomento, se fosse un caso isolato, poiché si può pensare che l'attributo festa della menzionata cattedra". "capelli biondi" le provenisse dal che si al supponeva affidato alla Ma mentre si stava procedendo aigrano, lavori cereale di ripulitura, fine di poterla collocare sua protezione. Ma in lo stesso attributo è applicato a molte altre Europa, che in una sede degna Vaticano, sfortunatamente apparvero sudee. di essa le dodici fatiche di Ercole! Egiovenca, così dovette essere messa da parte. I sostenitori Giove trasformò in è chiamata "la bionda Europa", Minerva del è papato furono non sconcertati da tale scoperta, ma hanno cercato di in una chiamata dapoco Omero "Occhichiari Atena", e da Ovidio "la bionda"; laporla cacciatrice miglior luce. "La nostra adorazione" dice Giacomo Bartolini, sue Antichità Diana, che è comunemente identificata con la luna, è chiamatanelle da Anacreonte sacre di Roma, parla un delle circostanze relative alla scoperta, "comunque "la bionda figlia dove di Giove", titolo che certamente non può essere stato suggenon fu malriposta giacché non è al legno che noi la tributiamo, ma al principe rito dalla pallida faccia argentea della luna. Dionè, la madre di Venere, è descritdegli apostoli, S. Pietro, che si suppone si sia seduto su di essa". Qualunque cosa ta da Teocrito come “bionda”. Venere stessa è chiamata frequentemente “Aurea il lettore possa pensare di questa apologia sull'adorazione della cattedra, egli Venus”, la “Venere d’oro”. La dea indiana Lakshni, la “Madre dell’universo”, è certamente per lo meno percepirà, mettendo tutto ciò in relazione a quanto abdescritta “di complessione dorata”. Arianna, la moglie didi Bacco, era chiamata biamo già visto, che la vecchia leggenda sulla cattedra S. Pietro è semplice“la bionda Arianna”.In Così Dryden fa riferimento ai Roma suoi capelli dorati o gialli: mente smascherata. tempi moderni, sembra che sia stata piuttosto sfortunata nei riguardi delle cattedre di S. Pietro, poiché, anche dopo la scoperta delle dodici fatiche digiocano Ercole che la resero inadatta a portare la luce che la Rifor“Dove le onde vigorose nel porto di Diana; ma aveva gettato sulle tenebre della Santa Arianna; Sede, quella che fu scelta per rimpiazGiace dimenticata la chiara zarla era stata Ivi destinata rivelare ancora più ridicolmente le sfrontate imposture afflittaadal dolore e fuori di se dalla disperazione; del papismo. La cattedra precedente era stata presa a prestito dai pagani; la sucEssa lacera i suoi abiti e si strappa poiché i capelli d’oro”. cessiva sembra sia stata sottratta ai mussulmani; quando i soldati francesi La Gorgone Medusa prima d’essere trasformata, del generale Bonaparte presero possesso di Roma nel 1795, trovarono sul retro Mentre erafrase celebrata per la sua bellezza, era generalmente d'esso, in arabo, la ben nota del Corano "non vi è nessun Dio se non Dio, e Maometto è il suoCelebrata profeta". per le sue bionde chiome:

Le Due Babilonie 146 63 Il Papa non ha semplicemente cattedra su cui Per assidersi; ma una se“Medusa una una volta affascinante. ottenere il ha suopure amore dia sulla quale è Una trasportato, in pompa magna, a spalla folla rivale di ansiosi amanti lotta d'uomo, quando egli si reca a visitare S. Pietro o qualche chiesa di Roma. Così un testimone oculaEssi che l’hannoaltra vista… re descrive tale spettacolo nel quartier generale dell'idolatria papale: "Si udivano Ma sopra tutto, la lunghezza dei suoi capelli battere fuori i tamburi. Le armi dei soldati risuonavano sul pavimento di pietra inanellate, gradevolmente della casa di Dio,Indorate quando,onde al comando del loro capitano,splendenti”. essi imbracciavano e presentavano le armi. Quale inadeguata preparazione per ricevere un ministro del mite e mansueto Gesù! Ora spostandosi lentamente, fra due ali di soldati in La Sirena cheuna si trova nelle romantiche leggende delvescovi, Nord, che fu evidentemenarmi, appare lunga processione di ecclesiastici, canonici e cardinali te tratta dalla storia di Atagartis, la dea pesce della chiamata madre di Seche precedono il romano pontefice, trasportato suSiria, una sedia dorata, abbigliato d'abiti risplendenti come il sole. Lo portano uomini vestiti didescritta cremisi, miramide, e che fu alcune volte identificata condodici Semiramide stessa, era immediatamente preceduti da“Ellewoman”, diverse persone che portano una croce, la sua micon capelli della stessa sorta. questo è il nome scandinavo della tra, la sua triplice corona, e altre insegne del suo incarico. Poiché egli era portato Medusa, “è bionda”, dice l’introduzione alle “leggende danesi” di Hans Andersulle spalle degli uomini, fra le dolcemente folle osannanti, il suo capo era coperto e di sorsen, “e dai capelli d’oro e suona uno strumento a corde. Si vede montato da due immensi ventagli, fatti di penne di pavone e portati da due servifrequente sedere superficie delle e pettina i suoi lunghi capelli doratori". Questo è ilsulla sovrano pontefice aacque, tutt'oggi; solo che, frequentemente, oltre ti con un pettine d’oro”. Anche quando Athor, la Venere egiziana era rappresenad essere sormontata dai flabelli, che non sono altro che i "Mistici flabelli di tata come indubbiamente per indicare l’aspetto dellabaldacchino. dea che la vacca Bacco" la una sua vacca, sedia di stato è pure sormontata da un normale Ora rappresentava, la testa della vaccaanni e il collo erano come indorati . Quando i più famosi guardiamo indietro fino a tremila e vediamo il sovrano pontefice d'Edipinti della rendere Verginevisita Madre Italia la rappresentano di carnagione chiara e con gitto soleva alin tempio del suo dio. "Avendo raggiunto i recinti del tempio" dice Wilkinson, "le guardie e gli attendenti i capelli d’oro, e in tutta l’Irlanda la Vergine è quasi reali scelti come rappresentanti dell'intero esercito entravano neloggi cortile... invariabilmente rappresentata fino ad nellaBande stessa militari suonavano le arie più in voga; e i numerosi stendardi dei diversi reggimenti, e le bandiere garrivaidentica maniera, chi può opporsi alla conclusione che no alsia vento, armi scintillanti, concorso di folla, e l'imponente maeessa statale rappresentata così, l'immenso solo perché è stata costà delle elevate torri dei propilei, ricoperte con le loro rutilanti bandiere, compiata dallola stesso prototipo delle divinità pagane? pletavano cornice, presentando una scena raramente vista, possiamo dire, mai Orbene, tale similitudine non è solo relativa alla carnaeguagliata in alcuna occasione, in nessun altro paese. La caratteristica più signigione, ma anche alle caratteristiche. Le caratteristiche ficativa di questa cerimonia era lo scintillante corteo del monarca, che era portagiudaiche sono ovunquedai contrassegnate ed hannodello un stato, sotto lo sventolio di to sulla sedia gestatoria principali funzionari aspetto loro particolare. la Madonna cattolica non ricchi flabelli e ventagliMa di piume". Provvediamo, da ha un'incisione di Wilkinson (Fig. parte e centrale di una placcagiudaiche: dedicata acoloro una di tali processioni egizianulla 47), dellala forma delle caratteristiche ne, il lettore possa vedere con i suoi propri occhi Circe, la figlia del sole, che affinchè hanno fatto personalmente il paragone fra entrambe con l'aureola intorno quanto esattamente il noto cerimoniale del Papa, coincisono concordi nel dichiarare che nell’intero aspetto è del al capo. da con quello pagano. Ciò vale sia per la cattedra che per tutto simile alla madonna babilonese trovata da Sir Role chiavi di Pietro. Ora Giano, la cui chiave il Papa usurbertcon Kerquella Porterdi frasua le rovine dioBabilonia. pò moglie madre Cibele, era anche Vi è ancora un’altra caratteristica rimarchevole di queste Dagon. Giano, il dio bifronte, "che aveva vissuto in dueraffigurazioni che è degna diera nota cioè quella del Nimbo o caratteristico cerchio di luce che fremondi" la e divinità babilonese, incarnazione di Noè e Processione (.lei faraoquentemente circondarappresentava il capo della madonna romana. Con questo cerchio si cirDagon, il dio-pesce, quella divinità quale ne d'Editto. conda pure il capo nelle immagini di Cristo. Dove vissuto ha avuto origine tale manifestazione dello stesso patriarca che aveva cosìinganno? a lungo fra Nel le acque caso del deldiluvio. nostro Come Signore, il Papa se porta il suo capo fosse stato le semplicemente chiavi di Giano, circondato così porta da raggi, la mitra potrebbe di Dagon esservi e gli una scavi certa di qual Ninive scusante lo hanno per confermato affermare che oltre essi ogni fossero dubbio. tratti Ladalla mitranarrazione papale è del evangelica, tutto differente dove èdalla affermato mitra di che Aronne sul monte e dei santo sommi la sua sacerdoti facciagiudei. divenne Quella splendente mitra come era unla turbante luce. Ma mentre dove,la i mitra tutte le bicorne Scritture, che leggiamo porta il Papa, mai quando che il suo siede capo sulfosse sommo circondato altare a Roma da un e disco, riceve o l'adorazione da un cerchio dei di cardinali, luce? Ciò che è la cercheremmo stessa mitra portata invano da nella Dagon, Parola ildi dio-pesce Dio si trova dei filistei nelle rappresentazioni e dei babilonesi. artistiche Anticamente dei grandi Dagondèi eraerappresentato dee di Babilonia. in due Il maniere. disco, e Una particolarmente era quand'era il raffigurato cerchio, erano come il mezzo ben noto uomo simbolo e mezzo della pesce; divinità con solare la parte che di sopra appariva interamente spesso nei umana simbolismi e quellaorientali di sotto terminante circondata a da coda un cerchio di pesce.oL'altra disco.era, Lo

64 145 Rev. Alexander Hislop stesso letta loro accadeva da un libro nella chiamato Roma ilpagana. "Libro Petroma"; Apollo, figlio cioè, come del sole, ci viene era spiegato, spesso rappresentato un libro fatto così. di pietra. Le dee Ma, che evidentemente, pretendevano si d'essere tratta solo imparentate di un gioco col sole di parole erano egualmente secondo l'abituale raffigurate spirito con del il nimbo paganesimo, o cerchio cheluminoso. intendevaNella divertire fig. 26 il volgo. vediamo, La da natura Pompei, del caso una e la rappresentazione storia dei misteri, di parimenti Circe "la mostrano figlia delche sole", questo con libro il capo non circondato era altri cheda il "Libro un cerchio Pet-Roma"; allo stesso cioè modo il "Libro del del capo Grande della Interprete"; Madonna romana. in altre Chiunque parole di Ermete lo vuole Trismegisto, paragoni ililnimbo grandeintorno interprete al capo degli di dèi. Circe con quello della 8 Vergine In Egitto, papista dal quale e vedrà Atene come derivò essi la corrispondono sua religione, esattamente il libro di Ermes . era consideOrbene, rato come chi la fonte può divina credere di tutta chela tutte vera conoscenza queste coincidenze dei misteri 1. siano In Egitto, casuali? per2 Naturalmente, ciò, Ermes era anche adorato sein laqualità Madonna di grande realmente interprete, rassomigliasse o "Pietro-Roma" alla Vergine . Ad Maria, Atene, ciò Ermes noncom'è giustificherebbe ben noto, occupava lo stesso l'idolatria. esattamente Ma loquando stesso è posto evidente e, naturalche la dea mente, custodita nel linguaggio nella chiesa sacro, papale dev'essere come stato oggetto conosciuto di adorazione con lo stesso suprema titolo. da parte dei Il sacerdote suoi devoti, perciò è lache stessa spiegava regina i babilonese misteri nelche nome stabilì di Ermes Nimrod dev'essere o Nino, come stato rivale provvisto di Cristo non delle e che chiavi nella di sua Pietro, stessama persona delle è chiavi l'incarnazione di "Pietro-Roma". di ogni sorta Qui di il licenziosità, famoso "libro quale di Pietra" tenebrosa comincia caratteristica ad apparire ciò quindi imprime in una sull'idolatria nuova luce, e romana. sparge Che nuova vantaggio luce su uno vi è dei a mitigare più tenebrosi l'odioso e carattere misteriosi diepisodi tale idolatria, della storia dicendo papale. che E il figlio stato sempre che essa motivo espone di all'adorazione stupore per i è ricercatori chiamato storici col nome come di Gesù? sia potuto Quando avvenire essa era che adorata il nome assieme di Pietro a sia suostato figlio associato nell'antica conBabilonia, Roma nella quel maniera figlio in era cui chiamato esso si con trova un dal nome quarto che secolo è particolare in poi. Tanti del Cristo, paesi diversi, e distintivo sono stati del indotti suo glorioso a credere essere, che come Pietro, il che nome era di un Gesù. "apostolo della circoncisione" abbia derogato dall'incarico Egli divino era divenendo chiamato apostolo "Zoro-Ashta", della chiesa "il seme gentile, della donna". e che egli Ma sia ciò divenuto non impedì un capo che l'ira spirituale di Dio a Roma, fosse rivolta quandocontro non esiste coloro alcuna che soddisfacente in questi giorni evidenza antichiche adoravano egli sia quell'immagine mai stato a Roma. di Ma gelosia il libro (Ezechiele di Pietro-Roma, 8:3). Vi sono spiega state ciò che molte altrimenti speculazioni sarebbe su ciò inesplicabile. che potrebbe L'esistenza essere stata di tale "immagine titolo era troppo di gelosia". desiderabile Ma quando per si non apprende essere che appetita la grande dal papato; caratteristica e secondo dell'antica la sua abituale idolatriapolitica, era proprio fu sicuro, l'adorazione avendone della la madre possibilità, e deldi figlio, volgerlo e che a quel proprio figlio vantaggio. era il Figlio E tale di Dio possibilità incarnato, l'ebbe. tutto Quando è chiaro. il Si Papa paragonino venne a trovarsi i versetti in 3 intima o 5 col relazione versetto con 14 il esacerdozio si vedrà che pagano le "donne essi infine che piangevano vennero, come Tammuz" vedremo, piangevano a trovarsi strettamente sotto il suo controllo. vicine all'immagine Quale migliore di gelosia. opporNe tunità può, perl'attribuire cercare di il riconciliare nome di Cristo il paganesimo all'infante e il incristianesimo, braccio alla donna facendo romana, apparendere rire il pagano l'"immagine "Pietro-Roma" di gelosia" con meno le sue offensiva chiavi come per l'Altissimo, "Pietro di Roma" meno lo idonea stesso a provocare apostolo a cui il suo il Signore dispiacere, Gesùquando aveva dato è evidente le "chiavi che del l'infante regno dei è adorato Cieli"? Perciò come figlio da un di semplice colei che gioco era di adorata parole, come persone regina e cose dei essenzialmente cieli, con tutti gli differenti attributi furono della divinità; confuse; ed e paganesimo era allo stesso e cristianesimo tempo la "madre furono delle fusi meretrici insieme;eedelle così,abominazioni per gli accedella cati cristiani terra". dell'apostasia, Il Signore aborrisce il papain divenne ogni caso il rappresentante l'adorazione dell'apostolo delle immagini Pietro, ma specialmente mentre per i pagani l'adorazione iniziati, diegli immagini era solo diiltale rappresentante sorta. Orbene, di Pietro, se i fatti l'interprete che ho presentati dei ben noti sono misteri. veri, In c'ètal damodo meravigliarsi il Papa divenne che terribili l'espressa minacce controparte siano dirette di "Giano nella parola bifronte". di Dio Oh,contro quale l'apostasia enfasi di significato romana e che vi èlo nell'espressione sfogo della suascritturale tremenda ira chesia si destinato applica alad papato essere "Mistero versato d'iniquità"! sui suoi capi colpevoli? Se queste cose sono vere chi oserà Il lettore intercedere è adesso preparato per la Roma a comprendere papale o chiamarla com'è che Chiesa il grande Cristiana? consiglio Solo di Stail paganesimo to del Papa che puòlo aver assiste ispirato nel governo la dottrina della ammessa chiesa, venne dai Melchiti chiamato al collegio conciliodei di Nicea, Cardinali. secondo Il termine cui laCardinale Santa Trinità deriva consiste da cardo, del "Padre, cioè cardine. della Vergine Giano, di Maria cui il e del Papa Messia porta loro le chiavi, figlio?". era Chi il dio non delle indietreggia porte e dei con cardini, orrore ed a tale erapensiero? chiamato Che Patulsi può cius, dire e Clusius, di una "colui chiesache cheapre insegna e cheaichiude". suoi figli Ciò ad ha adorare un significato tale trinità blasfemo, com'è contenuto poiché egli nelle era adorato righe seguenti: a Roma come grande mediatore. Qualsiasi affare importante dovesse essere trattato, qualsiasi divinità invocata, un'invocazione doveva prima di tutto essereio rivolta a Giano, che era riconosciuto come il "Dio degli "Cuore di Gesù ti adoro; dèi", nella di cui misteriosa divinità erano fuse le caratteristiche di padre e figlio; Cuore Maria io ti imploro; senza di lui nessuna preghiera poteva essere udita, ne le "porte del cielo" potevaCuore di Giuseppe, puro e giusto; 9 no dischiudersi. Era lo stesso dio estesamente inFIDUCIA" Asia Minore al tempo IN QUESTI TRE CUORI IO adorato RIPONGO LA MIA in cui nostro Signore mandò, per mezzo del suo servo Giovanni, i sette messaggi

Le Due Babilonie 145 64 apocalittici alle chiese di quella E infatti, in uno di questi messaggi, Se questo non è paganesimo, cosaregione. può essere chiamato con tale nome? Tuttavia troviamo che Egli tacitamente ascritto in modo profano quella questa è la trinità che adesso rimprovera ai cattolici l'aver romani d’Irlanda viene insegnato ad che era una sua esclusiva caratteristica a tale divinità, e rivendica il suo diritto adorare sin dalla tenera infanzia. Questa è la Trinità che, negli ultimi libri di esclusivo attribuito abitualmente al suo rivale. In Rivelazione 3:7 troviamo: istruzione catechistiche è presentata come grande oggetto di devozione ai segua"Queste cose dice il santo, il verace, colui che ha la chiave di Davide, colui che ci del papismo. Il manuale che contiene queste bestemmie porta il chiaro apre e nessuno chiude, colui che chiude e nessuno apre". Ora, a questo Giano, in “Imprimatur” di “Paulus Cullen” Arcivescovo Papista di Dublino. Vi è ancora qualità di mediatore, adorato in Asia Minore e a Roma, apparteneva il governo qualcuno che oserà il dire, dopo ciò, che la Chiesa Cattolica Romana dev’esdel mondo, e "tutto potere in tutto cielo, in terra e sul mare". sere ancoraparticolare chiamata cristiana perché crede nella dottrina della Trinità? Ci crePer questo motivo gli si attribuiva la "Jus vertenti cardini'' - "potere devano anche i pagani gli egiziani eo gli esattamente di ruotare i cardini" - dibabilonesi, aprire le porte del cielo, di odierni aprire oindù, chiudere le porte dellastesso pace e della di guerra. Il Basta, Papa perciò, assise illusione come sommo sacerdoallo modo Roma. quindi,quando con la si mortale che Roma sia te di Giano, assunse lo "Jus vertendi cardinis", "il potere di supposizione, ruotare i carcristiana! Può esservianche stata una certa esitazione nell’accettare tale dini" - digiorno aprire e blasfemo sensosempre pagano. Lentamente e cautamente ma ogni il chiudere “Grande nel Mistero” si rivela più sotto il suo vero aspetdapprincipio potere solo accennato; ma essendo state gettate le fondato. Non vi è, tale e non può fu esservi, alcuna salvezza per le anime degli uomini in menta, costantemente, secolo dopo secolo, vi fu edificata sopra la grande sovraBabilonia. “Uscite da essa, o popolo mio” è l’alto ed esplicito comando di Dio. struttura del potere sacerdotale. I pagani, che videro che sotto la guida papale il Coloro che vi disubbidiscono lo fanno a proprio rischio. cristianesimo, com'era professato a Roma, faceva grandi passi incontro al paganesimo, furono più che contenti di riconoscere al Papa tale potere; essi lietamente lo incoraggiarono ad aumentare, passo dopo passo, il pieno peso delle pretese blasfeme adatte al rappresentante di Giano - pretese che, come si sa, sono adesso, con l'unanime consenso della cristianità occidentale apostata, riconosciute come inerenti la funzione del vescovo di Roma. Per mettere in grado il Papa, comunque, di ottenere la completa pienezza del potere che egli adesso rivendica, gli era necessaria la cooperazione di altri. Quando il suo potere si dilatò, quando il suo dominio si estese, specialmente dopo che egli divenne un sovrano temporale, le chiavi di Giano divennero troppo pesanti per la sua sola mano ed egli ebbe bisogno di alcuni con cui condividere il potere dei "cardini". Perciò i suoi consiglieri privati, i suoi alti funzionari di stato che erano associati con lui nel governo della chiesa e del mondo, assunsero adesso il ben noto titolo di "cardinali" - i sacerdoti del "cardine". Questo titolo era stato portato in precedenza dagli alti funzionari dell'imperatore romano che, come "Pontefice Massimo", era stato egli stesso il rappresentante di Giano. Anche durante il regno di Teodosio, l'imperatore cristiano di Roma, il titolo di cardinale era portato dal suo primo ministro. Ma ora, sia il nome che il potere implicato in esso, erano da lungo tempo scomparsi da tutti i funzionari civili dei sovrani temporali, e solo quelli che assistevano il Papa nel portare le chiavi di Giano, per aprire e chiudere, furono conosciuti col titolo di Cardinali, o sacerdoti del "cardine". Ho detto che il Papa divenne il rappresentante di Giano, il Messia babilonese. Se il lettore solo considera la pretesa blasfema del papato, vedrà quanto esattamente ciò è una copia del suo originale. Nei paesi in cui il sistema babilonese era più estesamente sviluppato, troviamo il Sovrano Pontefice del dio babilonese investito degli stessi attributi che adesso sono ascritti al Papa. E il Papa chiamato "Dio sulla terra", "Vice-Dio" e "Vicario di Gesù Cristo"? Il rè in Egitto, dove ricopriva l'incarico di sovrano pontefice era, dice Wilkinson, considerato con somma riverenza, quale "RAPPRESENTANTE DELLA DIVINITÀ SULLA TERRA". È il Papa "infallibile" e si vanta la chiesa di Roma che egli è sempre stato "immutato e immutabile"? Lo stesso avveniva nel caso del pontefice caldeo e del sistema su cui egli presiedeva. Il sovrano pontefice, dice lo scrittore appena citato, credeva di essere "INCAPACE D'ERRORE" e, di conseguenza, vi era "il più grande rispetto

144 65 Rev. Alexander Hislop letta stesso loro accadeva da un libro nella chiamato Roma ilpagana. "Libro Petroma"; Apollo, figlio cioè, come del ci sole, viene era spiegato, spesso un rappresentato libro fatto così. di pietra. Le dee Ma, che evidentemente, pretendevano si d'essere tratta solo imparentate di un gioco col sole di parole erano secondo egualmente l'abituale raffigurate spirito con del il nimbo paganesimo, o cerchio cheluminoso. intendevaNella divertire fig. 26 il volgo. vediamo, La natura da Pompei, del caso una e la rappresentazione storia dei misteri, di parimenti Circe "la mostrano figlia delche sole", questo con libro il capo non era circondato altri cheda il "Libro un cerchio Pet-Roma"; allo stesso cioè modo il "Libro del del capo Grande della Interprete"; Madonna romana. in altre parole Chiunque di Ermete lo vuole Trismegisto, paragoni ililnimbo grandeintorno interprete al capo degli di dèi. Circe con quello della 8 In Vergine Egitto, papista dal quale e vedrà Atene come derivò essila corrispondono sua religione,esattamente il libro di Ermes . era considerato Orbene, come chi la fonte puòdivina credere di tutta chela tutte vera conoscenza queste coincidenze dei misteri 1.siano In Egitto, casuali? per2 ciò, Naturalmente, Ermes era anche adorato seinlaqualità Madonna di grande realmente interprete, rassomigliasse o "Pietro-Roma" alla Vergine . Ad Atene, Maria, ciò Ermes noncom'è giustificherebbe ben noto, occupava lo stesso l'idolatria. esattamente Ma loquando stesso è posto evidente e, naturalche la mente, dea custodita nel linguaggio nella chiesa sacro, papale dev'essere comestato oggetto conosciuto di adorazione con lo stesso suprema titolo. da parte Il dei sacerdote suoi devoti, perciò è lache stessa spiegava reginai babilonese misteri nelche nome stabilì di Ermes Nimrod dev'essere o Nino, come stato provvisto rivale di Cristo non delle e che chiavi nella di sua Pietro, stessama persona delle è chiavi l'incarnazione di "Pietro-Roma". di ogni sorta Qui di il famoso licenziosità, "libroquale di Pietra" tenebrosa comincia caratteristica ad apparire ciò quindi imprime in una sull'idolatria nuova luce, e romana. sparge nuova Che vantaggio luce su uno vi è dei a mitigare più tenebrosi l'odioso e carattere misteriosidi episodi tale idolatria, della storia dicendo papale. che E il stato figliosempre che essa motivo espone di all'adorazione stupore per i è ricercatori chiamato storici col nome come di Gesù? sia potuto Quando avvenire essa che era adorata il nome assieme di Pietro a sia suostato figlio associato nell'antica conBabilonia, Roma nella quel maniera figlio in era cui chiamato esso si trova con un dal nome quarto che secolo è particolare in poi. Tanti del paesi Cristo, diversi, e distintivo sono stati del indotti suo glorioso a credere essere, che Pietro, come il che nome era di un Gesù. "apostolo della circoncisione" abbia derogato dall'incarico divino Egli era divenendo chiamato apostolo "Zoro-Ashta", della chiesa "il seme gentile, della donna". e che egli Ma sia ciò divenuto non impedì un capo che spirituale l'ira di Dio a Roma, fosse rivolta quandocontro non esiste coloro alcuna che soddisfacente in questi giorni evidenza antichiche adoravano egli sia mai quell'immagine stato a Roma. di Ma gelosia il libro (Ezechiele di Pietro-Roma, 8:3). Vi sono spiega state ciò che molte altrimenti speculazioni sarebbe su inesplicabile. ciò che potrebbe L'esistenza essere stata di tale "immagine titolo era troppo di gelosia". desiderabile Ma quando per si non apprende essere appetita che la grande dal papato; caratteristica e secondo dell'antica la sua abituale idolatriapolitica, era proprio fu sicuro, l'adorazione avendone della la possibilità, madre e deldi figlio, volgerlo e che a quel proprio figlio vantaggio. era il Figlio E tale di Dio possibilità incarnato, l'ebbe. tutto Quando è chiaro. il Papa Si paragonino venne a trovarsi i versetti in 3 intima o 5 col relazione versetto con 14 il e sacerdozio si vedrà che pagano le "donne essi infine che vennero, piangevano come Tammuz" vedremo, piangevano a trovarsi sotto strettamente il suo controllo. vicine all'immagine Quale migliore di gelosia. opportunità Ne può, perl'attribuire cercare di il riconciliare nome di Cristo il paganesimo all'infante e il incristianesimo, braccio alla donna facendo romana, apparire rendere il pagano l'"immagine "Pietro-Roma" di gelosia" con meno le sue offensiva chiavi come per l'Altissimo, "Pietro di Roma" meno lo idonea stesso a apostolo provocare a cui il suo il Signore dispiacere, Gesùquando aveva dato è evidente le "chiavi che del l'infante regno dei è Cieli"? adorato Perciò come da figlio un di semplice colei che gioco eradi adorata parole, come persone regina e cose dei essenzialmente cieli, con tutti gli differenti attributi furono della confuse; divinità; ed e paganesimo era allo stesso e cristianesimo tempo la "madre furono delle fusi meretrici insieme;eedelle così,abominazioni per gli accecati della cristiani terra". dell'apostasia, Il Signore aborrisce il papa in divenne ogni caso il rappresentante l'adorazione dell'apostolo delle immagini Pietro, ma mentre specialmente per i pagani l'adorazione iniziati, diegli immagini era solo diiltale rappresentante sorta. Orbene, di Pietro, se i fatti l'interprete che ho dei presentati ben noti sono misteri. veri, In c'ètal damodo meravigliarsi il Papa divenne che terribili l'espressa minacce controparte siano dirette di "Giano nella bifronte". parola di Dio Oh,contro quale l'apostasia enfasi di significato romana e che vi èlo nell'espressione sfogo della suascritturale tremenda ira chesia si applica destinato al ad papato essere "Mistero versato d'iniquità"! sui suoi capi colpevoli? Se queste cose sono vere chi Il oserà lettore intercedere è adesso preparato per la Roma a comprendere papale o chiamarla com'è che Chiesa il grande Cristiana? consiglio Solo di Stail to paganesimo del Papa che puòlo aver assiste ispirato nel governo la dottrina della ammessa chiesa, venne dai Melchiti chiamato al collegio conciliodei di Cardinali. Nicea, secondo Il termine cui laCardinale Santa Trinità deriva consiste da cardo, del "Padre, cioè cardine. della Vergine Giano, di Maria cui il e Papa del Messia porta loro le chiavi, figlio?". era Chi il dio non delle indietreggia porte e dei con cardini, orrore ed a tale erapensiero? chiamato Che Patulsi cius, può dire e Clusius, di una "colui chiesache cheapre insegna e cheai chiude". suoi figli Ciò ad ha adorare un significato tale trinità blasfemo, com'è poiché contenuto egli nelle era adorato righe seguenti: a Roma come grande mediatore. Qualsiasi affare importante dovesse essere trattato, qualsiasi divinità invocata, un'invocazione doveva prima di tutto essereio rivolta a Giano, che era riconosciuto come il "Dio degli "Cuore di Gesù ti adoro; dèi", nella di cui misteriosa divinità erano fuse le caratteristiche di padre e figlio; Cuore Maria io ti imploro; senza di luidi nessuna preghiera poteva essere udita, ne le "porte del cielo" potevaCuore Giuseppe, puro e giusto; 9 no dischiudersi. Era lo stesso dio estesamente inFIDUCIA" Asia Minore al tempo IN QUESTI TRE CUORI IO adorato RIPONGO LA MIA in cui nostro Signore mandò, per mezzo del suo servo Giovanni, i sette messaggi

Le Due Babilonie 144 65 apocalittici alle di quella regione. E infatti, in uno di questi messaggi, Se questo non è chiese paganesimo, cosa può essere chiamato con tale nome? Tuttavia troviamo che Egli tacitamente ascritto in modo profano quella questa è la trinità che adesso rimprovera ai cattolici l'aver romani d’Irlanda viene insegnato ad che era una sua esclusiva caratteristica a tale divinità, e rivendica il suo diritto adorare sin dalla tenera infanzia. Questa è la Trinità che, negli ultimi libri di esclusivo abitualmente al suo rivale. In Rivelazione 3:7 troviamo: istruzioneattribuito catechistiche è presentata come grande oggetto di devozione ai segua"Queste cose dice il santo, il verace, colui che ha la chiave di Davide, colui che ci del papismo. Il manuale che contiene queste bestemmie porta il chiaro apre e nessuno chiude, colui che chiude e nessuno apre". Ora, a questo Giano, in “Imprimatur” di “Paulus Cullen” Arcivescovo Papista di Dublino. Vi è ancora qualità di mediatore, adorato in Asia Minore e a Roma, apparteneva il governo qualcuno che oserà il dire, dopo ciò, che la Chiesa Cattolica Romana dev’esdel mondo, e "tutto potere in tutto cielo, in terra e sul mare". serequesto ancoraparticolare chiamata cristiana perché crede nella dottrina della Trinità? Ci crePer motivo gli si attribuiva la "Jus vertenti cardini'' - "potere devano anche i pagani gli egiziani e ogli esattamente di ruotare i cardini" - di babilonesi, aprire le porte del cielo, di odierni aprire oindù, chiudere le porte della pace e della di guerra. Il Basta, Papa perciò, assise illusione come sommo sacerdoallo stesso modo Roma. quindi,quando con la si mortale che Roma sia te di Giano, assunse anche "Jus vertendi cardinis", "il potere di supposizione, ruotare i carcristiana! Può esservi stata lo una certa esitazione nell’accettare tale dini" - digiorno aprire e blasfemo sensosempre pagano. Lentamente e cautamente ma ogni il chiudere “Grande nel Mistero” si rivela più sotto il suo vero aspetdapprincipio potere solo accennato; ma essendo state gettate le fondato. Non vi è, tale e non può fu esservi, alcuna salvezza per le anime degli uomini in menta, costantemente, secolo dopo secolo, vi fu edificata sopra la grande sovraBabilonia. “Uscite da essa, o popolo mio” è l’alto ed esplicito comando di Dio. struttura del potere sacerdotale. I pagani, che videro che sotto la guida papale il Coloro che vi disubbidiscono lo fanno a proprio rischio. cristianesimo, com'era professato a Roma, faceva grandi passi incontro al paganesimo, furono più che contenti di riconoscere al Papa tale potere; essi lietamente lo incoraggiarono ad aumentare, passo dopo passo, il pieno peso delle pretese blasfeme adatte al rappresentante di Giano - pretese che, come si sa, sono adesso, con l'unanime consenso della cristianità occidentale apostata, riconosciute come inerenti la funzione del vescovo di Roma. Per mettere in grado il Papa, comunque, di ottenere la completa pienezza del potere che egli adesso rivendica, gli era necessaria la cooperazione di altri. Quando il suo potere si dilatò, quando il suo dominio si estese, specialmente dopo che egli divenne un sovrano temporale, le chiavi di Giano divennero troppo pesanti per la sua sola mano ed egli ebbe bisogno di alcuni con cui condividere il potere dei "cardini". Perciò i suoi consiglieri privati, i suoi alti funzionari di stato che erano associati con lui nel governo della chiesa e del mondo, assunsero adesso il ben noto titolo di "cardinali" - i sacerdoti del "cardine". Questo titolo era stato portato in precedenza dagli alti funzionari dell'imperatore romano che, come "Pontefice Massimo", era stato egli stesso il rappresentante di Giano. Anche durante il regno di Teodosio, l'imperatore cristiano di Roma, il titolo di cardinale era portato dal suo primo ministro. Ma ora, sia il nome che il potere implicato in esso, erano da lungo tempo scomparsi da tutti i funzionari civili dei sovrani temporali, e solo quelli che assistevano il Papa nel portare le chiavi di Giano, per aprire e chiudere, furono conosciuti col titolo di Cardinali, o sacerdoti del "cardine". Ho detto che il Papa divenne il rappresentante di Giano, il Messia babilonese. Se il lettore solo considera la pretesa blasfema del papato, vedrà quanto esattamente ciò è una copia del suo originale. Nei paesi in cui il sistema babilonese era più estesamente sviluppato, troviamo il Sovrano Pontefice del dio babilonese investito degli stessi attributi che adesso sono ascritti al Papa. E il Papa chiamato "Dio sulla terra", "Vice-Dio" e "Vicario di Gesù Cristo"? Il rè in Egitto, dove ricopriva l'incarico di sovrano pontefice era, dice Wilkinson, considerato con somma riverenza, quale "RAPPRESENTANTE DELLA DIVINITÀ SULLA TERRA". È il Papa "infallibile" e si vanta la chiesa di Roma che egli è sempre stato "immutato e immutabile"? Lo stesso avveniva nel caso del pontefice caldeo e del sistema su cui egli presiedeva. Il sovrano pontefice, dice lo scrittore appena citato, credeva di essere "INCAPACE D'ERRORE" e, di conseguenza, vi era "il più grande rispetto

66 143

Rev. Alexander Hislop CAPITOLO VI ORDINI RELIGIOSI

SEZIONE I IL SOVRANO PONTEFICE

II dono del ministero è uno dei doni più grandi che Cristo abbia mai elargito al mondo. È in riferimento a ciò che il salmista predicendo l'ascensione di Cristo, così nobilmente parla dei suoi benedetti risultati: "Sei asceso in alto; hai portato via prigionieri; hai preso doni in forma di uomini, si, pure gli ostinati per risiedere fra loro, o Iah. Dio" (Efes. 4:8-11). Alla chiesa di Roma dapprincipio fu affidato divinamente il dono del governo e del ministero scritturale; e quindi "la sua fede si diffuse in tutto il mondo"; le sue opere di giustizia erano ricche e abbondanti. Ma in un triste momento, l'elemento babilonico fu ammesso nel suo ministero, e da allora in poi, quello che era inteso essere una benedizione, fu convertito in una maledizione. Invece di santificare gli uomini, essa è stata solo il mezzo per demoralizzarli e renderli "per due volte figli dell'inferno" più di quanto non sarebbero diventati se fossero stati semplicemente abbandonati a se stessi. Se alcuno potesse immaginare che vi è qualcosa di occulto e qualche misteriosa virtù nella successione apostolica che scaturisce dal papato, consideri seriamente il vero aspetto della struttura stessa del Papa e quella dei vescovi e del clero. Dal Papa in giù, tutto mostra di essere adesso totalmente babilonico. Il collegio dei cardinali con il Papa in testa non è che la controparte del collegio pagano dei pontefici, con il suo "Pontefice Massimo", o "Sovrano Pontefice" che esisteva a Roma sin dai tempi antichi e che si basava sul modello del grande originale concilio dei Pontefici di Babilonia. Il Papa ora pretende la supremazia quale successore di Pietro al quale si asserisce che il Nostro Signore abbia esclusivamente affidato le chiavi del Regno dei Cieli. Ma sulla base di ciò, fino a quando il Papa non fu investito di quel titolo, che per migliaia di anni aveva portato con sé il potere delle chiavi di Giano e di Cibele, nessuna pretesa di preminenza o di qualcosa che le somigliasse, fu mai rivendicata. Già all'inizio della chiesa, i vescovi di Roma avevano mostrato uno spirito ambizioso e orgoglioso; ma per i primi tre secoli, la loro pretesa di onori maggiori era fondata semplicemente sulla dignità della loro sede, che era quella della città imperiale, la capitale del mondo romano. Quando la sede dell'impero fu trasferita a oriente, Costantinopoli minacciò di eclissare Roma, e fu così necessario pensare a qualche motivazione per mantenere la dignità del vescovo di Roma. Tale nuova motivazione si trovò quando, verso il 378, il Papa divenne erede delle chiavi che erano i simboli di due ben note divinità di Roma: Giano e Cibele; queste sono le due chiavi del blasone papale, quali insegne della sua autorità spirituale. In che modo il Papa ottenesse l'autorità di queste chiavi lo vedremo in seguito; ma quando, agli occhi dei pagani, riuscì a rappresentare Giano e Cibele, acquisendo pure il diritto a portare le loro chiavi, comprese che se fosse riuscito a far credere ai cristiani che solo Pietro aveva il potere delle chiavi, e che egli era il successore di Pie-

Le Due Babilonie 143 66 tro, la sua dignità come vescovo di Roma sarebbe stata stabilita fermamente più CAPITOLO III che mai nonostante la diminuita importanza FESTE della città. Egli agì evidentemente secondo questa politica. Passò un certo tempo e quindi quando il segreto operare del mistero d'iniquità preparò la via per esso, SEZIONE I per la prima volta il Papa dichiarò pubblicamente la sua preminenza basata sulle chiavi date a Pietro e verso il 378 NATALE E ANNUNCIAZIONE fu innalzato alla posizione che gli diede, agli occhi dei pagani, il potere delle Se Roma è in realtà la Babilonia dell'Apocalisse e la Madonna custodita nei suoi chiavi. Nel 431, e non prima, egli dichiarò pubblicamente d'essere possessore santuari nondi è Pietro. altri che la regina dei cieli, la cui adorazionesignificativa. provocò la terribile delle chiavi Questa è certamente una coincidenza Non si collera diilDio contro i Giudei del tempo di Geremia chiunque abbia della chiederà lettore come fu possibile che gli uomini dessero credito a timore tale presunParola di Dio dovrebbe tremare solo pensiero di afornire a tale sistema, sia zione infondata? Le parole della al Scrittura, riguardo tale soggetto, danno una individualmente chesoddisfacente collettivamente, la minima approvazione o sostegno. È già risposta solenne ma (2 Tess. 2:10, 11): "Perché non hanno accettastato detto qualcosa peraffinchè dimostrare l'identità dei sistemi romano e babilonese to l'amore della verità fossero salvati...E per questo Dio fa andare ma da ad ogni passo le evidenze divengono sempre più Ciò che emerge dal loro un'operazione d'errore, affinchè credano alla manifeste. menzogna". Poche bugie posparagone frapiù le diferenti feste lo corso è particolarmente. sono essere grandi; ma, nel del tempo, finì per essere creduta; ed ora, Le festela distatua Roma sono innumerevoli possono segnalate cinque delle mentre di Giove è adorata ama Roma comeessere la vera immagine di Pietro, più per chiarimento, cioè Natale, Pasqua, Natività cosìimportanti le chiavi di Giano e di Cibele sono per Annunciazione, secoli state devotamente ritenute di le S. Giovanni e la festa dell'Assunzione. Si può dimostrare che ognuna di queste è chiavi dello stesso apostolo. babilonese. E per prima la festa riguardo in onore a della di di Cristo, cioè il Natale. Mentre la credulità dei cristiani tali nascita emblemi un potere esclusivo Com'è che questa festa fu messa in relazione 25 spiegare dicembre? Non è una sola conferito da Cristo al Papa tramite Pietro sial può con la vi loro credula parola nelle scritture circa vedere il preciso giorno della sua nascita, o sul tempo infatuazione, non è difficile come i pagani si sarebbero stretti intorno al dell'anno in più cui nacque. Ciò che vi è narrato, udito fa capire qualunque sia stato il Papa molto facilmente quando avessero che che, egli fondava il suo potere tempo della sua nascita, esso potrebbe essere stato il 25 dicembre. tempo sul possesso delle chiavi di non Pietro. Le chiavi che il Papa possedeva Al erano le in cui l'angelo annunciò lanoto sua nascita ai iniziati pastori di essiChe pascolavano i chiavi di un "Pietro" ben ai pagani ai Betlemme, misteri caldei. Pietro l'aloro greggi dianche notte vescovo all'apertodi nei campi. clima non di famicerto postolo fosse Roma era Il stato piùdella voltePalestina affermato da è una particolarmente lì, stato sebbene il calore del possa essere gerata leggenda rigido, ma che ma eglianche sia mai a Roma è per lo giorno meno da mettere in considerevole, freddo della notte, dabasa dicembre a febbraio, è molto pungente e dubbio. La suail visita a quella città si soltanto sull'autorità di uno scrittore non dei secolo pastorie della Giudea i l'autore loro greggi nell'aperta dellaera fineabitudine del secondo dell'inizio del custodire terzo, cioè dell'opera chia1 campagna dopo la fine di ottobre . mata "Le Clementine", che gravemente ci dice che in occasione della sua visita, E pressoché incredibile, chelo lasfidò nascita di prova Cristodei abbia avuto luogo alla trovandovi Simon Mago,quindi, l'apostolo a dar suoi poteri magici o fine di dicembre. Vi è grande unanimità frain i aria, commentatori su questo punto. miracolosi, e che quindi lo stregone si librò e Pietro lo fece precipitare Oltre a tale Barnes Doddridge, Lighfoot, Joseph Sealiger e Jennings, tutti giù con violenza che si ruppe le gambe. Tutti gli storici seri hannoson respinto dell'opinione che il 25 dicembre non possa essere ilcome tempo giusto della natività questa storia dell'incontro dell'apostolo con il mago priva di qualsiasi credel Signore e il celebrato Giuseppe espone una giusta conclusione. Dopo dibilità; ma poiché la visita di PietroMeda a Roma si basa sulla stessa autorità, essa si una lunga e attenta disquisizione sul si soggetto, fra le altre egli regge o cade con essa o, per lo meno, deve ammettere che argomentazioni la storia è da metteadduce la seguente: "Alla nascita Cristo donna e bambino dovevano re seriamente in dubbio. Ma mentredi tutto ciò ogni riguarda Pietro il cristiano, si può essere tornati nelle città appartenenza perdell'era alcune delle quali era necessario mostrare senza ombra didi dubbio che prima cristiana e dopo di allora, un vi lungo viaggio; ma il occupava cuore dell'inverno era appropriato tali affari, fosse un "Pietro" che a Roma la non posizione più elevata per nel sacerdozio specialmente per donne bambini". Perciò Cristo non avrebbe nascere pagano. Il sacerdote checon spiegava i misteri agli iniziati era a volte potuto chiamato, con in mezzo all'inverno. Per di al tempo della nascita di Cristo i pastori un termine greco, Ierofante; mapiù nel caldeo primitivo la vera lingua dei misteri, il andavano giro di notte per ivigilare sulle greggi, ma"L'interprete". non è ammissibile che lo suo titolo, in pronunciato senza punti era "Pietro", cioè Poiché egli facessero nel cuore dell'inverno. E se alcuno pensasse che venti invernali non era il rivelatore di tutto ciò che è nascosto, non c'era nulla dii strano nel fatto che, siano poi così violenti da quelle parti, si misteri, ricordi le parole didecorato Cristo nel Vangelo: mentre spiegava la dottrina esoterica dei esso fosse con le chia"Pregate che la vostra di fuga avvenga in inverno". l'inverno era un come periodo vi delle due divinità cuinon spiegava i misteri. Così Se possiamo vedere le così inadatto perefuggire, non sembra note che lo sia stato per permettere ai pastori di chiavi di Giano Cibele divenissero come le chiavi di Pietro, l'"interprete" giacere sui Si, campi e alle e ai bambini per viaggiare. In effetti, viene dei misteri. abbiamo la donne più lampante evidenza che, in paesi distanti fra loro e riconosciuto dai più onesti e preparati scrittori da ogniiniziati dove2 che giorno della da Roma, queste chiavi fossero conosciute dai pagani non il semplicemennascita nostro non ma può essere determinato e che identificato entro la chiesa te comedi "le chiaviSignore di Pietro", come le chiavi di un3 Pietro con cristiana non si udì mai parlare alcuna festività natalizia fino al terzo secolo e Roma. Nei misteri eleusini di di Atene, quando i candidati all'iniziazione erano che non fu che al quarto secolo che si cominciò ad osservarla. In dottrina base a che edotti nella dottrina segreta del paganesimo, la spiegazione di tale era

142 67

Rev. Alexander Hislop CAPITOLO VI ORDINI RELIGIOSI

SEZIONE I IL SOVRANO PONTEFICE

II dono del ministero è uno dei doni più grandi che Cristo abbia mai elargito al mondo. È in riferimento a ciò che il salmista predicendo l'ascensione di Cristo, così nobilmente parla dei suoi benedetti risultati: "Sei asceso in alto; hai portato via prigionieri; hai preso doni in forma di uomini, si, pure gli ostinati per risiedere fra loro, o Iah. Dio" (Efes. 4:8-11). Alla chiesa di Roma dapprincipio fu affidato divinamente il dono del governo e del ministero scritturale; e quindi "la sua fede si diffuse in tutto il mondo"; le sue opere di giustizia erano ricche e abbondanti. Ma in un triste momento, l'elemento babilonico fu ammesso nel suo ministero, e da allora in poi, quello che era inteso essere una benedizione, fu convertito in una maledizione. Invece di santificare gli uomini, essa è stata solo il mezzo per demoralizzarli e renderli "per due volte figli dell'inferno" più di quanto non sarebbero diventati se fossero stati semplicemente abbandonati a se stessi. Se alcuno potesse immaginare che vi è qualcosa di occulto e qualche misteriosa virtù nella successione apostolica che scaturisce dal papato, consideri seriamente il vero aspetto della struttura stessa del Papa e quella dei vescovi e del clero. Dal Papa in giù, tutto mostra di essere adesso totalmente babilonico. Il collegio dei cardinali con il Papa in testa non è che la controparte del collegio pagano dei pontefici, con il suo "Pontefice Massimo", o "Sovrano Pontefice" che esisteva a Roma sin dai tempi antichi e che si basava sul modello del grande originale concilio dei Pontefici di Babilonia. Il Papa ora pretende la supremazia quale successore di Pietro al quale si asserisce che il Nostro Signore abbia esclusivamente affidato le chiavi del Regno dei Cieli. Ma sulla base di ciò, fino a quando il Papa non fu investito di quel titolo, che per migliaia di anni aveva portato con sé il potere delle chiavi di Giano e di Cibele, nessuna pretesa di preminenza o di qualcosa che le somigliasse, fu mai rivendicata. Già all'inizio della chiesa, i vescovi di Roma avevano mostrato uno spirito ambizioso e orgoglioso; ma per i primi tre secoli, la loro pretesa di onori maggiori era fondata semplicemente sulla dignità della loro sede, che era quella della città imperiale, la capitale del mondo romano. Quando la sede dell'impero fu trasferita a oriente, Costantinopoli minacciò di eclissare Roma, e fu così necessario pensare a qualche motivazione per mantenere la dignità del vescovo di Roma. Tale nuova motivazione si trovò quando, verso il 378, il Papa divenne erede delle chiavi che erano i simboli di due ben note divinità di Roma: Giano e Cibele; queste sono le due chiavi del blasone papale, quali insegne della sua autorità spirituale. In che modo il Papa ottenesse l'autorità di queste chiavi lo vedremo in seguito; ma quando, agli occhi dei pagani, riuscì a rappresentare Giano e Cibele, acquisendo pure il diritto a portare le loro chiavi, comprese che se fosse riuscito a far credere ai cristiani che solo Pietro aveva il potere delle chiavi, e che egli era il successore di Pie-

Le Due Babilonie 142 67 tro, la sua dignità come vescovo di Roma sarebbe stata stabilita fermamente più CAPITOLO III che mai nonostante la diminuita importanza FESTE della città. Egli agì evidentemente secondo questa politica. Passò un certo tempo e quindi quando il segreto operare del mistero d'iniquità preparò la via per esso, SEZIONE I per la prima volta il Papa dichiarò pubblicamente la sua preminenza basata sulle chiavi date a Pietro e verso il 378 NATALE E ANNUNCIAZIONE fu innalzato alla posizione che gli diede, agli occhi dei pagani, il potere delle Se Roma è in realtà la Babilonia dell'Apocalisse e la Madonna custodita nei suoi chiavi. Nel 431, e non prima, egli dichiarò pubblicamente d'essere possessore santuari nondi è Pietro. altri che la regina dei cieli, la cui adorazionesignificativa. provocò la terribile delle chiavi Questa è certamente una coincidenza Non si collera diilDio contro i Giudei del tempo di Geremia chiunque abbia della chiederà lettore come fu possibile che gli uomini dessero credito a timore tale presunParolainfondata? di Dio dovrebbe tremare solo pensiero di afornire a tale sistema, sia zione Le parole della al Scrittura, riguardo tale soggetto, danno una individualmente chesoddisfacente collettivamente, la minima approvazione o sostegno. È già risposta solenne ma (2 Tess. 2:10, 11): "Perché non hanno accettastato detto qualcosa peraffinchè dimostrare l'identità dei sistemi romano e babilonese to l'amore della verità fossero salvati...E per questo Dio fa andare ma da ad ogni passo le evidenze divengono sempre più Ciò che emerge dal loro un'operazione d'errore, affinchè credano alla manifeste. menzogna". Poche bugie posparagone frapiù le diferenti feste lo corso è particolarmente. sono essere grandi; ma, nel del tempo, finì per essere creduta; ed ora, Le festela distatua Roma sono innumerevoli possono segnalate cinque delle mentre di Giove è adorata ama Roma comeessere la vera immagine di Pietro, più importanti per chiarimento, cioè Natale, Annunciazione, Pasqua, Natività così le chiavi di Giano e di Cibele sono per secoli state devotamente ritenute di le S. Giovanni e la festa dell'Assunzione. Si può dimostrare che ognuna di queste è chiavi dello stesso apostolo. babilonese. E per prima la festa riguardo in onore a della didi Cristo, cioè esclusivo il Natale. Mentre la credulità dei cristiani tali nascita emblemi un potere Com'è che questa festa fu messa in relazione 25 spiegare dicembre? Non è una sola conferito da Cristo al Papa tramite Pietro si al può con la vi loro credula parola nelle scritture circa vedere il preciso giorno della sua nascita, o sul tempo infatuazione, non è difficile come i pagani si sarebbero stretti intorno al dell'anno in più cui nacque. Ciò che vi è narrato,udito fa capire qualunque sia stato il Papa molto facilmente quando avessero che che, egli fondava il suo potere tempo della sua nascita, esso non potrebbe essere stato il 25 dicembre. tempo sul possesso delle chiavi di Pietro. Le chiavi che il Papa possedeva Al erano le in cui l'angelo annunciò la sua nascita ai iniziati pastori di essiChe pascolavano i chiavi di un "Pietro" ben noto ai pagani ai Betlemme, misteri caldei. Pietro l'aloro greggi dianche notte vescovo all'aperto nei campi. clima non è di famicerto postolo fosse di Roma era Il stato piùdella voltePalestina affermato da una particolarmente lì, stato sebbene il calore del possa essere gerata leggenda rigido, ma che ma eglianche sia mai a Roma è per lo giorno meno da mettere in considerevole, freddo della notte, dabasa dicembre a febbraio, è molto pungente e dubbio. La sua il visita a quella città si soltanto sull'autorità di uno scrittore non era dei secolo pastori Giudea i l'autore loro greggi nell'aperta della fineabitudine del secondo e della dell'inizio del custodire terzo, cioè dell'opera chia1 campagna dopo la fine di ottobre . mata "Le Clementine", che gravemente ci dice che in occasione della sua visita, E pressoché incredibile, chelo lasfidò nascita di prova Cristodei abbia avuto luogo alla trovandovi Simon Mago, quindi, l'apostolo a dar suoi poteri magici o fine di dicembre. Vi è grande unanimità fraini aria, commentatori su questo punto. miracolosi, e che quindi lo stregone si librò e Pietro lo fece precipitare Oltre a tale Barnes Doddridge, Lighfoot, Joseph Sealiger e Jennings, tutti giù con violenza che si ruppe le gambe. Tutti gli storici seri hannoson respinto dell'opinione che il 25 dicembre non possa essere ilcome tempo giusto della natività questa storia dell'incontro dell'apostolo con il mago priva di qualsiasi credel Signore e il celebrato Giuseppe espone una giusta conclusione. Dopo dibilità; ma poiché la visita di PietroMeda a Roma si basa sulla stessa autorità, essa si una lunga e attenta disquisizione sul si soggetto, fra le altre egli regge o cade con essa o, per lo meno, deve ammettere che argomentazioni la storia è da metteadduce la seguente: "Alla nascita Cristo ogni donna e bambino dovevano re seriamente in dubbio. Ma mentredi tutto ciò riguarda Pietro il cristiano, si può essere tornati nelle città appartenenza perdell'era alcune delle quali era necessario mostrare senza ombra didi dubbio che prima cristiana e dopo di allora, un vi lungo un viaggio; ma il occupava cuore dell'inverno era appropriato tali affari, fosse "Pietro" che a Roma la non posizione più elevata per nel sacerdozio specialmente per donne bambini". Perciò Cristo non avrebbe nascere pagano. Il sacerdote checon spiegava i misteri agli iniziati era a volte potuto chiamato, con in termine mezzo all'inverno. Per di al tempo della nascita di Cristo i pastori un greco, Ierofante; mapiù nel caldeo primitivo la vera lingua dei misteri, il andavano giro di notte per ivigilare sulle greggi, ma"L'interprete". non è ammissibile che lo suo titolo, in pronunciato senza punti era "Pietro", cioè Poiché egli facessero nel cuore dell'inverno. E se alcuno pensasse che venti invernali non era il rivelatore di tutto ciò che è nascosto, non c'era nulla dii strano nel fatto che, siano poi così violenti da quelle parti, si misteri, ricordi le parole didecorato Cristo nel Vangelo: mentre spiegava la dottrina esoterica dei esso fosse con le chia"Pregate che la vostradi fuga avvenga in inverno". l'inverno era uncome periodo vi delle due divinità cuinon spiegava i misteri. Così Se possiamo vedere le così inadatto perefuggire, non sembra note che lo sia stato per permettere ai pastori di chiavi di Giano Cibele divenissero come le chiavi di Pietro, l'"interprete" giacere sui Si, campi e alle e ai bambini per viaggiare. In effetti, viene dei misteri. abbiamo la donne più lampante evidenza che, in paesi distanti fra loro e riconosciuto dai più onesti e preparati scrittori da ogniiniziati dove2 non che il giorno della da Roma, queste chiavi fossero conosciute dai pagani semplicemennascita nostro non ma può essere determinato e che identificato entro la chiesa te comedi "le chiaviSignore di Pietro", come le chiavi di un3 Pietro con cristiana non si udì mai parlare alcuna festività natalizia fino al terzo secolo e Roma. Nei misteri eleusini di di Atene, quando i candidati all'iniziazione erano che non fu che al quarto secolo che si cominciò ad osservarla. In dottrina base a che edotti nella dottrina segreta del paganesimo, la spiegazione di tale era

68 141 Rev. Alexander Hislop cosa, che suquindi, di essola sono Chiesa le seguenti Romana parole: fissa al "Hoc 25 dicembre signo victor il giorno eris". "In di Natale? questo segno Ecco perché: conquisterai" moltoche prima si dice della siano stessa state era rivolte cristiana dal cielo fra i all'imperatore, pagani era celebrata e che non una vi festività era nullain che quel avesse preciso la forma tempodi dell'anno, una croce, in ma onore "la della lettera nascita X". Nelle del figlio catacombe della regina romane,dei sui cieli monumenti babilonesi; cristiani e si a "Sofonie può facilmente e ai suoipresumere figli" vi è una che,chiara per poter alluconciliare sione alla storia i pagani della visione; e aumentare ma tale ilallusione numero mostra degli che aderenti la X e nominali non la croce, del cristianesimo, era consideratala il stessa "segno festività celeste". fu Le adottata parole dalla sovrastanti chiesal'iscrizione romana che sono la dedicò queste a Cristo. Questa tendenza da parte dei cristiani di incontrarsi a mezza strada col paganesimo si sviluppò "IN fin dal principio; eVINCES troviamo X" Tertulliano, perfino al suo HOC SIGNO tempo, verso l'anno 230, che si lamenta amaramente dell'incoerenza dei discepoli di Cristo a questo riguardo in contrasto con la stretta fedeltà dei pagani Quindi nient'altro oltre "Noi la X che è dato come "Segno sono alcuni ealle loro superstizioni. siamo estranei ai vittorioso". sabati, alle Vi lune nuove e alle sempi, senza dubbio degli stendardi di Costantino, in cui vi è una barra a croce, feste una volta accettevoli a Dio, frequentiamo adesso i Saturnali, le feste di a cui è appesa la bandiera, che contiene la dice, lettera X; ed Eusebio scrisse gennaio, le Brumalia e le Matronalia", egli "vengono portati che doni avanti al e tempo in cui operavano e apostasia, si sforza di far apparire quella indietro, vengono fatti superstizione regali in occasione del Capodanno accompagnati dal croce come l'elemento essenziale insegne di Costantino. Ma ciò è ovviafrastuono e vengono tenute gare enelle banchetti insieme a baraonde, oh quanto più mente sono un inganno; croce non rappresentava niente di nuovo, niente fedeli i paganiquella alla loro religione; difatti stanno particolarmente attenti di a caratteristico negli stendardi Costantino. Tertulliano mostra che quella barra non adottare alcuna solennità di dai cristiani". (Tertulliano, De Idolatria c 14 vol. I crociata si Uomini trovava onesti da un si lungo tempo di sul vessillum, stendardo dei pag. 682). sforzarono arrestare tale lo tendenza ma pagano nonostante romani; e serviva per attaccarvi era usato allo scopo di farla ciò giunse l'apostasia, fino a che la la bandiera; chiesa, aded eccezione disolo un piccolo rimanente, sventolare. Se quella barra crociata era il "segno celestiale" non era necessario fu sommersa dalle superstizioni pagane. Che il Natale fosse originariamente una che alcuna voce dal di cielo dicesse a Costantino di farla; ne l'esibirla avrebbe sufesta pagana è fuor dubbio: il tempo dell'anno e le cerimonie con cui esso è scitato alcuna particolare attenzione da parte di coloro che l'avessero vista. Non ancora celebrato, dimostrano la sua origine. In Egitto il figlio di Iside, che è il troviamo alcuna evidenza che lacieli, famosa leggenda "con questo vincerai" avesse titolo egiziano della regina dei nacque in questo stesso tempo, "verso il alcun riferimento a questa barra Lo crociata; troviamo evidenze benèpiù decisive tempo del solstizio invernale". stessoma nome con cui il Natale conosciuto che quella leggenda si riferisca X.day Ora che quella X fosse intesa come il popolarmente in Inghilterra - alla Yule dimostra lanon sua origine pagana e segno della "Yule" croce ma come l'iniziale di Cristo, è manifestato da ciò, babilonese. è il nome caldeo del per nome indicare un "infante" o "bambino"; e che il Pi equivalente nostra R, inserito in mezzo alla X, costituisce poiché ilgreco 25 dicembre eraalla chiamato dagli antichi anglosassoni, "il giorno un di CHR. Chiunque lo desideri può rendersene conto esaminando le tavole tempo di ElYule" o "giorno del figlio" e la notte precedente "notte-madre", molto liott. Lo stendardo di Costantino, quindi, era altri che il nome di Cristo. Se prima che essi entrassero in contatto colnon cristianesimo, ciò dimostra in modo l'inganno abbia provenienza dalla terra o dal cielo, se fosse suggerito dalla sasufficiente il suo vero carattere. In lungo e in largo questo giorno della nascita pienza umana nel o da quella divina, supponendo Costantino fosse sincero nella era osservato reame del paganesimo. Si è che creduto comunemente che questa sua professione di fede cristiana, non vi è altro che l'assimilazione dei sentimenti festività avesse solo carattere astronomico, riferendosi semplicemente al espressi dal salmista: "Nel nome del i nostri stendardi". Esibicompetamento del ciclo annuale delSignore sole e esibiremo all'inizio di un nuovo ciclo; ma vi re quel nome sugli stendardi di Roma imperiale era una cosa assolutamente nuosono indiscutibili evidenze che la festività in questione ebbe un riferimento va; e la vista di quel nome, non può esservi dubbio, spinse con insolito i superiore a questo e cioè la commemorazione del giorno della nascita delardore grande soldati dell'esercito di Costantino combattere per la la conquista delilponte MilLiberatore. Fra i Sabei dell'Arabia,ache consideravano luna e non sole come vio. il simbolo visibile del loro prediletto oggetto d'idolatria, lo stesso periodo era In precedenza ho avanzato la supposizione che Costantino agissePhilosophy” in buona fede osservato come festa della nascita. Così leggiamo nella “Sabean di come cristiano. La sua buona fede, comunque, è stata messa in dubbio; e nutro Stanley: "II 24 del decimo mese", cioè dicembre secondo il nostro calendario, dei sospetti che il segno X potesse essere inteso in modi diversi dai pagani "gli arabi celebravano ildella COMPLEANNO DEL SIGNORE, cioè la luna". Il Signore e dai cristiani. E sicuro che la X fosse il simbolo dio Cam secondo in Egitto, e come della Luna era il dio degli Arabi e quel Signore del della Luna, loro, era tale era raffigurata sul torace nelle sue immagini. Qualunque sia la veduta si nato il 24 dicembre, il che mostra chiaramente che la nascita cheche essi preferisce, comunque, circa la sinceritàconnessa di Costantino, il supposto ordine divino celebravano non era necessariamente al corso del sole. E degno di circa l'onorare il segno della croce, interamente nelfra nulla. alla X speciale menzione, pure, che se ilcade giorno di Natale gli Riguardo antichi Sassoni non vi è alcun dubbio che, da parte dei cristiani che non di segredell'Inghilterra, era osservato per celebrare la nascita disapevano qualsiasi nulla Signore delle ti inganni o complotti, essa aver era ritenuta generalmente come dichiara Lattanzio, schiere celesti, il fatto deve avuto qui la stessa motivazione che in Arabia. l'equivalente del nome di Cristo. Da questo punto di divinità vista, perciò, essa non rapCome è ben noto i Sassoni consideravano il sole una femminile e la luna presentava nessuna speciale attrazione per i pagani che, anche nell'adorazione di quella maschile. Deve perciò essere stato il giorno della nascita del Signore Horus avevano l'abitudine di fare uso mistico del Tau o croce come "segno della della Luna e non quella del Sole che era celebrato il 25 dicembre, anche perché

Le Due Babilonie 141 68 il vita". giorno Quando della nascita moltitudini dello di stesso pagani, Signore sulla scia delladella luna conversione era osservato di dagli Costantino, arabi il 24 affluirono dicembre. nella Il chiesa, nome del preferirono Signore della il vecchio Luna simbolo. in oriente La sembra conseguenza che fosse fu che Meni, in poiché breve, man questa mano sembra che avanzava la più ovvia l'apostasia, interpretazione la X, chedell'affermazione in se stessa non era divina un indi Isaia solito65:11 simbolo "Ma divoi Cristo, dimenticate il vero Messia il mio monte andò del santo, tutto che inapparecchiate disuso, e il Tau, la mensa il sea gno Gad della ed empite croce, la l'indiscutibile coppa del vin segno profumato di Tammuz, a Meni". il Vi falso è ragione Messia, di fu credere ovunque che 4 Gad sostituito si riferisca ad essa. al Così, dio sole mediante e che Meni il "segno similmente della croce" designi Cristo la divinità è stato lunare nuova. Meni menteocrocifisso Manai significa da coloro il "Numeratore" che professano ed d'essere è attraverso suoi discepoli. i cambiamenti della luna che i mesi sono contati: Salmo 104:19, "Egli ha fatto la luna per le stagioni: il sole conosce il suo tramonto". Il nome di uomo della luna o del dio che presiedeva su quel luminare fra i Sassoni, era Mane, come dice l'Edda, e Mani, nel "Voluspa". Che fosse la nascita del "Signore della luna" ad essere celebrata a Natale dai Sassoni, è evidente in modo rimarchevole dal nome che ancora è dato nella bassa Scozia alla festa dell'ultimo giorno dell'anno. (che sembra essere un residuo della vecchia festività della nascita, e infatti i dolci che vengono confezionati sono chiamati Nur-Cakes, o dolci della nascita). Tale nome è Hogmanay5. Orbene, "Hog-Manai" in caldeo significa "la festa del numeratore", in altre parole, la festa del dio Luna o dell'uomo della luna. Per mostrare la connessione tra paese e paese e l'inveterata perseveranza della vecchia abitudine, è degno di nota che Gerolamo, commentando le stesse parole di Isaia già citate circa l'apparecchiare "una tavola per Gad" e "empire la coppa del vino profumato per Meni", osserva che era abitudine già a suo tempo, in occasione dell'ultimo giorno dell'anno, specialmente in Egitto ad Alessandria, di imbandire tavole con varietà di cibi prelibati e di coppe contenenti una mistura di vini nuovi e trarre alla fine presagi circa il nuovo anno. L'anno egiziano cominciava in un tempo differente dal nostro ma ciò si avvicinava per quanto è possibile (solo sostituendo il whisky al vino) al modo in cui Hogmanay è ancora osservato L'ultimo giorno dell'ultimo mese del nostro anno in Scozia. Non so quali presagi alcuno possa trarre da ciò che ha luogo in tale tempo, ma ognuno nel sud della Scozia è personalmente consapevole del fatto che, per Hogmany, o nella sera precedente il giorno dell'anno nuovo, fra quelli che osservano le vecchie abitudini, viene apparecchiata una tavola e che mentre da coloro che possono permetterselo sono provveduti pasticcini e altre leccornie, dolci d'avena e formaggio vengono consumati fra coloro che non li consumano mai se non in quest'occasione, insieme a forti bevande che costituiscono un articolo essenziale delle vettovaglie. Anche dove il sole era l'oggetto prediletto dell'adorazione, come nella stessa Babilonia e altrove, durante questa festa egli era adorato non solo come astro del giorno, ma come Dio incarnato. Era un principio essenziale del sistema babilonese, che il sole o Baal fosse il solo vero Dio. Quando perciò Tammuz era adorato come dio incarnato, ciò voleva pur dire che egli era un'incarnazione del sole. Nella mitologia indù, che si ammette sia fondamentalmente babilonica, ciò emerge molto chiaramente. Ivi, Surya, o il sole, è rappresentato come un'incarnazione, e nato con lo scopo di sottomettere i nemici degli dèi che, senza tale nascita, non avrebbero potute essere soggiogati. Non era una semplice festa astronomica, quindi, quella che i pagani celebravano durante il solstizio invernale. Questa festa a Roma era chiamata festa di Saturno e il modo in cui era celebrata mostra chiaramente la sua provenienza. La festa, che fu regolata da Caligola, durava cinque giorni; veniva data briglia sciolta all’ubriachezza e alla ribellione, gli schiavi erano temporaneamente emancipati

140 69 Rev. Alexander Hislop che cosa, suquindi, di essola sono Chiesa le seguenti Romana parole: fissa al "Hoc 25 dicembre signo victor il giorno eris". "In di Natale? questo segno Ecco conquisterai" perché: moltoche prima si dice della siano stessa state era rivolte cristiana dal cielo fra i all'imperatore, pagani era celebrata e che non una vi era festività nulla in che quel avesse preciso la forma tempo di dell'anno, una croce, in ma onore "la della lettera nascita X". Nelle del figlio catacombe della romane, regina dei sui cieli monumenti babilonesi; cristiani e si a "Sofonie può facilmente e ai suoipresumere figli" vi è una che,chiara per poter allusione conciliare alla storia i pagani della visione; e aumentare ma tale ilallusione numero mostra degli che aderenti la X e nominali non la croce, del era cristianesimo, consideratala il stessa "segno festività celeste". fu Le adottata parole sovrastanti dalla chiesal'iscrizione romana che sono la dedicò queste a Cristo. Questa tendenza da parte dei cristiani di incontrarsi a mezza strada col paganesimo si sviluppò"IN fin dal principio; troviamo X" Tertulliano, perfino al suo HOC SIGNOeVINCES tempo, verso l'anno 230, che si lamenta amaramente dell'incoerenza dei discepoli di Cristo a questo riguardo in contrasto con la stretta fedeltà dei pagani Quindi nient'altro oltre "Noi la X che è dato come "Segno sono alcuni ealle loro superstizioni. siamo estranei ai vittorioso". sabati, alle Vi lune nuove e alle sempi, senza dubbio degli stendardi di Costantino, in cui vi è una barra a croce, feste una volta accettevoli a Dio, frequentiamo adesso i Saturnali, le feste di a cui è appesa la bandiera, che contiene la dice, lettera X; ed Eusebio scrisse gennaio, le Brumalia e le Matronalia", egli "vengono portati che doni avantial e tempo in cui operavano e apostasia, si sforza di far apparire quella indietro, vengono fatti superstizione regali in occasione del Capodanno accompagnati dal croce come l'elemento essenziale insegne di Costantino. Ma ciò è ovviafrastuono e vengono tenute gare enelle banchetti insieme a baraonde, oh quanto più mente un inganno; croce non rappresentava niente di nuovo, niente fedeli sono i paganiquella alla loro religione; difatti stanno particolarmente attentidi a caratteristico negli stendardi Costantino. Tertulliano mostra che quella barra non adottare alcuna solennità di dai cristiani". (Tertulliano, De Idolatria c 14 vol. I crociata si Uomini trovava onesti da un si lungo tempo di sul vessillum, stendardo dei pag. 682). sforzarono arrestare talelo tendenza ma pagano nonostante romani; e serviva per attaccarvi era usato allo scopo di farla ciò giunse l'apostasia, fino a che la la bandiera; chiesa, aded eccezione disolo un piccolo rimanente, sventolare. Se quella barra crociata era il "segno celestiale" non era necessario fu sommersa dalle superstizioni pagane. Che il Natale fosse originariamente una che voce dal di cielo dicesse a Costantino di farla; ne l'esibirla avrebbe sufestaalcuna pagana è fuor dubbio: il tempo dell'anno e le cerimonie con cui esso è scitato alcuna particolare attenzione da parte di coloro che l'avessero vista. Non ancora celebrato, dimostrano la sua origine. In Egitto il figlio di Iside, che è il troviamo alcuna evidenza che lacieli, famosa leggenda "con questo vincerai" avesse titolo egiziano della regina dei nacque in questo stesso tempo, "verso il alcun a questa barra crociata; troviamo evidenze benèpiù decisive temporiferimento del solstizio invernale". Lo stessoma nome con cui il Natale conosciuto che quella leggenda si riferisca X.day Ora che quella X fosse intesa come il popolarmente in Inghilterra - alla Yule dimostra lanon sua origine pagana e segno della "Yule" croce ma come l'iniziale di Cristo, è manifestato da ciò, babilonese. è il nome caldeo del per nome indicare un "infante" o "bambino"; e che il Piilgreco equivalente nostra R, inserito in mezzo alla X, costituisce poiché 25 dicembre eraalla chiamato dagli antichi anglosassoni, "il giorno un di CHR. Chiunque lo desideri può rendersene conto esaminando le di ElYule" o "giorno del figlio" e la notte precedente "notte-madre", tavole molto tempo liott. stendardo di Costantino, quindi, era altri che il nome di Cristo. Se primaLo che essi entrassero in contatto colnon cristianesimo, ciò dimostra in modo l'inganno abbia provenienza dalla terra o dal cielo, se fosse suggerito dalla sasufficiente il suo vero carattere. In lungo e in largo questo giorno della nascita pienza umana nel o da quella divina, supponendo Costantino fosse sincero nella era osservato reame del paganesimo. Si è che creduto comunemente che questa sua professione di fede cristiana, non vi è altro che l'assimilazione dei sentimenti festività avesse solo carattere astronomico, riferendosi semplicemente al espressi dal salmista: "Nel nome del i nostri stendardi". competamento del ciclo annuale delSignore sole e esibiremo all'inizio di un nuovo ciclo; Esibima vi re quel nome sugli stendardi di Roma imperiale era una cosa assolutamente nuosono indiscutibili evidenze che la festività in questione ebbe un riferimento va; e la vista di quel nome, non può esservi dubbio, spinse con insolito ardore i superiore a questo e cioè la commemorazione del giorno della nascita del grande soldati dell'esercito di Costantino combattere per la la conquista delilponte MilLiberatore. Fra i Sabei dell'Arabia,ache consideravano luna e non sole come vio. il simbolo visibile del loro prediletto oggetto d'idolatria, lo stesso periodo era In precedenza ho avanzato la supposizione che Costantino agissePhilosophy” in buona fede osservato come festa della nascita. Così leggiamo nella “Sabean di come cristiano. La sua buona fede, comunque, è stata messa in dubbio; e nutro Stanley: "II 24 del decimo mese", cioè dicembre secondo il nostro calendario, dei che il segno X potesse essere inteso in modi diversi dai pagani "glisospetti arabi celebravano ildella COMPLEANNO DEL SIGNORE, cioè la luna". Il Signore e dai cristiani. E sicuro che la X fosse il simbolo dio Cam secondo in Egitto, e come della Luna era il dio degli Arabi e quel Signore del della Luna, loro, era tale era raffigurata sul torace nelle sue immagini. Qualunque sia la veduta si nato il 24 dicembre, il che mostra chiaramente che la nascita cheche essi preferisce, comunque, circa la sinceritàconnessa di Costantino, il supposto ordine divino celebravano non era necessariamente al corso del sole. E degno di circa l'onorare il segno della croce, interamente nelfra nulla. alla X speciale menzione, pure, che se ilcade giorno di Natale gli Riguardo antichi Sassoni non vi è alcun dubbio che, da parte dei cristiani che non di segredell'Inghilterra, era osservato per celebrare la nascita disapevano qualsiasinulla Signore delle ti inganni o complotti, essa aver era ritenuta generalmente come dichiara Lattanzio, schiere celesti, il fatto deve avuto qui la stessa motivazione che in Arabia. l'equivalente del nome di Cristo. Da questo punto di divinità vista, perciò, essa non rapCome è ben noto i Sassoni consideravano il sole una femminile e la luna presentava nessuna speciale attrazione per i pagani che, anche nell'adorazione di quella maschile. Deve perciò essere stato il giorno della nascita del Signore Horus avevano l'abitudine di fare uso mistico del Tau o croce come "segno della della Luna e non quella del Sole che era celebrato il 25 dicembre, anche perché

Le Due Babilonie 140 69 vita". il giorno Quando della nascita moltitudini dello distesso pagani, Signore sulla scia delladella luna conversione era osservato didagli Costantino, arabi il affluirono 24 dicembre. nella Il chiesa, nome del preferirono Signore della il vecchio Luna simbolo. in oriente La sembra conseguenza che fosse fu che Meni, in breve, poiché man questa mano sembra che avanzava la più ovvia l'apostasia, interpretazione la X, chedell'affermazione in se stessa non era divina un indi solito Isaia 65:11 simbolo "Ma divoi Cristo, dimenticate il vero Messia il mio monte andò del santo, tutto che inapparecchiate disuso, e il Tau, la mensa il segno a Gad della ed empite croce, la l'indiscutibile coppa del vin segno profumato di Tammuz, a Meni". il Vi falso è ragione Messia, di fu credere ovunque che 4 sostituito Gad si riferisca ad essa. al Così, dio sole mediante e che Meni il "segno similmente della croce" designi Cristo la divinità è stato lunare nuova. mente Meni ocrocifisso Manai significa da coloro il "Numeratore" che professano ed d'essere è attraverso suoi discepoli. i cambiamenti della luna che i mesi sono contati: Salmo 104:19, "Egli ha fatto la luna per le stagioni: il sole conosce il suo tramonto". Il nome di uomo della luna o del dio che presiedeva su quel luminare fra i Sassoni, era Mane, come dice l'Edda, e Mani, nel "Voluspa". Che fosse la nascita del "Signore della luna" ad essere celebrata a Natale dai Sassoni, è evidente in modo rimarchevole dal nome che ancora è dato nella bassa Scozia alla festa dell'ultimo giorno dell'anno. (che sembra essere un residuo della vecchia festività della nascita, e infatti i dolci che vengono confezionati sono chiamati Nur-Cakes, o dolci della nascita). Tale nome è Hogmanay5. Orbene, "Hog-Manai" in caldeo significa "la festa del numeratore", in altre parole, la festa del dio Luna o dell'uomo della luna. Per mostrare la connessione tra paese e paese e l'inveterata perseveranza della vecchia abitudine, è degno di nota che Gerolamo, commentando le stesse parole di Isaia già citate circa l'apparecchiare "una tavola per Gad" e "empire la coppa del vino profumato per Meni", osserva che era abitudine già a suo tempo, in occasione dell'ultimo giorno dell'anno, specialmente in Egitto ad Alessandria, di imbandire tavole con varietà di cibi prelibati e di coppe contenenti una mistura di vini nuovi e trarre alla fine presagi circa il nuovo anno. L'anno egiziano cominciava in un tempo differente dal nostro ma ciò si avvicinava per quanto è possibile (solo sostituendo il whisky al vino) al modo in cui Hogmanay è ancora osservato L'ultimo giorno dell'ultimo mese del nostro anno in Scozia. Non so quali presagi alcuno possa trarre da ciò che ha luogo in tale tempo, ma ognuno nel sud della Scozia è personalmente consapevole del fatto che, per Hogmany, o nella sera precedente il giorno dell'anno nuovo, fra quelli che osservano le vecchie abitudini, viene apparecchiata una tavola e che mentre da coloro che possono permetterselo sono provveduti pasticcini e altre leccornie, dolci d'avena e formaggio vengono consumati fra coloro che non li consumano mai se non in quest'occasione, insieme a forti bevande che costituiscono un articolo essenziale delle vettovaglie. Anche dove il sole era l'oggetto prediletto dell'adorazione, come nella stessa Babilonia e altrove, durante questa festa egli era adorato non solo come astro del giorno, ma come Dio incarnato. Era un principio essenziale del sistema babilonese, che il sole o Baal fosse il solo vero Dio. Quando perciò Tammuz era adorato come dio incarnato, ciò voleva pur dire che egli era un'incarnazione del sole. Nella mitologia indù, che si ammette sia fondamentalmente babilonica, ciò emerge molto chiaramente. Ivi, Surya, o il sole, è rappresentato come un'incarnazione, e nato con lo scopo di sottomettere i nemici degli dèi che, senza tale nascita, non avrebbero potute essere soggiogati. Non era una semplice festa astronomica, quindi, quella che i pagani celebravano durante il solstizio invernale. Questa festa a Roma era chiamata festa di Saturno e il modo in cui era celebrata mostra chiaramente la sua provenienza. La festa, che fu regolata da Caligola, durava cinque giorni; veniva data briglia sciolta all’ubriachezza e alla ribellione, gli schiavi erano temporaneamente emancipati

70 139 Rev. Alexander Hislop e poiché si permettevano era rappresentato ogni libertà con una verso fascia i loro chepadroni. gli circondava Questo il era capo precisamente con su delle il modo croci (vedi in cui, fig. secondo 45). Il simbolo Beroso, era del dio celebrata babilonese a Babilonia è riverito la a festa tutt'oggi deglinelle ubriachi amdel mese di Tebet, pie chedistese corrisponde dei Tartari, al nostro dove dicembre, prevale il cioè, buddismo, in altre e parole, il modo la festa di Bacco. "Era in abitudine", cui è rappresentato dice lui, "durante fra loro icostituisce cinque giorni un impressionante della festa, che i padroni si sottomettessero commentario ai loro circa schiavi, il linguaggio e uno di applicato questi governava alla croce la da casa Roabbigliato di un manto ma. di porpora come un rè". Questo servitore "vestito di porpora", era chiamato "La croce" "Zoganes", dice il l'"uomo colonnello dello Wilford, sport nelle e dell'immortalità", "Ricerche Asiatie corrispondeva esattamente che" "sebbene al "Signore non fosse del cattivo oggetto governo", di adorazione che fra nelle i buddisti, epoche buie, fu scelto in tutti è un i emblema paesi papisti prediletto per capeggiare fra di loro. le ribalderie Esso è esattamente natalizie. La la caratteristica bevanda croce natalizia dei Manichei, ha la sua con precisa foglie controparte e fiori che nella scaturiscono "festa degli da ubriachi" di Babilonia essa. e molte Poiché altre produce osservanze fiori e ancora foglie in (e uso anche frafrutto noi per a quanto Natale Bacco, il messia provengono dalla mi è stato fonte. detto) Le è candele chiamata che albero in alcune divino, parti l'albero dell'Inghiltera degli dèi, babilonese con le stessa illuminano la nottel'albero di Natale della e sono vita e usate dellafino conoscenza, al termine il del quale periodo produce festivo, tutto croci. erano accese similmente ciò che dai è pagani buono e ladesiderabile, sera della festa ed è del posto dio nel babilonese, paradisoin terresuo onore stre" (Fig. poiché 46). era Siuna paragoni delle caratteristiche ciò al linguaggio distintive che Roma della applica sua adorazione alla croce quella e si di vedrà accendere quanto candele precisa sia di cera la concidenza. dinanzi ai Nel suoiservizio altari. L'albero della Croce di Natale, essa è oggi chiamata così comune "Albero fra della di vita" noi, era e ai pure suoi comune adoratori nella è così Roma insegnato pagana eanell'Egitto rivolgersi:pagano. "Salve, In o Egitto croce, legno l'albero trionfale, era una vera palma, salvezza a Roma delera mondo l'abete; fra la glipalma alberiindicava non ve n'è il Messia alcuno pagano, simile a tè Baal-Tamar, in foglia, fiore l'abete e gemma... lo identificava O croce, come solaBaal-Berith. speranza nostra, Si narra aumenta che la madre giustizia didei Adone, pii e perdona il dio le sole offese e grande degli empi". divinità Può mediatrice, alcuno, leggendo fosse cambiata la narramisticamente in un albero zione e che generasse dei vangeli in quello sulla stato crocifissione, il suo figlio credere divino.che Se la madre era un albero, ilquella figlio narrazione dev'essere da stato se stessa conosciuto abbia come mai potuto "l'uomo germidel ramo". E ciò si armonizza nare del in tutto tali con stravaganze l'uso di mettere di "foglie, il ceppo fiori di e Yule gemme" nel fuoco della notte di Natale come e con appare l'apparizione in questo dell'albero servizio romano? di Natale Ma il mattino quando successivo. In qualità di Zero-Ashta, si considera "ilche seme la della crocedonna", buddista, il cui come nome quella significa babipure Ignigena, o "nato dal lonese, fuoco", eraegli l'emblema doveva riconosciuto entrare nel fuoco di Tammuz duranteche la "notte-madre", affinchè potesse era noto nascere come da il esso ramo il di giorno vischio, seguente è facile come vedere "Ramo ciò di Dio" o albero che portache agli ne uomini seguì. tutti i doni divini. Ma perché, ci si può chiedere, bisognava che entrasse Ora sembra nel che fuoco dapprincipio sotto il simbolo questo simbolo del ceppo? pagano Per comprenderlo, si deve rammentare si diffondesse che il figliolo nella chiesa divino cristiana nato durante d'Egitto il solstizio e in poi d'inverno, nasceva come una tutta nuova l'Africa. incarnazione Un'affermazione del grande diDio Tertulliano, (dopo che della quel Varie l'orine di croci usadio era stato fatto a pezzi) metà allo scopo del terzo di vendicare secolo, mostra la sua quanto, morte sui già suoi a quel uccisori. temte nell'adorazione. (F.46) Orbene il grande dio, stroncato po, la nel chiesa mezzo di Cartagine della sua fosse potenza contaminata e della sua col gloria, vecera simboleggiato come unchio albero lievito. enorme, L'Egitto privato specialmente, di tutti i suoi che raminon e abbattuto fu mai al evangelizzato suolo6; ma completamente, il grande serpente, sembra il simbolo abbia preso di Esculapio la direttiva che nella ridà diffusione la vita7, di si avvolge questo simbolo intorno pagano. al tronco La morto forma (vedi primitiva Fig. 27) di ciò ed ecco, che èal adesso suo fianco, chiamata germoglia la croun ce cristiana, giovane ritrovata albero, sui un monumenti albero di cristiani una sorta è inequivocabilmente del tutto il Tau pagadifferente no o il "segno che non dellaèvita" destinato egiziano. ad essere Leggamai il lettore stroncato la seguente da dichiarazione di potenze Sir G. Wilkinson: ostili e cioè "Un l'albero fatto ancor di palma, più curioso il ben noto che simbolo può esser menzionato riguardella do a questo vittoria. carattere L'albero geroglifico di Natale,(il com'è Tau),già chestato i primi detto, cristiani a d'Egitto adottaroRoma no al posto era della generalmente croce, è che rappresentato costituiva il da prefisso un'albero delle iscrizioni alla stessa diverso, maniera l'abete, della croce ma la in stessa tempi successivi”. idea contenuta Sebbene nell'albero il dott. di Young avesse alcuni palma scrupoliera a credere implicita all'affermazione nell'abete natalizio; di Sir A. Edmonston, poiché essoio posso attestare che simboleggiava numerose iscrizioni, in sottointeso sormontate il dal dioTau neonato sono preservate come Baala tutt'oggi sui primitivi Berith, monumenti "Signore cristiani. del In Patto", Egitto e la così piùesternava antica forma la perpetuità della "Croce ansata" o "Segno del della suo vita", potere, era portata dopo essere da Osiride cadutoedinanzi da tutti ai gli suoi dèi nemici, egiziani; Serpente, l'ansa o "maniglia" simbolo di era fu aggiunta stato destato successivamente, trionfante su e così tuttidivenne loro. Perciò, il Tau semplice il 25 Esculapio, o croce intorno ordinaria al dicembre, d'oggi. Questa il giorno e solo che questa, era osservato è l'origine a dell'adorazione Roma come quello della "croce". ceppo di un tronco in Ciò cui apparirà il dio senza vittorioso dubbio strano riappariva e difficile sulladaterra, credere era per coloro che hanno morto

Le Due Babilonie 139 70 considerato letto la storia il della Natalis chiesa, invicti specialmente solis, "il giorno per coloro della nascita che richiamano del sole invincibile". alla mente la Quindi famosa il apparizione ceppo natalizio miracolosa è il tronco della morto croce di di Costantino Nimrod, deificato il giorno come precedente dio-sole, la ma decisiva stroncato vittoria dai al suoi ponte nemici; Milvio, l'albero che decise di Natale le fortune è Nimrod delredivivo paganesimo - il dio dichiaraucciso che to e del ritorna cristianesimo nuovamente nominale. in vita. La storia Allacom'è luce narrata riflessa comunemente, delle dichiarazioni se fosse summenzionate vera, darebbe certamente circa le abitudini la sanzione che definitiva ancora sopravvivono alla riverenza fra per noi, la le croce cui origini ma un si esame perdono approfondito in mezzodella ad una comune remota versione antichità, chelasciamo ne è data, che mostrerà il lettore che osservi è basata la pratica solo su singolare una illusione; ancora un'illusione vigente la innotte cui ammette di Natale, d'esser di baciarsi caduto sotto persino il vischio. un braTale v'uomo vischio come nella Milner. tradizione Questo druidica è il suo eraracconto: la rappresentazione "Costantino, delmarciando Messia "l'uomo dalla 8 del Francia ramo". in Italia Il vischio contro Massenzio, era considerato in unacome spedizione un ramo che gli divino avrebbe , undato ramo la proveniente rovina o la vittoria, dal cieloera e cresciuto gravato su dall'ansietà. di un albero Erache incline era germogliato a rispettare dalla il Dio terra. dei Così cristiani innestando ma desiderava il ramodelle celestiale prove sull'albero soddisfacenti terreno, della il sua cielo effettiva e la terra, esistenza che il e peccato della suaaveva potenza, separati, e non conosceva furono nuovamente il sistema riuniti per ottenere e in tal talemodo prova,ilnon ramo si sadi vischio rebbe neppure divenne accontentato lo strumento dell'ateistica della riconciliazione indifferenza divina in con cui l'uomo, avevano poiché trovato il bacio appagamento è un ben così noto tanti simbolo generali di riconciliazione ed eroi. Egli pregò e di e perdono. imploròDa con dove tale veemenza proveniva tale e indiscrezione idea? Potrebbe che dio derivare non lo dal lasciò Salmo senza 85, risposta. versetti 10 Mentre e 11 : marciava "La benignità con i suoi e la verità esercitisinel sono pomeriggio, incontrate, apparve la giustizia il trofeo e della la pace croce si luminosissimo sono baciate. La nel verità cielo, germoglia più splendente dalla del terra sole, e la con giustizia quest'iscrizione riguarda il 'Con cielo". questo Certo segno è che vincerai'. quel Salmo Egli e fu i scritto suoi soldati dopoala quella cattività vistababilonese rimasero esterrefatti; e poiché molti ma egli giudei, continuò dopo a pensare quell'evento, tutta rimasero la notte a aquell'avvenimento. Babilonia sotto la E guida Cristo di gli uomini apparve ispirati mentre come dormiva Daniele, con parte lo stesso della parola segno della divina croce dev'essere e gli diede stata istruzioni loro comunicata, di usare quel come simbolo pure come ai loro suasimili insegna in Palestina. militare". Babilonia era, a quel tempo, il centro del mondo civilizzato e così il paganesimo, Questa è la dichiarazione corrompendo di il Milner. simbolo Ora, divino riguardo come al "trofeo deve indella effetti croce", aver poche fatto, ebbe parole l'opportunità saranno sufficienti di diffondere a mostrare la sua quanto corrotta sia profondamente falsificazione della infondato. verità Non fino all'estremità penso sia necessario della terra, contendere per mezzo sul fatto dei Misteri che alcuni che segni erano miracolosi affiliati al abbiano grande sistema effettivamente centrale avuto di Babilonia. luogo. Può Così esservi le stesse stato abitudini oppure no natalizie in quest'occasione ancora esistenti un gettano "dignus una vindice luce nodus" sorprendente una crisi sia meritevole sulla rivelazione del divino della intervento. grazia fatta Se comunque a tutta la terra, vi sia stato che sugli qualcosa sforzi fuori fatti dall'ordinario, da Satana eè dai faccenda suoi emissari in cui non per voglio mimetizzarla, indagare. renderla Ma dico carnale questo, esulla degradarla. supposizione che Costantino in quest'occasione agisse in In buona molti fede paesi e che il verro realmente era sacrificato avesse luogo al dio un'apparizione poiché si credeva miracolosa che un in torto cielo,fatto che al non verro fosse fosse cioè fatto il segno a lui.della Secondo croce una adversione essere visto, della bensì storia una della cosa morte deldi tutto Adone dio versa, Tammuz, cioè ilessa nome avvenne, di Cristo. come Che abbiamo le cose invisto, realtà in fossero conseguenza andate così di una ci è ferita testicausatagli moniato da dalle Lattanzio, zanne che di un era cinghiale. il tutore Il di figlio Crispo, Atte, figlio il diletto di Costantino, di Cibele, il primo la cui storia autore si che identifica ci abbiacon provveduto quella di un Adone, racconto secondo della faccenda, la leggenda e l'indiscutibile sarebbe perito eviin modo denza simile, degli stessi a causa stendardi delle zanne di Costantino. di un cinghiale. La testimonianza Perciò Diana di Lattanzio che, sebbene è la più sia comunemente decisiva: "Costantino rappresentata fu avvertito nei miti in sogno popolari di apporre come sugli Diana scudi cacciatrice, dei suoi soldati era in realtà il segno la celestiale grande madre di Dio degli e di dèi, scendere era frequentemente in battaglia. Egli accompagnata fece quanto dalla gli fu testa detto di un e con cinghiale la lettera perX indicare egli contrassegnò non solo il Cristo successo suinella loro caccia, scudi. Equipaggiati ma il suo trionfo con tale sul grande segno i nemico suoi eserciti del sistema presero idolatrico, la spada". Ora nel la quale lettera essa X occupava era proprio un l'iniziale posto così del importante. nome di Cristo, Secondo poiché Teocrito, è l'equivalente Venere greco si riconciliò del CH. col Se Costantino fece quanto cinghiale gli fu detto, che compose aveva ucciso il "segno Adone celestiale poiché, di Dio" quando sotto fuforma della lettera X rapportato presentante in il simbolo catene di al "Cristo" suo cospetto, e non il segno affermò della croce, che egli vide in pateticamente cielo. Quando fu di realizzato averle ucciso il Labaro, il marito il famoso non stendardo con di Costantino, abbiapremeditazione, mo l'evidenza fornita ma a da causa Ambrogio di un il ben incidente. noto vescovo Ma di Milano, che quello tuttavia, stendardo inera memoria formato della sullo morte stesso provocata principio dalcontenuto mistico nella dichiarazione di cinghiale, Lattanzio, molti cioè mostrante cinghiali furono semplicemente decapitati il per nome offrirne del Redentore. Egli lo chiama la "Labaro, testa in sacro sacrificio segno del allanome dea corrucciata. di Cristo". Non Da vi Smith, è la minima allusione a qualDiana siasi croce, è rappresentata a nient'altro con che la non testasia di un il nome cinghiale di Cristo. su di Mentre abbiamo queste lei testimonianze in cima ad di un Lattanzio mucchio di e Ambrogio, pietre e nella quando figuraci (Fig. accingiamo L'imperatore ad esaminare Traiano lo 28) stendardo in cui di l'imperatore Costantinoromano troviamo Traiano la piena è rappresentato conferma del loro mentre racconto. offre Troviamo incenso.

138 71 Rev. Alexander Hislop poiché e si permettevano era rappresentato ogni libertà con una verso fascia i loro chepadroni. gli circondava Questo il era capo precisamente con su delle il croci modo(vedi in cui, fig. secondo 45). Il simbolo Beroso, era del dio celebrata babilonese a Babilonia è riverito la a festa tutt'oggi deglinelle ubriachi amdel mese di Tebet, pie chedistese corrisponde dei Tartari, al nostro dove dicembre, prevale il cioè, buddismo, in altre e parole, il modo la festa di Bacco. "Era in abitudine", cui è rappresentato dice lui, "durante fra loro icostituisce cinque giorni un impressionante della festa, che i padroni si sottomettessero commentario ai loro circa schiavi, il linguaggio e uno di applicato questi governava alla croce la da casa Roabbigliato di un manto ma. di porpora come un rè". Questo servitore "vestito di porpora", era chiamato "La croce" "Zoganes", dice il l'"uomo colonnello dello Wilford, sport nelle e dell'immortalità", "Ricerche Asiatie corrispondeva esattamente che" "sebbene al "Signore non fosse del oggetto cattivo governo", di adorazione che fra nelle i buddisti, epoche buie, fu scelto in tutti è un i emblema paesi papisti prediletto per capeggiare fra di loro. le ribalderie Esso è esattamente natalizie. La la caratteristica bevanda croce natalizia dei Manichei, ha la sua con precisa foglie controparte e fiori che nella scaturiscono "festa degli da ubriachi" di Babilonia essa. e molte Poichéaltre produce osservanze fiori e ancora foglie in (e uso anche frafrutto noi per a quanto Natale Bacco, il messia provengono dalla mi è stato fonte. detto) Le è candele chiamata che albero in alcune divino, parti l'albero dell'Inghiltera degli dèi, babilonese con le stessa illuminano la nottel'albero di Natale della e sono vita e usate dellafino conoscenza, al termine il del quale periodo produce festivo, tutto croci. erano accese similmente ciò che dai è pagani buono e ladesiderabile, sera della festa ed è del posto dio nel babilonese, paradisoin terresuo stre" onore(Fig. poiché 46). era Siuna paragoni delle caratteristiche ciò al linguaggio distintive c