Sei sulla pagina 1di 55

Programma ETS5

ESERCITAZIONE SU PANNELLO
DOMOTICO

SIMULAZIONE DI UN PROGETTO

A cura di:
Prof. Maurizio Montanari
Prof. Donatella Vasi
Prof. Domenico Giordano
Moduli del pannello del laboratorio di domotica
Questi sono i moduli inseriti nel nostro pannello di prova.
Alimentatore Terminale di uscita Dimmer On/OFF luci Gestore tapparelle

Morsetti ad incastro per l’inserimento del BUS, si possono inserire in parallelo fino a 4 fili

In ogni modulo è stampata una sigla, tale sigla è utile per trovare su internet il manuale
di istruzione di ogni modulo e il relativo driver da inserire nel software di
programmazione che utilizzeremo : ETS
Modulo Alimentatore

Morsetti di alimentazione

Tensione in uscita 30v


Corrente in uscita 160mA
Quindi può pilotare 16 moduli
Ce ne sono dei più grandi.
Modulo di Uscita
Pannello vecchio Pannello nuovo

Modulo di uscita a 4
canali.
C’è un comune e due
contatti A,B
Un comune e altri due
contatti C,D
All’interno vi sono 4
relè bistabili per
risparmiare corrente.
Modulo Dimmer - ON/OFF per pilotare lampade
Pilotaggio solo On-off

Permette di accendere e spegnere le


lampade ma anche di variarne
l’intensità luminosa, ovviamente in
quest’ultimo caso il neon deve
essere dotato di reattore elettronico.
Input di regolazione della luminosità
in cui si può mandare una tensione
da 0 a 10 v.
0V spento
10V acceso al massimo
Gestore tapparelle

Può gestire due tapparelle:


A,B.
Pilotaggio su e giù , apertura
e chiusura aletta.

Pulsante per la programmazione .


Da premere prima di programmare il
modulo.
Una volta premuto si accende il led
di fianco.
A programmazione effettuata il led si
spegne automaticamente.
Modulo tapparella dei pannelli nuovi
Moduli del pannello
Altri moduli inseriti nel pannello di prova.
Interfaccia USB Accoppiatore di linea Terminale d’ingresso binario ( 8 ingressi)

Modulo di input digitale


0 aperto
1 chiuso
Non ha bisogno di essere
alimentato.

Teoricamente nella nostra tavola non sarebbe


servito un accoppiatore di linea, ma nel caso
Per collegare la tavola volessimo accendere con la tavola ad es un
al pc e programmare i neon della sala dell’aula domotica ci serve per
moduli accoppiare le due linee ( quella della sala con
quella del pannello), infatti ha due morsetti.
Elenco dei prodotti che sono inseriti nei nostri pannelli di
prova e che quindi utilizzeremo:

Sigla Descrizione
LK/S 4.1 Accoppiatore di linea
LK/S 4.2
USB/S 1.1 Interfaccia USB
JRA/S 2.230.1.1 Blind/Roller Shutter Actuator (tapparelle)
JRA/S 2.230.2.1
SA/S 4.6.1 Terminale di uscita, 4 canali, 6 A
SA/S 4.10.2.1
BE/S 8.20.2.1 Terminale d'ingresso binario, 8 canali
SD/S 2.16.1 Dimmer/ON-OFF, 2 canali, 16A (0…10V) ( neon)
Programma ETS5
ETS 5 è il programma che ci consente di progettare il nostro
impianto domotico.
Aprire il programma da icona

Su “Vista principale” si dà l’inizio al progetto, cosa che faremo da qui


a breve. Per adesso vediamo cos’altro ci offre il programma...
Programma ETS5
Dalla pagina principale se si seleziona l’icona BUS:

Questa è la pagina più importante


per la messa in servizio del
impianto.
Si può :
• Settare interfaccia USB;
• Controllo di linea e del bus, cioè
verificare che ci sia il
trasferimento di telegrammi;
• fare una diagnostica cioè avere
informazioni su un dispositivo o
visualizzare la sua collocazione
nell’impianto;
• Nel caso non dovesse vedere
l’USB provare a staccare e
riattaccare il connettore USB.
Programma ETS5
BUS/ Diagnostica
Ricerca dispositivo:
Programma ETS5
Selezionando invece l’icona Cataloghi si possono importare i
moduli che si andranno poi ad utilizzare.
I prodotti vengono suddivisi in base al produttore o al tipo di
dispositivo. Si possono creare più progetti senza dover ogni volta
importare i prodotti.

Nel nostro caso conviene importare i prodotti in un secondo momento.


Programma ETS5
Il pulsante “IMPOSTAZIONI” per selezionare ad es:
• Il linguaggio
• Dove archiviare i progetti
• Personalizzare il programma
• (ad esempio i tasti di scelta
Rapida, ecc.)
Programma ETS5
Cominciamo a progettare!
-Selezionare la scheda “BUS” per controllare se il pannello è connesso e per assegnare gli indirizzi al
nostro lavoro.
- Inserire un indirizzo nel box “Indirizzo individuale” cliccare sul pulsante “indirizzo libero?” per
controllare se l’indirizzo è già occupato. L’indirizzo è formato da 3 cifre: nella prima e nella seconda si
possono assegnare numeri da 0-15; nella terza da 0 a 255.
Programma ETS5

Posizionarsi adesso in VISTA PRINCIPALE

Nuovo
Progetto

Importa
progetto
Programma ETS5

Selezionando un progetto già fatto presente nell’elenco


sottostante compare una nuova icona utile
all’esportazione del progetto stesso

Esportazione
progetto
Programma ETS5
Cliccare sull’icona + per creare un nuovo progetto e
dargli un nome:
Lasciare la dorsale impostata su IP
(l’altra opzione è Twisted Pair)

Selezionare TP nella tipologia di linea.


Le altre opzioni sono:
TP= Twisted Pair (doppino)
PL=Power Line (Onde convogliate)
RF=Radio Frequency
IP=Internet Protocol

Lasciare l’indirizzo di gruppo su 3 livelli


E cliccare su “crea progetto”
Programma ETS5

Si apre la seguente videata in cui iniziare la


pr0gettazione dell’impianto

Se non si apre direttamente significa che qualcuno in precedenza ha chiuso tutte le


finestre. In tal caso andare su Spazio di lavoro/apri nuovo pannello e scegliere una
opzione (Nel nostro caso partiamo da topologia)
Programma ETS5
Creare il progetto:

Posizionarsi su Edifici per definire


la struttura del mio progetto, ad
es può essere di due piani o più.
Programma ETS5
Cliccare con PDM sul nome del
progetto/aggiungi/piani/ad es.2
Programma ETS5
Piani/PDM/aggiungi/locali/
stanza 1
Programma ETS5
Invece di lavorare nell’area Edifici si potrebbe lavorare direttamente
nell’area TOPOLOGIA, questa finestra bisogna attivarla da menù:

In questo modo si può strutturare il nostro progetto in modo molto più semplice
dato che abbiamo solo due aree, quella di esercitazione e l’aula reale di
domotica.
Programma ETS5

Creare l’area di lavoro ‘area esercitazione’ con indirizzo 2


Programma ETS5
PDM su ‘area esercitazione’ e selezionare ‘aggiungi linee’
Programma ETS5
PDM su ‘pannello 1’ e selezionare ‘aggiungi dispositivi’
Programma ETS5
Si aprirà sotto la finestra “Catalogo”. Nel Box “Cerca” inserire la sigla
del modulo che si vuole inserire; cominciamo inserendo il modulo
delle uscite la cui sigla nei nuovi pannelli è SA/S 4.10.2.1 , in quelli
vecchi è SA/S 4.6.1. In entrambi i casi nel nostro pannello le uscite
sono le luci 1, 2, 3, 5. Il programma cercherà il driver sul sito ABB e
lo scaricherà nel nostro progetto. Individuato il modulo è sufficiente
trascinarlo in “pannello1”.
Programma ETS5
Configurazione dispositivi:
Volendo è possibile assegnare un nuovo
indirizzo al modulo cliccando sul
dispositivo, PDM/proprietà.
Si apre una finestra sulla destra in cui si
può cambiare l’indirizzo.
Per area esercitazione usare sempre
area 2:
2.x.x
Area 1 è l’aula di domotica
Per la linea invece usare il numero del
pannello in cui si sta lavorando
Programma ETS5
Bisogna poi aggiungere tutti gli altri dispositivi che si intende usare; Il
primo di cui abbiamo bisogno è ovviamente il modulo degli
INGRESSI BE/S 8.20.2.1, che sul pannello sono i pulsanti
a,b,c,d,e,f,g,h per poter pilotare le lampade del modulo SA/S che
abbiamo caricato prima.
Quindi andiamo di nuovo su “Pannello 1” → tasto dx → aggiungi
dispositivi e selezioniamo BE/S 8.20.2.1 facendo doppio click sul
dispositivo trovato.
Programma ETS5

Configurazione dispositivi:

Selezionare il dispositivo da configurare poi scegliere Parametro e si apre la


finestra di configurazione del dispositivo.
Il modulo delle uscite (SA/S) non ha bisogno di essere configurato trattandosi
di semplici lampadine on/off.
Programma ETS5
Invece il modulo degli ingressi BE/S 8.20.2.1 necessita di
programmazione, ovvero dobbiamo scegliere quali ingressi usare
(da A a H) e cosa far fare a ciascun ingresso.

Selezionare Attivazione ingressi


Attivare gli ingressi da utilizzare,
sono al max 8 (A……H)
Programma ETS5
Una volta scelti gli ingressi, questi appariranno
nel menù a sinistra:

Selezionando ciascun ingresso è possibile programmarlo (ovvero


dire a quell’ingresso come si deve comportare. Nel nostro caso
vogliamo che premendo il pulsante A si accendano le luci 1 e 2 e
premendo una seconda volta si spengono.
Per far questo settiamo NESSUNA REAZIONE nel menù “reazione
per evento 0” , e CIRC per “reazione per evento 1”.

In questo modo stiamo dicendo a ETS che all’inizio (evento 0) non deve far nulla e
rimanere nello stato in cui si trova (se mettessimo OFF e la luce fosse accesa, si
spegnerebbe); poi successivamente se la luce è accesa premendo il pulsante A si
deve spegnere, se è spenta si deve accendere (CIRC= circolare).
Facciamo la stessa cosa anche con il pulsante C.
Le voci “oggetto commutare 2, commutare 3 ecc. servono se un dispositivo ha più
ASSOCIAZIONE PULSANTI-LAMPADE:INDIRIZZI DI
GRUPPO
Una volta che abbiamo detto al programma quali lampade accendere (nel nostro
pannello sono le lampade bianche 1,2,3,5 , e quali pulsanti attivare (nel nostro caso i
pulsanti A e C) dobbiamo dire al programma quale pulsante deve pilotare quale/quali
lampade. Ad esempio voglio accendere con il pulsante A la lampada 1 e con il pulsante
C le lampade 3 e 5. Per far questo devo creare gli INDIRIZZI DI GRUPPO.
NOTA: il programma chiama le lampade 1,2,3,5 rispettivamente come uscita A, Uscita
B, Uscita C e Uscita D.

Selezionare Spazio di Lavoro/apri nuova finestra/indirizzi di gruppo,


ora si devono creare le relazioni fra gli oggetti che sono legati fra di
loro.
Programma ETS5
Settare gli indirizzi di gruppo: creare e specificare indirizzo di
gruppo area esercitazione o progettazione
Programma ETS5
Settare gli indirizzi di gruppo: creare e specificare indirizzo di
gruppo pannello di prova
Cliccare con il tasto dx su “area di progettazione e scegliere
“aggiuingi gruppi intermedi.
Programma ETS5

Settare gli indirizzi di gruppo: creare e specificare indirizzo di


gruppo pannello 1
Tasto dx su Pannello 1 e scegliere “aggiungi indirizzi di gruppo”

Come si può notare gli indirizzi di


gruppo sono divisi da ’ / ‘e non
da un punto.
Programma ETS5

Ora in acc.lamp inserire tutti i moduli correlati fra di loro,


trascinandoli dalla finestra edifici.
Nell’esempio si vuole accendere la lampada A da un punto A.
A questo punto dobbiamo collegare il pulsante scelto (nel nostro caso A) con la
lampada scelta (nel nostro caso “Uscita A). Quindi andiamo sul dispositivo delle uscite
SA/S della topologia e trasciniamo nell’indirizzo di gruppo “acc.lamp” ANCHE l’uscita
A-Commutazione:
Adesso facciamo la stessa cosa per accendere le lampade B e D dal
pulsante C:
1) Click con tasto dx su Pannello prova/aggiungi indirizzo di gruppo e lo
chiamiamo “Pulsante C”.
2) Dalla topologia trasciniamo dentro prima l’ingresso C del modulo degli
ingressi BE/S e poi entrambe le uscite B e D del modulo delle uscite SA/S
Programma ETS5
Bisogna adesso scaricare l’indirizzo fisico dei moduli per far capire
al programma ogni modulo quale indirizzo ha: selezionare il modulo,
PDM, scarica indirizzo fisico.

Cliccare sul pulsantino del modulo


per accendere il led rosso, alla fine
della programmazione il led si
spegne e compare la scritta a
fianco.
Programma ETS5
Infine, bisogna trasferire il programma che abbiamo fatto ai moduli:
• Posizionarsi su pannello 1
• PDM/Scarica
• Scarica Programma Applicativo
• Se si sceglie scaricamento completo trasferisce anche gli indirizzi ed
occorre attivare il pulsante di programmazione.
• Si può programmare anche un solo modulo alla volta posizionandosi su di
esso seguendo la medesima procedura.
Il programma adesso è pronto. E’ possibile pilotare le lampade dal pannello
premendo il pulsante A per accendere la prima lampada, oppure il pulsante
C per accendere le lampade 3 e 5.
Ma è possibile accendere anche le lampade da pc: andando su pulsante C
della scheda degli indirizzi di gruppo, scegliendo “SCRIVI VALORE” ed
impostandolo su ON è possibile accendere le lampade da PC.
Programma ETS5
GESTIONE DEI NEON con Accensione del tipo on-off
Caricare il modulo
SD/S 2.16.1
Il modulo neon può lavorare in diversi modi ad es. come dimmer o commutazione
on-off. Selezionare in questo caso commutazione
Programma ETS5
GESTIONE DEI NEON con Accensione del tipo on-off

Creare quindi l’indirizzo di gruppo associando il modulo neon


in configurazione commutazione con un ingresso in
configurazione interruttore/commutazione.
Programma ETS5
GESTIONE DEI NEON
Accensione dimmerizzata
Caricare il modulo
SD/S 2.16.1

Creare l’indirizzo di gruppo inserendo il modulo neon in configurazione dimmer


e l’ingresso in configurazione commutazione/dim-Dimmer.
Programma ETS5
Gestione della tapparella
Nei pannelli vecchi e nuovi il modulo tapparella è diverso ma la
programmazione e analoga.
JRA/S 2.230.1.1
JRA/S 2.230.2.1

Importare il modulo andare in PARAMETRO e settare in GENERALE:


REGOLAZIONE SENZA LAMELLE
Programma ETS5
Gestione della tapparella
A questo punto bisogna creare due indirizzi di gruppo diversi
uno per mandare su e giù la tapparella e uno per fermarla
utilizzando due ingressi diversi (programmati con CIRC).

Nel pannello l’apertura e la chiusura della tapparella viene simulata da


lampade.
Programma ETS5
USCITA DAL PANNELLO

Per uscire dal pannello occorre


• Impostare il progetto attivando la dorsale: TP

• caricare il modulo dell’accoppiatore di linea:

LK/S 4.1 pannello vecchio


LK/S 4.2 pannello nuovo
Programma ETS5
USCITA DAL PANNELLO
Settaggio dell’accoppiatore di linea:

Occorre abilitare il modulo all’uscita e all’ingresso dei dati dal pannello.


Programma ETS5
GESTIONE VASISTAS
• Caricare il modulo tapparella usato in
questo caso per il vasista:
JRA/S2.230.1.1
E settarlo :
Modalità operativa: comando tenda senza
regolazione lamelle
Programma ETS5
GESTIONE VASISTAS
• Creare indirizzo di gruppo dove inserire uscita e ingresso
come in figura
Programma ETS5
Verificare sul pannello il progetto.

Buon lavoro e buon divertimento !!!!