Sei sulla pagina 1di 18

Inevitabilit della Comunicazione

Non possiamo non comunicare: Watzlavick ci ha insegnato che tutto comunicazione (incluso il silenzio, la postura, i gesti).

Cosa e' la Comunicazione?

La comunicazione comunione: produzione di senso insieme a uno o pi altri. La comunicazione ha in s la communis, il legame fra soggetti: uno scambio di esperienze che costruiscono un mondo comune.

Cosa e' la Comunicazione?

La comunicazione cum-munis, ha in s il dono , l'apertura : esige un'alterit, poich esiste un io soltanto in presenza di un tu.
Senza la presenza (e il riconoscimento) dell'altro si ha soltanto sterile monologo.

Cosa NON e' la Comunicazione / 1

La comunicazione non un semplice contatto, un sentimento di prossimit. Il contatto una condizione del processo comunicativo (la presenza dell'altro), ma non va confuso con esso.

Cosa NON e' la Comunicazione / 2


La comunicazione non semplice trasmissione di contenuti fra un emittente e un destinatario. La trasmissione d'informazione una parte del processo comunicativo, ma non va confusa con esso.

Il modello della trasmissione


Per molto tempo, il modello della trasmissione ha dominato il modo in cui abbiamo pensato la comunicazione. Questo modello spiega molto bene l'efficacia del processo, ma non ci dice niente sul suo senso.

Mediascape

Superare l'idea della trasmissione richiede un cambio di prospettiva. Per passare dall'analisi dell'efficacia a quella del senso della comunicazione, dobbiamo concentrarci sul contesto in cui la comunicazione ha luogo oggi: sul suo ambiente.

Un nuovo contesto per la Comunicazione


Oggi, le distanze spaziali e temporali si sono ridotte anche grazie alla diffusione dei mezzi di comunicazione.

Le promesse della medialit


I mezzi di comunicazione connettono persone, luoghi e situazioni. Essi promettono di farci fare facilmente due cose: a) Vedere, ascoltare, leggere di ci che accade lontano da noi, o che accaduto nel passato. b) Interagire (comunicare, entrare in contatto diretto) con persone lontane da noi.

Verso un ambiente mediale


Queste promesse hanno guidato nell'ultimo secolo una diffusione massiccia e capillare dei media.

Verso un Ambiente Mediale /2


I media si integrano in ogni spazio della nostra vita quotidiana e connettono ed estendono il nostro stesso corpo. Questa interconnessione crea un ambiente nuovo in cui tutti ci troviamo a vivere: un ambiente mediale comune a tutti. Marshall McLuhan indicava questo ambiente con la metafora del Villaggio Globale.

L'Ambiente Mediale
L'ambiente influenza sempre le pratiche: la vita nella savana non la vita al polo nord. Anche l'ambiente mediale influenza le nostre pratiche: soprattutto di socializzazione e comunicazione.

Fluidit dell'ambiente mediale


L'ambiente mediale risulta fluido: cambia di continuo, man mano che nuove tecnologie mediali vengono introdotte, modificando la geografia e quindi gli effetti dell'ambiente sulle nostre pratiche comunicative.
Le nostre pratiche comunicative sono quindi sempre in evoluzione. Non si pu mai dire di averle capite una volta per tutte.

Visibilit dell' Ambiente Mediale


Ci sono due giovani pesci che nuotano e a un certo punto incontrano un pesce anziano che va nella direzione opposta, fa un cenno di saluto e dice: - Salve ragazzi. Com lacqua? I due pesci giovani nuotano un altro po, poi uno guarda laltro e fa: - Che cavolo lacqua? (David Foster Wallace, Questa lacqua)

Come ogni altro ambiente, l'ambiente mediale risulta meno visibile a coloro che vi sono immersi, rispetto a coloro che vi migrano proveniendo da fuori.

Idiozia tecnologica?
Proprio perch invisibile, nell'ambiente mediale si corre il rischio di idiozia tecnologica, ossia di muoversi al suo interno senza comprendere le logiche specifiche, e quindi gli effetti reali.

Perpetual Contact
L'ambiente mediale accresce la possibilit di comunicazione accrescendo il nostro tempo di connessione agli altri. James Katz parla di una tendenza al perpetual contact. Lo stato di connettivit perenne tuttavia non implica necessariamente un automatico aumento della comunicazione. La comunicazione uno specifico umano, che richiede impegno. Di nuovo, confondiamo contatto e trasmissione con la comunicazione.

Orizzontalit della comunicazione


L'ambiente mediale attuale offre una maggiore orizzontalit potenziale della comunicazione. La connessione mediale fra individui fa s che si possa facilmente far circolare un messaggio saltando le gerarchie esistenti (i gatekeepers).

Orizzontalit Comunicativa/Politica
L'accesso semplificato alla diffusione dei contenuti fa s che il dialogo fra istituzioni e cittadini non sia pi monodirezionale, limitando i rischi della propaganda novecentesca.