Sei sulla pagina 1di 35

Economia e prospettive per il Sud Italia

Ottobre 2010

Economia e prospettive per il Sud Italia

Premessa
Lobiettivo dellindagine stato quello di registrare il sentire delle Aziende rispetto alla situazione economica attuale del Sud Italia, quali sono le attese, i fattori che ostacolano la crescita, i suggerimenti e i modelli di sviluppo auspicati per gli anni a venire. La survey, condotta direttamente dallufficio studi di Manpower, si compone di una serie di argomenti chiave: I fattori che bloccano il sistema economico e del lavoro nel Sud Italia Le previsioni sullandamento dei mercati nei prossimi 2/3 anni Le attese rispetto ad una nuova stagione di crescita economica Le politiche sul personale (con un focus sui giovani) I suggerimenti ai governi locali e centrale

Lindagine stata condotta nel mese di settembre 2010, su 988 aziende con sede in Italia (544 al centro-nord e 444 al sud), appartenenti a diversi settori industriali (tra cui Alberghi e Ristoranti, Attivit finanziarie e immobiliari, Commercio, Produzione, Informatica, Servizi alle persone e Servizi alle imprese, Trasporti e Logistica, Telecomunicazioni), in modalit CAWI. Lindagine ha permesso inoltre di tracciare uno spaccato significativo dei diversi punti di vista tra aziende del centro-nord e aziende del sud Italia.

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il Profilo delle aziende coinvolte

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il profilo delle aziende


Dimensione Aziende intervistate
Lindagine sulleconomia del Sud Italia parte analizzando la Classe dimensionale delle aziende.
28,8%

Grande > 250 dipendenti

Media da 50 a 250 dipendenti

23,1%

Come si evince, il campione particolarmente eterogeneo: abbraccia in modo equilibrato aziende del sud che del centro-nord, permettendo cos di redigere un quadro particolarmente esaustivo di come il Sistema Italia legge leconomia del Mezzogiorno.
48,1%

Piccola da 10 a 49 dipendenti

0%

10%

20%

30%

40%

50%

60%

Classe dimensionale dell'azienda


Nord e Centro V.A % 203 37,3% 109 20,0% 232 42,6% 544 100% Sud V.A 272 119 53 444 % 61,3% 26,8% 11,9% 100% Totale V.A 475 228 285 988 % 48,1% 23,1% 28,8% 100%

Piccola da 10 a 49 dipendenti Media da 50 a 250 dipendenti Grande > 250 dipendenti Totale

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il profilo delle aziende


Classe di Fatturato Aziende intervistate
> 10 milioni 39,8%

5-10 milioni

19,4%

Per quanto attiene alla classe di fatturato, si pu notare come quasi il 40% delle aziende intervistate abbiano un fatturato superiore ai 10 mil. euro (nel corso del 2009), segue la fascia 1-5 milioni di euro (28,5%), mentre la fascia con meno di un milione di euro si attesta al 12,2%. Rispetto alla ripartizione geografica, le Aziende intervistate con oltre 10 milioni di fatturato si concentrano nel centro-nord (48%,) mentre al sud prevalgono le aziende con un fatturato tra 1 e 5 milioni.

1-5 milioni

28,5%

< 1 milione 0% 5% 10%

12,2% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45%

Classe di fatturato
Nord e Centro V.A % 60 11,0% 107 19,7% 116 21,3% 261 48,0% 544 100% Sud
V.A 61 175 76 132 444 % 13,7% 39,4% 17,1% 29,7% 100%

Totale
V.A 121 282 192 393 988 % 12,2% 28,5% 19,4% 39,8% 100%

< 1 milione 1-5 milioni 5-10 milioni > 10 milioni Totale

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il profilo delle aziende


Settore Aziende intervistate
Alberghi e Ristoranti Attivit Manifatturiere Attivit finanziarie Commercio al dettaglio Commercio all'ingrosso Informatica, ricerca 1,7% 5,7% 4,1% 2,4% 1,2% 4,1% 29,1% 2,4% 5,3% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 7,2% 36,6%

Riparazione (autoveicoli, motocicli, elettrodomestici)


Servizi alla persona Studi Professionali, Servizi alle imprese Trasporti, Magazzinaggio e comunicazioni Altro

Le due categorie prevalenti di aziende intervistate appartengono al Settore Manifatturiero (36,6) e a quello dei Servizi (29,1%). Nella pagina successiva il dettaglio suddiviso per zona geografica.

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il profilo delle aziende


Settore appartenenza Azienda
Nord e Centro V.A % 43 7,9% 183 33,6% 9 1,7% 28 5,1% 28 5,1% 12 2,2% 4 0,7% 25 4,6% 172 31,6% 8 1,5% 32 5,9% 544 100% Sud V.A % 6,3% 40,3% 1,8% 6,3% 2,9% 2,7% 1,8% 3,6% 26,1% 3,6% 4,5% 100% Totale V.A 71 362 17 56 41 24 12 41 288 24 52 988 % 7,2% 36,6% 1,7% 5,7% 4,1% 2,4% 1,2% 4,1% 29,1% 2,4% 5,3% 100%

Alberghi e Ristoranti Attivit Manifatturiere Attivit finanziarie Commercio al dettaglio Commercio all'ingrosso Informatica, ricerca Riparazione (autoveicoli, motocicli, elettrodomestici) Servizi alla persona Studi Professionali, Servizi alle imprese Trasporti, Magazzinaggio e comunicazioni Altro Totale

28 179 8 28 13 12 8 16 116 16 20 444

Come si evince dalla tabella sopra riportata, dallindagine emerge che tra gli intervistati al centro-nord prevalgono le aziende del Terziario, mentre al Sud quelle legate al Manifatturiero.

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il profilo delle aziende


Area Geografica Aziende intervistate
Regioni di appartenenza intervistati
Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Lazio Liguria Lombardia Molise Piemonte Puglia Sicilia Toscana Valle d'Aosta Veneto Totale V.A 28 40 44 112 68 132 16 152 12 68 124 112 48 4 28 988 % 2,8% 4,0% 4,5% 11,3% 6,9% 13,4% 1,6% 15,4% 1,2% 6,9% 12,6% 11,3% 4,9% 0,4% 2,8% 100%

Sud 45%

Nord e Centro 55%

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il mercato nei prossimi anni

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il Mercato dei prossimi anni


Previsioni Fatturato 2011 su 2010
Crescita Contrazione Stabilit NR 0% 1,2% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 22,1%

34,7%
42,0%

Spostando lattenzione sulle dinamiche dei Fatturati attesi per il prossimo anno, le aziende (sia al sud che al centro-nord in modo sostanzialmente omogeneo) attendono, nel 42% dei casi, un flusso Stabile. Oltre il 20% delle aziende intervistate, sembra inoltre aver gi imboccato la strada della ripresa, prevedendo fatturati in crescita, (nel 22% dei casi). Mentre quasi il 35% intravede uno scenario ancora negativo e quindi segna in forecast un fatturato che andr ulteriormente a contrarsi.

Previsioni di fatturato per il 2011 rispetto al 2010


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 195 35,8% 148 33,3% 343 34,7% 117 21,5% 101 22,7% 218 22,1% 228 41,9% 187 42,1% 415 42,0% 4 0,7% 8 1,8% 12 1,2% 544 100% 444 100% 988 100%

Contrazione Crescita Stabilit NR Totale

1 0

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il Mercato dei prossimi anni


Sviluppo economia Sud Italia prossimo triennio
Per il Sud non possibile fare previsioni!
Si salveranno solo le aziende di settori Ci sar certamente una ripresa generale Non ci saranno modifiche sostanziali Bisogner affrontare ancora una fase NR 0% 4,5% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 11,7% 15,2% 16,6%

21,7%
30,4%

Spostando lattenzione sulle previsioni a medio periodo sul sistema economico del Sud Italia, anche in questo caso vi una sostanziale omogeneit di vedute tra aziende del centronord e aziende del sud. Entrambe sono convinte che sar necessario affrontare una fase difficile di decrescita, (nel 30,4% dei casi) fatta di sacrifici e rinnovamento dei modelli gestionali. Circa il 22% convinto che non vi saranno modifiche sostanziali, mentre vi una parte del sistema imprenditoriale italiano (con una leggera prevalenza delle aziende del centro nord -19% contro il 13,5 al sud) che intravede anche per il Sud un triennio caratterizzato da unauspicata ripresa generale.

Prospettive di sviluppo dell'economia del Sud Italia, nel prossimo triennio


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % Ci sar certamente una ripresa generale 104 19,1% 60 13,5% 164 16,6% Bisogner affrontare ancora una fase difficile di decrescita 155 28,5% 145 32,7% 300 30,4% Non ci saranno modifiche sostanziali 113 20,8% 101 22,7% 214 21,7% Per il Sud non possibile fare previsioni! 45 8,3% 71 16,0% 116 11,7% Si salveranno solo le aziende di settori specifici 99 18,2% 51 11,5% 150 15,2% NR 28 5,1% 16 3,6% 44 4,5% Totale 544 100% 444 100% 988 100%
1 1

Economia e prospettive per il Sud Italia

Il Mercato dei prossimi anni


I settori pi promettenti per il Sud Italia
Telecomunicazioni Industria Servizi Agroindustria 0,4% 3,2% 8,1% 8,1%

A tutte le aziende intervistate stato chiesto di individuare quali settori potranno essere i pi promettenti per un deciso rilancio del Sud Italia. Tanto al centro-nord quanto al sud, sembra che le idee siano molto chiare: investire su Turismo ed Energia con percentuali rispettivamente del 47,8% (con punte del 53,4% al sud) e del 22% (con punte del 25,9% al centro-nord). Inoltre, mentre il centro-nord suggerisce anche di non lasciare indietro il settore dei Servizi (con l11%), al sud si crede ancora nelle potenzialit e nel rinnovamento del sistema Agroindustriale (12,4%).

Terziario avanzato
Energy Turismo NR 0% 0,4%

10,0%
22,0% 47,8%

10%

20%

30%

40%

50%

60%

Settori nei quali il Sistema Sud potr emergere con decisione


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 25 4,6% 55 12,4% 80 8,1% 141 25,9% 76 17,1% 217 22,0% 16 2,9% 16 3,6% 32 3,2% 60 11,0% 20 4,5% 80 8,1% 4 0,7% 0 0,0% 4 0,4% 63 11,6% 36 8,1% 99 10,0% 235 43,2% 237 53,4% 472 47,8% 0 0,0% 4 0,9% 4 0,4% 544 100% 444 100% 988 100%
1 2

Agroindustria Energy Industria Servizi Telecomunicazioni Terziario avanzato Turismo NR Totale

Economia e prospettive per il Sud Italia

I fattori che bloccano il Sistema Economico nel Sud Italia

1 3

Economia e prospettive per il Sud Italia

I Fattori che bloccano il sistema economico


Fattori che bloccano economia e lavoro nel Sud Italia
Criminalit organizzata Lavoro nero Eccessiva burocrazia Infrastrutture e logistica non all'altezza Mentalit assistenzialista Mancanza di una vera strategia di sviluppo NR 0% 1,6% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 10,5% 11,0% 12,3% 13,9% 23,5% 27,1%

Uno dei obiettivi dellindagine era quello di comprendere il punto di vista degli imprenditori e dei manager, rispetto ai fattori che frenano lo sviluppo economico - e a volte sociale del sud Italia. Dai dati raccolti emerge ununiformit di vedute al centro-nord e al sud sui principali due problemi: Mancanza di una strategia di sviluppo focalizzata sui settori trainanti (indicata dal 34% degli intervistati al sud e dal 21,5% degli intervistati al centro-nord) e uneccessiva Mentalit assistenzialista (23,5% media complessiva). Terzo fattore ostativo, anche in questo caso decisamente condiviso tra nord e sud, quello legato ad Infrastrutture e logistica, indicato dal 13,9% degli intervistati. Infine, da notare che, mentre gli imprenditori del nord indicano la Criminalit organizzata al 14%, spostandoci al sud tale fattore raggiunge solo il 6,3%.

I problemi che pi hanno bloccato l'economia e il lavoro nel Sud Italia


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 76 14,0% 28 6,3% 104 10,5% 63 11,6% 59 13,3% 122 12,3% 81 14,9% 56 12,6% 137 13,9% 80 14,7% 29 6,5% 109 11,0% 117 21,5% 119 21,9% 8 1,5% 544 100% 151 34,0% 113 25,5% 8 1,8% 444 100% 268 27,1% 232 23,5% 16 1,6% 988 100%

Criminalit organizzata Eccessiva burocrazia Infrastrutture e logistica non all'altezza Lavoro nero Mancanza di una vera strategia di sviluppo industriale focalizzato su settori trainanti Mentalit assistenzialista NR Totale

1 4

Economia e prospettive per il Sud Italia

I Cambiamenti attesi e necessari

1 5

Economia e prospettive per il Sud Italia

Nuovi modelli di approccio al mercato


I cambiamenti necessari per il Sud Italia
Un miglior sistema scolastico e formativo
Ingresso nel sistema di competenze pi Manager pi formati Nuovi modelli di pensiero da parte dei Una nuova generazione imprenditoriale Adeguamento delle infrastrutture a livello Devono cambiare le politiche dei governi NR 2,8% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 3,7% 6,8% 7,4%

12,7%
13,0% 14,6% 39,1%

Ancora una volta le imprese del centro-nord e del sud Italia sembrano concordare decisamente su un aspetto: quello dei cambiamenti necessari per una nuova stagione di rinnovamento economico e sociale. Da entrambe le parti dItalia viene richiesto un intervento deciso da parte dei Governi Locali nella definizione e attuazione di Politiche di sviluppo mirate ed efficaci (39%) Inoltre gli intervistati rimarcano lesigenza di un adeguamento delle Infrastrutture a livello europeo (14,6%) e una Nuova generazione imprenditoriale (tra laltro pi sentita al sud 14,2%, che al centro-nord 11,9%).

I cambiamenti necessari per il Sud Italia


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 60 11,0% 84 18,9% 144 14,6% 223 41,0% 163 36,7% 386 39,1% 59 10,8% 8 1,8% 67 6,8% 28 5,1% 45 10,1% 73 7,4% 69 12,7% 56 12,6% 125 12,7% 28 5,1% 9 2,0% 37 3,7% 65 11,9% 63 14,2% 128 13,0% 12 2,2% 16 3,6% 28 2,8% 544 100% 444 100% 988 100%
1 6

Adeguamento delle infrastrutture a livello europeo Devono cambiare le politiche dei governi locali Ingresso nel sistema di competenze pi specializzate Manager pi formati Nuovi modelli di pensiero da parte dei lavoratori Un miglior sistema scolastico e formativo Una nuova generazione imprenditoriale NR Totale

Economia e prospettive per il Sud Italia

Un Focus sulla situazione delle regioni del Sud

1 7

Economia e prospettive per il Sud Italia

Focus regioni del Sud


Percezione della situazione socio-economica delle singole regioni del Sud Italia
Puglia Basilicata Molise Sicilia Campania

0,0%

10,0%

20,0%

30,0%

40,0%

50,0%

60,0%

70,0%

80,0%

90,0% 100,0%

1 - Molto male

2 - Male

3 - Discretamente

4 - Bene

5- Davvero bene

A tutti gli intervistati stato chiesto di dare un giudizio di merito su come le singole regioni (intese ovviamente come sistema e non semplicemente come Ente) stanno lavorando per la ricerca e lattuazione di nuovi modelli e strumenti per il rilancio delleconomia. Dal grafico si intravedono le aree di negativit (toni del rosso: Male e Molto Male) nelle quali prevalgono Campania e Sicilia, le aree di neutralit (toni del verde: Discretamente) per Molise e Basilicata e le aree di positivit (toni dellazzurro: Bene e Davvero Bene) dove prevale la Puglia. Nelle pagine successive si riporta il dettaglio dei dati raccolti sulle singole regioni, in modo da evidenziare anche il rapporto tra la percezione delle imprese del centro-nord e quelle del sud (tema su cui vi una sostanziale omogeneit di vedute).
1 8

Economia e prospettive per il Sud Italia

Focus regioni del Sud


Basilicata: come si lavora per migliorare i modelli socio-economici
1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 5 - Davvero bene 0% 0,4% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 50% 10,9% 6,9% 34,5% 47,3%

Basilicata: percezione della situazione socio-economica


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 44 8,1% 24 5,4% 68 6,9% 176 32,4% 165 37,2% 341 34,5% 247 45,4% 220 49,5% 467 47,3% 73 13,4% 35 7,9% 108 10,9% 4 0,7% 0 0,0% 4 0,4% 544 100% 444 100% 988 100%

1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 4 - Davvero bene Totale

1 9

Economia e prospettive per il Sud Italia

Focus regioni del Sud


Calabria: come si lavora per migliorare i modelli socio-economici
1 - Molto male 23,1%

2 - Male

54,6%

3 - Discretamente

21,1%

4 - Bene 0%

1,3% 10% 20% 30% 40% 50% 60%

Calabria: percezione della situazione socio-economica


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 132 24,3% 96 21,6% 228 23,1% 280 51,5% 259 58,3% 539 54,6% 127 23,3% 81 18,2% 208 21,1% 5 0,9% 8 1,8% 13 1,3% 0 0,0% 0 0,0% 0 0,0% 544 100% 444 100% 988 100%

1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 4 - Davvero bene Totale

2 0

Economia e prospettive per il Sud Italia

Focus regioni del Sud


Campania: come si lavora per migliorare i modelli socio-economici
1 - Molto male 16,2%

2 - Male

57,9%

3 - Discretamente

24,3%

4 - Bene 0%

1,6% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70%

Campania: percezione della situazione socio-economica


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 100 18,4% 60 13,5% 160 16,2% 299 55,0% 273 61,5% 572 57,9% 137 25,2% 103 23,2% 240 24,3% 8 1,5% 8 1,8% 16 1,6% 544 100% 444 100% 988 100%

1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene Totale

2 1

Economia e prospettive per il Sud Italia

Focus regioni del Sud


Molise: come si lavora per migliorare i modelli socio-economici
1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 5 - Davvero bene 0% 0,9% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 7,1% 8,0% 34,7% 49,3%

Molise: percezione della situazione socio-economica


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 44 8,1% 35 7,9% 79 8,0% 196 36,0% 147 33,1% 343 34,7% 263 48,3% 224 50,5% 487 49,3% 41 7,5% 29 6,5% 70 7,1% 0 0,0% 9 2,0% 9 0,9% 544 100% 444 100% 988 100%

1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 5 - Davvero bene Totale

2 2

Economia e prospettive per il Sud Italia

Focus regioni del Sud


Puglia: come si lavora per migliorare i modelli socio-economici
1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 5 - Davvero bene 0% 4,1% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 50% 28,0% 3,2% 20,9% 43,7%

Puglia: percezione della situazione socio-economica


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 17 3,1% 15 3,4% 32 3,2% 75 13,8% 131 29,5% 206 20,9% 239 43,9% 193 43,5% 432 43,7% 193 35,5% 84 18,9% 277 28,0% 20 3,7% 21 4,7% 41 4,1% 544 100% 444 100% 988 100%

1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 5 - Davvero bene Totale

2 3

Economia e prospettive per il Sud Italia

Focus regioni del Sud


Sicilia: come si lavora per migliorare i modelli socio-economici
1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 5 - Davvero bene 0% 1,6% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 8,7% 16,4% 36,9% 36,3%

Sicilia: percezione della situazione socio-economica


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 94 17,3% 68 15,3% 162 16,4% 173 31,8% 192 43,2% 365 36,9% 203 37,3% 156 35,1% 359 36,3% 63 11,6% 23 5,2% 86 8,7% 11 2,0% 5 1,1% 16 1,6% 544 100% 444 100% 988 100%

1 - Molto male 2 - Male 3 - Discretamente 4 - Bene 5 - Davvero bene Totale

2 4

Economia e prospettive per il Sud Italia

Risorse umane: situazione attuale e prospettive

2 5

Economia e prospettive per il Sud Italia

Risorse umane: politiche aziendali


Per quanto riguarda la composizione attuale della forza lavoro in Italia, nella tabella seguente si riporta uno spaccato per fasce det. In particolare si riesce ad evidenziare come sono ancora le fasce centrali che vanno dai 25 ai 44 anni quelle che compongono lasset principale interno allazienda. Per quanto riguarda i pi giovani si pu notare che nel 38% dei casi costituiscono meno del 10% (cos come avviene anche per gli over 45). Da notare inoltre che solo nel 6,4% dei casi oltre l80% della forza lavoro interna alle aziende costituita dalla fascia 25-54.

Composizione Forza Lavoro


% presenza in azienda Da 0 a 10 % Da 11 a 20 % Da 21 a 40% Da 41 a 60% Da 61 a 80% Da 81 a 100% 18-24 V.A 376 124 68 12 8 % 38,1% 12,6% 6,9% 1,2% 0,8% 25-34 V.A 80 232 276 228 72 32 % 8,1% 23,5% 27,9% 23,1% 7,3% 3,2% 35-44 V.A 84 140 448 176 64 20 % 8,5% 14,2% 45,3% 17,8% 6,5% 2,0% 45-54 V.A 340 208 204 36 20 12 % 34,4% 21,1% 20,6% 3,6% 2,0% 1,2% V.A 348 68 24 8 >54 % 35,2% 6,9% 2,4% 0,8%

6,4% complessivo
2 6

Economia e prospettive per il Sud Italia

Risorse umane: politiche aziendali


La politica del personale
Aumento 16% NR 4%

Le previsioni di assunzione registrano uno scenario di stabilit (63% in media), mentre si equivalgono previsioni in aumento o diminuzione con rispettivamente 16% e 17%. Inoltre, mentre le aziende del sud sembrano essere pi convinte di uno scenario stabile rispetto al personale (lo il 67,3% delle imprese), sono le Aziende del nord a prevedere una crescita del personale (19,3% con il 12,8% registrato al sud) per i prossimi mesi.
Stabilit 63%

Riduzione 17%

La politica delle aziende rispetto al personale


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 105 19,3% 57 12,8% 162 16,4% 101 18,6% 65 14,6% 166 16,8% 327 60,1% 299 67,3% 626 63,4% 11 2,0% 23 5,2% 34 3,4% 544 100% 444 100% 988 100%

Aumento Riduzione Stabilit NR Totale

2 7

Economia e prospettive per il Sud Italia

Neo assunti e importanza recruiting

2 8

Economia e prospettive per il Sud Italia

Neo assunti e importanza recruiting


Le caratteristiche chiave dei neo assunti
Flessibilit Motivazione all'apprendimento

Anche dal punto di vista delle caratteristiche chiave che un nuovo assunto dovrebbe / dovr avere per entrare a far parte dei team aziendali, imprenditori e manager non hanno dubbi: -Flessibilit (67,0%) - Motivazione allapprendimento (60%) - Orientamento ai risultati (52,2%) sono i tre fattori richiesti e imprescindibili.

Pensiero olistico

Capacit di lavorare sotto pressione

Orientamento al risultato

Orientamento al cliente

Spirito di cooperazione

Le 3 caratteristiche chiave dei neo-assunti


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 179 32,9% 116 26,1% 295 29,9% 368 67,6% 303 68,2% 671 67,9% 321 59,0% 273 61,5% 594 60,1% 232 42,6% 136 30,6% 368 37,2% 283 52,0% 233 52,5% 516 52,2% 68 12,5% 67 15,1% 135 13,7% 181 33,3% 196 44,1% 377 38,2% 0 0% 12 3% 12 1%

Ancora una volta la geografia non sembra distinguere troppo i fattori chiave, ma interessante notare come se al sud lo Spirito di Cooperazione (44,1%) il quarto elemento chiave, al nord richiesta una maggiore Capacit di lavorare sotto pressione (32,9%).

Capacit di lavorare sotto pressione Flessibilit Motivazione all'apprendimento Orientamento al cliente Orientamento al risultato Pensiero olistico Spirito di cooperazione NR

2 9

Economia e prospettive per il Sud Italia

Neo assunti e importanza recruiting


Gestione e reperimento risorse umane
Poco importante 8%

Alle aziende intervistate stato chiesto quanto importante il processo di recruiting oggi. Come si evince dal grafico e dalla tabella, larea di Importanza supera decisamente il 70%, segno dellattenzione che tutti i manager ripongono oggi in questa funzione (con una leggera prevalenza al centro-nord dove considerata molto importante nel 36% dei casi contro il 27,7% al sud).

Mediamente importante 20%

Importante 40%

Molto importante 32%

Gestione/reperimento delle risorse umane chiave


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 40 7,4% 33 7,4% 73 7,4% 101 18,6% 97 21,8% 198 20,0% 207 38,1% 191 43,0% 398 40,3% 196 36,0% 123 27,7% 319 32,3% 544 100% 444 100% 988 100%

Poco importante Mediamente importante Importante Molto importante Totale

3 0

Economia e prospettive per il Sud Italia

Suggerimenti / consigli a Governi Locali e Giovani Imprenditori

3 1

Economia e prospettive per il Sud Italia

Suggerimenti e Consigli
Suggerimenti sulle politiche sostegno all'occupazione
Nuovi ammortizzatori sociali Migliori strumenti di ricollocamento Sostegno al Reddito per i giovani Forme di flessibilit Un miglior sistema educativo 0,5% 3,7% 6,8% 15,0% 15,4%

La sezione conclusiva dellindagine si concentra su Suggerimenti e Consigli che imprenditori e manager danno ai Governi Locali e Centrale e ai Giovani Imprenditori. Lesigenza pi sentita quella di prevedere Agevolazioni Fiscali Dirette che sostengano direttamente loccupazione (esigenza sentita maggiormente al centro-nord con il 34,4% rispetto al 28% registrato al sud). Il sud invece chiede con maggior forza un Sostegno diretto allimprenditorialit giovanile (29% rispetto al 24,3 registrato al centro-nord). Inoltre, ancora il sud a chiedere un intervento da parte delle P.A. rivolto a prevedere Specifiche forme di flessibilit del lavoro (17,4% al sud e 12,7% al centronord). Da sottolineare che il terzo fattore suggerito fa leva ancora una volta sul Sistema Educativo/Formativo (con il 15,4%), visto come uno degli elementi fondamentali per risanare il sistema economico/imprenditoriale e sociale.

Sostegno all'imprenditorialit giovanile


Agevolazioni fiscali dirette NR 0% 1,1% 5% 10% 15% 20% 25%

26,7%
31,8%

30%

35%

Suggerimenti sulle politiche di sostegno all'occupazione


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 187 34,4% 127 28,0% 314 31,5% 69 12,7% 79 17,4% 148 14,8% 24 4,4% 13 2,9% 37 3,7% 5 0,9% 0 0,0% 5 0,5% 43 7,9% 24 5,3% 67 6,7% 132 24,3% 132 29,1% 264 26,5% 84 15,4% 68 15,0% 152 15,2% 0 0,0% 11 2,4% 11 1,1% 544 100% 454 100% 998 100%

Agevolazioni fiscali dirette Forme di flessibilit Migliori strumenti di ricollocamento Nuovi ammortizzatori sociali Sostegno al Reddito per i giovani Sostegno all'imprenditorialit giovanile Un miglior sistema educativo NR Totale

3 2

Economia e prospettive per il Sud Italia

Suggerimenti e Consigli
Consigli ai giovani imprenditori
Internazionalizzate

NR 2%

Lindagine si conclude con un consiglio e probabilmente con un auspicio rivolto ai giovani imprenditori. Dal centro-nord come dal sud arriva un messaggio chiaro Innovate e Sperimentate; ne sono convinti il 47,4% degli intervistati. Spostando lattenzione sul secondo suggerimento, gli intervistati del centro-nord consigliano di puntare ai mercati esteri internazionalizzando (23,5% rispetto al 11,9% del sud), mentre dal Mezzogiorno pi sentita e auspicata la necessit di concentrarsi e investire su KnowHow e conoscenza (38,5% rispetto al 28,1% del centro-nord).

18%

Investite sulla conoscenza 33%

Innovate e sperimentate 47%

Consigli ai giovani "capitani" d'impresa


Nord e Centro Sud Totale V.A % V.A % V.A % 259 47,6% 209 47,1% 468 47,4% 128 23,5% 53 11,9% 181 18,3% 153 28,1% 171 38,5% 324 32,8% 4 0,7% 11 2,5% 15 1,5% 544 100% 444 100% 988 100%

Innovate e sperimentate Internazionalizzate Investite sulla conoscenza NR Totale

3 3

Economia e prospettive per il Sud Italia

Riflessioni

3 4

Economia e prospettive per il Sud Italia

Riflessioni
Passando in analisi i principali punti della survey, innanzitutto crediamo sia importante sottolineare come emerge una sostanziale omogeneit dei punti di vista su diversi aspetti chiave da parte di manager e imprenditori del centronord con quelli del sud Italia. La maggior parte degli intervistati si aspetta per il prossimo triennio una situazione che osciller tra uno scenario stabile e un acuirsi della crisi economica e della situazione del sud Italia. I settori che potrebbero trainare il rilancio del Sud Italia sembrano essere identificati in Turismo ed Energia, senza tralasciare il terziario innovativo e la moderna agroindustria.

Tra le regioni del Sud Italia la Puglia sembra essere la regione meglio percepita dal sistema economico/aziendale (e in particolare dalle altre aziende del centronord) e pi pronta a cavalcare lauspicata ripresa, mentre regioni come Calabria e Campania vengono ancora percepite in modo non troppo positivo.
Ai giovani il primo suggerimento che arriva da quasi la met degli intervistati quello di puntare su Innovazione e Sperimentazione, mentre ai governi locali e a quello centrale si chiedono un maggior intervento sulle leve Fiscali e politiche aggressive a sostegno dellimprenditorialit giovanile.

3 5