Sei sulla pagina 1di 9

February 16th, 2012

Published by: M5SRENEWS

5 STELLE REGGIO E. NEWS


Votiva+: lassessore Muzzarelli pubblicizza una ditta ai Comuni, concorrenza sleale con contributi pubblici
Source: http://www.reggio5stelle.it/2012/02/09/votivalassessore-muzzarellisponsorizza-una-ditta-ai-comuni-concorrenza-sleale-con-contributi-pubblici/ By Movimento 5 Stelle on February 16th, 2012

una doppia concorrenza sleale che colpisce in particolare una piccola azienda emiliana, la Incerti-Simonini snc di Ceredolo de Coppi borgo de Comune di Canossa (Reggio Emilia) leader nel settore delle lampade votive interamente prodotte in Italia e che rischia ora di perdere diverse commesse, alcune di fatto gi revocate, e lasciare a casa i 4 operai e veder ridotto un indotto che coinvolge altri 30-40 lavoratori. La concorrenza sleale anche a spese dei cittadini e delleconomia Made in Italy. Infatti la ditta Gesco srl si fa costruire le lampadine in Cina (pagandole quindi circa 0,2 centesimi luna) ma con i contributi pubblici (cio pagati dai cittadini) dei certificati bianchi incassa per ognuna di queste oltre 1 euro. Questi introiti, come si legge da contratto, vengono girati non ai Comuni, ma alla ditta Gesco srl. Una iniziativa commerciale in piena regola, quindi, finanziata con denaro dei cittadini e che vede la politica, con lassessore Pd Muzzarelli e i Ministeri dello Sviluppo Economico e dellAmbiente promuovere direttamente una ditta privata nei confronti delle amministrazioni pubbliche. Sulla faccenda, a difesa dei lavoratori dellazienda intervenuta anche la Cgil di Reggio Emilia che ha scritto ai funzionari della Regione Emilia-Romagna facendo presente come la lettera della Regione stia determinando problemi occupazionali e la contraddizione pi rilevante, riguardo la certezza che la societ Gesco srl richiamata dalla lettera regionale, installa lampadine di provenienza cinese che hanno una breve durata di funzionamento. In conclusione, auspichiamo si valuti uniniziativa dalla Regione che valorizzi i sistemi di illuminazione a basso consumo energetico costruiti in Italia. Lazienda Incerti-Simonini snc ha inoltre preso contatti con Industriali Reggio Emilia che si stanno anche loro interessando al caso.

Concorrenza sleale contro una azienda emiliana produttrice di lampade led Made in Italy a spese dei cittadini italiani. Il caso di quelli spinosi ed il Movimento 5 Stelle intervenuto presentando una risoluzione in Regione. Parallelamente Giovanni Favia, consigliere regionale del Movimento 5 stelle depositer un esposto alla Procura della Repubblica, uno alla Corte dei Conti ed uno allAuthority per la Concorrenza. I fatti La Regione Emilia-Romagna con la firma dellAssessore Carlo Muzzarelli , la Regione Marche e la Regione Umbria,anche con il patrocinio del Ministero dellAmbiente, hanno inviato ai comuni delle rispettive regioni una circolare dove si invitano le amministrazioni ad aderire ad un progetto di risparmio energetico per le lampade votive dei cimiteri gratuite (in realt pagate con denaro dei cittadini, i famosi CERTIFICATI BIANCHI . Facendo direttamente pubblicit ad una azienda commerciale, la Gesco srl con sede in Toscana in provincia di Siena e che vede interessi anche di un politico del Pd. Si tratta di Antonio Menguzzo, assessore Pd del Comune di Castellina in Chianti (Siena), amministrazione che ha aderito al progetto ordinando 1600 lampadine, il proprietario del sito del progetto VotivA+ promosso dalla ditta Gesco srl. Troviamo scorretto, per non dire di pi, che la Regione faccia pubblicit ad una azienda, invitando direttamente i Comuni ad aderire ad un suo progetto commerciale finanziato con denaro dei cittadini. Tutto questo violando un parere, in un caso analogo, datato giugno 2011, del Garante per la Concorrenza, lattuale Ministro Antonio Catrical, e una circolare ministeriale (la Uce 000901 del 16 febbraio 2010) che definisce non opportuno fornire adesioni e concedere patrocini a iniziative che abbiano, anche indirettamente, un fine lucrativo, ricadendo, infine, in una fattispecie prevista dal Regolamento CE n. 597/2009 del Consiglio dell11 giugno 2009 relativo alla Difesa contro le importazioni oggetto di sovvenzioni provenienti da paesi non membri della Comunit Europea

Debiti e orrori IREN in Commissione


Source: http://www.reggio5stelle.it/2012/02/08/debiti-e-orrori-iren-incommissione/ By Matteo Olivieri on February 16th, 2012

Forcing disperato in Consiglio Comunale per parlare del tab IREN e delle manovre finanziarie da caduta nel vuoto.Approvato il 16 gennaio un ordine del giorno per chiamare i vertici dellazienda a rendere conto delle disperate avventure finanziarie, dopo quasi un mese nuova pressione con la raccolta di firme tra i Consiglieri. Di seguito il testo dellodg, che spiega bene la situazione di alto rischio che sta corrento il principale patrimonio della citt Reggio Emilia, 15 gennaio 2012

February 16th, 2012


Ordine del giorno ai sensi art. 20 del regolamento CC in merito agli oneri finanziari contratti da IREN nella partecipazione DELMI e dal controllo di EDIPOWER. Premesso che: - in seguito alle trattative sul controllo del gruppo Edison, i soci del raggruppamento DELMI, di cui fa parte anche IREN spa, hanno ereditato lopzione per il controllo di EDIPOWER, gruppo energetico su cui pesano 1,1 miliardi di euro di debito e alcuni grandi impianti termoelettrici obsoleti; Ritenuto che: - lassetto finanziario complessivo di IREN sar condizionato da due fattori: 1 lesborso necessario per comprare Edipower, il cui valore stimato in 800 milioni di euro, che risente dellincerta adesione di tutti i soci di DELMI alloperazione, in mancanza della quale o subentrano altri soggetti o si distribuisce lonere finanziario; 2 il debito ereditato in EDIPOWER; Rilevato che: - commentatori del settore evidenziano come queste variabili sospendano di fatto il conseguimento del rating della societ IREN spa in Borsa, che in questa fase elemento rischioso con cui affrontare i mercati; Il Consiglio Comunale impegna la Giunta: - a chiarire entro il mese di gennaio in unapposita Commissione Consiliare, invitati i vertici di IREN spa, la situazione e le incognite finanziarie legate alla trattativa DELMI-EDISONEDIPOWER, prospettando in tal sede gli scenari finanziari e le ricadute sullindebitamento della societ IREN, nonch i rischi legati ad una sospensione di fatto del rating di IREN.

Published by: M5SRENEWS

Interrogazione in merito agli allagamenti che si verificano ciclicamente in via Rivone


Source: http://www.sanmartino5stelle.it/2012/02/15/1678/ By MoVimento 5 Stelle San Martino in Rio on February 16th, 2012

Il Movimento 5 Stelle di San Martino in Rio ha effettuato allAssessore competente un'Interrogazione in merito agli allagamenti che si verificano ciclicamente in via Rivone. Premesso che: - In via Rivone, lato nord, in svariate abitazioni si verificano ciclicamente, anche pi volte allanno, allagamenti dovuti in parte alle abbondanti precipitazioni atmosferiche e molto probabilmente anche al difettoso sistema fognario e che questi eventi si protraggono ormai da decine danni, con particolare intensificazione negli ultimi; Considerato che: - Detti allagamenti procurano danni alle abitazioni ed ai beni degli abitanti della suddetta zona e/o rendono comunque inservibile il piano terra od il seminterrato a causa del timore che si possano presentare questi eventi, di per s imprevedibili; - LAmministrazione pubblica ha svolto lavori di manutenzione straordinaria per ovviare alla problematica sopraesposta, senza peraltro giungere ad una soluzione del problema; Linterrogante chiede al Sindaco ed alla Giunta: - A cosa sono dovuti questi allagamenti; - Cosa si ripromette di fare lAmministrazione pubblica per risolvere definitivamente una problematica che provoca un marcato disagio ed ha un costo economico non trascurabile per una parte significativa della cittadinanza. Il Consigliere Alessandro Bussetti

Abolizione province, PD-PDL e Lega si oppongono in casa


Source: http://www.reggio5stelle.it/2012/02/07/abolizione-province-pd-pdl-elega-si-oppongono-in-casa/ By Matteo Olivieri on February 16th, 2012

Mozione per linstallazione di una Web Cam nella sala DAragona


Source: http://www.sanmartino5stelle.it/2012/02/15/mozione-perlinstallazione-di-una-web-cam-nella-sala-daragona/ By MoVimento 5 Stelle San Martino in Rio on February 16th, 2012

In Consiglio Provinciale PD-PDL-Lega hanno votato per mantenere le Province. Non che il loro voto conti pi di tanto, ma limpressione che si ha in Comune che, tolti i pasdaran delle Lega, i colleghi comunali non siano proprio cos daccordo. Per questo Reggio 5 Stelle ha presentato una proposta per impostare una discussione seria sullargomento, non ammessa a discussione. Ripresentata come mozione, ha raccolto le 8 firme per la trattazione durgenza. Se da un lato abbiamo PD e PDL nei rispettivi programmi prevedevano il graduale superamento e l abolizione della Provincia, dallaltro abbiamo la coerente Lega, alla difesa dei fortini del Nord, fatti di poltrone e non di pietre. Ma qualcosa ci dice che in Consiglio Provinciale la casta ha difeso i propri diretti interessi, in Comune le cose potrebbero andare diversamente. La proposta di Reggio 5 Stelle di impostare un discorso che precorra i tempi, e che porti le istituzioni ad essere pronti e scattanti al momento giusto. Richiamando la centralit di Comuni e Regioni nellerogazione dei servizi ai cittadini ed alle imprese, chiediamo che ci si confronti su questo e non sulla fuffa. Abbiamo gi diverse proposte serie in tema di abolizione delle Province e su che cosa succede dopo. Abbiamo anche evidenziato i pericoli di una nuova occupazione di potere da parte dei Partiti. Noi siamo pronti a discutere, vediamo gli altri.

Il Movimento 5 Stelle di San Martino in Rio, ha presentato allAssessore competente, la mozione per linstallazione di una connessione internet nella sala DAragona Considerato che: - La sala DAragona, situata nella Rocca Estense, viene affittata dal Comune a terzi per i pi svariati scopi (assemblee, riunioni, serate pubbliche); Ritenuto che: - Si offrirebbe un servizio migliore a chi utilizza la sala, siano essi gli organizzatori o le persone convenute;

February 16th, 2012


- Si potrebbe dare la possibilit agli organizzatori di diffondere levento sul web consentendo la visione anche a chi impossibilitato a partecipare fisicamente; - Linstallazione non dovrebbe essere particolarmente onerosa dato la presenza al piano sottostante degli uffici URP e ed Elettorale, gi muniti di connessione ad internet; Il Consiglio Comunale impegna la Giunta - A dotare la sala DAragona di una connessione internet. Il Consigliere Alessandro Bussetti

Published by: M5SRENEWS


By MoVimento 5 Stelle San Martino in Rio on February 16th, 2012

Articoli sul biogas a gazzata


Source: http://www.sanmartino5stelle.it/2012/02/14/articoli-sul-biogas-agazzata/ By MoVimento 5 Stelle San Martino in Rio on February 16th, 2012

Il tema della trasparenza, allinterno delle istituzioni pubbliche, uno dei cardini del Movimento 5 Stelle. Sin dal suo insediamento, a giugno, allinterno del consiglio comunale il Movimento 5 Stelle di San Martino in Rio, per voce del consigliere Alessandro Bussetti, ha evidenziato questaspetto, tant che una delle prime mozioni fatte in consiglio comunale riguardava la possibilit di trasmettere in diretta audio/video, le sessioni di lavoro del consiglio (http://www.sanmartino5stelle.it/? s=diretta+audio). Taleiniziativa avrebbe permesso cosi ai cittadini del nostro comune, di poter entrare pi agevolmente nella stanzaovesidecidono tanta parte dei provvedimenti che influenzano la loro vita e poter controllare, lattivit dei propri amministratori pubblici, da sempre considerati, dal Movimento 5 Stelle, come dipendenti dei loro datori di lavoro, ovvero, i cittadini/contribuenti. Questa nostra proposta, gi adottata da molti comuni italiani, dal consiglio regionale dellEmilia Romagna (http:// assemblealegislativa.regione.emilia-romagna.it/), dal comune di Reggio Emilia ( http://www.municipio.re.it/retecivica/urp/ pes.nsf/web/CnsglCmnl?opendocument) e diversi altri comuni della nostra provincia, ha comunque, da subito, generato diffidenza e malumori nelle file della maggioranza e di parte dellopposizione.

Serata pubblica MoVimento 5 Stelle San Martino


Source: http://www.sanmartino5stelle.it/2012/02/13/serata-pubblicamovimento-5-stelle-san-martino-2/ By Alessandro Ronchi on February 16th, 2012

Marted 14 febbraio alle ore 21.00 si terr lincontro pubblico del MoVimento 5 Stelle di San Martino in Rio presso la ex Chiesa di San Rocco. I cittadini sono tutti invitati a partecipare, levento pubblico e, naturalmente, ad ingresso libero. Gli argomenti allordine del giorno sono i seguenti: Impianto Biogas a Gazzata Proposta PD per le commissioni Cassa e spese Varie ed eventuali

Per non farcadere nel nulla questa opportunit, proponemmo quindi la sola diretta audio delle sedute. Questa avrebberichiestoun investimento veramente esiguoed avrebbe comunque dato lapossibilit diiniziareunpercorso di apertura del consiglio comunalefornendo in ogni caso, unservizio che avrebbe espletato le funzioni di trasparenza e avrebbe dato la possibilit di valutare in corso dopera laffluenza e leventualit di investirci ulteriormente, nel caso di un utilizzo evidente dello stesso da parte dei cittadini/utenti. Raggiuntounaccordo in tal senso nella Conferenza Capigruppo si era deciso diripresentare la mozione presentata in luglio con lemodifichedel casodurante il Consiglio Comunale di gioved 9 febbraio. La mozione stata approvata dal Consiglio Comunale. A poche ore dallinizio del Consiglio Comunale, sul sitowebdel Comune si annunciavache in via sperimentale la seduta della sera stessa sarebbe stata trasmessa in diretta audio web, ovvero tramite il sito internet del Comune. Nei fattisi appresatale novitdurante la seduta del Consiglio, lasciandoci tutti meravigliatamente e positivamente sorpresi, ma anche un p delusi, in quanto avremmo voluto attrezzarci per testare anche noi il servizio. Collegandoci al sito web del comune, in ogni caso, oltre la notizia dellevento non era riportato nessun link o indirizzo al quale collegarsi per usufruire del servizio della diretta. In ogni caso, i cittadini del comune di San Martino in Rio che si identifica nel Movimento 5 Stelle, ritengono che, problemi tecnici a parte risolvibili dopo una iniziale fase di test, liniziativa della Giunta Comunale sia positiva e segua una direzione necessaria e dovuta e da noi ampiamente auspicata. Invitiamo pertanto lAmministrazione Comunale, in futuro, ad una comunicazione pi efficace alla cittadinanza in merito a tali iniziative, in modo da renderle pi efficaci e permetterne lutilizzo a quanti, per i pi svariati motivi, non possono presenziare alle sedute del Consiglio Comunale, ed in virt di una migliore ed efficace trasparenza nelloperativit delle istituzioni pubbliche ed in particolare dellAmministrazione Comunale.

DIRETTA AUDIO DEL CONSIGLIO COMUNALE


Source: http://www.sanmartino5stelle.it/2012/02/12/diretta-audio-delconsiglio-comunale/

February 16th, 2012


Ci riserviamo, per il futuro, di monitorare il servizio e di proporre, nel prosieguo delliniziativa, eventuali ulteriori migliorie e suggerimenti ci dovessero giungere da parte dei cittadini/utenti. Movimento 5 Stelle San Martino in Rio

Published by: M5SRENEWS

Domenica a PresaDiretta: Riccardo Iacona in Cemento


Source: http://campagnola5stelle.blogspot.com/2012/02/domenicapresadiretta-riccardo-iacona.html By Campagnola Emilia 5 Stelle on February 16th, 2012

Riccardo Iacona e la sua squadra di inviati tornano con la trasmissione di inchieste e reportage. Domenica 12 febbraio ore 21:30 RAI 3: Cemento In rete: www.presadiretta.rai.it Si parler della vergognosa colata di cemento che ha travolto Reggio Emilia negli ultimi 8 anni

riduzione degli sprechi; produzione di energia pulita; mobilit sostenibile (bici, car sharing, mezzi pubblici, andare a piedi); riduzione dei rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso, attenzione allo spreco di cibo). Testimonial speciali di questa giornata allinsegna del risparmio energetico saranno i sindaci di tutta Italia, che sperimenteranno sulla propria pelle che cosa significa fare economia sostenibile mettendo in atto il maggior numero possibile di comportamenti virtuosi. A questo scopo, gli ascoltatori sono invitati a diventare ambasciatori del risparmio energetico presso i propri amministratori, mettendosi per un giorno alle loro calcagna, documentando i loro sforzi con foto e video, in veste di badanti dellimpatto ambientale. Su www.caterpillar.rai.it, sar possibile segnalare la propria adesione e trovare tutti i materiali per diffondere liniziativa nei posti di lavoro, a scuola o nella propria citt. IL DECALOGO DI MILLUMINO DI MENO Buone abitudini per la giornata di Millumino di Meno (e anche dopo!) 1. spegnere le luci quando non servono 2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici 3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare laria 4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle lacqua ed evitare sempre che la fiamma sia pi ampia del fondo della pentola 5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre 6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria 7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne 8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni

Perch ancora cemento? Perch ancora nuove case, uffici, grattacieli, centri commerciali, appartamenti? Gru e betoniere girano a pieno ritmo anche se le costruzioni recenti sono vuote. Ma tutti questi nuovi edifici servono o serviranno? A chi? In CEMENTO Domenico Iannacone a Milano svela il patto fra grandi gruppi di potere attorno ai lavori per lEXPO: sono in arrivo 1 milione di metri quadri. Eppure a un passo da dove si costruir svettano vuoti i grattacieli fantasma del quartiere Stevenson. Che senso ha? Chi ci specula? E intanto per costruire serve la sabbia: si scava e si mangia altro territorio. E poi la vicenda di Ischia, lisola dellabusivismo: 1 casa non in regola ogni 2 abitanti. Come stato possibile? Cemento racconta tutti i retroscena della corruzione e delle complicit che hanno deturpato uno dei luoghi pi belli del Mediterraneo. Affaristi e politici si sono alleati per il nuovo Auditorium di Isernia i cui costi sono lievitati in una notte da 4,5 milioni di euro a 55: miracoli compiuti dalla cricca grazie anche allemergenza per le celebrazioni del 150 anniversario dellUnit dItalia. Non solo grandi citt e grandi interessi, la frenesia del cemento non risparmia quei piccoli centri dove la salvaguardia del territorio e del paesaggio dovrebbe essere un bene comune da difendere.

Millumino di meno 2012


Source: http://campagnola5stelle.blogspot.com/2012/02/millumino-dimeno-2012.html By Campagnola Emilia 5 Stelle on February 16th, 2012

9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni 10. utilizzare lautomobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Il 17 febbraio 2012 torna Millumino di meno. Protagonisti pi che mai di questedizione saranno i racconti della vita quotidiana di ciascuno: Caterpillar e CaterpillarAM invitano tutti a concentrare in unintera giornata tutte le azioni virtuose di razionalizzazione dei consumi, sperimentando in prima persona le buone pratiche di:

Guastalla a 5 Stelle: gioved 16 febbraio Riunione Aperta


Source: http://www.guastalla5stelle.org/2012/02/guastalla-a-5-stellegiovedi-16-febbraio-riunione-aperta/

February 16th, 2012


By Elisa Pizzi on February 16th, 2012

Published by: M5SRENEWS


Tra laltro, nellunico bilancio presente, risulta curioso che lassociazione abbia versato tutti i soldi ai collaboratori (nemmeno gli associaticollaboratore pu essere praticamente chiunque). E nemmeno un euro per beni di consumo (penne, stampanti, rimborsi chilometrici, o semplici telefonate)? Tutto il funzionamento dellassociazione e i suoi costi a chi vengono addebitati?! Ed altrettanto curioso come, lultima determina di erogazione di contributo (di 10.500 euro - num 618 del 2011) sia datata 31 dicembre 2011, ma sia comparsa sullalbo pretorio delle pubblicazioni municipali solo il 9 febbraio (immagine). stata 40 giorni sotto sale? Comunque, nei fatti questassociazione ha ormai percepito oltre 50.000 euro in tutto. Di questi, dallunico bilancio fornito, sappiamo solo che circa 10.500 nel 2010 sono andati ai collaboratori. Punto. Non chiediamo tanto. Solo di sapere come vengono spesi i soldi del comune, e se con questi soldi pubblici, gli associati vengono rimborsati con equit e senza discrezionalit. Non ci fermiamo qui. A questo punto nostra intenzione chiedere conto verbalmente in consiglio: 1) Perch alcuni atti previsti da convenzione (come i bilanci di previsione e le relazioni) manchino. 2) Perch sul bilancio 2010 non sia presente il numero di protocollo 3) Perch non possibile avere trasparenza su come le decine di migliaia di euro vengono spesi e riconosciuti ai collaboratori.

Giovedi 16 Febbraio 2012 ore 21.00 RIUNIONE APERTApresso il Centro Sociale 1 Maggio Guastalla (RE) (Mappa) Ricominciamo nel 2012 le nostre riunioni comunali aperte a tutti: ci troveremo giovedi 16 febbraio alle ore 21.00 al Centro sociale 1 Maggio di Guastalla. Ecco di seguito una scaletta di massima degli argomenti principali della riunione: Banchetti e serate informative Nuovi attivisti Progetti e Proposte future provinciali Proposte del MoVimento 5 Stelle regionale Situazione amministrativa a Guastalla Eventuali problemi da approfondire della nostra realt guastallese varie ed eventuali. Come sempre la riunione aperta a tutti, quindi se volete partecipare, portare contributi, idee, o dire semplicemente la vostra, venite, fatevi vedere, FATEVI SENTIRE! Indignarsi e basta non serve a niente abbiamo bisogno di attivisti come TE!!! - TI ASPETTIAMO!!!

Le rette scorRette delle scuole dinfanzia. Com andata a finire.


Source: http://www.guastalla5stelle.org/2012/02/le-rette-scorrette-dellescuole-dinfanzia-come-andata-a-finire/ By Davide Zanichelli on February 16th, 2012

Associazione SO.VA. Altri 10.500 euro e atti ricevuti (?)


Source: http://www.guastalla5stelle.org/2012/02/associazione-so-vaaltri-10-500-euro-e-atti-ricevuti/ By Davide Zanichelli on February 16th, 2012

Un mese fa, per vedere chiaro nellassociazione So.Va. (acronimo per Societ per la Valorizzazione turistica e culturale guastallese), presentammo il 10 Gennaio una richiesta daccesso agli atti al comune di Guastalla (testo in pdf). Il nostro obbiettivo era sapere comerano gestiti e organizzati i vari ragazzi che collaborano per questassociazione (capire se erano rimborsati in maniera equa e trasparente) e come spendeva i vari euro che il comune di Guastalla erogava (ormai hanno superato complessivamente i 50.000 euro). Esattamente 30 giorni dopo (30 il limite massimo di tempo da regolamento) arrivata la risposta. Su 10 punti richiesti la risposta arrivata solo per 4 di essi (potete trovarla qua zip). curioso come siano serviti 30 giorni per scrivere semplicemente una lettera di risposta da una facciata. La risposta infatti composta di: 1) Lettera riassuntiva del comune 2) Statuto dellassociazione 3) Bilancio consuntivo per cassa del 2010 (pag1 pag2) Purtroppo non sono presenti i bilanci preventivi per il 2010 e 2011 e nemmeno le relazioni accompagnatorie, che secondo larticolo 2 della convenzione col comune (del 74. del 2010), lassociazione doveva fornire allinizio di ogni anno solare. E nemmeno sullunico bilancio presentato presente il numero e data di protocollo che certifica che lassociazione ha depositato il documento con data certa in municipio.

A Settembre 2011 sollevammo la questione delle rette scorRette a Guastalla, in merito alle rette mensili per gli asili e le scuole materne comunali. Come potete vedere, da questimmagine (rette nidi 2011/12 Guastalla) le rette arrivavano fino a considerare oltre 18.000 di ISEE come la fascia di reddito pi alta. Questa suddivisione, cos comera per il 2011/12 era identica a quando entr in vigore, nel 2003 [Delibera 97 del 2003]. Solo che son passati 9 anni. Non il massimo dellequit: basta andare sul sito dell INPS e fare due tentativi con il simulatore, per vedere unISEE di 18.000 euro lo si raggiunge con una normale famiglia con stipendi poco oltre i 1.000 euro al mese, un figlio a carico e una casa di propriet. Insomma, non troviamo giusto che famiglie con un ISEE di 18.000 euro paghino la stessa cifra di quelle con un ISEE a 180.000 euro. Notiamo con piacere che, questanno, le rette delle scuole sono state adeguate. Mettiamo dunque a confronto la situazione prima e dopo, per gli asili dinfanzia. Rette Anno scolastico 2011/12 [Delibera di Giunta 3 del 20 Gennaio 2011] Rette Anno scolastico 2012/13 [Delibera di Giunta 7 del 25 Gennaio 2012]

February 16th, 2012

Published by: M5SRENEWS


- Iniziativa di legge popolare a voto popolare (come in Svizzera), passa in parlamento, dove pu essere accettata, rifiutata oppure generare una controproposta, ma poi viene votata dai cittadini). - Referendum confermativo (come in Svizzera). Tutte le leggi create dal parlamento, prima di entrare in vigore, possono essere poste a votazione popolare, previa raccolta delle firme necessarie. - Referendum obbligatori in alcune tipologie di leggi in cui i rappresentanti hanno un conflitto di interessi (es. finanziamento partiti, leggi elettorali) e sui trattati internazionali e sulle leggi urgenti. Oltre a questi si prevedono le seguenti ulteriori innovazioni: - Petizione con obbligo di risposta entro 3 mesi. - Iniziativa di legge popolare a voto parlamentare con obbligo di trattazione in parlamento in 12 mesi. Se ci non accade diviene referendum e va al voto popolare. - Nessun limite di materie referendabili (come in Svizzera), tutto ci che pu essere discusso dai rappresentanti, pu essere messo a referendum e votato dai cittadini.

Sono state introdotte 2 fasce di reddito, ed ora quella pi alta oltre 25.000 euro. Adeguata? O forse la solita montagna amministrativa che partorisce un topolino? Chiss. Altri comuni per, hanno graduatorie che arrivano ancora pi in alto. E quindi fanno pagare di pi ai pi ricchi, e meno, a chi ha ISEE pi bassi. Ad esempio Poviglio (immagine), che ha una classifica che arriva a 40.000 euro, o Gualtieri che arriva fino a 50.000 [fonte asbr.it]. E voi che ne pensate? Vanno bene ora? Potevano fare di pi per rendere le tariffe pi eque? Potevano approfittarne per ridurre le rette per le fasce ISEE pi deboli?

- Cittadini autenticatori (oltre alle figure previste oggi per legge). - Utilizzo di firme elettroniche (come per la Iniziativa dei Cittadini Europei). - Obbligo di introduzione di strumenti di democrazia diretta a livello locale senza quorum. - Possibilit da parte dei cittadini di modificare la costituzione (come in Svizzera dal 1891). La realizzazione di questa proposta di legge stato un lungo ed appassionante percorso durato da giugno 2011 fino a sabato 11 febbraio 2012, fatto di incontri dal vivo e di riunioni su internet. Questo testo finale il risultato condiviso da un gruppo di persone provenienti da varie parti dItalia, appassionate ed esperte di democrazia diretta e impegnate da tempo su questo tema. Qui si trova il testo completo della proposta di legge che depositeremo: http://www.paolomichelotto.it/blog/wp-content/ uploads/2012/02/testo-finale-3-iniziativa-quorum-zero-e-pi %C3%B9-democrazia.pdf Questo il blog di riferimento: www.quorumzeropiudemocrazia.it Per approfondire gli argomenti consigliamo il libro: Vivere meglio con pi democrazia http://www.paolomichelotto.it/blog/wp-content/plugins/ download-monitor/download.php?id=50 Per maggiori dettagli si invita a contattare i seguenti portavoce per liniziativa:

Depositata a Roma iniziativa Quorum Zero e Pi Democrazia


Source: http://www.guastalla5stelle.org/2012/02/depositata-a-roma-iniziativaquorum-zero-e-piu-democrazia/ By Elisa Pizzi on February 16th, 2012

Nella mattinata di oggi il Comitato Quorum Zero e Pi Democrazia, ha depositato la proposta di Legge costituzionale di iniziativa popolare Quorum zero e pi democrazia presso la cancelleria della corte di cassazione di Roma. 18 cittadini lhanno depositata materialmente tra i quali 8 come rappresentanti portavoce del MoVimento 5 Stelle. Questa proposta di legge ha lobiettivo di modificare alcuni articoli della Costituzione Italiana per migliorare lutilizzo degli strumenti di democrazia diretta gi esistenti e introdurne di nuovi in Italia, ma utilizzati da pi di un secolo in altri paesi del mondo come la Svizzera e la California. Il nostro obiettivo quello di migliorare il funzionamento della democrazia italiana affiancando alla democrazia rappresentativa attuale, strumenti che diano la possibilit ai cittadini di far sentire la loro voce e di prendere decisioni che riguardano la cosa pubblica. I punti qualificanti della proposta di legge sono i seguenti: - Quorum zero in tutti i referendum. - Revoca degli eletti, che previa raccolta di un numero elevato di firme, possono essere sottoposti a votazione di revoca del mandato (come in California, Svizzera, Venezuela, Bolivia). - Indennit dei parlamentari stabilita dai cittadini al momento del voto. - Referendum propositivo (come in California)

- Paolo Michelotto 3470907427 - Dario Rinco 347 7105518 - Gianni Ceri 333 4652270 - Enrico Pistelli 3283584799 Invitiamo tutti i sostenitori della democrazia ad inviare ai loro contatti ed amici questa informazione. Ecco la lista dei 18 cittadini che hanno depositato lIniziativa Quorum Zero e Pi Democrazia. Annamaria Macrip Partecipazione Vicenza Coordinatrice Pi Democrazia e

Dario Rinco Presidente Pi Democrazia a Sesto San Giovanni (MI) Paolo Michelotto Coordinatore Pi Democrazia a Rovereto (TN) e autore del libro Democrazia dei Cittadini Danilo Mezgec membro M5S Friuli Venezia Giulia Gianni Ceri membro M5S Trentino Matteo Rigotti membro M5S Trentino Enrico Pistelli Consigliere Comunale Indipendente Albignasego (PD) Emanuele Sarto membro M5S Padova Fabio Zancan membro Pi Democrazia e Partecipazione Vicenza e iscritto PD Vicenza Sergio Casagrande Albignasego (PD)

February 16th, 2012


Aldo Saudelli membro Comitato Cittadino Democrazia Diretta Giuseppe Strano Coordinatore Democratici Diretti Sergio Mazzanti membro Rete dei Cittadini Domenico Monardo organizer M5S Collegno (TO) Laura Castelli membro M5S Piemonte Enrico Mengotti membro M5S Trieste Kara De Riz membro M5S Trieste Alessandro Lunetta Presidente Rete dei Cittadini (RM)

Published by: M5SRENEWS


gratis. Per esso sono gi stati spesi27.000 euro da parte del municipio (erogati ad affidamento diretto). Quello per: .assicurare i massimi livelli di compatibilit e di coerenza formale delle colorazioni e dei rapporti cromatici negli interventi edilizi Bene, dopo la prima seduta di commissione, del 29 Dicembre ecco una nuova convocazione per una nuova seduta di commissione. Non sappiamo nulla di pi di quanto scritto sulla convocazione: assieme ad essa non arrivata alcuna documentazione (?!). Pertanto nella serata del 10 Febbraio abbiamo provveduto a richiedere la documentazione, nel caso essa sia presente. Ma speriamo almeno che il Piano esista, dato che esso dovr essere presentato!!!

EverGREEN il semaforo di San Giacomo. Dopo 2 mesi, 750 per cambiar la centralina
Source: http://www.guastalla5stelle.org/2012/02/sempreverde-il-semaforo-disan-giacomo-dopo-2-mesi-750-e-per-cambiar-la-centralina/ By Davide Zanichelli on February 16th, 2012

Un mese di mobilitazione per dire NO ai caccia F35


Source: http://www.guastalla5stelle.org/2012/02/un-mese-di-mobilitazione-perdire-no-ai-caccia-f-35/ By Olivia Ardioli on February 16th, 2012

Tipicamente in prossimit delle rotonde, gli attraversamenti pedonali sono semafori arancioni lampeggianti. Badateci. Cambiano colore poi alla chiamata del pedone. A San Giacomo di Guastalla no. La rotonda nuova aveva un bel semaforo (sempre a chiamata per i pedoni) normalmente sempre verde per gli automobilisti. Non arancione. da due mesi che cos (permettete la battuta abbiam capito che il verde un colore che piace alla giunta!!!). Comunque lamministrazione s accorta dopo 2 mesi che la cosa un po strana (si ravvisata la necessit di modificare il semaforo installato per consentire lattraversamento pedonale in sicurezza, modificando la modalit di segnalazione visiva: da verde a lampeggio), ed ora, con una determina del 2 Febbraio, ha disposto di cambiare la centralina del semaforo. Gratis? No. 750 euro. Intanto paga pantaln. E voi, che ne pensate? Disattenzione ammissibile, o dovevano badarci prima? ***Aggiornamento**** Ricordiamo che, in merito al semaforo pedonale depositammo uninterrogazione a risposta scritta il 15 Ottobre. Il 18 Ottobre il vicesindaco Iafrate rispose ai giornali (immagine): la sicurezza dei pedoni e dei ciclisti una nostra priorit. maybe a FAIL? Come persone, cittadini e come Lista Civica, approviamo questa iniziativa e apprezziamo e condividiamo completamente la mozione presentata dal Consigliere Comunale il 10 Febbraio al fine di cercare di coinvolgere anche il Consiglio Comunale di Guastalla per un No ai cacciabombardieri F35! Dal 7 febbraio associazioni e gruppi locali si attiveranno a sostegno della campagna Taglia le ali alle armi promossa da Sbilanciamoci!, Tavola della Pace e Rete Italiana per il Disarmo con il sostegno di Unimondo, GrilloNews e Science for Peace per chiedere al nostro Governo di non procedere allacquisto di 131 caccia bombardieri Joint Strike Fighter F-35. Mentre con le due manovre economiche estive, per pareggiare i conti dello Stato, si chiedono forti sacrifici agli italiani con tagli agli enti locali, alla sanit, alle pensioni, allistruzione, il Governo mantiene lintenzione di procedere allacquisto di 131 cacciabombardieri dattacco F35 Joint Strike Fighter al costo di circa 20 miliardi di euro (15 per il solo acquisto e altri 5 in parte gi spesi per lo sviluppo e le strutture di assemblaggio). Gli stessi soldi stanziati per i caccia potrebbero essere impiegati in mille altri modi pi utili sia economicamente che socialmente: si potrebbero costruire 24mila asili nido pubblici, creando 200mila posti di lavoro, oppure mettere in sicurezza le oltre 13mila scuole italiane che non rispettano le norme antisismiche e quelle antincendio, garantire unindennit di disoccupazione di 700 euro per sei mesi ai lavoratori parasubordinati che perdono il posto di lavoro. Siamo convinti che in un momento di crisi economica per prima cosa siano da salvaguardare i diritti fondamentali dei cittadini, investendo i fondi pubblici per creare presupposti ad una crescita reale del Paese senza gettare i soldi in un inutile e costoso aereo da guerra. PER QUESTO CHIEDIAMO AL GOVERNO DI NON PROCEDERE ALLACQUISTO DEI 131 CACCIABOMBARDIERI F35 E DESTINARE I FONDI RISPARMIATI ALLA GARANZIA DEI DIRITTI DEI PIU DEBOLI ED ALLO SVILUPPO DEL PAESE investendo sulla societ, lambiente, il lavoro e la solidariet internazionale. Molti Enti Locali stanno approvando in questi giorni mozioni di appoggio alla Campagna. Ed anche la societ civile reggiana, ad oggi sono gi venticinque i soggetti sottoscrittori, si sta mobilitando per chiedere al Consiglio

Piano Colore. Commissione Territorio Gioved h 18:00. Senza documentazione.


Source: http://www.guastalla5stelle.org/2012/02/piano-colore-commissioneterritorio-giovedi-h-1800-senza-documentazione/ By Davide Zanichelli on February 16th, 2012

Prosegue liter delle commissioni sul Piano Colore di Guastalla. Quel famoso piano secondo per classificare e regolare la cromia degli edifici nelle varie zone del nostro comune. Piano che non

February 16th, 2012


Comunale di Reggio Emilia di deliberare la richiesta al Governo italiano di annullare lacquisto dei 131 cacciabombardieri F 35, azzerandone il programma, e destinare le risorse risparmiate alle spese sociali, educative, culturali e al rilancio del Servizio Civile Nazionale. Cio a investimenti di pace e di vera sicurezza. Le associazioni promotrici Sul sito Disarmo.org potrete reperire tutte le info e materiale sulliniziativa!

Published by: M5SRENEWS


Di pi, sarebbe un grave illecito l'istituzione di riserve fasulle perch servirebbe a ricomprendere in quella percentuale anche zone evidentemente inadatte ad ospitare fauna selvatica e, di conseguenza, a permettere l'attivit venatoria su una area pi vasta di quella consentita dalla legge. Si aggiunga che in questo modo il numero di licenze di caccia disponibili aumenta poich, tanto maggiore la superficie cacciabile, quante pi le licenze che possibile concedere. Essendo noto che i cacciatori costituiscono da sempre un bacino di voti consistente, ecco spiegato come mai anche il Comet diventato un rifugio per le starne. Forse non un caso se la sede provinciale del PD l'Assessorato Provinciale all'Agricoltura e la stessa ATC, oltre all'Unione Agricoltori di Ravenna, ricadano proprio all'interno di una di queste aree. Difficile credere ad un errore quando ogni giorno, prima di entrare in ufficio, qualsiasi funzionario o dipendente si trova davanti un cartello con la scritta "zona di rifugio - divieto di caccia" proprio in piena citt. Il voto dei cacciatori fa comodo a tutti, cos anche l'opposizione non da meno e, a quanto sappiamo, nessuno della Lega Nord ha mai segnalato nulla nonostante la loro sede si affacci proprio su queste aree tabellate. Che i nostri politicanti abbiano cercato di porsi al riparo dalla furia dei cittadini? Inutile dire che anche per loro, visto l'andazzo, l'istituzione di vivai e zone di ripopolamento per la specie si sia posta come questione di imperiosa urgenza... Il Movimento 5 Stelle Emilia-Romagna ha anche presentato un'interrogazione regionale per rivedere a scadenza annuale la ripartizione dei terreni secondo le caratteristiche di utilizzo reale che potete leggere qui: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/ Interr%20definizione_superficie_agrosilvopastorale_caccia.doc

Cibo per gli animali selvatici!


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/02/ cibo-per-gli-animali-selvatici.html By Giovanni Favia on February 16th, 2012

Lancio un appello alla Polizia Provinciale perch faccia un ultimo sforzo e dedichi un po' di energie per portare cibo agli animali selvatici nelle zone pi remote del nostro Appennino (ma anche in campagna ce n' bisogno). Le strade sono pulite, in citt l'emergenza passata. Ma in montagna la neve ancora molto alta, e le possibilit per gli animali di procacciarsi il cibo ridotte al lumicino. Abbiamo letto l'allarme lanciato dalle Guardie Ecologiche Volontarie. Da due settimane molti animali selvatici stanno resistendo attingendo alle riserve accumulate durante il lungo autunno, ma ora hanno bisogno di una mano. E' nostro dovere evitare che questa neve faccia anche strage di fauna, che costituiscono una ricchezza insostituibile del nostro territorio. ANDREA DEFRANCESCHI

Due pesi e due misure per la Variante di Valico


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/02/duepesi-e-due-misure-per-la-variante-di-valico.html By Giovanni Favia on February 16th, 2012

Zone di tutela faunistica... Per proteggere i politici!


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/02/ zone-di-tutela-faunistica-per-proteggere-i-politici.html By Giovanni Favia on February 16th, 2012

Su tutto il nostro territorio regionale avviene un fenomeno vergognoso, ci sarebbe da dire, se non che i suoi tratti ridicoli strappano una risata. Vengono individuate come aree di tutela faunistica, in cui cio la caccia proibita, zone industrializzate, centri commerciali, parcheggi e... Sedi di partito. Emblematico il caso di Ravenna. Sar capitato a molti di recarsi presso le Bassette e di imbattersi in beccacce e pernici a passeggio tra le officine, oppure di scorgere le orecchie di un leprotto dietro gli scaffali della Coop a far quietamente capolino tra i barattoli di pelati. Sono cose che capitano, qui a Ravenna. Deve essere per questo motivo che la Provincia di Ravenna e l'Ambito Territoriale di Caccia quando Libero Asioli era ancora Assessore (e Presidente di Federcaccia... guarda un po'), hanno dichiarato "vietati alla caccia" e "rifugio per gli animali selvatici" interi pezzi di citt, con cemento ed edifici. A fungere da preziose aree di ripopolamento, il Centro Commerciale ESP e buona parte dell'abitato di Borgo Montone, il Centro Iperbarico e l'immensa area asfaltata del Consar, la zona dal cinema Astoria alla coop Teodora con relativi parcheggi, l'intero insediamento dei capannoni alle Bassette, un quartiere tra viale Europa e via Antica Milizia, tutto l'abitato chiuso fra viale Randi, la Classicana e la Faentina, Cinema City compreso, una parte di Classe e quasi tutto Ponte Nuovo. Non bastasse, ci giungono segnalazioni anche per localit urbanizzate del forese come Savio, San Pietro in Campiano, San Michele, Godo... Un vero scandalo per cui abbiamo deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica. Lo sta preparando Pietro Vandini e il suo gruppo Consiliare e 5 Stelle di Ravenna. Ma perch una simile assurdit? Lo Stato obbliga le Province a vietare la caccia su almeno il 20% del territorio. Ci sorge il dubbio che preziose aree di tutela come quelle appena citate siano state inserite, spacciate per terreni agricoli, per raggiungere tale quota. Evidentemente, una forzatura.

Ulteriore conferma del fatto che ci sia un occhio di riguardo per Autostrade per l'Italia e i suoi scavi relativi alla Variante di Valico. Sono stati tolti i sigilli alla gigantesca Fresa Martina, che solo un paio di settimane fa aveva causato il grave ferimento di un operaio (cui stata poi amputata una gamba) ed era stata posta sotto sequestro. Che velocit! Pensare che all'Aeroporto Marconi di Bologna da ormai sette mesi le scale mobili sono sigillate, in conseguenza del ferimento di un uomo rimasto incastrato... Perch conferma? Beh, anche il fatto che il Prefetto Angelo Tranfaglia avesse dichiarato "molto rischiosa per l'incolumit" la nevicata degli scorsi giorni e non la frana di Ripoli ci pare quantomeno bizzarro... ANDREA DEFRANCESCHI

February 16th, 2012

Published by: M5SRENEWS


finanziato con denaro dei cittadini. Ancora pi tragicomica la situazione se si tiene presente che si danneggiano le aziende del territorio che producono lavoro ed occupazione a favore di aziende "passamano". Lo si pu definire un patrocinio abusivo. La nostra tesi avvalorata da un parere, in un caso analogo, datato giugno 2011, del Garante per la Concorrenza, l'attuale Ministro Antonio Catrical, e una circolare ministeriale (la Uce 000901 del 16 febbraio 2010) che definisce "non opportuno fornire adesioni e concedere patrocini a iniziative che abbiano, anche indirettamente, un fine lucrativo", ricadendo, infine, in una fattispecie prevista dal Regolamento CE n. 597/2009 del Consiglio dell'11 giugno 2009 relativo alla "Difesa contro le importazioni oggetto di sovvenzioni provenienti da paesi non membri della Comunit Europea. Con la sua iniziativa il nostro caro Assessore penalizza fortemente le realt emiliane che lavorano nel campo dell'illuminazione a led, con particolare riferimento a quelle specializzate nella sostituzione delle lampade votive. Queste aziende stanno gi perdendo commesse, e saranno costrette a ridurre il personale, se non a chiudere e per che cosa? Per finanziare una partita di giro di cui protagonista questa Gesco SrL, che non ha esperienza nel settore votivo e si limita a comprare e rivendere lampadine fatte in Cina. E' questa la maniera di difendere l'occupazione? Interveniamo prima che si apra una crisi occupazionale. Lo stravolgimento dei certificati bianchi I certificati bianchi sono nati per premiare il risparmio energetico. Purtroppo il loro nobile fine spesso travisato: i soldi pubblici e gli incentivi, come frequentemente accade, fanno gola agli "avvoltoi" che imbastiscono attivit al solo scopo di rastrellare i contributi. Il Movimento 5 Stelle favorevole da anni allo sostituzione dell'illuminazione votiva (e non solo) con la pi conveniente illuminazione a led. E' necessario per controllare che, come in questo caso, i contributi siano attribuiti correttamente. Sarebbe stato pi opportuno, ad esempio, che la regione coordinasse, attraverso intercenter, un acquisto complessivo di lampadine, consentendo quindi che il vantaggio economico dei certificati bianchi rimanesse nelle casse pubbliche. Oppure che si fosse selezionata una Esco attraverso un bando ad evidenza pubblica. Infatti l'inganno del progetto Votiva+ (cos ha denominato la Gesco questa sua iniziativa lucrativa) proprio nel fatto che i comuni, nel momento della firma del contratto per la fornitura di lampadine, cedano all'azienda i diritti ad incassare e rivendere i certificare bianchi. Milioni di Euro messi tutti insieme. In secondo luogo, crediamo che sarebbe opportuno "premiare" con questi certificati chi DAVVERO risparmia, misurando il consumo prima e dopo l'installazione cosa che in questo caso non avviene. Essendo poi che la contribuzione applicata ai "led votivi" consente, per Gesco srl, di ripagare anche quattro volte il costo della lampadina (0,2 centesimi di costo per lampadina contro l'oltre euro di certificato pubblico), c' il rischio che i prodotti vengano acquistati al solo scopo di intascare il contributo pubblico, senza poi procedere all'installazione. Ma quale certificato bianco consente di ripagare quattro volte un acquisto? Pensiamo ad esempio se con i certificati bianchi applicati ai frigoriferi in classe si ripagasse cinque volte il costo del frigorifero... Insomma Muzzarelli Bocciato in matematica, tutela del Made in Italy e libera concorrenza. * in risposta al suo simpatico titolo.

Dirigente AUSL, il poltronificio continua


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/02/ dirigente-ausl-il-poltronificio-continua.html By Giovanni Favia on February 16th, 2012

Il rinnovo dell'incarico a Francesco Ripa di Meana a capo dell'Ausl di Bologna sarebbe la conferma che queste cariche sono distribuite secondo una logica spartitoria. Non siamo per nulla convinti dalla strana tempistica del rinnovo al Direttore (vedi articolo sotto). Chiediamo al Presidente Vasco Errani che non firmi il decreto di nomina. D'altro canto dovrebbe essere lo stesso Ripa di Meana a tirarsi indietro: ha vinto un regolare concorso a Parma, pensando al suo futuro? Perfetto, il suo futuro, allora, nell'AUSL di Parma, da dipendente. Prenda il posto che ha meritato, non l'aspettativa. Il sospetto altrimenti che questo 'giochino' sia perfetto per dare a Ripa di Meana il noiosissimo posto fisso garantito...

Luci cimiteriali: Muzzarelli ha perso il "lume" della Regione*


Source: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/02/lucicimiteriali-muzzarelli-ha-perso-il-lume-della-regione.html By Giovanni Favia on February 16th, 2012

Concorrenza sleale. Ancora una volta, contro il Made in Italy... a spese dei cittadini italiani. Il caso di quelli spinosi: stiamo parlando di un intreccio fra lampade a led, cimiteri, certificati bianchi e patrocini abusivi. Siamo intervenuti, una volta venuti a conoscenza del caso, presentando una risoluzione in Regione. Parallelamente depositeremo un esposto alla Procura della Repubblica, uno alla Corte dei Conti ed uno all'Authority per la Concorrenza. I fatti La Regione Emilia-Romagna con la firma dell'Assessore Gian Carlo Muzzarelli ha inviato a tutti i comuni una circolare (http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/ emiliaromagna/REGIONE%20PEC%20VOTIVA%2B.pdf ) dove si invitano le amministrazioni ad aderire ad un progetto patrocinato dalla regione stessa, per le lampade votive dei cimiteri "gratuite" (in realt pagate con denaro dei cittadini, i famosi CERTIFICATI BIANCHI (http://it.wikipedia.org/wiki/ Certificato_bianco). Facendo direttamente pubblicit ad una azienda commerciale, la Gesco srl con sede in Toscana, di cui non siamo stati in grado di individuare stabilimenti produttivi sul territorio e nemmeno esperienza nel settore della produzione di lampade votive e pi in generale di lampade a led. L'unica cosa rintracciabile il sito dell'azienda, riconducibile ad un assessore PD di un comune toscano. Concorrenza sleale Troviamo scorretto, per non dire di pi, oltre che non legittimo sotto il profilo amministrativo, che la Regione privilegi attraverso un patrocinio un'azienda piuttosto che un'altra, invitando direttamente i Comuni ad aderire ad un progetto commerciale

Non abbiamo case, non abbiamo terreni, ma centinaia di forum.


February 16th, 2012