Sei sulla pagina 1di 137
TopoietiTopoieti Topoieti RegimeRegime didi equilibrioequilibrio (equazione(equazione didi ThiemThiem--DupuitDupuit))
TopoietiTopoieti Topoieti
RegimeRegime didi equilibrioequilibrio
(equazione(equazione didi ThiemThiem--DupuitDupuit))
TermTerm//pluvpluv Term/pluv. BolsenaBolsena Bolsena
RegimeRegime didi nonnon equilibrioequilibrio
CalcoloCalcolo deidei parametriparametri
delldell’’acquiferoacquifero S,TS,T concon ilil
metodometodo didi JacobJacob
(s(s // loglog 1010 t)t)
(equazione(equazione didi TheisTheis))
TrasimenoTrasimeno Trasimeno strumentistrumenti strumenti
RegimeRegime didi nonnon equilibrioequilibrio
RelazioneRelazione Relazione evapevap./lago./lago evap./lago
(equazione(equazione didi TheisTheis)) exeexe 22
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi
unun pozzopozzo ee curvecurve
caratteristichecaratteristiche
FotoFoto Foto
RegimeRegime didi nonnon equilibrioequilibrio
PrincipioPrincipio didi sovrapposizionesovrapposizione
EserciziEsercizi gradinigradini didi
portataportata
ExeExe Exe 1.21.2 1.2 (poligoni(poligoni (poligoni ThiessenThiessen)) Thiessen)
BarrieraBarriera potenzialepotenziale impostoimposto
BilancioBilancio Bilancio concon con neveneve neve
BarrieraBarriera aa flussoflusso nullonullo
PARTPART 11
EserciziEsercizi raggioraggio
dd’’influenza,einfluenza,e calcolocalcolo
depressionidepressioni aa diversidiversi
tempitempi
ExeExe 33
IntrusioniIntrusioni salinesaline
RegimeRegime didi nonnon equilibrioequilibrio
BarrieraBarriera potenzialepotenziale impostoimposto
BarrieraBarriera aa flussoflusso nullonullo
PARTPART 22
PermeabilitPermeabilitàà
equivalenteequivalente inin mezzimezzi
anisotropianisotropi EXE.EXE.
Esercizio barriera potenziale
imposto (metodo dei ∆∆∆∆ 1, ∆∆∆∆ 2 )
PrincipioPrincipio didi sovrapposizionesovrapposizione
ProvaProva aa gradinigradini
IndiceIndice argomentiargomenti
lezionilezioni
LezioniLezioni Lezioni idrogeologiaidrogeologia idrogeologia giovedigiovedi giovedi 01/02/0701/02/07 01/02/07
LezioniLezioni Lezioni idrogeologiaidrogeologia idrogeologia giovedigiovedi giovedi 01/02/0701/02/07 01/02/07 venerdivenerdi venerdi 02/02/0202/07/07 02/02/07
1.1.
1.
ESERCIZIOESERCIZIO ESERCIZIO BILANCIOBILANCIO BILANCIO LAGOLAGO LAGO
2.2.
2.
CenniCenni Cenni suisui sui modellimodelli modelli ?!?! ?!
3.3.
3.
PIOVOSITAPIOVOSITA’’ PIOVOSITA’ (strumenti(strumenti (strumenti didi di misura,misura, misura, funzionamentofunzionamento funzionamento deidei dei
pluviometripluviometri pluviometri rappresentazionerappresentazione rappresentazione delledelle delle misure,misure, misure, problemiproblemi problemi
relativerelative aa fenomenifenomeni discontinuidiscontinui…… ) )
relative a fenomeni discontinui…
)
4.4.
4.
PioggePiogge Piogge cumulatecumulate cumulate inin in unun un intervallointervallo intervallo didi di tempotempo tempo
5.5.
5.
CurveCurve Curve didi di possibilitpossibilitàà possibilità pluviometrica,pluviometrica, pluviometrica, ragguagliamentoragguagliamento ragguagliamento
delledelle delle piogge,piogge, piogge, metodimetodi…… metodi…
6.6.
6.
eserciziesercizi esercizi
LezioniLezioni Lezioni idrogeologiaidrogeologia idrogeologia giovedigiovedi giovedi 01/02/0701/02/07 01/02/07
LezioniLezioni Lezioni idrogeologiaidrogeologia idrogeologia giovedigiovedi giovedi 01/02/0701/02/07 01/02/07 venerdivenerdi venerdi 02/02/0202/07/07 02/02/07
1.1. 1.
EvaporazioneEvaporazione Evaporazione
2.2. 2.
Visentini,Visentini,PelmannPelmann…… Visentini,Pelmann….
3.3. 3.
VascheVasche Vasche evaporimetricheevaporimetriche evaporimetriche (evaporimetri(evaporimetri (evaporimetri standard,standard, standard,
problemiproblemi…… problemi…
4.4. 4.
TrasformazioneTrasformazione Trasformazione deidei dei datidati dati evaporimetricievaporimetrici…… evaporimetrici…
5.5. 5.
FormulaFormula Formula WaldaWalda Walda ee e suesue sue applicazioni,applicazioni, applicazioni, problemiproblemi problemi sistemasistema sistema
lagolago lago sistemasistema sistema evaporimetroevaporimetro evaporimetro
6.6. 6.
eserciziesercizi esercizi
LezioniLezioni Lezioni idrogeologiaidrogeologia idrogeologia giovedigiovedi giovedi 01/02/0701/02/07 01/02/07
LezioniLezioni Lezioni idrogeologiaidrogeologia idrogeologia giovedigiovedi giovedi 01/02/0701/02/07 01/02/07 venerdivenerdi venerdi 02/02/0202/07/07 02/02/07
1.1. 1.
EvapotraspirazioneEvapotraspirazione Evapotraspirazione
2.2. 2.
TurcTurc,, Turc, CutagneCutagne,, Cutagne, KellerKeller…… Keller…
dove dove
dove
sisi si applicano?applicano? applicano?
3.3. 3.
EsempiEsempi didi rappresentazionerappresentazione deidei datidati susu bacinibacini reali.reali
Esempi di rappresentazione dei dati su bacini
reali
4.4. 4.
ThorthwaiteThorthwaite Thorthwaite (sistema(sistema (sistema differentedifferente differente concon con ilil il suolo)suolo) suolo)
5.5. 5.
ApplicazioniApplicazioni Applicazioni susu su basebase base mensilemensile mensile
6.6. 6.
ModificaModifica Modifica didi di MatherMather Mather
7.7. 7.
BilancioBilancio Bilancio concon con neve,neve, neve, senzasenza senza neveneve neve
8.8. 8.
ModelloModello Modello numerico,numerico, numerico, concon con ripartizioneripartizione ripartizione deidei dei deflussideflussi deflussi ee e ddelel del
contributocontributo contributo dada da falda,falda, falda, concettoconcetto concetto didi di serbatoioserbatoio serbatoio acquiferacquiferoo acquifero
9.9. 9.
ApplicazioniApplicazioni Applicazioni alal al PC,PC, PC, eserciziesercizi…… esercizi…
valori altezze aree volumi rif 154 0 Bolsena ?? 175 17,05 Bolsena ?? 200 49,76
valori
altezze
aree
volumi
rif
154
0
Bolsena
??
175
17,05
Bolsena
??
200
49,76
Bolsena
??
LL 11
LL 22
225
66,04
Bolsena
??
250
74,84
Bolsena
??
275
83,87
Bolsena
??
300
107,34
Bolsena
??
305
113,55
Bolsena
??
310
119
Bolsena
??
Curva ipsografica
140
120
100
80
60
40
20
0
100
150
200
250
300
350
livelli m
area kmq
Sistema lago A 1 A + A 1 2 ∆ R = ⋅ ( L
Sistema lago
A 1
A
+
A
1
2
R
=
(
L
L
)
L 1 - L 2
1
2
2
A
2
Σ
Ingressi
− Σ
Uscite
= ±∆
R
Σ
Ingressi
=
(
P
S
)
+
(
I
S
)
+
(
P
S
)
S
=
S
S
b
b
b
s
s
b
tot
s
(
)
(
)
(
)
(
)
Σ
Uscite
=
ETR
S
+
Ev
S
+
V
+
V
b
s
e
pr
(
)
(
)
(
)
[(
P
S
+
I
S
+
P
S
-
ETR
S
)
+
(
Ev
S
)
+
(
(
)]
V
)
+
V
= ∆
R
b
b
b
s
s
b
s
e
pr
((
)
)
(
)
((
(
))
P
ETR
+
I
S
+
P
S
Ev
S
)
+
(
V
)
+
V
= ∆
R
b
b
s
s
s
e
pr
(
P
ETR
+
I
)
=
X
b
1
(
X
=
R
(
((
(
)))
P
S
)
+
Ev
S
)
+
(
V
)
+
V
s
s
s
e
pr
S
b
Σ Ingressi − Σ Uscite = ±∆ R ≅ 0 ( P ⋅ S )
Σ
Ingressi
− Σ
Uscite
= ±∆
R
≅ 0
(
P
S
)
+
(
I
S
)
(
ETR S
)
≅ 0
b
b
b
b
1
(
)
(
(
)
((
(
)))
P
ETR
+
I
=
⋅ ∆
R
P
S
+
Ev
S
)
+
(
V
)
+
V
b
s
s
s
e
pr
S
b
P
nota
b
ETR
nota
I =
X
+
ETR-Pb
I Bacino imbrifero
>
0
<
I Bacino imbrifero
=
0
=
Bacino idrogeologico
Bacino idrogeologico
I Bacino imbrifero
<
0
>
Bacino idrogeologico
Correlazione Viterbo-Bolsena 30,0 periodo 1948-1970 periodo 1980-2003 25,0 20,0 periodo 1948-1970 15,0 y = 0,9488x
Correlazione Viterbo-Bolsena
30,0
periodo 1948-1970
periodo 1980-2003
25,0
20,0
periodo 1948-1970
15,0
y = 0,9488x + 0,563
R 2 = 0,9783
err. std. = 0,91
10,0
periodo 1980-2003
5,0
y = 0,9645x - 2,1053
R 2 = 0,9704
err. std. = 1,11
0,0
-5
0
5
10
15
20
25
30
-5,0
Viterbo
Bolsena
Φ = 1.2 m
Φ = 1.2 m
Φ = 5.65 m
Φ = 5.65 m
ModellizzazioneModellizzazione deidei sistemisistemi lacustrilacustri delldell’’ItaliaItalia centrale:centrale:
ModellizzazioneModellizzazione deidei sistemisistemi lacustrilacustri delldell’’ItaliaItalia centrale:centrale: problemiproblemi apertiaperti eded applicazioniapplicazioni
StimaStima delldell’’evaporazioneevaporazione ((EvEv)) daldal lagolago eded evapotraspevapotrasp potenzialepotenziale daldal
bacinobacino imbriferoimbrifero ((EpEp))
Il modello ha bisogno di una stima iniziale dell’evaporazione…
… Allo stato attuale, in assenza di dati sperimentali, la stima di partenza e quella
proveniente da relazioni empiriche (Dragoni e Valigi 1994).
Problema:Problema:
Conseguenze:Conseguenze:
I valori forniti da tali equazioni non tengono
conto delle differenze tra sistema evaporimetro
e i sistemi lago e bacino (≠ capacita
d’immagazzinamento di calore, etc).
I valori risultano, in generale,
sovrastimati in estate e sottostimati
in inverno rispetto a quello che
realmente dovrebbe accadere.
SoluzioneSoluzione adottata:adottata:
∀mese :
C lago ( gennaio ), C lago ( febbraio ),…
EV = EV evaporimetro * C lago
12 coefficienti tra 0.7 e 1.1 (Moisello, 1999)
Funzione d’onda
C lago = f (c 1 , c 2 , c 3 , c 4 ) lago
la funzione d’onda permette di calibrare l’andamento dell’evaporazione
da evaporimetro nel corso dell’anno variandone ampiezza, fase e forma …
MassimoMassimo MelilloMelillo Venerdì 1 Dicembre 2006
Università degli studi di Perugia Dipartimento Scienze della Terra
ModellizzazioneModellizzazione deidei sistemisistemi lacustrilacustri delldell’’ItaliaItalia centrale:centrale:
ModellizzazioneModellizzazione deidei sistemisistemi lacustrilacustri delldell’’ItaliaItalia centrale:centrale: problemiproblemi apertiaperti eded applicazioniapplicazioni
StimaStima delldell’’evaporazioneevaporazione ((EvEv)) daldal lagolago eded evapotraspevapotrasp potenzialepotenziale daldal bacinobacino imbriferoimbrifero ((EpEp))
π
α
=
sen
(
   
×
"
mese
"
1
)
KL
L
C
= EVL
+(EVL
− EVL )×α
12
 
Lago
min
max
min
L
“mese” = indice del mese + Shift Lago
Effetto combinatoVariazioneVariazioneVariazionefase,didiampiezzadiforma,formafase
ampiezza
250
250
250
250
200
200
200
200
150
150
150
150
100
100
100
100
50
50
50
50
0
0
0
0
mesi
mesi
mesi
mesi
Curva evaporimetro
Curva
calibrata “LAGO” (bacino/lago)
MassimoMassimo MelilloMelillo Venerdì 1 Dicembre 2006
Università degli studi di Perugia Dipartimento Scienze della Terra
EV (mm)
EV (mm)
EV (mm)
EV (mm)
gennaio
gennaio
gennaio
gennaio
febbraio
febbraio
febbraio
febbraio
marzo
marzo
marzo
marzo
aprile
aprile
aprile
aprile
maggio
maggio
maggio
maggio
giugno
giugno
giugno
giugno
luglio
luglio
luglio
luglio
agosto
agosto
agosto
agosto
settembre
settembre
settembre
settembre
ottobre
ottobre
ottobre
ottobre
novembre
novembre
novembre
novembre
dicembre
dicembre
dicembre
dicembre
ModellizzazioneModellizzazione deidei sistemisistemi lacustrilacustri delldell’’ItaliaItalia centrale:centrale:
ModellizzazioneModellizzazione deidei sistemisistemi lacustrilacustri delldell’’ItaliaItalia centrale:centrale: problemiproblemi apertiaperti eded applicazioniapplicazioni
StimaStima delldell’’evaporazioneevaporazione ((EvEv)) daldal lagolago eded evapotraspevapotrasp potenzialepotenziale daldal bacinobacino imbriferoimbrifero ((EpEp))
EVEV calibratacalibrata = EVEV evaporimetroevaporimetro ** CC lagolago
Evaporazione lago EV
Evapotrasp. potenziale EP
2,000
2,000
250
250
1,800
1,800
200
200
1,600
1,600
150
150
1,400
1,400
1,200
1,200
100
100
1,000
1,000
50
50
0,800
0,800
0,600
0,600
0
0
Curva evaporimetro
Curva
calibrata “LAGO” (bacino/lago)
Coefficienti
MassimoMassimo MelilloMelillo Venerdì 1 Dicembre 2006
Università degli studi di Perugia Dipartimento Scienze della Terra
gennaio
gennaio
febbraio marzo aprile
febbraio
marzo aprile
Valore c (adi)
Valore c (adi)
maggio
maggio
giugno luglio
giugno luglio
agosto
agosto
settembre
settembre
ottobre
ottobre
novembre
novembre
dicembre
dicembre
EV (m m )
EV
(m m )
Ragguagliamento delle piogge metodo dei topoieti P 6 P 1 P 5 P P 4
Ragguagliamento delle piogge
metodo dei topoieti
P
6
P
1
P
5
P
P
4
2
P
3
Ricavare per via grafica i poligoni di Thiessen sul bacino, e calcolare le aree
ricavate per ciascuna stazione termo-pluviometrica.
Scala 1:25000
Ragguagliamento delle piogge metodo dei topoieti P 6 P 1 P 5 P P 4
Ragguagliamento delle piogge
metodo dei topoieti
P
6
P
1
P
5
P
P
4
2
P
3
1) Costruzione dei triangoli con vertici nei punti indicanti le stazioni pluviometriche
Ragguagliamento delle piogge metodo dei topoieti P 6 P 1 P 5 P P 4
Ragguagliamento delle piogge
metodo dei topoieti
P
6
P
1
P
5
P
P
4
2
P
3
2) costruzione delle mediane per ogni direttrice ottenuta
Ragguagliamento delle piogge metodo dei topoieti P 6 P 1 P 5 P P 4
Ragguagliamento delle piogge
metodo dei topoieti
P
6
P
1
P
5
P
P
4
2
P
3
3) prolungamento sulle linee di confine del bacino delle linee mediane
Ragguagliamento delle piogge metodo dei topoieti P 6 P 1 P 5 P P 4
Ragguagliamento delle piogge
metodo dei topoieti
P
6
P
1
P
5
P
P
4
2
P
3
4) determinazione dei circocentri dei triangoli…
Ragguagliamento delle piogge metodo dei topoieti P 6 P 1 P 5 P P 4
Ragguagliamento delle piogge
metodo dei topoieti
P
6
P
1
P
5
P
P
4
2
P
3
5) unione dei circocentri e determinazione dei poligoni di Thiessen
Ragguagliamento delle piogge metodo dei topoieti P 6 P 1 P 5 P P 4
Ragguagliamento delle piogge
metodo dei topoieti
P
6
P
1
P
5
P
P
4
2
6) calcolo delle aree dei poligoni con metodi geometrici
Bilancio modello di Thornthwaite con neve T>sogliaT>soglia neveneve >>>> bilanciobilancio
Bilancio modello di Thornthwaite con neve
T>sogliaT>soglia neveneve >>>> bilanciobilancio normalenormale consideriamoconsideriamo P,P, TT,, St,St, EtpEtp,, EtrEtr
Bilancio modello di Thornthwaite con neve T<T<=soglia=soglia neveneve >>>> bilanciobilancio
Bilancio modello di Thornthwaite con neve
T<T<=soglia=soglia neveneve >>>> bilanciobilancio concon neveneve P,P, T,T, St,St, EtpEtp,, EtrEtr,neve,neve
ScioglimentoScioglimento delladella neveneve neinei mesimesi concon T>T> sogliasoglia neveneve (0(0°°C;C; --11 °°C)C) altitudinealtitudine <1600<1600 mm
11°°mesemese 10%10% riserveriserve neveneve
22°°,3,3°°,, 44°°,, 55°°…… mesemese 50%50% tottot neveneve--(neve(neve 11°°mese+mese+ neveneve 22°°mesemese…… ) )
Bilancio modello di Thornthwaite con neve T<T<=soglia=soglia neveneve >>>> bilanciobilancio
Bilancio modello di Thornthwaite con neve
T<T<=soglia=soglia neveneve >>>> bilanciobilancio concon neveneve P,P, T,T, St,St, EtpEtp,, EtrEtr,neve,neve
ScioglimentoScioglimento delladella neveneve neinei mesimesi concon T>sogliaT>soglia neveneve (0(0°°C;C; --11 °°C)C) altitudinealtitudine >=1600>=1600 mm
11°°mesemese 10%10% riserveriserve neveneve
22°°mesemese 25%25% tottot neveneve--neveneve II°°mesemese
33°°,, 44°°,, 55°°…… mesemese 50%50% tottot neveneve--(neve(neve 11°°mese+mese+ neveneve 22°°mesemese…… ) )
ModellazioneModellazione matematicamatematica deglidegli idrogrammiidrogrammi sorgivisorgivi ••ModelliModelli
ModellazioneModellazione matematicamatematica deglidegli idrogrammiidrogrammi sorgivisorgivi
••ModelliModelli moltomolto aderentiaderenti allaalla realtrealtàà utiliutili perper lele applicazioniapplicazioni ancheanche sese concon unun
certocerto gradogrado didi approssimazione.approssimazione. ModellanoModellano ll’’interointero idrogrammaidrogramma didi magra,magra,
ossiaossia lala curvacurva didi svuotamentosvuotamento completa,completa, daldal piccopicco ddii massimamassima porportatatata QQ maxmax
alal puntopunto didi inversioneinversione delladella funzionefunzione q=fq=f(t),(t), quandoquando ll’’idrogrammaidrogramma èè didi nuovonuovo
influenzatoinfluenzato dalldall’’arrivoarrivo didi acqueacque didi neoinfiltrazione;neoinfiltrazione;
ModellazioneModellazione matematicamatematica deglidegli idrogrammiidrogrammi sorgivisorgivi ???? •Modelli molto
ModellazioneModellazione matematicamatematica deglidegli idrogrammiidrogrammi sorgivisorgivi
????
•Modelli molto macchinosi e progressivamente sempre più distanti dal
modello fisico, primi approcci (Galabov 1972), il quale propose
un’equazione dell’intera curva d’efflusso annuo, da un minimo al
minimo seguente.
ModellazioneModellazione matematicamatematica deglidegli idrogrammiidrogrammi sorgivisorgivi I modelli del primo gruppo
ModellazioneModellazione matematicamatematica deglidegli idrogrammiidrogrammi sorgivisorgivi
I modelli del primo gruppo sono quelli proposti da Bussinesq (1904) o più
comunemente chiamata in letteratura francese come formula di Tison, e da
Maillet (1911), successivamente ripresi e compresi in un solo contesto da
Drogue (1972)
ModellazioneModellazione iperbolicoiperbolico didi BussinesqBussinesq (formula(formula didi TisonTison)) L’espressione
ModellazioneModellazione iperbolicoiperbolico didi BussinesqBussinesq (formula(formula didi TisonTison))
L’espressione di Tison si riferisce allo svotamento di una falda libera a
substrato orizzontale e propone il modello:
Q
0
Q =
(1)
(
2
1 +
α
(
t
t
))
0
Nel quale Q (m 3 /s) è la portata al tempo t ≠≠≠≠ T 0 durante lo svuotamento del
serbatoio acquifero che alimenta la sorgente, Q 0 è la portata sorgiva al
tempo t 0 , αααα è un coefficiente che regge una legge di tipo iperbolico.
Questa espressione può essere scritta come:
Q
0
Q =
(2)
(
1
+ α
t
)
2
ModellazioneModellazione iperbolicoiperbolico didi BussinesqBussinesq (formula(formula didi TisonTison)) Q 0 Q = (2)
ModellazioneModellazione iperbolicoiperbolico didi BussinesqBussinesq (formula(formula didi TisonTison))
Q
0
Q =
(2)
(
2
1
+ α
t
)
Con la (2) è possibile svolgere una semplice procedura di calcolo:
Q
0
Q
=
(2.1)
(
1
+ α
t
)
Q
1
Q
0
=
(2.2)
=
1
+ α t
(2.3)
Q
(
1
+ α
t
)
Q
0
Q
EquazioneEquazione perper ilil calcolocalcolo deldel coefficientecoefficiente αααααααα
0
1
=α t
(2.4)
tramitetramite
regressioneregressione
linearelineare
didi
datidati
didi
Q
portataportata
ModellazioneModellazione iperbolicoiperbolico didi BussinesqBussinesq (formula(formula didi TisonTison)) Q 0 Q = (2)
ModellazioneModellazione iperbolicoiperbolico didi BussinesqBussinesq (formula(formula didi TisonTison))
Q
0
Q =
(2)
(
2
1
+ α
t
)
Integrando la (2) tra t=0 (inizio svuotamento) e ∞ possiamo scrivere:
Q
0
W
=
(2.5)
0
α
(
+ α
t
)
Q
1
t
t
t=t 0
t=∞
Q
Q
0
0
=
(2.6)
Q
W d
t
α
α
(
1 +
α
t
)
t
t=t 0
t
ModellazioneModellazione esponenzialeesponenziale (formula(formula didi MailletMaillet)) L’espressione di Maillet è
ModellazioneModellazione esponenzialeesponenziale (formula(formula didi MailletMaillet))
L’espressione di Maillet è molto usato per l’interpretazione delle curve
di svuotamento delle sorgenti
-
α
t
Q
= Q
⋅ e
(1)
0
Nel quale Q (m 3 /s) è la portata al tempo t ≠≠≠≠ T 0 durante lo svuotamento del
serbatoio acquifero che alimenta la sorgente, Q 0 è la portata sorgiva al
tempo t 0 , αααα è un coefficiente che regge una legge di tipo esponenziale.
Questa espressione può essere scritta come:
ln
Q =
ln
Q
− α
t
(1)
0
ln
Q
ln
Q = α
t
(1.1)
0
EquazioneEquazione perper ilil calcolocalcolo deldel coefficientecoefficiente αααααααα tramitetramite regressioneregressione
linearelineare didi datidati didi portataportata
ModellazioneModellazione esponenzialeesponenziale (formula(formula didi MailletMaillet)) - α t Q = Q ⋅ e (1) 0
ModellazioneModellazione esponenzialeesponenziale (formula(formula didi MailletMaillet))
-
α
t
Q
= Q
⋅ e
(1)
0
Integrando la (2) tra t=0 (inizio svuotamento) e ∞ possiamo scrivere:
Q
0
W
=
(1.2)
0
Q
α
t
t
t=t 0
t=∞
Q
Q
0
t
Q
W
=
(1.3)
t
d
α
t
t=t 0
t
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) Nel corso del
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6)
Nel corso del rilevamento è necessario eseguire misure preliminari e stime dei
deflussi, ossia degli output-sistema
Queste misure sono in molti casi l’unico modo diretto per valutare
elementi del bilancio di strutture in rocce fessurate e carsiche non
note.
?
Valutare le portate di piccoli o grandi corsi d’acqua non è facile, la
tendenza a credere nelle stime a occhio deve essere del tutto
scoraggiata ed evitata!!
QuestaQuesta strumentazionestrumentazione
Per questo motivo saranno sempre utili in campagna ““minimaleminimale”” queste permettepermette attrezzature:
unitamenteunitamente allall’’usouso didi unun GPSGPS
didi ottenereottenere unauna grandegrande molemole
didi informazioniinformazioni compresecomprese
quellequelle riguardantiriguardanti scarichiscarichi
potenzialmentepotenzialmente inquinanti,inquinanti,
rilascirilasci sulsul suolosuolo oo inin acqueacque
fluviali,fluviali, lacustrelacustre ee marine.marine.
ContenitoreContenitore graduato,graduato, cronometro,cronometro, pHmetropHmetro ee conducivimetroconducivimetro,, termometrotermometro
digitale,digitale, stramazzostramazzo portatileportatile inin legnolegno oo inin lamierilamierinono
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) Per valutare
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6)
Per valutare la portata di corsi d’acqua montani anche molto irregolari e
accidentati, sorgenti, canali artificiali possiamo utilizzare tra diversi metodi
quello messo a punto per l’U.S.G.S da Manning.
The Manning formula is an empirical formula for open channel flow, or flow driven by
gravity. It was developed by the Irish engineer Robert Manning(Ven Te Chow, 1959)
Where:
V - cross-sectional average velocity
1
2/3
1/ 2
(m/s)
V =
R
S
(1)
h
n
n - Manning coefficient of roughness
R h - hydraulic radius (m)
S - slope of pipe/channel (m/m adi)
A
=
(2)
R h
P
hh 22
LL
PP
hh 11
AA
A - cross sectional area of flow (m 2 )
P - wetted perimeter (m)
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) Per deflussi,
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6)
Per deflussi, la pendenza usata nell’equazione di Manning è la stessa pendenza del
pelo libero e può essere misurata scegliendo opportunamente un punto a monte
della sezione di misura ed un altro sulla sezione stessa.
hh hh hh 22
22
22
LL
LL
LL
PP
PP
hh
hh
h
- h
hh 11
11 11
AA
AA
1
2
S
=
(3)
L
La misura del perimetro bagnato P richiede una notevole importanza per la
definizione della grandezza R, e nel caso di stime di portate di piena, il
procedimento migliore è la costituzione di un profilo trasversale del corso d’acqua e
del piano esondabile fino al livello più alto raggiunto dalla piena, misurando poi il
perimetro bagnato di questa sezione.
LaLa misuramisura delladella portataportata sisi ottieneottiene moltiplicandomoltiplicando lala velocitvelocitàà calcolatacalcolata perper lala
sezionesezione AA misurata.misurata.
Manning's n Coefficients RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita
Manning's n Coefficients
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
Material
Manning n
Material
Manning n
Natural Streams
Excavated Earth Channels
Clean and
0.030
Clean
0.022
Straight
Major Rivers
0.035
Gravelly
0.025
Sluggish with
0.040
Weedy
0.030
Deep Pools
Stony, Cobbles
0.035
Metals
Floodplains
Brass( OTTONE)
0.011
Pasture, Farmland
0.035
Cast Iron (FE CO)
0.013
Light Brush
0.050
Smooth Steel
0.012
Heavy Brush
0.075
(ACCIAIO)
Corrugated
0.022
Trees
0.15
Metal
Non-Metals
Glass
0.010
Finished Concrete
0.012
Clay Tile
0.014
Unfinished Concrete
0.014
Brickwork
0.015
Gravel
0.029
Asphalt
0.016
Earth
0.025
Masonry
0.025
Planed Wood
0.012
Unplaned Wood
0.013
Corrugated Polyethylene (PE) with smooth inner walls a,b
0.009-0.015
Corrugated Polyethylene (PE) with corrugated inner walls c
0.018-0.025
Polyvinyl Chloride (PVC) with smooth inner walls d,e
0.009-0.011
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
sezionesezione circolarecircolare
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
sezionesezione trapeziatrapezia
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
sezionesezione rettangolarerettangolare
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
sezione circolare
d
teta
A
P
R
slope
n Manning
V m/s
y= 1,67
2
4,6
2,80
4,6
0,608
0,001
0,012
1,89
Q (m 3 /s)= 5,29
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
sezione trapezia
y
b
A
P
R
slope
n Manning
V m/s
0,748
3
2,80
5,12
0,548
0,001
0,012
1,76
z 1
z 2
T
1
1
4,50
Q (m 3 /s)= 4,95
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) ManningManning
sezione rettangolare
y
b
A
P
R
slope
n Manning
V m/s
0,56
5
2,80
6,12
0,458
0,001
0,012
1,56
Q (m 3 /s)= 4,38
http://www.lmnoeng.com/http://www.lmnoeng.com/water.htmwater.htm
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6)
RilevamentoRilevamento ee stimastima deidei deflussideflussi (rif.(rif. CivitaCivita cap.cap. 6.3.6)6.3.6) tracciantitraccianti chimicichimici
Le misure si basano sulla variazione di concentrazione subita da una soluzione
quando viene versata nell’alveo di un fiume nel quale circola con una portata
Q(m 3 /s) che rappresenta la nostra incognita.
Fluoresceina sodica
Nomi alternativi
sale sodico della fluoresceina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare
C 20 H 10 Na 2 O 5
Massa molecolare (uma)
376,28 g/mol
Aspetto
solido rosso-bruno
Numero CAS
518-47-8
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua
500 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione (K)
>633 (360°C)
Indicazioni di sicurezza
Le sostanze chimiche vanno manipolate con cautela.
Leggi il disclaimer
Progetto Chimica - Chemiobox
MisurazioniMisurazioni chimichechimiche aa regimeregime costantecostante tracciantitraccianti chimicichimici qq 11 CC 22
MisurazioniMisurazioni chimichechimiche aa regimeregime costantecostante tracciantitraccianti chimicichimici
qq 11 CC 22 >>0>>0
QQ 11
CC 00 ≅≅≅≅≅≅≅≅00
QQ 22 =Q=Q 11 +q+q
CC 00 <C<C 22 <<CC 11
SS 11
SS 22
Q ⋅C
+
q
C
=
Q
C
(1)
EQUAZIONEEQUAZIONE DIDI CONTINUITACONTINUITA’’
1
0
1
2
2
C
C
>>
C
1 C
− 2
1
2
Q
=
q
(1.1)
1
C
2 C
− 0
C
>>
C
2
0
C
1
Q
q
(2)
1
C
2
TracciantiTraccianti chimicichimici applicazioneapplicazione numericanumerica C 1 Q ≅ q ⋅ (2) 1 C 2 In
TracciantiTraccianti chimicichimici applicazioneapplicazione numericanumerica
C
1
Q ≅
q
(2)
1
C
2
In un alveo di fiume in cui si vuole calcolare la portata Q, viene versato un certo
volume di soluzione concentrata C 1 in cui è disciolto un certo peso P di sostanza
chimica. Il test viene prolungato per 10 min producendo una nube che si espande
mano mano che viene trasportata dall’acqua. Considerando che C 1 =250 g/l e che la
concentrazione finale C 2 =0.0003 g/l e supponendo che il valore di portata max
previsto è ≤ 250 m 3 /s, determinare:
La portata di immissione della soluzione tracciante (m 3 /s)
Il volume massimo di soluzione tracciante ( l ) , e la quantità (kg) di dicromato
sodico necessari per il test.
C
0.0003
2
3
q
Q
=
250
=
0.0003
m /s
0.3
l/s
C
250
1
V
=
0.3 ⋅ 10
60
=
180 ( )
l
(
l/s
s
)
P
=
V
C
=
180( ) 250(
l
g
/
l
)
=
45000
g
45
kg
1
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi UnUn mezzomezzo sisi
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi
UnUn mezzomezzo sisi definiscedefinisce omogeneo,omogeneo, quandoquando lele suesue propriepropriettàà sonosono costanticostanti inin
tuttitutti ii suoisuoi punti;punti; sese inveceinvece questequeste cambianocambiano ilil memezzozzo sisi dicedice eeterogeneo.terogeneo.
InIn terminitermini strettistretti tuttitutti ii mezzimezzi porosiporosi oo fratturatfratturatii sonosono eterogeterogeneienei perper loroloro
natura,natura, tuttaviatuttavia aiai finifini praticipratici interessanointeressano soltansoltantoto lele propriepropriettàà considerateconsiderate
medie.medie.
Pertanto,Pertanto, unun mezzomezzo didi perper sséé eterogeneoeterogeneo sisi puopuo considerareconsiderare
macroscopicamentemacroscopicamente omogeneo,omogeneo, sese lele proprietproprietàà mediemedie inin unun certocerto volumevolume didi
materialemateriale attornoattorno aa ciascunciascun puntopunto consideratoconsiderato nonnon vvarianoariano dada unun luogoluogo adad unun
altro.altro.
UnaUna formaforma assaiassai frequentefrequente didi eterogeneiteterogeneitàà èè quellaquella delladella
stratificazione,stratificazione, siasia essaessa continuacontinua cheche discontinuadiscontinua
k
<< k
//
UnUn mezzomezzo èè idraulicamenteidraulicamente isotropoisotropo quandoquando lele
suesue proprietproprietàà,, principalmenteprincipalmente k,k, nonnon dipendonodipendono
dalldall’’orientazione.orientazione. InIn mezzimezzi anisotropianisotropi lala
permeabilitpermeabilitàà ortogonaleortogonale allaalla stratificazionestratificazione èè
moltomolto pipiùù piccolapiccola didi quellaquella orizzontaleorizzontale
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi ImmaginiamoImmaginiamo didi
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi
ImmaginiamoImmaginiamo didi muovercimuoverci allall’’internointerno didi unun paccopacco didi stratistrati orizzontali.orizzontali. SiSi
possonopossono verificareverificare duedue casicasi
zz
k
> k
x
x
z
z
yy
k
< k
x
x
z
z
xx
>
k
(flusso orizzontal e)
k xx
zz
L
z
1
kk 11
z
kk 22
FacendoFacendo unauna provaprova didi pompaggiopompaggio susu unun
acquiferoacquifero aventeavente lele caratteristichecaratteristiche
delldell’’esempio,esempio, dalladalla relazionerelazione didi ThiemThiem--DupuitDupuit
2
z
Z tot
3
kk 33
z 4
kk 44
PossoPosso ottenereottenere ilil kk equivalenteequivalente KK eqeq cheche
““comprendecomprende”” inin qualchequalche modomodo ii valorivalori deidei
singolisingoli kk ee gligli spessorispessori deglidegli nn strati.strati.
zz ii =spessore=spessore stratostrato ii
Z=spessoreZ=spessore tottot
KK ii =permeabilit=permeabilitàà dellodello stratostrato
LL > k (flussoorizzontale) k xx zz z z 1 1 kk kk 11 11
LL
> k
(flussoorizzontale)
k xx
zz
z z
1 1
kk kk 11
11
z z
2 2
kk 22
kk 22
QuantoQuanto valevale kk eqeq ??????
Z Z
z z
tot
tot
3 3
kk 33
kk 33
z z
4 4
kk 44
kk 44
ImmaginoImmagino cheche ilil miomio acquiferoacquifero siasia confinato,confinato, ilil
flussoflusso siasia //// allaalla stratificazionestratificazione ee cheche ilil gradientegradiente II
siasia costantecostante perper tuttitutti gligli strati.strati. InIn questaquesta
situazionesituazione possoposso scrivere:scrivere:
q
=
k
I
z
1
1
1
q
=
k
I
z
n
n
2
2
2
Q
=
q
=
I
((
k
z
)
+
(
k
z
)
+
(
k
z
)
+
(
k
z
))
=
I
(
k
z ) (**)
q
=
k
I
z
tot
i
1
1
2
2
3
3
n
n
i
i
3
3
3
i =
1
i
= 1
n
q
=
k
I
z
Q
=k
⋅I⋅Z
(*)
n
n
n
tot
eq
tot
(
k
z
)
i
i
i
= 1
k
=
eq
n
tot
k
I
Z
=
I
(
k
z
)
eq
tot
i
i
Z
media ponderale
rispetto agli spessori
i = 1
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi zz ii =spessore=spessore
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi
zz ii =spessore=spessore
stratostrato ii
k
<
k
(flusso verticale)
xx
zz
Z=spessoreZ=spessore tottot
KK ii =permeabilit=permeabilitàà dellodello stratostrato
∆∆∆∆∆∆∆∆hh ii == gradientegradiente stratostrato ii
InIn questaquesta situazionesituazione lala qq èè
costantecostante perper ogniogni stratostrato (tanta(tanta
acquaacqua entraentra tantatanta nene esce)esce) mama
ogniogni stratostrato haha ilil suosuo potenzialepotenziale
z
∆∆∆∆h 1
1
kk 11
∆∆∆∆h 2
z
kk 22
2
∆∆∆∆H tot
Z tot
z
∆∆∆∆h 3
3
kk 33
∆ h
1
z
∆∆∆∆h 4
Q
=
k
4
kk 44
1
1
z
1
h
2
Q
=
k
2
2
z
2
∆ h
3
Q
=
k
DallDall’’analisianalisi delldell’’acquiferoacquifero sisi ricava:ricava:
3
3
z
z
3
i
∆ H
essendo
h
=
Q
tot
i
Q
=
k
(*)
k
eq
i
Z
tot
n
n
ovvero
z
h
i
h
=
Q
n
Q
=
k
i
Q
n
n
k
z
i
= ⋅
(**)
n
i =
1
i
=
1
H tot
Z tot
k eq
k < k (flusso verticale) xx zz z ∆∆∆∆h 1 1 kk 11 z ∆∆∆∆h
k
<
k
(flusso verticale)
xx
zz
z
∆∆∆∆h 1
1
kk 11
z
∆∆∆∆h 2
kk 22
2
∆∆∆∆H tot
∆ H
Z
∆∆∆∆h 3
tot
tot
z
kk 33
Q
=
k
(*)
3
eq
Z
tot
z
∆∆∆∆h 4
4
kk 44
ovvero
Q
H
= ⋅
Z
(**)
tot
tot
k
eq
n
z
Z
Q
i Q
tot
=
(**)
k
k
i eq
i = 1
Z
tot
DalDal puntopunto didi vistavista matematicomatematico unauna serieserie
k
=
eq
n
z
i
armonicaarmonica èè sempresempre pipiùù piccolapiccola didi unauna mediamedia
ponderaleponderale perper cuicui valorivalori didi kk eqeq //// >> kk eqeq
⊥⊥
k
i
i
= 1
media armonica
rispetto agli spessori
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi DalDal puntopunto didi vistavista
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi
DalDal puntopunto didi vistavista matematicomatematico unauna serieserie armonicaarmonica èè sempresempre pipiùù piccolapiccola didi
unauna mediamedia ponderaleponderale perper cuicui valorivalori didi kk eqeq //// >> kk eqeq
⊥⊥
dimostrazionedimostrazione
Z
z
tot
2
k
=
per k
0
→ ∞
per cui k
0
eq
2
eq
n
k
z
2
i
k
i
i
= 1
media armonica
rispetto agli spessori
basta un singolo strato con k più bassa
per far abbassare drammatica mente
il flusso
n
per k
0
per cui k
varia poco
2
eq
(
k
z
)
i
i
l'abbassamento generaledi k non è poi così grande
i
= 1
k
=
eq
Z
media ponderale
rispetto agli spessori
tot
InIn generalegenerale ilil flussoflusso ⊥⊥ allaalla startificazionestartificazione èè 1010--100100
voltevolte pipiùù piccolopiccolo didi quelloquello //// allaalla stratificazionestratificazione
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi EXE.EXE. UnUn materialemateriale
PermeabilitPermeabilitàà equivalenteequivalente inin mezzimezzi anisotropianisotropi EXE.EXE.
UnUn materialemateriale dispostodisposto orizzontalmenteorizzontalmente èè formatoformato dada 1010 strati,strati, concon lele seguentiseguenti
caratteristiche:caratteristiche:
Strato
Spessore(m)
Descrizione
K (m/giorno)
1
5
Limo sabbioso
0.001
2
2
Sabbia limosa
0.1
3
2
Ghiaia con sabbia
20
4
1
Ghiaia e argilla
1
5
0.5
Ghiaia media
3000
6
0.5
Sabbia e ghiaia
10
7
4
Sabbia e argilla
0.001
8
1
Ghiaia media
2000
9
3
Ghiaia argillosa
2
10
2
Sabbia limosa
0.1
DeterminareDeterminare lala permeabilitpermeabilitàà orizzontaleorizzontale ee verticaleverticale delldell’’insiemeinsieme didi strati:strati:
EsistonoEsistono equazioniequazioni cheche descrivonodescrivono ilil comportamentocomportamento ddii unun
EsistonoEsistono equazioniequazioni cheche descrivonodescrivono ilil comportamentocomportamento ddii unun acquifeacquiferoro
sottopostosottoposto aa pompaggiopompaggio inin regimeregime didi equilibrioequilibrio ((eqeq didi ThiemThiem--DupuitDupuit)) ee didi nonnon
equilibrioequilibrio ((eqeq didi TheisTheis).). SebbeneSebbene lele assunzioniassunzioni susu cuicui sisi basanobasano sianosiano
apparentementeapparentemente restrittive,restrittive, inin moltimolti casicasi lele condizicondizionioni deglidegli acacquiferiquiferi sonosono
assimilabiliassimilabili allealle condizionicondizioni teoricheteoriche ee lele equazioniequazioni inin questionquestionee possonopossono
essereessere utilizzateutilizzate nellanella praticapratica
NelNel casocaso didi R.E.R.E. lele perditeperdite didi caricocarico associateassociate alal pompaggiopompaggio dipendono,dipendono, oltreoltre chchee
dalladalla portata,portata, solosolo dalladalla trasmissivittrasmissivitàà (T)(T) delldell’’acquifero,acquifero, mentrementre nelnel casocaso deldel R.N.E.R.N.E.
gligli abbassamentiabbassamenti dipendonodipendono ancheanche daldal coefficientecoefficiente didi imimmagazzinmagazzinamentoamento (S),(S), cheche
perper gligli acquiferiacquiferi freaticifreatici coincidecoincide sostanzialmentesostanzialmente concon lala porosporosititàà efficace,efficace, ee cheche
varianovariano nelnel tempo.tempo.
LL’’equazioniequazioni didi ThiemThiem D.D. ee TheisTheis ,generalmente,non,generalmente,non vengonovengono utilizzateutilizzate perper
descriveredescrivere gligli abbassamentiabbassamenti piezompiezom inin funzionefunzione didi T,ST,S mama perper determinaredeterminare TT
eded S,S, notinoti gligli abbassamentiabbassamenti misuratimisurati inin campagna.campagna.
IlIl procedimentoprocedimento cheche permettepermette didi determinaredeterminare ii parametparametriri idrogeolidrogeologiciogici didi unun
acquiferoacquifero aa partirepartire daidai datidati didi campagnacampagna sianosiano essiessi relarelativitivi aa pproverove didi pompaggiopompaggio oo didi
altraaltra natura,natura, èè notonoto inin letteraturaletteratura comecome ““problemaproblema inversoinverso”” eded èè tipicotipico ancheanche nellanella
modellizzazionemodellizzazione idrogeologica.idrogeologica.
LaLa determinazionedeterminazione didi TT eded SS consenteconsente didi avereavere importimportantianti indicazindicazioniioni riguardoriguardo
alal comportamentocomportamento deglidegli acquiferiacquiferi inin determinatedeterminate concondizioni.dizioni.
RegimeRegime didi equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi ThiemThiem--DupuitDupuit NelNel casocaso didi proveprove
RegimeRegime didi equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi ThiemThiem--DupuitDupuit
NelNel casocaso didi proveprove didi pompaggiopompaggio eseguiteeseguite inin regimeregime didi eqequilibrio,uilibrio, lala soluzionesoluzione deldel
problemaproblema inversoinverso (ricavare(ricavare ciocioèè ii parametriparametri sisi riduceriduce allaalla determinazionedeterminazione deldel valorevalore
didi TT,, inin quantoquanto gligli abbassamentiabbassamenti nonnon dipendonodipendono daldal coefficicoefficienteente didi
immagazzinamentoimmagazzinamento
AcquiferiAcquiferi inin pressione:pressione: lala relazionerelazione tratra gligli abbassamentabbassamentii deldel popotenzialetenziale idraulicoidraulico
osservatiosservati inin unun A.P.A.P. susu duedue piezometripiezometri postiposti aa distanzadistanza rr 11 ee rr 22 dada unun pozzopozzo cheche cheche
pompapompa concon portataportata QQ èè::
2
π
(s
-s
)
1
2
Q
=
*
r
1
ln(
)
r
2
oo inin formaforma definitiva:definitiva:
Q
s
ln r
+
C
= 4 π T
DaDa questaquesta equazioneequazione sisi vedevede cheche ilil valorevalore didi ss
dipendedipende linearmentelinearmente daldal logaritmologaritmo naturalenaturale didi rr ;;
pertantopertanto ,nel,nel casocaso inin cuicui sonosono disponibilidisponibili ii datidati relatrelativiivi
aa pipiùù didi duedue piezometri,piezometri, ilil valorevalore didi TT puòpuò essereessere
determinatodeterminato semplicementesemplicemente daldal coeff.coeff. angolareangolare mm
delladella rettaretta deglidegli abbassamentiabbassamenti ss inin funzionefunzione didi lnln rr
Q
m
= 4 π T
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi TheisTheis ee semplificazionesemplificazione didi
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi TheisTheis ee semplificazionesemplificazione didi CooperCooper--JacobJacob
InIn regimeregime didi nonnon equilibrioequilibrio lala depressionedepressione indottaindotta aa distanzadistanza rr daldal pozzopozzo dada unun
pompaggiopompaggio aa portataportata costantecostante QQ dipende,dipende, oltreoltre cheche dalladalla trasmissivittrasmissivitàà TT
delldell’’acquifero,acquifero, ancheanche daldal coefficientecoefficiente didi immagazzinamentoimmagazzinamento SS ee daldal tempotempo tt
LL’’equazioneequazione cheche descrivedescrive ll’’andamentoandamento deglidegli abbassamentiabbassamenti piezpiez InIn funzionefunzione deldel
tempiotempio èè statastata derivataderivata dada TheisTheis(1935)(1935) eded èè::
Q
s =
⋅ W(u)
4
π
T
con
− u
2
e
r
S
W(u) =
du
e
u
=
u
4 ⋅
T
t
u
LL’’utilizzoutilizzo didi questaquesta equazioneequazione sisi basabasa sulsul fattofatto cheche inin condicondizionizioni ideali,ideali, lele curvecurve didi
W(u)W(u) inin funzionefunzione didi uu ee didi ss inin funzionefunzione didi rr 22 /s/s sonosono perfettamenteperfettamente sovrapponibilisovrapponibili
ll’’unauna allall’’altra.altra. II valorivalori didi W(u)W(u) inin funzionefunzione didi uu sonosono tabulatitabulati
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi TheisTheis ee semplificazionesemplificazione didi
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi TheisTheis ee semplificazionesemplificazione didi CooperCooper--JacobJacob
LL’’equazioneequazione didi TheisTheis scrittascritta nellanella suasua formaforma esplicita,esplicita, risolvendorisolvendo ll’’integrale,integrale, risulta:risulta:
2
3
Q
u
u
s =
(
0.577216
ln
u
+
u
(
)
+
(
)
* *
4
π
T
2
2!
3
3!
NelNel casocaso inin cuicui ii valorivalori didi uu risultinorisultino sufficientementesufficientemente piccolipiccoli (in(in praticapratica inferioriinferiori aa 0.020.02))
ii terminitermini delladella serieserie presentepresente nellnell’’equazioneequazione **** successivisuccessivi alal secondosecondo possonopossono essereessere
trascurati,trascurati, coscosìì cheche ll’’equazioneequazione diventa:diventa:
Q
s
=
(
0.577216
ln u)
* *
4
π
T
cheche puòpuò essereessere scritta:scritta:
2
Q
r
S
s =
ln 0.56146
ln
4
π
T
4 ⋅
T
t
AttraversoAttraverso semplicisemplici passaggipassaggi sisi ottieneottiene lala ******
cheche èè notanota comecome equazioneequazione didi CooperCooper Jacob.Jacob.
LaLa condizionecondizione perchperchèè taletale equazioneequazione siasia
validavalida èè cheche ilil valorevalore didi uu siasia piccolo,piccolo, ilil cheche sisi
verificaverifica comunquecomunque perper valorivalori sufficientementesufficientemente
altialti didi tt
Q
2.25 ⋅
T
t
s =
⋅ (ln
)
***
2
4
π T
r
S
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi TheisTheis ee semplificazionesemplificazione didi
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi TheisTheis ee semplificazionesemplificazione didi CooperCooper--JacobJacob
C o n fro n to
e q .T h e is / C o o p e r-J
0,60
0,50
0,40
0,30
0,20
osserviamoosserviamo cheche dopodopo
pochipochi minutiminuti
dalldall’’inizioinizio deldel
pompaggiopompaggio lele duedue
curvecurve sonosono
coincidenti.coincidenti. NeiNei primiprimi
minutiminuti inoltreinoltre lala curvacurva
CC--JJ forniscefornisce valorivalori
0,10
C
oope
r- J
aco
b
Theis
0,00
negativinegativi deglidegli
abbassamentiabbassamenti
piezometrici.piezometrici.
-0,10
t (s)
1
1 0
1 0 0
10 0 0
1 00 0 0
RiprendendoRiprendendo ll’’equazioneequazione ****** possiamopossiamo scrivere:scrivere:
Q
Q
2.25 ⋅ T
s =
ln
t +
ln
2
4
π T
4 π T
r
S
CheChe èè unauna relazionerelazione linearelineare didi ss
inin funzionefunzione didi lnln tt concon
coefficientecoefficiente angolareangolare mm paripari a:a:
Q
m
=
4 ⋅
π T
Q
2.25 ⋅ T
b =
ln
2
ConCon intercettaintercetta bb paripari a:a:
4 π T
r
S
s(m)
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi TheisTheis ee semplificazionesemplificazione didi
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equazioneequilibrio:equazione didi TheisTheis ee semplificazionesemplificazione didi CooperCooper--JacobJacob
Q
Q
2.25 ⋅ T
Q
2.25 ⋅ T
Q
s =
ln
t +
(ln
)
b =
⋅ ln
m =
2
2
4
π T
4 π T
r
S
4 π T
r
S
2
π T
ossia:ossia:
2.25 T
b
=
m
ln
r
2 ⋅
S
UnaUna voltavolta notonoto ilil coefficientecoefficiente angolareangolare mm delladella rettaretta ss//lnln tt èè possibilepossibile determinaredeterminare ilil
valorevalore didi TT cheche risulta:risulta:
Q
T =
4
π
m
EdEd unauna voltavolta notonoto ilil valorevalore didi TT sisi puòpuò calcolarecalcolare quelloquello didi SS,, cheche risulterrisulteràà paripari a:a:
2.25 ⋅ T
S =
2
b/m
r
e
Exe1.1:Exe1.1: LaLa tabellatabella riportariporta ii datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi
Exe1.1:Exe1.1:
LaLa tabellatabella riportariporta ii datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi pompaggiopompaggio eseeseguitaguita susu unun pozzopozzo
emungenteemungente IlIl raggioraggio deldel pozzopozzo èè didi 0.250.25 m,m, lala portataportata emunta,emunta, costantecostante perper tuttatutta
lala duratadurata delladella prova,prova, èè statastata didi 300300 l/min.l/min.
StimareStimare ii parametriparametri idrogeologiciidrogeologici delldell’’acquiferoacquifero (T,S).(T,S).
r (m)
Q( l/min)
0,25
300
t (s)
s(m)
1
0,48
2
0,49
5
0,54
10
0,64
30
0,79
60
0,89
90
0,94
180
1,04
360
1,13
540
1,19
720
1,23
1260
1,30
1440
1,32
1620
1,34
1800
1,35
1980
1,37
2160
1,38
2340
1,39
Exe1.1:Exe1.1: LaLa tabellatabella riportariporta ii datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi
Exe1.1:Exe1.1:
LaLa tabellatabella riportariporta ii datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi pompaggiopompaggio eseeseguitaguita susu unun pozzopozzo
emungenteemungente IlIl raggioraggio deldel pozzopozzo èè didi 0.250.25 m,m, lala portataportata emunta,emunta, costantecostante perper tuttatutta
lala duratadurata delladella prova,prova, èè statastata didi 300300 l/min.l/min.
StimareStimare ii parametriparametri idrogeologiciidrogeologici delldell’’acquiferoacquifero (T,S).(T,S).
1,60
r
S
T (m2/g)
T (m2/s)
Q(m3/s)
Q( l/min)
0,25
0,01
250
0,002894
0,005
300
1,40
1,20
t (s)
s(m)
u
w(u)
1
0,48
0,054
2,3948
1,00
2
0,49
0,027
3,0615
0,80
5
0,54
0,0108
10
0,64
0,0054
0,60
30
0,79
0,0018
0,40
60
0,89
0,0009
0,20
90
0,94
0,0006
180
1,04
0,0003
0,00
t
1
10
100
1000
10000
360
1,13
0,00015
540
1,19
0,0001
720
1,23
0,000075
Cooper-J.
1260
1,30
4,29E-05
y = 0,1375Ln(x) + 0,3222
R 2 = 1
1440
1,32
3,75E-05
1,60
1620
1,34
3,33E-05
1,40
1800
1,35
0,00003
1,20
1980
1,37
2,73E-05
1,00
2160
1,38
0,000025
0,80
2340
1,39
2,31E-05
0,60
0,40
0,20
0,00
1
10
100
1000
10000
t
s(m)
Exe2.LaExe2.La tabellatabella riportariporta ii datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi pompompaggiopaggio
Exe2.LaExe2.La tabellatabella riportariporta ii datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi pompompaggiopaggio esegueseguitaita susu unun
piezometropiezometro postoposto aa 2525 mm daldal pozzopozzo emungenteemungente LaLa portata,portata, costantecostante perper tuttatutta lala
duratadurata delladella prova,prova, èè statastata didi 960960 l/min.l/min.
StimareStimare ii parametriparametri idrogeologiciidrogeologici delldell’’acquiferoacquifero (T,S).(T,S).
RicostruireRicostruire ll’’andamentoandamento delledelle depressionidepressioni nelnel piezometropiezometro concon unauna portataportata didi
esercizioesercizio pipiùù altaalta deldel 75%75% didi quellaquella utilizzatautilizzata nellanella provaprova didi pompaggio.pompaggio. DireDire
inoltreinoltre qualequale èè statastata lala variazionevariazione percentuale,percentuale, nellenelle duedue prove,prove, delladella diffedifferenzarenza
didi depressionedepressione inin 5050 oreore aa partirepartire dada t=1000t=1000 ss
t (s)
s (m)
1
0,02
3
0,09
4
0,13
GraficoGrafico s,ts,t
5
0,17
EliminaElimina puntipunti
sospettisospetti nono CC--JJ
10
0,31
RegressioneRegressione
s;s; lnln tt
StimaStima didi S,TS,T
30
0,57
60
0,75
90
0,86
180
1,05
360
1,24
540
1,35
PerPer u<=0.02u<=0.02
applicaapplica eqeq CC--JJ
720
1,43
1000
1,52
1500
1,63
2000
1,71
PerPer u>0.02u>0.02
3000
1,82
CalcolaCalcola valorivalori didi uu
ee verificaverifica ll’’ipotesiipotesi
didi CC--JJ
4000
1,93
5000
1,96
8000
2,09
applicaapplica eqeq TheisTheis
calcolacalcola ilil valorevalore didi W(u)W(u) oo usausa
tabelletabelle
perper determinarlodeterminarlo
10000
2,15
LaLa tabellatabella riportariporta ii datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi pompaggiopompaggio
LaLa tabellatabella riportariporta ii datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi pompaggiopompaggio eseeseguitaguita susu unun
piezometropiezometro postoposto aa 2525 mm daldal pozzopozzo emungenteemungente LaLa portata,portata, costantecostante perper tuttatutta lala
duratadurata delladella prova,prova, èè statastata didi 960960 l/min.l/min.
StimareStimare ii parametriparametri idrogeologiciidrogeologici delldell’’acquiferoacquifero (T,S).(T,S).
RicostruireRicostruire ll’’andamentoandamento delledelle depressionidepressioni nelnel piezometropiezometro concon unauna portataportata didi
esercizioesercizio pipiùù altaalta deldel 75%75% didi quellaquella utilizzatautilizzata nellanella provaprova didi pompaggio.pompaggio. DireDire
inoltreinoltre qualequale èè statastata lala variazionevariazione percentuale,percentuale, nellenelle duedue prove,prove, delladella diffedifferenzarenza
didi depressionedepressione inin 5050 oreore aa partirepartire dada t=1000t=1000 ss
PerPer u>0.02u>0.02
t (s)
s (m)
1
0,02
3
0,09
4
0,13
5
0,17
10
CalcolaCalcola valorivalori didi uu
ee verificaverifica ll’’ipotesiipotesi
didi CC--JJ
applicaapplica eqeq TheisTheis
calcolacalcola ilil valorevalore didi W(u)W(u) oo usausa
tabelletabelle
perper determinarlodeterminarlo
0,31
30
0,57
60
0,75
90
0,86
180
1,05
PerPer u<=0.02u<=0.02
applicaapplica eqeq CC--JJ
360
1,24
540
1,35
∆∆s(Qs(Q 11 ))=s=s (t=4000)(t=4000)
–– ss (t=1000)(t=1000)
720
1,43
∆∆s(Qs(Q 22 ))=s=s (t=4000)(t=4000) –– ss
1000
1,52
(t=1000)(t=1000)
1500
1,63
2000
1,71
(
Q
)
−∆
(
Q
)
s
1
s
2
3000
1,82
s
%
=
100
CalcoloCalcolo ∆∆ss tratra t=1000t=1000 ss
Q
,
Q
1
2
4000
1,93
(
Q 1 )
s
5000
1,96
ee t=1000+(50t=1000+(50 ore=3000sore=3000s )=4000)=4000 ss
perper QQ 11 ee QQ 22
8000
2,09
10000
2,15
2,200 2,100 2,000 1,900 1,800 1,700 1,600 1,500 1,400 1,300 1,200 1,100 1,000 0,900 0,800
2,200
2,100
2,000
1,900
1,800
1,700
1,600
1,500
1,400
1,300
1,200
1,100
1,000
0,900
0,800
0,700
0,600
0,500
0,400
No Cooper
No
Cooper Jacob
Jacob
0,300
xx
0,200
xx xx
0,100
xx
xx
0,000
1
10
t (s)
100
1000
10000
Cooper
Cooper Jacob
Jacob
s(m)
2,200 2,100 2,000 1,900 1,800 y = 0,2736Ln(x) - 0,3685 1,700 1,600 R 2 =
2,200
2,100
2,000
1,900
1,800
y =
0,2736Ln(x)
- 0,3685
1,700
1,600
R 2
= 0,9997
1,500
1,400
Q
0.016
1,300
T =
=
=
4.
654E
− 3
1,200
4 ⋅
π
⋅ m
4
*
π
*0.2736
1,100
1,000
2.25
⋅ T
S =
6,442E - 05
0,900
2
b
/
m
r
e
0,800
0,700
0,600
0,500
0,400
0,300
0,200
0,100
0,000
1
10
t (s)
100
1000
10000
s(m)
r (m) S T (m 2 /g) T (m 2 /s) Q(m 3 /s) 25
r (m)
S
T (m 2 /g)
T (m 2 /s)
Q(m 3 /s)
25
6,7E-05
400
0,00463
0,028
t (s)
s(m)
s Theis
u
w(u)
t (s)
s(m)
1
0,017
2,26125
0,0343
1
0,017
3
0,163
0,75375
0,33783
3
0,163
4
0,235
0,565313
0,4879
4
0,235
5
0,299
0,45225
0,6221562
5
0,299
10
0,541
0,226125
1,12385
10
0,541
30
1,002
0,075375
2,0817349
30
1,002
60
1,318
0,037688
2,73823
60
1,318
90
1,507
0,025125
3,13261
90
1,507
180
1,830
1,835
0,012563
3,812346
180
1,830
360
2,163
2,165
0,006281
4,499242
360
2,163
540
2,358
2,360
0,004188
4,902619
540
2,358
720
2,497
2,498
0,003141
5,189256
720
2,497
1000
2,655
2,655
0,002261
5,516881
1000
2,655
1500
2,850
2,850
0,001508
5,921594
1500
2,850
2000
2,989
2,988
0,001131
6,208899
2000
2,989
3000
3,184
3,183
0,000754
6,613987
3000
3,184
4000
3,322
3,322
0,000565
6,901481
4000
3,322
5000
3,430
3,429
0,000452
7,124512
5000
3,430
8000
3,656
3,655
0,000283
7,594346
8000
3,656
10000
3,763
3,762
0,000226
7,817433
10000
3,763
QQ 11 =0.016=0.016 mm 33 /s/s QQ 22 =Q=Q 11 +0.75*Q+0.75*Q 11 =0.028m=0.028m 33 /s/s
QQ 11 =0.016=0.016 mm 33 /s/s
QQ 22 =Q=Q 11 +0.75*Q+0.75*Q 11 =0.028m=0.028m 33 /s/s
t (s)
s(m)
t (s)
s(m)
1
0,016
1
0,017
3
0,093
3
0,163
4
0,134
4
0,235
5
0,171
5
0,299
––
ss
∆∆s(Qs(Q 11 ))=s=s (t=4000)(t=4000)
(t=1000)(t=1000) =0.38=0.38
10
0,309
10
0,541
30
0,553
30
1,002
∆∆s(Qs(Q 22 ))=s=s (t=4000)(t=4000) –– ss
(t=1000)(t=1000) =0.66=0.66
60
0,743
60
1,318
90
0,855
90
1,507
(
Q
)
− ∆
(
Q
)
180
1,046
180
1,830
s
1
s
2
s
%
=
100
75%
Q
,
Q
360
1,236
360
2,163
1
2
(
Q 1 )
s
540
1,348
540
2,358
720
1,427
720
2,497
1000
1,517
1000
2,655
1500
1,629
1500
2,850
2000
1,708
2000
2,989
Q
3000
1,819
3000
3,184
s =
W(u)
4000
1,898
4000
3,322
4
π T
5000
1,960
5000
3,430
con
8000
2,089
8000
3,656
10000
2,150
10000
3,763
u
2
e
r
S
W(u) =
du
e
u
=
u
4 ⋅
T
t
u
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: principioprincipio didi sovrapposiziosovrapposizione.ne. InIn
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: principioprincipio didi sovrapposiziosovrapposizione.ne.
InIn idrogeologiaidrogeologia ilil principioprincipio didi sovrapposizionesovrapposizione descrivedescrive ilil compcomportamentoortamento deglidegli
acquiferiacquiferi nellenelle situazionisituazioni inin cuicui gligli effettieffetti deldel pompapompaggioggio didi ppiiùù pozzipozzi sisi
sovrappongono.sovrappongono.
s
=
s
(
P
,
Q
)
+ s
(
P
,
Q
)
+
tot
1
1
2
2
EssoEsso sisi applicaapplica ancheanche inin situazionisituazioni inin cui,cui, inin assenzaassenza didi pozzipozzi realireali,, ilil
comportamentocomportamento delldell’’acquiferoacquifero puòpuò essereessere ricondotto,ricondotto, concon qualchequalche artifiartificio,cio, aa
quelloquello cheche sisi avrebbeavrebbe nelnel casocaso didi pipiùù pozzipozzi inin emungimentoemungimento
PP 22
rr 22
PP 11
piezometropiezometro
rr 11
rr 33
PP 33
rr nn
PP nn
SupponiamoSupponiamo didi avereavere unun numeronumero nn didi pozzipozzi cheche pompanopompano contemporaneamente.contemporaneamente.
ConCon portateportate QQ 11 ,Q,Q 22 ,,……QQ nn ee distantidistanti rr 11 ,r,r 22 , ,
rr
nn dada unun piezometropiezometro susu cuicui vengonovengono effettuateeffettuate
lele misurazionimisurazioni
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: principioprincipio didi sovrapposiziosovrapposizione.ne. PP 22 rr 22 PP
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: principioprincipio didi sovrapposiziosovrapposizione.ne.
PP 22
rr 22
PP 11
piezometropiezometro
rr 11
rr 33
PP 33
rr nn
PP nn
Q
Q
Q
1
2
n
s =
⋅ W( u
(
)
+
⋅ W( u
(
)
+
+
⋅ W( u
(
)
1
2
n
4
π
T
4
π
T
4
π
T
2
2
2
r
S
r
S
r
S
1
2
n
u
=
u
=
u
=
1
2
n
4 ⋅
T
t
4 ⋅
T
t
4 ⋅
T
t
SecondoSecondo ilil principioprincipio didi sovrapposizione,sovrapposizione, nelnel casocaso iinn cuicui susu unun ffaldaalda
sonosono attiviattivi duedue oo pipiùù pozzipozzi didi captazione,captazione, gligli effettieffetti legatilegati
allall’’emungimentoemungimento susu ciascunciascun pozzopozzo sisi sommanosommano ll’’unouno concon ll’’altro.altro.
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: principioprincipio didi sovrapposiziosovrapposizione.ne. Secondo Cooper
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: principioprincipio didi sovrapposiziosovrapposizione.ne.
Secondo Cooper –Jacob naturalmente la depressione nel piezometro risulterebbe
invece pari a:
2.25 ⋅
T
t
Q
2.25 ⋅
T
t
Q
2.25 ⋅
T
t
2
n
s =
Q 1 ⋅ (ln
)
+
(ln
)
+
+
(ln
)
(1)
2
2
2
4 π T
r
S
4 π T
r
S
4 π T
r
S
1
2
n
I valori di portata nella (1) possono essere indifferentemente positivi o negativi. Ciò
significa che, nelle situazioni in cui ad un pozzo di estrazione se ne affianca unouno didi
ricarica,ricarica la tendenza all’abbassamento del livello piezometrico legata al pozzo di
captazione (segno +) èè contrastatacontrastata dalla tendenza all’innalzamento del livello legato
al pozzo di ricarica (segno -).
NaturalmenteNaturalmente ilil verificarsiverificarsi oo menomeno didi questaquesta condizicondizioneone dipendedipende ancheanche dalladalla
distanzadistanza deidei pozzipozzi daldal puntopunto didi letturalettura deldel livellolivello didi falda;falda; lele depressionidepressioni oo gligli
annalzamentiannalzamenti didi questquest’’ultimoultimo sonosono infattiinfatti inversamenteinversamente proporzionaliproporzionali alal vavalorelore didi
rr,, comecome èè evidenteevidente nellanella eqeq (1)(1)
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO NULLONULLO
Il principio di sovrapposizione trova utilizzo anche nell’analisi selle situazioni in cui gli
acquiferi nonnon possono essere considerati di estensioneestensione illimitata,illimitata, ma sono limitati a
causa della presenza di di barrierebarriere idrogeologiche:idrogeologiche:
PotenzialePotenziale impostoimposto
Per barrierebarriere aa potenzialepotenziale impostoimposto si intende
una qualsiasi struttura (lago,fiume acquifero
carsico, etc) che contenga e sia in grado di
fornire in tempi brevi una quantità di acqua
taletale cheche quellaquella estrattaestratta dada unun pozzopozzo sia,sia, neinei
confronticonfronti didi essaessa trascurabile.trascurabile.
LaLa presenzapresenza didi unauna barrierabarriera aa P.I.P.I. comportacomporta cheche lele
depressionidepressioni lettelette allall’’internointerno didi unun piezometropiezometro oo deldel
pozzopozzo tendanotendano adad essereessere inferioriinferiori rispettorispetto aa quellequelle
previstepreviste (questo è dovuto al fatto che la struttura
che costituisce la barriera cede acqua all’acquifero
2
senza risentirne dal punto di vista delle variazioni
Q
r
1
s =
ln r
del potenziale. da cui la definizione)Le variazioni
2
4
π
T
2
dei livelli dinamici della falda in questa situazione
equivalgono a quelle in presenza di un pozzo posta
dalla parte opposta e avente Q contraria.
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO NULLONULLO
Il principio di sovrapposizione trova utilizzo anche nell’analisi selle situazioni in cui gli
acquiferi nonnon possono essere considerati di estensioneestensione illimitata,illimitata, ma sono limitati a
causa della presenza di di barrierebarriere idrogeologiche:idrogeologiche:
FlussoFlusso nullonullo
Per barrierebarriere aa flussoflusso nullonullo si intende una
qualsiasi formazione geologica a bassa
permeabilità o cumunque che nonnon siasia in
grado di cedere acqua in tempi brevi, che
delimiti l’acquifero sottoposto a pompaggio.
In questi casi il pozzo immagine avravràà portataportata
positivapositiva anzichanzichéé negativa,negativa e le depressioni misurate
avrannoavranno valorivalori maggiorimaggiori rispetto a quelli previsti in
assenza di barriera.
PiezPiez PP 11 PP 22 2525 200200 Exe3.0:Exe3.0: II datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi
PiezPiez
PP 11
PP 22
2525
200200
Exe3.0:Exe3.0:
II datidati relativirelativi adad unauna provaprova didi pompaggiopompaggio eseguitaeseguita sulsul pozzo1pozzo1 (P(P 11 )) hannohanno
fornitofornito ii seguentiseguenti risultatirisultati sullasulla stimastima deidei parameparametritri idrogeoloidrogeologicigici
delldell’’acquifero:acquifero: T=0.3T=0.3 mm 22 /min,/min,S=5,5ES=5,5E--5.La5.La portataportata QQ 11 ee didi 0,020,02 mm 33 /s/s
ImmaginandoImmaginando metteremettere inin funzionefunzione unun altroaltro pozzopozzo concon lele stessestesse carcaratteristicheatteristiche
didi P1,P1, mama adad unauna portataportata didi didi QQ 22 =0,035=0,035 m3/s,m3/s, determinaredeterminare alal tempotempo
t=10,100,1000t=10,100,1000 min,min, ::
LaLa depressionedepressione nelnel pozzopozzo PP 11
LaLa depressionedepressione nelnel pozzopozzo PP 22
LaLa depressionedepressione indottaindotta daidai duedue pozzipozzi distantidistanti tratra lorloroo 200m,200m, inin unun piezometropiezometro
postoposto aa distanzadistanza 2525 metrimetri dada PP 11
AA portataportata QQ 11 =Q=Q 22 comecome possiamopossiamo esprimereesprimere ll’’equazioneequazione didi CC--JJ perper lala misuramisura
delladella depressionedepressione nelnel piezometro?piezometro?
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO NULLONULLO
problemaproblema inversoinverso calcolocalcolo delladella distanzadistanza pozzopozzo barribarrieraera
Spesso gli acquiferi sui quali vengono fatte prove di pompaggio non sono estesi
indefinitamente (il pozzo non può essere definito come puntiforme rispetto ad essi);
essi sono limitati da barriere P.I. o F.N.(la curva s/s/lnln tt presenta una variazione più o
meno evidente rispetto a C-J.
Il tempo in corrispondenza del quale si verifica la variazione di pendenza
corrisponde al tempo in cui ilil conocono didi depressionedepressione deldel pozzopozzo immaginarioimmaginario sisi
estendeestende finofino alal piezometropiezometro susu cuicui vengonovengono registrateregistrate lele mmisuraziisurazionioni deldel potenzialepotenziale
idraulico.idraulico
Potenziale imposto pendenza retta diminuisce (il(il livellolivello piezometricopiezometrico delladella faldafalda
tende,tende, perper tempitempi lunghi,lunghi, aa diventarediventare costantecostante
Flusso nullo pendenza retta aumenta
LaLa stimastima deldel valorevalore deidei parametriparametri idrogeologiciidrogeologici devdevee essereessere fattfattaa ovviamenteovviamente
sulsul trattotratto rettilineorettilineo cheche precedeprecede lala variazionevariazione didi ppendenzaendenza dovudovutata
allall’’interferenzainterferenza concon ilil pozzopozzo immaginario.immaginario. (valori sovra-sotto stimati)
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO NULLONULLO
problemaproblema inversoinverso calcolocalcolo delladella distanzadistanza pozzopozzo barribarrieraera
Il metodo più comunemente usato consiste nel prolungare le due rette che
rappresentano l’andamento delle depressioni in funzione del tempo prima e dopo che
il pozzo immagine influenzi i potenziali sul punto di lettura.
L’intersezione delle due rette
rappresenta appros. il tempo in cui il
raggio di influenza si è esteso fino al
punto di lettura; sfruttando il fatto
che il raggio di influenza al tempo tt
non è altro che la distanza per cui al
tempo tt lala depressionedepressione èè nullanulla
possiamo scrivere:
2,25 Tt
Q
2,25 Tt
Questa equazione si annulla
1=
s =
0
=
ln
4
π
T
r
2 S
r
2 S
quando l’argomento del lnln è uguale
ad 11…
2,25 Tt
r =
S
rr rappresenta la
distanza del
pozzo immagine
dal punto di
lettura
N.B.:N.B.: lala distanzadistanza tratra ilil puntopunto didi letturalettura eded
ilil pozzopozzo immagineimmagine nonnon coincidecoincide concon lala
distanzadistanza tratra ilil puntopunto didi letturalettura ee
barriera!!barriera!!
N.B.:N.B.: lala distanzadistanza tratra ilil puntopunto didi letturalettura eded ilil pozzopozzo immagineimmagine nonnon
N.B.:N.B.: lala distanzadistanza tratra ilil
puntopunto didi letturalettura eded ilil
pozzopozzo immagineimmagine nonnon
coincidecoincide concon lala
distanzadistanza tratra ilil puntopunto didi
letturalettura ee barriera!!barriera!!
NelNel casocaso inin cuicui ilil puntopunto didi letturalettura siasia ilil
pozzo,pozzo, lala distanzadistanza concon ilil pozzopozzo
immagineimmagine èè doppiadoppia rispettorispetto aa quellaquella
delladella barriera.barriera.
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO NULLONULLO
problemaproblema inversoinverso calcolocalcolo delladella distanzadistanza pozzopozzo barribarrieraera
Il metodo descritto è tanto semplice quanto impreciso e approssimativo
Esistono altri due metodi basati anch’essi sull’equazione di C-J
SappiamoSappiamo cheche lala depressionedepressione completacompleta cheche descrivedescrive
ll’’interferenzainterferenza tratra pozzopozzo ee pozzopozzo immagineimmagine éé
Q
2,25 Tt
Q
2,25 Tt
1
1
s =
ln
±
ln
2
2
4
π
T
r
S
4
π
T
r
S
1
2
ConCon rr 11 ee rr 22 cheche rappresentanorappresentano lala distanzadistanza daldal
piezometropiezometro deldel pozzopozzo ee deldel pozzopozzo immagine.immagine.
Q 2,25 Tt Q 2,25 Tt 1 1 s = ln ± ln 2 2
Q
2,25 Tt
Q
2,25 Tt
1
1
s =
ln
±
ln
2
2
4
π T
r
S
4
π T
r
S
1
2
ValutiamoValutiamo oraora lala
differenzadifferenza ∆∆ 11 sulsul
grafico.grafico.
Q
2,25 Tt
La differenza ∆∆ 11 che può essere tanto
1
=
ln
1
positiva quanto negativa,è la differenza
2
4
π T
r
S
2
tra l’abbassamento previsto (C-J) e
quello misurato realmente
Sul tratto di curva che precede la variazione di pendenza dovuta alla
presenza della barriera è possibile individuare un tempo tt 22 in
corrispondenza del quale si ha un abbassamento ∆∆ 22 tale che sia
∆∆ 11 ==∆∆ 22
L’abbassamento al tempo tt 22 può essere espresso come: Q 2,25 Tt 2 ∆ =
L’abbassamento
al tempo tt 22 può
essere espresso
come:
Q
2,25 Tt
2
=
ln
2
2
4
π
T
r
S
1
ed essendo
= ∆
1
2
semplificando otteniamo:
Q
2,25 Tt
Q
2,25 Tt
1
2
ln
=
ln
2
2
4
π
T
r
S
4
π
T
r
S
2
1
t
2
t
t
1
r 2 =
r
1
2
=
e quindi …
1
2
2
t
r
r
2
2
1
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: BARRIEREBARRIERE AA POTENZIALEPOTENZIALE IMPOSTOIMPOSTO OO AA FLUSSOFLUSSO NULLONULLO
problemaproblema inversoinverso calcolocalcolo delladella distanzadistanza pozzopozzo barribarrieraera
LaLa stessastessa dimostrazionedimostrazione sisi puòpuò farefare utilizzandoutilizzando TheisTheis ee quindiquindi sviluppandosviluppando tuttotutto inin
funzionefunzione duidui W(u).W(u).
NelNel casocaso inin cuicui lala barrierabarriera concon cuicui sisi haha cheche farefare èè aa potenzialepotenziale imposto,imposto, esisteesiste unun
metodometodo pipiùù immediatoimmediato eded altrettandoaltrettando precisopreciso cheche consenteconsente didi determinaredeterminare alal
distanzadistanza deldel pozzopozzo immagineimmagine daldal puntopunto didi lettura.lettura.
SeSe lala barrierabarriera èè aa potenzialepotenziale costantecostante infatti,infatti, lala depressionedepressione dopodopo unun cecertorto temtempopo
tendertenderàà aa stabilizzarsistabilizzarsi adad unun valorevalore ss 1.1. LaLa depressionedepressione indottaindotta èè,, ancheanche inin questoquesto
caso,caso, descrittadescritta da:da:
Q
2,25 Tt
Q
2,25 Tt
1
1
s
=
ln
ln
1
2
2
4 π T
r S
4 π T
r S
1
2
2
Q
r
2
s
=
ln
1
2
4
π T
r
1
cioè
T
s
1
2
Q
r
=
r
e
2
1
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: PrincipioPrincipio didi sovrapposizionesovrapposizione perper proveprove
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: PrincipioPrincipio didi sovrapposizionesovrapposizione perper proveprove aa gradinigradini ee risalitarisalita
dinamicadinamica deidei livellilivelli
IlIl principioprincipio didi sovrapposizionesovrapposizione trovatrova applicazione,nonapplicazione,non solsoloo nellnelloo
spaziospazio mama ancheanche nelnel tempo;tempo; applicazioniapplicazioni didi proveprove aa gradgradiniini
(caratteristiche(caratteristiche pozzo),pozzo), risalitarisalita dinamicadinamica deidei livellilivelli alal tterminerminee didi
unauna provaprova didi pompaggiopompaggio
Prova di pompaggio e risalita -5 Q s = W u ( ) 0 ≤
Prova di pompaggio e risalita
-5
Q
s =
W u
(
)
0 ≤ t ≤ t
-4
t
0
4 π T
-3
-2
-1
0
t
o
1
2340
2
3
4
5
0
500
1000
1500
2000
2500
3000
3500
4000
4500
5000
Tempo t
Cooper Jacob
Theis
Depressione s
Prova di pompaggio e risalita -5 -4 -3 Q Q -2 s = W u
Prova di pompaggio e risalita
-5
-4
-3
Q
Q
-2
s =
W u
(
)
+
W u
(
)
t> t
t
0
t +∆t
0
0
4 π T
4 π T
-1
0
t
o
1
2340
2
3
4
5
0
500
1000
1500
2000
2500
3000
3500
4000
4500
5000
Tempo t
Cooper Jacob
Theis
abbassamento dopo tf
Depressione s
Prova di pompaggio e risalita Q s = − W u ( ) t >
Prova di pompaggio e risalita
Q
s = −
W u
(
)
t > t
-5
t
0
4
π T
-4
-3
-2
-1
0
t
o
1
2340
2
Q
Q
s =
W u
(
)
+
W u
(
)
t> t
3
t
0
t +∆t
0
0
4 π T
4 π T
4
5
0
500
1000
1500
2000
2500
3000
3500
4000
4500
5000
Tempo t
Cooper Jacob
Theis
abbassamento dopo tf
risalita dopo tf
Depressione s
Prova di pompaggio e risalita -5 -4 -3 -2 -1 Q Q Q s =
Prova di pompaggio e risalita
-5
-4
-3
-2
-1
Q
Q
Q
s =
W u
(
)
+
W u
(
)
W u
(
)
t> t
0
t
0
t +∆t
0
t +∆t
0
0
4 π T
4 π T
4 π T
1
2
3
4
5
0
500
1000
1500
2000
2500
3000
3500
4000
4500
5000
Tempo t
tt 00
Cooper Jacob
Theis
abbassamento dopo tf
risalita dopo tf
sovrapposizione effetti
Depressione s
Prova di pompaggio e risalita -5 -4 -3 Q Q s = W u (
Prova di pompaggio e risalita
-5
-4
-3
Q
Q
s =
W u
(
)
W u
(
)
t> t
-2
t
t +∆t
0
0
4 π T
4 π T
-1
0
1
2
3
4
5
0
500
1000
1500
2000
2500
3000
3500
4000
4500
5000
Tempo t
tt 00
Cooper Jacob
Theis
abbassamento dopo tf
sovrapposizione effetti
Depressione s
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: PrincipioPrincipio didi sovrapposizionesovrapposizione perper proveprove
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: PrincipioPrincipio didi sovrapposizionesovrapposizione perper proveprove aa gradinigradini ee risalitarisalita
dinamicadinamica deidei livellilivelli
SupponiamoSupponiamo didi realizzarerealizzare unauna provaprova aa gradinigradini concon portatportatee QQ 11 ee QQ 22 ,,
indifferentementeindifferentemente crescenticrescenti oo decrescenti,decrescenti, ilil comportamentcomportamentoo delldell’’acquiferoacquifero inin questequeste
situazionisituazioni èè simulatosimulato supponendosupponendo cheche alal tempotempo tt f1f1 inin cuicui sisi passapassa dada unauna portataportata QQ 11
adad unauna portataportata QQ 22 vengonovengono azionateazionate duedue pompe,pompe, unauna concon portataportata --QQ 11 ee unauna concon
portataportata QQ 22 supponendosupponendo inoltreinoltre cheche ilil gradinogradino (con(con portataportata QQ 11 )) nonnon vengavenga interrottointerrotto……
s =
Q 1 W u
(
)
t < t
t
f
4 π T
-Q 1
Q 1
Q
Q
Q
1
1
2
s =
W
(
u
)
W
(
u
) +
W
(
u
)
t
t
tf
t
tf
4
π
T
4
π
T
4
π
T
Q 2
t
t
nell' esempio Q
<
Q
f
1
2
tf 1
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: CalcoloCalcolo deidei parametriparametri delldell’’acquiferoacquifero
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: CalcoloCalcolo deidei parametriparametri delldell’’acquiferoacquifero S,TS,T concon ilil
metodometodo didi JacobJacob (s(s // loglog 1010 t)t)
Il metodo si applica ai valori di depressione s rilevati al
piezometro (o a ciascuno dei piez. disponibili) durante il
pompaggio a portata costante. I dati vengono immessi in un
campo log-normale, con s in ordinate aritmetiche e t in
ascisse logaritmiche.
Cos’è un log-normale??
log
n
=
ln
n
log
e
10
10
la notazione
log
10 può essere
scritta
Log , omettendo
la base
Log
n
=
ln
n
Log
e
quindi…
Log n
ln n=
Log e
Utilizzando i dati rilevati (nell’esempio) a un piezometro posto a 25 m dal pozzo emungente
Utilizzando i dati rilevati (nell’esempio) a un
piezometro posto a 25 m dal pozzo emungente a
0.0139 m 3 /s si ottiene questo grafico…
Log n
ln n=
Log
e
Q
2,25 Tt
s =
ln
4
π T
r
2 S
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: CalcoloCalcolo deidei parametriparametri delldell’’acquiferoacquifero S,TS,T concon ilil metodometodo didi JacobJacob (s(s // loglog 1010 t)t)
EquazioneEquazione didi CC--JJ perper duedue tempitempi eded espressaespressa inin formaforma LogLog…… 2,3 Q 2,25
EquazioneEquazione didi CC--JJ perper duedue tempitempi
eded espressaespressa inin formaforma LogLog……
2,3 Q
2,25 Tt
1
s =
log
??????
4
π
2
T
r
S
2,25 Tt
Log n
n =
ln n=
2
!!!!!!
r
S
Log e
allora
log n
1
ln n =
=
log n
=
2.3 log
n
log e
0.4342
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: CalcoloCalcolo deidei parametriparametri delldell’’acquiferoacquifero S,TS,T concon ilil metodometodo didi JacobJacob (s(s // loglog 1010 t)t)
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: CalcoloCalcolo deidei parametriparametri delldell’’acquiferoacquifero
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: CalcoloCalcolo deidei parametriparametri
delldell’’acquiferoacquifero S,TS,T concon ilil metodometodo didi JacobJacob (s(s // loglog 1010 t)t)
2,3 Q
2,25 Tt
1
s
=
log
1
2
4
π
T
r
S
2,3 Q
2,25 Tt
2
s
=
log
2
4
π
2
T
r
S
SottraendoSottraendo membromembro aa membromembro……
2,3 Q
s
=
s
s
=
(log(
Ct
)
log(
Ct
))
2
1
2
1
4
π
T
2,25 T
con
C =
2
r
S
quindiquindi
SelezioniamoSelezioniamo unun ciclociclo logaritmicologaritmico didi tt (per(per
2,3 Q
t
2
esempioesempio 1010 ÷÷100100 ,, ee sostituendosostituendo nellanella **** alal
s
=
log(
)
**
4
π
postoposto didi tt 22 ee tt 11 concon tt 22 >t>t 11 abbiamo:abbiamo:
T
t
1
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: CalcoloCalcolo deidei parametriparametri delldell’’acquiferoacquifero
RegimeRegime didi nonnon equilibrio:equilibrio: CalcoloCalcolo deidei parametriparametri
delldell’’acquiferoacquifero S,TS,T concon ilil metodometodo didi JacobJacob (s(s // loglog 1010 t)t)
tt 00 =5,4=5,4 min=524min=524 ss
2,3 Q
t
2
s
=
log(
)
**
4
π
T
t
1
2,3 Q
100
2,3 Q
s
=
log(
)
=
log(10)
4
π
T
10
4
π
T
ma log(10)
=
1 da cui
2,3 Q
s
=
2,25 Tt
2,25 0,00145 324
0
S =
=
= 0.0017
4
π
T
2
r
625
ricaviamoricaviamo quindiquindi T:T:
2
2,3 Q
m
T
=
= 0.00145
(
esempio esercizio
)
4
π
s
s
IlIl calcolocalcolo didi SS inveceinvece parteparte dalladalla considerazioneconsiderazione cheche perper s=0s=0 ababbiamo:biamo:
2,3 Q
2,25 Tt
2,25 Tt
0
0
0 =
log(
)
= 1
verificataverificata solosolo per:per:
quindi:quindi:
2
2
4
π
T
r
S
r
S
10 3,55 dati sperimentali 20 3,72 30 3,82 40 3,88 50 3,95 60 4 80
10
3,55
dati sperimentali
20
3,72
30
3,82
40
3,88
50
3,95
60
4
80
4,09
100
4,14
120
4,18
150
4,22
250
4,35
350
4,44
500
4,5
valori di C-J
delta sp-CJ
600
4,55
inizio barriera (cambia r 2 nella regressione)
800
4,59
4,634151
0,04415141
1000
4,62
4,689089
0,06908935
1300
4,65
4,753683
0,10368343
s/ln(t)
1600
4,69
4,804804
0,11480424
2000
4,72
4,859742
0,13974219
2500
4,75
4,91468
0,16468013
5,00
3000
4,77
4,959568
0,1895677
4,80
4000
4,8
5,030395
0,23039502
5000
4,85
5,085333
0,23533296
4,60
4,40
4,20
4,00
3,80
3,60
3,40
3,20
3,00
10
100
1000
10000
temp (min)
s (m)
solo regressione tmax 600 y = 0,2462Ln(x) + 2,9884 R 2 = 0,9983 5,00 4,00
solo regressione tmax 600
y = 0,2462Ln(x) + 2,9884
R 2 = 0,9983
5,00
4,00
3,00
2,00
1,00
0,00
1
10
100
1000
tempo (min)
10
3,55
dati sperimentali
20
3,72
30
3,82
40
3,88
50
3,95
60
4
80
4,09
100
4,14
120
4,18
150
4,22
250
4,35
350
4,44
500
4,5
600
4,55
inizio barriera (cambia r 2 nella regressione)
s (m)
10 3,55 dati sperimentali 20 3,72 30 3,82 40 3,88 50 3,95 60 4 80
10
3,55
dati sperimentali
20
3,72
30
3,82
40
3,88
50
3,95
60
4
80
4,09
100
4,14
120
4,18
150
4,22
250
4,35
350
4,44
500
4,5
valori di C-J
delta sp-CJ
600
4,55
inizio barriera (cambia r 2 nella regressione)
800
4,59
4,634151
0,04415141
1000
4,62
4,689089
0,06908935
6
1300
4,65
4,753683
0,10368343
1600
4,69
4,804804
0,11480424
2000
4,72
4,859742
0,13974219
5
2500
4,75
4,91468
0,16468013
3000
4,77
4,959568
0,1895677
4000
4,8
5,030395
0,23039502
4
5000
4,85
5,085333
0,23533296
3
2
1
0
520??
0,00001
0,001
0,1
10
1000
tempo (min)
s (m)
0,00001 0,153918 0,000012 0,198805 0,000013 0,218512 raggio r 1 0,000014 0,236757 s=0,2462*LN(x) + 2,9884 t
0,00001
0,153918
0,000012
0,198805
0,000013
0,218512
raggio r 1
0,000014
0,236757
s=0,2462*LN(x) + 2,9884
t 1
t 2
0,000015
0,253743
0,3
5000
0,000014
0,00002
0,324571 0,2355=0,2462*LN(x) + 2,9884
distanza p-pi
distanza p_barriera
0,00003
0,424396
0,00004
0,495223 (0,2355-2,9884)/0,2462 =LN(x)
5669
2835
0,00005
0,550161
0,00006
0,595049 x=e^(0,2355-2,9884)/0,2462
0,00007
0,633001
0,00008
0,665876 0,000014
0,00009
0,694874
6
0,0001
0,720814
0,00011
0,74428
5
0,00012
0,765702
0,00013
0,785408
4
TT (min)(min)
ss (m)(m)
3
2
1
0
520??
0,00001
0,001
0,1
10
1000
tempo (min)
s (m)
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche InIn
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
InIn prossimitprossimitàà deidei pozzipozzi puòpuò accadereaccadere cheche ilil flussoflusso nonnon seguasegua pipiùù lala leggelegge
didi DarcyDarcy,, (perdite(perdite didi caricocarico siasia nellanella penetrazionepenetrazione delldell’’acquaacqua nelnel pozzopozzo
cheche nelnel suosuo movimentomovimento allall’’interno.interno.
Qui,Qui, ll’’abbassamentoabbassamento misuratomisurato nelnel pozzopozzo èè
maggioremaggiore didi quelloquello cheche teoricamenteteoricamente sisi
dovrebbedovrebbe osservare.osservare. QuestoQuesto incrementoincremento
crescecresce rapidamenterapidamente alal crescerecrescere delladella
portata.portata. ConoscendoConoscendo gligli abbassamentiabbassamenti aa
diversediverse QQ sisi puòpuò ricavarericavare lala curvacurva
caratteristicacaratteristica indispensabileindispensabile perper
determinare:determinare:
PORTATAPORTATA DIDI ESERCIZIOESERCIZIO
PORTATAPORTATA CRITICACRITICA
EFFICIENZAEFFICIENZA DELDEL POZZOPOZZO
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
LL’’abbassamentoabbassamento cheche sisi verificaverifica neinei pozzipozzi didi pompaggiopompaggio èè lala sommasomma didi
deglidegli abbassamentiabbassamenti dovutidovuti aa varievarie cause:cause:
PerditePerdite nellnell’’acquifero:acquifero:èè ll’’abbassamentoabbassamento
nelnel bordobordo esternoesterno deldel tubotubo necessarionecessario
affinchaffinchèè ll’’acquaacqua fluiscafluisca alal pozzopozzo inin regimeregime
laminarelaminare secondosecondo lala leggelegge didi DarcyDarcy ÈÈ
funzionefunzione deldel diametrodiametro deldel pozzopozzo ee elleelle
caratteristichecaratteristiche delldell’’acquifero.acquifero. InIn acquiferiacquiferi inin
pressionepressione èè direttdirett proporzproporz allaalla portataportata
s=BQs=BQ ((perditeperdite linearilineari))
PerditePerdite perper lala nonnon validitvaliditàà delladella leggelegge
didi DarcyDarcy SeSe nellenelle vicinanzevicinanze deldel pozzopozzo
ilil numeronumero didi ReynoldsReynolds superasupera ilil valorevalore
maxmax ammissibile,aammissibile,a causacausa delladella
maggioremaggiore velocitvelocitàà delldell’’acqua,acqua, sisi haha unun
sovrabbassamentosovrabbassamento proporz.allaproporz.alla
portataportata elevataelevata adad unauna certacerta potenzapotenza
((perditeperdite nonnon linearilineari))
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
……perditeperdite didi penetrazionepenetrazione nelnel pozzopozzo oo
effettoeffetto parete:perditaparete:perdita didi caricocarico nellenelle
apertureaperture delladella sezionesezione filtrantefiltrante
……perditeperdite ascensionaliascensionali nelnel pozzo.pozzo.
PerditaPerdita provocataprovocata daldal movimentomovimento
delldell’’acquaacqua dalladalla zonazona filtrantefiltrante allaalla
pompapompa
……perditeperdite didi ingressoingresso nellanella pompa.pompa.
PerditaPerdita didi caricocarico cheche ll’’acquaacqua subiscesubisce
allall’’ingressoingresso delladella pompa.pompa.
SecondoSecondo JacobJacob (1947,(1947, 1950)1950) (rivedete(rivedete lala
parteparte dovedove sisi dimostradimostra s=BQs=BQ)) lele perditeperdite nonnon
linearilineari sonosono quadratichequadratiche ee dunquedunque
ll’’equazioneequazione cheche reggeregge lala curvacurva
caratteristicacaratteristica deldel pozzopozzo diventa:diventa:
2
s =
BQ
+ CQ
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche JacobJacob
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
JacobJacob (1947,(1947, 1950)1950)
2
s =
BQ
+ CQ
TaleTale formulaformula èè moltomolto facilefacile dada utilizzareutilizzare mama nonnon sempresempre ilil valorevalore didi n=2n=2 èè
quelloquello pipiùù adatto.adatto.
SecondoSecondo RorabaughRorabaugh (1953)(1953) ll’’abbassamentoabbassamento inin unun pozzopozzo sisi puòpuò descriveredescrivere
generalizzandogeneralizzando ll’’equazioneequazione didi JacobJacob ee dunque:dunque:
n
s =
BQ
+ CQ
InIn cuicui BQBQ esprimeesprime ll’’abbassamentoabbassamento dovutodovuto aa perditeperdite didi caricocarico lineari.lineari. BB èè
definitodefinito coefficientecoefficiente didi perditaperdita didi circolazionecircolazione nenellalla formazionformazionee ee variavaria aa
secondaseconda deldel tempotempo didi pompaggio,pompaggio, ee CC èè ilil coefficientecoefficiente didi perditaperdita nelnel pozzopozzo eded
èè indipendenteindipendente daldal tempo.tempo.nn puòpuò valere1valere1 oo essereessere compresocompreso tratra 22 ee 33 (( inaina
lcunilcuni casicasi arrivaarriva ancheanche aa 3,53,5 ;Lennox,1960);Lennox,1960)
ComeCome sfruttiamosfruttiamo questequeste equazioni???equazioni???
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
OttenutiOttenuti ii valorivalori didi ss ee QQ procedoprocedo aa realizzarerealizzare lala curvacurva caratteristicacaratteristica riportandoriportando susu uunn
graficografico ll’’andamentoandamento delledelle depressionidepressioni aiai diversidiversi gradinigradini didi portportata:ata:
portata Q m 3 /s
0
0,01
0,02
0,03
0,04
0,05
0,06
0,07
0,08
0,09
0,1
0,00
0,50
1,00
PuntoPunto criticocritico
1,50
2,00
n
s = BQ
C Q
2,50
3,00
3,50
4,00
n
s =
BQ
+ CQ
Curva caratteristica
4,50
5,00
LaLa curvacurva sisi discostadiscosta dada quellaquella teoricateorica senzasenza perditeperdite didi caricaricoco BBQQ ee ciòciò aumentaaumenta
allall’’aumentareaumentare didi QQ
depressioni s (m)
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche portata Q
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
portata Q m 3 /s
0
0,01
0,02
0,03
0,04
0,05
0,06
0,07
0,08
0,09
0,1
0,00
0,50
1,00
1,50
n
2,00
s =
BQ
+ CQ
2,50
QuestaQuesta differenzadifferenza ppùùòò essereessere
vistavista comecome ilil parametroparametro CC
delldell’’equazioneequazione didi R.R.
UnUn pozzopozzo benben fatto,fatto, haha unun
coefficientecoefficiente didi RorabaughRorabaugh CC moltomolto
piccolo.piccolo.
3,00
3,50
4,00
Curva caratteristica
4,50
5,00
UnUn buonbuon pozzopozzo lavoralavora concon portateportate QQ<< delladella QQ alal puntopunto critico,critico, mama inin alcunialcuni casicasi
ancheanche sese inizialmenteinizialmente ilil pozzopozzo funzionafunziona benebene aa questequeste portportate,ate, iill lavorolavoro stessostesso
deldel pozzopozzo ““portaporta viavia”” materialemateriale dalldall’’acquifero,acquifero, fafa aumentareaumentare ii vuotivuoti e,e,
conseguentementeconseguentemente concon essiessi lala velocitvelocitàà PerPer questoquesto motivomotivo ilil pozzopozzo perdeperde
efficienzaefficienza eded èè necessarianecessaria quindi,quindi, unauna buonabuona manutenzione.manutenzione.
PuòPuò capitarecapitare inoltreinoltre didi realizzarerealizzare unun campocampo pozzi.pozzi. Se,Se, costcostruendruendoo ilil primoprimo pozzopozzo
essoesso presentapresenta unauna cattivacattiva curvacurva caratteristica,caratteristica, èè necessario,necessario, primaprima didi realizzarerealizzare
gligli altri,altri, variarevariare accuratamenteaccuratamente ilil progettoprogetto delldell’’opera.opera. PerPer ridurre,ridurre, adad esempioesempio lala
velocitvelocitàà,, sisi puòpuò allargareallargare oo allungareallungare ilil pozzo.pozzo.
CostruitaCostruita lala curvacurva sperimentalesperimentale devodevo determinaredeterminare ii suoisuoi coefficienticoefficienti……
depressioni s (m)
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche CasoCaso
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
CasoCaso n=2n=2
s
2
=
B
+
CQ
s =
BQ
+ CQ
Q
SeSe graficizzandograficizzando
ottengoottengo unauna buonabuona
rettaretta vuolvuol diredire cheche (n(n--
1)=11)=1 ciocioèè n=2n=2
Facendo la
regressione ottengo BB
e CC rispettivamente
come intercetta e
coeff. angolare
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche CasoCaso
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
CasoCaso nn≠≠≠≠≠≠≠≠22
s
n
− 1
n
s =
BQ
+ CQ
B
=
CQ
passandopassando aiai logaritmilogaritmi
Q
s
n −1
ln(
B
)
=
ln(
CQ
)
ciocioèè
Q
s
ln(
B
) =
ln(
C
) + (
n
−1) ln
Q
Q
yy == bb++axax
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche s ln(
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
s
ln(
B
) =
ln(
C
) + (
n
−1) ln
Q
Q
attribuendoattribuendo diversidiversi valorivalori didi BB
compresicompresi tratra 00 ee s/Qs/Q riesco,riesco,
dopodopo unun popo’’ didi tentativitentativi (meglio(meglio
colcol PC!!)PC!!) aa determinaredeterminare quelloquello
cheche produceproduce deidei puntipunti cheche sisi
allineanoallineano bene.bene.
??
OttenutaOttenuta lala rettaretta possoposso facilmentefacilmente
calcolarecalcolare nn,,CC
Osservazione:Osservazione:
ApplicandoApplicando solosolo ThiemThiem--DupuitDupuit otterreiotterrei unun
valorevalore teoricoteorico didi ss ww (abbiamo(abbiamo indicatoindicato sempresempre ss
mama lala depressionedepressione nelnel pozzopozzo sisi indicaindica concon ilil
pedicepedice w)w) minoreminore didi quelloquello ottenutoottenuto
sperimentalmentesperimentalmente daidai datidati didi campagna.campagna.
Q
s
BQ
=
ln
r
+
c
w =
T
??
PerPer cuicui possoposso vederevedere ilil coefficientecoefficiente CQCQ nn comecome
lala differenzadifferenza tratra ilil valorevalore sperimentalesperimentale ee ilil
valorevalore teorico.teorico.
??
OraOra possiamopossiamo introdurreintrodurre ilil
concettoconcetto didi efficienzaefficienza deldel pozzopozzo
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche LaLa
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
LaLa curvacurva caratteristicacaratteristica permette,permette, unauna voltavolta indivuduataindivuduata ll’’equazioneequazione cheche lala
regge,regge, didi determinaredeterminare ll’’efficienzaefficienza deldel pozzopozzo (EF)(EF)
BQ
EF
=
⋅100
n
BQ
+ CQ
LL’’efficienzaefficienza èè definitadefinita comecome rapportorapporto
percentualepercentuale tratra perditeperdite didi caricocarico dovutedovute
soltantosoltanto alal motomoto nellnell’’acquiferoacquifero ee quellequelle
reali,reali, dovutedovute ancheanche aiai motimoti turbolentiturbolenti neinei
filtrifiltri ee nellenelle tubazioni.tubazioni. SeSe questquest’’ultimeultime
nonnon cici fosserofossero C=0C=0 alloraallora ll’’efficienzaefficienza
sarebbesarebbe paripari alal 100%100% perper ogniogni valorevalore didi
portata.portata.
LL’’efficienzaefficienza vieneviene controllatacontrollata nelnel tempotempo
mediantemediante SDTSDT ((SSteptep DDrowdownrowdown TTest)est)
ripetutiripetuti nellenelle stessestesse condizionicondizioni didi portata.portata.
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche LaLa
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristichecaratteristiche
LaLa portataportata specificaspecifica qq èè definitadefinita comecome ilil rapportorapporto tratra lala portataportata QQ ee ll’’abbassamentoabbassamento
prodottoprodotto perper quellaquella portataportata (maggiore(maggiore èè qq megliomeglio funzionafunziona ((èè pipiùù efficiente)efficiente) ilil pozzo.pozzo.
((hoho unauna grandegrande portataportata concon unauna piccolapiccola depressionedepressione))
LaLa portataportata criticacritica QQ cc èè definitadefinita comecome lala portataportata minimaminima allaalla qualequale sisi palesanpalesanoo perditeperdite
didi caricocarico nonnon lineari,lineari, analiticamenteanaliticamente definibiledefinibile comecome ilil puntopunto ddii flessoflesso (derivata(derivata II)II) delladella
curvacurva s=BQ+CQs=BQ+CQ 22
LaLa portataportata didi esercizioesercizio QQ ee (portata(portata maxmax didi sfruttamento)sfruttamento) dovrebbedovrebbe essereessere minoreminore didi QQ cc
NellaNella pratica,pratica, ancheanche perper opereopere eseguiteeseguite ee condizionatecondizionate iinn modomodo pperfetto,erfetto, nonnon sisi
raggiungeraggiunge maimai unun valorevalore unitariounitario didi efficienza.efficienza. PertanPertanto,to, unauna QeQe cheche corrispondecorrisponde adad
unauna efficienzaefficienza paripari alal 7575÷÷85%85% èè considerataconsiderata soddisfacente.soddisfacente.
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristiche:execaratteristiche:exe
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristiche:execaratteristiche:exe
dati stabilizzati relativi a diversi gradini di uno STD
??
step n.
Q(m 3 /h)
s (m)
1
8,3
0,5
2
14,4
0,9
3
28,8
2,75
4
43,2
6,3
DeterminareDeterminare B,C,nB,C,n
DisegnareDisegnare lala curvacurva
??
??
caratteristicacaratteristica ee diredire sese lala portataportata QQ ee
risultarisulta << QQ cc diredire inoltreinoltre aa cheche portataportata
corrispondecorrisponde unun’’efficienzaefficienza paripari allall’’85%85%
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristiche:execaratteristiche:exe
PozziPozzi reali.reali. EfficienzaEfficienza didi unun pozzopozzo ee curvecurve caratteristiche:execaratteristiche:exe
0,06
0,05
0,04
Rorabaugh
0,03
0,02
0,01
BB
0,055
0,058
0,059
1,0000
0,1000
0,0100
0,0010
0,0001
1
10
100
portate mc/h
sw/q-B
Prova di Pompaggio e risalita (principio di sovrapposizione) Q=0,08mQ=0,08m 33 /s;/s; r=15mr=15m tempo depressione t
Prova di Pompaggio e risalita (principio di sovrapposizione)
Q=0,08mQ=0,08m 33 /s;/s; r=15mr=15m
tempo depressione
t (s)
s (m)
5
0,58
10
0,95
30
1,53
60
1,90
90
2,12
180
2,48
360
2,85
540
3,07
720
3,22
1260
3,52
1440
3,59
1620
3,65
1800
3,71
1980
3,76
2160
3,80
2340
3,84
T f + t
t
s (m)
2345
5
2350
10
2370
30
2400
60
2430
90
2520
180
2700
360
2880
540
3060
720
3600
1260
3780
1440
3960
1620
4140
1800
4320
1980
4500
2160
4680
2340
T
(m 2 /s)
S
Raggio di influenza
Q s (m) delta t s t o 0,08 0,01 15 0,0002 2340 W(u) u
Q s (m)
delta t
s
t o
0,08
0,01
15
0,0002
2340
W(u)
u
5
0,58 -
pozzo1 acceso
1,2649
0,188
0,67
3,17
10
0,95
0,37
1,8791
0,094
1,00
2,85
30
1,53
0,58
2,9273
0,031
1,55
2,30
60
1,90
0,37
3,5739
0,016
1,90
1,96
90
2,12
0,22
180
2,48
0,37
Prova di pompaggio e risalita
-5
360
2,85
0,37
540
3,07
0,22
-4
720
3,22
0,15
1260
3,52
0,30
-3
1440
3,59
0,07
1620
3,65
0,06
-2
1800
3,71
0,06
1980
3,76
0,05
-1
2160
3,80
0,05
2340
3,84
0,04
0
tf+t
t
sa
sr
stot
1
2345
5
3,85
-0,67
3,17
2350
10
3,85
-1,00
2,85
2
2370
30
3,85
-1,55
2,30
2400
60
3,86
-1,90
1,96
3
2430
90
3,86
-2,12
1,75
2520
180
3,88
-2,48
1,40
4
2700
360
3,92
-2,85
1,07
2880
540
3,95
-3,07
0,89
5
3060
720
3,99
-3,22
0,77
0
500
1000
1500
2000
2500
3000
3500
4000
4500
5000
3600
1260
4,07
-3,52
0,56
Tempo t
3780
1440
4,10
-3,59
0,51
Cooper Jacob
Theis
abbassamento dopo tf
risalita dopo tf
sovrapposizione effetti
3960
1620
4,12
-3,65
0,47
4140
1800
4,15
-3,71
0,44
4320
1980
4,17
-3,76
0,41
4500
2160
4,19
-3,80
0,39
Raggio di influenza
T (m 2 /s)
S
4680
2340
4,21
-3,84
0,37
562
0,012
0,0002
Depressione s
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi UnUn acquiferoacquifero haha unauna trasmissivittrasmissivitàà T=650T=650 mm
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi
UnUn acquiferoacquifero haha unauna trasmissivittrasmissivitàà T=650T=650 mm 22 /giorno,/giorno, eded unun coefficientecoefficiente didi
immagazzinamentoimmagazzinamento S=2*10S=2*10 --44 .L.L’’acquifero,acquifero, moltomolto esteso,esteso, vieneviene pompatopompato perper 1010
giornigiorni concon unauna portataportata costantecostante Q=110Q=110 l/sl/s
Determinare:Determinare:
A)A) IlIl raggioraggio dd’’influenzainfluenza convenzionaleconvenzionale RR ii deldel pozzo,pozzo, allaalla finefine deldel pompaggiopompaggio ee lala
depressionedepressione teoricateorica DD tt (m),(m), secondosecondo TheisTheis allaalla distanzadistanza RR ii
B)B) LaLa depressionedepressione ss (m)(m) inin unun piezometropiezometro aa 110110 mm daldal pozzopozzo aallalla finfinee deldel pompaggiopompaggio
C)C) LaLa depressionedepressione ss 11 (m)(m) nellonello stessostesso piezometropiezometro dopodopo unun giornogiorno dalladalla finefine deldel
pompaggiopompaggio
D)D) LaLa depressionedepressione ss 22 (m)(m) nellonello stessostesso piezometropiezometro dopodopo unun minutominuto dalladalla finefine deldel
pompaggiopompaggio
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi IlIl raggioraggio dd’’influenzainfluenza convenzionaleconvenzionale RR ii
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi
IlIl raggioraggio dd’’influenzainfluenza convenzionaleconvenzionale RR ii deldel pozzo,pozzo, allaalla finefine deldel pompaggiopompaggio ee lala
depressionedepressione teoricateorica DD tt (m),(m), secondosecondo TheisTheis allaalla distanzadistanza RR ii
Q
2,25 Tt
s =
0
=
ln
2
4
π
T
r
S
2,25 Tt
r =
S
Q
s =
W(u)
4
π
T
con
u
2
e
r
S
W(u) =
du
e
u
=
u
4 ⋅
T
t
u
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi LaLa depressionedepressione ss (m)(m) inin unun piezometropiezometro aa 110110
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi
LaLa depressionedepressione ss (m)(m) inin unun piezometropiezometro aa 110110 mm daldal pozzopozzo aallalla finfinee deldel pompaggiopompaggio
Q
s
=
W(u)
4 π T
2
r
S
u
=
t
=
10giorni
r
=
110m
4 T
t
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi LaLa depressionedepressione ss 11 (m)(m) nellonello stessostesso
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi
LaLa depressionedepressione ss 11 (m)(m) nellonello stessostesso piezometropiezometro dopodopo unun giornogiorno dalladalla fifinene deldel pompagpompaggiogio
Q
s
=
W(u)
1
4 π T
2
r
S
u
=
t
=
11giorni
r
=
110m
4 ⋅ T
t
Q
s
=−
W(u)
2
4 π T
2
r
S
u
=
t
=
1giorno
r
=
110m
4 ⋅
T
t
s
= s
+ s
=
10.2399
7.4503
=
2.7896
tot
1
2
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi LaLa depressionedepressione ss 22 (m)(m) nellonello stessostesso
PozziPozzi reali.reali. eserciziesercizi
LaLa depressionedepressione ss 22 (m)(m) nellonello stessostesso piezometropiezometro dopodopo unun minutominuto dalladalla fifinene deldel pompagpompaggiogio
Q
s
=
W(u)
1
4
π T
2
r
S
u =
t
=
10giorni 1minuto
+
r
=
110m
4 ⋅
T
t
Q
s
= −
⋅ W(u)
2
4
π
T
2
r
S
u =
t
=
1minuto
r
=
110 m
4 ⋅
T
t
s
= s
+ s
=
10.1285
0.1482
=
9.9803
tot
1
2
Sorgenti:Sorgenti:classificazioniclassificazioni CheChe coscos’è’è unauna sorgente?sorgente? PerPer
Sorgenti:Sorgenti:classificazioniclassificazioni
CheChe coscos’è’è unauna sorgente?sorgente?
PerPer sorgentesorgente sisi intendeintende unun puntopunto oo unauna zonazona ristretristrettata delladella supesuperficierficie deldel suolo,suolo,
inin corrispondenzacorrispondenza delladella qualequale sisi manifestamanifesta lala venutavenuta aa giornogiorno didi acqueacque
sotterraneesotterranee perper causecause deldel tuttotutto normalinormali connesseconnesse coconn ll’’assettoassetto ee concon lala
dinamicadinamica idrogeologicaidrogeologica localelocale ee regionaleregionale
SORGENTISORGENTI NORMALINORMALI fontifonti dd’’acquaacqua aa TT ee chimismochimismo normalinormali rispettorispetto aa
quellequelle TERMALITERMALI (T(T elevata)elevata) ee rispettorispetto aa quellequelle CHIMICHECHIMICHE (a(a chimismochimismo
quantoquanto--qualitativoqualitativo diversodiverso daldal normale)normale)
SORGENTISORGENTI PERENNIPERENNI fontifonti dd’’acquaacqua concon portateportate sorgivesorgive continuecontinue
SORGENTISORGENTI TEMPORANEETEMPORANEE fontifonti dd’’acquaacqua concon portateportate sorgivesorgive NONNON
continuecontinue
IlIl regimeregime sorgivosorgivo sisi valutavaluta inin basebase allaalla variazionevariazione delladella
portataportata nelnel tempo,tempo, essaessa èè generalmentegeneralmente riferitariferita allall’’annoanno
idrogeologicoidrogeologico RicordiamoRicordiamo inoltreinoltre cheche unauna curvacurva
dd’’efflussoefflusso sorgivosorgivo sisi distinguedistingue inin unun trattotratto crescentecrescente
((curvacurva didi ricaricaricarica)) ee unun trattotratto discendentediscendente ((curvacurva didi
svuotamentosvuotamento)) cheche aa suasua voltavolta perper unun’’analisianalisi modellisticamodellistica
vieneviene suddivisasuddivisa inin unauna curvacurva didi decrementodecremento oo esaurimento.esaurimento.
Sorgenti:Sorgenti:classificazioniclassificazioni LL’’areaarea sorgiva:sorgiva: lala zonazona nellanella qualequale
Sorgenti:Sorgenti:classificazioniclassificazioni
LL’’areaarea sorgiva:sorgiva: lala zonazona nellanella qualequale lele acqueacque
sotterraneesotterranee vengonovengono aa giornogiorno inin unouno oo pipiùù puntipunti (zona(zona
didi interesseinteresse perper sfruttamentosfruttamento
LL’’areaarea didi alimentazione:alimentazione: lala superficiesuperficie delladella
strutturastruttura idrogeologica,idrogeologica, dovedove sisi formanoformano ee rinnovanorinnovano
lele risorserisorse idricheidriche cheche alimentanoalimentano lala portataportata sorgivasorgiva