Sei sulla pagina 1di 37

Nel frattempo Tentenna e Ridolino, piantati nel Deposito di Formaggio F, continuavano a esaminare Ia loro situazione, cominciando pero a soffrire

per le conseguenze della mancanza di Formaggio. In preda a frustrazione e nervosismo, si incolpavano a vicenda per la situazione in cui erano incappati.

Ogni tanto Ridolino ripensava ai suoi amici Nasofino e Trottolino, chiedendosi se avessero gEi trovato altro formaggio. Aveva paura che si fossero cacciati nei guai, giacche era consapevole che la perlustrazione del Labirinto non era priva di peri coli, rna in cuor suo sapeva anche che di solito si trattava di pericoli passeggeri.

A volte Ridolino si immaginava che Nasofino e Trottolino avessero scovato un Nuovo Formaggio e che in quel momenta se 10 stessero godendo beatamente. E pensava a quanto sarebbe stato bello avventurarsi nel Labirinto e avere la fortuna di imbattersi in un Nuovo Formaggio. A volte aveva persino la sensazione di gustarne gia it dellI.losn sapore.

PilI sl lmmaginava la scena della scoperta e dell'assagMlo ,11'1 Nuovo Formaggio, pili cresceva in lui il desidcrin III "hhUlltlnllllll' tl Deposito di Formaggio F. .Allllhllllon'lll' via dl qua! » esclamo improvvisamcntc, .N"". 11"1 H lIlt' prolll .uncnrc Tentenna. -Questo POlitI) 1111 pliit P, IWIlII(' (, roruodo I.' senza sorprese. E pol ,.

rllnfl I' I Itlppt I I WI hoIIlSIl,.

20

••••

-Non e vero-, provo a ribattere Ridolino. -Slamo gia stati altre volte in diverse parti del Labirinto, e 10 possiamo fare di nuovo,»

-Sto diventando troppo vecchio per avventure di questo genere-, replico Tentenna. «Confesso di non avere nessuna voglia di perdermi e rendermi ridicclo. E questa che vuoi?

A questo punto Ridolino fu di nuovo assalito dalla paura di perdersi e la speranza di trovare il Nuovo Formaggie si affievoli,

COSt, giorno dopo giorno, gli gnomi continuarono a fare cia che avevano fatto fino ad allora: si recavano al I x-poslto di Formaggio F, constatavano che era vuoto e Hila sera tornavano a casa, con l'animo sempre pili colma !II preoccupazioni e frustrazioni.

'lcntarono di chiudere gli occhi, ignorando e negando d() ('he stava avvenendo, rna intanto non riuscivano pili a pll'lIdcre sonno e si sentivano sempre pili deboli e nerv'''IL

p('" gli gnomi le case non costituivano pili il caldo e lilt 1111) rllugio di un tempo e la notte, agitati dall'incubo di 111111 irovare Formaggio, non riuscivano pili a chiudere ,".hlo

PPPllft' ogni mattina, invariabilmente, Tentenna e Ri.'"lllIn ruornuvano al Deposito di Formaggio F e restavattll II III ,III('S;I tutta la giornata.

21

Tentenna ebbe un'idea: «Forse se ci diamo un po' da fare scopriamo che non c'e stato poi un gran cambiamento. Magari il Formaggio non e molto lontano, forse l'hanno solo nascosto dietro al muro-.

Il giorno dopo Tentenna e Ridolino ritornarono al deposito con un carico di attrezzi. Ridolino meno grandi martellate sullo scalpeUo retto da Tentenna, finche riuscirono a perforare il muro del Deposito di Formaggio F. Ma quando esaminarono l'altro lato della parete, scoprirono sgomenti che anche da quella parte del Formaggio non c'era traccia.

Benche la delusione fosse cocente, i due non persero la speranza di potersi cavare dagli impicci. Percio decisero di recarsi al Deposito piu presto la mattina, di restarci piu a lungo e di lavorare piu alacremente. Ma dopo un po' si avvidero che l'unico risultato della moltiplicazione tid loro sforzi era solo un buco piu grosso nel muro.

Hidolino cominciava a intuire che doveva esserci una (111'1( ')'cnza tra attivita e pmduttivita,

• Fors(·" cltssc Tentenna, «basta solo aspettare e stare II VI'IiI'1(' die' ('OS;! succede. Prima 0 poi il Formaggio 10 doVlf~1I111l pili tlporl:m'!"

1111111111111 d('hld('rava credcrgli. COSt ogni sera rornuva ,I Iltflil It "pwhmd (. 1:1 m.utina successiva 10 segulva, IIn~ III~ hI' 111111\,1111'1111 ... 1. :II I )q)()silo eli Formaggio F. Mil II h II IIld",~111 IIIIII I II IIIIIP,lIlv:l mui.

.u.;

La condizione degli gnomi, attanagliati dalla fame e dallo stress, stava diventando critica. Ridolino cominciava a stufarsi di stare ad aspettare che la situazione migliorasse da sola, perche capiva che piu si adagiavano senza reagire nella lora condizione di senza-Formaggio, piu sarebbe diventato difficile uscirne.

Egli si rendeva conto che stavano scivolando lungo una china pericolosa.

Infine un giorno Ridolino comincio a ridere di se stess(): Ah, ah, guardateci! Continuiamo a fare e rifare le stes~;(' cose e poi ci chiediamo come mai la nostra condizio- 11(' non migliora. Ci sarebbe davvero da ridere, se non ci Jusse da piangere!

A Ridolino l'idea di doversi nuovamente avventurare 111,1 l.abirinto non garbava affatto, perche era sicuro di pl'ldt'l'si e non aveva idea di dove avrebbe potuto trovare 1111 po' di Formaggio. Ma quando si avvide delle conseMIII'II/,(' delle sue paure, non pote trattenersi dal ridere I "'Ihl Nlla lollia .

I It unando a Tentenna: -Dove abbiamo cacciato le no- 1!lIP 11111' e le scarpe da ginnastica? Ci volle un po' di terntltt 1'1" rintracciarle, perche, una volta scoperto il For- 111111.0,11 I 111'1 Deposito F, le avevano messe da parte, sicuri tHIII'HIIIIO ('he non ne avrebbero avuto mai piu bisogno.

23

Qua?do Tentenn~ vide il suo amico indossare gli indumenti da corsa, disse: -Non vorrai sul serio ritornare nel Labirinto? Perche non te ne rimani qui con me ad a~pettare che qualcuno si decida a riportare il FormagglO?»

-Perche COSl non 10 riavremo mai-, rispose Ridolino.

-Anch'io ho cercato di nascondermi la verita rna adesso

mi. r.endo chia~amente conto che nessuno riportera mai qU1 11 Forrnaggto del passato e che e venuto il momento di andare a cercare il Nuovo Formaggio .•

Tentenna obietto: «E se fuori di qui non ci Fosse For. ? 0

maggie. ppure, se anche ci fosse, che cosa potrebbe

succedere se non 10 trovi?»

«No~ 10 so», .rispose Ridolino. Erano gli interrogativi che eglt stesso si era posto innumerevoli volte, e di nuovo crebbero in lui Ie paure che fino a quel momenta 10 avevano bloccato in quel luogo.

Ma poi si domando. dove e pili probabile trovare il Formaggio, qui dentro 0 fuori, nel Labirinto?

24

._.,.,..,--_-

Si sforzo di immaginarsi mentre, con un sorriso dipinto suI volto, si avventurava intrepido nel Labirinto. Era un'immagine un po' improbabile, rna 10 faceva sentire meglio. Benche continuasse a rimuginare sul pericolo di perdersi e vagare senza meta nel Labirinto, stava comunque sorgendo in lui una nuova fiducia e si stava persuadendo che alla fine ce l'avrebbe fatta a trovare il Nuovo Formaggio, con tutti i vantaggi che questa avrebbe comportato. Percio si fece coraggio.

Poi si appello alla sua fervida immaginazione per visualizzare nella sua mente l'immagine pili realistica e dettagliata possibile del momenta in cui avrebbe scoperto e affondato i denti nel Nuovo Formaggio. Si Figura intento a rosicchiare il favoloso formaggio svizzero con i buchi, i gustosi formaggi americani, la deliziosa mozzarella italiana, il cremoso camembert francese ...

Ma la voce di Tentenna, che non cessava di lamentarsi, interruppe bruscamente i suoi sogni e 10 fece precipitare nuovamente nella dura realta del Deposito di Formaggio F.

25

-Talvolta-, disse Ridolino quando si riprese, -le cose cambia no e non tornano piu le stesse. Adesso sembra proprio uno di quei momenti, ed e capitato a noi. Tentenna, e la vita! La vita va avanti, e noi dobbiamo fare 10 stesso-

Si volse al suo compagno, che 10 ascoltava pallido e tremante, cercando di convincerlo con la logica dei suoi ragionamenti, ma le paure di Tentenna si erano trasformate in un'angoscia che 10 paralizzava e gli impediva di ascoltare.

Ridolino non voleva offendere l'amico, ma non pote trattenersi dal ridere considerando quanto illoro comportamento apparisse sciocco.

Non appena inizio i preparativi della partenza, immediatamente Ridolino si senti rinascere, perche era stato finalmente capace di ridere di se stesso e di decidere di darsi una mossa e di fare qualcosa.

E ridendo annuncio: «E giunta l'ora del Labirintol-

26

L

_'!II""'--

Tentenna non rise e non reagi in alcun modo. Ridolino raccatto un sassolino appuntito e scrisse sui muro un pensiero, in modo che Tentenna potesse rifletterci suo

Come era solito fare, disegno intorno alla massima una fetta di formaggio, con la speranza che questa inducesse Tentenna a tornare a sorridere e alleviasse la sua angoscia, cosi da invogliarlo a mettersi alla ricerca di Nuovo Formaggio. Ma Tentenna si rifiutava di aprire gli occhi,

La massima era:

27

.. .,-

Poi Ridolino apri con cautela la porta del deposito vuoto, si affaccio timidamente suI Labirinto e, ancora un po' incerto e timoroso, diede inizio all'esplorazione. Poteva perdersi 0 rimanere bloccato in qualche anfratto, e per di pili senza Formaggio.

Fino ad allora aveva temuto che nel Labirinto non ci fosse altro formaggio 0 che, se anche ce ne fosse stato, egli difficilmente sarebbe riuscito a trovarlo. Erano state queste paure a paralizzarlo e terrorizzarlo a morte per tanto tempo.

Ridolino sorrise, perche aveva capito che era inutile continuare a chiedersi, come faceva Tentenna: Dove e finita il mio formaggio? Provo invece a porsi un'altra domanda, assai pili sensata: Perche non mi sono svegliato prima e non mi sono spostato anch'io subito insieme con il Formaggio?

Dopo aver fatto qualche passo nel Labirinto, Ridolino si volse a guardare illuogo da cui era partito, e si ricordo di quanta fosse confortevole. II territorio conosciuto esercitava ancora su di lui una forte attrazione, malgrado fosse ormai da tempo privo di Formaggio.

L'ansia crebbe nel cuore di Ridolino, che si domando ancora una volta se davvero desiderasse proseguire nell'impresa. Poi scrisse una frase suI muro che aveva di fronte e rimase a rimirarla per un po':

29

Prese a riflettere su quanta aveva scritto.

Era consapevole ehe talvolta alcune paure possono essere positive. Se temiamo che in assenza di provvedimenti una certa situazione possa peggiorare, e probabile che questa timore ei spinga ad agire con maggior prontezza. Ma se la paura e cOSI forte da impedire qualunque iniziativa, allora diventa negativa.

Getto uno sguardo furtivo a destra, nella direzione verso cui non si era mai spinto, e la paura 10 attanaglio nuovamente.

Allora respire profondamente, giro a destra e comincio a proeedere lentamente verso l'ignoto.

Mentre eercava di orientarsi, Ridolino temette, a tutta prima, di aver aspettato troppo a deeidersi di lasciare il Deposito di Formaggio F. Era rimasto tanto tempo senza formaggio e si era notevolmente indebolito, cosicche ora la perlustrazione del Labirinto gli risultava assai piu faticosa del solito. Giuro a se stesso ehe se mai gli fosse capitato di nuovo, sarebbe uscito dal guscio molto prima, sforzandosi di adattarsi al cambiamento pill in fretta. Tutto sarebbe stato pill facile.

Confortato da questa pensiero, sul suo volta comparve l'ombra di un sorriso. Meglio tardi che mai, disse tra se e se,

31

Nei giorni seguenn Ridolino trove qua e la un po' di Formaggio, rna mai in quantita sufficiente a sfamarsi. Aveva sperato di poterne trovare abbastanza da portarne un po' anche a Tentenna, per convincerlo a rompere gli indugi e ad accompagnarlo nella sua perlustrazione del Labirinto.

Nel Labirinto, tuttavia, Ridolino era ancora ben lungi dal sentirsi al sicuro. Era disorientato, perche anche ll le cose sembravano carnbiate dall'ultima volta che ci era stato. A volte credeva di fare dei progressi, poi improvvisa mente si rendeva conto di essersi perso. Aveva l'impressione di fare due passi avanti e uno indietro. Era una situazione difficile, rna doveva riconoscere che tutto sommato trovarsi di nuovo nel Labirinto a caccia di Formaggio non era poi cosl male come aveva temuto.

Con il passare del tempo comincio a domandarsi se ci Fosse qualche speranza di trovare il Nuovo Formaggio. Fu assalito dal dubbio di aver fatto il passo piu lungo della gamba, rna poi ci rise su, perche, visti i passettini e la cautela con cui procedeva, non era certo quella l'immagine piu calzante.

32

L

Tutte le volte che veniva coIto dallo scoramento rammentava a se stesso che quanto faceva, benche difficile e talora sgradevole, era pur sempre meglio che rimanere inattivo e senza Formaggio. Stava prendendo in mano la situazione, invece di lasciare che Ie cose avvenissero fuori del suo controllo.

Poi rammento a se stesso che se erano in grade di cavarsela Nasofino e Trottolino, perche non avrebbe dovuto riuscirci lui?

Piu tardi, riflettendo su quanto era accaduto, Ridolino si rese conto che nel Deposito F il Formaggio non era scomparso al!'improvviso da un giorno all'altro, come gli era piaciuto credere fino ad allora: la scorta di Formaggio disponibile negli ultimi tempi era gradualmentediminuita e per di piu quello che era rimasto non era fresco e buono come prima.

Anzi, a ben pensarci, Forse nel Vecchio Formaggio si era persino formata un po' di muffa, anche se prima non !'aveva notata. Dovette anche ammettere con se stesso che, se avesse voluto, avrebbe potuto controllare quanta stava accadendo, rna non l'aveva fatto.

33

Adesso Ridolino aveva capito che il cambiamento non 10 avrebbe colto impreparato, se fosse stato attento ai piccoli rna chiari segnali che gli avevano offerto la possibilita di prevederlo. Forse Nasofino e Trottolino erano stati pili previdenti.

Promise a se stesso che da quel momenta sarebbe stato molto pili vigile: ora sapeva che le cose possono cambiare e che il modo migliore per affrontare il cambiamento e anticiparlo. Percio avrebbe prestato pili attenzione ai messaggi dei propri istinti pili naturali, che potevano preavvertirne l'arrivo, cosi da potersi adattare per tempo.

Si senti stanco, dovette fermarsi un momenta e cosi ne approfitto per tracciare sui muro del Labirinto un'altra scritta:

34

L

Per un periodo che pareva non dovesse aver mai fine, gli sforzi di Ridolino non approdarono a nulla, finche un giorno 10 gnomo si imbatte final mente in un enorme Deposito di Formaggio che gli parve assai promettente. Ma quando penetro al suo interno, grande fu la sua delusione nel trovarlo completamente vuoto. Queste delusioni stanno diventando un po' troppo frequenti, si rammarico, Stava per cedere.

Sentiva che si stava demoralizzando, si era perso e temeva per la sua vita. Fu tentato di fare dietro front e dirigersi nuovamente verso il Deposito F, perche la, almeno, avrebbe ritrovato Tentenna e non sarebbe pili state solo. Ma poi si pose la solita domanda: Che cosa farei, se non avessi paura?

36

1 _

I

1

Ridolino credeva di aver superato i suoi timori, rna in realta provava un senso di paura pili spesso di quanta fosse disposto ad ammettere, persino a se stesso. Non sempre gli era chiara la ragione dei suoi timori rna, date le sue condizioni di estrema debolezza, in quel momento credeva di aver semplicemente paura di proseguire da solo. Ridolino non ne era conscio, rna in realta indietreggiava perche era oppresso dal peso dei suoi fantasmi.

Egli si chiese se Tentenna S1 fosse infine deciso a muoversi 0 se fosse ancora paralizzato dalle sue paure. Provo a richiamare alla memoria i tempi in cui, nel Labirinto, si era sentito pili forte e ricordo che era successo quando aveva deciso di agire.

Traccio un'altra frase suI muro, consapevole che rappresentava sia una riflessione per se, sia un'indicazione che sperava fosse seguita dal suo compare Tentenna:

37

Ridolino osservo il corridoio buio di fronte a se e si rese conto di avere paura. Che cosa avrebbe incontrato? Era vuoto? 0, peggio, celava spaventosi trabocchetti? Nel suo cervello si materializzarono tutte le orrende sorprese che forse 10 stavano attendendo. Si stava terrorizzando a morte da solo.

Ma poi sorrise delle sue paure, perche capi ehe non faeevano altro ehe rendere aneora pili arduo il suo compito. Cosi si risolse a fare cia che avrebbe fatto se non avesse avuto paura, e si avvio di buona lena verso una direzione inesplorata.

Appena inizk) a trotterellare, un sorriso illumine il suo volto: Ridolino non neera aneora eonsapevole, rna stava imparando a nutrire il suo spirito. Avanzava pieno di fiducia in cia che avrebbe ineontrato sul suo eammino, anche se non aveva aneora un'idea precisa di ehe eosa si sarebbe trattato.

Ne era un po' sorpreso, rna si sentiva sempre pili felice. Come mai mi sento cost bene? si domandava. Non ho neanehe un pezzo di Formaggio e non so dove sto andando ...

Non tardo a comprendere quale fosse la ragione del suo benessere, COSt si ferrno per serivere di nuovo sul muro:

39

~<.J' •. ~~:.~~;.~~~: •.. ~~~ •• :~,~.,:p.~ -. ' ..• ,.,'-:: .. ".'.'~'" •• ~.'.'.~.~'''".::.,.,~:~:~., ... '.''':: ... :., .. :~.'.::'.",',"~"'~"~""".: ... ;. ',.

r,. ~~2TIt.?r:?: ~.~ ': .......~~.'.h,

".:i' .. '. . .~"!,

)(j ':~.

I.': .:.: ...•. , :.:_. .

F>\:',

·i.:·':- .. :·', ..

;t,.:;«: ;':, ./",,".;:.

r::'-·/~; :"':',:.\.:

-. ;'~:.:><:

F,.·'}l

,~,,"'~~,'''('''';'' "~-"':,"'~~ ..

1

I !

L

Ridolino aveva capito di essere prigioniero delle sue paure e di essere riuscito a liberarsene solo grazie alla decisione di esplorare nuove direzioni.

Adesso percepiva chiaramente l'aria fresca che spirava in questa parte del Labirinto e ne fu ristorato. L'inspiro avidamente, sentendosi nuovamente infondere da forza e vigore a manu a manu che avanzava. Una volta gettatesi aile spalle le paure, l'avventura gli appariva pili gradevole di quanto avesse mai sospettato.

Da lungo tempo Ridolino non si sentiva cOSI bene.

Aveva quasi dimenticato quanta la ricerca potesse essere piacevole.

Le cose migliorarono ulteriormente quando comincio a fantasticare. Immagino se stesso, chiaramente e in ogni dettaglio, seduto al centro di una distesa di tutti i suoi formaggi preferiti, dal gruviera al parmigiano! Si vide intento a divorare tutte Ie varieta di formaggio che adorava, e con l'animo colma di soddisfazione gli parve quasi di gustarne il delizioso sapore.

Man manu che nella sua mente si definiva pili chiaramente questa immagine, la visione del Nuovo Formaggio si faceva sempre pili con creta e reale, e Ridolino sentiva di essere prossimo a trovarlo.

A questa punto scrisse un'altra massima:

41

:;""

t~,dlgustare ·.11 Nuovo .•. {·-'{~\.;'·i

Invece di continuare a rimpiangere quanta aveva perduto, Ridolino aveva finalmente cominciato a considerare i vantaggi che la sua nuova condizione poteva offrirgli.

Allora si domando come mai si fosse sempre fatto l'idea che il cambiamento, qualsiasi cambiamento, dovesse per forza avere effetti negativi. Ora invece gli era diventato chiaro che poteva anche essere un'opportunita per migliorare.

Me ne fossi reso conto prima! mormoro tra se e se Ridolino, avviandosi di corsa lungo i meandri del Labirinto con rinnovato vigore e agilita. Quasi subito adocchio un Deposito di Fotmaggio e con il cuore in gola noto piccole scaglie di Nuovo Formaggio sparse sulla soglia.

Erano di una qualita che Ridolino non conosceva, rna l'aspetto era assai invitante. Le assaggio e le trove deliziosc. Le mangio quasi tutte, rna ne infilo alcune in tasca, una piccola scorta per il futuro, da dividere magari con I'entenna.

43

Ora si sentiva rinfrancato e pieno di energia.

Tutto eccitato varco la soglia del Deposito, rna scopri con costernazione che era vuoto, perche qualcun altro l'aveva preceduto e aveva lasciato dietro di se solo quelle poche scaglie che aveva appena raccattato.

Comprese che se si fosse mosso prima, molto probahilrnente nel Deposito avrebbe trovato una gran quantita di Nuovo Formaggio.

Ridolino decise di tornare sui suoi passi per vedere se Tentenna ora fosse pronto a unirsi a lui nella ricerca.

Sulla via del ritorno, tuttavia, si ferrno di nuovo per scrivere sul muro:

44

1

-1

Dopo un po' Ridolino raggiunse il Deposito F e trovo Tentenna ancora B. Gli offri alcune scaglie del Nuovo Formaggio, rna 10 gnomo Ie rifiuto,

. Mostro di apprezzare il gesto del compagno, rna soggiunse. "Non credo che il Nuovo Formaggio mi piacerebbe. Non e quello a cui sono abituato, io rivoglio solo il mio Formaggio e non ho nessuna intenzione di cambiare finche non mi ridaranno quel che era mio »,

Ridolino, deluso, scosse il capo, e non pote far altro che ~~tornare nel Labirinto da solo. Quando arrive al punto p~u lontano da lui raggiunto nella prima spedizione, senti la mancanza del suo compagno, rna si accorse anche di provare il piacere della scoperta. Ancor prima di trovare quella che sperava sarebbe stata un'enorme scort~ di Nuovo Formaggio - se mai l'avesse trovata - era gia diventato consapevole che la sua felicita non derivava soltanto dal posses so del Formaggio. Era felice perche non era piu dominato dalla paura e gli piaceva cio che stava facendo.

46

Forte di questa consapevolezza, Ridolino non sentiva piu la debolezza che 10 aveva colpito quando era rimasto bloccato, senza Formaggio, nel Deposito F. A sostenerlo e rinvigorirlo era la coscienza che ora non avrebbe piu permesso aIle sue paure di paralizzarlo e che stava avviandosi verso una direzione nuova.

Ora era certo che fosse solo una questione di tempo, che si sarebbe senz'altro imbattuto in tutto cio che gli era necessario. Anzi, provava la sensazione di aver gia trovato quello che cercava.

Sorrise, quando nel suo cervello risuono un'altra massima:

47

#"~,.'~- .' .,~ ''''\

.......... " ... '

?:~"~

.... ~" .... , ... ..n;...~~ "'.,:..,;1"'>.',,, .... e t

h,:''.affr6rttareil'Labirintol)i'' .Jj

Come gli era gia successo, Ridolino si rese di nuovo conto che l'oggetto delle nostre paure non e mai tanto spaventoso quanta noi 10 immaginiamo. La paura che no; stessi alimentiamo con la nostra immaginazione e peggiore della realta .

II timore di non riuscire a rintracciare il Nuovo Formaggio era stato COS1 forte da impedirgli persino di intraprenderne la ricerca, mentre sin dall'inizio del suo cammine aveva trovato nei corridoi del Labirinto Formaggio sufficiente a permettergli di proseguire. Ora contava di trovarne molto di pill, e il futuro gli appariva sempre pill roseo.

In passato Ridolino, con il cervello annebbiato dalle preoccupazioni e dalle paure, non faceva che pensare a cio che sarebbe successo se non avesse avuto abbastanza Formaggio, 0 se Ie seorte non fossero durate abbastanza a lungo. Si soffermava molto di pill sulle eventuali eonseguenze negative ehe non sulle opportunita positive.

49

Ma tutto era cambiato quando aveva trovato il coraggio di abbandonare il Deposito F. Prima era persuaso che il Formaggio non sarebbe mai stato spostato e che il cambiamento che li aveva travolti non fosse stato altro che una colossale ingiustizia.

Adesso, invece, capiva che it cambiamento continuo e una condizione del tutto naturale, sia che noi ce 10 aspettiamo, sia che ci co1ga di sorpresa. II cambiamento ci puo sorprendere solo se non 10 avevamo previsto e non eravamo stati sufficientemente attenti.

Quando si rese conto che Ie sue convinzioni erano cambiate, si fermo e scrisse sul muro:

50

i

r.il· .' . '.' ".: . .: W:",; __ ' , ,

'i' !, '/·Sesegui:, \

I,·;o~-.::,.·,· .. r •• ,"., .• ·Je,. tue. Vi.. ecchie .....•..... :.l.~.t,· .• l ••. : .•.• :.: ..... ·, .... ;~;.I ..•. ·.','·<f, .•. :.r.>.' .. :.:.Sk.:.i ....•. !:.~, .... j, •.•.•..•.•...•.•. :f,i,:,i,'.' )i.:;:'':,.f,\;;,.::.::,,,,c;;QP:vinzioQi ...• ; \. ':

r, t ; .: • -non arriveral mai'~":>"'<:A

Ridolino non era ancora riuscito a trovare il Formaggio, rna mentre procedeva lungo il Labirinto continuava a meditare su quanta aveva appreso fino a quel momento.

Ora aveva capito che Ie sue nuove convinzioni stimolavano nuovi comportamenti, e che in effetti si stava gia comportando in un modo molto diverso rispetto a quando ritornava ogni giorno a visitare il medesimo deposito vuoto.

Aveva imparato che quando cambiamo le nostre convinzioni modifichiamo anche il nostro comportamento.

Si puo credere che un cambiamento sia dannoso, e quindi opporvi resistenza, oppure si puo credere che troyare il Nuovo Formaggio possa aiutare ad accettare con gioia il cambiamento.

Tutto dipende da cto che si e deciso di credere. Scrisse sui muro:

52

.... ,;.~._~~,"':' •• "'1':">,."' .

. t//.'

V!j!:¢h~~U01~y~e ei VI

Ridolino aveva capito che la sua condizione attuale sarebbe stata molto migliore se nel passato avesse affrontato il cambiamento con maggiore prontezza, abbandonando molto prima il Deposito di Formaggio F. Si sarebbe sentito molto pili forte nel corpo e nella spirito e avrebbe potuto affrontare in migliori condizioni il duro compito di trovare il Nuovo Formaggio. In effetti, se fosse stato preparato al cambiamento e non avesse perso tempo a negare ehe esso fosse gia avvenuto, probabilmente a quell'ora il Nuovo Formaggio sarebbe gia stato nelle sue mani.

Feee nuovamente rieorso alla sua immaginazione e si raffiguro mentre seopriva e poi gustava il Nuovo Formaggio. Chiamo a raceolta tutte le sue forze e decise di continuare a esplorare i recessi pili segreti del Labirinto. Qua e la trovava scagliette di formaggio che 10 aiutavano a riprendere vigore e riacquistare fiducia.

54

L

-~.

Riandando con la mente aile tappe del suo percorso, Ridolino fu contento di aver lasciato dietro di se delle seritte sui muri di numerosi eorridoi, perche confidava che esse sarebbero servite a Tentenna come segnavia per orientarsi nei meandri del Labirinto, qual ora. anche lui avesse deciso di abbandonare il Deposito di FormaggioF.

Poteva solo sperare di andare nella direzione giusta.

Considero la possibilita che Tentenna, leggendo le scritte sui muri. riuscisse a trovare la via giusta fra gli intrieati corridoi del Labirinto.

AlIora incise sui muro un pensiero che occupava la sua mente gia da qualche tempo:

55

.. ~~.Y <,

~-.'~~_ .. \

".~ , ... ><1"...-'<1"'" '.c.~

··~;?{:~t·,~·~~

.~~".~:'>"~.,)\~.

.. : ....... ""

.\.

'_

t/<tl$acitPiu facile I~tj

Cio fatto, Ridolino non si curb pili del passato e si concentro suI presente.

Continuo quindi a percorrere il Labirinto con sempre maggiore vigore e velocita. E, in men che non si dica, il miracolo accadde.

Quando ormai sembrava che il suo peregrinare Fosse destinato a non avere mai fine, il suo viaggio, 0 almena questa parte del suo viaggio, giunse al termine presto e felicemente.

Ridolino avanzo lungo un corridoio ancora inesplorato e, dopo una svolta, finalmente trove il Nuovo Formaggio nel Deposito di Formaggio N!

Quando penetro nel deposito, resto pietrificato dalla sorpresa. Dappertutto c'erano enormi mucchi di Formaggio, alti fino al soffltto: era la pili col os sale provvista che avesse mai visto. Lo gnomo non era neppure in grado di riconoscere tutto il ben di Dio che si presentava davanti ai suoi occhi, perche alcune delle qualita di Formaggio ammassate in quelluogo gli erano sconosciute.

Si stropiccio gli occhi, chiedendosi se quella visione non Fosse solo il frutto della sua immaginazione, finche in un angolo scorse i suoi vecchi amici Nasofino e Trottolino.

Nasofino fece a Ridolino un cenno di benvenuto con il capo, mentre Trottolino agito la zampetta. Le pance rigonfie dei due topolini rivelavano che essi si erano installati nel deposito gia da qualche tempo.

57

Ridolino saluto gli amici in tutta fretta, perche voleva cominciare subito ad assaggiare uno dopo l'altro tutti i suoi Formaggi preferiti. Si toise le scarpe e, dopo averle legate insieme, se Ie appese al collo, in modo da averle a portata di mana in caso di necessita, A quella scena, Nasofino e Trottolino scoppiarono in una sonora risata, ma poi gli fecero un cenno di ammirata approvazione. A questa punto Ridolino si senti pronto a buttarsi a capofitto nel Nuovo Formaggio. Dopo che ne ebbe mangiato a sazieta, afferro un pezzo di Formaggio fresco e improvviso una sorta di brindisi: -Evviva il Cambiamentol-

Ma, anche mentre gustava il Nuovo Formaggio, continuava a riflettere su cio che aveva imparato.

Aveva capito che quando aveva avuto paura di cambiare si era aggrappato all'illusione del Vecchio Formaggio, che ormai non c'era piu,

Che cosa 10 aveva spinto in seguito a modificare il suo comportamento? Forse il timore di morire di fame? Be', anche quello ha avuto la sua parte, ammise Ridolino, sorridendo tra se e se. Poi comprese che, in realta, Ia sua trasformazione aveva preso corpo non appena aveva imparato a sorridere di se stesso e dei suoi errori.

Capi che Ia via piu rapida per cambiare e guardare con grande ironia ai propri comportamenti assurdi, perche allora diventa piu semplice abbandonarli e rimboccarsi le maniche per passare all'azione.

58

-_"".....

Riguardo alla capacita di agire rapidamente, poi. era conscio di aver appreso qualcosa di utile anche dai suoi amici topi, Nasofino e Trottolino. Costoro, infatti, non si complicavano la vita con analisi troppo sofisticate e complesse: quando la situazione era cambiata perche il Formaggio era stato spostato, anch'essi erano cambiati e si erano mossi con il Formaggio. Cosi, si ripromise di non dimenticare mai piu questa insegnamento.

Poi Ridolino, grazie alle sue raffinate facolta intellettuali, fece cio che gli gnomi sanno fare meglio dei topi.

Immagino se stesso, con dovizia di dettagli, nell'atto di scoprire qualcosa di migliore, di gran Iunga migliore.

Medito sugli errori che aveva commesso in passato e ne fece tesoro: 10 avrebbero aiutato a fare meglio in futuro. Ormai aveva capito che e possibile imparare ad affrontare il cambiamento.

59

Occorre essere pili consapevoli della necessita di comportarsi in modo semplice, di essere flessibili e pronti ad agire rapidamente.

Non e necessario complicare troppo Ie questioni 0 disorientare se stessi con apprensioni e paure.

Bisogna essere capaci di notare i piccoli segni di cambiamento non appena essi si presentano, in modo da essere preparati ai grandi cambiamenti che potranno sopravvenire in seguito.

Aveva imparato che avrebbe dovuto adeguarsi pili rapidamente, perche se non ci adattiamo in tempo, puo succedere che non riusciremo ad adattarci mai pili.

Aveva dovuto ammettere che la resistenza pili ostinata al cambiamento risiede dentro di noi, e che nulla puo migliorare finche not non cambiamo.

60

Ma Forse la scoperta pili importante e sbalorditiva era stata il rendersi conto che il Nuovo Formaggio e sempre a nostra disposizione, indipendentemente dal fatto che al momento ne siamo consci 0 no, e che e possibile conquistarlo solo abhandonando le nostre paure e lanciandoci con gioia nell'avventura della scoperta.

Ridolino non dimenticava che alcune paure sono degne di attenzione, in quanto ci possono evitare di rimanere vitti me di peri coli reali. Ma aveva anche capito che la maggior parte dei suoi timori erano irrazionali e che proprio essi gli avevano impedito di cambiare nel momento in cui ne aveva avuto pili bisogno.

A quel tempo egli non desiderava cambiare, rna ora ave va toccato con mano che il cambiamento era stato una vera benedizione, perche 10 aveva condotto alla scoperta di un Formaggio pili gustoso, oltre ad aver fatto affiorare un lato migliore della sua personalita,

Mentre meditava su quanto aveva imparato. Ridolino si ricordo del suo compagno Tentenna e si domando se egli avesse avuto occasione di leggere qualcuna delle frasi che aveva tracciato sul muro del Deposito di Formaggio F e un po' dappertutto nel Labirinto.

61

Chissa se Tentenna si era finalmente deciso a muoversi? Chissa se si era avventurato nel Labirinto e aveva scoperto anche lui la via per migliorare la sua esistenza?

E se invece fosse stato ancora la, a tentennare ed esitare, misera vittima della paura di cambiare?

Ridolino ebbe la tentazione di ritornare al Deposito di Formaggio F per vedere se Tentenna fosse ancora la, anche se non era sicuro di poter ritrovare la strada. Una volta incontrato Tentenna, credeva di essere in grado di indicargli la via per uscire dalla situazione disperata in cui si era cacciato. Ma poi si ricordo che aveva gia tentato inutilmente di indurre l'amico a cambiare.

Tentenna doveva trovare la via da solo, rinunciando aile vecchie abitudlni e vincendo Ie sue paure. Nessun altro poteva farlo per lui, ne sarebbe riuscito a convincerIo con Ie parole. Per farcela, Tentenna doveva intravedere in qualche modo il vantaggio di cambiare intimamente.

Ridolino sapeva di aver segnato il cammino per Tentenna ed era pienamente consapevole che il suo amico avrebbe potuto trovare la via se solo si fosse deciso a leggere Ie scritte sui muro.

COSt, raccolse Ie idee e traccio sulla parete pili grande del Deposito N un compendio di tutto cio che aveva imparato. Poi, intorno a tutte Ie verita di cui era diventato conscio, disegno una grande fetta di formaggio e sorrise compiaciuto, contemplando cio che aveva appreso:

62

*

Le scritte sui muro

, ,

< ... ~ "<, ... ~, .....

,II camblamentoe inevitablle ' . ", -" '.'

; ~

;dsarasemprequalc~ochespOsteril il Pormaggio,

'~,', . ·"'···"·prevediilcambiamento·b/~;,,~> ,;

i

;, i,.~,~,~",.'!",.~,i,iprontbqtlandOilF()rmaggiovi~ne sl'0stato .', ~~~~~

"'" ,.C()t1ttollail dlttlbiament() '(

{:<-;:, ',' - ... - ,- ,. ' \:-~.~

, "':,i'MnusaspeSsOjtF()rmaggiO"":~

L':·:'./'C(;sltiaccorgi sediventa veechlo : i

~"'::: / .. :-"-.:" - " ,: " " .... :.-. ··:~<J·~::i

('.,' '}U~.' '~datt~dlrapidatl1ente " ' ";".;,~

~.·.c,;~~;,< .' .{:~>::t.

I;: :':,:~if prontoa'cambiare iapidame~te:: ".,

t~~~~~.r:~;;!r,.,.".~,t, •••. a, .. ~ ••

.. _- :~ =~<...... .. ~... . ''_;'':';'.' . ..

···'Y.;;',"".; " >'" ;";i,.~:fj.(oiki/J

t"t

Ridolino si rese conto di quanta strada avesse fatto da quando era stato con Tentenna nel Deposito di Formaggio F, senza nascondersi pero che il pericolo di precipitare di nuovo in una situazione simile era ancora incombente, se solo si fosse sentito troppo al sicuro. COS! ogni giorno prese a ispezionare il Deposito diFormaggio N per controllare 10 stato del suo Formaggio, determinato a rare tutto il necessario per evitare di essere di nuovo col- 10 alla sprovvista da un cambiamento inaspettato.

Pur disponendo ancora di un'enorme scorta di Formaggio, spesso si avventurava ugualmente nel Labirinto per esplorarne zone sconosciute e mantenersi al corrente di de) che succedeva intorno a lui. Aveva compreso che era pill sicuro aver ben chiare le opportunita che la situazione era in grado di offrire piuttosto che isolarsi nel proprio confortevole orticello.

Un bel giorno Ridolino ebbe l'impressione di udire dci rumori insoliti provenienti dal Labirinto. Quando il tramestio si fece pili distinto, cap! che stava arrivando qualcuno.

Che fosse Tentenna? Forse tra poco 10 avrebbe visto svoltare l'angolo! Recite una breve preghiera e spero, come aveva gia fatto molte volte, che i1 suo amico fosse finalmente riuscito a capire un messaggio fondamentale:

64

, .. 'W"

./ F""' ••.• ..:.~" ••• ~\.

··.t~~:::::\~

·'t,,-t...

'"

!.~~.';'.;" ". :

:::; .'. : ....

1

E la fine ...

o un nuovo inizio?

~. l

Una discussione Lo stesso giorno, un PO' piu tardi

Concluso il suo racconto, Michael si guardo intorno e si accorse che i suoi vecchi compagni 10 stavano osservando divertiti.

Molti 10 ringraziarono, dicendo che la storia era stata per loro ricca di insegnamenti.

Nathan fece una proposta: -Che ne dite di riunirci di nuovo pili tardi e magari provare a scambiarci le nostre impressioni?

Quasi tutti si dichiararono d'accordo, e COSt decisero di incontrarsi per un aperitivo prima di cena.

Quella sera, quando si riunirono in una sal a dell'albergo, presero a scherzare, domandandosi l'un l'altro come intendevano scoprire il proprio Formaggio e superare i trabocchetti del Labirinto.

67

Poi Angela si rivolse al gruppo e domando affabilmente: -Allora, con Quale personaggio della storia si identifica ciascuno di voi? Nasofino, Trottolino, Tentenna 0 Ridolino?»

Carlos fu il primo a rispondere. «f: tutto il pomeriggio che ci penso. Ricordo bene un periodo, prima di avviare la mia azienda di articoli sportivi, in cui mi trovai ad affrontare una difficile fase di cambiamento. Non ero Nasofino, perche non mi misi a fiutare l'aria per prevenire il cambiamento. E tanto meno ero Trottolino, perche non mi misi subito in azione. Ero Forse pili simile a Tentenna, che desiderava rimanere in un luogo familiare. La verita e che io non volevo affrontare il cambiamento, anzi, non volevo nemmeno ammetterne l'esistenza .•

Michael, a cui sembrava di essere tomato sui banchi di scuola, quando lui e Carlos erano amici inseparabili, domando. «A che cosa ti riferisci esattamente, amico mio?' • A un improvviso cambiamento sui lavoro-, rispose Carlos.

Michael ridacchio .• Ti avevano licenziatoi-

-Diciamo che mi rifiutavo di andare a cercare il Nuovo Formaggio. Ritenevo di avere buone ragioni per escludere che mi potesse capitare dl dover cambiare. f: chiaro che quando invece accadde, ci rimasi davvero male-

A queste parole, alcuni dei vecchi compagni di c1asse che all'inizio erano rimasti in silenzio si fecero coraggio e

68

.. ~.

cominciarono a intervenire; tra questi c'era Frank, che negli ultimi tempi, lasciata l'industria, era entrato nell'esercito.

-Tentenna mi ricorda un mio amico-, esordi .• II suo reparto era destinato a essere chiuso in tempi brevi, rna lui si rifiutava di prendere il problema in considerazione, anche se nel frattempo continuavano a trasferire altrove i suoi collaboratori. Provammo in tanti a indicargli le svadate altre opportunita esistenti in azienda per le persone che si sforzavano di essere flessibili, rna lui riteneva che non Fosse necessario cambiare. Quando infine il suo reparto venne definitivamente smantellato, fu l'unico a essere colto di sorpresa. Adesso e nei pasticci e arranca per adeguarsi al cambiamento che prima negava-

Intervenne Jessica: -Ero convinta che a me non potesse succedere mai, eppure anche il mio Formaggio e stato spostato, e pili di una volta» .

Molti risero, rna Nathan non era tra questi. -Porse hai centrato il nocciolo della questione-, disse. -Il cambiamento ci coinvolge tutti»

Poi soggiunse: -Vorrei che la mia famiglia avesse ascoltato la storia del Forrnaggio qualche tempo fa. Malauguratamente non abbiamo voluto riconoscere i cambiamenti avvenuti nella nostra atnvita, e adesso e troppo tardi, siamo costretti a chiudere gran parte dei nostri negozi •.

69

Le sue parole stupirono molti del gruppo, convinti com'erano che Nathan fosse uno di quei fortunati che operano in settori a basso rischio e possiedono un'attivita stabile su cui fare assegnamento senza scosse, anno dopo anno.

-Che cosa ti e successob domando Jessica, incuriosita. «La nostra catena di piccoli negozi e diventata improvvisamente obsoleta quando in cirra hanno cominciato ad aprire i battenti gli ipermercati, forti delloro enorme giro d'affari e dei loro prezzi pili bassi. Noi non eravamo in grado di competere con loro. Adesso mi rendo conto che invece di agire come Nasofino e Trottolino, noi abbiamo fatto come Tentenna. Siamo rimasti fermi dove eravamo, senza preoccuparci di cambiare, abbiarno cercato di ignorare quello che stava succedendo, e cosi ora ci troviamo in un mare di guai. Avremmo dovuto prendere un paio di lezioni da Ridolino, per imparare a sorridere di noi stessi e a modificare il nostro comportamento.,

Laura, che aveva avuto molto successo nel mondo degli affari, aveva ascoltato con attenzione, rna fino a quel momento non era ancora intervenuta nella discussione. -Anch'io ci ho riflettuto tutto il pomeriggio-, confesso. «Mi sono chiesta che cosa posso fare per somigliare di pili a Ridolino e accorgermi deirniei errori, ridere di me stessa, cambiare e migltorare.,

Poi aggiunse: -Ho una curiosita. Quanti qui dentro hanno paura del cambiamentoi- Nessuno apri bocca, e allora Laura suggerl: -Proviamo ad alzare la manor-

Si sollevo una mana sola. «Be', sembra che nel nostro gruppo ci sia almena una persona sinceral- esclamo, Poi prosegul: -Porse avra pili successo questa seconda domanda. Quanti qui dentro pensano che gli altri temano il cambiamento? Tutte le mani si alzarono, e tutti scoppiarona a ridere.

-Che cosa indica una risposta come questa?

-Rifiuto della realta-, rispose Nathan.

-Talvolta non ci rendiamo nemmeno conto di avere

paura, almena per me e stato spesso cosi-, ammise Michael. -La prima volta che ho ascoltato la storia, ho trovato molto interessante la domanda: 'Che cosa fareste, se non aveste paurat'-

A questa punto intervenne nuovamente Jessica: -L'insegnamento che ho tratto dalla storia e che il cambiamento avviene, che io ne abbia paura 0 no, che mi piaccia 0 no, e che quando arriva me la posso cavare meglio se riesco ad adattarmi con prontezza. Mi ricordo che qualche anna fa, quando la nostra azienda vendeva un'opera enciclopedica composta da pili di venti volumi, qualcuno cerco di convincerci che era diventato possibile e auspicabile riversarIa integralmente su un singolo compact disc e quindi venderla per una frazione del prezzo

70

71

----------------_.,,,", ...

precedente. I nostri costi di produzione si sarebbero ridotti consistentemente, cosicche l'opera sarebbe diventata accessibile a una dientela molto pili vasta. Ma noi ci opponemmo tutti •.

• Per quale ragione vi opponester- domando Nathan. -Perche eravamo convinti che l'asse portante della nostra attivita Fosse costituito dalla nostra rete di agenti, che andavano a visitare i potenziali clienti porta a porta, e che potevamo mantenere solo grazie alle sostanziose provvigioni che essi erano in grado di guadagnare grazie all'alto prezzo del nostro prodotto. Avevamo fatto COS1 per tanti anni e credevamo di poter continuare all'infinito»

Laura osservo: «Forse e questo il senso di quel passaggio della storia che racconta come Tentenna e Ridolino siano rimasti vittime dell'arroganza che nasce dal successo. Perche avrebbero dovuto cambiare quello che aveva sempre funzionato benez-

-Dunque credevate che il vostro Vecchio Formaggio Fosse il solo Formaggio a vostra disposizione-, suggeri Nathan.

-Si, e desideravamo mantenerlo. Se ripenso a quello che ci e capitato, capisco che non fu solo perche ci aveva no 'spostato' il Formaggio, ma perche il Formaggio stesso ha un suo proprio ciclo di vita e alla fine si esaurisee. In ogni caso, non cambiammo. A farlo, invece, fu un

72

.....

nostro concorrente e le nostre vendite precipitarono, sicche noi ci ritrovammo a Iottare tra mille difficolta, Adesso nel nostro settore stiamo vivendo un altro periodo di grandi trasformazioni tecnologiche, e di nuovo nessuno nella nostra azienda ha il coraggio di affrontarle. A quanto pare faremo un altro errore, ma questa volta corro seriamente il rischio di perdere il lavoro,»

«E giunta l'ora del Iabirtntcl- esclamo Carlos. Tutti risero, anche Jessica.

Carlos, rivolto a Jessica, commento: -Molto bene, vedo che riesci a ridere di te stessa-,

«E l'insegnamento principale che io ho tratto dalla storia, perche di solito tendo a prendermi troppo sul serio. Ho notato che Ridolino e cambiato quando finalmente e riuscito a ridere di se stesso. Non a caso si chiamava Ridolino-. spiego Frank.

Angela domando. -Rirenete che Tentenna alia fine sia cambiato e sia riuscito a trovare il Nuovo Formaggioo

·10 credo di si-, dichiaro Elaine.

·10 invece penso di no», afferrno Cory. «Ci sono persone che non cambiano mai e ne pagano le conseguenze. Nella mia attivita di medico, talvolta incontro gente come Tentenna, persone che ritengono di avere diritto al proprio Formaggio, e che quando 10 perdono si sentono vittime di un'ingiustizia. Ebbene, queste persone sono esposte alle malattie pili di quelle che accettano la

73

II1II

Illilll

situazione e si mettono subito in mota per superare il problema-

A quel punto Nathan disse a bassa voce, come rivolto a se stesso: -Credo che il problema sia: 'Di che cosa abbiamo bisogno per accettare la situazione e per metterci in moto".

Per un po' nessuno parlo,

-Devo ammettere-, confesso Nathan, -che mi ero accorto di cio che stava accadendo attomo a me, rna speravo che non ne saremmo rimasti coinvolti. Ritengo che sia molto meglio avviare il cambiamento non appena e possibile, piuttosto che cercare di reagire e adattarsi a posteriori. Forse dovremmo essere noi a spostare il nostro Formaggie-

-Che cosa intendi direr. domando Frank.

-Non posso evitare di chiedermi dove saremmo oggi

se avessimo venduto tutti i nostri negozi per costruire un supermercato moderno in grado di competere con i leader di mercato-, rispose Nathan.

Intervenne Laura: -Forse Ridolino intendeva proprio questa quando scrisse sui muro: 'Assapora il gusto dell'avventura e goditi le delizie del Nuovo Formaggiov,

-Sono convinto che alcune cose non debbano cambiare-, intervenne Frank. -Per esempio, io desidero conservare i miei valori fondamentali. Tuttavia adesso capisco che le mie eondizioni sarebbero di gran lunga miglio-

74

ri se nella mia vita fossi stato molto piu tempestivo a spostarmi con il Formaggio.s

-Be', Michael, la storiella e simpatica-, interloqui Richard, 10 scettico della dasse, -rna come hai fatto a metterla in pratica nella tua aztendar-

Anche se il gruppo per il momenta 10 ignorava, Richard stava attraversando un periodo di grandi cambiamenti. Reduce da un divorzio, stava eercando di trovare il giusto equilibrio tra Ie esigenze della carriera e l'educazione dei figli adoleseenti.

-Sai, ritenevo che il mio eompito si limitasse alla gestione dei problemi quotidiani man mana che si presentavano- rispose Michael, -mentre avrei dovuto guardare piu lantana e assicurarmi che la via che avevamo imboceato fosse quella giusta. Ma, cari miei, io con quei problemi battagliavo ventiquatrr'ore al giorno. Non era divertente: mi trovavo su un treno in eorsa e non potevo scendere-

·E cosi ti limitavi a gestire l'ordinaria amministrazione quando inveee c'era bisogno di un leader», interloqul Laura.

-Proprio cosr-, prosegui Michael. -Ma, dopo aver ascoltato per la prima volta la storia di Chi ha spostato it mio formaggio? e aver seguito la trasformazione di Ridolino, mi fu chiaro che il mio compito era quello di immaginarmi it Nuovo Formaggio, e di farlo con tanta chiarezza

75

e realismo da indurre me stesso e gli altri a desiderare di cambiare e di raggiungere il successo tutti insieme, sia nellavoro sia nella vita privata»

«E nellavoro che cosa hai fattot- domando Nathan. «Be', quando ho domandato ai miei collaboratori in azienda con quale personaggio della storia si identificassero, mi sono reso conto che nella nostra organizzazione c'erano tutti e quattro. E mi sono anche persuaso che i casi dei nostri Nasofino, Trottolino, Tentenna e Ridolino andavano considerati separatamente a uno a uno.

.. I nostri Nasofino erano capaci di intuire i cambiamenti del mercato e potevano quindi aiutarci ad aggiornare la nostra visione aziendale. Dovevamo solo metterli nelle condizioni di liberare questa loro capac ita per individuare quali cambiamenti potevano aprire la via a nuovi prodotti 0 servizi attraenti per i nostri c1ienti. I Nasofino furono ben lieti di avere l'opportunita di farlo e ci confermarana che lavorare in un'organizzazione conscia del valore del cambiamento e propensa ad adattarvisi rispondeva perfettamente alle loro aspirazioni.

-Ai nostri Trottolino invece piaceva l'azione pratica, e quindi Ii incoraggiammo a prendere iniziative coerenti con le nuove visioni aziendali. Noi ci limitavamo a controllare che non si mettessero a correre in direzioni sbagliate. II premio del loro lavoro arrivava con la scoperta di un Nuovo Formaggio, cosa che H rendeva felici perche

76

sentivano di lavorare in un'azienda che valorizzava l'iniziativa e i risultati che ne conseguivano .»

"E che ne avete fatto dei Tentenna e dei Ridolinof- domando Angela con curiosita .

• 1 Tentenna purtroppo erano la nostra palla al piede-, rispose Michael. -Alcuni di loro si erano adagiati in una tranquilla routine, altri erano bloccati dalla paura di camblare. Alcuni dei nostri Tentenna decisero di cava1care il cambiamento soltanto quando riuscirono a mettere a fuoco la seducente immagine che avevamo tratteggiato e a capire come il cambiamento in realta avrebbe portato vantaggi anche a loro.

«I nostri Tentenna ci dissero apertamente che il lora massimo desiderio era di lavorare in un'organizzazione che desse sicurezza: era chiaro, quindi, che avrebbero accettato soltanto cambiamenti che ai loro occhi non intaccassero illoro senso di sicurezza. Ma quando si resero conto che il vern pericolo sarebbe stato non cambiare, alcuni di loro voltarono pagina e ottennero buoni risultati. La nostra visione ci aiuto a trasformare molti dei nostri Tentenna in altrettanti Ridolino.s

-Che cos a avete fauo con i Tentenna che si ostinavano a non camblareo volle sapere Frank.

.. Siamo stati costretti a liberarcene-, ammise Michael con amarezza. «Noi avremmo preferito non mandare via nessuno, rna sapevamo anche che, qualora la nostra atti-

77

~ ---------------------------~

vita non avesse cambiato rapidamente rotta, nei guai ci saremmo poi trovati tutti quanti,»

Poi aggiunse: -La buona notizia e che i nostri Ridolino, all'inizio assai sconcertati, dimostrarono in seguito di possedere un'apertura mentale sufficiente a imparare qualcosa di nuovo e a mutare atteggiamento in tempo utile per dare illoro contributo a rimettere in carreggiata l'azienda.

-Arrivarono addirittura ad augurarsi il cambiamento e a ricercarlo attivamente. Poiche conoscevano a fondo l'animo umano, ci furono di grande aiuto per costruire una visione piu realistica del Nuovo Formaggio, che potesse essere compresa e condivisa praticamente da tutti.

-Dichiararono di voler lavorare in un'organizzazione che concedesse a tutti la fiducia e gli strumenti necessari per cambiare. Inoltre, con illoro senso dell'umorismo, ci aiutarono a sdrammatizzare la nostra ricerca del Nuovo Formaggio-,

«E avreste ottenuto tutti questi risultati con una storiella? commento Richard con leggero sarcasmo.

Michael sorrise. -No, non con la storia, rna con quello che abbiamo fatto di concretamente diverso, sulla base di quanta avevamo appreso da essa-

Angela ammise: ,,10 sono un po' come Tentenna, e quindi per me la parte piu incisiva della storia e quando Ridolino sorride delle sue paure e si immagina il momento della scoperta del Nuovo Formaggio. A quel punto la

78

perlustrazione del Labirinto non 10 intimorisce piu, anzi comincia addirittura a provarne piacere. E alla fine raggiunge la meta. E quello che vorrei essere capace di fare piu spesso anch'io-,

Intervenne Richard, che aveva seguito tutta la discussione con un'espressione corrucciata: .11 mio capo continua a dirmi che la nostra azienda deve cambiare. Credo che in realta cerchi di farmi capire che io devo cambiare, ma io da quell'orecchio non ci ho mai sentito. Penso di non aver mai capito davvero che cosa fosse il Nuovo Formaggio verso cui cercava di indirizzarci. E neppure che cosa avremmo avuto da guadagnarci-.

Richard sogghigno, mentre aggiungeva: -Devo confessare che questa idea di figurarsi il Nuovo Formaggio e immaginare il piacere che ne puo derivare non mi dtspiace affatto, perche allenta la tensione. Quando si vede che il cambiamento puo migliorare le cose, e chiaro che si diventa piu inclini ad appoggiarlo. Forse potrei utilizzare questa trucco nella vita privata», aggiunse. -I miei figli danno l'impressione di essere convinti che nella loro vita non dovra cambiare mai niente. Mi sembra che somiglino un po' a Tentenna, e di conseguenza sono inquieti, credo perche temono Ie incognite del futuro. Forse non sono stato capace di dipingere un'immagine realistica del Nuovo Formaggio, probabilmente perche io stesso ho difficolta a immaginarlo.»

79

II gruppo resto in silenzio per qualche istante, giacche molti di loro presero a riflettere sulla propria vita.

Fu Jessica la prima a interrompere la pausa: -Bene, oggi quasi tutti hanno parlato di lavoro, mentre io, ascoltando la storia, pensavo piuttosto alla mia vita personale. Credo che la mia attuale relazione sia un Vecchio Formaggio, e per giunta gia parecchio intaccato dalla muff a».

Cory concordo ridendo. oE 10 stesso per me. Anch'io ho bisogno di troncare una relazione insoddisfacente-,

«0 forse il Vecchio Formaggio e solo un comportamento superato-, interloqui Angela. -Cio di cui dobbiamo davvero liberarci sono i comportamenti che continuano a generare relazioni sbagliate, per poi procedere alla conquista di un modo migliore di pensare e aglre»

-Gtustol- approve Cory. «E un'osservazione davvero interessante. Il Nuovo Formaggio potrebbe quindi consistere in una nuova relazione con la medesima persona .•

-Comincio a convincermi che non sia poi cosi assurdo come pensavo. L'idea di abbandonare i vecchi comportamenti invece della relazione e seducente. E chiaro che persistendo nel medesimo comportamento non si potranno che ottenere gli stessi risultati-, concluse Richard.

-Quanto allavoro, invece di cercarne un altro forse farei meglio a cambiare il modo in cui faccio quello che ho. Se mi fossi deciso prima, probabilmente ora occuperei una posizione migllore-, aggiunse.

80

0L ....

Poi intervenne Becky, che qualche tempo prima si era trasferita in un'altra citra, dalla Quale aveva fatto ritorno per partecipare alIa riunione. -Mentre ascoltavo la storia e i vostri commenti, ho avuto pill di un'occasione per sorridere di me stessa-, prese a raccontare .• Perche io mi sono comportata a lungo come Tentenna: titubante, irresoluta e plena di paura di cambiare. Non mi rendevo conto di quanti altri facevano come me e temo di aver contagiato senza volerlo anche i miei figli. Ripensandoci, ora capisco che il cambiamento rappresenta per noi una splendida opportunita per raggiungere realta nuove e migliori, anche se sul momenta possiamo temere il contrario. Mi ricordo, per esempio, che quando mio figlio frequentava il secondo anno di liceo, a causa dellavoro dl mio marito dovemmo trasferirci dall'Illinois al Vermont, e il ragazzo era sconvolto all'idea di doversi separare dai suoi amici.

-Mio figlio, inoltre, era uno del migliori nuotatori della sua scuola-, prosegui Becky, "rna nel hceo del Vermont che avrebbe frequentato non esistevano squadre di nuoto. Di conseguenza si oppose fermamente alla nostra decisione di trasferirci. Ma quando infine 10 facemmo si appasslono alle montagne, imparo a sciare, fu inserito nella squadra di sci della scuola e ora e ben felice di vivere in Vermont. Se al momento del trasferimento ci fossimo raecontati questa storia del Formaggio, tutti e tre insieme da-

81

-.~

vanu a una

ta~z di .

avremmo r· a 1 cloccolata fumante probabilmente

lSPa . '

preoccupaz· . rmiato alla nostra famiglia un sacco di

.Appenalonl e di tensionj.,

art· .

a tuna la nu IVO a casa voglto raccontare questa storia

h . ta fa . 1· D

c e 10 somi 1. mig lao omandero ai miei se pensano

. g I d· ., N

o a Rldolino I pru a asofino, a Trottolino a Tentenna

mo discuter~ e a chi rite~gono di somigliare l~ro. Potremdella nostra f SU. c~me Identificare il Vecchio Formaggio vo-, medito Je~~lglta e su come immaginare quello Nuo-

-Mi semb Sica.

dendo tUtti, ~a un'ottima idea-, osservo Richard, sorpren, PO.i Franlt ompreso s~ stesso.

d ora 10 po· commento: -Ho intenzione di comportarmi

·b·I I com R·d 1· .

ru I e a spo e I 0 100, diventando molto pili dispo-

tort Starm· ·1

s ona al Ill·. 1 con 1 Formaggio. E raccontero questa

lasciare l'e;::c~mici che si preoccupano perche devono mento. Sono ~to e temono le conseguenze del cambiaressante.. Sicuro che ne uscira un dibattito assai inte-

«E proPr. .

. 1· 10 Ii .

mig lorare 1 sistema grazie al quale siamo riusciti a

~o discuss~ an~stra ~ttivita., intervenne Michael. -Abbia- 11 modo dt a ~ngo il senso della storia del Formaggio e un'esperien PPhcarla alla nostra situazione particolare. Fu metafora di~ straordinaria, perche disponevamo di una gomento, e f ftente e sdrammatizzante per affrontare l'ar-

u anche eccezionalmente efficace, special-

mente quando queste idee presero a diffondersi in modo pili capillare nella mentalita dell'azienda-

-Che cosa intendi con 'capillare'? domando Nathan.

-Ebbene, quanta pili ci addentravamo nell'analisi del-

la nostra organizzazione, tanto pili incontravamo persone che pensavano di essere nulla pili di un ingranaggio in un meccanismo in grado di stritolarli: costoro erano comprensibilmente pili timorosi delle conseguenze di un cambiamento imposto dall'alto e quindi opponevano resistenza. In breve, un cambiamento imposto e destinato a suscitare resistenze.

-Ma una volta che la storia del Formaggio venne conosciuta da praticamente tutti i componenti della nostra organizzazione, divento assai pili semplice modificare l'atteggiamento complessivo verso il cambiamento, In altre parole, essa ha aiutato tutti a ridere, 0 quanto meno sorridere, delle nostre vecchie paure, e a far nascere la voglia di darci una mossa. Come vorrei averla sentita prima questa storial- aggiunse Michael.

-Per quale ragione? domando Carlos.

-Perche prima che ci decidessimo ad affrontare i cam-

biamenti, la nostra attivita era ridotta COS1 a mal partito che fummo costretti, come ho gia detto, a licenziare parte del personale, compresi alcuni buoni amici, e non fu ne semplice ne indolore. Ma quasi tutti, sia quelli che se ne andarono sia quelli che restarono, affermarono che la

82

83

storia del Formaggio li aveva aiutati a considerare gli eventi sotto una luce diversa e a reagire in modo pill positivo. Chi aveva dovuto cercarsi un altro lavoro disse che il ricordo della storia 10 aveva molto aiutato a superare le mille difficolta che una tale situazione ovviamente comporta-

Angela era curiosa di sapere. «Quale parte della storia hanno giudicato di maggior aiutoi-

-Quelle persone mi dissero che l'effetto pill positivo era state di renderle consapevoli che, una volta abbandonate le loro paure, il Nuovo Formaggio sarebbe stato li, a portata di mano, in attesa solo di essere trovato! Con in mente l'immagine del Nuovo Formaggio, doe immaginando se stessi intenti a svolgere con successo un nuovo e pill soddisfacente lavoro, si sentivano pill forti, e quindi nei colloqui di assunzione furono piu convincenti. Molti di lorotrovarono lavori migliori-, replico Michael.

·E quelli rimastl in azlendar- domando Laura.

-Quelli-, rispose Michael, -invece di lamentarsi dei cambiamenti che stavano avvenendo, si limitarono a osservare: 'Hanno solo spostato il nostro Formaggio. Tiriamoei su le maniche e mettiamoci a cercare quello nuovo'. Si perdette meno tempo e ci furono meno tensioni. Ben presto anche le persone che avevano fatto resistenza percepirono i vantaggi del cambiamento e alla fine vi diedero il proprio contributo,-

84

-Che cosa Ii ha spinti a cambiare, secondo te?· domando Cory,

-Credo che cambiarono perche nella nostra azienda si era modificata la pressione di gruppo. Che cosa succede nella maggior parte delle organizzazioni di cui avete fatto parte quando il top management annuneia un cambiamento? Secondo voi la maggioranza sostiene che il cambiamento e una buona 0 una cattiva ideal-

-Una cattiva idea», rispose prontamente Frank.

-Proprio cosi-, concordo senza esitazione Michael.

-Come mai?»

-Perche la gente desidera che le cose non cambino

mai e con il cambiamento temono di rimetterei. Basta che uno sostenga che il cambiamento e negativo e gli altri tendono subito ad accodarsi-, noto Carlos.

·51, magari non sono del tutto convinti che abbia ragione-, concordo Michael, -ma si allineano perche temono di essere emarginati dal gruppo. E questa il genere di pressione di gruppo che in qualunque tipo di organizzazione tende a opporsi al cambiamento .»

-Che cosa dun que cambio dopo che i tuoi collaboratori ebbero ascoltato la storia del Formaggio? domando Becky.

-Ia pressione di gruppo si modiflco perche nessuno voleva somigliare a Tentennal- rispose semplicemente Michael.

85

Ci fu una risata generale.

"In altre parole, volevano fiutare per tempo i cambiamenti e mettersi subito all'opera. piuttosto che rimanere bloccati e perdere il contatto con il gruppo,»

"E una buona ragione, nessuno nella mia azienda aspirerebbe a somigliarea Tentenna. e l'idea potrebbe anche indurli a cambiare. Perche non ci hai raccontato questa storia, l'ultima volta che ci siamo incontrati? Magari avrebbe potuto funzionare-, affermo Nathan.

-Funziona di sicuro-, ribadi Michael. «Natural mente funziona meglio quando nell'organizzazione tutti conoscono la storia, e questa vale tanto per Ie aziende di grandi dimensioni quanto per quelle piccole, e persino per le famiglie, perche qualunque organizzazione puo cambiare solo se cambiano la maggior parte dei suoi componenti. »

Poi Michael propose agli amici un ultimo spunto di riflessione. -Dopo aver verificato tra di noi la grande efficacia di questa storia, cominciammo a raccontarla alle persone con cui avevamo intenzione di lavorare, ben sapendo che anch'esse si trovavano quotidianamente di fronte alle sfide del cambiamento. Facevamo cap ire che noi avremmo potuto rappresentare per loro il Nuovo Formaggio, cioe migliori partner con cui raggiungere obiettivi ambiziosi. COS! siamo riusciti a far rifiorire la nostra attivita-,

86

L'osservazione fu raccolta da Iessica, che rammento di aver ricevuto una serie di contatti da parte di potenziali clienti. Diede un'occhiata all'orologio e disse. -Be', e ora che io lasci questa Deposito di Formaggio e mi metta a cercarne un altro checontenga Nuovo Formaggio-.

Gli amici, di ottimo umore, cominciarono a salutarsi.

Molti avrebbero desiderato proseguire la discussione, rna era tempo di lasciarsi. A uno a uno, ringraziarono ancora Michael.

-Sono lieto e soddisfatto che abbiate trovato cOSI utile la mia storia e spero che abbiate presto l'opportunita di raccontarla anche ad altri-iegli concluse.

L'autore

Spencer Johnson e autore di una serie di successi internazionali che hanno aiutato milioni di lettori a scoprire verira capaci di rendere la vita pili gratificante e meno stressante. Si dice di lui: «£ il migliore nel prendere in esame problemi complessi e a fornire soluzioni semplici che funzionano-, Tra queste, Chi ba spostato il mio formaggio? il libro sul cambiamento pili letto al mondo, e II Presente, il suo pili recente best-seller

£ inoltre ideatore e coautore de L 'One Minute Manager, scritto insieme con il leggendario consulente Kenneth Blanchard: il volume e sempre presente nelle classifiche di vendita del suo settore ed e diventato in breve il metodo di management pili famoso in assoluto.

Spencer Johnson si e laureato in Psicologia presso l'University of Southern California e in Medicina presso il Royal College of Surgeons; ha esercitato la professione presso la Harvard Medical School e la Mayo Clinic e, pili recentemente, ha fatto parte del corpo dirigente della Harvard Business School. I suoi libri sono stati spesso oggetto di interesse da

parte dei media, fra cui Associated Press, BBC, CNN, Portune, The New York Times, Time, USA Today e United Press. E a capo di Who Moved My Cheese? Ll.C, un'organizzazione la cui finalita e assistere persone e imprese nel gestire con successo il cambiamento. Per l'opera Who Moved J{)J Cheese? The Video e stato insignito nel 2004 del premio Telly. Chi ba spostato II mio formaggio? attualmente ha superato i trentacinque milioni di copie vendute in tutto il mondo, ed e stato tradotto in oltre quaranta lingue.

La Jortuna dellibro

Questa storia fu elaborata da Spencer Johnson in un periodo in cui non sapeva come affrontare un difficile cambiamento. Grazie a essa capl che la situazione contingente meritava un approccio molto serio, rna che lui non doveva prendere se stesso con altrettanta serieta. Quando gli amici si accorsero di quanta fosse migliorata la sua vita e gliene chiesero il motivo, egli svelo la storia del Formaggio. Furono in parecchi, a distanza di tempo, a testimoniare che quella favoletta aveva permesso loro di mantenere il senso dell'umorismo e di gestire il cambiamento in maniera ottimale. Ken Blanchard, coautore con Johnson del fortunatissimo L'One Minute Manager, 10 esorto allora a renderla pubblica. Fu cost che, vent'anni dopo la sua prima apparizione, Chi ba spostato II mio formaggto? divenne un libro. Grazie al passaparola dei lettori entusiasti, raggiunse immediatamente il vertice delle classifiche internazionali, con un milione di copie vendute nei primi sedici mesi, che divennero dieci milioni nei due anni successivi e che attualmente, negli Stati Uniti, superano i ventuno. Amazon.com 10 ha di-

chiarato il proprio «best-seller n.l da sempre-. Le persone che 10 apprezzano sostengono che ha dato un impulso positivo alIa loro carriera, agli affari, alla salute e alla vita di coppia.

La storia del Formaggio e entrata nelle case, nelle aziende, nelle scuole, nelle chiese, nell'esercito e nella sport. Ha girato il mondo tradotta in numerose lingue. II suo richiamo e universale.

Coloro che so no su posizioni critiche, d'altro canto, non si capacitano di tutto questo successo. Essi sostengono che la trama e cosi semplice che pub capirla un bambino, e che il comune buon senso che la ispira e un insulto aHa loro intelligenza. Inoltre non se ne ricava alcun beneficio. Certi addirittura temono che il messaggio, sebbene la stona non 10 dica espressamente, sia questo: il cambiamento e bene sempre e comunque, e le persone devono sottomettersi acriticamente anche a mutamenti inutili imposti dall'esterno.

Secondo l'autore, entrambi i partiti hanno a loro modo ragione. La validita dell'opera non consiste tanto nel suo contenuto, rna in come esso viene recepito e applicato alla propria situazione. II suo augurio e che la vostra interpretazione e il modo in cui la metterete in pratica possa aiutarvi a trovare e gustare il Nuovo Formaggio che vi meritate.