Sei sulla pagina 1di 24

COMPONENTI PER IMPIANTI

A BIOMASSA
2014
La serie di prodotti CALEFFI BIOMASS® è stata specificamente realizzata per l’utilizzo nei circuiti
degli impianti con generatori a combustibile solido legnoso, operanti ad alta temperatura con
fluido termovettore acqua o soluzioni glicolate. I materiali con i quali sono realizzati i componenti
e le loro prestazioni tengono conto delle specifiche esigenze impiantistiche di efficienza e
sicurezza dei generatori e degli impianti.

BIOMASSA CIOCCHI

La biomassa è “la frazione biodegradabile di prodotti, rifiuti e residui di origine biologica


provenienti da agricoltura (sostanze vegetali e animali), silvicoltura e industrie connesse
(comprese pesca e acquacoltura), nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali
e urbani”. La biomassa si trova in forma solida, liquida e gassosa. Questa linea di
prodotti Caleffi è stata appositamente studiata per gli impianti a biomassa solida
legnosa (combustibile solido).

GENERATORI A COMBUSTIBILE SOLIDO PELLET


I generatori a combustibile solido possono essere classificati in due macrocategorie:
1) Caldaie: generatori “per combustibili solidi, con alimentazione manuale e
automatica”, da installare in appositi locali tecnici. Il riscaldamento avviene
mediante collegamento idraulico all’impianto di riscaldamento.
2) Dispositivi domestici: “apparecchi per il riscaldamento alimentati a combustibile
solido con caldaia incorporata, con potenza del focolare complessiva non maggiore di
35 kW”, installati direttamente all’interno dell’abitazione. Alimentazione manuale o
automatica. Il riscaldamento avviene mediante circolazione di aria e di acqua, con CIPPATO
collegamento idraulico all’impianto di riscaldamento. I dispositivi domestici sono
classificabili in tre tipologie:
- Termocamini
- Termostufe
- Termocucine
I generatori si suddividono ulteriormente in base al sistema di caricamento del
combustibile:
Il caricamento manuale, tipicamente quello dei generatori a ciocchi di legna,
comporta la presenza di un operatore che introduca i pezzi di legna all’interno del
vano di carico del generatore.
Il caricamento automatico si riferisce all’ultimo dispositivo che trasporta il
combustibile (per esempio pellet o cippato) dal serbatoio di stoccaggio alla
camera di combustione.

Caldaia a caricamento manuale ed automatico

Fumi
Scambio termico
Aria comburente
M
Aria primaria
e secondaria
M

Dispositivo domestico a caricamento manuale ed automatico

2 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


NORMATIVE DI RIFERIMENTO
Le norme classificano gli impianti in base al sistema di espansione (aperto o chiuso) ed in base al sistema di caricamento del combustibile nel
generatore, manuale (legna in ciocchi) od automatico (pellet, cippato ecc.).
Generatore Potenza Norma costruttiva Norma impiantistica
Caldaia Fino a 500 kW EN 303-5 (2012) EN 12828 (2012) Europa
Caldaia < 35 kW EN 12828 (2012) Italia
Caldaia > 35 kW Raccolta R I.S.P.E.S.L. (2009) Italia
UNI EN 13229 (2006)
UNI EN 13240 (2006)
Domestico Fino a 35 kW UNI 10412-2 (2009) Italia
UNI EN 12815 (2006)
UNI EN 14785 (2006)

Riportiamo alcuni esempi significativi di impianti a vaso aperto e chiuso realizzati secondo le norme applicabili
T Termostato di blocco a AC Dispositivo arresto Valvola di sicurezza
T Termostato di blocco a AC
TR Dispositivo
T P arresto
PPM Valvola di sicurezza T Termostato dimanuale
riarmo blocco a AC Dispositivo arresto
aria comburente Valvola di sicurezza
riarmo manuale TR T aria Pcomburente
PPM riarmo manuale aria comburente
TR T P PPM
TR Termostato
T Termostato di blocco
di regolazione aa AC Dispositivo
acustico arresto Valvola di sicurezza
TR TR TacusticoP PPM TR Termostato diriarmo
regolazione a ALAllarmeAllarme
acustico
Termostato di regolazione a InAllarme
prossimità
ALIn prossimità del All’accumulo riarmo automatico manuale AL e otticoaria comburente
riarmo automatico
del
egeneratore
ottico
All’accumulo
(solo con caricamento T riarmo
Termostato automatico
di blocco a AC Dispositivo e ottico
arresto Valvola di sicurezza
Vaso di espansione
TR T Pgeneratore PPM (solo con caricamento
Vaso
manuale disuespansione
e richiesta riarmo manuale aria comburente Vaso di espansione
chiuso
manuale edelsucostruttore.
richiesta TR Termostato
TC Termostato In prossimità
di regolazione
di controllo
del
a
All’accumulo
Allarme acustico (solo con
Termometro chiuso
chiuso TC Termostato diriarmo
controllo AL
generatoreTermometro caricamento
TC Termostato di controllo In prossimità del
Termometro
del costruttore.
Volume minimo
Volume minimo 300 litri)
300 litri)
All’accumulo
TR Termostato di regolazione a
automatico e ottico manuale e su richiesta
generatore (solo con caricamento Allarme acustico Vaso di espansione
CALDAIA In prossimità del AL del costruttore.
Valvola di scarico RIARMO

All’accumulo manuale e su richiesta riarmo automatico e ottico Valvola300 litri) chiuso


di scarico
CALDAIA
TC diTermostato Volume minimo
RIARMO

P Pressostato di blocco a Manometro


542

A
blocco a di controllo Manometro Termometro Vaso ditermico termico
espansione
generatore (solo con caricamentoValvola di delscarico
costruttore.
P Pressostato
542

A
RIARMO

1 1/2 X 1 1/2
542

COMBUSTIBILE manuale e su richiesta Volume minimo 300 litri) riarmo manuale


P CALDAIA chiuso
1 1/2 X 1 1/2
542

Pressostato di blocco
COMBUSTIBILE a Manometro
542

SOLIDO termico riarmo


TC Termostato manuale
SOLIDO del costruttore. 1 1/2 X 1 1/2
542

di controllo
A Termometro
riarmo manuale CALDAIA Volume minimo 300 litri)
Valvola di scarico RIARMO

COMBUSTIBILE
Dispositivo di protezione Rubinetto manometro
PLM SOLIDO P diPressostato
protezione di blocco a Rubinetto manometro Manometro
542

A termico
PLM Dispositivo
livello minimo campione ValvolaValvola
Valvola di scarico di
di scarico di
INAIL INAIL
di scarico
1 1/2 X 1 1/2
542

CALDAIA COMBUSTIBILE
livello minimoriarmo manuale
RIARMO

Dispositivo di protezioneSOLIDO Rubinetto manometro campione sicurezza termica


PLM P Pressostato di blocco a Manometro termicosicurezza termica
542

A Valvola di scarico di
livello minimo campione INAIL
1 1/2 X 1 1/2
542

COMBUSTIBILE riarmo manuale


sicurezza termica PLM diDispositivo di protezione Rubinetto manometro
SOLIDO PPM Dispositivo di protezione Pozzetto di controllo ValvolaValvola
di scarico di scarico
Valvola di scarico di
PPM Dispositivo protezione
livello minimo Pozzetto di controllo
campione INAIL
termicotermico con reintegro
con reintegro
S

di pressione minima INAIL sicurezza termica S

PPM Dispositivo di protezione Pozzetto di controllo Valvola di scarico PLM Dispositivo


pressioneprotezione
minima Rubinetto manometro
INAIL incorporato
Valvolaincorporato
di scarico di C
C

termico con reintegro livello minimo campione INAIL


pressione minima INAIL
S
sicurezza termica Valvola di scarico
C
incorporato PPM Dispositivo di protezione Pozzetto di controllo
termico con reintegro S

pressione minima INAIL Valvola di scarico


PPM Dispositivo di protezione Pozzetto di controllo
termico con reintegro
incorporato
S
C

pressione minima INAIL


incorporato
Dispositivi di colore nero: obbligatori secondo normativa. UNI EN 303-5 (2012): Caldaie per combustibili solidi con C

Dispositivi “riquadrati” o di colore magenta: facoltativi o da alimentazione manuale e automatica, con una potenza
prevedere in alternativa secondo normativa. nominale fino a 500 kW. Vaso chiuso.

RIARMO

P PPM
TTR PT PPM
RIARMO

RIARMO
TR 542
542
AL AL
LM AC
PLM PAC AL AL
RIARMO

1 1/2 X 1 1/2

1 1/2 X 1 1/2
542
542

542
542

1 1/2 X 1 1/2

1 1/2 X 1 1/2 542


542

RIARMO

TR T PALPPM AL
RIARMO
RIARMO

TR T P PPM 542
AL RIARMO
PLM AC 542

542

PLM AC
1 1/2 X 1 1/2
542 AL 542

TR T P PPM
RIARMO

542
1 1/2 X 1 1/2
542

1 1/2 X 1 1/2
542

AL
≤1 m ≤1 m
RIARMO
1 1/2 X 1 1/2

PLM AC AL
542

1 1/2 X 1 1/2
542

542

≤1 m ≤1 m1 1/2 X 1 1/2
542

GENERATORE
GENERATORE GENERATORE
GENERATORE
A A A A ≤1 m
COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE ≤1 m COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE ≤1 m
SOLIDO
SOLIDO ≤1 m GENERATORE
SOLIDOSOLIDO ≤1 m
GENERATORE A GENERATORE
GENERATORE A ≤1 m COMBUSTIBILE A
GENERATORE
A COMBUSTIBILE GENERATORE SOLIDO COMBUSTIBILE
A
COMBUSTIBILE SOLIDO A SOLIDO
COMBUSTIBILE
SOLIDO COMBUSTIBILE
SOLIDO SOLIDO

Raccolta R I.S.P.E.S.L. (2009): Specificazioni tecniche Raccolta R I.S.P.E.S.L. (2009): Specificazioni tecniche
applicative del Titolo II del DM 1.12.75 ai sensi dell’art. 26 del applicative del Titolo II del DM 1.12.75 ai sensi dell’art. 26 del
decreto medesimo. (P>35 kW per l’Italia). decreto medesimo. (P>35 kW per l’Italia).
Caricamento manuale ed automatico. Vaso aperto. Caricamento manuale (fino a 100 kW) ed automatico. Vaso
chiuso.

TL TTL T TC TC TC TALC AL

≤1 m TL T TC ≤1 m
TL T ≤1 m TC TC AL≤1 m
TL T TC TC AL
TC AL S ≤1 m
≤1 m
≤1 m
S

C
≤1 m C ≤1 m
≤1 m S
S

DISPOSITIVO DISPOSITIVO C
DISPOSITIVO C DISPOSITIVO
DOMESTICO S DOMESTICO
DOMESTICO DOMESTICO
C

DISPOSITIVO
DISPOSITIVO DISPOSITIVO
DOMESTICO
DOMESTICO DOMESTICO
DISPOSITIVO DISPOSITIVO
DOMESTICO DOMESTICO
DISPOSITIVO
DOMESTICO

UNI 10412-2 (2009): Impianti di riscaldamento ad acqua calda UNI 10412-2 (2009): Impianti di riscaldamento ad acqua calda
- Prescrizioni di sicurezza. - Prescrizioni di sicurezza.
Parte 2: Requisiti specifici per impianti con apparecchi per il Parte 2: Requisiti specifici per impianti con apparecchi per il
riscaldamento di tipo domestico alimentati a combustibile riscaldamento di tipo domestico alimentati a combustibile
solido con caldaia incorporata, con potenza del focolare solido con caldaia incorporata, con potenza del focolare
complessiva non maggiore di 35 kW. complessiva non maggiore di 35 kW.
Caricamento automatico. Vaso chiuso. Caricamento manuale. Vaso chiuso.

ACCREDITED
3
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
DISPOSITIVI DI SICUREZZA

542 depl. 01001 543 depl. 01057


Valvola di scarico termico, Valvola di scarico di sicurezza
ad azione positiva. termica, con sensore a doppia
Riarmo manuale per blocco bruciatore sicurezza, per generatori a
o allarme. combustibile solido.
Pressione d’esercizio: 0,3 ≤ P ≤ 10 bar. Pmax d’esercizio: 10 bar.
Campo di temperatura: 5÷100°C. Campo di temperatura:
Temperatura di taratura 98°C e 99°C. 5÷110°C.
Certificata e tarata a banco INAIL. Temperatura di taratura 98°C
Potenzialità scarico: (+0°C -4°C).
1 1/2” x 1 1/4” - 136 kW. Portata di scarico con Dp di
1 1/2” x 1 1/2” - 419 kW. 1 bar e T=110°C: 3000 l/h.
Lunghezza del capillare: 1300 mm.
Certificata a norma EN 14597.

Codice Taratura

542870 1 1/2” M x 1 1/4” F 98°C Codice Taratura

542880 1 1/2” M x 1 1/2” F 99°C 543513 3/4” F 98°C

Funzione Funzione

La valvola di scarico termico La valvola di scarico di


scarica l’acqua dell’impianto al sicurezza termico limita la
raggiungimento della temperatura temperatura dell’acqua nei
di taratura. Dotata di azione generatori a combustibile
positiva. Utilizzabile con solido provvisti di bollitore
generatori a combustibile solido incorporato o di scambiatore
non polverizzato a vaso aperto e di emergenza (per
vaso chiuso secondo la normativa raffreddamento immediato).
vigente. Al raggiungimento della
temperatura di taratura la
Riferimenti normativi INAIL valvola apre il passaggio
Secondo le disposizioni della all’acqua di rete attraverso lo
Raccolta R Ed. 2009, riguardante gli scambiatore di emergenza o il
“impianti centrali di riscaldamento bollitore incorporato in modo
utilizzanti acqua calda con da prelevare il calore in
temperatura non superiore a 110°C e eccesso ed abbassare quindi
potenza nominale massima superiore la temperatura dell’acqua
a 35 kW”, l’impiego della valvola di di impianto contenuta
scarico termico è previsto nei nell’intercapedine del
seguenti casi: generatore.

Impianti a vaso aperto Riferimenti normativi


- Impianti con generatori di calore alimentati con combustibile Il suo utilizzo è previsto dalla Raccolta R ed. 2009, capitolo R.3.C.,
solido non polverizzato, in sostituzione del riscaldatore di acqua di punto 2.1, lettera i2; punto 3.1, lettera i; punto 3.3. La valvola è
consumo o dello scambiatore di emergenza (cap. R.3.C., punto conforme alla norma EN 14597, può essere abbinata a generatori a
2.1, lettera i2). combustibile solido di potenza inferiore a 100 kW, secondo le
Impianti a vaso chiuso disposizioni impiantistiche delle norme EN 12828, UNI 10412-2 e
- Impianti termici con generatori alimentati da combustibili solidi EN 303-5.
non polverizzati fino ad una potenza nominale di 100 kW a
disinserimento parziale in sostituzione del dispositivo di
dissipazione della potenza residua (cap. R.3.C., punto 3.2).

RIARMO

542

1 1/2 X 1 1/2
542

GENERATORE
GENERATORE A
A COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE SOLIDO
SOLIDO

4 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


DISPOSITIVI DI SICUREZZA

544 depl. 01058 544


Valvola di scarico termico, Valvola di scarico termico
ad azione positiva, con reintegro incorporato
con reintegro incorporato. per generatori a combustibile solido,
Per generatori a combustibile solido. con manopola per spurgo manuale.
Pmax d’esercizio: 6 bar. Pmax d’esercizio: 6 bar
Tmax di esercizio: 110°C. Tmax di esercizio: 120°C
Campo di temperatura: 5÷110°C. Temperatura di taratura: 100°C (0/-5°C).
Campo di temperatura ambiente: 1÷50°C. Portata di scarico con Dp di 1 bar e
Temperatura di taratura: 100°C (0/-5°C). T=110°C: 1800 l/h
Portata di scarico
con Dp di 1 bar e
T=110°C: 1600 l/h.
Lunghezza del capillare:
1300 mm.

Codice Taratura Codice Taratura

544400 1/2” F 100°C 544501 3/4” 100°C

Funzione Funzione

Al raggiungimento della Il dispositivo integra in un unico


temperatura di taratura, la blocco una valvola di scarico
valvola di scarico termico termico e una valvola di carico che
scarica l’acqua dell’impianto con operano simultaneamente tramite
generatore a combustibile un sensore integrato nel corpo
solido. valvola. Al raggiungimento del
Il dispositivo integra in un unico valore di taratura, la valvola apre la
blocco una valvola di scarico luce di scarico per eliminare il
termico con sensore a distanza a calore in eccesso e,
sicurezza positiva e una valvola contemporaneamente, la luce di
di carico. Lo scarico di acqua carico per reintegrare la portata di
consente di limitare la acqua dell’impianto scaricata.
temperatura dell’acqua di
impianto, mentre la luce di carico Riferimenti normativi
consente il reintegro della Utilizzata nei generatori privi di
portata scaricata. scambiatore di emergenza e per
potenze < 35 kW (Italia).
Riferimenti normativi
Utilizzata nei generatori privi di scambiatore di emergenza e per
potenze < 35 kW (Italia).

Centralina
Alimentazione
elettrica
S

7
DISPOSITIVO
DOMESTICO
DISPOSITIVO
DOMESTICO

1 2 4
8 Funzione
529 depl. 01226
Regolatore di tiraggio, Il regolatore di tiraggio, installato
6
attacco filettato maschio. a bordo generatore a combustibile
Campo di regolazione: 30÷90°C. solido con l’elemento
Certificata a norma EN 14597. termostatico immerso nel fluido,
3 5 regola automaticamente la
portata dell’aria comburente
permettendo di ottenere una
combustione più regolare e
completa.
Filling group

Cold water
inlet

Codice
To heating
529150 3/4” M ISO 7/1 system
Drain

ACCREDITED
5
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003 From heating
VALVOLA ANTICONDENSA
Funzione
280 depl. 01223
Valvola anticondensa con La valvola anticondensa, utilizzata sugli impianti di riscaldamento
controllo termostatico della con generatore a combustibile solido, regola automaticamente, al
temperatura di ritorno verso valore di taratura, la temperatura dell’acqua di ritorno al generatore.
generatori a combustibile Il mantenimento del generatore a temperatura elevata previene la
solido. formazione di condensa del vapore acqueo contenuto nei fumi.
Corpo in ottone. La condensa genera incrostazioni catramose che, attaccandosi alle
superfici metalliche dello scambiatore fumi-acqua impianto,
provocano corrosione, riducono l’efficienza termica dello
scambiatore fumi-acqua impianto e costituiscono una fonte di
● Completamento codice
pericolo per le canne fumarie essendo infiammabili.
Tarature 45°C 55°C 60°C 70°C La valvola anticondensa permette di prolungare la vita del
● 4 5 6 7 generatore e ne assicura una maggiore efficienza.

Codice DN Attacco Kv (m3/h) Tarature

28005 ● 20 3/4” 3,2 45°C 55°C 60°C 70°C


28026 * ● 20 1” 3,2 45°C 55°C 60°C 70°C Controllo fumi
ed emissioni
28006 ● 25 1” 9 45°C 55°C 60°C 70°C
28007 ● 32 1 1/4” 12 45°C 55°C 60°C 70°C Zone di formazione MI
* Attenzione: stesso Kv della valvola da 3/4” condensa:
• Incrostazioni e catrame
• Corrosione M
Scelta della valvola • Riduzione efficienza
La scelta della valvola si effettua in base al valore di Kv (a cui scambiatore
corrisponde la misura DN del corpo) e non in base ai soli attacchi • Infiammabilità
filettati.
Nota la portata dell’impianto, si calcolano le corrispondenti perdite
di carico sulla valvola mediante il valore di Kv. La somma delle Aria primaria
perdite di carico sulla valvola e di quelle del resto dell’impianto RI

adeve essere compatibile con la prevalenza disponibile della pompa


del generatore.

Caratteristiche tecniche

Prestazioni

Fluido d’impiego:
Massima percentuale glicole:
Pressione max di esercizio:
Campo temperatura di esercizio:
Temperature di taratura (Tset):
Precisione taratura:

Attacchi:

agevolmente rimosso in caso di


manutenzione o cambio della taratura.

Installazione
La valvola può essere installata da
acqua, soluzioni glicolate

entrambi i lati del generatore in qualsiasi


posizione verticale o orizzontale.
L’installazione è consigliata sul
ritorno al generatore in modalità
miscelatrice; è consentita anche sulla
mandata dal generatore in modalità
deviatrice.

Installazione in modalità miscelatrice (anticondensa)

6
GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO
50%
10 bar
5÷100°C
45°C, 55°C, 60°C, 70°C
±2°C
Temperatura di chiusura completa by-pass: Tmix = Tset +10°C = Tr

3/4” - 1” - 1 1/4” M a bocchettone

Sostituzione termostato per modifica taratura


Il sensore di regolazione può essere

ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654


al generatore
Ritorno

e secondaria:
• Rendimento

GENERATORE

2) Otturatore
3) Molla
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO
della combustione

Componenti caratteristici

1) Sensore termostatico
5

Installazione in modalità deviatrice

GENERATORE

ISO 9001 No. 0003


A
COMBUSTIBILE
SOLIDO
Accumulo
ceneri e residui

By-pass
mandata

4) Tappo
5) Corpo valvola
ANTICONDENSA

impianto
Ritorno
GENERATORE
GENERATORE
A A
COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE
SOLIDOSOLIDO

GENERATORE
GENERATORE
VALVOLA ANTICONDENSA
A A
COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE
SOLIDOSOLIDO
Principio di funzionamento

Il termostato, completamente immerso nel fluido, comanda il movimento di un otturatore che regola i flussi in by-pass e verso l’impianto.
All’avviamento del generatore di calore, la valvola anticondensa effettua una ricircolazione dell’acqua di mandata in modo tale da far entrare in
temperatura il generatore il più presto possibile (1). Quando la temperatura di mandata Tm supera il valore di taratura della valvola anticondensa
Tset, comincia ad aprirsi la porta fredda della valvola per effettuare la miscelazione Tmix: in questa fase comincia la carica dell’impianto (2).
Quando la temperatura di ritorno al generatore Tmix è superiore alla taratura della valvola anticondensa di circa 10°C, si chiude la via di
by-pass e al generatore ritorna acqua alla stessa temperatura di ritorno dall’impianto (3) e (4).

Tm ≤ Tset TRANSITORIO AVVIO IMPIANTO 1 Tm > Tset INIZIO CARICO IMPIANTO 2


by-pass aperto by-pass aperto
ritorno impianto chiuso ritorno impianto aperto
Tm ≤ Tset, Tmix=Tm Tm > Tset, Tr < Tset, Tmix=Tset

GENERATORE
GENERATORE Tm Tm GENERATORE
GENERATORE Tm Tm
A A A A
COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE
SOLIDOSOLIDO SOLIDOSOLIDO
Tmix Tmix Tr Tr Tmix Tmix Tr Tr
GENERATORE
GENERATORE Tm Tm GENERATORE
GENERATORE Tm Tm
A A A A
COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE
SOLIDOSOLIDO Tset Tset SOLIDOSOLIDO Tset Tset
Tmix Tmix Tr Tr Tmix Tmix Tr Tr

Tset Tset Tset Tset

Tmix = Tset + 10°C CHIUSURA BY-PASS 3 Tmix > Tset + 10°C IMPIANTO CARICO 4
by-pass chiuso by-pass chiuso
ritorno impianto aperto ritorno impianto aperto
Tm > Tmix = Tset +10°C, Tmix=Tr Tm > Tmix > Tset +10°C, Tmix=Tr

GENERATORE
GENERATORE Tm Tm GENERATORE
GENERATORE Tm Tm
A A A A
COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE
SOLIDOSOLIDO SOLIDOSOLIDO
Tmix Tmix Tr Tr Tmix Tmix Tr Tr
GENERATORE
GENERATORE Tm Tm GENERATORE
GENERATORE Tm Tm
A A A A
COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE COMBUSTIBILE
COMBUSTIBILE
SOLIDOSOLIDO Tset Tset SOLIDOSOLIDO Tset Tset
Tmix Tmix Tr Tr Tmix Tmix Tr Tr

Tset Tset Tset Tset


Tm = Temperatura mandata Tmix = Temperatura miscelata di ritorno al generatore
Tset = Temperatura taratura anticondensa Tr = Temperatura ritorno impianto

Schema applicativo

Impianto con accumulo inerziale

Dispositivi di sicurezza da scegliere


secondo normativa vigente

M M

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO

ACCREDITED
7
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
GRUPPO DI CIRCOLAZIONE ANTICONDENSA
Funzione
282 depl. 01225
Gruppo di circolazione Il gruppo di circolazione anticondensa svolge la funzione di
con valvola anticondensa, collegare il generatore a combustibile solido al collettore di
con controllo termostatico distribuzione, controllando la temperatura di ritorno al generatore,
della temperatura di ritorno per evitare fenomeni di condensa, mediante il dispositivo
verso generatori a termostatico in esso contenuto. Il gruppo consente anche il
combustibile solido. collegamento del generatore all’accumulo inerziale oppure diretto
Con coibentazione. all’impianto di utilizzazione.

Le versioni con interasse 90 e 125 mm sono state appositamente


realizzate per l’abbinamento al separatore-collettore di distribuzione
serie 559 SEPCOLL. La versione da 125 mm può essere applicata
anche al collettore per centrale termica serie 550.

Ritorno generatore lato SX


Codice Attacco Interasse Tarature

28260 A2L● 1” F 190 mm 45°C 55°C 60°C 70°C


28264 UPM● 1” F 190 mm 45°C 55°C 60°C 70°C
28262 A2L● 1” F 125 mm 45°C 55°C 60°C 70°C
28266 UPM● 1” F 125 mm 45°C 55°C 60°C 70°C

Ritorno generatore lato DX


Codice Attacco Interasse Tarature

28261 A2L● 1” F 190 mm 45°C 55°C 60°C 70°C


28265 UPM● 1” F 190 mm 45°C 55°C 60°C 70°C
28263 A2L● 1” F 125 mm 45°C 55°C 60°C 70°C
28267 UPM● 1” F 125 mm 45°C 55°C 60°C 70°C

● Completamento codice
Tarature 45°C 55°C 60°C 70°C
● 4 5 6 7

Caratteristiche tecniche

Prestazioni

Fluido d’impiego: acqua, soluzioni glicolate


Massima percentuale di glicole: 50%
Campo temperatura di esercizio: 5÷100°C Componenti caratteristici
Pressione max d’esercizio: 10 bar
Termometri scala: 0÷120°C 1) Valvola anticondensa 5) Termometro di mandata
Attacchi: - circuito impianto: 1” F a bocchettone 2) Pompa ad alta efficienza 6) Termometro di ritorno
- circuito generatore: 1” F 3) Valvole di intercettazione 7) Coibentazione
- interasse attacchi: 90 mm / 125 mm 4) Valvola di ritegno

Valvola anticondensa
Campo temperatura di esercizio: 5÷100°C
Particolarità costruttive
Temperature di taratura (Tset): 45°C, 55°C, 60°C, 70°C
Precisione taratura: ±2°C
Compattezza costruttiva
Temperatura di chiusura completa by-pass: Tmix = Tset +10°C = Tr
Il gruppo dispone di tutti i componenti funzionali assemblati in kit e
Pompa pronti all’installazione.
Pompe ad alta efficienza: modelli ALPHA2 L 25-60,
UPML 25-95 Valvola anticondensa
Il dispositivo incorpora un sensore termostatico per il controllo della
Caratteristiche tecniche coibentazione temperatura dell’acqua di ritorno al generatore in modo da
Materiale: PE-X espanso a celle chiuse prevenire fenomeni di condensa. Il sensore è stato appositamente
Spessore: 20 mm realizzato per poter essere rimosso dal corpo valvola per
Densità: parte interna 30 Kg/m3 manutenzione o sostituzione in caso di necessità.
parte esterna 50 Kg/m3
Conducibilità termica (DIN 52612): a 0°C 0,038 W/(m·K) Valvola di ritegno
a 40°C 0,045 W/(m·K) Il dispositivo previene circolazioni inverse del fluido. La presenza
Coefficiente resistenza diffusione vapore (DIN 52615): > 1.300 del ritegno è utile quando il gruppo di circolazione è utilizzato da
Campo di temperatura: 0÷100°C solo per il collegamento diretto all’impianto, oppure per il
Reazione al fuoco (DIN 4102): classe B2 collegamento ad un collettore privo di separatore idraulico.

8 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


GRUPPO DI CIRCOLAZIONE ANTICONDENSA
Schema applicativo Collegamento ad accumulo inerziale
Impianto con SEPCOLL, generatore a combustibile solido Il gruppo svolge la funzione di collegamento e circolazione
abbinato a generatore a gas idraulica tra il generatore a combustibile solido e l’accumulo
inerziale, sia in modo diretto che con scambiatore a serpentino
immerso nell’accumulo stesso.

cod. 28261.A2L
Cod. 167012
cod. 28263.A2L

Open
A
AUTO MAN
Amb. temp. range -10÷55°C
cod. 28265.UPM

Opening/closing time 50 s
230 V ˜ ±10% 6 VA

13
Serie 167

90° rotation
IP 65

Open
B
cod. 28267.UPM

cod. 28260.A2L
cod. 28262.A2L
cod. 28264.UPM
cod. 28266.UPM

Collegamento a collettore con accumulo in parallelo


Il gruppo collega il generatore al collettore per l’invio diretto ai
circuiti secondari oppure in parallelo all’accumulo inerziale.

cod. 28261.A2L
cod. 28263.A2L
cod. 28265.UPM
cod. 28267.UPM

In caso di presenza contemporanea


di più generatori di calore, applicare
la normativa vigente

Collegamento al lato primario del separatore/collettore


serie 559 SEPCOLL.
Il generatore a combustibile solido viene impiegato come unica
fonte di energia (lato primario) e quindi viene collegato a monte della
zona di separazione idraulica presente nel SEPCOLL serie 559.

Collegamento diretto all’impianto


cod. 28261.A2L
Il gruppo può essere collegato direttamente all’impianto,
cod. 28263.A2L
cod. 28265.UPM utilizzando la pompa come circolatore per l’intero impianto.
cod. 28267.UPM
Cod. 167012
Open
A
AUTO MAN
Amb. temp. range -10÷55°C
Opening/closing time 50 s
230 V ˜ ±10% 6 VA

13
Serie 167

90° rotation
IP 65

Open
B

cod. 28261.A2L
cod. 28263.A2L
cod. 28265.UPM
cod. 28267.UPM

ACCREDITED
9
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
GRUPPO DI RICIRCOLO ANTICONDENSA
2 E DISTRIBUZIONE
Funzione
281 depl. 01224
Gruppo di ricircolo Il gruppo di ricircolo anticondensa e distribuzione consente il
anticondensa e distribuzione, collegamento del generatore a combustibile solido all’impianto di
con controllo termostatico utilizzazione (diretto o con accumulo inerziale). Esso controlla la
della temperatura di ritorno temperatura di ritorno al generatore per evitare fenomeni di
verso generatori
a combustibile solido.
5
condensa, mediante il sensore termostatico in esso contenuto.

Corpo in ottone.
Con coibentazione. 4 By-pass
mandata

Ritorno 4 6

al generatore
5

3
2 1

5
4 4
Ritorno Ritorno
al generatore impianto
Codice DN Attacco Tarature
3
28106 ● 25 1” F 45°C 55°C 60°C 70°C
28106 WYP● 25 1” F 45°C 55°C 60°C 70°C Componenti caratteristici
28107 ● 25 1 1/4” F 45°C 55°C 60°C 70°C
28107 WYP● 25 1 1/4” F 45°C 55°C 60°C 70°C 1) Sensore termostatico anticondensa
2) Pompa a tre velocità/Pompa ad alta efficienza
3) Valvola per circolazione naturale a clapet
4) Bocchettone con valvola a sfera incorporata
● Completamento codice 5) Alloggiamento termometro
6) Coibentazione
Tarature 45°C 55°C 60°C 70°C
● 4 5 6 7 Particolarità costruttive

Fusione monoblocco e reversibilità


La fusione monoblocco in ottone ad ingombro limitato, che alloggia
Caratteristiche tecniche la pompa ed i componenti funzionali, consente l’installazione
immediata del dispositivo, indipendentemente sulla destra o sulla
Prestazioni sinistra del generatore a combustibile solido, rispettandone i sensi
Fluido d’impiego: acqua, soluzioni glicolate di flusso indicati. I termometri possono essere sfilati dagli occhielli
Massima percentuale di glicole: 50% e reinseriti in analoga posizione nella parte posteriore del gruppo.
Campo di temperatura di esercizio: 5÷100°C Valvola anticondensa
Pressione max d’esercizio: 10 bar Il dispositivo incorpora un sensore termostatico per il controllo della
Portata massima consigliata: 2 m3/h temperatura dell’acqua di ritorno al generatore a combustibile
Termometri scala: 0÷120°C solido in modo da prevenire fenomeni di condensa. Il sensore è
Attacchi: 1” F e 1 1/4” F a bocchettone stato appositamente realizzato per poter essere rimosso dal corpo
valvola per manutenzione o sostituzione in caso di necessità.
Valvola anticondensa
Campo temperatura di esercizio: 5÷100°C Valvola di circolazione naturale a clapet
Temperature di taratura (Tset): 45°C, 55°C, 60°C, 70°C Il dispositivo a clapet ha la funzione di
Precisione taratura: ±2°C assicurare la circolazione naturale del fluido in
Temperatura di chiusura completa by-pass: Tmix = Tset +10°C = Tr caso di arresto della pompa per mancanza di
corrente elettrica. Quando la pompa è attiva, la
Pompa spinta del fluido mantiene chiusa la valvola,
Pompa a tre velocità: modello RS 4-3 costringendo l’acqua ad effettuare il percorso
Pompa ad alta efficienza: YONOS PARA 25/6 attraverso la valvola termostatica anticondensa.
In caso di arresto della pompa, quando l’acqua
Caratteristiche tecniche coibentazione si trova nel generatore ad elevata temperatura, si instaura una
Materiale: EPP circolazione naturale dell’acqua by-passando la valvola
Spessore medio: 30 mm anticondensa, evitando così che la temperatura nel generatore
Densità: 45 kg/m3 possa raggiungere elevati livelli di pericolosità. Il gruppo viene fornito
Campo di temperatura di esercizio: 5÷100°C con valvola di circolazione naturale bloccata. Per attivare la funzione
Conducibilità termica: 0,037 W/(m·K) a 10°C togliere la vite di blocco.
Reazione al fuoco (UL94): classe HBF
Defangatore
Al fine di effettuare la defangazione continua
dell’impianto è disponibile il defangatore
DIRTCAL® serie 5462 come accessorio.

10 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


GRUPPO DI RICIRCOLO ANTICONDENSA E DISTRIBUZIONE
Principio di funzionamento

Il termostato, completamente immerso nel fluido, comanda il movimento di un otturatore che regola i flussi in by-pass e verso l’impianto.
All’avviamento del generatore di calore, il gruppo di ricircolo effettua una ricircolazione dell’acqua di mandata in modo tale da far entrare in
temperatura il generatore il più presto possibile (1). Quando la temperatura di mandata Tm supera il valore di taratura della valvola anticondensa
Tset, comincia ad aprirsi la porta fredda del gruppo per effettuare la miscelazione Tmix: in questa fase comincia la carica dell’impianto (2).
Quando la temperatura di ritorno al generatoreTm Tm Tmix è superiore alla taratura della valvola anticondensa di circa10°C,
Tm Tm si chiude la via di
by-pass e al generatore ritorna acqua alla stessa temperatura di ritorno dall’impianto (3).

Tm ≤ Tset TRANSITORIO AVVIO IMPIANTO 1 Tm > Tset INIZIO CARICO IMPIANTO 2


by-pass aperto by-pass aperto
ritorno impianto chiuso Tm Tm ritorno impianto aperto Tm Tm
Tm ≤ Tset, Tmix=Tm Tm > Tset, Tr < Tset, Tmix=Tset

Tmix
Tmix Tr Tr Tmix
Tmix Tr Tr

TsetTset TsetTset
Tmix Tmix Tr Tr Tmix Tmix Tr Tr

Tset Tset Tset Tset

Tmix > Tset + 10°C IMPIANTO CARICO 3 POMPA OFF 4


by-pass chiuso Valvola di circolazione naturale aperta
ritorno impianto aperto Circolazione naturale del fluido
Tm > Tmix > Tset +10°C, Tmix=Tr
Tm Tm M M

Tm Tm

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO Tmix
Tmix Tr Tr

TsetTset
Tmix Tmix Tr Tr
Tm = Temperatura mandata Tmix = Temperatura miscelata di ritorno al generatore
Tset = Temperatura taratura anticondensa Tr = Temperatura ritorno impianto

Schema applicativo Tset Tset

Impianto con accumulo inerziale

Dispositivi di sicurezza da scegliere


secondo normativa vigente

M M

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO

ACCREDITED
11
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
GRUPPO COMPATTO DI COLLEGAMENTO E GESTIONE ENERGIA
(versione riscaldamento)
Funzione
2850 depl. 01259
Principali caratteristiche funzionali:
Gruppo compatto per - collegamento di nuovi generatori a combustibile solido (sia
collegamento e gestione caldaie che dispositivi domestici con potenza massima al
energia. focolare di 35 kW, entrambi a vaso aperto o chiuso);
- gestione semplice automatica della priorità di funzionamento tra il
generatore a combustibile solido e la caldaia;
- sistema anticondensa incorporato (opzionale) per generatore a
combustibile solido;
- sistema compatto ad ingombro ridotto, con facilità di
collegamento idraulico.

Pompa
Codice DN circ. prim.

285060HE1 1” RS 4-3 senza valv. anticondensa


285065HE1 1” RS 4-3
285060HE2 1” Y. P. 25/6 senza valv. anticondensa
285065HE2 1” Y. P. 25/6 Componenti caratteristici
1) Gruppo monoblocco con pompa RS 4-3 o YONOS PARA 25/6,
completo di valvola anticondensa (opzionale), lato primario
Caratteristiche tecniche 2) Pompa YONOS PARA 15/6 lato secondario (impianto)
3) Scambiatore a piastre saldobrasato
Prestazioni 4) Regolatore digitale
5) Valvole di intercettazione
Fluido d’impiego: acqua, soluzioni glicolate 6) Piastra di supporto
Massima percentuale di glicole: 30% 7) Valvola di ritegno
Campo di temperatura di esercizio: 5÷100°C 8) Valvola di sfiato manuale
Pressione max d’esercizio: 10 bar
Potenza max utile scambiatore di calore: 35 kW
Portata max consigliata circuito primario: 1,5 m3/h
Portata max consigliata circuito secondario: 2,0 m3/h
Temperatura di taratura valvola anticondensa (Tset): 55°C
Precisione taratura: ±2°C
Temperatura di chiusura completa by-pass: Tmix = Tset+10°C = Tr
Attacchi: 1” F

Regolatore
Alimentazione: 230 V - 50 Hz
Pompa
Circuito primario: pompa a 3 velocità RS 4-3
o ad alta efficienza YONOS PARA 25/6
Circuito secondario: pompa ad alta efficienza YONOS PARA 15/6

Coperchio in acciaio
verniciato RAL 9010.

Codice

285010

ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


GRUPPO COMPATTO DI COLLEGAMENTO E GESTIONE ENERGIA
(versione riscaldamento)
Condizioni di funzionamento
Il regolatore gestisce in maniera automatica il funzionamento del gruppo, ricevendo il segnale dalla sonda posta sulla mandata del generatore
a combustibile solido ed attivando le pompe. Nel caso in cui il generatore a combustibile solido non sia attivo, viene azionata la caldaia per
l’impianto di riscaldamento.

Riscaldamento mediante generatore a combustibile solido

1
CALDAIA
RISC.

S1 C

GENERATORE
GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO

*
Vaso aperto TA

S1

GENERATORE
GENERATORE
A
* Ritegno da installare
installare obbligatoriamente
COMBUSTIBILE
SOLIDO Impianto
P1 T P2 riscaldamento

Vaso chiuso

Fase 1: generatore a combustibile solido attivo


- Componenti colorati = attivi, componenti di colore grigio = non attivi
- Pompe P1 e P2 ON
- Caldaia spenta
- La pompa P2 invia l’acqua all’impianto di riscaldamento

Riscaldamento mediante caldaia

2
CALDAIA
RISC.

S1 C
GENERATORE
GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO

*
Vaso aperto TA

S1
* Ritegno da installare
e obbligatoriamente
GENERATORE
GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO Impianto
P1 T P2 riscaldamento

Vaso chiuso

Fase 2: generatore a combustibile solido spento o non in temperatura


- Componenti colorati = attivi, componenti di colore grigio = non attivi
- Pompe P1 e P2 OFF
- Caldaia attiva
- La pompa di caldaia invia l’acqua all’impianto di riscaldamento

ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


GRUPPO DI COLLEGAMENTO E GESTIONE ENERGIA
(versione riscaldamento)
Funzione
2851 depl. 01227
Gruppo di collegamento e gestione energia, Il gruppo di collegamento e gestione dell’energia preassemblato in
versione riscaldamento. cassetta consente l’abbinamento di generatori a combustibile
solido ad altra tipologia di generatore, eventualmente già presente
nell’impianto di riscaldamento.
Le principali caratteristiche funzionali:
- collegamento di nuovi generatori a combustibile solido (sia
caldaie che dispositivi domestici con potenza massima al
focolare di 35 kW, entrambi a vaso aperto o chiuso) con altri
generatori a vaso chiuso;
- possibilità di non sommare le potenze dei due generatori
secondo quanto indicato dalla INAIL;
- gestione automatica dell’impianto con specifico regolatore digitale
per circuiti di riscaldamento e solare semplice;
- sistema anticondensa incorporato (opzionale) per generatore a
combustibile solido;
- facile accessibilità ai componenti per eventuale manutenzione;
- comodità di installazione grazie alla predisposizione in cassetta.

Codice Tarature

28515 WYP● 3/4” M 45°C 55°C 60°C 70°C


285150WYP 3/4” M senza valvola anticondensa —

● Completamento codice
Tarature 45°C 55°C 60°C 70°C
● 4 5 6 7

Caratteristiche tecniche

Prestazioni
Fluidi di impiego: acqua, soluzioni glicolate
Max percentuale di glicole: 30%
Campo di temperatura di esercizio: 5÷100°C
Pressione max di esercizio: 10 bar
Potenza max utile scambiatore di calore: 35 kW
Portata max consigliata circuito primario: 1,5 m3/h
Portata max consigliata circuito secondario (impianto): 1,5 m3/h

Temperatura di taratura anticondensa (Tset) (opzionale):


45°C, 55°C, 60°C, 70°C
Precisione taratura: ±2°C
Temperatura di chiusura completa by-pass: Tmix = Tset +10°C = Tr
Attacchi: 3/4” M
Componenti caratteristici Cod. 285150WYP senza
Regolatore valvola anticondensa
Alimentazione: 230 V - 50 Hz 1) Pompa YONOS PARA 25/6
lato primario generatore a
Pompe
Pompa ad alta efficienza: - lato primario: modello YONOS PARA 25/6
combustibile solido
2) Pompa YONOS PARA 15/6
A
- lato secondario: modello YONOS PARA 15/6 lato secondario (impianto)
3) Scambiatore a piastre saldobrasato
Valvola deviatrice con ritorno a molla 4) Valvola anticondensa (opzionale)
Pressione max di esercizio: 10 bar
Dp max:
5) Valvola deviatrice a tre vie
1 bar con ritorno a molla
Servocomando valvola deviatrice con ritorno a molla 6) Defangatore
Motore sincrono 7) Regolatore digitale
Normalmente chiuso 8) Valvole di intercettazione a sfera
Alimentazione: 230 V - 50 Hz 9) Cassetta di contenimento per installazione esterna.
Tempo di apertura: 70÷75 s Dimensioni (h x b x p): 790 x 650 x 160 mm
Tempo di chiusura: 5÷7 s A) Cod. 285150WYP senza valvola anticondensa

14 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


GRUPPO DI COLLEGAMENTO E GESTIONE ENERGIA
(versione riscaldamento)
Condizioni di funzionamento
Il regolatore digitale gestisce in maniera automatica il funzionamento del gruppo, ricevendo il segnale dalle sonde ed attivando le pompe, la
valvola motorizzata ed i generatori. In funzione delle esigenze viene gestito il circuito di riscaldamento.

Riscaldamento mediante generatore a combustibile solido

S1

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO
TA

Vaso aperto
P1 D
V1
K
Impianto
T P2
S1 riscaldamento

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO

COMB. SOLIDO

COMB. SOLIDO

RITORNO

IMPIANTO

IMPIANTO
CALDAIA
MANDATA

MANDATA
RITORNO
CALDAIA
Vaso chiuso
CALDAIA MANDATA

RITORNO
RISC.
Fase 1: generatore a combustibile solido attivo
- Componenti colorati = attivi, componenti di colore grigio = non attivi
- Pompe P1 e P2 ON
- Caldaia spenta
- Valvola V1 collega l’impianto al generatore a combustibile solido mediante scambiatore

Riscaldamento mediante caldaia

S1

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO TA

Vaso aperto D
P1
V1
K
Impianto
T P2 riscaldamento
S1

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO

C
COMB. SOLIDO

COMB. SOLIDO

RITORNO

IMPIANTO

IMPIANTO
CALDAIA
MANDATA

MANDATA
RITORNO
CALDAIA
MANDATA

RITORNO

Vaso chiuso CALDAIA


RISC.

Fase 2: generatore a combustibile solido spento o non in temperatura


- Componenti colorati = attivi, componenti di colore grigio = non attivi
- Pompe P1 e P2 OFF
- Caldaia attiva
- Valvola V1 collega l’impianto alla caldaia

ACCREDITED
15
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
GRUPPO DI COLLEGAMENTO E GESTIONE ENERGIA
(versione riscaldamento e sanitario con accumulo)
Funzione
2853 depl. 01228
Gruppo di collegamento e gestione energia, Il gruppo di collegamento e gestione dell’energia preassemblato in
versione riscaldamento e sanitario con accumulo. cassetta consente l’abbinamento di generatori a combustibile
solido ad altra tipologia di generatore, eventualmente già presente
nell’impianto di riscaldamento.
Il gruppo è predisposto per la produzione di acqua calda sanitaria
mediante il collegamento ad un accumulo.
Le principali caratteristiche funzionali:
- collegamento di nuovi generatori a combustibile solido (sia
caldaie che dispositivi domestici con potenza massima al
focolare di 35 kW, entrambi a vaso aperto o chiuso) con altri
generatori a vaso chiuso;
- possibilità di non sommare le potenze dei due generatori
secondo quanto indicato dalla INAIL;
- gestione automatica dell’impianto con specifico regolatore digitale,
per circuiti di riscaldamento, accumulo sanitario e solare semplice;
- sistema anticondensa incorporato (opzionale) per generatore a
combustibile solido;
- facile accessibilità ai componenti per eventuale manutenzione;
- comodità di installazione grazie alla predisposizione in cassetta.

Codice Tarature

28535 WYP 3/4” M


● 45°C 55°C 60°C 70°C
285350WYP 3/4” M senza valvola anticondensa —

● Completamento codice
Tarature 45°C 55°C 60°C 70°C
● 4 5 6 7

Caratteristiche tecniche

Prestazioni

Fluidi di impiego: acqua, soluzioni glicolate


Max percentuale di glicole: 30%
Campo di temperatura di esercizio: 5÷100°C
Pressione max di esercizio: 10 bar
Potenza max utile scambiatore di calore: 35 kW
Portata max consigliata circuito primario: 1,5 m3/h
Portata max consigliata circuito secondario (impianto): 1,5 m3/h

Temperatura di taratura anticondensa (Tset) (opzionale):


45°C, 55°C, 60°C, 70°C
Precisione taratura: ±2°C
Temperatura di chiusura completa by-pass: Tmix = Tset +10°C = Tr Componenti caratteristici Cod. 285350WYP senza
Attacchi: 3/4” M valvola anticondensa
1) Pompa YONOS PARA 25/6
Regolatore lato primario generatore a
Alimentazione: 230 V - 50 Hz combustibile solido

Pompe
2) Pompa YONOS PARA 15/6
lato secondario (impianto)
A
Pompa ad alta efficienza: - lato primario: modello YONOS PARA 25/6 3) Scambiatore a piastre saldobrasato
- lato secondario: modello YONOS PARA 15/6 4) Valvola anticondensa (opzionale)
5) Valvola deviatrice a tre vie
Valvola deviatrice con ritorno a molla con ritorno a molla
Pressione max di esercizio: 10 bar
Dp max:
6) Defangatore
1 bar 7) Regolatore digitale
Servocomando valvole deviatrici con ritorno a molla 8) Valvole di intercettazione a sfera
Motore sincrono 9) Cassetta di contenimento
Normalmente chiuso per installazione esterna
Alimentazione: 230 V - 50 Hz 10) Valvola deviatrice a tre vie con ritorno
Tempo di apertura: 70÷75 s a molla per priorità su sanitario con accumulo
Tempo di chiusura: 5÷7 s A) Cod. 285350WYP senza valvola anticondensa

16 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


GRUPPO DI COLLEGAMENTO E GESTIONE ENERGIA
(versione riscaldamento e sanitario con accumulo)
Condizioni di funzionamento

Il regolatore digitale gestisce in maniera automatica il funzionamento del gruppo, ricevendo il segnale dalle sonde ed attivando le pompe, le
valvole motorizzate ed i generatori. In funzione delle esigenze vengono gestiti il circuito di riscaldamento e la preparazione dell’acqua calda
sanitaria con accumulo.

NB: per le funzionalità di riscaldamento, riferirsi agli schemi del “Gruppo di collegamento e gestione energia, versione
riscaldamento” serie 2851

Produzione acqua calda sanitaria mediante generatore a combustibile solido

3 ACS
Impianto
sanitario

K
S2
S1
AFS
GENERATORE
A
TA
COMBUSTIBILE
SOLIDO

TA

Vaso aperto
D D V2
K P1
V1

S1
Impianto
T P2
GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO

COMB. SOLIDO

COMB. SOLIDO

IMPIANTO

IMPIANTO

ACCUMULO ACS

ACCUMULO ACS
MANDATA

MANDATA
RITORNO

RITORNO
CALDAIA

CALDAIA
C
MANDATA

RITORNO

MANDATA
Vaso chiuso

RITORNO
Fase 3: generatore a combustibile solido attivo CALDAIA
- Componenti colorati = attivi, RISC.
componenti di colore grigio = non attivi
- Pompe P1 e P2 ON
- Caldaia spenta
- Valvola V1 collega l’impianto al generatore a combustibile solido mediante scambiatore
- Valvola V2 devia la mandata dell’acqua di impianto verso l’accumulo sanitario

Produzione acqua calda sanitaria mediante caldaia

4 ACS
Impianto
sanitario
K

S2
S1
AFS
GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
TA
SOLIDO

TA

Vaso aperto
K D D V2
P1
V1

S1
Impianto
T P2
GENERATORE
A
riscaldamento
COMBUSTIBILE
SOLIDO
COMB. SOLIDO

COMB. SOLIDO

IMPIANTO

IMPIANTO

ACCUMULO ACS

ACCUMULO ACS
MANDATA

MANDATA
RITORNO

RITORNO
CALDAIA

CALDAIA

C
Vaso chiuso
MANDATA

RITORNO

MANDATA
RITORNO

Fase 4: generatore a combustibile solido


spento o non in temperatura CALDAIA
- Componenti colorati = attivi, RISC.
componenti di colore grigio = non attivi
- Pompe P1 e P2 OFF
- Caldaia attiva
- Valvola V1 collega l’impianto alla caldaia
- Valvola V2 devia la mandata dell’acqua di impianto verso l’accumulo sanitario

ACCREDITED
17
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
GRUPPO DI COLLEGAMENTO E GESTIONE ENERGIA
(versione riscaldamento e sanitario istantaneo)
Funzione
2855 depl. 01229
Gruppo di collegamento e gestione energia, Il gruppo di collegamento e gestione dell’energia preassemblato in
versione riscaldamento e sanitario istantaneo. cassetta consente l’abbinamento di generatori a combustibile
solido ad altra tipologia di generatore, eventualmente già presente
nell’impianto di riscaldamento.
Il gruppo è predisposto per la produzione di acqua calda sanitaria
istantanea mediante scambiatore di calore.
Le principali caratteristiche funzionali:
- collegamento di nuovi generatori a combustibile solido (sia
caldaie che dispositivi domestici con potenza massima al
focolare di 35 kW, entrambi a vaso aperto o chiuso) con altri
generatori a vaso chiuso;
- possibilità di non sommare le potenze dei due generatori
secondo quanto indicato dalla INAIL;
- gestione automatica dell’impianto con specifico regolatore digitale,
per circuiti di riscaldamento, produzione istantanea di acqua calda
sanitaria e solare semplice;
- sistema anticondensa incorporato (opzionale) per generatore a
combustibile solido;
- facile accessibilità ai componenti per eventuale manutenzione;
- comodità di installazione grazie alla predisposizione in cassetta.

Codice Tarature

28555 WYP 3/4” M


● 45°C 55°C 60°C 70°C
285550WYP 3/4” M senza valvola anticondensa —

● Completamento codice
Taratura 45°C 55°C 60°C 70°C
● 4 5 6 7

Caratteristiche tecniche

Prestazioni

Fluidi di impiego: acqua, soluzioni glicolate


Max percentuale di glicole: 30%
Campo di temperatura di esercizio: 5÷100°C
Pressione max di esercizio: 10 bar
Potenza max utile scambiatore di calore: 35 kW
Portata max consigliata circuito primario: 1,5 m3/h
Portata max consigliata circuito secondario (impianto): 1,5 m3/h
Potenza max utile scambiatore acqua calda sanitaria: 35 kW
Portata max erogabile acqua calda sanitaria: 1,1 m3/h
Temperatura di taratura anticondensa (Tset) (opzionale):
45°C, 55°C, 60°C, 70°C
Precisione taratura: ±2°C
Temperatura di chiusura completa by-pass: Tmix = Tset +10°C = Tr
Attacchi: 3/4” M
Regolatore
Alimentazione: 230 V - 50 Hz

Pompe Componenti caratteristici Cod. 285550WYP senza


Pompa ad alta efficienza: - lato primario: modello YONOS PARA 25/6 valvola anticondensa
- lato secondario: modello YONOS PARA 15/6 1) Pompa YONOS PARA 25/6
lato primario generatore a
Flussostato combustibile solido
Contatti normalmente aperti (NA)
I contatti si chiudono con flusso in aumento a: 156 l/h
2) Pompa YONOS PARA 15/6
lato secondario (impianto) A
I contatti si aprono con flusso in diminuzione a: 108 l/h 3) Scambiatore a piastre saldobrasato
Valvola deviatrice con ritorno a molla per riscaldamento
Vedi serie 2851 4) Valvola anticondensa (opzionale)
5) Valvola deviatrice a tre vie
Servocomando valvola deviatrice con ritorno a molla con ritorno a molla
Vedi serie 2851 6) Defangatore
7) Regolatore digitale
Valvola deviatrice a sfera per priorità ACS 8) Valvole di intercettazione a sfera
Pressione max di esercizio: 10 bar
Dp max:
9) Cassetta di contenimento
10 bar per installazione esterna
Servocomando valvola deviatrice a sfera per priorità ACS 10) Valvola deviatrice a sfera a tre vie a tre punti per priorità ACS
Motore sincrono 11) Scambiatore a piastre saldobrasato per ACS
Alimentazione elettrica: 230 V (±10%) - 50÷60 Hz 12) Flussostato
Tempo di manovra (angolo di rotazione 90°): 10 s A) Cod. 285550WYP senza valvola anticondensa

18 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


GRUPPO DI COLLEGAMENTO E GESTIONE ENERGIA
(versione riscaldamento e sanitario istantaneo)
Condizioni di funzionamento

Il regolatore digitale gestisce in maniera automatica il funzionamento del gruppo, ricevendo il segnale dalle sonde ed attivando le pompe, le
valvole motorizzate ed i generatori. In funzione delle esigenze vengono gestiti il circuito di riscaldamento e la preparazione istantanea
dell’acqua calda sanitaria.

NB: per le funzionalità di riscaldamento, riferirsi agli schemi del “Gruppo di collegamento e gestione energia, versione
riscaldamento” serie 2851
Produzione acqua calda sanitaria mediante generatore a combustibile solido

3 TA

S3 TA
SOLARINCAL
K

D
S1 M
F
GENERATORE
A Impianto
COMBUSTIBILE
SOLIDO sanitario

D
V3
P1 D
Vaso aperto
V1
K
Impianto
T P2
S1 riscaldamento

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO

INGRESSO
USCITA

MANDATA

RITORNO

IMPIANTO

IMPIANTO
MANDATA
CALDAIA
MANDATA

RITORNO

RITORNO
CALDAIA
SOLIDO
SOL IDO

COMB.
ACS

COMB.
C

AFS
Vaso chiuso
CALDAIA
RISC. ACS

Fase 3: generatore a combustibile solido attivo


- Componenti colorati = attivi, componenti di colore grigio = non attivi
- Pompe P1 ON, P2 OFF
- Caldaia spenta
- Valvola V1 collega l’impianto al generatore a combustibile solido mediante scambiatore
- Valvola V3 comandata da flussostato F, devia la mandata del generatore a combustibile solido verso lo scambiatore ACS

Produzione acqua calda sanitaria mediante caldaia

4 TA

S3 TA
SOLARINCAL
K

D
S1 M
F
GENERATORE
A Impianto
COMBUSTIBILE
SOLIDO sanitario

D
V3
P1 D
Vaso aperto
V1
K
Impianto
T P2
S1 riscaldamento

GENERATORE
A
COMBUSTIBILE
SOLIDO
MANDATA
USCITA

INGRESSO

RITORNO

IMPIANTO

IMPIANTO
MANDATA
CALDAIA
MANDATA

RITORNO

RITORNO
CALDAIA
SOLIDO
SOLIDO

COMB.
ACS

COMB.

C
AFS

Vaso chiuso
CALDAIA
RISC. ACS

Fase 4: generatore a combustibile solido spento o non in temperatura


- Componenti colorati = attivi, componenti di colore grigio = non attivi
- Pompe P1 e P2 OFF
- Valvola V1 collega l’impianto alla caldaia
- Caldaia attiva per la produzione di ACS mediante integrazione termica via kit tipo SOLARINCAL serie 265

ACCREDITED
19
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
REGOLATORE DIGITALE
PER IMPIANTI CON GENERATORE A COMBUSTIBILE SOLIDO

Funzione
1522
Regolatore digitale Il regolatore digitale consente l’abbinamento di un generatore a
per impianti con generatore combustibile solido ad uno di altra tipologia, eventualmente già
a combustibile solido. presente nell’impianto di riscaldamento.
Alimentazione elettrica: Il regolatore digitale gestisce in maniera automatica i due
230 V (ac); ±10%, 50-60 Hz. generatori, ricevendo il segnale dalle sonde ed attivando le pompe,
Classe di protezione: II. le valvole deviatrici motorizzate presenti nell’impianto, in funzione
Grado di protezione: IP 40. delle esigenze del circuito di riscaldamento.
In funzione del tipo e quantità di sonde abbinate, il regolatore
Completo di tre sonde. consente le seguenti soluzioni impiantistiche:
- riscaldamento;
Sonde opzionali da scegliere - produzione di acqua calda sanitaria mediante accumulo o
in funzione della tipologia di istantanea con scambiatore a piastre;
impianto. - gestione di un accumulo inerziale in parallelo sul circuito di
riscaldamento o in alternativa gestione di un sistema solare
indipendente ed accumulo inerziale diretto.

Il regolatore dispone
di diversi programmi
1
adattabili dall’utente 2
a molteplici situazioni
impiantistiche. 3
4

Codice 5

152200

Descrizione comandi

1. Led di indicazione stato funzionale.


2. Connessione Mini DIN su fronte quadro per collegamento a PC.
3. Display: visualizzazione menù.
4. Manopola Select: selezione menù, funzioni e modifica
dei parametri.
5. Tasti funzione.

Schemi programmi
Il regolatore consente la gestione di un impianto termico composto da un generatore a combustibile solido, una caldaia ed un accumulo termico
inerziale in parallelo.
Le fasi di carica e scarica dell’accumulo vengono gestite in modo automatico, in funzione delle esigenze dell’impianto, con la conseguente
accensione e spegnimento della caldaia e del generatore a combustibile solido.
A seconda del tipo di impianto, sono disponibili programmi per realizzare diverse configurazioni funzionali, sia per il riscaldamento che per la
contemporanea produzione di acqua calda sanitaria.

M M
K

S1

GENER AT OR E
A
COMBUST IBIL E
SOL IDO

V4
P1 D D D S4
S5 V1
Vaso aperto Accumulo
V5
K T P2
inerziale

S1

GENERATORE
A
COMBUSTIBIL E
SOL IDO

CALDAIA
RISC.
Vaso chiuso

20 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


REGOLATORE DIGITALE
PER IMPIANTI CON GENERATORE A COMBUSTIBILE SOLIDO

Riscaldamento con accumulo inerziale diretto, sanitario con accumulo integrato con sistema solare

Sol 1

ACS
Psol

S2

Sol 2

AFS
TA
GENERATORE
A
COMBUSTIBILE Optimiser

SOLIDO
- +

S1
Vaso aperto
D D V2
P1
ACCUMULO V1
INERZIALE
ACCUMULO
DIRETTO
INERZIALE
P2 Impianto
DIRETTO
riscaldamento
GENERATORE
A
TR
COMBUSTIBILE
SOLIDO

T C

Vaso chiuso
CALDAIA
RISC.

Riscaldamento con accumulo inerziale diretto integrato con sistema solare, sanitario istantaneo

Sol 1

Optimiser

- +
TA

S3 TA
SOLARINCAL

D
GENER AT OR E
A
F M
COMBUST IBILE
SOLIDO
Dissipatore
Impianto
opzionale
sanitario
S1
D
Vaso aperto ACCUMULO V4
V3
INERZIALE P1 D D
DIRETTO Psol V1
ACCUMULO
INERZIALE
DIRETTO P2 Impianto
GENER AT OR E TR Sol 2
A riscaldamento
COMBUST IBILE
SOLIDO

C
Vaso chiuso

CALDAIA
RISC. ACS

ACCREDITED
21
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
KIT DI COLLEGAMENTO
GENERATORE A COMBUSTIBILE SOLIDO - CALDAIA A GAS

I kit di integrazione consentono l’abbinamento dei generatori a combustibile solido, equipaggiati di accumulo di acqua calda sanitaria o
scambiatore istantaneo, alle caldaie a gas. In funzione della temperatura, l’acqua sanitaria proveniente dal generatore a combustibile solido
viene inviata direttamente all’utenza oppure deviata in caldaia per l’integrazione termica.

265 depl. 01163 262 depl. 01164

SOLARINCAL SOLARINCAL-T.

Funzione Funzione
Il termostato, mediante la sonda posizionata sulla mandata Una valvola deviatrice termostatica, posta in ingresso al kit, riceve
dell’acqua calda proveniente dall’accumulo o dallo scambiatore l’acqua calda proveniente dall’accumulo o dallo scambiatore ACS
ACS incorporati nel generatore a combustibile solido, comanda la incorporati nel generatore a combustibile solido. In funzione della
valvola deviatrice posta in ingresso al kit. In funzione della temperatura impostata, la valvola devia in modo proporzionale ed
temperatura impostata, la valvola devia l’acqua tra il circuito automatico l’acqua tra il circuito d’utenza e quello della caldaia con
d’utenza e quello della caldaia, con integrazione termica. accumulo, con integrazione termica. La valvola modula le portate
Un miscelatore termostatico antiscottatura, posto all’uscita del kit, in modo da sfruttare appieno l’energia contenuta nell’accumulo o
controlla sempre la temperatura dell’acqua inviata all’utenza. prodotta istantaneamente dallo scambiatore incorporati nel
generatore a combustibile solido e ridurre al minimo i tempi di
intervento della caldaia.
Un miscelatore termostatico antiscottatura, posto all’uscita del kit,
Codice controlla e limita sempre la temperatura dell’acqua inviata
all’utenza.
265352 3/4”

Codice

262350 3/4”

Accessori per kit di collegamento serie 265. 263 depl. 01164


SOLARINCAL-T PLUS
Codice

F29525 scatola relè scambio 3 contatti


F29466 sonda Ø 15 mm
F29467 pozzetto per sonda Ø 15 mm

Funzione
Una valvola deviatrice termostatica, posta in ingresso al kit, riceve
l’acqua calda proveniente dall’accumulo o dallo scambiatore ACS
incorporati nel generatore a combustibile solido. In funzione della
temperatura impostata, la valvola devia in modo proporzionale ed
automatico l’acqua tra il circuito d’utenza e quello della caldaia
istantanea, con integrazione termica. La valvola modula le
portate in modo da sfruttare appieno l’energia contenuta
nell’accumulo o prodotta istantaneamente dallo scambiatore nel
generatore a combustibile solido e ridurre al minimo i tempi di
intervento della caldaia.
Uno specifico dispositivo di controllo termostatico limita la
temperatura di ingresso alla caldaia per evitare frequenti accensioni
e spegnimenti, con pendolamenti ed irregolarità di funzionamento.
Un miscelatore termostatico antiscottatura, posto all’uscita del kit,
controlla sempre la temperatura dell’acqua inviata all’utenza.

Codice

263350 3/4”

22 ACCREDITED

ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003


KIT DI COLLEGAMENTO
GENERATORE A COMBUSTIBILE SOLIDO - CALDAIA A GAS

Schema applicativo kit SOLARINCAL serie 265 con generatore a combustibile solido

Schema applicativo kit SOLARINCAL-T serie 262 con generatore a combustibile solido

Schema applicativo kit SOLARINCAL-T PLUS serie 263 con generatore a combustibile solido

ACCREDITED
23
ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003
0318114

Caleffi S.p.A.
S.R. 229 n. 25 · 28010 Fontaneto d’Agogna (NO) · Italia
Tel. +39 0322 8491 · Fax +39 0322 863305
info@caleffi.it · www.caleffi.it
© Copyright 2014 Caleffi