Sei sulla pagina 1di 32

SERIE GENERALE

abb.post.
Spediz. abb. post.- art.
45%1, -comma
art. 2,1 comma 20/b Anno 161° - Numero 181
Legge 27-02-2004,
23-12-1996,n.n.46662 - Filiale
- Filiale di Roma
di Roma

GAZZETTA UFFICIALE
DELLA REPUBBLICA ITALIANA
SI PUBBLICA TUTTI I
PA R T E P R I M A Roma - Lunedì, 20 luglio 2020 GIORNI NON FESTIVI
DIREZIONE E REDAZIONE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA - UFFICIO PUBBLICAZIONE LEGGI E DECRETI - VIA ARENULA, 70 - 00186 ROMA
DIREZIONE E REDAZIONE
AMMINISTRAZIONE PRESSO PRESSO
L’ISTITUTOIL POLIGRAFICO
MINISTERO EDELLA
ZECCAGIUSTIZIA - UFFICIO
DELLO STATO PUBBLICAZIONE
- VIA SALARIA, LEGGI
691 - 00138 ROMAE - DECRETI - VIA
CENTRALINO ARENULA
06-85081 70 - 00186
- LIBRERIA ROMA
DELLO STATO
AMMINISTRAZIONE
PIAZZA G. VERDI, 1 -PRESSO L'ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO - LIBRERIA DELLO STATO - PIAZZA G. VERDI 10 - 00198 ROMA - CENTRALINO 06-85081
00198 ROMA
La Gazzetta Ufficiale, Parte Prima, oltre alla Serie Generale, pubblica cinque Serie speciali, ciascuna contraddistinta
da autonoma numerazione:
1ª Serie speciale: Corte costituzionale (pubblicata il mercoledì)
2ª Serie speciale: Unione europea (pubblicata il lunedì e il giovedì)
3ª Serie speciale: Regioni (pubblicata il sabato)
4ª Serie speciale: Concorsi ed esami (pubblicata il martedì e il venerdì)
5ª Serie speciale: Contratti pubblici (pubblicata il lunedì, il mercoledì e il venerdì)
La Gazzetta Ufficiale, Parte Seconda, “Foglio delle inserzioni”, è pubblicata il martedì, il giovedì e il sabato

AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI


Al fine di ottimizzare la procedura di pubblicazione degli atti in Gazzetta Ufficiale, le Amministrazioni
sono pregate di inviare, contemporaneamente e parallelamente alla trasmissione su carta, come da norma,
anche copia telematica dei medesimi (in formato word) al seguente indirizzo di posta elettronica certificata:
gazzettaufficiale@giustiziacert.it, curando che, nella nota cartacea di trasmissione, siano chiaramente riportati gli
estremi dell’invio telematico (mittente, oggetto e data).
Nel caso non si disponga ancora di PEC, e fino all’adozione della stessa, sarà possibile trasmettere gli atti a:
gazzettaufficiale@giustizia.it

SOMMARIO
DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETO 29 giugno 2020.
Ministero dell’istruzione Riapertura delle operazioni di sottoscrizione
dei buoni del Tesoro poliennali 0,95%, con godi-
DECRETO 9 giugno 2020. mento 1° marzo 2020 e scadenza 1° agosto 2030,
Autorizzazione degli interventi della Regio- nona e decima tranche. (20A03766) . . . . . . . . . . Pag. 14
ne Marche e della Regione Toscana finanzia-
ti con le economie dei mutui Bei 2016. (Decreto
n. 30/2020). (20A03771) . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 1
DECRETO 29 giugno 2020.
DECRETO 12 giugno 2020. Riapertura delle operazioni di sottoscrizione
Proroga dei termini di aggiudicazione degli dei buoni del Tesoro poliennali 1,65%, con go-
interventi autorizzati con le economie dei mu- dimento 1° giugno 2020 e scadenza 1° dicembre
tui Bei 2015 e 2016, nonché di conclusione dei 2030, seconda e terza tranche. (20A03767) . . . . Pag. 16
lavori. (Decreto n. 34/2020). (20A03770) . . . . . Pag. 9

Ministero dell’economia DECRETO 29 giugno 2020.


e delle finanze
Riapertura delle operazioni di sottoscri-
DECRETO 29 giugno 2020. zione dei certificati di credito del Tesoro in-
Riapertura delle operazioni di sottoscrizio- dicizzati al tasso Euribor a sei mesi («CC-
ne dei buoni del Tesoro poliennali 1,85%, con teu»), con godimento 15 dicembre 2019 e
godimento 28 aprile 2020 e scadenza 1° luglio scadenza 15 dicembre 2023, settima e ottava
2025, quarta e quinta tranche. (20A03765) . . Pag. 12 tranche. (20A03768). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 18
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Ministero delle politiche agricole ESTRATTI, SUNTI E COMUNICATI


alimentari e forestali

Agenzia italiana del farmaco


DECRETO 23 giugno 2020.
Individuazione dei criteri, priorità e procedu- Modifica dell’autorizzazione all’immissione in
re di attuazione delle disposizioni di cui all’arti- commercio del medicinale per uso umano «Pulmo-
colo 9 del decreto 6 marzo 2020, per la conces- tec» (20A03732) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 26
sione di contributi compensativi del Fondo di
solidarietà nazionale fino ad un massimo di tre
esercizi a favore delle imprese agricole colpite
dall’infezione Xylella fastidiosa nel territorio del- Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’im-
la Regione Puglia. (20A03775) . . . . . . . . . . . . . . Pag. 19 missione in commercio del medicinale per uso uma-
no «Imatinib Mylan Pharma». (20A03733) . . . . . . Pag. 26

Ministero
dello sviluppo economico
Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’im-
missione in commercio del medicinale per uso umano
«Domperidone Aristo». (20A03734) . . . . . . . . . . . . . Pag. 26
DECRETO 8 luglio 2020.
Criteri in base ai quali l’Autorità di rego-
lazione per energia reti e ambiente definisce
le procedure per l’assegnazione della quota di Autorizzazione all’importazione parallela del medi-
capacità non oggetto di esenzione per gli inter- cinale per uso umano «Lendormin» (20A03769) . . . . Pag. 27
connettori da e verso Paesi non appartenenti
all’Unione europea e i terminali di rigassifi-
cazione e abrogazione del decreto 28 aprile
2006. (20A03773). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 22
Ministero dell’interno

Presidenza del Consiglio dei ministri Fusione per incorporazione del Convento del-
DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE le Suore Terziarie Agostiniane del Chiostro della
Cattedrale, in Lucca, nel Monastero delle Suore
Agostiniane detto dell’Annunziata, in San Giovanni
Valdarno. (20A03736) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 27
ORDINANZA 11 luglio 2020.
Ulteriori disposizioni di protezione civile
finalizzate al superamento della situazione di
criticità determinatasi in conseguenza della Soppressione della Parrocchia di S. Giovanni Ro-
tromba d’aria e delle intense precipitazioni tondo nella Chiesa Nuova, in Perugia (20A03737) . . . Pag. 27
verificatesi il giorno 6 novembre 2016 nel ter-
ritorio dei Comuni di Anguillara Sabazia, di
Campagnano di Roma, di Castelnuovo di Por-
Riconoscimento della personalità giuridica della
to, di Cerveteri, di Fiumicino, di Ladispoli, di
Morlupo, di Roma e di Sacrofano, in Provin- Federazione SS. Trinità dei monasteri delle Carme-
cia di Roma. Proroga della contabilità speciale litane Scalze in Italia, in Firenze. (20A03738) . . . Pag. 27
n. 6060. (Ordinanza n. 682). (20A03831) . . . . . Pag. 23

Accertamento del fine prevalente di culto


DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ della Confraternita «Madonna delle Grazie e
SS. Sacramento», in Ruffano, frazione Torrepa-
Comitato interministeriale duli. (20A03739) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 27
per il credito ed il risparmio

DECRETO 10 luglio 2020. Approvazione del trasferimento della sede del-


Modifica della delibera CICR n. 275 del la Casa religiosa denominata «Opera ritiri spirituali
29 luglio 2008 - Risoluzione stragiudiziale delle Santa Croce della Compagnia di Gesù», in San Mauro
controversie. (20A03774) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 24 Torinese. (20A03740) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 28

— II —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Ministero dell’istruzione Ministero del lavoro


e delle politiche sociali
Avviso relativo alle graduatorie indagini diagno-
stiche - II Piano (20A03772) . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 28 Comunicato relativo al decreto 2 agosto 2017, recan-
te: «Approvazione dell’atto di indirizzo per la stipula
delle convenzioni tra l’INPS e le organizzazioni sinda-
cali dei medici di medicina generale.». (20A03872). . . Pag. 28
Avviso relativo all’ordinanza n. 60 del 10 luglio
2020, recante: «Procedure di istituzione delle gra-
duatorie provinciali e di istituto di cui all’articolo 4, Ministero delle politiche agricole alimentari
commi 6-bis e 6-ter, della legge 3 maggio 1999, e forestali
n. 124 e di conferimento delle relative supplenze per Domanda di registrazione della denominazione
il personale docente ed educativo». (20A03947) . . . Pag. 28 «Mollete de Antequera» IGP (20A03735) . . . . . . . Pag. 28

— III —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI


MINISTERO DELL’ISTRUZIONE cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digi-
talizzazione del Paese, la semplificazione burocratica,
DECRETO 9 giugno 2020. l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa
delle attività produttive e, in particolare, l’art. 9, com-
Autorizzazione degli interventi della Regione Marche e ma 2-quater, che ha esteso l’ambito oggettivo di appli-
della Regione Toscana finanziati con le economie dei mutui cazione dell’art. 10 del citato decreto-legge n. 104 del
Bei 2016. (Decreto n. 30/2020). 2013, ricomprendendo tra gli immobili oggetto di inter-
venti di edilizia scolastica anche quelli adibiti all’alta
IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE formazione artistica, musicale e coreutica;
Vista la legge 3 gennaio 1978, n. 1, recante l’accelera-
Visto il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, zione delle procedure per l’esecuzione di opere pubbliche
convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre e di impianti e costruzioni industriali e, in particolare,
2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istru- l’art. 19, il quale dispone che le rate dei mutui, concessi
zione, università e ricerca (di seguito, decreto-legge per l’esecuzione di opere pubbliche e di opere finanziate
n. 104 del 2013); dallo Stato o dai enti pubblici, sono erogate sulla base de-
Visto in particolare, l’art. 10 del citato decreto-legge gli stati di avanzamento vistati dal capo dell’ufficio tecni-
n. 104 del 2013, che prevede che, al fine di favorire in- co o, se questi manchi, dal direttore dei lavori;
terventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, Vista la legge 11 gennaio 1996, n. 23, recante norme
messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficien- per l’edilizia scolastica e, in particolare, gli articoli 4 e
tamento energetico di immobili di proprietà pubblica 7, recanti norme, rispettivamente, in materia di program-
adibiti all’istruzione scolastica e all’alta formazione mazione, attuazione e finanziamento degli interventi e
artistica, musicale e coreutica e, di immobili adibiti ad all’anagrafe dell’edilizia scolastica;
alloggi e residenze per studenti universitari, di proprietà
degli enti locali, nonché la costruzione di nuovi edifici Vista la legge 24 dicembre 2003, n. 350, recante di-
scolastici pubblici e la realizzazione di palestre scolasti- sposizioni per la formazione del bilancio annuale e plu-
che nelle scuole o di interventi volti al miglioramento riennale dello Stato (legge finanziaria 2004) e, in parti-
delle palestre scolastiche esistenti, per la programma- colare, l’art. 4, comma 177, come modificato e integrato
zione triennale, le regioni interessate possano essere au- dall’art. 1, comma 13, del decreto- legge 12 luglio 2004,
torizzate, dal Ministero dell’economia e delle finanze, n. 168, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 lu-
d’intesa con il Ministero dell’istruzione, dell’università glio 2004, n. 191, nonché dall’art. 1, comma 85, della
e della ricerca, a stipulare appositi mutui trentennali, legge 23 dicembre 2005, n. 266, che reca disposizioni sui
con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato, limiti di impegno iscritti nel bilancio dello Stato, in rela-
con la Banca europea per gli investimenti, con la Banca zione a specifiche disposizioni legislative;
di sviluppo del Consiglio d’Europa, con la società Cas- Visto altresì, il comma 177-bis, del medesimo art. 4,
sa depositi e prestiti S.p.a. e con i soggetti autorizzati della citata legge n. 350 del 2003, introdotto dall’art. 1,
all’esercizio dell’attività bancaria ai sensi del decreto comma 512, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che ha
legislativo 1° settembre 1993, n. 385; integrato la disciplina in materia di contributi pluriennali,
Visto inoltre, il medesimo art. 10, così come modifi- prevedendo, in particolare, che il relativo utilizzo è auto-
cato dall’art. 1, comma 176, della legge 13 luglio 2015, rizzato con decreto del Ministro competente, di concerto
n. 107, che stabilisce, per la realizzazione dei predetti con il Ministro dell’economia e delle finanze, previa ve-
interventi, contributi pluriennali per euro 40 milioni per rifica dell’assenza di effetti peggiorativi sul fabbisogno e
l’anno 2015 e per euro 50 milioni annui per la durata resi- sull’indebitamento netto rispetto a quello previsto a legi-
dua dell’ammortamento del mutuo a decorrere dall’anno slazione vigente;
2016 e fino al 2044; Vista la legge del 30 dicembre 2004, n. 311, recante
Visto in particolare, l’ultimo periodo del comma 1 del disposizioni per la formazione del bilancio annuale e plu-
citato art. 10, che prevede l’adozione di un decreto del riennale dello Stato (legge finanziaria 2005) e, in partico-
Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con lare, l’art. 1, commi 75 e 76, che detta disposizioni in ma-
il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca teria di ammortamento di mutui attivati ad intero carico
e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, per del bilancio dello Stato;
definire le modalità di attuazione della norma, per l’at- Vista la legge 31 dicembre 2009, n. 196, recante legge
tivazione dei mutui e per la definizione di una program- di contabilità e finanza pubblica e, in particolare, l’art. 48,
mazione triennale, in conformità ai contenuti dell’Intesa comma 1, che prevede che, nei contratti stipulati per
sottoscritta in sede di Conferenza unificata il 1° agosto operazioni finanziarie, che costituiscono quale debitore
2013 tra il Governo, le regioni, le Province autonome di un’amministrazione pubblica, è inserita apposita clausola
Trento e di Bolzano e le autonomie locali; che prevede, a carico degli istituti finanziatori, l’obbligo
Visto il decreto-legge 11 settembre 2014, n. 133, di comunicare in via telematica, entro trenta giorni dalla
convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre stipula, al Ministero dell’economia e delle finanze - Di-
2014, n. 164, recante misure urgenti per l’apertura dei partimento del Tesoro e Dipartimento della Ragioneria

— 1 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

generale dello Stato, all’ISTAT e alla Banca d’Italia, l’av- sociali connesse all’emergenza epidemiologica da CO-
venuto perfezionamento dell’operazione finanziaria, con VID-19 e, in particolare, l’art. 232, comma 1;
indicazione della data e dell’ammontare della stessa, del Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei mi-
relativo piano delle erogazioni e del piano di ammorta- nistri 21 ottobre 2019, n. 140, recante regolamento con-
mento, distintamente per quota capitale e quota interessi, cernente l’organizzazione del Ministero dell’istruzione,
ove disponibile; dell’università e della ricerca;
Visto il decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, conver- Visto il decreto del Ministro dell’economia e del-
tito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, le finanze, di concerto con il Ministro dell’istruzione,
n. 221, recante ulteriori misure urgenti per la crescita del dell’università e della ricerca e con il Ministro delle in-
Paese e, in particolare, l’art. 11, commi 4-bis e seguen- frastrutture e dei trasporti, 23 gennaio 2015 (di segui-
ti, il quale prevede l’adozione di un decreto del Ministro to, decreto interministeriale 23 gennaio 2015), con cui
dell’istruzione, dell’università e della ricerca, d’intesa sono stati individuati i criteri e le modalità di attuazione
con la Conferenza unificata, per la definizione di priorità dell’art. 10 del citato decreto-legge n. 104 del 2013;
strategiche, modalità e termini per la predisposizione e Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
l’approvazione di appositi piani triennali, articolati in an- versità e della ricerca 16 marzo 2015, n. 160, con cui sono
nualità, di interventi di edilizia scolastica nonché i relativi state ripartite, su base regionale, le risorse previste come
finanziamenti; attivabili in termini di volume di investimento, derivan-
Vista la legge 13 luglio 2015, n. 107, recante riforma ti dall’utilizzo dei contributi trentennali, per l’importo di
del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega euro 40.000.000,00 annui, dal 2015 al 2044, autorizzati
per il riordino delle disposizioni legislative vigenti e, in dall’art. 10 del citato decreto-legge n. 104 del 2013, ripor-
particolare, l’art. 1, comma 160, con il quale si stabilisce tando, per ciascuna regione, la quota di contributo annuo
che la programmazione nazionale, predisposta ai sensi assegnato, che costituisce il limite di spesa a carico del
del citato art. 10, del decreto-legge n. 104 del 2013, rap- bilancio dello Stato;
presenta il piano del fabbisogno nazionale in materia di Visto il decreto del Ministro dell’economia e del-
edilizia scolastica per il triennio 2015-2017 e sostituisce le finanze, di concerto con il Ministro dell’istruzione,
i piani di cui all’art. 11, comma 4-bis, del decreto-legge dell’università e della ricerca e con il Ministro delle in-
18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, frastrutture e dei trasporti, 27 aprile 2015, n. 8875, con
dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221; cui è stato prorogato al 30 aprile 2015 il termine di sca-
Visto il decreto-legge 12 luglio 2018, n. 86, converti- denza per la predisposizione, da parte delle regioni, dei
to, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 97, rispettivi piani triennali di edilizia scolastica e, al 31 mag-
recante disposizioni urgenti in materia di riordino delle gio 2015 il termine entro il quale il Ministero dell’istru-
attribuzioni dei Ministeri dei beni e delle attività culturali zione, dell’università e della ricerca, sulla base dei piani
e del turismo, delle politiche agricole alimentari e foresta- triennali regionali, predispone un’unica programmazione
li e dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, nazionale;
nonché in materia di famiglia e disabilità e, in particolare, Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
l’art. 4, comma 3-quinquies; versità e della ricerca 29 maggio 2015, n. 322, con il qua-
Visto il decreto-legge 21 settembre 2019, n. 104, con- le si è proceduto a predisporre la programmazione unica
vertito, con modificazioni, dalla legge 18 novembre 2019, nazionale 2015-2017, in materia di edilizia scolastica, re-
n. 132, recante «Disposizioni urgenti per il trasferimento datta sulla base dei piani regionali pervenuti al Ministero
di funzioni e per la riorganizzazione dei Ministeri per i dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
beni e le attività culturali, delle politiche agricole alimen- Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
tari, forestali e del turismo, dello sviluppo economico, versità e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’eco-
degli affari esteri e della cooperazione internazionale, nomia e delle finanze e del Ministro delle infrastrutture e
delle infrastrutture e dei trasporti e dell’ambiente e della dei trasporti, 1° settembre 2015, n. 640, con il quale è
tutela del territorio e del mare, nonché per la rimodula- stato autorizzato l’utilizzo - da parte delle regioni, per il
zione degli stanziamenti per la revisione dei ruoli e delle finanziamento degli interventi inclusi nella programma-
carriere e per i compensi per lavoro straordinario delle zione triennale nazionale, ai sensi dell’art. 2 del decreto
Forze di polizia e delle Forze armate e per la continuità interministeriale 23 gennaio 2015 - dei contributi plurien-
delle funzioni dell’Autorità per le garanzie nelle comuni- nali di euro 40.000.000,00 annui, decorrenti dal 2015 e
cazioni», e, in particolare, l’art. 6, concernente «Interven- fino al 2044, previsti dall’art. 10 del decreto-legge n. 104
ti urgenti sull’organizzazione del Ministero dell’istruzio- del 2013, per le finalità, nella misura e per gli importi, a
ne, dell’università e della ricerca», che modifica l’art. 1, ciascuna regione assegnati per effetto del menzionato de-
comma 345, della la legge 30 dicembre 2018, n. 145; creto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della
Visto il decreto-legge 9 gennaio 2020, n. 1, convertito, ricerca 16 marzo 2015, n. 160;
con modificazioni, dalla legge 5 marzo 2020, n. 12, re- Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle fi-
cante disposizioni urgenti per l’istituzione del Ministero nanze, di concerto con il Ministro dell’istruzione, dell’uni-
dell’istruzione e del Ministero dell’università e della ri- versità e della ricerca e con il Ministro delle infrastrutture
cerca, e, in particolare, l’art. 4; e dei trasporti, 3 giugno 2016, n. 11418, registrato dalla
Visto il decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, in corso Corte dei conti in data 13 luglio 2016, con il quale - fermi
di conversione, recante misure urgenti in materia di salu- restando i criteri e le modalità di attuazione dell’art. 10
te, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche del decreto-legge n. 104 del 2013, di cui al decreto inter-

— 2 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

ministeriale 23 gennaio 2015 - sono stati definiti i termini, zazione dell’intervento anche gli oneri di finanziamen-
in particolare, al fine di procedere all’aggiornamento dei to, avviene per i singoli beneficiari, sulla base di quanto
piani annuali di ripartizione dell’ulteriore contributo an- riportato nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale
nuo di 10 milioni di euro, dall’anno 2016 all’anno 2044, e del predetto decreto, in relazione alla decorrenza e alla
alla predisposizione del successivo decreto interministe- scadenza degli stessi, al netto ricavo attivabile a seguito
riale di autorizzazione alla stipula dei mutui da parte delle delle operazioni finanziarie di attualizzazione, con oneri
regioni, ai sensi dell’art. 4, comma 177-bis, della legge di ammortamento, per capitale e interessi, posti a carico
24 dicembre 2003, n. 350; del bilancio dello Stato, che le regioni, soggetti benefi-
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- ciari dei contributi, sono autorizzate a perfezionare con
versità e della ricerca 5 agosto 2016, n. 620, con il quale la Banca europea per gli investimenti, con la Banca di
si è proceduto al riparto, su base regionale, delle risor- sviluppo del Consiglio d’Europa, con la società Cassa de-
se pari a euro 9.999.999,99, come attivabili in termini di positi e prestiti S.p.a. e con i soggetti autorizzati all’eser-
volume di investimento, derivanti dall’utilizzo dei con- cizio dell’attività bancaria, ai sensi del decreto legislativo
tributi pluriennali recati dall’art. 10 del decreto-legge 1° settembre 1993, n. 385, nonché in relazione al piano
12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, delle erogazioni del netto ricavo stesso, che indica il li-
dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, come modificato mite massimo degli importi utilizzabili in ciascun anno.
dall’art. 1, comma 176, della legge n. 107 del 2015, ripor- Eventuali variazioni del suddetto piano, derivanti da
tando, per ciascuna regione, la quota di contributo annuo esigenze, adeguatamente documentate, dei soggetti be-
assegnata, che costituisce il limite di spesa a carico del neficiari dei contributi devono essere preventivamente
bilancio dello Stato; comunicate al Ministero dell’istruzione, dell’università e
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- della ricerca, che provvede a richiedere l’autorizzazione,
versità e della ricerca 14 ottobre 2016, n. 790, con cui in tal senso, al Ministero dell’economia e delle finanze -
si è proceduto all’aggiornamento della programmazione Dipartimento del Tesoro e Dipartimento della Ragioneria
unica nazionale, con riferimento ai piani regionali 2016; generale dello Stato;
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- Visto altresì, che nel medesimo decreto interministe-
versità e della ricerca 7 dicembre 2016, n. 968, con il qua- riale n. 390 del 2017, si stabilisce che il contratto di mu-
le gli enti locali sono stati autorizzati ad avviare i lavori tuo da stipulare, da parte di ogni singola regione, deve
per gli interventi del piano 2016 a valere sul mutuo già essere sottoposto al preventivo nulla osta del Ministero
contratto nel corso del 2015; dell’economia e delle finanze - Dipartimento del Tesoro
- Direzione VI;
Visto il decreto del Ministro dell’economia e del-
le finanze, di concerto con il Ministro dell’istruzione, Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
dell’università e della ricerca e con il Ministro delle in- versità e della ricerca 7 dicembre 2016, n. 968, con il
frastrutture e dei trasporti, 30 dicembre 2016, recante la quale sono stati autorizzati, per alcune regioni, ulteriori
proroga del termine di cui all’art. l, comma 1, lett. e), interventi a valere sul mutuo di cui al predetto decreto
del decreto interministeriale n. 11418 del 2016, imposto interministeriale, n. 640 del 2015;
agli enti locali per l’aggiudicazione provvisori, fissato al Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
30 giugno 2017; versità e della ricerca 13 marzo 2018, n. 216, con il quale
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- è stato approvato l’aggiornamento, relativo all’annualità
versità e della ricerca 8 marzo 2017, n. 134, con cui si 2017, della programmazione 2015-2017;
è proceduto alla modifica dei piani annuali 2016 di ag- Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
giornamento della programmazione, in materia di edilizia versità e della ricerca 26 marzo 2018, n. 243, con il quale
scolastica, delle Regioni Emilia-Romagna e Marche; sono stati autorizzati, a valere sul mutuo sul 2016, alcuni
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’univer- interventi rientranti nell’annualità 2017, approvata con il
sità e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’econo- predetto decreto n. 216 del 2018;
mia e delle finanze e con il Ministro delle infrastrutture e Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
dei trasporti, 6 giugno 2017, n. 390, con il quale, ai sensi e versità e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’eco-
per gli effetti dell’art. 4, comma 177-bis, della legge 24 di- nomia e delle finanze e con il Ministro delle infrastrutture
cembre 2003, n. 350, è stato autorizzato l’utilizzo - da parte e dei trasporti, 9 aprile 2017, n. 271, con cui è stata di-
delle regioni, per il finanziamento degli interventi inclu- sposta la proroga, al 30 settembre 2018, del termine di
si nei piani regionali triennali di edilizia scolastica, di cui aggiudicazione di cui al citato decreto interministeriale,
alla programmazione unica nazionale 2015-2017, ai sensi n. 390 del 2017;
dell’art. 2, del decreto interministeriale 23 gennaio 2015 Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
- dei contributi pluriennali di euro 9.999.999,99 annui, de- versità e della ricerca 25 settembre 2019, n. 835, con
correnti dal 2016 e fino al 2044, previsti dall’art. 10, del il quale, d’intesa con il Ministero dell’economia e del-
decreto-legge n. 104 del 2013, per le finalità, nella misura le finanze, sono state assegnate, nella misura di euro
e per gli importi a ciascuna regione assegnati per effetto dei 64.262.624,46, le economie maturate dalle regioni con
decreti sopra richiamati; riferimento ai piani di intervento autorizzati con decreto
Visto in particolare, l’art. 1 del sopracitato decreto in- interministeriale n. 390 del 2017;
terministeriale n. 390 del 2017, con il quale, tra l’altro, si Vista la circolare del Ministro dell’economia e delle
stabilisce che l’utilizzo dei contributi pluriennali di cui finanze 5 aprile del 2004, n. 13, concernente l’autorizza-
al comma 1, quantificato includendo nel costo di realiz- zione di spesa pluriennale: limiti di impegno;

— 3 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Vista la circolare del Ministro dell’economia e delle Considerato che, con il citato decreto del Ministro
finanze 28 giugno 2005, esplicativa della legge 30 dicem- dell’istruzione, dell’università e della ricerca n. 620 del
bre 2004, n. 311, recante disposizioni per la formazione 2016 sono state ripartite, su base regionale, le risorse
del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge fi- previste come attivabili in termini di volume di investi-
nanziaria 2005); mento, derivanti dall’utilizzo dei contributi trentennali,
autorizzati dall’art. 10 del decreto-legge n. 104 del 2013
Vista la direttiva del Presidente del Consiglio dei mi- ed è stata individuata, per ciascuna regione, la quota di
nistri 6 giugno 2006, recante la definizione dei criteri di contributo annuo assegnato, che costituisce il limite di
carattere generale per il coordinamento dell’azione am- spesa a carico del bilancio dello Stato;
ministrativa del Governo, intesi all’efficace controllo e
monitoraggio degli andamenti di finanza pubblica per Dato atto che le regioni, in virtù dell’autorizzazione
l’anno 2006; di cui al richiamato decreto interministeriale n. 390 del
2017, hanno proceduto alla sottoscrizione dei contratti
Vista la circolare del Ministero dell’economia e delle di mutuo;
finanze - Dipartimento della Ragioneria generale dello
Stato - 28 febbraio 2007, n. 15, recante procedure da se- Dato atto che l’iniziale piano di erogazione dei mu-
guire per l’utilizzo di contributi pluriennali; tui prevedeva che l’ultima erogazione avvenisse entro il
31 dicembre 2019;
Vista la circolare del Ministro dell’economia e delle
finanze 24 maggio 2010, n. 2276, recante adempimenti di Dato atto che l’art. 2, comma 5, del decreto del Mini-
cui all’art. 48 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 (legge stro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Mi-
di contabilità e finanza pubblica); nistro dell’istruzione, dell’università e della ricerca e con
il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, 23 gennaio
Considerato che l’art. 1, comma 3, del citato decreto 2015 stabilisce che, in caso di mancata aggiudicazione
interministeriale 23 gennaio 2015, così come modificato provvisoria dei lavori, le eventuali economie di spesa e
dal successivo decreto interministeriale 27 aprile 2015, di gara vengano accertate, in sede di monitoraggio, dal
prevede che con decreto del Ministro dell’istruzione, Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca
dell’università e della ricerca, di concerto con il Mini- e, poi riassegnate dallo stesso prioritariamente agli inter-
stro dell’economia e delle finanze e con il Ministro del- venti presenti nei piani delle regioni;
le infrastrutture e dei trasporti, sia autorizzata, ai sensi
dell’art. 4, comma 177-bis, della legge 24 dicembre 2003, Considerato che la riassegnazione di tali economie
n. 350, la stipula dei suddetti mutui da parte delle regioni deve avvenire con decreto del Ministro dell’istruzione,
beneficiarie, sulla base del riparto disposto con il decreto dell’università e della ricerca, d’intesa con il Ministero
del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca dell’economia e delle finanze e con il Ministero delle in-
di cui all’art. 2, comma 3, del medesimo decreto intermi- frastrutture e dei trasporti;
nisteriale 23 gennaio 2015;
Considerato che l’art. 4, comma 3-quinquies, del ri-
Vista la nota del 7 dicembre 2016, n. 3443, con la quale chiamato decreto-legge n. 86 del 2018, ha modificato
il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca l’art. 10 del decreto-legge n. 104 del 2013 e ha elimina-
ha chiesto l’autorizzazione, mediante attualizzazione, to il concerto del Ministero delle infrastrutture e dei tra-
all’utilizzo dei contributi pluriennali per un importo pari sporti dall’attuazione della presente procedura di edilizia
ad euro 9.999.999,99 annui dal 2016 al 2044, a valere scolastica e che, quindi, il decreto di cui all’art. 2, com-
sui contributi recati dall’art. 10 del decreto-legge n. 104 ma 5, del decreto Ministro dell’economia e delle finanze,
del 2013, come modificato dall’art. 1, comma 176, della di concerto con il Ministro dell’istruzione, dell’università
legge 13 luglio 2015, n. 107; e della ricerca e con il Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti, 23 gennaio 2015 va ora adottato di intesa con il
Vista la nota del 9 gennaio 2017, prot. n. 224, con la solo Ministero dell’economia e delle finanze;
quale il Ministero dell’economia e delle finanze - Gabi-
netto del Ministro - tenuto conto dei pareri espressi dai Considerato che l’art. 232 del decreto-legge 19 mag-
Dipartimenti del Tesoro e della Ragioneria generale dello gio 2020, n. 34, in corso di conversione, ha modifica-
Stato - ha comunicato che dall’utilizzo, mediante attua- to l’ulteriormente l’art. 10 del decreto-legge n. 104 del
lizzazione, dei contributi pluriennali recati dall’art. 10 2013, aggiungendo che «eventuali successive variazio-
del decreto-legge n. 104 del 2013, come modificato ni relative ai singoli interventi di edilizia scolastica,
dall’art. 1, comma 176, della legge n. 107 del 2015, per ivi comprese l’assegnazione delle eventuali economie,
il citato importo di euro 9.999.999,99 annui dal 2016 al sono disposte con decreto del Ministro dell’istruzione,
2044, non derivano effetti peggiorativi sul fabbisogno e qualora restino invariati le modalità di utilizzo dei con-
sull’indebitamento netto rispetto a quanto previsto a legi- tributi pluriennali e i piani già autorizzati a favore delle
slazione vigente; singole regioni, e comunicate al Ministero dell’econo-
mia e delle finanze»;
Considerato che i suddetti contributi pluriennali, per i
quali è stato autorizzato l’utilizzo con il citato decreto in- Dato atto che sono attualmente ancora in corso alcuni
terministeriale n. 390 del 2017, sono iscritti, per le finalità interventi autorizzati con il sopracitato decreto intermi-
previste dalla normativa di cui in premessa, sul capitolo nisteriale n. 390 del 2017 e, con il successivo decreto del
8106 dello stato di previsione della spesa del Ministero Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca
dell’istruzione; 26 marzo 2018, n. 243;

— 4 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Considerato che, a seguito dell’espletamento delle gare Ritenuto conseguentemente, possibile accertare l’in-
di appalto e dell’avvenuta conclusione dei lavori, sono cremento dell’importo delle economie assegnate con
maturate significative economie che possono essere rein- il citato decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
vestite per autorizzare ulteriori interventi presenti nella versità e della ricerca 25 settembre 2019, n. 835 da
programmazione triennale nazionale 2015- 2017; euro 64.262.624,46 a euro 70.811.614,68;
Considerato che, in virtù di tale esigenza e di quella di Ritenuto quindi, possibile, alla luce di quanto previsto
completare gli interventi in corso di esecuzione, con nota dall’art. 232 del decreto-legge n. 34 del 2020, in corso di
del 16 aprile 2019, prot. n. 12355, il Ministero dell’istru- conversione, poter autorizzare gli interventi delle Regio-
zione, dell’università e della ricerca ha richiesto l’autoriz- ni Marche e Toscana, rientrando gli importi accertati nei
zazione alla variazione dei piani di erogazione regionale, piani di erogazione dei mutui già autorizzati dal Ministe-
con l’allungamento degli stessi all’anno 2020; ro dell’economia e delle finanze;
Dato atto che il Ministero dell’economia e delle finan- Decreta:
ze - Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato
Ispettorato generale del bilancio - Ufficio XVI ha comu-
nicato, con nota del 3 maggio 2019, prot. n. 88443, di non Art. 1.
aver osservazioni da formulare in ordine alle variazioni
del piano richieste; Autorizzazione degli interventi
delle Regioni Marche e Toscana
Dato atto che, con decreti del direttore della Direzione
generale per interventi in materia di edilizia scolastica, 1. Gli enti locali di cui all’allegato A al presente decre-
per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per to, che ne costituisce parte integrante e sostanziale, sono
l’innovazione digitale 16 aprile 2019, n. 151 e 15 maggio autorizzati ad avviare e/o a completare gli interventi di
2019, n. 190 sono state accertate le economie complessi- messa in sicurezza degli edifici scolastici ivi contenuti,
ve a disposizione di ogni regione, maturate sugli importi provvedendo alla proposta di aggiudicazione degli stessi
mutuati a valere sui contributi pluriennali di cui al decreto interventi entro e non oltre il termine di centottanta gior-
del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricer- ni dalla data di pubblicazione del presente decreto nella
ca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle fi- Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, pena la de-
nanze e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, cadenza dal finanziamento.
6 giugno 2017, n. 390, per un importo complessivo pari a
euro 67.223.720,77; Art. 2.
Dato atto che, con decreto del direttore generale Rettifica dell’importo complessivo delle economie
per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scola- assegnate con decreto del Ministro dell’istruzione,
stica e la scuola digitale 18 maggio 2020, n. 161 l’im- dell’università e della ricerca 25 settembre 2019,
porto delle economie, inizialmente accertate per euro n. 835.
67.223.720,77, sono diventate euro 72.052.359,96, in
virtù dell’accertamento delle economie maturate dalla 1. Ai sensi e per gli effetti di quanto indicato nelle
Regione Toscana; premesse, la somma complessiva di euro 72.052.359,96,
corrispondente al volume delle economie complessiva-
Considerato che le predette economie sono maturate mente accertate con i decreti del direttore della Direzione
sugli importi mutuati a valere sui contributi pluriennali di generale per interventi in materia di edilizia scolastica,
cui al decreto interministeriale n. 390 del 2017, i cui oneri per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per
di ammortamento gravano sul cap. 8106 del bilancio del l’innovazione digitale 16 aprile 2019, n. 151, 15 maggio
Ministero dell’istruzione; 2019, n. 190 e n. 161 del 18 maggio 2020, è assegnata,
Dato atto che la Regione Marche e la Regione Toscana sulla base dei piani regionali pervenuti, in misura pari ad
hanno fatto pervenire, successivamente rispetto alle altre euro 70.811.641,68.
regioni, i rispettivi piani che consentono il finanziamento 2. Secondo quanto previsto dall’art. 232, comma 1,
degli interventi a valere sulle economie di cui al decreto del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, in corso di con-
interministeriale n. 390 del 2017, nell’ambito del ricavo versione, il presente decreto è comunicato al Ministero
netto stimato già autorizzato; dell’economia e delle finanze.
Ritenuto quindi possibile, alla luce delle richieste Il presente decreto è sottoposto ai controlli di legge
relative alle Regioni Marche e Toscana, autorizzare gli e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
interventi, di cui all’Allegato A al presente decreto, che italiana.
ne costituisce parte integrante e sostanziale, per l’im- Roma, 9 giugno 2020
porto spettante e accertato pari ad euro 6.549.017,22,
nell’ambito delle economie complessive accertate con Il Ministro: AZZOLINA
decreti del direttore della Direzione generale per inter-
venti in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei Registrato alla Corte dei conti il 1° luglio 2020
fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione di- Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dell’istruzione, dell’uni-
versità e della ricerca, del Ministero dei beni e delle attività
gitale 16 aprile 2019, n. 151, 15 maggio 2019, n. 190 e culturali, del Ministero della salute, del Ministero del lavoro e delle
18 maggio 2020, n. 161; politiche sociali, reg. n. 1518

— 5 —
20-7-2020

Economie accertate con DDG n. Economie accertate con DDG n. Economie assegnate con DM 835 del Economie assegnate con il presente Economie accertate ma
Regione 151 e 190 del 2019 161 del 2020 2019 decreto non assegnate
ďƌƵnjnjŽ Φϳϱϰ͘ϲϴϵ͕ϲϭ Φϳϱϰ͘ϲϴϵ͕ϲϭ ΦϬ͕ϬϬ
ĂƐŝůŝĐĂƚĂ Φϭ͘ϱϳϬ͘ϳϳϬ͕ϴϮ Φϭ͘ϱϳϬ͘ϳϳϬ͕ϴϮ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
ĂůĂďƌŝĂ Φϳ͘ϱϱϲ͘Ϭϯϵ͕ϮϬ Φϳ͘ϰϳϲ͘ϯϲϭ͕ϯϴ ΦϬ͕ϬϬ Φϳϵ͘ϲϳϳ͕ϴϮ
ĂŵƉĂŶŝĂ Φϳ͘ϵϰϮ͘ϯϰϰ͕ϳϳ Φϳ͘ϭϰϵ͘ϴϮϭ͕Ϭϱ ΦϬ͕ϬϬ ΦϳϵϮ͘ϱϮϯ͕ϳϮ
ŵŝůŝĂZŽŵĂŐŶĂ ΦϮ͘ϲϭϮ͘ϱϳϴ͕ϭϰ ΦϮ͘ϲϭϮ͘ϱϳϴ͕ϭϰ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
&ƌŝƵůŝsĞŶĞnjŝĂ'ŝƵůŝĂ Φϰϳϱ͘Ϭϵϭ͕ϮϬ Φϰϳϱ͘Ϭϵϭ͕ϮϬ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
>ĂnjŝŽ Φϳ͘ϰϴϯ͘ϰϱϲ͕ϰϲ Φϳ͘Ϯϲϳ͘ϲϰϬ͕ϱϭ ΦϬ͕ϬϬ ΦϮϭϱ͘ϴϭϱ͕ϵϱ
>ŝŐƵƌŝĂ Φϭ͘ϭϵϴ͘ϮϮϰ͕ϰϵ Φϭ͘ϭϴϵ͘ϴϬϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ Φϴ͘ϰϮϰ͕ϰϵ
>ŽŵďĂƌĚŝĂ Φϰ͘Ϭϳϯ͘ϭϯϵ͕ϵϳ Φϰ͘Ϭϳϯ͘ϭϯϵ͕ϵϳ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
DĂƌĐŚĞ Φϭ͘ϳϮϬ͘ϯϳϴ͕Ϭϯ ΦϬ͕ϬϬ Φϭ͘ϳϮϬ͘ϯϳϴ͕Ϭϯ Ϭ
DŽůŝƐĞ Φϯϰϲ͘ϵϳϳ͕Ϭϴ ΦϯϯϮ͘ϴϱϳ͕ϵϱ ΦϬ͕ϬϬ Φϭϰ͘ϭϭϵ͕ϭϯ

— 6 —
WŝĞŵŽŶƚĞ Φϯ͘ϳϰϳ͘Ϭϭϴ͕ϵϭ Φϯ͘ϳϰϳ͘Ϭϭϴ͕ϵϭ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
WƵŐůŝĂ Φϲ͘ϯϬϳ͘ϴϵϳ͕ϰϭ Φϲ͘ϯϬϳ͘ϴϵϳ͕ϰϭ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
^ĂƌĚĞŐŶĂ ΦϮ͘ϯϱϵ͘ϯϱϲ͕ϳϮ ΦϮ͘ϯϯϴ͘ϴϵϭ͕Ϭϭ ΦϬ͕ϬϬ ΦϮϬ͘ϰϲϱ͕ϳϭ
^ŝĐŝůŝĂ Φϴ͘Ϭϰϱ͘ϳϴϱ͕Ϭϰ Φϳ͘ϵϯϲ͘Ϭϵϯ͕ϱϴ ΦϬ͕ϬϬ ΦϭϬϵ͘ϲϵϭ͕ϰϲ
hŵďƌŝĂ Φϭ͘ϱϵϬ͘ϳϴϮ͕ϰϭ Φϭ͘ϱϵϬ͘ϳϴϮ͕ϰϭ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
dŽƐĐĂŶĂ ΦϬ͕ϬϬ Φϰ͘ϴϮϴ͘ϲϯϵ͕ϭϵ ΦϬ͕ϬϬ Φϰ͘ϴϮϴ͘ϲϯϵ͕ϭϵ
sĞŶĞƚŽ Φϴ͘ϵϱϲ͘ϰϳϴ͕ϰϯ Φϴ͘ϵϱϲ͘ϰϳϴ͕ϰϯ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
sĂůůĞĚ͛ŽƐƚĂ ΦϰϴϮ͘ϳϭϮ͕Ϭϴ ΦϰϴϮ͘ϳϭϮ͕Ϭϴ ΦϬ͕ϬϬ ΦϬ͕ϬϬ
dKd> Φϲϳ͘ϮϮϯ͘ϳϮϬ͕ϳϳ ΦϳϮ͘ϬϱϮ͘ϯϱϵ͕ϵϲ € 64.262.624,46 Φϲ͘ϱϰϵ͘Ϭϭϳ͕ϮϮ Φϭ͘ϮϰϬ͘ϳϭϴ͕Ϯϴ
GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

ϳϬ͘ϴϭϭ͘ϲϰϭ͕ϲϴΦ
Serie generale - n. 181

ALLEGATO A
20-7-2020

REGIONE MARCHE
Ente
richiedente Denominazio
n. id Prov Codice ARES Costo Totale Intervento Finanziamento concesso
(Comune o ne Scuola
Provincia)
FM Santa Sc. Filippo 1090360110 375.000,00 375.000,00
Vittoria in Lamponi
ϭ Matenano
PU Serra Sant Nuova Nuova costruzione - da attribuire 995.000,00 995.000,00

— 7 —
Abbondio scuola
Ϯ materna
AN Monte Secondaria I° 0420290664 675.000,00 350.378,03
Roberto grado
ϯ G.Pascoli
1.720.378,03
GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
Serie generale - n. 181
20A03771
20-7-2020

Z'/KEdK^E
N. Ed>K> W>^^K^K>^d/K /DWKZdK^^'EdKΦ

ϭ &/ ŽŵƵŶĞĚŝ^ŝŐŶĂ ϰϴϬϰϰϬϬϬϯ /ŶĨĂŶnjŝĂ^ĂŶDĂƵƌŽĂ^ŝŐŶĂ DW>/DEdK 691.710,94


Ϯ WK ŽŵƵŶĞĚŝWƌĂƚŽ ϭϬϬϬϬϱϬϬϵϲ WƌŝŵĂƌŝĂ>ĂƵƌĂWŽůŝ DW>/DEdK 700.000,00
DEhdE/KE
ϯ Z ŽŵƵŶĞĚŝĂƐƚŝŐůŝŽŶ&ŝŽƌĞŶƚŝŶŽ ϱϭϬϭϮϬϬϬϴ WƌŝŵĂƌŝĂ'ŝƵƐĞƉƉĞ'Śŝnjnjŝ
^dZKZ/EZ/ 95.987,38
ϰ >h ŽŵƵŶĞĚŝWĞƐĐĂŐůŝĂ ϰϲϬϮϮϱϬϬϰ WƌŝŵĂƌŝĂͲ^ĂŶDĂƌƚŝŶŽŝŶ&ƌĞĚĚĂŶĂ EhKsK^dZh/KE
1.952.000,00
ϱ Z ŽŵƵŶĞĚŝWŽƉƉŝ ϱϭϬϯϭϬϬϭϬ /ŶĨĂŶnjŝĂdŽƌƌŝĐĞůůĂ DW>/DEdK 350.000,00
/ŶĨĂŶnjŝĂ>ŝĐĐŝĂŶĂͲWƌŝŵĂƌŝĂ
ϲ D^ ŽŵƵŶĞĚŝ>ŝĐĐŝĂŶĂEĂƌĚŝ ϰϱϬϬϵϬϬϬϯ Z/^dZhddhZ/KE/>//
>ŝĐĐŝĂŶĂ 55.573,12
WƌŝŵĂƌŝĂ^ĞŵƉƌŽŶŝĂŶŽͲ^ĞĐ͘/ DEhdE/KE
ϳ 'Z ŽŵƵŶĞĚŝ^ĞŵƉƌŽŶŝĂŶŽ ϱϯϬϮϴϬϬϬϮ
^ĞŵƉƌŽŶŝĂŶŽ ^dZKZ/EZ/ 70.280,00

— 8 —
/͘͘KůƚƌĂƌŶŽͲ^ĞĐ͘/DĂĐŚŝĂǀĞůůŝͲ
ϴ &/ ŽŵƵŶĞĚŝ&ŝƌĞŶnjĞ ϰϴϬϭϳϬϯϮϵ Z^dhZK
WĂƉŝŶŝ 363.000,00
DEhdE/KE
ϵ W/ ŽŵƵŶĞĚŝ^ĂŶDŝŶŝĂƚŽ ϱϬϬϯϮϬϬϬϰ /ŶĨĂŶnjŝĂWŽŶƚĞĂŐŽůĂ
^dZKZ/EZ/ 40.302,71
ϭϬ &/ ŽŵƵŶĞĚŝ&ŝƌĞŶnjĞ ϰϴϬϭϳϬϯϬϲ WƌŝŵĂƌŝĂ>ƵŝŐŝĂĚŽƌŶĂ Z/^dZhddhZ/KE/>// 400.000,00
DEhdE/KE
ϭϭ >h ŽŵƵŶĞĚŝWŝĞƚƌĂƐĂŶƚĂ ϰϲϬϮϰϱϬϬϭ /ŶĨĂŶnjŝĂ'ŝĂŶŶŝZŽĚĂƌŝ
^dZKZ/EZ/ 99.670,00
GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

DEhdE/KE
ϭϮ Z ŽŵƵŶĞĚŝ>ĂƚĞƌŝŶĂ ϱϭϬϭϵϬϬϬϮ /ŶĨĂŶnjŝĂ/ů'ŝƌŽƚŽŶĚŽ
^dZKZ/EZ/ 10.115,04
dKd> 4.828.639,19
Serie generale - n. 181
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

DECRETO 12 giugno 2020. tra gli immobili oggetto di interventi di edilizia scolastica
Proroga dei termini di aggiudicazione degli interventi au-
anche quelli adibiti all’alta formazione artistica, musicale
torizzati con le economie dei mutui Bei 2015 e 2016, nonché e coreutica;
di conclusione dei lavori. (Decreto n. 34/2020). Vista la legge 3 gennaio 1978, n. 1, recante accelera-
zione delle procedure per l’esecuzione di opere pubbli-
IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE che e di impianti e costruzioni industriali e, in particolare,
l’art. 19, il quale dispone che a modifica delle leggi vi-
Visto il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, genti, le rate dei mutui, concessi per l’esecuzione di opere
convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre pubbliche e di opere finanziate dallo Stato o da enti pub-
2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istru- blici, sono erogate sulla base degli stati di avanzamento
zione, università e ricerca (di seguito, decreto-legge vistati dal capo dell’Ufficio tecnico o, se questi manchi,
n. 104 del 2013); dal direttore dei lavori;
Visto in particolare l’art. 10 del citato decreto-legge Vista la legge 11 gennaio 1996, n. 23, recante norme
n. 104 del 2013, che prevede che, al fine di favorire in- per l’edilizia scolastica, e in particolare gli articoli 4 e 7,
terventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, recanti norme, rispettivamente, in materia di programma-
messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficienta- zione, attuazione e finanziamento degli interventi, non-
mento energetico di immobili di proprietà pubblica adi- ché di anagrafe dell’edilizia scolastica;
biti all’istruzione scolastica e all’alta formazione artisti-
ca, musicale e coreutica e di immobili adibiti ad alloggi Vista la legge 24 dicembre 2003, n. 350, recante di-
e residenze per studenti universitari, di proprietà degli sposizioni per la formazione del bilancio annuale e plu-
enti locali, nonché la costruzione di nuovi edifici sco- riennale dello Stato (legge finanziaria 2004) e, in parti-
lastici pubblici e la realizzazione di palestre nelle scuo- colare, l’art. 4, comma 177, come modificato e integrato
le o di interventi volti al miglioramento delle palestre dall’art. 1, comma 13, del decreto- legge 12 luglio 2004,
scolastiche esistenti, per la programmazione triennale, n. 168, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 lu-
le regioni interessate possano essere autorizzate dal Mi- glio 2004, n. 191, nonché dall’art. 1, comma 85, della
nistero dell’economia e delle finanze, d’intesa con il legge 23 dicembre 2005, n. 266, che reca disposizioni sui
Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricer- limiti di impegno iscritti nel bilancio dello Stato in re-
ca, a stipulare appositi mutui trentennali, con oneri di lazione a specifiche disposizioni legislative (di seguito,
ammortamento a totale carico dello Stato, con la Banca legge n. 350 del 2003);
europea per gli investimenti, con la Banca di sviluppo Visto altresì, il comma 177-bis del medesimo art. 4
del Consiglio d’Europa, con la società Cassa depositi della citata legge n. 350 del 2003, introdotto dall’art. 1,
e prestiti S.p.a. e con i soggetti autorizzati all’esercizio comma 512, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che ha
dell’attività bancaria, ai sensi del decreto legislativo integrato la disciplina in materia di contributi pluriennali,
1° settembre 1993, n. 385; prevedendo, in particolare, che il relativo utilizzo è auto-
Visto inoltre il medesimo art. 10, così come modifi- rizzato con decreto del Ministro competente, di concerto
cato dall’art. 1, comma 176, della legge 13 luglio 2015, con il Ministro dell’economia e delle finanze, previa ve-
n. 107, che stabilisce, per la realizzazione dei predet- rifica dell’assenza di effetti peggiorativi sul fabbisogno e
ti interventi, contributi pluriennali per euro 40 milioni sull’indebitamento netto rispetto a quello previsto a legi-
per l’anno 2015 e per euro 50 milioni annui per la du- slazione vigente;
rata residua dell’ammortamento del mutuo, a decorrere
dall’anno 2016 e fino al 2044; Vista la legge del 30 dicembre 2004, n. 311, recante
Visto in particolare l’ultimo periodo del comma 1 del disposizioni per la formazione del bilancio annuale e plu-
citato art. 10, che prevede l’adozione di un decreto del riennale dello Stato (legge finanziaria 2005) e, in partico-
Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con lare, l’art. 1, commi 75 e 76, che detta disposizioni in ma-
il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca teria di ammortamento di mutui attivati ad intero carico
e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, per del bilancio dello Stato;
definire le modalità di attuazione della norma per l’atti- Vista la legge 31 dicembre 2009, n. 196, recante legge
vazione dei mutui e per la definizione di una program- di contabilità e finanza pubblica e, in particolare, l’art. 48,
mazione triennale, in conformità ai contenuti dell’Intesa comma 1, che prevede che nei contratti stipulati per
sottoscritta in sede di Conferenza unificata il 1° agosto operazioni finanziarie, che costituiscono quale debitore
2013 tra il Governo, le regioni, le Province autonome di un’amministrazione pubblica, è inserita apposita clausola
Trento e di Bolzano e le autonomie locali; che prevede a carico degli istituti finanziatori l’obbligo
Visto il decreto-legge 11 settembre 2014, n. 133, con- di comunicare in via telematica, entro trenta giorni dalla
vertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, stipula, al Ministero dell’economia e delle finanze - Di-
n. 164, recante misure urgenti per l’apertura dei cantieri, partimento del tesoro e Dipartimento della Ragioneria
la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazio- generale dello Stato, all’ISTAT e alla Banca d’Italia, l’av-
ne del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza venuto perfezionamento dell’operazione finanziaria con
del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività indicazione della data e dell’ammontare della stessa, del
produttive e, in particolare, l’art. 9, comma 2-quater, che relativo piano delle erogazioni e del piano di ammorta-
ha esteso l’ambito oggettivo di applicazione dell’art. 10 mento distintamente per quota capitale e quota interessi,
del citato decreto-legge n. 104 del 2013, ricomprendendo ove disponibile;

— 9 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Visto il decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, conver- Visto il decreto del Ministro dell’economia e del-
tito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, le finanze, di concerto con il Ministro dell’istruzione,
n. 221, recante ulteriori misure urgenti per la crescita del dell’università e della ricerca e con il Ministro delle in-
Paese, e in particolare l’art. 11, commi 4-bis e seguen- frastrutture e dei trasporti, 23 gennaio 2015, con cui sono
ti, il quale prevede l’adozione di un decreto del Ministro stati individuati i criteri e le modalità di attuazione del
dell’istruzione, dell’università e della ricerca, d’intesa citato art. 10 del decreto-legge n. 104 del 2013;
con la Conferenza unificata, per la definizione di priorità Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’univer-
strategiche, modalità e termini per la predisposizione e sità e della ricerca 16 marzo 2015, n. 160, con cui sono state
l’approvazione di appositi piani triennali, articolati in an- ripartite, su base regionale, le risorse previste come attiva-
nualità, di interventi di edilizia scolastica nonché i relativi bili in termini di volume di investimento derivanti dall’uti-
finanziamenti; lizzo dei contributi trentennali autorizzati dall’art. 10 del
Vista la legge 13 luglio 2015, n. 107, recante riforma decreto-legge n. 104 del 2013, riportando per ciascuna re-
del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega gione la quota di contributo annuo assegnato, che costitui-
per il riordino delle disposizioni legislative vigenti e, in sce il limite di spesa a carico del bilancio dello Stato;
particolare, l’art. 1, comma 160, con il quale si stabilisce Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finan-
che la programmazione nazionale predisposta ai sensi del ze, di concerto con il Ministro dell’istruzione, dell’univer-
citato art. 10 del decreto-legge n. 104 del 2013 rappresen- sità e della ricerca e con il Ministro delle infrastrutture e dei
ta il piano del fabbisogno nazionale in materia di edilizia trasporti, 27 aprile 2015, n. 8875, con cui è stato prorogato
scolastica per il triennio 2015-2017 e sostituisce i piani di al 30 aprile 2015 il termine di scadenza per la predisposi-
cui all’art. 11, comma 4-bis, del decreto-legge 18 ottobre zione, da parte delle regioni, dei rispettivi piani triennali
2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge di edilizia scolastica e al 31 maggio 2015 il termine entro
17 dicembre 2012, n. 221; il quale il Ministero dell’istruzione, dell’università e della
Visto il decreto-legge 12 luglio 2018, n. 86, converti- ricerca, sulla base dei piani triennali regionali, predispone
to, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 97, un’unica programmazione nazionale;
recante disposizioni urgenti in materia di riordino delle Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
attribuzioni dei Ministeri dei beni e delle attività culturali versità e della ricerca 29 maggio 2015, n. 322, con il qua-
e del turismo, delle politiche agricole alimentari e foresta- le si è proceduto a predisporre la programmazione unica
li e dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, nazionale 2015-2017 in materia di edilizia scolastica, re-
nonché in materia di famiglia e disabilità, e in particolare datta sulla base dei piani regionali pervenuti al Ministero
l’art. 4, comma 3-quinquies; dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
Visto il decreto-legge 21 settembre 2019, n. 104, Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
convertito, con modificazioni, dalla legge 18 novembre versità e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’eco-
2019, n. 132, recante «Disposizioni urgenti per il trasferi- nomia e delle finanze e con il Ministro delle infrastrutture
mento di funzioni e per la riorganizzazione dei Ministeri e dei trasporti, 1° settembre 2015, n. 640, con il quale,
per i beni e le attività culturali, delle politiche agricole ai sensi e per gli effetti dell’art. 4, comma 177-bis, della
alimentari, forestali e del turismo, dello sviluppo econo- legge 24 dicembre 2003, n. 350, è stato autorizzato l’uti-
mico, degli affari esteri e della cooperazione internazio- lizzo — da parte delle regioni, per il finanziamento degli
nale, delle infrastrutture e dei trasporti e dell’ambiente interventi inclusi nei piani regionali triennali di edilizia
e della tutela del territorio e del mare e dell’istruzione, scolastica di cui alla programmazione unica nazionale
dell’università e della ricerca, nonché per la rimodula- 2015-2017, ai sensi dell’art. 2 del decreto interministeria-
zione degli stanziamenti per la revisione dei ruoli e delle le 23 gennaio 2015 — dei contributi pluriennali di euro
carriere e per i compensi per lavoro straordinario delle 40.000.000,00 annui, decorrenti dal 2015 e fino al 2044,
Forze di polizia e delle Forze armate e per la continuità previsti dall’art. 10 del decreto-legge n. 104 del 2013, per
delle funzioni dell’Autorità per le garanzie nelle comuni- le finalità, nella misura e per gli importi a ciascuna regio-
cazioni» e, in particolare, l’art. 6 concernente «Interventi ne assegnati per effetto dei decreti sopra richiamati;
urgenti sull’organizzazione del Ministero dell’istruzio-
ne, dell’università e della ricerca», che modifica l’art. 1, Visto il decreto del Ministro dell’economia e del-
comma 345, della legge 30 dicembre 2018, n. 145; le finanze, di concerto con il Ministro dell’istruzione,
Visto il decreto-legge 9 gennaio 2020, n. 1, convertito, dell’università e della ricerca e con il Ministro delle
con modificazioni, dalla legge 5 marzo 2020, n. 12, re- infrastrutture e dei trasporti, 3 giugno 2016, n. 11418,
cante disposizioni urgenti per l’istituzione del Ministero registrato dalla Corte dei conti in data 13 luglio 2016,
dell’istruzione e del Ministero dell’università e della ri- con il quale — fermi restando i criteri e le modalità
cerca, e in particolare l’art. 4; di attuazione dell’art. 10 del decreto-legge n. 104 del
2013 di cui al decreto interministeriale 23 gennaio
Visto il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, conver- 2015 — sono stati definiti i termini, in particolare, al
tito, con modificazioni, dalla legge 5 marzo 2020, n. 13, fine di procedere all’aggiornamento dei piani annuali
recante misure urgenti in materia di contenimento e ge- di ripartizione dell’ulteriore contributo annuo di 10 mi-
stione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19; lioni di euro dall’anno 2016 all’anno 2044 e alla pre-
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei mini- disposizione del successivo decreto interministeriale
stri 21 ottobre 2019, n. 140, recante il regolamento con- di autorizzazione alla stipula dei mutui da parte delle
cernente l’organizzazione del Ministero dell’istruzione, regioni, ai sensi dell’art. 4, comma 177-bis, della legge
dell’università e della ricerca; 24 dicembre 2003, n. 350;

— 10 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
versità e della ricerca 5 agosto 2016, n. 620, con il quale versità e della ricerca 26 marzo 2018, n. 243, con il quale
si è proceduto al riparto su base regionale delle risorse sono stati autorizzati, a valere sul mutuo del 2016, alcuni
pari a euro 9.999.999,99, come attivabili in termini di interventi rientranti nell’annualità 2017 approvata con il
volume di investimento, derivanti dall’utilizzo dei con- predetto decreto n. 216 del 2018;
tributi pluriennali recati dall’art. 10 del decreto-legge Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, versità e della ricerca 3 gennaio 2019, n. 2, con il quale,
dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, come modificato d’intesa con il Ministero dell’economia e delle finanze,
dall’art. 1, comma 176, della legge n. 107 del 2015, ripor- sono state assegnate le economie maturate dalle regioni
tando per ciascuna regione la quota di contributo annuo con riferimento ai piani di intervento autorizzati con de-
assegnata, che costituisce il limite di spesa a carico del creto interministeriale n. 640 del 2015;
bilancio dello Stato;
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- versità e della ricerca 21 giugno 2019, n. 550, con il qua-
versità e della ricerca 14 ottobre 2016, n. 790, con cui le si è proceduto ad autorizzare ulteriori interventi della
si è proceduto all’aggiornamento della programmazione Regione Emilia-Romagna e a rettificare alcuni interventi
unica nazionale con riferimento ai piani regionali 2016; della Regione Basilicata e Sardegna;
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
versità e della ricerca 7 dicembre 2016, n. 968, con il qua- versità e della ricerca 31 luglio 2019, n. 687, con il quale
le gli enti locali sono stati autorizzati ad avviare i lavori il termine per la proposta di aggiudicazione per gli inter-
per gli interventi del piano 2016 a valere sul mutuo già venti autorizzati con il decreto del Ministro dell’istruzio-
contratto nel corso del 2015; ne, dell’università e della ricerca 3 gennaio 2019, n. 2 è
Visto il decreto del Ministro dell’economia e del- stato differito al 31 dicembre 2019;
le finanze, di concerto con il Ministro dell’istruzione, Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni-
dell’università e della ricerca e con il Ministro delle in- versità e della ricerca 25 settembre 2019, n. 835, con il
frastrutture e dei trasporti, 30 dicembre 2016, recante la quale si è proceduto all’assegnazione delle economie ma-
proroga del termine di cui all’art. l, comma 1, lettera e), turate dalle regioni con riferimento ai piani di interventi
del decreto interministeriale n. 11418 del 2016, imposto autorizzati con il citato decreto interministeriale n. 390
agli enti locali per l’aggiudicazione provvisoria e fissato del 2017;
al 30 giugno 2017;
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- Visto il decreto del Ministro dell’istruzione 21 gennaio
versità e della ricerca 8 marzo 2017, n. 134, con cui si 2020, n. 23, con il quale è stato prorogato al 30 giugno
è proceduto alla modifica dei piani annuali 2016 di ag- 2020 il termine di aggiudicazione degli interventi autoriz-
giornamento della programmazione in materia di edilizia zati con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’univer-
scolastica delle Regioni Emilia-Romagna e Marche; sità e della ricerca n. 2 del 2019;
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- Visti i decreti del Presidente del Consiglio dei mi-
versità e della ricerca, di concerto con il Ministro nistri 8 marzo 2020, 9 marzo 2020, 11 marzo 2020,
dell’economia e delle finanze e con il Ministro delle in- 22 marzo 2020, 1° aprile 2020, 14 aprile 2020 e
frastrutture e dei trasporti, 6 giugno 2017, n. 390, con il 26 aprile 2020, recanti ulteriori disposizioni attuative
quale, ai sensi e per gli effetti dell’art. 4, comma 177- in materia di contenimento e gestione dell’emergenza
bis, della legge 24 dicembre 2003, n. 350, è stato au- epidemiologica da Covid-19, applicabili sull’intero
torizzato l’utilizzo — da parte delle regioni, per il fi- territorio nazionale;
nanziamento degli interventi inclusi nei piani regionali Dato atto che tutti gli interventi autorizzati nell’ambito
triennali di edilizia scolastica di cui alla programmazio- delle economie di cui ai decreti interministeriali n. 640
ne unica nazionale 2015-2017, ai sensi dell’art. 2 del de- del 2015 e n. 390 del 2017 dovevano terminare, sulla
creto interministeriale 23 gennaio 2015 — dei contributi base del contratto di progetto stipulato tra la Presiden-
pluriennali di euro 9.999.999,99 annui, decorrenti dal za del Consiglio dei ministri, il Ministero dell’istruzione,
2016 e fino al 2044, previsti dall’art. 10 del decreto- dell’università e della ricerca e la Banca europea degli
legge n. 104 del 2013, per le finalità, nella misura e per investimenti, entro il 15 ottobre 2020, per consentirne la
gli importi a ciascuna regione assegnati per effetto dei rendicontazione entro il 31 dicembre 2020;
decreti sopra richiamati; Considerato che, a seguito delle misure adottate per
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- il contenimento dell’infezione da Covid-19, non risulta
versità e della ricerca, di concerto con il Ministro possibile rispettare il termine di conclusione dei lavori
dell’economia e delle finanze e con il Ministro delle in- né quello relativo al termine per l’aggiudicazione degli
frastrutture e dei trasporti, 9 aprile 2018, n. 271, con cui è interventi finora autorizzati a valere sulle sopracitate
stata disposta la proroga al 30 settembre 2018 del termine economie;
di aggiudicazione di cui al citato decreto interministeriale Dato atto che con nota del 16 marzo 2020 è stato chie-
n. 390 del 2017; sto da parte del Ministero dell’istruzione – Ufficio di
Visto il decreto del Ministro dell’istruzione, dell’uni- Gabinetto alla Banca europea degli investimenti di con-
versità e della ricerca 13 marzo 2018, n. 216, con il quale cedere una proroga di un anno del contratto di progetto,
è stato approvato l’aggiornamento relativo all’annualità per consentire il completamento dei lavori e, quindi, la
2017 della programmazione 2015-2017; relativa rendicontazione entro il 2021;

— 11 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Considerato che la Banca europea degli investimenti MINISTERO DELL’ECONOMIA


ha comunicato in data 4 maggio 2020 l’intervenuta ap- E DELLE FINANZE
provazione della proroga al mese di novembre 2021;
Ritenuto quindi possibile, alla luce di quanto sopra espo- DECRETO 29 giugno 2020.
sto, individuare i medesimi termini di aggiudicazione degli
interventi autorizzati con le economie relative ai mutui di Riapertura delle operazioni di sottoscrizione dei buoni
cui ai decreti del Ministro dell’istruzione, dell’università e del Tesoro poliennali 1,85%, con godimento 28 aprile 2020 e
della ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e scadenza 1° luglio 2025, quarta e quinta tranche.
delle finanze e con il Ministro delle infrastrutture e dei tra-
sporti, 1° settembre 2015, n. 640 e 6 giugno 2017, n. 390 e
relativi decreti del Ministro dell’istruzione, dell’università IL DIRETTORE GENERALE
e della ricerca 3 gennaio 2019, n. 2, 21 giugno 2019, n. 550 DEL TESORO
e 25 settembre 2019, n. 835;
Ritenuto altresì, possibile stabilire il medesimo termine Visto il decreto del Presidente della Repubblica
di conclusione dei lavori e rendicontazione per tutti gli 30 dicembre 2003, n. 398, e successive modifiche, con
interventi autorizzati a valere sulle risorse di cui ai citati il quale è stato approvato il «Testo unico delle dispo-
decreti del Ministro dell’istruzione, dell’università e della sizioni legislative e regolamentari in materia di debito
ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle pubblico», (di seguito «testo unico»), ed in particolare
finanze e con il Ministro delle infrastrutture e dei traspor- l’art. 3, ove si prevede che il Ministro dell’economia
ti, 1° settembre 2015, n. 640 e 6 giugno 2017, n. 390; e delle finanze è autorizzato, in ogni anno finanziario,
ad emanare decreti cornice che consentano, fra l’altro,
Decreta: al Tesoro di effettuare operazioni di indebitamento sul
mercato interno o estero nelle forme di prodotti e stru-
Art. 1. menti finanziari a breve, medio e lungo termine, indi-
candone l’ammontare nominale, il tasso di interesse o
Individuazione termini per proposta aggiudicazione i criteri per la sua determinazione, la durata, l’importo
e conclusione lavori minimo sottoscrivibile, il sistema di collocamento ed
1. Il termine per la proposta di aggiudicazione dei lavo- ogni altra caratteristica e modalità;
ri da parte degli enti locali beneficiari dei finanziamenti, Visto il decreto n. 85018 del 6 ottobre 2016 (di seguito
di cui al decreto del Ministro dell’istruzione, dell’univer- «decreto di massima»), con il quale sono state stabilite
sità e della ricerca 3 gennaio 2019, n. 2 e di cui al decreto in maniera continuativa le caratteristiche e la modalità di
del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca emissione dei titoli di Stato a medio e lungo termine, da
21 giugno 2019, n. 550, è fissato al 31 ottobre 2020. collocare tramite asta;
2. Il termine per la proposta di aggiudicazione da parte Visto il decreto n. 108834 del 28 dicembre 2016, con
degli enti locali beneficiari dei finanziamenti, di cui al decre- il quale si è provveduto ad integrare il «decreto di mas-
to del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca sima», con riguardo agli articoli 10 e 12 relativi alla di-
25 settembre 2019, n. 835, è fissato al 31 ottobre 2020. sciplina delle tranche supplementari dei buoni del Tesoro
3. Il mancato rispetto dei termini di cui al comma 1 e al poliennali con vita residua superiore ai dieci anni;
comma 2 determina la decadenza dai contributi concessi
con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e Visto il decreto n. 31383 del 16 aprile 2018, con il qua-
della ricerca 3 gennaio 2019, n. 2, con decreto del Mini- le si è provveduto a modificare l’art. 12 del «decreto di
stro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 21 giu- massima», con particolare riferimento alla percentuale
gno 2019, n. 550 e con decreto del Ministro dell’istruzione, spettante nel collocamento supplementare dei buoni del
dell’università e della ricerca 25 settembre 2019, n. 835. Tesoro poliennali con vita residua superiore ai dieci anni;
4. Il termine per il completamento dei lavori e la ren- Visto il decreto ministeriale n. 288 del 3 gennaio 2020,
dicontazione degli interventi autorizzati a valere sul- emanato in attuazione dell’art. 3 del testo unico, (di se-
le risorse, di cui ai decreti del Ministro dell’istruzione, guito «decreto cornice») ove si definiscono per l’anno
dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro finanziario 2020 gli obiettivi, i limiti e le modalità cui
dell’economia e delle finanze e con il Ministro delle in- il Dipartimento del Tesoro dovrà attenersi nell’effettua-
frastrutture e dei trasporti, 1° settembre 2015, n. 640 e re le operazioni finanziarie di cui al medesimo articolo
6 giugno 2017, n. 390, è prorogato al 15 ottobre 2021. prevedendo che le operazioni stesse vengano disposte dal
Il presente decreto è sottoposto ai controlli di legge. direttore generale del Tesoro o, per sua delega, dal diret-
tore della Direzione seconda del Dipartimento medesimo
Roma, 12 giugno 2020 e che, in caso di assenza o impedimento di quest’ultimo,
Il Ministro: AZZOLINA le operazioni predette possano essere disposte dal mede-
simo direttore generale del Tesoro, anche in presenza di
Registrato alla Corte dei conti il 7 luglio 2020 delega continuativa;
Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dell’istruzione, dell’uni-
versità e della ricerca, del Ministero dei beni e delle attività Visto il decreto ministeriale n. 43044 del 5 maggio
culturali, del Ministero della salute, del Ministero del lavoro e delle
politiche sociali, reg. n. 1560 2004, concernente le «Disposizioni in caso di ritardo nel
regolamento delle operazioni di emissione, concambio e
20A03770 riacquisto di titoli di Stato»;

— 12 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Visto il decreto ministeriale n. 96718 del 7 dicembre In caso di eventi straordinari la Banca d’Italia ed il
2012, concernente le «Disposizioni per le operazioni di se- Ministero dell’economia e delle finanze, anche in deroga
parazione, negoziazione e ricostituzione delle componenti a specifiche previsioni contenute negli articoli citati nel
cedolari, della componente indicizzata all’inflazione e del comma precedente, ciascuno per le rispettive competen-
valore nominale di rimborso dei titoli di Stato (stripping)»; ze, possono scegliere di svolgere le operazioni d’asta, re-
Vista la legge 27 dicembre 2019, n. 160 recante il «bi- lative al titolo oggetto della presente emissione, da remo-
lancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario to mediante l’ausilio di strumenti informatici, sulla base
2020 e il bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022», di modalità concordate dalle due istituzioni.
ed in particolare l’art. 3, comma 2, con cui è stato stabilito La provvigione di collocamento, prevista dall’art. 6 del
il limite massimo di emissione dei prestiti pubblici per «decreto di massima», verrà corrisposta nella misura del-
l’anno stesso, così come modificato dall’art. 265, com- lo 0,25% del capitale nominale sottoscritto.
ma 2, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34;
Considerato che l’importo delle emissioni disposte a Art. 3.
tutto il 25 giugno 2020 ammonta, al netto dei rimborsi di
prestiti pubblici già effettuati, a 112.003 milioni di euro; Al termine delle operazioni di assegnazione di cui al
precedente articolo, ha luogo il collocamento della quinta
Vista la determinazione n. 73155 del 6 settembre 2018, tranche dei titoli stessi, secondo le modalità indicate ne-
con la quale il direttore generale del Tesoro ha delegato gli articoli 10, 11, 12 e 13 del «decreto di massima».
il direttore della Direzione seconda del Dipartimento del
Tesoro a firmare i decreti e gli atti relativi alle operazioni In deroga a quanto previsto agli articoli 10, secondo
suddette; comma e 12, secondo comma, del decreto di massima,
così come modificato ed integrato dai decreti n.ri 108834
Visti i propri decreti in data 21 aprile e 29 maggio del 28 dicembre 2016 e 31383 del 16 aprile 2018, relativi
2020, con i quali è stata disposta l’emissione delle prime rispettivamente, all’importo della tranche supplementare
tre tranche dei buoni del Tesoro poliennali 1,85% con go- ed alla percentuale spettante nel collocamento supple-
dimento 28 aprile 2020 e scadenza 1° luglio 2025; mentare, l’importo della tranche relativa al titolo oggetto
Ritenuto opportuno, in relazione alle condizioni di della presente emissione sarà pari al 20%. La percentuale
mercato, disporre l’emissione di una quarta tranche dei delle quote da attribuire agli specialisti nel collocamen-
predetti buoni del Tesoro poliennali; to supplementare sarà pari al 20% e sarà calcolato per il
15% sulla base della performance sul mercato primario
Decreta: per il restante 5% sulla base della performance sul mer-
cato secondario.
Art. 1. Gli specialisti in titoli di Stato hanno la facoltà di par-
tecipare al collocamento supplementare, inoltrando le
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 del «testo unico» domande di sottoscrizione entro le ore 15,30 del gior-
nonché del «decreto cornice», è disposta l’emissione di no 1° luglio 2020.
una quarta tranche dei buoni del Tesoro poliennali 1,85%,
avente godimento 28 aprile 2020 e scadenza 1° luglio
2025. L’emissione della predetta tranche viene disposta Art. 4.
per un ammontare nominale compreso fra un importo mi- Il regolamento dei buoni sottoscritti in asta e nel col-
nimo di 2.500 milioni di euro e un importo massimo di locamento supplementare sarà effettuato dagli operatori
3.000 milioni di euro. assegnatari il 2 luglio 2020, al prezzo di aggiudicazione
I buoni fruttano l’interesse annuo lordo dell’1,85% pa- e con corresponsione di dietimi di interesse lordi per un
gabile in due semestralità posticipate, il 1° gennaio ed il giorno. A tal fine la Banca d’Italia provvederà ad inse-
1° luglio di ogni anno di durata del prestito. rire, in via automatica, le relative partite nel servizio di
La prima, cedola dei buoni di cui al presente decreto, compensazione e liquidazione con valuta pari al giorno
pervenendo in scadenza in data 1° luglio 2020, non verrà di regolamento.
corrisposta. In caso di ritardo nel regolamento dei titoli di cui al
Sui buoni medesimi possono essere effettuate operazio- presente decreto, troveranno applicazione le disposizio-
ni di separazione e ricostituzione delle componenti cedo- ni del decreto ministeriale del 5 maggio 2004, citato nel-
lari dal valore di rimborso del titolo («coupon stripping»). le premesse.
Le caratteristiche e le modalità di emissione dei predetti
titoli sono quelle definite nel «decreto di massima», che Art. 5.
qui si intende interamente richiamato, ed a cui si rinvia per Il 2 luglio 2020 la Banca d’Italia provvederà a versare,
quanto non espressamente disposto dal presente decreto. presso la sezione di Roma della Tesoreria dello Stato, il
netto ricavo dei buoni assegnati al prezzo di aggiudica-
Art. 2. zione d’asta unitamente al rateo di interesse dell’1,85%
Le offerte degli operatori relative alla tranche di cui annuo lordo, dovuto allo Stato.
all’art. 1 del presente decreto dovranno pervenire entro La predetta sezione di Tesoreria rilascia, per detti ver-
le ore 11,00 del giorno 30 giugno 2020, con l’osservanza samenti, separate quietanze di entrata al bilancio dello
delle modalità indicate negli articoli 5, 6, 7, 8 e 9 del «de- Stato, con imputazione al capo X, capitolo 5100, art. 3
creto di massima». (unità di voto parlamentare 4.1.1) per l’importo relativo

— 13 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

al netto ricavo dell’emissione ed al capitolo 3240, art. 3 Visto il decreto n. 108834 del 28 dicembre 2016, con
(unità di voto parlamentare 2.1.3) per quello relativo ai il quale si è provveduto ad integrare il «decreto di mas-
dietimi d’interesse lordi dovuti. sima», con riguardo agli articoli 10 e 12 relativi alla di-
sciplina delle tranche supplementari dei buoni del Tesoro
Art. 6. poliennali con vita residua superiore ai dieci anni;
Visto il decreto n. 31383 del 16 aprile 2018, con il qua-
Gli oneri per interessi relativi agli anni finanziari dal le si è provveduto a modificare l’art. 12 del «decreto di
2021 al 2025, nonché l’onere per il rimborso del capitale massima», con particolare riferimento alla percentuale
relativo all’anno finanziario 2025, faranno carico ai ca- spettante nel collocamento supplementare dei buoni del
pitoli che verranno iscritti nello stato di previsione della Tesoro poliennali con vita residua superiore ai dieci anni;
spesa del Ministero dell’economia e delle finanze per gli
anni stessi e corrispondenti, rispettivamente, ai capitoli Visto il decreto ministeriale n. 288 del 3 gennaio 2020,
2214 (unità di voto parlamentare 21.1) e 9502 (unità di emanato in attuazione dell’art. 3 del testo unico, (di se-
voto parlamentare 21.2) dello stato di previsione per l’an- guito «decreto cornice») ove si definiscono per l’anno
no in corso. finanziario 2020 gli obiettivi, i limiti e le modalità cui
il Dipartimento del Tesoro dovrà attenersi nell’effettua-
L’ammontare della provvigione di collocamento, pre- re le operazioni finanziarie di cui al medesimo articolo
vista dall’art. 2 del presente decreto, sarà scritturato dalle prevedendo che le operazioni stesse vengano disposte dal
sezioni di Tesoreria fra i «pagamenti da regolare» e farà direttore generale del Tesoro o, per sua delega, dal diret-
carico al capitolo 2247 (unità di voto parlamentare 21.1; tore della Direzione seconda del Dipartimento medesimo
codice gestionale 109) dello stato di previsione della spe- e che, in caso di assenza o impedimento di quest’ultimo,
sa del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno le operazioni predette possano essere disposte dal mede-
finanziario 2020. simo direttore generale del Tesoro, anche in presenza di
Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Uffi- delega continuativa;
ciale della Repubblica italiana. Visto il decreto ministeriale n. 43044 del 5 maggio
2004, concernente le «Disposizioni in caso di ritardo nel
Roma, 29 giugno 2020 regolamento delle operazioni di emissione, concambio e
riacquisto di titoli di Stato»;
p. Il direttore generale del Tesoro: IACOVONI Visto il decreto ministeriale n. 96718 del 7 dicembre
2012, concernente le «Disposizioni per le operazioni di
20A03765 separazione, negoziazione e ricostituzione delle compo-
nenti cedolari, della componente indicizzata all’inflazio-
ne e del valore nominale di rimborso dei titoli di Stato
(stripping)»;
DECRETO 29 giugno 2020.
Vista la legge 27 dicembre 2019, n. 160 recante il «bi-
Riapertura delle operazioni di sottoscrizione dei buoni lancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario
del Tesoro poliennali 0,95%, con godimento 1° marzo 2020 e 2020 e il bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022»,
scadenza 1° agosto 2030, nona e decima tranche. ed in particolare l’art. 3, comma 2, con cui è stato stabilito
il limite massimo di emissione dei prestiti pubblici per
l’anno stesso, così come modificato dall’art. 265, com-
IL DIRETTORE GENERALE ma 2, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34;
DEL TESORO Considerato che l’importo delle emissioni disposte a
tutto il 25 giugno 2020 ammonta, al netto dei rimborsi di
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 di- prestiti pubblici già effettuati, a 112.003 milioni di euro;
cembre 2003, n. 398, e successive modifiche, con il quale
è stato approvato il «Testo unico delle disposizioni legi- Vista la determinazione n. 73155 del 6 settembre 2018,
slative e regolamentari in materia di debito pubblico», (di con la quale il direttore generale del Tesoro ha delegato
seguito «testo unico»), ed in particolare l’art. 3, ove si il direttore della Direzione seconda del Dipartimento del
prevede che il Ministro dell’economia e delle finanze è Tesoro a firmare i decreti e gli atti relativi alle operazioni
autorizzato, in ogni anno finanziario, ad emanare decreti suddette;
cornice che consentano, fra l’altro, al Tesoro di effettuare Visti i propri decreti in data 27 febbraio, 30 marzo,
operazioni di indebitamento sul mercato interno o estero 29 aprile e 29 maggio 2020, con il quale è stata disposta
nelle forme di prodotti e strumenti finanziari a breve, me- l’emissione delle prime otto tranche dei buoni del Tesoro
dio e lungo termine, indicandone l’ammontare nominale, poliennali 0,95%, con godimento 1° marzo 2020 e sca-
il tasso di interesse o i criteri per la sua determinazione, denza 1° agosto 2030;
la durata, l’importo minimo sottoscrivibile, il sistema di Ritenuto opportuno, in relazione alle condizioni di
collocamento ed ogni altra caratteristica e modalità; mercato, disporre l’emissione di una nona tranche dei
Visto il decreto n. 85018 del 6 ottobre 2016 (di seguito predetti buoni del Tesoro poliennali;
«decreto di massima»), con il quale sono state stabilite Considerato che, in concomitanza con l’emissione del-
in maniera continuativa le caratteristiche e la modalità di la tranche predetta, viene disposta l’emissione della se-
emissione dei titoli di Stato a medio e lungo termine, da conda tranche dei buoni del Tesoro poliennali 1,65%, con
collocare tramite asta; godimento 1° giugno 2020 e scadenza 1° dicembre 2030;

— 14 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Decreta: In deroga a quanto previsto agli articoli 10, secondo


comma e 12, secondo comma, del decreto di massima,
così come modificato ed integrato dai decreti n.ri 108834
Art. 1. del 28 dicembre 2016 e 31383 del 16 aprile 2018, relativi
rispettivamente, all’importo della tranche supplementare
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 del «testo unico» ed alla percentuale spettante nel collocamento supple-
nonché del «decreto cornice», è disposta l’emissione mentare, l’importo della tranche relativa al titolo oggetto
di una nona tranche dei buoni del Tesoro poliennali della presente emissione sarà pari al 20%. La percentuale
0,95%, avente godimento 1° marzo 2020 e scadenza delle quote da attribuire agli specialisti nel collocamen-
1° agosto 2030. I predetti titoli vengono emessi con- to supplementare sarà pari al 20% e sarà calcolato per il
giuntamente ai BTP 1,65%, con godimento 1° giugno 15% sulla base della performance sul mercato primario
2020 e scadenza 1° dicembre 2030 per un ammontare per il restante 5% sulla base della performance sul mer-
nominale complessivo compreso fra un importo mini- cato secondario.
mo di 2.500 milioni di euro e un importo massimo di
3.500 milioni di euro. Gli specialisti in titoli di Stato hanno la facoltà di par-
tecipare al collocamento supplementare, inoltrando le
I buoni fruttano l’interesse annuo lordo dello 0,95%, domande di sottoscrizione entro le ore 15,30 del gior-
pagabile in due semestralità posticipate, il 1° febbraio ed no 1° luglio 2020.
il 1° agosto di ogni anno di durata del prestito. Il tasso
d’interesse da corrispondere sulla prima cedola, in sca-
denza il 1° agosto 2020, sarà pari allo 0,399313% lordo, Art. 4.
corrispondente a un periodo di giorni centocinquantatrè Il regolamento dei buoni sottoscritti in asta e nel col-
su un semestre di centottantadue. locamento supplementare sarà effettuato dagli operatori
Sui buoni medesimi possono essere effettuate opera- assegnatari il 2 luglio 2020, al prezzo di aggiudicazione e
zioni di separazione e ricostituzione delle componen- con corresponsione di dietimi di interesse lordi per cento-
ti cedolari dal valore di rimborso del titolo («coupon ventitrè giorni. A tal fine la Banca d’Italia provvederà ad
stripping»). inserire, in via automatica, le relative partite nel servizio
di compensazione e liquidazione con valuta pari al giorno
Le caratteristiche e le modalità di emissione dei pre- di regolamento.
detti titoli sono quelle definite nel «decreto di massi-
ma», che qui si intende interamente richiamato, ed a cui In caso di ritardo nel regolamento dei titoli di cui al
si rinvia per quanto non espressamente disposto dal pre- presente decreto, troveranno applicazione le disposizioni
sente decreto. del decreto ministeriale del 5 maggio 2004, citato nelle
premesse.
Art. 2.
Art. 5.
Le offerte degli operatori relative alla tranche di cui
all’art. 1 del presente decreto dovranno pervenire entro Il 2 luglio 2020 la Banca d’Italia provvederà a versare,
le ore 11,00 del giorno 30 giugno 2020, con l’osservanza presso la sezione di Roma della Tesoreria dello Stato, il
delle modalità indicate negli articoli 5, 6, 7, 8 e 9 del «de- netto ricavo dei buoni assegnati al prezzo di aggiudica-
creto di massima». zione d’asta unitamente al rateo di interesse dello 0,95%
annuo lordo, dovuto allo Stato.
In caso di eventi straordinari la Banca d’Italia ed il La predetta sezione di Tesoreria rilascia, per detti ver-
Ministero dell’economia e delle finanze, anche in deroga samenti, separate quietanze di entrata al bilancio dello
a specifiche previsioni contenute negli articoli citati nel Stato, con imputazione al capo X, capitolo 5100, art. 3
comma precedente, ciascuno per le rispettive competen- (unità di voto parlamentare 4.1.1) per l’importo relativo
ze, possono scegliere di svolgere le operazioni d’asta, re- al netto ricavo dell’emissione ed al capitolo 3240, art. 3
lative al titolo oggetto della presente emissione, da remo- (unità di voto parlamentare 2.1.3) per quello relativo ai
to mediante l’ausilio di strumenti informatici, sulla base dietimi d’interesse lordi dovuti.
di modalità concordate dalle due istituzioni.
La provvigione di collocamento, prevista dall’art. 6 del Art. 6.
«decreto di massima», verrà corrisposta nella misura del-
lo 0,35% del capitale nominale sottoscritto. Gli oneri per interessi relativi all’anno finanziario 2020
faranno carico al capitolo 2214 (unità di voto parlamenta-
re 21.1) dello stato di previsione della spesa del Ministe-
Art. 3. ro dell’economia e delle finanze, per l’anno stesso, ed a
Al termine delle operazioni di assegnazione di cui al quelli corrispondenti, per gli anni successivi.
precedente articolo ha luogo il collocamento della decima L’onere per il rimborso del capitale relativo all’anno
tranche dei titoli stessi, fissata nella misura del 20 per finanziario 2030 farà carico al capitolo che verrà iscrit-
cento, in applicazione delle modalità indicate negli arti- to nello stato di previsione della spesa del Ministero
coli 10, 11, 12 e 13 del «decreto di massima», così come dell’economia e delle finanze per l’anno stesso, corri-
integrato dalle disposizioni di cui al decreto n. 31383 del spondente al capitolo 9502 (unità di voto parlamentare
16 aprile 2018. 21.2) dello stato di previsione per l’anno in corso.

— 15 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

L’ammontare della provvigione di collocamento, pre- re le operazioni finanziarie di cui al medesimo articolo
vista dall’art. 2 del presente decreto, sarà scritturato dalle prevedendo che le operazioni stesse vengano disposte dal
sezioni di Tesoreria fra i «pagamenti da regolare» e farà direttore generale del Tesoro o, per sua delega, dal diret-
carico al capitolo 2247 (unità di voto parlamentare 21.1; tore della direzione seconda del Dipartimento medesimo
codice gestionale 109) dello stato di previsione della spe- e che, in caso di assenza o impedimento di quest’ultimo,
sa del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno le operazioni predette possano essere disposte dal mede-
finanziario 2020. simo direttore generale del Tesoro, anche in presenza di
Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Uffi- delega continuativa;
ciale della Repubblica italiana. Visto il decreto ministeriale n. 43044 del 5 maggio
Roma, 29 giugno 2020 2004, concernente le «Disposizioni in caso di ritardo nel
regolamento delle operazioni di emissione, concambio e
p. Il direttore generale del Tesoro: IACOVONI riacquisto di titoli di Stato»;
Visto il decreto ministeriale n. 96718 del 7 dicembre
20A03766 2012, concernente le «Disposizioni per le operazioni di
separazione, negoziazione e ricostituzione delle compo-
nenti cedolari, della componente indicizzata all’inflazio-
DECRETO 29 giugno 2020. ne e del valore nominale di rimborso dei titoli di Stato
(stripping)»;
Riapertura delle operazioni di sottoscrizione dei buoni del
Tesoro poliennali 1,65%, con godimento 1° giugno 2020 e Vista la legge 27 dicembre 2019, n. 160, recante il
scadenza 1° dicembre 2030, seconda e terza tranche. «bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario
2020 e il bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022»,
IL DIRETTORE GENERALE ed in particolare l’art. 3, comma 2, con cui è stato stabilito
DEL TESORO il limite massimo di emissione dei prestiti pubblici per
l’anno stesso, così come modificato dall’art. 265, com-
Visto il decreto del Presidente della Repubblica ma 2, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34;
30 dicembre 2003, n. 398, e successive modifiche, con Considerato che l’importo delle emissioni disposte a
il quale è stato approvato il «Testo unico delle dispo- tutto il 25 giugno 2020 ammonta, al netto dei rimborsi di
sizioni legislative e regolamentari in materia di debito prestiti pubblici già effettuati, a 112.003 milioni di euro;
pubblico», (di seguito «Testo unico»), ed in particolare
l’art. 3, ove si prevede che il Ministro dell’economia Vista la determinazione n. 73155 del 6 settembre 2018,
e delle finanze è autorizzato, in ogni anno finanziario, con la quale il direttore generale del Tesoro ha delegato
ad emanare decreti cornice che consentano, fra l’altro, il direttore della direzione seconda del Dipartimento del
al Tesoro di effettuare operazioni di indebitamento sul Tesoro a firmare i decreti e gli atti relativi alle operazioni
mercato interno o estero nelle forme di prodotti e stru- suddette;
menti finanziari a breve, medio e lungo termine, indi- Visto il proprio decreto in data 3 giugno 2020, con il
candone l’ammontare nominale, il tasso di interesse o quale è stata disposta l’emissione della prima tranche dei
i criteri per la sua determinazione, la durata, l’importo buoni del Tesoro poliennali 1,65% con godimento 1° giu-
minimo sottoscrivibile, il sistema di collocamento ed gno 2020 e scadenza 1° dicembre 2030;
ogni altra caratteristica e modalità; Ritenuto opportuno, in relazione alle condizioni di
Visto il decreto n. 85018 del 6 ottobre 2016 (di seguito mercato, disporre l’emissione di una seconda tranche dei
«decreto di massima»), con il quale sono state stabilite predetti buoni del Tesoro poliennali;
in maniera continuativa le caratteristiche e la modalità di
emissione dei titoli di Stato a medio e lungo termine, da Considerato che, in concomitanza con l’emissione del-
collocare tramite asta; la tranche predetta, viene disposta l’emissione della nona
Visto il decreto n. 108834 del 28 dicembre 2016, con tranche dei buoni del Tesoro poliennali 0,95%, con godi-
il quale si è provveduto ad integrare il «decreto di mas- mento 1° marzo 2020 e scadenza 1° agosto 2030;
sima», con riguardo agli articoli 10 e 12 relativi alla di-
sciplina delle tranche supplementari dei buoni del Tesoro Decreta:
poliennali con vita residua superiore ai dieci anni;
Visto il decreto n. 31383 del 16 aprile 2018, con il Art. 1.
quale si è provveduto a modificare l’art. 12 del «decre-
to di massima», con particolare riferimento alla per- Ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 del «Testo unico» non-
centuale spettante nel collocamento supplementare dei ché del «decreto cornice», è disposta l’emissione di una
buoni del Tesoro poliennali con vita residua superiore seconda tranche dei buoni del Tesoro poliennali 1,65%,
ai dieci anni; avente godimento 1° giugno 2020 e scadenza 1° dicem-
Visto il decreto ministeriale n. 288 del 3 gennaio 2020, bre 2030. I predetti titoli vengono emessi congiuntamente
emanato in attuazione dell’art. 3 del Testo unico, (di se- ai BTP 0,95%, con godimento 1° marzo 2020 e scadenza
guito «decreto cornice») ove si definiscono per l’anno 1° agosto 2030 per un ammontare nominale complessivo
finanziario 2020 gli obiettivi, i limiti e le modalità cui compreso fra un importo minimo di 2.500 milioni di euro
il Dipartimento del Tesoro dovrà attenersi nell’effettua- e un importo massimo di 3.500 milioni di euro.

— 16 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

I buoni fruttano l’interesse annuo lordo dell’1,65%, pa- Art. 4.


gabile in due semestralità posticipate, il 1° giugno ed il
1° dicembre di ogni anno di durata del prestito. La prima Il regolamento dei buoni sottoscritti in asta e nel col-
semestralità è pagabile il 1° dicembre 2020 e l’ultima il locamento supplementare sarà effettuato dagli operatori
1° dicembre 2030. assegnatari il 2 luglio 2020, al prezzo di aggiudicazio-
ne e con corresponsione di dietimi di interesse lordi per
Sui buoni medesimi possono essere effettuate opera- trentuno giorni. A tal fine la Banca d’Italia provvederà ad
zioni di separazione e ricostituzione delle componen- inserire, in via automatica, le relative partite nel servizio
ti cedolari dal valore di rimborso del titolo («coupon di compensazione e liquidazione con valuta pari al giorno
stripping»). di regolamento.
Le caratteristiche e le modalità di emissione dei pre- In caso di ritardo nel regolamento dei titoli di cui al
detti titoli sono quelle definite nel «decreto di massima», presente decreto, troveranno applicazione le disposizioni
che qui si intende interamente richiamato, ed a cui si rin- del decreto ministeriale del 5 maggio 2004, citato nelle
via per quanto non espressamente disposto dal presente premesse.
decreto.
Art. 5.
Art. 2.
Il 2 luglio 2020 la Banca d’Italia provvederà a versare,
Le offerte degli operatori relative alla tranche di cui presso la sezione di Roma della Tesoreria dello Stato, il
all’art. 1 del presente decreto dovranno pervenire entro netto ricavo dei buoni assegnati al prezzo di aggiudica-
le ore 11,00 del giorno 30 giugno 2020, con l’osservanza zione d’asta unitamente al rateo di interesse dell’1,65%
delle modalità indicate negli articoli 5, 6, 7, 8 e 9 del «de- annuo lordo, dovuto allo Stato.
creto di massima».
In caso di eventi straordinari la Banca d’Italia ed il La predetta sezione di Tesoreria rilascia, per detti ver-
Ministero dell’economia e delle finanze, anche in deroga samenti, separate quietanze di entrata al bilancio dello
a specifiche previsioni contenute negli articoli citati nel Stato, con imputazione al Capo X, capitolo 5100, art. 3
comma precedente, ciascuno per le rispettive competen- (unità di voto parlamentare 4.1.1) per l’importo relativo
ze, possono scegliere di svolgere le operazioni d’asta, re- al netto ricavo dell’emissione ed al capitolo 3240, art. 3
lative al titolo oggetto della presente emissione, da remo- (unità di voto parlamentare 2.1.3) per quello relativo ai
to mediante l’ausilio di strumenti informatici, sulla base dietimi d’interesse lordi dovuti.
di modalità concordate dalle due istituzioni.
Art. 6.
La provvigione di collocamento, prevista dall’art. 6 del
«decreto di massima», verrà corrisposta nella misura del- Gli oneri per interessi relativi all’anno finanziario 2020
lo 0,35% del capitale nominale sottoscritto. faranno carico al capitolo 2214 (unità di voto parlamenta-
re 21.1) dello stato di previsione della spesa del Ministe-
Art. 3. ro dell’economia e delle finanze, per l’anno stesso, ed a
quelli corrispondenti, per gli anni successivi.
Al termine delle operazioni di assegnazione di cui al
precedente articolo ha luogo il collocamento della terza L’onere per il rimborso del capitale relativo all’anno
tranche dei titoli stessi, fissata nella misura del 20 per finanziario 2030 farà carico al capitolo che verrà iscrit-
cento, in applicazione delle modalità indicate negli arti- to nello stato di previsione della spesa del Ministero
coli 10, 11, 12 e 13 del «decreto di massima», così come dell’economia e delle finanze per l’anno stesso, corri-
integrato dalle disposizioni di cui al decreto n. 31383 del spondente al capitolo 9502 (unità di voto parlamentare
16 aprile 2018. 21.2) dello stato di previsione per l’anno in corso.
In deroga a quanto previsto agli articoli 10, secondo L’ammontare della provvigione di collocamento, pre-
comma e 12, secondo comma, del decreto di massima, vista dall’art. 2 del presente decreto, sarà scritturato dalle
così come modificato ed integrato dai decreti numeri Sezioni di Tesoreria fra i «pagamenti da regolare» e farà
108834 del 28 dicembre 2016 e 31383 del 16 aprile 2018, carico al capitolo 2247 (unità di voto parlamentare 21.1;
relativi rispettivamente, all’importo della tranche supple- codice gestionale 109) dello stato di previsione della spe-
mentare ed alla percentuale spettante nel collocamento sa del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno
supplementare, l’importo della tranche relativa al titolo finanziario 2020.
oggetto della presente emissione sarà pari al 20%. La per- Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Uffi-
centuale delle quote da attribuire agli specialisti nel collo- ciale della Repubblica italiana.
camento supplementare sarà pari al 20% e sarà calcolato
per il 15% sulla base della performance sul mercato pri- Roma, 29 giugno 2020
mario per il restante 5% sulla base della performance sul
mercato secondario. p. Il direttore generale
Gli specialisti in titoli di Stato hanno la facoltà di par- del Tesoro
tecipare al collocamento supplementare, inoltrando le IACOVONI
domande di sottoscrizione entro le ore 15,30 del gior-
no 1° luglio 2020. 20A03767

— 17 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

DECRETO 29 giugno 2020. Vista la determinazione n. 73155 del 6 settembre 2018,


con la quale il direttore generale del Tesoro ha delegato
Riapertura delle operazioni di sottoscrizione dei certifi- il direttore della direzione seconda del Dipartimento del
cati di credito del Tesoro indicizzati al tasso Euribor a sei
mesi («CCteu»), con godimento 15 dicembre 2019 e scaden- Tesoro a firmare i decreti e gli atti relativi alle operazioni
za 15 dicembre 2023, settima e ottava tranche. suddette;
Visti i propri decreti in data 29 gennaio, 30 marzo e
IL DIRETTORE GENERALE 29 maggio 2020, con i quali è stata disposta l’emissione
DEL TESORO delle prime sei tranche dei certificati di credito del Teso-
ro con tasso d’interesse indicizzato al tasso Euribor a sei
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 di- mesi (di seguito «CCTeu»), con godimento 15 dicembre
cembre 2003, n. 398, e successive modifiche, con il quale 2019 e scadenza 15 dicembre 2023;
è stato approvato il «Testo unico delle disposizioni legi- Ritenuto opportuno, in relazione alle condizioni di
slative e regolamentari in materia di debito pubblico», mercato, disporre l’emissione di una settima tranche dei
(di seguito «Testo unico») e in particolare l’art. 3, ove si predetti certificati di credito del Tesoro;
prevede che il Ministro dell’economia e delle finanze è Decreta:
autorizzato, in ogni anno finanziario, ad emanare decreti
cornice che consentano, fra l’altro, al Tesoro di effettuare
operazioni di indebitamento sul mercato interno o estero Art. 1.
nelle forme di prodotti e strumenti finanziari a breve, me-
dio e lungo termine, indicandone l’ammontare nominale, Ai sensi e per gli effetti dell’art. 3 del «Testo unico»
il tasso di interesse o i criteri per la sua determinazione, nonché del «decreto cornice», è disposta l’emissione di
la durata, l’importo minimo sottoscrivibile, il sistema di una settima tranche dei CCTeu, con godimento 15 dicem-
collocamento ed ogni altra caratteristica e modalità; bre 2019 e scadenza 15 dicembre 2023, per un ammontare
nominale compreso fra un importo minimo di 750 milioni
Visto il decreto n. 85018 del 6 ottobre 2016 (di seguito di euro e un importo massimo di 1.250 milioni di euro.
«decreto di massima»), con il quale sono state stabilite
in maniera continuativa le caratteristiche e la modalità Gli interessi sui CCTeu di cui al presente decreto sono
di emissione dei titoli di Stato a medio e lungo termi- corrisposti in rate semestrali posticipate al 15 giugno e al
ne, da collocare tramite asta e successive modifiche e 15 dicembre di ogni anno.
integrazioni; Il tasso di interesse semestrale da corrispondere sui
Visto il decreto ministeriale n. 288 del 3 gennaio 2020, predetti CCTeu sarà determinato sulla base del tasso an-
emanato in attuazione dell’art. 3 del Testo unico, (di se- nuo lordo, pari al tasso EURIBOR a sei mesi maggiorato
guito «decreto cornice») ove si definiscono per l’anno dello 0,55%, e verrà calcolato contando i giorni effettivi
finanziario 2020 gli obiettivi, i limiti e le modalità cui del semestre di riferimento sulla base dell’anno commer-
il Dipartimento del Tesoro dovrà attenersi nell’effettua- ciale, con arrotondamento al terzo decimale.
re le operazioni finanziarie di cui al medesimo articolo In applicazione dei suddetti criteri, il tasso d’interesse
prevedendo che le operazioni stesse vengano disposte dal semestrale relativo alla seconda cedola dei CCTeu di cui
direttore generale del Tesoro o, per sua delega, dal diret- al presente decreto è pari a 0,187%.
tore della direzione seconda del Dipartimento medesimo Nel caso in cui il processo di determinazione del
e che, in caso di assenza o impedimento di quest’ultimo, tasso di interesse semestrale sopra descritto dia luogo
le operazioni predette possano essere disposte dal mede- a valori negativi, la cedola corrispondente sarà posta
simo direttore generale del Tesoro, anche in presenza di pari a zero.
delega continuativa; La prima cedola dei buoni emessi con il presente decre-
Visto il decreto ministeriale n. 43044 del 5 maggio to, essendo pervenuta a scadenza, non verrà corrisposta.
2004, concernente le «Disposizioni in caso di ritardo nel Le caratteristiche e le modalità di emissione dei pre-
regolamento delle operazioni di emissione, concambio e detti titoli sono quelle definite nel «decreto di massima»,
riacquisto di titoli di Stato»; che qui si intende interamente richiamato, con particola-
Vista la circolare emanata dal Ministro dell’economia re riguardo all’art. 18, ed a cui si rinvia per quanto non
e delle finanze n. 5619 del 21 marzo 2016, riguardante la espressamente disposto dal presente decreto.
determinazione delle cedole di CCT e CCTeu in caso di
tassi di interesse negativi; Art. 2.
Vista la legge 27 dicembre 2019, n. 160 recante il «bi- Le offerte degli operatori relative alla tranche di cui
lancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario all’art. 1 del presente decreto dovranno pervenire entro
2020 e il bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022», le ore 11,00 del giorno 30 giugno 2020, con l’osservanza
ed in particolare l’art. 3, comma 2, con cui è stato stabilito delle modalità indicate negli articoli 5, 6, 7, 8 e 9 del «de-
il limite massimo di emissione dei prestiti pubblici per creto di massima».
l’anno stesso, così come modificato dall’art. 265, com- In caso di eventi straordinari la Banca d’Italia ed il
ma 2, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34; Ministero dell’economia e delle finanze, anche in deroga
Considerato che l’importo delle emissioni disposte a a specifiche previsioni contenute negli articoli citati nel
tutto il 25 giugno 2020 ammonta, al netto dei rimborsi di comma precedente, ciascuno per le rispettive competen-
prestiti pubblici già effettuati, a 112.003 milioni di euro; ze, possono scegliere di svolgere le operazioni d’asta, re-

— 18 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

lative al titolo oggetto della presente emissione, da remo- L’ammontare della provvigione di collocamento, pre-
to mediante l’ausilio di strumenti informatici, sulla base vista dall’art. 2 del presente decreto, sarà scritturato dalle
di modalità concordate dalle due istituzioni. sezioni di Tesoreria fra i «pagamenti da regolare» e farà
La provvigione di collocamento, prevista dall’art. 6 del carico al capitolo 2247 (unità di voto parlamentare 21.1;
«decreto di massima», verrà corrisposta nella misura del- codice gestionale 109) dello stato di previsione della spe-
lo 0,25% del capitale nominale sottoscritto. sa del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno
finanziario 2020.
Art. 3. Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Uffi-
ciale della Repubblica italiana.
Al termine delle operazioni di assegnazione di cui al
precedente articolo, ha luogo il collocamento dell’ottava Roma, 29 giugno 2020
tranche dei titoli stessi, con l’osservanza delle modali-
tà indicate negli articoli 10, 11, 12 e 13 del «decreto di p. Il direttore generale
massima». del Tesoro
IACOVONI
Gli specialisti in titoli di Stato hanno la facoltà di par-
tecipare al collocamento supplementare, inoltrando le 20A03768
domande di sottoscrizione fino alle ore 15,30 del gior-
no 1° luglio 2020.

Art. 4. MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE


Il regolamento dei CCTeu sottoscritti in asta e nel col- ALIMENTARI E FORESTALI
locamento supplementare sarà effettuato dagli operatori
assegnatari il 2 luglio 2020, al prezzo di aggiudicazione DECRETO 23 giugno 2020.
e con corresponsione di dietimi di interesse lordi per di- Individuazione dei criteri, priorità e procedure di at-
ciassette giorni. A tal fine la Banca d’Italia provvederà ad tuazione delle disposizioni di cui all’articolo 9 del decreto
inserire, in via automatica, le relative partite nel servizio 6 marzo 2020, per la concessione di contributi compensativi
di compensazione e liquidazione con valuta pari al giorno del Fondo di solidarietà nazionale fino ad un massimo di tre
di regolamento. esercizi a favore delle imprese agricole colpite dall’infezione
In caso di ritardo nel regolamento dei titoli di cui al Xylella fastidiosa nel territorio della Regione Puglia.
presente decreto, troveranno applicazione le disposizioni
del decreto ministeriale del 5 maggio 2004, citato nelle IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE
premesse. ALIMENTARI E FORESTALI
Art. 5. Visto il regolamento (UE) n. 702/2014 della Commis-
sione, del 25 giugno 2014, che dichiara compatibili con il
Il 2 luglio 2020 la Banca d’Italia provvederà a versare, mercato interno, in applicazione degli articoli 107 e 108
presso la sezione di Roma della Tesoreria dello Stato, il del trattato sul funzionamento dell’Unione europea, alcu-
netto ricavo dei certificati assegnati al prezzo di aggiu- ne categorie di aiuti nel settore agricolo e forestale e nelle
dicazione d’asta unitamente al rateo di interesse dello zone rurali e che abroga il regolamento della Commissio-
0,367% annuo lordo, dovuto allo Stato. ne (CE) n. 1857/2006;
La predetta sezione di Tesoreria rilascerà, per detti ver- Visto, in particolare, l’art. 26 riguardante gli «Aiuti de-
samenti, separate quietanze di entrata al bilancio dello stinati a indennizzare i costi della prevenzione, del con-
Stato, con imputazione al Capo X, capitolo 5100, art. 4 trollo e dell’eradicazione di epizoozie e organismi nocivi
(unità di voto parlamentare 4.1.1) per l’importo relativo ai vegetali e aiuti destinati a ovviare ai danni causate da
al netto ricavo dell’emissione, ed al capitolo 3240, art. 3 epizoozie e organismi nocivi ai vegetali»;
(unità di voto parlamentare 2.1.3) per quello relativo ai
dietimi d’interesse lordi dovuti. Visto il decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e
successive modifiche, concernente interventi finanziari a
sostegno delle imprese agricole;
Art. 6.
Visto, in particolare, il capo II che disciplina gli inter-
Gli oneri per interessi, relativi all’anno finanziario venti compensativi ex-post dei danni nelle aree agricole
2020, faranno carico al capitolo 2216 (unità di voto par- colpite da calamità naturali e da avversità atmosferiche
lamentare 21.1) dello stato di previsione della spesa del eccezionali;
Ministero dell’economia e delle finanze, per l’anno stes- Visto il decreto-legge 29 marzo 2019, n. 27, conver-
so, ed a quelli corrispondenti, per gli anni successivi. tito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2019,
L’onere per il rimborso del capitale relativo all’anno n. 44, recante «Disposizioni urgenti in materia di rilan-
finanziario 2023 farà carico al capitolo che verrà iscrit- cio dei settori agricoli in crisi e del settore ittico non-
to nello stato di previsione della spesa del Ministero ché di sostegno alle imprese agroalimentari colpite da
dell’economia e delle finanze per l’anno stesso, corri- eventi atmosferici avversi di carattere eccezionale e per
spondente al capitolo 9537 (unità di voto parlamentare l’emergenza nello stabilimento Stoppani, sito nel Co-
21.2) dello stato di previsione per l’anno in corso. mune di Cogoleto»;

— 19 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Visto, in particolare, l’art. 8-quater - Piano stra- Decreta:


ordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia,
ai sensi del quale «Al fine di contribuire al rilancio Art. 1.
dell’agricoltura della Puglia e, in particolare, di soste-
nere la rigenerazione dell’olivicoltura nelle zone infet- Aiuti compensativi destinati a indennizzare i danni
te, esclusa la parte soggetta alle restrizioni della zona causati da infezioni di Xylella fastidiosa a carico delle
di contenimento, nello stato di previsione del Ministe- coltivazioni di olivo
ro delle politiche agricole alimentari, forestali e del
turismo è istituito un fondo per la realizzazione di un 1. In caso di danni a produzioni e piante causati da
Piano straordinario per la rigenerazione olivicola della infezioni di Xylella fastidiosa a carico delle coltivazioni
Puglia, con una dotazione pari a 150 milioni di euro di olivo, sono concessi contributi finalizzati alla ripresa
per ciascuno degli anni 2020 e 2021»; economica e produttiva, di cui all’art. 5, comma 2, del
decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e successive
Vista la legge 27 dicembre 2019, n. 160, concer- modificazioni ed integrazioni, a favore delle imprese at-
nente il «Bilancio di previsione dello Stato per l’anno tive nella produzione agricola primaria che, a causa delle
finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il trien- suddette infezioni, abbiano subito danni superiori al 30
nio 2020-2022» e, in particolare, l’art. 1, comma 523 per cento della produzione lorda vendibile.
dove si stabilisce che: «All’art. 1 del decreto legi-
slativo 29 marzo 2004, n. 102, è aggiunto, in fine, il 2. Gli aiuti sono concessi in conformità all’art. 26, pa-
seguente comma: “3-bis. Gli interventi compensati- ragrafo 9 del regolamento (UE) n. 702/2014;
vi di cui al comma 3, lettera b), ove attivati a fronte 3. Gli aiuti sono erogati unicamente alle imprese
di eventi i cui effetti non sono limitati ad una sola agricole che adottano le misure contenute nei seguenti
annualità, possono essere compensati per un periodo provvedimenti:
non superiore a tre anni”»;
a) decisione di esecuzione (Ue) 2015/789 della
Visto il decreto del Ministro delle politiche agrico- Commissione del 18 maggio 2015 relativa alle misure
le alimentari e forestali di concerto con il Ministro per per impedire l’introduzione e la diffusione nell’Unione
il Sud e la coesione territoriale e con il Ministro dello della Xylella fastidiosa, e successive modificazioni ed
sviluppo economico 6 marzo 2020, n. 2484, riguardan- integrazioni;
te «Attuazione delle disposizioni di cui all’art. 8-quater b) decreto del Ministro delle politiche agricole ali-
della legge 21 maggio 2019, n. 44, relativo all’attuazio- mentari e forestali 13 febbraio 2018, recante Misure
ne del “Piano straordinario per la rigenerazione olivico- di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradi-
la della Puglia”»; cazione di Xylella fastidiosa (Well et al.) nel territorio
della Repubblica italiana, e successive modificazioni ed
Visto, in particolare, l’art. 9, comma 2, che prevede integrazioni.
uno stanziamento di 120 milioni di euro per gli inter-
venti compensativi di sostegno al reddito per le imprese 4. Gli aiuti non riguardano misure per le quali la le-
agricole; gislazione unionale stabilisce che i relativi costi sono a
carico del beneficiario.
Visto, in particolare, l’art. 9, comma 5, ai sensi del 5. Gli aiuti sono pagati direttamente all’azienda inte-
quale con decreto del Ministro delle politiche agricole ressata o a un’associazione od organizzazione di produt-
alimentari e forestali sono stabiliti i criteri, le priorità, e tori di cui l’azienda è socia. Se gli aiuti sono versati a
le procedure di attuazione della legge 27 dicembre 2019, un’associazione od organizzazione di produttori, il loro
n. 160, art. 1, comma 523, ai fini della concessione di importo non può superare l’importo cui è ammissibile
contributi compensativi del Fondo di solidarietà nazio- l’azienda.
nale in favore delle imprese agricole fino ad un massimo
di tre esercizi; 6. Gli aiuti di cui al presente decreto sono limitati ai
costi e ai danni causati dal patogeno Xylella fastidiosa a
Visto l’avviso di ricevimento della Commissione eu- carico delle coltivazioni di olivo di cui l’autorità compe-
ropea di avvenuta registrazione in data 30 gennaio 2020 tente ha formalmente riconosciuto la presenza.
delle informazioni sintetiche relative al regime di aiuti 7. L’aiuto è limitato ad una sola annata agraria, ad
SA.56359(2020/XA) - Xylella fastidiosa - Piano straordi- eccezione delle imprese che si impegnano a proseguire
nario per la rigenerazione olivicola della Puglia; l’attività attraverso coltivazioni arboree, adottando tutte
le misure previste per il contenimento e l’eradicazione
Vista la nota 9 giugno 2020 con la quale la Regione Pu- dell’infezione di Xylella fastidiosa, a favore delle quali
glia esprime il proprio assenso relativamente al presente l’aiuto può essere concesso per un periodo massimo di
di provvedimento; tre anni.
Ritenuto necessario pertanto stabilire i criteri, le prio- 8. Possono essere compensati costi o le perdite causati
rità, e le procedure di attuazione della legge 27 dicembre dalla Xylella fastidiosa verificatisi fino a tre anni prima
2019, n. 160, art. 1, comma 523, ai fini della concessione dell’entrata in vigore del presente decreto e gli aiuti sono
del contributo compensativo del Fondo di solidarietà na- erogati entro quattro anni dalla data in cui si sono regi-
zionale fino ad un massimo di tre esercizi; strati tali costi o perdite.

— 20 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Art. 2. 3. Sono esclusi dal pagamento degli aiuti di cui al pre-


Costi ammissibili e intensità di aiuto sente regime i soggetti destinatari di un ordine di recupe-
ro pendente a seguito di una precedente decisione della
1. Il presente regime di aiuto finanzia esclusivamente Commissione europea che dichiara gli aiuti illegittimi e
i costi ammissibili relativi alla perdita di prodotto. Non incompatibili con il mercato interno conformemente a
sono previsti contributi per le misure di prevenzione. quanto indicato all’art. 1, paragrafo 5 del regolamento
2. L’indennizzo è calcolato esclusivamente in relazione: (UE) n. 702/2014.
a) al valore di mercato dei vegetali distrutti a seguito Art. 4.
dell’organismo nocivo Xylella fastidiosa e nell’ambito del
programma pubblico e della una misura di cui all’art. 1, Cumulabilità dei contributi
comma 3. Il valore di mercato è stabilito in base al va-
lore delle piante immediatamente prima dell’insorgere, 1. Gli aiuti di cui al presente decreto possono essere cu-
sospetto o confermato, dell’infezione causata dall’orga- mulati con altri aiuti di Stato, inclusi gli aiuti «de minimis», e
nismo nocivo Xylella fastidiosa. con i pagamenti ai sensi del regolamento (UE) n. 1305/2013:
b) le perdite di reddito dovute a obblighi di quaran- a) riguardanti diversi costi ammissibili individuabili;
tena e alle difficoltà di reimpianto e la rotazione obbli- b) in relazione agli stessi costi ammissibili, in tut-
gatoria delle colture olivicole imposta nell’ambito del to o in parte coincidenti, unicamente se tale cumulo non
programma pubblico e della una misura di cui all’art. 1, comporta il superamento delle intensità di aiuto indicate
comma 3. Dall’importo vengono detratti tutti i costi non all’art. 2, comma 5, del presente decreto.
direttamente collegati all’infezione di Xylella fastidiosa 2. Gli aiuti per investimenti finalizzati al ripristino del
a carico delle coltivazioni olivicole, che sarebbero stati potenziale produttivo ai sensi dell’art. 14, paragrafo 3,
comunque sostenuti dal beneficiario. lettera e), del regolamento (UE) n. 702/2014, non sono
3. Gli aiuti sono limitati ai costi e ai danni causati dalla cumulabili con gli aiuti del presente decreto.
Xylella fastidiosa di cui l’autorità competente ha formal-
mente riconosciuto la presenza. Art. 5.
4. Non sono concessi aiuti individuali ove sia stabilito Modalità e termini di adozione
che la presenza dell’organismo nocivo Xylella fastidiosa delle delibere regionali
sia stata causata deliberatamente dal beneficiario o sono
la conseguenza della sua negligenza. 1. Al fine di attivare gli interventi di cui all’art. 1, com-
5. Gli aiuti e gli eventuali altri pagamenti ricevuti dal ma 1, la Regione Puglia, attuata la procedura di delimi-
beneficiario, compresi quelli percepiti nell’ambito di altre tazione del territorio colpito e di accertamento dei danni
misure nazionali o unionali per gli stessi costi ammissibili, conseguenti, delibera la proposta di declaratoria della
sono limitati all’80% dei costi ammissibili. L’intensità di eccezionalità dell’evento, nonché, tenendo conto del-
aiuto può essere aumentata al 90% nelle zone soggette a la natura dell’evento e dei danni, l’individuazione delle
vincoli naturali. provvidenze da concedere fra quelle previste dall’art. 1,
6. Al fine di evitare rischi di sovracompensazione con comma 1 e la relativa richiesta di spesa.
altre fonti di finanziamento, la Regione Puglia, in sede di 2. Le delibere di cui al comma 1 devono essere adottate
istruttoria delle domande di aiuto, effettua i controlli fina- entro i seguenti termini perentori:
lizzati alla demarcazione degli aiuti di cui al presente re- sessanta giorni dalla pubblicazione del presente de-
gime con quelli concessi o previsti dal regime SA.43596 creto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
(2015/XA), nonché dal Programma di sviluppo rurale per i danni causati dalle infezioni di Xylella fastidiosa
2014-2020 della Regione Puglia. negli anni precedenti fino al 2019;
7. L’imposta sul valore aggiunto (IVA) non è ammis- sessanta giorni dal termine dell’anno al quale fa rife-
sibile, salvo nel caso in cui non sia recuperabile ai sensi rimento la proposta per gli anni successivi al 2019.
della legislazione nazionale vigente in materia.
Art. 6.
Art. 3. Pubblicazione
Beneficiari 1. Il presente decreto è pubblicato nella Gazzetta Uffi-
1. Gli aiuti sono concessi alle PMI attive nella produ- ciale della Repubblica italiana e sul sito internet del Mini-
zione primaria di prodotti agricoli. stero delle politiche agricole alimentari e forestali www.
2. Sono escluse dagli aiuti di cui al presente regime: politicheagricole.it conformemente a quanto disposto
dall’art. 9, paragrafo 2, del regolamento n. 702/2014.
a) le grandi imprese;
b) le imprese in difficoltà ai sensi dell’art. 2, paragrafo Roma, 23 giugno 2020
1, punto (14) del regolamento n. 702/2014, ad eccezione Il Ministro: BELLANOVA
di quelle in difficoltà a causa degli eventi di cui all’art. 1;
c) le imprese che hanno già ricevuto compensazioni Registrato alla Corte dei conti il 10 luglio 2020
Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dello sviluppo economico
per tre annualità a fronte delle infezioni di Xylella fasti- e del Ministero delle politiche agricole, reg. n. 662
diosa, ai sensi dell’art. 1, comma 3-bis del decreto legi-
slativo n. 102/2004; 20A03775

— 21 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

MINISTERO po definito, di una deroga alle disposizioni degli articoli


DELLO SVILUPPO ECONOMICO 18, 19 e 20, nonché dell’art. 25, paragrafi 2, 3 e 4 della
direttiva stessa, a determinate condizioni, specificate nel
DECRETO 8 luglio 2020. citato art. 36;
Criteri in base ai quali l’Autorità di regolazione per ener- Visto il decreto legislativo 1 giugno 2011, n. 93 e suc-
gia reti e ambiente definisce le procedure per l’assegnazione cessive modificazioni ed integrazioni di attuazione, tra
della quota di capacità non oggetto di esenzione per gli in- l’altro, della direttiva 2009/73/CE, che modifica e integra
terconnettori da e verso Paesi non appartenenti all’Unione
europea e i terminali di rigassificazione e abrogazione del il decreto legislativo n. 164/2000 e la legge n. 239/2004;
decreto 28 aprile 2006.
Visto il regolamento (UE) n. 347/2013 del Parlamento
IL MINISTRO europeo e del Consiglio, del 17 aprile 2013, sugli orien-
DELLO SVILUPPO ECONOMICO tamenti per le infrastrutture energetiche transeuropee che
abroga la decisione n. 1364/2006/CE e che modifica i
Visto il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 e regolamenti (CE) n. 713/2009, (CE) n. 714/2009 e (CE)
successive modificazioni ed integrazioni; n. 715/2009;
Visto il decreto-legge 29 agosto 2003, n. 239, converti-
to, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 2003, n. 290 Visto il regolamento (UE) 2017/459 della Commissio-
e successive modificazioni ed integrazioni; ne, del 16 marzo 2017, che istituisce un codice di rete re-
lativo ai meccanismi di allocazione di capacità nei sistemi
Vista la legge 23 agosto 2004, n. 239 e successive mo- di trasporto gas, abroga il regolamento (UE) n. 984/2013,
dificazioni ed integrazioni (di seguito: legge n. 239/2004) e introduce una procedura standardizzata, aperta a tutti
e, in particolare, l’art. 1, comma 20, che stabilisce che i soggetti interessati, per la realizzazione ed allocazione
il Ministero delle attività produttive (ora Ministero dello della capacità incrementale, al fine di garantire uno svi-
sviluppo economico) definisce criteri di efficienza, eco- luppo coordinato e razionale delle capacità dei sistemi di
nomicità e sicurezza del sistema in base ai quali l’Auto- trasporto degli stati membri rispetto alle effettive esigen-
rità di regolazione definisce le procedure di allocazione ze di utilizzo richieste dal mercato;
della quota residua di capacità delle nuove infrastrutture
di interconnessione, dei nuovi stoccaggi in sotterraneo di
gas naturale e dei nuovi terminali di rigassificazione o dei Vista la direttiva UE 2019/692 del Parlamento euro-
potenziamenti rispetto alla quota oggetto di esenzione; peo e del Consiglio del 17 aprile 2019, che modifica la
direttiva 2009/73/CE, volta ad affrontare gli ostacoli al
Visto il decreto del Ministro delle attività produttive completamento del mercato interno del gas naturale de-
dell’11 aprile 2006, recante i principi e le modalità per il rivanti dalla non applicazione delle norme del mercato
rilascio dell’esenzione dal diritto di accesso dei terzi; dell’Unione ai gasdotti di trasporto da e verso i paesi terzi;
Visto il decreto del Ministro delle attività produttive
del 28 aprile 2006, recante, in applicazione dell’art. 1, Vista la deliberazione dell’Autorità di regolazione
comma 20 della legge n. 239/2004, le modalità di acces- 18 giugno 2019 245/2019/R/GAS, «Aggiornamento del-
so alla rete nazionale dei gasdotti, conseguenti al rilascio la regolazione in materia di accesso alla rete nazionale
dell’esenzione dal diritto di accesso dei terzi, di nuove dei gasdotti ai sensi del regolamento (UE) 2017/459 della
interconnessioni con le reti europee di trasporto di gas Commissione del 16 marzo 2017»;
naturale, a nuovi terminali di rigassificazione e relativi
potenziamenti, ed i criteri di efficienza, economicità e si-
curezza del sistema ai fini dell’assegnazione della quota Considerate le disposizioni introdotte dalle sopraripor-
residua; tate leggi e regolamenti e, in particolare, del regolamento
(UE) 2017/459, che si applica, tra l’altro, al conferimento
Viste le deliberazioni 168/06 e ARG/gas 2/10, con le della capacità di trasporto non esente ai punti di inter-
quali l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente connessione interni all’Unione europea, nonché l’attuale
(di seguito: Autorità di regolazione) ha attuato il decreto sviluppo del mercato del gas naturale e del GNL;
28 aprile 2006;
Visto il decreto-legge 18 giugno 2007, n. 73, converti- Ritenuto necessario, in considerazione delle disposi-
to, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2007, n. 125, zioni del regolamento (UE) 2017/459, abrogare in for-
recante misure urgenti per l’attuazione di disposizioni ma esplicita le disposizioni del decreto ministeriale del
comunitarie in materia di liberalizzazione dei mercati 28 aprile 2006 relative alle modalità di accesso alla rete
dell’energia; nazionale dei gasdotti conseguente all’esenzione ed ag-
Vista la direttiva 2009/73/CE del Parlamento europeo giornare, anche in coerenza con la direttiva 2019/692 UE,
e del Consiglio relativa a norme comuni per il mercato in- i criteri per l’allocazione della capacità di trasporto da e
terno del gas naturale, che all’art. 36, stabilisce che nuove verso Paesi non appartenenti all’Unione europea e della
importanti infrastrutture del sistema del gas, vale a dire capacità di rigassificazione non esente dagli obblighi di
infrastrutture di interconnessione tra le reti nazionali di accesso ai terzi, anche al fine di massimizzare l’utilizzo
trasporto di gas naturale degli stati membri dell’Unione delle infrastrutture ed in coerenza con lo scenario di de-
europea, impianti di GNL e impianti di stoccaggio, pos- carbonizzazione al 2050, nel rispetto delle norme e delle
sono essere oggetto, su richiesta e per un periodo di tem- esigenze a tutela della concorrenza;

— 22 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Decreta: 3. Le disposizioni del presente decreto sono efficaci dal


giorno successivo alla data di pubblicazione sul sito inter-
net del Ministero.
Art. 1.
Roma, 8 luglio 2020
Campo di applicazione
Il Ministro: PATUANELLI
1. Il presente decreto stabilisce i criteri di efficienza,
economicità e sicurezza del sistema ai sensi dell’art. 1, 20A03773
comma 20, della legge n. 239/2004, in base ai quali l’Au-
torità di regolazione definisce le procedure per l’assegna-
zione della quota di capacità non oggetto di esenzione
degli interconnettori da e verso Paesi non appartenenti PRESIDENZA
all’Unione europea e dei terminali di rigassificazione. DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
D IPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE
Art. 2.
ORDINANZA 11 luglio 2020.
Criteri per il conferimento delle capacità
non oggetto di esenzione Ulteriori disposizioni di protezione civile finalizzate al
superamento della situazione di criticità determinatasi in
conseguenza della tromba d’aria e delle intense precipita-
1. Per gli interconnettori da e verso Paesi non appar- zioni verificatesi il giorno 6 novembre 2016 nel territorio dei
tenenti all’Unione europea e per i terminali di rigassifi- Comuni di Anguillara Sabazia, di Campagnano di Roma, di
cazione, la capacità non oggetto di esenzione è conferita, Castelnuovo di Porto, di Cerveteri, di Fiumicino, di Ladi-
anche per periodi pluriennali fino a 25 anni, che si pos- spoli, di Morlupo, di Roma e di Sacrofano, in Provincia di
sono estendere oltre la durata dell’esenzione, tramite pro- Roma. Proroga della contabilità speciale n. 6060. (Ordinanza
cedure concorsuali e prodotti di capacità definiti dall’Au- n. 682).
torità di regolazione nel rispetto dei seguenti criteri di
efficienza, economicità e sicurezza del sistema del gas, IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
oltre che delle esigenze di tutela della concorrenza: DELLA PROTEZIONE CIVILE

a) maggiori volumi contrattuali (solo relativamente Visti gli articoli 26 e 27 del decreto legislativo 2 gen-
ai terminali di rigassificazione); naio 2018, n. 1;
b) più lunga durata e continuità del contratto; Vista la delibera del Consiglio dei ministri dell’11 apri-
c) disponibilità ad investire per la realizzazio- le 2017, con la quale è stato dichiarato, fino al centot-
ne di eventuale nuova capacità presso la medesima tantesimo giorno dalla data dello stesso provvedimento,
infrastruttura; lo stato di emergenza in conseguenza della tromba d’aria
e delle intense precipitazioni verificatesi il giorno 6 no-
d) accesso prioritario a soggetti titolari, al momento vembre 2016 nel territorio dei Comuni di Anguillara Sa-
della richiesta, di una capacità complessiva conferita ai bazia, di Campagnano di Roma, di Castelnuovo di Porto,
punti di entrata della rete nazionale dei gasdotti, esclusi i di Cerveteri, di Fiumicino, di Ladispoli, di Morlupo, di
punti di connessione agli stoccaggi, non superiore al 25%. Roma e di Sacrofano, in Provincia di Roma;
2. L’Autorità di regolazione fissa i meccanismi di ri- Vista l’ordinanza del Capo del Dipartimento della pro-
lascio della capacità degli interconnettori da e verso Pa- tezione civile n. 453 del 9 maggio 2017 recante: «Primi
esi non appartenenti all’Unione europea e della capacità interventi urgenti di protezione civile in conseguenza del-
dei terminali di rigassificazione in modo da consentire la tromba d’aria e delle intense precipitazioni verificatesi
l’effettiva valorizzazione di tale capacità da parte di altri il giorno 6 novembre 2016 nel territorio dei Comuni di
soggetti importatori che ne garantiscano l’utilizzo, non- Anguillara Sabazia, di Campagnano di Roma, di Caste-
ché i casi di penalizzazione per il mancato rilascio delle lnuovo di Porto, di Cerveteri, di Fiumicino, di Ladispo-
capacità non utilizzate. li, di Morlupo, di Roma e di Sacrofano, in Provincia di
Roma»;
Art. 3. Vista l’ordinanza del Capo del Dipartimento della pro-
tezione civile n. 498 del 19 gennaio 2018 recante: «Or-
Disposizioni finali ed entrata in vigore dinanza di protezione civile per favorire e regolare il su-
bentro della Regione Lazio nelle iniziative finalizzate al
1. Il decreto ministeriale del 28 aprile 2006, pubblicato superamento della situazione di criticità determinatasi in
nella Gazzetta Ufficiale n. 109 del 12 maggio 2006, è abro- conseguenza della tromba d’aria e delle intense precipi-
gato dalla data di efficacia del presente provvedimento. tazioni verificatesi il giorno 6 novembre 2016 nel territo-
rio dei Comuni di Anguillara Sabazia, di Campagnano di
2. Il presente decreto è pubblicato nella Gazzetta Uf- Roma, di Castelnuovo di Porto, di Cerveteri, di Fiumici-
ficiale della Repubblica italiana e nel sito internet del no, di Ladispoli, di Morlupo, di Roma e di Sacrofano, in
Ministero. Provincia di Roma»;

— 23 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Vista l’ordinanza del Capo del Dipartimento della pro- Dispone:


tezione civile n. 599 del 25 luglio 2019 recante: «Ulteriori
disposizioni di protezione civile finalizzate al superamen-
to della situazione di criticità determinatasi in conse- Art. 1.
guenza della tromba d’aria e delle intense precipitazioni
verificatesi il giorno 6 novembre 2016 nel territorio dei 1 Al fine di consentire la conclusione delle attività fi-
Comuni di Anguillara Sabazia, di Campagnano di Roma, nalizzate al superamento del contesto di criticità di cui in
di Castelnuovo di Porto, di Cerveteri, di Fiumicino, di La- premessa e delle relative procedure amministrativo-con-
dispoli, di Morlupo, di Roma e di Sacrofano, in Provincia tabili, la contabilità speciale n. 6060 - intestata al direttore
di Roma. Proroga della contabilità speciale n. 6060»; dell’Agenzia regionale di protezione civile della Regione
Lazio ai sensi dell’art. 1, comma 5, dell’ordinanza del
Vista la nota prot. n. 533818 del 18 giugno 2020 Capo del Dipartimento della protezione civile n. 498 del
dell’Agenzia regionale di protezione civile della Regio- 19 gennaio 2018 - rimane aperta fino all’11 aprile 2021.
ne Lazio con la quale viene richiesta la proroga della
contabilità speciale aperta ai sensi dell’ordinanza del 2 Restano fermi gli obblighi di rendicontazione di cui
Capo del Dipartimento della protezione civile n. 453 del all’art. 27, comma 4, del decreto legislativo 2 gennaio
9 maggio 2017; 2018, n. 1.
Ravvisata la necessità di prorogare la predetta conta- La presente ordinanza sarà pubblicata nella Gazzetta
bilità speciale, onde consentire il completamento, senza Ufficiale della Repubblica italiana.
soluzioni di continuità, degli interventi finalizzati al su-
peramento della criticità in atto; Roma, 11 luglio 2020

Acquisita l’intesa della Regione Lazio; Il Capo del Dipartimento: BORRELLI


Di concerto con il Ministero dell’economia e delle
finanze; 20A03831

DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ


COMITATO INTERMINISTERIALE c) l’art. 127, comma 2, in base al quale le norme del ti-
PER IL CREDITO ED IL RISPARMIO tolo VI TUB si applicano ai confidi iscritti nell’elenco pre-
visto dall’art. 112 TUB secondo quanto stabilito dal CICR;
Visto il decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206,
DECRETO 10 luglio 2020. recante «Codice del consumo, a norma dell’art. 7 della
legge 29 luglio 2003, n. 229»;
Modifica della delibera CICR n. 275 del 29 luglio 2008 -
Risoluzione stragiudiziale delle controversie. Vista la delibera del CICR del 29 luglio 2008, n. 275,
recante i criteri per lo svolgimento delle procedure di ri-
soluzione stragiudiziale delle controversie di composizio-
IL MINISTRO DELL’ECONOMIA ne dell’organo decidente;
E DELLE FINANZE Visto il decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, di at-
IN QUALITÀ DI PRESIDENTE DEL COMITATO tuazione dell’art. 60 della legge 18 giugno 2009, n. 69,
INTERMINISTERIALE PER IL CREDITO ED IL RISPARMIO in materia di mediazione finalizzata alla conciliazio-
ne delle controversie civili e commerciali e successive
Visto il decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, e modificazioni;
successive modificazioni, recante «Testo unico delle leggi Visto il decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 11, che
in materia bancaria e creditizia» (TUB) e, in particolare: prevede per gli utilizzatori dei servizi di pagamento il di-
ritto di avvalersi di sistemi di risoluzione stragiudiziale
a) l’art. 128-bis, in base al quale i soggetti di cui delle controversie;
all’art. 115 TUB aderiscono a sistemi di risoluzione stragiu- Vista la direttiva 2013/11/UE del Parlamento europeo e
diziale delle controversie in possesso dei requisiti discipli- del Consiglio del 21 maggio 2013 sulla risoluzione alter-
nati dal CICR, su proposta della Banca d’Italia, in modo da nativa delle controversie dei consumatori (c.d. direttiva
assicurare che l’organo giudicante sia imparziale e rappre- sull’ADR per i consumatori);
sentativo e che le procedure assicurino rapidità, economicità Visto il regolamento (UE) n. 524/2013 del Parlamento
della risoluzione delle controversie ed effettività della tutela; europeo e del Consiglio del 21 maggio 2013 relativo alla
b) l’art. 127, comma 1, in base al quale la Banca d’Ita- risoluzione delle controversie on-line dei consumatori
lia, avendo riguardo alla trasparenza delle condizioni con- (regolamento sull’ODR per i consumatori);
trattuali e alla correttezza dei rapporti con la clientela, in Visto il decreto legislativo 6 agosto 2015, n. 130, che
conformità delle deliberazioni del CICR, può dettare anche ha dato attuazione alla direttiva 2013/11/UE sulla risolu-
disposizioni in materia di organizzazione e controlli interni; zione alternativa delle controversie dei consumatori;

— 24 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Considerata la necessità di accrescere l’efficienza e la al comma 8 le parole «una sola volta» sono sosti-
funzionalità dei sistemi di risoluzione stragiudiziale delle tuite dalle seguenti: «nei casi e con le modalità previste
controversie per offrire una soluzione trasparente, semplice, dalla Banca d’Italia»;
rapida ed equa alle controversie tra clienti e intermediari; d) all’art. 4, comma 3, le parole «entro trenta giorni
Su proposta della Banca d’Italia, formulata d’intesa dalla ricezione del reclamo» sono sostituite dalle seguen-
con la Consob, ai sensi dell’art. 127, comma 3, TUB; ti: «entro i termini previsti dalle disposizioni emanate
Ritenuta l’urgenza di provvedere, ai sensi e per gli ef- dalla Banca d’Italia in attuazione del titolo VI del TUB».
fetti di cui all’art. 3, comma 2, TUB; e) all’art. 5 sono apportate le seguenti modifiche:
al comma 1:
Decreta: i. sono eliminate le parole «dandone tempestiva
comunicazione all’intermediario,»;
Art. 1. ii. dopo la parola «reclamo.» sono aggiunte le
Modifiche alla delibera seguenti «Del ricorso è data tempestiva comunicazione
del 29 luglio 2008, n. 275 all’intermediario.»;
il comma 2 è sostituito dal seguente:
1. Alla delibera del 29 luglio 2008, n. 275, sono appor-
tate le seguenti modifiche: «2. Il ricorso è indirizzato al collegio nella cui
zona di competenza territoriale il cliente ha la propria
a) all’art. 1, comma 1, la lettera c) è sostituita dalla sede o domicilio presso la relativa segreteria tecnica, uti-
seguente: lizzando gli strumenti a tal fine predisposti.»;
«c) “intermediari”, le banche, gli intermediari fi- f) all’art. 6 sono apportate le seguenti modifiche:
nanziari iscritti nell’elenco di cui all’art. 106 del TUB, i il comma 1 è sostituito dal seguente:
confidi iscritti nell’elenco previsto dall’art. 112 del TUB,
gli istituti di moneta elettronica, Poste italiane S.p.a. in «1. Il collegio si pronuncia entro novanta giorni
relazione all’attività di bancoposta, le banche e gli in- dalla data in cui è stato completato il fascicolo del ricor-
termediari esteri che svolgono in Italia nei confronti del so. In caso di controversie particolarmente complesse il
pubblico operazioni e servizi disciplinati dal titolo VI del termine può essere prorogato per un periodo comples-
TUB, gli istituti di pagamento;»; sivamente non superiore a novanta giorni. La segreteria
tecnica svolge un’istruttoria preliminare diretta a valutare
b) all’art. 2 sono apportate le seguenti modifiche: la sussistenza dei presupposti per la sottoposizione del ri-
al comma 4 dopo la parola “euro” sono aggiunte le corso al collegio. La segreteria tecnica, nell’ambito dei
seguenti “o al maggior valore previsto dalla Banca d’Italia”; compiti ad essa attribuiti dalla Banca d’Italia, può chiede-
il comma 6 è sostituito dal seguente: re ulteriori elementi alle parti, fissando un termine massi-
«6. Salvo le eccezioni previste dalla legge, non mo per la loro produzione.»;
possono essere proposti ricorsi inerenti a controversie già al comma 4 le seguenti parole sono eliminate: «Il
sottoposte all’autorità giudiziaria, rimesse a decisione ar- collegio, d’ufficio o su istanza di parte, dichiara l’interru-
bitrale ovvero per le quali sia pendente un tentativo di zione del procedimento qualora consti l’avvio di un ten-
conciliazione o di mediazione ai sensi di norme di legge tativo di conciliazione ai sensi di norme di legge. Se la
promosso dal ricorrente o al quale questi abbia aderito.»; conciliazione non riesce, il ricorso può essere riproposto
il comma 10 è sostituito dal seguente: senza necessità di un nuovo reclamo all’intermediario.»;
«10. Il ricorso è gratuito per i clienti, salvo il al comma 5:
versamento di un importo pari a 20 euro per contributo i. la parola «raccolta» è sostituita dalle seguen-
alle spese della procedura; il contributo viene rimborsato ti: «prodotta dalle parti»;
dall’intermediario qualora il ricorso sia accolto in tutto o ii. sono eliminate le parole: «Essa può contene-
in parte, salvo le eccezioni individuate dalla Banca d’Italia re indicazioni volte a favorire le relazioni tra intermediari
per scoraggiare eventuali comportamenti opportunistici e e clienti.»;
accrescere così l’efficacia delle iniziative volte a perveni- al comma 6 le parole «, ovvero nel diverso termi-
re ad una più rapida definizione delle controversie, di cui ne previsto dalla medesima» sono sostituite dalle seguenti:
all’art. 7, comma 1. La Banca d’Italia può rivedere la misu- «completa della motivazione»;
ra di detto importo alla luce dell’esperienza applicativa.»;
al comma 7 dopo la parola «pubblica» sono
c) all’art. 3 sono apportate le seguenti modifiche: inserite le seguenti: «sul sito internet dell’ABF e
al comma 5, dopo la parola «astensione» sono ag- dell’intermediario»;
giunte le seguenti: «, ovvero per esigenze di funzionalità g) all’art. 7, il comma 1 è sostituito dal seguente:
dell’attività dell’organo decidente»;
«1. La Banca d’Italia emana le disposizioni ap-
il comma 6 è sostituito dal seguente: plicative della presente delibera prevedendo, tra l’altro:
«6. In caso di assenza, impedimento o asten- caratteristiche e compiti della segreteria tecnica e degli
sione del presidente ovvero per esigenze di funzionalità organismi associativi individuati ai sensi dell’art. 3, com-
dell’attività dell’organo decidente, le relative funzioni ma 2; i requisiti di idoneità dei componenti dell’organo
sono svolte dai membri effettivi di cui al comma 1, lettera decidente; l’istituzione di specifici flussi informativi;
a), in qualità di vicepresidenti.»; l’utilizzo diffuso di strumenti di comunicazione elettro-

— 25 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

nica; la facoltà per il presidente dell’organo decidente Art. 2.


di assumere iniziative volte a pervenire a una più rapida
definizione delle controversie, anche mediante l’accogli- Entrata in vigore
mento del ricorso ovvero la formulazione di una proposta
di soluzione anticipata della lite; la modulazione dei costi 1. Il presente decreto è pubblicato nella Gazzetta Uffi-
della procedura, con l’introduzione di idonei meccanismi ciale della Repubblica italiana ed entra in vigore alla data
premiali o disincentivanti, in relazione al comportamento di entrata in vigore delle disposizioni della Banca d’Italia
tenuto dalle parti; l’adesione dei sistemi alla rete Fin.Net di attuazione del presente decreto.
promossa dalla Commissione europea e i casi in cui gli
intermediari aventi sede in altro Stato membro dell’Unio- Roma, 10 luglio 2020
ne europea possono, in alternativa a quanto previsto ai
sensi dell’art. 2, comma 1, aderire a un sistema per la ri- Il Ministro: GUALTIERI
soluzione stragiudiziale delle controversie estero facente
parte della stessa rete Fin.Net.». 20A03774

ESTRATTI, SUNTI E COMUNICATI


AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO In ottemperanza all’art. 80, commi 1 e 3 del decreto legislativo
24 aprile 2006, n. 219 e successive modificazioni ed integrazioni il fo-
glio illustrativo e le etichette devono essere redatti in lingua italiana
Modifica dell’autorizzazione all’immissione in commercio e, limitatamente ai medicinali in commercio nella Provincia di Bolza-
del medicinale per uso umano «Pulmotec» no, anche in lingua tedesca. Il titolare dell’A.I.C. che intende avvalersi
dell’uso complementare di lingue estere, deve darne preventiva comu-
nicazione all’AIFA e tenere a disposizione la traduzione giurata dei testi
Estratto determina AAM/PPA n. 357/2020 del 3 luglio 2020 in lingua tedesca e/o in altra lingua estera.
In caso di inosservanza delle disposizioni sull’etichettatura e sul
Codice pratica: VC2/2019/84. foglio illustrativo si applicano le sanzioni di cui all’art. 82 del suddetto
È autorizzata l’immissione in commercio del medicinale PULMO- decreto legislativo.
TEC anche nel dosaggio e confezione di seguito indicata: Decorrenza di efficacia della determina: dal giorno successivo a
confezione «crogiolo di grafite per la preparazione della sospen- quello della sua pubblicazione, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale del-
sione per inalazione technegas» 5 blister PVC/cartone da 10 crogioli la Repubblica italiana.
da 300 microlitri - A.I.C. n. 034545020 (base 10) 10Y7CW (base 32).
Forma farmaceutica: crogiolo di grafite per la preparazione della 20A03732
sospensione per inalazione technegas. Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in
Principio attivo: grafite. commercio del medicinale per uso umano «Imatinib My-
È modificata, altresì, la denominazione della confezione già auto- lan Pharma».
rizzata come di seguito indicato:
da «solido per polvere per inalazione» 5 blister PVC/cartone da Con la determina n. aRM - 109/2020 - 2322 del 24 giugno 2020
10 crogioli, è stata revocata, ai sensi dell’art. 38, comma 9, del decreto legislativo
24 aprile 2006, n. 219, su rinuncia della Mylan S.p.a., l’autorizzazione
a «crogiolo di grafite per la preparazione della sospensione all’immissione in commercio del sottoelencato medicinale, nelle confe-
per inalazione technegas» 5 blister PVC/cartone da 10 crogioli da 135 zioni indicate:
microlitri.
medicinale: IMATINIB MYLAN PHARMA;
Titolare A.I.C.: Cyclomedica Ireland Limited, con sede legale e do-
micilio fiscale in Unit A5 Calmount Business Park Ballymount Dublin confezione: 044713016;
12 D12 XA06 Ireland. descrizione: «100 mg capsule» 120 capsule in blister PVC/PE/
PVDC/AL.
Classificazione ai fini della rimborsabilità Qualora nel canale distributivo fossero presenti scorte del medi-
cinale revocato, in corso di validità, le stesse potranno essere smaltite
Per la nuova confezione sopracitata è adottata la seguente classifi- entro e non oltre centottanta giorni dalla data di pubblicazione della pre-
cazione ai fini della rimborsabilità: apposita sezione della classe di cui sente determina.
all’art. 8, comma 10, lettera c) della legge 24 dicembre 1993, n. 537 e
successive modificazioni, dedicata ai farmaci non ancora valutati ai fini 20A03733
della rimborsabilità, denominata classe C (nn).
Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in
Classificazione ai fini della fornitura commercio del medicinale per uso umano «Domperidone
Aristo».
Per la nuova confezione sopracitata è adottata la seguente classi-
ficazione ai fini della fornitura: OSP: medicinali utilizzabili esclusiva- Con la determina n. aRM - 108/2020 - 3773 del 24 giugno 2020
mente in ambiente ospedaliero o in ambiente ad esso assimilabile. è stata revocata, ai sensi dell’art. 38, comma 9, del decreto legislativo
24 aprile 2006, n. 219, su rinuncia della Aristo Pharma Gmbh, l’auto-
Stampati rizzazione all’immissione in commercio del sottoelencato medicinale,
nelle confezioni indicate:
La nuova confezione del medicinale deve essere posta in commer- medicinale: DOMPERIDONE ARISTO
cio con gli stampati, così come precedentemente autorizzati da questa
amministrazione, con le sole modifiche riportate nell’allegato 1, che fa confezione: 037402017;
parte integrante della determina, di cui al presente estratto. descrizione: «10 mg compresse» 10 compresse in blister PVC/AL;

— 26 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

confezione: 037402029; Farmacovigilanza e gestione delle segnalazioni


descrizione: «10 mg compresse» 20 compresse in blister PVC/AL; di sospette reazioni avverse
confezione: 037402031;
descrizione: «10 mg compresse» 30 compresse in blister PVC/AL; Il titolare dell’A.I.P. è tenuto a comunicare al titolare dell’A.I.C.nel
Paese dell’Unione europea/Spazio economico europeo da cui il medici-
confezione: 037402043; nale viene importato, l’avvenuto rilascio dell’A.I.P. e le eventuali segna-
descrizione: «10 mg compresse» 50 compresse in blister PVC/AL; lazioni di sospetta reazione avversa di cui è venuto a conoscenza, così
confezione: 037402056; da consentire allo stesso di assolvere gli obblighi di farmacovigilanza.
descrizione: «10 mg compresse» 100 compresse in blister PVC/AL. Decorrenza di efficacia della determina: dal giorno successivo alla
Qualora nel canale distributivo fossero presenti scorte del medi- sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
cinale revocato, in corso di validità, le stesse potranno essere smaltite
entro e non oltre centottanta giorni dalla data di pubblicazione della pre-
sente determina. 20A03769

20A03734
Autorizzazione all’importazione parallela
del medicinale per uso umano «Lendormin» MINISTERO DELL’INTERNO
Estratto determina IP n. 407 del 10 luglio 2020 Fusione per incorporazione del Convento delle Suore Ter-
ziarie Agostiniane del Chiostro della Cattedrale, in Lucca,
Descrizione del medicinale da importare e attribuzione del numero nel Monastero delle Suore Agostiniane detto dell’Annun-
di identificazione: è autorizzata l’importazione parallela del medicinale
LENDORMIN 0,25 mg tablets, 20 tablets x blister dall’Ungheria con ziata, in San Giovanni Valdarno.
numero di autorizzazione OGYI-T-2276/02, intestato alla società Bo-
ehringer Ingelheim International GmbH D-55216 Ingelheim am Rhein, Con decreto del Ministro dell’interno in data 1° luglio 2020, è stata
Binger Straße 173, Germania e prodotto da Delpharm Reims 10 Rue disposta la fusione per incorporazione del Convento delle suore terziarie
Colonel Charbonneaux F 51100 Reims, France, con le specificazioni di agostiniane del Chiostro della Cattedrale, con sede in Lucca, nel Mo-
seguito indicate a condizione che siano valide ed efficaci al momento nastero delle suore agostiniane detto dell’Annunziata, con sede in San
dell’entrata in vigore della presente determina. Giovanni Valdarno (AR).
Importatore: Farmed S.r.l., con sede legale in via cavallerizza a Il Monastero delle suore agostiniane detto dell’Annunziata, con
Chiaia, 8 - 80121 Napoli NA. sede in San Giovanni Valdarno (AR), subentra in tutti i rapporti attivi e
Confezione: «Lendormin» «0,25 mg compresse» 30 compresse. passivi al Convento delle suore terziarie agostiniane del Chiostro della
Codice A.I.C.: 048580017 (in base 10) 1GBKFK(in base 32). Cattedrale, con sede in Lucca, che contestualmente perde la personalità
giuridica civile.
Forma farmaceutica: compressa.
Composizione: 1 compressa contiene:
principio attivo: brotizolam 0,25 mg; 20A03736
eccipienti: lattosio monoidrato, amido di mais, sodio amido gli-
colato, cellulosa microcristallina, magnesio stearato. Soppressione della Parrocchia di S. Giovanni Rotondo
Officine di confezionamento secondario: nella Chiesa Nuova, in Perugia
S.C.F. S.r.l. - via F. Barbarossa, 7 - 26824 Cavenago d’Adda - LO;
Con decreto del Ministro dell’interno in data 1° luglio 2020, viene
De Salute S.r.l. - via Biasini, 26 - 26015 Soresina (CR); soppressa la Parrocchia di S. Giovanni Rotondo nella Chiesa Nuova,
Pharma Partners S.r.l. - via E. Strobino, 55/57 - 59100 Prato (PO). con sede in Perugia.
Classificazione ai fini della rimborsabilità Il provvedimento di soppressione acquista efficacia civile dal mo-
mento dell’iscrizione dello stesso nel registro delle persone giuridiche.
Confezione: «Lendormin» «0,25 mg compresse» 30 compresse.
Il patrimonio di cui è titolare l’ente soppresso è devoluto secondo
Codice A.I.C.: 048580017. le modalità disposte dal provvedimento canonico.
Classe di rimborsabilità: C(nn).
La confezione sopradescritta è collocata in «apposita sezione» del- 20A03737
la classe di cui all’art. 8, comma 10, lettera c) della legge 24 dicembre
1993, n. 537 e successive modificazioni, dedicata ai farmaci non ancora
valutati ai fini della rimborsabilità, denominata classe C (nn), nelle more Riconoscimento della personalità giuridica della Federazio-
della presentazione da parte del titolare dell’A.I.P. di una eventuale do- ne SS. Trinità dei monasteri delle Carmelitane Scalze in
manda di diversa classificazione. Italia, in Firenze.
Classificazione ai fini della fornitura Con decreto del Ministro dell’interno in data 1° luglio 2020, viene
riconosciuta la personalità giuridica civile della Federazione SS. Trinità
Confezione: «Lendormin» «0,25 mg compresse» 30 compresse. dei monasteri delle Carmelitane Scalze in Italia, con sede in Firenze.
Codice A.I.C.: 048580017.
RR - medicinale soggetto a prescrizione medica.
20A03738
Stampati
Le confezioni del medicinale importato devono essere poste in Accertamento del fine prevalente di culto della Confraterni-
commercio con etichette e foglio illustrativo conformi al testo in italiano ta «Madonna delle Grazie e SS. Sacramento», in Ruffano,
allegato e con le sole modifiche di cui alla presente determina. L’imbal- frazione Torrepaduli.
laggio esterno deve indicare in modo inequivocabile l’officina presso
la quale il titolare A.I.P. effettua il confezionamento secondario. Sono Con decreto del Ministro dell’interno in data 1° luglio 2020, viene
fatti salvi i diritti di proprietà industriale e commerciale del titolare del accertato il fine prevalente di culto della Confraternita «Madonna delle
marchio e del titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio, Grazie e SS. Sacramento», con sede in Ruffano (LE), fraz. Torrepaduli.
inclusi eventuali marchi grafici presenti negli stampati, come simboli
o emblemi, l’utilizzo improprio del marchio, in tutte le forme previste
dalla legge, rimane esclusiva responsabilità dell’importatore parallelo. 20A03739

— 27 —
20-7-2020 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 181

Approvazione del trasferimento della sede della Casa reli- MINISTERO DEL LAVORO
giosa denominata «Opera ritiri spirituali Santa Croce del- E DELLE POLITICHE SOCIALI
la Compagnia di Gesù», in San Mauro Torinese.
Con decreto del Ministro dell’interno in data 1° luglio 2020, viene Comunicato relativo al decreto 2 agosto 2017, recante: «Ap-
approvato il trasferimento della sede della Casa religiosa denominata provazione dell’atto di indirizzo per la stipula delle con-
«Opera ritiri spirituali Santa Croce della Compagnia di Gesù» da San venzioni tra l’INPS e le organizzazioni sindacali dei medi-
Mauro Torinese (TO) a Roma. ci di medicina generale.».
20A03740 Il titolo del decreto ministeriale 2 agosto 2017, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - Serie generale - n. 229 del
30 settembre 2017, deve intendersi sostituito dal seguente: «Approva-
zione dell’atto di indirizzo per la stipula delle convenzioni tra l’INPS e
le organizzazioni sindacali dei medici di medicina fiscale.».
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE
Avviso relativo alle graduatorie 20A03872
indagini diagnostiche - II Piano
Si comunica che con decreto del direttore generale per interventi
in materia di edilizia, fondi strutturali per l’istruzione e l’innovazione
digitale 8 gennaio 2020, n. 2 sono state approvate le graduatorie relative MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE
all’avviso pubblico per il finanziamento in favore di enti locali di inda- ALIMENTARI E FORESTALI
gini e verifiche dei solai e controsoffitti degli edifici scolastici pubblici.
Il termine per l’aggiudicazione delle predette indagini è fissato per Domanda di registrazione della denominazione
il giorno 7 gennaio 2021.
«Mollete de Antequera» IGP
Le graduatorie sono in ogni caso disponibili sul sito di edilizia sco-
lastica del Ministero dell’istruzione al seguente link https://www.istru- Si comunica che è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficia-
zione.it/edilizia_scolastica/fin-ind-diag.shtml le dell’Unione europea - Serie C 224 dell’8 luglio 2020 - a norma
dell’art. 50, paragrafo 2, lettera b) del regolamento (UE) n. 1151/2012
20A03772 del Parlamento europeo e del Consiglio sui regimi di qualità dei prodotti
agricoli e alimentari, la domanda di registrazione del disciplinare di pro-
Avviso relativo all’ordinanza n. 60 del 10 luglio 2020, recan- duzione della denominazione «Mollete de Antequera» IGP, presentata
te: «Procedure di istituzione delle graduatorie provinciali dalla Spagna, ai sensi dell’art. 50 del regolamento (UE) n. 1151/2012,
e di istituto di cui all’articolo 4, commi 6-bis e 6-ter, della per il prodotto entrante nella categoria «Prodotti di panetteria, pasticce-
legge 3 maggio 1999, n. 124 e di conferimento delle relati- ria, confetteria o biscotteria», contenente il documento unico ed il rife-
rimento alla pubblicazione del disciplinare.
ve supplenze per il personale docente ed educativo».
Gli operatori interessati, potranno formulare le eventuali osserva-
Si comunica che sul sito internet del Ministero dell’istruzio- zioni, ai sensi dell’art. 51 del regolamento (UE) n. 1151/2012 del Par-
ne (http://www.miur.gov.it/) è pubblicata l’ordinanza del Ministro lamento europeo e del Consiglio al Ministero delle politiche agricole
dell’istruzione 10 luglio 2020, n. 60, registrata dalla Corte dei conti il alimentari e forestali - Dipartimento delle politiche competitive della
16 luglio 2020, recante «Procedure di istituzione delle graduatorie pro- qualità agroalimentare, della pesca e dell’ippica - Direzione generale
vinciali e di istituto di cui all’articolo 4, commi 6-bis e 6-ter, della legge per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica - PQAI
3 maggio 1999, n. 124 e di conferimento delle relative supplenze per il IV, via XX Settembre n. 20 - Roma, e-mail pqai4@politicheagricole.
personale docente ed educativo». it; pec saq4@pec.politicheagricole.gov.it entro tre mesi dalla data di
Ogni ulteriore informazione e documentazione è disponibile all’in- pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea della citata
dirizzo www.miur.gov.it. decisione.

20A03947 20A03735

M ARIO D I I ORIO , redattore DELIA CHIARA, vice redattore

(WI-GU-2020-GU1-181) Roma, 2020 - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.

€ 1,00

*45-410100200720*