Sei sulla pagina 1di 8

VAMPIRISMO PSICHICO

- Le radici del male smascherate -


“Il vampiro psichico è il predatore più sofisticato e non rilevabile della società… “

IDENTIFICARE IL TIPO VAMPIRISTICO

Non lascerò che nessuno mi passi in testa con i piedi sporchi: il Mahatma Gandhi

I vampiri non sono dei semplici succhiatori di energia, ma sono discariche. Trascorrere del tempo in
loro presenza alla fine ti renderà stanco, confuso, emotivamente inondato e indisposto. Tuttavia,
anche se ti allontani dalla loro presenza tossica, potresti trovare difficile guarire. Questo perché
l'energia velenosa che hanno scaricato nel tuo campo non viene eliminata rapidamente. Possono
essere necessari anni per decodificare e tornare a uno stato igienico. Può richiedere tutta l'energia e
il tempo che hai. Inoltre, andare a certi guaritori può essere controproducente. Molti "guaritori"
della New Age possono essere vampiri a loro volta, quindi fai attenzione. Quando entri in una
clinica o in una sala di terapia, prendi nota delle condizioni e dell'energia. Usa il tuo olfatto. Se non
ti sembra giusto, scusati e vattene. Per arrivare alla radice di ciò che è il vampirismo, alcuni errori
accettati devono essere decostruiti, in particolare sulla natura del male. Cerchiamo di capire, una
volta per tutte, che i vampiri non sono mentalmente disturbati o squilibrati. In realtà, non esiste un
disturbo mentale. Possono esserci solo danni fisici al cervello. Di conseguenza, comprendiamo che
le azioni devianti vengono eseguite da persone devianti. È solo a causa di un gioco di prestigio
intenzionale da parte di psichiatri che pensiamo alla mente e al cervello come la stessa cosa. Nulla
potrebbe essere più lontano dalla verità e nulla mette in pericolo il futuro della civiltà più
dell'erosione della coscienza morale.L'uomo che commette atti malvagi non ha contratto alcuna
malattia esotica. Non è la vittima irresponsabile di possesso demoniaco, infezione o sostanze che
alterano la mente, curabili con droghe e terapia fisica. Il suo comportamento è il risultato diretto del
suo edonismo, della sua coscienza morale deviante e della sua immagine di sé compromessa.
Quindi comprendi che il concetto di "disturbo mentale" è una finzione psichiatrica altamente
supportata. I criminali sono immorali e devono essere trattati di conseguenza. Il loro
comportamento deviante non deve essere giustificato o rintracciato in cause spurie. Il criminale non
deve essere curato, deve essere punito. Allo stesso modo, la persona buona e morale deve essere
elogiata e premiata. I vampiri sono amorali o immorali. Li attiriamo quando e se ci manca la
capacità di giudicare le azioni morali. Oggi, meno persone capiscono cos'è la moralità e quali sono
le azioni morali. Meno persone sono morali e coloro che apparentemente agiscono moralmente
possono farlo a causa della pressione della società e della necessità di approvazione esterna.
L'individuo veramente morale è autentico e contemplativo, piuttosto che edonico e mondano.
Agisce moralmente a causa della propria coscienza e perché comprende, come diceva Socrate, che
fare del male a un altro è fare del male a se stessi. I vampiri non hanno tale comprensione o
inclinazione. Tutte le loro relazioni sono patologiche. Non accettano mai la colpa per il dolore che
causano alle altre persone. Anche se fingono di prendersi cura e apprezzare qualcuno, è presto
chiaro quanto siano superficiali e temporanei i loro discorsi e le loro affezioni. La loro natura è
difficile da rilevare per un pò, perché li trattiamo normalmente e non riusciamo a vedere la loro
patologia sottostante. Essendo morali, tendiamo a proiettare le nostre virtù su tutti gli altri, che lo
meritino o meno. Ci vuole una vita per cambiare questa abitudine e per realizzare il caos e la
delusione che porta. Col tempo, tuttavia, arriviamo a vedere qualcosa di incredibile su vampiri e
psicopatici. Anche se certamente godono e valutano le esperienze che hanno con noi, non ci
apprezzano. In altre parole, noi come persone non siamo affatto importanti per loro,
indipendentemente dalle apparenze. Ciò che è importante per loro è come si sentono in nostra
presenza. Fino a quando non aggiorneremo la nostra intuizione per rilevare l'insincerità umana e
l'astuzia, siamo tenuti a essere vittima di volta in volta di tali tipi. Quando i vampiri ripensano alle
loro vite, sono le loro esperienze e non le persone a essere care. È l’esatto contrario del modo in cui
operano le persone empatiche. Non sono le loro conoscenze che ricordano con affetto. No, sono
semplicemente le esperienze che hanno avuto con questa o quella persona. Questo bizzarro tratto
inumano può essere testato. Un vampiro uscirà da una situazione o relazione non appena le cose
diventeranno anche leggermente complicate o aspre. Affamati di continue buone esperienze, non
restano in giro per assistere i conoscenti nei momenti difficili e non provano assolutamente nulla
per i loro dolori, delusioni e perdite. Immaginali in piedi vicino alla tua stessa tomba. Sono quelli
con il sorriso, quelli cercano il distributore del caffé, quelli che chiedono quando inizia la festa, che
controllando con impazienza l'orologio mentre passa ogni minuto. I vampiri si ritengono legittimati.
Pensano di meritare non solo beni fisici, ma il tempo, la cura e la servitù degli altri. Non si
prendono cura di te come persona, al contrario, si prendono cura di te come risorsa e mezzo per il
piacere e la sicurezza. All'inizio e durante le prime fasi della tua relazione, diranno tutto ciò che
vuoi sentire. Per conquistare il tuo interesse e la tua fiducia - per "legarti" - si presentano
eccezionalmente attenti ma stranamente sfuggenti. Inizialmente cercano di "camminare al ritmo"
con te in modo che, come un astuto predatore, possano conoscere il tuo "profumo" e il "ritmo" - il
tuo tipo di personalità - per quanto sono in grado. Danno sapientemente l'impressione che tu
significhi qualcosa per loro e che vogliono sapere chi sei “davvero”. Questa strategia funziona
sempre per loro. Quindi capisci che nessuno può o dovrebbe conoscerti fino in fondo. Non puoi
conoscere completamente nessun'altra persona e nessun'altra persona può conoscerti
completamente. Questa è una finzione romantica nella quale cadono la maggior parte degli umani
prostituiti emotivamente. La persona che protegge i tuoi segreti e la privacy dell'essere, e che ha
questo senso di privacy personale, è un uomo evoluto degno di amicizia. La maggior parte dei
vampiri posson essere descritti come camaleonti umano. Sono malleabili e capaci di trasformarsi in
qualsiasi situazione si trovino, o in qualunque persona scelgano di trascorrere del tempo. Ecco
perché è importante osservare da vicino un vampiro in compagnia di altri. Rimarrai sorpreso dal
modo in cui alterano senza sforzo le loro personalità per adattarsi all'occasione. Se si trovano in
compagnia di vegetariani, diventeranno vegetariani. Il giorno successivo, quando si trovano in
compagnia dei mangiatori di carne, diventano mangiatori di carne. Padroneggiando l'arte del
"mirroring", affascinano le loro vittime. Per tutto il tempo ruggiscono interiormente ridendo degli
sciocchi che fanno di quelli ingannati nel fidarsi della loro facciata e del loro modo di agire. Questo
atto di mirroring consente a un vampiro di preparare il terreno per ciò che vuole veramente, che è
scaricare la sua energia tossica attraverso di te. Non è l'atto del mirroring che è male, lo facciamo
tutti, ma l'intenzione dietro di esso. Quando rispondi al vampiro, la tua intenzione è positiva e
davvero amichevole. Quando ti rispecchiano, l'intenzione è puramente egoistica e diabolica. Ti
piace essere apprezzato dagli altri. Meglio ancora, ti diverti e brami la compagnia di coloro che ti
fanno sentire bene con te stesso. E ti piacerà un vampiro, probabilmente molto all'inizio. Questo
perché eccellono nel farci sentire bene con noi stessi e le nostre realizzazioni. Quindi assicurati di
mettere in discussione ciò che pensi di aver bisogno dagli altri e assicurati di mettere in discussione
ciò che gli altri desiderano da te. Questo processo implica essere consapevoli del fatto che i vampiri
sembrano dare molto. La maggior parte dei parassiti iniettano prima qualcosa come le tossine
anestetizzanti nel flusso sanguigno prima di succhiare i succhi vitali. Non è molto diverso con i
parassiti umani. Al termine della luna di miele, ti sentirai profondamente in debito. Questo a sua
volta ti porta a svuotare le casse fisiche ed emotive nel grembo del vampiro. I vampiri compaiono
spesso nella tua vita quando non stai bene emotivamente o finanziariamente. Sembrano benvenuti
quando ci troviamo particolarmente vulnerabili e probabilmente apprezziamo eccessivamente i lievi
atti di gentilezza. Quando ci sentiamo a pezzi, soli e disperati, tendiamo a mettere le persone su
piedistalli. Questo è attraente per i tipi di vampiri che amano essere adorati per qualcosa che non
sono. Adorano immergersi e brillare nella luce degli altri. Tuttavia, nonostante la loro dimostrazione
di preoccupazione, non aspettarti che restino in giro a tollerare i tuoi problemi in modo permanente.
Una volta che il loro piccolo gioco smette di edificare e ottengono ciò che vogliono, il loro
atteggiamento verso di te si invertirà drasticamente e saranno fuori dalla porta, lasciandoti perplesso
e stupito. I vampiri raramente comunicano in modo chiaro e razionale il loro passato.
Indipendentemente da come si tenta di sondare, non verranno forniti molti dettagli precisi sulle loro
amicizie, storie d'amore ed esperienze passate. Le loro omissioni in questo senso sono un'importante
bandiera rossa. Il loro percorso è stato così cosparso di depravazione e criminalità che sono costretti
a dissociare e modificare radicalmente il loro passato, riorganizzando gli eventi per dare falsa
impressione. Se chiedi delle loro esperienze passate, fingeranno di non ricordare, cambieranno
argomento o cambieranno ripetutamente le loro storie, offrendo resoconti brevi, curati, non
plausibili e molto colorati. Il passato non ha alcun interesse sostanziale per loro. Questo è vero per
tutti i criminali immorali. Coloro che raccontano vividamente le esperienze passate e che
trascorrono del tempo a riflettere positivamente sulla propria vita, sono affidabili e reali. Coloro che
evitano di parlare del passato e che deridono la riflessione devono essere tenuti a debita distanza.
Non innamorarti delle loro plausibili scuse "... non mi soffermerò mai sul passato, mi concentro sul
presente" o "... vivo per oggi" e così via. Questa è la retorica degli episodi immorali non delle
persone morali. A prima vista la maggior parte dei vampiri sembra essere eccezionalmente
effervescente, innocente, genuino e persino evoluto. Sembrano non essere toccati dai problemi che
gravano sulla maggior parte delle persone. Questa illusione si verifica perché la sensazione viene
scambiata per vera emozione. In effetti, può richiedere una vita per noi discernere la differenza tra
sensazionalisti e persone emotive. In ogni caso, il tuo benessere può dipendere dalla conoscenza
della differenza e dalla possibilità di verificarla. Metti alla prova l'emozione parlando con il
vampiro di esperienze commoventi nella tua vita. Guarda il vampiro in presenza di altre persone.
Nota le loro risposte quando vengono trascinati in situazioni cariche di emozioni. Se rimangono
indifferenti, impassibili o esasperati non è un buon segno. Guarda con loro film carichi di emozioni
e osserva le loro eventuali risposte quando si verificano scene emotive. (Nota se le loro espressioni
facciali corrispondono alle loro parole.) Inoltre, chiedi con discrezione di descrivere la loro migliore
esperienza sessuale o momento spirituale. Decidi se la reazione è veritiera o fittizia. Ad esempio,
chiedi al vampiro di esprimere un'opinione se l'atto del sesso senza amore può essere soddisfacente
e quanto il sesso con l'amore. Nota la loro risposta. (La maggior parte dei vampiri credono che il
sesso possa essere esaltante anche quando l'amore è assente. In effetti, per loro l'amore è sempre
assente in ogni esperienza intima.) In alternativa, fingi che tu creda personalmente che le esperienze
sessuali siano migliori quando l'amore è assente e nota il loro risposta. (Rimani cauto qualunque sia
la risposta offerta, ricordando che i vampiri eccellono nel dirti ciò che vuoi sentire. Alla luce di ciò,
scegli attentamente i momenti in cui metti alla prova i tipi di vampiri nella tua vita.) Ricorda che le
persone reali vivono e mostrano emozioni reali, comprese quelle che la società finge di condannare,
come rabbia, odio e violenza. L'osservazione a lungo termine di un vampiro rivela una cospicua
assenza di profonda emozione. La maggior parte dei vampiri non è in grado di combattere per una
causa ed è arrabbiato e appassionato a causa dell’ingiustizia e della tirannia. Questo perché sono
estremamente superficiali e non hanno accesso agli strati più profondi della forza vitale necessari
per la resistenza persistente e l'innesto duro. Il serbatoio emotivo è, per così dire, quasi vuoto. Di
conseguenza, vedrai che vivono in una bolla e non agiscono mai con passione. Non dare per
scontato che questa facciata di tranquillità e santità sia un buon segno. Le persone reali hanno vere
cicatrici e buchi di proiettile. L'aspetto del vampiro di grazia e luminosità esiste anche perché non si
preoccupano della sofferenza che infesta il mondo. Questo perché sono episodi emotivamente
dissociati. Di conseguenza non guardano le notizie come agenti morali. Assicurati di osservare i
vampiri nella tua vita per vedere se sono veramente e profondamente commosse emotivamente
dalla condizione di coloro che soffrono intorno a loro. Indietreggiare da scene di sofferenza e
orrore, conversare casualmente e intellettualizzare al riguardo, o non mostrare alcuna
preoccupazione sono le bandiere rosse. È possibile che il vampiro che conosci sia un'entità ferita.
Paradossalmente, questo non significa che abbiano veramente sofferto di un forte dolore emotivo.
Questo perché la persona che ha conosciuto le profondità assolute della disperazione non è mai
incline a ferire altre persone in alcun modo per nessun motivo. Di conseguenza, per la maggior
parte, sebbene altri possano aver agito in modo dannoso nei loro confronti, i vampiri sono vittime di
autolesionismo. Siamo tutti in grado di credere di essere privati e feriti, anche quando non è così, e i
criminali lo credono ancora più fortemente della maggior parte. Le ferite emotive della maggior
parte dei tipi di vampiri sono, il più delle volte, superficiali. Inoltre, un vampiro nega spesso la sua
vera natura e non è necessariamente consapevole del conflitto interiore e della ferita. Tuttavia,
quando sono consapevoli delle loro "ferite", i vampiri si convincono di aver sofferto da soli. Di
conseguenza si sentono giustificati se e quando seducono, manipolano, truffano, privano o feriscono
in altro modo le loro vittime. Come la maggior parte degli psicopatici, il vampiro medio non è mai
in lutto per la notevole sofferenza che infliggono alle persone. Per quanto li riguarda, le ferite
passate li esonerano dalla colpa e li autorizzano persino ad agire in modo spietato. Purtroppo,
poiché le brave persone cercano compulsivamente di aiutare, i vampiri autolesionisti non hanno
problemi a vittimizzarli. Alla fine, dopo essere stati ben drenati e avvelenati, queste persone si
rendono conto di non aver fatto alcun progresso. Il vampiro al contrario ha semplicemente
aggiornato il proprio arsenale e acquisito maggiore esperienza nell'inganno. Liberano il relitto della
loro creazione e passano alla prossima vittima credulone attratti dalla loro facciata di innocenza e
vulnerabilità. I vampiri immaginano falsamente che l'atteggiamento di tutti nei confronti e la
visione dell'esistenza sia simile alla loro. Certamente non credono che le persone agiscano
moralmente con l’intenzione di farlo. Preferiscono invece credere che tutti intorno a loro siano falsi
e ipocriti. È conveniente per loro credere che la maggior parte delle persone sia superficiale e
narcisista come loro stessi. Adottano questo atteggiamento in modo che non debbano mai accettare
la colpa. Inoltre, la loro distinta posizione consente di evidenziare abilmente le debolezze morali
nelle altre persone. Spesso confondiamo questa capacità come un segno che un vampiro è
perspicace e supermorale. Questo è ciò che il vampiro intende farci pensare. Più tardi ci rendiamo
conto di quanto fossimo fuorviati. I vampiri non sono in grado di accettare la colpa o di assumersi la
responsabilità. Non importa se l'incidente o l'infrazione in questione è piccola o grande. Le persone
morali accettano la colpa e sperimentano il rimorso, mentre le persone immorali incolpano
continuamente e irrazionalmente gli altri per i propri errori e reati e non si sentono mai in colpa.
Impara a testare per questa leggenda. Progredire nella vita è poter ammettere la colpa e imparare
dagli errori, cosa che non fa il vampiro. La loro mancanza di coscienza e l'irresponsabilità generale
significano che i vampiri sono sconsiderati e inetti quando si tratta di svolgere semplici compiti.
Possono anche essere inclini a evitare obblighi domestici e professionali. Comunemente, cercano
elogi senza guadagnarli e tendono a fare affidamento sugli altri, lasciando le cose all'ultimo
momento. Quando arrivano i soldi, li spendono in modo frivolo e senza restrizioni. Essendo
narcisistici ed edonistici, sono incapaci di aspettare una gratificazione. L'immagine di superficie è di
fondamentale importanza per loro. Come abbiamo detto, si tratta di persone auto-assassinate senza
anima o coscienza. In un certo senso, sono le vittime di essi stessi. Durante il tuo tempo con loro, i
vampiri ti diranno in un modo o nell'altro chi e cosa sono, ma devi ascoltare bene e non respingere
la voce che ti avverte che non è tutto a posto. Ignorare i tuoi avvertimenti interiori significa in
seguito rimproverare a te stesso, dicendo "Avrei dovuto vedere la verità" e "Come ho potuto essere
così credulone?". Quando e se dai a una persona, questa come ricambia? Contano su parole o
azioni? Forse credi nell'amore incondizionato? Se lo fai, aspettati di essere vittima di volta in volta.
Non puoi salvarti. In questa vita hai bisogno di tre cose per sopravvivere e avere successo: confini,
confini e più confini. Fai un regalo prezioso a un vampiro e osserva cosa ne fanno nelle prossime
settimane e mesi. (Sottolinea che ritieni che il dono che stai dando sia prezioso per te per qualche
motivo, anche se non lo è). Infine, una volta che hai capito che la persona in questione è un
vampiro, non preoccuparti di fargli sapere quello che sai. Non hai alcun obbligo nei loro confronti.
Il tuo obbligo è verso te stesso. Pertanto, prendi provvedimenti per distanziarti dal vampiro e andare
avanti. Tuttavia, appena prima di fare mosse positive, l'energia e il comportamento del vampiro
cambieranno nei tuoi confronti. Questo perché sono più intelligenti di quanto immagini e sanno
quando il gioco è adatto a loro. È probabile che passino a pascoli nuovi nel momento in cui sentono
che stai iniziando a vederli per quello che sono. Prima di uscire, fanno di tutto per evidenziare i tuoi
peccati morali, se dovessero esistere. Tentano di denigrarti e di farti sentire inadeguato in certi
modi. Se sono in grado di convincere gli altri del tuo cattivo comportamento, tanto meglio. Esse
escono con un sorriso malvagio e l'idea che sono perfettamente giustificate. È anche probabile che
facciano gli straordinari per trovare un sostituto prima di andare avanti. Alla nuova vittima verranno
raccontate tutte bugie. Questo è il motivo per cui è di vitale importanza evitare di rimanere
invischiati negli intrighi del vampiro. Lasciali tranquillizzare e vai avanti. Non etichettare
frettolosamente tutti quelli che non ti piacciono come un vampiro psichico. Le persone che pensano
negativamente non sono necessariamente dei vampiri. Le persone nella tua vita che sfidano il tuo
modo di pensare, che ti danno spavalderia e ti fanno arrabbiare a causa della loro arroganza forse
sgradevole, ma questo è tutto ciò che sono. Probabilmente non stanno infettando il tuo stato
emotivo, quindi ti senti costantemente depresso, confuso e allagato.

AUTO-DIFESA PSICICA

Quando inizi a staccarti da un vampiro, o addirittura pensi di farlo, potresti trovarti a subire un
attacco ancora maggiore. Pertanto, è importante non lasciare che un vampiro sospetti ciò che stai
pianificando. Ricorda che un attacco costituisce non solo un drenaggio della forza vitale, ma un atto
di scarica psichica nel tuo campo di energia. Di conseguenza, una volta che un vampiro si rende
conto che stai tentando di staccarti dalla loro presenza, spesso cercheranno di eliminare ancora più
spazzatura psichica attraverso di te. Questa non è un'esperienza piacevole e può essere pericolosa
per la vita. Purtroppo, nessun terapista allopatico ha la più pallida idea che esista un processo così
sottile, e pochissimi terapeuti omeopatici ne sono consapevoli. Questo è un problema, perché fino a
quando uno stato patologico non viene compreso e diagnosticato correttamente non può essere
curato. Tenendo questo a mente, vediamo che quando si tratta di un attacco psichico siete in gran
parte soli. Devi invocare il tuo Sé Superiore per perseverare e guarire. In breve, le lezioni da trarre
dalle tue esperienze non sono solo di tipo fisico, ma di natura spirituale. La saggezza è la più grande
protezione contro il male, perché il terreno del male è l'ignoranza. “La persona capace di fare il
bene più grande è la persona che conosce perfettamente l'anatomia del male.” L'anima, o più
correttamente il Sé, è qualcosa che crei qui sulla terra attraverso l'esperienza della vita. Il processo
prevede la decostruzione paziente di ogni falsità, che a sua volta implica il miglioramento
consapevole delle capacità e del giudizio critici. Malgrado non esista un metro o una taratura
codificata allo scopo di riconoscere un vampiro auto-assassino, il mezzo più indicato per farlo
è l’intuizione. Una facoltà intuitiva altamente sviluppata è come un sistema immunitario: intercetta
e difende il Se dalle altrui violazioni. Alla luce di ciò, vediamo che la persona illuminata - sulla
strada del Sé - sviluppa abilità intuitive insieme a un giudizio razionale. Hanno fiducia in se stessi e
prestano attenzione alle sottili intimazioni fornite dalla mente e dal corpo. Questo è vitale perché
usare un tipo di intelligenza - vale a dire quella dell'intelletto - non è abbastanza per scongiurare il
male. Comprendi che il male più grande è perpetrato sul virtuoso. Esiste e si verifica principalmente
a causa della compassione e dell'ignoranza delle persone buone inconsapevoli di come funziona il
male. Quindi sviluppare capacità critiche e di giudizio e dubitare di tutto. Osserva come soffri
proiettando la tua bontà e virtù sugli altri. Scopri come la tua bontà e compassione ti rendono
schiavo della volontà delle altre persone. La bontà senza confini è il terreno da cui cresce il male.
Comprendi una volta per tutte che non tutti quelli che incontri sono buoni. Non hai ragione di
trattare le persone come moralmente buone se prima non abbiano dimostrato di esserlo. Non sei
obbligato a gradire, rispettare o essere amico di chicchessia. E non è tuo compito affrontare
apertamente il male e tentare di rimetterlo sulla buona strada. Spetta alle persone immorali
correggere se stesse. Esse non hanno bisogno di te, anche se fingono il contrario. Quindi sii molto
attento quando qualcuno tenta di trattarti come il proprio salvatore. Esiste una ragione precisa se i
suoi tentativi di adulazione ti producono sentimenti spiacevoli. La tua intuizione (intelligenza
profonda) sta fungendo da campanello d’allarme. Molti criminali fisici e psichici studiano libri sulla
psicopatologia; posseggono e sfogliano libri sulla sociopatia nella speranza di rendere più efficace i
propri camuffamenti. Dopotutto, quale via migliore per un criminale se non quella di mascherare la
propria natura, fingendo di essere un giustiziere? In breve, anche se una persona sembra esperta di
argomenti ignoti, non è detto che meriti credito e fiducia. Non basarti solo sulle parole di una
persona; osserva le sue azioni. I tuoi avversari sono la misura del tuo potere interiore. Solo i potenti
hanno nemici potenti. Renditi conto che puoi sconfiggere qualsiasi avversario che intenda farti
cadere. Non ha importanza quanto oscura sia la via, la luce c’è per guidarti verso la sicurezza. Se
non sei in grado di vederla, ciò non dipende dalla luce. Il male non si sconfigge mai con le sue
stesse armi. Le persone malvagie sono minacciate solo dalla superiore moralità e forza spirituale del
loro prossimo. Infatti le persone malvagie invidiano questi tratti; poiché l’invidia è la radice del
misfatto. Data la sua attitudine ambivalente verso la virtù, il vampiro può scegliere di starti intorno
solo perché possiedi i tratti che non possiede, e che desidera studiare. Ma l’esperimento è destinato
a finire male, perché si creerà una relazione di attrazione mista a repulsione. E perché il vampiro
forse si renderà conto che la virtù non è qualcosa che possa acquisire a poco prezzo, dalla sera alla
mattina. Sulle prime, le relazioni attrattive-repulsive sembrano stimolanti e allettanti, tuttavia col
passare del tempo la repulsione giunge a dominare il vampiro, che cerca di disfarsi della tua
presenza disturbante. Ogni tuo fallimento o defaillance morale saranno sottolineati in misura
spropositata e strumentalizzati per condannarti e sminuirti. Altre tue mancanze saranno via via
sottolineate per farti sentire insicuro e schiacciarti. Tanto più empaticamente tenterai di avere un
confronto con il vampiro, di interrogarlo o correggerlo, tanto più esso diventerà gelido, distante e
crudele. Segretamente avrà preso nota di una lunga lista di tue lacune per usarle contro di te senza
scrupolo, al momento giusto. Il falso amore schiavizza; il vero amore libera. A volte, quando credi
di essere innamorato potresti avere torto; potresti solo essere affascinato; desiderare di fare
impressione sugli amici o ingraziarti genitori e parenti. Osserva per comprendere se questo amore
‘in cui ti trovi’ serva a renderti più saggio o più stupido al momento di assumere scelte e decisioni.
Osserva con sensibilità per vedere se ti elevi o precipiti, se hai successo o fallisci. Ti senti in salute
o ammalato mentre sei innamorato? Ti capita di avere dei colpi di fortuna o te ne capitano sempre di
meno? Impara a monitorare le tue emozioni e umori e a misurare le loro variazioni quando ti trovi
in compagnia delle persone. Tale abilità può immunizzarti dagli attacchi psichici. Se ti senti strano,
scombussolato o poco bene, chiediti immediatamente se questa energia provenga da te o da chi ti
sta accanto. Fai in modo di prestare attenzione alla risposta e poi agisci di conseguenza. Fai in modo
di rispedirla al mittente. Quando abbiamo a che fare con attacchi psichici dobbiamo combattere il
fuoco col fuoco. Tali attacchi sono portati contro il tuo spirito, quindi dipende da te difendere te
stesso con tutta la tua potenza spirituale. E non inviare amore a chi ti attacca. Non scordare i suoi
abusi e non perdonarli. Perdonare una minima parte di malvagità equivale – filosoficamente
parlando – a perdonare il male tout court, e questo è un diritto che non ci è concesso. Sappi che
dolore, pena, malattia e conflitto sono sintomi di qualcosa che non funziona a livello bio-psichico.
Tali stati si riferiscono quando il corpo, la mente ed il mondo esterno si trovano ad essere fuori
sintonia. Contrariamente a quanto ti hanno insegnato a credere, lo squilibrio spesso non è una tua
colpa, ma è causato probabilmente dalla presenza nella tua vita di persone tossiche, spiritualmente
grezze. Quindi è importante che comprendi il modo in cui l’influenza di tali soggetti colpisce la tua
vita, creando squilibri. Prendi atto della misura in cui ciò che decidi e desideri scaturisca dall’altrui
influenza. A prescindere dal tuo equilibrio naturale, la presenza del tuo prossimo influisce
innegabilmente sulla tua sintonizzazione o desintonizzazione. Ecco perché il tuo carattere può
essere giudicato osservando il tipo di amici che hai. Come ebbe a dire Emerson: “un vero amico non
interferisce nella tua vita a meno che tu non ne abbia bisogno.” Psicologicamente ed
emozionalmente non ti serve alcunché dal tuo prossimo. Ciò che ti serve devi trovarlo o crearlo
dentro di te. L’individuo moralmente superiore si rifiuta di servire un maestro e di assoggettare gli
altri. Fai attenzione a non violare la sovranità psichica del tuo prossimo, e a mantenere inviolato il
tuo territorio in nome dell’amore o del dovere. La chiave per decodificare il processo di guarigione
è ‘recuperare l’anima.’ Nel corso della relazione tossica sono state scambiate ampie dosi di energia,
in parte perché ad essa hai dedicato attenzione, tempo e risorse. Ora hai tutto il diritto di riprenderti
l’energia. Puoi farlo meditando sul tema e tramite un’appropriata visualizzazione. Il processo di
guarigione si conclude quando giungi al perdono di te stesso per la tua sprovvedutezza ed incapacità
nel fissare dei confini. Concentrati sulle lezioni che hai appreso e sulla saggezza che hai ricevuto
dalla tua esperienza con il male. Il tradimento del Se alla fine comporta un rafforzamento del senso
del Se, quindi fai un profondo respiro, perdonati e procedi oltre. In nessun caso dovresti ristabilire i
contatti con la persona vampiresca, dopo che la vostra relazione è stata chiusa. E’ improbabile che
essa ritorni nella tua vita se smascherata come deviante. Tuttavia in casi speciali potrebbe essere
interessata a ritornare tra le tue grazie. Ci sono tre ragioni per questo, ma non sono importanti. La
cosa principale da ricordare è di non accoglierla più nella tua vita, indipendentemente dai suoi
tentativi di convincerti di essere dispiaciuta o cambiata. Spenderai meglio il tuo tempo con persone
che meritino genuinamente la tua attenzione e le tue cure.

Link: http://www.psychicvampirism.com/library.html

LIBRI CONSIGLIATI

I seguenti lavori sono stati selezionati con cura. Assicurati di averli tutti nella tua biblioteca
personale:

Dragon Mother - Michael Tsarion


Adultism - Michael Tsarion
The Art of Psychic Protection – Judy Hall
Battling Dark Forces – Torkom Saraydaria
Psychic Vampires – Joe Slate
Emotional Vampires – Albert Bernstein
Energy Vampires – Dorothy Harbour
Psychic Protection – Ted Andrews
Psychic Self-Defense – Dion Fortune
Psychic Self-Defense - Stevens
Practical Psychic Self-Defense – Robert Bruce
Embrace the Daimon – S. L. Dennis
Trapped in the Mirror – (The Children of Narcissistic Parents) – Golomb
Children of the Self-Absorbed - Nina W. Brown
Evil: Inside Human Cruelty and Violence - Roy F. Baumeister
Masks of Sanity – Hervey Checkley
Without Conscience – Robert Hare
Snakes in Suits - Robert Hare
The Sociopath Next Door – Martha Stout
Unholy Hungers - Barbara Hort
The Evil We Do - Carl Goldberg
How to Become a Schizophrenic - John Modrow
Dark Hearts: The Unconscious Forces that Shape Men’s Lives - L. E. Pedersen
Emotional Intelligence - Daniel Goleman
Emotional Resilience - David Viscott
Psychic Energy - M. Esther Harding
Fear of Women - Wolfgang Lederer
Compassion and Self-Hate – Theodore Rubin
It’s Ok to be Neurotic - Frank Bruno
Brain Rules for Baby - John Medina
Loneliness - Cacioppo & Patrick
Search for the Real Self - James F. Masterson
Meeting the Shadow - (Edited by Zweig & Abrams)
Six Pillars of Self-Esteem - Nathaniel Branden
How to Raise Your Self-Esteem - Nathaniel Branden
Honoring the Self - Nathaniel Branden
A Woman's Self-Esteem - Nathaniel Branden
The Different Drum – Scott Peck
People of the Lie - Scott Peck
The Road Less Traveled – Scott Peck
The Road Less Traveled and Beyond – Scott Peck
Venus: The Dark Side - Roy Sheppard
The Body in Recovery - John P. Conger
The Corruption of Reality – John F. Schumaker
Betrayal of the Self - Arno Gruen
The Insanity of Normality - Arno Gruen
Betrayal of the Body – Alexander Lowen
Narcissism - Alexander Lowen
The Body Never Lies – Alice Miller
The Body Bears the Burden - Robert Scaer
8 Keys to Brain-Body Balance - Robert Scaer
The Body Remembers - Babette Rothschild
8 Keys to Safe Trauma Recovery - Babette Rothschild
In An Unspoken Voice - Peter Levine
The Body Keeps the Score - Peter Levine

Additional

The works of Alice Miller, Karen Horney, Erich Fromm, Sigmund Freud, Alfred Adler, Carl
Gustav Jung, Wilhelm Reich, R. D. Laing, Viktor Frankl, Heinz Kohut, Otto Kernberg, Thomas
Szasz, Rollo May, Ludwig Binswanger, Otto Rank and Ayn Rand.