Sei sulla pagina 1di 16

Impianti in Polietilene

per il trattamento delle acque


ZETAPLAST S.p.A.

LE 3 FASI DELLA DEPURAZIONE


BIOLOGICA

1°) trattamenti primari


2°) trattamenti secondari
3°) trattamenti terziari
(affinamento del refluo)
ZETAPLAST S.p.A.
Trattamenti Primari

• trattamenti preliminari di preparazione


del liquame alla vera e propria fase di
depurazione biologica (grigliatura, dissabbiatura,
degrassazione, trattamento dei tensioattivi);
• sedimentazione primaria che permette di
rimuovere i materiali solidi sedimentabili;
• Digestione anaerobica dei fanghi
ZETAPLAST S.p.A.
• Abbattimento della carica inquinante 20 - 30%
Corpo Recettore:
1. Fognatura
2. Drenaggio nel sottosuolo (ove non richiesto tratt. successivo)
3. Al trattamento successivo (tratt. Secondario )
Apparecchiature specifiche:
• Imhoff , Degrassatori , Settiche mono – pluricamerali
Riferimento normativo:
• D.Lgs.152/06
• Delib. Intermin. 4 febbraio 1977
• Regolamenti Specifici Locali maggiormente restrittivi
ZETAPLAST S.p.A.

Degrassatore indicativamente
UNI EN 1825/03 50 lt / a.e.

Fossa Settica consigliati almeno


Delib. 4 febbraio '77 200 lt /a.e.

Fossa Imhoff Sedimentazione 40 - 50 lt/a.e.


Delib. 4 febbraio '77 Digestione 100 - 200 lt/a.e.
ZETAPLAST S.p.A.

fognatura
tr. secondario
trattamento ulteriore
(se richiesto)

acque nere

acque chiare
degrassatore fossa Imhoff dispersione :
Settiche mono trincea drenante
pluricamerali pozzo perdente
tubazione drenante
ZETAPLAST S.p.A.

Trattamenti secondari
Per quanto riguarda questi trattamenti dobbiamo
operare una prima distinzione in:
• sistemi a biomassa dispersa:
sistema aerobio a fanghi attivi, sistemi di
digestione anaerobica, stagni biologici.
• sistemi a biomassa adesa :
filtri percolatori aerobici, filtri batterici
anerobici, fitodepurazione …..
Zetaplast S.p.A.
• Abbattimento della carica inquinante 87 - 94%
Corpo Recettore:
1. Corpo idrico superficiale significativo (87%)
2. Corpo idrico superficiale NON significativo (94%)
3. Suolo (94%)
4. Zone Sensibili (abbattimento specifico dei “nutrienti” N e P)
Apparecchiature specifiche principali:
Tratt. Primari seguiti da :
Depuratori (sez. di ossidazione e decantazione secondaria)
Filtri Percolatori aerobici e Filtri Batterici anaerobici
Fitodepurazione a flusso verticale ed orizzontale
Riferimento normativo:
• D.Lgs.152/06
• Regolamenti Specifici Locali maggiormente restrittivi
ZETAPLAST S.p.A.

acque nere

acque chiare
degrassatore reattore biologico
ZETAPLAST S.p.A.

acque nere

acque bionde decantazione


tr. primario secondaria
degrassatore
Percolatore Sollevamento
aerobico

acque nere

acque bionde
degrassatore tr. primario
filtro batterico
ZETAPLAST S.p.A.

Trattamenti terziari

Quei sistemi di trattamento che affinano il refluo


secondo le specifiche volute
Possono coinvolgere sistemi sia biologici che
chimico-fisici
ZETAPLAST S.p.A.
Fitodepurazione
Sistema di Evapotraspirazione totale, Affinamento,

acque nere

evapotraspirazione totale
acque chiare 4 - 5 mq / a.e.

degrassatore fossa Imhoff

acque nere

affinamento
2 mq / a.e. c.a
acque chiare

tratt. primario tratt.


degrassatore secondario
ZETAPLAST S.p.A.

TRATTAMENTO TERZIARIO

-Abbattimento azoto e fosforo


-Affinamento
-Chiarificazione denitrificazione
-Riutilizzo delle acque reflue
(D.Lgs. 152/06 , D.Lgs. 185/03)
-Scarico dei reflui in Zone Parco e Sensibili

filtro
ghiaia, torba,
carb.attivo
ZETAPLAST S.p.A.

TRATTAMENTO ACQUE DI PIAZZALE E DILAVAMENTO

(Dir.CEE n° 91/271 del '91; D.Lgs. 152/06)


UNI EN 858/1-2

Captazione acque PIAZZALI ESTERNI Captazione acque di AREE COPERTE

Imp. Prima Pioggia Dissabbiatore - Separatore di idrocarburi


classe I e classe II

scolmatore

vasca d'accumulo
rilancio e disoleazione
ZETAPLAST S.p.A.
Recupero delle acque piovane

WATER BAGNO DOCCIA


27% 26%
Commutazione
ce ntralina
con rete idrica
USC ITA
TROPPO
P IENO

LAVAGGIO STOVIGLIE
4%

IGIENEPERSONALE
4%
BUCATO
14% ALTRO
4%

ALTRO
4% BERE/CUCINARE
AUTO
GIARDINO 3%
3%
6%