Sei sulla pagina 1di 8

COENZIMI A TRASFERIMENTO DI GRUPPO FOSFORILATI: ATP E ADP

ATP e ADP sono classificati come coenzimi perché sono coinvolti nel trasferimento di
gruppi fosforile (PO3) in molte reazioni enzimaticamente catalizzate Quando un composto
guadagna / accetta un gruppo fosforile in una reazione, diciamo che il composto è
diventato "fosforilato". Quando un composto perde / dona un gruppo fosforilato in un
reazione, diciamo che era "defosforilato". Perché ATP e ADP sono usati così spesso e in
così tante reazioni, ogni molecola di ATP nel nostro corpo ogni giorno, viene convertita in
ADP e quindi di nuovo in ATP circa 500. ATP e ADP sono interconvertiti dal trasferimento
di un gruppo fosforile, come mostrato di seguito.

L'aggiunta di un gruppo fosforilato ad ADP per formare ATP richiede energia. le vie
metaboliche cataboliche usano spesso le energia contenuta nel cibo per consentire il
trasferimento dei gruppi fosforilici all'ADP, formando così l'ATP. L'ATP è spesso formato
da
la reazione di ADP con idrogeno fosfato (HPO42-) e un H+ ionico. Il fosfato di idrogeno è
indicato
come "fosfato inorganico" (abbreviato come Pi). L'equazione chimica per il trasferimento di
un gruppo fosforile (PO3) a partire dal fosfato inorganico (Pi) ad ADP è mostrato sotto.

Questa reazione non si verificherà spontaneamente a meno che non venga fornita energia
esterna. L'energia che viene rilasciata dal catabolismo del cibo questa viene convertita in
energia elettrochimica all'interno dei mitocondri delle cellule si ha così energia che viene
utilizzata per per consentire a questa reazione di verificarsi spontaneamente.
Un altro modo in cui gli organismi convertono l'ADP in ATP è la reazione dell'ADP con una
molecola organica che contiene un gruppo fosforile. In questo caso, un gruppo fosforilato
viene trasferito dalla molecola organica ad ADP, come mostrato in equazione chimica qui
sotto.
Le reazioni avvengono in soluzione acquosa per cui gli ioni di idrogeno (H+) sono
prontamente disponibili per essere accettati dall' H2O, formando lo ione idronio H3O+

L'energia che viene rilasciata dall'ATP quando viene convertita in ADP è usata dagli
organismi per
reazioni o processi fisici che altrimenti non si verificherebbero spontaneamente. Un modo
in cui l'energia può essere rilasciata ATP è reagendo con H2O per formare ADP, fosfato
inorganico e H+
ionico. Sebbene questa reazione sia spontanea (ΔG è negativo), la velocità di reazione è
abbastanza lenta, quindi gli organismi utilizzano enzimi per far procedere la reazione a
una velocità utile L'equazione chimica per questa reazione è mostrata sotto.

in alternativa alla formazione dello ione idronio, H+ può reagire con OH- o la forma basica
di un'altra specie che è presente.
Un altro modo in cui gli organismi ottengono energia dall'ATP è quello di "energizzare" i
composti organici trasferendo un fosforile direttamente al composto. in questa reazione,
l'ATP viene defosforilato e un composto organico è fosforilato, come mostrato nella
seguente reazione:
ATP + composto organico ⇄ ADP + composto organico fosforilato + H
l'energia potenziale chimica rilasciata dalla conversione di ATP in ADP viene trasferita al
prodotto organico che viene fosforilato.
È per questo motivo che diciamo "il composto organico è ad alta energia" nella reazione. È
comune per gli organismi di essere "ad alta energia" mediante fosforilazione per far sì che
si verifichino le successive reazioni metaboliche spontaneamente.
La prima reazione della via metabolica della glicolisi è un esempio di "energizzazione" di
un composto organico attraverso una fosforilazione. in questa reazione, il glucosio
reagisce con ATP per formare glucosio-6-fosfato, ADP e uno ione H, come mostrato sotto.

In questa particolare reazione, la reazione inversa avviene così lentamente che si può
considerare trascurabile. In questi casi, possiamo affermare che reazione è una reazioni
irreversibili. Nella rappresentazione di una equazione chimica per indicare che la reazione
è irreversibile, viene usata solo una freccia in avanti (da sinistra a destra), come mostrato
sopra.
Una rappresentazione alternativa può essere la seguente:
COENZIMI A TRASFERIMENTO DI ELETTRONI E LORO RUOLO COME AGENTI
OSSIDANTI E RIDUCENTI

Le reazioni di ossido riduzione comportano il trasferimento di uno o più elettroni, sono


abbastanza comuni negli organismi.
Molte di queste reazioni implicano il trasferimento di un elettrone attraverso lo ione idruro
(H-).
(Ricorda che un atomo di idrogeno ha un elettrone, mentre uno ione idruro ha un elettrone
"extra" (secondo).)
Una riduzione si verifica quando uno ione idruro si lega ad un composto organico; il
trasferimento di uno ione idruro è una riduzione in quanto l'elettrone "extra" dell'idruro
viene trasferito al composto.
Ad esempio le aldeidi o chetoni si riducono quando uno ione idruro forma un legame con
loro. Questo è accompagnato dal legame di una H ad un chetone producendo un alcol,
come mostrato di seguito.

Vice versa se lo ione H viene rimosso da un composto organico avviene una ossidazione.
Esempio gli alcoli possono essere ossidati a chetoni, come mostrato nella seguente
equazione chimica.

La Nicotinamide adenina dinucleotide (NAD+) e flavina adenina dinucleotide (FAD)


sono classificati come coenzimi perché sono substrati coinvolti nel trasferimento di
elettroni, in molti reazioni catalizzate enzimaticamente.
Diamo un'occhiata a NAD+; la formula strutturale del NAD è

Come si vede contiene due nucleotidi . Uno ha come base una adenina e l'altro contiene
come base una nicotinamide.
Il NAD viene scritto con ad apice un segno positivo (+). Il "+" fa riferimento solo alla carica
formale dell'azoto sull'anello di nicotinammide. Il segno positivo potrebbe essere un po
'fuorviante perché la carica totale di tutta la molecola di nicotinamide adenina dinucleotide
è in realtà (1-).
Quando NAD+ accetta uno ione idruro da un'altra specie, forma la specie ridotta NADH.
La reazione di riduzione del NAD richiede energia.
Si noti che questo processo è reversibile.
un esempio specifico dell'ossidazione di un composto organico usando NAD+/ NADH è
mostrato sotto

Il NAD agisce da agente ossidante nell'ossidazione di un composto organico il malato.


Questa è una delle reazioni del ciclo dell'acido citrico. In questa reazione, il malato è
ossidato e a ossalacetato e il NAD+ viene ridotto a NADH+ H+.

Consideriamo ora flavina adenina dinucleotide (FAD), è un altro coenzima per


trasferimento di elettroni fondamentale nella metabolizzazione del cibo. La formula
strutturale del FAD è mostrata sotto.
Quando il FAD accetta uno ione idruro da un'altra specie dalla soluzione, viene ridotto a
FADH2 è ossidato a FAD donando due elettroni (e due H+ ioni) ad altre specie.
L'ossidazione di FADH2 rilascia energia, e la riduzione della FAD richiede energia. Le
formule strutturali di FAD e FADH2 Proprio come NAD+/ NADH e FAD / FADH2
sono mostrati di seguito.
COENZIMA DI TRASFERIMENTO DEL GRUPPO ACILICO: COENZIMA A

Il coenzima A (H-CoA) è usato in molte reazioni metaboliche. La sua formula strutturale è


mostrata sotto.

il coenzima A è classificato come coenzima perché coinvolto nel trasferimento di un


gruppo acilico in molte reazioni enzimaticamente catalizzate Un gruppo acilico è
costituito da un gruppo carbonilico legato a un gruppo organico (R),

quando il coenzima A (H-CoA) accetta un gruppo acile, il gruppo acil sostituisce l'idrogeno
più a sinistra (di colore rosso) nella struttura mostrata sopra.
la formula strutturale dell'acetil-coenzima A (acetil-CoA) è spesso abbreviata come: