Sei sulla pagina 1di 37

Molti enzimi sono proteine coniugate la cui funzione catalitica

dipende da cofattori
Cofattore

Ione metallico

coenzima

legato
covalentemente
gruppo
prostetico

I coenzimi

* Partecipano alla reazione enzimatica


* Dopo la reazione sono riconvertiti nella forma originale

Le vitamine idrosolubili sono precursori metabolici di diversi coenzimi

Alcuni coenzimi contengono nella loro struttura un nucleotide

I nucleotidi
Composti ricchi di energia
Segnali chimici di risposta a stimoli extracellulari

Componenti di acidi nucleici

Componenti di coenzimi

Struttura generale di un nucleotide

Base azotata
Purina o pirimidina
Fosfato

- Ribosio
- Deossiribosio (DNA)

Nucleoside  base azotata/zucchero


Nucleotide  base azotata/zucchero/fosfato monofosfato, difosfato, trifosfato

Basi azotate puriniche e pirimidiniche

Pirimidine
Purine
Adenina
Guanina

Citosina
Timina (DNA)
Uracile (RNA)

Importanza dei gruppi funzionali:


- gruppo carbonilico
- gruppo amminico
- azoto dellanello

Vedi figura delle strutture sui libri di testo

Nei ribonucleotidi lo zucchero il ribosio (zucchero a 5 atomi di carbonio)


Lo zucchero legato alla base azotata mediante legame N-glicosidico
Il legame tra latomo di carbonio in posizione 1 del ribosio

atomo di azoto in posizione 1


delle pirimidine

atomo di azoto in posizione 9


delle purine

Nei deossiribonucleotidi lo zucchero il deossiribosio


Vedi figura delle strutture sui libri di testo

Nucleotidi  Composti ricchi di energia

I nucleotidi trifosfato (NTP) sono composti ricchi di energia


Idrolisi  liberazione di energia
Legame ribosio-P  legame estere
Legame P-P
 legame anidridico
Legame P-P
 legame anidridico

(14 KJ/mol)
(30 KJ/mol)
(30 KJ/mol)

Vedi figura delle strutture sui libri di testo

La molecola di ATP costituita da una molecola di adenina ed una di ribosio


a cui sono legati tre gruppi fosforici e mediante legami ad alta energia

Nucleotidi come segnali chimici


I nucleotidi ciclici sono

AMP Ciclico (cAMP)

GMP Ciclico (cGMP)

- Sono caratterizzati dalla presenza di un legame 3, 5


- Si formano a partire da ATP o GTP ad opera di specifici enzimi
Mediatori chimici
nella trasduzione del
segnale

(adenilato cilasi e guanilato ciclasi)

Cascata di reazioni
Attivazione di
proteine bersaglio

Vedi figura delle strutture sui libri di testo

Metabolismo del cAMP

Il cAMP ha una vita molto breve


Rapidamente viene degradato e il segnale finisce

Nucleotidi nei coenzimi

Nella struttura di alcuni coenzimi (Coenzima A, NAD+ e FAD)


presente un nucleotide adenilico
Il nucleotide adenilico non partecipa alla reazione enzimatica
- aiuta a posizionare il substrato nella tasca del sito attivo
- stabilizza il complesso enzima/substrato
- coinvolto nel legame del coenzima allenzima

Coenzimi contenenti una componente nucleotidica


- Nicotinamide adenina dinucleotide

NAD+

- Flavina adenina dinucleotide


- Coenzima A

FAD
CoA

La componente di derivazione vitaminica


del NAD la Nicotinamide
del FAD la Riboflavina
del CoA lacido pantotenico

Vedi figure delle strutture sui libri di testo

VITAMINE
Sostanze di natura organica molto eterogenee necessarie in
piccola quantit
Lorganismo incapace di sintetizzarle in quantit sufficiente
Vengono assunte con la dieta
Fabbisogno giornaliero variabile
Vitamine idrosolubili

Vitamine liposolubili

Ipovitaminosi

carenza di vitamine
- insufficiente assunzione di vitamina con gli alimenti
- aumentato fabbisogno (in gravidanza)
- ridotto assorbimento a causa di alterazioni intestinali,
come nel caso di alcune patologie o di alcolismo cronico

Dieta/somministrazione di integratori specifici

Ipervitaminosi

eccessiva assunzione di integratori

Vitamine idrosolubili
solubili in acqua
vengono eliminate con le urine e non si possono accumulare
non sono tossiche a causa del turnover veloce
tiamina
vit B1
riboflavina
vit B2
niacina
vit B3
acido pantotenico vit B5
piridossina
vit B6
biotina
vit B8
acido folico
vit B9
cobalamina
vit B12
acido ascorbico vit C
le vitamine del gruppo B sono presenti come derivati nei coenzimi
partecipano alle reazioni metaboliche

Tiamina (Vitamina B1)

forma attiva Tiamina pirofosfato TPP


indispensabile nella dieta
partecipa come coenzima a reazioni di trasferimento di gruppi aldeidici
presente nei coenzimi di enzimi del metabolismo dei carboidrati
- piruvico deidrogenasi
- alfa-chetoglutarato deidrogenasi del ciclo dellacido citrico

tiamina

TPP

Tiamina (Vitamina B1)


Molto diffusa sia negli alimenti vegetali che in quelli animali
(cereali, legumi, carne di maiale, prodotta in parte anche
dalla flora intestinale)
Deficienza cronica
sindrome Beri-beri
alterazioni sistema nervoso
cardiocircolatorio e gastroenterico
Deficienza acuta
- determina lesioni al sistema nervoso centrale
- legata spesso ad alcolismo o ad uso di droghe

Riboflavina (Vitamina B2)


presente nei coenzimi flavinici (FAD, FMN)
partecipa a reazioni di trasferimento di elettroni
produzione di energia (ATP)
presente in coenzimi di enzimi che catalizzano reazioni di ossidoriduzione (deidrogenasi)
diffusa sia nel mondo animale che vegetale

riboflavina

Riboflavina (Vitamina B2)

Importante per lo stato di nutrizione della pelle e delle mucose


La sua carenza causa alterazioni della pelle, lesioni alle mucose e
al tubo digerente
Diffusa nel lievito di birra, nel germe di grano, nei cereali
integrali, nel fegato, nella carne, nel latte e nelle uova
E prodotta anche dalla flora intestinale

Niacina (Acido nicotinico) Vitamina B3


presente nei coenzimi NAD e NADP
partecipa a reazioni di trasferimento di elettroni
produzione di energia
presente in coenzimi di enzimi che catalizzano reazioni di ossidoriduzione (deidrogenasi)

CONH2
Acido nicotinico

Nicotinammide

Niacina (Acido nicotinico) Vitamina B3

Presente in alimenti di origine animale (carne) e nei


cereali
Viene sintetizzata dallorganismo a partire dallaminoacido triptofano

Deficit determina la PELLAGRA


- lesioni della pelle (dermatiti)
- disturbi dellapparato digerente
- disturbi sistema nervoso centrale (demenza)

Dosi elevate  danni al fegato


vasodilatazione

Acido pantotenico Vitamina B5


costituente del Coenzima A (CoA)
partecipa a reazioni di trasferimento di gruppi acilici
coenzima in importanti reazioni del metabolismo dei carboidrati e
degli acidi grassi
largamente diffusa negli alimenti vegetali ed animali, soprattutto
nel fegato, tuorlo duovo, legumi e lievito di birra

Piridossina (Vitamina B6)


forma attiva Piridossalfosfato PLP
partecipa a reazioni di trasferimento di gruppi amminici NH3
presente nel coenzima di enzimi che catalizzano reazioni di
transaminazione (transaminasi) nel metabolismo degli amminoacidi
largamente diffusa negli alimenti vegetali ed animali
la carenza di vit B6 piuttosto rara e causa apatia e debolezza

CH2P

piridossina

piridossale

piridossalfosfato

piridossammina

Biotina Vitamina B8
partecipa a reazioni di trasferimento di gruppi carbossilici
(carbossilazioni)
presente in coenzimi di enzimi del metabolismo dei carboidrati e
degli acidi grassi (carbossilasi)
molto presente negli alimenti (fegato, pollo, tuorlo duova, frutta
secca, diversi ortaggi e frutta fresca, latte, formaggi
abbondantemente prodotta anche dalla flora intestinale

biotina

Acido folico Vitamina B9


forma attiva Tetraidrofolato (THF)
coenzima in reazioni di trasferimento di unit monocarboniose
gruppo formile
gruppo metile
gruppo idrossimetile
coenzima in reazioni enzimatiche del metabolismo degli amminoacidi e dei
nucleotidi purinici e pirimidinici

Cobalamina (Vitamina B12)


struttura molto complessa
derivato della vitamina B12  Coenzima B12
coenzima in reazioni di trasferimento di atomi di H e gruppi alchilici allinterno
della stessa molecola (riarrangiamenti molecolari)
coenzima di un enzima del catabolismo degli
acidi grassi a n dispari di atomi di carbonio
la carenza rara e si pu manifestare solo nei
casi di dieta vegetariana stretta
La carenza pu derivare anche dallassenza del
fattore che ne facilita lassorbimento a livello
intestinale
Presente in tutti gli alimenti animali in minime
quantit (fegato, carne, pesce, latte e uova

Acido Ascorbico Vitamina C


struttura semplice
molecola gi in forma attivata

non componente di coenzimi


agente riducente in varie reazioni
importante nel
- catabolismo della tirosina
- nella sintesi degli acidi biliari
- nelle reazioni di idrossilazione di aa
Idrossilazione di prolina e lisina nella molecola di collageno

importanza per la struttura e la stabilit del collageno


idrossiPro  forma legami H intercatena nella tripla elica

La carenza di Vitamina C provoca lo scorbuto


sintomi  apatia, inappetenza
anemia
sanguinamento delle gengive
caduta dei denti
dolori muscolari
fragilit dei capillari e emorragie sottocutanee

La Vitamina C presente negli alimenti freschi, frutta e verdura


(kiwi, agrumi, pomodori e peperoni)
Viene facilmente deteriorata durante i trattamenti di
conservazione e cottura

La vitamina C un potente antiossidante  neutralizza i radicali


liberi

I radicali liberi sono molecole instabili, particolarmente reattive,


responsabili di gravi danni alle cellule dellorganismo
Il loro comportamento dovuto alla presenza di un elettrone spaiato
nellorbitale pi esterno

Le fonti esogene principali dei radicali liberi sono:


-

radiazioni solari ultraviolette


radiazioni ionizzanti
fumo di sigaretta
smog, gas, impianti di riscaldamento
pesticidi, antiparassitari, inquinanti chimici
farmaci

I radicali liberi pi importanti sono quelli derivati dallossigeno, e tra


questi il radicale superossido (O2.-), il radicale idrossilico (HO.),

La produzione dei ROS correlata ai normali processi di ossidazione


che determinano un flusso di elettroni dalle sostanze ossidate verso
quelle ossidanti (ossigeno)

Un aumento di radicali liberi determina


Stress ossidativo nella cellula
I radicali liberi sono coinvolti in diverse patologie umane e
nel processo fisiologico dellinvecchiamento

Vitamine liposolubili
Vitamine

insolubili in acqua e solubili nei grassi e in solventi


non polari
vengono assorbite assieme ai grassi alimentari
si possono accumulare tra i grassi delle cellule
epatiche
tossiche se in eccesso

vitamina A e D

svolgono svariate funzioni essenziali per lorganismo

Vitamina A (retinolo)

deriva dal -carotene (pigmento vegetale)


esiste in molte forme
derivato aldeidico  cis-retinale (pigmento visivo dei bastoncelli della retina)
derivato ossidato  acido retinoico (fattore di crescita cellulare)
Vit. A importante  accrescimento
 visione
Carenza 

malformazioni fetali, ritardo della crescita, sensibilit alle


infezioni, difetti alla vista (nei casi pi gravi cecit)

Eccesso 

fragilit ossea

Vitamina A (retinolo)
Presente negli alimenti animali (fegato, formaggio, burro, uova, latte)
Nei vegetali si trovano i carotenoidi (nella frutta e verdura di colore
arancione, giallo e rosso)
Si pu accumulare a livello epatico
Se assunta in eccesso pu determinare ipervitaminosi con danni permanenti a
fegato e milza

Vitamina D

esiste in diverse forme


ergocalciferolo, assunto con il cibo,
colecalciferolo, sintetizzato dallorganismo

deriva dal colesterolo

la vitamina D3 si forma nella pelle a partire dal


colesterolo per effetto degli UV

Vitamina D

Funzione 
Importante per

regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo


- trasporto
- assorbimento
- mobilizzazione del calcio

carenza  rachitismo con ridotta calcificazione delle ossa e delle cartilagini


osteomalacia negli adulti (decalcificazione ossea)
eccesso  eccessiva mobilizzazione del calcio dalle ossa e calcificazioni diffuse
La normale esposizione ai raggi del sole sufficiente a coprire il fabbisogno di
vitamina D negli adulti

Si lega a determinati recettori nucleari  regola la trascrizione di geni

Vitamina E

esiste in molte forme (tocoferoli)


attivit antiossidante
azione protettiva nei confronti di agenti ossidanti
ossigeno radicali liberi ione superossido

Contenuta soprattutto in frutti oleosi, come le olive, e nella frutta


secca

Vitamine liposolubili

Importante

Vitamina E

 per prevenire lossidazione degli acidi grassi


insaturi delle membrane cellulari, delle proteine
e degli acidi nucleici

Una carenza di vitamina E comporta difetti generali dello


sviluppo, compresi disturbi al sistema nervoso e al metabolismo
generale

Vitamina K

esiste in molte forme ed sintetizzata dalla flora batterica intestinale


importante per la coagulazione del sangue
determina carbossilazione dei residui di ac. glutammico della protrombina
chelazione del calcio e formazione di complessi protrombina/calcio/fosfolipidi
di membrana
carenza  aumento del tempo di protrombina
emorragie

Il decumarolo (anticoagulante) interferisce con lazione della vit. K


rallenta la coagulazione e riduce i rischi di trombosi