Sei sulla pagina 1di 2

Alessandro Manzoni

1785-1873
La vita
Alessandro Manzoni nasce a Milano nel 1875 dalla madre Giulia Beccaria, figlia di Cesare Beccaria,
noto autore del trattato Dei delitti e delle pene. Va in collegio, e a ventanni raggiunge a Parigi la madre
fino al 1810. Nel 1806 sposa la ginevrina Enrichetta Blondel, la quale grazie alla sua sensibilit
religiosa, riesce a far ritrovare a rafforzare al fede del Manzoni. Manzoni spera che le rivoluzioni del
1821 vadano a buon fine, e per questo scrive anche unode. Nel 1861, anno in cui Vittorio Emanuele II
eletto senatore del nuovo Regno dItalia, Manzoni soffre nella sua vita privata: ha problemi di salute,
perde la moglie e 5 figli dei suoi 10. Gli muore anche la seconda moglie. La morte lo coglie a Milano, in
seguito a una stupida caduta dagli scalini della Chiesa di San Fedele, nel 1873, allet di 88 anni.
Le opere
Nelle opere di Manzoni si riconoscono molti dei temi del Romanticismo. Tra le sue opere si ricordano:
Del trionfo della libert un poemetto scritto a 16 anni per celebrale la Repubblica Cisalpina;
Inni sacri essi sono 5 composizioni poetiche che celebrano le solennit ecclesiastiche pi
importanti;
Odi due composizioni poetiche, quali Marzo 1821 e Il cinque maggio, nelle quali Manzoni
riflette sui fatti storici che sta vivendo;
Tragedie esse sono 2, Il Conte di Carmagnola e Adelchi, nelle quali sono presenti i temi del
tradimento del conflitto tra realt e ideali, e il tema della Provvidenza Divina.
I Promessi Sposi romanzo storico detto anche Romanzo della Provvidenza Divina.

I Promessi Sposi
Con i Promessi Sposi, Alessandro Manzoni lascia il modello pi alto e compiuto di romanzo storico
italiano. Un Romanzo Storico un romanzo che ambienta una vicenda, non si sa se vera o inventata, in
luoghi precisi e reali. I temi fondamentali di questo romanzo sono la vita degli umili e la Provvidenza
Divina.
Per quanto riguarda la vita degli umili, per la prima volta la gente comune protagonista di un romanzo.
Invece per la Provvidenza Divina, Manzoni ritiene che essa guidi la storia degli uomini. Infatti, coloro
che sono umiliati e perseguitati, cercano nella Provvidenza Divina le ragioni del loro soffrire.
I due protagonisti principali di questo romanzo sono Renzo Tramaglino e Lucia Mondella, due giovani di
umile condizione. Essi progettano di sposarsi e ogni cosa pronta, fino a quando Don Rodrigo, un
signorotto spagnolo, manda i bravi, gli sgherri di Don Rodrigo, a minacciare Don Abbondio, il curato
che deve celebrare il matrimonio. Don Rodrigo progetta di rapire Lucia, ma lei riesce a scappare e con
laiuto di Fra Cristoforo si rifugia a Monza. Qui, con il doppio gioco di Suor Gertrude, la superiore a cui
stata affidata Lucia, permette che lInnominato, un criminale, rapisca Lucia e la porti al suo castello.
L, Lucia riesce a commuovere lInnominato e cos, egli si converte alla fede davanti al Cardinale
Borromeo. Intanto, Renzo riesce a scappare da una rivolta causata dalla mancanza di pane. A questo si
aggiunge il problema della peste, con la quale Renzo e Lucia si ammalano, anche se riescono a guarire.
Finalmente, dopo tante tragiche vicende, Renzo raggiunge Lucia al lazzaretto, e con laiuto di Fra
Cristoforo riescono a sposarsi, mentre Don Rodrigo muore affetto dalla peste tra atroci sofferenze.