Sei sulla pagina 1di 24

6 9 12 14 19

La torre del vento Polins dello Studio Michele De Lucchi Una nuova idea Marco Ferreri
di Bolzano Marco Acerbis sul Mar Nero di fabbrica tra arte e design

www.ioarch.it 35
Anno 5 - n35 - ottobre 2010 - euro 3,20 - Pubblicit: Font srl via Siusi 20/a 20132 Milano - tel. 02 2847274
fax 02 45474060 - pubblicita@fontcom.it - Sped. in abb. postale 45% D.L. 353/2003 (conv. in L. 27.02.2004 n.46) art. 1, comma 1, DCB Milano

La forma
della tecnologia
carlo ezechieli intervista Matthias sauerbruch

C Sbarco a venezia
alcolo e automazione, due
settori in continua crescita e
la cui evoluzione sta avendo
conseguenze concrete sulle
tecnologie con cui si progettano e
realizzano opere di architettura. La
capacit di calcolo il motore trainante
di questa rivoluzione. Un computer
di 30 anni fa, grande quanto una
stanza, non era a in grado di svolgere
operazioni banali ed oggi alla portata di
un semplice cellulare-palmare. Il Finite
Element Method (FEM), ad esempio,
ora gestibile da convenzionali PC e
programmi freeware, permette calcoli
strutturali o fisico-tecnici e soluzioni in
precedenza inimmaginabili. Raffinati
concetti di biomimesi come la Soft
Kill Option (SKO), principio secondo
il quale in natura qualsiasi elemento
ridondante viene eliminato, sono oggi
applicabili grazie specifici software,
a strutture o a prodotti di disegno
industriale. Da soluzioni informatiche
dipendono tecnologie di comunicazione,
che a loro volta permettono flessibilit,
tempi e logistiche nel lavoro terziario
differenti rispetto al passato e pertanto,
nuove esigenze, nuove tipologie e nuovi
spazi. Macchine del tipo Computer
Aided Machine (CAM) consentono
infine di realizzare oggetti o perfino
edifici, come nel caso dei grandi
plotter 3D di tipo Contour Crafting,
in breve tempo e in modo del tutto
automatizzato. Molte traslazioni
paradigmatiche in architettura, la
pi recente lArchitettura Moderna,
sono state spinte da innovazioni in
campo tecnologico. Nonostante il
recente proliferare di forme gratuite
ed arbitrarie, promosse forse pi da
logiche di mercato e di apparenza che
non da una reale comprensione del
contesto tecnologico e dei metodi di
produzione, la tecnologia apre ancora
una volta nuove frontiere progettuali.
Lestensione di queste frontiere e la
fondatezza di nuove soluzioni dipende
principalmente dalla capacit dei
Lo studio tedesco Sauerbruch&Hutton si aggiudicato il primo premio al concorso per il progetto di M9, il
progettisti. Museo del 900 a Mestre. Matthias Sauerbruch ci racconta, insieme alla sua filosofia di lavoro,
Carlo Ezechieli il motivo per il quale Mestre non poteva essere un luogo pi adatto per questo progetto a pagina 3 >>>

in principio c
nuovi architetti / carlo ezechieli

Pensiero verticale la conchiglia


La torre come self-contained city: un lavoro di tesi
che valso a Filippo Martines il premio Nardi 09 Produrre cemento e materiali per ledilizia
sottraendo anidride carbonica allambiente.

L
e tesi di laurea sono spesso del Premio Nardi, sicuramente
unoccasione di messa a punto un caso notevole in termini di
In natura si costruisce cos
delle teorie e degli interessi innovazione e di riscoperta della

L
dei docenti. Altrettanto tipologia della torre. Innanzitutto si a produzione di cemento responsabile del 5%
spesso sono motivo di noia o la parla di torre non tanto in termini circa delle emissioni di anidride carbonica (CO2)
proposizione di ipotesi fantasiose, di bigness, di semplice immagine dovute alle attivit delluomo. Per produrre una
neanche lontanamente affrontabili e di puro mercato come sembra tonnellata di cemento la quantit di CO2 emessa
in altre sedi. E pi raramente, pur essere la tendenza oggi prevalente, stimata tra 0.8 e 1.1 tonnellate. Tali emissioni sono
con soluzioni ambiziose e di non ma in termini di sperimentazione dovute per il 40% circa al combustibile fossile utilizzato
facile realizzazione, sono proposte tecnologica e di proposizione di per cuocere le materie prime nei forni e per il restante
brillanti capaci di esprimere, con nuovi modelli abitativi. La torre 60% al processo di calcinazione che trasforma il calcare
un eccellente lavoro di sintesi, le contemporanea diventa in questo in calce. Da molti anni si discute della necessit di
condizioni che caratterizzano la lavoro di tesi una vera e propria ridurre le emissioni di questo gas ormai unanimemente
nostra epoca. Alla luce di queste self-contained city: un sistema riconosciuto come uno dei maggiori responsabili del
considerazioni, la tesi di laurea di abitato compatto, caratterizzato surriscaldamento globale del pianeta.
Filippo Martines, vincitore nel 2009 a pagina 2 >>> a pagina 5 >>>
2 IoArchitetto 35

Pensiero verticale
>>> dalla prima pagina materia ed energia. La ricchezza un disegno e una misura alla
dellarticolazione architettonica facciata esterna. Ognuno di questi
dallo stesso livello di complessit interna un altro aspetto grandi tralicci , nel progetto
e di ricchezza spaziale e funzionale importante, ma forse la e nel modello in scala, una
propria di una citt tradizionale. caratteristica pi affascinante struttura automontante azionata
Viene dedicata particolare ed innovativa di questa proposta da martinetti idraulici.
attenzione al sistema dei percorsi progettuale la possibilit La torre si apre a pantografo
interni, non solamente ascensori di montaggio tramite sistemi permettendo tempi rapidi di
ma viali pedonali: un nastro meccanici ed automatizzati. Il costruzione e un apporto limitato
continuo, formato da un sistema dibattito, recentemente molto di manodopera. Operando un
di piani inclinati, che connette vivo, sulla prefabbricazione e eccellente lavoro di sintesi tra arte
luoghi residenziali, spazi di sullautomazione in edilizia si affida del costruire, urbanistica e soluzioni
interesse comune (piazze, scuole), ampiamente a capacit di calcolo tecnologiche particolarmente
spazi verdi, terrazze e luoghi di sempre maggiori che permettono evolute, la tesi di Filippo Martines
produzione. di controllare e creare macchine ripropone finalmente un approccio
La torre, pensata come una evolute al punto di intervenire capace di considerazioni di
configurazione edilizia complessa, direttamente nelle lavorazioni e nei tipo tecnologico-realizzativo,
anche un sistema compatto processi di costruzione. In questo unattitudine da cui larchitettura
e pertanto estremamente caso, la struttura composta da rimasta ormai per troppo tempo
efficiente, in grado di trasformare grandi moduli a traliccio conferisce slegata.

Il macro alup
(aIr lIft up) system

Nella sua tesi Filippo Martines ha messo


a punto una nuova tecnologia costruttiva:
una struttura costruita interamente a
terra che si auto-posiziona nelle sue
coordinate spaziali di progetto. Con la
collaborazione dellarchitetto Dante Bini
(Binishells, Los Angeles), che dagli anni
Settanta ha realizzato 1.600 cupole in tutto
il mondo utilizzando membrane gonfiabili,
dellingegner Gianfranco Tei della Sapienza
di Roma, dellarchitetto Riccardo Peroni
e della sede di San Francisco di SOM
(Skidmore, Owens & Merrill) ha messo
a punto il prototipo funzionante in scala
1:400 pubblicato in prima pagina.

A fianco, gli schemi che ne illustrano


il funzionamento:

6. Serrati pattini e cerniere di B e A2 e


rimossi i tiranti, la pressione pneumatica
solleva lelemento A1. In seguito
verr costruito il solaio del modulo
B, su cui verranno posati gli argani
che porteranno in quota i sottostanti
solai assemblati a terra, assicurati
alle travi reticolari per mezzo di tiranti
e opportunamente controventati.
Successivamente si eseguir la gettata
di calcestruzzo e linstallazione degli
La tesi prende in esame Parigi, per la quale impianti.
Filippo Martines immagina una conclusione in
verticale (nel render a sinistra) dellasse irrisolto 5. Arrivato in posizione, il modulo A1 viene
che dagli Champs Elises conduce alla Defense. tirantato di nuovo e al suo sistema
La ricerca di una forma iconica coincide con pneumatico applicata una depressione.
la suddivisione del macrosistema urbano in Poich le cernirre del modulo B sono
microsistemi sviluppati in verticale. Non solo serrate questo pu traslare solo in
campus universitario ma, nellattacco a terra, verticale. Nel frattempo una pressione
servizi per la citt circostante. Sopra, uno degli pneumatica spinge verso lalto il
schemi di massima della suddivisione delle modulo A2, che si apre mentre B trasla
funzioni nella torre con, in verde, le fattorie verso lalto e A1 si chiude. Completata
verticali impostate secondo i principi dello zero loperazione, il nucleo centrale viene
waste per la produzione di cibo a basso costo. collegato alla struttura esterna
Sotto, dalle tavole della tesi, le Grande Arche mediante travature reticolari.
oggi, come potrebbe apparire nel 2015 e, nella
visione di Martines, nel 2050. 4. Serrati pattini e cerniere del modulo B e
sganciati i tiranti del modulo A1, questo
viene alzato mandando in pressione il
suo sistema penumatico.

3. Il modulo A1 viene tirantato ai piloni


centrali e tende a chiudersi verso lalto,
portando con se il modulo B, aiutato nel
sollevamento dal sistema pneumatico.

2. Il modulo A1 viene sollevato mediante


tecnologia pneumatica o idraulica: una
volta in posizione, cerniere e pattini
vengono serrati, rimanendo in piedi per
forma.

1. Poggiati sul terreno i primi tre moduli


si inizia lo sviluppo verticale con la
cotruzione dei piloni del nucleo centrale.
IoArchitetto 35 3

Sbarco a venezia
>>> dalla prima pagina che economici. Credo infine che il Come si sviluppa il progetto Quali sono le caratteristiche
coinvolgimento emotivo della gente del M9? del vostro progetto?
Da molti suoi progetti, da quello sia fondamentale anche per quello Mi piace particolarmente Mestre, Larea di progetto caratterizzata
per Piazza Maciachini a Milano che riguarda il futuro delledificio in credo perch Venezia ormai da da un certo disordine tipologico -
a quello, vincitore del concorso, termini di appropriazione e, pertanto, tempo un clich che possibile edifici di 5 piani, di 3, di 2 o di uno -
per M9 a Venezia, la cosa che di cura dellopera in futuro. trovare replicato quasi ovunque: da affastellati senza logica apparente. Sauerbruch hutton
emerge in modo pi immediato Las Vegas, al centro commerciale, Lidea stata pertanto quella di Matthias Sauerbruch (Costanza, 1955) si
il particolare trattamento Le citt europee sono piuttosto al ristorante. Venezia stessa finita progettare qualcosa che fosse in laurea allArchitectural Association di Londra.
dellinvolucro e della facciata. sobrie in termini di colore: Milano per diventare una sorta di caricatura grado di confrontarsi con tutto Dal 2008 docente incaricato alla Graduate
Da cosa deriva? una di queste. Se il vostro obiettivo di s stessa. Mestre lestremo questo, ma che allo stesso tempo School of Design di Harvard. Fino al 1988
Credo sia una buona idea comparare la continuit con il contesto, opposto: il luogo dove la gente fosse riconoscibile, con una facciata ha lavorato per Rem Koolhaas in OMA.
il progetto del M9 con quello di perch lutilizzo di superfici quasi vive, la citt si trasforma, quello che a pixel e con molte reminiscenze Louisa Hutton (Norwich, 1957), nel 1985
Maciachini. M9 un progetto che grafiche, che possono essere , in una parola pi genuina. Per di futuriste. Abbiamo pensato al si laurea allArchitectural Association di
deve ancora iniziare e i colori interpretate come volont di pi una situazione dove qualsiasi cemento, come un materiale Londra, dove insegna fino al 2001. Dal 2008
saranno probabilmente differenti dal docente incaricata a Harvard.
disegno iniziale, mentre Maciachini Fondato nel 1989, lo studio Sauerbruch
ha attraversato pi o meno lo stesso Hutton di Berlino conta oggi circa 80
processo fino ad arrivare alla sua collaboratori. Tra i lavori pi noti, la sede
configurazione attuale. generale della GSW di Berlino (1999);
listituto di ricerca farmacologica a Biberach
Perch il colore negli edifici? (2002); la Federal Environmental Agency
Perch no? C un repertorio a Dessau (2005), il museo Brandhorst a
immenso di architetture policrome Monaco (2008), il complesso per uffici e
dellantichit, dai greci ai romani, spazi commerciali Mac a Milano (2010).
come in molte notevoli architetture
del XX secolo. Il colore un
elemento che si rivolge direttamente
alle emozioni della gente, le persone Il museo del 900
reagiscono emotivamente, e questo
significa che il suo un impatto Spazio espositivo, mediateca-archivio:
piuttosto forte. Utilizzo spesso 8.000 mq., volumetria 40.000 mc,
il colore allo scopo di ricreare sullarea dellex caserma Pascoli
unatmosfera. Maciachini, ad Accanto lex convento benedettino,
esempio, si inserisce in una realt poi caserma e distretto militare,
milanese articolata e multicolore sar trasformato in un piccolo centro
- con vecchie zone industriali, commerciale urbano di 4.500 mq.
frammenti di quartieri, tessuti molto Limmobile Poerio-Brenta Vecchia
differenziati - il colore corrisponde ospiter unit commerciali e direzionali
a queste condizioni multiple, su 4.400 mq
funzionale alla composizione e si Al concorso di progettazione,
orienta secondo scelte precise. comprendente anche lex convento
Vogliamo fare unarchitettura rivolta benedettino, sono stati invitati sei
alla gente e che sappia risvegliare studi: oltre a Sauerbruch&Hutton: David
emozioni. Chipperfield, Eduardo Souto de Moura,
Mansilla+Tun Arquitectos, Massimo
Quali sono le caratteristiche Carmassi, Pierre-Louis Faloci.
fondamentali della sua
architettura?
Siamo molto interessati alla astrazione dalla tradizione? intervento di trasformazione non interessante da combinare con le
sostenibilit. Questo in modo non La tradizione non questione di pu far altro che migliorare la piastrelle: un materiale grezzo con
inteso solamente in senso tecnico/ imitazione o di ripetizione, ma situazione esistente. Credo che materiali pi rifiniti.
tecnologico, ma in una visione che di comprensione profonda. Il lidea di realizzare il Museo del Il piano terreno molto
coinvolge il luogo e le preesistenze. progetto contemporaneo di Milano XX Secolo proprio a Mestre sia trasparente, aperto allaccesso
La maggior parte dei nostri progetti deve chiaramente soddisfare particolarmente azzeccata, anche pubblico, mentre i piani
si inserisce e riferisce alla cultura esigenze molto diverse rispetto al perch Mestre, nel bene o nel male superiori sono dedicati
europea e il nostro obiettivo passato in termini di funzionalit e proprio un prodotto del XX secolo. allesposizione.
quello di confrontarci con rappresentazione. Da questo punto
situazioni preesistenti nellintento di di vista condivido pienamente
migliorarle. Questo, pur continuando lapproccio di Aldo Rossi,
nella tradizione di quanto abbiamo
incontrato. un po come aggiungere
caratterizzato da unattenzione
particolare alla tipologia e alla
Flash alessandrobelgiojoso
PyongYang, Corea del Nord, 2010
alla citt un nuovo livello, un continuit con il preesistente
Le strade vuote deserte sempre pi, leggo il tuo nome ovunque intorno a me (Citt vuota di Pino Cassia, cantata da Mina, 1963)
nuovo strato culturale. Per quanto intesa in senso fondamentalmente
riguarda la questione sostenibilit in morfologico.
termini tecnici, progettiamo edifici
ad alta efficienza: che richiedono In quale delle sue opere si identifica
poca energia, che si affidano alla di pi e perch?
luce solare e che, in sostanza, Ogni nostro progetto credo sia come
puntano a migliorare il rendimento un bambino, ognuno ha la sua storia
delledificio sia in termini ecologici e la sua personalit. Crescono, e noi
cresciamo con loro. A tutti i progetti
dedichiamo lo stesso identico
impegno ed davvero difficile fare
differenze.

E quali sono le sue influenze


principali, sia in architettura
che in altri campi?
Siamo molto interessati alle arti
visive, senzaltro di pi, ad esempio,
che alla letteratura o alla musica.
Ci sono ovviamente diverse influenze
classiche ed imprescindibili come
Le Corbusier, Mies o Walter Gropius,
ma non credo che ci sia una fonte
In copertina e sopra il titolo, render del progetto univoca. Dobbiamo infine molto
vincitore del concorso per il Museo del Novecento anche alla nostra formazione: Louisa
di Mestre; qui sopra, un particolare del Mac Center (Hutton, socia di Sauerbruch, NdR)
progettato da Sauerbruch sullarea ex-Carlo Erba a ha lavorato per diversi anni con
Milano (foto Andrea Buttarello - http://flickr.com/ Alison e Peter Smithson, io per
buttha). cinque anni a OMA.
4 IoArchitetto 35

brevi / camilla morlacchi

Legno contemporaneo Sistema dautore Metra Premio Mies van der Rohe
Sempre pi numerosi gli architetti che progettano con il legno, come Premiazione ufficiale lo scorso 8 ottobre, sulle rive del lago dIseo,
Matteo Thun (indimenticata la sua casa Heidis), Alberto Cecchetto, per i vincitori della XVIII edizione del Premio Internazionale Sistema
Piero Lissoni, Ezio Riva e Gerardo Sannella, che hanno presentato i dAutore di Metra. 26 premi per 4 categorie di realizzazioni e una
loro progetti al convegno organizzato lo scorso 5 ottobre a Milano menzione speciale fuori concorso per il nuovo ingresso polifunzionale
dal Gruppo Rubner, la holding sud-tirolese che dalla prima segheria dello stabilimento Metra (arch. Cadeo, vincitore anche per il Centro
di Chienes nel 1926 ha fatto del legno come materiale da costruzione Studi Paolo VI di Concesio, con Studio Pasotti). Tra gli altri progettisti
una missione, dalle prime blockhaus alle grandi strutture in legno premiati: lo studio Garretti per lEdison Project di Sesto San Giovanni,
lamellare. Ultimo riconoscimento il Social Housing Award 2010 Caputo Partnership per il Palazzo di Regione Lombardia a Milano, Lea Pelivan Toma Plejic, photo by Robert Les
per i 220 moduli abitativi temporanei costruiti a LAquila da Rubner Massimiliano Fuksas per il centro residenziale/direzionale
Objektbau. www.rubner.com 28 Duca dAosta di Brescia, Werner Tscholl per il recupero di Cascina Iniziativa congiunta della Commissione Europea e della Fundaci Mies
Tregarezzo come ampliamento della sede Mondadori di Segrate (MI). van der Rohe, il premio viene conferito ogni due anni a lavori realizzati
Tra gli installatori due premi a Focchi (Regents Place a Londra e Edison in Paesi che rientrano nel programma europeo Culture 2000. Vincitore
Business Center) e un premio a Bluesteel per le facciate a doppia pelle della V edizione (premio di 60mila euro) risultato Snhetta per il
La Corea vicina della torre Le Ksar ad Algeri. www.metraarchitettura.it teatro dellopera di Oslo. Menzione speciale di 20mila euro a Studio Up
per il il Gymnasium 46 09 E di Koprivnica, Croazia (nella foto).
Corea: un viaggio impossibile? La risposta al titolo della mostra La mostra itinerante in Triennale a Milano fino al prossimo 31 ottobre
del nostro fotografo Alessandro Belgiojoso (una foto a pag. 3 di (mar-dom 10,30/20,30). www.triennale.org
questo numero) no se dopo Seoul gli scatti fotografici, realizzati Il fotografo Peressutti
in due anni di lavoro tra Sud e Nord, dal 20 settembre sono esposti
a PyongYang, superando quel 38 parallelo che sembra ancora Come gli altri soci dello studio
invalicabile; scatti attraverso i quali si leggono sia le differenze BBPR, Peressutti non si limit Arrivano le Eco-Pa(n)ck
economiche e urbanistiche sia le vicinanze di usi e costumi lungo tutta allarchitettura e nella sua
la penisola. Con il patrocinio dal Ministero degli Esteri, lanno prossimo esplorazione delle forme Design del riciclo
lesposizione arriver in Italia. www.belgiojoso.com/alessandro espressive pratic anche la quello di Matchbox,
fotografia. In mostra fino al 15 Nuvola, uRbik, Favelas,
ottobre a Venezia, a cura di Floating Paper, Retr,
Serena Maffioletti, docente IUAV, le sei panchine donate
Design Matters a Lambrate 88 degli oltre 300 scatti realizzati il 2 ottobre da CONAI
negli anni Cinquanta in Puglia - Consorzio Nazionale
Prosegue fino al 20 novembre la prima personale italiana di Makkink da Peressutti che, fotografando Imballaggi - a 21 citt italiane. Progettate da Giulio Patrizi, le Pa(n)ck
& Bey. Lo studio, fortunato incontro tra il designer Jurgen Bey, che larchitettura spontanea mediterranea, gli oggetti, gli spazi e le azioni sono arredi urbani divertenti, colorati, funzionali ed eco-friendly,
ha fatto parte del collettivo Droog, e larchitetto Rianne Makkink, delluomo ne documenta larmonica unitariet, insieme societ e realizzate con materiali derivanti dalla raccolta differenziata e dal
nato a Rotterdam nel 1992 e paesaggio. Ai tempi in cui insegnava a Princeton Peressutti present riciclo di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro. Su ogni
ha ricevuto numerosi premi di quelle immagini a un convegno dellIndustrial Designers Institute. seduta sono incise, serigrafate o stampate le 10 parole chiave di ogni
rilievo. I suoi lavori, riconoscibili Immagini che entusiasmarono anche Le Corbusier. raccolta differenziata di qualit: separa, riduci, dividi, togli, differenzia,
per le soluzioni formali che controlla, riconosci, conferisci, introduci, ricorda.
sottolineano la relativit del
design, che esiste solo in quanto
inscritto in una dimensione Arte e restauro a Firenze
storica, culturale, di relazioni Ritorna Ediltrophy
e interessi economici, sono Dall11 al 13 novembre alla Stazione Lepolda a Firenze la seconda
stati esposti tra gli altri al edizione della manifestazione che riunisce cultura e ricerca scientifica,
Centre Pompidou di Parigi e al sapienza artigianale e formazione specialistica per la conservazione
Victoria&Albert Museum di Londra. Da Plusdesign, in via Lambrate 6, e la cura dellimmenso patrimonio artistico italiano. Informazioni su
a Milano, dove sono in mostra anche gli oggetti darredo prodotti in www.salonerestaurofirenze.org.
edizione limitata dalla galleria di Lilia Laghi e Mariano Pichler.
www.plusdesigngallery.com

Ambientelab
Concorso per un bicchiere Nata lo scorso settembre, Ambientelab si propone di promuovere
letica, la qualit e la sostenibilit ambientale nel settore delle
Si rivolge esclusivamente a iscritti o diplomati di PoliMi, IUAV, facolt costruzioni. Ambientelab si presenta a progettisti e imprese di
di architettura di Firenze, ISIA, IED Milano e Firenze e Domus Academy costruzioni come punto di riferimento tecnico nel settore delle prove, La gara di arte muraria tra squadre di mastri e apprendisti
il concorso di design indetto da Convivium, societ di catering dei controlli, dellispezione, della ricerca e della certificazione dei muratori sta diventando una grande attrazione di SAIE: la finale
fiorentina che festeggia cos i suoi primi 30 anni, con la collaborazione materiali. Le societ che ne fanno parte - ICMQ (certificazione dei nazionale tra i vincitori delle selezioni regionali, ripresa lo scorso
di IVV Industria Vetraria Valdarnese e Ex3 Centro per larte materiali), CET Servizi (prove fisico-chimiche), Museo Civico di Rovereto anno da 20 televisioni, si svolger questanno nellambito della
contemporanea Si tratta di disegnare, seguendo i parametri tecnici del (sostenibilit ambientale e geofisica) e SEA (analisi chimiche dei rassegna bolognese sabato 30 ottobre. Merita ricordare che non
bando, un bicchiere che diventer oggetto personalizzato Convivium terreni, acque, polveri e rifiuti), possiedono inoltre le conoscenze e le solo spettacolo: le selezioni regionali si svolgono sempre a
per i banchetti organizzati dalla societ e, nella versione neutra, tecnologie necessarie per sostenere progetti di ricerca e innovazione conclusione delle Giornate della Formazione in Edilizia previste dal
entrer nella collezione IVV. Iscrizione e consegna dei lavori entro il 15 dei prodotti e dei processi produttivi. www.icmq.it CCNL di categoria e organizzate da Formedil, lente nazionale per
novembre 2010, bando su www.ivvnet.it. laddestramento professionale in edilizia. Di cui c tanto bisogno.

AutoCAD su Mac www.ioarch.it


35
Ci sono voluti 18 anni ma finalmente ritornato.
Direttore Carlo Ezechieli
AutoCAD nativo per Mac OSX la grande novit che Autodesk Direttore responsabile Sonia Politi
presenta a SAIE. E siccome nel frattempo il mondo (e anche il Comitato editoriale Myriam De Cesco, Antonio Morlacchi
Mac) cambiato, sono gi pronti anche SketchBook e AutoCAD redazione Nadia Rossi, Marcela Velazquez, Alice Orecchio, Camilla Morlacchi
WS, una app gratuita per visualizzare e modificare file DWG Grafica e impaginazione Roberta Basaglia
direttamente su iPhone e iPad (80.000 download nel solo giorno Collaboratori Daniela Baldo, Alessandro Belgiojoso, Atto Belloli Ardessi, Mara
del rilascio). I device mobili non sono una semplice estensione Corradi, Davide Crippa, Alessandro Ezechieli, Alice Gramigna, Nora Fumagalli,
Marco Penati, Joe Zaatar, Mariella Zoppi
della collaborazione in remoto ma una nuova opportunit per
operare direttamente sul campo, acquisire rilievi, svolgere analisi, Diritti di riproduzione riservati.
La responsabilit degli articoli firmati degli autori. Materiali inviati alla redazione, salvo diversi accordi,
confrontare banche dati con situazioni reali. la lunga strada del non verranno restituiti.

BIM (Building Information Modeling), che nasce per gli architetti editore Font srl, via Siusi 20/a, 20132 Milano - tel. 02 2847274
ma si rivela di grande utilit per le imprese (la met delle imprese fax 02 45474060 - ioarchitetto@fontcom.it - www.ioarch.it
di costruzioni negli USA utilizza strumenti BIM, una crescita del pubblicit tel. 02 2847274 - fax 02 45474060 - pubblicita@ioarch.it
75% in due anni) e per i proprietari e i gestori di immobili, che con abbonamenti tel. 02 2847274 - fax 02 45474060 - abbonamenti@ioarch.it
il BIM potrebbero identificare, visualizzandole in forma grafica, Prezzo di copertina euro 3,20 - arretrati euro 6,00
le possibili criticit della suc-cessiva manutenzione insite nel Abbonamento annuale (10 numeri) euro 25,00
progetto di un edificio. In altre parole, pi che un software BIM Versamento su c.c.p. 64538911 intestato a Font Srl
un processo, tanto pi vantaggioso ed efficiente quanto pi Reg. Tribunale di Milano n. 822 del 23/12/2004
adottato fin dalle prime fasi di sviluppo in forma collaborativa Sped. in abb. postale 45% D.L. 353/2003 (conv. in L. 27.02.2004 n.46) art. 1,
comma 1, DCB Milano
da tutti gli attori della filiera: architetti, ingegneri strutturisti e Render tridimensionale di una citt esistente con linserimento
impiantisti, contractor e committenti. del progetto di un nuovo grattacielo. Software 3ds Max fotolito e stampa Pinelli Printing Srl, Milano
www.autodesk.it (render courtesy di Spine3D).
IoArchitetto 35 5

In principio c la conchiglia
>>> dalla prima pagina Quello che avviene in natura stato preso minerali ferrosi, anidride solforica,
come spunto per la ricerca e lo sviluppo di metalli, etc. Proprio quei componenti che Question time
Lindustria del cemento potrebbe dare un processi innovativi per produrre cemento, con fatica e costi elevati provengono
contributo importante, se le nuove tecnologie aggregati e altri materiali per edilizia ad dallattivit estrattiva: Lapproccio sicuramente affascinante,
che hanno cominciato ad affacciarsi nel impatto zero o addirittura a bilancio negativo - la combinazione in maniera opportuna soprattutto perch, essendo una tecnologia
settore negli ultimi anni saranno impiegate su di CO2 . Il principio base su cui si fondano di questi elementi per produrre in prima recente, sono ancora molti i margini di
larga scala. limpiego di nuove fonti da cui attingere le istanza materiale calcareo ma anche sviluppo e miglioramento. razionalmente,
C chi la considera una svolta epocale. materie prime: aggregati e materiali di tipo pozzolanico com giusto che sia per ogni novit, la
materia solleva delle domande. ad alcune
La biomimesi (disciplina che studia le - acqua del mare per avere calcio, magnesio; con propriet idrauliche, che mimano le
gi possibile rispondere; altre restano
caratteristiche degli esseri viventi come - emissioni gassose provenienti da centrali caratteristiche del cemento per come lo si
ancora aperte.
modello per il miglioramento di attivit e elettriche o legate al ciclo dellacciaio conosce oggi;
tecnologie) stata il punto di partenza. e del carbone. Questi gas normalmente - processi chimico-fisici integrati, efficienti Domanda. Quello che viene prodotto cemento
In natura, nei mari e negli oceani piante e dispersi in atmosfera sono ricchi in CO2 e dal punto di vista energetico e sostenibili uguale a quello tradizionale con la stessa
animali (per esempio coralli e conchiglie) non solo. Le ceneri leggere derivanti dalla economicamente per ottenere il risultato composizione e le stesse specifiche tecniche tali
costruiscono il loro scheletro fatto di combustione del desiderato. da poterlo impiegare nelle stesse applicazioni
carbonati usando i cationi Magnesio e Calcio carbone contengono Germano DArasmo* del Portland?
presenti in abbondanza nelle acque marine ad esempio silice, risposta. Innanzitutto non tutte le societ
sotto forma di sali disciolti e la CO2 anchessa ossido di calcio, * Chemistry Senior Research Scientist dichiarano di produrre cemento (termine
presente disciolta nelle acque. Sottraggono usato spesso in modo improprio) ma pi in
quindi anidride carbonica dallambiente generale materiale per edilizia. Anche quello
3 che cemento in senso stretto, dal punto
intrappolandola in un composto
di vista chimico, ha una composizione diversa
solido e stabile.
da quella del Portland. Questo per non vuol
dire che le caratteristiche tecniche debbano
necessariamente essere inferiori. Gli aspetti
strutturali sono, ovviamente, quelli che
andranno valutati con maggiore attenzione e
1 richiederanno un certo tempo. Escludendo le
strutture portanti per gi oggi molti di questi
materiali possono e hanno gi trovato spazio
per applicazioni ed esistono diversi esempi
di realizzazioni effettuate. evidente che un
2 prodotto ed una tecnologia appena nati si
devono confrontare con qualcosa che esiste e
viene usato dai primi dellOttocento e non sar
quindi facile anche da un punto di vista culturale
conquistare quote di mercato. I produttori
delleco-cemento ne sono consapevoli e loro
stessi per il momento consigliano limpiego dei
loro prodotti in una vasta gamma di applicazioni
tranne quelle strutturali, almeno sino a quando
Illustrazione gli enti regolatori non si saranno pronunciati.
solidi legami courtesy of Oppure puntano allimpiego in miscela con il
Trasformare lanidride carbonica in cemento Spiegel Online: Portland.
www.spiegel.de Domanda. Questi processi sono
economicamente sostenibili?
risposta. Alcune aziende dichiarano che
1) Invece di disperdere i gas serra 2) Legandosi con il calcio e il magnesio 3) Un processo di essiccamento che
il loro eco-cemento concorrenziale con il
nellatmosfera attraverso le ciminiere, contenuti nel sale marino, lanidride utilizza il calore proveniente dagli Portland. Sicuramente la possibilit di usare
uno stabilimento a Moss Landing, carbonica si trasforma in carbonati. Per scarichi della fabbrica trasforma il fango fonti rinnovabili per lenergia necessaria alla
in California, li convoglia nellacqua ogni tonnellata di massa fangosa cos in blocchi che a loro volta vengono lavorazione e soprattutto il mercato dei crediti
marina. prodotta, mezza tonnellata di CO2 viene ridotti in polvere cementizia utilizzabile che si potr aprire per le quote di CO2 potranno
sottratta allatmosfera. come materiale da costruzione. fare da volano dal punto di vista economico.

I processi pi interessanti
La societ californiana Calera di resistenza hanno dato ottimi risultati in energetico; stabilizzazione del suolo; e
(www.calera.com ) ha lambizioso obiettivo confronto al cemento tradizionale. I materiali - la capacit di assorbire CO2 durante la fase Cenin wet cast product (WCP) ideale per
di riuscire a sostituire il Portland con il aggregati prodotti da Calera somigliano a di raffreddamento e messa in opera; miscelazione con calcestruzzi a presa rapida.
proprio cemento e i propri materiali. Ha materiale calcareo che pu essere usato in - lassorbimento di circa 7 q di CO2 per
sicuramente sviluppato il processo integrato miscela con altri componenti. ogni tonnellata di materiale cementizio Due giovani societ australiane: Calix usa
pi interessante che pu essere modulato in Lazienda, consapevole della necessit di prodotto. tecnologie con la calcinazione di ossidi;
funzione del sito produttivo e delle materie acquisire maggiori dati in relazione alle Lazienda sta realizzando un impianto pilota Tececo limpiego di cloruro e solfato di
prime disponibili. performance strutturali dei propri materiali, con lobiettivo di portare i suoi prodotti sul magnesio con idrossidi di Mg (www.calix.com.au
I suoi punti di forza sono: in via cautelativa per ora ne consiglia mercato entro 3-4 anni. Prodotto in fase di e www.tececo.com.au).
- la riduzione di materie prime di origine luso per il rifacimento del manto stradale, miglioramento, attualmente consigliato per
estrattiva, tramite luso di scarti industriali; pavimentazione, applicazioni non-strutturali, applicazioni di muratura non-strutturale.
- limpiego di fumi esausti o ceneri leggere (fly marciapiedi etc.
ashes) derivanti dalle centrali a carbone, che La societ gallese Cenin (www.cenin.
hanno unelevata temperatura e sono ricchi Altri processi industriali innovativi co.uk), che collabora con lUniversit di
di materiali come silice e calce; coinvolgono diverse aziende nel mondo. Cardiff, incardina il proprio innovativo
- luso di scambiatori di calore per recuperare processo integrato sui seguenti punti:
energia dallelevata temperatura dei fumi La societ Novacem (www.novacem.com), - utilizzo di scarti industriali per ridurre il
esausti da impiegare nel processo di nata nel 2007, ha messo a punto un processo fabbisogno di materie prime. In particolare
produzione del cemento; nel quale si usano silicati di magnesio e ossido di materiale pozzolanico, ceneri leggere
- lutilizzo dellacqua di mare (una di magnesio (MgO) come materie prime. Dal e gas esausti derivanti dalle operazioni
volta usati magnesio e calcio) per la punto di vista chimico si ottiene un prodotto estrattive in miniera, dalle acciaierie o
desalinizzazione, fornendo acqua potabile a diverso dal tradizionale cemento Portland. dalle centrali termiche;
costi inferiori degli impianti tradizionali di Il cemento Novacem contiene circa il 50-80% - utilizzo di fonti rinnovabili per il
desalinizzazione. di MgO e la restante parte costituita da fabbisogno energetico richiesto dalle Sezione di esempio dellEco-Cemento permeconcrete della
Calera attualmente produce il materiale carbonati di magnesio idrati. Solitamente lavorazioni: societ australiana Tececo: nellimmagine evidente la sua
inorganico SMC (Supplementary Cementitious il contenuto di magnesio come MgO nel Oiettivo: ridurre lemissione di CO2 del 75-95%. permeabilit.
Material), che si comporta come ceneri Portland molto inferiore (< 4-5%). Attualmente i prodotti commercializzati
sottili, fumi di silice, etc. , che reagiscono I vantaggi nellimpiego di composti a base sono due: Cenin semi-dry product (SDP), La Carbon Science (Santa Barbara, CA),
pozzolanicamente con lidrossido di calcio di magnesio sono: fondamentalmente materiale di tipo la Halifax (Nuova Scozia) e la C12 Energy
dando propriet cementizie. Lobiettivo - la temperatura di lavorazione di 650C pozzolanico con propriet idrauliche. (Cambridge, USA) sono altre pi recenti
quello di sostituire il cemento Portland per di molto inferiore a quella richiesta Testato, adatto per la produzione societ, che hanno incominciato ad operare
la preparazione del calcestruzzo. I primi test dal Portland con un notevole risparmio di calcestruzzo, pavimentazioni e nel settore.
6 IoArchitetto 35
archicantieri / sonia politi

Eco-landmark a bolzano
La Torre Hafner, che ridisegner lo skyline della citt, avr una sua precisa funzione rappresentativa

L
e hanno gi dato un nome, Torre del Vento, per Il recupero dellacqua piovana e luso della geotermia
linnovativa concezione di sfruttamento di vento, sole per garantire la climatizzazione fanno della Torre del
e biomassa come fonti di energia. Sar presto ledificio Vento Hafner unopera complessa e composita, al pari del
pi alto di Bolzano, un grattacielo di 15 piani la cui cantiere attualmente in corso illustrata in queste pagine.
forma ricorda quella di un prisma con volumi irregolari
e altezze variabili. Progettata dallo studio di architettura
Area 17 di Fabio Rossa, la nuova sede di Hafner, uno dei siamo tutti archimanager
pi importanti costruttori di sistemi per il riciclaggio dei in cerca di un equilibrio tra interessi pubblici e privati
rifiuti e delle biomasse con recupero energetico integrato,
avr una funzione fortemente rappresentativa. E non solo Il ruolo dellarchitetto ha subito una trasformazione radicale negli ultimi
dal punto di vista estetico: ledificio a impatto zero, anni, trasformazione che viene esasperata dalla attuale congiuntura
anzi addirittura positivo cedendo alla rete pubblica la economica. Il lato prettamente artistico della professione, che per anni
produzione energetica in eccesso. ha fatto la differenza tra i vari studi professionali, ora lascia spazio al
Per lo studio Area 17, che da anni si sta confrontando lato manageriale della professione, aspetto che diventa sempre di pi
con le politiche legate alla sostenibilit, passando per determinante anche e soprattutto in funzione del bombardamento di
lesperienza di Casaclima, la sperimentazione progettuale norme e leggi che imperversano nelle maglie dellattivit urbanistica. I
di questo edificio rappresenta una strada verso il futuro, sistemi di rappresentazione informatici hanno creato ununiformit delle
un esempio unico nellimpiego di tutti i tipi di energia rappresentazioni grafiche legate alla presentazione di un progetto, gli
rinnovabile disponibili in natura (acqua, sole, fuoco, elementi che fanno la differenza nella progettazione sono le capacit di
vento e terra). Realizzare edifici che producono energia, interpretare le norme in maniera certa, di pensare unopera che riesca a
per larchitetto Rossa significa usare un linguaggio coniugare con molto equilibrio gli interessi pubblici con quelli privati e
architettonico in grado di presentare in modo chiaro e predisporre un businnes-plan reale. Il linguaggio architettonico, rappresenta
trasparente la presenza delle tecnologie di produzione di per uno studio, un elemento di coerenza rispetto al dibattito interno allo torre del Vento, Bolzano
energia e che queste diventino parte integrante delledificio studio stesso. Il rischio di tale aspetto che molto spesso lesasperazione
stesso, fino a determinarne la forma. Una costruzione, del perseguimento di una coerenza di linguaggio porta a non prestare la Committente Hafner
quindi, in cui il cemento armato sia a vista, lacciaio dovuta attenzione al luogo. Il luogo e deve essere sempre il punto Architetto Fabio Rossa (studio Area 17) www.area17.it
rimanga acciaio, gli impianti elettrici e di climatizzazione, di partenza di ogni approccio progettuale non solo da un punto di vista Impresa esecutrice L.E.A. Costruzioni srl - www.leacostruzioni.it
cos come gli elementi di produzione energetica siano del funzionamento ma anche e soprattutto nella scelta del linguaggio Altezza 50 m
ben riconoscibili, senza subire il mascheramento che architettonico di riferimento. Nei prossimi anni dovremo confrontarci con
larchitettura tradizionale spesso impone. altre realt imparando a dialogare con un linguaggio anche su grande Principali fornitori
Il progetto prevede un edificio di 50 metri a pianta scala, tenendo in considerazione la nuova sensibilit rispetto al risparmio Casseforme Doka - www.doka.it
triangolare, il cui volume pulito in vetro si incastra e energetico ed allimpatto ambientale. La sfida dei prossimi anni ci trover Facciata doppia pelle Bluesteel srl - www.bluesteelsrl.it
buca la grande vela di pannelli fotovoltaici esposta a sud. interpreti di un grande rinnovamento sociale, le vecchie aree industriali Impianto termoidraulico Hollnder Idrotermica - www.hollander.it
Lenergia, oltre che dai pannelli fotovoltaici, viene prodotta dismesse dovranno essere riconvertite, offrendo una migliore qualit di vita Ascensori Kone - www.kone.com
sfruttando il moto convettivo della corrente daria che si e immaginando nuovi spazi per la collettivit.
viene a creare nellintercapedine vetrata con una serie di Fabio Rossa
turbine a elica poste allestremit superiore della torre.

Accanto al titolo, un render della Torre del Vento di


Bolzano. Al lato sud del grattacielo affiancata una
vela di acciaio che accoglier limpianto fotovoltaico.
Ledificio sar dotato inoltre di un rotore eolico e di un
sistema di recupero delle acque piovane.

A sinistra e nella pagina accanto alcune immagini


del cantiere. Ampio impiego di calcestruzzo faccia a
vista, sia per le pareti sia per i solai. Per garantire la
resa delle superfici, richiesta simile al marmo, sono
state impiegate casseforme per pareti DokaTop50,
che rientrano nella categoria 4 delle casseforme
per faccia a vista in abbinamento con il sistema di
mensole rampanti MF 240, dotato di passerelle di
servizio funzionali per una rapida e sicura esecuzione
dei lavori in quota. Con Top 50 stato realizzato anche
il volume distaccato della torre, di forma triangolare,
che raggiunger quota 50 m.

I solai dei primi piani hanno altezze che variano fra


8, 12 e 15 m, in funzione del fatto che alcune zone
aperte, che partono dagli interrati, verranno dedicate
ad esposizione. In queste zone, caratterizzate da
aggetti anche fino a 4-5 m, sono stati impiegati due
sistemi di casseratura per solai: Doka Xtra con puntelli
tradizionali per zone con altezze fino a 3,50 m e torri
di puntellazioni Staxo 100 per i solai pi alti.

A destra, pianta del piano terra (in basso) e di un


piano-tipo delledificio. Coperture verdi per buona
parte dei corpi bassi, pianta triangolare della torre
e del corpo scale staccato.
IoArchitetto 35 7

Ascensori
ecoefficienti
Gli ascensori consumano tra il 2 e il 10%
dellintero fabbisogno energetico di un edificio.
Anche per questo motivo, per gli impianti elevatori
della Torre del Vento la scelta caduta sul modello
MonoSpace di KONE, che richiede meno potenza
installata e consuma fino al 70% in meno rispetto
a un ascensore idraulico e fino al 40% in meno
di un normale ascensore a fune, oltre ad essere
il primo ascensore al mondo (introdotto nel 1996)
senza locale macchine, frutto di 2.300 brevetti.
MonoSpace stato reso possibile da KONE
EcoDisc, un innovativo sistema di trazione
che si basa su un motore sincrono assiale a
magneti permanenti e su una tecnologia gearless
(senza riduttore) che non soggetta a perdite di
efficienza, assicura allimpianto una vita pi lunga,
una maggiore affidabilit e silenziosit. Oltre
a ridurre sensibilmente il consumo energetico,
KONE EcoDisc non utilizza olio, eliminando di
conseguenza il rischio di inquinamento del suolo e
delle falde sotterranee e i rischi di incendio.
Tre gli impianti di elevazione installati a Bolzano,
tutti con velocit di 1,6 m/sec, di cui quello con
portata fino a 1.000 Kg/13 persone della serie
Special sar installato nella versione panoramica.

Sopra, schema dellascensore KONE MonoSpace e particolare del sistema di trazione KONE EcoDisc.
8 IoArchitetto 35
studio del mese / alice gramigna

lavorando oltre i margini


Luogo: Frosinone. Sito: i Piloni dell800, al limite tra il borgo antico e la citt moderna. Su questarea da riqualificare
si cimentano le due giovani professioniste dello studio Factory
Mariella anneSe

f
actory architettura: (Conversano, 1976). Dopo la laurea in
lo studio professionale di Architettura presso lUniversit degli Studi
Mariella Annese e Milena Roma Tre ha proseguito la formazione
Farina. Un nome che evoca affrontando il delicato tema del rapporto
la mitica factory americana di Andy tra progetto e contesti storici nella citt
Warhol e che per loro sinonimo di contemporanea. Ha ottenuto numerosi
laboratorio di ricerca ed esperienze premi e riconoscimenti in concorsi di idee
traversali tra architettura, arte e e progettazione. Dopo aver conseguito
nuove forme del sapere. il titolo di Responsabile di processi di
Nel 2007 Factory architettura nasce alto livello nel Master organizzato dal
a Roma dallentusiasmo di queste MiBAC MAQUARCH - Obiettivo qualit,
due giovani architetti, che, dopo le svolge attivit di consulenza alle Pubbliche
esperienze universitarie comuni, Amministrazioni nella programmazione e
hanno messo alla prova i loro organizzazione di concorsi. Sta concludendo
talenti, scoprendo cos quellaffinit il Dottorato in Sviluppo Urbano Sostenibile
progettuale necessaria per una con una tesi sullo spazio pubblico
pratica condivisa. Oggi, a tre anni nella citt contemporanea.
di distanza, il lavoro di Mariella e
Milena ha ottenuto riconoscimenti e Milena Farina
premi nei concorsi di progettazione, (Roma, 1977) dopo la laurea nel 2002
da cui sono scaturiti alcuni incarichi presso la Facolt di Architettura
oggi in corso di svolgimento. dellUniversit di Roma Tre, ha iniziato
Nel 2010 sono state segnalate da a collaborare con diversi studi romani
Newitalianblood tra i 10 studi intrecciando da subito lattivit
emergenti italiani under 40. Chiave professionale con la ricerca su temi
del loro successo lattenzione direttamente connessi con il progetto,
al tema dello spazio pubblico indagando levoluzione del rapporto tra
e della riqualificazione urbana, ambito privato e spazi collettivi nella citt
intesa come strumento principe area di intervento, il progetto di e di ingresso agli spazi commerciali, pavimentazione in marmo coreno moderna e contemporanea. Su questo
per dare nuovo senso a contesti Factory Architettura ha saputo del ballatoio di distribuzione ai e cemento lavato decora lo spazio tema ha pubblicato articoli su libri e riviste
delicati e problematici della citt cogliere la semplice bellezza della negozi del piano superiore e dei urbano e individua una griglia specializzate e nel 2007 ha conseguito il
contemporanea. In questottica viene struttura ingegneristica nel gestire passaggi carrabili del garage a piano rispetto alla quale si inseriscono gli titolo di Dottore di Ricerca con la tesi
ricercata ogni volta una strategia in linserimento delle nuove funzione terra. La piazza sulla sommit elementi di illuminazione, gli alberi e Case urbane. Temi di progetto
grado di risolvere, a diversi livelli previste per la riqualificazione. I caratterizzata da un taglio centrale le panchine.Il progetto attualmente dallOlanda. Dal 2004 collabora
e scale di intervento, questioni di Piloni, che segnavano un margine che segnala la presenza delle in fase di ottenimento delle con Il Giornale dellArchitettura.
tipo urbanistico, ma anche sociale e invalicabile tra il borgo antico e nuove attivit ai livelli sottostanti e autorizzazioni e si prevede la sua
organizzativo. Lanalisi delle diverse la moderna edificazione, vengono collega visivamente i due piani. La realizzazione entro la fine del 2011.
variabili in gioco fondamentale svuotati e si individua un nuovo
per la risoluzione dei problemi, in percorso trasversale che connette
quanto, secondo Mariella Annese e la quota pi bassa della strada con
Milena Farina, solo dalla somma la piazza sovrastante. Particolare
degli elementi significativi del sito attenzione stata riservata al
che nasce il progetto. Il progetto rapporto tra i diversi livelli, con
Piloni, realizzato con larchitetto lobiettivo di inserire gli spazi del
Cristiana Garofalo, vincitore del nuovo complesso nella rete dei
concorso nel 2008 che ha portato il percorsi pubblici pedonali gi
nome di Factory Architettura alla esistenti. Le esigenze funzionali
ribalta, emblematico dellapproccio delle nuove attivit, che avrebbero
delle due progettiste. suggerito una chiusura totale della
Punto di partenza il sito: unarea superficie disponibile, sono risolte
centrale di Frosinone, che versa con lintroduzione di un rivestimento
attualmente in condizioni di leggero e semitrasparente che
perforated sheet metal

vertical post

degrado ma costituisce al tempo arretra in corrispondenza di diverse


stesso unicona della citt. Le campate animando la facciata. La
maestose arcate, realizzate nell800 lamiera stirata che caratterizza il
per permettere un ampliamento nuovo prospetto dei piloni verso la + 253.50 m
anchorage plate

della sezione stradale del borgo valle consente di avere un fronte stiffening traverse

antico, sono infatti divenute uniforme, riducendo limpatto


una delle immagini pi note caotico di vetrine e insegne di negozi
della cittadina laziale, ma che e individuando al tempo stesso le
purtroppo oggi si trovano in stato singole unit commerciali grazie
di abbandono. Proprio questo ha al suo movimento di arretramento
spinto lamministrazione comunale o avanzamento rispetto ai pilastri.
a sviluppare un intervento in Larticolazione volumetrica della
project financing prevedendo la facciata evidenzia i punti notevoli Sotto il titolo, veduta a volo duccello dellarea di intervento con linserimento
collocazione di nuove funzioni e la dellintervento: la lamiera si + 250.15 m
shop interior shop exterior
del progetto. A sinistra, dettaglio della sezione, in cui si evidenzia la pelle
definizione della nuova immagine interrompe in corrispondenza dei semitrasparente in lamiera stirata. Sopra, render del collegamento trasversale
del luogo. In questa particolare percorsi urbani di attraversamento tra i due livelli.

Prospetto dei Piloni


verso la valle.

Schemi dei flussi di percorrenza.


IoArchitetto 35 9
dinamismo volumetrico / nadia rossi

Brainstorming sotto larco


poLIns

Progetto Marco Acerbis Studio


www.marcoacerbis.com

Committente
Unarchitettura originale per Polins, punto di incontro tra mondo universitario e del lavoro Pirelli Re - Fondo Spazio Industriale
General contractor
ZH General Construction Company
Area 800 mq superficie coperta
Anno 2008, in fase di realizzazione

Principali fornitori
Arcate in legno Holzbau
Facciate ventilate Marazzi Group
Illuminazione generale iGuzzini
Lampade dellingresso Avion (design
Marco Acerbis) di Fontana Arte
Sedute allingresso sgabelli Sugarfree
(design Marco Acerbis) di MaxDesign;
poltrone Kloe (design Marco Acerbis)
di Desalto
Sedie sala conferenze Juliette di
Cerruti Baleri

Polins alla Biennale Architettura


Ledificio Polins presente con una
installazione alla XII Biennale di
Architettura a Venezia, allinterno della
mostra Culture_Nature, incentrata sul tema
dellambiente e lhabitat contemporaneo,
presso lo Spazio Thetis.

C
on unestensione di circa 1,8 dove il controsoffitto acustico notevole apporto solare passivo
milioni di mq nei comuni di permette di cogliere la volta in durante i mesi invernali sia in
Portogruaro e Fossalta (Ve), legno retrostante. termini di luce sia di calore. Nei
Eastgate Park il pi grande Le arcate che si spingono verso mesi estivi, i pannelli frangisole
parco integrato logistico, industriale lesterno completano la geometria creano ombra: la loro struttura
e artigianale del Nord-Est orientale. dellarco e al contempo fungono stata disegnata per integrare
Al suo interno si trova il Polo per da supporto per i frangisole in cui pannelli fotovoltaici di dimensioni
linnovazione strategica, un edificio sono inseriti i pannelli fotovoltaici. standard. Una superficie di circa 40
polifunzionale nato da un progetto Questo dettaglio importante per mq accoglie 42 moduli con potenza
di collaborazione tra il Comune e un edificio di dimensioni ridotte nominale complessiva di 5,67 kW
lEnte universitario Portogruaro al quale possono confluire 150 per una produzione di 6668,1 kW
Campus con lobiettivo di favorire persone per seguire, ad esempio, annui. La produzione di energia
lo sviluppo di nuovi modelli di una conferenza: la presenza di spazi termica e frigorifera affidata a
business. protetti esterni permette di ampliare una pompa di calore geotermica
Polins certificato classe A+ la superficie calpestabile, creando a terra/acqua; sono state installate
secondo gli standard di CasaClima. tutti gli effetti un foyer esterno. Le complessivamente 9 sonde della
Ledificio, progettato dallo studio pareti perimetrali sono costituite da lunghezza di 90 metri ciascuna.
Marco Acerbis, presenta una forma uno strato di cartongesso a doppia Sono quattro i principali ambienti
ad arco molto snella; gli impianti e lastra, 25 cm di CA, 25 cm di fibra interni: foyer di ingresso, uffici,
in particolare il vano tecnico che di legno e un rivestimento in gres sala riunione e sala conferenze:
ospita le unit di trattamento aria e porcellanato nero che funge da queste ultime, separate da
le pompe geotermiche sono interrati facciata ventilata. A questi materiali, una porta scorrevole, possono
nel lato nord, nascosti alla vista. sul lato sud si aggiungono ampie essere trasformate in un unico
Anche le griglie di ventilazione superfici vetrate con vetrocamera auditorio. Le finiture e i colori
esterne per le prese daria sono bassoemissiva con trasmittanza dei muri neutri rendono gli arredi
occultate sotto la parte del tetto totale certificata di 1,15 W/mq K. pi leggibili. Piacevole il gioco
che va in aggetto. Al fine di avere Compone il tetto una struttura di delle altezze: il foyer, molto alto,
un carico sul terreno minimo e di pannelli in legno di abete spessi esprime in tutta la loro bellezza
ottenere una pianta il pi libera 5 cm, supportata da unorditura le arcate, evidenziate da quattro
possibile, sono stati realizzati archi primaria e secondaria in abete lucernari. La sala conferenze ha
con travi di abete lamellare, 33 lamellare con 30 cm di fibra di un controsoffitto in alluminio
metri di luce, che si sorreggono da legno e un rivestimento in lamiera alveolare anodizzato microforato,
soli. Sono agganciati allestremit di alluminio. Sul solaio in CA che che ottimizza la resa acustica e
sud ai plinti nel terreno, e a nord ai ricopre il vano tecnico si trova uno nasconde i canali di ventilazione.
muri del vano tecnico che fungono strato di terra inerbito, dunque Inoltre, il soffitto composto da
da contrafforti. Il tutto messo non coibentato, che degrada sui una parte solida nella quale sono
in tensione dalle fondamenta. lati e avvolge ledificio, che appare inserite le bocchette, le luci e gli
La costruzione si sviluppa su un incastonato nel terreno. speaker, e da unaltra parte aperta
piano unico, con unaltezza interna Il sole gioca un ruolo determinante: con lame verticali che permettono
variabile che raggiunge la misura lesposizione secondo lasse di vedere la volta e il cielo tramite
maggiore nella sala conferenze, nord-sud permette di ricevere un lucernari.

A fianco, le sezioni est-ovest


(sopra ) e nord-sud delledificio,
ripreso nella foto sotto il titolo
dal lato sud. A destra, immagini
della sala riunioni da 150 posti e
del foyer dingresso con i quattro
grandi lucernari ricavati tra le travi
e le arcate in legno lamellare.
10 IoArchitetto 35
tecnologie costruttive / eric ezechieli*

costruzioni esponenziali
La stampa tridimensionale degli edifici: anche nel mondo delledilizia si presentano scenari inediti

L
innovazione e la tecnologia sponsorizzata da Google e delle costruzioni si presentano
pervadono le nostre vite, Autodesk, con sede al centro di scenari inediti: utilizzando le pi
ma come esseri umani ricerca NASA Ames, in Silicon avanzate tecnologie in materia di
siamo abituati a pensare in Valley: un progetto educativo- robotica, stampa tridimensionale
termini lineari e non riusciamo a imprenditoriale con lobiettivo e nanotecnologie applicate ai
cogliere le vere implicazioni del di utilizzare nuove tecnologie materiali, nel 2009 un team
cambiamento negli anni a venire. in crescita esponenziale per di studenti di Singularity - in
In realt ci troviamo di fronte ad risolvere alcune delle maggiori collaborazione con il professor
un crescita esponenziale delle sfide dellumanit. Behrokh Khoshnevis della
tecnologie a nostra disposizione: Anche nel University of Southern California
30 passi lineari fanno mondo - ha progettato un sistema per
trenta passi, mentre stampare in tre dimensioni interi
30 passi esponenziali edifici. Entro un paio danni il
ne fanno un miliardo. sistema dovrebbe essere a regime
Questa la misura e in grado di costruire una casa
dellaccelerazione abitabile di 90 metri quadrati in
tecnologica che stiamo circa un giorno e mezzo.
vivendo. Per questo Un carro ponte
da due anni nata robotizzato ad
la Singularity alta precisione
University, con ugelli guidati
da computer potr
depositare strato dopo
strato uno speciale La tecnologia pensata soprattutto Qui sopra, un muro costruito con
cemento mescolato con per la costruzione di edifici a basso il nuovo sistema messo a punto
materiali nano-tecnologici, costo in paesi in via di sviluppo, dal professor Behrokh Khoshnevis
analogamente a come una come dignitosa alternativa con un team di studenti della
stampante tridimensionale crea a costruzioni pericolanti o Singularity University; a sinistra,
oggetti di piccole dimensioni. malsane, ma le applicazioni sono una fase della progettazione
Attualmente si riescono gi a promettenti anche per i paesi di unastampante a controllo
stampare rapidamente muri di sviluppati. numerico con cui in futuro
un paio di metri daltezza. Si www.weareacasa.com potrebbero essere costruiti
stima un risparmio di energia e la www.contourcrafting.org gli edifici.
riduzione di spreco di materiali
intorno al 70%. * The Natural Step e Singularity University

energia per gli edifici / antonio morlacchi

la macchina mancante
Adesso c. Il brevetto di Eubios e luso di fonti rinnovabili avvicinano lobiettivo della totale autosufficienza energetica degli edifici. In inverno e in estate

I
l core di SEPE (sistema di energia ponderato Eubios) una apporto geotermico raggiunge il 215%, ovvero restituisce, in logiche di autoproduzione energetica diffusa in luogo delle grandi
pompa di calore che invece dellenergia elettrica utilizza per il elettricit e potenza calorifica e frigorifera, pi di 2 volte i centrali di produzione e relativi sistemi di trasporto e diventa pi
suo funzionamento acqua calda a bassa temperatura (intorno kWh che entrano nel sistema. In questo modo il brevetto di semplice fornire di calore ed energia a basso costo aree disagiate
ai 60). Lacqua calda molto pi economica da reperire Eubios libera le fonti rinnovabili dai vincoli che finora ne hanno e Paesi in via di sviluppo. In Italia, dopo le prime installazioni,
rispetto allenergia elettrica, soprattutto perch nella maggior impedito un pieno sviluppo: limiti territoriali, ridotti vantaggi il sistema SEPE verr adottato nel progetto in corso di Borgo
parte dei casi gi il prodotto dellinevitabile dispersione di ogni in caso di applicazioni su piccola scala, impatto architettonico Cascina Conti a Milano: unarea degradata di 50mila mq con un
macchina termica, dalla caldaia del condominio alla centrale e paesaggistico. Tutte le fonti disponibili in loco possono edificio di valore storico (la cascina, citata anche nei Promessi
termoelettrica. Superata la fase sperimentale, il SEPE ormai in convergere in un unico sistema e il dimensionamento, ad esempio Sposi) su cui sono in costruzione 11.000 mq di slp residenziale in
funzione in alcuni edifici, ad esempio nella sede CNA di Ravenna di un impianto fotovoltaico, assume unimportanza relativa. classe A+ con zero emissioni di CO2.
e in una struttura sanitaria assistita a Ginosa (TA). Il brevetto Fanno un passo avanti verso la convenienza economica anche le www.eubiosenergia.it
un modello di efficienza: al concetto di risparmio energetico
aggiunge quello del recupero della dissipazione termica risultante
dal ciclo di produzione di energia (in pratica rifiuti di energia).
Per fare un esempio, di 100 kWh equivalenti di combustibile
fossile immessi in una normale centrale termoelettrica, 49
vengono dissipati in calore. esattamente questa energia dispersa
ad alimentare la pompa di calore ad acqua calda di Eubios. Questo
concetto di recupero pu essere messo in atto autonomamente,
ad esempio adottando un impianto di cogenerazione alimentato
a metano che produrr il fabbisogno elettrico delledificio e il
calore necessario al funzionamento della pompa a bassa entalpia
per il fabbisogno termico e frigorifero. Ma il sistema si presta
anche alla progettazione di distretti energetici: interi quartieri
o aree di sviluppo site in prossimit di grandi produttori di
cascami energetici, come le centrali elettriche, che potranno
essere riscaldate e raffrescate con sistemi di teleclimatizzazione.
O attivit come le server farm, utilizzando il calore dissipato ai
computer per alimentare il sistema di raffrescamento della farm
stessa.
Lefficienza aumenta, e il sistema procede verso un saldo
energetico attivo, integrando fonti rinnovabili di qualsiasi origine: Nella foto, Tarcisio Ghelfi, inventore del brevetto SEPE e direttore marketing
eolico, solare termico, fotovoltaico, geotermia, biomasse. Il core strategico, e Mario Beltrame, presidente di Eubios. La societ, nata a Milano
SEPE ottimizza lefficienza delle macchine termiche tradizionali nel 2008, si propone sul mercato con soluzioni che coaugulano intorno ad una
e acquisisce gli apporti energetici dalle fonti rinnovabili. A titolo Nella foto la pompa di calore a bassa entalpia in funzione presso la Residenza tecnologia innovativa e conveniente le diverse forme di energia alternativa
di esempio, lefficienza di un sistema che abbini cogenerazione, Sanitaria Assisitita Villa Genusia situata a Ginosa in provincia di Taranto. disponibili, aumentandone lefficacia e lefficienza complessiva. Sullo sfondo
pompa di calore a bassa entalpia, apporto solare termico e Eubios ha gi realizzato alcune installazioni nel ravennate. dellimmagine il modello dellinsediamento residenziale di Cascina Conti a Milano.
IoArchitetto 35 11
energia per gli edifici /

Ground cooling un caso di studio


Cogenerazione e geotermia passiva per il fabbisogno climatico del nuovo stabilimento di Marchesini Group a Pianoro

m
archesini Group di Pianoro, Bologna, inaugura, in passivo fornisce circa il 33% del fabbisogno frigorifero
occasione della Open House il 16 ottobre 2010 il complessivo e il 15% del fabbisogno termico complessivo
nuovo stabilimento caratterizzato dalla presenza di annuale di uno stabilimento industriale di 2.700 mq (con
nuove e interessanti tecnologie di climatizzazione: proporzionale riduzione delle emissioni). La realizzazione si
tra queste un sistema di raffrescamento passivo/geotermico trova in una zona precollinare, ai limiti della pianura padana,
(ground cooling) affiancato da un impianto di cogenerazione. una tipica zona climatica continentale: freddo dinverno e
Il sistema di ground cooling, sviluppato in partnership dallo caldo destate con elevata umidit. Questo si traduce in:
studio di architettura SEArch/Carlo Ezechieli con Airklima calo dei costi energetici, riduzione delle emissioni di CO2 e
Engineering, azienda leader nel campo dellinnovazione nei miglioramento della classe energetica delledificio e quindi
sistemi di climatizzazione, funziona in modo semplice ma aumento di valore delledifico stesso: la nuova normativa
efficace: lenergia per il raffrescamento fornita gratuitamente sulla certificazione energetica include infatti lefficienza in
dal terreno. Il terreno ha una temperatura pressoch costante raffrescamento fra i parametri di valutazione della classe
durante lanno. Quando destate e in primavera la temperatura energetica di un edificio. Un impianto di climatizzazione
dellaria superiore a quella del terreno, viene introdotta integrato da geotermico passivo, se ben ingegnerizzato,
in tubi interrati a una profondit di un paio di metri, cede il ha un costo paragonabile a un impianto di climatizzazione
calore al terreno ed esce pi fredda, utilizzata per raffrescare. tradizionale ad alta efficienza. Ad esempio consente di non
Viceversa dinverno, quando la temperatura del terreno installare lunit di trattamento aria. Lextra-costo dato dagli
pi elevata rispetto allaria esterna, laria acquisisce calore scavi necessari per posizionare i tubi, contenibile con una
dal terreno. Non solo. In funzionamento estivo un sistema progettazione accurata e una collaborazione fattiva fra le
di raffrescamento passivo pu utilizzare il cosiddetto free imprese coinvolte nella realizzazione, e ripagato in 5 o 6 anni
cooling: di notte, in primavera e destate, la temperatura dai risparmi sulla bolletta. Superato tale periodo, il vantaggio
dellaria esterna pu essere inferiore a quella dellaria interna economico tangibile: vive quanto ledificio, pressoch
della struttura da climatizzare e il sistema pu andare a privo di costi di manutenzione ed ha pertanto un impatto
recuperare quellaria migliorando ulteriormente i rendimenti. positivo in termini di aumento di valore. Il cogeneratore
Secondo le misurazioni effettuate il sistema geotermico che affianca il sistema di raffrescamento passivo fornisce
calore, quando c domanda per riscaldamento, e/o acqua
calda sanitaria. Produce inoltre energia elettrica destinata
ad essere interamente consumata allinterno dello stesso
stabilimento. La pi rinnovabile delle fonti energetiche il
risparmio e un impianto geotermico passivo contribuisce al
fabbisogno energetico di un edificio tanto pi quanto ledificio
pensato per ridurre gli apporti solari estivi. Il miglioramento
dellefficienza e il recupero di energia altrimenti sprecata
una condizione di base per la produzione di altra energia
nel modo pi efficiente, utilizzando per quanto possibile
fonti rinnovabili. Le tecnologie di scambio termico e ad
assorbimento possono essere utilizzate in molte situazioni
non solo per migliorare lambiente ma anche per ottenere una
riduzione dei costi di esercizio e un cash flow positivo.

Qui a sinistra, il motore dellimpianto di cogenerazione dello stabilimento


Marchesini (vista generale a destra).

In alto, lo scavo di 2 metri di profondit messo in atto per installare il sistema di


raffreddamento passivo/geotermico delledificio.

edificio industriale a pianoro (Bo)


Progettazione generale: SEArch/Carlo Ezechieli e Airklima Engineering
Calcolo scambio termico: Mark Izard
12 IoArchitetto 35
progetto del mese / mara corradi

Lhotel Medea e il nuovo orizz


Progettata da Michele De Lucchi, la torre Medea tra i primi complessi della Georgia indipendente che promettono di rivoluzionare il volto della citt. Batumi des

Tbilisi imponenti architetture


dellanonimato.
Sul finire del 2003 alla Rivoluzione
della Rose segu una fase di
transizione caratterizzata
dal rigetto e dal conseguente
abbandono dei simboli del passato
regime. Michele De Lucchi racconta
la situazione di Batumi, capoluogo
della Regione Autonoma di Adjara:
Anche la costa disseminata
da alti edifici, tra laltro tutti
abbandonati e alquanto inquietanti
perch chi li ha occupati nel
periodo subito successivo
allindipendenza se ne andato
portando via tutto, porte, lavandini
e finestre comprese: il tempo e la
cattiva qualit di costruzione hanno
fatto poi il resto e oggi non rimane
in piedi altro che lo scheletro,
anchesso corroso dal vento e

F
orse non tutti sanno con Francesco di Giorgio Martini dallumidit.
che Mikhail Saakashvili, e Federico II Gonzaga con Giulio Il presidente e Michele De Lucchi
presidente della Georgia, Romano, che consegnarono al si conoscono in occasione del
parla di Michele De Lucchi mondo gioielli rinascimentali concorso per la riqualificazione
come del suo architetto. E lo sta come Urbino e Mantova. E del Rikhe, un quartiere inutilizzato
interpellando per immaginare la ancora in tempi pi recenti cos si in prossimit del centro storico di
nuova veste delle principali citt comport un altro politico delle Tbilisi. Il progetto del team
del Paese, come nella storia fu fatto grandi imprese come Juscelino De Lucchi, Chipperfield e
dai pi illuminati uomini di potere Kubitschek, presidente del Freyrie-Pestalozza non vince, ma
con gli architetti vicini allo spirito Brasile, che commission a Oscar il Presidente rimane cos colpito
del tempo che, in seguito alla Niemeyer la costruzione dal nulla dallarditezza espressiva della torre
prestigiosa investitura, poterono della nuova capitale Brasilia. a zigzag, centro del masterplan, da
dare la loro impronta a unepoca Ha radici nella cultura classica la volerla a tutti i costi per il progetto
e un sentire progettuale. Lo fece spinta al rinnovamento per mezzo di una nuova torre a Batumi, questa
Pericle con Fidia suggellando delle arti, che mira a consolidare volta propriet di una compagnia di
le vestigia della Grecia classica il consenso intorno alla nuova real estate, un gruppo di investitori
nella nuova acropoli di Atene; immagine dellautorit. Spinta costituitosi nel 2006 tra le prime
lo fece Traiano con Apollodoro, che si rintraccia oggi nel governo imprese edili private a mettere
realizzando il grandioso complesso georgiano per affrancare la nazione le mani sulla citt. Proprio una
dei Fori e dei Mercati traianei; e da un passato di governo sovietico, di quelle torri anonime, alienanti
ancora Federico da Montefeltro che aveva imposto a citt come nella reiterazione indistinta del

Nelle immagini, il percorso progettuale del Medea: dallo studio della sovrapposizione di volumi sfalsati e Nellimmagine grande, rendering della versione
verande ai piani, matita su carta, da uno dei quaderni di Michele De Lucchi, giugno 2007 (sotto il titolo), dellhotel Medea di Batumi attualmente in
allo studio del 2008 in tempera e matite colorate su cartoncino, qui sotto a sinistra. Nelle due immagini costruzione; nella pagina a fianco, lo sviluppo
successive la libreria Montefeltro e larmadio Estense di Michele De Lucchi con Philippe Nigro, prodotti in della struttura e il posizionamento delle verande
tiratura limitata per Design Gallery, possono essere considerati maquette del progetto georgiano, al pari trasparenti nella prima versione del progetto, e
del modello concettuale Torre 1 , opera scolpita con la motosega da masselli di abete nel 2007. una foto del cantiere.
IoArchitetto 35 13

zzonte di Batumi
umi destinata a divenire la localit turistica pi rinomata del Paese.

modulo in facciata, sta per essere avrebbe garantito la ventilazione


trasformata nella dinamica, naturale generando un microclima
futuristica e scioccante torre ideale anche per la crescita di
dellhotel Medea, cosicch i giardini interni, e offrendo ai
georgiani facciano spontaneamente visitatori uneccellente alternativa
il confronto tra il vecchio rudere, residenziale durante i periodi di
un gigante socialista abbandonato pioggia frequenti a Batumi. Il Medea
allincuria, e il nuovo Medea della avrebbe ospitato un hotel 3 stelle
nuova Georgia. nei piani inferiori e un complesso di
Allinterno della generale appartamenti duplex con verande
riqualificazione del lungomare di private da una certa quota in poi.
Batumi, che il governatore della Sennonch il successo del progetto
regione autonoma di Adjara sta and a discapito dellidea originaria:
cercando di trasformare nella la committenza volle trasformarlo
localit turistica pi rinomata in hotel a 4 stelle, eliminando le
della Georgia, il Radisson Medea residenze e aggiungendo una serie
in costruzione su un lotto di di servizi, come casin e ristoranti
terreno incastrato nella maglia di lusso. La necessit di aumentare
ortogonale che caratterizza il il numero delle camere imped
tessuto urbano; ne derivata una purtroppo anche la realizzazione
pianta romboidale, il cui sviluppo delle logge. Il vecchio albergo di epoca sovietica demolito per lasciare posto al Medea;
verticale, non rettilineo ma a zigzag in alto, il sito visto da Google Earth.
su tutti i fronti, disegna facciate Nonostante le esigenze di profitto
continue, sinuose e aerodinamiche, per, il Medea in costruzione
pur essendo formate da tradizionali mantiene il suo impatto simbolico,
moduli retti. Nata dal concetto monumento allindipendenza e
della sovrapposizione sfalsata allorgoglio nazionale. Il valore Hotel Medea
di volumi in cemento e acciaio, del simbolo infatti sintetizzare
una struttura tradizionale che va un concetto, valido in se stesso e Project leader Michele De Lucchi
incontro a esigenze di budget si indipendente dal contesto esterno, Progetto Architetto Michele De Lucchi, Freyrie & Pestalozza
unisce ad un rivestimento continuo paesaggio o ambiente in cui si trova: Architetti Associati
in vetro a doppia pelle di forte il Medea, come gli altri progetti Collaboratori Marcello Biffi, Laura Parolin, Andrea Saita,
impatto scenico. Adattandosi alle georgiani di Michele De Lucchi, Sang Yeun Lee
variazioni di inclinazione della privo di una facciata principale Ingegneria Dizayn Grup, Istanbul
struttura a blocchi sfalsati, nel diversa dalla altre, cosicch appare Data inizio progetto 2006
progetto originario di De Lucchi come un oggetto a grande scala, Data fine progetto 2009
il rivestimento avrebbe ricavato riconoscibile da qualunque lato Realizzazione in corso, completamento previsto per il 2011
delle verande completamente si guardi. Se la progettazione Luogo Batumi (Georgia)
trasparenti, da cui ammirare architettonica sfocia in quella Committente Adjara Resort JSC, Development Solutions LLC
il lungomare e le montagne del prodotto, allora le vetrine e Area del lotto 3.300 mq
retrostanti. Lintercapedine della librerie che De Lucchi disegna per Area lorda (21 piani fuori terra e 1 piano interrato) 25.600 mq
doppia pelle vetrata, dalla funzione Design Gallery sembrano proprio le Altezza del complesso 77 m
protettiva oltre che estetica, maquette dellhotel Medea.
14 IoArchitetto 35
ambienti di lavoro / nadia rossi

Louis Vuitton emozione e produzione


Il polo produttivo veneto, progettato dallarchitetto francese Jean-Marc Sandrolini, rappresenta una nuova idea di fabbrica. Che unisce estetica e funzionalit

I
l primo stabilimento Louis Vuitton viene
realizzato nel 2001 a Fiesso dArtico, a
30 km da Venezia, su una superficie di
1200 mq. In breve, il forte sviluppo del
settore calzature del marchio francese rende
necessaria la realizzazione di un secondo
polo produttivo su un terreno di 28mila mq
adiacente al primo. Il progetto, con tempi
molto stretti di studio e realizzazione,
viene affidato allarchitetto francese
Jean-Marc Sandrolini, che d il via a un
intenso confronto con il management: a
unarchitettura di qualit si devono unire
condizioni di lavoro ottimali; per questo il
processo di creazione e lavorazione viene
esaminato pi volte anche con i protagonisti
della realt produttiva, per conoscerne le
esigenze e i desideri. Il risultato una nuova
idea di fabbrica, che unisce funzionalit
ed estetica, produzione ed emozione,
dedicando grande attenzione al benessere
di chi vi opera e allambiente. Il sito si
trova al confine tra unarea industriale e
una residenziale: da una parte strutture
produttive, dallaltra ville e giardini. Il nuovo
edificio si inserisce tra queste realt in
modo naturale, rispettandone le specificit
architettoniche e rispondendo allesigenza
(qui si trovava la vera sfida) di proteggere la
creativit degli spazi produttivi dalla vista
esterna. Ledificio a piastra in calcestruzzo materiali, energia, luce. Tra questi, il volume - isolamento dei muri: 100 mm di spessore; 56% del fabbisogno di acqua calda sanitaria;
a vista estremamente vivo al suo interno. del fabbricato, discreto e non invasivo - isolamento dei tetti: 120 mm di spessore; - trattamento dellaria estratta dagli
Gli ambienti dedicati alla produzione e alla (7,5 metri di altezza), per una migliore - serramenti esterni in alluminio a taglio ambienti (85mila mc per le polveri, 45mila
creativit si affacciano attraverso grandi integrazione nella territorio; la schermatura termico con doppi vetri; mc per i solventi), e reimmessa, senza
vetrate su uno spazio verde a prato. Nel solare; il trattamento ottimale delle fonti di - pompa di calore geotermica che sfrutta perdita di calore nella stagione invernale;
grande giardino centrale al centro dello luce naturale. Lo stesso approccio ha guidato 75 pozzi verticali di 100 metri di profondit - raccolta in un bacino sotterraneo
stabilimento spicca un grande sandalo le scelte tecniche: e soddisfa quasi tutte le esigenze di energia di 200 mc delle acque meteoriche,
realizzato dallartista portoghese Joana - illuminazione artificiale realizzata termica (95%) e di refrigerazione (69%) filtrate prima dellutilizzo nei sanitari e per
Vasconcelos unendo 600 pentole in acciaio con tubi fluorescenti a basso consumo necessarie al funzionamento delledificio; lirrigazione, riducendo il consumo di acqua
inox, a sottolineare che ci si trova in una energetico con ballast elettronico; - 32 mq di pannelli solari che forniscono il potabile.
fabbrica di scarpe. Le facciate sono rivestite
da una maglia di acciaio inossidabile che
riduce leffetto accecante del sole allo
zenit, evita che i raggi raggiungano la
superficie delledificio - in primo luogo
delle vetrate - contribuendo al risparmio
energetico e migliorando il comfort sia in
estate sia in inverno. I reparti degli atelier
(le aree produttive) hanno pavimenti in
parquet: insieme ai pannelli fonoassorbenti
e alle vernici satinate, il legno consente
di ridurre del 20% il rumore prodotto,
portando il livello sonoro al di sotto degli
85 dB fissati per legge. La luce naturale
protagonista del progetto: raccolta da pozzi
di luce e opportunamente filtrata da tende
tecniche che si interpongono tra le vetrate
e la cortina di pannelli in maglia dacciaio
che la distribuiscono in modo uniforme
nelle unit produttive, creando il massimo
comfort. Il primo atelier collegato ai tre
nuovi attraverso un lungo corridoio; larea
di progettazione ha una posizione centrale,
nel cuore dellarea produttiva, mentre lala
sud del quadrilatero dedicata a spazi di
accoglienza, formazione, ristorazione e a una
galleria, ovvero una vetrina storica e dei
mestieri legati al mondo calzaturiero.
In risposta a una specifica richiesta dei Sotto il titolo, il grande giardino centrale dello stabilimento di Fiesso dArtico con la scultura realizzata da Joana Vasconcelos.
responsabili di Louis Vuitton, fin dallinizio il Sopra la luce naturale e qualit delle finiture migliorano il comfort allinterno dei reparti produttivi. A destra, vista interna dellatrio.
progetto ha integrato elementi essenziali per Qui sotto, sezione del fronte nord del corpo uffici e sala mensa e, nella pagina di destra, la pianta dello stabilimento e, nella foto
la qualit dellambiente, in termini di forme, in basso, particolare della facciata vetrata a tripla pelle .
IoArchitetto 35 15

Jean-Marc Sandrolini
Nato nel 1950, si laurea allEcole Nationale des Beaux-Arts di Parigi nel 1975.
Nel 1980 apre lo studio che oggi conta una decina di collaboratori.
Lo studio ha unesperienza riconosciuta nellambito dellarchitettura per limpresa.
Jean-Marc Sandrolini vice-presidente e segretario generale dellassociazione
Architecture et Matres dOuvrage (che raggruppa mille tra committenti e
architetti in tutta la Francia).
A questo titolo, partecipa a una riflessione sulla qualit architettonica attraverso le
strette relazioni tra la committenza, la posta in gioco, i suoi obiettivi da una parte,
larchitetto e il progetto architettonico dallaltra.

Atelier dellA produzione Gli spazi del nuovo stabilimento


11.000 mq superficie totale
5.600 mq superficie dei 3 atelier produttivi
Propriet Manufacture de Souliers Louis Vuitton + la modelleria
2.350 mq magazzino
Progetto Sandrolini Architecte; Jean-Marc Sandrolini, 115 mq uffici di produzione
Franois Lefevre, Valrie Boulay, Giuseppe Galante 1.590 mq spazi sociali e di ristorazione
300 mq galleria darte con centro di formazione
Direzione dei lavori Studio BB&C 100 mq hall
1.300 mq piano tecnico che riunisce le
Durata dei lavori ottobre 2007 - 2010 apparecchiature necessarie al
funzionamento del complesso
Schermatura solare Suncover 170 posti parcheggio esterno

Schermatura solare
firmata Suncover
Le tende avvolgibili Prospecta di Suncover
che vestono lo stabilimento Louis Vuitton si
inseriscono in una sorta di facciata a tripla pelle:
dallesterno, una cortina protettiva fissa esterna
in maglia dacciaio che agisce direttamente
sulle temperature incidenti; tende tecniche
che eliminano i fenomeni di abbagliamento e
contribuiscono a una distribuzione uniforme della
luce allinterno; il fronte vetrato che delimita gli
spazi interni.

Le 48 tende Prospecta di grandi dimensioni


(ciascuna di cm 270 x 460 h.) installate, dotate
di tessuto filtrante Vetroscreen Suncover grigio
chiaro, sono state applicate sui montanti
strutturali delle vetrate, verso lesterno, disposte
su due fronti distinti in esposizione da sud-est
a sud-ovest. I rulli sono protetti da cassonetti in
alluminio estruso, sostenuti da mensole orientabili di titanio. La luce attiva la componente TiO2 che
in pressofusione che sottendono i cavi guida in fili agisce come purificatore naturale eliminando
dacciaio da 6 mm. agenti inquinanti come monossido dazoto,
polveri sottili, pollini e allergeni organici, con una
Il sistema di schermatura solare agisce tramite protezione che pu durare anche 10 anni. Ecosun
centraline motor controller Somfy integrate a previene anche la formazione di batteri e muffe,
sensori sole/vento che azionano le tende suddivise oltre a rendere i tessuti autopulenti, vantaggio
per zona a gruppi di tre o quattro. Un dettaglio che aiuta la manutenzione delle tende interne ed
in pi: tutte le tende Suncover installate sono esterne.
state trattate con Ecosun di Suncover al biossido www.suncover.com
16 IoArchitetto 35
materiali / alice orecchio

Urban Mimesis
manifesto cromatico del policarbonato
Edifici mimetici e strutture armonicamente inserite nel paesaggio. Caratteristiche e potenzialit del policarbonato. Leggero, resistente e polifunzionale

a
lcune costruzioni si affermano
decisamente nel paesaggio. Il
pericolo che si distinguano per la
bruttura, denominatore comune a
molta architettura industriale. Un capannone
forse sollevato da una qualsivoglia
responsabilit estetica rispetto al contesto?
Sep, produttrice dei pannelli in policarbonato
100% Seplux, ha risposto sviluppando il
concetto di Urban Mimesis, mimesi di
unedificio intesa non come occultamento,
n come invito allanonimato, ma come
inserimento armonico nel paesaggio.
Armonia applicata nella realizzazione della
propria sede di Volano, in provincia di
Trento, che andava ampliata.
Il prolungamento delledificio, con la
riconversione di una poco funzionale area
scoperta per lo stoccaggio delle merci,
stata loccasione per costruire una struttura
che si innestasse positivamente su quella
preesistente, ma al tempo stesso intesa come
spazio nuovo, libero nel progetto e nella
resa. La soluzione, autoreferenziale, una
scatola di policarbonato. I vantaggi di questo
materiale sono visibili a occhio nudo e le
traduzioni in architettura sono molteplici.
Dai dettagli interni al completo rivestimento
di una struttura, il policarbonato in purezza
un materiale versatile, leggero, ha la
trasparenza del vetro, ma non la fragilit.
Nellampliamento della struttura, 320
ganci a scomparsa ancorano i pannelli
di policarbonato allo scheletro portante;
le stringhe colorate si susseguono senza
apparente saldatura, gli incastri maschio-
femmina sono praticamente invisibili, Sotto il titolo, lampliamento della sede Sep di Volano (TN), realizzato con pannelli
e le cromie si rincorrono in uno spettro modulari di policarbonato coestruso a tre pareti SEPLUX 405 px. Il policarbonato
polisinfonico molto equilibrato. in purezza ha una trasparenza difficilmente eguagliabile da altri materiali con
Lispirazione addirittura lOuverture la stessa semplicit di utilizzo che consente giochi di luce e sperimentazioni
della Primavera di Vivaldi, trasformata da cromatiche.
armonia musicale ad armonia visiva, con il
motivo di base declinato in toni diversi, in A fianco, le scelte cromatiche, sviluppate dalla multinazionale svizzera Clariant,
un gioco costante di rimandi e di assonanze. si ispirano al fiore viola dellaquilegia, tipico del patrimonio botanico locale, la cui
La tonalit di base prescelta quella di cromia stato declinata in diverse tonalit.
un fiore viola, lacquilegia, che cresce
spontaneamente nei dintorni, che si concede
alle variazioni dellazzurro e del verde, anche
quello pi deciso. Pannelli di policarbonato
come uno spartito, che la luce poi esegue.
La formula di Urban Mimesis nasce dalla
collaborazione tra Sep e Forteco, una societ
di consulenza che accompagna il progettista Sotto, la facciata del capannone vista dallinterno. I pannelli di policarbonato si
con il supporto tecnico nella scelta del innestano sullo scheletro portante attraverso i ganci a scomparsa brevetto Sep.
materiale e nella messa in posa, mentre
lo studio dei colori opera di Clariant,
multinazionale svizzera specializzata
nelle ricerche cromatiche per superfici
termoplastiche.
Unaltra applicazione delle potenzialit del
policarbonato in purezza, con unaccezione
pi mimetica questa volta, si rivela nel
capannone industriale dellarchitetto Stefano
Vassallo, tra Pavia e Broni: 83 metri di
lunghezza e 21 di altezza, un parallelepipedo
dalle dimensioni difficilmente dissimulabili,
ma che nel rivestimento emula i colori del
paesaggio, le varianti grigie dei cieli della
pianura padana.
Il progettista si ispirato alle grandi
architetture in vetro e acciaio. Come il
Crystal Palace della prima Esposizione
Universale di Londra, un edificio che, pur
basandosi sul concetto modulare anche
abbastanza prosaico delle serre, esprimeva
programmaticamente la propria modernit a
partire dai materiali. Architetture che della
struttura fanno la superficie e viceversa, e
che con la leggerezza riescono a sfuggire la
bruttura rivendicando unautonomia estetica
rispetto al paesaggio.
18 IoArchitetto 35
design / marco penati

Il meglio fatto a mano


Lavorazione tra lartiginale e linnovativo di frontiera. Sensibilit e gusto di grande finezza. Servizio originale per i clienti. Soprattutto gli architetti.
Ecco Ceramica Bardelli. E la sua collezione di piastrelle

C
eramica Bardelli a Vittuone, appena fuori Milano. Non
nel distretto delle piastrelle, che in Italia si colloca
a Sassuolo, in Emilia. Fondata da Arnaldo nel 1962,
quando il mercato delledilizia ingoiava milioni di metri
quadri allanno. Un prodotto molto standardizzato, con poche
varianti di forma e colori che andava a rivestire pavimenti
e pareti di bagni e cucine. Nella memoria collettiva questi
ambienti sono impressi per i loro noiosi, tenui toni pastello
che andavano dal verde acqua al cipria al crema. Il pavimento
immancabilmente di un nero/grigio screziato di bianco.
Perch meno sporchevole. Trovare una identit tra il mare
di proposte che si sovrapponevano e si diversificavano al
ribasso, fu lintuizione del fondatore. E furono le piastrelle di
formato 13x26. Un formato grande e rettangolare che incontr
subito il gradimento degli architetti, che volevano qualcosa
di diverso. Questo voler soddisfare lesigenza di progettisti
che vogliono andare oltre diventa la missione dellazienda,
mai pi abbandonata, e anzi implementata notevolmente
nel tempo, come vedremo. Marco Mignatti il responsabile
marketing strategico dellazienda. Mentre ci spiega queste cose
ci accompagna a vedere i reparti, dove osserviamo con stupore
che il cuore dellazienda una specie di laboratorio artigiano
dove le piastrelle vengono decorate manualmente una ad una.
Lo fanno con perizia delle signore che cambiano innumerevoli
mascherine trasparenti che consentono una buona precisione
nei contorni dei disegni ma lasciano alla mano delloperatore la
perizia di aggiungere finezza di tocco al segno.
Sono operazioni che si fanno a pennello, oppure a spugna o
a spolvero. Si ottengono risultati di finezza percettiva vicino
allaffresco, cosa che non si ottiene con la serigrafia o la
tampografia, le tecniche industrializzate pi comunemente
adottate nel settore. In uno scaffale sono accuratamente
selezionate le piastrelle di riferimento, alle quali attenersi per
garantire la continuit di qualit estetica tra le diverse partite di
lavorazione. In un altro scaffale gli smalti, le basi, le ricette e gli
strumenti. Sembra un laboratorio alchemico.
E ad una parallela magia ci rimanda Marco Mignatti. Un
Harry Potter della comunicazione. La cosa strana che
lui ha saputo innestare sulla radice quasi artigianale della
lavorazione di Bardelli un sistema di comunicazione con i
fruitori del prodotto, che sono essenzialmente architetti (poco
le esposizioni di prodotti idrosanitari). Fornendo loro un
servizio assolutamente originale. In sostanza si tratta di mettere
a disposizione in rete i 3D delle piastrelle. Un progettista
scarica dal sito di Bardelli il prodotto prescelto e lo spalma
sulla propria architettura. Sembra una cosa ovvia, ma non lo
per niente. Perch unica. Innanzitutto linvestimento iniziale
dellazienda non stato da poco. Basti dire che il progetto
stato commissionato direttamente ad Autodesk e portato dellArea Architetto. Sempre nel sito. Qui bisogna spiegare addetti e clienti. Per lazienda una miniera di fidelizzati (e sono
in porto dopo mesi di lavoro, con il concorso dellufficio bene. In sostanza si tratta di un luogo interattivo dove i gi migliaia) a cui inviare news e inviti. Insomma, un perfetto
tecnico dellazienda. In secondo luogo perch il risultato progettisti amici trasferiscono informazioni sulla propria equilibrio tra antico e moderno, tra tradizione e innovazione.
sorprendente. I rendering si costruiscono e costano ore attivit. Curriculum, dati dello studio, opere. E quale azienda Permettersi di trasporre la lirica fantasia di un Fornasetti (che
di lavoro, con risultati spesso elementari. Soprattutto se si ha pensato mai una cosa del genere? A cosa serve? Beh, il loro designer pi richiesto), che sappiamo assolutamente
tratta di rendere una superficie vibrante e difficile come la innanzitutto una offerta di promozione totalmente gratuita legata a una poetica calligrafica e arcaica, in una semplice
piastrella. In questo caso tutto gi stato confezionato. Basta per i partecipanti. Poi uno strumento professionale realizzato operazione al computer, adattandola a piacere a situazioni
solo applicare. Altra impresa, a dir poco singolare, quella su scala nazionale, e presto internazionale, di interrelazione tra anche stranianti, una possibilit che solo Bardelli offre.

La decorazione a mano. Alcune immagini del reparto hand made di Ceramica Bardelli: oltre alla decorazione a mano, con pennelli sottili fino a 1 mm e tagliati su misura, si
Due esempi della collezione Ceramica Bardelli. Qui sopra, la serie architetture adottano tra le altre le tecniche della mascherina (layer che delimitano le parti della ceramica da decorare) e dello spolvero (maschere forate in corrispondenza dei tratti del
riveste le pareti di uno studio. nellimmagine grande, sotto il titolo, una piastrella disegno). Per le colorazioni si utilizzano ossidi di minerali uniti a una base trasparente e diluiti con acqua. Composto da 23 persone coordinate da Amalia Baruffo, che lo ha
della serie fornasettiana (Fornasetti il loro designer pi richiesto). creato nel 1992, il laboratorio interviene su tutte le collezioni hand made di Bardelli con ritmi produttivi che possono variare tra 40 e 300 pezzi al giorno per persona.
IoArchitetto 35 19
archimostre / atto belloli ardessi

Marco Ferreri progettarepensieri


M
ilano, Triennale Design Nella foto grande, La Casatuttadiunpezzo,
Museum. Il 5 ottobre esposta allesterno del palazzo della Triennale
2010 inaugura una nuova in occasione della mostra, un piccolo edificio
mostra monografica (4 x 2,40 x 3,50 metri) formato da un pezzo
dedicata a Marco Ferreri. Il titolo unico e realizzato in cemento Portland con una
progettarepensieri suona come stampante 3D D-Shape Technology.
unintuizione. In fondo, fare oggetti
vuol dire ridurre una distanza:
significa avvicinare lidea alle sue
forme. Sovrapponendo il progetto
ai pensieri raccolti lungo il sentiero
del processo. Cos, mentre sempre
pi spesso, nel design si assiste ad
una intrinsecazione scenica della
pratica del fare, Ferreri ferma il
lampo di genio e lo solidifica. In
mostra sono stati allestiti rituali,
strumenti, materiali e gesti che la
volont della prassi, in totale libert,
ha reso oggetti. Allievo di Munari,
Ferreri dotato di un non comune
senso per il divertimento del fare.
Ferreri sa mettere in contatto
passato e presente come pochi altri
designer sono in grado di fare. La
mostra presenta lintero percorso
progettuale di Ferreri attraverso una
selezione di lavori che spaziano dal
design allarchitettura, dalla grafica Airbag, prototipo per Dainese, poltroncina
agli allestimenti alle installazioni, vita. La mostra un percorso di oltre elettrica di Dainese, progettata batterie nella parte retrostante gonfiabile che sfrutta per la propria struttura la
dagli esordi al giorno doggi. Inoltre, 1200 metri quadrati, allestito nellala per gli spostamenti urbani e della moto, ho infatti sostituito il tecnologia del cuscino salvavita per moto.
nella grande tradizione della est al piano terra della Triennale pensata come uno zaino da citt metallo con il tessuto, inserendo
Triennale, vengono presentati nuovi di Milano, cos come conferma il che al suo interno ha spazio a nella struttura del veicolo una
progetti appositamente realizzati. designer milanese: il mio lavoro sufficienza per contenere oggetti sorta di sacca. In triennale ho
Ferreri progetta in modo integrato, ha sempre avuto bisogno di molto di varie dimensioni, dal computer voluto esporre, sempre per quanto
scrive, nel testo di presentazione, la spazio e di molte parole per essere a una chitarra. Eliminando il riguarda Dainese, una poltroncina
curatrice Silvana Annicchiarico. Lui raccontato, cos ho deciso di allineare motore dal telaio, e spostando le prototipata utilizzando la stessa
ti mostra le sue cose sorridendo, si oggetti, installazioni, concept di tecnologia che lazienda impiega
sorprende di quanto gli piacciano, prodotti e idee facendoli diventare un nelle linee di abbigliamento. Con il
ti trasmette il suo entusiasmo, solo linguaggio. La dichiarazione di titolo Airbag infine metto in mostra
e poi subito accosta e ipotizza, intenti iniziali uninstallazione. Lo una seduta gonfiabile e sgonfiabile
prefigura e sperimenta e non si stato di fatto di progettarepensieri che partendo dalla tecnologia per
ferma un attimo, si alambicca, si rappresentato da sei croci di marmo la sicurezza e poi modificando
arrovella, ti coinvolge, e a poco a tagliate a 30. Lindeterminatezza lutilizzo dellaria, arriva a concepire
poco capisci che la cosa che pi lincipit per ogni mio progetto. una struttura integrata, un tuttuno.
lo rende felice intuire che le sue Le sei croci stanno sprofondando Unaltra novit sono i Soffi. Sono
cose sorprendono anche te quanto o stanno riemergendo? Ordinate chiamati cos i primi sfiati mattutini
hanno sorpreso e incuriosito lui. come un insieme di maglie, le croci dei vetrai veneziani che, per
Questo suo modo di comunicare il danno il via al percorso delle idee. provare la qualit del silicio e per
suo lavoro, in fondo, gi design. A partire da questo punto, lintera misurare lintensit del loro respiro,
Design della performance, design mostra, per il visitatore, pu durare compiono la prima prova del giorno
dellentertainment. [...] Tra i designer dai trenta minuti ai due giorni. dando vita a strane gocce di vetro
della sua generazione - quella nata Attorno alle pareti sono state soffiato, spesso non utilizzate. Mi
troppo tardi per essere annoverata poste le descrizioni dei progetti e sempre sembrato uno spreco Incanto lampada da parete angolare,
tra i Maestri del design, ma troppo delle performance, documentate al abbandonare come scarti i primi utilizzabile sia in caso di angoli concavi che
presto per essere ritenuta figlia della meglio grazie anche allinserimento respiri del mattino. Cos in convessi. A sinistra, Piccole crisi senza
rivoluzione digitale - Ferreri uno di di piccoli monitor. In mostra sono mostra ne ho voluti novantanove, importanza, sei croci di marmo tagliate a 30,
quelli che maggiormente ha svolto riuscito ad inserire molti lavori novantanove respiri fermati dal che sembrano sprofondare (o emergere) nel
e sta svolgendo un ruolo-cerniera. nuovi. Come ad esempio la moto vetro blu. terreno, aprono il percorso della mostra.
I Maestri, lui, li ha conosciuti per
davvero. Ha lavorato con Munari
e Mangiarotti, si laureato con
Zanuso. Ha imparato dal primo
il gusto poetico del gioco, dal Marco Ferreri:
secondo la consapevolezza della progettarepensieri
centralit dei materiali nel percorso
progettuale, dal terzo la concezione 6 ottobre - 6 gennaio 2011
del design come un processo di Triennale Design Museum
problem solving e - al contempo - Viale Alemagna, 6 - Milano
come un vettore di cambiamento
e di innovazione. E lui, forse, il A cura di Silvana Annicchiarico
risultato di una sorta di virtuale
Catalogo Electa
centrifuga della lezione dei suoi tre
maestri: discolo e severo, giocoso
Orari: mar-dom 10.30/20.30
e rigoroso, curioso e spiritoso giov-ven fino alle 23.00
(appunto). Ma questa eredit dei
Maestri che porta incisa e quasi www.triennaledesignmuseum.it
scolpita nella sua formazione,
Ferreri non la utilizza per una
nostalgica reverie della grandezza
del passato.
La retrospettiva in Triennale
dunque non celebra unicamente
leredit visionaria di Ferreri, ma
la sistematizza, indirizzando i
suoi lavori a differenti ambiti: il
progettare idee, il progettare libero, A sinistra,Storie di oggetti, installazione
il progettare spazi, cose, segni e di Marco Ferreri per progettarepensieri.
20 IoArchitetto 35
nuove tecnologie / sonia politi

Se il mosaico
diventa digitale
Semplicit, leggerezza, grande libert e forza espressiva. Sono queste le
caratteristiche di mosaico digitale, linvenzione di Salvatore Pepe

M
osaico Digitale innanzitutto unidea portata soluzioni per linterno del Nuovo Palazzo del Cinema di
avanti con entusiasmo ed energia da Salvatore Venezia. Fino alla collaborazione con larchitetto Giampaolo
Pepe, imprenditore nel settore della lavorazione Cammarata, che ha curato la ristrutturazione della Paradiso
della resina a Gravina di Puglia. Lidea nuova e Gallery di Venezia, palazzo liberty nei Giardini della Biennale
originale: unimmagine digitale viene impressa direttamente dove, per la decorazione delle pareti dei bagni, Cammarata ha
sulle tessere di un mosaico in resina; leggero, di semplice utilizzato la tecnica del mosaico digitale su unopera di Paolo
applicazione, un rivestimento in grado di riprodurre Fraternali.
immagini su pareti, pavimenti e qualunque superficie interna E proprio nellambito della XII Biennale di architettura
o esterna, dando vita a opere uniche, esplosioni di creativit e stata annunciata la nascita di Mosaico dautore, la naturale
immaginazione progettuale. evoluzione di mosaico digitale. Salvatore Pepe propone
La formula vincente di questo prodotto sta proprio qui: nella allartista di svincolare lopera dalla fisicit, dal luogo dove
totale capacit di adattamento dei mosaici a qualunque viene realizzata e di fare che si concretizzi altrove. Un grande
esigenza e nellaffidabilit dei materiali in qualunque passo verso una pi ampia libert creativa, dove allartista poi
condizione, una flessibilit che lascia ampi spazi di libert spetta solo di firmare una targa per autenticare e certificare la
espressiva e consente di realizzare installazioni capaci di propria creazione, realizzata in una unica e irripetibile opera
creare meraviglia e stupore, senza perdere il prezioso legame grazie a Mosaico dautore.
con la realt e i limiti che essa impone al progettista.
Importanti studi di architettura e di design utilizzano gi
questo materiale per dar vita a proposte per le location pi International Mosaico dautore award - Venezia 2011
disparate. Come il grande centro enogastronomico Eataly Aperto a giovani autori e artisti affermati, il Premio destinato allopera che
nella Fifth Avenue di New York, i cui arredi delle zone food meglio sapr interpretare la filosofia di Mosaico dAutore per cromatismo,
sono realizzati da Costa Group e ancora con Costa, il nuovo taglio come possibilit di scomposizione in tessere di mosaico; interattivit e
superamento delle barriere del luogo, del tempo e delle dimensioni.
locale Akua, nellambito del porto turistico di Mirabello, a Mosaico dAutore Award prevede una sezione anche per gli Enti locali che
La Spezia. Con Kingsize, lo studio di architettura di Maurizio vogliano destinare uno spazio pubblico a uninstallazione di mosaico digitale.
Favetta, si progettano le applicazioni allhotel Rosshus di Tutte le informazioni per partecipare su www.mosaicodautore.com
Antakia, 160 camere allestremo sud della Turchia che verr
inaugurato nel 2012, al Mercure hotel di Riyad, in Arabia
Saudita dove la partnership con Mosaico Digitale esploder Accanto al titolo e sopra a destra, i mosaici di Eataly di New York, nati dalla
in una personale interpretazione delle arti grafiche orientali collaborazione tra Costa Group e Mosaico Digitale; a destra, una delle sale
negli spazi dedicati alla ristorazione, mentre con gli architetti ristorante del Mercure Hotel di Riyad, Arabia Saudita, progettato da Kingsize
Alfonso Femia e Gianluca Peluffo di 5+1 AA si studiano Architects di Maurizio Favetta, realizzate da Mosaico Digitale.

architetture / antonio morlacchi

Green_Frame House
aziende e prodotti di Green_Frame House

Bi Fireplace: biocaminetti Sipario (Matteo Ragni) e Twin (Massimo Botti)


Bticino: sistema domotico MyHome (automazione luci, termoregolazione a
zone, chiusure e schermature, audio); sistemi di comando Axolute
driade: libreria componibile Edipo (Nicola De Ponti)
Una villa contemporanea riciclata e riciclabile dupont: pannello leggero Energain (spessore 5 mm) per edifici a bassa
inerzia termica; membrana traspirante per tetti e pareti Tyvek Enercor

o
electrolux: elettrodomestici
ggi nel mondo 20 milioni di container hanno terminato fatto che oggi lindustria gi in grado di offrire i prodotti e
Il Cantiere: parete verde South Face (Massimo Iosa Ghini)
il loro ciclo di servizio e sono depositati da qualche le soluzioni necessarie a limitare i consumi di energia, acqua
Kronos Ceramiche: pavimentazione modulare aerata da esterni Modulo
parte in attesa della loro demolizione. Abitarli non e materie prime; cos come in grado di proporre pavimenti,
unidea nuova e forse nata spontaneamente, prima rivestimenti, arredi, idrosanitari, elettrodomestici, fonti di Margaritelli listone Giordano: parquet per interni Medoc
(Michele De Lucchi); listoni da esterni Decking
che se ne occupassero architetti e costruttori. Nuova illuminazione capaci di trasformare un vecchio container in
Metallconcept: scala a chiocciola su disegno
la formula che, inserendosi nel mainstream della nuova una residenza di design. Tradurre tutto questo in un progetto
oluce: lampade Atollo (Vico Magistretti), Flash e Spider (Joe Colombo),
prefabbricazione, Art Container propone ora per lItalia, dove corrisponde esattamente allimpegno ambientale di un Plateau (Antonia Astori e Nicola De Ponti), Stones (Marta Laudani e Marco
esperienze analoghe hanno avuto solo carattere sporadico architetto, convincendoci che una scelta ambientale oltre che Romanelli)
o emergenziale. nuova, soprattutto, lidea di poter usare utile bella, vivibile, desiderabile, emozionante. Nicola De rapsel: idrosanitari
dei rottami per costruire una residenza contemporanea, Ponti ci spiega che linstallazione di Verona una di molte Schiffini: cucina G-One
bella, piacevole da abitare e realizzata secondo i moderni possibili proposte, declinabili secondo le esigenze del luogo technogym: macchina fitness KinesisPersonal (design Antonio Citterio)
criteri del risparmio energetico. il progetto dello studio e della committenza: da soluzioni di lusso a nuove forme di ttM rossi: tele metalliche in acciaio inossidabile per rivestimenti esterni,
AstoriDepontiAssociati, illustrato in scala 1:1 alla recente edilizia prefabbricata a basso costo. Tutte dis-integrabili, facili tessuto metallico darredo Tex Light
edizione di Abitare il Tempo a Verona: 6 container marittimi da rimuovere o smaltire, come stato semplice assemblarle a tubes: radiatori Soho e Milano
affiancati e sovrapposti a definire il perimetro di una partire da moduli standard di 6, 9 o 12 metri di lunghezza per turn lights: proiettori da binario Gab
residenza individuale in cui vien voglia di abitare. Perch il 2,40 di larghezza.

Due immagini dellinstallazione in scala 1:1 di Green_Frame House (foto: Tom Vack Photographer, www.tomvack.com) e il concept sviluppato dallo studio AstoriDePonti Associati.
IoArchitetto 35 21
anteprima saie /

Integrare per costruire


Come ogni anno, ecco una breve rassegna delle novit per il mondo delle costruzioni presentate a Bologna

Industrie Cotto Possagno Freudenberg Politex Wienerberger Alpewa


tegole energetiche pannelli con il passaporto laterizio biocompatibile di tutti i colori

La famiglia di pannelli per isolamento termoacustico Il blocco Porotherm Bio Plan 38


Ecozero ha ottenuto la marcatura CE, che prevede il T - 0,11 prolunga il flusso termico
rispetto delle specifiche in materia di resistenza meccanica, minimizzando la conducibilit.
stabilit, igiene, salute, ambiente, sicurezza dimpiego, Grazie allelevato numero di file
e rappresenta una sorta di passaporto comunitario. A dei fori e allo sfasamento dei setti in
Integrazione architettonica completa con le tegole ci si unisce la sostenibilit dei processi, che ha portato direzione della trasmissione del calore,
fotovoltaiche standard e per coppi di Sistema Tetto. Con alla certificazione EPD e, grazie a interventi tecnologici la parete semplicemente intonacata raggiunge valori di
celle in silicio cristallino da 4,2 o 4,8 Wp applicate alla ecocompatibili come limpianto di cogenerazione avviato trasmittanza termica inferiori del 20% a quella richiesta
tradizionale produzione di qualit dellazienda e certificate a Novedrate (CO), ha visto diminuire le emissioni di CO2 per il 2010 in zona F. Grazie alla rettifica delle facce di
per accedere al conto energia, le tegole fanno parte di un di oltre il 20%. Per il suo impegno ambientale, questanno allettamento dei blocchi inoltre possibile eseguire
sistema completo studiato per assicurare semplicit di il Gruppo Freudenberg Politex ha ottenuto il Premio murature con giunti orizzontali molto sottili. I blocchi Bio
posa e facilit di allacciamento. Il fabbisogno varia tra 25 Innovazione Amica dellAmbiente per il Sud promosso da Plan sono prodotti con impasti di argille naturali e farina
e 33 pezzi per mq. 17 mq di tetto hanno una capacit al Legambiente e dal Comitato Mezzogiorno di Confindustria. di legno priva di additivi chimici.
picco di 1kW. www.cottopossagno.com www.freudenbergpolitex.com www.wienerberger.it

Far System Riwega Zehnder Comfosystems


consumi sotto controllo la membrana che respira risparmio e benessere
Green G.E.Co di Far System, azienda del Gruppo Il sistema di ventilazione Linnovazione incontra la funzionalit
Industriale Tosoni, un sistema completo di monitoraggio Comfort Zehnder del metallo in Larson pe/fr, sistema
dellefficienza energetica di edifici e stabilimenti industriali assicura un ricambio in alluminio prodotto dal gruppo
applicabile sia a stabili esistenti che di nuova costruzione. daria a regime spagnolo Alucoil e distribuito
Il sistema comprende sensori di rilevamento dei dati costante, elimina in Italia da Alpewa.
dal campo, centraline di raccolta dati (che possono odori, vapori e altri Il pannello composito costituito
inviare i dati raccolti direttamente ai server Far System agenti inquinanti dagli da due lamiere in lega di alluminio
via wireless) e un software dedicato che permette ambienti e consente di verniciate in PVdF in spessore 0,5
allenergy manager di accedere ai dati e alle elaborazioni La membrana USB Vita realizzata in tessuto di poliestere recuperare pi del 90% mm con interposto un core di
via Internet. Conforme alla norma UNI EN 16001:2009 spalmato con miscela speciale di poliacrilato nel colore del calore altrimenti polietilene estruso o in materiale
Sistemi di gestione dellenergia, poco invasivo, grigio perla. Posata su tetti inclinati a partire da 10, disperso a causa della resistente al fuoco (FR).
flessibile e basato su protocolli standard, il sistema pu garantisce impermeabilit allacqua e al vento, una lunga ventilazione naturale. Tutti i componenti agiscono in modo Le numerose colorazioni e
contribuire al conseguimento di alcuni crediti secondo il durata ai raggi UV e unelevata traspirabilit. Di semplice logico e consecutivo, assicurando la massima resa in termini le dimensioni speciali di
protocollo LEED Green Building. posa, il suo peso di 270 gr/mq (20 kg a rotolo). di benessere abitativo, risparmio energetico, versatilit ed fabbricazione lo rendono un
www.farsystems.it www.riwega.com estetica, con un impatto visivo davvero minimo. prodotto adatto per grandi superfici.
www.comfosystems.it www.alpewa.com

Gruppo Fassa Pontarolo Engineering Prefa


limbarazzo della lastra muri in ununica soluzione garanzia 40+40
Il gesso proviene dal pregiato Alla leggerezza e resistenza dellalluminio, la superficie
giacimento di Calliano (AT), il PREFA P.10 aggiunge nuove possibilit di resa estetica
cartone 100% riciclato, lacqua con texture e colori che riprendono i materiali da
controllata e lamido di mais copertura tradizionali: ardesia, pietra, cotto, per
migliora la coesione degli elementi combinarsi armonicamente con le componenti esterne
nelle lastre di cartongesso delledificio e adattarsi a ogni realizzazione, dai
Gypsotech che lazienda Il sistema costruttivo Climablock unisce in ununica moderni edifici industriali alle residenze pi classiche.
trevigiana ha presentato di recente. soluzione lelevato isolamento termico dellEPS e la Un risultato ottenuto con una verniciatura a due
Un sistema completo con Focus, resistenza meccanica del calcestruzzo. Staffe in plastica strati con lacca termoindurente secondo il processo
ignifughe con fibra di vetro; Aqua, riciclata mantengono alla corretta distanza due pannelli in coal coating: 20 fasi di lavorazione per resistere alle
idrorepellenti a basso assorbimento dacqua; Vapor, con EPS per contenere la gettata di calcestruzzo. Gli elementi sollecitazioni accidentali, agli agenti atmosferici e al
barriera vapore di alluminio.; Duplex, accoppiate a diversi sono disponibili in pi forme e dimensioni e in formati tempo. Cos la quarantennale garanzia di Prefa sui
materiali isolanti. l pannello parete Alveum ha anima in speciali, per realizzare pareti angolari o circolari. materiali, con PREFA P.10 estesa anche al colore.
cartone a nido dape. www.fassabortolo.com www.pontarolo.com www.prefa.com

IMPIANTI TECNOLOGICI

Cat. SOA OG1-OG6-OG11-OS3-OS28-OS30


Viale Venezia, 96 - 38056 Levico Terme (TN) - tel. 0461 707084
www.hollander.it
22 IoArchitetto 35
ricordo di Carlo Aymonino / ilaria valente*

Architettura come fenomeno urbano


Lopera di Aymonino oggi termine di paragone per una riflessione sulle difficolt politiche dellarchitettura italiana

I
l 4 luglio scorso mancato Carlo Aymonino. Il suo dissoluzione della ricerca disciplinare nella politica. La scienza
pensiero e la sua opera hanno contribuito in modo urbana, e ne esempio concreto lo studio sulla citt di Padova,
fondamentale al dibattito e al costituirsi del profilo non intesa come la fissazione di metodiche analitiche da
dellarchitettura italiana del dopoguerra. Architetto cui le opzioni progettuali derivino in sequenza deduttiva, ma
formato nella scuola di Roma, inizia la sua attivit con Mario come costruzione di una teoria della citt e dellarchitettura
Ridolfi e Ludovico Quaroni partecipando al progetto per come inevitabili orizzonti di riferimento per il progetto, che
il Quartiere Tiburtino III a Roma (1950), con la palazzina rispetto ad essi articola la sua costituzione formale in termini
La Tartaruga con Ludovico Quaroni (1951) e, di seguito, la di relativa autonomia. Termine e metro di giudizio della validit
realizzazione del quartiere Spine Bianche a Matera (1954). dellapparato conoscitivo rimane sempre, per Aymonino, il
decisiva per Aymonino la stagione di studi e ricerche allo progetto: il giudizio finale o il risultato conclusivo spettano
IUAV, avviata nella Scuola in cui Giuseppe Samon aveva sempre ai progetti e alle realizzazioni di architettura, che
riunito, negli anni, alcuni tra i pi significativi protagonisti possono confermare o negare le ipotesi iniziali, scrive in
della rinascita dellarchitettura italiana: maestri e allievi, due Architettura come fenomeno urbano (1969).
generazioni che hanno fissato i cardini teorici e operativi Il nesso tra architettura e citt viene sperimentato in una
di una pratica del progetto di architettura che pu dirsi ricerca paziente che emerge dalle sue opere: architetture
fondativa per le successive esperienze europee degli anni civili in cui evidente lobiettivo di costruire frammenti di citt
Settanta e Novanta. Tra il 1963 e il 66, insieme ad Aldo Rossi pubblica, con i progetti degli anni Settanta per le universit
e a un gruppo di pi giovani collaboratori, elabora nel Corso di Firenze e delle Calabrie, concorsi che costituiscono un
di caratteri distributivi degli edifici lossatura portante della importante banco di prova per le pi significative posizioni
sua teoria, lavorando intorno al rapporto tra morfologia espresse dalla cultura architettonica italiana di quegli anni,
urbana e tipologia edilizia, ovvero sul nesso tra architettura e quindi edifici pubblici: i palazzi di giustizia di Brindisi (1961)
forma urbana, nella sua formazione storica e de-formazione e di Ferrara (1977), i progetti e le opere realizzate a Pesaro, di
in fenomeno urbano, affrontando in termini innovativi il cui ricordiamo in particolare il campus scolastico del 1971 e il
tema della crescita urbana e, con riferimento al dibattito sui centro direzionale Benelli del 1981.
centri direzionali, della nuova dimensione. Parallelamente, I numerosi progetti e le opere degli anni Ottanta coincidono
Aymonino si occupa approfonditamente della tipologia della con limpegno di Aymonino, tra l81 e l85, come assessore per
residenza, per riprendere sul piano disciplinare la riflessione gli Interventi sul Centro Storico del Comune di Roma istituito
engelsiana sulla questione delle abitazioni. Due progetti dalla Giunta Argan, occasione irripetibile in cui ancora una
di questi anni possono essere considerati sperimentali e volta Aymonino pone al centro larchitettura come motore
paradigmatici: il progetto di concorso per la ricostruzione della valorizzazione della citt capitale. Prende sempre pi
del Teatro Paganini a Parma (1966) e la realizzazione del corpo, nel caso del progetto per il centro storico di Roma,
complesso Monte Amiata al Gallaratese, a Milano (1967-74). lapprofondimento sul delicato equilibrio tra vecchio e nuovo,
Il nesso tra pratica teorica e progettuale costante e informa dove la definizione della nuova architettura avviene a valle di
lattivit didattica e professionale di Carlo Aymonino, concrete condizioni di necessit, supportata da una conoscenza
fondendosi in un insieme coerente, problematico e vocazione a costruire leggi, a ricercare norme, ad affermare profonda dei fatti urbani che sola pu informare modalit
sperimentale. principi. (). Questi antefatti e i successivi sviluppi, gli coerenti per costruire sul costruito. Aymonino aggiunge
Nello sviluppo della sua attivit allo IUAV, di cui sar rettore studi sulla citt di Padova e sulle citt capitali del XIX secolo, quindi un ulteriore tassello alla riflessione da anni avviata sulla
tra il 74 e il 79, emerger in modo chiaro lintensit di questo confluiranno nella pregnante sintesi offerta in Lo studio dei citt contemporanea e sul nesso centro-periferia, dialettica
atteggiamento, ben descritto da Nino Dardi nel tracciare fenomeni urbani, pubblicato nel 1977, e in altri importanti necessaria in cui si iscrive il ruolo dellarchitettura nella sua
la vicenda del Gruppo Architettura, fondato da Aymonino testi, contributi sistematici rivolti alla messa a punto del nesso capacit di riscatto delle condizioni di degrado fisico e come
insieme allo stesso Dardi, Semerani, Polesello, Canella e ad fondamentale tra architettura e citt. motore della ricostituzione di unidentit civile.
altri pi giovani: Carlo Aymonino ci propose delle norme Strettamente intrecciata alla sua attivit di architetto e Lopera di Carlo Aymonino, felice, coerente e coraggiosa
elementari di comportamento: preparare una lezione scritta, studioso, va citata la militanza di Aymonino nel Partito fusione di talento e impegno intellettuale e politico, descrive
ove venivano esposte le proprie tesi, leggerla a lezione ai Comunista Italiano che anche da considerarsi come compiutamente e in modo paradigmatico un percorso forse
colleghi e agli studenti, e aprire su questa una discussione: importante chiave di lettura del suo pensiero e del suo operare irripetibile e si pone come termine di paragone per una sempre
pensare, scrivere, dattiloscrivere, ciclostilare, diffondere, come intellettuale organico. In particolare, nel giro di boa pi necessaria riflessione sulle odierne difficolt politiche
leggere, dibattere. () Rileggendo i testi di quegli anni, della fine degli anni Sessanta, il tentativo di fondare una dellarchitettura italiana.
uninequivocabile vocazione e una prioritaria opzione balza scienza urbana corrispondeva a unistanza etico-ideologica
immediatamente evidente: a favore di una costruzione logica in cui scienza corrispondeva alla ricerca della verit tra
serrata, di una disciplina metodologica assai ampia, di una gli opposti atteggiamenti della cultura del sistema e della * Docente di composizione architettonica e urbana al Politecnico di Milano

Sotto il titolo, Studi per il Campus di Pesaro. Il centro civico nella tempesta 2, 1980,
inchiostro, tempera e pennarelli su carta, 70x50 cm.
A sinistra, Ecco qua un altro pezzo di citt, 1973. Tecnica mista su tela, 199x146,5 cm.
Sopra,Musei Capitolini in Campidoglio. Copertura e sistemazione del Giardino Romano
dei Musei Capitolini, 2.05.2005. Pennarelli, matita e inchiostro su carta 100x70 cm.

Tutte le immagini di questa pagina courtesy Collezione Francesco Moschini


Autoritratto preoccupato per larchitettura, Carlo 8/XII/77, penna su carta, 32x24 cm e Gabriel Vaduva, A.A.M. Architettura Arte Moderna. (www.aamgalleria.it)
IoArchitetto 35 23
archiartisti / mara corradi
archilibri /

Design: uguale Milano expo 2015


Unoccasione di sviluppo sostenibile
Stefano Di Vita

o differente dallarte?
Franco Angeli editore
320 pp - euro 28,00

Il testo esplora il tema dei grandi eventi


nelle citt contemporanee attraverso
Interpretazioni sul tema di Michele De Lucchi e Ottorino De Lucchi in una mostra che si inaugura i principi dello sviluppo sostenibile, a
pi di ventanni dalla sua definizione,
il 14 ottobre al museo delle Arti decorative di Bordeaux interrogandosi sulla difficolt nel tradurla
in azioni concrete, focalizzandosi non

I
l Muse des Arts dcoratifs di Per suggellare questo patto poetico tanto sulle tipologie di intervento quanto
Bordeaux supera la sua missione dellintegrazione tra le arti, il Muse sulle loro modalit di attuazione. Milano,
tradizionale di conservazione e des Arts dcoratifs di Bordeaux terreno di sperimentazione in occasione
valorizzazione del patrimonio mette in scena i pi importanti dellExpo 2015, ci offre interessanti
delle arti e dellartigianato locale, oggetti di produzione industriale riflessioni in materia.
aprendosi alla contemporaneit. e artigianale e le sperimentazioni
E lo fa allestendo unala delle sale architettoniche a piccola scala
espositive completamente dedicata di Michele De Lucchi con le
al design, che nato e si sviluppato rappresentazioni pittoriche degli
in stretta connessione con le arti stessi, realizzate per loccasione da effetto Maddalena
applicate, per raccoglierne leredit a Ottorino De Lucchi. Una vicenda di architettura / an architectural affair
partire dalla Rivoluzione Industriale Nella forte volont di intrecciare a Stefano Boeri Architetti
fino ai giorni nostri. livello culturale le diverse discipline, Rizzoli, editrice AbitareSegesta
Oggi che la stessa definizione di che come tali appaiono estranee le 223 pp - euro 50,00
design messa in crisi, a Bordeaux une alle altre e dovrebbero essere
intendono riflettere sulle prospettive portate avanti con rigorosa distanza, Lisola della Maddalena: scenario di un
della disciplina, attraverso Michele De Lucchi - Ottorino De Lucchi si sostanzia la rivelazione dellagire viaggio progettuale a cui improvvisa-
esposizioni dedicate ad autori uguale e differente Design et peinture contemporaneo; la combinazione mente mancata la destinazione prima: la
contemporanei che sono al centro tra design, architettura, chimica sede italiana del vertice G8 del 2009.
del dibattito. Ad aprire la strada Muse des arts dcoratifs de Bordeaux e pittura, cadute le barriere Il volume raccoglie le testimonianze,
stato Jasper Morrison nel 2009. 39, rue Bouffard, Bordeaux disciplinari, rivela relazioni a volte dissonanti, dei protagonisti di
Questanno il museo ha pensato Dal 14 ottobre 2010 al 31 gennaio 2011 inaspettate e genera immagini una realizzazione costretta in tempi
di lanciare una provocazione, mer-lun 11.00/18.00 parallele, dove si legge con chiarezza strettissimi; le voci, da Boeri a Bertolaso,
chiamando ad esporre insieme www.bordeaux.fr una comune finalit: linterpretazione spiegano le immagini, di per s eloquenti,
due figure dalla carriera non delloggi, e dove lambiguit dell di una storia italiana controversa.
convenzionale, la cui creativit nasce uguale e differente proposta
dalla reciproca influenza delle arti e linguistico, come nella poetica come una possibile chiave.
e della tecnica, che enfatizzano nel di Ottorino De Lucchi, la cui
loro essere fratelli gemelli: Uguale tecnica pittorica iperrealista di
e differente il titolo della mostra interpretazione del reale deriva dalla Worldwide architecture
che mette in relazione le opere di formazione scientifica. Professore The next generation
Michele De Lucchi e di Ottorino De di chimica allUniversit Ca Utet editori
Lucchi. Noto a livello internazionale Foscari di Venezia, membro 249 pp - euro 75,00
per lesperienza avanguardistica dellAmerican Chemical
del gruppo Memphis negli anni Society, autore di numerose Una rassegna di progetti che porta alla
80, Michele De Lucchi non ha pubblicazioni e detentore di luce un interessante panorama globale,
mai ricondotto la sua poetica alla brevetti, egli ha condotto studi quello della nascente generazione di pro-
pura componente estetica, ma ha sui pigmenti e sui coloranti per gettisti che, in nome di una ritrovata
affrontato la tecnica lavorando la conservazione e il restauro semplicit, vuole empanciparsi da quella
a capo dellufficio di design di opere darte e ricerche sulle precendente, che molto deve alle Archi-
dellOlivetti per 10 anni, ha indossato molecole organiche grazie star. Quarantacinque progetti per qua-
i panni dellimprenditore fondando a cui ha sviluppato negli rantacinque architetti under 40, ognuno
Produzione Privata, la sua azienda anni una tecnica pittorica corredato da una descrizione accurata
che produce oggetti realizzati con le basata sullacquerello secco e, soprattutto, immagini.
maestranze artigiane italiane, e ha (watercolor drybrush), che
continuato a costruire architetture, permette di associare la
dialogando con le componenti brillantezza e la trasparenza
tecnologiche del progetto. Arte dellacquerello a una Maxxi
e scienza si combinano in un estrema permanenza Zaha Hadid Architects
costante rinnovamento concettuale dellopera. Skira editore
164 pp - euro 55,00

Lunico volume ufficiale sullarchitettura


Sopra, vassoio da muro Via Omero 38, Produzione Privata 2009 (Michele De del MAXXI, il Museo delle Arti del XXI
Lucchi, Alberto Nason); a sinistra, vaso Basequadra (Michele De Lucchi, Alberto
secolo, recentemente inaugurato a Roma,
Nason e Mario Rossi Scola), Produzione Privata, 1997; sotto, Vaso di Natale 2006
progettato dal Premio Pritzker 2004
con tulipano rosso (Ottorino De Lucchi), drybrush e acrilico su cartone Schoeller,
36,5 x 36,5 cm, 2010. Zaha Hadid. Schizzi, prospetti, tavole
e fotografie di una trama spaziale che
stata definita un campo permeabile in
cui immergersi. Un libro per capire la
genesi di un edificio che gi icona.

architettura del Settecento a napoli dal Barocco al Classicismo


Benedetto Gravagnuolo
Guida Editore
278 pp - euro 30,00

Da Vaccaro a Ruffo, i sette protagonisti


dellarchitettura napoletana del Settecen-
to vengono restituiti in questo volume
, alla luce di una rivalutazione critica che
non stilistica tout court, bens chiaro-
. scurale, come la rassegna fotografica di
no Sergio Rizzo che lo accompagna, testi-
moniando la perenne oscillazione negli
autori tra barocco e classicismo.