Sei sulla pagina 1di 27

L INFERTILITA MASCHILE

DA CAUSE UROLOGICHE

Prof. Alessandro NATALI


Responsabile Servizio di Andrologia Urologica
Clinica Urologica I Universit di Firenze
COSA E IMPORTANTE IN
UNO SPERMIOGRAMMA ?
NUMERO
MOTILITA
MORFOLOGIA

30%
15%
CAUSE COMUNI DI
U
INFERTILITA MASCHILE R
Malattie ipotalamo
ipotalamo--ipofisarie 1% O
Disfunzioni eiaculatorie 1%
L
Malformazioni (AVSD,criptorchidismo) 1-2%
O
Infezioni tratto genitale(prostatiti,uretriti,epididimiti) 8-10
10%%
Danno testicolare(orchiti,traumi,torsione)
orchiti,traumi,torsione) 10
10%% G

Varicocele 25
25--30
30%% I

Idiopatiche 25--30
25 30%% C
H
E
CAUSE UROLOGICHE
DISFUNZIONI EIACULATORIE
EIACULAZIONE RETROGRADA
1% di incidenza come causa di infertilit maschile

Turp
Interventi chirurgici sul collo vescicale
Linfectomia retroperitoneale
Chirurgia colon-
colon-retto
Diabete
SM
Farmaci litici
MALFORMAZIONI
AGENESIA DEFERENTI E VESCICHETTE SEMINALI (AVSD)
1%di incidenza come causa di infertilit maschile
Evenienza rara ( 1-
1-8 per mille maschi infertili )
Diagnosi : Azoospermia; Vol. eiaculato < 1cc.; pH acido
Vol. testicolare normale; presenza di caput epididimi

CRIPTORCHIDISMO
1%di incidenza come causa di infertilit maschile
3% come incidenza sulla popolazione adulta
Dopo i 2 anni il 38% dei criptorchidi hanno perso le cc. Germinali
azoospermia !!!!
INFEZIONI DEL TRATTO GENITALE
8-10%di incidenza come causa di infertilit maschile
Possono ridurre la fertilit maschile causando reazioni
infiammatorie, stimolando la produzione di
autoanticorpi, aumentando la produzione di radicali
liberi dellossigeno da parte dei leucociti
polimorfonucleati del liquido seminale provocando
fibrosi didimo-
didimo-epididimaria
Uretriti, prostatiti, vescicoliti,
vescicoliti, deferentiti,
deferentiti, epididimiti
Agenti infettanti: E.Coli,
E.Coli, Proteus,
Proteus, Klebsiella
Klebsiella,,
Chlamydia,, Mycoplasma,
Chlamydia Mycoplasma, Ureaplasma
Diagnosi: Spermiocoltura,
Spermiocoltura, Urinocoltura,
Urinocoltura, Tampone
uretrale con antibiogramma
INFEZIONI DEL TRATTO GENITALE
DANNO TESTICOLARE

10 %di incidenza come causa di infertilit maschile


Qualsiasi insulto a livello testicolare si ripercuote pi
sulla c. di Sertoli (pi debole), che sulla c. di Leydig (pi
forte)
* Infezioni - orchite parotitica post-
post-pubere, bilaterale nel
10--30%
10 azoospermia !!! -
*Traumi
*Torsione testicolare ( dd con epididimite !!!! )
VARICOCELE
25
25--30% %di incidenza come causa di infertilit maschile
Definizione : dilatazione delle vene del plesso pampiniforme testicolare
Frequenza : 10-
10-15%giovani adulti
Sede : 90%a sx ( v. spermatica sx sfocia perpendicolarmente nella v. renale
omolaterale )
Danno spermatogenetico :
- Temperatura intrascrotale
- Reflusso cataboliti renali e surrenalici
- Ipossia
Clinica : pesantezza e/o dolenzia testicolare, gonfiore accentuato dalla stazione
eretta
Diagnosi : Ecocolordoppler testicolare - evidenziazione del reflusso con
manovra di Valsalva - ( Grado I,II,III )
Terapia : Chirurgica, Embolizzazione
DRENAGGIO VENOSO TESTICOLARE
Varicocele
Varicocele
Caldo boia:
Buco dellozono?

No, varicocele!

Varicocele
Intervento chirugico

Embolizzazione
ESISTE UN DATO DI LETTERATURA
IMPORTANTE DI METANALISI CHE
CI DICE CHE LA VARICOCELECTOMIA
MIGLIORA IL PATTERN SEMINALE
IN TUTTE LE SUE COMPONENTI
QUESTO STUDIO (COCHRANE)
CI DICE CHE IN TERMINI DI PR
NON CE UNA DIFFERENZA
STATISTICAMENTE
SIGNIFICATIVA TRA VARICOCELI
OPERATI E NON OPERATI
Intervento chirugico

Embolizzazione
MENTRE QUESTO LAVORO
SOSTIENE DIAMETRALMENTE
LOPPOSTO E CHE I SOGGETTI
CON VARICOCELE OPERATI
HANNO UNA PR MIGLIORE
RISPETTO AI NON OPERATI
COME VA CONSIDERATO OGGI IL VARICOCELE?

Va operato:
1. Adolescenti con riduzione di volume testicolare > 2 ml (controlaterale)
2. Progressiva compromissione seminale nel tempo
3. Adulti o adolescenti sintomatici
4. Maschi di coppie subfertili con seme compromesso e partner < 35 anni

In coppie con una partner femmina >35 anni, che richiedono lintervento per
varicocele deve essere chiaramente spiegato che il rischio di ritardare trattamenti
di fertilizzazione assistita deve essere molto seriamente valutato

Forti G, Krausz C., Cilotti A. Maggi M.


Varicocele and infertility
J. Endocrinol. Invest. 26:564-9, 2003