Sei sulla pagina 1di 19

Turismo e alimentazione alla vigilia di Expo 2015

1. Expo e trend alimentari oggi

1.1 Expo 2015: Nutrire il pianeta, energia per la vita

1.2 Il Trend Veg

1.3 Il Trend Gluten Free

2. Il caso Ristorante Convivium dellHotel Principe di Lazise

2.1 La creazione di un nuovo brand nella ristorazione veg: Convivium

2.2 Le attivit di promo-commercializzazione in atto

2.3 La mia proposta di pacchetto turistico Expo 2015, benessere e relax

10

2.4 Come comunicare il nuovo brand attraverso il Foodstagramming

14

Conclusioni

17

fig. 1 - Logo Expo 2015

1. Expo e trend alimentari oggi


Il 2015 sar lanno caratterizzato da trend salutisti, con un aumento della domanda di prodotti vegetariani,
vegani e gluten free senza precedenti.
La richiesta di prodotti a km 0 e vegetali e la voglia della naturalit degli alimenti saranno tendenze di
richiamo globale continuamente in ascesa cos come la produzione gluten free in seguito ad un aumento dei
casi di celiachia e della relativa richiesta.

1.1 Expo Milano 2015: nutrire il pianeta, energia per la vita


In questo quadro il tema di Expo Milano 2015 pi che mai opportuno.
Largomento dellesposizione mondiale nel capoluogo lombardo vuole essere lalimentazione in chiavi
differenti: sicurezza alimentare, lotta alla malnutrizione, educazione alimentare... Parlando senzaltro anche
di usanze locali, tradizioni e scambio di saperi.
Si sta discutendo di convivialit come unesperienza che va oltre al semplice bisogno di nutrirsi e che fa da
ponte tra le differenti culture.
I protagonisti sono 134 Paesi e 3 organizzazioni mondiali, i quali, partendo dalla propria cultura e dalle proprie
tradizioni, sono chiamati ad interrogarsi e a proporre soluzioni di fronte alle grandi sfide e problematiche
legate allalimentazione.

Gli organizzatori di Expo 2015 definiscono levento come un immenso laboratorio di innovazione che
contribuir a creare le linee guida per avere nel futuro cibo sano, sicuro, sostenibile e sufficiente per tutti.
I paesi partecipanti, scegliendo se costruire autonomamente il proprio padiglione o se far parte di un cluster
tematico, hanno trasformato il Sito Espositivo di Expo Milano 2015 in un mosaico di Paesi impegnati a
sensibilizzare i visitatori attorno a un Tema cruciale per le generazioni future.
Per 6 mesi, 184 giorni, dal 1 maggio al 31 ottobre, Milano offre unoccasione unica e rara: scoprire pi di
cento cucine nazionali con i loro gusti, profumi e colori attraverso cultura e scienza, innovazione e tradizione,
sostenibilit e solidariet.
Sono stati scelti anche i portavoce del messaggio dellevento: sono scrittori, sportivi, filosofi, personaggi dello
spettacolo, attori, creativi, architetti, designer, chef, musicisti, cantanti, registi ecc. I quali, accomunati dalla
voglia di vivere in prima persona il messaggio di Expo Milano 2015, interpretarlo e diffonderlo, declinano
quello che per loro rappresenta e significa il Tema globale di Expo.
I cosiddetti Ambassador hanno la loro risposta e visione di quello che significa Nutrire il Pianeta, Energia
per la Vita e ci regalano parole su cui riflettere affinch il tema di Expo Milano 2015 diventi anche il nostro
impegno per il Pianeta.

fig 2 - P. Leeman

Pietro Leemann, chef di origini svizzere che ha aperto a Milano il ristorante vegetariano
Joia, una stella Michelin, uno degli Ambassador che, alla vigilia del 1 Maggio ha
affermato: Expo sar unoccasione straordinaria per lItalia e per la cucina, perch
oggi sempre pi si cerca di pensare al sano e non solamente al buono e di tornare alla
dimensione vicina al contadino che coltiva, dal quale procacciarci i cibi, e in questottica
si dibatter proprio su questo tema [...] Mi aspetto che allExpo si parli anche di cucina
vegetariana perch in realt la cucina vegetariana universalmente riconosciuta come
essere la pi sana e anche la pi sostenibile.

A Expo declinato anche il dovere di sensibilizzare riguardo il tema celiachia.


Al suo interno saranno diverse le realt ristorative con unofferta gluten-free adatta ai celiaci. LAgenzia
Sedicieventi, che organizza a Perugia da 3 anni il Gluten Free Fest, primo festival nazionale dedicato al senza
glutine, si aggiudicata due postazioni street food a Expo, per proporre anche una parte dedicata alla
vendita con corner promozionali per sensibilizzare il pubblico sulla tematica.
Anche Algida, nelle due piazzette
Algida presente con un
assortimento di gelati confezionati
senza glutine, ma non sar lunica
a proporre gelato Gluten Free
allinterno
dellesposizione:

possibile acquistare gelati gluten


free anche dal chiosco GROM,
catena di gelaterie senza glutine
che da anni collabora con AIC,
lAssociazione Italiana Celiachia.

fig 3 - Grom a Expo 2015


4

1.2. Il trend Veg


La parola veg, che da qualche tempo rientra nello slang internazionale, si riferisce al regime vegetariano e
a quello vegano, giocando sul fatto che le prime tre lettere di entrambi i termini sono uguali.
Il punto di partenza di queste scelte alimentari una nuova consapevolezza alimentare di tipo salutista ed
una sensibilit ambientale ed animalista; i fautori dei diversi orientamenti alimentari condividono la teoria
che questo sar il futuro e una chiave di svolta.
Sempre pi italiani e non, decidono, di fatti, di seguire ed aderire a queste filosofie per una maggiore
responsabilit ambientale.

Basti pensare, per esempio, che per produrre un chilo di carne sono necessari 15 mila litri dacqua, la cui
reperibilit sar il problema principale dei prossimi anni; per non parlare degli allevamenti intensivi di animali
da macello che sono la causa maggiore della produzione di gas serra e quindi del riscaldamento globale del
pianeta e determinano labbattimento di migliaia di ettari di foreste.
Lelemento che, per, influenza maggiormente le persone nella scelta di questo regime alimentare quello
salutistico. La quasi totalit delle malattie del nostro tempo (malattie cardiovascolari, colesterolo, cardiopatia,
cancro, allergie...) derivano infatti esclusivamente da unalimentazione sbagliata in cui prevale lo squilibrio
causato da unassunzione smodata di proteine e grassi animali e una carenza di fibre, sali minerali e vitamine,
tipica della dieta carnivora.
Coloro che hanno queste esigenze sono, perci, persone informate, che fanno delle scelte di vita consapevoli
e precise (molte volte non solo a livello alimentare).
Il segmento di riferimento ha in genere unalta capacit di spesa e rappresenta una clientela che, pur di
cenare con piatti che rispondono alle loro esigenze, disposta a percorrere anche chilometri di distanza dalla
loro residenza.
Queste tendenze alimentari si sono diffuse in maniera esponenziale negli ultimi anni, consolidandosi nel
nostro paese e nel resto del mondo, presentando una variazione percentuale positiva del 15% rispetto
allultima rilevazione, raggiungendo cos il 7,1% totale della popolazione italiana (6,5% vegetariano e 0,6%
vegano) pari a 4,5 milioni, con una stima rilevata da diversi istituti statistici di pi di 7 milioni tra vegetariani
e vegani.

Un altro dato importante quello fornitoci da Google Trend riguardo alla parola Vegan.
Come risulta dalla figura 5, le ricerche svolte su
google utilizzando tale parola hanno subito una forte
impennata a partire dallanno 2013, raggiungendo i
picchi pi alti negli ultimi mesi.
Premettendo che la parola chiave il modo in cui
Google definisce linteresse delle persone nei
confronti di un determinato argomento, possiamo
considerare questultimo un dato significativo e
rappresentativo del bisogno di cambiare le abitudini
alimentari avvertito da sempre pi italiani.
Tanto che, secondo fonti Eurispes 2013, la
popolazione Veggy in Italia rappresenter il 50% di
quella totale entro il 2050.

fig 4 - Risultati su Google Trend per la parola Vegan

1.3 Il trend Gluten Free


La celiachia lintolleranza pi frequente negli esseri umani, con una prevalenza stimata intorno all1% e con
un incremento annuo di circa il 10%.
Come spiega la Dott.ssa Neuhold, responsabile nazionale Area Food dellAIC
(Associazione Italiana Celiachia), la celiachia cronica e richiede ladesione alla terapia
per tutta la vita senza alcuna trasgressione, la cui cura unica , per ora, la dieta gluten
free.

fig 5 - S. Neuhold

Oggi, in Italia, lintolleranza permanente al glutine riguarda 150.000 persone, anche se


le stime dicono che questa malattia autoimmune colpisce una persona su 100, quindi i
celiaci sarebbero 600.000 di cui 450.000 ancora non diagnosticati.

Nel 2050 il Pianeta dovr essere in grado di sfamare 9 miliardi di persone e, secondo queste stime, l1% della
popolazione mondiale dovr nutrirsi senza glutine, ecco perch questesigenza deve prendere posto nelle
nostre abitudini alimentari e non pu essere ignorata, soprattuto da chi opera nel ramo della ristorazione.
Mangiare gluten free diventata una moda in termini di dieta anche per chi non ha problemi di celiachia
probabilmente grazie a testimonials di calibro mondiale come il tennista Novak Djokovic, intollerante al
glutine, che nel 2014 pubblic Il punto vincente in cui afferm che la dieta anti-glutine lo rendeva pi
lucido nel pensiero, e positivo nellemotivit.

fig. 6 - Hotel Principe di Lazise

2. Il caso Ristorante Convivium dellHotel Principe di Lazise


Il Principe di Lazise Wellness & Spa Hotel **** situato nellentroterra di Lazise, circondato da vigneti ed
uliveti, a 3 km dal centro storico.
Il Principe dispone di 89 camere e vanta del centro benessere Aquavitae, che include piscina coperta
riscaldata, idromassaggio, bagno di vapore, sauna, bio-sauna, Hammann, area relax con lettini ad acqua
riscaldata, tisaneria, palestra, sale yoga e 10 cabine per massaggi e trattamenti, e del ristorante Convivium,
che delizia i palati dei clienti con piatti della tradizione italiana, cucina mediterranea e gardesana, con
richiamo alle eccellenze estere, in particolar modo al mondo orientale.

2.1 La creazione di un nuovo brand nella ristorazione veg: Convivium


Fino a 20 anni fa i percorsi gastronomici erano due: carne o pesce. Oggi le esigenze sono differenti e, di
conseguenza, stato necessario proporre ed elaborare percorsi alternativi.
Perci, sulla base delle nuove abitudini, delle tendenze alimentari, dei relativi numeri piuttosto rilevanti e
di un interesse spontaneo dimostrato dai clienti interni ed esterni allhotel, nata lidea di sviluppare un
progetto per la creazione di un sub-brand del ristorante Convivium, avente come mercato di vendita
principalmente il target di clientela vegetariano, vegano e gluten free.
Il nome del ristorante non stata una scelta casuale: il
termine di origine latina e significa banchetto, simposio.
Convivium anche il titolo di unopera del grande
Dante Alighieri, con il quale assume ad essa un significato
allegorico: lopera narra di una mensa, apparecchiata
dallo stesso Dante, che offre la possibilit di discutere su argomenti del sapere a tutti i partecipanti. Egli
intende condividere il sapere con quante pi persone possibile, e per questo sceglie di utilizzare, sul piano
letterario, il volgare, rappresentato metaforicamente dalle vivande, un linguaggio semplice e conosciuto da
7

tutti, anche da chi non ha una solida preparazione culturale. Secondo Treccani, inoltre, un convivio non
esclusivamente sede di baldoria, ma modo usuale di convegno e di ricevimento, periodo di riposo dopo le
faccende della giornata.
Da questo concetto nasce la filosofia del ristorante Convivium e dellhotel stesso: offrire agli ospiti un
momento di benessere interiore, di ricarica energetica e di cura per se stessi attraverso pietanze gustose,
salutari e leggere, unoccasione di incontro, dialogo e condivisione dei saperi e dei sapori attraverso luso
di un linguaggio conosciuto a tutti, a prescindere dalla provenienza, lingua parlata e cultura: il buon cibo.
Il progetto, partito in concomitanza con lapertura della stagione estiva 2015, vuole presentarsi come una
vetrina di pensieri e filosofie nuove, una dimostrazione della possibilit di vivere in armonia con lambiente
con apporti alla salute innegabilmente benefici.
Convivium Gluten Free & Vegetariano si rivolge principalmente a chi condivide appieno lo stile di vita
vegetariano, vegano e gluten free, aperto ai clienti interni ed esterni dellhotel.
La sua offerta rimane comunque valida per tutti: per definizione la cucina vegetariana e vegana, piuttosto
che quella senza glutine, non alternativa e restrittiva come quella ricca di proteine animali, bens la si pu
definire democratica, i cui piatti possono essere consumati da un segmento molto ampio, senza distinzione
di religione, cultura e abitudini alimentari.

fig 7 - Piatti del men degustazione - Convivium

Quello che rimane da capire se, anche per chi non rientra in queste fasce di mercato, vegetariano, vegano
e gluten free buono, bello da vedere e gradito.
Ecco che allora lobiettivo principale di un ristorante come Convivium Gluten Free & Vegetariano sfatare
il luogo comune che attribuisce a questo tipo di cucina la nomea di essere un modo triste e monotono di
alimentarsi, e daltro canto, dimostrando quanto essa sia molto creativa, soddisfacente, nutritiva e saporita.

2.2 Le attivit di promo-commercializzazione in atto


Le attivit di promozione sono state predisposte a livello locale in
quanto il destinatario da informare per lo pi il cliente esterno
allhotel, ovvero colui che abita in provincia di Verona o nelle citt
limitrofe.
Per lo stesso motivo si ha deciso di lanciarlo sul mercato come
ristorante vegetariano e gluten free e non come ristorante Veg
perch uno slang ancora poco conosciuto dalla popolazione delle
nostre citt, mentre gluten free una parola ormai internazionale
rientrata nel parlato quotidiano degli italiani.

Attivit di promozione Online:


t $SFB[JPOF EFM QSPMP Facebook del ristorante,
campagne Like e sponsorizzazioni degli eventi in
organizzazione e dei post pi significativi.
Ci prevede inoltre pubblicazione settimanali di immagini
dei piatti, delle tecniche di preparazione di questi e della
brigata di cucina in fasce orarie in cui la maggior parte
degli utenti Online (tardo pomeriggio/sera)
t $SFB[JPOF EJ VOB [POB JOGPSNBUJWB TVM $POWJWJVN
Gluten Free & Vegetariano allinterno del sito web del
Principe di Lazise.
t *TDSJ[JPOFBQPSUBMJXFCWJTJUBUJSFHPMBSNFOUFEBDIJIBFTJHFO[FBMJNFOUBSJDIF
Convivium Gluten free & Vegetariano pu soddisfare, quali: ristoranteperceliaci.
net, infoceliachia.com, glutenfreeroads.com, vacanzeperceliaci.com. Su questi
portali si trovano le informazioni sul ristorante, i link per visitare il profilo Facebook
e il sito web, su alcuni errori possibile recensire e su altri ancora verificare la
disponibilit delle camere.

Attivit di promozione Offline:


t 4FSBUB EJOBVHVSB[JPOF F QSFTFOUB[JPOF EFM OVPWP SJTUPSBOUF BMMB RVBMF TPOP TUBUJ JOWJUBUF QFSTPOF
selezionate e specializzate del settore.
t %JTUSJCV[JPOFEJWPMBOUJOJOFJDFOUSJ:PHB QBMFTUSF OFHP[JCJPMPHJDJ (MVUFOGSFFFWFHBOJ OVUSJ[JPOJTUJF
farmacie.
t *TDSJ[JPOFBMM"TTPDJB[JPOF*UBMJBOB$FMJBDIJB "*$
FBEFTJPOFBMQSPHFUUP"MJNFOUB[JPOF'VPSJ$BTBVOB
catena di esercizi che comprende ristoranti, gelaterie, paninoteche, strutture ricettive, negozi di alimentari,
aziende di catering, ecc. e che garantisce un servizio idoneo alle esigenze alimentari dei celiaci. Essere infatti
un esercizio aderente allAFC significa avere dei requisiti certificati tra cui:
aver partecipato ad un corso su celiachia e dieta gluten-free organizzato dalle AIC Locali, dalle ASL o da
enti che collaborano con AIC
aver ultimato la formazione con successivi incontri/corsi presso lesercizio stesso a cura dellAIC Locale
seguire tutte le regole fornite da AIC per la preparazione e somministrazione degli alimenti gluten-free
per evitare i rischi di contaminazione
consentire controlli periodici da parte dellAIC Locale, che svolge almeno una volta allanno un
sopralluogo approfondito dellesercizio

fig 8 - Convivium
9

2.3 La mia proposta di pacchetto turistico Expo 2015, benessere e relax


In occasione di Expo 2015 si ha parlato a lungo anche della crescita tariffaria che interessa gli alberghi di
Milano nel periodo che va dallapertura alla chiusura dellesposizione mondiale.
Queste tariffe sono state raddoppiate se non triplicate rispetto a quelle applicate durante lo stesso periodo
del 2014: quanto rivela losservatorio Trivago si nota una spesa media di 237 euro a notte per camera doppia
standard con il picco di 247 euro per il giorno di apertura.
Questo fatto ha portato e porta continuamente i visitatori di Expo a prenotare fuori dalla citt di Milano,
approfittandone per scoprire nuovi borghi, storie e paesaggi.
Verona, e le sue innumerevoli province, potrebbe essere tra le citt alternative a Milano scelte dai turisti per
pernottare durante lesposizione: dista circa 120 km da Milano, facilmente raggiungibile in 2 ore con auto o
treno e vanta inoltre di un patrimonio storico, artistico, naturale e gastronomico unico ed invidiabile da molti.
La creazione di un pacchetto poli sensoriale presso lhotel Principe di Lazise Wellness & Spa una delle
proposte studiate ad hoc per offrire un motivo in pi ai visitatori di Expo nella scelta dello stesso hotel per il
loro soggiorno e per far conoscere in un contesto adeguato il nuovo ristorante dellhotel.
Il pacchetto Expo 2015, benessere e relax vuole regalare unesperienza di viaggio unica e coinvolgente,
alternando alla frenesia del capoluogo Lombardo, il riposo e lequilibrio interiore offerto dallatmosfera del
centro benessere Aquavitae e il gusto genuino e locale dei piatti serviti nel ristorante Convivium Gluten Free
& Vegetariano.
Il pacchetto include:
Bottiglia di prosecco di benvenuto
Bottiglia di Olio extravergine di Oliva del Garda,
prodotto con i frutti dei nostri olivi come regalo di benvenuto
3 Pernottamenti in camera charme e prima colazione
2 cene con men la carte nel ristorante
Convivium vegetariano e gluten free del Principe di Lazise (bevande escluse)
1 Biglietto per Expo 2015
Transfer privato A/R da Lazise a Rho fiera Expo
Ingresso al centro benessere Aquavitae
1 Massaggio setificante al profumo di pesca 50 minuti per Lei
1 Massaggio schiena e cervicale con olio profumato allaloe e bamb 50 minuti per lui

Servizi da aggiungere a piacere:


1 cooking lesson della durata di 3 ore con lo chef Dal Bosco, che, dopo essersi procurato prodotti locali, di
alta qualit e genuinit, seguir i nostri ospiti nella realizzazione di un pranzo a quattro portate insegner
loro a conoscere i prodotti locali ed a utilizzarli per creare dei piatti che assaggeranno e che potranno poi
riproporre una volta tornati a casa.
10

11

Per quanto riguarda il pricing, ho preferito la differenziazione del prodotto, offrendo unesperienza di viaggio
coinvolgente, allalternativa probabilmente pi competitiva ma pi semplice, ovvero la tariffa scontata.
Heather Hogue, consulente turistico per la Nebraska Tourism Commission, afferma infatti: La tariffa scontata
rappresenta un ulteriore valore aggiunto, ma non obbligatoria e continua Uno dei principali vantaggi
dei pacchetti per il visitatore la convenienza di pagare tutta la vacanza in ununica soluzione, in anticipo se
preferisce.

3 pernottamenti
in BB

1 massaggio

2 cene a
la carte

Transfer A/R
Lazise Rho fiera

1 biglietto
Expo

259,00

70,00

60,00

32,00

39,00

Totale a persona 460,00


In aggiunta
1 Cooking Lesson

Totale a persona 540,00

80,00

Una volta definito il pacchetto ci si deve occupare della comunicazione e promozione di esso attraverso:
t $SFB[JPOFEFMMBTF[JPOF&YQPOFMTJUPXFCEFMM)PUFMDPOEFTDSJ[JPOFEFMQBDDIFUUPFQPTTJCJMJU
di prenotarlo direttamente online. Perch il contenuto possa apparire ben posizionato tra i risultati organici
della SERP di Google il testo devessere semplice, unico, aggiornato e fresco, il linguaggio deve essere
pertinente, le parole chiavi devono essere evidenziate e presenti nei titoli e negli eventuali sotto titoli, senza
per ripeterle pi del necessario. Anche le immagini e i link presenti devono essere ottimizzati. Le immagini,
che rafforzano la visibilit sui motori di ricerca, hanno un nome pertinente e una dimensione non maggiore
ai 50 Kb; per quanto riguarda i link, Google premia la loro qualit in termini di contenuti e numero di visite
per esempio.
t 4QPOTPSJ[[B[JPOJTV'BDFCPPLDIFQVCCMJDJ[[JOPJMQBDDIFUUPFDIF BUUSBWFSTPVOMJOLDIFDPMMFHBBMTJUP
istituzionale dellhotel, permetta allutente di prenotare direttamente. Verr infatti definito come obiettivo
pubblicitario quello di incrementare le conversioni, cos facendo le inserzioni saranno ottimizzate per
stimolare lacquisto del pacchetto Expo 2015, benessere e relax. possibile inoltre definire a chi indirizzare
lannuncio, profilando il mercato secondo criteri sociologici, demografici, geografici ecc...
t $SFB[JPOFEJDBNQBHOF"EXPSETQFSBWFSFSJTDPOUSJJNNFEJBUJSJTQFUUPBMMPUUJNJ[[B[JPOF4&0 BUUSBWFSTP
la scelta di parole chiave e di annunci che invitino lutente e nostro potenziale cliente allazione.
Quando si decide di intraprendere una campagna Adwords, ci che solitamente una Web Agency consiglia
di organizzare gli annunci in gruppi tematici associati a un insieme di keywords.
La scelta delle parole chiave e la stesura degli annunci un lavoro che richiede molta concentrazione poich
necessario immedesimarsi nellutente per definire le parole che potrebbero venire usate da questultimo
per ricercare il prodotto che si vuole promuovere.
12

Le keywords posso essere corte, ovvero uno o due termini generali, o composte da pi termini specifici,
la cosiddetta parola chiave coda lunga.

fig 9 - Long Tail


Anderson

La definizione coda lunga deriva dalla Long Tail di Anderson che pu essere applicata anche al
posizionamento sul web. Essa dimostra che le short keywords, molto competitive e costose, registrano
unalto traffico di visualizzazioni ma non garantiscono conversioni a causa della genericit del termine. Al
contrario, le long Tail keywords costano meno perch sono meno competitive ma hanno maggiori possibilit
di conversione, infatti un utente che svolge una ricerca utilizzando parole chiave specifiche trover siti che
corrispondono a ci che cercava, ecco che allora entrer nel sito web giusto e le probabilit di conversione/
acquisto sono maggiori.
Facciamo un esempio: la parola Pacchetto Relax avr un alto costo di posizionamento, molta concorrenza
e visualizzazioni ma una bassa conversione, infatti lutente potrebbe entrare nel sito dellhotel Principe di
Lazise ed accorgersi che non cercava un pacchetto relax con visita per lExpo e nemmeno uno short-break
di relax sul Lago di Garda.
Pacchetto Expo sul Lago di Garda una long keyword e come tale molto specifica. Questa parola chiave
registrer sicuramente meno traffico rispetto alla precedente, ma le visualizzazioni che far saranno migliori
in termini di qualit e conversione, in quanto lutente che ricerca Pacchetto Expo sul Lago di Garda ha
lesigenza di trovare esattamente ci che la parola chiave esprime.
La Long Tail Keyword una comunicazione ottimale del proprio prodotto verso il potenziale cliente con
minori costi di gestione.
t $PMMBCPSB[JPOFDPOJQBSUOFST JORVFTUPDBTPDPO&VSPQMBO UPVSPQFSBUPSJODPNJOHDIFEBQJEJ
anni lavora sul lago di Garda. Europlan collabora da tempo con il Principe di Lazise come intermediario
turistico, e nel dettaglio del pacchetto Expo 2015, benessere e relax procurerebbe il servizio transfer,
attivo ogni gioved nelle localit pi importanti della zona Gardesana, Lazise compresa, e promuoverebbe e
commercializzerebbe il pacchetto nelle sue agenzie.
Al giorno doggi lo sviluppo autonomo di progetto una filosofia ancora molto diffusa e messa in atto, per
paura della condivisione del proprio know-how e di non ricoprire una posizione di vantaggio competitivo
rispetto ai propri competitors. La collaborazione tra imprese invece molto vantaggiosa a partire dal
patrimonio di conoscenze al quale si pu accedere e, come in questo caso in cui si usufruisce di un servizio
diverso da quelli che lazienda alberghiera normalmente offre, dal poter delegare unattivit a chi pi
specializzato in essa. (Es. lorganizzazione di un transfer)

13

2.4 Come comunicare il nuovo brand attraverso il Foodstagramming


un dato di fatto - dicono gli Instagramers Italia - dovunque andiamo c un appassionato di Instagram che
fa foto di piatti fumanti che poi condivide subito online.
Chi utilizza regolarmente Instagram avr notato che il food una di quelle categorie che scatenano pi
apprezzamento. Daltronde un recente studio di Facebook conferma che le foto di panorami e cibo sono
quelle che generano pi like, che vengono pi condivise e commentate.
Fotografare piatti, gourmet o casalinghi, insomma una vera e propria mania, allestero ribattezzata
Foodstagramming.
Come riporta Wired Italia, secondo una statistica dellinglese The Guardian, il 67% delle foto condivise sui
social media apparterrebbe alla categoria cibo, mentre secondo Webstagram su Instagram ci sono circa 103
milioni di foto sotto lhashtag #food: il connubio foto e cibo risulta essere perfetto sui social media.
Ecco allora che, al giorno doggi, diventa fondamentale per un ristorante, come anche per un hotel, essere
presenti sui social con un profilo aggiornato.
La mia seconda proposta per la promozione del Convivium vegetariano e gluten free la realizzazione del
profilo Instagram, con il quale attraverso gli scatti delle sue creazioni culinarie pu generare engagement e
visibilit e diventare cos la sua campagna di social media marketing.

#food #yum #instafood #TagsForLikes


#yummy #amazing #instagood #sweet
#dinner #lunch #breakfast #fresh #tasty
#food #delish #delicious #eating #foodpic
#eat #hungry #foodgasm #hot #foods
14

Di seguito 8 regole fondamentali per la vitalit Instagram proposte da Instagramers Italia:

#1. Scegliete bene gli Hashtag


Non utilizzate troppi hashtag ottimizzati o generici. Meglio invece sceglierli con cura, magari
tra quelli pi in voga. Individuate gli ultimi tag in crescita, magari presi da profili con un ampio
seguito, ad esempio #infoodwetrust.
#2. Utilizzate anche i video
Non dimenticate che Instagram vi permette di realizzare anche Video brevi (sia normali che con
la tecnologia Hyperlapse). Perch non provare a raccontare il dietro le quinte, come lo chef
impiatta le sue creazioni oppure il momento della spesa mattutina? Questo crea curiosit e
contribuisce a creare una storia intorno al vostro brand.
#3. Geolocalizzatevi
Quando condividete una foto sul vostro profilo geolocalizzate sempre le immagini. Se gli utenti
vorranno conoscere il luogo dove la foto stata scattata sapranno dove trovarvi.
#4. Inserite una didascalia coinvolgente
Daccordo, parliamo di foto, ma anche di storytelling. Dunque invece di postare immagini senza
descrizione, trovate le parole giuste per incuriosire e far sognare i vostri potenziali clienti.
#5. Pubblicate con costanza
Evitate di postare cinque foto una dopo laltra e poi fermarvi per una settimana. Ricordate che
Instagram unapplicazione con caratteristiche da social network, dunque dovete gestirlo come
Facebook o Twitter, dando continuit ai vostri contenuti e scegliendo i momenti pi opportuni
perch vengano visti e ricondivisi. Lideale il giusto mezzo: un paio di post al giorno possono
bastare.
#6. Imparate a interagite
Spesso lhotel dimentica di mantenere una parte attiva nelle interazioni. Seguite altri profili,
mettete like e commentate. Solo cos spingerete gli altri a fare lo stesso con voi! Rammentate di
non essere formali. Per presentarvi inserite una biografia sintetica ma completa sulla struttura,
indicando il link al sito e lhashtag ufficiale che vi contraddistingue.
#7. Seguite i profili pi trendy
Per sapere che cosa va di moda e trovare degli spunti per le vostre foto, seguite gli Instagramers
food pi conosciuti, come JuliesKitchen con i suoi collage di frutta o lo chef inglese Jamie
Oliver con la sua ispirazione per la cucina italiana. Vi servir per capire come migliorare il vostro
profilo. Per identificare chi sta dando vita a un trend basta dare unocchiata al numero dei
commenti sui post.
#8. Promuovete il vostro territorio
Il cibo tuttuno con un territorio e come abbiamo detto si sposa bene con i paesaggi, dunque
cercate di alternare alle foto enogastronomiche anche foto sulla vostra location e sui prodotti
del territorio.

15

Una volta capito come ottimizzare e gestire il profilo Instagram


importante apprendere anche come scattare foto originali in grado di
suscitare lattenzione degli utenti.
Le foto pi belle sono quelle che non hanno bisogno di essere
ritoccate, quelle che non necessitano di filtri
Assicuratevi sempre di avere un telefono pulito poich se la lente
frontale sporca crea immagini meno nitide
Sforzatevi sempre di tenere ben saldo il telefono, reggendolo con
entrambe le mani o usando un dispositivo di scatto remoto.
Meglio ancora dotarsi di un cavalletto, perch cos non dovrete
sposare la fotocamera ma al contrario inserire i piatti nel campo
visivo.
Scegliete le luci, perch possono davvero rovinare uno scatto.
Di solito la luce solare la migliore, ma se volete un effetto particolare
potete anche utilizzare delle lampade che creano aloni colorati.
Per far spiccare i piatti sullo sfondo, magari ripresi dallalto, lideale
sono il total white o il total black
Scegliete tonalit pi fredde per rappresentare gelati o cibi estivi,
mentre quelle pi calde sono pi adatte per pane e dolci
Sfruttare le ombre per mettere in evidenza il soggetto, magari
creando delle geometrie che rendano lo scatto artistico
Individuate applicazioni di editing per migliorare al massimo lo
scatto o ottenere particolari effetti (potete trovarne diverse sul blog
degli instagramers)

16

Le aziende che per far conoscere il loro brand, i loro prodotti e la loro storia hanno deciso di percorrere la
strada di Instagram sono tante e altrettante stanno raggiungendo risultati sorprendentemente positivi.
$PNPEPNFO QFSFTFNQJP VOSJTUPSBOUFEJ/FX:PSLDIFQFSEJGGFSFO[JBSTJIBQVCCMJDBUPTVMNFOVO
hashtag per invogliare i clienti a condividere i piatti online: risultato 280 milioni di media impression.
Unidea che stata copiata e seguita da decine di altri ristoranti nel mondo.
La Regione Puglia ha imparato a farsi pubblicit anche attraverso il cibo: con lhashtag #vieniamangiareinpuglia
ad oggi raccoglie quasi 3000 post.
Il 1888hotel di Sydney offre una notte gratis a chi ha pi di 10.000 follower sulla app. Una bella trovata per
creare engagement e visibilit.
Unintelligente modalit per promuoversi con Instagram partecipare alle iniziative a tema lanciate a livello
nazionale.
Nel 2013 ad esempio stato promosso lhashtag #regioneintavola e #italiaintavola per raccontare la nostra
Nazione attraverso il cibo.
Dopo solo un giorno ben 5000 scatti avevano aggiunto questi hashtag: tra i tanti partecipanti, anche diverse
strutture ricettive si sono distinte cavalcando londa del successo del progetto.
Questanno il progetto #dafarea, pensato per dare visibilit a quello che c da fare in ogni luogo o
#WeEatTogether, uniniziativa ideata dal team Social Media di Expo Milano 2015 per richiamare il cibo come
tradizione, quotidianit e condivisione.

Conclusioni
Al giorno doggi, un ristorante o una qualsiasi altra attivit che sappia rispondere alle esigenze della domanda
e che sia il risultato di un attento ascolto di essa, sar una realt altamente competitiva sul mercato.
Ci che segna per il successo di unidea e lincremento del fatturato di una azienda unadeguata
programmazione di comunicazione, promozione e commercializzazione unita allabilit di saper approfittare
di un contesto culturale favorevole (vedi Expo 2015 e nuovi trends alimentari).
Loriginalit e la personalizzazione dellofferta quindi molto importante, ma in unera in cui la vita di una
persona continuamente influenzata e stimolata dai social e da internet, la presenza e la visibilit studiata e
programmata sul web di tale prodotto sta alla base del processo di produzione e, in definitiva, risulta esserne
lelemento fondamentale.

17

Bibliografia e Sitografia
Brochure cartacea Milano 2015: la citt di Expo
Trend del 2015, Il salutismo prima di tutto, foodweb.it. Web 15 Dicembre 2014
expo2015.org
robironza.wordpress.com
istat.it
Eurispes.eu
glutenfree.com
Panorama. Celiachia e dieta:10 cose da sapere, panorama.it. Web. 30 gennaio 2015
celiachia.it
Siamo tuttu vegetariani? Fabio Zago, lacucinaitaliana.it. Web.
Clienti particolari: i celiaci Daniela Guaiti, lacucinaitaliana.it. Web.
Foodstagramming: piccola guida per valorizzare lhotel attraverso le foto del cibo, bookingblog.com.
Web. 10 dicembre 2014
Creare pacchetti per attirare clienti - Parte I, tripadvisor.it. Web. 16 Aprile 2014.
Consigli per creare pacchetti hotel accattivanti - Parte II, tripadvisor.it. Web. 21 Aprile 2014.
#WeEatTogether: la Call fotografica di WE-WomenforExpo su Instagram che racconta le relazioni create dal
cibo, Expo 2015.com. Web. 10 Aprile 2015.
Come nasce un ristorante vegetariano, shan-newspaper.com. Web. 17 Febbraio 2015

19