Sei sulla pagina 1di 56

GIOVED 17 MARZO 2016

In Italia EURO 1,50

www.corriere.it

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821


Roma, Via Campania 59/C - Tel. 06 688281

Servizio Clienti - Tel. 02 63797510


mail: servizioclienti@corriere.it

FONDATO NEL 1876

e-moderna.com

La classifica dellOnu

Le iniziative

Felicit, c poco da ridere


Italia solo cinquantesima

I romanzi di Eco
e il fascino dei versi
dei grandi poeti

di Paolo Di Stefano
a pagina 27

Il Nome della Rosa e Leopardi


in edicola con il Corriere

Meloni in campo
Da Roma a Torino
si rompe lalleanza

Corsi per dare


il verderame
Il calvario
degli onesti
di Susanna Tamaro

un Paese fatto di dati


incoraggianti, di crescita,
di nuovi occupati a tempo indeterminato, di ripresa dei
consumi. E poi c il Paese dove
ogni giorno vedi e ti scontri
con unaltra realt, di segno
opposto. La crisi ha lasciato
cicatrici. Le famiglie riescono a
vivere, o meglio a sopravvivere,
finch c un nonno in casa che
ha una pensione, ormai lunico
reddito certo. Ma poi ci sono
leggi, balzelli e codicilli che
bloccano il sistema Paese. E
dove diventa impossibile fare
quei mestieri dalla raccolta
delle olive allacquisto di prodotti per la campagna - senza sbattere contro il muro dellottusit dellapparato statale.

di Angelo Panebianco

n politica la vittoria
spesso un fatto relativo.
Come dimostra
lapparente suicidio del
centrodestra a Roma,
con una pletora di candidati
e la quasi assoluta certezza
che nessuno di loro andr al
ballottaggio. La
probabilissima sconfitta del
centrodestra sar una vittoria
sia per Meloni che per
Salvini. Meloni, ora
candidata-sindaco dopo
tanto tergiversare, avr alla
fine scongiurato il rischio di
un primo cittadino di
centrodestra (un Bertolaso o
un Marchini) che possa
insidiare il tradizionale ruolo
degli ex missini nella
Capitale. Pazienza se per
ottenere il risultato (nessuno
pianti bandiere nellorto
romano della destra ex
missina) dovr accettare di
subire una sconfitta
personale.
Anche Salvini intascher
una vittoria grazie alla
sconfitta del centrodestra a
Roma. Avr dimostrato che
ormai egli conta molto di pi
del vecchio leader Berlusconi
e che solo alle sue condizioni
il centrodestra pu trovare
un candidato unitario. Oltre
a tutto: molta resa con poca
spesa. Di quel che accade a
Roma, ove la Lega priva di
interessi elettorali, a Salvini
importa ben poco.
continua a pagina 28

Giorgia Meloni si candida a sindaco di Roma.


Nel campo del centrodestra c gi Bertolaso.
Ma la leader di Fratelli dItalia decisa: Sar
sindaco mamma. E poi: Non far gli errori di
Alemanno. Berlusconi: Nella capitale i leghisti sono ex fascisti. E si apre anche un fronte a
Torino: Salvini boccia il forzista Napoli e candida Morano.
da pagina 2 a pagina 8
Arachi, Di Caro, M. Franco, Labate
Menicucci, Roncone, Senesi, Soglio

GIANNELLI

a pagina 23

I GENITORI NON BIOLOGICI

La maternit
e il desiderio:
il dono dietro
ladozione
di Michela Marzano

L
Il ministro Poletti Lavoro e welfare

FOTO REUTERS / CARLO ALLEGRI

LA VITTORIA
APPARENTE

Noi, il governo
pi di sinistra
di Aldo Cazzullo

er la prima volta c un piano


contro la povert, per i senzatetto, per il terzo settore. il Social Act.
Siamo il governo pi di sinistra della storia repubblicana dice al Corriere il ministro Giuliano Poletti. Sul lavoro DAlema voleva fare le
nostre cose e non c riuscito. E sulle pensioni
non decide Boeri.
a pagina 9

ma solo in Ohio, lo
Soltanto Kasich V ittorioso,
Stato del quale governatore,
John Kasich sa che fermare Donald
pu fermare
Trump ( foto) quasi impossibile. Ma
deciso a tentare: unico candidato
la corsa di Trump moderato
del fronte conservatore in
pista dopo laddio di Marco Rubio.
di Massimo Gaggi

Champions, i bianconeri avanti 2-0 raggiunti solo al 91'. Alla fine vincono i tedeschi 4-2
INDAGINI A FINMECCANICA

Inchiesta sullopa
Ansaldo-Hitachi

9 771120 498008

60 3 1 7>

di Luigi Ferrarella

O
a Juve si arresa al Bayern al secondo tempo supplementare:
alla fine 4-2 per i tedeschi. Svanisce cos il sogno Champions.
alle pagine 50 e 51 Bocci, De Carolis, Tomaselli
con un commento di Mario Sconcerti

E lestablishment repubblicano
punta su di lui. a pagina 13 Sarcina

e recenti polemiche sulla


gestazione per altri (Gpa)
hanno riaperto un dibattito
antico sulla maternit che, reso
ancora pi complesso dalle
nuove opportunit medicoscientifiche, vede oggi contrapporsi due posizioni difficilmente conciliabili. Da un lato,
c chi insiste sul dato biologico: madre colei che, per natura, concepisce e porta avanti
una gravidanza; madre colei
che ospita nel proprio corpo
una vita e accoglie questo dono
senza se e senza ma. Ma
madre colei che, partorendo in
maniera anonima, affida il
figlio alle istituzioni affinch il
bambino sia poi adottato, decidendo cos che non pu o non
vuole diventare madre?
continua a pagina 28

Il sogno Juve svanisce ai supplementari

caffemotta.com

LA FORESTA BUROCRATICA

Usa I conservatori puntano sulluomo dellOhio

Sar sindaco mamma. Berlusconi: ex fascisti


I rischi dello strappo

ANNO 141 - N. 65

mbre di un patto occulto


taciuto alla Consob tra
Finmeccanica e Hitachi sullopa per Ansaldo Sts. Ieri perquisizioni negli uffici di Roma, Genova, Napoli e Milano
delle aziende coinvolte. I pm:
ipotesi di aggiotaggio.
a pagina 33

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Primo piano Verso le Amministrative

Meloni in campo a Roma. Ed lite con Alemanno: non far i suoi errori
Berlusconi: avanti con Bertolaso, nella Capitale i leghisti sono ex fascisti

La spaccatura nel centrodestra


ROMA La corsa di Giorgia Melo-

ni a sindaco di Roma, dopo


mille titubanze e tentennamenti, parte dalla centralissima piazza del Pantheon, tra la
ressa di giornalisti, cameramen e fotografi, qualche cittadino che la assedia e un
messaggio rivolto ad alleati e
non: Mi appello a Berlusconi
e a Salvini, al centrodestra: insieme, uniti, si pu ancora vincere. Lex premier, per,
laveva gi gelata, parlando a
Mattino Cinque: La signora
Meloni dice, quasi sprezzante sa benissimo che non
ha nessuna possibilit di diventare sindaco. Io vado avanti
con Bertolaso: ho la quasi certezza che, con una sua lista civica e con Forza Italia, vincer
al primo turno. E ancora: Ci
abbiamo messo mesi a fargli
mettere da parte i programmi
che aveva, tra laltro con me, di
aprire ospedali nei Paesi poveri per dedicarsi alla sua citt
che in una situazione di degrado dopo anni di malgoverno. Con gli altri leader lo abbiamo convinto, lo abbiamo
confermato con dichiarazioni
pubbliche comuni, improvvisamente ci sono questi cambiamenti. Purtroppo devo
prendere atto che c gente che
cambia idea al cambiar della
temperatura e dellumidit.
Berlusconi ne ha anche per
Salvini: mal consigliato. E i
leghisti di Roma sono tutti ex
fascisti in lite tra di loro. Su
Bertolaso, per, piovuta una
selva di critiche per la sua frase
(Meloni deve fare la mamma). Berlusconi minimizza:
Una strumentalizzazione
meschina, un teatrino della
politica. Che disastro.... Ma
anche lex capo della Protezione civile, che pure ha mandato
alla leader di FdI un mazzo di
rose con un bigliettino affettuoso e che ieri si scusato,
ho parlato da ingenuo amico,
non cede, nonostante Meloni
provi anche lei la mozione degli affetti (il suo profilo, da
tecnico, pu essere un valore
aggiunto): Non mi ritiro
dice Bertolaso a Un giorno da
pecora vado avanti come
una ruspa. Me lo ha detto an-

Penso di correre

Adesso la Capitale
tenta anche Tosi
Alcuni amici
me lhanno
chiesto e io il
sindaco lo so
fare. Cos
Flavio Tosi
(foto), che
primo
cittadino lo gi, al secondo
mandato a Verona, ieri in una
conferenza stampa ha detto:
Sto pensando di candidarmi
a sindaco di Roma. Certo,
non sono romano ha
aggiunto ma anche i
romani mi riconoscono di
essere un buon sindaco. Ha
poi scherzato, giocando sul
nome del suo movimento
Fare!: Come dice Berlusconi
servono uomini del fare.

I 5 Stelle e il caos appalti

Raggi luned da Cantone


Situazione preoccupante

o chiesto un incontro al
presidente dellAutorit
anticorruzione Raffaele
Cantone, ha spiegato Virginia Raggi. E
lincontro sar, con tutta probabilit, luned.
Lultima fotografia scattata dallAnac su
Roma assai preoccupante, anche se
purtroppo non sorprende , ha detto la
candidata sindaco dei 5 Stelle a Roma, ieri
ospite a Mattino Cinque su Canale 5 (foto).

che Berlusconi. Ho messo la


freccia a sinistra.
La sfida gi partita. Meloni
dice che Bertolaso non ha
scaldato i cuori dei romani,
non ha tenuto unita la coalizione. Guido risponde: Non
scaldo? Chiedetelo a 45 mila
romani che sono venuti ai gazebo. E contrattacca: Giorgia una grande politica nazionale, e forse loro si stanno
confrontando su cui sar il leader nel futuro. Ma questo ai
romani non interessa. Il cambio di idea su di lui? Sono i
voltafaccia della politica....
La situazione, se possibile,
diventa ancora pi ingarbugliata. Perch Berlusconi, racconta chi gli sta vicino, furibondo, come mai visto di recente. Sembra tornato ai tempi
degli scontri con Fini.... Il leader di FI deluso da quello che
considera un tradimento,
ed disposto a fare la campagna elettorale in prima persona, al fianco del suo candidato. Tra Silvio e Giorgia c stata
una telefonata, che la leader di
FdI definisce cordiale ma interlocutoria. Poi aggiunge:
Ringrazio Berlusconi per la
solidariet ma quello che la

Meloni pu o non pu fare


credo debba deciderlo la sottoscritta. E i leghisti ex fascisti? Non so francamente
di chi parli. Questo tema dei
fascisti esce fuori quando uno
non sa pi cosa dire.
Laltro frontale della leader FdI con Gianni Alemanno: Non ci sar la sua ombra,
non commetteremo i suoi errori. Lui non centra con Fratelli dItalia, ci sar discontinuit. Lex sindaco la mette
in guardia: Consiglio alla neocandidata di essere pi prudente nelle dichiarazioni ed
evitare lo scaricabarile. Le decisioni della mia amministrazione sono state condivise da
assessori e consiglieri oggi in
FdI. Se ci sono stati errori sono
di tutti, anche degli uomini di
cui lei si contorna.
Anche dentro Forza Italia
sono sul piede di guerra: Da
Meloni e Salvini una sorta di
ribaltone, dice Deborah Bergamini. Mentre lex governatrice Renata Polverini aggiunge: Giorgia ha frantumato la
coalizione. Siamo gi oltre il
fuoco amico.
Ernesto Menicucci
RIPRODUZIONE RISERVATA

I 9 in lizza
Guido
Bertolaso il
candidato a
Roma di FI,
Giorgia Meloni
di FdI e Lega.
In corsa anche
Alfio Marchini,
civico, con Ncd,
e Francesco
Storace (La
Destra)
Roberto
Giachetti il
candidato del
Pd; Stefano
Fassina della
sinistra
Virginia
Raggi corre per
il M5S. Infine
Carlo Rienzi
(Codacons) e
Simone Di
Stefano
(CasaPound)

A #Corrierelive
Non mi ritiro
dalla corsa
E Storace evoca
boia chi molla

rriva negli studi di


#Corrierelive,
determinato: Non
ritiro la mia candidatura,
non c ragione. Francesco
Storace (foto), uno dei
quattro candidati sindaci di
Roma per la destra, mostra
una sua dichiarazione
datata gennaio: Allepoca
avevo detto che ero pronto
ad appoggiare Giorgia
Meloni e che insieme
avremmo lavorato il
doppio. Ma adesso non
pi tempo, a meno che:
Perch mi si convinca a
fare un passo indietro
voglio la certezza che ci sia
un impegno per la
Capitale. determinato e
anche molto carico Storace,
gi ministro della Salute e
governatore del Lazio, un
passato tutto nella destra
sociale. Non esita a citare
CasaPound e a rivendicare:
Boia chi molla ancora un
grido di battaglia. Difende
la sua militanza fascista e
ricorda a Berlusconi: Se lui
diventato premier lo deve

In diretta Francesco Storace

anche ai voti degli ex


fascisti. Non vuole
appoggiare Giorgia Meloni,
che proprio ieri ha
ufficializzato la sua
candidatura per la Capitale:
Ma non certo per le
sciocchezze che ha detto
Bertolaso sulla maternit, se
le poteva risparmiare. Ma
devi essere consapevole che
sei sindaco di Roma non
puoi essere leader di un
partito: non come Renzi
che ha alle spalle unintera
segreteria, il suo un
partito piccolo, lei ha dietro
solo Rampelli. E questo un
problema. Francesco
Storace non vuole ritirare la
sua candidatura ma rilancia
con forza le primarie per il
centrodestra: Potremmo
farle il 3 aprile e cos chi
vince avr lappoggio di tutti
quanti. Lui convinto di
potercela fare, alle primarie
come per la poltrona del
Campidoglio, tanto che non
mette nemmeno lipotesi di
un ballottaggio fra il
Movimento 5 Stelle e il Pd.
Io mi candido sindaco di
Roma e ci voglio morire.
Voglio finire qui la mia
carriera politica.
Alessandra Arachi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

PRIMO PIANO

3
#

Il racconto
di Fabrizio Roncone

ROMA Fate piano, anche incin-

ta.
Si volta un fotografo: Aho!
No, scusa: ma io mica la vedo
Ndo sta?.
l sotto, da qualche parte
dentro questo mischione, tra
altri fotografi e cameraman, in
un groviglio di cavi e cavetti, telecamere che rotolano e bestemmie, urla, spintoni, zuffe
che saccendono e che un paio
di ex camerati tosti, di quelli
con la zucca pelata e i bicipiti
ben pompati, sedano a gomitate.
Si sente una vocina: Fatemi
respirare.
lei.
Giorgia Meloni.
Il pelato pi grosso sinnervosisce. Dovete allontanarvi,
porca zozza!.
Gli venuto fuori un ringhio
terribile e tutti diventano di
colpo pi ragionevoli. La Meloni emerge allora un po stordita. Sappoggia a Fabio Rampelli, il capogruppo di Fratelli
dItalia alla Camera, ma lui la
ignora e resta a braccia conserte nel suo impermeabile doppiopetto nero, la mascella alta,
e alto pure lo sguardo, che per
plana su un gruppo di turisti
giapponesi basiti, appena usciti dal Pantheon (militanti e
simpatizzanti, pochini: forse
venti, a contare anche il vetturino Angelo Sed, che ha fermato
la sua botticella perch a me
la Meloni sta simpatica, e cos
adesso tutti lo intervistano,
mentre Inventore, il suo cavallo, nitrisce un po scocciato).
Comunque: dovrebbe essere
una conferenza stampa di piazza.
Dovrebbe, la Meloni, annunciare la sua candidatura a sindaco di Roma (con conseguente, ufficiale, frantumazione del
centrodestra).
Ma opportuno non avere
grandi certezze. La Meloni viene da settimane lunghe e confuse, tormentate.
Breve riassunto: prima respinge con forza la possibilit
che a guidare il centrodestra
nella marcia sul Campidoglio
possa essere Alfio Marchini.
Poi, in un pomeriggio abbastanza memorabile, lancia la

Discesa in campo Il leader di Fratelli dItalia, Giorgia Meloni, ieri durante lincontro in piazza del Pantheon a Roma nel quale ha annunciato la sua candidatura a sindaco della Capitale (Ansa)

Dai cori alla Lupa


In piazza pi turisti
che militanti

Nessun
uomo pu
dire che
cosa deve
fare una
donna
E poi il
simbolo di
Roma una
lupa che
allatta due
bambini

candidatura di Rita Dalla Chiesa. Per il giorno dopo cambia


idea a abbraccia Guido Bertolaso, il candidato di Silvio Berlusconi, dice che luomo giusto,
quello del fare, tanto pi che lei
ormai al quarto mese di gravidanza non ha la minima
intenzione di candidarsi.
La partita sembra chiusa e
invece ecco che chiede, pretende una consultazione di popolo, le gazebarie, una bolgia
incontrollabile che produce un
altro colpetto di scena: Bertolaso, Bertolesso per il sito Dagospia, non le va pi bene. Proprio no (il Cavaliere, come racconta Francesco Verderami sul
Corriere, furibondo: Bella riconoscenza, lho pure fatta ministro Ma bisognava aspettarselo: lunico lavoro che ha
fatto nella vita stata la babysitter a casa di Fiorello).
Lei non si scompone. Consulta Matteo Salvini, che le assicura appoggio leale, e poi

convoca i suoi Fratelli dItalia:


forse, con un po di coraggio e
di follia, dovrei candidarmi io.
Forse, pu darsi, vediamo.
Avr cambiato di nuovo
idea?
No. Dopo attenta riflessione, ho deciso di correre per la
carica di sindaco di Roma.
una scelta damore. Voglio restituire dignit a Roma Una
volta era motivo dorgoglio dire
civis romanus sum (uno

La parola
GAZEBARIE
la consultazione organizzata da FI a
Roma, lo scorso fine settimana, per sondare
la candidatura di Guido Bertolaso: sulla
scheda un nome solo, con un s o un no. Ai
gazebo, secondo gli organizzatori, 45 mila
persone. Per il 96,7% con Bertolaso.

dei pelati del servizio dordine,


molto ammirato: La senti? Sta
parlando in latino brava, ti
dico brava).
Lei parla e osserva la piazza. I
fotografi e i cameraman che sono lunica vera folla, i vigili urbani che fumano distratti, i
giapponesi in comitiva che ora
nellincertezza di assistere
ad un evento hanno cominciato a filmare tutto, i pochi militanti che si ostinano a sventolare bandiere tricolore.
Faccio un appello a Berlusconi e Salvini. Uniti si pu ancora vincere. A me non interessa la leadership nazionale, ai
romani non frega nulla. Ai cittadini interessano asili nido,
come sistemare le buche,
lemergenza topi.
Qualche applauso, un paio
di cori. Notata la presenza di un
certo Gioacchino Camponeschi, sindacalista degli autoferrotranvieri assai vicino allex
sindaco Gianni Alemanno, che
ai tempi di parentopoli ebbe
una certa notoriet; e poi Adolfo Urso, ex colonnello di Gianfranco Fini.
La Meloni ha un rossetto rosso fuoco. La grinta che conoscete.
Non ho capito: pu ripetere?.
Alcuni osservatori ritengono
che lei, in coppia con Salvini,
pu ambire ad arrivare quarta,
nientaltro che quarta
E chi sarebbero questi osservatori? E chi che dovrebbe
arrivare prima di me?.

Roberto Giachetti del Pd,


Virginia Raggi del M5S ed Alfio
Marchini.
Sciocchezze. Io, a Roma,
voglio vincere.
Berlusconi, per adesso, non
sembra avere alcuna intenzione di mollare la candidatura di
Bertolaso.
Aspettiamo.
stato molto ruvido, con lei.
Dice che ha lavorato solo come
babysitter di Fiorello
Veramente, ho fatto tanti
altri lavori. Mi sono sempre pa-

La canzone
Al Pantheon le foto dei
giapponesi incuriositi
E la leader di FdI chiude
con Viva la mamma
gata gli studi. Dovrei vergognarmi?.
Bertolaso dice che una donna se deve allattare, non pu fare il sindaco.
Nessun uomo pu dire cosa deve fare a una donna. E poi,
no, scusi: il simbolo di Roma
non una lupa che allatta due
bambini?.
Arrivano quelli di Radio
Rock.
Karaoke.
La costringono a cantare
Viva la mamma di Edoardo
Bennato.
la sigla finale di questo comizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tradition Automatique Seconde Rtrograde 7097


B R E G U E T B O U T I Q U E V I A M O N T E N A P O L E O N E , 19 M I L A N O + 3 9 0 2 / 7 6 0 0 7 7 5 6 W W W. B R E G U E T. C O M

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

cartier.it - 02 30 26 548

CL DE CARTIER
Nouvelle Collection

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

Primo piano Verso le Amministrative


Il retroscena
di Tommaso Labate

Ultima telefonata (gelida) con Giorgia


Ma il nemico di Berlusconi Salvini
La tentazione della sfida alle urne. Nel partito il timore di perdere altri parlamentari

ROMA Io non mi sposto di un


millimetro dalla candidatura
di Bertolaso. Tutti i sondaggi
dicono che Guido, senza altri
del centrodestra tra i piedi, arriverebbe al ballottaggio. Se
Salvini e Meloni vanno avanti
con questa sceneggiata, si assumono la responsabilit di
fare a Renzi il pi clamoroso
dei regali. Altro che patto del
Nazareno. E i nostri elettori se
ne ricorderanno, come hanno
sempre fatto.
Smaltire quello che considera molto di pi che un tradimento e molto di pi che
un voltafaccia non semplice. Nemmeno per chi, come
Silvio Berlusconi, negli ultimi
tre anni ne ha viste di ogni. E
quando a sera lex premier si

accusa: Salvini semina vento


e raccoglier tempesta) a
quella di Gianni Lettieri a Napoli. Senza dimenticare che,
ammette a denti stretti Daniela Santanch, figuriamoci se
adesso la Lega non si tira indietro dal sostegno di Stefano
Parisi a Milano.
A far ritirare Bertolaso, Berlusconi non ci pensa proprio.

Ma il tema, il ritornello ormai pi gettonato ad Arcore,


non Roma. Il tema la guida della coalizione di centrodestra. E il nemico numero
uno, pi che la Meloni, si
chiama Salvini. Col ragazzotto (il copyright berlusconiano) della Lega, lex premier le
ha provate tutte. Ha chiesto e
ottenuto da Umberto Bossi e

Nelle citt

LEGENDA

Come si schierano Forza Italia, Lega e Fratelli dItalia


e quali sono gli altri candidati del centrodestra
MILANO
Il centrodestra si presenta unito
per limprenditore Parisi,
gi in campagna elettorale

Le due strade
Lidea di dimostrare che
i candidati di FI superano
i leghisti, ma i suoi
chiedono un accordo

Stefano Parisi

concede un ultimo consulto


telefonico con la cerchia pi
ristretta, lordine di scuderia
non cambia. Meloni ha ufficializzato la sua candidatura?
Bene, allora i nostri sforzi per
Bertolaso dovranno moltiplicarsi.
C stato un attimo della
giornata, subito prima che la
leader di Fratelli dItalia si presentasse a piazza del Pantheon
per annunciare la sua corsa
per il Campidoglio, in cui i due
Berlusconi e la sua ex ministra della Giovent si sono
sentiti per telefono. Se la candidatura di Bertolaso venisse
meno..., accenna la seconda.
Ma non arriva neanche alla fine della frase. Non esiste, cara Giorgia. Non esiste. Qualche ora dopo, il focolaio della
Capitale si sarebbe trasformato in un incendio in grado di
distruggere le poche candidature comuni su cui si era trovato un accordo. Da quella di
Osvaldo Napoli a Torino (che

Osvaldo Napoli

Bobo Maroni, due che non si


parlano da secoli, prese di posizioni nette contro lo strapotere salviniano nel Carroccio.
Ma non bastato. Di fronte al
muro contro muro, al numero
uno di Forza Italia non restano
che due strade. Sfidare Salvini sul campo, portando i nostri candidati a finire davanti a
suoi, come ripete in alcuni

Frammentati

Forza Italia

Tensioni

Lega

Fratelli dItalia

Uniti

BOLOGNA
La Lega sostiene Lucia Borgonzoni,
consigliere comunale, ma gli azzurri
sono in cerca di un imprenditore
Lucia Borgonzoni

TRIESTE
Al momento Dipiazza, sindaco
della citt dal 2001 al 2011,
il candidato unitario
Roberto Dipiazza

Il paragone di Gasparri
Meloni come Fini
Pensano di fare chiss
che, poi fanno la fine di
quelli con lo zerovirgola

TORINO
Oltre allazzurro Napoli, dovrebbe
essere candidato per la Lega
il notaio Morano
CAGLIARI
Laccordo su Massidda, ex presidente
dellautorit portuale, ma potrebbe
essere a rischio dopo il caso Roma

Alberto Morano

ROMA
Con Meloni in campo, sostenuta da FdI
e Lega, e Bertolaso ancora in corsa,
per FI, sono quattro i candidati nellarea

momenti, gli stessi in cui immagina lennesima campagna elettorale della mia vita
fatta in prima persona, mettendoci la faccia. O tentare,
come gli chiedono i suoi, la via
di un accordo.
Gi, perch dentro Forza
Italia c un clima di tensione
che non si era visto neanche ai
tempi delle scissioni di Alfano
e Verdini. Daniela Santanch,
seduta su un divanetto di
Montecitorio, indica con lindice la porta dellAula della Camera. L dentro, noi di Forza
Italia siamo 53. Tra qualche
giorno rischiamo di rimanere
in 30. La candidatura di Fini a
Roma aveva sancito, nel 1993,
la nascita del centrodestra.
Quella della Meloni, nel 2016,

Piergiorgio Massidda

Guido Bertolaso
Giorgia Meloni
Francesco Storace
Alfio Marchini
NAPOLI
Lettieri corre con Forza Italia, in campo
anche il deputato FdI Taglialatela
e lex An e Pdl Enzo Rivellini
Gianni Lettieri
Enzo Rivellini
Marcello Taglialatela
Corriere della Sera

rischia di sancirne la fine.


Maurizio Gasparri prova a
pensare positivo. E anche lui,
per un altro verso, cita lex leader di Alleanza nazionale. La
Meloni come Fini. Pensano
di fare chiss che, e poi faranno la fine di quelli con lo zerovirgola. Il vicepresidente del
Senato rivela poi unaltra spia
di come la situazione, nel centrodestra, sia finita fuori controllo. Avrei dovuto essere
ospite alla Rai con Salvini. E
invece mi hanno chiamato per
dirmi che il leader della Lega
si confronta solo con Berlusconi. La strada verso un ricongiungimento disseminata di trappole. Con la Lega
avevamo gi rotto ai tempi del
ribaltone di Bossi del 1995. Poi
per abbiamo ricostruito tutto, dice Paolo Romani. Poi ci
pensa un attimo. E aggiunge:
In effetti, per, allepoca ci
mettemmo cinque anni a fare
pace.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovanni Toti

ROMA Non usa toni ultimativi


perch sa che il momento
grave e non serve la gara a chi
picchia pi forte. Anzi, Giovanni Toti governatore della Liguria eletto sul modello di un
centrodestra ampio come
quello che ha portato ai governi di Lombardia e Veneto si
augura che la rottura a Roma
possa essere un danno collaterale, rimediabile, non una
strategia pianificata. Perch
se non si ricuce presto lo
strappo, si condanna il centrodestra allirrilevanza in una
tornata come questa amministrativa dove dovremmo sfruttare le divisioni della sinistra e
la debolezza del governo.
Crede possibile unintesa a
Roma?
Mai dire mai. Per non si
pu chiedere a Bertolaso di

Un suicidio rompere
per arrivare terzi
Ricuciamo in fretta
o saremo irrilevanti
Chi

Governatore
della Liguria
dal giugno
2015, Giovanni
Toti ha 47 anni

farsi indietro o a Berlusconi di


non appoggiarlo dopo settimane di tessiture e mediazioni. Non ne vedo la ragione.
La ragione che la Meloni
comunque scesa in campo
Ed un dispiacere ancor
prima che un errore. Si era intrapreso un percorso politico
serio per costruire un fronte alternativo a Renzi, e oggi c una
battuta darresto. Nellanalisi
delle responsabilit, ricordando il percorso che ha portato
alla candidatura di Bertolaso,

non si pu negare che le ragioni siano dalla parte di Berlusconi.


In politica per le condizioni cambiano.
Infatti legittimo cambiare idea, ma in questo caso le
conseguenze sono molto dolorose per la coalizione, tanto
pi che trovo poco ambizioso
decidere di correre con il solo
obiettivo di arrivare terzi e frenare la corsa di Bertolaso. Comunque se a Roma non cerano le condizioni per un percor-

so unitario, mi auguro che la


situazione non degeneri fino
al punto di non ritorno. Io mi
spender a partire dalla mia
regione perch non accada.
Salvini ha bocciato anche
Osvaldo Napoli a Torino: un
attacco mirato alla leadership di Berlusconi?
Voglio credere che nessuno sferri attacchi suicidi, perch questo sia chiaro
un suicidio per tutti. dannoso per Giorgia, per Bertolaso,
per lintero centrodestra, il cui
elettore romano oggi ha diritto
di essere arrabbiato.
Ma Salvini lo dice che vuole
costruire unaltra destra.
evidente che il centrodestra debba evolversi, come peraltro succede dal 94. Ma buttare via il bambino con lacqua
sporca non un buon viatico.
Noi dobbiamo parlare a elettori scontenti anche di altri partiti e allargarci, ma se perdiamo
quelli moderati diventiamo
una forza di mera testimonianza. Il Front National, lAlternative fr Deutschland, lUkip in-

Spero sia
un danno
collaterale
e non una
strategia
Ora Silvio
non pu che
appoggiare
Bertolaso
Salvini
vuole la
leadership?
Lalleanza
deve
evolvere,
ma non si
pu buttare
il bambino
con lacqua
sporca...

glese hanno grande attenzione


ma non governano nulla: noi
vogliamo tornare a governare o
sfidarci tra partiti a chi prende
un voto pi dellaltro?.
La battaglia sulla leadership per c: a partire da Roma non sarebbero state utili
le primarie, che Berlusconi
ha scartato?
Allinizio delle trattative fu
escluso non solo da Berlusconi
ma anche da Salvini di ricorrere per questa tornata a primarie. Lo dico io che tutto sono
tranne che ostile, ma se si fanno si devono fare ovunque, e
non con regole aggirabili e discutibili che poi portano a
scontri feroci come nel Pd. Per
il futuro si potrebbero scrivere,
nella legge sui partiti, regole
chiare e vincolanti per tutti per
la selezione dei candidati. Perch quando in una coalizione
non c pi un partito egemone a fare da baricentro, il rischio di non trovare un accordo si fa molto alto.
Paola Di Caro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Primo piano Verso le Amministrative

Il Carroccio strappa anche a Torino


Spiace litigare, ma servono altri nomi
Salvini candida Morano contro Napoli (FI). Maroni e i giudizi su Roma? A ognuno il suo mestiere
MILANO Una brava persona, ma

non un candidato valido. Dopo Roma, ecco Torino. Dopo


Guido Bertolaso, Matteo Salvini impallina anche Osvaldo Napoli, il candidato berlusconiano sotto la Mole. Perch il leader della Lega vuole volti nuovi
e Berlusconi col nuovo verbo
del Carroccio dovr farci i conti
e scendere a patti. Mi dispiace
avere un po litigato con Silvio
Berlusconi, in questi giorni: gli
avevo chiesto di candidare persone nuove, pulite, ma lui fa fatica a capire quanto questo sia
importante. A Torino il nome
giusto allora quello di Alberto
Morano, 58enne notaio in citt.
Un uomo del fare, della societ civile, che dovrebbe piacere
anche a Berlusconi.
In serata Salvini si sposta a
Milano, dove ad attenderlo c
Marion Le Pen, lastro nascente
del Front National, alleato ormai strettissimo nella battaglia
anti-euro (Se vince Trump, se
Putin continua a fare quello
che sta facendo, se la Le Pen
avanza in Francia e se in Gran
Bretagna il referendum va come va, il mondo cambier in
meglio, dir poi allincontro).
Il Capitano addolcisce un po
i toni. Non ho avversari in coalizione, quelli sono fuori dal
perimetro del centrodestra. Io
non voglio morire renziano e
boldriniano, ecco. La coalizione allo sfascio, Salvini? Ma
no, andr tutto bene. A noi interessa vincere, e sceglieremo i
candidati migliori citt per citt. Non ci devono essere retropensieri sulla leadership. Il diretto interessato, come ovvio,
non lha presa benissimo. Il
segretario della Lega stata

Non c nessun caso. Salvini


bene accetto anche domani
(oggi,ndr). Del resto, sempre
un graditissimo ospite, come
lui ben sa essendo uno degli
uomini politici pi presenti nel
palinsesto di Mediaset. Caso
definitivamente chiuso da una
nota dello stesso ufficio stampa
della Lega: Nessuna polemica
co n C a n a l e 5 . M e d i a s e t
unazienda serissima. Solo un
disguido tecnico stato alla base del rinvio dellinvito al segretario gi previsto per domani a
Mattino 5. Salvini sar ospite
della stessa trasmissione venerd.
In fatto di alleanze e di rapporti politici col Cavaliere, il
leader del Carroccio non ha invece gradito le parole di Roberto Maroni nellintervista al Corriere. Roma andava lasciata a
Berlusconi, aveva detto il governatore. La replica del segretario stata garbata ma secca:
Io sono orgoglioso di come
Maroni fa il governatore in
Lombardia. A ognuno il suo
mestiere. In ogni caso, i due
Salvini e Maroni si ritroveranno insieme oggi pomeriggio a un convegno organizzato proprio al Pirellone.
Andrea Senesi

Ho chiesto
a Berlusconi
di puntare
su persone
nuove
e pulite
Ma lui fatica
a capire
quanto sia
importante

Lintervista
Marion Le Pen:
alla Lega serve
rafforzarsi
in tutta Italia
MILANO Una giornata che pi

problema per il Pd in giunta


per le Autorizzazioni, sulle
intercettazioni che riguardano
Silvio Berlusconi e le
olgettine nellambito del
Ruby ter. Il capogruppo pd
Giuseppe Cucca ha chiesto il
rinvio dellesame, per lassenza
di cinque senatori dem.
Circostanza vera, causata
dallaccavallarsi di altre
commissioni. Ma c anche un
motivo politico. Il gruppo non
ha preso posizione sulla
relazione del presidente Dario
Stefno (Sel), che vorrebbe dare
il via libera a 5 autorizzazioni su
11 richieste dalla Procura di
Milano: La ratio autorizzare
quelle casuali. Se c una
ripetizione, si presume che
lintercettazione del senatore
fosse consapevole e quindi
serve lautorizzazione, spiega.
Nel Pd ci sono sensibilit
diverse, dal garantista Claudio
Moscardelli a Felice Casson, pi
incline a dire s a tutte le
intercettazioni. Ma nessuno,
per ora, si ancora espresso.
Al. T.

leghista non si potrebbe.


Pranzo con i consiglieri
maroniani del Pirellone,
incontro con lassessore alla
Cultura del Carroccio in
Regione (perch la
Lombardia un esempio
nella difesa della famiglia
tradizionale e contro i
matrimoni gay), iniziativa
pubblica nel centro di
Milano con Matteo Salvini,
cena con lo stato maggiore
lumbard. Marion Le Pen il
volto giovanissimo del Front
National, la numero due del
partito dietro zia Marine.
La Lega il partito pi
vicino al Front National in
Europa?
Siamo sicuramente i due
partiti con pi punti in
comune.
Fn e gollisti sono
avversari da sempre.
Anche Salvini dovrebbe
rompere con Berlusconi?
Non sono qui a fare
raccomandazioni a Matteo,
credo per che la strategia
della Lega di avvicinamento
al potere stia funzionando.
Mi auguro che Salvini possa
allargare la propria influenza
su tutta Italia, come sta gi
cominciando ad essere oggi.
Perch lItalia possa con noi
francesi concorrere a una
ricostruzione europea
uscendo da questo tipo di
Unione. Un obiettivo che
non sarebbe possibile
rappresentando solo il Nord
del Paese.
Cosa pensa delle
polemiche sulla
candidatura col pancione
di Giorgia Meloni?
Che una donna incinta
possa candidarsi a sindaco
di Roma perfettamente
normale per noi donne del
Front National. Il problema
non si pone.
Se foste al governo
costruireste anche voi un
muro anti-immigrati?
Un muro un concetto
caricaturale. Noi vogliamo
ripristinare le frontiere.
Cercare di controllare chi
entra e chi esce dal Paese. La
Merkel ha deciso di
accogliere un milione di
immigrati, sono liberi di
andare ovunque. Dopo
Colonia, per, si capito che
non sono solo profughi che
arrivano dai Paesi in
guerra.
Donald Trump per voi
una speranza?
Non ci piace che gli Usa
siano il Paese guida di tutto.
E non ci piace che lEuropa si
sia sempre adeguata ai loro
voleri. La vittoria di Trump
cambierebbe la loro politica
estera, soprattutto nei
confronti della Russia.
A.Se.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

La decisione su Berlusconi

Intercettazioni
del Ruby ter,
il Senato rinvia
per le assenze pd
ROMA Si profila qualche

A Milano
Il segretario
della Lega
Matteo Salvini,
43 anni, con la
vicepresidente
del Front
National Marion
Marchal
Le Pen, 26
(Ansa)

la reazione di Osvaldo Napoli in


serata persegue il disegno
lucido, ma velleitario, di sfasciare il centrodestra immaginando di camminare fra le sue
macerie per incoronarsi leader.
Le sue parole non mi offendono, mi offende invece la sua incallita vocazione alla bugia.
Oltre alle normali schermaglie politiche del caso, un pic-

colo malinteso era nato a met


pomeriggio intorno alle ospitate televisive a Mediaset del segretario leghista. Dovevo andare a Canale 5 domani mattina (oggi per chi legge), ma
adesso mi hanno detto di non
andare, si era lamentato da
Torino lo stesso Salvini. Spiega
per Mauro Crippa, direttore
dellinformazione Mediaset:

RIPRODUZIONE RISERVATA

M. Salvini

Il segretario
leghista
persegue
il disegno
di sfasciare
lalleanza
per poter
camminare
sulle sue
macerie
O. Napoli

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

7
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Primo piano Verso le Amministrative


La Nota
di Massimo Franco

UN CENTRODESTRA
CONDANNATO
ALLA SINDROME
DEL FUOCO AMICO

Lintervista
di Elisabetta Soglio

ta prendendo forma una tendenza pi


disgregante del semplice scontro tra
Forza Italia e Lega. Si assiste a qualcosa
che somiglia a una sorta di
balcanizzazione del centrodestra. La
parola serve a evocare il caos, il disordine, la
frammentazione: a imitazione delle piccole
nazioni che si sono formate e dissolte
storicamente nei Balcani. Quanto avviene a
Roma con la candidatura di Giorgia Meloni
contro il candidato di Silvio Berlusconi, Guido
Bertolaso, solo un inizio. Il fuoco amico
impazza anche nelle forze dello schieramento.
La leadership berlusconiana non compattava
soltanto FI, Lega e FdI. Teneva a freno le
ambizioni e i risentimenti che covano da
tempo in quei movimenti; e che sembrano
pronti a sprigionarsi di nuovo. Si consumano
vendette dentro FI, certo. Ma si divide anche la
Lega, con i dissensi tra Bossi, Roberto Maroni e
Salvini. E filtrano veleni nelle file della destra:
potenzialmente i pi letali. Ieri la Meloni ha
presentato la corsa al Campidoglio scolpendo:
Non ci sar lombra di Alemanno, ma

discontinuit rispetto agli errori del passato.


Gianni Alemanno il sindaco di
centrodestra, implicato con altri nellinchiesta
di Mafia Capitale; e come la Meloni proviene
dalla destra sociale di An. Ebbene, quattro
ore dopo quellesordio, Alemanno ha dettato
una nota per consigliare la neo candidata di
essere molto pi prudente nelle sue
dichiarazioni. Lex sindaco sostiene che non
si crea discontinuit partendo dallipocrisia e
dallo scaricabarile. E aggiunge che la Meloni
sa benissimo che tutte le scelte della nostra
Amministrazione sono state condivise da
assessori di FdI con deleghe gestionali.
Si tratta comunque di un altol foriero di una

Conflitti permanenti
Non c solo lo scontro tra Forza
Italia e Lega ma i veleni e i conflitti
permanenti dentro i partiti
evocano una balcanizzazione

guerra civile nella destra romana. Ma guardare


solo Roma fa perdere un quadro di insieme
che, nonostante la tenuta di alleanze nelle
regioni del Nord, destinato a scomporsi.
Berlusconi fatica a capire limportanza di
candidati puliti, lo provoca Salvini. E cresce la
sensazione che sia finita lepoca del
centrodestra di governo. Si esasperano
contraddizioni che la gestione del potere
diplomatizza: tanto pi se qualcuno prova a
scindere le proprie responsabilit da quelle
della nomenklatura messa ai margini.
Oggi non esiste un leader in grado di tenere
insieme il magma. Il capo leghista aspira a
farlo, mettendo veti a Roma e a Torino. Eppure
copre solo una parte del vecchio elettorato e del
vecchio blocco sociale. E lalleanza con FdI nella
capitale potrebbe riservare qualche brutta
sorpresa. Balcanizzazione significa confini
mutevoli, conflitti permanenti, e assenza di un
elemento di unit. Magari non colpa di
nessuno. la realt di un equilibrio finito, tutto
da reinventare: possibilmente senza farsi male.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Con me Milano pi internazionale


I rivali? Vedo tante facce del passato
Sala: la citt deve competere con le metropoli del mondo. Parisi pi politico di me

MILANO La differenza fra lui e i


suoi avversari? Io voglio portare Milano fuori dallItalia,
voglio una citt internazionale
e contemporanea e loro sono
ancora l incollati al passato e
impegnati a descrivere il nostro come un Paese in declino. Giuseppe Sala domani d
il via ufficiale alla campagna
elettorale al teatro Franco Parenti con lo slogan Ogni giorno, ogni ora.
Il senso?
Milano ha bisogno di un
sindaco dedito, che abbia la
capacit di non mollare mai e
di esserci.
Se verr eletto, quindi, la
vedremo in giro per le strade
di periferia?
A me piace molto stare in
mezzo alle persone: negli incontri che ho cominciato e
proseguir mi sento molto a
mio agio.
In realt Salvini sostiene

Lex avversaria
Il no di Balzani?
Rispetto la sua
decisione, ma ha detto
che ci aiuter
che lei non piaccia alla gente.
Manca di empatia?
Chiedetelo a quelli che ho
incontrato sul decumano se
sono empatico o no.
Sempre Expo. Basta aver
fatto questo evento per diventare un buon sindaco?
Fino ad un attimo prima
che io mi candidassi era parere unanime, al di l di qualche
voce di dissenso, che Expo fosse stata un successo per Milano e per il Paese. Scendendo in
campo sapevo che per attaccarmi avrebbero infangato anche questa avventura che ha
fatto un gran bene allItalia.
Basta essere stato commissario di Expo?
Tutto quello che ho imparato in Expo pu essere applicato su Milano. Da qui riparte
la mia proposta: io mi presento non come lex commissario,
ma come uno che sa organizzare e gestire le cose.
Perch insiste sul concetto
di citt internazionale?
Milano una citt che vanta un brand fortissimo: gi la
capitale della moda, del desi-

Chi

Commissario unico di
Expo 2015 e
dal 2010
amministratore
delegato di
Expo 2015 spa,
milanese, 57
anni, Giuseppe
Sala il
candidato
sindaco di
Milano del
centrosinistra
dopo aver vinto
le primarie
davanti a
Francesca
Balzani,
Pierfrancesco
Majorino e
Antonio
Iannetta

gn e della ricerca soprattutto


biomedica e, dopo Expo, ha il
compito di gestire la legacy
sulla food policy. Partiamo da
questo grande patrimonio e
nel mio mandato voglio che
Milano possa competere con
le metropoli del mondo.
E come si porta Milano
fuori dellItalia?

Continuando a cavalcare
londa cominciata con levento,
con i giornali che hanno rimesso Milano fra le mete turistiche preferite, i leader di Stato che sono arrivati qui e si sono complimentati per la nostra efficienza, i turisti che
sono tornati a casa soddisfatti
dellesperienza vissuta.

Pi concretamente?
Rinuncerei alla realizzazione di un museo o di una
grande opera per mettere in
rete, anche con una collaborazione fra pubblico e privato,
tutto quello che abbiamo a livello di attrazione turistica e
culturale, sul modello di London & Partners.

LOCMAN
ITALY

Una lista
di sinistra ci
vuole, non
solo per una
questione
politica ma
soprattutto
di valori
Ma punter
moltissimo
sulla mia,
rivolta
al mondo
delle
professioni,
al terzo
settore e in
generale alla
societ
milanese

Laureato nel
1983 in
Economia alla
Bocconi, ha
iniziato la sua
carriera alla
Pirelli, che ha
lasciato nel
2002 per
entrare nel
gruppo
Telecom come
direttore
finanziario di
Tim
stato
direttore
generale del
Comune di
Milano durante
la giunta
Moratti

1960
Cassa in acciaio lucido o con rivestimento in PVD golden rose.
Impermeabile fino a 50 metri.
Movimento al quarzo solotempo o Gran Data.
A partire da 198 euro.

Prima
che mi
candidassi
era parere
quasi unanime che
Expo fosse
stata un
successo
Scendendo
in campo
sapevo che
per attaccare
me avrebbero infangato questa
avventura
che ha fatto
bene
allItalia

In questa campagna non si


troppo schiacciato sulla sinistra? E i moderati?
Una lista di sinistra ci vuole, non solo per una questione
politica ma soprattutto di valori. Ma punter moltissimo
sulla mia, rivolta al mondo
delle professioni, al terzo settore e in generale alla societ
milanese. Comunque, in Expo
ho lavorato con politici di diversa estrazione politica: sfido
chiunque a dimostrare che mi
sia mai fatto condizionare dalle loro appartenenze.
Dispiaciuto di non avere
capolista Francesca Balzani?
Rispetto la decisione di
Francesca: ha detto che si impegner sul programma e sulle idee e che ci aiuter in questa campagna.
Letizia Moratti laveva voluto come dg del Comune.
Lex sindaco le d 6 per quel
periodo di lavoro, perch dice che scappato via presto..
(Sorride). In realt sono
venuti a pregarmi di occuparmi di Expo che era in un momento di stallo. Non cerano le
code allora per prendere in
mano quella macchina. Detto
questo, sono grato a Letizia
Moratti che mi ha chiamato a
lavorare con lei.
Sta facendo campagna
elettorale contro Parisi o
contro il centrodestra?
Rispetto Parisi, anche se
non mi sento suo omologo come manager. Quanto alla coalizione che lo sostiene, eviter
di usare aggettivi: ma molte
facce che si vedono sui palchi
e nei mercati sono un tuffo nel
passato. Pare il tentativo di tenere in piedi un mondo agonizzante.
In cosa siete diversi?
Parisi indubbiamente
pi politico di me. Ma se Milano vuole uno che cominci e finisca le cose, quello sono io.
Ma non c differenza fra
gestire sei mesi un evento in
un luogo circoscritto e mandare avanti lordinaria amministrazione in una citt,
per cinque anni?
In Expo la gente ha trovato
quello che chiede per la propria citt: un posto pulito, sicuro, con proposte per tutte le
et, con mezzi pubblici efficienti. Riprodurremo quel
modello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

Primo piano Le riforme

INTERVISTA IL MINISTRO DEL WELFARE

Poveri e lavoro, il nostro governo


il pi a sinistra della storia italiana
Poletti: DAlema voleva fare le stesse cose ma non c riuscito. Boeri? Decidiamo noi
di Aldo Cazzullo
Giuliano Poletti, ministro
del Lavoro e del Welfare, prende posizione nel durissimo
scontro a sinistra rivendicando
il lavoro di questi due anni e
anticipando un piano per il sociale che chiama Social Act:
Siamo il primo governo ad
avere un piano contro la povert e per il no profit. Il primo?
Ne proprio sicuro? la prima volta nella storia del nostro
Paese che nel bilancio dello
Stato c un fondo finanziato in
modo stabile. Siamo i primi in
Europa ad avere approvato il
piano per i senza fissa dimora.
Tra un mese viene approvata la
legge delega per il terzo settore, entro fine anno quella per la
lotta alla miseria. C tutta una
serie di misure gi varate o che
stiamo preparando. E c una
battaglia culturale da combattere. Sostiene Poletti che per
ventanni questa societ vissuta di paure; e le paure lhanno frammentata e distrutta. La

Social act
Un piano per il sociale,
la prima volta che
nel bilancio c un fondo
finanziato in modo stabile
sinistra spesso ha mancato il risultato; e, come diceva mio
nonno, quel che non si conta
non conta. Lerrore pi drammatico stato mettere lenfasi
solo sulla difesa: difendere
lItalia, loccupazione, il lavoro.
Ma in questo modo abbiamo
difeso le rendite e non abbiamo promosso le opportunit.
Con la cassa integrazione e i
prepensionamenti non abbiamo difeso il lavoro, bens il reddito. Io mi batto per il cambiamento: basta rendite; moltiplichiamo le opportunit. Investiamo un po meno sulla
difesa e molto di pi sul futuro.
La paura la capisco. Se io perdo
quello che ho e non so dove sto
andando, tendo a difendere lo
stato delle cose. Se ci aggiungi
la crisi, ecco che hai una societ sfarinata, slabbrata, divisa.
Per questo il Social Act pi
importante del Jobs Act. Cio?

Il ministro

Giuliano
Poletti,
ministro del
Lavoro e delle
Politiche
sociali, nato
a Imola il 19
novembre del
51. Prima
di assumere
lincarico di
ministro stato
Presidente di
Legacoop
Nazionale,
Presidente di
Coopfond
(fondo per la
promozione
cooperativa di
Legacoop) e
Presidente
dellAlleanza
delle
Cooperative, il
coordinamento
unitario
nazionale
costituito dalle
organizzazioni
di
rappresentanz
a della
cooperazione
AGCI,
Confcooperativ
e e Legacoop
Secondo
il ministro
lerrore pi
drammatico
per lItalia
stato mettere
lenfasi solo
sulla difesa:
delloccupazion
e, del lavoro.
Ma in questo
modo sono
state difese le
rendite e non le
opportunit

Noi vogliamo far passare pi


treni; e vogliamo aiutare le persone a salire sul treno. Chi non
ce la fa va aiutato ad avere condizioni dignitose di vita. Per
questo ci daremo uno strumento universale. In Italia, se
non sei un ex, non ti tocca
niente. Sei un cittadino in condizione di necessit? Noi ti proponiamo un contratto. La collettivit si prende carico di te, ti
accompagna, sostiene il tuo
reddito; ma dallaltro lato tu caro amico ti assumi un impegno, fai un accordo con la tua
comunit.
Quali sono le misure concrete? Cominciamo con le famiglie in stato di povert con figli
minori. Sono 280 mila: un milione e 200 mila persone. Ogni
persona avr 80 euro al mese,
fino a un massimo di 400 a famiglia. Ministro, con 400 euro al mese non si campa. Si
campa meglio che senza. Fino
a oggi quei signori hanno visto
zero. Nel 2016 per loro ci sono
760 milioni. Nel 2017 ci sar un
miliardo. E stiamo preparando
altri interventi. Anche il reddito di cittadinanza che propone Grillo? Non vogliamo un
assistenzialismo universale.
Vogliamo un sostegno al reddito affiancato da una rete territoriale che comprende Regioni, Comuni, volontariato, e
prende in carico le persone,
una per una. Diranno che
unelemosina. Non un elemosina. Il cittadino non dipende dal sussidio. Prende un impegno, non con Poletti, ma con
i contribuenti che lo finanziano: deve mandare i bambini a
scuola, deve impegnarsi in un
percorso di formazione, se gli
offrono un lavoro lo deve fare.
Lassistenza incrocia la riforma del terzo settore. Oggi delle politiche sociali si occupa
soprattutto il Comune, di formazione la Regione, mentre
per i centri impiego cerano le
Province. Domani tutti i soggetti pubblici che hanno una
responsabilit dovranno collaborare tra loro e con sindacati,
imprenditori, no profit. Costruiremo uninfrastruttura
unica per valorizzare limmenso potenziale di 300 mila associazioni, un milione di occupati, sei milioni di volontari. Dove
non arriva lo Stato perch non
ha i soldi, dove non arriva il
mercato perch non ci guadagna, arriver il terzo settore; e

noi lo aiuteremo a essere protagonista. Non sar pi lappendice della buona volont, ma il
motore del sistema. Nascer un
Erasmus del servizio civile, che
si potr fare anche allestero:
ogni lo svolgono 50 mila giovani allanno; devono diventare
almeno 100 mila. La povert da
sconfiggere non solo economica ma educativa: i primi 150
milioni da investire arrivano
dallaccordo con le fondazioni
bancarie.
Poletti anche lo storico
presidente della Lega delle cooperative. Un pezzo della sinistra tradizionale, che considera Renzi un intruso, un eversore. Pi o meno lidea di DAlema. Ma io mi sento del tutto
coerente con la mia storia ribatte il ministro -. A DAlema

potrei dire che lui voleva fare le


stesse cose, che ha provato a
mettere in discussione larticolo 18, senza riuscirci. Larticolo
18 del futuro legato alla crescita, alla ricerca, allinnovazione. Questo governo sta facendo la lotta al precariato pi
radicale mai vista. Si era affermata lidea che fosse anormale
assumere una persona a tempo indeterminato: su 100 avviati al lavoro, 85 erano temporanei. Oggi 750 mila contratti
precari sono stati trasformati
in contratti stabili. Era di sinistra avere i precari che costavano un terzo dei lavoratori stabili? Io dico di no. Io dico che
questo il governo pi di sinistra della storia repubblicana.
Addirittura? Nessuno aveva
mai pensato a un piano univer-

Occupazione
Stiamo
facendo
la lotta
al
precariato
pi
radicale
mai vista

I numeri del welfare


Assegno lordo mensile

Spesa complessiva lorda annua

68,29%

0,95%

fino
a 1.443

da 5.291
a 24.050

NUMERO
PENSIONATI

Da 5.291
a 10.101

127.291

10,754
miliardi

16.533.152
numero dei pensionati

270,469 miliardi

8.468

la spesa lorda
annua

7,7%

23,06%

Da 10.101
a 20.202
1,355
miliardi
Da 20.202
a 24.050

540

185
milioni

da 2.405
a 5.291

da 1.443,01
a 2.405

PENSIONATI PER SESSO E CLASSE DI ET Anni 2013-2014, comp. %


2014

100%
90%

80 e pi
19,2

80%

29,9

70%
60%

34,0
31,9

50%

30%
20%
10%
0%

70-79

90%

65-69

80%

55-64

70%

40-54

60%

0-39

50%
40%

40%

21,0
17,2
16,3
4,9
4,6

Maschi

Femmine

80 e pi
18,5

65-69
55-64

33,7

40-54
31,9

0-39

20,2
16,6
18,3

10%
0%

70-79

29,1

30%
20%

13,8
4,1
3,1

2013

100%

15,2

4,9
4,5

4,2
3,0

Maschi

Femmine
dArco

Fonte: Inps e Istat

sale per la lotta alla povert,


nessuno aveva fatto lalternanza scuola-lavoro, nessuno aveva dato un valore cos profondo allassociazionismo, alla societ civile. Ora abbattiamo le
tasse sul salario di produttivit
e le eliminiamo sul welfare
aziendale. Se lazienda d al lavoratore un voucher per lasilo
nido, lo Stato non prende un
centesimo, ma risparmia perch il suo impegno si alleggerisce. E questa settimana supereremo il milione di iscritti a
garanzia giovani. Un record
mondiale. Guardi che i risultati di questa garanzia giovani non si vedono. vero il
contrario. Non siamo andati a
cercare i giovani; sono venuti
loro. Pi di 500 mila sono stati
chiamati, stato identificato il
loro profilo, a 300 mila stata
fatta una proposta di lavoro o
di formazione, 50 mila hanno
seguito un corso di digitalizzazione organizzato insieme con
Google. E questo accade dopo
che negli ultimi 20 anni stato
distrutto il collocamento, ri-

Le famiglie
Ogni persona avr
80 euro al mese,
fino a un massimo
di 400 a famiglia
dotto ad anagrafe dei disoccupati. Non a caso abbiamo 7 mila addetti contro i 70 mila di
Francia e Germania.
Tito Boeri le fa il controcanto
tutte le settimane. Un po come
Crozza...Crozza mi diverte. Finalmente in tv si parla dei bovari. Boeri fa il suo mestiere.
Ma un conto fare il presidente
dellInps, un conto governare.
Lui pu formulare proposte; a
noi spetta decidere. La flessibilit delle pensioni la volevo gi
nel 2016; ma non si fa in due
minuti. Dobbiamo trovare i
soldi, avere il via libera dellEuropa, individuare una soluzione che non penalizzi i pi deboli. Non possiamo dare questa chance solo a chi ha una
pensione tre volte la minima; e
agli altri, che sono gi i pi sfavoriti, cosa diciamo? Gli diamo
anche un calcio negli stinchi?.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Inps

Sgravi ridotti,
frenano i contratti
a tempo
indeterminato

ROMA Loccasione il convegno al Senato, in


ricordo di Marco Biagi. Si parla della visione
moderna che il giuslavorista ucciso dalle
Brigate rosse il 19 marzo del 2002 ha lasciato
in eredit ai suoi allievi e alle istituzioni, con
le quali collaborava. Una visione di cui si
sente estremo bisogno, sottolinea il ministro
del Lavoro, Giuliano Poletti, che nel suo
intervento invita tutti a pensare in anticipo a
come gestire le enormi sfide poste dalle
innovazioni tecnologiche, che metteranno a
rischio molti posti di lavoro. E qui il ministro
fa un esempio, che suona come una chiusura
ai sindacati e al presidente dellInps, Tito
Boeri, che premono per correggere la Fornero
e permettere ai lavoratori di andare in
pensione qualche anno prima, la cosiddetta

flessibilit in uscita. Non possiamo pensare avverte Poletti - che i cambiamenti radicali li
gestiamo con i prepensionamenti. Adapt,
lassociazione fondata dallo stesso Biagi, che
ha organizzato il convegno con Amici di
Marco Biagi guidata da Maurizio Sacconi, ha
presentato il Rapporto sulla contrattazione
nel quale si vede che nel 2015, lapproccio
stato meno volto a fronteggiare la crisi e pi a
rilanciare le aziende.
Ieri lInps ha diffuso i dati sulle assunzioni di
gennaio. Brusca frenata di quelle a tempo
indeterminato: il 58,1% in meno di gennaio
2015. Colpa del supersconto sulle stesse
assunzioni che da questanno stato
drasticamente tagliato. Le aziende hanno
fatto il pieno di contratti con la

decontribuzione a dicembre 2015 (38o mila).


A gennaio 2016 si scesi a 106 mila. LInps ha
anche rivisto al rialzo il dato sui contratti che
hanno beneficiato dello sgravio nel 2015: 1,5
milioni in tutto. Il che determiner la
necessit di una maggior copertura rispetto
agli 1,8 miliardi stanziati dal governo su una
previsione iniziale di un milione di
assunzioni incentivate. LInps segnala anche
un aumento dei voucher, i buoni per pagare i
lavori occasionali, del 36% a gennaio rispetto
allo stesso mese del 2015. Ma Poletti ha
confermato che ci sar una stretta: i buoni
saranno tracciabili, per essere sicuri che se ne
usi uno per ogni ora di lavoro.
Enrico Marro
RIPRODUZIONE RISERVATA

10

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Esteri

Vertice sui migranti, Merkel sfida lEuropa


Per la cancelliera la disunione una macchia. Lostacolo dei francesi a una soluzione turca
LItalia imporr il prelievo forzoso delle impronte digitali ai profughi: chi rifiuta verr espulso
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Ieri, davanti al Parlamento


tedesco, Angela Merkel ha sollevato la questione dellonere e dellonore. Rivolta al resto degli europei. Non abbastanza, per lonore
di unUnione con 28 Paesi membri
e 500 milioni di cittadini, faticare
cos tanto per trovare una soluzione condivisa alla crisi dei rifugiati
ha detto. La disunione degli europei ha aggiunto una
macchia per la comunit.
Linguaggio non frequente e dattacco. Soprattutto, finalizzato a
spostare i termini della discussione
e ad alzare il tono della conversazione politica allennesimo vertice
che si apre oggi a Bruxelles sulla
questione dei profughi e dellaccordo con la Turchia. Ieri, Matteo Renzi ha detto qualcosa di non dissimile: LEuropa va su Marte ma si ferma a Idomeni, il villaggio greco al
confine con la Macedonia dove sono bloccati migliaia di profughi.
Ogni governo ha i suoi problemi
specifici dice in sostanza la canBERLINO

celliera ma la necessit di risolvere la crisi viene prima. Non baster, alla leader tedesca, il richiamo ai
doveri politici e morali della Ue per
superare le opposizioni crescenti
allaccordo di principio raggiunto
due settimane fa con Ankara per
organizzare una distribuzione ordinata dei rifugiati in Europa. I contrari sono numerosi, da Cipro al governo francese, e i dubbiosi sulla legalit e legittimit della soluzione
altrettanti. Le per sufficiente per
fare capire che, nonostante la sconfitta del suo partito in tre elezioni
regionali domenica scorsa, nessuno pu aspettarsi che lei si metta in
una posizione di sola difesa.
Anche quello di oggi e domani,
dunque, sar un vertice europeo

Le parole di Renzi
LEuropa va su Marte ma
si ferma a Idomeni, il
villaggio greco dove sono
bloccati i profughi

duro, sotto lombrello di divisioni


che sembrano insanabili ma con la
necessit di trovare un compromesso che non faccia vacillare pericolosamente la Ue. Al momento,
il flusso di rifugiati in arrivo in Germania molto calato, nellordine
delle centinaia al giorno, in seguito alla chiusura di fatto della rotta
balcanica. Ma Merkel ha chiarito
ieri al Bundestag che questa non
una soluzione stabile, che il problema non sono nemmeno solo gli
arrivi in Germania e che la situazione drammatica in Grecia. Che
lEuropa deve dare una risposta
complessiva e articolata (in Italia,
tra laltro, ieri si saputo che verr
presto portata al Consiglio dei ministri una norma per consentire il
prelievo, anche forzoso, delle impronte dei migranti: e chi non si
sottomette verr spedito nei Cie in
attesa di espulsione).
Il fatto che, dal punto di vista
politico, la situazione si molto
complicata negli ultimi tempi. Soprattutto, la relazione tra Berlino e
Parigi entrata in una crisi proba-

bilmente senza precedenti proprio


sulla vicenda dei profughi. A
Franois Hollande non piaciuto
lunilateralismo con il quale Frau
Merkel ha aperto le frontiere dellEuropa lo scorso settembre. Berlino non lo dice apertamente ma
indignata dal basso numero di rifugiati 30 mila che la Francia
disposta ad accogliere e dal fatto
che Parigi ponga ostacoli alla soluzione turca della crisi.
Le opposizioni dei Paesi dellEst
sono, dal punto di vista del governo tedesco, un ostacolo ma non decisivo. la relazione tra Germania e
Francia, motore storico della Ue, a
essere sotto stress e a preoccupare
seriamente la signora Merkel. Ci
nonostante, la cancelliera non ha
intenzione di fare passi indietro significativi sulla questione dei rifugiati: ritiene che in quel caso s la
Germania tradirebbe se stessa e
che lEuropa si avvierebbe verso
una terra di nessuno. Senza onore.
Danilo Taino
@danilotaino

Il summit
Oggi
e domani si
svolge a
Bruxelles il
vertice Ue:
grande attesa
per unintesa
con la Turchia
sui migranti
Laccordo di
principio
siglato il 7
marzo scorso
stato criticato
da Unhcr e da
varie ong

RIPRODUZIONE RISERVATA

Canale di Sicilia

Duemila salvati
in 48 ore
Quasi duemila salvati in 48
ore: proseguono senza
tregua le operazioni di
salvataggio dei migranti nel
Canale di Sicilia. Solo ieri,
nel corso di dodici distinte
operazioni di soccorso
coordinate dalla Centrale
operativa della Guardia
costiera, sono stati tratti in
salvo in totale 1.467
migranti. Le unit
intervenute hanno
recuperato anche tre corpi
senza vita. La sola Nave
Diciotti della Guardia
costiera ha recuperato
6 gommoni con 750
persone a bordo
( foto Ansa/Guardia
costiera)

La visita
dallinviato Dino Martirano

A 45 chilometri dal confine con il Sud Sudan, in mezzo al nulla, in due


anni nata una citt denominata Teirkidi/Kul abitata
da 101 mila rifugiati: qui si potuto fermare il popolo dei Nuer
in fuga dal Sud Sudan devastato dalla guerra civile e quindi
costretto dal 2014 a passare il
confine etiope. Nella sola regione di Gambela i rifugiati sono 270 mila. C bisogno di tutto, ogni giorno: acqua, cibo,
medicine, istruzione. Nel campo, le file di capanne di legno
sono tracciate con il righello,
intervallate dalle latrine con i
tetti di lamiera. Nella piazza
ci sono il capannone della
scuola gestita da Unhcr e Save
the Children, il deposito del
World Food Program dove si
scaricano i sacchi di sorgo, le
fontane alimentate dai tubi e
dai serbatoi montati dallUnicef con i fondi della cooperazione italiana. Tutto intorno
una marea di bambini si rin-

Mattarella tra i rifugiati in Etiopia


Nuovi aiuti in arrivo da Roma

GAMBELA (ETIOPIA)

Il viaggio
La visita
ufficiale del
presidente
Mattarella in
Etiopia
iniziata il 14
marzo con gli
incontri dei
vertici
istituzionali. Il
giorno dopo
stato ricevuto
dalla
presidente
della
Commissione
dellUa
Nkosazana
Dlamini-Zuma
Da oggi
Mattarella in
visita ufficiale
in Camerun
(fino al 20)

corrono nella polvere: sorridono, tendono la mano, chiedono con gli occhi di non essere
abbandonati.
Questo il film che ha visto il
presidente della Repubblica,
Sergio Mattarella, nella giornata fisicamente ed emotivamente pi impegnativa del sua visita di Stato in Etiopia. Alla vigilia
di un Consiglio europeo decisivo sui temi dellimmigrazione,
il capo dello Stato ha voluto
mettere le scarpe nella polvere,
sul terreno dellEtiopia fiaccata
dalla siccit ma disponibile ad
assistere ben 820 mila profughi
in arrivo anche dalla Somalia e
dallEritrea: Dopo una giornata cos intensa meglio non
anticipare nulla ma al Consiglio europeo sarebbe bene
mandare il filmato di quello
che abbiamo potuto vedere qui
in Etiopia, risponde Mattarella.
Il presidente con i capelli
bianchi, in completo blu e cravatta (che col termometro a 40

gradi non si mette un copricapo e si concede al massimo la


giacca sbottonata), piace agli
operatori delle organizzazioni
internazionali del campo. Ci
sono anche gli italiani: Paola di
Alba (Wfp), Thomas Tamanini
(ingegnere idrico), Michele Paba (Unicef) e altri ancora dicono che chiunque venga qui ( la
prima volta di un capo di Stato)
accende un faro su Teirkidi/
Kul. Mattarella, insieme a Ginevra Letizia (cooperazione in
Etiopia), conferma che lItalia
continuer subito a dare il suo
aiuto al campo con altri 630
mila euro, di cui 430 mila allUnicef per la rete idrica e 200
mila allUnhcr per la scuola. Allannuncio tutti applaudono.
Poi per il presidente aggiunge: So che non sufficiente,
nulla sufficiente perch occorrerebbe molto di pi....
Il premier Matteo Renzi, da
Roma, fa sapere di voler valorizzare la scelta del presidente
Mattarella di essere venuto in

Africaperch lemergenza
non solo in Grecia e Turchia.
Il governo destina qui in Etiopia una grossa fetta delle risorse della cooperazione affidata
al viceministro Mario Giro che
ha accompagnato Mattarella:
solo per le ong italiane sono arrivati 5 milioni di euro allanno
tra il 2013 e il 2014. Poi da gennaio, con la carestia innescata
dal Nio, la cooperazione ha
stanziato per lemergenza altri
5 milioni.
Davanti ai bambini di Teirkidi/Kul che cantano, Mattarella (accompagnato da sua figlia,
Laura) accenna pure un movimento delle mani per scandire
il ritmo della musica: Vedere
tutti questi bambini, senza nulla, sorridere una cosa che ha
un forte impatto emotivo e fa
riflettere. Il presidente non lo
dice ma, forse, a Bruxelles vorrebbe inviare anche la registrazione di questo dolce coro di
bambini africani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

630
mila euro
i nuovi aiuti
che verranno
destinati
dallItalia
al campo
profughi di
Teirkidi/Kul
in Etiopia

5
milioni di euro
allanno
destinati tra il
2013 e il 2014
da Roma alle
ong italiane in
Etiopia. Altri 5
milioni stanziati
a gennaio per
la carestia

Roma-Berlino
Duello sul surplus
Ma resta lintesa
sullimmigrazione
ROMA Botta e risposta tra
Angela Merkel e Matteo
Renzi sul surplus
commerciale della
Germania. Il premier
italiano ha chiesto di ridurlo
e la cancelliera tedesca ha
spiegato perch
impossibile in questa fase.
Ma lo scambio di vedute a
distanza tra i due leader
europei non incrina lasse
che si creato tra Germania
e Italia sul problema dei
migranti che sar al centro
del vertice che si apre oggi a
Bruxelles. Dobbiamo
spiegare agli amici europei
che se vogliamo davvero
rimettere in moto questo
Paese, la Germania e gli altri
Paesi devono ridurre il loro
surplus commerciale, oggi
al 7,6% in Germania, ha
affermato Renzi nellaula di
Montecitorio. Se i tedeschi
ha osservato ancora il
premier arrivassero ai
limiti europei, che sono il
6%, sarebbe qualcosa come,
a naso, 38-40 miliardi di
euro di investimenti da fare
in Germania. Vale per
lOlanda e altri paesi. Queste
cose le ho dette con
franchezza in Consiglio
europeo. In serata
arrivata la replica di Merkel,
che ha difeso il surplus
commerciale tedesco: Se
leuro continua a essere
svalutato fino a questo
punto dalla politica
monetaria, naturalmente
non ci si pu meravigliare
che il nostro export aumenti
pi facilmente, ha detto
allassemblea dellindustria e
delle Camere di commercio.
Non si pu dire che Berlino
sia responsabile del fatto
che altri dati siano quelli
che sono. La Germania
del suo surplus di bilancio
anche un po orgogliosa, ha
poi insistito la cancelliera.
Ma questo scambio di
opinioni non incriner i
rapporti tra i due, almeno
per quello che riguarda il
modo di fronteggiare il
fenomeno d migranti.
Anche se latteggiamento del
premier e della cancelliera
nei confronti della Turchia
rimane differente. Renzi
infatti insiste sulla necessit
di non procedere a un
accordo con Erdogan a tutti
i costi. Sui migranti, per,
la pensano entrambi nello
stesso modo. Le parole
pronunciate da Renzi
potrebbero essere
tranquillamente sottoscritte
da Merkel: Se ognuno va
per conto proprio si rischia
di uccidere lEuropa. un
rischio, questo, che il
premier non vuole
assolutamente correre:
Non possibile che la Ue
rinunci a governare processi
epocali come quelli
migratori. Dobbiamo trovare
una soluzione comune sui
migranti.
M. T. M.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

ESTERI

11
#

I terroristi scappati dal retro


Il fiasco della polizia a Bruxelles

Il caso
Il libro del creatore
del quartiere-ghetto
Non ho fatto sbagli

A Parigi arrestati quattro turchi: Stavano progettando un attentato


DAL NOSTRO INVIATO

I ricercati sono ancora in fuga. Alla conferenza


stampa della Procura federale
belga si toccano vette altissime
di surrealismo. Thierry Werts,
portavoce e magistrato a sua
volta, risponde impassibile alle domande dei giornalisti. Ma
la sua faccia, e quelle dei due
colleghi che gli siedono accanto, lascia capire che vorrebbero essere ovunque ma non qui,
a raccontare di una operazione
antiterrorismo che non stata
esattamente un successo, e ormai si tratta di una abitudine,
mentre quasi in contemporanea i rivali francesi annunciano il fermo di quattro persone di etnia turca accusate di
avere un attentato in preparazione a Parigi.
Sono scappati dal retro, dice
un poliziotto lasciato di guardia al numero 60 di rue de
Dries. I vetri delle finestre
esterne sono stati rimpiazzati
da teli di nylon, sulla facciata
intorno si vedono i buchi lasciati dai proiettili sparati dalle forze speciali. Ma una volta
fatto il giro dellimmobile, la
fuga dei due presunti terroristi
asserragliati nellappartamento ha davvero dellincredibile.
Saranno anche saliti sui tetti,
ma a meno di compiere balzi
prodigiosi di 4-5 metri, sono
stati obbligati a scendere e
passare attraverso una piccola
corte di giardini, orti e disimpegni, delimitati da un muro
che fa da recinto. Atterrare oltre non era possibile, a meno
di sfidare le leggi della fisica.
Lunica spiegazione possibile la pi logica. La palazzina dietro alla stazione del sobborgo di Forest non era presidiata. Le forze speciali sono arrivate soltanto dopo la prima
sparatoria. E proprio riparandosi dietro quel muro hanno
ucciso Mohamed Belkaid, un
algerino di 28 anni, morto da
martire perfetto, con il kalashnikov tra le mani, 11 caricatori
infilati nella cintura, una bandiera dellIsis appoggiata al
muro e sul tavolo un libro sul
salafismo. Peccato che nessuno sappia cosa ci facesse in
quel posto. Un perfetto sconosciuto. Non figura in nessuna
lista di aspiranti jihadisti. Era
illegale in Belgio, un clandestino. Nel 2014 era stato denunciato per furto in un negozio di alimentari. Si immolato per coprire la fuga di altre
due persone, ancora senza nome e senza identit.
E il primo controsenso, non
lunico. I sei agenti che hanno
bussato alla porta della casa
BRUXELLES

La parola
MOLENBEEK
un sobborgo di Bruxelles
ad alta concentrazione di
immigrati provenienti dal
Nord Africa e da altri Paesi
arabi, tra i pi densamente
popolati: 97mila abitanti in
meno di 6 km2. il
quartiere dove sono nati e
cresciuti la mente e gli
esecutori della strage di
Parigi del 13 novembre. A
Molenbeek legato anche
lattacco al supermercato
kosher di Parigi dopo
lattentato a Charlie Hebdo.

Il blitz Forze speciali belghe in azione a Bruxelles nel


sobborgo di Forest, il 15 marzo (Ansa)

dietro la stazione di Forest stavano cercando la stamperia


clandestina dove erano stati
prodotti alcuni documenti falsi utilizzati per gli attacchi di
venerd 13 novembre.
In passato lappartamento
era stato affittato da Mohamed
Bakkali, amico e presunto
fiancheggiatore di Salah Abdeslam, lunico superstite del
commando stragista. Il nome
non noto, ma un tassello
fondamentale dellindagine.
Bakkali avrebbe affittato sotto
falso nome anche la casa nel
quartiere di Schaerbeek dove
sono stati confezionati i giubbotti esplosivi dei terroristi di
Parigi.
Insieme a ad altri due complici stato inquilino della casa di Charleroi dove sono state
trovate impronte digitali di Bilal Hadfi, uno dei kamikaze

DAL NOSTRO INVIATO

dello Stade de France, e di Abdellahmid Abbaoud, la mente


degli attentati.
Roba seria, insomma. Eppure lintera operazione stata
gestita come un controllo di
routine, affidata ai poliziotti di
quartiere. Non male, per un
Paese che pu vantare la provenienza dallo stesso borgo,
Molenbeek, di almeno 6 degli
undici terroristi finora identificati del commando di Parigi,
e con i suoi 540 jihadisti partiti
per la Siria detiene la pi alta
percentuale europea pro capite di foreign fighters.
Si torna quindi alla conferenza stampa, alla sensazione
di impotenza e incapacit, ai
ricercati che sono ancora in
fuga. E questa, va riconosciuto, una innegabile verit.
Marco Imarisio
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vicenda
Due giorni fa
a Forest,
sobborgo di
Bruxelles, c
stato un blitz
anti-terrorismo
I presunti
terroristi hanno
risposto al
fuoco: due
sono fuggiti e
sono ancora
ricercati, uno
stato ucciso in
un successivo
scontro a fuoco

BRUXELLES Lanziano
signore che attraversa la
place Comunale non riceve
alcun saluto dai passanti
diretti alla fermata della
metropolitana. Eppure
stato il borgomastro di
questo luogo per 20 anni, dal
1992 al 2012. Niente, come
fosse un perfetto
sconosciuto. Anche questo
fa parte del problema, il
ricambio continuo delle
persone, dice quasi per
giustificarsi. Una volta
nascevano e crescevano qui.
Ora siamo soltanto un porto
di mare, una stazione di
passaggio. Philippe
Moreaux considerato
linventore del sistema
Molenbeek. Ma dal 13
novembre, giorno degli
attentati di Parigi ai quali
hanno partecipato almeno 6
persone nate e cresciute in
questo popoloso sobborgo
di Bruxelles, questo non
certo un complimento.
Significa piuttosto
lintestazione di un
fallimento, quello del suo
progetto multiculturale. A 76
anni, lex professore di storia
poi parlamentare socialista e
ministro della Giustizia, si
trovato addosso il peso di
una responsabilit morale, al
quale ha sempre risposto
con il silenzio. Fino a poche
settimane fa, quando ha dato
alle stampe La verit su
Molenbeek, un libro di
memorie che diventato una
sorta di pietra dello scandalo
belga. Quel che successo
non ha alcuna relazione con
le nostre politiche di
accoglienza e integrazione:
la mia tesi molto
semplice. Lo hanno
accusato di raccontare non la
verit, ma la sua verit. Ho
amministrato un territorio
dove la maggioranza dei
cittadini di confessione
musulmana. Ne ho fatto un
avamposto del nostro futuro,
scegliendo una terza via, a
met strada tra buonismo e
rifiuto totale. In 150 pagine
di amarcord, non c un solo
mea culpa, e il dettaglio
giunto persino in
Parlamento, dove il libro di
Moreaux stato preso ad
esempio dellincapacit della
sinistra di capire il pericolo
del jihadismo. Se ci fossi
stato ancora io, nel cuore
della societ di Molenbeek,
avrei sicuramente saputo del
sisma che si preparava. Non
stato fatto nulla, negli
ultimi anni. Mi accusavano
di lasciar fare, di essere
amico degli imam. Ma
sempre meglio del non fare
nulla. Se ci si limita a
chiudere gli occhi, senza
agire, il multiculturalismo
non pi tale, e produce
solo danni. Lautocritica
non proprio nelle corde
dellex leone rosso di
Molenbeek. Non ho
rimpianti dice. Le accuse
vanno rivolte a chi ha preso il
mio posto e oggi osa
definirmi come linventore
della fabbrica dei jihadisti.
Ma forse proprio questo il
problema del Belgio. Il libro
di Moreaux solo un
pretesto, non lelemento di
una discussione necessaria.
In un Paese cos sfilacciato e
poco coeso, la colpa per
forza degli altri, quindi di
nessuno.
M. Ima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

12

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

ESTERI

Corte Suprema, Obama sceglie un moderato


Il presidente chiede ai repubblicani di ratificare al Senato la nomina bipartisan di Merrick Garland
La replica un no secco: la decisione spetta al prossimo inquilino della Casa Bianca. Insorge Trump
Chi

Merrick
Garland, 63
anni, capo della
Corte dAppello
di Washington.
Laureato a
Harvard, ex
procuratore, il
pi anziano
candidato alla
Corte Suprema
dagli anni
Settanta
(chiamato a
sostituire
Antonin Scalia,
nella foto,
morto a
febbraio).
Sposato, due
figlie
Di origini
modeste (il
padre aveva
una piccola
attivit in
proprio),
cresciuto a
Chicago

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Insieme

NEW YORK Barack Obama nomi-

na Merrick Garland, 63 anni,


giudice della Corte Suprema
degli Stati Uniti. Un moderato
con un profilo fortemente istituzionale. Ma ai repubblicani
non basta: chiedono che il
successore di Antonin Scalia
sia indicato dal vincitore delle
imminenti presidenziali.
Non questione di persone,
ma di principi, ha dichiarato
subito Mitch McConnell, capo
dei conservatori al Senato, la
camera che, come prevede la
Costituzione, deve ratificare la
scelta del presidente.
Donald Trump si prontamente inserito, chiedendo ai
repubblicani di bloccare tutto.
Chiaro lobiettivo: accreditarsi
come il leader dellopposizione accendendo unaltra rissa
mediatica, questa volta direttamente con il presidente.
Ma anche Obama, naturalmente, ha una strategia. Lha
spiegata con un discorso di
una ventina di minuti ieri mattina, nel prato della Casa Bianca. Alla sua destra limmancabile vice presidente Joe Biden,
alla sua sinistra il giudice prescelto, molto emozionato.
Non volevo sottrarmi al mio
dovere costituzionale, visto
limmensa importanza della
Corte di Giustizia, ha cominciato Obama. Nello stesso tempo, per, il presidente si
mosso con realismo, selezionando, come ha ripetuto,
una delle menti giuridiche

Barack Obama,
54 anni, con il
giudice Merrick
Garland, 63, ieri
nel prato della
Casa Bianca
per lannuncio
della nomina
alla Corte
Suprema (che
va ratificata dal
Senato a
maggioranza
repubblicana).
Garland, che da
giovane ha
lavorato
nellamministrazione di Bill
Clinton, stato
scelto per
sostituire il
conservatore
Scalia tra i nove
giudici supremi

pi acute, ma anche una persona con un grande senso di


moralit, modestia, integrit,
imparzialit. Tutte qualit ampiamente riconosciute nellambiente giuridico e dai partiti, sia quello democratico sia
quello repubblicano. Merrick Garland oggi ricopre la carica di Capo della Corte dAppello nel District of Columbia, anche quella confermata dal Senato. Una nota della Casa
Bianca osserva come nel 1997
votarono a favore di Garland
sette senatori repubblicani an-

cora presenti a Capitol Hill. Il


messaggio di Obama rivolto ai
repubblicani semplice: non
ho forzato la mano, ho scelto
un nome che voi stessi avete
gi appoggiato. Lipotesi Garland era gi comparsa, sostenuta dai repubblicani, quando
Obama punt invece su Sonia
Sotomayor e poi su Elena Kagan per gli scranni della Corte
Suprema. Conclusione del
presidente: Portatemi un solo motivo per non confermare
Merrick Garland.
Ci ha provato poco pi tardi,

Gli schieramenti
LEQUILIBRIO
La Corte Suprema degli Stati Uniti formata
da un presidente e 8 membri. Il tradizionale
equilibro politico-culturale tra giudici
progressisti e conservatori allinterno della
Corte tornato dattualit dopo la recente
scomparsa di Antonin Scalia, il pi
conservatore di tutti. Lo stato attuale, dopo
la morte di Scalia, di quattro a quattro.

nellaula di Capitol Hill, McConnell, leader al Senato dei


Repubblicani: Noi chiediamo
che su questa nomina si ascolti la voce degli americani. E dico al presidente: perch anzich politicizzare questo percorso su cui non siamo daccordo, non usiamo il tempo
per affrontare quei problemi
del Paese sui quali possiamo
trovare unintesa?. Lestablishment repubblicano non
vuole essere scavalcato, se non
travolto, dal bulldozer Trump
e dallo scatenato Cruz.
In gioco c lequilibrio politico-culturale della Corte Suprema, formata da nove giudici. Garland dovrebbe rimpiazzare il pi conservatore di tutti, litalo americano Scalia,
morto il 13 febbraio in un ranch del Texas. Gli altri otto togati sono divisi in due schieramenti in equilibrio. Quattro
progressisti e quattro tradizionalisti. Garland, parlando dopo Obama, ha detto che il ruolo del giudice osservare la
legge, non farla. Ha ricordato, veramente commosso, le
origini modeste della sua famiglia, a Chicago, i sacrifici affrontati per farlo studiare,
limpegno costante e condiviso al servizio della comunit. La svolta della sua carriera, ha detto, stato il 1995
quando si occup dellattentato terroristico ad Oklahoma
City. Oggi dovrebbe iniziare a
sostenere lesame del Senato.
Giuseppe Sarcina
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

ESTERI

13
#

Il personaggio
di Massimo Gaggi

il grigio John Kasich


lultimo anti-Donald
nella corsa verso il West
Lestablishment conservatore punta sulluomo dellOhio

Cogli lattimo: ieri in


Pennsylvania, domani nello
Utah a cercare di rimettere insieme lelettorato tradizionale
del partito repubblicano,
scompaginato dallo tsunami
Trump. Uscito dal grigiore di
una campagna condotta ai
margini dei dibattiti televisivi
repubblicani, vittorioso, ma
solo in Ohio, lo Stato del quale
governatore, John Kasich sa
che arrestare la corsa di Donald Trump pressoch impossibile. Ma deciso a tentare: unico candidato moderato
del fronte conservatore rimasto in pista ora che anche Marco Rubio si ritirato come prima di lui Jeb Bush, questo politico con un passato di banchiere della Lehman e di
commentatore per la rete televisiva Fox, oltre che di deputato al Congresso di Washington, sa che non potr mai superare Trump nella corsa delle primarie. Ma pu
conseguire successi parziali in
Stati a lui favorevoli o problematici per il tycoon di New
York e pu sottrargli i delegati
dei quali ha bisogno per arrivare al quorum di 1237 rappresentanti che gli garantirebbe
la nomination alla convezione
repubblicana di Cleveland, a
luglio.

NEW YORK

Tappe
Con luscita
di Marco Rubio,
a lungo
considerato il
cavallo
dellestablishment
repubblicano
che non
sopporta
Donald Trump
ma non si fida
neppure del
texano Ted
Cruz, il
governatore
dellOhio John
Kasich diventa
(limprobabile)
candidato da
lanciare e
saggiare
nelle prossime
primarie, dalla
Pennsylvania
allo Utah (dove
lo appoggia il
mormone Mitt
Romney)

E allora avanti tutta in Pennsylvania, lo Stato nel quale Kasich nato (originario di Pittsburgh) e che ha una composizione politica e sociale molto simile a quella dellOhio.
Poi nello Utah (al voto marted
prossimo), dove il governatore
avr lappoggio di Mitt Romney, assai influente nello Stato
dei mormoni. Ma Kasich spera di emergere anche nella
East Coast dove forte linfluenza dei conservatori moderati: Connecticut, Maryland, Delaware, Rhode Island.
Certo non pu pensare di tenere testa a Trump a New
York, il suo Stato, ma potrebbe
farcela in Minnesota dove il
governatore Scott Walker non
ha ancora deciso se appoggiare lui o Ted Cruz, ma di certo
vuole sbarrare la strada allimmobiliarista.
Spinti dal terrore per gli effetti del terremoto Trump che
sta gi scardinando il partito,
gli strateghi dellestablishment repubblicano, che detestano anche Ted Cruz, adesso
sognano addirittura che il mite Kasich, un candidato fino a
ieri quasi invisibile, riesca ad
emergere nel West americano
dove ancora non si votato, e
magari a conquistare la California.

1237

Ex banchiere John Kasich, 63 anni, governatore dellOhio dal 2011

Tutti i conti dei delegati che


Kasich potrebbe sottrarre al
battistrada non tengono conto, per, dellatteggiamento e
delle mosse possibili dello
stesso Trump, che sta gi minacciando disordini di piazza
e/o una sua candidatura come indipendente qualora la
Convention dovesse negargli
linvestitura repubblicana. E
chiaro che escluderlo dalla
nomination se il miliardario
dovesse presentarsi a Cleveland con 1100 o 1200 delegati,
a un soffio dal quorum, per

premiare un altro contendente che non ha vinto quasi mai


e ha racimolato poche centinaia di rappresentanti, sarebbe una scelta politica pesante,
dalle conseguenze imprevedibili.
Ma un partito devastato dalla discesa in campo di
Trump, sulla via di una trasformazione genetica o addirittura della dissoluzione,
costretto a prendere in considerazione anche ipotesi estreme. Cos gi oggi si terranno,
quasi senza pi mantenere la

I delegati
necessari per
raggiungere il
quorum che
sulla carta vale
la nomination
del partito
repubblicano,
che si riunir a
Cleveland in
luglio per
proclamare il
nome del
candidato alla
Casa Bianca. In
realt, per
fermare
Donald Trump,
un outsider da
sempre inviso
ai notabili del
partito, i guru
conservatori
stanno
studiando
diverse
soluzioni
alternative

Le megafeste, i capelli e i cappellini


Il magnate visto dal maggiordomo

Donald John
Trump Sr nasce
a New York
nel 1946
Nel 1968
rileva lazienda
del padre, ricco
investitore
immobiliare
Si sposa, la
prima volta, nel
1977 con Ivana
da cui ha 3 figli
Nel 1985
acquista
da una ricca
ereditiera
la villa di Mara-Lago e la
trasforma
in una reggia
Nel 2015
si candidato
alle primarie
repubblicane

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE


NEW YORK Attenzione al colore
del cappello. Se bianco tutto
bene, il sire di ottimo
umore. Ma se rosso, meglio
girare alla larga. Il consiglio
prezioso viene da Antony Senecal, 74 anni, per oltre trenta
maggiordomo personale di
Donald Trump. Nei comizi il
miliardario newyorkese copre
tutti di insulti: ed effettivamente ha sempre il cappellino
da baseball con la scritta
Make America Great Again.
Rosso. E, sia detto per inciso
anche se questo Senecal forse
non lo sa, in vendita a 30 dollari nelle boutique delle residenze trumpiane. La pi sfarzosa la Mar-a-Lago, Palm Beach, Florida: un resort di 118
stanze, costruito 90 anni fa da
una ricca ereditiera, Marjorie
Marriweather Post, appassionata di arte e stili europei.
Trump lha comprata per circa
10 milioni di dollari nel 1985.
Tappeti e arazzi fiamminghi in
qualche modo resistono allorda di stucchi dorati, il marchio
esistenziale del nuovo proprietario. Anche Senecal faceva parte dellarredamento. Anzi per Trump stato il patrimonio pi prezioso, secondo
il racconto che lo stesso maggiordomo ha fatto al New York
Times. Se vero che luomo si
vede nei dettagli, allora pochi
possono dire di conoscere il
candidato repubblicano meglio di questo signore elegan-

te, con il panciotto, camicia e


pochette bianca, baffi grigi e
corposi, da anni Settanta.
Da dove partire? Facile: i capelli. Abbiamo un servizio di
barberia completo, naturalmente. Ma lui si sempre voluto prendere cura da solo del-

la sua capigliatura. Sorvoliamo sui risultati e andiamo


avanti. Dorme circa 4 ore a
notte. Prima dellalba solo io
ero autorizzato a spingermi fino ai suoi appartamenti. Gli
portavo la mazzetta dei giornali: The New York Times, The

Daily News, The New York


Post e i quotidiani di Palm Beach. Riemergeva qualche ora
dopo, con un maglione bianco
da golf (probabilmente lo stesso con cui compare in un ritratto a olio riprodotto nelle
sue agiografie ndr.) e poi c il

Giochi aperti
Possibili sorprese in
vista della Convention
(compresa la discesa
in campo di Paul Ryan)
dere ancora molto: con la sua
dialettica brutale Trump, che
ha gi annunciato il boicottaggio dei prossimi dibattiti televisivi, potrebbe schiacciare
anche Kasich cos come ha gi
fatto con Bush e Rubio. Ma,
soprattutto, potrebbe arrivare
al quorum conquistando in
qualche modo (e i modi non
gli mancano) gran parte dei
310 delegati non vincolati: i
168 di Rubio e quelli degli altri
candidati che si sono ritirati
dalla contesa elettorale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Indiscreto

La vicenda

cosa riservata, riunioni per coagulare un fronte anti-Trump,


mentre lo speaker della Camera, Paul Ryan, non esclude la
possibilit di una convezione
contestata. E il suo predecessore, John Boehner, torna in
scena per candidarlo alla Casa
Bianca. una specie di salvatore
della patria chiamato dallesterno a rimettere insieme i
cocci dopo la devastante stagione delle primarie.
Sarebbe una scelta temeraria, drammatica, fatta in un
clima politico surriscaldato e
con la Convention probabilmente assediata dalle proteste
dei fan di Trump. I leader del
partito potrebbero arrivare a
questa mossa, disperata, giustificandola coi sondaggi che
danno Hillary Clinton nettamente in testa in un ipotetico
confronto con The Donald
(mentre perderebbe contro
Kasich). Ma quei sondaggi sono poco attendibili, potrebbero cambiare nei prossimi mesi. E da qui a luglio pu succe-

La villa
di Mar-a-Lago in
Florida e Antony
Senecal, 74 anni,
butler
del miliardario
(New York
Times/Contrasto)

cappello.
Daccordo, ma ci sar un
motivo se Mar-a-Lago soprannominata la Versailles
di Trump. Ecco allora Senecal
ripercorrere gli anni pi ruggenti della vita mondana del
miliardario. Le tre mogli. Ivana era la pi esigente. Obbligava tutti i giardinieri a rientrare
in casa perch voleva nuotare
nuda nella piscina.
Le grandi feste. Nel 2002 il
tycoon fece costruire una
grande sala da ballo che, ovviamente, la chiam Donald
Trump Ballroom. La scrittrice e poetessa, nonch attrice e
ballerina Maya Angelou, celebr l il suo ottantesimo compleanno, animato da Oprah

Winfrey. Ma levento che ancora oggi molti ricordano a Palm


Beach fu il party per il matrimonio del padrone di casa con
Melania, consorte tuttora in
carica.
Il butler, il maggiordomo, accolse personalmente gli
invitati: businessman, artisti
come il cantante Tony Bennett, lultimo crooner americano. Altro? Ah s cera anche
la senatrice di New York: Hillary Clinton.
Giuseppe Sarcina
RIPRODUZIONE RISERVATA

14
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

ESTERI

15
#

di Paolo Valentino

a provato gusto, Vladimir Putin, nel cogliere tutti di sorpresa con lannuncio del ritiro del
grosso del dispositivo militare
russo in Siria. Proclamando
compiuta la missione in Medio
Oriente, il leader del Cremlino
ha ancora una volta sparigliato
la scena internazionale, dettando i termini dellagenda e rafforzando il racconto di una
Russia tornata global player
nel concerto delle nazioni.
Perch lo Zar abbia scelto
questo preciso momento per il
parziale disimpegno dalla costosa operazione siriana (quasi
500 milioni di euro in 6 mesi,
secondo le stime pi accreditate) oggetto di interpretazioni
e giudizi anche contrastanti. Ha

Messaggio ad Assad
La mossa russa indica
la soluzione negoziata
della guerra civile
come lunica praticabile
ridimensionato un intervento
che non prometteva nulla di
buono, mentre lombra di un
nuovo Afghanistan incombeva
sempre pi netta , come suggerisce lesperto di relazioni internazionali Vladimir Frolov?
Oppure ha ragione il presidente
russo quando dichiara, evocando una logica da veni, vidi, vici,
che le forze russe hanno largamente centrato gli obiettivi che
si erano proposte, quindi era
tempo di tornare a casa?
stata una decisione ragionata e a pensarci bene neppure sorprendente spiega

Putin e i segreti
del ritiro in Siria
Fyodor Lukyanov, direttore
della rivista Russia in Global
Affairs , Putin aveva detto
sin dallinizio che la missione
sarebbe stata limitata nel tempo. Voleva evitare uno scenario
libico, che la caduta di Assad
avrebbe prodotto, e c riuscito. Voleva cambiare la percezione esterna della Russia come potenza in declino, che
lavventura Ucraina sembrava
confermare, uscendo dallisolamento e ponendosi come attore imprescindibile nella soluzione delle crisi mediorientali. Anche qui riuscito. E infine voleva dimostrare non
solo la capacit ma anche la volont di usare la forza in uno
scenario esterno, marcando
una differenza con gli Stati
Uniti, in questa fase riluttanti a
impegnarsi militarmente. Da
questo punto di vista, secondo
Lukyanov, Putin ha scelto il
momento ottimale.
Di tutti gli obiettivi non
espliciti, la resurrezione dalloblio della cooperazione tra
Russia e Stati Uniti, o se si vuole la rinascita del formato bipolare, era quella che pi stava a cuore a Vladimir Vladimirovich, che vorrebbe fare della
Siria una sorta di benchmark
per i rapporti con Washington e
un modello da seguire anche in
altre aree, a cominciare dallUcraina. Ma se lintensificazione del dialogo sembra validarlo, ormai gli incontri tra Lavrov
e Kerry o le telefonate tra Putin

In campo Il presidente Vladimir Putin, 63 anni; nella


foto in alto due caccia russi Sukhoi SU-25 appena
decollati dalla base di Hmeymim in Siria (Epa)

Il presidente russo ha colto


di nuovo tutti di sorpresa.
I veri motivi? Politica
di potenza, export di armi,
dialogo con i sauditi

e Obama sono routine, secondo


Frolov siamo molto lontani da
una nuova Yalta.
vero per che la mossa di
Putin apre nuovi scenari dentro
e fuori la Siria. Allinterno indica una soluzione negoziata della guerra civile come lunica
praticabile. Con la decisione
di intervenire, Putin aveva mandato alle opposizioni un forte
segnale che la via della vittoria
militare era loro preclusa. Ma
decidendo di ridimensionare il
suo impegno, dice ad Assad la
stessa cosa, spiega Lukyanov,
secondo il quale il vero interesse del Cremlino non era tanto
di tenere in piedi il dittatore,
quanto salvaguardare la Siria
come entit statale. un fatto
che Mosca abbia criticato con
forza le uscite recenti di Assad,
imbaldanzito dai successi militari, che si detto pronto a
combattere fino alla sconfitta
di tutti i suoi nemici.
Allesterno, lannuncio del
parziale ritiro apre nuovi spazi
al dialogo con lArabia Saudita
e prepara il palcoscenico per
limminente visita a Mosca di
re Salman. Ma soprattutto invia un messaggio ai leader
post sovietici: La stabilit dei
regimi meglio garantita dalla
combinazione di diplomazia e
impegno militare che la Russia ha dimostrato di sapere dosare e gestire con perizia, dice Frolov.
sullobiettivo esplicito
propagandato in ottobre, al

Le forze
Marted
15 marzo
cominciato
il ritiro della
maggior parte
delle forze
russe dalla
Siria, come
annunciato
luned dal
presidente
Vladimir Putin.
Diversi velivoli
aerei da
trasporto e
dassalto
hanno lasciato
la base di
Hmeymim.
I raid non
si sono
comunque
fermati
Lagenzia di
stampa russa
Rbc ha diffuso
stime dei costi
di sei mesi
di operazioni:
circa 500
milioni di euro.
Numeri subito
smentiti
dal Cremlino

momento di lanciare loperazione siriana, che il bilancio


del Cremlino appare in rosso.
Che ne stato della lotta a Daesh e della volont di portare
la guerra contro i jihadisti sui
loro territori, prima che questi
la portassero dentro i confini
della Federazione russa? Il ministro della Difesa Shoigu dice
che sono stati uccisi 2 mila
terroristi dellIsis. Ma lo sforzo
bellico principale per mesi
apparso diretto soprattutto
contro i gruppi dellopposizione, per quanto vero che alcuni di questi fossero contigui
ad Al Nusra. Non casuale che
Sergei Markov, ex deputato alla Duma di Russia Unita ed
esperto di politica estera,
spieghi che ora lo sforzo aereo della Russia pu concentrarsi sullIsis e che entro
dicembre questo cesser di
esistere. Lavanzata su Palmira delle truppe di Assad, sostenute dallaviazione e dai
consiglieri russi, appare come
la prima mossa.
Ma unaltra cosa ricorda
Markov, sugli obiettivi raggiunti da Putin nelloperazione. La
Siria stata un grande laboratorio dal vivo per una nuova generazione di sistemi darma made
in Russia, che ora potranno essere perfezionati. Torneranno
utili per la politica di potenza,
ma anche per rilanciare lexport
a pi alto contenuto di tecnologia di cui dispone il Paese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

16
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

ESTERI

17
#

Il caso
di Rocco Cotroneo

Brasile, torna Lula


e riprende il potere
Sar leader-ombra
al fianco di Dilma
Cos eviter di essere arrestato per corruzione

RIO DE JANEIRO Lula sfida i magi-

strati e i milioni di brasiliani


che hanno sfilato contro di lui
nel fine settimana e decide di
tornare al governo. Tratta con
la presidente in carica Dilma
Rousseff unalchimia assai
controversa e alla fine viene
nominato ministro della Casa
Civil, una sorta di premier del
governo, coordinatore dei rapporti con i partiti alleati. Per
lopposizione un sotterfugio:
sar lui il vero leader del Brasile in quel che resta di questa
fallimentare legislatura della
Rousseff, tra una crisi economica profonda e la Tangentopoli locale che sta spazzando
via il sistema da lui messo in
piedi allinizio dello scorso decennio. E Dilma? Dora in poi
sar una regina dInghilterra,
ha deciso di rinunciare a governare, uno dei commenti
pi diffusi.
La nomina ha scatenato le
proteste di migliaia di persone
nelle principali citt. A Brasilia
una folla ha circondato nella
notte il palazzo della presidenza, soprattutto dopo che la polizia ha diffuso lintercettazione di una telefonata tra Lula e
la Rousseff. Dalla quale si evincono le vere motivazioni della
nomina: Te lo mando (il decreto di nomina, ndr), ma usa-

Corea del Nord

Quindici anni
di carcere
a studente Usa
Quindici anni di lavori forzati
in Corea del Nord. La Corte
suprema di Pyongyang ha
condannato Otto Warmbier,
cittadino statunitense e
studente di 21 anni della
University of Virginia per
atti ostili contro lo Stato.
Warmbier era stato arrestato
il 2 gennaio sulla base
dellarticolo 60 del codice
nordcoreano, con laccusa di
essersi impossessato di uno
striscione di propaganda
dellHotel in cui alloggiava.
Poi, in una conferenza
stampa, il giovane era stato
costretto ad ammettere di aver
preso lo striscione come
trofeo. Ho commesso il
peggior errore della mia vita,
aveva detto tra le lacrime.
Non la prima volta che il
regime nordcoreano utilizza
gli arresti di cittadini stranieri
come arma di pressione sugli
avversari. Inoltre la sentenza
maturata nel bel mezzo
delle tensioni diplomatiche
e militari successive
allannuncio di Kim Jong Un
di nuovi test nucleari.

Le cariche
Luiz Incio
Lula da Silva
stato
presidente del
Brasile dal 1
gennaio 2003
al 1 gennaio
2011
Al suo posto,
da quella data,
c Dilma
Rousseff

lo solo in caso di necessit,


dice Dilma a Lula. Da ministro,
lex presidente sfuggir alla
giustizia ordinaria, cio allagguerrita procura di Curitiba
che indaga sulle mazzette Petrobras, perch la legge brasiliana riserva alle cariche politiche la corte pi alta, e cio il
Supremo Tribunal Federal.
Lula indagato per un attico e
una casa di campagna dove ci
sarebbero state regalie interessate di societ di costruzioni. Un magistrato di San Paolo
ne ha chiesto addirittura lar-

La parola
REAL
la valuta brasiliana,
richiama lantica moneta
portoghese e nel 1994 ha
sostituito il cruzeiro. Da
quando Dilma Rousseff
presidente, 1 gennaio 2015,
si svalutato: il cambio con
leuro quasi raddoppiato.

resto. Ma con alcuni dei suoi


fedelissimi diventati collaboratori di giustizia pur di lasciare la galera, Lula potrebbe trovarsi presto accusato di molto
peggio, e cio di aver coordi-

Sottobraccio
Lula e Rousseff
a un meeting
della Cut,
sindacato
brasiliano (Ap)

nato nomine e finanziamenti


illeciti al Pt, il partito che ha
fondato negli anni Ottanta e
del quale ancora leader assoluto. E poi c limpeachment
che pende sulla Rousseff: solo
Lula pu sperare di smontare i
numeri alla Camera e al Senato
che condannerebbero la presidente, ormai abbandonata al
suo destino da partiti satelliti e
leader di svariati interessi locali. Quel che resta della sfilacciata sinistra brasiliana
umiliata dalle gigantesche
manifestazioni di piazza degli
ultimi tempi organizzate dalla
destra spera che con lentrata in campo del vecchio fuoriclasse alla met del secondo
tempo si possa ancora ribaltare il risultato. La situazione
talmente disperata che il leader gi osannato nel mondo
per aver trasformato il Brasile,
che lasci il governo con l85%
di consensi, accetta oggi di
mostrarsi come luomo che

Lintercettazione
La Procura rivela una
telefonata fra Dilma
e Lula: La nomina?
Usala se necessario

Proteste in piazza
A Brasilia manifestanti
hanno circondato
nella notte il palazzo
della presidenza
scappa dai giudici. Ma non ha
altra scelta per salvare la faccia
al ciclo storico che ancora porta il suo nome, e magari per
potersi candidare di nuovo nel
2018. Il governo smentisce che
Lula avr super poteri, ma
possibile che dica la sua anche
sulleconomia, dove le scelte
della Rousseff finora non hanno dato esito.
Lopposizione cercher di
fermare la nomina di Lula nei
tribunali, sostenendo che illecita e finalizzata soltanto a
salvare lindagato. La stessa
Rousseff potrebbe essere accusata di intralciare le Procure.
Da ieri per il Brasile iniziata
dunque una nuova fase, ma
tutto quel che successo negli
ultimi due anni ancora l: manager e politici in galera, rivelazioni imbarazzanti, recessione e inflazione, la maggioranza dei cittadini che spera di
mandare a casa la presidente e
vedere Lula in galera. Invece se
lo ritrovano a guidare il Paese
con una fittizia poltrona da ministro. Ma la protesta di ieri sera potrebbe azzerare tutto. Se
salta la nomina di Lula, anche
Dilma cadrebbe insieme a lui.
RIPRODUZIONE RISERVATA

18
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

19

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

Cronache

Famiglia scompare dalla Brianza


Volevano morire per Allah
Lui marocchino, lei italiana convertita, hanno tre figli. La nonna: temo siano in Siria
DAL NOSTRO INVIATO
BULCIAGO (LECCO) Alice ha scelto

il nome della sposa bambina


del profeta Maometto, Aisha.
Alice Brignoli scomparsa un
anno fa dalla Brianza. E oggi
lAntiterrorismo sospetta che
possa essersi unita allesercito
dei foreign fighters in Siria.
Per morire nel nome di Allah,
per combattere con le truppe
dellIsis. Anche se Alice, fino
a otto anni fa neppure sapeva
cosa fosse il Corano, anche se
prima di allora lunico contatto con la religione erano stati il
battesimo e la comunione, sacramenti ricevuti da bambina.
Poi Alice, quando aveva 31 anni, ha conosciuto Mohamed
Koraichi, arrivato dal Marocco,
che allora ne aveva soltanto 23
e lavorava come saldatore.
Mohamed beveva birra, fumava e neppure pregava. Perch figlio di una famiglia che
non ha mai frequentato moschee o centri islamici e il padre fa lambulante nei mercati
della Brianza. Ma Mohamed e
Aisha si sono convertiti insieme e, a ridosso della nascita
del loro primogenito (2009),
hanno iniziato a vivere secondo i precetti pi radicali del
Corano. Lei ha indossato un
velo sempre pi scuro, ha studiato larabo, ha smesso di lavorare come segretaria nella
stessa ditta di Mohamed, e lui
ha lasciato crescere una barba
sempre pi lunga e ha indossato soltanto una tunica bianca. Con la nascita del secondogenito (2010) hanno allontanato sempre di pi le rispettive famiglie, perch ormai le
mani dei nonni e degli zii erano mani infedeli.
Fabienne Schirru, la madre di Alice. Ha un centro di
pratiche olistiche a Carate
Brianza (Como), di padre
sardo e di mamma francese,
vive in Italia da quando aveva
sei anni. stata lei, lo scorso
maggio a denunciare ai cara-

87
Foreign
fighters
partiti dallItalia
per arruolarsi
con lIsis

binieri la scomparsa della figlia, di Mohamed e dei tre


bambini (lultimo ha un anno
e mezzo). Lo ha fatto nella speranza che il Tribunale intervenisse per togliere loro i figli.
Perch Mohamed e Aisha sono due pazzi furiosi. Dicevano
di volere morire come martiri

per Allah, di voler raggiungere


la Siria, la terra promessa.
S convinta a fare denuncia
quando, alla fine del mese di
maggio, riuscita ad entrare
nellappartamento al primo
piano di una palazzina Aler al
civico 10 di via Provinciale a
Bulciago, dove la coppia sera

trasferita dopo lo sfratto da un


piccolo appartamento al civico
5 di via Cant. Aisha le aveva
lasciato le chiavi di casa in un
vaso di fiori: dentro i mobili, il
frigorifero ancora acceso, i disegni dei nipoti. Mancavano
soltanto i vestiti, ma tutti i vestiti. Sul tavolo un solo mes-

Il maltempo Laria fredda dalla Russia

I casi
Tra i cittadini
italiani partiti
per la guerra in
Siria c il
genovese
Giuliano
Delnevo,
convertitosi
allislam e
morto in Siria
Maria Sergio,
viveva
nellhinterland
milanese, si
convertita, ha
cambiato
nome in Fatima
ed partita per
la Siria. Cos
come il
marocchino di
Brescia Anas
Abboubi,
che viene
dato
per morto

Un marzo con il gelo


Al Nord riecco la neve

Al Nord la neve. Al Centro e al Sud le piogge. Sono gli effetti dellaria


fredda dalla Russia che ha reso marzo un mese pi invernale del solito.
Fiocchi sono caduti in Piemonte (nel Torinese e Cuneese), in Liguria
(sopra Triora, in provincia di Imperia) e negli Appennini sopra i mille
metri. Oggi migliora al Nord, piogge nel resto dItalia. RIPRODUZIONE RISERVATA

saggio: Sono partita. Non mi


cercate. Non torno.
Sulla sparizione della famiglia di Bulciago indagano i carabinieri del Ros di Milano coordinati dal procuratore aggiunto dellAntiterrorismo
Maurizio Romanelli. Un caso
identico a quello di Giulia Maria Sergio, detta Fatima, partita da Inzago, nel Milanese. Le
indagini hanno ricostruito che
Aisha e Mohamed sono arrivati in Turchia dalla rotta balcanica. La loro auto (guasta) rimasta nel garage, quindi probabilmente li ha aiutati un
complice. Dalla primavera
2015 alla madre Fabienne sono
arrivate soltanto due telefonate. Una poco prima dellestate
scorsa (Stiamo tutti bene),
la seconda in autunno: Com-

Il biglietto
In casa la donna ha
lasciato un biglietto:
Sono partita, non mi
cercate, non torno
pra una scheda e comunichiamo attraverso WhatsApp.
Lultimo messaggio di prima
di Natale, con le foto dei bambini. Le ho chiesto di vedere i
piccoli, temo per la loro vita.
La scheda usata da Alice risulta acquistata in un Paese asiatico. Da allora si sono interrotti
tutti i contatti. La famiglia Brignoli-Koraichi era da un paio
danni al centro dei monitoraggi dellAntiterrorismo. Perch qualcuno, nellambiente
dei centri islamici della zona
(a Costa Masnaga e a Renate,
entrambi moderati), aveva segnalato che i due avevano abbracciato posizioni radicali.
Alice Brignoli, oggi 39enne,
ha studiato al liceo linguistico,
s sposata con Mohamed otto
anni fa con rito civile nel municipio di Bulciago. Nelle foto,
mostrate dalla madre Fabienne, Alice indossa un velo celeste. Dopo la nascita del primo
figlio mi ha imposto regole
per entrare in casa: indossare
il velo, non fare troppe domande. Poi hanno iniziato ad
escludermi perch lavoravo e
non rispettavo le regole del
Corano. Conosco lIslam e so
che la religione non centra
niente. Questo non Islam,
tutto questo soltanto Isis.
Cesare Giuzzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lincontro

Pizzarotti: Sono vivo

Caso Regeni,
i genitori di Giulio
da Pignatone

Parma e le lettere
di minaccia
al sindaco grillino

Paola e Claudio Regeni,


genitori del giovane ucciso in
Egitto ( foto), hanno
incontrato ieri il procuratore
di Roma Giuseppe Pignatone
e il sostituto Sergio Colaiocco.
Nel corso dellincontro,
durato meno di unora, i
Regeni sono stati informati
sullinchiesta con particolare
riferimento allincontro che i
magistrati romani hanno
avuto al Cairo con il
procuratore generale
dellEgitto. Paola e Claudio
Regeni hanno ringraziato per
limpegno dei pm romani.

Tranquilli, sono ancora vivo


e vegeto. Scherza cos su
facebook il sindaco
Cinquestelle di Parma
Federico Pizzarotti, dopo la
serie di lettere minatorie che
gli sono arrivate nei giorni
scorsi. Missive contenenti
esplicite minacce di morte ora
nelle mani della Digos che ieri
ha effettuato una prima
ispezione in Municipio.
Sconosciuto per ora il
mittente, tantomeno le
motivazioni che avrebbero
spinto una o pi persone ad
inviare le lettere.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

20
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

CRONACHE

21
#

Torino

Insulti omofobi
alla squadra
dei ragazzini
in maglia fucsia
DAL NOSTRO INVIATO
SETTIMO TORINESE (TORINO) Michele, il bomber della squadra,
38 gol in questa stagione, qualche sfott allinizio laveva
messo in conto. La maglia rosa fucsia si nota, ma a noi ha
portato fortuna. E finora ci avevano fatto persino i complimenti.... Fino a mercoled 9
marzo, quando Michele e i
suoi compagni del Settimo

Calcio, categoria giovanissimi,


et 13 anni, sono finiti nel mirino di un gruppo di juniores del
Volpiano, ovvero maggiorenni
o quasi, che durante un torneo
provinciale li hanno visti giocare con quelle divise sgargianti. Ci hanno gridato: il rosa il colore dei finocchi, siete
ridicoli, fate schifo raccontano Andrea e Alessandro, centrocampisti. Il guardalinee della partita, Carmelo Maimone,
che anche il padre di uno dei
tredicenni nonch dirigente
del Settimo, ha provato a reagire. Ho cercato di farli smettere, e per tutta risposta hanno
insultato anche me e mi hanno
pure sputato. Saranno stati
una ventina, e quando sono
tornati, un paio di loro se l
presa pure con un nostro calciatore di colore....
Lincontro (per la cronaca
tra il Settimo e lAlpignano)
non stato fermato, larbitro
non si sarebbe accorto di nulla.
Solo Matteo, uno dei giocatori
del Volpiano, ha cercato di fer-

mare i compagni e ha subito


chiesto scusa al dirigente del
Settimo. Il quale, il giorno dopo, ha deciso di denunciare
tutto su Facebook. Non per
accanimento o per inasprire
gli animi spiega Maimone
. Ma giusto, soprattutto
quando lo sport coinvolge i pi
giovani, condannare episodi
come questo. Aggiunge Elio
Tavaglione, un altro dei dirigenti-pap: Il calcio ancora

un mondo maschilista, evitiamo quando si pu di dare ai


nostri figli degli esempi sbagliati.
Enzo De Benedictis, della societ del Volpiano, riconosce
che i nostri ragazzi si sono
comportati male, che non ci
sono giustificazioni per quello
che hanno detto e che mi
piacerebbe adesso far giocare
la nostra squadra con quei colori. Poi per inizia a puntua-

Baby giocatori
I giovanissimi
del Settimo
(Torino), sono
stati insultati
dagli avversari
durante un
torneo sul
campo del
Volpiano

lizzare: A mio avviso si sta ingigantendo un episodio che si


era chiuso l. Gi uno dei miei
collaboratori era andato a
chiedere scusa dopo la partita.
E poi quindici giorni prima, in
campionato, i tifosi del Settimo avevano preso di mira il
nostro portiere, dicendogliene
di tutti i colori. Noi siamo in testa alla classifica e loro secondi, non vorrei che stessero
montando troppo il caso....
Nel calcio di provincia anche
lomofobia e il razzismo rischiano di sbiadire di fronte alle rivalit di casacca. Per questo, i giovanissimi del Settimo,
che oggi torneranno in campo
rigorosamente in tenuta fluorescente, sono fieri di essere
diventati un simbolo, ma anche un po timorosi. Non vorremmo che qualcuno in campo provi a vendicarsi. Che parta il passaparola: andateci gi
duro con quelli l delle maglie
rosa....
Riccardo Bruno
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quei soldi da Veneto Banca in crisi a Galan


Il giudice: 1,8 milioni concessi senza garanzie. Ma per il debito la villa che gli fu confiscata va tolta allo Stato
DAL NOSTRO INVIATO
VENEZIA Un importante istituto
di credito, lo Stato e lui: Giancarlo Galan, governatore di
lungo corso del Veneto e pi
volte ministro della Repubblica, oggi agli arresti domiciliari
per la vicenda corruttiva del
Mose.
la storia di un prestito,
meglio, di vari affidamenti
concessi allallora uomo pi
potente del Nord Est da Veneto
Banca, la Popolare da 555
sportelli finita nel mirino della
Bce per lallegra passata gestione che ha messo in ginocchio i suoi 88 mila soci. Stiamo
parlando di un milione e 850
mila euro di crediti accordati a
Galan in un modo singolare:
senza chiedere alcuna garanzia di partenza. Laffidamento iniziale di un milione in favore di Margherita srl (la societ di Galan e della moglie
Sandra Persegato ndr) era avvenuto senza garanzie..., scrive in unordinanza il giudice
veneziano Roberta Marchiori.
Sono poi state concesse linee
di credito per somme rilevanti
e di gran lunga superiori al capitale della societ praticamente inattiva senza garanzia
alcuna, ottenendola solo nellottobre 2013, ha aggiunto il
magistrato, chiamata a decidere proprio sulla validit dellipoteca tardiva. Cio quella
posta a garanzia del prestito
da Veneto Banca su villa Rodella, la residenza di Galan diventata un simbolo del potere negli anni Novanta e Duemila e
confiscata dallo Stato come
prezzo del patteggiamento del
governatore a 2 anni e 10 mesi

La parola

Ai domiciliari
Lex ministro
Giancarlo
Galan

di reclusione e 2 milioni e 600


mila euro di risarcimento.
Nel provvedimento, depositato marted, il giudice d comunque ragione alla banca,
togliendo cos allo Stato la
propriet della villa del Doge.
Sorprende tuttavia il trattamento di assoluto privilegio di
cui pare godesse Galan nel
rapporto con listituto di Montebelluna che nellultimo anno
ha vissuto la vertiginosa svalutazione dei propri titoli, scesi

di oltre l80% per la rabbia dei


piccoli investitori. Come dire,
a Galan il credito senza garanzie e a loro lonere delle perdite. Spunta anche qualche rata
non pagata: A fronte del
mancato pagamento (da parte
di Galan ndr) del primo rateo
previsto per il 31 dicembre
2013 la banca modifica le condizioni rinviando la prima scadenza al 31 dicembre 2014,
precisa il giudice nelle 10 pagine che motivano la sua decisione. Anche qui, Galan non

Lordinanza Linee di credito senza alcuna garanzia

Avviso a pagamento

versa e la banca che fa? Rinvia


la scadenza. Fosse successo a
un comune mortale sarebbe
finita in un altro modo, fanno notare gli investigatori.
Lavvocato di Veneto Banca,
Aldo Laghi, lha spiegata cos:
il dirigente bancario che ha
concesso quei prestiti ha agito
con timore reverenziale nei
confronti di colui che in quel
momento era ministro della
Cultura ma lipoteca legittima perch la banca era in buona fede. Per il pm Stefano Ancilotto, inquirente del Mose,
sarebbe stata invece il frutto di
una collusione fra Galan e
listituto per sottrarre villa Rodella allo Stato nel momento
in cui si erano resi conto che
lindagine sarebbe arrivata in
alto e avrebbe potuto toccare
limmobile. Era il 2103, i giorni
di Claudia Minutillo, lex potentissima segretaria di Galan
che sarebbe diventata la sua
spina nel fianco, che aveva iniziato a cantare dopo essere
stata arrestata. Secondo la Procura la coincidenza delle date
non casuale e anomala risulta anche la modalit con cui
stata iscritta lipoteca: senza
un provvedimento giudiziario
e accettata di buon grado da
Galan.
La gestione di quel conto
pu essere criticabile sotto il
profilo della buona gestione
bancaria ha concluso il giudice ma non provata la
malafede sulliscrizione di ipoteca. Risultato: Stato aggirato
e villa alla banca. Mentre il popolo dei piccoli soci lotta.
Andrea Pasqualetto
apasqualetto@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lomicidio Varani

MOSE
Il Modulo Sperimentale
Elettromeccanico (Mose)
unopera concepita per
proteggere Venezia e la sua
laguna dalle acque alte. Nel
2009 la procura di Venezia
ha avviato uninchiesta su
tangenti legate ai lavori e
nel 2013 sono scattate le
prime manette ai polsi di
imprenditori e politici.
Arrestato anche Giancarlo
Galan, ex governatore
del Veneto, che ha
patteggiato 2 anni e 10
mesi

Foffo al padre:
s, volevo ucciderti
vero che mi volevi
uccidere?. S, pap, vero.
il confronto in carcere tra
Manuel Foffo (accusato di aver
ucciso Luca Varani assieme a
Marco Prato), e il padre Valter
(foto). I due in lacrime si sono
abbracciati. Ho fatto una cosa
agghiacciante, ha detto ai pm.

22

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Ministero delle
politiche agricole
alimentari e forestali

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

CRONACHE

23
#

LINTERVENTO TRA CRISI E BUROCRAZIA

I corsi per comprare verderame


e i tanti lacci che bloccano lItalia
di Susanna Tamaro

ILLUSTRAZIONE DI ALBERTO RUGGIERI

a qualche mese i telegiornali ci bombardano


di notizie incoraggianti
sulla continua crescita
del nostro Paese. Sale il
numero degli occupati a tempo indeterminato, aumentano, seppure
di cifre minuscole, i consumi e la
crisi sembra ormai un brutto sogno
alle nostre spalle. Ma davvero cos? Vivo da molti anni nella provincia del Centro Italia e quando esco
di casa, parlo con le persone la sensazione di segno completamente
opposto. Dopo otto anni di crisi, i
pochi risparmi messi da parte sono
stati ormai bruciati, il possesso di
una casa vuoi per il mutuo che vi
grava sopra, vuoi per limpossibilit
di vendere dato il totale stallo del
mercato si trasformata in una
vera e propria jattura.
Possedere un immobile ormai
diventato un fattore di povert. Le
famiglie riescono a vivere, o meglio
a sopravvivere, finch c un nonno
in casa che ha una pensione, ormai
lunico reddito certo. Il mondo delle
scintillanti start up sideralmente
lontano. I giovani contemplano i loro inutili e fantasiosi diplomi di lauree triennali ottenuti con non
pochi sacrifici da parte delle famiglie che si sono rivelati alla fine
meno efficaci della diavolina per accendere il fuoco. Il foglio di annunci
economici della zona pieno di laureati 110 e lode che si offrono per ripetizioni scolastiche o qualsiasi altro lavoro. Fantasie di un passeggiatore solitario? Non proprio, dato
che lIstat conferma che il Pil pro capite dellUmbria sceso del -8,37%.
Pi che sceso, direi precipitato. Il
pi basso dItalia. E oltre al Pil pi
basso, lUmbria sembra avere un altro privilegio: il pi alto numero di
persone impiegate nella pubblica
amministrazione in relazione alla
densit abitativa della popolazione.

del gran numero di uliveti non pi


curati, di vigneti lasciati malinconicamente inselvatichire. Per un privato, possedere un uliveto, spesso
ereditato, ormai una vera maledizione. La raccolta delle olive
unoperazione lunga e faticosa e, fino a qualche anno fa, era possibile
unicamente grazie alle grandi famiglie e alle comunit del posto che si
rendevano disponibili a dare una
mano. Ma ora non pi fattibile.

Umbria desolata?

Eppure lUmbria non una landa


desolata, devastata dalla malavita.
, o almeno era, una regione baciata
dalla fortuna. Gode di un grande
patrimonio storico artistico, oltre
che di un paesaggio incantevole
seppure intaccato dagli orrori delle
lottizzazioni ancora integro e
pieno di fascino, di una natura collinare e montuosa che sarebbe il paradiso per le piccole coltivazioni di
qualit e per il turismo verde. Allora, come possibile questo stato di
gravissima sofferenza economica e
di inerzia produttiva?
certo che la prima randellata
sulla testa delle famiglie stata inferta dal cambio di moneta che ha
dimezzato di colpo il valore degli
stipendi, con relativa capacit di acquisto. E poi, a questo primo imprevisto e drastico declassamento, lenti e inesorabili, si sono aggiunti i
morsi della crisi che hanno eroso
con diligente pazienza, anno dopo
anno, tutti i tesoretti accumulati
dalle famiglie. Non ce la faceva
pi il commento che sento mormorare pi di frequente quando mi
trovo davanti a unaltra saracinesca
abbassata a Orvieto. Non ce la faceva pi si bisbiglia davanti allennesima lottizzazione lasciata incompiuta: le bocche nere delle porte e
delle finestre, i piloni di cemento rimarranno l a testimoniare la scelleratezza di unepoca di incoscienza.
Non ce la faceva pi potrebbe essere il leitmotiv che accompagna
linesorabile declino di un intero
mondo fino a ieri attivo e operoso.
Basta un breve viaggio nelle campagne dellUmbria per accorgersi

Uva, olive e burocrazia

I costi per la casa


Possedere un immobile
diventato ormai
un fattore di povert:
avere una casa una vera
e propria jattura per le
spese che vi gravano
La graduatoria
La classifica del World
Economic Forum che
misura la competitivit,
lo sviluppo e
linnovazione pone
lItalia al 49 posto
Giovani allestero
Il numero sempre
pi alto di ragazzi
(non solo cervelli in
fuga) che se ne vanno
dovrebbe rendere
insonne qualsiasi politico

Per legge, infatti, sui propri terreni possono lavorare soltanto i parenti strettissimi, padri e figli. Qualsiasi altra persona, lontano cugino,
amico, vicino di casa, deve essere
regolarmente retribuito. Cos, chi
chiamava gli amici a raccogliere le
olive, regalando alla fine parte del
raccolto per farsi lolio non lo fa pi
perch rischia una multa in grado
di abbattere un bilancio familiare.
Produrre lolio per trarne un guadagno dalla vendita possibile forse
ormai soltanto a chi possiede enormi estensioni di olivi e macchine in
grado di effettuare la raccolta.
Luva e le olive condividono lo
stesso destino. Per ambedue, i controlli sui lavoranti sono serrati e implacabili. In tempo di vendemmia, il
cielo spesso solcato da elicotteri
che fotografano i fedifraghi che si
fanno aiutare dagli amici, dai cugini
di secondo grado o dal fidanzato
della figlia. Non solo, a dare man
forte arrivano anche le truppe via
terra, bloccando la vendemmia per
un giorno intero, se non due, alla ricerca del sicuro abuso compiuto.
Cos, dopo diversi anni di queste
continue incursioni un mio conoscente, pur risultando ogni volta totalmente in regola, alla fine ha deciso di comprare la macchina per la
vendemmia. La macchina naturalmente funziona benissimo ma dodici operai sono rimasti, e rimarranno per sempre, a casa.
Lagricoltura di qualit sarebbe
una grande opzione per queste zone

collinari. Sarebbe, se si permettesse


di farla, se non ci fosse una pletora
di leggi, leggine, controleggi, balzelli, ordinanze, contro ordinanze gestite da un gran numero di enti spesso in contrasto tra loro Comunit
Montana, Forestale, Asl, Provincia,
Regione, ministero dellAgricoltura,
Unione Europea e chi pi ne ha pi
ne metta che attuano degli ossessivi controlli degni di uno Stato totalitario. Controlli che avrebbero il fine ultimo di circoscrivere gli abusi
ma che in realt servono soltanto ad
esasperare e a legare le mani a chi
vuole intraprendere qualcosa, mentre i disonesti, i veri criminali, continuano a fare indisturbati quello che
vogliono: frodi alimentari, caporalato, sottrazioni truffaldine allEuropa,
ecc.

Artigiani e multe

Lultima volta che ero dalla parrucchiera, nel brevissimo tempo del
mio taglio di capelli sono entrate
due madri chiedendo la possibilit
di far assistere gratuitamente al lavoro le loro figlie adolescenti per
imparare il mestiere. Con desolazione, la proprietaria ha dovuto rispondere che lo avrebbe fatto molto
volentieri, ma che non poteva perch, se fosse arrivato un controllo,
avrebbe rischiato una multa devastante. La stessa cosa mi hanno ripetuto diversi artigiani, falegnami,
fabbri, desiderosi di avere a bottega
un apprendista a cui tramandare la
loro arte, ma impossibilitati a farlo
per via dellobbligo del bagno, dellantibagno e del peso fiscale che li
costringeva a dover comunque retribuire il ragazzo, anche se questi
era del tutto digiuno dellarte e
spesso maldestro.
Io stessa gestisco una piccola attivit turistica e questo mi ha permesso di capire le vere ragioni della
paralisi della societ italiana molto
pi di un saggio di economia o di
un summit di specialisti sulla crisi.
Bisogna provare a fare le cose nel
nostro Paese per toccare con mano

limpossibilit di farle. Nessuna meraviglia che il Word Economic Forum nel suo Global Competitiveness Index ci ponga al 49 posto
nella classifica internazionale che
misura la competitivit, lo sviluppo
e linnovazione, in compagna del
Kazakistan e delle Filippine.
Per ottenere un semplice certificato dalla Comunit Montana dellUmbria ma non erano state abolite? ho dovuto aspettare pi di
un anno e se alla fine sono riuscita
ad ottenerlo solo grazie a qualcuno che conosceva qualcuno che, a
sua volta, conosceva qualcuno...
Non averlo ottenuto in tempo, naturalmente, mi ha danneggiato ma di
questo danno non posso rifarmi in
alcun modo e, come me, immagino
verranno penalizzate tutte le persone che intendono intraprendere
unattivit produttiva per cercare di
porre rimedio alla devastazione sociale ed economica che ha invaso
queste terre.
Sono andata al Consorzio Agrario
per comprare i prodotti per il trattamento primaverile del frutteto, della vigna e delluliveto e ho scoperto
che non potevo pi farlo. Non sto
parlando di prodotti tossici per
cui c stato sempre giustamente
lobbligo di un patentino ma di
sostanze umilmente arcaiche come
la poltiglia bordolese e lolio minerale. Per decisione del ministero,
ora per comprare il verderame bisogna frequentare un corso che dura
tre giorni e costa 200 euro, con relativo esame finale. Le piante per
non so se saranno cos gentili da
aspettare la frequenza del corso e
lottenimento del diploma, prima di
farsi invadere dalle muffe, dai funghi e dagli afidi.

Il calvario degli onesti

Come avrebbe fatto il Paese nel


Dopoguerra a risorgere se tutti avessero dovuto combattere con le infinite e assurde leggi imposte da questo Stato che tra un po vorr decidere anche di quanti centimetri sar il
fazzoletto in cui dovremo soffiarci il
naso? LItalia un Paese popolato
per la maggior parte da persone
oneste, di buona volont e di grande inventiva. Le aziende familiari, le
piccole realt sono state, fino allarrivo della crisi, lintelaiatura sana
della nostra societ. Ma ora non
pi cos e pare che la politica, al di l
dei programmi e dei proclami, non
se ne voglia accorgere. I falegnami
vanno in pensione e chiudono, cos
come i fabbri, senza lasciare eredi.
Le campagne sono in stato di degrado e di abbandono.
Il numero sempre pi alto di ragazzi che lasciano lItalia dovrebbe
rendere insonne qualsiasi politico.
Perch qui non si parla solo di cervelli in fuga quelli sono gi andati tutti ma anche di braccia e di
gambe, cio di giovani che, dopo
anni di sfruttamento, di precariet,
di lavori sottopagati e umilianti,
raggiungono le mecche del Nord
per trovare degli impieghi in cui la
dignit del lavoro viene rispettata.
Non serve avere la sfera di cristallo per immaginare che dal 49 posto continueremo a scendere inesorabilmente, spinti non dalla nostra
pigrizia o inerzia ma dallottusit di
un apparato statale che tratta le persone oneste e per bene come possibili truffatori e resta per lo pi inerme verso i veri delinquenti. Uno Stato che, nonostante i grandi proclami, continua a considerare
chiunque voglia intraprendere
unattivit un capitalista senza scrupoli, uno schiavista in pectore a cui
vanno tagliate le gambe prima ancora che cominci a camminare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lautrice

Susanna
Tamaro
(nella foto
sopra)
nata 58 anni
fa a Trieste
Ha studiato
al Centro
Sperimentale
di
Cinematografia
e si diplomata
in regia. Per
dieci anni ha
lavorato per la
televisione,
realizzando
documentari
scientifici
Alla fine
degli anni
Ottanta
riesce ad
esordire nel
mondo della
letteratura
col suo primo
romanzo
La testa
fra le nuvole
Ma quasi
quattro anni
dopo, nel 1994,
che arriva la
consacrazione
letteraria
quando
pubblica Va
dove ti porta
il cuore: un
romanzo che in
tutto il mondo
vende oltre 15
milioni di copie
Nel 2015
esce il suo Un
cuore pensante
(Bompiani)

24
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

CRONACHE

25
#

La storia
di Maria Luisa Agnese

n casa Cherubini pap Mario profumava di pino silvestre e mamma Viola di


meicp: lui si era fermato
alla terza media ma lavorava in
Vaticano ed era innamorato
delle cose belle che accumulava con spirito compulsivo, lei
era la pi bella di Cortona,
(quasi) laureata in biologia e
preda di quelli che ai tempi venivano detti esaurimenti nervosi: ogni tanto minacciava di
buttarsi dal terrazzo condominiale, ma presto si preoccupava
di cosa avrebbero detto i vicini.
Le liti erano pane quotidiano in
quel piccolo mondo sotto al
Cupolone dove i piatti volavano
che era un piacere davanti agli
occhi dei quattro figli. Nostro
padre aveva il senso del comando e nostra madre per la Santa
Messa scrive oggi Anna nel
suo romanzo Lamore vero,
raccontando con verit e senza
snobismi di quella famiglia italiana che cresceva insieme al
Paese negli anni 60 e 70.
Un racconto che inizia nel
momento in cui tutto finisce,
quando tre lutti vengono a
rompere un equilibrio fragile
ma allegro come quello di tante famiglie, prima muore in un
incidente aereo il fratello Umberto innamorato del volo e poi
i due genitori, che dopo essere
trasmigrati con la mente in
identit parallele, se ne vanno

Lalbum

Quando si cantava
a casa Jovanotti
Il rapporto col padre
i lutti e gli scherzi
Lessico famigliare
dei fratelli Cherubini

Chi
I pantaloni
Pap disse: il cd di
Lorenzo? Non ascolto
uno con quei calzoni
Bisogna diventare seri
uno dopo laltro. Quando si dice addio ai genitori i figli scoprono che non sono pi figli,
che adesso sono loro a essere
in prima linea, responsabili in
toto ormai e che non c pi
nessuno a spronarli e a coprirgli le spalle.
In quel momento fatale Anna Cherubini, la sorella pi piccola, oggi sceneggiatrice e autrice tv, separata e madre di
due figli, e amica dinfanzia di
Francesca, poi diventata moglie di Lorenzo, cominci a postare su Facebook piccoli esercizi di esorcizzazione del dolore: Rossella Biancardi, editor di
Rizzoli li lesse e convinse Anna,
un po riluttante, a mettersi a
scrivere un libro su quei passaggi non eludibili della vita:
Non sar che lo chiedete a me
perch sono la sorella di Lorenzo?. Anche per quello, ma
non solo. unesperienza che
interessa tutti perch tutti la attraversano, prima o poi. Tu
pensa a scrivere il tuo libro in
libert.
E cos Anna ha cominciato a
riguardare le foto, a frugare negli armadi del padre grande accumulatore di oggetti (tra i
quali lui mitologicamente assicurava ci fossero anche le ossa
di Raffaello arrivate per via di
qualche Papa), e nei cassetti
della sua memoria. La faccia
di mio padre prende forma nello specchio, lui giovane io vecchio le sue parole che rimbombano dentro al mio orecchio: la
vita non facile ci vuole sacrificio, un giorno te ne accorgerai
e mi dirai se ho ragione. Cos
cantava Lorenzo Cherubini in
Linea dombra e ispirata dal
filo rosso di quella canzone An-

na comincia a riannodare i fili


che lavevano portata, insieme
ai suoi fratelli, fin l.
Nel coro della grande famiglia allargata spicca pap Mario, bastian contrario per dna
che provoca moglie e figli, ma
si allarga a farlo anche con i figli dei fratelli, che per lo ricambiano adorandolo. Quel
continuo contraddittorio per

lui quasi metodo educativo,


per allenare i figli al famoso sacrificio. Una volta in macchina
pap e figlia stavano sentendo
musica in libert, e Anna, stanca di Mino Reitano, chiede:
Metto Lorenzo? Ho qui il Cd
nuovo con Go Jovanotti Go.
Ma per lamor di Dio... risponde lui con irriverente fastidio. Uno coi calzoni a bracalo-

Il pap e la
mamma
di Lorenzo
Cherubini, in
arte Jovanotti,
si chiamavano
Mario e Viola
(nella foto a
sinistra,
Lorenzo con la
mamma e la
sorella Anna a
Cortona nel91;
in alto a destra,
tra zia Anna e la
mamma, nel
90). Originari
di Cortona, i
Cherubini si
erano trasferiti
a Roma per
lavoro (Mario
lavorava in
Vaticano).
Hanno avuto
quattro figli:
Lorenzo, Anna,
Bernardo
e Umberto,
morto in un
incidente aereo

ni io non lo ascolto. Qui bisogna diventare seri, ragazzi....


davvero speciale e molto
stretto il rapporto di pap Mario con Lorenzo, quel figlio che
da grande, dopo aver perso 20
chili ed essere diventato alto
1,90, gli avrebbe dato tante soddisfazioni facendosi chiamare
Jovanotti, e che lui avrebbe seguito negli stadi per i megaconcerti, diventando a sua volta idolo delle fan del figlio, che
addirittura lo reclamavano come testimone ai loro matrimoni. Un tempo cerano mio fratello e mio padre che stavano
sempre insieme. Li vedo camminare e poi fermarsi per dirsi
le cose con pi intensit: Anchise ed Enea, Abramo e Isacco, Troisi e Mastroianni nel
film Che ora .
Amano entrambi la musica
ma ciascuno a modo suo: Lorenzo prendeva in giro Anna
che studiava pianoforte (pensa che rottura) nella stessa
scuola di Emanuela Orlandi,
sempre un po con la paura di
essere rapita a sua volta. Il padre amava le arie dopera e le
cantava steso sul pavimento
con la figlia, a squarciagola: Mi
chiamano Mim e Casta Diva.
E diceva che dovevamo cantare anche noi, cantare sempre,
per tutta la vita.
@maragnese
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lallarme dellOms

Quei 12,6 milioni


di morti allanno
per linquinamento
di Sergio Harari

L
Anna
Cherubini (in
alto) nata a
Roma nel
1969. Laureata
in Lettere
scrittrice,
autrice tv e
sceneggiatrice
di fiction
italiane. Ha
vinto il Premio
Solinas,
sezione Storie
nel 2005.
Sopra il suo
libro Lamore
vero (Rizzoli)

ultimo rapporto dellOms su ambiente


e malattie riuscir a scuotere anche le
coscienze pi sopite: 12,6 milioni di
morti ogni anno nel mondo sono legate
allinquinamento di fonti acquifere, aria,
suolo, alle radiazioni e ai cambiamenti climatici. E, se la maggior parte sono concentrate nel Sud Est Asiatico e nel Pacifico occidentale, 1,4 milioni di decessi si registrano
nella moderna Europa. I pi colpiti sono
giovanissimi e anziani: 1,7 milioni di bambini sotto i cinque anni muoiono a causa
dellambiente che li circonda (soprattutto
nei Paesi pi poveri) e 4,9 milioni di adulti
tra i 50 e 75 anni. In questo grande necrologio ambientale spiccano le morti per ictus
(2,5 milioni di morti/anno), cardiopatia
ischemica (2,3 milioni di morti/anno),
tumori (1,7 milioni di morti/anno), malattie
respiratorie come la bronchite cronica (1,4
milioni di morti/anno) e infezioni respiratorie (567.000 morti/anno), ma il triste elenco sarebbe ancora lungo. In questo apocalittico scenario globale emerge una antica verit: chi pi povero vive peggio e meno a
lungo, e una delle cause pi importanti
lambiente di vita; cos secoli di studi sociali
trovano qui definitiva conferma. Alla lunga
lista delle cause di morte si aggiunge poi un
altro elenco altrettanto cospicuo: quello
delle malattie non necessariamente mortali,
dallasma a molte infezioni (grandemente
influenzate dai cambiamenti climatici, basti
pensare alla malaria). Stavolta lOms ci indica per come uscire dallaccerchiamento:
migliorare i trasporti, usare energie pulite,
adottare azioni precise in settori chiave come agricoltura e industria ma anche limitare
ancora la diffusione del tabacco attraverso
provvedimenti pi restrittivi. Azioni
concrete e fattibili, basterebbe volerlo.
sharari@hotmail.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

26
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

CRONACHE

27
#

Inseguendo la felicit
La classifica mondiale dellOnu: lItalia soltanto al 50esimo posto
Capacit di ridere e generosit tra i criteri. In testa c la Danimarca
Lo studio
Il Rapporto
mondiale della
Felicit
redatto dal
Sustainable
Development
Solutions
Network,
organismo
dellOnu che
classifica 156
Paesi
La prima
edizione risale
al 2012. Da
allora il rapporto pubblicato ogni anno.
Lindice misura
la felicit
interna lorda
attraverso sei
parametri

LItalia non un Paese felice. La


notizia certificata dallOnu, nellultimo World Happiness Report pubblicato alla vigilia della Giornata
mondiale della Felicit delle Nazioni
Unite (20 marzo). Peggio di noi la
Grecia, meglio lUzbekistan, il Nicaragua, la Malesia, tutte davanti in

Il filosofo

Noi, annichiliti
da troppe possibilit
Natoli: paghiamo la corruzione diffusa
e la sensazione di non potersi fidare dellaltro

ciale (avere qualcuno su cui contare),


la libert nelle scelte di vita, la generosit, lassenza di corruzione, la capacit di divertirsi, ridere e sentirsi
spensierati e le preoccupazioni degli
ultimi giorni. Le risposte degli italiani sono state tutte sotto la media della sufficienza (5,9) come gi nel 2015

La classifica
1

Danimarca

Svizzera

Islanda

Norvegia

Finlandia

Canada

Olanda

Nuova Zelanda

Australia

10

Svezia

50

Italia

157

50

Burundi

157
CdS

di Paolo Di Stefano
Fra questi ci
sono la salute,
lassenza di
corruzione e le
aspettative di
vita calcolate in
base al reddito
pro capite, al
livello di
corruzione e
alla percezione
di s

classifica. Il podio per Danimarca,


Svizzera e Islanda. Seguono Norvegia, Finlandia e Canada. Lo studio ha
incrociato i dati di 156 Paesi nel biennio 2013-2015, calcolando le risposte
in una scala da 0 a 10 e considerando
il Pil reale pro capite, laspettativa di
vita in buona salute, il supporto so-

unque, non ci sentiamo felici. E se non ci sentiamo felici, c poco da fare, non lo
siamo. La felicit una percezione soggettiva e soprattutto non sopporta la coniugazione imperativa: sii felice! Del resto, come insegna il filosofo Salvatore Natoli, docente di Filosofia teoretica alla Bicocca
di Milano, al quale si deve un importante saggio (Feltrinelli) sullargomento, esistono due tipi di felicit: lo stato
di grazia e il bene stabile, ma nella seconda accezione la felicit vera e pi
profonda. Natoli segnala alcuni limiti
dellinchiesta: Gli indicatori dice
sono insufficienti. Per
esempio, non
ve d o l a l truismo,
che

ben diverso dalla generosit: felicit


comporta una reciprocit che custodisce.
I parametri possono essere intelligenti ma non sufficienti, e comunque
non sono n oggettivi n universali.
Certo, complicato stilare un ordine
di soddisfazione o uno standard di
aspettative in contesti diversi. Prendiamo il caso italiano. Si pu ipotizzare che lidea della corruzione diffusa
sia determinante: non puoi essere felice se ti senti tradito da quelli che dovrebbero tutelarti. questo che provoca uno stato di instabilit preoccupata? Direi una irrequietezza e una tristezza costante, laddove lelemento
felicitante invece il poter poggiare la
testa sul petto dellamico. Una societ
senza fiducia, deprivata del bene collettivo e del senso di cittadinanza non
promette felicit. Quando non
unesplosione gioiosa, la felicit non
pu prescindere dallarmonia con il
mondo, oltre che con se stessi: Non
c felicit senza abbandono allaltro, la
felicit una quiete, che come ricorda
Freud il momento culminante delleros: il riposare nellaltro.
Difficile, in Italia, abbandonarsi allaltro. La dimensione fiduciaria e collaborativa non fa per noi. Ma forse il discorso, per altri versi, si pu estendere,

Lincontro su fondi pensione e fondazioni

Il richiamo di monsignor Ravasi


Torniamo a uneconomia
non dominata dalla finanza
ROMA La chiusura del suo intervento, amara, affidata a una citazione di Sren Kierkegaard, il filosofo danese: La nave ormai in
preda al cuoco di bordo. Ci che
trasmette al microfono del comandante non pi la rotta, ma
quello che mangeremo domani.
Si naviga a vista nellItalia e nel

mondo di oggi, secondo il cardinale Gianfranco Ravasi, fine biblista e presidente del Pontificio
consiglio della cultura. E invece
c un grande bisogno di una politica alta, capace di progettare,
che ai marinai insegni non solo a
fare bene i nodi ma anche il senso
del mare spazioso e infinito. Co-

se vero che, come osserva Natoli, viviamo nella societ del rischio: Lincremento di possibilit da un lato
una grande chance, dallaltro ci sottopone allo stress continuo della scelta,
al terrore di sbagliare, e tutto questo incide nella felicit. La sofferenza pu
insinuarsi nelle crepe lasciate aperte
dallincapacit di scegliere o addirittura dalla tendenza a non scegliere per
non rinunciare: Siamo dei tossicodipendenti delle possibilit. Ma nessuno, anche volendo, pu prendersi tutto
o essere tutto, dunque dovremmo trovare un equilibrio nel cogliere le opportunit in ragione delle nostre capacit. Intelligenza dei propri desideri,
la chiama Natoli, con una definizione
molto efficace. Lintelligenza dei desideri un frutto che si raccoglie con il
tempo, con lesperienza e con lerrore.
Il deficit, il contrattempo,
lerrore sono funzionali
alla felicit stabile, cio
alla capacit di stare con
equilibrio nel mondo.
Il guaio (o la consola-

s come, secondo il ministro


della Cultura in Vaticano, serve un
ritorno alletica individuale, personale. Il cardinale ne ha parlato
in un dibattito su Etica e welfare,
tra diritti e doveri, rispondendo
alle domande del direttore del
Corriere della Sera, Luciano Fontana. Ed dai diritti e dai doveri
che partita la discussione: I primi dice monsignor Ravasi
vengono affermati in maniera solenne e imperativa mentre i doveri finiscono sempre per avere un
sapore di prevaricazione.
Uno squilibrio che attraversa
tutti i settori della nostra vita pubblica e privata, dalla politica alleconomia, passando per i semplici comportamenti quotidiani.

Levento
Ieri a Roma
si svolto
un convegno
sul ruolo dei
fondi pensione
e delle
fondazioni
bancarie
organizzato
dal centro studi
Itinerari
previdenziali

Chi

Salvatore
Natoli, nato nel
1942 a Patti
(Messina),
docente
universitario
e filosofo: tra
le sue molte
pubblicazioni
c anche
La felicit

zione) che inutile inseguire la felicit. Cechov scriveva che si tratta di una
ricompensa che arriva a chi non lha
cercata. Daltra parte giusto sapersi
accontentare ma non troppo, altrimenti, come diceva Montale, si vive sempre
al 5 per cento. Bisogna cercare ci che
grande, cimentarsi per raggiungere il
meglio di s. Gi, ma cos il meglio?
Se uno studia musica, pur sapendo di
non essere Mozart, deve confrontarsi
con lui, tenerlo sempre in mente come
elemento dinamico. Viviamo in una
societ incapace di riconoscere ci che
grande: confondiamo il grande con la
ripetizione, con la presenza, confondiamo la gloria con la vanagloria, che
genera imitazione infelice. Invece riconoscere la grandezza esperire la distanza e dunque postulare un margine
di crescita che pu dare felicit.
Purch non sia un eterno desiderio
insoddisfatto: Tutta la natura desiderante, cio spinge oltre in unidea di
espansione. Il fatto che dovremmo
essere consapevoli che siamo potenze
finite, mentre spesso sotto le ali del desiderio ci illudiamo di essere infiniti:
un autoinganno infelicitante. Dunque? Bisogna trovare la propria felicit nel buon uso delle occasioni, in sintonia con ci che offre il mondo. Si
pu imparare a essere felici? Se sai cogliere una possibilit di pienezza nelle
pieghe degli accadimenti.

Il cardinal Ravasi, noto per le sue


lunghe camminate, arrivato a
piedi anche al piccolo auditorium
del quartiere Prati. E questa abitudine gli offre lo spunto per un
esempio concreto: Laltro giorno
camminavo sul Lungotevere. Mi
hanno sorpassato tre ragazze, credo americane. Mangiavano la pasta in quelle vaschette di plastica.
Finito di mangiare le hanno buttate per terra. Anche questa
mancanza di etica personale.
Ma il cuore del problema sta
nelleconomia. Stavolta il cardinale chiama in causa il premio Nobel indiano Amartya Sen: Abbiamo bisogno di tornare a uneconomia che non sia dominata dalla
finanza. E una prova arriva dalla

RIPRODUZIONE RISERVATA

discussione che ha preceduto lintervento di monsignor Ravasi, un


convegno sul ruolo di fondi pensione e fondazioni bancarie, che
hanno a disposizione un patrimonio di 250 miliardi di euro. Hanno la volont e linteresse di partecipare allo sviluppo del Paese, per
sostenere leconomia reale dice
il professor Alberto Brambilla,
presidente del centro studi Itinerari previdenziali che ha organizzato levento. Ma il Fisco spiega non deve bastonare. La tassazione sui fondi stata raddoppiata, lanno scorso hanno dato
allo Stato pi di un miliardo.
Lorenzo Salvia
@lorenzosalvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Ideali a confronto La ferita dellassenza di legami


biologici resta per sempre. inutile negarlo. Ma non sar
questa ferita nel corpo a impedire di raccogliere la vita
dei figli evitando che scivoli nel vuoto del non senso

ANALISI
COMMENTI

LA MATERNIT PU ESSERE
UN DONO PER ALTRE PERSONE

Il corsivo del giorno

di Michela Marzano

di Sergio Rizzo

IL GIORNO DI NASCITA
DELLITALIA UNITA?
NESSUNA CELEBRAZIONE,
LO ABBIAMO DIMENTICATO

SEGUE DALLA PRIMA

uanti italiani sanno che il 17


marzo il giorno in cui, 155 anni
fa, nato il nostro Paese? Per un
secolo e mezzo labbiamo
semplicemente ignorato. Con il risultato
che lItalia uno dei pochissimi Paesi al
mondo che non celebra come si dovrebbe il
giorno della propria nascita. Festeggiamo
la liberazione dal nazifascismo e la nascita
della Repubblica; festeggiavamo anche la
vittoria nella Prima guerra mondiale; ma
non abbiamo mai festeggiato lunit
proclamata dal parlamento di Torino il 17
marzo 1861. E continuiamo a non farlo. Di
sicuro la maggior parte dei nostri
connazionali ha appreso dellesistenza di
quella data solo cinque anni fa. In
occasione dei 150 anni dello stato unitario
ci fu chi voleva farne finalmente una festa
nazionale, ma al governo cera la Lega e
pareva brutto. Il dibattito che ne segu si
concluse con una celebrazione una
tantum nel 2011 e la proclamazione, il 23
novembre 2012, del 17 marzo come
Giornata dellunit nazionale, della
Costituzione (che sarebbe per arrivata ben
87 anni dopo il 1861), dellinno e della
bandiera. Quanto a farne una festa
nazionale, nemmeno a parlarne: sebbene
quando la legge fu approvata la Lega non
avesse pi alcun potere di interdizione. Da
allora, a dimostrazione che i veti leghisti
erano solo una frazione del problema, il 17
marzo ce lo siamo dimenticato di nuovo.
Celebrazioni ufficiali? Zero carbonella. Ho
faticato per trovare in rete la notizia che
lha ricordato il Comune di Udine. Mentre la
richiesta al ministero dellIstruzione circa le
iniziative programmate nelle scuole non ha
avuto risposta. In compenso, al Sud, c chi
in questi giorni celebra i 300 anni della
nascita di Carlo di Borbone e i 200 del
Regno delle Due Sicilie. Inutile chiedersi
come mai i disegni di legge per istituire la
festa nazionale, fra cui quello presentato
un anno fa da Giorgia Meloni,
ammuffiscano nei cassetti della Camera .
RIPRODUZIONE RISERVATA

Su Corriere.it
Puoi
condividere sui
social network le
analisi dei nostri
editorialisti e
commentatori:
le trovi su
www.corriere.it

allaltro, c chi si concentra solo sullassunzione di responsabilit e considera che la maternit abbia poco a che vedere
con la genetica e con la natura:
non madre chi partorisce, ma
chi si occuper del figlio una
volta che questa nuova creatura, bisognosa di tutto, comincer a chiedere cura e amore. Ma
che cosa resta allora di quel
corpo che siamo e che, volenti o nolenti, c, c e c
come scriveva la poetessa polacca Wislawa Szymborska?
In realt, quando si parla della maternit, tutto molto
complesso. Anche semplicemente perch uno di quegli
eventi che costringe ogni donna, prima o poi, a fare i conti
con quello che ha e quello
che non ha, quello che e
quello che non . Ma per
convincersene, forse, meglio
partire dallinizio. E ricordare
che il rapporto che ognuno di
noi ha con la propria corporeit
sempre ambivalente e contraddittorio. Il corpo certamente ci che ciascuno di noi
, ma anche qualcosa che si
ha. ci attraverso cui ogni
essere umano esprime parte
della propria unicit e della
propria soggettivit, ma anche un oggetto materiale che,
con i propri limiti e le proprie
mancanze, ci ricorda che nessuno il mero risultato di una
combinazione di geni. Noi siamo anche, e forse soprattutto, il
frutto di una storia, la conseguenza di un desiderio, il risultato di attese e sogni, speranze
e delusioni, frustrazioni e

aspettative. Allora ovvio che


non si nasce senza lincontro
del femminile e del maschile, ossia di ovuli e di spermatozoi. Ma anche ovvio che
non si cresce e non si ha accesso alla propria umanit senza il
desiderio profondo di chi, diventato padre o madre, cerca di
trasmetterci il senso dellesistenza. Un desiderio mai scevro
di egoismo, certo! dietro il
desiderio di maternit o di paternit c sempre il bisogno di
colmare un vuoto o di trasmettere certi ideali, di veder realizzate alcune aspettative o di riparare la propria storia personale. Ma un desiderio che, pur
con tutti i suoi limiti, necessario allesistenza. A meno di immaginare che basti essere nutriti e accuditi perch poi la vita
non scivoli nel vuoto del non
senso. Cos allora veramente la
maternit? Una scelta consapevole? Unoccasione naturale? Un
diritto che giustifica ogni mezzo, compresa la strumentalizzazione del corpo altrui?
Quando Kant spiegava la differenza che esiste tra le persone
e le cose diceva che le persone,
a differenza delle cose che hanno un prezzo, non hanno mai
un prezzo, ma sempre una dignit. Kant, per, diceva anche
altro. E spiegava bene che questa dignit non esclude mai del
tutto la possibilit della strumentalizzazione. C sempre
una dose di strumentalizzazione quando si ha a che fare con
gli altri. Anche quando li si
ama. Anzi, soprattutto quando
li si ama, visto che dicendo ti
amo si tratta automaticamente laltro come un oggetto del
proprio amore. Basta per che
questoggetto resti al contempo soggetto affinch se
ne rispetti la dignit. E che
amandolo per quello che ,
senza cio domandargli di
cambiare o di adeguarsi, gli si
permetta di essere sempre al-

tro rispetto alle nostre aspettative e alle nostre domande.


Altro, e quindi soggetto anche lui del proprio amore e del
proprio desiderio. Altro, e
quindi persona. Ebbene, nel caso della maternit, il ragionamento dovrebbe essere lo stesso: si madre quando si riconosce e si accetta un figlio per
quello che , quando lo si accompagna nella crescita affinch possa pian piano scoprire il
senso della propria vita, quando
si l, presenti e accudenti, per
raccoglierne la vita. Cosa che
possibile sempre e solo quando
c desiderio di maternit. Anche se (e quando) il corpo non
segue, non aiuta, si blocca. E allora la medicina ci aiuta a trova-

Passaggio
La medicina ci aiuta a
trasformare la sterilit
biologica in fecondit
simbolica
re il modo non tanto per guarire la sterilit, quanto per trasformare la sterilit biologica
in fecondit simbolica. Talvolta anche grazie allaiuto di
unaltra donna. Senza per questo negarne il ruolo o banalizzarne limportanza.
La lingua francese, in questo,
forse pi sottile di quella italiana, visto che quando si riferisce alla genitorialit utilizza
due termini: geniteur, che
vuol dire genitore biologico,
e parent, che vuol dire padre o madre anche in assenza di legami biologici o di
sangue. Un conto, daltronde,
mettere al mondo un figlio; altro conto, diventarne la madre o il padre. Un conto avere
un legame genetico con la crea-

tura che nasce; altro conto accompagnarlo, coccolarlo, consolarlo, talvolta anche sgridarlo in poche parole, permettergli pian piano di tenersi su
da solo, come spiega bene il pedopsichiatra D. W. Winnicott.
Tanto pi che, come accade in
alcuni Stati che hanno legiferato sulla Gpa, una donna che si
presta a questo tipo di pratiche
dovrebbe sempre essere gi
madre e non dovrebbe mai trovarsi in una situazione economica tale da vedere nella Gpa
lunica opportunit per il sostentamento. Una forma di dono, quindi. Proprio come il dono di un rene o di un pezzo di
fegato, sapendo che i rischi che
si corrono sono importanti, ma
che grazie al proprio dono
che si potr salvare una vita.
Oppure come il dono di ovuli,
che spinge alcune donne a cure
di ormoni molto invasive pur di
permettere ad altre donne di
diventare madri. Ma questo lo
sa bene solo chi, come mostrano molte ricerche fatte in Europa sulle donatrici o sui donatori, stato confrontato al dramma della sterilit altrui. E chi,
avendo avuto la chance di ritrovarsi incinta senza sforzi questo s che un dono! decide a
sua volta di regalare questa gioia. Non un dono di un figlio,
quindi. Solo il dono ad altre
persone della possibilit di diventare mamme. Certo, la ferita
dellassenza di legami biologici
rester per sempre. inutile
negarlo o far finta di nulla. Ma
non sar questa ferita nel corpo
a impedire a queste persone di
raccogliere la vita dei propri figli evitando che scivoli, come
ho gi detto, nel vuoto del non
senso. Anzi. Forse cercheranno
di farlo meglio di chi, senza
sforzi e talvolta anche senza desiderio, si ritrova incinta. Automaticamente madre.
@MichelaMarzano
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL CENTRODESTRA

LA VITTORIA APPARENTE
E I RISCHI DELLO STRAPPO
di Angelo Panebianco
SEGUE DALLA PRIMA

cco perch la sconfitta del


centrodestra nella Capitale coincider con la vittoria di due leader nominalmente appartenenti a quello
stesso schieramento.
Per inciso, non solo a destra che leventuale sconfitta
del tutto (dello schieramento nel suo insieme) pu essere
valutato come una propria vittoria da una delle sue parti.
C un settore della sinistra del

Pd, ad esempio, che tifa per la


sconfitta di Renzi sul piano nazionale e che, per ottenere
lagognato risultato, sarebbe
anche disposto a fare vincere i
Cinque Stelle.
Per quanto riguarda il centrodestra, le sue residue possibilit sono ormai affidate solo
al confronto milanese. Se il
candidato del centrodestra dovesse prevalere a Milano,quello schieramento disporrebbe
per lo meno di una base da cui
ripartire per tentare di ricostruire un edificio crollato. Se
questo non dovesse accadere,
allora facile prevedere per il

fu-centrodestra un futuro di
feroci divisioni e di marginalit politica.
Sarebbe allora vero anche
per la destra italiana quanto
risultato vero in molti altri casi
di movimenti politici creati da
capi carismatici: le sorti di quei
movimenti seguono le sorti
personali di quei capi. Fu Berlusconi a fondare il centrodestra nel 1994, in un Paese che,
fino a quel momento, non aveva mai conosciuto un tale
schieramento. Il declino di
Berlusconi porta con s anche
il declino del centrodestra . Fin
qui nessuno stato in grado di

raccogliere il testimone.
Ma, si dice, la crisi economica, lantieuropeismo diffuso, le
migrazioni, stanno spostando
lasse della politica di destra
verso le estreme. A destra, il futuro, si dice, non dei moderati. Come testimonierebbero i
successi di Marine Le Pen in
Francia e di altri simili a lei in
giro per lEuropa.
In Italia dunque, secondo
questa vulgata, il futuro apparterrebbe alle destre alla Salvini
e alla Meloni. Non affatto sicuro che sia cos. Non lo
nemmeno in Francia: forse Le
Pen vincer le future presidenziali e forse no, forse vincer la
destra moderata.
Nel caso italiano, se Matteo
Renzi resta luomo che la destra vuole battere, allora un
fatto che pu riuscire pi facilmente nellimpresa un leader
che sappia bloccare il flusso di

voti verso il premier degli ex


elettori di destra. Difficilmente, un leader siffatto pu essere
uno che ha scelto lantipolitica
e i toni pi o meno apocalittici:
proprio per questa ragione,
date le caratteristiche dei candidati che vi si affrontano (Parisi e Sala), le elezioni comunali di Milano appaiono, per il
centrodestra, un test cruciale.
Si aggiunga il fatto che Salvini, colui che vorrebbe ricalcare
le orme di Le Pen, manca di un
insediamento omogeneo sul
territorio nazionale, il che
esclude in partenza che possa
essere un competitore davvero
preoccupante per Matteo Renzi.
Ultimo, ma non in ordine di
importanza, c il fatto che, a
differenza di quanto accade in
Francia, la bandiera dellantipolitica, per lo meno la bandiera pi grande e pi visibile,

sventolata dal movimento


Cinque Stelle. Difficilmente i
Cinque Stelle si faranno togliere di mano la bandiera da Salvini.
pensabile che quanto resta
del centrodestra, nel suo complesso, possa rassegnarsi al
ruolo di comprimario del movimento di Grillo e Casaleggio?
No, non pensabile. pi
plausibile immaginare che il
centrodestra finisca per dividersi in tre tronconi: una parte
minoritaria che seguir Salvini
pur essendo anche tentata di
votare Cinque Stelle, una parte
che smetter di votare in attesa
di tempi migliori e, infine, una
parte che voter Renzi pi o
meno per le stesse ragioni per
cui un tempo votava Dc: quando c il rischio di inondazioni
si spera sempre che lunica diga disponibile regga.
RIPRODUZIONE RISERVATA

29

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

LA PROPOSTA

COME ESSERE BUONI CITTADINI?


SI DEVE IMPARARE A SCUOLA

COMMENTI
DAL MONDO

di Attilio Oliva

Cambiamento Linsegnamento
scolastico ha il compito di istruire,
ma anche di educare a vivere con
gli altri: sessanta ore allanno,
obbligatorie, dedicate a questa
materia potrebbero aiutare le
giovani generazioni, valorizzando
cos anche lintelligenza emotiva

ono passati cinquantanni da


quando Aldo Moro introdusse nei programmi lEducazione civica: a tuttoggi, per indagini documentate, questa
scelta rimasta solo sulla carta. Anche perch, affidata indistintamente a tutti gli insegnanti, non stata praticata
da nessuno.
Pi in generale, vanno evidenziati profondi mutamenti
di scenario. Il primo il passaggio storico e impetuoso da
una scuola per pochi a una
scuola per tutti: le sue dimensioni si sono triplicate.
Il secondo conseguenza
dellentrata in campo di nuove
e potenti agenzie formative
(Tv, Internet, industria del
tempo libero ecc.) che operano in concorrenza con la
scuola e spesso in dissonanza
visto che non hanno responsabilit educative.
Il terzo che il tessuto sociale del passato (famiglia,
chiesa, partiti) si molto indebolito.
Tutto ci ha appena scalfito
il funzionamento della scuola
che tuttora adotta modelli pedagogici pensati al tempo di
Gentile (1923) per una societ
e una utenza molto diverse.
Addirittura, per reazione al
Ventennio, gli insegnanti si
sono trincerati a difesa della
missione di istruire preferendo lasciare il ruolo educativo a famiglie, chiese, associazioni giovanili, che hanno
difficolt ad esercitarlo. Ma la
neutralit della scuola un
valore? Per il filosofo Savater
una certa neutralit scolastica auspicabile, ma non fino
al punto di essere reticente rispetto ai valori costitutivi della nostra civilt.
Cos lo spazio della formazione, che non sa restare vuoto, riempito da agenzie
esterne che qualcuno ha definito pirata. E i giovani oggi
si formano fuori dalla scuola e
dagli spazi familiari, per cercare risposte alle loro inquietudini e domande di senso.
Per TreeLLLe imperativa
una svolta radicale affinch la
scuola si faccia carico non solo di istruire ma anche di educare a vivere con gli altri, dando ragione, sempre in modo
critico, dei valori e delle regole per una convivenza civile.

La storia ci insegna che le conoscenze da sole non bastano, visto che possono essere
usate indifferentemente sia
per fini nobili che perversi.
Gli antropologi ci insegnano
che la razionalit, nellevoluzione della specie, solo un
recente strato superficiale di
pulsioni che vanno tenute
sotto controllo: insicurezza,
aggressivit, intolleranza verso i diversi, istinto gregario e
conformismo. E gli psicologi
sociali ci insegnano che va
educata anche lintelligenza
emotiva (autocontrollo, sa-

persi mettere al posto dellaltro ...), perch gioca un ruolo


decisivo nelle relazioni fra gli
uomini.
Ma viviamo in tempi in cui
arduo definire chiare gerarchie di valori. TreeLLLe ritiene che la scuola debba operare evitando gli opposti pericoli della neutralit e dellindottrinamento. Per districarsi tra
i tanti messaggi dissonanti
cui i giovani sono esposti,
sembra opportuna una terza
via: ladozione di una pedagogia della controversia.
Nella sua pubblicazione
Educare a vivere con gli altri
nel XXI secolo: cosa pu fare
la scuola?, TreeLLLe formula
proposte concrete, sostanzialmente ispirate da un memorabile testo del filosofo Calogero (1956): e come volete
che i giovani imparino ad essere buoni cittadini se non
imparano a discutere? quel
che importante il nuovo
modo di insegnare discutendo in comune e questo si
pu fare soltanto quando si
abbia agio e tempo per la discussione e non quando si
sia ossessionati dallansia di
finire il programma.
Di qui la proposta chiave di
TreeLLLe: che tutti i curricoli
scolastici prevedano un tempo specifico per leducazione
alla cittadinanza (60 ore obbligatorie allanno), non di lezioni ma di attivit interat-

tive su temi di etica pubblica,


per fare ricerche o prodotti di
gruppo, per uscite sul territorio; che si affidino queste attivit ad un insegnante che non
insegni altro anche se in sinergia con i colleghi.
Dove trovare il tempo? Nella
scuola secondaria, ad esempio, attingendo in tutto o in
parte alle 50/60 ore di assemblee per gli studenti, cos da
restituire a quel tempo il senso educativo che si ormai
quasi sempre perduto. Dare
voti? S, affinch questa attivit sia presa sul serio dagli studenti.
Questa proposta non ha costi aggiuntivi, gi praticabile
con le norme attuali e si potrebbe sperimentare subito
su 100 scuole.
La seconda proposta di TreeLLLe quella di una scuola
a tempo pieno (6/7 ore al
giorno), obbligatorie per i primi otto anni (poi facoltative),
per avere il tempo di istruire e
di educare anche attraverso
una rosa di opzioni extrascolastiche. Si tratta di una proposta costosa, ma strategica
se vogliamo una scuola davvero compensatrice di gravi ineguaglianze sociali (e i primi
otto anni sono davvero decisivi).
Presidente
Associazione TreeLLLe
www.treellle.org
RIPRODUZIONE RISERVATA

USA
TRUMP
PRIMO
MA SAR
BATTAGLIA
di Massimo Gaggi

Sudafrica, il lungo
cammino verso
luguaglianza
Sudafrica fa un passo

Ilindietro.
E rischia di
essere ancora un Paese
diviso per etnie. Se lo
domanda preoccupato Jeff
Rudin sul Cape Times.
Ragionare sempre in termini
di bianco e nero un
obbrobrio che alimenta odi
e rancori. Ieri quelli dei
sostenitori dellapartheid,
oggi della maggioranza di
colore che sostiene che
luguaglianza promessa da
Mandela sia un traguardo
lontano da raggiungere. Le
proteste degli studenti neri a
Johannesburg e Citt del
Capo sono un segnale
inquietante al riguardo.
Verwoerd (uno dei padri
dellapartheid) gioir nella
tomba sottolinea il Cape
Times. E con lui chi vuole un
Sudafrica lacerato per
dimostrare che il razzismo
non si pu estirpare.

a cura di Carlo Baroni

pazzato via il figlio e


fratello di presidenti,
demolita la giovane
stella della politica repubblicana con la sua
storia da american dream, il
discendente di poveri immigrati cubani che riesce ad arrivare in vetta, tocca ora a John
Kasich sfidare il rullo compressore Donald Trump. Modesta
figura di figlio dellEuropa dellEst (padre ceco, madre croata), il governatore dellOhio
non sembrerebbe avere n i
numeri n il physique du role per tentare limpresa.
La sua retorica pragmatica e
buonista da parroco di campagna, il tentativo di conquistare
gli elettori con lelenco delle
cose costruttive fatte in Ohio,
ricordano da vicino i toni predicatori che hanno contribuito
a far colare a picco la candidatura di Jeb Bush. Niente a che
vedere col linguaggio marziale
di Trump che calamita lattenzione dellAmerica arrabbiata. I
numeri, poi, dicono che Kasich
ha vinto solo uno dei 30 confronti elettorali che si sono tenuti fin qui: quello nel suo Stato. Un po poco per essere considerato un credibile candidato
alla Casa Bianca: ha racimolato
138 delegati, rispetto agli almeno 621 di Trump e ai circa 400
di Cruz. Rubio, gi uscito di
scena, ne aveva di pi: 168.
Ma i numeri dicono anche
altro: intanto Trump, che sicuramente arriver primo al traguardo delle primarie, ieri ha
mancato il colpo del ko proprio
in Ohio e quindi potrebbe non
arrivare al quorum dei 1.237
delegati che gli garantirebbe la
nomination repubblicana.
Attualmente a met strada
mentre sul fronte democratico
Hillary Clinton gi a due terzi
del percorso. Ci sono poi altri
numeri, quelli dei sondaggi
sullo scontro finale per la Casa
Bianca. Ne sono stati fatti diversi, a destra e a sinistra e tutti
danno lo stesso risultato: la ex
first lady vincerebbe nettamente contro Trump mentre
perderebbe, anche se di poco,
contro Kasich.
Ma si tratta di stime premature e i sondaggi nazionali sono poco attendibili. Baster
questo per spingere il partito
repubblicano a trasformare la
convention in una battaglia
campale col rischio che il
tycoon, persa la nomination, scateni (come ha gi minacciato ieri) proteste di piazza
e si presenti comunque come
candidato indipendente? Difficile dirlo ora. Lo speaker repubblicano alla Camera, Paul
Ryan, non ha escluso lipotesi
di una convention contestata: a chi chiede risponde con
un sibillino vedremo.
Trascinato chiss dove dalla
leadership di Trump o spaccato e costretto a rifondarsi, il
Grand Old Party sprofonda
nei suoi incubi. Cos allestablishment repubblicano, che
non ama nemmeno Cruz, non
rimane che aggrapparsi alla
zattera di Kasich, sperando che
il governatore prenda quota
nelle prossime votazioni in Stati problematici per Trump, dalla Pennsylvania allo Utah. E che
limmobiliar-populista non
riesca ad asfaltare anche lui
con la sua retorica rude, insultante ma efficace.
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

COMUNE DI FIRENZE
Ufficio Segreteria Generale
e Affari Istituzionali
Servizio Contratti e Appalti
ESTRATTO BANDO DI GARA
Il Comune di Firenze indice una procedura aperta ex D.Lgs 163/06 con oggetto: Servizi assicurativi - Polizza
All Risk Property CIG 6612408BB1.
Importo del premio a base di gara:
700.000,00. Durata: 12 mesi. Criterio
di aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa ex art. 83 D.Lgs
163/06. Termine per la ricezione delle
offerte: ore 12.00 del 24/03/2016. Il
bando stato inviato alla GUUE in data
04/03/2016 e pubblicato in GURI n.
27 del 07/03/2016. Bando di gara
pubblicato in Albo Pretorio e Rete Civica del Comune di Firenze al sito:
http://www.comune.fi.it/export/sites/
retecivica/comune_firenze/bandi/elenco_bandi.html e su SITAT al sito
https://webs.rete.toscana.it/PubbBandi/GetElencoBandi.do?pagina=1.
Firenze, 08/03/2016
La Dirigente
(Dott.ssa Carla De Ponti)
Comune di Cervia (Provincia di Ravenna)
C.F. e P.IVA 00360090393
Estratto bando di gara
Prot. n. 15616 del 04.03.16
Servizi di progettazione e realizzazione di campagne di comunicazione, attivit di ufficio stampa e
attivit di PR, integrate e finalizzate alla promozione dellimmagine unitaria del comune di Cervia
e della sua offerta turistica, nei mercati turistici
italiani e stranieri - CIG: 66091234D5. Procedura
aperta offerta economicamente pi vantaggiosa
art. 83 D.Lgs 163/2006 - Il budget massimo disponibile pari a 368.852,46 oltre IVA al 22% per
un totale di 450.000,00, di ogni altro onere per
la realizzazione del servizio, compresa la commissione di agenzia, da ripartirsi nel periodo di durata
dellappalto a partire dalla data di stipula del
contratto fino al 31/12/2018 in base a quanto di
seguito previsto: 1 anno: 150.000,00 - 2 anno:
150.000,00 - 3 anno: 150.000,00; Termine
presentazione offerte: 18.04.2016 ore 12,00.
Gara: Data 19.04.2016 ore 12,00 c/o Residenza
municipale. Quesiti esclusivamente tramite
PEC allindirizzo comune.cervia@legalmail.it c.a.
Dott.ssa Daniela Poggiali entro e non oltre il
13/04/2016. Bando integrale e documentazione
sito www.comunecervia.it. Il Responsabile del
Procedimento: D.ssa Daniela Poggiali
Il Dirigente Settore Affari Generali
Dott. Alfonso Pisacane

SEA Prime S.p.A., 20138 Milano - Viale dellAviazione, n. 65; ai sensi dellart. 225, D.Lgs.
163/2006, rende noto che lappalto per laffidamento della sostituzione dei portoni a grande
luce degli Hangar 1 e 2 (C.I.G. n. 6350133785)
stato assegnato alla Societ Aedes Aurora S.r.l.
Via De Gasperi, 278/B - 72100 Bari. Importo
complessivo di aggiudicazione: 367.243,67.
Data di aggiudicazione: 11.01.2016. Lesito integrale, cui si rimanda, stato inoltrato alla
G.U.U.E. il 24.02.2016 ed in pubblicazione
sulla G.U.R.I..
Il Responsabile del Procedimento
Ing. Carlo Murelli

ANAS S.p.A.
LItalia si fa strada
Compartimento della viabilit per lEmilia - Romagna
BANDO DI GARA BOLAV007-16 (ESTRATTO)
PROCEDURA DI GARA: Procedura aperta ai sensi del DLgs 163/2006 e del DPR
207/2010 smi. Considerata la natura delle prestazioni richieste, si precisa che
lintervento si congura come appalto misto ai sensi dellart. 14 e 15 del D.Lgs. n.
163/2006; Determinazione a contrarre ai sensi dellart. 11 comma 2 D.lgs 163/2006
del 18.02.2016 prot. n. 3973; Province: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena,
Ferrara, Bologna, Forl-Cesena, Ravenna, Rimini; Descrizione: Gara MOLAV007/16
SS.SS. TUTTE DEL COMPARTIMENTO. Lavori di O.M. 2016 Gestione ordinaria degli
impianti tecnologici ivi compresi i servizi di manutenzione; Importo lordo dei lavori:
Euro 600.000,00 a misura di cui per oneri della sicurezza Euro 30.000,00; Categoria
prevalente: OG10 classica II; Categoria di servizio: n. 1 Servizi di manutenzione
e riparazione Allegato II A D. Lgs. 163/2006 e s.m.i.; Cauzione provvisoria: Euro
12.000,00; Termine di esecuzione: giorni 360 dalla data di consegna dei lavori;
Finanziamento: Lappalto nanziato con mezzi correnti del bilancio ANAS S.p.A.;
Ai ni dellammissione alla presente procedura concorsuale gli operatori economici
dovranno presentare: ricevuta del versamento allAVCP di 70.00 (CIG che
identica la procedura: 661098663A); Termine di ricezione: entro e non oltre le ore
12,00 del giorno 12.04.2016; Richieste informazioni: Ufcio Gare Compartimento
ANAS di Bologna, tel 051.6301182.
BANDO INTEGRALE DI GARA: Il bando in corso di pubblicazione sulla Gazzetta
Ufciale della Repubblica Italiana (G.U.R.I.) ed altres disponibile in forma integrale
sul sito Internet www.stradeanas.it; RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ing.
Mario LIBERATORE.
IL DIRIGENTE AMMINISTRATIVO
Dott. Paolo VENERI
VIA BIASI, 27 - 09131 CAGLIARI
Tel. 070-52971 - Fax 070-5297268 sito internet www.stradeanas.it

------Compartimento della viabilit per lEmilia - Romagna


BANDO DI GARA BOLAV008-16 (ESTRATTO)
PROCEDURA DI GARA: Procedura aperta ai sensi del DLgs 163/2006 e del DPR
207/2010 smi. Determinazione a contrarre ai sensi dellart. 11 comma 2 D.lgs
163/2006 del 01.03.2016 prot. n. 5001; Provincia: Forl-Cesena; Descrizione: Gara
MSLAV008/16 SS.SS. 727 TANGENZIALE DI FORL, 67 TOSCO ROMAGNOLA.
Lavori di pavimentazione della Tangenziale di Forl con prolungamento sulla S.S.
67 Tosco Romagnola dal km 142+269 al km 188+200 in tratti saltuari; Importo
lordo dei lavori: Euro 706.000,00 a misura di cui per oneri della sicurezza Euro
14.000,00; Categoria prevalente: OG3 classica III; Cauzione provvisoria: Euro
14.120,00; Termine di esecuzione: giorni 60 dalla data di consegna dei lavori;
Finanziamento: Lappalto nanziato con mezzi correnti del bilancio ANAS S.p.A.;
Ai ni dellammissione alla presente procedura concorsuale gli operatori economici
dovranno presentare: ricevuta del versamento allAVCP di 70.00 (CIG che
identica la procedura: 6611830EB5); Termine di ricezione: entro e non oltre le ore
12,00 del giorno 13.04.2016; Richieste informazioni: Ufcio Gare Compartimento
ANAS di Bologna, tel 051.6301182.
BANDO INTEGRALE DI GARA: Il bando in corso di pubblicazione sulla Gazzetta
Ufciale della Repubblica Italiana (G.U.R.I.) ed altres disponibile in forma integrale
sul sito Internet www.stradeanas.it;
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ing. Mario LIBERATORE.
IL DIRIGENTE AMMINISTRATIVO
Dott. Paolo VENERI
VIA BIASI, 27 - 09131 CAGLIARI
Tel. 070-52971 - Fax 070-5297268 sito internet www.stradeanas.it

REGIONE LAZIO - AUSL FROSINONE


Via A. Fabi snc - 03100 FROSINONE - Tel. (0775) 8821
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
E indetta gara, mediante procedura aperta, per laffidamento del servizio integrato di gestione e manutenzione
delle apparecchiature biomediche in dotazione ai Presidi
Ospedalieri e Territoriali dellASL di Frosinone, per una
spesa complessiva presunta di 5.800.000,00 (cinquemilioniottocentomila/00), IVA esclusa. La procedura sar aggiudicata con i criteri stabiliti ai sensi dellart. 83 del D.Lgs.
12.04.2006 n. 163. Copia del Bando integrale e del Capitolato Speciale sono disponibili sul sito www.asl.fr.it dellAzienda. Eventuali informazioni potranno essere richieste
presso la U.O.C. Patrimonio Tecnico Immobiliare e Sistema
Informatico - Frosinone, Via A. Fabi tel. 0775/88221362141-2143. Il termine per la ricezione delle offerte fissato
per le ore 12,00 del 52 giorno dalla data di spedizione del
relativo Bando alla G.U.C.E.. Il Bando stato inviato per la
pubblicazione alla G.U.C.E. in data 08.03.2016.
IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
Dr. Luigi Macchitella

Fondazione Universitaria dellUniversit di Salerno


Avviso per estratto - CIG n. 6626802202
Ente aggiudicatore: Fondazione Universitaria dellUniversit di Salerno, via Giovanni
Paolo II n. 132 - Fisciano (Sa), tel. 089969286, Fax +39089969646. Indirizzo internet
www.fondazione.unisa.it; P.E.C.: fondazione.unisa@legalmail.it. Oggetto dellAvviso:
affidamento della gestione di n. 3 punti ristoro per i Campus di Fisciano e Baronissi dellUniversit degli Studi di Salerno. Valore a base dasta: canone mensile 5.000,00
( cinquemila/00) oltre la Imposta sul Valore Aggiunto, come per legge, soggetto solo al
rialzo. Valore totale: il valore della concessione stimabile in 1.650.000,00 ( unmilioneseicentocinquantamila/00) per il triennio. Requisiti e documentazione: come da atti di
gara (Avviso Pubblico, Disciplinare, Capitolato, e relativi allegati) disponibili sul sito internet
www.fondazione.unisa.it. Durata del servizio: triennale dalla data di stipula del contratto,
con possibilit di rinnovo per una sola volta. Termine ultimo per la ricezione delle offerte:
ore 16 del 18 aprile 2016. Data, ora e luogo di apertura: gioved 28 aprile ore 10, nellAula
5 ubicata al 1 piano della sede della Fondazione Universitaria Unisa, alla Via Giovanni
Paolo II, 132 - 84084 Fisciano (SA). Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente
pi vantaggiosa. Responsabile Unico del Procedimento: dott. Antonio Santangelo. Il
bando integrale e la modulistica di partecipazione alla procedura sono disponibili sul sito
Internet: www.fondazione.unisa.it.
Fisciano, 15 marzo 2016
F.to Il Presidente - Prof. Avv. Caterina Miraglia

Estratto avviso dasta pubblica per lalienazione di un bene immobile di propriet


dellente Opera Pia istituti Riuniti Patronato di Castello e Carlo Coletti
Si rende noto
stata indetta unasta pubblica per lalienazione della seguente unit immobiliare:
unit immobiliare urbana residenziale
sita in Venezia, San Polo 1016 censita al
NCEU Sezione di Venezia al foglio 13
mappale 594 sub 8 con ingresso esclusivo allanagrafico 1016 di Calle Galizzi
e vano scala che porta al secondo e terzo
piano. Complessivamente lunit immobiliare misura circa 140 mq di superficie
utile (270 commerciali compresi ingresso, vano scale, murature interne ed
esterne e sottotetto).
Lasta fissata per il giorno 15 aprile 2016
alle ore 14.00 presso la sede dellOPERA
PIA ISTITUTI RIUNITI PATRONATO DI CASTELLO E CARLO COLETTI S. Polo 1013
30125 VENEZIA.
Lasta sar aggiudicata con il sistema delle
offerte segrete in aumento da confrontarsi
con il prezzo a base dasta di cui all articolo 73, comma 1, lettera c), del regio decreto 23 maggio 1924 n. 827 e ss.mm..
Termine perentorio per presentazione delle
offerte: il giorno 15 aprile 2016 ore 12.00.
Lavviso integrale pu essere reperito sul
sito http://www.istitutocoletti.it nella sezione Albo Pretorio, sottosezione Avvisi.
Il responsabile del procedimento
dott. Maurizio Carlin

Esito di gara
Procedura aperta per la conclusione di un
Appalto Specifico per lerogazione del servizio
di manutenzione hardware per i Data Center
di Equitalia S.p.A. nellambito del Sistema
Dinamico di Acquisizione (SDAPA) ICT istituito
dalla Consip S.p.A. ai sensi dellart. 287,
comma 2, del DPR 207/2010 CIG 6238046667
(CPV 50312000). Valore complessivo presunto
454.900,00, oltre IVA. Durata appalto:
36 mesi. Criterio di aggiudicazione: prezzo pi
basso. Offerte ricevute: n. 11. Aggiudicatario:
ACS Service S.r.l.. Valore finale dellappalto
Euro 182.534,08, oltre IVA. Lavviso pubblicato
sulla GUUE n. S/50 del 11/03/2016, e sulla
GURI n. 31 del 16/03/2016, nonch sui siti
indicati dallart.66, comma 7 D.Lgs.163/2006.
Il Responsabile della Funzione Acquisti
Stefano Carosi

TRIBUNALE DI NAPOLI
Richiesta di dichiarazione
di morte presunta
Il Tribunale di Napoli con decreto
RG 452/2016 ordina le pubblicazioni
per la richiesta di morte presunta di
CAVAGNUOLO BENEDETTO nato
a Casaluce il 15.12.1923 con ultima
residenza in Napoli, alla via Boezio
30, scomparso dal 07.01.2006, con
linvito previsto dallart. 727 c.p.c..
Napoli, 22.02.2016
Avv. Davide Vivenzio
CONFSERVIZI CISPEL LOMBARDIA
ESTRATTO DI AGGIUDICAZIONE
Confservizi Cispel Lombardia rende noto lesito della gara
a procedura aperta per la fornitura biennale di farmaci, parafarmaci e servizi connessi alle Aziende e societ a partecipazione pubblica associate. La gara era articolata su tre
Lotti. Il Lotto 1 stato aggiudicato allATI composta da
Unico la Farmacia dei Farmacisti SpA mandataria con: La
Farmaceutica SpA e Unifarma Distribuzione SpA mandanti.
Valore finale dellappalto: 37.216.810,00 euro; pervenute
n. 3 offerte. I Lotti 2 e 3 sono stati aggiudicati entrambi
allATI composta da Comifar Distribuzione SpA mandataria
con: Alliance Healthcare Italia Distribuzione SpA, CEF Cooperativa Esercenti Farmacia Scrl e CTF Group Scrl mandanti. Valore finale degli appalti: 39.915.523,00 euro per il
Lotto 2 e 38.512.634,00 euro per il Lotto 3; sono pervenute 2 offerte per ogni Lotto. Lesito stato pubblicato
sulla GURI V serie speciale n. 29 del 11/03/2016.
Il Responsabile Unico del Procedimento
Giuliano Masina

Per la pubblicit
legale e finanziaria
rivolgersi a:

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE


E DEI TRASPORTI
PROVVEDITORATO INTERREGIONALE
PER LE OPERE PUBBLICHE
CAMPANIA, MOLISE, PUGLIA e BASILICATA
SEDE CENTRALE NAPOLI
Via Marchese Campodisola n. 21
Tel. 081/5692111 - Fax 081/5519234/422
oopp.campaniamolise-uff1@pec.mit.gov.it
Ente delegato dalla Regione Campania
SEZIONE I: Amministrazione aggiudicatrice 1.1) Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Provveditorato Interregionale per le Opere
Pubbliche Campania, Molise, Puglia e Basilicata - Sede Centrale
di Napoli - via Marchese Campodisola n. 21 80122 Napoli.
Tel. 081/5692111 - Fax 081/5519234/422 posta elettronica: oopp.campaniamolise-uff1@pec.mit.gov.it http://www.provveditorato-ooppcampaniamolise.it. SEZIONE II - Oggetto dellappalto II.1.1) Descrizione:
Affidamento della progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di
riqualificazione dellex cava DAgostino. 1 Lotto - Stralcio funzionale,
in localit Brignano nel Comune di Salerno. CUP D56D12000330002
CIG 6609850CC3. II.1.2) Luogo di esecuzione: Comune di Salerno;
II.2) Quantitativo o entit dell'appalto: II.2.1) Importo complessivo dellintervento: 7.158.651,31. SEZIONE IV: Procedura IV.1.1) Tipo di
procedura: Procedura aperta - IV.2.1) Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente pi vantaggiosa ai sensi dellart. 83 del d.L.gvo
n. 163/2006 e s.m.i.; IV. 3.4) Termine ricezione offerte giorno
10.05.2016 ore 12,00 IV.3.8) Apertura delle offerte giorno
17.05.2016 ore 10,00. SEZIONE V: Altre informazioni: riportate nel
disciplinare di gara, parte integrante del presente bando. Il bando di
gara stato inviato alla GUUE in data 07.03.2016 e pubblicato sulla
GURI n. 29 del 11/03/2016. Il bando ed il disciplinare di gara, sono disponibili sul sito: http://www.provveditorato-ooppcampaniamolise.it.
Il Provveditore - Dott. Ing. Vittorio Rapisarda Federico
TRIBUNALE DI ROMA
Fallimento n. 629/2011
In esercizio provvisorio ex art. 104 L.F.
AVVISO DI VENDITA DI AZIENDA E DEL COMPLESSO AZIENDALE
Il sottoscritto Dott. Andrea DOvidio, curatore del fallimento in epigrafe, rende noto che, a seguito di
apposita autorizzazione degli Organi della Procedura, intende cedere il complesso aziendale svolgente
attivit di torrefazione e commercio di caff, completo di beni immobili (parte in leasing), macchinari,
attrezzature e mobili per ufficio, nonch di eventuali marchi, insegne e denominazioni che contraddistinguono lattivit stessa oltre ai contratti di somministrazione e non attualmente in corso di esecuzione e di tutto il personale dipendente in forza al momento della cessione.
Il tutto meglio descritto nella perizia di stima depositata agli atti della Procedura nonch nellinventario
predisposto dal Cancelliere e altra documentazione eventualmente visionabile presso gli uffici
della societ e nel disciplinare di vendita, a disposizione di coloro i quali manifesteranno interesse,
presso lo studio del Curatore Dott. Andrea DOvidio Via Giuseppe Mercalli, 80 - 00197 Roma
Tel. 0680693837 Fax 0680692297 email: a.dovidio@adopartners.it o, previo appuntamento, presso la
sede della societ.
La procedura di vendita si svolger mediante un esperimento di gara regolato nel disciplinare di
vendita consultabile presso il Curatore, sul sito www.astegiudiziarie.it o sul sito della procedura
www.fallcoweb.it/espressaroma, che si terr davanti al Giudice Delegato il giorno 18 maggio 2016 alle
ore 12,00. Termine per la presentazione delle offerte presso la cancelleria del Giudice Delegato il giorno
17 maggio 2016 negli orari di apertura della cancelleria.
Il prezzo base ribassato fissato per la vendita del complesso aziendale di 13.012.600,00 (tredicimilionidodicimilaseicento/00) cos come dettagliatamente precisato nel disciplinare di vendita. Ciascuna offerta dovr essere accompagnata, a pena di inammissibilit, da un deposito cauzionale pari
al 10% del prezzo base, da imputarsi a titolo di cauzione, costituito da assegno circolare intestato alla
Procedura ovvero da ricevuta di bonifico bancario effettuato a credito della Procedura sul conto corrente ad essa intestato.
Nel caso di deposito di pi offerte valide la gara sar effettuata, immediatamente dopo lapertura
delle buste, tra coloro i quali avranno presentato lofferta e il prezzo base sar quello pi alto tra i prezzi
offerti.
Il complesso aziendale potr esser visionato previa domanda da inviarsi al Curatore in forma scritta e
potr avere luogo anche alla presenza di un delegato del Curatore stesso. Con riferimento allimmobile
si precisa che trattandosi di immobile industriale non soggetto a rilascio di certificazione energetica.
Il presente avviso non costituisce offerta al pubblico ex art. 1336 c.c. n sollecitazione del pubblico risparmio. Esso inoltre non comporta per la Procedura fallimentare e per i suoi Organi alcun obbligo od
impegno di alienazione nei confronti degli eventuali offerenti sino al momento del completamento della
procedura di comunicazione dellaggiudicazione e per questi ultimi alcun diritto a qualsivoglia rimborso,
indennizzo o prestazione.
Il Curatore

Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano


Tel. 02 2584 6665
Fax 02 2588 6114

Via Campania, 59 C - 00187 Roma


Tel. 06 6882 8650
Fax 06 6882 8682

RCS MediaGroup S.p.A.


Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

31

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

Economia

40

Il Brent al barile
dollari
La notizia di un vertice a 15, convocato a Doha
il mese prossimo per congelare la produzione,
ha fatto volare le quotazioni del petrolio. Il
Brent ha chiuso a 40,33 dollari al barile (+4%)

Yellen frena sui rialzi dei tassi


Wall Street ai massimi del 2016

Indice delle Borse

Dati di New York aggiornati alle ore 20:00


FTSE MIB
18.731,75 -0,18%
Dow Jones
17.363,43
0,65%
Nasdaq
4.394,74
0,63%
S&P 500
2.023,67
0,38%
Londra
6.175,49
0,58%
Francoforte
9.983,41
0,50%
Parigi (Cac 40)
Madrid
Tokyo (Nikkei)

4.463,00
8.962,80
16.974,45

-0,22%
-0,28%
-0,83%

La Federal Reserve taglia le stime di crescita. Il Dow Jones sale dello 0,43%

Cambi
1 euro
1 euro
1 euro
1 euro
Titolo

1,1064
125,6800
0,7873
1,0960

dollari
yen
sterline
fr.sv.

Titoli di Stato

-0,41%
0,26%
0,47%
0,05%

Ced.

Quot. Rend.eff.
16-03 netto%

Btp 15-15/05/18 0,250%

100,54-0,03

Btp 14-15/12/21

2,150%

108,85 0,32

Btp 99-01/05/31 6,000%

153,67 1,33

Btp 16-01/03/47

2,700%

103,47 2,22

SPREAD BUND / BTP 10 anni:

102p.b.

La Lente
di Rita Querz

Due settimane
per decidere
il futuro
di Confindustria

iforma della
contrattazione da
una parte.
Rinnovamento e
semplificazione interna
dallaltra. Sono questi i
punti pi attesi dei
programmi dei candidati
alla presidenza di
Confindustria, Vincenzo
Boccia e Alberto Vacchi. Gli
obiettivi per il prossimo
mandato saranno
presentati oggi al consiglio
generale. Da qui al 31
marzo giorno delle voto
che decider il nuovo
presidente mancano solo
14 giorni. Tra i candidati
testa a testa. I giochi non
sono fatti. Almeno non
tutti. Non resta ora che
sperare in programmi che
entrino davvero nel merito
delle questioni. Anche da
qui passa il percorso di
rinnovamento
dellassociazione.

Decisione

La Fed ha
lasciato
invariato il
costo del
denaro fra lo
0,25% e lo
0,50%. Gli
sviluppi a livello
internazionale
spiegato
nel comunicato
della Fed
continuano a
porre rischi
alleconomia
americana
Il direttivo
della Federal
Reserve
prevede che
le condizioni
economiche si
evolveranno in
maniera tale da
consentire solo
aumenti
graduali dei
tassi che
rimarranno
probabilmente,
per un po di
tempo, al di
sotto dei livelli
che previsto
prevalgano nel
lungo
termine. La
Fed spiega che
levoluzione dei
tassi dipender
dai nuovi dati
macroeconomici in arrivo

RIPRODUZIONE RISERVATA

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE


NEW YORK Troppa incertezza:
per adesso stiamo fermi. La Federal Reserve mantiene il tasso
di riferimento allo 0,5% , assorbendo il contraccolpo della
manovra livello zero varata
dal governatore della Bce, Mario Draghi, la scorsa settimana.
Wall Street approva: la Borsa
raggiunge i massimi del 2016.
La presidente della Fed, Janet
Yellen, riunita ieri con il Federal open market committee,
lorganismo che manovra la
politica monetaria, spiega in
conferenza stampa: Abbiamo
preferito rimanere cauti perch pi facile reagire a una
sorpresa al rialzo nella crescita
che a una flessione inattesa.

il 2016. Marzo sembrava la prima scadenza. Non stato cos:


la presidente ha spiegato per
quali motivi e poi ha chiarito
che anche la tabella di marcia
va adeguata. Gli interventi sui
tassi saranno solo due nel corso dellanno, anzich i quattro
programmati finora. Secondo
gli operatori il momento cadr
a giugno, con un livello di asse-

stamento del tasso allo 0,8%


entro la fine dellanno. Ma la
stessa Yellen non ha escluso
che si possa anticipare ad aprile, la prossima riunione aperta, ha sottolineato la leader
della Fed, a qualsiasi esito.
Lanalisi affidata anche al
documento ufficiale rilasciato
allora di pranzo, dopo due
giorni di discussioni del Comi-

Dal 2020 Lannuncio del ministro Osborne

Ai minimi
Il tasso stato rialzato
allo 0,5% lo scorso
dicembre dopo nove
anni di tagli fino a zero
Secondo la numero uno della
banca centrale politica monetaria di Washington la crescita globale procede un po al di
sotto delle aspettative. Il rallentamento della Cina non ha
colto di sorpresa, mentre la
frenata dellEuropa non era
stata del tutto prevista. Questo spiega la naturale divergenza tra le strategie monetaria adottate dallEurozona e
quella degli Stati Uniti.
Ci sono, per, anche elementi positivi. I prezzi del
greggio, osserva Yellen, sembrano essersi stabilizzati e offrono un maggior potere dacquisto ai consumatori. Il 16
dicembre scorso, dopo nove
anni di denaro praticamente a
costo zero, la Fed aveva rimesso in moto la catena, alzando il
saggio fino allo 0,5%. Nello
stesso tempo Yellen aveva indicato un percorso di incrementi
graduali, da distribuire lungo

Londra, le tasse sulle imprese scendono al 17%


Nella valigetta rossa dei conti britannici (budget box) con la quale ieri
mattina ha lasciato la sua residenza, c una sorpresa per le imprese
britanniche. Non solo tagli al welfare e alla spesa pubblica: fra le tante misure
annunciate in Parlamento a Westminster dal cancelliere dello scacchiere
britannico, George Osborne, c anche il calo della Corporate tax, la tassa
sulle imprese che sar portata al 17% entro il 2020, dallattuale 20%.
RIPRODUZIONE RISERVATA

tato. La Fed ritiene che le recenti turbolenze dei mercati finanziari non abbiano danneggiato i fondamentali dellecon o m i a re a l e . L a c re s c i t a
continua anche se con un ritmo moderato. Gli esperti della Federal Reserve abbassano
le stime sul pil, il prodotto interno lordo. La crescita attesa
per il 2016 era del 2,4%, ora
del 2,2%, mentre per il 2017
scende dal 2,2% al 2,1%. A differenza di Draghi, Yellen non
afflitta dal pericolo deflazione.
La Fed si muove su uno scenario diverso. I consumi interni
dovrebbero dare un po di slancio alla domanda, e comunque
il livello dei prezzi, nellultimo
anno, aumentato dell1,7%. La
disoccupazione continua a
scendere, segno che le aziende
stanno assumendo. Il tasso dei
senza lavoro, oggi al 4,9%, dovrebbe scendere fino al 4,5%
alla fine del 2018 .
La dinamica positiva accompagnata dalla tenuta delle
esportazioni: un motivo in pi
per non rialzare i tassi di interesse proprio ora. Nella debolezza generale sul mercato valutario mondiale, con la Cina
in pieno rallentamento, il Brasile e altri Paesi emergenti in
difficolt, lattrazione del dollaro diventerebbe irresistibile.
Il rafforzamento della valuta
americana penalizzerebbe soprattutto le esportazioni di beni di largo consumo made in
Usa che gi ora competono al
margine sui prezzi.
Ma Yellen riconosce che c
un fattore chiave inspiegabile. Poco o tanto che leconomia cresce, ma i salari sono
fermi. Perch? Le aziende sanno che ci sono tante persone
che cercano un impiego, osserva la presidente della Fed, e
quindi non aumentano paghe
e stipendi. E una delle questioni chiave della campagna elettorale. Dalla moneta, alla politica.
Giuseppe Sarcina
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bpm, mossa a sorpresa di Bonomi per tornare a Piazza Meda


Il patron di Investindustrial punterebbe alla presidenza. Sempre pi difficile la fusione con il Banco
Colpo di scena nella
partita per la fusione tra Bpm e
Banco Popolare. Andrea Bonomi, presidente della popolare
milanese dal 2011 al 2014 e patron di Investindustrial, a sorpresa ha deciso di sparigliare il
tavolo entrando nella partita.
Ha iniziato la manovra di avvicinamento, come ha rivelato Libero, sondando gli stakeholder di Bpm a partire dai sindacati. E i riscontri sarebbero stati
positivi.
Bonomi potrebbe essere il
capolista dunque candidato
per la presidenza del consiglio
di sorveglianza (al posto di Dino Piero Giarda) allassemblea
del 30 aprile di un listone
MILANO

Chi

Andrea
Bonomi, 50
anni, guida il
fondo di
private equity
Investindustrial
E stato
presidente
della Bpm dal
2011 al 2014

unico dei sindacati interni di


Bpm, delle sigle sindacali nazionali e anche dei soci-pensionati. E potrebbero farne parte
alla fine anche i soci non-dipendenti guidati da Piero Lonardi. La decisione sar presa
nei prossimi giorni: le liste vanno presentate entro il 4 aprile.
In assemblea si voter solo per
il rinnovo del consiglio di sor-

Il ruolo dei sindacati


Il finanziere avrebbe
lappoggio dei sindacati
interni di Bpm e delle
sigle nazionali dei bancari

veglianza, perch il consiglio di


gestione guidato da Giuseppe
Castagna che nominato dal
board alto scade il prossimo anno.
Lavvicinamento tra Bonomi
e i sindacati che fino a fine anno
gestiranno ancora lassemblea
di Bpm con il voto capitario da
un lato un segno dei nuovi
equilibri che si stanno creando
dentro la banca; dallaltro, il riflesso della situazione di incertezza sul fronte del progetto di
fusione con il Banco Popolare.
Loperazione, cui Castagna e
il ceo della popolare veronese
Pier Francesco Saviotti lavorano
da oltre due mesi, sembra finita
ormai su un binario morto, vi-

3,15
miliardi di euro
Il valore di
Popolare di
Milano

-3,2
per cento La
perdita ieri in
Borsa di Banco
Popolare

sta la difficolt a superare le


perplessit della Bce su governance, spa autonoma e soprattutto la riduzione in tempi rapidi dei crediti deteriorati (circa 8
miliardi di sofferenze): la Bce
preferirebbe un aumento di capitale mentre Bpm e Banco
hanno presentato un piano per
smaltirli con gli utili prodotti.
Da Bce non sono ancora arrivati
nuovi segnali ma proprio la
mancanza di indicazioni (n di
ulteriori richieste di adeguamento del piano) fa tendere i
protagonisti della partita verso
il pessimismo. Maggiori informazioni sullesito dellinterlocuzione con Francoforte si potrebbero avere gi sabato, allas-

semblea del Banco.


Il ritorno di Bonomi in Bpm
fa mutare lo scenario. Il patron
di Investindustrial sembrerebbe mosso dallidea di rendere la
banca ancora pi forte e creare
le condizioni perch sia polo
aggregante (predatore e non
preda, diceva ieri una fonte a
conoscenza della questione).
C chi sostiene che potrebbe
puntare a Carige, ma chi conosce la vicenda tende a escluderlo. Non si sa ancora quante
azioni Bpm Bonomi punti a rilevare. Ma certo i target sul mercato non mancano.
Federico De Rosa
Fabrizio Massaro
RIPRODUZIONE RISERVATA

32

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

ECONOMIA

Editoria
Sgravi sugli investimenti
Le proposte delle associazioni
della Filiera della carta

nel 2016 e nei tre anni successivi su quotidiani e periodici, anche online. Per
avere accesso bisogna realizzare investimenti almeno pari a quelli dellanno
precedente e pu essere premiato con detassazione superiore chi spende in
pubblicit cifre maggiori rispetto al passato. Anche per la lettura gli indici sono
in calo: dal 2010 al 2015 i lettori di almeno un libro non scolastico lanno sono
scesi i dal 46,8% al 40%, e quelli abituali di quotidiani sono diminuiti dal 2013
dal 40,6% della popolazione al 35,3%. Viene proposta una detrazione dalle
imposte sul reddito delle persone fisiche per gli acquisti di libri, quotidiani e
periodici in formato cartaceo o digitale del 19% dellimporto speso nellanno.

Sgravi fiscali per gli investimenti pubblicitari sulla stampa e per acquisti di
quotidiani, periodici e libri. Sono le proposte presentate dalle associazioni
della Filiera della carta, editoria, stampa e trasformazione (Acimga, Aie, Argi,
Asig, Assocarta, Assografici e Fieg) nel corso dellincontro pubblico Pi
lettura, pi comunicazione, svoltosi a Roma. Dal 2007 al 2015 gli
investimenti pubblicitari sono diminuiti del 32,4% e sulla stampa il calo
stato del 61,5%,. Nel 2015 c stata una ripresa dello 0,7% per la tv ma
unulteriore flessione del 6,6% per i quotidiani. Le associazioni della Filiera
propongono di escludere dallimposizione del reddito di impresa e lavoro
autonomo una quota degli investimenti in campagne pubblicitarie effettuate

RIPRODUZIONE RISERVATAA

Ecco la classifica della sanit privata

Mediobanca: lHumanitas di Rocca primo per redditivit, al gruppo San Donato la leadership dei ricavi
Il podio
Per lo studio
di R&SMediobanca il
Gruppo San
Donato il
primo tra i
conglomerati
ospedalieri
privati italiani
per fatturato. Al
secondo posto
c Humanitas,
al terzo Gvm

Se gestita con criteri di efficienza, anche la sanit


unindustria che pu rendere. Lo si ricava dal rapporto
R&S-Mediobanca che analizza
i dati dei primi 10 gruppi ospedialieri privati italiani, che realizzano 3,9 miliardi di ricavi
aggregati e contano su 28.940
dipendenti. Cos il gruppo Humanitas della famiglia Rocca
il primo in Italia per performance economiche con un risultato netto cumulato nel periodo 2010-2014 pari a 149,7
milioni e dividendi distribuiti
per 53,6 milioni. Leader per
fatturato della sanit privata,

con un fatturato di 1,4 miliardi, invece il gruppo San Donato, che fa capo a Papiniano,
holding della famiglia Rotelli e
che ha realizzato utili complessivi nel quinquennio pari
a 27,6 milioni, nonostante la
perdita di 53 milioni del 2012
in relazione allacquisto del
San Raffaele. Dispongono poi
della struttura finanziaria pi
solida, con debiti assenti, Humanitas e Ieo-Istituto europeo
di oncologia (che ha come soci
principali Mediobanca, UnipolSai e Unicredit).
Dal rapporto emerge inoltre
che in calo la quota di fattu-

I dieci maggiori gruppi ospedalieri privati italiani


FATTURATO

La classifica

TOTALE ATTIVO

Dipendenti
(numero)

(milioni di euro)

Gruppo San Donato (Papiniano)


Humanitas
GVM
KOS
IEO-Istituto Europeo di Oncologia
Servisan
MultiMedica
GIOMI-Fingemi
Eurosanit
Raffaele Garofalo & C. (nel 2013)
Totale

rato che riguarda le prestazioni in convenzione con il Servizio sanitario nazionale: per
San Donato la percentuale di
ricavi per conto delle Asl scesa fra il 2010 e il 2014 dall83,3
al 76,9%, mentre per Humanitas passata dal 77,4 al 70,6%.
Molto pi bassa la quota per
Ieo, scesa dal 20,2 al 17,7%. Il
pubblico, soprattutto in Lombardia, pagatore sollecito: 63
giorni per il gruppo dei Rotelli, 98 per i Rocca. I fornitori
vengono pagati con tempi pi
lunghi.
Sergio Bocconi

(dati 2014)

1.387
548
462
392
260
211
201
159
156
96

230
350
213
347
147
143

9.823
2.811
2.554
4.708
1.814
1.865
1.897
1.735
1.015
718

3.872

4.962

28.940

1.606
445
850
631

Fonte: R&S-Mediobanca

dArco

RIPRODUZIONE RISERVATA

Rcs MediaGroup

Costa: sul piano triennale


il management lavora bene
e i mercati lo apprezzano

DENOMINAZIONE

CODICE ISIN

VALUTA
EMISSIONE

TAGLIO
MINIMO

SCADENZA

CEDOLA ANNUA LORDA


1 E 2 ANNO (1)

CEDOLA ANNUA VARIABILE


LORDA DAL 3 ANNO (1)

OBBLIGAZIONE BANCA IMI


COLLEZIONE TASSO MISTO
DOLLARO USA SERIE III

XS1341083639

USD

2.000

26/01/2023

4,50%

Libor USD
3 mesi + 1,00%

OBBLIGAZIONE BANCA IMI


COLLEZIONE TASSO MISTO
EURO SERIE I

XS1341083555

EUR

1.000

26/01/2026

3,10%

Euribor
3 mesi + 0,75%

Credo che il management stia lavorando


molto bene. Poi saranno i risultati a parlare.
Non dimentichiamo che un piano triennale
che il consiglio monitorer passo dopo passo.
Si sta procedendo bene sul track record e sul
percorso immaginato. Cos ha risposto Maurizio Costa, presidente di Rcs MediaGroup, interpellato dai cronisti al termine del consiglio di
Mediobanca a proposito dei rilievi di Urbano
Cairo, azionista del gruppo editoriale con il
4,6%, sui tempi di attuazione del piano strategico. Cairo esterna, ha proseguito Costa, devo
dire che abbiamo approvato un piano il 21 dicembre con un coinvolgimento del consiglio e
unapprovazione allunanimit. Poi c stata la
presentazione ai mercati, che hanno reagito bene, e da met gennaio iniziata lattivit operativa. Quindi sono due mesi che il management sta lavorando sul piano. Il lavoro fatto,
che in parte gi visibile attraverso le iniziative
prese e in parte lo diventer piu avanti, molto
intenso. Si tratta di interventi sia sul prodotto sia su processi di razionalizzazione e sui costi. Costa ha poi detto sui rumor di integrazione Corriere-Sole 24 Ore: Che io sappia non c
niente sul tavolo. E a chi gli ha chiesto se ritenesse destabilizzante luscita di Fca da Rcs, ha
risposto: No, non la penso cos. Infine, a proposito delloperazione Itedi-Espresso, ha rilevato: Credo sia difficile prevedere se ci saranno
altre concentrazioni nelleditoria in Italia.
S. Bo.

Maurizio Costa,
presidente del
gruppo Rcs
MediaGroup

RIPRODUZIONE RISERVATA

(1) La tassazione vigente al momento dellemissione pari al 26%.

I conti

Sole 24 Ore: fatturato a 325 milioni


Il margine operativo torna positivo
MILANO Con un margine operativo lordo che

MESSAGGIO PUBBLICITARIO. Il presente annuncio un messaggio pubblicitario con finalit promozionale e non costituisce offerta o sollecitazione allinvestimento nelle
obbligazioni Collezione Tasso Misto Dollaro USA serie III e Collezione Tasso Misto Euro serie I (leObbligazioni) n consulenza finanziaria o raccomandazione dinvestimento.
Prima di procedere allacquisto delle Obbligazioni leggere attentamente (i) il Prospetto di Base relativo allEuro Medium Term Note Programme approvato dalla Central Bank of
Ireland (lAutorit Competente) ai sensi della Direttiva 2003/71/CE e notificato ai sensi di legge alla CONSOB in data 17 luglio 2015, come modificato dai supplementi approvati
dallAutorit Competente e notificati ai sensi di legge alla CONSOB rispettivamente in data 9 ottobre 2015 e 22 gennaio 2016, (il prospetto di base come modificato dai supplementi
il Prospetto di Base); (ii) la nota di sintesi inserita allinterno del Prospetto di Base e la relativa traduzione in italiano (la Nota di Sintesi); e (iii) i Final Terms con in allegato
la nota di sintesi della singola emissione e la relativa traduzione in italiano (i Final Terms e la nota di sintesi della singola emissione, rispettivamente, le Condizioni Definitive e
la Nota di Sintesi della Singola Emissione), con particolare riguardo ai costi e ai fattori di rischio, nonch ogni altra documentazione messa a disposizione degli investitori ai
sensi della vigente normativa applicabile. Il Prospetto di Base, la Nota di Sintesi e le Condizioni Definitive con in allegato la Nota di Sintesi della Singola Emissione sono disponibili sul sito
internet www.bancaimi.prodottiequotazioni.com e presso la sede di Banca IMI S.p.A. in Largo Mattioli 3 Milano. Le Obbligazioni non sono un investimento adatto a tutti gli investitori. Prima di
procedere allacquisto necessario comprenderne le caratteristiche, tutti i fattori di rischio riportati nellomonima sezione del Prospetto di Base e nella Nota di Sintesi della Singola Emissione e
i relativi costi per valutare, anche attraverso i propri consulenti fiscali, legali e finanziari la coerenza del prodotto al proprio profilo di rischio e al proprio obiettivo di investimento. Le Obbligazioni
non sono assistite dalla garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Nel caso in cui lemittente sia inadempiente o soggetto ad insolvenza, o soggetto a risoluzione o ad altra procedura
ai sensi della direttiva 2014/59/UE (c.d. Banking Resolution and Recovery Directive o BRRD) e delle relative norme di implementazione in Italia, linvestitore potrebbe perdere in tutto o
in parte il proprio investimento. Le Obbligazioni non sono state n saranno registrate ai sensi del Securities Act del 1933, e successive modifiche, (il Securities Act ) vigente negli Stati Uniti
dAmerica n ai sensi delle corrispondenti normative in vigore in Canada, Giappone, Australia o in qualunque altro paese nel quale lofferta, linvito ad offrire o lattivit promozionale relativa
alle obbligazioni non siano consentiti in assenza di esenzione o autorizzazione da parte delle autorit competenti (gli Altri Paesi) e non potranno conseguentemente essere offerte, vendute
o comunque consegnate, direttamente o indirettamente, negli Stati Uniti dAmerica, in Canada, in Giappone, in Australia o negli Altri Paesi.

Vertici
Donatella Treu,
amministratore
delegato
del Sole 24 Ore

torna positivo per 0,9 milioni di euro (era a


-10,7), il Gruppo Sole 24 Ore ha registrato nel
2015 ricavi pari a 325 milioni (+4%).
Crescono anche i ricavi digitali da contenuto
informativo (+8,2%), come pure in crescita
risultata la raccolta pubblicitaria (+11,2%). I
ricavi digitali complessivi del Gruppo 24 Ore,
inoltre, ammontano a 106,7 milioni e sono pari
al 32,8% del totale dei ricavi (erano pari al
30,7% nel 2014) in incremento dell11,2%
rispetto al 2014. Il risultato netto, negativo per
24 milioni di euro, si confronta con un -9,8
milioni del 2014 che beneficiava della
plusvalenza netta realizzata dalla vendita
dellarea Software pari a 20 milioni. Soddisfatti
sia il presidente Benito Benedini (I ricavi
hanno consentito di non bruciare pi cassa)
che lamministratore delegato del gruppo
Donatella Treu.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

ECONOMIA

33
#

Costruzioni

Salini Impregilo nel 2015 ha realizzato ricavi per 4,7 miliardi


di euro, pi 11,7%, e un utile netto di gruppo a 60,6 milioni.
Lutile in calo rispetto ai 93,8 milioni del 2014 ma in
quellanno il valore includeva un utile da attivit operative
cessate per 30,6 milioni (principalmente legato alla vendita di
Fisia Babcock, societ operativa nel trattamento fumi e nel
waste to energy). Lindebitamento netto di 26,8 milioni
rispetto ai 62,5 di fine 2014. Invariato il dividendo: 0,04 euro
per azione ordinaria. Agli azionisti di risparmio andr un
dividendo pari a 0,26 euro . A fine 2015 il portafoglio ordini

Salini-Impregilo, i ricavi salgono


dell11% a 4,7 miliardi
Laccelerazione negli Stati Uniti

Opa Ansaldo-Hitachi,
inchiesta per aggiotaggio
Perquisizioni nelle societ
Un patto occulto taciuto alla Consob tra Finmeccanica e Hitachi, un accordo
per sovrastimare il valore della
malmessa Ansaldo Breda e
sottostimare quello del gioiello Ansaldo Sts per contenere
lesborso finale di Hitachi, la
cessione di Ansaldo Sts ai
giapponesi stabilita evidentemente soltanto alla condizione di accollarsi anche il
ramo dazienda Ansaldo Breda: scenari suggeriti non solo
dalla delibera Consob che il 3
febbraio ha imposto il rialzo
del prezzo dellopa di Hitachi
su Ansaldo Sts, ma anche da
conversazioni intercettate
nelle quali numerose persone
interessate a vario titolo allopa
sarebbero in possesso di documentazione utile allindagine. Sono questi gli elementi
abbozzati nei decreti della
Procura di Milano autorizzati-

La vicenda
Hitachi ha
rilevato a fine
2015 il 40% di
Ansaldo Sts da
Finmeccanica
per circa 800
milioni di euro
e ha lanciato
lopa
obbligatoria sul
restante 60%.
I fondi Amber e
Bluebell hanno
contestato il
prezzo
dofferta
chiedendo un
ritocco verso
lalto

I Soci di Ansaldo Sts


Hitachi*

40,06%
Elliott Int. (Paul Singer)

15,66%
Ubs

5,32%
Old Mutual Plc

2,97%
Amber Capital

2,38%
*In Opa ha ottenuto adesioni pari
a un ulteriore 6,4% del capitale
Fonte: dati societari

dArco

vi ieri delle perquisizioni GdF


negli uffici di Roma, Genova,
Napoli e Milano di Ansaldo
Sts, di Hitachi e anche di
Finmeccanica, volte sia ad acquisire carte sia (con il richiamo procedurale ai casi e forme delle ispezioni regolati
dallarticolo 244) a estrarre copia di computer e telefonini di
alcuni dei (non indagati) manager delle aziende, compreso
lamministratore delegato di
Finmeccanica, Mauro Moretti.
Linchiesta, allo stato contro ignoti per aggiotaggio e
ostacolo allautorit di vigilanza, nasce dallesposto del fondo azionista di minoranza
Bluebell sullipotesi di una intesa fra il gigante italiano della
difesa e il gruppo giapponese
nella cessione a questultimo
del 40% di Ansaldo Sts (con
conseguente poi lancio dellopa obbligatoria sul restante

RIPRODUZIONE RISERVATA

La fusione

La Procura di Milano: patto occulto. Manager intercettati


MILANO

totale risultato pari a 33,3 miliardi. Con lesercizio 2015 la


nostra societ ha confermato la capacit di cogliere gli
obiettivi di crescita, marginalit e solidit finanziaria,
sapendosi adattare ad un contesto globale dalla complessit
in continua evoluzione, valuta lamministratore delegato
Pietro Salini (foto). Allestero intendiamo orientarci verso le
aree pi profittevoli ha spiegato inoltre Salini . Negli Usa
intendiamo cogliere le opportunit che ci offre un mercato in
rapido sviluppo.

9,68
euro per azione
Il prezzo
proposto da
Hitachi ai soci
di Ansaldo Sts
nellOpa chiusa
il 15 marzo con
il 6% del
capitale di
adesioni. Il
prezzo stato
alzato dai 9,50
euro originari.
La Consob ha
considerato
congruo un
prezzo di 9,89
euro

60% al prezzo di 9,50 euro per


azione), in parallelo per alla
vendita sempre ai giapponesi
pure di Ansaldo Breda.
Per Finmeccanica e Hitachi
(che ieri ha ribadito la volont di collaborare con gli inquirenti) le cessioni di Ansaldo
Sts e di Ansaldo Breda sono
state due operazioni indipendenti luna dallaltra, e non un
pacchetto unico. Ma il 3 febbraio Consob, ordinando il
rialzo del prezzo dellopa di Hitachi da 9,50 a 9,899 euro per
azione di Ansaldo Sts, ha in effetti ritenuto di ravvisare
lesistenza di una collusione
fra Hitachi e Finmeccanica.
Laltro ieri lopa si conclusa, e
ieri si sono simultaneamente
prodotti tre eventi. Il Tar del
Lazio ha confermato a Hitachi
la sospensiva della delibera
Consob (udienza di merito il
17 maggio); Finmeccanica, insieme al balzo degli utili, ha
annunciato che cambier nome in Leonardo; e la Procura
di Milano, la cui procedura di
nomina del futuro dirigente
vivr luned al Csm unaltra
tappa con laudizione di tutti i
magistrati candidati, ha mandato il Nucleo Valutario della
GdF a perquisire le tre aziende
al centro degli accertamenti.
Luigi Ferrarella
lferrarella@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

E Finmeccanica vara il nuovo marchio


La one company si chiamer Leonardo
Utili in crescita a 527 milioni. Il board rimanda lo stacco della cedola
Il modello one company ormai diventato realt,
con un nuovo sistema di governance articolato in quattro
settori e sette divisioni, superando il precedente modello
della holding a capo di societ
controllate. Ora anche il restyling del nome che dal primo gennaio 2017 se lassemblea dei soci si esprimer
in tal senso diventer Leonardo rievocando lestro dello scienziato italiano di epoca
rinascimentale.
Nel giorno delle
perquisizioni
della Guardia di
Finanza in Piazza Monte Grappa per la vendita del 40% dellex controllata
Ansaldo Sts ai giapponesi di
Hitachi il consiglio di amministrazione di Finmeccanica ha
approvato i risultati del 2015.
Esercizio chiuso con un utile
netto di 527 milioni di euro,
grazie anche alla cessione del
ramo trasporti (proprio Sts,
ma anche Ansaldo Breda e Menarinibus, questultima in realt ancora in carico con una
partecipazione di minoranza).
Cessione che ha comportato
anche una riduzione netta dellorganico di 7 mila dipendenti
(da 54 mila circa agli attuali 47
mila). I profitti sono 26 volte
superiori a quelli del 2014, anno archiviato con un utile di 20
milioni. Il fatturato cresce dell1,8% a 12,99 miliardi con un
margine operativo lordo in aumento del 18,9% a 1,86 miliardi
di euro.

MILANO

La scelta
Il board di
Finmeccanica
ha deliberato
proporre
allassemblea
degli Azionisti
la modifica
della
denominazione
sociale in
Leonardo

La societ
punta ad
adottare la
nuova
denominazione
in esclusiva dal
primo gennaio
2017. Per un
periodo di
transizione il
nuovo nome
affiancher
quello vecchio
che poi
scomparir

Il board del colosso di Difesa e Aerospazio ha optato per


non distribuire il dividendo
agli azionisti (tra cui il ministero del Tesoro che detiene il
30% e Libyan Investment Authority e Norges Bank con il 2%
ciascuna). La scelta di non
staccare la cedola ai soci era
gi avvenuta lanno scorso per
la volont del management di
continuare lopera di risanamento. Numeri lusinghieri,
superiori alle aspettative, ri-

vendica una nota di Finmeccanica. Le linee guida tracciate


dallamministratore delegato
Mauro Moretti prevedono per
il 2016 unulteriore crescita
della redditivit e della generazione di cassa. Tali da permettere di ridurre lindebitamento sotto la soglia dei tre
miliardi di euro, in anticipo di
un anno sulle previsioni.
Finmeccanica ha chiuso il
2015 con ordini pari a 12,3 miliardi di euro, leggermente in-

Ministero dellAgricoltura Laccordo con Abi

Per gli allevatori


moratoria sui debiti

Rilancio del settore lattiero-caseario:


arriva una moratoria di 30 mesi dei debiti
bancari degli allevatori. Il tutto grazie a un
protocollo sottoscritto ieri dal ministro
delle Politiche agricole Maurizio Martina e
dal presidente dellAbi Antonio Patuelli.

feriori al 2014. Il portafoglio


delle richieste dei committenti salito invece a 28,7 miliardi
per una pi rigorosa selezione dei contratti acquisiti frutto anche di un riposizionamento del gruppo nei settori
al centro della strategia del
nuovo corso di Piazza Monte
Grappa, come appunto la Difesa e laerospazio. Buone le performance di Drs Technologies
e di Selex EX (per effetto degli
ordini per i sistemi navali).

Lindebitamento
Per il 2016 prevista
una riduzione del
debito sotto quota
tre miliardi di euro
I numeri ovviamente non
contemplano le ultime operazioni del gruppo. Qualche
giorno fa Finmeccanica ha infatti annunciato di aver completato la cessione al gruppo
Danieli del 100% del capitale di
Fata, controllata attiva nella
progettazione di impianti industriali, e delle sue filiali negli Usa, India, Cina ed Emirati
Arabi Uniti. Mentre prosegue
linteressamento di Finmeccanica per Avio Spazio, ma al
giusto prezzo, ha detto Moretti recentemente. Il gruppo
di Piazza Monte Grappa attualmente secondo socio al 15%.
Fabio Savelli
@fabiosavelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Borsa, alleanza
tra Londra
Francoforte
e Piazza Affari
di Giuliana Ferraino

l terzo tentativo, la
Borsa tedesca
(Deutsche Brse)
trova laccordo per fondersi
con la Borsa di Londra
(London Stock Exchange o
Lse) e dar vita al primo
operatore mondiale per
fatturato, con 4,7 miliardi
di euro di ricavi, pi di
3.200 aziende quotate e
negoziazioni giornaliere
per oltre 5.200 miliardi di
euro, inclusa Piazza Affari,
comprata dal Lse nel 2007.
Sulle nozze resta lincognita
di un rilancio da parte di
Ice, loperatore che
controlla Wall Street e che
sta considerando unofferta
alternativa sul Lse. Ma una
cosa certa: lintesa tra
Francoforte, cuore
finanziario delleurozona, e
Londra, uno dei principali
hub della finanza globale
ma fuori dalleuro, lancia
un segnale preciso in pieno
dibattito sulla Brexit non
solo alla Gran Bretagna ma
a tutta lEuropa: in un
mondo sempre pi
interconnesso, con
liquidit scarsa, rendimenti
bassi e nuove regole sul
capitale, lunione fa la forza,
vince chi si allea per
diventare pi grande,
tagliare i costi offrendo
prezzi e condizioni pi
appetibili. Il rischio che a
dominare i mercati azionari
siano americani e cinesi. La
fusione permetter di
risparmiare 450 milioni di
euro grazie alle sinergie,
ma anche pi efficienza con
la combinazione delle
piattaforme dei derivati. Ma
a dispetto delle
rassicurazioni, lantitrust
europeo probabilmente
accender un faro sulla
fusione tra le due clearing
house, Clearstream e Lch
Clearnet per evitare un
monopolio in Europa. Gli
azionisti del Lse avranno il
45,6% del nuovo gruppo
combinato, mentre i
tedeschi il 54,4%. La
holding avr diritto
britannico e sede a Londra,
ma la guida andr al
numero uno del listino di
Francoforte, Carsten
Kengeter, mentre
presidente sar Donald
Brydon, presidente del Lse
e vice sar il presidente del
consiglio di sorveglianza
della Deutsche Brse,
Joachim Faber. Rolet invece
lascer il gruppo.
Curiosamente, gli
azionisti del Lse saranno
chiamati a votare sulla
fusione prima del
referendum sulla Brexit, in
calendario il 23 giugno,
mentre il voto da parte
tedesca probabilmente
avverr dopo. Ma lesito del
voto non avr alcun effetto
sulle condizioni stabilite.
@16febbraio
RIPRODUZIONE RISERVATA

34
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

ECONOMIA

35
#

I conti

Utile netto a 406,7 milioni di euro, in crescita del 6,2%


rispetto allanno precedente. Sono i conti del 2015 di Sace, il
gruppo assicurativo-finanziario. Il return on equity (roe)
pari a 9,4%, +7,7% rispetto al precedente esercizio. Il
portafoglio operazioni, a sostegno di export e
internazionalizzazione, arrivato a 40,7 miliardi, in ascesa
dell11,6%. Le esposizioni maggiori si riferiscono ai Paesi
dellUnione Europea (41,7%), ai Paesi europei extra-Ue e
della Comunit degli Stati Indipendenti (18,5%) e alle
Americhe (17,3%). Loil& gas si conferma il primo settore in

Sace: utile a 406,7 milioni


e il portafoglio operazioni
cresce a 40,7 miliardi (+11,6%)

In Europa
di Raffaella Polato

portafoglio (21,8%), seguito dal crocieristico (20,7) dalle


infrastrutture e costruzioni (14,6%). A gennaio 2015 era
stata collocata la prima obbligazione subordinata perpetua
del valore di 500 milioni di euro. La performance
economico-finanziaria dellultimo anno ha dichiarato
lamministratore delegato Alessandro Castellano
,ottenuta in uno scenario di mercato particolarmente
complesso, riflette la bont del modello di business
adottato e la sua sostenibilit nel medio-lungo periodo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Auto, il mercato sale del 14%


Fiat Chrysler balza del 22%

In breve

Banche, ok alla
riforma delle Bcc

Incontro Marchionne-sindacati: stop alla cassa integrazione nel 2018


MILANO La corsa in Europa, dopo il boom in Italia: +22,4%
contro il 14% del mercato. Il ritorno della quota sopra il 7% e
il sorpasso su Ford e Gm: con il
7,4% di febbraio 2016, dal 6,9%,
Fiat Chrysler Automobiles scala di due posizioni la classifica
e, ora, nella top ten dei costruttori occupa il quarto posto. Il riconoscimento della
Borsa, infine: +2,50%, a 6,975
euro.
E se questultimo il dato
che interessa meno il sindacato, completa comunque il clima dellincontro con Sergio
Marchionne. Il quale peraltro
conferma, una volta di pi,
lelemento chiave per i rappres e n t a n t i d e i l a vo r a to r i :
Lobiettivo la piena occupazione entro il 2018, cio entro
larco di un piano industriale
che, per quanto rivisto alla
luce dellandamento di alcuni
mercati, non comporta alcun
ridimensionamento. Anzi: I
target economici sono addirittura rivisti al rialzo.

Sergio
Marchionne,
ceo di Fca
e presidente
della Ferrari

Laveva gi detto, Marchionne (che stamattina a Modena


inaugurer lanno accademico). Per i metalmeccanici firmatari del contratto di gruppo
importante che lo ribadisca
direttamente a loro. quanto
si aspettano quando, poco dopo le 17, entrano al Lingotto
per il classico appuntamento
annuale con lamministratore
delegato. Sanno benissimo

che questa volta non ci saranno annunci a sorpresa. Mai


come adesso va per bene cos, ai leader di Fim-Cisl, Fismic, Uilm, Ugl, Quadri. Perch, con quei dati di vendita
appena annunciati dallassociazione europea dei costruttori, c la riconferma della ripresa di Fca anche a livello
continentale. E ci sono, di
conseguenza, tutte le premes-

Alimentare

Ferrero, fatturato a quota 9,5 miliardi


MILANO Crescita del 13,4% per il
fatturato del gruppo Ferrero. Nel
bilancio consolidato dellultimo
esercizio (al 31 agosto 2015), approvato
ieri, il fatturato ammonta a 9,542
miliardi di euro, contro gli 8,412
dellanno precedente. Lutile ante
imposte stato pari a 899 milioni, in
leggero calo (-2%) rispetto allo scorso
anno. Il colosso dolciario, costituito da

78 societ a livello mondiale,


con 22 stabilimenti produttivi,
ha fatto nuovi investimenti pari
a 646 milioni dei quali 557 milioni
(5,8% delle vendite) rivolti al
potenziamento delle attivit
industriali e produttive,
principalmente in Cina, Italia,
Germania, Polonia, India e Brasile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

se per puntare a un 2018 con


nuovo lavoro, azzeramento
della cassa integrazione, magari - chiss - anche occupazione aggiuntiva (come accaduto a Melfi).
Mercati permettendo, non
un miraggio. Questa , tra
laltro, la settimana che segna
la ripartenza produttiva degli
ultimi due stabilimenti rimasti di fatto senza modelli, o
quasi, e senza ruolo. Mirafiori
ricomincia dal primo Suv Maserati, il Levante. Cassino, con
la Giulia, rinnova la sua vocazione di fabbrica dellAlfa.
Non da sola, per, probabilmente. Nonostante qualche
rinvio, causa rallentamento
cinese, il Biscione rimane il
marchio su cui si basa il piano premium di Marchionne.
Ed possibile che, delle sei
nuove linee in programma,
una coinvolga Mirafiori (per il
Suv, ed quasi certo) e unaltra Pomigliano (la sostituta
della Mito?).
RIPRODUZIONE RISERVATA

7,4
per cento
la quota di
mercato
europeo di Fca
a febbraio
2016: nella top
ten dei
costruttori il
Lingotto
occupa il
quarto posto

2,5
per cento
lincremento
delle
quotazioni di
Fiat Chrysler
ieri a Piazza
Affari: il titolo
ha chiuso le
contrattazioni
in rialzo a
6,975 euro

Via libera della


Commissione Finanze della
Camera al nuovo
meccanismo per la way out
delle banche di credito
cooperativo: la Bcc che non
vuole aderire alla holding,
se supera i 200 milioni di
patrimonio, potr chiedere
a Bankitalia di conferire
lattivit bancaria alla spa,
pagando una tassa del 20%
sul patrimonio netto

Saipem, ricavi
per 11,5 miliardi
Il consiglio di
amministrazione di Saipem
ha approvato il bilancio
consolidato 2015, anno
chiuso con una perdita di
806 milioni di euro, ricavi
per 11,5 miliardi di euro e
un reddito operativo
negativo per 452 milioni.
Il cda ha confermato la
decisione di non proporre
allassemblea la
distribuzione di dividendi

Sanit

I nuovi contatori
Ceo
Francesco
Starace,
amministratore delegato
di Enel, ieri
intervenuto
in audizione
al Senato

Loperazione
Renato
Ravanelli
guida il fondo
F2i con una
disponibilit
di 1,2 miliardi
da investire in
infrastrutture

Starace (Enel):
fibra ottica, accordi
con Vodafone e Wind

Cir, riassetto per Kos,


entra F2i con il 37%
Esce il fondo Ardian

MILANO Un accordo di carattere commerciale


con Vodafone e Wind: sar discusso dal
consiglio di amministrazione di Enel del 22
marzo, da cui si attende il via libera
alloperazione per la posa della fibra, che sar
portata ai clienti di circa 250 citt dove il
colosso elettrico distributore di energia e
dove proceder alla sostituzione dei vecchi
contatori con quelli nuovi. Lamministratore
delegato del gruppo, Francesco Starace, ha
spiegato davanti alle commissioni Industria e
Lavori Pubblici del Senato che Open Fiber, la
societ della fibra ottica dellEnel, aperta ad
altri operatori che vogliano intraprendere
questa avventura, sostanzialmente penso
saranno operatori finanziari. Starace ha
ribadito che lEnel non ha nessuna volont di
mettersi a fare loperatore telefonico o
loperatore nella gestione di contenuti,
multimediali, tv. Ci limitiamo alla gestione
dellinfrastruttura e vogliamo metterla a
disposizione di chiunque la voglia utilizzare.
Quanto agli accordi commerciali con
Vodafone e Wind, non credo che saranno
azionisti, ha precisato Starace. Enel sta
lavorando anche con altri: Ci sono tavoli
aperti con Telecom e Fastweb, anche
Metroweb interessata. La rete di
telecomunicazioni, ha sottolineato, pu
raggiungere circa 21 milioni di punti clienti
finali, quella di Enel accede a 32 milioni di
contatori digitali, che sono il punto finale della
rete elettrica.
Fr. Bas.

MILANO La Cir della famiglia De Benedetti

RIPRODUZIONE RISERVATA

stringe unalleanza con il fondo F2i guidato da


Renato Ravanelli con 1,2 miliardi di liquidit e
focus sulle infrastrutture. Il punto di incontro
lo hanno individuato nelle residenze sanitarie
di Kos, 440 milioni di ricavi, terza gamba della
holding milanese. Loccasione stato il
riassetto della societ guidata da Giuseppe
Vailati Venturi, innescato dal fondo Ardian che
ha messo in vendita il suo 46,7%. Ieri stato
annunciato laccordo: F2i e la stessa Cir
compreranno per 292 milioni la quota del
fondo francese che nel 2010 aveva investito in
Kos 150 milioni. Il private equity italiano avr il
37,3% mentre la holding milanese, seguita da
Lazard e Mediobanca, salir dal 51,3% al 62,7%.
Nel 2010 la societ fatturava in effetti 325
milioni a fronte di 42 milioni di ebitda, salito
ora a 73 milioni grazie alle residenze Anni
Azzurri, alla riabilitazione di Santo Stefano,
Redancia, alle cure oncologiche di Medipass e
la crescita allestero. La transazione riflette un
valore dimpresa di 850 milioni (inclusi 210 di
debito), che fa di Kos lasset di maggior peso
della Cir. Valga come riferimento la
capitalizzazione del gruppo Espresso, pari a
circa 400 milioni o di Sogefi (sotto 200
milioni). Per F2i, promosso da Cdp, le banche
italiane e la stessa Ardian, inizia lavventura nel
settore socio-assistenziale, contemplato dal
suo statuto e gi valutato in passato. Punta le
carte sul numero uno in Italia e lopportunit
sar farlo crescere in un mercato frammentato.
Daniela Polizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

DE AMICIS. Appartamenti ristrutturati. APE: F - IPE: 154,25 kWh/mqa.


02.88.08.31 - codice C15 - filcasaimmobili.it

Gli annunci si ricevono


tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it

SOCIET

oppure nei giorni feriali


presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge
903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca
di personale devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).

A Milano contabile esperta cerca lavoro. Cellulare 333.32.41.005


A Milano e provincia italiano 39enne
cerca lavoro come aiuto contabile, anche magazziniere o autista
333.56.51.035

SSISTENTE commerciale,
centralino, fatturazione, esperienza, professionalit. Anche
studi professionali. Sgravi fiscali. 347.12.84.595
ASSISTENTE direzione/amministrativa, laureata, bella presenza, inglese,
italiano, russo (madrelingua), esperta
pc offresi. 329.01.22.796
ASSISTENTE/ segretaria, pluriesperienza, diplomata, cerca impiego in
Milano. Tel. 340.79.53.099

distribuzione notturna quotidiani cerca personale automunito per consegna porta porta in zona Certosa.
Preferibilmente pensionati
o con partita Iva. Tel.
02.33.49.00.86

MONTENERO laboratorio, 120 mq.,


198.000. CE: G - IPE: 123,00 kWh/
mqa. 335.68.94.589
SAN GREGORIO bilocale ristrutturato. APE: G - IPE 187,5 kWh/mqa.
02.88.08.31 cod. C04 www.filcasaimmobili.it

CERCASI da 90 - a 200 mq., zona Repubblica/Venezia/Romana/Navigli.


335.68.94.589
DUE lauree (psicologia sociale e ingegneria elettronica), insoddisfatto attuale lavoro, cerca opportunit originale. Disponibile risiedere all'estero.
esploratore62@libero.it
MANAGER esperienza marketing,
comunicazione, vendite, realizzazione
strategie offresi per aziende. Cell.
338.92.63.048
MEDICO dentista, massima professionalit, esperienza, offresi collaborazione direzione sanitaria Milano limitrofi. 334.22.18.251

CERCHIAMO palazzi interi in Milano


da acquistare. Garantiamo definizione rapida. Incaricata Sarpi Immobiliare 02.76.00.00.69
MULTINAZIONALE cerca per presidente a Milano appartamento prestigioso incaricata Sarpi Immobiliare
02.76.00.00.69

PUNTO D'ORO

ALBISSOLA comodissimo mare servizi, costruttore vende, in nuova piccola casetta, finiture alta qualit, Classe A, ultimo bi o trilocale, giardino, terrazza, posto auto: prezzo realizzo.
347.97.10.387
LOANO splendida posizione direttamente da impresa, trilocali Classe A
con box, ampi spazi esterni, sconti fiscali; esempio: su 200.000,00 risparmio fiscale fino a 35.000! Per informazioni. Tel. 019.66.99.72 339.18.95.414

RIMINI Hotel Leoni tre stelle


0541.38.06.43. Direttamente mare.
Area benessere, animazione bimbi,
parcheggio. Riscaldato. Offertissima
Pasqua 3 giorni all inclusive: pensione
completa, bevande pasti, pranzo pasquale euro 186,00. www.hotelleoni.it

PINZOLO vicinanze, direttamente da


impresa, panoramicissimi appartamenti. Euro 40.000 + 80.000 mutuo.
348.88.72.838

AUTOMOBILI E FUORISTRADA, qualsiasi cilindrata. Passaggio di propriet, pagamento immediato. Autogiolli, Milano.
02.89.50.41.33 - 327.33.81.299

ACQUISTIAMO
Oro, Argento,
Monete, Diamanti.
QUOTAZIONI:
CENTRALE / Filzi raffinato centro benessere italiano, massaggi olistici qualificati.
Ambiente,
classe.
02.39.68.00.71

ORO USATO: Euro 23,75/gr.


ARGENTO USATO :
Euro 255,00/kg.

GIOIELLERIA CURTINI

via Unione 6 - 02.72.02.27.36


335.64.82.765
MM Duomo-Missori

RICERCANO appartamenti affit-

RAGIONIERE quarantenne, pluriennale esperienza, co.ge., fornitori, banche, bilanci e recupero crediti.
339.39.30.915

ACQUISTIAMO

HOTEL 60 camere, lago di Garda, vista lago, piscina, giardino, villa. Vendesi 339.77.99.427

PIAZZA CASTELLO ufficio 212 mq.


epoca ristrutturato. APE: C - IPE 80,07
kWh/mca. 02.88.08.31 cod. C12 filcasaimmobili.it

BANCHE
MULTINAZIONALI

CORSO COMO adiacenze, 70 mq.,


CE: F - IPE: 159,22 kWh/mqa.
335.68.94.589
CORSO LODI. Nuovo trilocale possibilit mutuo 100%. APE: B - IPE:
41,31 kWh/mqa. 02.88.08.31 - codice T20 - filcasaimmobili.it

acquistiamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi prestigiosi, oro, diamanti. Sabotino
14
Milano.
02.58.30.40.26

to vendita. Milano e provincia


02.29.52.99.43

BANCHE e multinazionali ricercano


immobili in affitto o vendita a Milano.
02.67.17.05.43

TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA


Rubriche in abbinata: Corriere
della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 1 Offerte di collaborazione:
2,08; n. 2 Ricerche di collaboratori:
7,92; n. 3 Dirigenti: 7,92; n. 4
Avvisi legali: 5,00; n. 5 Immobili
residenziali compravendita: 4,67;
n. 6 Immobili residenziali affitto:
4,67; n. 7 Immobili turistici:
4,67; n. 8 Immobili commerciali e
industriali: 4,67; n. 9 Terreni:
4,67; n. 10 Vacanze e turismo:
2,92; n. 11 Artigianato trasporti:
3,25; n. 12 Aziende cessioni e rilievi: 4,67; n. 13 Prestiti e investimenti: 9,17; n. 14 Casa di cura
e specialisti: 7,92; n. 15 Scuole
corsi lezioni: 4,17; n. 16 Avvenimenti e Ricorrenze: 2,08; n. 17
Messaggi personali: 4,58; n. 18
Vendite acquisti e scambi: 3,33;
n. 19 Autoveicoli: 3,33; n. 20 Informazioni e investigazioni: 4,67;
n. 21 Palestre saune massaggi:
5,00; n. 22 Chiromanzia: 4,67;
n. 23 Matrimoniali: 5,00; n. 24
Club e associazioni: 5,42.

ACQUISTIAMO,
VENDIAMO,
PERMUTIAMO

LOTTO unico mq 60.000 industriale/


commerciale fronte autostrada Milano
- Bologna. Permessi edificabilit. Vicinanza casello A1 Casalpusterlengo, SS
9, 234. CE: in corso - 331.52.18.953.
andreas2k@me.com

OROLOGI MARCHE PRESTI-

GIOSE, gioielli firmati, brillanti,


coralli. www.ilcordusio.com 02.86.46.37.85

PER LE VACANZE?
?
CERCHI UNA CASA
TUA SECONDA CASA
LA
E
AR
PR
M
CO
I
O
VU

TI RENDE SPECIALE
E
CH

CI
O
TT
TU
PER PROMUOVERE

AGENTE di commercio residente nel


Regno Unito - East Midlands, valuta
proposte di collaborazione. E-mail:
batlen@libero.it
Tel.
0039.328.87.17.965

SPECIALE
SARDEGNA

APPUNTAMENTO A SABATO 19 MARZO

AGENTE di commercio residente nel


Regno Unito - East Midlands, valuta
proposte di collaborazione. E-mail:
batlen@libero.it
Tel.
0039.328.87.17.965

Nome

Data

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

Data

Active European Equity A

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89


info@acomea.it

15/03

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome


EUR 1361,378

Data

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

1371,442

Data

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

HIGH GROWTH CAP RET EUR

15/03

EUR

115,451

15/03

EUR

24,856

Active European Equity M

15/03

EUR

119,975

120,858

ITALY CAP RET A EUR

Active Liquid Bond M

15/03

EUR

112,802

112,845

SELECTED BOND DIS RET EUR 15/03

EUR

5,260

Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A

09/03

EUR

64,816

63,899

SELECTED BOND CAP RET EUR 15/03

EUR

119,252

SB Bond B

15/03

EUR 1046,596

1047,483

ACTIVE SH TERM CREDIT CAP RET EUR15/03

EUR

91,630

SB Equity B

15/03

EUR 1183,520

1189,376

SB Flexible B

15/03

EUR 1006,365

1007,481

15/03

EUR

15,472

15,656

AcomeA America (A2)

15/03

EUR

16,219

16,412

Asia Balanced A

16/03 USD

22,480

22,450

AcomeA Asia Pacifico (A1)

15/03

EUR

4,706

4,745

Asia Balanced A-Dis

16/03 USD

13,790

13,770

AcomeA Asia Pacifico (A2)

15/03

EUR

4,913

4,953

Asia Consumer Demand A

16/03 USD

11,960

12,000

AcomeA Breve Termine (A1)

15/03

EUR

14,558

14,586

Asia Infrastructure A

16/03 USD

12,880

12,910

AcomeA Breve Termine (A2)

15/03

EUR

14,797

29/02

EUR 847993,139 841844,700 Asian Bond A-Dis M

16/03 USD

9,821

AcomeA ETF Attivo (A1)

15/03

EUR

4,142

14,825 BOND-A
4,206 BOND-B

29/02

AcomeA ETF Attivo (A2)

15/03

EUR

4,315

4,382

AcomeA Eurobbligazionario (A1)

15/03

EUR

16,761

16,809

AcomeA Eurobbligazionario (A2)

15/03

EUR

17,078

17,126

AcomeA Europa (A1)

15/03

EUR

13,482

13,592

AcomeA Europa (A2)

15/03

EUR

14,055

14,169

AcomeA Globale (A1)

15/03

EUR

11,238

11,352

AcomeA Globale (A2)

15/03

EUR

11,899

12,019

Euro Corp. Bond A-Dis M

AcomeA Italia (A1)

15/03

EUR

18,936

19,161

AcomeA Italia (A2)

15/03

EUR

19,772

20,006

AcomeA Liquidit (A1)

15/03

EUR

8,955

8,955

AcomeA Liquidit (A2)

15/03

EUR

8,956

8,956

AcomeA Paesi Emergenti (A1)

15/03

EUR

5,951

6,077

AcomeA Paesi Emergenti (A2)

15/03

EUR

6,242

6,373

AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1)

15/03

EUR

3,687

3,725

AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2)

15/03

EUR

3,878

EUR 847993,139 841844,700 Balanced-Risk Allocation A


EUR 262135,558 278010,065 Balanced-Risk Select A

16/03

EUR

14,630

16/03

EUR

9,430

9,430

EQUITY- I

11/03

EUR

5569,421 Em. Loc. Cur. Debt A


Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M
EUR 98759,654 96253,650
Em. Mkt Corp Bd A
EUR 100374,572 99290,835
Euro Bond A-Dis
EUR 67656,681 64128,491
Euro Corp. Bond A

16/03 USD

11,758

11,877

16/03 USD

6,721

6,789

16/03 USD

12,279

12,304

31/12

5640,779

www.hedgeinvest.it
Tel. 02 66 74 41
HI Africa Opport. EUR D

11/03

EUR

97,950

98,940

11/03

EUR

98,730

99,720

11/03

EUR

101,980

103,000

137,930
85,450

Biotech I

15/03

EUR 1424,370

Emerging Mkt Local Curr Debt A

15/03

EUR

937,180

Emerging Mkt Local Curr Debt B

15/03

EUR

954,100

Emerging Mkt Local Curr Debt F

15/03 USD

933,910

Orazio Conservative A

15/03

EUR

101,830

Sparta Agressive A

15/03

EUR

96,760

93,510

Glob. Equity Income A-Dis

16/03 USD

13,870

13,930

PS - Best Gl Mgers Flx Eq Q

14/03

EUR

92,550

91,700

Glob. Inv. Grade.Corp. Bd A-Dis M

16/03 USD

11,581

11,593

PS - Bond Opportunities A

14/03

EUR

160,110

Glob. Structured Equity A-Dis

16/03 USD

44,550

44,580

PS - Bond Opportunities B

14/03

EUR

120,090

Glob. Targeted Ret. A

16/03

EUR

11,052

188,850

189,230 PS - Bond Opportunities C

14/03 USD

94,520

16/03

EUR

13,094

11,051 NM Augustum Corp Bd A


15/03
13,133 NM Augustum Extra Euro High Qual Bd 15/03

EUR

Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond A

EUR

103,390

104,040 PS - Bond Opportunities Q

14/03

EUR

96,200

Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis

16/03

EUR

11,554

EUR

147,050

147,160 PS - EOS A

14/03

EUR

131,680

131,120

Greater China Eq. A

16/03 USD

40,830

11,588 NM Augustum High Qual Bd A 15/03


40,900 NM Balanced World Cons A
15/03

EUR

137,880

138,060 PS - Equilibrium A

14/03

EUR

71,730

71,900

16/03 USD

10,244

10,224 NM Euro Bonds Short Term A

15/03

EUR

139,200

14/03

EUR

113,550

113,250

16/03

EUR

40,420

40,310 NM Euro Equities A

15/03

EUR

47,920

139,250 PS - Global Dynamic Opp A


48,360 PS - Global Dynamic Opp B

14/03

EUR

115,750

115,450

16/03

JPY 3513,000

3535,000 NM Global Equities EUR hdg A 15/03

EUR

71,380

14/03

EUR

105,050

104,770

16/03

EUR

17,300

17,330 NM Inflation Linked Bond Europe A

15/03

EUR

105,250

71,620 PS - Global Dynamic Opp C


105,710 PS - Global Dynamic Opp Q

14/03

EUR

97,850

97,590

111,370 PS - Inter. Equity Quant A


114,920
PS - Inter. Equity Quant B
138,200
PS - Inter. Equity Quant Q
101,860
PS - Liquidity A
104,490
PS - Liquidity B
123,090
PS - Liquidity E
88,750
PS - Liquidity Q
90,970
PS - Prestige A

14/03

EUR

120,240

119,640

14/03

EUR

124,100

14/03

EUR

85,910

14/03

EUR

125,410

14/03 USD

101,030

www.newmillenniumsicav.com, Distributore Principale:


Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475

11/03

EUR

99,050

16/03

EUR

15,400

15,430 NM Italian Diversified Bond A

15/03

EUR

111,310

15/03

EUR

122,840

122,210 Pan European Eq. Inc. A-Dis

16/03

EUR

12,420

12,500 NM Italian Diversified Bond I

15/03

EUR

114,870

121,050

16/03

EUR

19,410

19,480 NM Large Europe Corp A

15/03

EUR

138,070

16/03

EUR

13,480

13,540 NM Market Timing A

15/03

EUR

101,980

16/03

EUR

16,440

16,430 NM Market Timing I


15,240 NM Total Return Flexible A

15/03

EUR

104,620

11/03

EUR

123,020

15/03

EUR

88,410

EUR

90,630

99,230 Japanese Eq. Advantage A


100,420 Pan European Eq. A
99,550 Pan European Eq. A-Dis

15/03

EUR

120,680

120,430 Pan European High Inc A


120,070 Pan European High Inc A-Dis

11/03

EUR

100,630

100,680 Pan European Struct. Eq. A

Active European Credit M

15/03

EUR
EUR

141,110
155,452

10,159
10,463

111,020

US Equity A EH

16/03

EUR

15,190

15,200

107,340

US High Yield Bond A

16/03 USD

11,281

11,326

US High Yield Bond A-Dis M

16/03 USD

9,211

9,248

US Value Equity A

16/03 USD

29,430

29,610

EUR

15/03

Numero verde 800 124811


www.nextampartners.com-info@nextampartners.com

Strategic Bond Inst. C

15/03

EUR

106,320

106,490

Strategic Bond Inst. C hdg

15/03 USD

107,340

107,510

Strategic Bond Retail C

15/03

EUR

103,880

104,040

Strategic Bond Retail C hdg

15/03 USD

104,560

104,720

Strategic Trend Inst. C

15/03

EUR

96,490

96,840

Strategic Trend Retail C

15/03

EUR

93,540

93,870

www.vitruviussicav.com
15/03

159,490 Asian Equity B


119,620 Asian Equity B

EUR

90,340

91,450

15/03 USD

128,020

129,590

94,150 Emerg Mkts Equity


95,820 Emerg Mkts Equity Hdg

15/03 USD

380,890

385,650

15/03

EUR

370,330

374,970

European Equity

15/03

EUR

282,190

283,720

Greater China Equity B

15/03

EUR

96,910

97,570

Greater China Equity B

15/03 USD

137,930

138,870

Growth Opportunities

15/03 USD

79,350

79,580

Growth Opportunities Hdg

15/03

EUR

86,870

87,120

Japanese Equity

15/03

JPY

130,560

131,100

Japanese Equity Hdg

15/03

EUR

167,260

167,960

Swiss Equity

15/03

CHF

135,140

136,410

123,470 Swiss Equity Hdg


85,480 US Equity

15/03

EUR

101,810

102,760

15/03 USD

174,970

176,560

125,270 US Equity Hdg


100,930

15/03

192,720

194,480

14/03

CHF

98,980

98,870

14/03

EUR

99,890

99,780

14/03

EUR

89,370

89,050

PS - Quintessenza A

14/03

EUR

97,420

97,120

PS - Southern Europe A

14/03

EUR

96,140

95,830

PS - Southern Europe B

14/03

EUR

95,640

95,330

PS - Southern Europe C

14/03

EUR

95,530

PS - Swan Relative Strat A

14/03

EUR

98,730

95,230 8a+ Eiger


8a+ Eiger I
98,710
8A+ Eiger Q
86,050
8a+ Eiger R
86,670
8a+ Gran Paradiso
83,650
8a+ Gran Paradiso Q
83,050
8a+ Kilimanjaro I
92,030
8A+ Kilimanjaro Q
83,050
8a+ Kilimanjaro R
99,640 8a+ K2

EUR

Tel 0332 251411


www.ottoapiu.it
15/03

EUR

6,181

6,226

15/03

EUR

98,430

99,140

15/03

EUR

91,998

92,670

15/03

EUR

126,170

127,090

15/03

EUR

5,235

5,239

15/03

EUR

98,003

98,067

15/03

EUR

80,180

80,580

15/03

EUR

98,140

98,630

15/03

EUR

79,670

80,080

15/03

EUR

99,510

99,480

15/03

EUR

94,990

94,960

15/03

EUR

5,809

5,829

15/03

EUR

96,828

97,160

15/03

EUR

54,070

54,500

PS - Target A

14/03

EUR

86,520

15/03

EUR

68,840

68,950

Nextam Bilanciato

15/03

EUR

6,811

6,856 PS - Target B

14/03

EUR

87,140

49,675 Cedola Arancio

15/03

EUR

59,640

59,820

Nextam Obblig. Misto

15/03

EUR

7,983

7,999 PS - Target C

14/03 USD

84,090

99,910 Borsa Protetta Agosto

09/03

EUR

58,840

59,010

BInver International A

15/03

EUR

6,304

6,384 PS - Target F

14/03

CHF

83,490

09/03

EUR

63,650

63,570

Cap. Int. Abs. Inc. Grower D

15/03

EUR

5,935

5,964 PS - Target H

14/03

EUR

92,540

CITIC Securities China Fd A

15/03

EUR

5,549

5,597 PS - Target Q

14/03

EUR

83,510

Fidela A

15/03

EUR

5,418

14/03

EUR

99,740

Flexible GA A

15/03

EUR

8,998

5,442 PS - Tikehon Gl Grth&Inc Fd A


9,040 PS - Titan Aggressive A

14/03

EUR

107,590

Flexible GA B

15/03

EUR

89,534

14/03

EUR

101,870

Income A

15/03

EUR

5,664

89,950 PS - Total Return A


5,671 PS - Total Return B

14/03

EUR

97,600

97,250 8A+ Latemar Q

International Equity A

15/03

EUR

8,045

EUR

93,960

93,620 8a+ Matterhorn

11/03

EUR 814166,454 814391,697

EUR

6,567

14/03

EUR

98,020

97,760 8a+ Tibet

15/03

EUR

15/03

EUR

5,355

8,097 PS - Total Return Q


6,590
PS - Trend Player B
5,356

14/03

15/03

109,971 Convertibile Arancio

09/03
09/03

EUR
EUR

61,270
60,180

Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com

60,870 Kairos Selection

15/03

EUR

10,315

60,140

Inflazione Pi Arancio

15/03

EUR

57,880

58,150

Mattone Arancio

15/03

EUR

54,240

54,280

Profilo Dinamico Arancio

15/03

EUR

68,180

68,030

1024,339 Profilo Equilibrato Arancio

15/03

EUR

66,320

66,210 ASIAN OPP CAP RET EUR

15/03

EUR

14,927

141,398 Profilo Moderato Arancio

15/03

EUR

61,650

61,640 ADWISE L/S CAP RET EUR

15/03

EUR

102,552

Num tel: 178 311 01 00


www.compamfund.com - info@compamfund.com

15/03

15,240

EUR

Borsa Protetta Novembre

Active Emerging Credit M

EUR

16/03 USD
16/03

Borsa Protetta Maggio

15/03 USD 1022,165

16/03

Renminbi Fix. Inc. A


Renminbi Fix. Inc. EUR A-Dis

Borsa Protetta Febbraio

Active Dollar Bond M

Pan European Struct. Eq. A-Dis

10,165 NM VolActive A
10,466 NM VolActive I

Dividendo Arancio

98,601

104,840
116,630

HI Principia EUR DM

49,127

99,750

104,810
93,480

HI Numen Credit EUR I2

EUR

85,480

99,710

117,700

99,920

EUR

86,170

EUR

EUR

EUR

10/03

EUR

14/03

EUR

11/03

26/02

14/03

14/03

20,319

Sol Invictus Absolute Return

100,020

14/03

EUR

Invictus Macro Fd

100,840

PS - Best Gl Mgers Flx Eq A

15/03

110,812

EUR

PS - Best Global Managers Q

AcomeA Performance (A2)

EUR

14/03

5,472

98,720

15/03

103,670

56,730

103,560

Invictus Global Bond Fd

104,510

5,467

EUR

Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it

EUR

56,500

EUR

111,000

14/03

16/03 USD

11/03

114,810

94,570

16/03 USD

14/03

EUR

94,130

94,750

Glob. Equity Income A

5,857 HI Core UCITS EUR R

EUR

94,300

EUR

Glob. Bond A-Dis

5,766

11/03

CHF

14/03

EUR

19,820

11/03

14/03

14/03

EUR

Financial Income R

95,880

PS - Best Global Managers B

EUR

Financial Income I

122,140

96,110

11,078

15/03

95,450

122,380

11,074

15/03

97,500

EUR

14/03 USD

EUR

AcomeA Performance (A1)

GBP

14/03

www.pegasocapitalsicav.com

16/03

AcomeA Patrimonio Prudente (A2)

11/03

89,750

Euro Short Term Bond A

106,290 India Bond A


103,480 India Equity E

Financial Equity B

89,820

12,578

106,380

98,800

104,890

17,059

EUR

98,730

104,960

12,556

14/03

EUR

14/03 USD

17,030

5,665 HI Core UCITS EUR I

11/03

5,712 PS - Value C
PS - Value Q

EUR

5,576

88,240

5,699

EUR

EUR

93,700

EUR

16/03

15/03

119,520

109,580

15/03

16/03

AcomeA Patrimonio Prudente (A1)

EUR

109,670

6,140

107,960

EUR

106,930

EUR

6,134

108,050

11/03

EUR

14/03

EUR

EUR

11/03

5,004 PS - Value A
6,522 PS - Value B

14/03

6,465

16/03

14/03

Financial Equity B

4,973

EUR

14/03

EUR

15/03 USD

5,211 HI Core UCITS EUR DM

Financial Credit R

EUR

15/03

15/03

Biotech E

5,160

HI Principia EUR R
130,440 HI Sibilla Macro EUR DM
116,800 HI Sibilla Macro EUR R

106,840

15/03

114,920

EUR

133,470

111,360

4,622

115,150

15/03

EUR

99,840

111,920

EUR

EUR

AcomeA Patrimonio Dinamico (A2)

11/03

100,090

EUR

15/03

14/03

4,981

Financial Credit I

EUR

14/03

1054,160 PS - Absolute Return A


143,010
PS - Absolute Return B
88,590
PS - Absolute Return C
1476,770
PS - Absolute Return F
946,260
PS - Absolute Return Q
963,320
PS - Algo Flex A
942,890
PS - Algo Flex B
102,200
PS - Algo Flex Q
97,430
PS - Best Global Managers A

EUR

EUR

14/03

4,635 PS - Valeur Income A

EUR 1043,140

15/03

15/03

Valuta Quota/od. Quota/pre.

4,075 PS - Trend Player Q

15/03

AcomeA Patrimonio Dinamico (A1)

HI Principia EUR I

Data

4,025

Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com

3,918 HI Africa Opport. EUR DM


5,031 HI Africa Opport. EUR I

20,135 HI Numen Credit EUR D


20,641 HI Numen Credit EUR DM2

5,290 Strategic A
119,926 Usa Value Fund A
91,683 Ver Capital Credit Fd A

EUR

www.multistarssicav.com multistars@pharus.ch
T. +41 (0)91 640 37 80

9,826 Alexander
14,630 Biotech A

31/12

PRINCIPAL FINANCE 1

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

Invesco Funds

DYNAMIC EQUITY

31/12
F. STRAT. TAA COMPARTO TRENTO

24,930 Multimanager European Eq.A

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia


disponibile sul sito www.invesco.it

AcomeA America (A1)

F. STRAT. TAA COMPARTO BOLZANO 31/12

Data

116,348 Multimanager Emerg.Mkts Eq.A 15/03

155,647 Top Italia Arancio

15/03

EUR

43,510

44,010 FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR 15/03

EUR

109,332

10,326

14,997 Italian Selection A


102,632 Liquidity A
109,657 Multimanager American Eq.A

15/03

EUR

5,623

5,638

106,380 8a+ K2
101,510 8a+ Latemar

Legenda: Quota/pre. = Quota precedente;

Quota/od. = Quota odierna

1339F3CB www.kneip.com

100,010

100,040

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

ECONOMIA/MERCATI FINANZIARI

37
#

Sussurri & Grida

Piazza Affari

Una vetrina online per gli immobili (in vendita) dello Stato
di Giacomo Ferrari

Lo shopping premia Campari


Deboli Luxottica e Banco Popolare

attesa per il summit della Fed (i cui


risultati sono stati comunicati in
serata) ha paralizzato le Borse, che
hanno archiviato la seduta senza variazioni
significative. Anche il Ftse-Mib di Piazza
Affari ha chiuso in lievissimo calo (-0,18%)
dopo un avvio positivo. I dati sulle
immatricolazioni in Europa hanno spinto
Fca (+2,50%) mentre Finmeccanica
(+2,05%) cresciuta in attesa del consuntivo
2015. Bene Unipol (+1,55%), Campari
(+1,29%) ed Eni (+1,29%) grazie al recupero
del greggio e alla promozione da parte del
Credit Suisse. In calo i bancari, a partire da
Banco Popolare (-3,29%) e Intesa Sanpaolo
(-2,19%), oltre a Luxottica (-2,04%) che ha
risentito del giudizio negativo di Exane.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BORSA ITALIANA
Nome Titolo

Tel. Prezzo
Rif.
(euro)

A A.S. Roma ................................................(ASR) 0,460


A2A......................................................................(A2A) 1,110
Acea.....................................................................(ACE) 14,000
Acotel Group *................................................(ACO) 7,655
Acsm-Agam....................................................(ACS) 1,401
Aedes.....................................................................(AE) 0,432
Aedes 20 warr.........................................(WAE20)

Aeffe *................................................................ (AEF) 1,139


Aeroporto di Bologna.................................(ADB) 7,460
Alba ..................................................................(ALBA) 2,700
Alerion...............................................................(ARN) 2,200
Ambienthesis..................................................(ATH) 0,440
Amplifon *...................................................... (AMP) 7,365
Anima Holding ............................................(ANIM) 6,325
Ansaldo Sts *.................................................. (STS) 9,950
Arena..................................................................(ARE)

Ascopiave * .....................................................(ASC) 2,268


Astaldi * ............................................................(AST) 4,192
Atlantia...............................................................(ATL) 24,040
Autogrill.............................................................(AGL) 7,745
Autostrada To-Mi............................................ (AT) 9,975
Autostrade Mer.......................................(AUTME) 17,600
Azimut...............................................................(AZM) 19,310
B B&C Speakers * ...................................(BEC) 7,560
Banca Generali..............................................(BGN) 26,380
Banca Iis * ...........................................................(IF) 27,150
Banca Mediolanum ................................ (BMED) 6,805
Banca Pop. Emilia R.....................................(BPE) 5,000
Banca Pop. Sondrio ................................. (BPSO) 3,340
Banca Sistema * ...........................................(BST) 3,086
Banco Popolare ................................................(BP) 7,785
Banco Popolare w10............................(WBP10)

Banzai * ........................................................ (BANZ) 4,000


Basicnet............................................................(BAN) 3,940
Bastogi.....................................................................(B) 1,390
BB Biotech * ..................................................... (BB) 225,000
Bca Carige ........................................................(CRG) 0,581
Bca Carige r...................................................(CRGR) 97,000
Bca Finnat * .................................................... (BFE) 0,408
Bca Intermobiliare........................................(BIM) 2,180
Bca Pop.Etruria e Lazio .............................. (PEL)

Bca Pop.Milano.............................................. (PMI) 0,711


Bca Pop.Spoleto ............................................(SPO)

Bca Proilo....................................................... (PRO) 0,239


Bco Desio-Brianza......................................(BDB) 2,474
Bco Desio-Brianza rnc...........................(BDBR) 2,406
Bco Santander.............................................(SANT) 4,220
Bco Sardegna rnc.......................................(BSRP) 7,485
Bee Team..........................................................(BET) 0,531
Beghelli.................................................................(BE) 0,400
Beni Stabili...................................................... (BNS) 0,651
Best Union Co. ............................................. (BEST) 2,750
Bialetti Industrie............................................. (BIA) 0,307
Biancamano *...............................................(BCM) 0,203
Biesse *.............................................................(BSS) 13,800
Bioera...................................................................(BIE) 0,281
Boero Bart....................................................... (BOE) 18,000
Bolzoni * ........................................................... (BLZ) 4,260
Bon.Ferraresi......................................................(BF)

Borgosesia .........................................................(BO)

Borgosesia rnc ..............................................(BOR)

Brembo *..........................................................(BRE) 44,340


Brioschi............................................................... (BRI) 0,048
Brunello Cucinelli.............................................(BC) 16,170
Buzzi Unicem ..................................................(BZU) 14,880
Buzzi Unicem rnc........................................(BZUR) 8,850
C Cad It * .................................................... (CAD) 3,730
Cairo Comm. *................................................. (CAI) 4,480
Calefi ..................................................................(CLF) 1,030
Calefi 20 warr.......................................(WCLF20) 0,115
Caltagirone ....................................................(CALT) 2,170
Caltagirone Ed................................................(CED) 0,910
Campari.............................................................(CPR) 8,635
Carraro............................................................(CARR) 1,329
Cattolica As................................................... (CASS) 6,260
Cell Therap......................................................(CTIC) 0,510
Cembre * .........................................................(CMB) 13,500
Cementir *.......................................................(CEM) 4,524
Cent. Latte Torino *.......................................(CLT) 3,080
Ceram. Ricchetti...............................................(RIC) 0,194
Cerved............................................................. (CERV) 7,020
CHL......................................................................(CHL) 0,027
CIA......................................................................... (CIA) 0,185
Ciccolella .............................................................. (CC)

Cir...........................................................................(CIR) 0,944
Class Editori ......................................................(CLE) 0,418
CNH Industrial..............................................(CNHI) 6,115
Coide .................................................................(COF) 0,376
Conai Prestito'.............................................. (CNP) 0,310
Cred. Artigiano ...............................................(CRA)

Cred. Emiliano ...................................................(CE) 6,370


Cred. Valtellinese.........................................(CVAL) 0,698
Csp.......................................................................(CSP) 0,945
D D'Amico *................................................. (DIS) 0,486
Dada *.................................................................. (DA) 2,560
Damiani...........................................................(DMN) 0,997
Danieli...............................................................(DAN) 18,400
Danieli rnc ....................................................(DANR) 13,990
Datalogic *.......................................................(DAL) 16,200
De'Longhi .........................................................(DLG) 20,560
Dea Capital *...................................................(DEA) 1,292
Delclima ............................................................(DLC)

Diasorin..............................................................(DIA) 45,530
Digital Bros * ...................................................(DIB) 4,738
Dmail Group..................................................(DMA) 1,778
DMT *...................................................................(EIT) 50,850
E Edison r ................................................ (EDNR) 0,637
EEMS............................................................... (EEMS) 0,076

(a. pu.) La privatizzazione di Ferrovie slitta? In


compenso si vendono gli immobili pubblici. Al
Mipim di Cannes, la fiera internazionale del settore, ieri stato presentato e messo online, con la
regia dellIta-ex Ice, il portale Invest in Italy Real
estate: 207 beni in vetrina per gli investitori internazionali. Un valore di 1,6 miliardi dice il
sottosegretario allo Sviluppo Ivan Scalfarotto -.
Entro lanno gli immobili sul sito dovrebbero diventare 400-500 per circa tre miliardi di euro.
Schede dettagliate e foto su castelli e ville, conventi e caserme. Da dieci anni ne parliamo, ma
ora c un passo avanti ha detto la ministra alla
Difesa Roberta Pinotti -. Investire nellimmobile
pubblico un dovere patriottico. La novit che
ora c collaborazione fra i venditori: Tesoro, Demanio, Difesa, Invimit e Cdp. Leffetto si vede.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Borsalino salvata dal discendente del fondatore del Milan


(d. pol.) Il Tribunale di Alessandria ha dato il nulla osta al salvataggio di Borsalino, icona dei copri-

capi in feltro, con lammissione


al concordato in continuit. Via
libera quindi a Philippe Camperio, che avr il ruolo di assuntore attraverso la Haeres equita, che aveva gi affittato il ramo
dazienda. Prima dovr arrivare
lomologa e limprenditore potr diventare il proprietario dellazienda finita in default. Camperio
lerede di quella dinastia lombarda, emigrata in
Svizzera a met del 900, che ha visto tra le sue file
il patriota risorgimentale Manfredo e prima ancora Giannino Camperio, tra i fondatori del Milan. Tra i coinvestitori spuntano anche a titolo
personale Riccardo Tarantini, ex membro dellexecutive council di Fca e il banker di Deutsche
Bank, Vito Lo Piccolo. Camperio ha gi negoziato
con lAgenzia delle Entrate, che vantava un credito di 16 milioni, un taglio del 40% dellesposizione
a fronte delle garanzie sul rilancio dellazienda
che conta 130 dipendenti, tutti confermati. Ci saranno 5 milioni di investimenti per i negozi del
marchio che ha 15,5 milioni di ricavi e produce
165mila cappelli.

-3,30
+0,45
+0,72
+2,41
-2,37
+0,58

+1,52
+0,95

-1,35
+1,17
+1,10
-0,39
-1,00

+0,62
-0,43
-0,66
+0,26
-0,65

+0,42
+0,53

+1,31
-1,66
-0,20
-1,71
-4,22
-3,29

-0,94
-2,48
-0,07
-1,10
-0,34
-2,90
+0,99
-0,46

-0,28

-0,58
+0,98
+0,67
-2,54
+2,82
-1,12
-1,67
+1,72
+3,77
-2,01
+4,74
-1,00
-0,74
-7,69
+0,14

+1,49
-0,83
-0,92
-0,20
-1,78
-0,05
+3,70

-0,46
-1,41
+1,29
-0,82
-0,16
-2,30
-0,30
-3,33
+0,85

+0,29
+3,41
-4,15

-0,89
-0,62
-1,13
+2,07
-0,80

+0,55
-1,90
+2,72
+3,32

+0,71
-0,54
+1,82
+4,52
+2,19
+0,08

-1,02

+4,59
+1,09
+0,16
+1,47

Max
Capitaliz
Anno (in milioni
(euro) di euro)

-6,12 0,370 0,494 185,5


-9,31 0,956 1,243 3476,2
+0,94 11,800 14,200 2982,0
-9,89 5,750 9,010
31,7
-12,98 1,264 1,610 106,9
-14,37 0,316 0,504 140,1

-19,51 1,100 1,415 120,7


+21,30 6,100 7,460 269,4
-6,90 2,212 2,900
27,7
-8,64 2,080 2,448
94,9
-2,22 0,365 0,462
40,3
-6,48 6,755 7,955 1646,2
-18,23 5,385 7,890 1905,5
+1,53 9,770 10,180 1994,8

+2,35 2,010 2,268 532,0


-21,94 3,580 5,390 416,1
+0,54 22,080 24,650 19865,9
-11,03 6,215 8,720 1952,8
-11,88 8,935 11,320 882,3
+0,98 16,320 17,890
77,0
-12,51 15,510 22,070 2751,3
-0,66 6,240 7,610
82,6
-6,78 20,170 28,300 3079,5
-3,52 23,350 28,800 1447,8
-2,16 5,315 6,995 5043,9
-26,25 3,754 6,865 2406,2
-18,06 2,940 4,076 1519,9
-20,87 2,428 4,000 250,5
-36,40 6,355 12,330 2844,2

-8,09 3,750 4,570 165,0


-15,45 3,496 4,678 244,1
-8,55 1,161 1,650 171,8
-14,15 184,700 269,900

-51,70 0,443 1,203 485,1


+16,87 49,900 99,900
2,5
-4,90 0,343 0,429 146,2
-2,94 1,271 2,248 339,6

-21,54 0,549 0,907 3121,8

-7,81 0,190 0,260 162,9


-11,26 2,090 2,788 286,2
-5,28 2,010 2,540
31,8
-4,09 3,358 4,496

-7,59 7,100 8,165


48,8
+6,22 0,358 0,537
72,6
-15,58 0,370 0,476
80,3
-8,12 0,543 0,722 1470,6
+16,33 2,340 2,750
25,6
-18,96 0,231 0,379
33,5
-24,77 0,172 0,270
6,8
-10,97 10,500 15,500 378,7
-22,64 0,258 0,374
10,3
-19,28 18,000 22,300
78,1
+7,09 3,470 4,266 110,4

+1,12 32,780 44,340 2953,3


-43,43 0,046 0,087
37,5
-0,49 13,280 16,700 1108,4
-8,71 12,100 16,580 2467,9
-11,59 7,350 10,190 362,7
-8,31 3,400 4,332
33,8
-0,49 3,370 4,520 346,4
+7,91 0,874 1,040
16,3
+4,55 0,094 0,122

-6,47 1,785 2,330 262,1


-8,08 0,807 1,000 114,1
+11,35 6,940 8,635 4987,4
-26,90 1,210 1,818
61,8
-13,42 5,425 7,290 1095,0
-54,10 0,274 1,160

-1,46 12,350 14,170 232,2


-23,19 3,920 5,890 727,9
-7,78 2,580 3,340
30,6
-18,49 0,162 0,247
15,7
-5,52 6,145 7,700 1369,5
-18,51 0,018 0,034
7,1
-17,26 0,179 0,225
17,5

-0,32 0,764 0,970 768,5


-38,21 0,345 0,677
39,1
+2,43 5,170 6,380 8355,9
-7,37 0,316 0,423 267,0
+2,18 0,201 0,319
14,4

-4,71 5,105 6,740 2098,5


-34,27 0,566 1,062 779,2
-11,60 0,776 1,069
31,0
-28,11 0,375 0,676 206,5
+22,61 1,990 2,732
42,4
-15,79 0,899 1,215
80,6
+8,24 13,400 19,100 758,4
+7,78 10,800 14,070 565,6
+0,50 13,890 16,390 936,8
-24,52 18,930 27,240 3068,9
-7,45 1,173 1,407 397,4
4,494 5,140

-5,50 42,680 49,090 2553,4


-33,83 4,662 7,200
66,3
-9,52 1,100 1,965
2,7
-11,95 47,000 57,750 1448,8
-9,20 0,611 0,706
70,0
-23,36 0,073 0,101
3,2

Intesa, i compensi dei vertici


Nel 2015 lamministratore delegato di Intesa
Sanpaolo, Carlo Messina, ha percepito complessivamente 2,83 milioni di euro lordi (1,65 fissi,
1,12 variabili). Emerge dalla relazione sulla remunerazione della banca. Il presidente del consiglio
di gestione Gian Maria Gros-Pietro, invece, ha
percepito un totale di 900mila euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nome Titolo

Tel. Prezzo
Rif.
(euro)

El.En. *................................................................(ELN)
Elica *..................................................................(ELC)
Emak *.................................................................(EM)
Enel................................................................... (ENEL)
Enel Green Pw............................................(EGPW)
Enervit................................................................(ENV)
Engineering * ................................................ (ENG)
Eni ......................................................................... (ENI)
Erg........................................................................(ERG)
Ergy Capital ..................................................... (ECA)
Ergy Capital 16w.................................(WECA16)
Esprinet * .........................................................(PRT)
Eukedos.............................................................(EUK)
Eurotech *........................................................(ETH)
Exor......................................................................(EXO)
Exprivia *..........................................................(XPR)
F Falck Renewables *............................(FKR)
FCA-Fiat Chrysler Aut................................. (FCA)
Ferragamo .....................................................(SFER)
Ferrari..............................................................(RACE)
Fidia *.................................................................(FDA)
Fiera Milano *...................................................(FM)
Fila * .................................................................. (FILA)
Fila warr........................................................(WFILA)
Fincantieri .........................................................(FCT)
FinecoBank......................................................(FBK)
Finmeccanica..................................................(FNC)
FNM................................................................... (FNM)
Fullsix.................................................................. (FUL)
G Gabetti Pro.S......................................... (GAB)
Gas Plus.............................................................(GSP)
Gefran * ...............................................................(GE)
Generali.................................................................. (G)
Geox ....................................................................(GEO)
Gr. Waste Italia................................................(WIG)
Gruppo Edit. L'Espresso................................. (ES)
H Hera ...........................................................(HER)
I I Grandi Viaggi........................................ (IGV)
IGD........................................................................(IGD)
Il Sole 24 Ore...................................................(S24)
Ima *...................................................................(IMA)
Immsi.................................................................. (IMS)
Industria e Inn. ..................................................(IIN)
Intek Group........................................................(IKG)
Intek Group rnc .............................................(IKGR)
Interpump * ........................................................ (IP)
Intesa Sanpaolo...............................................(ISP)
Intesa Sanpaolo rnc....................................(ISPR)
Invest e Sviluppo.............................................(IES)
Inwit ....................................................................(INW)
Irce * .....................................................................(IRC)
Iren.........................................................................(IRE)
Isagro *............................................................... (ISG)
Isagro Azioni Sviluppo ...............................(ISGS)
IT WAY * ............................................................ (ITW)
Italcementi............................................................(IT)
Italmobiliare.................................................... (ITM)
Italmobiliare rnc ......................................... (ITMR)
IVS Group............................................................(IVS)
J Juventus FC.......................................... (JUVE)
K K.R.Energy...............................................(KRE)

Var.
Var.
Min
Rif. 04/01/2016 Anno
(in %) (in %) (euro)

Max
Capitaliz
Anno (in milioni
(euro) di euro)

40,600 -2,99 +2,65 35,750 41,850 198,0


1,909 +0,85 -1,45 1,402 1,940 120,8
0,778 +0,58 +2,30 0,605 0,812 126,7
3,896 +0,15 +3,07 3,398 3,912 36647,9
1,895 +0,32 +4,58 1,640 1,898 9460,8
3,070 +2,33 +8,63 2,390 3,070
54,4
65,700
+11,36 55,150 65,800 819,8
13,370 +1,29 -0,45 10,930 13,630 48516,3
11,440 +1,24 -7,14 10,660 12,320 1716,9
0,063 +0,96 -18,05 0,052 0,079
10,8
0,002 +57,14 -67,16 0,001 0,007

8,200 -0,12
6,710 8,685 427,7
1,030 +0,88 -2,92 0,934 1,068
23,3
1,375 -0,72 -13,90 1,100 1,618
49,1
30,820 +0,69 -23,50 23,610 40,500 7555,9
0,740 -3,83 +0,07 0,608 0,815
39,0
0,956 -1,09 -13,29 0,781 1,102 281,1
6,975 +2,50 -14,42 5,230 8,365 8926,7
21,860 +1,16 +5,81 18,820 22,600 3675,1
37,690 +0,86 -13,69 28,000 44,600 7294,5
6,710 -2,33 +5,84 4,142 6,870
34,1
1,930 +3,54 -14,37 1,357 2,260 137,6
10,810 -0,83 +1,03 9,850 10,990 380,4

0,342 +0,77 -16,68 0,270 0,410 591,0


6,975 -1,06 -5,68 6,000 7,395 4236,4
10,960 +2,05 -11,40 8,630 12,860 6330,8
0,437 +3,85 -5,86 0,341 0,465 184,1
1,293
-26,95 0,990 1,779
14,5
0,631 +0,48 -23,11 0,465 0,825
37,1
3,220 +0,63 -11,05 2,670 3,690 144,6
1,596 -1,24 -6,23 1,430 1,817
23,1
13,850 +1,09 -14,51 10,960 16,370 21583,5
2,932 -0,95 -25,55 2,580 3,938 762,7
0,222 -1,55 -69,29 0,217 0,735
12,4
1,014 -1,55 +1,71 0,705 1,030 418,7
2,540 -1,17 +3,93 2,416 2,656 3813,2
0,848 +1,19 -6,56 0,698 0,925
40,2
0,816 -1,09 -5,66 0,632 0,880 666,4
0,584 +2,37 -6,79 0,453 0,635
25,0
49,270 -1,08 +2,82 41,290 49,810 1858,8
0,401 -0,94 -11,04 0,329 0,451 139,6
0,260
-13,51 0,210 0,301
6,1
0,258 +1,22 -15,94 0,230 0,310
86,4
0,443 -0,94 -8,12 0,402 0,482
22,1
13,050 -0,08 -7,18 10,450 14,270 1413,5
2,592 -2,19 -13,08 2,146 3,040 41410,7
2,420 -1,87 -12,64 2,032 2,796 2274,4
0,194 -4,72 -28,69 0,190 0,273
1,4
4,706 +1,95 -5,20 4,346 5,035 2798,1
1,941 -1,82 -8,44 1,747 2,120
54,2
1,572 +1,35 +8,49 1,270 1,572 1865,7
1,135 -3,81 -24,03 0,904 1,494
29,6
0,849 -2,30 -16,93 0,726 1,028
12,4
1,570 +2,82 +0,71 1,134 1,698
12,3
10,190 +0,39 -0,20 9,760 10,350 3545,9
39,470 +1,18 -4,32 31,100 42,000 876,2
26,550 +2,08 -9,94 22,230 29,480 433,6
8,170 -0,37 -7,16 7,540 8,800 316,1
0,255 -0,39 -1,85 0,231 0,263 257,2
0,489 -1,91 -26,53 0,371 0,671
16,2

Nome Titolo

Tel. Prezzo
Rif.
(euro)

L La Doria *...................................................(LD) 13,290


Landi Renzo *....................................................(LR) 0,536
Lazio.....................................................................(SSL) 0,508
Luxottica ........................................................... (LUX) 48,960
Lventure Group............................................(LVEN) 0,538
M Maire Tecnimont....................................(MT) 2,670
Management e C..........................................(MEC) 0,135
MARR *......................................................... (MARR) 17,620
Massimo Zanetti Beverage * .................(MZB) 7,160
Mediacontech............................................... (MCH) 1,514
Mediaset.............................................................(MS) 3,706
Mediobanca ..................................................... (MB) 7,115
Meridie.................................................................(ME)

Mid Industry Cap........................................... (MIC)

Mittel................................................................... (MIT) 1,400


Moleskine *....................................................(MSK) 1,710
MolMed ...........................................................(MLM) 0,387
Moncler ........................................................(MONC) 14,990
Mondadori ........................................................(MN) 0,904
Mondo Tv *.....................................................(MTV) 4,990
Monrif...............................................................(MON) 0,211
Monte Paschi Si. ........................................(BMPS) 0,598
Moviemax......................................................(MMG)

Mutuionline *................................................(MOL) 7,275


N Nice * ...................................................... (NICE) 2,310
Noemalife........................................................(NOE) 7,415
Noemalife 15 warr ............................(WNOE17)

Novare ................................................................. (NR)

O Olidata....................................................... (OLI) 0,174


Openjobmetis *............................................ (OJM) 6,910
OVS......................................................................(OVS) 5,700
P Panariagroup * ....................................(PAN) 3,770
Parmalat ............................................................(PLT) 2,422
Piaggio................................................................ (PIA) 1,900
Pierrel................................................................. (PRL) 0,394
Pierrel 12w.............................................(WPRL12)

Pininfarina...................................................... (PINF) 2,400


Piquadro ............................................................. (PQ) 1,250
Poligr. S.Faustino *....................................... (PSF) 5,185
Poligraici Editoriale.....................................(POL) 0,208
Poste Italiane.................................................. (PST) 6,435
Prelios.................................................................(PRS) 0,097
Premuda ..............................................................(PR) 0,156
Prima Industrie * ........................................... (PRI) 11,580
Prysmian...........................................................(PRY) 19,310
R R. De Medici *..........................................(RM) 0,340
Rai Way.......................................................... (RWAY) 4,710
Ratti..................................................................... (RAT) 2,344
RCS Mediagroup ...........................................(RCS) 0,504
Recordati........................................................... (REC) 21,870
Reply *............................................................... (REY) 135,900
Retelit ...................................................................(LIT) 0,585
Risanamento..................................................... (RN) 0,094
Rosss.................................................................. (ROS) 0,738
S Sabaf S.p.a. *.........................................(SAB) 10,510
Saes *....................................................................(SG) 12,000
Saes rnc *.........................................................(SGR) 8,865
Sailo Group......................................................(SFL) 8,020
Saipem..............................................................(SPM) 0,369
Saipem risp..................................................(SPMR) 5,950
Salini Impregilo.............................................. (SAL) 3,734
Salini Impregilo rnc ................................... (SALR) 8,400
Saras...................................................................(SRS) 1,396
Save...................................................................(SAVE) 12,600
Seat PG.................................................................(PG) 0,003
Seat PG 16 warr .................................... (WPG16) 0,000
Seat PG r ...........................................................(PGR)

Servizi Italia * ...................................................(SRI) 3,470


Sesa *................................................................. (SES) 14,950
SIAS.......................................................................(SIS) 8,600
Sintesi.................................................................... (SII) 0,023
Snai .................................................................... (SNA) 0,768
Snam Gas .........................................................(SRG) 5,030
Sogei *................................................................ (SO) 1,583
Sol ........................................................................(SOL) 7,775
Space2............................................................ (SPA2) 9,840
Space2 warr .............................................(WSPA2) 0,720
Stefanel ...........................................................(STEF) 0,180
Stefanel risp ...............................................(STEFR)

STMicroelectr.................................................(STM) 5,250
T Tamburi......................................................(TIP) 3,140
Tamburi 13w...........................................(WTIP15)

Tamburi 20 warr....................................(WTIP20) 0,440


TAS........................................................................(TAS) 0,437
Telecom IT ..........................................................(TIT) 1,033
Telecom IT rnc ...............................................(TITR) 0,831
Tenaris ...............................................................(TEN) 10,730
Terna.................................................................. (TRN) 4,830
TerniEnergia * ................................................ (TER) 1,185
Tesmec *........................................................... (TES) 0,590
Tiscali....................................................................(TIS) 0,055
Tod's................................................................... (TOD) 67,850
Toscana Aeroporti ........................................ (TYA) 14,000
Trevi Fin.Ind........................................................(TFI) 1,593
TXT e-solution *........................................... (TXT) 7,735
U UBI Banca ................................................(UBI) 3,948
Unicredit............................................................(UCG) 3,914
Unicredit risp................................................(UCGR) 7,635
Unipol..................................................................(UNI) 3,672
UnipolSai..............................................................(US) 2,034
V Valsoia .......................................................(VLS) 21,650
Vianini Industria .............................................(VIN) 1,190
Vittoria Ass. *.................................................. (VAS) 9,000
Y Yoox Net-A-Porter G. *................ (YNAP) 25,480
Z Zignago Vetro *....................................... (ZV) 5,670
Zucchi .................................................................(ZUC) 0,031
Zucchi 14 warr......................................(WZUC14)

Zucchi rnc.......................................................(ZUCR) 0,162

Var.
Var.
Min
Rif. 04/01/2016 Anno
(in %) (in %) (euro)

+2,88
+2,65
-2,04
-0,37
+6,89
+9,67
-0,90
-0,56
+2,30
-0,91
+0,42

-1,04
+5,59
-0,86
+1,57
+1,63
-1,49
+0,08

-0,34
+3,12
+1,78

-0,86
-2,68
+0,44
+1,34

+0,05
-0,23

-3,15
+0,40
+1,27

-0,77
-1,53
+0,26
-2,11
+0,31
-2,88
+1,86
-0,17
-0,88
+0,51
+8,72
+1,39
-1,68
-0,81
-0,94
+1,69
+0,17
-2,49
-0,99
+1,71
-0,90

-1,41
+0,80
+7,69

-0,91
-0,66
+1,18

-1,22
-1,18
+1,09
-0,06
+0,92

-1,96

+0,48
+1,23

+4,76

-1,24
-0,89
+1,13
-0,17
-1,25
-2,16
+1,10
-0,37

-5,74
-1,21
-1,20
-0,41
-4,02
+1,55
+1,09
-2,39

-1,10
+0,31
+1,43
-0,32

-1,22

valuta al 18-03-16
Scadenza GG.

Pr.Netto Rend.

14.04.16
13.05.16
14.06.16
14.07.16
12.08.16
14.09.16

100,023
100,051
100,063
100,046
100,049
100,053

14.10.16
14.11.16
14.12.16
13.01.17
14.02.17
14.03.17

100,059
100,062
100,071
100,059
100,062
100,087

210
241
271
301
333
361

Max
Capitaliz
Anno (in milioni
(euro) di euro)

+5,06 9,840 13,290 411,3


-28,27 0,390 0,758
60,4
-1,36 0,395 0,524
33,8
-16,02 48,780 58,850 23739,4
-20,18 0,415 0,748
9,3
+8,98 1,855 2,670 794,7
+0,30 0,114 0,137
60,5
-5,57 15,830 18,660 1187,9
-24,03 7,160 9,425 246,7
+87,84 0,670 1,560
27,6
+0,87 2,866 3,746 4405,3
-17,17 5,650 8,590 6175,8

-9,97 1,290 1,555 123,1


+3,64 1,344 1,728 364,9
+1,12 0,240 0,387 158,2
+20,40 12,190 15,700 3756,6
-8,78 0,714 0,991 239,8
-14,48 3,640 6,060 131,0
-20,23 0,201 0,266
30,7
-48,89 0,459 1,169 1769,0

-6,01 6,660 7,740 291,1


-7,60 1,903 2,530 266,8
+11,67 6,480 7,500
61,2

-7,42 0,119 0,199


5,8
-3,22 6,525 7,500
94,8
-10,17 5,075 6,345 1289,8
+5,90 3,008 3,940 169,3
+2,80 2,312 2,446 4492,5
-15,85 1,655 2,258 687,3
-26,06 0,305 0,546
19,1

-32,77 2,400 3,570


73,1
-7,20 0,983 1,388
62,2
-12,71 4,460 5,940
44,6
-19,82 0,190 0,259
27,2
-7,61 5,170 7,200 8439,3
-63,59 0,088 0,265 112,4
-17,29 0,143 0,189
29,2
-21,33 8,750 14,720 121,8
-0,31 16,450 19,600 4175,7
-6,77 0,299 0,368 129,7
-1,59 4,114 4,786 1283,1
-0,93 2,250 2,450
64,1
-15,49 0,435 0,648 264,6
-7,49 19,430 24,370 4572,1
+7,86 105,000 135,900 1206,5
-1,68 0,427 0,600
98,0
-24,27 0,072 0,125 170,0
-22,32 0,550 0,950
8,5
-7,89 9,780 11,480 121,3
-8,95 8,985 14,000 175,6
-11,70 6,750 10,550
65,1
-23,69 7,350 10,510 509,0
-59,51 0,301 0,925 3750,8
+2,11 3,900 5,950
0,7
-3,51 2,936 3,870 1830,0
-11,67 7,500 9,510
13,6
-18,12 1,290 1,952 1331,6
-2,85 11,270 13,140 698,6
-6,67 0,002 0,003 174,4
-80,00 0,000 0,000

-9,87 3,148 3,870 107,3


-3,55 12,500 15,500 236,6
-9,95 7,815 9,550 1933,7
-36,62 0,017 0,036
0,9
-12,08 0,529 0,873
89,4
+4,18 4,722 5,185 17680,2
-22,40 1,293 2,040 186,8
-5,18 7,080 8,245 701,2
+0,92 9,500 10,000 302,5
-20,00 0,700 0,900

-22,51 0,162 0,238


15,5

-13,08 4,670 6,270

-5,08 2,590 3,310 461,7

+7,98 0,290 0,429

+9,25 0,385 0,449


18,3
-8,34 0,820 1,142 14007,0
-8,64 0,651 0,918 5028,5
-0,65 8,640 10,980

+2,37 4,500 4,934 9731,0


-24,67 1,112 1,573
44,8
-8,46 0,493 0,645
64,2
-1,95 0,038 0,057 172,9
-4,71 65,500 73,750 2252,9
-6,29 12,970 14,950 260,5
-10,46 1,226 1,779 266,1
-3,37 7,145 8,120 101,3
-33,37 2,976 5,960 3577,6
-21,47 2,770 5,015 23425,6
-6,78 7,470 8,290
19,1
-19,76 2,866 4,682 2617,4
-9,92 1,551 2,258 5733,3
+6,49 17,550 22,180 227,4
-1,65 1,160 1,298
35,4
-9,09 7,765 9,990 606,7
-20,65 24,230 32,860 2171,1
-4,95 5,000 5,965 496,6
-19,43 0,008 0,039
11,8

+35,00 0,115 0,210


0,6
* Titolo appartenente al segmento Star.

Pr.Netto Rend.
-0,26
-0,14
-0,12
-0,11

RIPRODUZIONE RISERVATA

Quotazioni in diretta sul telefonino: invia QUOTA <sigla titolo>, ad esempio: QUOTA ACE al numero 482242. Costo 0,5 Euro per SMS ricevuto. Info su www.corriere.it/economia
Var.
Var.
Min
Rif. 04/01/2016 Anno
(in %) (in %) (euro)

Scadenza GG.
27
56
88
118
147
180

Ricavi operativi pari a 1,35 miliardi di euro in aumento dell1% (1,34 miliardi di euro al 31 dicembre
2014). Margine operativo lordo positivo per 198
milioni di euro (196,5 milioni al 2014). Positivo
anche il risultato netto del gruppo per 44,9 milioni di euro. Questi i conti del 2015 di Caltagirone
spa, societ che controlla Cementir, Vianini e le
attivit del gruppo nel campo delleditoria. Al 31
dicembre 2015 Caltagirone spa dava lavoro a 3.910
dipendenti. Il cda proporr allassemblea la distribuzione di un dividendo invariato di 0,05 euro
ad azione.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Dati a cura dellagenzia giornalistica Radiocor. Monete Auree: ConFinvest F.L. Milano

B.O.T.

Sale lutile di Caltagirone

-0,10
-0,09
-0,10
-0,07
-0,07
-0,09

Monete auree
16 mar
Sterlina (v.c)
Sterlina (n.c)
Sterlina (post.74)
Krugerrand
Marengo Italiano
Marengo Svizzero
Marengo Francese

Denaro Lettera
250,48 290,46
254,85 294,91
254,85 294,91
1.100,41 1.204,89
201,47 226,63
200,93 225,35
200,93 224,83

Oro

Tassi

Euribor

16 mar

Mattino

Sera

Oro Milano (Euro/gr.)


Oro Londra (usd/oncia)

36,07
36,05
1.233,10 1.228,50

Argento Milano (Euro/kg.)

---

465,13

Platino Milano (Euro/gr.)

---

29,38

Palladio Milano (Euro/gr.)

---

17,56

Per.
1 sett.
1 mese
2 mesi
3 mesi
4 mesi
5 mesi
6 mesi

T.360
-0,338
-0,317
-0,271
-0,230
-0,129

365
-0,343
-0,321
-0,275
-0,233
-0,131

Per.
T.360 365
7 mesi
8 mesi
9 mesi -0,067 -0,068
10 mesi
11 mesi
12 mesi -0,004 -0,004

Sconto Interv
Belgio
Canada
Danimarca
Finlandia
Francia
Germania

0.05
0.50
0.00
0.05
0.05
0.05

0.00
0.50
0.00
0.00
0.00
0.00

Sconto Interv
Giappone
Irlanda
Spagna
USA
Svizzera

0.30 -0.10
0.05 0.00
0.05 0.00
0.50 0.50
-0.25 -0.75

BORSE ESTERE
A New York valori espressi in dollari, a Londra in
pence, a Zurigo in franchi svizzeri. Dati di New York e
Toronto aggiornati alle ore 20.00
indici
MERCATI.........................................16-03
Amsterdam (Aex)...........................443,83
Brent Index...........................................38,82
Bruxelles-Bel 20..........................3.437,88
DJ Stoxx Euro.....................................325,07
DJ Stoxx Euro50...........................3.062,05
DJ Stoxx UE ........................................341,00
DJ Stoxx UE50...............................2.843,87
FTSE Eurotr.100........................... 2.637,44
Hong Kong HS............................20.257,70
Johannesburg ...........................42.022,76
Londra (FTSE 100).................... 6.175,49
Madrid Ibex35..............................8.962,80
Oslo Top 25 .......................................526,71
Singapore ST ................................2.844,21
Sydney (All Ords)........................5.175,69
Toronto (300Comp) ...............13.484,03
Vienna (Atx)..................................2.299,61
Zurigo (SMI)...................................7.916,43

var.%
+0,41
+3,85
+0,53
+0,02
-0,17
+0,04
-0,15
-0,08
-0,15
+1,09
+0,58
-0,28
+0,54
+0,17
+0,14
+0,62
+0,04
-0,47

selezione
FRANCOFORTE .............................16-03
Adidas..................................................102,50
Allianz ..................................................146,55
Bayer Ag ................................................99,76
Beiersdorf .............................................80,20
Bmw.........................................................82,63
Commerzbank Ag................................ 8,25
Deutsche Bank n ...............................17,25
Deutsche Post.....................................24,00
Deutsche Telekom n.........................15,98
Dt Lufthansa Ag.................................15,29
Hugo Boss Ag......................................56,72
Metro Ag................................................24,74
Siemens n .............................................91,46
Volkswagen Ag ................................114,65
PARIGI.............................................16-03
Air Liquide.............................................98,14
Alstom.....................................................21,84
Axa SA.....................................................21,89
Bnp...........................................................46,05
Cap Gemini...........................................78,27
Carrefour ...............................................23,80
Casino .....................................................48,40
Crdit Agricole.....................................10,24
Danone...................................................63,00
L'Oral ..................................................155,50
Michelin..................................................89,93
Peugeot S.A..........................................15,51
Renault...................................................86,03
Saint-Gobain....................................... 37,66
Sanoi-Synthelab..............................73,02
Socit Gnrale................................35,40
Sodexho Alliance ...............................96,11
Total .........................................................41,88
NEW YORK.....................................16-03
Amazon Com ....................................579,98
American Express..............................59,83
Apple Comp Inc................................106,14
At&T.........................................................38,87
Bank of America.................................13,33
Boeing ..................................................127,70
Carnival ..................................................48,97
Caterpillar Inc ......................................74,41
Cisco Systems...................................... 27,86
Citigroup Inc.........................................42,35
Coca-Cola Co.......................................45,08
Colgate Palmolive..............................68,74
Dow Chemical .....................................50,55
DuPont ...................................................63,25
Exxon Mobil..........................................83,02
Ford Motor ............................................13,45
General Electric ..................................30,30
General Motors...................................31,63
Goldman Sachs ...............................151,62
Hewlett-Packard...............................11,65
Honeywell..........................................109,62
Ibm ........................................................144,81
IGT ............................................................ 17,09
Industrie Natuzzi Sp............................1,59
Intel Corp ...............................................31,72
Johnson & Johnson........................ 107,55
JP Morgan .............................................59,16
Lockheed Martin.............................218,49
Luxottica Grp Spa..............................54,56
McDonald's........................................123,80
Merck & Co............................................52,03
Microsoft................................................54,36
Monsanto Co........................................91,23
Morgan Stanley..................................25,19
Nike Inc. Cl. B........................................62,01
Occidental Pet.....................................69,72
Pizer........................................................29,13
Philip Morris..........................................97,14
Procter & Gamble..............................81,70
Unilever NV..........................................44,19
Walt Disney ..........................................98,96
Whirlpool ............................................174,73
Xerox........................................................10,64
Yahoo Inc...............................................33,98
LONDRA..........................................16-03
3i Group ..............................................441,55
Anglo American...............................494,02
AstraZeneca................................... 3987,00
Barclays Plc .......................................164,10
BP ..........................................................350,72
British Telecom................................450,80
Burberry Group ............................ 1357,90
Glaxosmithkline ...........................1405,85
Marks & Spencer.............................410,37
Pearson Plc........................................880,09
Prudential .......................................1319,61
Rolls Royce.........................................672,48
Royal & Sun All.................................465,84
Royal Bk of Scot...............................234,27
Schroders Plc.................................2700,69
Unilever Plc..................................... 3137,81
Vodafone Group..............................220,26
ZURIGO ...........................................16-03
Nestl......................................................71,80
Novartis..................................................71,90

var.%
+1,08
+0,31
-0,24
-0,73
+3,86
-0,94
-4,43
+0,36
+0,57
+1,39
+0,12
+0,45
+1,03
+1,46
var.%
-0,14
-0,34
+0,71
-2,05
-0,63
-0,85
+1,04
-0,92
-1,04
-1,36
+2,85
+1,94
+2,36
-0,87
-1,58
-1,39
+0,54
+0,92
var.%
+0,51
+1,01
+1,49
+0,91
-1,77
+1,06
+2,21
+2,72
+0,71
-0,56
-0,35
+0,22
+0,72
+0,67
+0,24
+1,63
+0,07
+1,87
-0,27
+2,15
+0,86
+1,29
+7,48
+6,00
+0,21
-0,19
-0,07
+0,66
-1,25
+0,30
-0,74
+1,44
+2,31
-0,94
+0,99
+2,03
-1,39
+0,73
+0,48
-0,20
+0,73
+3,49
+0,71
+2,15
var.%
+1,71
+1,08
-0,42
+0,28
+2,37
-0,45
-0,74
-0,28
+1,56
+1,37
+1,59
-0,07
+2,01
-0,13
-0,07
-0,60
+0,16
var.%
+0,56
-0,55

38

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Cultura

Il veterano di guerra
diventato scrittore
Online lintervista
www.corriere.it/lalettura

Elliot Ackerman ha 35 anni e fa parte di


un piccolo gruppo di veterani americani
dellIraq e dellAfghanistan che si sono
affermati come scrittori. Nel romanzo
Prima che torni la pioggia (Longanesi)
racconta la guerra dal punto di vista di un
ragazzo afghano. Viviana Mazza lo ha
incontrato per la Lettura a Milano, dove
ha presentato il libro. Sono diventato
pacifista da grande dice nella

Lindirizzo
I lettori
possono
scriverci
allindirizzo
email laLettura
@corriere.it

videointervista su corriere.it/lalettura, in
cui parla anche degli errori delle guerre
del passato e dei conflitti che sembrano
imminenti. Su un nuovo intervento in
Libia, si dice contrario: Ce n stato uno
di recente, e inizialmente tutti pensarono
che la missione fosse andata bene, ma
invece alla fine si rivelata disastrosa.
Possiamo dire la stessa cosa a proposito
dellIraq, dellAfghanistan e della Siria.

Anteprima Esce oggi da Rizzoli il nuovo, denso romanzo dellautore romano: una sorta di grappolo di narrazioni

La scuola di Albinati il mondo


Quasi 1.300 pagine per affrontare i grandi temi. Si parte da un istituto della capitale. E dal delitto del Circeo
di Francesco Piccolo

Gli incontri

a prima scelta che bisogna fare nel parlare di


La scuola cattolica, il
nuovo romanzo di Edoardo Albinati, se occuparsi
del fatto che sia lungo 1.300
pagine. S, esatto, 1.300 pagine. Sono tante? Sono troppe?
Per un romanzo, si potrebbe
rispondere quasi sempre s.
Se si tratta di un tentativo di
capire il mondo, o, come nel
caso del libro di Albinati, ancora pi precisamente un tentativo di trovare un modo di
starci, nel mondo, allora no.
Allora sono poche. Sono sempre poche.
Loperazione narrativa che
ha fatto Albinati, che pure
autore di libri interessanti e/o
importanti come Maggio selvaggio o Vita e morte di un ingegnere, quasi disarmante
per la sua evidente potenza.
Ha preso un nucleo intorno al
quale ragionare, e da l ha fatto scaturire invece che un romanzo, una specie di grappolo di narrazioni che di solito
nella storia di uno scrittore occupano la vita intera. Spesso,
degli autori basta mette in fila
i libri che hanno scritto per
concludere che il grande romanzo lo hanno scritto cos,
una puntata alla volta, durante
larco di una carriera. Albinati,
invece, partendo da unesperienza anche banale perch
affrontata da tutti gli esseri
umani, gli anni della scuola, fa
germogliare il mondo intero,
facendo partire una quantit
di racconti e temi e riflessioni
e collegamenti impressionanti. La scuola il San Leone Magno intorno alla via Nomentana; lobiettivo dove il romanzo
punta il delitto del Circeo,
uno dei primi pi appassionanti e feroci della cronaca
nera (legato a giovani che hanno frequentato quella scuola).
Ma i temi sono innumerevoli,
e sembra riduttivo elencarne
solo alcuni: la formazione del
maschio, leducazione cattolica, la famiglia, la borghesia, il
sesso, la violenza come risultato spesso poco sotterraneo
delle frustrazioni che creano
tutte queste cose insieme. Ma
mentre scrivo questo elenco
di massima, i temi, i ragionamenti, le storie che affiorano
sono tante e tante ancora. E
sarebbe uno sforzo inutile cercare di riassumere qui.
Albinati macina pagine e
pagine in modo del tutto consapevole, dialogando a volte
con i lettori e largomento
proprio quello della ponderosit, o comunque della necessit: Abbiate pazienza se
proseguo qui per qualche pagina a parlare di famiglia. Se
non scrivessi ancora qualche
riga, se non ci ragionassi sopra con calma, i ragazzi di
questo libro resterebbero incollati come figurine su grandi fogli bianchi. A volte invece concede al lettore, se non
gli va di approfondire un capitolo, di saltare avanti. Altre

Sintitola La
scuola cattolica
il nuovo
romanzo dello
scrittore
Edoardo
Albinati (nella
foto qui sotto di
Leonardo
Cndamo) che
esce oggi da
Rizzoli (pagine
1.294, e 22)

Vanni Cuoghi
(1966),
Monolocale 5,
(2015, tecnica
mista): allartista
dedicata la
mostra Carte,
Demoni e Dame
in corso a
Milano, alla
Fabriano
Boutique (fino
al 23 aprile)

volte si scusa, fa un sunto dei


capitoli che state per affrontare, casomai non dovessero interessare.
Ecco, la questione che non
soltanto questo libro importante, a volte grandioso, non
soltanto necessita di tutte
queste pagine, ma grazie a
questo tempo che si prende, a
questo spazio che si prende,
genera un tipo di narrazione
assolutamente originale che,
insomma, pu rimanere un
punto fermo degli anni letterari che stiamo vivendo.
Il protagonista si chiama
Edoardo, e probabilmente
anche letteralmente il romanzo della vita di Albinati, per
quanto possa esserlo un romanzo, cio mai; ma soprat-

pagine. Ed appena uscita la saga di oltre mille


pagine Citt in fiamme dellesordiente Garth
Risk Hallberg (Mondadori). In America per,
terra di Infinite Jest (D. F. Wallace, 1.282 pagine
per Einaudi Stile libero), i libri monumento
sono frequenti: nel 2014 Il cardellino di Donna
Tartt con 892 pagine (Rizzoli) e la Perfidia di
James Ellroy con 890 pagine (Einaudi Stile libero). Dimensioni da biografia: nello spirito del
film Boyhood di Richard Linklater (2014), che
segu il protagonista Mason per 12 anni (veri).
Va detto che la dimensione di opera-mondo
assai pi insolita per lItalia, ma che proprio
nel Paese de I vicer di Federico De Roberto
(monumento di 700 pagine del 1894) il fenomeno sta crescendo: non solo il nuovo romanzo di Albinati sfiora le 1.300 pagine, ma lultimo di Luca Doninelli Le cose semplici ne conta
ben 838 (Bompiani), e gi Antonio Franchini
ha annunciato in programma per Giunti il
nuovo romanzo di Giuseppe Montesano La
vita vera altrove, di oltre 2.000 pagine.

do con un senso, avendoci capito qualcosa, e soprattutto


provando a pensare che alla fine poi un modo di stare al
mondo si trova.
Quindi il racconto si prende
tutto il tempo, tutta la libert
che vuole. E in questo consiste
la sua specialit (e quindi le
sue 1.300 pagine ne costituiscono quasi la ragione principale della sua forza). proprio
questo il dialogo con il lettore:
io lo devo fare, devo andare
per la mia strada, ho rotto gli
argini del tempo e dello spazio da occupare, se li ho rotti
vado dove voglio per quanto
tempo voglio. Puoi seguirmi o
no, per un tratto o disordinatamente. Ma io vado. E in questa formula di libert, si concede praticamente tutto. E in
questo concedersi tutto sta
praticamente la potenza
espressa al massimo della sua
scrittura, ma anche della letteratura in s.
In definitiva: un libro di
1.300 pagine, allora, vuol dire
che gi per questo un libro
importante? La risposta no.
Per quanto riguarda invece
questo libro, la risposta invece
: decisamente s. Un libro importante. Questo quello che
bisogna, in fondo, dire. Perch si finisce dentro un mondo e una vita e non si ha nessuna fretta di uscirne, e intanto che si gode lalternanza tra
racconto e ragionamento (ma
non questa la vita? Vivere e
ragionare su come si vive?) si
prova unenorme ammirazione e un morboso piacere.
Insomma, le recensioni
non lo dicono quasi mai, per
una forma di pudore, ma stavolta vale la pena farlo: La
scuola cattolica un grande
libro, Edoardo Albinati un
grande scrittore.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

tutto un libro molto ambizioso; non perch il nucleo sostanziale sia originale o potente, ma quasi al contrario:
perch un romanzo contenitore, e contiene il tentativo, lo
sforzo meraviglioso di mettere in gioco tutti i tasselli che la
vita ti ha messo davanti, raccoglierli tutti, tutti, uno per
volta, e cercare, avendoli messi insieme, di capire la propria

esistenza, quella della propria


scuola, del quartiere (il quartiere Trieste); per cercare di
comprendere le radici o la follia di un delitto spaventoso, e
quindi i modi in cui un Paese
intero li accoglie, li digerisce e
alla fine cerca in qualche modo di espellerli. Prende tutta
questa materia e cerca pian
piano, appassionatamente, un
modo per attraversare il mon-

Partendo dallautobiografia si
parla di educazione cattolica,
famiglia, sesso, violenza

Il fenomeno del libro colossale


Cresce la tendenza: Hallberg in America, Doninelli in Italia
di Ida Bozzi

N
Esordiente
Lo scrittore
Garth Risk
Hallberg (1978)

Italiano
Luca Doninelli
(1956), foto di
Fabrizio Villa

elle librerie i tomi di 5-600 pagine sono


di solito la regola per un genere preciso,
il thriller, soprattutto scandinavo (uno
per tutti Millennium di Stieg Larsson, Marsilio). Ma di recente anche i romanzi mainstream (cio non di genere) vanno dilagando ben
oltre le 500, 700, 1.000 pagine e oltre: Purity di
Jonathan Franzen fresco di stampa per Einaudi con le sue 656 pagine. Si tratta sovente di
opere-mondo, cio di romanzi che raccontano
la vita intera di uno o pi personaggi e di tutto
il milieu (lambiente, per dirla con Balzac, che
infatti di opere-mondo sintendeva), fino a
diventare avventure biografiche, in cui a volte
lautore mette in gioco anche parte di s e della
propria vita familiare.
Lapripista stato Karl Ove Knausgrd, con i
volumi del ciclo La mia battaglia: Feltrinelli ha
pubblicato La morte del padre, di 512 pagine
(2014), e Un uomo innamorato (2015) di 656

Il libro sar
presentato a
Roma
domenica 20
marzo (ore 17),
in un incontro
dellautore con
Francesco
Piccolo,
nellambito
della rassegna
Libri come
presso il Teatro
Studio
dellAuditorium
Parco della
musica (via de
Coubertin, 10)
A Milano
invece Albinati
presenter il
libro mercoled
30 marzo (ore
19), dialogando
con Filippo Timi
allo Spazio
Marras
(via Cola di
Rienzo 8)
Edoardo
Albinati nato
a Roma nel
1956. Ha
esordito con la
raccolta di
racconti
Arabeschi della
vita morale
(Longanesi
1988) a cui
seguito Il
polacco
lavatore di vetri
(Longanesi
1989)

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

TERZA PAGINA

39
#

Laterza

Europa e solidariet
Un seminario a Roma
sul saggio di Ferrera

Si tiene oggi a Roma, presso la sede della


casa editrice Laterza (via di Villa Sacchetti
17), un seminario a porte chiuse a partire dal
libro del politologo e commentatore del
Corriere Maurizio Ferrera Rotta di
collisione. Euro contro Welfare?, pubblicato
appunto da Laterza e dedicato al futuro delle
istituzioni comunitarie. Il saggio di Ferrera,
recensito sul Corriere della Sera da
Michele Salvati il 17 febbraio scorso, solleva

il problema di come conciliare il


mantenimento degli attuali livelli di
protezione sociale con i vincoli di bilancio
imposti per assicurare la sopravvivenza
della moneta unica dopo lesplosione della
crisi finanziaria globale. Al centro della
discussione, che si apre alle ore 17.30 con gli
interventi del giudice costituzionale Giuliano
Amato e del politologo Sergio Fabbrini, si
collocano dunque le proposte avanzate da

Il politologo
Maurizio Ferrera

Ferrera per la costruzione di un modello


alternativo di Unione Europea, che superi la
logica intergovernativa oggi vigente e
affronti con coraggio la doppia questione
della democraticit delle istituzioni
comunitarie e dellesigenza di affermare
nuovi criteri di equit sociale per tutti i
cittadini dellUe. Un disegno che presuppone
un forte investimento politico da parte di una
leadership lungimirante.

Elzeviro / Retrospettiva a Torino

Collettive A Osimo esposta una selezione dei pezzi del critico. Con Lotto, Artemisia, Guercino e, soprattutto, i minori

RENATO BIROLLI,
LEMOZIONE
DEL COLORE

Limpeto del collezionista va in mostra


120 opere dal museo privato di Sgarbi

di Sebastiano Grasso

Levento

spulso per indisciplina ed eccesso di


canto. Nel 1928 Renato Birolli arriva a
Milano dalla nata Verona. Ha 23 anni.
Dopo avere dato una mano a impastare
il pane al padre (fornaio), ha preso il diploma
di ragioniere, ha fatto lallievo ufficiale in Artiglieria, s iscritto allAccademia di Belle arti
di Verona, ma non ha fatto in tempo a finirla
perch lhanno cacciato. Per vivere, a Milano il
giovane artista fa il correttore di bozze a
LAmbrosiano.
Ben presto si inserisce fra i giovani pittori
provenienti da tuttItalia, aiutato da Carr e
Persico. Frequenta Quasimodo e i poeti ermetici (Modificarono il mio modo di sognare la
realt), si inserisce nel gruppo di Corrente; a
Parigi incontra Lionello Venturi, partecipa alla
Biennale, entra nella Nuova secessione (poi
Fronte nuovo delle arti), con Morlotti torna a
Parigi con una borsa di studio e diventa amico
di Picasso, Nicolas de Stal e Hartung. Assieme ad Afro, Corpora, Moreni, Morlotti, Santomaso, Turcato e Vedova, fa parte del Gruppo
degli Otto di Venturi, un paio di volte ottiene
una sala alla Biennale e, nonostante muoia
giovane (nel 1959), fa in
tempo a innovare la pittura italiana.
Il colore. Birolli ne ha
unidea personalissima:
Non materia; un nucleo emozionale, annota
nei Taccuini. Colore come
parola e come musica. Le
continue variazioni tonali,
Renato Birolli,
infatti, gli suggeriscono
Autoritratto (1934) assonanze, dissonanze,
armonie. Mutata la geografia, mutano anche dati sensoriali, provocazioni, stimoli. Birolli va sempre alla ricerca
dellinedito. Il mare dipinto, per esempio,
non una superficie, ma uno spaccato del
mondo in verticale. E la verticale la direzione che lartista d allemozione. Colori trionfanti? Matisse. Strutture geometriche con
elementi figurativi? Picasso. Vengono in mente un po luno e un po laltro; ma la magia
colta in ogni dipinto quella del rosso che
sincendia.
C stato un periodo mi raccontava Giuseppe Migneco in cui Birolli e Beniamino
Joppolo si spartivano il sonno, come suole
dirsi. Joppolo, siciliano della provincia di
Messina, aveva un anno in meno di Birolli e si
considerava prevalentemente uno scrittore
(ricordate La doppia storia, uscito nei Narratori italiani di Mondadori? E, come autore
teatrale, Il cammino e Lultima stazione, messi in scena da Paolo Grassi?). Sul colore i due
amici avevano idee simili. In Canto popolare
fiammingo, per esempio, Birolli dava forma
infinita al proprio sentire. E nei versi di
Scandinavia Joppolo scriveva: I colori vivono
autonomi / se ne fottono delle cose / corrono
nellaria. E nellaria corrono i colori dei
novanta quadri adesso esposti al Museo Ettore Fico di Torino (Figure e luoghi 1930-1959,
sino al 26 giugno), a cura di Elena Pontiggia e
Viviana Birolli, con le varie stagioni dellavventura pittorica dellartista veneto. Da Paesaggio allArlecchino suonatore, da Taxi rosso
nella neve a Le signorine Rossi, dai Contadini
allIncendio nella notte nelle Cinque Terre, da
Anversa a I poeti; e via dicendo.
Birolli una sorta di architetto che costruisce la sua realt con rossi corallo, blu cobalto,
gialli squillanti (come trombette, avrebbe
detto Raffaele Carrieri), verdi mare-notte, neri
di seppia, bianchi daffresco. Nellultimo decennio di vita, il pittore rilegge infanzia, giovinezza, maturit e, come in un libro, scandisce
lesistenza in capitoli: la cronaca diventa tuttuno con aspirazioni e desideri. Quali i tempi
eroici del sogno? La tela viene invasa da pentagrammi di colori e la voce si leva in un crescendo. Ma, stavolta, nessuno lo espelle per
eccesso di canto.
sgrasso@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Capolavori

di Carlo Vulpio

A sinistra, Guido Cagnacci Allegoria


del Tempo (La vita umana), 1650;
sotto, lultima scoperta dello studioso
ferrarese: laquila in terracotta
attribuita a Niccol dellArca (che
visse tra il 1435 circa e il 1494)

Si inaugura
oggi, e apre
domani a
Palazzo
Campana di
Osimo
(provincia di
Ancona), la
mostra Lotto,
Artemisia,
Guercino. Le
stanze segrete
di Vittorio
Sgarbi. La
mostra si
concluder il
30 ottobre, ma
non detto che
non migri,
ricongiungendosi agli altri
pezzi della
nutrita
collezione del
critico (4.000)
in una sede
stabile. Per
dieci anni o per
sempre, forse
al Sud, che
tanto ha
bisogno di
rinascita
culturale. Delle
4.000 opere
del critico
(Ferrara, 1952),
650 sono
conferite alla
collezione
CavalliniSgarbi, in
ricordo della
madre

Osimo, splendida citt a due passi da Ancona dove, nel 1975,


venne firmato lomonimo trattato che ha disegnato gli attuali confini tra lItalia
e la ex Jugoslavia in seguito alla Seconda guerra mondiale,
domani sar inaugurata la
mostra, aperta fino al 30 ottobre, Lotto, Artemisia, Guercino. Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi.
Centoventi opere della collezione privata del critico darte, che da Ro Ferrarese nel
delta del Po di Riccardo Bacchelli, dov la casa di Giuseppe Sgarbi e Rina Cavallini, i
genitori di Vittorio ed Elisabetta , hanno percorso trecento chilometri e hanno trovato ospitalit a Osimo, a Palazzo Campana. Qui, Pietro Di
Natale, Lina Lippi e Stefano
Papetti hanno curato e allestito, con il sostegno della Regione Marche, una mostra straordinaria e affatto singolare, le
cui prove generali, ma con
un terzo delle opere esposte a
Osimo, si erano tenute nel
2013 e nel 2014 in Spagna
(Burgos, Il giardino segreto, e
Cceres, Il furore della ricerca)
e a Citt del Messico (Teoria
della bellezza).
Le opere selezionate per
Osimo coprono quattro secoli,
dal Cinquecento allOttocento,
e dimostrano quanto sia ricca,
complessa, varia, sorprendente la cartina geografica dellItalia artistica, con tutte le
sue scuole veneta ed emiliana, toscana e romagnola,
romana e napoletana, umbra
e marchigiana e con tutti i
suoi artisti. Non solo i pi noti
Lorenzo Lotto, Artemisia Gentileschi e Giovanni Francesco
Barbieri alias il Guercino, ai
quali intitolata la mostra di
Osimo, ma anche tutti gli altri e qui, poich lelenco
davvero lungo, ci limiteremo a
citare Nicola Pisano, Guido
Cagnacci, Simone Cantarini,
Jusepe de Ribera, Sebastiano

Filippi detto il Bastianino ,


sbrigativamente classificati
come minori da consorterie accademiche stanche e distratte. Per uno storico dellarte dice Sgarbi il collezionismo legato anche a un
divertimento competitivo: dimostrare che sa riconoscere
unopera e un artista prima
degli altri. Ecco perch un vero collezionista non avr mai
un Raffaello in casa, ma per
un Bastianino pu arrivare a
uccidere.
La collezione di Vittorio
Sgarbi comprende tutti i dipinti, i disegni, le incisioni e le
sculture che egli ha cercato,
trovato, riconosciuto, amato,
acquistato e persino immaginato negli ultimi quarantanni, grazie anche a mia
madre dice lui , che era
una donna molto curiosa e
comprava per me alle aste.
Sono quattromila opere, o forse pi, delle quali 650 conferite alla Fondazione CavalliniSgarbi e le altre stipate nellabitazione di famiglia a Ro
Ferrarese, che Sgarbi ha utilizzato, pi che come una casa,

come unArca di No in cui


raccogliere tutta larte italiana
possibile, per salvarla e tramandarla, come se dopo di lui
incombesse un altro diluvio
universale.
Un esempio il San Domenico di Niccol dellArca tra
laltro, autore dello strepitoso
Compianto sul Cristo morto,
in terracotta, che si trova nella
chiesa di Santa Maria della Vita, a Bologna , una scultura
che, dice Sgarbi, avevo prima
immaginato e poi trovato, perch questo deve fare un vero
collezionista: cercare ci che
non c, ci che introvabile, o
addirittura incercabile. Una
sfida senza fine, che continua
ad affascinare Sgarbi anche
durante la mostra di Osimo,
dove esporr lultimo suo acquisto, unaquila in terracotta,

Bellezza e furore
La sfida: dimostrare
di saper riconoscere
per primi un artista,
cercare lintrovabile

anchessa opera di Niccol


dellArca. Per averne la prova
certa, un grande restauratore,
Ottorino Nonfarmale, confronter una impronta digitale presente sul busto del San
Domenico con quella rinvenuta sullaquila.
La mostra di Osimo per
non si concluder a Osimo.
Ma si ricongiunger alla restante, imponente collezione
di Sgarbi in un solo luogo,
forse per i prossimi dieci anni
o forse per sempre. A Venezia,
a Firenze, a Padova o a Roma.
Oppure a Verres, in Val dAosta, o ad Arco di Trento. O magari al Sud, a Matera, dove, in
vista dellappuntamento del
2019, in cui la Citt dei Sassi
sar capitale europea della
Cultura insieme con la bulgara Plovdiv, la collezione Sgarbi potrebbe dar vita al pi
grande museo dellItalia meridionale dopo quello di Capodimonte a Napoli. Per il
Sud sarebbe una nuova opportunit di progresso e di riscatto attraverso larte e la bellezza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il libro di Cesare Lanza (edito da Lattimo fuggente)

A suo agio tra polizze e infortuni, ecco laltro Kafka


di Francesco Cevasco

un altro Kafka. celato


dallimmagine che abbaglia i nostri occhi
quando sentiamo quel nome.
Laltro, il dottor Franz, non era
(soltanto) uno scrittore; era (anche) un impiegato delle Assicurazioni. Prima ausiliario, poi di
concetto, poi di alto livello. Gran
carriera: prima alle Assicurazioni Generali (anno 1907), poi allIstituto di Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro per il
Regno di Boemia (1908).
Ce lo ricorda uno stravagante
libro: Nel nome di Kafka. Lassicuratore (Lattimo fuggente editore). Lo ha imbastito Cesare
Lanza, eclettica figura di giorna-

lista, scrittore, regista, produttore televisivo eccetera.


Ecco laltro Kafka.
Con una (piccola) raccomandazione comincia a fare lassicuratore alle Generali. Bravo, molto bravo. A differenza di tanti
suoi colleghi scrittori che si trovano un impiego per non fare
niente e intascare uno stipendio, lui pignolo, acribico, dedito al lavoro, quasi fanatico.
Nel 1906 s laureato in Giurisprudenza con la sufficienza.
Ma ne sa pi di un avvocato sca-

Alla scrivania
Era dedito al lavoro
pignolo, quasi fanatico

fato. Elabora velocemente una


teoria per cui tutti (o quasi) i lavoratori devono essere garantiti
contro gli infortuni: allora in
fabbrica si perdevano dita, braccia, gambe con una certa facilit.
Quando arriva il nuovo direttore dellIstituto praghese, il
dottor Robert Marschner, fa
lorazione celebrativa (un po
ruffiana ma assai abile).
Quando la Prima guerra mondiale sta gi massacrando migliaia di giovani boemi e tedeschi, Kafka scrive e firma un appello, siamo nel 1916, in cui rivo l to a i C o n n a z i o n a l i !
comunica la nascita di una: Associazione tedesca per listituzione e la gestione di una casa di
cura per le malattie nervose a

Il libro

Il libro di
Cesare Lanza
Nel nome di
Kafka.
Lassicuratore
pubblicato da
Lattimo
fuggente
editore
(pagine 133,
e 22)

beneficio dei combattenti e del


popolo della Boemia tedesca
con sede a Praga.
E se si sviluppa lindustria
dello sfruttamento degli alberi,
laltro Kafka ha gi pronta la soluzione per convincere i padroni (Guardate che ci guadagnate
anche voi) ad applicare misure di prevenzione nelle piallatrici per legno per evitare infortuni
ai lavoratori.
Poi, per fortuna, Franz diventato Kafka e si messo soltanto a scrivere libri. La vita
strana: anche lautore di questo
libro (al quale ha collaborato Ilaria Ammirati) da bambino vendeva Bibbie porta a porta e da
ragazzo polizze di assicurazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

40
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

41

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

Eventi

Arte a Roma

Il monumento

I progetti

Il legame

Quellattesa rinascita Il soprintendente:


Quel vocabolario
in un dialogo fertile
Quindici milioni
iconografico
tra bizantino e gotico allarea archeologica rubato allImpero
Colonnelli, pagina II

Sassi, pagina II

Bonazzoli, pagina III

Lo scrittore
La fede in Cristo
e la verit segreta
su Costantino
Frediani, pagina III

La suggestione del luogo

Leternit del Foro


In quelle rovine
il film dellOccidente
di Paolo Conti

Alla luce
La cosiddetta
Parete
palinsesto
di Santa Maria
Antiqua, un
ampio lacerto
in prossimit
dellabside,
in cui sono
identificabili sei
strati di pittura:
dal IV-V allVIII
secolo d. C.
Maria Regina,
splendente tra
oro, gemme e
perle, convive
con lAngelo
Bello,
frammento di
una
Annunciazione
successiva
Foto: G. Alfano

La Cappella
Sistina
del Medioevo
Lo stupore di Santa Maria Antiqua
Vergini, angeli, martiri irrompono
nel cuore dellantichit imperiale

on c sindaco che resista alla tentazione, quando arriva in visita ufficiale in Campidoglio un Capo di
Stato, un sovrano, un grande attore o un premio Nobel: portarli sul
pi bel balconcino del mondo, che
si raggiunge dallo studio nel palazzo Senatorio,
e mostrare laerea dei Fori che l a strapiombo,
visibile in ogni dettaglio, come in una rivisitazione contemporanea di unincisione di Piranesi o di Giuseppe Vasi. Sotto alla finestra lArco di
Settimio Severo e il tempio di Vespasiano e Tito,
l la Via Sacra, a sinistra la Curia, il tempio di Romolo, le arcate della Basilica di Massenzio, la
mole del Palatino sulla destra, sullo sfondo il
Colosseo.
Potrebbe avvilirsi in una Disneyland in toga
assecondando limmaginario collettivo legato
allAntica Roma, a parco giochi di una fantasia
globalizzata grazie alla Rete, ma per fortuna
unarea tutelata con cura e sapienza scientifica
(nonostante il record di 6.6 milioni di turisti registrati nel 2015 col biglietto unico ColosseoPalatino-Fori Imperiali) con la consapevolezza
di doverla consegnare ai posteri.
Larea dei Fori da sempre Roma, il suo simbolo urbano, lo sfondo indispensabile per collocare una Storia che nutre le radici dellintero
Occidente. E rappresenta una tappa obbligata
per chiunque approdi alla Citt Eterna. Magari
per fermare sulla tela un momento magico.
Qualche flash attraverso i secoli, senza alcuna
intenzione di completezza. Le esercitazioni
cromatiche di Turner, con la sua poetica del sublime che si confronta col passato. A contrasto,
il nitore adamantino settecentesco di Gaspar
van Wittel o di Giovanni Paolo Pannini, col loro
comune amore per il dettaglio e lazzurro cobalto del cielo romano. I rossi sottolineati da Mafai, nel fuoco dei tramonti capitolini.
Camille Corot, che (nonostante levidente
passione) sfugge a ogni pericolo di inciampare
nel bozzetto ma, anzi, collega le rovine allEuropa del suo tempo. Foro Romano significa anche
tanto cinema, proprio quello che ha nutrito nel
dopoguerra il turismo dei grandi numeri. Vacanze romane di William Wyler del 1953 un
autentico manifesto del Foro Romano. sotto
larco di Settimio Severo che il giornalista Joe,
ovvero Gregory Peck, incontra per la prima volta la principessa Anna, Audrey Hepburn (non la
riconosce, ignora che sia sotto leffetto di un sedativo, e la rimprovera con un gente come voi
che non regge lalcol non dovrebbe bere).
I Fori splendono ovviamente ne La Grande
Bellezza di Paolo Sorrentino del 2013, un film
ormai diventato anche uno slogan internazionale. Al Foro Romano, Tot e Aldo Giuffr si
esercitano nella truffa del sesterzio in Guardie
e ladri del 1951, capolavoro di Mario Monicelli
e Steno. Un Foro ricostruito grazie alle nuove
tecnologie, e smisuratamente ripensato, appare ne Il Gladiatore di Ridley Scott del 2000:
ma la riprova che, per qualsiasi ipotesi narrativa legata a Roma, obbligatorio transitare per
limmortale Via Sacra. Citt Eterna, lo sappiamo, non un semplice slogan.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rovine
Modern Rome,
Campo Vaccino
di Joseph
Mallord William
Turner, 1839

Una tappa
obbligata
per chi
approda
nella
capitale.
Magari per
fermare
sulla tela un
momento
magico
Un luogo
prediletto
dal cinema
che
alimenta il
turismo: da
Vacanze
romane
alla
Grande
Bellezza
Potrebbe
avvilirsi in
parco giochi
di una
fantasia
globalizzata
grazie alla
Rete, invece
unarea
tutelata
con cura

42

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Eventi

La guida
La parete palinsesto
rivive in un moderno
scenario tecnologico

mapping realizzato da Raffaele Carlani-Progetto


Katatexilux, che restituisce parti mancanti degli
affreschi, e dal light mapping progettato da
Consuline Architetti associati, che ha isolato i
diversi strati della parete palinsesto.
Catalogo: Electa. La mostra aperta tutti i giorni.
Per informazioni, prenotazioni, orari e visite
guidate: tel. +39.06.39967700 o i siti web
archeoroma.beniculturali.it e coopculture.it.
Email: mbac-ss-col@mailcert.beniculturali.it.

Da oggi 17 marzo 2016 riapre al pubblico nel Foro


Romano la chiesa di Santa Maria Antiqua. La
mostra Santa Maria Antiqua Tra Roma e Bisanzio
ne racconta la storia ed promossa dalla
Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo
Nazionale Romano e lArea archeologica di Roma
con Electa. Ideata da Maria Andaloro che la cura
con Giulia Bordi e Giuseppe Morganti. Allestimento
di Andrea Mandara. La complessa stratificazione
pittorica resa pi leggibile attraverso il video

Lappuntamento Dopo oltre trentanni di restauri visibile al


pubblico una basilica incastonata nel Foro romano che nel VI
secolo fu ricavata dai resti della zona del palazzo di Domiziano
E una mostra racconta il suo straordinario ciclo pittorico

i sono, nella chiesa


di Santa Maria Antiqua, due grandi
stupori che si rispecchiano luno
nellaltro. Lo stupore dei visitatori che ammirano
per la prima volta gli affreschi
di oltre mille anni fa e quello
delle figure affrescate che osservano i visitatori con il loro
sguardo intenso.
Dalle pareti della basilica incastonata nelle rovine del Foro
Romano si riaffaccia una folla
di santi e vergini col bambino,
di angeli e madri regine, di
martiri cristiani e perfidi imperatori, di papi che scendevano nella basilica dalla loro residenza ai piani superiori lungo una rampa che oggi viene
riaperta e dalla quale si pu accedere al Palatino. Sono rimasti al buio per secoli: dall847,
quando furono sepolti dalla
frana provocata da un terremoto, fino al 1900, quando larcheologo Giacomo Boni li riport alla luce. Santa Maria
Antiqua stata la Cappella Sistina del Medioevo, ma fino ad
oggi solo alcune persone hanno potuto vederla, a parte gli
studiosi. Dopo oltre trentanni
di laboriosi restauri, gli affreschi sono finalmente accessibili al pubblico. Per linaugurazione stata allestita anche
una piccola mostra, con licona della Madonna col bambino salvata dopo il terremoto e
oggi in Santa Maria Nova, le fotografie del Foro scattate da
Rodolfo Fiorenza, le teste in
pietra dei regnanti allepoca in
cui fu fondata la chiesa, tra le
quali spicca il gruppo che alcuni riferiscono allimperatrice bizantina Ariadne, altri alla
regina dei Goti Amalasunta.
Importanti, perch lintero ciclo pittorico della chiesa si

LA CHIESA
RITROVATA

RINASCE SANTA MARIA ANTIQUA


IN UN DIALOGO MULTIMEDIALE
TRA GLI STILI BIZANTINO E GOTICO
svolge allinsegna dei due linguaggi, il gotico e il bizantino,
che non si presentano sovrapposti per epoche, ma continuamente oscillanti tra luna e
laltra identit, come ribadiscono Maria Andaloro, Giulia
Bordi e Giuseppe Morganti,
che da anni studiano il sito e
ora curano la mostra.
Per rendere comprensibile
al grande pubblico questa iconografia i tre curatori hanno
costruito un percorso multimediale che restituisce le parti
decorative in opus sectile, sottolinea i diversi strati delle pitture, racconta la storia dei personaggi raffigurati, accompagna lo spettatore con una colonna sonora di brani musicali
del Medioevo. Si attraversano
le tre navate della basilica, ricavate nel VI secolo dentro i
resti monumentali del quadriportico del palazzo di Domiziano. Gli ambienti di fondo
diventarono protesi, diaconico

La narrazione
Le diverse et
delle parti
decorative nel
percorso
multimediale

e presbiterio, come ancora oggi nelle chiese ortodosse. Scavando nel muro del presbiterio, fu aggiunta in seguito labside. Ed qui, sul lato destro
dellabside, che si squaderna

la cosiddetta parete del palinsesto. Custodisce, secondo gli studiosi, il testimone


pi ricco, sfaccettato, stratificato dellarte cristiana tra il VI
e lVIII secolo. Una parete di

BENVEGN/GUAITOLI/LANNUTTI

di Lauretta Colonnelli

solo linizio: 15 milioni


per larea archeologica

a riapertura di Santa Maria Antiqua solo una tappa, per quanto


importantissima, di un pi ampio
progetto di valorizzazione dellintera area archeologica che comprende Foro e
Palatino: parola di soprintendente, Francesco
Prosperetti. Investiamo quindici milioni di
euro di nostri fondi nei prossimi tre anni
spiega il responsabile dellarcheologia a Roma
per il Ministero dei Beni culturali e altre risorse arriveranno da soggetti privati pronti a
collaborare. Alcune novit sono imminenti, altre le realizzeremo tra il 2016 e il 2018.
Ed eccole, le (tante) novit che possono interessare il pubblico: A partire dalla nuova, imminente illuminazione, a led, che permetter
visite in notturna gi questa estate. Ottantamila
euro li ha messi Acea, e ringrazio il Commissario Francesco Paolo Tronca che si impegnato
in prima persona. Altri 350 mila sono fondi della Soprintendenza. Per linaugurazione si scel-

ta una data che pi simbolica non si poteva, il


prossimo 21 aprile, Natale di Roma.
Sicurezza, nuovi ingressi, itinerari speciali:
Stiamo lavorando tanto sulla fruizione e sullaccessibilit del complesso, abbiamo da poco
ampliato il percorso senza barriere architettoniche, lavoro per niente facile per unarea archeologica tanto vasta, abbiamo aperto al pubblico la straordinaria Rampa Imperale, e ora abbiamo altri grandi obiettivi che riguardano soprattutto il Palatino, la straordinaria Acropoli
di Roma, unarea che trasformeremo in unattrattiva forte per il pubblico. Ma perch ci avvenga occorre migliorare la fruibilit, moltiplicando lofferta. Sul Palatino (letimologia del

Limpegno per laccessibilit


Imminente la nuova illuminazione
a led, si parte il 21 aprile, natale di
Roma. Abbiamo ampliato il percorso
senza barriere architettoniche

La storia
Le origini
Riapre al
pubblico dopo
pi di trentanni
Santa Maria
Antiqua, la
basilica nel
Foro Romano
scoperta nel
1900 alle
pendici del
Palatino.
La chiesa
conserva
pitture
databili dal
VI al IX secolo,
quando fu
abbandonata
a seguito del
terremoto
dell847
I restauri
Chiusa dagli
anni Ottanta
per un
intervento
architettonico
proseguito
con il restauro
delle pitture,
alla riapertura
della chiesa si
accompagna la
mostra Santa
Maria Antiqua.
Tra Roma e
Bisanzio
promossa dalla
Soprintendenza Speciale
per il Colosseo
e lArea
Archeologica
Centrale
con Electa

RIPRODUZIONE RISERVATA

Futuro di novit
Il soprintendente
per il Colosseo,
il Museo Naz.
Romano e lArea
Archeologica
di Roma,
Francesco
Prosperetti

Il soprintendente: visite notturne e ristorante panoramico


di Edoardo Sassi

pochi metri quadrati che oggi,


dicono Andaloro e Bordi, appare come un patchwork di
immagini che colpiscono losservatore per lincongruenza
compositiva, iconografica e
stilistica che le contraddistingue. Quelle immagini sono
brani pittorici che appartengono a intonaci diversi, stesi in
epoche diverse, costretti a
convivere visivamente per le
cadute accidentali di frammenti degli stessi intonaci.
Cos possiamo vedere simultaneamente quello che resta dei
diversi strati: laspetto ieratico
di Maria Regina, sfolgorante in
una profusione di oro, gemme
e p e r l e , c h e co n v i ve co n
lespressione plastica dellAngelo Bello, frammento di
unAnnunciazione successiva.
Tra le infinite storie che si
dipanano nelle altre pareti
della chiesa, notevoli quelle di
Cosma e Damiano e di Ciro e
Giovanni, i santi guaritori, replicati nella fascia bassa della
cappella a destra del presbiterio, in modo che i malati sdraiati su un lettuccio potessero
osservarli da vicino. Si praticava infatti, davanti a queste immagini, il rito dellincubatio,
di derivazione pagana. A Roma ne offre un esempio lospedale dellIsola Tiberina, che
gi nel 289 a. C. accoglieva i
malati per disporli intorno alla
statua del dio Esculapio. Di
notte, i malati dormienti ricevevano la visita di Esculapio
che indicava a ciascuno la terapia da seguire, oppure guariva
lui stesso le parti sofferenti.
Pare che funzionasse, a giudicare dagli ex voto ritrovati
sullIsola e dal fatto che un
millennio pi tardi fosse ancora applicata, con i santi cristiani al posto del dio greco. I medici di oggi non escludono le
guarigioni: si tratterebbe di un
effetto placebo.

Ieri a Roma Veduta del Foro (Benvegn, Guaitoli, Lannutti)

termine Palazzo-Palatium, viene da l, da questo luogo-culla di una civilt che per secoli fu la
casa degli imperatori) arriver anche un barristorante panoramico: Su una terrazza dove
quasi nessuno mai salito e da cui si domina
lintera citt. Ci stiamo lavorando. A oggi chi voleva trascorrere unintera giornata al Palatino
non poteva farlo. Mancavano servizi essenziali.
Lidea del ristorante va anche in questa direzione. Sar collocato in un edificio che in passato
ospit la residenza dei soprintendenti, poi una
biblioteca, che sar spostata a Palazzo Altemps.
Costo delloperazione: un milione e mezzo, non
pochi soldi ma erano necessari anche lavori
strutturali. Storicamente bar, ristoranti, caffetterie e punti ristoro automatici erano una delle
carenze di Foro e Palatino. Ora stiamo provve-

dendo. Gi in estate sar ultimata la costruzione del primo bar allinterno dellarea, allingresso della Salara Vecchia, lato Largo Corrado Ricci, e verr bandita una gara Consip per la gestione sia di questo locale, sia del futuro ristorante.
E installeremo altri distributori automatici di
bevande dopo i due collocati la scorsa estate.
Novit imminenti anche per quanto concerne accessibilit e spazi visita: Procedono i lavori per il nuovo museo che ospiter i reperti
dellAntiquarium, con la scenografica vetrata
progettata dallarchitetto Mario Bellini che includer nel percorso espositivo il Tempio di Venere e Roma. Saranno inoltre aperti un nuovo
ingresso con biglietteria e due nuove uscite. La
prima, lato Campidoglio, allaltezza del Carcere
Mamertino. Era unuscita, diventer, a giorni,
una entrata. Lapertura di due nuove uscite sar
invece su via di San Teodoro e sul Clivo Capitolino. Tutte novit, queste, volte a migliorare la
fruizione dellintero complesso, sempre facendo i conti con numero di custodi a disposizione
e con complessit e obblighi di sicurezza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

EVENTI

43
#

I percorsi
Apparati digitali
e video immersivi
per scoprire lantico

Nella Rampa Imperiale che collega il Foro al


Palatino, cui si acceder dallantico varco
allinterno della chiesa, esposti materiali rinvenuti
durante gli scavi di Giacomo Boni, larcheologo che
nel 1900 identific ledificio cristiano dopo
labbattimento della seicentesca Santa Maria
Liberatrice. Apparati multimediali completano la
narrazione della storia delledificio e delle sue
pitture, e un video di realt immersiva ricostruisce
lintera decorazione della cappella dei Santi Medici.

La mostra fotografica Le pietre del Foro,


scatti in bianco e nero di Rodolfo Fiorenza
allestiti lungo il percorso daccesso a Santa
Maria Antiqua, completa la riflessione sui luoghi.
I reperti fotografati, tutti identificabili nello
spazio dellantico Foro, diventano il segno della
trasformazione e del riuso del patrimonio classico
nel Medioevo. Nel catalogo pubblicato dalla casa
editrice Electa, anche focus sullarchitettura e sulle
pitture murali degli ambienti. www.electaweb.it.

Scarica
lapp
Eventi
Eventi

Informazione,
approfondimenti, gallery
fotografiche e la mappa
degli appuntamenti pi
importanti in Italia.
disponibile sullApp Store
di Apple la nuova
applicazione culturale del
Corriere della Sera Eventi.
gratis per 7 giorni.

Lo scrittore
La fede in Cristo
e la verit
su Costantino
di Andrea Frediani*
Andrea
Frediani
(1963)
autore di
numerosi libri
sullantica
Roma

Schiera di beatitudine Navata est. Cristo tra i Padri della Chiesa orientali e occidentali e storie dellAntico Testamento (foto: Gaetano Alfano)

Leredit
di Francesca Bonazzoli

E il vocabolario iconografico
pass dallImpero al Cristianesimo

ino a quarantanni fa
larte paleocristiana veniva studiata come una
disciplina autonoma rispetto alla tarda antichit pagana, e con un approccio pi
teologico che da storici dellarte. Ormai la definizione viene
mantenuta per comodit, ma
nessuno oggi pensa pi di poter negare lassoluta continuit
fra la prima arte cristiana e
quella imperiale pagana. Sul
piano artistico, infatti, non
compaiono invenzioni figurative originali, ma si registra solo unevoluzione semantica. La
differenza, cio, nel cambiamento di significato delle stesse immagini.
Le prime manifestazioni definite dellarte cristiana vengono fatte risalire fra la fine del II
e gli esordi del III secolo e partecipano della stessa tendenza
alla semplificazione sintetica,
a un linguaggio pi allusivo e
simbolico, allirrazionale, in
sintonia con la crisi dei valori
del tempo di cui risente anche
la coeva arte pagana.
Allinizio, le immagini hanno un intento soprattutto decorativo, sono indifferenti al
dettaglio, persino ai dogmi e
al racconto: si accontentano di
rappresentare un episodio,
per esempio Daniele nella fossa dei leoni, con uno o due fatti salienti, schematici, decifrabili solo dalluso frequente che
ne viene fatto in un determi-

Il Buon Pastore
Il sarcofago con
il Buon Pastore
del II secolo d.
C. nellarea del
Camposanto
di Pisa:
iconografia
che testimonia
leredit
della Roma
antica nel
Cristianesimo

nato e identico contesto.


soprattutto nella pittura
delle catacombe che avvengono i primi esperimenti per selezionare temi magari in seguito abbandonati e riproposti molto pi tardi. Nellincerta
situazione iniziale, quattro sono le immagini simbolo che
trovano consenso unanime:
lorante; il pastore; il filosofo e
il pescatore, questultimo quasi subito sostituito dal ciclo di
Giona che allude alla resurre-

La svolta
Fino a 40 anni fa larte
paleocristiana veniva
considerata autonoma
rispetto a quella pagana

zione (dove certe figure di Giona disteso sotto la pergola somigliano a quelle di Endimione nei sarcofagi pagani).
Ma se limmagine del filosofo/Cristo, uomo barbuto
con una tunica che lascia scoperta una spalla, spesso seduto mentre legge, viene velocemente dimenticata, la coppia
Giona-buon pastore quella
che riscuote maggior successo
per la facilit con cui pu essere letta con significato cristologico. Nei sepolcri ipogei cristiani, tuttavia, prosegue anche luso di decorare i muri
con elementi floreali secondo
luso nei sepolcri pagani dove
il giardino fiorito faceva riferimento al topos poetico virgiliano del locus amoenus corri-

Il simbolo
Limmagine
del pastore
con un ovino
sulle spalle era
diffusa nellarte
pagana con
riferimento alla
philantropa.
I cristiani dei
primi secoli
riutilizzarono
quella figura
per evocare
Ges divino
pastore di cui
Giovanni
scrive che d
la propria vita
per le pecore.
I Padri della
Chiesa
integrarono
il testo di
Giovanni con
la parabola
della pecorella
smarrita nei
Vangeli di
Matteo e Luca.
La discesa dai
monti del
pastore in
cerca della
pecorella
diventava una
discesa verso
la morte,
allegoria della
Passione

spettivo del viridarium celeste, giardino edenico della Genesi. Del resto, tali immagini
rispecchiavano la pratica pagana di cospargere di fiori il
sepolcro dei propri cari, usanza che non sinterruppe con il
cristianesimo.
Nel frattempo, nella pittura
degli edifici di culto, si sviluppano schemi di rappresentazione che emulano liconografia aulica delle apparizioni della corte imperiale e tra il IV e il
VI secolo lo scambio fra tali
immagini, che per lo pi decorano a mosaico i catini absidali
delle chiese, e le tombe si fa
sempre pi fitto. Anche i volti
degli apostoli e dei profeti,
non disponibili nei ritratti autentici, erano ispirati allarte
pagana imperiale.
Tuttavia, fu solo a partire
dal 400, cio molto dopo
leditto di Costantino del 313,
che lalto clero divenne consapevole dellimportanza di indirizzare liconografia cristiana al fine di controllare la dottrina, i dogmi e il potere.
Allora tutto il vocabolario
iconografico imperiale fu riversato, come scrive il Grabar,
nel dizionario delliconografia
cristiana e quel linguaggio rimase fondamentale per sempre definendo per i secoli a venire persino i movimenti e i
gesti dei preti officianti e della
liturgia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

uando a Roma
si iniziarono a
costruire basiliche
paleocristiane, lUrbe
non era pi la citt
pattugliata dai soldati
con gli scopettoni in testa, e
con i sanguinari spettacoli
gladiatori o di belve al
Colosseo, che siamo
abituati a conoscere nei
film hollywoodiani. E
non lo era pi grazie a un
uomo solo: Costantino I
il Grande. Fu lui a invertire
la tendenza dellimpero
romano che vedeva nei
cristiani dei nemici dello
stato, scegliendo di puntare
su una religione che
si era dimostrata cos
tenace da superare terribili
persecuzioni, lultima delle
quali per mano dei suoi pi
immediati predecessori,
Diocleziano e Galerio.
Costantino, per chi facesse
fatica a identificarlo, era
quello di cui dicono che sia
stato il primo imperatore
cristiano, che sconfisse
Massenzio nella battaglia
di Ponte Milvio subito dopo
la celebre apparizione in
cielo della scritta In hoc
signo vinces, e che nel 313
d.C. emise lEditto di
Milano, rendendo licita
la religione cristiana.
Ma lo storico vi dir che
si battezz solo in fin di
vita, e con la morte di
moglie, figlio, suocero,
genero e nipote sulla
coscienza; puntualizzer
che nei resoconti
contemporanei quella
scritta in cielo era solo un
sogno, che solo dopo la sua
morte il biografo trasform
in unapparizione
collettiva; e specificher,
infine, che lEditto di
Milano non mai esistito.
Il vero editto che aveva reso
lecita la religione cristiana
laveva emesso due anni
prima proprio Galerio,
in punto di morte, per
esortare i cristiani a
pregare il loro dio perch
lo perdonasse e gli salvasse
la vita. Costantino, insieme
al suo cognato e coregnante Licinio, si limit
a emettere una sorta
di circolare di conferma
dellatto di Galerio.
Ma la sua politica
comunque apr la strada
allaffermazione definitiva
del cristianesimo, che, di l
a settantanni circa,
sarebbe diventata, con
Teodosio, religione di stato.

* Il libro pi recente
di Andrea Frediani
Lultimo pretoriano
(Newton Compton, 479
pagine, 12, ebook 4,99)
RIPRODUZIONE RISERVATA

44

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

in streaming su www.eccezionaleveramente.la7.it
#eccezionaleveramente

Ridi e lascia ridere!

Eccezionale Veramente.
Stasera alle 21.10 con Diego Abatantuono,
Paolo Rufni, Selvaggia Lucarelli,
Gabriele Cirilli. Solo su LA7.

45

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

Spettacoli

Domani su Sette
De Gregori: i miei dubbi di giovent
Con la musica ho espresso la mia religiosit e
sfidato la sinistra. E pensare che dovevo smettere
40 anni fa racconta Francesco De Gregori, in una
lunga intervista a Sette in edicola domani con il
Corriere della Sera. Il cantautore romano, ora in giro
con il suo Amore e furto tour, si confessa
ricordando le difficolt degli esordi: A 26 anni non
mi sentivo n carne n pesce.

Lintervista Lattrice interpreta Let delloro ispirato alle battaglie della documentarista Annabella Miscuglio
Paolo Virz, Alain Resnais,
Avati, Castellitto. Ci sono
film a cui tiene di pi?
Non li rivedo quasi mai, alcuni non li ho mai visti. Certo,
sono legata a La stanza del figlio, Bianca. Ma anche altri li
ricordo con tenerezza. Come
Ferie dagosto: non ho facilit
nei rapporti umani, ho pochi
amici. Ma l su quellisoletta si
cre una situazione molto affettuosa. E poi ricordo con venerazione le riprese di Cuori di
Resnais, regista che adoravo.
Alla fine delle riprese per
scherzare consegnava dei premi agli attori: trofei bruttissimi che noi accoglievamo come si fa alle cerimonie, con un
discorso ufficiale. Il mio fu:
Se qualcuno mi dicesse che
da qui in avanti potrei lavorare
solo con Resnais, sarei felice di

Con la figlia
Laura
Morante, 59
anni, in due
momenti del
film di
Emanuela
Piovano nelle
sale ad aprile.
A sinistra, sul
set con la figlia
Eugenia
Costantini (31)

La pasionaria
del cinema

Laura Morante: Nel mio nuovo film


le lotte di una regista femminista
e le contraddizioni degli anni Settanta

asionaria io?
Per me impossibile non
mettere passione in ogni
cosa che faccio, altrimenti mi
annoio. il mio carattere, ho
un approccio focoso a tutto.
Anche ai lavori di casa: mi ci
immergo pur essendo veramente negata. Ma, a differenza
di Arabella, non ho il mito del
cinema. Vengo da una famiglia
in cui, piuttosto, si veneravano
i libri e la pittura. Laura Morante non ha fatto fatica a calarsi nei panni della protagonista del film di Emanuela Piovano Let delloro (in uscita il
7 aprile per Bolero, dopo lanteprima al Bif&St): unautentica pasionaria, ispirata alla figura di Annabella Miscuglio,
scomparsa nel 2003. Una donna che il cinema lo visse come
magnifica ossessione: tra le
fondatrici del Filmstudio, ideatrice del primo festival dedicato alla regia al femminile,
Kinomata. E coautrice di Processo per stupro e del celebre e
censuratissimo A.A.A. Offresi.

Lautrice

Annabella
Miscuglio, nata
a Lecce nel
1939,
scomparsa nel
2003. stata
lideatrice del
primo festival
dedicato alla
regia
femminile.
Coautrice di
Processo per
stupro e del
film censurato
A.A.A.
Offresi, sui vizi
dei clienti della
prostituzione

Non lho conosciuta di persona. Il film non biografia


ma unopera di fantasia sul suo
accanito amore per cinema. E
sul rapporto complesso con il
figlio Sid che avrebbe voluto
una madre pi tradizionale.
Il titolo un omaggio a
Lge dor di Buuel ma
anche a unepoca.
Quellaccostarsi alle cose
in modo cos appassionato e
totalizzante era tipico degli anni 70. Cinema, poesia, letteratura, politica, vissute come
passioni collettive estreme,
travolgenti. In certi casi anche
ridicole. Oggi difficile avere
sentimenti collettivi.
Ne ha nostalgia?
Una vita senza passioni
pi spenta. Ma necessario
venire a patti con la propria
parte raziocinante. Trovare un
equilibrio difficile. Oggi vediamo passioni religiose portate alleccesso: quando limitano le altrui libert diventano
oggetti contundenti.
Nel film sua figlia Eugenia
interpreta Vera.
Lei una sorta di erede su

Lamico Nanni
Non rivedo quasi mai
i miei successi. Certo,
sono legata ai set
di Moretti e Resnais

cui viene trasferita la maternit frustrata di Arabella. Mi piace molto lavorare con Eugenia,
abbiamo un rapporto molto
vivo, mi fa spesso da dialogue
coach. Lei una vera pasionaria del cinema. Guarda e riguarda. Quando era piccola la
sua scena preferita era quella
di Sogni doro di Nanni Moretti in cui io, studentessa, maltrattavo il professore.
Lei ha debuttato a 16 anni
con Giuseppe Bertolucci, e
recitato per Bernardo Bertolucci, Moretti, Monicelli,
Amelio, Salvatores, Placido,

Lannuncio

David Gilmour a Pompei


Due concerti a luglio
Accordo raggiunto. Dopo 45 anni David
Gilmour torner a suonare a Pompei,
il 7 e l8 luglio. Con questo tweet il ministro
della Cultura Dario Franceschini ha
annunciato il ritorno sul luogo del delitto del
leggendario chitarrista dei Pink Floyd: a
Pompei infatti i Pink Floyd, nel 1971,
registrarono uno dei documentari pi celebri
della storia del rock.

non fare altro.


Il suo secondo film da regista, Assolo, uscito in gennaio. Continuo ad accompagnarlo a festival e proiezioni.
Successe anche con Ciliegine. Mi dispiace abbandonare
le mie cose. E mi piace vedere
le reazioni del pubblico.
L la protagonista impegnata nella battaglia per
conquistare lautostima. Lei
sembra sulla buona strada.
Non una battaglia vinta
per sempre, deve essere sempre difesa dagli attacchi della
vita che piena di incognite.
Una nuova regia?
Vorrei ma non dipende da
me. Servono produttori che ci
credano. Intanto scrivo, mi
soddisfa sempre di pi.
Lei sembra essere pi a
suo agio oggi che in passato.
Che rapporto ha con il tempo
che passa?
La cosa peggiore che mi
stanco pi facilmente. Ma ho
imparato anzich a rinunciare
al piacere che ti nutre, a rimpiazzarlo con altro.
Stefania Ulivi
RIPRODUZIONE RISERVATA

46

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

SPETTACOLI

In platea

7 giorni sul palco


di Laura Zangarini

MONOLOGO

JE NE REGRETTE RIEN

Ghertruda la mamma di A.
Gertrude (Laura Piazza, foto),
regina di Elsinore, racconta, a
tragedia avvenuta, la sua
verit. Senza risparmiare niente
a nessuno. Di Davide Rondoni,
regia di Filippo Renda
(domani e dopo, Teatro Studio
Mila Pieralli, Scandicci, FI)

Edith Piaf La vita della grande


cantante francese inizia sulla
strada e finisce nellOlimpo della
fama. Tra le mille parole che ne
raccontano il vero volto, quattro
sillabe bastano a identificarla:
pas-se-rot-to, Piaf in argot
parigino. Voce: Daniela Piccari
(domani, Cantieri Koreja, Lecce)

TEATRO E MUSICA
Budapest Festival Orchestra

Vangelo - Opera Contemporanea

La Terza
diretta da Fischer
emozione pura

Delbono canta la religione


e il dolore delle solitudini
di Franco Cordelli

P
di Enrico Girardi

ra Europa e Nord America esistono al


mondo almeno una ventina di orchestre
di altissimo livello. Ma assai difficile
ascoltarne oggi una che sappia esprimere la
qualit somma della Budapest Festival Orchestra, creatura ancora giovane (1983) di Ivn Fischer, che ancora la guida e che lha portata in
questi giorni a Santa Cecilia, alla Scala e a Bologna. Ma non si parla qui di tecnica. Oltre a vantare una serie di fuoriclasse come prime parti,
la BPO un tuttuno con il suo direttore come
non mai. un luogo dove convergono leredit
della migliore civilt europea (pensare insieme
prima che suonare insieme) e la naturale attitudine a sperimentare il moderno, in termini di
suono, fraseggio, essenzialit, gusto.
In queste apparizioni italiane suona loceanica Terza di Mahler: un universo di scienza ed
emozioni. Come sempre in Mahler, ma qui forse anche pi, si passa dai toni da circo felliniano al sublime, attraverso unampia gamma di
cose. Senza vibrato, senza trucchi e ornamenti,
Fischer detta un suono scoperto, messo a fuoco
come un raggio laser. Venti violini sono uno,
non un modo di dire. Nella sua esecuzione la
spensieratezza, la gioia, la paura, la cupezza, la
consolazione e tutto quanto appartiene a questo universo sono sentimenti autentici e puri.
Sono l, senza maschere. Non hai il dubbio che
qualcuno voglia convincerti di qualcosa. Non
vedi un te stesso che ascolta. Ascolti e basta. Infatti non vola una mosca. Applausi, dopo un
lungo silenzio, anche al contralto Gerhild Romberger, al Coro femminile della Radio Bavarese
e alle Voci bianche della Scala.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Budapest Festival Orchestra


Direttore Ivan Fischer; contralto Gerhild Romberger

9,5

erdoner il lettore se
ricorro a una prima
persona non propriamente grammaticale
e funzionale al discorso. ci cui ormai mi costringe ogni spettacolo di Pippo
Delbono, anche Vangelo. Posso accettare o rifiutare Il Vangelo di Giovanni o Il Vangelo di
Marco, nel senso che posso
accettare o rifiutare un testo.
Rifuggo dallisolata, imperativa parola Vangelo, quasi
non la capisco, o troppo bene
la capisco.
Vangelo, di che? Vangelo,
perch? Diciamo, allora, che
Delbono ha usato questa parola proprio nel senso che lui dice, come mero termine riassuntivo dei suoi rapporti con
la religione. A maggior ragione, se a parlare dei propri rapporti con qualcosa (non gi di
questo qualcosa) lautore,
il suo critico avr piena legittimit a comportarsi nello stesso modo: il mio qualcosa, il
mio oggetto, s lo spettacolo,
ma di pi e in specie, lo il suo
autore, che vi si identifica, che
di se stesso ci riferisce. Dopo i
vecchi respingimenti (le mie
critiche professionali), dopo le sue beffe, dopo i nostri
pubblici litigi, ci fu la pace, invitai Pippo a Ponte Milvio, a
pranzo.
Gli raccontai, tra le altre cose, le mie innumerevoli polemiche con le attrici, in particolare gli raccontai un episodio
occorso nel teatro greco di Siracusa. Mi costrinse ad alzarmi in piedi, a mettermi contro
il muro e a recitarglielo. Divenni a mia volta attore. Per un
impercettibile secondo si ripetuta la stessa cosa durante il
suo Vangelo. Ero seduto in prima fila, lui pi volte tornava a
sedersi accanto a me leggendo con la torcia dai suoi fo-

gli. Lo toccai. Lui mi rispose,


nello stesso modo. Cosa stava
leggendo questo sacerdote
senza religione? Non lo so, bene. Credo di aver captato che
leggesse della sera di Getsemani.
Sul fondo della scena nuda
vi erano i suoi attori (direi meglio compagni di ventura, amici, fratelli). Erano allineati, immobili e imporporati, alla stre-

Compagnia
Le attrici della
Compagnia
Pippo Delbono
in una scena
dello spettacolo
Vangelo - Opera
Contemporanea

gua di esuberanti inquisitori.


Lui, Pippo, era il dannato il
dannato della terra: nero e solo, a camminare quale anima
in pena, o a correre quale anima ancor pi dannata.
Nel suo Vangelo se vi erano
momenti dei Vangeli, vi era
anche il contro-vangelo. Prima la repressiva educazione,
poi la ribellione. Guerra a tutte
le religioni. Mi stavo avvici-

nando a lui. Alla fine, appunto,


lo toccai. Pure, non si pu dire
non vi fosse altro che camminare, correre, esporre (quelle
pistole), urlare (io non credo
in Dio). Vi era il sentimento
contrario. Pi giusto: opposto.
Prendeva per mano il suo
Bob e lo portava con delicatezza fino a noi. Accompagnava dritto in piedi, con le musiche di Enzo Avitabile, il dolore
delle solitudini di cui ci parlavano le sue Nina Violic, o Mirta
Zecevic, o Alma Prica. Scendeva in platea e invitava ad alzarsi Safi Zakria: un ragazzo afgano, arrivato fino qui lasciandosi alle spalle troppi compagni
scomparsi nel mare: il suo resoconto era uguale a quello
del film di Michael Winterbottom, In this World.
Era, sommesso, dolente, risorgente, il racconto di una religione, di un vangelo o, se volete, di un contro-vangelo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Vangelo
Regia di Pippo Delbono

Il bugiardo

Le menzogne, unica possibilit di fuga


di Magda Poli

a tratti aguzzi immersi


in una pastosit comica
e accattivante Il bugiardo di Carlo Goldoni con la regia di Valerio Binasco (Prato,
Metastasio). Nero e irritante
come i borghesi che lo popolano, padri avidi e stolti che cercano di maritare i figli al migliore offerente, chiusi nelle
loro ottuse certezze.
Come il divertente dottor
Balanzoni di Fabrizio Contri e
il Pantalone di Michele Di

Protagonista
Maurizio Lastrico
(36 anni) Il
bugiardo diretto
da Valerio Binasco

Mauro, irresistibile nella sua


comica autorevolezza.
Le figlie, Deniz zdogan ed
Elena Gigliotti, sono fraschette a caccia di una nobile sistemazione. I servi sono saggi e
irriverenti come il beckettiano
Brighella di Nicola Pannelli,
linquieto Arlecchino di Sergio
Romano vestito di tatuaggi
colorati. In mezzo a loro si aggira un disadattato, Lelio, il
bugiardo a getto continuo che
mente perch non sa adeguarsi alla realt in cui vive, gaio
ma nel suo inconscio c un
che di tragico, di dongiovan-

nesco che emerge nel suo desiderio di fuga continua e, in


fondo, di libert. Un anticonformista suo malgrado. E cos
Maurizio Lastrico lo disegna,
con bravura e inventiva, un essere che diverte e irrita, obliquo, come la sua postura.
Una vivace lettura registica
che fa intravvedere lo sguardo
critico dellautore sulla societ
nellallegria del gioco teatrale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il bugiardo
Regia di Valerio Binasco

7,5

DISCHI
Classica LAiglon

Pop Irama

Jazz Azul Infinito

Rock Post Pop Depression

Nagano salva lAquilotto Il rap confuso di Filippo Keberle: bop e latin music Iggy fra Eros e Thanatos
ltre a qualche film e a vari spettacoli teatrali, il dramma LAiglon (LAquilotto, come
era soprannominato il figlio di Napoleone) che
Edmond Rostand scrisse nel 1900 per Sarah
Bernhardt, ispir anche i musicisti Ibert e Honegger che ne fecero unopera: caso pi unico
che raro di musica scritta a quattro mani (Ibert
fece il I e il V atto, Honegger gli altri tre).
Rappresentata a Montecarlo nel 1937, di Laiglon si sono poi perse le tracce (salvo un vinile
incompleto del 1956) fino allanno scorso,
quando Kent Nagano ne ha curato le esecuzioni, sempre a Monaco, che danno vita a questo
cd Decca. La musica strana, difficile dire da
cosa influenzata. Ma interessantissima. E da
lode loperazione di recupero. (E. Gir.)

rama, vero nome Filippo Maria Fanti, ha partecipato a Sanremo 2016 nella sezione nuove
proposte. Il nome darte deriva da una parola
malese che significa ritmo, quello che non gli
manca. Cosa rester, il brano in gara, colpiva
per la formula a cavallo fra Tiziano Ferro e il
rap. Il canto velocizzato dellinterprete suonava
originale. Ma reiterato nelle altre canzoni dellalbum Irama produce un effetto terribilmente
ripetitivo anche se di facile riconoscibilit.
I testi sono forti, interessanti, incisivi, ma
snocciolati con tale velocit da risultare incomprensibili. Ogni tanto Irama rallenta e apre finestre melodiche in cui i testi si capiscono. Ma il
prodotto diventa convenzionale piombando in
una noiosa normalit. (Mario Luzzatto Fegiz)

RIPRODUZIONE RISERVATA

roprio stasera il 35enne trombonista Ryan


Keberle con i suoi Catharsis apre, unica data
italiana del tour europeo, lo storico festival Bergamo Jazz. Il gruppo rinfresca le strutture del
jazz contemporaneo, come mostra il recente
Azul Infinito. Nato nella lontana Spokane e attivo a New York dal nuovo millennio, Keberle
sposa con gusto echi post-bop allamore per la
musica latina senza mai rischiare il manierismo; interessante la formula del quintetto con
due ottoni (tromba e trombone) affiancati dalla
voce di Camila Meza che canta in inglese, spagnolo e portoghese.
Tutti sono virtuosi ma non esibizionisti:
Mike Rodriguez alla tromba, Jorge Roeder al
basso, Eric Doob alla batteria. (Claudio Sessa)

rrivato a 68 anni Iggy Pop rimprovera ai


suoi coetanei di non avere pi il coraggio di
mettersi in discussione.
In questo 17 album solista il sopravvissuto
del rock si affida alla produzione di Josh Homme dei Queens of the Stone Age. Iggy guida con
voce baritonale lungo storie di sesso e morte
con un pizzico di humour dark; Homme quelle
chitarre sporche di desert rock che non diventano mai dominanti e spersonalizzanti. Gardenia si esprime alla Bowie. In Vulture le influenze spaghetti western di Homme hanno un alleato nella voce spettrale di Iggy. Il rocker lascia
intendere che potrebbe essere lultimo disco.
Laltro errore delle leggende quello di tirarla
troppo per le lunghe. (Andrea Laffranchi)

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

SPETTACOLI

47
#

AMORE TRAGICO

DICKINSON

CULTURA YIDDISH

LUSSURIA

IL DEMONE DEL GIOCO

Euridice e Orfeo Dal romanzo


Assenza di Valeria Parrella,
lintensa e poetica regia di
Davide Iodice porta il scena il
ricordo e la malinconia della
felicit sfiorata dei due
sfortunati amanti (Federica
Fracassi e Davide Riondino, foto)
(fino al 20, Gobetti, Torino)

Emily no! Dopo la poetessa


Anne Sexton, Milena Costanzo,
attrice e regista, affronta il
secondo capitolo della Trilogia
della ragione, liberamente
ispirato a vita e opere di Emily
Dickinson. Chiuder la trilogia un
lavoro su Simone Weil
(dal 20 al 22, PimOff, Milano)

Il registro dei peccati Alla


scoperta del mondo del
chassidismo, la tradizione
culturale degli ebrei della
diaspora, con Moni Ovadia.
Tra parole, musiche, danze e
immagini, in cui si alternano
preghiere, racconti, ironia
(fino al 24, Teatro Vittoria, Roma)

Senso Sullo sfondo dellItalia


risorgimentale, a 39 anni, Livia
Serpieri (Irene Ivaldi) racconta la
storia damore e di odio di cui fu
protagonista ventanni prima: la
scandalosa relazione con un
cinico ufficiale dellesercito
nemico. Regia di Valter Malosti
(oggi, Palazzo Moriggia, Milano)

Slot Machine Il nuovo spettacolo


di Renzo Martinelli ed Ermanna
Montanari di Teatro delle Albe
segue la caduta vertiginosa di
un giocatore dazzardo
(Alessandro Argnani) nella
voragine dellautodistruzione
(oggi, Teatro Cantiere Florida, FI)
RIPRODUZIONE RISERVATA

CINEMA
Brooklyn

Saoirse si divide
tra due uomini
e mondi opposti

uesto bel filmone romantico con un amore


a tre punte, ha qualificati angeli custodi, da Colm
Tobin autore del bellissimo
romanzo (ed. Bompiani) allo
sceneggiatore scrittore Nick
Hornby. Il regista John Crowley ha molta Broadway nel suo
Dna, si vede negli interni e nella resa degli attori, ma ha anche diretto due episodi di
True detective.
Siamo nel 52 e dallIrlanda
si imbarca per New York una
giovane che sentir la nostalgia finch non sinnamora e
poi sposa un idraulico italiano
spaghetti (perfetto Emory
Cohen): quando torna a casa
per un lutto riemerge un pretendente. Che fare? Suspense
del cuore. Ottima confezione,
prova da (mancato) Oscar di
Saoirse Ronan, col mondo che
diventa un interno di coscienza di una ragazza divisa tra due
mondi e due uomini. (m. po.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Truth - Il prezzo della verit

Box Office

The Divergent
Series Allegiant
di Robert
Schwentke con
Theo James
e 1.427.641

Ave, Cesare!
di Ethan Coen e
Joel Coen
con Josh Brolin,
George
Clooney
e 986.819

Forever Young
di Fausto Brizzi
con Fabrizio
Bentivoglio,
Teo Teocoli,
Sabrina Ferilli
e 946.363

IN DISCESA
IN SALITA
NOVIT
STABILE

Redford mitico anchorman


travolto da uninchiesta tv

G
A
N

Fabrice Luchini
misantropo
nel tribunale

nis Quaid e soprattutto Cate


Blanchett, la nuova Meryl
Streep: il suo discorso finale
sullaccavallarsi non casuale
delle notizie, in modo che tutto si confonda e si annulli affinch alla fine sembri che sono tutti uguali e via con lamnesia, un gioiello di sociologia che vale da solo tutto il film
e ci riguarda da vicinissimo.

rancesissimo, parlatissimo, talvolta senza parole,


il film di Christian Vincent LHermine, lermellino in
cui paludato il severo giudice
Fabrice Luchini, funzionario
misantropo, gran conservatore della giustizia, nella cui coscienza si apre una crepa sentimentale quando scorge in
aula un volto di donna che non
gli non indifferente.
Come, quando e perch lo
capirete godendo una raffinata commedia detta e non detta, che deve risolvere, sfidando
la giuria che litiga su economia e religione, un caso dinfanticidio, in realt si sposta
nella privacy di un misantropo, infelice senza desideri. E
dalle pareti del tribunale locchio si sposta nella vita, il fattore umano riprende il suo posto e si d ancora ragione a
Jean-Jacques Rousseau: la societ che forgia sentimenti e
sentenze. (m. po.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

di Maurizio Porro

el titolo manca il
punto di domanda
insito per nella
storia. Verit? possibile fra i condizionamenti della politica e del
giornalismo? Il deb James Vanderbilt, che ha scritto film come Zodiac ricalca il genere che
ha visto trionfare nel 76 Tutti
gli uomini del Presidente (e la
presenza di Redford come Dan
Rather non casuale) e oggi ci
fa ripensare a Spotlight (e a
Frost Nixon).
Tre anni dopo Boston, nel
2004, alla CBS preparano una
puntata col botto di 60 minuti che denuncia i traffici illeciti del potente clan Bush per
evitare al giovane George la
cartolina del Vietnam, un pasticciaccio che alla vigilia della
rielezione potrebbe azzoppare
il presidente. La storia sispira
alle memorie di Mary Mapes
(vedi la nostra Gabanelli) che
affianc il mitico anchorman

La corte

Cerimonia
Da sinistra,
Robert Redford
(79 anni), Cate
Blanchett (46) e
Bruce Greenwood
(59) in Truth - Il
prezzo della
verit, debutto
alla regia di
James Vanderbilt

con un servizio che metter in


dubbio il concetto di morale e
il contratto di lavoro. Attuale e
tradizionale, il film mostra reporter dassalto dal vivo, la fatica per scansare pressioni, corruzioni, smentite e macchine
del fango. diretto come un
giallo in cui viene uccisa la Verit, sport in cui noi italiani
siamo campioni.
Cast di all democratic star
col 79enne Bob, la brava Elizabeth Moss di Mad Men, Den-

7,5

IL CAPOLAVORO

ITALIANO
RIENTRA IN

ITALIA
morettidesign.it

Dal 1960 lazienda Moretti emblema del


Made in Italy nel campo della produzione di
stufe e camini. Lalta tecnologia e la tradizione
manifatturiera marchigiana hanno portato il
Gruppo Moretti ad espandersi in tutto il
mondo. AQUA 11 GLASS, la stufa con l'ormai
celebre PORTA ERGONOMICA ha conquistato
anche lesigente mercato AUSTRIACO e poi
Spagna, Portogallo, Francia, Belgio, Olanda,
Germania, Inghilterra, Svizzera, Repubblica
Ceca, Grecia, Croazia, Giordania, Albania,
Giappone, Cile, Canada, Irlanda, Romania,
Ungheria, Bulgaria, Slovenia, Estonia e
Lituania.
Ora arrivato il momento dellItalia, con una
presenza esclusiva in show-room selezionati,
sul territorio, ed escludendo la vendita su
internet e la grande distribuzione.

TI ASPETTA A MILANO
MILANO - 15/18 MAR. 2016

PAD.4, STAND L17 M18

48

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

volata nella luce e nella pace infinita degli angeli di Ges

Alessandra Cap Scarpazza

Lo annunciano il marito Carlo e le figlie Veronica


e Maria Pia.- Ringraziamo Dio per averci dato una
creatura capace di trasmetterci la sua parola, di
mostrarci in ogni momento la grandezza del creato, di portare allegria e benessere in tutto ci che
toccava con la sua generosit, trasparenza e fede.Accettiamo umilmente il disegno divino per cui lha
chiamata a lui anzitempo, e sapremo vivere serenamente anche senza di lei, come promessole, seguendo il suo esempio e i suoi insegnamenti.- La
cerimonia di saluto avr luogo venerd 18 marzo
alle ore 16 a Lugano, nella chiesa di Santa Maria
degli Angeli. - Lugano, 15 marzo 2016.
Accompagnata dalla sua farfallina bianca

Alessandra Cap Scarpazza

vola alta nel cielo lasciandoci in un dolore straziante.- Inutilmente cerchiamo la nostra amata Pipil,
ella gi giunta nel regno della luce fra le braccia
del Padre.- Mamma Pia e pap Sergio.
- Lugano, 15 marzo 2016.
Gigi e Annamaria, addoloratissimi per la scomparsa dellamata nuora

Alessandra

ricorderanno sempre con tanto affetto la sua gioia


di vivere, la sua allegria, la sua disponibilit e la
sua forza danimo. - Milano, 16 marzo 2016.
Alessandra, Francesco, Benedetta, Costanza e
Lorenzo, Paolo, Claudia e Jacopo abbracciano forte Carlo, Pia e Veronica con tutto laffetto che li
legava alla cara

Pipil

- Milano, 16 marzo 2016.


Partecipa al lutto:
Marco Simone.

Gli zii Marisa, Gianni con Uccia, con le rispettive


famiglie, sono vicini a Carlo, Veronica e Maria Pia
nel dolore per la scomparsa della cara

Alessandra

- Milano, 16 marzo 2016.

Barbara e Luigi Pugliese sono vicini al dolore di


Carlo, Veronica e Maria Pia per la perdita delladorata

Alessandra

- Milano, 16 marzo 2016.

Partecipano commossi al dolore di Carlo per la


scomparsa della cara

Alessandra

gli amici di sempre Anna, Roberto e Carlina, Carlo


e Maril, Silvana, Franca e Alberto, Gianni e Bice.
- Milano, 16 marzo 2016.
Matteo e Carolina si stringono con affetto a Carlo per la scomparsa della cara

Alessandra

- Milano, 16 marzo 2016.

Luciana Dolci, John Stewart, Alessandro Mulinacci e Alberto Poli si stringono a Carlo ed alla sua
famiglia per la scomparsa di

Alessandra

- Milano, 16 marzo 2016.

Franca e Nino Lo Bianco abbracciano affettuosamente Carlo, Veronica e Maria Pia per la perdita
di

Alessandra

amica che ci ha dato sempre gioia e allegria.


- Milano, 16 marzo 2016.
Il Presidente di Business Integration Partners, Nino Lo Bianco e lAmministratore Delegato Fabio
Troiani partecipano con grande affetto al dolore
del loro amico e collega Carlo e delle sue figlie,
per la scomparsa della carissima

Alessandra Cap Scarpazza

- Milano, 16 marzo 2016.

I partners e tutti i colleghi di Bip SpA e delle societ del gruppo: Openknowledge, Ars et Inventio,
Bip Cybersec, Bip Spagna, Bip Brasile e Bip Turchia,
partecipano con affetto al dolore dellAmministratore Delegato, Carlo Cap, per la morte della sua
adorata moglie

Alessandra

- Milano, 16 marzo 2016.

Partecipano al lutto:
I membri del Collegio Sindacale di Bip SpA.

Carlo, profondamente addolorati, ci uniamo al


dolore tuo, di Maria Pia e Veronica per la perdita
della cara

Alessandra

che ricorderemo sempre con grande affetto.- Fabio


e Barbara Troiani con Alessandro, Lavinia e Marco.
- Milano, 16 marzo 2016.
Tutto lo staff di Bip si unisce con affetto al dolore
di Carlo, Maria Pia e Veronica Cap per la perdita
della moglie e mamma

Alessandra

- Milano, 16 marzo 2016.


Ciao

Pipil

ci mancheranno il tuo entusiasmo, i tuoi sorrisi, la


tua energia, la tua vitalit.- Ci saranno sempre di
esempio la forza e lottimismo con cui hai affrontato, nella serenit della fede, ogni giorno e ogni
battaglia.- Con trentennale amicizia ci stringiamo
a Carlo, Veronica, e Maria Pia.- Alberto, Stefania,
Cristina, Francesco, Lucia, Gianni, Silvia, Giovanni,
Annamaria, Jost, Federica, Luigi, Michelle, Marco,
Chiara, Marco, Sandra, Marta, Massimo, Eszter,
Maurizio, Mariella, Nicola, Murielle, Nicoletta,
Paolo, Roberto, Elisabetta, Ulrico, Chiara, Manuela. - Milano, 16 marzo 2016.
Partecipa al lutto:
Paolo Conforti.
Assoconsult tutta si stringe intorno al suo Presidente, Carlo, per la dolorosa perdita della moglie

Alessandra Scarpazza

- Milano, 16 marzo 2016.

Balma, Capoduri & C. S.p.A. Voghera, il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale, gli
azionisti, i Dirigenti, gli impiegati e le Maestranze
partecipano al dolore del Notaio Dottor Emilio Muzio e dei famigliari per la scomparsa della compianta mamma

Ida Muzio Cavanna

- Voghera, 17 marzo 2016.

Ida Muzio Cavanna


Partecipano al lutto:
Gabri e Amedeo Omodei Sal.
Si spento in Roma

Mario Parisio
Generale di Corpo dArmata

Alpino, volontario della libert, in comando del VI


e della brigata Julia, Consigliere militare del Presidente Pertini, servitore dellistituzione.- Ne danno
lannuncio la figlia Paola, con Guido e Claudia,
lamata Pia con Marco, Roberta, Giulia e Lucrezia,
ricordandone lalto intelletto ed il limpido spirito.
- Roma, 15 marzo 2016.
La sorella Mariuccia con i nipoti e i parenti tutti
annuncia con tristezza la scomparsa di

Lina Almasio

Le esequie si terranno il 17 marzo alle ore 14.30


presso la chiesa SS. Gervaso e Protaso a Parabiago. - Parabiago, 16 marzo 2016.
Partecipa al lutto:
La cognata Elisa Colombo.

I soci, i professionisti e tutto il personale dello


Studio Associato Crowe Horwath-SASPI, partecipano al dolore di Carlo e della sua famiglia per la
perdita di

Lina, Chiara, Betta, coi nipoti Carola, Jacopo e il


genero Andrea, addolorati annunciano la scomparsa di

Alessandra

Partigiano 182 Brigata Garibaldi.- I funerali si terranno venerd alle ore 10 chiesa Santa Maria Assunta in Gorla Maggiore.- Un ringraziamento
allOspedale di Garbagnate e in particolare alla
dottoressa Perri. - Milano, 17 marzo 2016.

- Milano, 16 marzo 2016.

I professionisti e la Direzione di F2A profondamente addolorati per la prematura scomparsa di

Alessandra Cap Scarpazza

si uniscono al dolore di Carlo e famiglia.


- Milano, 16 marzo 2016.

Dario Schlesinger con i professionisti ed i collaboratori dello Studio Schlesinger, partecipa con viva commozione al dolore dellIngegner Carlo Maria Cap per la prematura scomparsa della moglie

Alessandra

- Milano, 16 marzo 2016.

Il Consiglio di Amministrazione MIP, la faculty e


lo staff della School of Management partecipano
con profonda commozione al dolore di Carlo per
la scomparsa di

Alessandra Cap Scarpazza

- Milano, 16 marzo 2016.

Alessandra Cap Scarpazza


Partecipano al lutto:
Lella e Roberta.
Il rito funebre per il caro

Tomaso (Nino) Diaferia

si svolger gioved 17 marzo 2016 alle ore 14.45


presso la parrocchia della Madonna della Medaglia Miracolosa, in via Fratelli Rosselli, 6 a Milano.Ne danno annuncio la figlia Nadia ed il genero
Giuseppe Oreste Pozzi con i fratelli Antida, Pierlorenzo, Rinaldo, Maria Luisa e Paolo.
- Milano, 16 marzo 2016.
Partecipano al lutto:
Laura Monticelli.
Luisella Lang.
Paolo Clivio.
Anna Brioschi.
I nipoti Adriano; Simona e Simone; Marco e Valentina, Luca e Bryndis; Stefano, Clelia e Matteo.
E mancata allaffetto dei suoi cari

Ernestina (Tina) Salvini


Mariani

Lo annunciano con dolore la figlia Paola Mariani


Kapner con Giulia e Sveva e il fratello Gianni con
Lavinia. - Milano, 16 marzo 2016.

Raffaele Ottavio

Ciao Raffaele ci mancheranno la tua allegria ed


infinit bont.- Lega...ti dal bridge.- Gabriella ed
amici si riuniranno venerd 18 marzo 2016 alle ore
11 presso la chiesa Santa Maria Annunciata in Niguarda. - Milano, 17 marzo 2016.

Alfonso Bisson

Diego Parma

Diego we will forever carry with us your optimistic


and motivating style, your good heart and personal
approach to all of us.- All the ABB sales and marketing colleagues of BU Transformers mourn the
sudden and too early departure of an extraordinary
ABB man, a friend, a guide, a counselor, a role
model.- ABB, Sales and Marketing BU Transformers. - Zurich, 17 marzo 2016.

Luciano Bolzoni

riposa ora e in pace.- Ne d il triste annuncio il


fratello Dorino insieme ai nipoti Paolo, Alessandro
e Beatrice.- Le esequie saranno celebrate gioved
17 marzo 2016 alle ore 14.45 nella chiesa San Silvestro e Martino, via Maffei angolo viale Lazio.
- Milano, 15 marzo 2016.
Beba Gristina partecipa al lutto di Niccol, Anna,
Livia, Aria per la perdita dellamatissimo padre,
suocero e nonno

Marchese

Cosimo Ridolfi

- Milano, 17 marzo 2016.

Massimo e Angelomario Moratti abbracciano


con affetto Lorenzo nel ricordo del suo caro e stimato pap

Guglielmo Piga

- Milano, 16 marzo 2016.

I figli Barbara, Stefano e Maria Virginia annunciano con dolore la scomparsa del caro padre

Eugenio Sacchi

salpato da questi lidi terreni per raggiungere


lamata moglie. - Milano, 13 marzo 2016.
Alberto ed Emy Azzolini piangono il caro amico

Giorgio Tiberio

- Milano, 16 marzo 2016.

Cristina e Francesca ricordano con amore e rimpianto la loro mamma

Anna Brambilla

- Milano, 17 marzo 2016.

SERVIZIO ACQUISIZIONE NECROLOGIE


ATTIVO DA LUNEDI A DOMENICA 13.30-19.30
Telefono: 02 50984519

www.necrologi.corriere.it
e-mail: acquisizione.necrologie@rcs.it

49

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

Risponde Sergio Romano

GIORGIA MELONI / 1
Donne e maternit

LITALIA DELLA DIARCHIA


IL RUOLO DEL SOVRANO

LETTERE
AL CORRIERE
SCAFISTI
Le rotte migliori
Caro Romano, a proposito
della sua risposta sulle rotte
degli scafisti, le chiedo: ma
quali sono i motivi delle loro
scelte di dirigersi sempre verso
la Grecia e lItalia?
Marta Solari, Milano
Per gli impresari dellemigrazione clandestina, le rotte
migliori sono quelle in cui il
tratto di mare (la parte difficile
e rischiosa del viaggio) il pi
breve.

Le lettere firmate con


nome, cognome e
citt, vanno inviate a
Lettere al Corriere
Corriere della Sera
via Solferino, 28
20121 Milano
Fax: 02-62827579

lettere@corriere.it
www.corriere.it
sromano@rcs.it

Nella risposta a un lettore (Corriere, 11 marzo), lei


lascia intendere che, se solo avesse voluto (e potuto?)
la monarchia non si sarebbe confusa col fascismo.
Non lo ha fatto nemmeno dopo l8 settembre per
accattivarsi quello che rimaneva (ancora parecchia a
giudicare dallesito del referendum) della simpatia
degli italiani. I quali, quando votarono nel 1946,
non si sono dimenticati del detto: Dimmi con chi
vai e ti dir chi sei. Ma un dubbio mi assale e le
chiedo di sciogliermelo: stata la monarchia ad
andare col fascismo o il fascismo ad andare
con la monarchia?
Alessandro Prandi
alessandro.prandi@gmail.com

Le proposte
di oggi
su Corriere
digital
edition

Caro Prandi,
ussolini rinunci al suo programma per
unItalia repubblicana quando cap che il
consenso di cui aveva bisogno per la conquista del potere era in quei ceti sociali che temevano gli scioperi, loccupazione delle fabbriche, il
contagio dei moti rivoluzionari, ispirati dallesempio
sovietico e scoppiati in Europa dopo la fine della Grande guerra. Fra il 1920 e il 1922 il movimento fascista divenne il partito della restaurazione dellordine, visto
con favore da istituzioni, fra cui le forze armate, in cui i
vertici erano monarchici e non avrebbero mai prestato
la loro collaborazione a un programma repubblicano.
La matrice giacobina sopravvisse in alcune aree del partito, nella retorica rivoluzionaria e anti-borghese a cui il
leader ricorreva periodicamente, nelle espressioni se-

CRAXI E SEGNI
Quel referendum
Caro Romano, secondo lei
Craxi non riusc a conquistare
legemonia a sinistra a causa
di Tangentopoli. In realt
Craxi, prima che scoppiasse lo
scandalo, nonostante alcune
innovazioni culturali da lui
promosse negli anni
precedenti, si era trasformato
in un rigido sostenitore del
conservatorismo istituzionale,
insieme ad Andreotti e Forlani.
Per questa ragione, in reazione
allo stallo sulle riforme,
nacque un forte movimento
referendario che lo sconfisse
nel referendum elettorale del 9
giugno 1991 sulla preferenza
unica. Sconfitta che venne
prima delle inchieste
giudiziarie.
Stefano Ceccanti

stefano.ceccanti@libero.it
Di fronte al referendum voluto da Mario Segni, Craxi
adott una linea conservatrice
e commise un errore. Ma non
credo che quellerrore gli
avrebbe impedito di ereditare
almeno una parte dellelettorato comunista se le indagini di
Tangentopoli non avessero azzerato il suo potenziale vantaggio sul Pci.

PREMI AI DIPENDENTI
Aumenti di produttivit
Il lodevole intento di premiare
laumento di produttivit con

Sindacalisti
e gangster
Luca Zanini
e la storia dei
sindacalisti
gangster
nel paradiso di
Santo Domingo

La bussola
di oggi
Le firme
del Corriere
anticipano
le cose da
tenere docchio
durante
la giornata

La rassegna
stampa
A partire dalle
7.15, il meglio
da siti e giornali
italiani
e internazionali

un extra salario assoggettato


ad una imposizione Irpef
ridotta (10%) rischia di essere
stravolto dalla difficolt di
controllo da parte della
autorit pubblica, la quale
deve certificare laumento di
produttivit che condiziona il
minor carico fiscale. E ci,
soprattutto, se saranno decine
di migliaia di imprese a
presentare i loro piani di
miglioramento della
produttivit. Sarebbe forse pi
semplice e opportuno che il
premio, tassato normalmente,
scaturisse da un accordo
(senza lintervento della
autorit pubblica) tra
lazienda e i suoi lavoratori
per la valutazione dei
miglioramenti intervenuti e
per lattribuzione ai lavoratori
di parte dei benefici aziendali
connessi alla maggiore
produttivit.
Ascanio De Sanctis, Roma

conda ondata con cui veniva annunciata una nuova fase di trasformazioni radicali, ed ebbe un ultimo guizzo
di vita nel programma sociale della Repubblica di Sal
dopo larmistizio dell8 settembre.
Vi furono anche momenti in cui Mussolini cerc di
erodere i residui poteri della monarchia e di creare una
specie di diarchia. Lo fece il 30 marzo 1938 quando cre
un nuovo titolo onorifico, primo maresciallo dellImpero, di cui sarebbero stati insigniti, contemporaneamente, il capo dello Stato e il capo del governo. Vittorio
Emanuele ne fu fortemente irritato e consider quella
nomina una offesa alla monarchia, ma fin per inghiottire lingiuria.
Eppure il rapporto fra il re e Mussolini fu complessivamente caratterizzato in molte occasioni da una forma
di reciproco rispetto. Il primo riconosceva le doti organizzative del capo del governo, il secondo trattava il sovrano come una autorit nazionale a cui non si poteva
non rendere qualche onore. Ne avemmo una prova
quando Mussolini, nella mattina del 25 luglio 1943,
chiese udienza al re per metterlo al corrente di ci che
era accaduto a Palazzo Venezia durante la notte. Gli
avrebbe spiegato che lordine del giorno di Dino Grandi
(con cui venivano restituiti al re i poteri previsti dallo
Statuto) era soltanto il parere di un organo consultivo a
cui non era necessario dare retta. Ma con quel gesto
Mussolini dimostr di credere ancora allautorit del re.
Un vero repubblicano non avrebbe offerto al sovrano
loccasione di giocare danticipo e di applicare alla lettera lordine del giorno di Palazzo Venezia.

MISSIONE SU MARTE
Ricadute positive
So che ai pi non importer,
ma credo che la missione
Exomars, partita luned 14 da
Baikonur verso Marte. sia
motivo di grande speranza, in
quanto le conquiste dello
spazio hanno ricadute qui
sulla Terra. Inoltre la missione
a guida italiana:un grande
successo per la nostra
industria spaziale.
Fabio Todini, Roma

VOTO A COSENZA
Appoggi dei forestieri
A Cosenza, il ricco manager
piemontese Flavio Briatore
sceso in campo per sostenere
la candidatura di Lucio
Presta, il manager dei vip,
candidato del Pd e di Ala a
sindaco della citt. La sortita
non stata commentata

RIPRODUZIONE RISERVATA

positivamente dagli abitanti,


per i quali conta molto la
cosentinit e gli avversari
politici hanno giudicato
lesternazione come
limprovvido sostegno di un
forestiero. Ha polemizzato
apertamente pure don Fedele
Bisceglia, un frate molto
popolare, capo tifoso della
locale squadra di calcio
giovanile. Sono utili questi
interventi esterni, nelle
campagne elettorali, o pi
opportuno evitarli? Comunque
dal centrodestra hanno
risposto a Briatore
annunciando il sostegno di
Vittorio Sgarbi al candidato
forzista, Mario Occhiuto. Tra
le priorit della nuova giunta,
secondo il critico darte, la
ricerca del tesoro del re dei
Visigoti Alarico, da decenni
tanto decantato quanto
introvabile.
Pietro Mancini, Cosenza

Giorgia Meloni candidata


sindaco di Roma? Per carit,
nessuno glielo vieta. Vorrei
per ricordare che quando una
donna normale presenta
domanda di lavoro, spesso e
volentieri viene scartata se ha
in programma di fare figli.
Essendo donna, sono a favore
del lavoro femminile, ma un
conto essere sindaco di un
piccolo Comune e un conto di
una citt come Roma.
Suggerisco a Giorgia di godersi
il suo pupo; ma asserisco che
le donne, abituate a gestire
casa e famiglia, hanno forse
una marcia in pi anche nel
gestire un Comune.
Annamaria De Grandis

Castelminio di Resana (Tv)

GIORGIA MELONI / 2
Un caso di 100 anni fa
103 anni fa accadde un
episodio analogo a quello
odierno di Bertolaso-Meloni.
Brevemente: venerd 3 gennaio
1913 la prima italiana a
conseguire il brevetto di volo
la ventenne milanese Rosina
Ferrario a Vizzola Ticino.
Lufficiale Carlo Maria Piazza,
venuto a conoscenza del fatto,
le scrive: Tutte le mie pi vive
congratulazioni signorina, ma
preferirei saperla pi mamma
che aviatrice, facendo
insorgere le prime femministe.
A cagione del pandemonio
scaturito alla signorina
Ferrario, sar offerto dalla
Societ Allievi Piloti di Milano
un grande banchetto, a mo di
riparazione. Lo far anche
Bertolaso o Berlusconi?
Claudio Villa, Vanzago (Mi)

PICCOLI COMUNI
Gli accorpamenti
La proposta di legge sulla
fusione di piccoli Comuni sotto
i 5 mila abitanti viene
contestata da molte di queste
amministrazioni. Il progetto
invece degno di consenso
proprio nellinteresse dei
piccoli Comuni, spesso con
spese di esercizio che sono di
gran lunga superiori alle reali
esigenze degli abitanti.
N. Settembrini, Arezzo

Avviso ai lettori
La rubrica Italians
di Beppe Severgnini,
in uscita tutti i gioved,
torner la prossima
settimana.

INTERVENTI E REPLICHE
Strage di Ustica
A proposito della questione Ustica, sono rimasto piacevolmente
sorpreso dalle perplessit di Sergio Romano sulla tesi del missile
quale causa della tragedia, un enorme inganno, questo, perpetrato
per decenni ai danni dellopinione pubblica e della verit (Corriere, 12
marzo). La causa della caduta del velivolo non stata infatti, senza
ombra di dubbio alcuno, un missile; lipotesi pi verosimile quella
dellesplosione di una bomba nella toilette del velivolo. A tale
conclusione giunta in via definitiva la giustizia nel 2005, con il
pronunciamento di una sentenza limpida, confermata in Cassazione a
distanza di 2 anni, dopo 272 udienze, 115 perizie redatte dai migliori
esperti al mondo e lescussione di circa 4.000 testi. Di seguito alcuni
passaggi cardine: requisitoria dei pm del 31/8/1998, nessun
frammento o segni di penetrazione, riconducibile a missile (testata o
altre sue componenti) sono stati dunque rinvenuti (vol. 1, pag. 189),

da un esame molto attento di ogni singolo pezzo del DC9 a


disposizione non risulta alcun foro di entrata o uscita di frammenti
nella fusoliera e nelle ali (vol. 1, pag. 198) e cos via. Nel prosieguo,
ben pi pesanti sono stati i pronunciamenti dei giudici di Appello,
quali: accertamenti e comunicati da cui risulta che tutti gli aerei
militari italiani erano a terra, che i missili in dotazione italiana erano
nei loro depositi, che gli aerei militari alleati non si trovavano nella
zona del disastro e che nellora e nel luogo del disastro non vi erano
velivoli di alcun genere (pag. 115), tutto il resto fantapolitica o
romanzo che potrebbero anche risultare interessanti se non vi fossero
coinvolte 81 vittime innocenti (pag. 116), laccusa (ndr, ipotesi
missile) non altrimenti dimostrabile se non affermando come certo
quanto sopra ipotizzato, ma non chi non veda in esso la trama di un
libro di spionaggio ma non un argomento degno di una pronuncia
giudiziale (pag. 114). Sono solo alcuni brevi passaggi di una

RCS MEDIAGROUP S.P.A.

FONDATO NEL 1876


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DIRETTORE RESPONSABILE

Luciano Fontana

PRESIDENTE

Maurizio Costa
AMMINISTRATORE DELEGATO

VICEDIRETTORE VICARIO

Barbara Stefanelli
VICEDIRETTORI

Daniele Manca
Antonio Polito (ROMA)
Venanzio Postiglione
Giampaolo Tucci

Laura Cioli
CONSIGLIERI

Gerardo Braggiotti, Paolo Colonna, Teresa Cremisi,


Dario Frigerio, Tom Mockridge, Mario Notari,
Stefano Simontacchi
DIRETTORE GENERALE NEWS

Alessandro Bompieri

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano


Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Luciano Fontana
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011
2016 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere
riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar
perseguita a norma di legge.
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA
20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 02-62821

sentenza che ha smontato sistematicamente ogni ipotesi diversa


dalla bomba a bordo, missile incluso ovviamente.
Generale Leonardo Tricarico
Calcio: il conteggio dei minuti di gioco
Vorrei replicare alle perplessit di un lettore secondo il quale
ingiusto che nel conteggio dei minuti del record di imbattibilit del
portiere della Juventus, Buffon, non vengano conteggiati anche i
minuti di recupero (Corriere, 14 marzo). Ricordo che il recupero
viene effettuato per arrivare a 90 minuti effettivi di gioco, in quanto
spesso si deve fermare il tempo per vari motivi: infortuni, cambi, ecc.
ecc. Siccome in quei momenti la competizione viene sospesa,
logicamente (almeno per me!) non possibile considerare pure
quei minuti come validi e conteggiarli ai fini della imbattibilit.
Giuseppe Lucchi, Milano

EDIZIONI TELETRASMESSE: RCS Produzioni Milano S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-6282.8238 RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via
Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 RCS Produzioni Padova S.p.A. 35100 Padova Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l.
70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 LUnione Sarda
S.p.A. Centro stampa 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo, 5 - Tel. 070-60.131 BEA printing sprl 16 rue du Bosquet - 1400 Nivelles - Belgium CTC Coslada Avenida de Alemania, 12 - 28820 Coslada (Madrid) - Spagna Miller Distributor Limited Miller House,
Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 - Malta Hellenic Distribution Agency
(CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.


Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PUBBLICIT
RCS MediaGroup S.p.A. Dir. Advertising & Communication Solutions
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543
www.rcscommunicationsolutions.it

PREZZI: *Non acquistabili separati, il venerd Corriere della Sera + Sette 2,00 (Corriere
1,50 + Sette 0,50); il sabato Corriere della Sera + IoDonna 2,00 (Corriere 1,50 +
IoDonna 0,50). A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + Cor.
Como 1,30 + 0,20; ven. Corsera + Sette + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20; sab.

PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: Albania 2,20; Austria 2,20; Belgio 2,20; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,00 (quando
pubblicato con Style Magazine Fr. 3,50);Cipro 2,20; Croazia Hrk 17; CZ Czk. 64; Francia 2,20; Germania 2,20; Grecia 2,50; Irlanda
2,20; Lux 2,20; Malta 2,20; Monaco P. 2,20; Olanda 2,20; Portogallo/Isole 2,50; SK Slov. 2,20; Slovenia 2,20; Spagna/Isole 2,50;

Corsera + IoDonna + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20. In Campania, Puglia, Matera e
prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. 1,00 +
0,50; m/m/g/d Corsera + CorMez. 1,00 + 0,50; ven. Corsera + Sette + CorMez. 1,00
+ 0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. 1,00 + 0,50 + 0,50. In Veneto,
non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorVen. 1,00 + 0,50; ven. Corsera +
Sette + CorVen. 1,00 + 0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. 1,00 + 0,50
+ 0,50. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 + 0,50; ven. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 +
0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 + 0,50 + 0,50.
A Bologna e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d Corsera + CorBo 0,66 +
0,84; ven. Corsera + Sette + CorBo 0,66 + 0,50 + 0,84; sab. Corsera + Io Donna +
CorBo 0,66 + 0,50 + 0,84. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d
Corsera + CorFi 0,66 + 0,84; ven. Corsera + Sette + CorFi 0,66 + 0,50 + 0,84; sab.
Corsera + Io Donna + CorFi 0,66 + 0,50 + 0,84.

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7971 del 9-2-2015

La tiratura di mercoled 16 marzo stata di 393.507 copie

Hong Kong HK$ 45; Thailandia THB 190; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 700; U.S.A. USD 5,00. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli
abbonamenti nazionali e per lestero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815).
ARRETRATI: info@servizi360.it. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

Con Sette 3,00; con Io Donna 3,00; con Style Magazine 3,50; con Living 5,40; con la Lettura 2,00; con Star Wars Legends 14,49; con Grandangolo 7,40; con Divina Callas 14,40; con Lucky Luke 7,49; con Montagna leggendaria 9,40; con Maternit. Il tempo delle nuove mamme 9,40; con Andrea Vitali 9,40; con Paolo Villaggio. 40 anni di risate 11,40; con Gialli Anglosassoni 8,40; con Star Wars 3d 14,49; con Pier Paolo Pasolini 10,40; con Lady Oscar 11,49; con Savana Disney 9,49; con Philosophia 9,49; con Magazine Masha e Orso 5,00; con Diabolik. Nero su nero 8,49; con diVersi 2,50; con Gianni
Rodari 9,40; con Georges Simenon 10,40; con Agatha Christie Miss Marple 7,49; con Piero Angela. LEgitto a Roma 11,49; con Riccardo Muti 11,40; con Skylanders 7,49; con Getta Robot 11,49; con Storia della letteratura italiana 8,40; con English da Zero 12,49; con Sturmtruppen 6,40; con Dragon Ball Z 11,49; con Dario Argento e i grandi maestri dellhorror italiano 11,49; con Sherlock Holmes 3,49; con Musei dal Mondo 8,40; con Spazio 1999 11,49; con Jimi Hendrix 11,49; con Luigi Giussani 11,40; con Scienza Papera 8,49; con Masterchef 9,49; con Una Fifa del diavolo 8,40; con Umberto Eco 11,40

50

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Sport

Fifa
Vittima delle tangenti
e della gestione Blatter
Infantino chiede
risarcimento agli Usa

La nuova Fifa, sotto la presidenza di Gianni Infantino, ha avviato


unazione legale per riavere, in caso di condanna, milioni di dollari da
un gruppo di suoi ex dirigenti, 39 in tutto (inclusi ex presidenti), messi
sotto accusa nel 2015 dal Dipartimento della Giustizia Usa per
corruzione e accusati di aver sottratto oltre 200 milioni di dollari.
Sulla base dellinchiesta in corso presso la Giustizia statunitense,
inoltre, la Fifa accusa il Sudafrica di aver ottenuto il Mondiale del
2010 con tangenti per 10 milioni di dollari. Pi dei soldi importante
il significato simbolico della richiesta: cos Infantino prende le
distanze dallera Blatter e si pone come vittima della corruzione.

ChampionsI bianconeri perfetti per unora, pesa una rete annullata a Morata e le occasioni mancate nel primo tempo

Juve, che peccato

Le pagelle
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI A MONACO

Bayern
Il marchio di Vidal
5,5 Neuer Esce come per una
scampagnata e con Alaba
confeziona il pacco del primo gol per
la Juve. Si rianima (con laiuto del
palo) quando evita il 3-0 di
Cuadrado.
5 Lahm Il capitano non riesce a fare
nulla contro Sandro e Pogba nel
primo tempo. E perde anche il
duello davanti alla porta con
Cuadrado sul 2-0. Poi rialza la testa
e il ritmo.
4 Kimmich Lazzardo di Guardiola, il
centrocampista reinventato
difensore, si conferma tale.
5 Benatia Impegnato nella
costruzione si dimentica del resto.
Ma i difensori non servono e lui esce
dopo 45.
4,5 Alaba Deconcentrato, tenero.
Ha sulla coscienza due gol. Da
centrale fa meno danni.
5 Xabi Alonso Non lo sveglia
nemmeno un urlaccio di Neuer.
7 Douglas Costa La coppia EvraSandro lo incastra e allora lui prova
ad accentrarsi, creando sempre
agitazione: suo il cross perfetto per il
gol di Lewandowski
6,5 Muller Spunta dal nulla, ma
sbatte su Buffon. Torna nel nulla e si
ripresenta di nuovo per il 2-2.
Perfido e letale.
7 Vidal Inserimenti, scivolate, risse:
lui ci mette sempre la faccia. La
palla che ruba ad Evra da cui nasce
il 2-2 il suo marchio di fabbrica.
6 Ribery Per essere gi di
condizione d il meglio dal 70.
7 Lewandowski Riapre la partita
con uno stacco perfetto: 43 gol in 43
gare.
6,5 Bernat Guadagna spazio sulla
sinistra.
8 Coman Il cross del 2-2 lassist
dellex. Il suo ingresso, con Costa pi
accentrato la chiave della rimonta
rossa. Si toglie anche lo sfizio del 4-2.
7 Thiago Fuori a sorpresa, trova di
rabbia il 3-2.
6,5 Guardiola Lingresso di Coman
fa ripartire un meccanismo
clamorosamente inceppato.
Figuraccia evitata.

Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

Un capolavoro rovinato. Finisce male una notte che


poteva essere gloriosa. La Juve
saluta la Champions ai supplementari dopo aver stregato
lAllianz e annichilito Guardiola. Da 0-2 a 4-2. Quasi da non
credere. I bianconeri sfornano
settanta minuti perfetti: due
gol, uno annullato e un palo
nel primo tempo. Due occasioni per arrivare sino al 3-0 nella
ripresa. Ma, come nellandata
allo Stadium, la partita cambia
in un momento. Allora era stata la Juve a rientrare in gioco,
stavolta tocca al Bayern che, ad
un passo dalla capitolazione,
riemerge con tutta la sua forza.
Londa rossa diventa uno tsunami. La Juve scappa con Pogba e Cuadrado, il Bayern rientra in gioco negli ultimi 17 minuti. Lincornata di Lewandowski una scintilla, fuoco
sullanimo abbacchiato dei te-

MONACO

Mazzata
Il gol del 2-2
segnato al 91
da Thomas
Muller: la rete
che ha rimesso
in discussione
tutto quando il
pi sembrava
fatto. Alla Juve
non bastata
unora
praticamente
perfetta per
eliminare il
Bayern e
approdare ai
quarti (Ipp)

Avanti di due gol, subisce il 2-2 al novantunesimo


Nei supplementari decidono Alcantara e Coman
Bayern Monaco
Juventus

4
2

Marcatori: Pogba 6, Cuadrado 28 p.t.;


Lewandowski 28, Muller 46 s.t.; Thiago
Alcantara 4, Coman 6 s.t.s.
BAYERN MONACO (4-1-4-1): Neuer 5,5; Lahm
5, Kimmich 4, Benatia 5 (Bernat 6,5 1 s.t.), Alaba
4,5; Xabi Alonso 5 (Coman 8 15 s.t.); Douglas
Costa 7, Muller 6,5, Vidal 7, Ribery 6 (Thiago
Alcantara 7 10 p.t.s.); Lewandowski 7. All.:
Guardiola 6,5
JUVENTUS (5-3-1-1): Buffon 6; Lichtsteiner 6,
Barzagli 5,5, Bonucci 5,5, Evra 4,5, Alex Sandro
6,5; Cuadrado 6,5 (Pereyra 5 44 s.t.), Khedira 6,5
(Sturaro 5,5 23 s.t.), Hernanes 5,5, Pogba 6,5;
Morata 8 (Mandzukic 5,5 27 s.t.). All.: Allegri 6
Arbitro: Eriksson 4,5
Ammoniti: Khedira, Morata, Kimmich, Vidal,
Lichtsteiner, Lewandowski, Bonucci, Pereyra
Recuperi: 1 pi 3

deschi. Muller, sempre di testa, pareggia allultima curva. E


nel secondo supplementare i
rossi allungano, altre due reti
in due minuti: prima Thiago
Alcantara e poi Coman. I cambi
della disperazione di Guardiola. Le mosse vincenti, soprattutto lex bianconero, che si
prende una magistrale vendetta. Il guardiolismo rinasce
quando sembrava morto, Allegri torna a casa a testa alta,
consapevole per che la sua
squadra, penalizzata dagli infortuni, getta al vento una clamorosa occasione.
La Juve, a differenza dellandata allo Stadium, non sbaglia
lapproccio. Il primo tempo
tutto bianconero. I tedeschi,

90
le partite
di Buffon in
Champions,
il bianconero
pi presente

5
stagioni
consecutive
con il Bayern
nei quarti
di finale

storditi e stupiti, creano una


sola occasione, tre minuti prima dellintervallo, ma Buffon
non si fa sorprendere dal tiro di
Muller. La Juve perfetta: corta,
tosta, lesta nelle ripartenze. Il
Bayern come un pugile suonato che vaga per il ring. Il possesso palla fine a se stesso,
lassenza di Robben un male
irrimediabile anche perch Ribery per unora lombra del
giocatore che stato. Nella Juve
funziona tutto, sia dal punto di
vista tattico che dattenzione:
Evra si accentra con Alex Sandro che si abbassa per formare
la linea a cinque, Hernanes
bravo a proteggere il muro,
Khedira a far ripartire lazione,
Pogba imprendibile tra le li-

Lanalisi

Un solo errore, ma era difficile poter chiedere di pi


di Mario Sconcerti

ersa una partita quasi incredibile. La mossa


decisiva stata luscita di Morata per
Mandzukic ai due terzi di gara, qualcosa che
avrei fatto anchio al posto di Allegri, ma sarebbe
stato un errore lo stesso. La Juve vinceva in quel
momento 2-0, Allegri cercava forza per tenere il
pallone. Il risultato stato togliere a unipotesi di
gioco tutto il contropiede, quindi regalare al Bayern
tutta la sua met campo. A quel punto alla Juve
restava solo la difesa. Sembrava il tempo giusto, un
ragionamento anche corretto, ma ha messo la
partita in una chiave sola. Il Bayern ha avuto
fortuna, ha segnato allultimo minuto
regolamentare, ha tirato davvero in porta solo nei
due gol, entrambe di testa, cio occasioni di
mischia non di vero gioco, e quasi solo dinerzia
muscolare ha ripreso una partita che aveva

nettamente perso fino a quellistante. La Juve esce


dalla Champions in fondo a una partita quasi
perfetta. Difficile poterle chiedere di pi. Ha preso i
due gol del pareggio quasi soltanto per stanchezza,
nessuno che riuscito a saltare su Lewandowski e
Muller, le gambe appesantite da una resistenza che
era diventata troppo stretta. Ma davvero
incredibile perdere cos dopo aver fatto bene quasi
tutto contro un Bayern perfino stupito dalla
chiarezza dellavversario. Restano le assenze forti di
Dybala e Marchisio, alla fine soprattutto quella di

La fortuna
Il Bayern ha avuto fortuna, ha segnato
allultimo minuto regolamentare, ha
tirato davvero in porta solo nei 2 gol,
2 occasioni di mischia non di vero gioco

Chiellini, ma resta anche una gestione non ideale


della partita, forse dovuta alla forza di un avversario
che sembrava ormai soffocato, quasi incapace di
tirare in porta ma sempre a un passo dallarea della
Juve. Questo il punto di fondo: quanto stato
insistente il Bayern e quanto ha buttato via la Juve.
Io scrivo a freddo, la Juve giocava in diretta, aveva il
diritto di essere stanca. Ma rimane un rumore di
fondo, come quando si scatena la pioggia e dopo il
piacere di un sorso umido ci si scopre ormai
bagnati fradici. Bastava seguire i tetti, capire un
attimo prima, fidarsi della partita che si era fatto
fino a quel momento. La Juve esce senza aver capito
fino in fondo n la partita n chi era davvero pi
forte tra lei e il Bayern. E alla fine troppo duro
anche il punteggio, troppo chiaro, non reale. La
vecchia cortina sommersa da sei gol in due partite,
quasi a caso, quasi occasionali. No, non credibile.
Ma vero.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

SPORT

51
#

Europa League
Lo Sparta Praga
tra la Lazio e i quarti
Pioli: Vinciamo e
salviamo la stagione

A parte la grana dei buu razzisti (lUefa prender una decisione marted
22: la Lazio rischia le porte chiuse nelleventuale quarto), l1-1 di Praga
contro lo Sparta, una settimana fa, vale come un grande assist: ne
possono beneficiare il ranking dellItalia, aggrappata allultimo club
impegnato nella una corsa europea, e lorgoglio di patria verso la
conquista del trofeo che, dal quando si chiama Europa League (2009),
lunico mai alzato da una di serie A. Ma, soprattutto, stasera (dalle 19
su SkySport 1, SkyCalcio 1, SkyCalcio 5 e, in chiaro, TV8) ne pu fare
tesoro la Lazio di Stefano Pioli (foto): passare ai quarti significa entrare
nellurna di Nyon (domani il sorteggio, andata il 7 aprile e ritorno il 14)

per continuare a sognare lunica impresa in grado di rimettere in sesto


unannata tendente al flop. Se in campionato, infatti, la squadra di Pioli
non va, in Europa League non ha sbagliato un colpo: 5 vittorie di cui 4
in casa segnando 3 reti, 4 pareggi tutti in trasferta. Cos lEuropa vale il
riscatto: Vinciamo lEuropa League per salvare la stagione, ha detto il
tecnico biancoceleste. Che solo oggi pu fugare il dubbio Konko (senn
Mauricio), lunico che pende su un 4-2-3-1 gi fatto, con Klose punta
centrale e il tris Candreva-Mauri-Keita sulla trequarti.

Andrea Arzilli
RIPRODUZIONE RISERVATA

La gaffe tedesca e il richiamo ad Auschwitz


Il club su Twitter posta una foto con i binari e la scritta: Qui la fine
Una caduta di stile. O, calcisticamente parlando, un autogol. Del tutto inatteso visto che
proviene da uno dei club pi
autorevoli dEuropa, il Bayern
Monaco. Ieri, di buon mattino,
il club bavarese ha postato sul
proprio profilo Twitter un fotomontaggio con la scritta Qui
la fine, accompagnata dal primo piano del portiere Neuer
che emerge dallAllianz Arena e
dallo slogan, caro alla Juve e ai
propri tifosi, Fino alla fine
coperto da una croce. Una
provocazione social agli avversari in vista del match, condita dalla frase del capitano
Lahm: Questa una gara da
tutto o niente.
Fin qui nulla di particolarmente strano se non fosse che,
nellimmagine, la strada che
porta allo stadio un binario
ferroviario. I social network sono stati immediatamente invasi
da proteste e polemiche: per
nee. La mollezza difensiva dei
rossi pi sorprendente della
partenza sprint dei bianconeri:
un pasticcio tra Neuer e Alaba
regala a Lichtsteiner il pallone
che si trasforma nellassist per
l1-0 facile di Pogba. Linsperato
vantaggio regala coraggio ai
determinati bianconeri che
chiudono ogni varco e ripartono con precisione chirurgica:
Morata, su assist di Khedira dopo un rinvio sbagliato di
Neuer, segna il 2-0 che larbitro
Eriksson annulla per un fuorigioco che non c. Il raddoppio
arriva lo stesso: lirresistibile
Morata salta Xabi Alonso, Benatia e Kimmich dopo una fuga
di sessanta metri e ha la lucidit di scaricare su Cuadrado,
freddo davanti a Neuer.
Nel secondo tempo Pep toglie Benatia, lunico vero difensore dei bavaresi, inserendo
Bernat a sinistra e accentrando
Alaba. Poi dentro Coman e
Thiago. I cambi della disperazione cambiano lo spartito e la
serata. Dopo la rete di Lewandowski, il Bayern diventa irresistibile come nella prima ora
a Torino. Muller pareggia al 91.
E a quel punto facile capire
come andr a finire.
Alessandro Bocci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Laltra sfida

Il trio meraviglia
lancia il Barcellona
Arsenal ancora k.o.
BARCELLONA Segnano tutti e

tre, Neymar dopo 18 minuti,


Luis Suarez dopo 65 e Leo
Messi a 2 dal termine: il
Barcellona vola con i soliti gol
del trio meraviglia, batte
lArsenal per 3-1 e conquista
una qualificazione mai stata
in discussione, anche perch
il 2-0 dellandata per i
blaugrana lasciava
pochissime speranze alla
squadra di Wenger. Partita gi
chiusa con la rete di Neymar,
poi nella ripresa (al 6) gli
ospiti sono andati a segno con
Elneny: tanto bastato per
risvegliare lattacco blaugrana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le pagelle

La foto
Sullaccount
Twitter
del Bayern
comparsa
questa foto
accompagnata
dal messaggio:
Questa una
gara da tutto
o niente.
Ha fatto
discutere
limmagine dei
binari che a molti
ha richiamato
i campi di
concentramento

tanti le rotaie evocavano quelle


che conducevano ai campi di
concentramento nazisti. La Juve ha risposto in modo semplice con lhashtag #BeHeroes, gi
proposto in diverse coreografie
allo Stadium. In ogni caso, il

Il dopopartita

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI A MONACO

Juventus
Evra rovina tutto
6 Buffon Solo una parata, ma
importante, a fine primo tempo su
Muller.
6 Lichtsteiner Esce dai blocchi a
testa bassa: sfrutta lerrore di Neuer
e Alaba e crossa per il gol di Pogba.
Di sinistro, si mangia il 3-2.
5,5 Barzagli Momenti di alta scuola
difensiva nel primo tempo. Nelle
mischie finali va in riserva anche lui.
5,5 Bonucci Salta a vuoto sul gol di
Lewandowski.
4,5 Evra Basta una palla persa al
limite contro Vidal per rovinare la
serata perfetta. Sbaglia anche sul
3-2.
6,5 Alex Sandro Lascia crossare
Douglas Costa sull1-2. Ma nel
primo tempo manda fuori giri il
Bayern sulla sinistra.
6,5 Cuadrado Resta lucido sul
balletto in area che porta al 2-0 e
poi sfiora il terzo gol. Dopo unora,
per, non riesce pi a far ripartire
lazione.
6,5 Khedira suo il lancio da cui
parte lazione improvvisa del primo
gol. Rompe bene il pressing del
Bayern ma ha unautonomia
sempre limitata.
5,5 Hernanes Buon lavoro da
mediano, quasi da centrale
aggiunto. Poi non trova pi
contromosse per evitare che la
squadra resti schiacciata.
6 Pogba Festeggia il compleanno
del giorno prima col ritorno al gol in
Europa. Ma quando il gioco si fa pi
duro non mai un leader.
8 Morata Assist e un gol (buono)
annullato: il ragazzo dellEuropa
torna come dincanto quello della
primavera 2015, con le sue
progressioni micidiali. Peccato che
qui a Monaco sia pieno inverno.
5,5 Sturaro Un paio di palloni persi
aumentano i pericoli.
5,5 Mandzukic Non riesce mai a
ripartire in contropiede.
5 Pereyra Approccio troppo blando.
6 Allegri La Juve viene schiacciata e
rimontata: un capolavoro rovinato,
ma da tenere a memoria. Nel bene e
anche nel male.

p. tom.
RIPRODUZIONE RISERVATA

post diventato presto un problema per i tedeschi. Una gaffe del genere inammissibile
per una societ come il Bayern
da sempre attenta alla comunicazione ha affermato il vicepresidente della Comunit

ebraica di Roma, Ruben Della


Rocca . Non voglio pensare
alla malafede, sarebbe gravissimo; voglio confermare che si
trattato di una svista, pur clamorosa. Mi auguro che in futuro il Bayern mostri pi sensibilit per certi argomenti.
A seguire sono arrivate le
scuse del club tedesco: Non
volevamo mancare di rispetto a
nessuno. Purtroppo limmagine utilizzata stata erroneamente considerata unallusione
a eventi storici ai quali non era
assolutamente nostra intenzione fare riferimento. Se abbiamo
urtato i sentimenti dei tifosi
della Juve e di qualsiasi altro
utente, ci scusiamo. La nostra
intenzione era di giocare sullaspetto sportivo della sfida,
nella quale una delle due squadre dovr lasciare la competizione.
Filippo Bonsignore
RIPRODUZIONE RISERVATA

Allegri: Orgogliosi,
ma il calcio bestiale
Larbitro? Non conta
Marotta: Grave lerrore sul gol annullato

Champions
League
Ottavi
ritorno
Ieri
V BARCELLONA 3
V ARSENAL
1
(and. 2-0)
V BAYERN
4
V JUVENTUS
2
d.t.s. (and. 2-2)
Ai quarti
Wolfsburg, Real
Madrid, Benfica,
Psg, Atl. Madrid,
Manchester City,
Barcellona,
Bayern
Europa
League
Ottavi
ritorno
Oggi, ore 19
V LEVERKUSEN
V VILLARREAL
(and. 0-2)
SkyC3
V VALENCIA
V ATHL. BILBAO
(and. 0-1)
SkySp3, SkyC2
V LAZIO
V SPARTA PRAGA
(and. 1-1)
Tv8, SkySp1, SkyC1
Oggi, ore 21.05
V TOTTENHAM
V BORUSSIA D.
(and. 0-3)
SkySp3, SkyC2
V BRAGA
V FENERBAHE
(and. 0-1)
SkyC4
V MAN. UTD
V LIVERPOOL
(and. 0-2)
SkySp1, SkyC1
V ANDERLECHT
V SHAKHTAR
(and. 1-3)
SkyC5
V SIVIGLIA
V BASILEA
(and. 0-0)
SkyC3

La notte degli inganni


quella delle false promesse.
Dei trionfi agguantati e sfuggiti. Bayern-Juve una sfida fotocopiata e riprodotta fronte retro: con uno 0-2 diventato 2-2,
a parti invertite, e finita ai supplementari con un k.o. amarissimo per la Juve.
Allegri andato a un passo
dallimpresa. Dispiace essere
eliminati dopo una prestazione del genere. La squadra ha
fatto molto bene contro un
Bayern che ha giocatori straordinari. Siamo stati ordinati,
Buffon non ha dovuto fare
grandi parate. Per il calcio d
dei segnali, Neuer stato strepitoso su Cuadrado a fine primo tempo, poi Morata ha avuto due occasioni importanti,
Lichtsteiner poteva segnare
nel primo supplementare, e
poi potevamo riaprirla anche
sul 4-2. Dispiace, per abbiamo giocato una partita di personalit, sono dispiaciuto perch a un minuto e mezzo dalla
fine dovevamo gestire meglio
quei palloni, specie il primo in
uscita.
Il tecnico bianconero non
recrimina per il gol annullato a
Morata.Gli errori arbitrali?
inutile starne a parlare, era un
test importante, abbiamo dimostrato una mentalit da
squadra europea. Ora dobbiamo pensare al derby. Allegri
spiega il calo finale e lingresso
di Mandzukic: Morata stava
facendo bene, ho messo dentro uno fresco come Mandzukic che poteva giocarsela
bene con due piccolini dietro.
Invece si abbassato molto, di
conseguenza loro hanno alzato
i due centrali. Siamo calati e il
calcio bestiale. Coman? Ha
fatto una bella partita, in Ger-

Istruzioni Massimiliano Allegri, 48 anni (LaPresse)

mania pu crescere molto.


Meno diplomatico lamministratore delegato della Juve
Beppe Marotta. La squadra ha
fatto una grande prova, lallenatore ha avuto grandi meriti
ma c molto rammarico. Il calcio fatto di episodi ma lerrore clamoroso fatto dalla terna
sul gol annullato a Morata
avrebbe cambiato la gara. Non
si possono subire delle situazioni del genere. Speriamo che
il calcio italiano venga protetto. A livello internazionale
dobbiamo farci tutelare. Il
danno non solo per la Juve,
per tutto il calcio italiano: certi
arbitraggi fanno molto male.
Non la vede cos Pep Guardiola. La Juve troppo forte,
non si pu lamentare per un
errore arbitrale. La palla per il
3-0 lhanno avuta pi volte.
Forse il gol in fuorigioco era
buono, ma questo il calcio. E
quando si perde si va a casa e si
d la mano agli avversari. Noi
abbiamo iniziato la partita impauriti, senza la giusta intensit. Poi con il 2-1 allAllianz Arena dura per tutti e ci siamo
salvati alla fine. In un minuto
cambia tutto: se stai dentro sei
bravo, se esci sei scarso.
Capitan Buffon trova del
buono: Siamo orgogliosi, abbiamo perso da grande squadra. Questa sconfitta ci deve far
capire che siamo saliti di un altro gradino. La delusione tremenda, la consapevolezza per
di poter giocare alla pari con
tutte. Il pi deluso Pogba.
Era la partita perfetta. Avevamo iniziato come dovevamo,
mancava solo il terzo gol, per
il calcio cos. Stiamo tutti male, questa partita fa male.
Guido De Carolis
RIPRODUZIONE RISERVATA

52

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

SPORT

MotoGp

Nuove gomme, nuova elettronica e scorie di fine 2015 messe,


almeno per ora, in un cantuccio. Con le prime libere in programma
oggi a Losail, in Qatar (tutto in diretta dalle 13,45 su Sky
SportMotoGp), prende il via la MotoGp ma inevitabilmente si torna a
parlare dellinfuocato finale della scorsa stagione. A partire dai due
principali protagonisti, Valentino Rossi (foto) e Marc Marquez. Nelle
ultime gare dellanno scorso successo qualcosa di diverso dal
normale, si sarebbe potuto terminare in maniera diversa ma in ogni
caso ci siamo lasciati lanno scorso alle spalle assicura il Dottore
. Siamo qua e speriamo di avere unaltra bella lotta in questa

Rossi: Il passato?
Non credo accadr
qualcosa di strano
Oggi le prime libere

stagione. La rivalit sempre presente ma sempre qualcosa di


extra nel mondo delle moto. Non penso che accadr nulla di speciale,
in pista tutti tenteranno di dare il massimo per arrivare primi, senza
niente di particolare. Nella MotoGp si tenta di battere il proprio
avversario, io ne ho 20 e tutti devono combattere contro tutti per
vincere il titolo commenta lo spagnolo . E vincere il titolo il mio
obiettivo. Sar una stagione interessante, tutti combatteranno fino
allultimo e cercheremo di fare tesoro dellesperienza dellanno
scorso e lottare per il titolo fino a Valencia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lirrequieto Hamilton
e il diligente Vettel
la sfida degli opposti
Due campioni che hanno in comune solo la velocit
DAL NOSTRO INVIATO

Per essere appena


mercoled e con alcuni personaggi ancora in viaggio verso
lAustralia, un po di novit ci
sono a smuovere le acque
stantie di una F1 che, in inverno, stata silenziosa come
non mai. Breve lista della spesa: la Renault, al rientro con un
proprio team, ha svelato la livrea della RS01 ( quasi totalmente gialla); la Sauber ha annunciato di essere stata lasciata piove sul bagnato dal
d.t. Mark Smith, giunto appena nove mesi fa; lex iridato australiano Alan Jones esorta la
Ferrari a ingaggiare il connazionale Daniel Ricciardo; Niki
Lauda ribadisce il concetto
che il Cavallino ora a 2-3 decimi dalla sua Mercedes; la
Force India ancora non sa se
arriver il team principal Vijay

MELBOURNE

Mallya, scappato in Inghilterra


e costretto a guardare la lista
dei Paesi che non concedono
lestradizione per non rischiare di finire in galera a Bombay
o dintorni, avendo fatto un buco da 2,4 milioni di euro con la
compagnia aerea (fallita) Kin-

La polizia
Seb scrive ai tifosi,
Lewis prende in giro
i cinesi e d lavoro alla
polizia neozelandese
gfisher (ma nel team assicurano che non ci saranno problemi: le casse sociali, grazie ai
punti del 2015 e agli sponsor,
sono in buone condizioni).
Nulla per cos importante
come lultima bravata di Lewis
Hamilton. Non contento di

Formula 1 al bivio
Rosberg e Raikkonen
Bottas e Alonso
scatta lanno dei riscatti
di Giorgio Terruzzi

aver litigato con il Casin


Skycity di Auckland, che lha
messo alla porta per il look
non adatto a una casa da gioco
(in particolare, gli venivano
contestati gli occhiali scuri, il
cellulare e un cappellaccio disdicevole: dopo il tweet poi
ritirato mi hanno trattato
come un rifiuto, c stata una
tregua), Lewis prima ha diffuso un filmato a bordo di un aereo nel quale sfotte i cinesi
la cosa, pare, non per nulla
piaciuta e poi ha combinato
una cavolata in moto. In sella a
una Harley Davidson, Lewis ha
girato un video-selfie e lha postato in Internet. Risultato: la
polizia neozelandese ha aperto uninchiesta e gli avrebbe
dato una solenne lezione se
non avesse stabilito che un
filmato non fornisce una prova
sufficiente a punirlo. Insomma, a Hamilton andata peg-

gio qualche anno fa a Melbourne (fu fermato perch


sgommava e faceva il matto di
notte con unauto) o a Montecarlo, quando danneggi la
sua preziosa Pagani Zonda. Al
Lewis che ne combina di ogni
fa da contraltare il Vettel bra-

Duellanti
Sebastian
Vettel e Lewis
Hamilton
(Colombo, Ap)

vo ragazzo che sul suo sito ha


scritto, in italiano, una lettera
ai tifosi ferraristi: Siamo sulla
strada giusta. Furbo e comunicatore, Seb. Se pure indovino, lo vedremo tra poco.
Flavio Vanetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

BATTLE OF THE KINGS II

Il calendario
Il calendario della
stagione 2016

scopri in anteprima le special


realizzate su base Sportster
Iron 883 che parteciperanno
al concorso
Battle of the Kings II

20/3 Melbourne
Gp Australia
3/4 Manama
Gp Bahrein

opo un letargo troppo lungo, dopo


prove incomprensibili, dopo una
raffica di ipotesi, la F1 va alla verifica.
Delle ambizioni di chi cerca conferme o
riscatti; dei timori di chi non pu pi
sbagliare. Diffusi e legati a nomi illustri. La
Mercedes e Hamilton sono gli unici a godere
di una condizione privilegiata. Possono
vincere ancora senza stupire; possono
perdere gratificando altri e, di sponda,
lintera F1. Al contrario di Rosberg, il cui
destino a rischio. Nel caso patisse di nuovo
il confronto con Ginetto, la sua carriera
prender una china discendente. Troppe
occasioni non sfruttate, come capita a una
seconda guida cronica. Il tema riguarda
anche Raikkonen che ha accumulato nelle
ultime due stagioni 234 punti di ritardo
rispetto ai compagni di squadra (106 meno di
Alonso nel 2014; 128 meno di Vettel nel 2015).
Troppi per un campione del mondo e per la
Ferrari che ha bisogno di sfruttare due
macchine arrembanti. Dunque, un Mondiale
decisivo onde evitare tramonto al di sotto del
curriculum. Anche laltro finnico, Bottas,
deve sciogliere il pronostico. Da un paio
danni la sua fioritura data per imminente;
da un paio danni viaggia sui ritmi del suo
partner alla Williams, Felipe Massa.
Entrambi offrono prestazioni altalenanti. La
differenza che Bottas, ha una storia ancora
da scrivere e questa storia necessita di
capitoli in linea con attese e aspirazioni. La
lista comprende anche una coppia di ex
fidanzati: Alonso e la Ferrari. Lui non ha pi
let per aspettare una nuova stagione
damore; lei fa girar la testa a innamorati di
ogni et e Paese. Tutti in attesa sotto il podio,
con i fiori in mano e un filo di impazienza nel
cuore. Perch se la rossa mancasse anche
questo appuntamento, nei soggetti a rischio
finirebbe, a razzo, lintera Formula 1.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gp Australia
Il programma
del weekend
di Melbourne
(ora italiana)
Domani
ore 2.30: prove 1
ore 6.30: prove 2
Sabato
ore 4: prove 3
ore 7: qualifiche
Domenica
ore 6: Gp Australia
Cos in tv
dirette
SkySportF1

17/4 Shanghai
Gp Cina
1/5 Sochi
Gp Russia
15/5 Barcellona
Gp Spagna
29/5 Monte Carlo
Gp Monaco
12/6 Montreal
Gp Canada

6i li
1
0
2
o
z
a
R
A
i uffic
r
M
a
n
o
i
0
s
s
2
9
i con ce
1
r
t
s
o
n
8 i

19/6 Baku
Gp Europa
3/7 Spielberg
Gp Austria

1open day presso

10/7 Silverstone
Gp Gran Bretagna
24/7 Budapest
Gp Ungheria
31/7 Hockenheim
Gp Germania
28/8 Spa
Gp Belgio

ANTEPRIMA ESCLUSIVA
guarda la premire del
film/documentario su Evel Knievel,
il pi celebre stuntman motociclista
che guidava una harley-davidson

4/9 Monza
Gp Italia
18/9 Singapore
Gp Singapore
2/10 Sepang
Gp Malesia
9/10 Suzuka
Gp Giappone

I NOSTRI CONCESSIONARI UFFICIALI TI ASPETTANO:


POTRAI PROVARE LE NUOVE MOTO 2016 e vivere due Eventi nellevento,
per un week-end di grande passione.

23/10 Austin
Gp Usa

Trovi lelenco dei concessionari ufficiali su www.harley-davidson.it

13/11 San Paolo


Gp Brasile

Segui Harley-Davidson Italia su


H-D 2016. Harley, Harley-Davidson e il logo Bar & Shield, sono alcuni dei marchi di propriet di H-D U.S.A., LLC.

30/10 C. Messico
Gp Messico

27/11 Isola Yas


Gp Abu Dhabi

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

SPORT

53
#

Atletica
Volley
Mondiali di mezza maratona, ecco la squadra Civitanova e Trento alla prova Champions

Doping
Putin difende gli atleti: Colpa dei dirigenti

Il d.t. azzurro Massimo Magnani ha comunicato la composizione


della squadra che prender parte ai campionati del mondo di mezza
maratona in programma a Cardiff (Galles) sabato 26 marzo. Sei gli
atleti selezionati fra cui anche la campionessa europea di maratona,
la 36enne palermitana Anna Incerti (Fiamme Azzurre). Questi i
convocati: Stefano La Rosa (Carabinieri), Rosaria Console (Fiamme
Gialle), Anna Incerti (Fiamme Azzurre), Veronica Inglese e Laila
Soufyane (Esercito), Silvia La Barbera (Forestale).

La colpa del doping dei dirigenti, gli atleti sono innocenti. Cos il
presidente Vladimir Putin cerca di riabilitare la squadra russa in vista
dei Giochi di Rio (decisione della Iaaf sullatletica, dentro o fuori,
attesa a maggio): I nostri dirigenti sportivi hanno mostrato di non
comprendere limportanza di questi temi in modo tempestivo e
non hanno informato in modo adeguato i nostri atleti, allenatori e
altri professionisti sulle decisioni della Wada. Inclusa la Sharapova, i
casi russi di meldonio finora registrati nel 2016 sono 99.

Cucine Lube Civitanova e Trentino Diatec proseguono il cammino in


Champions League vantando un ruolino di marcia formidabile fatto
sin qui di 7 vittorie e una sola sconfitta per entrambe. Servir il
palazzetto di Civitanova gremito per dare la giusta accoglienza alla
squadra turca dellHalkbank Ankara, avversaria insidiosa guidata da
Lorenzo Bernardi e capace di estromettere la DHL Modena dal
torneo (ore 20.30, SkySportPlus); Trento invece riceve la formazione
russa del Belogorie Belgorod (ore 20.30, Fox Sports).

Sci
A St. Moritz
Fill batte Paris
nellultimo
decisivo duello

Sorridi Lindsey Vonn, la rockstar dello


sci, ha voluto fare un selfie con Peter
Fill, il primo azzurro (dopo unazzurra,
Isolde Kostner) a conquistare la Coppa
del Mondo di discesa (Getty Images)

La parabola di Peter
da gregario azzurro
a re dellalta velocit
La vittoria a 33 anni: Finalmente un po di fortuna
DAL NOSTRO INVIATO
ST. MORITZ La strada per la storia

passa attraverso un deserto


bianco, un orizzonte piatto di
fiocchi e nuvole. La corsa parte
con mezzora di ritardo perch
la visibilit al limite. Senza alberi a indicarti una rotta, senza
punti di riferimento la Corviglia un mare aperto dove
unonda di ghiaccio pu infrangere sogni e speranze.
Quando Peter Fill si avvicina al
cancelletto tutti gli altri sono
gi scesi. solo davanti al suo
destino con il pettorale rosso
da leader. Tremila metri in 141
e 8 decimi, i pi lunghi mai vissuti. Quando taglia il traguardo
spaesato, si guarda intorno
senza capire. Troppi calcoli,
troppe variabili in questa pazza
finale della Coppa di discesa.

La fatica dei muscoli annebbia


il cervello, lamericano Steven
Nyman a dirgli che ha vinto, gli
bastato arrivare decimo.
Lacrime di gioia, Peter il gregario diventato campione a
33 anni. Si fionda dal pap Luis, dalla moglie Manuela che
dar presto al piccolo Leon un
fratellino o una sorellina
Non abbiamo voluto sapere il
sesso , dagli amici di Castelrotto. Bacia il globo di cristallo che mai nessun italiano
ha stretto fra le mani, n Kri-

Momenti di gloria
I complimenti di Renzi
e il selfie con la Vonn: la
festa del primo italiano
ad alzare quella Coppa

stian Ghedina n Herbert


Plank o Michael Mair. Lindsey
Vonn la rockstar del circo
bianco non stata fatta entrare
nel parterre da due zelanti
guardaspalle che non lavevano
riconosciuta pretende un
selfie con il nuovo eroe dellalta
velocit.
Squilla il telefono di Flavio
Roda, presidente della Fisi, il
premier Matteo Renzi. Si congratula con Peter, lo aveva gi
cercato dopo la vittoria sulla
Streif ma non era riuscito a parlargli. Kitz il crocevia della
stagione, il momento in cui il
sogno del carabiniere altoatesino prende forma: Ho capito
che potevo farcela dopo il successo e dopo linfortunio di
Svindal. Con lui sarebbe stato
molto pi difficile. Ma cos va
lo sport: ci vuole un po di for-

161,9
km orari
la velocit
massima
toccata da
un discesista
in una gara
di Coppa
del Mondo:
il record
(ufficioso)
del francese
Johan Clarey,
che ha toccato
questa velocit
sul Lauberhorn
di Wengen
il 19/1/2013

tuna e finalmente lho avuta.


Regolare come un martello
nellandare a punti e freddo come un computer nel valutare i
rischi, Fill ha imposto il suo ritmo tenendo a bada avversari
pericolosi come laltro norvegese Kjetil Jansrud e Dominik
Paris che grazie a una splendida doppietta puntava al ribaltone: Me la sono meritata la
Coppa, un premio alla mia
costanza. Domme azzoppato
dallincidente nelle prove cerca
di andare oltre il dolore, ma il
crono non fa sconti: 19. Non
posso rimproverarmi nulla, almeno ho tentato. E ci prover
ancora. Ma per la rivincita c
tempo. Adesso il momento
della festa. Fill reduce da inverni bui fra la prima vittoria in
Coppa del Mondo a Lake Louise e la seconda in Austria sono
passati 8 anni, uneternit ha
ritrovato la fiducia. I suoi fari
sono stati Max Carca, tornato
ad allenare la squadra azzurra,
e Alberto Ghidoni, responsabile dei velocisti. Ma anche il matrimonio lo ha cambiato: Mi
ha dato serenit. Aver trovato la
mia dimensione stato fondamentale per affrontare questa
difficile stagione. Ma guarda
gi alle prossime sfide: Lanno
prossimo non voglio solo difendere il titolo, ma vincere gare importanti. E poi vediamo
che succede....
Daniele Sparisci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il rimpianto di Paris: Almeno ci ho provato


Una discesa contro il dolore dopo la caduta di marted. Carca: Cresceremo ancora
DAL NOSTRO INVIATO
ST. MORITZ La consapevolezza di
aver sfiorato limpresa, la delusione per aver fallito la meta
quando era vicinissima. In Dominik Paris convivono due
emozioni contrastanti, ma alla
fine prevale lottimismo. Perch
a 27 anni il gigante della Val
dUltimo rappresenta il futuro
dellItaljet. Archiviata la sua miglior stagione di sempre con
due discese consecutive vinte
Chamonix e Kvitfjell e tanti podi anche in superG, lunico
rimpianto di aver incontrato
un anno senza Giochi o Mondiali.
Si consola con il 3 posto nel-

Deluso
Dominik Paris,
27 anni, 19 a St.
Moritz e 3 nella
Coppa di discesa
(Reuters)

la coppa di specialit, quella alzata al cielo dallamico Peter


Fill. Domme ha lottato in una
discesa contro il dolore, chi gli
sta accanto sa di cosa capace
ma quello di ieri stato un atto
ai limiti delleroismo: quasi non
muoveva la gamba sinistra per

Atletica

Mondiale indoor
al via stanotte
LItalia insegue
il podio nellalto

Numeri ristretti (5 atleti), ambizioni alte.


LItalia punta al podio nellalto con Trost,
Tamberi e Fassinotti al Mondiale indoor di
Portland, che scatta stanotte (diretta Eurosport
2.45). In Oregon 540 atleti in rappresentanza di
148 Paesi a 142 giorni dallOlimpiade di Rio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la lesione al gluteo e al flessore,


eppure nel primo muro della
Corviglia veniva gi a 133 km/
h. Almeno ci ho provato ha
spiegato al termine di questa
personale via crucis. Frasi che
fanno capire di che pasta sia
fatto questo ragazzone di 100
chili, risorto dopo unestate
passata a spalare letame in malga. Max Carca nel rivivere le
emozioni di una giornata indescrivibile c anche il podio di Elena Curtoni nella libera
femminile guarda oltre: La
vittoria di Fill ci d stimoli per
crescere. LItalia ha un grandissimo potenziale, avanti cos.
d. spar.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il commento
Il successo
contro pronostico
del perfetto
supergigantista
di Mario Cotelli

P
Cos ieri
Discesa m.
1. Feuz (Svi)
i
n 14044
2. Nyman (Usa)
a 008
3. Guay (Can)
a 054
10. Fill (Ita)
a 136
15. Innerhofer
(Ita)
a 171
19. Paris (Ita)
a 234
Coppa del Mondo
1. Hirscher (Aut)
1.625
2. Kristoffersen
(Nor)
1.272
6. Paris (Ita) 805
9. Fill (Ita)
700
19. Innerhofer
(Ita)
429
Coppa discesa
1. Fill (Ita)
462
2. Svindal (Nor)
436
3. Jansrud (Nor) e
Paris (Ita)
432
Discesa f.
1. Puchner (Aut)
in 14093
2. Suter (Svi)
a 013
3. E. Curtoni (Ita)
a 017
5. Schnarf (Ita)
a 054
6. Stuffer (Ita)
a 055
18. N. Fanchini
(Ita)
a 170
Coppa del mondo
1. Gut (Svi) 1.382
2. Vonn (USA)
1.235
8. Brignone (Ita)
715
Coppa discesa
1. Vonn (Usa) 580
2. Suter (Svi) 463
6. N. Fanchini (Ita)
300
Cos oggi
10: superG f.
11.30: superG m.
Tv: RaiSport 1
ed Eurosport

eter Fill, ottima


tecnica di curva,
gigantista mancato,
motore diesel incapace di
accelerazioni, stesso ritmo
sul facile e sul ripido
angolato. Il prototipo del
perfetto supergigantista
premiato oltre misura dalla
vittoria nella coppetta di
discesa contro ogni
pronostico. Dominik Paris,
eccezionale scivolatore sui
falsipiani, attaccante nato,
coraggio da vendere, forte
in acrobazia, sempre
allattacco, il miglior
discesista italiano degli
ultimi 40 anni, meglio
anche di Kristian Ghedina,
fermato da una banale
caduta in prova quando il
traguardo della coppetta
sembrava suo. Fill ha vinto
perch favorito a inizio
stagione da numeri di
partenza bassi (per
esempio a Lake Louise e a
Kitzbuehel) quando i sette
migliori, allo start dal 16 al
22, sono stati obbligati a
gareggiare in condizioni
meno favorevoli o di neve o
di meteo o di pista. Dopo
linfortunio di Svindal a
Kitzbuehel, Peter rientrato
tra i magnifici sette, non ha
pi potuto sfruttare
condizioni favorevoli e si
dovuto limitare a rincorrere
punto dopo punto il
norvegese fino a ieri a St.
Moritz. Al contrario di
Paris, da fine gennaio
sempre sul podio, due
vittorie (ieri avrebbe
sicuramente ottenuto la
terza come ha dimostrato
nei primi 40 secondi di
gara, senza la
menomazione), secondo
attualmente nella velocit
solo al norvegese Svindal
premio a una luminosa
carriera iniziata nel 2010.
RIPRODUZIONE RISERVATA

54

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera

Tv
RAI 1

TELERACCOMANDO

RAI 2

RAI 3

RETE 4

CANALE 5

ITALIA 1

LA 7

di Maria Volpe

Cirilli e Ruffini
nel nuovo talent
che cerca i comici

IL CAFF DI RAIUNO Att.


TG 1 Informazione
UNOMATTINA Attualit
RAI PARLAMENTO Inform.
TG 1 Informazione
STORIE VERE Documenti
A CONTI FATTI LA PAROLA
A VOI Attualit
12.00 LA PROVA DEL CUOCO Var.
13.30 TG 1 Informazione
14.00 TG 1 ECONOMIA
6.00
6.30
6.45
6.55
7.00
10.00
11.10

Informazione

14.05 LA VITA IN DIRETTA

Attualit

15.00 TORTO O RAGIONE?


IL VERDETTO FINALE

Attualit
TG 1 Informazione
LEREDIT Quiz
TG 1 Informazione
AFFARI TUOI Variet

16.30
18.45
20.00
20.30
21.20 DON MATTEO 10

Fiction.
Con Terence Hill.

23.40 PORTA A PORTA

Attualit

l via il primo talent


interamente dedicato
alla comicit, condotto da
Gabriele Cirilli con la giuria
presieduta da Diego
Abatantuono, Paolo Ruffini
e Selvaggia Lucarelli
(tutti insieme nella foto).
Accanto a loro ogni
settimana, un quarto
giurato deccezione (stasera
Renato Pozzetto) aiuta a
selezionare i comici.
Eccezionale Veramente
mette in palio un contratto
con Colorado Film per il
cinema e la televisione del
valore di 100.000 euro.
Eccezionale Veramente
La7, ore 21.10

Il docureality
da casa Siffredi

n docureality che
racconta la vita vera
nonch familiare di Rocco
Siffredi. Il pornostar ha
detto addio al mondo hard
e ora pare un manager
affermato che scorrazza per
lEuropa insieme alla
moglie e ai figli.
Casa Siffredi
La5, ore 21.10

Da Nicola Porro
anche Salvini

n Europa avanza la destra


mentre in Italia si spacca.
Tra gli ospiti di Nicola
Porro Virginia Raggi,
candidata a Roma per il
M5S e Matteo Salvini. Con
Dario Nardella, sindaco di
Firenze si parla della
chiusura dei kebab nei
centri storici.
Virus - Il contagio delle idee
Rai2, ore 21.15

1.15 TG 1 NOTTE Informazione


1.45 CHE TEMPO FA Attualit
1.50 SOTTOVOCE Attualit

6.00
7.05
7.50
9.20
9.30
10.30
11.00
13.00
13.30
13.50
14.00
16.00
17.20
17.45
17.55
18.00
18.20
18.50
19.40
20.30
21.00
21.15

Attualit.
Con Nicola Porro.
23.50 TG 2 Informazione

0.05 OBIETTIVO PIANETA

Documenti

RAI 4
11.35
13.05
14.35
15.30
16.00
17.35
19.05
19.35
20.20
21.10
0.05

REIGN Serie tv
ROOKIE BLUE Serie tv
FAIRY TAIL Telelm
ON STAGE AWARDS Musica
STREGHE Serie tv
REIGN Serie tv
ON STAGE AWARDS Musica
TEEN WOLF Serie tv
GHOST WHISPERER Serie tv
THE VOICE OF ITALY Musica
RAI NEWS Notiziario

6.00 RAINEWS24 Informazione


6.30 RASSEGNA STAMPA
7.00
8.00
10.00
11.00
12.00
12.45
13.10
14.00
14.20
15.10

16.15 MAMME SULLORLO DI UNA


CRISI DA BALLO Spettacolo
17.00 HELLS KITCHEN USA
18.00 TUTTIGIORNIS GOT TALENT
18.30 STUDIO UEFA EUROPA LEAGUE
19.00 LAZIO-SPARTA PRAGA Diretta
20.55 STUDIO UEFA EUROPA
LEAGUE Magazine
21.15 SQUADRE DA INCUBO
22.30 STUDIO UEFA EUROPA
LEAGUE Magazine

CRIMINI DEL CUORE Doc.


TAKE ME OUT: ESCI CON ME
AMICI DI MARIA DE FILIPPI
ALTA INFEDELT Doc.
RANDY: SOS MATRIMONIO
AMICI DI MARIA DE FILIPPI
LA CUOCA BENDATA Doc.
ALTA INFEDELT Doc.
BAMBINI FUORI CONTROLLO
24 ORE IN SALA PARTO Doc.
MALATTIE IMBARAZZANTI

TGR BUONGIORNO ITALIA


AGOR Attualit
MI MANDA RAITRE Att.
ELISIR Attualit
TG 3 Informazione
PANE QUOTIDIANO Doc.
IL TEMPO E LA STORIA Doc.
TG REGIONE Informazione
TG 3 Informazione
LA CASA NELLA PRATERIA

Telelm

Documenti (Ita, 2015).


Di Walter Veltroni.
23.15 GAZEBO Attualit

6.40
8.40
9.30
10.30
10.45

15.05
15.50
17.00
17.05
18.00
19.00
19.30
20.30
20.45
21.30
23.30

IL PROCESSO DI TORINO
TRAGICO E GLORIOSO 43
NOTIZIARIO Documenti
ECO DELLA STORIA Doc.
IL VOTO ALLE DONNE Doc.
CRONACHE DALLANTICHIT
DON DIANA Documenti
IL GIORNO E LA STORIA Doc.
IL TEMPO E LA STORIA Doc.
A.C.D.C. Documenti
IL TEMPO E LA STORIA Doc.

Telelm

16.35 FILM L URLO


DELLA BATTAGLIA

Guerra (Usa, 1962).


18.55 TG 4 Informazione
19.25 METEO.IT Informazione
19.30 TEMPESTA DAMORE Soap
20.30 DALLA VOSTRA PARTE

Informazione

21.15 FILM PARI E DISPARI

Avventura (Ita, 1978).


Con Bud Spencer.
Allinterno: Meteo.it

23.45 FILM PREMONITION

Thriller (Usa, 2007).


Allinterno: Meteo.it

17.25 CHI TE LHA FATTO FARE?


Commedia (Usa, 1974).
Di Peter Yates.
Sky Cinema Classic
17.25 PARKER
Azione (Usa, 2013).
Di Taylor Hackford.
Sky Cinema Hits
17.30 NELL
Drammatico (Usa, 1994).
Di Michael Apted.
Sky Cinema Passion
17.50 DISASTER MOVIE
Commedia (Usa, 2008).
Di Jason Friedberg.
Sky Cinema Comedy
17.50 PONGO IL CANE
MILIONARIO
Commedia (Spa, 2014).
Di Tom Fernndez.
Sky Cinema Family

SERIE TV

17.10 CASTLE Fox Life


17.30 BONES Fox Crime
17.35 LA VITA SECONDO JIM
Fox
18.00 I GRIFFIN Fox
18.05 CASTLE Fox Life
18.20 BONES Fox Crime
18.30 I GRIFFIN Fox
19.00 I SIMPSON Fox
19.15 NCIS Fox Crime
19.20 I SIMPSON Fox
19.25 GREYS ANATOMY
Fox Life
19.45 I SIMPSON Fox

18.00 IL SIGNORE
DEGLI ANELLI LE DUE TORRI
Fantastico (Usa, 2002).
Di Peter Jackson.
Sky Cinema Max
19.00 ANNIE - LA FELICIT
CONTAGIOSA
Commedia (Usa, 2014).
Di Will Gluck.
Sky Cinema 1
19.00 BELLISSIMA
Drammatico (Ita, 1951).
Di Luchino Visconti.
Sky Cinema Classic
19.00 NEMICO PUBBLICO
N.1 - LISTINTO
DI MORTE
Azione (Fra, 2008).
Di Jean-Franois Richet.
Sky Cinema Cult

19.20 VIVA LAS NOWHERE


Commedia (Usa, 2001).
Di Jason Bloom.
Sky Cinema Comedy
19.25 LA SCELTA SBAGLIATA
Drammatico (Usa, 2014).
Di Doug Campbell.
Sky Cinema Passion
19.30 SHAUN, VITA
DA PECORA - IL FILM
Animazione (Gb, 2015).
Di Richard Starzak.
Sky Cinema Family
19.30 ANIMALS UNITED
Animazione (Ger, 2010).
Di Reinhard Klooss.
Sky Cinema Hits
21.00 LUDWIG
Storico (Ita, 1973).
Di Luchino Visconti.
Sky Cinema Classic

20.05 NCIS Fox Crime


20.10 MOM Fox
20.10 GREYS ANATOMY
Fox Life
20.35 THE BIG BANG THEORY
Fox
21.00 I TESTIMONI Fox Crime
21.00 FALLING SKIES Fox
21.00 THE GOOD WIFE
Fox Life
21.50 FALLING SKIES Fox
21.55 BONES Fox Crime
21.55 THE GOOD WIFE
Fox Life

17.30 K.C. AGENTE SEGRETO


Disney Channel
17.50 AMERICAS NEXT TOP
MODEL Sky Uno
18.00 LADYBUG
Disney Channel
18.20 AUSTIN & ALLY
Disney Channel
18.40 AFFARI IN GRANDE
Sky Uno
18.45 LIV E MADDIE
Disney Channel
19.05 AFFARI IN GRANDE
Sky Uno

INTRATTENIMENTO

Informazione
TRAFFICO Informazione
MATTINO CINQUE Inform.
TG 5 Informazione
FORUM Attualit
TG 5 Informazione
METEO.IT Informazione
BEAUTIFUL Soap
UNA VITA Soap
UOMINI E DONNE Talk

7.55
8.45
10.00
11.00
13.00
13.35
13.40
14.10
14.45
16.10 LISOLA DEI FAMOSI
16.20
16.30
17.10
18.10
18.45
19.55
20.00
20.40
21.10
23.30

Reality
AMICI Talent
IL SEGRETO Soap

POMERIGGIO CINQUE
TG 5 MINUTI Informazione
CADUTA LIBERA Quiz
TG 5 PRIMA PAGINA
TG 5 Informazione
STRISCIA LA NOTIZIA Var.
IL SEGRETO Soap
FILM PERCH TE
LO DICE MAMMA

Commedia (Usa, 2011).


Allinterno: Meteo.it
1.30 TG 5 Informazione
2.05 METEO.IT Informazione
2.20 UOMINI E DONNE Talk

RAI MOVIE
10.35
12.15
14.10
15.50
17.50
17.55
19.35

FILM LORO DEL MONDO


FILM IL LUNGO ADDIO
FILM THE HUNTED
FILM THE BURMA CONSPIRACY
RAI NEWS Notiziario
FILM LA RIVINCITA DI ZORRO
FILM MATRIMONI E ALTRI
DISASTRI
21.15 FILM TRANSIT
22.50 FILM TRAVOLTI
DALLA CICOGNA

9.20 FILM NELLA MENTE


DEL SERIAL KILLER
11.25 FILM GLI EROI
DELLA DOMENICA
13.20 FILM GRAZIE ZIA
15.10 FILM IL FEDERALE
17.10 FILM LOSPITE DINVERNO
19.20 SUPERCAR Telelm
20.05 WALKER TEXAS RANGER Tf.
21.00 FILM VOLVER-TORNARE
23.25 ADESSO CINEMA! S-news

7.00
7.25
7.50
8.15
10.15
12.05
12.25
12.55
13.00
13.20
13.55
14.20
14.45
15.20
15.45
16.40
17.35
17.55
18.30
19.20
19.25

16.20 DANCE ACADEMY


Telelm
16.50 LISOLA DEI FAMOSI
Reality
17.55 TRE MINUTI DI DOLCEZZA
18.00 THE CARRIE DIARIES
Telelm
18.55 SETTIMO CIELO Telelm
19.55 UOMINI E DONNE T-show
21.10 CASA SIFFREDI Reality
23.20 CASA SIFFREDI XXX Reality

SPORT

Telelm

Variet.
Con Nadia Toffa.

0.20 FILM YOUR HIGHNESS

Avventura (Usa, 2011).


Allinterno: Meteo.it

6.00 TG LA7 MORNING NEWS

Nel programma Meteo,


Oroscopo, Trafco, Movie
Flash e Rassegna Stampa

6.30 OMNIBUS NEWS

Informazione

7.30
7.50
9.45
11.00

13.25
14.15
15.05
15.35
17.35
17.40
18.30
19.20
20.20
21.20
23.00

PARLIAMONE Rubrica
SQUADRA SPECIALE VIENNA
CUORI RUBATI Soap
UN MEDICO IN FAMIGLIA Tf.
RAI NEWS Notiziario
IL COMMISSARIO REX Tf.
PASION PROHIBIDA Soap
CAPRI Serie tv
UN CASO DI COSCIENZA Tf.
FILM EMILIE RICHARDS
SQUADRA SPECIALE VIENNA

TV 2000
15.00 LA CORONCINA DELLA
DIVINA MISERICORDIA
15.20 SIAMO NOI Attualit
17.30 DIARIO DI PAPA FRANCESCO
18.00 ROSARIO DA LOURDES
18.30 TG 2000 Informazione
19.00 ATTENTI AL LUPO Attualit
19.35 REVOLUTION-PREGATE PER ME
20.00 ROSARIO DA LOURDES Doc.
20.30 TG TG Informazione
21.05 FILM IL PRANZO DI BABETTE

MEDIASET PREMIUM
PREMIUM STORIES

21.00 NEMICO PUBBLICO N.1


- LORA DELLA FUGA
Azione (Fra, 2008).
Di Jean-Franois Richet.
Sky Cinema Cult
21.00 GOLDENEYE
Azione (Gb, 1995).
Di Martin Campbell.
Sky Cinema Max
21.10 NON C 2 SENZA TE
Commedia (Ita, 2015).
Di Massimo Cappelli.
Sky Cinema 1
21.10 THE AMAZING SPIDER-MAN
Azione (Usa, 2012).
Di Marc Webb.
Sky Cinema Hits
22.35 ABOUT ADAM
Commedia (Irl, 2000).
Di Gerard Stembridge.
Sky Cinema Passion

15.00 BIATHLON: COPPA


DEL MONDO SPRINT
FEMMINILE
DA KHANTY-MANSIYSK
Diretta Eurosport 1
17.55 BASKET: EUROLEGA
CSKA - LAB. VITORIA
Diretta Fox Sports
19.00 CALCIO: UEFA EUROPA
LEAGUE LAZIO - SPARTA PRAGA
Diretta Sky Sport 1
19.00 CALCIO: UEFA EUROPA
LEAGUE VALENCIA ATHL. BILBAO
Diretta Sky Sport 3
20.25 VOLLEY: CEV
CHAMPIONS LEAGUE
MASCHILE TRENTINO BELGOROD
Diretta Fox Sports

6.30
7.10
7.30
9.10
10.55

DR. HOUSE Telelm


FUORI SERIE S-news
ONE TREE HILL Telelm
DR. HOUSE Telelm
THE NIGHT SHIFT

12.35
14.15
15.10
16.00
17.45
19.30
21.15
22.55
23.50
23.55
0.50
2.40
4.05
4.10

ONE TREE HILL Telelm


SUITS Telelm
SATISFACTION Telelm
PARENTHOOD Telelm
DR. HOUSE Telelm
THE NIGHT SHIFT Telelm
MR. ROBOT Telelm
CHASING LIFE Telelm
X-STYLE S-news
ROYAL PAINS Telelm
RUBICON Telelm
MR. ROBOT Telelm
MYA MAG S-news
RUBICON Telelm

19.10 JESSIE Disney Channel


19.30 INK MASTER: TATUAGGI
IN GARA Sky Uno
19.40 ALEX & CO
Disney Channel
20.10 THE NEXT STEP
Disney Channel
20.10 JUNIOR MASTERCHEF
ITALIA 3 Sky Uno
21.00 I MAGHI DI WAVERLY
Disney Channel
21.25 BUONA FORTUNA
CHARLIE!
Disney Channel

20.00 LEONE, IL CANE FIFONE


Boomerang
20.15 I CROODS DeaKids
20.20 DRAGONS: OLTRE
I CONFINI DI BERK
Boomerang
20.45 LE AVVENTURE DEL
GATTO CON GLI STIVALI
DeaKids
21.00 BUGS! Boomerang
21.00 LE AVVENTURE DEL
GATTO CON GLI STIVALI
DeaKids
21.25 BUGS! Boomerang

RAGAZZI

PREMIUM CINEMA

Telelm

14.05 FLASH GORDON


Premium Cinema 2
14.35 LA GIUSTA CAUSA
Premium Cinema
15.55 ZOOM - THE COUNSELOR - IL PROCURATORE
Premium Cinema 2
16.05 PENSAVO FOSSE
AMORE: ...INVECE ERA
UN CALESSE
Premium Cinema 2
16.20 LUCY Premium Cinema
17.50 AFRICA EXPRESS
Premium Cinema 2

TG LA7 Informazione
OMNIBUS Attualit
COFFEE BREAK Attualit
LARIA CHE TIRA

Attualit

13.30 TG LA7 Informazione


14.00 TG LA7 CRONACHE

Informazione

14.20 TAGAD Attualit


16.25 FILM JESSE STONE

Drammatico (Usa, 2006).


Con Tom Selleck.

18.10 LISPETTORE BARNABY

Telelm

20.00 TG LA7 Informazione


20.35 OTTO E MEZZO Attualit
21.10 ECCEZIONALE VERAMENTE

Talent.
Con Gabriele Cirilli.
24.00 TG LA7 Attualit
0.10 OTTO E MEZZO (R)

Attualit

0.45 I KENNEDY Telelm

RAI PREMIUM

TOP CRIME
10.15 LAW & ORDER: UNIT
SPECIALE Telelm
15.45 GOLDEN BOY Telelm
17.35 MONK I Telelm
19.25 LAW & ORDER: UNIT
SPECIALE Telelm
21.10 BONES Telelm
22.50 LAW & ORDER: UNIT
SPECIALE Telelm
0.25 COMING SOON TOP CRIME
Informazione

MEMOLE DOLCE MEMOLE


ANNA DAI CAPELLI ROSSI
HEIDI Cartone
UNA MAMMA PER AMICA
DR HOUSE MEDICAL
DIVISION Telelm
COTTO E MANGIATO Doc.
STUDIO APERTO Inform.
METEO.IT Informazione
LISOLA DEI FAMOSI Real.
SPORT MEDIASET Inform.
I SIMPSON Cartone
FUTURAMA Cartone
BIG BANG THEORY Sitcom
MOM Sitcom
DUE UOMINI E 1/2 Sitcom
LA VITA SECONDO JIM Sit.
MIKE & MOLLY Sitcom
LISOLA DEI FAMOSI Real.
STUDIO APERTO Inform.
METEO.IT Informazione
C.S.I. SCENA DEL CRIMINE

21.10 LE IENE SHOW

LA5

IRIS

SKY

CINEMA

6.00 PRIMA PAGINA TG 5

15.30 HAMBURG DISTRETTO 21

RAI 5

RAI STORIA

Attualit
TG 4 Informazione
METEO.IT Informazione
DETECTIVE IN CORSIA Tf.
LA SIGNORA IN GIALLO Tf.
Attualit

Informazione

16.00 I GRANDI DELLA LETTERATURA ITALIANA Doc. cultura


16.55 MEMO LAGENDA CULTURALE
17.50 RAI NEWS Notiziario
17.55 PASSEPARTOUT
18.30 THIS IS OPERA Doc. cultura
19.25 ART OF... AMERICA Doc.
20.20 OSN DESPINOSA/SIBELIUS/
CHOPIN Musica sinfonica
22.25 LO STATO DELLARTE Doc.
23.00 ROLLING STONES Doc.

HUNTER Telelm
CUORE RIBELLE Fiction
CARABINIERI Telelm
SAI COSA MANGI? Doc.
RICETTE ALL ITALIANA

11.30
11.55
12.00
13.00
14.00 LO SPORTELLO DI FORUM

24.00 TG 3 LINEA NOTTE

REAL TIME
10.55
12.50
13.50
14.45
16.10
18.10
19.10
20.10
21.10
22.10
0.05

Informazione

ASPETTANDO GEO Doc.


GEO Documenti
TG 3 Informazione
TG REGIONE Informazione
BLOB Variet
SCONOSCIUTI Attualit
QUASI QUASI.... RISCHIATUTTO PROVA PULSANTE
20.40 UN POSTO AL SOLE Fiction
21.15 FILM I BAMBINI SANNO

16.10
16.40
19.00
19.30
20.00
20.05
20.30

TV8

CIELO
13.00 SKY TG24 GIORNO Inform.
13.15 MASTERCHEF AUSTRALIA
14.15 MASTERCHEF AUSTRALIA:
THE PROFESSIONALS
16.15 BUYING & SELLING Doc.
17.15 BROTHER VS. BROTHER
18.15 FRATELLI IN AFFARI
19.15 AFFARI AL BUIO TEXAS Doc.
20.15 AFFARI DI FAMIGLIA Doc.
21.10 FILM BENVENUTO A BORDO
23.00 FILM AVERE VENTANNI

DETTO FATTO Variet


IL TOCCO DI UN ANGELO Tf.
UN CICLONE IN CONVENTO
SPAZIOLIBERO Documenti
TG 2 INSIEME Inform.
CRONACHE ANIMALI Doc.
I FATTI VOSTRI Attualit
TG 2 GIORNO Inform.
TG 2 TUTTO IL BELLO
CHE C Informazione
TG 2 MEDICINA 33 Inform.
DETTO FATTO Variet
QUESTION TIME Attualit
THE MILLERS Telelm
RAI PARLAMENTO Inform.
TG 2 FLASH L.I.S. Inform.
RAI TG SPORT Inform.
TG 2 Informazione
N.C.I.S. LOS ANGELES Tf.
N.C.I.S. Telelm
TG 2 Informazione
LOL ;-) Sitcom
VIRUS IL CONTAGIO
DELLE IDEE

LA7d
6.30
7.30
8.30
11.20
13.30
15.20
16.45
18.55
19.00
21.10
24.00

THE DR. OZ SHOW Attualit


CUOCHI E FIAMME Reality
I MEN DI BENEDETTA
CUOCHI E FIAMME Reality
GREYS ANATOMY Telelm
I MENU DI BENEDETTA
CAMBIO MOGLIE
TG LA7D Informazione
CUOCHI E FIAMME
ECCEZIONALE VERAMENTE
CAMBIO MOGLIE Reality

DMAX
14.10 GATOR BOYS:
GLI ACCHIAPPALLIGATORI
15.05 TE LAVEVO DETTO Show
15.55 CATTIVISSIMI AMICI Doc.
16.50 AFFARI A QUATTRO RUOTE
18.35 GLI EROI DELLASFALTO
19.30 TE LAVEVO DETTO Show
20.20 AFFARI A TUTTI I COSTI Doc.
21.10 AFFARI A QUATTRO RUOTE
22.00 DOLLARI AL VOLANTE
22.55 SALT LAKE GARAGE Motori

PREMIUM SPORT HD

13.00 PREMIUM SPORT NEWS


13.20 SPORT MEDIASET
13.50 GREAT GOALS OF EUROPEAN FOOTBALL
14.00 PREMIUM SPORT NEWS
14.28 HIGHLIGHTS CHAMPIONS
LEAGUE
15.11 GREAT GOALS
OF EUROPEAN FOOTBALL
16.09 HIGHLIGHTS CHAMPIONS
LEAGUE
16.26 HIGHLIGHTS SERIE A
17.00 PREMIUM SPORT NEWS
19.30 YOUPREMIUM
20.30 HIGHLIGHTS CAMPIONATO
BELGA
21.00 PREMIUM CHAMPIONS
LEAGUE
22.00 UN VIAGGIO DA CAMPIONI
22.30 HIGHLIGHTS CAMPIONATO

17.55 THE CAT RETURNS


Premium Cinema
19.25 GETAWAY - SENZA
VIA DI FUGA
Premium Cinema
19.35 AMICI PI DI PRIMA
Premium Cinema 2
20.50 JACK E MIKE
Premium Cinema
21.15 THE TRANSPORTER LEGACY Premium Cinema
21.15 DA BERLINO
LAPOCALISSE
Premium Cinema 2

55

Corriere della Sera Gioved 17 Marzo 2016

Sul web
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

A FIL DI RETE di Aldo Grasso

La doppia vita di Garko in una trama da vecchio Grand Hotel

Vincitori e vinti

cco lennesima lositata (dal nome dello


sceneggiatore Teodosio Losito) o tarallata (il produttore Alberto Tarallo). Si
chiama Non stato mio figlio e va in
onda su Canale 5 (marted, 21.30).
La lositata ha alcune regole fisse. Rubare la
trama a un vecchio Grand Hotel o a un Bolero
film; modernizzarla con ampio uso di tecnologie
moderne, prevedere la presenza di un hacker che
fa tanto teleromanzo 2.0, sostenere per in sede
critica che ci si rif a Raffaelo Matarazzo. Mandare
Gabriel Garko al Festival di Sanremo (a spese della
Rai), mostrare a tutti che non sa recitare ma intanto consolidarlo come personaggio. Basta e avanza.

BALLAR
Massimo Giannini
Ripartono i talk?
Per Rai3 gli spettatori
sono 1.637.000, 7,4%
di share
DI MARTED
Giovanni Floris
Ripartono i talk?
Per La 7 gli spettatori
sono 1.254.000, 6,1%
di share

Meteo

IL SOLE

A cura di

BA

PA

BO

FI

TO

Sorge alle

06:00

06:14

06:23

06:23

06:37

06:11

Tramonta alle

18:00

18:15

18:22

18:23

18:37

18:11

DOMANI

OGGI

LE PREVISIONI

re lo spettatore. I dettagli non contano, meglio


linverosimile: la ragazza si suicida perch nellarmeria c un fucile storico (da guerra del Risorgimento) ma carico! Umiliare una brava attrice come Stefania Sandrelli (Germi, Pietrangeli, Bertolucci, Monicelli, Comencini, Scola) per farle
scontare non si sa quale colpa.
Di solito, la lositata prevede che il mondo sia
diviso fra buoni e cattivi (solitamente i buoni sono
poveri e i cattivi ricchi) ma non le dispiace tratteggiare una zona grigia dove infilare cognate sfuggenti, zii ambigui, ricattatori senza volto. Le incertezze di Losito sono le certezze di Garko.

Per dare un minimo di spessore a Garko, costruirgli una doppia vita, come se una non fosse gi pi
che sufficiente: di giorno un uomo daffari che
ha preso in mano le redini del pastificio di famiglia, di notte un frequentatore di locali trasgressivi.
Per dargli un tocco di umanit, mettergli in tasca un Ventolin contro lasma (o lansia?). Creare
un universo queer (quasi tutta la tv generalista di
prima serata queer), striato da paure ancestrali
(la nipote Barbara si suicidata dopo un rapporto
incestuoso con lo zio Garko?) e da misteriosi ricatti. Fregarsene della trama, inzeppare e inzuppare
il racconto di molte sottotrame in modo da stordi-

RIPRODUZIONE RISERVATA

NA ROMA

LA LUNA

MI

GE

VE

06:18

06:31

06:33

06:19

18:18

18:31

18:32

18:18

SABATO

23 MAR
Piena

31 MAR
Ultimo Quarto

7 APR
Nuova

14 APR
Primo Quarto

DOMENICA

LUNED

Trento
Trieste

Aosta

Milano

Venezia

Torino
Bologna
Genova
Ancona

Firenze
Perugia

Una residua circolazione depressionaria determina una certa instabilit fino a venerd sulle regioni meridionali, mentre al Nord tempo gi
in miglioramento con sole prevalente. Weekend di bel tempo ovunque grazie al rinforzo dell'alta pressione: temperature in generale
rialzo ed intorno ai 15-18C.

L'Aquila
ROMA
Campobasso

Bari

IN EUROPA

Napoli
Potenza

Catanzaro

Cagliari

TEMPERATURE
11
10
15
13
12
14

Aosta
Torino
Milano
Trento
Venezia
Trieste

13
13
16
11
12
9

Genova
Bologna
Firenze
Perugia
Ancona
L'Aquila

17
6
15
14
6
14

Roma
Campobasso
Napoli
Bari
Potenza
Catanzaro

15
17
14
12
12
12

Palermo

R. Calabria
Catania
Palermo
Alghero
Cagliari
Olbia

<-10

Un robusto campo di alta pressione di matrice


Subtropicale continua a mantenere i suoi
massimi sul Mare del Nord portando bel tempo
prevalente e temperature primaverili sul Regno
Unito e sulla Scandinavia. A sud dell'anticiclone
insiste invece un flusso di correnti fredde
provenienti dalla Russia che mantiene in vita
una circolazione di bassa pressione sul
Mediterraneo centrale. Il maltempo interessa
ancora l'Italia, i Balcani, la Grecia e lambisce
parzialmente anche la Francia meridionale,
l'Europa Carpatico-danubiana e la Turchia con
piogge e nevicate sui rilievi, fino a bassa quota
sulle regioni alpine e sulla Turchia. Molto
freddo anche sulla Russia e l'Ucraina con neve
fino in pianura.

-10-5

Reykjavik

7
14

Dublino

10

17
17

Barcellona

Tirana

Roma

20

Tripoli

VENTO
Nuvolo

Coperto

Pioggia

Rovesci Temporali

Neve

LE TEMPERATURE DI IERI IN ITALIA


Alghero
Ancona
Aosta
Bari
Bologna
Bolzano
Brescia

min

max

8
7
3
9
5
2
4

12
11
5
15
8
10
10

P
C
N
P
N
S
S

Cagliari
Campobasso
Catania
Crotone
Cuneo
Firenze
Genova

min

max

9
3
8
8
0
7
8

12
6
15
14
3
15
9

Nebbia

P
P
N
P
C
C
N

Imperia
L'Aquila
Lecce
Messina
Milano
Napoli
Olbia

DEBOLE MODERATO FORTE MOLTO FORTE


forza 0/3 forza 4/5 forza 6/7 forza 8/9

min

max

9
3
6
10
5
10
7

10
7
13
15
9
14
14

N
P
P
N
N
P
P

Palermo
Parma
Perugia
Pescara
Pisa
Potenza
R. Calabria

26

CALMO
MOSSO
AGITATO
poco mosso Molto mosso Molto agitato

min

max

11
4
5
8
7
3
11

15
8
10
12
14
7
14

N
N
C
P
N
P
N

Roma
Torino
Trento
Trieste
Udine
Venezia
Verona

min

max

7
1
2
5
3
5
4

14
6
10
9
11
11
10

ASIA AUSTRALIA
P
C
S
S
S
S
S

21

Delhi
29

Amsterdam
Atene

S=Sereno

2
6

max

min

max

-1
11 S Berlino
8
12 N Bruxelles
9
2
P=Pioggia
N=Nuvoloso

min

S Istanbul
N Londra
T=Temporale

1
5

max

min

11 C Madrid
9 C Mosca
C=Coperto

1
-2
V=Neve

max

min

16 S Parigi
2 V Vienna
R=Rovesci

3
8 S
1
6 N
B=Nebbia

max

4
5 9
6

4
6

6
9 7
9

2
3 1

LA SOLUZIONE DI IERI
5
2
3
6
8
7
4
1
9

4
9
8
5
2
1
3
7
6

6
1
7
4
9
3
2
5
8

7
4
1
9
3
6
5
8
2

9
3
2
8
7
5
6
4
1

8
6
5
1
4
2
9
3
7

3
8
4
7
6
9
1
2
5

1
7
6
2
5
4
8
9
3

2
5
9
3
1
8
7
6
4

-5

Vancouver

12

Il Cairo
39

Lima
Chicago

San Francisco
Sydney

Los Angeles
28

Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che ogni
riga, colonna e riquadro
contengano una sola
volta i numeri da 1 a 9
Altri giochi su www.corriere.it

Fronte
Occluso

>35

Casablanca

Tokyo

Bangkok 41

30-35

Il Cairo

AFRICA
36

-19

Citta del Messico

Shanghai

33

Caracas

Giacarta

SUDOKU DIABOLICO
7 1

SUD AMERICA

29

Santiago
New York

26

28

18

LE TEMPERATURE DI IERI ALLESTERO


min

NORD AMERICA

Pechino

Fronte
Freddo

Beirut

24

Sole

15-20

25-30

Atene

Algeri

Fronte
Caldo

20-25

Ankara

13
24

Tblisi

10

17

Lisbona

10-15

Bucarest

Milano

17

Kiev

11

Lione

Bassa
Pressione

5-10

Budapest

Monaco

Madrid

0-5

Varsavia

Londra
Parigi

Mosca

Minsk

Amsterdam

12

-5-0

Stoccolma

Copenaghen

13

11

Helsinki

Edimburgo

Oslo

Alta
Pressione

23

Rio
de Janeiro r
San Paolo
Buenos Aires

35

Nairobi

Lagos
Luanda
28

39

Citt del Capo

32

56
#

Gioved 17 Marzo 2016 Corriere della Sera