Sei sulla pagina 1di 28

MILANO www.ilgiorno.

it
Venerdì 12 febbraio 2010 e-mail: segreteria.redazione.milano@monrif.net
Redazione: via A. Stradivari, 4 - 20131 Milano - Tel. 02 27799111 - Fax: 02 27799537 · Pubblicità: S.P.E. Tel. 02 575771 - Fax: 02 57577630

LaMoratti:nessunotocchilamoda
Il sindaco striglia gli stilisti e rilancia: in settembre eventi per attirare gli stranieri CIUNI
· all’interno

L’ARRESTO DEL CONSIGLIERE MILKO PENNISI


Il presidente della Commissione
urbanistica di Palazzo Marino
fermato dalla Finanza mentre
intasca una mazzetta di 5 mila
euro, seconda tranche
di una presunta tangente
chiesta in cambio
di un permesso
a costruire in zona Bovisa

FOVANNA, MINGOIA,
ROSSI e RUGGIERO · all’interno
GRANDI PROGETTI

L’Expo 2015
mette in rete
i 134 Comuni
CONSENTI · all’interno

LL’ultima
’ultima bbustarella
ustarella
•• 2 MILANO ATTUALITA' IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

E GLI INTERNAUTI LO METTONO ALLA BERLINA

MANETTE IN
MILKO Pennisi è stato uno dei politici milanesi più precoci nell’utilizzare internet
aprendosi un sito. Ieri, dopo che è circolata la notizia dell’arresto, una decina di internauti
ne hanno approfittato per lasciare un commento nel suo «guestbook». Negli pseudonimi
scelti dai commentatori si sprecano i riferimenti a Craxi e a Tangentopoli (c’è chi si è
firmato «Mario Chiesa»), e i giudizi tranchant sull’attività del consigliere comunale,
definita «a delinquere», «eccellente» e «craxiana».

Mazzette e videotape: Pennisi finisce


Sorpreso dalla Finanza mentre intasca 5 mila euro da un imprenditore, che aveva
di MARINELLA ROSSI conda tranche da 5 mila euro, gli Mimi e Maffi e il cagnone Spike,
e MARCO RUGGIERO agenti della sezione di pg della protagonista del suo manifesto
— MILANO — Procura di Milano lo hanno bloc- elettorale. Una vita che andava al
AZZETTE e videotape. cato e portato via in auto. E lì si è massimo, forse troppo. Qualche
M Nasce da questo intrec-
cio il trappolone che ha
portato all’arresto per concussio-
infranta la carriera di un politico eccesso pare non sia mancato. E
che sulla politica aveva puntato nemmeno l’avidità di denaro, che
tutto. Milko Pennisi nasce a Mon- lo porta ad abusare del suo ruolo
dovì il 18 marzo del 1962. Molto di presidente della commissione
ne di Milko Pennisi, consigliere
comunale del Pdl e presidente del- presto la famiglia si trasferisce a urbanistica. A farne le spese è un La Commissione
la commissione urbanistica di Pa- Milano e lui, a 20 anni, prende la imprenditore non milanese, che Sviluppo del
lazzo Marino. Da un filmato di maturità classica al Parini. Poi si aspetta il via libera per una ristrut-
un pagamento di 5 mila euro avve- iscrive a Giuri- turazione di un territorio si
nuto a novembre tra via Montena- sprudenza, dove SIGARETTE grosso complesso occupa di tutto
poleone e via Manzoni e conse- affiora subito il L’acconto edilizio, in via ciò che concerne
gnato solo quattro giorni fa ai ma- suo precoce talen- Broglio, alla Bovi-
gistrati dall’imprenditore esaspe- to di politico: vie- consegnato sa. Pennisi, anche l’urbanistica,
rato dall’insistenza delle richieste ne eletto dagli stu- in un pacchetto attraverso la sua dibattendo su
di denaro. denti consigliere di «bionde» segretaria Silva-
di Facoltà. È una na, gli fa capire L’IMBOSCATA progetti, varianti,
A QUEL PUNTO GLI INVE- premonizione, per- che per avere il Milko Pennisi. La trappola preparata piani di lottizza-
STIGATORi hanno giocato al chè, presa la laurea, la sua è una nulla osta dalla Commissione con- dagli investigatori è scattata ieri zione, regole,
gatto con il topo, aspettando solo carriera in ascesa. Nel ’95 è consi- siliare sviluppo del territorio, di pomeriggio in piazza San Fedele alle
il momento giusto per far scattare gliere provinciale di Forza Italia e cui Pennisi è appunto presidente, spalle di Palazzo Marino. Il consigliere servizi, edifica-
le manette ai polsi di Pennisi. E il nel ’97 consigliere comunale di un po’ di «olio» non guasterebbe. comunale del Pdl e presidente della zioni e cambi
momento è venuto ieri sera alle Milano. Carica che ha mantenuto Commissione urbanistica è stato
arrestato in flagranza di reato mentre di destinazione
18.30, tra piazza San Fedele e via ininterrottamente fino a oggi. Ma PER L’ESATTEZZA 10 MILA
Hoepli, proprio dietro Palazzo siccome non si vive di solo pane e EURO, da versare in due tran- intascava 5 mila euro, seconda tranche delle aree.
Marino. Non appena il consiglie- nemmeno di sola politica, nel frat- che. E l’imprenditore paga. A me- di una mazzetta di 10 mila euro. Qui Il parere della
re comunale del Pdl ha preso dal- tempo ha coltivato anche altre tà novembre, tra via Montenapo- sotto la Finanza fuori dal Comune
Commissione
le mani dell’imprenditore la se- passioni: i viaggi, il Milan, i gatti leone e via Manzoni, consegna a
è obbligatorio,
Pennisi e alla sua segretaria una
prima mazzetta da 5 mila euro na- sebbene non
scosta in un pacchetto di sigaret- vincolante,
L’UFFICIO te. Ma riprende tutto. Si porta prima che una
Il palazzo una videocamera nascosta e filma
il passaggio di denaro. Nel frat- proposta
comunale di via
Marino 7, dove tempo arriva il via libera per i la- di deliberazione
ieri è stato vori e Pennisi pretende il resto possa approdare
arrestato dei soldi. Lo chiama più volte al
Pennisi. Nel telefono, in modo assillante. in consiglio
tondo: Riccardo Un’insistenza che spinge l’im- comunale.
De Corato prenditore a denunciare tutto.
L’8 febbraio si presenta in Procu-
ra e mostra il filmato del paga-
mento. E per Pennisi è l’inizio del-
la fine.

GARANTISTA «MI AUGURO CHIARISCA PRESTO LA SUA POSIZIONE»

Il sindaco: fiducia nei magistrati


— MILANO — Sulla vicenda interviene anche il vicesindaco, Riccar-
do De Corato, che tiene subito a sgombrare dal campo
O SCONCERTO È STATO ENORME. E la

L reazione del sindaco Letizia Moratti, una volta


appresa la notizia dell’arresto per concussione
del consigliere comunale Milko Camillo Penni-
ogni paragone con le vicende che portarono all’arresto
di mario Chiesa, nel ’92, e a dare il via alla stagione
degli arresti tra i politici, che affossarono peraltro la
Prima repubblica e i partiti tradizionali.
si, misurata e orientata al garantismo.
Anzitutto il sindaco ha vo-
PER DE CORATO è del tutto infon-
luto confermare la pro- DE CORATO dato ogni paragone storico tra Tangen-
pria fiducia nella magi- Inaccettabile topoli e l’arresto per concussione di
stratura, augurandosi
che l’esponente politi- ogni paragone Milko Pennisi, presidente della com-
con l’inizio missione comunale Urbanistica.
co della sua stessa
di Tangentopoli «Tangentopoli è stato un fenomeno
maggioranza possa
molto più complesso - ha ricordato
chiarire al più presto
presto la propria posizione rispetto all’in- De Corato, che allora sedeva come con-
sigliere comunale del Msi nei banchi dell’opposizione
dagine. - qui siamo di fronte a un episodio su cui la magistratu-
«Ho piena fiducia nel lavoro della magistratu- ra farà chiarezza».
ra - ha spiegato subito Letizia Moratti, affidando «Confermo la mia piena fiducia nell’autorità giudizia-
le sue parole a un breve comunicato - mi auguro che il ria - ha aggiunto De Corato - e spero che Pennisi possa
consigliere Pennisi possa chiarire in fretta la sua posi- chiarire al più presto la sua posizione anche in relazio-
zione di fronte alla giustizia». ne alla dinamica con cui si e’ svolto il suo arresto».
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
MILANO ATTUALITA' 3 ••

COMUNE
nei guai
filmato la prima consegna
La Commissione Urbanistica
Fabio Giovanni Vincenzo Fabrizio Giulio
Altitonante Bozzetti Curia De Pasquale Gallera
(Pdl) (Pdl) (Pdl) (Pdl) (Pdl) L’ATTACCO
Filippo Penati parla
di «episodio
inquietante» e di
disaccordo nel Pdl,
Basilio David Carmelo
Rizzo
Vladimiro Michele Gambitta
con riferimento alle
Merlin Gentili Mardegan discussioni sul Pgt
(Lista Fo) (Pd) (Pdl)
(PRc) (Pdl)

Presidente Alberto
Francesco Carlo

Il Pd: «Subito le dimissioni»


Rizzati Garocchio
Montalbetti Matteo (Pdl)
(C. Italiani) (Milano C.) Salvini
(Lega
(L Nord)

MILKO Armando

Piano urbanistico a rischio


Enrico
Fedrighini Franco PENNISI Vagliati
(Pdl)
De Angelis Maurizio
M
(Verdi)
(G. Misto) (Pdl) Baruffi
(Pd)

Milly
Moratti
(Milano C.)
Pino
Armando
Vagliati
(Pdl)
L’opposizione: nuova Tangentopoli, Pgt da bloccare
Landonio
(G. Misto) Pasquale Stefano
Salvatore Di
D Martino di MASSIMILIANO MINGOIA vecchio Piano regolatore datato sidente del centrosinistra alle Re-
(Udc) (Pdl) — MILANO — 1984. Sì, perché Pennisi è il presi- gionali, Filippo Penati, che parla
Filippo dente della commissione Svilup- di «episodio inquietante» e poi ag-
Giancarlo
Totino CONCERTO E POLEMI-
Pagliarini
(G. Misto) Andrea
Fanzago
(Pd)
Vicepresidente
Martinelli
M
Ettore

(Pd)
(Pdl)
S CA. La notizia dell’arresto
del pidiellino Milko Penni-
si per mazzette rimbalza in Consi-
po del territorio. In altre parole, è giunge: «In questi giorni si sta di-
il consigliere comunale di maggio- scutendo in Consiglio comunale
ranza che più da vicino ha seguito del Pgt, un documento delicato
il cammino del Pgt, ancora lungo che, oltre al confronto tra maggio-
Francesco Guido glio comunale. Ed è subito bagar- visto che il Consiglio comunale ranza e opposizione, vede aperto
Raffaele Comotti Manca re. Non in aula, perché la seduta deve ancora discutere oltre 1.200 lo scontro tra istituzioni dello stes-
Grassi (Pd) (Pdl) viene sospesa dal presidente emendamenti al nuovo Piano ur- so segno politico». Ogni riferi-
(G. Misto) dell’assemblea di Palazzo Mari- banistico. A parte la sfilza di ri- mento penatiano al Comune e al-
no, Manfredi Palmeri. Ma le rea- chieste di modifica, però, la que- la Provincia, guidata da Guido Po-
P zioni, fuori dall’aula, non si fanno stione ora sembra diventare tutta destà, naturalmente, è puramente
(Li aolo dio i
sta Bi l au rell tti) certo attendere. Nella polemica politico-giudiziaria. «Che riper- voluto. «La Moratti interrompa
Mo anc C ta ra
n politica finisce subito nel mirino cussioni avrà l’arresto di Pennisi la pericolosa consuetudine dell’ur-
ra o
tti Fabrizio Aldo Carmela Sa a Mo sull’approvazione del Pgt?». Se- banistica fatta nel salotto di casa
) Spirolazzi Ugliano Rozza is t il Piano di governo del territorio
(L (Pgt), il nuovo documento urbani- condo alcune indiscrezione, sareb- propria, luogo dove si compongo-
(Pd) (Pd) (Pd)
D’ARCO stico che dovrebbe sostituire il be questa la domanda che il sinda- no conflitti e si trovano accordi
co Letizia Moratti nella più stretta se-
ha fatto agli espo- LE REPLICHE gretezza». Come
nenti del centrode- Masseroli: avanti se ne bastasse, Ba-
stra che sono anda- silio Rizzo (lista
«Il mio impegno politico ti nell’ufficio, ap-
presa la notizia
con il documento
Mardegan (Pdl):
Fo), che nel 1992,
ai tempi della tan-
no allo sciacallaggio
nacque già all’università» dell’arresto: l’as-
sessore allo Svilup-
po del territorio
gente di Mario
Chiesa, era già in
Consiglio comu-
— MILANO — Carlo Masseroli, il vicecapogrup- nale, osserva: «È dagli anni di
«IL MIO IMPEGNO in politica è nato durante gli anni po del Pdl Michele Mardegan e Tangentopoli che un consigliere
dell’università: allora infatti, come giovane liberale, ho inizia- Palmeri. Già, che fine farà a que- comunale milanese non viene ar-
to ad occuparmi dei problemi della mia città e, in particolare, sto punto il Pgt, un documento restato nell’esercizio delle sue fun-
di quelli dei giovani. In quegli anni ho condotto con i giova- che già tante divisioni ha creato zioni. L’intreccio tra politica e af-
ni liberali milanesi diverse battaglie, molte delle quali allora nella maggioranza? fari non si è mai interrotto».
in netto anticipo sui tempi: la difesa del verde pubblico citta- A RISPONDERE alla domanda, LA MAGGIORANZA, intanto,
dino, la proposta di orari differenziati per i servizi e le atti- ancora prima che i consiglieri vici- reagisce all’arresto e alle polemi-
vità produttive e di intrattenimento (in modo da ridurre il ni alla Moratti, ci pensa il capo- che sul Pgt. L’assessore Masseroli
peso del traffico), l’impegno per una politica non generica- gruppo del Partito democratico a non vuole sentire parlare di so-
mente giovanilistica, ma che considerasse anche i giovani Palazzo Marino, Pierfrancesco spensione dell’iter del documen-
come cittadini cui dare delle risposte». Majorino: «Quanto è accaduto è to urbanistico: «Neanche per
Così Pennisi si racconta sul suo sito. Aggiungendo: «Ho cer- gravissimo. Tangentopoli non è fi- idea». Il capogruppo del Pdl Giu-
cato sempre di dare il mio contributo al miglioramento del nita. La discussione sul Pgt non lio Gallera esprime «massima fi-
nostro sistema politico: è un’esigenza di cambiamento che potrà riprendere finché non si ca- ducia nella magistratura. Umana-
investe non solo gli eletti, ma lo stesso modo di fare politica, pirà esattamente se si tratta di un mente sono molto dispiaciuto vi-
e credo che i ritardi su questa strada siano ancora oggi la cau- episodio isolato oppure no». E an- sto che conosce Pennisi da tanto
sa principale dei problemi del nostro Paese... Su urbanistica, cora: «Ci aspettiamo le ovvie e im- tempo». Mardegan, infine, sbot-
sport e giovani, ambiente, parchi e giardini mi sono sempre mediate dimissioni di Pennisi da ta: «Chiedere la sospensione del
impegnato molto fin dalla prima campagna elettorale». consigliere comunale». Rincara Pgt è sciacallaggio politico». Scon-
poco dopo la dose il candidato pre- certo e polemica.
•• 4 MILANO ATTUALITA' IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

MILLEPROROGHE
IL COMMENTO
Turismo,sport e spesa
a chilometrozero
Col decreto milleproroghe per Expo non cambia nulla.
Parola di Lucio Stanca. «Il progetto rimane quello su cui
stiamo lavorando, alcuni emendamenti possono facilitare
l’operatività, ma non modificano governance e contenuti».
LA SFIDA
L’Expo abbatte i
MARCO
MANGIAROTTI

U
NA RETE verde e le
strade blu, le vie d’ac-
qua navigabili in alter-
Il più grande parco agricolo d’Europa con 1400 aziende
nativa all’asfalto. Anche per an-
dare al lavoro, a scuola, in uffi-
cio. I parchi, i fontanili e le ca-
scine, molto più vicine a Mila-
no di quanto si pensi, molte an-
cora produttive. In provincia di Stop ai gufi
Chi afferma che i lavori
Progetti chiari
«Stanca sostiene che
Milano c’è una delle aree agri-
cole più importanti della Lom- per preparare l’Expo 2015 i lavori dell’Expo 2015 sono
bardia, con insospettabili eccel- procedono con ritardo nei tempi. Ma noi vogliamo
lenze. Si produce un caviale di è «un gufo». A dirlo è che sia fatta luce sulla vera
altissima qualità, si lavora il lat- l’amministratore delegato entità dei progetti
te di bufala (la mozzarella) e di di Expo 2015 Lucio Stanca dei finanziamenti e dei
capra (il blu di capra). Se (nella foto) che ha anche tempi di realizzazione»
l’Expo 2015 riuscirà a creare aggiunto: «I soldi ci sono A dirlo è stato Roberto
questo circolo virtuoso, a bonifi- il governo ha già stanziato Cornelli (nella foto)
care la Valle del Lambro e ma- i fondi» segretario del Pd
gari l’Olona, rilanciare Adda e
Ticino, i canali e i Navigli,
avrà fatto un miracolo. Non so- di STEFANIA CONSENTI opportunità per realizzare il sistema me- cia di Milano, Giovanni De Nicola.
lo a Milano. Perché spesso ci di- — MILANO — tropolitano per connessioni infrastrut- L’idea naturalmente è che restino un
mentichiamo che qui abbiamo turali ma anche ambientali». E ieri i sin- patrimonio del dopo Expo. Il primo per-
XPO 2015 DENTRO la città ma daci dell’area metropolitana già gongo-
le ville gentilizie, i palazzi i ca-
stelli, i borghi e le abbazie, il si-
stema dei fontanili e le marcite,
la geniale ragnatela leonarde-
E soprattutto fuori le Mura. Non è lavano al pensiero di quello che per mol-
certamente uno slogan, ma il ti detrattori sembra un “miraggio”
punto di partenza per un grande lavoro Expo ma che nei fatti, come ha ricorda-
corso, ha spiegato l’assessore, dedicato
all’esposizione universale, unisce il cen-
tro della città di Milano con l’area
dell’Expo 2015. Un viaggio nel territo-
di valorizzazione del territorio della to l’ad Lucio Stanca, è un progetto che rio, dal cuore alla periferia.
sca di strade blu, che dovranno Grande Milano. Come? Con la messa non ha accumulato ritardi. «Ci sono i
ritornare navigabili con traghet- Un secondo itinerario ha per obiettivo
in rete di 134 Comuni, ognuno con le gufi, ovviamente, che non vogliono il collegamento tra il centro di Milano e
ti a energia pulita. Come le pi- proprie bellezze da mostrare, dalle casci- ascoltare e continuano a dire che
ste ciclabili che ci porteranno l’Idroscalo, candidato a rappresentare il
ne sino alle stupende abbazie a sud di l’Expo è in ritardo. Ma non è così». secondo sito Expo di Milano. La terza
dall’area dell’Expo in città e Milano e alle vie d’acqua. «Non possia- Stanca ha poi ribadito che c’è un «chiac-
poi nei parchi e nei fiumi. ciclopedonale, partendo dall’area Expo,
mo sprecare l’occasione dell’Expo - so- chiericcio strumentale» e oltre a non es- illustra ancora De Nicola, corre lungo il
All’Idroscalo che è un piccolo stiene Fabio Altitonante,
mare dimenticato. serci ritardi nel cammino canale Villoresi, connessione trasversa-
assessore Pianificazione le tra le più pregevoli dimore del territo-
Se poi tutto questo verrà ripensa-
to anche in chiave sportiva, con
del territorio della Pro- ALTITONANTE verso il 2015 «ci sono an-
che i soldi, il governo ha rio a nord della Grande Milano: le ville
vincia di Milano che ha «Cascine, ville storiche stanziato i fondi». Ora gentilizie con i loro magnifici giardini.
la costruzione di impianti all’al- dato il via libera ufficiale
tezza, potremo finalmente can- e corsi d’acqua dunque, hanno ricordato Un percorso unico, definito
all’iniziativa “Expo fuori gli amministratori, è ne- ‘green way’, immerso nei par-
didarci a Mondiali e Olimpia- le Mura” che si conclude Un patrimonio
di. Ma soprattutto costruire i che va valorizzato» cessario «fare rete», che è chi del nord Milano. «Le no-
luoghi dove la gente normale fa
oggi- . In sei mesi avre- l’obiettivo principale del- stre ciclabili per l’Expo mette- IL PROGRAMMA
mo un numero tale di vi- la politica territoriale del- ranno in rete il patrimonio del- Si parla di viabilità
sport. E tutto questo ci farà di-
vertire e muovere, risparmiare, sitatori che altrimenti avremmo avuto la Provincia di Milano guidata da Gui- la Grande Milano dando voce
in sei anni». alle preziose identità e risorse Durante la prima
abbinando il moto e il turismo do Podestà. «Fare rete - ha spiegato an- giornata di «Expo
con una spesa responsabile, eco- cora l’assessore provinciale Altitonante del nostro territorio - afferma
QUINDI? Inizia un percorso che si - per noi vuol dire migliorare anche la l’Assessore De Nicola e prose- fuori le Mura» è stato
nomica e sicura. Anche dato il via a tavole
Coldiretti dovrebbe essere coin- concluderà fra cinque anni. «Dobbia- mobilità e connettività delle persone, gue - i tre itinerari, per i quali
mo fare rete. Abbiamo grandissime ri- delle merci e delle informazioni all’in- abbiamo già disponibili le ri- rotonde a tema con la
volta in questa operazione, con presentazione dei
una rete di farm market, la ven- sorse a partire dalla abbazie, dai monu- terno e oltre il territorio provinciale. sorse necessarie, sapranno rap-
menti, come le ville storiche, ma soprat- Non per niente fra i progetti c’è il pro- presentare un buon motivo progetti per Expo
dita nelle cascine, che copra l’in- 2015. Gli incontri di
tero territorio. È la strategia vin- tutto in campo ambientale abbiamo il lungamento della linea metropolitana per abbandonare l’auto a favo-
re di una passeggiata alla sco- ieri sono stati quattro
cente del chilometro zero, ormai Parco sud che il più grande parco agri- verde sino a Binasco, ma anche la M4 e hanno riguardato il
adottata anche dalla grande di- colo d’Europa con 1400 aziende e 500 con il collegamento a Linate e poi con perta delle preziose risorse sto-
riche, naturali e culturali del turismo e la cultura; i
stribuzione. Milano e Lombar- cascine. Eppoi il parco Adda Nord, il l’Idroscalo. Proprio sull’Idroscalo, un parchi, l’agricoltura e
dia sono anche questo, non lo nostro territorio. Opere signi-
parco Nord e delle Groane, la valle del vero gioiello che sarà riqualificato, pun- ficative sul piano formale il tempo libero. Oggi
dobbiamo dimenticare. E pro- Lambro e il parco del Ticino. Il segreto tiamo molto. Diventerà un sito Expo tocca a infrastrutture
porre a chi verrà in Italia per quanto di immagine, idonee a
è connettere tutti questi sistemi am- fuori le Mura». Tre invece gli itinerari testimoniare l’impegno della e territorio,
l’Expo: una vetrina sul campo bientali e metter in rete i comuni con ciclabili della grande Milano in vista Provincia di Milano nel con- commercio, industria,
dei nostri magnifici prodotti. progetti che già sono in corso, come dell’Expo presentati dall’assessore alle tribuire al buon esito della ma- energia e sviluppo.
quello delle abbazie e dei Navigli. Sono Infrastrutture e mobilità della Provin- nifestazione Expo».

IL MODELLO GESTITA DA NICCOLÒ REVERDINI E’ UN RIFERIMENTO PER SCUOLE E AZIENDE

Cascina Forestina, gioiello dell’agricoltura biologica a portata di bici


— MILANO — mera di Commercio con una medaglia scine del territorio fuori Milano. Anche anni la Cascina Forestina è meta della visi-
A ADERITO con entusiamo al d’oro per l’alto livello della produzione bio- perchè a reggere le fila di questo rapporto te guidate organizzate dalle scuole. Arrivar-

H progetto «Cento cascine», presenta-


to ieri dal presidente Roberto Ruo-
zi ma la sua è già un’attività agricola avvia-
logica. «Ho iniziato l’agricoltura biologica
nel ’96, - racconta Reverdini - e nei 16 etta-
ri di terreno a coltura coltiviamo cereali,
grano tenero, legumi, ortaggi. Abbiamo già
saranno le istituzioni, e questo è fondamen-
tale. Non solo. Questa è l’occasione per tor-
nare ad arricchire il rapporto fra la città e la
sua campagna». Una splendida «scusa»,
ci in bicicletta è facile, c’è una pista ciclabi-
le che partendo da Baggio, raggiunge Cusa-
go e Cisliano. «Per le scolaresche - consi-
glia Reverdini - consiglio di prendere i mez-
ta, nel cuore del Parco Sud, a soli quindici
chilometri da Milano, laddove la campa- completato il recupero della cascina, che quella dell’Expo, aggiunge Alessandro Bel- zi pubblici perchè i costi del trasporto pub-
gna lascia lo spazio al bosco di Riazzolo e a ho ereditato da mia madre, grazie ai contri- gioioso, promotore dell’iniziativa Cento Ca- blico privato sono divenuti insostenibili
un fitto reticolo di fontanili. Siamo a Cislia- buti della Ue. Non credo all’Expo, sono an- scine, «anche per dare l’opportunità ai visi- per gli istituti. C’è la linea Atinom che col-
no: Niccolò Reverdini è il titolare della Ca- cora scettico ma mi piace l’idea di una crea- tatori che verranno per l’Expo di poter al- lega Milano con Magenta».
scina Forestina, premiata anche dalla Ca- zione di una rete di collaborazione fra le ca- loggiare in posti circordati dal verde». Da St. Con.
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
MILANO ATTUALITA' 5 ••

2015
STANCA: INCARICO A BERTOLASO? SOLO UNA BALLA

DEL
L’ipotesi di un incarico al responsabile della 2015 Lucio Stanca, «L’ha detto anche il
Protezione civile Guido Bertolaso per gestire presidente Formigoni, l’hanno detto tutti. Solo
l’avvicinamento all’Expo 2015 è «una balla che chi vuole dire la sua è libero di dirla,
proprio grossa». A sostenerlo è l’Ad di Expo ovviamente. Ma l’ipotesi non è mai esistita».

muri: in rete i 134 Comuni


e 500 cascine diventerà parte integrante di un unico progetto metropolitano

Connessioni
In rete 134 Comuni ognuno
con le proprie bellezze,
dice l’assessore Fabio
Altitonante (nella foto). Dalle
cascine sino alle ville AL TIMONE
storiche a nord di Milano. L’assessore
Sono 1400 le aziende alla Mobilità
agricole. L’Idroscalo (foto De Nicola
grande) sarà il sito Expo su un battello
fuori dalle Mura della città che porta
a Trezzano

LA SPERIMENTAZIONE

Tram del Naviglio:


si lavora per ripartire
già dalla fine di aprile
— MILANO — di coprire la tratta-clou, Corsi-
co-Milano, sulla quale si era già
L «TRAM D’ACQUA»
I potrebbe tornare a incrocia-
re le acque del Naviglio
Grande in anticipo: in Provin-
formato un gruppo di pendola-
ri contenti di rinunciare ad au-
to, bus e altri mezzi in cambio
del battello. L’assessore alla
cia si lavora per ripristinare il Mobilità Giovanni De Nicola
servizio sperimentale saggiato spiega il fenomeno con i tempi
con successo tra il 5 dicembre e imbattibili del traghetto: meno
il 18 gennaio già dalla fine di di venti minuti per arrivare in
aprile (e fino a luglio almeno). città, roba che «neanche con
Di sicuro c’è che il «passaggio» l’elicottero». L’altro desiderio
sarà gratuito, e che Palazzo che sta tentando di realizzare,
Isimbardi è in trattative con al- andando a caccia di risorse, è as-
cune grandi aziende italiane sicurarsi barche col motore elet-
per portare a casa le sponsoriz- trico, meno inquinanti, e più
FUORI LE MURA zazioni necessarie ad acconten- confortevoli, «con un’immagi-
Un itinerario tare i desiderata espressi dai ne più in stile Milano», nel sen-
ha per obiettivo passeggeri durante il primo so di capitale del design. Intan-
il collegamento esperimento. Che in meno di to, l’assessore continua a covare
tra il centro un mese e mezzo aveva fatto na- il sogno di arrivare, un giorno,
di Milano vigare circa 3.500 persone. fino a Venezia in battello: «Il
e l’Idroscalo presidente Podestà ha lanciato
candidato a INNANZI TUTTO, la possi- l’idea della navigabilità dei Na-
rappresentare il bilità di caricare le bici a bordo, vigli, l’intera provincia ci sta la-
secondo sito Expo ancora più appetibile nella bel- vorando. Ci crediamo».
la stagione. Quanto alla fre- Nel frattempo, l’obiettivo è la
quenza più alta, tutto dipende «rivalorizzazione» dei canali
dalla quantità di battelli che sa- «che per troppi decenni sono
ranno a disposizione: se ai due stati visti come un intralcio.
(84 posti in tutto) in servizio in Dalla follia asfaltatrice dei no-
A BESATE CERNUSCO inverno se ne aggiungeranno al- stri nonni e dall’irresponsabili-
Dalla vendita di prodotti biolo- La Cascina Nibai sorse prima tri, il percorso potrebbe essere tà amministrativa dei Comuni
gici sino ai pacchetti benessere del ‘800 lungo la Martesana. allungato anche fino a Gaggia- rivieraschi».
e ai progetti per le scolaresche: Agli inizi del ‘900 venne abban- no. Ferma restando la necessità Giulia Bonezzi
li propone la Cascina Carem- donata dalle famiglie contadi-
I LUOGHI

ma, nella valle del Ticino ne. Oggi è tornata a vivere


NECROLOGIA
ZIBIDO S.GIACOMO È mancato all’affetto dei suoi cari dici e all’équipe sanitaria degli Istituti Clinici Hu-
manitas, al dott. Reina e alla signora Maimone
La Cascina Pioltino è un vec- Giovanni Rimoldi dell’Hospice di Busto Arsizio per la professiona-
chio cascinale a corte di tipo Ne danno il triste annuncio la sorella Maria Gra- lità e l’umanità nelle cure prestate.
lombardo. Si attuano le corret- zia, i nipoti Barbara, Massimo, Alessandra, Al- I funerali si svolgeranno sabato 13 febbraio al-
te rotazioni e pratiche agrono- bert e la piccola Giulia. Un particolare ringrazia- le ore 15.15 nella Chiesa Parrocchiale di Sac-
miche, classiche e innovative. mento alla signora Jolanda per le amorevoli cu- conago.
re prestate, al dott. Carnaghi, alla dott.ssa Me- Busto Arsizio, 12 febbraio 2010
•• 6 MILANO ATTUALITA' IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

CAVALLI SI PARAGONA A DANTE


«La moda è un sogno, un’emozione». Così lo stilista Roberto Cavalli si racconta
ne “l’Intervista”, l’appuntamento televisivo a cura di Adriana Pannitteri in
onda stamattina alle 9.
« Se non fossi stato Roberto Cavalli? Mi sarebbe piaciuto essere Dante
Alighieri visto che sono toscano e ho anche il naso
pronunciato». L’intervista è di Susanna Petruni
SCACCO ALLA
La Moratti all’attacco: «Nessuno tocchi
Il sindaco boccia la proposta della giornalista Usa di ridurre a 3 soli giorni
di LUISA CIUNI si di disfare il nostro calendario». un programma cittadino a fianco
— MILANO — La Moratti ha poi ribadito la ne- delle sfilate per invogliare la stam-
cessità che tutto il sistema faccia pa straniera a restare più tempo,
ON CI LASCEREMO
N scippare nè la moda nè il
design. Scende in campo
il sindaco Letizia Moratti, suppor-
squadra «una capacità — ha sotto-
lineato il sindaco — che in questa
occasione non si è vista».
ritenendo che, da una maggiore
offerta, a Milano non possa venire
che vantaggio. Oltre che una mi-
gliore competizione con Parigi.
tata dal ministro Sandro Bondi, IL SINDACO SI riferiva, con
ed è subito chiarezza sulle traver- ogni probabilità, al vergognoso ac- «PER QUESTO, ci stiamo pre-
se vicende che, da qualche tempo caparramento de- sentando al mondo
vorrebbero il nostro design emi- gli spazi in calenda- della moda, per la
grare verso la laguna di Venezia e ALTOLÀ
rio fatto dagli stili- Stop all’ipotesi prossima edizione
la settimana della moda sacrifica- sti dopo l’annun- di settembre, con
ta da 6 a soli 3 giorni effettivi, a zio della Wintour di trasferire un calendario di
causa dei capricci del direttore di che sarebbe rima- il design eventi molto parti-
Vogue America Anna Wintour, sta in città solamen- a Venezia colari, per consenti-
una delle giornaliste di moda più te per 3 giorni dal re anche ai giornali-
importanti del mondo. Un re- venerdì mattina al sti stranieri di esse- SQUADRA
stringimento che mette a rischio sabato sera, dovendo poi andare a re interessati a rimanere per sette A fianco Letizia Moratti ride d
il business del made in Italy, il la- Parigi e il 7 di marzo essere di ri- giorni». una battuta di Piero Chiambretti
voro — solo in Lombardia di ben torno negli Usa per la notte degli Insomma, per il sindaco il sasso è durante la presentazione del
40mila persone — e il prestigio Oscar. Accaparramento dell’ulti- partito da Anna Wintour ma in Salone del Mobile avvenuta ieri.
stesso di Milano.
«Nessuno, anche se si chiama An- mo minuto che ha fatto perdere molti le sono corsi dietro. Il sindaco ha colto l’occasione
un giorno per strada alla ma- «Credo che la moda milanese pos- per ribadire che nè moda nè
na Wintour — ha dichiarato ieri sa avere uno scatto d’orgoglio — design andranno via da Milano.
il sindaco, nel corso della presen- nifestazione ha quindi aggiunto — e non Sopra una foto di Anna Wintour,
tazione del Salone del Mobile, al- Tuttavia la Mo- farsi imporre calendari da direttore di Vogue America e
tra grande eccellenza cittadina ratti ha anche chi viene a vedere la no- sotto, un’immagine del ministro
presentato da Piero Chiambretti deciso di stra moda. La moda mila- dei Beni Culturali Sandro Bondi
in via Rovello — deve permetter- formulare nese è profondamente che ha garantito appoggio ai
diversa dalle altre, da piani della Moratti
noi non ci sono solo i
grandi designer di mo-
MODELLE da ma c’è il mondo che
Elisabetta produce e realizza, que-
Gregoraci in sta è la grande differenza
passerella. Nel con le altre città di moda».
tondo Mario Boselli
ANALOGHE PAROLE il sin-
daco ha avuto per il design che, se-
condo molti, starebbe per emigra-
re a Venezia.
«Milano è il design — ha dichiara-
to — e il design è Milano. Fa par-
te dell’export su cui si misura la
ricchezza del paese e su cui inve-
stiremo moltissimo».

LA MANIFESTAZIONE BUONE INTENZIONI PERÒ

Ma gli stilisti spintonano per


—MILANO — inserito il venerdì, esattamente sull’orario di Giorgio
Armani; Kristina T, che non ha trovato spazio ufficia-
ENTRE LA CITTÀ, PER VOCE DEL

M SINDACO, si riappropria del suo sistema


moda-design, esce un ennesimo calendario
delle sfilate che partiranno il 24. Forse si tratta dell’ul-
le nel fatidico venerdì, a sua volta non ha sentito storie
e si è piazzata fuori dell’ufficialità in quello stesso gior-
no mentre Love Sex e Money ha preferito aspettare il
sabato per sfilare — una giornata stracolma a sua volta
timo. Intanto, però, i soliti 3 giorni di
— e ha organizzato un evento indipen-
Anna Wintour sono ancora più pieni
di prima, le sovrapposizioni si spreca- TERZI dente in uno spazio a parte.
«I nemici della città Ancora una volta, nonostante le paro-
no e l’impossibilità di fruire in manie-
le della Moratti, della squadra non si
ra appropriata delle collezioni esposte la criticano vede neanche un’ombra. Magari si for-
arriva alle stelle. E li lasciamo fare merà a settembre.
È una scelta: gli stilisti, sia pure tutti senza reagire» Mario Boselli, presidente della Came-
d’accordo almeno a voce sulla necessi-
ra, ha risposto a Diego Della Valle,
tà di fare squadra, hanno preteso anco- che due giorni fa proponeva di ripristinare il calenda-
ra un angolino fra venerdì 26 e domenica 28 costrin-
gendo Camera a sistemare ulteriormente le cose per rio precedente a quello uscito la settimana scorsa (e
assestare tutti. bypassato dal nuovo di ieri), spiegandogli che non era
Risultato: ore di 45 minuti anche il giorno d’inizio del- possibile.
la kermesse, tre quarti d’ora origine di futuri feroci ri- Intanto le reazioni alla situazione proseguono.
tardi, confusione, traffico, crisi isteriche. «Vogliono rubare la moda a Milano — ha affermato
Lo stilista Gaetano Navarra non ha sentito ragioni si è ieri l’assessore alle Attività Produttive Giovanni Terzi
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
MILANO ATTUALITA' 7 ••

WINTOUR
la nostra moda»
la Settimana del fashion

DESIGN
Nella foto grande
un’immagine del Salone
del Mobile, In quella
piccola Rosario Messina
presidente di Federlegno

E il Salone del Mobile


prepara un grande show
Grandi eventi anche in quattro palazzi di prestigio
— MILANO — geranno i fili dell’arredamento, del rapporto col desi-
N’OLIMPIADE di creatività». Così Car- gn con il passato. Le quattro case patrizie formeran-

«U lo Guglielmi, presidente del Cosmit, ha


definito il prossimo Salone del Mobile tati.
che si aprirà a Rho dal 14 al 19 aprile
no insieme l’itinerario della mostra «Ospiti inaspet-
Case di ieri, design di oggi». I palazzi coinvolti
sono il museo Bagatti Valsecchi, casa Boschi di Stefa-
no, villa Necchi di Campiglio e il Pol-
davanti a Rosario Messina presidente
di Federlegno e suo grande alleato. IN CUCINA di Pezzoli. Ieri ha aperto la sezione
L’esposizione, quest’anno, rivedrà i Boom di tecnologia dell’esposizione
chi, in via
ospitata a villa Nec-
Mozart. I quattro palazzi, in-
saloni (biennali) del bagno e della cu- attorno ai fornelli
cina, si estenderà su una superficie lor- vece, chiuderanno tutti insieme in due
E si rinnova maggio.
da di 530 mila metri quadrati e spera
di superare il record di visitatori dello il Satellite dei Giovani
scorso anno, quando furono oltre 330 MA CHE COSA SI propone l’evento
culturale che, come ogni anno, la città
mila coloro che si recarono a vedere le novità. Le offre alle migliaia di visitatori che vengono per il Sa-
aziende presenti saranno 2.500. lone? Nella mostra il design contemporaneo si con-
Da Rho, il Salone si prolungherà a Milano in 4 de- fronta la storia delle 4 case museo mescolandosi con
pendance, tutte dimore d’epoca, dove (secondo la tra- le opere e con lo spazio determinato nel tempo dalle
dizione dell’evento che tende a coinvolgere tutta la scelte dei fondatori. Saranno in mostra tappeti, sga-
città) saranno ambientate altrettante mostre che svol- belli, centrotavola, valigie, orologi e tutto quando po-
trà servire da emblema dei cambiamenti del gusto e
MANCA LA COERENZA delle forme della sua espressione.
Alla villa Reale di via Palestro verrà organizzata

andare in vetrina un’esposizione sullo stare a tavola, disarticolato nei


vari momenti e nei luoghi; al Planetario ci sarà l’ini-
ziativa «Un bagno di stelle» sul corpo femminile e il
cielo; in Triennale Bovisa e, nuovamente, a villa
— ma lotteremo tutti insieme per impedirglielo. Spes- Necchi di Campiglio si aprirà la mostra di disegni
so i nemici della città criticano Milano, li lasciamo fa- «La mano del designer».
re senza reagire».
Sembrano reagire, infatti, solo gli stilisti che vogliono ALTRE INIZIATIVE cittadine saranno annunzia-
sfilare nei tre giorni fatidici dato che saranno più di 20 te quando sarà varato il «Fuori salone» nei prossimi
il venerdì, oltre quindici il sabato mentre la mattina di giorni.
domenica è zeppa fino all’inverosimile ma il pomerig- A Rho le cucine vivranno la loro apoteosi visto il ri-
gio è un po’ più rilassato. torno di «Eurocucina» il meglio internazionale di
Dall’ affollamento che si è creato, si deduce che a Mila- quanto riguarda l’arredo di questo locale dell’abita-
no convergono stilisti da tutta Italia in grado, se lo vo- zione e la tecnologia di ciò che vi si adopera. Si spa-
gliono, di riempire 7 giorni senza alcun problema e
zia dal classico, al moderno, dal laminato plastico, al
legno, al metallo, alla muratura. Nella proposta colla-
nessuna necessità di ammassarsi l’uno sull’altro in terale FTK (technology for the kitchen, ndr) saran-
una confusione che porterà danno all’intero sistema. no presentate proposte di avanguardia e si terrà una
Inoltre, alle sfilate vanno aggiunte tutte le attività fuo- specie di punto sullo stato della tecnologia degli elet-
ri dalle passerelle di quei marchi che scelgono di non trodomestici da incasso e delle cappe d’arredo.
sfilare ma di ricevere in show-room e che sono sparsi Accanto al settore delle cucine si aprirà anche il Salo-
per tutta la città. Si tratta, a conti fatti, di circa 150 ap- ne internazionale del Bagno che sarà la maggiore ve-
puntamenti complessivi. trina del mondo sulle novità di questa merceologia.
E la città rischia veramente di andare incontro a una Rinnovato anche il SaloneSatellite, da sempre pale-
setttimana di fuoco, anche perché, sopra le sfilate arri- stra dei creativi giovani che, da questa struttura, tro-
veranno i carri di carnevale, come già fu l’anno scorso, vano maniera di lanciarsi nel mondo del design adul-
con conseguenze serie la vivibilità cittadina. L.C. L’uscita finale di una sfilata femminile della scorsa stagione to e industriale. L.C.
•• 8 CRONACA MILANO IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

L’AGGRESSIONE AL PREMIER

Tartaglia, oggi si decide sul processo


Il procuratore chiede il rito immediato
Salta la fase dell’udienza preliminare, le lesioni diagnosticate da 20 a 40 giorni
Imputazione La pena
Il tecnico informatico di Certamente il vizio
Cesano Boscone, verrà parziale di mente, avrà
processato per lesioni un valore fondamentale
volontarie gravi e sull’attenuazione della
aggravate dalla pena, che, in via teorica,
premeditazione ai danni potrebbe attestarsi sui
di un pubblico ufficiale tre anni di reclusione
sempre che la difesa di
Tartaglia opti per il rito
abbreviato (un terzo
San Carlo di sconto sulla
condanna ritenuta
congrua dal giudice)
L’uomo, che soffre di
conclamati disturbi
pischici, è stato a San FOLLE
Vittore per un mese Massimo Tartaglia
circa. Poi è stato bloccato dalle
trasferito nel reparto di forze dell’ordine in
psichiatria del San Carlo piazza Duomo
pochi istanti dopo
l’attentato contro
di MARINELLA ROSSI della parte offesa e dell’imputato). La consulenza tec- il premier. Nel
— MILANO — nica, depositata lunedì scorso, ha diagnosticato tempi tondo, Berlusconi
ARÀ UN PROCESSO LAMPO. La richiesta di rito di guarigione da un minimo di venti giorni a un massi- col volto

S immediato è stata inoltrata ieri dal procuratore aggiun-


to Armando Spataro al giudice delle indagini prelimi-
nari Cristina Di Censo, che già oggi potrebbe decidere in
mo di quaranta: fascia che non consentiva certo di quali-
ficare le lesioni come lievi, ma neppure come gravissime.
MASSIMO TARTAGLIA, che soffre di conclamati distur-
insanguinato

questa direzione. Massimo Tartaglia, il tecnico informatico


di 42 anni di Cesano Boscone, verrà processato, saltando la bi pischici, è stato a San Vittore, sia pure nel centro clinico,
fase dell’udienza preliminare, per lesioni volontarie gravi e per un mese circa. Quindi, in seguito a una relazione degli LÀ, MASSIMO TARTAGLIA aspetterà il suo processo.
aggravate dalla premeditazione e ai danni di un pubblico uf- specialisti del centro di osservazione neuropsichiatrica del Allo stato, pare fuori discussione la questione
ficiale, quale è la figura del presidente del Consiglio. carcere che ne evidenziavano l’aggravamento, è stato tarsfe- dell’imputabilità. Non si parla, cioè, di un vizio totale di
Resta inalterata la prognosi iniziale, per cui l’aggressore del rito su ordine del gip, nel reparto di psichiatria dell’ospeda- mente, che non consentirebbe all’imputato di stare nel suo
premier era stato arrestato nell’immediatezza del fatto in le San Carlo, sotto osservazione e piantonato. C’è poi stata processo, così da doverne procunciare il non luogo a proce-
piazza Duomo il 13 dicembre, quando gli lanciò contro la una relazione clinica sullo stato mentale dell’uomo - che dere.
faccia un pesante gadget del Duomo di Milano: stesso titolo dall’età di diciotto anni soffre di disturbi psichici - e fatta Certamente il vizio parziale di mente, avrà un valore fonda-
di reato, non spostata, la qualificazione, dalla consulenza tec- avere alla Procura dagli avvocati Daniela Insalaco e Gian- mentale sull’attenuazione della pena, che, in via teorica, po-
nica ordinata dalla Procura sulle lesioni subite da Silvio Ber- marco Rubino: con questa, il giudice, su parere conforme trebbe attestarsi sui tre anni di reclusione, sempre che la di-
lusconi e fatta effettuare da un team di due esperti (un medi- del pm, ha concesso all’uomo gli arresti domiciliari in una fesa Tartaglia opti per il rito abbreviato (un terzo di sconto
co legale e uno specialista di maxillo-facciale, più gli esperti struttura protetta, una comunità terapeutica. sulla condanna ritenuta congrua dal giudice).

IL GIALLO DELLA COLLABORATRICE DI GIUSTIZIA STRETTISSIMO RISERBO SUI RILIEVI. SI CERCA IL NASCONDIGLIO PER UN RAPIMENTO

Donna sparita, arriva il Ris: sotto sequestro tre capannoni


di MASSIMILIANO SAGGESE breve latitanza del killer, durata appena tre giorni.
— MILANO — Vito Cosco infatti in quei tre giorni si sarebbe nasco-
RICERCA sto proprio in quell’area a nord di Milano dove in
RE CAPANNONI sono stati sequestrati dai questi giorni sono stati messi sotto sequestro almeno
T
Carabinieri
nel condomino carabinieri di Milano nell’ambito dell’inchie- due, dei tre capannoni messi ispezionati dai Ris. Vi-
di via Montello sta della Procura sulla scomparsa dell’ex colla- to Cosco che aveva lasciato sull’asfalto quattro rozza-
abitazione boratrice di giustizia Lea Garofalo, avvenuto il 24 no- nesi compresa la piccola Seby che ancora non aveva
di Carlo Cosco vembre scorso a Milano. I sequestri dei capannoni,
arrestato computo tre anni, era stata braccato
disposti dai pm Letizia Mannella e per tre interi giorni fino a quando,
scomparsa Sandro Raimondi, sono scattati nella ’NDRANGHETA sentendosi il fiato sul collo, si è avvici-
Lea Garofalo zona nord dell’hinterland milanese, Nella zona furono nato al comando dell’Arma di via Mo-
dove secondo investigatori e inquiren- tenuti prigionieri scova, ha chiamato i carabinieri e si è
ti sarebbero stati trovati elementi che costituito. Non è escluso che le piste
potrebbero provare il passaggio per mesi Casella
e Alessandra Sgarella seguite dagli investigatori ripercorra-
dell’ostaggio. Per verificare l’eventua- no anche parzialmente il suo itinera-
le presenza di tracce biologiche ricon- rio di fuga. Purtroppo l’hinterland mi-
ducibili a Lea Garofalo è stato richiesto l’intervento lanese ha molte realtà dove la ’ndrangheta può na-
dei carabinieri del Ris di Parma, che sono già arriva- scondere anche per molto tempo sequestrati, armi o
ti sul posto per eseguire i rilievi tecnico-scientifici. droga.
Sui rilievi, ieri sera, al comando milanese dell’Arma
però non sono giunte notizie. A quanto pare gli uo- A POCHI CHILOMETRI dal muretto della mat-
mini del Ris di Parma non avrebbero ancora trovato tanza di Rozzano dove il cognome Cosco risuona an-
alcun riscontro utile. E l’ipotesi del tragico epilogo cora minacciosamente, nella zona di Buccinasco, so-
della vicenda si fa sempre più strada. Nel rozzanese no stati tenute nascoste per molto tempo due vittime
terra a cui i Cosco hanno inferto una ferita che a di- storiche della anonima sequestri: Alessandra Sgarel-
stanza di sette anni ancora non si è ancora rimargina- la e Cesare Casella. Non solo, sempre nella stessa zo-
ta, la vicenda scava come un coltello nella piaga. Tut- na nell’agosto del 2004 vennero ritrovati due bazoo-
ti ricordano la mattanza compiuta dal fratello di Car- ka nascosti sotto terra con proiettili annessi, in una
lo, Vito Cosco, il 22 agosto del 2003. E ricordano la zona di orti nei pressi della tangenziale ovest.
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
CRONACA MILANO 9 ••

Recidivo Menopausa a 30 anni


All’epoca degli abusi il per errore medico
pedofilo era in libertà
malgrado una condanna La Mangiagalli
a 2 anni e 8 mesi di costretta a pagare
carcere per violenze su
— MILANO —
minori compiute ORCO
ECONDO i consulenti
il 17 luglio del 2001

Il Comune
Aveva già
commesso
altre violenze
Salvatore P.
quando riuscì a
S del giudice è stata «ca-
strata chirurgicamen-
te» a 30 anni a causa di un in-
tervento eccessivo alle ovaie
Rigettata l’istanza di entrare in un
oratorio e a che le ha causato una meno-
risarcimento del pausa precoce con conse-
sindaco perchè, violentare
ancora guente sterilità.
secondo il gup, «il
Comune è solo Da qui la condanna all’Istitu-
portatore di interesse to ostetrico ginecologico
alla sicurezza pubblica» Mangiagalli, che dovrà risar-
cire la paziente con 213.850
euro. La sentenza risale al

Molestie a due bimbe in oratorio maggio scorso, ma se ne è


avuta notizia ieri in occasio-
ne del deposito di un analo-
go provvedimento per colpa
medica che ha causato la ste-

Pedofilo condannato a sei anni rilità di un uomo.


La vicenda al vaglio del giu-
dice della quinta sezione ci-
vile Damiano Spera riguar-
Fingendosi un gelataio, si era chiuso in bagno con le piccole da il caso di una donna,
all’epoca trentenne, che il 10
maggio 2000 è stata operata
— MILANO — dell’imputato, avendo predisposto In base a quanto ricostruito dal Sorgato spiegavano di voler devol-
alla Mangiagalli per curare
EI anni e 8 mesi di reclusio- risorse utili a prevenire il reato di pubblico ministero Laura Amato, vere in beneficenza qualsiasi risar-

S ne. È la condanna inflitta con


rito abbreviato dal gup Stefa-
nia Donadeo a Salvatore P., il 60en-
violenza sessuale. Secondo il gup il
Comune non può essere considera-
to un ente esponenziale degli inte-
l’uomo, fingendosi un gelataio, si
era introdotto nell’oratorio dove
erano presenti numerosi bambini
ressi collettivi di tutta la cittadinan-
per partecipare alle attività del cen-
cimento. «Persone del genere sono
molto pericolose, molto insidiose e
tendenzialmente recidivanti», scri-
vevano.
un’endometriosi ovarica bi-
laterale.
L’intervento prevedeva una
laparoscopia diagnostica e te-
ne sorpreso il 9 luglio scorso ad rapeutica per l’eliminazione
abusare di due bambine di 9 e 10 za, ma un mero portatore di un in- tro estivo. Si era poi avvicinato alla
teresse comune alla sicurezza pub- bambina di 9 anni, chiedendole di A LORO AVVISO QUANTO di due cisti ovariche. Secon-
anni all’oratorio di San Giuseppe do i periti del giudice, però, i
dei Morenti in cui era entrato fa- blica accompagnarlo in commesso dall’imputato «ormai
chirurghi tra cui «figurano
cendo finta di essere un gelataio. Il
SALVATORE P., RISARCIMENTO bagno dove, dopo
aver chiuso la porta
due volte (per quanto ci è noto, ma-
gari ci sono altre segnalazioni o ca- anche studiosi citati nella let-
gup, fra le misure prese nella sen-
L’UOMO IN CAR- Il giudice ha disposto a chiave, le aveva si da cui è uscito indenne), può es- teratura medica moderna»
tenza di condanna, ha disposto un CERE per questa per i genitori tappato con una ma- hanno operato una «eccessi-
risarcimento di 8 mila euro per i ge- sere ripetuto su altri bambini. Ma
triste vicenda, un rimborso no la bocca e l’aveva può essere in qualche modo argina- va asportazione di tessuto
nitori di una delle due bimbe che ovarico» rispetto al «grado
all’epoca dei fatti di otto mila euro minacciata di mor- to. La ragione patrimoniale, econo-
si sono costituiti parte civile. era in libertà nono- te se non l’avesse la- moderato della patologia sof-
mica, civilistica nel senso voluto
stante avesse una sciato fare tutto dalla legge e preteso dal codice, del- ferta» dalla paziente.
RIGETTATA INVECE precedente condanna a 2 anni e 8 quello che desiderava. la presente costituzione di parte ci- Risultato, si legge nella sen-
L’ISTANZA di costituzione pre- mesi di reclusione per fatti analo- vile, si individua nella richiesta fi- tenza, dopo l’operazione la
sentata dal Comune, che si diceva ghi risalenti al 17 luglio 2001. QUINDI AVEVA MOLESTA- nale, che verrà consacrata nelle 30enne ha riportato una «me-
danneggiato dal comportamento In occasione della convalida TO anche la seconda bambina, conclusioni, di punizione del col- nopausa precoce stabilizzata
dell’arresto non si era avvalso della compiendo su di lei gli stessi atti pevole e di sua condanna al paga- di natura iatrogena» i cui
facoltà di non rispondere, ma ave- sessuali.. mento di una somma, considerata danni hanno provocato «ste-
va sostanzialmente ammesso le mo- Nell’istanza di costituzione a parte equa dal giudice, devoluta a un’as- rilità, osteoporosi e depres-
lestie, pur sostenendo che quel civile, i genitori della prima picco- sociazione a difesa dei diritti sione».
giorno era ubriaco. la assistiti dall’avvocato Alessia dell’infanzia violata ed abusata».

Operato al testicolo, resta sterile


Risarcita anche la moglie
— MILANO —
Per errore gli è stato asportato il testicolo sano al posto di quello affetto
da neoplasia, cosa che lo ha reso sterile e gli ha causato un calo del desi-
derio sessuale tale da imporre una cura mirata. Disposto un risarcimen-
to record da 475mila euro per l’uomo e anche per la moglie, ai quali
sono stati riconosciuti i danni morale e biologico.
In base a quanto ricostruito dai periti, il paziente era stato ricoverato Ministero della Giustizia
presso l’Istituto dei tumori il 12 maggio 2004 per essere sottoposto, cin-
que giorni dopo, all’intervento di asportazione del testicolo sinistro, af- DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA
PROVVEDITORATO REGIONALE DELLA LOMBARDIA
fetto da neoplasia. Tuttavia, il giorno dell’intervento era stato erronea- CASA CIRCONDARIALE MILANO
mente asportato il testicolo destro sano e posizionata la relativa protesi. Piazza G. Filangieri, 2 - 20123 Milano - Tel. 02 438521 - Fax 02 48008027
Il paziente era poi stato dimesso con la prescrizione di un trattamento E-mail: cc.milano@giustizia.it
radiante sui linfonodi regionali del testicolo malato e al termine della Avviso estratto gara
cura i medici avevano riscontrato una diminuzione drastica dei livelli È indetta ai sensi del D.Lgs. 163/06 e ss.mm.ii., gara mediante procedura aperta, per “l’Affidamento
di testosterinemia e l’assenza completa di spermatozoi, oltre a una nuo- servizio di conduzione degli impianti tecnologici in esercizio presso la Casa Circondariale di Milano
con l’assunzione del ruolo di Terzo Responsabile, nonché la manutenzione ordinaria preventiva
va formazione micro nodulare nel testicolo sinistro. Tre anni dopo, nel programmata”, per un importo a base d’asta di € 192.799,06 escluso IVA (soggetto a ribasso) di cui
luglio 2007, avevano infine accertato che il 35enne era sì diventato steri- oneri di sicurezza non soggetto a ribasso per € 7.236,20, per la durata di anni 1 dalle ore 00:00 del
le, ma che almeno non erano presenti metastatizzazioni e la malattia 01/07/2010 alle ore 24:00 del 30/06/2011. Codice CIG 04277606B6 aggiudicazione dell’appalto secondo
il “Criterio del prezzo più basso” come previsto dall’art. 81 D.Lgs. 163/06. Documenti ed offerta
per cui era stato erroneamente operato non era progredita. Di qui la dovranno pervenire entro e non oltre il giorno 16/04/2010 ore 12,00 all’indirizzo di cui sopra. Il bando di
condanna di medico e ospedale, che tramite l’assicurazione avevano già gara è stato inviato al G.U.C.E. in data 27/01/2010 e pubblicato nel G.U.R.I. n°15 del 8/2/2010, serie
liquidato alla coppia 130mila euro, a versare la differenza rispetto al speciale. Gli atti di gara possono essere scaricati dal sito: www.giustizia.it, oppure possono essere
richiesti tramite posta elettronica all’indirizzo cc.milano@giustizia.it o mediante fax al n° 02 48008027.
totale ritenuto equo dal giudice, secondo il quale il danno alla vita ses- Ulteriori informazioni potranno essere richieste all’Ufficio Contabile all’indirizzo di cui sopra.
suale rientra nel danno biologico. IL DIRETTORE dott. ssa Gloria Manzelli
•• 10 CRONACA MILANO IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

DISTURBI ALIMENTARI
Come Obama
Il nome del gruppo è
«Curvy Can»,
parafrasando «Yes We
Sei modelle contro l’anoressia
ia
Can» di Obama. Vuol dire:
«Le formose ce la fanno»
Il loro slogan: «Non
Nude in foto e videoclip
siamo fashion victim»
«Belle si diventa: mangiando»
di GIULIA BONEZZI agli stilisti, perché su un attaccapanni risalta ogni ve-
— MILANO — stito, senza aggiustamenti. Mentre i loro corpi non
ON C’È SOLO Lizzie Miller, ottanta chili di sembrano fatti con lo stampino, perché con i suoi chi-
N bionda californiana che furoreggiava sulle li ogni donna è diversa, e unica. Aija, Miriam e Valen-
passerelle in settembre. La rivincita delle «ta- tina hanno cominciato come indossatrici «regular»
glie morbide» contro le ossute 38-40 che ci mostrano (le altre tre nascono modelle di «taglia più»). Nessuna
le creazioni del prêt-à-porter sono Aija Barzdina, Ele- è stata malata di anoressia, «ma ci siamo arrivate vici-
onora Finazzer, Elisa D’Ospina, Miriam Bon, Mari- ne». E ben accompagnate. Miriam ha cominciato a 14
na Ferrari e Valentina Fogliani, sei modelle professio- anni, sfilando per i più grandi, con le top dell’epoca.
niste che si sono inventate un nome, «Mi sono trovata a lottare da subito:
Misure «Curvy can» (parafrasando Obama, «le
formose possono»), e una campagna, in
CHI SONO crescevo, il mio fisico cambiava. Non
sono i chili, sono i centimetri. E tu sei
In tre sono state modelle collaborazione con la Onlus Jonas, per Indossatrici una misura. In agenzia mi misurava-
«regular», sottoposte a sensibilizzare le donne sui disturbi ali- professioniste no in continuazione, come se da un
pressioni per entrare in mentari. di «taglia più» giorno all’altro i miei fianchi potesse-
taglie inadeguate alla loro dalla 46 alla 48 ro essere diminuiti». Poi, gli stessi,
altezza: «Non sono i chili, UNA FOTO: loro nude, immortalate magari ti portano fuori a cena: «Il mio
sono i centimetri. E tu sei dal fotografo Luca Petrone sotto lo slo- piatto era un campo di battaglia. To-
una misura». gan «I’m not a fashion victim». E un videoclip in cui gli, sposti, per non far vedere che non hai mangia-
prestano volti, corpi e voci a definire il problema: to». La dieta dei mandarini, e solo quelli, la settima-
Mondo parallelo «Vorrei essere più bella, vorrei essere più magra, vor- na prima di sfilare: «Lo faceva Carla Bruni, noi la
rei essere più amata». Sono amiche, e l’idea della cam- emulavamo». Per Miriam, la svolta è stata Ferrè:
Quello del «conformato» pagna, che vorrebbero portare nelle scuole, è nata a «Fece questa linea “Forma”, taglia 44. Da lì è stato
è un mondo della moda cena. Hanno dai 18 ai 30 anni, sono tutte più alte di naturale, ho semplicemente assecondato il mio cor-
parallelo. Le modelle uno e 80 (Eleonora tocca il metro e 90), taglie dalla 46 po». E ha ritrovato (oltre alle lasagne della mamma)
sono meno, quindi più alla 48. E sono bellissime ma anche sorridenti, proba- un mondo della moda meno celebrato ma con le stes- Le sei modelle
richieste, soprattutto bilmente perché non si negano un biscotto. Spiegano se firme e la stessa possibilità di sfilare. Anzi, di più: del gruppo
all’estero: Portogallo, quel che è oscuro alle adolescenti schiacciate tra la le modelle del «conformato» sono meno e più richie- «Curvy Can»
Spagna, Francia Barbie e Kate Moss: che l’ideale di bellezza emaciata ste, soprattutto all’estero. Ma soprattutto: «A A sinistra,
che monopolizza le passerelle fa comodo soprattutto vent’anni mi odiavo. Adesso? Mi sento bellissima». Miriam Bon

LO PSICANALISTA UBERTO ZUCCARDI MERLI


Rischio più alto di ammalarsi
nella capitale della moda

ONLUS
Uberto
Zuccardi Merli,
psicanalista
dell’associazio-
ne Jonas, che si
occupa dei
«nuovi sintomi
del disagio
contempora-
neo»
— MILANO—

J ONAS è un’associazione senza fini di lucro che si occupa di «psica-


nalisi applicata ai nuovi sintomi del disagio contemporaneo». Ano-
ressia, bulimia e obesità, ma anche depressione, dipendenze patolo-
giche, iperattività infantile. Delle 500 persone seguite nelle sue 15 sedi,
il 10% soffre esclusivamente di disturbi del comportamento alimenta-
re, mentre un altro 40% li associa ad altri sintomi. La base milanese ha
in cura circa 150 pazienti.
Lo psicanalista Uberto Zuccardi Merli è convinto che sei modelle-
tutt’altro che emaciate siano in sé un bel messaggio. Perché, se è vero
che «la moda non è “la” responsabile, è una concausa» dell’anoressia,
che «nasce in un’epoca in cui il corpo della donna è desiderato magro».
In una società in cui «il cibo non è più un problema» la magrezza diven-
ta un ideale, «un modo per non essere escluse dal campo del desiderio».
Nell’anoressia, «malattia sociale», le cause soggettive non sono mai di-
sgiunte da quelle “ambientali”. La malattia, non a caso, è esplosa negli
ultimi vent’anni. E vivere a Milano può complicare le cose: «Una città
dove più che entrare in relazione ci si guarda, un luogo simbolo della
moda, dell’esibizione e dell’ostentazione, che dà all’immagine un alto
valore, aumenta lo stress». Così la magrezza delle modelle diventa «una
minaccia»: un ideale cui aderire non per sentirsi migliori ma «per non
restare fuori».
Gi.Bo.
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
CRONACA MILANO 11 ••

SICUREZZA E AIUTO

Ogni anno mille donne violentate


Gli abusi quasi sempre in famiglia
Il ministro Carfagna in Comune: «Tolleranza zero contro lo stalking»

PARI OPPORTUNITA’
Il ministro per le Pari
opportunità Mara Carfagna
con al convegno in sala
Alessi sulla violenza e i
maltrattamenti subiti dalle
donne. Il ministro ha
rilevato che ad un anno
dall’entrata in vigore della
legge antistalking sono
state registrate oltre 5.000
denunce

di MASSIMILANO MINGOIA le donne. Ricerca da cui emergo- annuali di violenze non deve esse- per cento delle donne vittime di compia atti persecutori nei con-
— MILANO — no dati preoccupanti: nel 2009 a re letto come valore assoluto, vi- violenze hanno un lavoro stabile fronti di qualcuno rischia il carce-
Milano le donne vittime di violen- sto che comprende anche casi di e hanno tra i 40 e i 44 anni. re fino a quattro anni.
OLLERANZA ZERO
«T contro chi picchia e vio-
lenta le donne». Parole
del ministro per le Pari opportuni-
ze che si sono rivolte alla rete del donne che prima si sono rivolte ai
Comune sono state 928, di cui servizi telefonici e poi hanno deci-
528 italiane, 323 straniere e 23 di so di intraprendere un percorso
nazionalità scono- di sostegno.
AD AMMETTERLO è anche il
sindaco Moratti: «Questi dati de-
vono essere interpretati come un
«Oggi le donne possono denuncia-
re e liberarsi dalla paura: abbia-
mo ricevuto oltre 5.000 denunce e
oltre 1.000 persone sono state arre-
tà Mara Carfagna, giunta ieri mat- sciuta. Tant’è. Tra le se- fenomeno che sta emergendo. state per stalking», ha detto il mi-
tina a Palazzo Marino per parteci- OGNI ANNO gnalazioni raccol- Certamento non sono numeri po- nistro carfagna.
pare al convegno «Sicurezza e aiu- PIÙ DI DUE se- E la Kustermann te, comunque, nel sitivi e noi dobbiamo lavorare per Partito a settembre del 2008 con
to». Sala Alessi strapiena di don- gnali di allarme al lancia l’allarme 38 per cento dei ca- cercare di far scomparire del tutto la partecipazione di 520 agenti di
ne. A fare da padrone di casa, il giorno. E si tratta contro gli stupri: si si tratta di violen- questo fenomeno. Polizia di Stato, Carabinieri e Po-
sindaco Letizia Moratti e l’asses- solo di una piccola 982 segnalazioni ze di tipo fisico, A circa un anno dall’introduzio- lizia Locale, il corso per le forze
sore alle Politiche sociali Marioli- parte del fenome- nel 31 per cento di ne del reato di stalking nell’ordi- dell’ordine è stato realizzato
na Moioli. no che riguarda i carattere psicologi- namento italiano, il bilancio par- nell’ambito del progetto «Sicurez-
L’affondo del ministro sulla «tol- maltrattamenti alle donne. An- co, nel 13 per cento invece di vere la di oltre 5.000 denunce per za e aiuto: azioni di prevenzione e
leranza zero» arriva subito dopo che se la responsabile dello Spor- e proprie violenze sessuali, nell’8 stalking e più di mille arresti. Se- contrasto della violenza contro le
la presentazione di una ricerca tello di soccorsso di violenza ses- per cento di stalking. A provocar- condo la legge, proposta già du- donne», promosso dal Comune di
condotta dal Comune sul servizio suale della clinica Mangiagalli, le sono stati nel 37 per cento dei rante il govenro prodi e approvata Milano e finanziato dal Ministero
di prevenzione e contrasto della Alessandra Kustermann, precisa casi i mariti delle vittime oppure i all’inizio del 2009 dal governo delle Pari opportunità con un con-
violenza e del maltrattamento al- che il numero di 928 segnalazioni conviventi (12 per cento). Il 44 Berlusconi, chiunque minacci o tributo di 150mila euro.

CORSO BUENOS AIRES IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE SI AMPLIA

Fatte le luci, arrivano i parcheggi


— MILANO — be la via, come gli improvvisi restringimenti del-
ORSO BUENOS Aires sarà riqualificato la carreggiata e dei marciapiedi in alcuni tratti o

C e rimesso in ordine. Lo annuncia l’assesso-


re ai Lavori pubblici, Bruno Simini: «Da
due anni l’assessore Cadeo ed io stiamo lavoran-
i posti auto a pettine frammisti a quelli in linea,
andando soprattutto incontro alle molte richie-
ste di aumentare il numero di stalli per le moto e
per le bici.
do a un progetto che nasce dall’ascolto di tutte le «Siamo partiti dalla nuova illuminazione, inau-
rappresentanze del territorio, dal Consiglio di gurata qualche giorno fa — ricorda l’assessore
zona, ai commercianti e ai residenti. La propo- — Ora vogliamo partire al più presto con queste
sta, dopo mesi e mesi di sopralluoghi per racco- ulteriori opere che avranno la durata di un anno
gliere richieste e suggerimenti, sta per diventare e non modificheranno in alcun modo la viabili-
realtà: contiamo di partire con i lavori in prima- tà».
vera». «Proseguiamo nella nostra politica di riordino
L’obiettivo, spiega Simini, è di riportare armo- degli arredi — aggiunge l’assessore all’Arredo,
nia al corso: «Garantendo elementi che ristabili- decoro urbano e verde, Maurizio Cadeo — ridu-
scano geometria e ordine al disegno urbano del- RINASCITA
cendo i numerosi dissuasori di sosta, le cabine L’impianto di
la strada, utilizzando materiali di pregio, come telefoniche e gli orologi e, dove necessario, ri- illuminazione pubblica
la beola, per restituire dignità a questa importan- collocandoli per un miglior decoro. Per quanto inaugurato nei giorni
tissima arteria commerciale della città». riguarda l’intervento sul lato Spallanzani-Ober- scorsi in corso Buenos
Con l’attuazione del progetto si vogliono risolve- dan, provvederemo a collocare alberi, margini Aires ha già ridato
re le molte contraddizioni di cui oggi soffrireb- verdi e sedute». nuova vita all’arteria
•• 12 CRONACA MILANO IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

La visita
Nella Giornata mondiale
del malato il cardinale
sceglie di benedire le
nuove strutture
dell’Istituto europeo di
oncologia

Le strutture
Nello Ieo 2 . cinque sale
chirurgiche, grandi spazi CERIMONIA
per la chemioterapia e la Accolto da Veronesi e Ligresti,
cardinal Dionigi Tettamanzi ha
radioterapia avanzata, e benedetto il nuovo Istituto europeo
per la medicina nucleare di oncologia, l’Ieo 2
di ultima generazione

Veronesi incontra Tettamanzi allo Ieo


«Basta con l’ora d’aria per i pazienti»
Per l’oncologo l’ospedale non è un carcere, libertà di visite e più umanità
— MILANO — al suo fianco la famiglia e gli amici dizione per le nuove strutture grande vantaggio per la sanità che Il cardinale è stato guidato in un
nei momenti di difficoltà, ha biso- dell’Istituto europeo di oncologia. spende meno soldi e per il pazien- veloce tour nell’androne dell’Ieo
ISSARE UN’ORA di
«F visita ai pazienti in ospe-
dale è una vergogna. Ri-
corda tanto l’ora d’aria dei carcera-
gno delle loro parole di conforto».
Allo Ieo, prosegue il direttore
scientifico dell’Irccs di via Ripa-
monti, «il personale è tenuto alla
L’arcivescovo ha scelto l’Irccs di
via Ripamonti per celebrare la
Giornata mondiale del malato.
te che torna a casa subito. La nuo-
va espansione dell’istituto darà un
grande impulso a una visione nuo-
va dell’oncologia che verrà trattata
2. Poi la benedizione «alle struttu-
re già esistenti e a quelle future»,
ricorda Tettamanzi riferendosi an-
che al polo della ricerca, il Cerba
ti». Dopo la battaglia contro i pasti cortesia, non fredda e formale ma L’ONCOLOGO più sul territorio», (Centro di ricerca biomedica avan-
serviti troppo presto negli ospeda- amorevole, nei confronti di chi è lo ha accolto all’in- dando sempre più zata), che sorgerà nei pressi
li, l’ex ministro della Sanità, Um- ricoverato. Ai nostri architetti ab-
LA TESI dell’Irccs. La struttura, se arrive-
gresso del nuovo spazio a day hospi-
berto Veronesi prosegue la sua bat- biamo chiesto proprio di ispirarsi edificio presto aper- Parenti e persone care tal e day surgery. ranno i permessi per edificare, po-
taglia in nome dell’umanizzazione a questo principio». to al pubblico, «for- devono poter assistere Nello Ieo 2 «ci sa- trebbe vedere la luce, almeno in
delle corsie. E lo fa durante la pri- La stessa filosofia viene applicata se già entro qualche i loro cari ricoverati ranno 5 sale chirur- parte, entro 2 anni.
ma visita pastorale del cardinale anche alla cura dei pazienti oncolo- settimana», e che di- giche, grandi spazi Una previsione ritenuta «forse un
Dionigi Tettamanzi all’Istituto eu- gici: «Siamo stati i primi a ridurre
senza limiti di tempo pò ottimistica» da Veronesi. «Bene-
venterà il centro per la chemiotera-
ropeo di oncologia (Ieo) 2. le mutilazioni e a sviluppare la chi- diurno Ieo, dove si pia e la radioterapia dico - aggiunge infine Tettamanzi
«I parenti e le persone care - incal- rurgia conservativa - conclude - e punterà a «diagnosticare prima avanzata, e per la medicina nuclea- - soprattutto le persone che usufru-
za - devono avere la possibilità di nella stessa direzione va lo sforzo possibile i tumori al seno con stru- re di ultima generazione con il no- iscono di queste strutture. Perchè
sostenere i pazienti senza limiti di di ridurre gli effetti collaterali del- la grandezza e la bellezza dei luo-
orario, di star loro vicino e di non la chemioterapia e l’invasività del- menti molto avanzati e a curarli stro ciclotrone - elenca Veronesi- ghi, e tutto il resto, hanno signifi-
fargli mancare l’affetto. Dal canto la radioterapia». Una visita, quella senza ricovero». oltre a 50 studi medici diagnosti- cato solo se sono al servizio del va-
suo il paziente ha bisogno di avere del cardinal Tettamanzi, con bene- Questo, osserva Veronesi «è un ci». lore della persona umana» . E.F.

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
SALUTE E BENESSERE /
Novità nel settore delle protesi acustiche. Dalla ricerca Maico un prodotto rivoluzionario.

E’ nato l’apparecchio acustico che


funziona come l’orecchio umano
Una caduta delle facoltà uditi- rale e di qualità superiore. Il mensioni che nei modelli intra-
ve, anche se può rappresentare nuovo apparecchio elabora in- canalari lo rendono invisibile MAICO HA APERTO
un trauma psicologico, oggi non fatti il suono nella sua totale in- dall’esterno.
fa più paura come un tempo. tegrità e totalità, senza spezzet- È un vero e proprio gioiello del- un nuovo centro
Tecnologie avanzatissime, frutto tarlo in canali, come avviene per la tecnologia, in base al quale acustico a MILANO
di ricerche specializzate, hanno i prodotti attualmente in com- Maico ha realizzato un conge-
consentito di realizzare protesi mercio. Grazie alle sue 16 mila gno veramente automatico, ca-
acustiche talmente piccole ed regolazioni per secondo, possie- pace di adattarsi ad ogni am- e la invita
efficienti da poter considerare de il totale dominio della fre- biente acustico, senza la neces-
l’ipoacusia, o diminuzione del- quenza e della intensità sonora. sità di programmi, né di regola- ad un controllo
l’udito che dir si voglia, una pa- Ottimale risulta quindi il zione del volume. Questo appa- gratuito dell’udito.
tologia superabile nella stra- Lo indossi e lo dimentichi conforto uditivo in qualunque recchio acustico, una volta acce-
grande maggioranza dei casi e Il primo apparecchio acustico “met- situazione di ascolto e, nel con- so ed indossato, fa tutto da solo.
con risultati fino a pochi anni fa tilo e dimenticalo”. Completamente tempo, la reale capacità di foca- Nasce così la prima generazione
impensabili. automatico, è la massima espres- lizzarsi sul parlato. di prodotti completi, di semplice
sione della cura protesica della sor-
È stata presentata alla stampa dità. Chi lo indossa può anche di- Un prodotto innovativo che ga- utilizzo e dalla grande resa acu-
nazionale la rivoluzionaria pro- menticarselo visto che fa tutto da rantisce un suono più naturale, stica. Da oggi chi ha problemi di
tesi acustica messa sul mercato sé. Prova ne sia che nello spazio di una completa assenza di fischi e udito può tornare a sentire bene
oggi da Maico, industria leader tempo necessario ad effettuare col rumori, un parlato sempre ‘a e a condurre una vita normale. Audiologica Lombarda
mondiale del settore. È un nuo- braccio una qualunque operazione fuoco’ in ogni circostanza, un Per informazioni telefonate al
di regolazione, l’apparecchio ne ha Via Eustachi, 53 Milano
vo microprocessore ultraveloce, già effettuate ben 16 mila, per otte- grande comfort di ascolto, un’e- numero 02-87390707 o visitate il
sito internet www.maico.org. Tel. 02.87390707
capace di offrire un suono natu- nere il migliore risultato uditivo. stetica adeguata alle piccoledi-
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
CRONACA MILANO 13 ••

LOTTA ALL’INQUINAMENTO

Arriva Formula Milano


Così si abbatte il PM10
Intesa con l’Eni, la Regione lancia il BluDieselTech
di ERSILIO MATTIONI stribuzione sperimentale del die- male gasolio. Dopodiché, chiari-
— MILANO – sel di ultimissima generazione, sce Scarioni, «si pagherà un po’ di
diffuso soltanto in alcuni nazioni più, dal momento che stiamo par-
HANNO CHIAMA- europee e in California.
L’ TO Formula Milano, Visibilmente soddisfatto il gover-
«perché – spiega l’ammi- natore della Lombardia, Roberto
nistratore delegato di Eni, Paolo Formigoni: «Oggi presentiamo
lando di un prodotto premium,
ovvero di alta qualità». Il carbu-
rante, che sarà in commercio
del 20 febbraio, inquina me-
Scarioni – c’è una necessità impel- questo nuovo tipo
lente in questa cit- no, garantisce prestazioni mi-
di gasolio che ga- gliori e, rispetto al classico
tà: inquinare di me- PROMOZIONE rantisce sensibili ri-
no». E questo nuo- diesel, consente di percorre-
vo tipo di gasolio
Il nuovo gasolio duzioni di emissio- re 500 chilometri in più
sarà distribuito ni rispetto ai carbu- ogni 20mila. Tutto questo se-
BluDieselTech, già ranti tradizionali.
sottoposto a test in 50 stazioni condo le stime di laborato- BRINDISI
Contestualmente
scientifici, ha dato a prezzo ridotto sottoscriviamo un rio. Sarà compito di Arpa, Formigoni e Paolo
risultati sorpren- protocollo per la l’Agenzia regionale per la prote- Scaroni con le
denti: può abbatte- zione dell’ambiente, verificare se bocce contenenti
misurazione scientifica, ad opera il nuovo gasolio
re, sulle vecchie auto, fino al di Arpa, degli effetti derivanti i test hanno fornito indicazioni
30-40 per cento di polveri sottili. dall’utilizzo del prodotto». Il pre- veritiere.
La guerra al PM10, insomma, sidente spende poi due parole an-
non passa solo attraverso le dome- che sulla «lunga ed efficace colla- L’ATTO FIRMATO ieri al Pi-
niche ecologiche, l’ecopass e in ge- borazione fra Eni e Regione che
nerale i divieti. C’è anche la ricer- sta portando ottimi risultati». Il
rellone è il secondo nel giro di po-
che settimane: lo scorso 8 febbra-
L’accordo Distribuzione
ca, in questo caso frutto di una col- diesel Formula Milano sarà distri- io, infatti, Regione ed Eni aveva- Il risultato è frutto di un Si potrà fare il pieno in
laborazione fra Eni e Regione buito in cinquanta stazioni, molte no sottoscritto un altro accordo accordo tra Regione ed Eni cinquanta stazioni, sulle
Lombardia. Un’intesa che, dopo delle quali sulle tangenziali. E per la realizzazione di trenta nuo- Ieri c’è stata la firma al tangenziali, con prezzo
la firma di ieri mattina al Pirello- avrà un prezzo promozionale per vi impianti di distribuzione del Pirellone che dà il via alla promozionale per due
ne, è ora un protocollo per la di- due mesi: costerà cioè come il no- metano entro il 2012. distribuzione mesi

LE CONTROINDICAZIONI PER L’ESPONENTE PD


Baruffi: lavaggio strade antismog?
Già bocciato dalla giunta Albertini
— MILANO —

L LAVAGGIO delle strade come misura antismog, per


I “abbattere” le polveri sottili? L’idea proposta dalll’assesso-
re comunale all’Ambiente paolo massari, non è sbagliata di
principio, secondo l’ex consigliere dei Verdi Maurizio Baruffi,
oggi a palazzo marino con il Pd. Ma ci sono due controindica-
zioni. La prima è che l’esperimento è stato già fatto da Amsa
durante la giunta Albertini, quando assessore all’ambiente era
Zampaglione e non ha dato risultati positivi. La seconda è che
se l’acqua gela si rischiano mol-
ti incidenti stradali e scivolate
dei pedoni nelle notti invernali
o nel primo mattino. So che
qualcuno propone di mettere
del sale o del liquido antigelo
nell’acqua per non farla ghiac-
ciare ma questo pone il proble-
ma dei costi e dello smaltimen-
to in falda del liquido o dell’ef-
fetto corrosivo del sale
sull’asfalto».
Baruffi ricorda quindi proprio
l’intervento dell’allora assesso-
re Domenico Zampaglione che
nel 2003 spiegava gli scarsi ri-
sultati della sperimentazione
del lavaggio delle strade per ab-
battere le polveri sottili.
Da marzo Milano lancerà co-
munque la sperimentazione
del lavaggio delle strade come misura antismog, visto che secon-
do la premessa l’acqua potrebbe trattenere le polveri sottili nel
manto della carreggiata impedendone la dispersione nell’aria.
Il progetto durerà un mese e riguarderà le grandi arterie che da
fuori Milano convergono in piazzale Loreto, dove tutte le notti
le autobotti di Amsa bagneranno la strade. Al termine della spe-
rimentazione dell’iniziativa, proposta anche dalla Provincia di
Milano, i risultati saranno sottoposti all’esame scientifico
dell’Assessorato e di Arpa. E.F.
•• 14 CRONACA MILANO IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

«RUN FOR FUN»


Premessa L’INTERVENTO
La corsa è uno degli
sport più naturali e a Coltiviamo
basso costo. L’obiettivo
è alimentare questa
questa gran voglia
tendenza, offrire di correre
supporto e una guida
per chi è ai primi passi
MARCO
MARCHEI*
I luoghi ALLENATE
Una scolaresca
Al via sabato 20 dalle 9 femminile
del mattino, a Idroscalo, impegnata
centro sportivo OCHI, nel momen-
Cannavò, Parco
Sempione, Parco delle
Cave, Montestella e
in una gara
amatoriale
di corsa
campestre
P to di grave congiuntu-
ra attuale, si sono ac-
corti che da un paio d’anni
domenica al Parco Nord al Parco Nord la corsa sta vivendo un gran-
de boom. La crisi, anzi, «re-
galando» ad alcuni qualche

Arriva il sabato di chi fa jogging preoccupazione di troppo e


spesso anche del tempo libero
non preventivato, ha contri-
buito non poco ad amplifica-
re il fenomeno running. In gi-

con 22 appuntamenti al parco ro, insomma, nonostante il


freddo imperversi e i bolletti-
ni sull’inquinamento siano
poco tranquillizzanti, c’è

Fino a novembre sedute di allenamento per amatori e atleti grande voglia di correre.

BASTA ANDARE in un
di ROSARIO PALAZZOLO Nulla di più. Si conta che siano oltre 100mila le calde, oltre all’assicurazione. Chi non è tessera- qualsiasi parco cittadino, ma-
— MILANO — persone che corrono abitualmente nei parchi to per le federazioni sportive dovrà versare 5 eu- gari la mattina presto, per tro-
del milanese. ro all’atto della prima iscrizione. vare gente di ogni età e sesso
UN FOR FUN», ovvero correre per A molti di loro si rivolge l’iniziativa «Run For
«R divertirsi e per stare bene. Un titolo Fun», lanciata ieri mattina dall’organizzatore
che è tutto un programma per un’ini- di eventi sportivi Massimo Mapelli di Planet
ziativa che punta a catalizzare Sport con federazione Italiana
Questa iniziativa prende le mosse da un primo
esperimento compiuto dalla Provincia di Mila-
no, che consente ai runners di essere seguiti e
consigliati. «La corsa è sicuramente uno degli
intenta a fare la corsetta quo-
tidiana. E più sono, i run-
ners, più i polmoni verdi di-
ventano sicuri. Alla grande
l’attenzione su una delle passioni Atletica Leggera, la Uisp, e con
sportive del momento: la corsa. L’IDEA sport più naturali e a basso costo – hanno spiega- voglia di muoversi si contrap-
il riconoscimento di Comune di to gli organizzatori insieme agli assessori Cristi- pone quasi sempre, però, la
Non quella corsa degli atleti ad al- Tecnici federali Milano, Provincia e Regione.
to livello e dei cosiddetti runners na Stancari, della Provincia, e Alan Rizzi e Mau- mancanza delle informazio-
spogliatoi e docce rizio Cadeo -. Il nostro obiettivo è far crescere ni di base per fare un’attività
che tutte le domeniche si sfidano sempre a disposizione PER 22 SABATI, da febbraio fi-
sui circuiti delle gare podistiche questo movimento di runners, offrendo suppor- minimamente consapevole.
in cinque aree verdi no a novembre, in contempora- to e una guida soprattutto per chi è ai primi pas- «Run for Fun» nasce pro-
più blasonate. Bensì quella pas- nea in cinque diversi parchi mila-
sione vera per lo stare bene e vive- si». prio come iniziativa di servi-
nesi, gli appassionati della corsa zio per tutti coloro che voglia-
re in forma, che negli ultimi anni ha conquista- e i neofiti di questo sport, avranno la possibilità Il primo appuntamento è fissato per sabato 20
to migliaia di milanesi di ogni età e sesso in tor- di partecipare a delle vere sedute di allenamen- febbraio dalle 9 del mattino, in contemporanea no praticare la corsa in modo
no a quello che è lo sport «low cost» per antono- to. Chi vorrà, potrà preparare la gara della sua al Parco Idroscalo, nel centro sportivo Candido organizzato, non importa se
masia. Persone comuni che nel week end, oppu- vita, magari puntando ad iscriversi ad uno dei Cannavò: al Parco Sempione, con reception si tratta di perfetti principian-
re la sera dopo il lavoro, escono di casa per rag- numerosi appuntamenti in programma a Mila- all’Arena Civica; al Parco delle Cave, con ritro- ti o di corridori evoluti: per
vo al centro sportivo Atlha Onlus, al Parco tutti ci sarà la possibilità di
giungere il parco più vicino e sgambettare, per no in primavera. Chi invece, senza nessuna vel- disporre, peraltro a titolo gra-
ritrovare forma fisica ed equilibrio di spirito. leità agonistica, cerca soltanto di conoscere più Montestella, con ritrovo al Palabadminthon. In-
da vicino il mondo della corsa e desidera riceve- fine, al Parco nord, dove per motivi organizzati- tuito, di bravi istruttori. È ri-
re consigli e nozioni tecniche, potrà farlo. In vi la seduta di allenamento si terrà la domenica, saputo, d’altra parte: meglio
RUNNING ognuna delle mattinate di allenamento, i novel- con ritrovo negli spogliatoi del centro scolasti- si corre, meno fatica si fa.
Di prima li podisti avranno a disposizione non soltanto co. In ognuna delle location sarà presente uno *Olimpionico
mattina sulle dei tecnici federali in grado di guidarli e consi- stand dell’organizzazione al quale sarà possibile della maratona
salite della gliarli nella corsa, ma anche spogliatoi e docce iscriversi.
montagnetta
IL TRAINER ECCO PERCHÉ COLTIVARE QUESTO SPORT È GIÀ DI PER SÉ UNA FORMA DI ECOLOGIA

Una passione che va anche oltre lo smog


— MILANO — Per Omodeo lo smog non può diventare un ostacolo alla corsa.
ROPRIO A CAUSA DELLO SMOG, alle olimpiadi di «Respiriamo tutto il giorno la stessa aria – dice -. Piuttosto consi-

P Pechino il fuoriclasse Haile Gebreselassie aveva rinuncia-


to a correre la maratona, sollevando un caso. Ma a quanto
glio di correre la mattina presto, quando ci sono ancora poche
auto in giro, e meno la sera, quando c’è più traffico».
pare, né l’inquinamento né tanto meno pioggia e neve riescono a DEL RESTO, nella corsa è insita una certa dose di
fermare la rinnovata passione per la corsa dei milanesi. Già per-
ché, se è vero che nell’ultima domenica di blocco «ecocompatibilità» che gli organizzatori di «Run
del traffico ad impadronirsi delle strade semideser- For Fun» hanno voluto sottolineare non solo pro-
MONTESTELLA
te erano stati soprattutto loro, corridori e ciclisti, Le prime luci dell’alba muovendo il running nei parchi cittadini, ma an-
anche durante il resto della stagione, i parchi e le che valorizzando il rispetto ambientale. Tra gli
sparute piste ciclabili sono letteralmente prese vedono ogni giorno sponsor anche Esosport, una società milanese che
d’assalto da runners solitari immersi nella musica decine di appassionati ricicla le scarpe da running giunte a fine vita.
«I parchi
dei loro Mp3, e dai gruppi di podisti spesso mime- al via con ogni tempo praticare questi sono la palestra a cielo aperto nella quale
tizzati in spessi tutoni, cappellini di lana. sport – afferma Omodeo -. Per que-
«La corsa è un’esigenza di vita che va oltre la moda sto iniziative come Run For Fun vanno promosse
– spiega Silvio Omodeo, trainer di molti vip milanesi e «voce» e valorizzate, perché promuovendo la diffusione dello sport nei
parchi, contribuiscono a valorizzare le aree verdi e a renderle più
ufficiale di tutti gli eventi di running più importanti, oltre che sicure. Pensiamo alle donne che qualche volta hanno paura a cor-
collaboratore tecnico della rivista Runner’s World -. Per questo, rere da sole in un parco. Grazie a queste iniziative possono fare
resiste anche alla minaccia dello smog. Già alle prime luci dell’al- gruppo e superare la paura. Sicuramente guadagneranno in for-
ba, in parchi come il Sempione o il Montestella ci sono decine di ma fisica e sicurezza personale, poi magari tra qualche mese le
corridori che si allenano con ogni condizione di tempo. Gente incontreremo a gareggiare all’Avon Running o alla Stramilano».
tosta, che vive la corsa come elemento riequilibrante della vita». Ros. Pal.
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
CRONACA MILANO 15 ••

UN RECUPERO ESEMPLARE
Nebbie
La sua edificazione è
antica, forse del 1695,
quando avvolta dalle
nebbie era in una zona
allora ancora lontana
dal diventare quartiere
popolato della città

Ex Torchio
Originariamente si
chiamava Cassina
Torchio, per tutti la
Preganella. Nel 1722 BIOARCHITETTURA Un
sopralluogo dell’architetto
proprietari erano i padri Philippe Daverio sul cantiere della
Fatebenefratelli. A fine cascina e, sopra, un momento
‘800 è la Drogheria Galli ludico con i bambini del quartiere

La cascina Cuccagna può tornare a vivere


Sarà un centro di attività multiculturali
Tre milioni per restituirla alla città nel rispetto dell’ambiente e del risparmio energetico
di TERESA BETTARELLO della bioarchitettura, nel rispetto certificato di sottoscrizione pubbli- me fare l’orto e il ciclo del pane. l’abbattimento di una cascina vici-
— MILANO — dell’ambiente e del risparmio ener- ca di 250 euro, divenendo membri Le fasi del progetto e il calendario na, la “Cuccagna” e la Preganella
getico e per ora, a un anno dall’ini- del Gruppo Consultivo Permanen- degli eventi, sono riportati nel sito ne assume il nome. Dai Galli il te-
TAVA crollando, per fortu-

S na qualcuno ha pensato a sal-


varla, la storica Cascina Cuc-
cagna, sottoponendola al restauro
zio dei lavori, è perfettamente nei
tempi programmati che ne preve-
dono il termine a fine 2010. Tre
milioni di euro la spesa preventiva-
te del Consorzio con il titolo di web, cuccagna.org.
“contadini urbani”. Inoltre, in
una delle corti della Cascina è sta- LA PRIMA testimonianza della
to installato un ten- sua esistenza è di
stimone passa alla “Compagnia
dei naviganti”, osteria che regge fi-
no agli anni ‘80, quando la struttu-
ra è regalata al Comune che l’ha af-
che la trasformerà in un grande ta, di cui un po’ meno della metà done riscaldato, af- quando si chiama- fittata, in parte, fino a qualche an-
centro di attività multiculturali coperta da partner e sponsor (Fon- fittabile per piccoli DONAZIONI va Cassina Torchio, no fa. Poi è la decadenza. A far ese-
per (ri)avvicinare città e campa- dazione Cariplo, Banca Popolare eventi come cene, la- Aperte sottoscrizioni per tutti la Preganel- guire il restauro in atto è il Consor-
gna, ma non solo, con i cittadini di Milano e Mapei). Ne rimango- boratori, presenta- pubbliche di 250 euro la, “pertiche 1,20, zio Cantiere Cuccagna, al quale il
fruitori e anche attori delle iniziati- zioni, riunioni, con-
ve. La sua edificazione è antica, for-
no da raccogliere circa 1.400.000,
cifra che il Consorzio auspica di certi e feste di com- per i fondi mancanti valor capitale 30
scudi” come si leg-
Comune ha affidato lo stabile, in
concessione ventennale. Duemila
se del 1695, quando avvolta dalle mettere insieme non solo con la pleanno. Ad esem- necessari al restauro ge nella mappa del i metri quadri, più 1.500 di area
nebbie era in una zona allora anco- collaborazione di altri sponsor — pio, il Gruppoverde catasto redatto da- verde da mettere a nuovo, sotto
ra lontana dal diventare quartiere se ne cercano di tecnici con urgen- il 27 febbraio e il 13 marzo organiz- gli austriaci. Correva l’anno 1722 i l’occhio vigile della sovrintenden-
popolato di Milano. Oggi è tra via- za — ma anche con il contributo za un mini corso sulle tecniche di proprietari erano i padri Fatebene- za ai Beni storici e monumentali,
le Umbria e via Friuli, a sud-est. dei singoli cittadini che possono potatura (ore 15-17, partecipazio- fratelli. A fine ‘800 è la Drogheria attraverso un restauro conservati-
sostenere il progetto con piccole ne 20 euro) e in primavera è previ- Galli a a subentrare. Nel 1920 il vo prima e un adeguamento fun-
IL PROGETTO segue i principi donazioni oppure acquistando un sta la ripresa degli incontri su co- tracciato di viale Umbria decreta zionale e normativo poi.

L’IDEA NATA IN VIALE UMBRIA VENT’ANNI FA

Il sogno di quattro amici diventa realtà


— MILANO — agricolo. Con il patrocinio di Legambiente, Fai e
ANNO PENSATO al progetto Cascina Cuc- Slow Food (e in linea con lo sviluppo dell’area previ-
H cagna quattro amici residenti nel quartiere i sto dal Parco agricolo Sud Milano), nella Cuccagna
quali, vent’anni fa, vedendo la cascina anda- troveranno spazio un’agenzia di viaggio per il turi-
re in malora sognavano di farci un centro di raccordo smo agricolo, l’attivazione di circuiti commerciali a
per la gente della zona, qualcosa che riunisse e portas- filiera corta, come il mercato rionale che già si tiene AGGREGATORE
se a comunicare i cittadini sempre più chiusi nelle tutti i martedì (15.30-20, elenco delle aziende agrico- Negli spazi agibili
loro case. L’idea, presentata nel 2004, è piaciuta mol- le partecipanti sul sito cuccagna.org), un ristorante della cascina
to al Comune che, quasi in contempo- biologico (con prodotti territoriali e stagionali) e an- Cuccagna
ranea, iniziava a pensare al progetto cora una scuola di cucina (con corsi an- vengono
(legato all’Expo 2015), oggi pressoché ESEMPIO che per mense aziendali) e la realizza- organizzati
messo a punto del tutto, del recupero Modello da seguire zione in loco di orti e frutteti. meeting e feste di
delle sue 59 cascine ancora esistenti per il recupero quartiere
nel tessuto urbano e del quale questo di altre 59 strutture COLLEGARE la città alla campagna
della Cuccagna sarà il modello da se- significa anche riscoprirne maestranze
del tessuto urbano e cultura territoriale. Contribuiranno
guire. Burocraticamente la cascina di-
venterà un “Centro polifunzionale di in tal senso la creazione di un Audito-
iniziativa e partecipazione culturale territoriale”, pa- rium (per concerti, spettacoli teatrali e atelier creati-
vi), l’Incubatore di progetti creativi (che svolgerà
role complicate per dire che questo sarà un luogo ric- azione di consulenza oltre che affittare spazi disponi- Polifunzionale
co di attività di diverso genere dove, sotto la gestione bili) e l’Ecomuseo urbano. Infine (ma non ultimo
del Consorzio Cantiere Cuccagna, chiunque potrà per importanza), l’aspetto sociale: la Cuccagna vuole Nella Cuccagna troveranno
proporre l’idea che ha in testa e magari vederla realiz- essere un antidoto alla solitudine e all’insicurezza al- spazio un’agenzia di viaggio
zata. Ambiente e alimentazione, cultura e territorio, la quale spesso porta la vita in città. Per favorire co- per il turismo agricolo
coesione e integrazione sono le tre aree tematiche al- municazione e relazioni umane verranno creati spazi il mercato rionale
le quali ricondurre gli interventi previsti da progetto. per genitori/figli, adolescenti e di supporto alle comu- un ristorante biologico
La cascina, simbolo della vita di campagna, sarà in- nità straniere. una scuola di cucina
nanzi tutto il ri-collegamento tra città e ambiente T.B. orti e frutteti biologici
•• 16 24 ORE MILANO IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

IN BREVE Promoter alla sbarra per i decibel del «Boss»


— MILANO — po rispetto all’orario, le 23,30, fissato nel regolamen-
VIALE REGINA GIOVANNA to sui concerti a San Siro, ‘sforando’ anche i limiti
A CASA, i vetri e i lampadari tremavano
Armati e mascherati assaltano Banca Intesa
Scappano con un bottino di 10mila euro
«L e mi è venuto un attacco di panico, per-
chè soffro di problemi di cuore. Ho chia-
mato l’ambulanza». Così un uomo di origine brasilia-
dei decibel. Per questo il promoter italiano del
‘Boss’, Claudio Trotta, è imputato anche per inosser-
vanza dei provvedimenti dell’autorità pubblica. Ieri,
davanti al giudice, hanno sfilato alcuni anziani che
na, che vive vicino allo stadio di San Siro, ha raccon- abitano vicino allo stadio. Per la prossima udienza,
Due rapine in banca sono state ciato i cassieri, si sono fatti con- tato davanti al giudice della decima sezione penale il
messe a segno nel giro di segnare il denaro custodito nel- fissata per il 17 maggio, è stato chiamato a testimo-
«rumore spaventoso» provocato dal concerto di Bru- niare anche l’assessore comunale Giovanni Terzi,
mezz’ora nella mattinata di ie- le casse. Soltanto 30 minuti pri- ce Springsteen del 17 maggio 2008, in relazione al
ri. Il colpo con il bottino più in- ma un’altra rapina era stata fat- che all’epoca dei fatti aveva la delega ai Giovani e al
quale è imputato un manager italiano del ‘Boss’ per Tempo libero. L’assessore è stato citato come teste,
gente, circa 10 mila euro, è sta- ta alla Banca Popolare di Nova- disturbo della quiete pubblica. Secondo quanto rico- sempre il 17 maggio, anche nel processo che vede im-
to compiuto poco prima delle ra di piazza Porta Ludovica. struito dalle indagini del pm Giulio Benedetti, quel- putato un altro promoter, Vittorio Quattrone, che or-
10 alla filiale della Banca Intesa Qui un malvivente solitario, la sera la performance del cantante statunitense nel- ganizzò i concerti di Lenny Kravitz e dei Subsonica
San Paolo di viale Regina Gio- con una sciarpa dell’Inter, ha lo stadio milanese terminò una ventina di minuti do- del 14 e 18 luglio 2008 all’Arena Civica.
vanna: due banditi, verosimil- minacciato il direttore della fi-
mente italiani, armati di pisto- liale con un taglierino. Poi è
le e con parrucche, hanno fatto
irruzione nei locali dell’istituto
fuggito con un bottino di 7 mi-
la euro. Le indagini sono con-
SGOMBERI, IL SINDACO REPLICA ALLA CARITAS
di credito e, dopo aver minac- dotte dalla polizia.

Benzinaio rapinato
«La legge va sempre rispettata
mentre va in banca
Minacciato con un coltello e
rapinato. Vittima del ‘colpo’,
avvenuto intorno alle 10 di ie-
Non a seconda delle stagioni»
— MILANO —
ri in viale Bodio, il titolare di
un distributore di benzina. LLA RICHIESTA della
Mentre stava andando in ban-
ca a depositare l’incasso della
giornata di ieri, l’uomo è stato
avvicinato da un malvivente
A Caritas Ambrosiana di una
moratoria degli sgomberi
dei campi nomadi durante l’inver-
sui 30 anni, con il volto coper- no, il sindaco di Milano Letizia
to da un casco bianco che gli Moratti ha risposto confermando
ha puntato addosso un coltel- la linea del rigore. «Le leggi devo-
lo per poi impossessarsi del de- no sempre valere — ha affermato
naro contante. Bottino: 2800
euro. Indaga la polizia. — e non si possono rispettare a se-
conda delle stagioni. Le leggi so-
no leggi».

DOPO LA MANIFESTAZIONE PROPRIO MERCOLEDÌ, dopo


l’annuncio da parte del Comune
«Una via per gli studenti iraniani» del duecentesimo smantellamen-
to (dall’inizio del mandato) di un è mai facile tenere unito il bino- tensificare i nostri interventi - ha
Il consigliere regionale Silvia Ferretto Clementi ha portato insediamento abusivo che ha col-
ieri la propria solidarietà agli studenti iraniani che manifesta- mio legalità e accoglienza — ha ri- concluso il sindaco - a sostegno di
vano in Piazza Duomo, davanti al Consolato Iraniano, per pito anche una cinquantina di badito Letizia Moratti — ma le tutte le persone che hanno biso-
chiedere libertà e democrazia. «Una solidarietà doverosa con- bambini rom, il direttore della Ca- gno, a partire da chi è nelle condi-
leggi vanno fatte rispettare. Que-
tro la vergognosa e sanguinaria dittatura di Ahmadinejad ritas Ambrosiana, don Roberto zioni più difficili». Fra le iniziati-
sto è un punto indiscutibile e non
per delle persone che con coraggio stanno manifestando a Davanzo, aveva chiesto all’Ammi- ve già attive in questa direzione,
volto scoperto, mettendo a rischio, oltre che la propria vita, nistrazione comunale di poter so- possiamo fare finta di niente». Il
ad esempio, la Moratti ha ricorda-
anche quella dei loro familiari in Iran. Un coraggio e una de- spendere gli sgomberi durante i primo cittadino ha però voluto to «la guida che abbiamo presenta-
terminazione che devono trovare sostegno e solidarietà da mesi più freddi dell’anno, anche sottolineare l’impegno del Comu- to mercoledì, realizzata con la par-
parte di tutte le forze democratiche italiane. Per questo credo ne anche sul fronte della solidarie-
che sarebbe importante dedicare una via di Milano a questi in nome della collaborazione av- tecipazione della comunità di
coraggiosi studenti iraniani, per dimostrare che essi non ven- viata da Palazzo Marino con le as- tà, e non solo della repressione. Sant’Egidio, l’ampliamento della
gono lasciati soli contro chi nega i diritti dell’uomo». sociazioni del terzo settore per casa dell’accoglienza di viale Ort-
l’accoglienza degli sfollati. «Non «STIAMO CERCANDO di in- les e il piano antifreddo».

Via Papiniano, muore LE ESEQUIE DELL’EDITORE DEL CALENDARIO DEL POPOLO


motociclista 41enne
Incidente stradale mortale la not-
te scorsa intorno alle 2.15, all’in-
A Lambrate l’ultimo saluto a Nicola Teti
I SVOLGERAN- sueto direttamente da Ni-
crocio tra via Papiniano e via Mo-
destino. A semaforo lampeggian-
te, un’auto, condotta da una don-
na e una motocicletta, condotta
S NO stamattina al ci-
mitero di Lambrate,
i funerali dell’editore Ni-
cola Teti. Sempre fedele
alla sua giovanile militan-
za comunista, Nicola Te-
da un 41enne, si sono scontrate. cola Teti, morto improvvi- ti amava presentare la sua
Nell’urto - originato, probabil- samente nella sua casa di casa editrice milanese
mente dalla mancata precedenza - Milano all’età di 80 anni. all’insegna dello slogan
ha trovato la morte il centauro. Dal 1964, anno della mor- «Il coraggio della coeren-
te di Palmiro Togliatti, Te- za». Era anche l’editore
ti era l’editore di «Il Calen- della rivista «Marxismo
Esce dal bar tabacchi con un sacco di sigarette dario del Popolo», il perio- oggi». Nato il 9 marzo
dico di storia e cultura po- 1929 a Polia, in provincia
Ladro croato bloccato e arrestato da una volante litica nato nel 1945 per ini- di Vibo Valentia, Nicola
Gli agenti della Questura lo han- con l’aiuto di un complice che è ziativa di Stefano Canzio e Teti è stato un vulcanico
no bloccato mentre stava uscen- riuscito a fuggire, ha scardinato Giulio Trevisani ed ini- editore comunista, parti-
la serranda del ‘Caffe’ Romagna’ zialmente edito dalla sezio- colarmente orgoglioso di
do da un bar-tabacchi con un sac-
nell’omonima viale Romagna e ne stampa e propaganda del Pci. Presente in tutte le aver dato vita alla monumentale opera in 25 volumi
co dell’immondizia pieno di pac- case del popolo e diffuso soprattutto tra i tesserati co- di taglio marxista e materialista «La Storia della So-
si è impossessato di 200-250 pac-
chetti di sigarette. In manette munisti, «Il Calendario del Popolo» toccò punte an- cietà italiana», che negli anni Ottanta si avvalse della
chetti di ‘bionde’. Quando è arri-
con l’accusa di furto è finito un vata sul posto la polizia, chiama- che di 100.000 copie negli anni Cinquanta, contri- migliore storiografia di quegli anni (l’opera fu diret-
cittadino di nazionalità croata di ta da un vicino che aveva sentito buendo alla formazione politica e culturale di milio- ta da Giovanni Cherubini, Franco Della Peruta, Et-
42 anni. Intorno alle 4,20 di ieri dei rumori sospetti, il ladro stava ni di militanti. Nelle prossime settimane uscirà il nu- tore Lepore, Giorgio Mori, Mario Mazza, Giuliano
il malvivente, verosimilmente uscendo dal negozio. mero 750 del «Calendario» preparato come di con- Procacci, Rosario Villari).
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
L'EVENTO 17 ••

EVENTO ALLA SCOPERTA DELLA STREET ART VIDEO WALL


RASSEGNA «DISEGNAR SUI MURI: dalla Street-Art alla Video- specific», lavori realizzati proprio per l’occasione e riserva-
I visitatori potranno Wall», è la mostra che è stata inaugurata alla Fabbrica del te ai particolari saloni della Fabbrica. Nove artisti, italiani
ammirare fino ed internazionali, giovani esponenti dell’arte contempora-
al 4 marzo le opere Vapore, in via Procaccini. La rassegna, curata da Marina
nea che disegnano sui muri per esprimere un loro linguag-
di nove autori Mojana e promossa da Opera d’Arte in collaborazione gio. Rapidi e dinamici, la curatrice ha cercato di seleziona-
italiani ed con Below, è patrocinata dal Comune di Milano. I visitato-
internazionali re autori emergenti, anche attivi a Milano e nelle città del-
(Newpress) ri potranno così ammirare, fino al 4 marzo, le opere «site la Provincia.

EMERGENTE
IL CD DI MALIKA AYANE
«Grovigli» è il nuovo album
per Malika Ayane. La giovane
artista, una delle voci più
belle della musica italiana
ha incontrato i fan
alla Sugar prima di tuffarsi
nell’avventura
del Festival di Sanremo

LA MOSTRA ALLA NOWHERE GALLERY


LE MIGLIORI FOTOGRAFIE DI ORIO VERGANI
La mostra Signs sarà la grande protagoinista alla Nowhere Gallery di via
della Moscova. Una rassegna, realizzata da Stefano Lupatini (nella foto a
sinistra), che presenta le migliori fotografie di Orio Vergani, considerato
il primo fotogiornalista italiano

APPASSIONATI
TANTI GLI SCATTI
DA AMMIRARE
All’inaugurazione della
ALLA FNAC mostra Signs hanno
PATTY PRAVO E IL DVD partecipato moltissimi
appassionati della
DEI SUOI CONCERTI fotografia che, nelle sale
La cantante Patty Pravo della Nowhere Gallery,
ha presentato alla Fnac il dvd hanno potuto ammirare
«Circola un video su di me» gli scatti che
realizzato grazie ripercorrono una parte
alle immagini che i suoi fan importante della storia
hanno registrato d’Italia
in occasione dei concerti
del suo ultimo tour

EUROPA TRENI PER AUSTRIA E GERMANIA SEQUEL CAST IMMUTATO PER SCUSA MA TI VOGLIO SPOSARE
Deutsche Bann, Osterreichische Bundesbahnen e LeNord Il film della Medusa nel cast vede anche Francesca Ferrazzo (foto a sinistra)
insieme per avere più treni fra Nord Italia, Austria e Germania. Kiara Tomaselli, Ignazio Oliva, Michelle Carpente, Francesco Apolloni,
Da sinistra, Marco Kampp e Jens Roder di DB e Rijkert Luca Angeletti, Beatrice Valente Covino,
Kettelhake, delegato dell’Ente Germanico per il Turismo
•• 20 AGENDA IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

FARMACIE
MILANO
CENTRO
(Zona Duomo, P. Volta, Garibaldi,
Monforte, Lamarmora, Carrobbio, Magen-
ta): v. Spadari, 13; v. Crocefisso, 1; p.za
Cavour, 5; v. San Vincenzo, 1; l.go La
Foppa, 1.
NORD
(Bovisa, Affori, Niguarda, Greco, Quarto
Oggiaro, Staz. F.S. Garibaldi): v. Gazzoletti,
3; v. Livigno 6/b; v. Litta Modignani, 5;
v. San Glicerio, 6; v. Zuretti, 9.
SUD
(Ticinese, Vigentina, Rogoredo, Barona,
Gratosoglio): c.so Lodi, 5; v. Antonini,
56; v. Boifava, 4/c; v. Bordighera, 22;
v. La Spezia, 20.
EST
(Venezia, Vittoria, Romana, Loreto, Città
Studi, Lambrate, Ortica, Forlanini,
Mecenate): v. Lazzaretto, 19; v. Plinio,
11; v.le Monza, 43/b; v. Pieri, 1; v.le
Lombardia, 65; p.le Gorini, 14; c.so Indi-
pendenza, 14; v. Battistotti Sassi, 24; v.
Strigelli, 2; v.le Padova, 256.
NUMERI UTILI
Carabinieri 112
LA FOTO DEL GIORNO OVEST
(Lorenteggio, Baggio, Sempione, S.
Siro): v. Foppa, 5; l.go Scalabrini, 6; v.
Polizia 113
Primaticcio, 217; c.so Vercelli, 5; p.za
Emergenza infanzia 114 Selinunte, 3; v. Chiarelli, 10; c.so Sempio-
Vigili del Fuoco 115 ne, 67.
Guardia di Finanza 117 Dalle ore 21 alle 8.30
Emergenza Sanitaria 118 v. Boccaccio, 26; p.za Duomo, 21; p.le
Acquedotto pronto intervento 0284772000 Sempione, 8; p.za Cinque Giornate, 6;
AEM Elettricità Emergenze 022521 p.za S.M.Beltrade, 1; c.so Magenta, 96;
AEM Gas Guasti 025255 p.za Clotilde, 1; v.le Zara, 38; v.le Testi,
90; Stazione Centrale (Gall. Delle parten-
Polizia Stradale 02326781
ze); Stazione Garibaldi; v. Stradivari, 1;
Polizia Municipale 0277271 v. Celentano, 1; c.so Buenos Aires, 4;
Prefettura 0277581 v.le Lucania, 10; v. Boifava, 31/b; c.so
Questura 0262261 S.Gottardo, 1; v. Vigevano, 45; v.
Soccorso Stradale ACI 803116 Lorenteggio, 208; v. Buonarroti, 5; v.
Canonica, 32; v. R. Di Lauria, 22; Ripa
Telefono azzurro 19696 Ticinese, 33; v.le Ranzoni, 2.
Telecom servizio guasti 187 SEMPRE APERTA
STAZ. CENTRALE piazza D. D’Aosta
TAXI METROPOLI
ABBIATEGRASSO: Castoldi corso Italia 39
Numero Unico 848814781 (02 94967378); ARESE: Farris viale dei Platani
Radio Taxi Milano 028585 6 (02 93581039); BARANZATE: Varesina via
Radio Taxi Milano 026969 Trieste 1/D (02 3560493); BUBBIANO: Comunale
Radio Taxi Milano 025353 via Trento (02 90834369); BUCCINASCO:
Eredi Marischi via Emilia angolo via Romagna
Radio Taxi Milano 024040 (02 4882465); CESANO BOSCONE: Eredi
Ferri via Roma 76 (02 4582032); CESATE:
TRASPORTI Slogan, striscioni, persino fumogeni al presidio degli inquilini ieri davanti a Palazzo Marino. «Il
Favaro via Carlo Romanò 13 (02 9940738);
CORBETTA: Del Corso corso Garibaldi 55 (02
Comune - questa la richiesta dei comitati - deve dare una risposta al problema delle occupazioni 9779071); CORSICO: Comunale 1 via Caboto
ATM 800808181 3 (02 45100179); CUGGIONO: Armandola pi-
abusive degli alloggi popolari, una questione che riguarda circa 5000 famiglie, costituendo una
Ferrovie Nord Milano 0285111 azza San Giorgio 35 (02 974093); GORGONZOLA:
commissione» Abbiati Piazza Garibaldi 4 (02 9513695); LE-
Trenitalia 892021
Radio Bus 0248034803 GNANO: Maiocchi via Delle Azalee 5 (02
597971); MELEGNANO: Giardino Via Giardino
Aeroporto Malpensa 0258583218
Aeroporto Linate 027382787
IL SACRO E.... IL PROFANO 45 (02 98236182); MESERO: Agili via S.
Bernardo 19 (02 9787491); PANTIGLIATE:
Aeroporto Orio al Serio 035326323 Rinaldi via Risorgimento 41/A (02 9067058);
Malpensa Express 199151152 LA BIBBIA - SAMUELE 2 Capitolo 7 LA BARZELLETTA PARABIAGO: S. Lorenzo via Corridoni 1 (0331
Trasporto Orio al Serio 86464854 Fisserò un luogo a Israele mio popolo e ve lo pianterò perché DEL GIORNO 551493); PIEVE EMANUELE: Della Pieve via
Roma 20 (02 90720644); PIOLTELLO: Comunale
abiti in casa sua e non sia più agitato e gli iniqui non lo opprimano come in 3 via Nenni 9 (02 92104150); PIOLTELLO
SERVIZI AL CITTADINO passato, al tempo in cui avevo stabilito i Giudici sul mio popolo Israele e gli Al telefono. (FRAZ. SEGGIANO): Centrale via D’Annunzio
darò riposo liberandolo da tutti i suoi nemici. Te poi il Signore farà grande, “Pronto con chi parlo?” 86 (02 92160810); RHO: Comunale 1 via Ferrari
Comune di Milano 020202 poiché una casa farà a te il Signore. Quando i tuoi giorni saranno compiu- “Calzaturificio senese, mi dica”. 66 (02 9303231); ROZZANO: Comunale 2
Anagrafe servizio tel. 800208278 ti e tu giacerai con i tuoi padri, io assicurerò dopo di te la discendenza us- “Scusi ma ho sbagliato numero”. viale Liguria 2 (02 8254649); S. DONATO MI-
Biblioteche di Milano 800880066 LANESE (FRAZ. CERTOSA): Comunale 1 pi-
cita dalle tue viscere, e renderò stabile il suo regno. Egli edificherà una casa “Non si preoccupi, se ha lo scontri- azza Tevere 22 (02 52711113); S. GIULIANO
Servizio sociali Milano 800777888 al mio nome e io renderò stabile per sempre il trono del suo regno. Io gli no glielo cambieremo...” MILANESE (FRAZ. BORGOLOMBARDO):
AMSA 800332299 sarò padre ed egli mi sarà figlio. Se farà il male, lo castigherò con verga Borgolombardo via Labriola 18 (02 9848432);
Centro Ascolto Tel. Donna 026443043/4 d'uomo e con i colpi che danno i figli d'uomo, ma non ritirerò da lui il mio fa- SENAGO: Gaggiolo via Fratelli Rosselli 14 (02
Multe e tasse comunali 800851515 vore, come l'ho ritirato da Saul, che ho rimosso dal trono dinanzi a te. La 9986686); SETTALA: Pistone via Trento 27
Blocco Bancomat 800822056 tua casa e il tuo regno saranno saldi per sempre davanti a me e il tuo trono (02 95770269).
Difensore Civico 0288464544 sarà reso stabile per sempre». Natan parlò a Davide con tutte queste pa-
AssoConsumatoritalia 0236584444 role e secondo questa visione. Allora il re Davide andò a presentarsi al ASSISTENZA MEDICA
Codacons 02862438 Signore e disse: «Chi sono io, Signore Dio, e che cos'è mai la mia casa, NUMERI ASSISTENZA GENERICA
Ass. Vittime Strada 3497786185 perché tu mi abbia fatto arrivare fino a questo punto? Guardia medica 0254123617
Croce Rossa Italiana 023883
Croce Rosa Celeste 023319845
MERCATI AMBULANTI Pronto soccorso bambini 0257995363
Drogatel 800016600
MILANO Guardi, da via G. da Milano a via Briosi, (Zona 5) via Dei Guarneri: tutta via Dei OSPEDALI PRONTO INTERVENTO
DIRETTORE RESPONSABILE:
da viale Argonne a piazza Guardi e via Guarneri; GRATOSOGLIO NORD (Zona Fatebenefratelli 0263631
GIOVANNI MORANDI AGILULFO (Zona 5) via Agilulfo - via Niguarda 0264441
Canaletto per 100 metri; CATONE (Zona 5) via Baroni: tutta via Feraboli sino al
Neera: da via Palmieri a via Neera e via San Raffaele 0226431
VICEDIRETTORI: 9) via Catone - via Patti: da via Jenner a civico 16/b; MARCO AURELIO (Zona 2) San Carlo 0240221
LAURA FASANO (VICARIO) Algilulfo sino al civico 15; BENACO (Zona
via Ugoni e tutta via Patti; CITTADINI - via M. Aurelio - via Termopili - via Roggia Policlinico 0258307403
GIULIO GIUZZI 4) via Benaco: da piazza Bonomelli a via San Paolo 0281841
MARCO MANGIAROTTI ARSIA (Zona 8) via Cittadini - via Arsia: Scagna: da via Rovereto a via Transiti da
Beembo; BONOLA (Zona 8 via Cechov Gaetano Pini 02582961
da via Arsia a via Otranto e da via Zogli via Roggia Scagna a via Transiti e da via IEO 02574891
SEDE DI MILANO A.: parcheggio Centro Commerciale Bonola;
via Stradivari, 4 - Milano a via Cittadini; CREMA (Zona 5) via Crema Termopili a via M. Aurelio; PAGANO (Zona Luigi Sacco 0238005377
Tel 02-27.79.91.11 CABELLA (Zona 3) via Cabella - via B.M. - via Piacenza - via G. Romano: da via 1) largo V Alpini: parterre centrale; PISTO- IN Cura tumori 0223901
Numero verde: 800.240846 da Carcano: da via Vercesi a via Carcano I Ospitalieri 029065019
Sabotino a via Piacenza, da via Creama IA (Zona 7) via Pistoia: da via Rismondo Don Gnocchi 0239701
email: e da via Val Cannobina a via Cabella;
segreteria.redazione@ilgiorno.net a piazza Buozzi, da via Crema a via Palladio a via Ceriani; STRESA (Zona 2) via Stresa Ospedale Cernusco S/N 02923601
CANALETTO (Zona 3) via Canaletto - e parterre centrale chiesa; CURIEL (Zona - via M. Gioia: da via M. Gioia a piazza Ospedale Gorgonzola 02957071
Filo diretto con la redazione: Ospedale Melzo 02951221
via Sangallo - piazza Guardi - via Pietro 6) via Curiel: parcheggio da via Lope de Carbonai e M. Gioia lato dispari da Cariplo
email: forum@ilgiorno.it Ist. Humanitas di Rozzano 0282246205
Da Cortona: da piazza Fusina a piazza Vega a via Venosta; DEI GUARNERI civico 121. San Donato Milanese 02527741
www.ilgiorno.it
Venerdì 12 febbraio 2010 e-mail: segreteria.redazione.milano@monrif.net
Redazione: via A. Stradivari, 4 - 20131 Milano - Tel. 02 27799111 - Fax: 02 27799537 · Pubblicità: S.P.E. Tel. 02 575771 - Fax: 02 57577630

Vandali scatenati a scuola


Trezzano, quattro teppisti in azione. Ma il raid viene ripreso da una telecamera SANTOLINI
· all’interno

SAN DONATO SSBLOCCATA


BLOCCATA LL’IMPASSE
’IMPASSE LLA
AH ITMAN C
HITMAN ERRUTI
CERRUTI
Liceali pestati PUÒ T
PUÒ ORNARE A P
TORNARE RODURRE
PRODURRE
e rapinati
da sei latinos Nuovo ssciopero
Nuovo ciopero e bblocco
locco sstradale
tradale
pper
er ll’Alfa
’Alfa Romeo, cche
Romeo, he ccontesta
ontesta
ttrasloco
rasloco e llicenziamenti
icenziamenti aall’Innova
ll’Innova
SERVIZI · all’interno

Una baby gang di


sudamericani ha aggredito a
botte e spintoni tre coetanei a
Metanopoli portando via
iPod, cellulari e uno zaino
PRESO IN FIERA A RHO
ZANARDI · all’interno

Tenta di rubare
SAN DONATO
una scultura
da 4 quintali
Sgomberi a raffica DOTTO · all’interno
per respingere
l’assedio dei rom LOMBARDIA NOIR

Bestie di Satana
Paolo Leoni
ora scrive canzoni
Il sanguinario
Ennesima operazione componente
a San Giuliano: le carovane della setta sta
scontando
cacciate da Milano l’ergastolo per

SSUL
UL FFILO
ILO DDII LLANA
ANA
si accampano nell’hinterland gli efferati
Pioltello tenta la strada omicidi
compiuti
dell’integrazione dal gruppo
nel Varesotto
TOSSI · all’interno
MORONI · all’interno
•• 22 METROPOLI: PRIMO PIANO IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

OCCUPAZIONE PRIMA DI TUTTO


«L’estensione da tre a cinque anni delle garanzie
occupazionali - ha detto Nadia Landoni, assessore ai
Servizi Sociali - è un ulteriore passo migliorativo fatto
nell’interesse delle dipendenti». SPIRAGLI DI
Hitman, luci accese: ripartono
Piano di riorganizzazione: in attesa che venga realizzata la fabbrica

CAROVANA
In corteo
per il posto
— TREZZANO —

IRERÀ nell’hin- Lavoratrici in

G terland milanese
venerdì la «carova-
na del lavoro» organizzata
corteo: anche
senza l’appoggio
dell’opposizione
e di qualche
dalla Confederazione uni-
esponente della
taria di base (Cub) per la maggioranza,
tutela dei lavoratori e la di- il consiglio
fesa del posto di lavoro. comunale
La manifestazione tocche- ha decretato
rà le più importanti fabbri- il rilancio
che in lotta dell’hinter- di Hitman (SPF)
land milanese: partirà dal-
la sede dell’Innse in via di FRANCESCA SANTOLINI credito e, in più occasioni, l’accordo sottoscrit- fica della documentazione – spiega l’assessore
Rubattino e la prima tap- — CORSICO — to nel 2007 con Finanziaria spa, società del Molisse – arrivando a una soluzione migliorati-
pa sarà davanti all’azienda gruppo Graniglia&Partners spa ha rischiato di va nell’interesse di tutta la città. Un impegno
Mangiarotti. Seguiranno EPPUR SENZA L’APPOGGIO dell’op-
poi soste davanti a Lares,
Alfa Romeo, Eutelia e No-
vaceta. Il corteo termine-
S posizione e di qualche esponente della
maggioranza, il consiglio comunale di
Corsico ha decretato il rilancio Hitman. L’altra
sfumare. L’altra sera, l’ultimo atto. «Credo sia politico che ci eravamo assunti nei confronti
forse l’atto più importante a conclusione del dei lavoratori. Una scelta che permette il rilan-
mio decennio come sindaco di Corsico – ha det- cio industriale di un marchio importante del
to Sergio Graffeo – perché con questo progetto made in Italy e quindi motivo di orgoglio per
rà a Trezzano sul Navi- sera, infatti, è stata approvata la variante che dà la città ne esce protagonista. tutta Corsico».
glio alle ore 18.00 davanti il via libera all’intervento di realizzazione di un Ci siamo confrontati spesso
all’azienda Maflow. Alcu- nuovo stabilimento in viale Italia e alla trasfor- e questo ci ha permesso di LA SVOLTA ADESSO, COME prevedo-
ne tra le proposte del cor- mazione urbanistica dell’attuale sito lungo la trovare soluzioni importan- È passata per un soffio no gli accordi, la produzione
teo sono: il blocco dei li- Nuova Vigevanese. Insomma, la lunga agonia ti per un’azienda, la Hit- la variante può ripartire nel vecchio sta-
cenziamenti, l’assunzione delle lavoratrici della storica fabbrica corsiche- man, che considero un patri- di destinazione d’uso bilimento. «Siamo ovvia-
a tempo indeterminato se che, con coraggio, costanza e caparbietà sono monio storico della città». Il del vecchio stabilimento mente soddisfatti – prose-
dei precari, l’estensione riuscite a non trasformarsi in vittime di un falli- documento è stato approva- gue Augurusa –. Ora, la tena-
degli ammortizzatori so- mento finanziario più che produttivo, possono to senza l’opposizione che, cia delle lavoratrici è stata ri-
ciali a tutti i lavoratori, la finalmente brindare ad un futuro più roseo. probabilmente per non far vedere la sua contra- pagata e spetta all’imprenditore riportare il la-
gratuità delle mense scola- «Ora – spiega Giuseppe Augurusa, il sindacali- rietà alle numerose lavoratrici presenti, ha ab- voro del made in Italy di alta gamma a Corsico,
stiche e degli asili nidi e il sta Filtea Cgil Lombardia che sin dall’inizio di bandonato l’aula. Due gli astenuti: Verdi e lista realizzando nei tempi dell’accordo il nuovo sta-
canone sociale per i reddi- questa odissea è stato al fianco delle lavoratrici «Un quartiere, una città». Ha votato contro, in- bilimento». Nell’ultima intesa siglata il 28 gen-
ti bassi. La carovana sarà – nulla osta all’avvio del piano industriale e alla vece, il rappresentante dell’Idv. La serata è sta- naio scorso, la Hitman, le Rsu e la Filtea Cgil
avevano sottoscritto un verbale d’intesa con il
composta da due camper, riaccensione delle macchine». Un percorso lun- ta aperta con l’illustrazione, da parte dell’asses- quale al rilancio delle concessioni edilizie,
un bus da 50 posti, alcune go è minacciato, spesso, da più fattori: in pri- sore Giovanni Molisse, delle cinque osservazio- l’azienda si impegna a presentare «un aggiorna-
auto e un furgone. mis la burocrazia. Infatti, i lunghi tempi dei ni presentate al Piano e delle relative contro-de- mento del Piano industriale con il crono- pro-
procedimenti legali e amministrativi, non han- duzioni. Tutte le richieste sono state accolte. gramma della costruzione del nuovo stabili-
no sempre coinciso con quelli degli istituti di «Credo si sia fatto un importante lavoro di veri- mento».

TREZZANO
CRISI
Manifestazione
dei dipendenti
della Maflow
(SPF)
Maflow, Santa Messa
di FRANCESCA SANTOLINI voratrici Hitman, i dipendenti
— TREZZANO SUL NAVIGLIO — della multinazionale un tempo
EPILOGO POSITIVO leader nella produzioni di compo-

L’ del caso Hitman ex Cer-


ruti accende un barlume
di speranza tra i numerosi lavora-
nenti per autmobili, si stanno ado-
perando per attirare l’attenzione
pubblica e delle istituzioni sulla
loro situazione. Dopo i presidi, i
tori che, vittime della crisi che ha
colpito l’economia italiana, sono cortei e le corse, domenica 14 feb-
oggi in condizione di precarietà. braio, alle ore 11, l’azienda ospite-
Tra questi, anche i lavoratori del- rà le due comunità religiose del
la Maflow di Trezzano sul Navi- Comune alle porte di Milano con
glio che, dall’11 gennaio scorso la celebrazione di una Santa Mes-
hanno organizzato un presidio sa. Lo hanno comunicato nei gior-
sul tetto dello stabilimento di via ni scorsi i due parroci trezzanesi,
Boccaccio, 1. Proprio come le la- don Franco Colombini e padre
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
METROPOLI: PRIMO PIANO 23 ••

RIPRESA
ATTO APPROVATO, UNA VITTORIA
«L’atto approvato dal consiglio comunale - spiega
Giuseppe Augurusa, rappresentante Filtea Cgil
Lombardia - rappresenta la degna conclusione di una
collaborazione tra ente locale, sindacati e impresa».

le macchine
al via a una nuova linea produttiva

ARESE: LA PREFETTURA

«I due sindacalisti licenziati


saranno riassunti subito»
Innova Service, dopo l’annuncio sciolto il presidio
di GIULIO DOTTO nunciata da giorni non solo operai in cassa integrazione
— ARESE — per chiedere il reintegro al lavo- con scadenza ad aprile, compre-
ro dei due delegati sindacali si nel piano Fiat per spostare
A PREFETTURA pro-
L mette: «I due delegati
sindacali licenziati sa-
ranno riassunti subito». E se
dello Slai Cobas, Carmelo
D’Arpa e Renato Parimbelli, li-
cenziati da Innova Service,
l’istituto che si occupa delle
in Piemonte il Centro Stile. Sia-
mo disponibili a un accordo
che preveda una soluzione per
i lavoratori del sito e ribadia-
questo comunicato porta un portinerie e dei servizi sul sito mo il no a progetti sull’area in
po’ di buonumore tra i lavorato- vista dell’Expo 2015 che non
ri che ieri mattina dalle sei ave- ex Alfa, ma anche contro il tra-
sferimento a Torino del Cen- salvaguardino i posti di lavo-
vano bloccato il viale che porta ro».
alle autostrade, liberato dopo tro Stile e Progettazione e dei
l’annuncio, non serve a placare suoi 232 lavoratori dal prossi-
i loro animi e ad abbassare la mo 16 aprile. Quando dalla Pre-
guardia davanti a quel che re- fettura, poco dopo mezzogior-
sta dello stabilimento Alfa Ro- no è arrivata la comunicazione
della riassunzione dei due li-
domenica in fabbrica meo e alle portinerie che porta-
no alle aziende che si sono inse-
diate sull’area dell’ex stabili-
mento automobilistico. La pa-
cenziati da parte di Innova Ser-
vice, è stato tolto il blocco che
però è rimasto davanti alla por-
Renato Spallone, ai rappresentan- strazione o calcoli politici o inte- rola d’ordine è sempre la stessa tineria.
ti dei lavoratori della Maflow. «Il resse di parte può minacciarlo, «L’Alfa non deve morire, la Re-
lavoro è dignità, sicurezza, vita, fu- oscurando il futuro delle persone, gione deve rispettare gli impe- «NON ABBIAMO ANCORA
gni presi con l’auto ecologica e visto il provvedimento di rein-
turo - sottolineano i due prelati –. mettendo a rischio la famiglia, de- tegro perchè la comunicazione
nessuna speculazione dovrà es-
La fede ci fa sentire responsabili stabilizzando la comunità». Alla sere fatta su queste aree». A tre è stata fatta solo a voce. Sicco-
di tutti, la carità ci chiede di esse- celebrazione parteciperà anche il settimane dal primo incontro me in questi anni ne abbiamo
re a fianco dei più deboli, la spe- sindaco di Trezzano, Liana Scun- con il Prefetto di Milano, non viste di tutti i colori, se non
ranza ci stimola a perseverare fino di insieme alla sua Giunta. Il pri- vedendo nulla di concreto avremo a breve un segnale con-
a che ogni diritto sia pienamente mo cittadino ha esteso l’invito an- all’orizzonte, ieri mattina alle creto sul reintegro dei lavorato-
rispettato e garantito. che al consiglio comunale, per 6, un gruppo di lavoratori han- ri e le lettere di riassunzione, ri-
no bloccato la «rotonda» davan- prenderemo con le nostre ini-
continuare a sostenere la battaglia ti alla portineria Sud Ovest im- ziative di lotta - ha affermato
LA DIGNITÀ DELL’UOMO e per il lavoro che stanno portando pedendo il proseguimento ver- Corrado Delle Donne (nella fo-
della donna ci impone di stare dal- avanti i dipendenti della multina- so gli acessi autostradali ai mez- to SN), coordinatore nazionale
la parte di chi difende il posto di zionale trezzanese in cassa inte- zi in transito. Una protesta an- dello Slai Cobas -. Sono 230 gli
lavoro. Nessuna cattiva ammini- grazione.
•• 24 METROPOLI IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

L’ONDATA PIOLTELLO
Dopo gli ultimi Qui si è tentata
sgomberi nel Milanese
sono a rischio di altre la carta
occupazioni abusive dell’integrazione
le campagne
— PIOLTELLO —
al confine fra San
Giuliano e San Donato A TENTATO la

I BLITZ OPERAZIO-
NE
H carta dell’integrazio-
ne, dando un’oppor-
tunità alle famiglie nomadi
che vivono sul territorio da
Mercoledì la polizia Uno dei anni. E’ quello che è accadu-
locale era intervenuta recenti to a Pioltello, dove il Comu-
a Cascina dell’Accesio: sgomberi ne ha cercato di arginare l’oc-
là quattro romeni di nomadi cupazione di cascina Bareg-
clandestini avvenuti giate con un progetto di inte-
nascondevano il bottino nell’hinterland grazione dei minori all’inter-
di furti nelle case (Studionord) no delle scuole, un lavoro
per i genitori e una casa per
le famiglie meno problemati-

Nuova invasione di rom in arrivo


che. In agosto, uno sgombe-
ro ha fatto rientrare la situa-
zione della Bareggiata, dove
per lungo tempo hanno abi-
tato 200 nomadi, arrivati al-

E altro sgombero a Cascina Prati


la soglia dei 400 dopo gli
sgomberi forzati dalla Bovi-
sasca e dalle altre periferie
milanesi. A un anno di di-
stanza, l’incubo Bareggiate

San Giuliano, controlli a tappeto dei carabinieri in tutto il Sud-est torna a farsi sentire. Nei me-
si scorsi la situazione era al
collasso. Un boom di arrivi
di PATRIZIA TOSSI sati in quattro roulotte, posteggiate nascondere il bottino di furti nelle numerose azioni ad hoc con cui ingestibile per i sindaci della
— SAN GIULIANO — in una delle zone più isolate di San abitazioni della zona. mantengono elevato il livello di si- zona, che in poche ore si so-
Giuliano. Avevano sfondato le bar- curezza in città. Le operazioni di no visti naufragare perfino il
ARABINIERI in stato di al- progetto di integrazione e re-
C lerta per contrastare una
nuova invasione di rom, in
arrivo dalle periferie milanesi dopo
riere anti-intrusione sistemate da
una società milanese, proprietaria
dell’immobile. I nomadi, che sono
stati sgomberati, erano stati allonta-
ALL’INTERNO della struttura
occupata illegalmente, gli agenti
hanno trovato 4 motoveicoli ruba-
ti, una cassaforte divelta e un allac-
sgombero sono l’unico mezzo che
abbiamo per difendere il nostro ter-
ritorio da chi lo occupa violando le
norme di convivenza civile. Ri-
cupero dei nomadi sul quale
stavano ragionando da tem-
po. Si trattava di un patto di
gli ultimi sgomberi di Chiaravalle nati dalla zone di Chiaravalle in ciamento abusivo alla corrente elet- badisco che per risolvere socialità e legalità messo
e Rogoredo. E’ allarme nomadi in un’azione di bonifica della polizia trica attraverso un cavo artigianale con efficacia questa pro- a punto dal Comune
tutto il Sud-est Milanese, dove ieri locale di Milano. collegato a un pa- blematica occorre un co- di Pioltello e Vimo-
le forze dell’ordine hanno iniziato lo Enel nell’area ordinamento tra enti a drone insieme alla
un controllo a tappeto su tutto il
L’EMERGENZA più alto livello e una Casa della Carità
DOPO gli sgom- adiacente alla ca-
territorio alla ricerca di accampa- beri milanesi, so- I nomadi provengono scina. Dopo aver politica nazionale che di Milano e con il
menti abusivi. Una maxi-operazio- no a rischio di dalle periferie milanesi: provveduto ad av- affronti il tema con sostegno dei sin-
ne antirom guidata dal maggiore un’ondata straor- erano stati cacciati visare la proprie- maggior rigore». Il gior- daci dell’est mila-
Giuliano Gerbo della Compagnia dinaria di rom le da Chiaravalle e Rogoredo tà e al recupero no prima, gli agenti ave- nese, pensato però
Carabinieri di San Donato, che nel- zone che confina- dei veicoli ruba- vano rimosso 5 tende al- per 200 persone.
le ultime ore ha dislocato numero- no col capoluogo: ti, gli agenti han- lestite tra i binari della fer- Dopo un anno di stal-
se pattuglie in tutte le zone di fron- dalle campagne tra la frazione di no accompagnato le quattro perso- rovia e la tangenziale, al confi- lo, per sbloccare la si-
Poasco a San Donato e San Giulia- ne alla locale stazione Carabinieri ne col quartiere milanese di Rogo- tuazione c’è voluta un’in-
tiera, da San Giuliano a San Dona- redo. «Anche sul fronte dell’abusi-
to, Peschiera e Segrate. Mercoledì no, ma anche le zone che si trovano per il fotosegnalamento. Il magi- vismo - aggiunge l’assessore alla Si- terrogazione parlamentare
sera, i militari del radiomobile di a ridosso delle tangenziali e della li- strato che si è occupato della vicen- curezza, Simona Gargani - prose- da parte della Lega, che ha
San Donato, insieme ai colleghi nea ferroviaria. Risale a mercoledì da ha denunciato a piede libero gue il nostro impegno per garanti- dato una sferzata ai lavori
dalle stazioni di Paullo e Peschiera, anche l’intervento di Cascina due delle quattro persone fermate re la legalità sul territorio comuna- del tavolo di concertazione
hanno portato allo scoperto un dell’Accesio, dove la polizia locale per invasione di terreni e furto di le. Invito i cittadini a continuare della Prefettura con i sindaci
campo nomadi all’interno di Casci- di San Donato ha individuato un energia elettrica. «Ringrazio i no- con le segnalazioni». Nell’interven- della zona. L’area è stata
na Prati, una struttura abbandona- insediamento abusivo di clandesti- stri agenti - ha commentato il sin- to gli agenti non hanno trovato nes- sgomberata scorso agosto.
ta nella zona di Sesto Ulteriano. ni romeni. Tre donne e un uomo daco Mario Dompè - per l’attività suno degli occupanti degli alloggi Pa.Tos.
Una ventina di rom vivano ammas- usavano il fabbricato diroccato per di controllo del territorio e per le improvvisati.

PESCHIERA

Centinaia le auto prese d’assalto e «ripulite»


— PESCHIERA — madi di Segrate, allestito abusivamente in uno dei parcheggi
che si trovano a ridosso dell’Idroscalo.
CARABINIERI lanciano un appello a tutti i cittadini, chie-
I dendo loro di segnalare alle centrali operative dell’Arma CENTINAIA le auto prese d’assalto e gli automobilisti sono
ogni insediamento abusivo avvistato sul territorio. A volte stati ripuliti dei portafogli, cellulari, orologi e oggetti preziosi.
sono talmente nascosti da sfuggire ai controlli delle forze «Ero in auto con mio figlio - ha racconta nei mesi corsi un’abi-
dell’ordine, ma basta una telefonata al 112 per fare intervenire tante della zona, Laura M.- stavo transitando
le pattuglie dei carabinieri. Ma non solo. Il Co- vicino al campo nomadi quando, all’improv-
mune di Peschiera sta per attivare uno sportel- L’APPELLO viso, dei bambini si sono buttati in mezzo alla
lo contro l’illegalità e un numero verde dove i Il Comune sta per attivare strada. Per paura di investirli, ho dovuto ral-
cittadini potranno segnalare, anche anonima-
mente, ogni situazione sospetta. Una delle zo- un numero verde lentare e mi hanno tirato dei sassi contro i fi-
dove segnalare nestrini. Mi sono fermata e sono stata circon-
ne più a rischio di invasione da parte dei no-
madi è quella dell’Idroscalo, posta al confine ogni situazione sospetta data da alcuni uomini violenti. Ho vissuto
momento di panico: temevo che cercassero di
tra Peschiera e Segrate, periodicamente presa rapire mio figlio, mi sono chiusa in auto e ho
d’assalto dalle carovane di rom. L’anno scorso accelerato di colpo, cercando una via di uscita». E ancora: «I
la situazione era diventata così esplosiva, da costringere i centri
sportivi dell’Idroscalo a mettere in allerta gli atleti e i visitatori nomadi hanno messo pezzi di vetro, legno e altri oggetti ta-
del parco con note informative contro furti e rapine messi in glienti sulla strada - ha spiegato Luca G.- per impedire il pas-
atto dai rom e dirottandoli verso gli ingressi laterali, presidiati saggio delle auto. Conosco molte persone che sono state rapina-
dalle guardie locali. I bambini venivano usati come esca per ag- te». Durante il pernottamento abusivo, i nomadi accumulano
ganciare le auto dirette al parco dell’Idroscalo, fermate a sassate sporcizia, pattume ed escrementi umani ovunque. Non solo si-
Polemica sui bambini rom usati per i furti sulle sui vetri e poi accerchiate da una banda di rapinatori adulti, curezza, quindi, ma anche un problema di igiene.
strade (Np) armati di bastoni e coltelli. E’ accaduto per mesi al campo no- Pa.Tos.
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
METROPOLI 25 ••

Raid nella notte, palestra distrutta


Ma le telecamere inchiodano i vandali
Trezzano: quattro teppisti in fuga, il sindaco: consegnatevi ai carabinieri

Polizia locale durante


il sopralluogo.
Vetri rotti, infissi divelti,
caos e rovina:
ecco lo stato in cui è stata
ridotta la palestra
(SPF)

di FRANCESCA SANTOLINI hanno colpito le vetrate con sassi che ha visto involontaria protago- arriva il resto della gang. Una vol- tuiti, e il bagno è stato devastato;
— TREZZANO SUL NAVIGLIO — e mattoni, distruggendole. nista la palestra Morona di via ta entrati, danno il via ad un vero sono stati spaccati i vetri e le fine-
ANNEGGIANO la pale- Danni per diverse migliaia di eu- Tintoretto. e proprio «gioco» al massacro sen- stre del tunnel che collega la pale-

D stra della scuola Galileo


Galilei e, per ricordo, im-
mortalano la loro opera con diver-
ro che solo in un anno di lavoro Vetri e finestre rotte, lo spogliato-
potranno essere sistemati. «Conse- io devastato e dato alle fiamme,
gnatevi ai carabinieri, perché gli gli estintori a polvere svuotati sul
investigatori stanno rielaborando pavimento della palestra, la recin-
za precedenti. «Non sembra l’azio-
ne di ragazzini che hanno reagito
in modo spropositato a una brut-
ta pagella – dichiara il sindaco
stra alla scuola; la recinzione che
costeggia il giardino è stata par-
zialmente abbattuta e sono stati
sfondati i vetri di tre uffici del set-
si scatti. Indagini sono ora in cor- le immagini che vi zione abbattuta: è
so per risalire all’identità dei van- Liana Scundi – perché c’è stata tore Ecologia di via Tintoretto.
riprendono e pre- DALLE 2 ALLE 2.30 un vero e proprio una vera e propria premeditazio- «Abbiamo investito molte risorse
dali e individuare la loro presenza sto vi individue- bollettino di guerra
tra i frequentatori del plesso. E’ ranno.
Vetri e finestre l’attacco vandalico
ne nel voler arrecare molti danni. per adeguare e creare nuove strut-
successo l’altra notte, in zona Mo- in mille pezzi sferrato questa not-
Comunque, grazie alla videosorve- ture proprio per i giovani – prose-
rona, uno dei quartieri periferici È UN ATTO spogliatoio a fuoco te. glianza le forze dell’ordine sono gue il sindaco -.
di Trezzano sul Naviglio. GRAVE e un dan- Danni ingenti Il raid è scattato in- sulle tracce dei quattro responsa-
Dalle ricostruzioni che le forze no alla comunità torno alle 2.17: nel bili». È INACCETTABILE che alcu-
dell’ordine stanno realizzando trezzanese, che frequenta la pale- filmato delle telecamere puntate ni di loro le distruggano. Come
grazie alle telecamere di video-sor- stra sia durante le lezioni scolasti- sul giardino del Comune si vede INGENTI I DANNI registrati: amministrazione, ringraziamo le
veglianza, quattro giovani hanno che, sia per seguire le molte attivi- tutto in modo nitido. lo spogliatoio che era appena sta- Forze dell’ordine che stanno lavo-
distrutto, nell’arco di mezz’ora, tà sportive»: questo è il commen- to ristrutturato e tinteggiato – è rando con sollecitudine e ci impe-
un’intera struttura. to del primo cittadino Liana IL PRIMO AD ARRIVARE è stato dato alle fiamme, danneggia- gniamo affinché gli spazi tornino
Poi, non contenti, si sono diretti Scundi che evidenzia il grave ri- un giovane con una torcia. Poi, ac- to anche l’impianto elettrico e agibili nel più breve tempo possi-
verso il vicino ufficio tecnico e svolto dell’episodio avvenuto e certata l’assenza di sorveglianza, uno dei tre lucernari appena sosti- bile».

S. DONATO ADOLESCENTI PICCHIATI E DERUBATI

Calci e pugni, baby gang all’attacco Sei teppistelli


in azione:
paura
— SAN DONATO — ni gli aggressori - che gli studenti descrive- per tre
ranno poi come peruviani - si sono fatti con- ragazzini
ABY GANG IN AZIONE a San Do-

B nato. Tre studenti residenti in città,


tutti di età compresa tra i 15 e i 17
anni, sono stati picchiati e derubati da un
segnare uno zainetto, un cellulare e un i-
Pod. Nel bottino anche sciarpe e cappellini
griffati, insieme a un paio di occhiali. Effet-
tuato il colpo, il diabolico sestetto è fuggito
(Newpress)

gruppo di sei coetanei sudamericani. La dia- a piedi, lasciando le vittime impaurite e do-
bolica gang ha messo a segno l’aggressione loranti.
a Metanopoli, avvicinando le malcapitate
vittime, minacciandole e costringendole I CARABINIERI STANNO cercando di
con la forza a consegnare cellulari e zainet- ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e
ti. Sull’identità degli aguzzini, che dopo il di risalire agli autori della rapina in base
colpo si sono dileguati senza lasciare trac- agli elementi - non molti per la verità - for-
cia, indagano ora i carabinieri, ai quali gli niti dai ragazzi. Anche il sindaco di San Do-
studenti hanno sporto denuncia. Le violen- nato Mario Dompè è stato informato del fat-
ze risalgono alla settimana scorsa, ma la no- to. Un episodio analogo si è verificato due
tizia dell’accaduto è trapelata soltanto ieri. mesi fa a Paullo, quando due minori sono
Era giovedì pomeriggio quando le vittime, stati avvicinati e derubati da una gang di
che camminavano insieme poco lontano teppisti poco più grandi di loro. Alcuni de-
dalla sede della Saipem, sono state avvicina- gli aggressori sono stati poi identificati.
te dai loro aguzzini. Con minacce e spinto- Alessandra Zanardi
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
METROPOLI 27 ••

RHO, CURIOSO FURTO IN FIERA LAINATE

Ruba un leone di marmo: beccato Teatro terapia


Il corso
Il ladro del pezzo da 400 chili è stato incastrato dalle telecamere si presenta
di GIULIO DOTTO — LAINATE —
— RHO —
ARÀ presentato doma-

R
UBA un leone di marmo
del peso di 400 chili e pez-
zi di una fontana artistica,
sotto gli occhi di una telecamera.
S ni sera il corso di teatro
terapia a cura di Raffael-
la Gallo, rinviato a causa del
maltempo. Speranza, amore,
Naturalmente S.S., operaio di 46 gelosia, nostalgia, rabbia, pau-
anni abitante a Lainate e dipen- ra, gioia: le emozioni di tutti
dente di una ditta che stava ese- i giorni e di tutti i tempi sono
guendo dei lavori in fiera, era gli ingredienti di questo labo-
all’oscuro che l’occhio del grande ratorio. Domani alle 20.30,
fratello lo stava incastrando. Infat-
ti dopo qualche giorno di indagi- nella sala delle Capriate della
ni gli agenti del commissariato biblioteca comunale in largo
Rho-Pero, lo hanno identificato delle Scuderie, l’attrice spie-
recuperando la merce rubata, valo- gherà i contenuti del corso, ri-
re oltre 15mila euro, restituita su- volto a principianti e inter-
bito al proprietario. medi da 18 anni in su, che si
terrà nel centro civico di Bar-
IL FURTO, era avvenuto duran- baiana dal 19 febbraio al 28
te l’operazione di smontaggio de- maggio e al termine del quale
gli stand della fiera «Made Expo» gli allievi, coadiuvati dalla
che si è conclusa quattro giorni fa Compagnia amatoriale il Ser-
nel polo fieristico ed era stato de- pente Tentattore, partecipe-
nunciato dal titolare dell’azienda ALLARME furti fra gli stand della Fiera. Ma l’autore del colpo è stato ripreso dalle telecamere (Studionord) ranno a giugno, nell’audito-
espositrice derubata. Il ladro do- su un bancale e dopo averli rico- terna della fiera, hanno visionato tracciato. Messo davanti alle pro- rium «Giudici», alla messa in
po aver adocchiato il leone di mar- perti con della moquette prove- le immagini memorizzate dal cir- ve schiaccianti. S.S. ha ammesso scena dello spettacolo «Fine-
mo e la fontana artistica esposti, niente dallo smantellamento di cuito di videosorveglianza focaliz- il furto dando la sua piena collabo- stre e note». Lezioni una vol-
chiusa la rassegna, ha messo in at- uno stand, ha caricato il tutto su zando la loro attenzione su alcuni razione al recupero del leone mar- ta la settimana, tutti i vener-
to il suo piano. Ha aspettato il mo- un furgone. Dopo la denuncia del- fotogrammi che mostravano le fa- moreo e dei pezzi di fontana che dì dalle 18.30 alle 20.00. Iscri-
mento in cui ci fosse poca confu- la scomparsa, gli agenti del com- si del furto. Grazie alle foto la poli- erano già al sicuro in un deposito. zioni al Punto Comune. Il co-
sione e servendosi di un muletto missariato Rho-Pero, grazie alla zia è riuscita a smascherare il pro- L’autore del furto è stato denun- sto è di 50 euro. Mon.Gue.
ha prelevato i pezzi che ha messo collaborazione della vigilanza in- babile autore che ieri è stato rin- ciato a piede libero.

RHO

L’encomio della Regione


premia la polizia locale

L’assessore Maullo premia il comandante Frisone e il sindaco


Zucchetti (Sn)
— RHO —

N ENCOMIO «per l’impegno profuso nelle molteplici attività


U di polizia locale e per i risultati raggiunti, nonché i notevoli suc-
cessi nelle recenti operazioni di polizia giudiziaria». E’ la moti-
vazione che ha porato al comando rhodense l’ambito riconoscimento
da parte della Regione Lombardia. A consegnarlo al comandante Anto-
nino Frisone e al sindaco Roberto Zucchetti, è stato l’assessore regiona-
le alla polizia locale, Stefano Maullu nel corso del recente convegno che
si è svolto a Milano dove si sono ritrovati i comandanti della Lombar-
dia per fare una sorta di consuntivo sull’attività svolta dalle polizie loca-
li nel 2009. I successi raggiunti nella lotta contro ogni forma di illegali-
tà presente sul territorio cittadino, l’efficacia dell’approccio operativo e
metodologico alle questioni da affrontare, la pronta collaborazione ga-
rantita alle altre Forze dell’Ordine attive a Rho e nell’hinterland mila-
nese, hanno portato l’assessorato regionale a premiare il Comando rho-
dense, considerato un valido esempio anche dal punto di vista della do-
tazione tecnologica applicata alle proprie operazioni. Recentemente i
vigili hanno inaugurato la nuova sede di corso Europa.
Gi.Do.
•• 28 SAGRE & FESTE IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

I «bigoi» a Castel D’Ario


fra grandi paioli e focolai
— MILANO —

ERCOLEDÌ a Castel D’Ario (Mantova) appunta-

M mento con la Bigolada, ovvero con una mangiata a


base di “bigoi” conditi con acciughe, tonno e olio
che saranno distribuiti alle migliaia di persone che accorre-
ranno nel borgo per partecipare alla festa. Unica l’atmosfera
conviviale che si crea per l’occasione. I cuochi rossi in viso,
i grandi paioli e gli enormi focolai vi faranno fare un passo
indietro di diversi decenni, quando gli ingredienti utilizza-
ti per preparare la bigolada erano gli alimenti semplici della
tradizione contadina. La festa comincerà alle 11 e andrà
avanti per tutta la giornata. Info: www.comune.casteldario.
mn.it. Domenica a partire dalle 15 ci sarà la sfilata dei carri
nel centro di Brignano Gera D’Adda (Bergamo), che termi-
nerà con il rogo della vecchia in piazza, alla presenza delle
autorità cittadine. Info: www.comune.brignano.bg.it

TRA IRONIA E SBERLEFFO

Maschere e scherno, la parodia va in piazza


Dalla Franciacorta all’Alto Mantovano, la festa del Carnevale entra nel vivo
di ANNA TIPALDI mo), dalle ore 14.30 alle ore 18 in piaz- no. Per info: www.turismo. mantova.
— MILANO — za Garibaldi e in piazza Manara il it.
clown Fagiolino con i suoi trampoli
ARANNO ancora le colorate fe-
S ste di carnevale a tenere banco
durante questa fine settimana.
A Monticelli Brusati, in Franciacor-
jumper accompagnerà i bambini allo
spettacolo di burattini della Nuova
Compagnia Triberti. La pro loco di-
stribuirà regalini e chiacchiere a tutti
DOMANI va in scena a Santa
Margherita di Staffora (Pa-
via) il Carnevale dell’ uo-
mo Brutto e della Pove-
ta, domani sera, dalle 20 cominerà i bambini. Info: www.prolocotrevi- ra donna. Due musi-
una divertente kermesse che si terrà canti travestiti an-
nelle sale di Villa Baiana. Un aperiti- glio.it.
dranno in giro per le
vo e poi una cena luculliana accompa- strade del paese suo-
gnata dalla migliore produzione dei A MANTOVA, domani Palazzo Tè
si colorerà di tanti bellissimi bambini nando il piffero e la
vigneti della Franciacorta. Alla cena fisarmonica, durante
seguiranno musiche, ballo in masche- travestiti da farfalle, per una festa sul
tema della natura. I piccoli con i co- il giro saranno offerti
ra e la premiazione del costume più a tutti i visitatori salu-
originale. Per info e prenotazioni: stumi più belli saranno fotografati e
pubblicati sul sito www.segnidinfan- mi, ravioli e dolciumi.
www.villabaiana. it. A Livigno (Son- Info: www. appennino4p.
drio) il carnevale si sposa con la tradi- zia. org. Inoltre durante tutto il pome-
riggio si susseguiranno eventi e perfo- it. Feste e maschere anche
zione popolare. I festeggiamenti parti- nelle valli bergamasche, a Casti-
ranno con la Staffetta delle contrade mance che coinvolgeranno i piccoli. glione della Presolana, domani alle
in costume tipico livignasco. La sfila- Info: www.segnidinfanzia.org. Que- 17.30 è in programma la Fiaccolata di
ta delle mascherine e dei carri allego- sta fine settimana sarà l’ultimo possi- carnevale al colle di Vareno con tutti
rici si terrà domenica alle 15 nella bile per ammirare la mostra dedicata i partecipanti in maschera, al termine
grande Plaza Placheda, dove sono pre- a Re Gnoccolaro e la sua corte, ovvero chiacchiere. Per tutti gli appuntamen-
viste iniziative per i bambini. Alle 19 il personaggio che da oltre un secolo ti previsti nella bergamasca www.val-
tutti a tavola con il grande buffet di anima il carnevale del piccolo borgo seriana.bg.it. Infine segnaliamo il car-
carnevale. I festeggiamenti andranno di Castel Goffredo nell’Alto Mantova- nevale di Bellagio (Como), domenica
avanti fino a martedì grasso. Per in- alle 14.30 appuntamento con la sfila-
formazioni sul programma: www.livi- a cura di ta attraverso la frazione di Visgnola e
gno.eu. E da domani cominciano le PAOLO GALLIANI festa aperta a tutti all’oratorio. Info:
celebrazioni anche a Treviglio (Berga- paolo.galliani@ilgiorno.net www.lakecomo.com. Immagini del pittoresco Carnevale in Franciacorta

TAVOLE PER SAN VALENTINO ALL’APRICA E NEL COMASCO A STRESA, «PULENTA E SALAMÌTT»
Fra panigazzi e testaroli Sulla neve o a tavola Prato Sesia, che fagiolata
RISAPUTO: l’amore — MILANO —

È si consolida anche a ta-


vola. A Milano, il loca-
le “InVoga”, alla Canottieri
N
ELL’ULTIMA
domenica di carne-
vale, Prato Sesia
San Cristoforo di Alzaia Navi-
glio Grande 122 (tel. (Novara) dà appuntamen-
02.42444391), noto per le sera- to per la fagiolata. Le “fa-
te a base di “testaroli” e “pani- giolate” sono parti inte-
gacci” (nella foto, la prepara- granti dei festeggiamenti
zione), propone menù a 35 eu- carnevaleschi di queste zo-
ro con tartare di manzo, risot- ne. Il tradizionale assaggio
to alla bietola e quenelle di ca- potrà essere effettuato di-
prino, filetto alla Rossini e cuo- rettamente in strada o in
re fondente di cioccolato con — MILANO —
casa, poiché sarà possibile
zuccherno infiammato. Al “Bugigattolo” di Costa Masnaga portare via la calorica pietanza. L’organizzazione è della
IOVEDÌ prossimo ad Aprica (Sondrio), “Festa per At Pro loco di Prato Sesia e del Club Alpinistico Pratese.
(tel. 031.855022), cena da 50 euro con faraona e fegato grasso
d’oca, fagottini di ostriche e scalopa di astice bretone, cornu-
copia di pasta di mandorle con mousse di cioccolato. Di nuo-
vo a Milano, il “Bracere del Ripa” di via Ripamonti 90 (tel.
G gli sciori”, per gli ospiti, ideata dagli abitanti di San
Pietro, che aprono le porte delle proprie abitazioni e
invitano i signori, come venivano chiamati una volta i turisti,
Info: www.pratosesia.com. A Stresa (Verbania) martedì
grasso appuntamento in piazza Cadorna dalle 12.00 alle
14.30 per la tradizionale “Pulenta e Salamitt” preparata dal
02.56816152), propone colazione, pranzo, the o cena (da 20 a a visitarle. Info: www.apricaonline.com. A Como, Brunate - “Gruppo della Protezione Civile Città di Stresa”. Alle
50 euro), con premi (anche soggiorni in hotel) alle coppie più Cernobbio - Grandate - Tavernerio, dal 17 febbraio al 28 mar- 14.30, animazione per bambini e distribuzione di cioccola-
trendy e alle frasi d’amore più belle. A Monza, in via Magen- zo, nona edizione della rassegna “Polenta e...”, a cura dell’Ac- ta. Il ricavato sarà devoluto alla Protezione Civile. In caso
ta 16/A (tel. 039.389092) c’è l’Osteria dell’Oppio: cena a lu- cademia delle Arti e dei Commerci Santa Giuliana. L’elenco di cattivo tempo l’appuntamento sarà rimandato al 20. In-
me di candela, con tanto di violinista a creare l’atmosfera. dei locali aderenti all’iniziativa su www.comoeventi.org. fo: www.comune. stresa.vb.it
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010

LOMBARDIA NOIR PAOLO LEONI, LEADER DELLA FOLLE E SANGUINARIA SETTA

Quel rap bestiale nel nome di Satana


Nel carcere di Sanremo, dove sta scontando l’ergastolo, ora scrive canzoni
di GABRIELE MORONI ae. Il primo lo ha scritto nel 2006,
— MILANO — si intitolava «401 pagine», come
quelle della sentenza che gli inflig-

Q UELLA FOTO è entrata geva 26 anni come primo, indige-


nella iconografia del noir sto assaggio del carcere a vita, poi
italiano. I ragazzi lungocri- rinominato «Scomodi bracciali».
niti indossano magliette nere pun- In «Replica contro chi divulga fal-
teggiate di simboli. La copertina se notizie» se la prende in rima ba-
di un disco degli «Slayer», milio- ciata con i giornalisti che preferi-
ni di copie vendute in tutto il scono la verità di Andrea Volpe, il
mondo e milioni di ammiratori. pentito della storiaccia che ha spe-
Una croce capovolta, simbolo sata- dito in galera la congrega. «Non
nico considerato come un grado. chiedo perdono ma non per orgo-
Il pentacolo, la stella simbolica en- glio, ai miei amici
trata nella galassia perduti gli porto
confusa del satani- ACCUSE cordoglio». Per-
smo. Paolo Leoni è Sono solamente ché i cronisti non
fra loro, fisico mas- lo vanno a intervi-
siccio, gran crinie- un capro espiatorio
stare? Per paura,
ra. Chiara Marino condannato dai media paura della verità.
occhieggia, si intra- e da falsi testimoni «Avete timore di
vede appena una scoprire qualcosa
mezzaluna di viso. che tratta di nera e non di cronaca
Fabio Tollis è poco discosto. rosa? Sono un capro espiatorio lo
volete capire? Questa situazione
VITTIME e carnefici, hanno det- mi farebbe impazzire se (sottoline-
to i tribunali. Fabio e Chiara, ucci- ato nel testo manoscritto) non
si dalle Bestie di Satana, annidate avessi le prove da poter riferire.
nella brughiera attorno a Busto Siete voi giornalisti che mi avete
Arsizio, un gruppo dove è entrato consumato, che vi costa riportare
di tutto fino a comporre un esplo- ciò che ho dichiarato?».
sivo miscuglio criminale in cui
proprio al diavolo era stata riserva- «PERUGIA o Busto?». A Peru-
ta la porzione più modesta. Paolo gia il verdetto per Raffaele e
Leoni, chiuso nel carcere di San- Amanda era già scritto, «grazie»
remo. La Cassazione ha apposto alla televisione. «Questa macabra
l’ultimo sigillo sull’ergastolo, «fi- vicenda mi ricorda un po’ il passa-
ne pena mai». Era banconista di to: quel processo mediatico già
pesce in un supermercato, non ha mi aveva rovinato, la richiesta
smesso di respingere l’etichetta di dell’ergastolo era stata allucinan-
IERI E OGGI ideologo delle Bestie. Amava la te perché puoi esser anche “pron-
In alto, Paolo Leoni in una musica heavy metal, Paolo Leoni to” ma è un botta devastante ...».
recente immagine. A sinistra da Corsico, si era ribattezzato Oz- Di chi la colpa? Dei «falsi testimo-
Paolo Leoni (a sinistra) con zy come omaggio ammirativo al ni» e dei «pentiti truffatori». A
Fabio Tollis (a destra), vittima famoso Osbourne, il cantante sen- queste due categorie è riservato il
della setta delle Bestie di za voce padre riconosciuto e sen- minaccioso monito finale: «Ma la
Satana. Nella foto sotto, da za eredi del rock duro. cosa più importante che vi voglio
sinistra: Nicola Sapone, Marco In cella a Sanremo Ozzy-Leoni è far sapere è che i “pentiti” (e chi
Zampollo, Fabio Tollis, Andrea tornato alla musica, vecchio amo- ha mentito) adesso devono teme-
Bontade, Paolo Leoni, Chiara re, ma ripiegando sul più tranquil- re, perché qualcuno di più serio
Marino (seminascosta, un’altra lo rap. Ha scritto anche i testi di ora se ne sta occupando e la verità
vittima), Mario Maccione; in una dozzina di brani, assicura di insabbiata con vigore sta affioran-
basso a sinistra Pietro Guerrieri essere pronto a depositarli alla Si- do».

E HO BISOGNO di darmi dello stupido non aspet- un altro grande psichiatra, e scrittore, Mario Tobino.

S to che siano altri a farlo, lo faccio da me. E, detto tra


noi, capita anche abbastanza spesso, non ho nessuna
vergogna ad ammetterlo.
VITALI-TÀ
di ANDREA VITALI
Certo tra i due c’era più di una differenza, una visione della
malattia mentale diversa, un modo diverso di affrontarla e
soprattutto di affrontare e curare chi ne è affetto.
Ma al centro del pensiero di entrambi non c’è mai stata la
E’ successo anche durante questa settimana e davanti alla
sola malattia, piuttosto chi se la doveva, e deve, sopportare.
tivù. Proprio quella tivù che troppo spesso ho snobbato e che
invece, scegliendo con critica cautela, riesce ancora a offrire
Commosso insieme a mio figlio Mio figlio prima di andare a letto, visto che il limite massi-
mo delle ore ventidue e trenta era stato superato, mi ha chie-
programmi degni di essere guardati sino in fondo e a farti per lo sceneggiato su Basaglia sto di sapere che fine avrebbero fatti i ricoverati del «manico-
pensare. mio».
Mi riferisco allo sceneggiato in due puntate sullo psichiatra re la mia emozione, e poi spiegarla, a mio figlio che ha chie- L’ho rassicurato dicendogli che avrebbero trovato un posto
Franco Basaglia, «C’era una volta la città dei matti». sto una dilazione sulla ritirata a letto proprio per seguire le nel mondo visto che loro, come lui e io, al mondo ci siamo
Confesso che davanti a certe immagini di disperante umani- vicende dello sceneggiato. venuti. So di avere esagerato. Ma a un ragazzo in crescita
tà mi sono commosso, senza nemmeno tentare di nasconde- Non ho potuto fare a meno, in corso di visione, di pensare a non è concesso offrire delusioni.
•• 30 SPETTACOLI E SOCIETA' IL GIORNO VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 .

PASSIONE
Il tram ATMosfera e, sotto,
Giuseppe Di Paolo
di «A’ Riccione Bistrot»
che a San Valentino offre
un trionfo di ostriche
a forma di cuore

Il desiderio viaggia sul tram


Ma il 14 è già tutto esaurito
— MILANO —

Si può solo sperare in qualche


defezione per la cena di San
Valentino sul tram ATMosfera,
già tutto esaurito (numero verde
800.808181): il tram-ristorante
trasporta i commensali in un tour
di STEFANIA FOTI
romantico per le vie di Milano.
— MILANO —

ENETTA per due a lume


C di candela. Un classico di
San Valentino, ma oggigior-
no le variazioni possibili sul tema
sono infinite. Se siete a corto di
fantasia, potete affidarvi a scatola
chiusa a uno specialista del setto-
re che per una sera vi farà sentire
immersi in una favola rosa. Servi-
zio completo: un’auto di lusso vi
San Valentino fra cuori d’ostrica
accompagnerà in un ristorante
top di Milano, con saletta privata
riservata per degustare un menù a
tema, in un trionfo di fiori, colori,
candele, musiche e bollicine
e sospiri d’amore al cioccolato
(www.elation.it, numero telefoni-
co 045.8947510). Afrodisiaci, etnochic, astrologici: guida ai menù a misura di coppia
MA SE INVECE preferite il fai provare al Thai Elephant (piazza nerando locale di pesce «A’ Ric- mette in palio un weekend a Vene- materie prime dai suoi fornitori
da te, c’è solo l’imbarazzo della Aspromonte 43, numero telefoni- cione» aperto a Milano nel lonta- zia durante la prossima Mostra di fiducia, allestirà l’ambientazio-
scelta. Con sottofondo live di me- co 02.29531692): un’autentica pre- no 1955, propone per iniziare una del Cinema. Ancora bollicine, ma ne, preparerà le portate (pane
lodie e dediche personalizzate è la libatezza, il riso saltato in buccia fantasia di pesce crudo (carpacci, da degustare immersi in piscina, compreso) e naturalmente porte-
cena un po’ folcloristica proposta di ananas con calamari. Mentre tartare, scampi, gamberi rossi e al Moresko Hammam Cafè (via rà i piatti in tavola (Massimo Co-
da Maison Espana (via Montega- un vero trionfo della cucina fu- un trionfo a forma di cuore di pre- Rubens 19, tel. 02.4046936) che sentino, cell. 338.4589782, www.
ni 68, tel. 02.89540234). Alla luce sion, raffinato mix di Oriente e giatissime ostriche belon), per poi propone un percorso benessere mypersonalchef.it). Discrezione
delle candele si gustano piatti del- Occidente, è il menù di San Va- procedere con una serenata catala- per due scandito da fragole e spu- assicurata nel pacchetto.
la cucina spagnola lentino del nuovissimo «Nu cu- na di scampi, piovra, gamberi e mante, con massaggio di coppia e
ascoltando canzoni be» (via San Grego- carciofi, oppure ca- cena a lume di cande-
d’amore. Un San TUTTO COMPRESO rio 6, tel. lamaretti saltati, A DOMICILIO la.
Valentino etno- Un pacchetto 02.74281341): fa- dardi di cupido Un personal chef
chic, invece, è quel- gottini di gamberi con vongole vera- PARTICOLARE
per una serata avvolti in pasta di ci e treccia di bran- prepara a casa anche la proposta
lo che si può tra-
scorrere a El Jadida da favola riso, sushimi di zino. A completa- una cena del ristorante Al Cor-
(via Carlo Bazzi 47, in un ristorante top scampi con salsa re il tutto il pro- indimenticabile tese (via Giovanni
tel. 02.89546860). dello chef e «Fuji grammatico des- Gherardini 1, tel.
Una cornice da reggia araba ma mount», cialda con sert «sospiro 02.34592908). Un
con un’anima mediterranea, fra panna fresca, marron glacè e gra- d’amore» al cioccolato in salsa di esperto del mondo delle stelle e
divani, cuscini, veli e tappeti. An- nella di cioccolato fondente, per lamponi. Sparsi sulle tovaglie, pe- dell’astrologia sarà a disposizione
cora musica araba, ma con dune e concludere. tali di rose color rubino. E per ve- per tracciare l’oroscopo persona-
dere almeno per una sera la vita lizzato dell’amore e svelare le affi-
sabbia come sfondo e uno spetta- OSTRICHE E BOLLICINE an- in «rosé», allo Zero Contempo- nità di coppia.
colo di danza del ventre, al Sahara che in tempi di crisi sono un rary Food (corso Magenta 87, tel.
(via Antonio Porpora 143, tel. must irrinunciabile del menù di 02.45474733) si può pasteggiare a PER CHI INVECE predilige l’in-
02.39665802). San Valentino? «A’ Riccione Bi- Moët & Chandon Rosé Impérial timità, e vuole rimanere a casa
strot» (via Procaccini 28, tel. servito nelle flûtes Flower Tulip a senza rinunciare a un menù top,
SE POI DALL’AFRICA si passa 02.3451323) offre ricette rubacuo- forma di tulipano. Le coppie ospi- la risposta è un personal chef, un
in Asia, ecco le spezie e i profumi ri pressochè irresistibili. Costola ti della serata potranno partecipa- cuoco d’alto livello a domicilio.
della cucina thailandese tutte da più giovane (e accessibile) del ve- re al concorso Forever Rosé, che Servizio completo: acquisterà le

Ecco la ricetta della convivenza felice con uso di cucina


— MILANO — Latteria Milanese, dove il proprietario dittatore
NA DONNA fortunata Ilaria Mazzarotta, sceglie cosa portarvi, basta ordinare un piatto misto

U origini irlandesi, giornalista e autrice


radiofonica, alias signorina Fiamma. Ha
traslocato solo due volte nella sua vita. Da Roma a
(tripudio di sformati, melanzane alla
parmigiana, verdure ripiene, timballi di
pasta). Ma il vero segreto è nel soufflé al
cioccolato. Una magia. Preceduta da
Milano, e poi per andare a vivere con Lui. E da
alcuni anni continua a convivere. La sua ricetta un misterioso profumo. Portata in
della felicità: far assaggiare tutto all’altro, senza tavola in cocottine di ceramica
imporre i propri gusti. La capacità di amalgamarsi incandescente e gonfie come una
è raccontata in dettaglio nel manuale «Due cuori e nuvola. I commensali estasiati. Lui
un fornello (convivenza con cucina)» (Kowalski). la guarda e dice: «È pazzesco!» La
Regola generale: difendere con fermezza le proprie richiesta di convivere arriva puntuale
tradizioni - la torta di ricotta e cioccolato del Forno dopo pochi giorni che è stata sferrata
Boccioni nel ghetto romano, e la grattachecca, la perfetta mossa strategica. Il succo
istituzione dell’estate trasteverina, granita ben della storia: il soufflé, croce e delizia di
diversa da quella roba acquosa che fanno a Milano - qualsiasi aspirante cuoco, può fregarti in
e rispondere con entusiasmo alla proposta di un qualsiasi momento, e sprofondare su se stesso.
ossobuco con gremolada, specie se cucinato in un Come l’amore. Ma se ti riesce, sei pronta a tutto.
locale tipico come il Matarel, o all’invito alla A. Man.
VENERDÌ 12 FEBBRAIO 2010 IL GIORNO
.
SPETTACOLI E SOCIETA' 31 ••

MODE & MODI I CREATIVI DEL CORPO ALLA TATTOO CONVENTION

È finita, ti cancello dal mio braccio


Boom degli innamorati pentiti, ma solo un artista può correggere un tatuaggio
I colori a macchinetta
rapidi ma poco naturali
— MILANO —

IVERSE LE FORME di lavora-


D zione per un’unica passione. Dal
Giappone alla Polinesia, le tecni-
che usate dai tatuatori cambiano. In Occi-
dente, intendendo Stati Uniti ed Europa,
si usano le macchinette elettriche per
iniettare con l’ago il pigmento nella pelle.
Se ne guadagna in precisione e velocità
ma il disegno può risultare «industriale»:
la naturalezza della manualità scompare.
In Asia, in Giappone soprattutto, vige la
tecnica tebori. Il tatuatore lavora esclusiva-
mente a mano, con aghi montati su
un’asta che iniettano il colore attraverso
un movimento diagonale rispetto alla pel-
le. In Polinesia, invece, vige il tatau: aghi
PEGNO montati su bacchette con un movimento
Un pegno d’amore perpendicolare iniettano il colore. I moti-
e, in basso, vi sono tutti tribali.
un tatuaggio elegante M.M.

di MARIA MEZZETTI partner: cuori e cuoricini, festoni con il gni di Hokusai o di Utamaro, geni pittori-
— MILANO — nome di lei e di lui, cupidi vari, scritte ci dell’800 giapponese. Ne traggo spunto,
amorose, composizioni floreali. E se la ma non li copio. C’è poi tutto un lavoro di
ORREGGERE un tatuaggio che coppia si spezza poco dopo, il rimedio c’è.
C porta il nome dell’ex dolce metà è Roberto Borsi è un drago nel cover up. Po-
davvero un miracolo. Solo un arti- chi come lui sono in grado di mascherare,
sta può farlo. Se fino a poco tempo fa il coprire e ridisegnare un tatuaggio indesi-
personalizzazione». Cultura orientale, ma
non solo. Borsi ama l’arte gotica e il Duo-
mo di Milano è una delle sue passioni:
«Sin da bambino amavo cercarvi statue e
tatuatore era considerato espressione di derato: «Mi capita molto spesso di avere
una certa cultura underground di nic- clienti che a San Valentino si sono fatti in- spunti particolari. Ma in generale traggo
chia, oggi è un artista a tutti gli effetti. ispirazione da tutto ciò che mi colpisce an-
cidere il nome del partner, che camminando per la strada».
Esclusi dilettanti e ciarlata- da cui si sono separati qual-
ni, il tatuatore ha alle spalle LA STAR BORSI che settimana dopo, quando
studi, legge molto, osserva «Ho studiato a Brera il tatuaggio era ancora fre- IL PUBBLICO dei tatuaggi tocca tutte le
vecchie e nuove forme d’arte età. Gianmaurizio Fercioni, 63 anni, pa-
per trarne ispirazione. Non
e per i miei disegni sco. Intervengo sfruttando il dre del tatuaggio italiano, attivo dagli an-
m’ispiro alle statue disegno che già c’era e con il ni Settanta, conferma che non è solo una
fa mai lo stesso tatuaggio a colore lo trasformo in peo-
nessuno, ogni disegno è uni- gotiche del Duomo» passione dei più giovani: «Sono parecchi
nia cinese oppure in un dise- - spiega - i sessantenni cui ho disegnato
co. Questa forma d’arte è or- gno gotico, secondo la base
mai diffusa in tutto il mondo e Milano la che ho e il gusto del cliente». Milanese, 42 mazzi di fiori, sirene, rondini, ancore, ve-
celebra ospitando la 15ma edizione della anni, da dodici professionista tatuatore, lieri. Un volta è venuta da me una coppia
che per festeggiare la pensione ha chiesto
Tattoo Convention che si apre oggi, al Borsi ha studiato all’Accademia di Belle la scritta dei propri nomi sul corpo». La
Centro Congressi Quark Hotel di via Arti di Brera. Appassionato di ritratti, ar- fiera del tatuaggio, dunque, non è più un
Lampedusa 11/A, con duecento artisti di te orientale, in particolare giapponese e richiamo solo per tipi alternativi. «Molti
tutti i Paesi. gotica, si definisce un artista a tutti gli ef- si fanno fare un tatuaggio per fermare un
fetti: «Quelli che come me lo fanno di pro- momento importante della propria vita»,
SAN VALENTINO è alle porte e, oltre fessione e con serietà, sì, sono artisti. I rife- conclude Borsi.
agli appassionati del tatuaggio, l’evento at- rimenti sono di vario genere. Non esisto- Milano Tattoo Convention, Quark Ho-
tira molte coppie che fremono per farsi ta- no manuali. I miei, in quanto amante tel, via Lampedusa 11/A, da oggi fino a
tuare disegni d’amore che richiamano il dell’Oriente, sono libri che riportano dise- domenica. Info: 02.8322431.

ICURAMENTE è un mo-
S mento di grande incertezza,
ciò che è accaduto in questi
due anni si ripercuoterà a lungo sul
Milano si sfili dalla manica mente torto: la nostra città è imbrutti-
ta, un pallido riflesso della motrice
del made in Italy anni Ottanta. Pa-
nostro futuro. Mentre si diffonde nel
mondo la notizia che alcuni musei
gli assi di design, moda e arte rigi è più giovane, nel vero senso del-
la parola, se pensiamo agli stilisti, è
più internazionale, guarda caso è
americani venderanno forse qualche piena di musei e di cose interessanti
opera d’arte per fare cassa, ripianare da fare e da vedere: il centro storico
i conti, pagare il personale e cercare re una Biennale del Design a Vene- il sistema Paese, per la leadership in- passione per l’arte. La via a un ter- di Milano dopo le dieci di sera è pau-
di resistere fino all’uscita dal tunnel zia. discussa del nostro made in Italy, ziario culturale funzionante, in cui rosamente deserto, i nostri musei so-
oscuro, l’altro ieri nel nostro Belpae- Vi parlo di questi tre eventi, all’appa- che non può perdere il suo valore e la le nostre tre eccellenze, o possibili ta- no parcellizzati, con programmi in
se un giustamente adirato Diego renza lontanissimi, perché invece ci sua immagine di fronte a mercati li, design, moda e arte, funzionino attesa di valutazione, quello del No-
Della Valle ha tenuto una conferen- riguardano molto da vicino. Senza emergenti come la Cina e l’India come motori economici di traino, mi vecento doveva essere pronto per i
za stampa contro la decisione di ri- entrare nello specifico della situazio- che ci tengono in alta considerazio- sembra ormai una necessità, ma for- cent’anni del Futurismo e invece lo
durre le giornate della settimana del- ne museale americana, delle sue ra- ne, noto con interesse che alle sue se purtroppo è tardi. stiamo ancora aspettando.
la moda milanese per venire incon- gioni, della sua cifra etica o non eti- spalle c’è una pregevole opera di Lu- Anna Wintour non appare simpati- La Wintour probabilmente se ne fre-
tro ai capricci della Wintour, che ca, sembra chiaro il messaggio: l’ar- cio Fontana: credo che le sue parole ca, la immagino ingrigita dal suo po- gherebbe dei musei, ma un certa at-
vuole restringere la sua permanenza te è una risorsa non solo culturale. debbano risuonare come un allarme tere, l’idea di venire a Milano non tenzione a queste cose ci aiuterebbe
in città allo stretto necessario. Intan- Mentre Della Valle dal mio scher- per noi tutti, e non credo che sia com- sembra più divertirla, quindi cerca nel creare la giusta energia, il giusto
to nella nostra piccola Milano c’è po- mo televisivo parla dicendo che quel pletamente strampalato fare il colle- di concentrare la sua visita lavorati- ambiente, la giusta frequenza, per in-
lemica sulla possibilità d’organizza- che sta avvenendo è gravissimo per gamento tra il suo successo e la sua va, ma non riesco a darle completa- teressare di nuovo il mondo.