Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Raccolta straordinaria

Vita della Diocesi

Gioved 14 maggio 2015

Gioved
14 maggio 2015
anno XLVIII (nuova serie)

numero 19
euro 1,20

19

Attualit

Cesena

12

Per il Nepal
domenica
17 maggio

Quaresima
tanta generosit
delle persone

Pericolo
genitorialit
spezzettata

Famiglia: incontro
con lavvocato
Gianfranco Amato

n tutte le chiese promossa una raccolta di ofIferte


a sostegno della po-

parrocchie hanno rac23mila euro che


Lsonoecolto
stati devoluti al Cen-

ugenia Roccella: La fecondazione eterologa


Edestruttura
il concetto di fi-

l presidente di Giuristi
per la vita interverr a
ICesena
domenica 17 mag-

polazione colpita duramente dal terremoto

tro di Aiuto alla Vita per il


Progetto Gemma

liazione e fratuma e polverizza la maternit

gio alle 21 nel salone di


Palazzo Ghini

Editoriale
Lennesimo mancato ricordo

Aziende locali allesposizione mondiale aperta a Milano fino al 31 ottobre

di Michelangelo Bucci

una Storia che si celebra e si ricorda,


anno dopo anno, anniversario dopo
anniversario, per non ripetere gli
stessi errori. Per prendere a esempio alcune
grandi figure, imparare qualcosa da chi ci ha
preceduto, riflettere a freddo su piccole e
grandi scelte sciaguratamente banali, come
solo il male sa esserlo. Ma quando una parte
di memoria resta nascosta, sepolta sotto il
tappeto della Storia, in un impasto di
vergogna e rimozione talmente denso da non
permettere neppure una pubblica smentita,
allora i piatti del ricordo si sbilanciano
pericolosamente. E anche la storia pi bella
ed edificante pu prestare il fianco alle
critiche, legittime, di chi non sopporta una
memoria a senso unico.
A Cesena la pagina strappata dal libro della
memoria riguarda i morti nel cosiddetto
eccidio della Rocca: 17 persone uccise
sommariamente, a guerra ampiamente finita,
da un commando di partigiani. Una pagina
rimossa non tanto nei cuori dei familiari degli
uccisi, tra i pochi a mantenere vivo il ricordo
con il loro fardello di dolore, ma dalle
celebrazioni ufficiali. Un altro 9 maggio
trascorso senza che lAmministrazione abbia
speso una sola parola per quei morti di 70
anni fa, nonostante in passato siano state
spese promesse e rassicurazioni in tal senso.
Il Corriere Cesenate se ne occupato a pi
riprese. Come ha ricordato il direttore
nelleditoriale della scorsa settimana, da
queste colonne spesso si levata la richiesta
di una memoria per quei morti innocenti,
uccisi a sangue freddo, nel sonno, senza
processo: 17 prigionieri detenuti alla Rocca
Malatestiana, morti perch si trovavano nel
posto sbagliato nel momento sbagliato. La
guerra, quel 9 maggio era finita. Finita in
Europa, da un giorno. Finita in Italia da un
paio di settimane. Ma soprattutto finita a
Cesena, liberata dagli alleati quasi sette mesi
prima.
Su quelleccidio, sui quei morti, le istituzioni
locali non hanno voluto spendere parole in
passato. Qualche spiraglio venne nel 2007
dallallora sindaco Giordano Conti, che
promise un ricordo degli uccisi in occasione
del 4 novembre (festa delle Forze armate,
dellunit nazionale e dei caduti di tutte le
guerre). Conti per part per lestero e
limpegno venne disatteso. Ad ogni
celebrazione cittadina leccidio sempre
rimasto un tab. Anche sabato scorso, 9
maggio, quando lAmministrazione comunale
ha doverosamente ricordato in piazza Aldo
Moro le vittime del terrorismo e delle stragi.
A Cesena, a quanto pare, non ancora giunto
il tempo della misericordia nei confronti dei
morti e di un ricordo utile a ricucire quella
tela comune che lega la comunit dei vivi.

Anche la Romagna
allExpo

PADIGLIONE DINGRESSO DELLEXPO DI MILANO


(FOTO ITL/STEFANOMARIGA)

Etica allExpo. Lo sottolinea Maurizio Gardini, forlivese, presidente nazionale di Confcooperative. La grande kermesse milanese, che attira lattenzione sullItalia da tutto il mondo, non pu prescindere dalla giustizia e
dalla solidariet. Il tema proposto dallExpo, Nutrire il pianeta. Energia
per la vita, costituisce un impegno per i Paesi pi ricchi. Milioni di persone ogni giorno, nel terzo mondo e quarto mondo, non hanno di che sfamarsi.
AllExpo sono presenti alcune aziende cesenati che da anni puntano la loro
attivit sulla sana alimentazione e sui corretti stili di vita. Un monaco originario di Cesena, dom Giustino Farnedi, parler della cucina benedettina.
Primo piano alle pagg. 4-5

Cesena

12

Cesena

13

Domenica 17
Rotary romagnoli
in festa

I padri Giuseppini
lasciano
listituto Lugaresi

Cesena

Pagina aperta 23

14

Sono oltre 700


i cesenati
colpiti da celiachia

Figli confusi
La preoccupazione
dei genitori

Opinioni

Gioved 14 maggio 2015

La famiglia nei media e nelle parole del Papa


FOTO SIR

Oltre
la fragilit

corrono in continuazione nei giornali, in video e in carta, le immagini di sofferenza e di


gioia, di disperazione e di speranza che vedono nella famiglia il luogo del loro formarsi e
svilupparsi. Tutto, attraverso volti pi o meno noti, avviene nel vortice della cronaca.
Le vicende raccontate lasciano intuire o fanno emergere la realt di legami fragili, spezzati,
conflittuali. Raramente sincontrano fatti, raccontati dai media, che consentono di scoprire la
bellezza di legami forti, sereni, generativi.
E cos si potrebbe stendere un lungo elenco di situazioni che pongono domande sullo spessore e
sulla qualit del rapporto tra la comunicazione e leducazione dentro la famiglia.
Lassenza o la crisi del comunicare porta al fallimento delleducare: le conseguenze sono
quotidianamente messe in rete dai media.
E cos, anche nella lettura delle notizie di questi giorni, la famiglia si ritrova di fronte a un bivio
che, da un lato, vede il pessimismo come strada obbligata e, dallaltro, si apre una finestra su quel

La famiglia chiede un sostegno per vivere nella complessit e lo incontra nel messaggio di
papa Francesco per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali che si celebra
domenica 17 maggio.La famiglia - si legge - pi di ogni altro il luogo in cui, vivendo
insieme nella quotidianit si sperimentano i limiti propri e altrui, i piccoli e i grandi
problemi della coesistenza, dellandare daccordo. Non esiste la famiglia perfetta, ma non
bisogna avere paura dellimperfezione, della fragilit, nemmeno dei conflitti, bisogna
imparare ad affrontarli in maniera costruttiva

Cuba pi vicina
Papa Francesco ha aperto
il cuore di Ral Castro
ono uscito da questo colloquio
profondamente segnato dalla sua
saggezza, dalla sua modestia e da tutte
le sue virt che conosciamo Se il
Papa continua a parlare cos, un giorno
ricomincer a pregare e torner nella Chiesa
cattolica, e non scherzo. Cos il presidente di
Cuba Ral Castro, ha commentato con i giornalisti
lincontro di 55 minuti avuto domenica mattina in
Vaticano con papa Francesco.
Secondo gli ingessati media cubani il loro
presidente avrebbe addirittura sussurrato
allorecchio del Papa: Questa la visita davvero
pi importante della mia vita.
Parole che vengono non da un uomo qualunque,
ma da un signore che la rivoluzione (in armi) lha
fatta davvero, pi di 55 anni fa, anche se allombra
del pi famoso fratello, Fidel Castro.
Parole che segnano forse unaltra rivoluzione,
pi sommessa, intima e nascosta: quella
nellanima. Dopo aver ringraziato il Papa per la
mediazione con gli Stati Uniti che ha favorito lo
storico accordo del 17 dicembre 2014 sul
ristabilimento delle relazioni diplomatiche tra i
due Paesi (con la promessa della fine
dellembargo), Castro ha anche affermato che
assister a tutte le Messe di papa Francesco, atteso
e gradito ospite a Cuba nel mese di settembre,
prima di volare negli Usa.
Dopo le due visite precedenti nellisola
caraibica di Giovanni Paolo II nel 1998
e di Benedetto XVI nel 2012 - che hanno favorito
il disgelo tra Cuba e lOccidente
e attribuito alla Chiesa cattolica cubana
un ruolo importante dintermediazione
tra regime
e societ cubana - oggi il Papa latinoamericano
con le sue mosse politiche (le lettere a Barack
Obama e a Ral Castro e le negoziazioni segrete) e

La fotografia

Papa Francesco ha incontrato domenica 10 maggio, in Vaticano, Ral


Castro (foto LOsservatore Romano (www.photo.va) / Sir - 11 maggio
2015)
con la sua capacit di toccare il cuore di chi incontra, segna una pagina
nuova nella storia, non solo
dal punto di vista politico. I fratelli Castro - entrambi allievi dei gesuiti hanno avuto lumilt di riconoscere ai Papi incontrati la
loro grande autorit morale. Pur senza rinnegare i fondamenti del
comunismo - che a suo avviso ha tratti comuni con il cristianesimo
nellattenzione data ai poveri - Ral Castro ammette oggi
che una voce ha parlato in profondit alla sua anima
e lha toccata. Se lideologia - qualunque sia - finisce per mostrare
prima o poi i suoi limiti ineluttabili, la verit luminosa espressa dai
cuori lunica capace di far incontrare gli uomini.
www.agensir.it

realismo che non rinuncia a misurarsi


con la negativit e con il male, ma non
accetta di arrendersi alla loro forza
distruttiva.
Ai bordi della cronaca si guarda con
apprensione a questo stare davanti al
bivio, a questo momento delicato per la
scelta della direzione da prendere.
Ed proprio su questa soglia provvisoria
e decisiva che la famiglia, consapevole
del proprio ruolo, del proprio compito e
dei propri limiti, chiede anche ai media di
non essere lasciata sola. Chiede un
sostegno per vivere nella complessit e lo
incontra nel messaggio di papa
Francesco per la Giornata mondiale delle
comunicazioni sociali che si celebra
domenica 17 maggio. La famiglia - si
legge - pi di ogni altro il luogo in cui,
vivendo insieme nella quotidianit si
sperimentano i limiti propri e altrui, i
piccoli e i grandi problemi della
coesistenza, dellandare daccordo. Non
esiste la famiglia perfetta, ma non
bisogna avere paura dellimperfezione,
della fragilit, nemmeno dei conflitti,
bisogna imparare ad affrontarli in
maniera costruttiva.
Cos limperfezione viene proposta non
come difetto incorreggibile, ma come
occasione di crescita. C un invito alla
fiducia, c un incoraggiamento ad
attraversare con speranza il tempo della
crisi, del disorientamento, dello
spaesamento. C un appello a non
abbandonarsi alla rassegnazione che
spesso accompagna la lettura dei fatti di
cronaca nera.
Ed ecco ancora linvito di papa Francesco
a non arrendersi perch anche l dove
sembra prevalere linevitabilit dellodio
e della violenza, quando le famiglie sono
separate tra loro da muri di pietra o dai
muri non meno impenetrabili del
pregiudizio e del risentimento, quando
sembrano esserci buone ragioni per dire
adesso basta in realt benedire anzich
maledire, visitare anzich respingere,
accogliere anzich combattere lunico
modo per spezzare la spirale del male,
per testimoniare che il bene sempre
possibile, per educare i figli alla
fratellanza.
Chi sta ai bordi della cronaca legge in
queste parole linvito a non sottovalutare,
ma neppure ad accontentarsi dei racconti
mediatici per conoscere e per
comprendere la realt della famiglia.
Occorre per unalleanza tra la cultura e
la comunicazione perch poi i media
riescano a raccontare la famiglia non
come un modello astratto oppure
unideologia, ma come luogo dove si
impara a convivere nella differenza.
E cos potr accadere che la famiglia,
dove si sperimenta la bellezza del
comunicare e delleducare, non sia
raccontata come leccezione del bene che
conferma la regola del male.
Paolo Bustaffa

Primo piano

Gioved 14 maggio 2015

Cucina monastica
Una finestra allExpo
Il cesenate dom Giustino Farnedi, priore al monstero di San Pietro
(Perugia) nel prossimo mese di luglio proporr una riflessione
durante un incontro promosso dalla regione Umbria
ra et labora: dalla preghiera in abbazia, al silenzio nel suggestivo
raccoglimento del chiostro, allaccoglienza ai pellegrini, fino al lavoro negli
orti e terreni che abbracciavano i monasteri e ai frutti che ne derivavano. I
tempi della vita monastica - preghiera e lavoro - da sempre sono stati scanditi da
quanto la Regola scritta da San Benedetto propone alle comunit. In questa
scansione delle giornate una parte significativa rappresenta la cucina come luogo e
momento di sintesi della vita monastica. Lo stesso San Benedetto sottolinea che
una dieta sana mantiene il corpo e la mente nelle migliori condizioni per praticare
la vita contemplativa.
Dieta e sobriet, senza trascurare gusto e qualit: un tratto significativo raccontato
nel saggio pubblicato allinterno del libro "Il Ponte, il Monte, il Fonte. Gastronomia
e tradizione a Cesena" (edit. "Il Ponte Vecchio", Cesena, 2015), nel capitolo in cui
lautore Giulio Zamagni scrive della gestione della cucina e della tavola allabbazia

del Monte. In
particolare si fa
riferimento agli anni
Settanta-Ottanta,
quando al Monte
vivevano decine di
monaci e
responsabile della
cucina era fra Isidoro
Garattoni, monaco
capace della
moltiplicazione delle
polpette dal gusto
unico, con attenzione a che nulla andasse
sprecato in un periodo in cui labbazia era
autosufficiente dal punto di vista delle
materie prime. Anzi, erano considerate di
ottima qualit, quali ad esempio lolio e il
vino custodito nelle grandi botti ancora oggi
presenti nelle cantine quattrocentesche del
monastero. E quanto non era prodotto
dallorto e dalle coltivazioni dellabbazia
arrivava dalla generosit e dalla provvidenza,
come il pesce dai pescatori di Cesenatico.
Digiuni e astinenze, preghiera e ospitalit
caratterizzano la cucina monastica secondo

il calendario delle festivit: tutto riporta alla


elevazione dello spirito verso Dio. Della
cucina monastica dai secoli scorsi fino ai
giorni doggi - in un contesto storico e
religioso che ha visto diminuire la presenza
di monaci e monasteri - parler nel mese di
luglio il monaco dom Giustino Farnedi
allinterno dellExpo di Milano. Dom
Giustino, fratello di don Secondo Farnedi
(parroco per oltre trentanni a San Giorgio di
Cesena, fino ai primi anni Novanta), gi
abate di Pontida, oggi abate al monastero
di San Pietro, a Perugia. Monastero ad oggi in
gran parte occupato dalla Facolt di Agraria.
"Quello che un tempo era la vita e cultura
monastica, in molti casi ora diventato
eccellenza: mi riferisco alla cura del
territorio e delle tradizioni che la
caratterizzano, allevoluzione del lavoro nella
vita delle famiglie - sottolinea dom Giustino
(nella foto), in citt per la presentazione del
libro Il Ponte, il Monte, il Fonte -. Credo che
lesposizione internazionale Expo sia
occasione di un confronto che abbraccia
tutto luomo".
Sabrina Lucchi

Intervista al presidente Maurizio Gardini

Etica e giustizia a Expo


Confcooperative ci prova
Cristiano Riciputi

Expo di Milano iniziato e per sei mesi


lItalia avr gli occhi di mezzo mondo
concentrati sullevento e sui relativi temi
dellalimentazione. Maurizio Gardini,
presidente nazionale di Confcooperative, romagnolo di
Forl, crede molto nellExpo, tanto che la sua
organizzazione sponsorizza un padiglione, "Cascina
Triulza".
Secondo Gardini, un evento come quello di Milano non
pu prescindere dai valori etici.
Presidente, Confcooperative come si approccia allExpo?
Tutto quello che stiamo facendo coerente con un
pensiero di fondo. Faccio una premessa. Il mondo ha
bisogno di cibo. La domanda ha un tasso di crescita
superiore di due punti rispetto alla crescita dellofferta.
Non c quindi il problema di produrre meno, ma
lesigenza di produrre di pi. In passato per
aumentare lofferta ha rappresentato esasperare i mezzi
produttivi sfruttando malamente le risorse del pianeta e
causando problemi di inquinamento.
Quali soluzioni proponete?
Siamo convinti che la spinta alla produzione debba
essere guidata dalletica e dalla sostenibilit

ambientale. Se mettiamo al
primo posto il profitto,
causeremo solo danni. I
mezzi produttivi, vale a dire
terra, acqua e principi
chimici, devono essere usati,
non sfruttati, e usati con
razionalit.
Cos Cascina Triulza?
Un grande ambiente in cui vengono messi in primo
piano i principi di applicazione di uneconomia che ha
un occhio di riguardo per il sociale. Proposte concrete,
non speculazioni, non quelleconomia di carta che ha
provocato la crisi. Ci basiamo su tre pilastri: economia,
socialit e ambiente.
In cosa sta la novit?
il primo Expo che dedica un padiglione alla societ
civile e noi ci siamo perch siamo convinti che ognuno
debba fare la sua parte per costruire un mondo
migliore. Non possiamo tollerare che donne, uomini e
ancora di pi i bambini, in molti Paesi del mondo,
muoiano di fame. Dentro Cascina Triulza,
Confcooperative porta i valori del territorio, della
persona, dellinclusione sociale. Per questo la nostra
partecipazione a Expo dentro Cascina Triulza una

Cascina Triulza, base


di Confcooeprative allExpo
Nel riquadro, il forlivese
Maurizio Gardini

scelta valoriale convinta che ci appartiene per identit,


per storia e per impegno quotidiano.
LExpo arriva dopo unannata particolarmente negativa per lagricoltura italiana.
Non possiamo nasconderlo. Fra laltro c questa
dicotomia: lExpo guarda avanti e deve tracciare le linee
future, mentre il presente contrassegnato da una crisi
economica pesante. Oltre agli effetti della crisi, si sono
intrecciati problemi di carattere meteo che hanno
provocato un crollo dei prezzi. Contro il meteo c poco
da fare, ma ci vuole ottimismo per il futuro. Non
dimentichiamo poi leffetto dellembargo della Russia,
che ha chiuso le frontiere allimportazione di prodotti
agroalimentari europei. Ma non diamo solo la colpa agli
altri o al meteo: il nostro settore agroalimentare ha
anche problemi strutturali e questi possiamo risolverli
solo internamente.

A colloquio con Liviana Zanetti, presidente di Apt Servizi Emilia-Romagna

Comedrenaresulla via Emilia milioni di turisti


Lesposizione universale di Milano diventa anche occasione per migliorare e diventare appetibili sul mercato turistico.
Cos "Via Emilia, experience the italian lifestyle" il progetto di Apt Servizi della regione
Emilia-Romagna e dedicato al turismo dellesperienza che riassume le tante e variegate
facce della vacanza in questa regione.
"La diversit del territorio emiliano-romagnolo una ricchezza - racconta Liviana Zanetti, presidente di Apt Servizi Emilia-Romagna -. La via Emilia che d il nome a questo
brand non solo una strada da percorrere,
ma diventa luogo dove perdersi e godere dei
paesaggi dellenogastronomia, delle terme,
del benessere. DallAppennino alla riviera,
dentro c tutto da scoprire. Amare la propria
terra significa rimboccarsi le maniche e camminare tutti insieme nella stessa direzione".
Visitando il sito dedicato (www.visitviaemi-

lia.it) si ha la sensazione che le tante citt, localit, i diversi paesi e territori, le eccellenze,
da Piacenza a Rimini, abbiano finalmente fatto rete, tutti insieme, per promuoversi, diventando consapevoli delle proprie potenzialit.
Lidea, in sintesi, quella di sfruttare la grande occasione offerta da Expo 2015 e intercettare il pubblico che si recher a Milano in visita offrendogli un prodotto turistico di qualit.
Aggiunge la Zanetti: "Offriamo unottantina di
pacchetti turistici, proposti dagli operatori
privati. Viene offerta una vacanza di ampio respiro che spazia dallenogastronomia, alle terme, ad attivit nella natura, a visite nei centri
storici, nelle citt e nei borghi. Come a dire: io
ti offro qualche giorno in Emilia-Romagna, te
la faccio conoscere e ti regalo Expo".
In questottica nato anche il progetto "La Riviera ti regala Expo": grazie alla sinergia tra ot-

to imprese turistiche costiere e le reti Iat della


riviera romagnola, si offre lopportunit, agli
ospiti che soggiorneranno per un periodo di
tre notti nelle oltre 1.250 strutture alberghiere
della riviera da Comacchio a Cattolica aderenti al progetto, di ricevere un biglietto omaggio per lingresso allesposizione milanese.
Nel sito visitviaemilia si trovano tante sezioni che racchiudono la proposta di vacanza
della promozione turistica regionale: food valley , motor valley, wellness valley, citt darte,
riviera adriatica, terme, Appennino e parchi
naturali, sport. Un tipo di turismo che non deve essere, per, fine a se stesso.
"Condizione indispensabile - conclude - la
creazione di posti di lavoro per i giovani. Il
progetto che abbiamo pensato pu esserne
una modalit. Si tratta di un obiettivo sociale
che mette al centro la persona".
Michela Mosconi

Primo piano

Gioved 14 maggio 2015

Alimentazione Orogel presente allesposizione mondiale come fornitore ufficiale

na delle principali aziende


alimentare del territorio non
poteva mancare allExpo. Ed
presente da protagonista.
Stiamo parlando di Orogel, lazienda di
surgelati che ha sede in via Dismano a
Cesena e che avuto il via libera per
ampliare il proprio stabilimento
(confronta articolo a pagina 14).
"Expo 2015 - spiega Bruno Piraccini,
amministratore delegato di Orogel -
incentrato su nutrizione e cibo. Per la
precisione, il tema Nutrire il pianeta.
Energia per la vita. La nostra azienda
da sempre si pone come obbiettivo la
ricerca della qualit in modo da offrire
prodotti non solo buoni, ma in grado
di nutrire in maniera equilibrata e
completa".
Essendo lExpo un appuntamento di
livello mondiale, Orogel ha fatto le
cose in grande: tutti i surgelati che
saranno consumati dentro ai
padiglioni saranno dellazienda di
Cesena. Le verdure sono inserite nei
men dei punti di ristorazione attivi
nei padiglioni. Ma non si tratta solo di
verdure: la gamma Orogel conta 190
referenze che comprende dai primi
piatti fino ai dessert.
"Siamo i fornitori esclusivi - dice il
direttore marketing Luca Pagliacci del gruppo Cir che gestisce i punti di
ristorazione del Decumano, cio uno
dei due assi principali della fiera.
Allinterno dei men presente un
piatto firmato dai nostri chef, mentre i
cuochi del gruppo Cir avranno a

Cibo per tutti


Technogym a Milano
Muoviti, muoviti e ancora muoviti. Non
solo per te stesso, ma per gli altri. Lets
move, in sintesi, for a better world. Che
anche la campagna sociale lanciata da
Technogym in occasione di Expo 2015. Il
colosso cesenate leader mondiale nella
realizzazione di attrezzature per il
tness anche Official Wellness
Partner di Expo 2015, e attraverso
questa iniziativa intende sensibilizzare
allimportanza del movimento e
dellattivit sica per combattere
lobesit infantile e pi in generale la
sedentariet e intende anche donare
il proprio esercizio sico e convertirlo in
pasti scolastici del World Food
Programme delle Nazioni Unite.
A Milano Technogym dar la possibilit
di effettuare esercizio sico, misurare il
proprio movimento e trasformarlo in
pasti scolastici che il Wfp distribuisce a
oltre 20 milioni di bambini nei paesi pi
poveri del mondo.

Isurgelati
conquistanolExpo
Veduta aerea
di Orogel (foto Cr)

Lazienda in crescita
Nel 2014 il fatturato
ha raggiunto i 180 milioni
di euro. Negli ultimi 10 anni
cresciuto del 30 per cento

disposizione 23 nostre referenze".


Questo impegno non una questione
da poco: Cir ha predisposto nel
Decumano 20 locali per un totale di
oltre 4000 posti a sedere tra ristoranti,
luoghi per la ristorazione veloce,
caffetterie e punti ristoro. Nel
complesso il gruppo Cir gestisce il 25
per cento dellofferta ristorativa con
uno staff di 500 persone, fra cui 65
cuochi.
Unaltra collaborazione messa in
campo quella con il famoso marchio

Eataly: sono stati inseriti nel ristorante


del consorzio Italia del Gusto 12
referenze di surgelati. Negli stessi spazi
sono allestite mostre darte e
organizzate serate culturali.
"Grazie alla collaborazione con
Federalimentare - aggiunge Piraccini partecipiamo al progetto del
Consorzio Italia del Gusto. In uno
spazio allestito nello stand di
Federalimentare, un maxischermo
proietter alcuni video relativi ad
Orogel in cui vengono spiegati tutti i
processi, dal campo fino alla tavola,
per la produzione dei surgelati.
In anni di crisi, anche per il settore
alimentare, i surgelati Orogel sono
stati al di sopra delle aspettative. Nel
2014 il fatturato ha raggiunto i 180
milioni e ogni anno vengono vendute
circa 90mila tonnellate di ortofrutta
surgelata. Negli ultimi 10 anni il
fatturato cresciuto del 30 per cento.
Alcune ricerche hanno evidenziato che
l85 per cento della popolazione
italiana consuma surgelati e la met lo
fa una o due volte la settimana. Per
quanto riguarda i vegetali surgelati,
lazienda di via Dismano ha una quota
di mercato pari al 25,6 per cento,
seguita da Findus (20 per cento) e
Neslt (7,4 per cento).
I dipendenti del gruppo Fruttadoro, di
cui fa parte Orogel e che comprende
anche il comparto della frutta e
verdura fresca, sono circa 2500 fra fissi
e stagionali.
Cristiano Riciputi

La Chiesa debutta luned 18 maggio alle 21

"Tutti siete invitati"


Serata Expo
in diretta su Tv2000
La Chiesa debutta a Expo 2015 luned 18
maggio, alle 21, in piazza Duomo a Milano,
con una serata (trasmessa in diretta da
Tv2000) dal titolo Tutti siete invitati, in
cui saranno messi al centro la solidariet, il
nutrimento, il rapporto con il creato e con
gli uomini. Caritas Internationalis, in collaborazione con la diocesi di Milano, proporr una serata di musica, teatro, fede, riflessione e preghiera, per condividere con
il cardinale Angelo Scola, il cardinale Oscar
Rodriguez Maradiaga e tutti gli ambrosiani
il significato profondo che rappresenta il
messaggio di Expo per la vita e per la fede.

Un gesto di
arte, musica,
letteratura,
ascolto di testimonianze
a cui si pu invitare chiunque per mostrare che le energie che alimentano la persona e la famiglia umana sono fatte di cibi
materiali e di cibi spirituali: cos lo definisce larcivescovo di Milano. LEucarestia sar posta al centro di questa serata in cui la
citt accoglier i delegati della Caritas di
tutto il mondo che si sono dati appuntamento a Milano per Expo, per celebrare la

loro assemblea generale nel Caritas Day, il


19 maggio, e per consegnare a Expo le conclusioni della campagna globale contro la
fame nel mondo lanciata da papa Francesco nel dicembre 2013. Sul palco di piazza
Duomo, assieme ai cardinali Scola e Rodriguez Maradiaga, si alterneranno grandi nomi della cultura, del cinema, del teatro e
della musica.

Vita della Diocesi

Gioved 14 maggio 2015

NOTIZIARIO DIOCESANO

IL GIORNO
DEL
SIGNORE

DOMENICA 17 MAGGIO IN TUTTE LE CHIESE

COLLETTA NAZIONALE
PER IL NEPAL
La Presidenza della Cei, a
nome dei vescovi italiani,
rinnova profonda partecipazione alle sofferenze
delle popolazioni del
Nepal provate dal terribile
terremoto che ha provocato migliaia di morti. A
causa della straordinaria
gravit del sisma, dopo lo
stanziamento di tre milioni di euro dai fondi dellotto per mille disposto
nei giorni scorsi, la Presidenza indice una colletta nazionale, da tenersi in tutte le chiese italiane domenica 17
maggio, come segno della concreta solidariet di tutti i credenti.

Senza paura, ricominciare ogni volta con gioia


Domenica 17 maggio
Ascensione del Signore - Anno B
At 1,1-11; Salmo 46; Ef 4,1-13;
Mc 16,15-20

ndate in tutto il mondo e


proclamate il Vangelo a ogni
creatura, partendo dalla
nostra casa. proprio qui, dentro le mura
domestiche, che inizia la nostra missione:
a te sposo/a voglio proclamare la parola di
Ges e aiutarti a scacciare i demoni
delle divisioni, dei dubbi, delle insicurezze
e, insieme, parlare una lingua nuova che
dica a tutti la Speranza e lAmore che
abbiamo incontrato nel Sacramento del
matrimonio. Insieme prendere in mano i
serpenti delle difficolt, delle cadute,
delle delusioni e, senza paura,
ricominciare ogni volta con gioia. Bere i
veleni che a volte ci versiamo nelle
parole, nello sguardo, nel silenzio ostile
ma essere certi che non possono
avvelenare lAmore che Ges ci ha donato.
Si, perch Ges, con lAscensione, ci ha
aperto la porta del Paradiso perch
possiamo far vedere allaltro che la Sua
porta sempre aperta e ci lasciamo
guidare dalla luce che ne esce. E quando ti
vedo malato, voglio chiedere a Ges che
mi aiuti a stendere la mano su di te per
farti vedere la porta aperta, quella del
cielo e quella del mio cuore, che non
pretende di essere amato, ma ti ama cos
come sei.

Don Filippo Cappelli nuovo assistente diocesano Acr


Dei giorni scorsi la nomina da parte del vescovo Douglas
In seguito alla rinuncia del precedente assistente, il vescovo
Douglas Regattieri ha nominato don Filippo Cappelli, vicario parrocchiale di SantEgidio in Cesena, nuovo assistente
diocesano per lAzione Cattolica dei Ragazzi.
Il vescovo ha espresso a don Claudio Canevarolo, che lascia
lincarico, particolari espressioni di gratitudine per il lavoro
svolto in questi anni.
Monsignor Regattieri ha ringraziato don Filippo Cappelli
per la disponibilit dimostrata nellaccogliere il nuovo servizio ministeriale, invitandolo a lavorare in stretta collaborazione con lassistente diocesano unitario dellAzione
Cattolica don Giordano Amati e con don Fabrizio Ricci e
Don Pier Giulio Diaco, rispettivamente per i settori giovani
e adulti dellassociazione.

Nei momenti pi faticosi pu capitare che


ci chiediamo: perch Ges non sei
rimasto? Sarebbe stato pi facile ascoltare
la Tua Parola, intuire la Tua volont e
lasciarci scavare dentro dal Tuo sguardo
per trovare aiuto e sostegno nelle scelte
pi difficili della nostra vita.
Quanto vorremmo vedere Ges con i
nostri occhi e addirittura costringerlo a
non salire in cielo per farlo stare con noi!
Forse, senza rendercene conto, facciamo
cos anche con il nostro coniuge quando
costringiamo il suo amore per farlo a
nostra misura.
Mentre il Signore agiva insieme con
loro. Siamo certi che lamore di Dio ci
circonda, ci sostiene e ci culla
continuamente e, con il sacramento del
matrimonio, arriva a me attraverso
lamore del mio sposo/a, amore innalzato
e reso pi grande del misero posto a cui
io lo vorrei piegare: lamore che viene
dal cielo, da Dio. Proprio per questo Ges
Risorto torna al Padre con il suo corpo
trafitto e trasfigurato, per portare in Dio
tutte le luci e le ombre della nostra
umanit: ora niente di ci che umano
rimane lontano dallo sguardo del Padre.
La promessa: Io sar con voi fino alla fine
dei giorni ci spinge a portare dappertutto
il Suo amore: s, il Padre vuole raggiungere
tutti e vuole servirsi anche di noi. Grazie
Signore per la fiducia che hai riposto in
noi e nel nostro piccolo e fragile amore..
Sabrina e Andrea Delvecchio

La Parola
di ogni giorno
luned 18 maggio
san Giovanni I
At 19,1-8; Sal 67;
Gv 16,29-33
marted 19
san Ivo
At 20,17-27;
Sal 67;
Gv 17,1-11a
mercoled 20
san Bernardino
da Siena
At 20,28-38; Sal 67;
Gv 17,11b-19
gioved 21
santi Cristoforo
Magallanes e c.
At 22,30; 23,6-11;
Sal 15; Gv 17,20-26
venerd 22
santa Rita da Cascia
At 25,13-21; Sal 102;
Gv 21,15-19
sabato 23
san Desiderio
At 28,16-20.30-31;
Sal 10;
Gv 21,20-25

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata, Villachiaviche,
Santa Maria della Speranza
8.30 Madonna delle Rose,
San Domenico, San Rocco,
SantEgidio, capp. cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
17.00 Capp. ospedale (no sabato)
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, San Rocco,
Osservanza
18.30 San Pietro, SantEgidio,
Santa Maria della
Speranza, Cappuccini,
San Bartolo (sabato 8,30)
19.00 San Giovanni Bono, Tipano
20.00 Torre del Moro, Gattolino
20.30 Villachiaviche, San Pio X

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
15.00 Formignano
17.00 Cappella cimitero Cesena,
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Santuario Addolorata,
Convento Cappuccini,
Osservanza, Santo Stefano,
San Paolo, Diegaro,
San Mauro in V.,
Madonna delle Rose,
Torre del Moro, Borello,
San Giorgio, San Vittore
18.30 San Pietro, San Rocco,
Case Finali, SantEgidio,
Santa Maria della Sper.
19.00 Osservanza, Villachiaviche,
Ponte Pietra
19.30 Bulgarn
20.00 Bulgaria, Ruffio, Pioppa,
Pievesestina, Tipano,
Gattolino
20.30 San Giovanni Bono,
San Pio X, Calisese

Messe festive
7.00 Cattedrale
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine,
Cappella dellospedale
Bufalini, Calabrina,
Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro,
San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
SantEgidio, Calisese,
Torre del Moro,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Capannaguzzo,
Ronta, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Martorano,
Tipano, San Cristoforo,
Gattolino, Roversano
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina,
Ponte Pietra, Bagnile,
Santa Maria Nuova,
Bulgaria, San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.15 San Martino in Fiume
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza,
SantEgidio,
Villachiaviche,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale,
Case Finali, San Pietro,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza,
Torre del Moro,
San Pio X, Cappuccini,
Carpineta,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono
10.45 Ronta, Capannaguzzo
11.00 Basilica del Monte,
Santuario Addolorata,
Osservanza,

11.10
11.15
11.30

17.00
18.00
18.30
19.00
20.00

Santo Stefano, San Paolo,


San Bartolo, Villachiaviche,
San Domenico,
SantEgidio, San Giorgio,
San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,
Gattolino, Madonna del
Fuoco, San Mauro in Valle,
Martorano, San Demetrio,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra, Bulgaria,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone
Torre del Moro
Diegaro, Madonna
delle Rose
Cattedrale,
Santa Maria della
Speranza, San Rocco,
San Pietro, Case Finali,
San Pio X
Cappella del cimitero
Cappella dellospedale
Cattedrale,
San Domenico, San Rocco
San Pietro, Cappuccini
Osservanza
San Bartolo, Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 17 (sabato);
8,30 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9, 11
(19 sabato)
Cesenatico
Sabato: ore 16 Villamarina
ore 17 San Giuseppe

17,30 Conv. Cappuccini,


Santa Maria Goretti
20 Sala
21 San Giacomo
Festivi: 8 San Giacomo, Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Boschetto;
8,30 Sala;
9 Cappuccini;
9,15 San Pietro;
9,30 Valverde;
9,45 Cannucceto;
10 Villalta;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo,
Boschetto, Sala;
11,15 Bagnarola,
Santa Maria Goretti;
17,30 Cappuccini;
18 San Giacomo
Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio 9
Gambettola
chiesa SantEgidio abate;
8,30 / 10 / 11,15 / 18.
Consolata: 19 (sabato);
7,30 / 9,30
Gatteo
ore 20 (sabato);
9 / 11,15 / 17
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Gatteo a Mare:
festivi: 8 / 11,15
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso; 19 Crocetta
20,30 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Concattedrale: 7 / 9 /
11 / 18;
Tavolicci: 16 (sabato);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino: 9,30;
Quarto: 10,30;
Pieve di Rivoschio: 15,30;
Romagnano: 11,15;
Pagno: 16 (seconda
domenica del mese,
salvo variazioni).

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (chiesa
San Giuseppe);
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30; San Romano: 11;
Taibo: 10
Montiano
ore 20,30 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18,30 (sabato), 10,30
Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30
Sarsina
Casa di Riposo: ore 16
(sabato).

Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15
(domenica);
Balze (chiesa
parrocchiale): 8,15 /
11,15
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16;
Alfero: ore 17 (sabato);
11,15
Riofreddo: 10
Corneto: 11
Pereto: 10

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 45;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 100 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 18 del 7 maggio 2015: 7.889 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 17,30 di marted 12 maggio 2015

Vita della Diocesi

Gioved 14 maggio 2015

Caritas diocesana| 3mila euro il ricavato del Mercatino dellusato

ALCUNI VOLONTARI DELLA CARITAS DIOCESANA ALLINTERNO


DEL MERCATINO DELUSATO ALLESTITO PER UNA DECINA DI GIORNI
NEGLI SPAZI ACCANTO AL VESCOVADO, A CESENA

Si concluso domenica
26 aprile, negli spazi
adiacenti il vescovado in
centro a Cesena, il Mercatino dellusato promosso dalla Caritas. Il
mercatino ha dato lopportunit a tante persone di acquistare, a un
prezzo minimo, capi utili
di abbigliamento per
uomo e donna.
Il ricavato stato di
3mila euro e verr impiegato per acquistare
scarpe sportive da uomo,
lenzuola, asciugamani e
intimo uomo e donna:
tutti articoli molto richiesti dal Centro di
prima accoglienza di via
don Minzoni (Cesena).
Un vivo ringraziamento
va ai volontari che hanno
preparato e gestito il
mercatino, e a tutte
quelle persone che con i
loro acquisti hanno contribuito al buon esito
delliniziativa.

Le offerte raccolte nelle varie parrocchie andranno a favore


del Progetto Gemma sostenuto dal Centro di Aiuto alla Vita

Quaresima di carit
Raccolti circa 23mila euro
S

ta oramai giungendo a
completamento, negli uffici della
Curia diocesana, la raccolta delle
offerte che le varie parrocchie (oltre a
privati, aziende e benefattori anonimi)
hanno devoluto in occasione della
Quaresima della Carit 2015. Su
indicazione del vescovo Douglas,
quanto raccolto andr a sostegno del
Progetto Gemma promosso dal
Centro di Aiuto alla Vita di Cesena.
Il Progetto Gemma, un servizio per

ladozione prenatale a distanza di


madri in difficolt, tentate di non
accogliere il proprio bambino. Una
mamma in attesa nasconde sempre nel
suo grembo una gemma (un bambino)
che non andr perduta se qualcuno
fornir laiuto necessario.
Il Progetto offre a una mamma un
sostegno economico che le pu
consentire di portare a termine con
serenit il periodo di gestazione,
accompagnandola nel primo anno di

vita del bambino. unidea promossa


da oltre ventanni dai 331 Centri di
Aiuto alla Vita (Cav) che offrono in
tutta Italia accoglienza e sostegno alle
maternit pi contrastate.
Di seguito, lelenco delle offerte
raccolte:
Chiesa del cimitero (Cesena): 300 euro;
chiesa dellospedale Bufalini 400
euro; ditta Martini Budrio 1.000 euro;
Missionari Preziosissimo Sangue 100
euro; N.N 100 euro; N.N. 100 euro;
parrocchia di Badia 420 euro;
Bagnarola 200 euro; Bagno di Romagna
100 euro; Budrio 500 euro; CaliseseCasale 150 euro; Cannucceto 130 euro;
Case Finali 2.800 euro; Diegaro 70
euro; Gambettola 530 euro; Gatteo 300
euro; Gattolino 300 euro; Madonna del
Fuoco 160 euro; Longiano 200 euro;
Pioppa 2.011 euro; Quarto 100 euro;
San Bartolo 540 euro; SantEgidio 900
euro; San Giacomo 1.210 euro; San
Giorgio-Bagnile 200 euro; San Lorenzo
in Scanno 200 euro; San Mauro in Valle
400 euro; San Paolo 1.020 euro; San
Pietro 2.500 euro; San Pio X 1.700 euro;
San Rocco 975 euro; San Vittore 510
euro; SantAngelo in Salute 300 euro;
Santa Maria Goretti 1.000 euro; Santa
Maria Madre della Chiesa (Boschetto)
500 euro; Santa Maria Nuova 150 euro;
Tipano 150 euro; Valgianna 50 euro;
Villalta 120 euro; Unit parrocchiale di
Pievesestina-SantAndrea in BagnoloSan Cristoforo 200 euro; Santuario del
Suffragio 400 euro. TOTALE 22.996
euro.

In breve
Rubicone-Rigossa, Messa
conclusiva Visita pastorale
Il vescovo Douglas presieder la Messa sabato 16
maggio alle 18, al Santuario del Santissimo Crocisso
di Longiano, a conclusione della Visita pastorale che
il vescovo ha condotto negli ultimi mesi e che ha
interessato le parrocchie della Zona pastorale
Rubicone-Rigossa. La Messa di restituzione sar
celebrata in Cattedrale a Cesena, gioved 28 maggio
alle 20,30. A entrambe le celebrazioni sono
particolarmente invitati tutti i fedeli delle parrocchie
che hanno avuto la visita del vescovo Douglas.

Gruppo di preghiera
Padre Guglielmo Gattiani
Lappuntamento mensile di preghiera promosso dal
gruppo Padre Guglielmo Gattiani si terr venerd
15 maggio al convento dei Cappuccini, a Cesena. Alle
20,30 recita del Rosario; alle 21 Messa celebrata dal
padre guardiano Prospero Rivi.

Consiglio pastorale diocesano


Si terr domenica 17 maggio alle 15, in Seminario a
Cesena, il Consiglio pastorale diocesano. Dopo la
preghiera iniziale, il vescovo Douglas presenter le
Linee pastorali 2015-2016 sullEucaristia.
Seguiranno i lavori in assemblea, la verica dei
lavori di questo anno pastorale e comunicazioni sul
Sinodo dei giovani. Conclusione alle 18,30.

Corso per fidanzati


Organizzato dallUfficio diocesano per la pastorale
della famiglia, si terr nei locali del Seminario, a
Cesena, un percorso in preparazione al Sacramento
del matrimonio, rivolto alle coppie di danzati. Gli
incontri si terranno nei giorni 18 e 25 maggio, 3, 8,
15, 22 e 29 giugno, dalle 21 alle 23. Per info e
iscrizioni: Anna e Terzo Foschi, 338 5697521; Sabrina
e Andrea Delvecchio, 338 1424377.

Festa di Santa Rita


al Santuario dellAddolorata
Venerd 22 maggio, festa di Santa Rita: al Santuario
dellAddolorata, a Cesena (chiesa dei Servi) Messe
alle 8, 9, 11 e 18; alle 16,30 la benedizione per i
bambini e le rose.

Pellegrinaggio dei ragazzi


allAbbazia del Monte
Promosso dalla Zona pastorale Urbana (aperta alle
parrocchie di altre Zone pastorali che lo desiderano),
si terr nel pomeriggio di sabato 23 maggio il
pellegrinaggio dei ragazzi al Santuario della
Madonna del Monte, a Cesena. Linvito rivolto ai
ragazzi delle classi del catechismo dalla 1
elementare alla Cresima, ai catechisti e ai genitori. Il
ritrovo alle 14,45 (puntuali) nel piazzale
allincrocio delle vie Pascoli e Cilea con viale dei Pini.
Durante il percorso no allAbbazia saranno recitati i
misteri gaudiosi del Rosario. In Abbazia, recita delle
litanie e di un breve brano biblico, cui seguir una
riessione del vescovo Douglas e un ragazzo/a
rappresentante per ogni parrocchia porger un
omaggio oreale alla Madonna del Monte. A
conclusione, nel chiostro del monastero, merenda.

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc)


tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141
e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

Progettazione e fornitura
chiavi in mano Impianti:
PETROLCHIMICI
AGROALIMENTARI
ECOLOGIA
DEPURAZIONE
ACQUEDOTTI
METANODOTTI
in ITALIA... nel MONDO

Gioved 14 maggio 2015

Vita della Chiesa

Bergoglio: Ricordiamo
con affetto tutte le mamme
icordiamo con gratitudine e affetto tutte le mamme. Ora

R
mi rivolgo alle mamme che stanno qui in piazza: ce ne
sono? S? Ce ne sono, mamme? Un applauso per loro, per le
mamme che sono in piazza E questo applauso abbracci tutte le
mamme, tutte le nostre care mamme: quelle che vivono con noi
sicamente, ma anche quelle che vivono con noi spiritualmente.
Il Signore le benedica tutte, e la Madonna, alla quale questo

mese dedicato, le custodisca. Lo ha


detto domenica mattina 10 maggio
papa Francesco, dopo il Regina Cli,
ricordando che ieri in tanti Paesi si
celebrava la festa della mamma.
Nei saluti un pensiero speciale
andato ai giovani della diocesi di
Orvieto-Todi, accompagnati dal loro
pastore monsignor Tuzia: Siate
cristiani coraggiosi e testimoni di
speranza!. Poi il Papa ha salutato il
Corpo forestale dello Stato, che
organizza la festa nazionale delle

Riserve Naturali per la riscoperta e il


rispetto delle bellezze del creato; i
partecipanti al convegno promosso
dalla Conferenza episcopale italiana a
sostegno di una scuola di qualit e
aperta alle famiglie; la delegazione
di donne della Komen Italia,
associazione per la lotta ai tumori del
seno; e quanti hanno preso parte
alliniziativa per la vita svoltasi a
Roma: importante collaborare
insieme per difendere e promuovere la
vita.

La domenica di papa Francesco

he vi amiate gli
uni gli altri come
io ho amato
voi". Siamo ancora nel
Cenacolo e Ges si rivolge
con queste parole ai suoi
discepoli; lamore di cui
parla non quel
complesso di sentimenti
che appartiene alla nostra
sfera, fatto di attrazione
fisica, desiderio, passione.
un amore che non
chiede nulla in cambio,
anzi arriva prima di ogni e
qualsiasi richiesta: il
comandamento
dellamore. Spesso noi
guardiamo ai dieci
comandamenti e
parliamo di tavole della
legge, e, come diceva
Benedetto XVI, li
paragoniamo a tanti "no",
a tanti limiti che
dobbiamo osservare. Ma
ecco le parole cindicano
che il vero principio che
anima la legge lamore,
perch Ges venuto
sulla terra per cercare e
salvare ci che era perduto, per dare la
vita - afferma padre Davide Maria
Turoldo - a ci che non aveva pi vita;
un Dio che si fa mendicante,
mendicante di amore.
Papa Francesco, lo scorso 15 febbraio
ai nuovi cardinali, ricorda che nel
discorso della montagna Ges
"rivoluziona anche le coscienze",
perch la logica di Dio "non si basa
sulla paura, ma sulla libert".
La logica di Dio ci dice che attraverso la
sua misericordia abbraccia e accoglie;
Dio ama per primo e ama di un amore
gratuito. Sempre Francesco, allAngelus
del 15 febbraio, dice che di fronte al
nostro male Dio "non viene a tenere
una lezione sul dolore; non viene
neanche a eliminare dal mondo la

vescovo - quando c il
male, crediamo che l Dio
c di pi".
Chi avrebbe la forza di
rispondere come la donna
ricordata dal cardinale
Bagnasco? Ma quanto ci
dice con il suo perdono,
quanto ci fa comprendere,
nel suo vissuto, il
comandamento
dellamore. Chi non
ricorda quelle parole di
perdono di Giovanni
Bachelet pronunciate al
funerale del padre ucciso
dalle Brigate rosse.
"Nessuno ha un amore
pi grande di questo: dare
la sua vita per i propri
amici". Lamore di Dio
dirompente, fa crollare i
muri che noi stessi
creiamo per difenderci,
per allontanare gli altri.
Il suo comandamento non
un semplice precetto,
afferma Francesco al
Regina Coeli, ed nuovo
"perch lui per primo lo
ha realizzato, gli ha dato
carne". una strada che ci porta ad
uscire da noi stessi per andare verso gli
altri, afferma ancora il Papa. Amarci gli
uni gli altri "anche se non sempre ci
capiamo, non sempre andiamo
daccordo ma proprio l che si vede
lamore cristiano. Un amore che si
manifesta anche se ci sono differenze
di opinione o di carattere, ma lamore
pi grande di queste differenze". Gesti
piccoli, di tutti i giorni, gesti di
vicinanza a un anziano, a un bambino,
a un ammalato, a una persona sola e in
difficolt, senza casa, senza lavoro,
immigrata, rifugiata. Amare, ricorda
papa Francesco, "farsi prossimo verso
il fratello e la sorella" che ognuno di
noi incontra.
Fabio Zavattaro

Lamore annulla le differenze


la forza autentica del cristianesimo, oltre ogni divisione
sofferenza e la morte; viene piuttosto a
prendere su di s il peso della nostra
condizione umana, a portarla fino in
fondo, per liberarci in modo radicale e
definitivo". la forza della misericordia
di Dio, che ama per primo, anche i
peccatori. Lamore, per Ges, avere
per amici peccatori, samaritani, gente
lontana, rifiutata. Le parole dette nel
Cenacolo, ricorda Francesco al Regina
Coeli, "riassumono tutto ci che lui ha
fatto: Ges ha dato la vita per i suoi
amici. Amici che non lo avevano
capito, che nel momento cruciale lo
hanno abbandonato, tradito e
rinnegato. Questo ci dice che egli ci
ama pur non essendo noi meritevoli
del suo amore: cos ci ama Ges".
C una bellissima testimonianza che il

cardinale Angelo Bagnasco, presidente


della Cei, propone ai vescovi riuniti nel
Consiglio permanente del 23 marzo
scorso, e che mette bene in evidenza
cosa significa amare, seguendo
lesempio di Ges. la testimonianza
di una madre che ha perso due figli
uccisi dai fondamentalisti dellIsis, e
alla domanda cosa diresti se
incontrassi le persone che li hanno
uccisi, ha risposto: "Chiederei a Dio di
aprire loro gli occhi e chiederei loro di
venire a casa nostra perch ci ha aiutati
ad entrare nel Regno di Dio". "Poich
siamo cristiani, diciamo: noi vi
amiamo": sono le parole del vescovo di
Mosul, monsignor Amel Shamon Nona,
riportate sempre dal cardinale
Bagnasco. "In Oriente - ha aggiunto il

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi e Robintur Viaggi, IOT e Brevivet - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

TERRA
SANTA dal 6 al 13 agosto 2015:
Pellegrinaggio presieduto dal nostro vescovo mons. Douglas Regaeri.
Pullman da Cesena, volo di linea da Venezia: il Monte Carmelo, Nazareth,
il Monte Tabor, i Santuari del Lago, Betlemme, Gerico, Qumran, Gerusalemme.
Hotel comodissimi, pensione completa, accompagnatore.
Sono disponibili ancora alcuni pos
1.195 euro

LOURDES dal 14 al 16 seembre - parrocchia di Villachiaviche


Volo da Bologna, Hotel 3 stelle, assicurazioni

573 euro

SANTIAGO DE COMPOSTELA possibilit di pellegrinaggi di gruppo


o individuali: programmi organizza o in libert
AD LIMINA PETRI (CEI) - Credenziali del pellegrino per chi percorrer a piedi la via Francigena
o le anche vie di pellegrinaggio

Attualit

Facciamo resistenza
alla genitorialit
multipla e spezzettata
Eugenia Roccella esplora la realt stravolta dalla fecondazione
eterologa: se i padri possono essere due, le madri addirittura quattro.
Ultima frontiera della filiazione il "co-parenting": si cerca un partner
con cui stipulare un contratto di genitorialit per avere con lui un figlio
e condividerne la responsabilit della crescita

uattro mamme per un bambino. Scenario da


fantascienza? In Italia per ora s, ma forse non
troppo. Un fatto certo: anche nel nostro
Paese si sta assistendo a un progressivo e
strisciante smantellamento dellidea di maternit. Con
la fecondazione eterologa, se i padri possono essere
"solamente" due - il padre "biologico" e quello "legale"
- per estremo si potrebbe arrivare fino a quattro figure
"materne": quella "genetica" che ha fornito gli ovociti
(ma con lo manipolazione dellovocita potrebbero
essere persino due), quella "gestazionale" che ha
portato avanti la gravidanza, quella "sociale" che
crescer il bambino. "La fecondazione eterologa non una semplice modalit di
procreazione assistita - precisa la giornalista Eugenia Roccella, deputato di Area
popolare e gi sottosegretario al ministero della Salute (nella foto Sir) -; una
pratica che destruttura il concetto stesso di filiazione, frammenta la genitorialit
riducendola a diritto individuale e soprattutto frantuma e polverizza la maternit".
Al dissolvimento della figura materna Roccella ha dedicato la sua ultima fatica
editoriale, "Fine della maternit. Il caso degli embrioni scambiati e la fecondazione
eterologa" (ed. Cantagalli 2015).
Lei parte dalla vicenda dello scambio di embrioni avvenuta allospedale romano
Pertini, che definisce "eterologa involontaria". Perch questa scelta?
Per far emergere le contraddizioni della nuova genitorialit e far capire come
cambia la filiazione con le nuove possibilit offerte dalle tecnoscienze. difficile per
chi non ha esperienza diretta, o di amici o familiari, rendersi conto di cosa sia
veramente leterologa, che in questo caso definisco ovviamente involontaria.
Laspetto che arriva allopinione pubblica attraverso i media quello di un desiderio
di genitorialit irrealizzato, che non considera la frantumazione della figura
materna (quella paterna solo, se cos si pu dire, sdoppiata). Si sta facendo strada
una sorta di genitorialit multipla e spezzettata che non ha pi come fondamento
lamore, ma la contrattualit. Uno stravolgimento della filiazione naturale
attraverso un contratto con cui si offre il proprio contributo biologico rinunciando
ai diritti di paternit/maternit. Il caso dello scambio di embrioni al "Pertini", nel
quale i giudici hanno riconosciuto come madre la donna che ha partorito,
ribadendo quanto affermato nella legge italiana, dimostra che di fronte a dilemmi
cos atroci la legge inadeguata e non c giustizia possibile.

Gioved 14 maggio 2015

FINE DELLA MATERNIT

FOTO SIR

La certezza, lunicit della figura materna


come architrave dellumano. Che cosa viene
meno con il suo scardinamento?
Si perde qualcosa di veramente fondante per
ogni persona e tutto diventa possibile. Il figlio
diviene unopzione individuale, anzi un
diritto. Il punto cardine sul piano sociale il
rovesciamento concettuale dellinteresse
prevalente per cui il diritto degli adulti
prevale su quello dei bambini. Con
ladozione si tenta di assicurare il diritto del
bambino alla famiglia: con leterologa prevale
invece linteresse delladulto (famiglia,
coppia, singolo) e si tenta di giustificare
questa scelta con limportanza del legame
biologico negando, al tempo stesso, che
questo legame sia rilevante per chi nascer,
per chi ha ceduto i propri gameti o, nel caso
di utero in affitto, per chi ha cresciuto il
bimbo in grembo. Una contraddizione
sottovalutata.
Che cosa vuole dire?
Che spesso i cosiddetti figli delleterologa le testimonianze sono moltissime, io ne
riporto un paio - avvertono la nostalgia del
genitore mancante e lo cercano. Nei Paesi in
cui leterologa da tempo in vigore, molti
hanno aperto contenziosi di massa per
arrivare a conoscere il proprio genitore
biologico. In alcune nazioni il principio
dellanonimato del donatore molto
indebolito. Le leggi di Inghilterra e Svezia ne
prevedono laccesso. Sul web si trovano
anche tentativi di ricreare il senso della
famiglia. Negli Stati Uniti e in Inghilterra sono
diversi i casi di figli delleterologa che creano
blog mettendo in rete il codice del genitore
biologico per cercare nella rete eventuali
fratelli e autodefinirsi famiglia. Questo

dimostra che intervenire con tanta


pesantezza sui meccanismi della filiazione
non modifica il sentire profondo delluomo.
Qualcuno pensa ai sentimenti delle donatrici?
Non credo. Molte testimoniano un crescendo
di inquietudine se non di angoscia per il
destino dei propri figli, ammettono di averlo
fatto per bisogno o in giovanissima et e
pertanto non del tutto consapevoli.
Lultima frontiera della filiazione , in ordine
di tempo, quella del co-parenting
Attraverso societ di intermediazione (negli
Usa ne esistono quattro o cinque e i contatti
sono in costante aumento) un soggetto
qualsiasi, single o convivente, di qualunque
sesso, pu cercare un partner con cui
stipulare un contratto di genitorialit per
avere con lui un figlio e condividerne la
responsabilit della crescita. La
sperimentazione sociale va avanti e inventa
nuove modalit su misura per garantire il
diritto al figlio a tutti e ad ogni costo.
Che cosa stiamo perdendo e come si pu intervenire?
Lattuale deriva realmente folle e rischia di
diventare ingestibile. Stiamo perdendo il
senso esistenziale e i limiti della condizione
umana, questione non cattolica ma
laicissima che riguarda tutti perch il
fondamento della nostra civilt. Occorre fare
resistenza, ognuno nel proprio ruolo, e
riaffermare la verit della famiglia naturale e
gli elementi fondanti dellumano. Basterebbe
partire dalla propria esperienza e dal buon
senso per riconoscerli.
Giovanna Pasqualin Traversa

10

Gioved 14 maggio 2015

Attualit

Grazie a storici coraggiosi. La Chiesa cattolica chiese perdono gi il 23 agosto 1945

er la prima volta il
e ammiragli negli alti gradi
discorso che l8
della Bundeswehr
maggio commemora
democratica avevano
al Bundestag
condotto la guerra sporca di
lanniversario, in questo caso il
Hitler, giudici erano
settantesimo, della fine della
coestensori delle leggi
guerra e della sconfitta del
liberticide e razziste del
nazismo tenuto non da un
regime.
rappresentante della politica,
Nessuno di loro, con
ma da uno storico, Heinrich
industriali, intellettuali,
August Winkler. Autore di
giornalisti complici del
opere fondamentali, docente
dodicennio nazista, si mai
nelle pi importanti universit
giustificato. A differenza delle
del suo Paese, tenace
Chiese che hanno avuto il
avversario delle teorie del
coraggio di riconoscere le loro
riduzionismo, spacciate da
responsabilit anche se
Ernst Nolde, circa le
durante i dodici anni del
responsabilit della Germania
regime cattolici e protestanti
nella tragedia europea, con
avevano resistito alzando la
IL BUNDESTAG
analisi senza indulgenze sulle
voce quando potevano, al di
E HEINRICH AUGUST
colpe del Terzo Reich nel
l da ogni convenienza e sotto
WINKLER
carnaio della seconda guerra
rischio, ribadendo il primato
(FOTO ARCHIVIO SIR)
mondiale.
dei valori morali e della
Un altro evento riguarda il
dignit delluomo, pagando
cinema. Sta avendo successo
con i loro martiri. Per prime le
in Germania e in Francia Il
Chiese hanno espresso
labirinto del silenzio, film di
pubblicamente, subito dopo
un esordiente regista italola fine del conflitto, la
tedesco, Giulio Ricciarelli,
consapevolezza delle loro
premiato al festival di Toronto.
mancanze di coraggio e di
la storia di un giovane
testimonianza. Il 23 agosto
procuratore che ha demolito il
del 1945 lo fece la Chiesa
muro dellomert quando, nel
cattolica, con la
1958, cominci a indagare su
Dichiarazione di Freysa dei
un gruppo di aguzzini di
vescovi, chiedendo perdono
Venerd 8 maggio in Germania stato un giorno di festa e in molte citt
Auschwitz. Saranno necessari
per le colpe proprie e di tutti;
le commemorazioni hanno registrato anche il suono delle campane.
anni, il sostegno del
due mesi dopo i protestanti
procuratore capo di Stoccarda,
giunsero a conclusioni

patrimonio
condiviso
la
presa
di
coscienza
popolare
dei
terribili
eventi
bellici,
Fritz Bauer, vecchio
analoghe a quelle
in particolare della Schuldfrage, la questione della colpa, sulla quale, a partire
antinazista, la collaborazione
dellepiscopato cattolico.
di uno sparuto manipolo di
Nessun altro lo ha fatto;
dal
processo
Auschwitz

cambiato,
sia
pure
lentamente,
latteggiamento
generale
altri giudici per aprire nel 1963
soltanto il lavoro degli storici
il processo Auschwitz che
permette di attribuire a
port alla condanna di 22 assassini, sino ad sulla quale, a partire dal processo
Il merito principale va a una generazione di ognuno il ruolo che ha effettivamente
allora impuniti, con un enorme impatto
Auschwitz cambiato, sia pure
studiosi (fra i quali appunto Winkler) che
avuto.
sullopinione pubblica. Fu detto: In un solo lentamente, latteggiamento generale. Il
dagli archivi ha tratto verit scomode, e a
Ma oggi c un elemento consolante: la
colpo, il male ebbe un nome, un viso e un
cancelliere Ludwig Erhard non pronunci la una stampa che ha popolarizzato quelle
consapevolezza di almeno una parte delle
indirizzo.
parola colpa nel discorso ufficiale del 1965 conoscenze, insieme con la memorialistica, giovani generazioni sui valori della libert e
I due eventi si sposano con la
e venti anni dopo il presidente della
le testimonianze dei martiri del nazismo, le della dignit delluomo, come si deduce
commemorazione tedesca dell8 maggio,
Repubblica Richard von Weizsaecker alluse inchieste interne dei vari ministeri. Da cui
dalle inchieste e dai servizi che i media
ricordato in molte citt con il suono delle
a quegli anni, sia pure severamente
sono emerse situazioni, trascinatesi per
tedeschi hanno sfornato.
campane, numerose manifestazioni, la
deplorandoli, come alla fine di un percorso anni nel dopoguerra, di complicit e
Per tutti, la risposta di uno studente
giornata festiva e iniziative pubbliche. La
errato della storia tedesca; oggi la Merkel,
omert fra alti dirigenti compromessi con il delle superiori: L8 maggio 1945 una
cosa pi importante la presa di coscienza
senza mezzi termini, invoca la
nazismo. Diplomatici che hanno
parte della mia identit tedesca, improntata
popolare di quegli eventi, in particolare
responsabilit eterna della Germania nella
continuato le loro carriere nella nuova
dallistruzione e dalla democrazia.
della Schuldfrage, la questione della colpa, Shoah.
Germania erano reperti del regime, generali
Angelo Paoluzi

L8 maggio dei tedeschi


Una memoria risanata

Attualit

DATI INPS INCORAGGIANTI

tornato il lavoro
a tempo indeterminato
Spinta del Jobs Act
Nel primo trimestre 2015 saldo positivo di 319.873 unit lavorative. Ma
sul complesso dei nuovi rapporti (1 milione e 330mila), ben 470mila
sono a tempo indeterminato. Oltre 60mila sono trasformazioni dal
tempo determinato. Leconomista Gianfranco Viesti: La strada da
percorrere per recuperare i milioni di posti persi ancora molto
lunga. Il sociologo Giuseppe Roma osserva le dinamiche Nord-Sud
Italia, perch l sta ancora il problema di fondo del Paese

FOTO ARCHIVIO SIR

inalmente arrivano dallInps alcune buone notizie, o almeno cos sono


sembrate in prima battuta luned 11 maggio, quando i dati hanno
cominciato a rimbalzare dalle agenzie alle tivu ai siti internet. Stiamo
parlando di nuove assunzioni in Italia per un totale di 319.873, cifra di
tutto rispetto e alla quale non eravamo pi abituati da tempo. Anzi, lopinione
pubblica quasi si era rassegnata a ricevere di volta in volta notizie sempre pi
nere, come se il nostro Paese fosse destinato a non uscire pi dalla spirale di
chiusura di aziende, fallimenti, disoccupazione, povert crescente. recente la
diffusione dei dati Istat riferiti allintero campione di occupati e disoccupati e
riguardanti il mese di marzo, con un livello di occupazione addirittura in calo
dello 0,1 per cento e con un tasso generale di persone che lavorano fermo al 55,5
per cento (quando altri paesi, specie nel nord Europa, arrivano a ben oltre il 60 e
pi per cento) e un livello di disoccupazione ulteriormente in aumento dello 0,5
per cento rispetto a un anno prima. Il nostro 13 per cento di senza lavoro un
dato molto pesante, soprattutto perch nasconde percentuali dimezzate al Nord
e di oltre il 20 o addirittura il 25 per cento nelle regioni del Sud.
Parte il Jobs Act e schizzano i tempi indeterminati. Vediamo quindi cosa ha
comunicato lInps. Intanto che nel primo trimestre del 2015 i nuovi rapporti di
lavoro attivati sono stati 1 milione e 330mila mentre quelli cessati sono stati 1
milione e 12mila per un saldo finale, gi ricordato, di 319.873 nuove assunzioni.
Rispetto allo scorso anno si tratta di un aumento del +138 per cento perch nel
2014 lo stesso saldo positivo si era fermato a 134.217 unit. Di questo 1,33
milioni di nuove assunzioni (da cui vanno dedotte le cessazioni, come spiegato
sopra) ben 470mila sono a tempo indeterminato e di queste hanno usufruito
dellesonero contributivo ben 206.786 nuovi contratti stipulati a tempo
indeterminato. Sempre sul totale dei nuovi assunti, 61.184 sono trasformazioni
di contratti a termine. Risulta dalla nota dellInps che il mese di pi elevate
assunzioni sia stato marzo, come era lecito attendersi visto che prendeva il via il
Jobs Act, con 115.317 nuovi contratti. Interessante anche il dato sulla
retribuzione media rilevata dallInps che di 1.859 euro lordi mensili.
Solo i dati Istat diranno se il lavoro aumenta davvero. Il problema a questo
punto cercare di entrare in queste cifre per comprendere se sono davvero

il Periscopio

Gioved 14 maggio 2015

positive. Per leconomista delluniversit di


Bari, prof. Gianfranco Viesti forse presto
per brindare, ma comunque dobbiamo
felicitarci. Che ci sia un lieve
miglioramento delle condizioni
economiche generali mi pare evidente.
Sappiamo che tale miglioramento
principalmente indotto da fattori esterni
allItalia, quali limmissione di denaro da
parte della Bce nel sistema, il calo del
petrolio e del rapporto euro-dollaro.
Tuttavia per avere la conferma che gli
effetti della prima timida ripresina in corso
si ripercuotano davvero sul mercato del
lavoro dobbiamo attendere i dati dellIstat.
Per un insieme di fattori tecnici, solo
questi ultimi ci diranno se la gente
effettivamente lavora di pi rispetto al
passato. Secondo Viesti, inoltre, logico
attendersi che ci sia un aumento dei
contratti a tempo indeterminato sia
perch le nuove regole introdotte mettono
gli imprenditori in una condizione di
maggiore tranquillit nelle assunzioni; sia
per gli sgravi contributivi che sono un
buon motivo per adottare il Jobs Act. Alla
domanda che tutti si pongono, cio cosa
dovremo vedere per poter dire che siamo
fuori dal tunnel, leconomista risponde
che la strada da percorrere per recuperare
i milioni di posti persi negli ultimi cinque
anni ancora molto lunga. Ci vorranno
mesi, se non anni. Inoltre dobbiamo stare
attenti perch questi dati freschi possono
essere strattonati nelle polemiche
politiche.
Sullo sfondo rimane la questione
meridionale. Pi o meno dello stesso
parere anche il sociologo Giuseppe
Roma, senior advisor della Fondazione
Censis. La prudenza dobbligo - dichiara
- in quanto debbo rilevare la diversa
metodologia tra Inps e Istat nella raccolta e
nel trattamento dei dati. Le conferme
positive, che tutti ci auguriamo, dovranno
venire dallIstat, e speriamo che arrivino
presto. Riconosce che questi dati positivi
sono in larga misura da ascrivere allavvio
del Jobs Act: Indubbiamente la nuova
legge consente alle imprese di guardare
con una certa tranquillit a un impiego di
medio termine delle risorse lavorative.
Offre vantaggi sul cuneo fiscale e lascia
aperte le strade per future conferme.
Piuttosto starei attento alle dinamiche
Nord-Sud Italia. Perch l sta ancora il
problema di fondo del Paese. Nel Nord sottolinea -, lo dicono le cifre e le
previsioni, lexport sta aiutando una larga
fetta di imprese, specie quelle pi
internazionalizzate. Nelle regioni pi
produttive del Paese troviamo addirittura
la massima densit di occupati stranieri,
con tassi di disoccupazione contenuti e
che risultano nella media rispetto alle
migliori aree produttive europee. Invece il
Centro-Sud sembra rimanere nel suo stato
di grande difficolt lavorativa. Ancora una
volta, quindi, la questione meridionale
torna a imporsi come grande questione
del Paese, e anzi, con il Jobs Act ormai
avviato potrebbe farsi ancora pi marcata
la differenza con il resto dItalia.
Luigi Crimella

11

Villaggio globale
di Ernesto Diaco

LULTIMA FRONTIERA DIGITALE:


LA TV FAI DA TE
Leader incontrastato
dei video su
internet,
YouTube
un colosso
da un miliardo di
utenti e 300 ore di nuovi filmati caricati
ogni minuto. Limpero per potrebbe iniziare a scricchiolare. La novit che ambisce a scavalcare il gigante appartenente a
Google viene da un altro dei grandi protagonisti della Rete. Nei mesi scorsi, infatti, la societ che gestisce Twitter ha
presentato Periscope, unapplicazione
che consente di mandare in onda, in diretta, i video che si stanno registrando.
Per il mondo digitale, ubriaco di interazione istantanea, non cosa di poco
conto. I campi di applicazione sono
sconfinati: come fossimo proprietari di
una tv personale, potremo mostrare in
tempo reale i momenti pi emozionanti
della nostra vita reale, gli scenari e gli
eventi a cui stiamo assistendo. Basta uno
smartphone e un messaggio per avvisare
i propri follower dellinizio della diretta. Naturalmente da parte loro possono giungere commenti, apprezzamenti
e condivisioni, secondo le regole dei social network. Anche il giornalismo televisivo dovr fare i conti con lapplicazione
che consente a tutti di essere telecronisti
senza filtri. E, si deve aggiungere, con seri
problemi per il rispetto della privacy e
della deontologia della comunicazione.
Un uso disinvolto di Periscope, infatti,
potrebbe stravolgere regole codificate e
norme consolidate. Gli spettatori di una
partita da calcio, ad esempio, hanno la
possibilit di condividere in diretta gol o
frammenti di gioco, infischiandosene del
mercato miliardario dei diritti televisivi.
La tv autoprodotta dagli utenti, inoltre,
fa gola ad altri attori della scena globale,
compreso il mondo della pornografia, del
fondamentalismo, della comunicazione
pubblicitaria.
Per il momento, a dare notoriet al periscopio indiscreto soprattutto luso che
alcune celebrit dello star system
ne stanno facendo per accrescere la
propria visibilit e attirare lattenzione.
I fedeli digitali per non restano
a guardare: la Messa pasquale celebrata
nel Duomo di Milano dal cardinale
Angelo Scola stata trasmessa in diretta
sulla piattaforma Periscope raccogliendo
oltre mille utenti unici connessi da
tutto il mondo, con reazioni assai
positive di stupore e commenti
molto favorevoli sia sulliniziativa
sia sullomelia dellarcivescovo.
stato possibile seguire la liturgia
mediante questa nuova app in piena
espansione collegandosi con il proprio
profilo Twitter e seguendo @chiesadimilano. Unesperienza che certamente non
rester isolata.

di Zeta

Ancora una volta emerge una realt quasi mai rilanciata


dai grandi network. quella parte di Paese che ancora ci crede

Una testimonianza
genuina e vera che si
resa visibile anche a chi,
da fuori, pu risultare
condizionato dai
sempre lItalia che non ti aspetti. Quella che stupisce. Quella che
pregiudizi figli di una
lavora. Quella che si impegna per gli altri, sempre e comunque.
cultura che tutto
Quella che si danna lanima anche se lo Stato cerca di stritolarla
omogeneizza in luoghi
con la burocrazia, le tasse, i cavilli. il Belpaese dei mille campanili,
comuni difficilissimi da
ma anche delle mille risorse nascoste, quelle che ci sono ma non fanno
sfatare. E invece, quando
notizia, non arrivano nei Tg nazionali n nelle agenzie di stampa pi
si ha loccasione di toccare
blasonate.
con mano, si pu poi
Da qualche anno giro il Paese in lungo e in largo. Dal nord al sud
raccontare di come questo
incontro gente meravigliosa. Gente laboriosa. Mi sforzo anche di
nostro strampalato Paese
incontrare quello che viene descritto sui grandi quotidiani. A volte lo
non sia poi cos da buttare.
Piedimonte, ha organizzato un mese di eventi per Certo, le difficolt ci sono e nessuno se le
vedo, ma nella maggioranza dei casi mi imbatto in unaltra realt, pi
rendere visibile a tutti il Festival della Parola,
bella, pi attraente, pi affascinante.
nasconde. Ma ci sono anche semi di
dall8 maggio al 14 giugno. Non star qui a
Mi capitato anche la scorsa settimana. Per tanti dei nostri lettori la
speranza. Come quelli che si possono
descrivere che successo e cosa potr accadere
cittadina di Piedimonte Matese non evoca nulla di straordinario. Ne
notare in chi sa mettere in campo
nelle prossime settimane perch ai nostri lettori di professionalit e passione. Ne sono un
sono quasi certo. Prima di andarci per la prima volta alcuni anni fa,
non sapevo neppure dove fosse. un comune in provincia di Caserta di certo non interessa. Credo sia pi importante
esempio concreto gli amici del mensile
mettere in evidenza la vivacit di una Chiesa locale diocesano Clarus e di tanti altri che con
quasi 12mila abitanti ai piedi dellAppennino, ormai al confine con il
del sud che si mette in piazza con gli scout e i
Molise. Adagiato alla montagna, come ben descrive il nome, ha subto
loro hanno messo insieme 100 piazze per
ragazzi dellAcr per raccontare a tutti la bellezza
il terremoto due anni fa.
il Vangelo, per un incontro di tutti e con
dellavvenimento cristiano.
Dalla scorsa settimana la Diocesi di Alife-Caiazzo, che ha lepiscopio a
tutti. (883)

Semi di speranza nellItalia invisibile

CLARUS IL MENSILE DIOCESANO


DELLA DIOCESI DI ALIFE-CAIAZZO (CASERTA).
ADERISCE ALLA FISC (FEDERAZIONE ITALIANA
SETTIMANALI CATTOLICI)
(FOTO ARCHIVIO SIR)

12

Cesena

Gioved 14 maggio 2015

Evento domenica 17 maggio

Romagna: Rotary in festa


nel centro di Cesena
Barbara Baronio

er unintera giornata la citt di Cesena diventa


centro e cuore dei Rotary della Romagna. E
pronta al via "Rotary e Romagna in festa", una
grande kermesse prevista per domenica 17
maggio.
"Rotary e Romagna in festa" avr come tema "Idee,
innovazione, istruzione: opportunit di lavoro per i
giovani" e si svilupper tra Foro Annonario, piazza del
Popolo e piazza Amendola. Nellarea centrale del Foro
Annonario la giornata inizier con la Messa alle 9.30
celebrata da monsignor Piero Altieri. A seguire si terr
alle 10.30 la cerimonia di apertura e alle 11.30 in
programma la tavola rotonda sulla tecnologia della
stampa 3D e il ruolo del Rotary sulla sua diffusione. I
lavori proseguiranno alle 15 con una tavola rotonda sul
tema "Come nasce e si sviluppa unazienda".
Interverranno: Renzo Piraccini di Almaverde Bio,
Francesca Amadori dellomonimo gruppo avicolo,
Magal Prati di Camac, gli stilisti e artigiani della moda
Marco Campomaggi e Caterina Lucchi, Bruno Piraccini
di Orogel, Antonio Neri dellazienda longianese di
arredo urbano, Gianluigi Trevisani del Gruppo Trevi. A
moderare lincontro il giornalista Davide Buratti.
"Siamo alla terza edizione della festa dei Rotary Club
della Romagna - spiega Andrea Paolo Rossi, presidente
Rotary Cesena -. Le precedenti si sono svolte a Forl e a

Domenica 17 maggio alle 21

Famiglia sotto attacco


Incontro con lavvocato Amato
La famiglia ancora una volta
sotto la lente
dingrandimento. A Cesena,
domenica 17 maggio alle 21
presso Palazzo Ghini,
lavvocato Gianfranco Amato,
presidente dellassociazione
Giuristi per la vita, chiarir
quali sono i pericoli che
minano lintegrit
dellistituzione familiare.
Lincontro titola "Famiglia a
rischio: unioni civili, ideologia
gender, stepchild adoption".
Sul tavolo degli imputati
salir il disegno di legge
proposto dalla senatrice
Monica Cirinn che mira ad
introdurre nel nostro
ordinamento le cosiddette
"unioni civili". Dietro la

semplicit del termine


"unioni civili" si nasconde un
progetto complesso che vuole
equiparare le unioni tra
coppie di omosessuali al
matrimonio. Rendendo del
tutto irrilevante anche la
distinzione tra gura materna
e paterna. Lapprovazione di
questo ddl permetterebbe a
coppie omosessuali di
accedere alladozione
attraverso la pratica della
stepchild adoption o utero in
affitto. Per molti si tratta di
una pratica che legalizza la
fabbricazione e la
compravendita di bambini e
che sfrutta le condizioni di
difficolt di molte donne.
Adc

Ravenna: la prima volta


per che la festa si svolger
nel centro della citt. E un
Un evento
modo per coinvolgere tanti
al Foro Annonario
cittadini e spiegare cosa e
cosa fa il Rotary".
Alle 16.30 il Rotaract, i giovani del Rotary, presenter i
progetti di ricerca fra Universit, aziende ed
applicazione clinica con la partecipazione del Centro
interdipartimentale di ricerca industriale su Scienze
della Vita e Tecnologie della Salute dellUniversit di
Bologna. Alle 18 il gruppo consorti del Rotary Cesena
illustrer i risultati di un progetto sviluppato con
lassociazione Linea Rosa nelle scuole superiori della
citt.
Nel corridoio di destra del Foro Annonario saranno
presenti il FabLab Romagna, lIstituto tecnico
industriale Blaise Pascal e le aziende produttrici che
esporranno i loro lavori e daranno dimostrazione di
stampa 3D.
"Per i prossimi due anni - continua Rossi - l impegno
del Rotary sar straordinario: abbiamo coinvolto tanti
soggetti tra cui il Rotary di Belgrado per costruire un
progetto innovativo sulla tecnologia della stampante
3D e ci proponiamo come motore di un centro di
istruzione in nuove tecnologie digitali e per
promuovere la innovazione nelle aziende artigiane".
Dedicata al giocattolo la parte sinistra del Foro

Annonario in cui sar presente unesposizione del


giocattolo di Mathias e Adriano Maraldi e la collezione
di giochi antichi di Dante Ugolini.
In piazza Amendola dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 si
terranno due momenti musicali a cura del
Conservatorio Maderna e in piazza del Popolo sar
possibile visitare lesposizione di auto depoca,
unestemporanea di pittura e gli stand del Consorzio
Terraetartufo e della azienda agricola Perugini. Per i
pi piccoli in mattinata non mancheranno i giochi
organizzati dai ragazzi del gruppo scout Cesena 2 e i
truccabimbi del Drago blu.
Il Rotary unorganizzazione mondiale che raccoglie
oltre 1milione e 200 mila uomini e donne, provenienti
dal mondo degli affari, professionisti e dirigenti. Presta
servizio umanitario, incoraggia il rispetto di elevati
principi etici nellesercizio di ogni professione e
simpegna a costruire un mondo di amicizia e di pace.
Il Rotary Club Cesena stato fondato nel 1957 e conta
oggi 116 soci.

Nel pomeriggio dalle 17

Sentinelle in piedi
Il 23 maggio
in piazza del Popolo
"Sentinelle in piedi" di nuovo sullattenti. Ma questa volta non saranno sole: il
23 maggio la manifestazione dovrebbe
ripetersi in cento citt italiane. Lappuntamento previsto il 23 maggio, alle 17,
in piazza del Popolo.
Quanti oggi in Italia - si legge in una nota dei promotori - si sono resi conto che
c un testo in discussione in parlamento che prevede che le unioni fra persone
dello stesso sesso saranno in tutto e per
tutto equiparate al matrimonio? Quanti
hanno capito che presto nel nostro Paese un bambino potr essere cresciuto da

due uomini o due donne, deliberatamente privato quindi del pap, della mamma o di entrambi?
Quanti hanno chiaro che il Ddl
Cirinn sulle cosiddette unioni
civili in realt non ha nulla di civile e che la civilt la demolisce
annientando la sua cellula primaria, la famiglia? E soprattutto
chi di fronte a tutto questo disposto ad alzarsi in piedi? Arriva il
momento in cui non pi possibile stare a guardare: quando la
famiglia viene minacciata, quan-

do il matrimonio attaccato nella sua essenza, quando i bambini


diventano oggetto di diritto,
quando lessere umano violato
nella sua natura di uomo o di
donna, occorre opporsi per non
assuefarsi a un potere pervasivo.
Impressiona che le leggi sopra citate non siano nemmeno oggetto
di dibattito, che in Italia lo pseudo matrimonio fra persone dello
stesso sesso stia passando senza
nemmeno la minima e naturale
obiezione.

VIGNE (Cesena): in condominio al terzo e ultimo piano servito di ascensore appartamento completamente ristrutturato con materiali e finiture di ottima qualit e scelta.
Limmobile in zona tranquilla e residenziale, dotato di impianti a norma e di riscaldamento autonomo ed composto da soggiorno angolo cottura, 2 camere da
letto, bagno con doccia, 2 balconi, garage. 195.000 / Rif. 1512
PONTE ABBADESSE (Cesena): in posizione tranquilla su di un lotto di circa 320 mq
casa indipendente disposta su 2 livelli con proservizi esterni. DA RISTRUTTURARE.
230.000 / Rif. 1524
PIAZZA DELLA LIBERT (Cesena): al terzo piano servito di ascensore ampio bilocale composto da soggiorno con angolo cottura, camera da letto matrimoniale,
bagno, ripostiglio/lavanderia, balcone e cantina. Ottime finiture. NESSUNA
SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI A TITOLO ONEROSO.
225.000 / Rif. 1448-1
CESENA ZONA CENTRALE (adiacenze viale Mazzoni): in elegante palazzina di recente costruzione appartamento al primo piano composto da soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi e garage. Ottime finiture.
NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI A TITOLO ONEROSO. 325.000 / Rif. 1449-2
PONTE PIETRA (Cesena): immersa nel verde e nella tranquillit casa indipendente di 140 mq. commerciali pi servizi e terreno agricolo di propriet di circa
10.000 mq. La soluzione immobiliare necessita di lavori di ristrutturazione e si
pu valutare di ampliare e/o mantenere gli spazi attuali personalizzando gli interni oppure demolendo il tutto per ricostruire un'abitazione con S.U.L. di 270
mq. e unampia attrezzaia esterna. 260.000 / Rif. 1556

PONTE PIETRA (Cesena): in posizione residenziale e tranquilla porzione di villetta bifamiliare di nuova costruzione con possibilit di personalizzare gli interni. Limmobile disposto su pi livelli ed composto da ingresso indipendente, cucina, sala, 3 camere da
letto, doppi servizi, sottotetto, lavanderia, 5 balconi, porticato/loggia, garage doppio,
cantina/taverna e giardino privato. 380.000 / Rif. 1493
SAN VITTORE (Cesena): in zona verde e tranquilla villetta a schiera centrale di recente
costruzione disposta su 3 livelli con ampio giardino. 420.000 / Rif. 1565
DIEGARO (Cesena): in piccola palazzina circondata dal verde appartamento ristrutturato al secondo piano composto da ingresso su ampio soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da letto, 2 bagni, veranda con camino e zona lavanderia,
balcone e garage doppio. Impianti autonomi. 230.000 / Rif. 1567
SANTA MARIA NUOVA: in posizione tranquilla e residenziale villetta angolare di nuova
costruzione con finiture extra capitolato e in ottime condizioni duso. Limmobile
disposto su tre livelli ed composto da ingresso indipendente, ampio soggiorno con
angolo cottura, 2 camere da letto mansardate e finestrate, 3 bagni, 3 balconi, taverna
accessoriata di impianti, garage e posto auto di pertinenza. Completa la propriet un
giardino privato di oltre 65 mq. gi piantumato e recintato. 239.000 / Rif. 1507

Cesena

Cesena | Premio a Fabrizio Castori

Lex allenatore del Cesena Fabrizio Castori stato premiato, la scorsa settimana,
dal sindaco Paolo Lucchi e dallassessore Cristian Castorri (nella foto con la moglie
di Castori, la signora Paola). Il Mister questanno ha ottenuto una incredibile
promozione in serie A con il Carpi, squadra che ha espresso un calcio veloce e
moderno. Castori ha residenza a Cesena in un appartamento in zona Montefiore.

Gioved 14 maggio 2015

Eventi | Con Sacchi e Cassani

Technogym sposa ancora una volta la "RunningIn" di Milano Marittima (14 giugno).
La presentazione si svolta nei giorni scorsi alla presenza di due testimonial romagnoli
deccezione: lallenatore di calcio Arrigo Sacchi e il ct della nazionale di ciclismo Davide
Cassani (al centro nella foto). Con loro il sindaco di Cervia Luca Coffari (primo a
sinistra) e Marco Mas presidente azienda turistica di Madonna di Campiglio (a destra).
Per partecipare www.runningin.info

Ma non un abbandono

San Giorgio

I Giuseppini
lasciano
listituto Lugaresi
"I Giuseppini se ne vanno ma non abbandonano il Lugaresi". Questa la notizia che
lultimo numero del periodico del "Lugaresi" riporta in prima pagina.
"Con questo titolo - scrive il padre provinciale Lorenzo Sibona - si pu descrivere il fatto che i Giuseppini lasciano la comunit di Cesena, ma non abbandonano
Cesena. Tra pochi giorni la chiusura della
comunit diventer reale, con la destinazione dei due confratelli ad altra sede, ma
con limpegno di padre Leonardo a continuare a seguire dalla vicina Ravenna i laici che continuano nella gestione delle at-

tivit educative e formative del Lugaresi.


Come padre provinciale esprimo il mio
rammarico per questa decisione che mai
avrei voluto assumere. Rivolgo a padre
Mauro e a padre Leonardo un pensiero di
saluto e di ringraziamento, sapendo di interpretare il sentimento dei tanti laici che
con loro hanno collaborato in questi anni
nelle varie e diverse attivit educative e
formative del Lugaresi".
"Il dolore che accompagna questa decisione - continua larticolo - e queste par-

13

Tragico incidente

tenze segno del gran bene che negli anni si consolidato tra i Giuseppini e la
gente di Cesena che frequenta il Lugaresi.
E il ringraziamento si estende alla lunga
schiera di confratelli giuseppini che negli
anni hanno speso parte della loro vita a
beneficio della giovent di Cesena".
Il "Lugaresi" rappresenta per tanti cesenati un punto di riferimento, senza dimenticare la grande oepra sociale di formazione lavorativa e spirituale svolta nel
corso degli anni.

Pietro Pirini non ce lha fatta. Venerd


scorso, in sella alla sua bicicletta, stava
percorrendo il tragitto che separa casa
sua, a Pisignano di Cervia, dalla scuola
media di San Giorgio. Erano le 7,45 e
pedalava, lungo la via Pisignano, insieme
a un gruppetto di amici. Giunto
allincrocio con via Cerchia di San
Martino, pare che gli altri ragazzini si
siano fermati mentre Pietro ha proseguito
per qualche metro e ci ha causato
limpatto con una utilitaria. Lurto stato
violento e le condizioni del dodicenne
sono apparse subito molto gravi. I medici
del reparto di rianimazione del Bufalini
hanno provato in tutti i modi di salvarlo,
ma non c stato nulla da fare. E morto
nel tardo pomeriggio di sabato. I genitori
hanno consentito lespianto degli organi.
In diverse parrocchie, anche del cesenate
e in primo luogo a San Giorgio, domenica
durante la Messa Pietro stato ricordato
nella preghiera.

Sacro Cuore | Cantiere liberato

Incontri | Enrico Letta nel cesenate

Cantiere del Sacro Cuore in via Padre Vicinio da Sarsina: luned sono stati tolti i
sigilli. Il sequestro del cantiere era avvenuto nel 2009. Ora tutta larea torna
nella piena disponibilit della propriet e quindi possibile iniziare liter per la
presentazione di un nuovo progetto che sar ridotto nelle superfici e nei volumi,
rispetto a quello originale. Nella foto, Cinzia Amaduzzi della Compagnia del
Sacro Cuore al momento della formalizzazione del dissequestro.

Lo scorso fine settimana lonorevole ed ex premier Enrico Letta stato prima a Cesena e
poi a Roncofreddo.Venerd sera, presso la sala "Cacciaguerra" della Banca di Cesena,
Letta ha presentato il suo libro "Andare insieme, andare lontano". La serata (nella foto di
Mauro Armuzzi), stata organizzata dallassociazioneTrecento Sessanta e da Fondazione
radici della sinistra. Sabato mattina, a Roncofreddo, ha ricevuto, per mano del sindaco
Massimo Bulbi, la cittadinanza onoraria.

14

Gioved 14 maggio 2015

Cesena
Aziende

Al Palacongressi di Rimini, sabato 16 maggio,


lassemblea regionale dellAssociazione italiana celiachia

Orogel incassa il s
allampliamento

Celiachia, conoscerla
senza privazioni
U

na buona occasione per


sensibilizzare e fare cultura sulla
celiachia. Si celebra dal 16 al 23
maggio la Settimana nazionale della
celiachia che nel nostro territorio sar
ricordata in modo particolare con
lassemblea regionale Aic (Associazione
italiana celiachia) organizzata per sabato
16 maggio al Palacongressi di Rimini.
Una ricca serie di incontri caratterizza la
mattina del convegno: Come cambiata
la celiachia delladulto, Probabilit di
sviluppare la celiachia, Come
cambiata la diagnosi in Pediatria sono
alcuni dei temi delle relazioni dei medici
e incaricati che si avvicenderanno nel
corso della mattinata, dove il pubblico
potr intervenire con domande. Agli
incontri seguir lapertura degli stand
con specialit gastronomiche gluten free:
saranno presenti stand di ditte
produttrici di alimenti sg e di negozi
specializzati nella distribuzione di
alimenti dieto-terapeutici, con assaggi e
degustazioni di paste, pane, pizze e
focacce cotte sul momento. Un corso di
cucina con lo chef e una partita di calcio
nel campo di San Patrignano

A Cesena lintolleranza
permanente al glutine riguarda
773 persone, di cui 528 donne
arricchiranno il pomeriggio di
condivisione e divertimento (per info:
segreteria@aicemiliaromagna.it,
www.aicemiliaromagna.it, tel. 059
454462).
Cosa la celiachia? unintolleranza
permanente al glutine, sostanza proteica
presente in avena, frumento, farro,
kamut, orzo, segale, spelta e triticale.
Lincidenza di questa intolleranza, in
Italia, stimata in un soggetto ogni 100
persone; i celiaci potenzialmente
sarebbero quindi 600mila, ma ne sono
stati diagnosticati circa 170mila; 10mila
le nuove diagnosi e 5.600 i nuovi nati
celiaci, ogni anno. Si pu manifestare in
et pediatrica, ma anche in et adulta,
con sintomi gastrointestinali pi o meno
gravi. A Cesena, i celiaci che fanno
riferimento allAusl locale sono 773, con
una forte incidenza femminile: 528
femmine e 245 maschi. Negli anni
diventata, da malattia rara, a prima

Sabato 16 e domenica 17 maggio

patologia cronica - specifica con


appassionata nozione Massimo Boschi,
cesenate, da 35 anni consigliere regionale
dellAic - . Per fronteggiare la celiachia, e per
ridurre il disagio sociale che ne deriva,
soprattutto in giovane et, dalla necessit di
alimentarsi diversamente dai propri
coetanei, occorre escludere dalla propria
dieta alcuni degli alimenti pi comuni quali
pane, pasta, biscotti e pizza, ma anche
eliminare le piccole tracce di glutine dal
piatto. Fondamentale e unica terapia
possibile quindi rispettare una rigorosa
dieta senza glutine, da osservare in casa e
nei locali che si frequentano.
Corsi di cucina, giornate ed eventi di
sensibilizzazione, convegni e incontri
formativi sono tra le attivit che lAic di
Cesena, attiva dal 2007, propone agli
associati, ai familiari e a chiunque desideri e
abbia necessit di conoscere la celiachia.
Per info: Aic Cesena, via Serraglio 18 (c/o
Assiprov), Cesena, tel. 0547 28661. Referenti:
Virginia Boschi e Adele Placucci. La sede
aperta agli associati e non, il gioved dalle
20,30 alle 22,30, con la presenza di alcuni
volontari (celiaci e familiari).
Sabrina Lucchi

Semaforo verde per il progetto presentato da


Orogel nellautunno scorso per
lampliamento dellarea produttiva
prospiciente allo stabilimento esistente. Nei
giorni scorsi la Giunta comunale ha
approvato il Piano Attuativo, il Progetto
delle Opere di Urbanizzazione e i progetti dei
5 edifici previsti nel comparto.
Si apre cos la strada verso la realizzazione
anche dellultima parte dellAccordo di
programma siglato fra Comune di Cesena e
Orogel nel 2001 per lo sviluppo di due nuovi
comparti produttivi invia Dismano, destinati
ad ampliare il primo insediamento.
Il primo comparto gi stato attuato negli
anni scorsi, e con esso sono state eseguite
anche le opere di interesse pubblico
contemplate nellAccordo, cio il
completamento e messa in sicurezza di un
tratto di via Dismano, e la rotonda Saragat,
finanziate da Orogel.
Il secondo comparto, invece, era rimasto al
palo e il Piano Particolareggiato relativo ad
esso, pur essendo stato approvato nel 2002,
scaduto nel maggio 2012.
Se ne tornato a parlare solo nel 2014
quando, a fine ottobre, Orogel ha presentato
al Comune la richiesta di approvare il Piano
attuativo relativo alle opere di
urbanizzazione, prevedendo di realizzare
circa 45.000 metri quadrati (mq) di edifici
per la produzione e la conservazione di
alimenti surgelati; nel comparto prevista
unarea parcheggio di 3.000 mq. e unarea a
verde pubblico di oltre 6.700 mq. A fine
dicembre tale istanza stata integrata con
la richiesta di approvare anche i relativi
permessi per costruire i cinque fabbricati.

Verso una soluzione

Ponte Pietra in festa

Banca Romagna Cooperativa


assorbita da Banca Sviluppo

La parrocchia di Santa Maria


delle Grazie in Ponte Pietra celebra la Festa dellAscensione.
il clou si avr il 16 e 17 maggio.
Il programma religioso prevede, domenica 17, la celebrazione della Messa alle 7, 9 e 11.
Durante questultima Messa ci
sar il rientro dei bambini
della prima comunione.
Tutti i giorni di maggio, alle
16,30, viene recitato il rosario.
Il programma ricreativo parte
sabato 16 maggio, dal pomeriggio, con il torneo a cura del
gruppo sportivo locale. Alle 18
aprir lo stand gastronomico e, alle 21,
il gruppo Quii ad San Zili metter in
scena la commedia Svuitemma al sachi.
Domenica 17 proseguiranno i tornei

Banca Romagna Cooperativa


(Brc), commissariata da fine
novembre 2013, sar
traghettata oltre
lamministrazione
straordinaria grazie
allintervento di Banca
Sviluppo (che fa parte del
mondo del credito
cooperativo), del Fondo di
Garanzia dei depositanti e per
la prima volta, del Fondo di
garanzia istituzionale. Nei
prossimi giorni atteso il via
libera dalla Banca dItalia. Lo
ha riportato il quotidiano
Milano Finanza di venerd
scorso. In pratica significa che
per i correntisti non cambia
nulla, nel senso che tutti i
risparmi (come ovvio) non

sportivi, mentre alle 21 ci sar lo spettacolo della scuola di ballo Cesena Danze.
Alle 23 si terr lestrazione dei principali premi della lotteria. Per i bambini ci
saranno i gonfiabili e varie attrazioni.

corrono (e non correvano)


alcun rischio. Discorso
diverso per i soci: per
questi pare unipotesi non
troppo remota la perdita
del capitale sociale. Brc
conta oltre 6000 soci la
maggior parte dei quali ha
il minimo delle quote, pari
a qualche centinaio di euro.
Ma, come capita in ogni
societ, c anche chi
conta svariate migliaia di
euro e in questi casi le
perdite saranno pi dolorose.
Il capitale sociale sar
utilizzato per ripianare,
almeno in parte, la voragine di
debiti accumulatasi fino al
2011. Il Consiglio eletto in
quellanno, guidato dal

presidente Nazario Sintini,


aveva provato a porre un
argine alle perdite, ma tutte le
azioni messe in campo non
sono bastate e nel 2013
scattato il commissariamento
voluto da Banca dItalia.

Rai 3 in citt
Cesena e piadina
Binomio su Report
per il rebus Igp
Domenica sera 10 maggio,
allinterno della rubrica Nutrire il
Pianeta della popolare
trasmissione Report (Rai 3),
andato in onda il servizio video
realizzato a Cesena nei giorni scorsi
sulla piadina e la controversia sul
marchio Igp concesso anche alle
industrie.
Limportante trasmissione di Rai 3
ha scelto, per parlare della piadina
diventata tra i pi classici cibi di
strada, lAssociazione per la
valorizzazione della piadina
romagnola, la Confesercenti
Cesenate e Slow Food, a
riconoscimento del fatto che in
questo territorio la piadina
mantiene intatte le caratteristiche
tradizionali e di qualit, grazie al
lavoro delle piadaiole.

Cesenatico

Gioved 14 maggio 2015

Fondali puliti: il bilancio di 50 quintali di materiale recuperato

Momenti spirituali
Estate di iniziative
dai Frati francescani

Ambiente

Foto archivio

Non solo pesce: in acqua


recuperati tanti rifiuti

15

ltre 50 quintali di rifiuti raccolti, 80 subacquei e 45 operatori delle


associazioni di volontariato del territorio, sono i numeri di "Fondali
puliti 2015", la tredicesima edizione della campagna di pulizia delle
spiagge e dei fondali marini organizzata da Cesena Blu e Cesena in Blu,
in collaborazione con Comune di Cesenatico e Capitaneria di Porto, che si
svolta nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 maggio.
Tanto impegno, accompagnato da entusiasmo, hanno caratterizzato la
manifestazione durante la quale i volontari hanno ripulito, dopo lesperienza
positiva dello scorso anno, i fondali della Vena Mazzarini, dal ponte di via
Ferrara al ponte di viale Roma, e il
Cesenatico, con il contributo degli
tratto di mare compreso tra larenile
operatori del Gruppo Hera di Forldi Ponente e quello di Valverde,
Cesena, ha recuperato 48,6 quintali di
riportando in superficie materiale di
materiale, suddivisi in 30,6 quintali di
ogni genere. Sabato 9 maggio nella
ferro, 8 quintali di legno e 10 quintali
Vena Mazzarini, una decina di sub
di rifiuti indifferenziati.
affiliati alla scuola Cesena Blu,
Domenica 10 maggio le operazioni di
coadiuvati dai volontari di Radio
recupero hanno interessato i fondali
Soccorso Cesenatico, Cesenatico
del tratto di mare compreso fra
Servizi, Federcaccia sezione di

Ponente e Valverde. Coinvolti


nelliniziativa i sub delle scuole
Cesena Blu, Cesena in Blu, Cormorano
Sub Forl, Subatlantide Cesena,
Sottacqua Forl, Centro Immersioni
Cesena e i volontari della Protezione
Civile di San Giovanni in Persiceto,
che hanno portato in superficie 2,6
quintali di legno e 60 chilogrammi di
plastica.
Un evento importante che coniuga la
passione per il mare e il rispetto per la
natura e che ha unito tanti
appassionati che credono che il valore
di gesti concreti come questo possa
servire a sensibilizzare lopinione
pubblica verso le tematiche della
tutela dellambiente.
Uno sforzo nel quale hanno creduto
profondamente anche Gruppo Hera,
Cooperativa Stabilimenti Balneari,
Cri - Comitato di Cesenatico e Vigili
del Fuoco che hanno aderito con
entusiasmo a questa campagna di
sensibilizzazione per la salvaguardia
ambientale.
Al termine delle due giornate, il vice
sindaco e assessore al Turismo del
Comune di Cesenatico Pier Luigi
Donini e lassessore allAmbiente
Giovannino Fattori hanno ringraziato
tutti i presenti e consegnato alle
scuole un attestato di partecipazione,
sottolineando limpegno della citt nel
sostegno delle iniziative a tutela
dellambiente.

Tanti anni e non sentirli


Vecchie auto in mostra
Altro che "vecchie signore". Questi erano veri e propri gioielli.
Sabato scorso a Cesenatico era possibile ammirare auto depoca
in occasione della partenza della Transappenninica 2015, raduno
di mezzi antichi con almeno sessantanni di onorato servizio. La
maggior parte ne aveva pi di 80, ma di certo non li dimostrava.
Si trattato della 30esima edizione del raduno. Su
www.corrierecesenate.it fotogallery di Piergiorgio Marini.

I frati francescani presenti a


Cesenatico, importante punto di
riferimento spirituale per tutta la
citt, gi da qualche anno propongono
alle famiglie diverse iniziative per
lestate. Gli appuntamenti proposti
hanno riscontrato un grande successo
di partecipazione non soltanto fra i
residenti, ma anche da parte di molti
turisti.
A partire dal mese di maggio e per tutti
i mesi estivi i Fratelli di san Francesco
invitano ai Pellegrinaggi in bicicletta:
il 16, 22, 30 maggio con partenza alle
7 del mattino dalla chiesa dei frati si
raggiungeranno santuari e chiese
della zona per celebrare la Messa e
cominciare la giornata rinfrancati nel
corpo e nello spirito. Gli appuntamenti

proseguiranno poi per tutta lestate. A


luglio e agosto viene proposto il
Rosario sugli scogli. Tutti i gioved alle
6.30 del mattino si potr vedere
unalba speciale pregando Maria sugli
scogli del molo di levante. Non
mancheranno veglie di preghiera, la
celebrazione del perdono di Assisi il
primo di agosto, gli esercizi spirituali
per laici a fine stagione, e anche
divertimento per tutti i bambini con lo
spettacolo di burattini il 3 agosto alle
17 sui " Fioretti di San Francesco"
allinterno del giardino accanto alla
chiesa dei Frati.

Per avere il programma completo,


richiedere la locandina da esporre
nelle proprie comunit parrocchiali.
Questi i riferimenti: Fratelli di San
Francesco Largo Cappuccini 6
Cesenatico, tel. 0547-80209, e-mail:
fraticesenatico@gmail.com. Sito:
www.fratellidisanfrancesco.it

16

Valle del Rubicone

Gioved 14 maggio 2015

Budrio di Longiano

Longiano, centro estivo dai frati


Fervono i preparativi a Longiano per il centro estivo
organizzato dallassociazione "Homo Viator. Per
lumanit in crescita". Si svolger dall8 giugno al 31
luglio prossimi nei locali del convento dei frati
francescani.
Marted 19 maggio alle 20,30 in programma una
riunione di presentazione delle attivit rivolta ai
genitori e il prossimo 29 maggio, dalle 15 alle 18, ci
sar una giornata di prova gratuita per i ragazzi.

Nuovi gestori del circolo

Il centro estivo, che si presenta col nome di "Centro


estivo da sogno: diventiamo grandi grazie ai sogni",
avr come tema "Il giro del mondo in ottanta giorni"
e sar rivolto ai nati fra il 2003 e il 2009 compresi. I
turni sono tre: il primo dall8 al 26 giugno, il secondo
dal 29 giugno al 17 luglio, il terzo dal 20 al 31 luglio.
Le pre-iscrizioni per il primo turno sono aperte fino
al 4 giugno. Per informazioni contattare: Damiano
338 6795210 o Cristina 339 1183232. (Mv)

Il circolo Alberto Marvelli riapre i battenti.


Nei mesi scorsi, i locali della parrocchia di
Budrio che fungono come punto di ritrovo
per le attivit ludiche e ricreative, sono
stati completamente ristrutturati. Nuovo
larredo interno, nuovi gli infissi, nuovo il
pavimento, un impianto elettrico
dilluminazione a norma e, soprattutto
nuovi gestori.

A Roncofreddo nel fine settimana

Una grande sagra


dedicata
ai prodotti tipici
Torni in questo fine settimana a Roncofreddo, la 46^ Sagra del Pisello. Latteso appuntamento organizzato questanno dal nuovo comitato della Pro-Loco G. Malatesta. Da
venerd 15 a domenica 17 maggio il piccolo
borgo dellentroterra del Rubicone si animer con questa manifestazione legata al
pisello, gustoso legume mediterraneo ricco
di amidi e proteine. In occasione della festa
le strade saranno invase da stand colorati,
mercatini di prodotti locali, hobbisti e tante iniziative.
La Pro-loco allestir in piazzetta Allende
una struttura coperta dove ci si potr co-

IL CENTRO DI RONCOFREDDO

modamente sedere e gustare i piatti preparati con prodotti locali: tagliatelle con piselli, asparagi e strigoli, galletto allo spiedo,
spezzatino con piselli e altro ancora.
Il programma prevede per venerd sera il
classico Palio dei Rioni di Roncofreddo in
collaborazione con la societ sportiva, a fine serata maccheronata per tutti. Da sabato si comincia a entrare nel vivo della festa.
Dalle 19 la cucina presso lo stand aprir i
battenti e dalle 21 ci sar musica con il gruppo "Margo 80" in via C. Battisti. Domenica
dalle 8 "dal campo alla tavola" allo stand
della pro-loco, con vendita di prodotti loca-

li tra cui piselli, carciofi, fave, fragole. Sempre sabato nel pomeriggio, musica e in serata ballo con lorchestra di Edmondo Comandini. E domenica si replica con stand,
prodotti gastronomici, mentre dalle 17 sar
attivo uno spazio bimbi curato dal gruppo
scout di Roncofreddo. Sempre domenica si
potr fare visita ai musei; dalle 10 alle 18 sar visitabile quello del Fronte e quello di Arte Sacra.
Cf

Si tratta di Valentina Francisconi e Simone


Scarpellini, giovani parrocchiani,
impegnati gi da tempo in diverse attivit
pastorali.
I due nuovi gestori hanno accolto questa
sfida con lobiettivo di rilanciare sul
territorio un punto daccoglienza rivolto ai
giovani, alle famiglie e a tutti gli abitanti
della zona. Nelle iniziative preventivate
per raggiungere questambizioso
traguardo spiccano i laboratori
pomeridiani con attivit di varia natura.
Non tutto: per chi ama i giochi di gruppo
c la possibilit di cimentarsi nel karaoke
o in diversi tornei che, di volta in volta,
saranno presentati ai soci del circolo.
L apertura dei nuovi locali fissata per la
serata di venerd 15 maggio
Marco Negrotti

Allevento musicale erano iscritti nove gruppi provenienti da diverse regioni italiane

Gambettola, il coro Voci bianche terzo a Roma


Il coro polifonico "Voci Bianche" citt di
Gambettola, con il punteggio di 93/100, ha
conquistato un prestigioso podio classificandosi al terzo posto nella sezione riservata ai
gruppi corali e orchestrali al concorso-rassegna nazionale Giovani Musici, svoltosi a Roma dal 5 al 8 maggio. Il concorso "Giovani
Musici" organizzato dallassociazione culturale musicale "Fabrica Harmonica" con il
patrocinio dellUniversit La Sapienza e Roma Capitale (Comune e Municipio). Nella sezione in cui ha partecipato il coro gambettolese erano iscritti 9 gruppi provenienti da diverse regioni italiane.
Il podio completo: al 1 posto il Coro Ison dellIstituto Comprensivo Alfieri-Lante Della Rovere di Roma (97/100); al 2 posto il Coro Verdi Voci della Scuola Secondaria di Primo Grado "Padre Pio" di Altamura (Bari) 95/100 e poi
il Coro gambettolese con 93/100. La cerimo-

nia di premiazione si tenuta nellAula Magna dellUniversit La Sapienza alla presenza


dei rappresentanti delle istituzioni patrocinanti e tutti i partecipanti. La delegazione
gambettolese, accompagnata dalla dirigente
scolastica Francesca Angelini e dal presidente del sodalizio Sanzio Zamagni, era composta da 92 persone fra studenti, insegnanti, genitori e accompagnatori.
"I componenti del coro preparati e diretti dal
professor Mauro Rediano Cacchi, accompagnati per loccasione allorgano da Terzo
Campana, hanno fornito una prestazione impeccabile ed ordinata - ha commentato la dirigente Angelini- e questo riconoscimento,
sottolineato dal fragoroso applauso dei presenti, lennesima gemma che si va ad aggiungere al gi ricco diadema di successi sin
qua ottenuti".
Piero Spinosi

Valle del Savio

Gioved 14 maggio 2015

17

SarsinaTezzo e Turrito si apprestano a vivere momenti di fede e divertimento


TURRITO
Continuano i momenti di incontro
nelle parrocchie del sarsinate, nelle
comunit di Turrito e Tezzo che
saranno protagoniste domenica 17
maggio. A Turrito, da mercoled a
venerd alle 20,30, ci sar il Triduo
con Messa, in preparazione alla festa
del patrono San Fortunato, che
culminer domenica con la Messa
alle 10 seguita dalla processione. Alle
12.30 il pranzo comunitario sotto il
grande stand della parrocchia. I
giovani, questanno, si sono attivati
per riproporre anche la festa esterna,
cos famosa e ben riuscita fino a una
quindicina danni fa, e sar fatta
domenica 7 giugno per non
accavallarsi con altri eventi giovanili
di questo periodo. Turrito, nome che
ricorda qualcosa di forte, di protetto,
di non presidiabile, gi nominato
in una lettera del 1182 da papa Lucio
III. La millenaria chiesa era collocata
a Turrito alto, della quale rimangono
pochi resti ancora visibili. Nel 1929
un terremoto danneggi la struttura
a tal punto che si decise di
abbandonarla. Rimane una foto del
1928 che raffigura la struttura con
casa e canonica ancora in buono
stato. Una scelta davvero sapiente la
fece don Getulio Merciari, allora
parroco, che pens di costruire pi
in basso, sulla Statale, la nuova
chiesa che venne inaugurata dal
piacentino monsignor Pallaroni il 26
settembre 1937. Una struttura

La chiesa di Turrito
(foto Db)

Duecomunit
infesta
armonica e funzionale con il tetto a
capriate e le due cappelle laterali. Da 40
anni guida la comunit don Ezio
Ostolani, che ha rinnovato prima la
canonica e poi la chiesa, da cima a
fondo. Turrito forse lunica comunit
della zona che non ha subto lo
spopolamento. Anzi, per la comodit
del luogo, vi ha trovato abitazione
diversa gente "scesa" dalle montagne

Lions | Ecco la terza Lim della valle

Con la consegna della Lim (Lavagna interattiva multimediale) alla scuola primaria di
Mercato Saraceno si concluso il service del Lions Club "Valle del Savio" a favore
delle scuole primarie della vallata. Una prima Lim stata consegnata a Bagno di
Romagna, una seconda a Sarsina e lultima a Mercato. La Lim pu essere utilizzata
come normale lavagna, scrivendo con unapposta penna. Pu leggere supporti
multimediali come cd, dvd o chiavette ed il mezzo ideale per ricerche su internet.

sovrastanti. il territorio parrocchiale


stato prima ridotto, dando la zona della
"Casetta" e della Vossloh alla parrocchia
di Sarsina, poi ampliato ricevendo, nel
2006, la zona di Valbiano Vigne e C di
Camilla. Ora gli abitanti sono 350.
TEZZO
A Tezzo, invece, si festeggia la Madonna
della Villa. Fino al 1965 questa festa era

Bora | Locali per la biblioteca


Genitori alle prese con
la lettura. Mercoled
29 aprile stata
inaugurata presso la
scuola dellinfanzia di
Bora la "Biblioteca dei
genitori" nata da
unidea condivisa dal
gruppo insegnanti e
alcune mamme
dellAssociazione F3D.
Presenti la dirigente
dellIstituto
comprensivo di
Mercato Saraceno
Lorenza Prati, il
sindaco Monica Rossi, la vicepresidente
di F3D Elena Fabbri, le insegnanti del
plesso e i genitori.
Sar cura delle insegnanti e di F3D
predisporre una dotazione minima della

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novit e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

alloratorio settecentesco della Villa,


raso al suolo appunto nel 1965 per
permettere la congiunzione della
strada Tezzo - Montecastello. Alle 16
di domenica ci sar la Messa solenne
celebrata dal parroco don Renzo
seguita dalla processione con il
quadro della Madonna, del 1715,
proveniente dalla Villa. Questo
quadro compie 300 anni. Seguir poi
la festa sul sagrato con rinfresco e
musica.
Anche Tezzo ha origini antiche. I
documenti che rimangono risalgono
al secolo XI. La parrocchiale,
ricostruita e ampliata pi volte nei
secoli, stata interamente rinnovata
nel 1998 per linteresse di don Renzo
Marini che ha voluto mantenere
agibile, sebbene questo luogo sacro
si utilizzi in poche occasioni allanno
perch la comunit dal 1993 segue la
vita parrocchiale di Sarsina, non
avendo pi la messa domenicale o il
catechismo per i bambini.
Ununit accettata da subito dai
fedeli senza problema alcuno, ormai
da anni, che vi hanno visto una
crescita a cominciare dalla
celebrazione dellEucaristia. Ora
guida la comunit don Renato Serra,
parroco di Sarsina. La parrocchia ha
sempre avuto un numero ridotto di
abitanti. Sappiamo che nel 1551
erano 112, nel 1745: 115, nel 1840:
130, nel 1958 vi erano 46 famiglie e
232 abitanti. Ora gli abitanti sono 73.
Daniele Bosi

tipologia di libri, ma pu essere ancor


pi significativo proporre ai genitori e
alle famiglie di portare loro (regalandoli
alla scuola) libri e testi che hanno,
magari, segnato una parte della storia
affettiva e relazionale in famiglia.

18

Solidariet

Gioved 14 maggio 2015

Sabato 16 maggio partenza alle 13,30 da Case Castagnoli


Pedalata benefica per la Terapia intensiva neonatale
dellospedaleMaurizio Bufalinidi Cesena

port e solidariet sabato 16 maggio con la decima prova Medio Fondo e Fondo
Dla Caveja 2015 organizzata da Asd Case Castagnoli Valle Rubicone e Uisp
Comitato Forl Cesena, in collaborazione con Acsi Ciclismo Cesena.
Una grande manifestazione benefica, il cui ricavato sar interamente devoluto al
Progetto Il mio futuro a piccoli passi dellUnit Operativa Pediatria e Terapia Intensiva
Neonatale dellospedale Bufalini di Cesena. Lobiettivo raccogliere fondi per
sostenere questo progetto dellAusl partito nel 2011 nellambito di Pediatria a Misura di
Bambino e finalizzato a rendere pi confortevoli gli ambienti allinterno del reparto
destinati ai genitori dei piccoli prematuri.
Il raduno per tutti gli amanti delle due ruote alle 13,30 al Bar Esquisito, in via Emilia
Levante 2012, a Case Castagnoli di Cesena. Le iscrizioni resteranno aperte fino alle
15,30, poi si partir in sella lungo la via Emilia, passando per Savignano, Ciocca,
Sogliano, Strigara e Rontagnano. Da qui, dopo una breve sosta, il percorso riprender in
discesa lungo il Barbotto. Ritorno a Case Castagnoli con ristoro finale al Bar Esquisito di
Case Castagnoli. Sar possibile iscriversi anche allo stadio di Savignano dalle 13,30 alle
15,30. In caso di maltempo saranno ritenute valide le iscrizioni sul posto di partenza.
Essendo lintero ricavato devoluto in beneficenza non prevista una premiazione.
Per info: Giorgio Fagioli 0547 301117 - 336378484; Manul Domeniconi 3474964132;
Giovanni Riva 338967521.
La manifestazione realizzata grazie al supporto di: Zoffoli Banane, Zavalloni, Belli
Dec, Salumificio Del Vecchio, Conad Case Finali, Gruppo Culturale Rontagnanese e
Bar Fanky, Bar Esquisito, Cicli Neri.

Caima Cesena
Ginnastica per la memoria
Corso al quartiere
Fiorenzuola
associazione Caima, in
collaborazione con il Quartiere
Fiorenzuola (Cesena), organizza un
Corso di Ginnastica per la memoria
rivolto a persone sopra i 60 anni.
Il corso, tenuto dalla dottoressa
Antonella Di Terlizzi (sicoterapeuta
esperta
in Psicologia dellinvecchiamento), si
terr dal 21 maggio al 25 giugno tutti i
luned e gioved dalle 14,30 alle 16,
presso Associazione Caima, in via Gadda
120, a Case Finali di Cesena.
Per informazioni e iscrizioni:
associazione Caima, tel. 0547 646583
(aperta al luned e venerd dalle 9,30
alle 11,30, gli altri giorni lasciare un
messaggio in
segreteria). E-mail:
associazione.caima@virgilio.it.

Ascolta il volontariato
Serata al teatro Verdi di Cesena
S

i terr venerd 22 maggio alle 21, presso il Teatro Verdi in Via


Sostegni a Cesena, un momento di sensibilizzazione,
promosso da Ass.I.Pro.V. - Centro Servizi per il Volontariato
Forl-Cesena, dal titolo Ascolta il volontariato.
Alcuni volontari racconteranno le loro esperienze e descriveranno
il variegato scenario delle associazioni di volontariato e delle
attivit messe in atto ogni giorno: sar quindi unimportante
occasione per conoscere il panorama associativo della citt di
Cesena e del territorio circostante.
Ad animare levento saranno i Formazione Minima che si
esibiranno in Tributo a Giorgio Gaber, spettacolo di teatro e
canzone. Il duo cesenate, Lorenzo Bartolini (voce) e Lorenzo
Gasperoni (chitarra), intende proporre una summa ragionata dei
brani pi significativi del repertorio gaberiano, attraverso
lesperienza accumulata in pi di cinque anni e cento serate di
spettacoli-omaggio al grande cantattore. Dal sito internet dei
Formazione minima riportiamo: Giorgio attribuiva un valore
cruciale al senso di appartenenza, alle radici, alle identit
comunitarie e solo grazie a questo appassionato rispetto poteva
frugare nelle loro contraddizioni, nella loro crisi. Il duo vuole
portare avanti questa linea, che forse disturba, spiazza, ma
pretende una partecipazione che non pu essere passiva: smuove

Il blocco della perequazione


incostituzionale
La Corte Costituzionale
ha stabilito che il blocco della
perequazione delle pensioni oltre
tre volte il minimo Inps (1.450 euro
lordi mensili) incostituzionale. La
sentenza afferma che la pensione
salario differito e ne va assicurato
il mantenimento del potere
dacquisto, in particolare per
quelle pi basse.
esattamente quello che
sostennero, anche con la
mobilitazione, Spi, Fnp e Uilp
quando il duo Monti-Fornero
impose il blocco oggi abolito
da una sentenza che fa
giustizia: i pensionati
sono stati gravati
da una vera e propria imposta
patrimoniale sui bassi redditi.
Questa sentenza deve costitutire un
monito per il Governo e ripropone
la necessit del confronto con le
parti sociali, via maestra per
denire soluzioni condivise
che non vengano poi azzerate per
via giurisdizionale.
Adesso il Governo dia
attuazione alla sentenza:
ricordiamo che quando
la stessa Corte giudic
incostituzionale il prelievo
forzoso sulle pensioni doro
(sentenza 223 del 2012)
e sulle alte retribuzioni dei
magistrati, furono subito trovate le
risorse per restituire quanto
andava restituito.
Oggi non si possono applicare
due pesi e due misure
e non si pu iniggere ai
pensionati, dopo il danno,
anche la beffa: la sentenza

Venerd 22 maggio alle 21, incontro


con testimonianze. Il gruppoFormazione Minima
si esibir in un tributo a Giorgio Gaber.
Lappuntamento promosso
da Ass.I.ProV. Forl-Cesena

le coscienze, le vivifica, le rende tali.


Il presidente di Ass.I.Pro.V. Leonardo Belli dichiara: Ho associato
queste affermazioni al ruolo del Centro servizi e del volontariato in
generale. Chi opera nel mondo del volontariato fa parte di una
comunit; per continuare a lavorare per il bene degli altri i volontari
si devono sentire parte integrante di questa. Inoltre, il volontario
spesso la voce fuori dal coro in questa societ. Parlando con
persone che non si sono mai avvicinate a questo mondo,
rimangono stupite del fatto che si dedichi del tempo - a volte molto
tempo - senza ricevere benefici economici, ma solo per
gratificazione personale e degli altri. Con questa serata si vuole fare
emergere questa caratteristica, fare volontariato per aiutare gli altri
ma anche noi stessi! Vogliamo invogliare le persone ad avvicinarsi
al nostro mondo.

NOTIZIARIO PENSIONATI
va attuata in tempi e con
modalit certe e non
dilatorie.
Le segreterie nazionali
di Spi, Fnp, Uilp hanno chiesto
un incontro urgente al ministro
Poletti per evitare che si
mettano in atto grandi manovre
per aggirare il dettato della Corte o
per reperire le risorse colpendo
comunque i pensionati.
Respingiamo con forza
(e lo faremo anche di fronte
alla magistratura,
se necessario) ipotesi
di intervento sulle
pensioni in essere,
a partire
dal ventilato ricalcolo con il
sistema contributivo che
imporrebbe una decurtazione
inaccettabile per chi andato
legittimamente in pensione con le
regole date, dopo 40 e pi anni di
lavoro.
Chiediamo che si smetta
di giocare con i pensionati
come se si giocasse a Monopoli,
ogni volta tagliando
e decurtando redditi comunque
bassi, come ha di nuovo certicato
lInps qualche giorno fa.
Spi, Fnp, Uilp regionali
e nazionali seguiranno
con la massima attenzione la
vicenda e sono pronti
a mobilitarsi contro ogni tentativo
di colpire ancora una volta le
pensionate e i pensionati: abbiamo
gi dato!

Farmaci gratis
Per chi senza lavoro
e per i terremotati
prorogata no al 31 dicembre 2015
lesenzione dal pagamento del ticket per
visite, esami specialistici e per lassistenza
farmaceutica per le popolazioni colpite dal
sisma del 2012 e per i lavoratori che hanno
perso il lavoro, sono in cassa integrazione,
in mobilit o con contratto di solidariet.
Lesenzione riguarda anche i familiari a
carico.
Le misure, che erano in scadenza il 30 aprile,
sono state prorogate al 31 dicembre 2015
dalla Giunta regionale dopo lapprovazione
della Legge regionale sul bilancio di
previsione per il 2015.
Per i lavoratori e le lavoratrici cambia la
procedura di autocerticazione della propria
condizione di esenzione.
Finora, tale autocerticazione veniva
presentata di volta in volta al momento
dellerogazione della visita o dellesame
specialistico. Ora, invece, lesenzione dal
pagamento del ticket verr inserita al
momento della prescrizione della visita o
dellesame e sar garantita no a che non
cambia la condizione lavorativa della
persona. Al lavoratore e alla lavoratrice
viene quindi chiesto di presentarsi
allAzienda Usl di residenza per
autocerticare il proprio diritto
allesenzione: tale diritto sar inserito nelle
anagra sanitarie e quindi nella prescrizione
medica della visita o dellesame. Qualora
perdano il diritto allesenzione, il lavoratore
e la lavoratrice devono comunicarlo
tempestivamente allAzienda Usl.
Il provvedimento sulle misure anticrisi
riguarda anche lassistenza farmaceutica per
le famiglie emiliano-romagnole in situazioni
di estremo disagio sociale, individuate o in
carico ai Servizi sociali dei Comuni: a queste
famiglie garantita la distribuzione gratuita
dei farmaci di fascia C, i farmaci distribuiti
dalle farmacie delle stesse Aziende
sanitarie.
Limpegno economico della Regione per il
mancato introito del ticket in tutto il 2015
pari complessivamente a circa 3 milioni di
euro.
Per informazioni possibile chiamare il
numero verde gratuito del Servizio sanitario
regionale 800 033 033 attivo nei giorni
feriali dalle 8,30 alle 17,30 e il sabato dalle
8,30 alle 13,30.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Anteas Cesena: quando limpegno sociale utile e fa bene


Come ogni anno, il 30 aprile si svolta lAssemblea
dei soci dellAnteas Cesena, presso lo Ial di
Cesenatico. Oltre ai volontari e ai soci, erano presenti
il presidente di Anteas Cesena Roberto Ambroni, il
segretario generale Fnp-Cisl Luigi Brancato e il
presidente regionale Anteas Lidia Giombini.
Lanalisi e lapprovazione del Bilancio, illustrato da
Roberto Soldati, segretario amministrativo, ha
evidenziato come nel 2014 la devoluzione del
5Xmille a favore di Anteas Cesena abbia raggiunto
un risultato molto positivo, che ha permesso
allassociazione di attuare numerosi progetti e
servizi. Questo risultato stato possibile soprattutto
grazie ai 137 volontari Anteas.
I cinque ambulatori sociali infermieristici presenti a
San Mauro Pascoli, Gualdo, a Cesena nel quartiere Oltresavio, a San Carlo e da dicembre 2014
anche a San Mauro Mare, sono un servizio consolidato, con accessi sempre in aumento, poich
riconosciuti da tutti come un punto di riferimento per laiuto alle persone anziane e anche
luogo di ascolto e di relazione.
Grazie ai progetti Trasporto sociale, con i quattro automezzi di Anteas Cesena stato possibile
aiutare anziani e giovani non autosufficienti a recarsi presso le strutture dove poter ricevere
cure mediche e fisioterapiche, realizzando quasi 19mila chilometri.
Altri importanti progetti Anteas riguardano la consegna dei pasti a domicilio a San Piero in
Bagno (3.317 nel 2014), gli incontri con le persone sole per la Lotta alla solitudine a San
Mauro Pascoli e le attivit pi ludiche, come il Trenino a Cesenatico o il gruppo Attenti a quei
due(forse tre) che portano musica e allegria nelle case protette per far rivivere le canzoni e i
ricordi di una volta.
Anteas Cesena non si dimentica anche dei bambini, regalando ad esempio alla scuola
elementare di Calisese materiale didattico innovativo. Anche a livello internazionale Anteas
vicina da anni allassociazione Apeiron, con il progetto Una mano per il Nepal a sostegno di
36 mamme e dei loro figli costretti a svolgere lavori pesanti per pochi spiccioli.
Lassemblea stata soprattutto un momento per incontrarsi e condividere una passione, quella
per la solidariet. Una solidariet fatta di tempo dedicato agli altri gratuitamente e che riempie
la vita di felicit, sia ai volontari che si mettono a disposizione sia alle persone che riescono ad
aiutare.

Cultura&Spettacoli
Cesena
nominata
citt
del libro

l Centro per il libro e la lettura, lente del


Ipreposto
Ministero dei Beni e delle Attivit Culturali
alla promozione della lettura in Italia,

in cui compaiono eventi prestigiosi come il


Salone del libro di Torino, la era Pi libri pi
liberi di Roma, Bookcity a Milano
ha nominato Cesena Citt del libro inserendo la Un grande successo e riconoscimento non solo
citt tra i 68 Comuni italiani con iniziative di
per la nostra era - ha dichiarato lorganizzatore
rilevanza nazionale per la diffusione della
Francesco Giubilei - ma per tutta la citt di
lettura. La nomina avvenuta grazie alla Fiera
Cesena che merita di essere inserita tra le pi
del libro della Romagna, levento organizzato da importanti citt italiane in tema di promozione
tre anni dalla casa editrice Historica e tenutosi della lettura grazie allinteresse di tutta la
a inizio aprile alla Biblioteca Malatestiana.
cittadinanza nei confronti dei libri. Un
La commissione del Ministero, dopo aver valutato ringraziamento particolare al sindaco Paolo
la proposta degli organizzatori, ha giudicato la
Lucchi e allAssessore Christin Castorri che
manifestazione di qualit inserendola nellelenco continuano a credere nella Fiera del libro della

Un nuovo volume a cura di Rinaldo Ugolini (Societ EditriceIl PonteVecchio)

Lautore racconta con


documenti ben selezionati
come venuta svolgendosi
la storia dellantico Bosco,
dettagliando poi con una
toponomastica che pu
interessare ancora gli
abitanti di Gambettola
sarebbero innalzati al rango della
nobilt, arricchendosi alle spalle dei
loro padroni. Quante volte questa
ascesa si ripetuta, avendo quasi
sempre la preoccupazione di
ammantarla con racconti pi o meno
gloriosi!
Agli inizi la casata si segnava come
Odofredi, dal nome di un suo primo
antenato; ben presto prevalso, come
gi detto, il nome di Isei. In quei tempi
i Malatesti erano risaliti dalla
Romagna fino a Brescia; signori di
quella citt avevano sognato progetti
di ampio respiro. Quando poi
Pandolfo III Malatesti era stato
sconfitto dal duca di Milano Filippo
Maria Visconti, il ritorno in Romagna
fu precipitoso. Fu in quella circostanza
che gli Isei giunsero in Romagna.
Siamo nel primo quarto del 400.
Acquistarono case nel centro di
Cesena; di qui, poi, una storia che
porta la famiglia a esercitare una sua
signoria feudale a Gambettola,
organizzandovi una corte che diede
qualche contributo alla splendida
stagione dellUmanesimo.

19

Romagna. Lobiettivo per il prossimo anno


quello di sviluppare ancor di pi la
manifestazione con un calendario eventi che
affianchi alla promozione di case editrici
indipendenti di qualit, la presentazione di libri
di autori conosciuti a livello nazionale.
La nomina di Cesena a citt del libro - continua
Giubilei - deve essere unoccasione di fare rete e
realizzare importanti collaborazioni con le altre
citt romagnole nominate (Ravenna, Rimini,
Cattolica) e promuovere limmagine culturale
della citt a livello nazionale.

Patrimonio culturale
Il Comune di Cesena
cerca mecenati

La storia degli Isei,


signori di Cesena
e Gambettola
na storia che viene da molto
lontano quella della famiglia
Isei, che fra Medioevo ed Et
Moderna ebbero una qualche
rilevanza nella storia di Romagna, a
Cesena e, soprattutto, in quel di
Gambettola. Ai nostri giorni non ne
rimane che il ricordo affidato alla
toponomastica cesenate.
Ha ricostruito questa storia Rinaldo
Ugolini, con un documentato volume
intitolato, appunto, Gli Isei signori di
Cesena e Gambettola, ben curato
dalla Societ Editrice Il Ponte Vecchio,
lofficina libraria che ha sede
nellOltresavio, ma rivendica le sue
origini a Gambettola. Nel suo catalogo
le numerose pubblicazioni che Ugolini
ha dedicato alla storia civile e religiosa
di Gambettola. Il nostro autore ha
incontrato queste vicende e questi
personaggi rovistando negli archivi di
mezza Italia, fino a Roma, entrando
negli austeri locali dellArchivio
Vaticano, consultando una letteratura
cospicua, per ricostruire la storia della
sua patria, la terra dei suoi padri,
Gambettola, olim e Bosch. Si risale a
met del secolo XV, in Lombardia,
dove signoreggiano, con alterne
vicende, i Visconti di Milano, per
incontrare questi signori ricchi e
potenti di parte ghibellina che nei
secoli precedenti possedevano terre e
castelli a Iseo (da cui il nome), a
Peschiera e Brescia. Una storia
romanticamente avvolta nella
leggenda. Secondo accurate ricerche,
molto pi prosaicamente, i deyseo
erano discendenti di servi del
convento lombardo di Santa Giulia; da
fattori quali erano in origine, si

Gioved 14 maggio 2015

Ugolini racconta con documenti ben


selezionati il come venuta
svolgendosi la storia dellantico Bosco,
dettagliando poi con una
toponomastica che pu interessare
ancora gli abitanti di Gambettola, che
oggi affidano per la loro fama alle tele
stampate nei laboratori di Riccardo
Pascucci, o ai campi di demolizione
(rottamatori!) frequentati da
collezionisti o addetti alle carrozzerie
dauto. Vicende e notizie che possono
poi interessare la storia, seppure
minore, di altre contrade di Romagna,
in primis naturalmente Cesena, dove
la famiglia risiede stabilmente.
Numerose pagine portano il lettore
agli anni ultimi della signoria degli
Isei, quando il conte Goffredo Isei esce
sconfitto da una lunga diatriba che
oppone il Governo pontificio alla
Comunit di Gambettola da lui
sostenuta.
Gli ultimi capitoli registrano la
decadenza della famiglia. In
appendice la storia dei rami cadetti e
numerosi alberi genealogici.
Piero Altieri

Mecenati cercansi per la salvaguardia e la


valorizzazione del patrimonio culturale di Cesena.
questa la strada che il Comune di Cesena intende
percorrere, sfruttando lopportunit offerta dal
cosiddetto decreto Art bonus, diventato legge nel
luglio dello scorso anno. Il decreto, infatti, prevede
un regime scale agevolato temporaneo per quanti
persone siche o giuridiche effettuano
donazioni liberali a favore di iniziative per la tutela
dei beni culturali e per lo sviluppo della cultura.
Marted 12 maggio la Giunta comunale ha
approvato una delibera con la quale si d il via
allattivit di reperimento e accettazione di
erogazioni liberali da privati nalizzate a questi
scopi, denendo anche gli interventi e i progetti
verso i quali indirizzare lutilizzo dei fondi.
Gi nelle linee guida approvate lo scorso autunno
per il rilancio della cultura come opportunit di
crescita della citt ricordano il sindaco Paolo
Lucchi e lassessore alla Cultura Christian Castorri
indicavamo come strategica la necessit di creare
una forte sinergia fra pubblico e privato a favore del
patrimonio storico e artistico di Cesena, allo scopo
non solo di curarlo, renderlo pienamente fruibile e
promuoverlo adeguatamente. Ma per raggiungere
questi obiettivi servono risorse adeguate e
lAmministrazione comunale fa sempre pi fatica a
reperirle, anche perch il compito molto vasto e,
sommando tutte le esigenze, si arriva a cifre
decisamente importanti. Nello specico, lArt Bonus
consente a ogni singolo cittadino, ma anche
associazioni e imprese, di versare una cifra nei limiti
del 15 per cento del suo reddito imponibile: questo
determiner, nel triennio successivo, un credito
dimposta pari al 65 per cento di quanto versato.
Gi individuati gli ambiti verso i quali indirizzare le
erogazioni dei privati.
Da un lato c un cospicuo pacchetto di interventi di
manutenzione ordinaria e straordinaria di
monumenti cittadini: si va dal recupero delle
antiche mura dello scorpione al restauro della
Portaccia per trasformarla in sede museale, dal
rifacimento della copertura del Palazzo del Diavolo
alla ristrutturazione della casa colonica destinata al
Museo della Centuriazione, dalla manutenzione di
via delle Scalette no allimpegnativo intervento di
restauro del complesso di SantAgostino. Limporto
complessivo di tutte queste opere ammonta a quasi
12 milioni e 800mila euro.
Per attuare lattivit di raccolta fondi sar
pubblicato uno specico avviso pubblico e sul sito
del Comune di Cesena sar creata unapposita
pagina web dedicata alliniziativa, con tutte le
indicazioni utili per chi vorr fare una donazione.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
del dolore, della morte, del non amore fra gli
uomini. Si subito entusiasmata alla vita dei santi:
san Tarcisio, san Francesco dAssisi, santa Teresina
di Chiara Amirante
di Lisieux; poi in seguito san Giovanni Bosco e santa
Casa Editrice: Pemma (Pickwik) - 9,90 euro
Teresa dAvila di cui ha letto lautobiografia e Il
Chiara Amirante nata nel 1966 ed fondatrice e presidente della
Castello interiore. A 11 anni rimane scossa dal
Comunit Nuovi Orizzonti. Nel 2004 Giovanni Paolo II lha nominata Ges abbandonato e decide di starci. Si
consultrice del Pontificio per i migranti e dal 2011 membro del
affezione sempre pi alla Parola di vita e
Comitato scientifico per la rivista People on the Move dello stesso
sperimenta una grande libert interiore e una gioia sempre pi
Dicastero. Nel 2012 Benedetto XVI lha nominata consultrice del
profonda. Durante il liceo sincontra con lesperienza della
Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione
violenza estremistica e della morte. Subito si rende conto che la
ed stata nominata uditrice alla XIII Assemblea generale ordinaria del vera rivoluzione quella cristiana dellamore e della condivisione.
Sinodo dei vescovi. Ha scritto numerosi libri, e per Piemme (Pickwik) Si innamora di un ragazzo affascinante, vive con lui un bel
ha pubblicato anche E gioia sia.
rapporto, apprezza tantissimo la bellezza dellamore umano, ma
La prefazione a Solo lAmore Resta scritta da Andrea Bocelli,
andando avanti si rende conto che deve seguire unaltra
divenuto suo amico carissimo.
chiamata. Si lasciano in amicizia. Si iscrive a Scienze politiche
Chiara nata da genitori meravigliosi. Dopo il matrimonio hanno
allUniversit La Sapienza. il 1984 e si ammala di uveite, una
conosciuto Chiara Lubich, sono diventati focolarini e hanno
malattia agli occhi, dolorosissima e senza scampo. lesperienza
consacrata la figlia alla Madonna e al suo Cuore Immacolato a Santa
della discesa agli inferi. Guarisce improvvisamente in modo
Maria Maggiore a Roma. Chiara si nutre quotidianamente
inspiegabile per la medicina. La sua vocazione sar appunto quella
dellEucaristia, cresciuta fortemente dentro il contesto del Ges in di discendere nellinferno della criminalit, della
mezzo, tipico del Movimento dei Focolari. Per motivi di lavoro del
tossicodipendenza, dellalcolismo, della prostituzione, dellAids,
padre, ha cambiato diverse volte citt: Alessandria, Ferrara, Cagliari,
del satanismo, per riportare le persone dal buio alla luce, dalla
Ancona, Brindisi, poi ancora Roma. Ha vissuto questi trasferimenti
disperazione alla gioia della Resurrezione. Decide di entrare
come una grazia. Fin dai cinque anni si pone le domande
dentro il popolo della notte alla stazione Termini. Una scelta
esistenziali, in particolare il rapporto tra lAmore di Dio e il dramma
pazza che vive con una sconfinata fiducia nella protezione di

Solo lamore resta

Ges. Minacciata di morte, e ripetutamente


ammalata di sfinimento, va avanti anche quando
suo padre non la riconosce pi come figlia (salvo
poi a pentirsene). La gioia, la sollecitudine della
Provvidenza (gli episodi sono davvero continui e
impressionanti) la portano a condividere la vita
dei disperati fondando case di accoglienza prima
in Italia, poi in Bosnia, Colombia e Brasile. Non
solo un recupero fisico e psichico, ma anche una
guarigione spirituale che conduce molti
addirittura alla consacrazione. Le sue scelte
sono sempre accompagnate dal discernimento
con monsignor Boccaccio che vede in lei una
sorprendente chiamata del Signore. Il ritmo delle
diverse fondazioni inarrestabile. Chiara non
si scoraggia mai. La sua forza viene dalla
contemplazione e da un totale abbandono alla
volont del Papino: le missioni di strada, le
missioni allestero, le comunit Nuovi
Orizzonti, la Cittadella Cielo, il Centro di
Evangelizzazione Arcobaleno, i 250mila
cavalieri, ecc. Poi il passaggio da una
approvazione diocesana a quella pontificia.
Solo lAmore Resta un libro entusiasmante
che far tanto bene a chi lo legger.
Rino Casali

20

Cesena & Comprensorio

Gioved 14 maggio 2015

Rubicone

Vittorio Borghesi, un busto in una rotonda


Sar inaugurato sabato 16 maggio alle 10,30,
presso la rotonda di Pioppa sulla via Cervese a
Cesena, il busto che raffigura Vittorio
Borghesi, il "Paganini della sarmonica",
grande musicista e uno degli esponenti di
spicco del liscio romagnolo. Caldeggiato da
tanti estimatori, fra cui il gruppo dei
"Pasquarul dla Piopa", lopera stata

Longiano

Longiano

I Promessi Sposi

Incarico professionale

Alla scoperta del cielo

Al Petrella, domenica 17 maggio alle 21,


il longianese Pierino Rossi, docente al
Conservatorio di Pesaro, proporr con
alcuni allievi lopera "I Promessi Sposi" di
Errico Petrella che il 24 luglio del 1870 la
diresse nella serata dellinaugurazione
del teatro a lui dedicato. Lingresso
gratuito.

LAmministrazione comunale ha indetto una


selezione pubblica per la conduzione della
biblioteca storica "Lelio Pasolini", dellarchivio
storico e di deposito del Comune. La scadenza
delle domande ssata alle 13 del 21 maggio.
Lincarico biennale con una retribuzione
annuale di 1800 euro. Per informazioni sul
bando, sui titoli di studio ed esperienze
lavorative telefonare allo 0547 666458.

Le associazioni Astroli cesenati e


Astronomica del Rubicone, i Turisti del
cosmo, venerd 15 maggio alle 20,30 nella
corte del Castello malatestiano,
guideranno i partecipanti allosservazione
di Giove con le sue lune galileiane, di altri
pianeti e delle stelle. In caso di maltempo
saranno proposti video e proiezioni nella
sala del Castello.

Roncofreddo
Festa dei Magalotti

Si terr in via Magalotti, vicino a Gualdo, la


22esima festa della numerosa famiglia dei
Magalotti da gioved 14 a domenica 17
maggio. Apertura con la Messa celebrata dal
vescovo Douglas Regattieri, poi spettacolo
goliardico-folkloristico e stand
gastronomico. Venerd alle 21,30 musica con
gruppo Marg 80 e domenica dalle 15,30
grande orchestra dei Maestri del liscio.

Cesena flash
Rassegna teatrale
Sar sul palcoscenico del Victor, venerd
15 maggio alle 21, il Teatro dei Talenti che
presenter "Leredit di Volpone", una
divertente commedia sullavidit e
ipocrisia. Regia di Mario Rizzi. Ingresso 6
euro, ridotto 4. Per la programmazione
cinematograca sullo schermo il lm di
Eric Lartigau "La famiglia Belier" gioved
14, sabato 16 e domenica 17 maggio alle
21. Ingresso 3,50 euro.

Incontro con il vescovo Mouche

Larte del Giappone

Il centro culturale "Campo della Stella", in


collaborazione con Orizzonti ed Avsi point
Cesena, propone gioved 21 maggio alle 21 nel
Salone di Palazzo Ghini un incontro sul tema
"Una Chiesa di martiri. Testimonianza sui
cristiani perseguitati". Interverr il vescovo sirocattolico di Mosul monsignor Yohanna Petros
Mouche. Introdurr Leonardo Lugaresi.

Al Club Ippodromo avr luogo sabato 16


dalle 9 alle 20 e domenica 17 maggio dalle
9 alle 19 "Litalian Koi show" , larte del
giardino giapponese. E dedicato alle carpe
Koi e al bonsai. Si potranno ammirare i
giardini ornamentali, partecipare a
conferenze e workshop. Ci saranno
intrattenimenti per bambini e spazi sushi.
Ingresso 5 euro, ridotto 3.

Savignano sul Rubicone

Mostra allex Pescheria


Rimarr allestita alla galleria comunale
ex Pescheria no al 24 maggio la mostra
"Esplosione di colori" della pittrice
Luciana Cacciaguerra. Le opere
dellartista, di origine venezuelana, che
vive a Cesena, esprimono tutta la vitalit
dei Tropici. Orari di apertura: mercoled e
sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16
alle 19,30; marted e venerd dalle 16 alle
19,30.

Domenica 17 Maggio una giornata di


sport e solidariet. La parrocchia di
Romagnano, in collaborazione con il
circolo Convivio organizza lannuale
corsa/camminata di benecenza in
favore dellassociazione "Gli Amici di
Alice". Ci si ritrover presso il circolo
Convivio di Romagnano (SantAgata
Feltria) alle 15 per iniziare la corsa alle
15.30. Costo delliscrizione 10 euro.
Lintero ricavato andr a favore
dellassociazione "Gli Amici di Alice", a
sostegno del funzionamento della scuola
costruita in Etiopia. In caso di maltempo
la manifestazione verr rinviata a
domenica 24 maggio. "La solidariet ha
il grande potere di trovare la forza per
affrontare e cambiare la realt, anche
quando questa scomoda". I genitori di
Alice (bimba morta di tumore nel 2006)
hanno costituito e continuano a portare
avanti questa associazione in memoria
della loro glioletta. (Db)

La Lm dor

Il conferimento della "Lom dor" (simbolo


della lampada pascoliana) avverr domenica
17 maggio alle 10 nellaula magna della
Rubiconia Accademia dei Filopatridi in piazza
Borghesi. Sar consegnata al romagnolo
Antonio Patuelli, imprenditore, politico,
giornalista, presidente di Abi, associazione
bancaria italiana, e della Cassa di Risparmio
di Ravenna. Seguir la sua relazione.

Gatteo

Sarsina

Opere di Cangini

Musica e canto

Fino al 20 maggio nella sala mostre in via IV


Novembre espone Lucio Cangini. La mostra
dal titolo "Sarsina comedy fashion. Racconto
di arte gurativa su Angeli caduti, maschere ,
attori della commedia plautina" ha il
patrocinio di Comune, Pro loco e Bcc di
Sarsina. Si pu visitare nei giorni prefestivi e
festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18; nei
giorni feriali telefonando allo 0547 94350.

La sezione Vallata Uso e Rubicone dellassociazione


Italia Nostra, in collaborazione con il Comune, ha
organizzato lo spettacolo "Ben venga maggio".
Avr luogo sabato 16 alle 21 nel centro storico.
Parteciperanno gli Archi del Conservatorio di
Cesena coi solisti Teresa De Reviziis, Klest Kripa, i
gruppi musicali LUva Grisa, Bevano Est, Earth
Smile, Santana tribute band, Formazione Minima,
Rangzen.

Longiano, donazione al museo


Nuova donazione al museo di Arte
Sacra di Longiano. Si tratta di una
collezione di 51 acquasantiere in
vari materiali: ceramica di
Caltagirone, ceramica di
Grottaglie, legno, metallo,
bisquit. Sono state donate dal
collezionista Giancarlo Maggioni,
originario di Rho (Milano) e

Ridare valore al cibo

Il gruppo archeologico cesenate ha


programmato un appuntamento su
"Quelli dei borghi. In particolare di Porta
Santi". E ssato per gioved 14 maggio
alle 20,30 nella corte di Santa Cristina in
via Mura Comandini 19. Conversazione di
e con Giampiero Savini.

"Amici di Alice"

Cesena

Nella sala Vaienti della Cisl in via Renato


Serra, venerd 15 maggio alle 15,30
parler Davide Gnola, direttore della
Biblioteca comunale e del museo della
Marineria di Cesenatico. Marted 19 alle
15,30 nella sala Fantini Valentino Maraldi
tratter il tema "Le sette consolazioni: la
sapienza cristiana per forticare anima e
corpo".

Storia di Porta Santi

Romagnano

Cesena

Conferenze allUte

E questo largomento che affronter la


sera di venerd 15 maggio nella conviviale
nella sede del Rotary club Andrea Segr
dellUniversit di Bologna. Ha ideato il
progetto "Last minute market" per il
recupero a ni beneci dei beni
alimentari e non, invenduti nel mercato.

Terza vittoria stagionale della


Fiumicinese-Fait Adriatica nella coppa
Citt di Fano per allievi. Domenica 10
maggio ha vinto Andrea Cantoni,
precedendo allo sprint il compagno di
squadra Simone Buda. La corsa di 48
chilometri si disputata alla media dei
40,833 orari.

nanziata dal glio Claudio mentre il Comune


ha provveduto allinstallazione.
Lopera originale dellartista Tito Neri.
Dal calco si poi provveduto ad ottenere la
fusione in bronzo. Un disco di plexiglass va a
completare lopera simboleggiando il grande
successo ottenuto dal musicista, morto nel
1982 a soli 61 anni.

Longiano

Ciclismo, vince Cantoni

Cesena

residente a Longiano, che le ha


raccolte in circa trentanni di
viaggi in Italia e nel mondo. Dal
prossimo ne settimana saranno
esposte presso loratorio barocco
di San Giuseppe, aperto ogni
sabato, domenica e festivi dalle
14,30 alle 18,30.
Mv

San Piero

Longiano

Nonna centenaria

Sulla via dei Romei

Notte dei musei

E arrivata al bel traguardo dei 100 anni


Rosina Romagnoli. A questo compleanno
speciale, festeggiato nella casa di
Formignano, dove la signora Romagnoli
vive insieme alla glia, ha voluto essere
presente anche il sindaco Paolo Lucchi
insieme allassessore Simona Benedetti,
per farle gli auguri. Presente anche il
parroco di Borello don Emilio Solis.

Proseguono le "ricognizioni" a piedi lungo antichi


percorsi dAlto Savio.
Le associazioni Acli Altra Terra ed Il Faro di Corzano
promuovono per domenica 17 una "Passeggiata sui
percorsi della Via Romea da SantUberto a Castel
Benedetto". Il ritrovo per le 8,30 in Largo
Moutiers a San Piero. La partecipazione gratuita:
per informazioni tel. 333/9341036 o
342/1332152.

In occasione della "Notte europea dei


musei" sabato 16 maggio no alle 24 si
potranno visitare gratuitamente al
Castello malatestiano la Collezione
Balestra e le mostre temporanee. Alle 18 si
svolger un incontro dedicato a Tinin
Mantegazza. Parteciperanno Ricky Gianco,
Gianfranco Manfredi, Paola Sabbatani e
Lucia Vasini.

Mostra al liceo di Bagno di Romagna


Nei giorni scorsi stata allestita presso la sede del
Liceo Scientico di Bagno di Romagna la mostra
"Guerra e immediato dopoguerra nellAlto Savio".
Il lavoro stato realizzato da un gruppo di ragazzi
di terza e prima Liceo, guidati dal professor Robert
Lolli con la collaborazione di Anna Rosa Bambi,
dellArchivio di Stato Forl-Cesena. Attraverso
documenti darchivio e relazioni, come quella
predisposta da Giuliano Marcuccini per la

concessione della medaglia al merito civile al


Comune di Bagno di Romagna, i ragazzi sono
"entrati" nelle vicende e nellatmosfera del
periodo. La guerra, le uccisioni di tedeschi, le
uccisioni di partigiani, le stragi di civili sono
riportate in una mappa con date e localit.
Per il primo dopoguerra esposto anche materiale
relativo alle visite dellallora ministro Fanfani per
le ricerche di petrolio a Selvapiana. (Am)

Sport

Gioved 14 maggio 2015

Le ragazze del coach Simoncelli raggiungono un grande risultato

21

Calcio serie A
Esempio di sportivit

Impresa delVolley Cesena


Promozione in serie B1

stato un piccolo miracolo


sportivo. Sabato scorso il
Volley club Cesena, squadra
femminile di pallavolo che
milita in B2, ha agguantato una storica
promozione. Vincendo 3-0 in casa
contro Crema, e grazie al concomitante
3-2 di Monza fra Brugherio e Imola, le
ragazze cesenati hanno conquistato la
B1. Un miracolo cercato con la
caparbiet e limpegno, mantenendo
sempre la linea della sobriet e

privilegiando il settore giovanile ad


ogni altra velleit.
Maurizio Morganti, presidente della
societ, ha affermato: "Dopo dieci anni
di passione il sogno della promozione
in B1 con le proprie giovani ragazze si
avverato. La societ vuole congratularsi
con le atlete, con lallenatore Andrea
Simoncelli e con tutto lo staff, con Edo
Nanni, secondo allenatore, con Claudio
Manuzzi e Gabriele Zinzani dirigenti
accompagnatori. E poi con Pietro

Mazzi, direttore tecnico e tessitore della


trama che ha generato il movimento e
tutti i miei predecessori che hanno
dato il via a questo modello. In
particolare Roberto Graziani,
presidente fino alla scorsa estate scorsa
e il vicepresidente Carlo Babbi, sempre
presente e colonna della squadra
vincente promossa in B1".
Non manca poi un pensiero a dei
dirigenti di lungo corso. "Voglio
ricordare - continua il presidente anche quanti negli anni hanno dato un
contributo fondamentale a che questo
risultato potesse concretizzarsi:
Gilberto Manuzzi primo presidente che
ha mantenuto in anni difficili sport
pallavolistico "vivo" nel cesenate.
Mario Bizzocchi, che ha intuito sia
limportanza di un direttore tecnico e
che della importanza delle
collaborazioni: sua lidea di Romagna
in Volley poi sviluppata in questi ultimi
anni sempre pi proficuamente. E non
voglio dimenticare Elisabetta Piraccini
che, rinunziando a met degli anni
2000 alla titolarit della "sua" squadra
che militava in Serie C ha reso possibile
la fusione delle due compagini
gettando le basi per lascesa in serie B2
che culminata nella promozione in
B1".
Questo il tabellino di domenica scorsa
delle giocatrici del Volley club: Altini 4,
Di Tullio 7, Gardini 12, Budini 4,
Piolanti 19, Di Fazio 3, Pittavini,
Marchi, Fabbri (libero). Non entrati
Furi, Giovanardi, Tommasini.

Tornei | Trofeo Benedetto, ormai si parte

E quasi tutto pronto per il Trofeo Benedetto, levento che coinvolge centinaia di ragazzi di tante
parrocchie della Diocesi. Il torneo di calcio a 7 maschile cos composto. Girone A: Santa Maria Goretti,
Santo Stefano, Pievesestina, Unit Mercatese. Girone B: San Paolo, SantAngelo, San Pio X, SantEgidio
1, Osservanza. Girone C: Case Finali, SantEgidio 2, Longiano, Gambettola, Ronta-San Martino. Girone
D: Martorano, San Pietro, Borello, Ponte Pietra. Le gare partono il primo giugno e terminano il 5 luglio.
Al torneo di calcetto femminile sono iscritte 6 squadre, 19 a quello di pallavolo, 14 al calcetto
giovanissimi. Per i tornei di tiro con larco e bocce le iscrizioni sono ancora aperte.

Calcio serie D
Romagna Centro
La salvezza
si complica
La salvezza non sar una
passeggiata. Ma era in preventivo.
Il Romagna Centro Martorano, che
milita in serie D, domenica scorsa
ha perso 4-2 a Fiorenzuola. In base
a questo risultato, i biancazzurri si
giocheranno la salvezza a Fidenza
in una vera e propria sda spareggio che decreter chi
meritevole di rimanese in
categoria. Le due reti del Romagna
Centro sono state rmate
entrambe da Gavoci. Il campionato
del Romagna Centro stato
travagliato, con momenti di luci e
ombre, ma il 24 maggio contro
Fidenza si potr raddrizzare una
stagione sfortunata. La classica
stata vinta dal Rimini che ha
raggiunto la stratosferica quota di
86 punti.

Il Cesena saluta il campionato di serie


A e si accomoda tra i cadetti. Il
verdetto ufficiale arrivato domenica
scorsa dopo la scontta subita in casa
contro il Sassuolo (i romagnoli, in
vantaggio per due reti a zero alla
mezzora hanno perso 3-2). Una
partita che ha condannato il Cesena
alla retrocessione e che ha ben
rispecchiato landamento della
squadra bianconera in questo
campionato, mai capace di affondare il
colpo e con grosse lacune anche dal
punto di vista psicologico.
Il Cesena riparte dalla serie B,
dunque, dopo un campionato in cui
non tutto stato da buttare. Dopo
lesonero di Bisoli, Di Carlo ha
cambiato il volto della squadra e a un
certo momento ha riacceso pi di una

Pippofoto

speranza nella corsa salvezza. Del suo


futuro se ne parler a campionato
concluso. Il vivaio bianconero ha
regalato anche questanno alcune
belle sorprese, su tutti Luca Valzania
che ha ben impressionato nelle partite
disputate (in Cesena-Napoli del
gennaio scorso il centrocampista di
Martorano partito titolare dal primo
minuto) ma ora fermo ai box per via
di un brutto infortunio che lo sta
tenendo ancora fuori dal campo. Altri
giovani promettenti che hanno gi
assaporato la serie A (seppur dalla
panchina) sono Gabriele Moncini e
Nicola Dal Monte entrambi della
Primavera.
Il pubblico del Manuzzi ha ancora una
volta dimostrato il suo grande
attaccamento alla squadra.
Nonostante la scontta contro gli
emiliani e la matematica
retrocessione, domenica scorsa dagli
spalti gli applausi per la squadra sono
stati impagabili. Il calcio di provincia
bello anche per questo: riporta ai
valori pi autentici dello sport
dimostrando che si pu fare festa
anche quando si perde. (Mm)

Per una prevenzione oncologica a 360 gradi

GIOCA DANTICIPO
devolvi
il tuo 5x1000
a
ARRT ONLUS Cesena

inserendo il codice fiscale


90001280404

22

Gioved 14 maggio 2015

Sport Csi
Scacchi,
Assalto
alla Rocca
fa tappa
a Montiano

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

nnesimo appuntamento
E2015",
di "Assalto alla Rocca
circuito di tornei di
scacchi che interessa da
primavera a ne estate
varie localit romagnole,
giunto alla sua nona
edizione.
Di scena, domenica 17
maggio, Montiano presso
lex chiesa di piazza
Graribaldi, dove dalle 8,50

alle 9,20 vi saranno


laccoglienza dei giocatori e
la regolarizzazione delle
relative iscrizioni e alle
9,25 il sorteggio e
labbinamento degli
scacchisti.
Il programma della
manifestazione prevede poi
alle 9,30 linizio degli
incontri e, dopo la pausa
pranzo, alle 14,30 la ripresa

Tre avvenimenti interessano il mondo delle due ruote. La partecipazione


aperta a tutte le societ affiliate alla Federazione Ciclismo

Bicicletta, un week end


ricco di appuntamenti
I

l prossimo fine settimana


caratterizzato da ben tre
avvenimenti che interessano il
mondo delle due ruote, la cui
partecipazione aperta a tutte le
societ affiliate alla Federazione
Ciclismo o a un ente della Consulta
nazionale.
Sabato 16 maggio infatti lAsd Case
Castagnoli di Cesena organizza la
Medio Fondo Dla Caveja 2015, valida
come decima prova delle Medio

Fondo, il cui ricavato sar interamente


devoluto a sostegno del reparto di
terapia intensiva neonatale
dellospedale Maurizio Bufalini di
Cesena. I fondi raccolti serviranno in
specifico per finanziare il progetto
denominato Il mio futuro a piccoli
passi (Pediatria a misura di bambino).
Le iscrizioni si ricevono dalle 13,30 alle
15,30 presso il Bar Esquisito di Case
Castagnoli; il percorso prevede la
partenza dalla stessa frazione per

proseguire verso Savignano, la salita


della Ciocca, Sogliano al Rubicone,
Stringara, Rontagnano (con relativo
controllo e ristoro), la discesa del
passo del Barbotto e ritornare infine a
Case Castagnoli(con ristoro finale). Le
societ pi numerose che aderiranno
alla manifestazione, avranno la
possibilit di ricevere premi.
Domenica 17 maggio il programma
prevede un duplice appuntamento,
organizzato dallAsd Team Bike
Cocif.com, in collaborazione con il
comitato cesenate del Csi: il primo
riguarda unescursione in mountain
bike, prova valida per il campionato
Terre & Fango 2015, con partenza
dalle 7 alle 9 dal campo sportivo Cocif
di Ospedaletto di Longiano e un
percorso che prevede due
tipologie,corto pari a 21 Km. e lungo,
di 32 Km. I ristori saranno
complessivamente tre: presso
lAgriturismo Cielo e terra, lungo il
percorso e il pasta party finale al
campo sportivo.
Laltro evento domenicale, il 3 trofeo
Doors Windows Cocif. Com, prova
valida per il campionato Csi
Pedalando con gusto 2015,
contempla un percorso di 85
chilometri con difficolt media e
partenza, sempre dal campo sportivo
gi indicato, dalle 7 alle 9. I ristori sono
fissati a Sogliano al Rubicone, a
Montevecchio e al pasta party finale a
Ospedaletto di Longiano: sono previsti
premi alle squadre pi numerose.

Csi story | Il Centro sportivo di ieri e di oggi

La foto storica
di questa
settimana
raffigura
il Gap SantEgidio
che partecip
al Campionato
di calcio
a 5 maschile
nella stagione
sportiva
2004/05.

delle gare e alle 17,30 la


premiazione ufficiale.
Anche a questo
appuntamento montianese
parteciperanno giocatori
del circolo scacchistico
"Paul Morphy" di Cesena,
affiliato al comitato
cesenate del Csi, che vanta
una tradizione di tutto
rispetto nelle precedenti
edizioni del circuito.

In breve
Pallavolo femminile
Juniores. Fasi regionali
Sabato 18 e domenica 19 aprile si sono
svolte a Cesenatico le nali regionali
Juniores di Pallavolo Csi.
Al termine di estenuanti eliminatorie che si
sono tenute durante linverno presso varie
palestre della regione (Reggio Emilia, Carpi
Modena e Cesena) anche questanno la
compagine del Volley Cesenatico arrivata
a giocarsi le nali sul terreno amico del
Palapeep a Cesenatico. Dopo una bellissima
seminale disputatasi sabato pomeriggio
contro il San Faustino Invicta di Modena che
vedeva le ragazze del Cesenatico vittoriose
per 3 a 0, le ragazze si sono cimentate nella
mattinata di domenica nella nalissima
contro la forte compagine del Russi.
Dopo un avvio brillante di gara, riuscendo
ad aggiudicarsi il primo set, le ragazze del
Cesenatico non riuscivano a sostenere il
ritmo delle avversarie del Russi che
recuperavano terreno no ad aggiudicarsi
lintera posta in palio. Un bellissimo
secondo posto che, visto il valore delle
avversarie, ha comunque il sapore della
vittoria.

Calcio a 5 e a 7
Play off e play out
tempo di play-off e di play-out per le
competizioni di calcio a 5 e a 7, che hanno
cos concluso la prima fase.
Al termine di questa, per quanto riguarda il
25esimo campionato di calcio a 5
femminile, cui hanno aderito dieci societ,
la Pol. Fiorenzuola Tienneti di Cesena (che
si aggiudicata assieme allo Smile Team di
Bellaria) giunta prima, precedendo di
otto lunghezze la Citt del Rubicone e il
Real Toro Rivazzurra e di dodici la Virtus San
Mauro Mare.
Per il 23esimo campionato di calcio a 5
maschile, che ha fatto registrare la
presenza di dieci formazioni, il Ct Sarsina La
Rocca ha ottenuto la prima piazza, seguita
a un solo punto dal Ctc 70 Gitani di
Castiglione, a nove dalla Torre C/5 di
Cesena e a tredici dalla Pol. Soglianese, che
vince la Coppa Disciplina.
Nel 13esimo campionato di calcio a 7
maschile, cui erano iscritte 35 squadre, per
il girone A il Collinello Calcio 1964 I
conquista il primo posto e distanzia di otto
punti il Salumico del Fumaiolo (che si
aggiudica la Coppa Disciplina) e di undici il
Lions San Piero; per il girone B il
Romagna Sport di Cesena ottiene il
successo nale precedendo di una sola
lunghezza lEnterprise Forl e di sette lo
Zenit San Pietro di Cesena che, assieme
allAc Sgumb (anchessa cesenate) si
aggiudica la Coppa Disciplina. Per il girone
C, il Bar Rinascita di Cervia conquista il
primato, mentre lFc Groccarocca a tre punti
di distacco giunge secondo e il Real Villa
Inferno Helville, pi lontano, arriva terzo e
il Brugna Evolution Soccer di Cervia vince la
Coppa Disciplina.

Pagina Aperta

Il direttore risponde

Gioved 14 maggio 2015

23

LOcchio indiscreto

Mamme e pap sempre accanto ai loro figli


Come solo loro possono e vogliono fare

aro direttore, tutti mi dicono che devo


tagliare il cordone ombelicale. Forse
sto sbagliando ad ascoltare troppe
campane, per qua ho a che fare con un
continuo tira e molla. La verit, a mio avviso,
una sola: a me preme il destino di mia
figlia. Ma oggi, la mia voce non pi
sufficiente per lei.
Provo a dirle in breve. Mia figlia da poco
maggiorenne. Ha un moroso della stessa
et. A me sembrano due giovani che non
sanno dove andare. Ecco perch spesso mi
domando fino a che punto bisogna lasciarli
andare. Mi dico che non devo essere oppressiva, ma sovente mi capita di non capire appieno fino a che punto mi devo trattenere o
mi devo spingere nei loro riguardi. Fino a
che punto devo avere fiducia in loro? Fino a
dove possono sbagliare? Li devo mollare
anche se a volte tornano a casa ubriachi?
Mi chiedo anche come trovare il modo per
parlare a questi ragazzi. Come fare a capirsi.
Mi sembra anche che non amino loro stessi,
che si lascino andare, che si trascurino, che
si abbandonino alla noia. Per non parlare
della questione soldi: pare che non ci sia mai
questo problema, per i quattrini non sono
mai a sufficienza. La concretezza della realt
quotidiana una chimera assoluta. Io li vedo
completamente persi.
Questa la situazione, carissimo direttore. E
poi le domando: perch i valori importanti
per noi non sono importanti per i nostri
figli? La casa non pu essere scambiata per
un albergo. Per una vita ho fatto loperaia.
Ora, dopo 30 anni di lavoro, sono a casa e
spesso mi metto in discussione. Sono stata
per troppo tempo fuori. Forse sarei dovuta
rimanere di pi con i miei figli. Pi accanto
alla famiglia. Mio marito mi ripete che so
cosa devo fare. Per ho paura per mia figlia.
Vedo che si fa trascinare dalle compagnie.
Ricordo anche unesperienza positiva: lo
scorso anno andata a lavorare al mare, durante lestate. Mettersi in gioco le ha fatto
bene. Da parte mia cerco di mettermi in
gioco ogni giorno. Spero solo di riuscirci.
Grazie dellospitalit.
Una mamma

A Cuba non comunismo?


Il Natale era stato abolito
Ciao Francesco, il Papa "comunista" ha
"convertito" un convinto leader politico,
presidente di un paese comunista, al
cattolicesimo. Mi viene da pensare che il
comunismo cubano sia molto diverso dal
comunismo staliniano! Inoltre, non mi risulta
che a Cuba ci siano repressioni contro chi
professa la fede cattolica. Presto, grazie a questo
eccezionale Papa che va controcorrente
vedremo riabilitato anche il comunista
monsignor Romero. A mio parere, la Chiesa
commise un grave errore storico scomunicando
il comunismo, senza fare distinzioni. Io sono
orgoglioso di avere creduto ad un sistema di
governo del popolo che "partiva dagli ultimi"!
Cuba al 60esimo posto nella classifica dei
paesi pi corrotti, mentre l'Italia al 69esimo e
cio pi corrotta, pur essendo una
"democrazia"! Con la caduta del muro di
Berlino la storia ha fatto il suo corso, ma non
ha portato la pace nel mondo. Non a caso,
papa Francesco, con coraggio e senza ipocrisie,
ha parlato di terza guerra mondiale in atto su
vari fronti del pianeta. Gli esodi di massa lo
confermano quotidianamente senza che si
riesca a fermarli.
Marino Savoia
Egregio Savoia, la sua ricostruzione del
comunismo a Cuba mi pare alquanto
semplicistica. Le ricordo, una su tutte, che a

Gentilissima signora, posso abbozzarle una risposta solo dopo averla ringraziata per la sua lunga
lettera-sfogo a cui do volentieri spazio in questa
rubrica. Le questioni che lei pone sono le stesse
che accomunano tantissimi genitori alle prese con
figli adolescenti. Non so se lei ricorda quei suoi
anni. Io immagino anche i suoi molto turbolenti,
ma non per questo negativi. una fase della vita
in cui ci si ribella a tutto. C chi contiene questa
ribellione e la indirizza fin da subito in positivo e
c chi invece la vive apertamente come contrasto
a tutto e a tutti. Non ne farei un dramma in assoluto, anche se, da babbo, le dico che starei sempre
in campana.
Un dato mi pare acquisito: non si recupera in un
mese quanto non si seminato in anni. quasi
impossibile. Questo non significa che ci si debba
disperare. Anzi, tuttaltro. Le sue preoccupazioni
sono il segnale della sua attenzione e anche del
suo amore per sua figlia e la sua famiglia.
I nostri figli ci giudicano non per ci che diciamo,
ma per quello che facciamo. Noi parliamo con i
gesti, con le nostre azioni. Sono il nostro specchio
implacabile di ci in cui crediamo. Poi oggi, certamente, non c solo la famiglia a incidere sulleducazione dei nostri figli. Comunque la famiglia ha
una notevole influenza sulla crescita e sulla formazione dei bambini e dei ragazzi.
Se mi permette, ma molto semplicemente e con
un grandissimo rispetto, aggiungerei unultima
osservazione: ricordi sempre che il processo educativo non unidirezionale. Non si finisce mai di
imparare, di crescere, di cambiare. Ognuno di noi
nota in se stesso mutamenti e miglioramenti. Le
esperienze vissute, se capite e analizzate, ci aiutano ad affrontare il domani. Tutti abbiamo sempre passi in avanti da compiere. Non esiste, in
questa vita, un punto di arrivo definitivo. Con questo assunto, le assicuro che la realt quotidiana assume contorni assai diversi. E non detto che chi
ci vive accanto non assorba questa nuova e pi affascinante prospettiva. Piano piano, lasci andare
sua figlia, come quando le insegn ad andare in
bicicletta, le faccia spiccare il volo, ma la segua
sempre, con sguardo di madre. Come solo lei pu
avere.
In bocca al lupo.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it

Cuba era stato abolito il Natale. Mi pare basti. E


avanzi. Lascio stare sulle scomuniche e dintorni.
Per il resto (ben venga il resto), le consiglio la
lettura del pezzo che in proposito trova a pagina
3. Cordialmente.
Fz

La notte illuminata
dal mese dedicato a Maria
Siamo a maggio, il mese dedicato alla Madonna. Il
mese dei rosari e della preghiera fedele a Maria.
Grazie a degli amici sabato 2 maggio ho partecipato per il secondo anno alla processione mariana
di San Romano che partiva alle 20,30 dalla chiesina
di San Romano Bassa verso la chiesa di San Romano alta: un percorso in salita di 9 chilometri, su
una strada ben messa circordata da tanto verde e
da un bellissimo panorama. Una strada che non
illuminata da luci artificiali, ma in quella serata la
strada era piena di luce: ai lati della strada a destra
e sinistra, a ogni passo cera una bottiglia di plastica tagliata con dentro della sabbia e una candela
accesa. La sera si faceva sempre pi buia mentre si
saliva tutti con una candela in mano, ma realmente
il percorso era molto illuminato da tutte queste
bottiglie con dentro le candele: si parla di 1.800
porta candele (bottiglie tagliate e poi con la sabbia
sistemate), di 1.800 candele posizionate e accese,
che meraviglia! Mentre si saliva si meditavano i misteri del Rosario, ma oltre alla preghiera che si recitava insieme, tutto attorno parlava di preghiera,
tutto era preghiera. Ci si incantava a guardare quei

Sono partiti nei giorni scorsi i lavori per il rifacimento del ponte di via Mare, fra Sala e Bulgarn, fra i comuni di Cesenatico e Cesena. Il passaggio
chiuso dallo scorso luglio a causa di un cedimento della struttura sullo
scolo consorziale. I tempi si sono allungati a causa dei vari step burocratici. I residenti ora auspicano un veloce ritorno alla normalit.

Davanti al Sudario
(Torino, ostensione 2015)
Chi hai avvolto, dimmi, chi hai abbracciato,
un uomo o un Dio?
Mille volte intravista sulle pagine dei libri
oggi contemplo il vero telo, il velo
i filamenti sdruciti, bruciacchiati
il lino di quel giorno
Tu deposto, Tu sepolto
in quellorto, nel sepolcro.
Il velo, il vero telo che Ti ha fasciato,
asciugato il sangue e il pianto.
Vedo i chiodi su mani e piedi
lo squarcio al petto, il dorso flagellato
i fori della corona attorno al capo.
E la barba disadorna, le mani
incrociate dalla piet di chi Ti ha composto.
Vorrei io abbracciare per tre giorni
e sempre quel sangue, quel dolore.
Posso solo fissarTi il Volto nel silenzio,
chinare gli occhi e la mia mente.
Come a Maddalena, come a Zaccheo
cambiami il cuore, dammi pensieri lievi,
che affronti la prova senza pi timori.
Mi sarai cireneo e spalla, Tu, Figlio delluomo.
Chi hai avvolto, dimmi, chi hai abbracciato,
un uomo o Dio?
Franco Casadei

lumini e, ancor di pi mi ha emozionato vedere una piccola processione


di campagna, una processione nella nostra periferia, con una fede cos
viva. Il cuore si riempiva di gioia e di gratitudine a Dio che mi aveva portato l! Nella semplicit, cera tanta umilt e sincera fedelt alla Madonna
che ti riempiva il cuore. Che meravigliose emozioni!
Grazie parrocchiani di San Romano: siete un grande esempio di fede
viva, sobria e concreta. Credo proprio che la Madonna continui a darci
dei messaggi perch dobbiamo innamorarci di pi di Lei, di Ges, abbandonarci a Dio alla sua volont, amare, lasciarsi amare e vivere la bellezza della preghiera quotidiana. E voi con tanta naturalezza, in una
semplice processione mariana avete non solo illuminato un percorso
preparato in silenzio in tanto tempo solo per lei, la Madre, ma avete testimoniato e ricordato che lessenzialit fa la vera felicit di credere e di
pregare. E allora ben vengano queste occasioni, queste sane processioni,
queste belle tradizion. Coinvolgiamoci, apriamo i nostri cuori, scomodiamoci per Maria: ci sono tante cose belle attorno a noi, c tanta preghiera, tanto amore. Siamo circondati da continue belle proposte e
iniziative: ne vale davvero la pena partecipare e da Maria lasciarsi abbracciare.
Ancora grazie al parrocco e ai parrocchiani di san Romano!
Marzia (San Vittore di Cesena)