Sei sulla pagina 1di 2

FISICA GENERALE II (17AXPMC-MH-MO) - a.a.

2015/16
Corsi di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio,
Ingegneria Edile e Ingegneria Civile

Docente titolare: Rita Claudia IOTTI (rita.iotti@polito.it)


Esercitazioni: Matteo Luca RUGGIERO (matteo.ruggiero@polito.it)
Finalit del corso
Il corso si propone di trasmettere agli studenti la cultura di base relativa ai fondamenti fisici e
matematici dellElettromagnetismo e delle Onde.
Prerequisiti
I contenuti dei corsi di Analisi Matematica I, Geometria, Fisica I, Analisi Matematica II.
In particolare, importante che lo studente abbia familiarit con il calcolo differenziale e integrale
per le funzioni di una e pi variabili e con il calcolo vettoriale.
Testo di riferimento
P. Mazzoldi, M. Nigro, C. Voci, Elementi di Fisica: Elettromagnetismo - Onde, vol. II, EdiSES, Napoli,
2010.
Testi per approfondimenti
D. Halliday, R. Resnick, K.S. Krane, Fisica 2, Casa Editrice Ambrosiana, 2004.
P. Mazzoldi, M. Nigro, C. Voci, Fisica, Elettromagnetismo - Onde, vol. II, EdiSES, Napoli, 2010.
Esercitazioni
Saranno disponibili sul portale i testi e le soluzioni degli esercizi proposti in aula. Il testo di
riferimento per le lezioni contiene una buona raccolta di esercizi. Indicazioni su ulteriori testi e/o
strumenti specifici saranno forniti in occasione della prima esercitazione.
PROGRAMMA DEL CORSO
Calcolo vettoriale
Campi scalari e vettoriali. Loperatore nabla. Gradiente, divergenza, rotore. Flusso e circolazione di
un campo vettoriale. Teorema del gradiente, teorema di Gauss, teorema di Stokes. Equazione di
continuit.
Campi elettrici stazionari
Richiami su: legge di Coulomb, campo elettrico, potenziale elettrico, moto di una carica in un
campo elettrico uniforme. Distribuzioni discrete e continue di carica.
Il dipolo elettrico, forza e coppia su un dipolo elettrico in un campo elettrico uniforme.
Legge di Gauss per il campo elettrico, applicazioni. La polarizzazione della materia, il vettore
spostamento elettrico. Capacit elettrica, condensatori. Energia del campo elettrico. Conduttivit
elettrica, legge di Ohm, resistori, effetto Joule. La forza elettromotrice.
Campi magnetici stazionari
Forza magnetica su una carica in moto, forza di Lorentz. Moto di una carica in un campo
magnetico uniforme. Il ciclotrone, lo spettrometro di massa, leffetto Hall classico.
Forza magnetica su una corrente elettrica, coppia magnetica su una spira rettangolare e di forma
qualsiasi, momento di dipolo magnetico. Il momento di dipolo magnetico orbitale e di spin.
Le sorgenti del campo magnetico: legge di Ampre-Laplace e sua applicazione a una corrente
rettilinea (formula di Biot-Savart, forze fra correnti) e a una corrente chiusa circolare. Il solenoide di
lunghezza indefinita, risultati per il solenoide di lunghezza finita.

Legge di Ampre. Legge di Gauss per il campo magnetico. La magnetizzazione della materia:
fenomenologia, suscettivit magnetica, materiali dia, para e ferromagnetici, prima e seconda legge
di Curie, listeresi magnetica.
Le equazioni di Maxwell in forma differenziale e integrale per campi stazionari.
Campi elettromagnetici dipendenti dal tempo
Linduzione elettromagnetica, legge di Faraday-Henry, moto relativo di un conduttore e di un
campo magnetico. Autoinduzione. Transitori: i circuiti del primo ordine RL e RC. Circuiti
accoppiati, mutua induzione. Lenergia del campo magnetico. Il principio di conservazione della
carica, la legge di Ampre-Maxwell.
Le equazioni di Maxwell in forma differenziale e integrale per campi elettromagnetici dipendenti
dal tempo, nel vuoto e in presenza della materia.
Onde elettromagnetiche
Propagazione delle onde, cenni sulle onde elastiche. Onde elettromagnetiche piane, loro deduzione
dalle equazioni di Maxwell. Energia e quantit di moto delle onde elettromagnetiche piane, vettore
di Poynting. Pressione di radiazione, polarizzazione delle onde elettromagnetiche, radiazione
elettromagnetica di un dipolo elettrico oscillante. Spettro delle onde elettromagnetiche.
Fenomeni di propagazione delle onde
Riflessione e rifrazione delle onde: principio di Huygens-Fresnel, le leggi della riflessione e della
rifrazione, indice di rifrazione assoluto e relativo, la riflessione totale. Interferenza: somma di onde,
sorgenti coerenti e incoerenti, lesperimento di Young, il caso di pi sorgenti coerenti allineate.
Fenomeni di diffrazione di Fraunhofer per fenditure rettangolari. Reticoli di diffrazione.
MODALIT DESAME
Lesame si articola in:
1) un test obbligatorio al calcolatore (presso il LAIB);
2) una prova orale.
1) Il test al LAIB ha la durata di unora e consiste di trenta domande a risposta multipla, relative ad
argomenti teorici e risoluzioni di esercizi. La prenotazione obbligatoria: va effettuata attraverso
il Portale della Didattica, rispettando le modalit e le scadenze stabilite dalla Segreteria Didattica.
Per accedere al LAIB bisogna presentarsi con il tesserino del Politecnico e un documento
didentit valido. Durante la prova non possibile consultare alcun tipo di materiale.
Per accedere al test bisogna utilizzare le proprie credenziali di accesso (username, password) al
Portale della Didattica. E` esclusiva responsabilit degli studenti la verifica del possesso e della
validit di tali credenziali personali.
Le risposte proposte per ciascuna domanda del test sono quattro: una giusta e tre sbagliate. La
risposta giusta vale +1, ogni risposta sbagliata vale -1/3; ogni risposta non data vale 0.
Il punteggio del test dato in trentesimi ed calcolato nel modo seguente:
numero di risposte giuste - (1/3) numero di risposte sbagliate + 3 .
2) Se lesito del test al LAIB positivo (punteggio 18/30) si possono presentare i seguenti casi:
18/30 punteggio < 23/30: lo studente accede ad un orale di conferma, il cui esito va dalla
bocciatura al voto ottenuto nel test;
punteggio 23/30: lo studente pu accedere allorale di conferma con voto finale massimo
di 23/30 oppure pu sostenere lesame orale tradizionale, il cui esito finale va dalla bocciatura
a 30/30.
N.B. La prova orale deve essere sostenuta nello stesso appello in cui stato superato il test al
LAIB, pena la decadenza della validit del test stesso.