Sei sulla pagina 1di 2

Umberto Eco: "Duemila anni per vivere con saggezza" - Repubblica.

it

1 di 2

http://www.repubblica.it/cultura/2015/09/05/news/umberto_eco_duemi...

Cultura

Lo scrittore racconta la sua "Storia della filosofia" curata con Riccardo


Fedriga in uscita con "Repubblica": "Chiunque di noi si pone nel corso
della sua vita domande filosofiche: chi sono? C' una vita dopo la
morte?"
di RAFFAELLA DE SANTIS
05 settembre 2015

Umberto Eco

Le domande dalle quali si origina il pensiero


filosofico sono semplici e riguardano tutti.
"Chiunque di noi si pone nel corso della sua
vita domande filosofiche: chi sono? C' una
vita dopo la morte?", spiega Umberto Eco.
Ora Eco e Riccardo Fedriga curano una
"Storia della filosofia" raccontata con un
linguaggio chiaro e appassionato, adatta sia
agli studenti che ai curiosi di ogni et.

Si parte luned con il volume "Dai Presocratici ad Aristotele" (in edicola con "Repubblica" a
9,90 euro pi il costo del giornale) e di secolo in secolo si va avanti fino ai giorni nostri. Per
realizzare questo progetto sono stati coinvolti cento studiosi, i migliori nel loro campo (tra
cui Mario Vegetti, Enrico Berti, Walter Covili, Maria Michela Sassi e tanti altri).
Che cosa l'ha spinta a concepire un'opera che va dagli albori del pensiero
occidentale ad oggi?
"In realt avevo sempre sognato di scrivere una storia della filosofia. Ma sapevo che
avrebbe dovuto essere pi ampia, riguardare anche il contesto storico, l'ambiente politico,
sociale e culturale. Non ci siamo fermati al pensiero filosofico, ma abbiamo tentato di
indagare la societ nel suo insieme. Come si pu capire il pensiero greco se non si
comprende il discorso di Pericle agli ateniesi o che tipo di musica ascoltavano? "
Qual l'importanza della divulgazione?
"Non credo che trattandosi di otto volumi si possa parlare di un'opera divulgativa. La
divulgazione era il Bignami, usato dalla mia generazione, che di Hegel ci permetteva di
ricordare almeno "tutto ci che reale razionale". Qui invece si fa il contrario, si allarga il
discorso. Jacques Le Goff scrive la Civilt dell'Occidente medievale parlando di
architettura, pastorizia, universit, famiglia. chiaro che, parlando di mille anni di pensiero
ed eventi, realizza un'opera di sintesi. Ecco, questa un'opera di sintesi".
Non tutti i manuali per sono uguali. Per molti anni intere generazioni hanno
studiato filosofia sull'Abbagnano e sul Lamanna. Come erano?
"L'Abbagnano era ottimo, il Lamanna illeggibile. Ricordo che al liceo non lo leggevamo.
Per studiare prendevamo bene gli appunti quando il professore spiegava e ci basavamo
su quelli. Il Lamanna ha rovinato generazioni".
Da cosa nasce il pensiero filosofico?
"I primi filosofi sono i bambini, con i loro continui perch. In et classica Aristotele

06/09/2015 14.35

Umberto Eco: "Duemila anni per vivere con saggezza" - Repubblica.it

2 di 2

http://www.repubblica.it/cultura/2015/09/05/news/umberto_eco_duemi...

chiamava questo tipo di domande "atti di meraviglia". La filosofia, a differenza della


scienza, ci propone le domande a cui non c' risposta, o non c' ancora, o ce ne sono
molte...".
Pu fare degli esempi?
"Si prenda questa domanda: " vero che la neve fatta di cristalli che presentano una
grande simmetria?". La scienza risponde che vero. Ma se poi la scienza si chiede cosa
vuole dire essere vero, allora anche la scienza affronta un problema filosofico. La
domanda filosofica per eccellenza resta per: "Perch c' dell'essere piuttosto che
niente?". A questa interrogazione nessun testo scientifico pu rispondere".
La filosofia si interroga e la scienza risponde: questa la differenza?
"No, anche la scienza s'interroga. Salvo che anche molte domande degli scienziati sono
filosofiche. Quando Einstein ha detto "Dio non gioca a dadi" si posto un problema
filosofico. Ecco perch nella nostra storia ci sono molti capitoli che potrebbero appartenere
anche a una storia della scienza".
Oggi per cerchiamo soprattutto risposte univoche, possibilmente veloci. La
filosofia pu ancora esserci utile?
"L'esercizio della filosofia insegna il senso critico. Non ci fa rispondere a tutte le domande
ma ci aiuta a capire perch certe risposte sono sbagliate. Si pensi ai sillogismi aristotelici.
Prenda questo esempio: "Alcuni immigrati sono di colore, qualche turco immigrato,
pertanto qualche turco di colore". Abbiamo intuitivamente l'impressione che qualcosa in
questo ragionamento non funzioni, ma si tratta di spiegare in modo quasi matematico
perch".
Perch ogni storia della filosofia inizia dai Greci? Non possiamo concepire un
pensiero diverso o antecedente a quello occidentale?
"In Cina c'erano buone tradizioni filosofiche, ma il pensiero nella forma che noi pratichiamo
ancora nasce in Grecia. Esistono forme di ragionamento anche nelle comunit primitive,
ma per capire chi siamo noi dobbiamo partire dalla Grecia".
Ormai ha preso piede la filosofia terapeutica. Ma la filosofia pu essere
consolatoria?
"Una celebre opera di Boezio s'intitolava De consolatione philosophiae . Ma uno dei miei
maestri, Giovanni Cairola, ha scritto un saggio intitolato La filosofia non consola .
Certo che, leggendo Pascal, posso capire un mio problema personale ma la filosofia, pi
che consolare, ci aiuta a capire, talora a capire che non c' consolazione possibile... ".
Il pensare ci che ci distingue dagli animali?
"Purtroppo su questo gli animali non hanno ancora dato una risposta soddisfacente. O non
l'abbiamo capita".

Divisione Stampa Nazionale Gruppo Editoriale LEspresso Spa - P.Iva 00906801006 Societ soggetta allattivit di direzione e coordinamento di CIR SpA

06/09/2015 14.35