Sei sulla pagina 1di 11

AQUILONE Concerti, danza e teatro: lestate in scena a Vasto e Tagliacozzo DA PAGINA 30 A PAGINA 35

CHIETI-LANCIANO-VASTO

1.10 ANNO 30 - N

206

SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE 45%


ART. 2, COMMA 20/B LEGGE 662/96 - Pescara

www.ilcentro.it

MARTED 28 LUGLIO 2015

QUOTIDIANO DELLABRUZZO

REDAZIONE E TIPOGRAFIA: PESCARA, VIA TIBURTINA, 91, 085/20521 REDAZIONI: LAQUILA, VIALE CORRADO IV, 50 - 0862/61444 - 61445 - 61446 - 0863/414974
CHIETI: 0871/331201 - 330300 - TERAMO: PIAZZA MARTIRI DELLA LIBERT 24, 0861/245230

y(7HB5J2*TKQQNQ( +,!z!/!$!{

il delitto di avetrana

fabbrica di fuochi dartificio

Sarah, ergastoli confermati


Zia e cugina: condanne bis

Esplosione, il titolare illeso


indagato: disastro colposo

A PAGINA 4

A PAGINA 6

Universit, resa dei conti sul dg


Chieti, il Cda oggi dice s a Del Vecchio fino al 2018, ma spunta una lettera
Nelle Cronache
Tragedia a Pollutri

Il leader di Forza Italia in citt a Ottobre


IN VASTO

Berlusconi accoglie in casa i De Cesare e promette: verr a Chieti

Muore a 81 anni
investita
da un giovane

scontro nella notte

IN ORTONA

Incidente, lauto
gli stacca
il piede sinistro

Se Berlusconi decide di incontrare i De Cesare a Palazzo Grazioli un motivo c. Ma la famiglia di costruttori tea-

choc in zona sangro

tini se lo tiene stretto. Nulla (o quasi) si lasciano sfuggire Angelo, Federico e Paolo De Cesare, della serata trascorsa
con il pap di Forza Italia che li ha accolti in casa, tra tappeti, quadri e specchi da capogiro. Ma alla fine dellincontro
Berlusconi prende limpegno e promette di venire a Chieti a ottobre.
IN CHIETI

IN LANCIANO

Violenta 16enne
e la minaccia
Scatta larresto

Ricostruzione, altri 5 arresti


LAquila, tangenti per i ponteggi: ai domiciliari anche Tancredi IN LAQUILA
buongiorno abruzzo di GIULIANO DI TANNA

Cibo esotico s, ma rispettando la salute

a prima volta che i miei genitori vennero in contatto con il cibo esotico fu in
un ristorante cinese di Toronto. Dopo
aver dato unocchiata al menu con le foto dei
piatti del giorno, mio padre ordin gli spaghetti (ma non sapeva che erano noodles),
mia madre il riso con i piselli (ma era riso alla
cantonese). Per tutto il resto dei loro anni, ricordarono quellesperienza come una delle
pi disastrose della loro vita. Questo pezzo
di folclore familiare mi tornato in mente
leggendo la notizia di unispezione dei carabinieri del Nas in un ristorante di sushi di Teramo, la settimana scorsa, che si risolta nella chiusura, per un giorno, del locale e nel sequestro di circa un quintale e mezzo di pesce

e carne perch sottoposti a procedure di


congelamento non idonee e privi di tracciabilit. Gli italiani di oggi non sono pi ingenui come i miei genitori pi di mezzo secolo
fa. Anzi, mangiare esotico ormai unabitudine in un Paese che sta imparando a convivere con persone e tradizioni provenienti da
un altrove anche alimentare. Limportante
sapere che ci che finisce nei piatti, per
quanto crudo ed esotico, sia in regola con le
regole (quelle s globali) delligiene e della salute. Il glocal di cui tanti si riempiono la bocca anche questo. Soprattutto ora che sappiamo distinguere i noodles dagli spaghetti e
le braciole dagli involtini primavera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IN CHIETI

IL CENTRO MARTED 28 LUGLIO 2015

Chieti

15

Centralino Tel.0871/330300
Fax Tel.0871/330914
Pubblicit Tel.085/441231

e-mail: red.chieti@ilcentro.it

Ateneo, oggi il Cda della resa dei conti


IL DG DA CONFERMARE UNA LETTERA RIAPRE I GIOCHI

Il rettore Di Ilio punta al rinnovo di Del Vecchio fino al 2018, ma in un clima avvelenato il decano Capasso dice di no
di Lorenzo Colantonio
CHIETI

Il punto della discordia il numero 7 dellordine del giorno.


Prevede il rinnovo fino al 2018
del contratto del direttore generale indagato. Ma allAteneo
i giochi sono fatti. Il s al rinnovo per tre anni di Filippo Del
Vecchio andr liscio come
lolio. Il rettore, Carmine Di
Ilio, ha i numeri per ottenerlo.
Anche i rappresentanti degli
studenti voteranno s, prima
di partire per un viaggio premio allExpo di Milano. Ma, come si dice, il diavolo fa le pentole e non i coperchi. Cos, a
poche ore dal Cda della DAnnunzio, convocato per le 11 di
oggi, rispunta la lettera di un
pezzo da Novanta dellAteneo
Chieti-Pescara, cio quel Luigi
Capasso, decano tra gli amministratori dellUniversit che,
in modo garbato ma incisivo,
spiega agli altri consiglieri perch non opportuno un rinnovo triennale perch impedisce
al prossimo rettore, che certamente non sar Di Ilio non ricandidabile secondo la legge
Gelmini, di scegliersi il proprio manager. Il contratto di
Del Vecchio, casus belli degli
ultimi tempi che ha segnato
limmagine della DAnnunzio,
deve durare due anni. Non di
pi, e quindi scadere insieme
al rettore. Se il Cda ascolter
Capasso, per Di Ilio e Del Vecchio sar una sconfitta politica. Siamo in grado di pubblicare la parte chiave della lettera-appello. Eccola: D'altra
parte, vorrei considerare anche che - come ha efficacemente sintetizzato il collega
Paolo Fusero nella sua lettera
circolata qualche giorno fa - il
rinnovo triennale suscita imbarazzo, inquietudine, malumore: anche se taluni si sono
espressi con maleducazione e
senza rispetto gerarchico (e,
dunque, in maniera che li rende indegni di considerazione),
ciononostante circolano sentimenti che non agevolano la distensione degli animi, n fra i

Ecco la classifica dellattrattivit degli Atenei: Chieti batte Bologna

LA DANNUNZIO ATTRAE STUDENTI

E la classifica del Sole 24 Ore


piazza Chieti al quinto posto
CHIETI

Il direttore generale Filippo Del Vecchio, in alto Luigi Capasso e a destra il rettore Carmine Di Ilio

docenti n fra il personale tecnico amministrativo, distensione che pure ci deve stare a
cuore nel governare l'andamento della nostra comunit.
Personalmente condivido solo
l'imbarazzo, perch si tratta
qui di avallare un principio
che non condivido: quello secondo cui il prossimo Rettore
(del quale una cosa sola certa: non sar l'attuale) non potr individuare il direttore generale con la medesima libert che abbiamo preteso che il
Rettore attuale esercitasse. Dir anche che lo stesso dg assumerebbe una "legittimazione"

maggiore quando il nuovo Rettore potesse agire per propria


scelta e non per mero "trascinamento" di una situazione di
fatto. Vengo, infine, alla mia
conclusione: ritengo opportuno un rinnovo biennale del
contratto di direttore generale
Del Vecchio. Confesso di non
avere affatto indagato la legittimit (cio la sostenibilit giuridica) di questa proposta, ma la
discussione che propongo
esattamente questa. Sar poi il
Rettore a decidere se fare sua
questa proposta che, ovviamente, dovr essere condivisa
dal dg. Ritengo davvero che

questa strada, proprio perch


non obbligata, ma anzi prescelta, rappresenterebbe un
gesto di grande distensione, di
civile e serena consapevolezza, nella quale gli interessi dei
singoli vengono messi al servizio del buon funzionamento
dell'Istituzione, nel rispetto
pieno e consapevole della Comunit Accademica. Queste
decisioni, non dovute, ma sentite, a me paiono le pi confacenti a quanti, come noi, dedicano la propria vita alla produzione e alla diffusione della
Cultura. Un caro saluto a tutti, firmato Luigi Capasso.

Con lapprossimarsi dellavvio


dei corsi di laurea fioccano le
classifiche delle universit. Ieri il
solo 24 ore ha pubblicato quella
sui finanziamenti statali dove si
registra un gap tra Nord e Sud in
sfavore di questo. Luniversit
dAnnunzio di ChietiPescara,
su 60 atenei si pone al 53esimo
posto, con una tendenza in salita come ha confermato qualche
giorno fa il rettore Carmine Di
Ilio. Nel 2015 ottiene 86 milioni,
il 5,2 % in pi rispetto al 2014 e lo
0,2 in pi rispetto al 2008.
Sabato scorso abbiamo pubblicato la classifica del Censis riportata su la Repubblica, dove
Chieti-Pescara, inserita tra le
grandi universit in termini di
iscritti, era al penultimo posto.
Meglio classificata la dAnnunzio nella graduatoria del Sole 24
ore dove su pi parametri di riferimento si classifica al 34 posto.
Ma quello che balza allocchio che addirittura al 5 per
Attrattivit, percentuali di immatricolati fuori regione. Lateneo dannunziano al 17 posto

Province, la Regione snobba lincontro


Vertice a Chieti su dipendenti da tagliare e bilanci in rosso, ma Lolli manda un sostituto
CHIETI

I quattro presidenti di Provincia allincontro di ieri a Chieti

Le Province chiedono fondi aggiuntivi e chiamano allappello la Regione sulla riforma


Delrio. Ma la Regione fa spallucce. Ieri da Chieti partita la
nuova richiesta daiuto, a raccoglierla, per, nellincontro
convocato nella sala consiliare
della Provincia teatina, cera
solo uno sparuto drappello di
consiglieri regionali e nessun
esponente della giunta. I consiglieri presenti erano, infatti,
Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri di FI, Lucrezio Paolini
dellIdv, Lorenzo Berardinetti

e Maurizio Di Nicola del Pd,


questultimo presidente della
Commissione bilancio. Il vice
presidente della Regione, Giovanni Lolli, aveva mandato in
suo vece, ma solo come uditore, lex presidente della Provincia di Pescara, Giuseppe De
Dominicis. I quattro presidenti delle Province cerano invece tutti, dal pescarese presidente dellUnione delle province abruzzesi, Antonio Di
Marco, al padrone di casa Mario Pupillo, Antonio De Crescentiis per LAquila e Renzo
Di Sabatino per Teramo.
Cerano anche i due consiglie-

ri provinciali dellAquila, Felicia Mazzocchi, e di Chieti,


Tommaso Coletti.
Il compito di entrare nel dettaglio tecnico stato lasciato
al dirigente della Provincia teatina, Giancarlo Moca. La fotografia scattata da Moca a dir
poco drammatica. Le quattro
Province non riescono a chiudere i bilanci (questo tra laltro
fa s che molte attivit siano
bloccate nonostante i fondi a
disposizione ci siano), a livello
amministrativo si sfiora il caos, met dei 1.428 dipendenti
provinciali non si sa dove andranno a finire, servizi che

per Sostenibilit, ovvero per numero di docenti di ruolo nelle


materie base e caratterizzanti
per corso di studio; mentre scende al 46 per percentuale di crediti ottenuti (Stage); stesso posto per Mobilit, ovvero per percentuale di crediti ottenuti
allestero. Classifica medio bassa, ma in crescita (44) per le Borse di studio; ancora in salita, al
41 posto la dAnnunzio si pone
per Dispersione, percentuale di
immatricolati che si reiscrivono
al secondo anno.
Al 36esimo posto, ma in discesa, lateneo risulta per Efficacia,
media pro capite di crediti formativi ottenuti in un anno dagli
iscritti attivi. Scende (47) alla voce Soddisfatti, il giudizio dei laureandi sui corsi . Scende 49 posto al parametro Occupazione,
percentuale di studenti occupati a un anno dalla laurea. Lateneo a met classifica per quanto riguarda la Ricerca, al 22 per
capacit di attrazione di risorse
per progetti di ricerca e al 29 per
lAlta formazione, giudizi ottenuti dallalta formazione nella
valutazione Anvur.

non possono essere pi garantiti, neanche quelli delle funzioni fondamentali che restano agli enti provinciali, come
sanno bene gli abruzzesi che
percorrono le strade provinciali e come capiranno bene da
settembre alla riapertura delle
scuole.
Lappello alla Regione
quello di approvare subito il
riordino delle funzioni provinciali. Di dare certezze sulle risorse umane. E soprattutto di
far arrivare fondi aggiuntivi:
per la sola viabilit c bisogno
almeno di 10 milioni di euro
per ogni provincia. Infine si
auspicato un discorso organico su quelle che saranno le
funzioni di area vasta, come
acqua e rifiuti, che potrebbero
essere passate alle Province. A
patto, per, di chiudere gli enti
doppioni.
(a.i.)

Chieti

MARTED 28 LUGLIO 2015 IL CENTRO

17

Berlusconi promette:
A ottobre verr a Chieti
Il leader di Forza Italia accoglie a Palazzo Grazioli gli imprenditori De Cesare
Ma il motivo dellincontro per ora deve rimanere un segreto ( politico?)
FARMACIE
CHIETI e
PROVINCIA
CHIETI
Menna
Corso Marrucino,
0871.330061
CHIETI SCALO
Brunori
Viale Benedetto
Croce, 0871.560715
FRANCAVILLA
Coccaro
Via Adriatica Sud,
085.816010
ORTONA
Cames
Corso Vittorio
Emanuele,
085.9063323
GUARDIAGRELE
Simeoni
Via Roma,
0871.82210
LANCIANO
Del Borgo
Corso Roma 12,
0872.799642 0872.712820
ATESSA
Falcucci
Via Duca degli
Abruzzi, 12,
0872.866280
CASOLI
Tilli
Via San Rocco 6,
0872.981192
ORSOGNA
Massi
Via Trento,
0871.86335
TREGLIO
De Simone
zona industriale,
0872 729852
MOZZAGROGNA
Carosella
Viale Frentano 65,
0872 57138
VASTO
Pietrocola
Via Giulio Cesare 61,
0873.367192

SAN SALVO
Labrozzi
Corso Giuseppe
Garibaldi 164,
0873.547778
MONTEODORISIO
Di Narzo
Via Igino Raimondi
10, 0873.316114
SCERNI
D'Addario
Corso Leonardo
Umile, 25
0873.919271
CASALBORDINO
DAurizio
Corso Garibaldi, 13
0873.900234
TORRICELLA P.
Porreca
Corso Umberto I, 2/4
0872.969739
ALTINO
Bucci
Via Nazionale, 229
0872.985126
CARUNCHIO
De Felice
Via Provinciale 47,
0873.954239
PALENA
Falcone
Corso Umberto 49,
0872.918227
PIZZOFERRATO
Del Corpo
0872.946545
TOLLO
Di Stefano
Via Roma, 45,
0871.961113
CELENZA SUL T.
De Aloysio
Corso Umberto I, 67
-0873.958650
FARA F. PETRI
Mori snc
0871.706033
SAN GIOVANNI T.
F.lli degli Speziali
085 4460468

di Lorenzo Colantonio
CHIETI

Se Berlusconi decide di incontrare i De Cesare a Palazzo


Grazioli un motivo c. Ma la
famiglia di costruttori teatini
se lo tiene stretto. Nulla (o quasi) si lasciano sfuggire Angelo,
Federico e Paolo De Cesare,
della serata trascorsa con il pap di Forza Italia che li ha accolti in casa, tra tappeti, quadri e specchi da capogiro, con
una battuta che ha lasciato
senza parole gli ospiti: Tui sei
Paolo, hai 23 anni. Tu Federico
ne hai 25. La vostra impresa ha
154 anni, voi rappresentate la
quinta generazioni. Insomma, Silvio Berlusconi sapeva
tutto dei De Cesare. Sapeva
del bisnonno Antonio, che nel
1910 rifece la cripta di San Giustino, quindi di nonno Angelo,
di Ulrico, di Angelo jr, vicepresidente nazionale dei costruttori e dei figli Paolo e Federico,
ai quali si rivolto con consigli
e qualche aneddoto sagace.
Ho 56mila dipendenti e 12
miliardi di fatturato. Ma buona usanza inviare gli auguri a
ciascun dipendente per il compleanno. A quelli un po pi
importanti mando un regalo
insieme alla mail e ai pi stretti
collaboratori telefono di persona. Nella casa dallarredamento strepitoso, dove verso
la fine dellincontro giunto
anche Paolo Buzzetti, presidente uscente dei costruttori
italiani, i De Cesare hanno
strappato una promessa a Berlusconi. Quella di venire a
Chieti in una data non ancora
stabilita di ottobre, magari
ospite del Circolo degli Amici
di cui Paolo De Cesare presidente. Verr sicuramente,
avrebbe risposto Berlusconi
allinvito di pap Angelo che
per non si fa sfuggire neppure una sillaba sui veri motivi
della visita romana avvenuta
mercoled scorso.
Guai a svelare in anticipo i
progetti di Berlusconi, politici
o imprenditoriali che, nel suo
caso, a partire dal 1994, si sono
sempre intersecati, sparigliando i calcoli e la geografia della
politica e la partitica tradizionali. E se il leader di Forza Italia volesse mettere in cantiere

Palazzo Grazioli a Roma, Berlusconi abita al primo piano. A destra Federico De Cesare, di spalle, mentre saluta il leader di Forza Italia

LA ZAPPALORTO

Frane, lattenzione
della Regione

La foto ricordo dellincontro. Da sinistra: Paolo e Federico De Cesare, quindi Silvio Berlusconi e Angelo De Cesare

un nuovo partito-non partito?


Una Forza Italia 2.0 che, come
referenti, avr imprenditori di
spicco ed esponenti della societ civile di ciascuna regione
italiana, tra cui anche lAbruzzo? Le due domande girate ai
De Cesare restano per senza
risposte.
Evidentemente la posta in
palio alta e concreta. Del re-

sto non capita spesso e a


chiunque che Berlusconi incontri in casa propria costruttori abruzzesi con cui resta a
parlare a lungo facendo anche
considerazioni sul governo
Renzi e sui dati della crisi, prima di andare a cena con tutti i
senatori di Forza Italia sulla
terrazza del prestigioso hotel
Bristol Bernini del senatore

Barnab Bocca. Ma, ad incontro finito, Berlusconi ha voluto


personalmente accompagnare Angelo, Federico e Paolo De
Cesare fino alla porta
dellascensore. Sovrastato fisicamente dai tre si infine raccomandato con loro: Scendete uno per volta. E li ha salutati con una calorosa stretta di
mano e un arrivederci a Chieti.

CHIETI. Da Chiara Zappalorto


segretaria provinciale del Pd
riceviamo e pubblichiamo:
Accogliamo con grande
soddisfazione l'ennesimo gesto di
attenzione da parte della Regione
Abruzzo alla Provincia di Chieti
che ricever una serie di
finanziamenti importanti per
contrastare il dissesto
idrogeologico. Ancora una volta il
PD ha messo al primo posto
l'attenzione ai cittadini, aiutando
i territori e i comuni a risolvere i
problemi. Tra gli investimenti pi
importanti spiccano quelli
destinati al Castello di
Roccascalegna, alla strada di
Santa Maria Calvona-Fosso
Canino a Chieti, alla frana di
Pennapiedimonte e ad altri
importanti interventi nel Vastese
e nel Sangro. Il segretario
annuncia infine l'avvio di una
campagna di ascolto nei Comuni
per raccogliere tutte le istanze e
i suggerimenti utili al buon
Governo del Centrosinistra a ogni
livello Istituzionale, perch il
coinvolgimento dei cittadini,
"sentinelle" dei territori, il
punto di partenza per la soluzione
delle diverse criticit.

Polo cardiologico, qualcosa si muove


Pittori e tecnici per laria condizionata nella struttura inaugurata e poi chiusa
CHIETI

Polo Cardiologico, si accettano scommesse. Verrebbe da


dire cos dopo la falsa partenza, cio linaugurazione avvenuta il 27 aprile, e la mancata
apertura, annunciata per il 25
luglio scorso dopo la bellezza
di 12 anni di attesa. Ma qualcosa ieri mattina si mosso. Siamo tornati davanti alla mastodontica struttura alta sette piani realizzata davanti al pronto
soccorso. Una verifica, una
semplice verifica, allindomani del servizio giornalistico sulla mancata apertura che ha in-

nescato una serie di commenti e di critiche verso la politica


delle promesse... da marinaio.
Certo, non ci aspettavamo di
trovare un drappello di operai
al lavoro magari per sistemare
il pavimento allingresso di destra dove c ancora e solo un
battuto di cemento. No, gli
operai non cerano. Ma qualcosa si muove. Dicono che ieri
mattina siano tornati i pittori
seguiti, un paio dore dopo, da
un tecnico dellaria condizionata che (vedi la foto a destra)
ha parcheggiata il furgone davanti al Polo cardiologico. Ma i
tempi sono ancora lunghi.

Terapia intensiva e a sinistra il furgone del tecnico dei condizionatori

18

Chieti

IL CENTRO MARTED 28 LUGLIO 2015

Perseguita lex, deve starle a 200 metri


Il giudice punisce un teatino di 60 anni che tartassa con gli sms di minacce e ingiurie la donna e il suo nuovo fidanzato
di Katia Giammaria

POSTE APERTE nel mese di agosto

CHIETI

Non potr stare a meno di


200 metri di distanza dalla
sua ex compagna e non potr frequentare i luoghi da lei
frequentati. Lordinanza che
dispone il divieto di avvicinamento stata notificata in
questi giorni a G. M., 60 anni,
originario di Pescara ma residente a Chieti Scalo. Il provvedimento porta la firma del
giudice Luca De Ninis, richiesto dalla sostituto procuratore Marika Ponziani, la
magistrato che sta indagando per il reato di atti persecutori.
Lordinanza cautelare si
resa necessaria perch, secondo la procura, a carico
dellindagato ci sono diversi
indizi di colpevolezza e il suo
comportamento potrebbe ripetersi.
La storia che sta dietro questa inchiesta quella classica. Lui abbandonato, dopo
circa due anni di convivenza,
lei che non vuole sapere di
tornare sui suoi passi e lui,
accecato dallorgoglio, che
non si d per vinto e fa di tutto per tornare e rivivere quella storia damore ormai finita. Ma G.M., secondo gli investigatori, (i poliziotti della seconda sezione della Mobile,
che tratta dei reati contro la
persona), lo avrebbe fatto
nel peggiore dei modi: con
continui messaggi sul cellulare dai contenuti ingiuriosi e
minacciosi. Questo sarebbe
successo dal mese di marzo
alla fine di maggio scorsi.
Ma a entrare nella cerchia
di persone da tartassare di telefonate e sms oltre che la
sua ex sono rientrati anche
lattuale compagno della ex
fidanzata, anche lui oggetto
di sms, in particolare uno dal
contenuto intimidatorio nel
quale lindagato avrebbe minacciato luomo di ferirlo
con unarma da fuoco.
Analoghe minacce sono
state rivolte nei confronti delle due sorelle della ex e nei
confronti dei fidanzati di
queste. Il comportamento, a
detta dalla procura, ma ancora tutto da dimostrare,
avrebbe provocato uno stato
dansia perdurante nelle presunte parti offese tanto da
produrre in loro un considerevole stato dansia tale da fare temere per la incolumit
propria e dei propri familiari.
RIPRODUZIONERISERVATA

Tutti gli orari dei 13 uffici postali di Chieti


CHIETI. Anche durante il mese di
agosto, Poste Italiane garantir
una presenza continuativa su tutti
i 13 uffici postali di Chieti. Lufficio
di Chieti 1 ((via Albanese) sar
disponibile per tutto il mese
secondo il consueto orario
continuato: 8,20-19,05 dal luned
al venerd e fino alle ore 12,35 il
sabato.
Anche gli uffici postali di Chieti
Centro (via Spaventa) e Stazione
(via Pescara) continueranno ad
essere disponibili con orario
continuato fino alle 19.05, ad
eccezione del periodo dal 10 al 28
agosto nel quale saranno aperti dal
luned al venerd dalle 8.20 alle
13.35 e il sabato fino alle 12.35.
Sempre aperto anche lufficio

postale monoturno di piazza


Venturi dal luned al venerd dalle
8,20 alle 13,35 e il sabato dalle 8,20
alle 12,35.
Disponibili anche i restanti 9 uffici
trannein alcune giornate: gli uffici
di Chieti 3 (via Spezali) e Tricalle
(piazzale Tricalle) non saranno
operativi il 14 agosto; Chieti 2 (via
degli Agostiniani) e Brecciarola
(via Tiburtina 433) il 14 e 22 agosto;
Chieti 4 (via B. Croce) e Chieti 6 (via
S. C. De Lellis) l8 e il 14 agosto;
Chieti 7 (viale Unit DItalia) e
Chieti 8 (via Verdi) saranno aperti
a giorni alterni dall11 al 22 agosto
e non saranno operativi il 29
agosto; Chieti 9 (via R. Ortiz) sar
interessato dalla rimodulazione
giornaliera il 14, il 22 e il 29 agosto.

Un uomo dello Scalo colpito da ordinanza di non avvicinamento alla ex compagna

Addio a Valerio: I motori erano la sua vita


I funerali a SantAntonio del meccanico morto a 49 anni in un incidente stradale a Citt SantAngelo
di Arianna Iannotti
CHIETI

I motori erano tutta la sua vita


e, come in un appuntamento
col destino, sono stati anche la
sua morte. Il quarantanovenne
teatino Valerio Serano, era un
apprezzato meccanico, richiestissimo da tutta la regione soprattutto per tutto quanto riguardava lelettronica applicata alla meccanica. Sabato scorso ha trovato la morte proprio
alla guida della sua auto, in un
incidente stradale sulle cui cause mistero. Uno schianto fatale contro il guard rail mentre
imboccava la bretella duscita
dellautostrada A14 allaltezza
del casello di Citt S. Angelo.
Con lui cera unamica, una ragazza ucraina di 29 anni, che
stava riaccompagnando a Pescara. La ragazza, solo ferita e
non gravemente, si era assopita e non sa dire cosa sia successo. Sulle cause dell'incidente
indaga la polizia autostradale
del distaccamento di Pescara
Nord. Quello che sicuro che
luomo era un ottimo guidatore, come assicurano gli amici,
non era solito consumare alcolici, ed era abituato a restare alla guida per ore e ore. Ieri pomeriggio il funerale celebrato

Valerio Serano, ieri la chiesa di


SantAntonio gremita da parenti e
amici per dare laddio
al meccanico morto in un incidente

giunta sui tributi

nella chiesa di Sant Antonio


abate, dal parroco Donatello
Pellicciotta. Luomo lascia la
madre Linda, infermiera in
pensione, il padre Carmine, ex
bidello dellistituto industriale ,
e il fratello Massimiliano. Da
poco si era trasferito a Madonna del Freddo in una bella e
spaziosa casa dove cera anche
lofficina meccanica. Gli amici
non si capacitano di come sia
potuto accadere un incidente
del genere proprio a lui, cos
esperto con le auto. Franco di
Pescara, Argentino di Francavilla, Marcello di Torrevecchia
e Franco di Cepagatti ricordano ancora il viaggio con Valerio
in Ucraina per partecipare al
matrimonio di un altro amico
stretto, Tolik. Avevano guidato
su un furgone affittato dallItalia allUcraina. Era una persona brillante e sempre pronta ad
aiutare gli altri, ricorda il gruppo, quando uscivamo per andare in qualche locale, ci dava
sempre la propria consumazione, perch non era solito bere.
Era molto prudente e abituato
a guidare per ore. Tra i tanti
che hanno affollato il suo funerale cera anche lex preside delle Professionali, Lelio Moresco, che lo ricorda come uno
dei migliori docenti mai avuti.

buskers festival

Colle Marconi, Tari al 50 per cento Chietinstrada comincia allo Scalo


Agevolazioni nella zona del rogo ma tagli sulla spesa corrente
CHIETI

Le famiglie di Colle Marconi,


dove qualche settimana fa si
verificato il rogo della discarica abusiva, avranno una riduzione del 50 per cento sulla Tari (tassa sui rifiuti), per
questanno le agevolazioni
sono previste anche per i residenti di via Penne e via per
Popoli, che si trovano vicino
alla discarica Casoni, agevolazioni previste per i residenti
nel raggio di un chilometro,
che per con ogni probabilit verranno riviste lanno
prossimo.

quanto si deciso ieri nella riunione di giunta, quando


si analizzato lo schema di
bilancio preventivo che dovr essere approvato entro la
fine del mese. Lesecutivo ha
valutato limposizione dei tributi cui sono chiamati i cittadini. Tari, Tasi e Imu resteranno invariate con le agevolazioni previste gi per lo
scorso anno. Ma a proposito
dei rifiuti c una revisione
prezzi e su questo punto
lamministrazione far una
proiezione sulle famiglie affinch eventuali maggiorazioni non gravino sui contri-

buenti.
Intanto il sindaco ha invitato tutti gli assessori a presentare un progetto per ogni settore che preveda tagli sulla
spesa corrente di un milione.
Ripartiamo da zero, questo il primo bilancio del Comune di Chieti, dice Di Primio, si dovr tagliare tutto il
superfluo, tutto ci dove si
pu tagliare e ogni progetto
dovr avere una copertura
certa e sostenibile. Per quanto riguarda i lavori pubblici si
faranno le manutenzioni necessarie.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ci sono 37.500 euro per levento, si terr nei 3 giorni di Ferragosto


CHIETI

Dopo alcune voci che si erano


ricorse sul rischio che la festa
degli artisti di strada, Chietinstrada Buskers festival, saltasse
per mancanza di copertura finanziaria ieri sera arrivata lassicurazione del sindaco Umberto Di Primio: la decima edizione si far. E sono disponibili
37mial euro. Intanto ieri mattina si tenuta una riunione organizzativa tra il consigliere
Giovanni Di Paolo, che nel
2005, ha portato a Chieti la spettacolare manifestazione e il direttore artistico dellevento An-

tonello Angiolillo, attore, doppiatore e showman.


Nel corso dellincontro intanto sono stati fissati i punti programmatici della manifestazione.
Le date fissate per la manifestazione che annualmente richiama migliaia di persone sono come sempre il 14, il 15 e il
16 agosto.
La grande novit della decima edizione che lanteprima
del festival sar a Chieti Scalo,
luogo che non mai stato interessato allevento. Invece
questanno su viale Benedetto
Croce il 13 agosto si terr una

Notte bianca con gli artisti di


strada.
Nei tre giorni successivi la
manifestazione si svolger regolarmente sul Colle, con gli spettacoli itineranti di decine di artisti provenienti da Sud America,
Spagna, Kenya e naturalmente
Italia.
Il percorso con le varie performance comprender il tratto
da piazza San Giustino a piazza
Trento e Trieste, salvo modifiche.
Il programma con gli appuntamenti nel dettaglio, confermano gli organizzatori, verr reso pubblico nei prossimi giorni.

Chieti

MARTED 28 LUGLIO 2015 IL CENTRO

19

Artigianato artistico
Guardiagrele
punta a stupire
Presentata la 45 edizione della prestigiosa Mostra
Concorsi per orafi e laboratori. Venerd linaugurazione
GUARDIAGRELE

Vengono da lontano - 45 anni di


esperienza alle spalle corrispondono alla ricorrenza delle nozze
di rubino, una delle pietre pi
preziose utilizzate, tanto per stare in tema, in...gioielleria - indossando sempre le vesti dei volontari e con locchio pi che
mai affinato a quello che sar il
domani. Perch come diceva
Dostoevskij, Larte e la rivolta
non moriranno che con lultimo uomo.
LE ECCELLENZE. Gli organizzatori
della nuova edizione della Mostra dellartigianato artistico
abruzzese, in programma come
dabitudine a Guardiagrele dal
1 al 20 agosto nella sede
dellEnte mostra in via Roma 28,
hanno snocciolato i numeri
quasi da record di questa edizione: c il 16 concorso biennale
nazionale di arte orafa Nicola
da Guardiagrele sul tema
Collana pettorale portafortuna
con pendenti benaugurali, riservato ai maestri orafi e agli studenti dei licei artistici e alle
scuole di oreficeria; c lAssociazione gioiello contemporaneo (Agc) di Trieste con una mostra dedicata agli oggetti preziosi del nostro tempo; c lomaggio alla scuola orafa Le arti orafe Jewellery school& Academy
di Firenze diretta dal maestro
Gi Carbone; uno spazio alla
bottega del maestro Rocco Gabriele che collabor con la famiglia di Basilio Cascella per i lavori di grande formato; lomaggio alle ceramiche italiane; i laboratori artigianali rivolti ai giovani con dimostrazioni tenute
dai maestri per far conoscere gli
aspetti pratici e operativi della
lavorazione e della produzione

LA FOTO DEL GIORNO

Il dono del Panathlon alla Lega Navale

Di Vincenzo, Paolucci, Marsibilio e Dal Pozzo alla presentazione della rassegna e in alto una delle passate edizioni

I BIGLIETTI VINCENTI

Lotteria SantAnna, ecco gli estratti


ORTONA. Si chiama AlbertOne limbarcazione a vela, per la
precisazione una deriva Skipper dotata di tutti i requisiti per la
navigazione, donata domenica scorsa dal Panathlon club di
Lanciano e in particolare dal socio Alberto DAlessandro, alla scuola
di vela della Lega Navale Italiana sezione di Ortona. La barca
spiega il presidente del panathlon club Luigi DAlessandro sar
utilizzata dai corsisti ed allievi della scuola di vela che, per
riconoscenza, assieme alla lega navale la metter a disposizione
gratuitamente per i ragazzi meno abbienti che potranno seguire 5
corsi di vela base, della durata di una settimana. A benedire la
barca stato don Michele Di Lorenzo, socio onorario del club.
Presenti alla manifestazione anche il presidente della Lega navale
italiana di Ortona Eugenio Rapino, gli istruttori di vela Fabio e
Cristiana insieme ai loro allievi, circa 20, dagli 8 ai 16 anni che si
sono gi distinti in gare ufficiali regionali e nazionali. La fotografia
di gruppo che pubblichiamo in alto documenta levento di domenica
che unisce tra di loro, non solo simbolicamente, gli ortonesi agli
amici frentani. (t.d.r.)

dei manufatti artistici con corsi


di ceramica, oreficeria, ricamo,
vetro e altre attivit; il progetto
Porte Aperte, in collaborazione con la Asl provinciale per includere gli ospiti della residenza
riabilitativa
psichiatrica
dellospedale; le attivit collaterali di musica e teatro; il 28 con-

corso di poesia dialettale


Modesto Della Porta.
I COMMENTI. Il nostro scopo,
ha detto ieri a Pescara, nella sede della Regione, il presidente
dellEnte mostra, Gianfranco
Marsibilio, presentando la rassegna, valorizzare le produzioni artigianali artistiche delle

Ecco i numeri estratti. 1 premio: viaggio a Parigi al n 1438.

2: buono spesa 500 Carrefour al n 2889. 3: pc Lenovo al n


3271. 4: Nokia Lumia al n3722 e 5: Mountain bike al n 3190
citt dAbruzzo nella loro importanza culturale, storica e artistica e tutelare e tramandare il valore dellartigianato artistico
abruzzese in tutte le sue forme
artistiche ed espressive. Ma bisogna rafforzare il ruolo dellEnte mostra come portatore di tradizioni, professionalit e attivi-

t a contenuto innovativo come


riferimento per il settore e favorire la formazione professionale
e la trasmissione del sapere dei
maestri artigiani ai giovani con
stage e tirocini. Puntiamo a stupire i visitatori. Lassessore regionale al bilancio, Silvio Paolucci, ha sottolineato come la

Scacchi, Marianna campionessa nazionale


La giovane guardiese (Fischer Chieti) conquista le vetta e la promozione alla Prima nazionale

Mariana Colasante campionessa nazionale N2

CHIETI

Linizio delle competizioni estive ha subito riservato grandi


successi per lAsd Circolo Scacchi R. Fischer Chieti. Si sono

conclusi a Porto San Giorgio i


Campionati italiani assoluti di
categoria con un grande risultato per lo scacchismo teatino:
la giovane sedicenne Marianna Colasante ha vinto il torneo

di seconda nazionale conquistando il titolo di campionessa


italiana di categoria 2N ed acquisendo di diritto la promozione alla categoria superiore,
la prima nazionale. Marianna

stata artefice di un grande torneo che ha chiuso imbattuta e


solitaria al comando con 6,5
punti, frutto di 4 vittorie e 5 pareggi, davanti allanconetana
Virginia Pizzicotti e al manto-

vano Leonardo Magri, entrambi a 6 punti. La giovane scacchista guardiese ha cos conquistato il suo primo titolo nazionale individuale dopo i 3 titoli nazionali a squadre con-

Mostra di Guardiagrele sia la


rassegna pi significativa sullartigianato artistico dellAbruzzo, anticipando lassegnazione
di fondi specifici per voi. La Regione interverr in modo significativo su questa iniziativa di
qualit. Per Roberto Di Vincenzo, presidente della Camera
di commercio di Chieti, nonostante i tagli ai nostri contributi
per le varie iniziative, la mia presenza qui conferma il nostro impegno verso lEnte mostra. Investire sulla Mostra dellartigianato artistico significa investire
sullintero Abruzzo, quindi oltre
i confini di Guardiagrele, ha
detto il sindaco Simone Dal
Pozzo, e se si arrivati a 45 anni di esposizione soltanto perch alle fondamenta di questa
iniziativa c il volontariato, vero punto di forza che ha portato
lEnte mostra fin qui.
TAGLIO DEL NASTRO E ORARI. Appuntamento, dunque, venerd
31 luglio, alle 18,30, con la cerimonia dinaugurazione a largo
Pignatari, a due passi dalla sede
della Mostra. Orari di apertura:
tutti i giorni dalle 10,30 alle
12,30 e dalle 16 alle 23.
(r.o.)
RIPRODUZIONERISERVATA

quistati nel 2010 (scuola primaria), nel 2012 e nel 2013 (scuola
media) nei Campionati ciovanili studenteschi di scacchi.
Ma il risultato di Colasante
non lunico di rilievo conseguito dal Fischer Chieti in questo inizio destate. In precedenza, i Campionati italiani giovanili Under 16 di scacchi, svolti
a Montesilvano, avevano visto
il 2 posto di Tea Gueci nella categoria Under 16 femminile ed
il 3 posto di Melissa Maione
nella categoria Under 12 femminile. Se per la prima, gi affermata nel panorama scacchistico italiano anche a livelli assoluti, il risultato non costituisce una sorpresa, appare notevole la prestazione della ancora acerba Melissa Maione,
che riuscita a superare in classifica avversarie molto pi
esperte e quotate. Ottime anche le prove di Alice Serano (5
posto nellUnder 10 femminile), di Emma Di Sebastiano (7
posto nellUnder 8 femminile)
e della gi citata Marianna Colasante (7 posto nellUnder 16
femminile). I buoni risultati
dei giovani teatini hanno fruttato un prestigioso 2 posto nella classifica speciale tra tutte le
societ italiane.
Marco Di Clemente

20

Francavilla Area Metropolitana Manoppello Bassa Val Pescara

IL CENTRO MARTED 28 LUGLIO 2015

Furti nelle case, altri due nomadi


bloccati da residenti e carabinieri
Francavilla, collaborazione dei cittadini con le forze dellordine: un minorenne e la sorella incinta
messi in fuga e denunciati dai militari per aver tentato il colpo in unabitazione di via Colombo
di Paola Toro
FRANCAVILLA

Vengono, rubano o tentano


di farlo e poi scappano, tornano al paese dove vivono. Gli
ultimi tentativi di furto a
Francavilla, scoperti dai carabinieri, sono avvenuti per
mano di nomadi di passaggio
nella cittadina. Spesso giovanissimi.
L'ultimo episodio accaduto sabato, quando un ragazzo e una ragazza hanno
cercato di entrare in un'abitazione di via Colombo. Fratelli, originari di Torino ma residenti in un campo nomadi
del Lazio. Minorenne lui, ventiquattrenne lei e incinta, avevano preso di mira un'abitazione al primo piano e volevano colpire in pieno giorno,
intorno all'una. Cos, il ragazzo avrebbe provato ad arrampicarsi per accedere al balcone, mentre la ragazza faceva
da palo sotto l'abitazione col
suo pancione. Un piano finito male, per. I due giovani
sono stati sorpresi dai carabinieri di Francavilla, agli ordini del comandante Antonio

Oggi dibattito
in piazza
sul nuovo Prg
SANGIOVANNI TEATINO

Una serata destate, in piazza


Municipio, dedicata al nuovo
Prg di San Giovanni Teatino. Il
documento, in fase di redazione, esce dalle stanze del municipio e sar al centro di un incontro con i cittadini, questa
sera alle 21.30.
Al dibattito pubblico parteciperanno larchitetto progettista del piano, Michela Giammarini, il dirigente del settore
urbanistica del Comune, Carlo
di Gregorio, il vice presidente
dell'ordine degli architetti di
Chieti, Mauro Latini, il presidente dell'Ance Pescara, Marco Sciarra. Moderatore, l'assessore all'Urbanistica, Alessandro Feragalli. Introdurr il
dibattito il sindaco, Luciano
Marinucci.
La riflessione sul Prg sar incentrata sul tema Sambuceto
e Dragonara, scenari per nuove identit urbane. Continuiamo a portare in piazza, tra
i cittadini, i dibattiti che di solito avvengono nel chiuso delle
stanze dellamministrazione
dice Feragalli, una citt industriale, dei servizi o del commercio? Edificazione concentrata o diffusa su tutto il perimetro urbano? Quanto dovrebbero essere alti i nuovi edifici
per integrarsi con la citt esistente? Questi e altri temi verranno affrontati, con lobiettivo di ridare identit a un tessuto urbano che negli ultimi anni
ha visto proliferare centri commerciali e palazzine, senza spazi di verde, piazze e luoghi di
aggregazione necessari per migliorare la qualit della vita e
dell'abitare.
(g.d.l.)
RIPRODUZIONERISERVATA

Il comandante della stazione acarabinieri di Francavilla, Antonio Solimini. Denunciati altri due nomadi

Solimini, fermati e denunciati. Li hanno fermati mentre


scappavano a piedi in una
traversa della via dove si trova la casa che avevano individuato come bersaglio.
A.J. e V.J. sono le iniziali
dei nomi dei due fratelli, e ad
aver aiutato le forze dell'ordi-

ne intervenute tempestivamente sarebbe stata una segnalazione in caserma: qualche passante avrebbe visto
dei movimenti sospetti fuori
dall'abitazione e deve aver
avvertito i carabinieri.
Ancora una volta, la collaborazione dei cittadini si ri-

velata fondamentale per fermare dei malintenzionati.


Grazie alla ricostruzione dei
testimoni in molti casi, ultimamente, i militari della stazione locale sono riusciti a
mettersi sulle tracce dei malviventi fino a fermarli.
Il tentativo di furto di saba-

Premiati
a Cepagatti
19 studenti
del Volta
CEPAGATTI

to avvenuto a pochi giorni


da un episodio analogo di
qualche giorno fa, sempre in
via Colombo. La scorsa settimana, due nomadi provenienti dal campo rom di Secondigliano si sono intrufolati in un appartamento per rubare. Secondo la ricostruzione degli investigatori, i due
hanno forzato la porta d'ingresso, probabilmente con
una tessera plastificata, e
hanno cercato oggetti di valore. Non ne hanno trovati, e
cos sono scappati dall'abitazione in tutta fretta ma sono
stati anche in quel caso fermati e denunciati dai carabinieri.
Il fenomeno dei furti in appartamento, che avviene per
mano dei nomadi non nuovo in citt, ma neppure nella
vicina Pescara. Intorno alla
met di luglio, i colpi messi a
segno sono stati altri due, ma
anche in quel caso grazie alla
preziosa collaborazione tra i
cittadini e le forze dell'ordine
si riusciti a risalire ai responsabili, provenienti da un
campo nomadi di Roma.

Premiati anche questanno gli


alunni pi meritevoli dellindustriale Volta, di Pescara, con le
borse di studio istituite in memoria di Bruno Di Marzio, studente di Cepagatti tragicamente
scomparso 13 anni fa in un incidente stradale, avvenuto in paese, nel periodo dellesame di maturit. Alla presenza della preside Fiorenza Papale e dei collaboratori, i docenti Letizia Cesaroni e Diego De Leonardis, sono state consegnate gli assegni,
400 euro ciascuno, agli alunni
che si sono diplomati con voto finale alla maturit di 100/100.
Cinque gli allievi premiati per
aver concluso il ciclo di studi
con il massimo dei voti: Giorgio
Sposetti, Federica De Cecco,
Andrea Domenicone, Matteo
Pietro Morgillo e Andrea Clivio.
Altre 14 borse di studio di minore importo assegnate agli alunni
pi meritevoli del quadriennio,
che si sono distinti per profitto
scolastico, con votazione pari o
superiore a 9,11: Matteo Galassi, Valeria Pompei, Christian
Pesca, Damiano Scevola, Michele Hajro; Leonardo Carelli,
Stefano Faieta, Christian Cavuti, Miki Quaglietta, Luca Lanci,
Mattia Simone, Andrea Perfetti, Margherita Cialini, Sara Di
Pasquale.
(g.d.l.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONERISERVATA

A Pretaro lisola ecologica automatizzata


Francavilla, sar operativa da oggi per residenti e villeggianti muniti di tesserino sanitario
controlli sui gas di scarico

Centralina Arta per monitorare lo smog


Sar posizionata stamani in
contrada Pretaro, in prossimit
della statale Adriatica, la
centralina Arta per rilevare
linquinamento atmosferico. Un
provvedimento richiesto a gran
voce dai residenti - sostenuto dal
sindaco Luciani fortemente
preoccupati per lalta
concentrazione di gas di scarico
dovuta al traffico caotico, che si
riversato sulla statale Adriatica
con la chiusura della variante Anas
per i lavori di nella galleria San
Silvestro che proseguiranno sino a

ottobre. passato pi di un mese


da quando gli abitanti della zona
hanno sollecitato linstallazione di
una centralina, arrivando anche a
minacciare il blocco della statale
per protesta. I tempi lunghi
dellArta hanno creato malumore
fra i residenti. La centralina sar
collocata vicino alla casetta della
protezione civile di Pretaro, in
quanto necessario laggancio alla
rete elettrica annuncia il primo
cittadino. Una volta installata,
non ci resta che attendere gli esiti
del monitoraggio. (g.g.)

piazza tirreno

Nuovi giochi nei giardini pubblici

Nuovo look per i giardini pubblici in piazza Tirreno, a Fran-

cavilla. Il Comune ha riqualificato la zona riservata ai bambini,


posizionando nuovi giochi ed eliminando la vecchia pavimentazione sconnessa.

FRANCAVILLA

Unisola ecologica automatizzata comunale a contrada Pretaro. Il nuovo punto di raccolta


dei rifiuti, a ridosso di via Nazionale Adriatica nord, in prossimit del supermercato Todis,
sar operativo da questa mattina.
Lisola ecologica automatizzata, munita di telecontrollo,
sar attiva 24 ore su 24. Per conferire varie tipologie di rifiuti,
gli utenti dovranno munirsi di
tesserino sanitario, documento necessario per il riconoscimento di tutti coloro che utilizzano il servizio spiega il sindaco, Antonio Luciani. Grazie
allisola automatizzata, anche

alanno

Rogo di sterpaglie
a Colle Grande
Diversi focolai di incendio si sono
sviluppati anche ieri in localit
Colle grande di Alanno, dopo
lincendio di grosse dimensioni dei
giorni scorsi. Per spegnere le
fiamme ieri pomeriggio sono
intervenuti i vigili del fuoco di
Alanno e la squadra - con due mezzi
a disposizione - ha lavorato un paio
di ore per domare lincendio ed
evitare che si riaccendesse.
Complessivamente il bilancio di
un ettaro di terreno coperto da
sterpaglie andato in fumo. In
questa zona, in particolare,
ultimamente c stato un altro rogo
di 3 ettari, che si aggiungono ai
diversi ettari bruciati in diverse
localit del pescarese.

chi viene in vacanza a Francavilla solo per pochi giorni ha a


disposizione un punto nel quale smatire i rifiuti, senza dover
attivare la procedura per la raccolta differenziata porta a porta.
Presto, una seconda isola automatizzata entrer in funzione nella zona dello stadio comunale, andando cos a potenziare la gi esistente oasi ecologica Cosvega, con personale addetto, aperta tutti i giorni, festivi compresi, la mattina dalle
7,30 alle 9,30 e il pomeriggio
dalle 17 alle 19. Nelloasi possibile conferire tutti i rifiuti differenziati (carta, plastica e metalli, vetro, organico, scarti
dera e potature, residuo non ri-

ciclabile). Inoltre, pile, farmaci,


olio vegetale, toner, piccoli ingombranti, rifiuti elettrici ed
elettronici. Nel frattempo, per
lestate fino al 6 settembre, Comune e Cosvega hanno apportato modifiche allorario di conferimento dei rifiuti differenziati nelle zone di passeggio. In
viale Alcione e in piazza Sant'
Alfonso, possibile depositare
i rifiuti davanti alla propria abitazione dalle 23,30 alle 7,30.
Su viale Nettuno (dalla stazione alla Sirena); lungomare
Kennedy fino a largo Modesto
della Porta (traverse annesse
via Riccione, via Ancona, via
Bologna), dall1 di notte alle 9
del mattino.
(g.g.)
RIPRODUZIONERISERVATA

Ortona Guardiagrele

MARTED 28 LUGLIO 2015 IL CENTRO

21

Travolto mentre spinge lauto in panne


Il mezzo gli stacca il piede sinistro, giovane ortonese operato nella notte a Chieti. I medici riescono a riattaccare larto
ORTONA

incontro urgente con dalfonso

Spingeva lauto dellamico finita in panne quando stato investito da una terza auto: il conducente non si era accorto della
presenza di alcune persone sulla carreggiata. Ha rischiato di
perdere il piede sinistro schiacciato dal veicolo che ha tamponato e travolto quella carovana
umana sulla stradale 16 Adriatica, in contrada Santa Liberata,
non lontano dal distributore
Agip. Lincidente accaduto domenica intorno alle 22. Il ferito
pi grave, R.D.A., 27 anni, di Ortona, ha rischiato lamputazione dellarto anche se nella notte
tra di ieri i medici dei reparti di
Ortopedia e Chirurgia vascolare
dellospedale clinicizzato di
Chieti hanno fatto di tutto per
evitare questa tragedia. Lamico, F.M., 26 anni, ha riportato
un trauma cranico e ferite al viso ed ricoverato al Bernabeo
di Ortona. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Da una prima
sommaria ricostruzione, i fatti
sarebbero andati cos. Due giovani a bordo di una Fiat Punto si
sono dovuti fermare domenica
sera con il loro veicolo ai margini della carreggiata perch il
mezzo era in panne. Sono scesi
dallabitacolo e hanno chiesto
aiuto sbracciando a pi non
posso per cercare di catturare
lattenzione degli automobilisti
pi sensibili. Un conducente si
fermato animato dalla volont
di prestare soccorso ai due.
Sullauto in panne risalito il
suo naturale guidatore mentre il passeggero si messo di
dietro per spingere il veicolo forse con lintenzione di spostare il
mezzo in qualche area di sosta
pi sicura. Allimprovviso, per,
arrivata da dietro una Mercedes classe A il cui guidatore non
si accorto di quella presenza-ostacolo sulla strada. Da qui
il tamponamento tra i veicoli
con lo schiacciamento del piede
sinistro del giovane che spingeva il veicolo in panne.
Subito si messa in moto la
macchina dei soccorsi. Sul posto arrivata lambulanza del
servizio di emergenza sanitaria
118 che ha trasportato il ferito
pi grave al Clinicizzato. Il giovane aveva il piede tagliato di
netto allaltezza del malleolo.
Operato nella notte, il chirurgo
vascolare gli ha ricostruito larteria tibiale posteriore. Tra qualche giorno si sapr se lintervento riuscito del tutto. Il giovane
in prognosi riservata ma non
in pericolo di vita.
(r.o.)
RIPRODUZIONERISERVATA

Punto nascita, sindaco pronto a dimettersi


ORTONA. Sul Punto Nascita di
Ortona ieri in consiglio comunale
stata presentata una mozione
votata allunanimit per un
incontro urgente da fissare oggi
stesso con il commissario
regionale alla sanit Luciano
DAlfonso. Nellatto, il cui primo
firmatario stato Leo Castiglione
(centrodestra), si chiede che il
Governatore convochi il Comitato
punto nascite regionale
(Cpnr)affinch faccia una
valutazione corretta su quello di
Ortona relativamente al numero
dei parti allanno. stata questa
la conclusione del Consiglio
comunale di ieri. Il sindaco
Vincenzo DOttavio, se il Cpnr non
dovesse essere convocato,

prender le sue decisioni che


potrebbero sfociare anche nelle
dimissioni. Questo punto stato
suggerito dal consigliere del Pd
Tommaso Coletti contro il
decreto di chiusura del Punto
nascite previsto per il 1
settembre. Alla seduta
consigliare hanno partecipato il
consigliere regionale di Forza
Italia Mauro Febbo e la
coordinatrice del Comitato
Manuela Mucci che ha elencato i
motivi per i quali il Punto nascita
di Ortona non deve essere chiuso
primo tra tutti lerrata
valutazione del Cpnr sul numero
di parti sugli anni 2011-2012 e
2013 che ne ha determinato la
decisione di chiuderlo.

Il giovane passeggero dellauto stato soccorso dallambulanza del servizio di emergenza sanitaria 118

Il Cup le fissa la visita dermatologica al 2017


Canosa Sannita, la denuncia al Centro di una donna costretta a ricorrere a una clinica privata
A sinistra il foglio di prenotazione
che fissa la data della visita
dermatologica al 2017, la donna
costretta a rivolgersi al privato

CANOSA SANNITA

Gioved 2 febbraio 2017. Segnare la data su un'agenda che


deve essere ancora mandata
in stampa e aspettare. Non restava altro da fare ad una signora di Canosa Sannita che
ha prenotato, tramite il cup,
una visita specialistica per osservazione dermatologica in
epiluminescenza. Un controllo sulla sua pelle, accertamenti
per alcuni nei di familiarit
melanoma, tumore cutaneo
che deve essere ovviamente e
necessariamente monitorato.
Ma attendere quasi due anni
dalla prenotazione della visita,
richiesta lo scorso 10 luglio,
non di certo il miglior modo
per prevenire malattie. Ecco
perch il marito della donna,
Vito Remigio, ha voluto raccontare tutto al Centro, testimoniando l'ennesimo caso di
ritardi nella sanit pubblica.
Non una novit, esempi del
genere si rincorrono di giorno
in giorno. Ne abbiamo raccontati tanti, quasi da non destare
pi scalpore, tuttavia non potranno mai passare inosservate situazioni di questo tipo, visto che si parla delle condizioni di salute di esseri umani costretti a sopportare ingiustifi-

cabili tempistiche anche quando, l'urgenza di certi problemi, richiederebbe una disponibilit pressoch immediata. Il
signor Remigio giustamente
avvilito per quanto capitato alla sua consorte e ha voluto rilasciare delle dichiarazioni pubbliche sulle pagine del nostro
quotidiano con la speranza
che, chiss, magari l'ennesima
testimonianza diretta del protrarsi oltre ogni aspettativa di
una visita medica, possa essere utile a chi di dovere per mi-

amore e morte

gliorare un servizio che evidentemente andrebbe rivisto in


qualche passaggio. Chiediamo maggiori certezze sulla salvaguardia della salute, ha ammonito Vito Remigio, pi rispetto per tutti i cittadini, che
hanno il sacrosanto diritto di
curarsi in tempi sufficienti a difendersi da certe malattie.
inutile, come molto spesso accade, che ci si riempie la bocca
di termini quali prevenzione
se poi i risultati appaiono evidenti a tutti. Come si pu pre-

venire se per essere visitati bisogna aspettare cos tanto?


La signora aveva prenotato la
visita tramite il Centro unico
di prenotazione e vista la particolarit del suo caso, che richiede un controllo impellente, aveva immaginato un appuntamento che fosse fissato
in tempi accettabili. Ma non
stato cos: perch la data disponibile emessa dal Cup per
la visita il 2 febbraio 2017, all'
ospedale ''F. Renzetti'' di Lanciano. Diciannove mesi di atte-

sa, troppi per chi non pu


aspettare. Un'amara sorpresa
a cui bisognava trovare subito
una soluzione differente. E cos, oltre a denunciare l'episodio al Centro, l'alternativa immediata stata quella di rivolgersi ad una clinica privata:
Abbiamo chiamato, ha concluso Vito Remigio, e nel giro
di ventiquattro ore mia moglie
ha potuto effettuare il controllo. Una magra consolazione.
Alfredo Sitti
RIPRODUZIONERISERVATA

le raccomandazioni del Comune

Levi e Miele in mostra a Ortona Il vademecum contro gli incendi


I due artisti espongono nella galleria dellamico e collega Mosca
ORTONA

Amore e morte, Eros e Thanatos, gli opposti che si toccano,


come due facce della stessa medaglia. stato questo il tema
che il pittore teatino Angelo
Mosca ha voluto proporre a
due artisti del calibro di Corrado Levi, architetto, scrittore,
pittore e molto altro, e Yari
Miele, noto per le sue istallazioni ambientali, allievo dello stesso Levi. Due amici, li definisce Mosca, che ogni estate organizza mostre nel suo studio
di Ortona, in via della Sapienza
71. Destate quando torno a

Ortona ospito sempre degli


amici, spiega il pittore teatino
che, oltre che a Ortona ha anche uno studio a Londra, in genere sono artisti con cui ho avuto a che fare e con cui ho stretto
dei rapporti. Con Levi questanno abbiamo esposto insieme a
Milano e poi ci siamo visti a
New York. Da queste frequentazioni nata la nuova mostra,
che trova posto negli spazi dello studio ortonesi che formano
una sorta di galleria espositiva,
chiamata Galleria/Galleria.
Domenica scorsa c stata
linaugurazione. Una decina le
opere in mostra sino al 15 set-

tembre. Nero e bianco i


colori predominanti. Le opere sembrano rincorrersi tra di
loro, richiamandosi a vicenda.
Il linguaggio artistico utilizzato di tipo avanzato, spiega
Mosca, ma questo non preclude alla mostra di poter essere
ironica e divertente. Perch il
tema proposto non mai stato
trattato in maniera noioso.
Molte istallazioni sono state
studiate sul posto, seguendo il
filo di un allestimento studiato
in chiave postmoderna. Quel
postmoderno di cui Levi, negli
anni Ottanta, stato uno dei teorici e precursori.
(a.i.)

Non accendere fuochi nei boschi e aree verdi incolte da rimuovere


GUARDIAGRELE

L' amministrazione comunale, nel periodo dell'anno che


viene considerato a pi alta
pericolosit di incendi, si preoccupa di fare opera di prevenzione. Con l'aumento
delle temperature che si verificato in queste ultime settimane, osserva l'assessore
comunale alla protezione civile e vicesindaco Gianluca
Primavera, il rischio di incendi aumentato in maniera considerevole, invitiamo
quindi tutti i cittadini ad evitare attentamente sul territo-

rio comunale di mettere in atto comportamenti scorretti


che possono mettere a repentaglio la pubblica incolumit.
In modo particolare, precisa
Primavera, soprattutto nelle
prossimit di boschi e terreni
agrari, bisogna evitare di accendere fuochi, usare apparecchi a fiamma libera o elettrici, gettare fiammiferi o sigarette o compiere qualsiasi
altra operazione che possa
generare fiamma libera.
Primavera, raccomanda
inoltre ai proprietari di fondi
agrari, dove sono presenti
aree verdi incolte, di provve-

dere ad effettuare interventi


di difesa passiva contro gli incendi, mediante la rimozione di rifiuti e di quant'altro
possa rappresentare un pericolo per la pubblica incolumit.
Va infine ricordato che per
le segnalazioni di avvistamenti di incendi, sono attivi
24 ore su 24 i numeri telefonici 1515 del Corpo Forestale
dello Stato e il 115 dei Vigili
del Fuoco. E' molto importante per fornire informazioni precise, sulla localizzazione dell'incendio.
Giovanni Iannamico

IL CENTRO MARTED 28 LUGLIO 2015

Lanciano

22

Centralino Tel.0871/330300
Fax Tel.0871/330914
Pubblicit Tel.085/441231

e-mail: red.lancianovasto@ilcentro.it

Arrestato per la violenza su una 16enne


CHOC IN ZONA SANGRO INDAGINI DEI CARABINIERI

Lui a Casoli ai domiciliari. La ragazza ha un handicap cognitivo: stata caricata sullauto delluomo e stuprata
di Stefania Sorge
LANCIANO

Lavrebbe caricata in auto e


violentata per unora, minacciando di riempirla di botte se
avesse rivelato a qualcuno
quello che era successo. Lincubo di una studentessa diciassettenne di un paese della
Val di Sangro (che non riveliamo per tutelare la vittima) finito ieri con larresto del suo
presunto stupratore. Allalba i
carabinieri della caserma di
Villa Santa Maria hanno eseguito unordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per I.M., muratore 45enne di origine albanese, residente a Casoli, accusato di violenza sessuale nei confronti di
una minorenne con handicap
cognitivo.
Le indagini, partite mesi dopo il presunto abuso sessuale,
sono state coordinate dal sostituto procuratore di Lanciano,
Rosaria Vecchi, e condotte dai
carabinieri di Villa Santa Maria e della compagnia di Atessa. I fatti risalirebbero al 1 giugno del 2014. La ragazza si trovava, come succedeva solitamente, in compagnia di
unamica e del suo fidanzato
ventenne, anchegli albanese.
La coppia voleva far conoscere
un ragazzo alla giovane, in realt le present I.M.. Subito dopo averla conosciuta, il 45enne caric in auto la minorenne
portandola in una zona sperduta del paese. Qui per unora,
dalle 16 alle 17, avrebbe abusato di lei. Riportandola in paese, il muratore minacci la ragazza che lavrebbe percossa o
allontanata dalla sua famiglia
se avesse parlato con qualcuno di quello che era successo.
Per mesi la giovane ha tenuto dentro questo fardello. Fino
a quando, nel marzo di
questanno, a scuola uninsegnante ha intuito qualcosa,
raccogliendo poi dalla ragazza
il racconto di una violenza. La
rete tra scuola e carabinieri quelli di Villa, diretti dal maresciallo Fabio Di Toro Mamma-

rella, e della compagnia di


Atessa, al comando del luogotenente Federico Ciancio - e
poi mesi di indagini coordinate dalla Procura frentana, hanno portato allarresto di ieri.
Il gip del tribunale di Lanciano aveva respinto la richiesta
di misura cautelare per il muratore. stato il tribunale del
riesame dellAquila, su appello del pm Vecchi, a disporla.
I.M., marito e padre, con precedenti per reati contro la persona, detenuto ai domiciliari
con il braccialetto elettronico.
Non pu allontanarsi dalla
propria abitazione n comunicare con persone diverse da
quelle che vivono con lui.
Lattivit investigativa continua tuttora per accertare eventuali corresponsabilit di terzi.
Le indagini si concentrano, in
particolare, sulla presunta
complicit del giovane connazionale e dellamica della vittima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

il pm rosaria
vecchi

aveva chiesto
una prima volta
la misura cautelare
respinta dal gip
Poi il ricorso al tribunale
del riesame dellAquila

Un arresto eseguito dai carabinieri e a destra il sostituto procuratore Rosaria Vecchi

In duecento denunciati per il rave party


Tornareccio, i giovani partecipanti al raduno sono accusati di invasione di terreni privati
TORNARECCIO

Maxi raduno abusivo nei boschi di Monte Pallano e a Tornareccio scatta il blitz dei carabinieri. Oltre duecento sono state
le persone identificate e denunciate.
Ancora un rave party
nellarea di Monte Pallano, meta gettonata tra gli appassionati
del genere, in quanto isolata e
ben nascosta. Era sfuggito anche alle forze dellordine lorganizzazione del maxi raduno
scattato sabato notte. Il passaparola tramite messaggi al cellulare aveva trasformato larea
rurale e boschiva in una discoteca a cielo aperto, in cui non si
esclude luso di alcol e altre so-

stanze.
Sono stati due escursionisti,
mentre facevano trekking, a notare il numero elevato di automobili posteggiate nella zona
che custodisce anche tesori archeologici e storico-culturali.
Cos, domenica pomeriggio,
scattato il blitz dei carabinieri
della caserma di Archi, competente per territorio, coadiuvati
dai militari del nucleo operativo radiomobile e della caserma
di Atessa e da quelli delle caserme di Castiglione Messer Marino e Schiavi dAbruzzo.
In tutto, tra organizzatori e
partecipanti, sono state identificate e denunciate 206 persone,
per invasione illegale di terreni
(larea di Monte Pallano , inol-

tre, unarea Sic, sito di interesse


culturale), un numero che non
ha precedenti in Abruzzo.
Sul posto e addosso ai partecipanti, i militari non hanno trovato sostanze stupefacenti. Probabilmente il rave party stava
ormai scemando. Il raduno
abusivo stato segnalato alla
questura di Chieti.
A giugno di due anni fa, un
analogo blitz dei carabinieri
sempre nella zona di Monte Pallano si era concluso con la denuncia di 78 partecipanti: anche in quel caso laccusa era di
invasione illegale di terreni.
Qualche giorno prima denunce
pure a Torino di Sangro e Casalbordino .
(s.so.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

I partecipanti a un rave party

rifiuti: il conflitto sui veicoli senza manutenzione

depuratori ko: appello delle associazioni

La Rieco: tassa aumentata? Noi estranei

A casa il Cda Sasi e rimborsi agli utenti

LANCIANO

Respinge ogni addebito e responsabilit la Rieco, societ


che ha gestito il servizio igiene
fino allo scorso marzo, alle accuse mosse dal Comune di
Lanciano sulla mancata manutenzione dei mezzi in usufrutto. Il sindaco Mario Pupillo e
lassessore al bilancio Valentino Di Campli avevano giustificato laumento del 6% sulla Tari con spese impreviste di circa
305mila euro per la manutenzione dei mezzi riconsegnati in
pessime condizioni e laffitto
di nuovi.
La Rieco, scrive lazienda
in una nota, ha ricevuto in

usufrutto dal Comune mezzi


usati e di cui alcuni fortemente
datati (anche di 26 anni) non
tutti utilizzabili, quindi necessariamente integrati con mezzi
di propriet sin dal primo giorno. La stessa ha restituito al Comune tutti i mezzi utilizzati
per il servizio reso per ben 4 anni e tre mesi, assolutamente
operativi fino al medesimo
giorno della riconsegna, oltre a
quelli mai entrati in servizio.
Inoltre, la Rieco, nellarco del
periodo di servizio, ha effettuato sui medesimi mezzi una serie di spese per manutenzioni
pari a circa 500mila euro. Risulta da biasimare pertanto, prosegue la Rieco, il comporta-

mento di un ente pubblico o di


chi si premura di rappresentarlo che, al fine di giustificare aumenti tariffari, tenti di addossare le responsabilit, presumibilmente di altra natura, a imprenditori che hanno correttamente svolto i propri servizi e
adempiuto ad ogni obbligazione. Al contrario, purtroppo, la
Rieco non ha ancora ricevuto
lintegrale pagamento del proprio corrispettivo dovuto contrattualmente, per cui si reso
necessario il ricorso ad una
procedura monitoria in danno
del Comune, strumentalmente taciuta agli organi di stampa
dallente medesimo. (d.d.l.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

LANCIANO

Convocazione di unassemblea
straordinaria dei sindaci per rimuovere il consiglio di amministrazione (Cda) della Sasi e far
sospendere dalle bollette la voce relativa alla depurazione. la
richiesta delle associazioni Pro
Loco, Italia Nostra delegazione
Lanciano, Cittadini in azione,
CittadinanzaAttiva Abruzzo, Associazione Ilaria Rambaldi
onlus, Associazione Giako, Tradizionando ieri oggi e domani,
Associazione culturale SantEgidio e Fai delegazione di Lanciano a tutti i Comuni del Chietino
servizi dalla societ di gestione
del servizio idrico integrato con

sede a Lanciano.
Nella lettera le associazioni
sollecitano gli amministratori
comunali a prendere una posizione chiara e incontrovertibile rispetto allo scandalo della
mancata depurazione delle acque per cui la Procura di Lanciano ha posto sotto sequestro,
ormai da mesi, 12 depuratori e
ha citato a giudizio il presidente
della Sasi, Domenico Scutti, e
quello della societ di servizi
Ecoesse, Alfiero Marcotullio, di
Serramonacesca (Pe) che ha
avuto in appalto la gestione di
alcuni impianti di depurazione.
Le associazioni chiedono inoltre ai sindaci, nella loro veste di
soci-Sasi, il rimborso di quanto

pagato dagli utenti negli anni


pregressi per un servizio definito fantasma e di valutare la
sostituzione del Cda e dei dirigenti responsabili della situazione, in considerazione del perdurare del problema negli anni e
del fatto che 12 depuratori sono
stati trovati tutti fuori norma.
Tutto ci, per le associazioni,
necessario in quanto la situazione sta degenerando con gravi conseguenze sul territorio,
sul turismo, sullambiente e sulla salute dei cittadini esposti allo specchietto delle allodole delle Bandiere blu, assegnate non
si sa come, stante le risultanze
delle analisi dell'Arta. (d.d.l.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lanciano Atessa Casoli Val di Sangro

MARTED 28 LUGLIO 2015 IL CENTRO

Riassunta dal giudice


e licenziata unaltra volta
Treglio, la Cgil impugna il provvedimento per unoperaia della Progetto Sicurezza
Labbrozzi: Le sentenze vanno rispettate, pronti a portare il caso in Procura
di Daria De Laurentiis
TREGLIO

Era stata licenziata due anni


fa dalla fabbrica dove lavorava, la Progetto Sicurezza di
Treglio, il giudice lha reintegrata, ma il datore di lavoro
lha licenziata di nuovo. Sulla
vicenda

insorta
la
Fiom-Cgil, per voce del segretario provinciale Davide Labbrozzi.
Lazienda, interviene Labbrozzi che promette battaglia, specializzata nellambito della difesa dai furti, i
mercati di riferimento sono
quello domestico e quello industriale. Una ditta che, tuttavia, ha mutato gli assetti societari nel corso degli ultimi anni, operazioni con finalit a
noi non chiare. In questi giorni la Progetto Sicurezza dopo
la sentenza del tribunale di
Lanciano, emessa il 28 marzo
2015, verdetto che ha totalmente annullato il precedente licenziamento nei confronti della lavoratrice, ha provveduto a licenziarla di nuovo.
Come dire, il tribunale annulla il licenziamento, io ti li-

Il tribunale di Lanciano: il giudice aveva riassunto la lavoratrice

cenzio di nuovo. Se precisiamo che la donna, prosegue


la Fiom, stata reintegrata
con mesi di distanza dalla sentenza, scopriamo che le stato consentito di lavorare soltanto per alcuni giorni. Tra
laltro, aggiungiamo, non

chiaro il ruolo delle due imprese che fanno riferimento


alla stessa propriet. Situazioni strane e che probabilmente
determineranno la decisione
della Fiom di presentare un
esposto alla Procura di Lanciano. Le aziende dovrebbero

rispettare le persone che lavorano e, in maniera particolare, in questi casi, le sentenze


che rappresentano lo strumento per imporre il rispetto
delle leggi nel nostro Paese.
Pu una lavoratrice percorrere anni di vicende giudiziarie, conclude il segretario
provinciale della Fiom, per
affermare linfondatezza di
un licenziamento e, poi, ottenuta la ragione, essere di nuovo licenziata dopo solo qualche giorno di lavoro? Tutto
questo indecente e non degno di appartenere ad un Paese che si propone tra i pi democratici del mondo occidentale. La battaglia continua, a
costo di dover affrontare altri
cento percorsi giudiziari e sviluppare altri mille anni di vertenze, non accetteremo mai
che una lavoratrice possa essere offesa a questi livelli. Nei
prossimi giorni, oltre allesposto che sicuramente sar presentato alla Procura, procederemo con limpugnazione di
questo nuovo licenziamento.
La giustizia non pu essere
considerata un optional.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sfugge dalla madre


e viene investito:
bambino in ospedale

Viale Cappuccini dove il bambino stato investito dallauto

LANCIANO

Ha attraversato allimprovviso la strada ed stato travolto da unauto. Un bambino


di 10 anni rimasto ferito cos ieri mattina in viale Cappuccini. Ad essere soccorse,
per, sono state anche la madre e la conducente del mezzo, che hanno accusato entrambe un malore.
Lincidente avvenuto intorno alle 11 lungo viale Cappuccini, subito dopo il centro diagnostico Madonna
del Ponte (ex Colal). Il
bambino, che camminava insieme alla madre sul marciapiede, ha attraversato la carreggiata fuori dalle strisce pedonali, come risulterebbe
dai primi accertamenti eseguiti dalla polizia municipale.
Il ragazzino sbucato,

Impianti sportivi, incontro con le societ


Carenza di strutture in citt: dopo la rinuncia ad alcuni campionati, la giunta convoca le associazioni
LANCIANO

Mario Pupillo

Voce: sport. Intervento: stadio


comunale, realizzazione tribune metalliche. Importo lavori:
360mila euro. Fondi di bilancio:
60mila. Contributi Regione
Abruzzo: 300mila. Questo
quanto riporta il bilancio di previsione 2015 e che dovr essere
approvato dal consiglio comunale, alla voce Sport. Un solo
intervento che ha fatto storcere
il naso alle tante societ, di pallavolo, calcio, basket che usano
il palazzetto o gli altri campi di
calcio comunali, come il Di
Meco, dove urgono interventi
che non sono previsti in bilancio. Il Comune non spreca un
centesimo per altri sport, tanto

che il calcetto ormai scomparso in citt per mancanza di


strutture, ma ne investe altri
60mila al Biondi, sbottano alcuni dirigenti. Non cos, precisa il sindaco Mario Pupillo: i
60mila euro ci sono, ma non intendiamo spenderli. Li abbiamo inseriti come ncora per fare altri lavori. Mi spiego: una
volta tolti i distinti (i lavori allo
stadio sono di rimozione e riallestimento del settore, ndc), devono essere messi da qualche
parte, non buttati. Cos abbiamo pensato di spostarli al Di
Meco e al campo di Re Di Coppe. Ma servono soldi per gli spostamenti e i montaggi, non sono gratis. E saranno assicurati
in parte da quei 60mila euro. In

Il rifugio Macchia in gestione al Club alpino


Nuova linfa per il rifugio Macchia di Taranta, gi del Pastore, grazie alla convenzione decennale stipulata tra lamministrazione comunale e il Club alpino italiano sezione di Lanciano. Il rifugio situato in localit
Mandre Ciavine, a 1.703 metri,
dal quale si entra nel vallone di
Taranta, anticamente detto La
tagliata, unenorme fenditura
che incide per oltre sette chilometri la Maiella e al suo interno
si aprono la grotta dellAsino,
quella del Bove e la famosissima
Grotta del Cavallone. La struttura del rifugio in pietra; pavimentazione in cotto; doppi in-

le piazzuole per i lanci e i salti.


Non solo: ricaveremo anche i
soldi per sistemare il tetto del
Palamasciangelo (ancora chiuso dal luglio 2013, in attesa del
collaudo da parte dei vigili del
fuoco, ndc). Poi abbiamo interventi anche sui campi di Re di
Coppe e Di Meco.
A Re di Coppe sar destinato
il secondo blocco dei distinti.
Ma il campo deve essere ancora
dato in gestione visto che il Comune non riesce a manutenerlo. Il bando per Re di Coppe
andato deserto, dice Pupillo,
l unica domanda pervenuta
arrivata fuori tempo massimo.
Rifaremo un bando di pubblico
interesse per capire che cosa
chiedono le societ per la ge-

allimprovviso, tra un paio di


auto, quindi coperto alla visuale della Fiat 600, che procedeva da Santa Chiara verso
Marcianese e che non ha potuto evitare limpatto. Il ragazzino stato sbalzato in
aria ed ricaduto a terra,
sullasfalto, riportando diverse ferite alla testa e un trauma lombare addominale.
Il piccolo stato subito caricato sullambulanza del
118 e trasportato in ospedale
a Lanciano. Sul posto, per,
stato necessario inviare altri
due mezzi di soccorso: uno
per la madre del ragazzino,
M.E.D.L., 45 anni, e uno per
la conducente, S.M.G., 62 anni. Entrambe le donne hanno accusato un malore e sono state trasportate in Pronto soccorso per accertamenti.
(s.so.)
RIPRODUZIONERISERVATA

stione, se dobbiamo allungare i


9 anni di concessione e portarli
a 12 per dilazionare le spese.
Per quanto riguarda il campo
di calcio Di Meco i lavori di sistemazione degli spogliatoi
rientreranno nel progetto da
2.052.000 euro (1.518.920 euro
fondi
regionali)
di
riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile a
Santa Rita che partir la prossima primavera, mentre da subito sar posizionato un blocco
dei distinti. Ma lamministrazione comunale avr modo di comunicare queste novit e di
parlare con le societ - in seguito anche al problema della
mancata iscrizione delle societ di calcetto ai campionati per
mancanza di strutture - oggi,
nella riunione in programma in
Comune con tutte le societ
sportive, anche amatoriali, cittadine.
Teresa Di Rocco
RIPRODUZIONERISERVATA

vandali in via ferro di cavallo

taranta peligna

TARANTAPELIGNA

pi sono soldi che fungono da


paracaute per evitare di dover bloccare la sistemazione dei
distinti in caso di imprevisti. Il
progetto dei nuovi distinti da
1.400posti a sedere, infatti, coster 300mila euro, soldi dati
dalla Regione.
Poi il sindaco precisa che altri lavori, per le poche strutture
sportive rimaste in citt, sono
previsti. Ci appena arrivata la
notizia di 150mila euro giunti
da un bando nazionale del Credito sportivo, annuncia Pupillo, per una domanda fatta anni
fa dagli assessorati ai lavori pubblici e allo sport, per adeguare
la pista di atletica. Appena i soldi arriveranno potremo sistemare le tribune, ora inagibili, e

23

fissi; lacqua quella piovana


convogliata dal tetto in due serbatoi in polietilene della capacit di circa 200 litri ciascuno. Alla
legna, al gas per il fornello e il
carburante per il piccolo generatore elettrico provvede la sezione Cai di Lanciano, confidando
che se ne faccia uso in modo accorto. Il fabbricato diviso in
due parti: la prima formata da
ununica stanza, nuda ma molto ampia e luminosa, cui si accede da una porta laterale, a doppi
infissi, che non chiusa a chiave
per consentire in ogni momento lingresso a qualsiasi escursionista. La seconda parte consta
di: ingresso-zona giorno, con camino, cucina economica, am-

pio soppalco con scala, tavoli,


sedie, armadi per stoviglie, provviste; zona di riposo, formata da
ampia luminosa stanza e altrettanto ampio soppalco dotato di
comoda scala e balaustra. Vi sono sette letti completi di reti,
materassi, cuscini e coperte; locale per deposito legna, dotato
anche di vari scaffali per provviste e attrezzi di lavoro. Questa
seconda parte riservata ai soci
Cai, ai cittadini di Taranta Peligna. Tutti questi per accedervi
devono richiedere le chiavi a un
membro del direttivo Cai di Lanciano o al comando dei vigili urbani di Taranta.
Matteo Del Nobile
RIPRODUZIONERISERVATA

Imbrattata la sede di CasaPound

Muro imbrattato con le scritte alla sede di Casa Pound di Lancia-

no. Dispiace vedere come in citt ci sia chi compie atti vandalici alla nostra sede e agli inquilini del palazzo, dice il responsabile Nico
Barone. Sindaco e giunta comunale condannino questo gesto.

Servizio civile
a Fossacesia
per due volontari
FOSSACESIA. fissata al 31
luglio 2015 la scadenza per
presentare candidature per la
selezione di due volontari di
servizio civile da impiegare nel
Comune di Fossacesia
nellambito del progetto I
nostri occhi per voi. Fossacesia
infatti, uno dei pochi Comuni
dItalia ad essere stato
ammesso ai finanziamenti nel
bando per il servizio civile per
laccompagnamento dei grandi
invalidi e dei ciechi civili in
Italia. Possono fare richiesta di
partecipazione al bando quanti
hanno fra i 18 e i 28 anni. (l.c.)

IL CENTRO MARTED 28 LUGLIO 2015

Vasto

24

Centralino Tel.0871/330300
Fax Tel.0871/330914
Pubblicit Tel.085/441231

e-mail: red.lancianovasto@ilcentro.it

CONSIGLIO COMUNALE SCONTRO MAGGIORANZA-OPPOSIZIONE


di Anna Bontempo
VASTO

rimpasto e liti

Saranno i privati a occuparsi


della gestione dellimpianto
sportivo dellOpera Salesiana,
acquisito al patrimonio comunale nei mesi scorsi in cambio
dellaccollo delle rate di mutuo, per un importo complessivo di 1.549.370 euro. Lassemblea civica ha dato il via libera
ieri alla indizione di una gara,
le cui condizioni hanno suscitato le proteste degli esponenti dellopposizione e luscita
dallaula di Davide DAlessandro (gruppo Noi con Salvini)
che ha parlato senza mezzi termini di operazione dal sapore elettoralistico e clientelare.
La maggioranza di centrosinistra, facendo propri due emendamenti proposti dai capigruppo consiliari - primo firmatario il socialista Gabriele
Barisano - ha fissato in 6mila
euro il canone annuo che il gestore dovr versare al Comune
(cio 500 euro al mese) e allungato a 15 anni la durata del
contratto, al posto degli iniziali dieci anni scritti nella bozza
di delibera sottoposta allattenzione dellassemblea. Chi si occuper del campo di calcio,
della palestra, degli spogliatoi,
del parcheggio e dei manufatti, in condizioni di manutenzione non proprio ottimali, dovr provvedere anche alle spese ordinarie e straordinarie di
quella che venne definita a suo
tempo la Cittadella dello
sport.
Il provvedimento stato votato solo dalla maggioranza di
centrosinistra, contro i consiglieri di Vasto 2016, astenuti
gli altri esponenti della minoranza: Forza Italia, Udc e Vasto
Futura. Il Comune di Vasto
ha lanciato dalla finestra milioni di euro, commenta DAlessandro, il canone annuo proposto di 6mila euro una vergogna e unoffesa allintelligenza di ogni essere umano.
Per protesta ho abbandonato
l'aula, per quella che ritengo
essere una doppia marchetta.
La prima verso i Salesiani, la
seconda verso il privato che si
aggiudicher il bando sperando non sia un salesiano. Per
Massimo Desiati, portavoce
dellintergruppo
consiliare
Vasto 2016, la maggioranza
non ha fornito alcuna garanzia
che il bando escluda la possibi-

Augelli debutta
nellaula
Slitta la nomina
del vice di Forte

Il sindaco Luciano Lapenna

Lintervento della minoranza consiliare nel dibattito sulla gestione dellOpera Salesiana (foto Gianfranco Dacc)

Ai privati lOpera Salesiana


Affitto da 500 euro al mese

lit di scomputo dai canoni dei


costi per le opere di manutenzione e di messa a norma. Insomma, lopposizione ha il
fondato sospetto che loperazione si risolva, ancora una
volta, a vantaggio dei privati
come gi successo per altre

opere pubbliche e con un ulteriore aggravio per le casse comunali. E quindi per i contribuenti vastesi.
Dobbiamo evitare che
lasta vada deserta, spiega dal
canto suo Barisano, il canone
annuo di 6mila euro non al-

Gianni Chiodi. Avevano detto


che era una innovazione e ci
avevano definito campanilistici
quando affermavamo che
stavano scippando il Vastese
anche del Consorzio
Industriale, commenta
Monteferrante, per fortuna ci
ha pensato la Corte

tro che un prezzo base, suscettibile di rialzo. Sono comunque convinto che quellimpianto abbia delle potenzialit. Lamministrazione comunale ha deciso di acquisire
limpianto sportivo al patrimonio dellente il 17 maggio 2014,

VASTO

accollandosi un debito di un
milione e mezzo di euro. A tanto ammonta la restante quota
di mutuo con il Credito sportivo che dovr essere rimborsato in 20 anni, in rate semestrali, al tasso del 4,25%.
PRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Monteferrante (Pd): legge sullArap bloccata? I Consorzi industriali vanno gestiti dai Comuni
Costituzionale che ha
sentenziato la illegittimit
costituzionale della legge
regionale n.15 del 2014 sulla
istituzione dellArap, lAgenzia
regionale per le attivit
produttive, riforma varata
sotto la gestione dellex
presidente della Regione,

(Dacc)

Non c accordo nella maggioranza e il sindaco, Luciano Lapenna, decide di rinviare il punto allordine del giorno. Slitta la
nomina del vicepresidente del
consiglio comunale, carica ricoperta finora da Luigi Marcello
(Giustizia sociale), nominato assessore ai servizi in seguito
allennesimo rimpasto di giunta. Ieri il consiglio comunale,
che ha provveduto alla sostituzione di Marcello (al suo posto
subentrato Nazario Augelli, il
primo dei non eletti della lista civica alle amministrative del
2011), avrebbe dovuto attribuire anche la vice presidenza. Due
i papabili: Corrado Sabatini, in
quota Psi, e Elio Baccal (ex Italia dei valori, oggi gruppo misto). Su nessuno dei due consiglieri comunali si registrata la
convergenza delle forze politiche del centrosinistra e il sindaco ha preferito rinviare il punto
allordine del giorno, giustificando tale decisione con la necessit di arrivare alla massima condivisione sulla nomina.
Nei prossimi giorni Lapenna,
tornato a svolgere a pieno le funzioni di sindaco dopo un mese e
mezzo di assenza a causa del
grave lutto che ha colpito la sua
famiglia, si metter allopera
per tentare una mediazione sul
nome del vice presidente. (a.b.)

Limpianto acquistato a maggio dal Comune per un milione e mezzo di euro


DAlessandro (Ncs): canone vergognoso. Barisano (Psi): evitiamo lasta deserta

SAN SALVO. Ci hanno detto che


la nostra battaglia contro lArap
era di retroguardia, ora per
fortuna la legge stata
bocciata. Agostino
Monteferrante, renziano della
prima ora e membro della
segreteria nazionale del Pd,
plaude alla iniziativa della Corte

Nazario Augelli

Costituzionale bocciando la
legge. Intanto si sono spesi
centinaia di migliaia di euro in
consulenze e nomine. Le aree
industriali devono essere
gestite dai Comuni del territorio
e da chi ci lavora, conclude
lesponente del Partito
democratico. (a.b.)

Vasto S.Salvo Casalbordino Gissi V.Sinello Termoli

MARTED 28 LUGLIO 2015 IL CENTRO

25

TRAGEDIA IN PAESE

Travolta e uccisa lungo la strada di casa


Pollutri sotto choc, la vittima una donna di 81 anni tornata per le ferie. Alla guida dellauto un giovane del posto
di Paola Calvano
POLLUTRI

Unombra, lo strido dei freni,


una brusca frenata, un tonfo
fortissimo e la quieta serata
estiva si trasformata in incubo per i residenti di contrada
San Barbato, alle porte del paese. Per cause al vaglio dei carabinieri di Casalbordino una
donna di 81 anni, Carolina Gizzarelli, chiamata da tutti
Lina, originaria di Pollutri
ma da anni residente a Roma,
stata investita e uccisa mentre
tornava a casa dopo essere andata a trovare dei parenti. Il
corpo stato preso in pieno da
unAlfa Romeo Giulietta condotta da un giovane di 20 anni,
R.M., di Pollutri. Il giovane subito dopo lurto si fermato ed
ha cercato di soccorrere la pensionata. Le condizioni della
donna sono parse subito molto gravi. Il corpo della poveretta volato sullasfalto. Il cuore
della donna non ha retto. Immediata la richiesta d'aiuto al
118. Sul posto pochi minuti dopo arrivata unambulanza. I
medici hanno cercato in tutti i
modi di rianimare la donna ma
non c' stato nulla da fare.
La strada in cui avvenuto
l'incidente alla periferia del

stipendi arretrati

Bonifica in sciopero
Solleciti alla Regione
sulla vertenza Cotir

Lincidente
ieri notte
a San Barbato
Linvestitore stato
il primo a soccorrerla

A destra
il corpo
della donna
sul ciglio
della strada
In alto
lauto
(foto Dacc)

paese e porta a Scerni. Larteria illuminata. Pare quindi


che lincidente non sia stato
causato dall'oscurit. Via San
Barbato, per, molto trafficata. Pi volte per i residenti
hanno chiesto dei rallentatori.
Dopo lincidente sul posto sono accorse molte persone.

Lina Gizzarelli era un donna in gamba. Non viveva a Pollutri da molti anni ma in estate
tornava sempre in paese. Le volevano tutti bene. Era qui da
una settimana, racconta dispiaciuto il sindaco Antonio
Di Pietro. Vedova da diversi
anni, la vittima ha due figlie

che vivono allAquila e Roma.


Ieri sera uscita da sola per
andare a trovare alcuni parenti. La tragedia avvenuta alle
21,30. Lina Gizzarelli stava tornando a casa. Gli investigatori
stanno cercando di scoprire cosa sia accaduto e come mai
R.M. non abbia visto lanziana

ha capito che per lei non cera


pi nulla da fare scoppiato in
un pianto a dirotto. Sta molto
male, confermano in paese.
La salma della pensionata
stata trasferita allobitorio in attesa delle decisioni della magistratura.
RIPRODUZIONERISERVATA

Dassori: il Vastese sfrutti il giubileo di Roma


Il presidente degli imprenditori: il nostro territorio ha luoghi di culto che possono portare turismo

VASTO

VASTO

Consorzio di Bonifica sud: oggi i


lavoratori incrociano le braccia.
Aspettano da sette mesi il pagamento dello stipendio. I sindacati hanno pi volte chiesto un incontro con lassessore regionale
all'agricoltura e con il commissario Sandro Annibali. Lincontro
non c stato e Cgil, Cisl e Uil annunciano lo sciopero. Ma la vertenza dei lavoratori del Consorzio di bonifica non lunica ad
impegnare i sindacati. I rappresentanti di Fai-Cisl, Flai-Cgil e
Uilma-Uil, Maurizi, Sinimberghi e DAnastasio, in una nota
stigmatizzano il comportamento di indifferenza del collegio dei
liquidatori del Cotir, dellassessore alle politiche agricole Dino
Pepe. Nonostante limpegno a
presentare alle organizzazioni
sindacali la proposta di riorganizzazione degli enti di ricerca
entro il 30 giugno, ancora oggi
non ha convocato il tavolo di
confronto necessario a trovare
le soluzioni migliori per la continuit della ricerca e il mantenimento dei livelli occupazionali,
annotano i sindacati. Continua
cos il forte disagio economico
dei lavoratori (i loro stipendi sono fermi a gennaio 2014) che,
nonostante tutto continuano a
lavorare. Le loro attivit, fanno sapere i referenti di Cgil, Cisl
e Uil, attualmente sono rivolte
principalmente allesecuzione e
chiusura dei Psr 2007-2013.
quanto mai opportuno che la
Regione in qualit di socio maggioritario dellente intervenga
con il collegio di sua nomina affinch siano retribuiti gli stipendi almeno con quanto disponibile nelle casse del Cotir.
(p.c.)

Marcello Dassori

Le grandi aziende riprendono


lentamente la via della ripresa,
ma lindotto ancora in affanno. Ha bisogno di nuova linfa.
Non possiamo aspettare che la
manna cada dal cielo. Occorre
uscire dal territorio, partecipare
alle iniziative che contano e mostrare i gioielli di cui siamo ricchi: natura, cultura e capacit
professionali. La ricetta anticrisi del presidente Assovasto, Marcello Dassori, prevede la partecipazione a Exp Milano, ma anche trasferte a Bruxelles e Barcellona e la riscoperta dei luoghi di
fede. Dal prossimo dicembre e
fino a novembre 2016 Papa Francesco ha annunciato il giubileo a

Roma. Da Roma migliaia di persone si sposteranno verso santuari e luoghi di fede. Vasto ha
un giubileo annuale che viene
celebrato nella chiesa di San Pietro in SantAntonio a gennaio.
Perch non approfittare del giubileo per portare turisti a Vasto?
Senza contare la bellezza del
Santuario dei Miracoli di Casalbordino e la Madonna delle Grazie a Monteodorisio. Il Vastese
ricco di santuari e luoghi di fede.
importante poter essere una
tappa del giubileo, afferma Dassori.
Inziative legate al culto ma
non solo. Per Dassori occorre riscoprire i propri gioielli e promuoverli per attirare turisti e rimettere in moto leconomia. In

casalbordino

pollutri

san salvo

RIPRODUZIONERISERVATA

n sia riuscito a fermare la Giulietta in tempo. I carabinieri


stanno ascoltando i testimoni.
Anche R.M stato ascoltato dai
militari. Il giovane, che in paese viene descritto come prudente e assennato, dopo lincidente ha cercato in tutti i modi
di aiutare la donna e quando

Guardia costiera
Le carte vaticane
Parco intitolato
e labbazia
al maresciallo morto di San Barbato

Salvataggio nautico
Volontari
in servizio sul lido

CASALBORDINO

POLLUTRI

SANSALVO

Per i 150 anni della Capitaneria


di porto Guardia costiera, domani alle 21, al lido di Casalbordino, alla presenza del sindaco
Remo Bello, dellassessore e
consigliere provinciale Antinoro Piscicelli, del comandante
della Guardia costiera di Vasto,
Giuliano DUrso, intitolazione
del Parco della Guardia costiera a Domenico Pennetta di Casalbordino maresciallo capo di
1 classe a Venezia recentemente scomparso in un incidente.
Appuntamento dalle 20,45.

Si inaugura domani la mostra


Le carte vaticane rievocano
labbazia di San Barbato di Pollutri: allestita nella chiesa di
Santa Maria del Piano per il millenario di fondazione dellabbazia ed curata da Vittorio Aruffo e Michele Del Monte. Si potr
visitare fino al 14 agosto dalle 17
alle 19 (ingresso libero). La mostra fa conoscere la storia di questo monumento che oggi poco
pi di un rudere ma che un tempo era noto per la sua importanza, dicono i curatori.
(s.a.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua il lavoro della Sezione di salvataggio nautico dei


Dei dellacqua Abruzzo-Molise con sede a San Salvo.
La scorsa settimana, in collaborazione con lAssociazione
carabinieri e il Gruppo di protezione civile Fir, due unit
operative - i medici Andrea
Gabriele DAscenzo e Maria
Pia Del Duca - hanno pattugliato tutto il litorale sansalvese. In quetsi periodo al mare ci
sono numerosissimi villeggianti.
La Sezione, specializzata nel

Italia e nel Vastese viviamo una


fase congiunturale particolarmente sfavorevole e ogni contributo dato alla ripresa economica diventa di estrema importanza. Pur consapevole delle difficolt e dellimpegno che il progetto comporta, afferma Dassori, sono convinto che limpegno a promuovere relazioni permanenti con lEuropa e i Paesi
dellEst possano produrre risultati e arricchimento reciproco.
Il presidente degli imprenditori vastesi ricorda come le grandi aziende abbiano gi i loro canali commerciali mentre le piccole e medie imprese hanno bisogno di sostegno. Le aziende
dispongono del know-how, tecnologie avanzate e personale

qualificato che le rendono partner affidabili e competitivi. Peculiarit che vanno sfruttate.
Questo il periodo della semina. Io intendo seminare. Andr
a Bruxelles per essere parte
dellEuropa. Andr a Barcellona
per restare al passo con i tempi.
Il costo del lavoro, unito al costo dellenergia e allassenza di
banda larga sono grossi handicap per il Vastese, come pure la
viabilit
La banda larga necessaria
come il pane. Le distanze logistiche si abbattono grazie allinformatica, ma ci deve essere da parte di tutti la volont di esserci e
tornare a contare, conclude il
presidente di Assovasto. (p.c.)
RIPRODUZIONERISERVATA

I due medici DAscenzo e Del Duca con uno dei cani del soccorso

salvataggio nautico, composta dalle seguenti unit con diverse specialit dintervento:
Emanuela Gizzarelli, Gianvito Di Pierro, Michela DAmario, Roberta De Filippis, Eber
DAscenzo.

Vogliamo augurare di proseguire in questo servizio di


volontariato estremamente
utile nellassistenza ai bagnanti e non solo, dicono gli organizzatori delliniziativa.
RIPRODUZIONERISERVATA