Sei sulla pagina 1di 7

COMUNE DI AIELLO CALABRO

PROVINCIA DI COSENZA

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GILTNTA COMLINALE


Ltto n.72
Seduta del08.07.2015

Oggetto: Variazione delominazione strada


Ferdinando Aloisio.

da Corso

Umberlo a Corso

L'anno duemilaquindici il giorno 8 del mese di Luglio alle ore 8,30 rella sala delle
adunanze del Comune suddetto , previa I'osservanza delle formalit prescritte dalla vigente
normativa, vennero oggi convocati i component della Ginta Comunale .
All'appello risultano:
Presenfi

COMPONENTI
GASPARE PERRI

x
x

LUCIA BALDINI

FRA.NCESCO IA.CUCCI

Assenfi

Risultato che gli intervenuti sono in numero legale, assume la presidenza Francesco
Iacucci nella sua qualit di Sindaco;
Partecipa alla riunione il segretario comunale Dott.s$a Cristina GIMONDO

LA GIUNTA COMTINALE
PREMESSO che

htenzione dell'anmidstrazione cambiare denominazione strudale alla via "Corso Umbefto "
assegnandole i1 nome di un concittadino aiellese chc ha dato lustro al suo paese natio;

il

concittadino

cui si

intende intitolare

l'cx Corso

agrario,sindacalista,bancario, nato a Aiello Calabro


novembrc 1975i

Ferdinando Aloisio. peto

il 28 aprile 1923, deceduto

a Buenos

Aires

il

12

VISTA
La biograha tatta da " Diccionario Bio$afico Italo- Argentino di Dioniso Pitrello Sam Sosa
Miatello- Asociacion Dantc Alighied de Buenos Aires- Atgentina;

VISTA
- la circolare del Ministero dell'Intemo n. 7, rr\ dta 29 giugno 1981, con la quale lia l'alto, sono
state date sull'argomento le seguenti direttive: "... da non sottovalutare il fatto che, ove si tratti di
variazioni della denoninazione di aree di circolazione, vengono a determinarsi gravi e laste
conseguenze negative sia ai cittadini come ai diversi sewizi pubblici. lnfatti con la variazione di
denominazione di una stada viene insito I'obbligo ai cittadini di provvedere, con multipli disagi,
all'aggiomamento dei vari documenti in loro possesso cafta d'identit, passaporti, libretti di
circolaziole, porto d'armi, libretti di pensione e patenti di guida (art. 80, ora 116, del codice della
strada) e, ai vari uffici pubblici con l'aggiomamento dello schedario del servizio anagrafico, dei
fogli di t-amiglia" dello stradario e del piaao topogmfico ed ecografico, con l'aggiomamento nel
settore postale delle strutture grufche, ne1 settore del catasto ed in quello del registro immobiliare";

- la circolare del Ministero dei TftLspofi e della Navigazione. prot. n. 6916-6917/4600, in data 16
settembrc 1994, recante come oggetto "Variazione topod]ai cittadini" che tm I'alto .dporta: "In
questi casi sarebbe oppouno che il Comune che prowede alla r ariazione dei toponimi munisca i
cittadini di un documento da cui risulti che la variazione di residenza dovuta al cambiamento del
toponjmo cittadino e non ad un trasferimento eflettivo. Nel documento potrebbe essere chiarito che
10 stesso vie[e dlasciato in considerazione del fatto che, al cinadho. conce.rre l obblgo di far
aggioma.re i documenti in quanto questo obbligo previsto dal codice dela strada sohanlo per i casi
di trasferimento effettivo di abitazione":

DATO ATTO CHE


- nel tatto stradale in cui viene cambiata la denominazione stradale vi sono alcuni cittadini residenti
ed attivit economiche insediate;

RITENUTO

- el presente caso, pur considerate lc difficoit

suesposte,

di dover dare corso a1 proposito di

cambiimento, assegnando una denominazione stradale:


- di non modihcare la numerazione civica gi assegnata ale attivit insediate:

- di prowedele a fomire alle ditte intcressate ed ai cittadini un documento da cui risulti

che la
variazione di ubicazione della sede societaria dor.uta al cambiamento del toponino cittadino e non
ad un tasferimento effettivo dell'attivit e della reale residenza;

- di poter allevare i disagi per le attivit aoirvolte dal cambio suddetto, comunicando d'ufftcio ii
cambio di denorninazio[e agli Enti ten i che gli interessati scgnalcranno al Comune a tempo debito
(uf'ficio postale, Enel, Telecom, Motorizzazione Civile, ecc.);
RITENUTO

Di dover inlitolae tale strada

a Ferdinando

Aloisio;

Di dover awiare le procedure necessarie per arivare

a detta

intitolaziole

ATTESO
Che non si rende necessario alcuni
: :_i :

o:,*
".r;,
ll:, "

a::.1:,:o*'"
\

;;;; ; J .i; _1,":.,:':T,,,: .1::l*: fil]: Ji':: lr';J $#r#

O*r"ne decedure da meno Ai

tO anni,

"ssenOo

eno"iO,

i"*dr,,rr",

Oiciannovesimo

ISTA

. la Legge n. ll8g

del 23/0611927, recante: "TopoDomastica


stradale
personaggi contemporanei,,;

. la Legge 21/12/1954. a:1228, recante:


residente,,;
. la circolare del Ministero tiell,Intcmo

9 DlonuDentali

"ordinamento delle anagraf.i della popolaziore

l3l12/1954- n lo

VISTO

il

d.P.R. 30/05/1989, N.223, recanl


le: "Apprcvaziong del nuovo regolamento
anagralco
deila popolazione residente.

I'art. 32 della iegge l,l2l90. noncha Circolare del Ministcro


-."t dell,Intemo
del'8/03/9i con ra quale "si ritiene
che l'atto deliberatit"-ot

,*,*,

n.

t0

sia ormai cri


competenza della Giuntaj
il parere di regolait recnica_annirusjTj:a
Responsabile, per quanto di
competerza. ai
.ensi d.ll .Jn. ra Jel D I gs
Ig ago.ro 200i, n" 267:

lel

VISTE

le

ist.uzoni pcr I,ordi.


ara-er;

pubulicazione

fi " #;;:iilii"",,.#Til"#H:"'',:i:ir3; jJ:il::

Cou votazione unanime c fl.orevole


espressa nei modi c fonne cli
legge

r;;1,

DELIBERA
La prenessa costifuisce palte
integrante e sostallziale del presente
atto_

:r#il:::.:1":31"Tr

Dr NrrroLARE |attuare stroda denomina


clenomirata corso

\\\l\RFllpr,,..edurcneruirrngeruirrtempi

rrpidr

(l(.1ll jjljlula,,j.,nc

TRASITFTTERE if presente
oro,"r edr.ms111o, in triplice copia,
unitamente alla sc'eda biografica
cLrscnzl per i prov\ edimenti ai
."."t"rr"'"i
;:*t::: 't
"i'*-^t'0", nonnativa citata in
DARE ATTO
chc tesponsabile clel presente
Doccdi

:[: fi*;tlil,#ffi':,::"i,,1",:1.: ::":,]j :ffi l:ffi ::'JU::,:],::::[tjj']lT ;ilii"ll


.n. L uu.i",ion"0;';ilffiff'll;"'iiii.,Xl:,".'iiil,"i:1fl:i::,iil:J;#*-:

e della reale resideoza' o.'a:l I


dell'sltivil
efl'etti!o
cittadino e non 3d un trf,sfrimento ";;';";"tnazione agli Enti terzi che gli inrsas=
comunicazione

:$:ffiil

d'ufhcio det

ilune

""-b;
postale' Enel' ecc );
tempo oeuito lufficio
'

del Prefetto'
subordilata ad autorizzazione
prowedinento
_
che l,efrrcacia der presente .
del'i]:'3t'"".1:*"1'
poia
alla
veden
prov
acq ui'itr la quale si
dn corso. con su(cesii\o:rllo e
ro::
sulonzzaz
all
. che successivamentc
o.r ..*irio alministrcli\o'
separato prowedim""t"'

,:' ,:,'":",;";;.b,t"
o'r,t#lJ"l'l'J
'eri "ttpit"d

succes;ir i e coosegu(nt

.:lrii=-i:::"1:5_t}1.*Hii:;rir;:;*[i*:;:::"r#:il":-.::";iiif
dare ampia lnto
del Prefetto
pottuno
p.iuoti
"n"

u'nere utr interesse'

di materiale resistente;
appropriate targhe segnaletiche
strade'
dette
della
APPORRE, agli estrem

INVIARE copia di questo atto

al Comando di Polizia Municipale;


prowedimenti coosequenziali;
irlurrt"io r"""ico Com le per i

all'utficio Servizi Dcmografici

atto ai caPigruPPo consiliari


COMTTNICAR il Preseote
del D.Lgs. 26712000
Pretorio ai sensi del1'ar1 125

cotestuaLmente all'affissione

all'Albo'

Tratto da:
Diccionario Biogrf ico Italo-Argentino
di Dionisio Pitrella e Sara Sosa Miatello
Asociacin Dante Alighieri de Buenos Aires
Isbn 9089-8510

Argentina

Con aggiunte tratte dall'Archivio comrnaie di Aiello Calabro

Aloisio Ferdinando, detto Nando


Perito agrario. Sindacalista. Bancatio.
Nasce ad Aicilo Caabro (Cs) il 28 aprile 1923 da Cilo e da fda Nicrstro. Dopo essersi diplomato
Perito agraio, Direttore del- I'U.C.S.E.A. (Ufficio Comunale Slatistico Economico
dell'Agricoltura) dal 1944 al 1946. Nel l9zl4 organizza la Camera dei Lavoro di Aiello e la sezione
locale del Palito Comnista, di cui anche segrerdrio poliriro. E crtirissimo nel Comitato
comunale di Liberazione Nazionale, alf intemo del quale si distinge per un costatte e coerente
impegno antifascista e nella costruzione degli organismi democrntici. Nel 1946 partecipa
attivamente alla campagna in fav.ore della Repubblica per il Referendum che diede all'ltalia le sue
attuali Istituzioni democratiche. E Assessor Anziano al Comune dopo le prime elezion coflunali
del 19,16. Nel 1947 48 pafecipa alla lotta dei contadini della sua regione con I'occupazione delle
te{re (...). Poi, chLtso per ordine governatiro I'U.C.S.E.A. che non avera pi ragione di esistere,
Nando si ritrova senaa laroft) e viene il momento di parfire. Nel 1948 si trasfrisce in Argentina,
assumendo come peito agrario la direzione di una importante Impresa nella provincia del Ro
Negro.
Si sposa con Emma Cuglietta a Buenos Aires il 21 settembre 1950.
Ritoma in Italia nel 1953. dedicandosi nuovamente all'azione sindacale n favore dei contadini. Nel
195,1 si trasferisce, questa volta defiritivamente, in Argentina e prende parte attiva alla vita della
collettivit italiana, sempre con lo sguardo ai suo ideali politici e sindacali. Partecipa alla
costituzione dell'Associazione Calabrese unificando il "Comm Bonum" e il circolo Calabrese;
membro dell'esecutivo dell'Azione Italiana Garibaldi, associazione antifascista degli emigrati
italiani. Fa parle della Commissione Drettiva dell'AIMI (Unione e Benevolenza) e di Feditalia
(Federazione delle Societ Italiane in Argentina), essendo anche membro attivo del Gruppo
Permanente del Lavoro e del Comitato di Coordinamento delle attivit assistenziali del Consolato
Generale d'Italia. Nel 1969 diventa prsidente della Commissione Nazionale del Patronato
INCA-CGIL e fa parte, dal 1972, come esperto del Comitato Consultivo degli Italiani al'Estero con
sede a Roma. In questa vcsie attivssimo nell'organizzazione della rappresentanza dei lavoratori
emigrati italiani in Argentia nell Conferenza Nazionale sull'Emigrazone del 1975 e nel portare
ed espone co forza i loro problemi oel corso dei lavori della Confereza medesima. Lavora pute
diversi anni come impiegilto del Banco de Itala y Rio de la Plata. Muore a Buenos Aires il 12
novembre 1975.
La situazione ir clri agisce Aloisio, com' quella argetina, un paese jn grate crisi economica e
politica e di terorismo, fonemente pericolosa, specialmente per coloro i quali militavano r
sidistra. <Ricordo ancora - riferisce Alfredito Aloiso - le tante volte che mio padre fll minacciato

tlalle bande fasciste. Entmvlno nell'ufficio

di

notte, rompevano tlttto

lasciavaflo cae

intimidatoric>.

Nell'ultimo dei viaggi a Roma per i suoi impegni legati all'attivit sindacale e polirica, Nando
Aloisio disse che al ritomo in Atgentina avrebbe dovuto sottopoNi alla consueta operazione al
cuore per la sostitlrziolle della valvola mitralica. Non volle dare ascolto tll'amico compagno di
partito Gancarlo Pjetta che 10 preg di farsi operare in ttalia. La tesi che circol allora, soprattuto
nella convinzione della famiglia, che per la sa mofe durante quella fatale operazione ci misero lo
zampino i militari che di l a poco (il 24 arzo 1976 nda) avrebbero iatto precipitare il paese
srrdamericaIlo in uoa hlnga notte.

)'

PARF,RT

AI SENSI DELL' ART. 49. COMMA I E ART. 147 BIS COMMA I D.LGS. 267100.
PARERE DI REGOLARITA' TECNICA.

AREA AFFARI GENERALI: Sulla presente proposta di deliberazione, si esprime, ai selrsi dell'art.
49, coma 1" e dell'art. 1,17 bis, comrna l, D.Lgs. 267100, parere favorevole di rcgolarit tecnica
attestarte la regoladt e conettezza dell'azione amnlinistativa.

IL RESPONSABILE AREA ATFARI GENERALI

f.to Benedetto Aloisio


La prcsente delibraz ione viene letta, approvata e sottoscntta.

IL SEGRETARIO COMTTNALE

Ito

Dott.ssa Cristila Gimodo

IL SINDACO

f.to

Dott. Francesco Iacucci

sottoscnlto Sesrerarro Comun:rle, risti glia ani d l flcto atreslJ (he la pretenle dcliberaziooc
9 e vi resteri 1i"o u1{} - A /- {0 Jf
\rara affissc all'lbo Pretorio n 08- 0g:1lJ
per quindi giomi -cogsecutiv, ri sensi dell'aft. 124 comma 1del T.UE.L. ( N' Regisfo

ll

Pubblicuionj

3 4 3).

IL SEGRETARIO COMLJ}IALE

Ito Dott. ssa Cristina

Gimondo

La presente cleliberazione stata trasmessa in copia ai sigg. capigtuppo consiliari ( af.125 comma I
in data
dcl T.U.E.L. con nota prot.
IL SEGRETARIO COMUNALE
f. to Dott. ssa Cristina Gimondo

It Sotfrsttto

,Segr=t'ric

divenuta ESECUTIVA

il

ft.tu"ale, visti gli atti d'Ufi'lcio,

attesta che la presente deliberazione

Essendo decorsi dieci giomi dalla dat di inizio della pubblicazione all'albo, senza che siano
pervenute richieste di invio al contlollo ( al1 127 comma 1 T.U.E.L.)

Essendo stata dichiarata lnmediatamente esecutiva.

IL SEGRETARIO COMLTNALE
1'.to Dott. ssa Cristina Gimondo

E' copia confome all'originale, per uso zunministrativo


IL SEG

I,E
ndo