Sei sulla pagina 1di 218

Nella libreria:

Schiavizzami!
"Dovrai accompagnare David Fulton
durante tutti i suoi spostamenti e
soddisfare tutti i suoi desideri." David
Fulton, il miliardario? Di sicuro, Louisa
non si aspettava niente di tutto questo,
quando ha cominciato lo stage presso la
casa editrice Laroque. Ma dalle librerie
alle villette private, questo stage si
riveler essere molto pi formatore di
quanto si potesse pensare... Scoprite la
nuova saga di Chloe Wilkox che vi
condurr nel cuore della pi grande
passione amorosa...

Scarica estratto

Nella libreria:

Love U - volume 1
Quando Zo Scart arriva a Los Angeles
per raggiungere la sua amica Pauline e si
ritrova senza cellulare, senza soldi e
senza un indirizzo a cui andare perch le
hanno perso i bagagli, non le sembra
vero di essere soccorsa dal bel Terrence
Grant, la star del cinema che ha vinto
due Oscar, ed la pi in vista del
momento! E quando, qualche giorno pi
tardi, Terrence richiama Zo per
proporle di lavorare alle riprese del suo
film, pensa di vivere un sogno. E poi,
lattore non sembra insensibile al

fascino della ragazza


Ma luniverso di Hollywood pu
rivelarsi crudele, e le apparenze,
ingannevoli. Di chi ci si pu fidare? E
chi davvero Terrence Grant?
Tuffatevi nelluniverso erotico di Kate
B. Jacobson. Piacere garantito!
Scarica estratto

Nella libreria:

Love me (if you can)


Damon Lennox, miliardario pieno di
tatuaggi e misteri, piomba in sella alla
sua moto nella vita e nei sogni di Adle
proprio quando la seducente francesina
pensava di aver vinto il jackpot: una
nuova vita a San Francisco, un fidanzato
brillante e ricco sfondato, un ristorante
francese di successo, dei dipendenti che
considera come la famiglia che le
manca.
Ma lattrazione troppo forte e il
pericolo troppo grande. Adle pronta a
rischiare tutto? Che cosa nasconde il

miliardario tatuato? Che cosa venuto a


cercare? Se la vendetta un piatto che si
gusta freddo, la passione si divora
invece fintanto che scotta.
Scarica estratto

Nella libreria:

Kiss me if you can


Violette Saint-Honor morde la vita a
pieni denti, ma non bacia il primo che
capita! Quando il miliardario Blake
Lennox, un grande chef a cinque stelle,
assume la giovane e brava
professionista per farla diventare la
nuova pasticcera del suo ristorante,
capisce subito che la golosit il loro
unico punto in comune. Tra il tiranno
delle cucine e la bella ambiziosa
comincia unavventura in agro-dolce...
infiammata. Folle di rabbia contro il suo
capo e folle di desiderio per luomo che

entrato nella sua vita, la giovane


francese dovr fare una scelta.
Marmellata amara di arance o crema ai
frutti della passione?
Vi scioglierete per Violette e Blake, i
protagonisti di Kiss me if you can, la
nuova saga di Felicity Stuart!
Scarica estratto

Nella libreria:

Call Me Baby
Emma Green colpisce ancora! ***
"Multimiliardario cerca nanny." ***
Arrivando a Londra con la sua sorella
gemella, Sidonie si aspettava di tutto
tranne che diventare la tata di Birdie,
figlioletta capricciosa del ricchissimo
Emmett Rochester. La giovane francese
ha appena perso sua madre, mentre il
suo nuovo datore di lavoro piange la
moglie, scomparsa due anni prima in un
violento incendio. I loro cuori,
malmenati dal destino, si sono induriti.
Il loro credo: per non soffrire pi, basta

non provare emozioni.


Scarica estratto

Amber James

FAMMI TUA

Volume 2

1. Legata

Che
faticaccia,
malissimo stanotte.

ho

dormito

Ieri, un uomo straordinario, tra le cui


braccia ho ubbidito con immenso
piacere, mi ha proposto una specie di
contratto sotto forma di lettera d'amore.
In poche parole, io sono sua e lui mio!
Mi chiedo per cosa significhi questa
storia di vincoli tra di noi. La nozione di
esclusivit reciproca implica che siamo
impegnati entrambi, sia io che Swan! Ma
forse implica anche che dovrei lasciare

il mio lavoro di spogliarellista?


Non ho fatto che pensare e ripensare
a questa faccenda, impossibile prendere
sonno. Swan mi sta chiedendo troppe
cose contemporaneamente! E, dal
momento in cui avr firmato il contratto,
non potr pi dirgli di no
Io sua e lui mio!
S, Swan mi fa impazzire, con lui la
vita magnifica, l'amore non pi solo
una parola lanciata nel vuoto e il sesso
diventa una festa ma non tutto cos
facile! Bevo il caff affacciata alla
finestra della cucina guardando la strada
che si sveglia.

Se dovessi firmare questa letteracontratto, dovrei innanzitutto lasciar


perdere Amanda Fielding e il Blue
Butterfly! Mi chiedo allora: come far a
mantenermi senza un lavoro? E poi,
potrei accettare di vivere alle spalle di
qualcuno, pur trattandosi di un uomo
molto ricco? Le risposte sono tanto
chiare quanto indiscutibili: da un lato,
ho bisogno del mio lavoro al night per
mangiare, pagare l'affitto e le bollette;
dall'altro, non se ne parla nemmeno di
farmi mantenere da un uomo che si
diverte a decidere al posto mio. Anche
se il passaggio della sua strana lettera in
cui parla delleventuale incontro tra due
stelle magnifico, pieno di belle

promesse, la verit che non so chi sia


veramente Swan, cosa fa nella vita,
dove vive, quali sono le sue passioni, i
suoi progetti
Morale: NON POSSO firmare questo
contratto! A costo di essere la donna pi
triste del mondo
Bevo un sorso di caff e ripenso a
quello che Kleber Aniston ha raccontato
laltra sera a Linda a proposito degli atti
loschi
di
cui
Swan
sarebbe
responsabile. Era la famosa sera del mio
primo show privato da Swan, conclusasi
in un'indimenticabile tempesta di
piacere. Se quel politico ha detto la
verit alla mia amica spogliarellista,

allora devo stare attenta.


Aiuto, cosa vuol dire tutta questa
storia? E perch proprio a me?
Calmarmi,
devo
assolutamente
calmarmi Decido di andare a correre
per fare il vuoto nella mente. Questa
sera devo essere in forma per non
deludere Amanda Fielding.
***
Ho appena finito di fare una bella lap
dance per una coppia col sottofondo
musicale di Strange Entity di Oscar
and the Wolf. Ero piuttosto stupita dal
fatto che una coppia avesse bisogno di

cose del genere, ma Amanda mi ha


sorriso dicendomi che non immagino
neanche tutte le voglie che possono
passare per la testa della gente. Stavo
quasi per risponderle: S, un po' a dire
il vero!, ma non me la sentivo di
elencarle per filo e per segno tutte le
manie di Swan. Alla fine mi ha
rassicurata
spiegandomi
che

abbastanza comune che delle coppie


vengano al Blue Butterfly per stuzzicare
la loro fantasia prima di andare a
divertirsi a due o pi persone in qualche
locale scambista.
Nel mio caso, la coppia si teneva per
mano, era commovente. Mi hanno
divorata con lo sguardo e ho visto i loro

occhi
brillare
di
eccitazione.
Sembravano veramente innamorati.
Mentre ballavo pensavo che i miei
movimenti avrebbero aggiunto un po' di
pepe all'amplesso che, con ogni
probabilit, avrebbero avuto una volta a
casa o altrove
Dall'altra parte della sala Amanda mi
fa un gesto di approvazione col pollice
per dirmi che contenta di me. Le
rispondo con un cenno discreto del capo
e intanto mi dirigo verso il bar con la
ferma intenzione di bere qualcosa di
fresco quand'ecco che un uomo mi
afferra per un braccio e mi trascina in un
angolo buio. dietro di me e non posso
vederlo.

Cazzo, che succede?


All'inizio, per tranquillizzarmi, penso
che sia Swan che venuto a farmi una
sorpresa. Ma non riconosco il suo
profumo e poi Swan molto pi
delicato nei gesti, anche quando
autoritario. Alla fine, quando lo
sconosciuto mi blocca in un angolo
appartato del locale, mi rendo conto del
mio errore. Mi guardo attorno per
vedere se uno dei buttafuori del Blue
Butterfly ha notato la manovra dello
sconosciuto, ma non c' nessuno. La
musica a tutto volume, le cameriere si
muovono tra i tavoli, Linda balla per un
cliente giapponese, tutti se la spassano e
nessuno ci nota.

Complimenti ai buttafuori!
Che cosa le prende? Io
L'uomo, che avr su per gi
cinquant'anni, si poggia l'indice sulle
labbra:
Sst, si calmi, non voglio farle del
male. Voglio solo parlarle!
Lo scruto con insistenza, ha un'aria
seria Questa storia non mi piace.
Parlare? Di cosa vuole parlare?
Del suo cliente privato, mi sussurra
come fosse un segreto.

Assumo anch'io un'aria seria:


Ho un contratto di riservatezza con
i miei clienti, tutto quello che succede al
locale non esce da qui! Quindi non
Mi blocco, l'uomo che ho di fronte
il politico che ha provato ad avvicinare
Linda, il famoso Kleber Aniston!
Ma cosa vuole da me questo qui?
Il suo cliente pericoloso, mi dice
lui con sicurezza, deve credermi!
No, non voglio ascoltare
Ma quest'uomo sembra una persona

pi che affidabile.
Non volevo spaventarla, continua,
ho gi provato a parlare con un'altra
ballerina del Blue Butterfly ma mi ha
spiegato che era la prima volta che quel
tipo veniva al club e che voleva solo lei.
Ecco
la
ragione
della
nostra
conversazione a tu per tu, signorina
Diamond.
Alzo le spalle. Lo sguardo un po'
severo di Kleber Aniston m'intimidisce.
E cosa si aspetta da me
esattamente?
Un aiuto, tutto qui! Il suo cliente
commette atti illegali da anni ormai, ma

non riesco ad incastrarlo. La sua


collaborazione mi sarebbe preziosa.
Comincia a infastidirmi a forza di
parlare del mio cliente! Ma ci che
mi preoccupa di pi che sembra
sincero. E sento una fitta al cuore
all'idea che i miei sogni romantici con
Swan
possano
trasformarsi
in
un'illusione. Voglio saperne di pi, non
ci capisco niente. Sussurro con voce
tremante:
Cio?
La faccenda delicata! Diciamo
che l'ideale sarebbe ottenere delle foto
compromettenti. Che lo si veda, per
esempio, con una ragazza come lei.

Una ragazza come me! Cosa vuol


dire? Mi prende per una puttana o
cosa?
Aniston si accorge che sono turbata e
si scusa immediatamente, consapevole
di avermi ferita con le sue parole.
Mi scusi se mi sono espresso male.
Volevo solo dire che ho davvero
bisogno del suo aiuto. Quel tipo pu fare
molti danni e lei potrebbe aiutarmi a
fermarlo. Non posso dirle altro, sappia
solo che quasi ragion di Stato.
invischiato in numerosi traffici ma si
blindato come una cassaforte e mi ci
vuole un elemento scatenante per aprire
un'inchiesta.

Traffici?
Inchiesta?
veramente, Swan?

Chi

sei

Non riesco a credere che Swan sia un


imbroglione. Sono confusa, incapace di
reagire. Ora come ora vorrei solo
allontanare questo tipo in giacca e
cravatta che mi dice cose che mi fanno
star male. Ma in fondo, che so realmente
del mio famoso cliente? Swan
talmente riservato!
Kleber Aniston abbozza un sorriso
imbarazzato:
Senta, signorina Diamond, le lascio
un po' di tempo per riflettere. Sappia
per che lei potrebbe avere un ruolo

importante in questa faccenda. Non sar


facile, ma mi sembra una persona di
carattere. E, senza voler sembrare
volgare, aggiungerei che ci sono un bel
po' di soldi in ballo. Il che le
permetterebbe
sicuramente
di
considerare il suo futuro da un altro
punto di vista.
Incredibile, mi sembra di essere in
un film!
Faccio
veramente
fatica
a
immaginare che Swan sia un malvivente.
Se fosse vero sarebbe uno strazio, ci
che stiamo vivendo conta molto per me!
Il contratto che mi ha proposto, voglio
vederlo solo come una lettera d'amore:

lui vuole me, io voglio lui


semplicemente questo. Anche se non
tutto chiaro nella nostra storia, ho
comunque l'impressione che tra noi stia
nascendo qualcosa di serio. La mia
testolina presa dassalto da una
miriade di domande. E se mi fossi
sbagliata di grosso? E di cosa
sospettato Swan? forse una persona
pericolosa? Sono pazza a credere a
dispetto di tutto e tutti che con me sia
sincero?
Stop, sta andando tutto troppo
veloce, un gran casino!
Va bene, signore, ci penser. Ma
sa, lo conosco appena.

Non ho la bench minima voglia che


sappia tutto quello che ho gi fatto con
Swan. Lui mi lancia un sorriso benevolo
prima di lasciarmi il suo biglietto da
visita.
Pu contattarmi in qualsiasi
momento. Mi scuso ancora di essere
stato cos invadente, ma non avevo altra
scelta.
Detto questo, si allontana e si dirige
verso l'uscita del Blue Butterfly.
Non riesco a credere che mi trovo in
una situazione simile. In ogni caso,
Amanda dovrebbe formare meglio i suoi
buttafuori! Quello che appena successo

non dovrebbe accadere! Kleber Aniston


mi parso un uomo piuttosto dignitoso e
ben educato, ma avrei potuto benissimo
imbattermi in un malato di mente capace
di trascinarmi nei bagni per tagliuzzarmi
con un taglierino.
Pff, questa storia non mi piace!
Ho bisogno di riflettere e di dormire,
ora di tornare a casa.
***
Sulla soglia del Blue Butterfly, con
mia grande sorpresa, scorgo Walter.
L'autista di Swan mi aspetta sorridente
appoggiato alla portiera posteriore della

limousine.
Buonasera signorina, sono venuto a
prenderla.
A prendermi?
Mi porge una busta che apro con
impazienza:
Raggiungimi per qualche giorno
qui dove sono. abbastanza lontano, ti
ci accompagner Walter.
Oh no, ricominciamo con gli ordini!
Scopro, affascinata, il seguito del
messaggio di Swan, in cui risponde in

anticipo a tutte le obiezioni che avrei


potuto formulare. davvero bravo a
indovinare quello che penso!
Starai pensando che non puoi
assentarti cos dal lavoro, vero? E
invece s, il Blue Butterfly chiuso per
due giorni! Pensi che sia pericoloso
raggiungere uno sconosciuto in un
luogo ignoto? Non avere paura, sai
benissimo che puoi fidarti di me! Non
hai niente dietro? Ho pensato io a
tutto, naturalmente!
pazzesco, quest'uomo ha il
controllo su tutto. E riesce a leggermi
nel pensiero a distanza! Abbozzo un
sorriso leggendo la fine del messaggio:

E poi, in ogni caso, smettila di


discutere: non hai il diritto di dire di
no!
Ho sempre avuto un carattere forte
ma ho trovato chi mi domina! E mi
piace
Sono combattuta tra la voglia matta di
rivederlo e l'ansia per il pericolo in cui
potrei
incorrere.
Detto
questo,
raggiungerlo non forse il modo
migliore per saperne un po' di pi su di
lui?
Ah, troppo facile come scusa per
accettare!

vero, lo ammetto, non una gran


scusa, ma mi assumo tutta la
responsabilit... Quello strano contratto
e le affermazioni di Aniston non sono
niente rispetto all'attrazione che provo
per Swan. Incrocio lo sguardo pacato di
Walter che sembra non dubitare della
mia decisione. Annuisco per educazione
e sgattaiolo nella limousine. Sul sedile
trovo una borsa con dentro un abitino di
pelle superattillato. E un bigliettino:
Potrai cambiarti durante il
tragitto. Basta chiedere a Walter di
azionare il vetro di separazione.
In che cosa mi sto cacciando?

***
Un vetro opaco mi separa da Walter.
Note di musica classica fuoriescono
dalle casse mentre minfilo il vestito di
pelle scelto da Swan.
Wow, farebbe impazzire i clienti del
Blue Butterfly!
Guardo distrattamente il traffico
attraverso il finestrino della limousine.
Nutro ancora qualche dubbio riguardo
alla sua lettera-contratto. Anche se in fin
dei conti si tratta di una lettera d'amore,
questa storia degli obblighi non riesco a
mandarla gi. Ho paura di essere
soltanto un giocattolo. Oh, sento nel

profondo che non vero, perch Swan


ha parlato di impegno reciproco, ma non
posso fare a meno di essere in tensione.
E poi c' Aniston, non so bene che
pensare di quel tipo! Pff, preferisco
dimenticarlo. Come vorrei che ora Swan
fosse qui con me per tranquillizzarmi
e pazzesco, ho di nuovo tantissima
voglia di noi. Sento di nuovo svolazzare
le farfalle nello stomaco. Mi sa che
stavano giusto facendo un pisolino!
Mentre il paesaggio mi scorre sotto
gli occhi sento i miei dubbi evaporare a
poco a poco, mi lascio cullare dalla
musica e dal rombo del motore. Ripenso
all'ultima frase della sua lettera:

Lily, se accetterai di firmare questo


contratto, farai di me luomo pi felice
del mondo.
E io sar la donna pi felice del
mondo!
Dopo pi di due ore di strada, la
limousine guidata da Walter attraversa
un paesaggio mozzafiato. Un cartello
indica Benvenuti negli Hamptons e mi
torna in mente che, non molto tempo fa,
avevo letto un articolo su questo luogo
di villeggiatura dell'lite americana. A
quanto pare, all'inizio gli Hamptons non
erano che un gigantesco campo di patate!
Poi, col passare dei secoli, hanno
cominciato ad attirare diverse celebrit.

Hopper, il pittore, stato il primo a


trarre ispirazione da questi luoghi. Poi
stato il turno di Pollock e di Rothko.
Roy Lichtenstein ha addirittura installato
il suo studio a Southampton. E alla fine
sono sbarcati i miliardari, tra cui vari
trader di Wall Street. Sono sorti alberghi
di lusso e ristoranti ed cos che questa
regione paradisiaca diventata un must.
Per concludere larticolo, lautore
raccontava un aneddoto alquanto
sorprendente: Richard Gere aveva qui
una casa di cui aveva appena finito i
lavori quando di colpo ha deciso di
venderla per poco pi di 60 milioni di
dollari perch si era reso conto che non
avrebbe mai avuto il tempo di metterci

piede!
Wow, la gente matta!
Busso al vetro che mi separa da
Walter; subito si abbassa e io mi sporgo
per chiedere:
Manca ancora molto, Walter?
No, signorina Diamond, siamo
quasi arrivati. Ora stiamo attraversando
Montauk e il posto in cui siamo diretti
proprio all'uscita del paese.
Annuisco. Non vedo lora di
ritrovare Swan. Ho voglia dei suoi
occhi nei miei, delle mie mani nei suoi
capelli, della sua pelle sulla mia pelle,

ho talmente bisogno del calore del suo


corpo, delle sue carezze. Swan sa come
prendermi. Il piacere che gi abbiamo
condiviso carico di deliziose
promesse. E tutto il mio essere gi
freme.
Gli abitanti di Montauk sembrano
usciti da una sfilata di Ralph Lauren!
L'atmosfera molto fighetta, uno stile a
met tra il casual e il mondano. Per il
dress-code direi: golf e polo! Vicino a
una
lussuosa
zona
commerciale
intravedo un tipo brizzolato che esce da
un negozio di alimentari carico di borse
della spesa. Le appoggia sul sedile
posteriore di una splendida Rolls-Royce
decapottabile. chiaro che mi trovo in

un mondo a parte in cui l'espressione


essere nel bisogno non ha significato.
La
limousine
imbocca
improvvisamente
un
sentiero
accidentato. Il paesaggio a dir poco
grandioso! Selvaggio, bohemien e
tremendamente stupendo! Walter
prende un vialetto di ghiaia che conduce
a una villa in stile Tudor con un
colonnato sul davanti, a due passi
dall'oceano, in mezzo alle dune: il
paradiso in Terra.
Siamo arrivati, signorina Diamond.
Grazie mille, Walter.
Mi rendo conto allora di apprezzare

moltissimo Walter. discreto e gentile.


Ma ora devo andare. Sono in
fibrillazione, sto per rivedere Swan. Ho
il cuore in gola. Saluto Walter e scendo
dalla limousine. Inspiro a pieni polmoni
laria marina guardando le onde.
Che bellezza!
Un sesto senso mi dice di girarmi: lui
l, sulla soglia! Swan il Magnifico. Si
avvicina e mi squadra dalla testa ai
piedi.
Buongiorno, Lily, sussurra con la
sua voce roca che mi fa il solletico
dietro la schiena.
Buongiorno, Swan.

Ho un brivido quando mi passa


delicatamente la mano sulla spalla
mordendosi il labbro inferiore:
Questo vestito fatto apposta per
te.
Contenta che le piaccia, signor
Swan.
Grazie!
Non niente male neanche lui.
Indossa un paio di pantaloni chino, una
camicia Oxford leggermente sbottonata
sul petto abbronzato e delle scarpe da
barca. Il vento pettina all'indietro i suoi
bei capelli e la barba di tre giorni gli

conferisce un'aria da vagabondo che mi


piace molto. In pratica, pi bello che
mai.
Mi porge la mano e mentre mi
conduce verso casa sono felice di
ritrovare il suo profumo inebriante.
Attraversiamo un atrio che potrebbe
ospitare svariate famiglie numerose ed
entriamo in uno splendido salone
mansardato con un soffitto dall'altezza
vertiginosa. Minimo otto metri! Delle
grandi finestre offrono una vista
mozzafiato sulle dune, sembra di essere
immersi in un paesaggio lunare.
In lontananza, al di sopra del motivo
dopera che riecheggia da un lato

all'altro di questa enorme stanza, sento


gli schiamazzi di qualche uccello
marino.
Sono felicissimo che tu abbia
accettato di venire, Lily, mi confessa
Swan. Spero che il viaggio sia stato
piacevole.
Annuisco. E penso che sempre un
piacere viaggiare verso di lui. Mi
sistema un ciuffo di capelli che mi cade
sulla fronte e aggiunge con voce pacata:
Hai riflettuto sulla mia letteracontratto?
Sorrido. Adoro il modo in cui mi

parla, rassicurante ed eccitante al tempo


stesso. I nostri sguardi sono complici,
ma non ho voglia di rispondere subito
alla sua domanda. Tanto lo sa che siamo
sulla stessa lunghezza d'onda. C questo
fremito costante tra di noi. Mi sembra di
cogliere i sentimenti di Swan, sono
come iscritti nei suoi occhi. No, non
sono solo una fantasia sessuale per lui.
Ci che ha scritto nella lettera vero.
Tutto ci che dobbiamo fare
condividere le nostre fantasie. come
un gioco che serve a ravvivare la
relazione.
Mi aspettavo che Swan mi
proponesse qualcosa da bere, invece mi
si avvicina e mi sussurra lanciandomi

uno sguardo voglioso:


In attesa della tua risposta, ho molta
voglia di legarti, Lily.
Sobbalzo.
Voglia di cosa?
Sorride passandosi la mano tra i
capelli. In realt ne ho voglia anch'io, e
lui lo sa.
Credo
benissimo.

che

tu abbia

sentito

Arrossisco un po, sforzandomi di


sopportare il suo sguardo luccicante:

Ehm s ma
Mi mette una mano sulla bocca per
zittirmi:
Sst, oseresti dire che non ti piace
questa idea?
Mugolo sotto il palmo della sua
mano. S, s, l'idea mi piace eccome. E
per dirla tutta c' stato anche quel
famoso sogno in cui mi legava i polsi in
macchina affinch fossi completamente
alla sua merc.
Oseresti dire che la cosa non ti
eccita, sussurra ancora poggiandomi
l'altra mano sul fianco e provocandomi

immediatamente una scarica elettrica


lungo la colonna vertebrale.
Mmmpff, cos proprio non posso
risponderle, signore.
Infatti lui continua a tapparmi la
bocca con una mano, mentre con laltra
mi stringe sempre pi insistentemente.
pazzesco l'effetto che mi fa,
inumano,
Mi toglie la mano dalla bocca e mi
porta in una stanza simile a una specie di
piccolo boudoir dall'atmosfera molto
calorosa. molto intimo, si sta bene in
questo posto. Mi indica una corda di

velluto appesa ad una delle travi del


soffitto.
Ti legher qui, sarai mia. Ti
ammirer, ti accarezzer, ti scoper.
Appoggia le sue labbra sulle mie che
si schiudono immediatamente. La sua
lingua incontra la mia lingua e mi bacia
con violenza scivolando con la mano
sotto la gonna di pelle per toccarmi il
sedere che sembra piacergli molto.
Mmm, come mi sono mancate le tue
mani.
Ho talmente voglia, pi forte di me.
Forse sono pazza, ma cos. come se

mi conoscesse a memoria e mi facesse a


poco a poco scoprire cose di me che non
conoscevo. Con un altro mi vergognerei
di
questo
mio
desiderio
di
sottomissione. Ma sento come un
profondo rispetto nella nostra relazione.
Potrebbe sculacciarmi, lo accetterei. Lui
sa cosa fare, sa come prendermi, sa cosa
mi piace in fondo in fondo. E la sua
abilit nell'indovinare i miei desideri
reconditi moltiplica le mie sensazioni.
Lascia perdere la mia bocca, abbozza
un sorriso diabolico e mi porta con fare
deciso verso il luogo del mio supplizio.
Vieni, principessa.

Mi chiede di alzare le braccia e mi


lega i polsi con la corda di velluto
facendo dei nodi da esperto.
Per, niente male!
Come se mi leggesse continuamente
nel pensiero, Swan mi dice dolcemente
scherzando:
Ho fatto vela per molto tempo, non
ho nessun merito particolare!
Poi aggiunge, con tono ammirativo:
Resta il fatto che tu sei
estremamente attraente. Voglio confidarti
un segreto.

Dimmi il tuo segreto Swan.


Legarti il mio modo di dirti che ti
vorrei sempre accanto.
Oh Dio, che carino! Legami quanto
vuoi allora
Indietreggia un po e mi lancia un
sorriso magnifico. Con le braccia in aria
e i polsi legati alla corda di velluto
appesa al soffitto, sono alla sua merc,
pi eccitata e consenziente che mai. Mi
riconosco appena.
Si riavvicina per sistemare un grande
specchio a rotelle a pochi metri da me.
E l s che mi riconosco! A meno che

non chiuda gli occhi, non posso negarlo:


sono proprio io, Celia Campbell! Il
vestito di pelle mi modella le forme,
mettendo in risalto i capezzoli turgidi e i
muscoli tesi.
Aiuto, sono veramente io quella?
assurdo ma con lui mi piace da
morire! Con Swan tutto pazzesco.
Anche il mio sguardo pazzesco, pieno
di desiderio per lui. Semplicemente
perch lo aspetto. Aspetto che si occupi
di me. Non aspetto altro, sono a fior di
pelle
Merda, da dove
desiderio pazzesco?

viene

questo

Volevo che potessi vedere quanto


sei sexy Lily.
Ehm, io
Sst. Taci, lasciati andare, Lily,
pensa solo al piacere che ti aspetta.
Mi mordo il labbro inferiore per
soffocare un gemito. A dire il vero avrei
voglia di ruggire, talmente sono eccitata.
Soprattutto quando Swan si toglie la
camicia e viene verso di me.
conturbante cos, a torso nudo, con i
muscoli tesi e addosso solo i pantaloni
di
tela
che
gli
disegnano
meravigliosamente le cosce e le gambe.
La musica da opera diffusa dallo stereo
conferisce unaria maestosa alla sua
presenza. Mi gira intorno sfiorandomi

con l'indice. Poi, a contatto con la mia


schiena, mi sussurra all'orecchio:
Sei bagnata, principessa?
Sto per rispondergli quandecco che
mi rimette la mano sulla bocca, mentre
con l'altra si diverte a pizzicarmi i
capezzoli attraverso il vestitino di pelle.
Lascio uscire un lungo gemito nel palmo
della sua mano e inarco la schiena.
Quasi mi dispiace che le corde a cui
sono legata non siano delle catene.
Sentire il loro tintinnio ad ogni mia
reazione probabilmente aumenterebbe la
mia eccitazione.
talmente bello lasciarsi andare.

La sua mano continua a esercitare


pressione sulla mia bocca, impedendomi
di parlare. Nessuno mi ha mai
imbavagliato cos prima d'ora e devo
ammettere che la cosa mi manda
completamente fuori di testa.
Voglio che tu muoia dalla voglia di
venire.
Mmm, ho gi cominciato.
Voglio che il tuo corpo tutto mi
chiami. Voglio sentirti ardere di
desiderio.
Il suo respiro caldo dietro il collo mi
d i brividi. Respiro il suo profumo,

adoro l'odore della sua pelle misto a una


fragranza di sandalo che sembra fatta
apposta per lui.
Vorrei
gridargli
che
sono
completamente bagnata, che sono pronta,
che ho voglia che mi prenda in piedi in
mezzo a questa stanza fin quando non lo
implori di smettere. Faccio pressione
sui nodi che mi tengono ferma e avverto
come un leggero bruciore sui polsi.
Sento cos bene tutto il mio corpo. Swan
mi sprona ad eccitarmi sempre di pi. Io
caccio dei gemiti interminabili nel
palmo della sua mano che continua a
tapparmi la bocca. L'altra sua mano si
occupa invece dei miei seni,
pizzicandomi a uno a uno i capezzoli.

Mi piaci talmente tanto Lily,


sospira.
Caccio un gemito ancora pi forte, al
che lui lascia i miei seni per sollevarmi
il vestito.
Carino il perizoma, dice, prima di
strapparmelo di dosso con un colpo
secco.
Lancio un grido di esaltazione nel
palmo della sua mano. E mi sembra di
svenire quando con l'altra sinfila, da
dietro, tra le mie cosce. Tremo, il cuore
mi batte forte, lo lascio aprirsi un
passaggio tra le mie natiche, fino al mio
sesso grondante. Diverse dita mi

penetrano mentre un altro si mette a


stuzzicarmi il clitoride effettuando dei
cerchi concentrici pi o meno rapidi.
Ho la sensazione inaudita di essere
uno strumento fra le mani di un musicista
di talento.
Wow, incredibile quello che mi fa.
La sua mano si stacca infine dalla
mia bocca e ho la strana sensazione di
riemergere dal fondo di una piscina,
caccio un gemito roco, come un grido
liberatorio. Ci guardo nello specchio.
Una specie di Plcido Domingo canta in
italiano quelle che sembrano parole
d'amore. Se ci penso, c' sempre la

musica tra di noi.


Avverto la sua presenza dietro di me.
Vedo i suoi capelli neri spettinati che mi
accarezzano le spalle. Le sue dita che mi
frugano e laltra sua mano che mi
accarezza i seni. Vedo il mio corpo
sudato, la mia gonna sollevata sui
fianchi e i miei capelli completamente
spettinati.
Wow, allucinante
Prendimi, ti prego
Le parole sono uscite da sole. Come
un ordine e come una supplica. Non
riconosco neanche pi la mia vice che

ripete:
Prendimi, prendimi.
Swan geme e mi gira intorno per
posizionarsi davanti a me. I suoi occhi
brillano del desiderio che lo sta
consumando. Mi passa una mano tra i
capelli per obbligarmi a buttare la testa
all'indietro, minfila in bocca le sue dita
impregnate del mio odore e mi si
avvinghia al collo per mordicchiarlo
senza piet.
Mmm,
delizioso.

proprio

un

vampiro

Si stacca bruscamente, fa un passo

indietro. Mi guarda slacciandosi la


cintura dei pantaloni, che lascia cadere
per terra insieme ai boxer. Si toglie le
scarpe. Ed ecco! nudo di fronte a me.
Lo specchio riflette l'immagine del suo
sedere perfetto, tutto muscoloso. Vorrei
leccarlo, morderlo, toccarlo e graffiarlo
ovunque.
Grazie, specchio!
La vista che mi regala mi fa venir
voglia di urlare di gioia. cos bello,
cos raggiante, cos sexy.
Fai presto, ti prego
Senza smettere di guardarmi sinfila

un preservativo e io mi sforzo di non


lasciar cadere lo sguardo sul suo pene.
Poi si stringe a me, avvicina il suo sesso
al mio e si raddrizza tenendomi per i
glutei per penetrarmi meglio.
Mmm
Cazzo, Lily.
Siamo in osmosi, lontani dai discorsi
ampollosi dell'ora del t. Siamo due
animali in libert, vittime del nostro
istinto primordiale.
Merda, allucinante quanto mi
piace!
Mi abbandono al tango violento della

sua stretta. I polsi cominciano a farmi un


po' male a causa della pressione della
corda sulla pelle, ma talmente
delizioso sentire il sesso di Swan dentro
di me che sono disposta a sopportare.
Con la testa appoggiata sulla sua spalla,
ci ammiro nello specchio. I muscoli
della sua schiena, delle sue cosce. Il suo
corpo sublime in azione uno spettacolo
indescrivibile che accresce il mio
piacere. E vedermi legata con le braccia
in aria, offerta alla foga di Swan, mi d
voglia di gemere allinfinito.
Mi tiene e mi possiede in piedi,
molto eccitante. Ho le gambe
avvinghiate attorno alla sua vita, mentre
lui mi accarezza e mi palpa il sedere.

Poi allontana leggermente la testa per


guardarmi negli occhi senza smettere di
farmi andare e venire sul suo membro
durissimo. Al che io minfilzo sul suo
sesso che mi palpita dentro. Tutto
ansimante, Swan mi divora con gli
occhi, talmente sexy che mi mordo il
labbro inferiore. Il suo sguardo lascia
trapelare cos tante cose.
Sono
veramente
quest'uomo.

pazza

di

Sento i muscoli del mio sesso


contrarsi attorno a lui.
Lily, Lily

Adoro sentirlo ripetere cos il mio


pseudonimo, anche se un giorno mi
piacerebbe sentirlo pronunciare il mio
vero nome. il modo in cui lo dice che
mi sconvolge. Ancor pi del piacere di
essere cos offerta e sottomessa ai suoi
desideri, o della sensazione demoniaca
del suo sesso dentro di me, il suono
della sua voce che mi devasta, il suo
modo di dirmi che qui, di farmi sentire
che felice di possedermi e di
condividere simile piacere insieme a
me.
Mmm, ci siamo quasi, lo sento
salire, fortissimo.
Il mio organismo come invaso dalla

lava di un vulcano, una colata bollente


che minfiamma il corpo e lanima.
Sento il sesso di Swan crescere dentro
di me mentre sbatte sempre pi forte.
Affondo il viso nei suoi capelli e li
respiro. Tutta un tratto sono percorsa da
una serie di spasmi, da tutte quelle
sensazioni incontrollabili che portano
inevitabilmente all'orgasmo.
Mmm Lily sto per
Mi stringo a lui per accoglierlo il pi
possibile dentro di me. Una scarica
elettrica minveste senza preavviso,
un'onda di piacere immenso mi travolge.
Vengo nel preciso istante in cui Swan si
contrae e sinarca prima di venire anche

lui a scatti. Inizia a gemere sul mio


collo, sulla mia bocca, e io lo
accompagno.
Dopo un lungo momento in cui
riprendiamo fiato, stretti l'uno all'altra,
Swan mi slega facendo attenzione a non
farmi male. I miei polsi sono
leggermente arrossati per via dello
sfregamento delle corde, so che questa
sensazione prolungher il ricordo del
nostro amplesso. Li bacia delicatamente,
prima uno poi l'altro. Poi mi prende tra
le braccia e mi stringe forte a s. Mi
piace questa tenerezza. Adoro sentirmi
cos protetta e coccolata.
Dopo un po, si allontana da me e

mormora:
Aspetta un attimo, torno subito.
Swan sparisce dalla stanza per
tornare un minuto dopo con un babydoll
di seta bianca che mi propone di
indossare.
L'ho comprato oggi pomeriggio
pensando a te. Spero che ti piaccia.
Ubbidisco, gemendo ancora una volta
quando la seta viene a contatto con la
mia pelle sensibilissima, e bisbiglio:
Grazie, mi piace molto.

Swan mi porge la mano regalandomi


un sorriso fantastico:
Vieni, principessa, ti servo un
aperitivo sotto il pergolato di fronte al
mare.

2. Il tatuaggio di Swan

La luce sfiora le lenzuola stropicciate


dellenorme letto in cui mi sveglio.
Apro gli occhi: appoggiato su un gomito,
con i capelli in disordine e lo sguardo
infuocato, Swan mi osserva.
Mmm, un sorriso cos dolce su delle
labbra cos perfette!
bellissimo e mi rendo conto che
la prima volta che mi sveglio al suo
fianco. Mi stiracchio senza distogliere il
mio sguardo dal suo. Nuoto nel grigio-

blu delle sue iridi che mi ipnotizzano.


un miracolo, abbiamo passato la notte
insieme!
Wow, siamo nudi nello stesso letto
Rivivo mentalmente il nostro
momento di follia in salotto. stato
talmente incredibile. Un misto
impensabile di dolcezza e autorit. E
cos ben dosate Poi abbiamo guardato
il mare in silenzio assaporando un
ottimo vino, un momento tenero e
meraviglioso. Quasi non abbiamo
parlato, stavamo semplicemente bene.
Swan un vero alchimista delle
sfumature. Anche se gli piace bendarmi

gli occhi, impedirmi di parlare o


legarmi, non mai freddo, distante n
crudele, anzi, sempre molto attento a
quello che provo. Sembra egli stesso
commosso da ci che facciamo insieme.
Fin dall'inizio, si adopera per mettere in
subbuglio i miei sensi e darmi il
massimo del piacere. Ora mi osserva.
Nei suoi occhi danzano desiderio e
ammirazione.
Sei stupenda, Lily.
Ancora, dillo ancora!
Buongiorno, Swan.
Sorride, e capisco che sono in

trappola! Presa nella rete del pi


sublime degli uomini. Il suo incredibile
sorriso ha effetti devastanti sul mio
essere.
da tanto che mi osservi?
Mi fa l'occhiolino.
Da una quindicina di minuti, ma
sono volati.
Il cuore mi batte forte, il pi bel
risveglio che io ricordi di aver vissuto.
Con lui mi sento cos appagata.
Sono innamorata, sempre pi
evidente

Anche se non mi ha mai detto niente


al riguardo, ho l'impressione che anche
Swan cominci a provare dei sentimenti
simili. Mi accarezza i capelli.
Sono troppo belli cos, alla luce.
Sei gentile, Swan.
Sono solo sincero, Lily.
Si avvicina per baciarmi sulla punta
del naso.
Mmm, veramente il pi sublime
dei risvegli.
Le parole mi sono uscite da sole
dalla bocca. Swan scende con la mano
lungo la mia guancia, sfiorandomi il

collo, la spalla, e scivolando poi lungo


il braccio. Tutta tremante, io continuo a
guardarlo. La sua mano prosegue per la
sua strada, sposa la forma del mio
fianco, le sue dita sfiorano la parte
superiore della mia coscia per poi
dirigersi verso la pancia.
Hai voglia, Lily ?
Voglia di tenerezza, Swan.
Era nelle mie intenzioni,
principessa.
S, fai di me la tua principessa, ti
prego.
Le sue dita mi accarezzano l'interno
cosce. pazzesco, ho gi la sensibilit

alle stelle. Mi apro a lui fiduciosa.


Voglio sentire il calore del suo palmo,
l, esattamente l. Col pollice mi sfiora il
clitoride e io caccio un gridolino. Poi
appoggia le labbra sulla mia bocca, e
intanto accarezza il mio sesso gi umido.
Un dito s'insinua all'interno e scivola
dentro delicatamente. Minarco per
offrirmi ancora di pi.
Mmm, mi piace cos tanto sentire le
sue dita su di me, dentro di me
La lingua di Swan si attorciglia
delicatamente alla mia. C pace nella
camera e ho un brivido di felicit. Provo
una rara sensazione di benessere.

Apprezzo davvero tanto quando


Swan cos dolce. esattamente quello
di cui ho bisogno stamattina. Sembra
conoscermi da sempre. A volte si dice
che gli uomini manchino di tatto. Non
assolutamente il caso di Swan. Sa
quando pu prendermi selvaggiamente e
quando invece ho bisogno di dolcezza.
Misura continuamente la temperatura dei
miei desideri.
il nostro primo risveglio insieme,
sospira.
Faccio di s con la testa, sorridendo.
La sua voce roca unita alle sue carezze
mi mandano in tilt. Nei suoi occhi leggo
felicit e desiderio. Gli metto le braccia

attorno al collo mentre lui si riprende la


mia bocca.
Voglio tantissimi risvegli insieme,
io!
Faccio scivolare una mano tra i suoi
capelli. Le mie dita accarezzano le sue
ciocche nere.
Ho voglia di fare l'amore con te, mi
sussurra.
Io faccio le moine:
Ehm non so
Eh eh, voglio farlo soffrire un po'.

La mano con cui mi stava


accarezzando risale dal mio sesso verso
l'ombelico, gli gira attorno, poi sale
ancora fino a sfiorarmi i seni che hanno i
capezzoli turgidi e sensibili come non
mai.
I tuoi seni ti tradiscono, signorina.
Assumo un'aria
indifferente.

serissima,

quasi

I miei seni fanno quello che


vogliono, Swan. Penso sia pi una
reazione al freddo.
Lui sospira e fa un sorrisino nel
vedermi mentire. Ci saranno almeno

20 C e non ho assolutamente freddo.


La sua mano ridiscende verso il mio
sesso e la sua bocca ostenta una smorfia
vittoriosa:
Forse perch fa freddo che sei
tutta bagnata allora?
Pff, ti stai facendo dei film! Sar
l'umidit
L'idea di resistergli, di rifiutarlo
gentilmente, mi piace. Anche se
desidero una sola cosa, sentirlo dentro
di me, essere riempita da lui, non vedo
perch debba ottenere sempre tutto
quello che vuole schioccando le dita. E
cos aggiungo:

Se invece facessimo colazione,


Swan? Ora ho la testa altrove.
Lui prende un'aria solenne e annoiata,
poi una luce particolare gli illumina lo
sguardo.
Niente coccole, niente colazione,
ribatte al volo.
Sgrano gli occhi trattenendomi dal
ridere, sembra pi serio che mai, ma
intuisco che anche lui si trattiene dal
ridere. Gli prendo il mento tra le dita e
mormoro:
Non sar mica un ricatto?

La sua voce roca replica senza


indugio:
un ricatto per ottenere coccole,
signorina.
Mi piace il rapporto che c tra di
noi, la complicit che sta nascendo,
questo giochino mattutino per sapere chi
il pi forte. Mi sforzo di resistergli
ancora quando uno dei suoi sorrisi
disarmanti mi coglie in pieno.
No, un colpo basso! Ora come
faccio?
Sospiro e fingo di essere seccata.

Be, se proprio devo. Sei fortunato,


ho troppa voglia di un croissant!
Scoppia a ridere e mi stringe a s. E
l, di colpo, ho pi voglia che mai. Swan
si allontana un attimo per prendere un
preservativo sul comodino.
Pff, frustrante, sarebbe bello se
non ne avessimo pi bisogno
Con calma, strappa la confezione,
prima di infilare il latex sul suo pene in
erezione. Poi si avvicina lentamente con
un sorriso dolcissimo. Si mette
delicatamente su di me, dirige il fallo tra
le mie cosce, sfiorandomi la vagina. Io
tremo e lascio uscire dei piccoli gemiti.

Il suo glande gi gonfio si fa strada tra le


mie labbra e Swan mi entra dentro con
una lentezza che mi colma e mi fa
letteralmente impazzire.
Sto bene qui, cos, mi sussurra
allorecchio, mentre passa le sue dita
affusolate tra i miei capelli.
Allora restaci, a lungo, ti prego
Si stringe forte contro la mia pancia,
sento il suo sesso in profondit, ho i
brividi ovunque. Tra un gemito e laltro,
continuiamo a guardarci negli occhi.
Swan va e viene lentamente dentro di
me, tenendomi una mano sui fianchi e
accarezzandomi sensualmente i capelli
con l'altra. lento, dolce, delizioso.

TI piace cos, piano piano?


Mmm
Vuoi ancora fare colazione?
Sorrido col viso affondato nel suo
collo.
Dopo, Swan, dopo
Faccio scivolare le mie mani sui suoi
glutei per accarezzarli. Sono sodi,
muscolosi, la pelle morbida. Sollevo
le cosce attorno ai suoi fianchi per
aprirmi ancora di pi, per riceverlo
ancora pi in profondit. cos duro
dentro di me, cos presente, adoro le
sensazioni che mi d.

Sto bene come non mai. Il sole sale


alto nel cielo, vedo le dune attraverso la
finestra di questa grande camera e
intanto Swan mi penetra delicatamente.
Sento il piacere che sale poco a poco.
So
che
raggiungeremo
insieme
lorgasmo.
cos bello, Lily.
Mi piace, Swan.
Mi lancia un sorriso che mi
attraversa di parte in parte, poi mi
prende delicatamente le mani per
portarle sopra la mia testa. Il leggero
pizzicore sui polsi amplifica le mie
sensazioni. Con lui incredibile,
sempre il massimo in qualsiasi

situazione. Le nostre dita si attorcigliano


le une alle altre, i capelli di Swan mi
sfiorano la fronte e i suoi occhi
sprofondano nei miei come per scoprirvi
dei tesori nascosti. Le nostre labbra si
congiungono in un bacio appassionato.
Cos uniti l'uno all'altra, in questa danza
languida che il nostro profondo
amplesso,
veniamo
contemporaneamente. I nostri gesti sono
in armonia, mi sembra di essere nella
scena al rallentatore di un film.
Wow, indescrivibile.
Restiamo immobili. Il respiro
affannato di Swan mi fa il solletico sul
collo, il suo corpo caldo e possente pesa

sul mio. Mi sento al sicuro, protetta da


tutto e meravigliosamente felice. in
quell'istante che noto un tatuaggio sulla
spalla destra di Swan. talmente
piccolo che non lo avevo ancora visto!
Rappresenta un cigno Ne accarezzo i
contorni con i polpastrelli. Avrei voglia
di fargli delle domande ma evito. Ho
troppa paura di spezzare l'equilibrio che
ci unisce nel silenzio di questo mattino
unico.
***
Uscendo dalla doccia, vedo il letto
vuoto. Swan il Magnifico si
volatilizzato. Tutta sorridente mi dirigo

verso il mio cuscino su cui ha lasciato


un bigliettino e un vestito.
Un sacco di croissant, del buon
caff e un succo d'arancia ti aspettano
sotto il pergolato di fronte alle dune.
Raggiungimi tra un'ora alla baia. Si
trova alla fine del giardino seguendo il
mare. C' una scaletta di legno. Spero
che questo vestito da spiaggia ti
piacer. A tra poco, Swan.
Lo prendo in mano per apprezzarne il
tessuto. un vestitino rosso leggero,
sexy e raffinato nello stesso tempo.
Quest'uomo incredibile: ha buon gusto
e pensa a tutto! Minfilo il vestito e mi
ci sento subito bene. Oltre a leggermi

nel pensiero, Swan ha anche il potere di


indovinare la taglia giusta! Giro su me
stessa davanti allo specchio del bagno.
Wow, niente male!
Immagino lo sguardo di Swan su di
me, il desiderio nei suoi occhi. Penso
alle sue mani che percorrono le curve
del mio corpo prima di scivolare sotto
la gonna per accarezzarmi ancora e
ancora. Ho voglia di ritrovarlo al pi
presto, di guardare le onde con lui, di
sentire il suo sesso duro dietro la
schiena. Ho voglia che mi sollevi la
gonna e mi prenda in piedi di fronte al
mare, che mi penetri al ritmo delle onde,
che mi faccia godere sotto il cielo blu

degli Hamptons. Scoppio a ridere e


scendo sul pergolato per divorare i
croissant.
C un panorama stupendo, tutto tace
intorno a me. Da qui difficile
immaginare che il mondo a volte vada
male, difficile pensare che esista la
povert, che migliaia di persone ai
quattro angoli della Terra vivano di
stenti. Se non fossi ospite di Swan, il
mio stipendio di spogliarellista non mi
permetterebbe nemmeno di pensare a
una vacanza da sogno come questa.
Manca ancora mezz'ora al nostro
appuntamento. Curiosa come sono,
decido di concedermi il diritto di fare un

tour della casa. Vagando in questa


sublime e immensa dimora, scopro un
mondo fatto di lusso e di comfort. C
persino una palestra e una sala di
proiezione che sembra un vero e proprio
cinema!
Alla fine di un interminabile
corridoio mi ritrovo in un'adorabile
biblioteca piena di vecchi libri dalle
copertine sontuose.
Su una delle pareti libere della stanza
sono
disposte
varie
cornici.
Osservandone una, mi chiedo se sto
sognando.
Oh oh, e questo cos'?

Swan e un altro uomo posano a


braccetto vicino a un enorme
catamarano. Sono magnifici, con la pelle
dorata dal sole. E hanno entrambi lo
stesso tatuaggio sulla spalla il famoso
cigno! Ma ci che mi colpisce subito
la somiglianza tra i due uomini sulla
foto, e quello che non Swan Nigel
ONeil! Questo conferma l'impressione
che avevo avuto quando ho visto la
copertina della rivista nei camerini del
Blue Butterfly. S, il miliardario
sottobraccio a Helen su VIP & Co !
Santo cielo, cosa significa tutto
questo?
Mi chiedo istintivamente quale sia il

legame tra Nigel e Swan. Immagino ogni


sorta di spiegazione ma mi resta sempre
un dubbio fondamentale: il fatto che
Nigel stia con la mia amica d'infanzia
solo un caso? Sono a dir poco turbata.
veramente strana, questa storia
Se per caso Swan conosce Helen,
questo mi avvicina inevitabilmente a
quella che fu la mia migliore amica.
Ora, ritrovare Helen al tempo stesso
ci che pi desidero e pi temo al
mondo! Non posso non fare caso al
tremore che mi assale. Sembra linizio
di una crisi di panico. Non so chi
Swan A parte il fatto che sono pazza
di lui, non so NIENTE!

Cosa vuole da me?


Mi ha contattato per caso o lo ha fatto
apposta, con uno scopo ben preciso? Ma
allora perch? Quale sarebbe il suo
scopo?
Aiuto, sto impazzendo!
Tutti
i
miei
dubbi
tornano
improvvisamente a galla. assurdo
come Swan riesca a farmi dimenticare
tutto il resto. Eppure, ci sono cos tante
zone d'ombra! Per esempio questo
Kleber Aniston che lo accusa di essere
un personaggio losco, chi veramente? I
pensieri si affastellano nella mia testa e
non so pi a chi credere.

E poi c' Helen Probabilmente non


un caso che riappaia cos nella mia
vita! Ecco cosa mi disturba e mi porta a
chiedermi se Swan sia sincero nella sua
relazione con me. Al Blue Butterfly,
Linda mi aveva detto di stare attenta. E
forse farei bene ad ascoltarla in fondo.
Swan, Swan, cos' questo casino,
dimmi?
In fin dei conti devo farmene una
ragione: sono obnubilata da quest'uomo!
Sin dall'inizio mi sforzo di credere che
sia sincero con me. In realt, sono
palesemente accecata dal mio desiderio,
vittima del suo innegabile carisma. E
forse m'illudo soltanto che si stia

innamorando di me. Quando magari non


altro che un essere machiavellico

3. Rivelazioni

Oh my god, sento come dei tamburi


nel cuore.
Mincammino verso la baia in cui
Swan mi ha dato appuntamento. Ho il
cuore a mille mentre scendo la scaletta
di legno ma non paura... n eccitazione
allidea di ritrovare Swan! Il mio cuore
batte forte perch sono decisamente
arrabbiata. Non ho pi voglia di essere
docile, di giocare a questo gioco di cui
non capisco le regole. Consumata dai
dubbi, sono davvero decisa a far parlare

quest'uomo. Il suo sorriso quando mi


vede pi magnifico che mai.
Smettila, non funziona pi!
Stringo i denti. Se crede di mandarmi
in estasi, si sbaglia di grosso.
Wow, Lily!
Mi avvicino ancora un po', sorda alla
sua esclamazione ammirativa quasi
infantile. E mi fermo a circa un metro da
lui. Gli punto l'indice addosso:
Chi sei? Chi sei VERAMENTE?
Ho un tono aggressivo, la voce acuta.

Swan mi guarda stupito. Allarga le


braccia e risponde con calma:
Che succede Lily?
Smettila di prendermi per una
stupida, va bene?
Succede che non so chi sei! Sono
stufa degli pseudonimi e dei giochi con
le bende. Sono stufa di essere un
giocattolo, sono
Ascolta, Lily, io
No! TU ascoltami. Non so cosa
vuoi da me e questo mi fa diventare
matta, lo capisci?
Annuisce,

sembra

sinceramente

dispiaciuto. Ma so che molto bravo a


fare facce a cui non so resistere. Perci
non mollo. Alzo il tono, sempre pi
arrabbiata.
Girano delle voci sul tuo conto, e
poi questa somiglianza tra te e Nigel
ONeil Allinizio l'avevo visto su un
giornale in compagnia di una vecchia
amica E ora scopro una tua foto con
lui
Minterrompo un attimo e lo osservo
tutta tremate Swan sembra pensare a
mille all'ora. Mi avvicino e gli do una
spinta sul torace. Nemmeno vacilla, ho
l'impressione di aver colpito un muro.

Cos QUESTA STORIA?


Mi rendo conto che ho quasi urlato. E
Swan resta impassibile! Mi manda in
bestia.
Razza di codardo,
Celia! esclama infine con tono
deciso.
Mi blocco, le labbra mi tremano e
non riesco a emettere pi nessun suono.
Celia? Sa il mio nome!
Mi getto di nuovo su di lui ma
stavolta mimmobilizza il braccio con un
gesto rapido:

Adesso mi ascolti tu, asserisce con


una padronanza che mi lascia sbalordita.
Va bene, ascolto signor non so
chi!
Swan sospira, si morde le labbra,
lascia il mio braccio e comincia a
parlare:
Sono il fratello di Nigel.
Probabilmente ho gli occhi simili a
quelli di una rana che si ritrova davanti
a un drago. Mi sforzo di inghiottire pi
aria possibile per non cedere.
Ebbene s, ti cercavo, non ti ho
incontrato per caso. Non sono un habitu

dei locali di strip-tease.


Lo dicevo io che era strano!
Se vuoi sapere tutta la verit, Helen
la mia migliore amica e anche mia
cognata visto che ha appena sposato
Nigel!
Helen e Swan?
Mi prendo la testa fra le mani e giro
su me stessa come per rimettere in
ordine le idee. La cosa sta diventando
surrealista! Devo calmarmi, cercare di
capire.
per Helen che sono venuto a

cercarti, Celia.

talmente
strano
pronunciare il mio nome.

sentirlo

Helen vuole rivederti!


Mi mordo le labbra, fino a farle
sanguinare.
Non posso Swan, non voglio!
Come? Perch? dice cercando di
passarmi la mano tra i capelli.
Mi allontano bruscamente.
L'ultima volta che ho visto Helen,
eravamo ballerine all'Opera di San

Francisco. E adesso adesso sono una


spogliarellista, cazzo! Non voglio che
Helen scopra cosa sono diventata! N
voglio che pensi che io sia interessata
alla fortuna di suo marito o della sua
famiglia.
Celia, ascolta, io
Taci, Swan! Mi vergogno troppo,
capisci?
Al che lui insorge e sembra sincero.
Non c' niente di cui vergognarsi a
fare la spogliarellista,
molto elegante, certo, hai
ragione! dico io con un tono aggressivo
e ironico.

Swan sospira e alza le spalle. Gli


poggio l'indice sul petto.
E sai cosa mi fa pi male in tutta
questa storia?
Con voce dolce, senza togliere il
dito, mormora:
Dimmi, Celia.
Per riflesso gli accarezzo la guancia
e indietreggio di qualche passo.
Cominciavo a credere in noi. I
momenti passati insieme, questo
risveglio cos dolce che mi ha fatto
credere che fossimo complici.

Ma
Lasciami finire, Swan. Mi sento
tradita, se proprio vuoi saperlo. Quando
pensavi di parlarmene se io non avessi
tirato fuori l'argomento? Se non avessi
scoperto quella foto nella tua
biblioteca? Quando, cazzo? In realt
facevi durare la cosa per approfittare
ancora un po' di me, perch ti piaccio
fisicamente e ubbidisco a tutti i tuoi
capricci.
Swan mi guarda, sembra sconcertato
e vedo la tristezza nei suoi occhi, ma
non m'interessa e continuo. Cerco di non
pensare ai suoi jeans slavati e alla sua
maglietta bianca strappata che lo fanno
assomigliare a un naufrago approdato su

un'isola deserta a cui si vorrebbe fare la


respirazione bocca a bocca.
Pensavo che cominciassi a
innamorarti di me, ma invece non lo sei
per niente! questa la cosa pi triste e
pi dura. solo per fare un piacere a
Helen e gi che c'eri ne hai approfittato
per dare sfogo alle tue fantasie con una
spogliarellista.
Swan scuote la testa, sembra
contrariato. Forse sono un po' dura con
lui, ma sono furiosa. E soprattutto
sono triste. Mi si avvicina di nuovo.
Tiene duro, lo sento, per non esplodere a
sua volta. Inspira profondamente e dice
con tono calmo:

Ok, hai finito?


Ma chi crede di essere questo qui?
No, non ho finito, sono furiosa se
vuoi saperlo, sono io
Non trovo le parole. Non so se a
causa della tensione e delle emozioni di
questi ultimi giorni, ma la rabbia
crescente mi rende talmente isterica che
non riesco neanche pi a parlare. Swan
allora si avvicina e mi dice con tono
deciso:
Calmati, Celia! Lasciami parlare,
ok?

Faccio di s con la testa stringendo i


pugni mentre Swan mi chiede:
Pensi veramente che non ci sia
niente tra di noi?
arrabbiato a sua volta, i suoi occhi
lanciano fiamme e ascolto ci che ha da
dirmi.
Pensi che si tratti giusto di dare
sfogo alle mie fantasie? Se cos fosse, ti
avrei invitato qui secondo te? Ti avrei
lasciato visitare le stanze della villa al
punto da curiosare in ogni angolo?
Quand che capirai che?
Si blocca. Io pendo dalle sue labbra.

Si passa una mano nei capelli e sospira


con tono calmo e al tempo stesso
disperato:
Sei importante per me, Celia! Senti
cosa ti dico, s o no cazzo?
S, ci sento benissimo, e ora va
molto meglio
Swan non sembra aver finito con le
confessioni: difatti mi poggia le sue
grandi mani sulle spalle e continua
guardandomi negli occhi.
La prima sera al Blue Butterfly,
mormora, ti ricordi?

Come
potrei
dimenticare
quellistante, quella complicit tra
noi?
Annuisco
inferiore.

mordendomi

il

labbro

Non mentivo mica quando ti ho


detto che sono uscito fuori di testa
quando mi hai passato la mano tra i
capelli! Sin dal momento in cui ti ho
visto venire verso me, ho saputo che le
cose non sarebbero andate come
previsto. Pensavo solo di ritrovare
lamica della mia migliore amica e
invece
Si blocca, sembra esitare.

Va avanti, Swan !
Non mi aspettavo affatto di trovarti,
Celia ! Cos sono andato nel panico. Un
po perch non avevo mai avuto un
colpo di fulmine. Un po perch tu non
eri la persona di cui innamorarmi, eri
lamica dinfanzia di Helen. E non
volevo mandare tutto allaria. Quella
sera me ne sono andato pensando che
avrei detto a Helen che ti avevo
ritrovato. Ero deciso a cancellarti dalla
memoria. Ma poi
Sorrido mettendo le mie mani sulle
sue, ancora poggiate sulle mie spalle.
Non facevo che pensare a te, Celia.
Dicono che io sia un po fissato, che

abbia sempre bisogno di controllare


tutto ed vero! Ma per la prima volta,
ero privato di questo mio potere!
Esulto interiormente allidea di aver
mandato in tilt la macchina ONeil. E
vorrei lanciare un grido di guerra
quando mi confessa:
Non riesco a fare a meno di te,
Celia, sei diventata una specie di
ossessione per me. Ogni volta che ci
separiamo sogno soltanto una cosa
ritrovarti.
Mmm, adoro quando ti lasci andare
cos, signore.

Sono passata dalla rabbia cieca


allemozione pura. Il tutto nel giro di
pochi secondi, dopo sole poche parole
di Swan. Mi prende una mano e mi si
avvicina. Sento il calore del suo palmo.
Il mio corpo rabbrividisce a contatto
con il suo.
A essere sincero fino in fondo,
continua, allinizio ho pensato che sarei
riuscito a gestire la faccenda basando la
nostra relazione su un piano strettamente
sessuale. Pensavo che cos facendo
avrei tenuto sotto controllo il nostro
rapporto. E che mi sarei accontentato
Ma? Perch c un ma dimmi
tutto, cos bello ascoltarti

Poggio laltra mia mano sulle nostre


mani avvinghiate.
Ma ben presto mi sono resto conto
che i miei sentimenti superavano di gran
lunga il desiderio strettamente fisico.
allora che mi venuta lidea del
contratto per diciamo, per avere
limpressione di avere ancora sotto
controllo la situazione, di controllare
tutto come se niente fosse.
Inizio a capire perch Swan ha messo
in piedi questa storia del contratto, ma in
realt ho trattenuto solo una cosa della
sua ultima frase. Rabbrividisco al tono
cos tenero e sincero che ha usato per
confessarmi che i suoi sentimenti

superavano di gran lunga il desiderio


strettamente fisico. Mi sembra di sentire
ancora quel piccolo strappo nella sua
voce quando ha detto di gran lunga.
Come se lemozione lo cogliesse alla
sprovvista.
Lo fisso negli occhi. Ho la
sensazione che non mi stia dicendo tutto.
Nel suo sguardo c un bagliore
particolare. Inclino la testa e lui mi
stringe ancora pi forte la mano:
Ti amo, Celia.
Per fortuna sono seduta, tremo, e ho
come limpressione di sgretolarmi. Il
modo in cui mi ha consegnato quelle

parole magiche mi manda letteralmente


fuori di testa. Ho il cuore a mille e
reprimo con molta fatica londa di
emozioni che minaccia di travolgere il
mio cuore.
Sto sognando o luomo dei miei
sogni mi ha appena detto che mi ama?
Sono sotto shock, non riesco a
parlare. C solo il mio cuore che batte
allimpazzata. Questa dichiarazione mi
provoca dentro un gran casino. E il
sorriso
di
Swan continua
ad
infiammarmi. Risaliamo lentamente
verso casa, sento la mia mano nella sua
e vorrei tenerla per sempre l, al caldo.
Sto proprio bene, mano nella mano con

Swan. Il suo ti amo scorre nelle mie


vene. So di non essere pi la stessa.
Sono diventata la donna a cui un uomo
incredibile ha dichiarato il fuoco della
sua passione. E tutto brucia dentro di
me.
Anchio ti amo, Swan.
Non sono sicura di aver scandito
bene le parole ma lo sguardo di Swan
sembra dimostrare il contrario.
E adesso principessa, mi sussurra,
giunta lora di fare pace!
Senza dire una parola di pi, Swan
mi afferra per il polso e mi trascina

dentro casa. Quando arriviamo in


salotto, si gira verso di me e dichiara:
Senza pretese, devo urgentemente
scoparti, Celia.
Fingo di essere scioccata, prima di
prenderlo in giro con tono scherzoso:
Che finezza, molto edificante! Si
vede subito che te ne intendi di
filosofia
Swan minterrompe, tutto sorridente,
con lindice poggiato sulle labbra. Con
laltra mano mi fa scivolare il perizoma
lungo le gambe e se ne appropria.

Parli troppo, Celia, sussurra.


Dopodich minfila delicatamente il
perizoma in bocca.
Pff, cos esageri, ma va bene,
daccordo!
Poi apre un cassetto per prendere
degli oggetti metallici attaccati a una
catenina e per poco non ho un
mancamento.
Aiuto, delle manette!
Senza darmi il tempo di capire, me le
mette ai polsi e mi porta verso il divano.

Sei pazzo, Swan, ma mi piace.


I suoi gesti sono decisi ma non mi fa
male. Minvita a piegarmi sullo
schienale, poi mi solleva il vestitino da
spiaggia rosso. Sono in bilico tra il
rifiuto e il desiderio. questo, secondo
Swan, fare pace?
Io continuo a dimenarmi e a
gesticolare, un po infastidita dalla sua
risatina. Ma non dico niente, felicissima
di essere di nuovo loggetto delle sue
fantasie. Accetto questa riconciliazione
alla Swan. Mi d una piccola
sculacciata e con mia grande vergogna
emetto un gemito sporgendomi un po di
pi verso la sua mano. In realt non

provo vergogna, voglio seguirlo lungo i


ripidi sentieri dei nostri desideri. E mi
accorgo che in fondo mi va bene essere
legata per stare vicino a lui. Star
senzaltro perdendo la ragione, ma me
ne frego della ragione! Questuomo
capace di dirmi parole damore e di
esaudire una fantasia subito dopo.
LUI, fatto cos, incredibile e
imprevedibile.
Molto meglio, sussurra strappando
la confezione di un preservativo.
S, molto meglio!
Sono qui, riversa sullo schienale del
divano, con le manette ai polsi e il

vestito sollevato. Il sedere interamente


offerto al suo sguardo. E comincio a
essere eccitata! Sorrido interiormente
della pazzia che si sta impossessando di
me.
Prometto che appena mi libera
prendo un aereo per il Polo Nord...
Ci calmeremo,
prometto.

Celia,

te

lo

Se vado al Polo Nord, per mi porto


SwanTutto, ma mai senza di lui
Swan mi penetra con una facilit
sconcertante. Molto semplicemente
perch sono gi tutta bagnata! Subito

comincio a gemere mentre lui si muove


dentro di me. Ringrazio il Padre Eterno
di aver dato a Swan lidea di
appoggiarmi le mani sul culo. Adoro
quando lo accarezza e lo palpeggia cos.
Questo stronzetto ha ragione: ho bisogno
di essere scopata da lui. Non posso
farne a meno. E non posso non credere
che sia lo stesso per lui. Far anche il
prezioso ma c qualcosa di speciale tra
di noi. Oh no, ecco che ricomincio a
fantasticare. Sono cos incorreggibile?
O forse sono indirettamente vittima di
una congiunzione planetaria? Magari
Marte entrato nellorbita di Venere o
una cosa del genere
Aiuto, sono matta da legare!

Provo piacere mentre un sadico mi ha


ammanettato per farmi stendere sullo
schienale di un divano e possedermi
come un ussaro. Pazienza anzi
menomale! Nonostante il perizoma
mimpedisca di parlare, ruggisco come
una pantera sotto il suo impeto. Il suo
sesso che scivola dentro di me mi
strappa una serie di gemiti allucinanti.
Di tanto in tanto lui mi d una
sculacciata su una delle chiappe.
Ho limpressione che ti piaccia!
Non che mi stai usando per dare sfogo
alle tue fantasie, furbetta che non sei
altro?
Non posso risponderti, razza di

psicopatico!
Il tuo culo mi fa impazzire, cos
rotondo e invogliante. Non posso farne a
meno, sai?
Questo lavevo notato, mi pare!
Questo tipo matto, completamente
surrealista. So bene, tuttavia, che la
nostra relazione non ha nulla di
standard, che tra noi c davvero
qualcosa di forte, di sincero. Invece di
giustificarsi, Swan mi lega e mi
sculaccia per poi scoparmi. un malato
di mente, uno squilibrato, un maniaco
sessuale ma mi piace da morire.
Lui mi piace da morire! Posso scegliere

di ridere o di piangere. Ma a che serve


piangere? Non sar certo qualche
lacrima a fare straripare loceano. E
poi, voglio essere sincera fino in fondo:
questuomo cos diverso dagli altri mi fa
sentire viva.
A dire il vero non mi sono mai sentita
cos viva.
Se mi avessero detto che piega
avrebbe preso questa storia, avrei
senzaltro rifiutato seduta stante! Ma
trovarsi di fronte alla realt dei fatti
tuttaltra cosa. In questo preciso istante
sento la virilit di Swan che mi palpita
dentro. Ce lha cos duro, sono come
invasa. Tra pochi minuti verr,

abdicando sotto la legge dei suoi


incessanti colpi. Il suo respiro pesante,
il piacere che prova nel possedermi,
tutto questo moltiplica per mille le mie
sensazioni.
Con una mano sui fianchi e laltra tra
i capelli che tira con fare tenero ma
deciso per obbligarmi ad alzare la testa,
Swan mi domina con un talento che
convincerebbe la leader mondiale delle
femministe. Quando mi domina, Swan
mi d potere. Il potere di eccitarlo. Mi
fa capire in ogni suo gesto che la
sottomissione non svilente. Ubbidire
mi eccita perch so che lo fa impazzire.
un gioco di cui non abbiamo mai
dovuto scrivere le regole. qualcosa a

met tra il rispetto e larmonia. Una


pienezza fisica senza tab.
Si sporge su di me, il suo alito
tiepido mi fa il solletico dietro il collo,
rallenta un po il ritmo e mi sussurra:
Mi fai impazzire, Celia. Davvero,
tu
Sei tu che
stronzetto!

mi

fai

impazzire,

Sempre con il perizoma in bocca, io


mi limito a gemere. Swan si diverte a
graffiarmi delicatamente i glutei, e a
poco a poco mi toglie il lembo di tessuto
che mimpedisce di parlare. Al che

inspiro profondamente e caccio un lungo


gemito.
Mmm, come mi mancava, mi
bisbiglia Swan nellorecchio.
Nellandirivieni della penetrazione
ribatto:
Tu sei completamente matto, Swan.
Si piega su di me accarezzandomi la
fronte:
tutta colpa tua, Celia.
Poi ride a si tira su per ritrovare il
ritmo pazzesco che stava per condurmi

allorgasmo. La sua risata mi


scombussola, la sua potenza mi devasta.
un cocktail molto pericoloso la cui
dipendenza garantita. Mi si aggrappa
ai glutei con le mani. Avr dei segni,
sicuro, ma me ne frego. Anzi ne ho
voglia, lo so. Inarco la schiena per
assecondare meglio il suo ritmo,
avvicinandomi ogni volta che affonda
dentro di me. Il mio sesso si contrae
attorno al suo membro duro e gonfio per
farlo prigioniero. Ascolto i suoi gemiti
dietro la mia schiena e sono felice.
Mi tremano le gambe, ho i brividi,
sono invasa da un incredibile calore
finch una scarica elettrica mi scuote
dalla testa ai piedi, concentrandosi alla

base della schiena per poi raggiungere


la pancia. Pur avendo le manette ai
polsi, mi aggrappo come posso ai
cuscini del divano, incapace di
controllare le convulsioni che mi
scombussolano il corpo. Sto per venire
e Swan continua ad andare e venire
dentro di me. Sembra impazzito, mi fa
impazzire. Il mio grido di piacere
riecheggia nellambiente mansardato del
grande salotto. Seguito dal lungo rantolo
di piacere di Swan. Lo sento dimenarsi
dietro di me, col corpo agitato dagli
spasmi da cui intuisco lintensit del suo
orgasmo.
Un velo nero mi passa davanti agli
occhi.

Sento il corpo sudato di Swan sul


mio.
Ho limpressione di non toccare pi
terra, come stessi svenendo

4. In buoni termini con


il contratto

Siamo seduti sull'enorme divano del


salotto. Swan ha appena selezionato
Giselle sul suo iPod. Sono commossa da
tutte queste attenzioni. Con delicatezza
mi toglie le manette.
Ti fanno male, principessa?
Scuoto la testa. Non mi sono ancora
del tutto ripresa dall'orgasmo. No, non
c nulla che mi faccia male con Swan.

Mai. tutto talmente bello insieme a lui.


Ed proprio questo il problema! Non so
cosa ci aspetta. Io spero tutto il meglio
per noi. Ma ho tanta paura di essere
delusa.
Swan mi passa una mano tra i capelli,
mi guarda, senza sorridere, ma i suoi
occhi lasciano trapelare una miriade di
messaggi in cui leggo desiderio,
tenerezza e dolcezza. I suoi gesti sono
cos sexy. un orafo in materia
Non so esattamente cosa vuole da me,
ma so che non mi vuole male. Al di l
del fatto che spesso mi destabilizza, in
fondo la maggior parte del tempo mi fa
del bene. In tutti i sensi. Quasi mi

dispiace di averlo insultato prima. Mi


stringo a lui e gli sussurro:
Swan, io
Sst, fa lui sottovoce. Non c pi
nessuno Swan n Lily Diamond tra noi.
Tu sei Celia e io sono Liam.
Liam? carino, gli sta bene!
Swan era il nome con cui mia
madre chiamava me e mio fratello. Era
una ballerina classica che aveva
esordito nel Lago dei cigni, e da allora
rimasto cos. Ci ha trasmesso sin da
piccoli lamore per la danza. Andavamo
a tutte le prove, assistevamo ai balletti,
ci piaceva tantissimo.

Ecco unaltra cosa forte che ci


unisce, lamore per la danza sin
dallinfanzia! Sono sconvolta da
questaltro punto in comune. E immagino
Liam da piccolo mentre osserva delle
ballerine che volteggiano sul palco. Lo
immagino insieme a suo fratello mentre
assistono alle prove della loro madre.
commovente. Gli passo la mano sulla
maglietta nel punto in cui pocanzi ho
scoperto il tatuaggio. Lui sorride e mi
accarezza i capelli:
A 18 anni io e Nigel ci siamo fatti
tatuare un piccolo cigno sulla spalla
come ricordo della nostra infanzia.
Questo subito dopo la morte di nostra
madre.

Allimprovviso
assume
unaria
davvero triste. Gli appoggio la testa
sulla spalla e gli chiedo a bassa voce:
Ha avuto un incidente?
Scuote il capo.
Era affetta da una malattia alle
ossa, ha sofferto molto. Ha lavorato per
tanti anni, imponendo al suo fisico e alla
sua persona degli sforzi considerevoli.
Col tempo ho constatato io stesso i danni
causati al corpo da questa disciplina.
lunico aspetto della danza che non mi
piace molto. Questo sacrificio costante
che sconfina quasi nella tortura. Allora
ho
deciso
dimpegnarmi

nellaccompagnamento dei ballerini, per


garantire loro sicurezza e buona salute.
cos che ho conosciuto Helen due anni
fa.
Pensare che Liam ed Helen siano
amici mi lascia molto stranita.
assurdo che tu conosca una
persona che ha contato tanto me!
Liam mi passa un braccio attorno alla
spalla e questo suo gesto protettivo mi fa
venir voglia di urlare dalla felicit.
Posso assicurarti che parla sempre
di te. Le manchi Celia, sul serio. Ho
promesso a Helen che ti avrei ritrovata

ma non mi aspettavo che sarebbe andata


cos Sin dai nostri primi sguardi, mi
sono lasciato travolgere dai miei
sentimenti per te, sei tu che mi hai
travolto, hai devastato la mia ragione, e
desideravo soltanto una cosa: rivederti,
costi quel che costi!
Di nuovo, dillo di nuovo!
C qualcosa dincredibile tra noi
perch il mio stato danimo identico a
quando ci siamo conosciuti. Quanto a
Helen, sono molto colpita dal fatto che
abbia fatto di tutto per ritrovarmi. Mi
mordo il labbro inferiore. Anche lei mi
manca molto. Mi pento a volte di essere
sparita cos dalla circolazione, ma che

potevo fare? Del resto un po tardi per


pentirsi. E adesso non riesco a credere
che molto probabilmente la rivedr.
Nello sporgermi verso Liam caccio un
gridolino di dolore.
Hai male da qualche parte Celia?
No, tranquillo, penso di essermi
stirata un muscolo prima.
Liam si alza e mi porge la mano.
Vieni Celia.
Vuoi di nuovo legarmi?
Liam ride passandosi la mano tra i
capelli.

davvero irresistibile!
No, principessa, non per ora!
Vaghiamo attraverso le numerose
stanze della villa finch arriviamo in una
sala tutta rivestita di magnifiche
piastrelle in mosaico con al centro una
gigantesca vasca idromassaggio la cui
acqua produce un rilassante gorgoglio.
Mi spoglia piano. Non ci vuole molto,
ho solo il vestito! Il perizoma devo
averlo lasciato da qualche parte, in
mezzo ai cuscini del divano.
Entra pure in acqua, Celia, penso io
a tutto.

Wow, un trattamento da re!


Prende da un cesto un grappolo duva
e me lo offre. Lo guardo, distesa
nellacqua bollente, mentre mangio un
chicco duva. Mi sembra di essere in un
film di James Bond. Peraltro Liam ha un
che di Sean Connery. In versione pi
giovane ovviamente! E con pi capelli.
Si toglie jeans e maglietta per
raggiungermi.
Che ne pensi? mi bisbiglia
allorecchio stringendosi a me da dietro.
Sento il suo sesso contro i miei
glutei. Butto indietro la testa per
poggiargliela sulla spalla e mormoro:

semplicemente
Semplicemente cosa, principessa?
Semplicemente wow!
Lo sento ridere teneramente dietro di
me. Poi comincia a passarmi un guanto
sul corpo. Prima le spalle, poi la
schiena, la pancia, le gambe, i piedi, si
prende cura di tutto il mio corpo.
Wow, un modello mi lava e mi vizia!
Quando scende col guanto tra le mie
cosce e si sofferma sul mio sesso, un
momento estremamente dolce, intimo.
Mi lascio fare, la prima volta che un
uomo si prende cura di me in questo
modo. Ed unesperienza sconvolgente

e deliziosa nello stesso tempo. A tratti


sento le sue labbra sfiorarmi il collo e le
spalle. Sono baci di una tenerezza
infinita, che mi fanno gemere di piacere.
I chicchi duva scricchiolano sotto i
miei denti, sono dolci, una vera bont!
Sono in paradiso
Liam prende una boccetta di vetro
poggiata sul bordo della vasca, la apre e
si versa un liquido denso nel palmo. Poi
comincia ad applicarmelo sulla pelle.
una specie di olio dalla consistenza
estremamente piacevole.
Massaggio speciale Liam, scherza
con la sua voce dolce e roca.

Le sue mani sposano perfettamente


ogni singola forma del mio corpo e io mi
rilasso sotto le sue carezze. Dal salotto
giungono le note lontane di Giselle.
Sogno, galleggio in un sogno liquido e
profumato, in mezzo a un universo
chiuso fatto di frammenti di pietre
colorate.
Mi chiamo Celia Campbell, mangio
chicchi duva in una jacuzzi pazzesca
mentre il tipo pi fico delluniverso mi
lava e mi massaggia con oli profumati
Se in questo momento mi vedesse
unaltra, mi ucciderebbe subito per
prendere il mio posto!

Quando Liam esce dalla vasca,


ammiro il suo corpo ricoperto di
goccioline dacqua. Scivolano seguendo
in modo imprevedibile il contorno dei
suoi muscoli. Per un attimo sono gelosa
di quelle goccioline! Non pensavo
potesse esistere un uomo dalle forme
cos perfette. Potrei rimanere ore e ore a
divorarlo con gli occhi.
Evito tuttavia di soffermarmi sul suo
sesso cos attraente e mi accorgo di
essermi involontariamente leccata le
labbra. Dopo luva, non sarei contraria
ad assaggiare il suo frutto proibito. Mi
piace sentire il suo membro dentro di
me. Nel mio sesso, in bocca, sotto la
lingua, tra le dita. Prima di perdere

completamente il controllo, alzo gli


occhi verso il torso. Ha un busto che
farebbe felice un grande scultore, che
con Liam potrebbe realizzare il suo
capolavoro. I suoi capelli bagnati e
pettinati allindietro gli scoprono la
fronte larga e gli occhi languidi mentre
mi passa un accappatoio sorridendo.
Liam davvero luomo pi bello della
Terra.
Apre un armadietto in cui sono
piegati degli asciugamani di tutti i
colori. Sceglie un grande telo verde e
dice con la sua voce roca:
Si sposa benissimo con il colore
dei tuoi occhi, principessa.

Wow, ha scelto un asciugamano in


base al colore dei miei occhi!
Torna verso di me e mi porge la mano
per aiutarmi a uscire dalla vasca, poi mi
avvolge nel telo per asciugarmi
delicatamente. Impossibile trovare le
parole per descrivere i sentimenti che
mi assalgono in quel momento. Nessuno
mi ha mai dato cos tante attenzioni.
Ogni gesto di Liam come un regalo che
apro emozionata.
Grazie, Liam, grazie.
Mi sento tutta strana, commossa, la
prima volta che pronuncio il suo nome.

Grazie a te, sussurra lui, grazie di


esistere, Celia.
Si mette dietro di me e mi abbraccia.
Questo fine settimana la cuoca non
c, vado a prepararti qualcosa da
mangiare.
Sono veramente in un mondo a parte,
con cuoche e autisti. A parte questo, fa
caldissimo fuori e non ho molta fame.
Come fosse costantemente connesso a
me mentalmente, Liam mi sussurra:
Qualcosa di leggero, di fresco, da
mangiare sotto lombrellone. Ti va
bene?

Finch mi dirai le cose cos, mi andr


sempre bene!
Mmm, mi va benissimo.
***
Dei gabbiani librano nellaria. La
calura brucia il paesaggio. Sotto un
ombrellone che ci protegge dai raggi del
sole di mezzogiorno, Liam mi serve
uninsalata fatta da lui, a base di
pomodori, prosciutto crudo, rucola e
scaglie di formaggio italiano. bella da
vedere, invitante e squisita! Ci versa
dello chardonnay fresco in due calici di
cristallo. esattamente quello di cui
avevo bisogno. Indosso una gonna corta

di cotone cru e un top dello stesso


colore. Unaltra scelta di Liam!
A te, principessa, dice facendo
tintinnare il suo calice contro il mio.
A te, Liam!
Un sorriso favoloso prende forma
sulle sue labbra:
Comunque, ti ricordo che non hai
ancora firmato quel famoso contratto,
principessa.
Gli passo una mano tra i capelli e
mormoro sorridendo:
Ok, parliamo di questo contratto.

Mi alzo e mi metto dietro di lui


poggiando le mani sulle sue spalle
larghe.
Mi sta bene fare di te luomo pi
felice del mondo, ma ci sono alcune
cose che andrebbero riviste
Infilo le mani nellapertura della sua
camicia bianca per accarezzargli il
torso.
E bisognerebbe aggiungere qualche
riga alla tua strana lettera damore.
Liam sussulta sotto le mie carezze.
Mmm, cos morbida la sua pelle

Gli sfioro i capezzoli con le unghie.


Glieli
pizzico,
glieli
stuzzico,
sussurrandogli allorecchio:
Ti piace, Liam?
Si lascia sfuggire un gemito, poi
continua:
Parlami piuttosto di queste nuove
clausole, Celia.
Stavolta non lavrai vinta, signor
Controllo.
Sono
pienamente
decisa
a
controllare a mia volta, a condurre
questuomo lungo un sentiero di cui non

potr conoscere in anticipo il percorso.


Voglio sorprenderlo, destabilizzarlo.
Dunque, tra queste nuove clausole,
come le chiami tu cos poeticamente,
c
Mi blocco un attimo per pizzicargli
un po pi forte i capezzoli sfregandomi
contro il cotone della sua camicia.
Respiro il suo profumo inebriante, mi
diletto nel sentirlo gemere in preda alla
mia tortura, poi proseguo:
Si tratta di una clausola molto
importante e non negoziabile Pu
essere riassunta cos: nemmeno tu hai il
diritto di dirmi di no.

Per insistere sui termini di questa


clausola di mia invenzione, faccio
ancora pi pressione sui capezzoli. Lo
sento fremere e tendersi sotto le mie
mani. Il suo modo di respirare mi eccita
ai massimi livelli.
Spero che tu sia daccordo?
Fa s con la testa continuando a
gemere sotto le mie carezze il cui ritmo
sintensifica ogni secondo che passa.
Non ho sentito bene.
Liam ride tra un gemito e laltro.
Sei dura quando si tratta di affari,

Celia.
Affondo il viso tra i suoi capelli.
Va detto che andavo bene a scuola.
Il mio professore si mostrato
convincente.
Continua a ridere e intanto cerca di
afferrarmi i polsi ma io lo dissuado
pizzicandogli ancora di pi i capezzoli.
Sci, gi le mani, per favore!
So che questa situazione lo eccita. Ci
capiamo al volo, io e lui.
In realt, non mi hai ancora

risposto, Liam!
Cio, ho dimenticato la condizione
di questa clausola, dice con tono
ironico.
Tutta un tratto inizio a graffiargli il
torso e lui caccia un gridolino. Alza le
braccia in segno di resa.
Ok, ok, accetto! Non ho il diritto di
dirti di no.
Mi piace fare questo giochino di
sottomissione-dominazione insieme a
lui. Adesso sono io che gioco a farmi
ubbidire da Liam. Ma so anche che
adoro abbandonarmi completamente a
lui, che sono sempre pronta a piegarmi

ai suoi desideri. Grazie a Liam ho capito


che non si pu avere sempre lo stesso
ruolo nella vita. Se avere il controllo
della situazione e sentirsi responsabili
una sensazione rassicurante, anche
lasciarsi guidare apre degli orizzonti
inaspettati. Con Liam imparo a venire a
patti con il mio carattere, ad adattarmi
alle situazioni per trarne lessenza. Mi
sarei persa dei piaceri impensabili se
non mi fossi lasciata dominare.
Farsi bendare gli occhi, legare, tutto
questo mi ha eccitato tantissimo. Non se
ne parla nemmeno di dirglielo
chiaramente, preferisco che continui a
indovinare fin dove pu spingersi con
me. A dire il vero, tutte le sue regole

relative ai rapporti di sottomissione mi


vanno benissimo, e sono pi che pronta
a firmare quel contratto. Non sono delle
regole, sono dei piccoli regali che ci
offriamo a vicenda.
Mi siedo sulle sue ginocchia e gli
passo la lingua attorno alle labbra. Sento
la sua erezione contro la mia coscia.
Mmm, non resister a lungo.
Mi piace soprattutto una clausola
nel tuo contratto.
Quale, Celia? mi sussurra
sfoggiando un sorriso da predatore.
La clausola dellesclusivit!
Il suo sorriso mi fa impazzire.

Io tuo?
S, solo mio, Liam.
E tu tutta mia?
Sissignore.
Gli metto una mano tra le gambe
guardandolo negli occhi.
Mmm, ce lha cos duro.
Abbasso la cerniera lampo. Il suo
sguardo si accende, il suo respiro
accelera. Infilo la mano nellapertura
dei pantaloni di tela. Bisbiglio con la
voce pi hot che riesco a fare:
Non hai il diritto di dirmi di no

Liam caccia un gemito mentre le mie


dita varcano la frontiera dei suoi boxer.
Non dico di no, ridacchia.
Prendo in mano il suo sesso e caccio
un gemito a mia volta.
cos grosso, cos caldo nella mia
mano, adoro.
Liam si limita a fremere poggiandomi
le mani sui fianchi.
Comincio ad accarezzarlo, andando
lentamente su e gi lungo il suo pene
eretto che palpita e si fa sempre pi
duro.

Ti piace, Liam?
Mmm, fa lui.
Sorrido, continuando a respirare i
suoi capelli e accelerando il ritmo. Il
suo pene scivola agevolmente nel mio
palmo, col pollice gli stuzzico il glande
che diventa sempre pi sensibile via via
che si gonfia.
Adoro il suo
prenderlo in bocca.

glande,

voglio

Minginocchio tra le cosce di Liam e


mi sporgo verso il suo sesso. Lo bagno
con un po di saliva alternando le
carezze a piccole leccatine che gli
strappano dei sospiri di piacere. Alzo

gli occhi verso di lui, mi guarda.


Mi eccita vedere cosa mi fai, Celia.
Gli sorrido, poi lo prendo in bocca.
Mmm, che delizia...
Lo spingo fino in gola per poi farlo
uscire molto lentamente, succhiandogli il
glande nel passaggio. Liam si solleva
per avvicinarsi a me. Le sue dita si
perdono tra i miei capelli. Lo prendo di
nuovo in bocca e continuo a
somministrargli quel piccolo trattamento
che lo fa impazzire. Mi do
particolarmente da fare con lestremit
del suo pene che trovo davvero

magnifica. So che lo adora, una zona


particolarmente sensibile del suo corpo.
Mi stacco un attimo per alzare gli
occhi verso di lui. Senza smettere di
toccare il suo glande impregnato della
mia saliva, gli sussurro:
Ci sarebbe
speciale, Liam!

unaltra

clausola

Stringe un po pi forte i miei capelli


tra le sue dita.
Ehm, dimmi, Celia
Succhiartelo ogni
voglio Cio spesso!

volta

che

Comincia a gemere pi forte mentre


lo riprendo in bocca. Glielo succhio con
sempre pi foga, per poi fermarmi di
nuovo.
Spesso e a lungo
Mi sorride, il suo sguardo mi
comunica che molto eccitato. Allora
prendo di nuovo il suo sesso tra le mani,
stringendo tra le labbra il glande che
inizio a succhiare senza piet. Lo sento
tremare sotto di me. Ho deciso di non
mollare, di andare fino in fondo. Voglio,
pi di ogni altra cosa, farlo godere con
la mia bocca. Voglio che esploda a scatti
dentro di me. Voglio sentire il calore del
suo orgasmo sotto la mia lingua. Voglio

berlo fino allultima goccia. Liam


percepisce forse la mia determinazione,
poich sussurra col fiato corto:
Sei sicura sicura che
Di tutta risposta io accelero il ritmo.
Mi fai impazzire
Sono lusingata, signor ONeil
Sono io a decidere, voglio sentirlo
gemere e urlare. Voglio che mi dia tutto,
non aspetto altro. Di solito non faccio
queste cose, ma ora ho troppa voglia.
tutto pi semplice con Liam. Farmi
venire in bocca, assaggiare e ingoiare il

suo sperma, tutto ci non che


unennesima clausola che inseriremo a
grandi lettere nella nostra letteracontratto damore. Mi accanisco che
un piacere.
Dio com eccitante
cos enorme nella mia bocca che
urlo di piacere e di golosit, il che
manda Liam fuori di s. Le sue dita
continuano instancabilmente a toccarmi i
capelli che non avranno pi nessuna
forma ormai. Adoro sentire le sue mani
che mi guidano e mi indicano lintensit
del suo piacere. La prospettiva del suo
orgasmo ormai vicinissimo mi fa uscire
fuori di testa. Mai e poi mai avrei

immaginato che un uomo mi avrebbe


appagato a tal punto. perch si tratta di
Liam, certo. Non di uno qualunque.
luomo a cui, sin dallinizio, non so
resistere. Luomo che sognavo da
sempre. E ho in bocca il suo sesso
mio. una sensazione allucinante di
potere e di possesso.
Mi stacco bruscamente e continuo a
toccarlo guardandolo negli occhi. Ce
lha talmente bagnato e duro che scivola
facilmente nella stretta della mia mano
mentre le dita dellaltra mia mano vanno
su e gi sul suo glande tremendamente
gonfio.
Ha gli occhi da pazzo e non smette un

attimo di gemere e di sollevare il bacino


verso di me. Io lo provoco con lo
sguardo continuando ad accarezzarlo a
un ritmo sempre pi veloce. Sento
crescere il suo desiderio sotto le mie
dita. Voglio aspettare fino allultimo per
riprenderlo in bocca e ricevere il suo
sperma.
Celia
Sst vieni, fallo per me, Liam
Un lungo gemito fuoriesce dalla sue
labbra mentre tutto il suo corpo in
preda agli spasmi. Allora lo prendo di
nuovo in bocca e sono invasa da
unonda di calore mentre lui viene a
scatti aggrappandosi ai miei capelli. Lo

bevo, ansimante e straeccitata, avverto


un calore tra le cosce, il calore del mio
desiderio. Non sono mai stata cos
bagnata. Gli accarezzo i testicoli cos
morbidi al tatto ingoiandolo tutto e
gustando la linfa del suo piacere. Non lo
lascio, voglio esagerare. Sorda ai suoi
gemiti, glielo succhio ancora un po con
dolcezza e determinazione. Finch non
lo sento supplicare:
Celia, non ce la faccio pi.
Io continuo, al che lui mi sussurra
finalmente le parole che volevo sentire:
Ti prego, Celia.

Sorrido interiormente.
Wow, una grande vittoria.
Il sublime Liam, luomo che ha
sempre il controllo su tutto, colui che mi
lega e mi sculaccia, colui che mi scopa e
mi fa godere allinfinito, questuomo ha
implorato la mia piet.
Mi piace da morire questa nuova
clausola del contratto.
Suppongo che la sua vendetta sar
terribile e assaporo in anticipo questa
affascinante prospettiva. Oggi, per,
comando io. Aspetter un po che si
riprenda, gli infiler un preservativo e

andr a sedermi su di lui per godere e


farlo godere ancora. Mi alzo e gli
sussurro allorecchio:
Riprendi fiato, bello. Tra qualche
minuto mi sieder su di te.
Tu vuoi uccidermi, Celia, dice
cercando di riprendere i sensi.
Sorrido e gli dico teneramente:
Questo solo linizio, signore.
Gli verso un po di chardonnay nel
bicchiere e lo faccio bere. un
momento molto erotico. alla mia
merc! Mi prendo cura di lui e lui si
lascia fare. Avverto una scarica di

desiderio alla base della schiena. Ho il


perizoma talmente bagnato che decido di
togliermelo. A dire il vero mi venuta
una piccola idea.
Celia, io
Sst
Lo costringo ad aprire la sua bella
bocca per infilarci dentro il perizoma.
Liam ha lo sguardo in fiamme.
A ognuno ha il suo turno, signore.
Frugo nella tasca posteriore dei suoi
pantaloni di tela e tiro fuori una
confezione di preservativi.

Devo ammettere che sei sempre


molto previdente. Ma questa lultima
volta!
Lui minterroga con lo sguardo e io
gli ricordo una delle clausole importanti
del contratto:
Ha a che fare con lesclusivit
della nostra relazione!
Minterrompo un attimo per infilargli
il preservativo sul pene in erezione, poi
continuo:
Ci faremo un test cos non dovremo
pi usarlo, ok?

Fa s con la testa afferrandomi per i


glutei mentre mi siedo a cavalcioni su di
lui. Minfilzo delicatamente col suo
sesso di nuovo eretto ed emetto un
rantolo di piacere. Liam imbavagliato
dal mio perizoma e io vado su e gi
lungo il suo fallo gonfissimo che mi
riempie completamente ogni volta che
ridiscendo sulle sue cosce. Con le mani
appoggiategli sulle spalle, lo provoco
con lo sguardo, lo possiedo e lo scopo.
Ora sono io che ti monto, Liam.
Lui mugola e mi palpa con forza i
glutei. Mi sporgo verso il suo orecchio e
gli dico con voce roca:

Ti cavalco, Liam, ti cavalco.


So che queste parole cos ripetute lo
eccitano ai massimi livelli, allora
decido di rincarare la dose per farlo
uscire completamente fuori di testa.
Mi ami, Liam? Dimmelo!
Annuisce, muovendo violentemente il
bacino. Poi si avvicina, mi afferra per i
glutei per entrarmi dentro il pi
possibile. Il mio perizoma gli impedisce
di pronunciare parole comprensibili, ma
i suoi rantoli bastano a farmi capire che
gli piace, eccome! Lo immagino ripetere
con voce ansimante cos mi uccidi
cos mi uccidi e accelero il ritmo.

Lo sento ingrossarsi sempre di pi


dentro di me. I muscoli del mio sesso si
contraggono attorno al suo sesso. Ci
siamo quasi Fa caldo il sudore
brilla sulla pelle di Liam che continua a
gemere mentre io ansimo muovendomi
sempre pi velocemente sulle sue cosce.
Lui inizia a graffiarmi il sedere.
Adoro quando lo afferra cos
Unonda caldissima converge dai
miei reni verso la mia pancia e urlo
quando lorgasmo mi attraversa e mi
annienta. Mi contraggo in un grido di
piacere dietro il collo di Liam, che si
unisce a me per godere a sua volta. Sono
come saldata a lui, ho la pancia e i glutei

in preda a degli spasmi interminabili che


mi agitano il corpo teso come un arco
dal mio meraviglioso amante.
assurdo quanto sia speciale tra di
noi.
Gli tolgo delicatamente il perizoma
dalla bocca. Lui si morde il labbro e mi
lancia uno sguardo mozzafiato.
Come fai a essere cos irresistibile,
signore?
Wow, Celia stato
Sento delle goccioline di sudore che
mi scivolano lungo la colonna vertebrale

verso lincavo dei reni. Poi le sue


grandi mani che mi accarezzano il
fondoschiena ancora cos sensibile.
Mmm, il tuo fondoschiena, adoro il
tuo fondoschiena.
Gli prendo il viso tra le mani e, con
la punta delle labbra, lo riempio di baci
su fronte, naso e bocca. Vorrei mangiarlo
tutto in un boccone. Mormoro con una
voce calda:
Sai una cosa?
Dimmi, risponde lui con la sua
voce roca.
Trovo che siamo in ottimi termini
con questo strano contratto.

Sorride divinamente
forte contro di s.

stringendomi

il nirvana, mi sento cos bene,


sono felice come non mai
E sai unaltra cosa?
Scuote la testa, bello come un dio!
Ti amo, Liam.

5. L'odore del pericolo

Mi sembra di vivere in una


dimensione parallela. Il ricordo del mio
soggiorno negli Hamptons scorre come
la pellicola di un film sensazionale sullo
schermo dei miei pensieri. Rivedo i
paesaggi, rivivo i nostri giochi, i
momenti dolci, i momenti caldi, i
giuramenti fatti, le confidenze. Non sono
mai stata cos complice con un uomo. Mi
sento innamorata come mai prima dora.
Laltra sera, tornando da Montauk, ho
fatto il test HIV. Walter mi ha

riaccompagnata a New York perch


Liam dovuto andare in Europa per
lavoro. Non lo rivedr prima di
stasera e non so come far a resistere!
Ho sempre questo bisogno costante di
lui. Mi manca persino quando siamo
insieme.
grave, dottore?
Stamattina a Central Park un
momento di pura felicit, con Liam che
mi accompagna passo dopo passo. Fa
gi molto caldo. Qua e l intravedo
degli scoiattoli che eseguono dei
movimenti acrobatici nella sterpaglia.
Delle tate portano a spasso i bimbi nei
passeggini. Dei giovani si divertono su

unarea attrezzata per lo skate e il


pattinaggio. E tra unora potr andare a
prendere i risultati del test per poi
recarmi dal ginecologo per farmi
prescrivere la pillola.
Allimprovviso mi ricordo che
stasera dovr tornare al Blue Butterfly e
questa prospettiva non mi affascina
neanche un po.
No, non voglio pi ballare mezza
nuda davanti a degli sconosciuti!
Prendo il cellulare in borsa. Siccome
non ho il coraggio di chiamare
direttamente Amanda, seleziono Linda
nella rubrica e schiaccio il tasto di

chiamata. Dopo pochi secondi sento la


voce della giovane ballerina nel
telefono:
Celia! Hai passato un bel fine
settimana?
Bellissimo. E tu, Linda?
Sono stata col mio ragazzo, mi ha
portato a Disney World!
Sorrido interiormente. Linda ancora
giovane, mi sento a mille miglia da
Disney World. Del resto nessun parco di
attrazioni mi dar mai le sensazioni che
mi provoca il sublime Liam ONeil.
Alla fine mi faccio coraggio e dico:
Senti, Linda, non posso venire al

club questa settimana. Potresti avvisare


Amanda da parte mia?
Perch non chiami direttamente lei?
chiede stupita.
Minvento una grande bugia.
Impossibile contattarla, risponde
sempre la segreteria.
Linda fa un sospiro come se
dubitasse della veridicit delle mie
parole.
OK, dice infine lei, glielo dico
stasera appena arrivo. Cosa le dico tra
laltro?
Dille che ho beccato un virus, che

non sono molto forma, ok?


Segue un silenzio.
Sicura che va tutto bene? Non avrai
qualche seccatura, spero?
No, non preoccuparti. Ho giusto
bisogno di riflettere su alcune cose.
Ok, ci penso io a dirlo ad Amanda.
Tu riguardati, tesoro.
Grazie mille, Linda. Ti adoro.
Anchio ti adoro.
Riagganciamo.
boccata daria.
Uff, fatta!

Prendo

una

bella

Anche se non sono molto orgogliosa


di essere passata da Linda per
comunicare la mia assenza al locale, non
me la sentivo di spiegare le mie
reticenze ad Amanda. Mi avrebbe fatto
il terzo grado e, ora come ora, ho
bisogno di fare il punto in tutta
tranquillit.
Una cosa certa: non riesco pi a
immaginarmi ballare al locale! Dovr
trovarmi un altro lavoro per pagare le
spese di ogni giorno.
Ed la stessa cosa con Helen. Penso
molto a lei, ho molta voglia di rivederla,
ma ho ancora bisogno di riflettere.
Voglio che il nostro incontro avvenga

nelle migliori condizioni.


Controllo lora. il momento di
andare a prendere i risultati del mio test
HIV!
***
Yes, tutto a posto, sono sana come
un pesce.
A dire il vero non ero molto
preoccupata. Sono sempre stata molto
attenta sotto quel punto di vista. Ci non
toglie che sia sempre un sollievo quando
arrivano i risultati. Sono appena uscita
dallo studio del ginecologo che mi ha
prescritto la pillola. Ho la strana

sensazione che stia per iniziare una


nuova vita. A pensarci bene, basta poco:
un nuovo incontro, un test, una pillola e
il mondo sembra aprirvi le porte di uno
scenario inaspettato.
Torna presto, Liam, ti prego.
Mando un messaggio a Liam per
annunciargli che va tutto bene e che mi
manca molto. Lo immagino mentre legge,
il suo sguardo, il suo desiderio allidea
di fare lamore senza preservativo.
Sorrido di ci che penso. Sono come
una ragazzina, impaziente e sempre con
qualche nuova voglia.
Ho un solo nome in testa, un solo

nome accompagna ogni mio respiro:


Liam, Liam
Ho Liam O Neil nella pelle,
ufficiale!
Sto per aprire la porta del mio
appartamentino quando mi squilla il
telefono. un numero privato. Di solito
non rispondo a questo tipo di chiamate,
ma penso che magari sia Liam che cerca
di chiamarmi dallEuropa con un altro
cellulare.
S, pronto?
La voce che mi risponde non affatto
quella che speravo. Ancor prima che si

presenti, riconosco immediatamente il


timbro grave di Kleber Aniston.
Salve. Posso chiederle come ha
ottenuto il mio numero?
Tramite la sua amica Linda. Non si
arrabbi con lei, ho insistito cos tanto,
spiegandole che era davvero urgente,
che non ha avuto molta scelta.
Sospiro. Adoro Linda ma trovo che a
volte parli un po troppo. Avrei preferito
che fosse pi discreta su questa
faccenda.
Cosa vuole, signor Aniston?
Lei doveva chiamarmi, cos mi
sono permesso di sollecitarla. Pu

ricevere una grossa somma di denaro se


accetta di fare avanzare la mia inchiesta.
Vorrei tanto rispondergli di andare a
quel paese. Vorrei raccontargli degli
straordinari momenti passati con Liam
negli Hamptons. Ma fuori discussione.
Non hanno nulla a che vedere con questo
tizio. Non ho voglia di tradire Liam.
Per ho bisogno di capire.
Nessuno pu cambiarmi! Sono
sempre stata una che va in fondo alle
cose, che si sforza di avere il controllo
su tutto, che non si tira mai indietro in
nessuna situazione! E sono convinta che
lunico modo per sbarazzarmi di
questuomo che si accanisce a farmi

credere che Liam sia un disonesto


incontrarlo di nuovo affinch mi spieghi
una volta per tutte di cosa lo accusa e
cosa si aspetta che io faccia.
Coraggio, mi lancio, voglio vederci
chiaro...
Benissimo, signor Aniston,
vediamoci!
Grazie signorina. Scelga lei il
luogo. E incontriamoci a fine
pomeriggio.
Ho appuntamento con Liam in un
ristorante di Manhattan. Lideale
sarebbe incontrare Kleber Aniston
unora prima nella stessa zona. Gli do

l'indirizzo di un posto che conosco a


Manhattan, un bar dove una sera ho
bevuto un bicchiere con Linda, e gli dico
che lo aspetter l alle 7.
Riaggancio e mi tornano a galla una
marea di pensieri. Spero proprio che
non sto commettendo una sciocchezza.
Troppo tardi in ogni caso, il dado
tratto
Guardo lora. Ho il tempo di fare una
doccia e cambiarmi prima di andare
allappuntamento.
allora che noto la busta infilata
sotto la porta! La apro con impazienza e
trovo:

1) il test HIV di Liam Va tutto bene


anche per lui!
2) la lettera-contratto rimaneggiata
secondo i miei desideri, pi una
clausola che informa che ho il diritto di
aggiungere tutte le clausole che mi
passano per la testa.
Sorrido per la storia delle clausole e
il cuore mi batte fortissimo al pensiero
che anche Liam avesse fretta di fare il
test. In futuro potremo fare lamore in
qualsiasi momento senza preoccuparci
di questa protezione che toglie
spontaneit e rovina un po le
sensazioni. Ci immagino, pieni di
desiderio, liberi di unirci senza la

minima restrizione. Ho molta voglia di


sentire il sesso di Liam dentro di me e di
provare il calore del suo orgasmo.
Mmm, non vedo lora!
***
Mi sempre piaciuta Broadway e
non vedo lora di rivedere Liam tra
unoretta. Ma prima devo adempiere un
altro obbligo.
Forza, solo un brutto momento,
passer!k
Aniston mi aspetta in un angolo del
Tonic Times Square, un bar sulla Settima

strada, tra la Quarantottesima e la


Quarantanovesima. Indossa un abito che,
molto probabilmente, non gli stato
fatto su misura. molto sudato e non
smette di asciugarsi la fronte con un
fazzoletto con sopra le sue iniziali
ricamate. Non so se sia per via della
calura o perch in imbarazzo allidea
di confidarmi certi segreti.
Metto subito in chiaro le cose.
Non ho molto tempo, ho un
appuntamento importante tra meno di
unora.
Lui scuote la testa e mi chiede cosa
voglio bere. Rispondo, con tono

distaccato:

Unacqua
benissimo.

minerale

andr

Ordina la mia bibita al cameriere che


si affaccenda all'estremit del bancone,
poi si schiarisce la voce:
Benissimo! Andiamo dritti al punto.
Ha rivisto Chi-sa-lei negli ultimi tempi?
Sospiro:
Non la riguarda molto, comunque
s!
Sarebbe disposta ad aiutarmi in
cambio di una grossa somma di denaro?

Non ho bisogno di soldi, mento.


Kleber Aniston abbozza un sorriso
che non mi piace affatto.
Eppure, stando a quel che mi ha
detto Linda, sta pensando di lasciare il
locale, dunque avr senzaltro bisogno
di soldi per vivere, dico bene?
Cazzo, di cosa simpiccia?
Ho dei soldi da parte, non si
preoccupi.
Non assolutamente vero, ho il conto
praticamente a secco, ma non voglio
infilarmi in questa faccenda.

Kleber Aniston non un tipo che


molla facilmente la sua preda. Con tono
accondiscendente dice che mi crede
sulla parola, ma che i miei risparmi
sarebbero pi che consistenti che
accettassi di fare ci che mi chiede.
Pff, inizia seriamente a stufarmi.
E cosa dovrei fare esattamente?
Si schiarisce la voce, poi, con una
naturalezza sconvolgente, mi annuncia:
Per motivi personali, intendo
nuocere a Liam ONeil. E lei pu
aiutarmi!

Gli lancio uno sguardo interrogativo.


Come le ho fatto pi o meno capire
durante la nostra conversazione al Blue
Butterfly, basta che lei vada a letto con
questuomo per fornirmi, diciamo
delle foto compromettenti!
Lo guardo di traverso.
Mai e poi mai, brutto stronzo!
Ho capito bene cosa mi sta
chiedendo di fare?
Kleber Aniston non si arrende per
nulla al mondo.

Lo so, un po delicato, sussurra,


ma stia sicura che sar generosamente
risarcita.
Mi mordo linterno guancia. Mi sento
ribollire di rabbia. La mia risposta
sferzante:
No, signor Aniston.
Ascolti, continua lui con tono
mieloso, possiamo trovare un accordo.
Anche se ora non posso vedermi
dallesterno, sono sicura di avere uno
sguardo fulminante.
Mi ascolti bene, caro signore. Non
avr mai foto di me insieme a un uomo.

Tanto pi che non credo alla sua storia


secondo cui Chi-sa-lei sarebbe una
persona
pericolosa
e
poco
raccomandabile.
La prego di credermi, insiste lui.
Faccia lei il prezzo!
Razza di bastardo che pensa di poter
comprare tutto con i soldi
Casca male, signore. Non ho
assolutamente nessun prezzo da farle, e
anzi informer linteressato di questa
conversazione.
Pi passano i secondi, pi ho
limpressione di trovarmi di fronte a un
serpente velenoso. Questo tipo che mi

propone di stabilire un prezzo per fare


delle foto compromettenti mi sembra
sempre pi losco. E leggo inquietudine
nel suo sguardo.
Sia ragionevole, signorina, le giuro
che se
BASTA! Mi sono spiegata?
Intorno a noi le conversazioni si
bloccano, la gente ci guarda. Ho
senzaltro alzato un po la voce. Bevo un
sorso di acqua minerale e riappoggio il
bicchiere sul bancone con un gesto
secco.
Arrivederci e grazie per la
consumazione. La prego di non accanirsi

pi contro di me in futuro.
Senza dargli il tempo di rispondere,
esco alla svelta dal Tonic Times Square.
Una volta fuori, sono furiosa.
Nonostante il caldo soffocante, ho i
brividi ovunque. Sotto il tessuto leggero
del mio vestitino nero, mi sento
improvvisamente fragile e vulnerabile.
Imbocco una via stretta per recarmi nel
luogo del tanto atteso appuntamento. E
accelero il passo, impaziente di rivedere
Liam.
Mmm, due giorni senza di te sono
troppi
Di colpo ho un brutto presentimento.

Ho la spiacevole sensazione che tutto in


strada rappresenti un pericolo per me.
Ogni passante, ogni automobilista
Lossigeno che inspiro non pi lo
stesso. Non saprei spiegarlo ma avverto
come
lodore
del
pericolo
nellatmosfera.
Pff, lodore del pericolo! Devo
smettere subito di essere paranoica!
Scendo
dal
marciapiede
per
attraversare ed ecco che resto
letteralmente impalata! Una macchina
sfreccia verso di me e capisco subito
che c qualcosa che non va

Continua!
Non perdetevi il
prossimo episodio!

Nella libreria:

Fammi tua, vol. 3


Dopo qualche incontro movimentato,
Liam e Celia possono finalmente godersi
la felicit di stare insieme. La vita gli
riserva ancora cos tante sorprese! Tra il
ritorno della sua migliore amica, una
nuova carriera che si annuncia e i
sensuali giochi erotici in cui la trascina
il suo amante, Celia ha tutto per essere
felice. Resta solo la questione del
contratto da risolvere Cosa decider?

Nella libreria:

Prigioniera del vampiro


Il mondo ormai diviso in mortali e
vampiri. La societ sembra essersi
adattata alla convivenza delle due
specie, ma la diffidenza rimane. Una
notte, una berlina di grossa cilindrata
che sfreccia a gran velocit investe
Hlose, una ragazza di 22 anni. L'uomo
che ne esce, che evidentemente ha fretta,
raccoglie il corpo e lo trasporta fino alla
sua macchina. L'uomo Gabriel, un
magnifico e misterioso vampiro. Hlose
deve restare da lui fino alla nuova luna,
27 giorni dopo. Una relazione sensuale e

ammaliante, raccontata con talento da


Sienna Lloyd. Un libro inquietante e
avvincente, un incrocio tra Twilight e
Cinquanta sfumature di grigio!
Scarica estratto