Sei sulla pagina 1di 126

Scritti di Termodinamica 2002 !

2014
(02/07/18) Una mole di gas ideale passa dallo stato A allo stato B con
una trasformazione isobara in cui:
H = 2269:72 J,
U = 1621:23 J,
S = 6:931 J=K
Determinare i valori di TA e TB :
Soluzione
H = U + P V =)
U = cV

T = cV (TB

dS = T1 dU + Tp dV =
=

cp
cV

TB
TB
TA

TA =

H=

H
U

U
cV

TA )

cV
T

2269:72
1621:23

U + p V = cp T = cp (TB

dT + R dT
=
T

cp
dT
T

S = cp ln TTBA

= 1:4 =) gas biatomico

1621:23
5
8:314
2

= 78:0 K

= exp( S=cp ) = exp(6:931=( 27 8:314)) = 1:2689

TA +78 K
TA

TA =

= 1:2689 ) 0:2689TA = 78 K )

78
0:2689

= 290:07 K, TB = 368:07 K.

TA )

(02/07/18) Una mole di gas ideale biatomico compie un ciclo reversibile


costituito da:
1) una espansione adiabatica da A (TA = 600 K ) a B (TB = 300 K).
2) una compressione isoterma no al punto C a volume uguale a quello
iniziale VA :
3) una trasformazione isocora no a tornare alla temperatura TA :
Calcolare il rendimento del ciclo.
Soluzione:
VC = VA ;

= 7=5;

QAB = 0; QBC = RTB ln VVBC = RTB ln VVBA


1

=
TA VA 1 = TB VB 1 =) VVBA
0:17678
QBC = 8:314 300 ln (0:17678) J =
QCA = CV (TA

TC ) =

5
2

L
QCA

1913:4
6235:5

VA
VB

4322:1 J

8:314 300 J = 6235:5 J

L = QBC + QCA = 1913:4 J


=

TB
TA

= 0:30686

TB
TA

1
2

5
2

(02/09/12) Un blocco di stagno di massa m = 1:5 kg a temperatura


ambiente (tA = 20 C) viene posto a contatto con una sorgente alla temperatura di fusione dello stagno (tF = 232 C): Ad equilibrio raggiunto, la
variazione di entropia delluniverso vale Sun = 42:2 J=K. Calcolare il calore
specico dello stagno.
Soluzione
Sun =

SSn +

Q = mc(TF
Samb =

TA ) + m
mc(T F

T A )+m
TF

Sun = mC ln TTFA +
C=

S un
m ln

TF
TA

SSn = mc ln TTFA +

Samb

TF T A
TF

m
TF

m
TF

Q
TF

Samb =

calore ceduto dalla sorgente..


;
mc(TF

T A )+m
TF

= mC ln TTFA

42:2
1:5(ln

273:15+232
273:15+20

232 20
273:15+232

TF T A
TF

J=KgK = 225:98 J=KgK.

(02/09/12) Cinque moli di gas ideale biatomico sono contenute, alla


temperatura t1 = 250 C, nel volume V1 di un cilindro connesso ad un altro cilindro da un rubinetto chiuso. Il gas compie nel primo cilindro una
espansione adiabatica reversibile, no ad occupare un volume V 0 = 4V1 . Si
apre poi il rubinetto e il gas uisce nel secondo cilindro, inizialmente vuoto,
di volume V2 = V1 : Il sistema termicamente isolato e con pareti rigide.
Calcolare U e S di ciascuna trasformazione.
Soluzione
U1 = ncV (T10

S1 = 0 (Adiab. rev.).
523:15 K
Cp = 27 R, CV = 25 R,
T1 V1

= T10 V10

Cp
CV

= 1:4;

) T10 = T1

T1 ); n = 5; T1 = t1 + 273:15 =
1 = 0:4

V1
V10

= T1

1 0:4
4

0:574 35 T1 = 0:574 35 523:15 K = 300:47 K.


U1 = 5 2:5 8:314 (300:47

523:15) J =

U2 = 0 (Espansione libera).
V

S2 = nR ln Vfi ; Vf = 4V1 + V2 = 5V1 :


S2 = 5 8:314 ln 45 J=K = 9:276 1 J=K.

23142: J

(02/09/26) Una macchina termica reversibile assorbe una quantit di


calore Q2 = 2 105 J da una sorgente a T2 = 973:2 K, e cede una quantit
di calore Q1 ad una sorgente a temperatura T1 = 573:2 K, e una quantit
di calore Q3 = Q1 ad una sorgente a temperatura T3 = 373:2 K. Calcolare
il valore di Q1 ; il lavoro totale compiuto ed il rendimento.
Soluzione
Q1
T1

+ QT22 +

Q1
T1

+ QT31 =

3
Q1 TT11+T
=
T3

Q1 =

2 105
973:2

Ltot = Q2
2 105 J
=

Ltot
Q2

Q3
T3

= 0: (Teorema di Clausius)
Q2
;
T2
Q2
;
T2

Q1

Q1 =

573:2 373:2
573:2+373:2

jQ1 j

1
T1

1
T3

Q2 T1 T3
T2 T1 +T 3

J = 46452 J:

jQ3 j = Q2

2 jQ1 j =

2 46452 J = 107096 J.
107 096
2 105

Q2
;
T2

= 0:53548:

(02/09/26) Un cilindro con pareti adiabatiche chiuso da un pistone


isolante,scorrevole senza attrito. Il volume interno di 72 dm3 diviso a met
da una parete diatermana ssa. Entrambe le parti sono riempite con un
gas ideale avente Cv = 16:6 J=Kmol, P = 1 bar e t = 0 C: Si comprime
reversibilmente il gas nella parte A no a che la pressione nella parte B
PB = 2 bar. Calcolare, per il gas contenuto in A, il volume VA , Il lavoro LA
e la variazione di entropia SA :
Soluzione
T
T0

P
P0

S=

= 2 ) T = 2 T0 = 546:3 K ( trasf. isocora in B)


SB = 0 (adiab. rev.) )

SA +

0 V0
=
n = PRT
0

SA =

105 36 10 3
8:314 273:15

SA =

SB =

ncV ln TT0 :

= 1:5852 mol.

1:5852 16:6 ln 2 =

18:240 J=K.

Ma per la generica trasformazione in A:


SA = nCV ln TT0 + nR ln VVA0 =
ln VVA0 = 2

SA
nR

SA
nR

) VA = V0 e2

SA + nR ln VVA0 ) nR ln VVA0 = 2 SA
= 36 exp( 2:768) = 2:2603 dm3

(18:240 2)=(1:5852 8:314) = 2:7680


U=
LA =

(LA + LB ) =
U=

2ncV (T

LA

(LB = 0 perch VB = cost.)

T0 ) =

2ncV T0 =

2 1:585 2 16:6 273:15 J = 14376 J

(03/01/15) Una mole di gas ideale monoatomico esegue un ciclo ABCA


in cui: AB una espansione isobara che ne raddoppia il volume; BC una
trasformazione isocora irreversibile, realizzata ponendo il gas a contatto il
gas con una sorgente a temperatura TC; CA una compressione isoterma
reversibile.
Calcolare il rendimento del ciclo e la variazione di entropia delluniverso.
Soluzione
Nel ciclo, irreversibile, il calore viene assorbito lungo lisobara.
QAB = nCp (TB

TA );

viene invece ceduto nellisocora BC e nellisoterma CA:


QBC = nCV (TC

TB ) = nCV (TA TB )
VA
VA
= nRTA ln
QCA = nRTA ln
VC
VB
quindi
nCV (TA TB ) + nRTA ln(VA =VB )
CV (TB =TA 1) + Rln(VB =VA )
=1
= 1+
nCp (TB TA )
Cp (TB =TA 1)
essendo TB =TA = VB =VA = 2; si ottiene:
CV + R ln 2
3=2 + ln 2
=1
= 0:12
=1
Cp
5=2
La variazione di entropia nel ciclo nulla, quindi la variazione di entropia
delluniverso pari alla variazione di entropia delle sorgenti.
VA
TB
TC TB
CV
R ln
=
Suniv = Ssorg = Cp ln
TA
TC
VC
8:314 ((5=2) ln 2 (3=2) + ln(1=2)) J=K = 3:18 J=K.
TB
SsorgAB = Cp ln
= ( 8:314) (5=2) ln 2 = 14:407 J=K:
TA
VA
SsorgCA = R ln
= ( 8:314) ln(1=2) = 5:7628 J=K.
VC
TC TB
SsorgBC = CV
= ( 8:314) ( 3=2) = 12:471 J=K.
TC
TB
SgasBC = CV ln
= ( 8:314) ln(1=2) 3=2 = 8:6442 J=K.
TC
SsorgCA + (
SgasBC ) = 5:7628 + 8:6442 = 14:407 J=K.
Si noti che TC = TA
7

(03/01/24) Una massa di ghiaccio m = 0:9 kg a temperatura T1 = 250


K viene introdotta in un recipiente vuoto di volume 0:1 m3 , che viene messo
a contatto termico con una sorgente a T2 = 500 K.
Calcolare la pressione nel recipiente allequilibrio, la variazione dentropia
dellacqua e quella della sorgente termica; lacqua viene poi riportata reversibilmente alla temperatura iniziale. Calcolare la variazione dentropia
delluniverso nellintero ciclo di riscaldamento e rareddamento.
Soluzione
5
Pmol = 18 g=mol, Cv = R = 20:785 J=Kmol,
2
Cgh = 2093:4 J=kgK, Caq = 4186:8 J=kgK,
F

= 3:344 105 J=K,

= 2:257 106 J=K

Soluzione
P =

nRT
mRT
900 8:314 500
=
=
= 2:078 5 106 P a
V
(Pmol ) V
18 0:1

Q1 = Cgh m (TF
Q2 =

T1 ) = 2093:4 0:9 (273:15

250) = 43616: J

m = 3:344 105 0:9 = 3:009 6 105 J

Q3 = Caq

m (TE

TF ) =

4186:8 0:9 (373:15

273:15) = 3:7681 105 J

m = 2:257 106 0:9 = 2:0313 106 J


900
Q5 = Cv n (T2 TE ) = 20:785
(500 373:15) = 1:318 3 105 J
18
Q = Q1 + Q2 + Q3 + Q4 + Q5 =
Q4 =

(0:43616 + 3:0096 + 3:7681 + 2 0:313 + 1:3183) 105 = 2:884 5 106 J


2:884 5 106
= 5769:0 J=K
500
TF
Q2
TE Q4
T2
= mcgh ln
+
+ mcacq ln
+
+ ncv ln
=
T1
TF
TF
TE
TE

Samb =
Sacq
= 0:9

Q
=
T

2093:4

2:031 3 106
+
373:15

ln

273:15
3:009 6 105
+
+ 0:9
250
273:15

4186:8

ln

373:15
+
273:15

500
900
ln
= 8191:9 J=K
18
373:15
Il rareddamento reversibile non modica la variazione dentropia che
vale:
+20:785

Sun =

Samb +

Sacq =

5769:0 + 8191:9 = 2422:9 J=K

(03/01/24) Tre moli di gas ideale passano dallo stato A (VA = 30 dm3 ;
PA = 2 bar) allo stato B (VB = 100 dm3 ; PB = 4 bar) compiendo una
trasformazione reversibile, rappresentata da un segmento sul piano (P; V ).
Sapendo che SAB = 148:2 J=K decidere se il gas monoatomico o
biatomico.
Calcolare il calore scambiato dal gas nella trasformazione.
Soluzione
SAB = nCV ln
nCV

CV =
5=2 R

VB
PB
VB
PB
+ nCP ln
= n CV ln
+ (CV + R) ln
PA
VA
PA
VA

PB
VB
+ ln
PA
VA

+ nR ln

SAB =n

VB
VA

ln

R ln

PB
VB
ln
+ ln
PA
VA

VB
VA
1
3

148:2
=

8:314 ln(

ln 2 + ln(

10
)
3

10
)
3 = 20:763 J=K =

gas biatomico
L = 1=2(PA + PB )(VB
TB =

0:03) = 21273 J

PB VB
PA V A
; TA =
nR
nR

U = nCV
5=2 (PB VB
Q=

VA ) = 1=2(6 1:013 105 )(0:1

T = 5=2 nR(TB

TA ) =

PA VA ) = 5=2(4 0:1

2 0:03) 1:013 105 = 86105 J

U + L = 86105 + 21273 = 1:073 8 105 J

10

(03/04/15) Un gas ideale biatomico, a pressione P0 = 1:013 105 P a,


volume V0 = 0:01 m3 e temperatura T0 = 293:2 K viene compresso adiabaticamente e reversibilmente no a V1 = 1:5 10 3 m3 . A causa dellimperfetto
isolamento termico, dopo un certo tempo il gas ritorna alla temperatura
iniziale T0 .
Calcolare la pressione massima raggiunta, la temperatura massima, la
pressione nale del gas, la variazione di entropia del gas e lenergia utilizzabile.
Soluzione
7
= ; P0 V0 = P1 V1 ; )P1 = P0
5

V0
V1

10
1:5

= 1:013 105

7
5

Pa =

= 1:442 4 106 P a
T0 V0

= T1 V1

) T1 = T0

P1 V1 = P0 V0 ) P1 =
Sgas = nCv ln
=

6:5545

= 293:2

10
1:5

K = 626:22 K

P0 V0
1:013 105 0:01
P a = 6:753 3 105 P a
=
V1
1:5 10 3

T0
P0 V 0 5
5 1:013 105 0:01 293:2 J
T0
=
Rln =
ln
=
T1
RT0 2
T1
2
293:2
626:22 K

T1

T0
T0

P0 V0 5 T1 T0
5 P0 V0
R
(T1
=
RT 0 2
T0
2 T02

5 1:013 105 0:01


(626:22
2
(293:2)2
Sun =

V0
V1

2
5

J
K

Samb = nCv
=

Sgas +

293:2)

J
J
= 9:810 5
K
K

Samb = ( 6:5545 + 9:8105)

Ein = T0 Sun = 293:2 3:256

J
J
= 954:66
K
K

11

T0 ) =

J
J
= 3:256 =
K
K

(03/04/15) Un frigorifero reversibile funziona assorbendo W = 400 J


per ciclo, tra t2 = 25 C e t1 = 4 C. Se vi si pone allinterno 1 kg di acqua
a t3 = 20 C;calcolare in quanti cicli la macchina riuscir a trasformare tutta
lacqua in ghiaccio a t1 = 4 C.
J
;
calore specico dellacqua Ca = 4187
kgK
J
calore specico del ghiaccio Cg = 2051:5
kgK
J
calore latente di fusione dellacqua = 3:344 105
K
Soluzione
T1 = 273:15 K 4 K = 269:15 K; T2 = 298:15 K; T3 = 293:15 K;
T0 = 273:15 K temp. di congelamento dellacqua
T1
269:15
= 0:097266
Il rendimento = 1
=1
T2
298:15
W
400
Q2 =
=
J = 4112 J
0:097266
Q1 = W

Q2 = ( 400 + 4112)J = 3712 J

Il calore da sottrarre allacqua :


Q = m [Ca (T3

T0 ) +

+ cg (T0

T1 )] =

= (4187 20 + 3:344 105 + 2051:5 4) J = 4:2635 105 J=


4:2635 105
Q
n=
= 115 cicli.
=
Q1
3712

12

(03/06/23) Il calore specico a pressione costante del platino, tra 250


K e 1400 K, dipende da T in accordo alla relazione empirica
Cp = (122:3 + 0:03T + 2:15 105 T

)J=kgK

Una massa di 250 g di platino a T1 =280 K viene posta, mantenendo la


pressione costante, in contatto termico con una sorgente a T2 =1400 K.
Calcolare la variazione di entropia ed entalpia del platino, e la variazione
dentropia delluniverso.
Soluzione
RT
Q = m T12 Cp dT

Cp = a + bT + cT

H = Q = m a(T2

b
T1 ) + (T22
2

0:25(122:3 1120 + 0:015 (14002

1
) =
T1
1
2802 ) 2:15 105 (
1400
T12 ) C(

1
T2

1
))J =
280

41454 J
Z
RT
R T dT
RT
R T dT
dQ
dT
S=
= m T12 Cp
= m a T12
+ b T12 dT +c T12 3
T
T
T
T
m a ln

T2
+ b(T2
T1

0:25(122:3 ln
57:938

T1 )

c 1
(
2 T22

1
) =
T12

1400
2:15 105
1
+ 0:03(1120)
(
280
2
14002

1
J
)) =
2
280 K

J
K

Suniv =

S+

Ssorg =

Q
= (57:938
T2

13

41454 J
J
) = 28:328
1400 K
K

(03/06/23) Due macchine termiche utilizzano le stesse sorgenti, alle temperature T1 = 300 K e T2 = 600 K: La prima macchina, reversibile, assorbe
Q2 = 2 kJ e produce un lavoro L. La seconda, irreversibile e con rendimento
2 = 0:3, produce lo stesso lavoro L:
Calcolare la variazione di entropia delluniverso in un ciclo delle due
macchine.
Soluzione
1

L=
0

Q2 =

rev
1

T1
=1 0:5 = 0:5
T2
Q2 = 0:5 2000 J = 1000 J
=1

1000
= 3333 J calore ceduto dalla sorgente calda alla macch.
0:3

irrev.
0

Q1 = L
irrev.
0

S1 =
0

S2 =
Suniv =

Q2 =

2333 J calore ceduto alla sorgente fredda dalla macch.

Q1
aumento dentropia della sorgente fredda
T1
0

Q2
diminuzione dentropia della sorg. calda
T2
0

S1 +

S2 =

2333
300

3333
600

14

J
J
= 2:221
K
K

(03/07/11) Un cilindro con pistone, contenente n = 3 moli di gas ideale


biatomico, si trova in equilibrio termico con 1 Kg di acqua alla temperatura
TA = 373:2 K. Il gas viene compresso in modo reversibile a T costante, a
1
contatto con lacqua no allo stato B in cui VB = VA . Una trasformazione
3
adiabatica reversibile riporta il gas al volume iniziale VA . Inne anche la
temperatura viene riportata al valore iniziale TA ponendo di nuovo il cilindro
in contatto termico con lacqua e mantenendo costante il volume. Calcolare:
Il lavoro richiesto in un ciclo:
quanti cicli sono necessari per far evaporare tutta lacqua;
la variazione dentropia del gas e dellacqua nellisocora;
lenergia inutilizzabile in un ciclo.
Soluzione
(A ! B, isoterma)
1
VB
= 3 8:314 373:2 ln J = 10226 J
LAB = nRTA ln
VA
3
= QAB = calore ceduto dal gas (A ! B). Per il gas si ha:
VB
SB SA = QTAB
=
nRln
A
VA
(B ! C, adiabatica)
LBC = nCV (TB
e quindi TC = TB
1=

7
5

TC ) ma si ha: TC VC
VB
VC

5
8:314 (373:2
2
Per il gas SC SB = 0
(C ! A, isocora)
LCA = 0; Per il gas SA

= TB VB

1 = 25 ; TC = 373:2

LBC = 3

1
3

0:4

= 240:49 K

240:5) J = 8274:5 J

SC = nCV ln

TA
=
TC

5
373:2
8:314 ln
J=K = 27:40 J=K
2
240:49
Calore assorbito dal gas (C ! A) = QCA =
3

15

U = nCV (TA

TC ) = LBC

perch TA = TB
La variazione dentropia dellacqua nellisocora vale
QCA
8274:5
SaCA =
=
J=K = 22:17 J=K
TA
373:2
La somma delle variazioni dentropia per acqua e gas nellisocora (lunico
processo irreversibile) d
Suniv = 27:40 J=K

22:17 J=K = 5:23 J=K =

Lenergia inutilizzabile vale


Ein = TA
Suniv = 373:2 5:23 J = 1951:5 J:
Il lavoro richiesto in un ciclo
L = LAB + LBC = (8274:5

10226) J =

1951:5 J

che il calore ceduto allacqua a ogni ciclo.


2257 103
m
=
= 1157
Numero cicli n =
L
1951
Procedura alternativa per il calcolo di Ein :
In un ciclo il gas torna allo stato iniziale e quindi
(Infatti

perch
ln

Sgas = nR ln
2=5
TC VA

VB
TA
+ nCV ln
=0
VA
TC

2=5
TB VB

2=5
TA VB

TA
TC

5
2

VB
= 0)
VA
In un ciclo
Suniv =
Ein = TA

Sacq =
Sgas +

Sgas = 0

1951:5
Q
=
= 5:23 J=K
TA
373:2
Sacq = 5:23 J=K

Suniv = 373:2 5:23 J = 1951:5 J:

16

VA
VB

5 TA
ln
+
2 TC

(03/07/11) Una macchina termica reversibile lavora con quattro sorgenti. Dalla prima, a temperatura T1 = 500 K, la macchina assorbe il calore
Q1 = 5000 J. Alla quarta sorgente, a T4 = 280 K, la macchina cede il calore
Q4 = 1400 J . Con la seconda e la terza sorgente (T2 = 400 K e T3 = 300
K ), la macchina scambia i calori Q2 e Q3 = Q2 . Calcolare il rendimento
della macchina.
Soluzione
Q1 Q2
Q1 Q2 Q3 Q4
+
+
+
= 0: ;
+
T1 T2
T3
T4
T1
T2
Q2 (T1 T3 T4

T1 T2 T4 ) =

Q1 T2 T3 T4

Q2 Q4
+
= 0:
T3
T4
Q4 T1 T2 T3

Q1 T2 T3 T4 Q4 T1 T2 T3
=
T1 T3 T4 T1 T2 T4
5000 400 300 280 + ( 1400) 500 400 300
J = 6000 J:
=
500 300 280 500 400 280
Q3 + Q4
6000 + 1400
=1+
= 0:327
=1
Q1 + Q2
6000 + 5000
Q2 =

17

(03/09/16) Due moli di gas ideale monoatomico, inizialmente a volume


VA = 5 dm3 e temperatura TA = 273:2 K subiscono una trasformazione
isoterma reversibile, a contatto con una miscela di acqua e ghiaccio, no al
volume VB = 2 dm3 : Il gas poi viene posto a contatto con una sorgente a
temperatura TC = 519 K no a raggiungere, a prerssione costante, lequilibrio termico. Quindi, mediante una trasformazione adiabatica reversibile, il
gas ritorna al volume iniziale. Inne, posto a contatto con la miscela di acqua e ghiaccio, torna alla temperatura iniziale mediante una trasformazione
isocora.
Calcolare per un ciclo:
Quanti grammi di ghiaccio si sciolgono ( = 344:4 J=g), il lavoro L
compiuto dal gas, il rendimento del ciclo.
Soluzione
P V = nRT ) P = nRT =V )
PA = 2 8:314 273:2=0:005 = 9:0855 105 P a
PB = 2 8:314 273:2=0:002 = 2:2714 106 P a
VC =nRTC =PC = 2 8:314 519=(2:2714 106 ) = 3:799 4 10 3 m3
5
= ; PC VC = PD VD ; )
3
5
3
VC
3:799
4
10
3
P D = PC
) PD = 2:271 4 106
=
3
VD
5:0 10
1:437 3 106 8:314 273:2=0:002 (A ! B, isoterma)
VB
1
= 3 8:314 373:2 ln J =
VA
3
= calore ceduto dal gas (A ! B).

LAB = nRTA ln
= QAB

Per il gas si ha: SB

SA =

QAB
TA

= nR ln

(B ! C, adiabatica)
LBC = nCV (TB
e quindi TC = TB

TC ) ma si ha: TC VC
VB
VC

18

10226 J

VB
VA
= TB VB

7
1=
5

1=

2
;
5

TC = 373:2

5
8:314 (373:2
2
Per il gas SC SB = 0

LBC = 3

1
3

0:4

240:5) J = 8274:5 J

(C ! A, isocora)
LCA = 0; Per il gas SA

= 240:49 K

SC = nCV ln

TA
=
TC

5
373:2
8:314 ln
J=K = 27:40 J=K
2
240:49
Calore assorbito dal gas (C ! A)
3

QCA =

U = nCV (TA

TC ) = LBC perch TA = TB

La variazione dentropia dellacqua nellisocora vale


QCA
8274:5
SaCA =
=
J=K = 22:17 J=K
TA
373:2
La somma delle variazioni dentropia per acqua e gas nellisocora (lunico
processo irreversibile) d
J
J
J
22:17 = 5:23 =
K
K
K
Lenergia inutilizzabile vale Ein = TA
Suniv = 373:2 5:23 J = 1951:5
Suniv = 27:40

J:
Il lavoro richiesto in un ciclo L = LAB + LBC = (8274:5
1951:5 J = Q = calore ceduto allacqua a ogni ciclo.
Numero cicli n =

m
2257 103
=
= 1157
L
1951

19

10226) J =

(03/09/16) Una macchina termica reversibile lavora tra due sorgenti,


una costituita dallambiente a T1 = 290 K e laltra da una grande massa di
stagno fuso alla temperatura di fusione T2 .
Ad ogni ciclo della macchina solidicano 8:4 g di stagno, viene compiuto il
lavoro L = 209:6 J e viene ceduto alla sorgente fredda il calore Q1 = 282:7
J.
Calcolare i valori di T2 e del calore latente di fusione dello stagno.
Soluzione
L = Q1 + Q2 .
Q2 = L

Q1 = (209:6 + 282:7) J = 492:3 J

492:3 J
J
Q2
=
= 58607
3
m
8:4 10 kg
kg
La macchina reversibile, quindi:
492:3
Q1 Q2
Q2
+
= 0 ) T2 = T1
= 290
K = 505 K
T1
T2
Q1
282:7
=

20

(03/09/30) Un gas ideale inizialmente in A a pressione P1 e volume V1


compie una trasformazione isobara no a un punto B (P1 ; V0 ) (V0 > V1 ), poi
unisocora che lo porta in C (P2 ; V0 )(P2 < P1 ) e unaltra isobara no a D
(P2 ; V2 = 5V1 ): Inne una trasformazione isoterma reversibile lo riporta allo
stato iniziale.
Calcolare per quale valore di V0 il lavoro complessivo risulta nullo.
Soluzione
L = P1 (V0
nRT
V2 (V0
V0 (V2

V0

V1 ) + P2 (V2
V1

V0 = 1:61

V0

V1
V2

1
=0
V1
V2
5
1
V1 ) + V1 (V2 V0 ) + V1 V2 ln = 0
5
V1 ) V1 V2 + V1 V2 1:61 V1 V2 = 0
+

V2

V0 ) + nRT ln

V1 V2
= 1:61
V2 V1

+ ln

5
V1 = 2V1
4

21

=0

(03/09/30) Una macchina frigorifera compie 3 cicli al secondo, assorbendo una potenza P = 1256 W: Essa lavora scambiando calore tra due
sorgenti alla temperatura T1 = 200 K e T2 = 300 K. Sapendo che ad ogni
ciclo lentropia delluniverso aumenta di Su = 0:7 J=K si calcoli il tempo
necessario per sottrarre alla sorgente fredda una quantit di calore pari a
Q = 104 J:
Se la macchina fosse reversibile quanto tempo impiegherebbe?
Soluzione
A ogni ciclo dallesterno si compie un lavoro uguale a
1256=3 J: = 418:67 J:sempre per ogni ciclo si ha:
Q1 Q2
+
=
Su : ) Q1 = 417:34 J; Q2 = 836:01 J
L = Q1 + Q2 ;
T1
T2
In un secondo la sorgente fredda perde il calore 3Q1 e quindi per sottrarre
il calore Q occorrono t secondi:
L=

P=f =

t = Q=3Q1 = 104 =(3 417:34) s = 7:9871 s


Se la macchina fosse reversibile si avrebbe:
0
0
Q1 Q2
0
0
0
0
L = Q1 + Q2 ;
+
= 0 ) Q1 = 837:34 J; Q2 =
T1
T2
t0 = Q=3Q01 = 104 =(3 837:34)s = 3:980 9 s

22

1256:0 J

(04/01/22) Un cilindro rigido e adiabatico diviso in due parti da un


setto di area S = 40 cm2 anchesso adiabatico, che pu scorrere al suo interno.
Una parte, di volume V1 = 6 l, contiene 2 moli di gas ideale biatomico; laltra
parte, di volume V2 = 3 l contiene 1; 3 moli dello stesso gas. Inizialmente
la pressione nelle due parti p = 10 atm ed il sistema si trova in equilibrio
meccanico col setto in una certa posizione. Bloccato il setto in tale posizione
e facendo venir meno la sua adiabaticit, si calcoli la forza che agisce su di
esso e la variazione di entropia del sistema.
Soluzione
Le temperature iniziali dei gas vanno determinate mediante lequazione
di stato:
10 1:013 105 6 10 3
K = 365:53 K; :
T1 = pV1 =n1 R =
2 8:314
10 1:013 105 3 10 3
K = 281:18 K
T2 = pV2 =n2 R =
1:3 8:314
Una volta che il setto diventa diatermico, calore uisce da una parte allaltra e viene raggiunta la temperatura nale Tf . Tenuto conto che lenergia
interna dellintero sistema costante, nel processo la sua variazione nulla:
si ha
U = n1 Cv (Tf

T1 ) + n2 Cv (Tf

T2 ) = 0.

Da cui:
n1 T1 + n2 T2
2 365:53 + 1:3 281:18
Tf =
=
= 332:3 K
n1 + n2
3:3
La forza che agisce sul setto risulta
n2 n1
=
V2 V1
1:3 2
40 10 4 8:314 332:3 (
) 103 N = 1105:1 N .
3
6
La variazione di entropia del sistema :
Tf
Tf
S = S1 + S2 = n1 Cv ln
+ n2 Cv ln
=
T1
T2
332:3
332:3
+ 1:3 ln
) = 0:55 J=K
5=2 8:314 (2 ln
365:53
281:18
F = S(p2

p1 ) = SRTf

23

(04/01/22) Una mole di gas ideale monoatomico esegue un ciclo composto da una espansione isoterma reversibile AB che ne raddoppia il volume,
da una trasformazione isocora irreversibile BC, realizzata ponendo il gas a
contatto con una sorgente a temperatura TC , e da una adiabatica reversibile
CA che chiude il ciclo. Calcolare il rendimento del ciclo e la variazione di
entropia delluniverso.
Soluzione
Il rendimento dato da
QBC
;
(1)
=1+
QAB
dove le quantit di calore assorbito QAB e ceduto QBC sono,
VB
QAB = nRTA ln
;
QBC = nCV (TC TB ):
(2)
VA
Dallequazione delladiabatica reversibile si ha
TA VA

= TC VC

TC = TA

VA
VB

(3)

Sostituendo la (3) e la (2) nella (1) e ricordando che per il gas ideale
5
monoatomico = ,
3
si ottiene
2
1
VA
1 3
1
1
3 VB
3 2
=1+
= 0:2
=1+
VB
2
2
ln 2
ln
VA
Per quanto riguarda la variazione di entropia delluniverso si osservi che se
il ciclo fosse reversibile tale variazione sarebbe nulla. Poich la trasformazione
isocora irreversibile si ha necessariamente una variazione di entropia delle
sorgenti, in quanto la variazione di entropia dellintero ciclo nulla. Pertanto
denotando con S lentropia delle sorgenti, si ha
Su =

SAB +

SBC :

Ma
SAB =

R ln

VB
=
VA

8:314 ln 2 J=K =
24

5:76 J=K;

SBC = CV
3
2

TB

TC
TC

2
@
8:314
23

= CV

"

VB
VA

1 =

1A J=K = 7:32 J=K

tenuto conto, per la (3), che TA = TB . Pertanto


Su = 1:47 J=K:

25

(04/07/05) Un recipiente cilindrico isolato, di volume V0 = 40 l diviso


in due parti uguali da una parete di sezione S = 100 cm2 e volume trascurabile, perfettamente scorrevole. In una delle due parti contenuta una mole
di gas ideale monoatomico, mentre laltra parte vuota. La parete mobile
mantenuta in equilibrio da una molla di costante elastica k = 104 N=m, compressa di l = 0:1 m. Praticando un piccolo foro nella parete, il gas dionde
nella parte vuota. Calcolare la variazione di energia interna e di entropia del
gas.
Soluzione
La pressione e la temperatura dello stato iniziale sono:
104 0:1
k l
=
P a = 1:0 105 P a;
S
0:01
p1 V1
1:0 105 2 10 2
T1 =
=
K =240:56 K; (V1 = V0 =2):
nR
8:314

p1 =

Lenergia interna del sistema costante,


U=

Ugas +

Umolla = 0;

ed essendo:
1
1
k( l)2 =
k( l)2
2
2
(lenergia nale della molla nulla,
1
Ugas = nCV (T2 T1 ) = k( l)2 =
2
Si ottiene:
0
Umolla = 0

l = 0), si ha
1 4
10 (0:1)2 J = 50 J:
2
1

Ugas B
50
C
= @240:56 +
A K = 244:57 K;
3
8:314
nCV
2
nRT2
nRT2
8:314 244:57
p2 =
=
=
P a = 5:08 104 P a = :
V2
V0
4 10 2
La variazione di entropia risulta:
T2
V0
3
244:57
S = nCV ln + nR ln
= 8:314 ( ln
+ ln 2)J=K = 5:969
T1
V0 =2
2
240:56
J=K:
T2 = T1 +

26

(04/07/05) Una mole di gas ideale biatomico esegue il ciclo ABCA, in


cui: AB una espansione isobara che raddoppia il volume iniziale, VB = 2VA ;
BC un rareddamento isocoro, ottenuto ponendo il gas in contatto con una
sorgente a temperatura TC ; CA una compressione isoterma che riporta il gas
nelle condizioni iniziali. Calcolare il rendimento del ciclo e la variazione di
entropia delluniverso.
Soluzione
Dallequazione di stato, relativa allisobara, si ha
VB
VC
TB
=
=
= 2.
TA
VA
VA
Le quantit di calore scambiate nel ciclo dal gas sono:
QAB = nCp(TB
QBC =

nCV (TB

TA ) = nCpTA ; assorbita;
TC ) =

nCV (TB

TA ) =

nCV TA ; ceduta;

VB
VC
= nRTA ln
= nRTA ln 2; ceduta.
VA
VA
Il rendimento risulta:
QBC + QCA
5 + 2 ln 2
CV + R ln 2
=1+
=1
= 0:088
=1
QAB
Cp
7
Il ciclo contiene una trasformazione irreversibile: lisocora che raredda
il gas posto a contatto con la sorgente a temperatura TC = TA ; . Ma la
variazione di entropia del gas in un ciclo nulla, dunque la variazione di
entropia delluniverso uguale alla variazione di entropia dellambiente e
della sorgente. Denotando con S tali variazioni, per n = 1, si ha:
QCA =

Su =
dove
SAB =

nRTA ln

SAB +

SBC +

ZB
dT
Cp
=
T

SCA

Cp ln

TB
,
TA

SBC =

QBC
;
TA

TB QBC
TA
TA
Cp ln 2 + CV + R ln 2

Su =
=
=(

Cp ln

QCA
TA

7
5
ln 2 + + ln 2) 8:314 J=K = 6:38 J=K
2
2
27

SCA =

QCA
TA

oppure: La variazione dentropia delluniverso


di Sgas e Ssorg nellisocora irreversibile BC
ZC
dT
QBC
5
S u = CV
= R( ln 2 + 1) =
T
TA
2
B

5
2

8:314 ( ln 2 + 1) J=K = 6:38 J=K

28

Su data dalla somma

(04/07/27) Un cilindro adiabatico munito di pistone perfettamente scorrevole, contiene n = 5 moli di gas ideale biatomico in equilibrio. Raddoppiando bruscamente la pressione esterna, il gas raggiunge lo stato di
equilibrio nale. Conoscendo il volume iniziale V1 = 10 l e la temperatura iniziale T1 = 300 K, calcolare le variazioni di entalpia e di entropia del
gas.
Soluzione
Dalla prima legge della termodinamica, per Q = 0 si ha
U=

L; ) nCV (T2

T1 ) = 2p1 (V1

V2 ):

Tenendo presente lequazione di stato, si ricava


nCV (T2

T1 ) = 2p1

nRT1
p1

nRT2
2p1

Da cui
9
9
5
(T2 T1 ) = (2T1 T2 ) ) T2 = T1 =
2
7
7
La variazione di entalpia risulta
H = U + (pV ) =
85:71 = 12:47 kJ.

300 K = 385:71 K

U + nR T = nCp (T2

T1 ) = 5

La variazione di entropia vale


V2
T2
T2
T2
+ nRln = nCV ln
+ nR ln
=
S = nCV ln
T1
V1
T1
2T1
5 8:314

5 385:71
385:71
ln
+ ln
2
300
600

J
J
= 7:75
K
K

dove si tenuto conto dellequazione di stato.

29

7
2

8:314

(04/07/27) Un gas ideale monoatomico, inizialmente alla pressione p0 =


2 atm e volume V0 = 10 l , esegue la trasformazione reversibile
#
"
2
V V0
p = p0 1 +
V0
no a raddoppiare il volume. Calcolare il calore scambiato durante la
trasformazione.
Successivamente il gas dapprima con unisocora reversibile e poi con
unisobara reversibile ritorna allo stato iniziale. Calcolare il rendimento del
ciclo.
Soluzione
Dallequazione della prima trasformazione si deduce che raddoppiando il
volume iniziale, la pressione diventa p1 = 2p0 :
Il calore assorbito nella prima trasformazione dato dal primo principio:
Q=

(1)

U + L1

La variazione di energia interna del gas nella prima trasformazione risulta:


3
T0 ) = nR
2

U = nCV (T1

4p0 V0
nR

p0 V0
nR

9
= p0 V 0
2

(2)

dove, per ricavare le temperature, si usata lequazione di stato.


Il lavoro compiuto nella prima trasformazione :
#
Z2V0
Z2V0 "
2
V V0
L1 = pdV = p0 1 +
dV =
V0
V0

p0 V +

V0

1
(V
3V02

2V0

V0 )3
V0

4
= p0 V0 :
3

(3)

Sostituendo le (2) e (3) nella (1), si ottiene:


35
35
2 1:013 105 10 10 3 J: = 11818 J
Q = p0 V 0 =
6
6
Il lavoro compiuto nel ciclo vale
1
L = L1 p0 (2V0 V0 ) = p0 V0
3
e quindi il rendimento del ciclo risulta:
30

1
p0 V0
L
2
=
= 3
=
= 0:057
35
Q
35
p0 V0
6

31

(04/09/10) Una macchina termica reversibile assorbe una quantit di


calore Q0 da una sorgente costituita da una miscela di acqua e ghiaccio in
equilibrio (T0 = 273 K), e cede calore ad una mole di gas ideale, in maniera
tale che la temperatura T1 di questultimo rimanga costante.
Si determini laumento percentuale di volume del gas, in corrispondenza
alla solidicazione di una massa m = 5 g di acqua. Si calcoli la variazione
dentropia delluniverso.
(Calore di fusione del ghiaccio f = 80 cal=g)
Soluzione
Il gas compie una espansione isoterma reversibile dal volume V1 al
volume V2 a temperatura T1 , quindi pu essere considerato come una sorgente. Il processo interamente reversibile; la variazione di entropia
delluniverso (macchina e sorgenti) uguale a zero. La macchina una
macchina di Carnot che opera tra le temperature T0 e T1 , quindi
T1
T1
Q0 Q1
+
= 0, ) Q1 = Q0 = m f ;
T0
T1
T0
T0
dove Q1 il calore ceduto al gas. Daltra parte nellespansione isoterma
il calore assorbito dal gas vale:
Q1 = nRT1 ln
5 10

exp

V2
=m
V1

V2
m f
T1
;)
= exp
=
T0
V1
nRT0

80 4:184 103
= 2:090 4
8:314 273

Segue:
V2

V1
V1
f

V2
V1

1 = exp

m f
nRT0

= 80cal=g = 80 4:184 103

1 = 1:09 = 109 %
J
J
= 3:347 2 105
kg
kg

32

(04/09/10) Due moli di gas ideale biatomico compiono un ciclo ABCA,


dove AB una espansione reversibile in cui il gas in equilibrio termico con
una sorgente costituita da ghiaccio in presenza della sua acqua di fusione,
passando da un volume VA = 10 l ad un volume VB = 15 l; BC una
trasformazione adiabatica reversibile, con la quale il gas ritorna al suo volume
iniziale; CA una trasformazione in cui il gas, posto nuovamente a contatto
con la sorgente, ritorna rapidamente allo stato iniziale. Calcolare il lavoro
del ciclo e la variazione di entropia delluniverso.
Soluzione
Nella trasformazione AB, isoterma, TA = TB = 273:15 K: La temperatura
in C va ricavata ricorrendo allequazione delladiabatica reversibile,
TC VC

= TB VB

) TC = TB

VB
VC

= 273:15

15
10

2=5

K = 321:25

K.
Il lavoro compiuto nel ciclo
VB
nCV (TC TA ) =
L = LAB + LBC = nRTA ln
VA
3 5
2 8:314
273:15 ln
(321:25 273:15) = 157:92 J:
2 2
La variazione di entropia delluniverso deve essere maggiore di zero in
quanto il ciclo contiene una trasformazione irreversibile (isocora CA). Ma la
variazione di entropia del gas in un ciclo nulla, pertanto la variazione di entropia delluniverso uguale alla variazione di entropia della sorgente. Questa
cede calore nella trasformazione AB ed assorbe calore nella trasformazione
CA; pertanto
QAB QCA
dove
Su = Ssorg =
TA
TA
VB
QAB = nRTA ln
; il calore assorbito dal gas lungo AB
VA
e QCA = nCV (TC TA ) il calore ceduto dal gas alla sorgente lungo
CA
VB
TC TA
Ssorg = nR ln
+ nCV
=
VA
TA
3 5 321:25 273:15
2 8:314
ln +
J=K = 0:578 J=K
2 2
273:15
33

34

(04/09/28) Una mole di gas ideale monoatomico compie un ciclo ABCD


in cui AB una isoterma reversibile a temperatura T2 = 350 K, BC una
isocora irreversibile, CD una isoterma reversibile a temperatura T1 = 250K,
DA una adiabatica reversibile. calcolare il lavoro compiuto nel ciclo ed il
calore scambiato nella trasformazione BC; (VB = 3VA = 9 l).
Soluzione
Non noto il volume VD , ma usando lequazione delladiabatica reversibile
si ha
1
1
(
1)
(
1)
VA = T1
VD ; )
T2
1
1
350 (5=3 1)
T2 (
1)
VA = 3
l = 4:97 l
VD =
T1
250
Il lavoro del ciclo dato da
L = LAB + LCD + LDA ;

(1)

dove:
VB
= 8:314 350 ln 3 = 3196:9 J
VA
VD
4:97
= 1234:2 J
LCD = RT1 ln
= 8:314 250 ln
VB
9
3
3
LDA = CV (T2 T1 ) =
R(T2 T1 ) =
8:314 100 =
2
2
Sostituendo nella (1) si ottiene
LAB = RT2 ln

L = (3196:9

1234:2

1247:1 J:

1247:1) J = 715:6 J

Poich nel ciclo


U = 0; ) Qciclo = QAB + QBC + QCD = L;

(2)

ed essendo
QAB = LAB ;

QCD = LCD ,

sostituendo nella (2), si ricava:


QBC = L

LAB

LCD = (715:6

3196:9 + 1234:2) =

35

1247:1 J:

(04/09/28) Un gas ideale monoatomico, nel diagramma V -T , compie


un ciclo ABCA rappresentato da un triangolo rettangolo, come in gura.
Sapendo che TB = 3TA , calcolare il rendimento.

Soluzione
Dalla gura si riconosce che nella trasformazione AB il rapporto T =V =
c costante, quindi si tratta di una isobara; BC una isocora; CA una
isoterma. Usando lequazione di stato si ha
TB
VB
=
= 3; ) VB = VC = 3VA :
VA
TA
Le quantit di calore scambiate sono:
QAB = Cp (TB
QBC =

CV (TB

TA );
TC );

VC
.
VA
Il rendimento risulta

QCA =

RTA ln

3
3
(TB TC ) + TA ln 3
(3TA TA ) + TA ln 3
QBC + QCA
=1 2
=1 2
=
= 1+
5
5
QAB
(TB TA )
(3TA TA )
2
2
3
(2) + ln 3
1 2
= 0:18:
5
(2)
2
oppure:
1
LCA = nRTA ln( ); LAB = pA 2VA = 2nRTA
3
36

5
QAB = nR 2TA ;
2
1
1
2nRTA + nRTA ln( )
2 + ln( )
LAB + LCA
3 =
3 = 0:18
=
=
5
QAB
5
nR 2TA
2

37

(05/06/22) Un gas ideale monoatomico compie un ciclo reversibile, costituito da una espansione isoterma AB, dove il gas raddoppia il volume, da
una isocora BC e da una adiabatica CA. Calcolare il rendimento del ciclo.
Soluzione
Detta T la temperatura assoluta dellisoterma e TC quella dello stato C,
si ha:
=1+

Q1
Q2

dove il calore assorbito nellisoterma vale Q2 = RT ln VVBA


e il calore ceduto nellisocora vale Q1 =
=1

CV (T TC )
V

RT ln VB

CV (T

TC ) e quindi si ha

(1)

Per ricavare TC , si osservi che nel ciclo la variazione di entropia del gas
nulla:
S = CV ln TTC + R ln VVBA = 0 ) TC = T 2

2=3

(2)

Lo stesso risultato si ottiene considerando gli stati A e C delladiabatica.


Sostituendo la (2) nella (1), si ottiene:
=1

CV T (1 2 2=3 )
RT ln 2

=1

1:5(1 2
ln 2

2=3 )

38

= 0:2:

(05/06/22) Un recipiente cilindrico adiabatico diviso in due parti


uguali A e B da un pistone scorrevole, anchesso adiabatico, e di massa
trascurabile. Ognuna delle due parti contiene 6 moli di gas ideale monoatomico alla pressione p0 e alla temperatura T0 = 300 K. Una resistenza elettrica
riscalda reversibilmente il gas contenuto nella parte A, determinando una
compressione del gas in B, no a triplicarne la pressione. Calcolare il lavoro
fatto dal gas contenuto in A ed il calore da esso assorbito.
Soluzione
In A viene dissipato calore mediante la resistenza elettrica (lavoro adiabatico), mentre il gas contenuto in B viene compresso adiabaticamente e
reversibilmente, raggiungendo la temperatura
(

TB = T0

pB
p0

1)
2

= 300 (3) 5 K = 465:5 K;

avendo tenuto conto dellequazione delle adiabatiche reversibili, nelle variabili p e T. Di conseguenza, il lavoro fatto dal gas in A su quello contenuto in
B pari alla variazione di energia interna di questultimo:
L = nCV (TB

T0 ) = 6

3
2

8:314(465:5

300) = 12384 J:

daltro canto, il calore assorbito dal gas A pari alla somma del lavoro
eettuato e della sua variazione di energia interna. Per calcolare questultima
occorre determinare la temperatura nale TA del gas. Dallequazione di stato
del gas ideale si ha:
pA VA = nRTA ; p0 V0 = nRT0 ;

TA
T0

pA VA
;)
p0 V0

Ma, essendo V0 il volume iniziale dei gas,


h
1=
= V0 2
VA = 2V0 VB = 2V0 V0 ppB0
V0 2

1
3

3
5

= 1:4827 V0 ;

TA = T0 ppA0 VVA0 :

p0 1=
pB

e, tenuto conto che nelle due parti pA = pB , si ottiene che TA = 1334:4 K


Pertanto:
Q=L+

UA = 12384 J + 32 nR(TA

T0 ) =

12384 J + 9 8:314 1034:4 J = 89784 J:

39

(05/07/19) Una mole di gas ideale monoatomico descrive un ciclo ABCA costituito da una adiabatica reversibile AB, una isoterma reversibile BC
ed una isocora irreversibile CA, durante la quale il gas posto in contatto con
una sorgente a temperatura TA : Sapendo che VB =VA = 2, calcolare il rendimento del ciclo e le variazioni di entropia della sorgente e del gas durante la
trasformazione isocora; calcolare inne la variazione dentropia delluniverso
in un ciclo.
Soluzione
Il calore viene assorbito lungo lisocora CA:
QCA = nCV (TA

TB );

essendo TC = TB . Il calore ceduto lungo la compressione isoterma


QBC = nRTB ln VVBA ;
essendo VC = VA . Pertanto:
nRT B ln(V B =V A )
nC V (T A T B )

=1

=1

R ln(V B =V A )
.
CV (T A =T B 1)

Poich,
TB
TA

VA
VB

R
CV

1=

2
3

si ottiene:
=1

2 ln 2
3 2 32 1

= 0:21:

Variazioni di entropia lungo lisocora:


Ssorg =
=

nCV

QCA
TA

=
VA
VB

nC V (T A T B )
TA

nCV 1

TB
TA

4:61 J=K

La variazione dentropia del gas in un ciclo nulla e quindi lungo lisocora:


SCA =
SBC = nR ln VVBA = R ln 21 = 5:76 J=K:
La variazione dellentropia delluniverso vale:
Suniv =

Ssorg + SCA =

4:61 J=K + 5:76 J=K = 1:15 J=K

40

(05/07/19) Due moli di gas ideale monoatomico compiono una trasformazione reversibile, assorbendo le quantit di calore QA = 850 J e QB = 8
kJ rispettivamente dalle sorgenti alle temperature TA = 400 K e TB = 500
K. Sapendo che la temperatura del gas in seguito alla trasformazione,
raddoppiata, calcolare la variazione percentuale di volume.
Soluzione
Il processo reversibile, dunque la variazione di entropia delluniverso
nulla,
Su =

Ssorg +

(1)

Sgas = 0:

Per le sorgenti si ha:


Ssorg =

QA
TA

QB
TB

850
J=K
400

8000
J=K
500

18:125 J=K

dove il segno negativo indica che il calore stato ceduto dalle sorgenti.
Per il gas:
Sgas = nCV ln

Tf
Ti

+ nR ln

Vf
Vi

Sostituendo nella (1), si ottiene:


nCV ln
2R ln
ln

Vf
Vi

Tf
Ti

Vf
Vi

+ nR ln

Vf
Vi

= 3R ln 2 + 2R ln

= 18; 125 J=K


1
(18:125
2R

3R ln 2) =

18:125
2 8:314

= e0:05 = 1:051,

Vf Vi
Vi

V
V

= 18:125 J=K )

3R ln 2 )

Da cui
Vf
Vi

Vf
Vi

= 0; 051 = 5:1%

41

3
2

ln 2 = 5:03 10

(05/09/09) Un recipiente con pareti rigide e capacit termica trascurabile, contiene 15 moli di azoto, in equilibrio termodinamico, alla temperatura T1 . Il sistema viene posto in contatto con una sorgente alla temperatura di
T2 = 0 C, attraverso una parete diatermana. Raggiunto il nuovo equilibrio,
si osserva che la variazione di entropia della sorgente Ssorg = 750 J=K:
Calcolare la variazione di entropia del gas.
Soluzione
La trasformazione irreversibile, ma la variazione di entropia della sorgente sempre pari al rapporto tra il calore assorbito (ceduto dal gas) e la
sua temperatura, ossia
Ssorg =

Q
T2

) Q = T2 Ssorg = 2:0486 105 J

dove T2 = 273:15 K. Essendo Q = nCV (T1


T1 = T2 +

Q
nC V

= 273:15 +

2:0486 105
15 2:5 8:314

T2 ), risulta:

K = 930:23 K

(CV = 52 R)

La variazione di entropia del gas risulta:


273:15
S = nCV ln TT21 = 15 2:5 8:314 ln 930:23
J=K =

42

382:05 J=K

(05/09/09) Un gas ideale monoatomico compie il ciclo reversibile ABCA


in cui: AB una adiabatica che ne raddoppia il volume; BC una isobara che
riporta il volume a quello iniziale; CA una isocora che riporta il gas nello
stato iniziale. Calcolare il rendimento.
Soluzione
Il calore viene assorbito lungo la trasformazione isocora CA e ceduto lungo
lisobara BC, pertanto
=1+

QBC
QCA

=1

nC p (T B T C )
nC V (T A T C )

=1

TB =T C 1
.
TA =T C 1

(1)

Nellisobara, essendo VB = 2VA ; si ha:


VB
VC

VB
VA

TB
TC

(2)

=2

Dallequazione delladiabatica:
TA
TB

VB
VA

=2

1;

TA = TB 2

e tenendo conto della (2):


TA = TC 2 ;
TA
TC

=2

Sostituendo le (2) e (3) nella (1) si ottiene:


=1

5 2 1
3 2 35 1

= 0:23

43

(05/09/30) Un cubetto di ghiaccio di massa m0 alla temperatura 0 =


0 C viene immerso in una massa dacqua m1 = 0:1 kg, alla temperatura 1 =
27 C; posta in un thermos, di capacit termica trascurabile. Determinare la
massima quantit di ghiaccio che pu essere sciolta e la variazione di entropia
del sistema; (calore di fusione del ghiaccio f = 80 cal=g,).
Soluzione
Lentalpia del sistema costante, dunque
H=

Hgh +

Hacq = 0;

ossia, indicando con


cp = 1cal=gK,
m0

+ m0 cgh (

la temperatura di equilibrio e ponendo per lacqua

0)

+ m1 cp (

1)

= 0:

La massima quantit di ghiaccio che pu fondere si ha quando la temperatura del sistema diventa E = 0 = 0 C. Pertanto, dalla relazione
precedente si ha:
m0 =

m1 cp (

1
f

E)

= 34 g:

Si osservi calore che il calore specico del ghiaccio a 0 C, pari a cgh = 0:48
cal=gK; non interviene in quanto la temperatura di equilibrio 0 C. La
variazione di entropia del sistema risulta:
S=

Sgh +

Sacq =

m0 f
T0

+ m1 cp ln TT10 = 80:2 J=K:

44

(05/09/30) Una mole di gas ideale monoatomico esegue un ciclo ABCA


in cui: AB una espansione isobara che ne raddoppia il volume; BC Una
trasformazione isocora irreversibile, realizzata ponendo il gas a contatto con
una sorgente a temperatura TC ; CA una compressione isoterma reversibile.
Calcolare il rendimento del ciclo e la variazione di entropia delluniverso.
Soluzione
Nel ciclo, irreversibile, calore viene assorbito lungo lisobara.
QAB = nCp (TB

TA );

ceduto nellisocora BC e nellisoterma CA:


QBC =

nCV (TB

TC ) =

nCV (TB

TA )

QCA = nRTA ln VVCA = nRTA ln VVBA


Dunque,
=1

nC V (T B T A )+nRT A ln(V B =V A )
nC p (T B T A )

=1

CV (T B =T A 1)+R ln(V B =V A )
:
Cp (T B =T A 1)

Essendo TB =TA = VB =VA = 2, si ottiene:


=1

CV +R ln 2
Cp

= 0:12.

La variazione di entropia nel ciclo nulla, quindi la variazione di entropia


delluniverso pari alla variazione di entropia delle sorgenti.
Cp ln TTBA + R ln VVCA + CV TBTCT C =

Su =

Ssorg =

5
R ln 2
2

+ R ln 2 + 23 R 2T CTC T C =

5
2

ln 2 + ln 2 +

3
2

8:314 = 3:82 J=K:

Oppure (lentropia delluniverso aumenta solo nel tratto BC irreversibile)


Sgas B!C =

3
R ln 2
2

Ssorg B!C = 32 R
Su = Sg +
J=K = 3:82 J=K

Ssorg =

3
R (1
2

ln 2) = 0:46028R = 0:46028

Si noti che TC = TA :

45

8:314

(05/12/02) . Un gas ideale monoatomico, inizialmente a temperatura


TA = 300 K, compie una trasformazione adiabatica irreversibile al termine
della quale si raredda di T = TB TA = 5 K. Utilizzando il lavoro
compiuto durante tale processo, il gas viene riportato, a pressione costante,
al volume iniziale VC = VA . Determinare la temperatura nale del gas.
Soluzione
Per la prima legge della termodinamica, il lavoro nella trasformazione
adiabatica uguale alla diminuzione di energia interna:
LAB =

nCV (TB

(1)

TA );

Nella trasformazione isobara:


LBC =

LAB = p(VC

VB ):

Poich VC = VB TC =TB ; si ha
pV B
(TC
TB

TB ) = nR(TC

TB ),

e tenendo conto della (1):


nR(TC

TB ) = nCV (TB

Essendo TB = TA +
TC = TA +

Cp
R

TA ):

T , si ottiene:

T = TA +

5
2

T = 287:5 K

46

(05/12/02) Una macchina frigorifera lavora ciclicamente scambiando


calore con lambiente esterno, da considerare come una sorgente ideale a
temperatura 0 = 27 C. Calcolare il lavoro minimo occorrente per solidicare una massa m = 1 kg di acqua inizialmente in equilibrio a temperatura
ambiente.
(calore di fusione dellacqua f = 80 cal=g)
Soluzione
Il lavoro minimo si realizza in condizioni di reversibilit. Per la legge di accrescimento dellentropia, la variazione di entropia delluniverso (frigorifero,
acqua, ambiente) devessere maggiore o uguale a zero, Su 0, dove il segno
di uguaglianza vale per processi reversibili. Pertanto, dette Sacq ; Sf rig e
Samb rispettivamente, le variazioni di entropia dellacqua, del frigorifero e
dellambiente, si ha
Su =
Ma

Sacq +

Sf rig +

Samb = 0:

Sf rig = 0 in quanto la macchina lavora ciclicamente, quindi:

Sacq +

Samb = 0

La variazione di entropia dellacqua alla ne della solidicazione risulta:


Sacq =

m f
T1

mcp ln TT01

ln 300:15
273:15

80
273:15

4:184 103 J=K =

1619:8 J=K ,

dove cp
1 cal=g K il calore specico a pressione costante e T1 =
273:15:K
Q1 il calore totale ceduto dallacqua che vale
Q1 =

mcp (T0

T1 )

(27 + 80) 4:184 103 J =

4:47 105 J
La variazione di entropia dellambiente
Samb =

Sacq = 1619:8 J=K;

e quindi il calore assorbito dallambiente sar


Q2 = T0 Samb = 300:15 1619:8 J = 4:86 105 J
La parte residua del calore Q1 sottratto allacqua ad ogni ciclo viene
ceduta come lavoro al frigorifero; in totale si ha:
Lmin = Q2 + Q1 = 4:86 105 J

4:47 105 J = 39 KJ
47

(06/06/12) Un cilindro munito di pistone perfettamente scorrevole, contiene 0:3 moli di azoto alla pressione p. Il sistema in equilibrio termico con
una miscela di acqua e ghiaccio fondente in cui sono presenti 150 g di ghiaccio
alla pressione p0 = 1 atm. Il gas viene fatto espandere reversibilmente nch
la sua pressione diventa uguale a p0 e al termine del processo si osserva che
sono presenti 160 g di ghiaccio. Calcolare la pressione iniziale del gas e le
variazioni di entropia del gas, della miscela e delluniverso. (Calore latente
di fusione del ghiaccio f = 334 kJ=kg).
Soluzione
Durante lespansione isoterma reversibile, il gas ha assorbito dalla miscela
una quantit di calore pari a
Q=m

= 3340 J;

dove m = 10 g la dierenza tra le masse di ghiaccio presenti alla ne e


allinizio.
Daltra parte nellisoterma,
Q = L = nRT0 ln VV0 = nRT0 ln pp0 ;

ln pp0 =

3340
,
nRT 0

da cui:
3340
p = p0 exp nRT
= 1 exp 0:3
0

3340
8:314 273:15

atm

135 atm:

La variazioni di entropia della miscela


Sb =

Q
T0

3340
273:15

12:2 J=K:

Ma il processo reversibile, dunque la variazione di entropia del gas


uguale ed opposta a quella della miscela. La variazione di entropia delluniverso zero.

48

(06/06/12) Una mole di gas ideale monoatomico compie un ciclo ABC,


in cui AB una espansione adiabatica irreversibile, BC una isobara reversibile
che riporta il gas al volume iniziale, CA una isocora reversibile che chiude
il ciclo. Sapendo che TA = 2TB e SBC + SCA = 6 J=K, calcolare il
rendimento del ciclo.
Soluzione

=1+

QBC
QCA

=1

Cp (TB TC )
CV (TA TC )

TB =TC 1
:
TA =TC 1

=1

(1)

Dallequazione di stato si ha:


TB
TC

VB
VC

VB
;)
VA

TC = TB VVBA :

La (1) diventa:
=1

VB =VA 1
TA VB =TB VA 1

=1

VB =VA 1
2VB =VA 1

(2)

Per ricavare il rapporto VB =VA , si osservi che la variazione di entropia del


ciclo nulla
SAB +

SBC +

SCA = 0; )

SAB

6 J=K = 0:

Poich
SAB = CV ln TTBA + R ln VVBA ;

TA = 2TB ;

sostituendo nella (3) si ha


CV ln 12 + R ln VVBA = 6 J=K:
Quindi, dividendo per CV ,
49

(3)

ln 12 +

R
CV

ln VVBA =

6
CV

6
CV

1)]

= 23=2 e6=R = 5:8:

Essendo
= CpCVCV =
si ottiene:
R
CV

ln 12 + ln

VB
VA

ovvero,
ln 12

VB
VA

6
CV

Si ottiene:
VB
VA

= 21=

1 6=[CV (

Sostituendo nella (2) si ottiene:


= 0:248:

50

(06/07/25) Un recipiente adiabatico contiene una mole di gas ideale


monoatomico che, da uno stato A di equilibrio viene improvvisamente fatto
espandere, raggiungendo uno stato nale B, anchesso di equilibrio. Calcolare
la variazione di entropia sapendo che nello stato A la pressione pA = 4pB :
Soluzione
La variazione di entropia data da
dS = T1 dU + Tp dV = T1 CV dT +
R dP
)
P
Ma,(L =
U)
1
C dT
T p

L = pB (VB

RdT V dP
T

R ln ppBA

S = Cp ln TTBA

VA ) =

CV (TB

=
(1)

TA ):

Usando lequazione di stato:


RpB

TB
pB

TA
4pB

CV (TB

TA ):

Si trae:
TB
TA

R=4+C V
R+C V

7
;
10

Quindi la (1) fornisce


7
+ R ln 4 = 0:49461R = 0:49461 8:314 J=K = 4:1 J=K:
S = 25 R ln 10

51

(06/07/25) . Un gas ideale monoatomico esegue un ciclo reversibile


ABCA in cui: AB una espansione isoterma, alla ne della quale VVBA =
1:3 ; BC una espansione adiabatica dove VVBC = 1:2; CA una politropica di
equazione pV = cost che riporta il gas nello stato iniziale. Determinare il
valore di nella politropica.
Soluzione
Nel ciclo la variazione di entropia del gas nulla:
S = nR ln VVBA + nCV ln TTCA + nR ln VVCA = 0.
Si ricava:
VB
VC

TC
TA

CV

(1)

Tenuto conto dallequazione della politropica e dellequazione di stato del


gas, si ha:
pA VA = pC VC ; ) TA VA

= TC VC 1 ;

da cui:
TC
TA

VA
VC

1)

Sostituendo nella (1), si ottiene:

ln VVBC + 32 ln
2
3

ln VVBC + (1
=1+

VA
VC

(1

VA
VC

nR ln VVBA + nCV ln
(1

+ nR ln VVCA = 0

=0
) ln

2 ln(VB =VC )
3 ln(VA =VC )

VA
VC

=1+

=0
ln(1=1:2)
2
3 ln(1=(1:2 1:3))

52

= 1:27:

(06/09/12) Un recipiente cilindrico adiabatico diviso in due parti A


e B da un pistone di massa trascurabile, perfettamente scorrevole, anchesso
adiabatico. In A sono contenute10 moli di gas ideale biatomico alla temperatura TA = 600 K; in B sono contenute 5 moli dello stesso tipo di gas a
temperatura TB = 300 K. Inizialmente i gas sono in equilibrio ed alla stessa
pressione, occupando un volume complessivo V0 = 0; 12 m3 : Successivamente
nel pistone si verica una perdita di isolamento e calore inizia a uire da A
verso B, nch non viene raggiunto lequilibrio nale. Calcolare la variazione
di entropia del sistema.
Soluzione
Il problema simile a molti altri in cui si vericano processi irreversibili.
Nel sistema isolato lenergia interna totale costante, quindi
U=

UA +

UB = 0;

da cui,
nA CV (Tf

TB ) = 0; ) Tf = 500 K:

TA ) + nB CV (Tf

Poich i gas inizialmente hanno la stessa pressione, si ha


= nnBA TTAB = 4; VA + VB = 120 l ) VA = 96 l; VB = 24 l:
Allequilibrio nale (stesse pressioni e temperature):
VA
VB

VAf
VBf

nA
nB

VAf + VBf = 120 l ) VAf = 80VBf = 40 l:

= 2;

La variazione di entropia del sistema (universo) risulta:


T

Vf

Vf

S = nA CV ln TAf + nA R ln VAA + nB CV ln TBf + nB R ln VBB = 27:84 J=K:

53

(06/09/12) . Due moli di gas ideale biatomico scambiano calore con due
sorgenti a temperatura T1 e T2 = 4T1 =5, compiendo un ciclo ABCDA, dove:
AB una espansione isoterma reversibile che ne raddoppia il volume; BC
una trasformazione a volume costante che raredda il gas, posto a contatto
con la sorgente a temperatura T2 ; CD una compressione isoterma reversibile
che riconduce il volume a quello iniziale; DA una trasformazione a volume
costante che riscalda il gas, posto a contatto con la sorgente a temperatura
T1 . Calcolare il rendimento del ciclo.
Soluzione

Il rendimento
=1+

Qced
;
Qass

dove:
Qass = QAB + QDA .

Qced = QBC + QCD


Essendo:

T1 ); QCD = nRT ln VVBA

QBC = nCV (T2

QAB = nRT1 ln VVBA ; QDA = nCV (T1

T2 );

si ottiene:
T

=1

ln 2+ 52 T1
T2
2
T1 ln 2+ 5 (1
2

1
T2
T1

=1

4 ln 2+ 8
5 ln 2+ 12

= 0:11:

Si noti che il rendimento risulterebbe lo stesso se le trasformazioni isocore


fossero reversibili.
54

(07/01/18). Un corpo di capacit termica C = 15 cal=K; costante


nellintervallo di temperature considerato, si trova alla temperatura 0 = 0
C. Esso viene riscaldato no alla temperatura 1 = 200 C in due modi
diversi.
Ponendolo a contatto con una sorgente a temperatura 1 .
Ponendolo a contatto con una sorgente a temperatura 2 = 150 C e,
dopo aver raggiunto lequilibrio, con la sorgente a temperatuta 1 .
Calcolare la variazione di entropia del corpo e del sistema corpo e sorgenti
nei due casi.
Soluzione
Lentropia una funzione di stato e quindi, detta
entropia del corpo, in entrambi i casi risulta:

SC la variazione di

= 34:4 J=K
SC = C ln TT10 = 15 4:18 ln 473:15
273:15
Nel primo caso la variazione di entropia della sorgente
C(T

T )

4:18(200)
0
1
ST1 =
= 26:5 J=K ;
= 15473:15
T1
e la variazione di entropia corpo e sorgente (universo):

Su =

SC +

ST1 = (34:4

26:5) J=K = 7:9 J=K :

Nel secondo caso la variazione di entropia delle sorgenti


ST1 + ST2 =
;

C(T 2 T 0 )
T2

C(T 1 T 2 )
T1

15 4:18 150
423:15

15 4:18 50
473:15

e la variazione di entropia del corpo e delle sorgenti:


Su =

SC +

ST1 +

ST2 = (34:4

28:8) J=K = 5:6 J=K

e la variazione di entropia corpo e sorgenti:


Su =

SC +

ST1 +

ST2 = 1:4 cal=K.

55

28:8 J=K

(07/01/18) . Una mole di gas ideale monoatomico alla temperatura


TA = 300 K; compie un ciclo ABCA nel quale: AB una espansione libera;
BC una compressione adiabatica irreversibile; CA una isobara reversibile che
riporta il gas nello stato iniziale. Sapendo che nella compressione adiabatica viene impiegato il lavoro L = 200 J, calcolare la variazione di entropia
delluniverso.
Soluzione
Si osserva che nellespansione libera del gas ideale la temperatura rimane
costante, dunque TA = TB : Inoltre nella compressione adiabatica BC si ha
(Q = 0)
nCV (TC

TB )

L = 0; ) TC = TB +

L
nC V

= TA +

2L
3R

= 316 K.

La variazione di entropia delluniverso data da


Su =

Sgas +

Sext :

La variazione di entropia del gas nulla perch compie un ciclo. Sext


pari alla somma delle variazioni di entropia dellambiente esterno, che si
riducono solo a quella relativa alla compressione isobara CA:
R TA
= Cp ln TTCA :
SCA =
nCp dT
T
TC

Infatti la compressione BC adiabatica. La variazione di entropia delluniverso risulta quindi


316
Su = Cp ln TTCA = 52 8:314 ln 300
J=K = 1:08 J=K

56

(07/06/14). Un gas ideale monoatomico, nello stato iniziale pA = 32:8


atm, VA = 2; TA = 400 K, esegue il ciclo ABCDA dove: AB unespansione
isoterma reversibile a temperatura T1 = TA , BC una espansione adiabatica
reversibile, CD una compressione isoterma reversibile a temperatura T2 =
TD , DA una isocora irreversibile, che riporta il gas nello stato iniziale.
Questultima trasformazione pu essere realizzata in due modi:
a) ponendo il gas a contatto con la sorgente a temperatura T1
b) eettuando lavoro adiabatico esterno L.
Calcolare il rendimento nei due casi e la variazione di entropia delle
sorgenti nel caso b);
(VB = 8 l; T2 = 250K).
Soluzione
Le quantit di calore coinvolte nel ciclo sono:
QAB = nRT1 ln VVBA = 90:9 l atm; n =

pA VA
RTA

= 2 moli

QBC = 0
QCD = nRT2 ln VVDC =
QDA = nCV (T1

85; 7 l atm;

VD = VA ; VC = VB

T1
T2

1=(

1)

T2 ) = 36; 9 l atm:

Nel primo caso il rendimento risulta:


=1+

QCD
QAB +QDA

= 0:33:

Nel secondo caso nel gas viene dissipato lavoro adiabatico, che determina
la stessa variazione di energia interna del primo caso. Pertanto il rendimento lo stesso. Si rammenti che il rendimento di una macchina , in generale, denito dal rapporto tra il lavoro utile ottenuto e lenergia, di qualsiasi
genere, impiegata.
La variazione di entropia delle sorgenti, caso b),
Ssorg =

QAB
T1

QCD
T2

= 0:12 l:atm=K:

57

(07/06/14) n moli di ossigeno, a temperatura T0 e volume V0 vengono


fatti espandere isotermicamente, no a raddoppiare il volume. Calcolare il
rapporto dei calori assorbiti nei seguenti casi:
a) il gas si consideri ideale
b) il gas obbedisca allequazione di Van der Waals con V0 = 2nb (b
covolume)
Soluzione
a) Gas ideale: indicato co Vf il volume nale si ha
V

Q1 = nRT0 ln Vf0 = nRT0 ln 2:


b) Gas di Van der Waals:
dQ2 = dU + pdV
dallespressione dellenergia interna di un gas di Van der Waals si ha
u = CV T
dove u

a
+
v

cost

U=n e v

U = nCV

V =n e quindi

n2 Va + cost

dQ2 = nCV dT + n2 Va2 dV + pdV


ma p =
dQ2 =

nRT0
V bn

n2 Va2 e quindi, a T costante

nRT0
dV
V bn

integrando si ottiene
RV
V
Q2 = V0f VnRTbn0 dV = nRT0 ln Vf0

bn
bn

= nRT0 ln 3

pertanto il rapporto dei calori assorbiti vale:


Q1 =Q2 = 0:63

58

(07/07/25) Due moli di gas ideale monoatomico sono contenute in un


recipiente alla temperatura TA = 300 K: Al ne di dimezzare pressione e volume iniziali pA ; VA , il gas viene sottoposto a due trasformazioni consecutive:
una compressione isoterma reversibile AB, che dimezza il volume; una isocora irreversibile BC, realizzata ponendo il gas a contatto con una sorgente a
temperatura TC , che ne dimezza la pressione. Calcolare le quantit di calore
scambiate con le sorgenti e la variazione di entropia delluniverso.
Soluzione
Nellisoterma AB,

U = 0;

QAB = nRTA ln VVBA =

2RtA ln 2 =

3456 J

Nellisocora irreversibile BC, W = 0;


QBC = nCV (TC

TA ) =

9
RTA
4

9
4

8:314 300 =

5612 J;

essendo TC = TA =4
La variazione di entropia delluniverso uguale alla somma della variazione dellentropia del gas SBC nellisocora irreversibile BC e della variazione dellentropia della sorgente a temperature TC :
Su =

SBC +

QBC
TC

STC = nCV ln TTCA

3 ln 4 + 9R = 4:84 8:314 = 40:2 J=K


oppure:
Su =

SAB +

SBC +

STB +

SAB = +3456=300 J=K =

STC

11:52 J=K

STB =

2 8:314 ln 2 J=K = +11:52 J=K

SBC =

2 3=2 8:314 ln 4 J=K =

STC =

QBC
TC

Su = ( 11:52

5612
75

34:57 J=K

= 74:83 J=K

34:57 + 11:52 + 74:83) J=K = 40:2 J=K

59

(07/07/25) Un gas ideale compie un ciclo ABCDA, in cui: AB una


espansione ottenuta ponendo il gas a contatto con una sorgente a temperatura T1 = 900 K e dimezzando bruscamente la pressione esterna; BC una
trasformazione adiabatica reversibile che raredda il gas dalla temperatura
T1 alla temperatura T2 = 300 K; CD una compressione ottenuta ponendo il
gas a contatto con una sorgente a temperatura T2 e raddoppiando bruscamente la pressione esterna; DA una compressione adiabatica reversibile che
riporta il gas nello stato iniziale. Determinare il rapporto tra il rendimento
del ciclo e quello della macchina di Carnot che lavora tra le stesse sorgenti.
Calcolare anche la variazione dellentropia delluniverso in un ciclo e lenergia
inutilizzabile.
Soluzione
Le trasformazioni AB e CD sono evidentemente irreversibili. Poich per
entrambe gli stati iniziali e nali sono alle stesse temperature, rispettivamente
T1 e T2 , si ha
VB = 2VA ;

VC = 2VD ;

UAB = 0;

UCD = 0:

Inoltre:
QAB = WAB = pB (VB

VA ) =

QCD = WCD = pD (VD

VC ) =

Pertanto i rendimenti
=1+

QCD
QAB

=1

2T2
T1

pA VA
2

nRT1
2

PD VD =

del ciclo e
= 31 ;

=1

nRT2

della macchina di Carnot risultano:


T2
T1

= 23 ;

La variazione dellentropia delluniverso in un ciclo quella delle due


sorgenti:
Su =

QAB
T1

QCD
T2

nR
2

+ nR = nR=2 = 8:314 J=K

Lenergia inutilizzabile data da:


Ein = T2 Su = Wcarnot

Wirr = 300 8:314 J = 2494:2 J

Eil calore in pi (rispetto alla macchina di Carnot) ceduto alla sorgente


fredda.

60

(07/25/09) Un cubetto di ghiaccio di massa m = 15 g alla temperatura


t0 = 0 C, viene posto in un bicchiere dacqua alla temperatura t1 = 27 C, in
equilibrio con lambiente esterno. Il sistema evolve no a ritornare
allequilibrio iniziale. Calcolare la variazione di entropia del ghiaccio, dellacqua, del bicchiere e dellambiente.
(Calore di fusione del ghiaccio = 80 cal=g)
Soluzione
Assumendo costante il calore specico del ghiaccio e pari a c = 1cal=(gK),
si ha:
Sgh =

m
T0

+ mc ln TT01 = 24:279 J=K

Le variazioni di entropia dellacqua e del bicchiere sono nulle in quanto


lo stato nale uguale allo stato iniziale:
Sacq = 0;
Sbic = 0:
La variazione di entropia dellambiente esterno, considerando questultimo come una sorgente ideale, data dal rapporto tra il calore Q fornito al
sistema e la temperatura costante dellambiente:
Samb =

Q
T1

m +mc(T1 T0 )
T1

22:186 cal=K,

La variazione di entropia delluniverso risulta


Su =

Sgh +

Samb = 2:093 J=K

61

(08-06-16) Un condizionatore viene utilizzato per rareddare una stanza


di volume V , dalla temperatura tA alla temperatura tB , mentre lesterno, da
assumere come sorgente termica ideale, alla temperatura tE . Calcolare il
lavoro minimo occorrente per loperazione, supponendo che nella stanza sia
presente aria, da assumere come gas ideale biatomico, a pressione p costante.
Quanto tempo impiegher un condizionatore con una potenza di 2kW a
rareddare laria della stanza?
(V = 40 m3 ; p = 1 atm; tA = 40 C; tB = 25 C; tE = 40 C):
Soluzione
A questo problema si pu applicare la legge di accrescimento dellentropia.
Poich si richiede il lavoro minimo occorrente, la variazione di entropia delluniverso ( Su ) devessere pari a zero. Essa consta della variazione di entropia
dellambiente esterno SE , della variazione di entropia del condizionatore,
uguale a zero perch compie una operazione ciclica, e della variazione di
entropia dellaria della stanza Sg :
Su =

SE +

Sg = 0; )

Su =

Q1
TE

+ nCp ln TTBA = 0;

(1)

dove Q1 = Q + W il calore assorbito dallambiente esterno, uguale


alla somma del calore Q sottratto allambiente e del lavoro W compiuto
dallesterno.
Essendo
n=

pV
;
RT A

Q = nCp (TA

TB );

dalla (1) si ottiene:


h
i
W = nCp (TA TB ) + TE ln TTBA =
1:013 105 40 7
(2
313:15

15 + 313:15 ln 298:15
J = 1:68 104 J:
313:15

Il tempo impiegato a rareddare laria


t = (16800=2000) s = 8:4 s

62

(08-06-16) Una macchina termica funziona scambiando calore con due


sorgenti alle temperature TA = 300K e TB = 250K. Dopo un certo numero di cicli essa produce un lavoro W = 30 cal, mentre la variazione di
entropia delluniverso risulta Su = 0:02 cal=K. Ricavare il rendimento della macchina, valutare lenergia inutilizzabile e confrontare il risultato con il
rendimento ed il lavoro di una macchina di Carnot reversibile che operi tra
le stesse temperature.
Soluzione
Si ha un aumento dellentropia delluniverso, quindi la macchina irreversibile. Poich la variazione di entropia di questultima, che lavora ciclicamente, nulla, la variazione di entropia delluniverso uguale alla variazione
di entropia delle sorgenti;
QA
:
TA

QB
TB

Su =

(1)

dove QA il calore che la macchina assorbe dalla sorgente calda, assunto


positivo e QB il calore ceduto dalla macchina alla sorgente fredda, assunto
negativo
Tenuto conto che
W = QA + QB ; ) QB =

QA + W ,

sostituendo nella (1), si ricava:


Su =
QA =

QA W
TB

TA
TA TB

QA
,
TA

(W + TB Su )

Il rendimento risulta:
=

W
QA

TA T B
W
TA W +T B S u

50
30
300 30+250 0:02

= 0:14;

lenergia inutilizzabile
EIN = TB Su = 5 cal:
Il rendimento di una macchina di Carnot reversible vale
R

=1

TB
TA

=1

250
300

= 0:166

e la macchina compirebbe quindi un lavoro


WREV =

R QA

= 1

TB
TA

TA
TA TB

(W + TB Su ) = W + TB Su = 35 cal

63

(08-07-23) Una mole di gas ideale monoatomico esegue una trasformazione isobara tra gli stati A e B, compiendo il lavoro W = 103 J. Il gas
pu anche raggiungere lo stato nale B attraverso un processo irreversibile
costituito da due trasformazioni:
una trasformazione AC in cui il gas posto a contatto con una sorgente
a temperatura TA , no ad occupare il volume VB ; una compressione isocora
CB, no ad raggiungere la temperatura TB .
Calcolare il calore scambiato nella trasformazione isobara ed il lavoro
massimo ottenibile nel processo irreversibile (TA = 300 K).
Soluzione
La quantit di calore scambiata nella trasformazione isobara pari alla
variazione di entalpia del gas,
Q=

H = Cp (TB

TA ) =

U + W;

(1)

indipendente dal tipo di trasformazione. Infatti lenergia interna una


funzione di stato ed il lavoro pari a
W = p(VB

VA ) = R(TB

(2)

TA );

anchesso indipendente dal tipo di trasformazione. Dalla (2) si ricava


TB

TA =

W
;
R

TB = TA +

)
W
R

= 300 +

103
8:314

K = 420:28 K:

(3)

Sostituendo nella (1) si ottiene


Q=

H = Cp W
= 52 103 J = 2500 J:
R

Per determinare il lavoro ottenibile nel secondo processo si pu applicare


la legge di accrescimento dellentropia,
Ssorg +

Sgas

0.
64

il lavoro massimo si ottiene quando vale il segno di eguaglianza e poich


la variazione dellentropia delle sorgenti vale
Ssorg =

Wmax
TA

CV ln TTBA

e
Sgas = Cp ln TTBA ;
si ottiene:
Wmax
TA

CV ln TTBA + Cp ln TTBA = 0;

e quindi
Wmax = TA (Cp

J = 840:89 J: (4)
CV ) ln TTBA = 300 (8:314) ln 420:28
300

Poich le trasformazioni AC e BC sono irreversibili, il lavoro ottenibile


sicuramente minore. Si noti che nella situazione prospettata dal problema
non necessario ricorrere alla legge di accrescimento dellentropia; infatti la
(4), essendo pA = pB ; proprio uguale a lavoro dellisoterma reversibile AC.

65

(08-07-23) Un recipiente con pareti rigide e capacit termica trascurabile, contiene 15 moli di azoto, in equilibrio termodinamico, alla temperatura T1 . Il sistema viene posto in contatto con una sorgente alla temperatura
T2 = 0 C, attraverso una parete diatermica. Raggiunto il nuovo equilibrio,
si osserva che la variazione di entropia della sorgente Ssorg = 750 J=K.
Calcolare la variazione di entropia del gas.
Soluzione
La trasformazione irreversibile, ma la variazione di entropia della sorgente sempre pari al rapporto tra il calore assorbito (ceduto dal gas) e la
sua temperatura, ossia
Ssorg =

Q
;
T2

Q = T2 Ssorg = 273:15 750 J=K = 2:048 6 105 J

dove T2 = 273:15 K. Essendo Q = nCV (T1

T2 ), risulta:

T1 = T2 + Q=nCV = 273:15 K + 2:048 6 105 = 15

5
8:314
2

930:23 K:
La variazione di entropia del gas risulta:
S = nCV ln TT21 = 15

5
8:314 ln 273:15
2
930:23

66

J=K =

382:05 J=K:

K=

(08-09-15)Una mole di gas ideale monoatomico contenuta in un recipiente adiabatico, in equilibrio alla temperatura TA = 320 K. Successivamente essa si espande, occupando il volume VB = 3VA e compiendo il lavoro
W = 150 J; quindi viene compressa adiabaticamente e reversibilmente no
al volume nale VC = VA . Determinare la temperatura nale del gas.
Soluzione
Lespansione AB irreversibile. Per la prima legge della termodinamica,
CV (TB

TA ) + W = 0;

si ricava:
TB = TA

W=CV = TA

2W=3R:

Pertanto, tenuto conto dellequazione delladiabatica BC,


TC = TB (VB =VC )

= TB 3

si ottiene:
TC = (TA
(320

2W=3R) 35=3

2 150= (3 8:314)) 35=3

K = 640:6 K:

67

(08-09-15) Un grammo dacqua nella transizione liquido-vapore ha una


variazione di energia interna U = 500 cal (piccole). Calcolare la variazione
di entropia della transizione di fase ritenendo trascurabile il volume del liquido Vl ; rispetto a quello del vapore Vg , e considerando questultimo come
un gas ideale. Assumere costante il calore di evaporazione (calore latente) e
pari a e = 22:6 105 J=kg:
Soluzione
Dalla prima legge della termodinamica:
U =Q

W =m

p(Vg

Vl ) = m

(m=A) RT;

500 4:184 = 2092:0 = 2260 W ) W = 2260 2092 = 168:0


dove m ed A sono la massa e la massa molecolare dellacqua. Si ricava
T =

e A=R

A U=mR = 2260 18=8:314 18 500 4:184=8:314 = 363:72

K:
La variazione di entropia risulta:
S = m e =T = 2260=363:72 = 6:21 J=K:

68

(09-06-23) Una mole di gas ideale monoatomico, a temperatura T0 = 300


K viene posto a contatto con una sorgente dalla quale assorbe la quantit
di calore Q = 1500 cal.(piccole). Il gas, contenuto in un cilindro, chiuso da
un pistone di massa trascurabile che pu scorrere senza attrito, si espande
contro la pressione esterna p0 costante. Calcolare la variazione di entropia
del gas e delluniverso.
Soluzione
Detta Tf la temperatura nale, il calore assorbito dal gas dato da
T0 ); )

Q = Cp (Tf

Tf
T0

=1+

Q
Cp T0

=2

La variazione di entropia del gas risulta:


T

S = Cp ln Tf0 = 25 R ln 2 =

5
8:314 ln 2
2

J=K = 14:4 KJ

Si osservi che lespansione irreversibile; infatti la variazione di entropia


delluniverso, sorgente e gas,
Su =
14:4

S+

Ssorg = 14:4 J=K

1500 4:187
600

J=K = 3: 93 KJ > 0

69

Q
Tf

(09-06-23) Una mole di gas ideale biatomico si espande secondo la


politropica reversibile pV 2 = cost: Sapendo che la temperatura iniziale
TA = 400 K e che il gas compie il lavoro WAB = 2000 J, determinare la temperatura nale TB , il calore scambiato nella trasformazione e la variazione
dentropia del gas.
Soluzione
Nella politropica, pV 2 = pA VA2 , il lavoro reversibile dato da
WAB

ZVB
ZVB
pA VA2
= pdV =
dV =
V2
VA

1 VB
V VA

pA VA2
pA V A

VA

= pA VA2

1
VA

1
VB

TB ) (perch pA VA2 = pB VB2 ) :

pB VB = R(TA

Da cui,
1
WAB
R

TB = TA

= 400

1
2000
8:314

K = 159:4 K:

Il calore scambiato vale


QAB =

U + WAB = CV (TB

5
8:314(159:4
2

TA ) + WAB =

400) + 2000 J =

3000:9 J:

Nella trasformazione il calore viene ceduto dal gas e la variazione dentropia del gas vale:
Sg = SB

SA = CV ln TTBA + R ln VVBA ;

per valutarla occorre calcolare

VB
;
VA

pA VA2 = pB VB2 =) TA VA = TB VB
e quindi si ha

VB
VA

TA
TB

e si ottiene
S = 52 R ln TTBA
3
8:314
2

ln

159:4
400

R ln TTBA = 32 R ln TTBA =
J
K

11: 474 KJ

70

(09-07-21)Una mole di gas ideale monoatomico compie una trasformazione


reversibile la cui equazione nel piano (T; S) T = T0 + a(S S0 ) b(S S0 )2 ,
con a = 5 K 2 =J, b = 0:8 K 3 =J 2 . Sapendo che la temperatura nale coincide
con quella iniziale T0 = 300 K, calcolare la quantit di calore ed il lavoro
associati alla trasformazione.
Soluzione
Nel diagramma (T; S) la trasformazione rappresentata da unarco di
parabola ad asse verticale e concavit rivolta in basso, quindi, per un certo
valore dellentropia S1 6= S0 , si avr nuovamente un valore della temperatura
pari a T0 . Segue che fra questi due estremi,
U = 0;

Q = W:

Il calore associato alla trasformazione


RS
RS
Q = S01 T dS = S01 [T0 + a(S S0 ) b(S
= T0 (S1

S0 ) + 21 a(S1

S0 )2

1
b(S1
3

S0 )2 ] dS =

S0 )3 .

Dallequazione della trasformazione, per T = T0 si ha


S1

S0 =

a
b

= 6:25 J=K:

Sostituendo nella precedente:


Q = W = 1:9 kJ:
Q = 300 6:25 + 2:5 (6:25)2

0:8 13 (6:25)3 = 1907: 6

71

(09-07-21) Due moli di gas ideale biatomico sono contenute in recipiente


alla temperatura TA = 300K. Al ne di dimezzare volume e pressione iniziali, il gas viene sottoposto a due trasformazioni reversibili consecutive: una
compressione adiabatica AB che dimezza il volume e una isocora BC. Calcolare il lavoro compiuto sul gas nella compressione e le variazioni di entropia
del gas e delle sorgenti
Soluzione
Il lavoro compiuto sul gas pari allaumento di energia interna del gas,
WAB =

U = nCV (TB

TA ) = 5RTA

TB
TA

Usando lequazione delladiabatica reversibile


TA VA

= TB VB

si ha:
VA
VB

WAB = 5RTA

1 = 5RTA (2

1) = 3982:7 J:

Tenuto conto che, per lequazione di stato, si ricava TC = TA =4; la


variazione di entropia del gas
Sgas = nCV ln TTCA + nR ln VVCA =
2

5
2

ln 41 + ln 12 8:314 J=K =

69:154 J=K:

Poich il processo reversibile, la variazione di entropia delle sorgenti


risulta:
Ssorg =

Sgas :

(calcoli:
= 7=5
TB = TA

VA
VB

QBC = nCV (TB


Sgas =

nCV ln

= 300 (2)2=5 = 395:85 K


TC ) = 5 (396
TB
TC

75) 8:314 = 13344 J

5 8:314 ln 395:85
=
75

69:154 J=K

PA VA = PB VB ) PB = PA (2)7=5 = 2:639 PA
Sgas = nCV ln PPBC = 5 8:314 ln

1
2 2:639

72

69:154 J=K)

(09-09-25) Una mole di gas ideale biatomico esegue un ciclo costituito da


una isobara AB che ne raddoppia il volume, una politropica BC di equazione
pV = cost, = 2; e da una isoterma CA. Calcolare il rendimento del ciclo.
Soluzione
Dallequazione di stato e dallequazione della politropica
1

pV = cost; pV = RT ) p = RT =V; T V

= cost

si trae:
TB = 2TA ; TC = TA ; TB VB = TC VC ; VC = 4VA
Le quantit di calore coinvolte nel ciclo sono:
QAB = Cp (TB

TA ) = Cp TA > 0

QBC = C (TC

TB ) =

QCA = RTA ln VVCA =

C TA < 0

RTA ln 4 < 0,

con C (calore specico molare della politropica)


C =

dQ
dT

CV dT +P dV
dT

= CV +

R
1

= 32 R:

infatti nella politropica


TV

dT + dV (
P

dV
dT

= cost ) V

1) T V

PV
T (1 )

dT + (

1) T V

=0)

dV
dT

V
T (1

dV = 0 )

R
(1 )

Il rendimento risulta:
=1+
1

QBC +QCA
QAB

C +R ln 4
Cp

=1

=1

C TA +RTA ln 4
Cp TA

3=2+ln 4
7=2

4
7

2
7

ln 4 = 0:17534

73

18%:

(09-09-25) Un gas ideale monoatomico, di volume iniziale V0 = 10 2 m3


alla temperatura t0 = 20 C, contenuto in un recipiente diatermico, viene
compresso bruscamente no alla pressione p = 2 M P a che viene mantenuta
costante. Una volta raggiunto lequilibrio, la temperatura del gas aumentata di 80 C ed il volume diventato V = V0 =10. Determinare la quantit
di calore scambiata dal gas con lambiente esterno.
Soluzione
Per la prima legge della termodinamica:
Q=

U + W,

con

U = nCV

T = 32 nR T; W = p V .

Essendo, per lequazione di stato,


nR = pV =T =

pV0 =10
;
T

si ottiene:
Q=

3 pV0 =10
2
T

3 2 106 10
2
293:15

T +p V =
80

2 106 0:9 10

74

J=

17:18 kJ

(10/06/10) Calcolare il calore specico di una mole di gas ideale monoatomico in funzione del volume, C(V), nella trasformazione quasi statica mostrata
nella gura.
P
P0

V0

Soluzione
Il calore specico molare denito da
C=

Q
dT

dal primo principio si ha


Q = dU + W = 32 RdT + P (V )dV
C(V ) =

Q
dT

= 32 R + P (V ) dV
dT

Lequazione rappresentativa della retta in gura


P = P0

P0
V
V0

= P0 1

V
V0

combinando questa con lequazione dei gas ideali


P V = RT
si ottiene
P0 V 1

V
V0

= RT

per trovare dV =dT si fa il dierenziale totale di questa equazione


P0 dV 1

V
V0

+ P0 V

dV
V0

= P0 dV 1

75

2 VV0

= RdT

dV
dT

R
1
P0 1 2 V
V

e si ottiene C(V)
C(V ) = 32 R + P (V ) dV
= 32 R +
dT

R 1
1

V
V0
2 VV
0

76

5
2

4 VV

1 2 VV

(10/06/10) Una mole di gas biatomico di equazione di stato p + Va2 V =


RT , esegue un ciclo ABCDA dove: AB una isoterma reversibile, in cui la
tempera-tura della sorgente T2 = 400 K; BC una isocora ottenuta ponendo
il gas a diretto contatto con una sorgente alla temperatura T1 = 200 K; CD
una compressione isoterma reversibile alla temperatura T1 ; DA una isocora ottenuta ponendo il gas in contatto con la sorgente a temperatura T2 e
che riporta il sistema nello stato iniziale. Calcolare il rendimento del ciclo
e la variazione dentropia delluniverso in un ciclo. Assumere CV = 25 R e
VB = 4VA .
Soluzione
Per un gas reale si ha
a
;
V

U = U (T; V ) = CV T

dal primo principio e dallequazione di stato del gas si ricava


Q = dU + pdV = CV dT +
CV dT +

a
dV
V2

RT
dV
V

a
dV
V2

RT
dV:
V

Il ciclo un ciclo di Stirling per un gas reale e con le isocore irreversibili,


le quantit di calore scambiate sono le stesse del ciclo di Stirling reversibile
per un gas ideale, il lavoro totale compiuto lo stesso, ma il calore assorbito
aumentato del termine QDA :
QAB = RT2 ln VVBA = 8:314 400 ln 4 J = 4610 J
QBC = CV (T1

T2 ) =

QCD = RT1 ln VVDC =


QDA = CV (T2

5
2

8:314 200 J =

8:314 200 ln 4 J =

4157 J;
2305 J

T1 ) = 4157 J.

Il rendimento risulta
=

W
QAB +QDA

QAB +QCD
QAB +QDA

2305
4610+4157

= 0:26

La variazione dentropia delluniverso si riduce alla variazione dentropia


delle sorgenti:
Su =

QBC
T1

QDA
T2

4157
200

4157
400

77

J=K = 10:393 J=K:

(10/07/20) Una certa quantit di ossigeno, da considerare come gas


ideale, contenuta in un recipiente cilindrico adiabatico, munito di pistone
anchesso adiabatico. Il gas, di volume iniziale V0 = 1 m3 , viene fatto espandere contro una pressione esterna p = 105 P a, no ad aumentare il volume
del 50%. Determinare la variazione di entalpia del gas.
Soluzione
La variazione di entalpia data da
H = nCp T:

(1)

Daltra parte, per il primo principio


U + W = 0; ) nCV

T =

W =

p V;

da cui:
T =

p V
nCV

Sostituendo nella (1) ed essendo


H=

p V =

7
5

V = 0:5V0 , si ottiene:

105 0:5 J =

78

70 kJ.

(10/07/20) Una mole di gas ideale monoatomico alla temperatura iniziale


T0 = 300 K esegue una trasformazione politropica reversibile di equazione
T V 3 = cost, raddoppiando il volume iniziale V0 . Successivamente, con una
isocora reversibile, il gas ritorna alla pressione iniziale p0 e, con una isobara
reversibile, allo stato iniziale; calcolare il calore assorbito nella trasformazione
politropica e il rendimento del ciclo
Soluzione
Lequazione della politropica T V
3

TV

= T0 V0

e anche pV

= cost si pu scrivere

= cost = p0 V0 2 ; ( =

2)

Dal primo principio dQ = dU + dW = CV dT + pdV


C = CV +
1

ma T V
dV
dT

1
(

RT dV
V dT

= cost ) (dT ) V

V
1) T

+(

1) T V

dV = 0;

e quindi il calore molare della politropica vale


C = CV +

R
(1 )

11
R
6

e il calore assorbito
Q = nC (Tf
ma Tf (2V0 )

T0 )
3

:(1)
3

= T0 V0

Sostituendo nella (1),

) Tf = 8T0 .

T = 8:314 77
300 J = 32009 J:
Q = nR 77
6 0
6
Indicati con A, B, C i punti del ciclo, il rendimento del ciclo vale
dove W il lavoro compiuto in un ciclo
W = WAB + WBC + WCA
ZVB
ZVB
con WAB = pdV = p0 V0 2 V 2 dV = 13 p0 V0 2 (VB3
V0

V0

WBC = 0; WCA =
W = 34 RT0 (=
=

4 RT0
3 77
RT0
6

4
3

p0 V 0 =

RT0

8:314 300 J = 3325:6 J)

= 0:1

79

V03 ) = 37 RT0 ;

W
,
Q

a
,
(10/09/29) Una mole di gas reale, di equazione di stato p = RT
V
V2
6
2
con a = 0:7 P a m =mol , contenuta in un cilindro diatermico, chiuso da
un pistone scorrevole. Inizialmente il gas in equilibrio ed occupa il volume
VA alla pressione pA , mentre nellambiente esterno la pressione p0 < pA e
la temperatura T0 . Calcolare le variazioni di energia interna, di entalpia e di
entropia, una volta che il gas, espandendosi, raggiunge lequilibrio nale con
Vf in = 2VA .

Soluzione
Lespansione irreversibile ma gli stati iniziale e nale hanno la stessa
temperatura.
Per le funzioni di stato di cui si vuole calcolare la variazione, si ha:
U = CV T
(1)

a
V

) dU = CV dT +

a
dV
V2

dH = d(U + P V )
dS = T1 dU + PT dV = CV dT
+
T

a
dV
TV 2

R
V

a
TV 2

dV =

+ VR dV:
CV dT
T
ed essendo uguale la temperatura negli stati iniziale e nale, si ha
RV
U = VAB Va2 dV = a VVBA VVBA = 0:35 J > 0.

Per la seconda delle (1) la variazione di entalpia


H=

U + pB VB

pA V A ,

e, tenuto conto dellequazione di stato,


pB VB

pA VA = RTo

a
VB

RT0 +

a
VA

= a VVBA VVBA

H = 0:7 J
Per quanto riguarda la variazione di entropia, dalla terza delle (1) si
ottiene:
S = R ln

Vf in
VA

= R ln 2 = 5:76 J=K

Si osservi che sia la variazione di energia interna che le variazioni di


entalpia e di entropia dipendono dal volume.

80

(10/09/29) Un sistema termodinamico isolato costituito da n = 5


moli di gas ideale biatomico in contatto con una sorgente termica (termostato) a temperatura t = 20 C. Inizialmente il gas alla pressione p0
e successivamente viene fatto espandere no a raggiungere la pressione p1
= p0 =10. Sapendo che nellespansione la sorgente ha ceduto la quantit di
calore Q = 6 kcal , si determini la variazione di entropia del gas e si stabilisca
se la trasformazione reversibile o meno.
Soluzione
Lespansione del gas avviene a temperatura costante, quindi detto V0 il
volume iniziale, la sua variazione di entropia risulta:
Sgas = nR ln VV01 = nR ln pp01 = 95:7 J=K:
La variazione di entropia della sorgente
Ssorg =

Q
T

6000 4:186
293:15

85:676 J=K:

La variazione di entropia delluniverso vale:


Su = Sgas + Ssorg = (95; 7
Il processo irreversibile.

85:676)J=K = 10:024 J=K

81

(11-02-22) Una mole di un gas ideale biatomico ( = 1:4 ) si espande


adiabaticamente e reversibilmente no a dimezzare la pressione. Si calcoli:
a) La temperatura nale Tf , nota quella iniziale Ti ;
b) Le energie interne iniziale e nale, supponendo che le molecole possiedano
5 gradi di libert;
c) il lavoro W eettuato dal gas sullesterno, supponendo nota la sua
pressione iniziale Pi .
d) Successivamente il gas compie esegue una compressione isoterma reversibile no al volume iniziale e una compressione isocora reversibile no a
ritornare alla pressione iniziale. Si calcoli il rendimento del ciclo.
[Ti = 280 K; Pi = 105 P a]
Soluzione
a) Utilizzando lequazione di stato pV = nRT per eliminare V dallequazione pV = cost delladiabatica reversibile si ottiene
Tf = ( Ppfi )

= 280 K

0:820 = 230 K

b) Dalla relazione U = 5nRT =2 si ottiene:


Ui = 5:82 kJ; Uf = 4:78 kJ.
c) Il lavoro pu essere calcolato direttamente, utilizzando il primo principio Q = U + W (Q = 0 in questo caso)
W =

U = 1:04 kJ

d) Il rendimento dato dalla relazione


=1+

QC
QA

nRTf ln

=1+

Vi
Vf

nCV (Ti Tf ) )

=1+

nRTf ln

Pf
Pi

nCV (Ti Tf ) )

1+

2 230 ln(0:5) 1:4


5(50)

= 0:09

dove QC il calore ceduto nellisoterma e QA il calore assorbito nellisocora.

82

(11-02-22) Due moli di gas ideale monoatomico vengono compresse


isotermicamente e reversibilmente alla temperatura TA no a dimezzarne
il volume. Una volta raggiunto lo stato nale il gas viene isolato dalla sorgente facendolo espandere liberamente, no a ripristinare lo stato iniziale.
Calcolare la variazione di entropia delluniverso.
Soluzione
Nelluniverso termodinamico, costituito dal gas e dalla sorgente, avviene
una trasformazione irreversibile pertanto, per la legge di accrescimento dellentropia si ha
Su =

Sisot +

Sirr +

Ssorg > 0:

Ma la variazione di entropia del gas nel ciclo nulla:


Sisot +

Sirr = 0;

Sirr =

Sisot ;

(1)

pertanto
Su =

Ssorg > 0:

Per la seconda delle (1) la variazione di entropia della sorgente uguale


ed opposta a quella del gas nellisoterma; quindi
Ssorg =

Sirr =

nR ln

Vf
Vi

= 2R ln 2

83

11:5 J=K > 0;

(11-06-08) Un cilindro diatermico, munito di pistone libero di scorrere,


contiene una mole di gas reale assimilabile ad un gas di Van der Waals, in
cui a = 1:4 l atm l=mol2 e b = 0:04 l=mol; che occupa il volume V1 = 1 l:
Improvvisamente il gas viene fatto espandere contro la pressione atmosferica
p0 no al volume V2 = 4 l: (la temperatura dellatmosfera To = 300 K)
Determinare la pressione iniziale del gas, calcolare il calore scambiato dal
gas durante lespansione e la variazione dentropia delluniverso.
Soluzione
Dallequazione di Van der Waals
p1 =

RT0
V1 b

a
(V1 )2

8:314 300
103 P a
1 0:04

=
6

1:4 10

1:013 105 P a = 2:6

106 P a

Lespansione irreversibile ma, essendo il cilindro diatermico, una volta


raggiunto lequilibrio nale, la temperatura del gas uguale a quella iniziale.
Per il primo principio, il calore scambiato dato da
Q=

U + W:

(1)

lenergia interna del gas di Van der Waals vale (N = 1)


a=V + cost.

U = CV T

la cui variazione d
dU = CV dT + (a=V 2 ) dV
ma la temperatura nale uguale a quella iniziale e quindi
RV
= a V11 V12 = 1:4 l atm l(0:75 l 1 ) =
U = V12 a dV
V2
1:05 l atm = 1:05 10

1:013 105 J = 106 J:

Il lavoro contro la pressione esterna p0


W = p0 V = 3 l atm = 3 10

1:013 105 J = 304 J;

quindi Q = 106 J + 304 J = 410 J:


La variazione dentropia del gas data da
Sg = R ln VV12

b
b

= 8:314 ln 14

0:04 J
0:04 K

= 11:78 KJ ;

la variazione dentropia dellambiente


Sa =

Q
T0

410
J=K
300

1:37 J=K

e la variazione dentropia delluniverso


Su = (11:78

1:37) J=K = 10:41 J=K:


84

(11-06-08) In un recipiente cilindrico adiabatico, munito di pistone anchesso adiabatico, contenuta una mole di gas ideale ed una massa m = 20
g di ghiaccio. Il sistema in equilibrio alla pressione p0 = 1 atm e alla
temperatura t0 = 0 C. Il gas viene compresso reversibilmente no a far
fondere tutto il ghiaccio. Calcolare il volume nale del gas, assumendo indipendenti dalla pressione la temperatura ed il calore di fusione del ghiaccio.
( f = 80 cal=g).
Soluzione
Una mole di gas a p = p0 e a t = t0 ha un volume V0 = 22:414 10 3 m3 :
Finch il ghiaccio presente alla sua temperatura di fusione, la compressione isoterma reversibile. In tal caso dal primo principio
U = 0; ) Q =

W,

dove Q il calore assorbito nella fusione del ghiaccio e W il lavoro di


compressione esterno. Detto V1 il volume nale del gas, si ha
Q=m

nRT0 ln VV01

da cui:
V1 = V0 exp
= 1:17

m f
nRT0

= 22:414 10

10 3 m3 .

85

exp

20 80 4:187
8:314 273:15

m3

(11-07-19) Una mole di gas ideale monoatomico alla temperatura iniziale


di tA = 27 C e pressione p0 = 1 atm esegue una trasformazione politropica
reversibile di equazione pV 2 = cost, aumentando il volume iniziale VA del
50%. Quindi con una isoterma reversibile arriva a uno stato C con VC = 2VA ;
dimezzando improvvisamente la pressione passa poi a uno stato D con volume
uguale a quello iniziale ed inne con una isocora reversibile ritorna allo stato
iniziale. Determinare il rendimento del ciclo.
Soluzione
pA VA 2 = pV

) p = pA V A 2 V 2

il lavoro compiuto da A a B vale


RV
RV
WAB = VAB pdV = VAB pA VA 2 V 2 dV = 31 pA VA 2 (VB3
1
p V 2
3 A A

(1:5 VA )3

VA3 ) =

VA3 = 0:792pA VA = 0:792RTA

e la temperatura in B vale
1
p V = R1 pA VA 2 VB3
R B B
3:375 R1 pA VA = 3:375TA ;

TB =

1
p V 2
R A A

(1:5 VA )3 =

per il primo principio il calore assorbito tra A e B


QAB =

UAB + WAB = CV (TB

1:5 R(3:375 TA

TA ) + WAB =

TA ) + 0:792RTA = 4:354RTA ;

nellisoterma da B a C
2
QBC = WBC = RTB ln VVBC = R 3:375 TA ln 1:5
= 0:971RTA :

La pressione in C vale PC = RTB =VC = R 3:375 TA =2VA :


Il lavoro compiuto nellisobara irreversibile CD
WCD =

PD (VC

VD ) = ( 0:5 R 3:375 TA =2VA ) VA =

0:5 R 3:375 TA =2 =
e TD = PD

0:844RTA

VA =R = 0:5 3:375 TA =2 = 0:844TA :

Il calore assorbito nellisocora reversibile DA vale:


QDA = CV (TA

TD ) = 1:5 R(TA

0:844TA ) = 0:234RTA :

Il lavoro da D ad A WDA = 0
e quindi il rendimento
=

W
Qass

WAB +WBC +WCD


QAB +QBC +QDA

0:792+0:971 0:844
4:354+0:971+0:234

86

= 0:165

(11-07-19) Un sistema termodinamico isolato costituito da n = 5 mol


di gas ideale biatomico, in contatto con una sorgente termica (termostato) a
temperatura di 20 C. Inizialmente il gas alla pressione p0 e successivamente
viene fatto espandere no a raggiungere la pressione p1 = p0 =10. Sapendo
che nellespansione la sorgente ha ceduto la quantit di calore Q = 6 kcal , si
determini la variazione di entropia del gas e si stabilisca se la trasformazione
reversibile o meno.
Soluzione
Lespansione del gas avviene a temperatura costante, quindi detto V0 il
volume iniziale, la sua variazione di entropia risulta:
Sgas = nR ln VV01 = nR ln ppo1 = 95:7 J=K.
La variazione di entropia della sorgente
Ssorg =

Q=T = 85:7 J=K

La variazione di entropia del sistema vale


S=

Sgas +

Ssorg = 10 J=K

La trasformazione irreversibile.

87

(11-09-23) Un recipiente con pareti rigide e capacit termica trascurabile, contiene 15 moli di azoto, in equilibrio termodinamico, alla temperatura T1 . Il sistema viene posto in contatto con una sorgente alla temperatura
0 C, attraverso una parete diatermica. Raggiunto il nuovo equilibrio, si
osserva che la variazione di entropia della sorgente Ssorg = 800 J=K:
Calcolare la variazione di entropia del gas.
Soluzione
La trasformazione irreversibile, ma la variazione di entropia della sorgente sempre pari al rapporto tra il calore assorbito (ceduto dal gas) e la
sua temperatura, ossia
Ssorg =

Q
;
T2

) Q = T2

Ssorg = 273:15 800 = 2:185

105 J

dove T2 = 273:15 K.
Essendo Q = nCV (T1

T2 ), risulta:

T1 = T2 + Q=nCV = 273:15 +

2:185 105
15 2:5 8:314

K = 974 K

La variazione di entropia del gas risulta:


S = nCV ln TT21 = 15 2:5 8:314 ln 273:15
J=K =
974

88

396:4 J=K

(11-09-23) Un disco omogeneo di rame, girevole intorno al suo asse,


contenuto in un recipiente rigido termicamente isolato riempito con V0 = 3 l
di azoto alla pressione atmosferica P0 = 1 atm e alla temperatura T0 = 300
K. Il raggio del disco R = 20 cm e la sua massa M = 1 kg, ed esso ruota
inizialmente alla frequenza = 9000 giri=min: A causa dellattrito con il
gas, il disco dopo un certo periodo di tempo si ferma.
(a) Quanto valgono Q; W e U riferiti al sistema complessivo (disco +
gas)?
(b) Quanto valgono Q; W e U riferiti al solo gas?
(c) A che temperatura nale si porta il sistema?
(d) Qual lo stato nale (P,V,T) del gas?
J
Calore specico del rame c = 385 kgK

Soluzione
Lenergia cinetica iniziale del cilindro vale
Ekin = 12 I! 2 = 14 (0:2)2 2

9000 2
60

J = 8882:6 J

! = 2 9000
= 942:48 rad=s
60
e si trasforma tutta in calore Q che scalda il sistema disco + gas.
Dal primo principio
Q=

U + W;

ma W nullo
quindi, per il sistema complessivo

U =Q

Nello stato iniziale, per il gas (considerato ideale) si ha


p0 V0 = nRT0 ) n =

p 0 V0
RT0

(1:013 105 3 10 3 ) = (8:314 300) mol = 0:12184 mol


Per calcolare

T basta scrivere (c il calore specico del rame)

Q = (M c + nCV ) T
T =

Q
(M c+nCV )

8882:6
K
385+0:12184 2:5 8:314

= 22:9 K

La temperatura nale quindi Tf = 322:9 K:


La variazione
Ug = nCV

Ug per il gas
T = (0:12184 2:5 8:314) 22:9 J = 58 J
89

uguale al calore Qg ceduto al gas


La pressione nale del gas vale (trascurando la variazione di volume del
disco il volume del gas sempre V0 )
pf =

p0 Tf
T0

1:013 322:9
105
300

(Volume iniziale del disco v0 = 1=


Cu

= 8:3 103 kg=m3 ;

v = v0

Cu

T =

5 10

0:12048 10

Cu

105 P a (= 1:08 atm) :

P a = 1:0903
Cu

= 5 10

kg = 0:12048 10
5

22:9 m3 = 1:374

90

10

m3 )

m3 ,

(12-06-21)
Si consideri un serbatoio dotato di unapertura circolare di diametro d.
Si vuole confrontare la portata uscente dal serbatoio nel caso in cui sia presente la sola apertura e nel caso in cui questultima sia collegata ad un tubo
verticale di lunghezza L (vedere la gura 4.1). Si consideri il uido come
ideale.
1. Determinare nei due casi la velocit del liquido ad una distanza verticale L dalluscita del serbatoio, posto che il pelo libero del serbatoio sia posto
ad unaltezza h rispetto al fondo. Trascurare labbassamento del pelo libero
con lo svuotamento.
2. Qual la velocit del liquido nella sezione di uscita del serbatoio nei
due casi ?
3. Determinare la portata uscente nelluno e nellaltro caso. Qual il
dispositivo pi e cace?

Soluzione
1. Applichiamo il teorema di Bernoulli ad una traiettoria che va da un
punto A situato vicino al pelo libero del serbatoio ad un punto L situato
verticalmente al di sotto dellapertura, ad una distanza L da questa.
Caso 1:
pA +

VA2
2

+ g (h + L) = pL +

VL2
2

(1)

In questa espressione, pA = pL = patm , e VA


p
VL = 2g (h + L):

0. quindi

Caso 2. Lequazione di Bernoulli scritta tra il pelo libero del serbatoio e


un punto L alluscita del tubo si scrive esattamente come prima (1) e si ha
ancora pA = pL = patm .
91

Le due velocit sono identiche.


2. Stavolta scriviamo lequazione di Bernoulli tra un punto prossimo al
pelo libero ed un punto B situato nella sezione di uscita del serbatoio.
Caso 1.
pA +

VA2
2

+ g (h + L) = pB +

dove pA = pB = patm , e VA
p
VB = 2gh

VB2
2

+ gL (2)

0. Ne deduciamo che

Caso 2.
Lequazione di Bernoulli non cambia, ma stavolta il punto U, alluscita
del serbatoio, non si trova a pressione atmosferica. Infatti, per lequazione
di continuit, nel condotto la velocit deve essere costante, dato che il uido
incomprimibile e la sezione costante. Si ha dunque VU = VL , dove VL
quella calcolata precedentemente. La velocit di e- usso dal serbatoio
dunque maggiore nel caso 2.
3. Le portate di e- usso nei due casi sono
2p
2p
Q1 = d4 2gh; Q2 = d4 2g (h + L)
Il dispositivo pi e cace dunque il secondo.

92

(12-06-21)
Una mole di gas ideale monoatomico, inizialmente alla pressione PA = 1
atm e temperatura TA = 500 K subisce le seguenti trasformazioni:
1) isoterma reversibile dallo stato iniziale A allo stato nale B
caratterizzato da VB = 2VA ;
2) adiabatica irreversibile dallo stato B allo stato C tale che VC = 3VB e
TC = TA =2,
3) isoterma reversibile no ad un certo stato D,
4) isobara reversibile dallo stato D allo stato iniziale A.
Calcolare:
(a) i lavori eseguiti dal gas nelle quattro trasformazioni,
(b) le quantit di calore scambiate dal gas nelle quattro trasformazioni,
(c) il rendimento del ciclo,
(d) la variazione di entropia del gas nella trasformazione adiabatica irreversibile.
Soluzione
VA =

RTA
PA

500
= 8:314 1:013
= 4:1037 10
105

m3

Nellisoterma reversibile il gas compie il lavoro (uguale al calore assorbito)


WAB = QAB = RTA ln VVBA = (8:314 500 ln 2) J = 2881:4 J
Da B a C
QBC = 0;

WBC =

UBC = CV (TC

1:5 8:314 250 J =

TA ) =

3117:8 J

Da C a D
WCD = QCD = RTC ln VVDC =

(8:314 250 ln 12) J =

5164:9 J

perch da D ad A (isobara)
VD
VA

TD
TA

1
2

) VD = 21 VA ;e TD = TC = TA =2

WDA = PA (VA
UDA = R(TA

VD ) = (1:013 105 0:5 4:1037 10 2 ) J = 2078:5 J


TD ) = (1:5 8:314 250) J = 3117:8 J

e quindi, per il primo principio


QDA =

UDA + WDA = (3117:8 + 2078:5) J = 5196:3 J

Il rendimento del ciclo


93

=1+
oppure

QCD
QAB +QDA

=1

5164:9
2881:4+5196:3

WAB +WBC +WCD +WDA


QAB +QDA

= 0:36
2881:4+3117:8 5164:9+2078:5
2881:4+5196:3

= 0:36

La variazione dentropia nelladiabatica irreversibile BC calcolata lungo


una trasformazione reversibile arbitraria, per esempio una isoterma da B a
E, stato con VE = VC e una isocora da E a C.
RC
RE
RC
SBC = B dQ
= B dU
+ PT dV + E dU
+ PT dV =
T rev
T
T
R ln VVBC + CV ln TTBC = R ln 3 + 1:5 R ln 12 =

8:314 ln 3 + 1:5 ln 21 J=K = 0:49 J=K

94

(12-06-21)
La temperatura allinterno del motore di un elicottero 2000 C, la
temperatura dei gas combusti 900 C. La massa dellelicottero M =
2 103 kg, il calore prodotto, per unit di massa del combustibile, qcomb =
47 103 kJ=kg; e la densit del combustibile = 0:8 g=cm3 . A che altezza massima pu arrivare lelicottero bruciando un volume V = 1 l di
combustibile?
Soluzione
Lavoro necessario per portare lelicottero ad altezza H:

W = M gH

Per un ciclo di Carnot che d le cienza massima il rendimento vale:


=

W
Q2

T1
;
T2

=1

dove T1 e T2 sono le temperature delle sorgenti e Q2 il calore assorbito


Quindi
W = 1

T1
T2

Q2

Il calore prodotto nella combustione


Q2 = qcomb

e si ottiene
M gH = 1
H=

qcomb V
Mg

T1
T2

qcomb
T1
T2

V
47 103 kJ=kg (0:8kg=l) 1l
2 103 kg 9:8m=s2

95

1173
2273

= 928 m

(12-07-13)
Un estintore in grado di produrre un getto ad alta velocit grazie alla
forte pressione interna. Si schematizzi lestintore come un recipiente cilindrico
contenente nella parte inferiore un liquido ideale (con densit uguale a quella
dellacqua) e in quella superiore un gas ad una pressione P; il becco di uscita
collegato con un tubo di altezza h = 25 cm rispetto al livello del liquido
interno (la sezione normale del tubo molto minore della sezione normale
del recipiente).
1) Quale deve essere il valore di P per ottenere una velocit di uscita
v = 35 m=s?
2) Con il valore di P della domanda precedente, quale diventa la velocit
di uscita se lestintore viene utilizzato ad una quota dove ci sia una pressione
atmosferica ridotta al 70% di quella usuale?
Soluzione
Applichiamo il teorema di Bernoulli
P = P0 + 12 V 2 + gh = 1:013 105 + 500 352 + 9810 0:25 =
1:013 105 + 6:125 105 + 2452:5 = 7:162 105 P a
nel secondo caso si ha:
1
2

V12 = P P1 gh = (7:162 5 105 0:7 1:013 105


p
V1 = 6:4289 105 =500 = 35:858 m=s

96

2452:5) P a )

(12-07-13)
Tre moli di un gas ideale monoatomico vengono portati dallo stato A allo stato B mediante una espansione adiabatica nel vuoto. Successivamente,
il gas viene portato allo stato C tramite una compressione adiabatica irreversibile ed inne il gas viene posto a contatto con una sorgente a temperatura
TA e ritorna allo stato iniziale A con una trasformazione isobara irreversibile.
Sono dati la temperatura TA = 300 K, la pressione pA = 2 105 P a ed il
lavoro compiuto nella trasformazione BC; WBC = 3:7 104 J. Determinare
il volume dello stato C e calcolare la variazione di entropia delluniverso.
Soluzione
La trasformazione AB unespansione adiabatica libera, dunque il lavoro
nullo e il calore scambiato nullo. Quindi, dal primo principio, abbiamo:
UAB = 0
la trasformazione AB anche isoterma, dato che per un gas ideale lenergia interna dipende solo dalla temperatura: TA = TB = 300 K.
Nella compressione adiabatica BC, QBC = 0; quindi il primo principio
implica che:
WBC =

UBC = ncv (TB

TC ) = ncv (TA

TC ) =

Risolvendo questa relazione rispetto a TC si ottiene:


TC = TA

WBC
ncv

= 300 + 3:7 104 = (4:5 8:314) = 1288:96K

Il volume dello stato C pu essere ricavato dalla relazione


pC VC = nRTC ,
utilizzando il fatto che pA = pC si ha VC = nRTC =pA = 0:16 m3
Nella trasformazione CA il gas cede una quantit di calore QCA che pu
essere calcolata facilmente perche la trasformazione isobara:
QCA = ncp (TA

TC ) =

61666:6 J

Questa informazione utile per determinare la variazione di entropia


delluniverso
nel ciclo. Nel nostro caso, abbiamo
Su =

Sgas +

Samb

Le tre trasformazioni subite dal gas nel ciclo sono irreversibili, per sommando i contributi risulta Sgas = 0 in un ciclo. Quindi rimane solo da
97

determinare la variazione di entropia dellambiente. Essa viene data dal


fatto che la sorgente termica assorbe il calore Q ceduto dal gas, quindi
Q=

QCA = +61666:6 J

e la variazione di entropia dellambiente (e delluniverso ) risulta essere:


Su =

Samb =

Q
TA

61666:6
J=K
300

= 205:56 J=K:

98

(12-07-13)
Una macchina termica reversibile lavora tra due sorgenti a temperatura
T1 e T2 con T1 < T2 . Si pu considerare la sorgente fredda con massa innita,
mentre la sorgente calda consiste di n moli di gas ideale biatomico a volume
costante e capacit termica molare CV , quindi la temperatura della sorgente
calda diminuisce nel tempo no ad assumere alla ne il valore T1 . (T1 = 300
K; T2 = 500 K; n = 10)
1) Si calcoli il calore totale estratto dalla sorgente calda.
2) Qual la variazione totale di entropia della sorgente calda?
3) Quanto lavoro ha compiuto alla ne la macchina?
4) Quanto calore stato ceduto alla sorgente fredda?
Soluzione
1) Q2 = nCV (T2
2) dS =

dQ
T

T1 ) = 10 2:5 8:314 200 = 41570 J


RT
= nCTV dT =) S = T21 nCTV dT = nCV ln TT21 =

10 2:5 8:314 ln 35 J=K = 207:85 ( 0:510 83) =


3) (T ) =

dQ2 +dQ1
dQ2

dW
dQ2

T1
;
T

=1

dQ2 =

106:18 J=K

nCV dT

dove dQ2 il calore fornito dalla sorgente calda quando T (temperatura


istantanea della sorgente calda) varia di dT , dQ1 = TT1 dQ2 (la macchina
reversibile) il calore ceduto alla sorgente fredda e dW il lavoro compiuto
che sar uguale a
dW = 1

T1
T

dQ2 =

T1
T

nCV dT

e quindi il lavoro totale


R T1
W =
1 TT1 nCV dT = nCV (T2
T2
(41570

T1 )

nCV T1 ln TT12 =

300 106:18) J = 9716 J

II secondo termine il calore totale Q1 ceduto alla sorgente fredda


Q1 =

300 106:18 J =

31854 J

99

(12-09-25)
In un tubo verticale a forma di tronco di cono, alto 10 m e con sezione
10 cm2 allestremit pi bassa, 30 cm2 allestremit pi alta, scorre acqua.
La pressione allestremit pi alta del tubo vale 105 P a, mentre la pressione
allestremit pi bassa vale 2:01 104 P a. Quanti m3 al secondo passano nel
tubo?
Soluzione
Lestremit pi bassa si indica con 1, la pi alta con 2. Le sezioni sono
A1 e A2 . Laltezza del tronco di cono d = h2 h1 , dove h1 e h2 sono le quote
delle due facce.
Usiamo lequazione di Bernoulli
1
2

(v12

v22 ) = P2

P1 + gd;

la portata volumetrica (P = Av) vale A1 v1 = A2 v2 , quindi


v1 =

A2
v
A1 2

e sostituendo:
1
2

v2 =

A2
A1

v22
s

1 = P2

P2 P1 + gd

A1
A2

1
2

v12 1
s
v1 =

A2
A1

1
2

A1
A2

79900+98100
m=s
4 103

= 6:67 m=s:

P2 P1 + gd
1
2

P1 + gd

) = P2 P1 + gd
q
= 79900+98100
= 20:012 m=s
4
103
9

La portata richiesta vale

P = A2 v2 = 30 10 4 m2 6:67 m=s = 0:02 m3 =s

100

(12-09-25)
Un cilindro chiuso a pareti adiabatiche diviso in due parti A e B da una
parete interna piana ssa e diatermica. Nella parte A sono contenuti 3 g di
elio (gas monoatomico con massa molecolare 4) inizialmente alla temperatura
tA = 70 C , mentre in B ci sono 10 g di azoto (gas biatomico con massa
molecolare 28) inizialmente a temperature tB = 70 C. Supponendo che
i due gas si comportino come gas perfetti, calcolare ad equilibrio termico
raggiunto:
1) la temperatura di equilibrio nale,
2) la quantit di calore scambiata,
3) la variazione dentropia del sistema.
Soluzione
Calcoliamo i numeri di moli
NA = 3=4 = 0:75; NB = 10=28 = 0:35714
Il sistema racchiuso da pareti adiabatiche, quindi, indicando con Te la
temperatura nale, con CV A e CV B le capacit termiche molari a volume
costante dei due gas si ha:
UA +

UB = 0 ) NA CV A (Te

TA ) + NB CV B (Te

TB ) = 0

da cui
Te =

1
NA CAV +NB CBV

1
0:75 1:5+0:35714 2:5

(NA TA CAV + NB TB CBV ) =

(0:75 203:15 1:5 + 0:35714 343:15 2:5) K = 265:1 K

Il calore Q scambiato (positivo per A e negativo per B vale:


Q = NA CV A (T

TA ) = 0:75 1:5 8:314 (265:1

203:15) J = 579:43 J

La variazione dentropia del sistema


RT
R Te
S = TAe NA CV A dT
+
NB CV B dT
= NA CV A ln TTAe + NB CV B ln TTBe =
T
T
TB
265:10
0:75 1:5 8:314 ln 203:15
+ 0:35714 2:5 8:314 ln 265:10
J=K =
343:15

0:574 J=K

101

(12-09-25)
Linventore del motore X dichiara che il lavoro svolto dalla sua macchina
ad ogni ciclo W = 120 J; e che esso opera tra le temperature T2 = 373:15
K e T1 = 273:15 K, con rendimento X = 75%.
1) Tale aermazione verosimile?
2) Se il motore X esistesse davvero, quanto calore Q2 assorbirebbe dalla
sorgente calda e quanto calore Q1 cederebbe alla sorgente fredda ad ogni
ciclo?
3) E se esistesse davvero, quale sarebbe la variazione di entropia ad ogni
ciclo per lintero sistema che comprende il uido e le due sorgenti?
Soluzione
1) Il rendimento di un ciclo di Carnot operante tra le stesse temperature
vale
C

T1
T2

=1

273:15
373:15

=1

= 0:268

27%:

Non pu esistere un motore con rendimento maggiore di quello di Carnot


operante tra le medesime temperature. Quindi il motore X deve avere un
rendimento minore del 27%.
2)

Q2 =

W
,
Q2

quindi il calore Q2 vale

120
J
0:75

= 160 J.

E applicando la prima legge della termodinamica a un ciclo


W = Q1 + Q2 .
che d il valore di Q1
Q1 = W

Q2 = 120 J

160 J =

40 J.

3) La variazione dellentropia del uido ad ogni ciclo nulla: La variazione


dentropia totale ad ogni ciclo data dalla somma delle variazioni dentropia
della sorgente calda, e della sorgente fredda,
S=

Q1
T1

Q2
T2

40
273:15

160
373:15

J=K =

0:28 J=K

Lentropia totale diminuisce, quindi il motore non realizzabile.

102

(13/02/20)
Lacqua contenuta in un tubo verticale di sezione S = 102 cm2 e altezza
h = 1 m; spinta da un pistone inferiore a cui applicata una forza verticale
F = 200 N diretta verso lalto.
1) A quale velocit v fuoriesce il liquido da un piccolo foro posto sulla
sommit del tubo?
2) A che altezza H sopra la sommit del tubo arriva il getto? (trascurando
la resistenza dellaria)
Soluzione
1) Applichiamo il teorema di Bernoulli tra la sezione inferiore e quella
superiore, trascurando la sezione del foro rispetto alla sezione del cilindro, se
p la pressione determinata dalla forza, e la densit dellacqua, si ha:
p = gh +

1
2

v2

dove p = F=S
p
perci v = 2 (F= S
m=s

gh) =

2 (200= (103 10 2 )

9:81)m=s = 4:51

2) Si conserva la densit denergia meccanica dellacqua e quindi


1
2

v 2 = gH ) H =

v2
2g

(4:5144)2
m
2 9:81

= 1:04 m

103

(13/02/20)
7 moli di gas perfetto monoatomico sono inizialmente racchiuse in condizioni di equilibrio alla pressione di 10 atm allinterno di un recipiente di
volume 10 l con pareti adiabatiche. A un certo istante un laser invia un
impulso e scalda il gas fornendogli un calore Q = 20 cal.
Trascurando la capacit termica e lespansione termica del recipiente,
determinare:
a) laumento di temperatura del gas,
b) laumento di energia interna del gas,
c) laumento di entropia del gas.
d) Determinare inoltre le stesse quantit nel caso in cui le pareti non
siano adiabatiche ed il recipiente venga posto in contatto con una sorgente
con Ts = 0 C:
e) Determinare in questultimo caso la variazione dentropia delluniverso.
Soluzione
a) La temperatura iniziale T0 si determina usando lequazione di stato
p0 V = nRT0 ) T0 =

p0 V
nR

10 1:013 105 10
7 8:314

K = 174:06 K

b) Lenergia interna iniziale vale


U0 = 32 nRT0
e laumento dellenergia (per il primo principio)
U = Q = 20 4:18 J )

T =

2 Q
3 nR

2 20 4:18
3 7 8:314

= 0:96 K

c) la variazione dellentropia del gas vale


R
RT
S = dQ
= To1 nCTV dT = 23 7 8:314 ln TT10 =
T
J=K = 0:47 J=K
d) Nel secondo caso il calore fornito al gas vale
Q1 = 32 nR (TS

T0 ) ;

La variazione di temperatura
T1 = (TS

T0 ) = (273:15

174:06) K = 99:09 K

La variazione denergia vale


U1 = Q1 =

21
2

8:314 99:09 J = 8650:3 J

La variazione dentropia del gas


104

3
2

175
8:314 ln 174:06

S1gas =

21
2

8:314 ln TTS0 =

e quella della sorgente

21
2

S1s =

273:15
8:314 ln 174:06
J=K = 39:3 J=K
Q1
T0

8650:3
J
273:15

Perci la variazione dentropia delluniverso


S1u = (39:3

31:7) J=K = 7:6 J=K

105

31:7 J=K

(13/02/20)
Un sistema termodinamico inizialmente in uno stato A a temperatura
T1 = 400 K passa a uno stato B con temperatura T2 = 500 K mediante una
trasformazione reversibile caratterizzata dallequazione T = aS + b; dove S
lentropia, T la temperatura assoluta, a = 45 K 2 =cal e b = cost.
Calcolare il calore scambiato dal sistema con lambiente. Successivamente
il sistema passa a uno stato C a temperatura T1 con una trasformazione
adiabatica reversibile e quindi ritorna allo stato iniziale con unisoterma
reversibile. Calcolare il rendimento del ciclo.
Soluzione
Per il terzo principio b deve essere nullo. Lentropia iniziale SA vale T1 =a
e quella in B SB = T2 =a:
Il calore assorbito allora
R
RS
S
1
1
(T22 T12 ) = 90
(250000 160000) cal =
QAB = T dS = S12 aSdS = 21 a [S 2 ]S21 = 2a
4187 J
Il calore scambiato nella trasformazione tra B e C nullo, mentre il calore
ceduto dal sistema tra C e A vale
QCA =

T1 (SB

SA ) =

T1 (T2

T1 ) =a

il rendimento del ciclo pertanto


=

QAB +QCA
QAB

=1

T1 (T2 T1 )
1
a( 2a
(T22 T12 )

T2 T1
T1 +T2

106

100
900

= 1=9

Una provetta di massa m, altezza l e sezione S immersa completamente in un liquido di densit che la riempie completamente. La pressione
allesterno del liquido la pressione atmosferica P0 . Si pu trascurare il
volume occupato dalla massa della provetta.
La si inizia ad estrarre mantenendola capovolta. Si chiede di determinare,
sommando esplicitamente le forze in gioco, la forza F che necessario applicare per mantenere la provetta in equilibrio in funzione della quota h della
base della provetta.

Provetta completamente immersa (h<0)


Soluzione
Possiamo distinguere quattro diverse fasi dellestrazione. Per ciascuna
consideriamo il valore delle componenti verticali delle forze che agiscono (asse
verticale z diretto verso lalto):
la forza peso ( mg), la forza Fint = SPint ; associata alla pressione Pint
applicata alla base della provetta dal suo interno,
la forza Fext = SPext ; associata alla pressione Pext applicata alla base
della provetta dal suo esterno.
Per avere equilibrio dovremo quindi applicare una forza con componente
verticale:
F = mg

SPint + SPext

1). La provetta completamente immersa nel liquido. Dato che possiamo


trascurare lo spessore della provetta, le pressioni Pint e Pext saranno uguali
(perch alla stessa altezza), e quindi
F = mg
107

2). Adesso una parte della provetta di lunghezza h di fuori dal liquido.
Se gh < P0 linterno della provetta resta completamente riempito di uido.
Avremo quindi
Pint = P0

gh e Pext = P0 , da cui F = mg + gSh

3). Appena gh > P0 laltezza della colonna di uido allinterno della provetta smette di salire, lasciando una frazione vuota. Di conseguenza Pint = 0 (trascurando la pressione del vapore soprastante il liquido) e
Pext = P0 , da cui
F = mg + P0 S
4). Adesso la provetta contiene aria, quindi Pint = Pext = P0 e
F = mg
Notare che la forza F dipende da h in modo continuo, salvo che al
passaggio dalla fase 3 alla fase 4 quando si svuota bruscamente di uido.

108

(13/07/03)
Sul fondo di un cilindro adiabatico di sezione S munito di un pistone mobile e adiabatico si trova uno strato di materiale di capacit termica C1 . Nella
parte superiore si trovano n moli di un gas perfetto monoatomico. Inizialmente il sistema in equilibrio termodinamico, con pressione e temperatura
P0 e T0 note.
1. Si raddoppia molto lentamente la pressione. Calcolare la nuova temperatura.
2. Partendo dalla stessa condizione iniziale si raddoppia istantaneamente
la forza applicata al pistone. Calcolare anche in questo caso la temperatura
nello stato nale di equilibrio.
3. Calcolare la variazione di entropia del sistema e delluniverso nei due
casi precedenti.
Soluzione
1) Dal primo principio abbiamo, considerando che non si hanno scambi
di calore con lesterno,
0 = dU + pdV
ma la variazione dellenergia interna U del sistema si pu scrivere come
la somma delle variazioni denergia del gas e del materiale, quindi
dU = 32 nRdT + C1 dT
e allora
3
nR
2

+ C1 dT +

nRT
dV
V

=0

che pu essere integrata direttamente:


3
nR
2

+ C1 ln T + nR ln V = costante

ossia
3

T ( 2 nR+C1 ) V nR = costante
oppure, usando la legge dei gas perfetti,
TP

= costante

con

Da questo segue subito che


Tf = T0

Pf
P0

= T0 2 :

109

nR
5
nR+C1
2

Oppure (usando la condizione di adiabaticit, lespressione generale di dS


e lequazione di stato dei gas perfetti:
dS = T1 dU + PT dV =
dT
T

3
nR
2

nR
dP
P

dT
T

+ C1

5
nR
2

+ C1

5
nR
2

+ C1 [(ln T )]Tf0 = nR [(ln P )]Pf0

nR
dT
V

V
T

dP =

=0
P

da cui
Tf = T0 2
2) In questo caso non abbiamo a che fare con una trasformazione reversibile, quello che possiamo dire che laumento dellenergia interna sar
dato dal lavoro fatto sul sistema:
2P0 (Vf

V0 ) =

U=

3
nR
2

+ C1 (Tf

T0 )

ma daltra parte negli stati iniziale e nale di equilibrio


P0 V0 = nRT0 ;

2P0 Vf = nRTf

e sostituendo
nR(Tf

2T0 ) =

3
nR
2

+ C1 (Tf

T0 )

ossia
Tf =

7
nR+C1
2
5
nR+C1
2

T0

3) Nel primo caso la trasformazione reversibile, quindi lentropia delluniverso non cambia. Ma neppure si hanno scambi di calore con il sistema,
quindi anche lentropia di questultimo non varia.
Nel secondo caso la trasformazione irreversibile. La variazione di entropia del sistema si trova calcolando la dierenza tra lentropia dello stato
di equilibrio nale e quella dello stato di equilibrio iniziale. Dato che
dS =

dQ
T

= T1 dU + PT dV =

3
nR
2

+ C1

dT
T

+ nR dV
V

possiamo scrivere
S=

3
nR
2

+ C1 ln Tf0 + nR ln Vf0 =

5
nR
2

+ C1 ln Tfo

e quindi
S=

5
nR
2

+ C1 ln

7
nR+C1
2
5
nR+C1
2

nR ln 2

Questa sar anche la variazione di entropia delluniverso.


110

nR ln Pf0

(13/07/03)
Una mole di gas perfetto monoatomico, inizialmente in equilibrio, a temperatura TA = 300 K e volume VA = 1 dm3 , compie un ciclo costituito dalle
seguenti trasformazioni:
A ! B: espansione isobara, ottenuta ponendo a contatto il sistema con
una sorgente di calore a temperatura TB incognita;
B ! C: espansione adiabatica reversibile;
C ! D: abbassamento isocoro reversibile della temperatura;
D ! A: compressione adiabatica reversibile.
Sapendo che VB = 2VA e che VC = 3VA determinare:
1) Le temperature TB ; TC ; e TD
2) Il rendimento del ciclo.
3) La variazione di entropia del sistema e delluniverso in un ciclo.
Soluzione
nRTA
VA

1) pA =

8:314 300
Pa
10 3

pB = pA ) TB =

pB VB
nR

106 P a

= 2:49

pB 2VA
nR

= 2TA = 600 K

B ! C trasf. adiab. rev.) :pB VB = pC VC ; TB VB


pC = p B

VB
VC

TC = TB

VB
VC

= 2:49
1

= 600

2
3

5
3

2
3

106
2
3

P a = 1:267

= TC VC

quindi

106 P a

K = 458 K

oppure
TC =

p C VC
R

= 458 K

D ! A trasf. adiab. rev ) pD VD = pA VA ;


p D = pA
TD =

pD VD
R

TD = TA

VA
VD

=
VA
VD

= 2:49
1
3:99
8:314
1

= 300

106

1
3

5
3

P a = 3:99

105 3 10
1
3

2
3

105 P a

K = 144 K

= 144: 22

2) Il calore QAB assorbito nel tratto AB (isobara) del ciclo e il calore


QCD ceduto nel tratto CD (isocora), il rendimento vale quindi:
=1+

QCD
QAB

=1+

CV (TD TC )
CP (TB TA )

=1

111

3(314)
5(300)

= 0:37

3) La variazione dentropia del sistema in un ciclo nulla (S funzione


di stato).
Nelle due adiabatiche reversibili la variazione dentropia delluniverso Su
nulla.
nel tratto AB (isobara) la sorgente cede calore al sistema e quindi
SuAB =

QAB
TB

CP (TB TA )
TB

5
8:314
2

1
2

J=K =

10:39 J=K

nel tratto CD (isocora) il sistema cede calore e quindi si ha:


R TD dq
RT
SuCD =
= nCV TCD dT
= 32 R ln TTDC = 23 8:314 ln 458
J=K =
T
144
TC T
14:43 J=K
perci, in un ciclo

Su = (14:43

10:39) J=K = 4:04 KJ

112

(13/07/24)
Un serbatoio posto ad una altezza H = 600 m rispetto ad un bacino
contenente acqua. Una conduttura formata da un tubo di di diametro d = 10
cm viene utilizzata per riempire il serbatoio.
1) Qual la minima pressione necessaria alla base della conduttura per
farla funzionare?
2) Si consideri che la conduttura fornisca ogni giorno un volume V = 3000
m3 al serbatoio.
Qual la velocit dellacqua nella conduttura?
3) Per mantenere questa velocit quale deve essere la pressione aggiuntiva?
Soluzione
1) Sia = 1 103 kg=m3 la densit dellacqua, allora la pressione minima
sar
pmin = gH = 1 103 9:81 600 P a = 5:886

106 P a:

2) la portata nella condotta deve valere


q = 3000= (24 3600) m3 =s = 3:472 2

10 2 m3 =s

e quindi, se S la sezione normale della condotta, la velocit dellacqua


nella condotta sar:
v = q=S =

3:472 2 10 2
m=s
(5 10 2 )2

= 4:42 m=s

3) Dal teorema di Bernoulli applicato tra due sezioni, una allinizio della
condotta e laltra allingresso del bacino, si ricava la pressione aggiuntiva p1
p1 + pmin = pmin +
p1 =

1
2

1
2

v 2 e quindi

v 2 = 0:5 103 (4:42)2 P a = 9768:2 P a:

113

(13/07/24)
Un cilindro a pareti adiabatiche e munito di pistone anchesso adiabatico
diviso in due parti uguali da un setto. Inizialmente il pistone bloccato
e la parte inferiore, di volume VA = 2 l , contiene 0:4 moli di gas ideale
monoatomico alla temperatura TA = 27 C, mentre nella parte superiore vi
il vuoto.
(a) Viene rimosso il setto ed il gas si espande liberamente. Determinare lo
stato nale del gas (valori di pressione, volume e temperatura) e la variazione
di entropia del gas.
(b) Successivamente viene sbloccato il pistone e il gas viene compresso in
modo reversibile no a riportarlo al volume iniziale. Di che tipo di trasformazione si tratta? Determinare la temperatura e la pressione del gas in
questo stato e il lavoro subito dal gas.
Soluzione
(a) In unespansione libera di un gas ideale T = 0, per cui (denotando
con B lo stato raggiunto dal sistema)
TB = TA = 300:15 K;
inoltre: VB = 2VA = 4 l;
la pressione si pu ricavare dallequazione di stato dei gas ideali
PB = nRTB =VB = 0:4 8:314 300:15= (4 10 3 ) = 2:495 4

105 P a

La trasformazione adiabatica irreversibile ( una trasformazione spontanea), quindi la variazione di entropia deve essere positiva e vale
S = nR ln(VB =VA ) = (0:4 8:314) ln 2 = 2:3 J=K
(b) La trasformazione adiabatica reversibile.
pV = costante; ossia pB VB = pC VC
ma VC = VA , quindi:
PC = PB (VB =VA ) = 2:495 4

105 (2)5=3 = 7:92

105 P a

Dallequazione di stato dei gas perfetti:


TC = PC VC =nR = 7:92

105 2 10 3 = (0:4 8:314) = 476:31 K

e dal primo principio


W = Q
878:76 J

U =

nCV

T =

0:4

114

1:5

8:314(476:31

300:15)J =

(13/07/24)
Una mole di gas perfetto monoatomico subisce le seguenti trasformazioni:
una adiabatica irreversibile dallo stato iniziale A; con pressione PA = 1 atm e
volume VA = 22 l, ad un certo stato B; una successiva compressione isobara
reversibile no ad uno stato C caratterizzato da VC = VB =2. Dal lavoro
compiuto dal gas in questultima trasformazione pari a W = 1:5 103 J si
calcoli la temperatura TB .
Si calcoli inoltre il lavoro compiuto nelladiabatica irreversibile. Inne, se
lo stato C tale che con una trasformazione adiabatica reversibile il gas torna
nelle condizioni iniziali, si calcoli la pressione, il volume e la temperatura negli
stati B e C e la variazione di entropia durante ladiabatica irreversibile.
Soluzione
Dallequazione di stato
si ha

pA VA = RTA

TA = pA VA =R = 1:013 105 22 10 3 =8:314 K = 268:05 K


Conoscendo il lavoro WBC si determina TC
WBC =

1:5 103 J =

pC VC =

RTC

perci

TC = 1:5 103 =8:314 K = 180:42 K


BC unisobara e quindi
VC = VB =2 ) TB = 2TC = 360:84 K
CA unadiabatica reversibile e dallequazione
TA VA

= TC VC

si determinano VC e pC
1

VC = VA

TA
TC

= 22 10

268:05
180:42

3
2

= 3:984

10

m3

pC = RTC =VC = 8:314 180:42=0:039 84 P a = 37651 P a


Il lavoro compiuto nelladiabatica irreversibile vale
WAB =

UAB =

1:5 8:314 (360:84

CV (TB

TA ) =

268:05) J =

1157:2 J

In un ciclo la variazione dellentropia nulla


115

S=

SAB +

SBC +

SCA = 0

SCA = 0 (adiabatica reversibile)


RT
R VC dV
R TC
SBC = TBC dU
+
P
=
C
P
T
VB T
TB

2:5 8:314 ln 21 =

14:407 J=K

quindi

SBC = 14:407 J=K

SAB =

116

dT
T

= CP ln TTBC =

(13/09/24)
Dato il cono a base circolare in gura, determinare laltezza h0 della
porzione di solido immerso nel uido a densit 0 .

Soluzione
Dal principio di Archimede si ha 0 gV0 + 1 gV1 = gV (essendo, rispettivamente V0 e V1 le frazioni di volume del corpo immerse nei uidi a densit
V0 lequilibrio
0 e 1 , e V il volume totale del corpo). Risultando V1 = V
al galleggiamento si pu scrivere come
V0 (

1)

=V(

1 ).

Daltra parte i volumi sono dati da V = d2 h=12 e V0 = d20 h0 =12

mentre dalla similitudine tra i triangoli si pu scrivere d=h = d0 =h0 per


cui la precedente relazione diventa:
d20 h0
( 0
12

1)

d2 h
(
12

1 ); )

h30 =

da cui si ricava h0 = 0:367 m.


117

1
0

h3 ;

(13/09/24)
Una quantit n = 1:5 moli di un gas ideale monoatomico si trova in
un recipiente di volume V1 ad una pressione p1 = 1:0 atm e temperatura
T1 = 320 K. A partire da questo stato il gas percorre il ciclo composto dalle
seguenti trasformazioni reversibili:
i) compressione isoterma no a V2 = V1 =2;
ii) espansione isobara no a V3 = (3=4) V1 ;
iii) espansione politropica (del tipo pV k = cost) no a tornare allo stato
iniziale.
Determinare:
a) i valori di V1 ; p2 ; T3 e dellesponente k della trasformazione politropica;
b) il lavoro complessivo fatto dal gas nellintero ciclo;
c) la variazione di entropia del gas lungo la trasformazione politropica e
il suo calore specico.
Soluzione
Il volume dello stato iniziale
V1 = nRT1 =p1 = 3:94 10 2 m3
Per la pressione p2 abbiamo
p1 V1 = p2 V2 ) p2 = (V1 =V2 ) p1 = 2p1 = 2:0 atm
Inne nello stato 3 abbiamo
p3 V3 = p2 V3 = nRT3 ) T3 = p2 V3 =nR =
480 K

2p1 (3=4)V1
nR

= 32 p1 V1 =nR = 32 T1 =

Gli stati 3 e 1 sono gli estremi della compressione politropica e quindi


p3 V3k = p1 V1k ) p1 =p3 = (V3 =V1 )k ) k =

ln(p1 =p3 )
ln(V3 =V1 )

ln 2
ln 3 ln 4

= 2:41

Il lavoro compiuto dal gas in un ciclo pari a


W = W12 + W23 + W31 = nRT1 ln VV12 + p2 (V3
nRT1 ln 2 + 21 p1 V1 + knR1 (T3 T1 ) = 650 J

V2 ) +

1
(p V
1 k 1 1

p3 V 3 ) =

Per il calcolo della variazione dentropia ricorriamo alla prima legge della
termodinamica
dQ = dU + dW = ncV dT + pdV = ncV dT +
dS = dQ=T = ncV dT
+ nR dV
T
V
118

nRT
dV
V

Perci, per la trasformazione 3 ! 1 abbiamo


S31 = ncV ln TT31 + nR ln VV13 = nR

1:5 8:314

3
2

ln 23 + ln 34 =

3
2

ln 32 + ln 43 =

3:99 J=K

valutiamo il calore specico lungo la trasformazione politropica. Notiamo


che
pV k = cost ) T V k

= cost

e quindi, dierenziando si ricava


V k 1 dT + (k

1)T V k 2 dV = 0 ) dV =

1 V
k 1T

dT

Conseguentemente, sempre dalla prima legge abbiamo


dQ = ncV dT + pdV = ncV dT

nRT 1 V
V k 1T

dT = n cV

R
k 1

dT :

Ma osservando questa espressione si capisce che la quantit tra parentesi


tonde proprio il calore specico molare del gas lungo la trasformazione
politropica in questione. E cio
c = cV

R
k 1

3
2

1
k 1

R = 0:79R

119

(13/09/24)
5 moli di gas ideale compiono un ciclo con due isobare e due adiabatiche
(tutte reversibili). Le due isobare sono alle pressioni pA = 20:0 atm e pB =
10:0 atm, mentre lespansione isobara a pressione pi elevata si svolge tra i
volumi V1 = 5:0 l e V2 = 10:0 l. Supponendo di poter far lavorare la macchina
termica sia con un gas monoatomico che con uno biatomico, determinare:
a) la quantit di calore assorbito dai gas in un ciclo e per quale dei due
maggiore;
b) la temperatura minima raggiunta da ogni gas lungo il ciclo;
c) lespressione del rendimento della macchina specicando per quale gas
maggiore.
Soluzione
Prendiamo come stati 1 e 2 gli estremi dellespansione isobara a pressione
pA . Le temperature del gas in tali stati sono
T1 =

pA V1
nR

= 244 K;

T2 =

pA V2
nR

V2
T
V1 1

= 487 K

Gli stati 3 e 4 corrisponderanno agli estremi (tenendo conto dellorientazione) della compressione isobara a pressione pB . Dato che questi due stati
giacciono rispettivamente sulle adiabatiche per gli stati 2 e 1, allora tenendo
conto che lungo unadiabatica pV = cost:, dovremo avere
1

V3 =

pA
pB

V2

V4 =

pA
pB

V1
1

Corrispondentemente, dato che lungo unadiabatica anche T V


cost, per le temperature di tali stati avremo
T3 =
a

V2
V3

T2 =

pB
pA

T2

T4 =

V1
V4

T1 =

pB
pA

T1

Nel ciclo il calore viene assorbito lungo la trasformazione 1 ! 2 ed pari


Qa = Q12 = ncp (T2 -T1 )
Daltra parte, il lavoro prodotto in un ciclo pari a
W = Q = Q12 + Q34 = ncp (T2

T1 ) + ncp (T4

ncp 1

pB
pA

(T2

T1 )

Corrispondentemente, il rendimento del ciclo


120

T3 ) =

W
Qa

ncp (T2 T1 )+ncp (T4 T3 )


ncp (T2 T1 )

pB
pA

=1

=1

1
2

Ora, i calori specici a pressione costante e lesponente dei gas monoatomici e biatomici sono:
cp;mono = 52 R;

mono

5
3

e cp;bi = 72 R;

bi

= 75 .

Perci
Qa;mono = 52 nR(T2 T1 ) = 2:53 104 J; Qa;bi = 27 nR(T2 T1 ) = 3:55 104 J;
che mostrano che il gas biatomico assorbe una maggior quantit di calore.
Per i rendimenti abbiamo
mono

1
2

=1

2
5

= 0:24

bi

=1

1
2

2
7

= 0:18,

che mostrano che il ciclo del gas monoatomico quello a rendimento


maggiore.
La temperatura pi bassa raggiunta nel ciclo chiaramente T4 . Per i due
gas otteniamo
T4;mono =

1
2

2
5

T1 = 189 K;

T4;bi =

1
2

2
7

T1 = 200 K :

La temperatura minima raggiunta dal gas monoatomico.

121

(14/18/02)
Acqua scorre con una portata Q = 50 l=min attraverso una piccola apertura alla base di un serbatoio in cui lacqua ha una profondit di h = 4
m Quali sono la velocit di e- usso e la portata se si applica alla supercie
dellacqua una pressione aggiuntiva di 49000 P a?
Soluzione
La velocit di e- usso dipende dalla altezza dellacqua nel serbatoio
secondo la legge
p
V = 2gh
dove g laccelerazione di gravit.
La pressione aggiuntiva p1 esercitata equivale a una colonna dacqua
aggiuntiva di altezza
h1 = p1 = g = 4:9 104 =(103 9:81)m = 5 m
dove la densit dellacqua
La velocit di e- usso modicata sar quindi
p
p
V1 = 2g (h + h1 ) = 2 9:81 (4 + 5)m=s = 13:29 m=s

La sezione di uscita A alla base del serbatoio la medesima nei due casi
e quindi
p
3
A = Q=V = Q1 =V1 ) Q1 = QV1 =V = Q 9=4 = 0:00125 ms

122

(14/18/02)
Una macchina di Carnot assorbe in un ciclo (dalla sorgente a temperatura
pi alta) una quantit di calore Q1 = 1:5 103 J ed ha un rendimento = 0:60.
Il lavoro W viene utilizzato per comprimere un gas ideale biatomico lungo una
trasformazione politropica reversibile (pV k = cost:) con k = 2:0, a partire da
uno stato iniziale caratterizzato dai valori di pressione, volume e temperatura
pi = 1 atm; Vi = 10 dm3 e Ti = 200 K. Determinare:
a) il lavoro W compiuto dalla macchina in un ciclo.
b) la pressione pf e il volume Vf del gas alla ne della compressione;
c) Il calore scambiato dal gas nella trasformazione.
Soluzione
Nella macchina di Carnot la quantit di calore scambiata con la sorgente
ad alta temperatura anche pari al calore assorbito dalla macchina stessa.
Perci il lavoro da essa prodotto sar pari a
= W=Q1 ! W = Q1 = 0:6 1:5 103 J = 900 J

Se tale lavoro viene utilizzato per comprimere un gas biatomico lungo la


politropica pV k = cost.
(con k = 2) a partire dallo stato (pi ; Vi ; Ti ), allora il lavoro compiuto dal
gas lungo tale trasformazione
dovr essere pari a W .
Se indichiamo con Vf il volume nale della trasformazione, il lavoro fatto
dal gas biatomico pari a
ZVf
ZVf
Wk = pdV = pi Vik V

dV =

pi
Vk
1 k i

Quindi, dovremo avere


W ) [pf Vf

pi V i ] = pi V i

pf Vf
pi Vi

e sostituendo pf =pi = (Vi =Vf )k ; si ottiene


Vi
Vf

pi Vi
Vf =

k Vf
Vi

1
1 k

[pf Vf

Vi

Vi

Wk =

V1

k 1

1 = (k
Vi

1+

(k 1)
W
pi Vi

1)W )

Vi
Vf

i
1 = (k

k 1

1
k 1

Inserendo lattuale valore di k (k = 2) si ha


123

=1+

1) W

(k 1)
W
pi Vi

pi V i ] :

Vf =

Vi i
1+ pWV

= 0:529 Vi = 5:29 dm3 ,

i i

e conseguentemente
pf =

Vi
Vf

pi = 3:57 atm = 3:57 1:013 105 P a = 3:616 4

105 P a

Notando che n = pi Vi =RTi = 0:61 mol, si ha


Tf =

pf Vf
nR

3:616 4 105 5:28 10


0:61 8:314

= 376:5 K:

Il calore scambiato nella trasformazione lo otteniamo con il primo principio della termodinamica.
U =Q W )Q=
1:34 103 J:

U +W = ncV (Tf

124

T ) W = 52 nR(Tf

Ti ) W =

(14/18/02)
Una quantit n = 0:5 mol di un gas ideale monoatomico si trova in un
recipiente con pareti adiabatiche di volume V1 ad una pressione p1 = 1 atm
e temperatura T1 = 20 C. Successivamente, il volume del recipiente viene
aumentato rapidamente no a V2 = 3V1 e il sistema lasciato in quiete in
modo da raggiungere il nuovo stato di equilibrio. Poi la temperatura del
gas viene riportata a T1 tramite una lenta compressione isocora in cui il gas
assorbe una quantit di calore Q = 890 J. Inne tramite una compressione
isoterma reversibile il gas riportato al suo stato iniziale.
Determinare:
a) la variazione di entropia subita dal gas nella prima trasformazione;
b) il lavoro complessivo fatto dal gas nellintero ciclo;
a) la variazione di entropia subita dallambiente (luniverso) nellintero
ciclo.
Soluzione
Indichiamo con 1, 2 e 3 (nellordine) gli stati assunti in successione dal
gas. Dalla legge dei gas ideali
otteniamo subito
V1 =

nRT1
p1

= 12 dm3 ; V2 = V3 = 3V1 = 36 dm3 :

Il calore Q = Q23 assorbito dal gas nel passaggio dallo stato 2 allo stato
3 (a temperatura T3 = T1 ),
dovr essere pari a
Q = Q23 = ncV (T3

T2 ) = ncV (T1

T2 )

e da questa ricaviamo
T2 = T1

Q
ncV

= T1

2Q
3nR

= 150:4 K

Conseguentemente, la variazione di entropia nella prima trasformazione


data da
J=K:

S12 = ncV ln TT21 + nR ln VV12 = 0:5

8:314

3
2

150:4
ln 293:15
+ ln 3 = 0:405

Nella prima trasformazione, che unadiabatica irreversibile (il volume


viene variato rapidamente), non c scambio di calore con lambiente. Daltra
parte il calore scambiato nella compressione isoterma 3 ! 1 pari a
Q31 = nRT1 ln VV13 = 0:5 8:314 293:15 ln 13 =
125

1:34 103 J =

1340:J

Quindi, il lavoro fatto dal gas nellintero ciclo che pari al calore che esso
scambia complessivamente dato da
Wtot = Qtot = Q23 + Q31 =

450 J :

Inne, si noti che lambiente in tutto il processo scambia con il nostro


sistema un calore pari a Qtot ; durante tale scambio il sistema (il gas) parte
dallo stato 1 (alla temperatura T1 ) e, dopo una serie di trasformazioni, vi
ritorna. Quindi, la variazione di entropia dellambiente vale
Samb =

Qtot
T1

= 1:53 J=K

126