Sei sulla pagina 1di 56

Modulo di interfaccia IM151-3 PN

(6ES7151-3AA23- 0AB0)

___________________
___________________
___________________
___________________
___________________
___________________

SIMATIC
Periferia decentrata ET 200S
Modulo di interfaccia IM151-3 PN
(6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto


08/2010
A5E01638910-04
Prefazione
Caratteristiche

1
Parametri

2
Funzioni

3
Segnalazioni di allarme,
errore e sistema

4
Tempi di risposta

5


Avvertenze di legge

Avvertenze di legge
Concetto di segnaletica di avvertimento
Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumit
personale e per evitare danni materiali. Le indicazioni da rispettare per garantire la sicurezza personale sono
evidenziate da un simbolo a forma di triangolo mentre quelle per evitare danni materiali non sono precedute dal
triangolo. Gli avvisi di pericolo sono rappresentati come segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli
di rischio.
PERICOLO
questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi
lesioni fisiche.

AVVERTENZA
il simbolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare la morte o gravi
lesioni fisiche.

CAUTELA
con il triangolo di pericolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare
lesioni fisiche non gravi.

CAUTELA
senza triangolo di pericolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare
danni materiali.

ATTENZIONE
indica che, se non vengono rispettate le relative misure di sicurezza, possono subentrare condizioni o
conseguenze indesiderate.
Nel caso in cui ci siano pi livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello pi elevato. Se in un avviso
di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle persone, pu anche essere
contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni materiali.
Personale qualificato
Il prodotto/sistema oggetto di questa documentazione pu essere adoperato solo da personale qualificato per il
rispettivo compito assegnato nel rispetto della documentazione relativa al compito, specialmente delle avvertenze
di sicurezza e delle precauzioni in essa contenute. Il personale qualificato, in virt della sua formazione ed
esperienza, in grado di riconoscere i rischi legati all'impiego di questi prodotti/sistemi e di evitare possibili
pericoli.
Uso conforme alle prescrizioni di prodotti Siemens
Si prega di tener presente quanto segue:
AVVERTENZA
I prodotti Siemens devono essere utilizzati solo per i casi dimpiego previsti nel catalogo e nella rispettiva
documentazione tecnica. Qualora vengano impiegati prodotti o componenti di terzi, questi devono essere
consigliati oppure approvati da Siemens. Il funzionamento corretto e sicuro dei prodotti presuppone un trasporto,
un magazzinaggio, uninstallazione, un montaggio, una messa in servizio, un utilizzo e una manutenzione
appropriati e a regola darte. Devono essere rispettate le condizioni ambientali consentite. Devono essere
osservate le avvertenze contenute nella rispettiva documentazione.
Marchio di prodotto
Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri nomi di prodotto
citati in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di terzi per i propri scopi pu violare i
diritti dei proprietari.
Esclusione di responsabilit
Abbiamo controllato che il contenuto di questa documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti.
Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non possiamo garantire una concordanza perfetta. Il
contenuto di questa documentazione viene tuttavia verificato periodicamente e le eventuali correzioni o modifiche
vengono inserite nelle successive edizioni.
Siemens AG
Industry Sector
Postfach 48 48
90026 NRNBERG
GERMANIA
A5E01638910-04
09/2010
Copyright Siemens AG 2010.
Con riserva di eventuali modifiche tecniche

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 3
Prefazione
Premessa
Scopo del manuale del prodotto
Il presente manuale del prodotto completa le istruzioni operative Sistema di periferia
decentrata ET 200S. Le funzioni che riguardano l'ET 200S in generale sono riportate nelle
istruzioni operative Sistema di periferia decentrata ET 200S
(http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/1144348).
Le informazioni fornite dal presente manuale del prodotto e dalle istruzioni operative,
consentono la messa in servizio dell'ET 200S.
Conoscenze di base necessarie
Per la comprensione degli argomenti trattati sono necessarie conoscenze generali nel
settore della tecnologia di automazione.
Campo di validit del manuale del prodotto
Il presente manuale del prodotto valido per il modulo ET 200S. e fornisce la descrizione
dei componenti valida al momento della pubblicazione.
Il presente manuale del prodotto valido per il IM151-3 PN(6ES7151-3AA23-0AB0) a partire
dalla versione firmware V7.0.
Modifiche rispetto alla versione precedente
Sono state apportate le seguenti modifiche rispetto alla versione precedente del manuale
IM151-3 PN(6ES7151-3AA23-0AB0), edizione 03/2009, con numero A5E01638906-02:
Shared Device
Ridondanza del supporto
Ampliamenti futuri
LED per errori di configurazione e parametrizzazione
Riciclaggio e smaltimento
Grazie alla realizzazione con materiali poco inquinanti, il modulo ET 200S riciclabile. Per il
riciclaggio ecocompatibile e lo smaltimento delle apparecchiature usate, rivolgersi a
un'azienda certificata nello smaltimento di materiali elettronici.
Prefazione

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
4 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Ulteriore supporto
In caso di domande sull'utilizzo dei prodotti descritti nel presente manuale per cui non viene
fornita una risposta esplicita, rivolgersi al partner di riferimento Siemens presso le filiali e le
rappresentanze competenti.
I partner di riferimento si trovano in Internet (http://www.siemens.com/automation/partner).
La guida per la documentazione tecnica dei prodotti SIMATIC disponibile in Internet
(http://www.siemens.com/simatic-tech-doku-portal)
Il catalogo e il sistema per le ordinazioni online sono disponibili in Internet
(http://mall.automation.siemens.com).
Centro di addestramento
Per agevolare l'approccio all'apparecchiatura ET 200S e al sistema di automazione SIMATIC
S7, Siemens organizza corsi specifici. Rivolgersi al centro di addestramento regionale o a
quello centrale di Norimberga, D-90327.
Ulteriori informazioni sono disponibili in Internet (http://www.sitrain.com).
Technical Support
Per richiedere assistenza tecnica sui prodotti per l'automazione industriale utilizzare il
modulo Web (http://www.siemens.com/automation/support-request) per le Support Request.
Maggiori informazioni sul Technical Support sono disponibili in Internet
(http://www.siemens.com/automation/service).
Service & Support in Internet
Oltre alla documentazione Siemens mette a disposizione della clientela diversi servizi online
in Internet (http://www.siemens.com/automation/service&support).
Nel sito indicato si possono consultare le seguenti informazioni:
La Newsletter, costantemente aggiornata con tutte le informazioni sui prodotti.
I documenti appropriati, attraverso la funzione di ricerca in Service & Support
Un Forum, luogo di scambio di informazioni tra utenti e personale specializzato di tutto il
mondo
La banca dati dei partner di riferimento locali del settore Automation & Drives.
Informazioni su assistenza in loco, riparazioni, pezzi di ricambio e molto altro ancora.

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 5
Indice del contenuto

Prefazione ................................................................................................................................................. 3
1 Caratteristiche ........................................................................................................................................... 7
1.1 Modulo di interfaccia IM151-3 PN..................................................................................................7
1.2 SNMP...........................................................................................................................................14
1.3 SIMATIC Micro Memory Card......................................................................................................15
1.4 Aggiornamento del firmware........................................................................................................17
2 Parametri ................................................................................................................................................. 19
2.1 Parametri per il modulo di interfaccia IM151-3 PN......................................................................19
2.2 Descrizione dei parametri ............................................................................................................19
2.2.1 Lunghezza di bus.........................................................................................................................19
2.2.2 Soppressione della frequenza di disturbo....................................................................................19
2.2.3 Posto connettore giunto freddo....................................................................................................20
2.2.4 Ingresso giunto freddo .................................................................................................................20
2.2.5 Abilitazione degli ampliamenti futuri ............................................................................................20
3 Funzioni ................................................................................................................................................... 21
3.1 Dati di identificazione per PROFINET IO.....................................................................................21
3.2 Configurazione delle porte 1 e 2..................................................................................................23
3.3 Ampliamenti futuri ........................................................................................................................23
3.3.1 Ampliamenti futuri e set di dati di comando.................................................................................23
3.3.2 Set di dati di conferma .................................................................................................................26
3.3.3 Ampliamenti futuri con l'impiego di moduli RESERVE ................................................................27
3.3.4 Ampliamenti futuri senza moduli di riserva ..................................................................................29
3.3.5 Aggiunta di opzioni.......................................................................................................................31
3.3.6 Ampliamenti futuri e combinazione dei procedimenti ..................................................................33
4 Segnalazioni di allarme, errore e sistema................................................................................................ 37
4.1 Diagnostica tramite LED..............................................................................................................37
4.2 Messaggi di diagnostica dei moduli elettronici.............................................................................41
4.3 Reazione rispetto al valore sostitutivo .........................................................................................42
4.4 Diagnostica ..................................................................................................................................43
4.4.1 Lettura della diagnostica..............................................................................................................43
4.4.2 Diagnostica riferita al canale........................................................................................................44
4.4.3 Stati di configurazione errati dell'ET 200S nel PROFINET IO.....................................................46
4.4.4 Interruzione del bus backplane dell'ET 200S ..............................................................................46
4.4.5 Guasto della tensione di carico del modulo power ......................................................................47
4.4.6 STOP dell'IO Controller e ritorno dell'IO Device..........................................................................47
4.5 Allarmi di manutenzione...............................................................................................................48
4.6 Analisi degli allarmi nel sistema ET 200S....................................................................................49
Indice del contenuto

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
6 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
5 Tempi di risposta ..................................................................................................................................... 51
5.1 Tempi di reazione di PROFINET IO............................................................................................ 51
5.2 Tempi di reazione dei moduli di ingresso digitali ........................................................................ 51
5.3 Tempi di reazione dei moduli di uscita digitali............................................................................. 52
5.4 Tempi di reazione dei moduli di ingresso analogici .................................................................... 52
5.5 Tempi di reazione dei moduli di uscita analogici......................................................................... 53
5.6 Tempi di reazione del modulo elettronico 4 IQ-SENSE.............................................................. 54
5.7 Tempi di reazione dei moduli tecnologici .................................................................................... 54
Indice analitico......................................................................................................................................... 55

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 7
Caratteristiche
1
1.1 Modulo di interfaccia IM151-3 PN
Propriet
Il modulo di interfaccia IM151-3 PN dispone delle seguenti propriet:
Collega l'ET 200S a PROFINET IO.
Preparazione dei dati per i moduli elettronici e gli avviatori motore configurati
Alimentazione del bus backplane
Acquisizione del nome del dispositivo e salvataggio su SIMATIC Micro Memory Card
Aggiornamento del firmware
tramite SIMATIC Micro Memory Card
tramite PROFINET IO
Il potenziale di riferimento M della tensione di alimentazione nominale dell'IM151-3 PN
collegato alla guida profilata (conduttore di protezione) tramite una combinazione RC che
rende quindi possibile una configurazione a potenziale libero rispetto alla terra.
Allarmi
Allarmi di diagnostica
Interrupt di processo
Allarmi di estrazione/inserimento
Allarmi di manutenzione
L'area di indirizzi max. di 256 byte di dati E/A.
Il modulo IM151-3 PN utilizzabile con max. 63 moduli.
La lunghezza massima di bus nel bus backplane di 2 m.
Raggruppamento di moduli all'interno di un byte (compressione).
Set di dati per unit E/A
Ampliamenti futuri
Caratteristiche
1.1 Modulo di interfaccia IM151-3 PN
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
8 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Propriet tramite PROFINET IO
Switch a 2 porte integrato
Servizi Ethernet supportati: ping, arp, diagnostica di rete (SNMP) / MIB-2, LLDP
Diagnostica porte
Disattivazione di porte
Comunicazione real-time isocrona
Tempo di aggiornamento minimo 250 s
Avvio prioritario
Sostituzione di dispositivi senza supporto di memoria estraibile/PG
Shared Device
Ridondanza del supporto
Comunicazione real-time isocrona
Metodo di trasmissione sincronizzato per lo scambio ciclico di dati IRT tra dispositivi
PROFINET. Per i dati IRT disponibile una larghezza di banda riservata all'interno
dell'intervallo di trasmissione. L'ampiezza riservata alla banda garantisce il trasferimento in
intervalli temporali sincronizzati dei dati IRT anche in presenza di un carico elevato su altre
reti (p. es comunicazione TCP/IP oppure comunicazione real time supplementare).
Opzione IRT "Elevata flessibilit"
Massima flessibilit durante la pianificazione e l'ampliamento dell'impianto. Non
necessaria alcuna progettazione topologica.
Opzione IRT "Elevata performance"
necessaria una progettazione topologica.



Nota
IO Controller come Sync-Master nella comunicazione IRT con l'opzione "Elevata
performance"
Durante la progettazione della comunicazione IRT con l'opzione "Elevata performance" si
consiglia di utilizzare l'IO Controller anche come master Sync.
Altrimenti in caso di errore del Sync-Master pu verificarsi un guasto negli IO Device
progettati con RT e IRT.



Nota
Struttura d'insieme delle unit fino alla EZ3 e opzione IRT "Elevata performance"
L'area di indirizzi max. nell'opzione IRT "Elevata performance" di 146 byte di dati I/O.
Se si utilizza un'unit con versione EZ1, EZ2 o EZ3 necessario limitare la struttura
d'insieme a 146 byte di dati I/O. In caso contrario la comunicazione potrebbe
interrompersi.

Per maggiori informazioni sulla progettazione di dispositivi PROFINET sincronizzati nei
domini Sync consultare la Guida in linea di STEP 7 e il manuale Descrizione del sistema
PROFINET (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19292127)
Caratteristiche
1.1 Modulo di interfaccia IM151-3 PN
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 9
Avvio prioritario
L'avvio prioritario indica la funzionalit PROFINET per l'accelerazione dell'avvio di IO Device
in un sistema PROFINET IO con comunicazione IRT e RT.
Questa funzione riduce il tempo necessario agli IO Device appositamente progettati per
rientrare, nei seguenti casi, nuovamente nello scambio ciclico dei dati utili:
dopo il ripristino della tensione di alimentazione
dopo il ripristino della stazione
dopo l'attivazione di IO Device



Nota
Nell'avvio prioritario l'aggiornamento del firmware tramite Micro Memory Card non
possibile. possibile invece l'aggiornamento del firmware tramite rete LAN.



Nota
Il tempo di accelerazione dipende dal numero e dal tipo di moduli.

Cablaggio delle impostazioni di collegamento fisse
Se in STEP 7 si configura un impostazione di collegamento fissa della porta inoltre
necessario disattivare "Autonegotiation/Autocrossover".
Per maggiori informazioni consultare la Guida in linea di STEP 7 e il manuale Descrizione
del sistema PROFINET (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19292127).
Sostituzione di dispositivi senza supporto di memoria estraibile/PG
Gli IO Device che supportano questa funzione sono facilmente sostituibili:
Non richiesto alcun supporto di memoria estraibile (p. es. Micro Memory Card) con il
nome dei dispositivi memorizzato.
Il nome del dispositivo non deve essere assegnato al PG.
L'IO Device sostituito riceve il nome del dispositivo dell'IO Controller e non pi dal supporto
di memoria estraibile o dal PG. L'IO Controller impiega in questo caso la topologia progettata
e le correlazioni con i nodi vicini rilevate dagli IO Device. La topologia richiesta progettata
deve coincidere con quella reale.
Si consiglia di impiegare IO Device gi stati utilizzati e nei quali sono gi state resettate le
impostazioni della fabbrica prima di essere riutilizzati.
Per maggiori informazioni consultare la Guida in linea di STEP 7 e il manuale Descrizione
del sistema PROFINET (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19292127).
Caratteristiche
1.1 Modulo di interfaccia IM151-3 PN
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
10 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Ripristino delle impostazioni della fabbrica
ATTENZIONE
Durante il resettaggio delle impostazioni di fabbrica pu accadere che sulle stazioni di una
linea si verifichi un guasto.

I parametri SNMP salvati a ritenzione possono essere resettati sulle impostazioni di fabbrica
nella finestra di dialogo di Configurazione HW, selezionando "Sistema di destinazione >
Ethernet > Modifica nodo Ethernet" e il pulsante "Resetta alle impostazioni di fabbrica" (a
partire da STEP 7 V5.3 SP 3).
I seguenti dati non vengono cancellati durante il resettaggio alle impostazioni di fabbrica:
l'indirizzo MAC
i dati I&M0



Nota
Cancellazione del nome del dispositivo
Eliminazione del nome del dispositivo tramite "Reset delle impostazioni della fabbrica".



Nota
Reazione rispetto al valore sostitutivo con il reset delle impostazioni della fabbrica
Con "Reset delle impostazioni della fabbrica" i moduli nella stazione assumono la
reazione progettata rispetto al valore sostitutivo o lo stato non parametrizzato.

Compatibilit con il modulo della versione precedente
Il modulo di interfaccia IM151-3 PN(6ES7151-3AA23-0AB0) compatibile con il modulo di
interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA20-0AB0 e 6ES7151-3AA22-0AB0).
In un impianto esistente il nuovo modulo di interfaccia sostituisce il modulo precedente
senza dover modificare la progettazione.
Per poter utilizzare come ricambio un IM151-3AA23 in uso, lo si deve prima riportare
resettare alle impostazioni di fabbrica.
L'aggiornamento del firmware del modulo precedente IM151-3AA22 non viene supportato.
Sostituzione di parti di un IM151-3 PN (6ES7151-3AA10-0AB0)
Se necessario, l'IM151-3 PN (6ES7151-3AA10-0AB0) pu essere sostituito con un
IM151-3 PN (6ES7151 3AA23-0AB0) alle seguenti condizioni:
15 mm di spazio a sinistra dell'IM151-3 PN
STEP 7 V5.3 SP 3
Il programma utente viene modificato come indicato nel manuale di programmazione "Da
PROFIBUS DP a PROFINET IO", edizione 01/06.
Caratteristiche
1.1 Modulo di interfaccia IM151-3 PN
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 11
Ridondanza del supporto
Funzione che consente di garantire la disponibilit della rete e dell'impianto. I percorsi di
trasmissione ridondati (topologia ad anello) garantiscono una via di comunicazione
alternativa in caso di guasto di un percorso di trasmissione.
Per maggiori informazioni consultare la Guida in linea di STEP 7 e il manuale Descrizione
del sistema PROFINET (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19292127).
Shared Device
IO Device che mette i propri dati a disposizione di pi IO Controller.
La funzione Shared Device non disponibile con l'opzione IRT "Elevata flessibilit".

Nota
Si noti che, per poter diagnosticare il guasto della tensione di carico, i moduli power e i
moduli elettronici di un gruppo di potenziale devono essere assegnati allo stesso IO
Controller.

Per maggiori informazioni consultare la Guida in linea di STEP 7 e il manuale Descrizione
del sistema PROFINET (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19292127).
Ampliamenti futuri
Gli ampliamenti futuri consentono di predisporre la configurazione del sistema di
automazione in modo che possa accogliere successivi ampliamenti o opzioni. La
configurazione massima del proprio sistema di automazione viene pianificata all'inizio e pu
essere modificata in modo flessibile con il programma utente. Gli ampliamenti futuri possono
essere effettuati con e senza i moduli RESERVE e l'inserimento di opzioni.
Per maggiori informazioni consultare il capitolo Ampliamenti futuri (Pagina 23) della Guida in
linea di STEP 7 e il manuale Descrizione del sistema PROFINET
(http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19292127).
Progettazione
Il modulo di interfaccia IM151-3 PN si progetta con STEP 7 V5.4 SP 4.
Caratteristiche
1.1 Modulo di interfaccia IM151-3 PN
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
12 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Limitazioni in caso di impiego dei moduli con IM151-3 PN
I seguenti moduli non sono utilizzabili con l'IM151-3 PN:

Modulo Fino al numero di ordinazione Fino alla versione di
prodotto
2AO U; HIGH FEATURE 6ES7135-4LB01-0AB0 3
2AO I; HIGH FEATURE 6ES7135-4MB01-0AB0 3
Modulo di interfaccia seriale 1SI 6ES7138-4DF00-0AB0 4
Modulo di interfaccia seriale
Modbus/USS
6ES7138-4DF01-0AB0 4
2PULSE 6ES7138-4DD00-0AB0 6
1Count 24V/100kHz 6ES7138-4DA03-0AB0 -
Avviatori motore
Avviatore diretto
Avviatore reversibile

3RK1301-xxxxx-1AA1
3RK1301-xxxxx-1AA1
Piedinatura
La seguente tabella mostra la piedinatura del modulo di interfaccia IM151-3 PN per
l'alimentazione DC 24 V e delle interfacce RJ45 per PROFINET IO:
Tabella 1- 1 Piedinatura del modulo di interfaccia IM151-3 PN
Rappresentazione Nome del segnale Denominazione
1 TD Transmit Data +
2 TD_N Transmit Data
3 RD Receive Data +
4 GND Ground
5 GND Ground
6 RD_N Receive Data
7 GND Ground
8 GND Ground
1L+ DC 24V
2L+ DC 24 V (per collegamento in cascata)
1M Massa
1L+
2L+
1M
2M
1
8
1L+
2L+
1M
2M
Schermatura



2M Massa (per collegamento in cascata)
Caratteristiche
1.1 Modulo di interfaccia IM151-3 PN
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 13
Schema elettrico a blocchi
LlNK MT SF BF ON
RJ45
RJ45
2 (P1)
6 (P1)
3 (P2)
7 (P2)
Switch
B
u
s

b
a
c
k
p
l
a
n
e
Elettronica
lnterfaccia
bus
backplane
ET 200S
Connessione
PROFlNET
Separazione di
potenziale
SlMATlC Micro
Memory Card
Alimentazione di
tensione
interna

Figura 1-1 Schema di principio del modulo di interfaccia IM151-3 PN
Dati tecnici IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)

Dimensioni e peso
Dimensioni largh. (mm) 60
Peso circa 150 g
Dati specifici delle unit
Velocit di trasmissione 10 MBit/s per servizi Ethernet
100 MBit/s full duplex per PROFINET IO
Metodo di trasmissione 100BASE-TX
Intervallo di trasmissione IRT con l'opzione "Elevata performance": da
250 s a 4 ms in passi di 125 s
RT e IRT con l'opzione "Elevata flessibilit":
250 s, 500 s, 1 ms
Autonegotiation s
Autocrossing s
Protocollo di bus PROFINET IO
Servizi Ethernet supportati ping
arp
LLDP
Diagnostica di rete (SNMP) / MIB-2
Avvio prioritario
Ridondanza del supporto
Shared Device
Interfaccia PROFINET: 2 RJ45
Identificativo produttore (VendorID) 002AH
Identificativo dispositivo (DeviceID) 0301H
Caratteristiche
1.2 SNMP
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
14 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Tensioni, correnti, potenziali
Tensione nominale di alimentazione
dell'elettronica (1L+)
DC 24 V
Protezione contro l'inversione di polarit s
Compensazione mancanza di rete min. 20 ms
Separazione di potenziale
tra bus backplane ed elettronica no
tra Ethernet ed elettronica s
tra tensione di alimentazione ed elettronica no
Differenza di potenziale ammessa (rispetto alla
guida profilata)
DC 75 V, AC 60 V
Isolamento, valore di prova DC 500 V
Corrente assorbita da tensione nominale di
alimentazione (1L+)
ca. 200 mA
Potenza dissipata dell'unit ca. 3,3 W
Stato, allarmi, diagnostica
Allarmi s
Funzione di diagnostica s
Errore cumulativo
Controllo di bus PROFINET IO
LED rosso "SF"
LED rosso "BF"
Controllo della tensione di alimentazione
dell'elettronica
LED verde "ON"
Richiesta di manutenzione (Maintenance) LED giallo "maint"
Collegamento in corso con la rete Un LED "LINK verde per interfaccia
1.2 SNMP
SNMP
Il modulo di interfaccia supporta il servizio Ethernet SNMP. Viene supportato MIB-2
(RFC1213). Gli oggetti R/W sono modificabili con tool SNMP e vengono salvati nell'unit.
Dopo la sostituzione con un'unit nuova di fabbrica gli oggetti R/W del modulo di interfaccia
sono resettati sulle impostazioni di fabbrica.
Caratteristiche
1.3 SIMATIC Micro Memory Card
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 15
1.3 SIMATIC Micro Memory Card
SIMATIC Micro Memory Card come supporto di memoria
Come supporto di memoria per l'IM151-3 PN si utilizza una SIMATIC Micro Memory Card.
Per il salvataggio del nome del dispositivo sufficiente una SIMATIC Micro Memory Card da
64 kByte.
Per l'aggiornamento del firmware necessaria una MMC da almeno 4 MB.
Posizione del vano per l'alloggiamento della SIMATIC Micro Memory Card
5
3
6
4
1
2
P2
P2
P1 R R
P1
SF
BF
MT
ON
LlNK
X1
PROFlNET
ET 200 S
LAN
1L+ 1M
2M 2L+
DC24V
S
lM
A
T
lC
S
lE
M
E
N
S
M
ic
r
o
M
e
m
o
r
y
C
a
r
d
6
4
B
y
te
6ES7 953-8Lx00-0AA0
7
8

Errore cumulativo (rosso)
Errore di bus (rosso)
Segnalazione di manutenzione (giallo)
Tensione di alimentazione (verde)
Collegamento allo switch/all'IO Controller (verde)
SIMATIC Micro Memory Card
Supporto cavi
Bloccaggio/sbloccaggio per la Micro Memory Card

Utilizzo della SIMATIC Micro Memory Card
Nota
Su una MMC possibile salvare o i dati tecnologici (nomi dei dispositivi) oppure i dati per
l'aggiornamento del firmware.

Caratteristiche
1.3 SIMATIC Micro Memory Card
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
16 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Durata di una SIMATIC Micro Memory Card
La durata di una SIMATIC Micro Memory Card dipende principalmente dai seguenti fattori:
Numero di operazioni di cancellazione e programmazione
Influssi esterni come p. es. la temperatura ambiente
Con una temperatura ambiente fino a 60 C la durata di una SIMATIC Micro Memory Card
sar di 10 anni con un massimo di 100.000 operazioni di cancellazione/scrittura.

ATTENZIONE
Possibile perdita dei dati
Se si supera il numero massimo di operazioni di cancellazione e di scrittura possibile che
i dati vadano persi.

SIMATIC Micro Memory Card disponibili
Tabella 1- 2 SIMATIC Micro Memory Card disponibili
Denominazione Dal n. di ordinazione Capacit di memoria
SIMATIC Micro Memory Card da 64k 6ES7953-8LFxx-0AA0 64 kByte
SIMATIC Micro Memory Card da 128k 6ES7953-8LGxx-0AA0 128 kByte
SIMATIC Micro Memory Card da 512k 6ES7953-8LJxx-0AA0 512 kByte
SIMATIC Micro Memory Card da 2M 6ES7953-8LLxx-0AA0 2 MByte
SIMATIC Micro Memory Card da 4M 6ES7953-8LMxx-0AA0 4 MByte
SIMATIC Micro Memory Card da 8M 6ES7953-8LPxx-0AA0 8 MByte
Inserimento/sostituzione della SIMATIC Micro Memory Card
Nota
Le funzioni della SIMATIC Micro Memory Card sono garantite solo se si estrae o si inserisce
la scheda a tensione disattivata.

L'angolo obliquo della SIMATIC Micro Memory Card impedisce di inserire la scheda al
contrario (protezione dall'inversione di polarit).
Per estrarre la scheda premere l'espulsore con un oggetto adeguato (ad es. un piccolo
cacciavite o una penna a sfera).
Caratteristiche
1.4 Aggiornamento del firmware
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 17
1.4 Aggiornamento del firmware
Aggiornamento del firmware
Il firmware di un IM151-3 PN pu essere aggiornato:
Con una SIMATIC Micro Memory Card con almeno 4 MByte di spazio di memoria.
Ulteriori informazioni si trovano in Internet
(http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19241998/133100).
Tramite PROFINET IO, ad es. con Configurazione HW o in SIMATIC Manager con
"Sistema di destinazione > Visualizza nodi accessibili".
Per maggiori informazioni consultare la Guida in linea di STEP 7.
Presupposti
Per aggiornare il firmware di un IM151-3 PN necessario quanto segue:
STEP 7 a partire da V5.3 SP 2
Una SIMATIC Micro Memory Card per l'update della MMC
Un PC o PG con un dispositivo per scrivere una SIMATIC Micro Memory Card

ATTENZIONE

Durante l'aggiornamento del firmware pu accadere che sulle stazioni di una linea si
verifichi un guasto.



Nota
Nel caso di moduli di interfaccia che sono stati avviati con il parametro "Avvio prioritario"
non possibile eseguire un aggiornamento del firmware con una SIMATIC Micro Memory
Card. In questo caso tramite "Resetta alle impostazioni di fabbrica" possibile cancellare
il parametro "Avvio prioritario". In seguito sar nuovamente possibile aggiornare il
firmware con una SIMATIC Micro Memory Card.

Caratteristiche
1.4 Aggiornamento del firmware
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
18 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 19
Parametri
2
2.1 Parametri per il modulo di interfaccia IM151-3 PN
Tabella 2- 1 Parametri per il modulo di interfaccia IM151-3 PN
IM151-3 Campo valori Preimpostazione Applicazione
Lunghezza di bus 1 m / > 1 m 1 m ET 200S
Soppressione della frequenza
di disturbo
50 Hz / 60 Hz 50 Hz ET 200S
Posto connettore giunto freddo nessuno / da 2 a 63 nessuno ET 200S
Ingresso giunto freddo RTD al canale 0/
RTD al canale 1
0 ET 200S
Abilitazione degli ampliamenti
futuri
s/no no ET 200S
2.2 Descrizione dei parametri
2.2.1 Lunghezza di bus
1 m: Preimpostazione: la lunghezza massima di bus di 1 m.
> 1 m: La lunghezza di bus dell'ET 200S > 1 m e non supera un max. di 2 m. Tuttavia, con
questa impostazione si intensifica il tempo di reazione dell'ET 200S.
2.2.2 Soppressione della frequenza di disturbo
La frequenza della rete di tensione alternata utilizzata pu disturbare il valore di misura in
particolare in caso di misure in piccoli campi di tensione e di termocoppie. Indicare qui la
frequenza di rete prevalente nell'impianto (50 Hz o 60 Hz).
Il parametro "Soppressione frequenza disturbo" valido per tutti i moduli elettronici
analogici. Con questo parametro si predefiniscono inoltre il tempo di integrazione e di
conversione dei singoli moduli. Vedere i dati tecnici dei moduli elettronici analogici.
Parametri
2.2 Descrizione dei parametri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
20 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
2.2.3 Posto connettore giunto freddo
Questo parametro consente di assegnare un posto connettore (nessuno, da 2 a 63) nel
quale si trova il canale per la misura della temperatura del giunto freddo (determinazione del
valore di compensazione).
Riferimenti
Per maggiori informazioni sul collegamento di termocoppie consultare i manuali del prodotto
dei moduli elettronici analogici.
2.2.4 Ingresso giunto freddo
Questo parametro consente di definire il canale (0/1) per la misura della temperatura del
giunto freddo (determinazione del valore di compensazione) per il posto connettore
assegnato.
Riferimenti
Per maggiori informazioni sul collegamento di termocoppie consultare i manuali del prodotto
dei moduli elettronici analogici.
2.2.5 Abilitazione degli ampliamenti futuri
Abilitazione degli ampliamenti futuri
Questo parametro consente di abilitare gli ampliamenti futuri nell'ET 200S.

Nota
Se si autorizza l'abilitazione l'ET 200S richiede un set di dati di comando del programma
utente perch la stazione possa comandare le unit di periferia.


Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 21
Funzioni
3
3.1 Dati di identificazione per PROFINET IO
Definizione
I dati di identificazione sono informazioni memorizzate in un'unit per supportare l'utente
nelle operazioni seguenti:
Controllo della configurazione di un impianto
Rilevamento di modifiche hardware in un impianto
Eliminazione di errori in un impianto
Grazie ai dati di identificazione possibile identificare in maniera univoca le unit online.
In STEP 7 i dati di identificazione vengono visualizzati nelle schede "Stato dell'unit - IM
151" e "Caratteristiche ..." e caricati nelle unit tramite "Carica dati di identificazione
dell'unit..." nel comando menu "Sistema di destinazione" (vedere Guida in linea di STEP 7).
Dati di identificazione
Mediante Leggi set di dati possibile l'accesso mirato a dati di identificazione specifici.
Dall'indice del set di dati corrispondente possibile accedere alla parte desiderata dei dati di
identificazione.
I set di dati sono strutturati secondo il seguente principio:
Tabella 3- 1 Struttura di base dei set di dati con dati di identificazione per PROFINET IO
Sommario Lunghezza (byte) Codifica (hex)
Informazione di intestazione
BlockType 2 I&M0: 0020
I&M1: 0021
I&M2: 0022
I&M3: 0023
BlockLength 2 I&M0: 0038
I&M1: 0038
I&M2: 0012
I&M3: 0038
BlockVersionHigh 1 01
BlockVersionLow 1 00
Dati di identificazione
Dati di identificazione
(vedere la tabella sottostante)
I&M0 / Indice AFF0: 54
I&M1 / Indice AFF1: 54
I&M2 / Indice AFF2: 16
I&M3 / Indice AFF3: 54

Funzioni
3.1 Dati di identificazione per PROFINET IO
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
22 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Le strutture dei dati nei rispettivi set corrispondono a quanto stabilito in PROFINET IO.
Tabella 3- 2 Dati di identificazione per PROFINET IO
Dati di identificazione Accesso Preimpostazione Spiegazione
Dati di identificazione 0: (indice del set di dati AFF0 hex)
VendorIDHigh Lettura (1 byte) 00 hex
VendorIDLow Lettura (1 byte) 2A hex
Qui memorizzato il nome del costruttore.
(42 dec = SIEMENS AG)
Order_ID Lettura (20 byte) Numero di ordinazione del modulo
IM_SERIAL_NUMBER Lettura (16 byte) - Numero di serie (specifico per il dispositivo)
IM_HARDWARE_REVISION Lettura (2 byte) 1 Corrispondente alla versione HW
IM_SOFTWARE_REVISION Lettura Versione firmware
SWRevisionPrefix (1 byte) V, R, P, U, T
IM_SWRevision_Functional_
Enhancement
(1 byte) 00 - FF hex
IM_SWRevision_Bug_Fix (1 byte) 00 - FF hex
IM_SWRevision_Internal_
Change
(1 byte) 00 - FF hex
Fornisce informazioni sulla versione
firmware del modulo.
IM_REVISION_COUNTER Lettura (2 byte) 0000 Fornisce informazioni sulle modifiche
parametrizzate del modulo.
(non utilizzato)
IM_PROFILE_ID Lettura (2 byte) 0000 Generic Device
IM_PROFILE_SPECIFIC_TYPE Lettura (2 byte) 0005 hex Nei moduli di interfaccia
IM_VERSION Lettura
IM_Version_Major (1 byte)
IM_Version_Minor (1 byte)
0101 hex Fornisce informazioni sulla versione dei dati
di identificazione
(0101 hex = Versione 1.1)
IM_SUPPORTED Lettura (2 byte) 000E hex Fornisce informazioni sui dati di
identificazione esistenti (da I&M1 a I&M3)
Dati di manutenzione 1: (indice del set di dati AFF1 hex)
IM_TAG_FUNCTION Lettura/scrittura
(32 byte)
- Introdurre qui un identificativo univoco per il
modulo che sia valido per tutto l'impianto.
IM_TAG_LOCATION Lettura/scrittura
(22 byte)
- Indicare qui il punto in cui installare il
modulo.
Dati di manutenzione 2: (indice del set di dati AFF2 hex)
IM_DATE Lettura/scrittura
(16 byte)
AAAA/MM/GG HH:MM Introdurre qui la data di installazione del
modulo.
Dati di manutenzione 3: (indice del set di dati AFF3 hex)
IM_DESCRIPTOR Lettura/scrittura
(54 byte)
- Introdurre qui un commento al modulo.
Funzioni
3.2 Configurazione delle porte 1 e 2
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 23
3.2 Configurazione delle porte 1 e 2
Introduzione
Il modulo di interfaccia IM 151-3 PN dispone di due porte: la X1P1 e la X1P2.
Progettazione delle porte in Configurazione HW
Progettare entrambe nella finestra di dialogo "Propriet dell'IM151-3 PN - Porta" di
Configurazione HW:
Scheda "Indirizzi": indirizzo di diagnostica della porta.
Scheda "Topologia":
possibile indicare un "Collegamento porta".
Scheda "Opzioni":
per abilitare la diagnostica della porta, alla voce "Supporto di trasferimento / Duplex" nella
scheda "Collegamento" selezionare: "Automatic settings (monitor)".
Riferimenti
Per maggiori informazioni sulla progettazione consultare e la Guida in linea di STEP 7.
Vedere anche
Descrizione del sistema PROFINET
(http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19292127)
3.3 Ampliamenti futuri
3.3.1 Ampliamenti futuri e set di dati di comando
Principio di funzionamento
Gli Ampliamenti futuri costituiscono un procedimento che consente di utilizzare stazioni
decentrate con configurazioni reali diverse (ampliamenti) sulla base di un'unica
progettazione. Sono possibili sia ampliamenti futuri con e senza moduli RESERVE sia
l'aggiunta di opzioni.
Presupposti
Per questa funzione necessario attivare il parametro "Abilitazioni Ampliamenti futuri"
durante la progettazione. Il comando affidato a un apposito set di dati per la definizione
degli ampliamenti desiderati. Senza set di dati di comando la stazione non utilizzabile.
Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
24 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Ampliamenti futuri
Sono possibili sia ampliamenti futuri con e senza moduli RESERVE sia l'aggiunta di opzioni.
Set di dati di comando
Per gli ampliamenti futuri si definisce un set di dati di comando 196 che contiene
un'assegnazione di posti connettore.
Tabella 3- 3 Set di dati di comando
Byte Elemento Codifica Descrizione
0 Lunghezza del
blocco
4 + numero dei
posti connettore
1 ID del blocco 196
2 Versione 1
3 Versione 0
Intestazione
4 Assegnazione
del posto
connettore
progettato 1
Posto
connettore reale
1
5 Assegnazione
del posto
connettore
progettato 2
Posto
connettore reale
2
: : :
4 + max. posto
connettore - 1
Assegnazione
del posto
connettore max.
progettato
Posto
connettore max.
reale
Descrive in ogni elemento quale posto
connettore reale nel Device assegnato al
posto connettore progettato.
Bit 7 = 1: indica che ammesso un modulo
RESERVE.

Ogni elemento deve contenere le seguenti informazioni sul posto connettore:
Assegnazione posto connettore progettato posto connettore reale
Identificazione di un posto connettore come modulo di riserva ammessa
Tabella 3- 4 Codifica dell'elemento di comando
Bit Significato
0 ... 6 0: modulo non disponibile (ampliamenti futuri senza moduli di riserva)
1: posto connettore reale (1 ... posto connettore max.)
7 1: modulo RESERVE ammesso (solo per ampliamenti futuri con moduli
RESERVE)
Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 25
Particolarit
Esistono alcune particolarit che devono essere osservate:
Il set di dati di comando viene memorizzato a ritenzione nel modulo di interfaccia.
I posti connettore registrati al di fuori della configurazione prefissata vengono ignorati.
Lo stesso vale anche per i moduli assegnati a un altro IO Controller nello Shared Device.
Il set di dati di comando pu essere ridotto in lunghezza ma deve contenere registrazioni
fino all'ultimo posto connettore della configurazione prefissata corrente.
Ogni posto connettore reale pu essere presente una volta sola nel set di dati.



Nota
Opzioni modificate
Al momento della scrittura di un set di dati di comando con opzioni modificate si verifica
un guasto alla stazione e in seguito la stazione viene riavviata con le opzioni modificate.

Combinazione di ampliamenti futuri e Shared Device
Gli ampliamenti futuri vengono comandati dall'unit di intestazione (slot 0/subslot 1). Perci
nel caso degli Shared Device la funzione Ampliamenti futuri si riferisce esclusivamente ai
moduli dell'IO Controller appartenente all'unit di intestazione. I moduli assegnati a un altro
IO Controller pertanto non sono rilevanti nel set di dati di comando. Per questi moduli si
presuppone implicitamente un'assegnazione 1 a 1.
Se si utilizza un giunto freddo (modulo RTD) occorre osservare che il posto connettore dei
moduli RTD non deve essere modificato se il giunto freddo necessario anche nei moduli
TC dell'IO Controller di condivisione.
Messaggi di errore
Se necessario, il set di dati di comando invia i seguenti messaggi di errore:

Codice di errore Significato
0x80B1 Lunghezza non consentita
0x80B5 Ampliamenti futuri non progettati
0x80B8 Errore in un parametro

Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
26 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
3.3.2 Set di dati di conferma
Set di dati di conferma
Il set di dati di conferma viene rappresentato da un set di dati separato 197.
Il set di dati di conferma esiste solo per gli ampliamenti futuri progettati. Esso fa sempre
riferimento alla configurazione max., ovvero 63 posti connettore di periferia. possibile
anche una lettura parziale.
Tabella 3- 5 Set di dati di conferma
Byte Elemento Codifica Significato
0 Lunghezza del
blocco
67
1 ID del blocco 197
2 1
3
Versione
0
Intestazione
4 Stato del posto
connettore 1
1
5 Stato del posto
connettore 2
2
: : :
66 Stato del posto
connettore n
Posto
connettore max.
Bit 0 = 0: modulo di riserva, modulo estratto o
non consentito
Bit 0 = 1: posto connettore con modulo corretto
Bit: 1 -7: riservati
Messaggi di errore
Se necessario, il set di dati di conferma invia i seguenti messaggi di errore:

Codice di errore Significato
0x80B1 Lunghezza non consentita
0x80B5 Ampliamenti futuri non progettati
0x80B8 Errore in un parametro

Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 27
3.3.3 Ampliamenti futuri con l'impiego di moduli RESERVE
Varianti di configurazione
Nel caso degli ampliamenti futuri con moduli RESERVE, sui posti connettore non utilizzati
vengono inseriti moduli RESERVE anzich i moduli originali.
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
M
o
d
u
l
o

d
i

r
i
s
e
r
v
a
M
o
d
u
l
o

d
i

r
i
s
e
r
v
a
M
o
d
u
l
o

d
i

r
i
s
e
r
v
a
M
o
d
u
l
o

d
i

r
i
s
e
r
v
a
Configurazione progettata
Configurazione reale con moduli di riserva
ET 200S
lM
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
ET 200S
lM
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13


Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
28 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Set di dati dell'esempio
Per l'esempio precedente vale la seguente struttura del set di dati di comando.

Byte Elemento Codifica Descrizione
0 Lunghezza del
blocco
17
1 ID del blocco 196
2 Versione 1
3 Versione 0
Intestazione
4 Posto connettore 1 1 Il posto connettore 1 progettato il posto connettore 1
reale.
5 Posto connettore 2 2 Il posto connettore 2 progettato il posto connettore 2
reale.
6 Posto connettore 3 3 Il posto connettore 3 progettato il posto connettore 3
reale.
7 Posto connettore 4 4 Il posto connettore 4 progettato il posto connettore 4
reale.
8 Posto connettore 5 5 + 0x80 Il posto connettore 5 progettato il posto connettore 5
reale (e modulo RESERVE).
9 Posto connettore 6 6 + 0x80 Il posto connettore 6 progettato il posto connettore 6
reale (e modulo RESERVE).
10 Posto connettore 7 7 Il posto connettore 7 progettato il posto connettore 7
reale.
11 Posto connettore 8 8 Il posto connettore 8 progettato il posto connettore 8
reale.
12 Posto connettore 9 9 + 0x80 Il posto connettore 9 progettato il posto connettore 9
reale (e modulo RESERVE).
13 Posto connettore 10 10 + 0x80 Il posto connettore 10 progettato il posto connettore 10
reale (e modulo RESERVE).
14 Posto connettore 11 11 Il posto connettore 11 progettato il posto connettore 11
reale.
15 Posto connettore 12 12 Il posto connettore 12 progettato il posto connettore 12
reale.
16 Posto connettore 13 13 Il posto connettore 13 progettato il posto connettore 13
reale.

Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 29
3.3.4 Ampliamenti futuri senza moduli di riserva
Variante di configurazione
In questa variante i moduli reali non utilizzati non sono nemmeno disponibili. La
configurazione viene spostata verso sinistra nella direzione dell'IM151-3 PN.
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
Configurazione progettata
Configurazione reale (ridotta)
ET 200S
lM
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
11 12 13
ET 200S
lM
1 2 3 4 5 6 7 8
7 8
9


Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
30 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Set di dati dell'esempio
Per l'esempio precedente vale la seguente struttura del set di dati di comando.

Byte Elemento Codifica Descrizione
0 Lunghezza del
blocco
17
1 ID del blocco 196
2 Versione 1
3 Versione 0
Intestazione
4 Posto connettore 1 1 Il posto connettore 1 progettato il posto connettore 1
reale.
5 Posto connettore 2 2 Il posto connettore 2 progettato il posto connettore 2
reale.
6 Posto connettore 3 3 Il posto connettore 3 progettato il posto connettore 3
reale.
7 Posto connettore 4 4 Il posto connettore 4 progettato il posto connettore 4
reale.
8 Posto connettore 5 0 Il posto connettore progettato 5 non disponibile.
9 Posto connettore 6 0 Il posto connettore progettato 6 non disponibile.
10 Posto connettore 7 5 Il posto connettore 7 progettato il posto connettore 5
reale.
11 Posto connettore 8 6 Il posto connettore 8 progettato il posto connettore 6
reale.
12 Posto connettore 9 0 Il posto connettore progettato 5 non disponibile.
13 Posto connettore 10 0 Il posto connettore progettato 6 non disponibile.
14 Posto connettore 11 7 Il posto connettore 11 progettato il posto connettore 7
reale.
15 Posto connettore 12 8 Il posto connettore 12 progettato il posto connettore 8
reale.
16 Posto connettore 13 9 Il posto connettore 13 progettato il posto connettore 9
reale.

Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 31
3.3.5 Aggiunta di opzioni
Variante di configurazione
Questa variante consente di aggiungere moduli al termine della configurazione. Se non
selezionata l'opzione "Aggiungi" non obbligatorio inserire moduli RESERVE per questi
moduli. Sulla base dell'assegnazione dei posti connettore, selezionabile a piacere, l'aggiunta
di opzioni pu essere avviata anche da met della configurazione progettata.
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
Configurazione progettata
Configurazione reale definita a posteriori
ET 200S
lM
1 2 3 4 5 6 7
5 6 7
8 9 10 11 12
12
ET 200S
lM
1 2 3 4 5 6 7 8
10 11
9 12 10 11


Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
32 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Set di dati dell'esempio
Per l'esempio precedente vale la seguente struttura del set di dati di comando.

Byte Elemento Codifica Descrizione
0 Lunghezza del
blocco
16
1 ID del blocco 196
2 Versione 1
3 Versione 0
Intestazione
4 Posto connettore 1 1 Il posto connettore 1 progettato il posto connettore 1
reale.
5 Posto connettore 2 2 Il posto connettore 2 progettato il posto connettore 2
reale.
6 Posto connettore 3 3 Il posto connettore 3 progettato il posto connettore 3
reale.
7 Posto connettore 4 4 Il posto connettore 4 progettato il posto connettore 4
reale.
8 Posto connettore 5 10 Il posto connettore 5 progettato il posto connettore 10
reale.
9 Posto connettore 6 11 Il posto connettore 6 progettato il posto connettore 11
reale.
10 Posto connettore 7 12 Il posto connettore progettato 7 il posto connettore 12
reale.
11 Posto connettore 8 8 Il posto connettore 8 progettato il posto connettore 8
reale.
12 Posto connettore 9 9 Il posto connettore 9 progettato il posto connettore 9
reale.
13 Posto connettore 10 5 Il posto connettore 10 progettato il posto connettore 5
reale.
14 Posto connettore 11 6 Il posto connettore 11 progettato il posto connettore 6
reale.
15 Posto connettore 12 7 Il posto connettore 12 progettato il posto connettore 7
reale.

Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 33
3.3.6 Ampliamenti futuri e combinazione dei procedimenti
Varianti di configurazione
Per gli ampliamenti futuri possibile combinare tutti i procedimenti.
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
M
o
d
u
l
o

p
o
w
e
r
5
ET 200S
lM
7 8 9 12
1 2 3 4 6 7 8
ET 200S
lM
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12
12
ET 200S
lM
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
10
11
11
12
Configurazione
attuale
Opzione 1
Configurazione
progettata
Configurazione
attuale
Opzione 2

Figura 3-1 Combinazione di tutti i procedimenti

Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
34 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Set di dati dell'esempio
Per l'esempio precedente vale la seguente struttura del set di dati di comando.

Byte Elemento Codifica
opzione 1
Codifica
opzione 2
Descrizione
0 Lunghezza del blocco 16
1 ID del blocco 196
2 Versione 1
3 Versione 0
Intestazione
4 Posto connettore 1 1 1 Il posto connettore 1 progettato il posto connettore 1
reale.
5 Posto connettore 2 2 2 Il posto connettore 2 progettato il posto connettore 2
reale.
6 Posto connettore 3 3 3 Il posto connettore 3 progettato il posto connettore 3
reale.
7 Posto connettore 4 4 4 Il posto connettore 4 progettato il posto connettore 4
reale.
8 Posto connettore 5 0 5 + 0x80 Il posto connettore progettato 5 non disponibile (opzione
1)
Il posto connettore 5 progettato il posto connettore 5
reale e modulo RESERVE (opzione 2).
9 Posto connettore 6 0 6 + 0x80 Il posto connettore progettato 6 non disponibile (opzione
1)
Il posto connettore 6 progettato il posto connettore 6
reale e modulo RESERVE (opzione 2).
10 Posto connettore 7 5 7 Il posto connettore progettato il posto connettore 5 reale
(opzione 1).
Il posto connettore progettato 7 il posto connettore 7
reale (opzione 2)
11 Posto connettore 8 6 8 Il posto connettore progettato il posto connettore 6 reale
(opzione 1).
Il posto connettore progettato 8 il posto connettore 8
reale (opzione 2)
12 Posto connettore 9 7 9 Il posto connettore progettato 9 il posto connettore 7
reale (opzione 1)
Il posto connettore progettato 9 il posto connettore 9
reale (opzione 2)
13 Posto connettore 10 0 11 Il posto connettore progettato 10 non disponibile (opzione
1)
Il posto connettore progettato 10 il posto connettore 11
reale (opzione 2)
Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 35
Byte Elemento Codifica
opzione 1
Codifica
opzione 2
Descrizione
14 Posto connettore 11 0 12 Il posto connettore progettato 11 non disponibile (opzione
1)
Il posto connettore progettato 11 il posto connettore 12
reale (opzione 2)
15 Posto connettore 12 8 10 Il posto connettore progettato 12 il posto connettore 8
reale (opzione 1)
Il posto connettore progettato 12 il posto connettore 10
reale (opzione 2)
Ampliamenti futuri con la funzione "Comprimi"
Gli ampliamenti futuri si possono combinare con la funzione "Comprimi" (compressione di
moduli all'interno di un byte). Non possibile tuttavia modificare l'ordine dei posti connettore
dei moduli compressi.

Funzioni
3.3 Ampliamenti futuri
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
36 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 37
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4
4.1 Diagnostica tramite LED
Indicatore a LED
Indicatore a LED del modulo di interfaccia IM151-3:
5
3
6
4
1
2
P2
P2
P1 R R
P1
SF
BF
MT
ON
LlNK
X1
PROFlNET
ET 200 S
LAN
1L+ 1M
2M 2L+
DC24V
S
lM
A
T
lC
S
lE
M
E
N
S
M
ic
r
o
M
e
m
o
r
y
C
a
r
d
6
4
B
y
te
6ES7 953-8Lx00-0AA0
7
8

Errore cumulativo (rosso)
Errore di bus (rosso)
Segnalazione di manutenzione (giallo)
Tensione di alimentazione (verde)
Collegamento allo switch/all'IO Controller (verde)
SIMATIC Micro Memory Card
Supporto cavi
Bloccaggio/sbloccaggio (espulsore) per la Micro Memory Card
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.1 Diagnostica tramite LED
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
38 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
LED di stato e di errore
Tabella 4- 1 Segnalazione di stato e di errore dell'IM151-3
LED Significato Rimedio
SF BF MAINT ON
spento spento spento spento Manca la tensione nel modulo di
interfaccia o hardware difettoso nel
modulo di interfaccia.
Inserire la tensione di
alimentazione DC 24 V nel modulo
di interfaccia.
* * * acceso La tensione presente nel modulo di
interfaccia.

* lampeggia
0,5 Hz
* acceso Il telegramma Connect manca o
errato: l'IO Controller e il modulo di
interfaccia (IO Device) non scambiano
i dati, ma il dispositivo collegato
fisicamente allo switch.
Cause:
il nome del dispositivo errato
Errore di configurazione
Errore di parametrizzazione
L'IO Controller spento o difettoso
oppure manca il cavo di bus di
collegamento con il Controller.
Controllare il modulo di interfaccia.
Controllare la configurazione e la
parametrizzazione.
Controllare il nome del dispositivo.
Assegnare al modulo di interfaccia
un nome di dispositivo valido.
Controllare l'IO Controller
Controllare che il bus backplane
sia montato correttamente (che
tutti i moduli siano inseriti, che sia
presente la resistenza terminale)
* acceso * acceso L'IO Device non collegato con uno
switch.
Creare un collegamento con l'IO
Controller (per mezzo di uno
switch).
Assegnare al modulo di interfaccia
un nome di dispositivo valido.
Controllare la configurazione del
bus.
Verificare che il connettore di bus
sia inserito correttamente.
Accertarsi che il cavo di bus verso
l'IO Controller non sia interrotto.
La configurazione progettata dell'ET
ET 200S non corrisponde a quella
reale.
Controllare la configurazione
dell'ET 200S: potrebbe mancare
un modulo, potrebbe essercene
uno difettoso o inserito ma non
progettato.
Controllare la progettazione (ad
es. con STEP 7) ed eliminare
l'errore di parametrizzazione.
acceso * * acceso
Errore in un modulo di periferia o
modulo di interfaccia difettoso.

diagnostica disponibile
Sostituire il modulo di interfaccia
oppure rivolgersi al proprio partner
di riferimento Siemens.
Correggere gli errori, p. es. la
rottura del conduttore
acceso acceso * acceso Formattazione in corso di una
SIMATIC Micro Memory Card nuova.
Attendere la fine della
formattazione. L'operazione pu
richiedere alcuni minuti. Quando si
spegne il LED SF significa che la
formattazione conclusa.
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.1 Diagnostica tramite LED
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 39
LED Significato Rimedio
SF BF MAINT ON
spento spento * acceso in corso uno scambio di dati tra IO
Controller e l 'ET 200S.
La configurazione prefissata e quella
attuale dell'ET 200S coincidono.

acceso acceso * spento Aggiornamento FW (con Micro
Memory Card) in corso

spento lampeggia
0,5 Hz
* spento Aggiornamento FW (con Micro
Memory Card) eseguito senza errori

acceso lampeggia
0,5 Hz
* spento Errore esterno durante
l'aggiornamento FW (con Micro
Memory Card)
(p. es. FW errato)
Utilizzare il FW corretto per
l'aggiornamento.
acceso lampeggia
2 Hz
spento Errore interno durante l'aggiornamento
FW (con Micro Memory Card)
(p. es. errore di scrittura/lettura)
Ripetere l'aggiornamento del FW.
* * acceso acceso Perdita della sincronizzazione Vedi anche Allarmi di manutenzione
(Pagina 48)
*) non rilevante


LED P1 / P2 Significato Rimedio
spento Manca il collegamento con lo switch/l'IO
Controller.
Accertarsi che il cavo di bus verso lo switch/l'IO
Controller non sia interrotto.
acceso Esiste un collegamento allo
switch/all'IO Controller
-
Indicatore a LED degli errori di configurazione
Propriet
Gli errori di configurazione e parametrizzazione del sistema di periferia decentrata ET 200S
vengono segnalati sul modulo di interfaccia tramite i LED per gli errori cumulativi SF (rosso)
e gli errori di bus BF (rosso).
Presupposti
Questa funzione disponibile nell'IM151-3 a partire dal numero di ordinazione
6ES7151-3AA23--0AB0, versione firmware 7.0:
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.1 Diagnostica tramite LED
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
40 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Modo di funzionamento
La causa dell'errore viene indicata dal LED di segnalazione. Il LED segnala l'errore
lampeggiando, quindi ne indica il tipo, l'ubicazione e il codice.
Il LED per gli errori di configurazione e parametrizzazione
attivo sia con RETE ON che durante il funzionamento
ha la priorit rispetto a tutti gli altri stati visualizzati dai LED SF e BF
resta acceso finch non stata eliminata la causa dell'errore.
Dopo aver modificato la configurazione dell'ET 200S potrebbe essere necessario un RETE
OFF/RETE ON nel modulo di interfaccia.

Comportamento dei LED Descrizione
1 I LED SF e BF lampeggiano 3 volte a
0,5 Hi
Segnalazione del tipo di errore
2 Il LED BF lampeggia a 1 Hi Indicazione del tipo di errore (decimale)
3 I LED SF e BF lampeggiano 3 volte a 2
Hi
Segnalazione dell'ubicazione/del codice di errore
4 Il LED SF lampeggia a 1 Hi Indicazione del decimale relativo all'ubicazione/al
codice di errore
5 Il LED BF lampeggia a 1 Hi Indicazione dell'unit (decimale) relativa
all'ubicazione/al codice di errore
6 Ripetizione dei punti da 1 a 5 finch non stata eliminata la causa dell'errore.

Segnalazione degli errori

Tipo di
errore (BF)
Ubicazione
dell'errore
(SF/BF)
Causa dell'errore Intervento richiesto
1 01 - 63 (posto
connettore)
Interruzione della comunicazione
Viene visualizzato il primo posto
connettore a partire dal quale non
viene pi riconosciuto alcun modulo
di periferia.
Manca un modulo di periferia con
RETE ON oppure mancano pi
moduli di periferia durante il
funzionamento
Interruzioni nel bus backplane
Cortocircuito nel bus backplane
(come posto connettore viene
indicato "01")
Manca il modulo di chiusura
Se manca il modulo di chiusura
viene visualizzato il numero dei
moduli di periferia inseriti + 1 (se
manca la configurazione
prefissata)
Controllare la configurazione
dell'ET 200S.
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.2 Messaggi di diagnostica dei moduli elettronici
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 41
4.2 Messaggi di diagnostica dei moduli elettronici
Azioni secondo un messaggio di diagnostica
Ogni messaggio di diagnostica comporta le seguenti azioni:
Il LED SF sul modulo di interfaccia acceso.
possibile che siano presenti pi messaggi di diagnostica contemporaneamente.
Le segnalazioni di diagnostica vengono emesse come allarmi di diagnostica e possono
essere lette dai set di dati.
Dopo un avviso di diagnostica, questa viene memorizzata nel buffer di diagnostica dell'IO
Controller.
L'OB 82 viene richiamato. In assenza dell'OB 82, l'IO Controller entra in stato di
funzionamento STOP.
Conferma dell'allarme di diagnostica (in seguito ammesso un nuovo allarme).
Cause di errori e rimedi
Le cause di errore e i rimedi suggeriti nei messaggi di diagnostica sono riportati nel presente
manuale al capitolo "Diagnostica riferita al canale" alla sezione "Messaggi di allarme, di
errore e di sistema nel PROFINET IO".
Vedere anche
Diagnostica riferita al canale (Pagina 44)
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.3 Reazione rispetto al valore sostitutivo
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
42 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
4.3 Reazione rispetto al valore sostitutivo
Reazione rispetto al valore sostitutivo
Nella stazione IM 151-3 PN la reazione al valore sostitutivo riferita al Controller slot per
slot.
L'uscita si comporta in base alla reazione rispetto al valore sostitutivo parametrizzata:
"Uscita senza corrente e tensione"
"Emetti valore sostitutivo"
"Conserva ultimo valore"
La reazione rispetto al valore sostitutivo si ha nei casi seguenti:
Stop del Controller
Guasto al Controller (interruzione del collegamento)
Aggiornamento del FW
Ripristino delle impostazioni della fabbrica
Guasto di due o pi moduli della stazione

Nota
Riduzione di una configurazione
Se si riduce la configurazione di una stazione e si carica la progettazione nella CPU, i moduli
non pi progettati ma ancora presenti nella stazione mantengono il loro comportamento
rispetto ai valori sostitutivi finch non si disinserisce la tensione di alimentazione nel modulo
power o in quello di interfaccia.


Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.4 Diagnostica
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 43
4.4 Diagnostica
4.4.1 Lettura della diagnostica
Possibilit di lettura della diagnostica
Tabella 4- 2 Lettura della diagnostica con STEP 7
Sistema di
automazione
tramite l'
IO Controller
Blocco o
scheda in STEP 7
Impiego Vedere...
in Configurazione HW
tramite "Stazione >
Apri online"
Diagnostica Device come
testo in chiaro nella
superficie operativa di
STEP 7 (nelle finestre
"Informazioni rapide",
"informazioni di
diagnostica" o "stato
unit")
"Diagnostica hardware"
nella Guida in linea a STEP
7
SFB 52
"RDREC"
Lettura dei set di dati
dall'IO Device
SFB vedere Guida in linea
in STEP 7 (funzioni di
sistema, blocchi funzionali
di sistema)
SIMATIC S7
SFB 54
"RALRM"
Ricezione degli allarmi
dell'IO Device
SFB vedere Guida in linea
in STEP 7 (funzioni di
sistema, blocchi funzionali
di sistema)
SIMOTION SCOUT Funzione di sistema
_ReadRecord
Questa funzione di
sistema attiva un
trasferimento dei set di
dati da un modulo di
periferia nel programma
utente
Guida in linea di
SIMOTION SCOUT
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.4 Diagnostica
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
44 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
4.4.2 Diagnostica riferita al canale
Funzione
La diagnostica riferita al canale fornisce informazioni sugli errori di canale dei moduli.
Gli errori di canale vengono rappresentati come segnalazioni di diagnostica riferita al canale
nei set di dati della diagnostica IO.
Il set di dati viene letto con l'SFB 52 RDREC (lettura di set di dati).
Configurazione dei set di dati di diagnostica
I set di dati supportati dall'ET 200S si basano sulla norma PROFINET IO - Application Layer
Service Definition V2.0.
La norma si pu scaricare gratuitamente dalla homepage della PROFIBUS
Nutzerorganisation (organizzazione degli utenti di PROFIBUS) (http://www.profibus.com).
Ulteriori informazioni sui set di dati in PROFINET IO
La struttura dei set di dati di diagnostica e gli esempi di programmazione sono riportati nel
manuale Migrazione da PROFIBUS DP a PROFINET IO in Internet
(http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19289930)
Struttura dei set di dati di diagnostica del produttore
La struttura dei sei di dati di diagnostica viene distinta mediante BlockVersion. Per il modulo
di interfaccia IM 151-3 PN valgono le seguenti BlockVersion:

Modulo di interfaccia IM 151-3 PN BlockVersion
6ES7151-3AA10-0AB0 W#16#0100
A partire da 6ES7151-3xx2x-0AB0 W#16#0101
Diagnostica del produttore nell'User Structure Identifier (USI)
Nel modulo di interfaccia IM 151-3 PN vengono segnalate le seguenti diagnostiche del
produttore nell'USI.
Interruzione del bus backplane dell'ET 200S: USI = W#16#0001
Raggruppamento errato di moduli: USI = W#16#0002
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.4 Diagnostica
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 45
Struttura USI = W#16#0001
Tabella 4- 3 Struttura USI = W#16#0001
Nome del blocco dati Sommario Osservazioni Byte
USI W#16#0001 Diagnostica del produttore per
l'interruzione del bus backplane
dell'ET 200S
2
seguono 3 byte riservati
riservato 1
riservato 1
riservato 1
Seguono i numeri di slot a partire dal quale il bus backplane interrotto.
Slotnumber da B#16#00 a B#16#11 1
Struttura USI = W#16#0002
Tabella 4- 4 Struttura USI = W#16#0002
Nome del blocco dati Sommario Osservazioni Byte
USI W#16#0002 Diagnostica del produttore per il
raggruppamento errato di moduli
2
Segue il numero di slot nel quale il raggruppamento stato progettato erratamente.
Slotnumber da B#16#00 a B#16#11 1
Configurazione USI = W#16#0000
Se viene segnalato USI = W#16#0000 l'IM151-3 segnala un allarme di processo. Consultare
il manuale del prodotto per avere informazioni sulla configurazione.

Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.4 Diagnostica
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
46 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
4.4.3 Stati di configurazione errati dell'ET 200S nel PROFINET IO
Stati di configurazione errati
I seguenti stati di configurazione errati dell'ET 200S causano il guasto dell'IO Device
ET 200S o impediscono l'accesso allo scambio dei dati.
A partire da 2 moduli mancanti
Manca il modulo di chiusura
Il numero di moduli supera la configurazione massima
Bus backplane difettoso (p. es. modulo terminale difettoso)



Nota
Se si commuta l'ET 200S su RETE ON quando mancano uno o pi moduli (posto
connettore vuoto), l'IO Device non si avvia.

Vedere anche
Diagnostica tramite LED (Pagina 37)
4.4.4 Interruzione del bus backplane dell'ET 200S
Diagnostica speciale per interruzioni di bus
Se l'ET 200S non si avvia le cause potrebbero essere le seguenti:
Mancanza di uno o pi moduli
Manca il modulo di chiusura
Il numero di moduli supera la configurazione massima
Bus backplane con errori (p. es. modulo terminale difettoso)
Se lo scambio di dati viene interrotto, le cause potrebbero essere le seguenti:
Mancano almeno due moduli (rispetto alla mancanza di un modulo, qui non si tratta di
uno spazio vuoto ma della separazione del bus backplane)
Manca il modulo di chiusura
Bus backplane con errori (p. es. modulo terminale difettoso)
In caso di interruzione del bus backplane dell'ET 200S non viene generato alcun allarme.
Questa informazione pu essere letta con STEP 7 in SIMATIC Manager, nella finestra "Stato
dell'unit", selezionando "Nodi accessibili". Il PG deve trovarsi nella sottorete PROFINET.
L'informazione viene visualizzata come testo.
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.4 Diagnostica
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 47
Ulteriori informazioni
Per ulteriori informazioni consultare il manuale di programmazione Da PROFIBUS DP a
PROFINET IO (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/19289930)
Vedere anche
Diagnostica tramite LED (Pagina 37)
4.4.5 Guasto della tensione di carico del modulo power
Guasto della tensione di carico
In caso di caduta della tensione di carico del modulo power i moduli elettronici si comportano
nel modo seguente:
Se si estrae un modulo elettronico durante il guasto della tensione di carico viene
generato un allarme di estrazione.
Se si inserisce un modulo elettronico durante il guasto della tensione di carico viene
generato un allarme di inserimento.



Nota
I moduli elettronici riparametrizzati durante il funzionamento vanno nuovamente
parametrizzati quando si ripristina la tensione di carico del modulo power.

4.4.6 STOP dell'IO Controller e ritorno dell'IO Device
Diagnostica dopo lo STOP dell'IO Controller
Se con lo stato di STOP dell'IO Controller viene segnalata una diagnostica dall'IO Device,
questa non comporta l'avviamento del blocco organizzativo corrispondente dopo
l'avviamento dell'IO Controller. In questo caso occorre verificare personalmente lo stato del
dispositivo nell'OB 100.
Diagnostica dopo il ritorno dell'IO Device
Al ritorno di un IO Device occorre leggere il set di dati E00CH per mezzo dell'SFB 52. Esso
contiene tutte le diagnostiche per i posti connettore assegnati a un IO Controller in un
dispositivo.
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.5 Allarmi di manutenzione
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
48 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
4.5 Allarmi di manutenzione
Introduzione
Le interfacce PROFINET del modulo di interfaccia supportano il sistema di manutenzione e
diagnostica di PROFINET, ai sensi della norma IEC 61158-6-10, il quale si prefigge di
riconoscere ed eliminare tempestivamente i potenziali guasti.
Nel modulo di interfaccia gli allarmi di manutenzione segnalano all'utente la necessit di
controllare oppure di sostituire componenti di rete.
Allarmi di manutenzione
Il modulo di interfaccia invia un allarme di manutenzione al sistema di diagnostica di livello
superiore al verificarsi dei seguenti eventi:

Allarmi di manutenzione Evento Messaggio / significato
Richiesta di manutenzione
(maintenance demanded)
LED MT acceso
Perdita della
sincronizzazione
Telegramma di sincronizzazione non pervenuto
Dopo la parametrizzazione o durante il funzionamento il master Sync
non ha ricevuto alcun telegramma di sincronizzazione durante il
timeout.
I telegrammi di sincronizzazione successivi non sono compresi entro i
limiti consentiti (jitter)
Segnalazioni di sistema in STEP 7
Le informazioni di manutenzione vengono generate in STEP 7 con le seguenti segnalazioni
di sistema:
Richiesta di manutenzione (rappresentata per ciascuna porta da una chiave per dadi
gialla).
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.6 Analisi degli allarmi nel sistema ET 200S
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 49
4.6 Analisi degli allarmi nel sistema ET 200S
Introduzione
In presenza di determinati errori, l'IO Device attiva un allarme. Gli allarmi vengono analizzati
a seconda dell'IO Controller utilizzato.
Analisi degli allarmi con IO Controller
L'ET 200S supporta i seguenti allarmi:
Allarmi di diagnostica
Interrupt di processo
Allarmi di estrazione/inserimento
Allarmi di manutenzione
In caso di allarme, nella CPU dell'IO Controller vengono eseguiti automaticamente gli OB di
allarme (vedere manuale di programmazione Software di sistema per S7-300/ S7-400,
"Disegno di programma").
Il numero di OB e l'informazione di start forniscono gi qualche informazione sulla causa e il
tipo di errore.
Maggiori dettagli sull'evento di errore sono contenute nell'OB di errore (SFB 54 RALRM:
lettura dell'informazione supplementare di allarme).
Attivazione di un allarme di diagnostica
In caso di evento entrante o uscente (p. es. rottura conduttore), il modulo attiva un allarme di
diagnostica con "Abilitazione: allarme di diagnostica".
La CPU interrompe l'elaborazione del programma utente ed elabora il blocco di diagnostica
OB 82. L'evento che ha causato l'attivazione dell'allarme viene registrato nell'informazione di
start dell'OB 82.
Attivazione di un interrupt di processo
In presenza di un interrupt di processo, la CPU interrompe l'elaborazione del programma
utente ed elabora il blocco di interrupt di processo OB 40. L'evento che ha causato
l'attivazione dell'allarme viene registrato nell'informazione di start dell'OB 40.

Nota
Gli interrupt di processo non vanno utilizzati a scopi tecnologici (p. es. generazione ciclica di
interrupt di processo).

Attivazione di un allarme di estrazione / inserimento
La CPU interrompe l'elaborazione del programma utente ed elabora il blocco di diagnostica
OB 83. L'evento che ha causato l'attivazione dell'allarme viene registrato nell'informazione di
start dell'OB 83.
Segnalazioni di allarme, errore e sistema
4.6 Analisi degli allarmi nel sistema ET 200S
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
50 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Diagnostica "Interrupt di processo perso"
Attualmente la diagnostica "Interrupt di processo perso" non disponibile per le seguenti
unit:
2DI DC24V HF (6ES7131-4BB01-0AB0),
4DI DC24V HF (6ES7131-4BD01-0AB0) e
4DI UC24..48V HF (6ES7131-4CD00-0AB0)



Nota
Gli interrupt di processo non vanno utilizzati a scopi tecnologici (p. es. generazione ciclica
di interrupt di processo).
Se vengono generati pi di 50 interrupt di processo ca. al secondo, a seconda del
numero di moduli di periferia e del carico della comunicazione alcuni interrupt di processo
potrebbero andare persi.


Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 51
Tempi di risposta
5
5.1 Tempi di reazione di PROFINET IO
Calcolo del tempo di reazione di questo IM151-3 PN
La formula seguente consente un calcolo approssimativo del tempo di reazione
dell'ET 200S.
Tempo di reazione [s]: 390
+ max. da (380 + 9m + 11do) o (24m + 40ai + 80t)
+ max. da (120 + 9m) o (24 + 9do + 40ao + 80t)

m Numero complessivo di tutti i moduli (moduli power, moduli elettronici digitali, moduli elettronici analogici, moduli
tecnologici)
do somma di tutti i moduli di uscita digitali
di somma di tutti i moduli di ingresso digitali
ao somma di tutti i moduli di uscita analogici
ai somma di tutti i moduli di ingresso analogici e moduli elettronici 1SSI fast, 1COUNT fast
t numero totale dei moduli tecnologici (eccetto 1SSI fast e 1COUNT fast)


Nota
La formula indicata valida per lo scambio ciclico dei dati. Devono essere soddisfatti i
seguenti requisiti:
Nessuna segnalazione di diagnostica
Nessuna segnalazione di interrupt di processo.
Nessun trasferimento di set di dati a moduli di periferia.

5.2 Tempi di reazione dei moduli di ingresso digitali
Ritardo di ingresso
I tempi di reazione dei moduli di ingresso digitali dipendono dal ritardo di ingresso.
Riferimenti
Per maggiori informazioni sui ritardi di ingresso consultare i dati tecnici contenuti nel
manuale del prodotto dei rispettivi moduli elettronici digitali.
Tempi di risposta
5.3 Tempi di reazione dei moduli di uscita digitali
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
52 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
5.3 Tempi di reazione dei moduli di uscita digitali
Ritardo sull'uscita
I tempi di reazione corrispondono al ritardo sull'uscita.
Riferimenti
Per maggiori informazioni sui ritardi sull'uscita consultare i dati tecnici contenuti nel manuale
del prodotto dei rispettivi moduli elettronici digitali.

5.4 Tempi di reazione dei moduli di ingresso analogici
Tempo di conversione
Il tempo di conversione costituito dal tempo di conversione base e il tempo di elaborazione
per la diagnostica di rottura conduttore.
In caso di conversione integrante il tempo di integrazione rientra direttamente nel tempo di
conversione.
Tempo di ciclo
La conversione analogico-digitale e il trasferimento dei valori di misura digitalizzati alla
memoria o al bus backplane sequenziale, vale a dire che i canali di ingresso analogici
vengono convertiti l'uno dopo l'altro. Il tempo di ciclo, cio il tempo che trascorre prima che
un valore di ingresso analogico venga nuovamente convertito, la somma dei tempi di
conversione di tutti i canali di ingresso analogici attivati dei moduli di ingresso analogici. Per
ridurre il tempo di ciclo opportuno disattivare, durante la parametrizzazione, i canali di
ingresso analogici non utilizzati. Per un canale disattivato il tempo di conversione /
integrazione = 0.
La figura seguente mostra la formazione generale del tempo di ciclo per un modulo di
ingresso analogico a n canali.
Tempo di conversione
canale 0
Tempo di conversione
canale 1
Tempo di ciclo

Figura 5-1 Tempo di ciclo del modulo di ingresso analogico
Tempi di risposta
5.5 Tempi di reazione dei moduli di uscita analogici
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 53
Riferimenti
Per maggiori informazioni sui tempi di conversione consultare i dati tecnici contenuti nel
manuale del prodotto dei rispettivi moduli elettronici analogici.
5.5 Tempi di reazione dei moduli di uscita analogici
Tempo di conversione
Il tempo di conversione dei canali di uscita analogici comprende il prelievo dei valori di uscita
digitalizzati dalla memoria interna e la conversione digitale-analogica.
Tempo di ciclo
La conversione dei canali di uscita analogici ha luogo per il modulo con un tempo di
elaborazione e in modo sequenziale con un tempo di conversione per i canali 0 e 1.
Il tempo di ciclo, cio il tempo che trascorre prima che un valore di uscita analogico venga
nuovamente convertito, la somma dei tempi di conversione di tutti i canali di uscita
analogici attivati e del tempo di elaborazione del modulo di uscita analogico.
La figura seguente mostra la formazione generale del tempo di ciclo per un modulo di uscita
analogico:
Tempo di elaborazione
Modulo
Tempo di conversione
canale 0
Tempo di conversione
canale 1
Tempo di ciclo

Figura 5-2 Tempo di ciclo del modulo di uscita analogico
Tempo transitorio di assestamento
Il tempo transitorio di assestamento (da t2 a t3), vale a dire il tempo che trascorre dalla
presenza del valore convertito al raggiungimento del valore specificato nell'uscita analogica,
dipende dal carico. Occorre tuttavia distinguere tra carico ohmico, capacitivo e induttivo.
Tempi di risposta
5.6 Tempi di reazione del modulo elettronico 4 IQ-SENSE
Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
54 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
Tempo di risposta
Il tempo di risposta (da t1 a t3), vale a dire il tempo che trascorre dalla presenza dei valori di
uscita digitali nella memoria interna al raggiungimento del valore specificato nell'uscita
analogica, nel peggiore dei casi la somma tra tempo di ciclo e tempo transitorio di
assestamento. Il caso peggiore si presenta quindi se il canale analogico viene convertito
poco prima del trasferimento di un nuovo valore di uscita e riconvertito soltanto dopo la
conversione degli altri canali (tempo di ciclo).
La figura mostra il tempo di risposta di un canale di uscita analogico:
t
A
t
Z
t
1
t
2
t
3
t
E

tA Tempo di risposta
tZ Il tempo di ciclo corrisponde al tempo di elaborazione del modulo e al tempo di conversione
del canale
tE Tempo transitorio di assestamento
t1 Il nuovo valore di uscita digitale presente
t2 Valore di uscita acquisito e convertito
t3 Valore di uscita specificato raggiunto
Figura 5-3 Tempo di risposta di un canale di uscita analogico
Riferimenti
Per maggiori informazioni sui tempi di conversione consultare i dati tecnici contenuti nel
manuale del prodotto dei rispettivi moduli elettronici analogici.
5.6 Tempi di reazione del modulo elettronico 4 IQ-SENSE
Il tempo di reazione del modulo elettronico 4 IQ-SENSE indicato nei dati tecnici come
tempo di ciclo.
5.7 Tempi di reazione dei moduli tecnologici
I tempi di reazione dei moduli tecnologici sono indicati nei dati tecnici come tempi di reazione
o velocit di aggiornamento. Vedere manuale Funzioni tecnologiche dell'ET 200S.

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04 55
Indice analitico
A
Aggiornamento del firmware, 17
Allarmi di manutenzione
Errore di rete, 48
Perdita della sincronizzazione, 48
Ampliamenti futuri, 11, 24
Set di dati di comando, 24
Analisi degli allarmi con IO Controller, 49
Avvio prioritario, 9
C
Campo di validit
Manuale del prodotto, 3
Centro di addestramento, 4
Compatibilit, 10
Comunicazione real-time isocrona, 8
D
Dati di identificazione, 21
Dati tecnici, 13
Diagnostica, 43
dopo il ritorno dell'IO Device, 47
dopo lo STOP dell'IO Controller, 47
Diagnostica riferita al canale, 44
G
Guasto della tensione di carico, 47
I
Indicatore a LED, 37
Errori di configurazione e parametrizzazione, 39
Segnalazione di stato e di errore, 38
Internet
Service & Support, 4
L
Lettura della diagnostica, 43
M
Modifiche rispetto alla versione precedente, 3
N
Nozioni di base necessarie, 3
P
Parametri, 19
Piedinatura, 12
Porte, 23
Possibilit, 43
Progettazione, 11
Porte, 23
Propriet, 7
Propriet tramite PROFINET IO, 8
R
Riciclaggio, 3
Ridondanza del supporto, 11
Ritorno dell'IO Device
Diagnostica dopo, 47
S
Schema elettrico a blocchi, 13
Service & Support, 4
Set di dati di comando
Ampliamenti futuri, 24
Shared Device, 11
SIMATIC Micro Memory Card, 15
Durata, 16
Numeri di ordinazione, 16
Smaltimento, 3
SNMP, 14
Sostituzione di dispositivi senza supporto di memoria
estraibile/PG, 9
STEP 7, 43
STOP dell'IO Controller
Diagnostica dopo, 47
Indice analitico

Modulo di interfaccia IM151-3 PN (6ES7151-3AA23-0AB0)
56 Manuale del prodotto, 08/2010, A5E01638910-04
T
Technical Support, 4
Tempi di reazione
4 IQ-SENSE, 54
Moduli di ingresso analogici, 52
Moduli di ingresso digitali, 51
Moduli di uscita analogici, 53
Moduli di uscita digitali, 52
Moduli tecnologici, 54
Tempo di ciclo, 52, 53
Tempo di conversione, 53
Tempo di risposta, 54
Tempo transitorio di assestamento, 53
Tensione di carico
Guasto, 47