Sei sulla pagina 1di 522

SINUMERIK 820M

Versione base 3, versione software 3


Uso e programmazione
Manuale per l'utente Edizione 01.93

Documentazione per l'utente


SINUMERIK 820M
Versione base 3
Versione softwa,re 3
Uso e programmazione
Manuale per I'utente

Documentazione per I'utente

Valido per:
Controllo numerico Versione s o h a r e
SINUMERIK 820M GA3 a partire dalla versione software 3

Edizione Gennaio 1993


Documentazione SINUMERIKs

Codice di magazzino

Le edizioni sotto riportate sono state pubblicate fino alla presente.

Una lettera nella colonna "Annotazionin contrassegna il tipo di versione delle precedenti
edizioni.
Indicazioni del tipo di versione nella colonna "Annotazioni":
A. .. Documentazione nuova
B . . . Edizione invariata con nuovo numero d'ordinazione
C ... Nuova versione rielaborata
Se un aspetto tecnico rappresentato in una pagina sia nel frattempo variato rispetto
alla precedente edizione, esso viene fatto presente indicando l'edizione variata
sull'intestatura della rispettiva pagina.

Edizione No d'ordinazione Annotazioni


11.90 6265 41 0-OES05-OBAO A
09.91 6ZB5 41 0-OES05-OBA1 C
01.93 6285 41 0-OES05-OBA2 C

Il controllo puo Contenere altre lunzioni oltre a quelle descritte


in queslo manuale Ci0 non costituisce pero obbitgo di
attivazione in caso di nuove torniture o d i assistenza tecnica
La stesura di questo manuale e awenuta con 11 Burosystern
Siemens 5800 Olfice
Ci riserviamo modtfiche tecniche

E' vietata la duplicarione e la cessione d~questo manuale come


pure l'uso improprio dello stesso se non dietro autorizzazione
scritta. Le trasgressiont sono passibili di risarcimento dei dann~.
Ci riserviamo tutti i diritti in particolare per i brevetti e per i
marchi registrati

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed


Premesse

La documentazione SINUMERIK è suddivisa in 3 settori:


documentazione per l'utente
documentazione per il costruttore
documentazione per il service
La presente documentazione "Manuale per I'utente" e indirizzata all'utente di macchine
utensili.
Essa descrive dettagliatamente le informazioni necessarie all'utente riguardo all'uso e alla
programmazione del controllo numerico SINUMERIK 820M.
Il presente manuale comprende due parti a sé stanti:
parte 1 : Uso
parte 2 : Programmazione

Uso
Nella parte 1 del manuale vengono specificati:
ia struttura del controllo numerico
gli elementi operativi
- video con softkey
- tastiera e settore display del controllo
- pulsanti e selettori della pulsantiera di macchina esterna
sequenze operative
interconnessioni per i dati e adattamento alla macchina
sorveglianza e manutenzione
Questo manuale n o n può trattare specificatamente un'eventuale consolle operativa di
macchina specifica del costruttore.

Programmazione
Nella parte 2 del manuale vengono specificate le possibilità di programmazione del
SINUMERIK 820M.
Le informazioni necessarie ai vari passi di lavoro. come ad es.:
dimensioni del pezzo
scelta dell'utensile
percorsi dell'utensile e delle slitte
sequenza delle fasi di lavoro
giri del mandrino
avanzamenti
vengono definite nella giusta sequenza nella programmazione.
Esse vengono poi tradotte in un linguaggio comprensibile al SINUMERIK 820M.
Ulteriori informazioni relativamente alle documentazioni disponibili per il SINUMERIK 820M -
opp. generiche per il SINUMERIK 820 - come pure documentazioni relative a tutti i controlli
SINUMERIK (ad es. "Interconnessioni universali". "Cicli di misura") possono essere richieste
alle filiali della Siemens.
Saltuariamente troverete riportato nel manuale il
simbolo qui raffigurato ed una relativa nota per un
opzionale di vendita.

Con ciò vogliamo segnalare che la funzione descritta sarà possibile solo se il controllo è
munito del relativo opzionale.
Un sommario sui dati di ordinazione degii opzionali del SINUMERIK 820M versione base 3 è
riportato in questo manuale nella Parte 1: Uso / capitolo 7.2.

Attenersi alle indicazioni fornite dal costruitore della


macchina utensile.

Il controllo può disporre anche di altre funzioni oltre a quelle riportate in questa descrizione.
Ciò, però, non constituisce obbligo di attivazione in caso di nuove forniture o di assistenza
tecnica.

Questo manuale utente è valido per:

controllo SINUMERIK 820M versione base 3,

versione software 3.
AP 1.0 Protocollo di automazione Siemens versione 1.O
ASA Interfaccia utente!emissione
ASE Interfaccia utente~impostazione
ASS Interfaccia utente
Settore COM Settore di comunicazione
CP Scheda di allacciamento
DBIDX Blocco dati della classe DB opp.DX
DGB Bit di validità dei dati
DM Dato/-i macchina
DPR Dual-Port-RAM (Interconnessione tra la scheda di allacciamento e il settore
COM)
DW Parola dati
EIA-Puffer Buffer di ernissioneiimpostazione
FB/FX Blocco funzionale della classe FB opp. FX
Fkt.-Nr. No. della funzione
FLR Calcolatore pilota di fabbricazione
FMS Flexible Manifacturing System (Sistema flessibile di 'lavorazione)
ID identificazione
MPR Multiport-RAM
NC Controllo numerico (opp. CNC)
P progettabile
PLC Controllo a memoria programmabile
QB Bit di tacitazione
RK Accoppiamento a calcolatore
S Standard
STEP 5 Il linguaggio di programmazione STEP 5 esprime i diversi compiti di
automazione in connessione ai dispositivi di automazione SIMATIC S5. La
rappresentazione del programma awiene in FUP, KOP, AWL oppure in
GRAPH 5.
SW Software
Telegramma Blocco dati definito secondo prescrizioni fisse che viene scambiato tra due
partner
UT Utensile
UTS Utensile speciale
Premesse

La documentazione SINUMERIK è suddivisa in 3 settori:


documentazione per l'utente
documentazione per il costruttore
documentazione per il service
La presente documentazione "Manuale per I'utente" è indirizzata all'utente di macchine
utensili.
Essa descrive dettagliatamente le informazioni necessarie all'utente riguardo all'uso e alla
programmazione del controllo numerico SINUMERIK 820M.
Il presente manuale comprende due parti a sé stanti:
parte 1 : Uso
parte 2 : Programmazione

Uso
Nella parte 1 del manuale vengono specificati:
la struttura del controllo numerico
gli elementi operativi
- video con softkey
- tastiera e settore display del controllo
- pulsanti e selettori della pulsantiera di macchina esterna
sequenze operative
interconnessioni per i dati e adattamento alla macchina
sorveglianza e manutenzione
Questo manuale non può trattare specificatamente un'eventuale consolle operativa di
macchina specifica del costruttore.

Programmazione
Nella parte 2 del manuale vengono specificate le possibilità di programmazione del
SINUMERIK 820M.
Le informazioni necessarie ai vari passi di lavoro, come ad es.:
dimensioni del pezzo
scelta dell'utensile
percorsi dell'utensile e delle slitte
sequenza delle fasi di lavoro
giri del mandrino
avanzamenti
vengono definite nella giusta sequenza nella programmazione.
Esse vengono poi tradotte in un linguaggio comprensibile al SINUMERIK 820M.
Ulteriori informazioni relativamente alle documentazioni disponibili per il SINUMERIK 820M -
opp. generiche per il SINUMERIK 820 - come pure documentazioni relative a tutti i controlli
SINUMERIK (ad es. " lnterconnessioni universali", "Cicli di misura") possono essere richieste
alle filiali della Siemens.
Note tecniche

Saituariamente troverete riportato nel manuale il


simbolo qui raffigurato ed una relativa nota per un

Con ciò vogliamo segnalare che la funzione descritta sarà possibile solo se il controllo è
munito del relativo opzionale.
Un sommario sui dati di ordinazione degli opzionali del SINUMERIK 820M versione base 3 è
riportato in questo manuale nella Parte 1: Uso 1 capitolo 7.2.

funzione descritta, con la

macchina utensile.

Il controllo può disporre anche di altre funzioni oltre a quelle riportate in questa descrizione.
Ciò, però, non constituisce obbligo di attivazione in caso di nuove forniture o di assistenza
tecnica.

Questo manuale utente è valido per:

controllo SINUMERIK 820M versione base 3,

versione software 3.
AP 1.0 Protocollo di automazione Siemens versione 1.0
ASA Interfaccia utente/emissione
ASE Interfaccia utente/impostazione
ASS Interfaccia utente
Settore COM Settore di comunicazione
CP Scheda di allacciamento
DBDX Blocco dati della classe DB opp.DX
DGB Bit di validità dei dati
DM Dato/-; macchina
DPR Dual-Port-RAM (Interconnessione tra la scheda di allacciamento e il settore
COM)
DW Parola dati
€/A-Puff er Buffer di emissione/impostazione
FB/FX Blocco funzionale della classe FB opp. FX
Fkt.-Nr. No. della funzione
FLR Calcolatore pilota di fabbricazione
FMS Flexible Manifacturing System (Sistema flessibile di 'lavorazione)
ID Identificazione
MPR Multiport-RAM
NC Controllo numerico (opp. CNC)
P progettabile
PLC Controllo a memoria programmabile
QB Bit di tacitazione
RK Accoppiamento a calcolatore
S Standard
STEP 5 Il linguaggio di programmazione STEP 5 esprime i diversi compiti di
automazione in connessione ai dispositivi di automazione SIMATIC S5. La
rappresentazione del programma avviene in FUP, KOP, AWL oppure in
GRAPH 5.
SW Software
Telegramma Blocco dati definito secondo prescrizioni fisse che viene scambiato tra due
partner
UT Utensile
UTS Utensile speciale
SINUMERIK 820M
Versione base 3
Versione software 3
Parte 1: Uso
Documentazione per l'utente
Struttura Fl

Uso

Sequenze operative

Sorveglianze )41

Manutenzione 151
Interfacce per idati W

Adattamento alla macchina


171
Appendice 181
Indice

Pagina

Struttura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1
Prodotto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-1
Pulsantiera di macchina esterna per il SINLIMERIK 820M . . . . . . . . . . . 1-2

Uso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Elementi operativi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Superficie operativa del SINUMERIK 820M . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Video con softkey . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Settore visualizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tastiera indirizzi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tastiera simboli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tastiera per le operazioni di calcolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tastiera decadica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tastiera per correzioni e impostazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tastiera di comando . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tastiera con pulsanti liberi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M
Inserzioneldisinserzione del controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Inserzione del controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Disinserzione del contrailo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Oscuramento dello schermo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modi operativi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modi operativi .sommario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Selezione del modo operativo sulla pulsantiera di macchina esterna . . .
MRESET" al cambio del modo operativo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Diramazioni alle funzioni operative nell'ambito di un modo operativo . . .
Esempio per la selezione di funzioni operative e diramazioni in altri menu
Esempio per la selezione di altre funzioni operative nello stesso menu .
Visualizzazione menu dal programma NC o dal PLC . . . . . . . . . . . . . .
Ritorno alle funzioni operative di menu sovraordinati. nell'ambito
di un modo operativo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Piramidi menu relative ai modi operativi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modo operativo "AUTOMATIC" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modo operativo JOG" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
N

Modo operativo " JOG"


(dopo "TEACH INIPLAYBACK" nel modo operativo "AUTOMATIC") . . .
Modo operativo "MDI-AUTOMA'rIC" .........................
.
Modo operativo REFPOINT" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modo operativo "INC FEED 1 ... INC FEED 10000" . . . . . . . . . . . . . . .
Modo operativo "PRESET" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
.
Modo operativo REPOS" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzione "GUIDA" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Lessico delle funzioni softkey . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 Sequenzeoperative ....................................
3.0 Premesse . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1 Preparazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.1 Inserzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.2 Ricerca punto di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.3 Utensili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.4 Correzione utensile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.4.1 Impostazione della correzione utensile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.4.2 Cancellazionelvariazione di un singolo valore di correzione . . . . . . . . . .
3.1.4.3 Cancellazione di tutti i valori di un correttore utensile D . . . . . . . . . . . . .
3.1.4.4 Gestione utensili incorporata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.4.5 Impostazione dati utensile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.4.6 Visualizzazione dei dati utensile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.5 Spostamento origine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.5.1 Spostamento origine impostabile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.5.2 Spostamento origine programmabile
- spostamento origine esterno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.6 Dati setting: "PARAMETRI R", "MANDRINO", "ASSI", "ANGOLO DI
ROTAZIONE", "VARIAZIONE DI SCALA" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.7 Selezione flessibile del piano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.8 Raddoppiamento assi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.8.1 Funzionamento dei modi operativi con "Raddoppiamento assi" . . . . . . .
3.1.9 Trasformazione delle coordinate TRANSMIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.9.1 Comportamento della trasformazione nei diversi modi operativi . . . . . . .
3.1 .9.2 Funzione TRANSMIT nei diversi modi operativi . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.9.3 Sorveglianza del finecorsa SW per gli assi fittizi con la funzione TRANSMIT
3.1 .10 Impostazione del programma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1 .10.1 Impostazione del programma da tastiera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1 .10.2 Impostazione del programma con guida operativa . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.11 Profilo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.12 Correzione del programma (" EDIT"): inserimento/variazione/
cancellazione di parole, inserimento/cancellazionedi blocco . . . . . . . . .
3.1.12.1 Visualizzazione per correzione ("BLOCCO DI CORREZIONE") . . . . . . .
3.1 .13 Gestione dei programmi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.13.1 Visualizzazione dei programmi memorizzati ("LISTA PROGRAMMI") . . .
3.1 -13.2 Protezione dei sottoprogrammi (protezione dei cicli) . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.13.3 Rimuovere la protezione dei cicli ("SBLOCCO") . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1 .13.4 Copiare un programma ("COPIA") . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1 .13.5 Spostamento di un programma ("MUOVI") . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.13.6 Ridenominare un programma ("NUOVO NOME") . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.13.7 Cancellare un programma ("CANCEL") . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.13.8 Riorganizzare i programmi (" RIORG") . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.13.9 "Scelta programma" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.13.10 Macro per guida operativa (BFM) e riconversione . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.14 "SIMULAZIONE" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.14.1 Settore di simulazione "AREA PEZZO GREZZO" . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.14.2 Influenze sulla simulazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1 .15 Immissionelemissione dei dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.15.1 Datisettinginbit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.15.2 Immissione dei dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.15.3 Emissione dei dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.15.4 Ricaricamento a blocchi di un programma pezzo . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1.16 Due lingue selezionabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Lavorazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Start di un programma pezzo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modo operativo "AUTOMATIC" .richiamo della visualizzazione
"VALORI ATTUALI" opp. "BLOCCO ATTUALE" . . . . . . . . . . . . . . . . .
Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Influenze sul programma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
"SOVRAMEMORIZZAZIONE" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
"RICERCA BLOCCO" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Interruzione del programma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzionamento "continuare sequenza programmi (CPR)" . . . . . . . . . .
Modo operativo " Impostazione manuale automatica"
(" MDI-AUTOMATIC") . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
"TEACHIN" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
"PLAYBACK" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modo operativo "Manuale" (" JOG") . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modo operativo "Incrementi fissi" ("IIVC FEED 1...INC FEED 10000") . .
"VOLANTINO" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
"DRF" . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modo operativo "lmpostazione valore reale" ("PRESET") . . . . . . . . . .
Modo operativo " Riposizionamento" (" REPOS") . . . . . . . . . . . . . . . . .
Accostamento a sfioro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

4 Sorveglianze . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-1
4.1 Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-1
4.2 Visualizzazioni dei messaggi SUIvideo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-1
4.3 Rappresentazione delle visualizzazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-2
4.4 Numeri e gruppi di allarme/tacitazione allarmi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-4
4.5 DIAGNOSI/Selezione di ulteriori allarmi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-5
4.6 Listaldescrizione allarmi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-5

5 Manutenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-1
5.1 Dati operativi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-1
5.2 Manipolazione delle schede . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-1
5.3 Sostituzione della batteria nel cassetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2
5.4 Video . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-4
5.5 Pulizia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-4

6 Interfacceperidati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-1
6.1 Note generiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-1
6.2 Dati setting per la personalizzazione delle interfacce seriali . . . . . . . . . . 6-1
6.3 Impostazione dei dati setting per l'allacciamento degli apparecchi periferici 6-3
6.4 Dati d'allacciamento degli apparecchi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-5
Adattamento alla macchina . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Indicazioni generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Dati d'ordinazione .opzionali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Dati macchina SINUMERIK 820M . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Dati macchina generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Definizione di parametri R come dati macchina di ciclo e dati setting di ciclo
Dati macchina in bit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Definizione della posizione di cancellazione dei gruppi G . . . . . . . . . . .
Datisetting . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Bit dati setting (DS) generici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Bit specifici per gli assi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
'Dati setting specifici per mandrino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

8 Appendice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-1
8.1 Lista delle abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-1
8.2 Elenco dei termini utilizzati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-1
1 Slrutlura
1.1 Prodotto

1 Struttura
1.l Prodotto
Il SINUMERIK 820M e un CNC continuo a microprocessore per macchine utensili compatte.

SINUMERIK 820M e pulsanbera di rnacch~na

m SINUMERIK 820M
viene applicato prevalentemente per il comando di foratrici e fresatrici
m La programmazione può avvenire sia manualmente che con supporto da calcolatore

Q Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6205 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
l Struttura
1.1 Prodotto

Uso:
- softkey per la scelta delle varie funzioni softkey
- video grafico da 12"
- tastiera alfanumerica e pulsanti funzionali.

Messaggi su video informano con testo in chiaro, ad es., su:


- modi operativi NC attuali
- valori attuali e programmati
- allarmi NC e PLC .
Figure grafiche aiutano il programmatore durante I'impostazione del programma in
macchina.
Per una programmazione veloce di elementi di profilo complessi è disponibile la
"Descrizione sintetica del profilo".
I programmi impostati possono essere simulati graficamente.
Il SINUMERIK 820M
è in grado di elaborare 9999 programmi principali e 9999 sottoprogrammi.
Nella memoria è possibile registrare contemporaneamente fino a 200 tra programmi
principali e sottoprogrammi.
Numerosi programmi pezzo possono essere elaborati per mezzo della funzione
supplementare "RICARICAMENTO A BLOCCHI".

1.2 Pulsantiera di macchina esterna per il SINUMERIK 820M

La versione base del SINLIMERIK 820M non contiene alcuna pulsantiera di macchina.
Per il funzionamento del controllo insieme alla macchina è tuttavia necessaria una pulsantiera
di macchina.
Essa viene fornita dal costruttore di macchina come pannello operativo supplementare
oppure può essere ordinata alla Siemens (dati di ordinazione - opzionali).

La versione base della pulsantiera di macchina esterna della Siemens è equipaggiata con
ulteriori elementi operativi di base per il funzionamento del controllo con la macchina:

Pulsante d'emergenza e Pulsante per inserzione dell'NC


Selettore dei modi operativi Pulsanti per "Start NC'Stop NC"
e Override avanzamentolrapido Pulsanti per avanzamento ONIOFF
e Override mandrino Pulsanti per mandrino ON'OFF
Selettore per blocco singolo Selettore ASSI
Selettore a chiave e Pulsanti direzionali.'rapidomanuale
Pulsante di RESET

La pulsantiera di macchina può essere ampliata con u n modulo di estensione (secondo


selettore per assi ausiliari supplementari).

q Sieiieiis AG 1990 All Righls Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 ( B N )
2 uso
2.1. Elementi operativi

2 Uso

2.1 Elementi operativi


2.1.1 Superficie operativa del SINUMERIK 820M

Superficie operativa del SINUMERIK 820M

A Video grafico da 12" con 5 softkey integrati (vedi cap. 2.1.1.l)


B Settore display con 4 LED (vedi cap. 2.1.l .2)
C Tastiera indirizzi (vedi cap. 2.1.1.3)
D Tastiera dei simboli (vedi cap. 2.1.l .4)
E Tastiera per le operazioni di calcolo (vedi cap. 2.1 .l .5)
F Tastiera decadica (vedi cap. 2.1.1.6)
G Tastiera per le correzioni e impostazioni (vedi cap. 2.1.1.7)
H Tastiera di comando (vedi cap. 2.1.1.8)
1 Tastiera con pulsanti liberi (vedi cap. 2.1.1.9)
K Tastiera per selezionare i gruppi di modi operativi (vedi cap. 2.1.l .9)

a Siemens AG 1990 All Rights Reserveo 6285 4iC-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.1 .l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

2.1 .l .l Video con softkey

Ripartizione del video, testilgrafica solo nell'ambito dei settori delimitati dal tratteggio

Il video è suddiviso in 17 righe da 41 caratteri. La sottostante tabella mostra le funzioni di


visualizzazione delle varie righe e settori:

No. sorveglianza e testo del messaggio

a Siernens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.1 . l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

Pulsanti al d i sotto d e l video

Pulsante "RECALL"1salto alla riga per i testi del menu sovraordinato

Azionando questo pulsante vengono cambiate le funzioni softkey riportate


nella riga per i testi.
Compaiono funzioni del menu sovraordinato.

Softkey

Azionando uno dei 5 softkey ("softkey" = pulsante senza una funzione


fissa) viene attivata la corrispondente funzione, che nella riga per i testi è
riportata con testo in chiaro direttamente sopra il softkey.

Pulsante "ETC"1altre funzioni dello stesso menu, nella riga per i testi

Azionando il pulsante ETC vengono cambiate le funzioni softkey riportate


nella riga per i testi.
Compaiono altre funzioni dello stesso menu.

o Siernens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1 .i Superhcie operativa dei SINUMERIK 820M

2.1 .l.2 Settore visualiuazione

Vista totale del settore visualinazione

Visualizzazione: "Intervento sorveglianza"

La spia rossa si accende ad ogni intervento della sorveglianza. Il video


riporta il corrispondente numero e testo del messaggio (seconda riga
del video).
Q,
e Il numero dei messaggi viene descritto nella lista degli allarmi al cap. 4
di questo manuale
Quanto l'allarme viene tacitato, la spia si spegne:

con il pulsante "Tacitazione" (cap. 2.1.1.8)

con il pulsante " RESET" (cap. 2.1.2)

Per determinati messaggi la spia si spegne solo se è scomparsa la


causa dell'errore (cap. 4).

Visualizzazione: "Posizione non ancora raggiunta"


--

-i-' e

e
La spia verde si accende se almeno un asse è in movimento.
La spia si spegne quando tutti gli assi hanno raggiunto la posizione
&, impostata.

Se la spia
+ +
\ non si spegne alla fine del movimento, significa che la deriva ha
superato il valore ammesso. In tal caso deve venir effettuata una compensazione della
deriva.

DIAGNOSI

Premere il softkey "DIAGNOSI".

Ampliare il menu visualizzato dei softkey con il tasto ETC,


situato a destra in basso nello schermo.

Q Siernens AG 1990 Alt Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 uso
2.1.1 Superficie operativa del SINUMERIK 820M

DM-NC

Premere il tasto " DM-NC".

Con questo tasto richiamare DM 272'. Posizionare il


cursore sull'asse prescelto.
* = O + 1' asse
* -- 1 + 2' asse
* = 2 + 3' asse
* = 3 + 4' asse
* = 4 + 5' asse
* = 5 -* 6' asse
* = 6 + 7' asse

Premere il tasto "Cambiamento parola".

Il nuovo valore di compensazione viene visualizzato nel DM.

Visualizzazione: "Arresto avanzamento"

6 La spia rossa si accende quando viene interrotto l'avanzamento.


Viene arrestato anche il proseguimento del programma.
@

Visualizzazione: "Programma in corso"

La spia verde si accende durante l'esecuzione del programma anche


se la macchina non ha assi in movimento.

@ La spia si spegne al termine dell'esecuzione del programma:


- in caso di arresto programmato MOO, M01
- al termine di un blocco singolo
- alla fine programma

Q Siemens A G 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
2 Uso
2.1 .l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

2.1.1.3 Tastiera indirizzi

Vista della tastiera indirizi

l pulsanti A...Z si possono anche utilizzare come lettera.

Carattere per "Inizio programma"

Indirizzo per "Angolo A ..."

Indirizzo per "Raggio i3 ..." (solo con SINUMERIK 820T)

Lettera C, identificazione per "Asse rotante"

Indirizzo per "Numero correttore utensili D ..."

Lettera E

Indirizzo per "Avanzamento F ..."

Indirizzo per "Funzione preparatoria G ..."

Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1 . l Superficie operativa dei SINUMERIK 820M

Indirizzo per "Funzione ausiliaria H ..."

Indirizzi per "Parametri d'interpolazione I..., J..., K..."


oppure
Indirizzo per "Entità d'incremento K ..., distanza d'incre-
mento J ... "

Indirizzo per "No. del sottoprogramma L ..."

Indirizzo per "Funzione aggiuntiva M ..."

Indirizzo per "No. di blocco N ..."

Lettera O

Indirizzo per "No. ripetizioni del sottoprogramma P..."


oppure
Fattore per "Diametro di lavoro/diametro unitario"

Indirizzo Q per assi ausiliari ( Q1, Q2, ...)

Indirizzo per "Parametro R..."

Indirizzo per "Giri mandrino S..."

Indirizzo per "No. utensile T ..."

Indirizzo per "Raggio U..." (solo per SINUMERIK 820M)

Lettera V

Lettera W

Indirizzi per "Informazioni di percorso asse X ..., Y ..., Z..."

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 uso
2.1.1 Superficce operativa del SINUMERIK 820M

2.1 . l .4 Tastiera simboli

Vista della tastrera c o n i simboii

Descrizione delle funzioni

Commutazione su lettere minuscole


(a ... f, per I'impostazione di numeri esadecimali)
Per I'impostazione di lettere minuscole bisogna mantenere premuto questo
pulsante fino a quando non si preme il pulsante indirizzi.

Blocco escludibile
I blocchi "N..." a monte dei quali, con questo pulsante, viene impostato il
carattere " P vengono ignorati durante l'esecuzione dei programma se è
inserita la funzione "Skip" (blocco escludibile).

Codice per blocco principale

Segno di uguaglianza (per l'attribuzione dei valori ai parametri)

Indirizzo "Funzione per gestione del programma" (codice @).


Con I codici "@ ..." a tre decadi è possibile realizzare dei cicli parametrati
senza I'ausilio di una stazione di programmazione.

0 Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OESOS


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1.1 Superficie operativa del SINUMERIK 820M

Parentesi, per l'inizio dei commenti

Parentesi, per la fine dei commenti

Spazio (carattere vuoto)

Fine blocco (LINE FEED)

2.1.1.5 Tastiera per le operazioni di calcolo

Divisione

Moltiplicazione

Sottrazione

Addizione

0 Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
2 uso
2.1 . l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

2.1 .l .6 Tastiera decadica

Vista della tastiera decadica

Descrizione delle

Cifre O ... 9
m..

Cambio del segno


Azionando questo pulsante viene cambiato il segno " + "
in "-"e viceversa.

Punto decimale

o Siemens AG 1990 All Rtghts Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1 .l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

2.1 .l .7 Tastiera per correzioni e impostazioni

Vista della tastiera per correnoni e ~mpostazioni

Cancellazione impostazione/cancellazione testi di dialogo p e r l'operatore

Con questo pulsante vengono cancellati:


I caratteri nella riga d'impostazione (cap. 2.1 . l . l )
- premendolo una sola volta:
viene cancellato l'ultimo carattere della riga (il più a destra)
- tenendo premuto il pulsante:
vengono cancellati in successione i caratteri, da destra verso
sinistra, fino a che la riga d'impostazione è vuota.
I testi di dialogo nella riga dei messaggi operativi (cap. 2.1 . l . l )
- premendo una sola volta viene cancellato l'intero messaggio

Cancellazione di parola/cancellazione di blocco

Cancellazione di parola:
Con questo pulsante viene cancellata nella memoria d i programma
opp. in una figura d i liste o in un settore d'impostazione:
la parola che si trova a destra del cursore (cap. 2.1.1.8) se nella riga
d'impostazione (cap. 2.1.1 . l ) è stato impostato il relativo indirizzo.
Cancellazione di blocco:
Con questo pulsante viene cancellato nella memoria d i programma:
il blocco che si trova a destra del cursore se nella riga d'impostazione
è stato impostato il corrispondente numero d i blocco.

I Alterazione di una parolalvariazione additiva del valore (per correzione utensile) 1


Con questo pulsante viene alterata nella memoria d i programma o in una
figura d i liste oppure in un settore d'impostazione:
la parola che si trova a destra del cursore (cap. 2.1 . l .8).La parola
indicata dai cursore può essere alterata solo in una parola avente uguale
indirizzo e che è impostata nella riga d'impostazione (cap. 2.1. l .l).
Nei correttori utensili con questo pulsante si ha la variazione additiva
del valore.

I m p o s t a z i o n e di carattere/impostazione di parola

Con questo pulsante viene chiusa una irnpostazione:


I caratteri presenti nella riga d'impostazione (cap. 2.1 .l . l ) vengono
trasferiti nella figura d i liste, o nel settore d'impostazione, nella
posizione indicata dal cursore (cap. 2.1 . l .8).
Una parola presente nella riga d'impostazione viene trasferita nella
memoria d i programma.

o Siernens AG 1990 All Rights Reserveo 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1.l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

2.1 .l .8 Tastiera di comando

Vista della rastiera di comando

Movimento del cursore a sinistrala destra


Movimento del cursore avanti~indietro

Con questi pulsanti awiene il movimento del cursore sul video. Il


SINUMERIK 820M differenzia:

8 cursore per marcare una parola/ un blocco nell'ambito del


programma pezzo
Forma del cursore: I
8 cursore per marcare un settore d'impostazione nell'ambito di
una figura di liste / maschera d'impostazione
Forma del cursore: opp. m
(la lunghezza del cursore dipende dal numero massimo di caratteri
ammessi nel settore marcato)

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1.1 Superficie operativa del SINUMERIK 820M

Movimento del cursore nel programma pezzo

Con questo pulsante avviene il movimento del cursore:


parola per parola verso sinistra,
al fine blocco precedente (a valle dell'ultima parola/prima di LF),
quando 11 cursore era posizionato a monte di un inizio blocco

Con questo pulsante avviene il movimento del cursore


parola per parola verso destra,
a monte del successivo inizio blocco, quando il cursore SI trovava
su un fine blocco (a valle dell'ultima paroldprima di LF).

Con questo pulsante avviene il movimento del cursore:


da un unizio blocco a quello del blocco precedente,
all'inizio dello stesso blocco quando il cursore si trovava
nell'ambito del blocco,
all'inizio programma, se il pulsante viene tenuto premuto.

Con questo pulsante avviene il movimento del cursore:


da un inizio blocco a quello del blocco successivo,
all'inizio del blocco successivo quando il cursore si trovava
nell'ambito del blocco,
alla fine programma, se il pulsante viene tenuto premuto.

Movimento del cursore nelle maschere d'impostazioneldisegni quotati

Con uno o con l'altro pulsante si ha il movimento del cursore:


In una maschera d'impostazione* da un settore all'altro con
movimento all'indietro:
nella stessa riga da un settore all'altro verso sinistra e poi nella
riga a monte, sempre da destra verso sinistra ecc.
In un disegno quotato secondo la sequenza di dimensionamento,
ma a ritroso;
tenendo premuto il pulsante si ha il salto del cursore al settore
d'impostazione della prima quota da impostare.

Con uno o con l'altro pulsante si ha il movimento del cursore:


In una maschera d'impostazione* da un settore all'altro con
movimento in avanti:
nella stessa riga da un settore all'altro verso destra e poi nella riga
a valle, sempre da sinistra verso destra ecc.
In uno disegno quotato secondo la sequenza di dimensiona-
mento, in avanti;
tenendo premuto il pulsante si ha il salto del cursore al settore
d'impostazione dell'ultima quota da impostare.

Le maschere d'impostazione sono previste ad es. per:


correzioni utensili, dati semng, dati macchina. guida operativa.

Q Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.1.l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

Pagina indietrolavanti

Se sono previste più figure della stessa struttura, premendo uno di


questi pulsanti viene cambiata la pagina del video.

Riportare sul video l'immagine precedente

Riportare sul video I'immagine seguente

Commutazione di canale

Il SINUMERIK 820M prevede 3 canali di funzionamento:


premendo una sola volta 11 pulsante si ha il passaggio al canale
successivo, con numero più alto rispetto a quello riportato sul
video,
premendo ancora il pulsante si ha di nuovo il passaggio al
canale successivo ecc.
1 3 canali hanno il seguente significato:
Canale 1: canale principale per I'esecuzione del programma
pezzo e per la programmazione del mandrino.
Canale 2 : canale ausiliario per l'esecuzione di programmi per gli
assi ausiliari o per funzioni di calcolo in tempo
mascherato.
Canale 3 : simulazione grafica per la rappresentazione del
programma sul video.

La funzione "Simulazione grafica" è un opzionale.

Descrizione della struttura canalizzata:


I canali, oltre ad altre manovre strutturali come editing del programma e gestione delle
interfacce seriali contemporaneamente alla lavorazione, consentono I'esecuzione simultanea di
due differenti programmi.
Fondamentalmente è possibile utilizzare i 3 canali in contemporanea. Per alcune funzioni vi
sono però problemi d'interferenze.

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.1 .l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

Funzioni dei canali ( ... funzioni non reaiizzate) :


r--------'---------- r-------------------
1 Descriz. sintetica del profilo i 1 .Visualiu. di funzioni ausil. 1
I OCRU i I .Trasmissione dati NC-PLC i

Il canale ausiliario (canale 2 ) è un canale completo se si escludono le funzioni non


realizzate. Il suo compito principale è l'esecuzione di calcoli in tempo mascherato oppure il
movimento di assi ausiliari (per es. cambio utensili).
Lo stesso asse può essere mosso sia nel canale 1 che nel canale 2 se si esclude che i due
canali debbano muovere contemporaneamente lo stesso asse. (...allarme 180: "Asse
programmato in ambedue i canali").
Fondamentalmente, però, il canale ausiliario serve per muovere gli assi di un caricatore
simultaneamente al canale principale e con interblocchi gestiti da PLC. Alle condizioni citate,
con il canale ausiliario è possibile realizzare però anche altri concetti estendendo lo spettro
applicativo di questo controllo.
Dato che il canale 2 è in grado di trasmettere ai F i S solo le fiiizioiii M, le possibilità di
scambio dati con il PLC è notevolmente limitata.

Viene utilizzata la commutazione dei canali?

Tacitazione allarmi

Premendo questo pulsante avviene:


La tacitazione nella seconda riga video (cap. 2.1.1.1) delle
informazioni di sorveglianze NC relative a
- messaggi di allarmi con testo in chiaro
- numero del messaggio di allarme
limitatamente agli allarmi no. 3000 ... 3055
no. 6 0 0 0 ... 6 0 6 3

Il proseguimento del programma non viene interrotto.

Lo spegnimento della spia rossa 3 nel settore display


m
(cap. 2.1.1.2). .
e3

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1.1 Superficie operativa del SINUMERIK 820M

Posizione attuale con caratteri di grandezza doppia

Premendo questo pulsante sul video compare la visualizzazione della


posizione attuale degli assi "X, Y, Z, 40 e 5 0 asse" con caratteri in
doppio formato (per es. asse CI-, C2)". Gli assi da 3 a 7 possono
essere visualizzati premendo il pulsante "Pagina avanti".

Percorso riman

Y 52.730

Visualinazione della posizione attuale

Il "Percorso rimanente" rappresentato con caratieri in grandezza


normale indica quanto manca al punto di arrivo programmato.
Le altre informazioni video presenti prima della commutazione vengono
escluse.
Premendo ancora il pulsante si ritorna alla figura precedente la
commutazione (con caratteri in formato normale).

Se si setta il dato setting 5001 bit O, la visualizzazione del valore reale si


riferisce al punto dell'utensile, non al punto di riferimento; ciò significa
che lo spostamento origine e le correzioni utensile non vengono
.......
visualizzati.

Diagnosi e messa in servizio

Questo pulsante è previsto per:


procedure di messa in servizio
procedure di service
Descrizioni più dettagliate sono riportate nel manuale di messa in
servizio del SINUMERIK 820.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.1 . l Superficie operativa del SINUMERIK 820M

/ Tasto di ricerca (ricerca d'indirizzoldi un no. di bloccoldi una parolaldi un dato) 1


Premendo questo pulsante si ha la ricerca nel programma pezzo di:
un indirizzo
un no. di blocco
una parola

oppure per visualizzarlo sul video si ha la ricerca di:


un no. di correttore utensile (con i relativi dati)
un dato macchina (DM) o dato setting (DS).

Il codice da ricercare deve essere impostato dall'operatore nella riga


d'irnpostazione (cap. 2.1.1.1) prima di azionare il pulsante di ricerca:
Il cursore (con la forma: I ), dopo aver azionato la ricerca, salta a monte
del codice ricercato.

Quando si ricerca nel programma pezzo, tenere presente quanto segue:


Indirizzi (escluso l'indirizzo N ...) e parole vengono ricercati solo tra la
posizione attuale del cursore e la fine del programma.
Se il codice ricercato ci trova a monte de!la posizione attuale del
cursore non viene marcato, ma viene segnalato nella riga dei messaggi
(cap. 2.1.l.l):"CARATTERE NON TROVATO".
e I numeri di blocco (ad es. "N85") vengono ricercati e marcati dal
controllo sia in direzione della fine programma che dell'inizio
programma.

Se, prima di impostare un numero di blocco, si sposta il cursore


mediante il tasto " + " ed il tasto d'impostazione nella riga successiva, i
numeri di blocco non vengono visualizzati.

@ Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OESOS


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
2 Uso
2.1.1 Superficie operativa del SINUMERIK 820M

2.1 .l .9 Tastiera con pulsanti liberi

Vista dei pulsanti liberi (al di sotto dei softkey)

Seguito: vista dei pulsanti liberi (al di sotto della tastiera)

Q
:.O...
.... .. ..... .. ..... La funzione di questi pulsanti viene definita dal
Q
...* .. ... ...... . .. . ..
. ... . . .................. .. ....: .................,...
.....,...... . ....
..... ,
..:
. .. .... ....
.....
.... ... .. . . :::.........
.,
....::. ..,.,....
....
.. .... costruttore della macchina. .
.....
.. .....v....
..
...
..
. . . .. ... .
..........

o S~emensAG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del


SINU MERIK 820M

Pulsante d'emergenza 10 Pulsante start NC

Selettore dei modi operativi 11 Pulsante stop mandrino

Selettore d i blocco singolo 12 Pulsante start mandrino

Override mandrino 13 Pulsante stop avanzamento

Override avanzamento e rapido 14 Pulsante start avanzamento .

Pulsante NC-ON 15 Selettore ASSI

Selettore a chiave 16 Pulsanti direzionalilrapido manuale

Pulsante d i RESET 17 2" selettore per ASSI AUSILIARI

Pulsante stop NC 18 Interfaccia seriale

V~stadella pulsanttera di macch~naesterna con modulo d~ ampliamento per ASSI AUSIUARI

e Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

Pulsante d'emergenza

Il pulsante rosso va premuto in situazioni d'emergenza:


quando si verificano pericoli alle persone,
quando esiste il pericolo di danneggiamenti alla
macchina o al pezzo.
Di regola con "Emergenza" vengono arrestati con coppia
massima tutti gli azionamenti e viene generato un
" RESET".

Q Siemens AG 1990 All Rights Reserveci 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

Selettore dei modi operativi

Questo selettore con 13 posizioni


consente la selezione dei seguenti modi
operativi:

Descrizione del modo operativ

PREIMPOSTAZIONE PRESET
POSIZIONE ATTUALE Preset Setpoint
( la posizione d'arresto)
MDI-AUTOMATIC
IMPOSTAZIONE -Manual Qata Input
MANUAL"AUTOMATIC0 Automatic
(2a e 3a posiz. d'arresto)

AVANZAMENTO1 JOG
MANUALE Jogging
d'arresto)
2n, (4a

1, 10, 100, INCREMENTI FISSI INC FEED...


1 000,lO 000 Incrementa1 @ e
J
(5a .-9a posiz. d'arresto)

RIPOSIZIONAMENTO REPOS
Riaccostamento al profilo msition
( 1 0a riosizione d'arresto)

FUNZIONAMENTO AUTOMATICO AUTOMATIC


Eseguire i programmi ( l la e 1 2 a posizione
d'arresto)
memorizzati
REFPOINT
RICERCA PUNTO DI
Reference
RIFERIMENTO
(13 a G i z i o n e d'arresto)

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

Selettore di blocco singolo

Questo selettore consente l'esecuzione del programma pezzo


blocco per blocco nel modo operativo "AUTOMATIC".
Seletiore in posizione "O": funzione di blocco singolo esclusa!
Selettore in posizione "I":
funzione di blocco singolo inserita!
Funzione di blocco singolo inserita:
nella la riga del video (cap. 2.1.1.l)compare l'informazione
"SBL" (Single Block),

umo
m il blocco attuale del programma pezzo viene eseguito solo se
si aziona il pulsante "Start ciclo",

una volta eseguito il blocco, sul video compare I'informazione


"ALT BLOCCO SINGOLO",

premendo ancora il pulsante "Start ciclo" viene richiamato ed


eseguito il blocco successivo ecc.

Per determinate funzioni (ad es. rotazione delle coordinate,


accostamento tangenziale al profilo) il controllo genera dei blocchi
intermedi. In questi casi è necessario premere tante voite il pulsante
"Start ciclo" per quanti sono i blocchi intermedi.

Override mandrino

Questo selettore con 16 posizioni consente l'aumento o la


diminuzione dei giri mandrino "Su programmati (corrispondenti
alla posizione 100%).
L'attivazione di questa funzione dipende da un dato macchina.

50 Il valore di giri del mandrino "C" viene visualizzato sul video sia
in valore assoluto che in percentuale.

Campo di regolazione: 50% ... 120% dei giri programmati


Gradini di regolazione: 5% da una posizione all'altra

Il valore di ogni gradino di regolazione ed il campo di Q.:!:


.;.::Q
....
regolazione riportati si riferiscono ai dati macchina . ... ..... . ...
(DM) standard.

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (%N)
2 Uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

Override avanzamento e rapido

Questo selettore con 23 posizioni consente l'aumento o la


diminuzione dell'avanzamento " F" programmato
(corrispondente al 100%) per il 1 e 2" asse.
O

Il valore d'avanzamento "F" impostato viene riportato in OO/ sul


video.

Q
,,.;io;j
. .. . ..
.... ,
. ...... . ....
.
:
Con un dato macchina è possibile estendere la
. . ........ ........
..... .:. ... :.... .
funzione dell'override avanzamento e rapido anche per
. ..
il 3" e il 4" asse.

Campo di regolazione: 0% ... 120% dell'avanzamento


programmato.
In rapido non viene superato il valore
100%.

Gradinidiregolazione: 0%,1%,2%,4%,6%,8%,
10 '/o, 20 '/o, 30 %, 40 '/o, 50 %,
60°/o, 70 %, 75 %, 80 %, 85 %,
90 '/o, 95 e/' , 1O0 '/o, 105 '/o, 11O % ,
115 %, 120 %

Il valore di ogni gradino di regolazione ed il campo di


regolazione riportati si riferiscono ai dati macchina
(DM) standard.

Pulsante per l'inserzione del controllo


l

o Siernens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 USO
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchtna del SINUMERIK 820M

Selettore a chiave per il blocco impostazioneiblocco manovre

Con questo selettore a chiave è possibile interbloccare I'imposta-


zione dei dati. Le relative funzioni operative vengono automatica-
mente inibite (per es. COPY, DELETE, REORG, RENAME,
MOVE).
La chiave può essere estratta

La chiave non può essere estratta. In questa condizione


viene rimosso I'interblocco.

:;e::
Q. .....
...,.........:.....
................. Q ... ... ... .,
. .. ....,..
......

:
..,.
....
.... .. ......
... ....
....: ... ....
.:::..:.:..'.:.
...
Ilblocco impostazione dei vari dati dipende dalla
predisposizione dei dati macchina.
.....
. .. ..........
......
:o
........ ..,...
....:..
.....
........... . ...
............................,................ ..,,

Reset

Se si aziona ii puicanie di " Resei" :


viene interrotta l'esecuzione del programma pezzo,
vengono tacitati gli allarmi NC (allarmi no. 100 ... 2999),
il controllo viene messo in "Condizioni di RESET":
- il controllo NC resta sincronizzato con la macchina,
- tutte le memorie intermedie e di lavoro vengono
cancellate (il contenuto della memoria di programma non
viene alterato),
- il controllo si porta nella condizione iniziale ed è pronto
per una nuova esecuzione del programma.

Stoplstart programma (Stop NCIStart NC)

Azionando il pulsante "Stop programma":

L'elaborazione del programma pezzo viene interrotta.


O
L'elaborazione del programma può proseguire azionando "Start
programma".

Azionando il pulsante " Start programma":


0 ~ 0
Il programma viene avviato a partire dal blocco attuale. In
funzionamento automatico vengono trasmesse al PLC le funzioni
sovramemorizzate.

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

Stop/start mandrino

Azionando il pulsante "Stop mandrino":

viene arrestata la rotazione del mandrino

Esempi per l'impiego di "Stop mandrino"


in funzionamento " MDI-AUTOMATIC" durante
l'esecuzione di un blocco viene riscontrato un errore,
e in uno dei modi operativi "JOG", " INC...", " REPOS", ad
es. durante il riaccostamento al profilo,
per poter eseguire un cambio utensile,
e per I'impostazione delle funzioni S,T, H, M in fase di
messa a punto (sovramemorizzazione).

Azionando il pulsante "Start mandrino":


O
il mandrino si riporta alla velocità definita in programma.

- i valori p e r l e posizioni dell'override


mandrino.

Stop/start avanzamento

Azionando il pulsante "Stop avanzamento"

vengono arrestati i movimenti degli assi,

si accende la spia di "Stop avanzamento". i)

Esempi per I'impiego di "Stop avanzamento"


43
nel modo operativo "MDI-AUTOMATIC", durante
I'esecuzione del blocco viene riscontrato un errore,
e in uno dei modi operativi " JOG", "ING...", REPOS", ad
es.. durante il riaccostamento al profilo,
per poter eseguire un cambio utensile,
e per I'impostazione delle funzioni C, T, H, M in fase di
messa a punto (sovramemorizzazione).

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

Azionando il pulsante "Start avanzamento":

gli assi si riportano alla velocità definita in programma.

a:? $2,
idati macchina vengono definiti: .:.:.:
.S..
t:$>

la velocità d'avanzamento e di rapido


- ivalori per le posizioni dell'override
avanzamento
- l'attivazione dell'override avanzamento anche
.,..
...y.
...
:.:.:.
.:.;:
$3
,,v
per ilrapido. .:A$ ...
..,,.......
C+:
p$$
.
*:,2=.~ :~ ~ 2 m ~ H ~ ~ m 3 ~ ~ ~ $ 3 , ~ z m ~ s ~ ~ ~ 4 3 ~ ~ ~ 3 ~ g ~ 2 3 ~ ~ 3i -~~ ~~y:$~3 r~v ~/ ~3 ~ E x s p ~
. 59g;rSy/
WK .9J

I Selettore asse con pulsanti direzionalilmovimento manuale degli assi 1


Il selettore assi con i pulsanti direzionali consente il
movimento manuale degli assi nei modi operativi "JOG",
"REPOS" opp. "INC ..."
La spia di "Stop avanzamento'' O non deve essere
accesa.

Azionando un pulsante direzionale, sul video viene


segnalato l'avanzamento "F" preimpostato.
La visualizzazione è un valore assoluto in "O/O"
dell'avanzamento " F" programmato (vedi anche nel
presente cap: "Override rapido avanzamento").

In "JOG" la corsa di movimento non è


predeterminata; essa viene limitata solo dai finecorsa.
In "REPOS" la corsa di movimento non è
predeterminata (vedi " JOG").
Se però si raggiunge la posizione d'interruzione (di
un programma in esecuzione) i pulsanti direzionali
non hanno più alcuna funzione.
I pulsanti direzionali possono muovere gli assi:
- in marcia in autoritenuta
- in marcia ad impulsi.

Marcia in autoritenuta:
Azionando un pulsante direzionale (brevemente o in modo continuativo) l'asse muove di un
incremento fisso (1110110011000110000 pm in base alla selezione fatta).

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

Marcia ad impulsi:
L'asse muove solo fintanto che si preme il pulsante. Se non si aziona più il pulsante I'asse
viene arrestato anche se l'incremento preimpostato non è stato ultimato.

- in autoritenuta o
- in funzionamento impulsivo .

Funzione del selettore (supplementare) assi con pulsanti direzionali

Con questo selettore viene scelto I'asse da


muovere (nell'esempio: asse X).

L'asse selezionato viene mosso.

L'asse selezionato viene mosso nell'altra


direzione.

Rapido:
Azionando questo pulsante insieme ad uno dei
due precedenti, I'asse viene mosso in rapido.

La velocità di movimento in "Rapido" viene definita n e i Q . .. . .

dati macchina (DM). . . .:......


. :.::....
. .
. .. .

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.1.2 Superficie operativa della pulsantiera di macchina del SINUMERIK 820M

.:.:.:.:.:.:.:
K: .'...:

14
:: ::.l
.:.::.::. .. .:..;
Se i?presente l'opzionale TRANSMIT, possono venir mossi anche assi
fittizi. Per poter muovere gli assi presenti, 7 al massimo, si rende allora ...
necessaria una pulsantiera di macchina .,.
.>
:<:.
appositamente modificata (MSST). p,.:;...:.....:
X:::::.::
22;;;.; :;i:;: ,

Su tale pulsantiera di macchina MSST e possibile selezionare, con il pulsante di selezione


assi, gli assi X, 2,C, 4, 5, 6 , e 7.
E' però anche possibile collegare
ogni pulsantiera di macchina M a un SINUMERIK 8101820 T oppure
ogni pulsantiera di macchina T a un SINUMERIK 8101820 M

Tramite il dato macchina 5009.1 bisogna definire quale MSST è collegata all'NC.

- 5009.1 = "0": pulsantiera di macchina T


- 55009.1 = " 1": pulsantiera di macchina M.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M GA3 (BN)
2 uso
2.2 Inserzionddisinserzionedel controllo

2.2 Inserzione/disinserzione del controllo


2.2.1 Inserzione del controllo

Inserire I'interruttore
generale della macchina
Azionare adesso il pulsante "ON".
Possibili posizioni di montaggio del

,m
pulsante:
sulla pulsantiera di macchina

[i
esterna (cap. 2.1.2.1 ),
sul pulpito di comando della
macchina.

-7 Reazione del settore display sul


controllo (cap. 2.1.1.2):

J per circa 1 sec. si accendono le 4


spie riportate a fianco, quindi si

I spengono, da sinistra verso destra.

Circa 10 sec. dopo l'inserzione sul video,


compare la pagina del modo operativo
"JOG" simile a quella riportata a fianco
(ad es. il programma "%77").

Il controllo è inserito.

2.2.2 Disinserzione del controllo


La disinserzione del controllo avviene con I'interruttore generale della macchina.

2.2.3 Oscuramento dello schermo


Il costruttore delle macchine utensili può stabilire con un programma PLC se lo schermo deve
venire oscurato. In tal modo si evita che lo strato luminoso nello schermo si usuri prima del
tempo.
Se, durante la fase di oscuramento, viene selezionata una nuova figura, per es. per mezzo di
un cambio del modo operativo, lo schermo viene nuovamente risch~arato.

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.3 Mod~ooerativi

2.3 Modi operativi


2.3.1 Generalità
Un controllo NC gestisce una macchina utensile secondo un programma preimpostato
- il programma pezzo:
m il movimento degli utensili
m il movimento del pezzo.

Prima di iniziare il processo di produzione sulla macchina utensile NC necessitano ulteriori


preparativi.
Per questi preparativi il controllo deve trovarsi in determinate condizioni operative che lo
rendono idoneo ad accettare le manovre operative necessarie al caso.
Manovre operative per i preparativi sono, ad es.:
movimento degli utensili o del pezzo in una posizione di partenza prefissata dallo schema
di messa a punto
m caricamento del programma pezzo nella memoria del controllo
m il controllo e I'immissione degli spostamenti origine
il controllo e l'immissione delle correzioni utensili
Il SINUMERIK 820M offre 7 modi operativi con i quali è possibile porre il controllo in
determinate condizioni operative.

2.3.2 -
Modi operativi sommario
Vengono differenziati i seguenti modi operativi:

Funzionamento automatico (visualizzazione: AUTOMATIC)

Per I'esecuzione del programma pezzo il


controllo richiama, in questo modo oper-
ativo, i blocchi in successione e li inter-
preta. L'interpretazione tiene conto di
tutte le correzioni richiamate dal pro- AUTOMATIC
gramma. I blocchi di programma così
% 5$p . z
preparati vengono eseguiti uno dopo N 20 L o P 0 N O
Val. rifer Val. attuale
l'altro. si 1000 si o 100%
F 400.02M F 0.00 100%
Il programma pezzo può essere Funz. ausil.
M = 3 M = M = D2 T l H
immesso attraverso I'interfaccia seriale Posiz. attuale Percorso riman
X 26.510 X 13.489
(ad es. servendosi di un lettore di nastro Y 36.510 Y 13.489
Z 30.000 Z 0.000
perforato) o impostato da tastiera. C1 0.000 C1 0.000
Durante I'esecuzione di un programma C2 0.000 C2 0.000
pezzo è possibile impostare in simulta- CORR. DATI DATI PROG. BLOCCO>
nea un altro programma pezzo. UTENS. UTILIZ IN.-EM PRINC. ATTUALE

Figura base "AUTOMATIC"

a Siemens AG l990 Ail Rights R e s e w e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.3.2 Modi operativi - sommario

e Avanzamento/manuale (visualizzazione: JOG)

L'utensile può essere mosso liberamente


con i pulsanti direzionali e con il valore di JOG
avanzamento " F" preimpostato. % 7 7 N O L o P 0 N O
Val. rifer Val. attuale
Dopo un'interruzione del programma S1 o s1 o 100%
F O.OOM F o O0 100%
sotto "Val. Mfset" viene visualizzata la Funz. ausil.
M = M = M = D T H
distanza dal punto d'interruzione. Posiz attuale Val. offset

Per ritrovare la posizione d'interruzione


basta eseguire a ritroso il valore di Offset.

>
CORR. DATI
132 DIA-
1GNosl

Figura base "JOG"

Impostazione manuale/automatico (visualizzazione: MDI-AUTOMATIC)

In questo modo operativo è possibile


impostare i blocchi di programma nella MDI AUTOMATIC
memoria intermedia del controllo.
Il controllo esegue il blocco impostato,
Funz. ausil. Vai. attuale
quindi cancella la memoria intermedia per M = M = D SI O 100%
una nuova impostazione. M = H T F 0.00 100%
Posiz. attuale Percorso riman

Impiego: ad es. per lavorazioni CORR. DATI INFLU. DIA-


insieme a "JOG" oppure "INC FEED". UTENS. UTILIZ. PROGR. GNOSI

Figura base "MDI-AUTOMATIC"

e Ricerca punto di riferimento (visualizzazione: REFPOINT)

Con i pulsanti direzionali (in funziona-


mento ad impulsi o continuo, a seconda REFPOINT
di un dato macchina) si determina il
movimento degli assi. Vai. attuale 0.00 100 %

11 punto di riferimento deve essere Punto riferimento rag :


X Y
ricercato, in sequenza, in tutti gli assi.
POSIZ.attuale
Raggiunto il punto di riferimento la X 231 .O72 0.000
Y 211.072 0.000
memoria di posizione viene settata sul Z 0.000
C1 0.000
valore di coordinata prefissato per C2 0.000
quell'asse nei dati macchina.
CORR
uTws 1 DATI
uTILIz PRINC. GNOSI

Figura base "REFPOINT"

Q Siemens AG 1990 Ail Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 ( B N )
2 Uso
2.3.2 Modi o~erativi- sommario

a Incrementi fissi 1...10000 (visualizzazione: INC FEED 1 ... INC FEED 10 000)
In questo modo operativo è possibile un
posizionamento definito ad assi paralleli,
utilizzando i pulsanti direzionali. Il valore
di avanzamento viene definito in un dato
macchina. o00 100%

La correzione con I'override (nel campo


0% ...120°/~)è possibile solo se il PLC
trasmette all'NC determinati segnali.
Tramite dati macchina viene definito
anche se l'incremento (in figura:
100 pm) deve avvenire con funziona-
mento autoritentivo o ad impulsi.
Figura base "INC FEED 7 . . . INC FEED 70 000"

Preimpostazione valore attuale (visualizzazione: PRESET)

Le direzioni di movimento di una macchi-


na NC possono essere rappresentate in
un sistema di coordinate ortogonale abbi-
nato agli assi della macchina. Introd. val. PRESET
Numero correttore!
!Cufi sis!ef13 di ceordinote ~ S S Q ! U
il ~ Q !n!rod~::e C B ! O : ~ POESET O indi!. esse!
punto zero del controllo può essere di- PRESET-offset
verso dal punto zero della macchina.
Nel modo operativo "PRESET" è possi-
bile traslare il punto zero del controllo
in un qualsiasi punto del sistema di co-
ordinate di macchina.

Figura base "PRESET"

Riposizionamento (visualizzazione: REPOS)

Nel modo operativo "REPOS" è possibile


riportare l'utensile sul punto d'in- REPOS ARRESTO: AUTOM. INTERROTTO
terruzione, con l'aiuto dei pulsanti % 77 N 2 0 L O P 0 N O
direzionali e dell'avanzamento " F" Val. rifer Vai. attuale
sl 1000 SI o 100%
preimpostato. F O.OOM F O00 100%
Funz. ausil.
M = 3 M = M = D 2 T 1 H
La visualizzazione "Val. Offset" indica Posiz. attuale Val. offset
con il giusto segno la distanza per arri- X 89 613 X -64.999
Y 64.613 Y -30.000
vare al punto d'interruzione. Z 30.000 i! 0.000
Cl 0.000
C2 0.000
Raggiunto il punto d'interruzione la vi-
sualizzazione "Val. Offset" va a zero,
CORR DATI DIA- SOVRA-
contemporaneamente viene inibita la UTENS UTILIZ GNOSI MEMOR.
funzione dei pulsanti direzionali.
F~gurabase "REPOS"

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.3.3 Selezione del modo operativo sulla pulsantiera di macchtna esterna

2.3.3 Selezione del modo operativo sulla pulsantiera di macchina


esterna

Ruotare il selettore dei modi operativi


sulla posizione desiderata

Descrizione del modo operativo

PREIMPOSTAZIONE PRESE?
POSIZIONE ATTUALE Preset W p o i n t
( l a S i z i o n e di arresto)

-
MDI AUTOMATIC
IMPOSTAZIONE Manual
- gata !nput -Automatic
MANUALWAUTOMATICO (2a e 3 a posizione di arresto)

JOG
Jo$ging
MANUALE (4a posizione di arresto)
- -
INC FEED...
1, 10, 100, INCREMENTI FISSI
Incrementa1
1 000, 10 000
(5a...9àposizione di arresto)

REPOS
RIPOSIZIONAMENTO
Reposition
Riaccostamento al profilo
( l Oa posizione di arresto)

FUNZIONAMENTO AUTOMATICO AUTOMATIC


Eseguire i programmi memorizzati ( l la e 12a posizione di arresto)

REFPOINT
RICERCA PUNTO DI
Reference
RIFERIMENTO
(13 a G i z i o n e di arresto)

a Siemens AG 1990 Ail Rights Reserved 6285 410-OESOS


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 uso
2.3.4 "RESET" al cambio del modo operativo

2.3.4 "RESET" al cambio del modo operativo


m Durante un cambio di modo (vedere cap. 2.3.3) il controllo può generare un "RESET"
Questo "RESET" ha lo stesso effetto di quello ottenuto mediante l'apposito tasto
"RESET" (cap. 2.1.2.).
m La generazione o meno del "RESET" dipende dai modi operativi tra i quali avviene lo
scambio.

Generazione d i "RESET" per cambio del modo operativo


( +
... generazjone RESET, O...mancata generazione RESET)

Esempi:
1) Passando dal modo "AUTOMATIC" al modo "JOG" non viene generato alcun "RESET".
2) Passando da "JOG" a "REFPOINT" viene generato un "RESET".

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.3.5 Diramazioni alle funzioni operative nell'ambito di un modo operativo

2.3.5 Diramazioni alle funzioni operative nell'ambito di un modo


operativo
Partendo dal modo operativo prescelto viene offerto un "Menu base di softkey" di funzioni
operative nella riga per i testi (cap. 2.1.1.1 ).
Dopo la selezione di una funzione operativa con l'aiuto di un sof-tkey, il controllo reagisce con
la visualizzazione di un nuovo menu nella riga per i testi.
Si formano così "Piramidi menu" con più diramazioni.
Per ogni modo operativo nel controllo sono memorizzate "Piramidi menu" specifiche :

E' stato richiamato un modo operativo qualsiasi:

Diramazioni delle funzioni operative ("Piram~demenu") con rappresentazione stilinata delle righe per i testi

.....

riportata aicap. 2.4.1 ... 2.4.9.

0 Siemens AG 1990 Alt Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 uso
2.3.5 Diramazioni alle funzioni operative nell'ambito di un modo operativo

2.3.5.1 Esempio per la selezione di funzioni operative e diramazioni in


altri menu
Per selezionare e saltare in altri menu si opera esclusivamente con i 5 softkey (cap. 2.1.1.1)
del video.

Esempio:

AUTOMATIC
R<<.x.$
x &.W>; N 20 L O P 0 N O
Val. rifer Vai attuale
Si 1O00 SI o 100%
F 400.02M F 0.00 100% Figura base del video con il
Funz. ausil. modo operativo prescelto, ad
M = 3 M = M
POS~Z.attuale Percorso rirnan es. "AUTOMATIC".
X 26.510 X 13.489

I
Y 36.510 Y 13.489
Z
C1
C2
30.000
0.000
0.000
Z
C1
0.000
0.000
\ Nella riga per i testi è presente
un menu con 5 funzioni di

BLOCCO >
ATTUALE

Se si vuole attivare, ad es. la


funzione "PROGRAMMA
PRINC." basta attivare il
corrispondente softkey.

AUTOMATIC
PROGR. PRINC. % 77
N0005 M3 C1000 L= Compare sul video la pagina
relativa alla funzione
N0025 ~ 9 ~2~x30
1 ~ $ 1 1 5LF "PROGRAMMA PRINC." nel
N0030 G90 G l X l O O F modo operativo.
N0035 ZO
Nella riga per i testi è presente
un altro menu con 5 funzioni di
scelta.
EDii TEACHIN CORREZ. LISTA MANIP.
PL BACK BLOCCO PROGR. PROGR.

Adesso si vuole selezionare, ad


es., la funzione " EDIT"": basta
azionare il corrispondente
softkey.

AUTOMATIC
PROGR. PRINC. % 77
Compare sul video la figura di
"PROGRAMMA PRINC." nel
modo operativo "AUTOMATIC"
relativa alla funzione selezio-
nata " EDIT".
La riga per i testi riporta la
diramazione ad un nuovo menu
INSERZ
con 5 funzioni operative di
PROGR.

ecc.

a Siemens A G 1990 All Rights Resewed 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
2 Uso
2.3.5 Dtrarnazioni alle funzioni operative neil'ambito di un modo operativo

2.3.5.2 Esempio per la selezione di altre funzioni operative nello stesso


menu

La riga per i testi è prevista per la visualizzazione di max. 5 funzioni operative.

Per richiamare eventuali funzioni operative supplementari previste nello stesso menu

bisogna azionare il pulsante ETC:

Esempio:

Vai. attuale
Figura base del video nel modo
operativo "AUTOMATIC".
Percorso rirnan
Riga per i testi con la parte
iniziale del menu comprendente
5 funzioni operative.

Aiior,a:e il pi;!sa~te ETC in


basso a destra del video.

Figura base del video nel modo


operativo "AUTOMATIC".

2.3.5.3 Visualizzazione menu dal programma NC o dal PLC


Il controllo offre la possibilità di visualizzare in qualunque momento, nella struttura menu
presente, qualsiasi menu del settore di sistema o utente. Ciò avviene o tramite una nuova
interfaccia (DB 40) nel programma PLC oppure tramite una nuova funzione sofkey (SK 56). 11
costruttore di macchine utensili stabilisce quando sono possibili quali visualizzazioni.
Ulteriori dettagli sono contenuti nel relativo manuale per l'utente fornito dal costruttore di
macchine utensili.

a Siernens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.3.6 Ritorno alle funzioni operative di menu sovraordinati, nell'ambito di un modo operativo

2.3.6 Ritorno alle funzioni operative di menu sovraordinati, nell'ambito


di un modo operativo

Se dopo varie diramazioni si vuole ritornare a menu precedenti, bisogna

utilizzare il pulsante RECALL:

Azionando una volta questo pulsante, nella riga per i testi viene visualizzato il menu
sovraordinato con le relative funzioni operative.

pGEGq prescelto

R~tornoalle funzioni operative d i menu sovraordinati (freccia nera). con rappresentazione stilinata della riga
per i testi

o Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 uso
2.4 Piramidi menu relative al modi o~erativi

2.4 Piramidi menu relative ai modi operativi


In questo capitolo vengono riportati - in una forma grafica chiara - tutti i modi operativi del
SINUMERIK 820M. Per ogni modo operativo vengono rappresentate tutte le relative
diramazioni alle ulteriori funzioni operative:

Modo operativo "AUTOMA'I'IC"


Modo operativo "JOG"
Modo operativo "JOG"
(dopo la funzione "TEACH INIPLAYBACK" nel modo operativo AUTOMATIC)

Modo operativo "MDI-AUTOMATIC"


Modo operativo "REFPOINT"
Modo operativo "INC FEED 1 ... INC FEED 10000"
Modo operativo "PRESET"
Modo operativo "REPOS"
Funzione "GUIDA".

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.4.1 M o d o operativo "AUTOMATIC"

2.4.1 Modo operativo "AUTOMATIC"

DATI
MACCH.
I
PROGR.
PRINC.
I DM-PLC >

/OI 5;1 ,t

START
1 EXT
I I I I

Vedi JOG
dopo
AUTOMATIC
e
TEACH IN l
PLAY BACK

PRINC. PROGR. I
I I G17
PIANO
I C18
PIANO
I G19
PIANO
I C16
PIANO
IMEM.
PIANO
II
I

Vedi
GUIDA
I ' INFLU.
PROGR. 1 RICERCA
BLOCCO 1 TIPO
RAPR I
DATI
SIMUL I >

@ Siemens AG 1990 Ali Rights R e s e r v e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, G A 3 (BN)
2 Uso
2.4.1 Modo oDerativo "AUTOMATIC"

/1 IMMISS.
( E E L l -OD. I FU-
CPR
I I I >

-
v

ll BLESCL. PROVA
si-No (si-No
STOP PR. OVERR.
I s i - m Isi-No
BLS.DEC
Iri-No ~ % o 1 DRF

.
I I I >

CON-
SENSO I I I
I I START

DATI

DATI
CANALE I I I >

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.4.2 Modo operativo "JOG"

2.4.2 Modo operativo "JOG"

UTENS. I UTENS. I I I
I

1 T
ORIGINE
1 S. O.
PROGR.
I
: .S I PARAM.RI ASY i 1 1 ;,"I",i 1811
SۓTlNG
I ANGOLO
ROTA2
I
1 > II

I E m
ITEACHIN
PLBACK
ICORREL
BLOCCO
I LISTA
PROGR.
1 MANIP.
PROGR.
I

:-
PIANO PIANO PIANO PIANO PIANO.

t
BLOCCO SBLOC-

v v

1 ' H INFLU.
PROG. 1 RICERCA
BLOCCO I MODO
RAPPR IDATI
SIMUL. I >

ZIONE ZIONE

X-Z X-Y SIMULA.


ZIONE

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 uso
2.4.2 Modo operativo "JOG"

OW 1 DD
PARALL.
1 l
r J

I
l
DATI
GENER. I
DATI
ASSI I 1
DATI
l I DATI
MANDR. IBIT >
MACC. I
1 I IN:r 1 I
I I I
COPIA MUOVI CANCEL
DATI 3
CANALE

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 110-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.4.3 Modo operativo " J O G " (dopo " T E A C H I N I P L A Y B A C K " nel inodo operativo " A U T O M A T I C " )

Modo operativo "JOG"


I d o ~ o"TEACH INIPLAYBACK" nel modo operativo "AUTOMATIC")

PARAM.R ASSI MAN-


ORINO 1 BIT ANGOLO
S E m N G (ROTA2 1 VARIAi
SCALA I >

DD
PARALL.
I

I DATI
GENER.
l DATI
ASSI 1
l DATI
ASSI 2
l DATI
MANDR.
( sn
MACCH.
> I

@ S i e m e n s A G 1 9 9 0 All Rights R e s e r v e d 6285 410-OES05

SINUMERIK 820M. G A 3 ( B N )
2 Uso
2.4.4 Modo operativo "MDI-AUTOMATIC"

2.4.4 Modo operativo "MDI-AUTOMATIC"

Il l DRF
I I I
WAn i.-. 1
uTENs. mNs. 1 I I 1 o
SENSO
I
I I I

DM-NC 1 DM-PLC ( SERVICE


ASSI
I
SERVICI
MANDR.
( SERVICI
AiIONAM.

DATI

+
DAn
TENER IDATI
ASSI 1 1 DATI
ASSI 2 1 DATI
MANDR. ( BIT >
MACCH
DATI
CANALI I I I I >

0 Siemens AG 1990 All R~ghtsReserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 USO
2.4.5 Modo operativo "REFPOINT"

2.4.5 Modo operativo "REFPOINT"

H MAN-
DRINO 1 BIT
SElllNG l ANGOLO
ROTAZ I
VARIAZ
SCAU I >

I :z;&,( 1 ORIGINE
SWST. MACCH.
DATI
(
1 DM-PLC > 1 ( PARA. 1 '

II
I
> I

I EDIT I
TEACHIN
PLBACK
I
coma
BLOCCO
I LISTA
PROGR.
I MANIP.
PROGR.
I
O L
ZIONE

BLO
CC0
I I SBLOC-

+ +
I
IESE
INFLU.
T RICERCA
PROGR. 1 BLOCCO 1 MODO
RAPPR. (
DATI
SIMUL. (
>

C
X-Z X-V SIMULA-
ZIONE

a Siemers AG 1990 All R i g h t s R e s e ~ e d 6285 41 0-OESOS


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 uso
2.4.5 Modo operativo "REFPOINT"

1 ALLARMI
NC I
ALLARMI MESSAG.
PLC IPLC I
STATUS
PLC IPs. 1
> 01 DM-NC I DM-PLC I E Z ~ C E (SERVICE
MANDR.
ISERVICE
(
bZiONAM.
>

11 Dw 1 DD
PARALL. 1 I I

DATI
CANALI
I I I >

t
SIMULA-
ZIONE

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.4.6 Modo operativo " I N C FEED l ... I N C FEED 1 0 0 0 0 "

2.4.6 Modo operativo "INC FEED 1 ... INC FEED 10000"

4
STOP

4
CORRE2 W,. l
UTENSILE ORIGINE
l DATI
MACCH.
I PROGR.
PEZZO
l DM-PLC >

1 EDR 1 TEACHIN
PLBACK
[ CORRY
BLOCCO
1 LISTA
PROGR.
1 MANIP.
PROGR.
1
+ C

PRINC.
I

. v

I '
INFLU.
PROGR
RICERCA
(BLOCCO IMODO
RAPPR. 1 DATI
SIMUL I >

ZIONE

a Sieinens A G 1 9 9 0 All Rights R e s e w e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
2 Uso
2.4.6 Modo operativo "INC FEED 1 ... INC FEED 10000"

- C
CON.
SENSO
I I I

C
DH-NC I DM-PLC ( SERVICE
PSCI
1 SERVICE (SERVICE >
MANDR. AZIONAM.

DD
PARALL.

1
l l
I l ' I

GENER. SISTEMA UTENTE UTENTE

I DATI
GENER.
I DATI
ASSI l
I DATI
ASSI 2
IDATI
MANDR.
I BIT >
MACCH.
1
DATI
CANALI
I I l >

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-CES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 uso
2.4.7 Modo operativo "PRESET"

2.4.7 Modo operativo "PRESET"

SPOST. S. O. PA.
RAM.R

4
STOP

I l l - 1
I
+
I I
1 I I

I
l
START
EX7 I I I I l I

PROGR.

1 R E s > INFLU.
PROGR I
RICERCA
BLOCCO I
MODO
RAPPR. I
DATi
SIMUL. I >

ZIONE

'
I I - l ' l
SIMULA-
ZIONE
I

@ Siernens AG 1990 All Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SiNUMERiK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.4.7 M o d o operativo "PRESET"

B UTEhlS. UTltRZ U
IN.-ENt PRINC I
LISTA
I I

1 ,
b ~ w 1 PARALL.
DD 1 l& 1

I SISTEMA SISTEMA UTENTE UTEhTE

NOME

I SIMULA-
a0.E
I
0 Siemens A G 1990 All Rtghts Reserveti 6 2 8 5 410-OEs05
SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
2 Uso
2.4.8 Modo o~erativo"REPOS"

2.4.8 Modo operativo "REPOS"

DATI
UTENS.
LISTA
UTENS.
I I
-

>
H MAN-
ORINO I
BIT
SElTlNG I ANGOLO
ROTAZ I VARIAZ
SCALA I >

H DHNC ( DM-RC ISERVICE


ASSI
1 SERVICE
MANDR.
( SERVICE >
AilONAM.

I I I I

I DATI
SISTEMA
1 EIT
SISTEMA
IDATi
UTENTE
I UTENTE
BIT I
t
DATI
CENE. I
DATi
ASSI 1 1 DATI
ASSI 2 1 DATI
MANDR. I
811 >
MACCH
H DATI
CANALI I I I >

a Siemens AG 1990 A I Rtghts Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
01.93 2 Uso
2.4.9 Funzione "GUIDA"

2.4.9 Funzione "GUIDA"

l
G D9
I FINE
BLOCCO

0 Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6285 JlG-GESOS


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2 . 4 . 9 Funzione " G U I D A "

Funzione "GLIIDA: seguito

H CIRCOL.
cIRcol.
2
(PUNTI I 2
ANGOLI I PIANO >

1 1
I FORO
SINGOLO
1 SERIE
FORI
IFORAT.
CIRCOL.
I 01
B
cic;
FORAT.
DM
Ii
FORAT. FRESAT.
1 FRESAT.
DIM,E 1 1

l g DIME FOR.

A I MEMOR.
MENU 1 MEMOR.
1:E.1
O
S
. :: 1 MEMOR.
DIME FOR I

@ S i e m e n s A G 1 9 9 0 Ai1 Rights Reserved 6285 4 1 0 - O E S O 5


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
2 Uso
2.4.9 Funzione "GUIDA"

G 04
T

G 92 M 19 > S. O.
PROGR. I
VARI=
SCALA I I 1 FINE >
BLOCCO
1 1
-
G 50 FINE
BLOCCO

BLOCCO

BLOCCO

I I I FINE
BLOCCO

*
G 94 G 95 FINE M 03 FINE
BLOCCO BLOCCO

TASCA
REìTAN.
TASCA
CIRCOL. I
t
I I I PROFOND.

0 S~emensAG 1990 Ail Rights R e s e ~ e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BNi
2 Uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

2.5 Lessico delle funzioni softkey


Vengono qui brevemente spiegate, in ordine alfabetico, le funzioni che si attivano premendo i
tasti softkey.

Con questa funzione viene selezionato I'abbinamento asse-volantino. Impostando il numero


d'asse corrispondente si può abbinare singolarmente un asse volantino agli assi definiti.

ALLARMI NC
Vengono visualizzati gli allarmi NC presenti (vedi cap. 4)

ALLARMI PLC
Vengono visualizzati gli allarmi PLC presenti (vedi cap. 4)

Immissione dei dati setting per la rotazione delle coordinate.

AREA PEZZO GREZZO


Viene impostato il settore di simulazione. Per impostare le dimensioni del pezzo grezzo
azionare il softkey "PEZZO GREZZO".

Con i relativi softkey viene scelta la funzione G in base al tipo di avanzamento richiesto.
Preselezione: softkey "GUIDA".

Bt. BAR. S&NO


(BLOCCO ESCLUDIBILE SI-NO)
Con "SI" i blocchi contrassegnati con la barra (/) non vengono eseguiti (influenza sul
programma).

BLOCCO ATTUALE
Il blocco attuale è il blocco che si trova in fase di esecuzione. Nella relativa figura vengono
visualizzati:
- il blocco precedente quello attuale, il blocco attuale ed il blocco seguente quello attuale.

Premendo "Start programma" viene eseguito un solo blocco. Per eseguire il blocco
successivo bisogna premere nuovamente "Start programma".

@ Siernens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 uso
2.5 Lessico delle funzioni soitkey

BLOCCO SPEC.
Selezione delle funzioni G04, G92, M19, G58, G59, G50 e G51 mediante softkey.

CANCEL
(CANCELLAZIONE)

Con "CANCEL" è possibile cancellare uno o più programmi nella memoria di programma.

(CANCELLAZIONE TRASLAZIONE DI PRESET)

Viene cancellata la traslazione di preset preimpostata.

Nella corrispondente figura vengono visualizzati:


- i numeri dei cicli memorizzati
- il set di caratteri richiesto
- lo spazio di memoria ancora libero.
I cicli sono sottoprogrammi protetti che vengono utilizzati per tecnologie ripetitive o per funzioni
specifiche di macchina (cicli di tornitura, cicli di foratura, cicli per cambio utensile).
I dati necessari \v~ngonodefiniti come attribuzioni di valori ai parametri, prima del richiamo dei
cicli (parametrizzazione dei cicli).

CICLO LAVORO
Con questo softkey vengono scelti i cicli per le sequenze lavorative ripetitive.
In precedenza selezionare il softkey "GUIDA".

Con questo softkey viene scelta la funzione G per I'interpolazione circolare.


Preselezione : softkey "GUIDA".

COPIA
(COPIATURA)

E' possibile copiare un programma pezzo e reinserirlo in memoria con un altro numero.

CONSENSO
Tramite softkey viene data l'abilitazione del volantino per l'asse selezionato.

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.5 Lessico delle funzioni soitkey

CONTORNO
Viene rappresentato il profilo programmato.
Questo funzione permette di semplificare la programmazione di profili del pezzo grazie al
prelievo delle quote direttamente dal disegno e al supporto grafico sul video.
E' possibile scegliere i seguenti elementi o combinazioni:
- retta
- retta-cerchio
- cerchio
- cerchio-retta
- cerchio-cerchio
- tratto a 2 punti
- tratto con 2 angoli
CORR. BLOCCO
(CORREZIONE DI UN BLOCCO)
Un eventuale errore di programma viene marcato dal cursore.

CORR. WENS.
(CORREZIONE UTENSILE)

La correzione utensile considera le dimensioni e l'usura dell'utensile.


Le correzioni utensili vengono memorizzate nella memoria riservata ai correttori utensili con
una numerazione da D1 a D99. Se è attiva la funzione "Raddoppiamento assi", la memoria di
ccrrezione utensl!e \/lene riijvisa a metà (D1 ;;. D49 oer UT1 D50 ... D99 per UT2).
Azionando "DATI EMISS." seguito da "CORR. UTENS." viene abilitata l'emissione delle corre-
zioni utensili attraverso I'interfaccia seriale universale.

(CONTIN. SEQUENZA PROGRAMMI)

Caricamento di programmi dall'unità per dischetti.

DATI #N-€M.
(IMMISSIONE.EMISSIONE DATI)

I dati (programma pezzo, spostamento origine impostabile, i dati macchina, i parametri R, le


correzioni utensili, il programma PLC, i messaggi operativi PLC, i dati macchina PLC, i pro-
grammi utenza) vengono immessi da un apparecchio esterno (es. lettore di nastro) o emessi
ad un apparecchio esterno (es. stampante).
L'immissione/emissione dati può avvenire in alternativa dall'interfaccia seriale 1 oppure 2.
L'interfaccia 1, in genere, è variabile mentre I'interfaccia 2 viene abbinata in modo fisso ad un
apparecchio. Le interfacce seriali possono essere predisposte separatamente con i dati setting.

DATI MACCW.
(DATI MACCHINA)

Con i dati macchina (DM) avviene l'adattamento del controllo alla macchina e vengono
determinate alcune funzioni (ad es. "Avanzamento prova interbloccato con selettore a
chiave").
Vengono differenziati DM-NC e DM-PLC. I DM-NC sono suddivisi in dati generici, dati per assi
e dati per mandrini. I DM-PLC sono suddivisi in dati di sistema e dati per l'utente. I dati
macchina vengono definiti durante la messa in servizio e non devono essere cambiati
dall'utente. L'emissione dei dati macchina avviene selezionando i softkey "DATI IN-EM." e
"DATI MACCH."

a Siemens AG 1990 Ai1 Rightc Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

DATI EMISS.
(EMISSIONE DATI)

L'emissione dati viene attivata attraverso I'interfaccia seriale. Con un successivo softkey viene
definito il tipo di dato. Con "START" (per "PROGR. PRINC." con "START PROGR. PEZZO"
opp. "START SOTTOPR.") viene avviata l'emissione dei dati.

DATI UTILIZZ.
(DATI SETTING)

Con i dati setting l'operatore (l'utente) definisce determinati stati operativi. E' possibile
impostare i dati setting relativi a:
- spostamento origine programmabile e impostabile
- spostamento origine esterno
- parametri R
- dati per mandrino
- dati per assi
- angolo di tornitura
- modifica della scala
- trasmissione dati
- dati generici (dati setting in bit).

(DATI DI SIMULAZIONE)

Vengono impostati i dati di simulazione necessari per "TOGLIE" (asportazione).

(DATI UTENSILE)

Registrare nella maschera d'impostazione per es. il no. T; la durata, la quantità e altri dati per
max. 4 utensili.

DEC. Bt. S. SI-NO


(DECODIFICA BLOCCO SINGOLO SI-NO)

Con "SI" i blocchi vengono elaborati singolarmente. La funzione ha effetto a termine del
blocco che all'arrivo di questo segnale sta eseguendo la decodifica (influenza sul programma).

Gli allarmi e messaggi presenti vengono visualizzati separatamente in tre gruppi: allarmi NC,
allarmi PLC e messaggi PLC. Le altre visualizzazioni sono specifiche per il service.

(DATI MACCHINA NC)

Vengono visualizzati i dati macchina NC.

(DATI MACCHINA PLC)

Vengono visualizzati i dati macchina PLC. Dopo "DATI EIWISS.", I'emissione dei dati macchina
PLC avviene azionando il softkey "DM-PLC".

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 fBN)
2 uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

DRF
La funzione "Differential Resolver Function" permette uno spostamento origine incrementale
supplementare, per mezzo di un volantino allacciato al controllo NC.

DRF SI-NO
Con "SI" viene attivata la funzione "Differential Resolver Function"

EDIT
EDIT consente la "SELEZIONE PROGRAMMA", "GLIIDA" e "SIMLILAZIONE".
Editing significa:
- impostare dei nuovi programmi in memoria oppure correggere quelli già esistenti.

Tramite softkey viene selezionata la funzione G per la filettatura.

RNE BLOCCO
Con questo softkey viene scelto il carattere per "Fine blocco (LF)".
Preselezione: softkey "GUIDA.

(FINE PROGRAMMA)

Con questo softkey viene scelta la funzione del gruppo "M02" (fine programma).

FUNZ. AG
(FUNZIONE AGGIUNTIVA)

In questa funzione sono raggruppate tutte le funzioni aggiuntive del costruttore della macchina
(5"gruppo di M).
Preselezione: softkey "GUIDA".

FUNZ. G
Attraverso i softkey vengono scelte le funzioni G relativi ai gruppi G7...G15 (vedi istruzioni per
la programmazione)
Selezione: softkey "GUIDA".

FUNZ. SPEC.
(FUNZIONI SPECIALI)

Le funzioni speciali MOO, M01 (1 O gruppo di M) ed M36, M37 (4" gruppo di M) sono
raggruppate in questa funzione.

La guida operativa consente un'impostazione veloce e notevolmente semplificata dei program-


mi pezzo. Oltre alle funzioni di geometria (funzioni G, profilo) e possibile impostare tramite
softkey anche dei cicli di lavoro e le funzioni tecnologiche (avanzamento, giri mandrino).

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 Uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

CNFLU. PROGR.
(INFLUENZA SUL PROGRAMMA)

Questo softkey dà I'accesso alle seguenti funzioni:


- BLOCCO ESCLUDIBILE
- AVANZAMENTO PER CICLO PROVA
- STOP PROGRAMMATO
- OVERRIDE PER IL RAPIDO
- DECODIFICA BLOCCO SINGOLO
- DRF
- ABILITAZ. VOLANTINO DRF
UMITAZ. CAMPO LAVORO
(LIMITAZIONE DEL CAMPO DI LAVORO)

Vengono visualizzati i limiti max. e min. del campo di lavoro degli assi definiti. I valori indicati
possono essere modificati.

LINEARE
Con questo softkey si selezionano le funzioni G per I'interpolazione lineare.
- il numero dei programmi pezzo memorizzati
- il numero di caratteri di ognuno di essi
- lo spazio libero in memoria.

(LISTA UTENSILI)

Vengono visualizzati il no. di posto ed il no. T degli utensili usurati.

La funzione M per la rotazione del mandrino. viene selezionata tramite softkey.


Preselezione: softkey "GUIDA".

MANIP. PRQGR.
(MANIPOLAZIONE DEI PROGRAMMI)

E' possibile copiare i programmi nella memoria di programma, spostarli al fondo della memoria,
cambiarli di nome e cancellarli. Dopo la cancellazione di un programma è possibile la
riorganizzazione della memoria (ved. " REORG").

MASCH. D'l MPOSTAZ.


(MASCHERA D'IMPOSTAZIONE)

Richiamo delle maschere d'impostazione generate dal costruttore della macchina con il relativo
macro di guida operativa nel modulo memoria utente (MMU). Troverete delle informazioni sui
menu attuali, l'uso e la descrizione delle maschere nelle dichiarazioni del costruttore della
macchina.

La posizione raggiunta vine memorizzata nel modo operativo "PLAYBACK".

M E M O R fAZ.
I valori di PRESET introdotti vengono memorizzati in modo specifico rispetto agli assi.

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

I piani definiti con dati macchina (G17, G18, G19) o manualmente (G16) vengono memor~zzati
con questo softkey come piano base ed utilizzati nella sucessiva elaborazione del programma
("Selezione flessibile del piano" ).

Memorizzazione dei valori immessi e ritorno al menu principale.

MEM. SEt. MENU


Memorizzazione dei valori immessi e ritorno al menu opzioni.

MESSAGGE PLC
(MESSAGGI DEL PLC)

Vengono visualizzati tutti i messaggi PLC presenti (vedi cap. 4)

(MODO DI RAPPRESENTAZIONE)

Viene scelto "CONTORNO" o "TOGLIEn (ASPORTAZIONE)

(SPOSTARE)

Il programma pezzo preimpostato viene spostato in fondo alla memoria. Solo in questa zona è
possibile I'editing contemporaneamente all'esecuzione di un altro programma.

NUMERO BLOCCO
Il numero di blocco viene generato automaticamente dal controllo con salti di 5 in 5.

NUOVO NOME
E'possibile cambiare il numero del programma. Il programma stesso resta invariato.

OVERR. SI-NO
(OVERRIDE PER IL RAPIDO SI-NO)

Con "SI" I'override di avanzamento - rapido è attivo anche durante il rapido.

PARAM. R
(PARAMETRI R)

Vengono impostati i parametri R come dati setting.


- Per l'emissione dei parametri R bisogna azionare prima "DATI EMISS." e poi il softkey
"PARAM. R".

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

PEZZO GREZZO
Nella corrispondente maschera video d'impostazione vengono impostate le dimensioni del
pezzo grezzo.

PIA
. ..

Nella "SIMULAZIONE" e nel "CONTORNO" viene scelto il piano di lavoro.

Con questa funzione vengono memorizzate le posizioni raggiunte, creando in tal modo un
programma.

PROGR. P
(PROGRAMMA PRINCIPALE)

Il softkey "PROGR. PRINC." attiva


- EDIT
- TEACHINIPLAYBACK
- CORREZIONE BLOCCO
- LISTA PROGRAMMI
- MANIPOLAZIONE PROGRAMMI
Per l'elaborazione del programma non viene utilizzato questo tasto.
aver aziuna;u Un A - r CM'CC
~ I -I L I ~ I ~ coi:
~ . "il softkey "PROGF,.?Fl!h!C." viene cce!!a I'emiscicno
dei programmi pezzo.

PROVA SI-NO
(AVANZAMENTO DI PROVA SI-NO)

Con "SI" non viene più considerato l'avanzamento programmato, ma quello per il ciclo prova.
L'avanzamento per ciclo prova viene definito nei dati setting.

RESE
Viene interrotta la simulazione, il controllo si porta nella condizione di partenza.

RICERCA BLOCCO
La ricerca blocco consente di iniziare la lavorazione da un blocco qualunque del programma.
Durante la ricerca blocco vengono ripetuti gli stessi calcoli della normale lavorazione, ma non
avviene alcun movimento degli assi.

RIORG
(RIORGANIZZARE)

Con questo softkey viene riorganizzata la memoria di programma. Il posto vuoto derivante dalla
cancellazione di programmi viene reso disponibile all'impostazione di nuovi programmi.

SERWCE ASSI
Nella corrispondente figura vengono visualizzati tutti i dati degli assi necessari per il service.
Con i pulsanti "pagina avantilindietro" è possibile scegliere l'asse desiderato.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
2 uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

Vengono visualizzati tutti i dati necessari per il service che riguardano I'IAR (regolazione
integrata azionamento). L'hardware corrispondente però non e implementata nella versione
base 3, versione software 2.

SERVICE INANDRIMO
Vengono visualizzati tutti i dati mandrino neccessari per il service. Mediante il tasto "Pagina
avanti" si può commutare sul mandrino desiderato.

Per effettuare un test del programma, i movimenti programmati vengono rappresentati sul
video. Eventuali errori di programmazione vengono segnalati come allarmi.

(SOlTOPROGRAMMA)

Nelle figura corrispondente vengono visualizzati:


- i numeri dei sottoprogrammi memorizzati
- il set di caratteri richiesto
- lo spazio di memoria ancora libero.

(SOVRAMEMORIZZAZIONE)

E' possibile impostare nella memoria intermedia i valori di T, D, S, H, M.

SPOS
(SPOSTAMENTO ORIGINE)

Lo spostamento origine impostabile (S.O.) viene impostato come dato setting. Spostamento
origine programmabile ed esterno vengono visualizzati sul video (vedi cap. 3.1 5).

STAWT
Attiva la funzione softkey selezionata.

STAWT BT
(POSTCARICAMENTO A BLOCCHI)

Programmi pezzo vengono caricati da memorie esterne nell' NC ed elaborati.

START DATI fM
(START IMMISSIONE DATI)

Viene avviata I'immissione dei dati attraverso I'interfaccia seriale universale.

START EXT
Emissione del carattere di fine blocco (End of Text).

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6205 410-OES05


SINUMERIK S20M. GA3 (BN)
2 Uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

START PROGR. PEZZO


Viene avviata l'emissione dei programmi pezzo attraverso I'interfaccia universale.

(START SOTTOPROGRAMMA)

Per mezzo dell'interfaccia universale viene attivata l'emissione di sottoprogrammi.

Lo status del PLC indica sul video lo stato degli ingressi, uscite, merker, temporizzatori,
contatori e parole dati:
- EW = parola d'ingresso
- AW = parola d'uscita
- MW = parola merker
- T = temporizzatore
- Z = contatore
- DB = blocco dati
- DD PARALL. = visualizzazione di 2 parole dati
- DW = parola dati
- KH = costante hex
- KM = costante duale
- KF = numero costante a punto fissn

Arresta la funzione softkey attivata.

STOP OPZ. SI-NO


(ARRESTO PROGRAMMATO SI-NO)

Con "SI" si ha l'arresto del programma nel blocco in cui è stata programmata la funzione
"M01".

TEACH FN
Con "TEACH IN" viene approntato un programma blocco per blocco con relativo test
immediato in macchina.

TOGLIE
(ASPORTAZIONE)

La lavorazione programmata viene rappresentata in considerazione dei dati utensile (ad es.
raggio fresa).

Si immette il numero di utensile T... e il numero del correttore D...

Q Siemens AG 1990 Alt Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
2 Uso
2.5 Lessico delle funzioni softkey

VAL. ATTUILE
(VALORI ATTUALI)

Nella relativa figura vengono visualizzati i valori validi per la sequenza lavorativa in atto.

(MODIFICA DELLA SCALA)

Immissione dei dati setting per modificare la scala.

Permette di visualizzare i dati hardware.


Selezione: softkey DIAGNOSI e VERSIONE SOFTWARE.

Con questo softkey è possibile visualizzare


- il tipo di controllo numerico
- i dati hardware
- le versioni software di CPU e ASM

VOLANTI
Nel modo operativo INC 1... INC 10000, con questo softkey viene attivato il volantino
elettronico. Il volantino elettronico consente una lavorazione corrispondente a quella
tradizionale con i volantini meccanici.

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3 . 0 Premesse

3 Sequenze operative

3.0 Premesse
Nei capitoli precedenti è stata descritta dettagliatamente la funzione dei singoli elementi
operativi.
Il presente capitolo vuole specificare meglio le sequenze operative più comuni con i relativi
elementi operativi.
A questo scopo verrà illustrato quanto segue:

Quali elementi operativi vengono utilizzati?

Questo capitolo è stato suddiviso in due parti:

Nella prima parte (preparazione) vengono descritte le manovre operative che l'operatore
esegue prima, auranie o dopo i'impusìazione del programma che eg!i delve eseguire una
sola volta prima di avviare l'esecuzione attraverso il controllo numerico.

Nella seconda parte (lavorazione) vengono descritte le manovre necessarie nella fase di
esecuzione.

Se nei seguenti sottocapitoli vengono rappresentati tasti a doppia funzione (tastiera


indirizzildecadica), la parte dei tasti con la funzione richiesta viene rappresentata in grigio.

nelle maschere operative senza ampliamento (>), il valore S per il mandrino pilota viene
visualizzato sotto S.

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 Preparazione

3.1 Preparazione

3.1. l Inserzione
Per inserire il controllo e la macchina utensile:

Bisogna attenersi alle indicazioni


fornite dal costruttore della macchina.

3.1.2 Ricerca punto di riferimento


Dopo l'inserzione è necessaria la ricerca del punto di riferimento in tutti gli assi. Avviene così
la sincronizzazione del controllo con la macchina.

0 .
..!?Qi;:.
. . .............
................ ..
... ........
La posizione del punto di riferimento e la velocità di
. .......... . ....
........

...... . ....:.
.,
..
.:
ricerca vengono definiti dal costruttore della macchina
?ramite dati macchhe,
Q
.:::a
j ... .......... .

.... .,..
..,.,. .......
),.,,;
. ..........
...,......
...... ,...,....

Posizionare il selettore dei modi operativi della


~ulsantieradi macchina esterna sul simbolo
riportato a fianco (REFPOINT).

Sulla pulsantiera di macchina esterna selezionare


l'asse da muovere con il selettore assi ed azionare
poi il pulsante direzionale.
Il punto di riferimento può essere ricercato in un asse
dopo l'altro.

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.2 Ricerca punto di riferimento

Nota:

-
Il verso di ricerca viene controllato dall'NC prima dello start:
se è stata scelta una direzione sbagliata (ad es. invecedil]m[

la manovra non viene considerata; non avviene alcun movimento.


),

Con il pulsante "Stop avanzamento" è possibile arrestare l'asse in


movimento prima che raggiunga il punto di riferimento.

Raggiunto il punto di riferimento, sul


video viene visualizzato il rispettivo
valore - riferito al punto zero macchi-
F 0.00 100% na - come "POSIZIONE ATTUALE".
A questo punto il controllo numerico è
Punto riferimento rag.:
sincronizzato con la macchina.

3.1.3 Utensili

Il corredo degli utensili va fatto in base alle indicazioni fornite dal


costruitore della macchina.

@ S~emensAG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

3.1.4 Correzione utensile

3.1.4.1 Impostazione della correzione utensile

L'impostazione della "Correzione utensile" avviene con I'ausilio della maschera


d'impostazione.
CORR.
UTENS.

La maschera può essere richiamata


in ogni modo operativo con il sofikey "Correzione utensile".

Compare la maschera d'impostazione


AUTOMATIC qui rappresentata.

CORR. UTENS.
Nr. corrett. ut. attuale D
D 5 O Numero utensile
l Tipo
2 L i Geometria
3 L2 Geometria
4 DiametrolRaggio
5 L1 Consumo
6 L2 consumo
7 DiametroiRaggio
8 L1 Base
9 L2 Base

DATI LISTA
UTENS. UTENS.

Spiegazioni su£& maschera d'impostazione

Nome della memoria di correzione (nell'esempio "D5").


Il SINUMERIK 820M ha 99 memorie di correzione.
E' possibile, perciò, indirizzare i numeri correttori utensili
D1 ... D99 ed in ognuno di essi è possibile memorizzare dei dati.

Il settore d'impostazione contrassegnato con il codice


O Numero P = "O" è previsto per immettervi un "Numero utensile"
con max. 8 decadi.
detiYutensiEe Normalmente non e necessaria alcuna impostazione, è
invece indispensabile quando si utilizza la qestione
-
flessibile degli utensili (~andom).

L'eventuale uso del numero utensile viene stabilito


tramite dati macchina (DM).

o Siernens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6ZB5 470-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 fBN)
3 Sequenze operanve
3.1.4 Correzione utensile

Il campo d'impostazione contrassegnato con il codice P = "1" è


previsto per immettervi "Tipo di utensile P1".

Codifica del tipo utensile:

Genere di utensile

del raggio e di una

Mediante i dati macchina il costruttore di macchina


stabilisce che il tipo di utensile O operi come il tipo 20.
La correzione del raggio e dell'utensile viene allora
disposta come per il tipo 20. La visualizzazione tipo O
rimane inalterata.
... .. . . .

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OESO5


SINUMERIK 820M. GA3 iBN1
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

...l Nei codici P = "2" e P = "3" bisogna inserire i

... } valori di geometria dell'utensile:


nel codice P = "4" viene impostato il valore per
il raggio di taglio.

1 . Punta 2. Fresa a 3. Fresa con testa


angolare
Valori geometrici
dei tipi disponibili
di utensili:

-
Raggio
+ Raggio

':o::
Q ....
..........
...: L'impostazione dei valori geometrici dell'utensile può Q
O. ... .. . . . . . ..
....
:::
.. . .. . .. .. . . , ,,

..... essere interbloccata con la chiave. ...:....


.......................
...... ..........:.
........
. , . ., ..
. . . .

...) Nei codici P = "5" ... P = "7" della maschera


d'impostazione è possibile (ma non è

... indispensabile) inserire i valori di usura


dell'utensile.
L'impostazione max. dell'usura può essere
limitata a 2 0,999 mm dal costruttore di
.e macchina.

.oi;
Q . . .
L'impostazione dei dati di usura dell'utensile può Q
O.... .
.......
:,
.
. .. . .. . essere interbloccata con la chiave. . . . .. ... .. .
. . ... ... ....... .
. . . .

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

I codici P = "8" e P = "9" sono previsti


per impieghi speciali.
La "Quota base" consente una corre-
zione utensile supplementare.

La suddivisione standard dei codici (0...9 ) può essere Q


Q .. ... . . :

estesa fino a max. 16 tramite dati macchina.

Sequenza operativa

CORREZ.
UTENS.

Azionare il softkey "Correzione utensile" (è possibile in


ec~r!i m o d ~
~perstk!o).

Sul video compare la maschera d'impo-


stazione riportata a fianco.
Il campo d'impostazione attuale ( = cam-
po nel quale viene registrato il valore
impostato) viene evidenziato sul video
mediante inversione dello sfondo.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

Selezionare il numero di correzione utensile voluto tra D1 ...D99,


azionando uno dei due pulsanti "Pagina avanti "o" Pagina
indietro" ...

oppure oppure

... richiamare il numero di correzione utensile voluto D...


(nell'esempio:"5"). Non è necessario impostare "D". Azionare
quindi il pulsante di ricerca.

Premere uno dei pulsanti per il posizionamento del cursore. E'


possibile posizionare il cursore su ognuno dei campi d'imposta-
zione (codici 1...9).

Con la tastiera numerica, impostare il valore di correzione


desiderato (nell'esempio " 153")
Il valore digitato compare sul video nella riga d'impostazione.

Azionare, a questo punto, il pulsante giallo d'impostazione per


memorizzare il valore di correzione nella rispettiva memoria.
Il valore impostato compare sul videonel campo d'impostazione
precedentemente selezionato.
Il settore d'impostazione evidenziato dallo sfondo invertito, si
sposta ora automaticamente sulla posizione successiva
(successivo codice P...) del numero correttore selezionato
D...
Dopo la memorizzazione di tutti i valori di correzione di un
numero di correzione D ... selezionato, il campo
d'impostazione su sfondo invertito, salta al primo valore del
successivo numero correttore.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reseived 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

3.1.4.2 Cancellazione/variazione di un singolo valore di correzione

Selezionare il numero di correzione utensile con il quale si vuole


cancellare/variare un valore di correzione e mediante il pulsante
"Pagina indietro/avantiW.

Con i pulsanti relativi posizionare il cursore sul campo d'imposta-


zione da cancellare/variare.

Impostare da tastiera il valore "Zero" (cancellazione) ...

oppure
oppure
... impostare da tastiera un nuovo valore (variazione).

Con questo pulsante si registra nella memoria di correzione la


cancellazione o la variazione.

a Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

3.1.4.3 Cancellazione di tutti i valori di un correttore utensile D ...


a) Si vogliono cancellare, ad es., tutti i valori del correttore utensile "D5":

Sequenza operativa

Impostare da tastiera la cifra "5"

Azionare il pulsante "Cancellazione di parolddi blocco".

Selezionando ora il numero correttore utensile "D5" con i pulsanti

" Pagina indietrolavanti" o con impostazione della cifra "5" seguita dal

pulsante di ricerca, si può notare che tutti i valori di questo numero correttore sono

impostati a "zero".

b) Si vogliono cancellare, ad es., i valori memorizzati nei numeri correttori "D4" ..."D9":

Sequenza operativa

Impostare da tastiera " 4 = 9".

Azionare il pulsante "Cancellazione di parolddi blocco".

Se vengono richiamati, come descritto al punto a), i numeri correttore utensile "D4" ..." D9"
si noterà che tutti i valori di correzione sono a "zero".

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZBM 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

3.1.4.4 Gestione utensili incorporata

La funzione "Gestione utensili" incorporata

è un'opzione.

3.1.4.5 Impostazione dati utensile

Per la funzione "lmpostazione dati utensile" è necessario


I'opzionale "Gestione utensili incorporata".

CORR.
UTENS.

Azionare il softkey "Correzione utensiie"

Sul video appare la figura riportata a


fianco.

DATI
UTENS.
Premere il softkey "Dati utensile"

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

' AUTOMATIC 1 Sul video appare la maschera


d'irnpostazione riportata a fianco.
DATI UTENSILI CARICONISUALIZ

CODIFICA POSTO FISSO(S= l , N =O): m


(Utensile normale)
POSTO T-NR. DUPLO TEMPO NR UTENS.
NR. VITA PEZZI GROSSO

SOVRA- PAGINA PAGINA CORREZ.


MEMORIZ. PRECED. SUCCES. UTENSIL

In questa maschera d'impostazione è possibile riportare i dati di max. 4 utensili.

CON-
FERMA
Premere il softkey "COhIFERMA (SOVRAMEM.)..

I dati impostati vengono trasmessi al PLC e memorizzati nella tabella di magazzino che appare
sullo schermo.

PAGINA
SUCCES.

Azionando i softkey "PAGINA SUCCESSIVA " e


"PAGINA PRECEDENTE" si può cambiare pagina nella
PAGINA tabella del magazzino.
PRECED.

DATI
GEOMETRICI
Azionare il softkey "DATI GEOMETRICI" (CORR. UT.).

Sullo schermo appare di nuovo la maschera d'impostazione per i dati di correzione utensile.

o Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6ZBM 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

Impostare in questa maschera i dati geometrici dell'utensile. Fare attenzione che il numero di
posto della tabella di magazzino (per es. 3) corrisponda al numero D della memoria di
correzione utensile (per es. D3).
Azionando il softkey "DATI GEOM." si ritorna al menu "CORREZIONE UTEIUSILE". Il ritorno
al menu standard si ottiene premendo due volte il tasto "RECALL".

Se si impostano dei dati utensile tramite scheda


perforata, attenersi alle indicazioni del costruttore di
macchine utensili.

3.1.4.6 Visualiuazione dei dati utensile

CORR.
UTENS.

Premere uno dei softkey "CORREZIONE UTENSILE o


"DATI GEOMETRICI".
DATI
GEOM.

Per selezionare un determinato numero D e la corri-


spondente visualizzazione, azionare i tasti corrispon-
denti,

oppure
oppure
l
D... selezionare un numero D e azionare il tasto di ricerca.
Vengono quindi visualizzati i dati utensile memorizzati
sotto il numero D indicato.

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.4 Correzione utensile

DATI
UTENS.
Azionare il softkey "DATI UTENSILE".

Vengono visualizzati i dati memorizzati nella tabella di magazzino (PLC); il numero di posto
corrisponde al numero D della tabella di correzione utensile.
Il ritorno al menu "CORREZIONE UTENSILE" avviene premendo il tasto "RECALL".

LISTA
UTENSILI
Azionare il softkey "LISTA UTENSILI"

Sullo schermo appare la figura riportata


a fianco.
UTENSILI BLOCCATI

CONTINUAZ.

Premendo il softkey "CONTINUAZIONE", vengono


visualizzati ulteriori numeri utensile memorizzati. Nella
tabella utensili non è possibile un ritorno alla "Pagina
precedente".

Premere il softkey " VISUALIZZAZIONE".


I primi sei numeri utensile memorizzati (numeri T)
vengono visualizzati in sequenza progressiva.

Premendo il softkey "DATI GEOMETRICI" si entra nel menu "CORREZIONE UTENSILE".


Premendo due volte il tasto "RECALL" si ritorna al menu principale.

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZBM 410-OES05


SINUMERIK 820M GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3. l.5 Spostamento origine

3.1.5 Spostamento origine


Dopo la ricerca del punto di riferimento le memorie del valore reale e la visualizzazione del
valore reale sono riferite al punto zero macchina "M".

Il programma pezzo viene riferito invece al punto zero pezzo "W"

Il punto zero macchina "M" ed il punto zero pezzo "W" non sono coincidenti. A seconda del
tipo di pezzo e del suo serraggio, la quota tra punto zero macchina "M" e punto zero pezzo
"W" può variare. Durante l'esecuzione del programma questo spostamento origine viene
tenuto in considerazione.

M punto zero macchina


W punto zero pezzo
R punto di riferimento macchina
F punto di riferimento slitta
WR punto di riferimento pezzo
XMR, ZMR, ecc. coordinate del punto di riferimento
XMW, ZMW, ecc. spostamento origine

Q S~emensAG 1990 All Rights Resewed 6 2 8 5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 ( B N )
3 Sequenze operative
3.1.5 Spostamento origine

3.1.5.1 Spostamento origine impostabile

Con "G54" ..."G57" è possibile scegliere 4 spostamenti origine in ogni asse.


Per "G54" .."G57" sono previste 2 impostazioni:
uno "spostamento grossolano" (S.O.) e
uno "spostamento fine" del punto zero (S.O.ADD.).

I valori dello spostamento origine impostabile vengono immessi nel controllo come "DA'I-I SET-
TING". Gli spostamenti origine impostati vengono attivati dal programma pezzo o richiamato.

Sequenza operativa

DATI
UTILIZ.
Azionare in un modo qualsiasi il softkey "DATI UTII-IZ." ...

SPOST.
OR.
... e poi il softkey "SPOST. OR."

Appare, a questo punto, la maschera


d'impostazione indicata qui a fianco
per lo "spostamento grossolano" (SO)
DATI S€ITING SPOST. ORIGINE (G54) e lo "lo spostamento fine" (SO ADD.)
SPOSTAMENTO ORIGINE SPOST. ORIG. ADDITIVO del punto zero per G54 per le funzioni
da G54 a G57.

Azionare il softkey della funzione G


prescelta. La funzione G (per es.
(G54)) apparirà sul video.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.5 Spostamento origine

Immettere ora nella riga d'impostazione il valore dello


"spostamento origine grossolano" per "G54" per
I'asse X servendosi della tastiera numerica; al
termine chiudere con il pulsante di trasferimento.

A questo punto lo sfondo invertito salta al successivo campo d'impostazione (spostamento


grossolano dell'asse Y).

Mediante la tastiera numerica, impostare quindi il valore grossolano per I'asse Y e, con il tasto
di impostazione, registrare il valore nel campo d'impostazione.

Ora lo sfondo invertito salta al successivo campo d'impostazione ("spostamento grossolano"


asse Z o 3" asse).

Azionare questo tasto cursore fintanto che lo sfondo


invertito non si porta nel campo d'impostazione di
destra (SPOSTAM. OR. ADD).

Introdurre ora nella riga d'impostazione, mediante


tastiera numerica, il valore dello spostamento fine
"G54" per I'asse X; infine, con il tasto di trasferi-
mento, registrare il valore nel campo d'impostazione.

Viene ora visualizzato su sfondo invertito il campo d'impostazione successivo ("spostamento


fine" dell'asse Y).

Si continui così, come descritto per le precedenti impostazioni, fino ad aver impostato tutti i
valori anche per lo "spostamento fine" relativo a G54.
Selezionare gli altri spostamenti origine impostabili G55 ... G57 mediante i relativi softkey del
menu e procedere come per G54.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.5 Spostamento origine

3.1.5.2 Spostamento origine programmabile


- spostamento origine esterno
a) Spostamenti origine programmabili

I valori per lo spostamento G58 e G59 vengono inseriti nei programma.

Spiegazioni sulla programmazione di questi spostamenti origine sono riportate nella


parte 2, "Programmazione", al cap. 2.5.

I valori di spostamento origine programmati in un programma pezzo OO/ ... in corso,


possono essere visualizzati sul video NC.

E' stato scelto il modo operativo "AUTOMATIC"

con il simbolo 3
E' stato richiamato un programma OO/ ...

DATI
UTILIZ.

Azionare il softkey "DATI UTILIZ." e ...

S. O.
PROGR.

... azionare poi il softkey "SPOSTAMENTO ORIGINE


PROGRAMMABILE".

Sul video compare la figura riportata a


fianco. E' possibile leggere i valori
relativi a "G58" e "G59" per gli assi X,
DATI UTILIZ. SPOST. ORIG. PROGRAMMABILE Y, Z (e per il quarto e quinto asse, se
presenti), ma non modificarli.

@ Siemens AG 1990 Alt Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.5 Spostamento origine

b) Spostamento origine esterno

Lo "Spostamento origine esterno" per gli assi X, Y, Z (quarto e quinto asse, se presenti)
sono valori provenienti dal PLC.

Anche questi valori possono essere visualizzati sul video.

Sequenza operativa

DATI
UTILIZZ.
In uno qualunque dei modi operativi, azionare il softkey "DATI UTILIZZ."

S. O.
EST.

... e poi il softkey "S. O. EST."

Viene visualizzata l'immagine rap-


presentata a fianco.
E' ora possibile leggere i valori di
" G58" e" G59" dello spostamento
origine esterno per gli assi X, Y, Z
(e per il quarto e quinto asse, se
presenti), ma non modificarti.

...i.ia:: La funzione
Q ...
"Spostamento origine esterno" viene
.. . . . . . . .

abilitata tramite dati macchina (DM).


... .
. . .. . ....
Q ...:.Q':..

... ..... ... . .

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative 09.91
3.1.6 "Dati setting: "PARAMETRI R", "MANDRINO", "ASSI", "ANGOLO DI ROTAZIONE", "VARIAZ. DI SCALA"

3.1.6 Dati setting: "PARAMETRI R", "MANDRINO", "ASSIn, "ANGOLO


DI ROTAZIONE", "VARIAZIONE DI SCALA"

Con I'aiuto dei dati setting vengono definiti determinati stati operativi.

I dati setting possono essere impostati, modificati o cancellati nel controllo numerico
dall'utente con l'aiuto di maschere d'impostazione.

Dati ssttlng "Parametri R"


L

Il controllo numerico SINUMERIK 820M riconosce i parametri RO ... R699 ed R700 ... R999.
I parametri RO ..A699 sono specifici per ogni canale, cioè sono presenti sia per il canale
" C I " che per il canale "C3" separatamente.

I parametri R700 ...R999 valgono per tutti i canali, in comune (parametri centralizzati).

Per l'utente sono disponibili solo alcuni parametri R.


i'oc-cupazione dei parainstii R è riptftata iìe;i iatjs1;a seg~snts.

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
09.91 3 Sequenze operative
3.1.6 "Dati sening: "PARAMETRI R". "MANDRINO", "ASSI", "ANGOLO DI ROTAZIONE", "VARIAZ. DI SCALA"

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative 09.91
3.1.6 "Dati setting: "PARAMETRI R". "MANDRINO". "ASSI", "ANGOLO DI ROTAZIONE", "VARIAZ. DI SCALA"

Parametri R specifici per canali e centrali:

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6 2 8 5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
09.91 3 Sequenze operative
3.1.6 "Dati setting: "PARAMETRI R". "MANDRINO". "ASSI", "ANGOLO DI ROTAZIONE", "VARIAZ. DI SCALA"

DATI
UTILIU.

Azionare in un modo operativo qualunque i softkey


"DATI UTILIZZ.".

PARAM.
R

Azionare il softkey " PARAM. R" ..

Compare la maschera d'impostazione


riportata a fianco con il campo d'impo-
siazioii~ s f ~ i i d oinve;tit~.
DATI UTILIZZ. PARAMETRI R

R o W . R 1

Con il pulsante "Commutazione canale" selezionare i canali


" C I " ... "C3" (evidenziato su sfondo invertito, nelliangolo in alto
a destra del video).

Azionare ora uno dei pulsanti per il movimento del cursore. E'
possibile, così, posizionare il cursore nel campo d'impostazione
voluto dei parametri R visualizzati.

a Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OEs05


SINUMERIK 820M. GA3 (%N)
3 Sequenze operative 09.91
3.1.6 "Dati setting: "PARAMETRI R", "MANDRINO", "ASSI". "ANGOLO DI ROTAZIONE", "VARIAZ. DI SCALA"

Con i pulsanti "Pagina avantiiindietro" e possibile


richiamare altri campi d'impostazione dei parametri R

oppure oppure

... richiamare la maschera d'impostazione per un


determinato parametro R, impostandone il numero da
tastiera ed azionando il pulsante di ricerca
(nell'esempio " 63",non è necessario impostare "R").

Con la tastiera numerica impostare il valore per il


parametro R ricercato.
***
Azionando il pulsante d'impostazione il valore viene
trasferito nel rispettivo campo.

Tramite una maschera d'impostazione è possibile impostareivariare i seguenti dati del


mandrino nei "DATI SETTING"

.:.:.:...
.... . : ::. :....:. . .:..::... : . . . . . . . . . . . . . . . . ..:. .:.:::.:.:. . . . :: .,:.::.. . : : : . . :.:..::..::. .. . . ... . .
.........
::,:.::.::.::o&
....
.....
.......
......
.......
:&aiw3
...............................
.....
. . . . . . . . . . ....... . . . . . . . . . .. . . . . . . .:.:.::.::. ; jj:;:i;$,:f
....................................... :,./. :;&&&
..........
........................................ 2
Descrizione ;..;:<:;:~>m~4~6832~~
.........
.........
......
............................................................
... / 3;zmae$fio
.... i
::.:: : . . .....................................................
,;, ............. .:::cwmfane;;f
;i;:tdd$bjiaw~a$:
....................................................................
!:;::tmDsg&j~= ;,! > .. ...................;..?:
....... .. .. ..... . . ........ .. .............. .. ........ . . ....... .. ........ .. ..... . .. ... .. . .. ... . . ..... . ......... .. .......!;;;$$ .. .. .::::;$%$?:
. .. ....... .. ... .... .. .. ..
...........
...........................................................................................................
. . ..................................................................
......................... :.:..:.,,: ......................................
.....................
. . . . . . . . . . . \.:
. . . . ..>
........................ . ...............
... :.:::.::: . ::.>:.: .........:::: :.. .........
....................................................... %. ......::. . . ::jj:::j:i:j:::jj:i:j:j:. ::.i ::il::li:;.
.hstan&Fd, . . . . . . . . . .........i&p~3iriiijpw;jnksmatra;j;
. . . . . . . . . . . . . O 5 -
.. .. .. .. ... . .. . . . ............ .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. ...............................
..................................................
. . . . . . . . . . . . . . . . . . .:-
. . . . . ..:::..:::::....;
. . . . . . . . . . . . ..... ::.:::
... .:
. . . . . ... .... . . ... . . . . .. ... .. .... .. ....................
.................. j
.;. . . . . . . . . . . . . . . .... .. .. . ... .. .... .. .. .....::... ................. . .....
. .
.. .. .. .. . . . .....
. . . . .
..,..,...... .:............
... .......... .................. ......... ......... ...............:... ...........?......... ..... .. ..... .................................. .. .............................
::: . :.. .. .. .. ... . . . . . : : :. ::.,.::..
.. .. . . . . . . . . . .. .. .. . .. . : :. ,:. . .: :::::::::;.:e:.,:,:,...:. :: :.:il.:: ;::? : :.:.:.:;::;:.:::;i:<:j:
i: jimandfh~G$,;:j.jsE::I
timita&~m,i~pr6g{~I,g$rfi: i
.. .. . .. .. ... .. ... . .. . ... . ... . . . . . . ........................... ....................................................... o 12000 girilmin
.. ... ....... .. . .. . .. . .. ... ... ... ... . . . . .:..:::.,.:.:.:
. . ... .. . . . . . .. ..............................
. . . . ....... ......:....:
. . . . . . .. .:.:...:. .. .:..: ......?..........:
....

*, . . :. . :. .:. .. .. .::. .: .:: :.....


. . .. .. ... ..... .. ..... .. .. .. .. .. .. .. .. .. .. ... ... .. .. ..... ...... ... ................... ... ... .. .. .. .. .. .. ...... . .:.:.:.: . :.._:.:
...
. .. . . .. . . .. ... ... ... ... ... ... ... . . . . . . . . . . . . . . . ... . ..: j:::. . .::..:.:.:..:..:.:.:..::,.
. :,:,,::;':''l::.": jl:;I:I:II; ;' . ' ; .:'::':l:Il::l:i:l:i'::::.::f;:'..:; ,
... ::..::

o
m a ~ ~ ~ 0 i : i ~3::j:.ej.j:; ~i;: :i:.:~2 ;:.i :;o:<: ;:t:: j iii$j;
. . . . . . . . . . . . . .. .. .. .. ..................... .. .. .. .. . . . ... .. . . ... .. . .. ..... ..... ........................ .. .. .. . . . . . .
'

. ....... ... .... . . . . ... .. ... .. . .. . . . . . . . ........ . .. ..... .. . . ......... . .. ...... .. . . ..... . .. ......... . .. . .. .. ...........
359,9 1110 gradi
. . . .....
.................. . .
:, riditakiorie:i$iri:j;maridrirH)
. ....
. .

. . . . . . . . . . .....
. . . . . . . . . . . :. ... .. ... .. ... .. ... .. ... .. ... .. ... .. ... .. . . . . . . .
if~SM,trite); ;,j;:
.......:......:.

. . . . . . . . . . . . . . . . ...................................................
........................
............................
.......................................................................
.................
.....
.........~...~ ...............................
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . :. ....:
. .. .. ... .. .. ... .. .. ..... .. . . . . . . ..............................................
......................................................
.::..
L . . .

. .:............................
................ . .
O 16000 girilmin
. . . . ......:. ........
.............. . . . . . :.. . ::.:.:.:.:.>:.: . . . . .:.:.:.:.:.:.:.::.: ............................................
. . . . .............. .: ::..:.:.:.:..:':"... .. . . . . . . . . . . . . . . . . . a :.:

1 ) Il "Valore massimo d'impostazione" è definito nei DM.


2) La "Unità d'impostazione" è definita nei DM: invece di
girilmin può essere di 0'1 girilmin.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
09.91 3 Sequenze operative
3.1.6 "Dati sening: "PARAMETRI R", "MANDRINO". "ASSI". "ANGOLO DI ROTAZIONE". "VARIAZ. DI SCALA"

Sequenza operativa per i dati setting

DKrI
UTILIZZ.

Azionare in un modo operativo qualsisasi il


softkey "DATI UTILIZZ.".

Ampliare la lista di menu softkey visualizzato,


premendo il pulsante ETC a destra al di sotto del
video.

MANDRINO

Azionare il softkey " MANDRINO".

Compare la maschera d'impostazione


riportata a fianco con il campo d'im-
postazione su sfondo invertito.

Tempo rampa accel. in filettatura

I
Limitazione vel. progr. mandrino (G92)
SI o s2 O
Arreso orientato mandr. . (M19)
SI o C2 o
~mitazio~eve1 mandrino
Si 6000 C2

Con i pulsanti del cursore posizionare il campo


d'impostazione nella posizione voluta.

Con la tastiera numerica impostare il valore


prescelto per il campo d'impostazione.
Tale valore verrà trasferito nel campo
premendo i l pulsante d'impostazione.

@ Siemens AG 1990 All Rights Resemed 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 82OM. GA3 (BN)
3 Sequenze operative 01.93
3 1.6 Dati setting: "PARAMETRI R", "MANDRINO". "ASSI". "ANGOLO DI ROTAZ.", "VARIAZIONE DI SCALA"

Tramite una maschera d'impostazione e possibile impostare!variare i seguenti dati macchina


dei "DATI SETTING" (DATI UTILIZZ.).
. . . . . . . . . . ... . .. . ... . ... . . .
... .
. . .. .. .. .. .. . ..
,
.. .. .. . . . . . ... . :. . . . . . . . . .
:::i.;;Dasiseang.:j
.. ... . ...... . . . ... . . .. . .. . . . . . . . .. .. .. .. .. .. .. .. . . . . . . . . . ';,';;.;~nj
-: ,: .:.:iiiiii:;$.i<.,viB:i:bie ....
Descrizione
.. ..... ..
.......
..... . . .:standard;
,, . ,.:::!:;.:/>i; $.i:$+.m~s~&D:':~::;~j<
. . . . .

. . . . &imp*
. . . . !;::;<:.
,;i,i:,i,i::i

$e
. ;@&iia
. . .. .. . . ..
::,i;,&Po$Xabife:,:$ g:-j:gtarime-.,:j:
. . . . . . . .. . .. .. ... .. ... .. ... . .. . .. . .. . .. . .. .. .. . .. ... .. .. .. . ... . . .. .. .. ... .... . .. . ... ... . .. .
. . . . . .. ... .. . . . .. ... .... .... . ... .... .. .... . .. . .. .... .... ..... . .......................
. .. .... .... ... .. . ....... ..:,.
... .. .: ...... .....: .:. ..... .. ... :. : ... . . . .
... ... .. .. .................. .. .. . . . .. .. ... .. . . . .. . .. ::. ..... ::. ...........
..................................................................................
....... . . . . . . . . . . . . . . . . . . .:..:..j . . . . . . .....
. . .:..
. . . . ... .-.:::..:. . . . . . . . . .: ...:.:.
1000 unitslmin
;.C...::.....:... ....:.:.: : : . . : . . .....:.. : ..:: : .:. ......:. :.:.:.:.:. : . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
...... .. . . .. ..... .. . . . .. ..... .. . . ..>
...................................
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . .. ..... .. .
.. .........................................................
:.j .j j;:j:jj;$j.j.q:
.... .. . . . . . . .. .. .. .. .. .. .. .. .. ............................... .. . . ....:.:::.....
,.><, ................................ .........
jj
0 ad 24000 (~1st.di rif.: 1s)
... . . .
...........................................................
....................................
................ . . . . . . ........>>../.
. . . . . . . . . ......::>..:,,
. . .;,.:.:.:.........I
:::: :.::::::::::::::::::::,:::::.::*:
_.:\..
:.. .:. .:'.>:
. . ...
. ::::::::::::
. . . . . ...... . .. . .
. . . . :. .. .. :.::
.................
... ........................................................ ..........:
.... units
.,.....................................................................................
.... W,...

..... . . . ..... .. . . ....... . . .. ..... . . . ..... .. . . ....... . . .. ..... . . . .......


;a.~bhi;oi.i
. .. ... . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .,. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .:..:.:. ............................O
.. .. . . ....... . . .. ..... . . . ..... .. . . .. . . . . . . . .
+/'99999999 (sist. di rif.: 1s)
.......................................................
. . . . . . . . . . . . . . . :;.:: ...:........:........ : : : : .
/ .

units
o +'~99999999 (sist. di rif.: IS)

Per il "valore max. impostabile " informarsi dal


costruttore di macchina .

DATI
UTILIZZ

Azionare in un modo operativo qualsiasi il softkey


"DATI UTILIZZ".

Ampliare la lista menu dei softkey con il pulsante ETC, situato a


destra al di sotto del video.

ASSI

Azionare il softkey "ASSI"

a Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
09.91 3 Sequenze operative
3.1.6 Dati setting: "PARAMETRI R". "MANDRINO". "ASSI", "ANGOLO DI ROTAZ.", "VARIAZIONE DI SCALA"

Appare la maschera d'impostazione,


riportata qui a fianco, con campo
d'impostazione su sfondo invertito.
ATI UTILIZZ. GENERALI ACSI

mite min campo lav Limite max campo lav


X -99999999 X 99999999
Y -99999999 Y 99999999
z -99999999 z 99999999
C1 -99999999 C1 99999999
C2 -99999999 C2 99999999

LIMITE ABBIN.
CAMPO VOLANT.

Con i pulsanti del cursore spostare lo sfondo inverti-


to, portandolo sul campo d'impostazione voluto, per
modificare il limite max. e min. del campo di lavoro
per assi definiti (anche per assi fittizi, funzione
TRASMIT).

Impostare con la pulsantiera numerica il valore per il


campc ce!ezion.~?e.
Con il pulsante d'impostazione si ha la registrazione
del valore nel campo d'impostazione.

ABB.
VOLANT. Azionare il softkey "ABB.VOLANTEn(DRF).

Appare la maschera dtimpostazione,


AUTOMATIC riportata a fianco, con campo d'im-
postazione su sfondo invertito.
DATI UTILIZZ GENERALI ASSI

LIMITE ABBIN.
CAMPO VOLANT

Ad ognuno dei max. 7 assi (funzione TRANSMIT) si può assegnare un volantino.

a Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
3 Sequenze operative 09.91
3.1.6 Dati setting: "PARAMETRI R", "MANDRINO", "ASSI". "ANGOLO DI ROTAZ.", "VARIAZIONE Di SCALA"

Impostare il nome dell'asse, per es. "X" e


assegnargli il numero dell'asse volantino, per
es. 1.

Ad un volantino si possono abbinare anche più assi, ma per il volantino può venir
abilitato sempre solo un asse (ulteriori informazioni nel cap. 3.2.9. "VOLANTINO" e nel
cap. 3.2.10 " DRF").
Azionando il softkey "LIMITAZ. CAMPO DI LAVORO" si ritorna alla visualizzazione della
limitazione max. e min. del campo di lavoro.

DATI
UTILIR.

In un modo operativo qualsiasi azionare il softkey


"DATI IJTILIZZ.".

Ampliare il menu dei softkey visualizzato,


premendo il pulsante ETC a destra al disotto del
video.
ANGOLO
DI ROTAZ.
Azionare il softkey "ANGOLO DI ROTAZIONE".

Nel modo operativo "AUTOMATIC" compare la maschera d'impostazione "DATI UTILIZZ.


ROTAZIONE COORDINATE".

In questa maschera d'impostazione è possibile inserire l'angolo di rotazione A... voluto per
G54 ...G57 (gli angoli di rotazione A ... per G58 e G59 vengono preimpostati nel programma
pezzo e soltanto visualizzati nella meschera d'impostazione).

Procedere nel seguente modo:

Con i pulsanti del cursore spostare il campo


d'impostazione sulla posizione richiesta
(G54 ... G57).

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERiK 820M. GA3 (BN)
09.91 3 Sequenze operative
3.1.6 Dati sening: "PARAMETRI R " . "MANDRINO", "ASSI", "ANGOLO DI ROTAZ.", "VARIAZIONE DI SCALA"

Con la tastiera numerica impostare il valore


dell'angolo di rotazione "A" prescelto.
l
... Con il pulsante d'impostazione il valore viene
trasferito nel rispettivo campo.

l Dati seWng "VARIAZIONE Dt SCALA"

Azionare in un modo operativo qualsiasi il softkey


"DATI UTILIZZ.".

Ampliare il menu di softkey visualizzato, premendo il


pulsante ETC a destra al disotto del video.

VARIAZ.
DI SCALA
Azionare il softkey
"VARIAZIONE D1 SCALA".

Nel modo operativo "AUTOMATIC" compare la vtsualizzazione video "DATI UTILIZZ.


VARIAZ. DI SCALA".

Vengono visualizzati i seguenti valori (preimpostati nel programma pezzo):

a Il "fattore di scala" (ingrandimento o riduzione) per

- canale 1: P ... (ad es. "2" significa grandezza doppia;


ad es. " 0 5 " significa grandezza dimezzata)
- canale 3 : P ...

a Il "centro della scala" (punto di riferimento) per

- asse 1 : X ...
- asse 2: Y ...
- asse 3: Z ...
- asse 4: C1 ...
- asse 5: C2 ...

o Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.7 Selezione flessibile del Diano

3.1.7 Selezione flessibile del piano

Sequenza operativa

Richiamare uno dei seguenti modi operativi:

PRESET
JOG
AUTOMATIC
INC 1 ... INC 10 000
REFPOINT.

PROGR.
PRINC. EDIT PIANO

Azionare uno dopo l'altro i softkey "PROGRAMMA


PRINC.", EDIT" e "PIAIVO".

Viene visualizzata la maschera


ci'imposiazione con campo a'im-
postazione inverso riportata a
Selezione piano G17. G l 8 , G19
fianco.

Impostare da tastiera il no. del canale in cui deve avvenire


l'elaborazione del programma pezzo (canali 1 .. 3).

Per selezionare uno dei piani predefiniti G17, G18, o (319, premere il softkey corrispondente.
Successivamente il controllo inserisce automaticamente le coordinate per le ascisse, le
ordinate e le applicate e dei due parametri d'interpolazione. Tutte le coordinate devono
essere precedentemente definite nei corrispondenti DM-NC 548', 550', 552" e 304.

0 Siemecis AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 82DM. GA3 I B N )
3 Sequenze operative
3.1.7 Selezione flessibile del piano

MEMORIZZ.
PIANO
Premere il softkey "MEMORIZZ. PIANO".
Il piano selezionato viene memorizzato nel sottoprogramma.
Nelle sequenze operative successive (per es. "CONTORNO"
o "CICLI DI LAVORAZIONE") gli assi vengono automatica-
mente visualizzati nelle maschere di assegnazione.

Se necessario è però anche possibile definire un nuovo piano.

G16
PIANO
Premere il softkey " G 16".
I nomi degli assi per calcolare le ascisse, le ordinate e le
applicate vanno impostati manualmente, in modo che
rimangano fissi anche per le successive sequenze operative.

MEMORIZZ.
PIANO
Premere il tasto funzionale "MEMORIZZ. PIANO".
ii piano ceiezionaìu ~iieiiememo;izzat~ ne! preyru,mma rV-
ne7zn.
I nomi degli assi definiti precedentemente dopo la funzione
G16 vengono trasferiti nel programma pezzo.

Attenzione:
La funzione "SIMULAZIONE" e la descrizione sintetica del "CONTORNO" sono attive
soltanto con gli assi definiti secondo le norme DIN. Si tratta del 1 O e del 3" asse nella
versione M e del 1 e 2" asse nella versione T. Qualora fossero stati utilizzati degli assi
O

diversi per la selezione flessibile del piano, possono verificarsi degli errori in fase di
simulazione e di lavorazione ("CONTORNO").
Eventuali variazioni dei piani con la funzione "COIVTORNO" modificano la definizione del
piano liberamente selezionabile G16?nel senso che vengono trasferiti su G16 i nomi
corrispondenti degli assi riferiti al piano selezionato.
In senso contrario la definizione del piano tramite G16 (da G17 a G19) rimane attiva anche
per la funzione " CONTORNO".
I nomi degli assi vengono fissati tramite i dati macchina e rimangono attivi per tutte le
successive selezioni del piano.

Nota:
Per il piano di lavorazione è possibile definire con il DM 110" una posizione base fissa
(posizione di cancellazione) all'interno del secondo gruppo G, specifica per quel canale
Esempio: piano standard G18 per tornitura o G17 per foratura.
Una descrizione dettagliata sulla definizione della posizione di base viene fornita nel capitolo
7.3.4.

Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 IBN)
3 Sequenze operative
3.1.8 Raddoppiamento assi

3.1.8 Raddoppiamento assi

La funzione "Raddoppiamento assi" è un opzionale di


vendita.

Con la funzione "Raddoppiamento assi" si ottiene un raddoppiamento degli assi principali


programmabili entro il limite massimo degli assi ammessi (per I'810TIM, 820TIM: 5 assi).
In questo modo, tramite un programma pezzo installato su un canale del controllo numerico, è
possibile muovere contemporaneamente due utensili identici con due sistemi diversi.
La funzione "Raddoppiamento assi" è disponibile solo nei modi operativi "AUTOMATIC",
"MDI-AUTOMATIC" e "Automatico interrotto". Per ogni asse, anche per quelli raddoppiati, è
previsto un circuito di misura. Non sono quindi raddoppiabili più di due assi. 11 5" asse può
essere utilizzato come asse indipendente.
La funzione "Raddoppiamento assi" e autoritentiva, vale a dire che essa rimane attiva fino a
quando non si preme il tasto "RESET" o si esegue un cambio del modo operativo con reset
implicito (vedi capitolo 2.3.4 "Reset con cambio del modo operativo").

Esempio:
Interrompendo il programma pezzo nel modo operativo "AUTOMATIC" è possibile posizionare
in simultanea una coppia di assi (asse prlncipaie e asse raddoppiato) dopo aver eseguito ii
cambio del modo operativo in " JOG" o in "INC".
Motivo: con il cambio del modo operativo non viene eseguita nessuna funzione di "RESET".
La funzione "Raddoppiamento assi" rimane attiva.

3.1.8.1 Funzionamento dei modi operativi con "Raddoppiamento assin

Modo operativo "PRESET" e "REFPOINT":

Gli assi dei sistemi utensile WS1 e WS2 vengono selezionati singolarmente utilizzando i tasti
di movimento, come nel funzionamento senza "Raddoppiamento".
Modo operativo "JOG", "REPOS", "INC" senza "Interruzione automatico" o "Ricerca
blocco":
Gli assi di entrambi i sistemi di utensili possono essere posizionati solo singolarmente.

a Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.8 Raddoppiamento assi

Modo operativo "JOG", "REPOS", " I N C senza "Interruzione automatico" o "Ricerca


blocco":
Con i modi operativi sopra citati esistono tre possibilità di fare partire gli eventuali avanzamenti
tra assi principali e assi raddoppiati, risultanti dalla funzione "Ricerca blocco" o "Interruzione
automatico" :
*
l possibilità: gli avanzamenti assi corrispondenti agli utensili S1 e S2 sono identici.
Attivando il tasto di movimento per I'asse principale (utensile S I ) entrambi gli
assi muovono in modo sincrono.
2s possibilità: gli avanzamenti assi relativi agli utensili S1 e S2 sono differenti. I singoli
avanzamenti possono partire solo separatamente. Azionare i corrispondenti
tasti di movimento sulla pulsantiera di macchina (vedere l'avviso a fondo
pagina).
3" possibilità: attivando "Start NC" partono contemporaneamente gli avanzamenti di tutti gli
assi.

Con il termine avanzamenti si intendono tutte le ulteriori differenze assiali di percorso tra il
punto zero macchina e il punto zero pezzo che non sono contenuti nelle istruzioni di percorso
del programma pezzo. Esistono, separatamente per gli assi principali e gli assi raddoppiati, i
seguenti quattro avanzamenti :

Spostamento origine impostabile G54-G57


Spostamento origine esterno
Spostamento DRF
I Cp~c!amentnPRESET

Se sulla pulsantiera di macchina mancano i tasti di movimento per


l'utensile S2, si prega di rivolgersi al costruttore.

Nota:
Quando è attiva la funzione "Raddoppiamento assi", I'asse raddoppiato muove sempre
contemporaneamente all'asse principale, a condizione che sia stato programmato il
posizionamento dell'asse principale (utensile SI).

@ Siemens AG 1990 Ail Rights Reserved 6285 41 0-OESO5


SlNUMERtK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.9 Trasformazione delle coordinate TRANSMIT

3.1.9 Trasformazione delle coordinate TRANSMIT

La funzione "TRANSMIP è un opzionale di vendita.

Definizione: TRANSMIT = TRANSformation Milling Into Turning,


Trasformazione di un ciclo di fresatura in un ciclo di tornitura.

La trasformazione di coordinate TRANSMIT consente di eseguire fresature di parti rotanti su


torni (8101820 T). Il ciclo di fresatura viene programmato con un sistema di coordinate fittizio
(cartesiano). I movimenti della macchina vengono eseguiti grazie ad un sistema di coordinate
reale. Il costruttore definisce tramite dati macchina gli assi per il sistema di coordinate fittizio.

a funzione TRANSMIT è compatibile solo con il canale 1.


L

3.13.1 Comportamento della trasformazione nei diversi modi operativi


La trasformazione può essere interrotta o attivata tramite il tasto RESET. Ciò facilita per es.
l'uso di una rettificatrice, in cui normalmente la trasformazione rimane sempre attiva.

Il costruttore stabilisce se con RESET la trasformazione


viene interrotta o rimane attiva. Per ulteriori
Q
::e: .. ... . . .

.... . ....
precisazioni consultare le indicazioni del costruttore. .. ..
. .

Eccezione: Con il passaggio al modo operativo "REFPOINT" (ricerca del punto di


riferimento) la funzione TRANSMIT" viene sempre disattivata.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 IBN)
3 Sequenze operative
3.1.9 Trasformazione delle coordinate TRANSMIT

Matrice di condizione/stato per attivazione/disattivazione della trasformazione:

Cambio Disattivaz. Disaitivaz. Disattivaz. Disattivaz. Disattivaz.


Refpoint della della della della della
trasformaz. trasformaz. trasformaz. trasformaz. trasformaz.

Nota 1 )
Caso 7: disattivazione della trasformazione con RESET: premere il tasto RESET. Fine programma p e n o (PP) e
cambio del modo operativo, a parte REFPOINT
Caso 2: nessuna disatiivazione della trasformazione con RESET: la trasformazione rimane attiva, a parte
REFPOINT.

Chiarimenti sulla matrice di condizione/stato:

I campi all'interno della matrice contengono lo stato operativo risultante dopo l'attivazione della
trasformazione, così come le informazioni relative allo stato di trasformazione.

Stato operativo "Automatico passivo":


Non viene elaborato alcun programma (Reset).
Stato operativo "Automatico attivo":
Esecuzione del programma (programma in corso)
Stato operativo "Manuale":
Il posizionamento può essere eseguito manualmente in " JOG", "INC" o "REPOS"
Stato operativo "Manuale" (automatico interrotto):
Interruzione del programma e attivazione dello stato operativo "Manuale".
Stato operativo "Automatico interrotto":
Interruzione del programma senza abbandonare lo stato operativo "AUTOMATIC"
(NC-Stop).

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 4 i O-Of SO5


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.9 Trasformazione delle coordinate TRANSMIT

3.1.9.2 Funzione TRANSMIT nei diversi modi operativi

Modo operativo "AUTOMATIC", "MDI-AUTOMATIC":


Con l'utilizzo del modo operativo "AUTOMAl'IC", " MDI-AUTOMATIC" la funzione TRANSMIT
viene inseritaldisinserita tramite le funzioni G.
Inserzione di TRANSMIT: G131
Disinserzione di TRANSMIT: G 130.
Attivando la funzione TWNSMIT il comando inizializza gli assi fittizi. L'NC si limita a
interpolare nel sistema di coordinate fittizio gli assi utilizzati con il TRANSMIT. Il percorso tra i
valori di fine blocco è già definito. Per la definizione degli assi utilizzati con il TRANSMIT
attenersi alle indicazioni del costruttore.

Modo operativo " J O G , "INC":


Definizione: raggruppamento di trasformazione = assi reali e fittizi facenti parte della
trasformazione

Nel modo operativo "JOG" è possibile muovere gli assi del raggruppamento sia nel sistema di
coordinate reali, sia in quello fittizio. Per posizionare un asse fittizio, selezionare la funzione
TWNSMIT nel programma con G131.
Deve inoltre essere stata prevista dal costruttore la possibilità di mantenere attiva la funzione
TWNSMIT con un RESET (tasto o cambio del modo operativo); ciò non vale per il modo
operativo "Automatico interrotto".
Non è possibile muovere degli assi reali all'interno della funzione TRANSMIT. Eventuali ordini
di movimento esterni riguardanti tali assi vengono ignorati dal controllo senza che appaia
alcuna segnalazione di errore.
Quando il controllo accetta un ordine di movimento per un asse fittizio, esegue
automaticamente il percorso residuo fino al finecorsa SW di tale asse. Se il finecorsa SW si
trova al di fuori dell'area di lavoro consentita della macchina utensile, i finecorsa degli assi reali
delimitano la posizione d'arrivo degli assi fittizi.
Qualora il posizionamento riguardi solo gli assi reali, il canale 1, occupato per la funzione di
trasformazione, deve essere nuovamente liberato (disinserzione della trasformazione tramite
G130). Se un asse reale viene indirizzato con "Stop avanzamento", questo vale anche per
tutti gli altri assi.

Non è possibile modificare lo stato della trasformazione mentre sono


attivi i modi operativi "Automatico interrotto", " TEACH I N o
"PLAYBACK".

Modo operativo "REFPOINT":


Selezionando il modo operativo "REFPOINT" la funzione "TRANSMIT" viene disinserita
automaticamente. In questo caso i punti di riferimento valgono solo per gli assi reali, non per
quelli fittizi.

Modo operativo "REPOS":


Dopo la funzione "Ricerca blocco" o con "Interruzione automatico" il profilo può essere
eseguito solo con il sistema di coordinate selezionato precedentemente.

@ Siemeris AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OESO5


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.l .9 Trasformazione delle coordinate TRANSMIT

Modo operativo "PRESET":


Il valore reale di un asse fittizio può esere impostato solo se la trasformazione (G131) è attiva.
Questa funzione ha senso solo se la trasformazione rimane attiva anche dopo RESET.
E' possibile attivare un avanzamento PRESET degli assi fittizi con @435 senza modificare
l'avanzamento degli assi reali (vedere parte 2, "Programmazione", cap. 11.7).
La memoria del valore reale e quindi anche la visualizzazione del valore reale si basano sulla
ricerca del punto zero e hanno come riferimento lo zero macchina "M". L'avanzamento
impostato nel modo operativo "PRESET" viene calcolato e visualizzato assieme al valore
reale.
Indipendentemente dal valore del 1 " asse reale impostato con il TRANSMIT (asse radiale), con
la selezione della trasformazione l'origine del sistema di coordinate fittizio è identico allo zero
macchina (qui non viene considerato un eventuale spostamento PRESET).

La sorveglianza dello spostamento programmato non funziona


correttamente se vengono impostati spostamenti PRESET p e r gli assi
fittizi.

Modo operativo "TEACH 1N"i'PLAYBACK":

Il modo operativo "TEACH IN" è un procedimento a blocchi e quindi può essere eseguito
anche ~ Ì l ' i i i i e i i ;della
~ fùnzicm T!?A.NSM!T.
Il modo operativo "PLAYBACK" viene utilizzato in due modi diversi:
e con la trasformazione disinserita (G130) è possibile trasferire nel programma pezzo solo le
coordinate degli assi reali
e con la trasformazione inserita (G131) è possibile trasferire nel programma pezzo le
coordinate degli assi reali (che non rientrano nel raggruppamento di trasformazione) o
degli assi fittizi.

Eccezioni:
e "DRFNolantino" attiva
Perchè sia possibile attivare "DRF volantino" per il sistema di coordinate fittizio. deve essere
inserita la trasformazione. In caso contrario non è possibile liberare i volantini per gli assi reali
relativi alla trasformazione di coordinate reali e fittizie.

Funzionamento a seguire
Durante il funzionamento a seguire con assi reali non vengono elaborati i valori relativi agli assi
fittizi. L'elaborazione dei dati nell'NC inizia con la commutazione degli assi dal funzionamento a
seguire al funzionamento a regolazione.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 470-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.9 Trasformazione delle coordinate TRANSMIT

Visualizzazione della funzione TRANSMIT:


Con la funzione TRANSMIT si aggiungono 2 assi fittizi ai max. 5 assi reali del controllo
numerico, per un totale massimo di 7 assi. Questo dato è stato inserito nelle pagine dei
sottomenu "Spostamenti origine (da G54 a G59)", "Variazione della scala", "Spostamento
origine esterno", "Dati d'impostazione assiali", ecc. (campi di impostazione e di visualizza-
zione per il 6" e 7" asse).

Il costruttore stabilisce la definizione degli assi fittizi e reali.

equenza operativa

Se all'interno di un menu vengono visualizzate solo le


posizioni reali o i valori dei primi 5 assi, è possibile
richiamare i valori del 6" e 7" asse azionando i tasti
"Posizione reale con caratteri doppi", e "Pagina avanti".

3.1.9.3 Sorve lianza del finecorsa SW per gli assi fittizi con la funzione
TRAN MIT 8
Come accade per gli assi reali, viene controllata anche la posizione degli assi fittizi rispetto al
finecorsa SW (SOE). Posizionando gli assi in manuale viene caricato lo svincolo assiale che ha
come punto di massima distanza il finecorsa SW. Con il modo operativo "AUTOMATIC"
vengono controllati i punti d'arrivo del blocco, riferiti al finecorsa SW e alla limitazione del
campo di lavoro, per i soli assi fittizi della funzione TRANSMIT.
I finecorsa SW che delimitano la riduzione del campo di lavoro non sono attivi per gli assi fittizi.
Se l'asse radiale si trova oltre il limite del campo di lavoro e del finecorsa SW, è possibile,
attivando la funzione di trasformazione, entrare nuovamente nel campo di lavoro, ma non è
più consentito uscirne.
La segnalazione di allarme sul video viene cancellata attivando il tasto RESET. Lo
spegnimento dell'allarme funziona solo se sono stati disattivati sia la limitazione del campo, sia
il finecorsa SW (ciò significa che con il modo operativo JOG, INC ... gli assi sono stati
posizionati nuovamente all'interno del campo di lavoro normale).

o Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 IBN)
3 Sequenze operative
3.1 .l
0 lmpostazione del programma

3.1.l0 lmpostazione del programma


Il programma può essere impostato
da tastiera
con l'aiuto della guida operativa.

Durante I'impostazione tramite uno dei due metodi, è possibile passare all'altra possibilità; è
possibile, cioè, passare alternativamente da impostazione da tastiera a guida operativa.

3.1.10.1 Impostazione del programma da tastiera


In un programma aperto con % ...si impostano carattere per carattere i singoli blocchi N...LF
fino a N...LF servendosi della tastiera.

Con l'apposito selettore, scegliere uno dei seguenti modi


operativi:

PRESET (preimpostazione posizione reale)

JOG (avanzamento /manuale)

AUTOMATIC (funzionamento automatico)

INC 1 ... INC 10000 (incrementi fissi)

REFPOINT (ricerca punto di riferimento)

PROGR.
PRINC.
Azionare ora il softkey " PROGR. PRINCIPALE".

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OESOS


SINUMERIK 820M. GA3 (BNi
3 Sequenze operative
3.1.l 0 Impostazione del programma

Sul video compare la figura riportata a


fianco.
Il controllo visualizzerà il programma
PROGR. PRINC. % 88 richiamato per ultimo; nell'esempio il
programma "%88".
N0020 G41 X40 Y30
N0025 G9i G2 X3 YO r15 LF

EDIT TEACHIN CORREZ. LISTA MANIP


PL. BACK BLOCCO PROGR PROGR.

EDIT

Azionare il softkey " EDIT".

Impostare da tastiera il numero %...di programma voluto.

SELEZ.
PROGR.

Azionare il softkey "SELEZIONE PROGRAMMA"

Nella maschera video visualizzata è possibile impostare un nuovo programma oppure variare
un programma già esistente.

Q Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 .l0 Impostazione del programma

Esempio: impostare un singolo blocco

Impostare da tastiera il numero di blocco


"N.." - e chiudere con il pulsante
d'impostazione.

Impostare la prima parola - nell'esempio


"G01"- e chiudere con il pulsante
d'impostazione.

Impostare la seconda parola - nell'esempio


"G90"per "Quote assolute" e chiudere con
il pulsante d'impostazione.

Impostare, ad es., una coordinata di


destinazione - qui "X25" - e chiudere con il
pulsante d'impostazione

ecc. ecc.

Chiudere il blocco con "LF" (fine blocco) e


concludere con il pulsante d'impostazione.

Con questi pulsanti è possibile posizionare


il cursore in qualsiasi punto nell'ambito di un
programma pezzo memorizzato; prima di un
blocco oppure nell'ambito di un blocco
prima di una parola.

Con questo pulsante è possibile cancellare


un intero blocco o una singola parola a
destra del cursore.

Con questo pulsante è possibile variare un


intero blocco o una singola parola a destra
del cursore.

Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 .l 0 Impostazione del programma

3.1.10.2 Impostazione del programma con guida operativa


Impostare un programma con guida operativa significa:
Impostazione guidata da menu di nuovi blocchi di programma in un programma aperto O/O ...:
Le funzioni d'impostazione più frequenti (ad es. funzioni G, funzioni M, profili completi)
vengono offerte come menu. In questo menu è possibile scegliere la funzione voluta ed impo-
starla con il relativo softkey.
Con I'impostazione guidata da menu vengono risparmiati tempo e passaggi operativi, evitando
così gli eventuali errori d'impostazione.
La guida operativa viene attivata con la funzione "GUIDAn.
Dopo aver azionato il relativo softkey, sono disponibili le seguenti funzioni (visualizzate sul
video nella riga per i testi, vedi sotto):

Pulsante:
"Ampliamento riga
soitkey per testi'

LINEARE
v

Ci=.
+I

-0 AVANZA- MANDRf
UYORQ MENTO NO

- 1

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 . l 0 Impostazione del programma

Sequenza operativa

Si vuole impostare, ad es., il blocco "N5 G90 GOO X25 LF" nel programma "%12":

PRESET (preimpostazione posizione reale)

JOG (avanzamento ,manuale)

AUTOMATIC (funzionamento automatico)

INC 1 ... INC 10 000 (incrementi fissi)

REFPOINT (ricerca punto di riferimento)

PROGR.
PRINC.

Azionare ora il softkey " PROGR. PRINCIPALE".

Oltre all'impostazione del programma, la funzione PROGR. PRINCIPALE


serve anche per:
- correzione dei programmi (vedi cap. 3.1.12)
- gestione dei programmi (vedi cap. 3.1.13)
- simulazione dei programmi (vedi cap. 3.1.14)

a Siemens AG 1990 All Rlghts Reserved 6285 4! 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
0 Impostazione del programma
3.1 .l

Compare la figura video riportata a


fianco.
Il controllo visualizzerà il programma
PROGR. PRINC. % 88 pezzo richiamato in precedenza come
ultimo; nell'esempio il programma
"%88".

EDIT TEACHIN CORRU. LISTA MANIP.


PL. BACK BLOCCO PROGR. PROGR.
p--

EDIT

Azionare il softkey " EDIT".

Impostare da tastiera il numero O/O 12" del programma voluto.

SELEZ.
PROGR.

Con il softkey "SELEZIONE PROGR." selez~onareil


programma voluto.

GUIDA

Azionare il softkey "GUIDA".

NUMERO
BLOCCO Azionare il softkey "NUMERO BLOCCO".
Sul video compare il numero di blocco "N0005".

Nota:
Il numero di blocco viene generato dal controllo con salti di 5
in 5. Ciò significa che dopo ogni LF (fine blocco), il numero
di blocco viene aumentato di "5".

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.10 Impostazione dei programma

FUNZIONI G

Azionare il softkey "FUNZIONI GV(funzionipreparative)

Ampliare la riga per i testi delle funzioni softkey.

Azionando il softkey "G90" selezionare la prima funzione G


voluta.
(Non è necessario azionare il pulsante d'impostazione).

Sul video viene aggiunta la visualizzazione di: "G90".

Ritornare alla riga sovraordinata per i testi delle funzioni


softkey.

LINEARE

Con il softkey "LINEARE" attivare I' "lnterpolazione lineare".

GOO
Azionando il softkey "GOO" attivare il "Rapido".

Sul video appare anche: "GOO".

@ Siemens AG 1990 Alt Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 82OM. GA3 (%N)
3 Sequenze operative
3.1 . l 0 impostazione del programma

Con la tastiera di controllo impostare la


coordinata "X" voluta con il valore "25" e
memorizzare con il pulsante d'imposta-
zione. Sul video compare: "X25".

FINE
BLOCCO

Completare il blocco azionando il softkey "FINE BLOCCO".


Sul video compare: "LF".
L'intero blocco viene trasferito nella memoria del programma
pezzo.

NUMERO
BLOCCO
i o n a r e il softkey "NLIMERO BLOCCO".
Il controllo genera automaticamente il numero di blocco
aumentato di "5".
Sul video oppure nella memoria del programma pezzo si
aggiunge: "N0010".

ecc. ecc.

Proseguire con I'impostazione finché il programma pezzo è completo.

o Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1. l1 Profilo

3.1.11 CONTORNO

La funzione softkey "CONTORNO" costituisce un ampliamento dell"'lmpostazione del


programma con guida operativa" (cap. 3.1 . l 0.2).

Con questa funzione si possono scegliere degli elementi di profilo. Figure grafiche sul video
supportano la programmazione di valori geometrici che determinano il profilo.

Sequenza operativa

Con il selettore dei modi operativi scegliere uno dei


seguenti modi:

PRESET (preimpostazione posizione reale)

JOG (avanzamento /manuale)

AUTOMATIC (funzionamento automatico)

INC FEED 1 ... INC FEED 10 000 (incrementi fissi)

REFPOINT (ricerca punto di riferimento)

PROGR.
PRINC.

Azionare ora il softkey "PROGR. PRINC.".

EDIT
Azionare il softkey "EDIT".

Con la tastiera numerica impostare il numero di


programma voluto % ...

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SiNUMERiK 820M. G A 3 (BN)
3 Sequenze operalive
3.1 . l i Profllo

SELEZ.
PROGR.

Con il softkey "SELEZIOIVE PROGRAMMA" richiamare il


programma voluto.

GUIDA

Azionare il softkey "GUIDA

NUMERO
BLOCCO
Azionare il softkey "NUMERO BLOCCO"
Il controllo genera sul video il numero di blocco
più piccolo disponibile N...

Con la tastiera numerica impostare i


valori per le funzioni tecnologiche
> relative all'avanzamento F ... ed al
mandrino S ... e memorizzarli con il
pulsante d'impostazione.
O..

Ampliare la riga per i testi softkey con il pulsante


riportato a fianco.

CONTORNO

Azionare il softkey "CONTORNO".

Compare sul video la tabella riportata a


fianco.
Le funzioni riportate nella striscia per i
testi softkey sono disponibili a scelta.

o Siemeris AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.1 1 Profilo

Se si aziona il pulsante di ETC ...

... compare sul video la figura riportata


a fianco con ulteriori funzioni softkey.

Se si preme ancora il pulsante ETC


sul video ricompare la precedente
figura.

Prima della programmazione del profilo bisogna selezionare il piano:

PIANO

Azionare il softkey "PIANO".

Sul video compare la figura riportata a


fianco. Rispetto alle definzioni mostra-
te, il nome degli assi può essere stato
modificato dal costruttore di macchina
tramite dati macchina.

X-Y Z-X Y-Z Scegliere il piano voluto con il


corrispondente softkey.
I nomi assi del piano corrispondente
vengono assunti anche nella visualizza-
zione per il piano liberamente selezio-
nabile G16 nella selezione flessibile del
piano (ved. cap. 3.1.7).

o Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINLJMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.11 Profilo

CONTOR-
NO

Nello stesso menu softkey, scegliere


ora la funzione "CONTORNO".

'INEA-
CIRCOC. LINEA
P'ANo ' Il menu visualizzato offre la
possibilità di scegliere uno degli
elementi di profiio riportati a fianco ...

... oppure ampliare il menu softkey


azionando il pulsante ETC ...

PtBNO * ... scegliere in questo nuovo menu


un elemento di profilo.

LINEARE Richiamare la pagina video


CI RCOL. precedente e selezionare da softkey,
ad es., la funzione "LINEARE-
CIRCOLARE".

Compare la maschera d'imposta-


zione riportata a fianco con campo
d'impostazione su sfondo invertito.
L'elemento di profilo prescelto viene
rappresentato graficamente.

0 Siemsns A G 1990 Ali Rights R e s e ~ e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BNì
3 Sequenze operative
3.1 . l 1 Profilo

Impostare da tastiera il primo valore, memorizzan-


dolo poi con il pulsante d'impostazione.
Lo sfono invertito salta ora al successivo campo
d'impostazione del profilo : il controllo attende la
prossima impostazione ecc.

Impostare uno dopo l'altro, in tutti i campi d'impostazione del profilo evidenziati - nel modo
precedentemente descritto - tutti i rimanenti valori geometrici.

Con i pulsanti del cursore è possibile spostare lo


sfondo invertito su un qualunque campo d'impo-
stazione, quando si vuole variare, ad es., un valore
geometrico del profilo prescelto.

Nota:

Nelia fase a'imposiazione fare aiienzioiie a quei campi


d'impostazione che, su sfondo invertito, riportano più valori tra
parentesi graffe (nell'esempio " X " e "Y"). In questo caso bisogna
impostare solo uno dei due valori (nell'esempio va impostato solo il
valore di X oppure i l valore di Y).

CANCEL
PARAM.
Azionare il softkey "CANCELLAZIONE PARAMETRI"
quando erroneamente sono stati impostati ambedue i
valori.

MEMO-
RIU.
Azionare il sofkey " MEMORIZZAZIONE" quando
sono stati immessi tutti i valori richiesti dal profilo.

Il tratto del profilo viene così memorizzato nella memoria del programma pezzo con tutti i
valori geometrici impostati. Il controllo genera automaticamente "Fine blocco" (LF) e
visualizza il blocco completo impostato.

a Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BNi
3 Sequenze operative 1 1.90
3.1 .l2 Correzione del programma ("EDIT"): inser~mentdvariaz./cancellaz.
di parole, inserimentdcancellaz. di blocco

3.1.l2 Correzione del programma ("EDIT"):


inserimento/variazione/cancellazione di parole,
inserimento/cancellazionedi blocco
E' possibile correggere un programma pezzo caricato in memoria.

La correzione del programma può essere eseguita anche durante la lavorazione di un altro
programma.

Sono possibili le seguenti correzioni:

inserimento di parola
variazione di parola
cancellazione di parola
inserimento di blocco
cancellazione di blocco.

Sequenza operativa

PROGR.
PRINC. EDIT Azionare il softkey "PROGR. PRINC." seguito da "EDIT" in
uno dei modi operativi attivi: PRESET/JOG/AUTOMATIC/
INC 1 ...INC 10000/REFPOINT.

Impostare da tastiera il numero di programma voluto % ...


(oppure "L ...") per il programma da correggere.
0..

~ichiamarecon il softkey "SELEZIONE PROGRAMMA" il


programma voluto.

Nella maschera riportata sul video e possibile variare un programma pezzo già esistente
oppure impostarne uno nuovo.

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
11.90 3 Sequenze operative
3.1 .l2 Correzione del programma ("EDIT"
): inserimentdvariazfcancellaz. di parole, inserimentdcancellaz. di blocco

Con i pulsanti del cursore, portare


quest'ultimo, evidenziato dallo sfondo
invertito, davanti alla posizione da
correggere.

Impostare I'indirizzo ed il valore


(nell'esempio "X15") e memorizzare con il
pulsante d'impostazione.

Impostare I'indirizzo ed il nuovo valore


(nell'esempio "X25") ed azionare il
pulsante "Variazione di parola".

Impostare I'indirizzo della parola da


cancellare (nell'esempio "X") ed azionare il
pulsante "cancellazione di parolaidi
blocco".

Posizionare il cursore a monte del blocco


che dovrà seguire il blocco inserito
(nell'esempio si vuole inserire un nuovo
blocco a monte di "N 5...").

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative 11.90
3.1 . l 2 Correzione del programma ("EDIT"): inserimentdvariaz./cancellaz. di parole, inserimentdcancellaz. di blocco

Impostare il numero di blocco da inserire


(nell'esempio "N4") e memorizzare con il
pulsante d'impostazione.

1
Impostare da tastiera parola per parola e
memorizzare ogni volta con il pulsante
... d'impostazione.

ecc.

Terminare il nuovo blocco con "LF" (fine


blocco) e chiudere quest'impostazione con il
pulsante d'impostazione.

Posizionare il cursore a monte del blocco da


cancellare (nell'esempio " N10").

Impostare da tastiera "N10" ed azionare il


pulsante "cancellazione di parolajdi blocco".

Per i blocchi non preceduti da un numero N..., procedere nel seguente modo:

Posizionare il cursore a monte della prima


parola del blocco da cancellare (nell'esempio
la funzione preparatoria "G...").

Impostare da tastiera numerica "NO"


(O = zero) ed azionare il pulsante
"cancellazione di parolddi blocco".

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
17.90 3 Sequenze operative
3.1.12 Correzione del programma ("EDIT"): inserimento/variazJcancellaz.di parole. inserimentdcancellaz. di blocco

3.1.12.1 Visualinazione per correzione ("BLOCCO DI CORREZIONE")

Se durante l'esecuzione o la simulazione di un programma (vedi cap. 3.1.11) il controllo


riconosce un errore di programmazione, si ha I'interruzione dell'elaborazione e viene attivato il
rispettivo allarme. Con la funzione "CORREZIONE DI BLOCCO" viene marcato il blocco o la
parola da correggere.

Sequenza operativa

PROGR. BLOCCO
PRINC. CORREZ.
Azionare il softkey "PROGR. PRINC." seguito da "BLOCCO
DI CORREZIONE" in uno dei modi operativi richiamati:
PRESETIJOGIAUTOMA-I_IC/INC1...INC 10000iREFPOINT.

Il cursore si trova a monte del blocco (o della parola) riconosciuto errato.

Effettuare la correzione da tastiera impostando il giusto


indirizzo (nell'esempio " X ) ed il relativo valore; azionare al
... termine il pulsante "Modifica parola".

Proseguire, dopo la correzione, I'esecuzione del programma


azionando il pulsante "Start programma".

Q Siemens AG 1990 Al1 Rights Resewed 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 .l3 Gestione dei programmi

3.1 . l 3 Gestione dei programmi

3.1.13.1 Visualiuazione dei programmi memorizzati


("LISTA PROGRAMMI")

Sequenza operativa

PROGR. LISTA
PRINC. PROGR.
In uno dei modi operativi:
ed PRESET/JOG/AUTOMATIC/INC 1... INC 10000/REFPOINT
azionare prima il softkey "PROGR. PRINC." e poi "LISTA
PROGR".

Sul video compare la lista riportata a


AUTOMATIC fianco. Vengono listati tutti i programmi
principali.
PROGR. PRINC. ELENCO PROGR. PRINCIPAL

Progr. correggibile durante AUT.:


Memoria abiiit.: 38940 caratteri

PROGR.
PRINC.
SOTTO-
PROGR.
CICLI
I
Se il video è pieno:
azionando i pulsanti "Pagina avantilindietro" vengono
richiamate altre pagine con la lista dei restanti programmi.

SOTTO- Osservando il menu softkey nella stricia per i testi, si


PROGR.
possono selezionare i sommari per "SOTTOPROGRAMMI"
oppure "CICLI".
OPP.
Come in precedenza descritto, per proseguire la visualizza-
zione dei sommari, premere " Pagina avantiiindietro".

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.i3 Gestione dei programmi

3.1.l 3.2 Protezione dei sottoprogrammi (protezione dei cicli)


I sottoprogrammi possono essere bloccati contro la lettura non autorizzata oppure protetti
contro un'eventuale cancellazione errata:

Sequenza operativa

PROGR. LISTA SOTTO- In uno dei modi operativi:


PRINC. PROGR- PROGR- PRESET/JOG/AUTOMATIC/INC 1 ... INC 10000/
REFPOINT azionare in sequenza i softkey :
"PROGR. PRINC.", "LISTA PROGRAMMI" e
"SOTTOPROGRAMMI".

Impostare da tastiera l'indirizzo "L" per


.. sottoprogramma seguito dal numero del
sottoprogramma desiderato.

BLOCCO

Azionare il softkey "BLOCCO".

Il sottoprogramma bloccato viene inserito dal controllo nella lista dei cicli. I cicli sono dei
sottoprogrammi protetti.

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.7 .1 3 Gestione dei programmi

3.1.13.3 Rimuovere la protezione dei cicli ("SBLOCCO")

Sequenze operative

PROGR. LISTA SOTTO- In uno dei modi ooerativi:


PRINC. PROGR. PRESET/JOG/AUTOMATIC/INC 1 ... INC l00001
REFPOINT azionare in sequenza i softkey :
" PROGR. PRINC." , "LISTA PROGRAMMI" e
"SOTTOPROGRAMMI".

Impostare da tastiera l'indirizzo "L" per


sottoprogramma seguito dal numero del
••• sottoprogramma desiderato.

SBLOCCO

Azionare il softkey "SBLOCCO".

Il "Ciclo" viene inserito dal controllo nella lista dei sottoprogrammi (non protetti).

Nel caso di cicli memorizzati fissi in EPROM, la sop-


pressione della protezione dipende dal programma
PLC. I cicli possono essere bloccati contro la loro
lettura non autorizzata, mediante appropriata
programmazione PLC.

Viene così ottenuta una protezione efficace del "Know-How" del costruttore di macchina o
dell'utente.
Per l'operatore non è quindi più possibile bloccare e sbloccare liberamente i cicli.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
13 Gestione dei programmi
3. i.

3.1.13.4 Copiare un programma ("COPIA")


Con la funzione "COPIA è possibile inserire nella memoria di programma uno stesso
programma sotto differenti numeri.
In questo modo si ha la possibilità di mantenere inalterato un programma e modificare i dati
nella copia.

Sequenza operativa

PROGR. MANIP. In uno dei modi operativi:


PRINC. PRESETIJOGIAUTOMATICI
INC 1 ... INC 10000/REFPOINT azionare in
sequenza i softkey "PROGR. PEZZO" e
"MANIPOLAZIONE PROGRAMMA".

Sul video compare la fjgura riportata a


fianco - nell'esempio per il programma
"5688" cfe precedenza è ctats ri-
=

chiamato come ultimo dall'operatore.

Impostare da tastiera:
"%o 88 = Oo
/ 5"

Azionare il softkey "COPIA".

I l controllo copia cosi il programma "O/088" e lo memorizza sotto il numero di programma


" o/o 5"

Il programma "%88" resta inalterato.

@ Siemens A G 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.1 3 G m o n e del programmi

3.1 .l 3.5 Spostamento di un programma ("MUOVI")


Con la funzione "MUOVI" è possibile spostare il programma prescelto alla fine della memoria.
. .. . . . . . . . ................................................................................................................................................
..................... . . . .. .. . . .
. . . . . . . . . . . . . . ............. . . . . . . ... .. .. ... .. .. ..... .. ..... ..".....". .".. . . .. . . . .. . ... . .. . . .". . . . . . . . . . . . .
........ . . . . ........... . . . . ........... . . . . . .,.,..,*;p.,i,;
.e,,.,., ,,,dcwcx6;*
, ?/<:;*r^:7<~$;>,i6wi~;~2w~v,:cC:< , ....................Y...
.............;..i.*......... a. .....................
,.........,,,,.................................................. :
..................................
S.. .................

lo il programma alla fine della memoria può essere modificato durante


l'elaborazione di un altro programma.

Sequenza operativa

PROGR. MANIP.
In uno dei modi operativi: PRESETIJOGI AUTOMATICI
INC 1 ... INC 10000lREFPOINT azionare in sequenza i
softkey:
"PROGR. PRINC." e
"MANIPOLAZIONE PROGRAMMI".

MUOVI
Impostare da tastiera il numero di programma voluto
"% ..." (oppure " L...") quindi azionare il softkey
"MUOVI".

Il programma prescelto viene cosi spostato alla fine della memoria.

Nota:
Se il PLC non ha attivato il segnale "Interdizione cicli", con la funzione "MUOVI" è possibile
copiare un ciclo dall'EPROM alla fine della memoria di programma. Il ciclo cosi copiato può
essere modificato come un programma pezzo.
Dato che il ciclo risulta presente due volte con lo stesso numero L... (in EPROM e nella
memoria di programma), nella lista dei cicli, quello in EPROM viene contrassegnato con un
asterisco ("). Nella scelta, il ciclo nella memoria di programma ha la precedenza.
Il ciclo di EPROM può essere richiamato con il softkey "Scelta programma" solo se viene
cancellato il corrispondente ciclo nella memoria di programma.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 . l 3 Gestione dei programmi

3.1.13.6 Ridenominare un programma ("NUOVO NOME")

Con la funzione "NUOVO NOME" è possibile cambiare il numero di programma.


Il contenuto del programma pezzo con nuovo numero resta invariato.

Sequenza operativa

PROGR. MANIP.
PRINC. PROGR.
In uno dei modi operativi: PRESET/JOG/
AUTOMATIC/INC 1 ... INC 10000 IREFPOINT azionare
in sequenza i softkey:
"PROGR. PRINC." e
"MANIPOLAZIONE PROGRAMMA".

Impostare da tastiera il numero di programma già


esistente (nell'esempio "%2"); azionare ora il
)
pulsante " = ". Quindi impostare il nuovo numero di
programma (nell'esempio " %5").

NUOVO

Azionare il softkey "NUOVO NOME"

Il programma (con il vecchio numero "%2") prende il nuovo numero "%5"

sono affiancati. Pertanto, se si preme erroneamente il


softkey "CANCEL" ne conseque la cancellazione del
programma.

@ Siemens A G 1990 All Rights Resewed 6265 410-OES05


SINUMERIK 820M, G A 3 (BN)
3 Sequenze operative
3 Gestione dei programmi
3.1 .i

3.1 .l 3.7 Cancellare un programma ("CANCEL")


Con la funzione "CANCEL" è possibile cancellare uno o più programmi.

Sequenza operativa

PROGR. MANIP.
PRINC. PROGR. In uno dei modi operativi: PRESET!'JOGiAUTOMATIC
I'INC 1 ... INC 10000 IREFPOINT azionare in sequenza
i softkey:
"PROGR. PRIIVC." e
"MANIPOLAZIONE PROGRAMMA".

CANCEL Cancellazione di u n singolo programma

Impostare da tastiera il numero di programma voluto


... ..." (oppure "L ...") e poi azionare il softkey
"O/O

"CANCEL".

Il programma impostato viene cancellato dal controllo.

Cancellare una serie di programmi


>
Impostare da tastiera, ad es., "%2", premere il
pulsante " = " e poi, ad es., "%5".

CANCEL

Azionare il softkey " CANCEL"

Con questa manovra vengono cancellati i programmi "%2" ..."%5".

Nota:
Lo spazio resosi libero nella memoria con la cancellazione dei programmi, diventa
disponibile solo dopo aver attivato "RIORG" (v. cap. 3.1.13.8).

o Siernens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 .l
3 Gestione dei programmi

3.1 .l 3.8 Riorganizzare i programmi ("RIORG")


Con la funzione "RIORG" è possibile riorganizzare il contenuto della memoria di programma.
L'area di memoria che si libera in seguito alla cancellazione di programmi, può essere
riutilizzata per I'impostazione di altri programmi.

Sequenza operativa

PROGR. MANIP. In uno dei modi operativi: PRESET/JOG/


PRINC. PROGR. AUTOMATIC/INC 1 ... INC 10000/REFPOINT
azionare in sequenza i softkey:
"PROGR. PRINC." e "MANIPOLAZIONE
PROGRAMMA".

RIORG
Azionare il softkey "RIORG"

La memoria di programma viene riorganizzata dal controllo numerico.

LISTA
PROGR. Ritornare alla striscia sovraordinata per i testi delle
funzioni softkey ed azionare poi il softkey "LISTA
PROGR.".

Sul video viene visualizzata la capacita di memoria libera.

Nota:
La capacità di memoria libera (visualizzata) non può essere utilizzata completamente.
Dalla capacità disponibile visualizzata bisogna sottrarre
10 % per spazi di riserva (sono previsti per le eventuali operazioni di editing)
più 11 caratteri moltiplicati per il numero di programmi possibili nella memoria dei
programmi pezzo (max. 200).

Il numero massimo di programmi possibili viene


definito tramite dati macchina (DM).

@ Siernens AG 1990 Ail Rights Resewed 6ZBS 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1. l 3 Gestione dei programmi

3.1 .l 3.9 "Selezione programma"


Con la funzione "SELEZIONE PROGRAMMA" è possibile aprire un nuovo programma oppure
correggerne uno già presente in memoria (per la correzione vedi cap. 3.1.9) oppure
richiamarne uno per la simulazione (vedi cap. 3.1.14).

Sequenza operativa

PROGR.
PRINC. In uno dei modi operativi: PRESET/JOG/AUTOMATIC/
INC 1 ... INC 10000/REFPOINT azionare il softkey:
"PROGR. PRINC.".

EDIT
Azionare, quindi, il softkey "EDIT"

Impostare da tastiera un numero di programma a


piacere "% ..." (oppure ''L ...") - nell'esempio "%5"

SELEZ.
PROGR.
Azionare il softkey " SELEZ. PROGRAMMA".

Sul video compare il numero di programma richiamato. Se con questo numero è già stato
memorizzato un programma viene visualizzato il suo contenuto, a partire dall'inizio, con tutti
i blocchi da N0005 a N ....!

Con i pulsanti "Pagina avantilindietro" è possibile portare


sul video le parti di programma non visualizzate (se
esistenti).

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3. i . 13 Gestione programma

3.1.13.10 Macro per guida operativa (BFM) e riconversione


Premessa:
Le maschere d'impostazione e le relative macro per guida operativa generate dall'utente
con il sistema di progettazione WS800A sono memorizzate nel modulo memoria utente
del controllo numerico e quindi attivabili. Le maschere riportate in seguito sono da
considerarsi come esempi. Per i menu, le descrizioni delle maschere e le istruzioni
d'uso si veda la documentazione dei costruttore.

Le maschere d'impostazione generate servono da guida grafica per I'impostazione di


programmi principali. Azionando il pulsante d'impostazione i valori introdotti nella maschera
vengono memorizzati nelle memorie intermedie (EZS) definite in fase di progettazione. In
seguito, azionando il softkey "Memorizzare", i valori possono essere inseriti nel settore
programma generato con l'aiuto di una macro di guida (BFM) e memorizzati nel programma
principale inserito in memoria. La macro per guida operativa definisce la struttura del blocco
dati, mentre la generazione del blocco dati avviene con la funzione softkey "Memorizzare".
Un programma principale può comprendere più settori di programma o blocchi dati di struttura
identica, ma con valori variabili.
La funzione "Riconversione" offre la possibilità di richiamare un qualsiasi settore di programma
generato da una macro di guida e di visualizzarlo nella maschera d'impostazione per
consentire la modifica di dati e I'attualizzazione del programma con la funzione softkey
"Memorizzare".
La generazione delle macro di guida operativa e delle maschere d'impostazione va realizzata
co:: i! sisterria di progettzione WSRGCIA. Un esempio del risultato della ~rooettazione:
ZBFM 7
(BFM: gola)
R 1 = -101 R12= -112 ...
Il no. del1 macro di guida operativa può essere scelto da di 1 a 998.
%BFM 999 contiene una lista di richiami incrociati per tutte le macro di guida esistenti.
Ad es.
IBFM 999
Gola = 7.34 <Nome> = <No. BFM>. <No. MB>
Diamantatura = 8.35 MB=Blocco menu

a Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 4 10-OE005


SINUMERIK 81OM. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 .l3 Gestione programma

Esempio per la generazione di un blocco dati

STORE

1 -+ Piano attuale prescelto

INSERZ.
DATI
I. . I... I... 1.. l.A1, INSERZ 1
Significato &!!l ' o t u i ~ n e in parentesi (X:Y:Z)
La notazione in parentesi indica il piano attualmente scelto e più specificamente ha i seguenti
abbinamenti:
X : Y : Z = ascissa: ordinata: applicata
Il piano scelto deve essere adatto per il tratto di profilo che segue, vuol dire che, una volta
variato il piano scelto tramite la funzione EDIT, il blocco dati così ottenuto, in alcuni casi, non
è più riconvertibile.

a Siemens AG 1990 Al1 Rights ReSe~ed 6285 410-OE005


SINUMERIK 810M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 . l 3 Gestione programma

Riconversione

Nel modo EDIT posizionare il cursore, nella maschera base "PROGR. PRINC.", sul blocco dati
voluto e confermare con il softkey "MASCHERA D'IMPOSTAZIONE".

(Maschera base per editare il programma


INSERZ. principale)
DATI
. .. INSERZ
DATI

Riconversione

I Posizione di partenza :
No. di passate
l
Variare liberamente i dati.

k
Posizione d'arrivo :
STORE Deve essere progettata la
funzione softkey (29 opp. 79).

L
... .. . .. . ...
l STORE
567
I I
Testo secondo le indicazioni
del costruttore.

Con "STORE" e possibile inserire i valori modificati nel blocco dati


corrispondente del programma principale. Viene di nuovo visualizzata la
maschera base del programma principale.

blocchi dati non sono più riconvertibili.

Esempio del risultato ottenuto nel programma principale


BFM:
XBFM 7
eccc (X:i!:Y) N10 LF (BFM: g o l a ) 1-100
R l l = 1 2 3 R12=24 . . . (BFW: g o l a ) LF Rll=-101 R12=-112

oppure
%l234 XBFM 7
(BFM: g o l a ) N-100
@ecc (X:Y:Z) N10 LF R11 = -101
R11 = 123 LF R12 = -112
R12 = 24 LF

(BFM : g o l a ) LF

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 67-85 410-OE005


SINUMERIK 810M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3. i . 13 Gestione programma

Funzione RICERCA BLOCCO con l'aiuto del no. blocco

Premessa:
La maschera d'impostazione deve essere appositamente progettata:
ad. es. nel BFM nel blocco programma
IBFM7 I1234
(BFM: ACCOSTAMENTO) N-100 : @ccc ( X : Y : Z ) N15

Comando
(Editare la maschera base per
11 programma principale)

...
I. I . .. INSERL
DATI

Rinconversione

(maschera d'impoctazione generata)

RICERCA
BiOCL"(j

I valori attuali vengono inseriti nei relativi settori d'impostazione; il blocco dati
viene selezionato tramite il settore di no. blocco (nell'esempio: BLOCCO).

STORE

[nI
CANCEL
BLOCCO
Inserimento dei dati nel blocco programma.

Azionando questo pulsante viene cancellato il numero del blocco scelto.

a Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OEQ05


SINUMERIK 810M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 .l3 Gestione programma

Funzione SELEZIONE PROGRAMMA mediante una maschera appositamente progettata

Premessa:
La maschera d'impostazione deve essere predisposta per questa funzione.

Esempio Programma 1234

maschera
generata

... ... ... ...


I
Nella maschera viene selezionato il no. di programma impostato
per I'EDIT del programma principale.

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 41 O QE005


SINUMERIK 81OM. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.14 "SIMULAZIONE"

3.1.l4 "SIMULAZIONE"
Con la funzione "SIMULAZIONE" è possibile collaudare un programma.
I movimenti dell'utensile vengono simulati graficamente sul video.

3.1.14.1 Settore di simulazione "AREA PEZZO GREZZO"


L'impostazione dei valori per il settore di simulazione e le dimensioni del pezzo grezzo
avviene con l'aiuto di maschere grafiche contenenti i campi d'impostazione.

I l settore di simulazione viene scelto in modo da contenere l'area di movimento


programmata.

I valori impostati non devono corrispondere necessariamente al rapporto dei lati dell'area di
simulazione; il controllo determina automaticamente la seconda coordinata in modo da non
ridurre nessuno dei valori impostati.

I canali NC ed il canale di simulazione possono influenzarsi a vicenda a

causa di dati ad essi comuni. ....

Dati comuni sono ad es.:

- spostamento origine impostabile


- spostamento origine programmabile
- correzioni utensili
- parametri R globali
- dati macchina
- dati setting.

L'influenza dei dati dei canali NC a causa del canale di simulazione può
essere interbloccata con un dato macchina. In questo caso la
simulazione non può avvenire simultaneamente alla lavorazione.

Sequenza operativa

PROGR.
PRINC. In uno dei modi operativi: PRESET/JOG/AUTOMATIC/
INC 1 ... INC 10000/REFPOINT azionare in sequenza i
softkey:
"PROGR. PRINC." ed "EDIT"

Q Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 (BN)
3 Sequenze operarive
3.1 . l 4 "SIMULAZIONE"

Impostare da tastiera un numero di programma a piacere


"O/o ..." (opp. " L ...")

- nell'esempio "%16".

SELEZ. SIMULA-
PROGR. ZIONE PIANO Azionare prima il softkey "SCELTA
PROGRAMMA" e poi i softkey
"SIMULAZIONE", " PIAIVO".

7 -v X-z X-Y
Selezionare il piano voluto con il
corrispondente softkey.

Sul video il piano di simulazione


prescelto viene evidenziato dallo
sfondo invertito.
PROGR. PRINC. % 16
PIANO SIMULAZIONE

)i
:.
.......
...
....
......
.....
....
:C4
.......
1 nomi degli assi del piano di simulazione sono definiti tramite dati
macchina e limitati agli assi 7 ... 3. Possono discostarsi dalla
definizione DIN.

Q Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZB5 410-OESO5


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.14 "SIMULAZIONE"

SIMULA-
ZIONE

Azionare il softkey "SIMULAZIONE".

AREA
PEZZO

Scegliere, nel nuovo menu softkey prescelto, la funzione


"AREA PEZZO".

Compare la maschera d'impostazione


riportata a fianco con i campi d'impo-
stazione relativi al "Settore di simula-
PROG. PRINC.% 16
zione".
AREA SIMULAL.
Il settore, nel quale avviene I'imposta-
zione, viene evidenziato dallo sfondo
invertito.

Impostare da tastiera tutti i valori richiesti


..a dai vari campi d'impostazione relativi al
"Settore di simulazione".
Ogni impostazione va chiusa con il pulsante
d'impostazione. Lo sfondo invertito salta
quindi automaticamente al campo
... successivo.

a Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.l4 "SIMULAZIONE"

PEZZO
GREZO Scegliere la funzione "PEZZO GREZZO"
con il corrispondente softkey.

Sul video compare la maschera d'im-


postazione con i campi d'impostazione
relativi alle quote del pezzo grezzo.

Il settore, nel quale avviene I'imposta-


zione, viene evidenziato dallo sfondo
invertito.

n
1 1. . . I
Impostare da tastiera la quota di "Pezzo
grezz~"rerricpnnd8nte ai vari campi della
maschera d'impostazione. Ogni immissione
. . va chiusa con il pulsante d'impostazione.
Lo sfondo invertito salta automaticamente al
campo d'impostazione successivo.

SIMULA-
ZIONE START
Azionare in sequenza i softkey
"SIMULAZIONE" e "START".

Sul video a questo punto viene simulato il percorso programmato.

STOP

La sequenza di simulazione può venire interrotta im


qualunque momento azionando il softkey "STOP".

RESET
Azionando il softkey "RESET" viene interrotta la
simulazione.

o Siemens AG i990 Al! Rights Reserved 6ZBS 410-OESOS


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.14 "SIMULAZIONE"

3.1 .l 4.2 Influenze sulla simulazione

Si può influire sulla simulazione in modo da adattarla al "FUNZIONAMENTO AUTOMATICO".

Sequenza operativa

PROGR. In uno dei modi operativi: PRESETlJOG/


AUTOMATICIINC l ... INC l00001 REFPOINT azionare in
sequenza I softkey:
"PROGR. PRINC." ed "EDIT".

Impostare da tastiera un numero di programma a piacere


"O/' ..." (oppure
"L ...")
- nell'esempio "% 16".

SELEZ. SIMULA-
PROGR. ZIONE
Azionare in sequenza i softkey "SELEZ.PROGRAMMA"
e "SIMULAZIONE".

Ampliare il menu softkey con il pulsante ETC.

il nuovo menu dei softkey offre 4 possibilità per influire sulla simulazione:

Queste quattro possibilità vengono


descritte piu avanti ai punti a) ... d)

a Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.l4 "SIMULAZIONE"

a) "INFLUENZA SUL PROGRAMMA"

INFLU.
PROGR.

Se si aziona il softkey "INFLUENZA SUL


PROGR." ...

... compare sul video la figura riportata


a fianco. Con i softkey è possibile
variare lo " Status" di simulazione,
selezionando la funzione desiderata e
confermando con "SI".

1 SINGOLO
SI-NO I BL. BAR
SI-NO
STOP PR
[SI-NO I SIMULA-
(LIONE (1
SIMULA-
ZIONE Azionare di nuovo il softkey "SIMULAZIONE" e
poi il pulsante ETC. Si ritorna così al menu per
influire sulla simulazione.

6 ) "RICERCA BLOCCO"

RICERCA
BLOCCO
Selezionare con il softkey la funzione
"RICERCA BLOCCO".

Sul video compare la visualizzazione


riportata a fianco.

PROGR PRINC. 5: 16
SIMULAZIONE RICERCA BLOCCO
N 4 L l P l N 4
L - ' O P O N O L O P O N O

Intr.: indice programma!

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.14 "SIMULAZIONE"

Impostare da tastiera il numero di blocco desiderato


"N .." (nell'esempio "25"; "N" non deve essere
impostato) e memorizzarlo con il pulsante d'impo-
stazione.
START

Azionare il softkey " START".

Dopo aver azionato il softkey "START" inizia la simulazione non dall'inizio programma, ma
dal blocco prescelto (nell'esempio "N25").

SIMULA-
ZIONE Azionare il softkey "SIMULAZIONE" e poi il
pulsante di ampliamento menu softkey. Si presenta
di nuovo il menu softkey per influire sulla simu-
lazione.

C) "MODO DI RAPPRESENTAZIONF'

MODO
RAPPR.

Azionare il softkey "MODO DI RAPPRESENTA-


ZIONE".

Sul video vengono rappresentate i tre


AUTOMATIC possibili tipi di rappresentazione:
"CONTORNO" e "TOGLIE".
PROGRAMMA PRINC. % 16
SCELTA RAPPRESENTAZIONE 7
- Il tipo di rappresentazione voluto può
CONTORNO CANCELLAZIONE essere scelto da softkey.

CON- TOGLIE TOGLIE SIMULA-


TORNO CENTRO ZIONE

Awertenza: ' "TOGLIE CENTRO" è un opzionale, attivo solamente se il bit opzionale è


impostato.
Significato di "TOGLIE CENTRO": asportazione con visualizzazione del
percorso, effettuato dal centro della fresa.

a Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6265 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 .l4 "SIMULAZIONE"

Nota:
Per la simulazione è possibile impostare la lunghezza l3 non considerata nei dati di
correzione utensile (vedi cap. 3.1.4),per 3 correttori utensili D...:

La lunghezza della fresa l3 diventa visibile nel tipo di


rappresentazione "TOGLIE" nel corrispondente
piano.

d ) "DATI DI SIMULAZIONE"

SIMULA- DATI
ZIONE SIMUL.
Se, dopo la selezione del tipo di rappresenta-
zione, si aziona il pulsante e "SIMULAZIONE"
"DATI DI SIMULAZIONE" ...

... compare la maschera d'impostazio-


AUTOMATIC ne riportata a fianco, per i "Dati di si-
muiazione" .
PROGRAMMA PRINC. % 16
DATI CONTROLLO SIMULAZIONE
Il settore in cui è possibile
impostarelvariare i valori è evidenziato
No. corrett. ut. Lunghezza fresa
D 1 5 dallo sfondo invertito.
D 2 6
D 3

Da tastiera è possibile impostare o variare


e..
max. 3 correttori D... ed i rispettivi valori per
la "Lunghezza fresa" (l3). Dopo ogni
immissione chiusa con il pulsante
d'impostazione, viene evidenziato il campo
successivo.
e..

SIMULA- Azionare di nuovo il softkey


ZIONE "SIMLILAZIONE" e poi il pulsante per
ampliare il menu softkey. Si ritorna al menu
softkey per influire sulla simulazione.

@ Siernens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operatwe
3.1 . l 4 "SIMULAZIONE"

Esempio per la simulazione di un programma principale ("Oh16):

Sottoprogramma L1

Sul video viene rappresentato:

Oh16 No. del programma pezzo


N.. No. di blocco
L.. No. del sottoprogramma
P.. No. di ripetizioni del SP
X . . Y. . Posizioni attuali degli assi
z . .,
X124.60 Settore di simulazione per
" X
YiO.OOO Settore di simulazione per
" Y"

F.. Avanzamento attuale


Le funzieni T, E,H, M, S nnn vengono
visualizzate.
Eventuali annidamenti di sottopro-
grammi non vengono visualizzati, ma
vengono simulati.

3.1 .l 5 Immissione/emissionedei dati

Per I'immissionelemissione dati è prevista sulla parte posteriore del controllo un'interfaccia
V.24120 mA ( = interfaccia 1, con possibilità variabile di allacciamento alle periferie).
Una seconda interfaccia V.24 ( = interfaccia 2, con assegnazione fissa ad un determinato
apparecchio) è possibile.

Una seconda interfaccia V.24 è attivabile solo con


I'o~zionale" C62".

Per le intetfacce seriali sono previsti dei dati di personalizzazione. Questi dati possono essere
modificati richiamando con la funzione "DATI UTILIZZ.". La modifica dei dati d'interfaccia - in
particolare per I'interfaccia 1 - è necessaria per adattare il SINUMERIK 820M ai vari
apparecchi periferici (stampante, lettore di nastro, dispositivi di programmazione ecc.).

Informazioni sulle impostazioni necessarie o sulle modifiche dei "Dati setting in bit" sono
riportate al cap. 3.1 . l 5 1 ("Dati setting in bit") ed al cap. 6.3 (preimpostazione dei dati setting
per i vari apparecchi periferici).

e Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
5 Immissione/emissionedei dati
3.1 .l

3.1.15.1 Dati setting in bit


I dati setting - a partire dal byte no. 5000 (fino al 5029) - sono composti ognuno da 8 bit:
no. O ... no. 7. Questi dati servono per adattare le interfacce 1 e 2 ai vari apparecchi periferici.

Chiarimenti sulla struttura di un dato setting:


(ad es. per il dato setting (DS) 501 1)

Possibili stati dei bit:


+ "1"0"" == bitbit settato
non settato

7 6 5 4 3 2 1 0
+ No. del bit
t
No. del dato setting
\
V

Matrice di
/

configurazione binaria
del byte per il dato
Tramite una maschera d'impostazione è possibile impostare/modificare la binaria voluta di
un qualunque byte compreso tra 5000 e 5029.

DATI
UTILIU.
Azionare in un modo operativo qualsiasi il softkey "DATI
UTILIZZ." .

Ampliare con il pulsante ETC il menu dei softkey.

BIT
SETTING

Abilitare con questo pulsante la funzione "BIT SETTING".

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserveci 6285 410-OESo5


SINUMERIK 820M, GA3 1BN)
3 Sequenze operative
3.1.l 5 Irnrnissione/ernissionedei dati

Compare la maschera d'impostazione


riportata a fianco.
Il dato setting è evidenziato su sfondo
invertito, nella prima riga del video.

Con i pulsanti del cursore è possibile posizio-


narsi su un qualunque altro dato setting,
oppure ...

...impostare da tastiera il numero di un


determinato dato setting ed azionare il pulsante
di ricerca.

Il campo evidenziato si trova a questo punto sulla matrice a bit (8 bit) del dato setting no. 5
ricercato.

Con i pulsanti "0" oppure "1" della tastiera


numerica impostare la matrice a 8 bit, e
memorizzarla con il pulsante d'impostazione.
Non è necessario impostare gli zeri non
significativi.

Procedere allo stesso modo per tutti gli altri dati setting da impostare.

o Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.l5 Immissione/emiss~onedei dati

3.1.15.2 Immissione dei dati

Sequenza operativa

DATI
IN-EM. In uno dei modi operativi:
PRESET/JOG/AUTOMATIC/ INC 1...INC 1OOOOREFPOINT
azionare il softkey "DATI INIEM.".

Compare la maschera d'impostazione,


riportata a fianco, con il campo d'impo-
stazione " Interfaccia d'immissione"
INTRODUZIONE DATI evidenziato su sfondo invertito.
Memoria abilit.: 116506 caratteri

Nr. interf. introd. dati:

Asse~nazioneinterf.: 1 = PLC-PROG
2 = RTS-LINE

Impostare adesso:
"1 " ( per I'immissione da interfaccia l ) oppure
"2" ( per I'immissione da interfaccia 2)
e memorizzarlo con il pulsante d'impostazione.

DATI IN
START
Scegliere la funzione softkey "DATI IN START ".Viene
abilitata con la ricezione dei dat; da parte del controllo.

Sul video (in alto a destra) compare la sigla D10 (Dati Inputl Output).
Sotto Tipo daa vengono riportati i dati inviati dal terminale (lettore, dispositivo di
programmazione).
La seguente tabella riporta i tipi di dati memorizzati nel SINUMERIK 820M.

@ Siemens AG 1990 Al1 R~ghtsReserved 6ZBS 410-OESOS


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
5 Immissione/emissione dei dati
3.1.l

I MPF Programma pezzo (Main Program File) I


i SPF S c d @ ~ a m r n (Sub
a Program file)
i
t
TOA Correzioni utensile (Tool Offset Active) 1
I ZOA SpostameMo arigine (zero ~ f f s e~t c w e )
1
1 TEA 1 Dati macchina NC (TEsting Data Active 1) 1
I TI32 Dati d i n a PLC fTEstbg Data Active 2)
1 PCA Testi di allarme PLC (Programmable Control Alarms) 1
PCP Prugrarnma PL,G (Programmah k f r d Program)
I RPA Parametri R con assegnazione di valore (R-Parameter Active) I
SEA indirizzi can assegnazioni dt valore fSEtting Da& Active)
1 CLF Istruzione di cancellazione (CLear File) I
ASM Mdulo dì memoria utente

Sotto I controllo segnala il codice del tipo di periferia da


allacci codici delle diverse periferie vedi cap. 6.3).

STOP
Con il softkey "STOP" è possibile interrompere in qualsiasi
momento l'immissione dati.

DATI IN
START
Permette di proseguire I'immissione dei dati.

.......... ...... ................ ................... .. .. . . ............... ......... ................... . ..... ........,... ..,...
, . . ... . . ... . .. . .. .. . . . . . .. . . . .. .., . ., ,.. .. .

determinato tipo di dati.

o Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6295 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 . l 5 Immissione/emissione dei dati

Note.
Durante I'immissione tramite nastro perforato i dati da impostare vengono controllati in merito ad errori semplici
Tutti i caratteri di un nastro perforato hanno una caratteristica comune'
nel codice ISO hanno sempre un numero pari di fori
nel codice EIA hanno sempre un numero dispari di fori.

Con il primo carattere letto "%" (ISO) opp. "EOR" (EIA) 11 controllo riconosce automaticamente il codice giusto.
Il criterio "fori in numero pari" oppure "fori in numero dispari" viene utilizzato a partire dal secondo carattere del
programma per un controllo di parità di carattere.
Se si ripete il caricamento di un programma già esistente nella memoria, verra eseguito. come ulteriore verifica, un
confronto completo tra i due programmi. In caso di differenze, la lettura viene arrestata e viene segnalato un errore sul
video.

3.1.l 5.3 Emissione dei dati

DATI DATI
IN-EM. EMISS. In uno dei modi operativi: PRESETI JOGI AUTOMATIC/
INC1...INC 100001 REFPOINT azionare il softkey "DATI
IN-EM." e quindi "DATI EMISS.".

Compare la maschera d'impostazione


AUTOMATIC riportata a fianco con il campo d'impos-
tazione per "lnterfaccia di emissione"
EMISS.-DATI evidenziato su sfondo invertito.
Memoria abilit.: 38940 caratteri
Tipo dati:
Nr. interf. per emis. dati. ::E,
Assegnazione interf.: 1 = RTS-LINE
2 = RTS-LINE

CORR. SPOST. DATI PROG. DAT MAC


UTENS. ORiG. MACCH. PRINC. PLC >

Impostare adesso:
"l" ( per l'emissione da interfaccia l)oppure
"2" ( per I'emissione da interfaccia 2)
e memorizzarlo con il pulsante d'impostazione.

PROGR.
PRINC.

Selezionare da softkey, ad es., la funzione "PROGR.


PRINCIPALE".

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.l 5 Imrn~ssione/emiscionedei dati

Compare la maschera d'impostazione


AUTOMATIC riportato a fianco.

Prog. Princ.: Sottoprog.:


Inizio
Fine
: %
: %
mO
Inizio : L
Fine : L
O
O

Nr. interf. per emis. dati: 2


Assegnazione interf.: i = RTS-LINE
2 = RTS-LINE

ISTART
ISTART I 4
START
PROG. PR. SO'TTOP
STOP

Con i pulsanti del cursore selezionare nella


maschera d'impostazione la riga superiore
delle due del programma principale "Oh.."
oppure (a destra) del sottoprogramma "L...".

Impostare da tastiera il numero del


programma principale o del sottoprogramma
dal quale deve iniziare l'emissione.
Memorizzare I'impostazione con il pulsante
d'impostazione.

Con il pulsante del cursore selezionare ora


nella maschera d'impostazione la riga infe-
riore delle due del programma principale
"% ..." oppure (a destra) del sottoprogramma
"L...".

Impostare da tastiera il numero del program-


ma principale o del sottoprogramma con il
quale deve terminare I'emissione.
Memorizzare I'impostazione con il pulsante
d'impostazione.

START START Azionare il softkey:


PROG. PR. SOTTOPR. "START PROGR. PR." oppure "START
SOTTOPR." viene avviata la funzione di
emissione (emissione dei dati) del controllo.

Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OESOS


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1.15 Immissione/emissionedei dati

STOP
Con il softkey "STOP" è possibile interrompere
l'emissione in ogni momento.

START START
PROG. PR. SOTTOPR.
Viene riavviata l'emissione dei dati.

OPP.

A termine del trasferimento (emissione dei dati), con


il pulsante RECALL si ritorna al menu softkey
sovraordinato.

E' possibile scegliere I'emis-


sione di altre funzioni tra quelle
DM-xC riportate qui a iiancu nel menu
softkey ("PROGR. PRINC." è
già nota, vedi sopra).

Ampliare con il pulsante ETC il menu softkey


visualizzato.

7-r
* _
.....................................................

,,
. ....

. . ........................................
.
..................................... . ..............
.....
...............
.::.,,: ,::.::
. .. . ...... .. . .. . . . . . ,.,.. :. :. .. ..""'. . . . . .::':.:':':
.:, !:':'::L:c:
. . . ..:.
..._...:...:
La funzione visualizzata offre la possibilità di emettere
.....................................
%.. .>.... . .:>i'
:,::::.:i:i
........................
.., .........................
. .......................... .... .... ....... ........................ .. .. .. .. . ..........................
: : : :::' .... .: : ..::.::i:
........................................
.......
. .i':.::::
i dati di tutti i parametri R.
,:>:.>:.:::
>....>....:.......,.
?...............................................
. . . . . . . . . . . . . . ..>...........
. . ..................................
........................................................................................
..
:.: .:.
....
.:>:::::::::;+:;

PARAM. R

Azionare il softkey "PARAM. R".

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 .l 5 Imrnissione/ernissione dei dati

Impostare da tastiera, nel campo


d'impostazione evidenziato,
........
.......
il
numero di canale ii.j:iji..ij.$;i'
..........
i:
..................

"1" per I'emissione parametri R


locali, canale 1
"2" per I'emissione parametri R
locali, canale 2
"0" per I'emissione dei parametri
R centrali
START
Con il softkey "START" avviare I'emissione dei parametri R.

STOP
In qualunque momento e possibile sospendere la emissione
con il softkey "STOP" e proseguirla con il softkey " START".

Nello stesso modo possono essere richiamati ed emessi gli altri dati del menu, spiegati più
avanti:
- "CORREZIONE UTENSILE"
- "SPOSTAMENTO ORIGINE"
- "DATI MACCHINA"
- "DATI MACCHINA PLC"

START
ETX Il softkey "START ETX" consente I'emissione del carat-
tere di fine trasmissione depositato nei dati setting.

L'emissione avviene sempre, indipendentemente dal fatto


che sia predisposta la linea RTS o il protocollo
X-ONH-OFF.

Nota:
La selezione dei dati, cioè I'emissione di settori parziali - come per "PROGR. PRINC." - non e possibile.
L'impostazione del numero del canale viene richiesta dal controllo solo per I'emissione dei parametri R.
Tramite dati setting (DS 5016, bitl) è possibile scegliere l'emissione dei dati conisenza coda iniziale e finale.

e Siemens AG 1990 All Rights R e S e ~ e d 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.1 . l 5 Immissiondemissione dei dati

3.1.15.4 Ricaricamento a blocchi di un programma pezzo

La funzione "Ricaricamento a blocchi" (BTR) è un


opzionale di vendita.

Sequenza operativa

DA-rI Azionare il softkey "DATIINIEM." in uno dei modi


INIEM.
operativi:
PRESETIJOGIAUTOMATICIINC 1 ... INC 10 0001
REFPOINT.

START
BTR
Premendo il softkey "START BTR" si attiva la funzione
-.
!!
nicaricamenio a Gioc~hi".

Questa funzione consente di eseguire programmi pezzo che non trovano posto nella memoria
di programma del controllo (max. 128 kbyte).
Pertanto un programma pezzo proveniente da una memoria esterna (nastro perforato,
dischetto, calcolatore) può essere immesso attraverso un'interfaccia standard e
contemporaneamente elaborato. Il numero di programma per l'elaborazione va impostato nella
figura base AUTOMATIC. Dopo 10 "Start NC" del rispettivo canale, I'interfaccia inizia la
lettura. Sullo schermo appare la sigla "BTR". L'interfaccia va definita con I'impostazione nella
corrispondente maschera.
Si possono attuare tutte le funzioni DEC-SBL, SBL, ... come durante il funzionamento normale.
Anche la ricerca di blocco può essere fatta senza limitazioni, avviando I'interfaccia con il
softkey "Start ricerca". Dopo la ricerca, con "Start NC" viene ripreso il normale funziona-
mento.
Il blocco attuale viene visualizzato sia nella figura base AUTOMATIC sia con il funzionamento
normale.
Durante la trasmissione dei dati avviene un confronto tra il numero di programma scelto dalla
figura base ALITOMATIC con il numero di programma ricevuto dalla memoria esterna. Può
essere scelto solo un programma principale. Se i numeri di programma non sono identici,
viene emesso un messaggio di errore. In caso diverso ha luogo l'esecuzione del programma.
Se s'imposta il numero di programma O nella figura base AUTOMAI-IC, viene annullata la
verifica del numero di programma in arrivo. Pertanto vi è la possibilità di leggere un programma
di cui non si conosce il numero.

Q Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3. l. 15 Immissione/ernissionedei dati

Buffer ad anello
Il buffer ad anello è collocato all'interno della memoria di programma e memorizza parti di
programmi caricate tramite interfaccia.
Con il buffer ad anello si riduce la capacità della memoria di programma. In fase di messa in
servizio è possibile fissare l'estensione del buffer ad anello per mezzo di un DM-NC. In seguito
è necessario riformattare la memoria del programma pezzo.
Il buffer ad anello può contenere al massimo 2 programmmi, che possono essere elaborati in
modi differenti:
Se il buffer ad anello contiene un solo programma pezzo o parti di esso viene attivato il
normale funzionamento BTR.
Se il buffer ad anello contiene due programmi pezzo, essi possono essere elaborati in
sequenza con "Start NC". Durante l'elaborazione del 1 " programma è possibile trasferire il
2" programma nel buffer ad anello. Al termine del 1 programma viene avviato il 2" e
O

inizia il trasferimento del 3" E' l'operatore a determinare in quale ordine vengono trasferiti
ed elaborati i programmi nel buffer ad anello. Contrariamente alla memoria di programma, il
buffer ad anello dichiara non valido il programma già elaborato e quindi crea
automaticamente il posto per il caricamento dei programmi successivi. Non è quindi
necessaria una riorganizzazione come quella operata nella memoria di programma.
La trasmissione dei dati tra l'apparecchio periferico e I'NC può essere eseguita in due modi.
Trasmissione non protetta
Con la funzione "CARICAMENTO A BLOCCHI" la trasmissione non protetta dei dati viene
gestita dall'NC tramite emissione di segnali interfaccia XONMOFF.
L'NC dà l'avvio alla trasmissione ciei ciaii daiia m e i i i ~ i i acon I'smissione di uri ceyna!e YON. La
memoria esterna trasmette poi i dati alllNC finchè il buffer ad anello non è pieno (area di
memoria libera < 120 Byte) e I'NC non interrompe il flusso dei dati con il segnale XOFF.
Quando il buffer ad anello si è nuovamente svuotato I'NC emette il segnale XON e la
trasmissione dei dati continua.
Trasmissione protetta
Tramite DM-NC è possibile stabilire se proteggere o meno la trasmissione dei dati periferici.
Se tramite DM-NC è stata selezionata la trasmissione protetta dei dati (bit su "1 ") con l'avvio
della trasmissione si attiva la procedura 3964R.
Dopo il comando di Start-NC il controllo invia all'unità periferica un blocco d'istruzione (blocco
d'inizializzazione).
Il blocco d'istruzione contiene tra gli altri dati il numero del programma desiderato, in modo che
alla ricezione del blocco l'unità periferica inizia con la trasmissione dei dati corrispondenti. Per
ulteriori informazioni sullo svolgimento dello scambio dei dati consultare le "Istruzioni per la
messa in servizio".

@ S~emensAG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 IBN)
3 Sequenze operat~ve
3.1. l 6 Due lingue selezionabili

Nota:

Quando si approntano programmi pezzo che vengono caricati nell'NC blocco dopo blocco, va
tenuto presente quanto segue:

- Nei programmi principali non sono possibili istruzioni @ con salti all'indietro.
- I salti in avanti sono ammessi, anche se la destinazione del salto non è ancora presente
nella memoria ad anello. Questa viene via via caricata, fino a trovare il blocco destinazione.
- E' possibile richiamare sottoprogrammi solo se essi sono presenti nella memoria del
programma pezzo dell'NC oppure nell'ASM.
- Nel sottoprogramma sono ammesse istruzione @ con salti.
- Non è possibile I'editing del programma pezzo dalla memoria ad anellol).
- Non è consentita la generazione di un programma pezzo nel buffer ad anello.
Qualora venisse individuato un errore di programmazione non è possibile correggerlo con la
funzione "Blocco corr.", perchè apparirebbe l'allarme "Blocco correzione inesistente".
- Richiamando la funzione "Caricamento a blocchi" durante la fase attiva dell'interfaccia
appare sul monitor la segnalazione di errore "lnterfaccia occupata" e il programma non
viene avviato.
- Se la funzione "Caricamento a blocchi" è già attiva e la 2* interfaccia viene attivata dal
PLC, appare sul monitor l'allarme "Interruzione V24". Continua comunque l'elaborazione del
programma inserito nell'interfaccia 1.
- Quando la capacità di memoria del buffer ad anello è di zero byte e la memoria di
programma viene riformattata, appare sul monitor l'allarme "Errore di formattazione della
memoria di programma".

3.1 .l 6 Due lingue selezionabili


I testi della superficie operativa standard sono disponibili in due lingue. Nella maschera "Stato
del software" la lingua selezionata è contrassegnata da una freccia ( > ) .

La maschera "Stato del software" compare dopo la selezione dei softkey DIAGNOSI e
VERSIONE SOFiWARE. La selezione della lingua è definita da un dato macchina.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OESO5


SINUMERIK 820M. GA3 (BNì
3 Immissione'emissione dei dati
3.2 Lavorazione

3.2 Lavorazione
3.2.1 Start di un programma pezzo

Porre il selettore modi della pulsantiera di


macchina esterna sul simbolo di
" AUTOMATIC"

Impostare il numero di programma pezzo


voluto - nell'esempio "%77"- e memorizzarlo
con il pulsante d'impostazione.

Azionare il pulsante "Start programma" sulla


p~!can!ieradi macchina.

Si accende la spia verde "Programma in


esecuzione".

La spia verde "Assi non ancora in posizio-


ne" rimane accesa finché tutti gli assi han-
no raggiunto la posizione programmata.

Se si accende la spia rossa "Arresto avanzamento",


significa che I'avanzamento è stato arrestato.

Azionare il pulsante "Start mandrino" d o il pulsante


"Start avanzamento".
Manca il consenso all'avanzamento da parte del PLC.
Eliminare il blocco per I'avanzamento seguendo le
istruzioni del costruttore della macchina utensile. Poi si
spegne la spia rossa "Stop avanzamento".

Dopo la partenza del programma sul video vengono visualizzati i "VALORI ATTUALI"
oppure il "BLOCCO ATTUALE".

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
09.91 3 Sequenze operative
3.2.2 Modo operabvo "AUTOMATIC" - richiamo della visualizzaz. "VALORI ATTUALI" opp. "BLOCCO ATTUALE"

3.2.2 -
Modo operativo "AUTOMATIC" richiamo della visualiuazione
"VALORI AiTUALI" opp. "BLOCCO AiTUALE"

Premessa:
Viene eseguito un programma pezzo nel modo operativo "ALITOMATIC".

Posizionare il selettore modi della


pulsantiera di macchina esterna sul
simbolo "AUTOMATIC".

Sul video compare la visualizzazione


base.
"VALORI ATTUALI" relativi al
L O P 0 N O programma in esecuzione -
nell'esempio il programma "%77".

Percorso rirnan

Con il pulsante ETC è possibile ampliare il menu dei softkey.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative 01.93
3.2.2 Modo operativo "AUTOMATIC" - richiamo della visualizzaz. "VALORI ATTUALI" opp. "BLOCCO ATTUALE"

I dati riportati sul video non variano.


Vengono però visualizzate le 5 nuove
funzioni softkey riportate a fianco.
Non vengono più visualizzate le
funzioni ausiliarie.
Visualizzazione aggiuntiva dei giri del
20 mandrino (se presente) ed
ampliamento della visualizzazione della
posizione fino a 7 assi.

Si ritorna alla visualizzazione precedente.

Deswizisne detk visuafuzazioni "VALORI ATTUA


Visualizzazione del programma prescelto (indice di
prucjramma).

Indice di lavorazione con indicazione del numero di


blocco ("N2OU),del numero del sottoprogramma L-...,
delle ripetizioni P... e del numero di blocco nel
sottoprogramma, ripetuto per 4 annidamenti.

Valori di riferimento e reali per la velocità del mandrino


pilota e per l'avanzamento (carattere dopo valore di
avanzamento: "R" = avanzamentolgiro, "M" =
avanzamento lineare, "Un = avanzamento giri).
\
Override del mandrino e
dell'avanzamento in % .

Funzioni M (M3)
Numero del correttore utensile ("D2"),
numero utensile ("T1" )
ed altre funzioni ausiliarie e supplementari.

i Posizione attuale e percorso residuo degli assi.

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
09.91 3 Sequenze operative
3.2.2 Modo operativo "AUTOMATIC" - richiamo della visualizzaz. "VALORI ATTUALI" opp. "BLOCCO ATTUALE"

Azionare il softkey "BLOCCO ATTUALE".

Sul video compare la visualizzazione


"BLOCCO ATUALE" per il program-
ma in esecuzione - nell'esempio
% 77 N 10 P 0 N O " o/' 77" .
N0005 M3 Si000 LF
I N0010 GO X10 Y20 LF
N0015 T1 D2 G7 F4OO 230 LF
Funz -G attuale Percorso riman
GOO G16 G4O X -16.513
G54 G60 Y -16.513
G71 G8O G90 G94 Z 0000
C1 0.000
C2 0.000

Oltre alle visualizzazioni già chiarite ("VALORI ATUALI") viene visualizzato:


il blocco precedente il "blocco attuale"; qui il blocco "NS"
il "blocco attuale"; qui il blocco "N10"
e il blocco seguente il "blocco attuale"; qui il blocco "N15".

Invece delle posizione reali dei singoli assi, come avviene nella visualizzazione "VALORI
ATTUALI", qui vengono mostrate le funzioni G attuali.

Note:
Se il blocco attuale comprende più di 41 caratteri il blocco successivo non viene visualizza-
to.
Anche il blocco che precede o segue il "blocco attuale", se è più lungo di 41 caratteri, non
viene visualizzato.

Cicli autogenerati (cicli utente) vengono visualizzati anche dopo un


blocco dei cicli, in "BLOCCO ATTUALE".

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"


Generalità:

Le influenze che intervengono sul funzionamento "AUTOMATIC" (ad es. le funzioni


programmate) vengono visualizzate nella prima riga del video.

Visualizzazione: STOP: AUTO Interrotto

Interruzione del funzionamento "AUTOMATIC" (stop programma), vedi


cap. 3.2.3.4 "Interruzione del programma".

Visualizzazione: STOP: B ~ C Eskgob


O

E' stato eseguito un blocco di programma (con selettore "Blocco singolo


ON").

Visualizzazione: STUE Arresto progr. W1

Interruzicrne prngrarnrnata del programma in corso.

Il programma può proseguire con il pulsante di

"Start programma"

Visualizzazione: STOP: C m ~ s feaura


o

Il consenso lettura è un segnale d'uscita del PLC. Sopprimendo il


consenso lettura viene portato a termine il blocco attuale. Il blocco
successivo non viene più eseguito.

Visualizzazione: STOP: Tempo di sosta

Il proseguimento del programma viene arrestato per la durata del tempo


di sosta programmato.

Nota:
"Stop avanzamento" non viene segnalato sul video.

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

3.2.3.1 Influenze sul programma


I programmi in esecuzione possono essere influenzati azionando i seguenti softkey.

Sequenza operativa

INFLU.
PROGR.

Nel modo di funzionamento "AUTOMATIC" oUMDI-


AUTOMATIC" azionare il softkey "INFLUENZA SUL
PROGRAMMA".

Sul video compare la figura riportata a


fianco con un menu per 5 funzioni.

Azionando uno dei 5 softkey è possibile cambiare la predisposizione "NO" in "SI". La


funzione è attiva quando è predisposta su "SI".

BL.BAR.
SI-NO

Selezionare ad es. la funzione "BLOCCO ESCLUDIBILE" .

Visualizzazione: Blocco barrato St

I blocchi del programma che portano una barra davanti al numero di blocco ("IN...") ven-
gono saltati nell'esecuzione del programma.

a Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

PROVA

Selezionare da softkey ad es. la funzione "CICLO PROVA"

Visualizzazione: CIcio prova SI

Tutti i blocchi per i quali è stato programmato un avanzamento (G01, G02, G03, G33, G34,
G35) vengono eseguiti con I'avanzamento per "ciclo prova" impostato con un dato setting e
non con I'avanzamento programmato.
Il ciclo prova vale anche al posto dello "Avanzamentolgiro" G95 e dell'avanzamento per
filettatura (G33,G34,G35).

STOP-PR.
SI-NO

Selezionare da softkey ad es. ia funzione


"STOP PROGRAMMATO".

Visualizzazione:

Se nel programma è stato inserito "M01" si ha l'arresto del programma.


Se la funzione softkey è predisposta su "NO", la funzione "M01 " non viene considerata.

OVERR.
SI-NO

Selezionare da softkey ad es. la funzione


"OVERRIDE DEL RAPIDO".

Visualizzazione: Quefrtde dei rapido Sf

Questo segnale presuppone che venga utilizzato un unico selettore in comune per
I'avanzamento e per il rapido:
Con "NO" I'override è attivo solo per "l'avanzamento".
Se la funzione softkey è su "SI" I'override agisce sia per I'avanzamento che per il rapido.

a Siernens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SiNUMERlK 820M.GA3 (BNi
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Awertenze per l'applicazione di "OVERRIDE DEL RAPIDO".

Durante l'elaborazione di un nuovo programma NC i l selettore per I'override del rapido puo essere attivato con un
interruttore a chiave. Tramite "ovenide avanzamento", sul pannello operativo dell'utente vengono prelmpostati I
seguenti valori di correzione del rapido:

Posizione Valore di correzione in O/O

1 1
2 1o
3 50
4 100

Questa tabella vale solo se è senato il dato macchina "Previsto I'override per il rapido". Negli altri casi per il rapido
viene considerata la posizione fissa di 10O0/o di correzione.

BLS.DEC
SI-NO
Selezionare la funzione da softkey, ad es., "DECODIFICA BLOCCO
SINGOLO".

Visualizzazione: Ckodfica Mocco sfngak S1

Se la funzione è attiva con "SI" il controllo genera il segnale "Decodifica blocco singolo
attiva".
Questo segnale ha effetto, all'interno del programma in corso, al termine del blocco che
sta eseguendo una decodifica all'insorgere del segnale.

O Azionando il pulsante "Starì programma" viene eseguito il blocco


singolo di decodifica.

Premendo ancora il pulsante "Starì programma" viene eseguito il


blocco singolo di decodifica successivo ecc.

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 812M. GA3 (BN)
3 Sequenze operatwe
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Nota:
In un modo simile lavora la funzione "Blocco singolo" (2.1 . l -6)

Azionando questo pulsante viene attivata la funzione "Blocco


singolo".
Il segnale derivante è attivo al termine di un blocco in esecuzione
(attuale).
Nella prima riga del video compare: "SBL" (Single Block).

Azionando il pulsante "Start programma" viene eseguito il blocco


singolo.

La tabella seguente indica per quali blocchi deve essere presente il segnale "Decodifica
blocco singolo attiva" e per quali il segnale "Blocco singolo attivo" se si vuole eseguire il
programma blocco per blocco.

H = E' necessario 11 segnale "Blocco singolo" oppure "Decodifica blocco singolo"

I blocchi che sono stati "preelaborati" nella memoria intermedia in assenza del segnale
"Decodifica blocco singolon - ma che non sono stati ancora elaborati - non possono
essere più arrestati.

Un " Decodifica blocco singolo" può essere influenzato con " SOVRAMEMORIZZA-
ZIONE" (vedi cap. 3.2.3.2)

0 Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Ampliare il menu softkey richiamato con "INFLUENZA PROGRAMMA"

CONTROLLO PROGR.
Stato interno:
FUNZ. RESOLVER DIFFERENZIALE NO

DRF
SI-NO

... ed azionare infine il softkey "COIVSENSO VOLANTINO DRF".

Visualizzazione:

In questo modo viene abilitata la funzione "DRF" (Differential Resolver Function). E' ora
possibile attivare col volantino un asse non ancora selezionato.
L'assegnazione degli assi al volantino viene stabilita mediante i dati setting assi (vedere cap.
3.2.6).
Può essere attivato sempre un solo asse per volantino. Se viene scelto un secondo asse,
quello precedente viene automaticamente disattivato (per ulteriori dettagli ved. il cap. 3.2.9
"VOLANTINO" e il cap. 3.2.10 "DRF").

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenzesul funzionamento "AUTOMATIC"

3.2.3.2 "SOVRAMEMORIZZAZIONE"
Con la funzione "SOVRAMEMORIZZAZlOnIE" è possibile variare uno o piu valori nella
memoria intermedia.

Per " SOVRAMEMORIZZARE" è necessario arrestare il programma.

Premessa:
Nel modo operativo "AUTOMATIC" è in esecuzione un programma:

ODO
I Azionare il pulsante "STOP PROGRAMMA"

MEMOR.

Ampliare il menu softkey ed azionare il softkey


" SOVRAMEMORIZZAZIONE" .

Compare la maschera d'impostazione


riportata a fianco con il campo d'impo-
stazione evidenziato dallo sfondo
invertito.

@ Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6285 410-OEsO5


SINUMERIK 820M. GA3 (BNi
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Adesso è possibile variare i seguenti dati:

numero utensile T ...


numero di correzione utensile D...
giri del mandrino S... opp. S I = ..., S2 = ..
funzioni ausiliarie H...
funzioni aggiuntive M... opp. M n = ...

Spostare con i pulsanti del cursore lo


sfondo invertito su un campo
d'impostazione desiderato.

Impostare il primo valore di correzione da


tastiera e memorizzarlo con il pulsante d'im-
postazione

ecc. ecc.

Una volta impostate tutte le correzioni azio-


nare il pulsante " Start programma".

Il programma prosegue ora con questi nuovi valori, fino a che nel programma non compare
un nuovo valore per la funzione sovramemorizzata oppure fino a quando non vengono
introdotti nuovi valori mediante "SOVRAMEMORIZZAZIONE".

e Siemens AG i990 Ali Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

3.2.3.3 "RICERCA BLOCCO"


La funzione "Ricerca blocco" consente la partenza del programma da un qualsiasi punto. Nella
figura "Ricerca blocco" viene impostato il numero del programma e del blocco.

E' possibile anche la ricerca blocco nell'ambito di un annidamento di un sottoprogramma. Per


ottenere questo introdurre nel programma principale il numero di blocco nel quale è
programmato il richiamo di sottoprogramma. Digitare quindi il numero del sottoprogramma, il
rispettivo numero di ripetizioni ed il numero di blocco.

Durante la ricerca blocco vengono eseguiti gli stessi calcoli come per una normale esecuzione
del programma, però senza movimento degli assi.

L'emissione delle funzioni ausiliarie durante la ricerca


Q
, ..,. . , , ,

blocco viene definita tramite dati macchina. .. .......... .,......


, ,. ........

In base alla predisposizione fatta in fase di messa in servizio le funzioni H, M, C, e T vengono


emesse interamente o parzialmente oppure vengono completamente soppresse.

Azionare il pulsante di RESET sulla


pulsantiera di macchina.

Posizionare il selettore modi della pulsantiera


di macchina esterna sul simbolo
"AUTOMATIC".

RICERCA
BLOCCO
Ampliare il menu softkey visualizzato ed
azionare infine, la funzione softkey
"RICERCA BLOCCO".

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Compare la maschera d'impostazione


riportata a fianco con il campo d'im-
RICERCA BLOCCO IN CORSO postazione evidenziato su sfondo in-
Blocco ricercato Blocco attuale vertito.
N10 L O P 0 N O
L O P 0 N O L O P 0 N O
L O P 0 N O L O P 0 N O
L O P 0 N O L O P 0 N O

Inrr: ~ndiceprogramma!
Spostamento in modo REPOSI

Impostare "O/O" per il programma principale


e "L" per il sottoprogramma e azionare il
pulsante d'impostazione. Lo sfondo invertito
si sposta sul campo d'impostazione del
relativo numero di programma.

Iinpuctarz da tas:ie:a i! numere di

... programma e memorizzarlo con il


O..."

pulsante d'impostazione.

Impostare ora il numero di blocco "..." da


... ricercare, e memorizzarlo con il pulsante
d'impostazione.

START
Azionare il softkey START.

. . , : :..........................
..:..:..:...
. .. .. ....... . . ... :. . . . ,. . . : :
..... . . ..... .,:,. ..:........
.. ..... .

...
...:.....
...
delle assi programmate nel blocco attuale !i:
giunte attraverso I'interpolazione lineare.
Attenzione: Pericolo di collisione! ..:.)
.:. .:
,...

Avviare l'esecuzione del programma con il


pulsante "Start programma".

Dopo la "RICERCA BLOCCO", nel modo operativo "REPOS", è possibile eseguire la


differenza calcolata tra la posizione attuale e la posizione da raggiungere, dopo aver
selezionato l'asse mediante i tasti direzionali.

S~emensAG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Posizionare il selettore dei modi operativi della


pulsantiera di macchina esterna sul simbolo " REPOS".

Lo "Offset Repos", rispetto al punto d'arrivo del precedente blocco, viene visualizzata sul
video.

Sulla pulsantiera di macchina esterna


scegliere l'asse da muovere con il selettore
assi e ...

... azionare poi un pulsante direzionale.

II controllo porta l'utensile, con interpolazione lineare, sul punto finale del blocco precedente.

Posizionare il selettore modi operativi di


nuovo sul simbolo "AUTOMATIC".

L'esecuzione del programma viene proseguita dopo aver azionato il tasto "NC-Start" .

o Siemens AG 1990 Al1 Rights Resetved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

3.2.3.4 Interruzione del programma

Sequenza operativa

Il programma in corso può essere interrotto in due modi:

1) Effettuando un cambio di modi operativi mediante reset (ved. cap. 2.3.4). Gli
azionamenti vengono arrestati, mantenendo il movimento di percorso
programmato.

2) Tramite STOP NC:

Azionare il pulsante "Stop NC".


Gli azionamenti vengono arrestati mantenendo il
movimento programmato.

Appare il messaggio: "Stop: interruzione AUTOM.".

Azionare ora i pulsanti "Start NC" e "Avanzamento


ON".
Gli assi riprendono il movimento.

Le posizioni delle assi programmate nel blocco attuale


vengono raggiunte attraverso I'interpolazione lineare.
Attenzione: Pericolo di collisione!

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZBS 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

3.2.3.5 Funzionamento con programmi susseguenti (CPR)

La funzione "Contin. sequenza programma" è un


opzionale.

Questa funzione permette di caricare programmi automaticamente da dischetto e di eseguirli


conformemente ad una lista prestabilita. Ciò avviene in collegamento con il blocco funzionale
FB 120 del PLC e con un'unita per dischetti DSG-2s (da ordinare entrambi separatamente).
Lo svolgimento di questo programma può essere seguito su un'apposita figura dello schermo
e, volendo, può essere interrotto. Dopo un'interruzione il programma può essere fatto
continuare da un qualunque punto della lista.

Si parte dal modo operativo AUTOMATIC.

AUTOMATIC

Dopo aver ampliato la lista sofikey, azionare il softkey "CPR".


CPR

Sul video appare la figura riportata


AUTOMATIC qui a fianco.

Contin. sequenza prog.


Input/output dati disco

Prog. Princ.: Sortoprog.:


Inizio: 0000 Inlzio 0000
Fine : 0000

Tipo dati.

START

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserveci 6285 410-OES05


SINUMERiK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Con le funzioni softkey di questa figura si possono caricare file dal dischetto alllNC opppure i
file sul dischetto possono essere scritti, ampliati o cancellati (funzioni di operazioni a distanza).
Inoltre si può richiedere il direttori0 del dischetto ("SOMMARIO").
Il settore "Tipo di dati" indica il programma che in quel momento viene trasmesso tramite
I'interfaccia V.24.

Funzioni per operazioni a distanza:

Le funzioni per operazioni a distanza servono al salvataggio e alla gestione di programmi


registrati su dischetto e supportano la preparazione del modo "Contin. sequenza prog." (CPR).
Esse sono progettate in maniera da imporre il rispetto della sucessione richiesta dal CPR:
"1 file = 1 programma principale + sottoprogrammi in numero a piacere, oppure
"Nome file = nome programma principale".

Ciò significa: quando viene trasmesso un programma principale, sul dischetto viene aperto
sempre un file con lo stesso nome oppure, se la trasmissione riguarda sottoprogrammi, questi
vengono agganciati ad un file preesistente.

Per tutte le funzioni riguardanti operazioni a distanza vale la regola:


Riempire dapprima i campi d'impostazione occorrenti, poi premere il softkey della funzione
prescelta.

FILE Creazione di un
nuovo file:
Con il softkey "FILE NUOVO" aprire sul dischetto il file NC-xxxx
(xxxx = numero di 4 cifre).
Il programma principale "O/~xxxx" viene trasferito dalla memoria programma
pezzo dell'NC, in questo file su dischetto.

E' sufficiente impostare il numero del file; il numero del programma


principale viene reso uguale automaticamente. Ciò non influisce
sull'impostazione di numeri riferiti a sottoprogrammi.

Nota:
Se sul dischetto esiste già un file con lo stesso nome, l'unità per dischetti
emette messaggio di errore, e l'istruzione non viene eseguita
(v. anche cap. 4.6, allarme 33 "Programmi discordanti V24").

Esempio: file = l 0 Se sul dischetto viene aperto il file NC-0010, il


programma principale OO/ 10 viene trasferito in
questo file dalla memoria programma pezzo NC.

@ Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

AMPL. Ampliamento d i u n file già esistente:


FILE

Con il tasto softkey "AMPL. FILE" si può ampliare di uno o più sottopro-
grammi un file già esistente. Nel campo d'impostazione "File" va immesso il
numero del file da ampliare, alla voce "Sottoprogramma" vengono impostati
il primo e l'ultimo dei sottoprogrammi da trasmettere. Un file non può essere
ampliato di un programma principale.

Awertenza: se un sottoprogramma viene aggiunto più volte ad un file, esso


viene anche registrato più volte nello stesso file (non avviene la sovra-
scrittura dei programmi già presenti con lo stesso nome).

Esempio: file = IO, inizio = 100, fine = 200.


Al file NC-0010 del dischetto vengono aggiunti tutti i sotto-
programmi della memoria programma pezzo NC, il cui numero
è r 100 5 200.

Se si è fatta la scelta "Fine" I "Inizio", viene tenuto conto solo del numero
impostato con "Inizio".

Quando un file deve contenere solo sottoprogrammi, per es. sottoprogrammi


standard di uso frequente, bisognerà creare un programma principale pro
forma.

CANCEL Cancellazione di u n file:


FILE

Con il softkey "CANCEL FILE" si può cancellare qualunque file memorizzato


sul dischetto, che sia stato creato con funzionamento comando a distanza (o
che sia memorizzato su dischetto con un nome "NC-xxxx"). Il numero di file
in questione va immesso nel campo d'impostazione "File". A venir cancellati
saranno il programma principale di questo file e tutti i sottoprogrammi con i
quali questo file è stato eventualmente ampliato.

START Caricamento di u n file:


INPUT

Con il softkey "START INPUT" si puo traferire nella memoria NC un file


presente sul dischetto. Basta impostare il numero del file. Ad essere
trasferiti saranno il programma principale di questo file e tutti i
sottoprogrammi con i quali questo file è stato eventualmente ampliato.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Sequenza operativa

LISTA Direttori0 del dischetto:


PROG.

Con il softkey "LISTA PROGRAMMI" si richiede all'unità dischetti un


direttorio (indice) di tutti i file memorizzati sul dischetto inserito. L'unità invia
questo direttorio come programma pezzo O/! 9999.
Il numero di programma % 9999 va riservato per questo scopo. Il direttorio,
come ogni altro programma pezzo, può essere visualizzato anche per
mezzo dei softkey PROGRAMMA PRINC.", "EDIT", "SELEZIONE PRO-
GRAMMA".

Creazione della lista programmi susseguenti:

Ampliare la lista softkey e premere il softkey


"INTRODUZIONE CPR"
(CPR = Contin. sequenza prog.)
INTROD.
CPR

Sullo schermo appare la lista della


successione programmi.

NR. PRG. IN SV. PEZ. NR. PRG. IN SV. PEZ.


l %mO000 11 % 0000 O000
2 % O010 O000 12 % O000 O000
3 % 0020 O000 13 % 0000 0000
4 % 0030 O000 14 % O000 O000
5 % 0040 O000 15 % O000 O000
6 % 0050 O000 16 % O000 O000
7 % 0055 O000 17 % O000 O000
8 % 0060 O000 18 % O000 O000
9 % 0070 O000 19 % O000 O000
10 % 0077 O000 20 % O000 O000

Impostare in questa maschera il numero dei programmi principali da eseguire in CPR con i
rispettivi numeri di pezzi ( = numero di ripetizioni).

Far avanzare il cursore con il rispettivo tasto.

@ Stemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operatrve
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

PAG. Se sono più di 20 i programmi da immettere, mediante "PAGINA AVANTI"


AVANTI passare alla seconda pagina della maschera.
Con "PAG.INDIETR0" ci si riporta alla prima pagina.

La lista può contenere al massimo 40 programmi principali (numeri di file).


La colonna di sinistra "LFNR" (numero corrente) è equivalente alla
successione delle lavorazioni in CPR. Il CPR inizia sempre con il
programma corrispondente al numero 1 della successione.

Come criterio terminale il CPR si avvale del numero di programma 0000.


Appena, durante l'elaborazione della lista programmi susseguenti, viene
raggiunto questo numero, il CPR termina automaticamente.

Se s'imposta il numero di programma ffff, questa riga della lista nel CPR
viene saltata.

Impiego: procurarsi delle righe vuote per poter in un secondo tempo


immettere un programma o cancellare un numero di programma
già impostato.

CANCEL
LISTA
Con il softkey "CANCELLAZIONE LISTA vanno cancellati tutti i 40 numeri
di programma impostati (non i programmi stessi) ed i numeri dei pezzi,
sovrascrivendoli con degli zeri.

Funzionamento con programmi susseguenti = contin. sequenza prog. (CPR)

Premesse per operare in modo CPR


1) I file sul dischetto che vanno utilizzati per il CPR, devono essere organizzati (per es.
servendosi delle funzioni per comando a distanza) nel modo seguente:
- 1 file contiene esattamente un solo programma principale all'inizio del file stesso,
- il numero di max 4 cifre del programma principale e quello del file sono uguali,
- al programma principale che si trova all'inizio del file, può seguire un qualunque
numero di sottoprogrammi.

Importante: Un file dovrebbe contenere tutti i sottoprogrammi che vengono richiamati nel
programma principale dello stesso file.
Eccezione: sottoprogrammi che vengono utilizzati da molti programmi principali, e che
perciò dovrebbero essere memorizzati in molti file.
Proposta: memorizzare questi programmi in un settore numeri protetto della memoria
programma pezzo, per cui non venga cancellato in CPR.
Spieqazione: quando, con il modo CPR, al termine del programma viene caricato il
successivo file di programma, si ha dapprima la cancellazione della memoria
NC, meno un settore riservato ai numeri di programma (i limiti del settore
possono essere prefissati sull'unità per dischetti).

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Se come settore di cancellazione si prefissa


progr. princ. = 0-8999 e
sottoprogr. = 100-799
allora i programmi principali con un numero r 9000
e i sottoprogrammi con numero I99 oppure r 800
non vengono cancellati prima del caricamento successivo, ma rimangono conservati in
memoria durante tutto il CPR.

2) La lista programmi deve essere approntata al completo.

3) Tutti i file, i cui numeri sono da elaborare secondo la lista di successione, devono essere
presenti sul dischetto inserito.

CPR Azionare il tasto softkey "CPR" (Funzionamento con programmi


susseguenti).
Sul video appare la figura seguente. A questo punto il funzionamento con
programmi susseguenti può essere avviato, osservato e interrotto.

RIF.
O00 1
0002
O00 1
000 1
O00 1
O00 1
O00 1
O00 1
O00 1
O00 1

@ Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6ZB5 410-OESOS


SINUMERIK 820M. GA3 (%N)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Sequenza operativa

START Start:
CPR
Dopo aver premuto il tasto softkey "START CPR", nella memoria NC viene
caricato sempre il programma che secondo la lista è il prossimo a dover essere
elaborato. Il primo programma viene richiesto subito, tutti gli altri alla fine
dell'esecuzione di quello che li precede.

Dalla messa a punto deicostruttore della macchina ...


..... Q
,... .

utensile dipende, se, dopo che il nuovo programma è 3


. .. . $0
....,.......
..
.......
...........
... ........ .
..... ... .........
.... ..
..
stato caricato, I'NC sarà da avviare manualmente o 3.. .
,... ... . ..::.:: ....... ...:,..
. ....
.. ..
.
automaticamente. ....
...

Visualizzazione:

La seconda riga della maschera (contrassegnata da > . . . C ) è la "riga attuale",


cioè quella che viene elaborata in quel momento.
Nella colonna "RESTO" è indicato quanti cicli di programma mancano ancora
fino al numero di pezzi prestabilito (colonna "RIF."). Essa viene aggiornata dopo
ogni cambio di programma.
Ad ogni cambiamento di programma, la lista scatta una riga in alto, in modo che il
programma a seguire appaia nella riga attuale (funzione scorrimento).
Dopo che l'ultimo programma ha completato l'ultimo ciclo, la visualizzazione si
riporta in posizione di partenza, cioè nella "riga attuale" si trova il numero
corrente 1.

STOP Interruzione:
EDIT
Se I'CPR dev'essere rnterrotto prima che sia finito, per es. in caso di rottura
dell'utensile, bisognerà premere il softkey "STOP EDIT"; viene allora rnterrotto
il caricamento automatico (una simultanea attivazione di " RESET NC"
dipenderà dal programma PLC dell'utente); il cursore si porta nella "riga
attuale" della maschera.

START Continuazione:
CPR
Premendo il tasto "START CPR" il funzionamento con programmi susseguenti
riprende direttamente dal punto di interruzione.
Se si vuole che la lavorazione continui con un altro programma pezzo, vale a
dire partendo da un'altra riga della lista dei programmi, si può modificare il
numero corrente nella maschera prima dello start.

Nota:
Se lo stesso programma pezzo dev'essere eseguito con un numero pezzi diverso da quello
residuo, esso potrà essere modificato prima dello start.
Se vengono modificati contemporaneamente il numero corrente ed il numero di pezzi resi-
duo, viene tenuto conto solo del nuovo numero corrente.

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

STOP Il funzionamento con programmi susseguenti viene terminato


EDIT manualmente premendo il softkey "STOP EDIT".

Fine:

il funzionamento con programmi susseguenti è regolarmente terminato


quando nel corso dell'elaborazione della rispettiva lista, viene raggiunto
per la prima volta il numero di programma 0000.

Immettere il numero corrente 0, se esiste nella lista,


e azionare il tasto di ricerca.

START
CPR Premere il softkey "START CPR".

Il funzionamento CPR viene arrestato (è stato


raggiunto il no. di programma 0000.

La "Fine" si distingue dall' "Interruzione" per il fatto che la gestione


interna del CPR viene riportata nel proprio stato definito di start. Con
l'interruzione, merker e indicatori interni vengono conservati com'erano
al momento dell'interruzione.

Nota:
Se "STOP EDIT" viene pigiato durante la trasmissione del programma (lo si capisce dalla
comparsa della sigla "DIO" sul video), bisognerà ritenere che il programma caricato per ultimo
si trovi incompleto nella memoria NC. Ciò non ha alcuna ripercussione fintanto che non viene
abbandonata la figura "Funzionamento CPR" .
Un salto indietro verso la scritta "Comando a distanza" può causare una segnalazione di
errore (allarme 33, "Programmi pezzo discordanti") se da lì, il file trasmesso incompleto viene
nuovamente richiesto.
Altri dettagli si possono conoscere consultando gli stampati sull'unità per dischetti DSG-2s.

a Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.3 Influenze sul funzionamento "AUTOMATIC"

Salvataggio dei datilfunzionamento manuale:

Con il funzionamento manuale - che richiede d'intervenire manualmente sia SUII'NCche


sull'unità per dischetti - possono essere trasmessi, oltre che programmi principali e
sottoprogrammi, anche altri generi di dati (per es. dati di macchina, programmi PLC, ecc.).

Trasmissione dalllNC all'unità per dischetti:

SuII'NC, il genere di dati da trasmettere viene scelto manualmente (softkey: "DATI IIV-EM.",
"EMISS. DATI" ...)
Sulla tastiera dell'unità per dischetti si dovrà predisporre "Ricezione su canale 1". L'unità è
pronta quando sul display LCD appare "?". La tramissione dei dati può ora essere avviata e
terminata SUII'NC. L'unità per dischetti chiude il proprio canale da sola e si porta allo stato
iniziale se non vengono più trasmessi dati ed è trascorso il tempo di attesa "Time-out"
(scomparsa di "?" dal display).

Trasmissione dall'unità per dischetti all'NC:

L'NC viene commutato su ricezione per mezzo dei softkey "DATI IN-EM." e "START DATI
IN". Sull'unità per dischetti si sceglie il file per mezzo della funzione catalogo e poi si trasmette
(sul display LCD appare "!"). Se l'unità per dischetti non trasmette più alcun dato ("!"
scompare dal display), con il softey "STOP" si può anche chiudere I'interfaccia NC.

In funzionamento manuale tra NC e unità per dischetti si possono trasmettere i seguenti dati:

Tipo d i dati: Riga d i testa (o i primi 8 caratteri):

Correzione utensile " T O Axx"


Spostamento origine "ZOA "
Dati di macchina NC " T E A l"
Dati di macchina PLC " T E A 2"
Parametri R (canale 1) " R P A l"
Dati ASM " A S Mxx"
Programma PLC " P C P xx"

(XX sono due caratteri qualunque, che non fanno più parte della testata)..

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.4 Modo operativo "impostazione manuale automatica" ("MDI-AUTOMATIC")

3.2.4 Modo operativo "Impostazione manuale automatica"


("MDI-AUTOMATIC")
In questo modo operativo e possibile eseguire singole fasi di lavoro blocco a blocco, con
gestione da NC. Dopo la loro esecuzione i blocchi impostati vengono cancellati.

Posizionare il selettore modi operativi,


della pulsantiera di macchina esterna sul
simbolo di " MDI-AUTOMATIC".

Compare la maschera d'impostazione


riportata a fianco, con campo d'impos-
tazione evidenziato.

Introdurre da tastiera un blocco seguendo le


regole di programmazione e concludere
> ogni impostazione (compreso "LF" fine
blocco) con il pulsante d'impostazione.

Azionare ora il pulsante "Start programma"


Importante:
non deve accendersi la spia "Stop
avanzamento".
Il blocco impostato viene ora eseguito dal controllo e poi cancellato.

Nota:
Prima di "start programma" e possibile impostare anche piu blocchi (max. 256 caratteri) l dati "autoritentivi" (ad es.
avanzamento) restano memorizzati. Essi vengono cancellati o resettati.
con cambio del modo operativo
con "RESET"

Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operauve
3.2.5 "TEACH IN"

3.2.5 "TEACH IN"


Con la funzione "TEACH IN" nel modo operativo "AUTOMATIC" è possibile approntare blocco
per blocco un programma.
E' possibile eseguire subito una prova del programma.

Posizionare il selettore modi operativi, della


pulsantiera di macchina esterna, sul simbolo
"AUTOMATIC".

Impostare nella figura base di "AUTOMATIC"


richiamata il numero di programma voluto
"O/O ..." (oppure il numero d i sottoprogramma

"L...").
PROGR. TEACH IN
PRINC. PL. BACK
Azionare in sequenza i softkey:
"PROGR. PPRINC." e
"TEACH INIPLAYBACK".

Sul video compare il numero di programma prescelto e subito sotto


il cursore .

Immettere da tastiera un blocco (o più bloc-


chi) secondo le regole di programmazione e
concludere ogni immissione (compreso
"LF" (fine blocco) - con il pulsante
d'impostazione.
>

Avvertenza:
E' possibile lavorare anche con la "GUIDA"
(vedi cap. 3.1.7.2).
Il programma pezzo viene impostato
direttamente nella memoria di programma.

Con il pulsante "Start programma" il


controllo esegue i blocchi impostati.

I blocchi non necessari possono essere can-


cellati impostando il numero di blocco "N.."
ed azionando il pulsante di cancellazione.
I blocchi eseguiti correttamente - come sono
stati impostati restano in memoria. Non de-
vono essere confermati.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6265 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.6 "PLAYBACK"

3.2.6 "PLAYBACK"
Con la funzione "PLAYBACK", alla fine "TEACH IN", è possibile programmare dei movimenti
lineari.

I valori di posizione vengono determinati da spostamenti manuali. Le posizioni raggiunte


vengono registrate nella memoria di programma.

1 blocchi introdotti vengono trasferiti nel programma preselezionato entro la figura base
"AUTOMATIC".

Per la stesura di un programma è possibile utilizzare alternativamente "TEACH IN " e


"PLAYBACK". Passando dal modo "AUTOMATIC" al modo "JOG" opp. "INC ..." le funzioni
"TEACH IN" e "PLAY BACK" restano abilitate. Ritornando da "JOG" opp. "INC ..." ad
"AUTOMATIC" bisogna riattivare "TEACH IN /' PLAYBACK".

Sequenza operativa

necessarlo 1
programma completo.

Posizionare il selettore dei modi operativi della pulsantiera di


macchina esterna su uno dei seguenti simboli:

JOG (avanzamento 1 manuale)

INC FEED 1 ... INC FEED 10 000 (incrementi fissi)

@ Stemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.6 "PLAYBACK"

Raggiungere la posizione desiderata


mediante i tasti direzionali.

Impostare da tastiera un numero di blocco


"N ..." e memorizzarlo con il pulsante

... d'impostazione.

MEM.
Impostare da tastiera l'indirizzo dell'asse
"X" seguito dal softkey
"MEMORIZZARE".

Il controllo registra nel blocco preimpostato "N ..." la posizione dell'asse X visualizzata sotto
"Posiz. attuale".

MEM. Impostare da tastiera l'indirizzo dell'asse


" Y seguito dal softkey
"MEMORIZZARE".

Il controllo registra nel blocco preimpostato "N ..." la posizione dell'asse Z visualizzata sotto
"Posizione attuale".

Impostare da tastiera i valori tecnologici


necessari, ad es. l'avanzamento "F ..."
) ecc. e chiudere ogni impostazione -
compreso " L F (fine blocco) - con il
pulsante d'impostazione.

Nota:
Non è possibile utilizzare la "GUIDA"
operativa.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.6 "PLAYBACK"

Nella pagina video a fianco è riportato,


JOG ARRESTO: AUTOM. INTERROTTO come esempio, un blocco impostato
N10 GO X10 Y20 LF
con " PLAYBACK".
N15 X-3.001 Y60.001 L
I N 2 0 T1 D2 G1 F400 530 LF
Funz. ausil. Val. attuale
M = 3 M = D 2 S O 100%
M = H T 1 F 0.000 20%
Posiz. attuale Percorso riman
X -3.001 X 0.000
Y 60.00 1 Y 0.000
Z 21.440 Z 0.000

CORR. DATI INFLU DIA-


UTENS. UTILIZ. PROGR GNOSI

Dopo ogni blocco impostato bisogna


azionare il pulsante " Start programma".
Con ciò si ha la registrazione del blocco
nella memoria di programma.

I blocchi non necessari possono essere


cancellati impostando il numero di blocco
"N ..." ed azionando il pulsante di cancella-
zione. I blocchi eseguiti correttamente
restano in memoria così come sono stati

Dopo un "RESET", con questo pulsante è


possibile ripetere lo svolgimento del pro-
gramma.

Proseguimento di TEACH INJPLAYBACK dopo un RESET

Posizionare il selettore dei modi operativi


sul simbolo di "ALITOMA-TIC".

Nella figura base di "AUTOMATIC" inserire


il numero di programma voluto "% ..." e
memorizzarlo con il pulsante d'imposta-
zione.

PROGR. 'TEACH IN
PRINC. PL. BACK

I
Azionare in sequenza i softkey
"PROGR. PRINC." e
"TEACH INIPLAYBACK"
ed

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.6 "PLAYBACK"

Azionando due volte il pulsante


RECALL ritornare alla figura base
" AUTOMATIC".

RICERCA Ampliare il menu softkey visualizzato e


BLOCCO scegliere la funzione "RICERCA BLOC-
CO".

Impostare il numero di blocco "N ..."


dell'ultimo blocco nel programma pezzo
... e memorizzarlo con il pulsante d'imposta-
zione.

START
Azionare il softkey "START" e ...

... attivare l'esecuzione del programma


con il pulsante "Start programma".

Richiamare con i pulsanti RECALL e


ETC la figura base di "AUTOMATIC".

OGR. TEACH IN
INC. PL.BACK
Azionare in sequenza i softkey
"PROGR. PRINC." e
"TEACH IN/PLAYBACK".

Continuare con la procedura sin qui descritta, come indicato in "Sequenza operativa".

Awertenza:
Dopo che il programma prescelto è stato redatto, esso va terminato con un M02 LF oppure
con M30 LF.

Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.7 Modo operativo "Manuale" ("JOG")

3.2.7 Modo operativo "Manuale" ("JOG")


In questo modo operativo la lavorazione avviene da NC. Essa non viene programmata, ma
avviene "manualmente".
Il movimento degli assi viene comandato con i pulsanti direzionali.

La velocità di spostamento viene definita nei dati


macchina.

Sequenza operativa

Posizionare il selettore dei modi operativi, della


pulsantiera esterna sul simbolo di "JOG" ...

sulla pulsantiera di macchina esterna scegliere


l'asse da muovere con il selettore assi e ...

... azionare poi un pulsante direzionale. I


movimenti in rapido si ottengono azionando il
pulsante " Sovrapposizione rapido".

Nota:
Il LED rosso "Stop avanzamento" non deve essere
acceso.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.7 Modo operativo "Manuale" ("JOG")

La velocità di movimento può essere regolata con


I'override avanzamento.
La posizione "O0/0" comporta un arresto sia in
avanzamento che in rapido.

La velocità del rapido viene definita nei dati macchina.


L'override di avanzamento puo risultare attivo anche
per il rapido nel campo 0%...100%.

I giri del mandrino e le funzioni T, H ed M si possono modificare mediante


"SOVRAMEMORIZZAZIONE" (vedi cap. 3.2.3.2).

3.2.8 Modo operativo "Incrementi fissi"


("INC FEED 1...INC FEED 10000")
In questo modo operativo viene eseguita una lavorazione da NC. Essa non viene programma-
ta, ma awiene "manualmente": ad ogni pressione di un pulsante direzionale, l'asse interessato
muove nella direzione prescelta di un incremento preimpostato.

Gli incrementi possono avere i seguenti valori:


1, 10, 100, 1000, 10 000 incrementi.
La valutazione degli incrementi risulta dalla risoluzione di visualizzazione. Il percorso più
piccolo possibile è definito però dalla risoluzione d'impostazione.

Q
70; ::.,...
. ,.... ..
...
.. . . . .... ..
,.;,
.... ...,.:.........::.:.... ..
;,,
L'avanzamento e la risoluzione d'impostazione sono
Q
::;a:'.ii
.....
,, ,

.:.......
:. ...,...:.
..... .:
.. . ... .. . ...
definiti tramite dati macchina.

0 Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.8 Modo operativo "lncrementi fissi" ("INC FEED 1...INC FEED i0000")

Sequenza operativa

Posizionare il selettore dei modi operativi della


pulsantiera di macchina esterna su uno dei simboli
di "IWC FEED ...".

Scelgliere sulla pulsantiera di macchina esterna


I'asse da muovere con il selettore assi e ...

... azionare poi un pulsante direzionale.

Nota:
La spia di "Stop avanzamentoUnondeve
accendersi.

Nota:
I pulsanti direzionali possono avere due comportamenti:
"autoritentivo"
"impulsivo"

Con comportamento "autoritentivo" I'asse muove dell'intero incremento (1,10, 100,


1000,10000 incrementi) indipendentemente che il pulsante venga azionato con un impulso o
permanentemente.

Con comportamento "impulsivo" I'asse muove finché si tiene premuto il pulsante. Se si


rilascia il pulsante si ha l'arresto del movimento - anche se l'incremento non e stato ancora
ultimato.

Tramite dati macchina viene definito se c o n la funzione Q .. . . ......


.. ... .

"Incrementi fissi" ipulsanti devono avere '::Q$!.


. . . .. ......
. ... ....... ...
. .. ..
comportamento "autoritentivo" o "impulsivo". ... ..... . . ,.

La velocità mandrino e le funzioni T, H ed M si possono modificare mediante "SOVRA-


MEMORIUAZIONE" (vedi cap. 3.2.3.2).

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.9 "VOLANTINO"

3.2.9 "VOLANTINO"
Con la funzione softkey "VOLANTINO" è possibile attivare gli impulsi di un generatore d'impul-
si incrementale accoppiato ad un volantino manuale.

Gli incrementi per ogni impulso possono essere impostati come per gli "Incrementi fissi"
("INC..."). I valori " 1 000" e " 10 000" sono comunque bloccati.

Per queste funzioni softkey le posizioni del selettore modi oltre il "100" sono bloccate.

Attenzione! Il percorso più piccolo possibile è definito dalla risoluzione d'impostazione.

Posizionare il selettore dei modi operativi, sulla


pulsantiera di macchina esterna, su uno dei simboli
di "INC..."

Ampliare il menu softkey visualizzato con


il pulsante ETC.

Selezionare la funzione softkey


"VOLANTINO".

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.9 "VOLANTINO"

Appare la maschera riportata a fianco.

Questa maschera mostra I'abbinamento asse-volantino che è stato impostato mediante dati
setting assiali (ved. il cap. 3.1.6).

Abilitazione dei volantini collegati:

CONSEN- Inserire per es. il nome asse "X" e premere il


SO pulsante "CONSENSO".
La visualizzazione "CONSENSO" passa dalla
segnalazione "NO" alla segnalazione "SI". In
questo modo il volantino contrassegnato dal
numero 1 agisce sull'asse "X". Per gli altri assi
procedere allo stesso modo (vedere anche il cap.
3.2.10 "DRF").

Quando si assegnano più assi ad un volantino mediante i dati d'impostazione, l'abilitazione


si riferisce sempre all'ultimo asse programmato. Sul monitor l'abilitazione dell'altro asse
passa automaticamente a "NO", impedendo l'accesso del volantino all'asse.

Q Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.10 "DRF"

3.2.10 "DRF"
La funzione softkey "DRF" (Differential Resolver Function) consente un ulteriore spostamento
origine incrementale da "VOLANTINO".

Questo spostamento origine non viene considerato nella visualizzazione del valore di posi-
zione attuale.

Sequenza operativa

Posizionare il selettore dei modi operativi della


pulsantiera di macchina esterna sul simbolo di
"AUTOMATIC".

Ampliare con il pulsante ETC il menu softkey


visualizzato.

INFLU.
PROGR.
Azionare il softkey "INFLLIENZA SUL PRO-
GRAMMA" ed ampliare poi il menu softkey
visualizzato.

Sul video compare la figura riportata a


AUTOMATIC fianco.
CONTROLLO PROGR.
Stato interno
FUNZ. RESOLVER DIFFERENZIALE NO

DRF DRF
SI-NO

@ Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.10 "DRF"

DRF
SI-NO
Azionare il softkey "DRF SI-NO"
Attivare, passando da "NO" a "SI", lo spostamento DRF.

Questo consenso per "volantino DRF" ("SI") viene visualizzato sul video.

DRF

Selezionare la funzione softkey " DRF".

Sul video compare la figura riportata


a fianco.

Questa immagine mostra I'abbinamento asse-volantino che è stato impostato tramite dati
setting assiali (ved. anche il cap. 3.2.9 "VOLANTINO").

Spostamento DRF c o n i volantini collegati:

La visualizzazione "ABILITAZIONE" passa dalla segnalazione "NO" alla segnalazione "SI". In


questo modo viene abilitato per il volantino contrassegnato dal numero 1 uno "Spostamento
DRF" sull'asse X. Azionando il volantino si produce quindi uno "spostamento del DRF",
nell'esempio sull'asse " X .
Sul monitor viene visualizzato il valore "Spostamento DRF" .
Per gli altri assi procedere allo stesso modo.

Quando si assegnano più assi ad un volantino mediante i dati setting assiali, l'abilitazione si
riferisce sempre all'ultimo asse programmato. Sul monitor l'abilitazione dell'altro asse passa
automaticamente a "NO", impedendo I'accesso del DRF all'asse.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.1 1 Modo operativo "lmpostazione valore reale" ("PRESET" )

3.2.1 1 Modo operativo "lmpostazione valore reale" ("PRESET")

Nel modo operativo "PRESET" è possibile spostare il punto zero del controllo in un
punto qualsiasi del sistema di coordinate di macchina.
Il valore di traslazione viene impostato nella memoria per il valore reale
(preimpostazione).
Con questa impostazione si crea un "PRESET-Offset" che viene visualizzato sul video

A scelta nel "PRESET-Offset" può essere considerato un correttore utensile.


Prima del "lmpostazione valore reale" bisogna impostare i dati del correttore utensile
(numero del correttore, direzione di correzione e codice). Il valore impostato in seguito
viene registrato nella memoria valore reale, tenendo conto della correzione utensile.

Nella fase di "lmpostazione valore reale" non avviene nessun movimento degli assi.

Il " PRESET-Offset" resta memorizzato:


- dopo "Fine programma"

- dopo "Reset"

- all'inserzione del controllo


- al raggiungimento del punto di riferimento.

8 Siemens AG 1990 Ail Rights Resewed 6 2 8 5 410-OES05


SINUMERIK 820M,GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.1 1 Modo operativo "lmpostazione vdore reale" ("PRESET")

Sequenza operativa

Posizionare il selettore dei modi operativi della


pulsantiera di macchina su questo simbolo.

Sul video compare la maschera d'im-


postazione riportata a fianco, con cam-
po d'impostazione su sfondo invertito.

1. " PRESET Offset" senza inclusione della correzione utensile

Impostare da tastiera nel settore d'impostazione


"Numero correttore" il valore "0" e memorizzarlo
con il pulsante d'impostazione.

MEMO- Immettere dapprima la lettera dell'asse prescelto


RIZZ. (nell'esempio "X" per l'asse X). Assegnare a
questo asse il corrispondente valore dello
"spostamento PRESET" (digitare da tastiera con
cifre) e premere infine il softkey
0 . .
" MEMORIZZAZIONE".

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.1 1 Modo operativo "Impostazione vaiore reale" ("PRESET")

Sul video viene visualizzata la nuova "posizione reale" ed il "PRESET-Offset" relativi


all'asse X.

Allo stesso modo è possibile impostare il valore per gli altri assi presenti azionando il sofikey
"NIEMORIZZ. " dopo ogni impostazione per un asse.

2. "PRESET-Offset" c o n considerazione della correzione utensile

Impostare da tastiera, nel campo imposta-


zione "No. correttore" il numero del
correttore utensile D... e memorizzarlo con il
pulsante d'impostazione.

Impostare da tastiera nel campo d'impo-


stazione "No. identif." il codice per l'asse X
(vedi cap. 3.1.3)
- nell'esempio "2" -
e memorizzarlo con il pulsante
d'impostazione.

Procedere nello stesso modo per I'impostazione dei codici per altri assi.

Immettere dapprima la lettera dell'asse


MEMO- prescelto (nell'esempio " X per l'asse X).
RlZ. Assegnare a questo asse il corrispondente
valore dello "spostamento PRESET" (digi-
tare da tastiera con cife) e premere infine il
... sofikey "MEMORIZZAZIONE".

Sul video vengono visualizzati la nuova "posizione reale" ed il "PRESET-Offset" relativi


all'asse X.
Il valore visualizzato è la somma di:
- valore impostato
- correzione utensile.

CANC.
PRESET
Con il softkey "CANCELLAZIONE
PRESET-OFFSET" vengono annullati
contemporaneamente tutti gli "spostamenti
PRESET".

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.1 2 Modo operativo " Riposizionamento" ("REPOS")

3.2.12 Modo operativo "Riposizionamento" ("REPOS")


Dopo un'interruzione del programma - ad es. commutando da "funzionamento AUTOMATICO"
a "Manuale" (JOG) oppure "Incrementi fissi" (INC ...) - è possibile allontanarsi dal profilo.

Il funzionamento "AUTOMATIC" non viene però interrotto; il controllo cioè non autogenera il
"RESET" che lo porta nella condizione iniziale.

Come si è visto al capitolo 2.3.4. non viene generato alcun "RESET" nel passaggio dal
funzionamento "AUTOMATIC" a:

- " JOG" oppure a


- "INC..." oppure a
- "REPOS".

In caso, invece, di commutazione su altri modi operativi, il controllo


genera automaticamente un "Reset" che lo porta nella condizione
iniziale.

Quando avviene un allontanamento dal profilo, i percorsi effettuati vengono registrati dal
controllo. La distanza rispetto al punto d'interruzione viene memorizzata e visualizzata come
"REPOS-Offset".

Nel modo operativo "Riposizionamento" (REPOS) è possibile riportarsi sul punto d'interruzione
attraverso un percorso qualsiasi utilizzando i pulsanti direzionali.

Il pulsante direzionale per la direzione opposta è bloccato; non è possibile passare sopra la
posizione.

.....
......
Dopo un cambio utensile è possibile utilizzare il modo operativo
"REPOS" solo se il nuovo utensile ha le stesse dimensioni di quello
precedente.

In caso contrario bisogna utilizzare:


- il metodo "Ricerca blocco" (cap. 3.2.3.3)
- il metodo "Accostamento a sfioro" (cap. 3.2.13).

a Siemens AG 1990 Alt Rights Reserved 6285 4 lO-OES05

SINUMERIK 820M. GA3 (BN)


3 Sequenze operative
3.2.12 Modo operativo "Riposizionamento" ("REPOS")

Sequenza operativa

Premessa:

E' stata effettuata un'interruzione del programma, ad es. commutando sul modo "Manuale"
(JOG), e poi un allontanamento dal profilo del pezzo (sequenza operativa al cap. 3.2.7).

Posizionare il selettore dei modi operativi della pulsantiera


di macchina esterna sul simbolo di "REPOS".

Sul video compare la figura riportata a


fianco.

Si spegne la spia rossa di "Stop avanzamento".

Raggiungere con i tasti direzionali il punto


d'interruzione.

Nota:
Si possono muovere max. 2 assi contemporanea-
mente. La correzione avanzamento è attiva, la
sovrapposizione del rapido invece no.

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6 2 8 5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operatnre
3.2.12 Modo operativo "Riposizionamento" ("REPOS")

Attenzione:
I pulsanti direzionali possono avere due comportamenti:
"autoritentivo"
"impulsivo"

Con comportamento "autoritentivo" I'asse muove dell'intero incremento (1,l 0, 100,


1000,10000 pm) indipendentemente che il pulsante venga azionato con un impulso o
permanentemente.Con comportamento "impulsivo" I'asse muove finché si tiene premuto il
pulsante. Se si rilascia il pulsante si ha l'arresto del movimento - anche se l'incremento non e
stato ancora ultimato.

Tramite dati macchina viene definito se con la funzione Q :::Q,.,:,


....
,

"Incrementi fissi" i pulsanti devono avere . ..


.. .
....... ............
.. . ...... ... ....
comportamento "autoritentivo" o "impulsivo".

Il movimento di ritorno degli assi può essere


interrotto con "Stop avanzamento".

Una volta raggiunto di nuovo il profilo, posizionare il


selettore dei modi operativi (della pulsantiera di
macchina esterna) sul simbolo di "AUTOMATIC".

Proseguire il programma azionando il pulsante


" Start programma".

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
3 Sequenze operative
3.2.1 3 Accostamento a sfioro

3.2.13 Accostamento a sfioro


Se durante l'esecuzione del programma avviene, ad es.. una rottura dell'utensile, è necessario
allontanare l'utensile dal profilo, nel modo operativo "JOG" opp. "INCI .... 10000", per poter
sostituire l'inserto stesso.

Dopo aver impostato la nuova correzione di lunghezza utensile (il raggio fresa resta invariato),
riportare l'utensile sul profilo - nell'ambito del blocco interrotto - ("Accostamento a sfioro").

Sequenza operativa

Premessa:
L'operatore ha effettuato un cambio utensile ed il
sistema si trova nel modo operativo "JOG":

Raggiungere con i pulsanti direzionali un punto


nell'ambito del blocco interrotto:

Posizionare il selettore dei modi operativi sulla


pulsantiera di macchina esterna sul simbolo di
"ALITOMATIC".

Proseguire il programma interrotto con il pulsante


" Start programma".

accostamento
vvenire ilpiù possibile vicino a l punto dJinterru-
. Questo campo molto limitato e definito n e i dati
macchina.

Definizione standard nel DM "9".


Superando questo campo si ha: allarme 3018: "Distanza geom. troppo grande (NC-DM 9)".

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
4 Sorveglianze
4.1 Generalità

4 Sorveglianze

4.1 Generalità
Nel controllo sono contenute sorveglianze permanentemente attive in grado di riconoscere
tempestivamente gli errori NC, gli errori dell'interfaccia e gli errori macchina. Vengono in tal
modo evitati con un largo margine di sicurezza danni al pezzo, all'utensile o alla macchina. In
caso di errore, vengono interrotti innanzitutto il processo di lavorazione e le funzioni della
macchina, quindi viene memorizzata e segnalata in forma d'allarme la causa dell'errore.
Contemporaneamente viene comunicato al PLC che è in corso un allarme NC.

Le sorveglianze sono in funzione nelle seguenti aree:


lettura
formato
cavi circuiti di misura
trasduttori di misura di percorso e azionamenti
profilo
giri mandrino
segnali di consenso
temperatura
microprocessori
interfacce seriali
comunicazione fra NC e PLC
livello di carica batteria tampone
memoria programma di sistema
memoria programma utente.

4.2 Visualinazioni dei messaggi sul video


I messaggi di sorveglianza appaiono sul video nella riga "Allarme", cioè la seconda a partire
dall'alto.

Area riservata al Area riservata


numero d'allarme al testo di allarme
RIGA D'ALLARME e alle identifica-
zioni specifiche

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.3 Rappresentazione delle visualiuazioni

4.3 Rappresentazione delle visualizzazioni


Sono previsti 4 tipi di rappresentazione:

Esempio di rappresentazione delle visualizzazioni di tipo A


valido per i numeri di allarme da O a 39 e da 2000 a 2999 (parziale)

testo esplicativo di
28 caratteri max.

numero progressivo di 5 caratteri max.


ORD 1 ..... ORD99

\ \
(il numero progressivo indica in quale ordine sono
comparsi gli allarmi, in questo caso:
2152 = secondo allarme)
(dopo accensione del controllo)
numero dell'allarrne di 4 caratteri max.

Esempio di rappresentazione delle visualizzazioni di tipo B


valido per i numeri di allarme da 1000 a 1963

I 116* ORD12 sorvealianza del profilo i I


Ii
Y
I
I

! I testo esplicativo di
"O ;aratteri max.
I
1
I

numero progressivo di 5 caratteri max.

\'
ORD 1 ..... ORD99
(il numero progressivo indica l'ordine di comparsa
degli allarmi: 116' = dodicesimo allarme)
(dopo accensione del
controllo)
\ numero dell'allarme di 4 caratteri max.;
il carattere ""' sostituisce:
"O"+ 1 " Asse
" l " + 2" Asse
"2"+ 3" Asse
" 3" + 4 " Asse
"4"+ 5 " Asse

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.3 Rappresentazione delle visualizzazioni

Esempio di rappresentazione delle visualizzazioni di tipo C


Valido per i numeri di allarme da 2000 a 2999 (parziale) e da 3000 a 3094 (parziale)

) (2155 * N 45 manca l ' o p z i o n e M19 i S

/ I I ( testo esplicativo di
39 e"
ratteri max.
I

- . 5 caratteri max per numero blocco,


in questo caso: N45, contiene, per es. un errore di
programmazione
1 carattere per il numero di canale;
" "' sostituisce:
" 1"+canale 1
"2"+ canale 2

' 4 caratteri per il numero di allarme

Esempio di rappresentazione delle visualizzazioni di tipo D


valido per i numeri di allarme da 6000 a 6163 (messaggi di errore PLC)
e per i numeri di allarme da 7000 a 7023 (messaggi operativi PLC)

Y
I
I
testo esplicativo di l
I
I
32 caratteri max. l

\ testo fisco: "PLC" significa che è in corso un


allarme PLC

4 caratteri per numero allarme

Q Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 4i O-OESO5


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.4 Numeri e gruppi di allarrn6Ytacrtazioneallarmi

4.4 Numeri e gruppi di allarmeltacitazione allarmi


Gli allarmi sono suddivisi in 7 gruppi (5 per allarmi NC e 2 per allarmi PLC)

Allarmi NC: Allarmi POWER-ON


Allarmi V.24
Allarmi RESET specifici per gli assi
Allarmi RESET/generici
Allarmi ERASE

Allarmi PLC: Messaggi di errori PLC


Messaggi operativi PLC.

L'allarme viene
Numeri d i allarme Gruppi di allarme
tacitato ...

I... 15 Inserendo il
Allarmi POWER-ON
40 ...99, 132*2) controllo
16.. 39 1. Richiamando il menu
Allarmi V.24
softkey,
contenente la funzione
"DATI IN-OUT"1)
2. Premendo softkey
"DATI IN-OUT"
3. Premendo softkey
"STOP"

1001 ...196* 2) Allarmi RESET specifici per


gli assi
Premendo il tasto
REsET a
l0
1320, 1321, 1322, 1323,
1324
Allarmi RESET specifici per
gli assi
Inserendo il
controllo m
2000 ... 2999 Allarmi RESET / generici Premendo il tasto
RESET oan
3000 ... 3201 Allarmi ERASE Premendo il tasto di
tacitazione H,
6000 ... 6163 Messaggi di errori PLC Premendo il tasto di
tacitazione H.
7000 ... 7023 Messaggi operativi PLC Questi messaggi vengono
automaticamente tacitati dal
programma PLC

Tabella degli abbinamenti del numero di allarme alla relativa modalità di tacttazione

1) Awertenza supplementare:
Si puo richiamare la funzione 'DATI IN-OUT" nel seguenti modr operatrvi:
AUTOMATIC / JOG / REFPOINT / INCl .....lNCl0000 :PRESET
2) L'asterisco ""' sostttuisce: "0" = asse 7 . " 7 " = asse 2. "2" =asse 3. "3" = asse 4. " 4 " = asse 5

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 4 10-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.5 DIAGNOSI/Selezione di ulteriori allarmi

4.5 DIAGNOSItSelezione di ulteriori allarmi


L'intervento della sorveglianza può essere causato dalla comparsa contemporanea di più
errori diversi.
Nella riga di allarme appare solo l'allarme con il numero più basso.
Se si desidera una panoramica degli altri allarmi in corso, procedere come segue:

selezionare la funzione softkey DIAGNOSI in uno


dei 7 modi operativi

selezionare la funzione softkey ALLARME NC


oppure ALLARME PLC
oppure MESSAGGI PLC

4.6 Listatdescrizione allarmi


Nota preliminare: la seguente lista presuppone che le operazioni di service non siano di
competenza dell'operatore.
Gli allarmi che richiedono un intervento del service sono descritti dettagliatamente nelle
istruzioni per la messa in servizio.

No. allarme:
1
Testo allarme: "Allarme batteria alimentatore"
Causa: La tensione della batteria tampone si è abbassata
Effetto: Il tamponamento della memoria utente non e più garantito.
Rimedio: Sostituire la batteria (vedere manuale operativo)
Nota: Non disinserire il controllo per evitare una perdita di dati.
No. allarme:
3
Testo allarme: "PLC STOP"
Causa: Il PLC non è operativo
Effetto: - START NC è bloccato
- Arresto guidato del funzionamento
Rimedio: Informare il servizio assistenza

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Liswdescrizione d l a n ~

No. allarme
4
Testo allarme: "Unità di misura errata"
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
5
Testo allarme: "Troppi parametri R-:MEM-BF"

Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio


No. allarme
7
Testo allarme: "Errore EPROMCHECK"
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
8
Testo allarme: "Abbinamento mandrinilassi errato"
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
9
Testo allarme: "Memoria per MMU insufficiente"
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
10
Testo allarme: "Errore MMU"
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
11
Testo allarme: "Identificazione MMU errata"
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
12
Testo allarme: "Memoria PP formattazione errata"
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
13
Testo allarme: "Errore RAM CPU"
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio

a Siemens AG 1990 Ail Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaldescrizione allarmi

IVo. allarme
14
Testo allarme: "Errore RAM su scheda di memoria"

Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio

No. allarme
16
Testo allarme: "Errore di parità V.24"

Causa: L'ultimo carattere trasmesso presenta un errore di parità


Effetto: La trasmissione V.24 si interrompe; l'ultimo blocco non viene me-
morizzato.
Rimedio: - Controllare i dati setting 501 1!50131501915021
- Controllare l'unità periferica
Spiegazione: L'allarme appare soltanto se è stato settato il dato setting "con bit di
parità".

No. allarme
17
Testo allarme: "Superam. velocità V.24"
Causa: La velocità di trasmissione non è corretta
Effetto: - La trasmissione dati viene interrotta
- L'ultimo blocco non viene memorizzato
Rimedio: - Controllare i dati setting 501 1150131501915021
- Controllare la velocità di trasmissione (baudrate)
No. allarme
18
Testo allarme: "Errore formato V.24"
Causa: - Il numero dei bit di stop è errato
- Errore baudrate
- Il numero dei bit di dati è errato
Effetto: - La trasmissione dati viene interrotta
- L'ultimo blocco non viene memorizzato
Rimedio - Controllare i dati setting 501 1!50131501915021
- Controllare l'unità periferica
No. allarme
19
Testo allarme: "Unità Il0 non pronta V.24"

Causa: Il segnale DSR (Data Set Ready) ha livello "LOW"


Effetto: Non viene letto alcun dato
Rimedio: - Avviare l'unità periferica
- Non utilizzare il segnale DSR (scollegare il filo)
No. allarme
20
Testo allarme: "PLC all. mem. non formattata"

Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio

a Siemens AG 7990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Lista/descrizione allarmi

No. allarme
22
Testo allarme: "Tempo att. super. V.24"
Causa: E'stato superato il "time out" di 60 sec. per la trasmissione dati
Rimedio: - Controllare l'unità periferica
- Controllare i cavi
- Controllare i dati setting 5017 e 5025:
- Impostare a " 1" il bit O
No. allarme
23
Testo allarme: "Errore di parità caratteri V.24"
Causa: Nastro perforato sporco o danneggiato
Effetto: - La trasmissione V.24 viene interrotta
- L'ultimo blocco non viene memorizzato
Con caricamento a blocchi: linea disturbata
- La trasmissione V.24 viene interrotta
Rimedio: Controllare il nastro perforato
Con caricamento a blocchi: controllare il collegamento
Spiegazione: A seconda della definizione d'inizio programma, "%" o "EOR" I'NC
determina automaticamente il codice ISO o EIA ossia la parità dei
caratteri.
Con caricamento a blocchi: viene verificata la parità per ogni
carattere di un blocco dati e il blocco come tale in merito a BCC.
Esaminando i caratteri o il blocco, è stato riscontrato un carattere che
non ha la parità stabilita.
Nota: Non spegnere il controllo! Altrimenti sarà possibile una perdita di dati.
No. allarme
24
Testo allarme: "Carattere EIA non valido V.24"
Causa: Il carattere EIA è stato introdotto con la parità esatta ma non è definito
nel codice EIA
Effetto: - La trasmissione dati si interrompe
- L'ultimo blocco non è valido
Rimedio: Controllare il nastro perforato:
Dato setting 5026 (Codice EIA per "@") e
Dato setting 5027 (Codice EIA per ":")
Spiegazione: Poiché il carattere " = " non è definito nel codice EIA, non possono
essere registrati i seguenti dati:
% TEA1 (dati macchina NC)
O/O TEA2 (dati macchina PLC)
O h RPA (parametri R)
% ZOA (spostamenti origine)
O/O TOA (correzioni utensile)
O h PCA (testi di allarme PLC)
Programmi principali e sottoprogrammi con calcoli di parametri R

o Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sotveglianze
4.6 Listaidescnzione allarmi

No. allarme
26
Testo allarme: "Blocco > 120 caratteri "
Causa: Il blocco del programma pezzo introdotto ha più di 120 caratteri.
Vengono conteggiati solo i caratteri effettivamente memorizzati
(vengono quindi ignorati gli spazi, i caratteri CR, ...)
Effetto: - Si interrompe la trasmissione dati
- L'ultimo blocco non viene memorizzato
Rimedio: Suddividere il blocco in 2 o più blocchi.

No. allarme
27
Testo allarme: "Introduzione bloccata V.24"

Causa: E'presente il segnale d'interfaccia "blocco per cicli"; testi dati mac-
china NC e PLC, testi di allarme PLC o programmi PLC richiedono una
manovra particolare
Effetto: Non vengono memorizzati i dati
Rimedio: Informare il servizio assistenza

No. allarme
28
Testo allarme: "Superam. capacità mem. ad anello V.24"
Causa: Velocità di trasmissione troppo elevata
Effetto: Si interrompe la trasmissione V.24, diversi blocchi a seconda della
loro lunghezza) risultano non validi
Rimedio: Informare il servizio assistenza

No. allarme
29
Testo allarme: "Blocco > 254 caratteri V.24"
Causa: Il blocco introdotto ha più di 254 caratteri. Vengono contati tutti i
caratteri introdotti (es. spazi)
Effetto: - Si interrompe la trasmissione V.24
- L'ultimo blocco non viene memorizzato
Rimedio: Suddividere il blocco in due o più parti

No. allarme
30
"Superamento di memoria V.24"
Testo allarme:
Causa: E' stata raggiunta l'occupazione massima dello spazio di memoria
disponibile per il programma pezzo.
Effetto: - Si interrompe la trasmissione dei dati
- L'ultimo blocco non viene memorizzato
Rimedio: Cancellare i programmi che non sono più necessari e riorganizzare la
memoria.

No. allarme
31
Testo allarme: "No. PP non libero V.24"
Causa: Viene raggiunto il numero massimo di programmi stabilito mediante i
dati macchina.
Rimedio: Cancellare i programmi non più necessari e riorganizzare la memoria
oppure modificare il dato macchina (service).

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaldescrizione allarmi

No. allarme
32
Testo allarme: "Errore formato nastro V.24"
Causa: - Il numero dei decimali ammessi dopo un indirizzo è errato
- Errore di posizionamento del punto decimale
- Programmi pezzo o sottoprogrammi non definiti o non conclusi
correttamente (fare attenzione all'intestazione)
- La macchina attende un carattere " = " non definito nel codice EIA
Effetto: - Interruzione della trasmissione dei dati
- L'ultimo blocco non viene memorizzato
Rimedio: Controllare i dati da introdurre
No. allarme
33
Testo allarme: "Prog. già in memoria V.24"
Causa: Il programma introdotto e quello memorizzato con numero uguale non
sono identici
Con caricamento a blocchi: il programma introdotto non corrisponde a
quello selezionato
Effetto: I dati non vengono memorizzati
Rimedio: Cancellare il vecchio programma o ridenominarlo con "NUOVO
NOME"
Con caricamento a blocchi: inserive nella figura Automatic il numero di
programma giusto.
Spiegazione: Se un programma già esistente viene introdotto nuovamente con lo
stesso numero, i due programmi vengono confrontati. Se essi sono
diversi, viene attivato l'allarme 33.
Con caricamento a blocchi: il numero di programma ricevuto viene
confrontato con quello indicato nella figura base Automatic. Se i due
1 numeri di programma differiscono, viene emesso l'allarme 33.
No. allarme
34
Testo allarme: "Manovra errataV.24"
Causa: L'NC ha iniziato la trasmissione dati e il PLC dà un secondo segnale di
partenza
Effetto: I dati non vengono introdotti
Rimedio: Arrestare la trasmissione dei dati e ripetere l'operazione
No. allarme
35
Testo allarme: "Errore di lettura V.24"
Causa: Messaggio di errore da parte del lettore di nastro Siemens
Effetto: Si interrompe la trasmissione dati, l'ultimo blocco non viene memo-
rizzato
Rimedio: - Iniziare di nuovo la trasmissione dati
- Se l'errore si ripete informare il servizio assistenza

@ Stemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaldescrizione allarmi

No. allarme
36
Testo allarme: "BTR interrotto da calcolatore"
Causa: E' stato ricevuto un programma pezzo con errori dal partner BTR.
Rimedio: Startare nuovamente.
No. allarme
40
"Errore dati nel DM 576"
Testo allarme:
Causa: Allarme attivo solo durante la messa in servizio

No. allarme
41
Testo allarme: "Errore in modulo assoluto"

Causa: Errore nell'uso di un sistema assoluto SIPOS"


Spiegazione: Il tipo di errore viene visualizzato nella riga "Stato del modulo
assoluto" all'interno dei "Dati di service dell'asse" . Il significato
dell'errore può essere ricercato nella documentazione del sistema
assoluto SIPOS.
No. allarme
44
Testo allarme: "PP- mem. non abilit."

Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio


No. allarme
48
"Testi ALLARMI PLC non permessi"
Testo allarme:
Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
87
Testo allarme: " Finecorsa software errato"

Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio


No. allarme
104.
Testo allarme: "$ limite DAU raggiunto"

Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio

"*" sostituisce: "0" = asse 7 , " 7 " = asse 2, "2" =asse 3, "3" = asse 4, "4" = asse 5.

o Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaldeccrizione allarmi

No. allarme
108*
Testo allarme: "$ fattore guad. oltre limite"

Nota: Allarme possibile solo in fase di messa in servizio


No. allarme
112
Testo allarme: "$ sorveglianza ad assi fermi"

Causa: Il tempo impiegato per eseguire l'errore d'inseguimento è stato


maggiore di quello indicato nel dato macchina 156
Effetto: - Blocco NC-START
- Arresto guidato del funzionamento
- Funzionamento a seguire
Rimedio: Informare il servizio assistenza
No. allarme
116*
Testo allarme: "Sorveglianza del contorno"
Causa: In fase di accelerazione o di frenata, l'asse non si adegua alla nuova
velocità entro il tempo stabilito dal fattore Kv
Effetto: - Blocco NC-START
- Arresto guidato del funzionamento
Rimedio: Informare il servizio assistenza
No. allarme
132
Testo allarme: "$ Sorvegl. hardw. anello reg."

Causa: I segnali differenziali nel circuito di misura


- Non presentano consonanza di fase
- Hanno un corto verso massa
- Mancano del tutto
Effetto: - Blocco NC-START
- Arresto guidato del funzionamento
- Funzionamento a seguire
Rimedio: Informare il servizio assistenza
No. allarme
136
Testo allarme: "$ Sistema di misura sporco"(richiede POWER ON!)
Causa: Nei trasduttori di misura con segnalazione di sporco viene segnalato
un errore sull'NC
Effetto: Blocco NC-START
Il programma in corso viene ancora portato a termine
Rimedio: Informare il servizio assistenza
No. allarme
14&/152*
Testo allarme: " Finecorsa software + * ! -* "

Causa: A seguito del segnale di interfaccia PLC "secondo finecorsa software


attivo" è intervenuto il primo o il secondo interruttore finecorsa soft-
Effetto: ware
Blocco di NC-START
Rimedio: Svincolarsi in direzione opposta al finecorsa
Spiegazione: L'allarme compare solo dopo la ricerca del punto di riferimento

""' sostituisce: "0" = asse 7 , " 7 " = asse 2. "2" =asse 3, "3" = asse 4, "4" = asse 5.

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 LisWdescriz~oneailarmi

No. allarme
156*
Testo allarme: "$ Riferimento di velocità troppo alto"

Causa: E stato emesso dal controllo interno un valore di riferimento di velocità


troppo elevato rispetto a quello stabilito nel dato macchina 264". 11
motore non ha potuto seguire il valore di riferimento di velocità.
Effetto: - Blocco di NC-START
- Arresto guidato del funzionamento
- Funzionamento a seguire
Rimedio: Informare il servizio assistenza

No. allarme
160r
Testo allarme: "Deriva troppo elevata"

Causa: La compensazione della deriva che deve eseguire I'NC è troppo


elevata
Effetto: - Blocco di NC-START
- Si accende il LED verde "posizione non ancora raggiunta"
- Non è possibile alcun movimento assi
Rimedio: Effettuare la compensazione della deriva (servizio assistenza)
No. allarme
168*
Testo allarme: "$. blocco reg. asse in mov."

Causa: L'abilitazione del servoazionamento specifico degli assi è stata


soppressa dal programma PLC utente durante un movimento dell'
asse..
Effetto: - Blocco di NC-START
- Arresto guidato del funzionamento
- Funzionamento a seguire
Rimedio: Informare il servizio assistenza

No. allarme
1721176*
Testo allarme: "$ area lavoro limite + " i -""

Causa: E stato raggiunto il limite del campo di lavoro definito.


Effetto: Blocco di NC-START
Rimedio: - Controllare il programma
- Controllare la limitazione campo di lavoro nei dati setting
Spiegazione: Tramite dati macchina è possibile attivare la limitazione campo di
lavoro anche in JOG.

No. allarme
180r
Testo allarme: "$ asse in più canali"

Causa: Con esecuzione contemporanea di due programmi su due diversi


canali è intervenuta la programmazione contemporanea di un asse in
ambedue i programmi (canali) che hanno così richiesto un movimento
dello stesso asse.
Effetto: Blocco di NC-START
Rimedio: Controllare ambedue i programmi

""' sostituisce: "0" = asse I , "1" = asse 2 , "2" =asse 3, "3" = asse 4, "4" = asse 5.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Liswdescrtzione allarmi

No. allarme
184
Testo allarme: "$ Stop poster. del punto di riferimento"

Causa: Durante la ricerca del punto di riferimento, l'asse e stato fermato fra la
camma di riferimento e la tacca di zero del trasduttore di misura.
Effetto: - Blocco di NC-START
- Il punto di riferimento non viene raggiunto
Rimedio: Nuova ricerca del punto di riferimento

No. allarme
196*
Testo allarme: "$.Funz. eg./assi in parch."
Causa: Il mandrino non è attivo come asse rotante.
Rimedio: Commutare il mandrino in funzionamento asse.
No. allarme
2000
Testo allarme: "Emergenza"

Causa: Il PLC trasmette all'NC il segnale di EMERGENZA


Effetto: - Blocco di NC-START
- Arresto guidato del funzionamento
- Soppressione del consenso regolatore
- Funzionamento a seguire
Rimedio: Controllare se è stato raggiunto il micro di EMERGENZA o se è stato
premuto il tasto di EMERGENZA.
No. allarme
2030
Testo allarme: "Incremento pos. errato"
Effetto: - Blocco di NC-START
- Blocco di NC pronto al funzionamento
- Arresto della lavorazione
Rimedio: Controllare il blocco G06, eventualmente ricalcolare e correggere.
Spiegazione: Il percorso residuo I contiene un valore errato, non adatto al profilo
programmato.

""' sostituisce: "0" = asse I , " I " = asse 2, "2" =asse 3, "3" = asse 4, "4" = asse 5

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Soweglianze
4.6 Listddescrizione allarmi

No. allarme
2031
Testo allarme: "Fattore moltipl. tr. gr./picc."

Nota: Allarme presente solo in fase di messa in servizio

No. allarme
2032
Testo allarme: "Stop in filettatura"

Causa: Durante le operazioni di filettatura è sopravvenuto un arresto del-


l'avanzamento che ha rovinato il filetto.
Effetto: Blocco di NC-START
No. allarme
2034
Testo allarme: "Riduzione di velocità su finecorsa SW"

Causa: E'stata raggiunta la zona riservata al prefinecorsa per cui l'asse ha


ridotto la sua velocità
Rimedio: Controllare il programma.
No. allarme
2035
Testo allarme: "Limite avanzamento"

Causa: La velocità programmata è più elevata di quella vettoriale risultante


dalle velocità massime degli assi.
Rimedio: Programmare una velocità più bassa.
No. allarme
2036
Testo allarme: "G35passo decresc. tr. alto"
Causa: Il decremento del passo nella filettatura è troppo elevato e
determinerebbe alla fine della filettatura un passo finale inferiore o
uguale allo zero.
Rimedio: Programmare un decremento inferiore oppure una filettatura più corta.

No. allarme
2037
Testo allarme: "Valore S programmato troppo alto"

Causa: Il numero "S" programmato per i giri del mandrino supera il valore
" 16000".
Rimedio: Programmare un numero più basso (all'interno del controllo il valore di
riferimento massimo ammesso è pari a "16000")

No. allarme
2038
Testo allarme: "Vel. contorn. troppo elevata"

Causa: La velocità programmata dell'asse è troppo elevata.


Effetto: Interblocco di NC-START e abbassamento del relè dei valori
programmati.
Rimedio: Rispettare la gamma dei valori ammessi.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 LisWdescrizione allarmi

No. allarme
2039
Testo allarme: "Punto di riferimento non ricercato"
Causa: Non è stato ricercato il punto di riferimento in tutti gli assi definiti.
Effetto: Blocco di NC-START
Rimedio: Ricercare il punto di riferimento negli assi interessati.
Spiegazione: Tramite i dati macchina si può sopprimere, specifico per asse, l'obbligo
di ricerca del punto di riferimento per uno o più assi speciali.
Attenzione: In questi assi non sono attivi i finecorsa software.

No. allarme
2040
Testo allarme: "Blocco non in memoria"
Causa: - Nella ricerca blocco, il blocco ricercato non è esistente.
- In un salto in programma il no. di blocco programmato non è stato
trovato nella direzione di ricerca preimpostata.
Effetto: Interblocco di NC-START
No. allarme
2041
Testo allarme: "Programma non in memoria"
Causa: - Il programma selezionato non si trova in memoria
- Il sottoprogramma richiamato non è stato trovato in memoria
Effetto: Blocco NC-START
No. allarme
2042
Testo allarme: "Errore di parità in memoria"
Causa: Uno o più caratteri in memoria si sono cancellati e non sono più
riconoscibili (questi caratteri appaiono come "?")
Effetto: Blocco di NC-START
Rimedio: - Correggere il programma in EDITOR oppure cancellare l'intero bloc-
co e introdurne uno nuovo.
- Nel caso appaiano moltissimi caratteri "?" è possibile che sia stata
cancellata l'intera memoria; in tal caso controllare la batteria.
No. allarme
2043
Testo allarme: " Errore di programmazione nella trasformazione"
Causa: - Programmazione di assi reali del raggruppamento con trasforma-
zione selezionata.
- Programmazione di assi fittizi con trasformazione disinserita.
- Riattivazione della trasformazione prima della disattivazione della
trasformazione attuale.
- Programmazione dei movimenti degli assi nel blocco di abilitazione.
Effetto: Bloccaggio di START-NC
Rimedio: Premere il tasto "RESET"

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, G A 3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Lista/descnzione allarmi

No. allarme
2046
Testo allarme: "Blocco senza LF o > 120 caratteri"
Causa: Si è verificata un'alterazione di un "LF" in memoria ed è stato
generato un blocco di lunghezza superiore a 120 caratteri.
Effetto: Blocco NC-START
Rimedio: Introdurre "LF" o cancellare l'intero blocco
No. allarme
2047
Testo allarme: "Opzione non prevista"

Causa: E' stata programmata una funzione che non fa parte del repertorio di
funzioni disponibile nel controllo numerico.
Effetto: Blocco NC-START
Rimedio: Correggere il programma
No. allarme
2048
Testo allarme: "Errore punto finale cerchio"
Causa: Il punto finale programmato in interpolazione circolare non si trova sul
cerchio. Superamento soglia di tolleranza stabilita con il dato
macchina.
Effetto: Blocco di NC-START
Rimedio: Correggere il programma
No. allarme
12056
Testo allarme: "Movimento attraverso il centro di trasformazione"
Spiegazione: - Sul percorso programmato l'asse radiale (asse lineare) si dirige sul
punto zero del sistema di coordinate fittizio.
Rimedio: - Modificare il raggio fresa
- Programmare un percorso diverso.
No. allarme
2057
Testo allarme: " FilettaturaIAvanzamento opzione non prevista"
Causa: - Nel programma è stata impostata una filettatura con G33, G34,
G35, sebbene questa funzione non sia prevista nel controllo.
- Nel programma è stato impostato I'avanzamento/giro G95
Effetto: Correggere il programma
Spiegazione: L'allarme compare solo su SINUMERIK 810M

No. allarme
2058
Testo allarme: "Opzione 3D non prevista"
Causa: Sono stati programmati contemporaneamente 3 assi
Rimedio: Correggere il programma
Spiegazione: L'allarme compare solo su SINUMERIK 810M

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Lista/descrizioneallarmi

No. allarme
2059
Testo allarme: "Errore di programmazione G92"
Causa: - Utilizzo di un carattere alfabetico di indirizzamento non ammesso
- Programmazione di G92 con indirizzo "P"
Rimedio: G92 ammette solo l'indirizzo "Su (limitazione giri mandrino
programmata) opp. "D" (interpolazione cilindrica)
No. allarme
2060
Testo allarme: "Errore di programmazione CORR. UT, SO"

Causa: - Selezione di un numero di correzione utensile non esistente


- Valore troppo elevato negli spostamenti origine selezionati o nelle
correzioni utensile

No. allarme
2061
Testo allarme: "Errore generico di prog."
Effetto: Blocco di NC-START
Causa: - Controllare il blocco errato nel "blocco correzioni"
- Selezionare l'immagine "visualizzazione blocco attuale" e
controllare il blocco dopo il blocco attuale
No. allarme
2062
Testo allarme: "Avanzamento programmato mancantelerrato"
Causa: -
Non è stato programmato alcun valore F
-
Valore F troppo basso (dato macchina)
- E' stato programmato un avanzamentolgiro G95 maggiore di
50 mmlgiro
- Non è stato programmato I'avanzamentolgiro
- Il percorso residuo dell'asse è O per l'asse rotante in G98 o G36,
oppure non è ancora stato programmato un valore di avanzamento
per G98
Rimedio: Programmare correttamente l'avanzamento
No. allarme
2063
Testo allarme: "Passo filetto troppo grosso"
Causa: E' stato programmato un passo di filettatura maggiore di 400 mm
(16 pollicilgiro)
Effetto: Blocco di NC-START
Rimedio: Programmare un passo di filettatura più ridotto

a Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaldescrizione allarmi

No. allarme
2064
Testo allarme: "Progr. errata asse rotante"

Causa: Se un asse rotante deve posizionare con arrotondamenti a 1 opp. 112


grado, il controllo verifica che le posizioni programmate corrispondano
all'arrotondamento richiesto.
Effetto: - Blocco di NC-START
- Non viene effettuato il percorso programmato nel blocco
Rimedio: Programmare la posizione esatta nell'asse rotante.
Spiegazione: Nei modi operativi JOG, INC il controllo esegue un arrotondamento
automatico su valori esatti. Nei modi operativi AUTOMATIC o MDI-
AUTOMATIC, il controllo verifica solo le posizioni programmate, senza
provvedere all'arrotondamento.

No. allarme
2065
Testo allarme: "Sorpasso finecorsa software"

Causa: Il punto finale del blocco programmato si trova dopo il finecorsa


software.
Effetto: - Blocco di NC-START
- Non viene effettuato il percorso programmato
Rimedio: Correggere il programma

No. allarme
2066
Testo allarme: "Errore incremento/decremento filettatura"

Causa: Sono stati programmati incrementi o decrementi del passo di un valore


maggiore di 16 mm (0,6 pollici/giro)
Effetto: Blocco di NC-START
Rimedio: Programmare valori inferiori per gli incrementiidecrementi passo di
filettatura

No. allarme
2067
Testo allarme: "Velocità max. = 0"

Nota: Allarme presente solo in fase di messa in servizio

No. allarme
2068
Testo allarme: "Posizione dietro lim. area di lavoro"

Causa: Il punto finale del blocco programmato si trova, su uno o più assi, dopo
il limite del campo di lavoro.
Effetto: - Blocco NC-START
- Non viene eseguito il percorso programmato
Rimedio: - Controllare il limite ( + !-) del campo di lavoro
- Modificare il limite nel programma con G25lG26

@ Siemens AG 1990 Ali Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Lista/descrizioneallarmi

No. allarme
2072
Testo allarme: "lntrod. valore errato"

Causa: Impostazione errata per il calcolo del profilo


Effetto: Il blocco programmato erroneamente non viene né simulato né
eseguito.
Rimedio: Impostare i valori di profilo corretti.
No. allarme
2073
Testo allarme: " Nessun punto d'intersezione mancante"

Causa: Nel calcolo del profilo non risulta alcun punto d'intersezione con i valori
programmati
Effetto: Vedere allarme 2072
Rimedio: Vedere allarme 2072
No. allarme
2074
Testo allarme: "Valore angolo errato"
Causa: - Angolo programmato maggiore o uguale a 360 gradi
- Valore angolare illogico per il profilo descritto
Effetto: Vedere allarme 2072
Rimedio: Vedere allarme 2072
- -

No. allarme
2075
Testo allarme: "Valore raggio errato"
Causa: - Valore di raggio troppo elevato
- Valore di raggio non ammesso nel profilo descritto
Effetto: Vedere allarme 2072
Rimedio: Vedere allarme 2072
No. allarme
2076
Testo allarme: " G021G03 errata"

Causa: Direzione del cerchio impossibile nel profilo descritto


Effetto: Vedere allarme 2072
Rimedio: Vedere allarme 2072
No. allarme
2077
Testo allarme: "Sequenza blocchi errata"
Causa: Per il calcolo del profilo sono necessari diversi blocchi:
- sequenza blocchi non corretta
- informazioni non sufficienti (sottodefinite)
Effetto: Vedere allarme 2072
Rimedio: Vedere allarme 2072

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Lista/descrizione allarmi

No. allarme
2078
Testo allarme: "lnroduzione parametri errata"

Causa: - La sequenza dei parametri programmati non è ammessa


- La sequenza dei parametri per il profilo descritto non è completa
Effetto: Vedere allarme 2072
Rimedio: Vedere allarme 2072
No. allarme
2081
Testo allarme: "CRUICRF non ammessa"

Causa: Selezionando CRUICRF (G411G42) non possono essere programmate


le seguenti funzioni:
G33, G34, G35, G58, G59, G92, M19 S...
Rimedio: - Programmare prima G40
- Disattivare con G41lG42 DO0 (FRWSRK)
No. allarme
2082
Testo allarme: "Piano CRFICRS non determinato"

Causa: Gli assi del piano CRFICRS selezionato non esistono


Rimedio: Selezionare il piano esatto con G16
No. allarme
2087
Testo allarme: "Rotazione coordinate non permessa"
Rimedio: Verificare il programma NC.

No. allarme
2088
Testo allarme: "Allarme batteria modulo assoluto 1"

Causa: Tensione batteria troppo bassa. Controllo batteria ogni 10 minuti.


Rimedio: Sostituire la batteria sul modulo assoluto 1 lasciando inserito il
controllo.
No. allarme
2089
Testo allarme: "Allarme batteria modulo assoluto 2"

Causa: Tensione batteria troppo bassa. Controllo batteria ogni 10 minuti.


Rimedio: Sostituire la batteria sul modulo assoluto 2 lasciando inserito il
controllo.
No. allarme
2152
Testo allarme: "Vel. mandrino troppo elevata"
Causa: Il numero dei giri del mandrino è più elevato di quanto stabilito nei dati
macchina
- Programmare valori S più bassi
- Controllare G92 S... in v-costante oppure
Rimedio: - Effettuare un controllo o rivolgersi al servizio assistenza

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 LisWdescrizione allarmi

I
1
No. allarme

1
Testo allarme: "Errore hardware mandrino"
Causa: Vedere allarme 132'
Effetto: - Blocco di NC-START
- Arresto guidato del funzionamento
1 Rimedio: Vedere allarme 132'

(Testo allarme: "Sist.di misura sporco "


Nei trasduttori di misura con segnalazione di sporco è stato segnalato
un errore all'NC.
Blocco di NC-START
Controllo del trasduttore di misura
No. allarme

Testo allarme: "Manca l'opzione M19"


Causa: Nel programma pezzo è stata effettuata una programmazione
"M19s..." nonostante questa funzione non sia disponibile.
Blocco di NC-START

t-
Effetto:
Rimedio:
No. allarme

) Testo allarme:
(Rimedi; --
-
-
Correggere il programma
Aggiungere l'opzione " M19"

2160
1 "Fattore di scala non ammesso"
1 Modificare il fattore di scala.
1

Testo allarme: "Variazione fattore scala non ammessa"


Rimedio: Correggere la modifica di scala.
No. allarme
2171
Testo allarme: "Avvicinamento non possibile"
Rimedio: Correggere il blocco di accostamento.
No. allarme
2172
Testo allarme: "Scostamento non possibile"
Rimedio: Correggere il blocco di distacco.
No. allarme

1 Testo allarme: (#,Avvic~namentolscostamento


. . errato" 1
Rimedio: I Allarme ~resentesoltanto in fase di messa in esercizio. I
No. allarme

Testo allarme: "Asse non rotante"

Causa: L'asse deve essere definita come asse rotante dal DM564', bit 5
Effetto: Interblocco di NC-START e di NC-READY
Rimedio: Settare il DM564', bit 5 = 1

o Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 LisWdescrizione allarmi

No. allarme
2184
Testo allarme: "Funz. M per asse C non val."
No. allarme
2189
Testo allarme: "Trasformazione indefinita"
Causa: - Tipo di trasformazione non definito
- Non è settato il bit opzionale della trasformazione
- Assi della trasformazione definiti più volte o in modo errato.
Rimedio: Azionare il tasto " RESET".
No. allarme
2190
Testo allarme: "Assi di trasformazione occupati"
Spiegazione: Con la selezione della trasformazione uno degli assi reali del
raggruppamento viene programmato all'interno di un altro canale
(diverso dal canale 1).
No. allarme
2191
Testo allarme: "Trasformazione nel punto zero"
Causa: Un asse reale (di solito l'asse X) al momento della selezione della
trasformazione si trova sul punto zero (G131).
Rimedio: Azionare il tasto " RESET".
No. allarme
2192
Testo allarme: "Raddoppiamento assi attivo"
Causa: - La modifica dei segnali del PLC AB 81.2 o Ai3 81.3 è stata
effettuata fuori dallo "stato di Reset".
- Azionamento del tasto di movimento nel modo operativo " JOG" e
con funzionamento "Automatico attivo", con i segnali AB 81.2 o
AB 81.3 attivi e con DM 5019.0 impostato.
- Con raddoppiamento assi attivo i segnali assiali del PLC (consenso
regolazione, abilitazione avanzamento, specularità, funzionamento a
seguire, blocco assi) non sono identici per entrambi gli assi.
- Segnali del PLC AB 81.2 e AB 81.3 su "zero" con bit opzione
settato.
Effetto: Bloccaggio di START-NC.
Rimedio: Impostare correttamente i segnali del PLC.
No. allarme
2193
Testo allarme: "Asse supplementare non possibile"
Causa: Avviene solo nel blocco ricercato dopo la partenza della ricerca blocco,
se è settato il DM " Asse supplementare dopo ricerca blocco"
1. alla prima programmazione dell'asse rotante dopo RESET
oppure dopo la commutazione all'asse C con funzione M
Rimedio: 2. alla prima programmazione dell'asse rotante apartire dal blocco
ricercato dopo la ricerca del blocco
ad 1. Programmare I'asse C con GO opp. G01 in un blocco preceden-
te (ad es. GO G91 C = O LF)
ad 2. Scegliere il blocco da ricercare in modo che in esso non sia
attiva la funzione G36 e che prima sia già stato programmato
I'asse C (sarebbe sufficiente anche la programmazione di un
asse supplemetare nel blocco ricercato).

Q Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BNI
4 Sorveglianze
4.6 Listddescrizione allarmi

No. allarme
21 94
Testo allarme: "G36 manca posizione asse rotante"
Causa: L'allarme può subentrare solo con la programmazione modulo.
L'allarme compare quando si intende generare G68 per I'asse rotante
in un blocco G36
1. Alla prima programmazione dell'asse rotante dopo RESET opp.
dopo la commutazione all'asse C con una funzione M
2. Alla prima programmazione dell'asse rotante dopo la ricerca
del blocco a partire dal blocco ricercato
Rimedio: ad 1. Programmare prima l'asse C con GO opp. G01
(ad es. GO G91 C =O LF)
ad 2. Scegliere il blocco in modo che G36 non sia attivo nel blocco
da ricercare e che I'asse C sia già programmato fino al blocco
con G36 (sarebbe sufficiente anche I'asse supplementare nel
blocco da ricercare)
No. allarme
225*
Testo allarme: "Velocità mandrino troppo elevata"
Causa: Solo se è settato il DM-NC 520' (è presente I'encoder mandrino)
Spiegazione: La velocità mandrino è superiore ai giri max. definiti nel dato macchina
oppure nel dato setting
Rimedio: programmare un valore S più basso
controllare i DM 403' ... 410' (giri max. per gamme 1 ...78j
controllare il DM 445"(tolleranza della max. velocità mandrino)
controllare il DM 451' (giri max. mandrino)
controllare la gamma del PLC
controllare G92 S... in" v = costante"
e controllare il dato setting per la limitazione velocità mandrino
programmare G26 S ...
No. allarme
226"
Testo allarme: "Controllare anello regolazione mandrino"

Interrogazione: Ciclica
Effetto: interblocco di NC-START
abbassamento del relè dei valori programmati,
valore programmato O
soppressione di BAG-READY 2
il consenso regolatore mandrino viene tolto dopo che è trascorso il
tempo del DM 447'
Spiegazione: come per allarme 132'
Rimedio: e come per allarme 132'

No. allarme
227
Testo allarme: "Trasduttore sporco (mandrino)"

Interrogazione: Ciclica
Effetto: Interblocco di NC-START
Spiegazione: nei trasduttori con segnalazione di trasduttore sporco viene segnalato
un errore all'NC
Rimedio: Controllare il trasduttore

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6 2 8 5 410-OES05


SINUMERIK 8 2 0 M , GA3 ( B N )
4 Sorveglianze
4.6 Lista/descnzione allarmi

No. allarme
228"
Testo allarme: "Opzione M19 non abilitata"
Causa: - Nel programma pezzo è stato programmato M19 S ... sebbene
questa funzione non sia presente nel controllo
Rimedio: e controllare il programma
controllare i dati macchina dell'NC
e eventualmente far implementare l'opzione E42

No. allarme
3000
Testo allarme: "Errore generico di programmazione"
Causa: - Durante la programmazione di un blocco è stato commesso un
errore generico, non meglio definito.
Esempio: - Programmazione di un asse inesistente sulla macchina
- Programmazione di parametri d'interpolazione errati
- Opzione "Raddoppiamento assi" attiva e numero D nel sotto-
programmma > 49.
Rimedio: - Eseguire la verifica del blocco errato con l'aiuto del "Blocco di
correzione". Quando è possibile il cursore viene posizionato prima
della parola errata. Il numero del blocco errato è visualizzato dopo il
numero dell'allarme nella riga degli allarmi.
- Modificare it programma pezzo.
No. allarme
3001
Testo allarme: "Numero di parametri geometrici > 5"
Causa: Nel blocco sono stati programmati più di 5 parametri geometrici come
assi, parametri d'interpolazione, raccordi, angoli.
Rimedio: Vedere allarme 3000
No. allarme
3002
Testo allarme: "Errore prog. polareiraggio"
Causa: Nel blocco con programmazione polareiraggio mancano le seguenti
programmazioni:
- angolo
- raggio
- coordinate per il centro.
Rimedio: Vedere allarme 3000
No. allarme
3003
Testo allarme: "Indirizzo non valido"
Causa: - Raddoppiamento assi attivo e assi dell'utensile C2 programmati nel
programma pezzo
- Programmazione di un asse non definito nei dati macchina
Effetto: Bloccaggio di START NC.
Rimedio: Modificare il programma pezzo.

@ Siemens AG 1990 All Rlghts Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 LisWdescnzione allarmi

No. allarme
3004
Testo allarme: "Errore CLBOO"
Causa: - Funzione @ non realizzata
-
-
Indirizzo dopo @ errato
Numero degli indirizzi dopo @ errato
- Valore in K,R o P non ammesso
- Numero dei decimali troppo elevato
- Non è ammesso il punto decimale
- Definizione errata della destinazione di salto
- Cella di sistema (DM-NC, DM-PLC, corr. ut., ...) inesistente
-- No. bit troppo elevato
Indicazione angolare errata in seno e coseno
Rimedio: - Programmare @ secondo la lista
- Solo K,R e P sono ammessi come indirizzi
- Le destinazioni di salto in avanti si definiscono con " + " e quelle
all'indietro con "-"
- Controllare la validità dei valori negli indirizzi indicati
- Se necessario selezionare blocco singolo di decodifica
(BL.S.DEC.) e ricontrollare il programma.
No. allarme
3005
Testo allarme: "Errore prog. percorso geom."
Causa: Dalla definizione delle coordinate nella descrizione sintetica del profilo,
non risulta alcun punto d'intersezione.
Rimedio: Vedere allarme 3000
No. allarme
3006
Testo allarme: "Struttura blocco errata"
Causa: - Sono state programmate nel blocco più di 3 funzioni M
- E'stata programmata nel blocco più di una funzione S
- E'stata programmata nel blocco più di una funzione T
- E'stata programmata nel blocco piu di una funzione H
- Sono state programmate nel blocco più di 4 funzioni ausiliarie
- Sono stati programmati nel blocco più di 3 assi in G00lG01
- Sono stati programmati nel blocco più di 2 assi in G02!G03
- G04 è stato programmato con indirizzi diversi da " X o "F"
- M19 è stato programmato con indirizzi diversi da "S"
- Parametri d'interpolazione errati o mancanti in G021G03
- G92 P.. non è da solo nel blocco
- G74 non è da solo nel blocco
- E' stato programmato in un blocco con G98 opp.G36 attivo al mini-
mo un asse e nello stesso tempo nessun asse rotante o più di 2
- E' stato programmato un raggio, un angolo opp. L o P in un blocco
con G36 attivo
- Dal passo del filetto ed il percorso residuo dell'asse di
posizionamento risulta un valore del percorso residuo totale troppo
grande per l'asse rotante con G36
- E' attivo G98 e non è attivo nè GO, G1 o G36 del gruppo GO
- In un blocco con G98 o G36 attivo è attiva con lo stesso asse ro-
tante la funzione Transmit.
- E' stato selezionato in un blocco con G98 o G36 attivo lo stesso
asse rotante come per I'interpolazione cilindrica
- E' stato scelto l'avanzamento G98 per un tratto di profilo
- Non è stato definito il passo del filetto in un blocco con G36 attivo
opp. il passo del filetto non è stato attribuito all'asse di posiziona-
mento programmato
Rimedio: Vedere allarme 3000

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listafdescrizione allarmi

No. allarme
3007
Testo allarme: "Dati setting errati"
Causa: - E'stata programmata G251G26
- G92 è stata programmata con indirizzo diverso da "S" o da "P"
- M19 è stata programmata con indirizzo diverso da "Su
Rimedio: Vedere allarme 3000
No. allarme
3008
Testo allarme: "Errore di sottoprogramma"
Causa: - Richiamo di sottoprogramma senza numero di ripetizioni "P"
- M30 è stata programmata come fine del sottoprogramma
- Alla fine del sottoprogramma manca M17
- E' stato richiamato il quinto livello di annidamento
- M17 è stata programmata nel programma principale
Rimedio: Vedere allarme 3000
No. allarme
3009
Testo allarme: "Programma bloccato"
Spiegazione: - LO è preselezionato nella figura AUTOMATIC (è proibito).
- E' stato richiamato da PLC un programma non esistente
No. allarme
301O
Testo allarme: "Errore nei punto d'intersezione"
Causa: Questo errore può verificarsi in concomitanza del ciclo di tornitura L95
se:
- Il programma profilo è stato programmato senza GOO,G01 ,G02,G03
- Nel programma profilo è stato programmato @714
- E' stata effettuata una selez. errata del piano nel programma profilo
- Non è stato trovato il punto d'intersezione
- E' stato programmato più di un quarto di cerchio nel progr. profilo
Rimedio: Vedere allarme 3000
No. allarme
301 1
Testo allarme: "Asse progr. 2 volte /numero assi > 2"
Causa: - Nello stesso blocco un asse è stato programmato due volte
- Il numero degli assi programmati è superiore a quello a disposizione
della macchina
Rimedio: Vedere allarme 3000

0 Siernens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Lista/descrizione allarmi

No. allarme
3012
Testo allarme: "Blocco non in memoria"
Causa: - Il programma non è stato concluso con M02lM30lM17.
- Nella direzione assegnata non è stato trovato il numero del blocco
indicato nel salto (@l00,ll y, 12y,13y)
- Per la funzione "Ricaricamento blocco!blocco" è stato programmato
un ordine @ con salto indietro.
Rimedio: Vedere allarme 3000
No. allarme
3013
Testo allarme: " Blocc. simulazione"
Causa: La simulazione grafica (per il controllo del programma pezzo) - se è
settato il relativo bit nei dati macchina - è possibile solo se la macchina
non sta eseguendo un programma.
Rimedio: Attendere la fine del ciclo macchina.
No. allarme
3016
Testo allarme:
Causa: L'impostazione esterna di dati da PLC a NC presenta uno dei seguenti
errori:
- Codice errato
- Valore eccessivo
- Codice dimensioni non valida
- Opzione non disponibile
Effetto: La trasmissione dati è stata interrotta
Rimedio: - Controllare il programma PLC o
awertire il servizio assistenza

Testo allarme: "Programma già memorizzato"

Causa: Sul modulo EPROM per i cicli è disponibile un programma pezzo che
è già registrato nella memoria dei programmi pezzo (RAM)
Effetto: Blocco NC-START
Rimedio: Cancellare il programma dalla RAM

No. allarme
3018
Testo allarme: "Distanza geom. troppo grande(NC-DM9)"

Causa: Con riaccostamento ad un profilo circolare la tolleranza degli assi dal


profilo è troppo elevata.
Effetto: Blocco dello "Start programma"
Rimedio: Diminuire la tolleranza con un nuovo accostamento al profilo

No. allarme
3019
Testo allarme: "Manca opzione 2' RS232C (V.24)"

Causa: E' stata attivata la seconda interfaccia V.24 da PLC o tramite softkey
senza che fosse disponibile l'opzione relativa.
Rimedio: - La trasmissione dati avviene sulla prima interfaccia V.24
- Aggiungere l'opzione C62 (seconda interfaccia V.24)

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaldescrizione allarmi

No. allarme

Testo allarme: "Manca opzione"


I

I causa: I E' stata programmata una funzione non prevista dal controllo I
Rimedio: - Vedere allarme 3000
- Aggiungere I'opzione

No. allarme

Testo allarme: "Errore di profilo CRUICRF"

Causa: In seguito ai calcoli di correzione il movimento degli assi avviene al


I I contrario di quello programmato. 1
Rimedio: Controllare la programmazione
No. allarme

( Testo allarme: I "Figura non esistente" I


Causa: Con un softkey è stato effettuato un salto ad una figura non
disponibile né in ASM né in memoria di sistema.
- Controllare il numero di figura
- Controllare la funzione softkey
Solo in caso di programmazione supplementare con WS 800.

No. allarme

I Testo allarme: I "Descrizione figura errata"


Causa: -
E' stata progettata una figura con elementi grafici senza che
I'opzione "Grafica" fosse disponibile nel controllo.
- La figura selezionata ha troppe variabili o campi.
- E' stato progettato un tipo di figura sconosciuta al controllo
Rimedio: - Controllare la figura con la stazione di progettazione.
- Se necessario aggiungere I'opzione "Grafica"
Spiegazione: Solo in caso di progettazione supplementare con WS 800.
No. allarme

-t Testo allarme:
Causa:

Rimedio:

I Spiegazione:
I "Graficaftesto troppo ampi"
-
- Errore di progettazione nella figura selezionata

-
Somma troppo elevata degli elementi grafici e di testo
Controllare la figura con la stazione di progettazione
- Se necessario suddividere il contenuto in 2 figure
Solo nella progettazione supplementare con WS 800.

IVo. allarme

1 Testo allarme: ("Troppi comandi grafici"

Causa: La somma dei comandi grafici nella figura selezionata è troppo elevata
Rimedio: Vedere allarme 3026
Spiegazione: - Questo allarme attiva l'allarme 3026
- Solo nella progettazione supplementare con WS 800

0 Stemens AG 1990 Alt Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaldeccnzione allarmi

No. allarme
3028
Testo allarme: "Troppi campilvariabili"

Nota: Allarme presente soltanto in fase di messa in servizio

No. allarme
3029
Testo allarme: "Errore opzione grafica"
Causa: Nella figura selezionata sono stati progettati elementi grafici senza che
I'opzione "Grafica" fosse disponibile nel controllo.
Rimedio: - Ordinare l'opzione "Grafica"
- Progettare la figura senza elementi grafici
Spiegazione: Solo nella progettazione supplementare con WS 800.
No. allarme

Testo allarme: "Cursore memoria non abilit."


Causa: Errore della memoria cursore progettata nella figura selezionata
(numero non ammesso o troppo grande).
Rimedio: Definire nuovamente la memoria cursore con la stazione di
Spiegazione: progettazione.
- La memoria cursore ha il compito di posizionare il cursore, dopo il
richiamo della figura, nel punto in cui si trovava prima di lasciare la
figura
- Soltanto nel caso di progettazione supplementare su WS 800.
No. allarme
3032
Testo allarme: "Troppi campilvariabili"
Nota: Allarme presente soltanto in fase di messa in servizio.
No. allarme
3033
Testo allarme: "Testo non esistente"
Causa: In fase di linkage con la stazione di progettazione si e verificato un
errore.
Rimedio: Controllare il tabulato di linkage e ripetere l'operazione con la stazione
di progettazione (fare attenzione agli errori di linking).
Spiegazione: - Solo nel caso di progettazione supplementare su WS 800
- Allarme solo alla messa in servizio.
No. allarme
3034
Testo allarme: "Testo spec. non disponibile"
Spiegazione: - Solo nel caso di progettazione supplementare su WS 800
- Possibile solo in fase di messa in servizio
No. allarme
3040
Testo allarme: "Campilvariabile non visualizzabili"
Spiegazione: - Solo nel caso di progettazione supplementare su WS 800

Testo allarme: "Troppi campilvariabili"


Nota: Allarme presente solo in fase di messa in servizio

@ Siemens AG 1990 All R~ghtsR e ~ e ~ e d 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 LisWdescrizione allarmi

No. allarme
3042
Testo allarme: "Descrizione errata figura" {errore grave}
Causa: Nella descrizione della figura è stato riscontrato un errore non
esattamente identificabile; ad es. è stato progettato un campo
inesistente.
Rimedio: Controllare la figura con la stazione di progettazione
Spiegazione: Solo nel caso di progettazione supplementare su WC 800.
No. allarme
3043
Testo allarme: "Descrizione figura errata" {errore non grave}
Causa: Vedere allarme 3042
Rimedio: Vedere allarme 3042
Spiegazione: Vedere allarme 3042
No. allarme
3046
Testo allarme: "Err. p. variabile"

Causa: E' stata selezionata una variabile non rappresentabile nel controllo
Controllare la figura con la stazione di progettazione ed introdurre
Rimedio: nuovamente la variabile se necessario
Spiegazione: Solo nel caso di progettazione supplementare su WS 800.
No. allarme
3048
Testo allarme: "Errore definizione figura"
Causa: I valori minimo e massimo sono stati scambiati nella definizione del
pezzo.
Rimedio: Verificare la definizione del pezzo in base ai valori ammessi.
No. allarme
3049
Testo allarme: "Controllare area di simulazione!"
Causa: Valori mancanti o errati nella definizione dell'area di simulazione
Rimedio: - Controllare i valori relativi all'area di simulazione (tutti i piani)
- Un nuovo avvio della simulazione è possibile soltanto dopo RESET
e dopo aver premuto il tasto "TACITAZIONE ALLARMI"
No. allarme
3050
Testo allarme: " Introd. errata"

Causa: Dati di simulazione erratiiindefiniti.


No. allarme
3063
Testo allarme: "Blocco dati inesistente"
Spiegazione: Nello STATO PLC è stato selezionato un no. DB inesistente.
Rimedio: Selezionare il DB corretto o creare un nuovo DB.

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZBS 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaldescrizione allarmi

No. allarme
3081
Testo allarme: "Accostamento con CRM non selezionato"
Rimedio: Selezionare la funzione CRM prima dell'accostamento.
No. allarme
3082
Testo allarme: "Avanzamento /giro troppo alto"

Spiegazione: 1. Con la simulazione di un programma pezzo


- nessun avanzamento F programmato
- il valore di F è troppo piccolo (MD)
2. In una parte del programma con G36 è stato impostato un tipo di
avanzamento diverso da G98
Rimedio: Programmare correttamente l'avanzamento
No. allarme
3083
Testo allarme: "Limite di avanzamento dell'asse fittizio"
Spiegazione: Per evitare che con la funzione TRANSMIT l'asse rotante muova più
velocemente del valore impostato nel dato macchina DM 280',
l'avanzamento viene eventualmente ridotto blocco per blocco.
Con programmazione del rapido nel programma pezzo, l'allarme non
viene segnalato (GOO, G10).
Rimedio: Utilizzare I'override di avanzamento.
No. allarme
3084
Testo allarme: "Dati errati in DB 39"
Spiegazione: - Il numero del parametro R è fuori dai limiti massimi ammessi
- L'assegnazione asseiparametro camme è errata
Rimedio: Correggere i valori del DB 39 e confermare .

No. allarme
3087
Testo allarme: "Errore nei dati di trasformazione"
Spiegazione: Errore di contenuto nel DM di trasformazione.
L'allarme è riferito al blocco. Il numero del dato macchina DM errato
viene indicato nel numero blocco.

No. allarme
3200
Testo allarme: "Limite campo di lavoro errato"
Causa: Sono stati introdotti nei dati setting (300', 3043 dei valori che superano
il limite del campo di lavoro.
Spiegazione: I valori consentiti min. e max. vengono introdotti nel dato macchina dal
controllo stesso.

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6 2 8 5 410-OES05


SINUMERIK 820M,G A 3 (BN)
4 Sorveglianze
4.6 Listaidescrizione allarmi

No. allarme
3201
Testo allarme: " Mandrino non sincrono"

Spiegazione: e E' stato selezionato il funzionamento di asse rotante con il


mandrino non sincrono.
Rimedio: Far girare il mandrino fino alla sincronizzazione.

No. allarme
41 O0
Testo allarme: "Nessun numero D e attivo"

Spiegazione: Allarme per cicli

No. allarme
4101
Testo allarme: "Raggio fresa = 0"

Spiegazione: Allarme per cicli

No. allarme
41 02
Testo allarme: "Raggio fresa troppo grande"

Spiegazione: Allarme per cicli

No. allarme
41 03
Testo allarme: "Utensile troppo largo"

Spiegazione: Allarme per cicli

No. allarme
41 04
Testo allarme: "Numero blocco dati sp. or. non ammesso "

Spiegazione: Allarme per cicli

No. allarme
41O5
Testo allarme: "Senso rotazione mandrino" non programmato

Spiegazione: Allarme per cicli

No. allarme
6000 ... 6063
Testo allarme: Vedere spiegazione

Spiegazione: Questi messaggi di errore PLC vengono definiti dal costruttore della
macchina utensile
(vedere documentazione relativa)

No. allarme
61O0 ... 6163
Spiegazione: Allarme presente soltanto in fase di messa in servizio

o Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
11.90 5 Manutenzione
5.1 Dati operativt

5 Manutenzione

5.1 Dati operativi

Umidità dell'aria
Classe di umidità secondo DIN 40040 F

Pressione dell'aria 860 hPa ... 1080 hPa

Protezione contro contatti accidentale, corpi


estranei e l'acqua secondo DIN 40050:
- parte frontale del pannello operativo IP 54
- parte frontale della pulsantiera di IP 54
macchina esterna

5.2 Manipolazione delle schede

Schede e componenti elettronici che riportano questo


simbolo (mano gialla "cancellata" su triangolo a sfondo nero)
sono sensibili alle scariche elettrostatiche.

In questi casi bisogna tenere in considerazione i seguenti avvertimenti:

parecchiatura (che è messa a terra) subito prima di toccare la scheda (toccare


ad es. una parte metallica a nudo dell'armadio o il polo di terra della presa di

Le schede non devono entrare in contatto con materiali altamente isolanti (es.
fogli di plastica, copritavoli isolanti, vestiti sintetici).

Le schede possono essere innestate o estratte solo ad impianto non in tensione.

@ Siemens AG 1990 Ali Rights R€!s€!N€!~ 6ZB5 470-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
5 Manutenzione
5.2 Manipolazione delle schede

Le tensioni dei segnali esternr possono essere presenti solo se l'impianto è in


tensione.

Le schede ed i componenti elettronici vanno immagazzinati o spediti fondamen-


talmente in imballaggi conduttori (ad es. scatole in plastica metallizzata, scatole
metalliche).

Se l'imballo non è conduttore le schede vanno prima avvolte con materiale


conduttore. E' possible utilizzare la spugna conduttrice oppure un foglio di
stagnola.

5.3 Sostituzione della batteria nel cassetto

Posizione di montaggio del cassetto batteria

Rappresentazione schematica della parte posteriore del SINUMERIK 820M

@ Siemens AG 1990 Alt Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
5 Manutenzione
5.3 Sostituzione della batteria nel cassetto

Sostituzione della batteria nel cassetto

Questa batteria alimenta:


- la memoria RAM per i programmi pezzo
- la memoria di lavoro

La durata della batteria è superiore ad 1 anno

L'allarme no. " 1" indica che bisogna sostituire questa batteria.

La sostituzione della batteria deve avvenire entro una settimana dall'intervento della
sorveglianza.

Per i l tipo di batteria vedi i l manuale operativo.


Per l'ordinazione rivolgersi al Service SIEMENS di zona.

1 ) La sostituzione della batteria deve avvenire solo con controllo


numerico in tensione!
2) Nella sostituzione bisogna porre attenzione alla giusta polarità.
3) Le batterie sono materiali inquinanti sottoposti alle regolamentazioni
degli enti locali competenti.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 O-OESO5


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
5 Manutenzione
5.4 Video

5.4 Video
L'immagine sul video può oscillare se l'unità video si trova esposta ad un campo elettro-
magnetico. Apparecchi che generano un campo elettromagnetico - come trasformatori,
ventilatori, teleruttori elettromagnetici, cavi conduttori di corrente alternata ecc. - devono
essere tenuti ad una distanza minima di 300 mm dalla unità video.

5.5 Pulizia
La parte frontale del monitor e la superficie del pannello operativo possono essere pulite con
regolarità. Per lo sporco comune è possibile utilizzare i detersivi per stoviglie di uso corrente
oppure il detersivo industriale "Special swipe". Questi detersivi puliscono anche lo sporco
grafitico.

Per breve tempo è consentito anche l'uso di detergenti contenenti uno o più tra i seguenti
componenti:
- acidi minerali diluiti
- basi
- alcool
- idrocarburi organici
- detergenti liquidi
- grassi e olii.

cc Siemens AG 1990 Ali Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
6 Interfacce per i dati
6.1 Note generiche

6 Interfacce per i dati

6.1 Note generiche


Per la trasmissione dei dati sono disponibili 2 interfacce universali (V.24/20 mA):
m L' interfaccia 1 , sul lato anteriore, è adattabile relativamente alle possibilità d'allacciamenti
di differenti apparecchi.
m L' interfaccia 2, situata sul retro del controllo, di norma, viene utilizzata per l'allacciamento
fisso di un determinato apparecchio.

Una seconda interfaccia V.24 è disponibile previa :li


ordinazione dell'onzionale "C62".

I dati delle interfacce ("caratteristiche" delle interfacce) possono essere impostati


separatamente tramite "dati setting" (DS).

6.2 Dati setting per la personalizzazione delle interfacce seriali


Nel SINUMERIK 820M le interfacce seriali vengono personalizzate con i dati setting (DS).
Le interfacce seriali " 1" e "2" possono essere definite singolarmente:
- interfaccia 1: numeri DS 5010 ... 5017 e 5026 ... 5029
- interfaccia 2: numeri DS 5018 ... 5029

Il codice EIA per i caratteri speciali è identico per le due interfacce (Numeri DS 5026..5029).

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
6 Interfacce per i dau
6.2 Dati sening per la personaliuazione delle interfacce seriali

.........................;.:...::..,:,..................... . . . .. . . . .. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .. .. . ..
..................... .:.:;.....:...:".:':.:::": . : .:.:.::::: . :.:.i: ::.::: . ., : ...................
. : . .:..:. . : : ..::::.,::,::~:::.::':'::.::: ......................... '..:... . , . : ::":
...
No DS .:.:.
... ...
....
...
...
...
Funzione dei dati setting ...
...
...
... . .
... ...
...
Inter- Inter- ..................................................................................
....
:.:.: :..::,:, :':.::.:.:: .:,:
::9: :::: ,:.. .:.:.:...:... :.
. .
..............................
. . . . . . . . . .
:;:
.
No.
. . . . . . .
bit
. . .
:.,.:.,:. . .: .
. . . . .
:
. . . . . . ............................................................................
.
:
. . . . . .
. . . . . . . . ..........................................
. . . . . . . . . . ..e:.:. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ...................................
..: ...................
...
faccia faccia
1 2 7
..............................
. . . . . .
l
I .... : :... : . .
6
.
l
. .
5
. .
1 4
.
I. . .
. . .
3 1
P .. .
2 1
.. . . . . . . . . . . . . : :
1 , O
...................

5010 5018 Codice apparecchio per immissione


I I L

Formato di trasmissione per immissione


5011 5019 Bit di Stop
Bit di Bit di Velocità in Velocità in Velocità in Velocità in
Bit di stop parità parità baud baud baud baud

5012 5020 I I
Codice apparecchio per emissione
L l l I I

Formato di trasmissione per emissione


5013 5021 Bit di Bit di Velocità in Velocità in Velocità in Velocità in
Bit di stop Bit di stop pa* parità baud baud baud baud

5014 5022 Carattere XoN (carattere di start DC)

5015 5023 Carattere XOFF(carattere di stop DC)

Funzioni speciali
SO24
solG €missione ~tari Fine Emissione Stop con il Valutare Emiss. Lettura
senza program- blocco in codice c,yatt. DSR "peri- senza programmi
primo ma con LF con EIA fine feria coda iniz. sistemi
carattere CR LF trasmiss." ready" e finale SINUMERIK
X~~ 318

Funzioni speciali
5017 5025 I I I I I I Esclusione
Non occupati (senza funzione) sowe-
glianza a
te mpo
i I I I I I

5026 5026 Codice EIA per il carattere "@"


I I 1 I l I l
I

5027 5027 Codice EIA per il carattere ":"


I I I I I I I
I I
5028 5028 Codice EIA per "fine trasmissione"
I I I I I I I

5029 5029 Codice EIA per il carattere " = "

I I I I I I I

Tabella 6.1 Descrizione delle interfacce

Siemens AG 1990 Al1 Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
6 Interfacce per I dati
6.3 Impostazione dei dati sening per l'allacciamento degli apparecchi periferici

6.3 Impostazione dei dati setting per I'allacciamento degli


apparecchi periferici
Se si vuole allacciare un determinato apparecchio all'interfaccia 1 (oppure 2) è necessario
adattare prima i "bit dei dati setting" al no. DS.
Il richiamo del numero dei dati setting (no. DS) avviene come descritto al cap. 3.1.15.1.

La tabella riporta solo i numeri di dati setting (no. DS) più importanti per l'allacciamento
dell'apparecchio periferico alla interfaccia 1 oppure 2.

- $
.<<y*u/-x
%zg
C.A...
W,,.",;.
.. . . ?-m;zr&T$gig$
g+
& Codice del tipo $@
p ; g ~ y ~ & l ~ . ; ~ ~ g~g$~~...-..-.
$$*<$j
NO. DS
;3 $.
g@ ;~ $ $.-... v- .A -
$ ~ ~ ~ 9 ?,2...:.:-:.j:
~%*>2zgzmF
.:.:.:.:.
~..IO.o.OW

** p3 j$1;g
Apparecchio 3
;4
@
& Combinazione di @
%:$ apparecchio & @ I - 1n1.r- ?.P>. ........
bit necessaria
....s~ . :
N
?P
&S
$#
periferico da
allacciare 19
& f (visualiu.
$& ..& video)
su @
gj
faccia faccia sc*<g
t% :?:$
%$
1 ...., (codice binario)
$&
*>ypA,-a&
ZgmFq g&ywfl&mB@fi@Gz&g$z&~$@$e$gg@$
.y*; .3s.
$fs ,v?; x...>
& : ~ ~ ~ ~ @ $ ~ $ ~ $ ~ &

Lettore SINUMERIK: 501 0


T40, T50, T60 501 1 1100 0111
RTS-LINE
V. 24, 9600 Baud

SINUMERIK WS800 501 0 501 8


RTS-LINE 501 1 501 9 1100 0111
V.24, 20 mA 5012 5020 0000 0000
9600 Baud 5013 502 1 1100 0111
Dispositivo di pro- 5010 501 8 O000 O100
grammazione Sie- 501 1 501 9 0000 01 11
mens PG68516751 PLC-PROG.
6701730f750, 20 mA,
9600 Baud,
connettore S5
Dispositivo di 5010 5018 0000 O000
programm. Siemens 501 1 501 9 1100 O100
PG675 RTS-LINE 5012 5020 O000 O000
V. 24, 1200 Baud 5013 502 1 1100 O100
Connettore 5016 5024 O010 1000
stampante 5028 5028 O000 001 1
Dispositivo di 5010 5018 O000 01O0
programm. Siemens PLC-PROG. 501 1 5019 O000 01 11
PG615U
20 mA, 9600 Baud
Stampante Siemens 501O 5018 O000 O000
PT80 RTS-LINE 1100 o010
20 mA O000 0000
V.24, 300 Baud 1100 O010

No. dei dati semng (no. DS) e da0 semng in bit in base all'apparecchio periferico allacc~ato

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SiNUMERIK 820M, GA3 (BN)
6 lnterfacce per i dati
6.3 Impostazione dei dati seiiing per I'allacciamento degli apparecchi periferici

M2502U-ZE601

V. 24, 1200 Baud

No. dei dati setting (no. DS) e dati setting In bit in base all'apparecchio periferico allacciato

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 (BN)
6 Interfacce per I dati
6.4 Dati d'allacciamento degli apparecchi

6.4 Dati d'allacciamento degli apparecchi

No. d'ordinaz. del cavo: 6FC9 340-8s.


Dati dell'apparecchio
Dati dell'apparecchio
Velocità di trasmissione 9600Baud
Formato del carattere 1 bit di start
8 bit dati
2 bit di stop
Predisposizioni
Predisposizioni sul lettore T40 Selettore DIP nell'apparecchio

Blocco interruttori A: 1 2 3 4 5 6 7 8
OFF OFF OFF OFF OFF OFF ON OFF
1 2 3 4 5 6 7 8
ON ON - OFF OFF OFF OFF OFF Note operative:
Blocco interruttori B: Prima d'inserire l'apparecchio è necessario
inserire il nastro perforato. In caso d'errore
1 2 3 4 5 6 7 8 lampeggia il LED verde; tacitazione con
ON OFF OFF OFF OFF OFF OFF OFF alimentazione OFFION dell'apparecchio.
La partenza del lettore viene gestita dal
Predisposizioni sul lettore T50 SINUMERIK 820M.
Predisposizione su 27 P01: Condizioni operative particolari
non utilizzata Questo lettore è in grado di arrestarsi con
Predisposizione su 27 P02: precisione al carattere.
ponticelli 2 e 5 chiusi
Predisposizione su 27 S02:
ponticelli 1, 2, 3, 4 aperti

Per avere una partenza automatica dal


SINUMERIK 820M il lettore deve essere 6FC9 344-1Q. (20 mA)
pronto al funzionamento; deve essere Dati dell'apparecchio
acceso il LED " Reader Start". Interfaccia V.24 oppure

consecutivi è necessario interporre tra d'essi

generati automaticamente. sempre che non 24: nessuna predispos. hardware


sia settato il bit dei dati setting "Emissione m : passiva
senza coda iniziale e finale" (DS no 5016,
zoccolo X9
bit 1 per I'interfaccia 1 oppure DS no. 5024,
ponticelli 2 - 14 ricezione
bit 1 per I'interfaccia 2).
6 - 10 trasmissione

Siemens AG 1990 Ali Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
6 lntedacce per I dati
6.4 Dati d'allacciamento degli apparecchi

Dtsposlw, cif programmaz£ane


CiEMENS PG 6tW con ackttatwe P6615
ed aHmsnmtors
Interfaccia AG S5
Interfaccia AG
No. d'ord. del cavo: 6FC9 340-8G.
6FC9 344-4R No. d'ordinaz. del cavo: 6FC9 340-8H.
(solo PG 7501730)
Dati dell'apparecchio
Interfaccia: current -loop
20 mA Dati dell'apparecchio
Velocità di trasmissione: 9600 Baud
Formato del carattere: 1 bit di start Interfaccia: current -loop
7 bit dati 20 mA
1 bit di parità
(parità pari) Velocità di trasmissione: 9600Baud
2 bit di stop
Condizioni operative Formato del carattere: 1 bit di start
Per la programmazione del PLC il 7 bit dati
dispositivo di programmazione 1 bit di parità
PG685/675/670/750 viene allacciato (parità pari)
direttamente all'interfaccia 1 2 bit di stop
(interfaccia current-loop 20 mA) del
SINLIMERIK 820M.
Con il PG 750 va utilizzato l'adattatore
Condizioni operative
fornito. Per la programmazione PLC, l'apparecchio
PG615 viene collegato direttamente
all'interfaccia 1 (interfaccia current-loop
20 mA) del SINUMERIK 820M mediante il
suo adattatore ed un cavo.

Interfaccia Stampante
No. d'ordinaz. del cavo: 6FC9 344-1A.

Dati dell'apparecchio

Interfaccia: V. 24
Velocità di trasmissione: 1200 Baud
Formato del carattere: 1 bit di start
8 bit dati
2 bit di stop

Condizioni operative

' L'archiviazione dei cicli NC e dei program-


mi su dischetto e la trasmissione dalper
1 I'NC come pure la stesura di programmi
possono avvenire con il PG6751685. Per la
trasmissione dei dati si collega il con-
nettore Stampante del PG6751685 con
una delle interfacce V.24 del SINUMERIK
820M.

Sternens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820M,GA3 (BN)
6 Interiacce per I dati
6.4 Dati d'allacciamento degli apparecchi

Stampante Slernem PT80 Stampante Siemens PT8B


No. d'ordinaz. del cavo: No. d'ordinaz. del cavo: 6FC9 340-8D.
6FC9 340-8C . ( V. 24 )
6FC9 340-8T. (20mA) Dati dell'apparecchio

Dati dell'apparecchio Adattatore d'interfacciamento SAP-SI


(V. 24)
Velocità di trasmissione 300 Baud
Predisposizione del selettore operativo
Formato del carattere 1 bit di start
8 bit dati Selettore S I
2 bit di stop
1 2 3 4 5 6
No. d'ordinaz. per PT80 con le specifiche ON ON ON OFF OFF OFF
SINLIMERIK: (con questa predisposizione la stampante
ha una velocità di trasmissione di
Versione V. 24 : L22751-A80-D442
9600 Baud)
(scheda d'interfaccia
STTl04) Selettore S2
Versione 20mA : L22751-A80-D441 1 2 3 4 5 6
(scheda d'interfaccia OFF ON OFF ON OFF ON
STT104 + LATI 01)
(Questa predisposizione significa:
Cavo supplementare per collegamento BUSY (X2.10) commutato
collegamento a morsetti: sul collegamento BUSY (X1.25) e
6FC9 340-4KA potenziale negativo).

Con la versione 20 mA è possibile un


funzionamento di lettura gestito da NC
(start/stop).

o Siemens AG 1990 All Rights ReSe~ed 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.1 Indicazioni generali

Adattamento alla macchina

7.1 Indicazioni generali


Le manovre operative del SINUMERIK 820M dipendono dalla predisposizione dei dati
macchina e dagli opzionali.
Nella versione base del SINLIMERIK 820M (no. d'ordinazione: 6FC3 561-1AC) i dati
macchina standard vengono impostati in fabbrica.
Questi dati macchina vanno poi modificati per adattare il controllo alla macchina utensile e per
aggiungere degli opzionali.
Nei seguenti capitoli 7.2 e 7.3 vengono presentati in forma tabellare:
i possibili opzionali di vendita che influenzano le manovre operative
tutti i dati macchina standard modificabili dal costruttore della macchina utensile e che
influenzano le manovre operative.

Nelle tabelle riportate è prevista una colonna nella quale è possibile registrare lo stato del
controllo fornito.

7.2 Dati d'ordinazione opzionali -


La versione base del SINLIMERIK 820M ha il no. d'ordinaz.: 6FC3 261-1AC.

Se vengono richiesti degli opzionali il no. d'ordinazione viene ampliato ed assume la


seguente forma:
per.es. 6FC3 261-1AC 2 -
Atri + BQ3+..

due sigle per


opzionali indica che sono previsti degli
opzionali

Nella tabella seguente, segnare con una croce la casella nella colonna
uando il no. d'ordinazione 6FC3 261-lAC-Z
nale.

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.2 Dati d'ordinazione - opzionali

Identificazione del controllo no.:


(no. fabbr., no. identif., no. invent.0 simili)

1) non per 820ME

0 Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.2 Dati d'ordinazione - opzionali

Identificazione del controllo no.:


(no. fabbr., no. identif., no. invent.0 simili)

Rispettiva Presknte net fvent.


sigta c01zOd/o asssrvazlont
fornito?

Q Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.3 Dati macchina SINUMERIK 820M

7.3 Dati macchina SINUMERIK 820M

7.3.1 Dati macchina generali


In questo capitolo sono riportate delle tabelle relative ai dati macchina che possono essere
variati in qualsiasi momento dal costruttore di macchina rispetto ai valori standard.

Nella colonna
della fornitura.
m valore settato e possibile riportare il valore indicato sul video all'atto

I dati macchina dovrebbero essere solo verificati, ma non modificati.

Per visualizzare i dati macchina sul video procedere nel seguente modo ...

Con il selettore modi operativi (sulla


pulsantiera di macchina esterna) sele-
zionare un modo operativo qualsiasi .

DIA-
GNOSI
Azionare il pulsante ETC e poi il softkey "DIAGNOSI".

a Siemens AG 1990 Ail Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.3.1 Dati macchina generali

DM-NC
Ampliare nuovamente il menu softkey e azionare
poi il softkey "DATI MACCHINA NC".

Sul video compare la scritta "Dati macchina generali".

Impostare da tastiera il numero del dato macchina voluto


ed azionare il pulsante di ricerca.

Il dato macchina ricercato - ed il relativo valore inserito nel controllo - vengono evidenziati
su sfondo invertito.

Oltre ad utilizzare il pulsante di ricerca è possibile


richiamare ulteriori dati macchina mediante i pulsanti
del cursore ...

oppure

... con i pulsanti di "Pagina avantihndietro".

Per la definizione ed il significato dei singoli dati macchina


informarsi dal costruttore.

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 41 0-OES01


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.3.2 Definizione di parametri R come dati macchina di ciclo e dati setting di ciclo

7.3.2 Definizione di parametri R come dati macchina di ciclo e dati


setting di ciclo
Per proteggere da cambiamenti involontari i parametri (da R110 fino a R199) impiegati per i
cicli di misura, essi possono essere definiti come:
m dati macchina di ciclo (DMC) oppure
dati setting di ciclo (DSC)
La definizione avviene tramite i dati di macchina NC generali da 14 a 17.

Parametri R da 110 a 199

DM 14 = DM cicli a partire dal


parametro R no. ...

DM 16 = DS cicli a partire dal


parametro R no. ...

DM 17 = DS cicli fino a
parametro R no. ...

DM 15 = DM cicli fino a
parametro R no. ...

In caso di sovrapposizioni, predomina DS.


Possono essere fatte suddivisioni a piacere.
L l
Definizione del limiti di settore mediante I DM-NC generali da 14 a 77

@ Siemens AG 1990 Ai1 Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.3.3 Dati macchina in bit

7.3.3 Dati macchina in bit


In questo capitolo sono riportati i dati macchina del settore "5000 ...5684" le cui "matrici" a8
bit vengono preimpostate dal costruttore della macchina utensile.

Dato macchina
(DM) 7 6 5 4 3 2 1 O t No.bit
Q:.$,:.xv,.:., ,,................................. ...,,,,,,.:..... .,..... ,;.,. ;...;.. ,...........>>:.
.,.,,,,,+,<L:<,,.~**~~~<~<~<*~:*:~:?:<~~~<:~~~:~~;:;:~~~~*~*~.~:;:;:;~;~~~::::.:~:~:~
'"X,,~.. s n .A,.

per Zr:: : :........: : . . . : . . :. :....:.. :..

es. -5; o o o
:d:::i:::::5af3
. :,......... ....:..:... ..... ..:. . ..:.. . .. : :.. .....:. ... : .<..'
: : ,
,
o o o O I
1 ......
...$5.:.: Possibile stato dei bit:
.zzEj*,.<,.,:$@ ,+ ,,y
.$;;
<.:~<.*.:.,..Y"~'~'~'y~~':~'~x<.>.~~ : : : : : * : ~ :*...
: ; ?:&<*?<<,: i : : , , y $ <............................ y . <. .,.,.......,...,.
,, ~ < : * ~ < :..,
, ~ +:~.~..a:c:::cz::e:5
:;:~:;:~>$~;,:y:~:~:~ "0" = bit non settato
-' * / "1" = bit settato

No. DM Matrice a bit

Nelle tabelle seguenti è rilevabile:

per ognuno dei dati macchina (DM) ...


quali numeri di bit ...
attivano una certa funzione ....
quando il bit corrispondente è settato a l?

è possibile registrare lo stato

dei bit dal no. 1 al no. 7. visualizzato dal video.

La combinazione di bit può essere solo controllata, non modificata.

Per visualizzare i dati macchina in bit procedere nel seguente modo ...

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.3.1 Dati macchina generici

Vedere : "Sequenza operativa: richiamo dei dati macchina generali" (vedi cap. 7.3.1) fino
all'azionamento del softkey "DATI MACCHINA NC", quindi ...

BIT DI
MACCH.
... azionare il softkey
"DATI MACCHINA IN BIT"

Compare la visualizzazione "DATI MACCHINA IN BIT" .

Impostare ora da tastiera il numero del dato macchina


voluto, quindi azionare il pulsante di ricerca.

Il dato macchina ricercato e la relativa matrice a bit inserita nel controllo vengono visualizzati
su sfondo invertito.

Per richiamare altri dati macchina, oltre all'utilizzo del


pulsante di ricerca è possibile utilizzare i pulsanti del
cursore ...

oppure
oppure
... i pulsanti "Pagina indietro/avantiW.

Per la definizione ed il significato dei singoli dati macchina


informarsi dal costruttore.

@ Siemens AG 1991 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.3.4 Definizione della posizione di cancellazione dei gruppi G

7.3.4 Definizione deiia posizione di cancellazione dei gruppi G

Fino ad ora per i gruppi G 0/2/3/5/7/9/10/11 e13 (riferiti al CL8000) era preimpostata una
posizione di cancellazione fissa (vedi cap. 12, Suddivisione dei gruppi G).
Ora è possibile definire le posizioni di cancellazione specifiche per ogni canale dei gruppi

E' sufficiente inserire nei dati del canale corrispondente il numero della funzione G per la
quale è richiesta la posizione di cancellazione.

Eccezione:
La posizione di cancellazione per G701G71 è sempre definita nel dato macchina 5002, bit 4.

DIA-
GNOSI

Azionare il softkey "DIAGNOSI".


Scorrere la riga di comando dei softkey con il tasto ETC e
selezionare " DM-NC".
DATI Scorrere nuovamente la riga di comando dei softkey e
DM NC
CANALE selezionare "DATI CANALE".

Vengono visualizzati i dati macchina DM 1000 fino a 1019 specifici per canale. Con il tasto
"Pagina avanti" è possibile scorrere la lista fino al dato macchina DM 1199. Nei dati
macchina DM 108* fino a DM 118" vengono impostate direttamente le posizioni di
cancellazione dei gruppi G sopra elencati. Sono disponibili quattro campi d'impostazione.
Nei primi due campi G (da sinistra a destra) viene definita la posizione di cancellazione
specifica per canale ( l * e 23) del gruppo G assegnato a quel DM. E' sufficiente impostare
il numero della funzione G per la quale si richiede la posizione di cancellazione. L'eventuale
impostazione di dati negli altri campi fa scattare l'allarme "Errore dati generico".
Nella pagina seguente è riportata una panoramica degli abbinamenti dei DM-NC ai gruppi G
o alle funzioni G.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820T. GA3 (BN!
7 Adattamento alla macchina
7.3.4 Definizione della posizione dr cancellazione dei gruppi G

DM-NC per la posizione di cancellazione dei gruppi G (DATI CANALE):

1 5 1 4 1 3 1 2 1 1 1 0 9 8 7 6 5 4 3 2 1
I L I

T T M h
108* O
G36 G13 G12 G06 G35 G34 G33 G03 G02 G11 G10 G01 GOO

' I 1 1)
G09

T M
G16 G19 G18 G17
'l0*
3 M h
G42 G41 G40

4 1)
G53

112" 5 M h
G57 G56 G55 G54

6 G74 G92 G59 1) 1) 1) 1)


G53 G26 G25 G04

1 114 7 T M
G62 G64 G63 G60

8 G ~ I G7o

9 ~h
G89 G88 G87 1
G86 G85 G84 G83 G82 G81 G80

10 M h
G68 G91 G90

118* 11 T M
G98 G97 G96 G95 G94

12 G G G G G G
G48 348 248 148 347 247 147

13
1 G51
~h
G50

amvo blocco per blocco


MIT : posizione base nella verstone M oppure T

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 41 0-OES05


SINUMERIK 820T. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.4 Dati setting

7.4 Dati setting

7.4.1 Bit dati setting (DS) generici


DS 5000 bit 0,1,2: A partire dallo standard ASM 03 è stata eseguita una rielaborazione
completa della superficie operativa e dei cicli. Questi ultimi sono stati
dotati di funzioni nuove e ampliate. Per tali funzioni è necessario
assegnare ai cicli dei parametri (R) nuovi o modificati.

Per garantire la compatibilità dei programmi pezzo le funzioni nuove


vengono attivate con dei bit DS preimpostati.
Ciò significa che con i programmi creati con versioni software precedenti
(per es. 810 A l SW06) il valore dei bit DS deve essere zero (modo
compatibile).

Nei programmi creati a partire dalla superficie operativa ASM03 è


necessario impostare i bit DS.

Cicli di tornit. Dime di forat. Cicli di forat.


L95/L93/L98 Dime di fresat. L81 - L89
L9031L930

DS 5000 Bit 2 1 O

M o 1 1

T 1 o 1

Bit = 1 Ampliamento della funzione del ciclo dell' ASM utilizzabile a partire dalla versione 03
Bit = O Funzioni dei cicli come ASM versione inferiore/uguale a 02 (modo compatibile)

7.4.2 Bit specifici per gli assi

560' Consenso
variazione di
scala

Con i DS 560*, bit 2, l'asse corrispondente viene abilitato per la variazione della scala.

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
7 Adattamento alla macchina
7.4.3 Dati setting speciftci permandrino

7.4.3 Dati setting specifici per mandrino

SD-Nr. Significato

401' Limitazione giri per G96


402' Posizione per l'arresto mandrino orientato (M19)

403' Limitazione giri

404' Costante di spianamento per filettatura

Significato di " x " :


O = mandrino 1
1 = mandrino 2

0 Siemens AG 1990 AI1 Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M GA3 (BN)
8 AnhangAppendice
8.1 Lista delle abbreviazioni

8 Appendice

8.1 Lista delle abbreviazioni

Sigla Significato

ASM Modulo Memoria Utente (MMU)


BCD Numero decimale codificato binario (Binary Coded Decimales)

BFM Macro per guida operativa


C1 Canale 1, canale principale
C2 Canale 2, canale ausiliario
C. UT. Correzione utensile

CLF Istruzione di cancellazione (Clear File)


CPU Unità centrale di elaborazione (Central Processing Unit)

CRU Correzione del raggio dell'utensile

DAU Convertitore digitale analogico


DIO Trasmissione dati attiva (Data Input/Output)
DM Dati macchina
DRF Differential Resolver Function
EIA Codice spec. per nastro perforato; no. dei fori per caratt.: sempre dispari
EOB Sigla di fine blocco per dati in codice EIA

EOR Sigla per il no. di programma (se si utilizza il codice EIA)


EPROM Memoria di programma con dati registrati in modo fisso
EZS Memoria di transito per immissione
Finecorsa SW Finecorsa software
INC Modo operativo "incrementi fissi"
ISO Codice spec. per nastro perforato; no. dei fori per caratt.: sempre pari
LED Spia con diodo luminoso (Light Emitting Diode)
LF Sigla di fine blocco per dati in codice ISO
MDI Impostazione manuale (Manual Data Input)
MPF Programma pezzo NC (Main Program File)
NC Controllo numerico (Numerica1 Control)
PCA Testi di allarmi PLC

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
8 Appendice
8.1 Lista deile abbreviazioni

Sigla Significato

I PCP I Programma PLC in codice macchina (Programmable Contro1 Program) I


7 -
p p- p P

PLC Interfaccia programmabile (Programmable Logic Control)


1 RAM Memoria di programma con dati che possono essere letti e modificati
RPA Numeri di parametro R con assegnazione del valore
(R-Parameter Active)
SDA Indirizzi con assegnazione del valore (Setting Data Active)
Spostamento origine
Sistema utensile
p

SPF Sottoprogramma (Sub Program File)


Stop program. Indicazione d'interruzione programmata dell'esecuzione del programma

TEA1 Dati macchina NC (Testing Data Active 1)


TEA2 Dati macchina NC (Testing Data Active 2)
TOA Correzione utensile (Tool Offset Active)
ZOA I Spostamento origine (Zero Offset Active)

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
o1 .93 8 Appendice
8.2 Indice dei termini utilizzati

8.2 Indice dei termini utilizzati

Termini utilizzati Capitolo

ABB. DRF 2.5


Abbinamento DRF 2.5
Accostamento a sfioro 3.2.13
ALLARMI NC 2.5
ALLARMI PLC 2.5
ANGOLO DI ROTAZIONE 2.5
AREA PEZZO GREZZO 2.5
Automatic 2.3.2
Avanzamento 2.1.2
AVANZAMENTO 2.5
Avanzamento/manuale 2.3.2
Batteria tampone 5.2
BLOCCO ATTUALE 2.5
BLOCCO BARRATO SI-NO 2.5
BLOCCO SINGOLO 2.5
Blocco singolo 2.1.2
BLOCCO SPEC. 2.5
CANCEL 2.5
Cancellazione 3.1.14
Cancellazione di paroleldi blocco 2.1.1.7
Cancellazione impostazione 2.1.1.7
CANC. PRESET 2.5
CICLI 2.5
CICLO DI LAVORO 2.5
CIRCOL. 2.5
Commutazione canale 2.1.1.8
CONSENSO 2.5
Contorno 3.1.l 1
CONTORNO 2.5
COPIA 2.5
Correzione avanzamentolrapido 2.1.2

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 41 O-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
8 Appendice
8.2 Indice dei termini utilizzati

Termini utilizzati Capitolo

CORR. BLOCCO 2.5


CORR. UTENS.
Correzione del programma
Correzione giri mandrino
CORREZIONE UTENSILE AUTOMATICA
Correzione utensile semiautomatica
Correzioni utensili
CPR
Cursore 2.1.l .8
Dati d'allacciamento apparecchi 6.4
Dati di predisposizione apparecchi 6.3
Dati di simulazione 3.1.14
DATI IN-EM. 2.5
DATI IN-START 2.5
DATI MACCH. 2.5
Dati macchina 7.3
Dati operativi 5.1
DATI EMISS. 2.5
Dati setting 3.1.5.1/3.1.6/
6.416.3
DATI UTILIZZATORE (DATI SETTING) 2.5
Dati setting - mandrino 3.1.6
Dati setting - parametri R 3.1.6
Dati setting - spostamenti origine 3.1.6
Dati setting per assi 3.1.6
DATI SIMLILAZIONE 2.5
Dati utensile 3.1.4.5
DATI UTENSILE 2.5
DIAGNOSI 2.5
Differential Resolver Function (DRF)
Disinserzione
DM-NC

0 Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserveci 6285 4 10-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
8 Appendice
8.2 Indice dei termini utilizzati

Termini utilizzati Capitolo

DM-PLC
DRF (Differential Resolver Function)

DRF si-no
Due lingue selezionabili
EDIT

Emergenza 2.1.2.1

FILETTAT. 2.5

FINE BLOCCO 2.5

FINE PROGR. 2.5

FUNZ. AGGIUNT. 2.5

FUNZ. PREP. 2.5

FUNZ. SPEC. 2.5

Funzionamento con programmi susseguenti 3.2.3.5

Funzionamento sequenza programmi (CPR) 3.2.3.5

Funzioni softkey 2.5

Gestione dei programmi 3.1.13

Gestione utensili integrata 3.1.4.4

Giri mandrino 2.1.2

GUIDA 2.5

Guida operativa per impostazione 3.1.10.2

Immissione del programma 3.1.10

Immissionelemissione dati 3.1 . l 5

Impostazione di caratterelparola 2.1.1.4

Impostazione manualelautomatico 2.3.2

Incrementi fissi 1 ... 10000 2.3.2

INFLU. PROG. 2.5

Influenze sul programma 3.2.3.1

Inserzione 2.1 212.2.1

Interconnessioni 6
Interconnessioni universali 2.1.2

Interconnessioni V.24 6.1

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SiNUMERiK 820M. GA3 (BN)
8 Appendice
8.2 Indice dei termini utilizzati

Termini utilizzati Capitolo

Interruzione del programma 3.2.3.4


LIMITE CAMPO LAVORO 2.5
Limite del campo di lavoro 3.1.6
LINEARE 2.5
LISTA PROGR. 2.5
LISTA UTENSILI 2.5
Macro per guida operativa 3.1.13.10
MANDRINO 2.5
MANIP. PROGR. 2.5
Manutenzione 5
MDI-Automatico 3.2.4
MEMOR. 2.5
MEMOR. MENU 2.5
Memoria di programma 3.1.13.8
MEMORIZZ. 2.5
MEMOR. SELEZIONE 2.5
Messa in servizio 2.1.l .8
Messaggi di allarmi 4.6
MESSAGGI PLC 2.5
Modi operativi 2.3
Modifica di parola 2.1.1.7
Modo operativo "incrementi fissi" (INC) 3.2.8
Modo operativo "manuale" (JOG) 3.2.7
MODO RAPPR. 2.5
MUOVI 2.5
NUMERO BLOCCO 2.5
Numero codice 3.1-4
Numero utensile 3.1.4
NUOVO NOME 2.5
Opzionali 2.117.2
OVERR. SI-NO 2.5

@ Siemens AG 1990 Ali Rights R e s e ~ e d 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
8 Appendice
8.2 Indice dei termini utilizzati

Termini utilizzati Capitolo

Override avanzamentolrapido 2.1.2.1


Override mandrino 2.1.2
Pagina avantihndietro 2.1.1.8
PARAM. R 2.5
Parametri R 3.1.6
PIANO 2.5
Piramide menu 2.3.5
Piramide menu per i modi operativi 2.4
Playback 3.2.6
PLAYBACK 2.5
Posizione attuale 2.1.1.8
Preimpostazione memorie di posizione 2.3.2
Preimpostazione memorie di posizione (PRESET) 2.3.2f3.2.11
PROGR. PEZZO 2.5
PROGR. PRINC. 2.5
PROVA SI-NO 2.5
Pulizia 5.5
Pulsanti direzionali 2.1.2
Pulsantiera di macchina esterna 2.1 .2/2.1.2.1
Pulsantiera di macchina integrata 2.1.1.6
Quota base 3.1.4
Raddoppiamento assi 3.1.8
Rapido 2.1.2
REPOS 2.3.2
Reset 2.1.2
RESET 2.5
Reset per cambio modo operativo 2.3.4
Ricaricamento a blocchi 3.1.15.4
Ricerca blocco 3.2.3.3
RICERCA BLOCCO 2.5
Ricerca indirizzo, numero di blocco, parola o dato 2.1.l .8

@ Siemens AG 1990 Al1 Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
8 Appendice
8.2 Indlce dei termini utilizzati

Termini utilizzati Capitolo

Ricerca punto di riferimento 2.3.213.1.2

Rilevamento semiautomatico dell'origine 3.1.5.3

RIORG 2.5
Riposizionamento 2.3.2

Riposizionamento (REPOS) 3.2.12

SBLOCCO 3.2.913.2.1 0

Selettore a chiave 2.1.2

Selezione flessibile del piano 3.1.7

Selezione modo operativo 2.1 22.3.3

Sequenze operative 3

Sequenze operative, esecuzione 3.2


Sequenze operative, preparazione 3.1

SERVICE ASSI 2.5

SERVICE AZIONAMENTI 2.5

SERVICE MANDRINO 2.5

Settore di visualizzazione 2.1.1.2

Simulazione 3.1.14

SIMULAZIONE 2.5

Softkey 2.1.1.1

Sommario dei modi operativi 2.3.2

Sorveglianze 4

SOTTOPROGR. 2.5

SOVRAMEMORIZZ. 2.5

Sovramemorizzazione 3.2.3.2

SPOST. ORIGINE 2.5

Spostamento origine 3.1.5

Spostamento origine automatico 3.1.5.1

Spostamento origine impostabile 3.1.5.1

START 2.5

START BTR 2.5

START ETX 2.5

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
8 Appendice
8.2 Indice dei termini utilizzati

Termini utilizzati Capitolo

START SOTTOPR.

STATUS PLC 2.5


STOP 2.5
STOP OPZ. SI-NO
P
I 2.5
Stoplstart avanzamento 2.1.2
Stoplstart mandrino 2.1.2.
Stoplstart programma 2.1.2.
Superficie operativa 2.1.2
Tacitazione allarmi 2.1.1.8
Tastiera con pulsanti liberi 2.1.1.9
Tastiera d'impostazione e correzione 2.1 .l .4
TASTIERA DECADICA 2.1.1.4
Tastiera di comando 2.1.1.7
Tastiera indirizzi 2.1.1.3
1 Tastiera per operazioni di calcolo
TEACH IN 3.2.5
1 Teach-in 3.2.4
Trasmit
UTENSILE 2.5
Utensili 3.1.3
1 VALORI ATTUALI I 2.5
VARIAZIONE SCALA 2.5
1 Video 2.1.1.1
Visualizzaz.: "Arresto avanzamento''
Visualizzaz.: "Intervento sorveglianza" 2.1.1.2
Visualizzaz.: "Occupazione dei pulsanti" 2.1.1.2
I Visualizzaz.: "Posizione non ancora raggiunta" -
Visualizzaz.: "Programma in esecuzione" 2.1.1.2
Volantino 3.2.9
I VOLANTINO

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
SINUMERIK 820M
Versione base 3,
Versione software 3

Parte 2 : Programmazione

Documentazione per l'utente


Fondamenti della programmazione

Direzioni di movimento, impostazione delle quote

Programmazione dei blocchi di movimento

Funzioni aggiuntive, di comando e ausiliarie

Sottoprogrammi

Parametri

Profilo

Correzione utensile

Correzione del raggio fresa (CRF)

Cicli

Programmazione di cicli

Chiave di programmazione SINUMERIK 820M


Indice

Pagina

Fondamenti della programmazione


Struttura del programma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Struttura del blocco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Elementi del blocco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Blocco principale e secondario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Blocchi escludibili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Commenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Struttura della parola . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Repertorio dei caratteri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Nastroperforato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Lettore di nastro perforato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Codice per il nastro perforato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Intestatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Arresto lettura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Formati di programmi per immissione1emissione . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tabella dei codici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Formati d'immissione/emissione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Dati limite per I'avanzamentolgiro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Struttura canalizzata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Direzioni di movimento. impostazione delle quote .............


Sistema di coordinate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Selezione flessibile del piano . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Informazioni di percorso. funzioni preparatorie . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Sistemi di quotazione: quote assolute/incrementali G90lG681G91 . . . . .
Punti di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Spostamento origine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Calcolo del percorso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Quotazione del pezzo. sistemi d'impostazione G70lG71 . . . . . . . . . . . .
Specularità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Campo di lavoro programmabile G25lG26 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Cammesoftware . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Rotazione delle coordinate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Variazione del fattore di scala G511G52: attivazione G51.
disattivazione G50 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Programmazione dei blocchi di movimento ..................


Comandi assi ..........................................
Movimenti degli assi senza lavorazione GOO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Raddoppiamento assi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Lavorazione completa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Movimenti degli assi con lavorazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Interpolazione lineare G01 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Interpolazione circolare G02/G03 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Parametri d'interpolazione I. J. K ...........................
Programmazione diretta del raggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Interpolazione elicoidale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Interpolazione cilindrica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Coordinate polari G10/Gl l/GlZG13 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Coordinate polari G l1OfG111 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Avanzamento F. G94IG95lG98 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Filettatura G33/G34/G35 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Filettatura con passo costante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Filettatura con pasco variabile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Possibilità d'incrementi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Filettatura a piu principi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Maschiatura senza encoder G63 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Maschiatura senza utensile compensato G36 . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Arresto preciso G09/G60.G00. funzionamento continuo G62. G64 . . . . .
Tolleranza grossolana e fine d'arresto preciso G09/G60/G00 . . . . . . . .
Funzionamento continuo G6ZG64 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tempo di sosta G04 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Accostamento e distacco tangenziale alldal profilo . . . . . . . . . . . . . . . .
Interpolazione SPLINE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Trasformazione delle coordinate TRANSMIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzione TRANSMIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ricerca blocco con la funzione TRANSMIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Principio della trasformazione di coordinate TRANSMIT . . . . . . . . . . . .
Precisione di lavorazione con TRANSMIT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Sorveglianza della velocità di avanzamento in TRANSMIT . . . . . . . . . .
Ricerca del punto zero tramite programma pezzo (G74) . . . . . . . . . . . .
Descrizione della funzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Avviamento della funzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Secondo mandrino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Sincronizzazione al volo dell'asse rotante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Sovramemorizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Funzioni aggiuntive. di comando e ausiliarie .................


M.S.T. H . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzioni aggiuntive M . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzione per il mandrino S . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzioni ausiliarie H . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Numero utensile T . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Sottoprogrammi .......................................
Impiego . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Struttura del sottoprogramma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Richiamo del sottoprogramma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Annidamento di sottoprogrammi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6 Parametri ............................................ 6-1

6.1 Programmazione parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-1


6.2 Definizione dei parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-2
6.3 Calcoli parametrici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-3
6.4 Serie di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-4
6.5 Esempio di programma con parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-5
7 Profilo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-1

7.1 Descrizione sintetica del profilo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-1


7.2 Programmazione dei tratti di profilo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2
7.3 Effetto delle funzioni G09. F. S. T. H. M nei tratti di profilo . . . . . . . . . . 7-6
7.4 Concatenamento di blocchi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-6
7.5 Esempi di programmazione per una fresatrice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-6
7.6 Funzioni aggiuntive nei blocchi concatenati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-8

8 Correzione utensile .................................... 8-1

8.1 Dati degli utensili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-1


8.2 Abilitazione e disattivazione della correzione di lunghezza utensile . . . . 8-2
8.3 G40IG41lG42 correzione del raggio fresa (CRF) . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-2
8.4 Correzione di lunghezza utensile. positiva o negativa . . . . . . . . . . . . . . 8-8
8.5 Correzioni utensile per una fresa a codolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-9
8.6 Correzione utensile con una fresa a testa angolare . . . . . . . . . . . . . . . 8-10

9 Correzione del raggio fresa (CRF) ......................... 9-1

Abiiiiazione della CRF . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-1


CRF in funzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-4
Disattivazione della CRF (G40) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
Cambio del verso di correzione (G41. G42) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-9
Cambio del no. del correttore (G41 D... G41 D.. ) . . . . . . . . . . . . . . . 9-9
Cambio dei valori di correzione (R1. R2) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-10
Ripetizione della funzione G (G41. G42) già attiva con lo stesso
numero di correttore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-10
MOO. M01. M02 ed M30 con CRF attiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-11
CRF con combinazioni di vari tipi di blocchi ed errori di profilo derivanti . 9-13
Casi speciali della CRF . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-17
Comportamento con valori di correzione negativi . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-21

11 Programmazione di cicli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-1

11.1 Avvertenze generiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-1


11.2 Codice finale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-1
11.2.1 Gruppi principali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-1
11.2.2 Operandi dietro il codice di destinazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-2
11.2.3 Notazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-2
Istruzioni generiche per la struttura del programma . . . . . . . . . . . . . . .
Dirarnazioni del programma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Trasferimento dati generico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Trasferimento dati dalle memorie di sistema nei parametri R . . . . . . . . .
Trasferimento dati dai parametri R alle memorie di sistema . . . . . . . . . .
Funzioni matematiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzioni specifiche per NC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Funzioni Il0 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Macro per la guida operativa (BFM) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tabella dei codici @ . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

12 Chiave di programmazione SINUMERIK 820M ................ 12-1

12.1 Suddivisione interna dei gruppi di G per @36b . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-1


12.2 Chiave di programmazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-21
1 Fondamenti delh programmazione
1.l Stnmura del programma

1 Fondamenti della programmazione

1.l Struttura del programma


La struttura del programma si allinea alle norme DIN 66025. Un programma pezzo è composto
da una serie completa di blocchi descriventi la sequenza di un processo lavorativo su una
macchina a controllo numerico.

Un programma pezzo è composto:

e del carattere d'inizio programma


e del un numero variabile di blocchi e
e del carattere di fine programma.

Il carattere d'inizio programma precede il primo blocco del programma pezzo mentre quello di

-
fine programma viene inserito nell'ultimo blocco del programma pezzo.

Inizio progr.

Blocco:+ Intestat. O/O MPF<No. LF


2" blocco W W W LF
3" blocco W W W W LF
4" blocco W W W LF
ultimo blocco W W W M02/M30 LF
u 1

Parola Fine progr.

W = Parola
LF = Line Feed = Fine blocco
MPF = Main program file = No. programma base

Schema di programma: programma peno nel formato d'immisoonelemissione

Sottoprogrammi e cicli possono essere delle componenti del programma. I cicli sono dei sot-
toprogrammi studiati dal costruttore o dalla SIEMENS. Essi possono essere mascherati per
evitare un uso improprio.

Nella memoria di programma possono essere inseriti


ontemporaneamente fino a 200 tra programmi pezzo
sottoprogrammi.

La sequenza d'immissione non è vincolante.


Per i programmi pezzo sono disponibili complessivamente:
O - 9999 programmi di lavorazione,
1 - 9999 sottoprogrammi.

Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6ZB5 410-OESO5


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
1 Fondamenti deiia programmazione
1.l SmMura del programma

Se la programmazione awiene con I'ausilio della guida operativa da pannello operativo,


azionando il softkey "NUMERO BLOCCO" vengono generati automaticamente i numeri di
blocco con salti di 5 in 5, dopo aver impostato manualmente il primo numero blocco. Il numero
di blocco generato può essere cancellato con il pulsante "Canceln o sostituito con il pulsante
" Edit".

1.2 Struttura del blocco


Un blocco contiene tutti i dati per eseguire un passo di lavoro. Esso è composto da più parole
e dal carattere " LFn per "fine blocco".

Un blocco può contenere fino a 120 caratteri. Fino a questa lunghezza si ha la sua completa
visualizzazione (suddivisa in più righe).

Blocco
A
f \

Schema di blocco: struttura di un blocco

Il numero di blocco viene impostato sotto l'indirizzo N, oppure con ":".La sequenza dei
numeri di blocco non è vincolante.

Per poter eseguire una ricerca blocco oppure un salto in programma ogni no. di blocco va usa-
to una sola volta nell'ambito dello stesso programma.

E' consentita anche la programmazione senza no. di blocco.


In questo caso però non è possibile la ricerca blocco di partenza né sono possibili funzioni di
salto. Per facilitare la consultazione dei tabulati la sequenza delle varie parole dovrebbe ri-
spettare l'ordine riportato nella chiave di programmazione.

Esempio di un blocco:

N925 6.. X.. Y.. F.. S.. T.. M.. H.. LF

N Indirizzo del no. di blocco


9235 No. di blocco
6.. Funzione preparatoria
X.. z.. Informazione di percorso
F.. Avanzamento
S.. Giri mandrino
T.. Utensile
M.. Funzione ausiliaria
H.. Funzione ausiliaria
LF Fine blocco

Se il valore di una lettera d'indirizzo viene programmato più volte, è valido il valore
programmato per ultimo.
Ogni blocco deve essere chiuso con il carattere di fine blocco "LF". Sul video esso compare
come carattere speciale "LF". Facendo il tabulato del programma questo carattere non è
visibile.

@ Siemens AG 1990 All Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
l Fondamenti della programmazione
1.3 Elementi del blocco

1.3 Elementi del blocco


1.3.1 Blocco principale e secondario
Vengono differenziati due tipi di blocco: blocco principale e blocco secondario.

Nel blocco principale - o in quelli ad esso seguenti - bisogna impostare tutte le parole
necessarie a riprendere la lavorazione da quel punto. La programmazione di blocchi principali
è consentita solo nel programma pezzo (programma principale).
Un blocco principale è caratterizzato dal segno ":" al posto del segno d'indirizzarnento
" Nn(N= Blocco secondario). Un blocco principale ed un blocco secondario non possono mai
portare lo stesso numero di blocco.

Esempio di blocco:
: l 0 6 1 X10 Y-15 F200 S1000 M03 LF

Un blocco secondario contiene solo le funzioni che variano rispetto allo stato precedente.

Esempio di blocco:
N15 Y20 LF

Un blocco principale e più blocchi secondari formano una sezione di programma.

Esempio: :io 1
'lo5
H110
) Sezione di programma
W115 1

1.3.2 Blocchi escludibili


Sezioni di un programma che non devono essere ripetute ad ogni pezzo della stessa serie
possono essere escluse contrassegnandole con una barra " P a monte della parola no. di
blocco. La loro può awenire mediante il softkey "BLOCCO ESCLUD. SI-NO" oppure mediante
interfaccia. I blocchi escludibili devono formare un anello chiuso (stesso punto iniziale e finale).
Altrimenti il programma ha delle traiettorie errate.
Una sezione di programma può essere esclusa da una serie di blocchi escludibili.

N...

N...
I

Esclusione di blocco:
dell'elaborazione

N...

N...

Esclus~onedi blocco

o Siemens A G 1990 Ali Rights Resewed 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M,G A 3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.3.2 Blocchi escludibili

vengono inseriti diversi blocchi. Se il programma viene arrestato con M00


(arresto programmato), i blocchi successivi sono stati già letti. La funzione
"Blocco escludibile" agisce pero solo sui blocchi che non sono stati
ancora memorizzati. La memoriuazione intermedia può essere inibita se

1.3.3 Commenti
I blocchi di un programma possono essere meglio specificati da commenti.
In questo modo e possibile trasmettere dei messaggi operativi all'operatore, tramite il video.
I testi di commenti vanno inseriti tra parentesi tonde: *(" inizio commento, ")" fine commento.

Nell'ambito di un commento non devono essere inseriti i caratteri: %, LF, "(" e")".

Un commento può contenere max. 120 caratteri. Di essi possono essere però visualizzati
sullo schermo video solo 41.

E' bene inserire i commenti a fine blocco o in un blocco a se. In nessun


caso essi devono essere inseriti tra l'indirizzo e le cifre o tra una parola e
il parametro R della stessa parola.

Giusto:
N05 600 X100 Y200 ( Posizionamento ) LF
N10 601 X100+R1 Y200 ( Elaborazione ) LF
N15 S . . .

x Indirizzo
100 Valore numerico
RI Parametro R
( Inizio commento, carattere vuoto
Lavorazione Commento, Carattere vuoto
1 Fine commento.

Sbagl iato:
N05 X ( Posizionamento ) 100 Y200 LF
N10 X100+ ( Lavorazione ) R1 Y200 LF

1.4 Struttura della parola


La parola è un elemento del blocco. Essa è composta di un indirizzo e di una serie di cifre.
L'indirizzo è costituito, in genere, da una lettera. La serie di cifre può essere provvista di
segno e di punto decimale. Il segno viene inserito tra indirizzo e serie di cifre. Il segno positivo
può essere omesso.

o Siemens AG 1990 Al1 Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
1 Grundlagen der Programmierung
1.4 Sauttura della parola

Indirizzo Valore

Parola

Struttura della parola

Esempio:
691 oppure MJO
6 Indirizzo
91 Valore numerico, con il significato: "impostazione in quota incrementale"
M Indirizzo
30 Valore numerico, con il significato: "fine programma"

Indirizzo ampliato:

Indirizzo Numero - Valore numerico


J
V

Indirizzo ampliato
\
9
/

Parola

Indirizzo - asse
- mandrino
- funz. M (Gr. 5 )
Numero - no. asse - ... -
- no. mandrino =...
- no. canale - ...
II _- I#
Per separare il numero di ampliamento indirizzo dal valore
numerico

Indirizzo ampliato

Esempio:
q l = l00 1" asse ausiliario
MI= 19 arresto orientato del 1O mandrino
M2= 100 la funzione M100 viene emessa per il canale 2

Nota:
G1 X1 = Z LF significa: G1 X1 = 0 ZO LF
G16 X Y1 = Z +LF significa:G16XOY1=OZOILF
Selezione del piano con indirizzo ampliato (Y 1)

" f " indica la direzione per la correzione utensile e deve trovarsi sempre dietro l'asse.
-
n -n-
questo segno deve venir scritto per definire la cifra dopo l'indirizzo come ampliamento
d'indirizzo.

La struttura della parola si allinea alle norme DIN 66025.

@ Siemens A G 1990 All Rights R e s e ~ e d 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. G A 3 (BN)
1 Gnindlagen der Prograrnmierung
1.4 Struttura della parola

Breve descrizione delle parole:


%4 N04 G02IG03 D03 XL + 053 ZL + 053 QL + 053 AL053 ID053 KD053
F05 L031L04 SO5 T08 R03 RL+053 BD033 M04 H08 P02 LF

Definizione:
Prima lettera Indiriuo
Seconda lettera L assoluto~incrementale
Seconda lettera D incrementale
Segno -+ quote assolute con segno positivo o negativo
Prima cifra o gli zeri non significativi possono essere omessi:
lunghezza variabile della parola
(G01 = G1)
Seconda cifra Decadi no. delle decadi delle cifre seguenti
Seconda e terza cifra Decadi no. di decadi delle cifre prima e dopo la virgola
(coordin. X, Y, Z, I,J, K in mm)
Carattere fine blocco

Esempio: XL+O~~
x Indiriuo
L A~~oluto/incrernentale
+ Segno
o Gli zeri a monte possono essere emessi
5 No. delle cifre a monte del punto decimale
3 No. delle cifre a valle del punto decimale

Esempi di parole: X-1~345.531 69

x Indirizzo 6 Indirizzo
- Segno 9 Cifra
12345 Cifre
Punto decimale
53 1 Cifre

Impostazione con punto decimale:

Valore Valore programmato con punto decimale


0,l pm X.0001
1 Crm X.OO1
10 pm X.O1
100 pm X. 1
1000 pm X1 opp. X1.
10200 pm X10.2

Il punto decimale è possibile con i seguenti indirizzi:


X,Y,Z,E,A,B,C,U,V,W,Q,I,J,K,R,F,S.

Per l'indirizzo "R" vale solo la scrittura con indirizzo ampliato: R10 = 50.0
(per la limitazione di "Su, ved. la chiave di programmazione al cap. 12).
Gli zeri non significativi a monte ed a valle del punto decimale non devono necessariamente
essere scritti.

0 Siemens AG 1990 All Rights R e S e ~ e d 6ZBS 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.5 Repertorio dei caratteri

1.5 Repertorio dei caratteri


Per la programmazione possono essere utilizzati 2 differenti codici:

DIN 66025 (ISO) oppure


EIA-RS 244-8.

Gli esempi riportati in questo manuale si allineano al codice ISO. Per la formulazione delle
informazioni geometriche, programmatiche e tecnologiche, nel codice ISO sono disponibili i
seguenti caratteri:

Lettere alfabetiche per indirizzi


A,B,C,D,E,F,G,H,I,J,K,L,M,N,P,Q,R,S,T,U,V,W,X,Y,Z

Lettere minuscole
a, b, C, d, e, f, g, h, i, j, k, I, m, n, o, P, q, r, s, t, u, v. W, x, y, z

Cifre
O, 1, 2, 3, 4, 5, 6 , 7, 8, 9

11 5" asse deve essere immesso con indirizzo ampliato, per es. C1 = 5.

Cifre esadecimali in relazione al codice macchina CL 800:


a, b, C , d, e, f (vedi istruzioni di progettazione CL 800)

Lettera
-
D (hpostazione della correzione utensile [ T 0 TOOL OFFSET])

Caratteri speciali stampabili


(, 1, +
O/o, 91, :, = *, @
-9 -9 9

Immissione dati

I seguenti caratteri non vengono né elaborati né memorizzati:

HT = Tabulatore (Horizontal Tabulator)


SP = Spazio (Space)
DEL = Cancellazione (Delete)
CR = Ritorno carrello (Carriage Return)

Gli altri caratteri di comando sono riportati nella tabella dei codici.

Emissione dati

Vengono generati i seguenti caratteri:


SP (dopo ogni parola)
CR viene generato due volte dopo LF oppure una volta prima di LF (dati setting)

1.6 Nastro perforato


1.6.1 Lettore di nastro perforato
Il lettore di nastro perforato deve essere adattato al controllo. Nei dati setting viene definita la
velocità di trasmissione (baudrate) ed il formato di trasmissione (interfaccia universale).

@ Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, G A 3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.6.2 Codice per il nastro perforato

1.6.2 Codice per il nastro perforato


I dati sul nastro perforato sono codificati secondo regole fisse. Ad ogni combinazione di fori
corrisponde pertanto un ben determinato carattere. Vengono utilizzati due codici per il
nastro perforato: ISO opp. EIA (vedi tabella dei codici).

I caratteri appartenenti allo stesso codice hanno una particolarità in comune.

e ISO combinazione pari dei fori


e EIA combinazione dispari dei fori.

Dal primo carattere letto, % (ISO) oppure EOR (EIA), il controllo riconosce automaticamente il
giusto codice.
Il criterio di combinazione pari o dispari dei fori viene sfruttato, a partire dal secondo carattere
letto del programma, per un controllo di parità di carattere grazie al quale vengono riconosciuti
al 100% errori semplici. Ogni singolo nastro deve essere perforato in un solo dei codici
consentiti; lo scambio del codice sullo stesso nastro oppure giunture di nastri di differenti
codici non sono consentiti e comportano l'intervento della sorveglianza di "Controllo parità di
carattere".

Come ulteriore controllo, se si rilegge per una seconda volta lo stesso programma già
presente in memoria, awiene un confronto completo del programma.
Appena individuato un errore, viene arrestata la lettura ed indicato l'errore sul video del
controllo.

1.6.3 Intestatura
L'intestatura viene utilizzata per riconoscere i vari nastri perforati.
Nell'intestatura sono consentiti tutti i caratteri ad esclusione di quello d'inizio programma
("%"). L'intestatura non viene né memorizzata né elaborata dal controllo.

TASCA % MPF 1579 LF

1.6.4 Arresto lettura


Con M02, M30 opp. M17 viene arrestato il processo di lettura, se non è stato definito un
carattere di arresto centralizzato.
Se nel dato setting viene definito un carattere di fine trasmissione, le funzioni di fine blocco
dati (M02, M17, M30) non comportano alcun arresto nella lettura del nastro perforato. L'arresto
in questo caso avviene solo con il carattere centrale di fine trasmissione.

INTESTA'TURA Dato setting:


%...

M02
OPP.
=%o

M02
L...
OPP.
M17
TOA

M02

[Carattere di fine trasmissione] ad es. $

0 Siernens AG 1990 Ali Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
l Fondamenti della programmazione
1.7 Formati di programmi per immissioneiemissione

1.7 Formati di programmi per immissione/emissione

Programma Intestatura

O
/' MPF1235 LF Programma pezzo 1235 (MAIN PROGRAM FILE)

(Eseguire la misura) Commento


N...LF Programma pezzo
N...LF

M02 LF oppure M30 LF Fine programma pezzo

Sottoprogrammi Intestatura

%SPF234 LF Sottoprogramma 234 (SU6 PROGRAM FILE)

N5...LF
Sottoprograrnma
N10...LF

(Ciclo di for.) ...LF Commento

M17 LF Fine sottoprogramma

%ZOA LF Spostamento origine impostabile (ZERO OFFSET ACTIVE)

G154 X = ... Y = ... LF


1O - 4" spostamento origine impostabile ( grossolano)
G157 X = ... Y =... LF

G254 X = ... Y = ... LF


1" - 4" spostamento origine impostabile (fine)
G257 X = ... Y = ... LF

M30 LF oppure M30 LF Fine blocco dati per spostamenti origini

%TEAI LF Dati macchina NC (TESTING DATA ACTIVE 1)

N... = ...LF
Dati macchina
N... = ...LF

M30 LF oppure M30 LF Fine blocco dati per macchina

o Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.7 Formati di programmi per immissiondemiscione

%TEA2 LF Dati macchina PLC (TESTING DATA ACTIVE 2)

N... = ...LF
Dati macchina
N-.. = ...LF

M02 LF opp. M30 LF Fine blocco dati per macchina

%SEA LF (SETTING DATA ACTIVE) (dati setting generici)

(O...9, 2000...2003,
N... = ...LF
Indirizzi con assegnazioni di valori 3000...3171, 4000...4033,
N*..= ...LF 5000...5771)

M02 LFopp. M30 LF Fine blocco dati setting

(R-PARAMETER ACTIVE) No. canale (O = parametri R


%RPAO..P LF
centrali)

R... = ...LF No. dei parametri con assegnazione dei valori (canali 1 e 2,
R... = ...LF specifici per canale)

M02 LFopp. M30 LF Fine blocco dati per parametri R

%TOA LF Correzioni utensili (TOOL OFFSET ACTIVE)


ogni settore T 0 (DM)

D1 P0 = ...P1 = ...P9= ...LF


Correzioni utensili (numero dei parametri conforme MD)
D2 P0 = ...P1 = ...LF

M02 LF opp. M30 LF Fine blocco per correzione utensili

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.7 Formati di programmi per imrnissione/emi.ssione

%PCA LF Testi per allarmi/messaggi PLC


(PROGRAMMABLE LOGIC CONTROL ALARM)

N6000 (Testo ...) LF


Lunghezza dei
Testi di allarmi PLC (6000 - 6063) testi:
N6063 (Testo ...) 4 max.36 caratteri
ASCII
N7000 (Testo ...) LF (Non sono
ammessi 'CR' ed
-
Testi di messaggi PLC (7000 7063)
'4')
N7063 (Testo ...) LF

M02 LF opp. M30 LF Fine del blocco dati per testi PLC

%PCP LF Programma PLC


(PROGRAMMABLE LOGIC CONTROL PROGRAM)

7070 8005. . . Codice macchina

M02 LF opp. M30 4 Fine blocco dati per programma PLC

%ASM LF Modulo memoria utente

:Codice esadecimale Dati utente progettati

:Codice esadecimale Dati utente progettati

M02 LF opp. M30 LF Fine del blocco dati ASM

Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 41 0-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.7 Formati di programmi per immissiondemissione

Settori d i memoria:
I settori di memoria del controllo SINUMERIK 810M vengono identificati con le seguenti sigle:

Sigla Significato

MPF Programma pezzo (Main Program File)


SPF Sottoprogramma (Sub Program File)
TOA Correzioni utensili (Tool Offset Active)
ZOA Spostamenti origine (Zero Offset Active)
TEAI Dati macchina NC (Testing Data Active 1)
TEA2 Dati macchina PLC (Testing Data Active 2)
PCA Testi di allarmi PLC
PCP Programma PLC (codice macchina) (Programmable Control Program)
RPA No. dei parametri R con definizione dei valori (R-Parameter Active)
SEA Indirizzi con definizione dei valori (SEtting Data Aktiv)
CLF Istruzione di cancellazione (CLear File)
AS M Modulo memoria utente

e Cancellazione d i programmi

Con questa funzione è possibile cancellare programmi principali e sottoprogrammi, in


qualsiasi sequenza, tramite le interconnessioni universali di immissione/emissione.

CANCELLAZIONE Intestatura
%CLF LF Codice per la cancellazione di programmi (CLEAR FILE)
Tramite i dati setting (DS per le interconnessioni universali) si
può definire se con OO/ CLF deve avvenire o no una RIORG
automatica della memoria programma pezzo.
MPF1234 LF Cancellare il programma %l234
MPF 1, 1200 LF Cancellare i programmi da % 1 a OO/ 1200
MPF 0, 9999 LF Cancellare tutti i programmi pezzo
SPF 10 LF Cancellare il sottoprogramma L10
SPF 11, 79 LF Cancellare i sottoprogrammi da L11 a L79
SPF 1, 9999 LF Cancellare tutti i sottoprogrammi
M30, M02 opp. M17 LF Fine cancellazione M30, M02 oppure M17.

Cancellazione dei dati per i testi

PCA LF
OO
/

M02 opp. M30 LF

@ Siemens AG 1990 All Rights R e s e ~ e d 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
01.93 l Fondamenti della programmazione
1.8 Tabeila dei codici

1.8 Tabella dei codici

a Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M, GA3 (BN)
1 Fondamenti ddla programmazione
1.8 Tabella dei codici

0 Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.8 Tabella dei codici

Non tutti i caratteri ISO possono essere rap-


presentati in codice EIA. Per questo motivo
confrontando un programma approntato in
codice ISO e memorizzato nelllNC, con lo
stesso convertito nel codice EIA, si possono
verificare delle differenze.

Se si rilegge lo stesso programma nel SINU-


MERIK le seguenti funzioni non risultano più
funzionanti:

calcoli parametrici,
indirizzi ampliati,
codici @con cifre esadecimali (@ 36a),
caratteri speciali,
commenti.

Il codice EIA per "@" e ":" può venir preim-


postato tramite dati setting (ved. parte 1,
"Uso", cap. 6.2 "Dati setting per la de-
scrizione della interfacce").

a Siemens A G 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M, G A 3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.9 Fomafi d'immissiondemissione

1.9 Formati d'immissione/emissione


I formati di immissione~emissionedipendono dai dati macchina impostati dal costruttore.
Risoluzione d'impostazione: 0,01 mm opp. risoluz. regolat. posizione 0,005 mm
0,001 inch 0,0005 inch
0,001 gradi 0,005 gradi

Significato Metrico Pollici Gradi


indirizzi
campo Unita Campo Unità camfJ Unita

Informazioni di percorso (assi 2 0.01 ... ?0.001 ...


lineari), parametri d'interpalazione, 99999.99 9999.999

Informazioni di percorso axi G91 0.001 ...


(assi rotanti) 99999.999
Informazioni di percorso con G90 ?0.001 ...
(assi rotanti) 359.999
0.01 ... 0.001 ... inch
Smusso (giro-). raccordo (giro) 999999.99 99999.999
t 0.01 ... ~0.001... t0.001 ...
Spostamento origine 999999.99 99999.999 99999.999
0.01 ... 0.001 ...
Pasco del filetto l) 4000.00 160.000

Veiociti mandrino S l)
(valenza definita con I'impostazione .-1 -...-16000 - - - -..-1-...- 16000
- - - - ..- -1-mimi - - - - ..- -l-min-1
- ----
aila messa in funzione) 0.1 ... 0.1 ...
1600.0 0.1 min-1 1600.0 0.1 min-1
0.1 ... 0.01 ...
Avanzamento lineare (F) (G94) 2) 450000 mrnlmin 17700.00 inchlmin 1 ... 45000 gradilmin

Avanzamento ai giro 0.01 ... 0.001 ...


(F) 0395) 500.00 1) minlgim 20.000 1) inchlgiro

20.01 ... to.001 ...


Lunghezza 99999.99 999.999
Correzione
utensile mm inch
t 0.01 ... t 0.01 ...
Raggio 9999.99 999.999

Tempo di 0.01 ... 0.01 ...


X 99999.999 99999.999
sosta
S S
0.01 ... 0.01 ...
F 99999.999 99999.999
0.1 ... 99.9 giri 0.1 ... 99.9 giri
S

O ...
Angolo con coordinate polari 359.99999 gradi

Angolo per arresto orientato 0.1 ... gradi


mandnno 359.9

Dimensione secondo appartenenza (virgola mobile


Parametn R interna). Tutte le combinazioni.

i)La velocità max. di avanzamento lineare (G94)non deve essere superata


2) 1 valori limite valgono per il DM l 5 5 = 2 .

Q Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
1 Fondamenb della programmazione
1.9 Formati d'immissione'emicsione

Risoluzione d'impostazione: 0,001 mm opp. risoluz. regol. di posiz. 0,0005 mm


0,0001 inch 0,00005 inch
0,001 gradi 0,0005 gradi

Significato Metrico Pollici Gradi


indirizzi
Campo Unità campo Unità campo Unità

Informazioni di percorso (assi ~0.001... =O.OOOl ...


linerari), parametri d'interpolazione 99999.999 9999.9999

Informazioni di percorso con G91 0.001 ...


(assi rotanti) 99999.999
Informazioni di percorso con G90 10.001 ... gradi
(assi rotanti) 359.999
0.001 ... 0.0001 ... inch
Smusso (U-), raccordo (U) 99999.999 9999.9999
20.001 ... ~0.0001... ._0.001...
Spostamento origine 99999.999 9999.9999 99999.999
0.001 ... 0.0001 ...
Passo del filetto 400.000 16.0000

1 ... 16000
-------..-1 -...----
1 min-1 16000 1 min-1
Velocità mandrino S
(valenza definita con rimpomione - ..----- - -.
dla messa in funzione) 0.1 ... 0.1 ...1600.0
1600.0 0.1 min-I 0.1 min.!

0.01 ... 0.001 ...


Avanzamento lineare (F) (G94) *) 45000 mrnlmin 1770.000 inct-dmin 1 ... 45000 gradilmin
--p---

Avanzamento al giro 0.001 ... 0.0001 ...


(F)(G95) 50,000 1j miwgiro 2.0000 ii inct-dgiro

20.001 ... t 0.0001 ...


Lunghezza 9999.999 999.9999
Correzione
utensile mm inch
tO.OO1 ... i0.0001 ...
Raggio 999.999 99.9999

Tempo di 0.01 ... 0.01 ...


X 99999.999 99999.999
sosta
S S
0.01 ... 0.01 ...
F 99999.999 99999.999
0.1 ... 99.9 giri 0.1 ... 99.9 giri
S

Angolo con tratto del profilo (A) k6.99999 gradi

Angolo per arresto orientato 0.1 ... gradi


mandrino (M19) 359.9

Dimensione secondo appartenenza (virgola mobile


Parametri R interna). Tutte le combinazioni.

1) La velocità max. di avanzamento lineare (G94) non deve essere superata


2 ) 1 valori limite sono validi per 11 DM 155 = 2

Q Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6ZB5 410-OES05


SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
l Fondamenti della programmazione
1.9 Formali d'immission&emicsione

Risoluzione d'impostazione: 0,0001 mm opp. risoluz. regol. di posiz. 0,00005 mm


0,00001 inch 0,000005 inch
0,001 gradi 0,000005gradi

Significato Metrico Pollici Gradi


indiriui
Campo Unità campo Unih campo Unita

Informazioni di percorso tO.OOO1 ... 0.00001 ...


(assi lineari) parametri d'interpolaz. 9999.9999 999.99999
Informazioni di percorso con (391 0.001 ...
(assi rotanti) 99999.999
Informazioni di percorso con G90 t0.001 ...
(assi rotanti) 359.999
0.0001 ... 0.00001 ... inch
Smusso (U-), raccordo (U) 9999.9999 999.99999
'0.0001 ... ~0.00001... to.001 ...
Spostamento origine 9999.9999 999.99999 99999.999
0.0001 ... 0.00001 ...
Passo del filetto 40.0000 1.60000

Velocih mandrino S 1 ... 16000 1 min-1 1 ... 16000 1 min-1


(valenza definita con I'impostazione .- -- -- - - ..- - - - - - -..- - - ---- .. - - - - - - - -
alla messa in funzione) 0.1 ... 0.1 ...
1600.0 0.1 min-1 1600.0 0.1 min-1

0.001 ... 0.0001 ...


Avanzamento lineare (F) (G94) 2, 4500.000 rmVmin 175.0000 inchlmin 1 ... 45000 gradilmin

Avanzamento al giro 0.0001 ... 0.00001 ...


(F)(G95) 2) s.oooo 2) mm/giro 0.20000 2) inchlgiro

tO.OOO1 ... '0.00001 ...


Lungheua 999.9999 99.99999
Correzione
utensile mm inch
~0.0001... '0.00001 ...
Raggio 99.9999 9.99999

Tempo di 0.01 ... 0.01 ...


X 99999.999 99999.999
costa
S s
0.01 ... 0.01 ...
F 99999.999 99999.999
0.1 ... 99.9 giri 0.1 ... 99.9 giri
s
o ...
Angolo con tratto di profilo (A) 359.99999 gradi

Angolo per arresto onentato 0.1 ... gradi


mandrino (M 19) 359.9

Dimensione secondo appartenenza (virgola mobile


Parametri R interna). Tutte le combinazioni.

I) La velocita max. di avanzamento lineare (G94) non deve essere superata


2) 1 valori limite sono validi pe il DM 155 = 2.

@ Siemens AG 1990 All Rights Reserved 6285 4 10-OES05


SINUMERIK 820M.GA3 (BN)
01.93 1 Fondamenti della programmazione
1.10 Dati limite per I'avanzamentdgiro

1.l0 Dati limite per I'avanzamento/giro

t No. giri
mandrino
105 I
nmm2 = 16000min.~
-.-.-._.-.-. -.-.-

nmaxl = 10000min~~ 5mlmin

io3

1o2

1o1

1
1o 3 10-2 10-I l lo1 5.10~ 1 0 ~ m ~ ~ 0mmN lo4
1 0 ~
mmN

Avanzamento giro Passo del lilelto


- .- .- Passo del liletto Avanzamento giro
Avanzamento in mlmin

Relazione tra filetto e velocità mandrino (lilettatura G33)


Relazione tra avanzamentoigiro e velocità mandrino

nrnaxl ottenibili con e n c o d e r da 1024 imp.lgiro


nm
2, ottenibili con e n c o d e r da 512 imp.lgiro

0 Siemens
AG 1990 All Rights Reserved 6.285410-OES05
SINUMERIK 820M. GA3 (BN)
1 Fondamenti della programmazione
1.l 1 Struttura canaliuata

1.1 1 Struttura canaliuata


Il SINUMERIK 810M dispone di tre canali. Questi canali, accanto ad altre manovre strutturali
come I'editing dei programmi e l'uso delle interconnessioni seriali, consentono, parallelamente
alla lavorazione nel modo operativo "AUTOMATIC" anche I'esecuzione simultanea di due
programmi differenti.

I tre canali hanno il seguente significato:

Canale 1: canale principale per I&