Sei sulla pagina 1di 1112

< ROBOCUT @-C+B series

@-C400+B/C600+B/C800+B

MANUALE DELL'OPERATORE

B-85434IT/03
Vi ringraziamo per l'acquisto di FANUC ROBOCUT.

• È vietato qualsiasi tipo di riproduzione di tutte le parti del presente manuale.


• Tutti i dati tecnici e i disegni di questo prodotto sono soggetti a modifiche senza previo avviso.

I prodotti descritti in questo manuale sono controllati in base alla "Legislazione sugli
scambi e i commerci con l'estero" giapponese. L'esportazione dal Giappone è soggetta a
licenze di esportazione decise dal governo giapponese.
Inoltre, l'ulteriore esportazione in altri paesi può essere soggetta all'autorizzazione del
governo del paese da cui viene esportato il prodotto. Il prodotto può anche essere
controllato secondo le direttive sull'ulteriore esportazione del Governo degli Stati Uniti.
Contattare FANUC per essere consigliati nel caso si intenda esportare o riesportare questi
prodotti.

Abbiamo cercato di includere in questo manuale tutte le funzioni relative alla macchina.
Tuttavia, ci sono moltissimi funzionamenti che non si devono o non si possono eseguire, e
questo manuale non può indicarli tutti.
Per questo motivo, le operazioni non descritte esplicitamente vanno intese come "non
possibili".
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

MISURE DI SICUREZZA
Come produttore di macchine da taglio con filo ad elettroerosione, la FANUC osserva le necessarie
misure di sicurezza per impedire incidenti connessi al funzionamento della macchina.

Tuttavia, a causa della natura della macchina, ci sono determinati pericoli che non possono essere
eliminati.

Il presente manuale descrive le parti del ROBOCUT che presentano dei rischi e riassume le precauzioni
che devono essere osservate dagli operatori.

Prima di utilizzare la macchina ROBOCUT, leggere scrupolosamente questo manuale assieme al manuale
di manutenzione e al manuale dell'operatore/Note sulla sicurezza e per un impiego efficace forniti con la
macchina.

In questo manuale, le misure di sicurezza sono suddivise nelle categorie "PERICOLO",


"AVVERTENZA", "ATTENZIONE" e "NOTA" per garantire la sicurezza dell'utente e per prevenire
danni alla macchina.
Leggere e comprendere bene le informazioni indicate in ""PERICOLO", "AVVERTENZA",
"ATTENZIONE" e "NOTA" prima di utilizzare la macchina.

PERICOLO
Utilizzato quando per l'operatore sussiste pericolo di morte o di gravi ferite se
non viene rispettata la procedura corretta.

AVVERTENZA
Utilizzato quando per l'operatore sussiste pericolo di morte o di gravi ferite se
non viene rispettata la procedura corretta.

ATTENZIONE
Utilizzato quando sussiste il rischio che l'operatore possa essere ferito o che
l'attrezzatura possa essere danneggiata se non viene rispettata la procedura
corretta.

NOTA
Si utilizza per indicare una spiegazione aggiuntiva non relativa al segnale di
PERICOLO, AVVERTENZA e ATTENZIONE.

Se non si osservano le precauzioni descritte nei testi contrassegnati con , possono


aver luogo gravi incidenti. Accertarsi di osservare le precauzioni.
Informazioni utili per il funzionamento della macchina vengono fornite nella parte seguente.

Questa parte viene usata per fornire consigli o informazioni che


SUGGERIMENTO facilitano l'uso della macchina.

s-1
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

Quando si applicano i dati CN (nota) preparati usando la programmazione interattiva automatica, si


devono osservare le seguenti misure di sicurezza.

ATTENZIONE
1 Prima di usare i dati CN per il controllo delle macchine CN, assicurarsi che
queste macchine funzionino in modo sicuro sotto il controllo dei dati CN. Se si
usano dati CN non validi o i dati CN non vengono applicati correttamente, la
macchina potrebbe comportarsi in modo inaspettato, eventualmente
danneggiando la macchina stessa o il pezzo e presentando il rischio di lesioni per
l'operatore e le persone vicine alla macchina. Consultare il manuale della
macchina per usare la macchina in modo sicuro e per le misure di sicurezza quali
ad es. coperture di sicurezza o arresti di emergenza, ecc.
2 Questa funzione non controlla se i dati CN creati automaticamente mediante
questa funzione operano in modo soddisfacente sulla macchina a cui sono
destinati. Quando si usano i dati CN, si deve osservare l'osservazione 1.
3 Anche quando si usano ripetutamente dati CN comprovati, i dati CN caricati sulla
macchina possono leggermente variare a causa del deterioramento del supporto
di memoria o di modifiche all'ambiente di comunicazione. Pertanto, quando si
usano dati CN del genere, si deve osservare l'avvertenza 1.

NOTA
In questo documento il termine dati CN si riferisce ai programmmi che
specificano il funzionamento di una macchina CN. Si osservi che nei manuali
delle macchine CN, programma di lavorazione, programma CN o programma
vengono usati al posto dei dati CN. Quando questi termini indicano i dati CN, si
devono osservare l'avvertenze riportate precedentemente.

* Leggere scrupolosamente questo manuale e conservarlo adeguatamente.

s-2
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

1 DEFINIZIONI
1.1 IMPIEGO PREVISTO DELLA MACCHINA AVVERTENZA

FANUC ROBOCUT è una macchina da taglio con filo elettroerosiva controllata da un'unità di Controllo
Numerico Computerizzato (CNC). La macchina da taglio elettroerosiva è utilizzata per eseguire
lavorazioni di contornatura. La macchina fa uso di una scarica elettrica fra un pezzo conduttore e un
sottile filo, quale un filo di ottone, per tagliare il pezzo. Non utilizzare la macchina da taglio elettroerosiva
per scopi diversi da quelli per i quali è stata concepita.

1.2 DEFINIZIONI DI OPERATORE AVVERTENZA

1.2.1 Operatore
Nel presente manuale, la persona che lavora alla macchina è definita "Operatore".

L'operatore deve aver completato il corso di base per ROBOCUT offerto dal FANUC Training Center,
oppure avere una conoscienza equivalente, e deve possedere una qualifica rilasciata dalla società o
dall'organizzazione della quale fa parte. La responsabilità principale dell'operatore è quella di far
funzionare la macchina. L'operatore non deve eseguire i seguenti lavori di manutenzione:

1 Lavori di manutenzione che richiedono l'uso di attrezzi per la rimozione di coperture (coperture
fisse)
2 Lavori di manutenzione che comportano il trasporto e l'installazione della macchina.

1.2.2 Tecnico addetto alla manutenzione quotidiana


Nel presente manuale, la persona che esegue la manutenzione ordinaria e preventiva della macchina è
definita "Tecnico addetto alla manutenzione quotidiana".

Il tecnico per la manutenzione quotidiana deve aver completato il corso di base per ROBOCUT offerto
da FANUC Training Center, o deve avere una conoscenza equivalente, e deve possedere una qualifica
rilasciata dalla società o dall'organizzazione della quale fa parte.

Il tecnico addetto alla manutenzione quotidiana deve osservare le "Precauzioni relative ai lavori di
manutenzione " descritte qui di seguito.

1.2.3 Tecnico addetto alla manutenzione


Nel presente manuale, la persona che effettua la manutenzione generale della macchina, compresa la
manutenzione ordinaria e quella preventiva, è definita "Tecnico addetto alla manutenzione".

Il tecnico per la manutenzione deve avere un'adeguata conoscenza nel settore dell'elettricità e dei
macchinari. Deve inoltre aver completato il corso di manutenzione per ROBOCUT offerto da FANUC
Training Center, o avere una conoscenza equivalente, e deve possedere una qualifica rilasciata dalla
società o dall'organizzazione della quale fa parte.

Il tecnico addetto alla manutenzione deve osservare le "Precauzioni relative ai lavori di manutenzione"
descritte qui di seguito.

s-3
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

Precauzioni relative ai lavori di manutenzione


Per tecnici della manutenzione
1 Prima di utilizzare qualche attrezzo per rimuovere una copertura (copertura
fissa) per eseguire i lavori di manutenzione, spegnere la macchina.
2 Prima di inserire la tensione dopo che un coperchio è stato rimosso, assicurarsi
che nessuno si trovi nei pressi della macchina.
3 Prima di mettere in movimento la macchina, dopo che una copertura è stata
rimossa, assicurarsi che non ci siano attrezzi rimasti all'interno della macchina.
4 Quando si effettuano riparazioni elettriche dopo che una copertura è stata
rimossa, osservare tutte le precauzioni per evitare di essere fulminati da una
scarica elettrica, ed utilizzare attrezzi adatti (come cacciaviti con manico
isolante).
5 Solamente il tecnico per la manutenzione è autorizzato a sostituire parti
elettriche. Il tecnico per la manutenzione quotidiana è autorizzato a sostituire
solamente fusibili e batterie della memoria di backup.

1.3 NOMI DELLE PARTI PRINCIPALI DELLA MACCHINA


Sebbene ROBOCUT sia stato progettato con particolare attenzione alla sicurezza, vi sono parti che
richiedono una cura speciale.
Tali parti sono indicate nelle figure in basso. Controllarne l'effettiva disposizione nella macchina.

1 Copertura fissa:
protezione o copertura fissata meccanicamente. Per rimuovere coperture fisse è necessario utilizzare
degli utensili. I circuiti ad alto voltaggio e le parti che si muovono o ruotano sono dotate di una
copertura fissa per impedire che l'operatore o altre persone tocchino tali parti.

2 Copertura isolante:
copertura volta ad impedire che l'operatore o altre persone tocchino una parte ad alto voltaggio. Le
coperture isolanti possono essere aperte o chiuse manualmente senza l'uso di utensili. L'unità di
controllo numerico non controlla che la copertura sia aperta o chiusa.

AVVERTENZA
Non fare mai funzionare la macchina quando una copertura fissa o una
copertura isolante è stata rimossa. La sola eccezione può essere fatta quando
personale qualificato esegue lavori di manutenzione.
Se si aziona la macchina con una copertura fissa o una copertura isolante
rimossa, sussiste il rischio che l'operatore o altre persone ricevano una scarica
elettrica o che rimangano impigliati in parti che si muovono o ruotano, il che può
causare gravi ferite.

s-4
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

(1) Nomi delle parti di α-C400iB

D
I
H
B

A J

K
E

A : Targhetta A
B : Targhetta B
C : Targhetta C
D : Copertura isolante
E : Guida superiore
L F : Vasca di lavorazione
G : Guida inferiore
H : Unità AWF
C
I : Gruppo a controllo numerico
J : Pannello di comando
K : Serbatoio e unità refrigerante
L : Interruttore di sicurezza
M : Scatola di immagazzinaggio
del filo. .
M N : Collettore

s-5
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

(2) Nomi delle parti di α-C600iB


D
H B
I
A J

F
K

A :
Targhetta A
B :
Targhetta B
C :
Targhetta C
D :
Copertura isolante
E :
Guida superiore
F :
Vasca di lavorazione L
G :
Guida inferiore
H :
Unità AWF
I :
Gruppo a controllo numerico C
J :
Pannello di comando
K :
Serbatoio e unità N
refrigerante
L : Interruttore di sicurezza
M : Scatola di immagazzinaggio
del filo. M
N : Collettore

s-6
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

(3) Nomi delle parti di α-C800iB

D A I
H
J

N
A : Targhetta A
B : Targhetta B
C : Targhetta C
D : Copertura isolante
E : Guida superiore
F : Vasca di lavorazione
G : Guida inferiore
H : Unità AWF
I : Gruppo a controllo numerico
J : Pannello di comando
K : Serbatoio e unità refrigerante
L : Interruttore di sicurezza
M : Scatola di immagazzinaggio
del filo.
N : Collettore

s-7
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

2 ETICHETTE DI AVVERTENZA
Su ROBOCUT, le etichette di avvertenza sono attaccate a quelle parti alle quali si deve prestare
particolare attenzione. Le etichette di avvertenza sono utilizzate per indicare all'utente la presenza di
pericolo di morte o di gravi ferimenti nel caso in cui non si osservi la procedura corretta. Pertanto, per
evitare incidenti, osservare sempre la procedura corretta.

Targhetta A

AVVERTENZA
PERICOLO DI SCOSSE
ELETTRICHE O BRUCIATURE.
NON APRIRE DURANTE LA
LAVORAZIONE.

Durante il funzionamento il filo all'interno della copertura isolante è attraversato da alta tensione.
Questa targhetta indica che, a causa del pericolo di scariche elettriche, la copertura isolante non deve
essere aperta durante il funzionamento.
Questa targhetta è attaccata alla piastra isolante.

Targhetta B

AVVERTENZA

AREA DI PRESA
STARE LONTANI.

Il filo è impigliato e trattenuto da un'unità meccanica dell'alimentatore del filo automatico. Questa
targhetta indica che, a causa del rischio per l'utente di rimanere impigliato nell'unità meccanica, l'utente
deve pulire continuamente l'unità meccanica dell'alimentatore del filo automatico durante l'avanzamento
automatico del filo. Questa targhetta è posta accanto all'unità meccanica dell'alimentatore del filo
automatico.

s-8
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

Targhetta C

AVVERTENZA
PERICOLO DI SCOSSE ELETTRICHE
O BRUCIATURE.
NON APRIRE DURANTE LA
LAVORAZIONE.

PERICOLO DI INCENDIO
USARE SOLO PARTI DI RICAMBIO
OEM PER QUESTA SCATOLA DEL
FILO.

TENERE TUTTI I MATERIALI


INFIAMMABILI LONTANI.

• Il filo nella sua scatola di raccolta tende a diventare caldo.


Questa targhetta indica che per la raccolta del filo non deve essere impiegata una scatola
infiammabile, perché il calore che si sviluppa potrebbe genere un incendio. Inoltre, tutti i materiali
infiammabili devono essere tenuti lontani dalla scatola di raccolta del filo.
• Se il filo non entra correttamente nella scatola di raccolta in durante la lavorazione, possono
generarsi scintille o un aumento della temperatura. Per evitare ciò, la sezione di alimentazione è
provvista di una funzione che rileva un eccesso del filo e fa fermare la macchina.
Questa targhetta è attaccata alla scatola di raccolta del filo.

Targhetta D

• Durante il funzionamento della macchina (automatico o manuale), la distanza di una parte della
macchina si riduce improvvisamente. Questa etichetta avverte di "non avvicinare le mani a questa
parte. Altrimenti possono rimanere incastrate."
Prima di controllare o di eseguire la manutenzione di una parte in cui si trova l’etichetta, accertarsi
di premere il pulsante per l’arresto d’emergenza o disinserire l’alimentazione elettrica della
macchina.

s-9
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

3 ARRESTO SICURO DELLA MACCHINA


3.1 ARRESTO EMERGENZA

A: Pulsante per l’arresto d’emergenza

• Nel caso si verifichi un'emergenza durante il funzionamento della macchina, premere


immediatamente il tasto di arresto d'emergenza sul pannello operativo.
• Premendo il tasto di arresto d'emergenza sul pannello di comando, il funzionamento della macchina
si arresta immediatamente. (→ Arresto d'emergenza)

Quando si preme il tasto di arresto d'emergenza:


→ Si arresta l'alimentazione fornita al filo, fermando la scarica.
→ Viene fermato immediatamente il funzionamento del servo-motore condotto degli
assi X-, Y-, U-, V-, e Z-, e viene disinserita l'alimentazione elettrica ai
servomotori.
→ Vengono spente l'alimentazione, l'alimentazione del filo, la fornitura di fluido
dielettrico e la tensione del filo.
→ Viene interrotto il funzionamento dell'unità AWF, e ciascuna unità meccanica
esegue il ritorno al punto di riferimento.
→ L'unità a controllo numerico non accerta nessun tipo di operazione né
automatica né manuale.
→ Appare sullo schermo un'indicazione di non funzionamento.

• Una volta premuto, il pulsante di arresto di emergenza rimane bloccato, mantenendo così lo stato di
arresto di emergenza.
• Rimuovere lo stato di arresto di emergenza dopo aver verificato che il funzionamento non presenta
pericoli, o che la causa di pericolo è stata rimossa.
• Girare il pulsante di arresto di emergenza in senso orario per sbloccare lo stato di arresto. Notare che
il funzionamento automatico non viene riattivato immediatamente dopo aver sbloccato lo stato di
arresto di emergenza. La macchina rimane nello stato di arresto.

s-10
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

Quando viene sbloccato il pulsante di arresto di emergenza:


→ Viene ristabilita l'alimentazione al servomotore, che entra nello stato di pronto.
→ Rimangono disinserite, l'alimentazione elettrica, l'alimentazione del filo, la
fornitura di fluido dielettrico e la tensione al filo.
→ L'unità AWF è nello stato pronto, con ciascuna unità meccanica impostata nella
propria posizione di riferimento.
→ L'unità a controllo numerico è nello stato di pronto, abilitando le operazioni
automatiche e manuali.
→ Appare sullo schermo un'indicazione riguardante lo stato di reset.

3.2 ARRESTO AL TERMINE DEL FUNZIONAMENTO IN


AUTOMATICO
Quando viene emesso un comando programmato M02 o M30, durante la lavorazione in automatico,
l'unità a controllo numerico interrompe il funzionamento della macchina, poiché considera il comando
specificato come fine del funzionamento automatico:

Quando sono specificati M02 o M30:


→ Si arresta l'alimentazione fornita al filo, fermando la scarica.
→ Viene fermato il funzionamento degli assi guidati da servomotori X, Y, U, V, e Z.
→ Vengono spente l'alimentazione, l'alimentazione del filo, la fornitura di fluido
dielettrico e la tensione del filo.
→ L'unità AWF è nello stato pronto, con ciascuna unità meccanica impostata nella
propria posizione di riferimento.
→ L'unità a controllo numerico è nello stato di pronto, abilitando le operazioni
automatiche e manuali.
→ Appare sullo schermo un'indicazione riguardante lo stato di reset.

3.3 ARRESTO A CAUSA DI UN’INTERRUZIONE DURANTE IL


FUNZIONAMENTO AUTOMATICO
Il funzionamento automatico si interrompe in ciascuno dei seguenti tre casi:

1. Il filo si rompe.
→ Si arresta l'alimentazione fornita al filo, fermando la scarica.
→ Viene fermato il funzionamento degli assi guidati da servomotori X, Y, U, V, e Z.
→ Vengono spente l'alimentazione, l'alimentazione del filo, la fornitura di fluido
dielettrico e la tensione del filo.
→ L'unità AWF è nello stato pronto, con ciascuna unità meccanica impostata nella
propria posizione di riferimento. Quando è possibile effettuare la ripresa dalla
rottura del filo, l'unità AWF effettua la riparazione e riavvia il funzionamento
automatico.
→ L'unità a controllo numerico è nello stato di pronto, abilitando le operazioni
automatiche e manuali.
→ Appare sullo schermo un'indicazione riguardante lo stato di pausa.

s-11
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

2. L'operatore preme il tasto FEED HOLD sul pannello di comando.


→ Si arresta l'alimentazione fornita al filo, fermando la scarica. Ciò nonostante
l'alimentazione elettrica, l'alimentazione del filo, la fornitura di fluido dielettrico e
la tensione del filo rimangono accese.
→ Viene fermato il funzionamento degli assi guidati da servomotori X, Y, U, V, e Z.
→ L'unità AWF interrompe il funzionamento e ciascuna unità meccanica esegue il
ritorno alla posizione di riferimento.
→ L'unità a controllo numerico è nello stato di pronto, abilitando le operazioni
automatiche e manuali.
→ Appare sullo schermo un'indicazione riguardante lo stato di arresto.

3. È emesso un allarme.
→ Si arresta l'alimentazione fornita al filo, fermando la scarica.
→ Viene fermato il funzionamento degli assi guidati da servomotori X, Y, U, V, e Z.
→ Vengono spente l'alimentazione, l'alimentazione del filo, la fornitura di fluido
dielettrico e la tensione del filo.
→ L'unità AWF è nello stato pronto, con ciascuna unità meccanica impostata nella
propria posizione di riferimento.
→ L'unità a controllo numerico è nello stato di pronto, abilitando le operazioni
automatiche e manuali.
→ Appare una schermata di allarme, indicante il tipo di allarme.
[Riferimento] Tipi di allarme
Viene emesso un allarme che arresta il funzionamento della macchina quando
l'unità a controllo numerico rileva che il funzionamento non può continuare o
individua una anomalia durante il funzionamento della macchina.
I principali tipi di allarme sono quattro.
1 Viene emmesso un allarme per il movimento all'indietro quando si verifica un
cortocircuito durante il funzionamento che non può essere eliminato neanche
dopo aver effettuato il movimento all'indietro.
2 Allarme provocato da un errore di programma o di impostazione.
3 Allarme provocato da un guasto nell'avanzamento automatico del filo o nella
ripresa dalla rottura del filo.
4 Allarme provocato da un difetto nella macchina o nell'unità a controllo
numerico.

s-12
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

4 MISURE DI SICUREZZA
4.1 LUOGO DI COLLOCAZIONE DELLA MACCHINA
AVVERTENZA: Installare la macchina su una superficie stabile.
La macchina potrebbe cadere se installata su un pavimento instabile
La macchina non può essere tenuta a livello se posizionata su un pavimento
instabile, pregiudicando così la precisione delle prestazioni fornite. Installare la
macchina su un pavimento sufficientemente resistente da sostenerla senza
deformarsi e senza subire alterazioni con il tempo.
Non posizionare la macchina su un pavimento ricoperto da un isolatore
anti-vibrazioni in gomma, o da legno o da piastrelle.

AVVERTENZA: Fornire una adeguata illuminazione.


Un'illuminazione inferiore a quella ideale potrebbe portare ad errori di
funzionamento che possono a loro volta causare incidenti.
Fornire una adeguata illuminazione nel locale dove la macchina è stata
installata, come specificato in JIS Z9110. È necessario un livello di illuminazione
equivalente a quello richiesto per uffici (Almeno 300 lux).

ATTENZIONE:
Installare la macchina in un ambiente soggetto a piccole variazioni di
temperatura e a piccole vibrazioni.
La precisione di lavorazione diminuisce se la temperatura di parte della
macchina varia.
• Non esporre la macchina alla luce diretta del sole, ai flussi di aria di un
condizionatore o a quelli di un dispositivo di riscaldamento.
• Fare attenziona ad evitare che vibrazioni, generate da altre macchine utensili
o da presse, possano essere trasmesse alla macchina.

ATTENZIONE:
Quando si deve effettuare una lavorazione ad alta precisione, posizionare
la macchina in una stanza a temperatura costante.
Ogni cambiamento di temperatura influenza direttamente la precisione di
lavorazione.
La macchina può essere utilizzata a qualsiasi temperatura tra i 15°C e 30°C.
Tuttavia, quando deve essere effettuata una lavorazione ad alta precisione,
installare la macchina in una stanza a temperatura costante dove la temperatura
viene mantenuta intorno ai 20±1°C.

s-13
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

ATTENZIONE: Tenere la macchina in un luogo privo di nebbia d'olio e


detriti.
Nebbia d'olio e detriti (come ad esempio sfridi), possono influenzare
negativamente la lavorazione, se contaminano il fluido dielettrico.
• I tagli di precisione prodotti da macchine quali gli alesatori, possono causare
la frizione nelle viti a circolazione di sfere, nelle guide lineari e nei motori
lineari, riducendo notevolmente la precisione di posizionamento della
macchina.
• Se il fluido dielettrico è contaminato con nebbia d’olio e/o detriti, il controllo
della resistività risulta difficoltoso e la durata della resina scambiatrice di ioni
si può ridurre.
• La nebbia d’olio e i detriti possono danneggiare l’unità di comando.
Per questo motivo si deve mantenere la macchina sempre pulita.

4.2 PRIMA DI USARE LA MACCHINA


AVVERTENZA:
Assicurarsi di aver letto i relativi manuali completamente prima di usare la
macchina.
Per minimizzare i rischi per l'operatore e per prevenire problemi di
funzionamento, leggere tutte le pagine di questo manuale MISURE DI
SICUREZZA E NOTE SULL'USO EFFICIENTE e del manuale di manutenzione,
per conoscere perfettamente le funzioni della macchina prima di tentare di
usarla.

4.3 LIMITAZIONI IMPOSTE ALL’UTENTE


AVVERTENZA:
L'utente non deve effettuare operazioni che esulano dalle proprie
mansioni.
L'utente deve utilizzare la macchina limitatamente alle proprie mansioni di
operatore, il tecnico della manutenzione, o il tecnico di servizio, che sia in
possesso delal qualifica rilasciata dall'ente o dall'organizzazione a cui l'utente
appartiene.

AVVERTENZA:
Quando si usa la macchina, indossare indumenti appropriati alle
operazioni di lavorazione e alla manutenzione.
Quando si usa la macchina, indossare indumenti adeguati e della taglia corretta.
Indumenti troppo piccoli o particolarmente abbondanti, così come indossare abiti
in maniera non adatta, può portare a incidenti. Le persone che indossano
indumenti non adatti per lavorare non devono utilizzare la macchina.

s-14
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

AVVERTENZA:
Persone che usano apparecchiature mediche, come pacemakers, devono
stare lontani dalla macchina.
I campi elettromagnetici generati dalle scariche di lavorazione possono
influenzare in maniera negativa le apparecchiature mediche come i pacemakers.
Le persone che usano apparecchiature mediche devono stare lontane dalla
macchina per prevenire malfunzionamenti a tali apparecchiature (pacemakers).

4.4 MISURE CONTRO INCENDI E ESPLOSIONI


AVVERTENZA: Tenere i materiali infiammabili lontano dalla macchina.
Oltre che durante la lavorazione, si generano scintille anche se il filo si rompe.
Inoltre l'interno della scatola di raccolta del filo e le parti dell'alimentatore
automatico del filo tendono a riscaldarsi.
Poiché scintille o alte temperature possono essere causa di incendio o
esplosioni, non lasciare materiale infiammabuile (come solvente o benzina) né
usare spray nelle vicinanze della macchina.

AVVERTENZA:
Non usare una scatola di materiale infiammabile come scatola di raccolta
del filo.
Il filo raccolto nella scatola di raccolta del filo tende a riscaldarsi durante la
lavorazione. Si possono inoltre generare scintille se il filo tocca la parte di
rilevamento della sporgenza del filo.
Poiché scintille o alte temperature possono provocare incendi o esplosioni,
utilizzare sempre la scatola standard di raccolta del filo fornita dalla FANUC. Non
usare mai una scatola di materiale infiammabile come ad esempio una scatola di
cartone.

AVVERTENZA: Non impedire il rilevamento della sporgenza del filo.


Si potrebbe verificare un incendio se la lavorazione viene eseguita mentre il filo
sta sporgendo dalla scatola di raccolta, per prevenire ciò, ROBOCUT è fornito di
una funzione che arresta la macchina se il filo sporge dalla scatola di raccolta
durante la lavorazione. La sporgenza del filo viene rilevata dall'intero coperchio
della sezione di alimentazione.
Si può causare un incendio se si impedisce la rilevazione della sporgenza del
filo, perciò, non attaccare nastro adesivo sul coperchio della sezione di
alimentazione, né rimuovere il collegamento teminale alla coperchio stesso.

4.5 MISURE PER IL PERICOLO DI SCARICHE ELETTRICHE


AVVERTENZA: Non aprire la copertura isolante durante la lavorazione.
Durante la lavorazione scorre alto voltaggio nel filo, dietro alla copertura di
isolamento.
Il filo può dare scosse elettriche, perciò, non aprire mai la copertura isolante
durante la lavorazione.

s-15
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

AVVERTENZA:
Non toccare il filo, il pezzo o la tavola del pezzo mentre l'alimentazione è
accesa.
Durante la lavorazione o il posizionamento di scarica, è applicato al filo, al
pezzo, e alla tavola del pezzo un alto voltaggio.
Fino a che sussiste il pericolo di scosse elettriche, non toccare mai il filo, il pezzo
e la tavola del pezzo fino a che l'alimentazione è accesa.

AVVERTENZA:
Prima di maneggiare il filo , la sezione della guida, e la vasca di
lavorazione, assicurarsi che l'alimentazione sia spenta.
Poiché esiste il pericolo di scosse elettriche, controllare che l'alimentazione sia
spenta prima di maneggiare o effettuare la manutenzione delle seguenti sezioni.
1. Filo montato
2. Sezioni delle guide inferiore e superiore
3. Interno della vasca di lavorazione (riempita con acqua)
Mentre l’alimentazione elettrica è inserita
→ Il filo e la sezione della guida possono dare scosse
elettriche,

Mentre l’alimentazione elettrica è disinserita


→ Prima di toccare il filo o la sezione della guida,
accertarsi che l’alimentazione elettrica sia disinserita.

AVVERTENZA
Proteggere il pannello dell'operatore e la cabina CN dagli spruzzi.
Il pannello dell'operatore e la cabina CN (contenente l'unità a controllo numerico
e l'unità di scarica) contengono componenti elettriche delicate e sezioni ad alto
voltaggio.
Proteggere perciò il pannello dell'operatore e la cabina CN da spruzzi, per
evitare il pericolo di malfunzionamento o di scosse elettriche. Se la macchina
viene accidentalmente spruzzata d'acqua, contattare la FANUC per avere
informazioni su come procedere.

AVVERTENZA:
Prima di usare la macchina togliere gli orologi e tutti gli anelli.
Oggetti in metallo come ad esempio orologi e anelli possono agire come
conduttori nel caso di scosse elettriche.
Inoltre, se si bagnano possono influenzare il campo elettromagnetico. Per
prevenire scosse elettriche non indossare quindi nessun gioiello mentre si usa la
macchina.

s-16
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

AVVERTENZA:
Non toccare il filo nella scatola di raccolta del filo mentre la macchina è
accesa.
Per evitare il rischio di scosse elettriche non toccare il filo nella scatola di
raccolta. Nella scatola di raccolta del filo scorre corrente attraverso il filo.
• Prima di rimuovere il filo dalla scatola di raccolta, spegnere la macchina.
• Se il filo non può essere alimentato in maniera corretta nella scatola di
raccolta del filo, o se sta sporgendo dalla scatola, spegner ela macchina
immediatamente e correggere i troblema.
• Prima di accendere di nuovo controllare che il filo sia completamente
all'interno della scatola di raccolta del filo.
• Posizionare sempre la scatola di raccolta del filo nella posizione corretta e
controllare che il filo possa essere alimentato nella scatola in maniera
appropriata.

AVVERTENZA:
Posizionare sempre la scatola di raccolta del filo nella posizione corretta.
Sussiste il pericolo di scosse elettriche se il filo non viene alimentato in maniera
appropriata.
Ogni volta che la scatola di raccolta del filo è spostata per rimuovere il filo
raccolto, risistemarla sempre nella posizione corretta prima di avviare la
lavorazione.
Per posizionare la scatola di raccolta del filo nella posizione corretta, premere
leggermente la scatola contro la parte posteriore della colonna della macchina in
modo che il coperchio della scatola attivi l'interruttore di sicurezza della sezione
di alimentazione.
Viene emesso un allarme, e la lavorazione della macchina viene interrotta se la
scatola di raccolta del filo è spostata dalla posizione corretta e l'interruttore di
sicurezza è aperto.

AVVERTENZA:
Non accendere la macchina se alcuni cavi sono scollegati.
Poiché sussiste il pericolo di scosse elettriche, non accendere la macchina
mentre un cavo, come ad esempio il cavo della sezione di guida, è scollegato.

s-17
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

4.6 MISURE RIGUARDANTI L’IMPIEGO DI SOSTANZE


DANNOSE
AVVERTENZA:
Fare attenzione che l'acqua del serbatoio non entri in contatto con gli
occhi o con la bocca. In nessun caso ingerire l'acqua.
L'acqua del serbatoio contiene polvere fine metallica che è dannosa per l'uomo.
Oltre all'acqua nella vasca di scarico, anche l'acqua filtrata nella vasca
dell'acqua pulita è dannosa. Fare attenzione ad evitare che l'acqua di queste
vasche sia inalata, ingerita, o che entri in contatto con gli occhi. Se si beve o si
inala un po' di quest'acqua, provocare immediatamente il vomito, fare dei
gargarismi con dell'acqua di rubinetto pulita e consultare un medico. Se l'acqua
delle vasche entra in contatto con gli occhi, sciacquarli con acqua pulita di
rubinetto, e consultare subito un oculista.

AVVERTENZA:
Fare attenzione che la resina scambiatrice di ioni non entri in contatto con
gli occhi o con la bocca. In nessun caso ingerire la resina.
La resina scambiatrice di ioni è dannosa per l'uomo.
Fare attenziona a non ingerire o inalare la resina, ed evitare il contatto con gli
occhi. Conservare la resina cambiatrice di ioni in un posto fuori dalla portata dei
bambini. Se si ingerisce o si inala la resina, provocare immediatamente il vomito,
fare dei gargarismi con acqua pulita di rubinetto e consultare un medico. Se la
resina entra in contatto con gli occhi, sciacquare immediatamente gli occhi con
acqua pulita di rubinetto e consultare un oculista

AVVERTENZA:
Fare attenzione per evitare che i prodotti chimici utilizzati per la
manutenzione entrino in contatto con gli occhi o la bocca.
È molto pericoloso ingerire un qualsiasi prodotto chimico utilizzato per la
manutenzione.
Gli agenti antiossidanti utilizzati per la manutenzione sono particolarmente
tossici.
Quando si utilizzando tali prodotti indossare sempre guanti di gomma e
assicurarsi che la ventilazione sia adeguata.
Si raccomanda inoltre di utilizzare una maschera e occhiali protettivi.
Fare attenzione a non ingerire o inalare nessuno dei prodotti chimici utilizzati.
Tenere tali prodotti lontani dagli occhi.
Immagazzinare i prodotti chimici in luoghi fuori dalla portata dei bambini.
Nel caso in cui venga ingerito o inalato un prodotto chimico, provocare
immediatamente il vomito, fare dei gargarismi con acqua potabile e rivolgersi ad
un medico.
Nel caso in cui un prodotto chimico venga in contatto con gli occhi, sciacquare
immediatamente gli occhi con acqua potabile e rivolgersi ad un medico.

s-18
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

4.7 MISURE PER LA PREVENZIONE DI TAGLI E FERITE


AVVERTENZA: Non toccare la macchina durante il suo funzionamento.
Durante il funzionamento della macchina, la distanza di una parte della
macchina si riduce improvvisamente.
Non toccare con le mani la macchina durante lo spostamento della tavola XY,
dell'asse UV o della guida superiore.
Questa avvertenza si applica a ciascun funzionamento automatico basato sulla
programmazione o sul funzionamento manuale utilizzando il pannello di
comando.

AVVERTENZA: Non toccare il filo durante l'operazione AWF2.


Durante l'operazione AWF2 il filo potrebbe rompersi o essere tirato in seguito
alle seguenti operazioni dell'unità AWF2:
• Movimento verticale del tubo superiore
• Operazione di apertura/chiusura dell'unità di serraggio
• Operazione di chiusura/apertura dell'unità di rilevamento
In questi casi le dita potrebbe rimanere intrappolate o tirate dentro la macchina.
Non toccare quindi il filo durante l'operazione AWF2.

AVVERTENZA: Non toccare l'unità AWF quando è in funzione AWF2.


Quando l'unità AWF2 è in funzione, le seguenti unità tagliano e tirano il filo:
• Unità di serraggio
• Unità di rilevamento
In questi casi le dita potrebbe rimanere intrappolate o tirate dentro la macchina.
Non toccare l'unità AWF durante il funzionamento AWF2.

AVVERTENZA:
Non accendere l'alimentazione del filo mentre lo si sta toccando.
La mani o le dita con cui si tiene il filo possono essere tirate provocando ferite.
A volte è necessario attivare l'ugello inferiore o l'alimentazione del filo mentre lo
si sta tenendo, come per esempio quando si alimenta il filo manualmente. In
questi casi, spegnere l'ugello inferiore o l'alimentazione del filo immediatamente
dopo che l'alimentazione è stata completata. Non toccare il filo mentre si sta
muovendo.

4.8 MISURE PER LA PREVENZIONE DI CADUTE


AVVERTENZA:
Non aprire lo sportello della vasca di lavorazione piena d'acqua.
Se si apre lo sportello della vasca di lavorazione quando è piena d'acqua,
l'acqua si versa sul pavimento rendendolo scivoloso.
Prima di aprire lo sportello della vasca di lavorazione, premere il tasto DRAIN
per drenare tutta l'acqua contenuta nella vasca.

s-19
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

AVVERTENZA:
Se la vasca di lavorazione è quasi piena d'acqua, mettere in funzione la
macchina prestando attenzione affinché l'acqua non tracimi dal bordo della
vasca.
Se la vasca di lavorazione è quasi piena d'acqua, lo spostamento ripetuto della
macchina avanti ed indietro e a destra e a sinistra lungo gli assi X e Y, perturba
la superficie dell'acqua causando la tracimazione dell'acqua dal bordo superiore
della vasca di lavorazione che, a sua volta può far scivolare e cadere l'operatore.
Durante il funzionamento della macchina, intraprendere delle misure come la
riduzione della velocità degli assi usando l'interruttore "FEEDRATE OVERRIDE"
sul pannello di comando ed evitare accelerazioni/decelerazioni inutili per evitare
la fuoriuscita dell'acqua durante la regolazione.

AVVERTENZA:
Pulire immediatamente l'acqua o la resina scambiatrice di ioni versata.
L'acqua o la resina scambiatrice di ioni versata rende il pavimento scivoloso e
quindi potenzialmente pericoloso.
Pulire immediantamente l'acqua o la resina scambiatrice di ioni accidentalmente
versata se accidentalmente cade sul pavimento mentre si sta fornendo l'acqua o
cambiando la resina.

AVVERTENZA:
Prima di premere il tasto WATER riempire la vasca di lavorazione con
acqua.
Se si preme il tasto WATER mentre la vasca di lavoro è vuota, l'acqua viene
spruzzata dagli ugelli inferiore e superiore.
Prima di premere il tasto WATER riempire la vasca di lavorazione con acqua, o,
ridurre la portata dell'acqua impostandola sullo schermo delle condizioni di
lavorazione.

AVVERTENZA: Indossare scarpe protettive adatte.


Indossare scarpe protettive adatte per non scivolare e cadere.

4.9 MISURE RELATIVE AL TRASPORTO DI OGGETTI


PESANTI
AVVERTENZA:
Quando si carica e scarica un pezzo, prendere le necessarie misure per la
sicurezza rispetto al peso del pezzo.
I pezzi piccoli e leggeri possono essere caricati e scaricati manualmente. Se un
pezzo pesa più di 15 kg, per il carico e lo scarico utilizzare l’attrezzatura di
sollevamento, come una gru.
Se si utilizza un’attrezzatura per il sollevamento del pezzo, il pezzo deve avere
un bullone ad occhiello sufficientemente forte da sollevare il peso del pezzo.
Se il peso di un pezzo troncato (anima) supera i 5 kg, l’anima deve avere un
bullone ad occhiello per utilizzarlo nel sollevamento dell’anima con una gru o
simile.

s-20
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

AVVERTENZA:
Prima di sostituire il filtro, scaricare innanzitutto l'acqua dal filtro.
Il filtro, quando contiene acqua o polvere metallica filtrata, è molto pesante (30
kg o più).
Drenare l'acqua dal filtro prima di rimuoverlo. Spegnere la macchina, rimuovere
il dado che fissa il filtro e la guarnizione, e non toccarlo per 1 minuto. In questa
maniera può essere drenata la maggior parte di quantità di acqua nel filtro. (Per
dettagli, fare riferimento a 2.18 SOSTITUZIONE DEL FILTRO in FANUC
ROBOCUT serie α-CiB MISURE DI SICUREZZA E NOTE PER UN IMPIEGO
EFFICACE.)
È rischioso sollevare il filtro con forza senza aver prima drenato l'acqua poiché è
più probabile che il filtro possa cadere.

4.10 PRECAUZIONI QUANDO SI LAVORA IN ALTO


AVVERTENZA: Non salire sulla macchina.
Si può facilmente cadere salendo sulla macchina o usando oggetti per salire che
non siano uno sgabello o una scala a libro (come per esempio una sedia o un
tavolo).
Per realizzare lavori in posizioni in alto, selezionare ed usare uno sgabello o una
scala a libro.

Per una macchina con corsa dell'asse Z maggiore o uguale a 400 mm, la
copertura isolante e l'unità AWF sono in posizioni sopraelevate. Per la selezione
di uno sgabello o una scala a libro, consultare le dimensioni indicate di seguito.

A B C

• Macchina con corsa dell'asse Z di 410 mm:


A = 2400 mm B = 2270 mm C = 1620 mm
• Macchina con corsa dell'asse Z di 510 mm:
A = 2630 mm B = 2550 mm C = 1780 mm
* Le dimensioni indicate sopra variano con l'altezza della macchina installata.

s-21
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

4.11 MISURE PER EVITARE LE CAUSE DEGLI ERRORI DI


LAVORAZIONE
AVVERTENZA:
Tenere sempre il pulsante per l'arresto di emergenza sgombro in modo che
possa essere utilizzato immediatamente in caso di necessità.
Se al pulsante per l'arresto di emergenza si appende un oggetto, oppure se lo si
copre impedendone in qualche modo l'accesso, in caso di emergenza il pulsante
non può essere premuto. Ciò è estremamente pericoloso.

AVVERTENZA:
Accertarsi di usare le dita per premere i tasti touch panel, sul pannello di
comando e sulla console pensile.
Se si preme un tasto con una matita o con una penna, con il palmo della mano o
con un gomito, causando in questo modo un funzionamento inaspettato della
macchina.
Tale funzionamento inaspettato della macchina potrebbe causare un incidente,
Pertanto usare le dita ogni volta che si preme un tasto sul pannello
dell'operatore o sulla console pensile.

AVVERTENZA: Non premere i tasti indossando i guanti.


Se si cerca di premere un tasto sul pannello operativo o sulla console pensile
con indosso i guanti, è facile premere più tasti allo stesso tempo, causando in
questo modo un funzionamento inaspettato della macchina.
Tale funzionamento inaspettato della macchina potrebbe causare un incidente,
quando si premono i tasti sul pannello dell'operatore e sulla console pensole.

AVVERTENZA: Non tirare il cavo della console pensile.


Un danno al cavo della console pensile può causare un malfunzionamento della
macchina.
Tale funzionamento inaspettato della macchina potrebbe causare un incidente,
perció, non tirare o piegare mai il cavo della console pensile.

AVVERTENZA:
Quando la console pensile non è utilizzata, riporla nel luogo destinato.
La console pensile potrebbe essere danneggiata se cade, causando il
malfunzionamento della macchina.
Dopo aver completato le operazioni con la console pensile, riporla nel posto
adeguato.

AVVERTENZA: Non guardare l'arco di scarica durante la lavorazione.


Guardare in continuazione l'arco della scarica che viene generato durante la
lavorazione può provocare abbagli, che possono impedire l'esecuzione del
corretto funzionamento. Tutto ciò può provocare un incidente.
Ogni qual volta è necessario osservare l'arco di scarica per esempio per
controllarne lo stato, indossare occhiali di protezione antiabbaglianti (da
saldatore).

s-22
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

4.12 MISURE RELATIVE ALL’APERTURA E ALLA RIMOZIONE


DELLE COPERTURE
AVVERTENZA:
Non aprire lo sportello dell'unità di controllo numerico quando la macchina
è accesa.
L'unitá a controllo numerico contiene una sezione ad alto voltaggio
(approssimativamente 250 V).
In questa sezione è presente il rischio di scosse elettriche, perció aprire sempre
l'interruttore di circuito per spegnere l'alimentazione prima di aprire lo sportello
dell'unità a controllo numerico.

AVVERTENZA:
L'utente non deve rimuovere le coperture o le piastre metalliche della
macchina.
Oltre ad una sezione ad alto voltaggio, nella macchina sono presenti parti che
ruotano o che si muovono ad alta velocità. (Tensione: circa 250 V, velocità circa
1000 giri al minuto)
In queste sezione c'è il rischio di scosse elettriche o di ferimenti, l'operatore
quindi non deve rimuovere le coperture o le piastre di metallo.

AVVERTENZA:
Non accedere mai la macchina quando la copertura o la piastra di metallo
è rimossa.
Esiste il pericolo di scosse elettriche, quindi, prima di rimuovere una copertura o
una piastra di metallo allo scopo di effettuare la manutenzione, spegnere sempre
la macchina.
Dopo aver completato la manutenzione, reinstallare la copertura o a piastra
metallica rimossa e accendere l'alimentazione.
Non utilizzare la macchina se la copertura o una piastra metallica è stata
rimossa.
Solo tecnici della manutenzione e uomini di servizio che sono qualificati ed
abituati ad effettuare la manutenzione possono accendere l'alimentazione e
lavorare sulla macchina quando è stata rimossa una copertura o una piastra
metallica.

s-23
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

4.13 MODIFICHE SUCCESSIVE


AVVERTENZA: Non apportare modifiche successive alla macchina.
Ogni modifica successiva non autorizzata apportata alla macchina o
all'attrezzatura periferica da parte del cliente, presenta gravi rischi.
Modifiche riguardanti la rimozione di una copertura isolante o il fissaggio di un
interruttore di fine corsa di un dispositivo di sicurezza presentano un pericolo di
scosse elettriche o di incendio. Quando è assolutamente necessario effettuare
una modifica, contattare l'ufficio FANUC o l'agenzia da cui si è acquistata la
macchina.
Non è coperto da garanzia alcun incidente, ferimento o guasto provocato
da modifiche successive del cliente. FANUC inoltre, non sarà responsabile
per i suddetti incidenti, ferimenti o guasti.

AVVERTENZA: Installare correttamente le parti di ricambio.


Installare correttamente le parti di ricambio seguendo le manutenzione fornite
nel manuale di manutenzione e nelle istruzionidi servizio FANUC.
Quando si sostituiscono parti, ad esempio perchè soggette ad usura, non
rimuovere altre parti se non quelle necessarie al completamento della
sostituzione.

AVVERTENZA: Usare solo parti di ricambio specificate dalla FANUC.


L'installazione di parti di ricambio diverse da quelle approvate dalla FANUC
costituisce una modifica della macchina.
Ogni incidente, ferimento o guasto provocato dall'uso di parti che non
siano quelle specificate (incluse quelle soggette ad usura come i fili) non
sono coperti da garanzia. FANUC inoltre, non sarà responsabile per i
suddetti incidenti, ferimenti o guasti.

AVVERTENZA:
Non rimuovere nessuna delle etichette di avvertenza o targhette.
Tenere sempre pulite le etichette di avvertenza e le targhette di avviso.
Assicurarsi che siano sempre pulite e leggibili.

s-24
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

5 PRECAUZIONI PER IL FUNZIONAMENTO


ATTENZIONE
Conservare una copia di backup dei programmi, delle condizioni di lavorazione e
degli altri dati.
I programmi, le condizioni di lavorazione e gli altri dati risiedono nella memoria
del CNC.
Normalmente, i dati vengono conservati anche quando viene disinserita la
corrente e poi inserita nuovamente. Se alcuni dati vengono cancellati in seguito
ad un errore nell'utilizzo o a causa di un guasto, può essere necessario
cancellare tutti i dati per ripristinare i dati stessi o l'unità.
I programmi e le condizioni di lavorazione predisposti dall'operatore sono
registrati solo nel CNC
Prima di accumulare troppi dati, eseguire una copia di backup dei dati più
importanti, ad es. dei programmi.

SUGGERIMENTO
Backup
Letteralmente significa supporto. In questo manuale, tuttavia, il termine backup
indica una copia di sicurezza dei dati.

Su ROBOCUT, utilizzare sempre filo da taglio non rivestito di paraffina.


FANUC proibisce l'uso di fili rivestiti di paraffina su ROBOCUT.

Quando si acquista filo da taglio per ROBOCUT, specificare che si desidera filo non ricoperto con
paraffina.

→ Alcuni tipi di filo da taglio sono ricoperti di paraffina.


L'utilizzo di un filo rivestito di paraffina su ROBOCUT genera i seguenti problemi causati dalla
paraffina:

• Il filo scivola sulla ganascia del freno, causando la rilevazione della rottura del filo quando questa
non avviene. La rottura del filo arresta il taglio.
• L'alta resistenza d'isolamento della paraffina non permette al filo di rilevare la corretta posizione del
pezzo da lavorare, diminuendo così la precisione del posizionamento automatico. (L'accuratezza
della ripetizione del posizionamento automatico del pezzo diminuisce, passando da ±0,02 a 0,1 mm.)

[Come determinare se il filo è coperto di paraffina leggendo la sua etichetta


sulla bobina]
• Filo prodotto da Hitachi Metals, Ltd: Controllare la lettera (N) alla fine della
stringa dei caratteri che indica il tipo di filo.
HBZ-U(N)25 → Senza paraffina
HBZ-U25 → Filo rivestito di paraffina
• Fili prodotti dalla Oki Electric Cable Co., Ltd: Controllare il colore dell'etichetta
attaccata alla bobina del filo o la presenza della lettera N alla fine della sigla che
indica il tipo di filo.
Etichetta gialla o OB-25PZN → Senza paraffina
Targhetta blu o OB-25PZN → Filo rivestito di paraffina

s-25
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

6 MAPPA DEI RISCHI RESIDUI


Accertarsi di leggere e comprendere bene i contenuti di questo manuale (B-85434IT), del manuale di
manutenzione (B-85435IT) e MISURE DI SICUREZZA E NOTE PER UN IMPIEGO EFFICACE
(B-85434IT-4) prima di utilizzare questo prodotto.
Non utilizzare questo prodotto avendo compreso solo il contenuto di questo capitolo.

I rischi residui sono suddivisi nelle categorie di "PERICOLO," "AVVERTENZA," e "ATTENZIONE" in


base alle definizioni all'inizio di questa parte.

A-6. Sezione di alimentazione del filo e scatola di raccolta del filo

AVVERTENZA: N. 9, 15, 21, 24 A-1. Macchina e attorno alla macchina

AVVERTENZA: N. 1, 2, 3, 4, 5,
A-5. Unità AWF 16, 27, 28, 29, 30, 31, 32

AVVERTENZA: N. 8, 14, 20, 23 ATTENZIONE: N. 25

A-2. Attorno alla macchina

A-3. Area di lavorazione ATTENZIONE: N . 10, 11, 12

AVVERTENZA: N. 6, 13,
17, 18, 22

B-1. Console (Alloggiamento CN)

AVVERTENZA: N. 26

A-4. Area compresa tra la colonna


e la vasca di lavorazione e tra
la copertura del bancale e la
vasca di lavorazione.

AVVERTENZA: N. 7, 19

Fig. 6 Mappa dei rischi residui di ROBOCUTα-C400iB/C600iB/C800iB

s-26
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

7 ELENCO DEI RISCHI RESIDUI


*1 I "livelli di pericolo" sono suddivisi nelle categorie di "PERICOLO," "AVVERTENZA," e
"ATTENZIONE" in base alle definizioni all'inizio di questa parte.
*2 La lettera e il numero nella colonna "Posizione di pericolo" corrispondono a quelli sulla macchina in
"6. MAPPA DEI RISCHI RESIDUI."

A-1. Machine et autour de la machine


A-2. Attorno alla macchina
A-3. Area di lavorazione
A-4. Area compresa tra la colonna e la vasca di lavorazione e tra la copertura del bancale e la vasca
di lavorazione.
A-5. Unità AWF
A-6. Sezione di alimentazione del filo e scatola di raccolta del filo
B-1. Console (Alloggiamento CN)

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativa addestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
1 Trasporto - Workshop A-1. AVVERTE Collisione, Osservare la [MAI] Capitolo 1 nella
di NZA schiacciame posizione di PARTE I
conoscenze nto e/o urto aggancio, la [SAF] Capitolo 9 nella
sulla gru a causa massa e il PARTE IV
- Workshop dell'inclinazi baricentro
di one o della della
conoscenze caduta della macchina e
sul macchina. come e dove
funzioname eseguire il
nto della fissaggio per
gru il trasporto
- Qualifica
per il
funzioname
nto
dell'elevator
e a forca
2 Montaggio, - Workshop A-1. AVVERTE Collisione, Osservare la [MAI] Capitolo 1 nella
installazione, di NZA schiacciame posizione di PARTE I
messa a conoscenze nto e/o urto aggancio, la [SAF] Capitolo 9 nella
punto sulla gru a causa massa e il PARTE IV
- Workshop dell'inclinazi baricentro
di one o della della
conoscenze caduta della macchina e
sul macchina. come e dove
funzioname eseguire il
nto della fissaggio per
gru il trasporto
- Qualifica
per il
funzioname
nto
dell'elevator
e a forca

s-27
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativa addestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
3 Montaggio, Nessuno A-1. AVVERTE La macchina Osservare la [MAI] PARTE I
installazione, NZA funziona procedura di [SAF]
messa a inaspettatam installzione Capitolo 7 nella PARTE II
punto ente quando della Capitolo 8 nella PARTE II
viene macchina. [MAINTENANCE
accesa a DRAWING] B-85438EN,
causa di un B-85439EN
collegament
o errato del
circuito
idraulico ed
elettrico.
4 Montaggio, Nessuno A-1. AVVERTE Incendio Osservare le [OPE] Capitolo 2 nella
installazione, NZA dovuto ad un informazioni PARTE I
messa a collegament sulle
punto o errato specifiche
dell'alimenta elettriche e
zione sui
elettrica. collegamenti
(capacità di
alimentazion
e elettrica,
dimensioni
del filo
consigliate e
messa a
terra).
5 Montaggio, Nessuno A-1. AVVERTE Fuoriuscita Osservare le [OPE] Sezione 2.5 nella
installazione, NZA del liquido di informazioni PARTE I
messa a alta sulle
punto pressione a specifiche
causa di un della fonte
collegament dell'aria
o errato alla compressa e
fonte di aria i
compressa. collegamenti
(intervallo
adatto della
pressione e
portata
necessaria).
6 Lavorazione Nessuno A-3. AVVERTE Collisione, Non toccare [OPE]
(modalità NZA punzonatura la macchina (PRECAUZIONI DI
automatica) e/o taglio durante il SICUREZZA) Sezione
nella suo 4.7
sezione di funzionamen [SAF] Sezione 2.2 nella
alimentazion to. PARTE IV
ee
nell'alimentat
ore del filo.
7 Lavorazione Nessuno A-4. AVVERTE Collisione, Non toccare [OPE]
(modalità NZA punzonatura la macchina (PRECAUZIONI DI
automatica) e/o taglio durante il SICUREZZA) Sezione
nella suo 4.7
sezione di funzionamen [SAF] Sezione 2.2 nella
alimentazion to. PARTE IV
e.

s-28
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativa addestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
8 Lavorazione Nessuno A-5. AVVERTE Collisione,Non toccare [OPE]
(modalità NZA punzonatural'alimentatore (PRECAUZIONI DI
automatica) e/o taglio del filo SICUREZZA) Sezione
quando la
nell'alimentat 4.7
macchina è
ore del filo. [SAF] Sezione 2.2 nella
in funzione. PARTE IV
Inoltre, non
aprire la
copertura del
filo.
9 Lavorazione Nessuno A-6. AVVERTE Collisione, Non toccare [SAF] Sezione 2.2 nella
(modalità NZA punzonatura l'alimentatore PARTE IV
automatica) e/o taglio del filo
nell'alimentat quando la
ore del filo. macchina è
in funzione.
Controllare
se la scatola
di raccolta
del filo è
posizionata
correttament
e e non
aprire la
copertura
della scatola
di
collegamento
del filo
durante la
lavorazione.
10 Lavorazione Nessuno A-2. ATTENZIO Un Non aprire lo [OPE]
(modalità NE operatore sportello (PRECAUZIONI DI
automatica) apre lo della vasca SICUREZZA) Sezione
sportello di 4.8
della vasca lavorazione [SAF] Sezione 2.2 nella
di se la vasca PARTE IV
lavorazione contiene
quando acqua.
questa (Nella
contiene macchina CE
acqua e o se si usa
l'acqua l'opzione di
fuoriesce. blocco dello
Ciò rende il sportello, in
pavimento presenza di
scivoloso: si acqua lo
può sportello
scivolare o risulta
cadere. bloccato.)

s-29
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativa addestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
11 Lavorazione Nessuno A-2. ATTENZIOUn Non riempire [SAF] Sezione 2.2 nella
(modalità NE operatore di acqua la PARTE IV
automatica) riempie di vasca di
acqua la lavorazione
vasca di se lo
lavorazione sportello
aperta e della stessa
l'acqua è aperto.
fuoriesce.
Ciò rende il
pavimento
scivoloso: si
può
scivolare o
cadere.
12 Lavorazione Nessuno A-2. ATTENZIO L'acqua Se la vasca [SAF] Sezione 2.2 nella
(modalità NE ritorna dalla di PARTE IV
automatica) vasca di lavorazione
lavorazione non è vuota,
al serbatoio non riempire
del fluido il serbatoio
dielettrico e del fluido
fuoriesce. dielettrico di
Ciò rende il acqua.
pavimento
scivoloso: si
può
scivolare o
cadere.
13 Lavorazione Nessuno A-3. AVVERTE Si possono Non toccare [OPE]
(modalità NZA subire gli elettrodi, (PRECAUZIONI DI
automatica) scosse la guida SICUREZZA) Sezione
elettriche se superiore/inf 4.5
il corpo eriore o il [SAF] Sezione 2.2 nella
viene a pezzo PARTE IV
contatto con durante la
un elettrodo lavorazione.
del filo
caricato, con
la guida
superiore/inf
eriore o con
il pezzo nella
vasca di
lavorazione.
14 Lavorazione Nessuno A-5. AVVERTE Scarica Non aprire la [OPE]
(modalità NZA elettrica per copertura del (PRECAUZIONI DI
automatica) contatto filo durante SICUREZZA) Sezione
diretto del la 4.5
corpo con un lavorazione. [SAF] Sezione 2.2 nella
elettrodo del PARTE IV
filo nella
sezione
dell'unità di
AWF.

s-30
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativa addestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
15 Lavorazione Nessuno A-6. AVVERTE Scarica Controllare [OPE]
(modalità NZA elettrica a se la scatola (PRECAUZIONI DI
automatica) causa del di raccolta SICUREZZA) Sezione
contatto del filo è 4.5
diretto del posizionata [SAF] Sezione 2.2 nella
corpo con un correttament PARTE IV
elettrodo del e e non
filo. aprire la
copertura
della scatola
di
collegamento
del filo
durante la
lavorazione.
16 Lavorazione Nessuno A-1. AVVERTE Incendio o Non [OPE]
(modalità NZA esplosione a utilizzare la (PRECAUZIONI DI
automatica) causa di una macchina SICUREZZA) Sezione
scarica in per 4.5
ambiente elettroerosio
esplosivo o ne in
infiammabile ambienti
. esplosivi o
infiammabili.
17 IMPOST. Nessuno A-3. AVVERTE - Collisione, Specificare [OPE] Sezione 4.4 nella
(Modo NZA punzonatura una PARTE II
manuale) e/o taglio password
nella (cinque o più
sezione di cifre) per
alimentazion modificare la
ee modalità
nell'alimentat operativa
ore del filo. (modalità
- Contatto automatica o
diretto con la manuale).
sezione di
carica.
- Contatto
con la
sezione di
scarica.
18 IMPOST. Nessuno A-3. AVVERTE Collisione, Non toccare [OPE]
(Modo NZA punzonatura la macchina (PRECAUZIONI DI
manuale) e/o taglio durante il SICUREZZA) Sezione
nella suo 4.7
sezione di funzionamen [SAF] Sezione 2.2 nella
alimentazion to. PARTE IV
e.
19 Impostazion Nessuno A-4. AVVERTE Collisione, Non toccare [OPE]
e (modo NZA punzonatura la macchina (PRECAUZIONI DI
manuale) e/o taglio durante il SICUREZZA) Sezione
nella suo 4.5
sezione di funzionamen [SAF] Sezione 2.2 nella
alimentazion to. PARTE IV
e.

s-31
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativa addestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
20 Impostazion Nessuno A-5. AVVERTE Collisione, Non toccare [OPE]
e (modo NZA punzonatura l'alimentatore (PRECAUZIONI DI
manuale) e/o taglio del filo SICUREZZA) Sezione
nell'alimentat quando la 4.7
ore del filo. macchina è [SAF] Sezione 2.2 nella
in funzione. PARTE IV
21 Impostazion Nessuno A-6. AVVERTE Collisione, Non toccare [SAF] Sezione 2.2 nella
e (modo NZA punzonatura l'alimentatore PARTE IV
manuale) e/o taglio del filo
nell'alimentat quando la
ore del filo. macchina è
in funzione.
Inoltre, non
aprire la
copertura
della scatola
di raccolta
del filo.
22 Impostazion Nessuno A-3. AVVERTE Si possono Non toccare [OPE]
e (modo NZA subire gli elettrodi, (PRECAUZIONI DI
manuale) scosse la guida SICUREZZA) Sezione
elettriche se superiore/inf 4.5
il corpo eriore o il [SAF] Sezione 2.2 nella
viene a pezzo. PARTE IV
contatto con
un elettrodo
del filo
caricato, con
la guida
superiore/inf
eriore o con
il pezzo nella
vasca di
lavorazione.
23 Impostazion Nessuno A-5. AVVERTE Scarica Non toccare [OPE]
e (modo NZA elettrica per l'alimentatore (PRECAUZIONI DI
manuale) contatto del filo SICUREZZA) Sezione
diretto del quando la 4.5
corpo con un macchina è [SAF] Sezione 2.2 nella
elettrodo del in funzione. PARTE IV
filo nella
sezione
dell'unità di
AWF.
24 Impostazion Nessuno A-6. AVVERTE Scarica Controllare [OPE]
e (modo NZA elettrica a che la (PRECAUZIONI DI
manuale) causa del scatola di SICUREZZA) Sezione
contatto raccolta del 4.5
diretto del filo sia posta [SAF] Sezione 2.2 nella
corpo con un correttament PARTE IV
elettrodo del e e non
filo. aprire la
copertura.

s-32
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativaaddestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
25 Pulizia e Nessuno A-1. ATTENZIO Lavoro in Garantire [SAF] Capitolo 8 nella
manutenzion NE uno spazio uno spazio PARTE IV
e insufficiente. necessario
per la
manutenzion
e.
26 Pulizia e Nessuno B-1 AVVERTE - Scarica - [OPE]
manutenzion NZA elettrica per Scollegamen (PRECAUZIONI DI
e un contatto to elettrico SICUREZZA) Sezione
con una con 4.12
parte di alta l'interruttore [MAI]
tensione nel principale (PRECAUZIONI DI
dispositivo di durante la SICUREZZA)
comando. manutenzion [SAF] Sezione 2.2 nella
- Ustioni per e. Bloccare PARTE IV
un contatto l'interruttore
con una principale in
parte ad posizione
elevata disattivata
temperatura finché viene
nel richiesta
dispositivo di l'alimentazio
comando. ne elettrica.
- Bloccare il
dispositivo di
comando
(doppi
sportelli)
tranne
durante la
manutenzion
e.
-Indossare
appropriati
guanti
isolanti e
scarpe
protettive
27 Individuazion Nessuno A-1. AVVERTE - Guasto Osservare le [SAF]
e ed NZA dovuto ad parti Capitolo 2 nella PARTE I
eliminazione una parte soggette a PARTE III
dei guasti sbagliata. manutenzion Capitolo 6 nella PARTE IV
- Caduta di e, la durata [MAI] Capitolo 2 nella
una parte della PARTE II
della sostituzione
macchina e la
inattesa. procedura di
sostituzione.
28 Individuazion Nessuno A-1. AVVERTE Un contatto Osservare la [SAF] Capitolo 5 nella
e ed NZA inatteso con procedura di PARTE IV
eliminazione la macchina eliminazione
dei guasti in funzione della
con pressione
pressione residua.
applicata
(pressione
residua).

s-33
MISURE DI SICUREZZA B-85434IT/03

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativa addestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
29 Individuazion - Workshop A-1. AVVERTE Urto dovuto Osservare la [SAF] Capitolo 9 nella
e ed di NZA a un pezzo posizione di PARTE IV
eliminazione conoscenze molto aggancio di
dei guasti sulla gru pesante. un carico
- Workshop pesante.
di
conoscenze
sul
funzioname
nto della
gru
- Qualifica
per il
funzioname
nto
dell'elevator
e a forca
30 Individuazion Nessuno A-1. AVVERTE Scarica Non tovcare [OPE]
e ed NZA elettrica a un filo (PRECAUZIONI DI
eliminazione causa del caricato, il SICUREZZA) Sezione
dei guasti contatto pezzo o la 4.5
diretto del tavola [SAF] Sezione 2.2 nella
corpo con portapezzo. PARTE IV
una sezione Non
di ricarica. immergere la
mano
nell'acqua
nella vasca
di
lavorazione
durante la
lavorazione.
31 Rimozione, - Workshop A-1. AVVERTE Collisione, Osservare la [MAI] Capitolo 1 nella
smontaggio di NZA schiacciame posizione di PARTE I
e conoscenze nto e/o urto aggancio, la [SAF] Capitolo 9 nella
smaltimento sulla gru a causa massa e il PARTE IV
- Workshop dell'inclinazi baricentro
di one o della della
conoscenze caduta della macchina e
sul macchina. come e dove
funzioname eseguire il
nto della fissaggio per
gru il trasporto
- Qualifica
per il
funzioname
nto
dell'elevator
e a forca

s-34
B-85434IT/03 MISURE DI SICUREZZA

No. Fase Qualifica e Posizion Livello di Descrizione Misure di Riferimento


operativa addestram e di pericolo del pericolo protezione *3
ento pericolo *1 prese
richiesti *2 dall'utente
per il
lavoro
32 Rimozione, Nessuno A-1. AVVERTE Perdita di Osservare i [MAI] Capitolo 2 nella
smontaggio NZA liquido di punti PARTE II
e scarico per seguenti . [SAF]
smaltimento uno - Sezione 2.2 nella PARTE
smaltimento Posizioname IV、
errato. nto e Capitolo 3 nella PARTE II
rimozione Capitolo 8 nella PARTE II
della batteria Capitolo 10 nella PARTE IV
- Posizione
dei pezzi che
contengono
altre
sostanze
nocive
- Procedura
di
smaltimento
delle
sostanze
nocive

*3 I nomi dei manuali sono abbreviati nel seguente modo: “[OPE] MANUALE DELL'OPERATORE
(B-85434IT)”, “[SAF] MISURE DI SICUREZZA E NOTE PER UN USO EFFICIENTE
(B-85434IT-4)”, and “[MAI] MANUALE DI MANUTENZIONE (B-85435IT)”.

s-35
B-85434IT/03 PREFAZIONE

PREFAZIONE
1 MODELLI
In questo manuale è descritto il funzionamento dei seguenti modelli:
Codice
Unità a controllo
Nome del modello Unità di scarica
Macchina numerico
(α-i2300)
(FS31i-WB)
FANUC
A04B-0327-B001#D5
ROBOCUT
A04B-0327-B001#A5
α-C400iB
A04B-0328-B001#D5
FANUC
A04B-0328-B001#A5
ROBOCUT
A04B-0328-B003#D5 A04B-0241-B201 A04B-0241-B401
α-C600iB
A04B-0328-B003#A5
A04B-0329-B001#D5
FANUC
A04B-0329-B001#A5
ROBOCUT
A04B-0329-B003#D5
α-C800iB
A04B-0329-B003#A5

In questo manuale è descritta la procedura per la programmazione automatica interattiva integrata nel
FANUC ROBOCUT serie α-CiB.
• La funzione interattiva grafica è in grado di creare agevolmente sulla macchina un programma per
figure complicate difficili da creare con il calcolo manuale.
• La procedura è facile perché la figura può essere creata in modo interattivo con il menu ad icone.
• Le figure create possono essere salvate su uno stick USB o su una scheda di memoria.

2 MANUALI
Per ROBOCUT serie α-CiB della FANUC sono disponibili i seguenti manuali:

 FANUC ROBOCUT α-CiB series MANUALE DELL'OPERATORE (B-85434IT, questo manuale)


Descrive i funzionamenti della serie α-C400iB/C600iB/C800iB.
 FANUC ROBOCUT α-CiB series MANUALE DELL'OPERATORE/MISURE DI SICUREZZA E
NOTE PER UN USO EFFICENTE (B-85434IT-4)
In questo manuale sono descritte le precauzioni da osservare quando si utilizza la macchina. Viene
inoltre brevemente riportato come procedere in caso di guasti.
 FANUC ROBOCUT α-C400iB Operator's Manual/Cutting Technology with Power Supply α-i2300
(B-85434EN-1)
 FANUC ROBOCUT α-C600iB Operator's Manual/Cutting Technology with Power Supply α-i2300
(B-85434EN-2)
 FANUC ROBOCUT α-C800iB Operator's Manual/Cutting Technology with Power Supply α-i2300
(B-85434EN-3)
Elenco delle tecnologie di taglio, velocità di avanzamento e altri dati relativi alla lavorazione
con α-C400iB/C600iB/C800iB.
Il manuale può essere usato come riferimento per la selezione e l'impostazione delle tecnologie di
taglio.
 FANUC ROBOCUT α-CiB series MANUALE DI MANUTENZIONE (B-85435IT)
Descrive la manutenzione della serie α-C400iB/C600iB/C800iB.

p-1
B-85434IT/03 INDICE

INDICE
MISURE DI SICUREZZA ............................................................................. s-1

PREFAZIONE ..............................................................................................p-1

I. INFORMAZIONI GENERALI
1 CONFIGURAZIONE ................................................................................ 3
2 DATI TECNICI ......................................................................................... 4
2.1 UNITÀ PRINCIPALE DELLA MACCHINA ..................................................... 4
2.2 ALIMENTAZIONE ELETTRICA ..................................................................... 5
2.3 UNITÀ A CONTROLLO NUMERICO ............................................................. 6
2.4 DATI TECNICI DEL MECCANISMO DI ALIMENTAZIONE AUTOMATICA
DEL FILO (AWF2) ......................................................................................... 7
2.5 INSTALLAZIONE ........................................................................................... 8
2.6 NORME DI SICUREZZA ............................................................................... 8
2.6.1 Collegamento del cavo di alimentazione elettrica .................................................... 9
2.7 STANDARD DI QUALITÀ PER L'ACQUA UTILIZZATA NELLA
MACCHINA.................................................................................................. 10
3 COMPONENTI DELLA MACCHINA ..................................................... 12
3.1 NOMI DELLE COMPONENTI ...................................................................... 12
3.2 FUNZIONI DELLE COMPONENTI .............................................................. 13
4 NOMI DEGLI ASSI E DIREZIONI DI MOVIMENTO .............................. 21
4.1 LIMITI NELLA CORSA DELL'ASSE V (LIMITE DELLA CORSA 3) ............. 22

II. PANNELLI DI COMANDO


PANNELLI DI COMANDO............................................................................ 27
1 TOUCH PANEL ..................................................................................... 29
1.1 ELEMENTI E ASPETTO DEL DISPLAY ...................................................... 30
1.2 ELEMENTI CHE POSSONO ESSERE IMPOSTATI CON IL TOUCH
PANEL ......................................................................................................... 33
2 PANNELLO DI COMANDO DELLA MACCHINA ................................. 34
2.1 TASTI "JOG"................................................................................................ 34
2.2 TASTI DI POSIZIONAMENTO MANUALE .................................................. 36
2.3 TASTI PER LA SELEZIONE DEL MODO .................................................... 37
2.4 TASTI MDI ................................................................................................... 37
2.5 TASTI DELLE CONDIZIONI DI LAVORAZIONE ......................................... 39
2.6 TASTI PER LA SELEZIONE DELLA FUNZIONE ........................................ 40

c-1
INDICE B-85434IT/03

2.7 TASTI PER LA SELEZIONE DEL FUNZIONAMENTO ................................ 41


2.8 TASTI DI PREPARAZIONE PER IL RIEMPIMENTO / SCARICO ............... 42
2.9 TASTI PER L’AVANZAMENTO AUTOMATICO DEL FILO.......................... 42
2.10 TASTI PER L'ESECUZIONE ....................................................................... 43
2.11 TASTI DI FUNZIONE ................................................................................... 43
2.12 ALTRI TASTI E SPIE ................................................................................... 43
2.13 SLOT PER LA SCHEDA DI MEMORIA ....................................................... 45
2.13.1 Procedura per l'utilizzo della slot della scheda di memoria.................................... 45
2.13.2 Avvisi e schede flash compatte consigliate ............................................................ 46
2.14 PORTE USB ................................................................................................ 47
2.15 INTERFACCIA LETTORE/PERFORATORE(optional) ................................ 47
2.16 INTERFACCIA ETHERNET......................................................................... 48
2.17 SCATOLA DELLA BATTERIA ..................................................................... 48
3 TASTI PER LA SELEZIONE DELLE SCHERMATE............................. 50
4 TASTI HANDY ....................................................................................... 52
4.1 GUIDA ......................................................................................................... 53
4.1.1 Schermata ............................................................................................................... 53
4.1.2 Procedimento per l'uso ........................................................................................... 54
4.1.3 Disposizione degli elementi di controllo ................................................................ 56
4.1.4 Attivazione/disattivazione degli elementi di controllo ........................................... 58
4.1.5 Inizializzazione degli elementi di controllo............................................................ 59
4.2 CONFERMA ................................................................................................ 61
4.3 PANNELLO DI COMANDO ......................................................................... 62
4.4 SICUREZZA ................................................................................................ 63
4.5 CALCOLATRICE ......................................................................................... 64
4.6 GUIDA ......................................................................................................... 65
4.7 ALLARME / AVVERTENZA ......................................................................... 66
4.7.1 Controllo dell'allarme emesso [Alarm]................................................................... 66
4.7.2 Controllo della cronologia degli allarmi che sono stati emessi [Hystory].............. 67

5 CONSOLE PENSILE ............................................................................. 68


5.1 ASPETTO E AREA DI VISUALIZZAZIONE DELLA CONSOLE DI
COMANDO PENSILE .................................................................................. 68
5.2 TASTI .......................................................................................................... 69

III. PROCEDURE DI BASE


1 UTENSILI NECESSARI......................................................................... 75
2 PROCEDURE OPERATIVE .................................................................. 78
3 ACCENSIONE ....................................................................................... 79
4 SPOSTAMENTI MANUALI ................................................................... 81
4.1 ESECUZIONE DI UNO SPOSTAMENTO MANUALE CONTINUO ............. 81
4.2 ESECUZIONE DI UNO SPOSTAMENTO MANUALE PARI AD UNA
DISTANZA SPECIFICATA........................................................................... 82
4.3 RITORNO DEL FILO NELLA POSIZIONE VERTICALE .............................. 83
4.4 ESECUZIONE DI UNO SPOSTAMENTO LUNGO L’ASSE Z ..................... 84
c-2
B-85434IT/03 INDICE
4.4.1 Esecuzione di un movimento lungo l'asse Z motorizzato....................................... 84
4.5 SPOSTAMENTO DEL FILO VICINO AL SESTO ASSE .............................. 84
4.6 SPOSTAMENTO DEL FILO LUNGO CIASCUN ASSE UTILIZZANDO IL
PANNELLO DI COMANDO PORTATILE .................................................... 85
5 CONTROLLO DEGLI ELETTRODI E DEGLI UGELLI ......................... 87
5.1 CONTROLLO DEGLI ELETTRODI A PERNO............................................. 87
5.1.1 Come utilizzare la scala per l'elettrodo ................................................................... 87
5.1.2 Procedura di controllo dell'elettrodo ...................................................................... 89
5.2 CONTROLLO DEGLI UGELLI ..................................................................... 97
5.2.1 Controllo dell'ugello superiore ............................................................................... 97
5.2.2 Controllo dell'ugello inferiore ................................................................................ 98

6 MONTAGGIO DEL FILO E DEL PEZZO ............................................ 100


6.1 SELEZIONE DEL FILO .............................................................................. 100
6.2 PRECAUZIONI PER L'USO DEL FILO...................................................... 101
6.3 CARICAMENTO DEL FILO DA TAGLIO ................................................... 103
6.4 TAVOLA PORTAPEZZO PER -C400iB ................................................... 107
6.5 TAVOLA PORTAPEZZO PER -C600iB ................................................... 108
6.6 TAVOLA PORTAPEZZO PER -C800iB ................................................... 108
6.7 PRECAUZIONI PER IL MONTAGGIO DEL PEZZO .................................. 109
6.8 IMPIEGO DELLE STAFFE DI SERRAGGIO DEL PEZZO ........................ 110
6.9 PRECAUZIONI PER IL MONTAGGIO DEL PEZZO .................................. 111
7 INTRODUZIONE DI PROGRAMMI CN ............................................... 113
7.1 RICHIAMO DI UN PROGRAMMA CN REGISTRATO ............................... 113
7.2 INTRODUZIONE MANUALE DI UN PROGRAMMA CN ........................... 114
7.3 LETTURA DI UN PROGRAMMA DA UNA SCHEDA DI MEMORIA .......... 116
7.4 LETTURA DI UN PROGRAMMA CN DA UN FILE HANDY ESTERNO .... 118
8 SELEZIONE DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO ................................ 120
8.1 PROCEDURA DI IMPOSTAZIONE IA ....................................................... 120
8.2 CREAZIONE AUTOMATICA DEL PROGRAMMA PRINCIPALE .............. 123
9 CONTROLLO DELLO SPOSTAMENTO MEDIANTE GRAFICO ....... 124
9.1 IMPOSTAZIONI PRINCIPALI NELLA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE
GRAFICA ................................................................................................... 124
9.2 DISEGNO .................................................................................................. 125
10 POSIZIONAMENTO DEL FILO SUL PEZZO ...................................... 127
10.1 USO DI UNO SPIGOLO DEL PEZZO COME RIFERIMENTO .................. 127
10.1.1 Impiego della schermata Misurato ....................................................................... 128
10.1.2 Impiego della schermata Posizione ...................................................................... 131
10.2 USANDO IL FORO DI INIZIO DELLA LAVORAZIONE COME
RIFERIMENTO .......................................................................................... 135
10.2.1 Impiego della schermata Misurato ....................................................................... 135
10.2.2 Impiego della schermata Posizione ...................................................................... 136

11 PREPARAZIONE PER LA LAVORAZIONE ....................................... 139


11.1 REGOLAZIONE DELLA DISTANZA DELL'UGELLO INFERIORE ............ 139

c-3
INDICE B-85434IT/03

11.2 REGOLAZIONE DELLA DISTANZA SULL'UGELLO SUPERIORE ........... 140


11.3 CONTROLLO DEL MOVIMENTO DELLA MACCHINA NELLA PROVA
DI FUNZIONAMENTO ............................................................................... 144
11.4 CONTROLLO DELLA SCATOLA DI RACCOLTA DEL FILO..................... 147
12 AVVIO DELLA LAVORAZIONE.......................................................... 148
12.1 PRIMA DI PREMERE IL TASTO DI AVVIO DEL CICLO ........................... 148
12.2 CONTROLLO DEL FILO E DEL SERBATOIO .......................................... 149
12.3 RIEMPIMENTO DELLA VASCA DI LAVORAZIONE CON LIQUIDO
DIELETTRICO ........................................................................................... 149
12.4 PREMERE IL TASTO DI AVVIO CICLO .................................................... 150
12.5 PRIMI CINQUE MINUTI DI LAVORAZIONE ............................................. 152
13 TERMINE DELLA LAVORAZIONE ..................................................... 153
14 CONTROLLO E MISURAZIONE DEI PRODOTTI LAVORATI ........... 154
15 PULIZIA DEI COMPONENTI DELLA MACCHINA ............................. 156
16 DISINSERIMENTO DELLA CORRENTE ............................................ 158

IV. IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE SU CIASCUNA SCHERMATA


1 SCHERMATA DEL MENU DI FUNZIONAMENTO ............................. 161
1.1 VERIFICA DELLE CONFIGURAZIONI DI TUTTE LE SCHERMATE E
FUNZIONI .................................................................................................. 161
1.2 SELEZIONE DELLA SCHERMATA ........................................................... 162
1.3 GRUPPI SULLA SCHERMATA DEL MENU DI FUNZIONAMENTO ......... 162
2 SCHERMATA PER LE COORDINATE E I PUNTI UTENTE .............. 164
2.1 TUTTA LA SCHERMATA .......................................................................... 164
2.2 SISTEMA COORDINATE PEZZO [Tut] ..................................................... 166
2.2.1 Impostazione delle coordinate dell'origine di un sistema di coordinate del
pezzo..................................................................................................................... 166
2.2.2 Controllo del sistema di coordinate del pezzo ...................................................... 167
2.2.3 Modifica del sistema di coordinate del pezzo ...................................................... 167
2.3 CONTROLLO DELLE COORDINATE RELATIVE, DELLE
COORDINATE ASSOLUTE E DELLE COORDINATE MACCHINA .......... 168
2.4 IMPOSTAZIONE ARBITRARIA DI UNA COORDINATA SU
CIASCUN ASSE ........................................................................................ 170
2.4.1 Impostazione di tutte le coordinate su 0 (Tut) ...................................................... 170
2.4.2 Impostazione delle coordinate su valori arbitrari (tut) ......................................... 171
2.4.3 Impostazione di tutte le coordinate su 0 (pos. relativa, pos. assoluta).................. 171
2.4.4 Impostazione delle coordinate su valori arbitrari (pos. relativa, pos. assoluta) .... 172
2.5 REGOLAZIONE DELLA POSIZIONE VERTICALE DEL FILO (VERT) ..... 173
2.5.1 Impostazione della posizione verticale nella posizione attuale degli
assi U e V ............................................................................................................. 173
2.6 IMPOSTAZIONE DELLA POSIZIONE DI RITORNO DELL'ASSE Z.......... 174
2.6.1 Impostazione della posizione dell'asse Z attuale come posizione di ritorno
dell'asse Z ............................................................................................................. 174
2.7 LIMITAZIONE DELLA CORSA DELL'ASSE X O Y (FINECORSA) ........... 175
c-4
B-85434IT/03 INDICE

2.8 EVITARE COLLISIONI FRA L'ASSE Z E IL PEZZO (LIMIT) ..................... 177


2.8.1 Funzione per l'impostazione del limite ................................................................. 177
2.8.2 Funzione di ritorno dell'asse Z ............................................................................. 178
2.9 VISUALIZZAZIONE DELLE COORDINATE DEL PUNTO ATTUALE
(MISURE) .................................................................................................. 179
2.10 IMPOSTAZIONE DEI PUNTI UTENTE (POS. UTENTE) .......................... 180
3 SCHERMATA DEI DATI DI IMPOSTAZIONE ..................................... 181
3.1 INFORMAZIONI SUL FILO / PEZZO ......................................................... 183
3.2 SPECIFICAZIONE DEL CONTROLLO DEL LIQUIDO DIELETTRICO ..... 184
3.2.1 Impostazione della resistività del liquido dielettrico ............................................ 184
3.2.2 Lavorazione di un pezzo senza liquido dielettrico nella vasca
(lavorazione ad aspersione) .................................................................................. 185
3.2.3 Regolazione automatica del livello dell’acqua della vasca di lavorazione in
base all’altezza dell’asse Z [livello acqua] ........................................................... 185
3.2.4 Mantenimento del livello dell'acqua costante allo scarico
[SEMISVUOTAMENTO] ................................................................................... 186
3.2.5 Esecuzione delle impostazioni per la regolazione della temperatura dell'unità
di raffreddamento del liquido dielettrico .............................................................. 187
3.3 IMPOSTAZIONE DELLA TOLLERANZA E DELLO SPIGOLO R .............. 188
3.3.1 Aumento o diminuzione di tutte le compensazioni impostate
(TOLLERANZA) ................................................................................................. 188
3.3.2 Aumento o diminuzione di tutte le compensazioni alla sommità e alla base
impostate [SOVRAMETALLO DI FINITURA ALLA SOMMITÀ E ALLA
BASE] .................................................................................................................. 190
3.3.3 Arrotondamento di tutti gli spigoli della figura (CORNER ROUND) ................. 191
3.4 IMPOSTAZIONE DELLA ROTAZIONE E DELLA SCALA ......................... 192
3.4.1 Rotazione della figura programmata (spostamento angolare) .............................. 193
3.4.2 Ingrandimento o riduzione della figura programmata (ingrandimento) ............... 193
3.4.3 Spostamento simmetrico della figura programmata (immagine speculare
e scambio asse) ..................................................................................................... 194
3.4.4 Scambio degli angoli degli assi X e Y (Angolo di rotazione dell'asse) ................ 194
3.4.5 Calcolo dell'inclinazione del pezzo ...................................................................... 195
3.5 IMPOSTAZIONE DELLA LAVORAZIONE CONICA .................................. 197
3.5.1 Impostazione del modo per la lavorazione conica (MODO DI TAG.) ................ 199
3.5.2 Impostazione della superficie programmata e dello spessore del pezzo
(PIANO PROGRAMMA e SPESSORE) ............................................................. 199
3.6 Moltiplicazione di un valore di spostamento specificato senza punto
decimale per un fattore 10 (VALORI PER 10) ........................................... 201
3.7 IMPOSTAZIONE DEL VALORE DI COMPENSAZIONE ........................... 202
3.7.1 Compensazione .................................................................................................... 203
3.7.2 Impostazione della compensazione ...................................................................... 204
3.8 IMPOSTAZIONE DELLA FUNZIONE DI CONTROLLO WTA ................... 206
3.9 REGOLAZIONE DELL'AVVICINAMENTO CONTROLLATO DALLA
FUNZIONE IA ............................................................................................ 212
3.9.1 Prevenzione della rottura del filo che potrebbe verificarsi a causa di
un'operazione instabile quando il taglio inizia sul lato frontale del pezzo
[avvicinamento controllato da IA]........................................................................ 213
3.10 IMPOSTAZIONE DEL COMANDO DI ALLONTAMENTO ......................... 215
3.10.1 Funzione ausiliaria per la correzione di graffi cavi che possono verificarsi
nell'avvicinamento e nell'allontanamento ............................................................. 216

c-5
INDICE B-85434IT/03

3.11 SPECIFICAZIONE DELLA CREAZIONE / TRONCATURA DELLA


PARTE DI TENUTA DEL PEZZO (CREA/TRON.) ..................................... 216
3.11.1 Creazione della parte di tenuta del pezzo ............................................................. 218
3.11.2 Troncatura ............................................................................................................220
3.11.3 Lavorazione di ciascuna figura ............................................................................. 221
3.12 CREAZIONE / TRONCATURA DELLA PARTE DI TENUTA DEL
PEZZO IN BASE AI CODICI M .................................................................. 223
3.13 IMPOSTAZIONE PUNZONATURA ANIMA ............................................... 224
3.13.1 Specifiche della funzione di punzonatura dell'anima ........................................... 226
3.13.2 Caratteristiche della funzione di punzonatura dell'anima ..................................... 227
3.13.3 Come utilizzare la funzione di punzonatura dell'anima........................................ 229
3.13.4 Operazione in caso di impiego della funzione di punzonatura dell'anima ........... 231
3.13.5 Quando un filo è scollegato mentre si utilizza la funzione di punzonatura
dell'anima ............................................................................................................. 233
3.13.6 Punzonatura dell'anima e recupero automatico del filo (AWR) ........................... 233
3.13.6.1 Arresto della punzonatura dell'anima se fallisce il recupero automatico
del filo .............................................................................................................. 234
3.13.6.2 Eseguire la punzonatura dell'anima per il foro iniziale successivo se fallisce
il recupero del filo............................................................................................ 235
3.13.6.3 Forme di lavorazione per le quali il recupero automatico del filo fallisce
successivamente ............................................................................................... 235
3.13.7 Come usare la Funzione punzonatura dell'anima specificando M69.................... 237
3.13.8 Operazione quando la funzione punzonatura dell'anima è usata specificando
M69 ...................................................................................................................... 237

4 SCHERMATA PER L'IMPOSTAZIONE DEL PARAMETRO


HANDY ................................................................................................ 240
4.1 PROGRAMMA ........................................................................................... 241
4.1.1 INTERPOLAZIONE O RAPIDO ........................................................................ 241
4.1.2 PROGR. ASSOLUTA O INCREMENT. ............................................................. 242
4.1.3 R Conico O R indipendente.................................................................................. 242
4.1.4 CTRL ASSE CON G00, G53, G30, G28 ............................................................. 243
4.1.5 ANGOLO (FUNZ COPIA E ROTAZ.) ............................................................... 243
4.1.6 IMPOST.COOR.ASSOL.ASSE Z (G92) ............................................................. 244
4.1.7 G70 Comando angolo ........................................................................................... 244
4.1.8 Regis. coord. G92 su punto rif. P4 ....................................................................... 245
4.1.9 M02/M30 = M99 nei sottoprogrammi.................................................................. 245
4.1.10 Impostazione G74................................................................................................. 245
4.1.11 Ignora G70, G71, G72 in prova a vuoto ............................................................... 245
4.1.12 CO.PEZZO ........................................................................................................... 246
4.1.13 Cambio condiz. di reset G54 ................................................................................ 246
4.1.14 Cancella traslaz. G92 ............................................................................................ 246
4.1.15 EDIT PROGRAMM 9000 a 9999 ........................................................................ 246
4.1.16 EDIT NEL BACKGROUND ............................................................................... 247
4.1.17 Inibizione edit programma I/O ............................................................................. 247
4.1.18 Ritorno al punto di arresto con sca. (AWR) ......................................................... 247
4.1.19 Ritorno al punto di partenza con scarica (M70) ................................................... 248
4.1.20 Vel. di retrace .......................................................................................................248
4.1.21 Ordine rotazione assi, scambio, speculare ............................................................ 248
4.1.22 Errore ammesso sul raggio. .................................................................................. 249
4.1.23 Timer di mantenimento dell’acqua (M32)............................................................ 249
4.1.24 In rapido durante lo scarico (asse XY) ................................................................. 250
4.2 COMANDO IA e EDM................................................................................ 250

c-6
B-85434IT/03 INDICE
4.2.1 Controllo automatico in base al numero
(AVVICINAMENTO,WTA CONTROL)............................................................ 251
4.2.2 Escape control ...................................................................................................... 251
4.2.3 Compensazione deformazione termica (solo per una macchina sulla quale è
installata l'opzione di compensazione della deformazionetermica)...................... 251
4.2.4 Core Stitch ............................................................................................................251
4.2.5 Compensazione di SPC (PM=41)......................................................................... 252
4.2.6 Compensazione di SPC (PM=43)......................................................................... 252
4.2.7 Comando EDM (impostazione AI) ...................................................................... 252
4.2.8 Cambia N. EDM/Offset ........................................................................................ 253
4.2.9 Visual. Offset........................................................................................................ 253
4.2.10 Condizioni personalizzate .................................................................................... 253
4.2.11 WF ignora rottura filo........................................................................................... 253
4.2.12 Impostazione efficienza per lav. concava ............................................................. 253
4.2.13 Compensazione forma angolo .............................................................................. 253
4.2.14 Visualizzazione degli elementi di compensaz. ..................................................... 254
4.3 OFFSET E CONICO .................................................................................. 254
4.3.1 Direzione del vettore di compensazione............................................................... 255
4.3.2 Ctrl interferenza .................................................................................................... 255
4.3.3 Comando di compensazione filo .......................................................................... 256
4.3.4 Compensazione rettilineità ................................................................................... 257
4.3.5 Direzione vettore conicità..................................................................................... 258
4.3.6 Controllo dei dati di conicità ................................................................................ 258
4.3.7 Compensazione grande conicità ........................................................................... 259
4.3.8 Dist.dallo 0 asse z ................................................................................................. 259
4.3.9 Cambio dis. supporto e pos.guida inf. .................................................................. 259
4.4 DISPLAY E OPZIONI ACCESSIBILITÀ ..................................................... 260
4.4.1 Lingua................................................................................................................... 260
4.4.2 Unità (posizione) .................................................................................................. 260
4.4.3 Unità (rugosità)..................................................................................................... 261
4.4.4 Unità (Temperatura) ............................................................................................. 261
4.4.5 Data, Ora .............................................................................................................. 261
4.4.6 GRP. SET. ............................................................................................................ 261
4.4.7 Tastiera su schermo .............................................................................................. 261
4.4.8 Salva schermo....................................................................................................... 261
4.4.9 Visual. RESISTIV./TEMPERATUR ................................................................... 262
4.4.10 4 condizioni ON (CYCLE START) ..................................................................... 262
4.4.11 4 condizioni OFF (arresto in blocco singolo/MDI) .............................................. 262
4.4.12 RESTART ............................................................................................................ 262
4.4.13 Cambio automatico JOG/STEP ............................................................................ 263
4.4.14 Riempimento acqua ad inizio programma ............................................................ 264
4.4.15 REGOLAZIONE RAPIDO .................................................................................. 264
4.4.16 Accens. autom. al power on del CNC .................................................................. 264
4.4.17 Lavaggio guida inferiore ...................................................................................... 264
4.4.18 Avvio del taglio durante la guida al setup ............................................................ 265
4.5 ALLARM / ATTENZ ................................................................................... 265
4.5.1 RESISTIVITA [ALLARM] e [ATTENZ.]........................................................... 266
4.5.2 Funzionamento della macchina con l'allarme di resistività .................................. 266
4.5.3 Funzionamento della macchina con ALM elettrodo ril. resistività ...................... 266
4.5.4 Conferma inizio dell'inizio del programma CN ................................................... 267
4.5.5 Conferma punto di arresto .................................................................................... 267
4.5.6 Conferma verticalità filo....................................................................................... 268
4.5.7 Funzionamento in caso di allarme refrigeratore ................................................... 268
4.5.8 Allarme esterno .................................................................................................... 268
c-7
INDICE B-85434IT/03

4.5.9 Timer diagnostica lavoro ...................................................................................... 268


4.5.10 Funzionamento del cicalino / allarme lavorazione ............................................... 269
4.5.11 Dist. inversione per corto ..................................................................................... 269
4.6 COMUNICAZIONI...................................................................................... 269
4.6.1 Ethernet ................................................................................................................269
4.6.2 RS-232-C .............................................................................................................. 270
4.7 CONTROLLO POTENZA .......................................................................... 270
4.7.1 Spegnimento automatico ...................................................................................... 271
4.8 AWF E COLTELLO.................................................................................... 272
4.8.1 Getto inf. tubo in M60 (Prova a vuoto) ................................................................ 272
4.8.2 Ignora M50, M60 (Prova a vuoto)........................................................................ 272
4.8.3 Conicità AWR ...................................................................................................... 273
4.8.4 M60 Manual Operation ........................................................................................ 273
4.8.5 Getto d'aria per AWF ........................................................................................... 273
4.8.6 Intervallo di tolleranza di AWF............................................................................ 273
4.8.7 Coltello - Control (solo per una macchina sulla quale è installata l'opzione
del tagliafilo) ........................................................................................................ 274
4.8.8 Lunghezza di taglio del filo se il tagliafilo è attivato ........................................... 274
4.9 SPIA DI AVVISO........................................................................................ 275
5 SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE AWF ............................................ 277
5.1 IMPOSTAZIONE AWF............................................................................... 277
5.1.1 AWF ..................................................................................................................... 278
5.1.2 Ripeti AWF .......................................................................................................... 279
5.1.3 Salta AWF ............................................................................................................ 280
5.1.4 RICER. FORO...................................................................................................... 281
5.1.5 ELIM. CTO CT .................................................................................................... 282
5.1.6 PUNTO PART.CORRET. .................................................................................... 283
5.2 IMPOSTAZIONE AWR .............................................................................. 284
5.2.1 RIP.FI. AUTO ...................................................................................................... 284
5.2.2 RIP.FI. CON AI.................................................................................................... 285
5.2.3 Salta AWR ............................................................................................................ 286
5.2.4 Alim. controllata/riprist. ....................................................................................... 287

6 SCHERMATA MISURATO .................................................................. 288


6.1 VISUALIZZAZIONE DELLA SCHERMATA MISURATO ............................ 288
6.2 UTILIZZO DELLA FUNZIONE DI POSIZIONAMENTO/MISURAZIONE ... 289
6.2.1 Modifica del funzionamento e delle impostazioni della funzione di
posizionamento / misurazione .............................................................................. 290
6.3 OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE ......... 291
6.4 POSIZIONAMENTO SULLA SUPERFICIE FRONTALE ........................... 292
6.5 POSIZIONAMENTO AL CENTRO DEL FORO.......................................... 294
6.6 POSIZIONAMENTO AL CENTRO DELLA SCANALATURA ..................... 296
6.7 MISURAZIONE DELL'INCLINAZIONE DEL BORDO ................................ 297
6.8 POSIZIONAMENTO AL CENTRO DELLA LARGHEZZA .......................... 298
6.9 POSIZIONAMENTO IN UNA POSIZIONE ARBITRARIA RISPETTO
ALLO SPIGOLO ........................................................................................ 299
6.10 MISURAZIONE DEL PARALLELISMO TRA I PUNTI CENTRALI DI
DUE FORI ................................................................................................. 300
6.10.1 Misurazione dell'inclinazione spostandosi tra due fori con AWF
[modalità automatica] ........................................................................................... 300

c-8
B-85434IT/03 INDICE
6.10.2 Misurazione dell'inclinazione con spostamento manuale tra due fori
[modalità manuale] ............................................................................................... 302
6.11 DIAMETRO DEL CERCHIO ...................................................................... 304
6.11.1 Calcolo dell'arco passante per tre punti di posizionamento e per il suo centro
[modalità automatica] ........................................................................................... 304
6.11.2 Calcolo dell'arco passante per tre punti di posizionamento e per il suo centro
[modo manuale] .................................................................................................... 307
6.12 PASSO DEL PUNTO DI MISURAZIONE .................................................. 310
6.13 MESSA A PUNTO DELLA FUNZIONE DI POSIZIONAMENTO NEI
DETTAGLI [IMPOSTAZIONI DI POSIZIONAMENTO]............................... 311
6.13.1 Tecnologie di taglio impostate tramite la funzione di
posizionamento/misurazione ................................................................................ 315
6.14 POSTAMENTO SU UN PUNTO ARBITRARIO CON LO
SPOSTAMENTO IN RAPIDO [RAPIDO] ................................................... 316
6.14.1 Procedura operativa dello spostamento in rapido ................................................. 316
6.15 SPOSTAMENTO SULLE COORDINATE REGISTRATE CON LO
SPOSTAMENTO IN RAPIDO [RITORNO AL PUNTO DI
RIFERIMENTO] ......................................................................................... 318
6.15.1 Procedura di ritorno al punto di riferimento ......................................................... 319
6.16 SPOSTAMENTO SU UN PUNTO REGISTRATO CON LO
SPOSTAMENTO IN RAPIDO [MISURAZIONE RITORNO PUNTO] ......... 320
6.16.1 Procedura di funzionamento della funzione della posizione di misurazione ....... 321
6.17 SCHERMATA PER LA REGOLAZIONE VERTICALE ............................... 322
6.18 REGOLAZIONE VERTICALE DEL FILO CON UNA MASCHERA DI
VERTICALITÀ [VERTICALE] ..................................................................... 323
6.18.1 Montaggio maschera di verticalità e preparazione ............................................... 323
6.18.2 Impostazioni nella schermata per la regolazione verticale ................................... 324
6.19 MISURAZIONE DELLA POSIZIONE DELLA GUIDA INFERIORE E
DELLA DISTANZA DEL SUPPORTO ........................................................ 328
6.19.1 Regolazioni sulla schermata di misurazione della guida conica .......................... 329
6.20 COMPENSAZIONE DEL PUNTO DI SUPPORTO DI UNA GUIDA
CONIDCA GRANDE .................................................................................. 331
6.20.1 Attivazione della compensazione di grandi conicità ............................................ 332
6.20.2 Installazione di una maschera per la compensazione di grandi conicità .............. 333
6.20.3 Realizzazione della compensazione del punto di supporto per una guida
conica grande........................................................................................................ 335
6.20.4 Registrazione dei dati di compensazione del punto di supporto .......................... 338
6.21 MODIFICA DEI DATI DI COMPENSAZIONE DELLA MASCHERA DI
VERTICALITÀ............................................................................................ 340
6.22 REGOLAZIONE DELLA POSIZIONE VERTICALE DEL FILO TRAMITE
UNA SCARICA SU UN LATO DEL PEZZO ............................................... 342
6.23 IMPOSTAZIONE DELLA POSIZIONE VERTICALE DEL FILO ................. 345
7 SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE AI ................................................ 346
7.1 RICERCA DI UNA TECNOLOGIA DI TAGLIO .......................................... 346
7.2 REGISTRAZIONE DI UNA CONDIZIONE RICERCATA ........................... 352
7.3 CALCOLO DEL TEMPO DI LAVORAZIONE ............................................. 355
7.4 CREAZIONE DI PROGRAMMI PRINCIPALI ............................................. 355
7.4.1 Creazione automatica di un programma principale .............................................. 355
7.4.2 Modifica di programmi creati automaticamente................................................... 357
c-9
INDICE B-85434IT/03

8 SCHERMATA DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO ............................. 360


8.1 TECNOLOGIE DI TAGLIO ........................................................................ 361
8.2 COMANDO DELLO SPIGOLO .................................................................. 373
8.2.1 Compensazione della forma dei tagli (CONTR.AVVICINA.)............................. 374
8.2.2 Regolazione del comando angolare (Corner Efficiency) ..................................... 376
8.2.3 Compensazione forma angolo .............................................................................. 378
8.2.4 Relazioni tra il comando dello angolo basato su EDM e i codici M .................... 379
8.3 CONTROLLO E IMPOSTAZIONE DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO
ATTUALI .................................................................................................... 380
8.4 REGISTRAZIONE DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO
(FUNZIONAMENTO TASTO) .................................................................... 381
8.5 REGISTRAZIONE DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO (PULSANTE) ........ 382
8.6 LETTURA DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO REGISTRATE ................... 383
8.7 VISUALIZZAZIONE DI UN ELENCO DI TECNOLOGIE DI TAGLIO
REGISTRATE ............................................................................................ 384
8.7.1 Ricerca delle tecnologie di taglio con il funzionamento dei tasti ......................... 384
8.7.2 Ricerca delle tecnologie di taglio con il tasto [CERCA] ...................................... 384
8.8 MODIFICA DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO REGISTRATE .................. 385
8.9 CANCELLAZIONE DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO REGISTRATE ...... 386
8.10 SPECIFICAZIONE DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO DA UN
PROGRAMMA ........................................................................................... 387
8.11 FUNZIONE EDM CONDIZIONI CLIENTE ................................................. 388
8.11.1 Registrazione delle condizioni EDM cliente ........................................................ 388
8.11.2 Visualizzazione o modifica delle condizioni EDM cliente .................................. 390
8.11.3 Cancellazione delle condizioni EDM cliente ....................................................... 391
8.11.4 Lettura delle condizioni EDM cliente .................................................................. 391
8.11.5 Input o output delle condizioni EDM cliente ....................................................... 392

9 SCHERMATA PROGR. NC................................................................. 393


9.1 VISUALIZZAZIONE DI UN ELENCO DI PROGRAMMI ............................. 393
9.2 CREAZIONE E REGISTRAZIONE DI UN NUOVO PROGRAMMA
[Crea nuovo] .............................................................................................. 394
9.2.1 Creazione di un nuovo programma utilizzando un tasto ...................................... 394
9.2.2 Creazione di un nuovo programma utilizzando un pulsante ................................ 396
9.3 SELEZIONE DEI PROGRAMMI REGISTRATI [Aprire] ............................. 397
9.3.1 Selezione di un programma utilizzando un tasto .................................................. 397
9.3.2 Selezione di un nuovo programma utilizzando un pulsante ................................. 398
9.4 CANCELLAZIONE DEI PROGRAMMI REGISTRATI ................................ 399
9.4.1 Cancellazione di un programma utilizzando un tasto ........................................... 399
9.4.2 Cancellazione di un programma utilizzando un pulsante
(programma singolo) ............................................................................................ 399
9.4.3 Cancellazione di un programma utilizzando un pulsante
(intervallo specifico dei programmi) .................................................................... 400
9.4.4 Cancellazione di un programma utilizzando un pulsante (tutti i programmi) ...... 401
9.5 COPIA DI UN PROGRAMMA REGISTRATO ............................................ 402
9.6 MODIFICA DEI NUMERI DI PROGRAMMA .............................................. 403
9.7 SPOSTAMENTO DEL CURSORE ALL'INIZIO DI UN PROGRAMMA ...... 404
9.7.1 Spostamento del cursore all'inizio di un programma utilizzando un tasto ........... 404
9.7.2 Spostamento del cursore all'inizio di un programma utilizzando un pulsante...... 405
9.8 MODIFICA DI DUE FINESTRE ................................................................. 405
c-10
B-85434IT/03 INDICE
9.8.1 Passaggio alla visualizzazione a due finestre ....................................................... 405
9.8.2 Selezione di una finestra....................................................................................... 406
9.8.3 Passaggio alla visualizzazione a una finestra ....................................................... 406
9.9 MODIFICA DI UN PROGRAMMA (FUNZIONAMENTO TASTO) .............. 407
9.9.1 Inserimento di parole ............................................................................................ 407
9.9.2 Modifica delle parole............................................................................................ 408
9.9.3 Cancellazione delle parole .................................................................................... 409
9.9.4 Cancellazione di diverse parole (blocco singolo) ................................................. 409
9.9.5 Cancellazione di diverse parole (parole arbitrarie)............................................... 410
9.9.6 Ricerca di parole ................................................................................................... 411
9.10 MODIFICA DI UN PROGRAMMA (FUNZIONAMENTO PULSANTE) ....... 411
9.10.1 Taglio e copia di una parte di programma ............................................................ 411
9.10.2 Copia di una parte del programma ....................................................................... 412
9.10.3 Incollaggio di una parte copiata del programma .................................................. 413
9.10.4 Ricerca dei dati del programma ............................................................................ 414
9.10.5 Sostituzione dei dati del programma .................................................................... 415
9.10.6 Sostituzione dei valori dei codici S, D e E ........................................................... 416
9.11 UNITÀ DI MODIFICA ................................................................................. 418
9.12 EDITING DEI PROGRAMMI DURANTE LA LAVORAZIONE; EDITING
DI BACKGROUND (BG) ............................................................................ 419
9.12.1 Esecuzione dell'editing di background (BG) ........................................................ 419
9.12.2 Termine dell'editing di background (BG)............................................................. 420
9.13 SCHERAMTA CON l'ELENCO DEI CODICI G E M................................... 420
9.14 CREAZIONE DI PROGRAMMI NEL MODO MDI ...................................... 421
9.15 CONTROLLO DEI BLOCCHI (COMANDI) DI UN PROGRAMMA IN
FUNZIONE ................................................................................................ 422
10 SCHERMATA DELLE VARIABILI MACRO ........................................ 423
11 SCHERMATE GRP SET E DI CONFERMA GRAFICA ...................... 424
11.1 IMPOSTAZIONE DEI DATI GRAFICI ........................................................ 425
11.1.1 Dati di impostazione se è selezionato "Legato ai dati imp." ................................ 426
11.1.2 Dati di impostazione se è selezionato "Non legato ai dati imp." .......................... 429
11.2 DISEGNO DI UNA FIGURA DI PROGRAMMA ......................................... 433
11.2.1 Nuovo disegno [Start Auto].................................................................................. 433
11.2.2 Riesecuzione del disegno della figura precedente [START] ................................ 436
11.2.3 Disegno di un blocco alla volta [Pausa/Disegno a fasi singole] ........................... 437
11.3 ESECUZIONE DEL DISEGNO IN BASE ALLE DIMENSIONI DELLO
SCHERMO [SCALA AUTOM.] ................................................................... 438
11.4 INGRANDIMENTO DELLA FIGURA DISEGNATA .................................... 438
11.4.1 Metodo di ingrandimento dell'area tramite due punti
[Ingrandimento dell'area]...................................................................................... 438
11.4.2 Raddoppiamento di una figura [Doppio] .............................................................. 439
11.4.3 Riduzione di una figura a metà [Metà] ................................................................. 440
11.5 SPOSTAMENTO DI UNA FIGURA DISEGNATA [VASCA] ....................... 440
11.6 IMPOSTAZIONE DI UNA FIGURA DA DISEGNARE ................................ 441
11.7 IMPOSTAZIONE DELL'AREA DI DISEGNO ............................................. 442
11.7.1 Disegno di una figura con informazioni di taglio [Visualizzazione standard] ..... 442
11.7.2 Disegno di una figura sull'intera schermata [Visualizzazione a 1 finestra] .......... 443
11.7.3 Disegno di figure in due finestre separate [Visualizzazione a 2 finestre] ............ 444
11.8 CONTROLLO DEI FINECORSA ATTRAVERSO LA
RAPPRESENTAZIONE GRAFICA ............................................................ 445
c-11
INDICE B-85434IT/03

11.8.1 Controllo del finecorsa di una figura a lavorazione conica .................................. 448
11.9 VISUALIZZAZIONE DELLE POSIZIONI IN CUI SONO SPECIFICATI I
CODICI G ED M [VISUALIZZAZIONE CODICE G, M] .............................. 449
11.10 ROTAZIONE DI UNA FIGURA DISEGNATA [IMPOSTA DIREZIONE E
ANGOLO DI ROTAZIONE] ........................................................................ 450
11.11 TRASFERIMENTO DEI RISULTATI DEL DISEGNO SULLA
SCHERMATA GRP. MONI ........................................................................ 451
12 SCHERMATA MONITOR .................................................................... 452
12.1 GRP. MONI ............................................................................................... 452
12.2 RSLT INF ................................................................................................... 455
12.2.1 Caratteristiche del controllo dei risultati .............................................................. 456
12.2.2 Elementi da impostare .......................................................................................... 456
12.2.3 Programmazione ................................................................................................... 457
12.2.4 Procedura operativa .............................................................................................. 458
12.2.5 Note ...................................................................................................................... 459
12.3 MONITOR CONSUMO ENERGETICO ..................................................... 459
12.3.1 Monitor c.energ. ................................................................................................... 459
12.3.2 Impostazione risp.energ........................................................................................ 460
12.3.3 Impost. monitor risp. energ. ................................................................................. 462

13 SCHERMATA I/O ................................................................................ 463


13.1 SELEZIONE DEI DATI I/O ......................................................................... 464
13.1.1 PROGRAMMA NC ............................................................................................. 464
13.1.2 DATI EDM........................................................................................................... 464
13.2 SELEZIONE DI UN DISPOSITIVO ESTERNO .......................................... 465
13.3 INSERIMENTO ED EMISSIONE DEI PROGRAMMA NC ......................... 466
13.3.1 Introduzione di un file del programma ................................................................. 467
13.3.2 Emissione di un file del programma ..................................................................... 469
13.4 INTRODUZIONE ED EMISSIONE DEI PROGRAMMA NC
(FILE HANDY ESTERNO/PC) ................................................................... 470
13.4.1 Introduzione di un file del programma ................................................................. 471
13.4.2 Emissione di un file del programma ..................................................................... 473

14 SCHERMATA DIAGNOS .................................................................... 475


14.1 CONTROLLO DELLA DURATA DELLE PARTI USURABILI ..................... 475
14.1.1 Gestione della durata delle parti usurabili ............................................................ 476
14.1.2 Sostituzione del perno dell'elettrodo inferiore e lavaggio della guida inferiore
(manuale) .............................................................................................................. 477
14.1.3 Visualizzazione dell’entità del filo restante.......................................................... 478
14.1.4 Gestione della durata delle parti usurabili selezionate dall’utente ....................... 479
14.1.5 Funzione lavaggio guida inferiore ........................................................................ 480
14.2 GESTIONE DEL TEMPO DI FUNZIONAMENTO DELLA MACCHINA ..... 482
14.3 MANUTENZIONI ORDINARIE................................................................... 483
14.3.1 Impiego della finestra di guida ............................................................................. 484
14.4 CONTROLLO DEL FILTRO ....................................................................... 485
14.5 MONITORAGGIO DELLA RESISTIVITÀ / TEMPERATURA ..................... 486
14.6 CONTROLLO DELLO STATO DI FUNZIONAMENTO DI AWF................. 488
14.6.1 Controllo del punto di reinfilaggio ....................................................................... 489
14.6.2 Controllo del punto di rottura ............................................................................... 490
14.6.3 Controllo del punto di rottura ............................................................................... 491

c-12
B-85434IT/03 INDICE

14.7 LISTA PARTI ............................................................................................. 492


15 MISURAZIONE CON SONDA ............................................................. 494
15.1 VISUALIZZAZIONE DELLA MISURAZIONE CON LA SCHERMATA
DELLA SONDA.......................................................................................... 494
15.2 MISURAZIONE .......................................................................................... 495
15.3 FUNZIONAMENTO PRIMA DELLA MISURAZIONE ................................. 496
15.3.1 Impostazione del livello dell'acqua durante la misurazione ................................. 496
15.3.2 Abbassamento/sollevamento della sonda ............................................................. 497
15.4 FUNZIONAMENTO DOPO LA MISURAZIONE ......................................... 497
15.5 MISURAZIONE SUPERFICIE FRONTALE ............................................... 498
15.6 MISURAZIONE DEL CENTRO DEL FORO............................................... 499
15.6.1 Foro circolare ....................................................................................................... 499
15.6.2 Foro quadro .......................................................................................................... 500
15.7 MISURAZIONE DEL CENTRO DELLA SCANALATURA .......................... 501
15.8 MISURAZIONE DELL'INCLINAZIONE DELLA SUPERFICIE
FRONTALE................................................................................................ 502
15.9 MISURAZIONE SPESSORE ..................................................................... 503
15.10 MISURAZIONE DELLO SPIGOLO ............................................................ 504
15.11 MISURAZIONE DEL PARALLELISMO DEL CENTRO CON 2 FORI ........ 505
15.11.1 Modo automatico .................................................................................................. 505
15.11.2 Modo manuale ...................................................................................................... 507
15.12 DIAMETRO DEL CERCHIO ...................................................................... 510
15.12.1 Modo automatico .................................................................................................. 510
15.12.2 Modo manuale ...................................................................................................... 511
15.13 MISURAZIONE DELLA POSIZIONE DI MONTAGGIO DELLA SONDA ... 513
15.14 PASSO PUNTO DI MISURAZIONE .......................................................... 515
15.15 IMPOSTAZIONI DI MISURAZIONE........................................................... 516
16 ROTAZIONE DEL SISTEMA DI COORDINATE
TRIDIMENSIONALE ........................................................................... 518
16.1 SELEZIONE DEL METODO DI MISURAZIONE DELL'INCLINAZIONE
DEL PEZZO (MODALITÀ DI MISURAZIONE) ........................................... 519
16.2 PRIMA DELL'AVVIO DELLA MISURAZIONE ............................................ 520
16.2.1 Quando la modalità di misurazione = Autom. ...................................................... 520
16.2.2 Quando la modalità di misurazione = Manual................................................... 521
16.3 MISURAZIONE DELL'INCLINAZIONE DEL PEZZO UTILIZZANDO IL
TASTATORE (MODALITÀ MISURA = AUTOM.) ....................................... 521
16.3.1 Misurazione della distanza tra il tastatore e il filo
(Modalità di misurazione= Autom.) ..................................................................... 522
16.3.2 Determinazione dei punti di misurazione
(Modalità di misurazione = Autom.) .................................................................... 525
16.3.3 Misurazione dell'inclinazione del pezzo e attivazione della rotazione del
sistema di coordinate tridimensionale (Modalità di misurazione = Autom.) ....... 526
16.4 INSTALLAZIONE DI UN COMPARATORE PER MISURARE
L'INCLINAZIONE DEL PEZZO (MODALITÀ MISURA = MANUAL)........... 527
16.4.1 Misurazione di un punto base (filo) (Modalità di misurazione= Manual) ........... 528
16.4.2 Misurazione di un punto base (comparatore)
(Modalità di misurazione = Manual) .................................................................... 529

c-13
INDICE B-85434IT/03

16.4.3 Misurazione di tre punti sulla superficie superiore del pezzo


(Modalità di misurazione = Manual) .................................................................... 530
16.4.4 Inserimento di un valore in "MEASURE POS."
(Modalità di misurazione = Manual) .................................................................... 531
16.4.5 Attivazione della rotazione del sistema di coordinate tridimensionale
(Modalità di misurazione = Manual) ................................................................. 531
16.5 IMPIEGO DELL DATO DI INCLINAZIONE DEL PEZZO MISURATO
CON UNO STRUMENTO DI MISURAZIONE ESTERNO
(MODO MISURA = EXTERNAL) ............................................................... 533
16.5.1 Inserimento dei dati (Modalità di misurazione = External) .................................. 533
16.5.2 Creazione di un programma CN (Modalità di misurazione = External) .............. 535
16.6 DISATTIVAZIONE DELLA ROTAZIONE DEL SISTEMA DI
COORDINATE TRIDIMENSIONALI .......................................................... 536
16.7 IMPOSTAZIONE DELLA ROTAZIONE DEL SISTEMA DI
COORDINATE TRIDIMENSIONALI .......................................................... 536
16.8 CODICI G PER LA ROTAZIONE DEL SISTEMA DI COORDINATE
TRIDIMENSIONALI ................................................................................... 537
16.9 FUNZIONAMENTO DI ROBOCUT NELLA ROTAZIONE DEL SISTEMA
DI COORDINATE TRIDIMENSIONALE .................................................... 538
16.10 ALLARMI RIGUARDANTI LA ROTAZIONE DEL SISTEMA DI
COORDINATE TRIDIMENSIONALI .......................................................... 540
17 SCHERMATA DI CONTROLLO DEL PASSO .................................... 541
18 FUNZIONE PER LA COMPENSAZIONE DELLA
DEFORMAZIONE TERMICA .............................................................. 543
18.1 INTRODUZIONE ....................................................................................... 543
18.2 IMPIEGO DELLA FUNZIONE PER LA COMPENSAZIONE DELLA
DEFORMAZIONE TERMICA ..................................................................... 543
18.3 AMBIENTE IN CUI UTILIZZARE LA FUNZIONE PER LA
COMPENSAZIONE DELLA DEFORMAZIONE TERMICA ........................ 544
18.4 REGOLAZIONE DELLA FUNZIONE PER LA COMPENSAZIONE
DELLA DEFORMAZIONE TERMICA ........................................................ 545
18.5 SCHERMATA DI REGOLAZIONE DELLA FUNZIONE PER LA
COMPENSAZIONE DELLA DEFORMAZIONE TERMICA ........................ 546
18.6 IMPOSTAZIONE DELLA REGOLAZIONE DELLA FUNZIONE PER LA
COMPENSAZIONE DELLA DEFORMAZIONE TERMICA ........................ 546
18.7 REGOLAZIONE DELLA FUNZIONE PER LA COMPENSAZIONE
DELLA DEFORMAZIONE TERMICA ........................................................ 547
18.8 INIZIALIZZAZIONE DEI VALORI DI REGOLAZIONE DELLA
FUNZIONE PER LA COMPENSAZIONE DELLA DEFORMAZIONE
TERMICA .................................................................................................. 554
19 PROGRAMMAZIONE INTELLIGENTE ............................................... 556
19.1 TAGLIO DI SCANALATURE A CHIAVETTA ............................................. 556
19.1.1 Procedura operativa .............................................................................................. 556
19.1.2 Modelli di taglio ................................................................................................... 559
19.1.3 Dati di taglio .........................................................................................................561

c-14
B-85434IT/03 INDICE

20 SCHERMATA INIZIALE ...................................................................... 565


20.1 PANORAMICA SULLA SCHERMATA INIZIALE ....................................... 565
20.1.1 Pianificazione ....................................................................................................... 566
20.1.1.1 Funzionamento PC........................................................................................... 566
20.1.1.2 Calendario ........................................................................................................ 566
20.1.2 Lavorazione .......................................................................................................... 567
20.1.2.1 Menu ROBOCUT ............................................................................................ 567
20.1.2.2 Grp. moni ......................................................................................................... 567
20.1.3 Miglioramento ...................................................................................................... 568
20.1.3.1 Diagnosi macchina........................................................................................... 568
20.1.3.2 Lista parti ......................................................................................................... 568
20.1.4 Utility ................................................................................................................... 569
20.1.4.1 Visualizzatore manuale .................................................................................... 569
20.1.4.2 Funzione memo ............................................................................................... 569
20.1.4.3 Browser web .................................................................................................... 569
20.1.4.4 IMPOST........................................................................................................... 570

V. PROGRAMMAZIONE
1 INFORMAZIONI GENERALI ............................................................... 573
1.1 PROCEDURA GENERALE PER LA LAVORAZIONE DI UN PEZZO
CON UNA MACCHINA PER ELETTROEROSIONE A FILO ..................... 573
1.2 NOTE PER LA LETTURA DI QUESTO CAPITOLO .................................. 573
2 PROGRAMMAZIONE ......................................................................... 574
2.1 INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE .......................................... 574
2.1.1 Sistemi di coordinate ............................................................................................ 574
2.1.2 Comandi per il movimento delle guide superiore e inferiore
(funzione di interpolazione) ................................................................................. 575
2.1.3 Come indicare le dimensioni nei comandi di spostamento; comandi assoluti
e comandi incrementali......................................................................................... 576
2.1.4 Comandi per le operazioni della macchina (Funzioni varie) ................................ 576
2.1.5 Configurazione del programma ............................................................................ 577
2.1.6 Configurazione del blocco e del programma ........................................................ 577
2.1.7 Diametro del filo e funzionamento del programma .............................................. 579
2.1.8 Ampiezza del movimento delle guide (corsa) ...................................................... 579
2.2 ASSI CONTROLLATI ................................................................................ 580
2.2.1 Numero di assi controllati e sistema di incrementi ............................................... 580
2.3 FUNZIONI PREPARATORIE (CODICI G) ................................................. 580
2.4 FUNZIONE DI INTERPOLAZIONE............................................................ 582
2.4.1 Posizionamento (G00) .......................................................................................... 582
2.4.2 Posizionamento nel sistema di coordinate della macchina (G53) ........................ 583
2.4.3 Interpolazione lineare (G01)................................................................................. 584
2.4.4 Interpolazione circolare (G02,G03)...................................................................... 584
2.4.5 Raggio angolare (R_) ........................................................................................... 586
2.5 FUNZIONE PER L’AVANZAMENTO ......................................................... 587
2.5.1 Avanzamento in rapido ........................................................................................ 587
2.5.2 Avanzamento del taglio ........................................................................................ 587
2.5.3 Sosta (G04) ........................................................................................................... 589
2.6 POSIZIONE DI RIFERIMENTO ................................................................. 589
2.7 SISTEMA DI COORDINATE...................................................................... 593
2.7.1 Impostazione del sistema di coordinate (G92) ..................................................... 593
2.7.2 Impostazione del sistema di coordinate locali (G93) ........................................... 594
c-15
INDICE B-85434IT/03

2.8 COORDINATE E DIMENSIONI ................................................................. 595


2.8.1 Comandi assoluti e comandi incrementali (G90, G91) ........................................ 595
2.8.2 Programmazione con valori decimali ................................................................... 596
2.9 FUNZIONI VARIE (CODICI M) .................................................................. 597
2.9.1 M70 (ritracciatura) ............................................................................................... 601
2.9.2 M71 (ritorno con AWF) ....................................................................................... 602
2.10 COMPONENTI DEL PROGRAMMA.......................................................... 603
2.10.1 Programma principale e sottoprogramma............................................................. 603
2.10.2 Componenti del programma ................................................................................. 603
2.10.3 Configurazione della sezione programma ............................................................ 604
2.10.4 Indirizzi principali e intervalli dei valori di comando .......................................... 604

2.10.5 Salto blocco optional ............................................................................... 606

2.10.6 Fine programma ................................................................................................... 607


2.10.7 Componenti del programma diverse dalla sezione programma............................ 607
2.10.8 Sottoprogramma ................................................................................................... 608
2.11 COMPENSAZIONE ................................................................................... 614
2.11.1 Comandi di direzione per la compensazione (G40, G41, G42)............................ 614
2.11.2 Compensazione e numero di compensazione ....................................................... 615
2.11.3 Percorso del filo.................................................................................................... 617
2.11.4 Controllo interferenze per compensazione ........................................................... 621
2.11.5 Specifica da programma dell'entità della compensazione (G10) .......................... 622
2.11.6 Note sulla compensazione .................................................................................... 623
2.12 LAVORAZIONE CONICA .......................................................................... 624
2.12.1 Inclinazione del filo (G50, G51, G52).................................................................. 624
2.12.2 Specifica dell'angolo di conicità (T_) ................................................................... 626
2.12.3 Percorso del filo durante la lavorazione conica .................................................... 627
2.12.4 Compensazione della conicità e vettore di conicità.............................................. 633
2.12.5 Specifica dell'arrotondamento degli spigoli nella lavorazione conica.................. 633
2.12.6 Lavorazione conica speciale ................................................................................. 638
2.12.7 Specifica della superficie programmata e dello spessore del pezzo ..................... 640
2.12.8 Specifica in un programma del modo di lavorazione conica ................................ 642
2.12.9 Lavorazione conica con specifica della forma della sommità e della base del
pezzo (Lavorazione conica con la superficie programmata e con la superficie
opposta a quella programmata specificate indipendentemente) ........................... 642
2.12.10 Note sulla lavorazione conica ............................................................................... 647
2.13 FUNZIONI CHE SEMPLIFICANO LA PROGRAMMAZIONE..................... 648
2.13.1 Creazione di uno spazio libero su uno spigolo ..................................................... 648
2.13.2 Funzione di arrotondamento degli spigoli ............................................................ 649
2.13.3 Funzioni di conversione/copia.............................................................................. 651
2.14 POSIZIONAMENTO TRAMITE PROGRAMMA ......................................... 658
2.14.1 Ricerca della facciata del pezzo............................................................................ 659
2.14.2 Posizionamento al centro del foro ........................................................................ 660
2.14.3 Posizionamento al centro della scanalatura .......................................................... 662
2.14.4 Posizionamento nel sistema di coordinate relative ............................................... 663
2.14.5 Posizionamento sul bordo del pezzo .................................................................... 663
2.14.6 Posizionamento su un punto di posizionamento .................................................. 663
2.14.7 Posizionamento su uno spigolo del pezzo ............................................................ 664
2.14.8 Calcolo dell'angolo di inclinazione del pezzo ...................................................... 664
2.14.9 Centraggio con un disco ....................................................................................... 665
2.14.10 Calcolo del centro di una circonferenza ............................................................... 667
2.14.11 Rilevamento estremità (posizionamento IA) ........................................................ 667
2.14.12 Centraggio foro (posizionamento IA) .................................................................. 668
c-16
B-85434IT/03 INDICE
2.14.13 Centraggio scanalatura (posizionamento IA) ....................................................... 670
2.14.14 Esempio di posizionamento con un programma................................................... 670
2.15 SISTEMA COORDINATE PEZZO ............................................................. 672
2.15.1 Cos'è il sistema di coordinate del pezzo ? ............................................................ 672
2.15.2 Introduzione dei valori nella schermata delle COORDINATE DEL PEZZO ...... 673
2.15.3 Programmazione della funzione del sistema di coordinate del pezzo .................. 674
2.15.4 Programma modello utilizzando la funzione del sistema di coordinate del
pezzo..................................................................................................................... 678
2.15.5 Restrizioni relative alla funzione del sistema di coordinate del pezzo ................. 679
2.16 MACRO CLIENTE B .................................................................................. 680
2.16.1 Informazioni generali ........................................................................................... 680
2.16.2 Variabili ................................................................................................................ 681
2.16.3 Tipi di variabili .....................................................................................................683
2.16.4 Operazioni aritmetiche e logiche .......................................................................... 690
2.16.5 Comandi di controllo ............................................................................................ 693
2.16.6 Creazione e registrazione del corpo di una macro cliente .................................... 698
2.16.7 Comandi che richiamano le macro ....................................................................... 701
2.16.8 Relazioni con altre funzioni ................................................................................. 708
2.16.9 Restrizioni ............................................................................................................ 709
2.16.10 Allarmi P/S ...........................................................................................................709

VI. OPERAZIONI AVANZATE


1 REGOLAZIONE VERTICALE DEL FILO E MISURAZIONE DELLA
GUIDA CONICA .................................................................................. 713
2 RITORNO AL PUNTO DI AVVIO DELLA LAVORAZIONE ................ 714
2.1 RITORNO AL PUNTO DI AVVIO DELLA LAVORAZIONE LUNGO IL
PERCORSO PIÙ BREVE .......................................................................... 715
2.2 RITORNO AL PUNTO DI AVVIO DELLA LAVORAZIONE LUNGO IL
PERCORSO DI LAVORAZIONE ............................................................... 715
3 RITORNO AL PUNTO DI INTERRUZIONE DELLA
LAVORAZIONE ................................................................................... 717
3.1 RITORNO AL PUNTO DI INTERRUZIONE DELLA LAVORAZIONE
LUNGO IL PERCORSO PIÙ BREVE ........................................................ 717
3.2 RITORNO AL PUNTO DI INTERRUZIONE DELLA LAVORAZIONE
LUNGO IL PERCORSO DI LAVORAZIONE ............................................. 718
4 RIPRESA DELLA LAVORAZIONE NELLO STATO DI RESET
(RIAVVIO LAVORAZIONE)................................................................. 720
5 ARRESTO DELLA MACCHINA QUANDO SI VERIFICA UN
CORTOCIRCUITO (POSIZIONAMENTO AL CONTATTO) ................ 722
6 INTERRUZIONE DURANTE IL FUNZIONAMENTO
AUTOMATICO .................................................................................... 723
6.1 INTERRUZIONE DEL FUNZIONAMENTO AUTOMATICO CON IL
FUNZIONAMENTO MANUALE ................................................................. 723

c-17
INDICE B-85434IT/03

6.2 INTERRUZIONE DEL FUNZIONAMENTO AUTOMATICO CON IL


FUNZIONAMENTO MDI ............................................................................ 724
7 LAVORAZIONE CONICA.................................................................... 725
7.1 PREPARAZIONE PER LA LAVORAZIONE CONICA ................................ 726
7.1.1 Angolo conico massimo che può essere lavorato ................................................. 726
7.1.2 Selezionare un guidafilo ....................................................................................... 727
7.1.3 Selezionare un ugello a getto superiore ................................................................ 727
7.1.4 Selezionare ugelli superiori e inferiori ................................................................. 728
7.1.5 Selezionare il filo.................................................................................................. 729
7.2 IMPOSTAZIONE PER LA LAVORAZIONE CONICA
(SCHERMATA DEI DATI DI IMPOSTAZIONE) ......................................... 729
7.2.1 Determinazione della posizione della guida inferiore e della distanza fra i
fulcri ..................................................................................................................... 729
7.2.2 Impostazione del modo per la lavorazione conica................................................ 730
7.2.3 Impostazione della superficie programmata e dello spessore del pezzo .............. 731
7.3 SETTING FOR TAPERING (AI SETTING SCREEN) ................................ 732
7.3.1 Adjusting Taper Cutting Technology ................................................................... 733
7.4 COMPENSAZIONE DELL'ANGOLO DI CONICITÀ ................................... 734
7.4.1 Esempio di lavorazione di prova .......................................................................... 734
7.4.2 Misurare le dimensioni del pezzo lavorato ........................................................... 735
7.4.3 Calcolo della compensazione in base ai valori misurati ....................................... 737
7.5 NOTE SULLA LAVORAZIONE CONICA ................................................... 740
7.5.1 Note sulla riparazione dei fili spezzati durante la lavorazione conica.................. 740
7.5.2 Note sulla specifica del modo per la lavorazione conica in un programma. ........ 741

8 FINITURA ............................................................................................ 742


8.1 PRINCIPI DELLA FINITURA ..................................................................... 742
8.2 PROCEDURE PER L'ESECUZIONE DELLA FINITURA ........................... 743
8.3 PROGRAMMI UTILIZZATI PER LA FINITURA ......................................... 743
8.4 NOTE SULLA FINITURANOTE SULLA FINITURA ................................... 748
8.4.1 Taglio di un rilievo ............................................................................................... 748
8.4.2 Programma per la lavorazione di un punzone ...................................................... 748
8.4.3 Alimentazione del liquido dielettrico prima della lavorazione............................. 749

VII. PER UNA LAVORAZIONE EFFICIENTE


1 MISURE DI SICUREZZA DA ADOTTARE DURANTE IL
FUNZIONAMENTO DELLA MACHINA .............................................. 753
2 FILO..................................................................................................... 754
2.1 SCELTA DEL FILO APPROPRIATO IN BASE ALLO SPESSORE DEL
PEZZO ....................................................................................................... 754
2.2 SELEZIONE APPROPRIATA DEL FILO IN BASE AL RAGGIO
DELL’ANGOLO.......................................................................................... 755
2.3 IMPOSTAZIONE DELLA TENSIONE DEL FILO ....................................... 756
2.4 COMPENSAZIONE DELLA TENSIONE DEL FILO ................................... 757
2.5 PERIODO DI TAGLIO CON UNA BOBINA DI FILO .................................. 758
2.6 CARATTERISTICHE DEI FILI ................................................................... 759
2.6.1 Tipi di filo............................................................................................................. 759
2.6.2 Differenze fra il filo in ottone normale e il filo in ottone speciale ....................... 761
c-18
B-85434IT/03 INDICE
2.6.3 Differenze fra filo tenero e filo duro .................................................................... 761
2.6.4 Caratteristiche dei fili consigliati.......................................................................... 762
2.7 NOTE PER L’ACQUISTO DEL FILO DA TAGLIO ..................................... 763
2.8 CODICI UTILIZZATI PER IDENTIFICARE I TIPI DI FILO ......................... 764
3 PEZZI................................................................................................... 766
3.1 CARATTERISTICHE DI LAVORABILITÀ DEI MATERIALI........................ 766
3.2 MATERIALI CHE INFLUENZANO NEGATIVAMENTE LO STATO
DELLA MACCHINA ................................................................................... 767
3.3 TRATTAMENTO TERMICO ...................................................................... 768
3.4 SMAGNETIZZAZIONE .............................................................................. 768
3.5 FORO DI INIZIO DELLA LAVORAZIONE ................................................. 769
3.6 LAVORAZIONE DI PEZZI SOTTILI DOPO AVERLI IMPILATI .................. 770
4 DEFORMAZIONE DI UN PEZZO ........................................................ 771
4.1 DEFORMAZIONE CAUSATA DALLO STRESS RESIDUO
ALL'INTERNO DEL PEZZO ....................................................................... 771
4.2 DEFORMAZIONE TERMICA CAUSATA DAL CALORE DELLA
SCARICA O DALLE VARIAZIONI DELLA TEMPERATURA AMBIENTE
O DELLA TEMPERATURA DEL FLUIDO DIELETTRICO ......................... 774
5 MANEGGIO DELLE PARTI INTERNE TAGLIATE ............................. 775
5.1 ATTREZZATURA NECESSARIA PER IL MANEGGIO DELLE PARTI
INTERNE TAGLIATE ................................................................................. 775
5.2 NOTE SUL MANEGGIO DELLE PARTI INTERNE TAGLIATE ................. 776
5.3 SCELTA DEL METODO PER MANEGGIARE I PEZZI TAGLIATI IN
BASE AL LORO PESO .............................................................................. 777
6 QUANDO SI UTILIZZA DEL FILO CON 0,10 ................................... 779
6.1 AVANZAMENTO DEL FILO DI 0,10 ........................................................ 779
6.2 SE IL FILO NON PUÒ ESSERE COLLEGATO DOPO
L’AVANZAMENTO ..................................................................................... 781
7 REGOLAZIONE DELLE CONDIZIONI DI LAVORAZIONE ................ 782
7.1 SELEZIONE DELLE CONDIZIONI DI LAVORAZIONE SULLE QUALI
BASARSI ................................................................................................... 782
7.2 REGOLAZIONE DELLE CONDIZIONI DI LAVORAZIONE PER
OTTENERE UNA SCARICA STABILE ...................................................... 783
7.3 LAVORAZIONE DI PROVA ....................................................................... 788

VIII. COLLEGAMENTO DELLE UNITÀ ESTERNE


1 SEGNALI ESTERNI DI OUTPUT (TIPO IMMEDIATO) ....................... 797
1.1 GRAFICO DEL TEMPO (SEGNALI IMMEDIATI) ...................................... 797
1.2 MORSETTIERA ......................................................................................... 798
1.3 SPECIFICHE DEI TRANSISTOR DI EMISSIONE ..................................... 798
1.4 CIRCUITO DI EMISSIONE ........................................................................ 799
2 EMISSIONE ESTERNA DI SEGNALI (TIPO FIN) ............................... 800
c-19
INDICE B-85434IT/03

2.1 GRAFICO DEL TEMPO (TIPO FIN) .......................................................... 800


2.2 MORSETTIERA DEL MODULO DI COLLEGAMENTO PER IL
CODICE M ................................................................................................. 801
2.3 SPECIFICHE DEI TRANSISTOR DI EMISSIONE ..................................... 801
2.4 CIRCUITO DI EMISSIONE ........................................................................ 802
3 COLLEGAMENTO DELL'ALLARME DI LAVORAZIONE .................. 803
3.1 MORSETTIERA ......................................................................................... 803
3.2 POTENZA NOMINALE DEI CONTATTI DEI RELÈ ................................... 804
3.3 FUNZIONAMENTO DELL'UNITÀ DEI RELÈ ............................................. 804
3.4 ESEMPIO DI COLLEGAMENTO DEGLI ALLARMI DI LAVORAZIONE .... 805
4 OPZIONE UNITÀ SEGNALE DI SICUREZZA .................................... 806
4.1 La posizione dell' OPZIONE UNITÀ SEGNALE DI SICUREZZA ............... 806
4.2 Metodo di connessione del cavo................................................................ 807
4.3 Operazione e connessione dell'OPZIONE DI UNITÀ DI SEGNALE DI
SICUREZZA .............................................................................................. 808
5 NETWORK .......................................................................................... 811
5.1 Profibus Slave Board ................................................................................. 811
5.1.1 Metodo di connessione del cavo .......................................................................... 811
5.2 Fast Ethernet Board................................................................................... 812
5.2.1 Metodo di connessione del cavo .......................................................................... 812

IX. INDIVIDUAZIONE ED ELIMINAZIONE DEI GUASTI


1 ROTTURA DEL FILO .......................................................................... 815
1.1 RICERCA DELLA CAUSA DELLA ROTTURA DEL FILO.......................... 816
1.2 RIPARAZIONE DEL FILO ROTTO ............................................................ 817
1.2.1 Collegamento del filo nella posizione in cui si è rotto senza sollevare
l'asse Z .................................................................................................................. 817
1.2.2 Collegamento del filo nella posizione in cui si è rotto sollevando l'asse Z .......... 819
1.2.3 Collegamento del filo nella posizione di inizio della lavorazione........................ 821

2 ALLARME PER SPOSTAMENTO INDIETRO .................................... 825


2.1 CAUSE DELL'ALLARME DI MOVIMENTO ALL'INDIETRO ...................... 825
2.2 RISOLUZIONE DEI PROBELMI IN CASO DI ALLARME DI
MOVIMENTO ALL'INDIETRO ................................................................... 825
2.2.1 Ritorno ulteriore del filo ....................................................................................... 825
2.2.2 Controllo della parte lavorata del pezzo ............................................................... 826

3 LAVORAZIONE DIFETTOSA ............................................................. 829


4 ALTRI PROBLEMI .............................................................................. 833
4.1 RUMORE ANOMALO DELLA MACCHINA DURANTE LA
LAVORAZIONE ......................................................................................... 833
4.2 ALLARME PER L'ACCUMULO DI FILO .................................................... 834
4.2.1 Quando la scatola di raccolta del filo è piena ....................................................... 834
4.2.2 Quando il filo fuoriesce dalla scatola ................................................................... 835
4.2.3 Quando il filo si arriccia e tocca la macchina ....................................................... 836
4.3 QUANDO SI MANIFESTANO DEI GUASTI .............................................. 837
c-20
B-85434IT/03 INDICE

X. AWF2
1 INTRODUZIONE ................................................................................. 843
1.1 FUNZIONE DI ALIMENTAZIONE AUTOMATICA DEL FILO ..................... 843
1.2 FUNZIONE PER LA RIPARAZIONE AUTOMATICA DEL FILO ................ 844
1.3 FUNZIONE DI RIAVANZAMENTO ............................................................ 845
1.4 ISPEZIONI GIORNALIERE ....................................................................... 845
2 FUNZIONAMENTO DEL MECCANISMO DI ALIMENTAZIONE
AUTOMATICA DEL FILO ................................................................... 846
2.1 NOME E FUNZIONE DI CIASCUNA COMPONENTE ............................... 846
2.2 FUNZIONE DI ALIMENTAZIONE AUTOMATICA DEL FILO (AWF2) ....... 847
2.2.1 M50 (Taglio del filo) ............................................................................................ 847
2.2.2 M60 (Collegamento del filo) ................................................................................ 849
2.2.3 Tentativo parziale di reavanzamento .................................................................... 850
2.2.4 Tentativo completo di riavanzamento .................................................................. 851
2.2.5 Funzione di riparazione automatica del filo (AWR) ............................................ 854
2.2.6 Diagramma di flusso della funzione AWF ........................................................... 854

3 VARIAZIONE DEL DIAMETRO DEL FILO ......................................... 858


3.1 NOME E FUNZIONE DI CIASCUNA COMPONENTE ............................... 858
3.2 CONSOLE DI COMANDO PENSILE AWF2 .............................................. 859
3.2.1 Funzioni dei tasti di controllo AWF ..................................................................... 860
3.3 PROCEDURA PER IL CAMBIO DEL DIAMETRO DEL FILO .................... 860
3.3.1 Impostazione dello schermo ................................................................................. 861
3.3.2 Sostituzione delle parti ......................................................................................... 861
3.3.3 Modifica della forza di presa nella sezione di alimentazione ............................... 868
3.3.4 Modifica della pressione dell’aria ........................................................................ 869
3.3.5 Regolazione della pressione nellas ezione del collettore...................................... 869
3.3.6 Regolazione della pressione del perno della slitta nella guida superiore
(diametro filo: da 0,2 a 0,3) ........................................................................... 871
3.3.7 Regolazione della perpendicolarità del filo .......................................................... 873
3.4 PROCEDURA PER IL CAMBIO DEL DIAMETRO DEL FILO
(MACCHINE CON SPECIFICA FILO SOTTILE)........................................ 874
3.4.1 Impostazione dello schermo ................................................................................. 874
3.4.2 Sostituzione delle parti ......................................................................................... 875
3.4.3 Modifica della forza di presa nella sezione di alimentazione ............................... 882
3.4.4 Modifica della pressione dell’aria ........................................................................ 883
3.4.5 Regolazione della pressione nellas ezione del collettore...................................... 884
3.4.6 Note sul'impiego del filo sottile............................................................................ 886
3.5 PROCEDURA PER MODIFICA DEL DIAMETRO DEL FILO PER FILI
MORBIDI (OPTIONAL) .............................................................................. 887
3.5.1 Specifica AWF per fili morbidi ............................................................................ 887
3.5.2 Impostazione dello schermo ................................................................................. 888
3.5.3 Sostituzione delle parti ......................................................................................... 889
3.5.4 Ugelli a getto, ugelli e angoli di conicità .............................................................. 890
3.5.5 Fermo del tubo...................................................................................................... 892
3.5.6 Modifica della pressione dell’aria ........................................................................ 893
3.5.7 Elettrodo del filo................................................................................................... 893
3.5.8 Regolazione della pressione nellas ezione del collettore...................................... 894
3.5.9 Note sul'impiego del filo morbido ........................................................................ 895

c-21
INDICE B-85434IT/03

4 FUNZIONAMENTO AUTOMATICO .................................................... 896


4.1 FUNZIONAMENTO DELLO SCHERMO AWF........................................... 896
4.2 DATI DI IMPOSTAZIONE .......................................................................... 896
4.3 PROGRAMMA ........................................................................................... 897
4.3.1 Funzione per l'alimentazione automatica del filo ................................................. 897
4.3.2 Annullamento della funzione per l'alimentazione automatica del filo ................. 897
4.3.3 Funzione per la riparazione automatica del filo ................................................... 897
4.3.4 Esempi di programma........................................................................................... 898
4.4 RIPRESA DEL FUNZIONAMENTO AUTOMATICO .................................. 899
4.4.1 Procedura di ripristino per la funzione per l'alimentazione automatica
del filo .................................................................................................................. 899
4.4.2 Procedura di ripristino per la funzione per la riparazione automatica del filo ..... 900
4.5 FUNZIONE DI SALTO ............................................................................... 902
4.6 SPECIFICA DI AWF2 ................................................................................ 903
4.6.1 Elettrodo del filo................................................................................................... 903
4.6.2 Specifica di AWF2 ............................................................................................... 904
4.6.3 Specifiche AWF per fori preparati di 0,5 ........................................................... 905
4.7 ANGOLI DI CONICITÀ .............................................................................. 905
4.7.1 Ugelli a getto e angoli di conicità ......................................................................... 905
4.7.2 Ugelli e angoli di conicità .................................................................................... 905
4.8 FUNZIONE PER LA RIPARAZIONE AUTOMATICA DEL FILO ................ 906
4.8.1 Informazioni generali ........................................................................................... 906
4.8.2 Elementi da regolare sullo schermo...................................................................... 906
4.8.3 Procedura di recupero del filo automatico AU in base alle impostazioni sulla
schermata .............................................................................................................. 906
4.8.4 Diagramma di flusso del funzionamento .............................................................. 907
4.8.5 Restrizioni sul pezzo ............................................................................................ 908
4.8.6 Regolazione della macchina ................................................................................. 908
4.9 FUNZIONE DI COLLEGAMENTO DEL PUNTO DI SCOLLEGAMENTO
CONICITÀ ................................................................................................. 908
4.9.1 Informazioni generali ........................................................................................... 908
4.9.2 DATI TECNICI .................................................................................................... 908
4.9.3 Impostazioni sulla schermata ............................................................................... 910
4.9.4 Condizioni per l'applicazione ............................................................................... 912
4.9.5 Effetti delle forme con la connessione del punto di scollegamento ..................... 913
4.9.6 Diagramma di flusso del funzionamento .............................................................. 915
4.9.7 Restrizioni sul pezzo ............................................................................................ 916
4.9.8 Regolazione della macchina ................................................................................. 916
4.9.9 Elettrodo del filo................................................................................................... 916
4.10 RICERCA DEL FORO INIZIALE ................................................................ 916
4.10.1 Informazioni generali ........................................................................................... 916
4.10.2 Funzionamento ..................................................................................................... 917
4.10.3 Descrizione degli elementi da regolare sullo schermo ......................................... 918
4.10.4 Procedure di riavvio ............................................................................................. 919
4.10.5 Informazioni addizionali riguardanti il funzionamento ........................................ 920
4.10.6 Note per l’uso ....................................................................................................... 920
4.10.7 Restrizioni ............................................................................................................920
4.10.8 Diagramma di flusso del funzionamento .............................................................. 921
4.11 AWF AD ALTA VELOCITÀ ........................................................................ 923
4.11.1 Informazioni generali ........................................................................................... 923
4.11.2 Elementi da regolare sullo schermo...................................................................... 923
4.11.3 Restrizioni ............................................................................................................923
c-22
B-85434IT/03 INDICE

4.12 AWF STANDARD ...................................................................................... 923


4.12.1 Informazioni generali ........................................................................................... 923
4.12.2 Elementi da regolare sullo schermo...................................................................... 923
4.12.3 Restrizioni ............................................................................................................923
4.13 AWF PEZZO GROSSO ............................................................................. 924
4.13.1 Informazioni generali ........................................................................................... 924
4.13.2 Elementi da regolare sullo schermo...................................................................... 924
4.13.3 Restrizioni ............................................................................................................924

5 PROCEDURE DI LAVORAZIONE E SEMPLICI PROGRAMMI ......... 925


5.1 LAVORAZIONE CON LA FUNZIONE AWF (1) ......................................... 925
5.1.1 Procedura e programma di lavorazione ................................................................ 925
5.1.2 Precauzioni durante la lavorazione ....................................................................... 926
5.2 LAVORAZIONE CON LA FUNZIONE AWF (2) ......................................... 927
5.2.1 Procedura e programma di lavorazione ................................................................ 927
5.2.2 Precauzioni durante la lavorazione ....................................................................... 928
5.3 PROGRAMMA PER LA LAVORAZIONE RIPETITIVA DI FORME
IDENTICHE ............................................................................................... 929
5.4 PROGRAMMA PER PROCESSI FINO ALLA LAVORAZIONE FINALE .... 930
6 MANUTENZIONE ................................................................................ 932
6.1 MANUTENZIONE USANDO LE SCHERMATE DI MANUTENZIONE ....... 933
6.1.1 Schermo della posizione per il tentativo di infilatura ........................................... 933
6.1.2 Schermo della posizione di rottura del filo........................................................... 934
6.1.3 Schermo della posizione di taglio del filo ............................................................ 934

7 REGOLAZIONE .................................................................................. 936


7.1 SEZIONE MECCANICA ............................................................................ 936
7.1.1 Livellamento della sezione della guida superiore e della guida inferiore ............ 936
7.1.2 Regolazione della velocità del cilindro senza asta ............................................... 936
7.1.3 Regolazione della pressione dell’aria ................................................................... 937
7.1.4 Regolazione della pressione dell'acqua per il tubo inferiore ................................ 937
7.2 REGOLAZIONE MEDIANTE LO SCHERMO PER LE REGOLAZIONI ..... 938
7.2.1 Regolazione dei dispositivi di comando della velocità ........................................ 938
7.2.2 Regolazione della coppia della sezione d’alimentazione ..................................... 939

8 INDIVIDUAZIONE ED ELIMINAZIONE DEI GUASTI ......................... 940

XI. PROGRAMMAZIONE INTERATTIVA AUTOMATICA


1 FUNZIONAMENTO BASE .................................................................. 947
1.1 PRINCIPI FONDAMENTALI ...................................................................... 947
1.1.1 Avvio della programmazione automatica interattiva ............................................ 947
1.1.2 Fine della programmazione automatica interattiva............................................... 947
1.1.3 Contenuti della finestra ........................................................................................ 947
1.1.4 Modifica del flusso delle operazioni .................................................................... 950
1.2 FUNZIONI DISPONIBILI NEL MENU LATERALE ..................................... 951
1.2.1 Creazione della figura .......................................................................................... 951
1.2.2 Istruzioni di lavorazione/Creazione o registrazione dei dati CN .......................... 954

2 ESEMPI DI FUNZIONAMENTO .......................................................... 955


2.1 FLUSSO DELLE OPERAZIONI ................................................................. 955
2.2 ESEMPI PER LA CREAZIONE DI UNA FIGURA ...................................... 956
c-23
INDICE B-85434IT/03

2.2.1 Esempio 1 ............................................................................................................. 956


2.2.2 Esempio 2 ............................................................................................................. 958
2.2.3 Esempio 3 ............................................................................................................. 960
2.2.4 Esempio 4 ............................................................................................................. 962
2.3 SALVATAGGIO E CARICAMENTO DEI DATI DI DISEGNO .................... 965
2.4 PREPARAZIONE E REGISTRAZIONE DEI DATI CN ............................... 965
3 SALVATAGGIO E CARICAMENTO DEI DATI FIGURA .................... 966
3.1 SALVATAGGIO DATI SU UN FILE ........................................................... 966
3.2 CARICAMENTO DATI DA UN FILE .......................................................... 966
4 NUOVA CREAZIONE DI DATI FIGURA ............................................. 967
5 CREAZIONE DELLA FIGURA ............................................................ 968
5.1 TIPI DI FIGURE ......................................................................................... 968
5.2 SPECIFICAZIONE DEL RAGGIO, DELLA DISTANZA E
DELL'ANGOLO .......................................................................................... 968
5.3 SPECIFICAZIONE DELLE COORDINATE ................................................ 968
5.4 SELEZIONE DELLE ENTITÀ..................................................................... 969
5.5 CREAZIONE DI POLIGONI ....................................................................... 970
6 ISTRUZIONI DI LAVORAZIONE E PREPARAZIONE DEI
DATI CN .............................................................................................. 971
6.1 ISTRUZIONI PER LA LAVORAZIONE ...................................................... 971
6.2 PREPARAZIONE DEI DATI CN ................................................................ 972
7 CARICAMENTO DEI DATI DXF ......................................................... 973
7.1 CARICAMENTO DEI DATI DXF DA UN FILE ........................................... 973

XII. CCR (OPTIONAL)


1 NOTE ................................................................................................... 977
2 DATI TECNICI ..................................................................................... 978
3 ASPETTO E CONFIGURAZIONE DEL DISPOSITIVO ....................... 979
3.1 ASPETTO DEL DISPOSITIVO .................................................................. 979
3.2 NOME DI CIASCUNA SEZIONE ............................................................... 979
3.3 CALCOLO DELL'INERZIA ......................................................................... 980
4 FUNZIONAMENTO ............................................................................. 982

APPENDICE
A ELENCO DEGLI ALLARMI ................................................................. 985
A.1 ELENCO DEGLI ALLARMI (CNC) ............................................................. 985
A.2 ELENCO DEGLI ALLARMI (GRUPPO DELLA SCARICA
ELETTRICA, AWF, MACCHINA) ............................................................. 1014
A.3 ELENCO DELLE AVVERTENZE ............................................................. 1029
A.4 ELENCO DEI MESSAGGI DI AUTODIAGNOSI ...................................... 1030

c-24
I. INFORMAZIONI GENERALI
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI 1. CONFIGURAZIONE

1 CONFIGURAZIONE
Il ROBOCUT α-C400iB/C600iB/C800iB è una macchina per elettroerosione a filo CNC. Esse utilizzano
come elettrodo un sottile filo che scorre in continuo e tagliano il pezzo collocato sulla tavola XY con
delle scariche elettriche. La tavola XY è controllata dall'unità CNC.

Come indicato sotto, una macchina per elettroerosione con elettrodo a filo è costituita da:
1 Gruppo principale della macchina
2 Unità CNC
3 Generatore elettrico
4 Gruppo del liquido dielettrico
5 Gruppo di raffreddamento del liquido dielettrico

Gruppo del liquido


Gruppo principale della dielettrico
Unità CNC
macchina FS31i-WB

ROBOCUT

α-C400iB/C600iB/C800iB Generatore elettrico


α-i2300 Gruppo di raffreddamento
del liquido dielettrico

α-C400iB α-C600iB α-C800iB

Fig.1 Struttura del ROBOCUT α-C400iB/C600iB/C800iB

-3-
2. DATI TECNICI INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

2 DATI TECNICI
2.1 UNITÀ PRINCIPALE DELLA MACCHINA
Unità meccanica (α-C400iB, α-600iB, α-800iB)
Elemento α-C400iB α-C600iB α-C800iB
Metodo Lavorazione ad immersione / ad aspersione
Dimensioni Senza
Standard 730 × 630 × 250mm 1050 × 820 × 300mm 1250 x 1020 x 300 mm
massime portello a
del pezzo saracines
Optional - 1050 × 820 × 400 mm 1250 x 1020 x 500 mm
ca
Con Standard 730 × 585 × 250 mm 1050 × 775 × 300mm 1250 × 975 × 300mm
portello a
saracines Optional - - 1250 × 975 × 500 mm
ca
Peso max. del pezzo da lavorare 500kg 1000kg 3000kg
Corsa della tavola 400 × 300mm 600 × 400 mm 800 × 600mm
Corsa dell'asse Z 255mm 310mm 310mm
(optional: 410 mm) (optional: 510 mm)
Corsa degli assi U e V ±60mm × ±60mm ±100 mm × ±100 mm ±100 mm × ±100 mm
Motore di Assi X, Y Servomotore CA Servomotore CA Servomotore CA
comando FANUC FANUC FANUC
αiF 1/5000-B αiF 2/5000-B αiF 8/3000-B
Assi U e V Servomotore CA Servomotore CA Servomotore CA
FANUC FANUC FANUC
αiF 1/5000-B αiF 1/5000-B αiF 1/5000-B
Asse Z Servomotore CA Servomotore CA Servomotore CA
FANUC FANUC FANUC
αiF 1/5000-B αiF 2/5000-B αiF 2/5000-B
Velocità max. di avanzamento tavola 2000mm/min
Diametro del filo da φ 0,1 a φ 0,3 mm da φ 0,1 a φ 0,3 mm da φ0,1 a φ 0,3 mm
(Per macchine con
l'optional del filo sottile:
φ 0,05 a φ 0,3 mm)
Tensione del filo da 200 a 2.500 g 250 a 2.500 g
(Per macchine con
l'optional del filo sottile:
180 a 2500 g)
Velocità di da 1 a 15 m/min
avanzamento del
filo
Spostamento min. 0,0001mm
della tavola
Angolo di conicità Standard ±30°/80mm ±30°/150mm
max. Optional ±45°/40mm ±45°/70mm
Guida del filo Guidafilo
Peso max. del filo Standard 16kg 16kg
(Per macchine con
l'optional del filo sottile:
10kg)

-4-
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI 2. DATI TECNICI

Gruppo del liquido dielettrico


Elemento α-C400iB α-C600iB α-C800iB
Spedita in Giappone, CE, USA
Fluido dielettrico Acqua distillata
Capacità serbatoio (L) 800 L (Giappone, CE)
970L
510 L 1180 L (USA)
(optional: 1510 L)
(Optional: 1090 L)
Precisione di filtraggio da 1 a 3 µm
Filtro Filtro tipo a pressione
interna × 2
(Per l'optional corsa
Filtro tipo a pressione interna × 2
dell'asse Z 510 mm
Filtro tipo a pressione
interna × 3
Resina a scambio ionico 10 L x 1 (optional)
Controllo della resistività
(5,0 a 20) x 104Ωcm
del liquido dielettrico
Dimensioni esterne 1000 × 1750 × 1760mm
(Giappone, CE)
1065 × 2320 × 1760mm
1500 × 1.750 × 1760mm
1000 × 1200 × 1730mm (optional: 1465 × 2320 ×
(USA)
1760 mm)
(optional: 1350 × 1750 ×
1760 mm)

2.2 ALIMENTAZIONE ELETTRICA


Nome delle parti elettriche α-i2300
Circuito di alimentazione elettrica Circuito ad impulsi a transistor completo
Regolazione dell'alimentazione elettrica
(Selezione della tecnologia di taglio)
Modo ad impulsi Variabile
Tensione a vuoto Variabile
Voltaggio in lavorazione Variabile
Vedere IV.8. " SCHERMATA DELLE TECNOLOGIE DI
Accensione Variabile TAGLIO " per ulteriori dettagli.
Spegnimento Variabile
Servovoltaggio Variabile
Regolazione alimentazione In dotazione
Regolazione spegnimento In dotazione

Alimentazione elettrica di MF2 Optional


Alimentazione elettrica di PCD Optional

-5-
2. DATI TECNICI INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

2.3 UNITÀ A CONTROLLO NUMERICO


Elemento Descrizione
Assi controllati X, Y, U, V, Z
6° (optional), 7° (optional)
Assi comandati simultaneamente Assi X, Y, U, V e 6°
FANUC Serie 31i-WB È possibile il comando simultaneo degli assi X, Y, 6° e 7° asse.
Incremento minimo di immissione 0,0001mm
Incremento minimo di comando 0,0001mm
Interpolazione Lineare, Circolare
Dimensioni max. programmabili 99999,9999mm
Comando di posizione Valori relativi e assoluti
Unità display Touch panel di 15" a cristalli liquidi e a colori
Visualizzazione Standard (5 assi) X, Y, U, V, Z
della posizione Macchina a 6 assi X, Y, U, V, Z, 6°
Macchina a 7 assi X, Y, U, V, Z, 6° e 7°
Capacità di memorizzazione programmi CN 4MB
Interfaccia dei dispositivi esterni RS-232-C (Optional)
Ethernet (100BASE-TX/10BASE-T)
Porta USB
 Lato sinistro del display
 Lato destro del pannello operatore (optional)
Modifica della scala Ingrandimento da 0,001 a 99,999
Spostamento angolare 360,00000 gradi
Immagine speculare Separatamente per gli assi X e Y
Velocità di avanzamento Velocità di avanzamento in rapido: 900, 1350, o 2000 mm/min
Velocità di taglio: da 0,0001 a 50 mm/min
Velocità di avanzamento manuale: 100, 200, o 300 mm/min
Compensazione del diametro del filo 99,9999 mm
Posizionamento automatico, controllo movimento all'indietro, copia della figura con rotazione, copia in scala, copia
speculare, copia con ripetizione della rotazione, ritracciatura, sottoprogramma, introduzione manuale dei dati,
ritorno al punto di avvio della lavorazione, ritorno manuale al punto di riferimento, ritorno al punto di interruzione
della lavorazione, prova a vuoto, blocco singolo, blocco macchina, visualizzazione distanza di lavorazione,
interscambio assi, salto blocco opzionale, arresto opzionale, calcolo della circonferenza, visualizzazione della
velocità effettiva di lavorazione, funzione diagnostica, funzione di riavvio della lavorazione, funzione di registrazione
degli allarmi, sistema di coordinate pezzo.

-6-
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI 2. DATI TECNICI

2.4 DATI TECNICI DEL MECCANISMO DI ALIMENTAZIONE


AUTOMATICA DEL FILO (AWF2)
Dati tecnici (specififici per il modello)
Elemento
α-C400iB α-C600iB α-C800iB
Diametro filo utilizzabile (mm) φ0,10 φ0,10 φ0,10
φ0,15 φ0,15 φ0,15
φ0,20 φ0,20
φ0,20
φ0,25 φ0,25
φ0,25 φ0,30 φ0,30
φ0,30
(φ0,05: Optional)
(φ0,07: Optional)
Spessore massimo Diametro filo da
-
del pezzo φ0,05 a φ0,07
(alimentazione del
Diametro filo da
filo senza acqua) 30 mm
φ0,10 a φ0,15
Diametro filo da 300 mm 300 mm
250 mm
φ0,20 a φ0,30 (optional: 400 mm) (optional: 500 mm)
Spessore massimo Diametro filo da
20 mm -
del pezzo φ0,05 a φ0,07
(alimentazione del
Diametro filo da
filo con acqua) 30 mm
φ 0,10 a φ0,15
Diametro filo da
200 mm
φ0,20 a φ0,30
Diametro del foro di Standard Minimo φ1,5 mm (φ1,5 ugello getto AWF)
avvio della Optional Minimo φ0,5 mm (φ0,5 AWF ugello getto: Optional)
lavorazione * Spessore massimo del pezzo per il quale è possibile
l’avanzamento del filo: 40 mm (diametro filo: da φ0,2 a 0,25)
30 mm (diametro filo: da φ0,1 a 0,15)
Filo consigliato Diametro filo da φ0,10 a φ0,30 Diametro filo da φ0,05 a φ0,07
Hitachi Metals, Ltd.: Sumitomo Electric Industries, Ltd.:
HBZ-U (N) TWS (tungsteno)
Oki Electric Cable Co., Ltd.: Nippon Steel & Sumikin SG Wire
OB-PZN Co., Ltd.:
SP (filo armonico/in ottone)
* Specificare i fili non paraffinati.
Guide del filo superiore e inferiore Guidafilo (standard/alta precisione)
Limiti angolo Ugello superiore φ20 φ20
da φ2 a φ6,5 φ6,5 φ12
conico Ugello inferiore φ12 φ12
Ugello getto φ0,5 φ1,5 φ6 φ8 Nessuno
Guidafilo 30°, per 45°, per
Standard lavorazion lavorazion
e conica e conica
Angolo di conicità
2° 12° 20° 30° 45°
max.
Funzioni disponibili Riparazione filo, salto lavorazione per filo rotto, salto lavorazione per
eccesso di tentativi di infilaggio, monitoraggio AWF, rilavorazione, rein-
filaggio semplificato, indicazione del punto di reinfilaggio, reinfilaggio
completo, indicazione del punto di rottura del filo, AWF ad alta velocità,
AWF standard, AWF per pezzi spessi (optional), riparazione filo ad alta
velocità, funzione Al di riparazione del filo
Si richiede un ugello a getto AWF con diametro di φ1,0 mm.

-7-
2. DATI TECNICI INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

2.5 INSTALLAZIONE
Tensione in ingresso AC200 ±10%, trifase 50/60Hz ±1Hz
AC220 ±10%, trifase 60Hz ±1Hz
Potenza richiesta 13kVA
Ambiente di Temperatura ambiente: da 15°C a 30°C, indipendentemente dall'inserimento o meno
installazione della corrente elettrica
Per un taglio ad alta precisione, la temperatura ambiente deve
essere mantenuta a 20°C ± 1°C.
Atmosfera ambiente: senza nebbia d'olio o polvere
Umidità ambiente: 75% RH o meno (senza condensa)
Vibrazioni: 0,6m/s2 (0,06G) o meno
Messa a terra Per prevenire danni dovuti alle interferenze elettromagnetiche o alla perdita di corrente
elettrica, è necessario mettere a terra l'unità.
Si consiglia di installare l'unità in modo che la resistenza di terra sia inferiore a 10Ω.
La messa a terra deve anche essere isolata da altre macchine.
Stanza schermata `Se un rumore di scarica interferisce con la radio, la televisione e altre apparecchiature
vicine, si deve creare un'area di protezione
2 2
Alimentazione d'aria Pressione dell’aria: da 0,5MPa (5kgf/cm ) a 0,7MPa(7kgf/cm )
Portata: da 100L/min a 110L/min
da 120L/min a 130L/min (per l'opzione di specifica con filo sottile)
Uscita: Hi Cupla 20PM prodotto dalla NITTO KOHKI
(Vite di montaggio accoppiamento lato regolatore: Rc1/4)

2.6 NORME DI SICUREZZA


Il ROBOCUT α-C400iB/C600iB/C800iB con le specifiche tecniche europee è conforme alla direttiva sui
macchinari, alla direttiva EMC e alla direttiva sulla bassa tensione e le macchine con le specifiche teniche
cinesi soddisfano lo Standard nazionale cinese obbligatorio.

Se un traformatore inserito nel circuito collegato alla ROBOCUT o un cavo di alimentazione elettrica
preparato dal cliente non è conforme alle norme sulla sicurezza nella nazione in cui viene usata la
ROBOCUT, la sicurezza della macchina, tuttavia, potrebbe non essere garantita. Per questo motivo,
confermare pienamente che qualsiasi componente che si desidera collegare alla ROBOCUT sia conforme
alle norme sulla sicurezza nella nazione in cui viene usata la ROBOCUT.

I dati tecnici del cavo di alimentazione elettrica fornto come standard sono elencati di seguito. Fare
riferimento ai valori quanso si sceglie un cavo.

Standard applicato Standard IEC


Tensione nominale 300/500 V
Temperatura nominale 80°C
Sezione del conduttore 10 mm2 (AWG8)
Morsetto sul lato dell'interruttore Morsetto ad anello, piatto M5 (spessore massimo: 15,0 mm)
automatico [QF1] (compreso un Nota: Per le tre linee elettriche, isolare la parte del morsetto utilizzando un
cavo di messa a terra) tubo termorestringibile. Usare tubi contrassegnati e altri per indicare le
destinazioni "L1", "L2" e "L3".
Colore isolante Nero (linee U, V e W)
Spirale gialla/verde (cavo di messa a terra)

-8-
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI 2. DATI TECNICI

2.6.1 Collegamento del cavo di alimentazione elettrica


Collegare il cavo di alimentazione elettrica preparato dal cliente all'interruttore automatico [QF1]
nell'armadio CN come indicato in fig. 2.6.1 (a).

AVVERTENZA
Prima di collegare il cavo di alimentazione elettrica, spegnere l'interruttore del
quadro di comando e l'interruttore automatico [QF1] nell'armadio CN. Altrimenti
potrebbe verificarsi una scossa elettrica.

Cavo di alimentazione Fase U (L1)


elettrica
Fase V (L2)

Fase W (L3)
Interruttore automatico [QF1]

Al quadro di comando

Messa a terra di
protezione (PE)

Fig. 2.6.1 (a) Collegamento del cavo elettrico Fig. 2.6.1 (b) Vista ingrandita attorno all'in-
nell'armadio CN terruttore automatico

Dopo aver collegato il cavo di alimentazione elettrica, collegare un misuratore di rotazione fase come
indicato in fig. 2.6.1 (c) per accertare se la fase è corretta. Se la fase non è corretta, si può verificare un
guasto al motore o alla pompa.

-9-
2. DATI TECNICI INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

Al quadro di comando

Misuratore della rotazione di fase

Interruttore automatico

Fig. 2.6.1 (c) Collegamento di un misuratore di rotazione fase

2.7 STANDARD DI QUALITÀ PER L'ACQUA UTILIZZATA


NELLA MACCHINA
Per ROBOCUT, utilizzare "acqua di rubinetto" che soddisfi gli standard di qualità elencati di seguito, in
base al paragrafo (2) dell'Articolo 4 dell'Atto di fornitura dell'acqua definito nell'ordinanza giapponese del
Ministero della salute, del lavoro e del benessere sociale No. 101.

AVVERTENZA
Non utilizzare mai acqua dei seguenti tipi :
- Acqua di fonte
- Acqua di lago
- Acqua di fiume
- Acqua di mare
Se vengono utilizzati questi tipi di acqua, la macchina può subire gravi danni.

- 10 -
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI 2. DATI TECNICI

Elemento Standard Elemento Standard


100 colonie o meno in 1
Batteri comuni Trialometano totale 0,1 mg/L o meno
ml di acqua ispezionata
Escherichiacoli Non rilevato Acido tricloroacetico 0,2 mg/L o meno
0,003 mg/L o meno
Cadmio e suoi composti Bromodiclorometano 0,03 mg/L o meno
come cadmio
0,0005 mg/L o meno
Mercurio e suoi composti Bromoformio 0,09 mg/L o meno
come mercurio
0,01 mg/L o meno
Selenio e suoi composti Formaldeide 0,08 mg/L o meno
come selenio
0,01 mg/L o meno 1,0 mg/L o meno
Piombo e suoi composti Zinco e suoi composti
come piombo come zinco
0,01 mg/L o meno 0,2 mg/L o meno
Arsenico e suoi composti Alluminio e suoi composti
come arsenico come alluminio
0,05 mg/L o meno
0,3 mg/L o meno
Composti in cromo esevalente come cromo Ferro e suoi composti
come ferro
esevalente
Ione di cianuro e cloruro di 0,01 mg/L o meno 1,0 mg/L o meno
Rame e suoi composti
cianogeno come cianuro come rame
Nitrogeno nitrato e nitrogeno 200 mg/L o meno
10 mg/L o meno Sodio e suoi composti
nitrito come sodio
0,8 mg/L o meno come 0,05 mg/L o meno
Fluoro e suoi composti Manganese e suoi composti
fluoro come manganese
Boro e suoi composti 1,0 mg/L come boro Ione cloruro 200 mg/L o meno
Calcio, magnesio e altro
Tetracloruro di carbonio 0,002 mg/L o meno 300 mg/L o meno
(Durezza)
1,4-diossano 0,05 mg/L o meno Residuo totale 500 mg/L o meno
Cis-1,2-dicloroetilene e
0,04 mg/L o meno Tensioattivo anionico 0,2 mg/L o meno
trans-1,2-dicloroetilene
0,00001 mg/L o
Diclorometano 0,01 mg/L o meno Geosmin
meno
0,00001 mg/L o
Tetracloroetilene 0,01 mg/L o meno 2-metilisobolneol
meno
Tricloroetilene 0,01 mg/L o meno Tensioattivo non ionico 0,02 mg/L o meno
0,005 mg/L o meno
Benzene 0,01 mg/L o meno Fenoli
in termini di fenolo
Sostanze organiche
Clorato 0,02 mg/L o meno (Carbonio organico totale 3 mg/L
(TOC))
Acido cloroacetico 0,02 mg/L o meno Valore pH 5,8 a 8,6
Cloroformio 0,06 mg/L o meno Odore Non anomalo
Acido dicloroacetico 0,04 mg/L o meno Colore 5 gradi o meno
Dibromoclorometano 0,1 mg/L o meno Torbidità 2 gradi o meno
Bromato 0,01 mg/L o meno

- 11 -
3. COMPONENTI DELLA
MACCHINA INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

3 COMPONENTI DELLA MACCHINA


3.1 NOMI DELLE COMPONENTI

Alimentatore
del filo Unità di comando
(CNC)

Vasca di
lavorazione Filtro

Unità meccanica
assi XY Gruppo del liquido
dielettrico (serbatoio)

Unità meccanica
assi UV

Gruppo pneumatico

Slitta dell'asse Z

Colonna

Braccio
Rullo di
alimentazione

Scatola di
raccolta del filo Bancale

Fig. 3.1 Nomi della componenti

- 12 -
3. COMPONENTI DELLA
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI MACCHINA

3.2 FUNZIONI DELLE COMPONENTI


SUGGERIMENTO
Per la manutenzione di ciascun componente, fare riferimento a MISURE DI
SICUREZZA E NOTE PER UN USO EFFICACE(B-85434IT-4).

(1) Guidafilo
Sostiene il filo. Il guidafilo contiene una guida in diamante lavorata con precisione.
I guidafilo sono disponibili nei diametri da 0,05 A 0,3 mm. Utilizzare un guidafilo adatto al diametro
del filo da usare.

(2) Ugello
Spruzza il liquido dielettrico. L'ugello è concepito per dirigere in modo efficiente il liquido dielettrico
sull'area da lavorare.
Per la lavorazione conica con un grande angolo di conicità, usare un ugello con un'apertura grande (ugello
conico).

(3) Elettrodo
Applica la tensione di alimentazione al filo. Il perno è in lega di carburo cementato.
Poiché questo elettrodo è sempre in contatto con il filo durante la lavorazione, è probabile che si deteriori.
Un elettrodo deteriorato provoca frequenti rotture del filo. È quindi necessario controllarne
frequentemente le condizioni.

(4) Guida del filo


Contiene un meccanismo che alimenta il filo dalla guida inferiore al contenitore di raccolta del filo
usando un getto d'acqua.

(5) Guidafilo secondario


Mantiene stabile il contatto fra il filo e l'elettrodo.
Il guidafilo secondario è sempre in contatto con il filo. È dotato di una copertura che trattiene il liquido
dielettrico usato per il raffreddamento.
Copertura Guidafilo secondario

Perno dell'elettrodo

Guidafilo
Schermatura
Ugello superiore

Fig.3.2 (a) Sezione della guida superiore (con AWF)

- 13 -
3. COMPONENTI DELLA
MACCHINA INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

Ugello inferiore Guidafilo

Perno dell'elettrodo

Guidafilo secondario

Guida del filo

Rullo di guida inferiore

Fig.3.2 (b) Sezione della guida inferiore (con AWF)

(6) Slitta dell'asse Z


Regola l'altezza della guida superiore in base allo spessore del pezzo.
Quando si utilizza un asse Z motorizzato, la guida superiore può essere sollevata o abbassata premendo il
tasto o il tasto sul pannello di comando della macchina.

Slitta dell'asse Z

Guida superiore

Fig. 3.2 (c) Slitta dell’asse Z

- 14 -
3. COMPONENTI DELLA
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI MACCHINA

(7) Tavola portapezzo


Questa tavola viene usata come supporto per il pezzo da tagliare.
La tavola portapezzo di -C400iB è a forma di U.

Fig. 3.2 (d) Tavola portapezzo per -C400iB

La tavola portapezzo di -C600iB/C800iB è piatta e di forma quadrata.

Morsetto
Pezzo

Bullone di fissaggio

Fig. 3.2 (e) Tavola portapezzo per -C600iB/C800iB

Utilizzare le staffe di fissaggio del pezzo in dotazione ed i bulloni di bloccaggio per fissare il pezzo da
lavorare alla tavola.

- 15 -
3. COMPONENTI DELLA
MACCHINA INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

(8) Vasca di lavorazione


La vasca di lavorazione si utilizza per raccogliere fluido dielettrico durante l'immersione (lavorazione con
raccolta d'acqua).
Se si preme il tasto , il tappo di scarico si chiude automaticamente e la vasca di lavoro si riempie
di fluido dielettrico.
Il livello del liquido dielettrico è regolato automaticamente in base all'altezza della guida superiore (asse
Z).

(9) Braccio e piastra di tenuta


Il braccio e la piastra di tenuta sono utilizzati per evitare perdite di liquido dielettrico dalla vasca di
lavorazione durante la lavorazione ad immersione. Il liquido dielettrico gocciola dalle fessure per il
funzionamento senza attriti, ma viene raccolto nel serbatoio grazie a diversi tipi di funzioni.
Il braccio è ricoperto da un rivestimento in resina e reso ermetico con un soffietto all’interno della vasca
di lavorazione.
Colonna Braccio (interno), copertura del braccio
Soffietti della preguarnizione Piastra di tenuta

Soffietto interno del braccio Tavola portapezzo Tavola portapezzo

Fig. 3.2 (f) Braccio e guarnizione (tipo a soffietto)

- 16 -
3. COMPONENTI DELLA
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI MACCHINA

(10) Manometro
Usato per controllare la pressione del liquido dielettrico spruzzato dagli ugelli superiore e inferiore.
L'aumento della portata d'acqua specificato sullo schermo delle condizioni di lavorazione fa aumentare la
pressione del liquido del dielettrico.
La pressione effettiva varia a seconda della distanza fra l'ugello e la superficie del pezzo, anche se sullo
schermo è indicato lo stesso valore.

Manometro
Vicino

Alta pressione

Lontano

Bassa pressione

(11) Rubinetto del flussometro (optional)


 La macchina, per la quale è selezionato il flussometro optional, possiede tale misuratore per il
serbatoio del liquido dielettrico.
Il flussometro serve per controllare la portata del liquido dielettrico spruzzato dagli ugelli inferiore e
superiore.
Maggiore è l'impostazione "Flusso d'acqua" sulla schermata dei dati EDM, maggiore sarà la portata
del liquido dielettrico.
Anche quando si effettua la stessa impostazione, la portata varia in base alla distanza tra ciascun
ugello e la superficie del pezzo.
 Controllare la portata in base alla posizione del galleggiante.
La portata aumenta con l'aumentare dell'altezza delle posizioni del galleggiante; la portata
diminuisce con l'abbassarsi delle posizioni del galleggiate.
 La portata del fluido dielettrico si può regolare singolarmente dagli ugelli superiore e inferiore
regolando il rubinetto.

Vicino
Portata bassa

Galleggiante

Lontano
Rubinetto
Portata elevata

- 17 -
3. COMPONENTI DELLA
MACCHINA INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

(12) Serbatoio del liquido dielettrico


Permette di controllare il modo di utilizzo del liquido dielettrico.
(a) Alimentazione del liquido dielettrico all'unità meccanica tramite una pompa
Il serbatoio alimenta il liquido dielettrico secondo la portata di acqua specificata.
(b) Filtrazione delle impurità dopo la lavorazione
Il serbatoio filtra le impurità del liquido dielettrico ritornato nel serbatoio di sinistra.
(c) Regolazione della resistenza dell'acqua del dielettrico tramite resina a scambio ionico.
Il serbatoio regola la resistenza dell'acqua del dielettrico aprendo la valvola che alimenta la resina e
lasciandola fluire fino al raggiungimento della resistenza appropriata.
Quando cala il livello del liquido dielettrico nel serbatoio, aggiungere acqua di rubinetto.

Pompa del
liquido dielettrico

Resina
scambiatrice di ioni

Filtro

(13) Gruppo di raffreddamento del liquido dielettrico (refrigeratore)


Il refrigeratore è usato per regolare la temperatura del liquido dielettrico.
Si può selezionare se mantenere la temperatura impostata o regolare la temperatura alla temperatura
ambiente della posizione di installazione della macchina.
La regolazione della temperatura del liquido dielettrico è molto importante per una lavorazione con
precisione costante.
Installare il raffreddatore ad una temperatura ambiente di 15ºC a 30ºC.

Per dettagli sulla regolazione della temperatura, vedere il paragrafo 3.2.5, "Esecuzione delle impostazioni
per il controllo della temperatura dell'unità di raffreddamento del liquido dielettrico" nella parte IV.
Pannello di comando
Operator's
panel

Refrigeratore
Cooler

- 18 -
3. COMPONENTI DELLA
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI MACCHINA

(a) Pannello di comando (per i mercati giapponesi ed asiatici:


Refrigeratore prodotto dalla Orion Machinery Co., Ltd.)

Visualizzazione
COOLER Spia per lo stato di
pronto al funzionamento
°C (verde)
5C ON
OFF
Tasto di pronto al
funzionamento
ALARM
SET RESET

Tasto di reset
Tasto per impostare la
Tasto per impostare Tasto di regolazione
diminuzione
l'aumento

 Verificare che la spia dello stato di funzionamento sia illuminata.


Se la spia non è illuminata, premere [ON/OFF] una volta per accenderla.
 In genere, il display indica il valore predefinito per la temperatura.
Per l’impostazione Con (Regolazione costante della temperatura): 10,0 a 40,0 °C
Per l’impostazione diF (Regolazione differenziale della temperatura): -5,0 a 5,0 °C
 Il passaggio fra i modi di regolazione Con/diF (Regolazione costante della
temperatura/Regolazione differenziale della temperatura) viene impostato sulla schermata
CNC.
 Se è stato emesso un allarme
(con tasto di pronto al funzionamento)
Il numero dell'allarme lampeggia nel display ed è emesso un segnale acustico di allarme.
(Il segnale acustico di allarme può essere spento premendo una volta [ALARM/RESET].
Controllare il numero dell'allarme ed eliminarne la causa.
Premere di nuovo [ALARM/RESET]. Se la causa dell'allarme è stata rimossa, la regolazione
della temperatura viene visualizzata nel display.
Premere una volta [ON/OFF] per rendere il sistema pronto al funzionamento.
(La spia di pronto al funzionamento è accesa.)
(senza tasto di pronto al funzionamento)
La spia di allarme è illuminata e suona un segnale acustico di allarme.
Disinserire la tensione di alimentazione e rimuovere quindi la causa dell'allarme.
Reinserire la corrente.
Se la causa dell'allarme è stata rimossa, la regolazione della temperatura viene visualizzata nel
display.
Se l'allarme acustico suona di nuovo, la causa dell'allarme non è stata rimossa. Disinserire la
tensione di alimentazione e verificare la causa dell'allarme.

- 19 -
3. COMPONENTI DELLA
MACCHINA INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

(b) Pannello di comando (per la macchina CE e il mercato USA e cinese:


Refrigeratore fabbricato da DAIKIN)
Display digitale Display digitale
Spia di accensione Spia allarme Spia del timer

POWER ALARM TIMER


NORMAL

SETTING

MONITOR

TIMER MODE DATA

Tasto di selezione Tasto GIÙ Tasto SU Tasto di


impostazione

 Verificare che la spia di accensione sia illuminata.


Se la spia è spenta, è probabile che non sia alimentata corrente alla macchina o che il
refrigeratore sia guasto.
In genere, il display digitale indica il valore preimpostato per la temperatura.
I modi di controllo del funzionamento (controllo della temperatura costante e controllo della
temperatura differenziale) può essere azionato sulla schermata CNC.
 Se si verifica un allarme:
La spia di allarme è illuminata e suona un segnale acustico di allarme.
Disinserire l'alimentazione elettrica alla macchina e rimuovere la causa dell'allarme.
Reinserire la tensione.
Se è stata rimossa la causa dell'allarme, il display digitale indica la temperatura predefinita.
Se l'allarme acustico suona di nuovo, la causa dell'allarme non è stata rimossa, disinserire
quindi la corrente e controllare di nuovo.

- 20 -
4. NOMI DEGLI ASSI
E DIREZIONI DI
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI MOVIMENTO

4 NOMI DEGLI ASSI E DIREZIONI DI


MOVIMENTO

Unità guida
superiore

Unità guida
inferiore

Fig. 4 Direzioni di movimento lungo gli assi

• Le direzioni per lo spostamento lungo ciascun asse sono determinate dalle posizioni della guida
superiore e inferiore.
• La tavola portapezzo di sposta lungo l'asse X e l'asse Y e non la guida inferiore.
• Gli assi U e V sono paralleli agli assi X e Y. I movimenti lungo gli assi U e V sono realizzati per la
lavorazione conica e non per la lavorazione verticale.

- 21 -
4. NOMI DEGLI ASSI
E DIREZIONI DI
MOVIMENTO INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

Guida inferiore

Guida inferiore

Guida superiore Guida superiore

Lavorazione verticale Lavorazione conica


(Non sono eseguiti movimenti lungo gli assi U e V.) (I movimenti hanno luogo lungo gli assi U e V.)
= (La guida superiore non si muove.) = (La guida superiore si muove, determinando la conicità.)

4.1 LIMITI NELLA CORSA DELL'ASSE V (LIMITE DELLA


CORSA 3)
L'angolo conico (corsa asse V) è limitato in base alla posizione della tavola (coordinata Y nel sistema di
coordinate macchina).
Se si sposta il filo nell'area non permessa, è generato un allarme per il limite 3 della corsa e il filo non può
essere spostato nella direzione positiva (o negativa) lungo l'asse Y o V.
Per cancellare l'allarme, spostare il filo nella direzione negativa (o positiva) lungo gli assi Y e V.
Questa funzione non riguarda gli assi X e U. Perciò, se si attiva l'allarme per il limite 3 della corsa, è
possibile spostare il filo lungo gli assi X e U.
Nella seguente tabella sono indicate le aree di spostamento relative agli assi Y e V per ciascun modello (i
valori nella tabella rappresentano le posizioni nel sistema di coordinate macchina).

[C400iB]
(Unit : mm)
Asse Y Asse V
-10,0 < Y ≦ 1,0 -62,0 < V ≦ 40.0
-20,0 < Y ≦ -10,0 -62,0 < V ≦ 50.0
-30,0 < Y ≦ -20,0 -62.0 < V ≦ 61.0
Y < -30,0 -62.0 < V < 62.0

- 22 -
4. NOMI DEGLI ASSI
E DIREZIONI DI
B-85434IT/03 INFORMAZIONI GENERALI MOVIMENTO

Se è installata la tastatura optional, si aggiungono i seguenti limiti. (Unit: mm)


Asse Y Asse V
Con un portello Con la porta sollevabile
standard optional
-230,0 < Y ≦ -220 -62,0 < V < 62,0 -55,0 ≦ V < 62,0
-240,0 < Y ≦ -230 -62,0 < V < 62,0 -45,0 ≦ V < 62,0
-250,0 < Y ≦ -240 -62,0 < V < 62,0 -35,0 ≦ V < 62,0
-260,0 < Y ≦ -250 -59,0 ≦ V < 62,0 -25,0 ≦ V < 62,0
-270,0 < Y ≦ -260 -49,0 ≦ V < 62,0 -15,0 ≦ V < 62,0
-280,0 < Y ≦ -270 -39,0 ≦ V < 62,0 -5,0 ≦ V < 62,0
-290,0 < Y ≦ -280 -29,0 ≦ V < 62,0 5,0 ≦ V < 62,0
-302,0 < Y ≦ -290 -17,0 ≦ V < 62,0 17,0 ≦ V < 62,0

• [C600iB]
(Unit : mm)
Asse Y Asse V
-10,0 ≦ Y ≦ 1,0 -102,0 < V ≦ 30
-20,0 ≦ Y < -10,0 -102,0 < V ≦ 40
-30,0 ≦ Y < -20,0 -102,0 < V ≦ 50
-40,0 ≦ Y < -30,0 -102,0 < V ≦ 60
-50,0 ≦ Y < -40,0 -102,0 < V ≦ 70
-60,0 ≦ Y < -50,0 -102,0 < V ≦ 80
-70,0 ≦ Y < -60,0 -102,0 < V ≦ 90
-80,0 ≦ Y < -70,0 -102,0 < V ≦ 100
-80 < Y -102,0 < V < 102,0

Se è installata la porta sollevabile optional, si aggiungono i seguenti limiti. (Unit: mm)


Asse Y Asse V
-402,0 < Y < -390,0 -90 < V ≦ 102,0

Se è installata la tastatura optional, si aggiungono i seguenti limiti. (Unit: mm)


Asse Y Asse V
-310,0 < Y ≦ -300 -102,0 < V < 102,0
-320,0 < Y ≦ -310 -95,0 ≦ V < 102,0
-330,0 < Y ≦ -320 -85,0 ≦ V < 102,0
-340,0 < Y ≦ -330 -75,0 ≦ V < 102,0
-350,0 < Y ≦ -340 -65,0 ≦ V < 102,0
-360,0 < Y ≦ -350 -55,0 ≦ V < 102,0
-370,0 < Y ≦ -360 -45,0 ≦ V < 102,0
-380,0 < Y ≦ -370 -35,0 ≦ V < 102,0
-390,0 < Y ≦ -380 -25,0 ≦ V < 102,0
-402,0 < Y ≦ -390 -13,0 ≦ V < 102,0

- 23 -
4. NOMI DEGLI ASSI
E DIREZIONI DI
MOVIMENTO INFORMAZIONI GENERALI B-85434IT/03

[C800iB]
(Unit: mm)
Asse Y Asse V
-10,0 ≦ Y ≦ 1,0 -102,0 < V ≦ 30
-20,0 ≦ Y < -10,0 -102,0 < V ≦ 40
-30,0 ≦ Y < -20,0 -102,0 < V ≦ 50
-40,0 ≦ Y < -30,0 -102,0 < V ≦ 60
-50,0 ≦ Y < -40,0 -102,0 < V ≦ 70
-60,0 ≦ Y < -50,0 -102,0 < V ≦ 80
-70,0 ≦ Y < -60,0 -102,0 < V ≦ 90
-80,0 ≦ Y < -70,0 -102,0 < V ≦ 100
-80 < Y -102,0 < V < 102,0

Se è installata la porta sollevabile optional, si aggiungono i seguenti limiti. (Unit: mm)


Asse Y Asse V
-602,0 < Y < -590,0 -90 < V ≦ 102,0

Se è installata la tastatura optional, si aggiungono i seguenti limiti.


Asse Y Asse V
-510,0 < Y ≦ -500 -102,0 <V < 102,0
-520,0 < Y ≦ -510 -95,0 ≦ V < 102,0
-530,0 < Y ≦ -520 -85,0 ≦ V < 102,0
-540,0 < Y ≦ -530 -75,0 ≦ V < 102,0
-550,0 < Y ≦ -540 -65,0 ≦ V < 102,0
-560,0 < Y ≦ -550 -55,0 ≦ V < 102,0
-570,0 < Y ≦ -560 -45,0 ≦ V < 102,0
-580,0 < Y ≦ -570 -35,0 ≦ V < 102,0
-590,0 < Y ≦ -580 -25,0 ≦ V < 102,0
-602,0 < Y ≦ -590 -13,0 ≦ V < 102,0

- 24 -
II. PANNELLI DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO PANNELLI DI COMANDO

PANNELLI DI COMANDO
Le funzioni di ciascun tasto, pulsante e interruttore sul pannello di comando sono descritte in base alla
figura seguente.

Pulsante per
l’arresto Touch panel di 15"
d’emergenza

Pulsante
ON/OFF

Interruttore per il
ripristino automatico
dell'alimentazione Tasti HANDY
elettrica

Interruttore per la
regolazione manuale
della velocità di Tasti per la
avanzamento selezione della
schermata
Tasti per la
selezione del Tasti alfabetici
modo operativo
Tasti numerici
Tasti per
l'avanzamento Tasti per l'editing
a scatti del programma

Tasti per Tasto di reset


l'esecuzione

Tasti del cursore


Tasti per il
Tasti per le Tasti per la
Tasti per la posiziona-
condizioni di selezione Tasti funzione
selezione della mento Tasti per la selezione
lavorazione dell'operazione
funzione manuale Tasto SHIFT della pagina
Tasti di preparazione Fill/Drain Tasti per l'alimentazione
automatica del filo

Fig.IV (a) Vista esterna del pannello di comando (Inglese)

- 27 -
PANNELLI DI COMANDO PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Pulsante per
l’arresto Touch panel di 15"
d’emergenza

Pulsante
ON/OFF Display di 10,4

Interruttore per il
ripristino
automatico Tasti HANDY
dell'alimentazione
elettrica
Interruttore per la
regolazione manuale Tasti per la
della velocità di selezione della
avanzamento schermata
Tasti per la
selezione del Tasti alfabetici
modo operativo
Tasti numerici
Tasti per
l'avanzamento
a scatti Tasti per l'editing
del programma

Tasti per
l'esecuzione Tasto di reset

Tasti del cursore


Tasti per la Tasti per il
Tasti per le selezione posizionamento
condizioni di Tasti per la dell'operazione Tasto SHIFT Tasti per la
manuale
lavorazione selezione della selezione della
Tasti funzione
funzione pagina
Tasti di preparazione Tasti per l'alimentazione
Fill/Drain automatica del filo
Fig.IV (b) Vista esterna del pannello di comando (per l'Europa)

- 28 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 1. TOUCH PANEL

1 TOUCH PANEL
Il display è un touch panel su cui è possibile eseguire le impostazioni premendo direttamente (toccando)
gli elementi visualizzati.

Quando si preme un elemento sullo schermo, l'elemento è visualizzato premuto in dentro oppure è
evidenziato in un altro colore per indicare che è selezionato.
Quando appare il menu corrispondente alla voce selezionata sulla schermata, premere lo schermo nello
stesso modo per realizzare le impostazioni.
Per introdurre i valori numerici, possono essere utilizzati anche i tasti numerici sul pannello di comando.

ATTENZIONE
Sul touch panel, non premere più di una posizione per volta.
Altrimenti si potrebbero realizzare impostazioni non desiderate che causano il
malfunzionamento della macchina.
• Non segnare il touch panel né toccarlo con il palmo della mano.
• Non pulire il touch panel con un panno quando macchina è accesa.

ATTENZIONE
Per azionare il pannello, assicurarsi di usare le proprie dita e non una penna
appuntita. Altrimenti, si potrebbe danneggiare il pannello.

NOTA
Operazioni come l'asciugatura, la punzonatura all'interno ed esterno non sono
supportate.

- 29 -
1. TOUCH PANEL PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

1.1 ELEMENTI E ASPETTO DEL DISPLAY

(2) Visualizzazione delle impostazioni

(3) Rappresentazione dei tasti Handy


(1) Area del touch panel

(4) Introduzione delle impostazioni (5) Visualizzazione dello stato (6) Visualizzazione del modo

(1) Area del touch panel


Indica l'area del touch panel che può essere selezionata sul display.
(2) Display delle impostazioni
Indica lo stato del programma selezionato, della regolazione standard o del liquido dielettrico.
(3) Rappresentazione dei tasti Handy
Le icone compaiono quando è selezionato il menu dei tasti Handy. Questa area può essere
selezionata come touch panel.
Per dettagli sui tasti handy, vedere il capitolo 4, "TASTI HANDY" nella parte II.
(4) Introduzione delle impostazioni
Indica l'intervallo di impostazione quando si inserisce un valore numerico oppure indica il valore
numerico o l'indirizzo prima dell'azionamento del tasto o del tasto .
(5) Visualizzazione dello stato
Indica lo stato della funzione eseguita, una rottura del filo o un cortocircuito.

- 30 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 1. TOUCH PANEL

Visualizzazione Descrizione

La tensione della batteria del CNC è bassa.

Il percorso di lavorazione deve essere tracciato.

Il disegno è completo.

Si è verificato un errore (allarme) durante il disegno.

Il dato viene immesso su o emesso dalla scheda di memoria, memoria USB o altri mezzi.

Si è verificato un errore durante l'immissione o emissione dei dati.

Si è verificato un errore durante l'immissione o emissione dei dati.

La compensazione della dilatazione termica ha luogo.

La tensione della batteria del servoamplificatore è bassa.

Posizionamento in corso.

Posizionamento completato.

Si è verificato un errore (allarme) durante il posizionamento.

Regolazione verticale in corso.

Regolazione verticale completata.

Si è verificato un errore (allarme) durante la regolazione verticale.

Ha luogo la misurazione della guida conica.

La misurazione della guida conica è completata.

Si è verificato un errore (allarme) durante la misurazione della guida conica.

La funzione di creazione/interruzione tab è attivata.

È in corso la rotazione del sistema di coordinate 3D.

Ritiro in corso.

Tracciatura in corso.

Salto di AWF (AWF non può essere eseguito. → La lavorazione principale viene saltata e si
avvia la successiva lavorazione).

Il filo è scollegato.

- 31 -
1. TOUCH PANEL PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Visualizzazione Descrizione

La macchina è bloccata.

Viene impostato l'avvio con il timer.

Il filo è in cortocircuito.

La tensione di taglio è bassa.

La corrente di taglio è limitata per proteggere il circuito di scarica.

La sonda a contatto è a contatto.

È in corso la regolazione del passo semplice.

La ventola del CNC si è arrestata.

La durata utile di alcune parti soggette ad usura è terminata.

L'acqua viene alimentta automaticamente (optional per clienti specifici).

La lubrificazione a graddo automatica viene eseguita attualmente.

Raggiunto il momento di ispezione per alcune parti.

La guida inferiore viene lavata .

(6) Visualizzazione del modo


Indica lo stato del CNC.

- 32 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 1. TOUCH PANEL

1.2 ELEMENTI CHE POSSONO ESSERE IMPOSTATI CON IL


TOUCH PANEL
Di seguito sono indicati gli elementi principali che possono essere impostati mediante il touch panel.
Gli elementi tridimensionali possono essere impostati direttamente.

(1) Selezione di una funzione


L'elemento selezionato è indicato come se fosse stato premuto.

(2) Impostazione e introduzione di un valore numerico


Il colore dell'elemento selezionato è modificato ed visualizzato il menu corrispondente.
Il pannello di comando viene usato per inserire i valori numerici.

(3) "FIN IMP", ecc.

- 33 -
2. PANNELLO DI COMANDO
DELLA MACCHINA PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

2 PANNELLO DI COMANDO DELLA


MACCHINA
Utilizzare il pannello di comando della macchina per il funzionamento della stessa e per la preparazione
della lavorazione.
Alcuni tasti sul pannello di comando della macchina sono dotati di un LED. Quando il LED su un tasto è
acceso, il tasto è attivato.
I LED dei tasti sono suddivisi in due tipi. Un tipo di LED è disattivato se si preme nuovamente il tasto
(come nel caso dei tasti di condizione lavorazione). L’altro tipo di LED è disattivato se si preme un altro
tasto (come nel caso dei tasti di selezione modo).

2.1 TASTI "JOG"


I tasti jog permettono di muovere manualmente il tavolo XY o gli assi UV.

6th 7th

Tasti per la selezione dell'asse


Con i tasti per la selezione dell'asse è possibile spostare la tavola XY, gli assi U e V, l'asse Z e il 6o asse.

Per i modelli con sei assi, selezionare l'asse da spostare utilizzando Z 6th 7th , quindi spostare l'asse

+Z -Z
utilizzando
+6th -6th

Tasto "VERT"

Il tasto dispone il filo in posizione verticale. Premendo questo tasto, la guida si sposta nella

posizione verticale predeterminata, muovendosi lungo gli assi U eV. Dopo lo spostamento della guida, il

LED sul tasto si accende.

- 34 -
2. PANNELLO DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLA MACCHINA

Tasto "Z RETURN"

Utilizzare questo tasto per spostare il filo nella posizione impostata come limite lungo l'asse Z.
Premendo questo tasto si sposta il filo nella posizione limite preimpostata lungo l'asse Z.
Quando il filo è stato spostato sulla posizione limite impostata, il LED si accende.
Questo tasto è disponibile quando il tasto [MANU MODE] è premuto.

Z 6th/7th Tasto di commutazione fra l'asse Z e 6° e 7° asse

Questo tasto è utilizzato per selezionare l'asse da controllare con i tasti e .


L'asse da controllare scatta a seconda del tasto selezionato.
Si illumina il LED dell'asse da controllare.
Per modelli diversi da quelli a sei assi, il LED del sesto asse non si illumina.
Analogamente, per modelli diversi da quelli a sette assi, il LED del settimo asse non si illumina.

Tasto "JOG" e tasto "STEP"

Selezionare questi tasti per spostare manualmente la tavola XY o il filo lungo l'asse U o V, lungo l'asse Z
(per un tipo elettrico= o lungo il sesto asse (per la specifica a sei assi).

Premendo che seleziona , , , , o , e premendo un tasto di

selezione asse, la tavola XY o il cavo si spostano lungo l'asse corrispondente alla velocità di avanzamento
selezionata.

NOTA
Non è possibile selezionare + se non si sta drenando.

Premendo , che seleziona , , , , o , e premendo un tasto di

selezione asse la tavola XY o il filo si sposta lungo l’asse corrispondente con 0,1 µm, 1 µm, 10 µm, 100
µm, o 1000 µm (=1 mm).

NOTA
Se si preme o , il flo può essere spostato manualmente lungo

ciascun asse. Questo stato viene chiamato [Manual MODE] o [JOG MODE].

- 35 -
2. PANNELLO DI COMANDO
DELLA MACCHINA PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Tasti per la selezione della velocità di


avanzamento e dell'incremento

Utilizzare questi tasti per determinare la velocità di avanzamento o l'entità del passo nel modo per
l'avanzamento jog.
È possibile spostare il filo lungo ciascun asse alla velocità di avanzamento o con l'entità del passo
specificata con ogni tasto.

2.2 TASTI DI POSIZIONAMENTO MANUALE


I tasti di posizionamento manuale eseguono il posizionamento all'estremità del pezzo, mentre la tavola

XY o la tavola UV vengono spostate con i tasti o . I tasti per il posizionamento manuale

possono anche essere utilizzati per controllare la verticalità del filo usando la scintilla che accompagna
una scarica elettrica.

Tasto "S.POS"

Dopo aver premuto il tasto , premere il tasto o per muovere la tavola XY e la

guida. Se il filo entra in contatto con il pezzo o con una parte della macchina, la tavola XY e la guida si
arrestano. Esse non si spostano fino a che non viene interrotto il collegamento o non viene disattivato il

tasto . Questa funzione si utilizza per un posizionamento approssimativo.

Tasto "D.POS"

Il tasto si usa quando la verticalità del filo metallico viene regolata con un blocco le cui superfici

sono parallele e verticali. Quando si attivano i tasti e nel modo "jog" o nel modo di

avanzamento "passo a passo", si applica una tensione al filo metallico, e l'unità è pronta per la scarica
elettrica.
Per dettagli, vedere la sezione 6.22, "REGOLAZIONE DELLA POSIZIONE VERTICALE DEL FILO
TRAMITE UNA SCARICA SU UN LATO DEL PEZZO," nella parte IV.

PERICOLO

Se il tasto viene attivato mentre è attivato il tasto nel modo

manuale, al filo viene applicata un'alta tensione.


Non toccare il filo. In caso contrario, si riceve una scossa elettrica.

- 36 -
2. PANNELLO DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLA MACCHINA

2.3 TASTI PER LA SELEZIONE DEL MODO

Tasto "EDIT"

Il tasto crea o modifica un programma, richiama un programma archiviato, introduce/trasferisce

un programma da/a un dispositivo esterno di ingresso/uscita (Handy File, scheda di memoria, USB, ecc.).

Tasto "MEMRY"

Il tasto permette la lavorazione del pezzo tramite un programma contenuto nella memoria

dell'unità CNC.

2.4 TASTI MDI


Questo tasti vengono utilizzati per introdurre dei dati e per editare programmi.

0 to 9

X Z Tasti numerici e tasti alfabetici


A
to C

EOB

Questi tasti vengono utilizzati per inserire valori numerici o caratteri alfabetici. Con il tasto si
introduce un punto e virgola <;> che indica la fine di un blocco.

Tasto "SHIFT"
Utilizzare questo tasto per introdurre il carattere indicato in basso a destra di un tasto di indirizzo.
Premendo questo tasto una volta e premendo un tasto di indirizzo appare il carattere indicato in basso a
destra del tasto.

Esempio X "X"
IXk SHIFT X "A"
IAk
A A

Premendo una volta il tasto di indirizzo si annulla lo stato di spostamento.

- 37 -
2. PANNELLO DI COMANDO
DELLA MACCHINA PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Tasto "INPUT"

Dopo aver visualizzato i dati desiderati nell'angolo inferiore sinistro dello schermo premendo i tasti

numerici e i tasti alfabetici, premere il tasto per eseguire i dati.

Tasto "Cancel"

Ogni volta che viene premuto il tasto, viene cancellato il carattere visualizzato per ultimo. Premendo
ripetutamente il tasto è possibile cancellare i caratteri uno dopo l'altro.

Tasto di reset

Il tasto di reset resetta l'unità CNC. Se il tasto viene premuto durante il funzionamento, nella schermata si
visualizza "RESET STATE" e il funzionamento della macchina si arresta.
• Sblocca il sistema dallo stato di allarme.
• Sposta il cursore all'inizio del programma se premuto durante l'editing del programma.

Tasti del cursore

I tasti del cursore spostano il cursore in su, in giù, a sinistra o a destra.

Tasti di cambio pagina

Utilizzare questi tasti per cambiare pagina.


Premendo appare la pagina precedente, mentre premendo appare la pagina successiva.

Tasto "INSERT"

Attraverso il tasto si inseriscono i dati introdotti con i tasti numerici e i tasti alfabetici nell'editing
del programma.

Tasto "DELETE"

Con il tasto vengono cancellati i dati non necessari nell'editing del programma.

- 38 -
2. PANNELLO DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLA MACCHINA

Tasto "ALTER"

Con il tasto i dati selezionati con il cursore vengono modificati nei dati nuovi, durante l'editing
del programma.

NOTA
I dati, introdotti con i tasti numerici e i tasti alfabetici, vengono visualizzati
nell'angolo in basso a sinistra dello schermo. I dati visualizzati vengono eseguiti
premendo il tasto (oppure i tasti o nell'editing del programma).
Se i dati sono eseguiti correttamente, essi vengono cancellati dall'angolo
inferiore sinistro della schermata. Se invece è stato specificato un modo non
corretto o dei dati errati, quest'ultimi non vengono cancellati. Oppure, potrebbe
verificarsi un allarme.

2.5 TASTI DELLE CONDIZIONI DI LAVORAZIONE

Tasto "EDM POWER"

Il tasto appronta l'alimentazione elettrica. Anche se si attiva questo tasto, al filo non viene

applicata immediatamente la tensione.

Tasto "WIRE FEED"

Quando premuto, il tasto fa avanzare il filo. Il rullo di avanzamento nella parte posteriore della

macchina gira. La velocità di avanzamento del filo viene specificata nel campo "VEL.FILO" nella
schermata "EDM DATA".

Tasto "WATER"

Quando si preme il tasto si avvia la somministrazione di fluido dielettrico dagli ugelli superiore

ed inferiore. La portata di fluido dielettrico viene specificata nel campo "WATER FLOW RATE" nella
schermata "DATI EDM".

- 39 -
2. PANNELLO DI COMANDO
DELLA MACCHINA PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Tasto "TENSION"

Mediante il tasto si applica al filo la tensione necessaria. La tensione viene specificata nel campo

"WIRE TENSION" nella schermata "EDM DATA".

2.6 TASTI PER LA SELEZIONE DELLA FUNZIONE


Con i tasti per la selezione della funzione è possibile attivare le relative funzioni durante il funzionamento
programmato.
Quando si preme una volta il tasto per la selezione delle funzioni, il LED del tasto si accende per indicare
che la funzione è attivata. Quando si preme di nuovo il tasto, la spia si spegne per indicare che la funzione
è disattivata.

Tasto "M01 STOP" (Arresto opzionale)

Quando si attiva il tasto , il sistema arresta la lavorazione quando incontra il comando M01 nel

programma. Se il tasto non è attivo, il sistema ignora il comando M01.

Tasto""/" SKIP" (Salto del blocco opzionale)

Quando è attivo il tasto , il sistema salta i blocchi che cominciano con "/". Quando il tasto viene

distattivato, il sistema esegue il programma includendo i blocchi che iniziano con "/".

Tasto "SINGLE BLOCK"

Quando si attiva il tasto , il sistema si arresta dopo aver eseguito un singolo blocco. Ciò accade

anche se il programma era stato avviato mediante il tasto

Ogni volta che si preme il tasto , viene eseguito un blocco del programma.

- 40 -
2. PANNELLO DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLA MACCHINA

Tasto "DRY RUN"

Quando si avvia un programma con il tasto , viene eseguito il funzionamento di prova (il filo viene

spostato lungo ciascun asse senza scarica). Viene usata la velocità di avanzamento specificata nell'unità di
comando, che può essere regolata mediante il variatore manuale della velocità di avanzamento.

2.7 TASTI PER LA SELEZIONE DEL FUNZIONAMENTO

Tasto "4 CONDITION"

Quando si preme il tasto , si attivano i tasti , , e . Quando si

preme nuovamente il tasto , questi 4 tasti si disattivano.

Tasto "H.PT RETURN " (Tasto di ritorno al punto di arresto)

Se la lavorazione si ferma a causa di una sconnessione o di qualche altra ragione, muovere manualmente

la tavola XY e connettere il filo metallico, quindi premere il tasto .

Per dettagli, fare riferimento a VI, 3. RITORNO AL PUNTO DI INTERRUZIONE DELLA


LAVORAZIONE.

Tasto "ST.PT RETURN " (Tasto di ritorno al punto iniziale)

Se durante la lavorazione la macchina viene fermata, premere il tasto per riportare il filo al punto

di inizio della lavorazione.


Per dettagli, fare riferimento a VI, 2. RITORNO AL PUNTO DI AVVIO DELLA LAVORAZIONE.

Tasto "RESTART"

Il tasto riprende la lavorazione dopo che è stato premuto il tasto durante la

lavorazione.
errata o dopo il disinserimento della corrente.
Per dettagli, fare riferimento a VI, 4. RIAVVIO DELLA LAVORAZIONE NELLO STATO DI RESET
(RIAVVI LAVORAIONE).
- 41 -
2. PANNELLO DI COMANDO
DELLA MACCHINA PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

2.8 TASTI DI PREPARAZIONE PER IL RIEMPIMENTO /


SCARICO

I tasti e vengono utilizzati per alimentare l'acqua alla vasca di lavoro o per drenarla.

Tasto "FILL"

Se si preme il tasto il fluido dielettrico viene raccolto nella vasca di lavoro. Durante la raccolta

del fluido dielettrico nella vasca di lavoro il LED del tasto si illumina. Premere nuovamente il tasto per
arrestare il riempimento.

Tasto "DRAIN"

Se si preme il tasto il fluido dielettrico viene dreato dalla vasca di lavoro. Il LED sul tasto si

illumina quando l'apertura di drenaggio della vasca di lavoro è aperta. Premere di nuovo il tasto

per chiudere l'apertura di drenaggio e spegnere la spia.

2.9 TASTI PER L’AVANZAMENTO AUTOMATICO DEL FILO

Tasto CUT WIRE (tasto di taglio del filo)

Esegue M50, che impiega il dispositivo di alimentazione automatica del filo (AWF) per tagliare un filo
collegato.

Tasto THREAD WIRE (tasto di collegamento del filo)

Esegue M60, che impiega il dispositivo di alimentazione automatica del filo (AWF) per collegare un filo
tagliato.

Tasto "LOWER JET"

Attivare o disattivare l'ugello del tubo utilizzato usato per inserire il filo.

- 42 -
2. PANNELLO DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLA MACCHINA

2.10 TASTI PER L'ESECUZIONE

Tasto "CYCLE START"

Il tasto avvia il funzionamento automatico. Serve anche per riavviare il funzionamento

automatico dopo l'arresto. Il LED del tasto rimane accesa durante il funzionamento automatico.

Tasto "FEED HOLD"

Il tasto arresta il funzionamento automatico. Quando si preme questo tasto, si arrestano i

movimenti lungo tutti gli assi e la macchina entra nello stato di arresto.

2.11 TASTI DI FUNZIONE

F1 F2 Tasti funzione

Il tasto F1 accende o spegne l'illuminazione optional mentre il tasto F2 apre o chiude la porta sollevabile
optional.

2.12 ALTRI TASTI E SPIE


Pulsante "EMERGENCY STOP"
EMERGENCY STOP

Mediante questo tasto si esegue l'arresto di emergenza. L'operatore deve premere questo pulsante quando
si trova in pericolo o quando la macchina sta per essere gravemente danneggiata. La macchina si ferma
immediatamente. Dopo essere stato premuto, questo pulsante viene bloccato in tale posizione. Per
sbloccare il pulsante, girarlo in senso orario.

- 43 -
2. PANNELLO DI COMANDO
DELLA MACCHINA PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Variatore percentuale della velocità di avanzamento

Il selettore manuale della velocità di avanzamento regola la velocità del movimento durante il
funzionamento automatico.
Con esso può essere modificata la velocità di avanzamento durante l'avanzamento a velocità costante
(G94) e il guadagno della velocità di avanzamento per la servotensione durante il servoavanzamento
(G95).
Se la lavorazione diventa instabile, e la spia LOW VOLT si illumina frequentemente, regolare il selettore
manuale della velocità di avanzamento in modo che la spia non si accenda.
Il selettore può essere utilizzato anche per regolare la velocità di avanzamento nel funzionamento di prova.
Nel funzionamento di prova, comunque, non è possibile aumentare la velocità di avanzamento
selezionando una regolazione superiore al 100%.

Interruttore per il ripristino automatico dell'alimentazione elettrica

AUTO POWER
RECOVERY

Regolando l'interruttore per il ripristino dell'alimentazione elettrica su , si attiva automaticamente


l'alimentazione elettrica dopo un'interruzione.
Se l'alimentazione elettrica è disinserita durante il funzionamento a causa, per esempio, di un'interruzione
elettrica, l'elemento "auto power recovery" sul pannello di comando dei tasti Handy permette la ripresa
automatica della lavorazione subito dopo l'inserimento della corrente.

- 44 -
2. PANNELLO DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLA MACCHINA

2.13 SLOT PER LA SCHEDA DI MEMORIA

Pulsante di espulsione Leva blocco

Scheda Compact flash

Adapter scheda flash compatta

Slot per scheda di memoria

La slot della scheda di memoria è presente sulla sinistra dello schermo da 15".
È possibile inserire una scheda flash compatta nella slot per introdurre o trasferire dei programmi, le
condizioni di lavorazione o per la conversione dei programmi.

2.13.1 Procedura per l'utilizzo della slot della scheda di memoria


• Inserimento della scheda compact flash
1 Installare una scheda flash compatta (inseguito indicata come scheda CF) sull'adapter
A02B-0303-K150 (in seguito indicato come adapter della scheda CF).
2 Accertarsi di sollevare la leva di blocco ed inserire l'adapter CF indicato sopra nella slot della
scheda di memoria.
3 Spingere la leva del blocco verso il basso.

ATTENZIONE
La funzione di blocco è possibile solo quando viene usato l'adapter CF
(A02B-0303-K150).
Inserire l’adapter CF in modo che la superficie dell’etichetta sia rivolta verso lo
schermo.

• Rimozione della scheda CF compatta


1 Aprire la copertura della slot della scheda di memoria.
2 Spingere la leva del blocco verso l'alto.
3 Spingere il pulsante di estrazione un avolta in modo che esca in fuori.
4 Premere di nuovo il pulsante di estrazione per sbloccare l'adapter CF.
5 Rimuovere l'adapter CF con le dita.
6 Chiudere la copertura della slot della scheda di memoria.

ATTENZIONE
Quando la leva del blocco è abbassata (bloccata), il pulsante di espulsione non
può essere premuto.

- 45 -
2. PANNELLO DI COMANDO
DELLA MACCHINA PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

2.13.2 Avvisi e schede flash compatte consigliate


Poiché la scheda flash compatta (in seguito chiamata scheda CF) utilizza la memoria flah, è cosa nota che
i dati nella scheda si rovinano se la scheda viene letta ripetutamente per un lungo periodo di tempo,
causando errori nei dati in determinati casi. La maggior parte delle schede CF presenti sul mercato non
considerano tali errori di dati in modo serio. Le schede CF consigliate in questo manule hanno
un'eccellente capacità di ripristinare automaticamente i dati e sono progettate per non leggere i dati errati,
se ci sono.

Le schede CF consigliate sono indicate di seguito.


Specifica di vendita Capacità
A02B-0281-K601 128MB
A02B-0213-K211 256MB
A02B-0213-K212 1GB
A02B-0213-K213 2GB

Per la scheda CF sul convertitore della scheda ATA, abbiamo verificato il funzionamento con il nostro
adapter di conversione della scheda CF (A02B-0236-K150) o con l'adapter SanDisk (SDCF-31-03,
SDAD-38-J60).
Inoltre, abbiamo verificato il funzionamento con il nostro adapter della scheda CF (A02B-0303-K150)
come adapter integrato.

Adapter di conversione della scheda CF (A02B-0236-K150) Adapter della scheda CF (A02B-0303-K150)

ATTENZIONE
Non garantiamo il funzionamento delle schede CF acquistate da terzi.
La scheda ATA flash è formattata in formato rapido.
Formattare una scheda flash non formattata nel PC. In questo caso, formattare la
scheda nel formato FAT16. Altri formati non sono supportati.

- 46 -
2. PANNELLO DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLA MACCHINA

2.14 PORTE USB

Porta USB

Porta USB
(Optional)

Per la specifica standard, c'è una porta USB sul lato sinistro del display da 15". Per il pannello di
comando della macchina con un'interfaccia esterna, c'è una porta USB sul lato destro rivolta verso il
pannello di comando.
Queste porte sono usate per collegare diversi dispositivi USB.

NOTA
1 Le porte USB si possono collegare con la tensione di alimentazione inserita
(capacità hot-plug).
2 Per la parte anteriore e laterale è possibile alimentare una corrente USB per un
massimo di 500 mA.
3 Compatibilità USB1.1/2.0.

2.15 INTERFACCIA LETTORE/PERFORATORE(optional)

Interfaccia del lettore/perforatore

Per il pannello di comando della macchina con un'interfaccia esterna, c'è un'interfaccia lettore/perforatore
(RS-232-C) sul lato destro rivolta verso il pannello di comando.
Il File "Handy" o altro di simile è collegato a questa interfaccia per inserire o trasferire i programmi o le
condizioni di lavoro.

- 47 -
2. PANNELLO DI COMANDO
DELLA MACCHINA PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

2.16 INTERFACCIA ETHERNET

Ethernet

Retro dell'armadio

Nel retro dell'armadio si trova un'interfaccia Ethernet (10BASE-T/100BASE-T).


Questa interfaccia è usata per il collegamento con ROBOCUT-LINKi del software del PC tramite un cavo
Ethernet.

2.17 SCATOLA DELLA BATTERIA

Scatola
Batterydella
box batteria

L'alloggiamento della batteria si trova sul lato destro dell'armadio elettrico.


Quando sulla schermata appare "BATTERY 2", singifica che le pile a secco interne sono scariche.
Sostituire le pile a secco con altre nuove quando la corrente della macchina è inserita.
(Sostituire le quattro pile C alcaline AM1 insieme.)
Quando non appare "BATTERY 2", sostituire le pile a secco una volta all'anno.
Se si utilizza la macchina con le pile a secco scariche, sarà necessario impostare il punto zero della
macchina ogni volta che si riaccende la macchina.

- 48 -
2. PANNELLO DI COMANDO
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLA MACCHINA

Fig. 2.17 Icona che indica che la tensione della batteria del codificatore impulsi è bassa

ATTENZIONE
Accertarsi di attivare la macchina prima di sostituire le batterie a secco nel
portabatteria.
Se si sostituiscono le batterie a secco mentre la macchina è spenta, si deve
impostare l'origine della macchina.
Con l'apertura dello sportello del portabatteria si ottiene la stessa situazione
della rimozione delle batterie a secco all'interno della scatola.

- 49 -
3. TASTI PER LA SELEZIONE
DELLE SCHERMATE PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

3 TASTI PER LA SELEZIONE DELLE


SCHERMATE

(1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11)

Tutte le schermate possono essere selezioante mediante il touch panel del display.
Tuttavia non sempre è necessario selezionare tutte le schermate.
I tasti di selezione delle schermate sono 12 tasti di uso frequente allineati orizzontalmente nella parte
inferiore del display e consentono la sezione diretta.

Per le impostazioni e il funzionamento dettagliato, vedere la parte IV, "IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE


SU CIASCUNA SCHERMATA".

(1) Tasto MENU


Visualizza la schermata del menu di funzionamento su cui può essere selezionata con il touch panel una
schermata classificata per ciascun compito.
 IV.1 SCHERMATA DEL MENU DI FUNZIONAMENTO

(2) Tasto POS.


Una schermata complessiva in cui le funzioni necessarie per la regolazione possono essere attivate in una
schermata.
Visualizza le coordinate relative, le coordinate assolute e le coordinate macchina delle guide superiori e
inferiori attuali. Può essere specificato anche il limite della corsa.
 IV.2 SCHERMATA PER LE COORDINATE E I PUNTI UTENTE

(3) Tasto IMPOST.


Visualizza le informazioni riguardanti il filo da usare o il pezzo da lavorare e la schermata nella quale è
specificato l'angolo di rotazione e di conicità.
 IV.3 SCHERMATA DEI DATI DI IMPOSTAZIONE

- 50 -
3. TASTI PER LA SELEZIONE
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO DELLE SCHERMATE
(4) Tasto MISURATO
Visualizza la schermata Misurato sulla quale è eseguito il posizionamento automatico del pezzo da
lavoare con i fili.
 IV.6 SCHERMATA MISURATO

(5) Tasto IMPOSIA


Visualizza la schermata di impostazione AI nella quale sono ricercate automaticamente le condizioni di
lavorazione come l'impostazione del diametro del filo, il materiale del pezzo, lo spessore del pezzo e la
rugosità superficiale desiderata.
 IV.7 SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE AI

(6) Tasto DATI EDM


Visualizza la schermata dei dati EDM sulla quale sono controllate o regolate le condizioni per la
lavorazione attuale e sono caricate le condizioni di lavorazione registrate.
 IV.8 SCHERMATA DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO

(7) Tasto PROG.


Visualizza la schermata nella quale è modificato un programma CN È inoltre possibile elencare o caricare
i programmi registrati.
 IV.9 SCHERMATA PROGR. NC

(8) Tasto MONITOR


Visualizza la schermata sulla quale è controllato graficamente il percorso di un programma CN.
 IV.11 SCHERMATE GRP SET E DI CONFERMA GRAFICA

(9) Tasto GRP.MONI


Visualizza la schermata nella quale possono essere monitorate le condizioni di lavorazione mediante il
tracciamento della posizione attuale e del percorso di lavorazione sui grafici disegnati e indicare la
velocità di avanzamento nella lavorazione, la tensione e la corrente.
 IV.12 SCHERMATA MONITOR

(10) Tasto DIAGNOS


Visualizza la schermata nella quale sono indicati gli stati delle parti usurabili.
 IV.14 SCHERMATA DIAGNOS

(11) Tasto I/O EST.


Selezionare questo tasto per introdurre o trasmettere diversi tipi di dati come, per esempio, i programmi
CN o le condizioni di lavorazione mediante una scheda di memoria (scheda flash card), un memory stick
USB o con l'interfaccia lettore/perforatore.
 IV.13 SCHERMATA I/O

- 51 -
4. TASTI HANDY PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

4 TASTI HANDY

(1)

(2)

(3)

(4)

(5)

(6)

(7)

(8)

(9)

Con i tasti Handy si visualizza una schermata o una finestra ausiliaria durante il funzionamento di
ROBOCUT. Quando è attiva la schermata o la finestra selezionata, sono visualizzate nella parte destra del
display le stesse icone dei tasti Handy.

(1) Tasto [Guida]


Visualizza “Guida alla predisposizio.”, che vi consente di controllare le voci del setup per avviare la
lavorazione.

(2) Tasto [Confirma]


Visualizza la finestra "Confirma", che vi consente di controllare contemporaneamente le impostazioni
effettuate in ciascuna schermata. Usare questo tasto per controllare se il setup effettuato dall'operatore è
conforme con l'impostazione attuale.

(3) Tasto [Pannello oper.]


Visualizza una finestra per impostare il blocco macchina, il salto opzionale, il riavvio della lavorazione
dopo il ripristino della mancanza di corrente ed altri elementi.

(4) Tasto [Socurezza]


Visualizza una finestra che serve per proteggere i dati impostati e la modalità operativa mediante una
password.

(5) Tasto [Calc.]


Visualizza la finestra del calcolatore sulla quale si possono eseguire quattro operazioni aritmetiche e
inserire il risultato del calcolo in un campo numerico.

(6) Tasto [LCD]


Svuota il display (LCD). Disattiva anche il funzionamento del touch panel.

- 52 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 4. TASTI HANDY

(7) Tasto [AIUTO]


Visualizza la finestra Aiuto relativa alla posizione del cursore (posizione premuta), che visualizza una
spiegazione dettagliata e note.

(8) Tasto [DIAGNOS]


Visualizza una finestra che serve per controllare lo stato attuale di ROBOCUT.
Usare questo tasto per controllare se vi sono problemi di funzionamento e se il funzionamento può essere
continuato.

(9) Tasto [ALLARM ATTENZ.]


Visualizza una finestra che indica i dettagli di ciascun allarme e messaggi di segnalazione e una finestra
della cronologia che indica le date e le ore in cui gli allarmi e i messaggi di segnalazione sono stati
emessi.

4.1 GUIDA
Questa sezione spiega la guida per il setup.

4.1.1 Schermata

(1)
(7)
(4)

(5)
(2)
(6)
(3)

(1) Vengono visualizzati gli elementi di controllo:


Elemento nero : elemento da controllare
Elemento grigio : elemento da non controllare
L'elemento ha uno sfondo nero : elemento che viene attualmente controllato
(2) Vengono visualizzati i risultati del controllo:
Vuoto : l'elemento non è ancora stato controllato
: l'elemento è stato controllato
(3) Viene visualizzata la guida per ogni elemento da controllare.
(4) Questa icona indica che la guida è in corso.
(5) Visualizzato se l'elemento da controllare o impostare è visualizzato su un'altra schermata.
(6) Visualizzato se vi è un aiuto per l'elemento da controllare o impostare.
(7) Numero delle pagine della guida. Visualizzato se la guida ha più di una pagina.

- 53 -
4. TASTI HANDY PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

4.1.2 Procedimento per l'uso

(1) Premere il pulsante [Start] per eseguire la guida.


(2) Controllare la guida a destra sulla schermata.
(3) Se vi sono schermate collegate, premere i rispettivi pulsanti [Screen jump] per controllare le
impostazioni e gli stati.

- 54 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 4. TASTI HANDY
Premere il pulsante [?] per visualizzare la guida.

(4) Per ritornare da una schermata collegata alla schermata di guida, premere il tasto Handy Guida.
(5) Controllare gli elementi ed effettuare le impostazioni e quindi premere il pulsante [Next].
(6) Se si desidera controllare nuovamente un elemento, premere il pulsante [Back].
(7) Al completamento del controllo di tutti gli elementi, premere il pulsante [Fine] per chiudere la guida.
A questo punto appare la schermata "GRP. MONI".

(8) Premere il tasto per avviare il taglio.

NOTA
1 Se si desidera disattivare la guida prima che termini, premere il pulsante [Stop].
Se si desidera avviare il controllo dell'elemento in cui la guida è stata interrotta,
premere il pulsante [Continue].
Se si desidera avviare il controllo per il primo elemento, premere il pulsante
[Inizio].
2 L'avvio del taglio può essere disattivato finché non si chiude la guida.
A tale scopo selezionare "Vietato" per "Avvio ciclo con guida di setup" sulla
schermata "Display accessibi" di impostazione manuale.

La seguente tabella contiene gli elementi che si possono controllare nella schermata Guida alla
predisposizio.

Elemento di controllo Descrizione


How to operation Controllare come funziona la schermata Guida alla predisposizio.
Checking consumables Controllare la durata utile rimanente dei materiali di consumo, lo stato dei
Regular service filtri e gli elementi da sottoporre a manutezione regolare sulla
schermata ”DIAGNOS-PART.CONS”, sulla schermata "DIAGNOS-FILTRO"
e sulla schermata "DIAGNOS-MANUT ORDIN.".
Searching and registering EDM Selezionare e impostare le condizioni di lavorazione mediante la schermata
data “IMPOS. IA”.
Checking dielectric fluid Controllare lo stato del fluido dielettrico.
Changing wire diameter Sostituire e regolare ogni parte in base al diametro del filo usato.
Exchanging die guide Sostituire il guidafilo in base al diametro del filo usato e alle condizioni di
lavorazione.
- 55 -
4. TASTI HANDY PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Elemento di controllo Descrizione


Exchanging nozzle and upper jet Sostituire gli ugelli superiore e inferiore in base alle condizioni di lavorazione
nozzle usate.
Checking wire Controllare la durata utile rimanente del filo sulla schermata
“DIAGNOS-PART.CONS”.
Impostare il filo da usare in “Filo” sulla schermata “IMPOSTAZIONE”.
Adjusting wire vertical pos. Eseguire la "regolazione verticale del filo" sulla schermata “CON.
Measuring support distance VERTIC.-REGOLAZIONE VERTICALITA”.
Misurare la distanza di supporto sulla schermata "CON.
VERTIC.-MISURAZIONE CONICITA".
Impostare altri elementi collegati alla lavorazione conica sulla schermata
“IMPOSTAZIONE-CONICO”.
Editing NC programs Per eseguire la lavorazione, introdurre un programma CN.
Setting cutting data Se si modifica un angolo R, tratti non tagliati, angolo e figura del profilo
programmati e l'ingrandimento, effettuare le impostazioni sulla schermata
IMPOSTAZIONE.
Checking NC programs Visualizzare e controllare i movimenti della macchina con una figura
disegnata sulla schermata.
Mounting workpiece Impostare il pezzo da usare sulla schermata “IMPOSTAZIONE”.
Adjusting nozzle clearance Regolare il gioco tra gli ugelli superiore e inferiore e il pezzo.
Positioning wire on workpiece Portare il filo al punto di avvio lavorazione sul pezzo mediante la schermata
"Misurato".
Checking movement Eseguire un funzionamento a secco per controllare i movimenti della
macchina durante il taglio e accertarsi che il funzionamento a secco non
presenti alcun problema.
Controllo del filo usato e la Controllare la quantità di filo usato accumulato nell'apposita scatola di
quantità di alimentazione raccolta e la quantità di fluido dielettrico nel serbatoio.
dell'acqua
Filling fluid to work pan Riempie la vasca di lavoro con il fluido dielettrico.
Checking operator's panel and Controllare lo stato attuale del pannello operatore e della macchina, gli
machine condition elementi che sono stati impostati e gli altri elementi.
Start Avviare la lavorazione.

4.1.3 Disposizione degli elementi di controllo

- 56 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 4. TASTI HANDY
(1) Premere il tasto [Modificare].
(2) Selezionare l'elemento di controllo la cui posizione deve essere modificata.

(3) Premere uno dei tasti [Ordinare].


Nella seguente spiegazione, si presume che è premuto.
(4) L'elemento di controllo selezionato si sposta.

NOTA
Le posizioni di "How to operation" e "Start", che si trovano rispettivamente
all'inizio e alla fine dell'elenco degli elementi di controllo non si possono
modificare.

(5) Premere il pulsante [Fine].

- 57 -
4. TASTI HANDY PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

4.1.4 Attivazione/disattivazione degli elementi di controllo

(1) Premere il tasto [Modificare].


(2) Premere il segno vicino all'elemento da non controllare.

- 58 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 4. TASTI HANDY

(3) Il segno diventerà e l'elemento selezionato verrà nascosto.

(4) Premere il pulsante [Fine].

4.1.5 Inizializzazione degli elementi di controllo

(1) Premere il tasto [Modificare].

- 59 -
4. TASTI HANDY PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

(2) Premere il pulsante [Initialize].

(3) Gli elementi di controllo ritornano nel loro ordine iniziale e negli stati ON/OFF.

(4) Premere il pulsante [Fine].

- 60 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 4. TASTI HANDY

4.2 CONFERMA
Questa sezione descrive la procedura per l'utilizzo della finestra Conferma.

 Premere il tasto Handy Conferma.


 La finestra Conferma appare.
 Controllare ogni elemento di cui si desiderano conoscere più dettagliatamente.
 Dopo aver controllato le voci, premere il pulsante Conferma o [Chiudi] per chiudere la finestra.

Gli elementi che si possono controllare nella finestra Conferma vengono spiegati di seguito.

(1) N. prog. per lavoraz.


È indicato il numero del programma di lavorazione attualmente selezionato.
Se il numero del programma di lavorazione è diverso dal numero del programma di disegno, appare
un messaggio.
(2) N. progr. per disegno
È indicato il numero del programma di disegno attualmente selezionato e il tempo di lavorazione
previsto.
(3) FILO
Sono visualizzati il diametro e il materiale del filo attualmente selezionato.
(4) LAVO.
Sono visualizzati il materiale e la larghezza specificata del pezzo attualmente selezionato.
(5) TOLLERANZA
È visualizzato il valore di impostazione attuale del gioco.
(6) CONICO
È visualizzata l'impostazione attuale effettuata per il modo di lavorazione.
(7) Rot./Scala
Sono visualizzati l’angolo di rotazione attuale, il fattore di scala, l’angolo di rotazione dell’asse,
l’immagine speculare o la sostituzione dell’asse.
(8) Start-up con temporizz.
È visualizzata l'impostazione attuale per l'avviamento del timer.

- 61 -
4. TASTI HANDY PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

(9) Pannello di comando

Sono visulizzati lo stato attuale ON/OFF dei tasti , , , , , e

sul pannello di comando e il valore di override della velocità di avanzamento.

4.3 PANNELLO DI COMANDO


Questa sezione descrive la procedura per l'utilizzo della finestra Pannello operat.

(1) (2)

(4)
(3)

(5)

(7)
(6)

(8)

(9)

 Premere il tasto Handy sul pannello di comando


 Appare la finestra del pannello di comando.
 Premere il tasto desiderato per abilitare la relativa impostazione. Premere di nuovo il tasto per
annullare l'impostazione.
 Per il blocco macchina, premere il tasto e selezionare se attivare o disattivare la funzione.
 Dopo aver impostato le voci necessarie, premere il tasto del pannello di comando o [Chiudi] per
chiudere la finestra.

Di seguito vi sono descritti gli elementi che si possono comandare sul Pannello oper..
(1) ACQ.
Arresta l'alimentazione superiore ed inferiore del liquido dielettrico.
(2) Start-up con temporizz.
Per impostare la data e l'orario in cui ha luogo l'avviamento del timer.
(3) Salto opzion.
Esegue o salta i blocchi preceduti da "/0 - /9" secondo le impostazioni.
(4) LUCE
Per impostare l'orario quando la luce o simile si spegne automaticamente.
(5) ON/OFF autom.
Imposta il ripristino automatico dell'alimentazione elettrica e lo spegnimento automatico.
(6) Modo ciclo
Specifica un blocco macchina.

- 62 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 4. TASTI HANDY
(7) Modo pausa
Imposta la data e l'ora quando la modalità sleep è sbloccata.
Questo elemento non viene visualizzato se Rilascio (ora programmata): nella Modo pausa sulla
schermata "Monitor consumo energetico-Impostazione risp.energ." è impostato su "OFF".
(8) Regolazione pressione (slitta elettrodo)
Utilizzare questo elemento per regolare la pressione del perno di scorrimento nella guida superiore.
Per dettagli, consultare il paragrafo 3.3.6, "Regolazione della pressione del perno della slitta nella
guida superiore (diametro filo: da 0,2 a 0,3)", nella parte X, "AWF2".
(9) ID operatore
Imposta l'ID dell'operatore utilizzato per ROBOCUT-LINKi.
Per dettagli, fare riferimento al manule dell'operatore per ROBOCUT-LINKi.

4.4 SICUREZZA
Questa sezione descrive la procedura per l'utilizzo della finestra Sicurezza.

Procedura di blocco
 Premere il tasto Handy Sicurezza.
 Si apre la finestra di sicurezza.

 Inserire la password che si desidera impostare. (Non premere il tasto .)

Inserire una password di cinque o più cifre.


 Premere corrispondente ad un elemento da bloccare.
 L'elemento è bloccato.
 Dopo l'impostazione, premere il tasto di sicurezza o il tasto [Chiudi] per chiudere la finestra.

Procedura di sblocco
 Premere il tasto Handy Sicurezza.
 Si apre la finestra di sicurezza.

 Inserire la password che si desidera impostare. (Non premere il tasto .)

- 63 -
4. TASTI HANDY PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

 Premere corrispondente ad un elemento da sbloccare.


 L'elemento è sbloccato.
 Dopo l'impostazione, premere il tasto di sicurezza o il tasto [Chiudi] per chiudere la finestra.

4.5 CALCOLATRICE
Questa sezione descrive la procedura per l'utilizzo della finestra Calcolatrice.

 Premere il tasto Handy Calc.


 Si apre la finestra "Calculator".
 Si possono eseguire diverse operazioni.
Si può premere il pulsante [INPUT] per inserire il risultato del calcolo in un campo numerico.
 Si può premere un pulsante [X] o [Y] per leggere il valore numerico del coordinato (coordinato
relativo, assoluto o della macchina).
 Per terminare l'uso della calcolatrice, premere il tasto Calc. o toccare la schermata ROBOCUT per
chiudere la finestra.

- 64 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 4. TASTI HANDY

4.6 GUIDA
 Questa sezione descrive la procedura per l'utilizzo della finestra Guida.

 Premere il tasto Handy Aiuto.


 Quando viene visualizzato “?” sul tasto Aiuto, premendo un elemento di cui si desidera visualizzare
le informazioni visualizza le informazioni.
 Per terminare l'uso della finestra Aiuto, premere il tasto Aiuto per chiudere la finestra.

- 65 -
4. TASTI HANDY PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

4.7 ALLARME / AVVERTENZA


Se viene emesso un allarme o un messaggio di segnalazione, si possono controllare i dettagli sulla
schermata “Allarme/Avvertenza”.

4.7.1 Controllo dell'allarme emesso [Alarm]


Se viene emesso un allarme, vengono visualizzate le informazioni comprese il numero di allarme, i
dettagli dell'allarme, la relativa causa e il provvedimento da adottare.

SUGGERIMENTO
Inserendo il numero e il tipo di allamre nei campi nella finestra Allarme (dettagli)
vengono visualizzati i dettagli, la causa e il provvedimento da adottare.

Per terminare la visualizzazione dell'allarme, premere il tasto [ALLARM ATTENZ.] o il pulsante


[Chiudi] per chiudere la finestra.

- 66 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 4. TASTI HANDY

4.7.2 Controllo della cronologia degli allarmi che sono stati emessi
[Hystory]
Per ogni allarme viene visualizzato il numero di allarme, il tipo di allarme, la data e l'ora di emissione.

I numeri inferiori sono assegnati agli allarmi con date più attuali.
Se si verifica più di un allarme contemporaneamente, viene visualizzata la stessa data e la stessa ora.
Per terminare la visualizzazione dell'allarme, premere il tasto [ALLARM ATTENZ.] o il pulsante
[Chiudi] per chiudere la finestra.

- 67 -
5. CONSOLE PENSILE PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

5 CONSOLE PENSILE
È disponibile una console pensile per lo spostamento della tavola XY manuale. La console pensile si
attiva premendo il tasto della medesima. Quando si preme il tasto il CNC entra nel

modo per la visualizzazione della schermata manuale.

Le spie sui tasti , , e si spengono per indicare che il pannello di comando è

attivato.

ATTENZIONE
I tasti sul pannello di comando portatile, tranne <CYCLE START> e ,
funzionano solo quando [Pendant Controller] è impostato su "VALID".

5.1 ASPETTO E AREA DI VISUALIZZAZIONE DELLA


CONSOLE DI COMANDO PENSILE

Fig. 5.1 (a) Console pensile

- 68 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 5. CONSOLE PENSILE

(1) Posizione (2) Condizione di

(3) Modo
X 0 00.0000W TR E< J
Quando si verifica un
cortocircuito, viene visualizzato 
Y 0 00.0000 RAPD invece di <.

(4) Condizione

Fig.5.1 (b) Schermo a cristalli liquidi

5.2 TASTI

Tasto "PEND"

Premendo questo tasto si attiva il pannello di comando portatile.

Tasto "DISP. MODE"

Ogni volta che si preme il tasto , si modificano i dati nel campo della posizione (1).

X 76.9365 <J Sono visualizzate le


Y 10.6203 coordinate X e Y.

U 0.0000 <J Sono visualizzate le coordinate


V 0.0000 U e V.

Z 32.7189 <J Una coordinata Z viene


visualizzata (solo con asse Z
motorizzato).

Si visualizzano di nuovo le coordinate X e Y.

Tasti per l'avanzamento manuale

Impostare lo spostamento specificato con la console di comando pensile su [JOG] (avanzamento manuale
continuo) o [STEP] (avanzamento a passi).
Nel campo del modo (3) viene visualizzato uno dei seguenti simboli:
JOG  "<J"
STEP  "<I"

- 69 -
5. CONSOLE PENSILE PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Tasti per la selezione della velocità di


avanzamento o dell'incremento

Questi tasti specificano la velocità di avanzamento o la distanza da percorrere.


La velocità di avanzamento o la distanza da percorrere selezionate sono visualizzate nel campo delle
condizioni (4) come riportato qui di seguito:

Avanzamento manuale continuo


RAPIDO:  "RAPD"
ALTO:  "HIGH"
MID:  "MID"
BASSO:  "LOW"

Avanzamento passo a passo


1000  "*1000"
100  "*100"
10  "*10"
1  "*1"
0.1  "*0.1"

-X +X -Y +Y -U +U

Tasti per la selezione dell'asse


-V +V -Z +Z -6th +6th

Premere uno di questi tasti sulla console di comando pensile per spostare la tavola XY e gli assi UVZ.

I tasti e possono essere utilizzati solo nei modelli dotati di sei assi.

Tasto "VERT"

Premendo questo tasto contemporaneamente al tasto dopo aver eseguito un movimento lungo gli

assi U o V, ha luogo il ritorno alla posizione verticale specificata.

Tasti "GENERATORE EDM", "VEL. FILO",


"WATER", e "TENS FILO"

Premendo uno di questi tasti, si attiva la funzione corrispondente.


Il simbolo della funzione abilitata viene visualizzato nel campo della condizione di lavorazione, come
indicato qui di seguito.
<GENERATORE EDM> è [E].
<VEL. FILO> è [W].
<WATER> è [R].
<TENS FILO> è [T].

- 70 -
B-85434IT/03 PANNELLI DI COMANDO 5. CONSOLE PENSILE

Tasti "C START" e "F ARRESTO"

Premendo il tasto <CYCLE START> si inizia l'operazione di lavorazione. Premendo il tasto si


arresta la lavorazione.
Nel campo (4) della condizione, si visualizza "ST." durante il funzionamento automatico e "HL." durante
l'arresto dell'avanzamento.

Tasto "START P.R."

Con questa funzione è possibile spostare la tavola con avanzamento in rapido dalla posizione attuale a
quella del punto di avvio della lavorazione tramite il percorso più breve. Per eseguire questa funzione,
premere e tenere premuto il tasto e premere quindi questo tasto.

Durante il movimento della tavola, il messaggio ST.P lampeggia nel campo della condizione (4).

Tasto "HOLD P.R."

Con questa funzione è possibile spostare la tavola con avanzamento in rapido dalla posizione attuale alla
posizione di interruzione della lavorazione lungo il percorso più breve. Per eseguire questa funzione,
premere e tenere premuto il tasto e premere quindi questo tasto.

Mentre la tavola si sta muovendo, il messaggio HLD.P lampeggia nel campo della condizione (4).

Tasto "Z RETURN"

Con questa funzione è possibile spostare automaticamente la tavola lungo l'asse Z, nella posizione di
impostazione del limite dell'asse Z.
Per eseguire questa funzione, premere e tenere premuto il tasto e premere quindi questo tasto.

Quando questa funzione viene eseguita, fare attenzione affinché la tavola non si scontri con il pezzo o con
altri oggetti.

Tasto FEED ENBL

Utilizzare questo tasto per attivare le funzioni che vengono richiamate con i tasti START P.R., HOLD
P.R., e Z-AXIS RETURN.
Per eseguire una di queste funzioni, premere e tenere premuto il tasto , e premere quindi questo

tasto.

- 71 -
5. CONSOLE PENSILE PANNELLI DI COMANDO B-85434IT/03

Tasto "LOWER JET"

Questo tasto attiva o disattiva l'ugello del tubo utilizzato per infilare il filo metallico.

Per la descrizione dei tasti , , , , , e , vedere il capitolo

3.2, " CONSOLE DI COMANDO PENSILE AWF2”, nella parte X.

- 72 -
III. PROCEDURE DI BASE
In questa parte sono descritte le procedure di base per l'utilizzo di ROBOCUT per la lavorazione.
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE 1. UTENSILI NECESSARI

1 UTENSILI NECESSARI
Quando si lavora con ROBOCUT, sono necessari i seguenti utensili Poiché questi utensili si utilizzano
spesso, conservarli nelle vicinanze.

(1) Chiave per viti Allen


Chiavi con cui è possibile stringere bulloni ad esagono cavo da M3 a M8.
Queste chiavi si usano per stringere i bulloni per fissare il pezzo o per regolare la guida superiore e
quella inferiore.

(2) Spessimetri da 0,1 a 0,2 mm.


Gli spessimetri sono impiegati per controllare la distanza fra l'ugello e il pezzo durante la
lavorazione.

0.1

0.2

(3) Scala dell'elettrodo (compresa con la macchina)


La scala è utilizzata per controllare la posizione dell’elettrodo.

U L

(4) Pietra per affilare ad olio molto fine


La pietra per affilare è usata per sbavare il pezzo e per rimuovere la sporcizia dalla tavola
portapezzo.

- 75 -
1. UTENSILI NECESSARI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(5) Accendino a gas (è sufficiente un normale accendino a gas.)


L'accendino serve per riscaldare il filo per raddrizzarlo o per tagliarlo. Notare che un accendino a
benzina non è in grado di fornire il calore sufficiente a tali scopi.

(6) Chiave di 6 mm o di 10 mm o chiave inglese a rullino piccola


È impiegata per il montaggio e lo smontaggio dei guidafilo.

10
6

(7) Chiave da 30 mm o chiave inglese a rullino


Questa chiave è usata per rimuovere le parti del filtro dal serbatoio del dielettrico.

Vengono inoltre usati i seguenti strumenti di misurazione:

(1) Comparatore a quadrante (suddivisioni di 0,002 mm)


Questo comparatore permette di controllare se la superficie del pezzo montato è orizzontale.

(2) Micrometro
Permette di misurare le dimensioni di un pezzo lavorato.

- 76 -
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE 1. UTENSILI NECESSARI
(3) Tensiometro
Permette di misurare la tensione del filo.

1700

- 77 -
2. PROCEDURE OPERATIVE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

2 PROCEDURE OPERATIVE
Ruotare l'interruttore sul retro dell'armadio del CNC per
inserire la corrente principale.
Inserimento dell'alimentazione elettrica Premere il pulsante ON in alto, a sinistra, sul pannello di
comando della macchina per inserire la corrente alla
macchina.
Esecuzione degli spostamenti manuali Premere i tasti sul pannello di comando per eseguire gli
spostamenti lungo gli assi.

Controllare gli elettrodi e gli ugelli Controllare lo stato degli elettrodi e degli ugelli superiori e
inferiori.

Montare il filo e agganciarlo ai rulli. Montare un pezzo sulla


Installazione del filo e del pezzo tavola portapezzo. Usare il comparatore a quadrante per
verificare se il pezzo installato è orizzontale. Se necessario,
regolare il livello del pezzo.

Introduzione del programma Introdurre un programma, per esempio, da un file Handy.

Selezionare le condizioni per la lavorazione. Per selezionare le condizioni di lavorazione usare la


funzione di impostazione IA delle condizioni di lavorazione.

Controllo del disegno Controllare i programmi introdotti e le regolazioni sulla


schermata del grafico.

Posizionamento del filo in base al Posizionare correttamente il filo in base al pezzo installato.
pezzo

predisposizione della macchina Controllare la distanza fra l'ugello e il pezzo e controllare la


per la lavorazione quantità di filo contenuta nella scatola del filo.

Avvio della lavorazione


Premere il tasto per avviare la lavorazione.

Termine della lavorazione Al termine della lavorazione, estrarre il pezzo lavorato.

Esaminare e controllare il Esaminare e controllare il pezzo rimosso dalla macchina.


prodotto lavorato

La cosa migliore è pulire ogni componente della macchina


Pulizia della macchina
immediamente dopo la lavorazione. La sporcizia riduce
considerevolmente la velocità e la precisione di
lavorazione.
Disinserimento della corrente Al termine della giornata di lavoro, disinserire la corrente
elettrica.

- 78 -
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE 3. ACCENSIONE

3 ACCENSIONE
(1) Girare l'interruttore automatico su ON.
Ruotare velocemente su ON la manopola dell'interruttore automatico che si trova sul retro della
macchina.

Ruotare
Rotate
velocemente
quickly

NOTA
Se la manopola è ruotata troppo lentamente, il dispositivo di sicurezza
dell'interruttore potrebbe entrare in funzione, impedendo l'accensione.

(2) Premere il pulsante bianco ON a sinistra dello schermo.

ON

La schermata di comando appare dopo circa 70 secondi.


Dopo aver premuto l'interruttore di spegnimento, attendere circa 4 secondi prima di premere
l'interruttore di accensione.

- 79 -
3. ACCENSIONE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

SUGGERIMENTO
Se la quantità di acqua nel bagno dell'acqua pulita è insufficiente, appare sulla
schermata il messaggio "Tank Setup in Progress". Le probabili cause sono:
 I fori del filtro sono otturati.
 La pompa del filtro è contaminata.
 Il filtro della pompa del filtro è contaminato.

(3) Se è utilizzata l'unità di raffreddamento del liquido dielettrico, questa si accende quando viene
premuto il pulsante ON, sul pannello frontale della macchina

- 80 -
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE 4. SPOSTAMENTI MANUALI

4 SPOSTAMENTI MANUALI
Gli spostamenti manuali lungo gli assi X, Y, U, V o Z possono essere eseguiti con uno dei seguenti due
modi:

(1) Lo spostamento manuale continua finché è tenuto premuto il tasto corrispondente sul pannello di
comando della macchina.
(2) Ogni volta che viene premuto il tasto corrispondente sul pannello di comando della macchina, ha
luogo lo spostamento manuale pari alla distanza specificata.

4.1 ESECUZIONE DI UNO SPOSTAMENTO MANUALE


CONTINUO

(1) Premere il tasto .

(2) Selezionare la velocità di spostamento.

BASSO: 100 mm/minuto


MEDIO: 200 mm/minuto
ELEVATO: 300 mm/minuto
RAPIDO: 900 mm/minuto

In questo esempio, il tasto premuto è :

(3) Premere il tasto , , , , , , , , , o


corrispondente alla direzione di spostamento desiderata.

- 81 -
4. SPOSTAMENTI MANUALI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

4.2 ESECUZIONE DI UNO SPOSTAMENTO MANUALE PARI


AD UNA DISTANZA SPECIFICATA

(1) Premere il tasto .

(2) Selezionare la distanza da compiere per ciascun spostamento.

BASSO  0,1 ............... 0,1 m/volta


MEDIO  1 ................. 1 m/volta
ELEVATO  10 .......... 10 m/volta
RAPIDO  100 ............ 100 m/volta
RAPIDO  1000 .......... 1000 m/volta

Poiché nell’esempio precedente è stato premuto il tasto , la distanza di ciascuno spostamento


diventa 0,1 mm.

(3) Premere il tasto , , , , , , , , , o


corrispondente alla direzione di spostamento desiderata.

- 82 -
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE 4. SPOSTAMENTI MANUALI

4.3 RITORNO DEL FILO NELLA POSIZIONE VERTICALE


Se la guida superiore è stata spostata lungo gli assi U o V, il filo non è più in posizione verticale. Per

riportare il filo in posizione verticale, premere il tasto .

(1) Eseguire uno spostamento lungo gli assi U o V nel modo Jog o nel modo di avanzamento passo a
passo.

(2) Premere il tasto . Il filo ritorna nella posizione verticale specificata.

tasti

(3) Quando il filo è ritornato nella posizione verticale, si accende la spia sul tasto .

SUGGERIMENTO
Per il posizionamento verticale del filo, vedere il capitolo 1 della parte VI.

- 83 -
4. SPOSTAMENTI MANUALI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

4.4 ESECUZIONE DI UNO SPOSTAMENTO LUNGO L’ASSE Z


Uno spostamento lungo l’asse Z può essere eseguito con i tasti sul pannello di comando della macchina.

4.4.1 Esecuzione di un movimento lungo l'asse Z motorizzato


Uno spostamento lungo l’asse Z può essere eseguito con i tasti sul pannello di comando della macchina.
 Lo spostamento lungo l'asse Z può essere eseguito nel modo Jog o nel modo di avanzamento passo a
passo.

4.5 SPOSTAMENTO DEL FILO VICINO AL SESTO ASSE


Quando si utilizza un asse di rotazione (optional) per una tavola di indessaggio, utilizzare i tasti sul
pannello di comando per spostare il filo vicino al sesto asse (asse di rotazione).

 Premere il tasto .

 Il LED sul lato indicante il sesto asse del tasto si illumina.


 È possibile spostare il filo vicino al sesto asse nel modo di avanzamento jog o passo a passo.

- 84 -
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE 4. SPOSTAMENTI MANUALI

4.6 SPOSTAMENTO DEL FILO LUNGO CIASCUN ASSE


UTILIZZANDO IL PANNELLO DI COMANDO PORTATILE

(1) Premere il tasto sulla console pensile.

(2) Premere il tasto per passare ad un'altro display sul pannello di comando portatile. Premere più

volte il tasto finché appare l'asse su cui si desidera spostare il filo.

(3) Premere il tasto sul pannello di comando portatile e selezionare [JOG] o [STEP]. Ogni volta
che viene premuto il tasto, si seleziona [JOG] o [STEP] alternativamente.
Nel display sul pannello di comando portatile appare "<J" (avanzamento jog) o "<I" (avanzamento
passo a passo).

(4) Utilizzare il tasto , , , o per selezionare la velocità di avanzamento


corrispondente (per l'avanzamento jog) o la lunghezza di spostamento (per l'avanzamento passo a
passo).

- 85 -
4. SPOSTAMENTI MANUALI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(5) Utilizzare i tasti , , , , , , , , , , e

per spostare il filo lungo o vicino ciascun asse.

- 86 -
5. CONTROLLO DEGLI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE ELETTRODI E DEGLI UGELLI

5 CONTROLLO DEGLI ELETTRODI E DEGLI


UGELLI
Prima di iniziare la lavorazione, controllare lo stato degli elettrodi a perno e degli ugelli superiore e
inferiore.

5.1 CONTROLLO DEGLI ELETTRODI A PERNO


Un elettrodo usurato può causare dei problemi di taglio.
Quando si cambia la posizione dell'elettrodo, far attenzione affinché il filo metallico non entri in una
scanalatura (solco del filo). Se non c'è spazio a sinistra per la modifica della posizione dell'elettrodo,
cambiare posto.
Le specifiche variano per i perni dell'elettrodo superiore e inferiore. Se i perni dell'elettrodo superiori e
inferiori vengono scambiati quando si utilizzando, possono verificarsi problemi di lavorazione. Fare
attenzione a non confonderli.

Numero di ordinazione del perno dell'elettrodo:


Elettrodo superiore A290-8110-X750 (un pezzo) (Dimensioni: 12  23  4 mm)
Elettrodo inferiore Tipo di elettrodo mobile: A290-8119-Z780 (un pezzo) (Dimensioni: 10  30  4 mm)
Tipo di elettrodo fisso: A290-8110-X750 (un pezzo) (Dimensioni: 12  23  4 mm)

5.1.1 Come utilizzare la scala per l'elettrodo


Per regolare la posizione dell'elettrodo, utilizzare la scala apposita.
 La scala dell'elettrodo consiste in un cilindro di diametro di 2,5 mm e lungo 85 mm.
 La scala ha tacche ad intervalli di 1,5 mm. Le tacche sono utilizzate come guida per determinare la
posizione dell'elettrodo.
 Le tacche tra 15 mm e 31,5 mm dall'estremità della scala servono alla regolazione della posizione
dell'elettrodo superiore. (L'intervallo di regolazione è delimitato da due tacche rosse.)
 Le tacche tra l'altra estremità e 16,5 mm da essa servono per la regolazione della posizione
dell'elettrodo inferiore. (La parte fra l'estremità e la tacca rossa corrisponde all'intervallo di
regolazione.)
 La scala è dotata di due fermi. Sono fissati alla scala da una vite.
 Assicurare il fermo con la "U" alle tacche per l'elettrodo superiore. Assicurare il fermo con la "L"
alle tacche per l'elettrodo inferiore.
 Quando si utilizza un nuovo perno, o la nuova superficie di un perno già esistente, applicare ciascun
fermo alla posizione più vicina alla rispettiva estremità della scala prima di regolare la posizione dei
perni.
AA DD EE

UU L

BB FF C
C
A: Scala dell'elettrodo D: Fermo per il perno superiore
B:A:Tacche
Electrode
perpin scalesuperiore
il perno D: Fermo
E: Stopperperforilthe upper
perno electrode pin
inferiore
B: Slits for the upper electrode pin E: Stopper for the lower electrode pin
C:C:Tacche per il perno inferiore pin
Slits for the lower electrode F: Lettera incisa
F: Engraved letter

Numero di ordinazione della scala del perno dell'elettrodo: A290-8110-V783#STD

- 87 -
5. CONTROLLO DEGLI
ELETTRODI E DEGLI UGELLI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

[Regolazione della posizione dell'elettrodo superiore]


 Se la posizione dell'elettrodo è regolata con il fermo posizionato sulla tacca rossa più a sinistra della
scala, il filo metallico toccherà la parte più a sinistra del perno.
 Se la posizione dell'elettrodo è regolata con il fermo posizionato sulla tacca rossa più a destra della
scala, il filo metallico toccherà la parte più a destra del perno.
A C A: Scanalatura rossa più a sinistra
B: Il filo metallico tocca la parte più a sinistra del perno.
C: Scanalatura rossa più a destra
D: Il filo metallico tocca la parte più a destra del perno.

B D

[Regolazione della posizione dell'elettrodo inferiore]


 Se la posizione dell'elettrodo è regolata con il fermo sull'estremità sinistra della scala, o se la
superficie del lato destro del perno è a livello con la superficie della parte destra del supporto del
perno, il filo metallico toccherà la parte più a sinistra del perno.
 Se la posizione dell'elettrodo è regolata con il fermo applicato sulla tacca rossa più a destra della
scala, o se la superficie della parte sinistra del perno è a livello con la superficie della parte sinistra
del supporto del perno, il filo metallico toccherà la parte più a destra del perno.

A C

A: Estremità di sinistra della scala


B: Il filo di taglio tocca la parte più a sinistra del perno.
C: Tacca rossa più a destra
D: Il filo metallico tocca la parte più a destra del perno.

B D

- 88 -
5. CONTROLLO DEGLI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE ELETTRODI E DEGLI UGELLI

5.1.2 Procedura di controllo dell'elettrodo


[Perno dell'elettrodo superiore]
(1) Allentare la vite a testa zigrinata su ciascuno dei lati della guida superiore per rimuovere la copertura
dell'elettrodo.

A: Copertura dell'elettrodo
B: Vite a testa zigrinata

(2) Inserire la scala dell'elettrodo nella scanalatura in cui si trova il perno e controllare la posizione di
quest'ultimo.
 Per prima cosa, muovere il fermo sulla scala dell'elettrodo sul lato in cui non vi sono
scanalature.
 Inserire la scala dell'elettrodo fino in fondo nella scanalatura del perno, quindi premere il fermo
contro il blocco della guida e fissarlo.

A B

A: Introdurre la scala. B: Premere il fermo

- 89 -
5. CONTROLLO DEGLI
ELETTRODI E DEGLI UGELLI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(3) Rimuovere il perno dell'elettrodo.


 Rimuovere le viti di fermo dell'elettrodo. Inserire una chiave esagonale sottile nella scanalatura
per estrarre il perno.
 Le viti di fermo del perno sono più di una; esse si trovano nella parte anteriore del gruppo della
guida superiore e nella parte posteriore del gruppo della guida inferiore.
 Dopo aver rimosso l'elettrodo a perno, spruzzare aria compressa nella scanalatura per soffiare
via i trucioli di filo e la sporcizia.
[Gruppo della guida superiore]

A: Vite di fermo dell'elettrodo


B: Togliere il perno dalla scanalatura,
quindi pulirla con aria compressa.
A
B

ATTENZIONE
Prima di rimuovere l'elettrodo a perno, memorizzare la direzione e l'orientamento
in cui andrà rimontato.

(4) Pulire l'elettrodo con un agente per la rimozione della ruggine.


 Non solo i graffi, ma anche i depositi di sporcizia sull'elettrodo possono influenzare
negativamente l'operazione di taglio. Pulire pertanto l'elettrodo a perno.
 Dopo la pulizia del perno con una sostanza per togliere la ruggine, sciacquarlo adeguatamente
con acqua di rubinetto.
 Se sul perno ci sono sporgenze, levigarle utilizzando una pietra per affilare ad olio.

A: Elettrodo a perno per la guida superiore


(A290-8110-X750)
B: Lavare con agente per la rimozione della
A ruggine.

- 90 -
5. CONTROLLO DEGLI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE ELETTRODI E DEGLI UGELLI

(5) Montare il perno dell'elettrodo.


 Inserire il perno nella scanalatura, facendo attenzione al suo orientamento (memorizzato prima
della rimozione).
 Posizionare il fermo per il perno sulla scala, in una tacca più in là rispetto al punto in cui il
fermo era stato fissato prima della rimozione dell'elettrodo.
 Inserire la scala dell'elettrodo nella scanalatura fino a che il fermo non tocca il corpo della
guida.

 Stringere le viti di fermo dell'elettrodo per fissarlo.

A: Viti del tappo del perno


dell'elettrodo

ATTENZIONE
La testa ad esagono cavo della vite di fermo dell'elettrodo è di dimensioni M3, in
modo da poter essere stretta con una coppia adeguata. Assicurarsi di utilizzare
una chiave esagonale M3 a forma di L. Non utilizzare una chiave per bussole o
prolungare la chiave esagonale M3 a L. Se si stringe l'elettrodo con una coppia
eccessiva lo si rompe.

- 91 -
5. CONTROLLO DEGLI
ELETTRODI E DEGLI UGELLI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

[Tipo di elettrodo inferiore di tipo mobile]


(1) Premere il pulsante di cambio del perno dell'elettrodo inferiore. L'elettrodo si sposta verso il lato
posteriore della macchina per permettere la sua sostituzione.

(2)

(3)
(1)

Selezionare (1) [PART.CONS] e (2)


Selezionare [DIAGNOS] sulla schermata del [ELECTRODO] e premere il pulsante per la
Menu. sostituzione del perno dell'elettrodo <3>.

Parte anteriore
Parte anteriore

C400iB C600iB/C800iB
A: L'elettrodo inferiore si sposta verso il lato posteriore della macchina per permettere la sua sostituzione.

(2) Inserire la scala dell'elettrodo nella scanalatura in cui si trova il perno e controllare la posizione di
quest'ultimo.

Parte anteriore

A: Controllare la posizione dell'elettrodo sulla sua scala.

- 92 -
5. CONTROLLO DEGLI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE ELETTRODI E DEGLI UGELLI

(3) Usare una chiave esagonale a forma di L da 2,5 mm di distanza dal lato opposto per allentare la vite
di fermo del perno dell'elettrodo.

Parte anteriore A

Parte anteriore

C400iB C600iB/C800iB
A: Allentare la vite di fissaggio del perno dell'elettrodo (svitandola di max. 180°).

(4) Estrarre il perno dell'elettrodo e pulirlo con un prodotto antiruggine. Usare lo stesso metodo di
pulizia del perno dell'elettrodo superiore.
(5) Montare il perno dell'elettrodo.
 Per C600iB/C800iB, inserire una chiave sottile nella scanalatura e spostare il blocco interno
davanti come indicato nella figura.
A

Par te anterior e

A: Spostare il blocco interno sul davanti della macchina. (C600iB/C800iB)

 Inserire il perno nella scanalatura, facendo attenzione al suo orientamento (memorizzato prima
della rimozione).
 Posizionare il fermo per il perno dell'elettrodo sulla scala, in una tacca più in là rispetto al punto
in cui il fermo era stato fissato prima della rimozione dell'elettrodo.
 Inserire la scala del perno nella scanalatura fino a che il fermo non tocca il corpo della guida.

Parte anteriore

A: Regolare la posizione con la scala dell'elettrodo.


- 93 -
5. CONTROLLO DEGLI
ELETTRODI E DEGLI UGELLI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(6) Stringere le viti di fermo del perno dell'elettrodo per fissarlo.

A
Parte anteriore

Parte anteriore

C400iB C600iB/C800iB
A: Stringere la vite di fissaggio dell'elettrodo.

ATTENZIONE
La testa ad esagono cavo della vite di fermo dell'elettrodo è di dimensioni M3, in
modo da poter essere stretta con una coppia adeguata.
Accertarsi di utilizzare una chiave esagonale a L da 2,5 mm. Non utilizzare una
chiave per bussole o prolungare la chiave esagonale a L.
Se si stringe l'elettrodo con una coppia eccessiva lo si rompe.

(7) Premere il pulsante di cambio del perno dell'elettrodo inferiore.


L'elettrodo si sposta verso la parte anteriore della macchina per permettere la lavorazione.
A

Parte anteriore Parte anteriore

C400iB C600iB/C800iB
A: L'elettrodo inferiore si sposta verso la parte anteriore della macchina per permettere la lavorazione.

- 94 -
5. CONTROLLO DEGLI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE ELETTRODI E DEGLI UGELLI

[Perno dell'elettrodo inferiore di tipo fisso]


(1) Inserire la scala dell'elettrodo nella scanalatura in cui si trova il perno e controllare la posizione di
quest'ultimo.
 Per prima cosa, muovere il fermo sulla scala dell'elettrodo sul lato in cui non vi sono
scanalature.
 Inserire la scala dell'elettrodo fino in fondo nella scanalatura del perno, quindi premere il fermo
contro il blocco della guida e fissarlo.

A B

A: Introdurre la scala.
B: Spingere il dispositivo di arresto e fissarlo.

(2) Rimuovere il perno dell'elettrodo.


 Rimuovere le viti di fermo dell'elettrodo. Inserire una chiave esagonale sottile nella scanalatura
per estrarre il perno.
 Le viti di fermo del perno sono più di una; esse si trovano nella parte anteriore del gruppo della
guida superiore e nella parte posteriore del gruppo della guida inferiore.
 Dopo aver rimosso l'elettrodo a perno, spruzzare aria compressa nella scanalatura per soffiare
via i trucioli di filo e la sporcizia.

B
A

A: Vite di fermo dell'elettrodo


B: Togliere il perno dalla scanalatura, quindi pulirla con aria compressa.

ATTENZIONE
Prima di rimuovere l'elettrodo a perno, memorizzare la direzione e l'orientamento
in cui andrà rimontato.

(3) Pulire l'elettrodo con un agente per la rimozione della ruggine. Usare lo stesso metodo di pulizia del
perno dell'elettrodo superiore.

- 95 -
5. CONTROLLO DEGLI
ELETTRODI E DEGLI UGELLI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(4) Montare il perno dell'elettrodo.


 Inserire il perno nella scanalatura, facendo attenzione al suo orientamento (memorizzato prima
della rimozione).
 Posizionare il fermo per il perno dell'elettrodo sulla scala, in una tacca più in là rispetto al punto
in cui il fermo era stato fissato prima della rimozione dell'elettrodo.
 Inserire la scala del perno nella scanalatura fino a che il fermo non tocca il corpo della guida.

 Stringere le viti di fermo del perno dell'elettrodo per fissarlo.

A: Vite di fermo del perno dell'elettrodo

ATTENZIONE
La testa ad esagono cavo della vite di fermo dell'elettrodo è di dimensioni M3, in
modo da poter essere stretta con una coppia adeguata. Assicurarsi di utilizzare
una chiave esagonale M3 a forma di L. Non estenderla od utilizzare una chiave a
tubo. Se si stringe l'elettrodo con una coppia eccessiva lo si rompe.

- 96 -
5. CONTROLLO DEGLI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE ELETTRODI E DEGLI UGELLI

5.2 CONTROLLO DEGLI UGELLI


L'ugello superiore e quello inferiore alimentano il liquido dielettrico alle aree in cui ha luogo la
lavorazione. Se la punta di un ugello è spuntata o graffiata, ne può risultare una diminuzione della
velocità di lavorazione o una interruzione.

5.2.1 Controllo dell'ugello superiore


(1) Rimuovere l'ugello superiore.

(2) Controllare la punta dell'ugello.


Se si riscontrano graffi o scalfitture, levigare la punta dell'ugello con una pietra per affilare ad olio
molto fine.
Sostituire l'ugello se i graffi o le scalfitture rimangono dopo che la punta è stata levigata con la pietra
per affilare ad olio.

Scalfittura
Notch
Graffio
Scratch

Nozzledell'ugello
Punta tip

SUGGERIMENTO
 Informazioni per l’ordinazione dell’ugello superiore

Ugello standard A290-8102-X751


Ugello conico A290-8102-X752
Ugello 4 A290-8102-X775
Ugello 2 A290-8104-X775

- 97 -
5. CONTROLLO DEGLI
ELETTRODI E DEGLI UGELLI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(3) Montare l'ugello superiore.


Ruotare l'ugello finchè si arresta.

ATTENZIONE
Ruotare l'ugello con le mani.
Se per ruotare l'ugello si utilizzano tenaglie o altri attrezzi si potrebbe
danneggiare la guida superiore.

5.2.2 Controllo dell'ugello inferiore


(1) Rimuovere l'ugello inferiore, il controdado e l'anello del controdado.

B A A : ロックナット
A: BControdado
: ロックナットリング
B: Anello del controdado

(2) Controllare della punta dell'ugello. Se vi sono graffi o scalfitture, levigarle con una pietra per
levigare ad olio molto fine.
Sostituire l'ugello se i graffi o le scalfitture rimangono dopo che l'ugello è stato levigato con la pietra
per affilare ad olio.

Scalfittura
Notch
Graffio
Scratch

Nozzle
Punta tip
dell'ugello

- 98 -
5. CONTROLLO DEGLI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE ELETTRODI E DEGLI UGELLI

SUGGERIMENTO
 Informazioni per l’ordinazione dell’ugello inferiore
[Perno dell'elettrodo di tipo mobile]
Ugello standard A290-8119-Z787
Ugello conico 12 A290-8119-Z788
Ugello 4 A290-8119-Z786
Ugello 2 A290-8119-Z791
Ugello 15 A290-8119-Z789
[Perno dell'elettrodo di tipo fisso]
Ugello standard A290-8102-X771
Ugello conico 12 A290-8102-X772
Ugello 4 A290-8102-X774
Ugello 2 A290-8104-X774
Ugello 15 A290-8110-X775

(3) Stringere il controdado finché si ferma

A: Controdado
B: Stringere il controdado finché si
ferma
B

(4) Installare l'anello del controdado e l'ugello inferiore.


Stringere l'ugello inferiore fino a che tocca leggermente l'anello del controdado.

ATTENZIONE
Installare l'ugello con le mani.
Se si utilizzano tenaglie o altri altri attrezzi per stringere l'ugello si potrebbe
danneggiare la guida inferiore.

- 99 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
E DEL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

6 MONTAGGIO DEL FILO E DEL PEZZO


6.1 SELEZIONE DEL FILO
Usare sempre uno dei seguenti fili raccomandati.
FANUC non si assume alcuna responsabilità nel caso di incidenti che si verifichino utilizzando un filo
diverso da quelli raccomandati.
Tabella 6.1 Fili consigliati
Uso Hitachi Metals, Ltd. Oki Electric Cable Co., Ltd.
Taglio standard con alimentazione
HBZ-U OB-PZN
automatica del filo
(filo in acciaio duro) (filo in acciaio duro)
(Angolo di conicità =< 10°)
Taglio standard: ABZ

(Angolo di conicità =< 30°) (filo in acciaio dolce)
Taglio ad ampia inclinazione: non è
possibile l'alimentazione automatica ABZ-AT

del filo. (filo extra dolce)
(Angolo di conicità > 30°)

Per un taglio efficiente, selezionare il migliore filo da taglio, a seconda delle necessità. Per il taglio conico,
cambiare il filo metallico a seconda dell'angolo di conicità massimo con cui si deve tagliare.
La "Tabella delle condizioni di taglio per -i2300, alimentazione elettrica di taglio", fornita con questo
manuale, è ottenuta partendo dai dati ottenuti nel taglio con filo HBZ-U(N) (non rivestito di paraffina)
della Hitachi Cable, Ltd.

- 100 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE E DEL PEZZO

ATTENZIONE
FANUC proibisce l'uso di filo rivestito di paraffina su ROBOCUT.
Su ROBOCUT, utilizzare sempre filo da taglio non rivestito di paraffina.
Quando si acquista filo da taglio per ROBOCUT, specificare che si desidera filo non
ricoperto con paraffina.
 Alcuni tipi di filo da taglio sono ricoperti di paraffina. L'utilizzo di un filo rivestito di
paraffina su ROBOCUT genera i seguenti problemi causati dalla paraffina:
 Il filo scivola sulla ganascia del freno, causando la rilevazione della rottura del
filo quando questa non avviene. La rottura del filo arresta il taglio.
 L'alta resistenza d'isolamento della paraffina non permette al filo di rilevare la
corretta posizione del pezzo da lavorare, diminuendo così la precisione del
posizionamento automatico. (La precisione di ripetizione del posizionamento
automatico diminuisce, passando da 0,02 a 0,1 mm.)
[Come determinare se il filo è coperto di paraffina leggendo la sua etichetta sulla
bobina]
 Filo prodotto da Hitachi Metals, Ltd: Controllare la lettera (N) alla fine della
stringa dei caratteri che indica il tipo di filo.
HBZ-U(N)25  Senza paraffina
HBZ-U25  Filo rivestito di paraffina
 Fili prodotti dalla Oki Electric Cable Co., Ltd: Controllare il colore dell'etichetta
attaccata alla bobina del filo o la presenza della lettera N alla fine della sigla che
indica il tipo di filo.
OB-25PZN  Senza paraffina
OB-25PZ  Filo rivestito di paraffina

6.2 PRECAUZIONI PER L'USO DEL FILO


Il filo per la lavorazione ad elettroerosione a filo, è molto delicato. Maneggiarlo con cura, altrimenti il filo
può staccarsi o arricciarsi, rendendo instabile la lavorazione.

Prendere perciò le seguenti precauzioni:

 La grande bobina di filo è contenuta in una scatola. Maneggiare la scatola con attenzione. Il filo che
è stato tenuto nella scatola per molto tempo può arricciarsi.

Maneggiare la scatola con


Handle the box carefully.
attenzione

 Estrarre la bobina di filo dalla scatola usando ambedue le mani. Attenzione a non lasciarla cadere.

Tenere la reel
Hold the bobinawithcon
yourentrambe
hands. le
Do not
mani. Nondrop it.
lasciarla cadere.

- 101 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
E DEL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

 Rimuovere la plastica e la carta che coprono la bobina immediatamente prima dell'uso. Se il filo
rimane scoperto arruginisce, influenzando negativamente la lavorazione.

Rimuovere
Remove thelavinyl
plastica
and epaper
la carta
che coprono
covering the ilwire
filo just before
immediatamente
using the wire. prima di usarlo.

 Prendere l'estremità del filo e tirare. Se il filo si arriccia, non è possibile estrarlo.

Tenere l'estremità del filo.


Hold the end.

 Tirare il filo lentamente. Se il filo viene tirato troppo forte, la bobina gira velocemente e il filo si
aggroviglia.

Tirare il filo
Pull the wirelentamente
slowly.

 Estrarre dalla bobina da circa 150 mm a 200 mm di filo, scaldarlo con un accendino e poi tagliarlo.
In questo modo il filo si raddrizza e si appuntisce l'estremità. In questo stato, il passaggio del filo
attraverso la guida è più agevole.

Prima di tagliare il filo, raddrizzarlo


Before cutting the wire, straighten the wire
scaldandolo.
by warming it.

 L'ultimo pezzo del filo è fissato alla bobina con del nastro adesivo. Se questa parte del filo passa
attraverso la guida, questa viene ostruita dall'adesivo sul nastro. È necessario tagliare questa parte
del filo prima che raggiunga la guida.

Non lasciare
Do not let theche
lastl'ultimo
part of pezzo
the wire di pass
filo passi
attraverso
through the alla guida.
guide. If itSe lo fa,the
does, la guide
guida viene
intasata dall'adesivo.
will be clogged with adhesive.

- 102 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE E DEL PEZZO

6.3 CARICAMENTO DEL FILO DA TAGLIO


(1) Rimuovere il dado di montaggio dall'albero della bobina.

A: Albero della bobina


B: Dado di montaggio

(2) In base alle dimenioni della bobina del filo da installare, decidere se inserire o rimuovere il
distanziatore. Il distanziatore deve essere inserito nell'albero solo se non deve essere serrato.
Dimensioni della bobina
che richiedono
l'inserimento del
distanziatore

Rullo JIS 3kg


(P-3T)
Rullo JIS 5kg
(P-5T)
Rullo JIS 10kg
(P-10T)
Rullo DIN 6kg (K-160)
A

A: Distanziatore

Dimensioni della bobina


che richiedono la
rimozione del
distanziatore

Rullo da 15kg JIS


(K-200)
Rullo da 16kg DIN
(K-200)

- 103 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
E DEL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(3) Montare una bobina di filo sull'albero della bobina.


Sistemare la bobina di filo orientata in maniera tale che il filo esca verso sinistra quando si guarda la
bobina.


A: Il filo dovrebbe uscire
B fuori verso il lato
sinistro.
B: Bobina del filo

(4) Far passare il filo come indicato nell'etichetta.

Etichetta

(5) Inclinare la barra di commutazione dell'estremità del filo e passare il filo sulla parte posteriore della
barra.
Bar
Bar
Filo
Wire

Finecorsa
del filo
Wire end switch

- 104 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE E DEL PEZZO

(6) Estrarre il filo di circa 250 a 300 mm e bruciare la parte estratta con un accendino.

A: Riscaldare il filo
metallico usando un
accendino.

(7) Abbassare il tubo superiore con il tasto sulla console di comando pensile, sollevare il rullo

di presa accanto alla ganascia del freno ed inserire il filo nella guida del rullo di rilevamento fra la
ganascia del freno e il rullo di presa.

C
B

A: Abbassare il tubo
superiore.
E B: Sollevare il rullo di
presa.
C: Introdurre il filo.
D: Ganascia del freno
E: Guida del rullo di
A rilevamento

- 105 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
E DEL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(8) Inserire il filo nella guida del rullo di rilevamento e far passare il filo attraverso il foro della guida
del rullo standard.

D
A: Percorso del filo
B: Guida del rullo di rilevamento
C: Guida del rullo standard
D: Passare la guida del rullo di rilevamento

(9) Spostare il rullo di presa nella posizione originaria ed inserire il filo nel tubo superiore per circa 100
a 150 mm. Se il capo del filo si arriccia o si piega, scaldare il filo con un accendino, come quando si
inserisce il filo nella guida del rullo di rilevamento al punto (6).

A: Portare il rullo di presa nella posizione originaria.


B: Far passare il filo attraverso il tubo superiore.

- 106 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE E DEL PEZZO

(10) Premere il tasto sulla console pensile e premere i tasti e .


L'acqua viene spruzzata dalla sezione della guida superiore verso la sezione della guida inferiore, e
dalla sezione della guida inferiore verso la sezione di alimentazione.

A
A: Spruzzo d'acqua dalla sezione
della guida superiore

(11) Ruotare la ganascia del freno per alimentare il filo. Quando il filo è avvolto attorno alla sezione di
alimentazione, il collegamento del filo è completato. Per ruotare la ganascia del freno sono
disponibili i seguenti due metodi.
˂1˃ Premere e tenere premuto il tasto sulla console di comando pensile.
˂2˃ Ruotare direttamente la ganascia del freno.

6.4 TAVOLA PORTAPEZZO PER -C400iB

Fig. 6.4 Tavola portapezzo

La tavola portapezzo è a forma di U.

- 107 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
E DEL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

6.5 TAVOLA PORTAPEZZO PER -C600iB

Fig. 6.5 Tavola portapezzo

La tavola portapezzo è rettangolare.

6.6 TAVOLA PORTAPEZZO PER -C800iB

Fig.6.6 Tavola portapezzo

La tavola portapezzo è rettangolare.

- 108 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE E DEL PEZZO

6.7 PRECAUZIONI PER IL MONTAGGIO DEL PEZZO


Se il pezzo viene montato come rappresentato sotto, esso si muove facilmente durante la lavorazione,
compromettendo la precisione.

Staffe di fissaggio
Workpiece clamp

Pezzo
Workpiece Pezzo
Workpiece

 ÈOnly
fissato
onesolo
sideunoflato
the del pezzo is fastened
workpiece Only
È usata
onesolo una staffa
workpiece di fissaggio
clamp is used del pezzo

Montare il pezzo in maniera che entrambi i lati del pezzo appoggino sulla tavola portapezzo. Fissare il
pezzo con delle staffe di fissaggio in due o più punti.

Pezzo

Tavola
portapezzo

 Montaggio standard della tavola portapezzo a U o


rettagolare

- 109 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
E DEL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

6.8 IMPIEGO DELLE STAFFE DI SERRAGGIO DEL PEZZO


Per fissare un pezzo in maniera sicura, usare le staffe di fissaggio e i bulloni nel modo più adatto alla
forma del pezzo.
Bullone di fissaggio
Clamp bolt Morsetto
Clamp

Pezzo
Workpiece

Bullone di fissaggio
Clamp bolt

Spessore
Cushion

Tavola portapezzo
Workpiece table

Montaggio
Mounting di un pezzo
a standard standard
workpiece

Montaggio
Mounting diworkpiece
a thin un pezzo sottile

Montaggio
Mounting adivery
un pezzo molto sottile
thin workpiece

Bullone
Spacer
distanziatore
bolt

Montaggio
Mounting di unworkpiece
a thick pezzo grosso

SUGGERIMENTO
La tavola portapezzo e la tavola ausiliaria sono costruiti in acciaio inossidabile.
Gli spigoli vivi del pezzo possono graffiarli o ammaccarli.
Quando si monta il pezzo da lavorare, utilizzare uno spessore, in modo da
evitare di graffiare o ammaccare la tavola.

- 110 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE E DEL PEZZO

6.9 PRECAUZIONI PER IL MONTAGGIO DEL PEZZO


(1) Assicurare provvisoriamente il pezzo sulla tavola con le staffe e i bulloni forniti.

Pezzo

Tavola
portapezzo

Morsetto

(2) Montare un comparatore a quadrante sulla guida superiore per controllare l'inclinazione della
superficie superiore del pezzo.
Un foro maschiato (M8) per l'installazione del supporto dell'indicatore si trova nel punto indicato
sotto.

A: Foro maschiato per il montaggio


A: Tapped hole for mounting (M8)
(M8)

(3) Appoggiare delicatamente la punta del comparatore sulla parte superiore del pezzo. Muovere
manualmente e leggere l'inclinazione lungo gli assi X e Y.
Correggere l'inclinazione del pezzo modificando le posizioni delle staffe e usando degli spessori.

Supporto
Indicator stand Guida
Upper superiore
guide
dell'indicatore

Controllare se l'ago si sposta Indicatore


Indicator
spostando
Checkl'indicatore avanti
if the needle movese
indietro di circa
when moving100the
mm.
indicator
forward and backward about
100mm.
Pezzo
Pezzo

- 111 -
6. MONTAGGIO DEL FILO
E DEL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

ATTENZIONE
Se il pezzo è installato inclinato, la distanza fra l'ugello e la superficie del pezzo
varia durante i movimenti lungo gli assi.
La variazione di questa distanza può provocare l'interruzione del filo o un
contatto accidentale fra l'ugello e il pezzo in movimento.

(4) Controllare l'inclinazione della superficie laterale del pezzo usata come piano di riferimento.
Appoggiare delicatamente il comparatore sul lato e controllare se questo è inclinato.
Eliminare l'eventuale inclinazione colpendo leggermente il pezzo con, per esempio, il manico di un
cacciavite.

Pezzo
Workpiece

(5) Stringere i bulloni per bloccare il pezzo.

Pezzo

Tavola
portapezzo

Morsetto Chiave per viti Allen

- 112 -
7. INTRODUZIONE DI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE PROGRAMMI CN

7 INTRODUZIONE DI PROGRAMMI CN
Per eseguire la lavorazione, introdurre un programma CN.
Per introdurre un programma CN, sono disponibili quattro modi.
(1) Richiamo di un programma CN registrato in memoria
(2) Introduzione manuale del programma CN
(3) Lettura del programma CN da un file Handy esterno
(4) Lettura del programma CN da una scheda di memoria o da uno stick di memoria USB

7.1 RICHIAMO DI UN PROGRAMMA CN REGISTRATO

(1) Premere il tasto per passare al modo di editing.

(2) Selezionare il tasto di selezione della schermata <PROG.> e premere il tasto [File Open] per
visualizzare la schermata con l'elenco dei programmi.
PROG.

Elenco
programma

(3) Se sono elencati i programmi registrati, spostare il cursore sul numero del programma da selezionare
o premerlo direttamente.
Esempio) Per selezionare O0007

(4) Selezionare il programma in cui il cursore si posiziona con il tasto <SELEZIONE> .


(5) Il programma O0007 è visualizzato.
- 113 -
7. INTRODUZIONE DI
PROGRAMMI CN PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

7.2 INTRODUZIONE MANUALE DI UN PROGRAMMA CN

(1) Premere il tasto per passare al modo di editing.

(2) Selezionare il tasto di selezione della schermata <PROG.> e premere il tasto [File Open] per
visualizzare la schermata con l'elenco dei programmi.
PROG.

Elenco
programma

(3) Quando sono indicati i numeri del programma registrato, selezionare un numero non utilizzato.

(4) Premere il tasto [Chiudi] per chiudere la finestra.


Introdurre il carattere alfabetico <O> e il numero programma, quindi premere il tasto .
Esempio) Per creare e registrare il programma O0040 :
<O> <4> <0>

- 114 -
7. INTRODUZIONE DI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE PROGRAMMI CN

(5) È stato creato e registrato un nuovo programma.

(6) Introdurre un'istruzione CN e premere il tasto per creare un programma CN.


Esempio) <G> <9> <2>  .

- 115 -
7. INTRODUZIONE DI
PROGRAMMI CN PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

7.3 LETTURA DI UN PROGRAMMA DA UNA SCHEDA DI


MEMORIA
È possibile leggere un programma dalla scheda di memoria o dalla scheda Compact Flash inserita nella
slot della scheda di memoria sul lato del display. Un programma può anche essere letto dallo stick di
memoria USB inserito nella slot USB.
Pulsante di espulsione Leva blocco

Scheda Compact flash

Adapter scheda flash


compatta

Slot per scheda di memoria Stick di memoria USB

(1) Selezionare il tasto di selezione della schermata <I/O EST>.


I/O EST.

I/O EST.

(2) Selezionare "PROGRAMMA NC" sulla schermata I/O dei dati e selezionare "Memory card" o
"MEMORIA USB" in "MEMORIA ESTERNA".

- 116 -
7. INTRODUZIONE DI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE PROGRAMMI CN

(3) Premere il tasto [DISPLAY UPDATE].

Sono elencati i file nella scheda di memoria o nello stick di memoria USB.

SUGGERIMENTO
Se la lista consiste di più di una pagina, usare i tasti pagina dello schermo per
selezionare la pagina desiderata.

(4) Premere il tasto [INPUT] per introdurre il programma CN dalla scheda di memoria o dallo stick di
memoria USB a ROBOCUT.

(5) Al termine dell'introduzione, appare "Fine normale." ed è aggiornato l'elenco delle informazioni su
ROBOCUT.

- 117 -
7. INTRODUZIONE DI
PROGRAMMI CN PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

7.4 LETTURA DI UN PROGRAMMA CN DA UN FILE HANDY


ESTERNO
Collegare un file Handy esterno all'interfaccia lettore/perforatore sul lato destro del pannello di comando
della macchina.

Connettore
Connector
Interfaccia del/ lettore/perforatore
Reader punch interface

(1) Inserire la corrente al file Handy e impostare le diverse voci relative alla comunicazione.
(2) Inserire un floppy disk contenente un programma da introdurre e chiudere lo sportello.

Sportello
Door

Floppydisk
Floppy disk

(File Handy
(External esterno)
Handy File)

ATTENZIONE
La lettura non può essere eseguita mentre è visualizzato il messaggio
"Preparing" sulla schermata dopo la chiusura dello sportellino del drive del floppy
disk.
Se appare il messaggio "READY", eseguire la lettura.

- 118 -
7. INTRODUZIONE DI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE PROGRAMMI CN

(3) Selezionare "PROGRAMMA NC" in "data". Poi, selezionare "Handy file" in "MEMORIA
ESTERNA".

(4) Premere il tasto [DISPLAY UPDATE].

Appare un elenco dei file sul file Handy.

SUGGERIMENTO
Se la lista consiste di più di una pagina, usare i tasti pagina dello schermo per
selezionare la pagina desiderata.

(5) Premendo il tasto [INPUT] appare il messaggio "In esec." e il programma CN viene introdotto dal
file Handy al ROBOCUT. Per annullare l'operazione, premere il tasto [ANNULL].

- 119 -
8. SELEZIONE DELLE
TECNOLOGIE DI TAGLIO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

8 SELEZIONE DELLE TECNOLOGIE DI


TAGLIO
La funzione di impostazione AI delle tecnologie di taglio determina queste ultime in base ad un
compromesso fra la velocità di avanzamento e la precisione richieste.

8.1 PROCEDURA DI IMPOSTAZIONE IA

(1) Selezionare il diametro, il materiale e il modo di usura del filo e del materiale del pezzo, e inserire lo
spessore del pezzo. Per ulteriori dettagli, vedere il capitolo 7.1, "RICERCA DI UNA
TECNOLOGIA DI TAGLIO" nella parte IV.

SUGGERIMENTO
Quando si sceglie il materiale del pezzo e nel menu non vi è la voce appropriata,
sceglierne uno che gli si avvicina di più.

(2) Selezionare una voce da una delle opzioni Piatto/A gradini, Punz./Stampo e Distanza ugello. Per
ulteriori dettagli, vedere il capitolo 7.1, "RICERCA DI UNA TECNOLOGIA DI TAGLIO" nella
parte IV.
(3) Selezionare gli intervalli compresa la rugosità della superficie e la precisione della tecnologia di
taglio che si desidera cercare. Per ulteriori dettagli, vedere il capitolo 7.1, "RICERCA DI UNA
TECNOLOGIA DI TAGLIO" nella parte IV.
(4) Selezionare il conteggio di taglio della tecnologia di taglio che si desidera cercare. Per ulteriori
dettagli, vedere il capitolo 7.1, "RICERCA DI UNA TECNOLOGIA DI TAGLIO" nella parte IV.
(5) Una tecnologia di taglio consigliata viene visualizzata in base alle impostazioni effettuate nelle
operazioni da (2) a (4). Per ulteriori dettagli, vedere il capitolo 7.1, "RICERCA DI UNA
TECNOLOGIA DI TAGLIO" nella parte IV.
(6) Se si seleziona una tecnologia di taglio da utilizzare , vengono visualizzati i dettagli della tecnologia
selezionata e le "informazioni di messa a punto". , vedere il capitolo 7.1, "RICERCA DI UNA
TECNOLOGIA DI TAGLIO" nella parte IV.

- 120 -
8. SELEZIONE DELLE
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE TECNOLOGIE DI TAGLIO

(7) Calcolare quindi il tempo necessario per la lavorazione nella tecnologia di taglio selezionata.
Inserire il numero del programma della figura utilizzato per il calcolo della durata della lavorazione
in " PROGRAMMA N.".
Se si preme [Calc.] dopo aver inserito il numero di programma, appare "ESEC.....". Il tempo di
lavorazione previsto viene visualizzato sotto “Calculation result” in “Calculation of cutting time”.

ATTENZIONE
Se si introduce il numero di un programma creato per eseguire più cicli di
lavorazione, è calcolato un tempo di lavorazione non corretto.
Per esempio, se la tecnologia 3RP è selezionata ed è specificato in "Figures'
program No." un programma creato per eseguire tre cicli di lavorazione, viene
calcolato il tempo necessario per nove cicli di lavorazione.

(8) Se il tempo di lavorazione previsto e la tecnologia di taglio sono soddisfacenti, introdurre i dati
in ”N. COND. TAGLIO” e ”N. CORRETTORE”. Le tecnologie di taglio sono registrate con il
numero EDM inserito usato come numero iniziale.
Dopo l’inserimento dei numeri, premere [REGI.].
Appare il messaggio "THE EDM DATA WAS TRANSFERRED TO MEMORY.", indicando che la
tecnologia di taglio selezionata è registrata con il numero specificato.

ATTENZIONE
L'intervallo permesso per "N. COND. TAGLIO" and "N. CORRETTORE" va da 0
a 1000. Tuttavia, se si tenta di registrare un programma per l’esecuzione di
quattro cicli di lavorazione, iniziando con il numero 999, il terzo e il quarto
numero EDM sarà 1001 e 1002, superando il limite superiore di 1000. In questo
caso, compare un errore se si introduce il numero.

- 121 -
8. SELEZIONE DELLE
TECNOLOGIE DI TAGLIO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(9) Quando si preme il tasto per la selezione della schermata "DATI EDM", sono elencate le tecnologie
di taglio registrate.

SUGGERIMENTO
Le tecnologie di taglio stabilite con l'impostazione IA sono registrate con i
seguenti numeri:
Tecnologia di taglio:
Le tecnologie di taglio sono registrate in modo consecutivo iniziando con il
numero inserito in "N. COND. TAGLIO". È possibile sovrascrivere i numeri
esistenti.
Compensazione:
Le tecnologie di taglio sono registrate in modo consecutivo iniziando con il
numero inserito in "N. CORRETTORE". È possibile sovrascrivere i numeri
esistenti. Se il numero di compensazione è uguale al numero EDM, è
probabile che si verifichino meno errori nella creazione del programma.

- 122 -
8. SELEZIONE DELLE
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE TECNOLOGIE DI TAGLIO

8.2 CREAZIONE AUTOMATICA DEL PROGRAMMA


PRINCIPALE
Dopo aver completato la procedura per la registrazione delle tecnologie, è necessario creare un
programma principale per richiamare il programma con il numero programma per il profilo (specificato
calcolando la durata della lavorazione), le tecnologie di taglio registrate e la compensazione impostati con
l'impostazione IA.
Il programma principale è creato automaticamente introducendo "O number" di "PROGR.PRINCIPALE"
e premendo [CREA].
Il programma principale è creato con il numero introdotto in ”PROGR.PRINCIPALE”.
I numeri in "N. COND. TAGLIO" e "N. CORRETTORE" sono usati come tecnologia di taglio e
compensazione.
Di seguito vengono riportati degli esempi con 102 come No. di programma principale, come numero di
programma per il contorno è specificato 11, mentre per il numero della tecnologia di taglio e per il
numero di compensazione è impostato 0.

(1) Solo per la sgrossatura


O102 ;
S0 D0 ;
N1 M98 P11 ;
M30 ;
%

(2) Per la finitura (1 sgrossatura 1 schiumatura)


O102 ;
S0 D0 ;
N1 M98 P11 ;
S1 D1 ;
N2 M98 P11 ;
M30 ;
%

(3) Per la finitura (1 sgrossatura 3 schiumature)


O102 ;
S0 D0 ;
N1 M98 P11 ;
S1 D1 ;
N2 M98 P11 ;
S2 D2 ;
N3 M98 P11 ;
S3 D3 ;
N4 M98 P11 ;
M30 ;
%

Se le tecnologie di taglio determinate dall'impostazione IA sono applicate alla finitura, è necessario


modificare il programma del contorno impostato e il programma principale creato automaticamente.
Per le modifiche necessarie, vedere il capitolo 7 "SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE AI" della parte
IV.

- 123 -
9. CONTROLLO DELLO
SPOSTAMENTO
MEDIANTE GRAFICO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

9 CONTROLLO DELLO SPOSTAMENTO


MEDIANTE GRAFICO
Controllare lo spostamento della macchina in base al programma CN visualizzandolo sulla schermata.
Utilizzare questa funzione per controllare i programmi CN e le impostazioni per la lavorazione.

9.1 IMPOSTAZIONI PRINCIPALI NELLA SCHERMATA DI


IMPOSTAZIONE GRAFICA
Se "Legato ai dati imp." viene selezionato per "GRP.SET." nella finestra "Display accessibi." nella
schermata di impostazione manuale, soltanto le impostazioni "Modo graf." e "Colore" vengono
visualizzate sulla schermata di impostazione grafica. Le altre impostazioni appaiono se viene selezionato
“Non legato ai dati imp.” per “GRP.SET.”. In questa sezione si presume che sia selezionato “Legato ai
dati imp.” per “GRP.SET.”. Il programma CN da disegnare è il programma CN attualmente selezionato
sulla schermata del programma.

(1) Modo graf.


Impostare la visualizzazione della scala dell'asse, il numero delle linee di contorno e il disegno senza
compensazione e il disegno della figura. Si consiglia di impostare il numero delle linee di contorno a
5 o meno. Altrimenti, il tempo necessario per il disegno è eccessivo.

(2) Colore
Questa impostazione distingue la superfice inferiore da quella superiore e il conteggio del percorso
di lavorazione utilizzando diversi colori.

- 124 -
9. CONTROLLO DELLO
SPOSTAMENTO
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE MEDIANTE GRAFICO

9.2 DISEGNO
(1) Impostare ciascun dato sulla schermata di impostazione grafica.

(2) Premere l'icona [Eseguire il disegno] sulla schermata del grafico.


L'icona che indica il calcolo nel CNC si illumina e il disegno si avvia.
Disegno

Eseguire il Disegno
disegno in corso

(3) Se il CNC ha completato il calcolo interno, inizia il disegno.


Vengono aggiornati anche le coordinate, il numero di programma, il numero di sequenza, il valore
della lunghezza del taglio e il programma CN relativo al disegno in corso.

SUGGERIMENTO
Per cancellare il disegno in corso, premere il tasto .

(4) Se il disegno si conclude normalmente, appare l'indicazione "Fine normale." nel riquadro
"RISULTATO".
Se compare un allarme, i dettagli appaiono nel riquadro "RISULTATO".

- 125 -
9. CONTROLLO DELLO
SPOSTAMENTO
MEDIANTE GRAFICO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

SUGGERIMENTO
Se il disegno non inizia dopo un periodo di tempo lungo dopo l'azionamento del
pulsante [START AUTO], controllare i seguenti punti:
• Controllare se il programma con il numero impostato sulla schermata di
impostazione grafica termina con "M30" o "M02". Controllare anche se "; (EOB)"
segue "M30" o "M02".
⇒ Il disegno non è eseguito se il programma non termina con "M30" o "M02" o
se termina con "M00", "M01", o "M99".
Il disegno non viene eseguito neppure quando ";" non segue "M30" o "M02".
• Controllare se il programma con il numero impostato sulla schermata di
impostazione grafica contiene "G92".
⇒ Se il programma non contiene "G92", il disegno non è eseguito perché il CNC
non può calcolare le coordinate della figura.

(5) Se il disegno termina normalmente, i dati del disegno vengono trasferiti automaticamente sulla
schermata GRP. MONI.
(6) Aprire la schermata GRP. MONI per preparare il tracciato del percorso durante la lavorazione reale.

- 126 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE FILO SUL PEZZO

10 POSIZIONAMENTO DEL FILO SUL PEZZO


Il filo è posizionato sul punto di inizio della lavorazione da eseguire sul pezzo montato.
Operazioni come la raccolta di fluido dielettrico nella vasca di lavorazione prima del posizionamento o il
posizionamento durante lo scarico del fluido dielettrico possono non concludersi, a seconda delle
impostazioni di posizionamento. (Vedere il capitolo IV.6” SCHERMATA MISURATO”)

ATTENZIONE
Aprire la schermata "IMPOSTAZIONE COMUNE" premendo "IMPOST."
sull'angolo destro inferiore della schermata e controllare le impostazioni.
In particolare, il punto finale del posizionamento varia della metà del diametro
del filo a seconda che "AL PUNTO DI RIFER. NORMALE" sia impostato in
basso su "'FILO CENT." o "FILO LATER".
Si consiglia di impostare questo elemento come riferimento da usare
frequentemente.
Il seguente esempio di posizionamento assume che "AL PUNTO DI RIFER.
NORMALE" sia impostato su "FILO LATER".

10.1 USO DI UNO SPIGOLO DEL PEZZO COME RIFERIMENTO


Esempio: Posizionamento del filo sul punto di avvio della lavorazione
Punto di inizio della
Machining start point
lavorazione
20

40

- 127 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
FILO SUL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

10.1.1 Impiego della schermata Misurato


(1) Portare il filo vicino al pezzo.
Filo
Wire
Pezzo
Workpiece

(2) Premere il tasto di selezione schermata <Pos. auto> per selezionare la schermata "Misurato" e
premere il tasto [Bordo].
MISURATO

MISURATO

(3) Realizzare le impostazioni per "Bordo" come indicato sotto e premere il tasto [FIN IMP].
Direzione di posizionamento: (1)
Distanza inversa dopo il posizionamento: 0,0000

- 128 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE FILO SUL PEZZO

(4) Premere il tasto .

e sono attivati automaticamente.


La tavola XY si sposta per avviare il posizionamento e appare l'icona del posizionamento in corso.
La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
Posizionamento in Posizionamento
corso completato

Punto di inizio del


posizionamento Avanzamento

Breve
Pezzo

Ritorno

Rilascio
Punto finale di posizionamento

(5) Impostare una metà del diametro del filo come valore delle coordinate relative.
Per questo esempio, specificare <X0,125>, e premere .



[X 0.1250] [X 0.0000]

0.125

ATTENZIONE
Si può usare "AL PUNTO DI RIFER. NORMALE" visualizzato premendo
"IMPOST." nell'angolo inferiore destro per selezionare la posizione finale dopo il
posizionamento. Se si seleziona "FILO CENT.", specificare <X0,000> e premere
sulla posizione finale.

(6) Portare il filo sulla superficie del pezzo parallela al piano Y.

Pezzo
Workpiece

FiloWire

- 129 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
FILO SUL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(7) Realizzare le impostazioni per il posizionamento automatico come indicato sotto procedendo come
per il piano X e premere il tasto [FIN IMP].
Direzione di posizionamento: (4)
Distanza inversa dopo il posizionamento: 0,0000

(8) Premere il tasto . Se è attivato l'avanzamento del filo, e sono attivati


contemporaneamente per avviare il posizionamento e appare l'icona del posizionamento in corso.
La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
Posizionamento in Posizionamento
corso completato

(9) Impostare una metà del diametro del filo come valore delle coordinate relative.
Per questo esempio, specificare <Y-0,125>, e premere .


0.125

[Y -0.1250] [Y 0.0000]

ATTENZIONE
Se "FILO CENT." è selezionato per "AL PUNTO DI RIFER. NORMALE",
specificare <Y0,000> e premere sulla posizione finale.

(10) Tagliare il filo, poi portare il filo nel punto in cui le coordinate relative X e Y sono 0,0.

Filo
Wire

- 130 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE FILO SUL PEZZO

(11) Portare il filo nella posizione in cui le coordinate relative sono <X-40,0> e <Y20,0>.
Punto di inizio della
lavorazione
Machining start point

20
40

Utilizzare , e per lo spostamento ad una posizione approssimativa, quindi

utilizzare per lo spostamento sulla posizione precisa.

(12) Collegare il filo e abbassare poi l'asse Z fino alla posizione di lavorazione. Il posizionamento del filo
è ora completato.

10.1.2 Impiego della schermata Posizione


(1) Portare il filo vicino al pezzo.
Filo
Wire
Pezzo
Workpiece

(2) Premere il tasto di selezione della schermata <Posizione> , selezionare la schermata "Tut" e premere
il tasto [Bordo].
POSIZIONE

POSIZIONE

- 131 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
FILO SUL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(3) Appare la finestra "Ritorno p.to part.ritroso". Premere il tasto per la direzione di posizionamento e
premere il tasto sul pannello di comando.
Direzione di posizionamento: direzione ←

(4) Premere il tasto .

e sono attivati automaticamente.


La tavola XY si sposta per avviare il posizionamento.
Punto di inizio del
posizionamento
Avanzamento

Breve
Pezzo

Ritorno

Rilascio
Punto finale di posizionamento

- 132 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE FILO SUL PEZZO

(5) Impostare una metà del diametro del pezzo come valore delle coordinate relative dopo la
conclusione del posizionamento. Per questo esempio, specificare <X0,125>, poi premere .



[X 0.1250] [X 0.0000]

0.125

ATTENZIONE
Si può utilizzare“Setting” nell'angolo in basso a destra della schermata o "AL
PUNTO DI RIFER. NORMALE" nella finestra "Ritorno p.to part.ritroso" per
selezionare la posizione finale dopo il posizionamento. Se si seleziona "FILO
CENT.", specificare <X0.000> e premere sulla posizione finale.

(6) Portare il filo sulla superficie del pezzo parallela al piano Y.

Pezzo
Workpiece

Filo Wire

(7) Premere il pulsante della direzione di posizionamento nella finestra "Ritorno p.to part.ritroso", come
nel piano X e premere il tasto sul pannello di comando.
Direzione di posizionamento: direzione ↑

- 133 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
FILO SUL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(8) Premendo il tasto , e si attivano automaticamente e ha inizio il

posizionamento.
Al termine del posizionamento, appare l'icona "APOS-END".
(9) Specificare una metà del diametro del filo come valore delle coordinate relative.
Per questo esempio, specificare <Y-0,125>, e premere .


0.125

[Y -0.1250] [Y 0.0000]

ATTENZIONE
Se "FILO CENT." è selezionato per "AL PUNTO DI RIFER. NORMALE",
specificare <Y0,000> e premere sulla posizione finale.

(10) Tagliare il filo, poi portare il filo nel punto in cui le coordinate relative X e Y sono 0,0.

Filo
Wire

(11) Portare il filo nella posizione in cui le coordinate relative sono <X-40,0> e <Y20,0>.
Punto di inizio della
Machining start point
lavorazione
20

40

Utilizzare , , e per lo spostamento ad una posizione approssimativa, quindi

utilizzare per lo spostamento sulla posizione precisa.

(12) Collegare il filo e abbassare poi il gruppo della guida superiore lungo l'asse Z fino alla posizione di
lavorazione. Il posizionamento del filo è ora completato.

- 134 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE FILO SUL PEZZO

10.2 USANDO IL FORO DI INIZIO DELLA LAVORAZIONE


COME RIFERIMENTO
Usare la seguente procedura quando il filo deve essere posizionato al centro del foro di riferimento del
pezzo.

10.2.1 Impiego della schermata Misurato


(1) Infilare il filo nel foro di riferimento. Il filo deve essere posizionato al centro del foro stesso.

Filo
3
Foro di riferimento

(2) Premere il tasto di selezione schermata <Pos. auto> per selezionare la schermata "Misurato" e
premere il tasto [CENTRO FORO].
MISURATO

MISURATO

(3) Realizzare le impostazioni per "Centro foro" come indicato sotto e premere il tasto [FIN IMP].
Diametro foro: 3,0000
Direzione di posizionamento: 0,00000

- 135 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
FILO SUL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(4) Se si preme il tasto , e si attivano automaticamente e il posizionamento si avvia.

Centro del foro

Punto di inizio del posizionamento

Dopo un posizionamento approssimativo ( ), ha luogo il


posizionamento normale ( ).

SUGGERIMENTO
Al termine del centraggio del foro, è visualizzato il diametro del foro e l'icona del
posizionamento completo.
Appare il diametro reale del foro che considera il diametro del filo.

(5) Impostazione delle coordinate relative.


Quando il foro di riferimento è lontano dal punto di riferimento, è possibile specificare dei valori
arbitrari per le coordinate del punto di posizionamento, come riportato qui sotto.
ForoReference hole
di riferimento
X = -15.0000
Y = 18.0000
18

15

10.2.2 Impiego della schermata Posizione


(1) Infilare il filo nel foro di riferimento. Il filo deve essere posizionato al centro del foro stesso.

3 Filo

Foro di riferimento

- 136 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE FILO SUL PEZZO

(2) Premere il tasto di selezione della schermata <Posizione> , selezionare la schermata "Tut" e premere
il tasto [CENTRO FORO].
POSIZIONE

POSIZIONE

(3) Appare la finestra "Posiz.al centro del foro". Premere il tasto per la direzione di posizionamento e
premere il tasto sul pannello di comando.
Direzione di posizionamento:  direzione

- 137 -
10. POSIZIONAMENTO DEL
FILO SUL PEZZO PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(4) Premendo il tasto si attiva automaticamente e e si avvia il posizionamento.

Centro del foro

Punto di inizio del posizionamento

Dopo un posizionamento approssimativo ( ), ha luogo il


posizionamento normale ( ).

SUGGERIMENTO
Quando termina il centraggio del foro, compaiono il diametro del foro soggetto al
centraggio e [APOS-END].
È visualizzato il diametro reale del foro che considera il diametro del filo.

(5) Impostazione delle coordinate relative.


Quando il foro di riferimento è lontano dal punto di riferimento, è possibile specificare dei valori
arbitrari per le coordinate del punto di posizionamento, come riportato qui sotto.
ForoReference
di riferimento
hole

X = -15.0000
Y = 18.0000
18

15

- 138 -
11. PREPARAZIONE PER
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE LA LAVORAZIONE

11 PREPARAZIONE PER LA LAVORAZIONE


Prima di iniziare la lavorazione, regolare le distanze tra gli ugelli superiore e inferiore e il pezzo, ed
eseguire una prova di funzionamento per controllare i movimenti della macchina.

11.1 REGOLAZIONE DELLA DISTANZA DELL'UGELLO


INFERIORE
(1) Avvitare l'ugello inferiore ad un'altezza tale che non interferisca con la superficie inferiore del pezzo
da lavorare.

(2) Nel modo manuale, spostare la tavola XY fino a nascondere la guida inferiore dietro al pezzo.

(3) Allentare l'ugello inferiore e regolare la distanza fra la superficie inferiore del pezzo e l'ugello
inferiore al valore specificato usando uno spessimetro.

- 139 -
11. PREPARAZIONE PER
LA LAVORAZIONE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(4) Allentare il dado di bloccaggio per fissare l'ugello inferiore.


Fare attenzione a non ruotare l'ugello inferiore.

ATTENZIONE
L'ugello inferiore e il dado di bloccaggio devono essere fissati a mano.
L'impiego di un utensile, potrebbe romperli o provocare un cattivo
funzionamento.

11.2 REGOLAZIONE DELLA DISTANZA SULL'UGELLO


SUPERIORE
(1) Controllare che l'ugello superiore sia ben avvitato sul gruppo della guida superiore.

Unità guida superiore

Ugello superiore

Serrare l'ugello

(2) Selezionare il modo manuale e muovere la tavola XY fino a che l'unità della guida superiore si trova
sopra il pezzo.

Pezzo

- 140 -
11. PREPARAZIONE PER
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE LA LAVORAZIONE

(3) Premere per abbassare il gruppo della guida superiore lungo l'asse Z.
Quando si abbassa il gruppo della guida superiore, fare attenzione che il gruppo non colpisca il
pezzo o le staffe di fissaggio del pezzo.

-Z
-6th

Pezzo

(4) Ridurre la velocità di avanzamento quando il gruppo della guida superiore è vicino alla parte
superiore del pezzo.
Se l'ugello sta per toccare il pezzo, impostare il modo per l'avanzamento passo a passo e collocare
uno spessimetro tra l'ugello e il pezzo.

-Z
LOW
y 0.1 - 6th

0.2 Spessimetro
Thickness gauge

Pezzo
Workpiece

(5) Spostando lo spessimetro avanti e indietro, premere . La regolazione è terminata quando non è
più possibile muovere lo spessimetro.

-Z
STEP LOW
y1 - 6th

Spessimetro
Thickness gauge
Pezzo
Workpiece

- 141 -
11. PREPARAZIONE PER
LA LAVORAZIONE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(6) Premere il tasto di selezione della schermata <Posizione> e selezionare la schermata "Tut".
Premere il tasto [Z0] e [Z] in "Pos. relativa" per impostare il valore dell'asse Z a 0.
POSIZIONE

POSIZIONE

(7) Impostare il limite per l'asse Z.


Premere il tab [FINE CORSA] del touch panel per visualizzare la schermata dei finecorsa. Premere
il tasto [Limite ON] nel campo dell'asse Z per impostare le coordinate macchina dell'asse Z attuali
come limite della corsa.

- 142 -
11. PREPARAZIONE PER
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE LA LAVORAZIONE

(8) Quando è definito il limite dell'asse Z, l'asse Z è rappresentato in porpora nella schermata
POSIZIONE.
Anche il LED del tasto Z-AXIS RETURN si illumina.

(9) Se si tenta di abbassare il gruppo della guida superiore oltre la posizione limite, è emesso un allarme
ed è arrestato il movimento dell'asse Z.
(10) Se è emesso un allarme, premere per sollevare il gruppo della guida superiore lungo l'asse Z.
L'allarme è annullato quando il gruppo della guida superiore rientra nel limite.

Gruppo rientra nel limite

Altezza del limite

(11) È possibile ritornare alla posizione dell'asse Z in cui è impostato il limite, premendo il tasto
nel modo manuale.
Se il gruppo della guida superiore ritorna nella posizione dell'asse Z in cui è impostato il limite, il
LED del tasto si illumina.

JOG STEP Z
RETERUN

Height of
limit Altezza del limite

- 143 -
11. PREPARAZIONE PER
LA LAVORAZIONE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

11.3 CONTROLLO DEL MOVIMENTO DELLA MACCHINA


NELLA PROVA DI FUNZIONAMENTO
Muovere la macchina come programmato per la lavorazione senza carico (corsa a secco) e controllare se
l'ugello urta il pezzo o le staffe, o se supera i limiti dell'area di lavorazione causando una sovracorsa.

Controllare i movimenti della macchina per verificare i seguenti punti:


1 L'ugello superiore non deve urtare le staffe di fissaggio del pezzo.
2 L'ugello non deve uscire dall'area di lavorazione, causando allarmi di sovracorsa.
3 Il percorso della lavorazione non deve uscire dal pezzo e non deve sovrapporsi a fori
preesistenti.
4 L'orientamento del pezzo deve coincidere con l'orientamento programmato.

Procedura operativa
(1) Tagliare il filo e rimuoverlo dalla guida. Attivare per rimuovere il filo rimanente dalla
guida inferiore.

(2) Azionare il tasto per inserire il modo Edit.

(3) Selezionare il tasto di selezione della schermata <PROG.> e premere il tasto [File Open] per
visualizzare la schermata con l'elenco dei programmi.
PROG.

Elenco
programma

- 144 -
11. PREPARAZIONE PER
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE LA LAVORAZIONE

(4) Spostare il cursore sul numero del programma da selezionare.

(5) Selezionare il programma indicato dal cursore con il tasto e premere il tasto per
introdurre il modo Memory.

(6) Mettere il selettore della velocità di avanzamento sullo 0.

FEEDRATE OVERRIDE

(7) Attivare il tasto e premere il tasto .

- 145 -
11. PREPARAZIONE PER
LA LAVORAZIONE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

(8) Anche se si preme il tasto la macchina non si muove, poiché il selettore per la regolazione
manuale della velocità è regolato su 0%.
Mettere il selettore della velocità di avanzamento sul 10%, sul 20%, e via via sui valori più elevati
per aumentare gradualmente la velocità di avanzamento. Tenersi pronti a riportare immediatamente
il selettore sullo 0%, qualora fosse necessario fermare la macchina.

Se si prevede una
situazione pericolosa,
mettere il selettore sul 10%.

Mettere il selettore sul 100%, se si è certi


che l'ugello non possa urtare le staffe,
non possa uscire dall'area di lavoro, e
così via.

(9) Se la prova di funzionamento non evidenzia alcun problema, il pezzo è montato correttamente e
anche le impostazioni sono corrette.
Se la prova di funzionamento indica che l'ugello urterà il pezzo o le staffe di fissaggio, controllare le
impostazioni o montare il pezzo nuovamente.

ATTENZIONE
Se per tenere il pezzo si usa una maschera, controllare che gli ugelli non la
tocchino. Maschera
Fare attenzione affinché l'ugello
inferiore non tocchi la parte
superiore della maschera.

Pezzo

Tavola portapezzo

- 146 -
11. PREPARAZIONE PER
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE LA LAVORAZIONE

11.4 CONTROLLO DELLA SCATOLA DI RACCOLTA DEL FILO


Controllare la quantità di filo utilizzato nella scatola di raccolta del filo.
Se la lavorazione viene eseguita con la scatola di raccolta del filo piena di filo usato, possono verificarsi
problemi, compreso l'interruzione del funzionamento automatico a causa di un allarme.
Se il filo metallico accumulato nella scatola di raccolta del filo occupa più di metà della stessa, spegnere
la macchina ed estrarre tutto il filo.

If half
Se metàfull or more
piena o Turn power off
Spegnere Take outil filo
Estrarre wire
più

OFF

A volte il filo utilizzato si potrebbe arricciare nella scatola di raccolta così che la scatola non può
contenere molto filo.
Il filo si arriccia e la Controllare la forza Verificare che il rullo della
scatola ne contiene del rullo di presa. sezione di alimentazione
meno. non sia usurato.

Controllare che il diametro del filo utilizzato e la forza di serraggio determinata con la vite di regolazione
della forza del rullo di presa siano corretti.
Il filo si arriccia se il rullo di alimentazione o il rullo di presa nella sezione di alimentazione sono usurati.
Eseguire la manutenzione della scatola di raccolta del filo, facendo riferimento a "MISURE DI
SICUREZZA E NOTE PER UN USO EFFICIENTE" e al manuale di manutenzione.(B-85434IT-4)

- 147 -
12. AVVIO DELLA
LAVORAZIONE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

12 AVVIO DELLA LAVORAZIONE


12.1 PRIMA DI PREMERE IL TASTO DI AVVIO DEL CICLO
Dopo aver iniziato la lavorazione, non è più possibile modificare le impostazioni. Quindi, prima di
premere il tasto , controllare nuovamente le impostazioni.

(1) Premere il tasto funzione per visualizzare la schermata Posizione.


 Controllare il punto di avvio della lavorazione.
 Controllare che gli assi U e V siano perpendicolari.
 Controllare il limite stabilito per l'asse Z motorizzato.

(2) Premere il tasto funzione per visualizzare la schermata PROG.


 Verificare il numero del programma.
 Controllare che il cursore sia posizionato all'inizio del programma.
 Controllare il numero del sottoprogramma eventualmente richiamato.

(3) Premere il tasto funzione per visualizzare la schermata IMPOSTAZIONE.


 Controllare il diametro del filo, il materiale del pezzo e lo spessore .
 Controllare l'angolo di rotazione ed il fattore di scala.
 Controllare le impostazioni per l'immagine speculare e il cambio di asse.
 Controllare le compensazioni.
 Controllare le impostazioni per la lavorazione conica.
 Controllare che il segno del sovrametallo di finitura sia corretto.
 Controllare che tutte le impostazioni siano eseguite, indipendentemente da quanto specificato
per la visualizzazione grafica.

(4) Premere il tasto funzione per visualizzare la schermata GRAFICA.


 Verificare la figura.
 Controllare le direzioni di compensazione.
 Verificare il numero del programma da usare per la lavorazione ed il numero del programma
specificato per il disegno.

(5) Premere il tasto funzione per visualizzare la schermata EDM.


 Controllare le condizioni di lavorazione.
 Se le condizioni di lavorazione devono essere richiamate in un programma, controllare anche il
numero di registrazione.

- 148 -
12. AVVIO DELLA
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE LAVORAZIONE

12.2 CONTROLLO DEL FILO E DEL SERBATOIO


(1) Controllare che il filo sia sufficiente a completare la lavorazione.

Controllare il filo.
Check the wire.

(2) Controllare il serbatoio del liquido dielettrico.

 La quantità di liquido dielettrico è sufficiente?


 È possibile utilizzare la resina a scambio ionico e
il filtro fino alla fine della lavorazione?
 È il filtro privo di difetti?

12.3 RIEMPIMENTO DELLA VASCA DI LAVORAZIONE CON


LIQUIDO DIELETTRICO
Dopo aver controllato le impostazioni, riempire la vasca di lavorazione di liquido dielettrico.

(1) Chiudere il portello della vasca e fissarlo usando le serrature a scatto.


(2) Premere il tasto per riempire la vasca di lavorazione di liquido dielettrico.

(3) Quando il livello del liquido dielettrico raggiunge la sezione della guida superiore, il tasto si
disattiva automaticamente ed è arrestata l'alimentazione del liquido dielettrico.

Il liquido dielettrico
Dielectric arresta
fluid automatically
automaticamente
stops flowing when il flusso quando il
the level
reaches the upper guide della
livello raggiunge la sezione
guida superiore.
section.

- 149 -
12. AVVIO DELLA
LAVORAZIONE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

12.4 PREMERE IL TASTO DI AVVIO CICLO


Dopo aver controllato le impostazioni e aver riempito la vasca di lavorazione di liquido dielettrico,
premere il tasto .

(1) Premere il tasto er accendere , , e .

(2) Controllare che i LED dei tasti e siano spenti.

Se è visualizzato,
non è possibile eseguire la lavorazione.
  Controllare se il filo è spezzato.
 Controllare se il filo viene alimentato quando è attivato.

Se appare,
la lavorazione non si può eseguire.
  Controllare se il filo tocca il pezzo.
 Controllare se il filo tocca la macchina.

(3) Controllare la posizione del selettore della velocità di avanzamento.

Override della velocità di avanzamento


Feedrate override

NOTA
Quando le condizioni di lavorazione sono determinate dalla funzione IA, la
regolazione della velocità di avanzamento non è sempre uguale al 100%.
Controllare il messaggio visualizzato sulla schermata in caso di impostazione di
IA.

- 150 -
12. AVVIO DELLA
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE LAVORAZIONE

(4) Confermare la disattivazione del tasto .

Se questo
If this key tasto
is on, èthe
attivato,
machine la
DRY macchina si sposta
moves without senza
discharging.
RUN scarica.

(5) Confermare la disattivazione del tasto .

Controllare lo stato dei tasti e .

Il programma è eseguito blocco a


blocco.

" "/" è saltato.


Il blocco

L'esecuzione si arresta quando si


incontra M01.

SUGGERIMENTO
Controllare sil programma per verificare se e sono attivati o no.

(6) Registrare le coordinate macchina della posizione in cui si deve essere avviata la lavorazione (punto
di avvio lavorazione).
È utile anche registrare la posizione di avvio lavorazione (posizione attuale) come punto utente sulla
schermata di posizione.

SUGGERIMENTO
La trascrizione della posizione di avvio della lavorazione semplifica
considerevolmente le operazioni di ripristino in caso di perdita della posizione
attuale in seguito a un problema nel funzionamento.

(7) Se tutte le impostazioni sono corrette, premere il tasto .

CYC
STA

- 151 -
12. AVVIO DELLA
LAVORAZIONE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

12.5 PRIMI CINQUE MINUTI DI LAVORAZIONE


Durante i primi cinque minuti della lavorazione, il filo potrebbe rompersi perchè la lavorazione è
instabile.
Perciò, l'operatore non deve mai allontanarsi dalla macchina subito dopo aver premuto il tasto .
L'operatore deve osservare il comportamento della macchina per almeno cinque minuti in modo da poter
intervenire rapidamente in caso di anomalie.

(1) Nella maggior parte dei casi, nei primi cinque minuti di lavorazione è eseguito l'avvicinamento.

Foro di avvio della


Machining start hole
lavorazione
Foro di avvio della
Machining start hole
lavorazione Avvicinamento
Approach

(2) Durante l'avvicinamento, il dielettrico fluisce verso il foro di inizio della lavorazione, e questo può
rendere instabile la lavorazione.

(3) Girare il selettore della velocità di avanzamento in senso antiorario, in modo che non venga
visualizzato.

Diminuire il valore impostato conthe


Decrease l'override
feedratedella velocità di avanzamento
override.

(4) Alla fine dell'avvicinamento, quando inizia il taglio, aumentare la velocità di avanzamento
riportando il selettore nella posizione originaria.

Quando iniziacutting
When figure il taglio
is del pezzo, riportare il
started,
selettore
increase nella posizione
the switch to theoriginaria.
original setting.

ATTENZIONE
Se la lavorazione prosegue con il selettore della velocità di avanzamento
impostato su un valore basso, la velocità di avanzamento nel taglio varia,
modificando di conseguenza anche l'ampiezza della scanalatura lavorata. Le
dimensioni del pezzo non sono perciò quelle volute.

- 152 -
13. TERMINE DELLA
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE LAVORAZIONE

13 TERMINE DELLA LAVORAZIONE


Rimuovere il pezzo quando la macchina si ferma al termine della lavorazione.

(1) Se si preme il tasto il fluido dielettrico viene dreato dalla vasca di lavoro.

(2) Alzare il gruppo della guida superiore lungo l'asse Z e controllare il pezzo. Prelevare il pezzo finito
con un magnete.
Magnete
Magnet

PezzoProduct
finito

(3) Se i trucioli non possono essere rimossi con il magnete, muovere la tavola XY in modo che i trucioli
possano essere rimossi da sotto il pezzo.

Pezzo
Workpiece

Pezzo finito
Product
Sezione della guida inferiore
Lower guide section

ATTENZIONE
Nel muovere la tavola XY, fare estrema attenzione alla direzione del movimento.
Lo spostamento della tavola nella direzione sbagliata può danneggiare la
sezione della guida inferiore.

- 153 -
14. CONTROLLO E MISURAZIONE
DEI PRODOTTI LAVORATI PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

14 CONTROLLO E MISURAZIONE DEI


PRODOTTI LAVORATI
Controllare e misurare i prodotti rimossi. Esaminando le condizioni del prodotto, determinarne lo stato
della lavorazione ed intraprendere le azioni appropriate.

(1) Osservare la superficie tagliata del prodotto.


Se è tagliata correttamente, la superficie è liscia.

La colorazione giallastra degli spigoli superiori è dovuta al deposito di ottone, che è un componente
del filo.
Se sulla superficie tagliata compaiono delle rigature, controllarle e determinarne la causa.
Se sulla superficie di taglio appaiono delle rigature
Equally-pitched ribs appear on the cut surface.
equidistanti:
Check that che
Controllare the roller
il rulloofdel
themeccanismo
wire feed mechanism
di
rotates smoothly.
alimentazione del filo ruoti senza attrito.

Se le rigature sono distribuite in modo irregolare


sulla superficie
Unevenly pitched ribs appear on part of the surface.

 Fduring
UnAugello
nozzle or another part touched the workpiece
o un'altra parte ha toccato il pezzo
machining.
durante
F la lavorazione.
The workpiece contains too many impurities.
 Il pezzo contiene troppe impurità.

SUGGERIMENTO
Si formano dei depositi quando delle tensioni positive e negative sono applicate
ad un metallo immerso in un liquido conduttivo.
Più risulta difficile generare la scarica elettrica, maggiori saranno i depositi che si
formano.
Se la superficie del filo è regolare, è difficile generare una scarica elettrica. Così,
quando il filo usato per il taglio è nuovo, si formano facilmente dei depositi
intorno alla parte superiore del pezzo.

(2) Misurare i prodotti.


Eseguire più misurazioni per determinare il valore dell'errore di spessore.

- 154 -
14. CONTROLLO E MISURAZIONE
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE DEI PRODOTTI LAVORATI

SUGGERIMENTO
Lo spessore del prodotto alle due estremità aumenta a causa dei depositi del
filo.
Prima di eseguire la misurazione, rettificare leggermente il prodotto con una
pietra per affilare a olio molto fine.

Se il centro del prodotto è più spesso delle estremità, o viceversa, la tensione del filo può essere
troppo bassa. Misurare la tensione del filo con un misuratore di tensione e controllare la differenza
tra il valore che compare sullo schermo ed il valore reale.

CentroMiddle
più spesso dellethan
is thicker estremità.
ends. Estremità
Ends più spesse
are thicker del centro.
than middle.

La tensione del filo è


troppo
Wire bassa?
tension too low?

- 155 -
15. PULIZIA DEI COMPONENTI
DELLA MACCHINA PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

15 PULIZIA DEI COMPONENTI DELLA


MACCHINA
La macchina deve essere pulita ogni giorno, al termine della lavorazione. La macchina si pulisce meglio e
più facilmente se è ancora bagnata di dielettrico.
Se la si lascia asciugare, i residui della lavorazione si attaccano ai componenti, e per la rimozione sarà
necessario smontare e lavare i singoli componenti.

(1) Pulire la tavola portapezzo con un panno umido per eliminare la sporcizia.
Pulire i soffietti del braccio con una pistola per la pulizia e asciugarli con cautela con un panno.
Soffietti braccio

Tavola portapezzo Unità guida inferiore

ATTENZIONE
Quando si pulisce il soffietto del braccio, utilizzare un panno pulito in modo che
non si danneggi. Un soffietto del braccio difettoso può causare perdite d’acqua.

(2) Impostare "FLUSSO ACQ" su "1" o "2" sulla schermata GRP. MONI o sulla schermata dei dati di
EDM.
(3) Rimuovere la sporcizia dal gruppo della guida inferiore usando, per esempio, uno spazzolino da
denti.
(4) Rimuovere l'ugello superiore e quello inferiore. Rimuovere ogni traccia di sporcizia dalle guide
usando, per esempio, uno spazzolino da denti.

- 156 -
15. PULIZIA DEI COMPONENTI
B-85434IT/03 PROCEDURE DI BASE DELLA MACCHINA

(5) Rimuovere la copertura dell'elettrodo. Pulire il terminale del cavo utilizzando, per esempio, uno
spazzolino da denti.

Copertura
Terminale dell'elettrodo

Ugello getto

Guida
superiore Supporto dell'ugello

Ugello superiore
Guida
inferiore
Ugello inferiore

Terminale

(6) Installare l'ugello superiore, quello inferiore e la copertura dell'elettrodo.

ATTENZIONE
Non usare mai prodotti per l'eliminazione della ruggine né detergenti casalinghi
per la pulizia della macchina.
Se sono miscelati nel fluido dielettrico, la velocità di lavorazione e la precisione
possono ridurre la durata del filtro e la resina scambiatrice di ioni si può ridurre.

ATTENZIONE
Quando si pulisce l'interno della vasa di lavorazione mediante una pistola di
pulizia o ad aria, non spruzzare acqua né aria compressa direttamente sulla
sezione coperta con una piastra di metallo che si trova sul sulla parte anteriore a
sinistra della vasca di lavorazione (vedi figura in basso).
Questa piastra metallica contiene un sensore di pressione per il rilevamento del
livello dell'acqua nella vasca di lavorazioe. Se si applica una forte pressione sulla
piastra metallica, il sensore si può danneggiare e il mantenimenro corretto del
livello dell'acqua nella vasca di lavorazione risulta impossibile.

- 157 -
16. DISINSERIMENTO DELLA
CORRENTE PROCEDURE DI BASE B-85434IT/03

16 DISINSERIMENTO DELLA CORRENTE


(1) Premere il pulsante OFF sulla sinistra del pannello di comando.
Lo schermo si spegne.

(2) Se la macchina è dotata dell'unità di raffreddamento del dielettrico, premere il pulsante rosso OFF
sul davanti della macchina per disinserire anche la corrente a quest'unità.
(3) Spegnere l'interruttore principale.
Ruotare velocemente su OFF la manopola dell'interruttore principale che si trova sul retro della
macchina.

Ruotare
velocemente
Turn
quickly

- 158 -
IV. IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE SU
CIASCUNA SCHERMATA
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 1. SCHERMATA DEL MENU
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI FUNZIONAMENTO

1 SCHERMATA DEL MENU DI


FUNZIONAMENTO

Attraverso la schermata OPERATION MENU è possibile determinare la configurazione delle schermate


di ROBOCUT.
Questa schermata raggruppa ciascuna funzione in un gruppo di menu per tipo, in modo che sia facile
determinare la posizione gerarchica di ciascuna funzione e schermata.

1.1 VERIFICA DELLE CONFIGURAZIONI DI TUTTE LE


SCHERMATE E FUNZIONI

Se si preme il tasto di selezione della schermata <Menu>, appare la schermata del menu del
funzionamento.

- 161 -
1. SCHERMATA DEL MENU IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI FUNZIONAMENTO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

1.2 SELEZIONE DELLA SCHERMATA


Sulla schermata del menu di funzionamento, le schermate sono raggruppate secondo le loro funzioni.
Per selezionare una schermata, premere direttamente la voce corrispondente.

1.3 GRUPPI SULLA SCHERMATA DEL MENU DI


FUNZIONAMENTO
(1) Posizione: Selezionato per impostare le posizioni necessarie prima della lavorazione.
POSIZIONE Schermata per impostare e confermare le coordinate e per impostare la verticalità degli assi
U e V.
FINE CORSA Schermata per l’impostazione dei limiti per le corse degli assi X, Y e Z
POS. UTENTE Schermata per l'impostazione dei punti speciali definibili dall'utente (come per il
posizionamento e le posizioni di riferimento) sulla macchina.
GUIDA ALLA Schermata per la regolazione del taglio in base alla guida
PREDISPOSIZIO

(2) IMPOST.: Selezionato per impostare i tipi di dati relativi al comportamento della macchina.
IMPOSTAZIONE Schermata per l'impostazione del comportamento base della macchina
PRM. HANDY Schermata per l'impostazione dettagliata dei dati come nella schermata IMPOSTAZIONE.
INFIL. Schermata per le impostazione delle opzioni dell'AWF

(3) POS.AUTO: Selezionata per eseguire il posizionamento e la regolazione verticale del filo
prima della lavorazione.
MISURATO Schermata per l'esecuzione della regolazione come il rilevamento del bordo
Posiz. rapido Schermata per lo spostamento in un punto particolare della macchina
Con. Vertic. Schermata per il rilevamento della verticalità del filo, esecuzione della lavorazione conica ed
esecuzione della compensazione del punto di supporto per il guidafilo inferiore / superiore.

(4) DATI EDM: Selezionato per impostare e modificare le tecnologie di taglio.


IMPOS IA Schermata per la selezione delle tecnologie di taglio ottimali, in base ad informazioni quali il
diametro del filo, il materiale e lo spessore del pezzo da lavorare, con i quali creare un
programma principale.
DATI EDM Schermata per consultare, modificare e registrare le tecnologie di taglio

- 162 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 1. SCHERMATA DEL MENU
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI FUNZIONAMENTO
(5) PROG.: Selezionato per creare e modificare i programmi.
PROGR. NC Schermata per la consultazione e l'editing di un programma
VAR. MACRO Schermata per l'impostazione delle variabili macro
Programm. autom. Schermata per la creazione di un programma conversazionale

(6) GRAFICA: Selezionata per disegnare e controllare i grafici definiti per il programma.
MONITOR Schermata per tracciare il programma di lavorazione
GRP.SET. Schermata per le voci di impostazione relative al disegno del programma di lavorazione

(7) Monitor: Selezionato per controllare la posizione attuale su una figura disegnata durante la
lavorazione.
GRP. Schermata per il controllo del programma, disegno del percorso, coordinate e varie
MONI impostazioni durante la lavorazione
RSLT INF Schermata per la visualizzazione del risultato della lavorazione di ciascuno dei fori da
lavorare
Monitor consumo Schermata per la visualizzazione del consumo elettrico e impostazione del modo lento
energetico

(8) I/O EST.: Selezionato per collegare la macchina ai dispositivi esterni.


I/O EST. Schermata per l'introduzione o il trasferimento di un programma di lavorazione, ecc.

(9) SISTEMA: Selezionato per verificare le informazioni necessarie per la manutenzione


DIAGNOS Schermata per la visualizzazione della guida usata per specificare e confermare lo stato e il
tempo di funzionamento della macchina e la durata delle parti usurabili e per realizzare
l'ispezione e la manutenzione.
PARTI Schermata di riferimento per le parti di manutenzione di ROBOCUT

- 163 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

2 SCHERMATA PER LE COORDINATE E I


PUNTI UTENTE
2.1 TUTTA LA SCHERMATA

POSIZIONE

POSIZIONE

 Questa schermata appare quando è premuto il tasto di selezione della schermata <Posizione>, poi il
tasto [Tut].
 Questa schermata può essere utilizzata per specificare il valore delle coordinate, la posizione di
ritorno dell'asse Z e la posizione verticale, per registrare un punto utente e la posizione di
misurazione ed effettuare il posizionamento (comando G91, coordinate relative, coordinate assolute,
coordinate macchina, ritorno alla posizione di riferimento e posizione di misurazione).
Per dettagli sul posizionamento, consultare il capitolo 6.14, "SPOSTAMENTO SU UN PUNTO
ARBITRARIO CON LO SPOSTAMENTO IN RAPIDO [RAPIDO]," il capitolo 6.15,
"SPOSTAMENTO SULLE COORDINATE REGISTRATE CON LO SPOSTAMENTO IN
RAPIDO [RITORNO AL PUNTO DI RIFERIMENTO]," e capitolo 6.16, "SPOSTAMENTO SU
UN PUNTO REGISTRATO CON LO SPOSTAMENTO IN RAPIDO [MISURAZIONE RITORNO
PUNTO]", nella parte IV.
 Questa schermata permette il posizionamento sulla superficie frontale e il posizionamento nel centro
del foro.
Premendo i pulsanti [Bordo] o [Centro foro] appare la finestra corrispondente. Realizzare il
posizionamento secondo la descrizione di ciascun riquadro di dialogo.

- 164 -
2. SCHERMATA PER LE
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE COORDINATE E I PUNTI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA UTENTE

Bordo Centro foro

 Nella finestra "Ritorno p.to part.ritroso", l'impostazione attuale selezionata per "AL PUNTO DI
RIFER. NORMALE" appare in basso. Si può modificare l'impostazione in questa finestra o
utilizzando l'elemento "AL PUNTO DI RIFER. NORMALE" visualizzato in basso a "Setting" nella
schermata di posizionamento.

ATTENZIONE
La posizione di completamento del posizionamento varia di un valore pari alla
metà del diametro del filo, a seconda dell'elemento ("FILO CENT." o "FILO
LATER") selezionato in "AL PUNTO DI RIFER. NORMALE" Si raccomanda
all'utente di specificare l'elemento selezionato generalmente dall'utente stesso.

 Quando e rimangono attivati, la tensione viene applicata al filo durante il

posizionamento e diventa scaricabile. Ciò è utile per il posizionamento su una superficie frontale
sbavata del pezzo. Per dettagli, vedere la sezione 6.22, "REGOLAZIONE DELLA POSIZIONE
VERTICALE DEL FILO TRAMITE UNA SCARICA SU UN LATO DEL PEZZO," nella parte IV.
Questo posizionamento nello stato scaricato utilizza la tecnologia di taglio attuale.

- 165 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

2.2 SISTEMA COORDINATE PEZZO [Tut]


Se "Coordinate pezzo" è impostato su SÌ nella schermata di impostazione handy, è possibile gestire il
sistema di coordinate del pezzo nella schermata Tut.

2.2.1 Impostazione delle coordinate dell'origine di un sistema di


coordinate del pezzo
Impostare l'origine di ciascun sistema di coordinate del pezzo con le coordinate della macchina.

(1) Selezionare "Coord di lavo." nel "Preset punto rif".

(2) Impostare il numero del sistema di coordinate per l'impostazione delle coordinate dell'origine del
sistema di coordinate del pezzo.

(3) Inserire i valori numerici per impostare le coordinate dell'origine del sistema di coordinate del pezzo.

- 166 -
2. SCHERMATA PER LE
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE COORDINATE E I PUNTI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA UTENTE

(4) È anche possibile impostare le coordinate attuali della macchina come le coordinate dell'origine.

2.2.2 Controllo del sistema di coordinate del pezzo


È possibile controllare il sistema di coordinate impostato attualmente nella schermata della posizione.

2.2.3 Modifica del sistema di coordinate del pezzo


È possibile modifica il sistema di coordinate nella schermata della posizione.

(1) Inserire il numero del sistema di coordinate che si desidera modificare.

(2) Premere il tasto "Cambio coord. lavoro".


Attenzione: Se "Cambio condiz. di reset G54" è impostato su SÌ nella schermata di impostazione
handy, questo pulsante non appare.

(3) Appare un messaggio di conferma. Se non ci sono problemi, premere "SI".

(1)

(2)

(3)

(4) Il sistema delle coordinate è cambiato.


(4)

- 167 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

2.3 CONTROLLO DELLE COORDINATE RELATIVE, DELLE


COORDINATE ASSOLUTE E DELLE COORDINATE
MACCHINA

POSIZIONE

POSIZIONE

 Questa schermata appare quando è premuto il tasto di selezione della schermata <Posizione>, poi il
tasto [RELATIVA POSITION].

 Questa schermata si utilizza per controllare le posizioni attuali delle guide superiore ed inferiore.

Pus. relativa Coordinate che possono essere impostate dall'operatore


Impostando 0 per X, Y, U sul punto di inizio lavorazione, l'impostazione serve come
guida per l'identificazione della posizione della lavorazione da eseguire.
POSIZIONE

POSIZIONE

- 168 -
2. SCHERMATA PER LE
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE COORDINATE E I PUNTI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA UTENTE

Pus. assoluta Coordinate impostate con un programma


I valori numerici sono impostati in base alle coordinate impostate con G92 in un
programma.
POSIZIONE

POSIZIONE

Pus. macchina Coordinate gestite dal CNC


Queste coordinate non possono essere modificate dall'operatore.
POSIZIONE

POSIZIONE

 Oltre alle voci riportate sopra, appaiono le seguenti voci:


Pus. iniziz. Visualizza le coordinate della macchina per cui si avvia la lavorazione.
Pus. arresto Visualizza le coordinate della macchina per cui si arresta la lavorazione.
Pus. verticale Visualizza le coordinate della macchina per cui viene eseguita l’impostazione
verticale.
Pus. limite Z Visualizza le coordinate della macchina dell’asse Z su cui viene impostato il limite.

- 169 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

2.4 IMPOSTAZIONE ARBITRARIA DI UNA COORDINATA SU


CIASCUN ASSE
I valori delle coordinate relative possono essere impostati arbitrariamente dall'operatore sulla schermata
Tut.
Innanzitutto, premere il tasto [Tut] per visualizzare la schermata Tut.

POSIZIONE

POSIZIONE

2.4.1 Impostazione di tutte le coordinate su 0 (Tut)


(1) Premere i tasti [X0], [Y0], [U0], [V0], e [Z0]. I valori delle coordinate visualizzate sono impostati su
0.
Premere il tasto [Reset] per impostare le relative coordinate visualizzate di tutti gli assi su 0.

NOTA
I valori <X> e <Y> di [ASSOLUTA POS.] si possono impostare su 0 nello stesso
modo.
- 170 -
2. SCHERMATA PER LE
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE COORDINATE E I PUNTI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA UTENTE

2.4.2 Impostazione delle coordinate su valori arbitrari (tut)


Le coordinate relative sono impostate su valori arbitrari per ottenere una linea guida per la regolazione
come il posizionamento del filo e del pezzo.

(1) Premere il campo di impostazione delle coordinate dell’asse da impostare e inserire un valore
desiderato.
Esempio) Se la coordinata dell’asse X è impostata su "9,8765"

Inserire un valore nel


riquadro di impostazione
delle coordinate.

(2) Appare il valore inserito.


Premendo la parte del tasto [X/2], [Y/2] il valore delle coordinate corrispondente visualizzato
attualmente.

NOTA
<X> e<Y> di [ASSOLUTA POS.] possono essere impostate su valori di
coordinate arbitrari, e il valore delle coordinate impostato attualmente di <X> o
<Y> di [ASSOLUTA POS.] può similmente essere dimezzato.

2.4.3 Impostazione di tutte le coordinate su 0 (pos. relativa, pos.


assoluta)
(1) Visualizzare la schermata di posizione relativa.
Relative pos.

(2) I valori delle coordinate visualizzate possono essere anche impostate su 0 inserendo <X>, <Y>, <U>,

e <V> successivamente tramite i tasti indirizzo premendo il tasto .

Relative pos.

- 171 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

NOTA
<X> e <Y> di [ASSOLUTA POS.] possono similmente essere impostati su 0.

2.4.4 Impostazione delle coordinate su valori arbitrari (pos. relativa,


pos. assoluta)
(1) Visualizzare la schermata di posizione relativa.
Relative pos.

(2) Il valore delle coordinate dell'asse X "9,8765" può essere impostato inserendo <X> e <9,8765>

successivamente in questo ordine con i tasti indirizzo e premendo il tasto .

Relative pos.

NOTA
<X> e <Y> di [ASSOLUTA POS.] possono similmente essere impostati su valori
arbitrari .

- 172 -
2. SCHERMATA PER LE
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE COORDINATE E I PUNTI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA UTENTE

2.5 REGOLAZIONE DELLA POSIZIONE VERTICALE DEL


FILO (VERT)
Ci sono due metodi per regolare la verticalità del filo Un metodo utilizza una maschera di verticalità.
L'altro metodo provoca una scarica su un lato di un pezzo avente tre lati estremamente piani e
perfettamente perpendicolari gli uni agli altri.

Per dettagli sull’impostazione della posizione verticale, vedere il Capitolo 6.17, "SCHERMATA PER LA
REGOLAZIONE VERTICALE" nella parte IV.

2.5.1 Impostazione della posizione verticale nella posizione attuale


degli assi U e V
POSIZIONE

POSIZIONE

Questa schermata è selezionata per impostare la posizione verticale del filo sulla posizione attuale
dell’asse U e V spostando manualmente l’asse U o l’asse V per la regolazione della verticalità del
filo.

1 Se la regolazione viene eseguita con scarico sul lato del pezzo, che è piano e verticale
2 Se la posizione dell’asse U o V è corretta manualmente in base ai dati di misurazione di un
pezzo lavorato

(1) Spostare l’asse U o V sulla posizione utilizzata come posizione verticale del filo.

(2) Se si preme l’icona [Verticale], appare un messaggio di conferma. Se non ci sono problemi, eseguire
la procedura.
Vertical

(3) Le coordinate della macchina, eseguite verticalmente, sono indicate in [Pus.verticale] sulla
schermata Posizione.

(4) La posizione verticale è impostata con la spia del tasto accesa.

- 173 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

2.6 IMPOSTAZIONE DELLA POSIZIONE DI RITORNO


DELL'ASSE Z
La posizione di ritorno dell'asse Z può anche essere impostata sulla schermata del finecorsa.
Per dettagli, vedere la sezione 2.8, "EVITARE COLLISIONI FRA L'ASSE Z E IL PEZZO (LIMIT)"
nella parte IV.

2.6.1 Impostazione della posizione dell'asse Z attuale come


posizione di ritorno dell'asse Z
POSIZIONE

POSIZIONE

(1) Eseguire uno spostamento lungo l'asse Z sulla posizione da impostare come posizione di ritorno
dell'asse Z.

(2) Premere il tasto [Z-axis return position setting]. Le coordinate della macchina della posizione
dell'asse Z attuale appaioni in "Pus. limite Z" sulla schermata della posizione.

Impostazione della posizione di ritorno dell'asse Z

(3) La posizione di ritorno dell'asse Z è impostata.

(4) Premendo il tasto [Reset], l'impostazione della posizione di ritorno dell'asse Z può essere cancellata.
Reset

- 174 -
2. SCHERMATA PER LE
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE COORDINATE E I PUNTI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA UTENTE

2.7 LIMITAZIONE DELLA CORSA DELL'ASSE X O Y


(FINECORSA)

POSIZIONE

FINE
CORSA

Il CNC limita l'area di movimento (corsa) della tavola XY, controllando le coordinate macchina. Questo
metodo viene indicato con il nome di limite della corsa. Eseguire l'impostazione in modo da evitare colpi
al dispositivo sulla tavola XY.
Se il finecorsa viene superato, si verifica un allarme e la macchina viene arrestata.
Sono disponibili due tipi di limite della corsa.
(1) Finecorsa 1
Viene specificata la corsa massima per la macchina. L'operatore non può modificare l'impostazione
per l'asse X, Y, U, V o Z.

(2) Finecorsa 2
L'operatore può specificare un valore secondo quanto necessario. Specificare il finecorsa 2 per
impedire, per esempio, uno scontro con una maschera montata sulla tavola. Solo il limite della corsa
2 può essere impostato sulla schermata del limite della corsa.

- 175 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Per specificare per il finecorsa un'area rettangolare, inserire le coordinate di due angoli diagonalmente
opposti di un rettangolo.
Quando Area limite= INT., l'area all'interno del rettangolo definito da due punti è un'area di allarme nella
quale la macchina non può entrare.
Quando Area limite = EST, l'area all'esterno del rettangolo definito da due punti è un'area di allarme.
Specificare le coordinate di due punti nei campi X1, Y1, X2, e Y2.
Quest’area limite è visualizzata in rosso.
Perciò, è possibile programmare le coordinate dei due punti.

G22 X_ Y_ I_ J_ ;

G22 : Attiva l'impostazione del finecorsa 2.


X : Coordinata X del punto 3
Y : Coordinata Y del punto 3
I : Coordinata X del punto 4
J : Coordinata Y del punto 4

G23 ;
G23 : Disattiva l'impostazione del finecorsa 2.

- 176 -
2. SCHERMATA PER LE
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE COORDINATE E I PUNTI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA UTENTE

2.8 EVITARE COLLISIONI FRA L'ASSE Z E IL PEZZO (LIMIT)

BANG!
BANG!
STOP!
STOP!

When
Quando non no limit is set il limite
è impostato Quando èWhen the limit
impostato is set
il limite

2.8.1 Funzione per l'impostazione del limite


Procedura di impostazione del limite dell'asse Z

(1) Posizionare la guida superiore all'altezza da fissare come limite (normalmente, è l'altezza utilizzata
per la lavorazione).

0.2mm

(2) Premere il tasto di selezione della schermata <Posizione>, quindi premere [FINE CORSA] per
visualizzare la schermata [FINE CORSA].
POSIZIONE

FINE
CORSA

(3) Premere il tasto [Limit ON] nel riquadro dell'asse Z.


Il finecorsa è impostato sulla posizione attuale dell'asse Z.

- 177 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(4) Quando l'impostazione del limite è completata, i colori di visualizzazione dei dati delle coordinate
dell'asse Z nel sistema di coordinate macchina, relative ed assolute diventano color porpora, e la spia
si accende.

(5) Quando l'asse Z viene mosso dalla posizione in cui è impostato il limite, il tasto si disattiva.

(6) Se viene eseguito uno spostamento verso il basso oltre la posizione dell'asse Z impostata, compare
l'allarme OT0501 "(Z) SOVRACORSA - (SOFT1)" che arresta lo spostamento verso il basso lungo
l'asse Z.

NOTA
Premendo il tasto [Limit OFF] si cancella l'impostazione del limite.

2.8.2 Funzione di ritorno dell'asse Z


La funzione di ritorno dell'asse Z provoca un ritorno automatico alla posizione limite impostata lungo
l'asse Z.

 Procedura di ritorno dell'asse Z


(1) Se la macchina è posizionata su un punto arbitrario lungo l'asse Z, il LED della spia si
spegne.

(2) Se si preme il tasto nel modo manuale la macchina si sposta lungo l'asse Z.

(3) Quando la macchina raggiunge la posizione limite impostata lungo l'asse Z, si arresta l'avanzamento
dell'asse, e il LED della spia si accende, completando così il ritorno dell'asse Z.

- 178 -
2. SCHERMATA PER LE
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE COORDINATE E I PUNTI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA UTENTE

2.9 VISUALIZZAZIONE DELLE COORDINATE DEL PUNTO


ATTUALE (MISURE)

POSIZIONE

POS. UTENTE

Vengono visualizzate le coordinate macchina del punto in cui la macchina è posizionata tramite il
programma o manualmente. I dati si possono anche impostare spostando il cursore su un numero del
punto posizionato.
È possibile impostare trentadue punti di posizionamento (dal No.0 al No.31).

X e Y:
Visualizza le coordinate della macchina X e Y dei punti posizionati.

Si possono impostare i dati inserendo i valori numerici nei riquadri di inserimento per gli assi X e Y dei
punti di posizionamento. Per impostare la posizione attuale della macchina come punto di posizionamento,
premere il tasto [STORE].

Commento:
È possibile aggiungere un commento per semplificare l'identificazione del punto posizionato
impostato.
Inserire un commento con i tasti MDI e premere il tasto .

Se si preme semplicemente il tasto senza inserire un commento si cancella il commento


impostato.

- 179 -
2. SCHERMATA PER LE
COORDINATE E I PUNTI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
UTENTE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

2.10 IMPOSTAZIONE DEI PUNTI UTENTE (POS. UTENTE)

POSIZIONE

POS. UTENTE

Un punto di riferimento è un punto specificato sulla macchina che l'utente può impostare, prendere come
riferimento e posizionare facilmente.
Premendo il tasto [STORE] per ciascun asse di P2, P3, o P4, la posizione attuale della macchina può
essere memorizzata come seconda, terza o quarta posizione di riferimento (punto utente).
I valori introdotti vengono memorizzati se sono inseriti dopo il nome dell'asse e se viene premuto il tasto
.
Se non è stato completato il ritorno al punto zero della macchina (prima posizione di riferimento), le
coordinate macchina della posizione attuale in fondo alla schermata sono visualizzate in rosso. Se "Regis.
coord. G92 su punto rif. P4" è "SI" nella schermata di impostazione Handy, le coordinate di P4 sono le
coordinate del punto di avvio della lavorazione specificato in G92.

- 180 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3 SCHERMATA DEI DATI DI IMPOSTAZIONE


IMPOST.

IMPOST
AZIONE

Vengono eseguite le impostazioni per il funzionamento della macchina.

Mediante il menu a sfioramento è selezionato "OFFSET", "WTA CTRL:", "CONTR. AVVIC." o


"CREA/TRON." sulla schermata e ciascuna voce è quindi definita.
Compensazione

- 181 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Controllo WTA

Avvicinamento IA

Linguetta di raccordo

- 182 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.1 INFORMAZIONI SUL FILO / PEZZO

IMPOST.

IMPOST
AZIONE

Per impostare ciascuna voce, selezionare un’impostazione sul menu che appare con un tocco.
Altrimenti, il valore della voce viene inserito con il pannello dell’operatore.

 Selezionare il diametro del filo.


 Selezionare il materiale del filo.
 Selezionare il peso del filo.
 Selezionare il materiale del pezzo.
 Inserire lo spessore del pezzo.
 Se la parte inferiore del pezzo si trova al di sopra del livello del pezzo perché, ad esempio, si utilizza
una tavola ausiliaria, definire il valore dello spostamento del pezzo.

ATTENZIONE
Se la macchina è in funzione, non è possibile modificare l'impostazione del
diametro del filo, del materiale del filo o del peso del filo. Prima di avviare la
lavorazione, accertarsi di aver definito il diametro e il materiale del filo e lo
spessore e il valore dello spostamento del pezzo. Se il diametro del filo e lo
spessore del pezzo non sono impostati correttamente, la lavorazione potrebbe
diventare instabile.

NOTA
 Se il materiale del pezzo corretto non è presente nell’elenco, selezionare il
materiale più simile.
 Se si utilizza il caricatore del filo (optional), selezionare "ON" per "CARIC. FILO"
e selezionare il peso netto del filo che corrisponde al peso del filo da utilizzare.

- 183 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.2 SPECIFICAZIONE DEL CONTROLLO DEL LIQUIDO


DIELETTRICO

IMPOST.

IMPOST
AZIONE

Si possono impostare le voci "Resistività", "Aspersione", "Livello acqua" (livello di acqua per la
regolazione automatica del livello dell'acqua), "Contr. frigorifero" (del liquido dielettrico), "Temperatura"
(del liquido dielettrico) e "Semisvuotamento".

(1) Selezionare il menu a sfioramento "ACQ.".


(2) Premere la voce da impostare ed eseguire la selezione dal menu.

3.2.1 Impostazione della resistività del liquido dielettrico


Regolare la resistività del liquido dielettrico.
L'intervallo di impostazione ammesso è compreso tra "5,0" e "20,0".
Per una tecnologia di taglio che si può selezionare normalmente sulla schermata di IMPOSTAZIONE IA
DELLE TECNOLOGIE DI TAGLIO, impostare "7,0".

ATTENZIONE
Per diminuire la resistività, aggiungere o sostituire il liquido dielettrico.
Per aumentare il valore specificato, sostituire il liquido dielettrico con una nuova
resina scambiatrice di ioni.
La resistività cambia in base alla modifica della temperatura del liquido.
Se la temperatura del liquido aumenta, la resistività diminuisce; se la
temperatura diminuisce, la resistività aumenta.

- 184 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.2.2 Lavorazione di un pezzo senza liquido dielettrico nella vasca


(lavorazione ad aspersione)
Se per la lavorazione non è necessario il liquido dielettrico nella vasca di lavorazione, specificare
ABILITA.

NOTA
Anche se si imposta SI su "Aspersione", mentre lo sportello della vasca di
lavorazione è aperto non è possibile eseguire né la lavorazione né il
funzionamento automatico.

3.2.3 Regolazione automatica del livello dell’acqua della vasca di


lavorazione in base all’altezza dell’asse Z [livello acqua]
 L'altezza della guida superiore e la pressione nella vasca dei pezzi vengono rilevate per mantenere
sempre il fluido dielettrico ad un perfetto livello.
 Il livello del liquido dielettrico è controllato automaticamente in base all’altezza (asse Z) della guida
superiore.

Definire [livello acqua] per regolare il livello dell’acqua da controllare automaticamente.


La posizione di riferimento del livello dell’acqua da controllare automaticamente si trova accanto alla vite
di fissaggio dell’elettrodo superiore.
Specificare un valore positivo per definire un livello maggiore del livello di riferimento o un valore
negativo per definire un livello inferiore rispetto al livello di riferimento.

Livello dell'acqua = "+"

Livello di riferimento

Livello dell'acqua = "-"

- 185 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.2.4 Mantenimento del livello dell'acqua costante allo scarico


[SEMISVUOTAMENTO]
Attivare o disattivare "Semisvuotamento".

 Il livello dell’acqua durante lo scarico viene mantenuto all’altezza del sostegno del pezzo in modo
che la temperatura del sostegno diventi stabile.
 Poiché il sostengo del pezzo viene immerso nel liquido dielettrico anche durante la regolazione o la
rimozione dei residui, è possibile evitare la variazione delle dimensioni.

 Se il liquido dielettrico viene scaricato quando il sostegno del pezzo è immerso nel liquido, il livello
è mantenuto costante dopo lo scarico del liquido fino all'altezza del sostegno.
(Stato di semisvuotamento)
 Se a questo punto di preme il tasto DRAIN, il liquido dielettrico nella vasca di lavorazione viene
scaricato completamente.

SEMISVUOTAMENTO = ON

SEMISVUOTAMENTO = OFF

NOTA
 Nello stato di semisvuotamento non è possibile aprire il portello della vasca di
lavorazione.
 È possibile aprire e chiudere il portello a saracinesca automatica (optional)
attraverso il pannello di comando della macchina.
 È possibile aprire e chiudere il portello doppio (optional) della vasca di
lavorazione.

- 186 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.2.5 Esecuzione delle impostazioni per la regolazione della


temperatura dell'unità di raffreddamento del liquido
dielettrico
È definita la regolazione della temperatura dell’unità di raffreddamento.
L’unità di raffreddamento del liquido dielettrico regola la temperatura del liquido dielettrico.
La regolazione del liquido dielettrico è molto importante per eseguire la lavorazione con precisione
stabile.

 Regolazione del refrigeratore


Per mantenere la temperatura costante sul valore impostato: Constant (regolazione costante della
temperatura)
Per modificare la temperatura in base alla temperatura ambiente: Difference (regolazione che segue
la temperatura ambiente)
 Temperatura
Quando per la regolazione del refrigeratore è selezionato "Costante": Specificare la temperatura
desiderata per il liquido dielettrico.
Quando per la regolazione del refrigeratore è selezionato "Differenz.": Specificare il valore
differenziale tra la temperatura ambiente e la temperatura del liquido dielettrico. (In genere, questo
valore è 0,0.)

La seguente tabella elenca le regolazioni consigliate del refrigeratore.

Funzione di Regolazioni del refrigeratore


compensazione Variazioni della Variazioni della
Modello Numero di sensori
della deformazione temperatura temperatura
termica ambiente < 2C/24H ambiente > 2C/24H
C400iB -
Costante Differenza
Non previsto C600iB - * *
NOTA 2 NOTA 1
C800iB -
C400iB 3
Costante
Standard C600iB 3 * Differenza
NOTA 2
C800iB 7
Per una stanza a C400iB 7
Costante
temperatura C600iB 7 * -
NOTA 2
costante C800iB -
NOTA 1) Quando la temperatura ambiente varia sensibilmente, contattare il rappresentante vendite
FANUC.
NOTA 2) Per la temperatura dell'acqua, specificare una temperatura prossima alla temperatura ambiente.

NOTA
Di seguito, sono indicati gli intervalli ammessi.
Costante : da 10,0 a 40,0 C
Differenza : da -5,0 a 5,0 C

- 187 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.3 IMPOSTAZIONE DELLA TOLLERANZA E DELLO


SPIGOLO R
IMPOST.

IMPOST
AZIONE

È possibile specificare gli elementi "Tolleranza", "Tolleranza st." e "Spigolo".

(1) Selezionare il menu a sfioramento "Tolleranza raccordo".


(2) Premere la voce da impostare e inserire un valore.

3.3.1 Aumento o diminuzione di tutte le compensazioni impostate


(TOLLERANZA)
Per aumentare o per diminuire le compensazioni impostate si usa TOLLERANZA.

Dopo che sono state impostate nel campo OFFSET le compensazioni in base alle dimensioni specificate,
è possibile ottenere pezzi finiti di varie dimensioni specificando le differenze fra le dimensioni di tali
prodotti e le dimensioni specificate nel campo TOLLERANZA.
0,2

10,4
10

0.2

Compensazione 0,150 Compensazione 0,150


Gioco 0,000 Gioco 0,200

- 188 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

Il campo TOLLERANZA può essere usato anche per specificare lo spazio fra punzone e matrice.
,Punzone
Lavorazione con punzone
Compensazione 0,150
Gioco -0,020

0.02 0.02

Lavorazione con matrice


Compensazione 0,150
Gioco 0,.000

Matrice

SUGGERIMENTO
Anche il gioco può essere specificato programmado nel seguente modo:
G90 (o G91) G10 P9998 R_
R: Gioco (è possibile usare il punto decimale)
Con G90, è impostato un valore specifico per il gioco. Con G91, il valore
specificato viene sommato al valore precedentemente impostato.

- 189 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.3.2 Aumento o diminuzione di tutte le compensazioni alla


sommità e alla base impostate [SOVRAMETALLO DI
FINITURA ALLA SOMMITÀ E ALLA BASE]
Impostare le compensazioni alla sommità e alla base da aumentare o ridurre.
Questa funzione si utilizza nella finitura per regolare la rettilineità basata sui dati di misurazione del
risultato del taglio.
Utilizzare questa funzione quando si cambiano le compensazioni alla sommità e alla base uniformemente
per le condizioni per più tagli.

Sovrametallo di finitura alla sommità e alla base: 0,002

Sovrametallo
di finitura
1a : 0,007
2a : 0,002
3a : 0,002
Sovrametallo 4a : 0,004
di finitura
1a : 0,007
2a : 0,002
3a : 0,002
4a : 0,004

Sovrametallo
di finitura
0,002 0,002 1a : 0,009
2a : 0,004
3a : 0,004
4a : 0,006

SUGGERIMENTO
La tolleranza di finitura superiore e inferiore si può specificare anche con la
programmazione nel modo seguente:
G90 (o G91) G10 P9997 R_
R: Tolleranza di finitura superiore e inferiore (si può includere una virgola
decimale)
Quando si usa G90, è impostata una tolleranza di finitura superiore e inferiore.
Con G91, il valore specificato viene sommato alla tolleranza di finitura superiore
e inferiore impostata precedentemente.

- 190 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.3.3 Arrotondamento di tutti gli spigoli della figura (CORNER


ROUND)
Tutti gli spigoli della figura possono essere arrotondati specificando nel programma CN la funzione di
inserimento automatico dei raccordi.
L'inserimento automatico dei raccordi è attivabile quando nel programma CN vengono specificati i
seguenti codici G.
G48: Abilita l'inserimento automatico dei raccordi
G49: Disabilita l'inserimento automatico dei raccordi
Gli spigoli specificati nei blocchi fra G48 e G49 sono arrotondati come è specificato nel campo CORNER
ROUND.

Esempio di programmazione)

R8

Punto iniziale
Start point

Spigolo arrotondato inserito


Automatically inserted round corner (CORNER ROUND R R 5.0000)
automaticamente

ATTENZIONE
Gli spigoli non sono arrotondati quando:
 L'angolo dello spigolo è minore o uguale a 1, oppure quando è maggiore o
uguale a 179.
 Il blocco successivo è privo di comandi di spostamento.

- 191 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.4 IMPOSTAZIONE DELLA ROTAZIONE E DELLA SCALA

IMPOST.

IMPOST
AZIONE

Per attivare la rotazione, il fattore di scala e la rotazione dell'asse, inserire il valore desiderato in ciascun
campo. Per attivare o disattivare l'immagine speculare e lo scambio dell'asse, selezionare dal menu.

Se si imposta una voce in "Rot./Scala", appare in arancione l’icona corrispondente nella sezione di
indicazione dell’impostazione sulla schermata. (La figura in basso indica il caso in cui l'angolo di
rotazione viene impostato).

Sostituzione
asse
Angolo di rotazione dell'asse
Immagine speculare Y
Immagine speculare X
Fattore di scala
Angolo di rotazione
Gioco

ATTENZIONE
Se la macchina è in funzione non è possibile specificare, l'angolo di rotazione, il
fattore di scala, l'angolo di rotazione dell'asse, l'immagine speculare o lo
scambio dell'asse.

- 192 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.4.1 Rotazione della figura programmata (spostamento angolare)


Per ruotare la figura programmata, specificare lo spostamento angolare.

È possibile specificare uno spostamento angolare compreso tra -360,00000 gradi e +360,00000 gradi.
Quando la figura programmata non deve essere ruotata, specificare 0,00000.

Spostamento angolare::
Angular displacement +
30.00000
30,00000 degrees
gradi

Spostamento angolare: :
Angular displacement Spostamento angolare::
Angular displacement -
0,00000 gradi
0.00000 degrees -30,00000 gradi
-30.00000 degrees

Il segno + indica una rotazione in senso antiorario. Il segno – indica una rotazione in senso orario.
The + sign indicates counterclockwise rotation. The - sign indicates clockwise rotation.

3.4.2 Ingrandimento o riduzione della figura programmata


(ingrandimento)
Per ingrandire o ridurre la figura programmata, specificare un ingrandimento.
Ingrandimento può variare nell'intervallo da 0,001 a 99,999. Se la figura programmata non deve essere né
ingrandita né ridotta, specificare 0,000 o 1,000.

20
10
5

Ingrandimento: 0,500
Magnification : 0.500 Ingrandimento:
Magnification :0,000
0.000 Ingrandimento: 2,000
Magnification : 2.000

- 193 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.4.3 Spostamento simmetrico della figura programmata


(immagine speculare e scambio asse)
Per spostare simmetricamente la figura programmata, specificare l'immagine speculare o la funzione di
cambio dell'asse.
 Immagine speculare X: Sposta la figura programmata in modo simmetrico rispetto all'asse Y.
 Immagine speculare Y: Sposta la figura programmata in modo simmetrico rispetto all'asse X.
 Scambio di asse: Sposta la figura programmata scambiando le coordinate degli assi X e Y.
Spostamento rispetto alla posizione della figura originale

Immagine speculare asse Immagine speculare asse Immagine speculare assi


Figura originale
X Y XeY

Scambio assi e immagine Scambio assi e immagine Scambio assi e immagine


Scambio assi
speculare asse X speculare asse Y speculare assi X e Y

3.4.4 Scambio degli angoli degli assi X e Y (Angolo di rotazione


dell'asse)
Se il pezzo da lavorare è inclinato rispetto all'asse X o Y del sistema di coordinate macchina, viene
specificato l'angolo di inclinazione. I sistemi di coordinate relative e assolute non vengono ruotati.

L'intervallo valido per i valori di regolazione dell'angolo di inclinazione va da -360,00000 a +360,00000.


Se non deve essere eseguita la rotazione dell'asse, impostare l'angolo di inclinazione a 0,00000.

Angolo di rotazione = 30,00000° +


Y

X
Angolo di rotazione = 0,00000°
Angolo di rotazione = -30,00000° -

I segni più (+) e meno (-) per gli angoli di rotazione, rappresentano rispettivamente le
rotazioni in senso antiorario e in senso orario.

- 194 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

Modifica figura rispetto al programma originale

IMMAGINE SPECULARE X = 0 IMMAGINE SPECULARE X = 1 IMMAGINE SPECULARE X = 0 IMMAGINE SPECULARE X = 1


IMMAGINE SPECULARE Y = 0 IMMAGINE SPECULARE Y = 0 IMMAGINE SPECULARE Y = 0 IMMAGINE SPECULARE Y = 0
ROTAZIONE ASSE = 0 ROTAZIONE ASSE = 0 ROTAZIONE ASSE = 45.0 ROTAZIONE ASSE = 45.0

Y Y Y Y

X X X X

3.4.5 Calcolo dell'inclinazione del pezzo


Questa funzione permette di trovare l’angolo di inclinazione di un pezzo installato usando la funzione di
posizionamento. Con questa funzione, il pezzo installato, anche se inclinato, può essere lavorato usando
un indicatore senza compensare l'inclinazione.
Usando la funzione per la rotazione dell'asse, è possibile realizzare un movimento basato sul
funzionamento manuale.

Pezzo
Workpiece

Angolo di inclinazione
Inclination angle

Come indicato sopra, misurare due punti sul pezzo inclinatoto per ricavare l'angolo di inclinazione dalla
differenza nei valori misurati.

- 195 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(1) Montare il pezzo sulla tavola portapezzo e regolare poi l'inclinazione relativa al livello.
Consultare la sezione 6,7, "MISURAZIONE DELL'INCLINAZIONE DEL BORDO" nella parte IV.

Guida superiore

Supporto
dell'indicatore

Indicatore

Pezzo

(2) Selezionare il modo JOG, portare il filo vicino al piano di riferimento per il posizionamento sulla
superficie frontale. Per dettagli sulla procedura per il posizionamento, consultare il capitolo 6,
"SCHERMATA MISURATO" nella parte IV.

Wire
Filo

(3) Al termine dell'operazione di posizionamento, visualizzare la schermata "Relative position".

Introdurre nell'ordine <X> e <Y> mediante i tasti alfabetici e premere il tasto . Le coordinate

relative X e Y vengono azzerate.


POSIZIONE

POSIZIONE

(4) Dal punto in cui è stato completato il posizionamento, spostare il filo lungo la superficie del pezzo.

- 196 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

(5) Eseguire il posizionamento sulla superficie frontale come effettuato nel precedente punto (2). A
questo punto, tuttavia, l'impostazione dell'origine non è realizzata lungo l'asse X e l'asse Y.

(6) Al termine del posizionamento sulla superficie frontale, visualizzare la schermata IMPOSTAZIONE.

(7) Spostare il cursore sull'elemento "ASSI ROT." e introdurre 0.

(8) Poi, premere il tasto [Calc.inclinaz.]. L'angolo di inclinazione è calcolato e specificato.

ATTENZIONE
Se la superficie su cui avviene il posizionamento è ruvida, l'errore di
posizionamento aumenta, portando ad un errore più grande per l'angolo. Per il
posizionamento, selezionare una superficie liscia.

3.5 IMPOSTAZIONE DELLA LAVORAZIONE CONICA


IMPOST.

IMPOST
AZIONE

- 197 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Modificare e controllare gli elementi di impostazione per la lavorazione conica.

 Modo di tag.: Verticale/angolare/1 shot UV/modale UV


 Piano programma: Posizione in cui è creata la figura del programma
 SPESSORE: Posizione dell’altra superficie dal punto di vista del piano del programma
 Ctrl. grande. conic: OFF/ON (per dettagli, vedere il paragrafo 4.3.7, "Compensazione di
grandi conicità", nella parte IV.)
 Guidafilo: Tipo di guidafilo per il quale salvare i dati di compensazione conicità
(visualizzati se "Ctrl. grande. conic." è impostato su "ON")
 Guida superiore: Distanza tra la superficie della tavola e la punta della guida superiore
 Dist. supporto: Distanza tra la punta della guida superiore e il punto sul supporto
 Guida inferiore: Distanza tra la superficie della tavola e il punto sul supporto della guida
inferiore

B
A
C

A: Posizione della guida superiore


B: Distanza del supporto
C: Posizione della guida inferiore

ATTENZIONE
Se la macchina sta "funzionando", la maschiatura non può essere impostata o
modificata.

NOTA
 Per specificare la "DIST. SUPPORTO" e "GUIDA INFERIORE", utilizzare una
maschera verticale.
Vedere il capitolo 6.19, "MISURAZIONE DELLA POSIZIONE DELLA GUIDA
INFERIORE E DELLA DISTANZA DEL SUPPORTO", nella parte IV.
 Anche se per "DIST. SUPPORTO" è indicato "-"; non vi sono problemi con la
sua precisione fin quando i risultati della misurazione sono precisi.

- 198 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.5.1 Impostazione del modo per la lavorazione conica (MODO DI


TAG.)
Sono possibili due tipi di lavorazione conica: la lavorazione conica normale, con l'angolo di conicità
specificato, e la lavorazione conica per la realizzazione di un pezzo con la parte superiore e quella
inferiore aventi forme diverse.

Per il taglio conico sono disponibili quattro metodi.


0: Non è realizzata nessuna lavorazione conica.
(Viene eseguita solo la lavorazione verticale; i comandi G51 e G52 nel programma sono
ignorati.)
1: Lavorazione conica basata su un comando che specifica dell'angolo di conicità
*10: Lavorazione per la produzione di pezzi con superificie superiore e inferiore di forme diverse,
per i quali i valori di spostamento sull'asse U e sull'asse V sono specificati direttamente dal
programma.
11: Lavorazione per la produzione di pezzi con superificie superiore e inferiore di forme diverse,
per i quali la figura superiore e quella inferiore del pezzo sono specificate direttamente dal
programma.

ATTENZIONE
- Il modo per la lavorazione conica "10" non è utilizzato per la lavorazione
normale. Il modo per la lavorazione conica "10" è utilizzato per il controllo della
macchina. Quando si esegue nel modo "10" un programma creato per la
lavorazione nel modo "11", si ottiene una figura molto diversa da quella voluta.
- Se si specifica la lavorazione conica in un programma, inserire il blocco "M15
P_" prima del blocco "G92 X0 Y0 ;" che imposta il sistema di coordinate. Se il
blocco "M15 P_" è inserito dopo G92, la direzione dell’angolo conico è inversa.

SUGGERIMENTO
Una modalità di conicità può essere anche impostata con un programma nel
modo seguente:
M15 P_ ;
P_: Modalità conicità (0, 1, 10, e 11)

3.5.2 Impostazione della superficie programmata e dello spessore


del pezzo (PIANO PROGRAMMA e SPESSORE)
PIANO PROGRAMMA
Specificare la posizione in cui la lavorazione conica deve generare la superficie programmata.
La superficie programmata corrisponde a quella nella quale viene generata la stessa figura prodotta
dalla lavorazione verticale.

SPESSORE
Specificare la posizione della superficie del pezzo opposta alla superficie programmata.
Se la superficie opposta è sopra la superficie programmata, inserire un segno positivo (+) per lo
spessore del pezzo. Se la superficie opposta è sotto la superficie programmata, inserire un segno
negativo (-). (Il segno + può essere tralasciato.)

- 199 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(1) Esempio per l'impostazione di PIANO PROGRAMMA e SPESSORE

(1) Quando la superficie programmata è uguale alla superficie della


tavola
PIANO PROGRAMMA = 0,0000 (superficie tavola)
PROGRAMM SPESSORE = 20,0000


Superficie tavola=PIANO PROGRAMMA

(2) Quando la superficie programmata è la superficie superiore del


pezzo
PIANO PROGRAMMA = 20,0000 (Piano superiore del pezzo)
SPESSORE = -20,0000
PROGRAMM

PIANO PROGRAMMA

-
Superficie tavola

(3) Quando è realizzata una rientranza nella lavorazione di un


tagliente
PROGRAMM PIANO PROGRAMMA = 15,0000 (centro del pezzo)
SPESSORE = -15,0000

PIANO PROGRAMMA

- 200 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.6 MOLTIPLICAZIONE DI UN VALORE DI SPOSTAMENTO


SPECIFICATO SENZA PUNTO DECIMALE PER UN
FATTORE 10 (VALORI PER 10)

IMPOST.

IMPOST
AZIONE

È possibile moltiplicare per 10 un valore di spostamento, specificato senza punto decimale.

Quando si crea un programma utilizzando un dispositivo di programmazione automatico, e le unità


utilizzate nei comandi di movimento sono impostate su 1 µm, il valore dello spostamento nel programma
creato può essere impostato senza punto decimale, come ad esempio X1000.
Poiché l'incremento minimo per l'iintroduzione disponibile su ROBOCUT è 0,0001 mm (0,1 µm), si
ottiene una figura grande un decimo della figura attesa se si esegue con ROBOCUT un programma senza
punto decimale. Per realizzare la figura desiderata per mezzo del programma disponibile in ROBOCUT,
utilizzare questa funzione per moltiplicare per un fattore 10 il valore dello spostamento specificato nel
programma.

"OFF" è impostato: X1000 è convertito in X0,1.


"ON" è impostato: X1000 è convertito a X1,0.

ATTENZIONE
Quando l'unità di introduzione è impostata su 1 (si utilizzano dati in pollici)
questa funzione è disabilitata.

- 201 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.7 IMPOSTAZIONE DEL VALORE DI COMPENSAZIONE

IMPOST.

IMPOST
AZIONE

(1) Premere il tasto di selezione schermata <Impost.> e premere il menu a sfioramento [Offset].
(2) Portare il cursore sull'elemento da impostare e introdurre un valore.

 È possibile registrare un massimo di 1001 (da 0 a 1000) compensazioni.


 Per impostare una compensazione, premere il riquadro di impostazione del numero di
compensazione da registrare.
 Per ricercare una compensazione impostata si possono utilizzare i seguenti elementi.
Cambia pagina

Ricerca di un numero

ATTENZIONE
Quando la macchina è "in funzione", non è possibile impostare la
compensazione, il sovrametallo di finitura o l'arrotondamento dello spigolo.

- 202 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.7.1 Compensazione
Il programma CN definisce la figura da lavorare. Tuttavia, nella lavorazione reale, la lavorazione lungo il
percorso specificato dal programma produce un pezzo dalle dimensioni sbagliate. Le dimensioni risultanti
sono più piccole di quelle volute per il punzone (parte maschia) e più grandi di quelle volute per la
matrice (parte femmina).
Ciò è dovuto al diametro del filo e alle scintille emesse durante la scarica (lo spazio entro il quale volano
le scintille è detto traferro).

Discharge gap
Traferro
Percorso
Programmed
programmato
path
Diametro del filo
Wire diameter Larghezza
Width of della
scanalatura
machined
groove
lavorata
Traferro
Discharge gap
Scarica
Discharge

Così, per lavorare correttamente il pezzo, è necessario che il percorso effettivamente seguito dalla
lavorazione sia spostato di un valore predeterminato (compensazione) rispetto al percorso specificato dal
programma.
Traferro
Discharge gap
Percorso di
Offset path
compensazione
Diametro del filo Larghezza
Width of della
Wire diameter machined
scanalatura
Percorso groove
lavorata
Programmed
programmato
path
Traferro
Discharge gap
Scarica
Discharge

Valore di deviazione (compensazione)


Deviation value (offset)

Il valore di deviazione è la compensazione del diametro del filo. Questa compensazione è la somma del
raggio del filo e del traferro su un lato.
Il lato su cui il percorso programmato è deviato, è specificato nel programma CN.

Compensazione
Offset left (G41) a sinistra (G41)

Percorso programmato
Programmed path

Compensazione
Offset right (G42)a destra (G42)

- 203 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.7.2 Impostazione della compensazione


Quando le condizioni di lavorazione sono determinate dalla funzione IA, la compensazione è stabilita
automaticamente.
Se la lavorazione è eseguita in base a una tabella separata delle condizioni di lavorazione, specificare i
valori elencati nella colonna compensazione.
Se il valore della compensazione non è noto, lavorare una figura quadrata di 5 a 10 mm nell'area in
eccesso del pezzo e calcolare la compensazione misurando le dimensioni della figura ottenuta.

Procedura per la lavorazione di prova


(1) Esaminare il pezzo per individuare un'area in eccesso rispetto alla lavorazione richiesta, disponibile
per la lavorazione di prova.
:Area
Area disponibile
available forper
testlamachining (excess
lavorazione area)(area in
di prova

Pezzo
Productfinito

Pezzo
Product
finito

Punzone
Punch Matrice
Die

SUGGERIMENTO
Se l'area disponibile è insufficiente per la lavorazione di prova, eseguire
quest'ultima usando un altro pezzo di uguale spessore.
(2) Caricare il programma per la lavorazione di prova, montare il pezzo e lavorarlo con le stesse
condizioni di lavorazione che saranno usate per la lavorazione effettiva.

SUGGERIMENTO
Il programma della lavorazione di prova non comprende G41 e G42, in modo da
ottenere una scanalatura di lavorazione di larghezza corretta.

(3) Dopo la lavorazione, rimuovere il pezzo e misurarne le dimensioni.

- 204 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

ATTENZIONE
Per misurare le dimensioni del prodotto, non usare le superfici di entrata e di
uscita perché hanno una punta.

Convessa
Convex

(4) Misurare le dimensioni in più punti e calcolare la media .


Esempio di punti misurati

Punti misurati Direzione X Direzione Y


Sommità 9,705 9,703
10 mm sotto la sommità 9,698 9,700
20 mm sotto la sommità 9,695 9,693
Centro 9,692 9,690
40 mm sotto la sommità 9,698 9,698
50 mm sotto la sommità 9,701 9,704
Base 9,708 9,712

Media 9,700

ATTENZIONE
Alla sommità e alla base del pezzo lavorato le dimensioni aumentano a causa
del deposito del filo.
Prima di eseguire la misurazione, lucidare la sommità e la base con una pietra
ad olio.

(5) Sottrarre la media ottenuta dalla dimensione specificata. La metà della differenza è il valore di
correzione.
([Dimensione specificata] - [Valore misurato (medio)])  2 = [Compensazione]
(10,000 – 9,700)  2 = 0,150

(6) Introdurre il valore calcolato sulla schermata.


Se nel programma non è specificato il numero della correzione, assegnare questo valore alla
compensazione numero 00.

- 205 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

SUGGERIMENTO
Per lavorare un punzone con la sola sgrossatura, determinare il valore della
compensazione in base alle dimensioni medie degli spigoli superiore e inferiore.
Questo è necessario per ottenere una lavorazione accurata del tagliente.
Se questo non viene fatto, la parte centrale del pezzo lavorato di sola
sgrossatura, sarà più piccola degli spigoli superiore e inferiore.
Se non viene programmato il numero della compensazione, il pezzo viene
lavorato usando la compensazione numero 0.
Specificare il numero della compensazione (da 0 a 1000) dopo la lettera D.
Esempio) G91 G01 Y10. D5;
 La lavorazione specificata da Y10. viene eseguita usando la
compensazione numero 5.
Il valore di compensazione può anche essere programmato.
G90 (o G91) G10 P_ R_
P: numero di compensazione (da 0 a 1000)
R: valore di compensazione (è possibile usare il punto decimale)
Se è specificato G90, è specificato il valore di compensazione programmato. Se
è specificato G91, è sommato il valore di compensazione programmato.

3.8 IMPOSTAZIONE DELLA FUNZIONE DI CONTROLLO WTA

IMPOST.

IMPOST
AZIONE

La funzione di controllo sequenziale dello spessore del pezzo controlla automaticamente la scarica
elettrica in base al cambiamento dello spessore del pezzo durante la lavorazione.
Questa funzione è prevista per evitare la rottura del filo quando lo spessore del pezzo di lavorazione
cambia durante il taglio.

- 206 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

 Spessore di partenza
Specificare lo spessore del pezzo per l'avvio del controllo sequenziale dello spessore del pezzo.

Il codice M viene utilizzato per accendere o spegnere il controllo sequenziale dello spessore del
pezzo da lavorare.
 M161: Disattiva il controllo sequenziale dello spessore del pezzo.
 M162: Abilita il controllo sequenziale dello spessore del pezzo
Il comando M162 ha i seguenti parametri.

 P: Spessore del pezzo all'inizio del taglio

 B: Spessore del pezzo

ATTENZIONE
I parametri devono soddisfare la seguente condizione: B≧P
Esempio:
Direzione del taglio 1 Direzione del taglio 2

B
P1
P2

 P1: Argomento P per la direzione di taglio 1


 P2: Argomento P per la direzione di taglio 2

(1) Come specificare il controllo sequenziale dello spessore del pezzo


Questa funzione si abilita inserendo un comando M162 nel programma CN.
Se le condizioni di taglio devono essere modificate nel programma CN utilizzando il codice S, il
codice deve essere programmato prima di abilitare questa funzione.
Esempio
:
G92 X0 Y0;
S1 ; (comando condizione di lavorazione)
M162 P60 B60 ; (attiva il controllo sequenziale dello spessore del pezzo)
G91 X10.0 ;
:

(2) Come disattivare il controllo sequenziale dello spessore del pezzo


Questa funzione viene disattivata inserendo il comando M161 nel programma CN.
Per disattivare la funzione in un punto arbitrario durante il taglio, disattivare la funzione utilizzando
la schermata di impostazione. Comunque, notare che poi è impossibile riattivare la funzione dallo
schermo.
Questa funzione è efficace solo per la sgrossatura. Disattivarla sempre dopo aver terminato la
sgrossatura. Non attivare la funzione dopo la prima passata.

- 207 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(3) Modifica delle condizioni durante il controllo sequenziale dello spessore del pezzo
Se il taglio diventa instabile durante il controllo sequenziale dello spessore del pezzo, stabilizzarlo
regolandole fasi di pausa.
Se, durante il controllo sequenziale dello spessore del pezzo, si modifica un'altra condizione diversa
dalle fasi di pausa, si potrebbe verificare un'anomalia, come un brusco cambiamento della larghezza
di una scanalatura o un comando anomalo.

(4) Esempio di utilizzo del controllo sequenziale dello spessore del pezzo

Punto
End point " uPunto
 distart
Cutting avviopoint
taglio
finale

60
20

150
Controllo thickness
Workpiece sequenziale dello spessore
follow-up control del pezzo

:
G92 X0 Y0;
S1 ;
M162 P60 B60 ; (attiva il controllo sequenziale dello spessore del pezzo con uno spessore di 20
mm all'inizio del taglio ed uno spessore di 60 mm durante il normale taglio)
G91 X-150.0 ;
M161 ; (disattiva il controllo sequenziale dello spessore del pezzo)
:

(5) Come emettere il comando M162


Lo spessore di un pezzo di riferimento viene riconosciuto monitorando lo spessore del pezzo quando
è tagliato per circa 2 mm una volta che è stato emesso il comando M162. Se il taglio è eseguito come
indicato qui sotto, diventa impossibile conoscere lo spessore corretto, tanto che il controllo
sequenziale dello spessore del pezzo non può funzionare normalmente.
Sbarbatura
Shavingdella superficieend
the workpiece frontale del pezzo
surface Taglio attraverso
Cutting through auna scanalatura
groove

2mm 2mm

M162 M162

- 208 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

Pertanto, programmare il comando M162 solo quando il filo taglia nel pezzo.

2mm

M162
M162

(6) Tecnologie di taglio


Quando si utilizza questa funzione, utilizzare AI DATA per specificare le tecnologie di taglio.
Quando si seleziona una tecnologia di taglio utilizzando la funzione AI DATA, specificare il
massimo spessore del pezzo di lavorazione lungo il percorso di taglio.

(7) Lavorazione conica


Tuttavia, quando il filo non è verticale (il LED VERT. sul pannello di comando della macchina è
spento) con questa funzione attivata, tale funzione non viene impostata su "OFF".

(8) Modo ad impulsi


Questa funzione è disponibile quando è impostato "1", "11", "82" o "91" per "MODO DI TAG.".
Quando questa funzione è attivata e il valore di "MODO DI TAG." è diverso da "1", "11", "82" o
"91", tale funzione viene impostata automaticamente su "OFF". Questo non è applicato quando "IV
4.2.1 Controllo automatico in base al numero di taglio (avvicinamento IA, controllo sequenziale
spessore pezzo)" è impostato su "ON" nella schermata di impostazione del parametro HANDY.

(9) Controllo automatico del ciclo di lavorazione


Quando "IV 4.2.1 CUT COUNT AUTO CONTROL (AI CUT, THICKNESS)" sulla schermata di
impostazione dettagliata è impostato su "ON", l'impostazione "MODO DI TAG." su un valore
diverso da "1", "11", o "91" non imposta questa funzione su "OFF".
A questo punto, anche se il valore visualizzato sulla schermata per "THICKNESS FOLLOW-UP
CONTROL" è attivato, tale controllo non è attivato quando il conteggio del taglio (NUM)
visualizzato sulla schermata delle condizioni di taglio è diverso da "1". In questo caso, quando la
tecnologia di taglio viene modificata specificando un codice S e il conteggio del taglio è impostato
nuovamente su "1", tale controllo continua a funzionare.

Esempio
O0001
G40G50
(FIG#1/CONTOUR-1)
M37
S1D1G04X2.
; La tecnologia di taglio S1 è per la 1a passata. Ciclo di lavorazione = 1
; Dopo l'immissione del comando M162, viene attivato il controllo sequenziale dello spessore
del pezzo
; per controllare la prima lavorazione di questo controllo in modo normale.

- 209 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

M162P20B20
; Per la lavorazione continua di più di un elemento, specificare M162 (attivo) all'inizio del
programma principale.
; Il comando M162 attiva la funzione di controllo sequenziale dello spessore del pezzo.
; P20 è lo spessore all'inizio della lavorazione, e B20 è lo spessore massimo.
; Dopo questo comando, si assume che la condizione per la prima passata (il sopracitato S1) e lo
spessore siano standard.
M98P0002
G04X5.

(FIG#1/CONTOUR-2)
M38
S2D2G04X2.
; La tecnologia di taglio S2 è per la 2a passata. Ciclo di lavorazione = 2
; Per questo motivo, il controllo sequenziale dello spessore del pezzo non è attivo.
M98P0003
G04X5.

(FIG#1/COUTOUR-3)
G90G00X20.Y25.
M38
S3D3G04X2.
; La tecnologia di taglio S3 è per la 3a passata. Ciclo di lavorazione = 3
; Per questo motivo, il controllo sequenziale dello spessore del pezzo non è attivo.

M98P0002
G04X5.

(FIG#1/COUTOUR-4)
M38
S4D4G04X2.
; La tecnologia di taglio S4 è per la 4a passata. Ciclo di lavorazione = 4
; Per questo motivo, il controllo sequenziale dello spessore del pezzo non è attivo.

M98P0003
M01

(FIG#2/CONTOUR-1)
G90G00X60.Y25.
M01
M37
S1D1G04X2.
; La tecnologia di taglio S1 è per la 1a passata. Ciclo di lavorazione = 1
; Controllo sequenziale dello spessore del pezzo funziona automaticamente di nuovo.
; Per lo spessore di lavorazione, è già stato acquisito un valore di riferimento durante il primo
ciclo di lavorazione con la condizione S1;
Inoltre, non sussiste nessun problema se questo spessore differisce dallo spessore di lavorazione
iniziale.
M98P0004
G04X5.

- 210 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

(FIG#2/CONTOUR-2)
M38
S2D2G04X2.
; La tecnologia di taglio S2 è per la 2a passata. Ciclo di lavorazione = 2
; Per questo motivo, il controllo sequenziale dello spessore del pezzo non è attivo.
M98P0005
G04X5.

(FIG#2/CONTOUR-3)
G90G00X60.Y25.
M38
S3D3G04X2.
; La tecnologia di taglio S3 è per la 3a passata. Ciclo di lavorazione = 3
; Per questo motivo, il controllo sequenziale dello spessore del pezzo non è attivo.
M98P0004
G04X5.

(FIG#2/CONTOUR-4)
M38
S4D4G04X2.
; La tecnologia di taglio S4 è per la 4a passata. Ciclo di lavorazione = 4
; Per questo motivo, il controllo sequenziale dello spessore del pezzo non è attivo.
M98P0005
M01
(FIG#1/CUT OFF)
G90G00X20.Y25.
M01
M29
S1D0G04X2.
; La tecnologia di taglio S1 è per la 1a passata. Ciclo di lavorazione = 1
; Controllo sequenziale dello spessore del pezzo funziona automaticamente di nuovo.
M98P0010
M00

(FIG#2/CUT OFF)
G90G00X60.Y25.
M01
M29
S1D0G04X2.
; La tecnologia di taglio S1 è per la 1a passata. Ciclo di lavorazione = 1
; Controllo sequenziale dello spessore del pezzo funziona automaticamente di nuovo.
M98P0011
M00
M161
M30

- 211 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Figura
Figure 1 Figura 22
Figure

Spessore 20 mm
Thickness 20mm
Spessore 5 mm
Thickness 5mm
Spessore 20 mm
Thickness 20mm

Ritiro sulla
Escape to theparte
rear
posteriore

3.9 REGOLAZIONE DELL'AVVICINAMENTO CONTROLLATO


DALLA FUNZIONE IA

IMPOST.

IMPOST
AZIONE

(1) Posizionare il cursore sulla voce CONTR. AVVICINA. per specificare se attivarla o disattivarla,
mediante il tasto video corrispondente.
(2) Inserire i valori numerici per le altre voci, utilizzando i tasti MDI.

- 212 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

ATTENZIONE
 La funzione di avvicinamento controllato IA si usa per la sgrossatura. Non
utilizzare questa funzione per la finitura perché la lavorazione diventa instabile e
la precisione di lavorazione peggiora.
 Se "IV 4.2.1 Controllo automatico in base al numero di taglio (avvicinamento IA,
controllo sequenziale spessore pezzo)" è regolato su "ON" sulla schermata di
impostazione dei parametri handy, questa funzione è attiva solo se il numero dei
cicli di lavorazione (NUM) per una tecnologia di taglio utilizzata è "1".
 Questa funzione può essere utilizzata solo con un programma in cui è
specificato G92.

3.9.1 Prevenzione della rottura del filo che potrebbe verificarsi a


causa di un'operazione instabile quando il taglio inizia sul
lato frontale del pezzo [avvicinamento controllato da IA]
Questa funzione facilita automaticamente le tecnologie di taglio immediatamente dopo l'inizio della
lavorazione: effettua il taglio di una determinata distanza, dopo il rilevamento del lato anteriore del pezzo,
e ripristina poi le tecnologie di taglio precedenti.

(1) (2) (3) (4)

(1) Regola le tecnologie di taglio in base alle regolazioni del punto in cui è stato emesso il comando
G92.
(2) Rileva il lato frontale quando la scarica inizia.
(3) Dopo il rilevamento della superficie frontale, taglia una lunghezza specificata alle tecnologie di
taglio regolate.
(4) Le tecnologie di taglio precedenti vengono ripristinate dopo il taglio della lunghezza specificata.

Descrizione di ciascuna voce.


In "DIS.CONTROLL.", specificare la distanza per la quale devono essere regolate le tecnologie di taglio.
In "PAUSA" e "ACQ.", definire come devono essere regolati il tempo di pausa e il liquido dielettrico
durante la regolazione delle tecnologie di taglio.

(1) Avvicinamento controllato da IA


Specificare se abilitare o disabilitare il controllo.
È possibile specificare se attivare o disattivare l'avvicinamento controllato da IA utilizzando un
programma.
M88: Disabilita il controllo dell'approccio IA
M89: Abilita il controllo dell'approccio IA

- 213 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(2) DIS.CONTROLL.
Selezionare la lunghezza da tagliare, con le tecnologie di taglio regolate dopo il rilevamento della
superficie frontale del pezzo.
La lunghezza non è a partire dalla posizione in cui è stato emesso G92 (posizione di avvio della
lavorazione) ma dalla superficie frontale rilevata.
La lunghezza deve essere uguale o maggiore alla metà del diametro dell'ugello utilizzato.
Per i programmi in cui la distanza di avvicinamento dal punto di avvio della lavorazione è breve,
l'utilizzo della funzione di avvicinamento controllato da IA può portare ad una diminuzione della
precisione di lavorazione.

Punto di Punto di inizio


Machining Machining
iniziopoint
start della della
start lavorazione
point
lavorazione

Distanza di avvicinamento
Sufficient approachsufficiente
distance Distanza
Short di avvicinamento
approach distance breve

Condizione correttainnella
Correct condition the Condizione di avvicinamento
Approach condition even
parte di avvicinamento
approach portion in the
nella product
parte portion
prodotto

Anche dopo la parte di avvicinamento, la lavorazione prosegue con le condizioni per una carica
elettrica differente (condizione di avvicinamento), modificando così le dimensioni.

(3) Fase di pausa nella lavorazione della superficie frontale


Aumentando la pausa durante l'avvicinamento, è possibile facilitare le tecnologie di taglio.
Definire il valore da sommare alla fase di pausa specificata sulla schermata DATI EDM.
Il valore visualizzato accanto al valore impostato corrisponde alla fase di pausa, cioè alla tecnologia
di taglio attuale più il valore impostato.

(4) Liquido durante la lavorazione della superficie frontale


Per l'avvicinamento dalla superficie frontale o per l'avvicinamento ad un pezzo con spessore
maggiore di 100 mm, l'alimentazione del dielettrico deve essere diminuita per prevenire le vibrazioni
del filo.
Impostare il valore da sottrarre alla portata di liquido specificata sulla schermata DATI EDM.
Il valore visualizzato accanto all’impostazione corrisponde a "FLUSSO ACQ." per la tecnologia di
taglio attuale meno il valore impostato.

ATTENZIONE
Se PM=41, la distanza di lavorazione della superficie frontale e la quantità del
liquido sono controllate automaticamente.

ATTENZIONE
Nella lavorazione con PM=41, non si deve permettere l'avvicinamento controllato
di AI nella maggior parte dei casi in quanto il tempo di disattivazione e l'entità di
liquido sono controllati automaticamente in base allo stato della lavorazione. Se
si attiva l'avvicinamento controllato di AI con PM=41, la velocità di avanzamento
del taglio vicino al punto di avvio avvicinamento viene ridotta a circa la metà
della velocità normale. La distanza di avvicinamento, il tempo di disattivazione,
l'entità di liquido sono controllati in base allo stato di lavorazione. Osservare che
questi valori sono controllati automaticamente senza considerare i valori
impostati sulla schermata.

- 214 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.10 IMPOSTAZIONE DEL COMANDO DI ALLONTAMENTO

IMPOST.

IMPOST
AZIONE

(1) Premere "CONTR. AVVIC" e spostare il cursore a destra per spostare l'elemento di correzione del
percorso di allontanamento.
(2) Selezionare dal menu se attivare o disattivare il comando.
(3) Inserire la distanza della sezione di correzione (Lunghezza (L)) e il valore di correzione
(Regolazione (A)), utilizzando i tasti MDI.

ATTENZIONE
- La funzione per la correzione del percorso di allontanamento serve per la
correzione delle figura di avvicinamento e allontanamento durante la finitura.
- Questa è una funzione ausiliaria che corregge le figure con il calcolo inverso,
dalle misurazioni, l'errore di contorno che non può essere corretto con il solo
comando di avvicinamento alla finitura e con la correzione del percorso di
programma.
- Gli elementi di impostazione della funzione appaiono sulla schermata di
impostazione solo se "la correzione del percorso di allontanamento (descritto nel
paragrafo 4.2.2. nella parte IV) sulla schermata di impostazione handy è
"Display". Questa funzione si può utilizzare specificando una tecnologia di taglio
specifica.
- La tecnologia specifica di taglio è la seguente: Una specifica "AIC=6####" è
compresa nell'impostazione AIC nelle condizioni di finitura (NUM = 2 o
maggiore, in genere NUM = 5 or 6 delle tecnologie di finitura (taglio 5 o 6 volte)).

- 215 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.10.1 Funzione ausiliaria per la correzione di graffi cavi che


possono verificarsi nell'avvicinamento e nell'allontanamento
Questa funzione ausiliaria corregge qualsiasi graffio che si può verificare nell'allontanamento o
nell'avvicinamento durante la finitura della matrice correggendo il percorso del programma.
In genere, con l'impostazione "AIC" del comando dello spigolo automatico compreso nelle condizioni di
taglio, il controllo viene eseguito automaticamente per ridurre tali graffi nell'avvicinamento.
Questa funzione può correggere automaticamente graffi leggeri che non si possono correggere con il
controllo automatico indicato sopra, correggendo il percorso del programma.

(1) Sulla schermata di impostazione, impostare la funzione su "Display" e impostare la sezione di


correzione (L) e il valore di correzione (A) sulla schermata e il percorso viene corretto in base alle
impostazioni.
(2) Se si utilizza questa funzione, eseguire precedentemente la lavorazione di prova per misurare lo
spessore e la profondità del graffio, e impostare lo spessore del graffio come sezione di correzione
(L) e la profondità come valore di correzione (A).
(3) Questa funzione può essere attivata al momento impostando "6" come cifra decimillesimale
dell'elemento di impostazione di controllo spigolo "AIC" (AIC=6####) nelle condizioni di finitura
finali.
(4) Questa figura corretta non influenzerà il disegno della figura del programma, ma nel disegno del
percorso di taglio attuale, la figura verrà disegnata con punti come fosse corretta.

3.11 SPECIFICAZIONE DELLA CREAZIONE / TRONCATURA


DELLA PARTE DI TENUTA DEL PEZZO (CREA/TRON.)
IMPOST.

IMPOST
AZIONE

Se non è possibile realizzare l'operazione di creazione della parte di tenuta del pezzo / troncatura nella
lavorazione in successione di più sagome come rappresentato sotto, la creazione della parte di tenuta può
essere realizzata successivamente per ogni sagoma e la troncatura di tale parte può essere effettuata
successivamente. Questa funzione elimina la necessità di creare un programma in precedenza necessario
per la troncatura.

- 216 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

Esempio di operazione di creazione della parte di tenuta / troncatura

<1> <2> <3> <4>

<5> <6> <7> <8>

(1) Permette la creazione della parte di tenuta del pezzo. Per dettagli, consultare la sottosezione 3.11.1,
"Creazione della parte di tenuta del pezzo".
(2) Eseguire il programma CN "O0001" indicato sotto, iniziando con il punto di avvio lavorazione A. Le
parti rappresentate con una linea continua da <1> a <4> sono tagliate mentre le parti rappresentate
con una linea tratteggiata da <5> a <8> non sono tagliate.
(3) Riportare il filo nel punto A.
(4) Attiva la troncatura. Per dettagli, consultare la sottosezione 3.11.2, "Troncatura".
(5) Eseguire nuovamente il programma CN "O0001". È realizzata la troncatura delle parti indicate con
una linea tratteggiata da <5> a <8> in successione. Nella troncatura, è eseguito il comando M01
specificato nel programma CN, in modo da poter rimuovere le parti troncate.

O0001 (PROGRAMMA PRINCIPALE);


M98 P10;  Creazione della parte di tenuta <1> / troncatura <5>
G00 X50.0;
M98 P10;  Creazione della parte di tenuta <2> / troncatura <6>
G00 X50.0;
M98 P10;  Creazione della parte di tenuta <3> / troncatura <7>
G00 X50.0;
M98 P10;  Creazione della parte di tenuta <4> / troncatura <8>
M02 ;
O0010(SUB1);
M60 ;
G92 X0 Y0;
G91 G41 G01 Y-5.0;
X-5.0;
Y10.0;
X10.0;
Y-10.0;
X-5.0 M01;  Blocco dell'esecuzione della creazione / troncatura della parte di tenuta
G40 Y5.0;
M50;
M99 ;

ATTENZIONE
Accertarsi di specificare M01 subito dopo il comando di spostamento.
Esempio corretto: X5.0 ; o X5.0 M01 ;
M01;

Esempio errato: X5.0 ;


M29 ;  Comando che non specifica un movimento
M01;

- 217 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Descrizione di ciascun elemento da impostare


(1) Contr.
Questo elemento determina la creazione della parte di tenuta / troncatura.
 OFF: Selezionare questo elemento per disattivare la creazione della parte di tenuta /
troncatura.
 Crea: Selezionare questo elemento per attivare la creazione della parte di tenuta.
 Tronca stris: Selezionare questo elemento per realizzare la troncatura.
 Ogni: Selezionare questo elemento per creare la parte di tenuta e successivamente
troncarla per ogni sagoma.
Quando la creazione della parte di tenuta / troncatura è attiva, appare la seguente icona nella parte
inferiore destra della schermata:

(2) Ent.striscia ten.pezzo


Questo elemento specifica un valore per la creazione della parte (striscia) di tenuta oppure specifica
il valore per la troncatura.
(3) Stop al p.to di stacco
Con questo elemento si determina se effettuare o meno l'arresto nella posizione di avvio della
troncatura. Questo elemento è usato per la troncatura.
(4) Pausa(OFF)
Quando è realizzata la troncatura, è possibile specificare per la lavorazione un tempo di arresto
maggiore del valore specificato nelle tecnologie di taglio. Questo elemento specifica un
prolungamento della pausa.
(5) Flusso acq.(fr)
Quando si esegue la troncatura, la quantità di liquido dielettrico può essere diminuita al di sotto del
valore specificato nelle tecnologie di taglio. Questo elemento determina una diminuzione della
quantità di dielettrico.

3.11.1 Creazione della parte di tenuta del pezzo

Per realizzare la parte di tenuta del pezzo, è necessario specificare M01 nel programma di lavorazione. La
lavorazione si arresta in modo che il valore specificato con "Ent.striscia ten.pezzo" non venga tagliato, a
partire dalla posizione in cui è specificato M01.
- 218 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

Per la creazione della parte di tenuta del pezzo è usata la seguente procedura:

(1) Toccare la voce "Contr." poi selezionare [Crea].


(2) L'icona appare nell'area in basso a destra della schermata per indicare che è attivata la creazione
della parte di tenuta del pezzo.
(3) Toccare l'elemento "Ent.striscia ten.pezzo" poi introdurre il valore desiderato per la creazione della
parte di tenuta.
(4) Quando è eseguito il programma CN, la creazione della parte di tenuta è avviata secondo i dati
specificati. La lavorazione si arresta in modo che il valore specificato con "Ent.striscia ten.pezzo"
non venga tagliato, a partire dalla posizione in cui è specificato M01.
(5) Per disattivare la creazione della parte di tenuta, toccare la voce "Contr." poi selezionare "OFF".
L'icona visualizzata nell'area in basso a destra della schermata scompare per indicare che la
creazione della parte di tenuta del pezzo è disattivata.

ATTENZIONE
 Nella creazione della parte di tenuta del pezzo, assicurarsi di specificare G92
per ciascuna sagoma di lavorazione.
 Se è attiva la funzione di alimentazione automatica del filo, M50 è eseguito
automaticamente dopo l'arresto della lavorazione nella posizione di creazione
della parte di tenuta del pezzo, poi è realizzato un movimento nel modo di prova
lungo il percorso del programma CN fino alla successiva posizione M60 per
continuare la lavorazione.
 Se la funzione per l’alimentazione automatica del filo è disattivata, la lavorazione
si arresta nella posizione di creazione della parte di tenuta. Poi, dopo il taglio del
filo, è necessario effettuare uno spostamento con il funzionamento di prova nella
posizione di avvio lavorazione successiva e la lavorazione deve essere ripresa
manualmente.
 Nello spostamento dalla posizione di arresto della lavorazione verso la posizione
successiva di avvio della lavorazione, la lavorazione non è arrestata nella
posizione M01.
 Se la creazione della parte di tenuta del pezzo è attiva, non è possibile azionare
il tasto sul pannello di comando della macchina.

 La creazione della parte di tenuta non può essere usata con la funzione di
monitoraggio dei risultati del taglio.
 Nel caso di un programma con la posizione di avvio della lavorazione non
determinata, non usare la funzione di creazione / troncatura della parte di tenuta
(quando la posizione di avvio della lavorazione è determinata con il
posizionamento nel programma).

- 219 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.11.2 Troncatura

Per effettuare la troncatura, è necessario specificare M01 nel programma di lavorazione. Lo spostamento
è realizzare nel funzionamento di prova verso la posizione definita lasciando la distanza specificata con
"Ent.striscia ten.pezzo", a partire della posizione in cui è specificato M01 e la lavorazione parte da tale
punto.
Per la troncatura è usata la seguente proceduta:

(1) Toccare la voce "Contr." poi selezionare [Tronca stris].


(2) L'icona appare nell'area in basso a destra della schermata per indicare che la troncatura è attivata.
(3) Toccare l'elemento "Ent.striscia ten.pezzo" poi introdurre il valore desiderato per la troncatura.
Specificare un valore non inferiore al valore impostato per la creazione della parte di tenuta del
pezzo.
(4) Toccare l'elemento "Stop al p.to di stacco" e specificare poi se eseguire o meno l’arresto prima
dell'inizio della troncatura nella posizione definita lasciando il valore specificato con "Ent.striscia
ten.pezzo" a partire dalla posizione di M01.
(5) Toccare l'elemento "OFF" poi introdurre il prolungamento del tempo di pausa. Specificare il
prolungamento del tempo di pausa da aggiungere al valore specificato per le tecnologie di taglio.
Se, per esempio, si specifica 0, il valore specificato come tecnologia di taglio è usato senza
modifiche.
(6) Toccare l'elemento "Flusso acq. (FR)" e specificare poi una diminuzione della quantità di dielettrico.
Specificare la quantità di liquido dielettrico da sottrarre al valore specificato come tecnologia di
taglio. Se, per esempio, si specifica 0, il valore specificato come tecnologia di taglio è usato senza
modifiche.
(7) Quando è eseguito il programma CN, la troncatura è avviata secondo i dati specificati. Lo
spostamento è realizzare nel funzionamento di prova verso la posizione definita lasciando la distanza
specificata con "Ent.striscia ten.pezzo", a partire della posizione in cui è specificato M01 e la
lavorazione parte da tale punto. La lavorazione si arresta nella posizione M01. Rimuovere quindi la
parte troncata.
(8) Per disattivare la troncatura, toccare la voce "Contr." poi selezionare "OFF". L'icona visualizzata
nell'area in basso a destra della schermata scompare per indicare che la troncatura è disattivata.

- 220 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

ATTENZIONE
 Quando si effettua la troncatura, assicurarsi di aver specificato G92 per ciascuna
sagoma da lavorare.
 Se la troncatura è attiva, non è possibile azionare il tasto sul pannello di
comando della macchina.
 Se il valore specificato per la troncatura è inferiore al valore specificato per la
creazione della parte di tenuta, non è possibile realizzare normalmente la
troncatura. Assicurarsi di specificare un valore di troncatura non inferiore al
valore di creazione della parte di tenuta.
 Quando si specifica una diminuzione della quantità di dielettrico, accertarsi di
specificare un valore inferiore al valore specificato per il dielettrico come
tecnologia di taglio.
 Quando è attivata la troncatura, non sono eseguite le funzioni di salto, come per
esempio l’alimentazione automatica del filo e la riparazione automatica del filo.
 Durante la troncatura, non sono eseguite la riparazione automatica del filo / salto
dell'allarme di ritorno.
 La troncatura non può essere usata con la funzione di monitoraggio dei risultati
di taglio.
 Nel caso di un programma con la posizione di avvio della lavorazione non
determinata, non usare la funzione di creazione / troncatura della parte di tenuta
(quando la posizione di avvio della lavorazione è determinata con il
posizionamento nel programma).

3.11.3 Lavorazione di ciascuna figura

Se si seleziona la lavorazione per ciascuna fogira quando è eseguito un programma CN per la creazione /
troncatura della parte di tenuta del pezzo, la lavorazione può essere arrestata nella posizione definita
lasciando il valore specificato con "Ent.striscia ten.pezzo" a partire dalla posizione in cui è specificato
M01, e la lavorazione può essere ripresa per continuare il taglio fino alla posizione M01.
Combinando questa funzione con la creazione della parte di tenuta, per ogni figura viene rimossa la parte
centrale, poi si passa alla creazione della parte di tenuta per il funzionamento continuo non presidiato.
- 221 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

La seguente procedura è usata per la lavorazione di ogni figura:

(1) Toccare la voce "Contr." poi selezionare "Ogni".


(2) L'icona appare nell'area in basso a destra della schermata per indicare che è attivata la lavorazione
per ogni figura.
(3) Toccare l'elemento "Ent.striscia ten.pezzo" poi introdurre il valore desiderato per la troncatura.
Assicurarsi di specificare un valore non inferiore al valore impostato per la creazione della parte di
tenuta del pezzo.
(4) Toccare l'elemento "Stop al p.to di stacco" e specificare poi se eseguire o meno l’arresto prima
dell'inizio della troncatura nella posizione definita lasciando il valore specificato con "Ent.striscia
ten.pezzo" a partire dalla posizione di M01.
(5) Quando è eseguito il programma CN, la lavorazione per ogni figura è avviata secondo i dati
specificati. La lavorazione si arresta in modo che il valore specificato con "Ent.striscia ten.pezzo"
non venga tagliato, a partire dalla posizione in cui è specificato M01.

(6) Premendo il tasto sul pannello di comando della macchina dopo aver impostato su ON le

quattro condizioni si riprende la lavorazione e la si effettua fino alla posizione M01. Quando la
lavorazione si arresta nella posizione M01, rimuovere la parte centrale troncata.
(7) Per disattivare la lavorazione per ciascuna figura, toccare la voce "Contr." poi selezionare "OFF".
L'icona visualizzata nell'area in basso a destra della schermata scompare per indicare la
disattivazione della lavorazione per ciascuna figura.
(8) Per passare alla creazione della parte di tenuta dopo la rimozione della parte centrale nella
lavorazione per ciascuna figura, toccare la voce "Contr." poi selezionare "Crea". Il display passa da
"Ogni" a "Crea" per indicare che è attiva la creazione della parte di tenuta.

ATTENZIONE
 Se la lavorazione per ciascuna figura è attiva, non è possibile azionare il tasto
sul pannello di comando della macchina.

 Per passare alla creazione della parte di tenuta, assicurarsi di effettuare il


passaggio dopo la rimozione della parte interna e prima di lavorare una nuova
figura. Se si passa alla creazione della parte di tenuta durante la lavorazione, è
probabile che la creazione della parte di tenuta non dia realizzata normalmente.
 Quando è attivata la lavorazione per ciascuna figura, non sono eseguite le
funzioni di salto, come per esempio l’alimentazione automatica del filo e la
riparazione automatica del filo.
 Durante la troncatura, non sono eseguite la riparazione automatica del filo / salto
dell'allarme di ritorno.
 La lavorazione per ciascuna figura non può essere usata con la funzione di
monitoraggio dei risultati di taglio.
 Nel caso di un programma con la posizione di avvio della lavorazione non
determinata, non usare la funzione di creazione / troncatura della parte di tenuta
(quando la posizione di avvio della lavorazione è determinata con il
posizionamento nel programma).

- 222 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.12 CREAZIONE / TRONCATURA DELLA PARTE DI TENUTA


DEL PEZZO IN BASE AI CODICI M
Specificando i codici M indicati sotto in un programma CN, è possibile effettuare la creazione e la
troncatura della parte di tenuta del pezzo.

(1) M66: Permette la creazione della parte di tenuta del pezzo.


<1> Argomento P: Valore della parte di tenuta del pezzo
 Introduzione in millimetri  Unità: 0.0001 [mm]
 Introduzione in pollici  Unità: 0.00001 [pollici]

(2) M67: Attiva la troncatura.


<1> Argomento P: Valore della parte di tenuta del pezzo
 Introduzione in millimetri  Unità: 0.0001 [mm]
 Introduzione in pollici  Unità: 0.00001 [pollici]
<2> Argomento B: Se effettuare o meno l'arresto nella posizione di avvio della troncatura
 0: Non arresta la lavorazione
 1: Arresta la lavorazione

(3) M68: Disattiva la creazione / troncatura della parte di tenuta del pezzo.

Esempio di utilizzo dei codici M per la creazione / troncatura della parte di tenuta (unità di introduzione:
millimetri)

O0100 (DIES MAIN) ;


M66 P10000; Attivazione della creazione della parte di tenuta, valore della parte di tenuta di 1
mm
S1 D1 ;
M98 P10;  1a: Creazione della parte di tenuta del pezzo 1
G00 X50.0;
M98 P10;  1a: Creazione della parte di tenuta del pezzo 2
M67 B1;  Attivazione della troncatura, arresto prima dell'inizio della lavorazione
G00 X-50.0;
M98 P10;  Troncatura 1
G00 X50.0;
M98 P10;  Troncatura 2
M68;  Disattiva la creazione / troncatura della parte di tenuta del pezzo
G00 X-50.0;

M00;  Imposta su OFF il tasto sul pannello di comando

S2 D2 ;
M98 P10;  2a: Finitura 1
G00 X50.0;
M98 P10;  2a: Finitura 2
G00 X-50.0;
S3 D3 ;
M98 P10;  3a: Finitura 1
G00 X50.0;
M98 P10;  3a: Finitura 2
M02 ;
O0010(SUB1);
M60 ;
- 223 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

G92 X0 Y0;  Necessario per ciascun profilo di lavorazione


G91 G41 G01 Y-5.0;
X-5.0;
Y10.0;
X10.0;
Y-10.0;
X-5.0 M01;  Blocco dell'esecuzione della creazione / troncatura della parte di tenuta
G40 Y5.0;
M50;
M99 ;

ATTENZIONE
 La creazione / troncatura della parte di tenuta basata sui codici M non può
essere realizzata in combinazione con la lavorazione per ciascuna figura.
 Se il valore specificato per la troncatura è inferiore al valore specificato per la
creazione della parte di tenuta, non è possibile realizzare normalmente la
troncatura. Assicurarsi di specificare un valore di troncatura non inferiore al
valore di creazione della parte di tenuta.
 La creazione / troncatura della parte di tenuta basata sui codici M non può
essere usata insieme alla funzione di monitoraggio dei risultati del taglio.
 Nel caso di un programma con la posizione di avvio della lavorazione non
determinata, non usare la funzione di creazione / troncatura della parte di tenuta
(quando la posizione di avvio della lavorazione è determinata con il
posizionamento nel programma).

3.13 IMPOSTAZIONE PUNZONATURA ANIMA


IMPOST.

IMPOST
AZIONE

(1) Toccare "Glue tab" e spostare il curosre a destra sulle voci di punzonatura dell'anima.
(2) Selezionare dal menu se attivare o disattivare il comando.

- 224 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

ATTENZIONE
- Le voci di impostazione della funzione appaiono sulla schermata di impostazione
e si possono utilizzare solo quando si seleziona la visualizzazione delle voci di
punzonatura dell'anima sulla schermata di impostazione handy al capitolo 4.2.4,
"Core Stitch" nella parte IV.

Al termine della lavorazione la parte interna chiamata "anima" cade fuori.


La parte che cade può creare un cortocircuito con il filo o venire a contatto con un pezzo del prodotto
futuro o con la macchina.
Perciò, ogni volta che l"anima" cade si deve arrestare il funzionamento della macchina per elettroerosione
a filo ed estrarre manualmente le anime una ad una.

La funzione di punzonatura dell'anima è una funzione che collega il materiale e l'anima utilizzando un filo
durante la lavorazione.
- Poiché l'anima non cade nemmeno al termine della lavorazione, è possibile lavorare continuamente
diverse forme.
- Si possono rimuovere le anime installate sul materiale maschiandole con un martello in plastica o
altri utensili.
- La fruibilità della macchina per elettroerosione a filo aumenta rimuovendo le anime in toto al
termine della lavorazione.

- 225 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

3.13.1 Specifiche della funzione di punzonatura dell'anima


Tale funzione limita l'area dei materiali da installare, lo spessore del nastro e altro.
Utilizzare la funzione all'interno di tali aree. Altrimenti, la macchina si potrebbe danneggiare.

Elemento Area di applicazione della funzione di punzonatura dell'anima


Materiale del pezzo SKD11,S45C,SUS (NOTA)
Spessore del pezzo da 10 a 50 mm
Elettrodo del filo Elemento consigliato (solo filo in ottone)
Diametro del filo 0,20, 0,25
Peso anima ≤1,5kg
Angolo di conicità ≤5°
Gioco ugello ≤15mm
Diametro ugello 4, 6,5

NOTA
Contattarci per altri materiali ferrosi.
Materiali non ferrosi come rame o alluminio non possono essere installati.

Unità:mm
ワイヤ電極
Elettrodo del filo
日立HBZ-U(N)
Elemento consigliato (solo filo in ottone)
Diametro del filo
ワイヤ線径
0,200.2,0.25
/  0,25
ノズル径
Diametro ugello
ノズル隙間
Diametro ugello
4 / 6,5 4.0,6.5 Entro
15 以内15
Materiale del
ワーク材質
pezzo Angolo di
SKD11 conicità Spessore del pezzo
ワーク板厚
テーパ角度 da 10 a 50
S45C Entro
5°以内 5 10~50
SUS

Gioco ugello
ノズル隙間
ノズル径
Diametro ugello Entro 15
φ4/φ6.5
4.0,6.5 15 以内

Questa funzione applica il fenomeno dell'aderenza dell'elettrodo del filo. Perciò, l'aderenza del filo può
risultare instabile per diversi motivi anche all'interno delle aree di applicazione, causando la caduta delle
anime o rendendo impossibile la rimozione della anime fissate.

- 226 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

Esempio in cui il core stiching diventa instabile Le anime sono difficili da rimuovere nelle forme più
piccole.
Lavorazione a gradini
10mm

8mm

φ8mm

Pezzo con spessore di 10 mm o


inferiore

3.13.2 Caratteristiche della funzione di punzonatura dell'anima


Tale funzione è avvantaggiata dal fenomeno in cui un componente del filo aderisce alla superficie
lavorata.
I materiali e le anime sono installati cambiando la tecnologia di taglio durante la lavorazione per regolare
il fenomeno dell'aderenza.

Durante la lavorazione con la funzione per la punzonatura dell'anima, il componente del filo aderisce
durante la lavorazione del materiale.
L'aderenza del componente del filo non è causata dal calore.
Il componente del filo sciolto nel fluido dielettrico durante la scarica coagula nuovamente e si raccoglie
sul materiale.
Lavorazione normale Lavorazione con funzione core stitch

Questa figura è un'immagine. Adesione del componente del filo

L'installazione delle anime con la funzione di punzonatura delle anime è più delicata e fragile durante la
saldatura e l'installazione delle piastra con agente adesivo.
Perciò, a seconda della forma e della dimensione delle anime da installare, bisogna considerare dove si
utilizza la funzione.

La funzione per la punzonatura delle anime deve essere usata in due punti, ciascuno dei quali fronteggia
in direzioni opposte l'anima che va installata.
Se la funzione è usata su un solo lato o punto, l'anima non può essere installata correttamente.

- 227 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

OK

Poiché la lavorazione che usatilizza la funzione di punzonatura delle anime utilizza diverse tecnologie di
taglio rispetto a quelle per la scarica normale, la velocità di lavorazione si abbassa al 10% fino al 20%
rispetto alla lavorazione normale.

La velocità è tra il 10% e il 20% di quella normale.

Filo

Scanalatura lavorata

Si usi la funzione punzonatura delle anime per la sgrossatura. (primo taglio)


Quando si usa la funzione punzonatura delle anime per la finitura, effettuare la finitura (secondo taglio e
successivi) dopo aver rimosso l'anima installata nella sgrossatura con la funzione di punzonatura delle
anime.
Sgrossatura con funzione Rimozione delle Finitura
punzonatura anime anime

ATTENZIONE
 La funzione punzonatura delle anime non può essere usata per la finitura
(secondo taglio e successivi).
Poiché la condizione di lavorazione della funzione di punzonatura delle anime ha
forza simile alla sgrossatura (primo taglio), l'uso di tale funzione avrà un grosso
impatto sulle dimensioni e sulla sgrossatura della superficie dopo la finitura.
 Non può essere effettuata la finitura per forme di punzoni, usando la funzione di
punzonatura delle anime,.
Anche se la funzione di punzonatura delle anime è usata per parti non tagliate,
le anime non possono essere installate.

- 228 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.13.3 Come utilizzare la funzione di punzonatura dell'anima


Inserire un codice M nel programma CN per eseguire la lavorazione con tale funzione.

M122 P____ B____ H____ : Attiva la regolazione della punzonatura dell'anima.

Quando tale regolazione è attivata, durante la lavorazione si ripetono le seguenti operazioni:


Punzonatura anima solo per la distanza di punzonatura → Lavorazione normale solo per il gioco →
Punzonatura anima solo per la distanza di punzonatura

Distanza di Distanza di
punzonatura punzonatura

Gioco punzonatura

Lavorazione con core stitch

Lavorazione normale

Argomento P: Distanza di punzonatura


Specifica la distanza per la punzonatura. Non possono essere usati punti decimali
- Sistema in millimetri ⇒ 0,0001 [mm] P1 ⇒ 0,0001 mm/P10000 ⇒ 1,0 mm
- Sistema in pollici ⇒ 0,00001 [pollici] P1 ⇒ 0,00001 pollici/P10000 ⇒ 0,1 pollici

Argomento B: Numero EDM


Quando si specifica 0 per l'argomento B, la seguente tecnologia di taglio viene richiamata
automaticamente in base al diametro del filo e allo spessore del filo specificato durante la
punzonatura dell'anima.
Quando si specifica un valore diverso da 0 per l'argomento B, la punzonatura avviene con la
tecnologia di taglio il cui numero è specificato con l'argomento B.

- 229 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

I numeri EDM per la punzonatura dell'anima sono richiamati quando si specifica 0 per
l'argomento B

Spessore del pezzo Spessore del pezzo


Filo (mm) Filo (pollici) Numero EDM
(mm) (pollici)
a 15,0 a 0,6 1072
da 15,0 a 25,0 da 0,6 a 1,0 1073
0,25 o più 0,010 o più da 25,0 a 35,0 da 1,0 a 1,4 1074
da 35,0 a 45,0 da 1,4 a 1,8 1075
da 45,0 a da 1,8 a 1076
a 15,0 a 0,6 1077
da 15,0 a 25,0 da 0,6 a 1,0 1078
0,20 o meno 0,008 o meno da 25,0 a 35,0 da 1,0 a 1,4 1079
da 35,0 a 45,0 da 1,4 a 1,8 1080
da 45,0 a da 1,8 a 1081

SUGGERIMENTO
Per modificare la tecnologia di taglio, cambiare il valore di impostazione della
tecnologia di taglio. Il nuovo valore di impostazione è specificato come
tecnologia di taglio a partire dalla volta successiva.

Argomento H: Gioco punzonatura


Specifica il gioco tra il punto finale della punzonatura dell'anima e il punto iniziale di quella
successiva. Non possono essere usati punti decimali
- Sistema in millimetri ⇒ 0,0001 [mm] P1 ⇒ 0,0001 mm/P10000 ⇒ 1,0 mm
- Sistema in pollici ⇒ 0,00001 [pollici] P1 ⇒ 0,00001 pollici/P10000 ⇒ 0,1 pollici

M123 : Disattiva la regolazione della punzonatura dell'anima.

Si possono controllare e modificare le impostazioni di punzonatura dell'anima con M122/M123 sulla


schermata dei dati di impostazione.

- 230 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

Ciascun elemento di impostazione è descritto sotto.


- Regolazione: OFF/ON
OFF: Disattiva la regolazione della punzonatura dell'anima.
SI: Attiva la regolazione della punzonatura dell'anima.

- Distanza punzonatura (L1): Distanza per la punzonatura dell'anima


Tale distanza specificata con l'argomento P in M122 è riportata.

- Distanza punzonatura (L2): Gioco tra il punto finale della punzonatura dell'anima e il punto iniziale
di quella successiva.
Il gioco specificato con l'argomento P in M122 è riportato.

- Dati EDM: AUTO/MANUAL


AUTO: La tecnologia di taglio viene selezionata automaticamente. Durante la punzonatura
dell'anima, la stessa tecnologia di taglio di quella sulla scheda a pagina precedenze viene
richiamata automaticamente in base al diametro del filo e allo spessore del pezzo specificati.
Quando si specifica 0 per l'argomento B in M122, AUTO è specificato sul dato EDM.
MANUALE: Selezionare un numero EDM da 1 a 1000 per utilizzare la tecnologia di taglio con il
numero selezionato.
Quando si specifica un valore diverso da 0 per l'argomento B in M122, MANUAL è specificato sul
dato EDM e l'impostazione per il numero EDM specificato con l'argomento B è riportata.

ATTENZIONE
Se gli argomenti P, B e H non sono specificati quando si specifica M122, le
impostazioni della schermata non cambiano.
La punzonatura dell'anima viene eseguita in base alla distanza di punzonatura, al
gioco e alla tecnologia di taglio specificati sulla schermata attuale.

3.13.4 Operazione in caso di impiego della funzione di punzonatura


dell'anima
Tale lavorazione si conclude quando viene eseguita la lavorazione della distanza di punzonatura, o
quando si specifica il reset, M50, M60, M02, o M30 durante la punzonatura dell'anima.

Se il codice S, G10, o G11 è specificato durante la punzonatura dell'anima, la tecnologia di taglio attuale
cambia e si riavvia la punzonatura dell'anima. (La condizione di punzonatura non cambia.)

Nei casi seguenti, è vietata la punzonatura dell'anima. In queste aree non viene eseguita la punzonatura
dell'anima.
- Avvicinamento/allontanamento
- Area angolo acuto e area prima dell'angolo
- Blocco arco con R o inferiore a 1.0
Se l'area vietata viene raggiunta durante la punzonatura dell'anima, tale operazione viene interrotta. Dopo
l'area vietata, la punzonatura dell'anima viene ripristinata per la distanza specificata.

Se la punzonatura dell'anima viene eseguita durante il controllo dell'avvicinamento AI, tale controllo è
disattivato.

La funzione di punzonatura dell'anima non si può utilizzare con la regolazione WTA. Se la regolazione
WTA è attivata, la punzonatura dell'anima non è eseguita anche se è attivata la sua

- 231 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Questa funzione non si può utilizzare con le funzioni per la creazione/troncatura della parte. Se tale
funzione è attivata, la punzonatura dell'anima non viene eseguita nonostante sia attivata la sua
regolazione.
Si può controllare lo stato attuale della punzonatura dell'anima con l'icona sulla schermata di
monitoraggio del taglio.

Durante la lavorazione con


Core Stitch invalido Core Stitch valido
core stitch

Sulla schermata di impostazione handy, è possibile visualizzare o nascondere le voci di punzonatura


dell'anima sulla schermata dei dati di impostazione.
Se si sceglie di non visualizzare queste voci sulla schermata di impostazione handy, la regolazione della
punzonatura dell'anima è disattivata e la schermata di impostazione dati non visualizza più tali voci.

ATTENZIONE
- La sezione di aderenza della punzonatura dell'anima non può essere controllata
nel grafico.
- Il colore del percorso di lavorazione cambia nell'area di aderenza come risultato
della punzonatura dell'anima.

- 232 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.13.5 Quando un filo è scollegato mentre si utilizza la funzione di


punzonatura dell'anima
Quando un filo è scollegato in una sagoma mentre si utilizza la funzion di punzonatura dell'anima,
avviene il fenomeno seguente.
- Nell'area di punzonatura dell'anima, il filo non può essere collegato in quanto il componente del filo
aderisce e riempie la scanalatura lavorata.
- Anche se si ritorna al punto iniziale e si esegue il recupero del filo automatico (AWF), il filo si
blocca sul componente che aderisce alla scanalatura lavorazione nell'area di punzonatura dell'anima
quando ritorna nel punto di scollegamento lungo il percorso di lavorazione e si scollega nuovamente.
- Similmente, anche se si attraversa l'area di punzonatura dell'anima e si esegue il recupero del filo
automatico, il filo si blocca sul componente che aderisce alla scanalatura lavorazione nell'area di
punzonatura dell'anima quando ritorna nel punto di scollegamento lungo il percorso di lavorazione e
si scollega nuovamente.
Perciò, la lavorazione non può essere riavviata nemmeno se si esegue l'alimentazione automatica del filo
lungo l'area di punzonatura dell'anima durante il recupero automatico del filo.

Il filo si blocca sul Il filo non può essere


componente che ha connesso nel
aderito alla sezione del capitolo con core
core stitch quando stitch.
torna al punto di
disconnessione e
viene disconnesso.
Sezione con adesione
punzonatura anima
Posizione della disconnessione

3.13.6 Punzonatura dell'anima e recupero automatico del filo (AWR)


Se un filo è scollegato durante la lavorazione utilizzando la funzione di punzonatura dell'anima, utilizzare
il recupero automatico del filo sul punto di scollegamento, "RIP.FI. CON AI."
AWF: ON
RIP.FI. AUTO: ON
RIP.FI. CON AI: ON

Specificare le impostazioni in alto per collegare il filo con il recupero automatico del filo tra l'area di
punzonatura dell'anima e il punto di scollegamento.

- 233 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Specificando "Distanza invers." e "Reverse times" per RIP.FI. CON AI, è possibile eseguire le seguenti
operazioni.
- Collegare il filo alla posizione raggiunta ritornando dal punto di scollegamento lungo il percorso di
lavorazione per la distanza specificata in "Distanza invers.".
- Se il collegamento del filo fallisce, ritornare indietro della distanza specificata in "Distanza invers." e
tentare di collegare il filo per le volte specificate in "Reverse times."

Il recupero automatico del filo è considerato fallito nei casi seguenti:


- Scollegamento durante la punzonatura dell'anima
- L'area di punzonatura dell'anima viene raggiunta con il ritorno durante RIP.FI. CON AI.

Si può modificare il funzionamento da eseguire dopo un guasto nel recupero automatico del filo con
l'impostazione.

3.13.6.1 Arresto della punzonatura dell'anima se fallisce il recupero


automatico del filo
Impostare OFF su "Salta rip. AWF".

- 234 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.13.6.2 Eseguire la punzonatura dell'anima per il foro iniziale


successivo se fallisce il recupero del filo.
Impostare ON su "Salta rip. AWF".

3.13.6.3 Forme di lavorazione per le quali il recupero automatico del


filo fallisce successivamente
ATTENZIONE
La funzione di punzonatura dell'anima non lavora le forme per le quali fallisce il
recupero automatico del filo.

Utilizzare la funzione di monitoraggio dei risultati del taglio.

Impostare ON su "Salta rip. AWF".

- 235 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Specificare ON sulla schermata dei risultati del taglio e specificare i dati grafici.

Avviare la lavorazione.
Per rilavorare le forme non finite solo dopo una lavorazione normale, specificare ON su "Stadio rilavor."
Monitoraggio del risultati di taglio

Specificare ON su "Stadio rilavor." e riavviare la lavorazione.

Per dettagli sulla modalità di programmazione o sul monitoraggio dei risultati del taglio, fare riferimento
al capitolo 12.2 " RSLT INF " nella parte IV.

- 236 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

3.13.7 Come usare la Funzione punzonatura dell'anima specificando


M69
La lavorazione punzonatura dell'anima può essere realizzata inserendo un codice M, in un programma CN
come indicato qui di seguito.
In questo caso, impostare la distanza di punzonatura o il numero EDM funziona indipendentemente
dall'impostazione di M122/M123 funzione punzonatura dell'anima.
M69_P_B_: Avvio lavorazione punzonatura dell'anima
Argomento P: Distanza punzonatura
Specifica la distanza per la lavorazione con punzonatura dell'anima. Non possono essere usati
punti decimali
- Sistema in millimetri ⇒ 0,0001 [mm] P1 ⇒ 0,0001 mm/P10000 ⇒ 1,0 mm
- Sistema in pollici ⇒ 0,00001 [pollici] P1 ⇒ 0,00001 pollici/P10000 ⇒ 0,1 pollici
Argomento B: numero EDM
Quando è specificato l'argomento B, la lavorazione punzonatura dell'anima è effettuata utilizzando la
tecnologia di taglio specificata dall'argomento B.

ATTENZIONE
・ Quando M69 è specificato e l'argomento P non è specificato, la distanza di
punzonatura è 2,0 mm (0,07874 pollici).
・ Quando M69 è specificato e l'argomento B non è specificato, è richiamata la
stessa tecnologia di taglio indicata nella tabella al paragrafo 3.13.3, secondo il
diametro del filo e lo spessore del pezzo lavorato per la lavorazione punzonatura
dell'anima.

3.13.8 Operazione quando la funzione punzonatura dell'anima è


usata specificando M69
La lavorazione punzonatura dell'anima è completata quando la lavorazione ha coperto la distanza di
punzonatura, ma la lavorazione è completa anche quando M50, M60, codice S/E, o il posizionamento è
specificato durante la lavorazione.
Quando la punzonatura dell'anima è specificata in una sezione angolare, il comando dello spigolo è
disattivato.
Il numero EDM ritorna al suo valore originale quando la lavorazione punzonatura dell'anima è completata,
ma durante la lavorazione punzonatura dell'anima non ritorna al suo numero originale neppure se risettato
o fermato.

ATTENZIONE
In alcuni elementi EDM sono usati i loro valori originali in modo tale che non
causino alcun problema nel percorso della lavorazione prima e dopo la
lavorazione con punzonatura dell'anima.

- 237 -
3. SCHERMATA DEI DATI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
DI IMPOSTAZIONE SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Esempio di uso M69 (Unit: mm)

Forma <1> Forma

4 2.5

2 5
4
2.5
Sezioni adesive come
6.5 2 1.5 risultato di lavorazione
punzonatura anima

Core stitch machining program for shape <1> Core stitch machining program for shape <2>

% %
O0001(TEST-CUT) ; O0001(TEST-CUT) ;
G92 X0. Y0. ; G92 X0. Y0. ;
G90 G01 G42 Y-5. ; G90 G01 G42 Y-5. ;
X-5. ; X-5. ;
Y-1. ; Y-2.5 ;
M69 ;  Stitch distance 2 mm, automatically M69 P50000 B999 ;  Stitch distance 5 mm, uses EDM
calls EDM number 999.
Y5. ; Y5. ;
X-3.5 ; X5. ;
M69 ;  Stitch distance 2 mm, automatically Y2.5 ;
calls EDM M69 P50000 B999 ;  Stitch distance 5 mm, uses EDM
X5. ; number 999.
Y1. ; Y-5. ;
M69 ;  Stitch distance 2 mm, automatically X0. ;
calls EDM G40 Y0. ;
Y-5. ; M30 ;
X3.5 ; %
M69 ;  Stitch distance 2 mm, automatically
calls EDM
X0. ;
G40 Y0. ;
M30 ;
%

- 238 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 3. SCHERMATA DEI DATI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE

ATTENZIONE
Per la lavorazione di punzonatura, l'effetto di fissaggio tra il materiale base e
l'anima aumenta effettuando la lavorazione ai lati opposti di una forma. In ogni
caso quando la lavorazione di punzonatura dell'anima è realizzata solo in un
punto, l'effetto di fissaggio è basso e l'anima può cadere, causando danni alla
macchina, pertanto si presti attenzione al posizionamento delle sezioni di
punzonatura dell'anima.

Esempio corretto Esempio errato

ATTENZIONE
・ Quando è usato M69, le sezioni lavorate con la punzonatura dell'anima sono
indicate in un colore diverso da quelle in impostazione grafica.
・ Quando la lavorazione punzonatura dell'anima è effettuata specificando M69,
l'icona sulla schermata di monitoraggio del taglio non cambia.

- 239 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4 SCHERMATA PER L'IMPOSTAZIONE DEL


PARAMETRO HANDY
IMPOST.

PRM.
HANDY

La schermata di impostazione dei parametri handy permette di impostare i dettagli che non si possono
trovare sulla schermata di impostazione ordinaria.
Alcune voci della schermata dei parametri handy possono influire direttamente sulla precisione della
macchina. Per utilizzare questa schermata bisogna averla compresa sufficientemente.

- 240 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.1 PROGRAMMA

IMPOST.

PRM.
HANDY

4.1.1 INTERPOLAZIONE O RAPIDO


"INTERPOLAZIONE O RAPIDO" permette di specificare un modo per l’interpolazione da selezionare
quando si inserisce la corrente o si esegue il reset della macchina.

G01

G00

È possibile specificare se un comando di spostamento in un programma CN deve funzionare come un


comando di interpolazione lineare (avanzamento lavorazione) o come un comando per lo spostamento in
rapido fino all'emissione di G00 o G01.

Se viene eseguito il seguente programma:


O0001
G92 X0 Y0
G91 X10.
M30

- 241 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

 Standard: G01 Interpolazione lineare (avanzamento lavorazione)


La lavorazione è eseguita a 10 mm nella direzione +X.

 Selezionare: G00 Avanzamento in rapido (posizionamento)


L'avanzamento in rapido ha luogo a 10 mm nella direzione +X.

4.1.2 PROGR. ASSOLUTA O INCREMENT.


"PROG.ASSOLUTA O INCREMENT." permette di specificare un modo per la definizione della distanza
di spostamento da selezionare se si inserisce la corrente o si esegue il reset della macchina.

 Standard: G91 Incrementale (Comando incrementale)


 Selezionare: G90 Assoluto (Comando valore assoluto)

G91 G90
G92 X0 Y0
10 10
G01

Y10.

X10. Y10.
10 10
M30
% -10

È possibile specificare quale modo, incrementale o assoluto, utilizzare nello spostamento specificato con
il programma CN fino all'emissione di G90 o G91 da parte del programma CN.

4.1.3 R Conico O R indipendente


"R conico o R indipendente" permette di specificare il modo per la specifica dell'arrotondamento degli
spigoli da selezionare al momento dell'inserimento della corrente e del reset.

 Standard: G61 Arrotondamento conico spigolo (A)


 Selezionare: G60 Arrotondamento indipendente degli spigoli superiori e inferiori

G61 G60

Specificare se, nel programma, deve essere usato l'arrotondamento indipendente degli spigoli superiori e
inferiori o l'arrotondamento conico dello spigolo (A), fino alla specificazione di G60 o G61.

- 242 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.1.4 CTRL ASSE CON G00, G53, G30, G28


"CTRL ASSE CON G00,G53,G30,G28" permette di specificare il modo per il comando dell’asse da
utilizzare con il comando per il posizionamento in rapido.

G91 G00 X50. Y10.

Standard
Standard

Selezionare
Select

 Standard: Curva a gomito (posizionamento su ciascun asse indipendentemente dagli altri assi)
Ciascun asse inizia a spostarsi contemporaneamente alla stessa velocità (velocità di spostamento in
rapido) e si ferma singolarmente al completamento dello spostamento.
Quindi, il percorso tra il punto di avvio (punto in cui è emesso il comando per lo spostamento in
rapido) e il punto finale non è una linea retta.
 Selezionare: Lineare (il posizionamento è realizzato in modo che il percorso sia retto.)
Quindi, il percorso tra il punto di avvio (punto in cui è emesso il comando per lo spostamento in
rapido) e il punto finale rappresenta una linea retta.

NOTA
Il tempo necessario per terminare il posizionamento è uguale per entrambi i
modi.

4.1.5 ANGOLO (FUNZ COPIA E ROTAZ.)


"ANGOLO(FUNZ.COPIA E ROTAZ)" permette di specificare il modo da utilizzare nella specificazione
dell'angolo di rotazione per le copie con rotazione ripetuta.

Standard: Incrementi
Standard: Increments Selezionare: Totale
Select: Total

M98 P_ Q45. L8 M98 P_ Q360. L8

- 243 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

 Standard: Incrementi
È specificato un angolo di rotazione per ogni copia.
Se l'angolo specificato non coincide con l’angolo nel punto iniziale o finale del sottoprogramma, è
probabile che il percorso risultante non sia liscio oppure che si attivi un allarme.
 Selezionare: Totale
Gli angoli per la ripetizione di tutte le copie sono specificati contemporaneamente.
Sono specificati gli angoli per il punto iniziale e quello finale per le copie con rotazione ripetuta.
Se uno degli angoli specificati, o il conteggio della ripetizione oppure l’angolo di un
sottoprogramma non è corretto, è probabile che sia generato un allarme.

4.1.6 IMPOST.COOR.ASSOL.ASSE Z (G92)


"IMPOST.COOR.ASSOL.ASSE Z" permette di specificare se attivare il comando G92 (impostazione del
sistema di coordinate) per l’asse Z.
 Standard: OFF
Il comando G92 è disattivato.
Se è specificato "G92 Z0", è emesso l'allarme PS4136 " È STATO SPECIFICATO ASSE Z CON
G92".
 Selezionare: ON
Il comando G92 è attivato.
Se è emesso "G92 Z0", la coordinata assoluta dell’asse Z diventa 0.
La "posizione della guida superiore" nella lavorazione conica, tuttavia, non cambia.

4.1.7 G70 Comando angolo


"G70 comando angolo" permette di selezionare l'unità per la direzione iniziale di spostamento (argomento
B) per un ciclo di posizionamento.
 Standard: /8RAD
Specifica una delle 16 direzioni di posizionamento con un numero da 0 a 15.

 Direzione di posizionamento

 Selezionare: Gradi
Specifica la direzione del posizionamento nell'intervallo compreso fra 0 e 360.

- 244 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.1.8 Regis. coord. G92 su punto rif. P4


Con "Regis. coord. G92 su punto rif. P4" è possibile specificare se salvare o meno le coordinate per le
quali G92 (= punto di partenza della lavorazione) è specificato come quarta posizione di riferimento.
 Standard: ON
Le coordinate sono memorizzate.
 Selezionare: OFF
Le coordinate non sono memorizzate.

4.1.9 M02/M30 = M99 nei sottoprogrammi


Con "M02/M30 = M99 nei sottoprogrammi" è possibile specificare se riportare il dispositivo di comando
al programma principale quando, per il sottoprogramma, la fine del programma non è M99, ma
M02/M30.
 Standard: ON
M02/M30 è eseguito come M99. (Ritorna al programma principale.)
 Selezionare: OFF
M02/M30 è eseguito normalmente come M02/M30.(Termina senza ritornare al programma
principale)

4.1.10 Impostazione G74


Con "Impostazione G74" è possibile specificare il modo di utilizzo di G74.
 Standard: Centro
G74 è usato come comando per il posizionamento al centro della circonferenza. (Posizionamento al
centro del disco)
 Selezionare: RELATIVA
G74 è usato come comando di impostazione del punto di posizionamento / comando di impostazione
delle coordinate relative.

4.1.11 Ignora G70, G71, G72 in prova a vuoto


"Ignora G70, G71, G72 in prova a vuoto" permette di specificare se ignorare o meno
G70/G71/G72/G170/G171/G172 (posizionamento tramite un programma) durante il funzionamento di
prova quando specificato.
 Standard: ON
Questi comandi non sono eseguiti.
 Selezionare: OFF
Questi comandi sono eseguiti.

- 245 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.1.12 CO.PEZZO
"CO.PEZZO" permette di specificare se utilizzare i comandi del sistema delle coordinate pezzo (da G54 a
G59).
Possono essere regolati solo il sistema di coordinate del pezzo XY ma anche i sistemi delle coordinate del
pezzo UV e Z.
 Standard: OFF
Non si utilizza alcun sistema delle coordinate del pezzo.
 Selezionare: ON
Sono usati i sistemi di coordinate pezzo.
I sistemi di coordinate pezzo appaiono sulla schermata POS. UTENTE.

ATTENZIONE
Il sistema di coordinate pezzo UV e Z sono attivati solo quando è disattivato il
sistema di coordinate XY.

4.1.13 Cambio condiz. di reset G54


Con "Cambio condiz. di reset G54" è possibile specificare se eseguire il ritorno del sistema di coordinate
pezzo a G54 quando il CNC è nello stato di reset.
 Standard: OFF
Il sistema di coordinate pezzo non cambia. (È usato il sistema di coordinate pezzo attualmente
selezionato.)
 Selezionare: ON
È selezionato G54.

4.1.14 Cancella traslaz. G92


 Standard: OFF
Il valore di spostamento è cancellato automaticamente.
Il valore di spostamento deve essere cancellato con G54P9999.
 Selezionare: ON
Il valore di spostamento non è cancellato automaticamente.

4.1.15 EDIT PROGRAMM 9000 a 9999


"EDIT PROGRAMMI 9000 a 9999" permette di specificare se permettere la modifica dei programmi da
9000 a 9999.

ATTENZIONE
Non eseguire o modificare nessuno dei programmi da 9000 a 9999 senza
richiedere l’autorizzazione della FANUC.
I programmi da 9000 a 9999 sono programmi importanti. Possono influire sul
funzionamento base della macchina.
FANUC non è responsabile per i danni dovuti all'esecuzione o alla modifica dei
programmi eseguiti dall'utente.

 Standard: Disabilita
Non è possibile eseguire l'editing del programma.
 Selezionare: Abilita
La modifica del programma è attivata.

- 246 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.1.16 EDIT NEL BACKGROUND


"EDIT NEL BACKGROUND" permette di specificare se utilizzare l'editing in backgound (eseguito senza
passare dal modo di funzionamento al modo di editing quando la lavorazione è in corso).
 Standard: ON
È usato l'editing in background.
 Selezionare: OFF
L'editing in background non è usato.

4.1.17 Inibizione edit programma I/O


Con "Inibizione edit programma I/O" è possibile specificare se disattivare l'editing del programma e
l'input/output.
 Standard: OFF
L'editing del programma e l'input/output sono effettuati.
 Selezionare: ON
L'editing del programma e l'input/output sono disattivati.

4.1.18 Ritorno al punto di arresto con sca. (AWR)


"Ritorno al punto di arresto con sca. (AWR)" permette di specificare se generare o meno la scarica
durante il ritorno al punto di rottura del filo lungo il percorso di lavorazione dopo la riparazione
automatica del filo (AWR).
 Standard: OFF
 Selezionare: ON

Fango

Deposito di filo

È probabile che le scanalature lavorate siano strette a causa di depositi di filo o di sporcizia.
Una scanalatura lavorata stretta può causare la rottura del filo soprattutto sugli spigoli della scanalatura
quando si esegue il ritorno al punto di partenza lungo il percorso di lavorazione.
La generazione della scarica durante il ritorno al punto di partenza può rimuovere i depositi di filo e la
sporcizia in modo da evitare la rottura del filo.
Ciò funziona specialmente se si lavora un pezzo il cui spessore supera i 250 mm.

ATTENZIONE
Il ritorno al punto di partenza attraverso la scanalatura lavorata eseguito
contemporaneamente alla generazione della scarica può far sì che la superficie
del prodotto lavorato sia meno liscia.

- 247 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.1.19 Ritorno al punto di partenza con scarica (M70)


"Ritorno al punto di partenza con sca. (M70)" permette di specificare se generare la scarica quando si
esegue il ritorno al punto di partenza lungo il percorso di lavorazione al termine della lavorazione.
 Standard: OFF
 Selezionare: ON

Fango

Deposito di filo

È probabile che le scanalature lavorate siano strette a causa di depositi di filo o di sporcizia.
Una scanalatura lavorata stretta può causare la rottura del filo soprattutto sugli spigoli della scanalatura
quando si esegue il ritorno al punto di partenza attraverso la scanalatura.
La generazione della scarica durante il ritorno al punto di partenza può rimuovere i depositi di filo e la
sporcizia in modo da evitare la rottura del filo. Ciò funziona specialmente se si lavora un pezzo il cui
spessore supera i 250 mm.

ATTENZIONE
Il ritorno al punto di partenza attraverso la scanalatura lavorata eseguito
contemporaneamente alla generazione della scarica può far sì che la superficie
del prodotto lavorato sia meno liscia.

4.1.20 Vel. di retrace


"Vel. di retrace" permette di specificare la velocità di spostamento all'indietro durante la ritracciatura.

4.1.21 Ordine rotazione assi, scambio, speculare


"Ordine rotazione assi, scambio, speculare" permette di specificare l’ordine in cui due o tutte le
operazioni di rotazione, scambio e riflessione degli assi sono permesse se impostate contemporaneamente.
 Standard: Assi R.  Cam. assi  Spec.
 Selezione 1: Assi R.  Spec. Cam. assi
 Selezione 2: Cam. assi  Spec.  Assi R.
 Selezione 3: Spec.  Cam. assi  Assi R.

- 248 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.1.22 Errore ammesso sul raggio.


"Errore ammesso sul raggio." permette di specificare un valore limite di tolleranza per la differenza tra il
"raggio nel punto di avvio" e "raggio nel punto finale" usato con il comando di interpolazione circolare
(G02 o G03).
È emesso un allarme quando il comando di interpolazione circolare tenta di specificare un valore
maggiore della differenza del raggio qui specificato.

B
B b’

b b

a A a A

L’interpolazione circolare (G02 o G03) è specificata utilizzando la distanza dal punto di avvio A al punto
finale B, o le coordinate del punto finale B e la distanza "a" da A verso il centro dell’arco.

In genere, non vi sono errori sulla "distanza "a" da A verso il centro" o sulla "distanza "b" da B verso il
centro".

Se una figura comprende diversi archi che si susseguono uno dopo l’altro, è possibile che compaia
l’errore b' su "a" e "b".
Se una tolleranza per l’errore b' è troppo piccola, può essere generato un allarme anche se l’errore è
minimo quando si esegue un programma per una figura in cui vi sono diversi archi continui uno dopo
l’altro.

Se una tolleranza per l’errore b' è troppo grande, è probabile che non sia generato nessun allarme neanche
anche quando si esegue un programma per una figura in cui diversi archi si susseguono uno dopo l’altro,
anche se gli archi nella figura non si toccano correttamente.

4.1.23 Timer di mantenimento dell’acqua (M32)


"Timer tenuta acqua (M32)" permette di specificare se mantenere il liquido dielettrico attivato per il
tempo predefinito al termine dell’esecuzione del programma.

Se si programma M32 appena prima di M02/M30, il dielettrico può essere spruzzato per il tempo
predefinito al termine della lavorazione.
Spruzzare il dielettrico dall’ugello subito dopo il termine della lavorazione aiuta a rimuovere la sporcizia
dalle guide, da ciò che sta attorno e dal pezzo.

- 249 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.1.24 In rapido durante lo scarico (asse XY)


Specificare la velocità di spostamento in rapido negli assi X e Y quando la vasca di lavorazione non è
riempita di liquido dielettrico (= durante il drenaggio).
• Standard :1350
• Selezione 1 :900
• Selezione 2 :2000

4.2 COMANDO IA e EDM


IMPOST.

PRM.
HANDY

- 250 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.2.1 Controllo automatico in base al numero


(AVVICINAMENTO,WTA CONTROL)
"Controllo automatico in base al numero (AVVICINAMENTO,WTA CONTROL)" permette di
specificare se utilizzare il controllo automatico del numero di taglio (per permettere l'esecuzione
automatica del controllo dell'avvicinamento IA e del controllo sequenziale dello spessore del pezzo) solo
se per "N. TAGLI" è impostato a 1.
 Standard: ON (È usato il controllo automatico del numero di taglio.)
Il controllo di avvicinamento IA e il controllo sequenziale dello spessore del pezzo funzionano solo
se "N. TAGLI" è 1.
Se per "N. TAGLI", come tecnologia di taglio per la seconda volta e per le volte successive, è
specificato un numero diverso da 1 per la finitura, non funziona nessuno dei due controlli.
 Selezionare: OFF (Non si utilizza il controllo automatico del numero di taglio.)
La finitura può risultare instabile perché sono attivi l’avvicinamento IA e il controllo sequenziale
dello spessore del pezzo indipendentemente dall’impostazione "N. TAGLI".
Per la finitura, è necessario specificare manualmente o con un programma se utilizzare
l’avvicinamento IA e il controllo sequenziale dello spessore del pezzo.

4.2.2 Escape control


Questa funzione riduce qualsiasi leggero segno di scarica che potrebbe verificarsi durante l'avvicinamento
e l'allontanamento durante la finitura di matrici correggendo il percorso del programma.
Selezionare se visualizzare o meno questa funzione sulla schermata di impostazione.
 Standard: Nascondi (Non usare la funzione di correzione del percorso di allontanamento)
La funzione è disattivata automaticamente e scompare dalla schermata di impostazione standard.
 Selezionare: Visualizza (Visualizza la videata di impostazione per la funzione di correzione del
percorso di allontanamento sulla schermata di impostazione standard)
Sono visualizzate sulla schermata di impostazione standard le voci per la correzione del percorso di
allontanamento in modo da poter attivare e disattivare la funzione e da poter impostare la distanza di
correzione.

4.2.3 Compensazione deformazione termica (solo per una


macchina sulla quale è installata l'opzione di compensazione
della deformazionetermica)
La "compensazione della deformazione termica" permette di specificare l'uso o meno della
compensazione della deformazione termica.
• Standard: OFF
• Selezionare: ON

4.2.4 Core Stitch


La funzione di punzonatura dell'anima è una funzione che collega il materiale e l'anima utilizzando un filo
durante la lavorazione.
Selezionare se visualizzare o meno questa funzione sulla schermata di impostazione.
• Standard: Visualizzazione
La schermata di impostazione dati visualizza le voci di punzonatura dell'anima e permette di
specificare se attivare o disattivare la funzione, la distanza di punzonatura e altre impostazioni.
• Selezionare: Nascondi
La funzione viene disattivata automaticamente e scompare dalla schermata dei dati di impostazione.

- 251 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.2.5 Compensazione di SPC (PM=41)


Quando si lavora con una figura creata con piccoli blocchi consecutivi, come una figura ellittica, il
controllo angolare può non funzionare durante la sgrossatura. Ciò può causare l'aumento dell'entità di
lavorazione durante la finitura e può compare un allarme per lo spostamento indietro.
Questa funzione permette di impostare il valore di compensazione per evitare la comparsa di questo
allarme quando l'entità di lavorazione aumenta durante la finitura.
Il valore di compensazione per la lavorazione eseguita con le impostazioni PM=41 e SVM=2, 12, 22, 5,
15, o 25 (soprattutto per la seconda lavorazione) può essere impostato.
L'entità di lavorazione durante la finitura aumenta con l'impostazione di un valore maggiore di
compensazione.

ATTENZIONE
L'impostazione di un grande valore di compensazione riduce la possibilità della
comparsa di un allarme per lo spostamento all'indietro, ma può ridurre la
dimensione del pezzo.

4.2.6 Compensazione di SPC (PM=43)


Quando si lavora con una figura creata con piccoli blocchi consecutivi, come una figura ellittica, il
controllo angolare può non funzionare durante la sgrossatura. Ciò può causare l'aumento dell'entità di
lavorazione durante la finitura e può compare un allarme per lo spostamento indietro.
Questa funzione permette di impostare il valore di compensazione per evitare la comparsa di questo
allarme quando l'entità di lavorazione aumenta durante la finitura.
Il valore di compensazione per la lavorazione eseguita con le impostazioni PM=43 (soprattutto per la
terza lavorazione) può essere impostato.
L'entità di lavorazione durante la finitura aumenta con l'impostazione di un valore maggiore di
compensazione.

ATTENZIONE
L'impostazione di un grande valore di compensazione riduce la possibilità della
comparsa di un allarme per lo spostamento all'indietro, ma può ridurre la
dimensione del pezzo.

4.2.7 Comando EDM (impostazione AI)


"Comando EDM (impostazione AI)" permette di specificare una tecnologia di taglio e il codice di
comando della compensazione da utilizzare nella creazione di un programma principale sulla schermata di
impostazione IA.
• Standard: Codice S, D
La tecnologia di taglio è specificata con "S" e la compensazione con "D".
• Selezionare: Codice E
La tecnologia di taglio e la compensazione sono specificate con "E".

ATTENZIONE
Se si specifica direttamente la compensazione, accertarsi di selezionare
"Standard: S, D".
→ Fare riferimento a 4.3.3 Comando di compensazione filo.

- 252 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.2.8 Cambia N. EDM/Offset


"Cambia N. EDM/Offset" permette di specificare se visualizzare l'elemento "REGISTRAZ." nella
schermata delle impostazioni AI.
 Standard: ON
 Selezionare: OFF

4.2.9 Visual. Offset


"Visual.offset" permette di specificare se visualizzare l'elemento "Offset (OFST)" nella schermata dei dati
EDM.
 Standard: ON
 Selezionare: OFF

4.2.10 Condizioni personalizzate


"Condizioni personalizzate" permette di specificare se usare la funzione "Condizioni personalizzate" che
è in grado di richiamare le tecnologie di taglio personalizzate per il cliente e registrate nella macchina
dalla schermata di impostazione delle tecnologia di taglio IA come effettuato con le tecnologia di taglio
standard.
 Standard: OFF

 Selezione 1: Condizioni personalizzate A


Selezionare questo elemento per mantenere la compatibilità con la macchina convenzionale.

 Selezione 2: Condizioni personalizzate B


Selezionare questo elemento per utilizzare una nuova condizione personalizzata.

4.2.11 WF ignora rottura filo


Non è rilevata nessuna rottura del filo se la tecnologia di taglio "VEL. FILO" è inferiore al valore
predefinito.

4.2.12 Impostazione efficienza per lav. concava


"Impostazione efficienza per lav. concava" permette di specificare se attivare o disattivare l'impostazione
della precisione delle forme concave.
• Standard: OFF
• Selezionare: ON

4.2.13 Compensazione forma angolo


Questa funzione compensa il percorso di programma di uno spigolo affilato e corregge la forma dello
spigolo per la sgrossatura.
Specificare se attivare questa funzione.
• Standard: ON
• Selezionare: OFF

ATTENZIONE
Questa funzione è attiva solo se è specificato "AIC=##10#" nell'impostazione
AIC come elemento della tecnologia di taglio.

- 253 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.2.14 Visualizzazione degli elementi di compensaz.


"Visualizzazione degli elementi di compensaz." permette di specificare se visualizzare gli elementi
"Comp. angolo (CNRCMP)", "Comp. conicità (TPCMP)", "Dist.cont. (SCDST)", e "Tempo sp. max.
(SCOFF)" nella schermata dei dati EDM e nella schermata di impostazione IA.
• Standard: Nascondi
• Selezionare: Visualizzazione

4.3 OFFSET E CONICO


IMPOST.

PRM.
HANDY

- 254 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.3.1 Direzione del vettore di compensazione


"Direzione del vettore di compensazione" permette di specificare un percorso di compensazione.

 Standard: WSTV=1, WSTV2=0


 Selezione 1: WSTV=0, WSTV2=1
 Selezione 2: WSTV=0, WSTV2=0

L’inclinazione del vettore di compensazione e la direzione della sua cancellazione sono specificate nel
seguente modo:

Standard

Selezione 1

Selezione 2

4.3.2 Ctrl interferenza


"Ctrl interferenza" permette di selezionare l'operazione da eseguire quando il percorso programmato
genera un'interferenza a causa della compensazione.
 Standard: ON (È emesso un allarme).
 Selezionare 1: OFF ( Nessun allarme viene emesso).
 Selezionare 2: Evitare interferenze (La lavorazione prosegue calcolando un percorso per evitare
interferenze).
Standard Selez. 1 Selez. 2

ON OFF Evita interferenze


- 255 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

ATTENZIONE
Selezionare "OFF" o "Evita interferenze" può causare un sovrataglio del prodotto
o un percorso diverso da quello definito dal programma preparato, quindi si
presti attenzione al controllo del percorso del programma nello schermo di
visione.
Quando "Evita interferenze" è selezionato, la "lavorazione Corner Relief"
specificata da "R-0" non funziona.

4.3.3 Comando di compensazione filo


"Comando di compensazione filo" permette di specificare un valore di compensazione da eseguire per
"D" in cui la compensazione è specificata dal programma.
 Standard: N. (È eseguito il valore di compensazione il cui numero è specificato con D.)
Sono eseguiti i valori nei numeri da 0 a 1000 impostati in "OFFSET" sulla schermata
IMPOSTAZIONE.
 Selezionare: Valore (È eseguito il valore specificato come valore di compensazione.)
Il valore specificato subito dopo "D" è eseguito come valore di compensazione.

Metodo di Valore di compensazione da eseguire


specificazione
Numero da D0 a D1000 Valori specificati nei numeri da 0 a 1000 sulla schermata
IMPOSTAZIONE
Valore D 0,130 0,130
D -0,130 -0,130
D130 0,013 (se per 10 volte si introduce = OFF)
Se per 10 volte si introduce = ON, 0.130.

ATTENZIONE
Se si utilizza un segno o una virgola decimale in un valore specificato con "D" in
una specifica con il numero, comparirà un allarme.

- 256 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.3.4 Compensazione rettilineità


"Compensazione rettilineità" permette di specificare se visualizzare, sulla schermata IMPOSTAZIONE, la
"TOLLERANZA ST." per l’aumento / riduzione del valore di compensazioni superiore ed inferiore.
 Standard: Nascondi (Non sono usati i sovrametalli di finitura superiore ed inferiore.)
 Selezionare: Visualizzazione (Sono usati i sovrametalli di finitura superiore ed inferiore.)

Questa voce si utilizza per regolare la rettilineità di un prodotto finito in base ai risultati di misurazione.
È possibile modificare (spostare) contemporaneamente tutti i valori di compensazione superiori ed
inferiori diversi da una passa di taglio all'altra.
Sovrametallo di finitura alla
sommità e alla base: 0,002
Sovrametallo
di finitura
1a : 0,007
2a : 0,002
Sovrametallo 3a : 0,002
di finitura 4a : 0,004

1a : 0,007
2a : 0,002
3a : 0,002
4a : 0,004
Sovrametallo di finitura
alla sommità e alla base:
Disabilita
Sovrametall
o di finitura
0,002 0,002 1a : 0,009
2a : 0,004
3a : 0,004
4a : 0,006

- 257 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.3.5 Direzione vettore conicità


"Direzione vettore conicità" permette di specificare la direzione in cui il filo viene inclinato per la
lavorazione conica.

 Standard: TSTV=1, TSTV2=0


 Selezione 1: TSTV=0, TSTV2=1
 Selezione 2: TSTV=0, TSTV2=0

L’inclinazione del vettore di conicità e la direzione della sua cancellazione sono specificate nel modo
seguente:

Standard
G52 G51
TSTV=1 , TSTV2=0

Selezione 1
G52 G51
TSTV=0 , TSTV2=1

Selezione 2
G52 G51
TSTV=0 , TSTV2=0

4.3.6 Controllo dei dati di conicità


"Controllo dei dati di conicità" permette di specificare se emettere un allarme quando la superficie
programma e la superficie ausiliaria programmata per la lavorazione conica non si trovano tra la guida
superiore e quella inferiore.

C
A

- 258 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

 Standard: ON (È emesso un allarme.)


È generato un allarme se la superficie programmata e la superficie ausiliaria programmata (B o C
nella figura) si trovano all’esterno dello spazio tra la guida superiore e quella inferiore (A nella
figura).
 Selezionare: OFF (Non ha luogo nessun allarme.)
Non è generato nessun allarme se la superficie programmata e la superficie ausiliaria programmata
(B o C nella figura) si trovano all’esterno dello spazio tra la guida superiore e quella inferiore (A
nella figura).
Se la superficie programmata e la superficie ausiliaria programmata sono lontante dal pezzo, per
esempio, se un prodotto è creato accatastando 2, 3 o più pezzi conici uno sull’altro, selezionare
"OFF".

4.3.7 Compensazione grande conicità


"Compensazione grande conicità" permette di specificare se visualizzare "CTRL GRANDE CONIC." per
attivare / disattivare la funzione di compensazione di grandi conicità sulla schermata IMPOSTAZIONE.
 Standard: Nascondi (Non è usata la funzione di compensazione di grandi conicità).
 Selezionare: Visualizza (È usata la funzione di compensazione di grandi conicità).

Questa funzione, per esempio, è usata quando è utilizzato il guidafilo di 45 per una lavorazione di
conicità che supera i 30.

4.3.8 Dist.dallo 0 asse z


Specifica la distanza tra la punta del guidafilo superiore e la tavola portapezzo quando l'asse Z si trova nel
punto zero della macchina. Il valore corretto è definito in fabbrica prima della spedizione. Non è quindi
necessario modificare questo valore.

4.3.9 Cambio dis. supporto e pos.guida inf.


Con "Cambio dis. supporto e pos.guida inf." è possibile specificare se permettere o meno la modifica dei
valori in "dist. supporto" e "pos.guida inf." in "CONICO" nella schermata IMPOSTAZIONE.
 Standard: ON
I valori possono essere modificati.
 Selezionare: OFF
I valori non possono essere modificati.

- 259 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.4 DISPLAY E OPZIONI ACCESSIBILITÀ

IMPOST.

PRM.
HANDY

4.4.1 Lingua
"Lingua" permette di specificare una lingua da utilizzare per le visualizzazioni.

 Standard: Giapponese
 Selezione 1: Inglese
 Selezione 2: Tedesco
 Selezione 3: Francese
 Selezione 4: Italiano
 Selezione 5: Spagnolo
 Selezione 6: Portoghese
 Selezione 7: Cinese
 Selezione 8: Coreano
 Selezione 9: Turco
 Selezione 10: Ceco
 Selezione 11: Polacco
 Selezione 12: Ungherese
 Selezione 13: Russo
 Selezione 14: Indonesiano

4.4.2 Unità (posizione)


"Unità (posizione)" permette di specificare l’unità di misurazione per una distanza di spostamento e
l’unità di misurazione per le introduzioni sulle schermate dei programmi e delle impostazioni.
 Standard: mm (Introduzione metrica)
 Selezionare: pollici (introduzione in pollici)

- 260 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.4.3 Unità (rugosità)


"Unità (RUGOS.)" permette di specificare l'unità di misurazione per la rugosità superficiale.
 Standard: Rz (Sgrossatura altezza massima)
 Selezionare: Ra (Sgrossatura media aritmetica)

4.4.4 Unità (Temperatura)


Con "Unità (Temperatura)" è possibile specificare l'unità di misura per la temperatura.
 Standard: C (Celsius)
 Selezionare: F (Fahrenheit)

4.4.5 Data, Ora


"Data, Ora" permette di specificare la data e l’ora.
 Data: Anno/mese/giorno
 Tempo: Ore/minuti/secondi

Nessuna data appare sulla schermata, ma la data di modifica o di input/output dei programmi viene
riflessa su un elenco dei programmi.
L’ora viene visualizzata nel modo a 24 ore.

4.4.6 GRP. SET.


"Grp.set." permette di specificare se collegare l’impostazione del disegno all’impostazione attuale o
specificare l’impostazione del disegno singolarmente.
 Standard: Legato ai dati imp.
1 L’impostazione del disegno è collegata all’impostazione standard.
2 Solo un metodo di disegno e i colori del disegno sono specificati sulla schermata di
impostazione grafica.
3 È tracciato il programma selezionato sulla schermata programma.
Non è possibile specificare il programma da tracciare.
 Selezionare: Non legato ai dati imp.
1 L’impostazione del disegno non è collegata all’impostazione standard.
2 È possibile disegnare con l’angolo di rotazione e una compensazione diversi dall’impostazione
standard.
3 È possibile selezionare un programma di disegno da quelli registrati.
4 È possibile riflettere l’impostazione attuale sulla schermata IMPOSTAZIONE.

4.4.7 Tastiera su schermo


"Tastiera su schermo" permette di selezionare la tastiera sullo schermo, il cui touch panel si può utilizzare
per inserire i valori e gli indirizzi.
 Standard: Nessuno (Non si utilizza alcuna tastiera su schermo.)
 Selezione 1: Tipo calcolatore
 Selezione 2: Tipo ONG
 Selezione 3: Tipo QWERTY

4.4.8 Salva schermo


"Salva schermo" permette di impostare un intervallo di tempo per l'avvio del salvaschermo.
Se l'intervallo temporale è impostato su 0, il salvaschermo è disattivato.
- 261 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.4.9 Visual. RESISTIV./TEMPERATUR


Con "Visual. RESISTIV./TEMPERATUR" è possibile specificare se visualizzare o meno il monitoraggio.
 Standard: OFF
Non appare il monitoraggio della temperatura/resistività
 Selezionare: ON
Displays resistivity/temperature monitor

4.4.10 4 condizioni ON (CYCLE START)

"4 condizioni ON (CYCLE START)" permette di specificare se i tasti , , ,e sul

pannello di comando della macchina si attivano automaticamente quando si preme il tasto .

 Standard: OFF
Non permettere che i tasti si attivino automaticamente
 Selezionare: ON
Permettere che i tasti si attivino automaticamente

4.4.11 4 condizioni OFF (arresto in blocco singolo/MDI)

"4 condizioni OFF (arresto in blocco singolo/MDI)" permette di specificare se i tasti , , ,

e si disattivano automaticamente al termine dell’esecuzione di ciascun blocco nel funzionamento


con blocco singolo o al termine del funzionamento MDI.
 Standard: OFF
Non permettere che i tasti si disattivino automaticamente
 Selezionare: ON
Permettere che i tasti si disattivino automaticamente

4.4.12 RESTART

"RESTART" permette di specificare se eseguire il "riavvio semplice" quando si preme il tasto sul
pannello di comando della macchina.
 Standard: OFF
Il riavvio semplice non viene eseguito.

 Selezione 1: 4 cond.  Riavvio


La seguente sequenza di funzionamento viene eseguita automaticamente al riavvio della lavorazione:
Specifica il modo per la memoria  attiva il tasto  attiva il tasto  riavvia la
lavorazione.
La lavorazione non si può riavviare se nello stato di reset non è stato eseguito un ritorno al punto di
arresto.

- 262 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

 Selezione 2: ritorno Z  cond.4  Riavvio


La seguente sequenza di funzionamento viene eseguita automaticamente se il sistema si trova nello
stato di reset al riavvio della lavorazione: Esegue un ritorno al punto di arresto lungo l'asse Z 
specifica il modo di memoria  attiva il tasto  attiva il tasto  riavvia la
lavorazione.
La seguente sequenza di funzionamento viene eseguita automaticamente se il sistema si trova nello
stato di arresto momentaneo o di arresto al riavvio della lavorazione: Esegue un ritorno al punto di
arresto lungo l'asse Z  specifica il modo di memoria  attiva il tasto  attiva il tasto

 attiva il tasto .
La lavorazione non si può riavviare se non viene eseguito un ritorno al punto di arresto lungo gli assi
diversi dall'asse Z.

Per riavviare la lavorazione in ciascun modo è necessaria l'attivazione del seguente tasto.

Standard

Selezionare 1

Selezionare 2

4.4.13 Cambio automatico JOG/STEP


Il "cambio automatico JOG/STEP" permette di specificare se cambiare automaticamente tra i modi a
scatto e passo-passo.
 Standard: OFF
I rispettivi tasti si utilizzano per cambiare tra i modi a scatto e passo-passo.
 Selezionare: ON
Il cambio tra i modi a scatto e passo-passo viene eseguito automaticamente.
Premendo una volta il tasto di selezione dell'asse viene eseguito uno spostamento lungo l'asse
corrispondente nel modo passo-passo. Tenendo premuto un tasto di selezione dell'asse viene
eseguito uno spostamento lungo l'asse corrispondente nel modo a scatti.

- 263 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.4.14 Riempimento acqua ad inizio programma

"Riempimento acqua ad inizio programma" permette di specificare se il tasto sul pannello di

comando della macchina si attiva automaticamente quando si preme nel modo della memoria.
 Standard: ON
Perché il tasto si attivi automaticamente per il riempimento dell’acqua.
 Selezionare: OFF
Perché il tasto non si attivi automaticamente

4.4.15 REGOLAZIONE RAPIDO


"REGOLAZIONE RAPIDO" permette di specificare se rispecchiare l'impostazione dell'interruttore

sul pannello di comando della macchina durante il funzionamento manuale nel modo JOG (a

scatto) con lo spostamento in rapido specificato.


 Standard: ON

Una regolazione della velocità di avanzamento può essere eseguita utilizzando l'interruttore .

 Selezionare: OFF

L'impostazione dell'interruttore non è rispecchiata.

4.4.16 Accens. autom. al power on del CNC


"Accens. autom. al power on del CNC" permette di specificare se attivare l'apparato di illuminazione
automaticamente se la corrente è inserita.
 Standard: OFF
L'apparato di illuminazione non viene attivato automaticamente quando la corrente è inserita.
 Selezionare: ON
L'apparato di illuminazione viene attivato automaticamente quando la corrente è inserita.

4.4.17 Lavaggio guida inferiore


"Lavaggio guida inferiore" permette di specificare il livello del lavaggio della guida inferiore.
 Standard: Basso
 Selezione 1: Centro
 Selezione 2: Alto

- 264 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.4.18 Avvio del taglio durante la guida al setup


Definisce il livello di allarme assunto se è realizzato un tentativo di avvio del taglio durante la guida al setup.
 Standard: Avvertenza
Se si preme il tasto , compare il messaggio "NELLA GUIDA ALLA REGOLAZIONE.
DIGITARE VERAMENTE IL TASTO DI AVVIO DEL CICLO? SE SI VUOLE CONTINUARE.".
In questo stato, premere il tasto per avviare il taglio.
 Selezionare: Non abilitato
Se si preme il tasto , appare il messaggio "NELLA GUIDA ALLA REGOLAZIONE.
BLOCCO AVVIO DEL CICLO.".Il taglio non può essere avviato fino all'arresto della procedura di
guida.

4.5 ALLARM / ATTENZ


IMPOSTAZIONE

PRM.
HANDY

- 265 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.5.1 RESISTIVITA [ALLARM] e [ATTENZ.]


"RESISTIVITA [ALLARM] e [ATTENZ.]" permette di specificare i limiti della resistività del fluido
dielettrico per creare avvisi e allarmi.
Atvvertenza limite
superiore: 300%

Valore
preimpostato
Visualizzazione
dell'avvertenza
Valore attuale
Avvertenza limite inferiore: 5%

Tempo watchdog: 10 min

Allarme: 10%

4.5.2 Funzionamento della macchina con l'allarme di resistività


"ALM resistività" permette di selezionare un funzionamento della macchina da eseguire se la resistività si
riduce oltre il "LIMITE INF." dell'allarme.

È possibile specificare come deve essere la macchina se la resistività dielettrica attuale diventa inferiore al
"LIMITE INF." di "Allarme" dopo essere diventata inferiore al "LIMITE INF." di "ATTENZIONE" e
dopo che è apparso il messaggio di avviso.
 Standard: Dopo la lavorazione:
Se la lavorazione è terminata (viene introdotto lo stato di reset), compare l'allarme.
 Selezione 1: Avvertenza
Appare il messaggio di avviso "Sostituire la resina scambiatrice di ioni". La lavorazione non si
arresta.
 Selezione 2: Immediatam.
La lavorazione viene arrestata immediatamente e compare l'allarme.

4.5.3 Funzionamento della macchina con ALM elettrodo ril.


resistività
"ALM elettrodo ril. resistività" permette di selezionare un funzionamento della macchina da eseguire se il
limite di tempo per la pulizia dell'elettrodo di rilevamento della resistività è trascorso.
 Standard: Dopo la lavorazione:
Se la lavorazione è terminata (viene introdotto lo stato di reset), compare l'allarme.
 Selezione 1: Avvertenza
Appare il messaggio di avviso "Pulire l'elettrodo di rilevazione della resistività". La lavorazione
non si arresta.

- 266 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.5.4 Conferma inizio dell'inizio del programma CN


"Conferma tasto CYCLE START" permette di specificare un funzionamento della macchina da eseguire
se si preme il tasto a metà di un programma CN.
 Standard: Vietato
La lavorazione non si può avviare dalla metà di un programma CN.
 Selezione 1: Start
La lavorazione può essere avviata immediatamente.
 Selezione 2: Avvertenza
Appare un messaggio di avvertenza.
Premendo il tasto si inizia l'operazione di lavorazione.

4.5.5 Conferma punto di arresto


"Conferma punto di arresto" permette di specificare come deve essere la macchina, se riavviata, se
ciascun asse non si trova sulla stessa posizione (punto di arresto) in cui si trovava al momento dell’arresto
della lavorazione.

È possibile specificare come deve essere la macchina se si preme il tasto dopo aver arrestato la

lavorazione premendo il tasto e dopo aver spostato ciascun asse nel modo manuale (intervento con
funzionamento manuale).

 Standard: Vietato
Premendo il tasto non si ripristina il funzionamento finché la macchina non ritorna alla
posizione in cui è stata arrestata (punto di arresto) in precedenza.
Premere il tasto nel modo manuale, attendere finché la spia si accende e premere il tasto

.
 Selezionare: Avvertenza
Appare un messaggio di avviso.
Premendo nuovamente il tasto inizia la lavorazione.
Tuttavia, la lavorazione si sposta della distanza spostata manualmente.

- 267 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.5.6 Conferma verticalità filo


"Conferma verticalità filo" permette di specificare come deve essere la macchina se si preme il tasto
se il filo non si trova nella posizione verticale.

 Standard: Vietato
La lavorazione non si può avviare se il filo non si trova in posizione verticale.

Premere il tasto nella modalità manuale, attendere che la spia si accenda e premere il tasto

.
 Selezione 1: OFF
La lavorazione può essere avviata immediatamente.
 Selezione 2: ON
Appare un messaggio di avviso.
Premendo nuovamente il tasto la lavorazione ricomincia.

4.5.7 Funzionamento in caso di allarme refrigeratore


"Oper. in caso di ALM frigor." permette di specificatre come deve essere la macchina se compare un
allarme di raffreddatore del dielettrico.
 Standard: Avvertenza
Appare il messaggio di avviso "Si è verificato un allarme del frigorifero". La lavorazione non si
arresta.
 Selezione 1: Dopo la lavorazione:
Se la lavorazione è terminata (viene introdotto lo stato di reset), compare l'allarme.
 Selezione 2: Immediatam.
La lavorazione viene arrestata immediatamente e compare l'allarme.

4.5.8 Allarme esterno


"ALM esterno" permette di specificare se controllare gli allarmi dell’unità periferica.
 Standard: OFF
Non controllare
 Selezionare: ON
Controllare
Si deve collegare un hardware adatto.

4.5.9 Timer diagnostica lavoro


"Tmr diagnostica lavoro" permette di specificare un periodo di tempo durante il quale i segnali vengono
emessi per controllare una spia di avviso o un lsegnale acustico che indica lo stato di funzionamento della
macchina.

- 268 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.5.10 Funzionamento del cicalino / allarme lavorazione


"Funzionamento del cicalino / allarme lavorazione" permette di specificare il modo in cui funziona il
cicalino o la spia di allarme.
 Standard: MEMORY
La spia di allarme o il cicalino funzionano solo nel modo per la memoria.
 Selezionare: Tutti i modi
La spia di allarme o il cicalino funziona in tutti i modi.

4.5.11 Dist. inversione per corto


"Dist. inversione per corto" permette di impostare uno spostamento che causa l'allarme per lo spostamento
indietro da eseguire se compare un cortocircuito durante la lavorazione.

4.6 COMUNICAZIONI
IMPOSTAZIONE

PRM.
HANDY

4.6.1 Ethernet
Eseguire le impostazioni necessarie per la comunicazione con "ROBOCUT-LINKi".
Per dettagli, fare riferimento al manule dell'operatore per ROBOCUT-LINKi.

- 269 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.6.2 RS-232-C
Frequenza di baud: Selezionare una frequenza di baud per il dispositivo collegato su RS-232-C.
 Valore standard: 4800

Bit di arresto: Selezionare il numero dei bit di arresto per il dispositivo collegato a RS-232-C.
 Standard: 2bit
 Selezionare: 1bit

Spazio output: Specificare ON o ON per l'output di spazio.

4.7 CONTROLLO POTENZA


IMPOSTAZIONE

PRM.
HANDY

- 270 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.7.1 Spegnimento automatico


"Spegnimento autom." permette di specificare se spegnere la macchina alla fine della lavorazione o dopo
l’arresto della macchina, ad esempio a causa di un filo rotto.

Possono essere selezionati le seguenti sette condizioni.


Inoltre, si possono attivare contemporaneamente due o più impostazioni.
1 M02/M30
L’alimentazione è disinserita dopo che la lavorazione è arrivata a "M02" o "M30" in un programma.
2 M00/M01
L’alimentazione è disinserita dopo che la lavorazione è arrivata a "M00" o "M01" in un programma.
3 ALLARME CTO
L’alimentazione è disinserita se un allarme contrario compare durante la lavorazione.
4 FILO ROTTO
L’alimentazione è disinserita se il filo è rotto compare durante la lavorazione.
5 Allarme
La corrente viene disinserita se si verifica un allarme durante la lavorazione.
6 Filo esaurito
L’alimentazione è disinserita se il filo si esaurisce durante la lavorazione.
7 Errore M60
L’alimentazione è disattivata se il tentativo di avanzamento automatico del filo non riesce.

Timer spgnim.autom.
Impostare un periodo di tempo dalla comparsa della condizione attivata tra la condizione 1 e 7
finché la corrente viene disinserita.
ATTENZIONE
Se la corrente della macchina si disattiva con "Spegnimento autom." basato su
"5 Alarm" , procedere nel modo seguente:
1 Accendere la macchina.
2 Impostare "Spegnimento autom." su "OFF" entro "5 minuti" dopo che è
comparsa la schermata iniziale.
3 Eliminare la causa dell'allarme.

- 271 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.8 AWF E COLTELLO


IMPOSTAZIONE

PRM.
HANDY

4.8.1 Getto inf. tubo in M60 (Prova a vuoto)


"Getto inf. ON M60 (Prova a vuoto)" permette di specificare se inviare liquido dielettrico nell'uggello a
getto superiore dell’unità meccanica dell’AWF invece dell'avanzamento del filo nella posizione in cui
M60 (avanzamento del filo) è stato creato durante la corsa di prova. Durante il controllo del
funzionamento con la corsa a vuoto, il getto spruzza dall'uggello superiore per un breve periodo in una
posizione in cui si è attivato M60.
Questa operazioni aiuta a trovare la posizione in cui è stato attivato M60.
 Standard: OFF
L'uggello a getto superiore non spruzza .
 Selezionare: ON
L'uggello a getto superiore spruzza.

4.8.2 Ignora M50, M60 (Prova a vuoto)


"Ignora M50, M60 (Prova a vuoto)" permette di specificare come deve essere la macchina se durante la
corsa di prova si attiva M50 (rottura filo) o M60 (avanzamento filo).
In ogni caso, anche se è selezionato "OFF", quando "Getto inf. tubo in M60 (Prova a vuoto)" è ON, non
viene eseguito né M50 né M60.
 Standard: OFF
Viene eseguito M50 e M60.
 Selezionare: ON
Non viene eseguito né M50 né M60.

- 272 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.8.3 Conicità AWR


"Conicità AWR" permette di specificare il ripristino del filo da eseguire durante la lavorazione conica.
 Standard: OFF
Il ripristino del filo vicino al punto di scollegamento non viene eseguito durante la lavorazione
conica.
 Selezionare: ON
Il ripristino del filo vicino al punto di scollegamento viene eseguito durante la lavorazione conica.

4.8.4 M60 Manual Operation


"M60 Manual operation" permette di specificare se attivare o meno il collegamento del filo manuale
quando il collegamento del filo con M60 non può essere eseguito a causa du una posizione non corretta
del foro preparato per il collegamento del filo, ecc.
 Standard: OFF
Il collegamento del filo manuale non può essere eseguito.
 Selezionare: ON
Il collegamento del filo manuale può essere eseguito.

Se il collegamento del filo non può essere completato nella posizione A (posizione specificata con M60
nel programma) con il comando M60, il sistema entra nello stato di allarme e il funzionamento del
programma si arresta. Nello stato di allarme, spostare manualmente la guida nella posizione B
(posizione attuale del foro preparato) ed eseguire manualmente il collegamento del filo. Al termine del
collegamento del filo, premere il tasto per ripristinare la lavorazione. La guida si sposta verso la
posizione A durante l'esecuzione della lavorazione e il funzionamento del programma continua in seguito.

4.8.5 Getto d'aria per AWF


Selezionare il getto d'aria utilizzato nel collegamento del filo.
Quando è selezionato "Low", il suono al collegamento del filo è più basso.
Quando è utilizzato un filo non raccomandato o con una bassa rettilineità, la velocità di collegamento può
diminuire leggermente con "Low". In questo casp, selezionare "High".
* Per una macchina con corsa dell'asse Z di almeno 400 mm, "High" è una regolazione standard.

• Standard: Basso
• Selezionare: Alto

4.8.6 Intervallo di tolleranza di AWF


"Intervallo di tolleranza con AWF" permette di specificare la tolleranza per l'asse U e per l'asse V dalla
posizione verticale durante l'esecuzione di M60.

- 273 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

4.8.7 Coltello - Control (solo per una macchina sulla quale è


installata l'opzione del tagliafilo)
"Coltello - Control" permette di selezionare il funzionamento del tagliafilo.
Per cambiare il funzionamento del tagliafilo, si deve cambiare l'unità dello stesso.
Fare riferimento al paragrafo I.2.32 nel documento separato"MISURE DI SICUREZZA E NOTE PER
UN IMPIEGO EFFICACE".
• Standard: ON
Il filo utilizzato viene tagliato.
• Selezionare: OFF
Il filo utilizzato non viene tagliato.

4.8.8 Lunghezza di taglio del filo se il tagliafilo è attivato


È possibile selezionare una lunghezza di taglio del filo adatta alla velocità di avanzamento del filo (WF)
per ridurre l'usura delle lame rotanti e fisse utilizzate per il taglio del filo. Una lunghezza di taglio del filo
non corretta può far inceppare il filo. Impostare una lunghezza di taglio del filo in base alla tabella
seguente.

Lunghezza di taglio del filo


Velocità del filo (WF)
Standard Lung(+1) Lung(+2)
14 o superiore ○ × ×
da 13 a 11 ○ ○ ×
10 o meno ○ ○ ○
○: Applicabile
×: Non applicabile

- 274 -
4. SCHERMATA PER
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE L'IMPOSTAZIONE DEL
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA PARAMETRO HANDY

4.9 SPIA DI AVVISO


NOTA
Questa funzione è un optional.

IMPOST.

PRM.
HANDY

Questa schermata permette di specificare i LED e il segnale acustico collegati alla spia di avviso.
Una delle condizioni da 1 a 7 in basso può essere selezionata.
Allo stesso tempo si possono selezionare anche diverse condizioni.

(1) M-PRONTO
Specificare gli stati dei LED e del segnale acustivo da impostare nello stato di reset.
(2) M02/M30
Specificare gli stati dei LED e del segnale acustico da impostare se la lavorazione è stata eseguita
fino a M00 o M01 nel programma.
(3) C-START
Specificare gli stati dei LED e del segnale acustivo da impostare durante il funzionamento.
(4) B-STOP
Specificare gli stati dei LED e del segnale acustivo da impostare nello stato di arresto.
(5) F. arresto
Specificare gli stati dei LED e del segnale acustivo da impostare nello stato di arresto avanzamento.
(6) Allarme
Specificare gli stati dei LED e del segnale acustico da impostare se compare un allarme.
(7) ESP
Specificare gli stati dei LED e del segnale acustico da impostare se viene eseguito un arresto
d'emergenza.

- 275 -
4. SCHERMATA PER
L'IMPOSTAZIONE DEL IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
PARAMETRO HANDY SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

Timer cicalino
Specificare un valore temporale per il timer del segnale acustico.

Funzionamento del cicalino / allarme lavorazione


Specificare il modo in cui la spia di allarme o il cicalino funzionano.
• Standard: MEMORY
La spia di allarme o il cicalino funzionano solo nel modo per la memoria.
• Selezionare: Tutti i modi
La spia di allarme o il cicalino funziona in tutti i modi.

- 276 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 5. SCHERMATA DI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA IMPOSTAZIONE AWF

5 SCHERMATA DI IMPOSTAZIONE AWF


IMPOST.

INFIL.

La schermata di impostazione dell'AWF serve per eseguire le impostazioni per il funzionamento dell'unità
meccanica (AWF) di avanzamento del filo automatico e della funzione di riparazione del filo automatica
(AWR). Il funzionamento si può impostare in base alla forma del pezzo e al numero di esecuzioni
dell'avanzamento automatico del filo, fornendo un funzionamento automatico efficace.

5.1 IMPOSTAZIONE AWF


Le impostazioni di AWF sono eseguite sulla schermata di impostazione AWF. Questa schermata contiene
elementi quali AWF, ripetizione di AWF, salto di AWF, ricerca del foro, e sblocco. Questi elementi sono
descritti di seguito.

IMPOST.
.

INFIL.

- 277 -
5. SCHERMATA DI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
IMPOSTAZIONE AWF SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

5.1.1 AWF
(1) AWF
"AWF" permette di specificare se utilizzare l'AWF.
L'avanzamento automatico del filo viene eseguito direttamente con M50/M60 dal pannello di
comando o dal programa.
(2) MODALITÀ
Con "Modalità" è possibile specificare la modalità AWF (STANDARD/ALTA VEL/Spess.PZ).
"ALTA VEL" è il processo AWF in cui la durata del ciclo è stata ridotta rispetto al processo AWF
standard. È utile eseguire velocemente il funzionamento continuo, ma esso può ridurre l’efficacia di
AWF se:
˂1˃ La precisione della rettilineità del foro di avvio è bassa.
˂2˃ La precisione della posizione del foro di avvio è bassa.
˂3˃ La dimensione del foro di avvio è piccola.
˂4˃ Il pezzo è spesso (100 mm o più).
˂5˃ Il pezzo ha un’apertura sul retro.
Quando è selezionato "Spess.PZ" la velocità di avanzamento del filo è inferiore a quella utilizzata
quando è selezionato "Standard".
Se la posizione della guida superiore è di 100 mm o maggiore e per "INFIL.AD IMMERSIONE" è
selezionato "attivato", selezionare "Spess.PZ".
Se è selezionato "Selez.autom.", Viene selezionato automaticamente un modo ottimale per il
processo AWF (STANDARD, ALTA VEL o Spess.PZ) in base all'altezza attuale dell'asse Z e se il
riempimento con acqua è terminato o meno. Selezionare questo modo quando è difficile determinare
il modo migliore per il processo AWF perché, per esempio, si usa ROCOCUT per la prima volta.

- 278 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 5. SCHERMATA DI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA IMPOSTAZIONE AWF

(3) INFIL.AD IMMERSIONE


"INFIL.AD IMMERSIONE" permette di specificare se scaricare la vasca di lavorazione durante
l’avanzamento del filo (M60) nel funzionamento con la memoria. Nell’impostazione normale, se
AWF è necessario quando la lavorazione viene eseguita con la vasca di lavoro riempita di acqua, la
vasca di lavoro è drenata prima dell'esecuzione di AWF. In seguito viene riempita.
Impostando "INFIL.AD IMMERSIONE" su "SI" lo scarico della vasca di lavorazione e il
riempimento saltano per AWF, e poi il taglio si abbassa alla durata del ciclo AWF. La tabella
seguente elenca le condizioni in cui è disponibile "INFIL.AD IMMERSIONE".

Diametro del filo Diametro ugello a getto Distanza tra ugello inferiore e superiore
φ da 0,20 a φ 0,30 φ 1,5 200
φ 0,5 40
φ da 0,10 a φ 0,15 φ 1,5 30
φ 0,5 30

5.1.2 Ripeti AWF


IMPOST.

INFIL.

(1) N RIPET.INFIL.
"N RIPET.INFIL." permette di specificare il numero massimo di ripetizioni ammesso in un singolo
avanzamento del filo. Dopo aver eseguito la ripetizione del numero specificato, l'estremità del filo
viene nuovamente tagliata.
(2) N. SALTO RIPET.
La ripetizione viene eseguita fino al "N. salto ripet." specificato. Lo spostamento sul foro di avvio
della lavorazione successivo (o il salto dello stesso) dipende dall'impostazione di "Salta rip. AWF".

- 279 -
5. SCHERMATA DI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
IMPOSTAZIONE AWF SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(3) N. RIPET. ALIM.


Se il filo non raggiunge la piastra di rilevamento della sezione di alimentazione anche se è avanzato
di una certa quantità attraverso il dispositivo di alimentazione, il filo può essere riavvolto.
Impostando "N. ripet. alim." su 1 il filo avanza una volta sola; non avanza oltre una volta sola. Se il
filo viene riavvolto per una grande lunghezza e viene molto arricciato, evitando che il filo venga
ricollegato anche dopo il riavanzamento (come nel caso del filo sottile), impostare "N. ripet. alim."
su 1.
(4) RiPET. CORTO
Questa è la funzione per la quale, se al completamento dell'avanzamento del filo il filo è
cortocircuito sul foro preparato, esso può essere tagliato e avanzato nuovamente. Sepcificare il
numero massimo di ripetizioni ammesse in "N. salto ripet.". Per saltare alla posizione M60
successiva se viene raggiunto il numero massimo ammesso, impostare "Salta rip. AWF" su SÌ; e per
arrestare la macchina sul centraggio, impostare "Salta rip. AWF" su NO.

5.1.3 Salta AWF


IMPOST.

INFIL.

(1) SALTA RIP. AWF


"Salta rip. AWF" permette di specificare se avviare il programma saltando la figura attuale se AWF
non è completato durante il funzionamento automatico, ad esempio, se "tentativo completo"
raggiunge "N. salto ripet.".
(2) SALTO ALLAR.CTO CTO
Questa è la funzione per la quale se compare un allarme inverso durante la lavorazione, che provoca
un'interruzione della lavorazione, il filo può essere tagliato sul centraggio in modo che la macchina
si possa spostare sul successivo punto di lavorazione, in modo che il filo possa avanzare e la
lavorazione possa proseguire.

- 280 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 5. SCHERMATA DI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA IMPOSTAZIONE AWF

5.1.4 RICER. FORO


"RICER.FORO" è la funzione per la quale mentre il filo viene avanzato con l'AWF, il filo può essere
avanzato mentre si ricerca il foro preparato del pezzo, utilizzando l'estremità del filo. Ciò rende possibile
avanzare il filo se il foro preparato del pezzo ha un diametro piccolo e se il passo del foro preparato devia
leggermente, rendendo impossibile l'avanzamento del filo. Il metodo di ricerca è il seguente: Se è stata
eseguita una ripetizione in quanto l'estremità del filo è impigliata sulla superficie frontale del pezzo, si
considera che il foro preparato sia deviato, la macchina si sposta lungo gli assi X e Y per ricercare la
posizione in cui l'estremità del filo non è impigliata. Osservare che se è attivato "RICER. FORO", la
funzione "ELIM.CTO CT." è sempre attivata.

IMPOST.

INFIL.

(1) CONTR.
"Contr." permette di specificare se utilizzare la funzione "RICER. FORO". La selezione di [ON]
attiva la funzione. La selezione di [OFF] la disattiva.
(2) N RIPET.INFIL.
"N RIPET.INFIL" permette di specificare il numero di ripetizioni parziali da eseguire su ciascun
punto di ricerca durante una ricerca del foro e di spostare quindi la macchina sul punto di ricerca
successivo.
(3) PUNTO RICER.
"Punto ricer." permette di selezionare tra 9 o 25 punti.
(4) DIST. RICER.
"Dist. ricer." permette di inserire i passi del punto di ricerca nelle direzioni X e Y separatamente.

- 281 -
5. SCHERMATA DI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
IMPOSTAZIONE AWF SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

5.1.5 ELIM. CTO CT


"ELIM.CTO CT." è la funzione per la quale se il filo è cortocircuito sul foro preparato durante
l'esecuzione di M60, la macchina si può spostare lungo gli assi X, Y, U e V in sequenza per ricercare un
punto su cui sbloccare il cortocircuito. Questa funzione può essere usata singolarmente o assieme alla
funzione "RICER. FORO".

IMPOST.

INFIL.

(1) CONTR.
"Contr." permette di specificare se utilizzare la funzione "ELIM.CTO CT.". La selezione di [ON]
attiva la funzione. La selezione di [OFF] la disattiva.
(2) DIST. RICER.
"Dist. ricer." permette di inserire un passo del punto di ricerca. Il passo è comune alle direzioni di X,
Y, U e V..

NOTA
Al termine del funzionamento di "RICER. FORO" o "ELIM.CTO CT.", la
macchina ritorna sempre sul punto di avvio lavorazione.

- 282 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 5. SCHERMATA DI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA IMPOSTAZIONE AWF

5.1.6 PUNTO PART.CORRET.


Se si utilizza la funzione "RICER.FORO" o "ELIM.CTO CT.", possono verificarsi casi in cui la posizione
di completamento del filo o la posizione in cui il cortocircuito viene sbloccato devia dal punto di avvio
della lavorazione del programma. "PUNTO PART.CORRET." è la funzione per la quale in tali casi, la
macchina si può spostare sul punto di avvio della lavorazione del programma durante la lavorazione, in
modo che la lavorazione attuale si possa avviare. Dopo aver eseguire la lavorazione lineare lungo il
percorso più corto sul punto di avvio della lavorazione del programma, la funzione esegue la lavorazione
circolare (lavorazione a crogiolo) su tale posizione.

(1) NUMERO EDM


"Numero EDM" permette di specificare le condizioni di lavorazione per la lavorazione a crogiolo se
si sposta la macchina sul punto di avvio della lavorazione del programma. Selezionare una
condizione tra quelle registrare sulla schermata dei dati EDM, utilizzando il suo numero di
condizione di lavorazione.
(2) DISTRUZIONE
"DISTRUZIONE" permette di specificare se eseguire la lavorazione a crogiolo.
(3) ENTITÀ OFFSET
"Entità offset" permette di specificare la quantità di compensazione (%) della lavorazione a crogiolo.
La velocità di compensazione è il rapporto con il diametro del filo impostato per "DIAMETRO
FILO" sulla schermata IMPOSTAZIONE DATI.
(4) NUMERO GIRI
"Numero giri" permette di specificare il numero di giri della lavorazione a crogiolo.

- 283 -
5. SCHERMATA DI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
IMPOSTAZIONE AWF SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

5.2 IMPOSTAZIONE AWR


Se il filo è rotto, la lavorazione si interrompe. AWR è la funzione per la quale dopo la rottura del filo,
l'estremità del filo può essere tagliata e avanzata sul punto di avvio della lavorazione. Le impostazioni per
AWR comprendono RIP.FI. AUTO, RIP.FI. CON AI, Salta AWR, corrente controllata/ripristinata. Questi
elementi sono descritti di seguito.

IMPOST.

INFIL.

5.2.1 RIP.FI. AUTO


(1) CONTR.
Permette di specificare se utilizzare a funzione RIP.FI. AUTO.
(2) RITRACCIA AWR
Se il filo é ricollegato, la macchina in genere ritorna al punto di collegamento (punto di avvio
lavorazione) con la distanza più breve. Tuttavia, "Ritraccia AWR" fa sì che la macchina porti il
percorso di lavorazione dal punto di rottura al punto di collegamento.
(3) REG. VEL. PER RITORNO A PT. ARRESTO
"Reg.vel. per ritorno a pt arresto" permette di specificare la velocità di spostamento per il ritorno al
punto di rottura lungo il percorso di lavorazione dopo l'avanzamento del filo sul punto di avvio della
lavorazione durante l'AWR.
(4) N. RIPETIZ. AWR
"N. ripetiz. AWR" permette di specificare il numero massimo di ripetizioni AWR ammesso per
l'avanzamento del filo.

- 284 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 5. SCHERMATA DI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA IMPOSTAZIONE AWF

5.2.2 RIP.FI. CON AI


La differenza tra la funzione RIP.FI. AUTO normale e la funzione RIP.FI. CON AI è che mentre
eseguono la stessa operazione dal momento della rottura del filo fino al taglio dell'estremità del filo, la
posizione in cui avanza il filo è il punto di avvio della lavorazione per la funzione RIP.FI. AUTO normale,
ma in alcuni punti lungo il percorso di lavorazione per la funzione RIP.FI. CON AI.

IMPOST.

INFIL.

(1) CONTR
Permette di specificare se utilizzare a funzione RIP.FI. CON AI.
(2) ENTITÀ DEL RITORNO
Se il filo è rotto, la macchina si sposta indietro dal punto di rottura al punto di collegamento lungo il
percorso di lavorazione. Con questa funzione è possibile definire la distanza dal punto di rottura al
punto di collegamento.
* Se il collegamento avviene vicino al punto di rottura, diminuisce la velocità di collegamento.
Impostare la distanza per lo spostamento all'indietro a 2 mm o più.
(3) REVERSE TIMES
Se M60 salto lavorazione per eccesso di tentativi di infilaggio è attivo nel punto di collegamento, la
macchina si ritira del valore definito per la distanza di spostamento all'indietro lungo il percorso di
lavorazione per il numero di volte (Tempi inversi). Se si attiva M60 salto lavorazione per eccesso di
tentativi di infilaggio definito in Tempi inversi, la macchina si porta al punto di avvio della
lavorazione ed esegue M60. Se M60 salto lavorazione per eccesso di tentativi di infilaggio è attivo
anche nel punto di avvio della lavorazione, la macchina si porta al successivo punto di avvio della
lavorazione.

- 285 -
5. SCHERMATA DI IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
IMPOSTAZIONE AWF SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(4) AWR A PUNTO INIZIO


"AWR a punto inizio" permette di specificare se avanzare il filo sul punto di avvio della lavorazione
se l'avanzamento del filo non avviene lungo il percorso di lavorazione dopo aver eseguito diversi
tentativi.
(5) PIATTO/ A GRADINI
Se si lavora un pezzo il cui spessore non varia (taglio piatto), selezionare "Piatto".
L'acqua è scaricata all'altezza corrispondente allo spessore indicato nell'impostazione standard.
Se si lavora un pezzo il cui spessore varia (taglio s gradini), selezionare "A gradini".
Il livello dell’acqua durante lo scarico viene mantenuto all’altezza del sostegno del pezzo in modo
che la temperatura del sostegno diventi stabile.
Come descritto sopra, l'altezza di scarico dell'acqua durante RIP.FI. CON AI varia in base
all'impostazione.
(6) MIN WORK UPPER HEIGHT
Se per "Piatto / A gradini" è selezionato "A gradini", specificare l'altezza superiore minima del pezzo
che deve essere tagliato a gradini rispetto la superficie superiore della tavola portapezzo. Il livello
dell’acqua durante lo scarico viene mantenuto all’altezza del sostegno del pezzo in modo che la
temperatura del sostegno diventi stabile.

5.2.3 Salta AWR


Il salto AWR è la funzione per la quale se AWR non è completato durante il funzionamento automatico,
la procedura corrispondente può essere saltata per proseguire con il programma.

IMPOST.

INFIL.

(1) CONTR.
Permette di specificare se utilizzare la funzione di salto AWR.

- 286 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE 5. SCHERMATA DI
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA IMPOSTAZIONE AWF

5.2.4 Alim. controllata/riprist.


La funzione "Ctrl potenza" permette alle condizioni di lavorazione di eseguire nuovamente la lavorazione
se durante la lavorazione il filo si è rotto.
La funzione di corrente ripristinata riporta le condizioni di lavorazione a quelle originali dopo l'impiego
della funzione "Ctrl potenza".
IMPOST.

INFIL.

(1) CONTR.
Permette di specificare se utilizzare la funzione "Alim. controllata/riprist.".
(2) CTRL POTENZA
(2)-1 PAUSA(OFF)
"PAUSA(OFF)" permette di specificare quanto aumentare il tempo di pausa specificato come
condizione di lavorazione. Ogni volta che si rompe un filo, aumenta il tempo di pausa
specificato.
(2)-2 PRESENT
Qui viene visualizzata la pausa attuale, dopo la correzione.
(3) ALIM. RIPRIST.
(3)-1 G92 O SALTO
Se si imposta su "ON", "G92 O SALTO" ritorna alle condizioni iniziali al momento del salto
con il comando G94 successivo o con la funzione di salto.
(3)-2 DISTANZA RIPRIST.
"Distanza riprist." riporta le condizioni a quelle iniziali alla fine della lavorazione per la
distanza specificata dal punto di rottura.

NOTA
Se come condizione si utilizza PM = da 41 a 43, la modifica del tempo di pausa
può causare una lavorazione instabile. Non utilizzare la funzione "Alim.
controllata/riprist.".

- 287 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

6 SCHERMATA MISURATO
La funzione di posizionamento rileva in modo altamente preciso un eventuale cortocircuito causato dal
contatto tra il filo e il pezzo e posiziona il filo rispetto al pezzo.
La funzione di misurazione rileva le dimensioni del pezzo mediante la funzione di posizionamento.

POS. AUTO

MISURATO

6.1 VISUALIZZAZIONE DELLA SCHERMATA MISURATO


Di seguito è descritta la schermata Misurato.

(4)

(1) (2)

(3)

(5)

(1) È visualizzata la guida alla procedura.


(2) Sono definiti gli elementi necessari per la funzione di posizionamento/misurazione.
Questi elementi sono impostati prima dell'avvio.
(3) Sono indicate le posizioni attuali.
 Sezione 2.4, "IMPOSTAZIONE ARBITRARIA DI UNA COORDINATA SU CIASCUN ASSE",
nella parte IV.
(4) L'impostazione del posizionamento attuale è indicata con l'icona corrispondente. Capitolo 6.13, "
MESSA A PUNTO DELLA FUNZIONE DI POSIZIONAMENTO NEI DETTAGLI ", nella parte
IV.
(5) Compare una delle seguenti icone che indica lo stato attuale della funzione di
posizionamento/misurazione.

- 288 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

 Posizionamento in corso

 Posizionamento completato

 Errore di posizionamento

(6)

(6) Sono indicati lo stato di completamento del posizionamento e le dimensioni del pezzo misurate.

6.2 UTILIZZO DELLA FUNZIONE DI


POSIZIONAMENTO/MISURAZIONE
La funzione per il posizionamento funziona come descritto di seguito.

(1) Filo (2) (3) (4)

Superficie
frontale del
pezzo

(5) (6) (7) (8)

- 289 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(1) Quando si preme il tasto , il posizionamento ha inizio.

Il filo si avvicina alla parte frontale del pezzo nella direzione specificata a velocità elevata per
rilevare la posizione approssimativa della superficie frontale del pezzo.
(2) Il filo si sposta in avanti fino a rilevare la superficie frontale del pezzo con un cortocircuito.
(3) Quando è rilevato un cortocircuito, il filo si sposta all'indietro fino ad annullare il cortocircuito e si
sposta poi ulteriormente all'indietro di una determinata distanza.
(4) Il filo si avvicina alla superficie frontale del pezzo a velocità ridotta.
(5) Il filo si sposta in avanti fino a rilevare la superficie frontale del pezzo con un cortocircuito.
(6) Quando è rilevato un cortocircuito, il CNC registra le coordinate. Il filo si sposta indietro fino ad
annullare il cortocircuito e si sposta ulteriormente all'indietro di una determinata distanza.
(7) Se il cortocircuito non è annullato nel punto (6), il filo si sposta ulteriormente all'indietro di una
determinata distanza. Questa operazione viene ripetuta fino a 5 volte.
(8) I passi da (5) a (7) sono ripetuti due volte.
(9) Il filo si sposta nella posizione media calcolata dalle coordinate registrate dal CNC terminando così
la procedura di posizionamento.
(10) La posizione del filo dopo il posizionamento sulla superficie frontale del pezzo varia a seconda delle
impostazioni realizzate per "AL PUNTO DI RIFER. NORMALE" nella schermata "IMPOST.".

 Se si seleziona "FILO CENT."  Se si seleziona "FILO LATER"


Raggio del filo

6.2.1 Modifica del funzionamento e delle impostazioni della


funzione di posizionamento / misurazione
Quando si esegue la funzione di posizionamento/misurazione, le impostazioni standard o le tecnologie di
taglio vengono temporaneamente modificate.
Le impostazioni modificate vengono ripristinate alle impostazioni originali al completamento del
posizionamento.
 Le tecnologie di taglio vengono impostate in base al diametro del filo.
 Impostazioni quali l'angolo di rotazione vengono cancellate.

 e vengono riattivati.

NOTA
Accertarsi di avviare la lavorazione quando non si è in presenza di un
cortocircuito.
Può comparire un allarme "ERRORE DI POSIZIONAMENTO" se si avvia la
lavorazione con un cortocircuito.

NOTA
Per eseguire la funzione di posizionamento/misurazione, specificare l'altezza
dell'asse Z sulla stessa posizione utilizzata durante la lavorazione.
Se l'altezza dell'asse Z è diversa da quella utilizzata durante la lavorazione, la
precisione del posizionamento e della macchina può ridursi.
- 290 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

SUGGERIMENTO
Se non si vuole impostare FILL e WATER su ON, impostare su ON.

SUGGERIMENTO
Per arrestare il posizionamento mentre appare "PRONTO" o durante
l'esecuzione, premere il tasto .

Se il posizionamento viene arrestato durante l'esecuzione mentre appare


un'altra schermata, appare l'icona "ERRORE DI POSIZIONAMENTO".

6.3 OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA


MISURAZIONE
Al termine del posizionamento e della misurazione, sulla schermata appare il risultato della misurazione.

NOTA
Le voci del risultato della misurazione visualizzato cambiano a seconda della
funzione.

- 291 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

La posizione di misurazione appare come coordinate della macchina al centro del filo più il diametro del
filo sulle coordinate del risultato di misurazione.
Esempio) Posizionamento su una superficie laterale

Filo
Distanza inversa

Visualizza le coordinate quando il


centro del filo si trova nella
posizione di misurazione

Tale valore delle coordinate può essere impostato come punto di misurazione per il calcolo del passo del
punto di misurazione.
- ON: Specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione selezionato.
- OFF: Non specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione selezionato.

NOTA
Il punto di misurazione è uguale a quello sulla schermata del punto
personalizzato.

6.4 POSIZIONAMENTO SULLA SUPERFICIE FRONTALE


Questa funzione posiziona il filo sulla superficie frontale del pezzo.
POS. AUTO

MISURATO

- 292 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO
(1) Selezionare la direzione per il posizionamento.
(2) Specificare la distanza percorsa dal pezzo al completamento del posizionamento.
- Se si specifica un valore negativo (-), la funzione di AWF taglia il filo e lo posiziona nella
posizione specificata dopo il posizionamento.
(3) Dopo aver collegato il filo, eseguire un movimento lungo l'asse X/Y e portare il filo vicino al pezzo.
(4) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".
(5) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il posizionamento.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(6) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
(7) Specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione. Vedere il capitolo 6.3,
"OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE".

Il punto di posizionamento dopo il posizionamento sulle superfici frontali varia a seconda della selezione
in "AL PUNTO DI RIFER.NORMALE" in "Impostazioni".
"reverse distance after positioning to end faces" è la distanza dal riferimento di posizionamento
selezionato in "Impostazione."

 Se si seleziona "FILO CENT."  Se si seleziona "FILO LATER"


Raggio del filo

NOTA
Il riferimento per il posizionamento specificato dal programma per il rilevamento
del bordo (G70) è "FILO LATER".

- 293 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

6.5 POSIZIONAMENTO AL CENTRO DEL FORO


Questa funzione colloca il filo al centro del foro di riferimento del pezzo.

POS. AUTO

MISURATO

(1) Inserire un valore nel riquadro "DIAMETRO FILO".


Con l'impostazione del diametro del filo, il filo si sposta in prossimità della superficie frontale del
pezzo alla velocità di spostamento in rapido e si avvia il rilevamento del bordo del pezzo. Ciò riduce
il tempo fino al completamento del posizionamento, ma se l'impostazione è superiore al diametro
attuale del filo, il filo può venire a contatto con il pezzo mantenendo la velocità di spostamento in
rapido e si può rompere.
Se il diametro del filo non è conosciuto, accertarsi di impostare un valore inferiore a quello valutato.
(2) Specificare la direzione del posizionamento.
 Se le direzioni vengono impostate a 0,0000, viene eseguito il posizionamento in parallelo agli
assi X/Y.
 Per inclinare la direzione del posizionamento per gli assi X/Y, impostare l'angolo in "Direzione
di centraggio".
(3) Selezionare la velocità di spostamento fino al rilevamento del contatto in posizione approssimativa.
- Posizionamento sul lato del pezzo: Spostamento alla velocità iniziale per posizionamento sulle
estremità in Setting.
- Rapid: Spostamento alla velocità di spostamento in rapido. Ne risulta che la durata del
posizionamento è ridotta ma il filo può essere scollegato più facilmente in base alla forma del
pezzo.

- 294 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

NOTA
Nei casi seguenti, la velocità di spostamento è "Posizionamento sul lato del
pezzo" senza considerare l'impostazione :
ON impostata sulla rotazione dell'asse.
G71 nel sottoprogramma (ad es. O1000) richiamato con la copia di conversione
(ad es. M98P1000B1)
Stato di scarico
Il diametro del filo è 0,15 o meno.

SUGGERIMENTO
Questa impostazione si utilizza anche nel parallelismo del foro sulla schermata
di posizionamento, G71, G171 e nel centro del foro sulla schermata "Tut".

(4) Collegare il filo al foro del quale è stato rilevato il centro.


(5) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".
(6) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il posizionamento.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.

(7) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".

(8) Appare il "diametro foro" misurato.

(9) Specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione. Vedere il capitolo 6.3,
"OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE".

- 295 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

6.6 POSIZIONAMENTO AL CENTRO DELLA SCANALATURA


Mediante questa funzione si realizza il posizionamento del filo al centro della distanza fra due superfici
del pezzo precedentemente lavorate, contrapposte l'una all'altra.
POS. AUTO

MISURATO

(1) Selezionare la direzione per il posizionamento.


(2) Inserire un valore nel riquadro "LARGHEZZA CAVA". Con l'impostazione della larghezza dello
slot, il filo si sposta in prossimità della superficie frontale del pezzo alla velocità di spostamento in
rapido e si avvia il rilevamento del bordo del pezzo. Ciò riduce il tempo fino al completamento del
posizionamento, ma se l'impostazione è superiore alla larghezza attuale della cava, il filo può venire
a contatto con il pezzo mantenendo la velocità di spostamento in rapido e si può rompere.
Se la larghezza della cava non è conosciuta, accertarsi di impostare un valore inferiore a quello
valutato.
(3) Selezionare la velocità di spostamento fino al rilevamento del contatto in posizione approssimativa.
- Posizionamento sul lato del pezzo: Spostamento alla velocità iniziale per posizionamento sulla
schermata di impostazione handy.
- Rapid: Spostamento alla velocità di spostamento in rapido. Ne risulta che la durata del
posizionamento è ridotta ma il filo può essere scollegato più facilmente in base alla forma del
pezzo.

NOTA
Nei casi seguenti, la velocità di spostamento è "Posizionamento sul lato del
pezzo" senza considerare l'impostazione :
ON impostata sulla rotazione dell'asse.
G72 nel sottoprogramma (ad es. O1000) richiamato con la copia di conversione
(ad es. M98P1000B1)
Stato di scarico
Il diametro del filo è 0,15 o meno.
- 296 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

SUGGERIMENTO
Questa impostazione si utilizza anche in G72 e G172.
(4) Dopo aver collegato il filo, eseguire un movimento lungo l'asse X/Y e portare il filo vicino al pezzo.
(5) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".
(6) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il posizionamento.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(7) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
(8) Appare la "larghezza scanalatura" misurata.
(9) Specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione. Vedere il capitolo 6.3,
"OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE".

6.7 MISURAZIONE DELL'INCLINAZIONE DEL BORDO


Mediante questa funzione, si misura l’angolo di inclinazione di un pezzo installato.
POS. AUTO

MISURATO

(1) Selezionare la direzione della misurazione.


(2) Definire il valore dello spostamento. Per misurare la superficie di riferimento e impostare l'angolo di
rotazione rispetto ad essa, definire il valore di movimento più elevato possibile.

- 297 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(3) Selezionare il metodo per la memorizzazione del risultato della misurazione, dell'angolo di
inclinazione, sulla rotazione dell'asse.
 AUTO: Al termine del posizionamento, l'angolo di inclinazione viene impostato
automaticamente nel riquadro "ASSI ROT." sulla schermata IMPOSTAZIONE.
 MANUALE: Al termine del posizionamento, l'angolo di inclinazione viene impostato nel
riquadro "ASSI ROT." sulla schermata IMPOSTAZIONE se si preme il tasto [SÌ].
(4) Dopo aver collegato il filo, eseguire un movimento lungo l'asse X/Y e portare il filo vicino al pezzo.
(5) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".
(6) Per avviare il posizionamento premere il tasto sul pannello di comando della macchina.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione di stato.
(7) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
Dopo il completamento della misurazione, ogni asse ritorna al proprio punto di partenza.
(8) Viene indicato "ANGOLO INCLINAZIONE" e "ROTAZIONE ASSE" del pezzo misurato.
Se si selezione "AUTO", l'angolo di inclinazione viene memorizzato automaticamente nel campo
"ROTAZIONE ASSE" sulla schermata IMPOSTAZIONE dopo la misurazione. Se si seleziona
"MANUALE", l'angolo di inclinazione viene memorizzato nel campo "ROTAZIONE ASSE" sulla
schermata IMPOSTAZIONE premendo il tasto [YES] sul touch panel. Se si preme il tasto [NO],
l'angolo di inclinazione non viene memorizzato nel campo "ROTAZIONE ASSE" sulla schermata
IMPOSTAZIONE.

6.8 POSIZIONAMENTO AL CENTRO DELLA LARGHEZZA


Mediante questa funzione si realizza il posizionamento del filo sull’asse centrale fra le superfici del pezzo,
contrapposte l'una all'altra.

POS. AUTO

MISURATO

- 298 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO
(1) Selezionare la direzione per il posizionamento.
(2) Inserire la larghezza del pezzo e il valore di ritiro.
 Se la larghezza impostata del pezzo è inferiore alla larghezza reale del pezzo, il filo sporge dal
pezzo durante il movimento, causando probabilmente la rottura del filo.
 Se la larghezza del pezzo non è nota, definire un valore maggiore.
 Se si imposta 0 per "DIST.ALLONTANAMENTO", il taglio del filo viene eseguito con la
funzione AWF e viene eseguito il posizionamento sulla posizione di misurazione successiva.
(3) Dopo aver collegato il filo, eseguire un movimento lungo l'asse X/Y e portare il filo vicino al pezzo.
(4) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".
(5) Per avviare il posizionamento premere il tasto sul pannello di comando della macchina.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione di stato.
(6) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
(7) Appare la "larghezza nastro" misurata.

6.9 POSIZIONAMENTO IN UNA POSIZIONE ARBITRARIA


RISPETTO ALLO SPIGOLO
Questa funzione colloca il filo in una posizione arbitraria a partire dallo spigolo del pezzo.
POS. AUTO

MISURATO

- 299 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(1) Selezionare la direzione per il posizionamento.


(2) Compilare i campi "Valore movimento A", "Valore movimento B", "Distanza inversa C" e "Distanza
inversa D".
 Se per "Distanza inversa C" e "Distanza inversa D" sono impostati valori negativi, il filo viene
tagliato mediante la funzione AWF al completamento del posizionamento e dopo l'esecuzione
del posizionamento sulla posizione impostata.
(3) Dopo aver collegato il filo, eseguire un movimento lungo l'asse X/Y e portare il filo vicino al pezzo.
(4) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".
(5) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il posizionamento.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(6) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
(7) Specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione. Vedere il capitolo 6.3,
"OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE".

Nella posizione in cui il filo è stato posizionato dopo il rilevamento dello spigolo varia in base a quanto
selezionato in "Al punto di riferimento normale" della finestra di posizionamento.

 Se si seleziona "FILO CENT."  Se si seleziona "FILO LATER"


C = - 2,0000 C = 0,0000 C = 1,0000 C = - 2,0000 C = 0,0000 C = 1,0000
D = - 1,5000 D = 0,0000 D = 0,5000 D = - 1,5000 D = 0,0000 D = 0,5000

2 2

1,5 1,5
1 1

φ0,25 0,5 φ0,25 0,5

6.10 MISURAZIONE DEL PARALLELISMO TRA I PUNTI


CENTRALI DI DUE FORI
Questa funzione misura l'"inclinazione" del pezzo fissato dalla "posizione" e dall'"allineamento errato" di
ciascun centro dei due fori.
Mediante questa funzione si ricava inoltre la distanza fra i centri.

6.10.1 Misurazione dell'inclinazione spostandosi tra due fori con


AWF [modalità automatica]
Nella modalità automatica, la funzione esegue la misurazione tra due fori spostandosi con l'alimentazione
automatica del filo (AWF).
Perciò, le misurazioni sono completate avviando la funzione solo una volta.
POS. AUTO

MISURATO

- 300 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

(1) Selezionare il modo [AUTO].


(2) Inserire "Diametro C", "Diametro D", "Valore A spostamento" e "Valore B spostamento".
Specificare "Inclinazione Q di riferimento".

ATTENZIONE
L'impostazione dell'angolo di rotazione dell'asse non si riflette sullo spostamento
di A e B. L'impostazione si riflette sul posizionamento e sullo spostamento nei
fori.
Dopo la misurazione del foro C viene utilizzata la funzione AWF per lo
spostamento verso il foro D.
Tutte le impostazioni, compresa la ricerca del foro preparato, sono disattivate.
Perciò, specificare le corse A e B per garantire un'alimentazione automatica del
filo sul foro D.

(3) Selezionare il metodo per la memorizzazione del risultato della misurazione, dell'angolo di
inclinazione, sulla rotazione dell'asse.
 AUTO: Al termine del posizionamento, l'angolo di inclinazione viene impostato
automaticamente nel riquadro "ASSI ROT." sulla schermata IMPOSTAZIONE.
 MANUALE: Al termine del posizionamento, l'angolo di inclinazione viene impostato nel
riquadro "ASSI ROT." sulla schermata IMPOSTAZIONE se si preme il tasto
[OK].
(4) Collegare il filo al foro C del pezzo.
(5) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".

- 301 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(6) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il posizionamento.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(7) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato". Al completamento della misurazione ogni
asse si sposta verso il centro del foro C misurato.
(8) I valori misurati vengono visualizzati in "Diametro1", "Diametro2", "Pos. relativa X", "Pos. relativa
Y" e "Angolo di inclinazione".

(9) Se si selezione "AUTO", l'angolo di inclinazione viene memorizzato automaticamente nel campo
"ROTAZIONE ASSE" sulla schermata IMPOSTAZIONE dopo la misurazione. Se si seleziona
"MANUALE", l'angolo di inclinazione viene memorizzato nel campo "ROTAZIONE ASSE" sulla
schermata IMPOSTAZIONE premendo il tasto [SÌ] sul touch panel.
Se si preme il tasto [NO], l'angolo di inclinazione non viene memorizzato nel campo "ROTAZIONE
ASSE" sulla schermata IMPOSTAZIONE.

6.10.2 Misurazione dell'inclinazione con spostamento manuale tra


due fori [modalità manuale]
Nella modalità manuale, è possibile lo spostamento sul punto di avvio misurazione di ciascun foro e il
collegamento al filo.
Selezionare questo modo, ad esempio, quando si vuole lo spostamento controllando le posizioni dei due
fori.
POS. AUTO

MISURATO

- 302 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

(1) Selezionare il modo [MANU].


(2) Collegare il filo al foro C del pezzo.
(3) Inserire un valore in "Diametro C foro". Premere il tasto [FIN. IMP. 1] e controllare che appaia
"Pronto".
(4) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il posizionamento.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(5) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
(6) Appare il "diametro foro" misurato.
(7) Specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione. Vedere il capitolo 6.3,
"OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE".
(8) Misurare il foro D come foro C.
(9) Quando il foro C e il foro D sono misurati, specificare l'inclinazione di riferimento e premere il tasto
[Calcola].

ATTENZIONE
Il calcolo non si può eseguire fino al completamento della misurazione dei fori C
e D.

(10) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il calcolo e controllare
che venga visualizzata l'icona "Posizionamento in corso".
(11) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".

- 303 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(12) I valori misurati vengono indicati öin "Diametro1", "Diametro2", "Pos. relativa X", "Pos. relativa Y"
e "Angolo di inclinazione".

(13) Dopo la misurazione, l'angolo di inclinazione viene memorizzato nel campo "ROTAZIONE ASSE"
sulla schermata IMPOSTAZIONE premendo il tasto [SÌ] sul touch panel.
Se si preme il tasto [NO], l'angolo di inclinazione non viene memorizzato nel campo "ROTAZIONE
ASSE" sulla schermata IMPOSTAZIONE.

6.11 DIAMETRO DEL CERCHIO


Posizionarsi sulle estremità in tre punti sul cerchio o sull'arco e misurare i diametri interno ed esterno del
cerchio o dell'arco che attraversano i punti in cui si trovano le superfici frontali.
Contemporaneamente, è possibile controllare le coordinate del centro dell'arco o del cerchio.

6.11.1 Calcolo dell'arco passante per tre punti di posizionamento e


per il suo centro [modalità automatica]
Nella modalità automatica, posizionare tre punti sul cerchio o sull'arco con lo spostamento.
Perciò, nella modalità automatica, le misurazioni sono completate avviando la funzione una sola volta.

ATTENZIONE
Il diametro interno non si può misurare nella modalità automatica. Selezionare la
modalità manuale per misurare il diametro interno.

POS. AUTO

MISURATO

- 304 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

(1) Selezionare il modo [AUTO].


(2) Selezionare la direzione in cui avviare la misurazione.
(3) Inserire il valore del diametro esterno del pezzo.
Se il valore specificato per il diametro esterno è inferiore al valore del diametro esterno reale, il filo
si può impigliare nel pezzo durante lo spostamento e si può rompere. Se il diametro esterno non è
conosciuto, accertarsi di impostare un valore superiore a quello valutato.
(4) Dopo aver collegato il filo, spostare la macchina lungo gli assi X e Y per portare il filo sulla
posizione di avvio.
Spostare la posizione di avvio sull'asse del pezzo ogni volta che è possibile.
Altrimenti, il filo può impigliarsi nel pezzo e si può rompere durante lo spostamento sul secondo o
sul terzo punto.
(5) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".
(6) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il posizionamento.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(7) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato". Al termine della misurazione, ciascun
asse ritirna sul punto di avvio della misurazione.

- 305 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(8) Dopo aver completato il posizionamento, selezionare una delle voci "POSIZIONE ATTUALE",
"Posizione centro dopo taglio", e "Posizione centro senza taglio".
Se si termina con "POSIZIONE ATTUALE", premere semplicemente il tasto [Finish].

Se si seleziona [Posizione centro senza taglio], e se il filo può interferire con il pezzo durante lo
spostamento, tagliare prima il filo manualmente.

(9) Se si seleziona "Posizione centro senza taglio" o "Posizione centro dopo taglio", la schermata cambia.
Per eseguire un movimento, inserire i valori del movimento delle coordinate individuali dal centro
del cerchio nei riquadri "Entità spost. X" e "Entità spost. Y".

(10) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".


(11) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare lo spostamento sul punto
finale.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(12) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
(13) Appare il "diametro esterno" misurato.
(14) Specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione. Vedere il capitolo 6.3,
"OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE".

- 306 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

6.11.2 Calcolo dell'arco passante per tre punti di posizionamento e


per il suo centro [modo manuale]
Nella modalità manuale, posizionare la superficie frontale su ciascuno dei tre punti sul cerchio o sull'arco
e spostarsi manualmente tra questi. Selezionare la modalità manuale per misurare il diametro interno.
POS. AUTO

MISURATO

(1) Selezionare il modo [MANU].


(2) Inserire la direzione di misurazione, selezionando da 0 a 15.
(3) Dopo aver collegato il filo, spostare manualmente la macchina sulla posizione di avvio.
(4) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".
(5) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il posizionamento.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(6) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato". Al termine della misurazione, ciascun
asse ritirna sul punto di avvio della misurazione.
(7) La posizione della superficie frontale del pezzo appare come posizione di misurazione.
Impostare la posizione di misurazione sul punto di misurazione. Vedere il capitolo 6.3,
"OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE".
(8) Al completamento di "Direzione di misura 1", "Direzione di misura 2", e "Direzione di misura 3",
selezionare se il pezzo è [Inside] o [Outside] e premere il tasto [Calcola]

ATTENZIONE
Il calcolo non può essere eseguito finché non si completa "DIREZIONE DI
MISURA 1", "DIREZIONE DI MISURA 2", e "DIREZIONE DI MISURA 3 ".

- 307 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(9) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare il calcolo e controllare
che venga visualizzata l'icona "Posizionamento in corso".
(10) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".

(11) Al termine del calcolo, è possibile spostare il filo su qualsiasi posizione in base al punto centrale del
cerchio. Selezionare una delle voci "POSIZIONE ATTUALE", "Posizione centro dopo taglio", e
"Posizione centro senza taglio".
Se si termina con "POSIZIONE ATTUALE", premere semplicemente il tasto [Finish].

Se si seleziona [Posizione centro senza taglio], e se il filo può interferire con il pezzo durante lo
spostamento, tagliare prima il filo manualmente.

- 308 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO
(12) Se si seleziona "Posizione centro senza taglio" o "Posizione centro dopo taglio", la schermata cambia.
Per spostare il filo, introdurre i valori di spostamento rispetto al centro del cerchio in "Entità spost.
X" e "Entità spost. Y".

(13) Premere il tasto [FIN IMP.] e controllare se viene visualizzato "PRONTO".


(14) Premere il tasto sul pannello di comando della macchina per avviare lo spostamento sul punto
finale.
L'icona "Posizionamento in corso" appare nella sezione di indicazione dello stato.
(15) La misurazione è completata quando appare il risultato della misurazione. Se appare un'altra
schermata, compare l'icona "Posizionamento completato".
(16) La posizione centrale del pezzo appare come posizione di misurazione. Anche il diametro calcolato
appare allo stesso modo.
(17) Specifica la posizione di misurazione sul punto di misurazione. Vedere il capitolo 6.3,
"OPERAZIONI DOPO IL POSIZIONAMENTO E LA MISURAZIONE".

- 309 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

6.12 PASSO DEL PUNTO DI MISURAZIONE


Visualizza le coordinate di misurazione specificate con la funzione per il posizionamento/la misurazione.
P00 è il dato del punto di riferimento.
La distanza relativa dal punto di riferimento (P00) è visualizzata come valore di visualizzazione del passo
di P01 fino a P31.
Si possono anche modificare manualmente i dati delle coordinate di misurazone.

POS. AUTO

MISURATO

- 310 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

6.13 MESSA A PUNTO DELLA FUNZIONE DI


POSIZIONAMENTO NEI DETTAGLI [IMPOSTAZIONI DI
POSIZIONAMENTO]
Le impostazioni di posizionamento sono impostazioni dettagliate per la funzione di
posizionamento/misurazione.
POS. AUTO

MISURATO

(1) Modo:
Specificare il modo per eseguire il posizionamento durante il setup / misurazione.
• “Standard”: È realizzato il posizionamento standard.
• "Personal.": Vengono lette le impostazioni dettagliate del posizionamento effettuate
dall'operatore.
• "Precisione": L'operazione è realizzata con particolare attenzione alla precisione del
posizionamento. Il tempo per l'esecuzione è maggiore di quello
necessario per la selezione "standard", ma la precisione di
posizionamento migliora.
• "Impulso forte": Il posizionamento è realizzato usando un impulso più forte di quello
usato per il modo standard. Selezionare questo modo per i pezzi con
frequenti errori di posizionamento con "Standard" (ad es. pezzo
arruginito o pezzo con strato d'olio).
• "Posiz.appross.": Il posizionamento viene eseguito solo con la sgrossatura.
Utilizzare questa modalità per il posizionamento approssimativo con
una precisione di posizionamento di circa 0,02 mm.
• "Alto": Il posizionamento viene eseguito evidenziando la riduzione di tempo.
Tempo necessario per il posizionamento ridotto rispetto al
posizionamento [Standard] . Tuttavia, la precisione di posizionamento si
riduce di circa 10% a 30%.

- 311 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

SUGGERIMENTO
La modalità "Impulso forte" si utilizza per materiali con conduttività ridotta.
 Selezionare questo modo se "ERRORE DI POSIZIONAMENTO" avviene
ripetutamente nel posizionamento dei seguenti materiali.
Posizionamento di un pezzo con olio o arruginito
Posizionamento su PCD
 Si può utilizzare questo modo per il posizionamento sulla schermata di
posizionamento, G7X e Tut.
 Si attiva un allarme per lo spostamento all'indietro se si rileva un cortocircuito
all'inizio del posizionamento.
 Si attiva un allarme se il posizionamento ha inizio nel funzionamento di prova.
 Se è selezionato il modo "Impulso forte", l'icona indicata in basso appare
nell'angolo in alto a destra della schermata di posizionamento :

 Non si può utilizzare per il posizionamento di AI (schermata


posizionamento/G17x).
 La superficie a contatto con il filo si può danneggiare a causa del
posizionamento nella modalità "Impulso forte".

Modo "Posiz.appross."
 Se è selezionato il modo "Posiz.appross.", l'icona indicata in basso appare
nell'angolo in alto a destra della schermata di posizionamento :

(2) DIAMETRO FILO


Selezionare il diametro del filo usato per il posizionamento. (Essa cambia contemporaneamente
quando si modifica la selezione del diametro del filo sulla schermata dei dati di impostazione.) Se
questo valore non coincide con il diametro reale del filo, il diametro del foro e la larghezza della
scanaltura da calcolare e visualizzare contengono errori.
(3) Condizione EDM
Selezionare la tecnologia di taglio utilizzata per il posizionamento.
(4) TENS.FILO/VEL.FILO
Impostare la tensione del filo e la velocità di avanzamento del filo per il posizionamento.
(5) TOLLERANZA
Inserire la tolleranza nella posizione in cui il filo viene a contatto con il pezzo.
Nel posizionamento durante la regolazione/misurazione, il contatto e il ritiro sono ripetuti diverse
volte.
Se ci sono variazioni nelle posizioni di contatto, se la differenza tra i valori massimo e minimo è
maggiore di questo valore, compare un allarme. Quando si imposta su 0, la variazione non è
controllata (compare l'allarme).
(6) VEL.FILO PER POS.
Selezionare se si vuole eseguire il posizionamento sia con avanzamento del filo che senza
avanzamento del filo.
(7) VELOCITA AVANZ.
Specificare la velocità di spostamento finché la superficie frontale viene rilevata innanzitutto nel
posizionamento approssimativo.
Quando questa impostazione è eccessiva, il filo si può rompere a seconda del diametro del filo o
della figura del pezzo. Definire il valore appropriato necessario.

- 312 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO
(8) VELOCITA RITOR.
Impostare la velocità di spostamento all'indietro per il posizionamento dopo il rilevamento della
superficie frontale.
Questa voce non compare se il modo di posizionamento è "Impulso forte".
(9) Riem. acqua
Specificare se riempire la vasca di lavorazione con acqua durante il posizionamento. Se si seleziona
"SÌ", il posizionamento e la misurazione vengono eseguite dopo che la vasca è stata riempita con
acqua. Se si seleziona "OFF", è attivato.

Anche se l'impostazione per il flusso è "ON", è attivato senza il riempimento della vasca con
acqua.
(10) AL PUNTO DI RIFER.NORMALE
Selezionare il riferimento al posizionamento del filo dopo il completamente del bordo o il
rilevamento dell'angolo.
La distanza di spostamento del filo dopo il rilevamento del bordo o dell'angolo varia in base alla
selezione di "FILO CENT." e "FILO LATER".
Si può controllare ciò che è selezionato al momento, "FILO CENT." o "FILO LATER", con l'icona
visualizzata nell'angolo in alto a destra della schermata di posizionamento

 Se si seleziona "FILO CENT."  Se si seleziona "FILO LATER"


(rilevamento del bordo) (rilevamento del bordo)
Raggio del filo

 Se si seleziona "FILO CENT."  Se si seleziona "FILO LATER"


(rilevamento dello spigolo) (rilevamento dello spigolo)
C = - 2,0000 C = 0,0000 C = 1,0000 C = - 2.0000 C = 0.0000 C = 1.0000
D = - 1,5000 D = 0,0000 D = 0,5000 D = - 1.5000 D = 0.0000 D = 0.5000

2 2

1,5 1.5
1 1

0,25 0,5 0.25 0.5

 Se si seleziona "FILO CENT." (icona)  Se si seleziona "FILO LATER" (icona)

Quando il modo di posizionamento è "Precision", possono essere specificati i seguenti elementi.

(11) Measuring time:


Per definire il numero di operazioni di posizionamento / misurazione da effettuare durante il setup /
misurazione.

- 313 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(12) Valore di correzione su +X / Valore di correzione su -X


Valore di correzione su +Y / Valore di correzione su -Y:
La posizione del filo può essere corretta con i valori specificati dopo l'operazione di posizionamento
durante il setup / misurazione.
La direzione di compensazione in cui la macchina taglia dentro nel pezzo è positiva e la direzione in
cui la macchina si allontana dal pezzo è negativa.
Ciascun valore di compensazione è applicato secondo l'asse e la direzione specificata nel programma.
Per questo motivo, se la direzione specificata nel programma nelle impostazioni per la rotazione, ecc.
ecc., è diversa dalla direzione reale di posizionamento, potrebbe non essere possibile applicare
correttamente la compensazione.
(13) Selezione di EDM cond.:
Selezionare se passare automaticamente le tecnologie di taglio usate per le operazioni di
posizionamento.

Quando il modo di posizionamento è "Impulso forte", possono essere specificati i seguenti elementi.

(14) Distanza invers.:


Impostare la distanza inversa per il posizionamento dopo il rilevamento della superficie frontale.

SUGGERIMENTO
Durante il posizionamento / misurazione, vengono combinati ed eseguiti i seguenti due
cicli di posizionamento:
(1) Ciclo di posizionamento approssimativo
(2) Ciclo di posizionamento standard
Nel ciclo (1), il posizionamento è realizzato prima a velocità elevata per rilevare
approssimativamente la superficie frontale. Nel ciclo (2) il posizionamento
standard è realizzato tre volte per rilevare la superficie frontale con precisione. Il
valore di tolleranza è usato come valore di valutazione solo nel ciclo (2).

NOTA
Il riferimento per il posizionamento specificato dal programma per il rilevamento
del bordo (G70) è "FILO LATER".

- 314 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

6.13.1 Tecnologie di taglio impostate tramite la funzione di


posizionamento/misurazione
Di seguito sono elencate le tecnologie di taglio impostate automaticamente durante l'esecuzione della
funzione di posizionamento/misurazione.
Le tecnologie di taglio corrispondenti al filo impostato vengono lette automaticamente.

Filo (mm) Filo (pollici) Numero T WF PM FR FC


EDM
0,300/BS 0,012/BS 1001 1500 6 13/33 1 0
0,300/BS 0,012/BS 1061 1200
(filo in acciaio dolce) (filo in acciaio dolce)
0,250/BS 0,010/BS 1002 1700
0,250/BS 0,010/BS 1062 1000
(filo in acciaio dolce) (filo in acciaio dolce)
0,200/BS 0,008/BS 1003 1300
0,200/BS 0,008/BS 1063 800
(filo in acciaio dolce) (filo in acciaio dolce)
0,150/BS 0,006/BS 1004 800
0,100/BS 0,004/BS 1005 400
0,100/SP 0,004/SP 1006
0,100/MCR 0,004/MCR 1007
0,100/USR 0,004/USR 1008
0,070/BS 0,003/BS 1009 350 5
0,070/SP 0,003/SP 1010
0,070/TWS 0,003/TWS 1011
0,070/MCR 0,003/MCR 1012
0,070/USR 0,003/USR 1013
0,050/SP 0,002/SP 1014 300
0,050/TWS 0,002/TWS 1015 350
0,050/MCR 0,002/MCR 1016 300
0,050/USR 0,002/USR 1017
0,300 (impulso forte) 0,012 (impulso forte) 1067 1800 6 11
0,250 (impulso forte) 0,010 (impulso forte) 1068 1700
0,200 (impulso forte) 0,008 (impulso forte) 1069 1300
0,150 (impulso forte) 0,006 (impulso forte) 1070 800
0,100 o meno (Impulso forte) 0,004 (impulso forte) 1071 400

SUGGERIMENTO
Se si desidera modificare una tecnologia di taglio, bisogna modificare
l'impostazione nella tecnologia di taglio. L'impostazione è usata come la
tecnologia di taglio a partire dalle volte successive. Non è necessario modificare
o impostare le tecnologie di taglio diverse da T, WF, PM, FR e FC.

- 315 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

6.14 POSTAMENTO SU UN PUNTO ARBITRARIO CON LO


SPOSTAMENTO IN RAPIDO [RAPIDO]
L'avanzamento in rapido permette di spostare l'utensile con lo spostamento in rapido sulle coordinate da
posizionare.
POS. AUTO

Posiz.
rapido

ATTENZIONE
Accertartsi di attivare questa funzione dopo aver posto la macchina nello stato di
reset.

6.14.1 Procedura operativa dello spostamento in rapido


(1) Selezionare il metodo di specificazione o il sistema di coordinate utilizzato per il posizionamento
rapido.

- 316 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO
(2) Impostare le coordinate in cui posizionare la macchina, inserendole nei riquadri. Se un valore è già
inserito in un riquadro, è possibile impostarlo premendo il tasto dell'asse corrispondente.

(3) Premere il tasto [FIN IMP.] per passare al modo MDI e controllare se viene visualizzato "PRONTO".

(4) Controllare che il pezzo, il dispositivo, ecc. non abbiano interferenze e se non si trovano problemi,
premere il tasto . La macchina si sposta con lo spostamento in rapido sulla posizione delle
coordinate specificate.

- 317 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(5) Se appare "FINIT.", lo spostamento in rapido è completato.

6.15 SPOSTAMENTO SULLE COORDINATE REGISTRATE


CON LO SPOSTAMENTO IN RAPIDO [RITORNO AL
PUNTO DI RIFERIMENTO]
Il ritorno al riferimento permette di spostare la macchina sul punto zero della macchina o sul punto utente
con lo spostamento in rapido.
MISURATO

Posiz.
rapido

- 318 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

ATTENZIONE
Accertartsi di attivare questa funzione dopo aver posto la macchina nello stato di
reset.

6.15.1 Procedura di ritorno al punto di riferimento


(1) Premere il tasto corrispondente al punto di riferimento su cui effettuare il ritorno.
Esempio) Selezionare "Ref. point".
(2) Premere il tasto [FIN IMP.] per passare al modo MDI e controllare se viene visualizzato
"PRONTO".

(3) Controllare che il pezzo, il dispositivo, ecc. non abbiano interferenze e se non si trovano problemi,
premere il tasto . La macchina si sposta con lo spostamento in rapido sulla posizione delle
coordinate specificate.
(4) Se appare "FINE", lo spostamento in rapido è completato.

- 319 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

6.16 SPOSTAMENTO SU UN PUNTO REGISTRATO CON LO


SPOSTAMENTO IN RAPIDO [MISURAZIONE RITORNO
PUNTO]
Il ritorno al punto di misurazione permette di spostare la macchina sul punto di misurazione con lo
spostamento in rapido.
Si può spostare la macchine sulle coordinate della macchina del punto posizionamento o sul punto di
posizionamento impostato con un programma o manualmente.
MISURATO

Posiz.
rapido

ATTENZIONE
Accertartsi di attivare questa funzione dopo aver posto la macchina nello stato di
reset.

- 320 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

6.16.1 Procedura di funzionamento della funzione della posizione di


misurazione
(1) Premere il tasto del punto di misurazione su cui si vuole spostare la macchina.
Esempio) Selezionare il punto utente P00.

(2) Premere il tasto [FIN IMP.] per passare al modo MDI e controllare se viene visualizzato
"PRONTO".

(3) Controllare che il pezzo, il dispositivo, ecc. non abbiano interferenze e se non si trovano problemi,
premere il tasto . La macchina si sposta con lo spostamento in rapido sulla posizione delle
coordinate specificate.

- 321 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(4) Se appare "FINIT.", lo spostamento in rapido sul punto di misurazione è completato.

6.17 SCHERMATA PER LA REGOLAZIONE VERTICALE


Per il taglio ortogonale rispetto alla superficie superiore e inferiore del pezzo, impostare il filo
ortogonalmente rispetto alla superficie della tavola.
Ci sono due metodi per regolare la verticalità del filo: (1) regolazione con una maschera di verticalità e
(2) regolazione tramite scarico verso i lati del pezzo per cui è stato confermato il parallelismo o la
verticalità.
+Per effettuare la regolazione verticale con una maschera di verticalità, bisogna effettuare le impostazioni
sulla schermata "Verticale".

POS. AUTO

Vertical
Taper

- 322 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

6.18 REGOLAZIONE VERTICALE DEL FILO CON UNA


MASCHERA DI VERTICALITÀ [VERTICALE]

6.18.1 Montaggio maschera di verticalità e preparazione


(1) Lucidare con una pietra a olio molto fine la superficie della tavola nella posizione in cui sarà
montata la maschera per la verticalità e pulire questa superficie con uno straccio.

Tavola
Table
Panno
Cloth

Pietra per affilare


Oilstone

(2) Montare una maschera di verticalità.


Fissare il dispositivo verticalmente in modo che il detector sia parallelo all'asse XY utilizzando il
bullone M8 inserito.
Piastra Fissare la maschera di verticalità con
Plate
bulloni M8.
Secure the verticality jig with M8 bolts.

Rilevatore
Detector
Rilevatore
Detector
Maschera di
Verticality jig
verticalità

Tavola
Table
Tavola
Table Con il which
Confirm punzone, determinare quale parte è
side is
quella
the top,superiore.
with the stamp.

ATTENZIONE
Il numero di serie inciso sul lato della maschera e del foro sul lato opposto della
superficie superiore della maschera vengono usati per identificare la parte
superiore e la parte inferiore della maschera.
Montare la maschera fissandola sulla piastra di battuta (fornita con la macchina)
fissata accuratamente o posizionando il rilevatore della maschera di verticalità in
parallelo rispetto agli assi X/Y (con il parallelismo di 20 m/100 mm o inferiore)
usando un indicatore

(3) Controllare il diametro dell'ugello superiore e dell'ugello inferiore e il diametro interno di un ugello.
L'ugello superiore e l'ugello inferiore devono avere un diametro interno di 6,5 mm (standard) o
superiore o devono essere completamente rimossi. Allo stesso modo, l'ugello deve avere un diametro
interno di 1,5 mm (standard) o più oppure rimuovere completamente l'ugello con il supporto
dell'ugello.

- 323 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

ATTENZIONE
Quando si usa un ugello più piccolo di quello standard da 6,5 mm per la
regolazione verticale, il filo tocca l'ugello rendendo impossibile una corretta
regolazione.
Quando si usa un ugello più piccolo di quello standard da 1,5 mm per la
regolazione verticale, il filo tocca l'ugello rendendo impossibile una corretta
regolazione.

(4) Installare il filo, quindi farlo passare tra la guida superiore e la guida inferiore.
(5) Portare la punta dell'ugello della guida superiore ad un'altezza di circa 10 mm al di sopra della
maschera di verticalità.

Circa 10 mm

Maschera di
verticalità

Tavola

ATTENZIONE
Se la guida superiore viene abbassata troppo, essa potrebbe scontrarsi con la
maschera di verticalità, danneggiando eventualmente sia la guida che la
maschera. Assicurarsi che la punta dell'ugello si trovi al di sopra della parte
superiore della maschera di verticalità.

6.18.2 Impostazioni nella schermata per la regolazione verticale


Le impostazioni seguenti vengono effettuate sulla schermata per la regolazione della verticalità. Premere
il tasto di selezione della schermata [MISURATO] e selezionare [Regolazione verticale] dal menu a
contatto.
Quando il cursore si sposta verso ogni elemento dell'area sinistra della schermata, il messaggio e la figura
corrispondente vengono automaticamente indicati nell'area destra. Introdurre le regolazioni in base alle
figure e ai messaggi indicati.
POS. AUTO

Con.
Vertic.

- 324 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

Procedura per la regolazione verticale


(1) Selezionare un punto in cui è stato installata la maschera.
Selezionare la posizione (destra, sinistra o anteriore) sui cui è installata la maschera di verticalità.
Non è possibile installare la maschera sulla tavola sul lato lontano.

(2) Selezionare una superficie della maschera che ha un'incisione.


Selezionare tra A e B come direzione di incisione sulla maschera di verticalità installata.

- 325 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

(3) Selezionare il detector da utilizzare.


Selezionare il detector utilizzato per la regolazione verticale da quello installato.

(4) Impostare la posizione inferiore del blocco.


Se la maschera è installata lontano dalla superficie superiore della tavola, impostare la posizione di
blocco della maschera. Si presuppone che la posizione della superficie superiore della tavola sia
0,000 mm.

(5) Selezionare la tecnologia di taglio utilizzata per la regolazione verticale.


"AUTO": Tecnologia di taglio selezionata automaticamente in base al diametro del filo
preimpostato
"MANU": Tecnologia di taglio attualmente specificata nella schermata dei dati EDM
(6) Specificare se registrare automaticamente o meno il risultato della regolazione come posizione
verticale attuale al completamento della regolazione.
AUTO: Il risultato della regolazione è registrato automaticamente come posizione verticale
attuale.
CONFERM: È visualizzato il risultato della regolazione.
Se si preme il tasto [YES], il risultato della regolazione è registrato automaticamente
come posizione verticale attuale.
(7) Specificare se alimentare il filo.
(8) Premendo "GUIDA" compare un punto per il posizionamento rispetto alla maschera di verticalità.
Posizionare il filo nella sezione smussata del detector.

- 326 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

10mm

(9) Effettuare le regolazioni di verticalità.


 Raccogliere l'acqua alla profondità in cui la maschera di verticalità viene sommersa.
 Per la lavorazione con aspersione, attivare il controllo dell'acqua.
 Premere il tasto [FIN IMP] e quindi il tasto .
 Viene avviata la regolazione della verticalità effettuando la misurazione della posizione
verticale in entrambe le direzioni X e Y (asse U e V).

ATTENZIONE
Premendo il tasto si spostano automaticamente gli assi X, Y, U e V.

Prima di premere il tasto , confermare che non ci siano oggetti che


interferiscono come il pezzo o la maschera entro 50 mm dalle guide superiore e
inferiore.
Se la maschera è installata lontano dalla superficie superiore della tavola,
verificare che non ci siano oggetti entro 50 mm più l'altezza aggiuntiva dalle
guide superiore e inferiore.

(10) Quando al punto (6) è selezionato "AUTO":


La posizione verticale attuale è aggiornata al termine della regolazione.
Se si seleziona "CONFERM" al punto (6):
La posizione verticale attuale è visualizzata al termine della regolazione. Se si preme il tasto [YES],
la posizione verticale attuale è aggiornata e la regolazione è terminata. Quando si preme il tasto [NO]
la regolazione termina senza modifiche. (La posizione verticale attuale non è aggiornata.)

- 327 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
6. SCHERMATA MISURATO SU CIASCUNA SCHERMATA B-85434IT/03

ATTENZIONE
1 Per i processi di lavorazione o rastremazione con la tecnologia di taglio con
funzione di offset superiore/inferiore (come la condizione R1 o 3R) è necessario
compensare i fulcri delle guide superiore e inferiore, oltre alla regolazione della
posizione verticale. Procedere effettuando le impostazioni di cui alla sezione
6.17, "MISURAZIONE DELLA POSIZIONE DELLA GUIDA INFERIORE E
DELLA DISTANZA DEL SUPPORTO" di seguito riportate.
2 Per misurare la guida conica, selezionare la misurazione della guida conica con
il menu a contatto.

SUGGERIMENTO [Quando la regolazione verticale si arresta al centro]

Se si arresta la macchina premendo il tasto o a metà del processo

di regolazione verticale dopo aver eseguito lo spostamento di un asse dal punto


di avvio, compare un errore.

In questo caso, premere prima il tasto per eliminare l'allarme.

Per riportare il filo al punto iniziale, premere prima il tasto [SÌ] e poi il tasto .
Il filo ritorna quindi automaticamente al punto di avvio.

6.19 MISURAZIONE DELLA POSIZIONE DELLA GUIDA


INFERIORE E DELLA DISTANZA DEL SUPPORTO
La lavorazione conica e la lavorazione ad alta precisione ad una precisione di rettilineità di 10 m o
inferiore richiede la misurazione precisa della distanza tra i supporti della guida superiore e della guida
inferiore.
Per ottenere una misurazione precisa, si raccomanda di eseguire la "misurazone della guida conica" dopo
l'esecuzione delle misurazioni descritte nella sezione 6.18, "REGOLAZIONE VERTICALE DEL FILO
CON UNA MASCHERA DI VERTICALITÀ".

In particolare in condizioni in cui si utilizza la "funzione di offset superiore e inferiore", qualsiasi errore
nella posizione della guida inferiore o la distanza del supporto impedisce che la precisione di rettilineità
possa essere corretta in modo appropriato.

- 328 -
IMPOSTAZIONI DA ESEGUIRE
B-85434IT/03 SU CIASCUNA SCHERMATA 6. SCHERMATA MISURATO

6.19.1 Regolazioni sulla schermata di misurazione della guida


conica
Al termine della regolazione della verticalità, misurare la posizione della guida inferiore e l