Sei sulla pagina 1di 4

PARROCCHIA SANTA LUCIA

MARTED 3 GIUGNO 2014



NOVENA I N PREPARAZI ONE ALLA
SOLENNI T DI PENTECOSTE














QUINTO GIORNO
IL DONO DELLA FORTEZZA
1. CANTO

Vieni, vieni, Spirito damore,
ad insegnar le cose di Dio,
vieni, vieni, Spirito di pace,
a suggerir le cose che Lui ha detto a noi.

Noi ti invochiamo Spirito di Cristo,
vieni tu dentro di noi.
Cambia i nostri occhi, fa che noi vediamo
la bont di Dio per noi.


2. INVOCAZIONE INIZIALE

O Spirito Santo, vieni a noi,
vieni nei nostri cuori assistici;
scendi sulle nostre famiglie:
togli via incomprensioni, impazienze, discordie
e porta comprensione, amore, umilt e pace.
Signore di vita, che procedi dal Padre e dal Figlio,
suscita una nuova Pentecoste nella tua Chiesa!
Scendi sui nostri pastori, sulla nostra parrocchia
e sui nostri governanti; sulle persone che soffrono
e su tutti coloro che cercano la verit con cuore sincero.
Spirito dAmore, penetra nei nostri cuori
con la spada della tua Parola,
perch alla luce della tua sapienza,
possiamo valutare le cose terrene ed eterne,
e diventare liberi per il tuo regno,
testimoniando al mondo
che Ges risorto e vivo in mezzo a noi.
Vieni, nel nome di Ges. Vieni attraverso
il Cuore Immacolato di Maria, Madre della Chiesa.
Amen.


3. PAROLA DI DIO: Atti degli Apostoli 1,1-9.

Ges si mostr vivo ai suoi discepoli, dopo la sua passione,
con molte prove, durante quaranta giorni, apparendo loro e
parlando delle cose riguardanti il regno di Dio. Mentre si
trovava a tavola con essi, ordin loro di non allontanarsi da
Gerusalemme, ma di attendere l'adempimento della promessa
del Padre, quella disse che voi avete udito da me:
Giovanni battezz con acqua, voi invece, tra non molti giorni,
sarete battezzati in Spirito Santo. Riceverete la forza dallo
Spirito Santo che scender su di voi, e di me sarete testimoni
a Gerusalemme, in tutta la
Giudea e la Samaria e fino
ai confini della terra.



4. RIFLESSIONE

Il dono della fortezza fa s che il cristiano sappia resistere a
certe influenze sociali e non si lasci condurre dalla pressione
del gruppo sociale o di amici in cui inserito. Con questo
dono la persona mantiene la propria personalit, essendo ci
che in realt, conservando i valori cristiani.

Tale dono ci aiuta a sopportare fatiche e sofferenze ma anche
ad affrontare tentazioni e difficolt: non ci spaventino le
prove o i dolori, non domandiamo a Cristo di esserne liberati,
ma domandiamo che ci dia la capacit di portarle con gioia
con lui.

Con lintelletto e il consiglio si sono fatte le scelte, ora si
tratta di portarle a termine, di essere fedeli. La Fortezza ci di
aiuto contro lo scoraggiamento, le tentazioni, legoismo, ma
necessaria anche nel cammino spirituale di santificazione.


5. PREGHIERA FINALE

Per chiedere il dono della FORTEZZA

Vieni, o Spirito Santo,
e da' a noi un cuore nuovo,
un cuore pieno di fortezza,
un cuore nuovo sempre giovane e lieto.
Vieni, o Spirito Santo,
e da' a noi un cuore pieno di fortezza,
allenato ad amare Dio.
Dacci un cuore puro,
che non conosca il male se non per definirlo,
per combatterlo e per fuggirlo.
Vieni, o Spirito Santo,
e da' a noi un cuore grande,
aperto alla Tua silenziosa
e potente parola ispiratrice,
e chiuso ad ogni meschina ambizione,
un cuore grande e forte ad amare tutti,
a tutti servire, con tutti soffrire;
un cuore grande, forte,
solo beato di palpitare col cuore di Dio.
Amen